Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Il Supermario bianco

santon

(l’ho scritto per Il Nero e l’Azzurro)

Di quelle due magiche annate in cui Mourinho appoggiò il culo sulla nostra panca rendendo tutti noi uomini più felici, oltre ai trofei e agli orgasmi multipli restano storie che oggi – a sei, sette anni di distanza – possono apparire solo verosimili, se non addirittura leggendarie. In una parola: incredibili. Tipo che insieme agli uomini adulti e famelici che ci portarono in vetta al mondo c’erano due bambini cui lo Special One affidò spesso speranze, velleità e intere zone del campo, se non addirittura le chiavi della squadra, e quei bambini rispondevano presente e noi ci riempivamo di orgoglio.

La storia parallela dei due bambini ha preso una brutta piega, essa pure parallela.

Sul bambino numero 1, Pallone d’Oro in pectore per un tot di anni e ora ridotto all’accattonaggio, più che un libro si potrebbe scrivere una saga tipo Stieg Larsson, cinquemila pagine di romanzo di formazione e patologia criminale. Sul bambino numero 2, ieri, ammetto di avere fantasticato sette-otto minuti. Non durante la partita (non c’era più un cazzo su cui fantasticare), ma prima, durante il riscaldamento.

Qualcosa prendeva forma tra le mie sinapsi ormai lasse come certi legamenti. Trattavasi di una vicenda vagamente alla Schwazer, se la vicenda Schwazer benininteso si fosse chiusa con il medesimo ai nastri di partenza della gara olimpica. Una storia di redenzione e di resurrezione, la storia dell’ex bambino che nessuno vuole perchè non passa più le visite mediche e che invece torna miracolosamente abile per la squadra che lo voleva sbolognare a chiunque, e sgroppa, e difende, e si smarca, e si spreme, e spazza, chiude, crossa e bòn.

Purtroppo non è andata così.

Ora, c’è modo e modo di giocare male una partita. Contro il Palermo lo hanno fatto parecchi giocatori dell’Inter, nelle più varie modalità e sfumature. Puoi giocare male perchè non ne hai, non capisci, sei fuori forma, fuori ruolo, fuori (punto), hai problemi, sei demotivato, sei un corpo estraneo, un oggetto misterioso, un ragazzo troppo buono. La brutta giornata capita a chiunque e l’importante è affrontarla con onestà intellettuale: ragazzi, giuro, ci sto provando, ve lo assicuro, anche se magari non sembra, e oggi butta così, mi spiace per me, per voi e per questa gloriosa maglia a strisce, e spero tanto che la prossima volta vada meglio.

E tu, tifosotto, cosa fai, lo prendi a calci in culo? No: ti alteri un pochino, poi rifletti, capisci, perdoni. Magari segni tutto, ma perdoni.

E quindi in una domenica pomeriggio di agosto, con una temperatura assurda, nel presumibile sconcerto tecnico e umano di essere stato tirato in ballo quasi all’improvviso per l’infortunio di un compagno, nel baillamme di una squadra in totale cambiamento e nel microcosmo di uno stadio che romperebbe i coglioni anche a Pelè, ecco, voglio dire, ci sta che un Davide Santon giochi male.

E infatti il punto non è questo. Il punto è che, per tre secondi, per tre interminabili secondi, Santon si è trasformato nell’altro bambino, quello grande grosso e irritante, e questo ci è costato due punti netti e con essi quella iniezione di serenità che ti avrebbe dato vincere con il Palermo, invece che pareggiare e star qui a macerarti le carni.

Il gol assegnato a Rispoli in realtà è tutto di Santon, e trattandosi di un gol decisivo questo è già di per sè preoccupante e grave. E’ di Santon il rinvio molle da centro area che finisce tra i piedi di Rispoli, è di Santon la deviazione che spiazza Handanovic e dà l’1-0 al Palermo.

C’è anche modo e modo di deviare. Se Roberto Carlos ti mira gli zebedei o se Zaytsev ti schiaccia sul naso da un metro, ecco, nessuno verrà lì a farti delle questioni sulla deviazione, e al limite ti chiederanno se sei ancora vivo e virile. Santon no, l’ha deviata col tacco mettendosi in quella posizione snob (movimento a girarsi di schiena, culo in fuori, tacco proteso) che una volta faceva figo al campetto finchè qualcuno deve essersi incazzato sul serio e indotto tutti i campettisti dell’emisfero boreale a evitare quella pantomima. Nel caso specifico, se fai una mezza cazzata (rinvio da femminuccia) e poi tenti di ripararla (andando a opporsi al tiro dell’attaccante), devi buttarti a corpo morto, non imitare Petrolini mentre fa Gastone, santa madonna.

Culo e tacco in fuori, come fosse scontato che per un Luciano Rispoli al tiro bastasse mettersi in mezzo così, alla cazzo di cane. Invece il tiro – un normalissimo, elementare tiro da fuori – prende proprio il tuo tacco da gagà da balera e puff!, la partita è buttata nel cesso.

Anche quando giochi male, Daviduccio nostro, devi tenere la schiena dritta e il cervello acceso. La gente magari ti insulterà lo stesso, ma almeno sarai in pace con la coscienza. E adesso non ti puoi lamentare, caro il mio Supermario bianco, se il video del gol tuo e di Rispoli lo proietteranno nelle scuole calcio per far vedere all over the world come non ci si oppone a un tiro.

share on facebook share on twitter

463 commenti

  1. Mah…Era Santon poteva essere d’Ambrosio o nagatomo (o vogliamo dimenticare come si sono opposti questi altri 2 premi Nobel agli avversari a verona) la cruda verità è che con tutti i terzini che abbiamo non ne facciamo uno buono neanche a squagliarli nelle acciaierie di terni…Salvo per ora Ansaldi che a Genova mi sembrava un buon esterno

  2. riposto di qua: grande Corso per l’approfondimento sull’Ivanoe_ E spiega tra le righe anche l’affare Falcao_ Certo che Bellugi deve averla fatta proprio grossa per farsi cacciare.. Fraizza andò anche al suo matrimonio e lui permane un interista accanito..

    • sono contento che lo hai letto, gli hanno fatto un bel ritratto e ci sono parecchi aneddoti che non sapevo, tipo quello su Moratti Angelo che gli piaceva ballare come all’Ivanoe e che per questo lo chiamavano “il samba”.

      ai tempi della coppia Mazzola-Beltrami i tifosi interisti li chiamavano il gatto e il gatto, perchè la volpe non era nessuno dei due.

      nostalgia…

      mica per loro, per me.

  3. Quinto, mentre sono ancora qui al tavolo di lavoro.
    Ripeto: Lichtsteiner fuori dalle balle.

  4. Cioè, forse quarto perché la Elena con i punti ha postato due volte.

  5. Tra due settimane lì ci sarà Dani Alves, non Rispoli.

    E noi non abbiamo un terzino sinistro per tamponare.
    Santa pazienza.

  6. Settore arriva tardi- Che la responsabilita’ primaria del pareggino fosse di Santon, che prende i suoi milioncini anche per guardare di fronte gli avversari e non di dietro, l’abbiamo scritto su qui nel postpartita-
    Intanto pare che la juve abbia acquistato anche Witsel= a me non impressiona, sono migliori i giocatori che gia’ ha-
    Alla juve toglierei Buffon e Barzagli= invecchiano ma non mollano, anzi, contagiano anche gli altri

  7. Sporting Lisbona, ennesima porta in faccia per Santon!

    Ecco, appunto…

  8. Magari la Caritas Lisbona…

  9. Santon, Ranocchia, Icardi, Melo, föera di ball….

  10. Santon è stato messo in campo per fare vedere che al ginocchio non ha niente, tipo vetrina in saldo, ma si sono ciulati con le loro mani, adesso nemmeno in regalo riusciranno a darlo via.

    peccato perchè non è colpa sua se ha un ginocchio ballerino, mentre il Balo ha un cervello ballerino anche se non è mai stato operato.

  11. prima di andare a dormire, dato che l’ho appena letta, mi auguro e auguro al bambino di Bonucci che tutto possa risolversi per il meglio.

  12. Questa storia dell’autogol colpa di Santon (se vogliamo dirla tutta dopo che Banega perde una palla in uscita) penso sia rappresentativa della mentalità del tifoso Interista.
    Non riusciamo a tenerci dal puntare il dito contro qualcuno dei nostri neanche su un autogol del tutto casuale. Che cazzo c’entra che si è girato? Non poteva rimbalzare male anche se era di pancia? È ovvio che non si fa, e tanto meno dovete insegnarlo a lui che ha giocato ai massimi livelli in Italia e Inghilterra e non in un campetto di 3 cat. Ma se non fosse entrato il gol chi se ne sarebbe accorto? L’azione, per lui, è concitata, ha appena fatto un intervento che l’ha messo in equilibrio precario e si trova a dover reintervenire, mentre il suo compagno non fa niente e non stringe sull’attaccante, se vogliamo proprio fare i paranoici ho messo il fermo immagine quando il pallone tocca il suo piede destro e lui non è neanche disallineato, la torsione la completa dopo che la palla è già passata.
    Mamma mia ragazzi, io sono il primo che la butta spesso sui soldi e sul professionismo che devono garantire con certe cifre, ma lavorare sereni all’Inter è veramente impossibile, attaccati da tutti, continuamente a 360 gradi, tifosi compresi, sempre, continuamente, sia che perdiamo pareggiamo o vinciamo c’è sempre un ma o si doveva o è solo culo.
    E beh certo, noi non siamo gonzi!

    • Il post non credo volesse attribuire una colpa …. ma evidenziare un atteggiamento ..

    • Santon è indifendibile: anche nel senso che NON DIFENDE_ Non si sa se questa mancanza di coraggio a fare un contrasto frontale come si deve dipenda da lui o dal suo ginocchio: in tal caso indifendibile è la società_

    • Lavorare serenamente all’Inter è impossibile. Amen. Vincevamo il triplete e qualcuno si lamentava di Milito che batteva cassa e Mou che se ne andava. Siamo questi.

  13. Leggendo questo post mi sono rincuaorato … Non sono stato il solo ad aver avuto l’impressione di un atteggiamento di pressappochismo nel momento in cui Santon è andato a contrastare il tiro.. Della serie…. mi metto davanti perchè non posso farne a meno … Il rimpallo poteva essere sfortunato anche se gli fosse andato incontro come un treno, però l’episodio è servito a far capire che la cura dei dettagli non è cosa superflua, ma come diceva Mou..ad altissimi livelli fa la differenza tra una vittoria e una sconfitta … La voglia, la tigna e il desiderio di arrivare primo sul pallone dovrà essere il nostro primo importante acquisto…..

  14. Il calcio sembra governato dal caso (la palla è rotonda, la nebbia di Belgrado, la pioggia di Perugia) ma in realtà è puramente un evento statistico.
    Scusate se mischio sacro e profano e se tocco un argomento dove c’è dolore, ma mi viene un parallelo col terremoto.
    A parte il ,per me, terrificante servizio del tg2 “alla ricerca della faglia assassina”, come se occorra sempre un nemico, qualcuno a cui dare una colpa, ignorando la nostra caducità di fronte alla natura e nella fattispecie alla deriva dei continenti.
    A parte quello, dicevo, il terremoto alla fine cosa mette in risalto? Null’altro che la debolezza di un sistema. E’ un crash-test.
    Non a caso si dice che se lo stesso evento fosse successo in Giappone avrebbe avuto conseguenze di gran lunga meno disastrose.
    Forse anche Rispoli, se si fosse trovato davanti Barzagli (che è bello grosso), non avrebbe segnato.

  15. Il paragone con Mario mi sembra ingeneroso.
    E’ vero che nei peggiori bar di Caracas e della Brianza girasse la voce che anche lui avesse intrapreso comportamenti non proprio professionali, però mentre il Balo si è rovinato completamente da solo il Bambino ha l’attenuante di un infortunio che di fatto gli ha tolto molto.

  16. Io personalmente non parlavo dei valori assoluti di Santon, quello è un discorso diverso e va fatto su 60 partite. A me quello che non va bene è trovare incessantemente degli obiettivi da massacrare per il segreto gusto oramai diffuso di infierire su un responsabile. Ma in fondo anche questo è tutto meno che una novità a livello mediatico (originale che l’obiettivo dei media siamo quasi sempre noi…) , quello che mi stupisce e che fino a qualche decennio fa il tifoso interista, almeno fuori dallo stadio, andava in autoprotezione e sfanculava tutto e tutti quelli che palesemente ci si paravano davanti di traverso in maniera scorretta, adesso, checché noi neghiamo scandalizzati, siamo talmente condizionati che non riusciamo a non essere duri, cinici e accusatori verso i ns colori, in altre parole non siamo più tifosi vecchia maniera, siamo tifosi nuova maniera, qua non si tratta di dare patenti , e solo chi è stato per decenni piacevolmente un ottuso tifoso vecchia maniera lo può comprendere, voi fortunati (per l’età) figli dell’arena di Giletti faticate.

  17. Io penso che il Blog serva a lavare i panni sporchi in famiglia, col cavolo che con un gobbo mi metto a fare autocritica.
    Chiaro il concetto?

  18. Su questo sono d’accordo con Javier.
    Continuiamo a dare delle pippe a destra e a manca

    (cioè, dai, l’anno scorso abbiamo cassato come “pippa” uno come Perisic e continuiamo a criticare Kondogbia, l’unico che, pur non essendo ancora in forma, raddoppia sempre e comunque su t-u-t-t-i).

    quando le uniche vere pippe sono quelli che riescono a combinare disastri anche con 100 milioni a disposizione.

  19. 6 anni di astinenza a veder quelli la’ sempre in testa, scoraggiano anche i più ottusi ottimisti_ avessero nel frattempo vinto altre squadre, tipo Napoli e Roma, sarebbe meno dura

  20. Concordo con Flavio.

    Dire che quel pallone poteva rimbalzare su Santon in mille altri modi è sacrosanto. Ma ciò non toglie che l’errore tecnico sia stato compiuto.
    Il fatto che poi questo venga sottolineato non cambia i fatti.
    Così come il giudizio sul Bambino non è che matura per l’errore dell’altro giorno.
    Si tratta solo della conferma della sua difficoltà a stare a certi livelli.

    Oltretutto, perdonami Javier, c’è la tendenza a leggere ogni volta una critica come un linciaggio.
    FdB ha sbagliato a non fare il terzo cambio? Certo. Lo si dice, se ne può discutere e si chiude li.
    Certo che alla decima volta che si tiene il terzo cambio a cazzo non si chiude più. Perchè vuol dire che non è più un errore ma proprio una carenza.

    La chiusa sui figli dell’arena e su quanto si stava meglio quando si stava peggio poi non si può sentire.
    Anche perchè se poi il modo giusto è quello “ottuso” non ti stai rendendo un gran servizio (oltretutto non mi pare che ti rappresenti).

  21. tra poche ore chiude il mercato .. tutti ad incrociare le dita nella speranza del colpo ad effetto, vi ricordate Sneijder ?? Mettiamoci il cuore in pace, se arriva qualcuno sarà l’ennesimo doppione tanto per andare ad incasinare ancora di più tutto quello che va dalla trequarti in su. Meglio puntare su un’ottima campagna cessioni, ma come si è visto i nostri tutti li vogliono ma nessuno se li piglia. I nostri ” ..la voglia, la tigna e il desiderio di arrivare primo sul pallone” la usano quando bisogna impuntarsi rifiutando un trasferimento o quando bisogna andare a battere cassa (nascondendosi dietro il proprio procuratore).

  22. Il blog e il pezzo di sector, non fanno altro che confermare che l’interista è “tafazzista” per antonomasia…

    Siamo bravi a martellarci gli zebedei e siamo sempre alla ricerca di un capro espiatorio…

    Paragonare Santon a Mario è cosa tiratissima, così come pensare che abbiamo pareggiato per colpa sua…

    Banega perde una palla assassina sulla trequarti, il Palermo crossa, Santon anticipa in spaccata volante un avversario, non fa quasi in tempo a coordinarsi che arriva Rispoli…

    La prima cosa che ho pensato è alla sfiga… poi chi vuole, può puntare il dito sul fatto che il bambino poteva cercare di non girarsi, amen…

    Auguro a Santon il meglio, spero che torni quello di un tempo anche se giocare in fascia non è facile, bisogna essere esplosivi e veloci…

    La butto lì: secondo me potrebbe essere provato come vice-Miranda, magari ha un futuro da difensore centrale

  23. Stessa romantica sensazione di settore, per un momento all’inizio ho pensato a una redenzione/rivincita del bambino ma purtroppo siamo interisti e la nottata non passa, ma obbiettivamente non me la sento di massacrarlo…

  24. Io sono ottuso e vecchia maniera; non ce l’ho con nessuno dei nostri a priori. Ma Santon non ce la fa: sarà l’infortunio, saranno le sfighe, sarà la morosa… Non so. Anche il fatto che ce lo rimbalzino tutti vuol dir qualcosa.

  25. PS: la testa di c***o di Balo è imparagonabile a qualunque dei nostri attuali. Wando compreso.

  26. piuttosto che niente è meglio piuttosto.

    piuttosto che tafazzisti è meglio ottusi, se non altro non ci rompiamo gli zebedei da soli, ma sopratutto non li rompiamo agli altri che non vedono il motivo di romperseli.

  27. Ultimo giorno di mercato….
    un anno fa di questi tempi credevo che lo smaltimento dei rami secchi fosse ormai in fase avanzata, ma oggi guardando l’elenco completo della rosa, ci si accorge che alle poche erbacce con radici profonde presenti da anni, si sono aggiunte quelle che ha generato il cambio tecnico.

    Abbiamo quasi un terzo della rosa che per un motivo o per l’altro non è al centro del progetto e non lo sarebbe mai stato in altre condizioni.
    Se l’ultimo giorno non sarà utile per arrivare all’ultimo rinforzo dietro, spero almeno che serva per sfoltire qualche elemento… 7-8-9 scontenti/precari in una rosa da 25 sono davvero troppi se il fine è creare un gruppo che rema nella stessa direzione.

  28. Ennesimo attacco sull’Inter da parte di certa stampa. Questa volta a denigrare è il direttore di sportitalia e tuttomercatoweb nel pagellone del mercato. Definisce Debur un non allenatore, Joao Mario strapagato (Higuain cos’è allora?), non menziona assolutamento la forza della nuova proprietà nel chiudere la porta al Napoli su Icardi. Ma giudicate voi. Qualcuno dovrebbe rispondere a questo signore. Grazie
    http://www.tuttomercatoweb.com/editoriale/ore-2300-chiudete-quella-porta-il-pagellone-delle-20-di-serie-a-871586

    • daremo la delega ad Este..

    • Andrea, credo che questo si risponda da solo con la sua faccetta. Non basterebbe un ufficio stampa per rispondere a questi mister nessuno che il web ha moltiplicato. Una volta non avrebbero superato la redazione del giornale parrocchiale.

  29. Comunque paragonarlo a Petrolini che interpreta Gastone mi ha fatto sganasciare…bella Sector.

  30. E infatti: che cosa significa “sensibili di variazione”? Forse il coglioncello gobbo stigmatizzato da Andrea intendeva “passibili di variazione”. Insomma un semianalfabeta che “dirige” ben due “testate” on line: piacerebbe vedere il suo curriculum studiorum. E poi bisognerebbe perdere tempo a rispondergli? Con tutta la carta che ho sul tavolo? Ma va’ là… Cadano il silenzio e l’oblio.

  31. Per me la stampa conta meno di zero quello che conta come sempre è il campo.
    E cmq anche molti di noi hanno criticato la nostra campagna acquisti immaginando scenari da 40 punti e buona grazia, definendola quantomeno incompleta, senza parlare della “forza” societaria, di decidere le sorti di un mister a venti giorni dal debutto, senza voler mettere di mezzo la vicenda del bamboccio Icardi (il Capitano!) e della sua t….a
    Io rispetto ogni parere pur non condividendolo, come anche Squinzi che non mi sta per niente simpatico, ma con il Sassuolo innegabile stia facendo un piccolo capolavoro, con un mister molto capace e per certi versi “silenzioso”.
    E come mi dispiace per Santon, che in una partita sua come di molti sicuramente insufficiente, è incappato in una serie di coincidenze veramente sfortunate che hanno causato l’ 1-0 di Rispoli.

    Un grazie sentito a Corso invece per il pezzo su Fraizzoli, veramente calcio e valori di altri tempi oramai perduti, a lui che si lamentava negli anni 80 chi sa cosa direbbe o penserebbe oggi…

    • prego, sono contento quando posso condividere con altri interisti certi ricordi.

      è un pò come guardare le partite insieme, da soli è di una tristezza unica anche quando si vince, con chi gridi quando segnano e non puoi abbracciare nessuno?

    • Caro Alex, tollerare i pareri altrui (nei limiti del codice penale) è sacrosanto. Rispettare le gobbate di tizi senza arte né parte, che per motivi che forse è meglio non sapere, sdottorano on line dandosi le arie dei nuovi Gianni Brera mi sembra un tantino eccessivo. Non mi prendo certo la briga di contestarli direttamente, ma che abbiano il mio rispetto… Cioè, ma la foto di questo qui l’hai vista? Sono comunque d’accordo con la tua prima affermazione “la stampa conta meno di zero” (applausi).

  32. Io, una volta, avrò avuto 14 anni, ho sentito una conferenza di Fraizzoli. Veramente un uomo d’altri tempi; tratto schivo da milanese che non amava parlare in pubblico; entusiasmo per i valori dello sport. Sembra che siano passati due secoli.

  33. Il tifoso è succube della passione per il calcio in generale e della sua squadra in particolare.
    Alla voce “passione” la Treccani recita così:
    “…mancanza di obiettività procedente da spirito di parte o da altro sentimento che turba la serenità del giudizio e della valutazione…”
    Si forse ottuso è meno adatto di ottenebrato, ma la stoltezza che ti dà il “tifo” è che io trovo comunque affascinante la trovo più vicina all’ottusaggine. L’importante è rinsavire nel resto delle problematiche della vita, ma quando c’è l’Inter si, sono ottuso e non me ne faccio un problema.

  34. siamo all’elogio dell’ottusità?

    andiamo bene, se non c’è rimasto altro che “cercate di non rompere i coglioni per favore”

    once were bauscia

  35. Relativamente agli interisti vecchi e nuovi (commento di javier): non la metterei così. Io ho 46 anni e da che ho memoria allo stadio e fuori gli interisti me li ricordo così: ipercritici verso la beneamata ma allo stesso tempo iperprotettivi se di lei se ne parla con gobbi e gonzi. Un po’ come il genitore che non lesina “bastonate” al figlio che lo fa dannare ma guai se altri si azzardano a parlarne male. Qui tra noi (ed in altri blog) evidentemente ci si può sentir liberi di dire quel che si vuole senza doversi beccare patenti di interisti meno “veri”. Poi è chiaro, oggi l’umore è più malmostoso ovunque nel complesso, e sul web o a san siro (dove fa più danni) si sente.

    • Gus non ho dato nessuna patente “da interista meno vero” a nessuno… atteniamoci a quanto scritto senza aggiungere.
      Ti dirò piuttosto che non sono sicuro che oggi l’umore fa più danni a San Siro che sul Web.

  36. i media non contano,bene, quindi le aziende che spendono milioni di euro in comunicazione, i politici che fanno a gara nel comparire in TV, potenti che acquistano media l’ho fanno tanto per passatempo vero?
    Non scherziamo, noi abbiamo bruciato giocatori ed allenatori in numero maggiore rispetto a Milan e Juventus proprio per questo motivo.
    La prova che i media influenzano sta proprio nel Sassuolo citato quasi da tutti come miracolo sportivo quando basterebbe ragionare con la propria testa e capire che il budget che mette in campo il dott. Squinzi e’ inferiore solo a quello delle big.
    È sicuramente indiscutibile che i suoi soldi li spende al meglio e che se fossi di Sassuolo gli farei la statua, pensate a piazze con tradizioni e storia più importanti tipo Pisa,Ferrara,San Benedetto cosa farebbero per avere un presidente così facoltoso ma ripeto che di miracoloso nel Sassuolo, con quei budget a disposizione, non c’è niente.

    • Vero. Il Sassuolo giocasse in Premier e beccasse l’annata storta delle big, potrebbe vincere il titolo. Vedi Leicester (anche questi dipinti dai media nostrani come se gli stipendi dei giocatori li pagassero con le collette al pub). In Italia, of course not. Sapete già perchè…

  37. Occhio che rischia di avverarsi la mia profezia di Giugno per Jovetic……

  38. @Javier
    “atteniamoci a quanto scritto senza aggiungere”
    Aridaglie con i permalosetti. Citavo te ma allargavo oltre il discorso, e le patenti di interismo qui ed altrove fioccano, trust me.
    Il web fa danno ai webeti (cit Mentana), San Siro fa danno a chiunque ne calchi il proscenio con la maglia nerazzurra e non sia dotato di importanti zebedei (e che ai primi mugugni o insulti sparati a squarciagola nel silenzio di certe fasi di gioco, comincia a fare il compitino non osando proporre più di un passaggetto laterale al compagno vicino).

    • nono nessun permalosetti 🙂
      E’ che questo tasto delle patenti mi sembra piuttosto dolente, anche se non ho mai capito da dove sia partito , probabilmente è roba vecchia che risale a prima che frequentassi il blog.
      Il Web fa male a “tutti” in quanto oggi tutti sono webeti nelle varie sfaccettature social, questo, trattandosi del mio lavoro te lo posso dire con una certa sicurezza.
      Il peso di San Siro con le balle in giostra è indubbio e difficile da reggere, ma dura 90 min poi passa e ti butti negli allenamenti per cercare di migliorare fino al prossimo confronto, il Web ce l’hai sempre li sul telefonino o sul pc + altri media per 24h e secondo me dai e dai se non hai un carattere veramente forte ne vieni condizionato fortemente, io personalmente mi sono fatto l’idea che Ranocchia abbia patito molto la somma di tutti e due fattori nel suo declino psicologico.

  39. Il miracolo del Sassuolo è che prende dei ragazzi a due/tre milioni e li rivende a 15.
    Lo può fare perchè nessuno è indispensabile e tutti sono sostituibili.
    Vero che ha alle spalle una potenza economica, ma Squinzi è di quella vecchia generazione che investe, ma non spreca.
    Purtroppo a diffirenza nostra in questo momento il Sassuolo ha un Presidente, un Allenatore e un Capitano!

  40. Squinzi potrebbe avere un budget esagerato ma non lo ha, opera proprio come dice Flavio Mucci, altrimenti non avrebbe avuto per anni i Gazzola i Longhi i Terranova i Magnanelli i Masucci i Biondini i Missiroli, e poi pescato (abilmente) tra gli scarti delle big i Peluso Cannavaro Acerbi, e dato fiducia ai giovani Sansone Berardi Zaza.
    Non confondiamo il budget di una squadra di Premier da salvezza, che spende decine di milioni di euro ogni giocatore, con una squadra che li ha spesi per fare una rosa totale, e che solo ora, alzando l’asticella dopo alcune cessioni e acquisti importanti, deve interrogarsi su cosa vuole fare realmente da grande.
    Credete che Fiorentina Genoa Sampdoria Torino e tante altre abbiano speso meno del Sassuolo in questi anni? Ne dubito fortemente.

  41. Scusami Javier+ ma il tuo discorso è un po’ paraculo.
    Non avrai usato il termine “patente” ma il tuo discorso tradisce patentismo.
    E aggiungo, per me l’irrazionalità della passione tipica del tifo sta’ nel fatto che nonostante la squadra faccia schifo da qualche anno e nonostante le soddisfazioni siano nulle …sono ancora qui ad incazzarmi, a sperare, ad andare allo stadio, a seguire la squadra ed a condividere con altri tifosi.
    Non nel fatto che mi debba far andare bene tutto.

    • Ma no, nessuna paraculaggine e nessuna patente, ho voluto evidenziare che ci sono modi nuovi e diversi di esser tifosi che derivano probabilmente dai nuovi usi e costumi attuali , e a me sinceramente questo attaccare in maniera ossessiva i “miei” dà fastidio. Il punto è la misura, non le patenti che non ho mai dato e ne ho la possibilità ( e l’intenzione ) di dare. Io non mi rivolgo a chi ogni tanto dice la sua e esterna il suo scazzo per qualcosa o qualcuno che in quel frangente ne ha combinata una, io stesso come tutti ogni tanto sbotto contro tizio o caio, quello che non concepisco sono gli attacchi reiterati e infiniti per campionati interi su faccio ad esempio: diatriba Mazzarri/Mancini autori vari e assortiti; Mancini Tagnin Deus ex machina; Ranoccchia, Nagatomo, Medel mezza curva Nord; La società; Ausilio; etc etc…
      Aggiungo in questa disamina che farà crollare a -30 il mio indice di simpatia le bollature dei nuovi arrivati dopo 3 partite sbagliate, tipo Perisic o Kondo (già detto da Este).
      La misura… è un concetto che ho provato già ad esprimere in passato senza successo. Si può dire tutto ciò che si vuole,ci mancherebbe, ma l’ossessione no, alla 500esima volta che uno dice Mancini è una merda o Icardi è un paracarro a me sinceramente passa la voglia di parlare di Inter.

  42. Rpensandoci, alla luce degli ultimi avvenimenti, al Sassuolo manca un informatico.

  43. La differenza con il Sassuolo e che dopo aver perso malamente con l’Inter due stagioni fa), con punteggio catastrofico per loro, hanno avuto la forza, la voglia e sopratutto il tempo perchè il credo di Di Francesco fosse capito, assorbito e digerito dai giocatori….Trattasi di poccole realtà dove non vi è l’ossessione della vittoria a tutti i costi, ma si da tempo al tempo. E’ quello che vorrei fosse dato a FDB, da parte di noi tifosi e della Società….dei giornalai non mi frega nulla, non mi aspetto nulla di buono da chi è contro di noi a prescindere

  44. BILANCI SPONSOR SERIE A 2015-2016

    Jeep goBba 17 mio
    Emirates BB 17 mio
    PIRELLI INTER 12 mio
    Lete,Garofalo Napoli 10 mio
    Lazio,Palermno,Roma,Sampdoria NO LOGO
    dopo di loro il vuoto con l’Atalanta prima con 2,5 mio, Frosinone 1 mio, Carpi con AZIMUT o,7 mio

    dimenticavo il SASSUOLO MAPEI 22 MILIONI, RIPETO 22 MILIONI,RIPETO 22 MILIONI, giro cassa, quello che volete ma 22 MILIONI,,,ripeto BRAVI,BRAVISSIMI ma con budget fuori dal normale per quel tipo di squadre

  45. ok e quote abbonati? ricavi stadio? soldi di sky? introiti di merchandising? o si fa tutto con lo sponsor… non la sapevo questa.

    e poi fammi le campagne acquisti di TUTTE le squadre di A dal 2013 in avanti. e poi vediamo quanto ha speso il Sassuolo, e a fine stagione i bilanci di tutte e vediamo chi ha speso di piu’ o meno, e quanto rosso hanno, alla fine penso che il calciatore che hanno pagato di più è Vrsaljko che tra l’altro è un gran buono e hanno rivenduto a 18.

  46. Senza contare gli sponsor tecnici.
    Altre squadre destinate a crescere sono il Bologna in stile Sassuolo e il Torino per gli investimenti che hanno fatto quest’anno, ma che dipenderanno molto dai risultati.

    Bravo Mike hai detto bene, e spero e credo che la società stia lavorando proprio in questa ottica, su FDB ho grande fiducia, penso valorizzerà anche molti giovani.
    Anche se le ultime voci che danno un possibile ritorno di Maicon (in mancanza di alternative valide) non vanno proprio in questa direzione 😀

  47. Lichtsteiner, Caceres, addirittura il ritorno di Maicon…
    tutti terzini destri

    c’è qualcosa su Ansaldi che dobbiamo sapere?

  48. Ma soprattutto: se l’epilogo era questo, valeva proprio la pena non tenere Erkin?
    (almeno era di ruolo)

  49. Se neanche difronte all’evidenza mi arrendo, mentre a sassuolo valorizzano i giovani il resto delle province italiane sono piene di dirigenti comunisti che anzice valorizzarli si cibano di giovani promesse.
    Evviva il romantico sassuolo costruito dal nulla da geni dalla sapienza calcistica che senza soldi e senza scendere a patti con nessuno macina miracoli sportivi…ancora un po e sto sassuolo mi sta sul cazzo più dei gobbi!

  50. Il Sassuolo fa quello che non possono fare le “grandi”.
    Chi avrebbe fatto giocare titolare per quasi tutta la scorsa stagione un Pellegrini?
    Oggi è un calciatore già richiesto da molti Club.
    A Palermo è sceso in campo un centrocampo fatto da Magnanelli (va beh 32 anni) e Mazzitelli-Sensi (40 anni in due). Chi si affida a due ventenni in un centrocampo di un 4-3-3?
    E i tre punti li hanno portati a casa, in trasferta!
    Pavoletti, viene oggi trattato oltre i 20 milioni. Chi lo ha lanciato nel calcio che conta?
    Tralascio Zaza, per il quale andrebbe dato il nobel dei procuratori a Maifredi, per l’abilità con la quale è stato valorizzato.
    Non c’è nulla di romantico, ma c’è il lavoro serio di professionisti a tutti i livelli (ripeto, manca l’informatico).
    Ovviamente come disse Flaiano , tutti oggi accorrono in soccorso del vincitore, è un vezzo italiano, per cui anche a noi non sono simpatici tutti i pervenu che si atteggiano ad amiconi dei calciatori coi telefonini pieni di selfie (compaiono i primi ricercatissimi,con la Nargi!) e gli intenditori dell’ultima ora, ma tant’è, è il prezzo di un innegabile successo.
    E tutto ciò, capisco, può stare sul cazzo… ma piu dei gobbi? Noo!

  51. Javier ti do ragione (così perlomeno il tuo indice di gradimento è a -29). Il fatto è (e dovresti saperlo, visto che è il tuo campo se ho capito bene) che social, blog e affini funzionano proprio così: si ottiene e si mantiene visibilita reiterando polemiche e Topic che suscitano a loro volta altre polemiche e reiterazioni. Qui dentro Corso, Tagnin, Este e compagnia bella si sono costruiti il loro seguito (ue’, lo dico con rispetto ne’..) e la loro credibilità a forza di polemizzare sulle stesse robe. Almeno, io leggo e posto commenti qui e altrove da un annetto (prima leggevo il post e basta) e mi sembra funzioni così ovunque. E ovunque puoi trovare anche dialettica serena e misurata, volendo (compresi Corso, Tagnin ed Este.. 😉 )

    • non sapevo di avere un seguito, avevo più l’impressione di essere inseguito…

      io sono d’accordo con Javier+ riguardo alla insistenza sulle menate, a mia scusante io la meno contro quelli che continuano a menarla, ma sono consapevole che rompo le balle anch’io.

      allora per un pò sto zitto e non scrivo niente per giorni e giorni anche se leggo sempre, all’ennesimo insulto nei confronti di chi secondo me non se lo merita rientro nel blog e riparto con le polemiche.

      sono d’accordo con Javier+ riguardo alla potenza del web nel demotivare, scoraggiare ed avvilire i giocatori messi sotto tiro ed anche gli allenatori, perchè oramai le notizie si leggono più su qui che sui giornali o sentite alla televisione, per cui leggere insulti anche del tutto gratuiti non credo faccia piacere a nessuno, come non fa piacere a nessuno leggere come si è poco considerati a livello calcistico dalla maggior parte dei tifosi.

      mi si dirà che per loro il gioco vale la candela considerando quello che guadagnano, però è un gioco al massacro che non fa bene a nessuno ed i risultati son lì da vedere.

  52. E Miangue ? Pare sia un fenomeno fisicamente, certo non dico di fare il titolare da subito, ma che non sia lui il vero “bambino” di quest’anno?

  53. Flavio, fino ad un paio di anni fa avevo facilità di colloquio con calciatori under23 perlopiù di B e lega Pro: più di un giovane difensore mi disse che l’attaccante più forte che aveva marcato era proprio Zaza, ancor prima che giocasse a Sassuolo_ Sulla campagna acquisti posso dire che è un gran caos, che FDB avrà dato le sue indicazioni e che Ad Ora non abbiamo venduto nessun presunto big, nemmeno Brozovic

  54. Beh, sulla pazienza del Sassuolo avrei da ridire.
    Ricordo Di Francesco esonerato (forse era proprio il primo anno di A), sostituito da Malesani e poi richiamato.

    Su tutto il resto, mah, a me sembra più che altro ci sia dietro un bel po’ di grana, oltre alla tutela della Juve con cui mi pare si sia aperto un canale di scambio esclusivo, almeno rimanendo al caso Berardi.

    Ma non è questo. Quello che ci ha fatto venire in antipatia la realtà del Sassuolo è lo scarsissimo rispetto mostrato da Squinzi verso una squadra che ha fatto la storia del calcio italiano ed europeo come l’Inter.

    E non lo dico da interista, credo che si sia nel campo dell’oggettivo.

    Poi, oh, non nego che mi roda anche perché la squadra della mia città, il Taranto, domenica sera contro il Matera, ha fatto,
    in Lega Pro,
    obiettivo salvezza,
    con un caldo porco,
    in uno stadio la cui capienza è stata ridotta da 25mila spettatori a 12mila, essendo molti settori chiusi,

    la bellezza di oltre 10mila spettatori
    (ai tempi arrivavamo anche a 25mila, per uno spareggio di C1)

    Il Sassuolo, squadra in Europa League, contro il Pescara, campionato di serie A, ne ha fatti 8mila.

    Non so, ditemi voi…

    Perciò mettiamo da parte le storie sulla “bella realtà”, e diciamo che c’è una differenza di potenziale economico notevole.

  55. Io avrei un seguito?
    E chi sarebbero?
    Magari…

    Ci manca solo che dicano che percepisco soldi per scrivere qui e poi siamo a posto.

    Che siano minchiate reiterate sono d’accordo, eh.
    Ma che abbiano pure un seguito proprio no.

  56. ma io non credo che nessun appassionato di calcio normodotato (gobbi e compagni di merende esclusi quindi) si sia mai bevuto favola Sassuolo, resta che fanno un certo tipo e lo fanno bene

    sono una corazzata tra le piccole?
    prendono e valorizzano gli scarti altrui?

    non vedo cosa ci sia di immorale, avessimo noi un settore tecnico così funzionante, fatte le dovute proporzioni, saremmo il Bayern

  57. scusate se intervengo ogni tanto, anche se vi leggo sempre. Mi chiedo, oggi che il mercato sembra ormai chiuso, dove dobbiamo andare e chi, nonostante cambino le proprietà, sia quel genio che propone gli acquisti. L’ultimo interrogativo in ordine di tempo è quello legato a gabigol (?). Uno che in Brasile, con i difensori e i portieri che girano in quel Paese, segna 60 gol in 160 partite, non dovrebbe avere posto neanche in serie B, io credo. Magari mi smentirà perchè è molto giovane; ma la sua media di quasi un gol ogni 3 partite, in Brasile ripeto, mi inquieta. Pe il resto, mi inquieta pure l’aver scelto un allenatore che non conosce il Calcio italiano e che con le squadrette (l’ho scritto prima dell’inizio del campionato) avrebbe sofferto molto. Come putroppo ha dimostrato. La domanda finale è: ma la nostra Inter è diventata una pezza da mercato che ognuno può comprare a piacimento?

  58. Este, il Sassuolo è la classica “squadra di plastica” che quando stava in serie C faceva 2000 spettatori negli incontri clou.
    La serie A ha esteso il bacino, vengono molti reggiani stufi di non vedere calcio d’elite da troppo tempo, se calcoli tutto l’interland puoi contare su un bacino di non più di 100.000 abitanti.
    Per di più,s cegliendo di acquistare lo stadio di Reggio ci si è alienato tutto il potenziale pubblico modenese.
    Dopo i primi entusiasmi ora anche quando ci sono i top club (Inter,Milan,Juve…) non si fa più il tutto esaurito.
    Sono pochissimi i tifosi esclusivi del Sassuolo, i più hanno un altra squadra nel loro cuore, ed è buffo vedere quando lo scontro le mette una di fronte all’altra.
    Non parliamo delle trasferte, non avendo un tifo diffuso sono sempre quei 50 che girano per gli stadi d’Italia.
    Di positivo c’è che non fai fatica a trovare i biglietti, anche per gli incontri di coppa Europa,; una altra “Via Massaua” sarebbe impensabile a queste latitudini.

  59. caro aquilino, speriamo che Gabigol (nomignolo che non mi piace) sia quello che speriamo tutti: diamogli e diamoci un bel po’ di tempo perché è giovane, viene da un altro mondo e non deve essere lui il salvatore della patria.
    Per quanto riguarda il resto, siamo messi nella situazione meno indicata: proprietà (straniera) nuova ed a digiuno di calcio, guida tecnica straniera con esperienza in un campionato periferico e, probabilmente, non avvezza alle storture e pressioni del calcio italiano.
    La mia sensazione è che tutto questo tempo a disposizione e tutta questa pazienza (altrui) FdB non l’ avrà, perché nessuno gli ha chiesto lo scudetto, ma non penso che di fronte ad investimenti di centinaia di milioni ci si accontenti di risultati modesti.

  60. Con una nota ufficiale il Besiktas comunica che l’Inter pagherà l’ingaggio di Caner Erkin, laterale passato in nerazzurro per qualche mese: “Caner Erkin arriva a titolo temporaneo al Besiktas e l’Inter pagherà l’ingaggio per la stagione 2016/2017. Il riscatto è stato fissato a un milione di euro, mentre il giocatore guadagnerà 1,75 milioni di euro”.

    Ecco questa invece è una cosa dove ci si può e ci si deve sfogare.
    sarebbe anche interessante sentire la versione della società a riguardo.

    • Questa é una delle tante bestialitá degli ultimi anni…riuscire a rimetterci da un acquisto a parametro zero nel giro di 2 mesi é un capolavoro da guinness!
      Sará cosí tanto peggio di quelli che abbiamo? E se si, chi cazzo é che lo ha osservato e ha deciso di ingaggiarlo a quasi 2 pali l’anno??
      In quelle poche amichevoli giocate aveva almeno fatto vedere qualche cross decente, ma evidentemente non bastava..
      La ciliegina é che l’operazione ha tappato anche uno slot da extracomunitario…una perla da incorniciare.

  61. Grazie LUCKY per le tue indicazioni, preziose. Ma mi allaccio anche all’annotazione di Javier+ per rimanere ancora di più perplesso. Qui stiamo parlando dell’Inter e non, con il massimo rispetto, del Bressanone. Parliamo della Storia del Calcio internazionale. Secondo la mia opinione non sono possibili cavolate del genere per la gestione di una società come questa. Prendiano Erkin, lo cediamo e gli paghiamo pure l’ingaggio (e che ingaggio)? Ma stiamo scherzando? Con Oriali, che abbiamo cacciato, con Branca, che abbiamo cacciato, abbiamo vinto un triplete. E abbiamo cacciato gente che si chiamava Cambiasso, Julio Cesar e Samuel per questioni di ingaggio e di svecchiamento.. ma i motivi erano diversi, evidentemente. Pariamo di gente attaccata alla nostra Maglia. Me ne frego che chi paga può fare quello che vuole ma anche io, anche voi, nel nostro piccolo contribuiamo economicamente. La realtà è che non ci si può far prendere per i fondelli. Va bene un’annata sbagliata, vanno bene anche più annate infelici… ma prendere bidoni conclamati o sconbosciuti a peso d’oro mi sembra troppo. Scusate lo sfogo…

  62. Ma non è che lo abbiamo girato al volo proprio per lo slot da extracomunitario?

  63. Flavio sull’antipatia superiore ai gobbi la mia è solo una battuta, ovviamente non ho nulla contro il Sassuolo viceversa il presidente del Sassuolo ha molto contro di noi.

  64. Fra l’altro altre fonti riportano che l’ingaggio di Erkin sarà a carico del Besiktas.

    Quindi probabilmente resta viva solo la questione del perchè sia stato preso e poi sbolognato.
    Qui però bisognerebbe chiedere al mister che lo ha voluto ed a quello che lo ha bocciato.

  65. a occhio e croce su erkin l#Inter perde 700mila euro_ 1700mila l’ingaggio che pagherà l’Inter, 1000 quanto pagherà il business x il prestito_ avranno pensato in cinomilanese: piuttosto perderne 700mila che 1700_
    come servirebbero i “racconti del lupo”..

  66. besiktas, che business

  67. Javier, proprio un
    trasferimento_cozza

  68. Via Tosel non ci credo !
    sostituito poi non dall’ennesimo avvocato di Torino ma da un romano, tAle Mastrandrea che se ho capito bene è colui che squalifico Conte per 10 mesi, questo è quel poco che ho letto ma vi prego non datemi brutte news su sto tizio perché sarebbe la prima gioia sportiva di questo mese.

  69. Quindi bisogna rassegnarci a Yuto o Dambro titolari tutta la stagione?
    Sempre ovviamente che Ansaldi si riprenda!
    E come se non bastasse Rana sarà il primo sostituto appena uno dei due centrali sarà assente per squalifica infortuni o turno over?
    Mah ……..

  70. Erkin: “Via per De Boer!”
    “Sono arrivato in Europa con degli obiettivi, poi c’è stato il cambio d’allenatore e De Boer mi ha detto che non sarei rientrato nella formazione e che non mi voleva in squadra”. Prime parole da neo giocatore del Besiktas per Caner Erkin, ceduto dall’Inter in prestito con diritto di riscatto in favore del club turco.

    Ma dai!
    Non ci posso credere…
    Che poi, le due ed uniche partite che ho visto giocare Erkin, gli ho visto fare dei cross degni di questo nome degli ultimi cinque anni.
    Bah…

  71. Vabbè, quindi, a meno di capovolgimenti dell’ultimo quarto d’ora, direi che:

    niente terzino sinistro. Giocano o Nagatomo, uno che era un onesto terzino fino a qualche anno fa, ma ora va per i 30 e ha perso corsa, la sua peculiarità
    oppure Santon che vabbè…

    Il regista d’impostazione… vabbè (Joao Mario? Lo può fare?)

    La punta di supporto… un 19enne (che poi a quanto pare è l’ennesimo attaccante esterno)

    Il difensore per far rifiatare Miranda è Ranocchia… vabbè
    (per favore, non ritirate fuori la storia di Medel, lui nel Cile gioca nel centrocampo a 3/tre#)

    E il 18 settembre si avvicina a grandi passi.

    Mi viene il magone.

  72. Non nascondo più di qualche perplessità a livello caratteriale, ma in fondo spero che questa mancata cessione di Brozo ci possa tornare molto utile. Io proverei proprio lui come regista.

  73. nessuna nuova, buona nuova_
    la rosa dell’Inter è inferiore solo alla Juve_

  74. Stabilito che quest’anno non vinciamo la CL e forse neanche l’EL e magari neanche il campionato, e in fondo visto che Gian è pieno di yen non c’è n’è fotte neanche di arrivare tra i primi 3.
    Si potrebbe cortesemente vedere l’Inter giocare da Inter?
    Forza FdB dacci sotto e per cortesia NON imparare l’italiano che è meglio per te e per tutti. Continua a leggere l’eco dell’Ajax e tutto sudoku che almeno ti rilassi.

  75. E vorrei aggiungere prima di andare a dormire che vedere sedere in panchina jojo mi rincuora, perché se mai gli venisse la voglia o quando capiterà che gli verrà la voglia allora gli spari saranno per…. gli altri

  76. Io, come alcuni di voi, preferisco vedere il bicchiere mezzo pieno. Anzi, il mercato da 10, viste le premesse, è il nostro. Mi aspetto una stagione di transizione sí, ma in crescendo, con soddisfazioni ed alla fine esaltante; e mi aspetto di centrare l’obbiettivo Cempions. A mio parere i giocatori ci sono e l’allenatore (se non si deprime col web e i giornali) anche.
    Ma voi non mi conoscete. Io sono un ottimista.

  77. Quello che le fa girare è che, leggevo, abbiamo speso 113 milioni di euro (tra le prime otto d’Europa, si diceva) e siamo lì a pregare Iddio che Miranda e Murillo non prendano freddo

    o ci tocca Ranocchia.

    Per non parlare di tutti i “buchi” nei ruoli detti e stradetti.
    Con 113 milioni gareggiare per lo scudetto, non dico vincerlo, gareggiare, diventa un atto dovuto.
    Ma transeat, c’è la Juve strarinforzata, il “regalo” di Mancini, il cambio di proprietà e la rava e la fava

    ma con un budget del genere avere tutte queste falle di ruolo è intollerabile.

  78. per migliorare una squadra è anche possibile inventare soluzioni interne senza acquistare nuovi giocatori, del resto numericamente siamo straabbondanti_ in situazioni analoghe Bagni fu trasformato da ala in mediano, ruolo con cil di affermò definitivamente andando in nazionale; pirlo da mezzapunta a regista; grosso da ala a terzino, ecc ecc.
    inoltre FDB ha già mostrato di non aver paura di inserire i giovani della primavera.
    aspetterei a giudicare, la squadra è tutta da plasmare.

  79. Vista l’abbondanza da metà in avanti, proviamo qualcuno in difesa.
    Più che Eder, io vedo Jovetich centrale.
    Squadra costruita a casaccio, quale migliore premessa per un campionato a sorpresa?

  80. Mercato ottimo, direi da 8, ma con retrogusto amaro…

    La lista EL ci vedrà senza parecchi big a causa del FPF…

    E il mancato arrivo di un difensore…

    A meno che non arrivi qualche svincolato in saldo

  81. Flavio: non riesco proprio a capire questa cosa della squadra costruita a casaccio.

    Este:

    Premesso che visto che il Mister è orientato al 433 non vedo l’urgenza di una punta di “supporto”, nel caso ci sono JoJo ed Eder, senza contare Gabigol.

    Il Cile gioca anche con la difesa a 4 e Medel gioca anche nella difesa a 4. E nella difesa a 4 ha giocato (bene) anche nell’Inter al posto della Rana e di JJ.

    A sinistra ci gioca Ansaldi. Lo dico perchè è giusto che cominci a conoscere i giocatori della tua squadra, anche se nella sostanza la tua obiezione non cambia dal momento che immagino che D’Ambrosio a destra non ti stimoli più di quanto faccia Nagatomo a sinistra. Quindi il buco resta.

    Parlando di buchi, se avessimo fatto il mercato che dici tu (che, per inciso, sarebbe stato un buon mercato) oggi la tua reazione sarebbe “che cazzo, abbiamo speso 100 milioni e siamo qui a sperare che nessuno prenda freddo oppure ci troviamo a giocare con Melo e Biabiany”.
    Perchè, Este, questa proprietà ti stà sul cazzo. Non è mica un reato, puoi dirlo.

    La sostanza è che fra cambio modulo, impresentabili, promesse non mantenute, cazzi e mazzi gli interventi da fare erano diversi. Si è cominciato da alcuni piuttosto che da altri.

    Io continuo a ripetere: l’anno scorso senza Miranda e Murillo usavamo Medel o una sciagura. Quest’anno faremo uguale (che poi la sciagura si chiami Ranocchia o JJ è indifferente).

    L’anno scorso avevamo terzini impresentabili da tutte due le parti. Quest’anno con Ansaldi possiamo sperare di averne almeno uno buono.

    L’anno scorso non avevamo un vero regista e lo facevamo fare a Brozo quando era in giornata si o a Medel …con intorno Kondo e Melo.
    Quest’anno oltre alle giornate si di Brozo, abbiamo Banega. Ed intorno ci saranno JoaoM o Brozo (e perchè no, magari qualche volta tutti e due).

    L’anno scorso sulla destra adattavamo di volta in volta qualcuno. Quest’anno abbiamo almeno Candreva di ruolo …sempre senza contare Gabigol.

    L’anno scorso l’alternativa ad Icardi era il cadavere di Palacio.
    Quest’anno c’è la possibilità di poter contare di nuovo su JoJo (e, guarda un po’, continuo a non contare Barbosa).

    A questo mi piace pensare di poterci aggiungere una guida tecnica più lucida che sappia sopperire a certe carenze anzichè evidenziarle.

    Siamo perfetti? No.
    Siamo completi? No.
    Siamo messi meglio? Dire di no è malafede.

    Questo ovviamente a livello di rosa.
    Se poi il nostro precedente mister ha pensato bene di non fare la preparazione atletica ed il nostro atuale Mister li manderà in campo alla cazzo …è un altro problema.

    L’unica cosa su cui sono d’accordo è che, forse e dico forse, le operazioni potevano essere meno costose. Ma anche in questo caso è un problema solo se il difensore centrale in più non è arrivato perchè era finito il budget. Viceversa se non è arrivato perchè non è stato trovato il giusto profilo al giusto prezzo, allora non è un problema neppure quello.

  82. Ps: per inciso, non penso che i nostri vecchi giocatori siano così male. Penso che vengano da anni di pessima organizzazione tattica che ha evidenziato a dismisura i loro difetti. Ma sono stato al gioco perchè non era quello l’argomento della discussione.

  83. B & R la penso come te.

    Ansaldi al Rubin Kazan ha sempre giocato come terzino sinistro. Poi a Genoa ha fatto anche il centrale il terzino destro e centrocampista a destra nel 3-4-3.
    Insomma è praticamente ambidestro, e il suo ruolo sarà sicuramente terzino sinistro, con riserva Miangue.
    Credo che “l’affare” di Erkin (voluto da Mancini) sia cmq una vera cazzata, ma che ha un senso se libera lo slot da extra.
    Se si voleva invece un terzino destro coi controcazzi, allora bisognava prendere Vrsaljko o Bruno Peres, o gli italiani De Silvestri e in ultima analisi Zappacosta.
    Fermo restando che liberi ci sono Maicon, che è un po’ malmesso ma si accontenterebbe di un anno a cifre ragionevoli, e Caceres che è più giovane e può giocare in tutti i ruoli della difesa, ma che fisicamente non è integrissimi e vuole un triennale abbastanza ricco.

    E cmq sono contento che Jovetic è rimasto per me è cmq l’attacante tecnicamente più dotato.
    E spero che Bardi e Biraghi esplodano cosi da vederli con noi il prossimo anno, come Caprari che è nostro dal prossimo anno.

    • L’affare Erkin: come dicevo ieri, ci sono fonti che parlano del fatto che lo stipendio verrà pagato dal Besiktas.
      Se così fosse, lo hai preso a zero e lo hai rivenduto ad uno. Ok, che incasserai fra un anno ma nel frattempo il giocatore non appesantirà la rosa, il monte ingaggi e non occuperà lo slot da extra. E, ultimo ma non ultimo, ti sei liberato di un giocatore che comunque il tuo allenatore non voleva (sempre se vogliamo credere a quanto riportano i giornali delle parole del giocatore).
      Posto che non sono certo queste il genere di operazioni che dobbiamo perseguire …alla fine direi che siamo caduti ancora in piedi.
      E che in fin dei conti la dirigenza si è anche ben comportata: ha preso un giocatore che voleva l’allenatore (quello di prima), ha ceduto un giocatore che NON voleva l’allenatore (quello di adesso).

  84. Essere interista è un modo di essere, a way of life, non è semplice tifo per una squadra, non è solo devozione, sofferenza, gioia.
    Essere interista è essere ANCHE tifoso, ma senza rinunciare all’ironia, all’arguzia, all’intelligenza, alla negazione del pensiero unico.
    Senza sacrificare l’integrità, l’onestà intellettuale e la correttezza per una vittoria; altrimenti scegli la merda sabauda.
    Senza farsi tatuare le rovesciate di Piola sul braccio e senza dare ai propri figli i nomi dei mercenari di turno; senza dover dipendere da un pregiudicato per comprare giocatori, o da guitti da avanspettacolo o da checche pantofolaie.

    Essere interista è un dono.
    Essere bauscia è un dovere.

    E come cantava Guccini: “…e a culo tutto il resto”.

  85. Su Erkin ci vuole un po’di onestà intellettuale…. dire che è stato “voluto da Mancini” è una bestemmia.

    Erkin è stato preso dalla società poichè a parametro zero a differenza di Telles per il quale avrebbero dovuto pagare 7 milioni.
    La questione si chiude qui, tant’è che si vociferava di una possibile cessione quando ancora c’era Mancini.

    Dopo l’arrivo di Suning sono cambiate le carte in tavola e si è agito di conseguenza, ma Erkin è stato preso a campionato ancora in corso poichè compatibile con le esigenze economiche in quel momento.

    • è vero che la stampa conta meno di zero, ma in ogni articolo c’e’ scritto FORTEMENTE VOLUTO DA MANCINI, poi se come tantissimi altri giocatori voluti dal nostro ex mister dopo pochi mesi, in questo caso anche meno, è stato sfanculato, amen.

  86. Quoto Andrea, non saremo in molti però speriamo di cambiare il trend, non che non ci siano motivi per buttarsi giù, ma vorrei poter scrivere che Suning sono arrivati dalla Cina “con furore”, determinati a riportare veramente in altro la nostra squadra, questo scorcio di mercato lo ha confermato e a Gennaio cercheranno di rimediare a quelle falle che pensiamo di aver individuate solo noi….Magari non vinceremo nulla pure questa stagione, ma sarà certamente l’anno in cui stiamo gettando le basi per una grande squadra…(Fozza Inda…al momento ha speso oltre 100 milioni di euro….credo ci sia poco da ridere per i denigratori)

  87. Io faccio fatica a capire perché ogni critica diventa un “ti sta sul cazzo” e ogni elogio diventa un “sei un fan di/sei una vedova di”.

    Non mi sta sul cazzo proprio nessuno. Semplicemente sto cercando di capire chi ha preso l’Inter e cosa voglia farne.
    Sulle prime mi sembrava che stessero prendendo una pessima deriva, ora riconosco, pur con alcune riserve da sciogliere, che i soldi li hanno tirati fuori

    (ma credo che sia lecito chiedersi perché ci si sia ridotti così tardi, se i soldi c’erano e il fpf era evidentemente una foglia di fico, aldilà di quello che io possa non aver capito, ma che nessuno pare in grado di illustrare,
    tipo, come mai di colpo spendiamo 90 milioni).

    Quello che invece critico aspramente è la parte gestionale. Dunque, la società, non tanto la proprietà.

    Volendo entrare nel merito: ora salta fuori che Ansaldi è un terzino sinistro. Ammetto che non lo conosco tanto, ma allora perché nel precampionato ha giocato a destra?
    E comunque, come ben dici, rimane il problema del terzino destro

    (anche se lì D’Ambrosio mi da un po’ più fiducia).

    Vabbè, sull’equiparazione JJ con Ranocchia non mi trovi affatto d’accordo.
    Il brasiliano ce l’ha comprato la Roma a 10 milioni, l’altro ce l’hanno mandato indietro dalla Sampdoria:

    trova le differenze.

    Sulle punte, in realtà Palacio io lo conosco come attaccante esterno, non è manco lui una prima punta e JoJo c’era pure l’anno scorso
    (felice sia rimasto, anche perché dopo il caso Salah ai DV manco le briciole).

    Banega è un rifinitore ottimo e l’ho visto dialogare (per quel poco che ho visto) alla grande con Perisic, svilirlo in un ruolo di regista basso è uno spreco, oltre al fatto che non mi sembra il ruolo suo.

    Poi, ribadisco, se l’anno scorso, a bilancio zero, siamo riusciti a fare una buona ossatura della squadra, nonostante i bailamme tattici, gestionali e di formazione di Mancini,
    non vedo perché quest’anno con un budget di oltre 100 milioni non si potesse completare l’opera.

  88. ho visto mercati ben peggiori accolti molto meglio

    buon segno

  89. Io sono ottimista. A me sembra che finalmente ci siamo tolti dagli stracci. A gennaio sarà completata l’opera. Non mi stupirei se i vari Ranocchia, Melo, Santon, JOJO ecc fossero impacchettati in unica soluzione destinazione Cina con grosso assegno all’Inter per la cessioine e ingaggio favoloso ai destinatari per “convincerli”.
    Nel frattempo mi piacerebbe vedere Medel centrale difensivo con Miranda, Murillo spostato a terzino sinistro e Ansaldi a destra a completare la linea di difesa a quattro. In mezzo Joao Mario, Banega e Brozo. In attacco Perisic e Candreva a sostegno di Icardi. Con Gabigol subentrante ad uno qualsiasi dei tre davanti a partita in corso

  90. Dopo aver quotato doverosamente ErnesTO’O che ci richiama all’ordine, spiego “il casaccio”.
    Si è trattato di un mercato fatto da più allenatori, più presidenti (attuali o futuri) e ,comincio a pensare, più direttori tecnici (ingerenze di procuratori collegati ).
    Cosa ne poteva uscire?
    Che abbiamo rincorso i nomi strapagandoli ( un momento, secondo me quando uno tira fuori certe somme, quantomeno ha già in previsione di recuperarli, salvo essere Moratti) al di la delle specificità tecniche, per cui ci troviamo con doppioni eccellenti, coi soliti terzini e il centrale che dovrà sostituire gli infortuni e le squalifiche (inevitabili) del duo M-M che risponde al nome di Ranocchia.
    Però ribadisco : quale migliore premessa per un campionato a sorpresa?

  91. Faccio un paio di osservazioni a casaccio.
    In primo luogo mi riferisco alle sventurate carriere di Santon e Balo.

    Credo siano due casi diversi e non isolati, per quanto Balotelli sia un esempio da scuola.
    Si tratta, putroppo per lui, di un giocatore che non ha mai ricevuto una corretta educazione sportiva. Io sono disposto a scommetterci 2 mani ma sono sicuro che quando giocava nelle giovanili era il tipoco giocatore che sembrava in campo per caso, magari leggeva il giornale, parlava al telefono, coreggiava qualche tifosa… poi quando gli arrivava il pallone trai piedi tirava in porta e nella porta entrava il pallone e il portiere. Così l’allenatore che fino a 5 secondi prima si chiedeva se Balo avesse capito che la partita era iniziata si diceva ” e auno così cosa gli posso dire ?”
    Così Balotelli è cresciuto convinto che fosse sufficiente tirare in porta,senza fare gioco di squadra, senza avere un ruolo, un’idea del calcio, insomma un giocatore ca calcio amatoriale. Ormai sarà difficile che riesca a correggere 15 anni di cattive abitudini. In termini positivi, perchè penso sia un bravissimo ragazzo, è nello stesso genere di storia dei Cassano.
    Santon invece appartiene alla categoria dei giocatori che non hanno fatto il salto di qualità. Ce ne sono tanti. Basta vedere al Milan Disciglio, nello stesso ruolo.
    Ci sono giocatori, persone prima di giocatori, che si accontentano, si adeguano.
    Ma facendo così non sono pronti, mentalmente e fisicamente ai cambi di ritmo ( intendendo con questo con incremento radicale della resa negli allenamenti)
    Poi probabilmente, sicuramente, la cosa peggiora quando si hanno allenatori che invece di dare sicurezza regalano manciate di nervosismo, non sanno spiegare cosa vogliono sia in termini di movimento del singolo che movimento della squadra. In termini paradossali è come se io allenassi e dicessi che la difesa deve stare “alta” ,in linea, 4/5 metri a ridosso della propria metà campo, e al terzino raccomandassi di stare nella trequarti avversaria, ma che deve anche essere il primo a rientrare per tenere la difesa “corta”… magari faccio la faccia di Krasic quando Conte gli spiegava cosa fare. Avete presente??

    Poi, per quanto difficile da valutare c’è la dea bendata.
    La malefica gobba doveva prendere Jovetic, non ci riesce e prendere Tevez,
    doveva prendere Iturbe – che si è rilevato un pacco
    doveva prendere Witsel ( pacco doppio ) e non l’ha preso…

    Per il resto rimango dell’idea che solo a Torino e solo in sponda gobba si possa crescere serenamente.
    Il resto d’italia sono critiche spesso artificiose.

    IO starò diventando paranoico, ma anche i tre punti in meno al Sassuolo mi sembrano a vantaggio gobba.

    Tornando a Sassuolo: Este dice “ricordo Di Francesco esonerato (forse era proprio il primo anno di A), sostituito da Malesani e poi richiamato”

    Era proprio il primo anno in A.
    A me sembrerebbe un fenomeno significativo, in generale per valutare gli allenatori: che cosa è cambiato in Di Francesco nel prima e nel dopo ? dove sbagliava prima e non sbagliava dopo ?

    purtroppo ho sentito molte interviste ma nessuno gli ha mai chiesto con esattezza questo.

    Quest’estate a radio 24 ha detto che il periodo di licenziamento lo aiutato a migliorare ma non ha spiegato in cosa… sarei stato curioso.

    Per il resto non mi unisco alle schiere dei denigratori del Sassuolo

    In modo più forte contesto frasi come
    “a me sembra più che altro ci sia dietro un bel po’ di grana”

    non perchè non sia vero ma perchè senza un po’ di grana non si gioca nemmeno in serie B.

    Invece Sassuolo, Empoli, Atalanta, Chievo dimostrano che in modo diverso si può avere programmazione, raggiungere obiettivi e se come Sassuolo hai più grana l’obiettivo da salvarsi diviene l’europa.
    Io li applaudo.

  92. Dalla cintola in su siamo migliorati sia quantitativamente che qualitativamente…

    In difesa si è aggiunto ANSALDI ed è uscito JJ, per il resto siamo quelli del 4° posto…

    Al di là di tutte le considerazioni possibili, ora dipenderà tutto dal manico, dalle sue scelte, dall’ambientamento e dalla condizione fisica e mentale…

  93. Este, non è che ogni critica diventa un “ti stà sul cazzo”.
    Ogni critica pretestuosa è un “ti stà sul cazzo”.
    Ogni spiegazione volutamente ignorata è un “ti stà sul cazzo”.

    Anche adesso, sei tornato alla carica con la “foglia di fico”.
    Evidentemente sono riusciti a trovare un qualche accordo ufficioso o un qualche escamotage. Che in fin dei conti era ciò che chiedevi.
    La spiegazione non ti convince? Spiega magari perchè anzichè continuare a ripetere il mantra.

    Perchè così tardi? Perchè la proprietà è arrivata da neanche due mesi e c’era prima da sciogliere il nodo allenatore. E perchè per convincere l’Uefa ci sarà voluto del tempo.

    Ansaldi: non salta fuori adesso che sia “ambifascia”, è una delle sue caratteristiche. Se ha fatto il precampionato a destra sarà perchè mancini aveva più fiducia sulla sinistra in Nagatomo ( e poi magari Erkin) che in D’Amborsio e Santon sulla destra. Se sarà lo stesso per FdB giocherà a destra. Diversamente giocherà a sinistra.

    Rana, JJ: io so che l’anno scorso hanno preso entrambi gli insulti. E so che l’anno scorso siamo stati comunque più solidi quando ha giocato Medel. Se la discriminante fosse solo che uno è stato comprato e l’altro no …bè, noi li abbiamo comprati tutti e due. E la Rana credo sia pure costata di più.

    Le punte: siamo seri, JoJo l’anno scorso c’è stato per metà campionato. E per metà Eder. Quest’anno possiamo sperare di averli entrambi per tutto l’anno. Certo, avere CR7 sarebbe stato meglio. Ma si tratta comunque di un miglioramento.

    Banega: guarda, anche volendoti dare ragione su tutta la linea …e allora? Non è comunque meglio un centrocampo dove a fare il regista si adatta Banega piuttosto che Medel?
    Non è meglio un centrocampo dove a fare l’interno c’è JoaoM piuttosto che Melo?

    Sul completare l’opera, non lo so. Di sicuro è proseguita. Anche perchè tu continui a fare i conti dando per scontato che quelli che sono arrivati non servissero. O che con 100 milioni si potessero prendere due terzini, un centrale, un interno, un regista e un attaccante (oltre a Banega).

  94. Cioè, Ranocchia e Juan Jesus sono la stessa cosa?
    Dai, su, non esageriamo.
    C’è una bella differenza tra, aldilà di quanto siano stati pagati (perché sennò Banega dovrebbe essere una sega, visto che è arrivato a zero, per non parlare di Messi al Barcellona… che ragionamenti sono?!), anche perché JJ l’abbiamo preso che aveva praticamente 18 anni.

    Con 113 milioni (non 100, con 13 milioni un terzino lo prendi, se pensi che con 18 abbiamo preso Perisic) quei giocatori li prendi, secondo me.
    Se non tutti, almeno la maggior parte (ma fidati, li prendi tutti).

    Guarda, mi tengo largo:
    45 milioni per il regista (oh, 45 milioni, mica lupini)
    25 milioni per i due terzini
    il centrale, bastava tenersi JJ, quindi conta 10 milioni
    15 milioni l’attaccante
    e l’interno ti tieni Brozovic o hai ancora una ventina di milioni più la cessione di Brozo per l’interno.

    E ho sparato grosso, eh.
    Poi, di tutti questi alla fine abbiamo preso solo l’interno e un terzino.

    Sulla questione del fpf, sta storia degli accordi ufficiosi te la stai inventando ora, mi pare di capire, perché io non ho letto niente da nessuna parte

    e soprattutto, fino all’altro giorno mi sciorinavi norme inderogabili della Uefa.

    Per ora, e in attesa, mi pare molto più in linea con gli eventi che abbiano incasinato le cose e perso tempo inutilmente.

  95. beh intanto le scritte Suning sui cartelloni a S.Siro le abbiamo viste tutti… ora si parla di sponsor anche sulle divise di allenamento e al centro sportivo.

    Magari saranno proprio quelle scritte la soluzione ai problemi di bilancio senza considerare che i conti si faranno a Giugno prossimo e che di mezzo ci sarà ancora una finestra di mercato per cedere (quella più importante per il mercato cinese)…

  96. Concordo praticamente su tutto. Anche perché se è vero che la uefa ci è venuta incontro (a fronte di rassicurazioni economiche) non poteva dare proprio il “libera tutti fate che cazzo volete” , è plausibile pensare che uno sforo di 100ML sia stato il max concesso e che andare oltre avrebbe dovuto comprendere alcune cessioni illustri che non si sono potute fare.
    Io sono convinto che nel mercato c’è un potere di cui noi non facciamo parte che metta e tolga paletti a proprio piacimento. Senza Brozo alla Juve magicamente non abbiamo piazzato più nessuno. Neanche jojo che vivaddio ha 26 anni mica 35 e costa 15ML.
    Senza parlare di tutti quei giocatori tipo Rana in Inghilterra o Palacio in mezza Europa che se li avesse dovuto piazzare la Juve ci metteva 3 minuti.
    Ma sarò io che penso male…

  97. Il concordo era riferito a Bilanisti&Rubentini Superpiangina

  98. Per l’italiano ripassare quando imparerò a rileggere cosa scrive il t9

  99. jjesus è stato essenzialmente una sciagura, con tutto che lo apprezzo umanamente

    il regista che i piu’ reclamano, Biglia, l’avremo pagato uno sproposito come sempre negli affari Lotitiani, e non sono affatto sicuro che avrebbe risolto i nostri problemi

    di terzini/laterali, specie sinistri, ce ne sono ben pochi e, tra i pochi, pochissimi buoni, talche’ la juve si e’ svenata lo scorso anno per Alex&Sandro

    siamo ancora ai “lavori in corso”, gia’ Mancini aveva cambiato tanto concludendo che non era sufficiente ed altro andava cambiato

  100. per concludere, a conferma che il FPF non è una roba astratta, l’Inter non schiererà nelle liste Uefa gli acquisti che farebbero sforare dai parametri.
    Quindi almeno nella prima lista non compariranno Joao Mario, Kondogbia, Barbosa e forse anche Candreva.

    Anche questa può essere una spiegazione ai 100 milioni spesi “inspiegabilmente”….. visto che la sanzione l’abbiam presa dall’Uefa, i nuovi acquisti che teoricamente non avremmo potuto fare non compariranno nella competizione Uefa.
    Non fa una piega.

  101. Bicchiere mezzo pieno: questo mercato ha sancito inequivocabilmente che con Suning è finita l’epoca del discount. I vincoli del FPF sono stati ricontrattati. Il messaggio forte è chiaro ai naviganti è che l’Inter compra, non vende. E se vende lo fa alle sue condizioni. Non poco, anzi.
    Bicchiere mezzo vuoto: più una strategia politica e d’immagine che tecnica legata alle reali esigenze della squadra. La gestione del caso Mancini fuori tempo massimo è un errore grave a prescindere dalle percentuali di responsabilità. La società è ancora in divenire e non è chiaro cosa comporterà l’uscita di scena di ET quando e se avverrà in termini di organigramma e di comunicazione con lo staff tecnico (che si trova ad operare in un calcio diverso, in un ambiente complicato e senza grossi ombrelli protettivi).
    Ciascuno scelga il suo bicchiere. Il mio è mezzo pieno, e adesso che ho visto i dobloni sono ancora più convinto che nel futuro prossimo ci aspetti il Cholo. Non fosse così, vuol dire che FDB avrà centrato l’ingresso in CL.

  102. Este, guarda che sei tu che hai tirato fuori la questione economica dicendo che Jj l’abbiamo venduto a 10 mentre la rana no come se questo dimostrasse che è più forte.

    Poi ok, se facciamo i conti in libertà puoi anche dirmi che con 100 milioni ci compravamo 10 giocatori. Il problema è capire se veramente il profilo giusto ce lo avrebbero venduto alle cifre che dici tu. Così come capire se veramente ci fosse qualcuno che volesse Brozo a 25, ecc.

    La storia del FFP, certo che é pura ipotesi, credevo fosse palese. E le norme sono si inderogabili. Per quello ho parlato di accordo ufficioso. In più, ed anche questo lo avevo già detto, il bilancio si chiude al 30/06/17.

    Comunque, amen. Va bene così. Ansaldi gioca solo a destra, Medel non ha mai giocato a 4, JoaoM non serviva ed ai cinesi non frega un cazzo.
    Per non dire del FFP che é solo una foglia di fico.

  103. E scusate, ci volevano due mesi per capire che bastava non inserirli nelle liste Uefa?
    Se davvero fosse così, il fpf sarebbe la madre di tutte le foglie di fico, altroché.
    Inutile abbandonarsi a fantasticherie di accordi carbonari.

    Il punto non è quanto lo paghi, che è dovuto al rendimento nella squadra da cui lo acquisti (oltre ad altri fattori, tipo età, scadenza contrattuale ecc.), ma quanto lo rivendi, che è legato alla prestazione del giocatore nelle tue fila.

    Secondo te, seriamente, Ranocchia potresti mai rivenderlo a 10 milioni? Per me, no.

    Le mie sono state quotazioni inventate, fin qui ci siamo, fossero state più alte non avremmo soddisfatto tutte le esigenze, ma almeno qualcuno in quei ruoli a casa l’avremmo portato.

    Uno che passi le visite mediche, dai. Basteranno 100 milioni per uno con un certificato medico agonistico, o manco quello?

    E Brozovic? Lo volevano Juve, Chelsea e Arsenal, però ci hanno offerto una batteria di pentole e una mountain bike, chettedevodì.

    Boh, a me sembra palese che si sia fatto un casino senza precedenti, il che non vuol dire che quelli presi siano delle pippe o non servano,
    ma se può servire a riempire il bicchiere fino a metà, fa’ pure.

  104. Se riguardiamo la formazione di 3/4 anni fa, dovremmo rallegrarci tutti (Este compreso)… Jonathan, M’Vila’, J Jesus, Ranocchia, Alvarez, Kutzmanovic, Schelotto ecc… l’Inter di oggi non sarà fatta da fenomeni ma cazzo, non saranno nemmeno tutte pippe!

    Inoltre le PI stanno facendo molta confusione sugli esclusi in EL… da qualche parte ho letto esclusi solo JM e Gabigol, in altri siti JM, Gabi, Candreva e Jovetic, direi che non è la stessa cosa…

    Domenica, guardando la partita su Merdaset i commentatori sottolineavano ancora una volta il flop di Kongo, dichiarando che la nazionale non l’avrebbe vista più… stasera me lo ritrovo convocato in Italia Francia…

    Giornalisti… giornalai! (cit.)

  105. alla fine dei conti abbiamo una società che vende solo a certi prezzi (ribadisco cose già scritte, JoJo a non meno di 15 milioni e brozo a non meno di 20) ed alle società gradite (immaginate come sono impazziti alla juve quando hanno capito che a loro brozo no ! non lo vendiamo -sempre ammesso che realmente lo volessero, ma è verosimile- e senza dimenticare il loro veto messo su Berardi, cioè abbiamo risposto a tono al solito atteggiamento prepotente e tracotante) , quindi le merde hanno un competitor nello stesso campionato e non solo società amiche e compiacenti (il tutto senza dimenticare il rifiuto al napoli per wando); la società mi sembra con le palle quadrate, ora che sia anche in grado di scegliere il meglio per la conduzione tecnica è tutto da dimostrare, ma come inizio sarei soddisfatto (oh siamo passati dai parametri zero a una media di spesa di 30 milioni a pezzo…); l’organigramma societario è destinato a cambiare perchè ausilio e compagnia sembrano in più rispetto alle scelte più “internazionali” sponsor di grandi nomi e tra 1 anno mi aspetto il colpaccio : suarez, thiago alcantara, modric ? che poi sarebbe riportare la storia del calcio al suo posto : tra le sole 8 società che nella storia della coppa campioni l’hanno vinta più di 3 volte . un pò di autostima a volte serve…

  106. Bè neanche Giovanni Gesù nonostante il suo cognome lo si sperava di piazzare a quella cifra… eppure…è andato.

    se nella prima di campionato Dio che esiste e vive a Bruxelles dopo averci graziato col solo giallo per aver tentato di terminare la carriera di Meggiorini (tra l’altro vivaio Inter) anzitempo, avesse indirizzato la ciabattata di Ranocchia sottoporta in rete anzichè addosso a Sorrentino secondo me una squadra alla ricerca di un difensore ci avrebbe pensato su.
    Magari invece De Boer crede (ennesimo) nel recupero fisico psicologico di Ranocchia e di Andreolli… boh.

  107. Ora dopo aver letto tutti i vostri degnissimi commenti mi sono venute in mente due considerazioni la prima abbiamo un società con presidente indonesiano che vieni acquisita da un cinese con un capitano argentino e un allenatore olandese e questa squadra è italiana. Ora con tutti questi componenti riuscire a fare un cocktail o un frullato (x gli astemi) non è per niente facile,quindi penso che ci vorrà tempo e soprattutto voglia da parte di tutti soggetti.La seconda è più semplice anche se da tifoso stupido mi inquieta di più. Un tifoso vive di sensazioni e io dopo Inter Palermo,dove i nostri tiri sono usciti di poco e il loro tiro che doveva uscire invece è entrato ho pensato FDB che sfiga .E non è una bella sensazione.

  108. O genti dolorose, che vagate sur bordo dell’abisso, senza guida e abbandonati ar capriccio der Destino,

    O anime inermi sballottate, senza sosta dai marosi, tra er Mar Cinese Orientale e er Mar de Giava,

    O poveri fiji che, fra ‘n lamento e ‘n grido de dolore, v’azzuffate l’un contro l’artro a morsi ne li cojoni,

    Annàteve a abbevera’ a la Lettera der Pupone, miràbbile esempio de sentimento d’appartenenza a ‘na Bandiera.

    Pò èsse che ve sia utile ne la ricostruzzione de quell’Identità che da tempo avete smarrita e che v’ha ridotto a codesta misetra e rancorosa solitudine che v’attanaja er core.

  109. partiamo dalla testa, ovvero i nuovi proprietari: 250 milioni cash sul tavolo all’atto di acquisto, oltre 100 per la campagna acquisti_
    fatti, non chiacchiere_

  110. ..comunque fa una certa impressione vedere due attaccanti dell’Inter titolari in nazionale..

  111. Scusate, sul FFP, perché andare a fare ipotesi?
    Lo hanno spiegato bene su diversi giornali. Che non sia una bufala, basti vedere che l’Inter non ha potuto iscrivere nelle liste Uefa Joao Mario, Kondogbia e Gabigol. Perché il saldo fra cessioni ed acquisti (fra giocatori presenti in Uefa due anni fa e giocatori presenti in questa stagione) deve essere ZERO.
    Ovvio che la Uefa, comanda solo in Uefa, non nel campionato italiano.
    Non solo: il bilancio al 30 giugno 2017 deve essere chiuso in pareggio. (per il “settlement agreement” che l’Inter ha sottoscritto con la Uefa.
    Come hanno già detto diversi in questo blog.
    Vi lascio un link. Per vostra comodità.

    http://www.fcinternews.it/news/bellinazzo-ffp-attese-buone-notizie-per-l-inter-218979

  112. Ma la tristezza dei fischi a Pogba?

    Poi dobbiamo sorbirci i piagnistei gobbi quando vengono a dire che BISOGNA tifare Itaglia.

    Chiaro che io, che con quelli non mi mischio, sia chiaro, ho un rigurgito di bauscismo e mi metto bel bello sul mio piedistallo nerazzurro a vederli annaspare.

  113. ai tempi del Bari Ranocchia era considerato meglio di Bonucci.

    poi uno ha avuto la sfortuna di venire all’Inter in pieno marasma societario quando Moratti decise di passare la mano e l’altro ha avuto la fortuna di andare alla gobba dove ha potuto crescere con lei anno dopo anno, tanto da migliorarsi sempre, al contrario di Ranocchia a cui sono cadute quel poco di balle che aveva.

    Ranocchia ha tecnica di base e sa giocare al calcio, JJ ha solo prestanza fisica ma a calcio non imparerà mai a giocare.

    se troviamo un guru che lo convince ad avere autostima e che gli proibisca di leggere i giornali, internet e di guardare la tele, forse si riesce a recuperarlo perchè io penso che più di tutto sia una questione psicologica, anche avergli tolto la fascia di capitano ha avuto il suo peso.

    io l’ho sempre criticato fin dalla prima ora, ma non tenuto conto che andare a sostituire una coppia come Samuel e Lucio non era facile.

    comunque ce lo abbiamo ancora tra le balle per cui l’unica e sperare che almeno gli ricrescano.

  114. Leggevo che Gabi arriva fra un mese perché “non ha ancora fatto le ferie”.
    Al di là del sacro diritto dei lavoratori alle ferie (sic) minimo ci va un altro mese prima che rientri in forma, e saremo a novembre, tanto valeva veramente prenderlo a Gennaio .

  115. Si Corso hai centrato in pieno, anche io la penso cosi, pensavo che la vicinanza di un “tutor” come Materazzi gli avrebbe fatto bene perchè gli mancava un pizzico di cattiveria, invece è crollato, ma siccome non è ancora “vecchio” spero che De Boer ci faccia un piccolo miracolo e recuperi le sue qualità.
    La mia paura era proprio che andasse alla gobba a riformare la coppia con Bonucci e che ridiventasse buono 😀
    Che poi lo stesso Bonucci era pure nostro anche lui, ma questa è un’altra storia.

  116. Dite quel che volete ma il primo tempo di Eder e Candreva a me mi (sic) ha aperto il cuore. Poi son calati (si sa, la preparazione atletica, ma..) Ieri c’erano in nazionale tanti interisti che Juventini, e Chiellini è stato il peggiore in campo

  117. A proposito del terzino che ci manca…

    http://www.ilmalpensante.com/2016/09/01/il-rumore-non-fa-gol-presentazione-a-milano/

    Farà bella figura nella mia libreria…

  118. premetto che la partita non l’ho vista, per cui mi attengo a quello che ho letto:

    Eder migliore in campo.

    d’accordo che due partite con il nuovo allenatore non dovrebbero fare testo, ma se prima faceva cagare con Mancini perchè il poveretto non è mai stato capace di dare un gioco alla squadra, come mai questo qui continua a fare cagare quando gioca con noi mentre in Nazionale è sempre uno dei migliori?

    non sarà che con un palo della luce non riesce a dialogare mentre con uno come Pellè che si fa il mazzo invece si?

    • hai centrato il problema. Icardi è il tappo che blocca qualsiasi gioco. l’equivoco è che, il tapino, qualche palla sa metterla dentro e alla fine i suoi 15/20 goal li colleziona sempre. Bisognava venderlo… io l’avrei scambiato alla pari con Gabbiadini o Zaza.

  119. Ebbene si lo ammetto, ho molto peccato.
    Un paio di giorni fa prima di cedere alle lusinghe di Morfeo stavo facendo un po’ di zapping.
    Capito su telelombardia e c’è uno speciale calciomercato.
    Inquadrato furio fedele che parla.
    Indeciso se proseguire nello zapping alla ricerca dell’ennesimo reality sulla cucina o di un porno soft degli anni 70, alla fine cedo ai miei istinti più bassi e mi soffermo.
    Focalizzo l’attenzione e sento il misero asserire: “Ci sono cinesi come quelli dell’Inter e cinesi come quelli del bilan” (ok, la b l’ho messa io ma diversamente non mi riesce di scriverlo).
    E già mi parte l’embolo pensando a quante volte ho sentito parlare dei nostri come di una banda di minchioni e dei loro come gente accorta che la sà lunga.
    Ed invece, con mio sommo stupore, il tapino proesegue: “nel senso che i loro ci sono e si sa chi sono, quelli del bilan …li hai visti?”.
    Magari è stato solo un momento di debolezza ma se anche fedele (nomen omen) se ne esce così vuol dire che sono proprio messi male.
    A quel punto, soddisfatto, ho saltato i canali del porno soft per girare direttamente su “masterchef papua nuova guinea”.
    Fozza Inda!!!

  120. Ma vvedi ‘n po’ tte che voja che m’è venuta oggi de aiuta’ misericordiosamente er prossimo, ovvero de da’ aggràtise a ‘ste povere anime ‘n pena ‘na dritta che potrebbe aiutalle a svorta’ definitivamente da le sofferenze che stanno a pati’ da più de ‘n lustro, oramai.

    (Perché, detto tra de noi, io so’ ‘na brava perzona e coro sempre in soccorso de li poveri fiji che annàspeno tra le difficortà della vita.)

    Ma… è ‘na robba sssientifica, eh. Matematica!

    E me sa che pure voi ce l’avete avuto quarche sospetto, ma nun avete approfondito er tema ‘n quanto che, quanno uno soffre pe’ cosi’ tanti anni poi nun è più lucido e perde er contatto colla realtà, vagando come ‘na rotella impazzita a la ricerca da soluzzione a li probblemi che l’affliggheno.
    E, sippure codesta strada, che lo potrebbe riscatta’ dalle continue umiliazzioni, se la trova davanti a sé, ar poverello nun j’ariesce de individualla, de méttella a foco e li guai s’aripropongheno tali e quali nelle stessa identica successione diabbolica lassànnolo sempre più arintontolito.

    La faccio bbreve! A parer mio, la chiave de tutto sta ner vostro Presidente: Toirre.

    Cioè, vojo di’, mo’ se ne so’ visti de soggetti che, si ssolo te guàrdeno, te fanno fini’ fori strada co’ la machina o, chesso’ io, te fanno anna’ dde travèrzo er piatto de rigatoni co’ la pajata che te stavi a gusta’ ‘n santa pace.

    Ma quest’omo, belli de Peppe, è che d’è?!?!
    Quest’omo è proprio ‘na jattura!!!
    Ma dde quelle che porteno Peste e Carestia ‘n quarsiasi luogo se presenteno.

    Fàteve ‘n po’ er conto. Quante partite avete vinto le vorte che v’è venuto a vvéde de perzona? Ddù o tre, ar massimo. Pe’r resto è stata ‘na catastrofe bibblica. Peggio de le cavallette.

    Quindi, la Soluzzione è unica na sua semplicità: Lo dovete smamma’ ar più presto possibbile. Vo dovete leva’ dde torno, punto e bbasta; e dovete, ar più presto, fa Presidente ar Cinese, quello che v’ha sarvato dar fallimento.

    Ner frattempo, ner periodo de passaggio, dovreste fa’ ssi che nun se presenti più a vvéde le partite ar campo sportivo. ‘Nventàteve ‘na scusa, dateje l’orario sbajato, diteje ch’a partita nun se ggioca ppiù, bucategli ‘e rotr da machina, ‘nsomma fate de tutto pe’ sviallo.

    Ar limite, si proprio nun se po’ ffa artrimenti, sarebbe er caso de usci’ allo scoperto co’ azzioni eclatanti che abbiano risonanza internazzionale.
    Per esempio, ve potreste ‘ncatena’ tutt’insime pe’ ‘mpedije d’entra’ fisicamente allo stadio.
    Oppure, organizza’ atti dimostrativi pe’ fallo desiste, come ‘na grattata de cojoni collettiva, che avrebbe non pochi effetti tra lo psicologgico e er denigratorio per la perzona in sé.

    Fate cosi’ ch’é sicuro che m’aritornate ‘n sella… e la fenite de rompe li cojoni sempre a strilla’, sempre a piàgne, sempre a tiràvve pe’ li capelli: “L’allenatore nun è bbono”, “No so’ li ggiocatori che nun tengono le palle…”, “Ma quanno mai!!! E’ la società che nun se ‘mpone”.

    E’ ffacile a parla’ cosi’, da lontano, senza responsabbilità.
    Tanto de quello ch’avemo scritto oggi, sippur’è ‘na fesseria, domani nun s’aricorda più nisuno.
    E’ a ffa li fatti ch’è difficile…

    Vabbè va… Mo’ me ne vado ar mare, cosi’ n’approfitto de ‘st’artro po’ dde sole pe’ ffamme ‘n’artri ddu bagni, ché ffa bbene a la salute.

    S’arivedemo, a bbelli de Peppe vostro, che vve vole ‘n bene dell’anima (puro si je piace da scherza’…).

    • A Peppe pijate er salvagente..hai visto mai che mentre te stai a sbraccia’ soave penzando a li trionfi remoti, che sto addì, remotissimi, da’a maggica, nun te zavorri d’improviso er pensiero de l’indonese nostro…

  121. così tanto per scrivere…handanovic (per quanto un pensierino a radu…), d’ambrosio (mah !), ansaldi (almeno gran fisico), miranda e murillo ; poi a divertirsi : joao e brozo più bassi a schermo della difesa; banega (libero di cazzeggiare); perisic a sx e candreva a dx; icardi (è vittima della moglie – ma sarà poi vero ?- non aiuta un cazzo la squadra a salire; non calcia da fuori , nè le punizioni, ma…ma un pallone su due in area di rigore lo insacca)…quindi 4 2 3 1; è troppo squilibrata in avanti ? ma 15 partite su 19 in italia le giochi in avanti per vincerle, nelle restanti puoi coprirti con medel o kondo (su quest’ultimo ci vuole qualche riflessione; gran fisico -ma protegge poco la palla-, grandi cavalcate in avanti ma poche vere “incursioni” -ricordate berti ?-, poco gioco di testa -corner o punizioni- , pochissimi gol…eppure non riesco a non pensare a lui come alla più grande possibilità di tutta la rosa (non il migliore perchè quello credo sia joao mario),

  122. Ci davano 50 milioni + Gabbiadini e non lo abbiamo dato e qui c è chi propone lo scambio alla pari. Roba da matti, l astinenza fa un brutto effetto

  123. Io sono il primo a dire che il gol non è tutto in un attaccante e che ci sono tanti attaccanti che magari fanno qualche gol in meno però fanno tutto un lavoro di movimenti con e senza palla che ti fa girare la squadra in un certo modo

    perrrrrò

    Icardi, da noi, ad oggi, è l’unico che la butta dentro con una certa regolarità.

    Mandiamo via lui, chi fa gol?
    Gabbiadini?

    Non scherziamo.

  124. Icardi, da noi, ad oggi, è l’unico che la butta dentro con una certa regolarità.
    Mandiamo via lui, chi fa gol?
    Gabbiadini?

    Perché no? Quando ha giocato l’ha sempre messa dentro, in piú gioca meglio di squadra, dribbla, passa la palla, gioca di sponda. Davvero pensi che la coppia Gabbiadini -Eder sia peggio di quella Icardi – Eder?

  125. Alessandro, a me piace.
    Sopratutto la parte in cui si lascia Banega libero di cazzeggiare.
    Più che 4-2-3-1 lo chiamerei un 4-2-bo-3.

  126. Coi giocatori che abbiamo possiamo fare 1000 moduli 433 4231 442, rombi, alberi di natale. Abbiamo mille giolli di centro campo. Ma ci vuole tempo. I giocatori devono conoscersi. Ci vuole tanta pazienza. Io ce l’ho. Voi?

  127. Sì, va bene i piedi buoni, ma secondo me almeno uno tra Kondogbia e Medel è necessario.

    Vedo poco filtro.

  128. Macché, manco fumo.

  129. Fotoricordo del Corriere su Facchetti (lacrimoni). Ci manca da dieci anni. Se faccio il paragone con le mezze tacche che indossano la casacca oggi mi si torcono le budella.
    Meglio un buon libro e poi a dormire. Almeno domani si può riposare un po’ di più. Buona notte, ragazzi.

  130. Nel bel mezzo di un disallestimento notturno di un party lagunare
    vorrei aggiornare tagnin
    che i biglietti dell’autobus (del vaporetto qui da noi)
    no esiste piu’
    Ahime…

  131. La Gazzetta (4 /9/2016) :
    Affare Gabigol in tribunale, ma l’Inter non rischia nulla

    La Gazzetta (1/9/1939) :
    Hitler invade la Polonia, ma l’Ambrosiana Inter non dovrebbe essere coinvolta.

  132. Essere tifosi non significa certamente affermare che tutto, sempre, vada benissimo, ma che alcuni cerchino di demolire, con troppa superficialità, un nostro giocatore, lo trovo alquanto controproducente, anche perché vorrei ricordare che Icardi, segna di piede e di testa con estrema disinvoltura, che sa segnare anche di contropiede, che è capace di lanciare a rete un proprio compagno con passaggi, non solo illuminanti ma precisi (gli ultimi che ricordo sono il passaggio a Brosovic e quello a Candreva, veramente sontuoso), non avrà tanta tecnica individuale, ma non è una mer…..da come qualcuno ha voluto far intendere dall’alto della sua competenza….ma per favore…Forza Mauro….smentisci i tuoi denigratori come solo tu sai fare …..a suon di gol.

    • siamo il paese del dopo, dove un terremoto di soli gradi 6 distrugge mezza regione, mentre se le costruzioni non fossero state costruite con lo sputo del muratore avrebbero potuto tranquillamente stare in piedi.

      adesso controllano…

      scusate il parallelo irriverente, ma questa del terremoto ce l’avevo sul gozzo, ma non frequentando altri siti non sapevo come tirarla fuori.

      su Icardi ho fatto solo un ragionamento legato alle prestazioni di Eder considerando che non c’è nemmeno più Mancini che, a detta di tutti ma non mia, faceva giocare male la squadra nonostante fossero passati quasi due anni.

      secondo me chi fa giocare male le squadre sono i giocatori che vanno in campo che non applicano alla lettera quello che gli viene chiesto dagli allenatori, sia per incapacità proprie tecniche, sia per volontà al sacrificio, dove è senz’altro più facile metterla dentro se sei bello fresco e riposato, al contrario di quello che potrebbe fare un Palacio che corre come un pazzo anche adesso che è da pensionare e quindi sotto porta non ha più la necessaria lucidità per metterla come si deve.

      quindi si tratterebbe di capire cosa è conveniente, se è meglio tenere uno che non fa un cazzo se non qualche gol che però qualche volta non basta a vincere nemmeno la partita e ancora meno a vincere un campionato, oppure avere uno che ne fa meno ma che fa segnare anche tutti gli altri e che, sopratutto, quando segna, non dice: avete visto che se me la danno io poi la metto?

      perchè, per chi non lo sapesse o avesse capito, una frase così fa solo incazzare i suoi compagni e crea malumori nello spogliatoio, in quanto fa capire che gli scarsi sono loro che non riescono mai a dargliela nel modo giusto e non lui che non fa un cazzo per agevolarli.

      figuriamoci poi se la sua donna riuscirà a fargli avere l’aumento su un contratto appena stipulato che non è stato rispettato ne da lui ne da lei sua procuratrice e quindi, il resto della nostra truppa che dovrebbe farsi il culo per lui, con che animo lo potrà fare vedendo come un comportamento furbo venga premiato mentre uno onesto nemmeno considerato?

      come dicevo, vedremo dopo cosa succederà, prima sarebbe stato meglio analizzare il tutto sia a livello tecnico, finanziario e disciplinare e prendere un provvedimento che, se fossero state vere le voci su quanto ci avrebbe dato il Napoli, ci avrebbe permesso di prendere tre piccioni con una fava: avere uno che gioca per tutti e non per se stesso, mettere a posto le finanze per quel che concerne il fpf e non farci giocare l’Europa league con mezza squadra e dare un segnale forte agli altri rimasti, che col cazzo prenderanno di più di quel che meritano e di quello stabilito per contratto.

  133. A proposito di Gabigol…niente da dire sulla querelle con il Barca? No dico, non ho idea di quanto valga il giovanotto, ma l’idea che il Santos abbia fatto incazzare i mammasantissima spagnoli, non rispettando una prelazione, per venderlo a noialtri..beh è abbastanza divertente no? Cioè, “..si si certo avete la prelazione, il diritto a pareggiare l’offerta, siete il Barca, mas que un club, claro…ma i cinesi dell’Inter pagano meglio sorry”

  134. Concordo pienamente con Corso.

  135. Approvo il tuo dis… Corso 😀 pero’ credo che la società abbia voluto far rispettare un’altro tipo di regole ovvero se ti cediamo è perchè lo vogliamo noi alle cifre che vogliamo noi alla squadra che vogliamo noi.
    Poi ovvio che in Icardi ci credono, è giovane e ovviamente ha ampi margini di miglioramento, speriamo anche nella testa e nel comportamento.
    L’aver trattenuto Jovetic in questo senso è una piccola garanzia, visto che sia lui che Eder in caso di bisogno possono svolgere le funzioni di 9 “atipico” con un gioco che magari prediliga più palla a terra che cross dal fondo ovviamente.

    • si certo, un altro punto di vista rispettabilissimo.

      il mio era solo un tentativo di spiegazione del perchè mi ero posto la domanda sul come mai Eder faccia sempre il fenomeno in Nazionale mentre con noi non batte chiodo.

      visto che non c’è più il Mancio, accusato di tutto, mi chiedevo come mai con il Chievo e nemmeno con il Palermo non si sia praticamente visto dal momento che adesso c’è l’olandese che ci allena.

      tutto qui, per cui ho tratto le mie conclusioni, vale a dire che con Icardi la voglia di farsi il culo per lui non ce l’ha nessuno.

  136. Eder in nazionale fa esattamente quello che fa nell’Inter. Correre, sbattersi, ma di buttare la palla dentro (motivo per il quale era stato preso) non se ne parla.

  137. Se c’avete un centravanti “da area di rigore” e quello il suo mestiere lo fa me lo terrei. Ovviamente considerando il fatto che va sfruttato come un centravanti da area di rigore (cioè dargli la palla vicino alla porta e sperare che la metta dentro).

    Però visto che:

    – rompe le palle perchè “se non mi danno i palloni non è colpa mia”
    – il Napoli offriva una cifra assolutamente incomprensibile
    – anche come centravanti “da area di rigore” non è poi tutto questo fenomeno
    – la squadra è reduce da una stagione deludente

    io il contratto non gliel’avrei rinnovato nemmeno se si presentava in sede insieme ad Heather Parisi.

  138. Nemmeno io glielo avrei rinnovato.

    Anzi avrei detto chiaro e tondo a lui e alla sua sposina che all’Inter bisogna sudarsi posto fascia e soldi con l’impegno e la giusta umiltà che una maglia gloriosa come quella nerazzurra richiede!

    Per questo ricordargli sempre di quelli che la fascia e la maglia l’hanno sempre onorata e l’impegno profuso al massimo, a partire da Meazza Picchi Facchetti Bergomi fino a Zanetti.

    Esempi ai quali il nostro non si avvicina neanche per sbaglio.
    E non bastano i gol, i quali, tra l’altro, non sono serviti a vincere un cazzo finora!

    Poi, una volta dimostrato attaccamento e impegno, allora si può anche considerare l’ipotesi di rinnovare contratti e quant’altro.

    Non ti sta bene?, ok portami 60 mln e arrivederci.

  139. Ad oggi non mi risulta che il contratto di Icardi sia stato rinnovato. Ed è da un mese e passa che se ne parla, che tutti hanno dettagli e che le firme si faranno a giorni.
    Ma intanto ancora non si è fatto nulla. Il rinnovo arriverà se la società deciderà di puntare sul giocatore, non certo per i suoi capricci.
    Anche se la mia sensazione è che non vestirà il nerazzurro ancora a lungo.

    Visto che l’etichetta di fenomeno noi l’abbiamo messa sul “Fenomeno” …è vero, Icardi non lo è.
    Ma sticazzi, averne di centravanti da area come lui.
    Poiche sia tatticamente limitato, credo nessuno possa negarlo.
    Ma se col gioco merdoso e sparagnino del duo mazzarri/mancini è riuscito a fare un gol ogni due partite, c’è sempre la speranza che se la squadra comincia a girare lui possa incrementare il bottino. Prima di cederlo, insomma, vorrei vedere come si comporta in una squadra che gioca a calcio.
    Speriamo che questo sia l’anno buono.

  140. Sempre detto anch’io che non mi sembra questo gran giocatore.
    E infatti non penso sia un caso, o un errore di valutazione, che il Barça lo abbia fatto andare via.

  141. La lite fra Santos e Barça è irreale.
    E’ irreale che il Santos non abbia avvertito gli spagnoli visto che questo avrebbe potuto scatenare un’asta.
    E’ irreale che il Barça se ne esca con un “non ci hanno avertito” quando era settimane che si parlava del trasferimento e se proprio ci tenevano potevano chiedere spiegazioni loro.
    Comunque ricordiamoci che la colpa è dell’Inter e che daranno tre giornate a Samuel.

  142. B&R

    vediamo se sarà come dici, e io sarei felicissimo di sbagliarmi, ovvio.
    Ma resta il fatto che avergli dato la fascia da capitano è stato un grande errore.

    Un bimbominchia non può mai essere il capitano dell’Inter!

  143. Internaz, sai che non ho mai neppure appoggiato la definizione di bimbominkia per lui.
    I selfie od i social …sei tu che sei vecchio e non capisci! ;P

  144. Io credo invece che sia tutta la squadra in debito di preparazione, per cui si fa una gran fatica.. con poca lucidità, non credo assolutamente a queste storie di antipatie e di dispetti consequenziali. La verità è che tutta la squadra non gira, non ha ancora una sua logica, un gioco, per cui si improvvisa parecchio e fino a quando non ci sarà un minimo di organizzazione siamo costretti a vedere certe situazioni di “non gioco”. Io ricordo, che pure Vieri sia per quanto riguarda la tecnica individuale che per la mobilità non era certamente un fulmine di guerra, ma la metteva dentro (ed era per quel motivo che lo ha voluto Moratti). Perciò piaccia o non piaccia a Icardi gli vengono chiesti i gol, ed è per questo che Dela lo avrebbe strapagato al Napoli e non certo per migliorare la “manovra” offensiva della sua squadra, a meno che non vogliamo pensare che pure a dirigere il Napoli ci sia un manipolo di incompetenti.

    • Vieri dal punto di vista umano era un po’ testa di cazzo: tipo rimproverava i compagni, protestava con l’allenatore, andava in discoteca con Ronaldo (chiamalo scemo).
      Però ogni tanto tirava un carocchione da fuori aria e insaccava da solo, senza tanto bisogno di schemi.

      Icardi mi sa che è ancora un po’ lontano da questo profilo. Dite voi in quale parte 😀

  145. due buone news da Pescara: De Biasi accosta Manaj addirittura a Bobo boninsegna, i biglietti per domenica già esauriti_ Tra Vieri e Icardi preferisco il secondo: non viene dalla juve e a fine carriera sicuramente non sceglierà di giocare con le “vecchie glorie” del milan_

    • …dopo aver preso una buonuscita da noi (che non ne potevamo più di avere un giocatore che giocava 1 partita sì e 5 no)

  146. B&R

    hai ragione, è vero che non capisco, i social e tutto il resto, e se proprio devo dire, preferirei rimanere nella mia beata ignoranza 😉

    Ma rimane che quello è un bimbominchia.

    Vieri pure (diremmo oggi coi social).

  147. da Bauscia Cafè:
    Proporrei a tutti di chiamare il nostro proprietario, Mr Zhang. Iniziamo a non chiamarlo il cinese (magari in passato l ho chiamato così pure io, non ricordo). Credo che per gli investimenti fatti, si meriti di essere chiamato almeno per nome. Ad oggi merita il rispetto di noi interisti.
    Eddie
    Io propongo di chiamarlo “Caro Leader” .
    E’ sotto gli occhi di tutti come il Caro Leader abbia intenzione di far sul serio, speriamo che oltre ai risultati economici arrivino anche dei risultati sportivi decenti in tempi brevi.

  148. mi piacerebbe chiamarlo Caro Presidente, specie se ci riporta a vincere.. caro leader, proprio no: stiamo sulla nostra Inter, senza evocazioni ideologiche

  149. Ogni volta che lo vedo in nazionale, noto come Eder si muova con naturalezza nel suo ruolo di seconda punta: da noi fa l’ala in un tridente_ È diverso_ Aldilà della sua buona intesa con Pelle’_

    • Eder darebbe il massimo in un tradizionalissimo, solido e non più di moda 4-4-2. O quantomeno se davanti ha un Pelle’, appunto, che oltre a finalizzare lavora molto per la squadra.

  150. Arrivare e vendere il giocatore più pregiato non sarebbe stato un gran biglietto da visita.
    Tenerlo è significato dare un segnale di stabilità alla squadra, dunque non si può parlare di scelta sbagliata.

    Tanto più che, nel Napoli, in quell’impianto di gioco avrebbe sfondato il muro dei 30 gol, e noi, dandolo a 60 milioni, saremmo rimasti col cerino in mano,
    come poi è successo a De Laurentiis.

    Io avrei dato via Handanovic per far cassa.

    • Handanovic non ha mercato. O perlomeno non il genere di mercato che piacerebbe a lui (squadra top che gioca in CL) e a noi (per fare cassa). È destinato suo malgrado a tenere il broncio in nerazzurro sperando di non finire pensionato prima di aver sentito la famosa musichetta.

  151. Intanto si può notare come killerini, appena non ha la protezione di arbitri e avversari compiacenti, si mostra per quel fabbro scarso che è

  152. “Caro Leader” mi piace.

    Il tridente di FdB ha le punte piuttosto larghe, chiaro che Eder fatichi particolarmente ad adattarsi.
    Appena Candreva e Perisic entreranno in forma e potremmo permetterceli entrambi (e scopriremo qualcosa di Gabigol) penso che lo vedremo in quella posizione solo in casi estremi.

    Piuttosto se dovessimo cedere Icardi a gennaio, secondo me come punta centrale mobile se la può cavare.

  153. Quelle rare volte che Eder ha giocato da punta centrale con Mancini, vedevo che non entrava in area ma aspettava il passaggio arretrato.
    Insomma, secondo me non ha i movimenti (e, se vogliamo, il fisico) della prima punta.

    Ci vedo più Jovetic a questo punto (con tutti i rischi del caso).

    Su Handanovic sì, questo è vero, probabile che non abbia il mercato “giusto”.

    Però, dico la verità, inizia ad urtarmi sul serio quel modo di fare tanto bene descritto da Settore uno-due post fa.
    Dovesse arrivare l’offerta giusta, via subito.
    I campioni sono altra roba.

  154. Eder segnava alla Samp perchè abile a sfruttare i contropiedi e gli spazi che quando giochi nell’Inter non hai…. tolti i match di cartello dove magari in contropiede ci giochiamo noi, per il resto, l’80% delle formazioni che affrontiamo giocano in 11 dietro la linea della palla cercando di sfruttare le ripartenze….proprio come la Sampdoria.

    Ergo, è un giocatore da Sampdoria. Punto.

    • giusto, ma allora anche Ruben Sora era “solo” da Lazio?.. a parte le giustificazioni, Eder ci faccia vedere qualche gol

    • più che altro anche alla Samp non mi ha mai dato l’impressione di essere un fenomeno… diciamo che la notizia del suo acquisto non mi ha illuso di aver pescato il nuovo Milito/Palacio

  155. Eravamo contenti di aver monetizzato Guarin, ma li siamo andati subito a buttare per acquistare una punta da Brescia.. (Empoli,Frosinone,Cesena..)

    • la gioia di aver dato un calcio nel culo all’ignobile pippone colombiano non me la potrete levare così facilmente, manco se mi comprate il solito brasiliano minorenne con fisioterapista personale e la security al seguito che s’è addirittura inventato che gli stava dietro il Barcel…

      ah, no

  156. No, ma quale Eder.
    Se vendi Icardi devi trovare una bella punta di spessore.

    Eder va bene per il contropiede, come dicevate giustamente sopra.
    Anche in nazionale, infatti, era devastante perché Conte giocava con grande difesa e ripartenze fulminanti.
    In questo Eder è bravo, ma per il resto mi sembra poca roba, e va bene semmai come seconda punta. Ma gli preferisco Jojo, non fosse per la sua incostanza.

    In ogni caso ormai Icardi è qua, ha pure rinnovato e quindi il problema non si pone.
    Speriamo, piuttosto, che ingrani la marcia, come tutta la squadra, e che ci faccia dimenticare la sua telenovela estiva al più presto a suon di gol.

    Spero che FDB lo metta in condizione di farne il più possibile, in modo anche da togliergli ogni alibi.

  157. Senza spenderci un capitale sopra, io un pensierino su Immobile, da avvicendare/affiancare ad Icardi, lo avrei fatto.
    A me non dispiace affatto, vi dico la verità.

    Però si trattava di trattare di nuovo con Lotito.

    • Per me Immobile è un gran contropiedista. Ma c’ha due piedi come due roncole. Se vi lamentate dei piedacci di Icardi…

  158. Eder alla Samp svariava soprattutto a sinistra dove sfrutta la sua migliore capacità, la velocità e il rientro sul destro.
    Preferisco di gran lunga Jovetic se devo pensare ad una seconda punta, o un’alternativa ad Icardi, e sono contento lo abbiano tenuto, a meno che Gabrigol si dimostri veramente un crack.
    Anche a me piace molto Immobile, per il lavoro che fa, anche se sbaglia molto.

  159. Non so de da Eder ci potremo mai aspettare più di quel gran movimento che fa, finalizzato o meno che sia. Credo che la soluzione sia solo un’eventuale pensata di Frank per renderlo più funzionale (con Icardi non so). Ma la qualità mi pare quella lì, non molto di più.

  160. E intanto il Tas ha bocciato il ricorso della Juventus.

    Mi rivolgo agli ingegneri e ai matematici del blog, particolarmente bravi coi numeri a molte cifre:

    a quante sentenze a sfavore siamo arrivati?

    • TAR del Lazio veramente…così giusto per… 🙂

    • Credo attorno alle 20.
      Sarebbe però utile un memento completo, giusto per fare copia incolla sulle varie sbrodolature da “non mi è ancora passata e non mi passerà mai, mi sa” che spesso ammorbano i commenti.

    • Hai ragione Pep.
      In effetti il Tas non avrebbe avuto molto senso.

  161. Diciamo che hanno vinto più champions che vertenze .
    Questo se contiamo anche il ricorso vinto per una multa in divieto di sosta e la famosa causa Elkann vs Pautasso dove il Sig. Pautasso del 4 piano voleva rimborsato il costo della camicia bucata dalla sigaretta lanciata da Lapo del 5 piano.
    Non ricordo altre vittorie…..

  162. Chissà se prima o poi qualcuno in lega o in FIGC si sveglia un attimo per chiedere i danni a loro…Chissà…

  163. Dunque, il sito dei matti di interististalinisti riporta questo elenco:
    01 – 14 luglio 2006, primo grado di Calciopoli
    02 – 25 luglio 2006, secondo grado di Calciopoli
    03 – 27 ottobre 2006, arbitrato CONI su Calciopoli
    04 – 18 giugno 2008, patteggiamento su schede sim svizzere
    05 – 16 giugno 2011, radiazione di Moggi e Giraudo
    06 – 9 luglio 2011, Calciopoli (II° grado), conferma della radiazione di Moggi e Giraudo.
    07 – 18 luglio 2011, respinto in Figc l’esposto contro lo scudetto 2006 assegnato all’Inter.
    08 – 19 marzo 2008, TAR del Lazio, respinto il ricorso di Moggi contro la squalifica in ambito sportivo.
    09 – 22 maggio 2008, TAR del Lazio, respinto il ricorso di due associazioni di tifosi contro l’assegnazione dello scudetto 2006 all’Inter.
    10 – 8 gennaio 2009, Caso GEA, Moggi condannato per violenza privata.
    11 – 14 dicembre 2009. Calciopoli (rito abbreviato), condannato Giraudo per frode sportiva e associazione a delinquere.
    12 – 8 febbraio 2011, TAR del Lazio respinge il ricorso presentato da Giùlemanidallajuve, condannata a pagare risarcimenti a Federcalcio, CONI e Inter.
    13 – 25 marzo 2011, caso GEA (II° grado), confermata la condanna a Moggi per violenza privata.
    14 – 8 novembre 2011, sentenza penale di Napoli: Moggi condannato a 5 anni e 4 mesi per associazione a delinquere.
    15 – 9 novembre 2011, rigetto dell’esposto da parte dell’UEFA.
    16 – 11 novembre 2011, Moggi condannato per minacce nei confronti di Baldini.
    17 – 17 novembre 2011, dichiarazione di non competenza del TNAS.
    18 – 4 aprile 2012, conferma della radiazione di Moggi e Giraudo.
    19 – 12 aprile 2012, il Tribunale della UE respinge il ricorso presentato da Giùlemanidallajuve
    20 – 26 giugno 2012, Tribunale di Milano, rigetto della querela di Moggi a Carlo Petrini
    21 – 30 giugno 2012, la Corte dei Conti respinge il ricorso Juventus decretando la FIGC non responsabile di danno erariale per essersi dichiarata non competente a decidere nel 2006.
    22 – 3 agosto 2012, il Tar del Lazio respinge il ricorso di Moggi contro la Radiazione.
    23 – 12 settembre 2012, il Consiglio di Stato respinge il ricorso di Moggi contro la Radiazione.
    24 – 17 ottobre 2012, la Corte dei Conti condanna 14 ex tesserati AIA a risarcire la FIGC per danno d’immagine
    25 – 5 dicembre 2012, il Tribunale di Napoli condanna in appello a 1 anno e 8 mesi Antonio Giraudo per associazione a delinquere e frode sportiva. Cade solo il ruolo di promotore.
    26 – 7 agosto 2013, la Cassazione giudica inammissibile il ricorso di Moggi contro la radiazione
    27 – 17 dicembre 2013, appello calciopoli, 2 anni e 4 mesi a Luciano Moggi
    28 – 10 giugno 2014, la Cassazione conferma sequestro di 12 milioni a Giraudo per il danno da retrocessione al Brescia finito in serie B
    29 – 6 settembre 2016, il Tar del Lazio dichiara inammissibile la richiesta di risarcimento danni alla FIGC per la retrocessione in Serie B.

    titolando “Ad una condanna dalla Terza Stella”

    (mi scuso per la lunghezza, ma non è colpa mia. E tre giornate a Samuel)

  164. le sentenze a sfavore hanno quasi superato gli scudetti “sul campo”, niente male…

    Yóuwén gǒu shǐ

  165. Sbaglio o manca la sentenza della Cassazione del 2015 su calciopoli?
    Se è così la terza stella l’hanno raggiunta.

  166. Se tutti quei soldi spesi in avvocati fossero stati miei a quest’ora sarei già a chattare in un blog di juventini col nick “Nerazzurrobuono”.

  167. è così complicata la giustizia

    eppure era tutto così cristallino dall’inizio

    guardiamo avanti che la salita è lunga

  168. Per dirla tutta, mi sembra una farsa che l’ovino monociglio porta avanti a beneficio delle sue orde. E quelli più perdono e più s’incarogniscono a dire che non è vero, che è un gombloddo, che la colpa è nostra, che però loro vincono sul campo… Insomma è diventato un gioco delle parti: i tribunali danno loro torto, e allora tutti i tribunali sono corrotti, perché tanto in Italia i giudici sono tutti corrotti, o forse psicopatici. Come diceva qualcuno. Chi era? Come un vuoto di memoria… uno smarrimento…

  169. Parafrasando l’abusatato e datato (ma sempre di moda) epiteto di radical chic, a Torino esiste il drugo chic. Stimati ed insospettabili padri di famiglia, professionisti riconosciuti, che se ne escono fuori con frasi tipo (a beneficio dei miei marmocchi nerazzurro-vestiti, aggravante): “..triplete..ma contro chi..avevate distrutto tutto, e ora siamo tornati più forti di prima…”. Con il sorriso sulle labbra, beninteso. Ma il concetto è quello. Andiamo avanti, che non c’è sentenza avversa che possa intaccare la narrazione (mainstream) della loro realtà parallela.

  170. Nel calcio si vince e si perde

    (eccetto la Roma che perde e basta, ma vabbè),
    (ed eccetto i gobbi dopo il Brennero, ma vabbè)

    fa parte del gioco.

    Ma l’onore, una volta che l’hai perso, quello, non basterano 50 scudetti a recuperarlo.

    Mai come loro.
    E il quattordicesimo resta il più bello, perché l’abbiamo vinto 29 volte.

  171. Se sono ritornati forti e vincenti la colpa è anche nostra che dal tetto del mondo siamo precipitati in un amen ad anni in cui ci si doveva guardare dalla classifica del sassuolo (scritto minuscolo per via dell’ex presidente di Confindustria).

    Su questo, da tifosotto, non tratto e non giustifico nulla alla vecchia proprietà!
    Mi spiace.

    • condivido al cento per cento, dopo il triplete qualcuno sembrava essersi bevuto il cervello, un errore dopo l’altro, ma il più grave, secondo me, fu quello di aver ingaggiato Rafa Benitez.

  172. Amen

  173. Comunque l’onore perduto è perduto.

  174. Ho letto l’articolo sottostante, secondo voi l’applicheranno contro i gobbi?

    -Violazione della clausola compromissoria che impedisce alle società e ai tesserati di ricorrere alla giustizia sportiva quando il collegio arbitrale si è già espresso. Ora vediamo se la FIGC applicherà le sanzioni come prevede l’articolo 30 dello statuto federale che prevede una penalizzazione in termini di punti-.

    • Se avevano voglia glieli avrebbero già tolti nel momento in cui hanno iniziato questa fase…Ma evidentemente la FIGC è occupata a far altro…

  175. Io scommetto di no.

    E so che vincerò.

  176. Agnelli ha detto che non finisce qui, ora si appellerà alla Corte Olandese.

  177. Ricordo che a suo tempo, i ladri volevano pure farci estromettere dalla Champions…

    Il link quì sotto è per non dimenticare… sempre molto esilarante 🙂

    https://www.youtube.com/watch?v=H2VDegERVkU

  178. “Il fenomeno dei giornalisti tifosi è troppo patetico perché io vi ammorbi con la mia opinione sulla controversa Terza Stella della Juventus. Mi limito ad un’osservazione strettamente tecnica. Inoppugnabile. La Juventus ha tutto il diritto di sentirsi vittima di una sentenza sbagliata e cucirsi sulla maglia la terza stella. Ma un secondo dopo la Figc dovrebbe dichiararsi sciolta, perché il suo operato e quello della giustizia sportiva sono ritenuti carta straccia, e giudicati nulli, da una delle società più autorevoli e note del calcio italiano. Terze vie non ce ne sono, persino in un Paese di ipocrisie e di pateracchi. Perché attribuirsi due scudetti revocati per frode sportiva non è solo un gesto di ‘orgoglio ritrovato’ come pensa abbastanza puerilmente Andrea Agnelli. È a tutti gli effetti, un gesto che sconquassa dalle fondamenta le istituzioni del calcio, le sconfessa, le rifiuta. È un durissimo chiamarsi fuori dal mondo in cui si opera e dalle sue regole. Nella vita, ovviamente, ci si può anche ribellare. Quello che non si può fare è credere che ci si possa ribellare al modico prezzo di qualche titolo di giornale, e cavarsela temperando le polemiche con un paio di interviste diplomatiche. (Michele Serra)”

    ovviamente quelli della Figc si sono ben guardati dal rompergli i due scudetti che l’ovino reclama sulla testa e squalificare lui e la sua squadra di merda…

    • crimina et impera

      La FIGC per la juve e’ all’evidenza una istituzione che non merita rispetto. Non e’ molto diverso da quanto succede con criminilita’ organizzata e Stato Italiano.
      Ed infatti ne’ lo Stato ne’ la FIGC fanno molto per arginare tali contropoteri criminali.

  179. Cercando di parlare razionalmente… perché Gullit avrebbe dovuto essere invidioso di Mancini da giocatore?
    Cosa gli dovrebbe invidiare? Lo scudetto con la Sampdoria?

    Invece di dire ste cose che non stanno in piedi, spieghi a noi interisti, visto che si professa tale (ahahahahah) e non a Gullit dei cui pareri ce ne freghiamo,

    come mai è tutto registrato eppure la squadra va alla metà di tutte le altre, dalla Juve al Chievo alla Roma, al Napoli passando addirittura per il Milan?

    Settembre serve solo a noi per entrare in forma?
    Cosa dice il GPS?

    Sentiamo sentiamo.

    • Mancini non si riferiva affatto al Gullit giocatore, ben sapendo che è stato un grande giocatore (hanno anche giocato qualche mese insieme alla Samp).

      La mia traduzione del Mancio pensiero e’ la seguente, conoscendone anche il suo ego=
      i GRANDI giocatori, come Gullit, che non si confermano tali nel post carriera, sono individiosi di altri grandi giocatori, come Mancini, appunto, che si sono confermati grandi anche come allenatori.

      So bene che molti di voi non considerano Mancini un grande allenatore, ma la sua carriera da mister e’ comunque prestigiosa, imparagonabile con quella di Gullit.
      E sicuramente lui, Mancini, si considera un top allenatore. Come da top e’ il suo stipendio.

    • O forse voleva anche dire, avendoci giocato insieme, che per lui Gullit fosse scarso anche da giocatore, nonostante la sua carriera direbbe il contrario, et invidioso della maggior classe dei suoi compagni.
      O meglio, invidioso della maggior classe del suo compagno di squadra Roberto Mancini.

    • l’anno scorso, DALLA FINE DI AGOSTO A SETTEMBRE, ne abbiamo vinte CINQUE in fila, nonostante nelle amichevoli avessimo fatto cagare come e più di quest’anno.

      quest’anno non mi sembra che abbiano fatto finire la preparazione e fatto iniziare il campionato al Mancio, o mi sono perso qualche cosa?

      in ogni caso, come ha GIUSTAMENTE SOTTOLINEATO, l’olandese volante non ha più una squadra sgangherata da rimettere in piedi, ma ha solide basi per finire il lavoro.

      se ne sarà capace.(speriamo)

      e le solide basi indovina un pò chi le ha messe…

  180. Non discuto le solide basi o i risultati (iniziali) dell’anno scorso.

    Discuto ciò che (non) ha fatto quest’anno.
    La preparazione atletica era finita, così come il ritiro.

    Per non parlare del fatto che, interista (ahahahah) tra gli interisti
    non ha speso manco due parole per dirci in faccia il perché della risoluzione.

    Di che stiamo parlando, dai…

    • Ti rirammento che ci fu un tempo in cui Mancini Roberto da Iesi, contrariamante alle aspettative di tutti i tifosi interisti, decise di PANCHINARE un tal giocatore con gli occhiali di provenienza dopingjuventina sul quale si supponeva ricostruisse la squadra, scegliendo al suo posto, E A SORPRESA, uno semisconosciuto giocatore argentino col soprannome da fumetto, proveniente dalla squadra B del Real Madrid. Da allora e per tanti anni primo protagonista delle gloriose vittorie della seconda grande Inter.
      Solo per questo dovresti mostrare un minimo di gratitudine e rispetto al Mancio.

    • appunto, di che stai parlando?

      di illazioni tendenziose come Gullit, niente altro.

      il Mancio non ha MAI parlato male dell’Inter, nemmeno la prima volta che ne avrebbe avuto motivo visto come è stato trattato, non ne parlerà male nemmeno questa volta, o preferisci che faccia come Benitez?.

      i motivi per il quali è nato il dissidio ce li siamo immaginati tutti, per cui cosa si vuole aggiungere?

      l’invidia è una brutta bestia, perchè uno come lui l’ha sempre suscitata come tutti gli uomini di successo, e lui è uno di questi, Gullit lo è stato, adesso non più.

  181. Che la preparazione sia stata fatta non ne dubito, come sia stata fatta e con che intensità da parte di chi era in giro per il mondo (a collezionare figuracce i giocatori, interviste polemiche l’allenatore) o alla Pinetina (con il povero Gregucci…) non è dato sapere. Ma è ipotizzabile.
    Dopodiché adesso riuscite ad accapigliarvi pure su quel trombamogli di Gullit? Ma chissene.
    Piuttosto, tornando al topic gobbo, nessuno ha fatto notare la ciliegina sulla torta: la Juve deve all’Inter 5000 euro di spese processuali. #cacciai5000

  182. “Non so se valesse 443 milioni, ma resta una vergogna, per la Figc, avere declassato la Juve, ignorando colpe altrui” Carlo Nesti

    E’ evidente che ancora a 10 anni di distanza c’è chi non ha capito una fava del processo calciopoli…

  183. Acanfora, ti prego, ci manca solo il “e sciacquatevi la bocca quando parlate di Lui”.
    Minchia, ha le groupies manco fosse Cobain.
    Non è che aver fatto bene la prima volta che è stato da noi lo autorizza a fare cagare la seconda.

    Ps: fra l’altro la differenza fra scegliere un giocatore di 24 anni (talmente sconoscituo da essere nel giro della nazionale, tanto per dire) e volere la salma di uno di 33 dovrebbe far intuire come, negli anni, al limite si sia bevuto il cervello.

  184. E te credo. Davids era alla frutta, Cambiasso giocava alla grande ogni volta che entrava.
    Chiunque avesse visto più di 3 partite in vita sua lo avrebbe messo titolare a stretto giro.

    Ad ogni modo, contestavo il Gullit rosicone da giocatore, giacché non ne vedo il motivo.
    Ma conta poco, perché, parafrasando gus: “chissene”.

    No, ma quella che veramente è tirata per i capelli è la storia del parlare male dell’Inter.
    Un conto è fare come Benitez e non perdere l’occasione per dare del contaballe a uno come Moratti che, al netto di tutti i detrattori, piaccia o non piaccia (cit.), la storia dell’Inter l’ha fatta.

    Un’altro conto è spiegare ai tifosi interisti come mai una mattina s’è svegliato e ha risolto il contratto con l’Inter (tra l’altro, con una tempistica disastrosa).
    Significherebbe, quello sì, avere rispetto per l’Inter e i suoi sostenitori.

    Questo qui, ogni volta che non vuole nuocere all’Inter, ci fa dei danni incalcolabili.

  185. me lo vedo kondogbia sverniciato da La Qualunque protestare indignato con l’arbitro

    “ho qui il dato del GPS, mi sono allenato più di lui!”

  186. se è per questo c’è chi è era convinto che Eto’o fosse alla frutta più di David e di Tourè…

    e per sverniciare kondogbia basto io nonostante i miei 70 quasi 71…

    i danni incalcolabili sarebbero per caso la bacheca raddoppiata in quattro anni o l’arrivo di Miranda, Murillo e Perisic senza fare rimettere una lira alla società che nel momento in cui ha cambiato di nuovo proprietario, con uno che di soldi ne poteva mettere quanti il Mancio ne avessi voluti, gli hanno detto, no grazie, adesso li spendiamo come cazzo ci pare a noi.

    con il risultato di avere un centro campo dove dovranno tirare a sorte per scegliere i due da fare giocare tra Medel, Kondogbia, J, Mario, Banega e Brozovic, oltre a Gnoukuri e Melo, a meno di lasciare fuori uno tra Candreva e Perisic, mentre come difensori, se si fanno la bua Miranda e Murillo come centrali ci sono rimasti Ranocchia alla ricerca di se stesso e Andreolli che è un anno che è fermo per infortunio e come terzini i soliti D’Ambrosio, Santon e Nagatomo, che insieme non ne fanno uno decente.

    certo che Tourè al posto di Kondogbia avrebbe fatto peggio, questo è sicuro.

  187. Tourè lo voleva l’anno scorso, come ha precisato nell’intervista…

  188. il Manchester, quello United, che vuole vincere subito e non aspettare altri anni, sta pagando a peso d’oro uno che di anni ne ha di più di Tourè, andate a dirlo al Mou che si è preso una salma…

  189. corso
    mi chiedo sempre cosa facessi di lavoro
    immaginando che a 70/71 adesso tu sia in pensione

    avvocato verrebbe da dire visto la tenacia con cui difendi le tue idee…

    • ma che avvocato, facevo il venditore/compratore di frutta e verdura da un grossista dentro l’Ortomercato di Milano.

      sveglia molto prima dell’alba…

      parto sempre dal presupposto che quelli che hanno fatto il bene dell’Inter non ci facciano del male di proposito come hanno scritto prima di calciopoli su Moratti e dopo il 2010, così come ho sempre difeso lui difendo il Mancio da accuse infamanti, perchè dire che non ha fatto il suo dovere solo perchè sapeva che se ne sarebbe andato è solo una illazione senza nessuna prova concreta per sostenerla, come se nessun dirigente dell’Inter al seguito della squadra, come ad esempio Zanetti, non potesse accorgersi di quello che stava succedendo per richiamarlo all’ordine.

      tanta gente su qui e non solo, ha più voglia di criticare e di sparlare piuttosto che tifare.

  190. Se siete smemorati oppure, peggio, in malafede, fatti vostri_ Io me li ricordo benissimo gli interisti che volevano impiccarlo perché faceva giocare il Cuchu e non Davids, Julio Cesar (ma anche Fontana!) e non Toldo_ E se vi riguardate quel 3_2 alla Samp ne avrete anche la prova televisiva! Mancio non si discute_ Voleva fare cose simili anche al secondo giro, ma non ha potuto, forse nemmeno voluto, completare l’opera_
    Adesso c’è Frank, viva Frank_
    E forza Inter, se non vi dà fastidio_

  191. Giusto Acanfora, il mancio non si discute …per dogma.
    Io preferirei non discuterne perchè si è levato dalle palle.
    Ma l’importante è trovare un punto di incontro.
    Del resto, pur ateo, sono sempre stato aperto nei confronti delle religioni altrui …basta che non veniate a citofonare la domenica mattina per racconatre di quando l’eletto tramutò il davids in Cambiasso.

  192. ma cosa dici, smemorati o in malafede su qui?

    alcuni sono riusciti a dimenticare nel giro di trenta secondi i due gol di Milito nella finale.

    rimuovono dalla mente tutto il bello in un amen, l’importate è trovare qualche appiglio per criticare, per non dire il culo che hanno fatto al Mou perchè non è tornato con la squadra a San Siro.

    e tutto questo dopo un triplete, per cui figurati adesso che sono anni che non si vince un cazzo…

  193. continuo a chiedermi perché dovrei farmi andar bene uno nel 2016 perché ha vinto nel 2008

    per quanto mi riguarda ho trovato insultante l’atteggiamento che ha avuto nel suo ultimo periodo, e pensare che quando si faceva notare che era palesemente scazzatissimo i pasdaran anti-buonsenso piantavano lo stesso casino e anche peggio, riuscendo persino a giustificare uno che riesce a farsi dimettere il 9 agosto rischiando di mandarci una stagione in vacca per rifarsi gli interni della barca

    questo non è tifare l’Inter ma mero culto della personalità, poi ognuno faccia del raziocinio l’uso che ritiene più opportuno

  194. Ma perchè dobbiamo sempre mettere in discussione uno che ha vinto più di 10 trofei nell’Inter?….La squadra non aveva un gioco mostruoso?, perchè, non è stato criticato pure Mourinho per questo?…Allora diciamoci al verità magari non è una cima di simpatia, ma oggettivamente, quanto a successi non è certo fra i peggiori allenatori passati all’Inter, e come sostiene Corso46, e fra quelli a cui l’Inter è rimasta nel cuore, diversamente da Lippi o Benitez, per non parlare di quel gobbo di Gasperini, che non perde occasione per buttare fango sulla nostra società.

    • non stiamo mettendo in discussione questo, stiamo mettendo in discussione il fatto che siccome uno ha vinto nel 2008 fa cagare molle nel 2016 (ma una roba ributtante) e dobbiamo non solo applaudire ma pure ringraziare

      ma pensa te

  195. il mio culto è l’Inter_
    Mancini, con Mou e ci metto pure Leonardo, sono gli unici signori del calcio che abbiamo avuto, allenatori che hanno fatto il bene dell’Inter, almeno dal passaggio del verme (Lippi) in poi_ Adesso valuterò e tiferò DeBoer, senza pregiudizi_

  196. Leonardo signore del calcio?
    Uno che l’allenatore l’ha fatto per 1 anno e mezzo in tutto.

    Bah, vale veramente tutto.

  197. Leonardo è quello che ci ha sfilato Pirlo e Seedorf: ma CZanettie e DiBiagio erano meglio… s’e visto

  198. Voleva fare cose simili anche al secondo giro, ma non ha potuto, FORSE nemmeno voluto, completare l’opera_

    __________________________

    Tutto sta in quel “forse”.
    Non lo sapete manco voi il perché è il percome della cosa.

  199. Non per fare della tetratricoctomia (cit.)
    ma quando andarono Pirlo e Seedorf al Bilan

    Leonardo ancora era un calciatore.

    • si, ma già tramava da manager, purtroppo; come ha confermato in seguito_ In Italia chi avrebbe scommesso su Verratti? Si ragiona a chili e centimetri, non si vede la bravura_ Lui è passato a Pescara, serie B, e l’ha portato a Parigi_

  200. Visto che nessuno ha colto la notizia del giorno, e cioè il megarisarcimento di 5000 (cinquemila!) euri che la goeba ci deve per spese processuali, rilancio. E propongo, quei soldi, di devolverli alla FVM (fondazione vedove del mancio) dopo aver nominato Corso tesoriere della stessa. Conscio, peraltro, che il medesimo se li giocherebbe tutti sul 2 fisso a Pescara.
    😉

    • ci puoi scommettere !!!

      a no, sono io quello che scommette…

      si spala merda a tutto spiamo su uno che bene o male, al suo primo anno intero da allenatore ci ha riportato in Europa anche se non dalla porta principale, dopo averci illuso fino a metà campionato di potere ottenere molto di più, per cui io non capisco questo accanimento nei suoi confronti nel dire che questa volta ha fatto cagare come allenatore perchè anche il più sfegatato ed ottuso dei tifosi sa benissimo che prima dell’inizio del campionato da superare per noi non c’era solo la gobba ma anche tutte quelle che nel campionato iniziato con Mazzarri e finito a schifio ci sono arrivate davanti, per cui c’era parecchio da remare.

      non starò qui di nuovo a rimenarla su partite perse per caso, per sfiga, per colpa di arbitri o per colpa di uno dei nostri giocatori che a giro han fatto le loro cazzate, ci metto dentro anche qualche formazione a capocchia o sostituzione incomprensibile da parte del Mancio, ma da qui a dire che in questo giro ha fatto cagare ne passa.

      era questo l’anno della verità, però doveva essere lui a condurre il gioco come fece con Moratti convincendolo a comprare Ibra e Vieira nonostante la gobba ci avesse fatto le scarpe per anni e anni.

      invece hanno dato in mano le chiavi ad un altro mentre a lui sarebbe rimasto l’impegno di arrivare, come MINIMO, terzo, con la squadra assemblata da altri.

      se alla fine ha detto che non era mica scemo, cos’è questo, un tradimento?

    • E va beh, e perché non dirlo
      e soprattutto:

      Perché non prima?
      No, il 9 di luglio ste paturnie…

      O è un tradimento o è una stronzata.

      Scegli con comodo.

    • pardon

      9 agosto

      il 9 di luglio avrebbe avuto un senso

  201. Mah, Leonardo è quello che è riuscito a pagare Cavani due milioni in più della clausola risolutoria.

    Su Verratti… lo volevano già in diversi, se proprio bisogna fare un nome su chi l’abbia scoperto io direi Zeman.

  202. e chi discute i meriti di Zeman? l’ha lanciato Zeman, certo, come tanti altri restati poi ai margini_ Resta il fatto che Leonardo ha scommesso su Verratti, senza indugi, perché sa riconoscere il talento_ Dote più rara di quanto si pensi_

    • C’era poco da scommettere, gestisce soldi a buttare,
      alle brutte lo sceicco manco si sarebbe accorto dell’ammanco.

      I geni del calcio sono altri.

      Oh, Leonardo è quello che voleva Gantzo,
      o ce lo siamo dimenticato?

  203. per me è uno che sa di calcio, stop_ non pretendo di convincerti, che poi ricominciamo che non ci arrivi e ci vuole la scala del Fenomeno_

  204. minchia che palle con mancini….

  205. come la fanno facile, in fondo si tratta di mandare a puttane il lavoro di un anno e mezzo, prestigio e soldi e quindi si può decidere su due piedi, mediare non si può, aspettare cosa dicano i nuovi acquirenti nemmeno.

    fottetevi con le vostre presunte illazioni , io rimango della mia opinione che tutto sommato ha una logica, al contrario di chi pensa che essendo il Mancio un uomo di merda il comportamento è inerente.

    io invece penso che non sia lui l’uomo di merda.

  206. Ahó, a BBelli, ‘nvece de sta llà a discùte su chi de li ddu’ è più bono a spènne li sordi dell’artri, preoccupateve der Pescara, che domenica v’ammolla ‘n par de siluri a bruciapelo e v’arispedisce a casa cor Diploma de ùrtimi ‘n classifica.

  207. Per me potete pure sputargli in faccia, massacrarlo, detestarlo come uomo, ma siccome siamo in un blog il cui argomento principale è il calcio, allora, ripeto ognuno è libero di dire ciò che gli pare e porsi nei confronti di Mancini come gli aggrada, ma rimane un dato oggettivo ineludibile e incancellabile, è stato un allenatore tra i più vincenti all’Inter…..a me importa questo. Passo e chiudo…che sto già pensando con ansia alla sfida col Pescara……

  208. Peppe vatte a spolverare la bacheca che c’ha ‘nsacco de ragnatele, tanto nun te ruberà troppo tempo visti i miseri trofei che te ritrovi… (non capisco con quale coraggio viene a sfotterci..boh)

    • A míche, nun t’arabbia’ che a Peppe je piace de scherza’.

      Quello che nun scherza, purtroppo, è ‘r Pescara, domenica.

      E lo sai mejo de me.

      Sinnò perché me stai ‘n ansia?

      O sbajo?

  209. ecco, mancava giusto il pirla che ha arguito che ho dato delle merde a quelli del blog.

    tranquillo, non siete così tanti, solo in tre o quattro, però tu sai distinguerti…

  210. Si può dire che a sbagliare sono stati sia Mancini che la società?
    Io dico: certamente si!

    Aldilà delle motivazioni di ognuno, che ci interessano relativamente ormai, visto che non esiste a nessuna latitudine calcistica che un allenatore se ne vada, o venga cacciato (a seconda dei punti di vista) a soli dieci giorni dall’inizio del campionato!

    È da irresponsabili, da peracottari del calcio, da società di provincia che nemmeno il Palermo di Zamparini avrebbe osato tanto!

    Ora veramente rischiamo molto per le cazzate sia di Mancini che di ET.
    Abbiamo perso la prima col Chievo (2-0!) e a momenti perdiamo anche col Palermo in casa, e sono preoccupatissimo per Pescara!
    E poi c’è la gobba.

    Ha ragione Peppe, altro che sfottere.

  211. Peppe ti volevo dire che uno degli ultimi giocatori che mi ha colpito per tecnica e abilità, di quelli che ho visto dal vivo e non in tv, è Perotti_ Al tempo era al Genoa: da gialllorosso s’e’ imbrocchito oppure no?

  212. Voglio aggiungere un ulteriore postilla all’inutile diatriba Mancio genio Mancio coglione.
    Mancini ha riportato l’Inter non solo a vincere ma a comandare il boccino in campo dopo (a parte la fugace apparizione del Trap) anni e anni e anni e anni di poco e nulla, IO ricordo benissimo la quantità di comici che utilizzavano l’Inter come leva di comicità. Eravamo diventati i carabinieri del calcio, poche balle. Si lo sò il perché, non me lo state a ricordare non ce n’è bisogno, ma quello che mi faceva male più degli sberleffi erano i silenzi dei dirigenti e gli autogol da Inter (tipo questa stronzata di quest’anno col cambio allenatore Last minute) , e poi è arrivato lui , il Mancio a buttare merda su tutti i detrattori e a far cagare sotto le altre squadre quando vedevano entrare le maglie neroazzurre in campo.
    Mancini ha fatto cagare queste 2 stagioni? SI
    È andato via nel peggio modo? SI
    È una merda ? NO NO e poi NO
    Non per me , non per chi ha aspettato un quarto di secolo per rivedere l’Inter al.suo posto.
    Ciao Mancio.
    E forza FdB, of course.

  213. In ansia per il Pescara.

    E meno male che c’eravamo rinforzati.

  214. (e, sempre nell’ordine d’idee dell’inequivocabile rafforzamento, domenica prossima probabile impiego di Santon)

  215. L’eventualità che nelle prossime due gare si facciano 0 punti è alta. Bisogna mantenere i nervi saldi ed eventuare lo sbraco. È una stagione nata male e non so quanto passerà prima che la panchina di FDB cominci a traballare (la sfida è tosta e non ha nemmeno il supporto di una struttura societaria forte e presente, ad oggi).
    Ma Suning è una potenza ed il futuro è nostro.
    Ripeto, nervi saldi ed evitiamo di contribuire alla tradizionale specialità della casa: farci male da soli. Dimentichiamoci la classifica, elmetto in testa e facciamo quadrato. Keep calm e fozza Inda.

  216. Tra l’altro leggevo stamattina che l’atletico di Mr Simeone, quella squadra che gioca con il cuore, quella che arriva fino in fondo alla CL, quella che “magari fossimo noi cosi”, è di proprietà cinese !!!
    Così come pure il City.
    Scusate ma io ci arrivo un po tardi… ero rimasto agli sceicchi.

    Ma questi con gli occhi a mandorla non erano quelli che non avevano nessuna esperienza di calcio? Arrivati da due giorni, non conoscono l’ITALIA , l’ambiente, non sono presenti, hanno abbandonato il PAVIA ! !

    Per non parlare della favola Leicester che fa sussultare i cuori …thailandesi.
    Con la squadra benedetta dai monaci buddisti ad inizio stagione.

    Hai visto mai? Magari il prossimo anno fare la preparazione in un campo di lavoro in Manciuria a -20 gradi potrà giovare.

  217. Del Pescara ho già detto avendolo visto col Sassuolo, è una squadra che gioca.
    Mentre per la Juve questo sarebbe il momento migliore per affrontarla, in quanto deve ancora inserire i nuovi acquisti e potrebbe avere qualche lato debole..
    Lo sarebbe per una squadra che avesse già una identità.
    Per noi è un tuffo nel vuoto, potremmo schiantarci , come appoggiarci delicatamente al suolo come una piuma.

    • il problema è che conoscendo bene le dinamiche italiche, se da Pescara non si torna con 3 punti, considerando i gobbi alle porte intramezzati dall’EL Giovedì, De Boer sarà già cannibalizzato…

      Le probabilità di trovarci con 1 o 2 punti dopo 4 giornate sono alte quindi gli consiglierei vivamente di evitare di metterci del suo con difese a 3, ruoli cervellotici e sostituzioni ad minchiam se non vuole scavarsi la fossa da solo nel giro di una settimana.

      Cambiare stato da #mancinivattene a #deboervattene è un attimo…

  218. Ogni volta ci arrotoliamo sullo stesso discorso.
    Non si può muovere una critica che arrivano gli scherani della fede con la scomunica.
    Manco davanti ai fatti si fermano.

    Ed intanto siamo qui a dover prendere con le pinze la partita con una neopromossa perchè quell’altro ha fatto i capricci.

    Quindi, lasciando da parte le cose inutili (e si, mancini è una di queste), l’unica domanda che mi preme è: ma gioca JoaoM?
    O almeno Brozo?
    Perchè a me basta che questa sia la prima partita dell’era DDM (dopo duo motozzappa).
    Che voglio bene a Medel, voglio bene a Kondo e voglio bene a Mel …no a Melo non voglio bene, ma di vederli in campo a due alla volta non ne posso più.

  219. Tranquilli, ma anche no.
    Sono abbastanza convinto che da questo mini ciclo di due partite usciremo con 3 punti.

    Non è certamente a Pescara che dobbiamo andare a fare punti.
    Ma i ladri li schiantiamo di sicuro…
    🙂

  220. Gia’ con Il Palermo ho intravisto qualcosa si buono_ L’insicurezza dell’ambiente si paga perdendo punti per strada, con piu’ convinzione avremmo vinto_ Il Pescara ha un buon attacco ma di solito lascia tante occasioni all’avversario_

  221. Il milan campione d’europa entra in campo fra due ali di giocatori nerazzurri che battono le mani. Poi pirlo segna l’uno a zero. Poi l’INTER vince 2 a 1.
    Questa era l’INTER di Mancini.

    • Ok, preso atto che mancini ha smesso di allenarci nel 2008 e che quello che è andato in giro a farci raccogliere figure di merda per l’Italia negli ultimi mesi NON era lui ma il sosia scarso …possiamo confidare che la beatificazione della sua figura termini con l’immagine delle due ali di giocatori nerazzurri plaudenti?

      Perchè è molto bella e sarebbe un peccato rovinarla con la costatazione della realtà.

  222. Tagnin non fare come quelli che da 6 anni sparlano di Benitez, da 5 di Leonardo, da 4 di Gasperini e da due di Mazzarri.
    Guarda avanti e non sprecare energie inutili.
    Concentrati su De Boer!!!

  223. Infatti, era x chiudere:
    chi ha Mancini fra i suoi idoli, se lo ricorda come l’ho ricordato io.
    Chi non l’ha mai sopportato mena il torrone con tutte le caxxate che continuo a leggere.
    Forza Inter.

  224. E se invece si rimanesse a metà del guado, del tipo che Mancini stavolta l’abbiamo preso come una medicina.
    Una struttura di base alla rosa l’ha data, è innegabile.
    Giocatori come Miranda, Perisic, Kondogbia, lo stesso Murillo, a sprazzi Jovetic, a momenti Brozovic, hanno dato una spina dorsale alla squadra e, comunque, si sono realizzate delle plusvalenze.
    L’opera stava continuando piuttosto bene, con Banega a prezzo di saldo e Ansaldi, che io conosco poco, ma di cui un po’ tutti mi dite un gran bene.

    E fin qui avrebbero pure ragione i manciniani. La direzione giusta sembrava quella.

    Poi, lasciate stare il bordello che hanno combinato dopo, gli acquisti a casaccio e i buchi non colmati, lì bisogna riconoscere che Mancini c’entrava poco.

    Però, e qui invece appoggio i detrattori, è innegabile che Mancini nella gestione dello spogliatoio e della squadra ha combinato un casino senza pari.
    Dai litigi isterici che ci hanno bruciato nell’ordine Osvaldo, Jovetic, Ljiaijc e Shaqiri e chissà quanti altri, alla girandola di formazioni e di giocatori sempre in ruoli (sbagliati) diversi.

    In più, e qui devo dare ragione a posteriori a tagnin, la sottile e strisciante sensazione mai del tutto sopita che ci stesse facendo un favore ad allenare l’Inter.
    Insomma, il Mancini 1.0, con tutti i suoi se e i suoi ma, dava comunque l’impressione di metterci l’anima.

    Stavolta no.

    Ciò che davvero è imperdonabile, è quello che è successo in questo ultimo periodo.
    Ecco, quello proprio no.

  225. Io non temo il Pescara in assoluto, ovviamente, ma in questa fase sì.

    Non è questione di essersi rinforzati o meno (e io penso che ci siamo rinforzati), ma è la delicatezza del momento a preoccuparmi.

    Se non arrivano punti nelle prossime partite inizia subito il tiro al bersaglio contro la squadra ma soprattutto contro l’allenatore!
    E sappiamo benissimo dove ci può portare tutto questo: altra annata buttata, progetto di gioco nuovamente bloccato, altro allenatore e tutto daccapo nel solito caos, cavallette tsunami e bolle dappertutto.
    Insomma, film già visti.

    Ecco, spero solo che stavolta si abbia un po’ di sangue freddo e dare il tempo che serve.
    Anche se si perde.

    Altrimenti saremo qui, come al solito, a parlare e accapigliarsi stavolta per FDB.

  226. A me non ha mai fatto paura il Pescara, ma che dico, manco la Juventus.
    A me fa paura l’Inter!

  227. Questa Inter, of course

  228. Già Flavio.
    Questo è il punto.

  229. Anche il Napoli ha detto “Siamo il Napoli, non ci fa paura nessuno”.
    Poi alla fine del primo tempo erano sotto di due gol…

    Il Pescara NON PUO’ fare paura all’Inter, ma il Pescara di adesso può creare molti problemi all’Inter di ADESSO.

    Poi, ovvio, spero proprio di no.

    Ad ogni modo, al Conad andiamo per fare risultato pieno, fatevelo tatuare…

  230. Dico di più, mi basterebbero 4 punti.
    Basta che i 3 vengano dal Conad “Vomito” Stadium.

  231. Azz.
    Verissimo… grazie boombastic.
    Era per la voglia di fargli in servizietto in casa loro.

  232. Nè il City, né l’Atletico Madrid sono di proprietà dei cinesi.

    Semplicemente i cinesi hanno acquisito delle partecipazioni minoritarie,
    il 20% per quanto riguarda l’Atletico
    il 13% per quanto riguarda il City

    • Ah ok grazie Este avevo letto la notizia qua
      http://m.fcinternews.it/news/prima-milano-ora-l-europa-tutti-i-club-in-mani-cinesi-225643
      Non avevo controllato la visura camerale 🙂
      Cmq pensare che siano degli sprovveduti è un vezzo tutto Italiano. Ho visto campagne acquisti di Moratti all’Inter che sembravano fatte da un ubriaco con il portafoglio gonfio di soldi . Epure grazie al cielo anche lui (è noi) si è preso le sue soddisfazioni.

      Quanto al discorso di Mancini abbiate pazienza , io leggo il blog sempre volentieri da anni, ma per ragioni di lavoro a grande intermittenza, a volte scrivo qualcosa e mi rendo conto di essere finito per caso in mezzo ad un campo minato dove si combatte da giorni, questo a volte crea malintesi su quello che scrivo o quantomeno su presunti destinatari che invece non ci sono.
      Ma non importa, è un Blog tra interisti. Va bene così.

  233. civilmente,pacatamente, se non la portiamo a casa col Pescara inizio a innervosirmi,poche balle

  234. Beato te che devi ancora iniziare a innervosirti.

    A me basta pensare che dopo oltre 100 milioni spesi sono ancora lì con D’Ambrosio e Santon e senza playmaker

    • se m’innervosirò non sarà certo per il playmaker, sarà meglio cominciare a vincerne qualcuna, almeno di quelle facili, a prescindere da qualsiasi considerazione

  235. Non ci sono partite facili per noi. Contro l’Inter pure il Rag. Filini riuscirebbe a fare il gol della vita partendo dal calcio del terzino scartando tutta la nord e insaccando in rovesciata alla Parola.

  236. Uno dei problemi dell’Inter è che chiunque ne parla male ha spazio, sui giornali, sul web , in televisione. Ex giocatori ex allenatori, soubrette, opinionisti di paese, preti militari puttane (questa l’ho presa dal Melandri).
    È ci dobbiamo sorbire pure questo stillicidio infinito di stronzi e falliti che cercano i 3 min di ribalta.
    A volte mi chiedo chi me l’ha fatto fare a scegliere il neroazzurri. Mah

  237. Per la precisione, stiamo parlando di un cult:
    «…un funeralone da fargli pigliare un colpo a tutti e due a quelli… E migliaia di persone, e tutti a piangere… E corone, e telegrammi, bande, bandiere, puttane e militari…».

  238. In questa fase di assestamento , prima che l’Inter prenda la fisionomia di FDB (se mai lo farà) vedo nella sfera di cristallo una partita tipo quella di Frosinone dell’anno scorso, pali e parate di Handa per loro, un tiro in porta e un gol di Icardi, per noi.

  239. Visto il ritardo della squadra, c’è solo da stringere i denti e sperare che gli altri non scappino.
    Fra l’altro, date le nostre condizioni atletiche, fossi FdB rifarei la preparazione da zero prospettando un settembre di lacrime e sangue alla società.
    Se non prendiamo più di 10/12 punti dal terzo posto con la rosa che abbiamo e se il Mister fa quello che deve fare, secondo me potremmo anche rientrare.

  240. già che ci siamo rifacciamo anche la tournèe negli Stati Uniti…

  241. Magari Mancini gli metteva il bromuro nel latte. Tutto può essere

  242. Io non esagererei nel considerare gli effetti nefasti della preparazione. Ammesso e non concesso che Mancini l’abbia fatta male non credo che le altre squadre la facciano molto meglio, tanto più che le tournee esotiche ormai le fanno tutti.

    Pesa semmai il fatto che un allenatore sfiduciato (dalla società o da se stesso) induce i giocatori a trovarsi degli alibi, a pensare ad altro, a remare ognuno per sè. E la squadra si sfalda, non c’è preparazione alla Rocky Balboa che tenga.

    Un allenatore “riconosciuto” dai giocatori, al di là delle capacità tecniche, è il primo presupposto per poter parlare di una squadra. Poi viene il resto…

  243. Guarda Javier, come ho detto ieri, non mi interessa tronare sull’argomento smemorino.
    A questo punto non mi interessa il motivo: bromuro dall’exmister, giocatori cazzoni, società assente, dirigenti disinteressati …non mi importa.
    Tanto io ho la mia idea ma almeno evito gli strali dei talebani.

    Ma che qualcosa sia andato storto nella preparazione è evidente.
    Allora io dico: piuttosto che mettere una toppa in qualche modo accellerando i tempi adesso per poi ritrovarci in debito quando magari potremmo giocarci una coppetta italia od una sticazzilig, preferirei affrontare la tempesta ora per cercare di avere una barca che regge quando gli obiettivi saranno “caldi”.
    Tanto a settembre abbiamo solo due partite in europa (di cui una con gli israeliani) e per la coppetta se ne riparla l’anno prossimo.

    Non so, io un pensiero lo farei.

  244. Io non sono sicuro manco che si possa rifare.
    Fatto sta che conviene mettere punti in cascina prima di essere risucchiati sotto
    e a casini si aggiungono altri casini

    ché già così non sono tranquillo.

  245. chiunque abbia fatto anche un solo allenamento, anche con gli scapoli-ammogliati, decrepiti e panzoni sa che un conto è correre perché ti obbligano, un conto è farlo perché ci credi, sai che ti serve, insomma lo fai da professionista serio; correre e saltare gli ostacoli alla cazzo ti prepara alla cazzo, e questo succede se il trainer sta con la capa alla “SCIOCA”; temo sia quello che è successo con un allenatore annoiato, deluso o anche solo arrabbiato…ma pagato profumatamente anche per gestire situazioni più delicate : se una colpa, innegabile, si deve riconoscere a mancini, temo (per noi) sia questa; speriamo aver già finito di pagare dazio.

  246. Alla prima era evidente la miglior condizione del Chievo, ma questo capita sempre: le piccole puntano a partire a tutto gas proprio per sorprendere le più quotate_ L’anno scorso sorpresero la juve, di partite perse a inizio campionato ne ricordo diverse, ahinoi, dal Pescara di Galeone all’Empoli di Osio fino al pareggino di Mourinho col Bari, mi pare_ Gasp!
    Ma alla seconda siete sicuri che la mancata vittoria sia dipesa dalla preparazione? Io sono sicuro:di no_

    • sarà dipeso da deboer che non è ancora sufficientemente grato al mancio

    • tagnin, questo lo dici tu_ non cel’ho con DeBoer_ com santon cui è stato dedicato il post, ad esempio, sì; del quale ancora è chiaro se giochi perché scelto dal tecnico o imposto dalla società che vuol dimostrare che è sano_

  247. Acanfora, ovvio che non si sia trattato di un solo fattore.
    Ad esempio avere Medel a fare l’interno incursore con licenza di attaccare non è che ci abbia aiutato.
    Però a quel problema possiamo porre rimedio recuperando alla causa Brozo ed inserendo JoaoM.
    Benzina e velocità nelle gambe o la mettiamo adesso o non la mettiamo più.

  248. Perisic l’ho visto correre per benino in Nazionale, idem dicasi per Candreva o Eder. Ergo…sono d’accordo con chi dice che se la preparazione è stata fatta male ce ne accorgeremo più avanti. Che FDB se la giochi con il 4-2-3-1 o il 4-3-3 i due in mezzo secondo me saranno Medel e JM con Banega a cercarsi palloni o a dividersi il compito di dare il ritmo con il portoghese. Ma tutto dipenderà dalla quantità di lavoro sporco che riusciranno a fare gli esterni in chiusura o primo pressing. Altrimenti, imbarcata.

  249. Se volete essere eleganti li chiamate “fattori”
    se volete essere più strong li chiamate “casini”:

    perché il fatto che Medel faccia l’interno e Kondogbia il playmaker è solo un gran casino fatto in sede di mercato, poi possiamo girarci intorno quanto vogliamo, facendo finta che il valore di una squadra sia la somma algebrica dei cartellini e degli ingaggi in campo, ma il fatto rimane.

    Su Mancini non capisco quali differenze ci troviate tra quello di allora e quello di oggi.
    Era abile ad assemblare la squadra ma non a gestirla.
    E l’epilogo è sempre un casino causato dall’umore del momento.

    Un dirigente prestato alla panchina.

    • saranno mica le vittorie?

      vinci e passa tutto, anche che hai molte offerte, o che te ne scappi sulla mercedes del Real anziché salire sul pullman scoperto

      non vinci, e non ne passa mezza

  250. Area tecnica

    Allenatore: Roberto Mancini.
    Allenatore in seconda: Giulio Nuciari.
    Collaboratore tecnico: Sylvinho.
    Collaboratore tecnico: Fausto Salsano.
    Collaboratore tecnico: José Duqué.
    Allenatore portieri: Adriano Bonaiuti.
    Match analyst: Michele Salzarulo.
    Coordinatore staff medico: Piero Volpi.
    Responsabile della riabilitazione: Gian Nicola Bisciotti
    Medico sociale: Daniele Casalini.
    Medico: Alessandro Corsini.
    Responsabile preparatori atletici: Ivan Carminati.
    Preparatore atletico: Andrea Scanavino.
    Preparatore di recupero: Massimiliano Marchesi.
    Coordinatore fisioterapisti: Marco Dellacasa.
    Fisioterapisti: Massimo Dellacasa, Andrea Belli, Marco Frigerio e Matteo Perasso.

    si vede che le paturnie di Mancini erano contagiose tanto da fare ammalare tutti e quindi nessuno ha fatto un cazzo.

    si invitano gli utenti a finirla di sparare cazzate e che da qui in avanti le responsabilità se le prenda quello che è stato chiamato a sostituirlo, sperando che non sia un pirla, come disse il Mou, anticipando tutti.

  251. Ecco, per la scusa della preparazione atletica io la vedo esattamente come Ugo.
    https://youtu.be/grJNVDs2_70

  252. Si Este, lo sappiamo. E’ perchè non gliene frega niente a nessuno.
    Peccato che intanto il palymaker non lo abbia fatto Kondo ma Banega (fra l’altro anche bene).
    E che, proprio perchè eravamo carenti come interni, ne abbiamo acquistato un’altro.

    Che, per tornare al solito discorso, potevi prendere anche il nuovo pirlo come regista basso ma sempre Medel si sarebbe ritrovato a lanciare a rete.
    L’ideale era prenderli entrambi.
    Evidentemente il regista che fosse di gradimento non è stato trovato.
    Per inciso, anche a me sarebbe piaciuto se ne fosse arrivato uno.
    Però intanto sono contento che sia stato preso almeno l’interno.

    Ma parlare di mercato a casaccio o di casini è pura malafede.
    Semplicemente devi dimostrare il tuo assunto di partenza: che ai cinesi non frega un cazzo dell’Inter. Siccome ti hanno smentito a botte di milioni, adesso sei partito con questa manfrina del “o regista o morte”.

  253. io dico che medel ha avuto tante occasioni perché era il meno marcato_ quelli del Palermo erano più preoccupati degli altri nostri giocatori_

    • No, non penso fosse lì in area per caso. Secondo me quelle erano l prime avvisaglie del gioco di FdB , chiaro che si spera che cambiando gli interpreti degli inserimenti succeda qualcosa di meglio.

  254. Almeno nel mio caso, la storia delle vittorie è relativa:
    francamente me ne infischio (cit.) delle menate sulla macchina del Real e delle interviste di Milito.
    Hanno fatto il loro, lavoro perfetto fino all’ultimo minuto di gioco, missione compiuta, meglio non poteva andare.
    A me interessa l’Inter, tutto quello che succede dopo è contorno.

    Mancini, invece, già da Liverpool, con una botta di umore ha rischiato di buttare al cesso uno scudetto che la Nike aveva già cucito sulle maglie dell’anno seguente,
    e mi pare ben diverso dei caroselli all’alba.

    B&R
    non hai visto l’ultima partita, altra spiegazione non mi so dare.

    Banega è stato schierato da regista basso, ma l’azione la impostavano essenzialmente Kondo e Miranda, perché semplicemente quello non era ruolo suo

    e il bello è che l’ha detto anche lui
    (“lo faccio, ma serve tempo perché sono un trequartista”, questo il succo).

    Che ai cinesi possa fregare o meno se ne può discutere, ma hanno scucito i soldi e quindi va bene così,
    il problema è che gliene frega alla società (non proprietà, attenzione)

    e quello è grave.

    • visto che parlare di fatti concreti con te è impossibile e si va sempre per ipotesi, anche se la tua è campata in aria dal momento che lo scudetto si è vinto, per cui cosa gli puoi imputare? anche che forse si poteva perdere? si può dire che la sua reazione ha fatto in modo che i giocatori tirassero fuori quel poco che avevano nel finale di campionato, per dimostrargli che aveva avuto torto ad amareggiarsi così per una sconfitta.

      non del tutto meritata considerando che su due partite non ne abbiamo finita nemmeno una in dieci. per non dire che all’andata i falli di Materazzi su Torres non erano nemmeno falli, figuriamoci se da ammonizione.

      al ritorno ha dovuto mettere in campo Rivas e non credo ci sia da aggiungere altro se non che sarebbero cadute le balle a chiunque, non solo al Mancio.

      all’andata, in dieci dal 30° primo tempo, abbiamo resistito e forse giocato meglio che nel ritorno col Barca nel 2010, solo che abbiamo preso due gol nei cinque minuti finali dopo che anche Cordoba, migliore in campo, era dovuto uscire per infortunio in barella, così al ritorno eravamo anche senza difesa.

      le cose, prima di riempirsi sempre la bocca con frasi ad effetto, andrebbero ricordate per filo e per segno e poi si potrebbero anche capire meglio certe reazioni, del tipo quelle che ha un allenatore se un giocatore gli vuole mettere le mani addosso pur avendo torto marcio.

  255. nemmeno finita una in undici…

  256. Corso sei il nostro Hard Disk ☺

  257. A Pescara hanno piazzato quarcosa come 12/13.000 bijetti in mezza giornata: stanno a aspetta’ cor sangue all’occhi.

    E voi state ancora a pèrde tempo cor fringuello, ch’oramai se n’è volato er più lontano possibbile.

    Stàteve attenti che da que’ parti, dalle 7 de sera ‘n poi, so’ abbituati a métte su la brace.
    E va a fini’ che domenica sera ve ‘nfìrzeno come l’arrosticini.

    • …che, detto tra noi, so ‘na specialità(sto parlando dell’arrosticini); e che ogni vorta che me ne vado in Abbruzzo me ne faccio ‘na bella magnata.

    • guarda che i biglietti sono stati acquistati in gran parte dagli interisti d’Abruzzo, che sono tanti.. e mangiano gli arrostocini pure loro e bevono montepulciano

    • Si ma gli arrosticini con bel bicchiere di Porto si digeriscono che è na favola….Ma guarda in casa perdenti nati

  258. Se avessimo giocato in 11
    Se non si fosse fatto male Cordoba
    Se non avessimo preso quei 2 gol
    senza contare che FORSE, può darsi che i giocatori abbiano voluto dimostrare…

    se
    se
    se
    se
    forse
    può darsi

    però, este, ricorda che TU ragioni per ipotesi.

    Poi dice che uno non deve spanciarsi dale risate

    • caro il mio Azzeccagarbugli, non ho messo nessun se ne nessun forse nell’esposizione delle partite con il Liverpool, solo dati di fatto, come avrai potuto leggere, senza dire che saremmo passati noi sicuramente.

      l’unico forse era una presa per il culo al tuo dove dicevi che ” A MOMENTI” ci faceva perdere anche lo scudetto e quindi io ho risposto che FORSE quella uscita ha fatto in modo che la squadra reagisse, è una tesi più valida della tua dal momento che lo scudetto lo si è vinto e non che FORSE lo si sarebbe potuto perdere.

      altro che spanciarsi dalle risate, questa è un’altra sverniciata dopo quella dove ti ho dimostrato che la preparazione fisica ed atletica la fa lo staff creato apposta per fare quello e non saranno le preoccupazioni di un allenatore a bloccare quindici persone pagate a quello scopo, cose che sanno anche i bambini, gli adulti anche, tranne quelli in malafede.

  259. se mio nonno avesse tre balle sarebbe un flipper, si dice dalle mie parti

  260. Intanto la sempre più simpatica mapei team dopo aver profuso in questi giorni elogi a non finire verso la gobba lascia a casa pure defrel….

  261. oramai siamo all’asilo mariuccia, e per fortuna che l’isterico sarebbe il Mancio.

    gli si rinfaccia anche una cosa come uno scudetto che a “momenti” si perdeva.

    siamo alle comiche…

    le pillole, caro imbesuito di granita alla menta, sai già dove devi mettertele.

  262. http://www.fcinter1908.it/ultimora/carnevali-in-serie-a-molta-improvvisazione-juve-e-sassuolo-programmano-marotta/

    Questo servo quando prese 14 gol in 2 partite da una squadra che improvvisa che intervista rilascio’? Con 30 mil all’anno dalla male i è facile riempirsi di merda,la bocca , ma che in paese siamo ?

    • quei 14 gol a zero non sono mai esistiti (e in realtà sono 15)

      molto meglio l’elegantissima serie 3-1 a Reggio, 0-1 a Milano e ancora 3-1 a Reggio, vuoi mettere

      per fortuna poi è finita

  263. Su Medel quoto Javier …o almeno mi piace pensare che la squadra cominci a masticare il modulo del Mister.

    Este, la partita l’ho vista. Sicuramente non bene come te, ma l’ho vista.
    Proprio perchè spesso durante il match, preso dalla foga del momento, mi perdo qualcosa (e spinto dalla curiosità verso il nuovo Mister e la collocazione di Banega) mi sono andato a vedere un po’ di statistiche del match (whoscored, se ti interessa).
    Ora, non so cosa tu intenda per “giocatore che imposta”.
    Se però guardiamo i dati vediamo che, rispetto a Miranda o Kondo, Banega ha svariato maggiormente sulla linea di metà campo, ha toccato più palloni e ne ha giocati di più (sintomo che non è che si sia mosso lungo la mediana al cazzeggio ma alla ricerca di palloni giocabili). Ed i suoi passaggi sono stati anche più “pericolosi” (da non confondere i passaggi chiave con la precisione degli stessi).
    Ecco, quello è , secondo me, un giocatore che imposta.

    Sempre parlando di statistiche, transfermarkt ci racconta di un Banega che nelle ultime due stagioni è stato progressivamente avanzato nel ruolo di trequartista.
    Ma prima giocava a centrocampo.
    Questo, chiaro, potrebbe essere un percorso inverso rispetto, ad esempio, a quello di un pirlo. Ed anche se avvenuto in età più avanzata potrebbe averlo spostato in un ruolo a lui più congeniale, non lo discuto.
    Ma proprio il fatto che comunque si sia fatto buona parte della carriera in una posizione più arretrata mi fa pensare che anche lì non è che abbia proprio fatto schifo e che non sia comunque digiuno dei movimenti e dei meccanismi necessari per ricoprire un ruolo più arretrato.

    Poi per carità, ne whoscored ne transfermarkt sono il verbo.
    Però possono aiutare a farsi un po’ di chiarezza.

  264. La Christillin, nota manutengola degli Agnelli, rappresenterà l’Uefa nella Fifa, sponsorizzata da Tavecchio. E come dimenticare le sue uscite sui Moratti e su Thoir?

    • ma il presidente Fifa Infantino non e’ più interista?

    • Si ma Infantino non ha mai detto che lapo è un cocainomane che va a trans …benchè, ironia della sorte, in effetti lapo sia un cocainomane che va a trans.

  265. Banega non mi pare né Pizarro né Sneijder, ma uno con tanta classe e anche dinamismo che si rende utile in tutte le zone del campo_ È il passaggio, meglio ancora l’assist, il suo colpo migliore, di gol non mi pare ne abbia realizzati molti_ Facciamolo giocare con continuità con lo stesso modulo, che trova lui la posizione_

  266. Bierre
    io dico che ci serve uno che, quando recuperiamo palla in difesa, lanci subito l’azione.
    Banega, come dici tu giustamente, produce passaggi chiave, ma non imposta.

    Contro il Palermo, o lanciava Miranda o progrediva Kondogbia, che non sono precisamente i più adatti.
    Leggendo qua e là, è pensiero comune che Banega non abbia le caratteristiche e i movimenti (almeno ad oggi) del regista basso.
    Ha fatto (bene) la mezzala, è perfetto come trequartista. E infatti il meglio lo si è visto in quella posizione, quando duettava con Perisic.

    Contro Chievo e Palermo mi è sembrata un’arma spuntata, anche perché alleggerisce eccessivamente la mediana che invece necessita di solidità.
    E comunque i palloni ad Icardi faticano ad arrivare, se non per qualche cross di Candreva, quindi si sente la mancanza proprio di quello che potrebbe fare perfettamente lui.

  267. intanto quel pirla di Guardiola ha vinto il derby di Manchester, fuori casa; al nuovo domicilio di Mou

  268. Sul ruolo di Banega, a chi interessa approfondire (oltre che rimbeccarsi stile Corno/Crudeli) suggerisco le analisi di ADV
    http://www.ilmalpensante.com/2016/09/02/sul-ruolo-del-trequartista-e-il-contro-equivoco-banega/

  269. Sì, gus,
    capisco che se l’ha detto tutta sta gente Banega diventa magicamente un regista.

    Il problema è: e se sentissimo quello che ha da dire Banega in proposito?
    Oh, poi magari lui si sbaglia.

    Che so, magari Banega l’ha visto giocare poco Banega…

    http://www.stopandgoal.net/2016/09/06/serie-a/banega-sul-ruolo-mi-sento-trequartista-per-fare-il-regista-ci-vuole-tempo/

    • Este, io volevo fare la prima punta e quegli idioti dei miei allenatori si ostinavano a mettermi esterno sinistro… Se leggi bene, capirai che la questione è più complessa: Banega non è il classico regista né tanto meno trequartista. Poi appunto, se ci piace semplificare tutto perché viene meglio la contrapposizione nel blog…

  270. Cazzo, ma dopo i talebani ed i dispensatori su sto blog si manifestano anche i “cornocrudelisti”?
    Certamente io ed Este spesso trascendiamo ma Gus, di grazia, cosa non ti aggrada della nostra discussione?
    Sicuramente Di Vita ha espresso il suo pensiero in maniera più efficace di quanto siamo in grado di fare noi.
    Ma mi pare che nel nostro piccolo entrambi si sia circostanziata ogni affermazione.

    A questo punto sarebbe più semplice per tutti se vi trovaste e buttaste giù un decalogo su: come si fa ad essere interisti, cosa si deve pensare di mancini e degli allenatori in generale, che argomenti possono essere trattati ed in che modo.

    Dopodichè affiggiamo le Sacre Tavole nel header del sito così uno sa come comportarsi per evitare ogni volta rotture di palle.

    • Uh come ci siamo offesi… A me annoiano le polemiche infinite da bar sport sulla stessa fuffa (Mancini qua Mancini la’..). Tu c’entravi un kaiser.

  271. Cinque minuti ed è già gol higuain
    Il grassone…

    • 10 minuti 2 gol. Non male per essere un obeso a fine carriera.

    • Questa serie A sarà la meno credibile degli ultimi 50 anni: tutti a scansarsi per fare in modo che i pluripregiudicati si possano concentrare (e preparare) per la CL: probabilmente a dicembre avranno 15 pti di vantaggio.

      Probabile che Higuain farà 50 gol

    • E speriamo che la prossima a scansarsi non sia l’Inter

  272. Se posso dire la mia, che vale zero, Banega regista non lo sarà mai. E’ un trequartista, e anche parecchio bravo.

    • Regista alla Pirlo, per intenderci, no. Ma scende troppo a cercarsi una gran quantità di palle da giocare per essere trequartista classico. Io lo vedo ago a trasformare un 433 in un 4231

  273. da interisti a isteristi

    e le altre si scansano, e gli arbitri, e i fuorigioco/rigori, e se proprio non ce la si fa a reggere l’evidenza: sono dopati

  274. Potresti anche aggiungere intertristi, cartonati,farsopoli e scoprire finalmente le tue carte

  275. Come al solito si tende a mischiare due discorsi che sono solubili tra loro come acqua e olio.

    Che siano forti, molto forti, è fuor di dubbio. Questi usano Benatia come rincalzo, noi abbiamo Ranocchia, già questo la dice lunga.
    Hanno 2 o 3 giocatori di primo livello per ogni ruolo, a noi sono buona parte doppioni e adattati.
    Le avversarie della Juve (sulla carta Roma e Napoli) sono dei natural born losers, che si lasciano pure scippare i pezzi pregiati.

    Quindi, voglio dire, di che stiamo parlando? Lo scudetto è già in tasca e, purtroppo, lo dico anche con scaramanzia, ma ci metto anche della concretezza, li vedo bene anche in CL.

    Detto questo, però, la sensazione che troppe squadre, contro i gobbi, partano sconfitte e scambino il campo di gioco per il Parco Sempione,non so voi, io la avverto.
    Il motivo lo trovate da voi, io non lo so, parlo di sensazioni.

    Del resto, voglio dire, anche nel 98, la Juve di Del Piero, Inzaghi, Zidane e compagnia, che era scarsa?
    O quella del 2001, che era scarsa?
    O quella di Capello, che era scarsa?

    No, erano oggettivamente forti tutte e tre.

    Perciò teniamo distinta la sudditanza psicologica (che li era viziata da altre cose, ma vabbè) con il valore della squadra.

    • Hai centrato il problema, che non sempre emerge su questo blog: separare le due cose.
      Che gli arbitri abbiano sudditanza nei confronti dei potenti di turno (e loro lo sono già da un lustro) non ci piove.
      Che tutte le Juventus che hanno vinto in Italia siano state anche delle ottime squadre è oggettivo.
      Sulla teoria dello scansamento non sono d’accordo, invece. L’anno scorso la Juve partì malissimo, ce lo ricordiamo tutti (12 punti in 10 partite) e perse contro quelle squadre che dovevano considerarsi vassalle:

      Juventus-Udinese 0-1 (1a giornata)
      Juventus-Chievo 1-1 (3a)
      Juventus-Frosinone 1-1 (5a)
      Sassuolo -Juventus 1-0 (10a)

      Oggi ho visto la partita, sono obbligato visto che mia moglie è juventina (ma la odio solo quei 90′, sia chiaro). Il Sassuolo sembrava una squadra di Lega Pro, non sono usciti dalla loro area se non in sporadiche occasioni. E purtroppo a ‘scansarsi’ sono state anche Fiorentina e Lazio, che al di là del risultato ottenuto con il minimo scarto erano oggettivamente inferiori sul campo e intimorite nella testa. E parliamo di squadre che lotteranno per l’EL, se non per la Champions.

      Questa è la situazione. E non si sa quanto ancora durerà.

    • Davide, riguarda ti le partite di ritorno dell’anno scorso con le squadre che hai citato. Scandalose pervhe nel momento del bisogno gli amici della rube si ricordano di esserlo.

  276. Sto guardando Liverpool – Leicester (3 a 1 per i Reds)….che dire, Coutinho mi piaceva allora e continua a piacermi ancora.
    Credo che uno così ci tornerebbe comodo al posto di…………scegliete un po’ voi.

  277. Este perfetto
    Nessuno mette in dubbio la loro forza come è altrettanto indubbio che l’atteggiamento di tutta la settimana del Sassuolo p( dichiArazioni d’amore,patti morali, defrel?! )e quanto visto in campo lasciano a desiderare….

  278. Questo campionato è talmente credibile che da un momento all’altro mi aspetto l’ingresso di André The Giant e i Bushwhackers

  279. Credibile o no il campionato questi domenica verranno da noi e ci vorranno asfaltare
    Perché a differenza dei nostri che se ne fottono, loro sono caricati a molla dai loro dirigenti

    Sarà dura

  280. ecco james questa è la verità : loro sono tenuti per le palle da dirigenti attenti; però tutto il resto è altrettanto vero :oggi (sarà per circostanza) mancano cannavaro, defrel, missiroli e berardi cioè la base della squadra ed il resto della rosa fa quasi tenerezza (salvo che a noi romperanno i maroni); nel primo tempo un chiaro fallo di mani volontario di chiellini su una ripartenza del sassuolo non ha portato all’ammonizione, si tratta di un piccolissimo particolare in una partita stravinta dalla juve, ma è la prova provata di quello che si dice da sempre dei ladri; l’atteggiamento remissivo di 16 su 20 squadre della serie A contribuisce a creare malanimo a chi osserva da fuori; quando poi leggo che marotta dice che il sassuolo ha un impegno morale con la juve su berardi (che rifiuta i 25 milioni morali di euro dell’inter) mi sfastidio un pò, ma solo un pò.
    qualche osservazione “random” : chi riteneva duncan all’altezza di una società che vuole vincere, si riveda la gara di oggi (è in queste gare che capisci chi è veramente da grande squadra); chi diceva che pogba era un extraterrestre si riveda la gara di oggi (sì effettivamente oggi pomeriggio non ho fatto una mazza, l’ho trascorso alla tv) tra i manchester; chi ritiene southampton alla nostra portata si riveda la gara contro l’arsenal (sì ho visto anche quella) : scappano come delle lepri anche se non tirano mai in porta , ma il contropiede lo conoscono.
    chiudo dicendo che stasera non vedrò tv

  281. Higuain ha fatto due gollazzi da applausi_ Tra le altre cose, scusate, amo il gioco del calcio_

  282. Anche per me sui gol quelli del Sassuolo si scansavano.

  283. Sul secondo gol di Giudain, osservate il movimento a scansarsi (da ufficio inchieste) del suo “marcatore”.
    Che poi siano uno squadrone non ci piove.
    Però certe cose le vede anche un cieco…

  284. Lo dIco già da qualche anno, il calcio sta somigliando sempre di più al wrestling.
    Devo ancora capire qual’è il confine oltre il quale li mando affanculo tutti.
    Poi magari sono solo io che invecchio, però è davvero difficile considerarlo ancora credibile.
    Peraltro non so se la notizia è confermata o definitiva ma la Cristillen in uefa si porta dietro tutta una serie di considerazioni nefaste. Per il calcio italiano, non solo per l’Inter in particolare.
    Puah la Juve rappresenta davvero il marcio della ns società.

  285. https://twitter.com/ZZiliani/status/774874040972509184/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw

    Allora doveva finire 2 a 2 per il malcontento di tutti? Meno male che ci pensano gli arbitri ad equilibrare le cose

  286. Il calcio italiano non mi piace granché. Mi interessa di più soffrire come un cane in europa

  287. http://www.ilmalpensante.com/2016/09/07/fantozziana-sfortuna-berardi-juventus/
    Leggendo questo a me viene da vomitare fra l’altro ho scoperto che Berardi non è stato neanche convocato in nazionale (della quale non me ne può più fregare di meno quindi durante le pause del campionato stacco completamente dal calcio, Inter esclusa) mi dispiace x Gobbobuono che sembra una brava persona, ma quando quella stronzissima squadra di merda (non dico il nome perché non voglio usare parolacce) viene regolarmente buttata fuori in Europa io GODO!!

  288. Ah e poi naturalmente ci rompono le palle perché non prendiamo mai giocatori italiani …

  289. dico la mia adesso perchè ” dopo” sono capaci tutti e quindi questo è il mio pensiero pre tutto.

    l’Inter ha comprato Banega, Ansaldi, Candreva e J. Mario e quindi si può dire che è stata fatta una campagna acquisti abbastanza sontuosa, di conseguenza chiunque direbbe che la squadra si è rinforzata.

    tranne uno…

    d’altra parte, leggendo i vari commenti del blog e quelli dei media che si occupano della parte tecnica del gioco del calcio, non ne trovo uno che sappia dire con esattezza come dovrebbe fare giocare l’Inter il nostro nuovo allenatore, ne che mi sappia dire dove sia meglio collocare Banega e di conseguenza J.Mario e alcuni altri del centro campo.

    l’unica cosa quasi certa è che molto più che probabilmente a stare quasi sempre fuori, al netto di infortuni vari, sarà quello che l’anno scorso è stato pagato più di tutti e di conseguenza, se si verificherà questo, significa che J. Mario sarà costato 45 milioni + 35 milioni che si butteranno nel cesso.

    non che la cosa mi tocchi particolarmente visto che non sono soldi miei e visto che comunque per me quei 35 milioni erano già stati buttati nel cesso l’anno scorso perchè questo Kondo è una fregatura al pari di Quaresma, Suazo e Pancev.

    tutto questo l’ho detto perchè ho l’impressione che con questi nuovi di difficile collocazione si andrà incontro ad una annata su cui ci sarà da discutere parecchio su quale mattonella Banega e J. Mario dovranno giocare e invece di andare avanti si è tornati indietro con gli stessi problemi che avevamo con Kovacic.

    a DB il non facile compito di salvare capra e cavoli.

  290. Te capì?

    Il fratello gemello di Gasparri sta vincendo con la Roma e, pare meritatamente.

  291. È la tipica previsione di una squadra che si è rinforzata, insomma.

    • ho evidenziato il contro senso perchè, numeri alla mano cioè + 4 giocatori e speso + di 100 milioni di euro non vedo come si possa sostenere che non ci siamo rinforzati, per cui, se DB riuscirà a far quadrare il cerchio tanto di guadagnato, altrimenti ciccia.

  292. Corso ha ragione a girare il coltello nella piaga riferendosi a Kondo. Ad oggi il francese non ha dato alcun segnale di poter diventare il crack su cui si era investito l’anno scorso. Difficile (anche se non impossibile) pensarlo a fianco di JM se è Medel il suo competitor per il posto in un centrocampo a due (o a tre con Banega). Quanto a quest’ultimo, è il classico atipico che ci dividerà.

  293. E mentre scrivo le mie interessantissime considerazioni, l’Udinese infila una pappina..

  294. Pappina che risulta essere decisiva per il risultato finale: Gonzi 0 – Udinese 1

  295. Anche Giacomelli infila la pappina decisiva al ’93….ma vaffanculo!

  296. Non contano i moduli, conta avere gente che sa giocare a calcio. L’Inter aveva 4 capre da sostituire: Kondogbia, Icardi, e i due terzini che non sanno spingere. Con Joao Mario abbiamo risolto il 25% dei problemi, meglio di niente. Ma rimane il paracarro in avanti e i due incapaci sulle fasce, quindi non potete aspettarvi granché. Qualificazione in Europa League forse alla portata quest’anno, poi bisognerà finalmente sostituire le capre l’anno prossimo vendendo Icardi e puntare al 4′ posto nel 2018, che ci darà accesso ai milioni della Champions. Questa è la previsione più realistica che dovremmo fare, al di là del tifo.

    Con Mirabelli (scouter di ERKIN) al Milan comunque facciamo già un bel passo in avanti, se ora al posto di Ausilio (che ha dichiarato “a cosa ci serve un altro centrale forte, abbiamo già Andreolli che sta recuperando”) arriva qualcuno che ci capisce di calcio, possiamo iniziare ad essere cautamente ottimisti.

  297. Io 8 minuti di recupero (quelli dati al Milan) non li ho mai visti in vita mia. C’è solo un caso che ricordo a memoria: una partita sudamericana con ben 12 minuti di recupero. Arbitro: Byron Moreno, poco prima di essere radiato.

  298. Immagino che “er pantera” a quest’ora si starà masturbando (eufemismo) con entrambi le mani.
    E ne ha ben donde…

    La mia squadra al posto della Roma, non sono sicuro l’avrebbe raddrizzata.

  299. Davide,
    no, il più lungo recupero (ancora imbattuto), è costituito dai 9 minuti assegnati in un Perugia-Fiorentina del 2002.
    Gli 8 minuti di recupero di Bilan- Udinese, pareggiano un Fiorentina-Lazio, di qualche anno fa, anch’esso di 8 minuti.

  300. Sarà … Ma quando siamo noi in svantaggio di recupero danno 3 forse 4 minuti … E x un contatto come quello su Dzeko a noi darebbero simulazione+ ammonizione … Poi onestamente la Roma nel secondo tempo ha dominato e meritava di vincere ma siamo sempre lì … Giocare bene o male è un discorso, avere arbitraggi onesti o no è un altro

  301. Sembrerebbe 4231 con Medel JM nei due in mezzo e Banega a cercarsi palloni per innescare Perisic Candreva Icardi. È la formazione a mio modo di vedere più logica, ma se gli esterni d’attacco non si dannano nelle due fasi rischiamo l’imbarcata. D’Ambrosio e Santon i terzini, ahimè. Se va bene, è la squadra. Con Kondo e Brozo rincalzi a centrocampo. Se va male trovare il bandolo sarà un bel casino. A meno di tornare all’antico 442. Per parlare di moduli. Poi, mi basterebbe vederli correre.

  302. Visto che la Samp non ce la faceva a far segnare i lupacchiotti, incapaci di sfruttare gli spazi lasciati inspiegabilmente vuoti dai blucerchiati (contro di noi, sempre in 11 dietro la linea della palla, all’Olimpico prego accomodarsi verso Viviano… una cosa indecente) ci ha pensato l’arbitro a far felici tutti, giallorossi e Ferrero.

    Un rigore del genere, sul 2-2 al 93′, a noi non lo fischierebbero in 200 anni. Comunque mi pare evidente un patetico tentativo dell’ AIA-FIGC di tenere in vita l’interesse per un campionato altrimenti già in stato comatoso.

  303. Gioca Santon a sinistra, non Nagatomo

  304. E ovviamente nel Pescara gioca titolare Caprari già ACQUISTATO dall’Inter e lasciato in prestito x un anno … Trovare le differenze con Berardi UFFICIALMENTE di proprietà del Sassuolo che stranamente contro i gobbi è sempre infortunato, fuori forma etc. Cmq orgogliosissimo di non essere quella robaccia là … Stasera spero in una vittoria 3-1 … Con goal della bandiera di Caprari ovviamente!

  305. Io faccio fatica a capire.
    Abbiamo risolto il 25% dei problemi con Joao Mario al posto di Kondogbia, e fin qui ci può anche stare,
    ma rimane il problema degli esterni e Icardi.

    Quindi per quest’anno FORSE riusciamo ad arrivare in Europa League.
    Abbiamo risolto il 25% dei problemi, gli esterni sono quelli dell’anno scorso più Ansaldi, e facciamo peggio?

    Vabbè, fin lì sarei perfino d’accordo per i motivi ben noti.

    Ma dove proprio mi incaglio è dopo:
    l’anno prossimo risolveremo il resto dei problemi rafforzando le fasce e… vendendo Icardi

    così potremo finalmente, nel 2018, fare il… quarto posto che ci permetterà di andare in Champions.

    Cioè, scusate, ma il quarto posto non l’abbiamo già fatto l’anno scorso con Kondogbia, con Icardi, con quegli esterni là e col 25% dei problemi in più?

    Bah.

  306. Mentre l’inizio del campionato mi conferma nella mia intenzione di passare i fine settimana con la famiglia o coltivare le mie passioni (da tempo vorrei dare una rispolverata sistematica a molto rock anni 70 perché di alcune zone ho conoscenze troppo lacunose), sempre che non debba lavorare per recuperare gli svantaggi accumulati nei giorni feriali, vedo che tornano alcuni temi classici. I ladropigiamati, quest’anno come in anni passati, hanno schierato formazioni veramente forti, ma questo non ha impedito loro di giocare sporco, di ricevere aiuti di varia provenienza, di essere insomma la squadra del criptoregime (cripto?) che ha governato e sputtanato l’Italia nei decenni (e li ha aiutati in questa direzione, anche verso una certa accondiscendenza popolare statisticamente non irrilevante). Un intreccio putrido di economia, politica e sport. Il bubbone di Calciopoli ha cambiato le cose per un po’; poi ci sono stati i nostri troppi errori e una crisi generale che ha portato il calcio italiano al livello che vediamo: la gobba che gioca senza avversari. Loro hanno raccolto i cocci (chapeau) e hanno saputo ripristinare una supremazia tecnica che, come nei tempi precedenti, non esclude aiuti, vassallaggi e scansamenti. A riprova del fatto che, nel Bel Paese, il potere non si conquista ma si raccoglie. Gli altri (l’Inter per prima) non hanno saputo contrastare questa farsesca “restaurazione”. Brutto da dire, come quando lo “psiconano” vinceva le elezioni (le opposizioni che diavolo facevano? Io comincio a temere che si scansassero pure loro).
    Francamente non so che cosa cambierà con l’arrivo dei cinesi, per noi e per altri. E non credo poi molto alla sbandierata italianità della b***e (FCA, Exor, mah…). Ma mi appassionavo di più quando perdevo ai tempi di Fraizzoli e Pellegrini, pur dovendo fatalmente perdere pure ora.
    Sul ruolo di Banega vi farò sapere più avanti. Per stasera speriamo bene.

  307. sì ma come la complottiamo questa rometta si fa dare un rigore che paga l’udinese per danneggiare il milan e il palermo per farsi battere dal napoli e tenere vivo l’interesse nella lotta per il secondo posto?

    non riesco a inquadrarla nelle scie chimiche della juventus

    e che dire di Hart spedito a Torino dai poteri forti che però han sbagliato indirizzo così dal City il club bilderberg l’ha teletrasportato nello stadio sbagliato a prendere due pere dall’atalanta?

    coincidenze?
    io non credo

  308. estecambiasso

    lascia perdere lo scorso anno, sono cambiate formazioni allenatori, società e penso sia difficile fare confronti.

    Io sono semplicemente convinto che ladri, ciucci e puncicatori arriveranno prima di noi. Un po’ perchè sono più forti, un po’ perché saranno tutti e tre ben sorretti dalla classe arbitrale. Noi siamo nella fascia Fiorentina, Sassuolo ecc… per questa parlo di europa league 2017-2018.

  309. Centrocampo con Medel, Banega e JoaoM …ho pianto dalla gioia. Qualunque cosa succeda io sono a posto così. Non ho altro da chiedere a questa partita.

  310. 100 cross e palloni filtranti, e quel coglione non c’è mai.

    Poi magari fa gol su rimpallo e saltano fuori i suoi scudieri con tanto di PI. La verità è che Icardi sarà presto messo fuori dai titolari, su richiesta dei compagni che si sbattono. E sarà un grandissimo giorno per l’Inter.

  311. Potevamo essere in vantaggio o perdere
    Senza un centravanti.. Ah no c’è?

  312. Contro il Palermo impostavano Miranda e Kondogbia (era lui il problema, è palese)

    ora impostano Medel e Murillo.

    Sempre in ottica miglioramento, of course.

  313. Ho visto trame di gioco lì davanti che non vedevo da tempi immemori. Con Candreva, Banega e JM l’upgrade è evidente. Ma temo non sufficiente a beccarci il solito contropiede. Avremmo bisogno di qualche botta di culo stile anno scorso per prendere fiducia.

  314. Io ho visto una traversa del Pescara e un recupero di Miranda con Cristante davanti al portiere.
    Me le sarò sognate.

    Domani vado dall’ottico, giuro.

  315. Mah, se hai visto solo quello, non è dell’ottico di cui hai bisogno…..poi, oh, uno recepisce ciò che più gli garba!

  316. Difesa…

  317. Quest anno rischiamo la b
    Siamo una squadra senza difesa
    Senza palle
    Speriamo di farcela

  318. che rottura di palle

  319. Icardi ha rotto

  320. Ci vogliono cinque occasioni mette perché la netta dentro

  321. …..e solo di testa, finora……

  322. Dite la verità, il 4-0-5 come modulo non ve l’aspettavate eh?

  323. Mi raccomando, cacciate via Icardi, che è l’unico che la butta dentro.

  324. Evaffanculova’…

  325. Gran partita di Biraghi..da dove arriverà poi..

  326. Chiedo venia….

  327. Giornata storica!! Anche un gol di tomb….ops, piede!

  328. No no… Icardi va sbattuto fuori al più presto. Non lo vogliamo più vedere…

  329. Che schifo Icardi, indegno come uomo e come capitano.

    • Davide piantala di fare sarcasmo. Sai anche tu che ci sono buoni argomenti per criticare Icardi al di la’ dei gol….

    • Buoni argomenti?

      53 gol in 107 partite

      più giovane giocatore della Serie A ad aver mai raggiunto i 50 (e adesso 60) gol

      E’ l’unico che la butta dentro con regolarità, senza di lui stasera il Pescara vinceva.

      Un attaccante la deve buttare dentro, il resto sono chiacchiere.

  330. scusate il narcisismo..

    Flavio Mucci
    settembre 9, 2016 a 9:04 am

    … vedo nella sfera di cristallo una partita tipo quella di Frosinone dell’anno scorso, pali e parate di Handa per loro, un tiro in porta e un gol di Icardi, per noi.

    solo che i tiri in porta sono stati due!

  331. Un po’ di ossigeno, in attesa dei ladri pigiamati domenica prossima.

  332. 2 pere per i grandi intenditori

  333. Io cmq non ho mai visto una tifoseria come la vostra.

    Mai visto tante critiche ai propri giocatori.

    Mai visto chiedere la testa di tanti allenatori ancora prima che si sedessero sulla panchina.

    Mah… io qualche domanda me la farei.

  334. No Flavio i tiri sono stati 10!!!! Abbiamo avuto fortuna a vincerla ma stasera seppure con una difesa imbarazzante abbiamo giocato bene eccome.

  335. Il prossimo che tira fuori la storia di Gabbiadini per Icardi lo metto a pecora e lo impalo personalmente…

  336. io mi godo la vittoria
    grande Frank con le 4 Punte finali e grande Wandito

  337. 3 punti importantissimi. Perderla avrebbe avuto ripercussioni dure sulla psiche già fragile di un gruppo che ancora non c’è. Finalmente un po’ di culo, si poteva perdere ma si è meritato di vincere. Bravo FDB: con la fagiolada di sostituzioni alla Mou (meno male che non sostituiva mai) ha perlomeno dato un segnale forte. E si è provato a vincerla fino alla fine. Strada lunga, comunque, e la coperta resta sempre troppo corta. Domenica sotto con i gobbi di merda. Notte.

  338. Ci vuole pazienza. Prendiamo i tre punti e lavorare. Quando avremo un gioco, tutti i giocatori ci sembreranno migliori. Compreso Icardi ( se non sarà in panchina) 🙂
    Con le merda spero tirino fuori un po’ di grinta in più.

  339. Guarda caso due dei giocatori da noi più criticati oggi ci hanno fatto vincere.

    Il calcio è bello anche per questo.