Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Sessantaquattresimi di finale

Soccer: Serie A; Hellas Verona-Inter

Abbiamo vinto a Verona. Uh, bene. A una trentina di punti dal primo posto, a una quindicina dal terzo, a sette-otto punti dalla posizione che ci garantirebbe un ingresso in Europa League al costo di piacevoli preliminari in Siberia a metà luglio, ecco, fatico a concentrarmi e a trovare un perché. Tra la Juve che perde a Parma (ultima, fallita, derelitta e dignitosa) e l’Inter che gioca a Verona oggi (giuro, fino all’ora di pranzo pensavo giocasse domani, poi mi è scappato l’occhio su un tg), più che la trentesima giornata mi sembrava la trentottesima, quando su dieci partite sono sì e no tre o quattro ad avere un minimo perché e le altre sono tutte un po’ fuzzy, divertenti per chi ha il cuore leggero, indolori per gli altri. E invece no, dopo questa ce ne sono altre otto che non ci servono a nulla di materiale. Di immateriale sì, certo: a ricostruirsi una credibilità, a sistemare un po’ di cose, a scegliere chi resta e chi parte, a lucidare i pezzi migliori. Da qui alla fine per noi sono tutti sessantaquattresimi di finale.

share on facebook share on twitter

270 commenti

  1. Bene.
    Intanto, ho tolto il “cubo” dal nick, hai visto mai che porta sfiga…

  2. Beh, il derby è sempre il derby, almeno giochiamoci quello.

    p.s. Il fatto che Guarin non lo giochi non ho ancora capito se è un bene o un male.

  3. L’ho vista a sprazzi e non m’è sembrata una brutta partita.
    Oppure sono riuscito ad intravedere solo il “meglio” e mi sono risparmiato il peggio?

    Comunque il derby lo vedo brutto brutto, anche se i gonzi non è che siano dei campioni!

    Forza Inter e forza Mancio, obviously!

  4. Sono rientrati dalle ferie?

  5. Medaglia di legno senza leggere.

  6. neanhe quella,quinto posto come il piangina

  7. Non vincevamo dal 23 febbraio, ce n’è abbastanza per tornare a sorridere.
    Amala.

  8. Grandi: ne abbiamo vinta una di fila!

  9. flavio

    ps: secondo me è un bene.

  10. Vabeh, l’obbiettivo minimo è stato raggiunto.
    E con quello che si è visto quest’anno poco non è.

  11. Beh dai perlomeno abbiamo raggiunto la quota salvezza!

  12. Quante partite dell’INTER ancora dovrà arbitrare quel disonesto di Tagliavento?

    • Effettivamente, molte delle decisioni di Cutwind mi hanno fatto talmente incazzare che a momenti (in certi momenti) mi dimenticavo di incazzarmi con i passaggetti laterali a centro campo.

  13. la barzelletta più bella dell’anno è quella che D’Ambrosio doveva buttare fuori la palla.

    è da ieri sera che rido…

    l’altra meno divertente è stata quando il solito deficiente si è inventato un rigore che solo lui come al solito vede, che se Tony lo mette dentro ci rovinava un altro week end perchè a quel punto eravamo completamente andati fuori di testa e in balia del Verona da almeno cinque minuti, del tutto incomprensibilmente dal momento che fino a quel punto in campo c’eravamo stati solo noi.

    grazie Handa!

    squadra che non dà il minimo di certezze a nessuno di noi, figuriamoci a un allenatore che non ha ancora capito cosa e chi sta allenando, se una massa di brocchi con un paio di eccezioni oppure una massa di giocatori alla ricerca della identità perduta, perchè non è possibile vedere sbagliare passaggi semplicissimi oppure assistere a cinque minuti infernali nella nostra area dove la palla non voleva uscirne, dove quelli che giocano alla viva il parroco si sono inorgogliti nel vedere che c’era chi gioca peggio di loro in serie A.

    il clou è stato raggiunto quando ho visto Ranocchia sotterrare la palla sotto il corpo adagiandovisi sopra dopo avere completamente ciccato un rinvio di testa a dieci centimetri da terra.

    Ridolini non avrebbe potuto fare di meglio…

  14. Cioè, vediamo se ho capito:

    il concetto di fair play 2.0 è che se il difensore crolla su se stesso, da solo e a palla distante, mentre c’è un’azione da gol per la squadra avversaria

    il gioco dovrebbe fermarsi e gli attaccanti buttare la palla fuori?

    Oh, allora posso farlo anch’io il difensore.

  15. Che annata di merda…
    e poi sector che post deprimenti . Se sono tutti 64esimi chiudi il blog e riaprilo a settembre, o almeno non fare bannare gli off-Topic.
    Di che cazzo parliamo?

  16. Mah…..diciamo che il vero obiettivo di questi due mesi sarà quello di far giocare alcuni elementi( Hernanes guarin etc) nella speranza di trovare acquirenti senza svenderli……

  17. quello più parte in cuasa, Mandorlini, non ha menato il torrone: “siamo stati polli noi”, e anche Mancini quando abbiamo preso gol mentre era fuori Santon mica s’è incazzato con l’arbitro o gli avversari

    il resto è chiacchiera tanto per dire qualcosa

  18. Questi sono. Sempre gli stessi. Scarsi tranna alcuni. Bisogna che portiamo pazienza, e speriamo che tutto finisca con questa stagione balenga piú delle altre.

    Però, i pluricondannati che perdono a Parma sono la notizia del giorno.
    Povero l’estecambiasso che non potrà piú citare ‘Parma-Inter dueazzero’ vero e proprio architrave del j’accuse contro Mazzarri.
    E bisogna pure stare attenti a quel cacchio di Cagliari… Hai visto mai che da qui alla fine ti fa una sorpresa e ti costringe a cancellare pure la disfatta interna dal curriculum addotto a discredito del suddetto?!

    E poi faccio i complimenti a Corso che ha illuminato con la definizione azzeccata di ‘Ridolini’ a Ranocchia. Soprattutto quando si affretta, cercando di sembrare veloce, raggiunge vette di comicità rare.

  19. Ah, nino, quindi tu dici che noi si è perso all’andata perché era il Parma ad essere forte?
    Tanto che ci ha perso anche la gobba?

    Oppure, magari, noi ne abbiamo prese due perché all’andata abbiamo schierato le riserve in vista dei quarti di Champions?

    Può essere, sono onesto, non ci avevo pensato.

    Oh, ragazzi, se per voi è così importante lo facciamo tornare, eh?
    Qualcuno vada su google translate e ci faccia sapere come si dice in indonesiano

    “qua a Milano ha lasciato un vuoto incolmabile”.

    Tanto ET la ascolta la voce dei tifosi.

  20. Dai, estecambiasso! Non è colpa di nessuno se il teorema della ‘rosa da 3° posto’ si è frantumato tanto crudelmente davanti ai fatti…

  21. Macché colpa di nessuno.

    È colpa della pioggia, altroché

    (e di Kovacic che non copre Lichtsteiner, aggiungerei).

  22. Dai ragazzi, non ricominciate con Mazzarri x favore! Io piuttosto mi sarei abbastanza rotto di vedere come x l’ennesima volta ci danno contro un rigore allucinante (che poi San Samir ha fatto un altro miracolo evvabbè ma poteva davvero riaprire la partita) e di che si discute? Se era giusto che l’azione del primo gol proseguisse dopo che un veronese era crollato da solo mentre l’Inter aveva la palla al limite dell’area! Non ho parole … mi limito a quotare e applaudire il commento di estecambiasso dell’1:07

  23. Suvvia non fate i Mazzariani che quando dite che sono dei brocchi ammettete che è stata una cazzata mandarlo via anticipatamente,molti se li è trovati là con contratto precedente e il resto ha avuto a disposizione due noccioline per comprarli per l’arcinoto fpf,a differenza dell’attuale che non mi sembra abbia fatto delle scelte di mercato esaltanti o abbia migliorato di tanto, anzi…

    Ma quando vedevate miglioramenti e adesso citate ridolini mi sembra che erano gli stessi di adesso,comunque o avevate il fiasco vicino o necessitate di visita oculistica, nel caso vi torni utile il mio è bravissimo 🙂

  24. Ancora con Mazzarri……. No vi prego…..il suo esonero la sola cosa ben fatta in questo anno calcistico di merda…..!!!!

  25. Siamo pronti.
    Sta per vedere la luce “iostoconmazzarri”.
    Passatemi il martello, appena avete finito, ed anche il sospensorio.

  26. Noto che qualcuno non riesce proprio a digerire la scorpacciata di fesserie accumulata nei mesi passati a proposito della ‘rosa da 3° posto’ e, a tal prosito,

    Al piccolo B&R,
    che continua a mostrarsi insofferente alla benché minima critica, anche di fronte all’evidenza dei fatti, come cantava C. Caselli nella sua nota ‘Nessuno mi può giudicare’ (e mi contengo nella citazione per non urtare la suscettibilità dello stesso), egli che ripetutamente giudica chiunque (quasi sempre a vanvera, devo precisare), vorrei suggerire non dico ‘di’ ma, almeno, ‘tentare di’ disincagliare la sua tenera psiche dalla mia persona pena ripetuti accessi di rabbia che non porteranno nulla di positivo alla sua dolce esistenza.

    Forza Inter. Sempre.

  27. Qui le cazzate le abbiamo scritte più o meno tutti, io per primo, solo che qualcuno fa fatica ad ammetterlo.
    E si nasconde sempre dietro Mazzarri, la pioggia, la preparazione, Leichsteiner, il Cagliari, il Parma e minchiate varie.
    Tutto pur di non ammettere di avere FORSE sbagliato valutazione.
    Anzi, non solo non si ammette ma si continua a ravanare nel passato, quel passato che invece di ispirare le solite patetiche e stucchevoli ironie dovrebbe insegnare a dire semplicemente: forse mi sono sbagliato. Molto semplicemente. Forse.

  28. Insomma, quello là aveva mandato in vacca la nostra stagione già a novembre, e dopo un anno e mezzo di panchina.
    Ambe’, scusate, ci ha portato al 5° posto l’anno scorso, dimenticavo.
    Senza coppe per altro e con la settimana piena.

    Poi, che la società gli ha comprato un sacco di pippe questo è vero.
    Ma lui, con le pippe, non ci ha fatto una grande carriera da Reggio a Napoli?!

    Il Napoli, tra l’altro, una squadra fatta e pagata per vincere niente.
    Mah, e state ancora lì…io non vi capisco.

  29. gianni

    non sarà che forse a sbagliare sei tu.
    Forse.

    Ma mi dite che cambiava a lasciarlo?
    5° posto forse ma forse, 3° no di certo!
    Almeno Mancini ha fatto esperienza per il prossimo anno.
    Sa chi deve partire e su chi puntare e sicuramente sul piano internazionale, per il mercato, ha più peso, come già si è visto.

    Insomma, stagione di merda per stagione di merda almeno la prossima potremo sperare di iniziare meglio.
    Poi, nessuno ha la palla di vetro, ovvio.

    Mi sembra che questa faccenda del cambio allenatore vi abbia scombussolato assai, e dire che non è stata certo la prima volta all’Inter.
    Né sarà l’ultima.

    • Io lo scombussolamento lo vedo piuttosto fra le fila degli #Mazzarrivattene.
      Ogni giorno di piú, alla luce dei fatti incontrovertibili.
      Poi, ognuno se la può cantare e suonare come vuole.
      Ma sempre acrobazie restano.

  30. A internazionalí,
    ‘quelli che stanno ancora lí’ sono coloro che come me, gianni, corso ed altri hanno conservato un certo equilibrio di giudizio affermando che la rosa era scarsa prima come adesso e per questo non se la sentono ora di condannare Mancini, come prima non se la sentivano di condannare Mazzarri, di essere gli unici e principali responsabili della nostra fallimentare stagione. Tutto qui.
    Tutto il resto va ascritto sotto la voce ‘I Maestri del carpiato con avvitamento’.

  31. Il tunnel di Eto’o alla ‘Bionda’, come lo definiva Materazzi al tempo dei duelli con la Roma, vale da solo il prezzo del biglietto.

  32. Però Internazionalista e chi vuole rispondere una domanda la farei:

    Il prossimo anno di cui scrivete tanto cosa vi aspettate possa accadere?

    Allora il pischelletto mesciato come dice Internazionalista ha fatto esperienza e sa cosa fare,quindi toglie tutti anche quelli ancora sotto contratto e se vogliono rimanere li mette a curare i giardinetti della pinetina,poi tiene quei tre-quattro da Inter e il resto lo si compra con i soldi del monopoli che di quelli veri ce ne stanno pochi,nel caso ipotetico ce ne siano tantissimi no problem si chiama ad allenare paolino paolino e il campionato lo vince anche lui.

    Se avesse le palle come allenatore tirerebbe il sangue dalle rape e non viaggerebbe al decimo posto come un’udinese qualunque,siccome non ha lo sceicco dietro con la valigia piena di soldi dimostra la sua mediocrità al pari di Mazzarri,Inzaghi ecc…

    Poi chi si vuole fare i film in testa se li faccia pure sognare non costa nulla,la realtà invece ci dice che occorreranno degli anni prima di vedere una squadra che possa essere la vera Inter e non la fotocopia sbiadita dell’attuale programmando con serietà e non cambiando allenatore alla velocità di come si cambiano le mutande.

  33. Nino

    ah, e per fortuna che non ve la sentite di condannare Mancini, se no erano già partiti i patiboli e le forche per strada!

    Io, proprio perché neanche a me piace cambiare allenatore in corsa (ma non sempre è possibile starsene buoni a sopportare le capre), dico che dobbiamo piantarla con sta faccenda Mazzarri/Mancini!
    E cercare di andare avanti.

    Chiamarlo pischello mesciato che vince solo coi soldi degli sceicchi nun se po’ sentì.
    Come se i Mourinho i Ferguson gli Ancelotti i Guardiola e compagnia vincessero SOLO con squadrette di mezze tacche!
    E su’, ma dove cazzo vivete?!

    • Allora non ti devi rivolgere genericamente a ‘quelli che stanno ancora lí’. Perché nessuno di noi vuole crocifiggere Mancini, anzi abbiamo piú volte esortato tutti a non ripetetre con questi la solita storia de ‘la colpa è dell’allenatore’
      Ti devi indirizzare espressamente a intervincit e tagnin, che non so perchè lo abbiano in antipatia. Perché di questo mi sembra si tratti, fondamentalmente, visto che lo hanno iniziato a criticare senza che avesse neanche messo piede ad Appiano.

  34. non mi ricordo più dove l’ho letta e sul momento non avevo tempo per approfondirla e poi non l’ho più trovata, ma in pratica la notizia diceva che se non faremo le coppe l’Uefa non potrà sanzionarci e di conseguenza si potrebbero spendere quei quattrini che servono per rinforzarci senza che ce lo impediscano le regole del fair play finanziario.

    vero o falso?

    nel caso fosse vero, cosa vorreste?

    se fosse falso Duncan ha lavorato per noi lasciandoci ancora una speranza.

    prima che venisse all’Inter Mazzarri stava sui coglioni al 110% della tifoseria, sia per quello che aveva detto quando era alla Samp sia per quello che aveva detto e fatto contro di noi quando era al Napoli e sia perchè sarebbe stato sui coglioni a prescindere anche se non ci avesse mai fatto un cazzo di niente, perchè il suo modo di fare lo fa risultare antipatico più della merda calpestata per strada, tanto è vero che la sua assunzione fu salutata come l’ultima grande cazzata di Moratti.

    questo per rinfrescare la memoria a quelli che non si ricordano nemmeno come si chiamano ma l’ipocrisia sanno benissimo cos’è.

    • Se fosse vero, preferirei star fuori e costruire la squadra per vincere.
      E non mi farebbe certo schifo cominciare col rivincere il Campionato, per quanto scaduto possa essere.
      E poi, andare in Champions a fare figure di merda, tipo prenderne 5 o 6 dalle corazzate, non mi alletta affatto, solo per dire ‘Gioco in Champions’.

  35. Intervincit

    ti rispondo volentieri ed è una risposta semplice:
    se non ci sono soldi il prossimo anno sarà come gli ultimi.
    Né più né meno.

    Questo è il problema vero non altro.

    • Quindi se non ci saranno soldi che senso ha avuto cambiare allenatore che invece che migliorare ha pure peggiorato la situazione?

      A quali ti riferisci come anni disastrosi a questo con un probabile decimo posto finale a quello di Stramaccioni con l’ottavo oppure al decente quinto dello scorso campionato con relativo ingresso in coppa?

  36. corso

    non so a chi ti riferisci, ma io, in effetti, la salutai come l’ultima grossa cazzata fatta da Moratti nel dopo triplete.
    Infatti fu una cazzata.
    E lo ribadisco.
    Così come fu una cazzata Gasperino Ranieri e il pischello romano (quello sì pischello).
    Quindi come vedi da parte mia la memoria non difetta per niente, né penso di essere un ipocrita, ma tutt’altro.

    Detto questo io non ho mai asserito che Mazzarri non mi piaceva per la sua antipatia o per i suoi trascorsi anti Inter.
    E’ come allenatore che non mi ha mai esaltato.
    Soprattutto all’Inter.

    Mazzarri, con il materiale che aveva (scarso abbiamo visto) era, anzi doveva essere, l’allenatore ideale!
    Vi ricordate i discorsi che si facevano su come sa costruire una squadra dal niente e della solidità ecc.? Bene.
    Invece ha toppato clamorosamente, e dopo avergli dato tutto il tempo.

    Mi pare che la state portando alla lunga per niente.

  37. Io preferisco arrivare 5 piuttosto che 6-7-8

  38. Internazionalista,

    a nessuno in particolare, ma a tutti in generale per quel che concerne se lo avessimo voluto o no.

    nessuno lo voleva per i motivi che ho addotto, poi è ovvio che essendo diventato il nostro allenatore si siano chiusi tutti e due gli occhi e tirato per lui e per l’Inter, non siamo dei pirla nemmeno noi.

    l’ho solo ricordato ai nostalgici che ancora la menano per via del cambio in corsa.

  39. Nino
    evidentemente come tu citi io e Tagnin ci avevamo visto benissimo conoscendo le qualità del soggetto in questione.

    Sul fatto di non fare le coppe ognuno è come la vede io da Interista non ho ancora acquisito la mentalità del tifoso dell’udinese e ritengo disonorevole non partecipare anzi per essere più preciso mi incazzo a bestia.

  40. Corso
    e certo che la tiro se sto coglione sta decimo in classifica e il gioco continua a fare pietà,nonostante ha svenato la societa con il suo stipendio faraonico e i soldi per i nuovi innesti che al momento non hanno dato i risultati sperati.Che vuoi che gli faccio un busto in bronzo e me lo metto in salotto?

  41. Se si avesse davvero la memoria che si sbandiera ai quattro venti,
    ci si dovrebbe ricordare che quando arrivò Mazzarri

    io dissi due cose: che mi sembrava l’allenatore giusto per “ricominciare” e che, effettivamente, aveva chiesto degli uomini di fascia e non li aveva avuti.

    Quando cominciò la stagione scorsa, fui piacevolmente sorpreso dall’ottimo inizio e dalla solidità difensiva che sembrava avessimo.
    Ci sarebbero anche i commenti da qualche parte, se non sono andati perduti col salto della quaglia del blog, basta andare a vedere le prime giornate dell’annata scorsa.

    Poi però risultò evidente che era solo una “preparazione anticipata” ed infatti le cose andarono a picco, culminando con il peggior derby che io abbia mai visto, 6-0 compreso, un’umiliazione senza pari, contro un Milan piccolo piccolo.
    Noi eravamo scoppiati, finiti, sulle gambe, esattamente come quest’anno.

    E, soprattutto, eravamo individualmente più forti del Milan, di quel Milan.
    Altro che Parma e Cagliari, il primo Moratti, dopo quella partita, l’avrebbe esonerato, secondo me.
    Nel calcio si vince e si perde, e anche il derby si può perdere, anche più di 1-0, a livello di risultati s’è visto di peggio.
    Ma mai, dico mai, mi era capitato di vedere un derby in cui la mia squadra, la mia Inter, giocasse come l’ultima della lega pro, arroccata e tremante manco fossimo una neopromossa contro il Real Madrid di Puscas e Di Stefano.
    Invece c’era il Milan peggiore degli ultimi anni.

    Cosa volete che me ne faccia del quinto posto e dell’Europa League, se la mia mentalità dev’essere questa preferisco rischiare il tutto per tutto e arrivare decimo, quindicesimo, fate voi, ma col blasone che mi compete.

    Semmai, un errore di valutazione che mi sento di ammettere
    è stato quello di credere che Mourinho sarebbe stato l’allenatore più rimpianto degli ultimi anni dai tifosi.

    E invece…

    • …e invece ci tocca vedere quanti dolci ricordi evoca Tardelli che come allenatore ti sta bene piú del self-made-Miste di S. Vincenzo.
      Mistero della fede (interista)…

  42. A beh, invece con Mazzarri (e con questa società), eravamo no da Udinese ma da Champions League!
    Ma per favore…

  43. intervincit,
    lascialo stare il ‘tifoso dell’Udinese’, ché se c’è qualcuno che da qualche anno farebbe bene a togliersi la puzza da sotto il naso questi siamo noi. Perché avremmo parecchio da apprendere da squadre come quella, se non altro dal punto di vista della gestione.

    • Nino
      anche in disgrazia noi siamo e saremo sempre noi e loro un cazzo(cit.marchese del grillo)

    • La nostra storia è lí a dimostrarlo, senza dubbio alcuno.
      Ma eviterei di disprezzare troppo chi è stato capace di mettere il piatto a tavola con quattro ceci, anzi mettendoci metodo e competenza. Qualità che sembrano piuttosto sconosciute alle nostre latitudini.

  44. Este

    Tranquillo che il prossimo campionato senza preparazione anticipata e senza coppe faremo sfraceli anche in coppa itaGlia,nel caso non fosse quale specchio sceglierai per arrampicarti esaurite anche le piaghe d’egitto?

    Una la so ma non la scrivo,a tempo debito la svelerò prima però te la faccio scrivere a te 😉

  45. Intervincit, ti rispondo anche io.
    Cosa mi aspetto dal prossimo anno?
    Faccio una breve premessa. L’altro giorno notavo come abbiamo una dozzina di giocatori nel giro delle nazionali. A dimostrazione del fatto che tanto scarsi non possiamo essere. Sopratuttuto, e non mi stancherò mai di ripeterlo visto che pare faccia molto comodo fare finta di nulla, se confrontati con gli altri.
    Se guardo la classifica, vedo che con i 9 punti di Cagliari e doppio Parma (quindi nulla di trascendentale, non ci ho buttato dentro i pareggini con Cesena, Empoli e Verona) saremmo ad un punto dal Napoli. Quindi coinvolti in quella che credevo fosse la lotta per il terzo posto. Ecco, ammetto si di aver sbagliato (così rispondo anche a Gianni) perchè ho clamorosamente sottovalutato la Lazio.

    Fatta questa premessa, mi aspetto che il Mancio questo faccia: prepari, schieri e motivi la squadra per raggiungere un obbiettivo che ritengo essere alla sua portata.

    Perchè è vero che siamo incompleti. Ma non è che gli altri stiano messi tanto meglio. Anche loro prendono inciampi e scivoloni. Anche loro sono carenti in alcune posizioni. Anche loro non schierano giocatori top.

    A questo punto la domanda diventa, sarà in grado di farlo? Io penso di si. Certo, ho già detto che per ora mi stà deludendo. Epperò proprio perchè neppure a me piace cambiare allenatore come le mutande, credo si meriti più tempo e migliori circostanze rispetto ad una stagione già compromessa.

  46. l’unica cosa che dà fastidio è la disparità di trattamento

    25 punti in 19 partite, 10° posto e nemmeno il record di calsciodangoli
    poi mancini è meglio di default, basta non guardare le partite

    il resto è vanagloria e io-io-io

  47. io non credo come dice Este, che si sia qualcuno che possa rimpiangere Mazzarri, più che altro è una presa di posizione alternativa tanto per tenere aperta la discussione e la polemica per via del fatto che il Mancio non è riuscito a fare di meglio, perchè se avesse fatto qualche punticino in più, come avremmo anche potuto, il vecchio allenatore sarebbe passato nel dimenticatoio in un amen non avendo lasciato nessun ricordo speciale se non i due 7-0 rifilati al Sassuolo, che bene o male hanno rappresentato un record, sia la prima volta in quanto sette gol in trasferta non ne avevamo mai fatti che la seconda replicandoli alla stessa squadra a distanza di un anno.

    non è andata come si sperava ed auspicava che andasse ma da qui a farne una colpa al Mancio ne passa e quindi le menate contro di lui lasciano il tempo che trovano e mi sorprende che uno come Intervincit continui a tirargli contro aspettandosi una debacle anche l’anno prossimo che comunque non dimostrerebbe niente di quello che lui dice, perchè la vita degli allenatori è così, costellata da alti e bassi come del resto è capitato a tutti i migliori allenatori sia nostri che degli altri, per via del fatto che il calcio non è una scienza esatta ma è un gioco dove chi ne fa parte sa benissimo a cosa va incontro.

    anche i tifosi, che però fanno finta di dimenticarselo troppo spesso.

    rimane il fatto che uno sperava che il bello dovesse ancora venire mentre questo spera che ritorni e c’è una bella differenza.

  48. Sui nazionali, ripeto, siamo sulle seconde fasce e vi sottopongo una semplice tabella:

    Medel : Vidal
    Palacio : Messi
    Guarin : J.Rodriguez
    Podolski : Muller
    Kovacic : Modric
    Ranocchia : Pirlo (va beh, mettiamoci pure questa.)

    Prima colonna : calciatori per squadre al massimo di Europa League
    Seconda colonna : calciatori per squadre di Champions League.

  49. Schelotto, che è ancora dell’Inter, è stato convocato e ha giocato in Nazionale a suo tempo.

    per dire…

  50. Scusa Flavio, mi ripeto anche io:dei nomi che hai fatto qualcuno gioca con Napoli, Lazio, genoa o samp? O parma, Cagliari e cesena hanno giocatori che fanno le “seconde fasce” a messi e muller? A me non pare. E visto che per il maledetto terzo posto non dobbiamo scontrarci con barca e Real direi che il problema non si pone.

    • Tieni presenti che quello che ho citato dovrebbe essere il meglio dell’Inter… poi vengono gli altri …
      ma sopratutto siamo una squadra da ricostruire come complesso.

  51. Scusate se mi permetto, …

    ma quanto la vogliamo ancora tirare lunga con sta guerra tra mazzariani (veri o presunti) e manciniani (veri o presunti)?

    Il mondo-Inter ha davvero così poche (anzi, a questo punto, nulle) prospettive che l’unica vicenda che (sigh) scalda un po’ gli animi è il “visto che quello fa più schifo di quell’altro” // “no, se adesso facciamo più schifo, la colpa è di quello di prima”?

    Sadness, …

  52. Scusate se interrompo la discussione interessantissima tra i meriti/demeriti dei misteh/mesciati con una stupida domanda sull’Inter.

    Qualcuno ha notato un (piccolo, piccolissimo) cambio di vento (leggasi culo) nelle sorti della Beneamata?

    Il primo gol con la difesa scaligera che si impirlisce e gioca a ciapa-no, il terzo gol/autogol…

    Fosse che un pizzichino di bùs de gnao sta girando?
    Alla vigilia del derby, mi darebbe un orgasmo multiplo vincere con un autogol della bionda al 95°…

    Io il mio lo sto facendo, calandomi nei panni del tifosotto udinese…

    Forza Inter, sempre.

  53. Pensavo che il leit motiv sull estinto si limitasse a saltar fuori dopo sconfitte e pareggi, invece dobbiamo considerarla una tara trasversale a qualsiasi risultato.

    Come disse Vittorio mesi fa, c’è proprio una strage di mariti.

    Comunque sia, l’unica prospettiva che ci è rimasta é chiudere davanti al Milan, vediamo di non cannarla che finir dietro sti qua sarebbe la cosa più umiliante della stagione.

    Avanti Mancio, nella buona e bella cattiva sorte.

    Tutto il resto è noia, come disse il califfo.

    • Grandissimo il Califfo!

      Il Prevert di Trastevere.

      Napoletano (Pagani) di padre, italiano di libia per nascita (quasi in volo) e … Interista di fede calcistica (che non guasta!).

  54. Mazzarri non sta sui coglioni. Mazzarri É un coglione.

  55. Disparità di trattamento?

    Sì, è verissimo!
    Infatti il primo è stato all’Inter un anno e mezzo,
    il secondo solo 5 mesi!

    Tutto il resto è noia (stracit. del Califfo).

  56. Ancora Mazzarri ????!!!!

    Oh mi signùr!
    Ma quest’anno è una tortura infinita.

  57. Ma insomma, diciamoci la verità, vorrete mica farmi credere che siete affranti per come è stato trattato un povero lavoratore che adesso sta a casa a beccare 4ML netti a fare un cazzo?
    Ditelo che il problema è di natura : “avevo ragione io e non tu, peppepero peppepù”.
    Trovatevi dietro le case come si faceva da bambini, vi prendete a schiaffi e si torna a giocare in cortile, perché sinceramente non si può invadere per 6 mesi un Blog con un argomento così stantio e ripetitivo.
    Non so come dirlo in maniera educata: ho dovuto comprare i pantaloni due taglie più grandi.
    fate voi…

  58. No, veramente di questa cosa Mazzarri / Mancini non se ne può più.

  59. Eh, ma quando c’era Orrico… #levedovediorrico

  60. Scusate
    mi rivolgo ai chepallestastoriadimancinimazzarri…

    ma, precisamente, di cosa si dovrebbe parlare?

    Dell’imminente derby al ribasso?
    Dei 41 punti che sono una realtà e almeno non si sentirà più parlare di serie B, manco fossimo un Milan qualsiasi?
    Dello stadio che costruiremo chissadovechissaquando, oppure se prenderemo il San Siro ad equo canone?

    Altri argomenti non me ne vengono.

    Attualmente abbiamo a libro paga due allenatori: Mancini e Mazzarri,
    e questo è un fatto
    e non vorrei sbagliarmi ma sono i più pagati di tutto lo staff Inter, giocatori compresi.

    A me sembra che l’argomento sia quanto mai attuale ed importante.

    A quanto pare più di qualcuno è rimasto orfano di Mazzarri e ora lo rimpiange che manco Herrera e Mourinho sommati insieme.
    Da chi tira fuori Tardelli, che, oltre ad essere subentrato anche lui, quindi imparagonabile con chi ha iniziato non una ma due stagioni, non è manco più un allenatore

    e soprattutto, non c’entra una mazza

    chi parla di disparità di trattamento

    (argomenti che non aveva mai tirato fuori, chessò, per Gasperini o Stramaccioni o Ranieri, tanto per dire che poi i prevenuti son gli altri)

    o addirittura di egotismo (che invece il predecessore non aveva, ma che scherziamo…)

    E poi c’è intervincit che ogni volta che lo rintuzzo ci divento sempre più amico, perché mi ricorda almeno una dozzina di miei cari amici interisti con cui discuto tutte le volte

    • Este, l’ultimo paragrafo è da applausi a scena aperta.
      (l’unica cosa che non mi andrebbe è “lo rintuzzo”, che ha un sottofondo di pereppeppè che non mi piace un gran che. Ma sono sofistico, lo so).

      Per il resto, vivaddio e soprattutto VIVA L’INTER.

      Che alla fin fine è quello per cui scriviamo e leggiamo e ci incazziamo e ridiamo.

      PS Sento mentre scrivo che Fognini ha vinto e convinto oggi… posso dire che l’unica cosa che gli trovo di positivo è che è (dice di essere) interista? Che come uomo lo vedrei piuttosto di altra maglietta… ma del resto abbiamo perfino Larussa… vabbè.

  61. Cos’è pereppeppè?

    • Scusa il ritardo.
      “Pereppeppè” è la traduzione di “cicca, cicca, ho comunque ragione di più io”.
      E comunque è un sottofondo (sai, quel gusto di fragola che nel vino rosso trova solo quello sfigato pagato apposta per scrivere le etichette sul retro delle bottiglie? Ecco, quello sono io) .
      😉 , comunque.

  62. Non chiederlo a me.
    Io avevo detto pereppeppero pereppeppù.
    Vabbeh andiamo pure avanti fino al prossimo triplete.
    È così stimolante, arguto, emozionante, avvincente.
    Non vedo l’ora di godermi la prossima puntata.
    Vado subito a preparare birra ghiacciata e frittatona di cipolle.e poi mi siedo in poltrona a leggere del perché Mazzarri doveva restare e Mancini non ha dimostrato un cazzo e cosa si era detto 2458 post fa, quando il pallone era di cuoio marrone.
    ….e senza pagare nessun canone !!!

  63. Devo dire che, a proposito delle lamentele degli amici del blog circa l’infinita diatriba che tiene banco da mesi, non posso fare a meno di essere pienamente d’accordo con estecambiasso.
    Anche se, per l’ennesima volta, vorrei precisare che, almeno per quel che riguarda me (e, credo, anche altri, e non sono pochi…) la questione essenziale non è affatto rappresentata dalla difesa pura di Mazzarri, quanto dal fatto che molti di noi ci saremmo rotti le balle di ‘cambiare gli allenatori come si cambiano le mutande’.
    Tanto è vero che mai abbiamo scritto una riga contro Mancini ritenendolo, parimenti al predecessore, incolpevole della mediocrità degli attori costretti a gestire, o almeno per quel che concerne la maggior parte di essi.

    Piuttosto, la virulenza della disputa si rinfocola continuamente poiché coloro che sostenevano che avevamo a disposizione una squadra competitiva, la fantomatica ‘rosa da 3° posto’, non riescono a darsi pace dell’abbaglio preso e, nonostante vengano inoppugnabilmente smentiti ad ogni occasione, rilanciano l’accusa di vedovanza, inventata di sana pianta, in quanto non riescono a dare (e a darsi) sufficienti spiegazioni circa il loro fallimento previsionistico benché, è doveroso precisare, siano tutti correttamente provvisti di ‘lavagna tattica’ e divano come accessorio indispensabile.

    In ogni caso, e concludo, non si puo’ negare l’estasi che ci procurano con le loro ammirevoli, spericolate e, soprattutto, maestrali acrobazie pur di non ammettere l’errata previsione sui reali motivi che ci hanno portato a vivere un’altra spiacevole stagione.

  64. E’ altrettanto estatica l’idea che senza cambio sarebbe invece stata una stagione emozionante.
    E pure con un terzo posto stretto, perché avremmo meritato di più.

  65. Perché non aumentare le emozioni, allora?
    Orsù, esoneriamo anche Mancini!
    Sai che divertimento!

  66. Esonerare Mancini non ci penso per niente.
    Se si pensa che alcuni di noi si divertano a cambiare allenatori come per divertimento allora si è proprio fuori strada.
    È questo che forse non si vuole capire.

  67. Va beh, a parte la ripetizione il concetto è chiaro mi sembra.

  68. Il mio modo di vedere la situazione attuale è sufficientemente conosciuta quindi per non ammorbarvi ulteriormente evito di dare ulteriori chiarimenti, anche a me rompe le balle ripetermi.

    Sul problema del monotema condivido Este, la situzione in cui ci ha cacciato il messia de noantri non ci permette di spaziare molto nella discussione se non di commentare il prossimo derby che conta quanto il due di picche tranne per i Milanesi e limitrofi per dicutere e sfottersi durante il caffè al bar,che a me e molti altri credo fotte nulla di arrivare al nono posto invece che decimo con la soddisfazione di essere d’avanti ai gonzi.

    Io comunque avevo tentato di suggerire un tema per venirne fuori e variare la mono discussione chiedendo la vostra opinione sulle prospettive future ma è stata glissata da quasi tutti tranne qualche amico del blog,evidentemente la polemica tra i due allenatori attizza di più fingendo di essere superiori a queste questioni di lana caprina.

  69. Este

    Mi fa piacere che i nostri vicendevoli rintuzzi siano ben accetti, non avevo dubbi, con le persone civili come te si può osare cogli sempre lo spirito con cui viene fatto il rintuzzo.

    • Ci siamo capiti, intervincit.
      Quando c’è civiltà e rispetto ci si può anche sfottere per le reciproche convinzioni, che non c’è niente di male, ci mancherebbe.

  70. Prima si diceva che Icardi si nascondeva, ora ci siamo dovuti ricredere.
    Poi la pippa era diventata Handanovic, ora è il salvatore della patria.
    Palacio non è pippa, almeno su questo credo si sia tutti d’accordo.
    Hernanes nella Lazio non mi pareva proprio una pippa
    Ranocchia in nazionale diventa un altro
    Guarin è pippa a giorni alterni, come le targhe
    Vidic ha vinto la qualunque col Manchester United, mi pare strano che sia una pippa.
    E’vecchio, direte voi, però a me pare che sia coetaneo di Barzagli, che nella Juve la sfanga, quindi se è vecchio l’uno è vecchio anche l’altro, e qualcosa non torna.

    Ok, allora la pippa è Juan Jesus? Eh, ma fermi tutti: Mazzarri disse che diventerà uno dei più forti difensori in circolazione (basta vedere su google, eh).

    Insomma: io tutte ste pippe continuo a non vederle.
    Non siamo i più forti, abbiamo pecche grosse nella conformazione della rosa, ruoli scoperti o mal coperti, ma non siamo manco i derelitti che si vuol far credere.

    A me pare che siamo sulle gambe e corriamo poco.
    È una questione atletica e di incompletezza della rosa, rimango della mia
    (al netto dei voli pindarici di chi vorrebbe che si dicesse il contrario).

    Non si vuole cambiare l’allenatore come mutande
    (però questo problema non s’è mai posto con Gasperini, Ranieri, Stramaccioni… lì della biancheria ce ne fregavamo, vabbè)

    però si è disposti a cambiare i calciatori come calzini
    così

    tanto per vedere quanto stanno bene agli altri, quei calzini.

  71. Este visto che ancora sei presente e poi si va a nanna almeno io…

    Sulla prima parte concordo per quante pippe siano non sono da decimo posto come non sono da terzo ma da qualificazione in sticazzi liga sicuramente.

    La preparazione atletica è una tua fissa per giustificare… tanto chi potrà smentirla?

    Sugli allenatori ricordo bene le discussioni alcune posizioni furono dettate più che sulla bravura sul passato e sulla militanza con gli odiati di sempre.

    Personalmente ho avuto molto da ridire su Stramaccioni che ho rienuto a mio avviso inesperto per guidarci visti i soli trascorsi nella primavera della squadra,previsione che purtroppo si rivelò profetica.Sugli altri Gasperino il carbonaro compreso la scelta di cacciarli non mi ha mai convinto.

  72. Allegri: sta tornando la ‘rosa da 3° posto’.
    Tirata a destra per #Mazzarrivattene…
    Tirata a sinistra per #Mancinivattene…

    Coincidentia Oppositorum: cosí l’abbiamo conosciuta al Liceo.
    O per chi è appassionato di (vecchia) politica: Convergenze Parallele.

    Tutto quel che volete, basta che si coltivi lo sport preferito: il Lancio (fuori dalle balle) dell’Allenatore.

    Venghino, siori, venghino…

  73. È vero, L’inter non ha una rosa da secondo posto.

    considerando che dietro la juve oggi c’è la la Lazio

    L’inter aveva una rosa da secondo posto.

  74. La prima frase ovviamente è ‘non ha rosa da terzo posto”

  75. Flavio, e sempre li andiamo a sbattere: le seconde linee delle nazionali sono i nostri migliori …e poi ci sono gli altri.
    Ed i nostri avversari? Spesso come migliori non hanno neppure le seconde linee delle nazionali.
    A questo punto chiedo: chi credete sia necessario avere in rosa per fare dodici punti con ultima e penultima in classifica?

    Intervincit, visto che sono uno di quelli che ti ha risposto mi arrogo il diritto di rigirarti la domanda: cosa ti aspetti dall’anno prossimo? Pensi che con Smemorino non si possa puntare a tornare fra i primi senza rivoluzionare la squadra comprando 11 nuovi titolari?

    Ps: Este, la querelle fra vecchio e nuovo mister è divenuta stantia perchè è stata sviscerata abbondantemente ed ormai è divenuta unicamente pretesto per bimbominkismo.

  76. Analogia culinaria.

    Se prendo un bel piatto di spaghetti, cotti al dente e salati il giusto

    E poi ci sbatto sopra aceto balsamico, maionese e Nutella

    Ottengo una pietanza inservibile, che sfigurerebbe anche davanti alla nutria in fricassea

    Questo però non vuol dire che maionese Nutella e aceto balsamico fanno schifo. Infatti se li metti rispettivamente su hamburger, fetta biscottata e insalata diventano addirittura i migliori condimenti possibili.

    Siamo male assortiti e con giganteschi limiti caratteriali, ma Icardi a 21 anni non vale meno di Klose a 37, Hernanes non vale meno di Candreva, e così via.

    Personalmente sono per lo Step by Step; la rivoluzione la limiterei alla difesa, gli altri reparti vanno solo puntellati per far sì che siano coperti i ruoli richiesti dal nuovo mister, e soprattutto affinché ci sia alternativa fra titolari e riserve.
    Punto nevralgico, quest’ultimo, per alzare il livello complessivo della rosa, cosa impossibile se non alzi prima il livello degli allenamenti. Senza contare che se vuoi fare un cambio, o sostituire un infortunato, devi poterti girare verso la panchina e vedere gente all’altezza.

    • (quasi OT: in Francia la nutria in fricassea – e non solo – fa furore. Nel senso che se la mangiano alla grande. E gli piace pure)

  77. Non abbiamo una rosa da terzo posto. Eppero’ questa stessa rosa con un po’ di CULO in piu’ (il culo conta diciamo 30% sui risultati di una squadra, anche quella del triplete) tipo qualche palo in meno dei 16 sinora toccati, qualche goal subito in meno tra il 90° e il 95° potremmo avere tranquillamente 10 punti in piu’, cioe’ 51.
    Ripeto con esattamente questa stessa rosa!!!!!

    P.S. – Chiaramente solo se allenati da Mancini 🙂

  78. La rosa non sarà poi fatta di tutte pippe come dice estecambiasso; concordo anche se ritengo che il fatto che molti nostri (vedi Ranocchia in nazionale oppure Hernanes quando era alla Lazio) in altri contesti riescano a fare meglio dimostra proprio la loro mancanza di personalità; giocare all’ Inter non è come giocare in altre squadre (con il dovuto rispetto per la Lazio che sta facendo un grande campionato). C’è sicuramente maggior pressione, necessità immediata di raggiungere il risultato ed in tale contesto emergono le carenze caratteriali. In sostanza per giocare all’ Inter CI VUOLE DI PIU’ CHE ESSERE SEMPLICEMENTE UN BUON GIOCATORE.

  79. Come dice De Gregori,
    ‘…non aver paura di sbagliare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore. Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia’.

    Perchè se uno è una pippa, non lo è tanto dal punto di vista tecnico quanto da quello umano.
    I giocatori veri non sono tali per la quantità dei palleggi che sono capaci di fare, ma per la qualità delle palle di cui sono provvisti.

    Altrimenti, pure le foche potrebbero giocare a calcio, cari quelli che ‘la rosa da 3° posto’.

  80. Sembra che i calciatori forti non li vediamo più con la nostra maglia da 50 anni.
    E’ stato così per me che, da Mazzola Suarez Facchetti a Snejder Milito e Etò è passato appunto quasi mezzo secolo.
    Ma per molti altri non dovrebbe essere così…
    La differenza fra quelli forti e quelli tristi si dovrebbe riuscire a coglierla.
    Vabbè che anchio da ragazzo dicevo che Reif era come Causio, Libera quasi come Bettega e Giubertoni meglio di Morini. Però arrivavamo dietro.
    Ed ecco la rosa da secondo posto. Si chiama visione distorta della realtà, non proprio una nostra peculiarità.

  81. Ma è ancora di calcio che stiamo parlando, sì?

  82. Comunque, aldilà delle foche senza palle,
    sono d’accordo con tagnin sul fatto che fortuna e sfortuna c’entrano poco.

    Il problema è che non siamo da scudetto, ma neanche da decimo posto.
    Ribadisco che la nostra rosa non è troppo lontana dalle romane, se solo fosse un po’ più completa.

    A parte Felipe Anderson, che gli è piovuto dal cielo, io tutti sti fenomeni, nella Lazio, non ce li vedo.
    Sarebbe, qualora ve ne fosse bisogno, l’ennesima prova che è stata sbagliata la stagione dall’inizio.

  83. Peccato che da noi non piova mai uno come anderson o dybala o pogba.
    E’ piovuto Icardi che non sarà un temporale ma bagna bene.
    Ma anche lì non siamo tutti d’accordo…
    Comunque tornando ai fiori non so se la nostra rosa è più forte di quella della Lazio, di sicuro la loro squadra lo è della nostra.

  84. Gentile Gianni,

    vorrei rassicurarLa che quella sulla rosa da secondo posto era solo una provocazione generale, atta a dimostrare che le previsioni sulle rose purtroppo hanno così tante variabili che possono rivelarsi errate dall’oggi al domani.

    Se qualcuno di noi avesse ipotizzato una lazio seconda, ai primi di gennaio 2015 mica 6 anni fa, sarebbe stato preso per pirla. Eppure è seconda, mentre il napoli da molti dato fra le favorite alla corsa scudetto si ritrova in settima posizione.

    Per non parlare del dualismo rube/roma, in cui chiunque vedeva la juve più avanti, ma nessuno avrebbe ipotizzato un campionato chiuso già a febbraio, specie alla luce dell’affaire conte/allegri a torino e del grande entusiasmo estivo a Roma con mercato milionario subito dopo un secondo posto da oltre 80 punti.

    Insomma, resto dell’idea che la nostra rosa, tecnicamente parlando, non avesse i requisiti per fare un grande percorso europeo ma li avesse per lottare per un piazzamento nell’europa dei grandi.

    E sottolineo lottare, che significa giocarsela fino alla fine, non necessariamente riuscirvi.

    Così non è stato, e se vedessi avanti a noi degli squadroni potrei anche accettare il “siamo troppo pippe”.

    Considerando invece che davanti a noi ci stan cani e porci, e che nei tre piazzamenti champions ogni settimana ci sono due contendenti diverse, mi sembra persino evidente che i nostri limiti sono stati soprattutto caratteriali, oltre che strutturali per la carenza di alternative e direttamente di copertura in certi ruoli (leggi terzino destro e regista, o seconda punta fino al risveglio di palacio, per non parlare di una panchina assente).

    Tanto più che negli scontri diretti, tolta la viola, abbiamo sempre pareggiato, incassando un’infinità di sconfitte con squadre già retrocesse se non fallite.
    Quando non c’era niente da perdere si vedeva anche qualcosa di buono, quando si era costretti a vincere si falliva sistematicamente.

    NB: Parlo al passato non perchè reputo concluso questo ciclo dopo una misera vittoria a verona, intendiamoci. Ma perchè considero esaurita la stagione, con il residuo scopo di non chiudere dietro ai gonzi, ma che per il resto mi si presenta come calcio d’agosto.

    Nota ancora meglio: Non affibio i limiti caratteriali alla gestione mazzarri, sia chiaro, per quanto non lo consideri certo esente da responsabilità in tal senso. Il problema è più profondo, è negli uomini.

  85. Gianni, non direi.
    Il problema è che se Anderson avesse fatto con noi una prima stagione come quella con la Lazio lo avremmo chiamato Pippanderson e spedito felici a “quei minchioni del Liverpool”.
    O, come fai notare tu, anzichè sbrodolarci per un Icardi che in questa sgangherata squadra segna un gol ogni due partite lo definiamo paracarro perchè (a 22 anni) non ha l’intelligenza calcistica di un Milito (e poi twitta).
    Però diventa Dybala (cui nulla voglio togliere) quello che …”magari avercelo”.
    Abbiamo elevato il detto “l’erba del vicino è sempre più verde” a stile di vita.

  86. Io sono uno dei pochi italiani che non si ritengono in grado di allenare la nazionale e uno dei pochi interisti che non si ritengono in grado di allenare l’Inter. Ma, dando per scontato che la rosa non è proprio fenomenale, non sarà forse che la società, i quadri insomma l’hanno gestita al peggio? Cito solo l’affaire Osvaldo. Continuo a preferire il Mancio a Mazzarri (quelle difese a cinque, sei, sette… contro gli islandesi), ma è come se talvolta anche lui perdesse il polso della situazione. La sensazione “gabbia di matti”, non da oggi, da ben prima di ET, è un nostro problema.

  87. L’Inter per come la vedo io Anderson dovrebbe comprarselo adesso, una stagione fallimentare se la sopportino pure quelli della Lazio e buon per loro che la faccenda poi sia girata come nessuno avrebbe sperato

    basta pippe ma basta anche scommesse, altrimenti vorrei dire il solito ” vado a tifare l’udinese” non fosse che l’allena strame e decisamente non penso di essermi meritato una tragggedia del genere

  88. Ammazza quanto so’ scarsi questi del Monaco.

  89. Dicasi “pippa” giocatore che, oltre a non essere eccelso tecnicamente, ha poco carattere e personalità.

    In questo senso noi siamo pieni di pippe.
    E sono d’accordo con chi dice che all’Inter non basta essere un semplice giocatore, magari anche bravo (vedi Kovacic ad esempio). No non basta.
    Questo è verissimo.

    All’Inter, come in tutte le grandi squadre, devi avere gli attributi giusti se no non vai da nessuna parte.

    Il nostro problema è tutto qui, a mio avviso.
    In fondo è semplice.
    Oltre ad avere giocatori non adatti all’Inter abbiamo anche una società non adatta all’Inter.
    Sembra un paradosso, ma non lo è.
    Perché è la società (vecchia o nuova è uguale) che ha comprato e messo assieme questi giocatori, questa squadra e certi tecnici.
    Mica sono piovuti dal cielo!

  90. Eh sì, sono talmente scarsi che, per batterli, c’è voluto un fallo fuori area penalizzato con un rigore…..ma non è che. magari, adesso si sono messi ad “oliare” anche all’estero? Mah, misteri!!

    Tornando ai fiori (cit): la rosa, secondo me, è già bella che appassita e quindi da potare, innestare, concimare ed attendere che risbocci.

    Pensiamo al derby, va là, che è alle porte.

    Forza Inter e forza Mancio.

  91. rosso

    dai, il rigore c’era.
    Era sulla linea.

  92. Il Monaco visto stasera non mi è parso granché.
    Poi, magari, nel principato si scatenano, chissà.
    Ma penso che faranno la fine del BVB.

  93. Mah, visti tutti i replay (ho visto la partita in streaming, quindi con “moviole” non zebrate) ed il fallo, posto che ci sia stato, era fuori area.
    Se però tu l’hai visto dentro…………….

  94. Anch’io in streaming, e mi è parso sulla riga e la riga è area.
    Però oh, magari ho visto male, che ti devo dire.
    Il fallo c’è: Carvalho cerca l’esperienza ma di fatto gli frana sopra.

  95. Non importa, tanto anche l’anno prossimo ci toccherà vederle in streaming…..le altre squadre.

  96. Boh, io ero rimasto che la rosa stava alla squadra, come il contenente al contenuto.
    Da dove li si piglia gli 11 per fare la squadra, dai magazzinieri?

    Boh, ormai pur di spuntarla vale tutto.

    La storia mi ha insegnato che ho sempre rimpianto i calciatori, mai gli allenatori.
    Viceversa, ci siamo mangiati i gomiti per alcuni giocatori dati via forse troppo in fretta.

    E ci siamo mangiati qualcosa anche un po’ più giù dei gomiti quando i giocatori li davamo alla Milano che retrocede.

    Poi, vabbè, io faccio fatica a trovare la differenza tra il rendimento di Strama e quello di Mazzarri

    se non che il primo s’è portato a casa due derby e una bella vittoria al gobbostadium
    e poi s’è dovuto arrangiare con l’Inter più in disarmo che io ricordi, tra infortuni, secessioni, acquisti improbabili e chi più ne ha, più ne metta.

    L’altro invece aveva Icardi
    (in panchina, of course).

    Questo a proposito della famigerata disparitàditrattamento.

    P.S. Prima di tifare Udinese, accertatevi del tasso di precipitazioni annue nel periodo settembre – maggio.

    • Sul rapporto fra rosa e squadra direi piuttosto che rupan na prithak śunyata, śunyataya na prithag rupan, rupan śunyata śunyataiva rupan.

    • Basterebbe semplicemente guardare la classifica per rendersi conto del rendimento e del posizionamento,non è difficile eh…

      Altra precisazione le vittorie valgono tutte 3 punti non che se si vince con i gonzi o le merde c’è un bonus,quelle servono solamente a farsi le pippe tra tifosi e per lo sfottò.

      Infine Este tu saresti un ottimo tifoso romanista o laziale qua se la giocano a chi vince più derby e chi arriva prima dell’altro che poi arrivino quindicesimi e gli altri sedicesimi poco importa,basta andare al bar e vantarsi con la frase “vavemo sfonnati”

  97. B&R

    La risposta alla mia domanda che mi rimandi sinteticamente e questa:

    Dipende come vuole e può operare(fpf) la società in termini di mercato.

    Cerco di articolarla:
    Che il problema non sia l’allenatore mi pare evidente,attualmente abbiamo una rosa non di pippe io li definirei non da Inter che mi sembra più esatto,faccio un esempio per capirci, uno come Kovacic se lo mandi a giocare in un’udinese qualsiasi fa la sua porca figura ma chi come noi deve ambire a certi traguardi al massimo gli può far fare panchina ed entrare a risultato acquisito.

    Se non si avrà la forza economica di avere giocatori da Inter non sarà certo Mancini ad invertire la rotta, un allenatore nella media che non sposta di una virgola quello che potrebbe fare un Mandorlini qualunque.
    All’epoca quando vinse molti hanno dimenticato o fanno finta con chi lo ha fatto,allora rinfresco la memoria su chi ha potuto contare oltre il fatto che i ladri erano in galera e i compagni di merenda agli arresti domiciliari:

    http://www.inter.it/it/palmares/30

    Se si vuole competere di calciatori di questo calibro bisogna attrezzarsi altro che di un allenatore che serve solo a giustificare scelte sbagliate.Pioli non è diventato un fuoriclasse all’improvviso, sappiamo bene tutti che il merito di stare in quella posizione in classifica è del loro bistrattato e odiato presidente che in apparenza può destare ilarità ma nella gestione della società è sicuramente tra i migliori e ci guadagna pure come si vocifera a Roma.

    • Cacchio, intervincit…!!! Lotito…?! E ti faceva schifo l’Udinese…
      Vabbe’ che l’altra sera eri in dolce compagnia inebriato dal profumo della Rosa a primavera, però adesso cominci pure tu con gli zompi acrobatici…

  98. Cioè, adesso siam qui a sognare il modello Lotito?

    LO TI TO ?!?!?!?!?!?!?!?!?

    Perdona la durezza intervincit, ma questa è follia, non posizione naif.

    Uno che in 12 anni di presidenza è andato in champions una volta sola (facendo quindi sempre pena in serie a), che ha vinto solo una coppetta, che ha rischiato 2 volte la retrocessione, che vive in costante guerra con la tifoseria che sogna di liberarsene

    Che, di contorno, con calciopoli e il più recente Lotito gate ha dimostrato pure di essere un disonesto malaffarista.

    Quello che ha messo su tavecchio, e ora cerca di spadroneggiare a destra e a manca.

    Suvvia, non scherziamo. passi l’insulto quotidiano a tutto ciò che è nerazzurro, da giocatori a società passando per l’allenatore che ha il difetto di non mangiar caciucco a colazione.

    Ma sognare e apprezzare Lotito credo che sia la cosa più assurda e ingiustificabile che abbia mai letto Su sto blogghe.

    • Quella tifoseria che sogna di liberarsi di lotito ha un nome; sono i cosidetti “Irriducibili”, contigui (ed anche qualcosa di più) all’estrema destra e che fino a quando non è arrivato lotito egemonizzavano il tifo biancoceleste, addirittura monopolizzando la gestione del merchandising in propri negozi e senza versare un euro alla società per l’utilizzo del nome/marchio Lazio.
      Meglio Lotito di tanti altri.

  99. Beh, Lotito nun se po’ sentì… davvero.
    Il Galliani de noantri, che si riempie le tasche co’ a lazzie e che (puro culo) azzecca un mix squadra/coach una stagione ogni 20…
    E quanto di questo teatrino faccia capo al fustigatore razzista che siede in via Allegri (a du’ passi dall’ufficio mio, oltretutto), suo degno compagno di merende, non è dato sapere.

    Siamo messi male, è vero, ma tra il cicciobello asiatico e il malaffarista burino, credo ci sia ancora una plusvalenza nostra.

    Intanto il derby si avvicina, ed ho il mio tagliando di tribuna rossa in tasca.
    L’ultimo che ho visto al Tempio finì 2-0 per noi.
    Era il 24/01/2010.
    Una domenica.
    Pandev indossava la maglietta della salute, sotto La maglia nerazzurra.
    A quei tempi, per battere i cacciaviti, ce ne bastavano 9 in campo.
    In panchina c’era un tizio strano, si chiamava Josè…

    Sto invecchiando.
    Divento nostalgico.

  100. Il riferimento era più che altro per ribadire e rafforzare il concetto che anche un Pioli qualsiasi può avere un certo successo se la società lavora bene,ma noto che non è stato ben capito.

    Su Lotirchio si può dire di tutto e di più ma i fatti rimangono,uno che prende una società sull’orlo del baratro affogata dai debiti del “galantuomo”Cragnotti e riesce a mantenerla ad un buon livello competitivo un coglione come tanti vogliono farlo apparire non lo è.
    Stiamo parlando di una società che non va oltre le periferie e zone fuori Roma non certo di una squadra di blasone eccelso con miloni di tifosi sparsi nel mondo che spende come ingaggi la decima parte delle squadre di rango stracolme di debiti, qualche merito va dato oppure no?

    Se poi vogliamo fare le analisi ad uso gobbum accomodiamoci pure..

    tengo a precisare che personalmente la odio e il gemellaggio con questi lo romperei da subito e quei cori pro Lazio dei nostri tifosi mi fanno cagare, ma ciò non mi impedisce di dare a Cesare il suo.

    Nino l’udinese è presa ad esempio per rimarcare le distanze tra la grande squadra(noi) e la mediocrità delle altre(loro) se ti fa piacere la prossima ci metto l’atalanta o similari 😉

  101. Io molto più proletariamente ero in Curva Nord (secondo verde) giusto giusto nella posizione per apprezzare il posizionamento della barriera di Dida sulla punizione di Pandev.

    Il passato serve sempre e comunque per il presente e sopratutto per il futuro.

  102. per vincere quella partita dovevano farcela finire in sei…( cit.Mou)

    a dire che la punizione la doveva tirare Pandev è stato il Mou…

    ieri sera il rigore non c’era, come non c’era quello della strage, e questo non vorrei fosse un presagio, ma certi fatti oramai non fanno più notizia talmente tante sono le sporcacciate che hanno fatto.

    il giorno che capiterà che le daranno contro un rigore che non c’è, il giorno che le annulleranno un gol valido allora sì che farà notizia, ma non capiterà mai e andranno avanti ad usare quella dell’uomo che ha morso un cane…

    Lotito come esempio manageriale da imitare???

    Intervincit non pensavo che il Mancio ti potesse fare tanto male…

    Mazzarri esci dal corpo di Intervincit, te lo ordino!

    segue benedizione con l’Acqua Santa…

  103. Flavio, in quell’occasione specifica, avrei fatto cambio.
    Lo svenuto a Glasgow qualche diottria deve averla lasciata in giro 🙂

    Intervincit, scusa, ma i soli meriti di lotito li stiamo per conoscere (forse…) dagli sviluppi delle inchieste penali in atto.
    Che la gestione da Arpagone poi dia i suoi frutti, questo è un Fatto.

    Ma il resto è pieno, ma pieno pieno, di ombre.
    E puzza, tanto.
    Questo, IMHO, basta per farmelo essere abbastanza lontano da quello che prenderei a modello.

  104. Tanto coglione non deve essere se gli hanno rateizzato tot milioni di euri in 30 anni, ma abbastanza mafioso si di sicuro.
    Lotito lo lascerei nel suo guano, è un gobbo senza soldi e senza tifosi.

  105. Corso
    Però bisogna motivare altrimenti ce la giochiamo a battute.

    Prendevo l’esempio della squadra che al momento esprime il miglior gioco premiata da un secondo posto strameritato a differenza di chi faceva proclami a destra e a manca con paccate di soldi, vedi napoli,roma,gonzi ecc… e in parte noi che strapaghiamo due allenatori di cui uno pure presuntuoso che ci fa viaggiare al decimo posto.

    Mentre Lotirchio ha quelle poche entrate che gli derivano dai diritti televisivi e dallo sponsor(forse neanche) e gli spettatori mediamente che non riempiono neanche la curva(adesso di più).Mi sembra che non abbia debiti e lo scorso anno è riuscito pure a vincere la coppa del nonno.

    Su questo devi replicare se vuoi il resto chiacchiere da bar dello sport.
    Ripeto può anche stare sulle balle,antipatico,che parla usando il latino e non l’inglese, inventarci precedenti penali ma la realtà dei fatti è un’altra.

  106. Intervincit,

    motivare?

    ma parli sul serio?

    ti pare che di motivi ce ne sia abbastanza, non ultima la famosa telefonata per cui preferisco sentire proclami a vanvera ma onesti piuttosto che avere a che fare con uno così tale e quale ai gobbi e a moggi.

    per quello che l’ho messa sullo scherzo parendomi superfluo prendere sul serio una persona così che non meriterebbe nemmeno d’essere menzionata altro che venire presa come esempio, perchè a questo punto varrebbe anche dire che moggi era uno bravo a fare il suo mestiere.

  107. Comunque l’argomento che volevo rimarcare era Pioli,per capire quanto conta un allenatore che poco tempo fa veniva schifato e il ruolo della società .Tutto qua,spero stavolta di essere stato più chiaro.

  108. Corso
    mi sembra che la conversazione fosse più di cattivo gusto che altro,paragonarla a quelle di moggi è paradossale.

  109. Leggo adesso che a Klopp il Dortumund gli ha dato il benservito aveva ancora tre anni di contratto,capita a fagiuolo…magari per il toto allenatori può tornarci utile 🙂

  110. non intendevo paragonarlo a moggi solo per la telefonata che non è solo di cattivo gusto ma dice a chiare lettere chi dovrebbe vincere ed andare in serie A e chi no, al di là dei meriti di una squadra, il che presuppone una volontà ad incidere sui campionati per privilegiare squadre che hanno un buon seguito di tifosi il che la dice lunga sulla sportività e l’onestà della persona anche se lungimirante a livello economico.

  111. quanto a Klopp allora adesso puoi metterti l’animo in pace perchè se hanno licenziato lui dopo quello che è riuscito a fare con i tedeschi minimo minimo a Mazzarri dovevano dargli tremilioniecinquecentomila pedate nel culo moltiplicato per gli anni che li prenderà.

    • Azz…ti ha fatto arrivare quinto e ti lamenti e allora con questo che batterà il record di Strabambinoni cosa bisognerà fare? 🙂

  112. Mah, se l’equazione è secondo posto-sei bravo, decimo posto-fai cagare, mi sta bene a livello calcistico, che poi è pura matematica.
    Il primo è campione, via via i meno bravi, fino ad arrivare alle ciofeche.

    Estenderlo alle gestioni…beh, parliamone se la lazzie resterà stabilmente a questi livelli e i bilanci di lotito resteranno positivi.

    Ma estenderlo alle persone è dare ragione ai gobbi: il fine giustifica i mezzi.

    E li, mi dispiace, ma siamo su linee diverse.
    Allora preferivo Ruby come nipote di Mubarak, almeno come cazzata era creativa davvero.

  113. Non mi sembra ci sia stato nulla di penalmente o sportivamente rilevante,posso sbagliare ma mi sembra non sia aperta nessuna inchiesta in merito.
    Comunque l’argomento importante è quello che hai toccato alla fine del post che calcisticamente parlando mi sembra il più interessante,quella benedetta lungimiranza che dalle nostre parti è scomparsa e ci si limita a tamponare cambiando allenatori in continuazione e temo non finisca qua…scherzavo prima su Klopp ma anche no.

  114. Statevi bene ci si riaggiorna,il dovere chiama.

  115. Che ci sia voglia di Roma (intesa come città) protagonista è fuori di dubbio, in un modo o nell’altro.
    Oltretutto è stato anche indetto il Giubileo (a cavallo dello scorso, facendo dietrologia, vinsero in sequenza Roma e Lazio, giova ricordarlo).

    Come sarebbe che non c’è niente, sportivamente e penalmente?

    E Calciopoli? Dimentichi che la lazzie di lotito c’era dentro mani e piedi? Dimentichi le condanne? Le penalizzazioni?
    E’ notizia di qualche giorno fa che è stato addirittura “sospeso” il Codice Etico (parolone…) della Federcalcio per permettere al bianco giglio lotito di rimettere il culo sulla sua sudata poltrona a fianco del compare Tavecchio.
    Ma de che stamo a parlà?

    E poi ci sarebbe qualcosina da dire anche da altri punti di vista, ma aspetto che ad informarti sia la prossima cronaca giudiziaria, e non io.
    Quando le cose che girano a piazzale Clodio subiranno la trasformazione da chiacchiere a capi di imputazione, allora ci si penserà.

    Per ora, non sono cose certe, ma supposte.
    E con le supposte meno c’ho a che fa, mejo sto…

  116. Mah, per come l’ho letta io, credo che intervincit si riferisse più al modo di gestire la compravendita dei giocatori della Lazio

    che non a Lotito in sé, in quanto tale.

    Cioè, se non ho capito male, correggimi se sbaglio intervincit, ma lui dice che se noi, con i nostri mezzi e il nostro blasone, riuscissimo a fare operazioni come quelle che ha fatto recentemente la Lazio, magari non saremmo in questa posizione.

    Ossia, la Lazio vende Hernanes per 20 milioni e poi si piglia sto Felipe Anderson a basso costo e questo ora vale 10 volte di più, oltre a rendere in campo.
    Pioli, per dire,
    (che a me non è mai sembrato “un Pioli qualsiasi”, ma uno che, avanti di questo passo, prima o poi una grande se la meriterà)

    ha messo su una squadra che funziona e che ha pagato.

    Strano che a dirlo sia proprio intervincit, perché la parabola di Pioli è proprio quella che distrugge tutto il suo teorema.
    Sì, perché questi hanno una squadra che, a sentirne i nomi, non è che proprio faccia tremare i polsi
    ed erano pure partiti male (persero male col Milan alla prima giornata, per dire)

    eppure ora sono una squadra che funziona.

    Non vinceranno lo scudetto, né ora né mai, perché la proprietà laziale non investe, però sono secondi e si beccheranno, a meno di crolli improvvisi, i soldi della CL.

    Quindi questo cosa dimostra?
    Intanto che, con le cosiddette “pippe” si può costruire una squadra buona

    no, dico, ve lo ricordate Candreva alla Juve? Cosa avremmo detto di Anderson lo scorso anno, se fosse stato da noi? L’avremmo sbolognato, sicuro. Pippapippapippa…

    Candreva sarebbe diventato “gli scarti della Juve”
    Klose un vecchio bollito
    Anderson una pippa
    Basta uno dell’Udinese
    gli altri degli illustri sconosciuti

    ecc. ecc. ecc.

    Pioli, invece, ha preso la squadra dall’inizio e ci ha messo meno di un anno per renderla una squadra che gioca.
    Non un anno e mezzo per arrivare a dire che era tutta colpa della pioggia.

    Ed è secondo, mica quinto.

    O nono.

  117. a Milano si usa dire fare l’uovo fuori dalla cavagna quando capita che qualcuno fa una cosa che non gli è mai riuscita prima.

    per cui non credo si possa prendere come esempio considerando chi è e cosa ha fatto Lotito sia in passato che adesso.

    Pioli è l’unico allenatore che è stato licenziato prima ancora di mettersi a lavorare e adesso si sta prendendo una bella soddisfazione ma se basta ballare una sola estate per dire che uno è bravo allora bravi lo sono tutti perchè una stagione buona capita a tutti, vedi Gasperini, Ranieri, Ballardini e tanti altri che erano di moda e che adesso non si sa più nemmeno come si chiamano.

    questo vale anche per i giocatori ovviamente dove ce ne saranno almeno un paio di centinaia che hanno fatto come le meteorine di quel programma televisivo che fa rivedere personaggi che sono stati famosi per un paio di mesi e poi spariti nel nulla.

    vedremo Anderson l’anno prossimo cosa vale…

    • Hai ragione, infatti in questi discorsi pro Lotito e Lazio in generale sono pregni di incoerenza.
      In primis in champions ci andranno adesso, negli ultimi 12 anni gli e riuscito una volta sola.

      La Lazio di Lotito e sempre stata una squadra da mezza classifica, con 2 picchi bassi (rischiatono la b) e 2 alti (ora è lanno in champions)

      Pioli non sarebbe mai stato accettato sulla nostra panchina. Sarebbe stato accolto esattamente come Gasperini.

      Adesso ha azzeccato l’annata, come qualsiasi allenatore di serie A ha avuto modo di fare in carriera almeno una volta.

      Ma la sua prova del nove, cioè la continuità di metodo e risultato, verrà nei prossimi anni.

      Quanto hai giocatori, già este ha riassunto bene la faccenda, inutile aggiungere altro.

      Morale, non confondiamo un rialzo (o ribasso) anomalo, con modello gestionale o amenità varie.

      Ché il modello gestionale c’è anche, se parliamo di Lotito, ma di certo non è un modello da grande squadra.

      E noi tutti, dopo 10 anni di Lotito, saremmo in stabile contestazione come i nazitifosi della lazio

  118. cazzo Quaresma!

    cosa stavamo dicendo?

  119. Legittimo che uno voglia difendere la sua tesi, ma uno non puo’ mettersi a prendere come esempio di allenatore Pioli solo per sostenere un’opinione (sbagliata) che viene ogni giorno di più smentita dai fatti: sul campo e nei propositi dello stesso allenatore, Mancini, atteso (anche a ragione, perché no) come chi potesse invertire la triste tendenza presa dalla squadra in questo Campionato.

    Se c’è in giro un allenatore che ha un curriculum simile a quello del precedente nostro tecnico, questi è proprio Pioli.
    Una carriera in provincia, passata a salvare squadre dalla retrocessione o a conquistare promozioni dalle serie inferiori. Con l’aggravante di vari esoneri fra cui uno abbastanza surreale, prima ancora di cominciare il Campionato, come ha già ricordato Corso. E che quest’anno è riuscito a trovare la formula giusta o forse, più semplicemente, a trovare il suo ‘Lavezzi’ (o il suo ‘Cavani’, fate voi) in F. Anderson, accompagnato dal buon rendimento del resto della squadra.
    E, come ha precisato Corso prima, stiamo sempre a parlare di un solo anno(1), che potrebbe essere una fortunata, anche se meritoria, coincidenza.

    Per la serie ‘Come ti tiro l’acqua al mio mulino’.
    E tutto per non subire l’onta gravissima di riconoscere di aver sbagliato a capire una situazione.

  120. Già, Quaresma!!! Carneade chi era costui?
    Il “trivela”ne ha segnate due .Il calcio è lo specchio della vita!!!!
    Alti e bassi,tristezza e gioia !!! Ma perchè a noi il nero e agli altri l’azzurro?
    Partita dei pigiamati di ieri sera;andranno in semifinale e se la giocheranno con
    il Barcellona ! Che il loro nume protettore (alias Platini) li assista come ieri sera;
    se questi fanno il triplete mi ritiro in Australia ad allevare canguri.

  121. Come fa Adriano (Barcellona) a salvare (nella sua area) in recupero su Lavezzi e, dopo neanche trenta secondi, a prendere una punizione, dal limite dell’area avversaria, per la sua squadra all’89° resta per me un mistero.
    La penso sempre allo stesso modo: o questi si bombardano, senza farsene accorgere, o in Italia siamo veramente scarsi nella preparazione atletica.

  122. Ma ‘l’allenatore’ del Barcellona è lo stesso che fu esonerato dalla Roma appena l’altro ieri?

    E come mai è 1° nella Liga contro Madrid e Atlètico (mica Lazio e Roma, con tutto il rispetto), qualificato come 1° nel girone di Champions League, M.City mandato a casa negli ottavi e, stasera, 3 a 1 a domicilio al PSG?!

    Sarà che la differenza dipende da qualche ‘giocatorino’ che ha ora e non aveva alla Roma?!

    Chissà che ne pensano gli appassionati di Floricoltura?!

  123. E’ abbastanza ovvio che Enriquez a Roma non aveva Messi Nejmar Suarez e compagnia (e per compagnia dico la squadra del secolo! Mica pizza e fichi!).

    Detto questo a Roma non aveva una squadra di somari, anzi tutt’altro; una squadra niente male se la rapportiamo alla attuale serie A.
    Eppure non ha combinato niente.
    Vero è che a Roma è difficile, e vero è anche che forse il Barcellona lo potrebbe allenare non dico chiunque ma quasi.
    Persino Mazzarri farebbe bene, e lo dico senza ironia.

    E quindi?
    E quindi questo è il calcio.
    Ci vuole fortuna oltre alla bravura.
    E direi che è tutto molto relativo.

    Ma soprattutto volevo dire questo:
    Enriquez non va valutato adesso, ma va valutato alla Roma.
    E’ in quelle squadre lì che si vede la vera bravura di un allenatore!

    • Quindi, ad esempio, Ancelotti non lo sappiamo se è bravo davvero visto che, tranne che agli inizi con la Reggiana, ha allenato solo squadre di alta classifica.

    • E già, può sembrare assurdo ma è così.
      Ancelotti è bravissimo nell’essere aziendalista.
      (scuola milan, quella berlusconiana per intenderci)

  124. Nino

    Adriano è entrato a 10 minuti dalla fine (minuto più minuto meno).
    Se non corre uno così…

    • Non è che corresse solo lui, a dire la verità.
      E non è che lui e gli altri corrono solo da dieci minuti. Sono anni che corrono. E non solo loro.
      Solo qui in Italia se giochiamo tre partite di fila abbiamo bisogno di terapie ricostituenti. Mistero. In qualsiasi caso.

  125. Beh si sa, fanno correre la palla, e di conseguenza gli avversari.
    E poi sono piccoletti per lo più.
    Comunque, visti i vari casi dello sport spagnolo, ciclismo su tutti, e il caso inquietante del Dr.Fuentes non do nulla per scontato.
    Anche perché oramai ne abbiamo viste di tutti i colori, dai centometristi alla Johnson fino al texano con l’abbonamento alla maglia gialla!

  126. Quaresma in patria ha sempre fatto bene.
    Evidentemente quando gioca lontano ha la saudade.

  127. Ci stiamo trastullando sul nulla.
    Dalla fisica moderna in poi si sa che ogni fluttuazione quantistica genera due universi che realizzano ciò che “prima” era una semplice probabilità.
    Quindi c’è un Universo (anzi, più di uno, un numero “N” elevatissimo) in cui Mazzarri, con questa stessa rosa, sta dominando alla grande il Campionato, con Juventus, Roma e Napoli umiliate, così come aveva predetto nella famosa intervista.
    Non lamentatevi di essere finiti nell’Universo Sbagliato. Capita.

  128. E, al di là di tutto, Forza Inter. Sempre.

  129. lo squadrone 2008 non aveva tempo di aspettare Quaresma, esattamente come la pavida, povera, umiliata Inter del 2013 non aveva tempo di aspettare pippinho

    nessun rimpianto per entrambi

  130. John terry: coutinho è il miglior giocatore della premier.

    però oh, se tagnin senza vederlo giocare da 3 anni dice che è una pippa, deve esser per forza così

  131. Quindi il capitano del chelsea che parla di un ragazzo del liverpool è “un qualsiasi quotidiano portoghese” che parla di un giocatore del porto.

    Orsù, tagnin..

    Comunque, per la cronaca, io non penso che coutinho sia davvero il miglior giocatore della premier.

    Ma da qui alla pippa che hai in mente tu, ci sarà pur una via di mezzo?

    • che sia pippa o meno al momento non è rilevante, lo era nel 2013, fisicamente e caratterialmente impresentabile

      cosa ha combinato dopo non è un mio problema, l’unica cosa è che purtroppo ci siamo dovuti tenere àlvarez quando il calcio nel culo l’avrebbe dovuto prendere anche lui

    • Di questo passo si dirà che anche Pirlo era una pippa ed è stata un’idea brillante cederlo.

  132. Quaresma è stato preso perchè il Mou doveva evidentemente fare un favore al suo procuratore e allo squadrone del 2008 non è mancata la pazienza che questa è mancata ai tifosi vedendo uno che era costato una trentina di milioni fare la foca allo stadio invece che al circo e i più volevano il rimborso del biglietto visto che avevano pagato per vedere giocare al calcio e non per assistere ad uno spettacolo circense.

    ovviamente è stato dato via praticamente aggratis, viceversa il pippihno è l’unico giocatore che è stato venduto bene rispetto a quanto ci era costato nonostante ci fosse qualche d’uno che aveva predetto che non avremmo preso nemmeno i soldi spesi ed ora c’è qualche d’uno che dice che lo avremmo dovuto tenere o che ne avremmo dovuti prendere di più.

    in realtà abbiamo preso il giusto e se fosse rimasto non avremmo preso più nemmeno quelli perchè sarebbe naufragato insieme a tutti gli altri nel mare di mediocrità in cui è sprofondata la nostra squadra.

    oltre tutto al suo posto è arrivato Kovacic che a prima vista mi era sembrato nettamente superiore ma chi è che non sbaglia mai?

  133. Ma siamo nel 2015? O no?
    E dovremmo star aspettando dal 2008?
    Qua non si arriva manco ad aspettare tre mesi…

    E il prode Coutinho? Ci riesce adesso a farla arrivare in porta una palla calciata dai 20 metri? Perché quando stava da noi i portieri gliela paravano col piede sinistro…

  134. sarà anche il miglior giocatore della premier
    ma gli unici trofei ( in europa) li ha alzati con noi
    il resto è aria fritta

  135. B&R

    Infatti dicevo di Mazzarri all’Inter e cioè una squadra grande ma da rifare e costruire completamente.
    Non di quando era alla Reggina!
    Era a questa Inter che doveva dimostrare ciò che valeva veramente.

    Poi tra vittima e cenerentola c’è una bella differenza: l’Inter del Mou non era certo una cenerentola ma semmai vittima; e il Mou sapeva benissimo cosa era successo in Italia qualche anno prima!
    E quindi aveva capito benissimo cosa doveva dire e cosa doveva fare.

    Comunque sulla liquidità posso anche essere d’accordo, a patto che siano chiari i contesti.

  136. Mah, sarà contento Hazard di questa dichiarazione.

    Comunque, non ritengo Coutinho un fuoriclasse e nell’Inter era troppo leggerino.
    Fatto sta che non posso dire che sia una “pippa”.

    Anche se ormai il concetto di pippa è stato un po’ rivisto e ridefinito, pur di salvare l’allenatore di turno, che invece non si tocca.

    A parte Mancini, e tutti quelli che all’Inter hanno vinto qualcosa, che su quelli si può dire la qualunque.

  137. (a chi intende) ci siamo letti a vicenda. [edited]

    • Intervento completamente fuori luogo.
      E’ evidente che, mancando fatti nuovi ed eventi interessanti, le discussioni sono destinate ad avvitarsi su se stesse.
      Se non succede un cazzo (ed è probabile che non succeda fino alla fine della stagione) si andrà avanti così.
      Comunque, se l’alternativa è la bannatura stile 1984, beh, vorrà dire che anche questo sito morirà, come sono morti tutti i siti interisti che ho frequentato in questi anni. E tutti alla stessa maniera, pretendendo di introdurre il bon ton e il rispetto del tema, manco fossimo ancora alle scuole elementari.

    • non è il bon ton, di qualcosa di scritto mi scandalizzo ben poco, è il trascinarsi della cosa.
      Per me è sufficiente che non vengano colonizzati i commenti, davvero tutto qua. Niente 1984, per me è più un “dì la tua ma non menare il torrone” in soldoni.

  138. Ho letto le dichiarazioni del Rano.
    Domanda: ma perchè non sta zitto?
    Porta pure sfiga.
    Come si dice un bel tacere ……

  139. E intanto il Napoli segna in fuorigioco
    e con tocco di mano.

    Capitasse mai a noi, oh

  140. Nella sostanza quoto corso.

    (Un po’ troppe volte ultimamente) 🙂

    Detto questo, ho visto ieri il Barça: penso sia ancora più forte di prima
    con il trio maraviglia là davanti!
    Il conte Dracula poi è la ciliegina sulla torta.
    Mentre mi ha deluso il Bayern, non pensavo prendesse tre pere in Portogallo.
    E il Real, pur essendo superiore, rischia in casa dopo lo 0 a 0.
    Deve assolutamente vincere.

    Ma la gobba, se passa, chi incontrerebbe in semifinale?

  141. Thadave
    Invece di consigliare alla gente di andarsi a rileggere la definizione di troll sarebbe ora che ti vai a leggere la definizione di moderatore.

  142. Cioè, fatemi capire, il Wolsburg che ci ha eliminato perde in casa 3 a 0 col Napoli?!
    Ma come non erano i secondi della grande Bundesliga?

  143. Internaz

    il primo gol era irregolare.
    Ma per il resto devo dire che il Napoli sta facendo una partita pazzesca.

  144. Certo che il Naples è troppo fortunato a pescare sempre le squadre più scarse, tipo sti crucchi scarponi…. A noi invece capitano sempre le più forti…..

  145. Anzi 4 a 1!

  146. Ho capito este

    ma 4 a 1!?
    E comunque il Napoli ha fatto un partitone.

    Pure la Fiore ha vinto e su un campo difficile.
    Insomma, che tristezza per la nostra Inter.

  147. Secondo me non è un caso la straordinaria prestazione del Napoli di questa sera:
    si giocano tutto in EL!
    Se vincono vanno in CL in automatico e così restano Iguain Collejon e Benitez.
    E coi soldi il cinepanettaro ci rinforza la squadra.
    Non male come strategia, e possono anche farcela se giocano così.

  148. Beh Internaz
    il Wolfsburg era più forte di noi, come collettivo, e fin qui ci siamo

    ma ci eravamo accorti che non hanno una difesa imperforabile.

    Poi, oh, io ho visto la partita, il Wolfsburg, secondo me, s’è montato appena appena la testa.

    Li hanno affrontati con sufficienza e hanno preso una sveglia memorabile.

    E comunque c’è da ammettere che il Napoli ha fatto una partita praticamente perfetta.

  149. Fetente di un mesciato che ci hai fatto fare una figura da perecottari!!!

  150. POCHE CHIACCHIERE…..IL WOLSBURG E’ UNA SQUADRA DI MEZZE PIPPE CHE CI HA BUTTATO FUORI; NOI SIAMO UNA SQUADRE DI GRANDI PIPPE…..PUNTO. O L’ INDONESIANO SI DECIDE A CACCIARE I SOLDI CHE SERVONO PER PRENDERE ALMENO 5 (DICASI 5) GIOCATORI DI VALORE OPPURE DOVREMO RASSEGNARCI A VEDERE ANCORA TANTE INTER- WOLSBURG CON LA NOSTRA SQUADRA PERDENTE..ED HO DETTO TUTTO…..CIAO

  151. Incredibile come due partite con lo stesso incipit abbiano avuto un esito così diverso!! Un po’ il fato un po’ la dabbenaggine. Allora: dopo dici minuti uno a zero noi e uno a zero per il Napoli. Dopo dieci minuti azione sul filo del fuorigioco ( che non c’è) e niente raddoppio; azione sul filo del fuorigioco e raddoppio per il Napoli. Il fato avverso! Poi la dabbenaggine di una squadra che concede l’impossibile. Compreso uno dei miglior portieri al mondo per il quale non stravedo ma il cui essere in panca è un oltraggio al buon senso!!!
    Morale: ti fai cacciare fuori da una squadra il cui reale valore è emerso ieri in tutta la sua evidenza. E noi a mangiarci le mani e a evocare i rimpianti e i rimorsi. Per inciso: credo che il Napoli abbia ottime possibilità di vincere il trofeo e di accedere per questa via alla >>CL.

  152. Col Wolfsburg fummo dei pollastri, regalando gol come fosse natale.
    Se non avessimo fatto quei regali, e cioè avendo una difesa, saremmo passati noi.
    Ma d’altronde è così da due stagioni e i risultati pessimi si devono a questo principalmente.
    Solo che prima prendevamo gol lo stesso ma attaccavamo zero!

  153. Concordo con Internazionalista che il Napoli si vorrà giocare la sticazzilig fino alla fine.
    Però fotte sega dei ciucci.
    Sono in clima derby.
    Datemi un gonzo cui strappare il cuore per addobbare l’asta della bandiera!!!

  154. Da non dimenticare, oltre alle dabbenaggini difensive col Wolfsburg, l’enorme cazzata al novantaquattresimo col Napoli, tanto per dire che bella difesa abbiamo.

    E non meniamo troppo il torrone col Mancio che non sa impostare la squadra se poi chi scende in campo combina l’impensabile.

    Fino alla fine, comunque, forza Inter e forza Mancio ed ora mi metto in modalità derby.

  155. La titolare dell’Istruzione parla di calcio in vista del derby di Milano.
    Il ministro Giannini: «Io interista sin da piccola, una scelta di eccellenza»

    Dopo La Russa e Pisapia ecco un altro politico interista.
    Dobbiamo rallegrarci o è’ il caso di toccarsi i “gioielli” di famiglia?

  156. Anche il ministro Delrio, il vice di Renzi, è interista.
    Cossutta è interista.
    Ma i più giovani non sapranno chi è.

  157. Per i più giovani.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Armando_Cossutta

    Forza Inter e forza Mancio, ovviamente.

  158. Non so perché ma questo derby non mi dice proprio nulla…..sarà grave?!!

  159. Mah, io chiedo solo che mi venga risparmiata la vergogna dello scorso anno.

    Aldilà del risultato, mi basta che stavolta si entri in campo.

    Ma riconosco che questo atteggiamento remissivo è figlio della mentalità da neopromossa di provincia che è stata instillata nella nostra gloriosa squadra.

    Meno male che ci sono rimaste le coppe,
    perché la mentalità del biennio mourinhano è finito letteralmente nello scarico.

  160. (Modalità salotto ON)

    Oh tagnin, un giudizio al volo su Phantom Radio,

    l’ho sentito e secondo me non è male.

    • anche secondo me, i pezzi sono meno convincenti ma arrangiati meglio rispetto al predecessore, diciamo che si muove su terreni conosciuti e probabilmente gli conviene

  161. Sì, esatto.
    Anche a me sembra che sia tornato al sound dei tempi di Field Songs.

  162. Gnoukouri titolare.
    Mah, a me era sembrato lento anche in Primavera, che però non è il terreno migliore per giudicare un calciatore.
    Loro hanno Suso. Accordo fra gentiluomini?

  163. che schifezza…

  164. e che schifezza d’arbitraggio…

  165. parlavo in generale

    forse c’era un rigore per noi

    e il loro gol si poteva dare…

  166. Vabeh, il Milan per farsi convalidare questo punto deve passare dal ricettatore.

    La solita vergogna arbitrale.

    Del resto oggi li guardava il thailandese Mr. Bee, e il venditore Sig. B. doveva dimostrargli che nel pacchetto non ci mette solo pipponi e debiti, ma anche una classe arbitrale pronta ad appoggiare il rilancio.

    Quanto ai nostri, li possino…. Giocassero sempre così sti maledetti, non so dove saremmo, ma di certo non avremmo tutte ste ferite da leccare.

    Tirando le somme del derby, credo abbia dato una buona rappresentazione dei rapporti di forza cittadini.

    Noi più forti, loro più ladri, con la conseguenza che in classifica si continua ad andare a braccetto.

  167. Sì, è vero, c’era quel rigore per noi, ma io i rigori per fallo di mano non li considero, per cui me ne ero dimenticato.
    Ma perché hanno annullato il loro gol?
    Per fuorigioco, immagino. Ma c’era? E di chi?

  168. sembra che abbia fischiato il fuorigioco di partenza di alex

    ne ho visti dare di peggio

    vabbè abbiamo vinto ai punti

  169. No, scusate
    che significa

    “io i falli di mano non li considero”?

    Allora mettiamo 3 portieri e sistemiamo così la fase difensiva.

    • Dai, si danno dei rigori per falli di mano del menga.
      Io il rigore lo voglio quando il fallo interrompe un’occasione da gol.
      Se quel tiro era diretto in porta, sì, era da dare.
      Ma se era una sega di tiro che sarebbe finita contro il portiere, io non mi straccio le vesti se non ce lo danno, anche se a termini di regolamento ci spetta.

  170. certo la moglie del mancio deve essere una gran figa

    dopo podolski e kovacic se la trombano anche shaq e santon

    seguono a ruota hernanes e nagatopo

  171. Ho visto solo l’ultima mezz’ora.
    E dunque chiedo:
    hanno annullato un gol al milan? E se sì era regolare o no?

    A noi non hanno dato un rigore palese mi sembra, per fallo di mano.
    Che se era rigore quello di Lucio nel derby del 2010 questo lo è tre volte di più.

    Non capisco neanche tanto l’annullamento del nostro gol, che a parti invertite una azione simile, ricordo, fece vincere il milan nel derby del 2011, in cui almeno due dei tre gol erano viziati o da azioni irregolari come questa o da fuorigioco.
    Ma poi, è Palacio a buttarlo giù o è lui che incespica?

    • Lo tira giù, strattonandolo volontariamente; sperando che arbitro e guardialinee guardassero la palla che era lontana.

  172. onestamente ( sono interista) il gol del bbilan l’avrei dato

    e visto i tempi

    non so se l’avremmo raddrizzata

    • Se il fuorigioco è quello di partenza di Alex, non l’avrei fischiato neppure io.
      Certo che se l’arbitro ha fischiato subito, allora non poteva fare altro che annullarlo.
      Spesso gli arbitri fischiano quando vedono un giocatore in fuorigioco attivo, indipendentemente dal fatto che gli arrivi o no la palla.
      A termini stretti di regolamento era da annullare, perché Alex partecipava attivamente all’azione.
      Ma si tratterebbe di un fischio molto fiscale.

  173. resta il fatto che arbitro o no

    avevamo i mezzi per vincerla

    e ancora una volta non ci siamo riusciti

    e prima che venga in mente ai nostri ” eroi”

    lo dico io:

    l’ultimo obiettivo sarà di evitare i preliminari di coppa italia

    e non sarà facile…

  174. Comunque l’Inter meritava di vincere.
    Nel 2° tempo abbiamo creato almeno tre palle gol clamorose nel giro di un minuto e mezzo!

    E il rigore era evidente, solo che a noi non li danno mai.
    Poi Palacio non tira giù nessuno, è il milanista che gli va incontro per fermarlo.
    Ovvio che a quel punto c’è il contatto.

  175. Fortuna che c’è Internazionalista, e lo dico senza sarcasmo eh.

    Perché a leggere i commenti degli altri iniziavo a sentirmi matto.

    cioè, uno xhe non l ha vista e passa di qua pensa che l’abbiamo rubata.

    E per inciso, il gol del Milan è stato, GIUSTAMENTE, annullato non per fuorigioco di partenza, ma per fuorigioco sul tocco successivo. Che c’è.

    Comunque ho un sogno, anche se pressoché irrealizzabile.
    Vorrei vedere le Milanesi chiudere il campionato a pari punti nell’ultimo posto uefa disponibile.

    Il doppio pareggio ci darebbe scontro diretto a favore per gol fuori casa, a sarebbe una pur magrissima vendetta per il 2003.

    Certo, un preliminare uefa non compensa mai e poi mai una finale champions, figuriamoci.

    Ma almeno capiscono che significa restar fuori dai giochi senza perdere, per un doppio pari nello stesso stadio.

    • Se il fuorigioco è sul tocco successivo, è da annullare senza alcun dubbio.
      Resta il fatto che il Milan quasi non ha giocato, e nonostante questo, come ha già sottolineato interista, non siamo riusciti a portarla a casa.

  176. Ora, ho capito che bisogna criticare a tutti i costi, soprattutto perché il nostro allenatore ha il ciuffo, la sciarpa e il Richard Mille da millemila euro

    però cambiare le regole del gioco mi pare eccessivo.

    Il gol del Milan non solo era da annullare, ma non si può neanche parlare di gol annullato, perché andavano fischiati 2 fuorigioco consecutivi

    il primo ad Alex, che partecipa all’azione e quindi è attivo, e il secondo a De Jong (attivissimo) sulla spizzata di Mexes di testa nel cross.

    Poi c’è un rigore solare per fallo di mano di Antonelli che ha il braccio IN ALTO (no, ditemi come fa ad essere involontario un braccio in alto con palla bassa)

    e, soprattutto, non ce ne sarebbe bisogno visto che il regolamento non lo impone
    ma, sì, Hernanes stava tirando in porta, tanto è vero che la palla stava entrando con tutto che c’era stata deviazione.

    Poi ci sarebbe anche un rigore su Vidic spintonato in area,
    e il gol annullato che posso avere il beneficio del dubbio, toh, anche se non ho dubbi che a parti invertite avrebbero dato gol.

    Queste son le regole del calcio, sennò diventa pallamano.

  177. Ah, dimenticavo:
    ciliegina sulla torta

    la punizione da cui è scaturito il gol con doppio fuorigioco deriva da un fallo…

    che non c’era!
    (e Medel s’è beccato pure l’ammonizione).

    Comunque, aldilà di questo:
    anche stasera s’è visto il calo atletico.

    Primi 20 minuti intensi, poi siamo calati vistosamente,
    nel secondo tempo ripartiamo bene, poi celiamo il calo con energie nervose date dal valore intrinseco della partita

    e quindi sì, giochiamo e attacchiamo, ma fondamentalmente (e si vede) siamo poco lucidi.

    Purtroppo un’alternativa ai gol di Icardi e Palacio serve.
    E se non è Podolski qualcuno deve pur essere.

    Perché Maurito stasera ha fatto un’ottima partita, inizia a giocare per la squadra e tatticamente lo vedo crescere a vista d’occhio

    però c’è bisogno di qualcuno che gli dia il cambio o provi a rompere la partita quando lui o Palacio non riescono a sbloccarla.

  178. Notizia di fcinternews: il Barcellona a gennaio 2016 si prende Kovacic e ci dà in cambio un paio di scartini.
    Quel Kovacic che, secondo i commentatori milanjuventini di fcinternews è quello che ieri sera ha fatto peggio. “Bocciato” era l’incipit perentorio di questi balenghi corrotti.

  179. Considerazioni in ordine sparso.

    *Che bello tornare a vedere un derby nel Tempio…
    *Tranne che nel risultato nudo e crudo, li abbiamo tritati.
    *Che bello “sentire” il terrore della sud ogni volta che partivamo.
    *Il milan fa davvero cagare.
    *Hanno avuto un culo che, se fosse vero che alla fine la buona e la cattiva sorte si compensano, da qui alla fine del campionato le perdono tutte immeritatamente.
    *Grazie a rigori davvero ridicoli si ritrovano almeno 10 punti in più, altro che il mani di Antonelli, li mortacci loro.
    *Adoro Palacio, senza se e senza ma.
    *Icardi sta diventando una punta moderna. Piano, ma sta cambiando.
    *Al posto di Medel, avrei preso il rosso per azzannamento dell’arbitro, del guardalinee e di quel Cagnotto di Antonelli nel tuffo che per poco non ci costava caro, da cui è scaturito il loro unico tiro in porta, con gol farlocco.
    *Ho rimpianto la partita in poltrona solo perchè avrei voluto vedere più spesso la faccia di zio Fester inquadrata.
    *Non so se perchè il bilan fa davvero cagare o perchè è così, ma la linea a 4 dietro funziona decentemente.

    *Non so davvero perchè, ma per la prima volta, dopo un pareggio, ho fatto 550 Km col sorriso stampanto in volto.

    .
    Forza Inter
    .

    • Per tua informazione, la faccia di Galliani l’hanno inquadrata poco.
      Io mi ricordo solo un’inquadratura.
      Probabilmente un ordine di scuderia, perché più la inquadravano, più sottolineavano l’assenza del Capo.
      Probabilmente la TV è pilotata perché hanno scelto un momento in cui Thoihr (non potevo inquadrare l’uno senza l’altro) sembrava in coma, forse per il jet lag.
      Comunque significativa l’immagine di Galliani e Barbara Berlusconi come due perfetti estranei. E questa sensazione anche i registi televisivi compiacenti non potevano sopprimerla.

  180. Ieri l’arbito (Banti) mi è sembrato Robin Hood.
    Ha rubato ai poveri (noi) per dare ai più poveri (Milan).

  181. con il Palermo ce ne hanno annullati due per fuorigioco e dopo duemila moviole ci sono ancora dei dubbi al riguardo, quello annullato ai gonzi è stato visto da tutti nei replay durante la partita e non riesco a capire come uno che ha oltretutto come nick “interista” possa dire che lui lo avrebbe dato, perchè c’è uno in fuorigioco all’inizio dell’azione e un altro in fuorigioco alla fine che ostacolano i nostri difensori.

    detto questo è bella anche la conclusione che ne trae dove dice che nonostante i gonzi fossero poca cosa non siamo riusciti a vincerla ugualmente e aggiunge figuriamoci se l’arbitro non gli avesse annullato il gol che lui, interista, avrebbe dato.

    ovvio che se a noi non danno rigori solari che normalmente ci danno contro anche se non così evidenti e il loro portiere fa parate strepitose di cui una senza nemmeno accorgersi, diventa difficile vincere le partite, al di là di quella squadra derelitta che siamo quest’anno.

    ma a una delle due derelitte viste ieri sera hanno fregato l’ennesima partita e all’altra hanno fatto l’ennesimo cadeau.

  182. caro corso
    ho detto solo “secondo me”
    e parlavo dell’impressione in diretta
    non ho voglia in questo momento di vedere una partita intera
    figurati le moviole
    resta il fatto che la storia recente ci ha insegnato che quandosi è forti
    le si vince anche e nonostante l’arbitro
    tutto questo senza nessuno spirito polemico
    è solo scoramento
    spero me lo facciano passare…

    • certo, fossimo forti, ma chi ha mai detto che lo siamo?

      però un derby è un derby e vincerlo anche fregando è sempre importante, figuriamoci se non lo vinci perchè oltre a non essere abbastanza forte ti mettono anche i paletti per impedirti di vincerlo per cui la prima cosa che si dovrebbe dire è che ti girano i coglioni nel vedere sempre come siamo trattati, poi tutto il resto.

      almeno io a caldo la vedo così, a freddo posso dire che lo abbiamo giocato in dieci perchè da uno come Kovacic mi aspetto ben altro ma non me lo dà mai, posso dire che piuttosto che fare giocare uno come D’ambrosio avrei messo Santon o addirittura Nagatomo perchè su quella fascia si poteva fare quello che si voleva ma non si è visto un cross decente nemmeno per sbaglio e posso dire che nonostante il ragazzino Gnoukuri non abbia demeritato e si sia mosso con personalità con l’innesto di Obi si è vista un’altra Inter e forse era meglio che il Mancio lo mettesse dall’inizio, come dall’inizio io avrei messo Shaqiri e Hernanes fatto giocare più indietro come nel finale.

      ma questa è solo la mia opinione del dopo che non c’entra un tubo con la partita che si è vista e che avremmo meritato di vincere.

      ma a caldo, durante e a fine partita, mi incazzo per il rigore negato e per la prima volta nella storia del calcio, avere visto annullare un’autorete.

  183. in effetti al di là di come ognuno di noi
    li avrebbe schierati in campo
    torno a chiedere come mai gli acquisti di gennaio, evidentemente chiesti dal nuovo allenatore, stiano progressivamente scomparendo dai radar
    perchè santon e shaq poi, li dobbiamo riscattare
    e inoltre i cartellini del profeta e di kovacic si stanno rapidamente depauperando
    va a finire che gli unici più o meno monetizzabili
    restino icardi e handa.

  184. interista, senza offesa, la logica che se si è forti si vince anche con arbitro contro è da juventini e da Moggi (quando rigirada noi, che quando riguarda loro ancora la menano con la pioggia di Perugia!). Lo usavano sempre contro di noi. Peccato che noi nel 1998 eravamo forti tanto da vincere la Uefa di allora, con Ronaldo, Zamorano, Dyorkaef, Simeone ecc, mica con Nagatomo, ma il campionato l’abbiamo perso, con 17 partite almeno pesantemente taroccate dagli arbitri!
    E’ vero che, quando si è anche deboli, le ingiustizie possono pesare di più, ma anche il Barcellona, fosse trattato come ci han spesso trattato, ne avrebbe vinte di meno!

    • juventino?

      aspetto te e i tuoi padrini (o madrine) domani all’alba

      dietro il convento dei carmelitani scalzi.

  185. Personale classifica dei più insultati ieri sera:

    1° Banti => ha influenzato il risultato finale
    2° Kovacic => aspettando Godot…
    3° D’Ambrosio => un cazzo di cross decente… almeno uno…
    4° Hernanes => ma è così difficile battere i corner decentemente?
    5° Mexes => a prescindere

  186. Sto leggendo alcuni resoconti di giornali sportivi e non……vedo che tutti sono concordi nel dare un buon giudizio su Hernanes…….la cosa mi sconcerta abbastanza…a parte che non riesce a mettere un angolo decente ( ed è brasiliano pure……) non riesco a capire come si possa dare un giudizio positivo su un elemento che rallenta il gioco come pochi e tocca la palla sempre due o tre volte in più del necessario….mah……sarò io a non capire niente di calcio ma prima di vendere kovacic e tenere sto pseudo brasiliano ci penserei un bel po’…….

  187. io non ho detto che sei juventino, ma che gli juventini dicono ( a noi interisti) che se sei forte vinci a prescindere. Sono pacifista. Se vuoi il duello lo facciamo a torte in faccia!

    • proporrei di sfidarci a chi si ricorda il maggior numero di terzini sinistri ( scegli tu che valenza dare al termine)
      da roberto carlos ad oggi

  188. Macellari, Tarantino, Milanese, Pedroni, Georgatos, Gresko, Berchet…

    c’è l’imbarazzo della scelta

  189. innanzitutto

    pedone (che roberto carlos era scarso…)

    poi

    serena (michele)

    e aggiungerei

    tarantino

    ma solo perchè tutti e tre han giocato col Venezia…e li ho visti!

  190. Centofanti, Coco e ….rullo di tamburi… GRESKO!!!

  191. Angloma
    Brechet
    Centofanti
    Cirillo
    Coco
    Cordoba
    Chivu
    Domoraud
    Favalli
    Georgatos
    Gilberto
    Gresko
    Helveg
    Maxwell
    Macellari
    Mezzano
    Milanese
    Paganin M.
    Panucci
    Pasquale
    Pistone
    Santon
    Sartor
    Serena
    Silvestre
    Tarantino
    Vivas
    West
    Zanetti J.

    bastano?

    dilettanti

    (grazie rete)

    • Una curiosità.
      L’hai fatto tu questo o l’hai trovato in rete?
      Tempo fa ne stilai uno simile.

  192. però su” Pedroni”

    mi inchino..

  193. Pedone all’Inter non me lo ricordo proprio…

    Ho delle obiezioni da fare sulla lista di interista:

    Panucci, Helveg, Sartor, Angloma, Zanetti sono fondamentalmente terzini destri
    Cirillo, Cordoba, West, Domoraud e Paganin erano fondamentalmente centrali difensivi

    • Paganin non è stato acquistato da Moratti, quindi non lo includerei.
      Zanetti, Cordoba e West sono stati schierati come terzini sinistri più di una volta, quindi è giusto metterli nell’elenco, perché non si è trattato di inserimenti estemporanei ma di tentativi di trovare finalmente uno che riuscisse ad adattarsi al ruolo.
      Gli altri effettivamente erano centrali o terzini destri.

  194. Pedroni??? chi cazzo era???

    a prima vista stavo di nuovo facendo un predicozzo perchè dopo avere letto e riletto non ho visto il nome di quello più importante, ma poi ho visto che la richiesta era di quelli dopo Roberto Carlos e mi sono calmato…

  195. chiaramente trovata in rete
    però li ricordo tutti
    si potrebbe aggiungere etò
    e non mi contestate zanetti
    che a madrid il vate spostò a sinistra
    per annullare robben

    certo che il conte max verrebbe buono ancora adesso

    ma lui è la mancia del pizzaiolo per ibra

  196. Siete d’accordo?

    Classifica senza errori arbitrali, Inter in Europa. È la seconda più penalizzata
    Fonte: panorama
    Giovanni Capuano, sulle pagine di Panorama.it, stila la classifica di Serie A alleggerita dagli errori arbitrali. Il parametro preso in considerazione riguarda le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c’erano, reti annullate o concesse per errore):
    La classifica senza errori arbitrali dopo la 31° giornata
    Squadra, punti e differenza con la reale
    Juventus 71 -2
    Lazio 58 =
    Roma 55 =
    Genoa 55 +11
    Napoli 55 +2
    Inter 50 +8
    Fiorentina * 46 -3
    Udinese 44 +9
    Sampdoria 44 -6
    Torino 40 -4
    Palermo 40 -1
    Milan 39 -4
    Empoli 38 +4
    Sassuolo 34 -2
    Chievo 34 -2
    Verona * 32 -1
    Atalanta 28 -2
    Cesena 24 +1
    Parma 24 +4
    Cagliari 22 +1

    • Interessante anche la zona retrocessione, con Cesena o Parma che potrebbero ancora salvarsi, avendo l’Atalanta nel mirino.
      Già, ma l’Atalanta non è una società quasi satellite della Juventus?
      Tout se tient.

    • Al di là del farlocchismo di queste “classifiche”, mi viene comunque da piangere.

      Perchè, al netto degli “errori arbitrali”, persino questa “classifica ci mette al posto che – AL MASSIMO – oggi ci meritiamo, mi sa.

      Sigh.

      E forza Inter
      (e Bjuve merda, va da sè).

  197. A Madrid, a sinistra, giocò Chivu.

    Zanetti giocò mediano al posto di Motta squalificato
    causa sceneggiata di Busquets.

  198. poi entrò il drago per chivu e zanetti si spostò a sinistra

    e robben non toccò più palla

    vado a braccio

    ma credo di ricordare bene

  199. ho ancora nelle orecchie il boato della curva

    quando Zanetti costrinse robben sul fondo

    in una delle ultime azioni…

    ed ora eccoci qua

    costretti a tifare Monaco.

  200. in realtà Robben andò via una volta in tutto a Chivu, poi gli prese le misure, lo dico da grande estimatore del Maestro di Calcio

    • diciamo che non l’ha fermato mai nemmeno per sbaglio e le misure le stavano prendendo loro per la nostra cassa da morto se il Mou non si svegliava prima che fosse troppo tardi.

      basterebbe rivedersela del resto per capire che non è stata mai una passeggiata anche se tutti si ricordano i due gol di Milito e basta.

      perchè se fosse vero che gli avesse preso le misure perchè toglierlo e sostituirlo con Zanetti dal momento che a centrocampo stavamo soffrendo dall’inizio?

      ricordo che la partita l’hanno fatta loro, da lì l’incazzatura di Van Gaal, noi li abbiamo castigati su un rilancio di Julio Cesar e su un altro contropiede micidiale, e sempre su contropiede abbiamo creato le nostre altre occasioni, mentre le loro sono venute tutte dalla parte destra dove a condurre la danza c’era Robben guardato a vista, ma sempre e solo guardato da Chivu.

      fermato mai.

      con Zanetti abbiamo messo in ghiaccio lui e la partita, questo dopo ovviamente il secondo gol di un super Milito in serata di stragrazia perchè oltre ai due gol ha messo sui piedi di Sneijder una palla solo da mettere dentro e la stessa cosa l’ha fatta con Pandev, roba che i loro due centrali se lo sognano ancora di notte.

  201. scusate se vado fuori tema

    ma che il new president del milan

    possa essere mr. Bee (info cavese)

    non suggerisce nulla?

    tipo

    omen nomen

    tipo

  202. Buongiorno a tutti, sono su Settore da una vita ma è la prima volta che scrivo.
    Come primo intervento voglio cazziare interista che nella sua lista ha colpevolmente dimenticato Fabio Grosso. Interista pentiti… 🙂

    • azz

      una vita

      non intervieni per uno scudetto
      non intervieni per un cambio di proprietà
      e neanche per un triplete o chessò io un gonzi – liverpool

      giusto giusto per rompere il c..zo a me

    • Mi rendo conto ora che nella lista c’è un buco pazzesco.
      Forse perché non è aggiornata.
      Manca il grande Pereira, ovvero Mr. Diecimilionibuttatinelcesso.
      Uno dei giocatori più brutti in assoluto, da vedere giocare ma anche da vedere e basta.

  203. Scusate, ma Sector non commenta il derby perché non ne vale più la pena?
    Possiamo solo sperare in Mister “B”? E negli omina?

  204. Bene,
    se i gobbi vorranno il coppone e il conseguente triplete
    dovranno finalmente battere delle squadre serie.

    Finora hanno fatto un percorso da europa league
    ora devono farne fuori due tra Bayern, Barcellona e (credo) Real.

    Se non altro, inizieranno a sudarsela sta coppa.

  205. La botta ulteriore di culo dei gobbi sarebbe incontrare l’Atletico nel caso battesse il Real.
    Quest’anno l’Atletico è più scarso, ha perso la spinta, un pò come il Borussia.
    Sono squadre di seconda fascia (seconda superiore) che hanno fatto il miracolo con pochi soldi, ma che dimostrano quanto i denari alla fine contino nel calcio.

    p.s. Tra l’altro mai come quest’anno gli infortuni stanno falcidiando le formazioni.

  206. non scherziamo, non nominiamo nemmeno un triplete che questi gobbi col culo che si ritrovano imbroccano la giornata giusta e ce lo mettono a noi nel culo ! orroreeee

  207. La presenza di Gnoukouri (spero di averlo scritto bene) mi sembra l’ennesima prova che si sta già lavorando per il prossimo anno.

    Insomma, Mancini sta impostando il tutto per partire il prossimo anno con una parte del lavoro già fatto.
    Ossia: chi mandare via sicuramente, chi dovrà dimostrare di essere da Inter nelle partite che rimangono, chi rimane, chi inserire dal vivaio, eventualmente.

    Questo spiegherebbe il Mancini stranamente compassato visto finora.
    Questa squadra non è sua, non la sente sua e non se ne sente, di conseguenza, responsabile.

    Mi sembra una buona impostazione per fissare basi che da troppi anni non abbiamo più.
    Inutile star lì a fare preliminari di preliminari ai primi di luglio.

    Si riparta da zero, ma sul serio.
    Magari cominciando a prendere giocatori che possano darci un futuro e (Shaq in questo senso è un ottimo segnale) e coprendo adeguatamente tutti i ruoli.

  208. E di quel subumano di Staffelli, ne vogliamo parlare?
    No, dico, tieni per quella manica di morti, e vabbè.
    Lavori per il nano, e vabbè…
    Dopo un derby della Madonna(ina) giocato solo da noi, dove voi avete fatto solo cagare, dove superpippa ha sparato delle cazzate che da sole bastavano per imporre un TSO, e vieni a rompere il cazzo a noi?

    Ma che ammasso di merda sei?