Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Fermate il mondo, voglio esonerare

BERGAMO, ITALY - OCTOBER 23: FC Internazionale Milano coach Frank de Boer looks on before the Serie A match between Atalanta BC and FC Internazionale at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on October 23, 2016 in Bergamo, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Sempre più dissociato, come il centrocampo dell’Inter. Non so bene cosa scrivere di una squadra che – continuo a leggere – ha già esonerato l’allenatore pur non avendolo ancora esonerato. Lo so, è complicato. Concentriamoci, o almeno proviamoci.

Io, per esempio, che ho un cervellino medio-basso da tifosotto da divano, non ci capisco più una sega. Per dire, tipo ieri sera: non potevo scrivere nulla della partita avendo il terrore che, nella notte, l’avrebbero cacciato. Cazzo scrivo?, mi sono ripetuto per ore. Alla fine non ho scritto.

Stamattina mi sveglio e leggo che lo cacceranno dopo la partita infrasettimanale (dove e quando l’ho già letta questa cosa?),  e quindi l’affare si è aggrovigliato. Non è facile tifare per questa squadra, figuriamoci gestirla, strafiguriamoci esonerare un allenatore. E’ un casino.

La verità è che si gioca troppo spesso per potere esonerare un allenatore in santa pace.
Torniamo alla settimana scorsa. Metti di essere un uomo Suning, o un Thohir, o un Ausilio, o uno a caso (cioè uno dei precedenti tre). Tu dopo Atalanta-Inter dovresti esonerare l’allenatore, e bòn, ci sta. Ma mercoledì si gioca con il Torino. E intanto che ci pensi, perdi l’attimo. Dovevi esonerarlo domenica entro il tg delle 20, lunedì annunciare quello nuovo e via. Non l’hai fatto e bòn, devi aspettare perchè ormai non c’è più tempo.

Arrivi a mercoledì con le palle girate e mercoledì l’Inter, toh, vince. Che fai, cacci l’allenatore tipo quella volta che avevamo vinto col Real eccetera eccetera? No, non lo cacci. Poi venerdì c’era il cda. Attenzione, qui c’è un colpo di scena, una complicazione tipo Breaking Bad. Diciamolo, non lo puoi cacciare dopo una vittoria e prima di un cda. E’ un giovedì interlocutorio, a cavallo tra il barzottismo da vittoria e il daffarismo da cda. Cè fermento. Il venerdì, subito dopo il cda, forse per l’effetto di qualche champagnino, nessuno esonera nessuno: addirittura tutti dicono che l’allenatore non si tocca, siamo contentissimi, avanti così, vavavùma!

Domenica, l’Inter perde.

Ora, tu la domenica prendi l’allenatore e lo esoneri. Ma sono già le 23. L’allenatore è ancora lì in sala stampa, sono cose che potrebbe fare uno Zamparini, per dire. Quindi bòn, la domenica è fottuta. Però pace, potresti esonerarlo il lunedì.

No.

Il problema è che giovedì c’è la Coppa. No, guarda, è un inferno, non c’è il tempo di fare un cazzo. Io non ho ancora fatto il cambio dell’armadio, per dire,  perchè mi perdo a leggere notizie sull’Inter. Domani sarà martedì, ma se il lunedì nessuno smentisce che lo esonerai venerdì,  si va tutti insieme a Southlcazzo giovedì così da porterlo esonerare con comodo il venerdì. Chiaro.

E se vince in Inghilterra? Mettiamo che vince. Cosa fai? No, mettiti una mano sulla coscienza.

E se perde in Inghilterra? Mettiamo che perde. Bòn, lo esoneri. Sì, ok, ma è già venerdì. Domenica si gioca. C’è poco tempo. Non so se è il caso, oggettivamente.

Comunque vaffanculo, se rinasco faccio la segretaria di Caprotti oppure seguo il curling e solo il curling: regole precise, niente arbitri, stagioni brevi. Due scopettate e via, bocci la tua stone e la serata è fatta. Gli impegni non si accavallano e la dirigenza non si stressa. Seguire l’Inter è troppo impegnativo e io ho dieci anni più di Zanetti, sono cotto e bollito, non posso andare avanti così, mi dispiace, Juve merda.

share on facebook share on twitter

118 commenti

  1. hahahahahahhhhahahahahahahh grande! (Juvemmerda)

  2. Propongo di tesserare Wanda Nara o sorella (no, non si chiama Bokky), tanto per tirare su spogliatoio e ambiente.

  3. Ne Pompy…

  4. Al posto der Capitano, ovviamente.

  5. Madonna che silenzio c’è stasera…

  6. riposto di qua che sono a tema: a ben vedere il segnale forte sarebbe tenere DB, piuttosto che cambiarlo: tenerlo potrebbe rappresentare quella manifestazione di forza di cui la nuova società ha bisogno_ Metterei questo paletto: finché conserviamo almeno 4/5punti sulla terzultima DB non si tocca_

    ps: ok Sector, ma io la segretaria di Caprotti non la vorre mai fare, esticazxi l’eredità..

  7. Ormai la stagione è persa, siamo fuori da tutti gli obbiettivi (rimane solo la coppa italia) e non ha nessun senso cambiare allenatore. Quindi meglio lasciare De Boer e aspettare l’anno prossimo. Bruciare due allenatori in una stagione è troppo. L’unico motivi per esonerare De Boer è che un allenatore sotto la continua minaccia dell’esonero sarà impossibile farsi obbedire dai giocatori.

  8. Si ride per non piangere, oggi avrò aggiornato 7 mila volte la homepage di gazzetta.it, con ogni mezzo possibile. Al solito infiniti pensieri che mi girano in testa, gli stessi che tu metti nero su bianco caro sector…

  9. Magari evitare (almeno noi) di dare contatti ai giornalacci sarebbe meglio. Le notizie si possono avere in tanti modi.
    Scusa, non voglio cazziare nessuno. È solo un suggerimento….

  10. A questo livello , di queste proporzioni, con questa continuità, è un attacco all’Inter studiato a tavolino già dall’inizio del campionato , certo noi abbiamo fatto pochissimo per metterli in difficoltà ( tutti, tifosi compresi) , ma questo non è né giornalismo ne informazione, questa è strategia .
    Vadano affanculo tutti.
    L’ho già detto? Bene, allora rivadano affanculo.
    Avanti con FdB fino alla salvezza, non mi interessa altro.
    Mai stati i B. Mai state merde. Mai stati quella roba là.

  11. Ok salviamo FDB, sarebbe una prova d’orgoglio da parte nostra .
    Ma se quei bimbominkia dei quali siamo ostaggi, continuano non dico a giocare contro, ma a giocare per ca++i loro, come può fare l’ allenatore a dirigere la squadra? la società dovrebbe appenderli uno per uno, ma ne siamo in grado?? boh. Tutte queste epurazioni, (Jovetic, Melo, pure Gabigol) e gli ammutinamenti ( Eder, forse Banega) sanno tanto di una frattura insanabile e chi ci rimette siamo noi. Assurdo.

    • Se la società darà veramente manforte a De Boer come dice allora saprà lui come fare, prima in panchina , poi in tribuna, poi in primavera. I giocatori in fondo non sono che venditori di se stessi e a forza di non esporre la propria merce potrebbero anche pagare dazio. Purtroppo siamo sempre là, quanto è forte tosta e decisa la società? Ha il portafoglio per deprezzare un paio di giocatori e farne cagare sotto una decina? se crea un precedente così chi viene all’Inter corre e pedala con gli altri. Forse è un utopia, però sarebbe bello. io ieri a Banega l’avrei preso a calci nel culo! Oh ma sei nell’Inter! Ma dove cazzo stai all’oratorio che passeggi scazzato e metti il broncio? mah…

  12. magari non giocano contro, giocano semplicemente male…
    e MElo potrebbe tornare utile, visto che siamo passati da un centrocampo solo muscolare ad uno solo tecnico: forse un mix..

  13. C’è un solo ed unico problema nell’Inter e non è certo l’allenatore…
    Purtroppo manca una figura forte che faccia da collante con l’allenatore.
    Una figura che al bisogno appenda per le palle coloro che non fanno il proprio dovere.
    In questo momento potrebbero arrivare i migliori allenatori che ci sono in circolazione ma, temo sarebbe la stessa identica cosa.
    Ripeto, il problema sono i mercenari maledetti che scendono in campo senza nemmeno sporcarsi i pantaloncini.
    ‘fanculo!

  14. Forse non è ancora chiaro, FdB è già andato.
    Ma che vogliamo continuare?
    Tutto sommato c’ è ancora tempo per recuperare un piazzamento, purché si svolti presto.

  15. Cacciatore di troll

    “Noi non abbiamo contattato nessuno, sono in tanti che si propongono, questo è diverso. La panchina dell’Inter la vogliono tutti ma la panchina dell’Inter è di Frank De Boer.” Piero Ausilio
    “Come dirigenti e proprietari siamo al 100% al fianco di Frank.” Michael Bolingbroke
    “Thohir e il presidente di Suning hanno scelto il coach” Yang Yang
    “Abbiamo dovuto fare degli adeguamenti, a Frank abbiamo dato tutte le risorse e le avrà ancora.[…] Date tempo all’allenatore, dategli tempo di lavorare con la squadra”. Michael Bolingbroke
    Settore, la tua capacità di non capire un cazzo è commovente.

  16. Inter, Pioli in pole position per il dopo De Boer: in coppa con Vecchi?
    L’ex allenatore della Lazio avrebbe vinto la concorrenza di Guidolin e Mandorlini: domattina l’addio all’olandese.
    Il tecnico della Primavera contro il Southampton?

    Ridicoli! Siamo semplicemente ridicoli…

  17. di sicuro non c’è niente, sono solo voci, per cui aspettiamo che la cosa sia ufficiale, ma non sarebbe l’ultima cazzata perchè mi sa che c’hanno preso gusto.

    prima ho postato il solito commento di un imbecille che mi ricordava quanto detto da tutti i dirigenti dell’Inter dopo la partita con il Torino, per concludere come al solito, con una affettuosità nei miei confronti e che l’addetto ai controlli di questo blog sistematicamente ignora, anche se questo cacciatore di troll interviene sui miei commenti e basta.

    adesso l’ho girata a Settore perchè le stesse perplessità che ho avuto io le ha avute anche lui sia nel post precedente che in questo e vediamo se la cancellano.

    sto in attesa…

  18. Ok. Esonerato.

  19. In momenti così ci vuole lui per farmi stare meglio.
    Oh yeah
    https://youtu.be/voXQ-31yRyk

  20. Grazie Settore! Riesci a far sorridere anche in questi momenti imbarazzanti. Probabilmente ci sono troppe teste a decidere o a mettere bocca pesantemente ora ci si è messo anche Tronchetti (non bastava Moratti!?).
    Serve un manager capace, italiano, che sappia gestire i rapporti con ambiente e media. Qualcuno che possa mettere in riga chi scantona.
    Spiace dirlo ma Zanetti non è all’altezza e pure su Ausilio ho forte dubbi, come D.S. non aveva capito che ci sono delle lacune nella rosa e dei doppioni? Il dubbio che in questo caso a decidere siano stati gli asiatici guidati dalla fregola “Panini”.
    Non ci resta che assistere a questo tipico psico dramma nerazzurro.
    Juve merda!

  21. Addio Frank, troppo intelligente ed educato per la merda di questo campionato dove si esaltano solo arroganti e leccaculo. Non ti meritavamo, ti auguro una grande carriera.

  22. De Boer, non è stato messo nelle condizioni di lavorare bene. Partito con lo svantaggio di non aver fatto la preparazione e di non aver scelto i giocatori (e fin qui si sapeva, è arrivato pochi giorni prima del campionato) hanno pensato bene di non dargli un interprete che facesse da collante con la squadra. Ne avevamo uno già pronto Chivu. I giocatori (molti) hanno detto che non capivano cosa volesse. La comunicazione è fondamentale. Chi non ha voluto Chivu?
    Avrebbe avuto necessità di un allenatore in seconda, esperto del campionato italiano. Anche qui avevamo l’imbarazzo della scelta, mi limito al primo che mi viene in mente: Giuseppe Baresi. Chi non ha voluto un allenatore in seconda esperto del campionato italiano?
    FDB ci ha poi messo del suo. Si è fatto nemico Brozovic, Kondogbia, Perisic, Banega, Biabiany, Gabigol e Miranda. Questi di sicuro! Ogni giocatore ha almeno un altro giocatore con cui è amico. Avere 7 giocatori contro ed altri 7 arrabbiati è la fine.
    Gli allenatori, quelli davvero bravi, per prima cosa sanno gestire il gruppo.
    Lui non ne è stato capace.
    Perché l’Inter ha qualità, lo ha dimostrato molte volte.
    un allenatore, contro la squadra, perde. La società può fare una forzatura, ma è un rischio enorme.
    Da che calcio è calcio.
    Non avrei esonerato Mancini, non esonererei De Boer. Ma quello che farei io non conta. Mancini è stato esonerato e così sarà anche per De Boer.

  23. Pare che FdB abbia rifiutato Beppe Baresi, tempo addietro.
    Si è chiuso troppo, anzi non si è mai aperto e comunque, quando ha accettato, sapeva che la squadra non l’ aveva fatta lui.

  24. Tohi adesso becchiamoci Pioli. Dedicato a quelli che noi siamo l Inter, il 4 posto mi fa schifo, Mazzarri non è da Inter, 2 a 0 a Parma e 1 a 4 col Cagliari rammentati qui per due anni. Pioli è da Inter,dopo Lippi e Gasperini tocca a Pioli.

    • Per una volta i tifosi non c’entrano nulla, a meno che fra questi non si annoveri anche il ‘presidente tifoso’

      Alla fine MM ha centrato il super obbiettivo, e probabilmente gli equilibri ora gli volgeranno a favore.

      Poi mettiamoci i carbonari in rosa: da quel si legge c’era grande scontetezza e incapacità a capirsi, tanto che hanno chiesto pressochè all’unisono di cambiare.

      Ma noi tifosotti per una volta eravamo quasi tutti dalla parte di frank

  25. I giornali danno per cosa virtualmente fatta l’esonero di De Boer.
    Ovviamente, vista la campagna denigratoria contro questo tecnico, reo di essersi comportato da professionista sempre e comunque, aspetto che sia ufficiale

    per dire la mia, che poi si sa già.

    Io non credo che ci siano fronde nella squadra, ad essere sinceri.
    Cioè, possibile che gli ammutinati ce li becchiamo tutti noi?

    Scazzi ce ne sono ovunque, basti vedere Bacca l’altro giorno.
    Il problema è che noi non abbiamo una dirigenza che tenga salda la squadra.

  26. ma oggi chi li allena?

  27. Mi rendo conto che la mia opinione andrà contro quella di gran parte dei frequentatori del blog , ma è il pregio di questo blog essere una libera palestra di libere opinioni , a volte anche non condivise da tutti. Se è vera la voce del licenziamento dell’allenatore , ritengo che i cinesi, una volta tanto, abbiano fatto la scelta giusta, per dissipare il clima di totale confusione che danneggia gravemente la società di cui, ricordiamocelo, sono gli attuali proprietari.
    Nessuno nega la solidarietà umana all’onesto olandese, paracadutato in un calcio di cui poco ha capito, lontanissimo da quello da lui meglio conosciuto, dominato com’è da tattiche esasperatamente difensivistiche e da italiche furberie. Nel giudicare il suo operato, affidandomi al comune buonsenso, mi sembra che quattro siano i motivi che stanno alla base del suo fallimento. Prima di tutto i numeri. Metà delle partite giocate perse, e perse tre delle ultime quattro , mi sembra un bilancio insostenibile per una squadra di rango che non aspiri solo alla salvezza( che sarebbe anch’essa a rischio). In secondo luogo i giocatori. Gli è stato affidato un parco giocatori di primissimo ordine, forse inferiore solo di quello della squadra che guida la classifica; e non giocatori bolliti, ma quelli che si sono distinti tra i migliori nelle recenti coppe d’Europa e del Sudamerica, che non possono essersi trasformati improvvisamente in brocchi o divenuti pericolosi ribelli alle direttive del loro allenatore se non per motivi che noi non conosciamo, ma che possiamo facilmente intuire attraverso le scelte tecnico-tattiche adottate da chi li guidava. E qui entriamo in un campo estremamente scivoloso ed opinabile che riguarda le opinioni strategiche e tattiche dell’allenatore, che, a mio parere , devono tenere conto del materiale umano a disposizione, della tradizione del club, della fiducia che l’allenatore sa stabilire con i componenti della squadra e dell’umiltà con cui sa porsi al servizio di una squadra nuova che deve affrontare un campionato difficilissimo entro pochi giorni e senza una preparazione adeguata. In questo mi sembra che l’allenatore abbia fallito e la sua confusione si è manifestata chiaramente nelle scelte tattiche , nei cambi in corso di partita, nell’approccio svagato alla partita, in un atteggiamento troppo punitivo nei confronti di alcuni giocatori e soprattutto nella preparazione atletica che è apparsa molto approssimativa . Insomma , tutta una serie di rilievi negativi, che , sommati insieme, hanno creato una situazione insostenibile per una società proprietaria e per una squadra che ha un prestigio da difendere, oltre che una preoccupante situazione in classifica da correggere.

    • Le tue considerazioni son tutte condivisibili pero tralasci un elemento essenziale che ribalta la prospettiva.

      Mi rifaccio alle parole di marchegiani nel pre partita col Doria: frank a 10gg dal campionato è stata una scelta di incoscienza (se coraggio o imprudenza lo lascio decidere a voi) e proprio per questo va sostenuta fino alla fine, non rinnegata.

      Che Frank abbia sbagliato delle cose è chiaro, ma era anche inevitabile e preventivabile quindi gli si doveva adeguata protezione.

      Del resto lui è stato una scelta non condivisa di Thohir, il quale è poi scomparso

  28. La Gazzetta: A minuti l’esonero di De Boer.
    Ma neanche a capodanno….

  29. già con Mancini allenatore, Zanetti annunciava l’arrivo di Simeone, il che non deve avere fatto certo piacere al Mancio che non si reputa inferiore a lui, e per me con ragione_
    DeBoer delegittimato e boicottato sin dall’inizio dalla societa’ !
    Lui puntava sul suo gioco con un progetto di lunga durata, ma i giocatori sapevano che la sua permanenza sarebbe stata in ogni caso breve_
    A questo punto si giocasse, chiunque sia il nuovo mister, già da ora in stile Cholo in modo da preparagli il terreno: io voto per Eziolino Capuano_

    • Abbi pazienza ma io ormai ho reintrodotto la modalità waiting for el cholo. Il Mancio non si sente inferiore a lui a ragione? Seriously? Simeone in 5 anni di Spagna ha vinto un campionato, una UL, varie tra coppe e supercoppe e ha centrato due finali di CL. Senza le megastar, avendo come dirimpettai gli onesti pallonari del Real e avversari come il Barça. Caratteristica principale: le sue squadre sputano sangue, i suoi giocatori lo seguono senza fiatare. No comparison.

  30. “A parte Mancini, Mourinho e Cuper, nessuno è arrivato a fare 2 stagioni di fila. In 20 anni. Ma il problema è l’allenatore”

    • Questa è una gran bella osservazione. Bravo. No perché anche i numeri contano, specialmente a lungo andare, e 20 anni sono già una bella statistica.

  31. Che banda di dilettanti….nemmeno una squadra amatoriale viene gestita in questo modo. Continuo a ripetere che i primi ad essere puniti, a parte i fenomeni in dirigenza, siano certi giocatori che non si comportano da professionisti anche se tale comportamento non stupisce visto il dilettantismo dei quadri dirigenziali. Come sempre una domanda? In questo marasma, noi tifosi che siamo gli unici ad avere a cuore le sorti della nostra Inter, cosa possiamo fare per tutelare concretamente quella che è la nostra passione?

  32. UFFICIALE: Frank esonerato_ Hanno sbagliato anche il giorno: tutti i morti è domani_
    Allenamento odierno diretto da Vecchi, che sara’ in panchina anche in Europa League_ Prima di sceglierne un altro, mettiamolo alla prova: il “fumantino” Vecchi, rispetto al compassato Pioli, è più simile a Simeone, se è il Cholo l’approdo finale_
    Ma di sicuro non ci hanno pensato_

  33. Quanto scommettiamo che adesso la stampa comincerà a glorificare FdB dicendo che la tifoseria era con lui e c’è una spaccatura tra la tifoseria e la società etc etc etc…….

  34. Bene, bravi, bis.. Complimentoni a tutti quelli che adesso godono dell’ennesimo esonero, saranno contenti e gaudenti.. Finalmente ne avevamo uno con una precisa idea di gioco, un signore dalla A alla Z, uno che col tempo avrebbe imposto il suo metodo e le sue regole… ma niente, siamo l’Inter, non possiamo aspettare i tempi di nessuno, fanculo De Boer, molto più semplice che prendere a calci in culo 25 mercenari di merda che pensano solo a trombare e a farsi i selfie sulle loro Bugatti. Bene, avanti così, riviviamo la fase Stramaccioni 2.0 con qualche vittoria illusoria iniziale e poi di nuovo la merda nello spogliatoio. Avvilito.

  35. Da adesso tutti a titolare sull’Inter che divora gli allenatori, sul progetto farlocco, sul povero olandese che non ha avuto tempo. E noi ci incazzeremo. Le PI, i servi dei servi…tutto vero, tutto sacrosanto. Ricordiamoci però, quando sentiremo il “rumore dei nemici”, di non dimenticarci di guardare in casa nostra.
    Un saluto al buon FdB, è stato solo un brutto sogno Frank, buon proseguimento di carriera.

  36. Una scelta come quella di de boer andava difesa fino alla fine tanto in un campionato dove ci sono Crotone Pescara e Empoli non rischia nessuno nemmeno il palermo….difesa oppure non doveva essere proprio presa, ora spero in pioli che è bravo ma che deve essere anche lui messo nelle condizioni di “comandare”…il pericolo invece è il solito “minestraro” di turno (ho letto addirittura reja tra i papabili. ..signore…)

  37. Gus, a me Simeone piaveva tanto già da giocatore: ma le modalità pilotate da Zanetti con cui si prepara il suo arrivo mi hanno amareggiato, talche’ in questo momento mi stan sul caxxo tutti gli argentini_
    Il bene dell’Inter sotto i piedi, stagione da cestinare già ad ottobre_
    Figura di merda interplanetaria giacché solo venerdì DB era stato confermato da tutti, sebbene solo il cacciatore di ciofeche ci avesse creduto pienamente_
    Mi unisco a Canikon: avvilito_

  38. Ma che credibilità può avere una dirigenza che 3 giorni fa dava “piena fiducia a De Boer”?

    Siamo il primo caso di esonero dettato dai media.

    Ci sarebbe da dimettersi in blocco, ma visto che non lo faranno mai:

    MANDATELI A C-A-S-A

    Grazie Frank per aver messo a nudo la miseria del calcio italiano, di ciò che gli giostra intorno e la società Inter attuale.

    Signore e professionista fino fondo, spero sia un arrivederci.

  39. Scetticonerazzurro
    mi piace come scrivi, ma non sempre quello che scrivi.
    Comincio dalla fine: prendiamo le ultime tre partite, mi sembra che i secondi tempi li abbiamo dominati correndo molto di più e meglio degli avversari, quindi la preparazione atletica, chè è stato il tormentone di molti all’inizio della stagione adesso non sembra più un problema.
    2°. il tipo di calcio: al di là dei risultati, senz’altro insoddisfacenti, il tipo di calcio, cioè il gioco, inteso come possesso e circolazione della palla, occasioni create e subite, rispetto agli ultimi tre anni non è stato peggiore, anzi se penso ad alcune partite ( Juve, Torino, 2° tempo con Atalanta e Samp ) di sicuro è stato migliore.
    3° il parco giocatori di primissimo ordine io non lo vedo da quando abbiamo perso i vari Milito, Etò Snejder, Cambiassso, Ibra, Samuel JC e co.; abbiamo una buona squadra con alcuni ottimi giocatori, qualche scarsone e di certo nessun fuoriclasse.
    4° De Boer paracadutato: questo è uno che ha giocato e vinto in Europa e nel mondo, ha avuto alcuni tra i migliori allenatori, e il calcio che non è astrofisica, lo conosce sicuramente meglio di tutti i tifosi dell’ Inter e dei giornalisti che lo sputtanano da tre mesi, messi insieme.
    5° le colpe della società: l’unica colpa, se vogliamo così chiamarla, è non avere ancora individuato una figura che manca da SEMPRE all’Inter: un dirigente rognoso e stronzo capace di difendere la società dagli attacchi mediatici e di tenere per le palle i giocatori. Non l’abbiamo MAI avuto e adesso tutti lo pretendiamo!! I cinesi sono arrivati, hanno investito creando una rosa che secondo te ( ma non secondo me ) è seconda solo a quella dei ladri e piano piano penso che riusciranno a trovare anche quello e a far tornare tutti i conti.
    Se qualcuno invece conosce una cordata italiana e interista pura, piena di quattrini e di gente con i coglioni, che garantisca vittorie e soldi, lo dica apertamente che andiamo a prenderla tutti insieme.
    6°l’atteggiamento punitivo e la paura di retrocedere: le fronde per cacciare gli allenatori sembra che da noi abbiano messo le radici; se per sradicarle bisogna mandare affanculo qualche giocatore ( che però deve essere messo al minimo di stipendio e fuori rosa ) è ora, anzi è passata l’ora, che lo facciano, invece di continuare a cacciare gli allenatori che, ormai è dimostrato quasi matematicamente, come scrive Stephanotto, c’entrano quasi niente.
    7° e ultimo: la serie B? se servirà lotteremo per non andarci ( penso di no ) e se ci dovessimo andare ( saremmo comunque sempre gli ultimi ad esserci andati!! )meglio andarci difendendo le proprie scelte e un principio sacro: la gente la devi far lavorare per capire quello che ti può dare e mandare via uno dopo tre mesi è una cazzata a prescindere.

    Questo è il mio parere ma come sai il tuo è quello vincente infatti De Boer è stato cacciato e al suo posto è arrivato Pioli un’ altro genietto scuola Juve che se non arriverà fra i primi tre lascerà il posto a qualcun altro che dopo pochi mesi se non avrà vinto tutte le partite verrà cacciato perchè noi siamo lì’Inter ecc. ecc. ecc. e così per i prossimi 30 anni, tenendo presente che i Moratti sono finiti ( nel senso che non ce ne sono più ).
    PS
    A Bargiggia che incita la nostra tifoseria alla rivolta direi solo una cosa; spero che ti diano tante di quelle legnate da farti passare la voglia anche solo di nominarla l’Inter.

  40. Franki ti ringrazio pubblicamente. Dal 2010 non riuscivo più a guardare una partita dell inter. Prima perché vedevo trascinarsi il ns, “instancabile” capitano che si ostinava a giocare nonostante fosse ormai cotto e bollito. poi arrivò l’era delle belle statuine , tutti fermi , tutti che aspettavano la palla fra i piedi e mai nessujonche faceva una parvenza di pressing.nemmeno con Mancini riuscivo a guardare le partite, non c’era gioco nulla si vinceva di culo dopo aver subito l’impossibile e handa era quasi sempre il migliore in campo. Poi è arrivato de boer e a parte Chievo , cazzo , mi piaceva guardare l’Inter, Non ricordo di aver visto la juve schiacciata nella propria metà campo negli ultimi anni, ne da noi ne da nessun altro in serie a. avevamo sempre le ns, occasioni , tante e grosse, vedi Bologna, Cagliari, Roma , Torino , Samp, È un dato di fatto guardate le statistiche. Avevamo la possibilità di invertire la tendenza , di avere finalmente una squadra vincente e bella da vedere….e ora ? Sono molto deluso e incazzati per La miopia di una dirigenza priva di orgoglio e di palle, che non prende provvedimenti contro una stampa sistematicamente e scientemente a danno nostro e mai a danno altrui. Ho capito stiamo sui coglioni a tutti prima calciopoli e figurati dopo . mi chiedo come mai un giocatore a parte tanti soldi dovrebbe venire l’Inter dove sei sempre sotto i riflettori,

  41. L’unica colpa della società?

    Questi fan cazzate a due, tre alla volta

    (hanno esonerato de Boer, poi due partite con Vecchi e poi arriva Pioli, cioè 3 allenatori in una settimana)

    altro che unica colpa.

    Esonerano l’allenatore, dopo avergli dato fiducia all’assemblea dei soci 3 giorni fa, dicendo che erano tutte balle dei giornali, e ora che lo esonerano

    non hanno manco pronto già il successore.

    Ma che cacchio deve succedere ancora per mandarli via?

  42. che la permanenza di DB fosse legata alla partita con la Samp, a quella di giovedi in Europa e per finire quella con il Crotone era del tutto evidente nonostante le dichiarazioni rassicuranti della dirigenza dopo la partita con il Torino, perchè se fossero state sincere le avrebbero dovute fare prima della partita e non dopo a risultato favorevole.

    ma nessuno prima ha voluto metterci la faccia ed il perchè era evidente, come non ce l’hanno messa i giocatori nemmeno dopo avere battuto il Torino, segnali inequivocabili dello scollamento in atto tra lui e loro, perchè dopo un gol vittoria o alla fine, ho sempre visto i giocatori di altre squadre correre verso la loro panchina a rischio e ad abbracciarsi tutti insieme, a testimoniarne l’apprezzamento e per significare che erano con l’allenatore.

    l’unica che non l’ha fatto è solo la nostra.

  43. L’errore non è stato prendere FDB, ma prenderlo in quel momento, e il suo di accettare, e non capire che la società pretendeva invece risultati immediati.
    Esonero conclusione scontata.
    Presunzione? Ingenuità?Boh…secondo me non ci ha capito un caxxo.

  44. De Boer in un momento del genere non doveva proprio essere preso.
    Se l’obiettivo era la Champions, di sicuro non serviva un allenatore “da progetto”….ma uno che rimettesse insieme i cocci alla svelta.

    Però dal momento che lo prendi devi difenderlo a spada tratta… lasciarlo in balia delle polemiche senza nessuno che fiatasse, ha fatto sentire il gruppo in diritto di non cagarlo.

    Quando vedi Eder….dico EDER, non Ibra, Vieri o Milito…EDER, che si permette di uscire schifandolo e calciando bottigliette vuol dire che è davvero finita…e non è stato l’unico.
    Dopo il Torino ci ho sperato, ma a Genova più che il risultato è stato imbarazzante vedere come alcuni lo mandavano a fanculo a ruota libera…. quando si arriva a quel punto non credo ci sia ancora molto da fare.

    Mi spiace soprattutto per l’uomo De Boer che è stato trattato a pesci in faccia, ma sono convinto che da queste parti in quei tempi non ci sarebbe mai dovuto nemmeno arrivare.

    PS : lo dico da inizio stagione… quando ai blocchi di partenza hai 7-8 scontenti/esuberi in una rosa da 26 non vai da nessuna parte.

  45. Da interista non ricordo di essermi vergognato della mia società come nell’ultimo periodo, nella fattispecie oggi.

  46. Grande confusione sotto il cielo
    La situazione e’ ottima

    Mao tze tung

    cinese gera cinese…

  47. Ma scusate, cosa doveva fare Suning con un allenatore, non scelto da loro, che ha perso metà delle partite giocate, con gli obiettivi stagionali in parte compromessi e con il rischio di deprezzare la rosa dei giocatori?
    Questi, tra debiti e mercato, hanno sborsato più di 300 milioni e, secondo noi, stanno a pensare che giochiamo bene? (ma perdiamo)
    Il calcio è fatto di soldi ed interessi, mica è solo un gioco.
    Eppoi, basta con questa storia della serie b, vorrei vedere chi lo ha detto, se dovesse accadere, quanta delusione, dolore e prese per il cu.lo …
    Io preferisco prima vincere, se con il bel gioco meglio, ma mi sono rotto di fare lo spettatore dei successi altrui.
    Onore a DeBoer, c’ ha messo la faccia, ma è il suo lavoro e, forse, doveva ascoltare qualche consiglio in più.

  48. Lancio una domanda. Chi mi può dire come posso inviare una mail a FdB? Qualcuno sa se ha un sito internet?
    Grazie

  49. a chi scrive che “se dovessimo andarci in serie b…”

    ma posso dirlo, con simpatia e non incazzoso,?

    ma andate a fare in culo

    io in b non ci voglio andare
    nè adesso nè mai

    la cosa deprimente di questo sfascio
    è che veramente qualcuno pensa che in fondo andare in b non sarebbe una tragedia

    lo spirito bauscia è finito
    seppellito sotto la montagna di merda in cui siamo sprofondati

    ma io a questo andazzo non ci sto
    fanculo deboer, avrà anche giocato bene ogni tanto, ma 7 sconfitte sono 7 sconfittte
    e penso che risorgeremo
    e che ci prendremo le nostre soddisfazioni
    alla faccia non solo dei nostri nemici
    che ora gongolano bastardamente beati
    ma anche dei tanti nostri amici interisti
    che sembrano presi dal cupio dissolvi

    amalissima
    now and forevr

    • Perfettamente d’accordo, saluti.

    • Se mai ho auspicato una discesa in b è solo per vedere , perché solo in quei momenti, si vede CHI ama veramente l’Inter. Chi non ama l’Inter non è disposto all oblio e da lì , da chi rimane ripartire da 0 e cominciare veramente domenica dopo domenica, allenamento dopo allenamento a costruire lo zoccolo duro sul quale fondare società e squadra . Tutto qua . Abbiamo troppa zavorra adesso, troppa gente che rema contro e non si sa perché remi contro .

  50. La grande differenza tra l’esonero di Simoni e quello di oggi è che quello di allora sarà stato intempestivo, immeritato e antippattico quanto volete

    ma è stato preso da una società forse troppo appassionata e comunque Simoni era lì da un anno e mezzo.

    Questo invece è un esonero preso dai giornalisti, nel silenzio di una società inadeguata non solo alla serie A, ma proprio al calcio, per non dire allo sport tutto.
    Ora i media sanno che all’Internazionale FC possono fare e disfare quel cazzo che vogliono, senza che nessuno muova un dito.

    Altro che serie B, questa è roba da oratorio.

    A casa, ora.

    • Ehm, sostituite il vocabolo “preso”, con “deciso”

    • Questa della stampa è veramente assurda, troppo assurda e per me la società è connivente forse non la,proprietà ma quella italiana qui si. mai un silenzio stampa , mai una timida potrestA. l’anno scorso Mancini le mandava a dire per molto molto meno, lui come ausilio. ma con fdb proprio NULLA. Senza contare le fughe di notizie.. tutta la storia dell esonero la sapevano da ieri sera, manco se al tavolo ci fossero anche loro.

  51. A proposito.
    Guardate cosa dice Ronald De Boer.

    All’attenzione di chi dice che la storia della preparazione atletica è una boiata.

    All’Inter ci sono 29 giocatori con un’età media di oltre 27 anni, calciatori che si sono imposti a livello internazionale e che hanno stipendi da top player. Per mio fratello Frank una rosa così ampia è stata subito una grossa difficoltà. Il club lo voleva come allenatore per iniziare un progetto di successo con un nuovo stile di gioco, ma Frank ha trovato due grosse difficoltà: in primo luogo, i giocatori non erano abbastanza in forma quando ha assunto l’incarico col campionato alle porte. In secondo luogo ci sono stati molti fattori extra campo che hanno influenzato il rendimento: fattori politici, la grande pressione da parte dei media, e la vicenda tra Icardi e la Curva. Un allenatore vuole essere coinvolto solo sul campo, ma nell’Inter aveva anche questi incarichi extra”.

    • mi pare più interessante e pertinente l’ultima osservazione di Roland: all”Inter l’allenatore non deve limitarsi a fare l’allenatore, ma coprire i buchi della società per controbattere alla bordate della stampa_ Sicché hanno avuto successo i polemisti alla Mou, e ci metto dentro anche il Mancio_ Gli altri, quello che pensavano di limitarsi a fare gli allenatori, non ce l’hanno fatta_

  52. Sono d’accordo. Mai la serie b. Juve merda.

  53. Questo è un esonero voluto da una parte della nostra dirigenza. La stessa che avrebbe preso un profilo come Pioli dopo la pantomima ET/Mancini. E che evidentemente ha “subito” la scelta FdB e si è ben guardata dal sostenerla adeguatamente di fronte ai media e con i singoli calciatori. In fondo Zanetti con il suo bofonchiare sul bene dell’Inter senza spendere una parola sull’olandese all’indomani dell’assemblea dei soci, è stato meno ipocrita di tutti gli altri. I giornalisti sono stati strumentalmente imbeccati a ripetizione dai nostri stessi dirigenti (parlo di Ausilio, di Zanetti, di Gardini). Ne sono stracerto. Mi auguro sia vero quello che si dice sulla memoria dei cinesi, perché dubito stiano gongolando dalla figura di merda che gli stanno facendo fare.

  54. E comunque, in alto i cuori compagni. Saremo d’esempio a tutto il mondo libero e progressista. Da oggi, siamo la nuova Democracia Corinthiana. Brozo Banega e Medel decideranno la posizione seguendo il proprio naturale istinto, e così pure Miranda e Murillo. Basta fraseggi, basta pressing collettivo, basta stare larghi sulle fasce. Ognuno per sé, seguendo legittime inclinazioni.

  55. Da quel che leggo pare che il contratto con De Boer sia stato risolto.

    Cioè, fosse così, rendiamoci conto:
    lo chiamano a 10 giorni dal campionato, gli fanno un triennale,
    lui accetta (e questa e la cazzata più grossa che ha fatto), arriva e, magari fidandosi del predecessore (no, bugia, è questa) si ritrova una squadra fisicamente a terra (lo dice Ronald de Boer mica Este)

    dopodiché, senza un motivo plausibile, viene bersagliato dai media come non ricordo nessuno, eppure è un esempio di garbo ed evita accuratamente qualsiasi polemica.

    Si sforza di parlare italiano, per rispetto agli interlocutori e, più in generale, agli italiani, ma noi italioti che siamo tutti poliglotti lo tiriamo anche per il culo.

    Intanto la società non si degna di difenderlo una volta, che sia una, eccetto qualche frase di circostanza, prima della partita, mai dopo.
    Finché non mettono nero su bianco che sì, loro hanno piena fiducia nel tecnico, e che le voci di esonero sono tutte balle.

    Tre giorni dopo lo esonerano.
    Lui ringrazia tutti, tifosi in testa, spiega che avrebbe avuto bisogno di più tempo, scrive “forza Inter” e si fa da parte.

    E, dovesse essere vera la storia della risoluzione, sarebbe proprio la ciliegina sulla figuraccia gigantesca che l’Inter e la cultura calcistica italiana hanno fatto.
    Cioè, non è che sta lì a libro paga per due anni (mi ricorda qualcosa), non fa scene isteriche pregiudicando il suo lavoro (anche questo mi ricorda qualcosa), non sputa veleno ogni piè sospinto sulla società che l’ha scaricato (e ne avrebbe ben donde, e comunque anche questo mi ricorda qualcosa).

    Non so voi, ma è imbarazzante.

    • Era troppo signore per questa società. Troppo perbene soprattutto per il clan degli argentini, Zanetti in primis, e dei giornalai, Caressa in secundis. Ad andarsene ci ha solo guadagnato in dignità. Gli auguro di poter dimostrare a breve a noi poveri italioti il suo valore sul campo.

  56. Gus, questo è un esonero voluto da Suning perché non può (e nemmeno noi possiamo) accontentarsi di perdere la metà delle partite giocate e non arrivare a lottare per nessun obiettivo importante, addirittura già da ottobre.
    Leggo ragionamenti che, seppur dettati anche dal momento, farebbero pensare che stiamo parlando di una squadra che deve salvarsi non dell’ Inter che, per la sua storia ed il suo dna, deve sempre ragionare per puntare a vincere o comunque a giocare per vincere.
    FdB andava bene in un progetto di ripartenza dai giovani, alla fine di un ciclo per iniziarne uno nuovo, ma è chiaro che la sua filosofia non conciliava con i tempi e gli obiettivi richiesti.
    Secondo me, doveva essere più umile, accettare un Baresi in panchina ed adattare il gioco agli uomini, almeno finché non era padrone della situazione.
    Probabilmente è mancata l’empatia con l’ambiente.
    E, comunque, se avesse vinto 3/4 partite in più nessuno la mandava a casa.

  57. FdB.
    Scusaci.
    Società in primis.
    Giocatori (?) in secundis.
    Tifosi per ultimi, che mi sa che fossero gli unici che bene o male a maggioranza ti volevano ancora e fino a fine anno (se non a fine contratto).
    Grazie per averci fatto vedere che perfino all’Inter si può giocare un calcio diverso, se – SE! – ci si applica un pochino.
    Grazie per essere stato fino alla fine un signore. Un po’ ciula, ma signore.
    Oserei dire, quindi, un interista.
    E non prenderla come un’offesa, mi raccomando.
    Ciao e auguri. Sinceri e di cuore.

    • Ah, dimenticavo.
      Dopo l’acronimo FdB (che come dicevo tempo fa usavamo da ragazzini nel milanese per dire “foeura di ball), mi viene bene l’altro acronimo FdM.
      Che starebbe ovviamente per “figure di merda” ed è rivolto a chi volete voi nella dirigenza (anche a tutti in una volta, volendo).
      Non ricordo di essermi mai incazzato così tanto con la mia squadra/società.
      Come si usa dire, dal presidente all’ultimo magazziniere (anche se quelli che lavorano e basta li lascerei fuori).

  58. C’era tutto il tempo per lasciarlo lavorare in pace… tanto non c’è un caxxo da fare:
    in ciempions non ci si arriva neanche quest’anno, a prescindere da chi c’è in panchina,
    si è capito subito. stagione partita male ancora prima di iniziare.
    Tanto valeva proseguire con l’olandese per provare a “plasmare” la squadra del futuro. ma del futuro intendo 2017-2018!
    Invece è inutile illudersi, prima di tornare a vincere passeranno i nostri canonici 20 anni e nel frattempo la merda farà record su record di scudi, perchè o si mette in mezzo il milan ( che è anche peggio ) oppure non c’è nessuno che li fermerà.

  59. Ho un piccolo dubbio!!!! I cinesi ,sono in realtà,dei rubentini che o porteranno l’Inter
    al fallimento economico(con interessi del 7,7%) o in serie B con un altro allenatore
    a capocchia(si parla di V.Pereira)!!!

  60. nella storia del campionato italiano è comunque sorprendente come, nonostante i ripetuti cicli di smarrimento totale, di psicodrammi gestionali, di impoverimento tecnico ecc. ecc., la nostra Inter sia al secondo posto come numero di scudi vinti e al secondo posto in Italia come numero di coppe dei campioni vinte.
    dimenticando le merde per gli scudi, e il milan per le ciempions, l’unico sollievo è vedere come si sbattono e si illudono ogni anno le rome, i napoli, le lazio, le fiorentine e via dicendo…
    con un inquadramento societario solido, di alto livello e nel segno della continuità, probabilmente INTER e la merda potrebbe essere come real e barcellona in spagna a dividersi gli scudi.
    e invece…

  61. Nelfrattempo che noi studiamo nuovi modi per sbagliare, il Times dice che il Milan sarebbe su Fabregas.
    Ossia il tipo di giocatore che serve a noi.

    Ah già, noi abbiamo preso Verratti (cit.).

    Smettetela di migliorarci e andate a casa.

  62. Si può almeno sapere che ha preso la decisione dell’esonero? Zhang? Thoir e Bb? Zanetti e Gardini? Ausilio?

  63. Dispiace per Frank ottimo allenatore,professionista e uomo,siamo ancora al metodo Morattiano del confermo l’allenatore nessun problema e poco dopo l’esonero. Anche in questa situazione ci vedo la sua longa manus come sempre.

  64. @Gianni
    Trovo le tue obiezioni più che giustificate, ma sempre di opinioni si tratta e non c’è nulla di più opinabile del gioco del calcio , dove il destino di una partita e a volte di un campionato è deciso dalle capricciose e imprevedibili evoluzione di una palla che rotola sull’erba. Potrei contestartele una per una , ma sono entrato di recente nel blog, che però seguo da molti anni, non per amor di polemica, ma per manifestare, insieme ad altri, la mia opinione su vicende che mi toccano profondamente, sebbene il tono pacato con cui le esprimo faccia ritenere il contrario. Ormai gli unici puri di cuore siamo rimasti noi tifosi. A giustificazione di ciò che succede alla nostra squadra e che giustamente ti scandalizza vorrei rispondere: “Questo è il calcio globale , bellezza!” Tutto in questo mondo che noi tifosi amiamo idealizzare è ormai regolato dalle leggi del profitto e della visibilità e chi non si adegua con risultati pronti e ben visibili va rottamato. Il povero D.B., allenatore onesto e probabilmente anche bravo, è stato paracadutato in un posto sbagliato in un momento sbagliato e ha pagato di persona. Ma poi, ha pagato veramente? Hai letto le condizioni a cui è stato esonerato? Per cui, in conclusione, come al solito gli unici a pagare soffrendo per la squadra che amiamo e che vediamo ancora una volta messa alla berlina da un’opinione pubblica che gode ad umiliarci siamo noi tifosi, becchi e bastonati!

  65. Dispiace tantissimo per Frank ma, si sa, “a lavare la testa all’asino si spreca solo acqua, tempo e sapone”, questo per dire che quei bimbominchia sopravalutati chissà chi si credono d’essere!
    Ora il buon Vecchi avrà a che fare, anche se solo per due partite (così sembra d’aver capito), con un accozzaglia di individui che partono dal presupposto di essere candidati al pallone d’oro o alla scarpa d’oro e, così almeno è sembrato ai più, non dimostrano nessuna voglia d’impegnarsi per la maglia che, con disonore, indossano.
    Peccato, poteva essere una buona occasione per gettare le fondamenta per il futuro ma tant’è, con questa dirigenza/società/responsabili non si cava un ragno dal buco.
    Resto della convinzione che si sia sprecata una buona, se non buonissima, opportunità.
    Forza Inter lo stesso e affanculo i pirloni.

  66. Comunque mi sorperende che molti si sorprendano, il metodo è uguale da sempre non vedo tutta ‘sta novità di comportamento, il nostro modo di trattare gli allenatori è stato sempre lo stesso. Quindi Este non ti scandalizzare che qualche annetto sulle spalle ce l’hai anche tu.

  67. dal 6 giugno 2016 Moratti è solo consulente dell’Inter e non ha in mano nemmeno lo 0,00001% della società e non capisco come possa avere deciso lui il licenziamento di DB senza il consenso dei cinesi e dell’indonesiano che è quello che lo ha voluto.

    si sta ripetendo la manfrina già vista con quello che ha preceduto DB e si spara nel mucchio a caso, tanto chissenefrega , l’importante è parlare male di qualcuno, chi ti può dire se hai torto o ragione dal momento che nessuno sa un cazzo veramente?

    leggere lo scoramento generale come se il licenziamento di un allenatore fosse una cosa mai vista prima e pensare che tutto questo sia opera di trame oscure dietro alle quinte mi fa solo tristezza, perchè basterebbe pensare che se con la Samp avessimo vinto tutto questo non sarebbe successo, per cui le trame oscure lo avrebbero preso nelle chiappe, quindi non bisognerebbe prendersela con chi tramerebbe dietro alle quinte o con i media che fanno il loro sporco mestiere come hanno fatto sempre con o meglio contro l’Inter, ma bisognerebbe prendersela con i giocatori che non hanno fatto fino in fondo il loro dovere e non ci vorrebbe molto a individuarli se si guardassero tutte le partite, perchè chiunque capisca un pò di calcio sa chi in campo ha dato tutto se stesso oppure non si è sbattuto più di tanto.

    purtroppo quando accadono queste cose in una squadra ad andarci di mezzo è sempre l’allenatore il quale non può andare in conferenza stampa dicendo che non capisce come mai i giocatori non fanno quello che lui gli chiede di fare, perchè così si tira la zappa sui piedi, se non lo sa lui che è l’allenatore, chi cazzo è che lo dovrebbe sapere?

    • Corso con onestà intellettuale chi pensi abbia deciso l’esonero il presidente o chi ci sta mettendo i soldi, entrambi che non capiscono un cazzo di calcio ?

  68. Adesso c’e’ l’euro league da dentro/fuori, Vecchi si gioca una partita che vale, altro che= forse ci fara’ vedere due punte con Banega dietro, il 4312 e’ il suo modulo preferito. L’Inter resta, forza Vecchi.

  69. intervincit
    quello che mi sorprende è il modo in cui è arrivato l’esonero.
    Cioè, fino ad oggi gli esoneri erano sempre stati decisi dalla società, in alcuni casi dai tifosi.

    Ma mai dai media.

    E mai, dico, mai, ho visto una serie così interminabile di errori.
    E non parlo solo dell’Inter, ma di tutto il calcio.

    In questo caso non vedo cosa c’entri Moratti. Cioè, se Suning davvero si fa dettare la linea (che poi, se i risultati sono questi…) da uno che non ha più neanche la minoranza azionaria, e allora siamo fregati più di prima, perché significa che la proprietà non solo non esiste, ma non esisterà mai.

    Ma francamente io questo non lo credo, altrimenti non avrebbero messo in piedi quell’impero, se poi si fanno gestire da altri senza ponderare nulla.

    Poi io non ho capito cosa c’entrino i giocatori. Ipotizzare fronde è campato per aria, molto meno campato per aria, invece, è che fossero fuori forma, visto che chi lo dice è semplicemente il fratello gemello dell’allenatore (che, non vorrei sbagliarmi, ma era addirittura nello staff, ma cambia poco).

    I giocatori non ne avevano e so di sfondare una porta aperta con te, intervincit, dicendo che sappiamo perfettamente chi sia il responsabile.

    Dimmi tu se questa interminabile sequela di baggianate è assimilabile a tutti gli esoneri precedenti.

    Ma che dico, se è assimilabile al gioco del calcio, proprio.

    • Pensi veramente che Suning e Thohir si facciano influenzare dalla carta straccia che deduco non sappiano neanche se esistono? Suvvia Mazzarri come è stato buttato fuori ? Il metodo è simile tranne poi scaricare tutto sugli altri. Mettiamocelo bene in testa quello che decide la vita o la morte è sempre lui i due asiateci pendono dalle sua presunta competenza.

    • Se esiste,sorry

  70. è la vittoria dell’italietta che non sa la grammatica ma ti prende per il culo se sei straniero e non capisci “coravano ‘ndietro” (e si piglia i vostri 70 euro al mese per ridervi dietro, ndr), gli amici degli amici che cambiano gli allenatori nel cazzeggio postpartita con la complicità di una società di emeriti coglioni senza rispetto per chi tifa veramente la squadra che li paga lautamente per farfugliare quattro stronzate

    e adesso godiamoci pioli o chi sarà il prossimo povero disgraziato che metterà la testa sul ceppo, l’importante è che abbia studiato sui banchi di coverciano, magari con qualche intelligentone a livello di gattuso come compagno di banco

  71. Ho pensato fin dall’inizio che la scelta di un mister non italiano potesse pagare, ma a questo punto della stagione non si può non vedere la realtà; 7 sconfitte, brutte, dolorose ed alcuna meritate; 2 vittorie agguantate per misericordia all’ultimo (Pescara e toro) , 1 che gli avversari ancora si chiedono come cacchio hanno fatto a perdere (Southampton ); uso della panchina quanto meno bizzarro; ma soprattutto quel Joao Mario che perde palla in mezzo al campo e si ferma a guardare come va a finire (minuto 85 di genova), sono segni che qualcosa in panchina non va, stiamo parlando di Joao, uno nuovo, non appartenente al “club dell’ asado “, probabilmente non ancora schierato con una fazione, e, a mio parere, atleta non sconsiderato; ed ancora quella mollezza che ti fa prendere gol dopo 10 minuti di gara (Roma, bergamo); od ancora che la squadra sia ancora con la testa tra le nuvole e prenda gol senza coprire il pallone su una punizione da meta’ campo (Beer Sharif o come cazzo si chiama e Sparta praga), queste sono tutte responsabilita’ della panchina, altro che uomo per bene, tecnico preparato o altro; o meglio saranno vere tutte le carinerie che gli avete dedicato ma i miei familiari non c’è la fanno piu’ a vedermi mortificato ogni domenica notte, ma anche ogni lunedì mattina ed a ben pensarci anche ogni giovedì e venerdì, cioè stiamo tranquilli solo di martedì eccheccazz

  72. intervincit
    tutto può essere, anche che sia come dici tu, ma in quel caso significherebbe che a Suning non gliene importa un fico secco per davvero, e che appena avranno finito il loro business con l’Inter ci lasceranno in braghe di tela.

    Se così fosse, per capirci, chi decide cosa sarebbe l’ultimo dei problemi.

    Io penso che i media abbiano influenzato l’ambiente e creato un clima che, in mancanza di protezione dalla società, è degenerato.
    A questo si aggiunga una società a cui Suning, per lontananza e scarsa conoscenza, ha delegato (quasi) tutto.

    Mazzarri (ahò, non ti rassegni) era diverso (oltre ad essere la morte del calcio), lì il proprietario era Thohir e Moratti aveva ancora una quota importante.

    Dai, è un’altra situazione.

    • E’ il metodo che è uguale,fossi un investigatore avrei subito individuato il colpevole seriale.
      Sui media inutile discutere è diventato il nostro alibi del “tutti contro”. Logico che loro fanno il loro sporco lavoro ma non sarebbe normale parlare bene quando subisci ben 5 sconfitte ad Ottobre e in coppa siamo quasi fuori dal gironcino facile.Mentre all’inizio ci davano come l’antimmerde.Meno vittivismo e più realismo.

    • Meglio Pioli?

  73. Comunque e concludo, almeno il buon senso di far allenare a Mandorlini uomo giusto nel posto giusto.

  74. Posso anche capire che come dice Alessandro dopo 7 sconfitte esoneri il mister. Daltronde i numeri sono numeri. Però dovresti avere il sostituto pronto ed invece non si sa ancora chi sarà. Si parla di Pioli ma fino a venerdì pare non si decida nulla. E non dimentichiamo che Pioli è sotto contratto con Lotito….
    a FdB l’Inter dovrebbe fare un monumento alla persona. Quanti allenatori avrebbero accettato la risoluzione del contratto? Vedi mazzarri che ha aspettato due anni pagato.

  75. Più realismo di mandarli tutti a casa, davvero non saprei.

  76. E’ molto strano. Molti che si lamentano delle P.I. sono i primi che spargono merda sull’Inter. Con obiettivi di volta in volta diversi. La dirigenza, i giocatori, la proprietà. Per non farsi mancare nulla… se la prendono anche con i tifosi.
    Non mi torna, ma pazienza.
    Non va bene nulla? Cosa avrebbe dovuto fare la proprietà? Cosa avrebbe fatto qualsiasi dirigente serio?
    I risultati sono non in linea con il progetto, anche se la squadra ha qualità.
    Consulta i giocatori e sono tutti (o quasi) contro.
    Che dovrebbe fare?
    Dispiace per FDB, dispiace davvero. A me sicuramente dispiace.
    Ma non ha saputo gestire un gruppo di giocatori.
    Quindi, con tutte le attenuanti del caso, tutta la simpatia per la persona e la stima per il tecnico, era inevitabile l’esonero.

  77. Fosse per me, prenderei Hiddink, anche perché degli allenatori italiani ne ho abbastanza:

    tra l’esordiente Stramaccioni, l’artista del retropassaggio a libro paga per due anni (per dire, De Boer ha risolto il contratto, trova le differenze) e il comportamento inqualificabile di Mancini, può bastare direi.

    Però, nella situazione in cui siamo, mi piace leggermente di più Pioli, ma davvero uno vale l’altro.

    Purché non si prenda Leonardo, che non è manco un allenatore.

    Ma conoscendo i nostri eroi…

    • A ‘sto punto io mi turerei il naso e metterei dentro il sergente di ferro se proprio italiano deve essere,se estero concordo su Hiddink.

  78. tra i nomi che circolano io mi tengo Vecchi, che ne sa quanto gli altri se non di più; nemmeno sono nomi pesanti, gente di personalità che potrebbe incutere un minimo di rispetto/timore alle puttane che indissano la nostra maglia, indegnamente sfregiata da chi la indossa e da chi l’ha disegnata così quest’anno_

  79. Ma, tanto per capire, tutte le cazzate che hanno fatto erano in linea col progetto?
    Questa dirigenza è in linea col progetto?
    La preparazione atletica dei giocatori è in linea col progetto?

    Una società seria avrebbe risolto a giugno col vecchio allenatore, preso il nuovo nei tempi e nei modi che si convengono, preso un allenatore in linea con l’organico, ampliato e completato quest’ultimo, difeso l’allenatore anche per mezzo di un silenzio stampa, evitato la figura di merda di esonerarlo 3 giorni dopo aver detto di essere soddisfatti di lui e magari, se proprio ti scappa di esonerarlo, trova almeno prima il sostituto.

    Non lo so, ma vogliamo davvero raccontarci che queste sono cose normali?
    3 allenatori in una settimana, 5 in 4 mesi, è una cosa normale?

    Se il progetto è distruggere l’Inter, allora sì, è tutto in linea col progetto.
    Anzi, siamo pure avanti con la tabella di marcia.

  80. Già ci paragonano al Palermo di Zamparini… davvero al peggio non c’è mai fine! Io mi domando, ma ormai noi tifosi cosa tifiamo? Cosa c’è rimasto della nostra Inter? Solo i colori, direi: tutto il resto l’abbiam perso per strada: la società è straniera, la maglia fa cagare, i giocatori sono bimbiminkia prezzolati (non tutti per fortuna, ma quanto basta), dei vari Prisco-Facchetti-Mazzola hanno buttato lo stampino e il blasone è sepolto da decimetri di ruggine… Cosa tifiamo? Chi tifiamo? Chi cazzo li conosce questi cinesi che ci fan prendere per il culo anche quando gridano Forza Inter?

  81. anch’io a questo punto mi tapperei naso e orecchie e metterei in panca il capello. Ammesso che abbia ancora i coglioni duri per allenare in un club.

  82. Ma a noi la fortuna di beccare un emery, un klopp o qualche altro genio sconosciuto…non capita mai?

    • meglio il genio incompreso e sconosciuto di Capello, basta con i vecchi tromboni bolsi, antipatia a parte_ Vecchi ha un jolly in mano_ Se perde è bruciato, se no si guadagna una “fiche”_

  83. Io dico che la società ha perso una grande occasione per dimostrare a tutti (soprattutto molti giocatori) che è presente e che con l”Inter non si scherza. Con l”esonero il dubbio che sia l”opportunità di strumentalizzare la nostra squadra cresce in tutti gli squali (mercenari, pigiama ti,prezzolati…..)

  84. Ahahahahha che casino