Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

I ragazzi del 93′ (ovvero: al vero gufo non piace gufare facile)

I gufi sono gufi sempre, anche se si tratta di gufare facile. E’ con questo spirito che la combriccola raggiunge la casa del Barone addì 11 aprile 2018 intorno alle ore 20 per il consueto preraduno conviviale, prima di iniziare lo sporco lavoro che qualcuno deve pur fare, sempre quello, tra le 20.45 e le 22.40 circa (tempi regolamentari. Se serve, anche oltre).

Gufare contro la Juve in una partita di ritorno della fase finale di Champions è un dovere civico, come pagare le tasse e differenziare i rifiuti. Certo, il fatto che la Gobba all’andata avesse perso in casa per 3 pere a zero aveva tolto un po’ di pepe al nostro consueto incontro: parte dei gufi in riserva permanente si erano autoesentati con scuse puerili e nella nostra Gufation House ci siamo ritrovati così in 5: quattro gufi della primissima ora (io, A., D. e il barone) e una new entry, D., intellettuale e umanista oltrepadano antijuventino che per non confonderci chiameremo M.

L’atmosfera è molto rilassata perchè ok, certo, mai fidarsi della Juve, ma ne ha prese tre in casa da Real, orsù, diciamocelo, anzi no, non diciamocelo, ma ci siamo capiti. E infatti siamo irriconoscibili: cioè, nel prepartita di Berlino o di Cardiff c’era gente con lo stomaco chiuso e i nervi a fior di pelle, mentre stavolta sembra di essere al Cral delle Dame di San Vincenzo.

“Oh, sono le 20,44. Vabbe’ dai, andiamo”.

Saliamo stancamente le scale. Barone ci fa schierare sulle sedie secondo scaramanzia, ma senza pathos. “Dai ragazzi, 90 minuti passano in fretta, basta che questi fessi del Real non si facciano segnare un gol subito, che poi magari…”

Gol.

Sulla sala tv cala una cappa di piombo, una situazione imbarazzante in cui tutti si pentono intimamente di non essere stati abbastanza scaramantici e abbastanza concentrati. A peggiorare la situazione è D., che intorno al 15′ si addormenta e inizia a russare. A. dopo circa 30 secondi lo cazzia:

“Porca troia, dobbiamo tenere alta la soglia di attenzione!”

“Sono sveglissimo… (sbadiglio)… come gioca Tevez?”

Il nervosismo comincia a montare. Dopo alcuni minuti D. si riaddormenta russando tipo motosega. A. lo colpisce in testa con un vassoio del Settecento inglese:

“Non puoi fare così, cazzo! Dobbiamo vigilare su questa partita di mmmerda!”

“Scusate, ho avuto una settimana pesante”

“Ma che cazzo dici, è solo mercoledì! Guarda ‘sta partita!”

“… (sbadiglio) è già entrato Zalayeta?”

Gol. 0-2.

“Zalayeta?”

“Mavaffanculo va’… ti sembra nero?”

“Chiedo scusa, vado a farmi una Moka intera e me la bevo a canna”.

Il Barone gli dà il permesso per gravi motivi personali. In sala tv l’atmosfera è ormai tesissima. A., che tutto sommato fino a quel momento si era dominato, si corica per terra e guardando il soffitto urla:

“Madonna mia, ma cosa ho mai fatto? Era la partita più tranquilla del mondo e anche stasera mi toccherà bestemmiare tutti i santi del calendario”.

Al che io, dopo una veloce ricerca sul telefonino, gli mostro una foto del nostro assistente spirituale, Er Pagnolada, e A. con un riflesso pavloviano si calma.

Fine primo tempo.

Doveva essere una serata da bisboccia, bah, e invece abbiamo facce pallide e spaventate. Nessuno si alza, neanche per pisciare. La partita riprende, abbiamo ben presente che saranno 45 + recupero lunghissimi. Quando dopo 16 minuti segna Matuidi, la scena è questa, da sinistra verso destra:

1) io accartocciato tipo la posizione che si dovrebbe tenere mentre il tuo aereo ammara nell’Hudson;

2) il Barone attonito, un capello gli scende spontaneamente sulla fronte (non accadeva da 14 anni, dopo un giro sulle montagne russe a Gardaland con il nipote);

3) M., dopo alcuni secondi di silenzio, inizia a insultare Keylor Navas in italiano e poi in spagnolo, con imbarazzanti riferimenti fino a parenti di quinta generazione e ai padri fondatori del Costarica;

4) D. occhi a palla, come uno che non dorme da mesi, anzi, che non ha mai dormito in vita sua;

5) A. esprime intenti suicidi. E li motiva minuziosamente.

“Non posso tornare a casa, non posso tornare a Milano, non posso tornare su Facebook, non posso tornare a lavorare… niente, mi uccido, è più semplice. Come si chiama quel ponte mezzo diroccato…?”

“La Becca?”, dice il Barone.

“Sì. Mi uccido lì”. Poi si rivolge a me: “Ti chiedo solo questo, Sector: scrivi qualcosa di bello su di me, che riabiliti la mia figura di uomo e di sportivo, poi magari lo leggi in chiesa al funerale, tutti piangono e io sarò felice guardandovi da lassù, dove negherò fino all’inverosimile di essermi mai occupato per un solo minuto di calcio”.

“Ma così andrai all’inferno, scusa”, gli dico io cercando di ricondurlo alla ragione.

“L’inferno sarà una passeggiata de’ salute rispetto a questa serata demmerda”, mi dice abbracciandomi e singhiozzando come un bambino. Nella sua poltrona padronale anche il Barona scoppia in lacrime stringendo al petto il gagliardetto del Real, mentre D. e M. si abbracciano sul divano in silenzio.

“Beh, manca mezz’ora”, dice M.

Al che scoppiamo a piangere tutti. Trascorreremo i venticinque minuti successivi tra i singulti, guardando di tanto in tanto la partita. La nostra vita di interisti e di gufi ci scorre davanti. Prendo l’iniziativa.

“Ragazzi, ma cosa abbiamo fatto di così brutto per meritarci tutto questo? Saremo stati cattivi? Avremo (rumore di tuoni) sbagliato?”

Silenzio.

Al 90′ iniziano i preparativi per i minuti peggiori della nostra vita. A. sta scrivendo alcune lettere di addio, il Barone ha la faccia di uno che ha perso un paio d’anni di vita, D. non proferisce parola da mezz’ora e M. si lascia andare allo scoramento:

“Non posso sopportare il tempi supplementari. Tantomeno i rigori. Potrebbe venirmi un infarto”.

Tutti all’unisono ci tocchiamo i coglioni. E mentre abbiamo le mani sugli zebedei seguiamo un pallone crossato dalla destra – cioè, sarà tipo il 93′ – verso un biondino con la maglia del Real e Bruce Lee intervenire da dietro come non ci fosse un domani.

Siamo tutti in piedi, con le mani sulle palle, a osservare l’arbitro che indica il dischetto.

Rigore.

Scene di isterismo, il sala tv come al Bernabeu. E’ meraviglioso. Quando Buffon viene espulso sembra compiersi un disegno immane e clamoroso, tipo entrare in una pizzeria dove ci sono 200 persone tra cui Jennifer Lawrence che a un certo punto si alza, punta il dito verso di te e dice:

“Voglio te, gringo. Rendimi felice”.

Cala il silenzio, in sala tv come al Bernabeu. Cristiano Ronaldo sul dischetto. Tiro.

“GAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAL”

Corpi maschili aggrovigliati su un prezioso tappeto Bukhara del Turmenistan, gente che bacia gufi artigianali in marmo di Carrara, che abbraccia televisori, che ulula alla finestra. Il resto è un crescendo, le interviste post-partita sono molto meglio della partita stessa, assistiamo increduli allo sgretolarsi della Juve come categoria del pensiero. Il terrore è già svanito. Si brinda e si mangia alla salute della Juventus, che in Europa non tradisce mai.

I gufi mettono un’altra tacca a un ruolino di marcia fantastico: quante gioie in appena quattro anni di attività, quante gioie. Fuori piove, ci aspetta un lungo viaggio tra buche e pozzanghere, ma i nostri bidoni dell’immondizia già battono forte in attesa della nuova stagione. Sipario.

———————

Per non dimenticare: Archivio delle gufate

———————

share on facebook share on twitter

220 commenti

  1. ok, ma arredamento e piastrelle bianconere son terribili

  2. Se il risultato è quello di mercoledì, questo arredamento sarà però considerato indispensabile per le prossime future partite della Juventus….

  3. Ma i fruttini (qualunque cosa siano) ce li avevate?

  4. Ma in Italia, si sa, hanno tutti la memoria corta, soprattutto se si tratta degli acromatici.

  5. stavo cominciando a chiedermi perché sono così affezionato a Settore.. Grazie per il post di risposta,

    ahahahaahaaarggg

  6. Ci è voluto un po’ di tempo, eh Sector…
    Comunque, riprendo il filo dal post precedente. Non carico il gobbo di insulti ma non sono totalmente d’accordo con lui sulla diagnosi. L’analisi, cioè la descrizione dei fenomeni, è condivisibile, però non credo che manchi solo il cazziatore che va negli spogliatoi e rimette in riga la truppa. Continuo a dire che manca la società. E la società, paradossalmente, una società robusta e univoca mancava anche ai tempi di Moratti, o per un lungo tratto di quella presidenza. Troppi galli nel pollaio e lui che ci metteva cuore e poca testa. Le cose funzionarono al meglio con Mou, che accentrò tutti i poteri e fece anche l’ufficio stampa. Poi sappiamo tutti come è andata.
    Si potrà aggiungere che l’imprevedibilità, la.follia sono nel nostro bagaglio genetico, come per altri la sensibilità alle partite, ma tant’è.

  7. Grazie Sector, mi hai fatto sbudellare! Un memorabile post di un’altra memorabile gufata. Più o meno l’ho vissuta allo stesso modo. Terrorizzato al punto che ci ho impiegato quasi 48 ore per riprendermi.

    Al rigore di CR7 ero in trance, non mi sembrava vero… sembrava un miraggio biblico, una manna dal cielo…

    Detto questo, dopo 6 anni di assenza, sarebbe anche giunto il tempo di tornare ad essere protagonisti. I gobbi ci hanno regalato grandi soddisfazioni, ma ora mi sarei anche rotto gli ammennicoli di dover continuare a gufare.

  8. Bruce Lee intervenire da dietro come non ci fosse un domani.

    ROTFL

    anche se manchi di sensibilità

  9. Comunque Benatia che sfida Crozza è veramente un grandissimo coglione. Il degno paio con buffone e le sue dichiarazioni lisergiche si funghi e margherite.

  10. Benatia

    Stile Juve

    E sono ancora più contento che abbiano perso in quel modo

    Settore hai descritto benissimo l’ottovolante emotivo di tutti noi

  11. L’archivio delle gufate è impagabile! Grazie Settore.
    Amala.

  12. Associazione a delinquere, ‘ndrine, droga, dopinf, abuso di fatmaci, furti, furti con violenza, furti con destrezza, appropriazione indebita.. Ora si parla di stupro: alla juve vogliono riformare il codice penale?

  13. Benatia ha reagito da animale, certo xò Crozza non l’ha toccata piano..gli ha detto di infilarselo nel culo 🙂 🙂

    • Solo un dannatissimo idiota può parlare di stupro riferendosi ad un episodio di calcio. La saga educational dei gobbi è sconfinata: veramente rappresentativa di un paese moralmente moribondo. La satira di Crozza ci stava eccome, per quanto inutilmente greve, ma vedo che al solito la stampa italiota tende ad affannarsi nel metterli sullo stesso piano…

    • Aaahaaah

      Come l’hai scritto tu fa più ridere

  14. Come dice John Graham Mellor “c’è voluto un po’ di tempo”… ma né valsa la pena.

    Come l’avverarsi, a distanza di molto tempo, di alcune punizioni esemplari di cui riferisce la Bibbia.

    Pare che il Fenomeno avesse affermato, in modo profetico, dopo il Campionato 1998:

    “VERRA’ UN UOMO CHE PORTERA’ IL MIO NOME … E PAGHERETE PER TUTTO QUESTO!”

  15. ..ne è … (maledetti correttori automatici, come i correttori dell’esito di certe partite!)

  16. Zenga che da ragione al buffone, il giorno prima di Crotone vs merde!
    Bah!

  17. Straquoto Gus. Solo un deficiente poteva paragonare un episodio come quello a un crimine tanto odioso.
    “Le parole sono importanti”
    #iostoconcrozza

  18. Lo scanzonato resoconto di Sector della serata descrive bene la girandola di emozioni di una serata che pensavamo tranquilla e già decisa nel risultato, poi, nel corso dei minuti, trasformata in un incubo e infine terminata nel migliore dei modi, nella maniera più atroce per chi subisce una sconfitta all’ultimo minuto, in vista dei supplementari forse trampolino di lancio di una vittoria memorabile. Confesso che il godere delle sciagure altrui non mi piace, è un. atteggiamento sadico che non mi appartiene, soprattutto in campo sportivo dove lealtà e riconoscimento disinteressato dei meriti altrui sono alla base di tutto. Tanto è vero che per soddisfare i miei privati rancori mi bastava e avanzava la sconfitta dell’andata che, insieme a quella analoga contro il Barcellona, era la dimostrazione lampante di come la superba proprietaria del calcio italiano diventasse cenerentola varcati i Pirenei. Poi durante la partita mi hanno attraversato sentimenti contrastanti, anche di ammirazione verso una squadra capace di reagire a una sorte già segnata, e che, di fronte ad una squadra tecnicamente superiore, esprimeva un gioco del miglior calcio all’italiana, quello da noi inventato, che ha consentito alla nostra squadra di esprimersi al massimo livello e di ottenere le sue vittorie, e che da qualche tempo i nostri odiati rivali ci hanno scippato senza mai ringraziarci. Per questo la sconfitta finale l’ho goduta , oltre al resto, anche come una meritata punizione per uno scippo nei nostri confronti mai ufficialmente riconosciuto.

  19. Ecco, uno quasi è tentato (quasi) di riconoscere alle merde l’onore delle armi. Poi parlano buffone e benatia e la tentazione passa.
    Quasi…

  20. Nel senso della quasi-tentazione.

  21. Inter – Cagliari 0-2

    ‘notte

  22. Zenga ha ragione, così come ovviamente aveva ragione Buffon a sbroccare per una serie infinita di motivi (93″ , ultima di carriera, rimonta epica etcetc), lo stesso rigore non era così clamoroso, si poteva anche non dare.
    Fortunatamente è andata come giustizia vuole perché quella società di merda non merita nulla.
    Mi spiace per i giocatori ma basta che diano un’occhiata all’estratto conto e gli tornerà il sorriso.
    I tifosi si consoleranno con il 35 esimo scudetto “sul campo” belando e scodinzolando dietro la dirigenza.
    Per me è stata una bella serata.

  23. Ho quasi tutto l’occorrentecl per seguire bene bene la partita:, che si annuncia pure la formazione da me vaticinata=
    mangiaro’ le patatine, berro’ una sprite e i fruttini.
    Se sapessi che cazzo sono ‘sti f r u t t i n i

  24. il Buffone è ampiamente giustificato, così facendo ha dimostrato a chi non l’aveva ancora capito quale essere falso e ripugnante sia.

    pensiamo al Cagliari

  25. Più passa il tempo, più osservo quel che accade, più ascolto e vedo i resoconti televisivi e cartacei relativi a “quella squadra”, gli scodinzolanti inviati e gli adoranti intervistatori… più mi sento uno degli ultimi esseri umani in un mondo di alieni. Tipo la situazione vista nel film “L’invasione degli ultracorpi” o nel suo remake: “Terrore dallo spazio profondo”. L’unica differenza è il posto dove si vorrebbero posare i baccelli bianconeri. Nei film, sotto al letto, nella realtà, in posti dove non batte il sole.

  26. Se non avessimo già segnato direi che finisce come col Torino.

  27. Accidenti che botta Mo’, mi sento male io per lui: sarà fatto di gomma, già ricorre come prima

  28. Grigio
    L’avevo appena detto anche io ma mi hanno dato del porta rogna.
    Me ne vado a vedere il secondo tempo al PC in streaming……

  29. Potevamo essere 5-0.

    Non si possono sbagliare così tanti gol in mezz’ora di gioco.

    Peccato per Gaglia che in questi ultimi due mesi era il più in palla insieme a Brozo.

    E viene cmq a mancare l’unico nel mezzo con caratteristiche di interdizione.

    Grave la mancata espulsione sulla gomitata a Skriniar, ed eravamo a inizio partita.

    Arbitro inguardabile.

    Questa partita va chiusa prima possibile.

  30. Pazzesco, una buona Inter che potrebbe essere 3 o 4 a zero…

    Invece, come al solito, non si concretizza…

    E ci sarà da soffrire

  31. @ grigio

    almeno serve a non sentire commenti a “dick of dog” in itagliano.
    Se poi lo trovi in spagnolo, godrai di un commento tecnico nel vero senso della parola.
    Forza Inter e iuve merda.

  32. Allora pensiamo al culo per il primo gol fesso, piuttosto che al mancato raddoppio

  33. @Grigio
    Non lo so se serve.
    Ma almeno il resto della famiglia non mi rompe i buffoni !

  34. Icardi (Se non ve ne foste accorti)

  35. (Se funziona, continuo….)

  36. Allora serve….
    Anche se non avevo ancora, trovato il canale.
    E comunque fncl a sky e a chi conduce, parenti annessi, che al posto del cuore io ho una discarica!

  37. per ora davvero un ottima Inter.

    condivido con pupi il dispiacere per Gagliardini, unico incontrista, dalle immagini sembra una cosa importante.
    sarebbe un assenza molto pesante in ottica Champions soprattutto se si continua a far giocare quel ridicolo dello spagnolo…in 10 si gioca.

    vecino che fine ha fatto?

  38. Brozovic.

  39. (Quando abbiamo comprato QUEL 77?)

  40. Perisic.

  41. Et voilà.

  42. Sul 3_0 temevo i supplementari

  43. Appena tutti siamo d’ accordo che segna solo Icardi…tac segnano in 4 alcuni dal

    1872.

    meglio cosi.

  44. Io, invece, volevo fortemente il quarto (chi sa, sa)! 🙂

  45. e ancora una volta mi chiedo

    perché

    05
    40
    00
    01
    00
    40

    perché alterniamo goleade a partite senza segnare

    perché non siamo normali, almeno un pò

  46. È la discontinuità delle incompiute, sempre alti e bassi, mai una certezza. Però temo che il Cagliari di oggi.non sia un gran banco di prova.

  47. Gaglia stagione finita, grave defezione, il centrocampo rimane leggerino, inizia a mancare la legna. A proposito, Vecino che fine ha fatto?

    Ma la vera preoccupazione è l’arbitraggio killer. Al di là del rigore, che cmq infastidisce specie se penso che può accadere con risultato in bilico, ha concesso al cagliari un gioco duro e vendicativo senza mai ammonire, e il metro di giudizio mi è parso incoerente.

    Mi auguro sia stato caso isolato e non linea guida calata dall’alto.

    Per il resto bel calcio, contro però una squadra mai scesa in campo. Prendo i 3 punti, i 90 minuti divertenti, e stop.

    Vediamo a verona, poi partita in cui metter tutto, io quella gente là con sprite e fruttini non la voglio vedere celebrare titoli in casa mia

    • Da quando siamo in lotta con le romane, “stranamente” ci arrivano quasi sempre arbitri romani: di che cosa ci stupiamo?

  48. Beh il Cagliari sembrava il sassuolo contro i gobbi credo che abbia fatto anche turnover “alla giampaolo” non mettendo Pavoletti, cmq oggi finalmente una partita tranquilla, arbitro che in una partita combattuta mi avrebbe fatto incazzare, purtroppo Gagliardini mi sa che lo abbiamo perso… Ah Karamoh molto vivace ma anche parecchio impreciso, può diventare forte ma forse ci vuole ancora un po’

  49. Bravi tutti, ottima vittoria, forse abbiamo infierito anche troppo sul Cagliari…

    Insensibili.

  50. Tutto bene tranne
    Gaglia
    Ammonizione Brozo
    Rafinha

  51. Lungi da me sminuire la bella partita dei nostri ma credo anch’io che l’avversario questa sera, oltre ad assenze importanti per squalifiche tipo Barella e Cigarini, abbia aggiunto turn over e si sia(come si suol dire in gergo) scansato.

    Questo per onestà intellettuale, visto che noi a differenza di quella gente là sappiamo riconoscerlo.

    C’ è però un enorme differenza, che mancano solo 5 giornate alla fine e il Cagliari si sta giocando la salvezza per cui ci sta pure di preservare delle energie, mente Giampaolo lo scorso anno e Gasperson quest’anno lo hanno fatto a metà campionato senza alcun senso.

    A proposito sempre per onestà, non so se sia la strigliata di Spalletti o la vicinanza di Karamoh che ha fatto molto di più il secondo attaccante piuttosto che esterno puro alla Candreva, ma questa sera ho visto un centravanti come mi piace a me e come dovrebbe essere in una grande squadra, oltre a tornare molto indietro, sono quasi più le volte che si è trovato sulla fascia che nel mezzo all’area nascosto tra i difensori.

    Speriamo non sia il solito fuoco di paglia come successo altre volte e che Icardi cominci a giocare di più per la squadra.

    Confermo il dispiacere per Gaglia, la coppia con Brozo era quella meglio assortita e più complementare, non credo si possa sostituire con Borja perché ci troveremmo con tre centrocampisti di sola qualità e poca quantità.

    Forse quello che si avvicina di più è Vecino ma se non è entrato nemmeno stasera per metter minuti nelle gambe vuol dire che non sta bene.

    Ora tutti a Chievo.

  52. Vecino esce fuori da un lungo infortunio (una brutta pubalgia), chiaro che non lo rischiasse oggi, né credo lo farà domenica a verona. Se va bene probabilmente ci sarà contro i gobbi maledetti

  53. Karamoh bisogna tenerselo stretto. E’ sfacciato, mobile e determinato. A proposito: la differenza tra il nostro calcio e quello degli altri campionati sta nella sfuriata di Castan contro di lui dopo che aveva fatto un giochetto con la palla. Una menatina intesa come lesa maestà, che fa il pari con quella di Perisic ammonito per un’altra scoreggina tecnica due campionati fa, quando passò di testa il pallone al citofono che abbiamo in porta dopo aver palleggiato ai limiti dell’area. Ora: io non ho un’idea precisa, ma in Spagna e in Inghilterra episodi come quelli di Karamoh o di Perisic li chiamano “spettacolo”.

  54. Siamo ormai alla fiera del calcio, coi nostri giocatori che tre giorni fa si travestono da postelegrafonici in quel di Bergamo contro l’Atalanta, mica iil Barsa o il Citi , e giocano il peggior primo tempo della stagione, non indovinando una giocata che è una, e che ieri a San Siro si travestono da sudamericani, con lunghi fraseggi, a volte irrisori nei confronti degli avversari, che a volte reagiscono scalciando, e più spesso si scostano, pensando a risparmiare le forze per la prossima di campionato. Siamo alla fine della stagione e io, confesso, ma credo che sia opinione di tanti, non ho ancora capito quanto valga questa squadra, che mostra a distanza di qualche giorno il meglio e il peggio del suo gioco, stabilendo record strani, come quelli di ieri. Un cronista attento alle statistiche rivelava nel postpartita che erano molti anni che non succedeva ( da una lontanissima Roma-Bologna) che una squadra non riuscisse a tirare una sola volta nello specchio della porta, per indubbio merito della nostra difesa. Al tempo stesso, a demerito degli attaccanti, sempre ieri abbiamo stabilito, almeno per ora, il record dei legni colpiti, molto oltre i venti. Bastava che almeno due di quei tiri finissero in rete per assicurarci il posto in Champions. Intanto domenica ci aspetta una partita decisiva nella fatal Verona, che ai tempi di Cuper con una partita pareggiata segnò l’inizio della fine delle nostre ambizioni di scudetto. Nell’occasione ci vestiremo da postelegrafonici o da sudamericani? Chi lo può dire? Viviamo alla giornata. Del doman non v’ è certezza, come scriveva il poeta.

  55. @Scettico
    “…il record dei legni colpiti, molto oltre i venti. Bastava che almeno due di quei tiri finissero in rete per assicurarci il posto in Champions…”

    È tutto lì. Nel calcio vinci se segni. Al netto delle tonnellate di chiacchere che tutti noi facciamo con qualche gol il più e qualche punto in più (su più di 20 legni la statistica non si scandalizzerebbe neanche se ne fossero entrati anche più di due) staremmo meglio e giocheremmo meglio.
    Così come giochiamo meglio quando la sblocchi amo subito. Lungi da me pensare che sia tutto lì il problema, ma il vecchio detto che vincere aiuta a rivincere nel calcio è sacrosanto.

  56. “assistiamo increduli allo sgretolarsi della Juve come categoria del pensiero”.
    Spettacolo. Grazie, settore

  57. Se avessi visto il Cagliari giocare così contro la Juve avrei detto che si è scansato. Questo per mostrare un pò di sensibilità (a proposito, il coro “insensibile” che sentivo arrivare dagli spalti anche a San Siro fa veramente sbellicare). Detto questo, mi è piaciuta molto la mobilità di Karamoh: sarà vero che Candreva garantisce maggiore equilibrio, ma sinceramente è ora di prendersi rischi ed il ragazzo ha dato vivacità a tutto il fronte d’attacco. Peccato confermi di non possedere il killer istinct sotto porta, ma c’è tempo (se tempo gli verrà dato). Con un Icardi finalmente in versione attaccante moderno che si muoveva e apriva varchi ed un Perisic che a poco a poco sta ritrovando una forma…mondiale, ieri abbiamo ammirato un bel terzetto d’attacco. Peccato Gaglia, spero Vecino sia arruolabile per la serrata finale ma è anche vero che un centrocampo di palleggiatori (Brozo, Borja, Rafa) magari interdisce poco (ma Brozo mica così poco, anzi dopo il Chievo c’è la Juve, occhio ai cartellini pesanti) però può mandare fuori giro il pressing avversario.

  58. Sono ovviamente felice per la prestazione di ieri, al netto dello “scanso” che alcuni hanno rimarcato, ma allo stesso tempo sono preoccupato perchè è l’ennesima conferma della nostra instabilità emotiva.
    Non è la prima volta che quando iniziamo a fare noi la partita, è un crescendo , facile facile che facciamo minimo 3 goal, mentre se per bravura altrui, o arrendevolezza nostra, subiamo, allora non ne usciamo più. Vedi Atalanta e Torino.
    Ho la conclamata convinzione che siamo forti con i deboli e deboli con i forti. E soprattutto alla viglia di queste 5 partite, non mi piace per niente.
    Per il resto forza Inter sempre

  59. cagliari che pensava palesemente al turno successivo (un ben più importante cagliari vs bologna per le loro aspettative di salvezza è previsto nel weekend – fermo restando che questa è la tipica mentalità italiota, in inghilterra si giocano tutte come se fosse questione di vita o di morte, non per nulla domenica lo united ha perso in casa contro l’ultima)

    noi belli e sicuri quando la sblocchiamo subito (vedasi i sudamericani di scettico), insicuri quando il risultato è in bilico o gli avversari, vedasi atalanta sabato, ti stanno sui piedi non lascinadoti ragionare (vedasi i postelegrafonici di scettico) indubbio sintomo di scarsa personalità e questa non si compra al mercato, o meglio, si compra al mercato sotto forma di giocatori con le palle (intanto che scrivo mi vieni in mente paul ince)

    bene il cambio tattico con la difesa a tre, rimane il fatto che mancano gli interpreti sotto porta a questa squadra. a roma con dzeko c’erano salah,perotti,el shaarawy,nainggolan, tutti giocatori che andavano in doppia cifra o ci andavano vicino. da noi c’è solo perisic con il vizio del gol oltre ad icardi, gli altri sono refrattari all’idea (di fatti il terzo marcatore è un difensore).

    nel prossimo mercato urge, a mio avviso, sistemata la difesa,spero,con de vrji, prendere un paio di centrocampisti che vedano la porta.

    intanto pero pensiamo all’anno in corso e speriamo di sbloccarla subito a verona dove penso che maran preparerà le barricate

  60. scusate il disturbo ma ho un quesito per gli esperti. Se la Roma vincesse la Champions sarebbe qualificata di diritto per l’ano prossimo. In tal caso, andrebbe in Champions anche la quinta, nel caso in cui la Roma arrivasse terza o quarta in campionato?

    • Se la Roma facesse 5a in campionato ma vincesse la chl, allora avremmo 5 italiane nella prox chl_ Sennò solo 4_

  61. Che io sappia, no. Solo se arrivasse quinta o oltre avremmo 5 squadre in CL

  62. Buonasera a tutti.
    Me ne stavo un po’ in disparte perché il mio ultimo intervento NON è stato compreso/gradito e non ho mai voluto provocare (né tanto meno cedere a) polemiche.
    Mi spinge ad “uscire dal guscio” una riflessione che non ho ancora letto da parte di alcuno di voi. NON è una “captatio benevolentiae”, ma leggo spesso pareri – condivisi o no poco importa…non è quello il punto – piuttosto ponderati e ben argomentati.
    Mi ha stupito quindi, dopo la partita ( oltre alla doverosa ed onesta ammissione che il Cagliari di ieri sera ha offerto di gran lunga LA PEGGIOR PRESTAZIONE vista a S. Siro quest’anno ) non leggere qualcosa che mi sembrava di aver peercepito con chiarezza.
    Mi riferisco al giovane Karamoh.
    Se qualcuno ha avuto la bontà di leggere quanto scrivevo anche solo pochi giorni or sono si è ben accorto che ho invocato spesso i numi perché Spalletti lo inserisse, dato che lo ritenevo – e in parte lo ritengo ancora – idoneo a “spaccare” la partita, ad offrire imprevedibilità, corsa, tecnica…
    Ho usato il verbo all’imperfetto perché ieri ho avuto la sgradevole impressione di aver di nuovo a che fare con un giovane molto dotato, ma già troppo innamorato di sé e di quello che PENSA ( gli han fatto pensare ) di poter valere.
    Spero sinceramente di sbagliare, ma non è una scusante la giovane età ( Pellegri , ad esempio, sembra un veterano, al confronto ) e non puoi pensare di irridere gli altri solo perché a 19 anni giochi nell’Inter.
    Se no poi è un attimo a gettare a terra la maglia, a cambiare squadra ogni anno… Ogni riferimento è del tutto voluto…
    Abbiamo già dato, no ?

  63. Ehh se abbiamo dato.
    Mah..il giovane promettente lo è, capace di vivacizzare non poco la situazione, certamente sì. Se dovessi giudicare la partita di ieri, mi è piaciuto l’atteggiamento generale ,corre e non si tira inidetro. Manca , come sottolineato da Spalletti stesso, la precisione del cecchino, e dovrà per forza migliorare.
    Per quanto riguarda quell’atteggiamento da calciatore già fatto e/o quindi irridente, per ora lo perdonerei, ma lì ci vuole qualcuno che gli faccia capire che non è ancora nessuno.

  64. Tanta panchina dovrebbe avergli chiarito le idee.
    O no?

    A M A L A

  65. Intanto Barrow ha fatto il suo primo gol in serie A.
    Ma non contro di noi.
    Anche questo è un segnale! 🙂

  66. ieri Karamoh non mi pare abbia incantato, ha perso un pallone pericoloso vicino all’area che vabbè il Cagliari l’area stessa non l’ha mai vista , ma con altri aiuto! il gol che ha sbagliato non era così semplice ok

    bravo, speriamo resti e migliori, ma al momento non è quel granché

    forza Viola, forza anche Genoa ma qua è un po’ troppo

  67. Ma che serata di cacca che si annuncia

  68. Ovviamente il centravanti tifosotto conclamato rossonero ha pensato per l’ennesima volta di sbagliare un rigore contro di loro.

    Per dir la verità i rigori li sbaglia sempre per cui non si capisce la sadica scelta di farglieli ancora battere.

    Dopo i nostri avversari, anche il Genoa lascia almeno 5 titolari fuori nonostante non debba lottare per la salvezza.

    Mah

  69. Che carattere la Lazio…

  70. Alla fine mica è andata tanto male.. Sticazzi il 4o posto, ci penseremo da soli_
    Erano anni che non vedevo o un difensore spazzare come quello del Crotone: la palla sarà finita in mare!!
    Zenga non tradisce

  71. proprio un bel mercoledì
    tutti incroci negativi

  72. pessima serata altroché.
    la vittoria della Lazio in questa maniera ha un peso specifico enorme.
    se non perdono punti in situazioni del genere la vedo brutta
    questa loro vittoria peserà tantissimo, tre punti in quel modo sono devastanti

    quasi che ce da puntate sulla Roma,che la Champions gli porti via tutte le energie

    nel frattempo spero si sia smesso di invidiare il Milan

  73. Ma alazio ci va a fare in cl che poi fa cagare. Che noia.
    Comunque immaginatemdi battere juve e nella stessa giornata il Napoli passa davanti

  74. La Lazio è forte
    Purtroppo ha perso in Europa e si concentra sul campionato
    Se noi con Atalanta facciamo schifo e loro con la Viola sotto due volte vanno a vincere significa che sono più forti e se vanno in Champions se lo meritano

  75. Se la Lazio vince partite come stasera a Firenze, la vedo molto grigia…

    Si torna quinti, con l’obbligo assoluto di vincere a Verona…

    Uniche soddisfazioni da Crotone e Torino (gonzi a -9)

  76. Io sto godendo; l’nter ha vinti alla grande, le partite di oggi mi hanno emozionato, è tutto aperto, anche la vetta, almeno stasera..
    Quanti fruttini bevete? E checazzo

  77. In effetti la Lazio si sta dimostrando davvero forte ha una facilità di segnare impressionante noto ora che è il miglior attacco del campionato (79 goal) meglio anche di gobba e Napoli, in generale dà l’idea che può vincere con chiunque e dobbiamo riconoscere che ha avuto anche qualche torto arbitrale (non certo contro di noi, checché ne dica il loro “simpaticissimo” allenatore) se ne deduce che x il quarto posto è durissima come dice mareintempesta potrebbe quasi essere più facile fare la corsa sulla Roma

  78. Obbligo di vincere a verona esisteva comunque.
    Rode che non si è guadagnato nulla anche se era un turno favorevole.

    Niente, spalla a spalla fino alla fine e bisognerà guadagnarsi la pagnotta nello scontro diretto.

    A meno di grosse distrazioni della rometta.

  79. Credo anch’io che sia meglio fare la corsa sulla Roma, se non altro perché spenderanno energie in Europa.

  80. Io farei la corsa su di noi

    Siamo capaci di tutto
    Nel bene e nel male

  81. In effetti è brutto dover fare i conti sui risultati degli altri, ma siamo dietro, anche se di poco, e vincere potrebbe non bastare. Questi sono i tempi, e non so quando miglioreranno.

  82. Juve – Napoli. Credo che sarà una riedizione di Juve – Inter del ’98.
    Buongiorno.

  83. è tutto nelle nostre mani, se le vinciamo tutte da qui a fine campionato minimo quarti ci arriviamo. non aspettiamoci aiuti dagli altri, dobbiamo credere in noi stessi.

    spero che queste siano le parole del Mister alla squadra. detto questo probabilmente la corsa la dobbiamo fare sulla roma che in campionato qualche affanno in più lo sta mostrando e che per minimo due partite sarà distratta.

    la nostra qualificazione passa neccessariamente per i tre punti contro i diversamente onesti che malgrado la grande prova di ieri sera penso che nel fine settimana asfalteranno il napoli chiudendo la pratica scudetto.

    un plauso al walterone ed a semplici che hanno mostrato a quelle mezze seghe dei vari gasperini,oddo,giampaolo,lopez etc etc e che non esistono partite impossibili. spero proprio che spal e crotone si salvino a discapito degli scansatori

    per quanto mi riguarda nel weekend campo principale verona ed a seguire udine nella speranza di vedere due successi esterni.

    AMALA

    • Condivido il plauso e il tifo per la salvezza di Spal e Crotone ce ne fossero squadre come loro che non si scansano il nostro campionato potrebbe quasi essere normale, di sicuro meno prevedibile. Intanto le merdacce udinesi sono arrivate a 10 sconfitte consecutive! Indovinate quando decideranno di impegnarsi alla morte…

    • Buongiorno a tutti.
      Kalle…sono un tifoso sfegatato di Zenga, da quando era poco più di un ragazzetto lanciato in prima squadra, ma i colori sono i colori e i “bianconeri di scorta” spero che vincano, e magari che vincano anche a BN la settimana successiva ( pur avendo simpatia anche per i giallorossi campani ), perché – di riffa o di raffa – si impegneranno contro di noi anche più di quanto non abbiano fatto ieri sera col Napoli, quindi mi auguro che con qualche punto di più in saccoccia e con la statistica negativa interrotta…non dico si scansino, ma almeno non ci passeggino sui testicoli con i tacchi a spillo.
      E scusa l’allegoria poetica…

  84. mah speriamo ma conoscendo i ns polli , con i gobbi di mezzo, e un finale Olimpico diventa difficile essere ottimisti..

  85. x Acanfora
    non potendo in questi anni competere per vincere trofei,per quanto mi riguarda la stagione sportiva diventa per me ottima nel momento in cui la gobba esce dalla Champions, usciti loro dalla coppa ho in automatico la pancia piena, mi piace troppo vederli impazzire per quella coppa.
    detto questo invece il loro campionato mi lascia abbastanza indifferente, non lo festeggiano neanche più, e’ cosa quasi dovuta, da prassi, che tristezza

    sarei ovviamente strafelice se lo vincesse in Napoli figurati, anche perchè a mio avviso se lo meritano, ma essendo la mia pancia già piena dalla notte di Madrid a questo punto vorrei la champions, ecco perchè ieri sera nonostante il commovente Crotone ero incazzato per la Lazio.

    quei tre punti di ieri sera saranno pesantissimi, ci obbligano a vincerle tutte o quasi e non credo ne abbiamo la forza

    • modalità di tifo, ma i fondamentali li condividiamo.. eppoi mica mi fanno piacere sempre gli inciampi (ancora troppo rari) della juve, addirittura la tiferò= in coppa Italia

  86. Temo maledettamente quella partita delle 12.30 . E’ come avere Thoir a vedere la partita.

    • Hai ASSOLUTAMENTE ragione.
      NON ce ne va bene una, a quell’ora…
      Chiedo a Fortebraccio uno sforzo straordinario come quello – eroico – da lui già compiuto alle 5 virgola qualcosa di un brumoso invernale : calcolare le 15 ore in anticipo e scrivere rispettando tale differenza.
      E lo propongo sin d’ora ufficialmente per l’Ordine di Peppino Prisco ( la più alta onorificenza nerazzurra, la più ambita da tutti…). 🙂

  87. Io propongo di istituire l’ordine di fortebraccio come riconoscimento x le attività gufatorie 😀

    • Ehm…l’ordine si intitola di solito a chi non c’è più…ehm…come le strade…
      Come si rendono le corna in un emoticon ?

  88. Difficile essere ottimisti dopo la partita della Lazio a Firenze. Non tanto per la vittoria in sè, pesante, ma per il modo in cui è stata ottenuta. Praticamente tutta la partita in 10, riesci lo stesso a recuperare il doppio svantaggio, vai nuovamente sotto, riprendi la partita e la chiudi. E’ vero che la difesa viola non sembrava la muraglia cinese, soprattutto nel portiere, ma preoccupa vedere così pimpanti (dopo una stagione lunga e pesante con tanto di impegni europei) i vari Milinkovic, Immobile, Luis Felipe, Felipe Anderson (quest’ultimo sembrava imprendibile). A 5 giornate dalle fine siamo ad un punto dalla zona CL e subito dietro le romane. In linea con l’obiettivo stagionale dunque. Poco realistico, ma potremmo avere nelle mani le sfide dirette per levare ai gobbi lo scudo e per qualificarci in CL.

    • Beh, anche la viola era in 10, e da prima della lazio.

      Questo solo per far la punta al cazzo, perchè il tuo discorso non fa -ahinoi- cmq una grinza

      Inverosimile che accada, ma vincendole tutte è CL matematica. Sulla carta siamo padroni del nostro destino.

      All’atto pratico, temo finiremo col rimpiangere i due mesi di blackout, con punti lasciati a udinese, sassuolo, genoa, crotone e spal

      Ciò detto, arrivare a 5 dalla fine sotto di un punto da terzo posto (che valeva CL fino a un anno fa) rimane un passo avanti, al di là dell’epilogo.
      Bisogna vedere cosa ci si costruirà sopra

  89. @Giorgio (e fortebraccio): io pensavo che l’ordine di fortebraccio potesse essere una cosa tipo la regina d’Inghilterra che nomina un baronetto, ovviamente non è necessario che muoia nessuno! 😀 per il resto condivido l’ultima osservazione di Wolf tail già essere in corsa a poche partite dalla fine è un miglioramento, cmq vada cerchiamo di non buttare via quello che è stato fatto quest’anno, tanto o poco che sia

  90. Ma si…siamo tutti d’accordo ( più o meno, anche se alcuni di noi brontolano ) sul fatto che un miglioramento ci sia stato.
    E non poteva essere altrimenti, dopo un paio di campionati diversi nel loro corso, ma ugualmente illusori a tratti e deprimenti per la gran parte… 🙁
    Poi possiamo anche disquisire su Icardi e la sua migliore posizione in campo, su Perisic e i suoi larghi periodi di appannamento ( quest’anno non ho ancora sentito invettive su Handanovic…strano…), ma il fatto di aver tenuto i pezzi migliori e avervi aggiunto Skriniar, Cancelo e Rafinha è un NON CASUALE motivo che può spiegare il miglioramento, no ? L’allenatore ? Bah…
    Spalletti non mi fa impazzire, ma sono convinto che l’allenatore incida non più del 10 o 15%. Non è un caso che – con una squadra pressoché identica – Mancini non abbia vinto quanto e come Mourinho, ma questa è un’altra storia.
    @denny : facciamo Fortebraccio “pari del regno”, allora e inseriamolo nella “hall of fame”.
    Anche se per ogni interista l’Ordine di Peppino Prisco credo sia insostituibile 🙂

  91. Mi unisco ai post di Gus e di Wolf nel rilevare come mai in passato il nostro destino è nelle nostre mani, meglio, nei piedi dei nostri calciatori e in particolare di quelli di Icardi che, non ci illudiamo, come già in passato rimane e purtroppo rimarrà fino alla fine del torneo l’unico vero finalizzatore e quindi decisore dei risultati. Basterebbe, a mio parere, realizzasse almeno un gol a partita, da difendere poi con le unghie e coi denti da una difesa che, sempre a mio giudizio, ha raggiunto un grado di sicurezza e di imperforabilità quale raramente almeno negli anni postriplete la nostra squadra ha avuto. I grappoli di gol non servono a nulla. Basterebbe un golletto da difendere a oltranza poi grazie ad un centrocampo funzionante che finalmente sembra aver trovato un equilibrio e distanze giuste nell’interdire e nel costruire, e al blocco difensivo, fortissimo nei centrali e ben assortito negli esterni. Bisognerà però mettere Icardi nelle condizioni ideali per andare con frequenza a rete e segnare quel benedetto gol con verticalizzazioni rapide ( e qui avremo bisogno del miglior Rafinha) e di ali dal gioco veloce e imprevedibile. La prevedibilità e il lancio orizzontale, da cross o da fraseggio centrale, sono i meno adatti alle caratteristiche del nostro centravanti, che ha nello scatto bruciante e nel tiro esplosivo di puro istinto le sue doti migliori. Tutte le chiacchiere che si fanno, anche da parte di Spalletti, sulla scarsa mobilità di questo straordinario goleador, uno dei più grandi che la nostra squadra ha avuto nella sua storia, mi son sempre sembrate prive di concretezza, perché mosse dal presupposto di ciò che Icardi dovrebbe essere, non da ciò che per le qualità che possiede realmente è: un formidabile animale appostato al limite del fuorigioco ad annusare gli estremi difensori, da superare grazie allo scarto rapido,lo scatto bruciante e il tiro a rete. Non è , e non sarà mai , un falso nueve, né tanto meno un costruttore di gioco: gli spostamenti in zone meno decisive del campo finiscono per indebolire gran parte delle potenzialità aggressive a rete che questo giocatore miracolosamente possiede e che spesso rimpiangeremo quando, e prevedo purtroppo presto, lo vedremo giocare in altre formazioni che meglio sapranno giovarsi delle sue qualità.

    • Hai ragione.
      Spero ti sbagli nella conclusione, naturalmente, ma hai colto nel segno : Icardi, come Vieri, come Ibrahimovic, come Ronaldo e come Boninsegna ( solo per citare alcuni grandi centravanti che abbiamo avuto ) è talento puro.
      Lo abbiamo preso per pochissimo ( a differenza degli altri ) e non ci siamo ancora resi conto appieno della fortuna che abbiamo avuto.
      Anzi : giochiamo a storcere il naso perché non fa questo, non fa quello, anziché mettergli a disposizione la squadra perché gli arrivino almeno 4 o 5 palloni decenti a partita.
      Higuain e Dzeko – che hanno segnato MOLTO meno – hanno DIECI palloni a partita e NESSUNO li mette in discussione.
      Siamo maledettamente viziati, ecco cosa… Spero che resti NONOSTANTE noi.

  92. Giorgio, Higuain non lo scambierei con Mauro mai nella vita…..per carità. Sostenere però che Icardi sia come Ronaldo, ecco no lì non ti seguo proprio.

  93. Porca miseria io le ricordo le partite del ’98,: avevi la sensazione che bastasse dare palla a lui e qualcosa sarebbe successo……

    • Mesi fa ho messo su questo sito una piccola statistica fatta da me : NON credere che la percentuale di Maurito sia così inferiore a Ronaldo. Dico (scrivo) sul serio.
      E anche io ricordo come giocava : potente, velocissimo e bravissimo, una specie di Alberto Tomba del calcio.
      Però è un fatto che Icardi ogni anno supera quota 20 senza problemi. E sono ormai CINQUE anni di seguito…
      Senza contare il fatto che Icardi l’abbiamo ( l’hanno ) pagato 12 milioni.
      Devo ricordare che per altri, negli ultimi due/tre anni, ne abbiamo spesi 40 ?!?!?!?!
      Vogliamo singhiozzare anche di venerdì ?!?! 🙂

  94. Icardi fa gol, può migliorate ancora specie nel gioco di squadra come ha fatto col Cagliari ed è tra i migliori attaccanti di oggi_

    Ronie era altro, altra categoria, spettacolo assoluto, tra i più grandi di sempre_

  95. Però ( si può iniziare una frase con una disgiuntiva ? ) è buffo…
    Io ho scritto di Icardi paragonandolo ad ALTRI QUATTRO, non scrivendo che è meglio di Ronaldo, e invece l’attenzione si è focalizzata solo su Ronie…
    Era tutto quel che avete scritto, certo, e forse qualcosina in più, dato che ha potuto rendere meno di quel che poteva per via dei brutti infortuni che gli sono occorsi, ma non è questo il punto.
    Vieri era più statico, ma in alcuni anni ha segnato anche…con le orecchie, Ibra era genio e sregolatezza, aiutato anche da un fisico imponente, Boninsegna invece aveva un fisico normalissimo, ma un bello stacco di testa e la buttava dentro come pochi..
    Io avevo messo in parallelo Icardi con Higuain e Dzeko. Punto.
    Ho scritto apposta per far rimarcare che NON RICORDO critiche così frequenti ( e secondo me ingenerose e quindi ingiuste ) nei confronti degli altri.
    Tutto qui.

  96. Qualche giorno fa ho rivisto quel goal di Ronaldo in una partita di coppa uefa (si chiamava ancora così) in Russia, mi pare contro il cska mosca, su un campo infame pieno di fango, riuscì a fare una roba che sarebbe stata strabiliante anche su un prato perfetto… QUEL Ronaldo, prima di infortunarsi, semplicemente non era umano

    • Poi, fenomeni a parte, sono d’accordo che Icardi sia un ottimo attaccante che spesso viene fin troppo criticato, e speriamo di non doverlo rimpiangere

  97. Il punto è proprio questo, Icardi segna e basta (non è poco). Nessuna squadra che ha ambizioni di vittorie può permettersi un attaccante così monodimensionale

  98. @Giorgio
    quelli che hai citato li metto in fila così
    1 Ronaldo, il miglior giocatore dell’Inter di sempre:
    2 ibra, decisivo come pochi;
    3 Bobo Bonimba Bomimsegna, il miglior centravanti italiano di sempre, acrobatico tecnico e spettacolare
    4 Maurito, bomber di razza
    5 Vieri, potenza con poco controllo

    • Non so…
      Avrei difficoltà a collocarli con certezza in ordine.
      Quel che è certo…è che ci hanno riempito il cuore e – assieme ad Altobelli, Crespo, Rummenigge, Nyers, Skoglund e Meazza (ma si, esageriamo !) – SOLO NOI abbiamo avuto tutti questi attaccanti.
      SOLO NOI.

    • Per quel che vale il mio giudizio, concordo perfettamente con te nella classifica, magari inserendo al posto, e prima di Bonimba, Angelillo, che, argentino come Maurito, possedeva la tecnica raffinatissima che purtroppo a Maurito ancora manca. Questa tecnica permise poi ad Angelillo di divenire cogli anni un eccellente trequartista e poi centrocampista, non più, purtroppo nella nostra squadra, ma nella Roma. Ma in quel ruolo il genio di Herrera aveva già scelto per la nostra squadra Suarez. Non credo che, partito Maurito, il genio di Spalletti sarà in grado di trovare un sostituto altrettanto valido dell’argentino.

  99. nell’attesa dei tre punti di verona, fatevi una risata con le dichiarazioni del soggetto da noi ripudiato anni fà (che ogni volta cambia versione visto la mala parata, ma che alla fine rassicura che andrà TUUUUUUTTO bene)

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/20-04-2018/milan-fassone-ci-saranno-sanzioni-uefa-speriamo-siano-contenute-260686480240.shtml

  100. Su Angelillo mi fido di Scettico, Spillo mi ha dato tante soddisfazioni, con i suoi tocchi di giustezza e lo metto subito dietro Bonimba_ Kalle era formidabile, purtroppo l’abbiamo avuto in versione ammezzata causa infortuni continui

  101. ..E il Principe?

    • Già… Il Principe ?
      Senza contate Eto’o : anche a lui ho visto fare cose bellissime…
      Ma quanti ne abbiamo avuti ?
      Senza nulla togliere a Rush, Calloni, Virdis… 🙂
      SOLO NOI.

  102. Beh, facendo il conto della serva(i numeri sono sempre importanti parlando di calcio, anzi decisivi), Ronaldo, Milito e altri vincitori di un solo scudetto, sono stati grandi, ma grandissimi solo una stagione. Ibra coi suoi gol ci ha fatto vincere tre scudetti ( e probabilmente, mi è sempre rimasto questo tarlo segreto, se non lo avessimo venduto, forse non avremmo vinto il triplete, ma sotto la guida del portoghese ci saremmo assicurati forse altri tre scudetti….È il gioco dello sliding doors, delle scelte decisive, e dei rimpianti inutili). Sta a vedere che sia proprio lui il centravanti più grande ( e più completo ) che la nostra squadra ha avuto? Io, tranne Meazza, li ho conosciuti tutti operanti sul campo e vi garantisco che nessuno mi ha mai dato la sensazione di quanto fosse decisiva la sua presenza in campo, per autorevolezza e per bravura, un autentico uomo squadra, nel periodo migliore della sua carriera. E Maurito? Non ci ha fatto vincere scudetti e coppe , ma nei suoi quattro anni di presenza è stato il centravanti più prolifico della nostra storia, anche se purtroppo mai decisivo ai fini dello scudetto. Ma sarebbe ingiusto fargliene una colpa. In tempi di magra, è stato l’unico gioiello della corona a testimoniare il nostro grado di nobiltà. Che non è poco merito.

  103. Allora in una ipotetica migliore Inter il nostro tandem d’attacco sarebbe IBRAHIMOVIC-RONALDO !!

  104. non è stato calcisticamente il più forte , ma Spillo…nessuno come lui una vera bandiera.

  105. Ibra-Ronaldo, Ibra-Milito, Milito-Ronaldo… tutte coppie da sogno, fermo restando che questi tre fenomeni sapevano anche fare reparto da soli…

    Considerevoli le medie realizzative degli ottimi Angelillo, Boninsegna, Vieri, Altobelli e Icardi…

    Indispensabile avere in panca un Jardinero che entra e ti risolve il match! 😉

    • Hai ragione… Ti avevamo forse trascurato 🙂
      Mica è colpa tua se l’Inter ha sempre avuto i migliori attaccanti del mondo…

  106. Sarebbe stato bello un trio Milito-Cruz-Palacio, 3 argentini atipici, umili, generosi e intelligenti tatticamente, che cmq non si facevano pregare x far goal

  107. I giocatori argentini…
    Abbiamo avuto anche il generoso Crespo, il “crepuscolare” Batistuta e il poco ricordato Ramon Diaz, del quale ricordo uno splendido gol al volo in acrobazia.
    Giocò con noi solo un anno, per far poi posto a Cataklinsmann (come lo soprannominarono i tifosi), ma contribuì a far vincere alla squadra lo scudetto dei record e a Serena un irripetibile titolo di capocannoniere.
    No, dico…Serena.
    E ora vediamo se Paloschi mette contro ‘a Roma la stessa verve che lo anima quando vede noi…

  108. È sempre bello vedere Inter vincere.
    Specie se, nella stessa partita, le merde perdono!

    Anche se si tratta di bimbi! 🙂

    A M A L A

  109. Tagliavento sa farsi voler bene anche dai tifosi ferraresi… 🙂

  110. Insensibile? 🙂

  111. Altro che corsa sulla Roma dobbiamo fare.

    Temo che i giallorossi, grazie all’ exploit in Champions abbiano acquistato la giusta forza e consapevolezza che le permetta di affrontare questo finale di campionato senza troppa fatica.

    Se consideriamo che Ferrara poteva essere sulla carta uno di quei campi ostici che poteva farci sperare sulla perdita di qualche punticino, e lo hanno superato addirittura in scioltezza facendo riposare ben 6 giocatori per la Champions…..

    Beh non è un bel segnale, e si va ad aggiungere all’altro segnale lanciato dalla Lazio nell’altro campo ostico di Firenze.

    Speriamo in bene.

  112. Ormai siamo vaccinati.
    Può succedere tutto e il contrario di tutto.
    La Roma ha perso uno scudo perdendo in casa con la Samp, quando nessuno lo credeva possibile.
    La rube ha perso due punti a Ferrara e anche a Crotone.
    Il Napoli ha visto le streghe in casa e sotto con i diversamente acromatici.
    Non resta che provare a vincere, a partire da domani.
    Giusto per non restare col rammarico.

  113. Ad esempio: al momento il Mapei vince con la Fiore in 10!
    Se si tira fuori dalle sabbie mobili può essere buona o cattiva notizia.
    Perché?
    Perché penultima e ultima, come noto, gioca con noi e con la Roma.

    • A proposito della Samp che vinse inaspettatamente a Roma… Domani può ripetersi, no ?
      E poi…bah..la riflessione più ovvia è che – vincendole tutte – saremo CERTI della qualificazione.
      Inute sprecar tempo in chiacchiere (buffo, per uno che partecipa ad un blog…), peggio ancora in rimpianti.

  114. Forse visto che deve giocare contro tutte e due ma contro di noi in trasferta, quasi quasi credo sia meglio che debba lottare fino all’ultima giornata.

    Perché se fosse salvo prima potrebbero essere due partite scontate.

    Intanto i tre punti di domani saranno obbligatori, altrimenti inutile fare tabelle o pronostici……

  115. In questo momento (siamo al 56′) i Gattuso boys stanno perdendo 1 a 0 con il Benevento.

  116. Cos’è questa storia?
    Ma dai!

    Plusvalenze gonfiate tra Milan, Inter e Genoa: indagati per falso in bilancio Thohir, Galliani e Zarbano.
    Il manager genoano è stato iscritto nel registro degli indagati a Genova e il fascicolo è in mano al sostituto procuratore Marcello Maresca. L’ufficio inquirente del capoluogo lombardo, invece, indaga sul presidente dell’Inter sull’ex amministratore delegato del Milan e attuale senatore di Forza Italia. Dieci anni fa una inchiesta analoga aveva colpito le due squadre milanesi ma era stato tutto archiviato

  117. Brutto, sportivamente parlando, che l’arbitro – inflessibile con Diabate – non abbia ammonito Calabria per un netto fallo a 5′ dalla fine.
    Per non parlare dei SEI munuti di recupero.
    E ora che scrivo Kessie interviene peggio di Benatia. Incredibile…

  118. Milan – Cavese ha una sorellina

  119. Occhio al ritorno del milan?l. Ah no..
    Io l’ho scritto l’estate scorsai e lo riscrivo= se i vari Bonucci, Silva, Kessie, Rodriguez & compagnia li avesse presi Pierino, e a quei prezzi!, cosa avreste detto?
    benevento_milan 1_1
    milan-benevento 0_1

  120. Possibile che quando il BBilan sta perdendo o pareggiando, viene sempre aggiunto un tempo supplementare? Arbitri cornuti.

    Grande Benevento!

  121. Credevo che avrei visto la fine di milan benevento domani a colazione.

  122. Gol del Benevento uguale spiaccicato a quello di icardi nel derby
    Annullato dal var…..

  123. Avevo scritto, in tempi non sospetti, che non dovevamo temerli perché ci erano qualitativamente inferiori di parecchio.
    Adesso magari cercheranno di fare come accade spesso : ci accomuneranno in inchieste poco pulite così da alleggerire la situazione ( molti colpevoli = nessun colpevole ).
    Sia chiaro : se qualcuno sbaglia DEVE pagare, CHIUNQUE egli sia.
    Speriamo di non passar da ladri noi che abbiamo certamente meno colpe di altri, tutto lì.
    p.s. : è più facile spiegare il bosone di Higgs che non il fuorigioco, ai milanisti 🙂

  124. Il Milan ha speso 300 mil.
    Mi chiedo se l’avesse fatto l’Inter

  125. Maradona da Maria De Filippi, pieno di cocaina, uno spettacolo

  126. Forse ora smettono di inserirli nelle tabelle per la corsa Champions! 🙂

  127. Mannaggia mi sono perso l’epica impresa del Benevento! Vado subito a cercare gli highlights 😀 cmq se battiamo il chievo i gonzi sono fuori dalla champions matematicamente, altro che tabelle… Sulle finte plusvalenze col genoa: è il segreto di pulcinella (vedi x es. lo scambio Ansaldi/Laxalt) sarà eticamente discutibile ma non illegale prevedo un’altra archiviazione

  128. Chievo – Inter 2-0

    ‘notte

  129. Confido in una Samp motivatissima dai tonfi rossoviolaneri! 🙂

    A M A L A

  130. Buongiorno a tutti.
    Qualcuno sa spiegarmi il motivo per cui molti giocatori hanno una striscia rossa in viso? Mi sono perso qualche cosa?
    Forza Inter e biuve merda.

  131. È contro la violenza sulle donne!

  132. L’ho scoperto ben 5 minuti fa! 🙂
    Google…sa tutto!!!

    Forza Inter
    Forza Samp
    Forza Napoli

    A M A L A

  133. Grazie Toto.

  134. Avrei preferito Brozo basso al posto di B. Valero e Vecino avanti.
    Spero di esser smentito.
    Forza UNTER !!!

  135. Stanno giocando le controfigure di icardi e perisic spetiamo entrino quelli veri!!!!

  136. che schifo
    Sarebbe meglio perdere e chiudiamo lì questa storia della Champions
    E smettiamo di sperare che con questi qua non faremo mai il salto di qualità
    Spero solo una cosa
    Che Spalletti stia zitto
    Non dica nulla
    Non sopporto più sentire le sue conferenze e poi vedere schifezze del genere

  137. Live dal Bentegodi, vi dico che è davvero un gran mosciume, giocatori che sembrano in vacanza, altri passeggiano, altri che solo per battere un calcio di punizione si addormentano.

    Atteggiamento veramente pessimo.
    Non certo di una squadra che deve vincere per forza.

    Qualcuno gli dica che le romane in questo momento sono a +3 e domenica giochiamo contro i gobbi.

    Mah
    Speriamo meglio nel secondo.

  138. Speriamo spalletti li ribalti come calzini nell’intervallo, mi sa che ogni tanto ci vuole con sti qua.

  139. La Roma ha asfaltato la Spal, la Lazio è già sul 2-0 con la Samp. Noi arranchiamo molli al Bentegodi…

    Le romane hanno nelle gambe almeno una dozzina di partite in più dei nostri…

    Imbarazzanti

  140. Cazzo si sono svegliati!! Spalletti si sarà fatto sentire…

    Bellissima l’azione del gol di Perisic

  141. Fino al gol del Chievo stavo pensando: che sicurezza, partita in controllo ecc.. Ed invece Abbiamo seriamente rischiato di buttare altri due punti nel cesso!
    Comunque siamo sempre in lotta, giochiamoci il derby d’Italia

  142. E niente, i nostri giocano una mezz’ora, quaranta minuti. Con il Chievo può bastare, ma se diventa un’abitudine sono caxxi, tipo sabato prossimo.

  143. Curiosità. ..
    Ma sul gol del Chievo non c’era fallo su Vecino?

  144. Secondo me una partita tutto sommato buona va detto che probabilmente il caldo e il campo hanno influito una volta tanto l’arbitro ha reso giustizia dopo che il guardalinee aveva tentato di fregarci un goal … naturalmente mi aspetto grandi polemiche e vittimismo da quelli del chievo, ma x ora siamo ancora lì

  145. Sabato prossimo dovremo restare in partita 90′ più recupero, altrimenti saranno uccelli per diabetici…

    Nel frattempo siamo ancora in corsa. Forza Interrrrrrrrrr

  146. Ah, un verdetto matematico oggi gia c’è: siamo matematicamente in euroleague perché i cugini finiranno cimunque dietro di noi_ Come è giusto che sia_

  147. Campo vergognoso, la palla non camminava per stessa ammissione dei giocatori del Chievo.

    I primi due gol della Lazio di testa senza alzarsi da terra di un cm, ieri lotito e ferrero sono andati insieme a cena.

    La vedo dura, i punti perso sono persi ovunque, però i tre punti di Torino sono pesanti e hanno levato tranquillità.

  148. Appurato che con udine sassuolo e lazio bisogna necessariamente vincere per la CL, con la gobba basta un pari.

    Arrivare a scontro diretto a -1 o -3 non cambia nulla, dato il pari dell’andata.

    La tabella di marcia più realistica, fra quelle favorevoli, è pari con juve e vittoria con le altre tre.

    Cosa davvero difficilissima.

    Quel che è certo è che da roma non mollano e non molleranno un cazzo. Il pass x la CL ce lo dobbiamo prendere con la forza se lo vogliamo

  149. …ma anche arrivarci a +3

    ce la giocheremo a Roma, tipo finale, l’importante è mantenere botta; giacché è certo che perderemo punti ad Udinette, con la gobba bisogna vincere

  150. Ma secondo voi stasera fra gobbi e napoli x chi ci conviene tifare? Forse (rumore di tuoni in sottofondo…) potrebbe essere meglio se i gobbi vanno a +7 così sabato prossimo sarebbero relativamente più tranquilli… Ma se invece il napoli va a -1 e sabato i gobbi fossero costretti a vincere (e poi magari…)?

  151. Si sta matetializzando quel che paventavo: gli altri bianconeri ne han perse 11 di fila. La prossima settana faranno retrocedere il BN…oppure stritoleranno i testicoli a noi la partita successiva ?!?!
    Bisognerebbe batterli tutti e due, i bianconeri.
    Per un segnale educativo, ecco…

  152. A proposito di squadre che stanno sulle palle, l’udinese qualche settimana fa ha regalato 3 punti al sassuolo perché si sentiva tranquilla mentre il sassuolo era in zona pericolosa (favori che ci si scambiano fra società asservite ai gobbi) ora le posizioni si sono invertite io ci proverei un gran gusto se vincessimo a udine (magari con qualche episodio dubbio, tanto contro di noi si lamentano sempre) e li mandassimo in b, aiutando Crotone e Spal… Va bè sto esagerando con i sogni mostruosamente proibiti

  153. Per chi tifare stasera? Denny che domanda è? Spiazzato più dall”assist intelligente di D”Ambrosio o dalla meravigliosa azione del secondo gol?

    • Va bene va bene, mi scuso umilmente 😀 in effetti, la possibilità che stasera vinca il Napoli e poi … (scongiuri assortiti) è decisamente più intrigante

  154. senza dubbio meglio se stasera vincono i gobbi, con noi giocheranno al massimo lo stesso settimana prossima ma è cmq meglio se arrivano con + 7

    e poi vincano pure lo scudetto, chissnefrega
    in ogni caso, la CL sarà dura da acchiappare

  155. Per noi è assolutamente ininfluente il risultato di adesso, solo che vincere aiuta a vincere e perdere aiuta a perdere

  156. a qusnto pare Inter/ gobbi sarà una partitina di una certa importanza

  157. Gooooooodoooooo!
    Ora, sabato, è doveroso vincere.
    Lo chiede l’Italia intera, gobbi esclusi!

  158. Ok, ora sabato alla missione CL si affianca una missione di pari importanza: scucire il tricolore dal petto dei merdosi

  159. Che partita…
    E’ il caso di dire che li hanno fatti neri…e azzurri 🙂

  160. Comunque una bella domenica!

  161. Che per noi il risultato di stasera fosse ininfluente poco importa.
    La visione del diversamente onesto Agnelli con l’espressione da ebete frastornato non ha eguali.
    Ora, occorre super partita al conad stadium.
    Forza Inter, sempre, sempre, sempre.

  162. Dopo un bel sabato.

  163. E diamolo ‘sto aiuto al Napoli, se lo merita_

  164. @rosso: sempre, certo. Ma la giochiamo a San Siro.

  165. Scusate, l’emozione……

  166. Il Napoli ha fatto veder le streghe ai gobbi.
    E….il fantasma di Dybala (si, quello che era il miglior giocatore del mondo…).

  167. Koulibaly ha stuprato Benatia

  168. Si, JGM, proprio quello.
    Ogni tanto appare e scompare 🙂
    Dicono che giocasse bene, ma sono anni che non si vede… 🙂

  169. Un grande Napoli che ha corso e pressato alto per 90′ minuti. Spalletti spero abbia preso appunti…

    Purtroppo pero’ la nostra condizione fisica non è altrettanto brillante

  170. Non perdere sabato diventa una missione
    per noi in primis, per il Napoli che merita e per i giusti in generale che odiano quella robaccia.
    poi dobbiamo arrivare a Roma a meno 3 e vincere al 90 con autorete di De Vrij…voglio vedere Inzaghi trafiggersi in diretta durante la conferenza

  171. Inizio a disdire qualsiasi impegno x sabato sera… Sarà una partita moolto interessante a questo punto il pareggio non serve a nessuno ma cmq sarebbe una soddisfazione far perdere il campionato a quelle merde

    • Sarebbe una soddisfazione immensa, che lenirebbe questi ultimi anni di delusioni nerazzurre. GUFI del mondo!!!!! Unitevi!!!!!!!

  172. Non succede, ma se succede…

  173. C’è troppa insensibilitá attorno alla juve, ultimamente.
    Vuoi vedere che sabato ne arriva uno sensibile…

  174. Quanto odio per la juve: basta batterli una volta e andare a meno uno per scatenare i caroselli!!!
    Grazie real, grazie crotone, grazie napoli