Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Breve storia triste: Gabigol (fine)

Se digitate Gabigol su Google, come proposta di ricerca appariranno nell’ordine “Gabigol”, “Gabigol Fifa 17”, “Gabigol fantacalcio” e “Gabigol perché non gioca”, e la combinazione di queste tre frasi costituisce la cosa più calzante che mi sia capitata di leggere su Gabigol negli ultimi  cinque mesi, da quando cioè è entrato in orbita Inter.

Gabigol, secondo quanto in effetti ci suggerisce Google al solo digitare il nome nell’apposita barra, oggi in effetti è un non-giocatore, che ha una sua dimensione su Fifa 17 (dove gioca per una scelta tecnica individuale esercitata in un mondo parallelo), una sul Fantacalcio (dove costa un cazzo, puzza di affarissimo ma è inservibile) e una nel nostro immaginario collettivo (“Perchè non gioca? Ha ciulato una cinese, un’indonesiana o un’olandese che non doveva?”). Poi appare “Gabigol Wikipedia” dove invece, cliccando sulla url della sua pagina, sfoci in un reale che sembra romanzato eppure dev’essere vero: leggi numeri che testimoniano che in effetti nella sua pur breve vita  ha giocato e segnato, ha vestito 4 volte la maglia della nazionale brasiliana maggiore, ha vinto con quella della Olimpica l’oro a Rio, era un giovanissimo idolo del Santos, detiene il record del rapporto età/clausola rescissoria (l’unica cosa che conta nel calcio moderno), e ti accorgi en passant che è del 1996 e dunque ha soli venti fottutissimi anni.

Oggi, nei 4 minuti in cui lui è stato in campo e io addentavo Orociok sperando che i suddetti minuti scorressero in fretta, mi ha suscitato una forte compassione. Sì, come altri duecento blogghe ero pronto a pubblicare un bel pezzo su “I 50 presunti motivi per cui Gabigol non gioca”, ma dopo quei 4 minuti ho rinunciato alla sola idea di premere “invia”. Costretto ad aspettare due mesi e mezzo per calcare il campo in una partita ufficiale dopo un comico esordio a furor di popolo in Inter-Bologna, dopo essersi nel frattempo scaldato a bordo campo in una decina di occasioni e dopo aver letto ogni volta il lunedì “perchè Gabigol non gioca?” e dopo aver sentito 70 volte l’allenatore di turno dire in tv che “non è pronto”, il povero Gabriel ha provato in 4 minuti a lasciare una traccia di sè, come quel bambino dei Pulcini che non gioca mai e quando gioca entra in campo incredulo, esattamente come quelli che lo stanno guardando, gli increduli genitori degli altri bambini che si chiedono chi sia, da dove arrivi, chi lo abbia mai messo in squadra e perchè.

Gabigol, idolo del Santos, campione olimpico, 4 presenze e 2 gol nella squadra dove oggi gioca Neymar e dove un tempo giocavano Pelè e Zico, dopo 4 mesi di Inter è un personaggio patetico che entra a 4 minuti dalla fine, alla prima azione intralcia i compagni, alla seconda azione va in fuorigioco di 20 metri, poi calcia il pallone a gioco fermo e lo ammoniscono, poi niente, doccia.

Tutto questo non è colpa di Gabigol.

Allo stato attuale, solo Wikipedia (che è già qualcosa, si badi bene) ci dice che Gabigol è un giocatore di grandi prospettive. Noi possiamo augurarci che lo diventi indossando la nostra maglia, ma non abbiamo nessun elemento per poterlo dire o anche solo pronosticare tipo sproloquio al bar. E’ l’Inter, invece, che ha iniziato col piede sbagliato il suo rapporto con Gabigol e ce lo ha dato in pasto già ammantato di negativo, perchè per dimostrare di valere quanto è costato dovrebbe fare un gol a partita e non inseguire vanamente  un pallone come al campetto, tipo oggi, a Reggio Emilia, che sembrava un bambino che sentiva il profumo dell’erba dopo un mese a letto con la varicella.

Non è colpa di Gabigol se l’Inter, dopo averlo comprato, lo ha pomposamente presentato come se avesse preso Cristiano Ronaldo, in una cerimonia talmente eccessiva da sembrare l’imitazione di un qualcosa di migliore, una rappresentazione in diretta web del “vorrei ma non posso”, del tipo “ho strapagato un ragazzo che non ho mai visto giocare ma adesso faccio una presentazione che gli altri si cagano adosso”. Se davvero dovessimo prendere Ronaldo, cara Suning & Co., come lo presentiamo? Affittiamo piazza Duomo e buttiamo giù il Duomo per allargare il palco?

Tutto questo, non è colpa di Gabigol.

Ora, a metà dicembre siamo tutti convinti di aver preso una sòla colossale, sensazione confermata dai vari allenatori che ci hanno detto che a Gabigol serve tempo. Figa, ma quanto tempo ci mette a prepararsi? Neanche Kim Kardashian ci impiegherebbe tanto. E prepararsi a cosa, poi? Non giocava a calcio anche in Brasile? Una volta non erano i brasiliani a insegnarci a toccare il pallone? Che problema può mai avere (a parte il freddo e la nebbia) un brasiliano di 20 anni con una bella pagina di Wikipedia non a insegnare fisica quantistica alla Normale, ma a giocare a pallone in una squadra di serie A?

Tutto questo, anche tutto questo, non è colpa di Gabigol.

A) Se Gabigol è buono, ci deve essere un problema e noi non sappiamo qual è. B) Se Gabigol è scarso, non dovevano prenderlo e pagarlo in quel modo e illuderci come delle sciampiste di esserci sistemati per i prossimi dieci ani. Gli sguardi imbarazzati di chiunque alla domanda “Perchè Gabigol non gioca?” lasciano sinistramente intuire che la risposta sia più la B che la A, per quanto incredibile possa sembrare. In ogni caso, questo Gabigol (l’extraterrestre che ogni tanto entra in campo e sembra non abbia mai giocato con i compagni pur essendo a Milano da quattro mesi) non serve a nessuno, nè all’Inter nè a Gabigol stesso. O lo si fa giocare qua, ogni tanto, non 4 minuti ogni tre mesi, oppure lo si fa giocare altrove. Anche per rispetto a me, per dire, che avevo pronto un bel pezzo su “I 50 presunti motivi per cui Gabigol non gioca” e l’ho buttato via perchè faceva molto meno ridere dell’originale, la scena dell’ammonizione a Reggio Emilia, la supercazzola del terzo millenio.

share on facebook share on twitter

164 commenti

  1. Scusate, pensavo fosse il pezzo su Sassuolo Inter, la tanto agognata vittoria in trasferta che mancava da un secolo. Ripasso più tardi.

  2. Scherzo neh?

  3. Mi chiedevo:
    Trovatemi un giocatore dell’Inter che abbia dimostrato nelle interviste, nell’atteggiamento sia in campo che in panchina che (pare) nello spogliatoio, nei proclami sul suo futuro, maggior attaccamento alla maglia di Felipe Melo.
    Magari scopriamo che ha un master in scienza della comunicazione, comunque tirando le somme di “questa” Inter penso meriti più rispetto da parte nostra come tifosi, oltre che ovviamente dagli arbitri.
    Non sto dicendo che dev’essere titolare inamovibile, sto dicendo altro.

  4. La conseguenza alla (giusta) frase “tutto questo non è colpa di Gabigol” è:

    allora di chi è la colpa?

    No, perché a dare la colpa ai giocatori, ai testicoli dei giocatori, a De Boer, a Pioli, a Icardi, a Zanetti, alla moglie di Icardi e tanti altri

    ci mettiamo un secondo.

    Però sta roba a me sembra ancora più importante.
    L’acquisto di Gabigol ha comportato un esborso di 30 milioni. Alcuni di questi (tre, mi pare, o giù di lì, ma cambia poco) per poterlo avere ad agosto e non a gennaio.

    Quindi, di fatto, considerando che a gennaio mancano 15 giorni e un solo turno di campionato, fosse anche il nuovo pallone d’oro, abbiamo pagato 3 milioni per 20 minuti complessivi.

    Adesso, qualcuno mi spiega come sia possibile che io possa anche solo tentare di non incazzarmi, quando tra quindici giorni, anziché mettere a posto la squadra costruita che peggio non si sarebbe potuto

    riuscendo nell’arduo risultato di peggiorare una squadra aggiungendo anziché sottraendo,

    mi toccherà sentire dai nostri dirigenti delle supercazzole finanziarie con libere improvvisazioni sul tema “fair play finanziario”?

    Non possiamo aspettare giugno, è troppo tardi, questi a giugno rischiano di aver già finito di distruggere tutto.

    Approfittiamo del fatto che il Natale si passa in famiglia

    e mandiamoli a casa una volta per tutte.

    E per quel che mi riguarda la sessione di gennaio sarebbe già a posto così.

  5. Solo un commento.
    Dopo questo vergognoso modo di gestire uno dei prospetti piu’ seguiti da parecchie grandi, quanti altri ragazzi avranno mai voglia di addentrarsi in questo ambiente da manicomio???????????

  6. Già è qualcosa averlo visto in campo 4 minuti, speriamo per il futuro

  7. ci fosse ancora moggi ci sarebbe da sospettare che la distribuzione dei cartellini gialli sia stata orchestrata e diretta da lui, per cui ci sarebbe da domandarsi se questo qui lavori ancora nell’ombra, ma non per la gobba ma stavolta per la Lazio di Lotito.

    nel primo tempo Melo ha subito due falli e si è lamentato con l’arbitro in entrambe le occasioni dicendogli che se quei falli li avesse fatti lui l’ammonizione l’avrebbe presa sicuramente.

    come poi l’arbitro gli ha voluto dimostrare, anche se di falli da ammonizione ne ha fatto uno solo, l’altro con espulsione relativa glielo ha dato in omaggio.

    prima J.Mario in un contropiede che se al suo posto ci fosse stato Berti si sarebbe involato da solo verso la porta, è riuscito a farsi ammonire, così con Lazio mercoledì saremo praticamente senza centro campo anche se J.Mario del centrocampista non ha quasi niente, ancora meno di Brozovic.

    non ho parlato di moggi per riferirmi solo alla nostra partita ma perchè ho visto anche Lazio-Fiorentina e questa, dopo essere passata in svantaggio per merito della Lazio, nel secondo tempo ha giocato come contro di noi ma con tutti i suoi undici giocatori in campo e ha messo alle strette la Lazio e avrebbe strameritato il pareggio che non ha raggiunto sia perchè ha sbagliato un rigore e sia perchè, nel momento di maggiore pressione e con la Lazio boccheggiante, si è presa cinque cartellini gialli contro solo uno della Lazio e il gol del 3-1 è nato per una entrata fallosa su un giocatore della Fiorentina che ha fatto nascere un contropiede micidiale che ha chiuso la partita.

    mai visto quattro cartellini gialli presi dalla squadra che sta attaccando di più, uno lo aveva preso nel primo tempo, per essere precisi.

    mercoledì, se i piani alti hanno deciso di dare una mano alla Lazio, sarà dura portarla a casa, non solo perchè ci mancheranno Melo e J.Mario.

  8. Notevole la strategia di mandarlo in campo per i 4 minuti finali. Da applausi scroscianti. 20 minuti magari? O dargli UNA opportunità dall’inizio al posto di Icardi visto che il capitano ha giocato sempre titolare e sembra anche in un momento non propriamente straordinario? Nel Brasile ha giocato bene, se qui non lo impiegano non fa esperienza e non si abitua al nostro calcio. Tanto valeva darlo in prestito al Crotone, al Cagliari o dove volete voi. Bastava che fosse titolare fisso, punta di diamante di una squadra di serie A con obiettivi di salvezza per sputare sangue e farsi le ossa. Dimostrare che l’anno dopo poteva essere titolare da noi. Solita gestione vergognosa da parte di una società, continuo a sostenerlo, a dir poco ridicola.

    Per il momento godiamoci questa vittoria alla faccia di Squinzi e pensiamo al terzo posto che dista ancora sette punti. Napoli e Roma le squadre (superiori) da inseguire sperando in passi falsi. Questo è il nostro campionato.

    Se a gennaio riusciamo a piazzare Jovetic, Kondogbia, Palacio, Nagatomo e Biabiany e a prendere un mediano di rottura serio (con Felipe Melo sostituto in panca) che copra le spalle a Joao Mario e Brozovic, e un terzino buono stiamo già messi meglio. Miracoli a gennaio non se ne possono fare, sarebbe già una gran cosa.

  9. Lo storytelling di Gabigol, vale a dire la creazione fantastica sovrapposta alla vera storia umana del personaggio, dico la verità , da tempo non mi appassiona. Si tratta probabilmente di un volgare bidone organizzato ai danni dei cinesi, che fa il paio con quello dell’olandese disceso dal cielo in terra italiana senza un minimo di conoscenza del nostro calcio. Per non parlare di Kondo, di cui però i cinesi non sono responsabili. Invece mi preoccupa la constatazione che ancora l’Inter non ha trovato un ubi consistam, vale a dire un assetto decente di squadra, anche di fronte a un Sassuolo zeppo di riserve. Col solito Melo, che si fa espellere per un intervento balordo a centrocampo. Col solito Mourillo, che si fa scavalcare con facilità irrisoria dal primo che capita. Col povero Icardi, che per venti muniti ad inizio di partita non riceve un pallone che è uno dai compagni e che alla fine si adatta, se vuole giocare qualche pallone , a farsi portatore d’acqua degli altri, lui capocannoniere della serie A! Con l’allenatore che si decide a sostituire due minuti dopo che è stato ammonito anziché prima il portoghese, di cui avremmo bisogno come il pane per tenere in piedi il centrocampo nella prossima partita. Tutto questo alla vigilia di una partita contro la nostra bestia nera, che nella scorsa stagione ci ha tolto prima la speranza dello scudetto poi quella della partecipazione alla Champions. A costo di passare da catastrofista, allacciamoci le cinture e prepariamoci al peggio.

  10. Ho visto gli ultimi 5 minuti di Sassuolo-Inter (tifando Sassuolo, ovviamente) ed in effetti l’ammonizione di Felipe Melo è stata sicuramente esagerata (non quella di Gabigol, che invece mi è sembrata doverosa).
    Ma Felipe Melo ormai è quello che per definizione, al primo fallo, deve essere ammonito od espulso.
    Succedeva così pure quando giocava nella Juve, anche se Voi, presi come eravate nel vincere scudetti ed altro in serie, probabilmente non ci badavate.
    Molto ci ha messo del suo, per arrivare a questa situazione, ma anche gli arbitri scelgono sempre la strada più facile. Arbitri che sono i migliori al mondo eh, sia chiaro, così come gli allenatori, i cuochi, i marinai, i taxisti e quant’altro (avete notato in quante cose noi italiani ci autoeleggiamo migliori al mondo?).
    Comunque sia, io sono tra i pochi juventini che sono rimasto affezionato a Felipe Melo, perchè quando è stato da noi ha dato tutto quello che aveva, anche se a volte lo dava sulle tibie dell’avversario

  11. Gabigol ha giocato 3minuti beccandosi un giallo evitabile; tutto qua, questo scherno verso di lui è gustificato solo dalla convinzione che sia un bidone_ Prima di essere certo che lo sia, vorrrei vederlo giocare con continuità: ho 30 milioni di motivi per pretenderlo_

  12. temo che gli errori di gestione (pressione enorme a ogni tocco di palla con esiti tragicomici) ormai siano stati surclassati dalla constatazione che siamo a due allenatori (Vecchi non c’ha nemmeno provato) che non lo utilizzano,se pensiamo al costo del tizio mi sento di escludere che abbiamo beccato due masochisti in serie,tendo piuttosto a credere che la necessità di adattamento sia una pietosa bugia

  13. Non si può negare che sia una storia anomala, ma non mi sembra il caso (ancora) di buttarla giù come la cagata del secolo, il Real ha preso Kovacic già più formato per il calcio europeo, pagandolo fior di quattrini e lo ha lasciato un anno in panca. Pirlo e Ventola insieme non li facevano giocare quasi mai perché “hanno solo 20 anni” lo stesso valeva per Recoba mentre Ze Elias a 20 anni era titolare inamovibile.
    Non ci sono regole così ferree , e poi che in Italia ci sia questa stitichezza nel far giocare i giovani è cosa risaputa.
    Va anche detto che fino ad oggi ha trovato un Candreva difficile da scalzare per esperienza ed equilibrio,
    Anzi va detto che fino ad oggi noi un equilibrio in campo come squadra non l’abbiamo proprio trovato, non è una situazione così semplice, quanto alla presentazione fa parte di una delle tante derive idiote del calcio di oggi e gente come Tronchetti dovrebbe preoccuparsi di più di fare gomme che fare il comunicatore di emozioni, per quello c’è già Lapo.

    • ho capito, ma il Real può permetterselo eccome di spendere 35 milioni per tenere uno a scaldare la panca.

      L’Inter è ancora sotto FPF fino a Giugno, ha passato anni ad acquistare seconde scelte o muovendosi secondo il famoso “prima vendere poi comprare”… ed in QUESTO contesto va a spendere quasi 30 milioni su uno di cui non si sapeva nulla anzichè andare a coprire le falle che c’erano!

      E’ ben diverso…

  14. “Gabigol, idolo del Santos, campione olimpico, 4 presenze e 2 gol nella squadra dove oggi gioca Neymar e dove un tempo giocavano Pelè e Zico, dopo 4 mesi di Inter è un personaggio patetico che entra a 4 minuti dalla fine, alla prima azione intralcia i compagni, alla seconda azione va in fuorigioco di 20 metri, poi calcia il pallone a gioco fermo e lo ammoniscono, poi niente, doccia”

    Tutto si racchiude in queste poche righe… il vero mistero non è capire perchè non gioca, visto che in 4 minuti abbiamo avuto più risposte rispetto a tutte le interviste uscite finora, ma capire cos’abbia spinto l’Inter ad andare a testa bassa con 30 mln (in tempi di FPF) su un giocatore mai visionato da nessuno (almeno lo spero)!
    Soldi che sarebbero serviti come il pane in altri ruoli, buttati invece su un bluff che puzzava di flop da lontano… poche volte ricordo di tifosi già incazzati al day one per l’inutilità di un acquisto come nel caso di Gabi(gol?)

  15. un mio amico che millanta conoscenze nell’Inter (a dire il vero confermate da numerose sue foto in compagnia dello staff in molte occasioni, no, non frutto di abile Photoshop…) mi dice che Gabigol non gioca perchè beve… tipo Adriano per intenderci…
    Forse spiegherebbe la commedia…
    mah, boh, bah

  16. Eppure alle Olimpiadi ha giocato bene e segnato anche qualche golletto. Voglio dire lì si è visto che anche in campo internazionale contro difese “europee” il ragazzo c’è. Che non fosse pronto ci può anche stare. Ma prima di mettere Jovetic senza alcuna prospettiva o un Palacio con l’autonomia di un cellulare Motorola non si poteva regalare un po’ di minutaggio al buon Gabigol? Quando sei sotto di 3 gol col Napoli al minuto 55 perché non fargli prendere un po’ di confidenza con i compagni e con il calcio italiano? Che danni poteva fare? Anche a queste domande non ho risposta.

    • Coutinho giocava molto di più e si vedeva lontano 100km che con la giusta preparazione fisica e il giusto spazio sarebbe diventato un fenomeno. Questo l’abbiamo visto 15 minuti in 3 mesi e il dubbio viene… Il problema Coutinho non era Coutinho, ma gli idioti che abbiamo in società

  17. Memento Coutinho!

  18. Ieri il Sassuolo è sceso in campo con una formazione che aveva 23 anni di media (penso sia record mondiale, ma non ho dati sufficenti a suffragarlo) poi ha alzato la media con l’acciaccato Missiroli e la “lavatrice” Matri ma ha ribadito un concetto, cioè che Ricci lo puoi fare giocare titolare per un intero campionato (anche se per necessità) perchè il Sassuolo ha già fatto un anno eccezionale a differenza dell’Inter che non può far giocare Gabigol perche deve almeno entrare in Europa League (…per poi uscirne ignominiosamente ?!?)
    E’ la dura legge dei Top Club ( o di quelli che si credono Top Club).

  19. se mai ci sia qualcuno interessato a comprarselo, meglio non farlo giocare e lasciargli il dubbio che sia un campione incompreso piuttosto di dargli la certezza che sia un bidone con la B maiuscola.

    in questo caso bisognerà che chi ha avallato questa operazione ne paghi le conseguenze, a meno che a farla sia stata la Suning direttamente su consiglio del suo procuratore di fiducia, quello che già gli ha fatto prendere J.Mario che ci serviva come i cavoli a merenda e che per farlo giocare i vari allenatori si devono inventare la difesa a tre, l’arretramento dell’unico che la mette dopo Icardi e cioè Brozovic e l’esclusione di Banega, perchè due che non tornano mai non ce li possiamo permettere e quindi, molto probabilmente, l’unico che non ci è costato un cazzo e che è stato l’unico vero affare fatto da Ausilo, sarà sacrificato in nome del Fpf dopo avere buttato 75 milioni nel cesso in quanto sia J.Mario che Gabigol non ci sono serviti ad un tubo per migliorare la squadra, ma in compenso sono serviti a fare licenziare prima Mancini e poi DB.

  20. è vero
    ad ogni modo Joao Mario almeno dimostra che ci sa fare, anche se è stato pagato uno sproposito e le priorità erano altre; per cui vediamo di sfruttarlo al meglio_

  21. Su Gabigol non ne farei una tragedia, magari sarà dato in prestito o magari con la partenza di Jovetic, Biabyani o Palacio troverà più spazio, vedremo…

    Mi interessa di più il fatto che l’Inter si sia rimessa in carreggiata e con un paio di
    vittorie abbia raggiunto una posizione di classifica un po più decente…

    Pioli, con la difesa a 3 e un mediano tosto davanti alla difesa, sembra aver trovato la quadra…

    Ora, come avvenne lo scorso Natale, arriverà la partita con Lazio a fare da spartiacque…

    L’anno scorso smorzò tutti gli entusiasmi, quest’anno potrebbe riaccenderli

  22. Allora ci sarebbe da pensare che anche al Barcellona siano degli emeriti rincoglioniti, visto che avevano addirittura provato a far causa al Santos pur di averlo. Io non credo sia scarso (perché appena ripenso a Vampeta o Gresko mi viene la pelle d’oca), penso semplicemente che si sia demotivato così tanto (e le stronzate di ieri ne sono la conferma) che non ha proprio senso schierarlo. Di fighetti che si sentono arrivati ne abbiamo visti molti

  23. anche Banega se lo mettiamo davanti senza compiti di copertura ci sa fare, anzi, più gioca avanti e meglio è, così se si fa fregare il pallone gli altri hanno più tempo e campo per recuperare, mentre se lo perde come mediano davanti alla difesa c’è solo da sperare in Handanovic.

    si continua a parlare di equilibri in campo e ne hanno presi due che fanno fare gli equilibristi a tutti gli altri per non prendere gol in contropiede.

    la partita con la gobba è un mistero come Gabigol…

  24. con la Lazio credo che rigiocheremo come ieri, a me più che una difesa a tre mi è parso un 4231 con “panico” Murillo a centro dx della difesa e Miranda a centro sx; Banega al posto di Joao e Kong per Melo?

  25. Adesso viene fuori che joao mario è una merda.
    Tutto questo solo perchè in estate il dottor stranamore aveva detto che era un inutile doppione di brozovic.
    Ovviamente il fine è solo e soltanto osannare una volta di più l’amichetto di zazzaroni, la sua grande scienza calcistica, e il fatto che avesse ragione.

    Così, il 19 dicembre, senza che nessuno l’abbia nemmeno tirato in ballo.

    In altri termini, si buttan secchiate di letame su chiunque sia all’inter oggi per lodare uno che all’inter non solo non c’è più, ma che ha pure lasciato disastri e macerie ambientali da bonificare.

    Non so se si tratti di idolatria sfrenata o eccessiva passione per l’ego (dico una cosa una volta, mi ci arrocco a vita perchè è impensabile che possa aver torto); so solo che non ha alcun senso tifare un qualcosa che si considera ormai alla stregua di un nemico.

    Si perchè se è tutto un complotto di kia -o chi per esso- contro mancini e contro gli interisti, mi domando perchè gli si debba augurare buoni risultati.
    A sto punto sarebbe più coerente mettersi lì a gufare come si fa con la gobba durante una finale di CL, o quanto meno distaccarsi in attesa di una nuova ascesa di qualche vecchio idolo, che so, mancini tris, angelomario moratti, il duo tardelli-zazzaroni, etc

    • ho idea che l’avere fatto comunella con tagnin ti abbia fuso completamente il cervello, caro Wolf aggregati pure allo scemo+ scemo del blog che giornalmente mi fanno la dedica, vorrà dire che farete un trio.

      se tu guardassi le partite invece di correre dietro ai tuoi fantasmi ti accorgeresti che quello che dico è la verità, comprese le mie critiche a Icardi che non nascono dal nulla ma esclusivamente perchè io le partite le guardo, anche più di una volta e non mi accanisco alla cazzo contro qualcuno solo per il piacere di farlo e ti posso assicurare che se ognuno le guardasse con attenzione si accorgerebbe che lui in mezzo agli altri dieci il più delle volte è un corpo estraneo e non si può sempre pensare che siano gli altri a sbagliare i tempi per servirlo, ma al contrario è lui che non li ha quasi mai.

      se hai la possibilità di rivedertela vedrai anche che J.Mario ha giocato quasi più da esterno sinistro che da centrocampista o mezzala dietro la punta, tanto è vero che Perisic non ci ha capito più un cazzo perchè era lui che avrebbe dovuto coprire quel ruolo.

      quindi oltre ad essere un doppione di Brozovic, anche se non lo è del tutto perchè Brozovic copre molto di più di lui, quando ne ha voglia, e corre anche molto di più di lui, è anche un doppione di Perisic e il tutto per soli 45 milioni di euro che sommati ai 30 spesi per un fantasma hanno fatto sì che a metà campionato solo un miracolo potrà farci andare in Champion, un miracolo per noi e tante disgrazie a quelle che ci precedono.

    • non mi pare abbia detto che JM sia una merda, ma che l’apporto che sta dando non sia proporzionale all’investimento folle che è stato fatto…con l’aggravante che essendo una tipologia di giocatore simile ad un Banega più disciplinato, fa si che il vero affare di mercato (Banega a zero) debba essere sacrificato per trovare spazio a lui, avendo constatato che insieme non possono giocare.

      L’unica alternativa per farli giocare entrambi potrebbe essere sacrificare Perisic e mettere JM esterno, che sarebbe poi il suo vero ruolo (per la serie ne avevamo solo altri 6).

      Non si tratta di buttare merda su tutto, si tratta solo di analizzare oggettivamente la situazione senza girarci troppo intorno… il mercato è stato fatto senza alcun criterio logico e senza badare alle esigenze della rosa, sono stati spesi 70 milioni per migliorare poco/nulla poichè JM ha senz’altro delle qualità, ma se pur di schierarlo devo andare a sacrificare un’altra pedina delle poche buone che ho, spiegatemi dove sta il beneficio.

    • beh, se vogliamo analizzare oggettivamente, in premessa a tutto dobbiamo scrivere, e a caratteri cubitali, che manca MEDEL, l’equilibratore, interditore, il principale filtro fra attacco e difesa.

      Se vogliamo analizzare oggettivamente, scopriamo che il meglio l’abbiamo fatto con jm medel e banega, ma che oggi questa combinazione è impensabile fra la rottura di medel e il grande rientro di brozovic.

      Invece omettiamo tutto, ci concentriamo sui dettagli che ci servono, e andiamo giù come pappagalli solo per ripetere, per la N-volta, che il mesciato teneva ragione.

      Non mi si parli dunque di analisi oggettive, che in questi mesi di oggettivo c’è proprio niente da ‘ste parti.
      L’unica cosa che conta è ripetersi allo stremo e tenere artificialmente in vita fantasmi del passato che ci si ostina a non lasciar andare.

    • Vero che manca Medel, ma è anche vero che la stessa formazione che ha funzionato alla grande contro i gobbi, ha poi fallito in diverse altre occasioni, tanto che si è arrivati a tener fuori sempre uno tra Banega e JM…

      Sono d’accordo sul fatto che l’assenza di Medel oggi sia un peso notevole, ma allo stesso tempo ti dico che se dopo aver speso 100m sul mercato ci si appende all’assenza di Medel (o meglio, che Medel sia un titolare insostituibile) vuol dire che più di una cosa è andata storta nella costruzione della rosa…

      Per quanto mi riguarda, oltre a puntualizzare alcune cosette (doverose) non mi reputo una vedova del Mancio… al contrario ne vedo molte di più di Fdb, che con tutto il bene che posso volergli dal punto di vista umano, per il resto spiace dirlo, ma i risultati sono lì da vedere.

  26. Messi ieri x 2 volte si è bevuto 4 avversari in un nanofazzoletto, cose da fantascienza

    facciamo giuocare qualche minuto in + a Gabigol e anche lui lo farà, è sicuro

  27. Il flop di mercato colossale e certificato relativamente alla proporzione investimento/prestazioni per adesso è Kondogbia. Barbosa credo sia stata la risposta di Suning al consiglio “presentati all’ambiente interista con un prospetto supermediatico giovane e strapagalo” di Morattiana/Tronchettiana provenienza. Peccato che perso il primo obiettivo (Jesus) si sia ripiegato sull’alternativa più spendibile in quel momento (Gabi appunto), con Kia coinvolto in prima persona. Solleverei Ausilio da ogni responsabilità in merito. Mi auguro perlomeno che sia servito a Suning per capire come vanno le cose sul mercato del pallone e nel carrozzone dei procuratori. E che quindi il prossimo mercato (giugno) risponda a logiche diverse. Da gennaio mi aspetto solo uscite e sperabilmente un centrale che riporti Melo al ruolo di animatore da spogliatoio (tra l’altro risulta uno di quelli che più ha remato contro FdB).

  28. Quanto a Barbosa, dubito che il problema sia di natura alcolica.

    Un ventenne smaltisce in fretta, e certe robe le inizia a pagare qualche anno dopo. Adriano beveva fumava e pippava qualsiasi cosa ma per qualche anno è stato un’iradiddio. Poi quando tutta la merda si accumula nell’organismo, allora sì che diventi bello pesante. Ma insomma, a meno che questo non si ribalti da quando ha 15 anni (e numeri fra i pro alla mano, ne dubito), direi che i problemi siano altri.

    Non mi spingo a cercare cause, l’unica sensazione che ho sempre avuto è che non si voglia urtare i già precari equilibri di spogliatoio. E un regazzino di 19 anni che passa davanti a musi già di per sè lunghi (leggi palacio, eder, jovetic) gli equilibri di spogliatoio li urta eccome. Ma ripeto, è solo una sensazione, basata su un cazzo di niente di concreto, quindi leggetela per quel che vale, ossia 0.

    Sono invece certo che siano ingenerosi gli attacchi per il cartellino giallo preso ieri.
    Si soffriva come cani, mancavano pochi secondi, e ne ha strappati una manciata con una perdita di tempo. Beh? Cosa c’è di male?
    A casa mia questo significa remare dalla parte del collettivo (mi becco un giallo, mi daranno del pirla, ma intanto faccio un favore alla squadra), e in questi anni ho visto ben poca gente remare dalla parte della squadra anzichè a proprio esclusivo beneficio.
    Anzi, vado oltre, e plaudo alla grande grinta ed energia che ha messo in quei 3-4 minuti di gioco. Correva come un assatanato in ogni parte del campo, dimostrando di desiderare davvero tanto l’opportunità di mettersi in luce.

    Ma si vede che qua preferite i ragazzetti che si sentono già fuoriclasse, magari rifiutando un ingresso in campo per 4 minuti, o comunque andando in campo con scazzo “perchè chi me lo fa fare di scompigliarmi la cresta e fare la doccia per 3 minuti”.

    Insomma, barbosa va nel tritacarne per eccesso di grinta e voglia. Ma al contempo rivendichiamo il diritto di “dar calci in culo” a quegli scansafatiche di calciatori che non ci mettono impegno.

    Bello l’interista

    • ma sì, diamogli delle opportunità serie; le abbiamo date a tanti altri meno accreditati di lui, perché a lui no?
      io lo farei giocare già contro la Lazio al posto di Perisic, anche perché quest’ultimo le migliori partite di quest’anno le ha fatte partendo dalla panca!

  29. Gabigol è una seconda punta, può giocare prima punta, potrebbe adattarsi (a fatica, non ce lo vedo fare il lavoro che fanno i titolari) come attaccante esterno, ma in questo momento chi togli? Icardi, Perisic, Candreva, Joao Mario? Detto ciò aggiungo che credo debba giocare di più, qui o in prestito.

  30. Maurito è un centravanti, menarla che “certe volte pare corpo estraneo” è assolutamente pretestuoso.
    Come dire, al rovescio, quando si fa partita prettamente offensiva con nostro portiere spettatore non pagante, che Handanovic è rimasto troppo fuori dal gioco.

    Quanto a JM con brozovic non c’entra proprio un cazzo. Il portoghese è più geometra, da il meglio in mezzo al campo perchè ha i giusti tempi di gioco, mentre marcelo è più fantasista, e il meglio lo da dalla trequarti in poi perchè ha tiro, inserimento, e visione della profondità. Joao non segnerà mai quanto brozo e non ne avrà mai la qualità tecnica, viceversa il croato non sarà mai ordinato, costante nei 90minuti, e tuttocampista come JM.

    Non c’entrano veramente un cazzo l’uno con l’altro, e il fatto che tu te la esca con la storia doppione non fa che confermare che parli solo per replicare, a pappagallo, le stronzate di mancini. Avesse detto che JM è un doppione di nagatomo oggi te la saresti uscita che abbiamo buttato via 45 milioni per uno che non aggiunge nulla a quanto già offerto dal nipponico.

    Mi ci gioco entrambi i coglioni e pure quelli “di riserva nel taschino del gilet”

    E torno a ripetere, cosa continui a tifare inter, se ti fan tutti schifo e nessuno è degno di passione quanto un ex che non tornerà?

    Segui le regate che fai prima

    • non sono così persuaso che joao da tuttocampista dia il meglio; di certo brozo tira meglio in porta, però lui ha un dribbling in velocità che puo’ fare davvero male negli ultimi 30 metri, come nel secondo gol contro il Genoa_ Col fatto che Joao sia duttile e possa fare più ruoli, non ancora capisco quale sia la sua collocazione migliore_

    • ah si, quanto al fatto che d’ora in poi mi classificherai nel duo, trio, o il cazzo che l’è: sai che novità, dispensi titoli, certificati, e patenti da anni, roba che la motorizzazione ti fa un baffo.

      Che ti devo dire, mi farò una ragione del rilascio del nuovo attestato, lo aggiungo all’archivio di quelli bollati e vidimati da te

    • difatti ho precisato che non è un doppione di Brozovic, quello lo hai scritto tu nel tuo primo commento per criticare il mio, ho anche detto che ieri praticamente ha fatto l’esterno, per cui è più un doppione di Perisic che non sapeva da che parte andare.

      sul J.Mario non ho espresso nessun giudizio negativo, ho solo precisato che non era lui quello che ci sarebbe servito di più per migliorare la squadra che aveva bisogno di poco per tornare competitiva e invece con lui e Banega abbiamo solo aumentato i problemi di formazione.

      su Icardi pensala come ti pare, ieri abbiamo giocato praticamente in dieci anche se è sembrato che corresse più delle altre volte, ma non è servito ad un cazzo.

      che poi Mancini a suo tempo abbia detto che non gli serviva perchè aveva già Brozovic è tutto un altro discorso che fa piacere a te di ritirare in ballo, non a me.

      le regate guardatele tu, io l’Inter la guardo sempre e la tifo a prescindere, con o senza il Mancio o chi per esso, sono altri quelli che rompono le balle anche se siamo primi in classifica, vedi di non confonderti prima di sparare cazzate solo perchè finora di previsioni non ne hai ancora azzeccata una.

  31. Lascerei perdere lo skipper mesciato e capitan Barbosa e mi concentrerei sulla gestione degli ultimi minuti della partita di ieri…

    Si vinceva tranquilli 0-1, con Perisic a divorarsi più volte il gol dello 0-2…

    Cartellini gialli che fioccavano alla cazzo con Melo espulso…

    Insomma, ad un certo punto l’inculata era dietro l’angolo…

    Possibile non riuscire a gestire meglio una partita sostanzialmente dominata?

  32. Io sono un sognatore…interista da tenera età mi sono emozionato per ogni “campione” che é arrivato in maglia neroazzurra. Ho trattenuto il respiro nei giorni della trattativa Ronaldo con il barcellona, pregustavo vittorie quando leggevo dell arrivo di Ibra nell immensa goduria di calciopoli…e ci metto amche Mou…quando l hanno annunciato “sentivo” che avrebbe cambiato la nostra storia e non mi sono perso una sua sola conferenza stampa dalla prima, quando “io non sono un pirla” mi fece godere come un gol di Cruz alla juve (merda); ma anche sognavo trivele di Quaresma, Balotelli prendere il quarto pallone d oro con la maglia dell inter e addiritura goal con dribbling di 4 difensori di Ruben Botta. Ora Gabigol in che categoria lo metto??? Ancora non sono sicuro in quale mettere Icardi figuriamoci Gabigol. Io penso che probabilmente ne in una ne nell altra…non sarà un Ronaldo, ma nemmeno un Ruben Botta speriamo. Ha solo 20 anni e probabilmente l errore é stato non fargli fare le ossa in provincia per almeno metà o una stagione. La sua prestazione di ieri non é stata cosi negativa considerando tutta la situazione, era a pochi centimetri da un passaggio che avrebbe potuto riempire i titoli dei giornali di oggi e fatto la fortuna del titolista della gazzetta, e l ammonizione é stata presa apposta, ha voluto far vedere di essere in grado di prendere almeno la porta (fugare dubbio A) e anche di volere la vittoria partecipando alla perdita di tempo generale, se invece del giallo a Gabigol il sassuolo ci avesse messo una pera al 94 esimo adesso staremmo rimpiangendo quel giallo invece di riderci su. Io ci credo ancora, ho pronto il suo carro, fatto con le ruote di quello di Mourillo, l asse di quello di Santon, e il legno di quello di Kondogbia. È solido…speriamo ci salgano in tanti!!!

  33. @Wolf Tail su Icardi :

    Inter – gol fatti 25, subiti 21

    Mi**n – gol fatti 27, subiti 20

    siamo lì, ma ci sono 6 punti di differenza, che erano addirittura 11 fino a 2 giornate fa… poco alla volta i valori si stanno riallineando, segno che i tanti punti in più fatti da loro sono stati spesso frutto di coincidenze o sviste arbitrali (Sassuolo?).
    Il dato interessante invece è che tutte le altre avversarie di testa credibili (da gobbi a lazzie) vanno dai 32 ai 37 gol segnati….e 10 gol fatti in meno su 16 partite sono tanti….soprattutto sono punti!

    Continuiamo ad accanirci con la difesa, ma non consideriamo che siamo andati troppo spesso sotto per primi (specie all’inizio col profeta del calcio totale) costretti giocoforza a scoprirci per recuperare il risultato… e che non abbiamo praticamente mai giocato in controllo di gara (nemmeno col Crotone dato che all’82’ eravamo ancora 0-0)… bene, nonostante questo oggi Lazzie e Napulè hanno subito solo 3 gol meno di noi, la Roma 4

    La vera differenza sta nella difficoltà nel concretizzare… come se la nostra manovra offensiva avesse un tappo… e se devo essere sincero il tappo potrebbe anche avere un nome e un cognome, in barba ad ogni considerazione del tipo “eh, ma se gli arrivano 3 palle, 2 le butta dentro”.
    Troppe volte giochiamo in 10, forse comincerei a studiare una soluzione a questo che secondo me rimane tra i principali problemi, ma che pare sia argomento tabù tra gli interisti.

    PS : studiare una soluzione non equivale a dire nè “cacciamo Icardi” nè tantomeno “scambiamolo con Gabbiadini” tanto per replicare in anticipo all’80% delle probabili risposte

  34. altra considerazione… l’Inter che gioca un calcio (wannabe) propositvo con almeno 3-4 figure offensive che segna meno di un Mi**n che fa di catenaccio e ripartenza la sua forza, dovrebbe far riflettere ulteriormente

    • ma cosa vuoi fare riflettere su qui se quando apri bocca ti attaccano come se tu avessi detto chissà quale cazzate, come se l’interesse di un tifoso fosse quello di stare lì ad idolatrare un giocatore piuttosto che pensare a cosa sia meglio per la squadra per farla vincere.

      ti dicono che hai un preconcetto quando loro ne sono pieni e se li costruiscono anche su misura.

      avessi detto chissà che contro J.Mario, ma è bastato per riaccendere polemiche trite e ritrite solo perchè la prova dei fatti dice che non era lui quello che ci serviva per migliorare la squadra, anche se non è certamente lui la causa della nostra posizione in classifica.

      su Icardi invece non ci metterei la mano sul fuoco, perchè dai casini che stanno uscendo da Jovetic si capisce che nello spogliatoio non ci sia questo gran idillio, che è una cosa che ho ipotizzato anch’io diverse volte per fare capire come Icardi sia un danno anche sotto quell’aspetto.

  35. Jovetic è stato tenuto fuori, nell’ordine, da Pellegrini, Mancini, De Boer, Pioli.
    Ma la colpa, anzi la “causa” (che se non sei testuale si attaccano pure a quello), è di Icardi.

    Firmato: Quello libero da preconcetti

  36. Prendete il mio commento come un inframmezzo pubblicitario in mezzo alla faida dei soliti noti.

    @Cruz Ieri si è visto per l’ennesima volta quanto condizione fisica e condizione mentale si condizionino a vicenda come vasi comunicanti. Sbagliati i gol (almeno una di quelle due occasioni Perisic deve metterla, l’eventuale beffa di un pareggio alla fine sarebbe stata da ascrivere a lui) è subentrata la paura di non condurla in porto, il braccino corto del tennista in salsa pedatoria, il fiato grosso e le gambe che non girano più. Si perde lucidità: altro che Gabi, l’ammonizione idiota con conseguente squalifica è quella di di JM pochi istanti prima del cambio, e fa il paio con l’entrata stupida di Melo che gli costa il primo giallo.

    Tra l’altro: possiamo anche lamentarci che alla Juve non sarebbe stato espulso, ma gradirei i nostri giocatori si ricordassero che le strisce accanto al nero sono, appunto, azzurre. Servono risultati per dare serenità e personalità in mezzo al campo.

    • Gus

      ti quoto solo per quel che concerne l’ammonizione idiota presa da J.Mario, non perchè è lui il motivo delle polemiche pretestuose tirate in ballo da Wolf come se nella mia mente ci fosse solo il Mancio e nient’altro che lui, ma perchè è nata per una sua mancata determinazione nel cercare l’azione da gol che era propizia in quanto sarebbe bastato che provasse a saltare l’ultimo uomo che si frapponeva tra lui e la porta e invece si è trasformata in una ammonizione che gli impedirà di scendere in campo mercoledì.

      quella di Melo è assurda e immotivata, figlia delle sue proteste ripetute nel primo tempo quando ha chiesto per due volte che quello che gli aveva fatto fallo venisse ammonito, perchè se gli togli quel pò di irruenza che lo caratterizza e che gli ha permesso di fare carriera, è meglio che se ne stia seduto in panca perchè via quella è inutile che giochi.

      non puoi pensare sempre a come intervenire su un giocatore pena l’ammonizione e questa è una spada di damocle che ha sempre sulla testa, ma non è giusto incolparlo se hanno deciso di assegnargliela.

    • +1

      Tradotto: siamo bravi a complicarci la vita da soli…

  37. la roba di Jovetic l’avevo già letta stamattina, con fcinter1908 sul cellulare non ho certo bisogno della newsletter powered by corso 1946. E dopo aver letto le parole del suo agente ho pensato le stesse identiche cose che ho riferito a te prima: pellegrini, mesciato, deboer, pioli, ma la colpa è di icardi.

    quanto alle parole di sconcerti, non ho capito cosa avresti scoperto, che notizione avresti scovato.

    e ancor meno ho capito cosa ci sarebbe da succhiare (a parte i brodini che ti somministreranno fra un po’ all’ospizio se non rinsavisci), ma se ti piace autoconvincerti libero di farlo, per quel che mi riguarda non ho proprio niente altro da aggiungere in merito

    Resta il fatto che, indipendentemente dai risultati, nel post gara qua i commenti sono sempre uguali, che si vinca o si perda. Sempre e solo gran lamentele contro tizio o caio, a seconda di chi stia sui maroni. Contenti voi

    • contenti voi?

      ma scusa Wolf, io andrò anche all’ospizio ma te straparli.

      io sono quello che l’anno scorso era arcicontento di essere in testa alla classifica dopo anni, sono altri che l’hanno menata nonostante fossimo primi.

      quest’anno siamo settimi e quelle che ci precedono per il terzo sono avanti 7 punti, direi che il motivo di lamentela sia un pò più motivato.

      per me quello contento sei tu, ma da come reagisci con me penserei di no, perchè se ti rileggi tutto daccapo, vedrai che a partire in quarta senza motivo. o il motivo che ti sei immaginato da solo, sei stato tu, io ti sono solo venuto dietro.

      non è che sei ancora in viaggio ed è per questo che hai le balle girate?

  38. un’altra cosa, perchè nessuno risponde alle osservazioni sui dati statistici dei gol fatti e subiti fatta da Johnny?

    io le trovo interessanti, ma la mia risposta sono già due anni che l’ho data.

    quelli de io e la stastica e le medie gol, cosa dicono?

    • A quella statistica rispondo che è frutto del fatto che per oltre due mesi non segnava nessuno al di fuori di icardi. Con pioli invece quasi tutti i giocatori offensivi stanno trovando con discreta costanza la via del gol, e icardi stesso continua a segnare.

      Il probelma attacco, dunque, pare in via di definizione, mentre resta in piedi la configurazione di un centrocampo in cui i vari melo e kondocoso non sono in grado di rimpiazzare il nostro principale equilibratore ed interditore, così come rimane il problema di una difesa a volte solida a volte ballerina, spesso fuori posizione.

      Poi certo, un po’ di precisione davanti non guasterebbe, ma se perisic si divora gol clamorosi la colpa è di icardi? Se jovetic si è confermato inadatto a certi livelli è colpa di icardi? Se eder è una sega è colpa di icardi? Se candreva fino a qualche settimana fa la sparava fisso sul portiere è colpa di icardi?

  39. Che Joao Mario sia un doppione di Brozovic credo sia la seconda più grossa boiata letta in questa stagione.

    La prima è che il nostro problema sia Icardi.

  40. Quella al limite l’ho scritta, non l’ho letta.

  41. non sono doppioni, ma nessuno dei due copre il ruolo piu’ scoperto, talche’ Pioli ha rispolverato Melo. Se Medel sarà arretrato in difesa, l’ unica è comprare un centrocampista centrale a gennaio. Ricordo che il nostro centrocampista di sinistra avrebbe dovuto essere mr. 35 ml Kong.

    • non sono doppioni però Banega, J.Mario e Brozovic non li vedremo mai giocare insieme a meno che J.Mario si metta a sinistra al posto di Perisic o Banega giochi a destra al posto di Candreva, oppure li facciamo giocare tutti lasciando fuori Icardi.

      cazzo, vuoi vedere che è questa la soluzione?

      Handa, due terzini a scelta, Miranda, Murillo, Medel, Candreva, Banega, J.Mario,Brozovic e Perisic.

      non ci ferma più nessuno…

  42. Este

    non ci sei solo tu a leggere…

    Wolf,

    potresti anche prendere per un attimo l’ipotesi che sia Icardi uno dei motivi per i quali si segnino pochi gol? non ti prendi la scomunica da nessuno.

    hai visto giocare il Napoli ? ecco, vorrei almeno che una volta Pioli ci provasse a farli giocare senza Icardi, così per curiosità.

    la stessa formazione di ieri, se ci fosse Medel al posto di Melo preferirei, e al posto di Icardi o Jovetic o Eder, a piacere.

    oppure Gabigol, tanto peggio di come gioca lui non riuscirà a fare, che è diverso dal dire che sa segnare, perchè sapere giocare al calcio non è solo segnare i gol anche se è questo lo scopo principale del gioco, ma sapere giocare è un’altra cosa.

  43. Per l’intanto il Corriere ci percula scrivendo che Gabi in realtà è un genio del pallone: ha fatto perdere minuti preziosi e così ha permesso all’Inter di vincere a Sassuolo

    http://www.corriere.it/sport/16_dicembre_19/gabigol-l-ufo-che-invece-genio-pallone-136a1dae-c5e0-11e6-81c3-386103f9089b.shtml

    Sia chiaro: io me ne strafotto alla grandissima, ma se volete altro materiale su cui discutere.

  44. Brozo e JM non sono certo doppioni ma nemmeno una coppia di centrali particolarmente equilibrata. Di qui la necessità di un interditore vero e lo spostamento del portoghese in avanti libero da eccessivi compiti di difesa. Una specie di “falso trequartista”. Ma dietro Icardi in quel ruolo a quel punto è più “naturale” Banega. Un certo equivoco secondo me c’è. Pioli comunque sta facendo un buon lavoro.

  45. vi ricordate dell’Ascoli allenato da Carletto Mazzone ? Il primo straniero che acquistarono fu un tale Zaohui (che sor Carlo chiamava Zigulì).
    non giocava mai, un giorno lo misero a 10 minuti dalla fine e gli fischiarono “n” fuorigioco : intervistato a fine gara il malcapitato Zahoui disse che proprio Mazzone gli aveva ordinato di andare in fuorigioco non appena possibile : per spezzare il ritmo? per perdere quindi tempo? per vedere se gli avversari avessero sbagliato a salire ? Non lo sapremo mai.
    ieri Gabigol mi ha fatto tornare in mente quella cosa : vuoi vedere che Pioli…
    Prepariamoci al peggio, se non erro Zahoui sparì dai radar a stagione finita (e a salvezza conquistata), l’anno successivo fu sostituito da Hugo Maradona !!!

  46. Faccio fatica a capire che senso abbia prendere per i fondelli Gabigol.
    Veramente agli interisti non bastano due coglioni da prendere a calci.

    • Più che Gabi è ridicola la situazione di cui Gabi è, forse suo malgrado, protagonista (sebbene ottimamente remunerato). Le responsabilità sono ovviamente altrui, e nella fattispecie di chi l’ha portato a Milano (poi magari comincia a giocare, spacca il mondo e va bene così). Sull’autolesionismo dell’interista medio hai ragione; è un dato fastidioso, ma è anche un elemento che lo distingue — in meglio — da gobbi e gonzi.

    • Bravo. Per me leggono troppo la gazza ladra o ruttospor opoure peggio per loro si sintonizzato su telelombardia dove ce ospite fisso Moggi,,,,fate voi, tanti di voi non sono interisti sono solo masochisti

  47. Intanto…2 (due) giornate a Melo!

    Come a tutti, giusto???

    E tre a Samuel, no?

    CHEMMERDA!

    FORZA INTER
    A M A L A

  48. Due giornate a Melo, il casino che si sta profilando per Jovetic (che svenderemo a due lire, avanti di questo passo)

    ma non riescono a gestire una situazione.

    Una, eh, mica cento.
    Una.

    Dicono di essere sempre ad Appiano vicino alla squadra.
    Non prendete freddo, andate a casa.

    E possibilmente rimaneteci.

  49. Ma qualche immagine di Gabigol al Santos l’avete vista?, qualche video delle decine di gol segnati ? Della velocita’ nei contropiede ? Sara’ photoshop ? Oh al Santos non al sangiorgio, eccheccazz, che se questo mi diventa forte , sconcerti , sacchi, zazzaroni, ci fanno un culo a tarallo. …

  50. Ora che abbiamo d’atto 2 vittorie senza subire e ripartita la litania del l’Inter non ha gioco ma ha singoli,,,,ma CAZZO La Juve che gioca in 11 nella propria metà campo con ripartenze e stop che cazzo di gioco ha? Spero che prima o poi i cinesi capiscano di bruciare tutti i media sportivi

  51. questo allarmismo è fuori luogo: jovetic escluso si sarebbe rotto le balle anche in qualsiasi altra squadra, due giornate a Melo si danno a prescindere

  52. Ma un’altra cosa: si parla di mollare Perisic. Siamo sicuri che sia una buona idea? Ogni tanto cala, è vero, ma io lo terrei.

  53. Purtroppo gennaio è alle porte e i presupposti per fare male ci sono tutti.
    Non voglio dare per oro colato quello che scrivono i giornali, ma si parla di acquistare un mediano

    il centottantesimo, o giù di lì.

    Del regista basso e di una seconda punta, invece, non se ne sente la necessità
    (oh, se viene un tizio, con i capelli bianchi a spazzola e l’accento parmigiano a dare consigli, non lo ascoltiamo eh)

  54. su Jovetic il problema è uno solo: continuità.

    Nel passato non dimentichiamo che anche alcuni infortuni gli hanno impedito di ingranare.
    è un giocatore con indubbie doti ma di difficile collocazione, e cmq ha bisogno di giocare e tanto per entrare in forma, cosa che credo non possiamo permetterci.
    A mio parere è l’attaccante più dotato che abbiamo in rosa, ma forse il meno funzionale.

  55. Jovetic proverei a proporlo al Napoli, in uno scambio con Gabbiadini…

    Sarebbe la seconda punta, o riserva di Icardi che ci manca…

    Cmq pure il mediano basso ci serve, impensabile proseguire con Pshyco-Melo

  56. Questo un po mi stupisce, però in fondo fa parte di quelle cose che noi non sappiamo e di cui non si parla mai.

    Shaquiri:
    Cosa c’è di diverso allo Stoke rispetto all’Inter – “Le infrastrutture dell’Inter sono sinceramente una vergogna. Che un club così famoso non trovi un modo per investire nelle infrastrutture è davvero sorprendente. Alimentazione, riabilitazione, analisi delle prestazioni, varietà negli allenamenti: trovo che in Inghilterra è tutto semplicemente più professionale. E l’erba: in Italia il tempo era bello, ma l’erba sempre molto alta. In Inghilterra può grandinare e noi ci alleniamo comunque su un tappeto, che viene curato ogni giorno da diversi collaboratori”.

  57. Fino a che continueremo a credere che il problema siano i giocatori, non progrediremo di un passo.

  58. Pioli alla gazza dice che vuole sfoltire la rosa, specie in attacco dove ritiene ci sia abbindanzae, tanto più che gli piace Pinamonti_
    Il mediano di cui si parla potrebbe essere il centromediano che manca_

    • Dell’intervista di Pioli mi è piaciuto il giudizio su Brozovic (definito talentuoso, passionale e talvolta poco lucido, ma sottolineandone la gran mole di lavoro e corsa) e soprattutto Pinamonti, che ha dichiarato voler aggregare in pianta stabile alla prima squadra “perché può darci una grossa mano” e definendolo uno dei migliori profili. Il che suona come un arrivederci per il (meno) giovane Gabi e un addio per il perenne incompreso Jovetic (ma se nessuno ti capisce dai tempi della viola, caro Stevan, forse sei tu che ti spieghi male…)

  59. abbondanza

  60. Per principio mi sforzo di giudicare i meriti o i demeriti della nostra squadra e conseguentemente dei giocatori da come si comportano in campo, indipendentemente dalle vicende interne alla società, dalle interviste e da tutto quello che ruota intorno all’Inter. Di conseguenza, dovrei evitare ogni giudizio su Gabigol. Tuttavia mi domando: se tre, dico tre!, allenatori succedutisi alla guida dell’Inter , con quello che il giocatore è costato e con la pubblicità che è stata data al suo arrivo, hanno evitato scrupolosamente , tranne che per qualche minuto e per puro atto di presenza, di metterlo in campo ( e uno di loro è anche l’allenatore della Primavera, perciò particolarmente idoneo a valorizzare , se esistono, le qualità di un ventenne) , non nasce un dubbio fondato che siamo di fronte al caso di un giocatore incautamente o colpevolmente ipervalutato al momento dell’acquisto e che si teme di mettere in campo per non perdere di credibilità e soprattutto per non compromettere il valore di mercato del giocatore , che si cercherà di sbolognare prima possibile? Insomma, siamo di fronte ad un giocatore di grandi qualità , utile al presente e in futuro alla società, o invece siamo in presenza di un modesto comprimario celebrato in patria ma del tutto inadatto a risolvere i nostri problemi d’attacco e in generale al nostro campionato? Se è valida la seconda ipotesi, il problema della società è oggi come salvare la faccia e soprattutto recuperare almeno parte dei milioni spesi per l’acquisto.
    In tal caso le tante giustificazioni (inadeguata preparazione atletica, difficoltà di adattamento, è troppo giovane e quindi è necessario rispettare i tempi di maturazione del giocatore etc…) sarebbero solo utili per mascherare la verità .

    PS. Grazie a Rubens per la lettura che propone e che accerta quanto questo giocatore ( e purtroppo anche altri della nostra squadra) sia stato, rispetto al suo impiego e ai suoi meriti, supervalutato.

  61. Forse riesco a tirarvi su il morale: Spalletti ha subito voluto tranquillizzare l’ambiente romanista dopo la sconfitta con la Juve affermando che se quest’anno non vince nulla va via a giugno. Nella capitale si sa come funzionano queste uscite e quali effetti hanno sull’ambiente.

    Tradotto: se l’Inter si gioca bene le sue carte in Champions ci va lei a scapito di Roma e Milan.

    • prendere il milan mi sembra la magra soddisfazione minima da togliersi col minimo dello sforzo, sulla roma direi che bisogna aspettare prima l’eliminazione dalla coppa, vediamo a che punto siamo a febbraio e ci ragioniamo su, al momento la distanza è siderale

  62. L’uscita di Spalletti ricorda molto quella di Renzi riguardo al referendum…

    Potremo fare un pensierino alla Champions solo se riusciremo a battere la Lazio domani sera…

  63. Pinamonti è un centravanti, non è alternativo a Gabi, semmai a Icardi_
    Su Gabi faccio come il samurai, ci credo nonostante tutto perché mi fido dei tifosi del Santos per i quali era un idolo_

  64. https://www.youtube.com/watch?v=AEibv4iQop0

    saranno mica tutte partite tra scapoli ed ammogliati…

  65. lui è il 10…

  66. Sì, però, nel nostro interesse, togliamo un attimo di torno la storia dei 30 milioni e della presentazione in pompa magna e riflettiamo:

    sto ragazzo qui può essere peggio, boh, di Eder?

    Secondo me, il vero motivo non è tecnico (e con questo non sto dicendo che sia un fenomeno, cioè, non lo so, per ora è ingiudicabile)

    bensì tattico.

    È evidente che questo ragazzo non copre e, disastrosi come siamo da un punto atletico (non finirò mai di ringraziarlo per questo bel regalo),
    nessuno sarebbe in grado di coprire le sue amnesie in fase di non possesso palla.

    E visto che finora non c’è mai stata, nel bene o nel male, una partita “normale”, tranquilla, controllata, manco contro il Crotone, non c’è mai stata una vera occasione di farlo entrare senza metterlo nei casini.

    E comunque, sì, sono d’accordo con Wolf, quel giallo è meno stupido di quello che si possa pensare. C’era da perdere tempo e l’ha perso.
    E lasciamo perdere che diversi attaccanti continuano tranquillamente l’azione a gioco fermo e non vengono MAI ammoniti,

    quello fa sempre parte del sistema di autodifesa inesistente della nostra società,
    che cade come corpo morto cade (cit.)

    Una cosa è certa: giudicare un ragazzo di 20 anni, su 16 e 3 minuti di partita, non ha senso.

    Come un po’ tutto, quest’anno.

  67. tutti a domandarsi perchè Gabigol non gioca.

    la colpa è di Mancini, il classico uovo di Colombo.

    questa come la posizioniamo tra le boiate che uno scrive o legge?

    fuori classifica, perchè le batte tutte.

  68. mi pare che non sia un “abatino”, se c’è da rincorrere l’avversario non si risparmia, insomma; è sempre un brasiliano, quindi tecnicamente sarà bravo e ha un buon sinistro (sebbene non come il .. Chino)_
    Una collocazione tattica già ce l’avrebbe: esterno d’attacco, sia a destra (dove ama convergere per tirare di sinistro) che a sinistra (da qui può crossare con il piede naturale)

  69. La dichiarazione di Spalletti a me invece spaventa. È da un po’ che covo la preoccupazione di ritrovarmelo in panca l’anno prossimo. Si parla di Sabatini, guarda caso…

  70. Gabi deve andare in provincia a trovare ritmo partita e a conoscere il calcio italiano. Possibilmente in una squadra fuori dalla bagarre salvezza (altrimenti si ritrova in panca pure lì). Non abbiamo tempo di aspettarlo, a meno di non decidere che facciamo esperimenti perché la uefa non ci interessa (la CL seriamente non mi pare obiettivo alla portata). Ma a quel punto preferisco sperimentare con Pinamonti.

  71. Qua si potrebbe profilare un luci di marsiglia- bis, e voi state qua a scannarvi su chi ha detto la boiata più grande?

    http://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2016/12/20/news/finale_supercoppa_doha_aereo_ritardo-154528156/

    • no, stavolta giocano, non possono fare un’altra figura di merda planetaria.

      hanno messo solo avanti le mani perchè la gobba ha la possibilità di fare il triplete dei poveri quali sono e quindi han già pronte le scuse.

  72. @Corso
    un motivo per essere meno severo con Icardi ce l’avresti: fa un sacco di gol alla gobba.

  73. Non vedo L ora che arrivi L estate e rifacciano la preparazione!!!!

  74. Acanfora

    hai ragione, a dire la verità non ci ho mai pensato, gli darò un bonus di due partite per questo.

  75. Davide

    ma la panchina non è già stata prenotata dal predestinato a sedercisi sopra, come ha già espresso in diverse interviste?

    tra l’altro adesso pare che arrivi anche con il figlio.

  76. Io non vedo l’ora che arrivi l’estate per mandare via la dirigenza
    (perché ho il sentore che a gennaio non se ne farà nulla).

    Poi, per tenere contento qualcuno, farei fare le visite mediche ad un andrologo
    così magari si mette nero su bianco che sono tutti muniti di gonadi

    (indispensabili nel giuoco del calcio)

  77. Ah, comunque l’inutile Icardi, anche sul gol di Candreva è quello che anticipa il recupero dell’avversario.

    E meno male che non combina niente.figuriamoci quando inizierà a combinare qualcosa…

  78. non vorrei dove giudicare barbosa per i minuti non giocati

    almeno vederlo in Primavera, non so, cos’hanno, paura?

    non è pronto come non sono pronti Locatelli o Donnarumma o non lo era Balotelli?

    bah

  79. Il problema di Gabigol è che lo hanno “pompato” tantissimo sia x la valutazione sia x come lo hanno presentato (la battuta di Settore sul duomo mi ha fatto ammazzare :D) mi ricordo che x es. Juan Jesus anche lui brasiliano e ventenne fu acquistato ai tempi di Ranieri in panchina ma esordì solo con Strama molti mesi dopo essendo costato due lire nessuno si preoccupava cmq sinceramente nel video linkato da corso46 mi sembra che le difese siano molto allegre

  80. per come si sta comportando a me sta pure simpatico: per me vale tanto, dopo il 2002 (omissis, anno orribile per me, e NON per il 5 maggio), l’ultimo giocatore per il quale stravedevo, anche umanamente, è stato Cuchu Esteban Cambiasso!

  81. Una premessa: le notizie che ho sull’Inter non sono di prima mano ma frutto di scambi di opinioni con colleghi.

    Corso, ti dico quello che so.

    Ausilio si gioca il posto a gennaio. Se fa un buon mercato (che deve chiudere a +30 per il Ffp) e l’Inter arriva nelle prime tre dovrebbe restare lui. Altrimenti è pronto Sabatini.

    L’ex Direttore della Roma ha rifiutato di recente una proposta del Parma perché si aspetta a breve un’offerta da un club di Serie A.

    L’uscita di Spalletti, se è vera questa cosa, non è casuale.

    Capitolo Simeone: il Cholo andrà via dall’Atletico, resta da vedere quando. O a fine stagione o nel 2018. Io penso nel 2017, ma non ho nulla in mano.

    Dove va il Cholo?

    1) è destinato alla Premier. In tal caso però dovrebbe saltare almeno uno tra Conte, Mourinho, Guardiola, Wenger e Klopp. Al momento mi sembrano tutti piuttosto saldi.

    2) va al Psg se salta Emery. Questa è già più probabile.

    3) a fine anno Allegri potrebbe andare via. Il prossimo allenatore lo sceglierà direttamente Andrea Agnelli (Allegri è una scelta di Marotta). Il presidente bianconero avrebbe sul tavolo due nomi: Simeone e Paulo Sousa, in quest’ordine di gradimento.

    4) va all’Inter e si porta dietro alcuni fedelissimi (Godin e Gabi su tutti).

  82. Che si intende per “buon mercato”?
    Perché chiudere a +30 non è impossibile, soprattutto se sacrifichi uno che ha mercato.

    Però il problema è che già così siamo un disastro, se smantelliamo pure…

  83. Cool blog! Is your theme custom made or did you download it from somewhere?
    A design like yours with a few simple tweeks would really make my blog stand out.
    Please let me know where you got your design. Bless you

  84. caspita, complimenti internazionali.. Tha Dave, devi una risposta alla nostra gentile amica.

  85. tutti a comperare i regali di Natale?

    oppure con tutte e due le mani sulle balle per la partita di stasera, visto che l’arbitro è Mazzoleni con il quale abbiamo perso le ultime 4 arbitrate da lui, compresa Inter-Lazio 1-2 dell’anno scorso.

    ad assistere alla partita hanno invitato anche Adriano, dopo, sia che vincano, pareggino o perdano, si inciuccheranno tutti…

  86. bei tempi quelli con le radioline…

    • Io mi ricordo quando andavamo al cinema alla prima rappresentazione del pomeriggio e uscendo passavamo davanti ad un bar che metteva fuori i risultati scritti su una lavagna, ed io cercavo di spillare la casella col risultato dell’Inter come a poker. Quelli erano i tempi belli della grande inter.

  87. La foto con il grande capo Suning oggi alla pinetina è fantastica.
    Un fozza inda al cubo che ha coinvolto tutti…
    mi ha fatto scompisciare, non saremo una grande squadra, ma siamo divertenti

    il periodo delle radioline penso che fosse bello perchè eravamo piccoli

  88. A Zhang però consiglierei di spendere qualche spicciolo sul refresh del logo, che quel leoncino non si può guardare…

  89. Per ora l’arbitraggio è impostato su

    vergognoso

  90. Sì, però questi giocano.

  91. Che pena…

  92. Sto guardando gli ultimi minuti del Bayern sul tre a zero, 10 minuti alla fine, partita morta e corrono il doppio di noi. A certi ritmi non solo non si segna mai ma non si tira neanche in porta.

  93. E dueeeeee!!!!

  94. sgrat sgrat

  95. forse un pareggio lo strappiamo…

  96. Minchia, è vero che mancano ancora 20 minuti però tre gol………

  97. Maledetta sosta natalizia.

  98. Proprio ora…

  99. Vai Gabi!

  100. Forse a fine campionato si potrà dire che Gabigol avrà disputato una partita intera, a cinque minuti per volta….forse…..

  101. Il calcio è strano… Bel secondo tempo dei ragazzi, tonici fino alla fine. Se girano bene gli episodi, girano meglio le gambe. Si passa un buon Natale.

  102. Gus….shhhh……e la preparazione estiva?

  103. Stavolta la Lazio nn ci ha fottuto il Natale…

    Anzi, quasi quasi mi spiace che ci sia la sosta…

    Complimenti a tutti, soprattutto a Pioli che sembra aver trovato la quadra…

    Amala

  104. Dimenticavo: tutti a casa…….buone feste a tutti i neroblù dell’universo.

  105. un Brozovic mai visto, partitone.

    un Kondogbia che finalmente ha fatto intravedere qualche cosa dei soldi spesi per lui

    Icardi letale e tutti gli altri bene, tranne Ansaldi ma aveva da tenere il più pericoloso, Pioli doveva svegliarsi un pò prima, ma va bene così.

    Gabigol non deve essere un brocco anche se cinque minuti sono pochi per giudicare, da quel che ho visto come hanno reagito Brozovic e Candreva al suo ingresso, ho più l’impressione che siano i giocatori a non volerlo, può darsi che stessero parlando d’altro Brozovic e Pioli e che Candreva fosse incazzato perchè voleva segnare, non so, però han fatto casino proprio quando lui è entrato.

  106. All’alba del 21 dicembre abbiamo finalmente tenuto il campo.
    Ovviamente non nel primo tempo, dove eravamo spesso secondi sul pallone e perdevamo i contrasti.

    Nel secondo tempo, la migliore Inter vista finora.
    Davvero bene il centrocampo, tutto. Molto bene Kondogbia e devastante Brozovic.

    Icardi devastante.

    Per fortuna ora c’è la sosta, sperando di poterci mettere a posto fisicamente.

    Per ora si rileva un lavoro egregio di Pioli.

  107. Breve storia allegra: Inter Lazio 3-0. (fine)

  108. E soprattutto: gli Zhang portano bene.

  109. Ragazzi, da stropicciarsi gli occhi! Mai visti giocare così bene, fra l’altro contro un’avversaria rispettabilissima perfino Kondogbia ha fatto una buona gara e Barbosa (non voglio chiamarlo con quel nomignolo ridicolo) in quei pochi minuti ha fatto anche qualche giocata non male … Qui lo dico qui lo nego potrebbe essere l’inizio di qualcosa di interessante …

  110. Vero, se con thohir si perdeva fisso, coi cinesi al completo si vince sempre.

    E sì, dare a Pioli quel che è di Pioli. Senza troppi proclami sta lavorando bene e dando vita al progetto tattico più credibile di questi anni. Il campo è ben occupato, in gol ci vanno praticamente tutti i giocatori più talentuosi, e la piazza intorno pare ricompattarsi. Molto bello, in tal senso, il meazza di stasera, gran cornice, fosse sempre così…

    Icardi, che dire. Quando passano due partite senza gol suoi, hai praticamente la certezza che andrà in rete. 14 gol in serie A signori, 16 inclusa l’EL. In proiezione sulle 38 giornate siamo oltre i 30 gol, fate vobis.

    Solo miopi e ottusi possono andare avanti a menarla sull’argomento.

    Bene tutti quanti, persino kondocoso ha imbroccato la gara (anche se di errori ne ha fatti molti, più dei compagni).

    Poi va beh, soprassediamo sull’arbitraggio, che permette a un giocatore ammonito due fanculo consecutivi e una palla lanciata via a gioco fermo, quando con noi ha usato altro metro e in generale si è sempre pignoli al massimo. C’è anche un rigore enorme su Icardi sotto il naso dell’assistente di porta, e non mi capacito di come non l’abbia potuto segnalare.

    Ridicolo anche caressa secondo il quale l’entusiasmo di san siro per barbosa è in realtà in scherno verso il ragazzo.

    Concludo quasi rammaricandomi per la sosta, ora che si inizia a trovare continuità e forma.

    Destino ha voluto che lo scorso anno si chiudesse con la lazio primi in classifica, ma con la netta sensazione di aver rotto il giocattolo, mentre quest’anno si chiude di nuovo con la lazio, belli in basso in classifica, ma con la tiepida sensazione che potremmo essere ad una svolta positiva.

    Vedremo

  111. Ah si, come si fa a dire che abbia giocato male Ansaldi, proprio non lo capisco.

    Anzi sì, è chiarissimo, considerando che proviene dallo stesso per cui Icardi è una pippa e grande problema e Joao Mario un doppione di Brozo

  112. Secondo me quando c’è Zhang gli danno il bombone ai giocatori. Me lo vedo Ausilio che corregge le borracce.

  113. a me è piaciuto il terzo gol, schema eseguito alla perfezione o quasi: coi giri la palla di Banega, splendido il movimento a smarcarsi di Icardi_ C’è la complicità di Marchetti sul tiro, ma era tutto cercato_ Meno male che valgono i commenti di fine gara, perché il pt lo ha giocato meglio la Lazio_ Però siamo rimasti in gara e usciti alla grande nel secondo_ Brava Inter, una vittoria regalo di Natale graditissima_

  114. Mah, sarà che a me piace il lavoro che fa, ma Kondo mi è sembrato uno dei migliori.
    Da sostanza al centrocampo, raddoppia su tutti e fa giocare bene tutti gli altri.

    Io ci penserei due volte prima di darlo via, anche se mi rendo conto che una rondine non fa primavera.
    Così come effettivamente ha fatto un’ottima partita anche Ansaldi.

    Il vero problema non è la sosta, quanto il casino che potrà fare la dirigenza a gennaio, depauperandoci di giocatori che magari a Pioli sarebbero tornati utili.

    Il problema sono loro, hai voglia a girarci intorno.

    A casa, di corsa.

  115. handa, dambro, kondo e brozovic i migliori nel primo tempo, ci hanno permesso di finire sullo 0-0.
    il peggiore in assoluto nel primo tempo banega che ha poi di fatto dato la svolta con una magnifica rete, da li in avanti grandi tutti.
    buon natale!

  116. La penso proprio al contrario del Tuttologo H24, la dirigenza cinese farà la differenza in futuro, non quest’anno xche la Champions rimarrà un miraggio purtroppo

    Scarsissimo Icardi, 4 tiri in porta e solo 2 gol, e non si è nemmeno fatto dare il rigore, meglio Gabbiadini e soldi

    • Guarda che il tuttologo h24 ha semplicemente detto che Zhang portafortuna.

      Sti juventini, oh… si fanno sempre riconoscere.

    • Leggi bene quello che hai scritto, stasera ieri l’altro ieri e un mese fa altro che portafortuna,…bravo xò ti sei riconosciuto, gran tuttologo col difetto di girare la frittata.
      ma va a ciapà i ratt

    • va’ a ciapà i ratt?

      Dai, uno juventino milanese… non si può sentire.
      O si dice anche a Torino?

      Buona supercoppa, neh

    • Oh, Buffon, vieni di là che è cambiato il post

  117. Una vittoria bellissima e strana. Sono rimasto stupito anche dal pubblico. Vedi mai…….