Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Lo zen e l’arte di gufare la Juventus

image

Tifare contro non è ‘na passeggiata de salute. L’organizzazione di una notte da gufi presuppone capacitá logistiche, etiche, morali e sostanziali che non tutti hanno a disposizione nel proprio bagaglio umano. E una pertinacia pervicace (in subordine, va benissimo anche una pervicacia pertinace) fuori dal comune, che sappia fare tesoro delle esperienze negative e gettare il cuore oltre l’ostacolo nell’occasione giusta, quella definitiva. Tifare contro non è barbarie, se di mezzo c’è la Juve. Non è sedersi in gruppo di fronte a un televisore tra peti, rutti, grugniti e onomatopee: è un rito che vive di precisioni, di ricorrenze, di speranze, di scaramanzie e di valutazioni esoteriche.

Per Juventus-Barcellona i gufi si riuniscono in una lussureggiante localitá dell’Oltrepo pavese in una formazione inedita a otto, schierandosi col 4-1-2-1: quattro gufi fondatori della prima ora (io,  L., A. e M.), un gufo alla seconda presenza (Abc.), due gufi fratelli tra di loro, esordienti  e ospiti provenienti da una federazione forestiera (F&M), un gufo al debutto (D.). Due gufi si presentano con maglietta da riposo della societá occasionalmente avversaria della Juve (io e L.) mentre M. indossa un paio di slip del Barcellona acquistati alcuni anni fa nell’aeroporto della simpatica cittá catalana. Per certificarlo, abbassa i bermuda fino alle ginocchia, evidenziando un discreto pacco. Una scena che, alle ore 19, anticipa il carico di tensione e di imbarbarimento che ci attende al varco.

Dopo una cena frugale consumata sotto il portico (salame, prosciutto, mozzarella, pomodoro, olive, formaggi, uova, birra, pane), i gufi salgono al primo piano in sala tv, dove si dispongono in ordine tutt’altro che casuale su poltrone e divano. E qui, per chi pensa che gufare sia una cosa semplice, vale la pena soffermarsi sul primo rito scaramantico della serata:

la riproposizione filologica e geostazionaria della magica serata di Juve-Benfica.

A me e L. va sostanzialmente bene, perchè ci basta riprendere lo stesso posto, uno in fianco all’altro. A., invece, deve trafiggersi il costato con una pin a forma di forbici (con cui si era gravemente ferito durante Juve-Benfica), mentre M. deve tener stretto tra i premolari uno stuzzicadenti (lo stesso di un anno fa, in quel magico Primo maggio. M. se lo mette in bocca nonostante microbi e batteri siano visibili a occhi nudo). I gufi esordienti o alla seconda presenza sono esentati da questi pericolosi riti.

I gufi titolari si scambiano una sguardo atterrito. La fantastica notte di Juve-Benfica (eliminazione con 0-0 a Torino nella semifinale di una competizione la cui finale si sarebbe disputata a Torino) (una specie di doppio filotto, di mega strike, di cinque più uno al Superenalotto) era stata seguita da una serie di altre gufate culminate miseramente: Dortmund, Monaco (una gufata in contumacia, anticipata, con un esorcismo in un ristorante del Cremonese) e soprattutto Madrid, con riunione dei gufi a Milano, la capitale morale, finita malissimo, con l’umore sotto i tacchi e l’ormai ingestibile, quasi travolgente convinzione che quella squadra di culattoni avrebbe fatto il triplete alla faccia nostra, di gufi e di interisti, argh!

“Concentráti, dai!”

Inizia la partita, Mascherano fa un paio di pirlate, ma alla prima azione dall’altra parte è

Gaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaal!

Otto uomini corpulenti saltano come grilli e si abbracciano come koala. È un momento di intensa felicitá che però dura poco. M. ci guarda spaventato:

“Ho perso lo stecchino!”

No! Nel giro di quattro decimi di secondo, otto uomini carponi cercano uno stuzzicadenti mezzo mangiato su un pavimento scuro. Sembra una moschea alle cinque del pomeriggio. Uno dei fratelli guarda fuori dalla finestra e vede uno storno migrare tra le rossastre nubi:

“L’avrá preso lui?”

Lorenzo estrae dall’armadio una spingarda appartenuta a un quadrisnonno, ma non trova le munizioni. La partita è giá al venticinquesimo del primo tempo quando finalmente M. trova lo stecchino:

“Eccolo!”

“Oleeeeee!”, fanno gli altri sette in coro. La scaramanzia è salva, il Barcellona sbaglia un gol ogni due minuti, le cose sembrano mettersi bene, anzi, sempre meglio, e quando tutti vanno a bere un tè caldo si arriva alla seconda, durissima fase della scaramanzia.

“Mantenere le posizioni”.

L. non ammette deroghe.

“Scusa, mi scappa una pisciata atroce”.

“Tienila”.

“Io sto morendo di sete”.

“Cazzi tuoi, bevi dopo”.

“Debbo fare una telefonata”.

“Consegnami il cellulare, lo riavrai dopo le 23”.

“Posso accendere la luce?”.

“Si sta al buio”.

“Posso posare lo stecchino durante l’intervallo?”

“Ma sei fuori? Mastica, ma non deglutire”.

Il secondo tempo è una stillicidio. Mancano 45 minuti, 44, 43… Poi segna Morata e sul Gufodromo cala una cappa di disfattismo che ci ammazza. Per fortuna dura poco.

“Gaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa”

Sono momenti carichi di stress. La regia inquadra una placida coppia di anziani tifosi bianconeri. A. cede alla tensione: “Muori, troia!”, poi scoppia a piangere. M. si trafigge la lingua da parte a parte con lo stecchino e si esprime farfugliando. Assistiamo in raccoglimento le ultime fasi della partita. Fino alla festa finale, l’apoteosi, il gol a tempo scaduto. La certezza. No, la Certezza.

“Gaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa”

Si chiude con foto, selfie, abbracci, brindisi, un’esplosione social. Su un terrazzo, al fresco, la luna rossa, spossati ma felici.

“Ma chi prende l’Inter?”

Silenzio. Non è serata per domande difficili. La missione è compiuta, ad Ausilio pensiamo domani. Anzi, dopodomani. Nel calcio – ogni tanto – c’è una giustizia: magari bisogna aspettarla fino al 6 di giugno, ma alla fine arriva.

“Ehi, ora posso pisciare?”

Nonostante quattro gol, cento abbracci, diciassette brindisi e quarantadue telefonate, L. non ha un capello fuori posto.

“In fondo a destra, ma metti le pattine”.

image

share on facebook share on twitter

165 commenti

  1. Orogliosamente primo in questo post

    E buona notte

  2. Un capolavoro che Hal avrebbe apprezzato. Forse.
    Sono già passati tre anni.

  3. Altra perla di Settore …
    😀

  4. Il primo post del nuovo sito di Sector era questo…

    http://settoreinter.it/blog/la-notte-dei-gufi/

    … come dire l’alfa e l’omega. 😀

  5. Ciao Hal.

  6. Grande pezzo Settore, anche se visto dall’altra sponda…

  7. Scrivo di rado, ma ci tenevo : ho aspettato quella sera recitando come un mantra l’invocazione de “Il mugnaio di Sanssouci”. E alla fine c’è stato, un giudice a Berlino… Adesso spero non ci privino del “bambino d’oro” Kovacic. Messo al posto giusto…è un diamante puro. Forza Inter.

  8. la gufata è cominciata molto tempo prima, riguardate qui sotto, leggendo quel post avevo sorriso e avevo capito e mi sono adeguato: ho fatto i complimenti in anticipo per il triplete a tutti i gobbi che incontravo, qualcuno non ha capito un cazzo e si è anche congratulato con me per la sportività….
    ahahahahaha

    http://settoreinter.it/blog/tripla-mierda/

  9. ieri è tornata in serie A la “mia” Bologna…

    riprendendo Vittorio sapete quali sono stati i primi cori dopo la promozione???

    “Chi non salta juventino è è ”
    “Juve m..a juve juve m…a”
    “…o juventino ciuccia….elli… a tutta quanta la famiglia Agnelli”

    senza contare la finale di Champions vista in un pub gremito di tifosi rossoblu che ad ogni goal del Barca sembrava di essere ai mondiali …

  10. Capolavoro.

    Grazie Roberto.
    Ciao Hal.

    #FinoAlConfine

  11. Ieri ho visto la partita della primavera ……. Solo l’Inter può buttare all’aria un campionato in questo modo …. differenza di qualità e fisico tra lazio ed Inter impressionante …… eppure sono riusiti a perdere una partita da vincere 4 a 0 … Se fossi il Presidente o il responsabile del settore giovanile mi inchiappettavo tutti a sangue …….

    • il dato importante è capire se Gnoukuri, Donkor e Puscas possono restare nella prima squadra, il resto non conta veramente nulla, altro aspetto che capiremo quest’anno

    • quest’anno ho già visto minutaggi importanti per dei ragazzini, a prescindere dal fatto che ne farei volentieri a meno apprezzo il fatto che si siano cercati soluzioni low cost per i rincalzi, è una strada su cui proseguire, vediamo se sarà così

  12. Anch’ io sono rimasto allibito dai cori antijuve dei bolognesi, tanto allibito quanto compiaciuto!!!

    Buona serie A bolognesi 😉

    • Allibito perchè pensavo che in un momento così la juve fosse l’ ultima cosa che gli passava per la mente e invece devono essere proprio incarogniti duri, e questo non può che farmi piacere; a volte penso che noi interisti esageriamo un po’ con ‘sta storia della juve nemico pubblico (mi viene da pensarlo soprattutto mentre guardo giocare i nostri, e anche i loro quando capita), ma non si finisce mai di imparare…

  13. Grandioso scenario di gufaggio ancestrale organizzato. Bravissimi, ma non esaltatevi troppo, non eravate soli. Noi interisti doc espatriati da anni in terra teutone abbiamo gufato da pazzi incarogniti da lunga astinenza, col succio con la bava e con l’ingoio.
    Mi sono quasi stritolato i coglioni a forza di stringermeli mentre quei rotti in culo dopo quel gol merdaceo di Morata (sì quello della frittata di Handa, sempre culo quello lì) quasi quasi ne facevano un altro e meno male che Tevez è un mezzo brocco sennò glielo sbatte dentro e allora addio. Ma poi è arrivato il gol di Luis Suarez, mamma mia che bella cosa, proprio Luisito gliel’ha messo dentro e quanto male gli ha fatto! Camminano ancora a gambe larghe.
    Non possiamo esultare per nostri trionfi, ma Dio è grande e Messi è il suo profeta.
    Gufare è un’arte l’avete scritto voi, cioè l’hai scritto tu iniziando sto favoloso post e noi siamo tutti artisti, tutti Picasso del gufaggio. Avanti tutta così e prima o poi verrà dimostrato che Luciano Moggi lavora ancora per loro e che gli ultimi quattro scudetti puzzano così sprofonderanno nella merda della Serie D.
    Gufiamo uniti, gufiamo compatti, arriveremo a farli pisciare dal culo.

  14. …ma fa ancora male la pancia dalle risate…troppo forteeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!

  15. Grande Sect

    per fortuna ci sei tu con questi fantastici post (ultimamente uno più bello dell’altro!).
    Per fortuna ci siete voi del blog.

    Certo, Hall manca molto.

    W Inter!
    Grande Bologna!
    Abbasso milan e juve merda!

  16. magari saranno solo cazzate, magari è soltanto la solita propaganda mediatica, ma se davvero Zio Fester torna con Martinez o Ibra dopo soli pochi giorni dalla trattativa con Bee, il nostro PSY non avrà più alcun tipo di scusa o attenuante…

  17. si vede che solo io ero curioso di sapere se Settore e C. si sono tenuti le mani sotto il culo vicendevolmente quando guardavano la partita….-:)))

  18. Per chi ha sky,

    Fra poco sul 201 arriva mancio intervistato a Milano marittima da un Ugolini fatto come una mina che alla domanda che hai fatto oggi ha risposto “nulla”.

    Bella la vita giornalista sky. Far nulla a milano marittima, rovinarsi, e chiacchierare con mancini.

  19. Perché Mancini avrebbe dovuto preferire andare al Milan?

    Non mi pare sia messa molto meglio
    (anzi)

  20. anche a me ha dato l’impressione di aver fatto una bella retromarcia nei proclami, diciamo che l’interpretazione che hai dato è molto verosimile in quasi tutti i punti.
    E’ innegabile che sul mercato non si siano mossi per tempo (nonostante 6 mesi ad alimentare aspettative ad ogni conferenza) e credo che il mancato arrivo di Tourè (che forse qualcuno in società dava quasi per scontato) abbia complicato tutti i piani (ammesso che ce ne fossero).
    Io continuo a dire che Ausilio sia inadatto a quel ruolo, ad andare a bussare per i giocatori più forti in circolazione sono bravi tutti, ma non avendo più nè l’appeal di qualche anno fa e nemmeno le coppe (oltre che i soldi contati) diventa quasi impossibile portarli a casa.
    Il Mancio più lo guardo e più mi da l’impressione di essersi reso conto di aver fatto un’enorme cazzata ad accettare, ma adesso mercato o no, anche lui è chiamato a dare un valore aggiunto e dimostrare perchè è considerato un “top” e guadagna 4 milioni!! Credo stia passando notti insonni e che la tentazione di abbandonare la nave sia fortissima, specialmente se si continua a non portare a casa nulla di decente per altri 15-20 giorni!

  21. johnny

    Certe perplessità sono comuni a tutti.
    Io, personalmente, lo ero già al passaggio di proprietà, guardando le vicissitudini del DC United, prendendomi dell’imbersaghista tifoso della Morattese.

    Ma vabbè.

    Credo di essere uno dei pochissimi a rimpiangere Branca, che secondo me, al netto di alcuni errori, che fanno quasi tutti gli uomini mercato anche delle altre squadre, aveva un buon occhio.

    Detto questo, però, nonostante gli inizi non siano dei più confortanti, non ha senso fasciarsi la testa fin da ora.
    Mancano più di 2 mesi e mezzo alla fine del mercato, vedremo cosa succederà e poi tireremo le somme.

    Ibra? Non credo che il Milan lo prenderà, dovesse farlo avrà preso un giocatore di 34 anni.
    E allora qualcuno mi spieghi perché Tourè e Motta sono vecchi a 33 anni,
    Podolski è cotto a 29

    ma Ibra a 34 è una base per il futuro.

  22. Dio mio che stracciamento di gonadi

    Anche io vedo una situazione poco lusinghiera per l’inter, non per questo induco gli altri al suicidio.

    Poi bella l’ultima novità, adesso scopriamo che Mancini piange la notte perché voleva a tutti i costi il milan.

    Tra l’altro, noi staremo anche imbarcando un rifiuto dietro l’altro, da Tourè a Benatia, ma non mi pare che galliani stia chiudendo una trattativa in fila all’altra.

    Nei 4 giorni di viaggio a Madrid sembrava dovesse prendersi un terzo di real e mezzo atletico ed è tornato con un pugno di mosche di mano.

    Poi ci prova per Dani Alves che rinnova per due anni.

    Adesso sotto con Ibra, e ammesso che vi riesca, dovrà cacciare il 75% delle risorse per uno che fra due anni chiude bottega.

    In tutti questi Walzer mediatici il milan ha preso solo rodrigo Ely, noi solo jenson Murillo.
    Ma a leggere qui pare che il Milan stia per alzare la champions e noi prossimi alla B.

    Piantala di provocare a tutto andare. Critica come fa qualunque cristiano e vivi tranquillo, che si parla solo di calcio

  23. esatto, per Tourè ho sentito quasi solo commenti negativi soprattutto per i fattori età e stipendio, mentre Ibra a 34 anni e 7,5 milioni per 3 anni sembra un affarone.
    Per ora è da prendere tutto con le molle anche sul fronte BBilan, finchè non si vedono i contratti firmati è inutlie allarmarsi, ma a mio avviso, visto lo spettacolo indegno al quale abbiamo assistito in questa stagione, i nostri ad oggi avrebbero dovuto avere almeno 2 colpi concreti già in tasca.
    I gobbi hanno già quasi completato la squadra, ora non nego le difficoltà nel portare a casa giocatori quando non hai obiettivi diversi dal campionato, ma se ti muovi in ritardo o vai su giocatori che hanno fatto exploit stagionali diventa dura.
    L’impressione è che abbiano sprecato 6 mesi dietro Tourè per rimanere con il cerino in mano.
    Con il solo campionato da affrontare, pescherei giocatori già testati nel nostro campionato e subito pronti (vedi Allan), ma qui pare che si aspetti di vendere Kovacic per iniziare a fare mercato, altro che investimenti!
    Per Thohir questo è il VERO banco di prova e se la situazione Bilan fosse reale, oltre che a giocargli a sfavore, lo rivelerebbe definitivamente per quello che è… di conseguenza si potrà dare un giudizio definitivo anche sul come e a chi ci ha affidati Moratti.

  24. una cazzata accettare di allenare l’Inter alla miserevole somma di quattro milioni all’anno?

    chissà che pensieri avrà di notte che non lo faranno dormire…

    • una cazzata nel senso che non credo avrebbe fatto fatica a trovare qualcun’altro che lo pagasse allo stesso modo senza magari esporlo alle figuracce che sta facendo adesso.
      Alla fine dal Gala se n’è andato lui e non credo prendesse meno di quanto prende ora, a differenza di Mazzarri che non troverà mai più qualcuno che gli darà 3,5 mln

  25. io non capisco che senso abbia salire sul palchetto a fare i moralizzatori, se certe perplessità sono comuni a tutti non vedo perché non esternarle, visto che con la rivolta social avete impedito di sbolognare lo scemo guarìn dove avrebbe fatto solo danni, d’altronde è tipico di una tifoseria anestetizzata incazzarsi per le cose sbagliate

    vedremo come vanno le cose ma se uno non può scrivere le proprie preoccupazioni sulla situazione societaria e le prospettive future nei luoghi deputati a farlo finisce l’essenza stessa dei siti web dei tifosi, che va bene postarci all’infinito la doppietta di Milito a Madrid ma bisogna guardare avanti anche se a dirla tutta non si vede un cazzo

    e lasciamo stare i commenti su un allenatore che si para dietro gli alibi ancora prima di cominciare, chè gli si potrebbe ribattere che viene pagato per dare il quid che mancava al predecessore ma evidentemente non c’ha un cazzo di voglia

    • Esprimere critiche e preoccupazioni è una cosa, dire che Mancini sogna il milan è un’altra.

      Se iniziamo a dire tutto ed il suo contrario mortifichiamo la discussione ed entriamo in loop di mazzarriana memoria.

      Di materiale per preoccuparci ne abbiamo già così tanto che aggiungerne di fittizio credo sia operazione inutile se non deleteria.

      Ad esempio, il vero dato mi pare sia che con Tourè è saltato anche tutto il resto, ché il nome Tourè doveva essere una carta da giocarsi anche con altri giocatori i quali, senza champions, preferiscono andare altrove.

      Temo anche che non ci sia una convergenza fra società e allenatore in merito ai giocatori che devono partire. Mancini sembra covinto di tenersi kovacic, la società pare intenzionata a cercare il miglior offerente. E sempre parlando di uscite, non si legge di mezza trattative per le nostre Pippe (per ovvie ragioni). Si abbia la furbizia di usarli non per scambi, e manco come vere e proprie contropartite, ma quanto meno per arrotondare offerte in cui ballano 2 3 milioni.
      Altrimenti si compra una miniera di carbone e li si manda a spalare, almeno si ripagano lo stipendio.

      Poi, tornando alle entrate, bloccano mbia e gli dicono ‘ora aspetta qualche giorno che vediamo se è d’accordo anche il mister’, nel più classico stile Morattiano degli anni bui.

      Insomma, non sarò io a frenare le contestazioni, anzi è piu facile che mi ci ritrovi.

      Ma a puttanate colossali non mancherò di rispondere. Soprattutto se si usa il bisturi su un’intervista di mancini per aizzare rabbia contro la società con argomenti del tutto pretestuosi. E mi stupisce che uno come te non colga questo modus operandi presuntuoso salviniano, fatto di faciloneria, ruspe e vomito incondizionato per strappare un applauso

    • bei tempi quando non ci s’incazzava per le vivisezioni delle interviste e gli strafalcioni nelle conferenze stampa scatenavano ruisate generali e meme a fottere

      altri allenatori, altri risultati, quando andavamo addirittura in coppa uefa ma i hodisci e i calsciodangoli e il gioco noioso e via di cacate da ultras sul bivano che guardano

      comunque è ovvio che dire che Mancini sogna il milan non è un’affermazione che va presa alla lettera, a meno che non si abbia quel certo timore che l’allenatore di un altro livello, l’upgrade giusto per farci tornare grandi, se ne vada camminando sulle acque (è un’iperbole, ndt) dove ci sono soldi e giocatori veri, ipotesi che peraltro non mi coglierebbe di sopresa né mi getterebbe nella disperazione più nera

    • In quelle interviste c’era poco da vivisezionare e parafrasare.

      Le cose le diceva già lui chiaro e tondo.

      Non occorrevano piroette esegetiche per attribuirgli frasi come ‘eppoi gli’è venuto anhe a piove’

  26. non mi sembra che ci siano in giro tante squadre che possano permettersi di pagare un allenatore 4 milioni e quelle che se lo possono permettere dovresti chiedere a Este perchè mai dovrebbero chiamare il Mancio…

    ad ogni buon conto non vedo perchè dovrebbe essersi pentito della scelta al di là dei soldi e di figuracce io non gliene ho viste fare nemmeno una, non si è mai attaccato a scuse risibili per giustificare certi risultati che il più delle volte, se non tutti, sono state determinati da cazzate sesquipedali di un singolo giocatore.

    per non dire delle volte che a fare le cazzate si sono messi in coppia…

  27. Cari amici la vedo nera.
    Avrei solamente una timidissima domanda: vorrei sapere per quale cazzo di motivo Thohir ha preso l’Inter da Moratti. Per prendere mezze tacche, giocatori spremuti in scadenza di contratto (leggi con contratto non più rinnovato), vendere i migliori al miglior offerente e spandere fumo intorno non c’era bisogno di un thailandese senza soldi. Nel mondo della politica nostrana ne abbiamo a bizzeffe di venditoti di fumo e ciarlatani da far concorrenza al bibilan dell’ex cavaliere.
    Thohir è l’ultimo regalo (leggi l’ultima cazzata) del grande massimo moratti, minuscolo per scelta e non per errore.

  28. Ma che vuol dire che “uno non può scrivere le proprie preoccupazioni”?

    Perché non può? Chi glielo ha impedito?

    Si possono scrivere tutte le impressioni e sensazioni e catastrofismi che si vogliono.
    E credo che si abbia altrettanto diritto di dissentire completamente o parzialmente da queste impressioni.

    Che poi, chi mi viene a dare lezioni?
    Uno che se quando si osa criticare l’operato del precedente tecnico, come minimo ti dà dell’incompetente o dell’isterico

    (mentre invece criticare Moratti, Branca, Mourinho per l’auto di Perez, fischiare Cambiasso, se non proprio Zanetti, e così via

    gente insomma a cui l’unica cosa che si può rimproverare e di aver sfasciato la mensola dei trofei a forza di caricarla

    è sinonimo di posatezza, immagino).

    Essù

  29. le groupies lasciamole ai led zeppelin, qua il web nerazzurro (ma non solo, il tifoso interista ulula “negrodimmmerda” al primo dei tanti stop sbagliato da Obi ma si beve tranquillamente una cagata sequipedale a caso come la sostituzione di Vidic per errore, il professionista strapagato e il suo azzimato assistente non sanno manco i numeri di maglia della squadra che allenano) s’è messo con la faccia sotto i piedi all’Allenatore e ora i suoi esponenti più compromessi scattano come belve alla minima critica alla New Wave con la sciarpa, quando in verità una squadra mediocre è stata messa nelle mani di un allenatore pretenzioso e ne è venuto fuori un disastro totale del quale si tenta di dare la colpa alla gestione precedente, mediocre fin che si vuole ma che è riouscita comunque a fare meglio di questo qua, con la complicità di una proprietà che cambia allenatori a cazzo dimostrandosi addirittura più incompetente della maggioranza dei suoi sostenitori, è peggiorato dal fatto che le puttanate che avallate voialtri tifosotti vengono subite anche dalla gente più ragionevole che ama l’Inter più del proprio web ranking

  30. oggi fa caldo

    ma fioi

    compremose un condizionatore, un ventilatore, un ventaglio

    prima de ricordarse

    che moriremo tutti….

  31. Mister ottavo posto sbava per avere nonno Ibra,aridateme il piangina!!!

  32. Istitor, non hai risposto alla mia domanda
    Hai scritto: lo scopo di Thohir è sistemare i conti per rendere la società Inter più appetibile e rivenderla realizzando una plusvalenza.
    Come farà?? Arrivando sempre ottavi???

    • ammettendo che sia così, questa sarebbe la domanda più difficile a cui rispondere e non sono così sicuro di voler ascoltare la risposta, col suo corollario: che succede se il planning non funziona?

  33. Premettendo che io il “web ranking” non so manco che cacchio sia, proprio come concetto, dico, ‘chè sono un po’ “vintage”, diciamo, per queste cose,

    tu saresti quello che non ha cambiato il Dna?

    Allenatore pretenzioso? Che vorrebbe dire? Che bisogna puntare a giocare blindati sperandoiddio che De Ceglie non sia in giornata?

    Questo sarebbe il vangelo dell’interistacompetente?
    Qua non si tratta di mettere la faccia sotto l’allenatore (qualunque cosa questo significhi), perché mi pare di aver detto in prosa e in poesia che se tra un anno siamo ancora a questi livelli Mancini si piglia le stesse critiche di Mazzarri.

    Semplicemente, come ho dato 16 mesi a quello di prima, do 16 mesi a quello di ora.

    Poi chi ha fatto peggio (che ci sarebbe da discutere in questa sfida al ribasso, perché peggio che farsi rimontare due gol dal Trapani a San Siro veramente non saprei cosa ci sia) è tutto da vedere, in chiave futura dico.

    Poi, oh, sarà questione di filosofie, io, contro squadre sulla carta inferiori, preferisco giocare comunque da Inter, comunque vada, anziché cadettizzarmi e far fare al Chievo la parte del leone.

    Preferisco essere, com’era, “tifosotto” dell’Inter
    che tifoso di lusso dell’Udinese

    (in barba al dna intonso).

    • 16 mesi concessi al predecessore?

      quindi tutto ad un tratto avremmo cominciato a criticare l’allenatore a ottobre 2014?

      sicuro?

    • Come no…magari salvarsi all’ultima giornata però giocando all’arma bianca ogni partita che il calcio è diventato il wrestling.Per giocare così potevamo prendere Zeman che con lo stipendio di un anno di mister ottavo posto lo ingaggiavamo almeno 4 anni.

  34. MAH……….TUTTO QUESTO DISCUTERE MI SEMBRA AL MOMENTO ESAGERATO……….IL MERCATO DEVE ANCORA INIZIARE……..DI QUI A FINE AGOSTO DI COSE NE POTRANNO SUCCEDERE ANCHE PER LA NOSTRA INTER……ORA E’ IL MOMENTO DEL BILAN CHE, GRAZIE AL POTERE MEDIATICO, SEMBRA DOVER ACQUISTARE 10 GIOCATORI AL GIORNO E TUTTI FORMIDABILI ( PER INCISO IO RITENGO CHE ICARDI SIA MOLTO MEGLIO DEL TANTO DECANTATO MARTINEZ MA E’ UNA MIA OPINIONE)…..SINCERAMENTE CREDO CHE L’ ARRIVO DI BEE AL MILAN SARA’ UNO STIMOLO AD AGIRE ANCHE E.T..COME DIRE CHE FORSE NON TUTTI I MALI VENGONO PER NUOCERE…..QUANTO AL MANCIO CHE RIMPIANGE LA PANCA DEL MILAN E’ UNA GRAN CAZZATA…SENZA OFFESA……

  35. Se sono sicuro? Personalmente sì.

    Ho sperato nell’esonero dalla sconfitta con il Parma, che dovrebbe essere più o meno in quel periodo.

    Però ammetto di aver cominciato a sentire puzza di bruciato dalla rimonta del Livorno, passando per il derby non giocato.
    Ecco, da dopo il derby di ritorno diciamo che non mi sarei strappato i capelli se non fosse stato confermato.

    Fino a Gennaio invece ero convinto che il problema fosse il fatto che lui aveva chiesto degli esterni e non gli erano arrivati, dunque mi ero tappato occhi e orecchie contro il Trapani e il Catania, passando oltre fischiettando e facendo finta di niente.

    Sicuramente ho atteso una stagione intera, dall’inizio alla fine.
    Basandomi sulle partite, peraltro

    e non sui verbali del processo di Napoli

    • idem…. assolutamente perfetto!
      la partita con il Livorno ed il derby di ritorno mi hanno fatto seriamente scricchiolare, ma ho mantenuto la calma e sono rimasto fiducioso fino alle prime giornate di quest’anno iniziato con uno scoppiettante Torino-Inter da zero tiri in porta.
      La partita contro il Parma è stato l’apice massimo di tutti gli scazzi… quello è stato il punto di non ritorno anche se già da qualche giornata l’aria di come sarebbe andata a finire si percepiva benissimo.
      Detto sinceramente è stata un’involuzione progressiva ed il calo a mio avviso è iniziato dopo il derby d’andata dello scorso anno, ma i risultati l’hanno portato comunque ad un quinto posto che ha salvato almeno le apparenze

  36. Il calcio è strategia, saper quando attaccare e quando difendere,riuscire a variare lo schema in corsa con un gesto(senza pizzini in campo) motivare la squadra,sedare le liti tra calciatori e non mandarli via e nel caso particolare di qualcuno conoscere a memoria almeno il numero delle maglie dei propri calciatori.-quasi cit. Tagnin.

    Le nostre recentissime vittorie non sono arrivate da un calcio all’arma bianca sparagnino ma da un modo oculato di gestire le partite.

    • 3 scudetti di cui uno con tanto di record di punti e di vittorie con corollario di coppe Italia e Supercoppe devono essere piovuti giù dal cielo e il Mancio non ha nessun merito.

      odio questo modo di ricordarsi le cose solo perchè uno sta sulle balle, non lo trovo per niente corretto e da te non me lo sarei mai aspettato.

      ti ricordo che il Mancio a Udine nel 2008 quando fu espulso Cesar nel primo tempo non tiro’ fuori un attaccante per mettere dentro un difensore come han sempre fatto tutti gli altri allenatori, ma se ne sbattè allegramente i coglioni e continuò così fino alla fine, anzi verso la fine tiro’ fuori Cambiasso e mise Crespo.

      il cagasotto che non sa muovere le pedine…

  37. intervì

    quali recentissime vittorie?
    quando attaccavamo?
    quale variazione sullo schema?

    Era un 3-5-2 fisso e inamovibile, tutti rincagnati dietro
    e le vittorie… vabbè va’

    • Ricordo un “la difesa a 4 non abbiamo avuto modo di provarla”.

      Dopo un anno e più di panchina.
      Sarebbe questo il cambio in corsa? E daje.

      Tra parentesi, siamo a giugno inoltrato e abbiamo ancora 2 allenatori.
      Magari pagarne uno solo sarebbe vantaggioso ai fini del mercato calciatori.

    • Este

      mi riferivo a Mou 😀

      mannaccia a te,na volta ci capivamo meglio 😉

  38. Ciao a tutti. Giorno dopo giorno aumenta lo sconforto per il mercato. Non enumero tutti i (presunti) top che ci hanno affibbiato negli ultimi 20 giorni, e che conoscete benissimo. Questa doveva essere la rivoluzione. Solo Murillo dal Malaga? È vero che sul Milan le cazzate si stanno sprecando, ma mi pare che il fondo Doyen sia proprietario di qualche cartellino di giocatore discreto…Magari ci resta un anno/due, ma intanto…..

    Boh…che ne pensate?

  39. Io penso che per rispetto di chi ospita queste discussioni, e anche di chi vi partecipa

    Quando si prende una posizione, specie se forte, si ha il dovere di spiegare, perché sentenziare senza argomentare è un modo assolutamente vuoto e barbaro di interfacciarsi con gli altri.

    Se vogliamo fare passare il concetto che tohir è qua solo per fare una plusvalenza, almeno si spieghino i motivi. E se a precisa domanda “si ma come” si risponde ‘eh niente, ha fatto male i conti’

    Non si fa altro che dimostrare la vuotezza delle proprie idee.

    Quindi, chiedo gentilmente, caro institor, puoi spiegarmi, di grazia, perché un indonesiano a caccia di plusvalenze si fionda su una società con le seguenti caratteristiche

    -calcistica, quasi mai redditizia
    -in Italia, ove per un imprenditore straniero è più che arduo insediarsi (tanto per ragioni amministrative, vedi tasse burocrazia e giudizi, quanto culturali fra razzisti e notabilato locale restio a ribassare la propria influenze, vedi filippinocicciobelloevasoreparadisifiscali)
    -l’inter, che fra le italiane aveva i conti peggiori in assoluto, con rosa già svuotata ma ingaggi ancora abnormi nel 2013
    -non quotata, per cui le trattative dei passaggi di proprietà comportano costi di transazione altissimi

    E in particolare, dopo averla presa nonostante tutto ciò, (cosa per cui si è sobbarcato la garanzia di centinaia di milioni di debito pregresso), ha

    -rinnovato con adeguamento il contratto di un allenatore che andava a scadenza (l’unica ragione era dargli legittimazione a fini sportivi)
    -esonerato il menzionato sebbene i costi, e ingaggiato uno anxora più costoso. Non poteva tenersi wm fino ad oggi e senza rinnovo, per poi rimpiazzarlo a fine contratto in queste settimane con un allenatore low cost?
    -tentato in tutti i modi Tourè con offerte di ingaggio da 5 mln netti
    -speso 20 milioni per Hernanes, con consapevole sopravvalutazione solo per cercare di dare una scossa riparatoria in gennaio ’14
    -speso altri 15 milioni per un singolo per accontentare subito un nuovo allenatore (shaq)

    E si potrebbero fare anche altri esempi che contraddicono la tua tesi, se così possiamo definire uno slogan più nudo di una pornostar

    Dunque, mi puoi spiegare, alla luce di tutti i fatti che ti ho esposto, la tua posizione?

    Altrimenti parliamo solo di un’operazione di flaming, per altro ben riuscita e mascherata, quindi chapeau

  40. Mi tuffo.

    Rosa: dipende da cosa vogliamo fare. Io penso che i 10 punti lasciati per strada contro le ultime tre e i due punti rubati nel derby non li abbiamo certo persi perchè avevamo una rosa inferiore. E con quei punti saremmo stati in lotta per il terzo posto. Quindi sono convinto che mantenendo inalterati gli odierni equilibri, con una preparazione decente e scelte meno cervellotiche in panchina si possa competere per quella posizione già l’anno prossimo. Chiamatemi ottimista.

    Allenatore: il water aveva perso la squadra e la testa. Altro che 5° posto.
    Purtroppo mi devo definire deluso anche da quanto mostrato dal Mancio. Speravo facesse da subito meglio. Pur avendo migliorato diverse cose non ho condiviso molte scelte. Ma, sopratutto, ha finito col panchinare tutta la sua campagnia acquisti. E questa è la cosa che mi preoccupa di più.

    Mercato: Mancini, Shaq, Poldi e Brozo ….a momenti non sapevano neppure loro che sarebbero venuti all’Inter. Giornalai e scribacchini se ne sono accorti quando ormai era tutto fatto. E questa cosa mi è piaciuta assai. Che oggi saltino tutte le trattative sbandierate dai media (e magari, volesse il cielo, date loro in pasto dalla società) quindi non vedo perchè debba preoccuparci.
    Dove sono preoccupato è il mercato in uscita. L’impresa è improba ma Ausilio ha il dovere di fare di più. Il che ovviamente non significa vendere il Gabbiano a 50 milioni. Ma anche solo favorire l’uscita di scena di certe figure senza smenarci vagonate di soldi.

  41. E aggiungo, dato che secondo la tua linea il debito se lo sobbarca solo in vista di girarlo al successivo acquirente tale e quale

    Se riduci all’osso valore e patrimonio della società, quand’anche riuscissi a limare come si deve i debiti attuali e strutturali attraverso tagli feroci -come dici tu-

    Come pensi di trovare qualcuno disposto a sobbarcarsi 200 milioni di debiti pregressi?

    In parole facili, un acquirente sarà disposto a prendersi 200 milioni di debito se sta acquistando un’azienda capace di fatturarne ben di più, ma per un’udinese che a stento ne fattura 60 di milioni, come diamine pensi di giustificare in trattativa 200 e rotti milioni di passività da garantire?

    Fuor di gergo, se acquisti il real puoi anche accettare 500 milioni di pregresso da saldare, se prendi il chievo a stento ne accetti 20.

    La tua logica è

    Compro -> ridimensiono -> lascio il pregresso così come è -> rivendo a maggior prezzo di quando ho comprato, sebbene la società valga molto meno e i debiti siano identici a quando valeva di più.

    Credo non servano master alla harvard business School per rendersi conto che è una cazzata immensa anche per il più gonzi dei cicciobellifilippini

  42. Vogliamo dire che Moratti, dopo aver vinto tutto e ritrovatosi con le pezze al culo improvvisamente (ma la voglia vera era solo quella di mollare), non riuscendo coi cinesi ha dato l’Inter al primo arrivato, il quale, non sapendo che dire parlò di Ventola come fosse un asso indiscusso della storia nerazzurra?
    Chissà chi l’avrà consigliato, mah…

    Vogliamo dire che Thor poi voleva fare le nozze coi fichi secchi, e con Mazzarri, senza scucire un euro?

    Poi qualcuno gli ha detto qualcosa sul fatto che aveva preso l’Inter, e lui trasalito ha risposto “l’Inter?”

    Così è venuto il Mancio.
    L’unico nome in linea con l’Inter.

    E adesso stiamo a pietire un posticino in EL.
    Dopo tutto il casino fatto da altri negli ultimi cinque anni!

  43. la checca isterica:

    https://www.youtube.com/watch?v=6HTnLj6fICc

    per dire…

    io non sono così calmo nemmeno quando sono sul water.

  44. Appurato che sei un genio assoluto, che prevede sempre tutto con largo anticipo, che capisce tutto nel giro di un paio di interviste lette

    Dopo essermi interrogato sul che ci fai qua con noi poveri stronzi

    Ala mia domanda, “come diamine puoi fare una plusvalenza se abbassi il valore della società lasciando intatto il debito pregresso”

    Rispondi “ha acquistato in un momento di corsi bassi”

    non vuol dire un cazzo, corsi bassi di che? Dei tassi di interesse? Del cambio dollaro euro? Del mercato di compravendita delle squadre di calcio di serie A?”

    Ma supponiamo pure che nel 2013 ci fossero condizioni di vantaggio per investire in Italia (roba che ti può ridere in faccia chiunque)

    Che plusvalenza potrai mai fare vendendo una società contabilmente devastata senza alcuna prospettiva nel suo business core (ossia il calcio giocato)?

    Non stiamo parlando di un acquisto in valuta, dove speculi sulle variazioni di centesimi.

    Poi vabbeh, sul piano operativo siamo già passati (nel giro dello stesso commento, ndr) da ‘non ha mai messo un soldo’ a ‘nell’ultimo mercato niente da dire, ma voleva solo infinocchiarsi quegli altri’.

    Ciò che dici è fin troppo facile da smentire con la semplice logica, oltre che incredibilmente contraddittorio in ogni passaggio, e spero che questi passaggi siano chiari a tutti.

  45. Scusa institor
    ma non fila.

    Cioè, fammi capire, tu al secondo discorso avevi già capito tutto mentre economisti, investitori, imprenditori e professionisti della finanza invece no e dovrebbero comprare un’Inter indebitata e deprezzata ad un prezzo maggiore?

    Poi, prima mi dici che è una famiglia ricca e poi mi dici che i soldi non ce li ha.
    Che poi, senza soldi ha due squadre di calcio (di cui una con un blasone enorme) e una di basket? Mi pare eccessivo.

    Per come la penso io, per un ragionamento terra-terra, chi lavora nel campo della comunicazione utilizza società di calcio per acquisire fama e guadagnare nelle società di media di cui è proprietario.

    Insomma: tutti sappiamo chi è il proprietario del Chelsea, ma molti meno sanno chi è il proprietario di Zara, tanto per dirne una.
    Insomma, essere il proprietario dell’Inter fa in modo che il tycoon in questione acquisti fama e prestigio e quindi ne benefici tutta la holding a suo nome.

    Il tornaconto ho pensato fosse questo.
    Magari è una boiata, anzi sicuramente.

    Ma in tutta onestà manco il tuo ragionamento mi torna tanto.

  46. Prima la giurisprudenza adesso l’economia e l’alta finanza.

    Che Thor finora non ha investito molto lo capisco anch’io, e che al 10 giugno siamo ancona senza un segnale forte (per dire, nel 2009 avevamo già preso Milito Motta e stavamo per cedere Ibra, facendo il botto del secolo) ma anzi siamo abbastanza depressi per i diversi NO che abbiamo già incassato, per la difficoltà di dare via e monetizzare le molte pippe, per non riuscire a prendere giocatori di valore che ci servono come il pane.

    Insomma io non so dire di capitali e finanza ma so che allo stato siamo una società e una squadra con molti problemi che se non vengono in qualche modo risolti, e anche velocemente, vivremo molti altri campionati come quello appena finito.

    E saremo ancora qui a gufare e a dire sempre le stesse cose.
    E, anche se a volte è divertente, io non posso passare la vita a gufare!

    Se le cose non cambiano in fretta e in modo positivo io non capisco che senso abbia Thohir all’Inter!

    E non occorre fare tante analisi economico/finanziarie.

  47. Appassionante il dicorso finanziario ma infarcito di troppi se e ma e difficilmete se ne verra fuori,io credo che il vero banco di prova sarà questa campagna acquisti da quello si capirà se è un millantatore con le pezze al culo oppure un abile uomo di finanza pronto a speculare sul bel giocattolo.

    p.s.
    visto che siete ferrati in materia mi spiegate perchè sugli investimenti pretende il 6% di interessi dalla società?

    • Oppure basta considerare che Thoir non è il proprietario al 100% della società. Ergo se finanziasse a tasso zero, in pratica, regalerebbe il 30% di quella somma a Moratti.
      Così, un 30% del 6% alla volta, obbliga anche il suo socio a mettere denaro.

  48. la storia del preferisco “giocarmela da Inter”, è ridicola anche solo pensando che con questo allenatore di solito si perde (sempre da Inter immagino,ndr) visto che a questo signore è stata affidata in corsa la conduzione tecnica ben prima della pausa (no,perché sembra che sia arrivato a gennaio,eh) gli si è fatto un mercato invernale su misura ed è riuscito a fare PEGGIO del predecessore,anche se i suoi fan sono contenti perché giochiamo in modo offensivo,aggettivo col quale concordo seppur temo in un’accezione diversa

    sono le solite fanfaluche che vanno in loop perlomeno da gennaio,temo

  49. http://www.fcinternews.it/news/carbone-mancini-e-una-certezza-ausilio-manager-eccezionale-non-si-vince-solo-con-grandi-nomi-ma-187137

    giusto per equilibrare il disfattismo che la fa da padrone su questo blog e per dire che un troll ben identificato da tempo lo sta inflazionando, facendosi passare sia da oracolo, sia da tecnico esperto sia da luminare della finanza.

    pur non essendo un genio assoluto come lui non ci vuole molto per capire chi sia.

  50. Benny Carbone l’ho visto allenare il Pavia, lasciamo perdere

    • quindi è meno attendibile di un troll?

      lo so anch’io che ha sviolinato, ci lavora per l’Inter, per cui ci sta.

      ma il genio assoluto per chi lavora?

    • mi pare più troll carbone, ad esempio io mi sento parecchio preso per il culo a sentire elogiare il dt e lo Svogliato con la Sciarpa dopo una stagione del genere

  51. ragnino
    (eh eh eh, buon vecchio correttore automatico, non delude mai)

    nessuno sta dicendo che finora la gestione Mancini sia stata soddisfacente.
    Però non ci si può attaccare alla pausa natalizia e al mercato di riparazione, quando è noto che il grosso del lavoro, sia atletico che sotto il profilo del mercato, si fa in estate, prima dell’inizio del campionato.

    Adesso sembra che sia diventato un fan di Mancini, niente di più lontano della realtà.
    Semplicemente l’Inter precedente la ricordo come la peggiore, più dimessa, rinunciataria e noiosa che io ricordi.
    Per la prima volta mi sono ritrovato a giocare col cellulare durante una partita dell’Inter.

    Chi fa meglio o peggio (posto che alla fine siamo lì) e la conta della media punti alla lunga diventa un giochino inutile.

    Il dato che mi interessa è la mentalità e, da oggi, la costruzione di una squadra che abbia delle prospettive.
    Ribadisco, pur non essendo un sostenitore del Mancio, è il meglio che possiamo permetterci in questo momento, un po’ perché gli altri sono tutti accasati
    e poi perché bisogna riconoscergli una certa capacità di costruire le basi di una squadra, di cui hanno usufruito allenatori del calibro di Mourinho e Pellegrini.

    A cui va aggiunto il vantaggio di conoscere già l’ambiente.

    Il discorso è tutto qui, il resto, per l’appunto, è inutile.

  52. sul fronte allenatore gioco ecc. la penso come Tagnin, anzi penso che il Mancio si stia parando il deretano dicendo 8/9 acquisti (che sa non verranno), e che se non riuscirà a far bene lui poverino non è riuscito a fare di più. Ma è stato lui a dire che questa Inter cmq se la sarebbe giocata con tutti, che la Champions poteva essere raggiunta, che l’Europa League era a portata di mano, mancava solo che dicesse alla fine.. in fondo una salvezza e un campionato tranquillo non sono cosi male, e poi siamo arrivati davanti al Milan…
    Sul fatto che le cose si fanno in estate sono d’accordissimo, infatti a gennaio a mio parere non aveva alcun senso cambiare allenatore. Mazzarri si sapeva com’e’ e si sapeva com’era, al limite lo cacciavi a giugno, non a campionato inoltrato.
    Sul fronte presidenza, proprio perchè sono di Bologna, e qui c’e’ stato un cambio da poco, la cosa che mi fa riflettere è la mancanza di creare empatia ed entusiasmo nell’ambiente, la capacità di essere presente pur spesso essendo lontano e di far sognare i tifosi, la capacità nella dialettica, nei gesti di entrare dentro la gente nel loro cuore, poi non entro nel merito di progetti, acquisti, che magari gli americani e i canadesi si riveleranno dei “puffaroli” (anche se a dire il vero hanno già speso cifre inverosimili per la B), però anche questo credo conti.

  53. Che qualcuno spieghi a Thohir e società che le squadre si costruiscono a Giugno e non a Gennaio sotto la pressione del malcontento generale, quando gli obiettivi principali sono già sfumati, quando ci sono problemi di ambientamento e quando ci sono alibi per tutti i nuovi acquisti….
    Sono due anni di fila che si prendono scartine a Giugno per poi spendere a Gennaio e gradirei davvero che si iniziasse ad invertire la tendenza

    • A onor del vero,

      Due anni durante la sessione estiva la proprietà era ancora morattiana.
      Il mercato di gennaio fu il primo di thoir, quindi ci sta che abbia voluto investire.

      Poi nell’estate scorsa il mercato è stato fatto, non è che sono rimasti al palo.

      Il fatto che a gennaio abbiano dovuto intervenire nuovamente in modo massiccio è dipeso soprattutto dal cambio allenatore, bisognava adeguare la rosa alle sue idee.

      Piuttosto, possiamo discutere della qualità e tempestività di questi mercati.

      Per la tua perplessità, invece, credo che il vero banco di prova sia quest’estate

    • a giugno l’anno scorso sono arrivati Vidic, Medel, Mvila e Osvaldo e tutti i tifosi erano arcicontenti di questi acquisti.

      la memoria è solo un optional…

    • piccola chiosa: quest’anno hai preso gente imbarazzante a giugno (qui non c’era la pressione popolare, ma hanno visto uno stopper giocare ai mondiali e l’han opreso per fare il mediano), poi a gennaio hai fatto un mercato secondo i desiderata (o almeno così dicono) dell’allenatore, che però li ha panchinati tutti, tranne brozovic che giocava a sprazzi e comunque spostava zero

      una cagata via l’altra senza soluzione di continuità

    • A Giugno ero sinceramente contento per Osvaldo e mi sarei aspettato che Vidic diventasse inamovibile. Gli altri colpi mi lasciarono perplesso già all’epoca.
      Fu un mercato iniziato in quarta, ma che si bloccò per il solito problema di difficoltà di smaltimento cessi. Fatto sta che fino ad ora nelle finestre di mercato da quando Thohir è presidente i colpi più costosi sono arrivati a Gennaio e questa rimane un’anomalia.
      PS : il fatto che sia subentrato subito dopo l’estate mi ha sempre fatto pensare che sia stato fatto di proposito per evitare di dover investire da subito nella campagna estiva

  54. Premetto che di economia non ho mai capito una mina. Per cui non ho mai capito perché l’Inter sia la squadra messa peggio dal punto di vista finanziario. Almeno in Italia, perché il Barcellona aveva debiti ben maggiori nonostante i successi che però “patriotticamente” pagavano le banche in fallimento. Ma perché l’Inter di Moratti aveva più debiti di Juve, Milan ecc. nonostante anni di B (loro), assenza di coppe (loro), acquisti e ingaggi esemplari come Melo, Diego, Beckam, Vieri, Ronaldo, Amauri ……. ? Noi che abbiamo sempre avuto più gente allo stadio. Noi che abbiamo costruito il triplete vendendo Ibra ad un prezzo esorbitante, comprando per veramente poco Uesli, Maicon, Lucio, Cesar, Cambiasso, Motta e Milito, Deki, Cambiasso. ( a proposito, rileggetevi cosa dicevamo quando li han comprati). Loro che cambiavano allenatori come noccioline. In cosa Moratti faceva così male? Al di là delle leggende metropolitane, bastano gli ingaggi a farci fare così peggio? Parlo di prima. Perché poi l’oggi nasce da lì. ma chi me lo spiega tra i detrattori di massimo nostro.

  55. premesso che chi fa le basi per gli altri non vince tre campionati+ coppette varie e una premier solo lui, il fatto di parlare/commentare su questioni extra calcistiche senza sapere un cazzo, non della materia, ma delle reali intenzioni di uno come Thoir, dei soldi che ha o che si spera abbia e quanti è disposto a tirarne fuori, dimenticandosi oltretutto di dire che siamo sotto la lente Uefa e quindi Ausilio dovrà fare i salti mortali sia per comprare chi desidera il Mancio, sia per fare accettare dilazioni di pagamento, o mettere in atto qualche marchingegno che gli permetta di spendere senza tirare fuori una lira, ha tutta l’aria di volere parlare male dell’Inter e basta visto che dati e notizie vere e concrete non li ha nessuno, men che meno il troll a cui non va bene un cazzo di niente da che lo leggo, che si guarda l’Inter dal 2010 in streaming e quindi mi immagino cosa cazzo veda, ammesso che la veda, quindi tutto questo mi pare un esercizio del tutto inutile dal momento che si sta parlando del nulla assoluto spacciato per verità.

    se fossero vere tutte le trattative di cui parlano i giornali mi preoccuperei molto di questo e non del fatto che nessuna di questa va in porto, mentre invece sono convinto che tutte queste voci siano depistaggi veri e propri per perseguire i veri obiettivi di cui solo il Mancio e Ausilio sanno i nomi.

    come hanno fatto quando hanno preso Brozovic, Shaqiri e purtroppo Poldi…

    quanto al Mancio che si vorrebbe parare il culo ha già precisato che gli otto o nove acquisti erano solo una battuta e che comunque vada il mercato i giocatori che ha sono in grado di fare un campionato all’altezza della tradizione dell’Inter e con obiettivi da Inter per cui si assume le sue responsabilità, come quando se le è assunte nel momento che ha accettato di ritornare.

    basterebbe leggere qui quello che dice senza essere prevenuti nei suoi confronti per motivi che con il calcio non c’entrano un tubo:

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/mancini-toure-ci-spero-per-6-mesi-mi-ha-detto-di-volere-l-inter-ho-chiesto-187261

  56. Ma scusate, mi pare si sia parlato di 8-9 acquisti, non di 8-9 titolari.

    Otto o nove acquisti sono quasi il minimo sindacale in un mercato di giugno in cui, tra l’altro, c’è stato il cambio di allenatore e la rosa ha mostrato lacune in alcuni reparti e nei ricambi ai titolari.

    E’ successo anche con gli altri allenatori, tanto per capirci.
    E succede anche nelle altre squadre.

    Sul discorso del cambio in corsa, s’è detto tante volte: tutti sappiamo che in genere non produce benefici tangibili nel campionato in corso.
    Però nel nostro caso, considerato che ormai la stagione era già compromessa, può essere stato utile a Mancini per capire meglio la situazione.

  57. l’altro giorno mi sono rivisto le immagini di quella che a mia memoria ritengo la ns. migliore performance post triplete… ossia la vittoria in casa del bayern per 3-2 e passaggio del turno all’ultimo minuto !
    partita pazzesca….ma…..il primo tempo oggettivamente dovevamo prendere 5 reti….che prendemmo infatti il turno dopo contro lo schalke…saremmo stati di nuovo in semifinale……ma non e’ questo il punto…..

    sara’ un caso(non a mio avviso), ma in entrambi le partite ho notato….e non me lo ricordavo affatto…titolare il sig. ranocchia….sara’ un caso(non a mio avviso) ma dal suo arrivo non siamo stati piu una cosa seria……..

    in quella che si profila come una parsimoniosa campagna acquisti io sono straconvinto che con una cessione, ranocchia ovviamente, sostituito da …chiunque ovviamente….noi partiremmo a bocce ferme con 10 punti in più !

    son anni che ripeto che ranocchia e’ la piu’ grande sciagura sportiva delle nostra storia….forse tra i difensori solo tal sorondo ai suoi livelli ma non era ne capitano ne titolare inamovibile…

  58. Ranocchia in quella partita se non erro a parte tutto salvò sulla linea un pallone in maniera incredibile che fece trentamila carambole sui pali, altrimenti non sarebbe mai stato 3-2.

  59. ci siamo letti
    [thadave]

  60. alexhubner
    giugno 12, 2015 a 12:22 pm

    il passaggio “posso fare bene anche con questi giocatori” non è molto beneaugurante

    Ma è fondamentale.

  61. alex e’ vero salvo un gol come da te descritto…ma ti assicuro che guardando quelle immagini si rivedono quegli sbandamenti che si vedono oggi…poi se ti dicessi che lui sia l’unico problema o motivo del nostro imbarbarimento sarei da rinchiudere…ma da una parte bisogna iniziare e, mio personale parere, il PRIMO problema da risolvere e’ lui…sia per il ruolo chiave che ricopre che per il valore di un capitano.

    • quella sera nel primo tempo la difesa fece acqua da tutte le parti compreso Julio che regalò il primo gol facendosi sfuggire il pallone come se fosse una saponetta e alternò interventi prodigiosi a cagate pazzesche e a ruota lo seguì Ranocchia che respinse sì sul palo la palla che stava superando la linea di porta, ma fece fare un figurone a Gomez, tanto che a questi se gli chiedessero oggi chi lo marcasse non se lo ricorderebbe nemmeno, o forse risponderebbe nessuno, ma non per fregare il ciclope.

      come te è da allora che anch’io ho nel mirino Ranocchia e con lui presi di mira anche Chivu perchè secondo me la vera disgrazia dell’Inter è cominciata con l’infortunio a Samuel che ha costretto la società a correre ai ripari e tutto il resto è stato conseguenziale, tipo battito d’ali della farfalla da una parte del mondo che scatena un tornado da un’altra parte.

      e al tornado ci siamo ancora in mezzo…

  62. arridatece

    pedro…

    almeno non zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz…ronf ronf

  63. ci siamo letti
    [thadave]

    • In realtà è un discorso talmente ampio che posso capire risulti inopportuno in questa sede. E infatti sono già pronte le valeriane.

      Bisognerebbe discutere con il focus sul ffp, perchè diversamente, ad es, dal milan, noi abbiamo già una sanzione e relativo impegno di rientro, quindi nemmeno se ci mettiamo in mano a una cordata di uomini-copertina di forbes possiamo risolvere i nostri problemi col tradizionale “caccia la grana”.

      O meglio possiamo, se però entriamo nell’ottica che -CON QUESTE REGOLE- in europa non ci fanno entrare nemmeno se arriviamo primi in italia per i prossimi 20 anni.

      Ora, immaginiamo di fare una campagna acquisti di grande spessore quest’estate.
      E alla fine chiudiamo la stagione in seconda posizione, a pochi punti dalla rube che ha unto gli ingranaggi nel momento giusto per tenerci dietro.

      Passata la rabbia per il titolo rabbato, almeno ci confortiamo del fatto che finalmente si torna in champions. Macchè, hai violato i patti e stai fuori.

      Morale, siamo tornati subito competitivi in Italia ma siamo fuori dall’europa, ergo niente soldi della champions, possibilità di marketing ridotte, diritti tv che crollano, etc. Hai solo aumentato le spese senza aver alzato i ricavi.

      In altre parole vai verso la bancarotta.

      Quindi, piuttosto che tornare ai vertici nell’immediato, preferisco un piano di lungo respiro che consenta alla società fc internazionale spa di camminare sulle sue gambe a pieno regime, chiunque ne sia il proprietario.

      Quindi bene il nuovo managment, occorre però chiaramente una svolta anche sul piano sportivo, altrimenti quel che crei col marketing lo distruggi in campo e rimane a stagnare in questa situazione.

      Con questo non dico che Thoir riuscirà in questo importante intento, ma di sicuro la strada che ha intrapreso per tornare al top è l’unica percorribile in maniera

      SOSTENIBILE

      parola che in tanti, specie della vecchia generazione, dovrebbero imparare a concepire come punto focale della nuova società economica e ambientale in cui tutti viviamo.

  64. caro Wolf

    uno della vecchia generazione l’ha scritto prima di te nel commento delle 12.06 quello che hai scritto tu adesso.

    per dire…

  65. Sono troppi anni ormai di vacche magre e vaccate in libertà della nostra società.
    Siamo sospettosi e spacchiamo il capello in quattro, oltre che i maroni.

    Poi qualsiasi cosa dica e faccia Mancini passa attraverso la lente di ingrandimento e ci si ricorda solo la notte di Liverpool o qualche smaronata qui e là ma non che ci ha riportato a vincere e messo le basi per quello che sappiamo.

    Ma d’altronde non saremmo interisti se non fossimo così.
    Però a volte esageriamo.

  66. Io mi chiedo una cosa: ma se, come qualcuno afferma, il nostro È. T non ha la grana, o non vuole o non può cacciarla per il FPF, come si spiegano la proposta di acquisto per Dybala e la volontà di prendere TOURÈ. .?….Alla fine sono quasi 100 milioni di euro compresi gli ingaggi…..tanti soldi………allora ci sono!! O qualcuno mente….

  67. ma credete ancora alle proposte fatte per dybala e per tourè?
    e comuqnque la verità è che i migliori ci schifano perchè sanno benissimo che non abbiamo un futuro

    siamo patetici

    non ci sono soldi, thoir non ne ha, non c’è un progetto

    la notte è lunga, molto lunga

    ps anche oggi kovacic nullo e brozovic ridicolo

  68. E intanto, a quanto pare, il Milan ha praticamente preso Jackson Martinez.
    E le coppe non le fanno neanche loro.

    È il caso di darsi una mossa.

  69. Anche Ibra al Milan…….Fossi in Mancini mi dimetterei domattina anzi darei una settimana di tempo a Thohir per comprare un campione e in caso di nulla di fatto me ne andrei sbattendo la porta ……

    • Ma stai certo che se non arriveranno almeno tre o quattro giocatori di livello a breve il Mancio ci saluterà. …..per la contentezza di molti…..Sinceramente voglio sperare che la nostra dirigenza si stia muovendo per accontentarlo ma inizio a nutrire seri dubbi…..

  70. J martinez. Questi continuano a comprare attaccanti, ne hanno 10 poi giocano con mexes e bonera. non siamo messi peggio di loro!!!

  71. ma contano i segnali e le intenzioni…

    gli unici che abbiamo preso con thoir finora sono ridicoli.
    ma avete visto brozovic? quando è scivolato due volte..?
    vi sembra normale che shakiri da due mesi non giochi?

    che tristezza

    sciogliamoci come club prima di finire nel dimenticatoio
    che è peggio della sconfitta

  72. immagino che la Nazionale l’abbiano vista in pochi, ma a chi l’ha vista domando:

    cosa vi ha fatto tornare in mente il gol valido annullato e il gol subito dieci secondi dopo?

    • E ‘ vero……..adesso che lo rivedo è uguale……..solo che ieri sera non credo fosse malafede ma incapacità. …….magari possiamo farlo commentare a Conte che quella volta mi sa giocasse pure lui….

  73. Per tornare a noi……..sono dubbioso sulla nostra società. ….sicuramente l’impressione è che si navihgi a vista…..anche se poi i giornali enfatizzato i presunti rifiuti ricevuti…..ma non mi impaurisco per gli acquisti che avrebbe fatto il bilan….Martinez non è sicuramente un top e lo dimostra il fatto che a 29 anni gioca nel Porto che non è proprio il Real….e non mi sembra che sia superiore al nostro Icardi…..anzi…..chiaro che i giornalai asserviti al gonzo lo facciano passare per un fenomeno…..quanto a Kongombia lo ho visto contro i gobbi e non ha preso palla……non credo sia così campione….mah…..il vero top sarebbe Ibra che comunque va per i trentasei anni….poi è chiaro che sia ora di darsi una mossa….ma se la mossa sarà quella di riprendere Motta o Melo meglio stare fermi……

  74. E infine a chi vede tutto nerissimo e dice di sciogliersi faccio presente che la nostra Inter esisteva anche prima di Mancio e Mou …..che abbiamo passato anni veramente bui con in squadra gente come Stringata e Seno tra gli altri….ma che la nostra rimane la squadra più affascinante del calcio italiano e non solo…..anche se non vorrei passare ancora troppo tempo a gioire solo ed esclusivamente perché unici ad aver fatto il triplete e aver sempre giocato in A….quindi sveglia Inter….ma con criterio e non sulla onda emotiva di voler rispondere ai colpi gonzi…

  75. Simone,
    Milito a 30 anni era nel Genoa, mica nel Real.
    Eppure…

    Non è questo il ragionamento da fare, secondo me.

    Sì, è vero, questi continuano a imbottirsi di attaccanti, quando il vero problema ce l’hanno in difesa ecc.ecc.

    Il punto però è un altro: se pagano una clausola di 35 milioni così in scioltezza vuol dire che i soldi ce li hanno davvero.

    Perciò attenzione.

    • Este è vero che Milto aveva trenta anni ma arrivava in una squadra vera e non da rifare per cui per lui è stato semplice….e poi allora noi eravamo forti anche fuori campo.Milito lo abbiamo voluto e preso. Non lo avessimo fatto noi sarebbe arrivata qualche altra squadra di livello. Su Martinez magari sarà pure bravo ma il fatto che gli attuali top club non lo abbiano preso mi fa ritenere che non sia forte come Milito. Per il resto concordo sul fatto che al Milan siano arrivati soldi freschi……a tal proposito ma loro come sono messi con il FPF? È solo un nostro problema……?..

  76. Prima di guardare il milan mi preoccuperei di genoa samp fiore roma e napoli, tutte arrivate prima di noi.
    I gonzi sono in mezzo a una strada, senza una squadra e con un proprietario più di là che di qua.
    Che abbiano soldi è tutto da vedere ( il nostroTyrchiooon ne ha sborsati di più negli ultimi 18 mesi il che è tutto dire ) e comunque anche se li hanno li spenderanno male, per altri centravanti; il milan è da ignorare anche quando vince, figuriamoci oggi…..
    il problema è cercare di risalire qualche posizione migliorando progressivamente e dimenticando ( per ora ) il noi siamo l’Inter, noi di qua, noi di là…

  77. il ffp arriverà anche per il bibilan, però ha ancora un paio di finestre in cui può darsi ai bagordi prima di fare i conti con la uefa. Questo perchè quest’anno è il primo di passivo così forte, intorno ai 100 milioni, mentre finora riuscivano ad oscillare vicino ai -45 consentiti. Diversamente da noi, che da quando è entrato in vigore il ffp abbiamo sempre avuto passivi di oltre il doppio consentito.

    Finora al milan i conti li facevano non con platini ma con fininvest, e quindi chiudevano i cordoni della borsa.
    Adesso, fra rinnovata propaganda e crisi di mezza età che il dott. zangrillo ha incredibilmente posticipato fino agli 80

    ha deciso di riaprirli.

    Quindi purtroppo è vero che non bisogna guardare al milan, ma solo perchè, ahimè, loro si giocheranno un posto in champions con roma e juve, noi uno spareggio uefa con sampdoria e fiorentina.

    Salvo miracoli estivi che, oggettivamente, sembrano più allucinazioni per il caldo che scenari reali.

  78. Lasciamo fuori Roma e Napoli, ma genoa samp fiore e lazio ci sono arrivate davanti ridendo e non hanno certo un monte ingaggi né un monte giocatori più alto del nostro

    perché tralasciando le supercazzole finanziarie (ripeto, presentati con un secondo posto, uno stadio da 80k e uno sceicco, e tutti diventeranno molto più ragionevoli) il problema è la gestione sportiva, sia tecnica che di mercato

    • basterebbe comprare due esterni di centrocampo per superare tutta le discussioni

      il resto si adatta facile, difesa a 3, a 4, 2 punte, 2 ali, tutte cagate, come i pizzini a gente che non sa nemmeno da che parte si leggono e i giocatori sostituiti per errore perché non ci si preoccupa nemmeno di leggere i numeri di maglia (“psss, hey, silvio, come si chiama il numero due rovesciato-due rovesciato?”) dei propri giocatori

    • se non hai soldi per le rivoluzioni prendi due esterni di ruolo, non necessariamente ali, la lacuna norma di questa rosa da anni, e non avevi nemmeno più la gente in grado di adattarsi

      di terzini e gente che gioca in mezzo ce n’è a fottere, prova ad avere la doppia copertura delle fasce e sarai tu mettere in difficoltà l’avversario anziché avvitarsi in ruoli indefiniti come il trequartista quando non hai gente in grado di farlo con continuità e soprattutto proficuamente, lasciamo stare le 3 punte che ci fai giusto il grosso con l’Empoli in ciabatte

  79. I nomi che leggo sono nomi di media importanza, tutta gente in sostanza che non ti cambia molto.
    Se poi si parla di Motta e di Melo non ci siamo proprio.

    I soldi non ci sono o non si vogliono spendere, che è in fondo la stessa cosa.

    Per cui, a meno di exploit inattesi (sia in entrata che in uscita), penso che saremo quelli di quest’anno con qualche nome nuovo in più e qualche pippa in meno (si spera), ma sostanzialmente quelli.

    Dovremo di nuovo fare le nozze coi fichi secchi e sperare che Mancini (se resta in questo manicomio) metta in campo una squadra dignitosa che riesca a crescere.
    Quanto? Non riesco a dirlo.
    Per arrivare dove, nemmeno.

    Da tifosotto spero in quegli exploit che a volte nel calcio avvengono.
    Ma è anche vero che il calcio non è più quello di prima, dove certe cose potevano avvenire anche a certi livelli.
    Naturalmente sto parlando di Serie A e solo di questo.
    In Europa manco a pensarci, visti i presupposti.

    Ed è talmente vero quello che ci diciamo in questo periodo (e da anni) in questo blog che pure uno non certo sveglissimo come Tronchetti Provera ha detto che continuerà a fare da sponsor SOLO se si costruirà una squadra forte e con giocatori importanti.

    Persino Shaquiri vuole garanzie in questo senso!

  80. Però cerchiamo di non passare da un estremo ad un altro.
    Adesso sembra che noi, fino al 2010, abbiamo sempre fatto un mercato da Barcellona.

    A parte qualcuno
    che sapeva già tutto, ci mancherebbe

    alzi la mano chi immaginava che Julio Cesar sarebbe diventato uno dei migliori portieri che abbiano mai vestito la maglia nerazzurra
    o che Milito avrebbe sparato una doppietta al Bernabeu in finale
    o che Maicon sarebbe diventato il miglior terzino del mondo
    e così via con Zanetti, Cambiasso e così via.

    Perciò, pur non togliendo che anch’io sono estremamente dubbioso, cerchiamo di non passare da un estremo all’altro.

  81. Gobbi e BBilanisti hanno soldi da spendere, unica speranza è che li spendano male

    i nostri hanno pochi soldi da spendere, unica speranza è che li spendano bene

    non una bella situazione

  82. este

    ma tu vuoi mettere quelli che hai citato (anche quando si conoscevano poco o niente) con tutti, o quasi, quelli che abbiamo preso in questi anni?
    E quelli che si leggono oggi sui giornali?

    E poi lì avevamo una squadra che già vinceva, oggi devi rifare tutto, e in una situazione così non riesci a capire nemmeno chi vale veramente e chi prendere di nuovi.

    In questo senso mi spiego anche la battuta di Mancini degli 8/9 giocatori da prendere: ma dove le metti le mani in questa situazione?

  83. Ovunque si vada, il cesso è sempre in fondo a destra.

  84. Sì, magari quando abbiamo preso Milito vincevamo già.

    Ma i Cambiasso, Julio Cesar, per non parlare di Zanetti
    sono tutti arrivati quando versavamo grosso modo in situazioni di classifica simili

    posto più, posto meno.

    Cambiasso era venuto per far da rincalzo a Davids,
    JC fu spedito al Chievo
    Zanetti era la zavorra di Rambert.
    Maicon un Carneade del Monaco
    Materazzi un tirarigori del Perugia
    e così via

    I fatti sono questi, non è che ci si può girare intorno più di tanto. Inutile far finta che si sono pigliati sempre giocatori già fatti e finiti e che sapevamo già che sarebbero diventati quello che poi sono diventati.

    Molti, li avessimo presi oggi, ci avrebbero fatto storcere il naso

    (Figo? Sarebbe questa la politica dei giovani?
    Motta? Gli scarti del Genoa?
    Julio Cesar? Non lo vogliono manco al Chievo!)

    Ciò non toglie che un po’ tutti, io per primo, da un nuovo proprietario mi sarei aspettato una voce un po’ più roboante

    e che, solitariamente, stia rimpiangendo Branca.

  85. Anche kondogbia al Milan…….che non fa la Champions League….. .vabbè ma tanto non é mica forte……..

  86. Ma sbaglio oppure si ha l’impressione di essere come quegli adolescenti sfigati che venivano rifiutati da tutte le ragazze, che puntualmente trombavano con gli altri?

    • Già.
      Ormai ho un’età che non mi fa essere un adolescente sfigato…
      Sono un vecchio sfigato.
      Forse.

      Aspetto la fine del mese (non per la pensione…), poi vedrò se “forse” diventa di nuovo “già”.

      In ogni caso, e comunque,
      FORZA INTER.

      Comunque.

  87. sciogliamoci per favore

    non si può finire così
    via kovacic dentro motta
    rinnovo a ranocchia

    meglio finire prima che
    finire male

    • Via kovacic? non mi strappo i capelli.

      Dentro motta e rinnovo a ranocchia? sono d’ accordo, sciogliamoci.

  88. Mi sa che se kovacic va a Liverpool torna Balotelli

  89. che qui non possa stare, per tutta una serie di motivi, è ovvio, la cifra è ben oltre le aspettative e infatti credo sarà più bassa

    bisogna solo capire lo scopo della cessione, e per quello possiamo solo aspettare

  90. Come si fa a dire qualcosa di interista?
    Ma li leggete i giornali?
    Ok, saranno anche p.i., ma i siti giornalistici interisti pure?
    Non credo.
    E poi, da Repubblica al Sole 24ore (non solo la stampa sportiva) a leggere di Inter è un pianto greco.

    A memoria non ricordo di un’Inter tutta messa sul mercato a parte uno, Icardi.
    Mai vista una situazione del genere in più di mezzo secolo di calcio e di storia Interista!

    Non vorrei allarmarmi, ma non ho buone sensazioni.

  91. Motta se ricordo bene andò via forzando la porta; per un mese non fece altro che pestare i piedi, fare autogol per ribadire la sua volontà, con quel povero sfigato di Ranieri che lo supplicava di rimanere.
    E adesso me lo riportate a Milano?? Vendendo Kovacic?
    Ma andassero affanculo, Motta e chi pensa a Motta.
    Mi tengo Medel.

    • oppure aveva visto lungo oltre che giusto

      che uno provochi il rigore apposta lo credo solo se ha a che fare con l’Immorale di Torino, semplicemente bastava non schierare uno che palesemente non c’era con la testa

  92. gianni

    pensa che se Motta dice no il piano B è

    Melo!

  93. E ho detto tutto (cit.).

  94. Credo sia giunoi il momento di smetterla di fare tante chiacchiere inutili e di pensare invece di riprenderci l’INTER
    Se è vero che amiamo questi colori. Che soffriamo per le sorti della nostra squadra non possiamo più sottrarci. Bisogna lanciare una pubblica sottoscrizione e riconsegnare l’INTER agli interisti!!
    Insomma un modello tipo Barcellona. Lancio un appello a settore perché questo e gli altri blog nerazzurri se ne facciano promotori.

  95. A prescindere da quanto sopra sempre e comunque FORZA INTER!!! Grande amore della mia vita.

  96. Anch’io sempre stato per l’azionariato polare.

    Poi però quelli ferrati in materia dicono non si possa fare.
    Mah…

  97. popolare
    ovviamente.

  98. personalmente prenderei solo dragovic, allan

    e una seconda punta affidabile

    oltre vendere una mezza dozzina di scartine…

  99. Di sicuro ha avuto la vista lunga ( non ci voleva molto eh ), per me può continuare a guardare altrove

  100. Sì anch’io credo che Motta avesse fatto più che altro un errore legato alla svagatezza.

    Considerato che non abbiamo un regista che sia uno
    (Kovacic lo considero un interno)

    lo riprenderei.

    Pur di non vedere più Guarin tra i titolari, questo ed altro.

  101. Intanto anche MM ultimamente pare sia sparito dai radar…. starà mica sentendo anche lui puzza di merda e di conseguenza preferisca evitare di metterci la faccia?
    E’ comunque innegabile che con il passare dei giorni la situazione stia diventando imbarazzante

    • invece credo sia ancora presto per pensare al calciomercato, certo la stagione non facilissima rende tutti molto nervosi e suscettibili, ma in questi giorni è forse meglio ripensare agli errori di quest’anno per non commetterli di nuovo, in momenti di deficienza tragicomica di qualità la conduzione della squadra deve essere salda e sicura, sennò va tutto a puttane, e in questo senso siamo stati tutt’altro che esenti da errori piuttosto imbarazzanti

  102. Ok, vendiamo Kovacic e quanto ci facciamo, 20/22mln?
    E dopo?
    Dopo che squadra si fa, chi prendiamo, quelli che si leggono in giro sui giornali e siti vari?!
    Perché con quella cifra, e il risicato budget che ha Ausilio, ci prendi gente mediocre.
    Né più né meno come i tanti troppi scarsi presi in questi anni.

    Ma la cosa secondo me devastante è che siamo a Melo!
    Magari non arriva ma il solo fatto di averlo evocato è una cosa tristissima.
    Cioè parliamo forse del giocatore simbolo della Juve post B, di quando cioè arrivava 7a/8a e noi, qua, a dire che la Juve era morta.
    Ricordate?

    Come è stato possibile che ci siamo ritrovati così, al posto loro, nel giro di pochi anni e dopo avere alzato tutte le coppe possibili e immaginabili?

    Purtroppo non riesco ancora a farmene una ragione.

  103. Faccio presente che il fenomeno martinez con la Colombia è in panchina mentre la nostra pippa SHAQIRI è stato il migliore con la Svizzera….. Solo per invitarvi a non seguire la prostituzione intellettuale dilagante ed ad aver pazienza fino a fine agosto…………..
    Quanto a Motta se non sarà l’unico rinforzo per il centrocampo io lo riprenderei….come dice estecambiasso piuttosto che vedere Guarin…..e ci metto anche Hernanes…per quanto riguarda KOVACIC spero non venga venduto… Se lo fosse reinvestire i soldi sulla coppia granata Darmian Glick no è??!!

  104. Sì a Motta se costa poco ed è in grado di giocare 25 partite…Kovacic lo venderei e mi comprerei Perotti,l’ho visto poche volte ma mi è sempre piaciuto. Poi come tutti vorrei piazza pulita in difesa(mi terrei Santon e poco altro) e un attaccante buono magari in prestito (Chicarito?) da affiancare a Icardi e Palacio …

  105. kovacic volenti o nolenti è l’unico assieme a Guarin e Shaqiri ad avere nel Dna delle qualita’. E se Pogba con tutto il rispetto vale 110 cucchi allora Kovacic ne vale almeno 40-50 altrimenti tanto vale tenerselo.
    Il Liverpool farà di tutto per metterci dentro Balotelli. Se alla fine spunta un’offerta di 30 cucchi più Balotelli e Lucas Leiva allora ci sta avendo anche una contropartita tecnica buona.
    Con tutto il rispetto per Medel, mi sembra di vedere un Gargano più brutto, o un Gattuso meno rossonero fate voi, Felipe Melo o Thiago Motta a dispetto dell’età sono molto più di qualità e tecnica. Melo arriverebbe a scadenza, se caratterialmente si riuscisse a domare per me sarebbe un bel rinforzo. Medel a me pare il classico cagnaccio da squadra di mezza classifica, se devo puntare su giocatori cosi preferisco il ritorno del dittatore dell’asado Cambiasso.
    Se guardo al mercato, a mio parere Lucas Biglia mi sembra un giocatore ideale per noi.
    Leggendo il mercato cmq tutti parlano di punte e seconde punte mica solo il Milan (in questo senso al momento attuale le “occasioni” si chiamano Salah e Chicharito).
    O Murillo è il nuovo Samuel o anche l’anno prossimo ne vedremo delle belle mi sa li dietro. Gonzalo Rodriguez in questo senso mi parrebbe il profilo più adatto visto lo sbando della Fiorentina.

  106. l’unica politica sana e che non farebbe incazzare la tifoseria sarebbe di mettere in campo i giovani tipo Gnoukouri e Camara , che sono gratis e si possono valorizzare.
    con Balotelli fu cosi, ed era Mancini il “lanciatore”

    con i ritorni delle vecchie cariatidi non si va da nessuna parte..

    cmq è corretto non fare bilanci troppo presto, anche se i chiari di luna indonesiana non promettono granchè

  107. Ma non staremo esagerando un po’ col catastrofismo?

    Sciogliamoci, riprendiamoci l’Inter…
    Cioè, l’anno scorso era tutto un discorso di allargare il brand, basta con gli imprenditori milanesi, l’Inter deve guardare oltre, l’Indonesia è il futuro ecc.ecc.

    e adesso si è già rovesciata la barca.

    Che questa proprietà e questa dirigenza si stiano giocando la fiducia del popolo interista penso sia un fatto incontrovertibile
    che gli inizi non siano confortanti è anch’esso pensiero comune

    ma mancano comunque 2 mesi e mezzo alla fine del mercato.

    Poi, ok, vedere che il Milan si muove come se fosse il PSG o il City o il Real lascia un po’ interdetti
    però occhio con questa storia di Ibra, perché con lo sceicco quel modo di fare non attacca.

    Ha rimandato a casa il Barca che voleva Thiago Silva, figuriamoci il Milan.

  108. se non fosse totalmente fuori mercato per l’ingaggio penserei che Mancini facesse un pensiero perfino ad Ibrahimovic …

  109. Sul Milan, io so solo che due o tre giorni fa tuttosporc (notare che avevo scritto tuttosport e il correttore me l’ha cambiato da solo!) scriveva che alla fine il psg lo avrebbe liberato in cambio di rami.

    In pratica scambio Ibra rami, con Ibra che si decurta di oltre il 50% il suo ultimo ingaggio della carriera.

    Francamente non ci crederei nemmeno se lo vedessi.

    Poi leggo che Martinez ha appena detto di esser vicino tanto al Milan quanto ad altri club, e i conti iniziano a tornare.

    Con questo non nego che il Milan farà un mercato di rilancio, anzi, lo scrissi un mese fa dopo la prima stretta di mano fra b e Bee, quindi sto solo vedendo realizzarsi delle preoccupazioni già ponderate e di conseguenza sono in sintonia coi vostri pensieri

    Ciò non significa però che dobbiamo berci tutto quello che la stampa di regime, fra voglia vendere e telefonate di galliani, propina ai sudditi rossoneri.

  110. Estecambiasso,

    Devo confessare che poche volte mi sono trovato così vicino a questa vena particolarmente interista del “catastrofico” a tutti i costi.
    Oggi non ci sono soldi per un mercato che ci faccia diventare una grande squadra.
    L’unica alternativa sportivamente parlando è un progetto giovani, di prospettiva, di calcio “giocato” di 3-4 anni con cui si potrebbe TENTARE di costruire una buona squadra nel tempo ma noi tifosi per primi abbiamo ampiamente dimostrato di non riuscire ad aspettare 3-4 mesi non anni.Con la scelta di Mancini è stato abbandonato il progetto (anzi, già con l’esonero di Strama), questo è evidente, e non perchè Mancini… Mazzarri… no, non c’entra nulla sta solfa, il problema è che dei giovani a Mancini non gliene frega più di tanto, lui vuole giocatori buoni e se possibile anche esperti, ma… soldi? Nisba.
    E quindi il catastrofismo, che mai come oggi è stato più vicino alla “logica”
    Poi che sul fatto che domani il sole si alzi ancora, non c’è dubbio però…
    A questo punto sono più curioso che speranzoso, è come un cuoco che deve preparare una cena luculliana con qualche tozzo di pane secco e poco altro.

  111. tutto sommato direi che è meglio che le trattative presunte su Motta e Melo siano ancora solo voci perchè se si fossero concretizzate dubito che ci sia qualche tifoso contento.

    per il resto visto che quello che predicava tempesta e morte pare sia stato depennato direi che è meglio aspettare piuttosto che fare le sue veci, dal momento che c’è ancora tempo per ricominciare a menare il torrone su quanto siamo caduti in basso.

  112. tutto vero, ma è anche vero che per quanto riguarda i dirimpettai sarebbe follia pura fare uscire quel tipo di nomi e darli per molto probabili senza avere un minimo di fondamento.
    E’ giusto non sbilanciarsi fino a che non si ha l’ufficialità delle cose, ma è normale che qualche motivo per cui preoccuparsi ci sia, guardando sia in casa nostra che in casa d’altri.
    Capitolo Kovacic : pare che sia quasi ai saluti. La cosa non mi trova in accordo, ma se trattenerlo ad ogni costo vuol dire poi ritrovarsi ad Ottobre a fare gli stessi discorsi che si fanno da ormai 2 anni a questa parte, forse è meglio farlo partire.
    Per ora le cifre mi sembrano basse rapportate a quelle che circolano per i vari nomi accostati all’Inter in questi giorni, ma la cosa fondamentale è capire con chi si pensa di sostituirlo.
    Se fosse necessaria la cessione di Kovacic per portare a casa Melo ci sarebbe da spararsi, ma se si volesse sostituirlo con un giocatore più funzionale ed utile alla causa da subito tipo Allan, Kondogbia o chi volete voi, ci potrebbe anche stare.
    Ok il progetto giovani, ma in fin dei conti è qui da quasi 3 anni e non è mai stato un titolare se non per alcuni spezzoni di stagione…a pochi è capitato di aver avuto tutto questo tempo a disposizione. Quasi sicuramente in una squadra più quadrata il suo rendimento non sarebbe questo, ma ha anche fallito svariate occasioni per dimostrare di poter iniziare una stagione puntando ciecamente su di lui.
    Ripeto, preferirei rimanesse, ma se il sacrificio porta poi all’acquisto di una CERTEZZA per il centrocampo allora può anche andare

  113. MIA PERSONALE OPINIONE……..
    valutazione

    HANDANOVIC Samir P resta ? 8,50
    ICARDI Mauro Emanuel A resta
    PALACIO Rodrigo Sebastian A resta
    KOVACIC Mateo C resta ? 25,00
    MEDEL Gary Alexis C resta
    RANOCCHIA Andrea D resta
    JUAN JESUS Guilherme Nunes D resta ? 8,00
    GUARIN Fredy Alejandro C resta ? 12,00
    HERNANES Anderson de Carvalho C resta
    VIDIC Nemanja D resta
    D’AMBROSIO Danilo D resta
    DODO’ Josè Rodolfo Pires Ribeiro D vendere 3,00
    PODOLSKI Lukas A vendere 0,00
    BROZOVIC Marcelo C resta
    SHAQIRI Xherdan A resta
    KUZMANOVIC Zdravko C vendere 3,00
    NAGATOMO Yuto D vendere 3,00
    OBI Joel Chukwuma C vendere 2,00
    CAMPAGNARO Hugo Armando D vendere 0,00
    SANTON Davide D resta
    ANDREOLLI Marco D vendere 3,00
    GNOUKOURI Assane Demoya C resta
    BONAZZOLI Federico A venduto 4,50
    FELIPE Dias da Silva Dal Belo D vendere 0,00
    MBAYE Ibrahima D vendere 2,50
    PUSCAS George Alexandru A vendere 3,00
    KRHIN Rene C vendere 1,50
    CAMARA Gaston A vendere 2,00
    DONKOR Isaac D vendere 1,50
    JONATHAN Cicero Moreira D vendere 0,00
    CARRIZO Juan Pablo P vendere 0,00
    DIMARCO Federico D vendere 0,50
    BALDINI Enrico C vendere 0,50
    BOTTA Ruben A vendere 1,00
    PALAZZI Andrea C vendere 0,50
    BERNI Tommaso P resta
    TOT 85,00

  114. magari Ausilio e chi altri un occhio a sta lista l’avrà anche data. Qualcuno si sarà accasato o avrà rinnovato, qualcuno sarà già da concime, ma forse un paio buoni ne rimangono…

    CALCIATORI IN SCADENZA ITALIA
    Ignazio Abate (d, Milan), Christian Abbiati (p, Milan), Alessandro Agostini (d, Hellas Verona), Hugo Almeida (a, Cesena), Sinisa Andelkovic (d, Palermo), Alberto Aquilani (c, Fiorentina), Federico Balzaretti (d, Roma), Edgar Barreto (c, Palermo), Migjen Basha (c, Torino), Davide Bassi (p, Empoli), Gianpaolo Bellini (d, Atalanta), Tommaso Berni (p, Inter), Giuseppe Biava (d, Atalanta), Daniele Bonera (d, Milan), Marco Borriello (a, Roma), Edson Braafheid (d, Lazio), Miguel Britos (d, Napoli), Nicolas Burdisso (d, Genoa), Daniele Cacia (a, Bologna), Hugo Campagnaro (d, Inter), Juan Pablo Carrizo (p, Inter), Federico Casarini (c, Bologna), Roberto Colombo (p, Napoli), Andrea Cossu (a, Cagliari), Bostjan Cesar (d, Chievo), Mickael Ciani (d, Lazio), Massimo Coda (a, Parma), Daniele Conti (c, Cagliari), Gianluca Curci (p, Roma), Angelo Da Costa (p, Sampdoria), Dario Dainelli (d, Chievo), Daniele Croce (c, Empoli), Giuseppe De Feudis (c, Cesena), Nigel de Jong (c, Milan), Antonio Di Natale (a, Udinese), Mounir El Hamdaoui (a, Fiorentina), Urby Emanuelson (d, Roma), Michael Essien (c, Milan), Alexander Farnerud (c, Torino), Nicolas Frey (d, Chievo), Andrey Galabinov (a, Livorno), Alessandro Gazzi (c, Torino), Marcello Gazzola (d, Sassuolo), Jea-Francois Gillet (p, Torino), Juanito Gomez (c, Hellas Verona), Sebastian Giovinco (a, Juventus), Massimo Gobbi (d, Parma), Tiberio Guarente (c, Empoli), Bosko Jankovic (c, Hellas Verona), Seydou Keita (c, Roma), Miroslav Klose (a, Lazio), Jonathan (d, Inter), Juraj Kucka (c, Genoa), Andrea Lazzari (c, Fiorentina), Cristian Ledesma (c, Lazio), Christian Maggio (d, Napoli), Francesco Magnanelli (c, Sassuolo), Alessandro Longhi (d, Sassuolo), Cristiano Lupatelli (p, Fiorentina), Martinho (c, Catania), Maxi Lopez (a, Chievo), Enzo Maresca (c, Palermo), MacDonald Mariga (c, Parma), Rafael Marquez (d, Hellas Verona), Salvatore Masiello (d, Torino), Matuzalem (c, Bologna), Stefano Mauri (c, Lazio), Philippe Mexes (d, Milan), Giulio Migliaccio (c, Atalanta), Simone Missiroli (c, Sassuolo), Cristian Molinaro (d, Torino), Maxi Moralez (a, Atalanta), Vangelis Moras (d, Hellas Verona), Michel Morganella (d, Palermo), Marco Motta (d, Juventus), Ezequiel Munoz (d, Palermo), Nené (a, Hellas Verona), Neto (p, Fiorentina), Manuel Pasqual (d, Fiorentina), Giovanni Pasquale (d, Udinese), Leonardo Pavoletti (a, Sassuolo), Giampaolo Pazzini (a, Milan), Sergio Pellissier (a, Chievo), Simone Pepe (c, Juventus), Francesco Pisano (d, Cagliari), David Pizarro (c, Fiorentina), Alberto Pomini (p, Sassuolo), Ciro Polito (p, Sassuolo), Cristian Raimondi (d, Atalanta), Andrea Ranocchia (d, Inter), Sergio Romero (p, Sampdoria), Antonio Rosati (p, Napoli), Gennaro Sardo (d, Chievo), Javier Saviola (a, Hellas Verona), Lionel Scaloni (d, Atalanta), Irakli Shekiladze (a, Empoli), Dejan Stoianovic (p, Bologna), Guglielmo Stendardo (d, Atalanta), Francesco Tavano (a, Empoli), Luca Toni (a, Hellas Verona), Samir Ujkani (p, Palermo), Juan Vargas (c, Fiorentina), Roberto Vitiello (d, Palermo),

    CALCIATORI IN SCADENZA ESTERO
    Emmanuel Adebayor (a, Tottenham), Aritz Aduriz (a, Athletic Bilbao), Antolin Alcaraz (d, Everton), Morgan Amalfintano (c, West Ham), Jerry Akaminko (d, Eskisehirspor), Anderson (c, Manchester United), Ion Ansotegi (d, Real Sociedad), Benoit Assou-Ekotto (d, Tottenham), André Ayew (a, Marsiglia), Tolgay Arslan (c, Amburgo), Mikel Arteta (c, Arsenal), Alhassane Bangoura (a, Rayo Vallecano), Antonio Barragan (d, Valencia), Tranquillo Barnetta (c, Schalke 04), Joey Barton (c, Queens Park Rangers), Karim Bellarabi (d, Basilea), Fernando Belluschi (a, Bursaspor), Beto (p, Siviglia), Wes Brown (d, Sunderland), Roel Brouwers (d, Borussia M.), Alex Bruce (d, Hull City), Alberto Bueno (a, Rayo Vallecano), Esteban Cambiasso (c, Leicester City), Michael Carrick (c, Manchester United), Clement Chantome (c, Paris Saint-Germain), David Cobeño (p, Rayo Vallecano), Diego Colotto (d, Espanyol), Francis Coquelin (c, Arsenal), Peter Crouch (a, Stoke City), Jack Cork (c, Southampton), Filip Daems (d, Borussia M.), Dani Alves (d, Barcellona), Luke Daniels (p, West Bromwich Albion), Danny (a, Zenit), Fabian Delph (c, Aston Villa), Vitali Denisov (d, Lokomotiv Mosca), Abou Diaby (c, Arsenal), Modibo Diakité (d, Deportivo La Coruna), Papakouli Diop (c, Levante), Martin Demichelis (d, Manchester City), Syilvain Distin (d, Everton), José Antonio Dorado (d, Villarreal), Duda (c, Malaga), Michael Duff (d, Burnley), Richard Dunne (d, Queens Park Rangers), Jaroslav Drobný (p, Amburgo), Didier Drogba (a, Chelsea), Artem Dzyuma (a, Spartak Mosca), Balasz Dzudzsak (a, Dinamo Mosca), Rasmus Elm (c, CSKA Mosca), Gorka Elustondo (c, Real Sociedad), Daniel Estrada (d, Real Sociedad), Felipe (d, Wolfsburg), Rio Ferdinand (d, Queens Park Rangers), Roberto Fernandez (p, Granada), Mathieu Flamini (c, Arsenal), Jon Flanagan (d, Liverpool), Darren Fletcher (c, Manchester United), Fred (a, Fluminense), Christian Fuchs (d, Schalke 04), Steven Gerrard (c, Liverpool), André-Pierre Gignac (a, Marsiglia), Gil (d, Corinthians), Yoan Gourcuff (c, Lione), Vladimir Granat (d, Dinamo Mosca), Carlos Gurpegi (d, Athletic Bilbao), Karim Haggui (c, Stoccarda), Dean Hammond (c, Leicester), Lukman Haruna (c, Dinamo Kiev), Karl Henry (c, Queens Park Rangers), Roberto Hilbert (d, Bayer Leverkusen), Ivo Iličevic (a, Amburgo), Clint Hill (d, Queens Park Rangers), Ilsinho (c, Shakhtar Donetsk), Danny Ings (a, Burnley), Gorka Iraizoz (p, Athletic Bilbao), Andoni Iraola (d, Athletic Bilbao), Luiz Adriano (a, Shakhtar Donetsk), Marcell Jansen (d, Amburgo), Joao Pereira (d, Valencia), Andy Johnson (a, Crystal Palace), Glen Johnson (d, Liverpool), Zlatko Junuzovic (c, Werder Brema), Jean-Armel Kana-Biyik (d, Rennes), Veli Kavlak (c, Besiktas), Loris Karius (p, Mainz), Sami Khedira (c, Real Madrid), Sebastian Kehl (c, Borussia Dortmund), Anthony Knockaert (a, Leicester), Paul Konchesky (d, Leicester), Evgen Konoplyanka (a, Dnipro), Egemen Korkmaz (d, Fenerbahce), Michael Krohn-Dehli (c, Celta Vigo), Fabien Lemoine (c, Saint-Etienne), Kevin Long (d, Burnley), Thorben Marx (c, Borussia M.), Felipe Mattioni (d, Espanyol), Mauricio (d, Terek Grozny), Rio Mavuba (c, Lille), Ondrej Mazuch (d, Dnipro), Stephan Mbia (c, Siviglia), Paul McShane (d, Hull City), James Milner (c, Manchester City), Nikasl Moisander (d, Ajax), Paul-José Mpoku (a, Standard Liegi), Youssuf Mulumbu (c, West Bromwich Albion), Brian Murphy (p, Queens Park Rangers), Dame N’Dooye (c, Lokomotiv Mosca), Mark Noble (c, West Ham), Allan Nyom (d, Granada), Chinedu Obasi (a, Schalke 04), Patrick Ochs (d, Wolfsburg), Martin Ödegaard (a, Stromsgodset), Peter Odemwingie (a, Stoke City), Osvaldo (a, San Paolo), Borja Oubiña (c, Celta Vigo), Fernando Pacheco (p, Real Madrid), Manuel Pablo (d, Deportivo La Coruna), Wilson Palacios (c, Stoke City), Goran Pandev (a, Galatasaray), Mustafa Pektemek (a, Besiktas), Maxi Pereira (d, Benfica), Claudio Pizarro (a, Bayern Monaco), Ivelin Popov (c, Kuban Krasnodar), Hélder Postiga (a, Deportivo La Coruna), Ralf (c, Corinthians), Slobodan Rajkovic (d, Amburgo), Stephen Quinn (c, Hull City), Winston Reid (d, West Ham), Stefan Reinartz (c, Bayer Leverkusen), José Antonio Reyes (a, Siviglia), Simon Rolfes (c, Bayer Leverkusen), Liam Rosenior (d, Hull City), Bryan Ruiz (a, Fulham), Maciej Rybus (a, Terek Grozny), Cristopher Samba (d, Dinamo Mosca), Sergio Sánchez (d, Malaga), Bakary Sako (c, Wolverhampton), Mark Schwarzer (p, Chelsea), Roman Shishkin (d, Lokomotiv Mosca), Lasse Schöne (a, Ajax), Toma Sivok (d, Besiktas), Julian Speroni (p, Crystal Palace), Taras Stepanenko (c, Shakhtar Donetsk), Alexander Stolz (p, Hoffenheim), Suso (c, Liverpool), Dmitri Tarasov (c, Lokomotiv Mosca), Gary Taylor-Fletcher (c, Leicester), Ryan Taylor (d, Newcastle), John Terry (d, Chelsea), Jerome Thomas (a, Crystal Palace), Miguel Torres (d, Malaga), Jeremy Toulalan (c, Monaco), Kolo Touré (d, Liverpool), Christian Träsch (d, Wolfsburg), Roberto Trashorras (c, Rayo Vallecano), Gerhard Tremmel (p, Swansea), Piotr Trochowski (c, Siviglia), Matthew Upson (d, Leicester), Rafael van der Vaart (c, Amburgo), Ricardo Vaz Te (a, West Ham), Vieirinha (c, Wolfsburg), Tabaré Viudez (a, Kasimpasa), Ron Vlaar (d, Aston Villa), Ross Wallace (c, Burnley), Jonathan Walters (c, Stoke City), Marcin Wasilewski (d, Leicester), Weligton (d, Malaga), Heiko Westermann (d, Amburgo), Christian Wetklo (p, Schalke 04), Glen Whelan (c, Stoke City), Cezary Wilk (c, Deportivo La Coruna), Claudio Yacob (c, West Bromwich Albion), Maya Yoshida (d, Southampton), Artur Yusupov (c, Dinamo Mosca), Carlos Zambrano (d, Eintracht Francoforte), Bobby Zamora (a, Queens Park Rangers), Ze Castro (d, Rayo Vallecano), Eñaut Zubikarai (p, Real Sociedad).

  115. Fatemi capire, anche volendo non si può spendere?
    Nemmeno se vendi?

    E se io, presidente, caccio soldi miei nemmeno?

    Ma allora è tutto inutile.
    Teniamoci quelli che abbiamo e morta lì.
    In tutti i sensi.
    Così non ci pensiamo più, vala’.

    ps: ma il Milan, che ha più o meno gli stessi debiti nostri?…

    • Sono perplesso anch’io.
      come diceva uno “non vedo la quadra”.
      Però non la vedo davvero.

      A parte il fatto che sono convinto che sono super- pananates, come quelle di M.Mosca e le “bombe”, ma
      Pogba? 80-90-100???? parliamo di vecchie lire, vero?
      100 milioni di vecchie lire ci possono stare perchè per il resto il City non dovrebbe essere anche lui nelle mire del FPF?

      Io poi ho un sasso nella scarpa…. Pirelli, ma invece di fare lo sponsor non sarebbe meglio che mettesse capitali e facesse fare lo sponsor ad un altro ?

  116. Internazionalista, SE vendiamo possiamo comprare. Altrimenti il FFP ci blocca.

    Per quanto riguarda il bilan:
    1° per ora sono solo chiacchere. Firme non ne sono state messe e bonifici non ne sono partiti. Quindi aspetterei.
    2° tanto loro pagano in nero.
    3° loro ancora sanzioni non ne hanno prese. Quindi al di la dei debiti hanno maggiori margini di manovra.

    Insisto, secondo me avete cominciato a gridare al disastro troppo presto. Magari fra un mese avrete ragione. Ma dal momento che ultimamente ci siamo sempre mossi a fari spenti sul mercato non starei a fare drammi.

    Ps: se dopo Coutinho mi sbolognano anche il Kova io mi listo a lutto.

  117. Salve ragazzi.

    Mi sembra che, nonostante l’espulsione, Institor abbia fatto proseliti… il clima mi sembra tendente al depresso.
    Ad oggi di ufficiale non c’è nulla, quindi io resto in fiduciosa attesa.
    Poi si potranno fare le opportune valutazioni.
    Per quanto riguarda Kovacic, credo che, allo stato attuale sia un enorme enigma: io, finora, di partite memorabili, sia con l’Inter che con la sua nazionale, non gliene ho viste fare, a meno che si considerino tali le partite – neanche tante, in verità – nelle quali ha azzeccato due o tre bei passaggi, cosa che Iniesta fa nel giro di venti minuti in tutte le partite in cui gioca.
    Per cui, siamo certi che sia il caso di aspettarlo ancora? Per quanto?

    E, checché ne dicano le PI, non mi sembra che a Liverpool ci sia la coda per acquistare Coutinho, che quest’anno ha trascinato il Liverpool al sesto posto in Premier ed al quarto e ultimo posto nel girone di CL: un palmares invidiabile, non c’è che dire!
    Eeeh, ma come gioca Coutinho!!!

    • Be, se valutiamo un giocatore solo in base al risultato della squadra …Icardi è una merda che non vale più di 300 euro.
      Il fatto che Coutinho sia stato votato dai colleghi fra i primi sei della premier qualcosa vorrà pur dire.
      Che poi, oh, nessuno dice che sia la reincarnazione di Maradona.
      Il problema è sempre il solito: ci si aspetta il fenomeno o niente.
      Il salvatore della patria.
      Peccato che servano anche i buoni giocatori.

      E lo stesso vale per Kova …che non è detto debba essere il nuovo Iniesta.
      Fra l’altro mi piacerebbe sapere se Iniesta a 20 anni lo hanno fatto giocare una partita trequartista, una ala, una esterno, una mediano, una a “fare la diagonale su Lichtscoso”, una entrando all’85 “e pensaci tu” e via dicendo.
      Io ho il sentore di no, potrei sbagliarmi. Ma nel caso è solo la conferma che Iniesta è un fenomeno, non che Kova sia uno scarpone.

    • Certo B&R,
      l’esempio di Iniesta era solo per far capire che quello che Kovacic ha fatto vedere in qualche partita, per lui è ordinaria amministrazione: poi è chiaro che stiamo parlando di un fuoriclasse nel pieno della maturità e di un possibile talento ancora inespresso che non è sicuramente stato messo nelle condizioni ideali per mostrare il suo valore. Ma, come dice giustamente Settore nel suo nuovo post, l’Inter può permettersi di aspettare ancora? E siamo sicuri che, oltre alla tecnica senz’altro sopra la media, il buon Mateo abbia anche la “testa” per diventare un giocatore sul quale valga la pena investire?

  118. B&R

    cioè se noi non vendiamo non possiamo comprare. Giusto?
    Nemmeno se io presidente ripiano con soldi miei?
    E dunque colmo il buco di bilancio e faccio il mercato come più mi aggrada.
    Sbaglio?
    Il ffp ha sanzionato tutto ciò?
    Chiedo, perché su sta cosa non sono molto ferrato.

    Insomma, siamo un po’ la Grecia dell’Unione Europea!
    Ma se è così, quando riparte una nazione? quando si riprende una squadra?

    Su Kovacic non lo so, io gli darei un’altra chance come ho sempre detto, ma, così come per Coutinho, non ho visto quel grande giocatore che tanti vedono.
    Cou sta a Liverpool e come giustamente detto da boombastic non mi sembra stia brillando!
    Né lui, né la sua squadra.
    (Faccio notare che per Kova si è mossa, per ora, solo la squadra inglese, mica Barcellona o Real o Bayern! E la cosa dovrebbe far riflettere)
    Ergo, non mi straccerei le vesti se il croato se ne dovesse andare.
    Il punto è: se si è deciso di vendere, a quanto lo si vende?
    Perché abbiamo visto in passato quanto siamo asini a gestire queste cose.
    E soprattutto poi, chi si prende?
    Perché anche qui, negli ultimi anni, non ci abbiamo azzeccato quasi mai.