Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Ricomincio da sette

A conti fatti, addì 19 ottobre 2014 e al termine di una partita che ci ha lasciati – diciamo così – un pelo perplessi, l’Inter ha dato il primo vero segno di vita della stagione. Non considereremo vittorie vere quelle dell’Europa League, no? E nemmeno considereremo partitoni le due vittorie in campionato (il mitico Sassuolo e l’Atalanta), in cui la pochezza degli avversari ha superato la nostra eventuale buona vena, no? Bòn, rimarrebbero i due pessimi pareggi in trasferta e le due atroci sconfitte con Cagliari e Fiorentina, intervallati da una partita di Coppa in cui, contro una squadra di incerta nazionalità, cadevamo a turno come pere per i crampi. E così quella con il Napoli, confronto diretto con una delle (ex) favorite del campionato, al netto di cose che sapevamo già (palle stupide  perse da un centrocampo sempre al limite dell’affanno, errori difensivi da rimanerci secchi), è stata la nostra miglior prova. Almeno si è vista la squadra provarci e riprovarci, e recuperare due volte lo svantaggio nell’ultimo quarto d’ora di partita è tutt’altro che banale. Magari ci avessimo messo gli stessi coglioni a Palermo o a Torino, magari avessimo giocato così a Firenze, magari avessimo avuto lo stesso barlume di lucidità con il Cagliari. Magari.

Non saremmo qui, per esempio, ad aspettare il posticipo di stasera (Empoli-Genoa, buahahahaha), per dare l’esatta dimensione della nostra classifica. Stasera ci ritroveremo dietro o alla pari con il Genoa, o alla pari con l’Empoli, e son quelle cose che ti creano l’esatto contesto, you know. Inter-Napoli – un pareggio così ci può stare, aggiungici pure una discreta dose di rimpianto – è la prima partita coerente del nostro campionato. Coerente con le nostre possibilità e le nostre aspettative.  Se ci giriamo indietro vediamo un calendario con le prime 5 partite da red carpet in cui, invece di fare minimo 13 punti, ne abbiamo fatti 8. Vediamo almeno 4 partite (su 7, non male) di merda. Due vittorie (su 7): appunto, siamo nella fascia del Genoa e dell’Empoli, ben ci sta.

Intorno (anzi, sopra) è tutto uno schiaffo morale. Il terzo posto (i primi due non consideriamoli nemmeno più, è stratosfera) è a 6 punti (dopo 7 partite: minchia!): ed è la Samp, mica il Bayern. Il Milan (il Milan!) è 5 punti avanti, col miglior attacco in campionato, una partita in trasferta in più di noi, 11 gol segnati fuori casa e noi 1 (uno). Strama è ancora 4 punti avanti, la Lazio data per morta è 3 punti sopra. Sarebbe bello – meglio tardi che mai, in fondo ne mancano ancora 31) che il nostro vero campionato fosse iniziato ieri, in una partita che recuperi non si sa bene come, in uno sforzo finalmente corale di tirarsi fuori dalla palta. Si tratta di prendere il ritmo e di pensare – come in una maratona – a fare bene un chilometro dopo l’altro, senza guardare se gli altri adesso ti scappano via. Possiamo fidarci? Boh, questa è una domanda che – dopo 7 giornate -richiede troppo sforzo fisico e morale: è una domanda da calo di zuccheri, e gli orociok non posso mangiarli anche fuori partita.

hernanes

share on facebook share on twitter

119 commenti

  1. voglio walterone.. quello vero!

  2. Meglio così: chi pensa fosse preferibile perderla, solo per esonerare Mazzarri, forse non si rende conto della situazione finanziaria della società, dell’indole di Thohir e della mancanza di allenatori su cui scommettere.
    Dato più positivo: il gioco delle due mezzali.
    Dato più negativo: la chimica rovinosa fra Ranocchia e Vidic.

  3. Mah, qui ogni mezzo raggio di sole viene scambiato per il vero inizio dell’estate. Peccato che nel mentre sia un continuo autunno sportivo da 4 anni.

    Anche le partite con sassuolo e atalanta sembravano la svolta, ma nel frattempo siamo arrivati alla settima con in tasca meno della metà dei punti disponibili.

    Temo che non basti un X casalingo per sognare d’esserci lasciati alle spalle quella discontinuità di motivazioni e prestazioni che ci sta condannando a campionati peggio che mediocri.

    Certo, gli indizi di ieri sono buoni, in particolare il rendimento di kova ed hernanes, che hanno il dovere di macinar gioco, e una complessiva mentalità dellasquadra, mai doma e sempre in gara, oltre che dominante per lunghi tratti.

    Il problema è non fai in tempo ad acquisire una certezza che entro 15gg te smonatn subito.

    Staim qui a vedere, senza troppa fiducia, ma di certo con molta speranza.

  4. situazione di stallo con l’allenatore sfiduciato dai giocatori e dalla società, prospettiva di un 5 / 6 posto in campionato ma assolutamente non da 3 posto; questo sembra chiaro dopo aver affrontato le squadre che stanno sulla seconda parte della classifica tranne la viola che ha dimostato tutto il suo valore attuale con a laziee. Ovvio che ci siano segnali positivi anche perchè peggio di cagliari e fiorentina è difficile senza andare diretti in B. La soluzione a costo zero è in casa avendo per caso ingaggiato un vero trascinatore (Vecchi) con già esperienza di B oltre altre categorie.
    Nota: qulacuno ha criticato dicendo: già fatto con Strama. non sempre la storia si ripete, qualcuno ha avuto fiducia del tecnico primavera con una squadra notevolmente inferiore alla nostra come rosa e ora ha qualche punto in più avendo già incontrato i ladri pigiamati ed in ultimo guardatevi una partita dei ragazzi prima di giudicare.
    La cosa certa è che così non possono andare avanzi nè l’Inter e nè Mazzarinho

  5. quoto roby, voglio anch’io IL VERO WALTER… fuori dai coglioni quell’altro, a prescindere dalla apprezzabile partita di ieri…smettiamola di tenere quello là (innominabile!) e di farci del male…

    UN WALTER ZENGA, C’E’ SOLO UN WALTER ZENGA!

    Che ne pensate, gente?

    • sfondi un porta aperta…

    • Scusate però non mi sembra produttivo continuare a prendersela con Mazzarri. I giocatori hanno la loro parte di responsabilità: Icardi, Hernanez fino a domenica sera, Vidic (per carità), il centrocampo…insomma se le palle non le tirano fuori(vedi cagliari) non è che Mazzarri possa fare molto. Meno tatuaggi e creste e più impegno(vedi Milito o Cambiasso)!!!!

  6. Per me, al di là della dignitosa prestazione di ieri, ciò che qualifica l’inadeguatezza assoluta di Mazzarri è il fatto di non essersi presentato in conferenza post partita perché troppo provato emotivamente. Ma stiamo scherzando???? Che tranquillità può trasmettere ai giocatori prima e durante le gare un “condottiero” (ahahahahahahah) che non va davanti ai microfoni perché è impegnato nella ricerca di un pannolone? Poi per le cagate che di solito dice è meglio che stia zitto, ma è evidente che questo sia totalmente inadatto a sedere sul posto che occupa. Altro che 3,3 milioni l’anno !!!!!

  7. partita tipo Italia- Germania, o per stare più sul terra- terra vista la nostra squadra attuale, Inter- Sampdoria di anni fa, dove succede tutto nel finale anche se l’esito non ci è favorevole fino in fondo, anzi, cara grazia che almeno non si è perso.

    il merito di averla tirata fuori da uno 0-0 quasi scontato, anche se forse noi avremmo meritato di più nel primo tempo, è della coppia Mbaye- Ranocchia che con la palla in nostro possesso hanno paura a giocarla e quindi il primo, comodo comodo per scegliere altre ottomila diverse soluzioni o quella più semplice di buttarla in avanti alla sperandio lontana dalla nostra area (più o meno come ha fatto i suoi due cross nell’area avversaria…) decide di passarla al capitano senza palle che non trova di meglio che buttarla fuori a due metri da lui, con la conseguenza che da una rimessa laterale con le mani viene fuori un cross dove come all’asilo sulla palla si buttano tutti quelli della nostra difesa e il più bravo che è Vidic (anche l’unico nel posto dove dovrebbe essere) è quello che la prende però male e questa va a finire sui piedi di Collejon, solo soletto, che non si fa pregare per buttarla dentro.

    questo il prologo dei dieci minuti finali pirotecnici, dove c’è compreso il gol dell’incompreso Guarin appena entrato con il compito di salvare la baracca e stavolta ce l’ha fatta e che comprende anche l’ennesima cazzata difensiva di Ranocchia che basterebbe che saltasse, alto com’è, per intercettare di testa il cross verso Collejon che gli passa dietro senza che nemmeno lui si accorga della sua presenza e la mette dentro la seconda volta.

    meno male che Hernanes fa quello che dovrebbe fare Icardi e la mette dentro di testa e tutto finisce in gloria, altrimenti sarebbero già partite le petizioni per mandare Mazzarri fuori dai coglioni come nelle precedenti partite.

    ma a salvarlo ci penseranno i due fenomeni “giovani” che tutti ci invidiano e vorrebbero portarci via e che dovrebbero rinnovare a giorni il contratto, se non ho letto male.

    il primo è Kovacic che per noi più che fumo non fa ma l’arrosto lo serve sempre agli avversari che quando gli ciulano la palla, molto spesso perchè lui non si accontenta di saltarne uno, ne deve saltare almeno tre o quattro prima di darla via, fanno ripartenze micidiali e non sempre Medel riesce a metterci la pezza mentre lui o è per terra o rientra lemme lemme.

    il secondo è Icardi che è messo lì a finalizzare e se ci riesce è un fenomeno altrimenti è uno in meno perchè alla manovra di squadra non partecipa, al contrario di Palacio che si fa un culo tanto sia per smarcarsi che nel rincorrere e fare pressing sui difensori avversari, cosa che lui disdegna come se perdesse l’onore.

    però è giusto credere in loro visto che alternative valide non ce ne sono, ma sarebbe anche giusto credere in Mazzarri che è solo un allenatore e non uno che possa fare miracoli per evitare cazzate difensive come le due che ho citate o la possa mettere dentro al posto di Icardi che solo davanti al portiere, messo lì da un finalmente redivivo Hernanes, si fa recuperare da un difensore perchè per alzare la gamba e portarla verso la palla da colpire ci mette tre quarti d’ora.

    il Mou al suo posto aveva Milito, al posto di Kovacic aveva Sneijder, al posto di Obi/Mbaye c’era Maicon, al posto di Ranocchia c’era Lucio, al posto di Medel, che è uno dei migliori, aveva i gemelli Cambiasso, al posto di Palacio, un altro tra i migliori che abbiamo adesso, aveva Eto’o.

    e mi fermo qui perchè è già fin troppo impietoso il raffronto, ma sarebbe ora che tutti ce ne rendessimo conto e ne prendessimo atto per finirla con il tiro al piccione contro gli allenatori che ci vengono ad allenare che più di quello non possono fare.

    l’unico che avrebbe potuto è il Rafa, ma è quello che invece ha preferito dare il colpo di grazia alle nostre speranze avendo ancora in mano la stessa squadra del triplete invecchiata di appena tre mesi, ma scemo e presuntuoso com’è ha voluto darle un volto nuovo insegnandole a giocare oltre che a vincere.

    difatti è l’unico che se l’è cercata volutamente ed è stato accontentato.

    gli altri hanno dovuto sempre rincorrere le sue cazzate (Leonardo) o quelle della società oramai in disarmo con Moratti al capolinea della sua avventura che ha preferito smettere di tirare fuori il portafoglio per appianare debiti e comprare giocatori da Inter e si è accontentato di avere creato una seconda Grande Inter e ci ha salutato.

    considerando come è stato ringraziato direi che ha fatto benissimo…

    • Corsone, non mi succede quasi mai, ma stavolta condivido solo le prime tre righe.
      Le altre no.
      Tu fai dei paragoni tra quelli che ci sono e quelli che aveva Mou: mi sembra che dovresti anche paragonarne le età in quei momenti (Kova 20, Snej 26; Icardi 20, Milito più di 30; Mbaye 20/Obi 23 (e fuori ruolo), Maicon 29; Rana 26, Lucio 32; Medel 27 Cambiasso 30; solo Palacio ed Eto’o hanno età paragonabili). Che altrimenti sommi pere a mele, come si diceva ai nostri tempi (oggi credo che non usi più, che i conti li fanno col telefonino). Il modo di giocare di Mazzarri a me non sembra un gran che, e non mi sembra che ottenga un gran che, salvo che ci sia il Sassuolo o qualche altra congiunzione astrale.

  8. Fatto sta
    che abbiamo pareggiato in casa
    in rimonta con il napule più brutto degli ultimi anni

    il nostro gioco corale fa cagare
    uniche note positive
    i giovani Kova Dodo Obi
    nonchè un profeta (forse il migliore)
    che sembra sulla strada giusta per tornare ad essere quel giocatore costa 20 pippi.

    Conculdo con un
    #mazzarrivattene
    che non fa mai male

  9. Ah settore quanto ti sbagli
    Ieri abbiamo giocato benino perché ET ha fatto capire che mazzarro non sarà cacciato a calci in culo , per cui tutti han pensato bene di rimettersi in riga
    E abbiamo giocato bene perché era il napoli
    Così come giocheremo benino con la roma, con la Juve
    Perché mazzarro è questo mediamente: se gioca di rimessa può fare un figurone, se gioca contro una squadra che si difende negli ultimi 20 mt fa una figura di merda
    Cosi continueremo in questo modo, facendo fatica abbestia contro Cagliari, Torino, Empoli etc
    Ma le partite contro fiorentina e Napoli ci potranno far sperare che finalmente il nostro campionato è iniziato
    Invece sarà sempre la solita merda

    • anche secondo me la bella prestazione si spiega col fatto che è stato spiegato ai sigg.ri giocatori che l’allenatore non verrà cacciato per alcun motivo

      ora resta da farlo capire ai tifosi

  10. Mah, se lo spirito è quello degli ultimi dieci minuti va bene, solo che lo si
    dovrebbe avere per gran parte della partita.
    Il problema è che regaliamo troppo agli avversari, sia in termini di tempo di gioco che di errori (sia in difesa che a centrocampo, ma anche in attacco: si sbagliano troppi tiri sotto porta e per arrivarci facciamo una fatica bestia).
    Cominciamo a giocare troppo tardi e, spesso quando siamo con l’acqua alla gola.

    Sono d’accordo con corso: kovacic a me piace, è giovane e quindi le cazzate ci stanno pure, ed è forse l’unico che abbiamo col tasso tecnico alto, detto questo se la palla la da via prima è meglio. Perde troppe palle, che poi diventano ripartenze micidiali per gli avversari.
    Ma capita anche a Hernanes!

    Insomma, siamo una squadra da registrare in tutti i reparti e le cose sono due a questo punto: o questi crescono in fretta e migliorano con l’allenatore che riesce a dargli stima e gioco, oppure c’è da tornare pesantemente sul mercato (allenatore compreso).
    Ma visto il nostro nuovo presidente, i soldi che scarseggiano, il fpf che incombe, il buco di bilancio ecc., penso sia la prima.

    La prima che ho detto, ma è ovvio che è tutta una scommessa:
    Miglioreranno Ranocchia Kovacic Icardi?
    Dodò Naga D’Ambrosio possono essere giocatori su cui l’Inter deve puntare nell’immediato futuro?
    E Guarin, grandissimo enigma calcistico, che farà?
    Ma soprattutto WM riuscirà, non dico a diventare simpattico (cosa di cui mi interessa poco), ma ad essere l’allenatore giusto per questa Inter?

    Mi rendo conto che questa è una squadra con troppi punti interrogativi per ambire anche solo al terzo posto.

  11. Analisi settoriana condivisibile. Abbiamo giocato credo la nostra miglior partita della stagione (tolte le 2 vittorie con avversari debolucci) eppure non si è vinto neppure contro un napoli orribile che ci ha regalato un tempo. Possesso palla leggermente migliore, ma sempre troppo lento, in tal modo diventa difficile creare occasioni e rendersi pericolosi, nel primo tempo è successo solo 2/3 volte contro una squadra che non stava giocando. Nel secondo tempo noi siamo calati fisicamente (soprattutto kova e palacio) e il napoli è un pelo cresciuto, poi nei 15 finali i fuochi di artificio….apprezzabile il carattere e il cuore che finalmente la squadra ha dimostrato di avere, meno il resto (gioco, distanze tra i reparti, distrazioni difensive, ritmo….). Primo gol per me colpa di dodò che si è accentrato cercando la palla, ma si è dimenticato di callejon, secondo concorso di colpa ranocchia-vidic (rana si è perso lo spagnolo, ma se vidic avesse fatto 2 passi in avanti sarebbe stato fuorigioco). Resto moderatamente pessimista: miste imbarazzante, squadra non da 3-5-2 vista la modestia degli esterni, 9 gol presi nelle ultime 3 partite (cagliari ha vinto solo con noi, la viola ha giocato bene solo con noi),siamo contati davanti.

  12. Quoto wolf quando si dice perplesso sul fatto che questo possa essere un inizio e non un caso. Del resto ne abbiamo già viste tante.
    Però mi tengo ciò che di buono si è visto ieri: la squadra ha comunque giocato a calcio ed è riuscita a metterci anche grinta e non si è squagliata quando è andata sotto.
    Internazionalista, è indubbio che Kova debba sgrezzarsi. Ma intanto anche ieri ha fatto vedere ottime cose. Come è calato lui è calata la squadra.
    Vidic comincia seriamente a preoccuparmi.

  13. Vorrei comunque sommessamente ricordare a loro signori che QUATTRO PUNTI CE LI HANNO GIA FREGATI…e che 13 sarebbero meglio di 9…PUNTO . dopodiché se riuscissimo a sveltire la manovra magari con un pizzico di dinamismo in più da parte di tutti – Icardi incluso – non sarebbe male…anche, non vedo molto funzionale la coppia kovacic hernanes…in questo modulo…

  14. più che della partita mi preoccupa la situazione finanziaria.
    il passivo è di 103 milioni!!
    l’inter perde 8 milioni al mese, 2 alla settimana
    300.000 euro al giorno

    e da quanti anni ci dicono che stanno cercando di sistemare i conti?!
    l’inter è come l’Italia, alla deriva e non si capisce come la si fa a tirare su, al di là dei proclami e degli slogan

    mah non ci capisco più niente

  15. ho un’idea

    visto l’esito delle partite col sassuolo

    che è una squadra seguita personalmente dal dottor flavio

    direi di pagare il mucci

    per seguire tutte le squadre di serie A

    sette a zero garantito!

    l’unica incognita è chi caccia la grana

    per le trasferte dal modenese…

  16. Vedo che c’è chi critica Kovacic perchè tende a dribblare prima di passare la palla. Non vi sfiora il dubbio che non ci siano movimenti atti a smarcare uno (almeno uno!) che possa ricevere il passaggio? E a proposito di esterni: si vedrà mai uno di loro ricevere la palla mentre corre verso la porta avversaria e non da fermo? Altro che Kovacic che deve dribblare. Credo che la ns sia la squadra nella quale più di tutte le altre, si cerca l’azione personale, inevitabilmente con palla persa, visto che non abbiamo Messi. Ma se non sai cosa stanno facendo i tuoi compagni non puoi fare altro che prendere tempo e guardarti attorno. Ecco perchè il ns gioco è lento e involuto. Lascio ad altri il dilemma se sia colpa della società, dei giocatori pippe, dell’allenatore o del cane di Moratti. Ma questo è…

  17. Vittorio, una squadra che perde con noi 7 a0 e quasi vince con la Juve é il mio desiderio piú recondito

  18. Dt6heo I’m not sure why but this site is loading extremely slow for me. Is anyone else having this issue or is it a issue on my end? I’ll check back later and see if the problem still exists.

  19. si critica Kovacic perchè ieri sera si è visto che pur avendo a disposizione Palacio, Icardi, Dodo, Hernanes in parte o davanti a lui per dare la palla ad uno di loro agevolmente e magari anche di prima e fare un triangolo in velocità che non fa quasi mai e che gli consentirebbe di saltare l’uomo sul serio e definitivamente deve sempre fare la giravolta su se stesso per poi partire palla al piede e cercare di dribblarne un altro e poi un altro che logicamente gli si fanno sotto e alla fine quasi sempre gliela fregano, lasciando la squadra sbilanciata in avanti in attesa del suo passaggio in profondità che non si è visto mai, al contrario della decina di ripartenze che il Napoli ha creato nel secondo tempo per colpa sua.

    ora mi sta bene che ogni tanto ci provi considerando che se non fa quello l’alternativa è di passarla indietro a quello che ha più vicino e poi rifarsela dare rimanendo sempre nello stesso punto, ma da un fenomeno in pectore mi aspetto qualche cosa di meglio che finora ho visto raramente.

    e sinceramente non vedo cosa Mazzarri possa inventarsi per metterlo nelle migliori condizioni di rendimento perchè se è lui che ha in mano l’interruttore per dare la luce alla squadra bisogna che prima si trovi quello per accendere lui in maniera definitiva e non ad intermittenza.

    che poi lui la tenga perchè non sa a chi darla sarà magari stata vero in altre partite ma non in quella di ieri sera perchè tutti hanno corso di più che in tutte le altre e si vede benissimo che è lui che non li vede e il perchè si intestardisca a fare quello presumo sia per mancanza di lucidità e nient’altro.

    o è un “veneziano”, come si diceva una volta di uno che si innamora del pallone e non te lo ripassa quasi mai.

  20. Corso, parli di un ragazzo di 19 anni. Non te lo scordare.

    Il suo senso di squadra è cresciuto notevolmente rispetto a due anni fa, e fra due lo sarà ancora di più.

    Poi oh, se ti aspetti un pirlo bello e fatto allora sei tu che dovresti prendere atto della nuova era inter, anziché invitarvi altri. Qua i top te li puoi permettere solo se diventan tali con la tua casacca, facendo crescere in casa i giovani più promettenti. È chiaro che avrai prestazioni altalenanti ed errori banali.

    Ma è altrettanto chiaro che se l’alternativa è far ricorso a pipponi senza alcun margine di potenziale come kuzmanovic, preferisco l’erroere del giovane.

    Eri fra i sostenitori del cou (invito gli altri ad aggiornarsi sul suo rendimento a liverpool, e a confrontarlo con quello del ben più celebrato e decerebrato balotelli. Senza andar lontani, vi basti il gol che ha deciso il match di ieri vs qpr).

    Mi stupisce dunque questa diffidenza (se non intolleranza) nei confronti del croato che rispetto al brasilano mi pare abbia dimostrato un qualcosina di più coi nosti colori, indipendentemente dal fatto che goda di una centralità mai concessa a coutinho.

    Ma a parte ciò, se non riponiamo un po’ di auspicio in lui e maurito, su chi altri?

    L’alternativa è darsi al curling pe’davero.

  21. corso46
    kovacic sa fare il passaggio filtrante se c’è qualcuno che glielo chiede (glielo detta)…altrimenti a chi cavolo lo fa sto passaggio filtrante? se nessuno si butta tra gli spazi, in profondità per dire dammela lì…cazzarola…
    ovvio che se nessuno si muove il povero non ha altro da fare che piroettare su se stesso in attesa che qualcuno si svegli… e si proponga…

  22. pare che il liverpul voglia disfarsi di Balotelli…

  23. Wolf

    non equivocare che come ho già detto più uno è ritenuto bravo più sono grandi le aspettative che hai su di lui e quindi anche le delusioni, a differenza di Mazzarri che da lui non mi aspettavo niente altro di più di quello che era, è e che sarà, al contrario di altri che sperano venga folgorato dalla ragione affinchè cambi, o che venga folgorato e basta.

    quindi è meglio sperare in Kovacic che in lui o in un altro allenatore che più di quello che fa Mazzarri con il materiale che ha a disposizione più di quello non potrà fare nemmeno lui, a meno che all’improvviso dai prospetti in divenire che abbiamo in squadra vengano fuori dei veri campioni.

    ma adesso come adesso questi siamo e accusare solo l’allenatore è diventato stucchevole oltre che noioso, una specie di dejà vu con solo uno scambio di persona, prima Moratti e adesso lui, mentre è la squadra che ha dei chiari limiti, sia dovuti alla giovane età di alcuni che alla bidoneria di altri.

    jonathantrequartista,

    ieri Hernanes ha messo in porta Icardi e questi non gli ha dettato un bel niente salvo poi sprecare un’occasione d’oro facendosi recuperare dal suo marcatore, perchè se dettava il passaggio prima che Hernanes sapesse dove metterla, andava in fuorigioco di tre metri.

  24. Non farci caso a quest’ultimo corso, è il troll pirlotto ruba nick.

  25. Sì Corso, te ghe resun, ma….
    Diamo per scontato che ci mancano diversi giocatori di qualità e che siamo poveri.
    Diciamo pure che quei pochi che abbiamo la qualità la fanno vedere a intermittenza.
    La condizione fisica non è ottimale…ecc. ecc.
    Non scandalizzarti, ma ho visto il primo tempo di genoa empoli: Ci sono in campo undici giocatori che da noi sarebbero qulificati pippe, senza eccezione alcuna.
    Ma, con tutti i limiti che tu troverai al mio discorso (non sto parlando di Bayern Real) questi giocano a pallone, corrono, si smarcano, pressano e ripartono in velocità, tutte cose banali che fanno intravedere un minimo di organizzazione, un “so che cosa devo fare, magari non ci riesco ma lo so” che da noi non si vedono.
    A scanso di equivoci per me il cosiddetto bel gioco è quello che è più produttivo: minime occasioni all’avversario e capacità di finalizzazione tua (leggi tiri in porta, non sempre gol). E’ di questo che parliamo. Tra l’altro, l’odiato gasperini viste le difficoltà iniziali è passato tranquillamente a quattro e si è visto subito un netto miglioramento. Com’è che quattro pipponi lo fanno tranquillamente e per noi “non c’è stato il tempo di provarlo”?

  26. perchè ai tifosi quelli che ci capiscono non gli piaceva la vocetta
    povero Gasp…
    comunque ho notato una cosa innegabile
    il comune denominatore del fallimento in serie di allenatori è costituito
    dalla platea di intenditori ostili…o perchè sudano, o perchè hanno la vocetta, o perchè settantenni… insomma non da Inter…

  27. e tra l altro stasera al genoa gli hanno rubato due punti…

  28. Corso e Nino, dai non fate i furbi…
    Gasperini è stato rigettato in primis dalla squadra e comunque lo ritengo un allenatore di categoria, come si dice, che può fare bene in squadre di medio valore.
    All’Inter sono necessari anche altri attributi, prima di tutto di personalità. Ma da sola la personalità non basta, è necessaria ma non sufficiente. La capacità di mettere bene la squadra in campo, le soluzioni tattiche da sperimentare e trovare con il materiale a disposizione sono l’abc di un allenatore.
    Comunque non voglio riaprire la (ormai) lunga diatriba sul miste, cerco solo di dire la mia, da semplice tifoso, su ciò che vedo in campo. E’ il sale di qualunque blog, ben vengano le diversità di opinioni e soprattutto quando le cose vanno male è fisiologico che si discuta sul come e sul perchè, senza per questo pretendere di avere sempre ragione. Un salutone.

    • difatti con te io ho espresso la mia senza delegittimare la tua e non è per fare il furbo che ho tirato in ballo il Gasp ma sei tu che l’hai nominato per primo dicendo che in un amen è passato dalla difesa a tre a quella a quattro mentre Mazzarri non ne ha avuto ancora il tempo.

      quindi ho presunto che per te il Gasp valga di più di Mazzarri ed allora ti ho ricordato il trattamento che ha ricevuto da noi.

      un salutone anche a te.

  29. ne ho visti di scempi sulla panchina nerazzurra

    ma no dai, rimpiangere Gasp proprio nun se po sentì.

  30. @tagnin

    Ok, ho capito che Mazzarri resta fino alla fine (della stagione? Della squadra? Dei tempi? Boh?).
    Ora però non mi si impedisca di criticare ferocemente una squadra che non riconosco più (anche cromaticamente) e che è il perfetto specchio del proprio allenatore: spocchiosa senza poterselo permettere, senza idee e senza attributi.
    Scusate.

    • sì ma dopo la miglior prestazione stagionale per distacco prendiamo quello che c’è di buono e speriamo che il miglioramento diventi costante

      intanto ringraziamo l’allenatore per aver azzeccato Obi in quella posizione (finché ne ha avuta) e il cambio con guarìn che ha avuto effetto immediato

      di meglio adesso non mi aspetto se non una squadra che sappia lottare insieme per superare le deficienze dei singoli, almeno questo domenica c’era, e secondo me era dovuto a quello che ho scritto sopra

  31. Ah, visto che le responsabilità di Mazzarri non sono poi così grandi in considerazione dei giocatori che ha a disposizione, poverino, aspetto domenica per vedere se la rosa della nostra squadra è superiore almeno a quella del Cesena.
    Che, tanto per non doverci ritornare domenica alle 20, annovera tra le proprie fila i temibili:
    Leali
    Renzetti
    Lucchini
    Capelli
    Krajnc
    Magnusson
    Perico
    Mazzotta
    Cascione
    Brienza
    Coppola
    Giorgi
    Ze’ Eduardo
    Carbonero
    Marilungo
    Garritano
    Succi
    Rodriguez A.
    Djuric
    Defrel

    • Per non parlare della “torcida cesenate” che al Manuzzi in pieno furore agonistico intona le ferali note di “Romagna Mia”*

      *Parlo con cognizione di causa.
      Essendo sempre in giugno di stanza a Rimini, potevo perdermi il play-off Cesena – Latina ? No di certo. (trattavasi pur sempre di una sfida tra bianconeri e nerazzurri)
      Ebbene sul due a zero dei padroni di casa si è levato dagli spalti il mitico inno rivierasco.
      A questo punto è accaduto un evento che deve mettere tutti sull’avviso: mio figlio tentava di immortalare l’emozionante momento e da quel momento il suo Samsung terminava di funzionare; riabilitato con un reset ha comunque perso tutti i dati.

      Quindi occhio, io ci andrei piano con queste cose… c’è da lasciarci le penne.

  32. La nazionale Homeless.

    .
    Forza (povera) Inter, sempre e comunque.
    .

  33. Io non sono così certo che il miste resterà comunque fino alla fine….il suo destino dipenderà dai risultati (cit. MM), indipendentemente dalle pietose condizioni economico/finanziarie nelle quali ci troviamo.

  34. Da osservatore del Sassuolo debbo dire che fino ad ora in A tra le grandi, solo l’Inter non ha perso punti col Sassuolo che ha battuto Fiorentina e Milan e pareggiato con Napoli Roma Juventus Lazio.
    Per contro l’Inter ha sempre dato punti alle concorrenti del Sassuolo, e questo, lasciatemelo dire, non è bello!
    Comunque, se volete contribuire alle trasferte vi mando l’IBAN.

  35. mazzarri rimane fino alla fine.
    ci sono cazzi piu seri a cui pensare che non i risultati sportivi. Basta la salvezza, anche se non si puo’ dire.

    volendo essere ottimisti, direi che non cacciare l’allenatore toglie alibi ai giocatori.
    il resto pazienza

    le macerie non le ha lasciate thohir.

  36. L’ inter nei suoi poco piú di 100 anni di storia ha vinto 39 titoli, di questi, 28 li ha vinti con un Moratti presidente. Massimo ne ha vinti 17 , e ne avrebbe vinti di piú senza Moggi. Il 99,9% degli svariati milioni di interisti é un giapponese! anche se lInter non vince nulla da tre anni e attraversa un momento di difficoltá. Il restante 0,1 % può fare l’ interista come ca zo gli pare, ma se ne deve fare una ragione.

  37. ammazzaeebbbottaaahhhooo!

  38. antonino

    sempre puntuale e preciso!
    Ci riporta al giusto senso delle cose.

    Maura

    si chiedeva solo di non sbracare così, cioè di buttare tutto in vacca già dal 23 di maggio.
    Qui non c’entrano né le vittorie né le sconfitte, che per una squadra di calcio, in fondo, sarebbero anche cose normali.

  39. Settore,

    Anche la roma riparte da sette.

    A parte tutto, se questa è la differenza fra le big europee e le big italiane, stiam freschi.

    E pensa noi che non siamo nemmeno una big.

    Prendiamo atto della fine di un’era per italia, del pallone e non solo.
    E questa non è crisi, sarebbe ormai finita dopo sei anni, per definizione.

    È la nuova normalità.

    Notte a tutti.

  40. Sette come i sette colli.

    Immagino adesso le radio romane…e i lazzzziali che se la ridono.
    Wolf non essere il solito disfattista, vedrai che Ta-vecchio ci farà volare!
    (tra l’altro mi sembra che anche l’effetto Conde sia già abbastanza scemato…)

  41. Intanto noi non abbiamo sbracato dal 23 maggio, perché l’anno successivo, sia pur dopo un inizio faticoso con Benitez, abbiamo ancora vinto la coppa Italia, e siamo arrivati secondi (ma senza nazionali argentini in viaggio… chissà).
    In aggiunta al titolo mondiale e alla super coppa italiana. Vorrei sbracare così ogni anno!
    Ora capisco che a nessuno di noi piaccia perdere, che la situazione attuale non sia ottima, che, nonostante il lavoro di Tohir, siamo preoccupati del futuro, finchè non si vedono i risultati. Ma serve un po’ di equilibrio, anche se siamo tifosi. Asserire che un Presidente che ti ha dato DICIASSETTE titoli tra cui un triplete, abbia lasciato solo macerie è ridicolo. Macerie le han lasciate Zamparini a Venezia (finito in eccellenza), Bersani a Torino, Tanzi in galera…….
    Moratti ha lasciato una situazione debitoria da risanare (che poi i veri conti li vorrei vedere, delle squadre più sane di noi), un modello societario obsoleto, ha commesso errori (come se fosse l’unico), ma ha avuto l’intelligenza di capire di aver fatto il proprio tempo e di andarsene velocemente. Anche i Sensi, nel tentativo di rincorrere l’Inter, avevano fatto altrettanto, debiti, ma 17 titoli la Roma non li ha vinti.
    Cose dette e stradette.
    Purtroppo bisogna aver pazienza, la squadra è da rifondare, economicamente e sportivamente. La Juve ci ha messo 6 anni con risultati anche peggiori dei nostri di oggi, il Milan è messo peggio di noi perché tira a campare, nessuno ci assicura che il futuro sarà di nuovo ottimo, ma prima di Moratti erano decenni che non si vinceva niente, altro che tre anni!

  42. Partite come quella di ieri di solito sono “troppo belle (o brutte, dipende dal punto di vista) per essere vere”.
    Probabilmente i veri valori sono altri.
    E’ però innegabile che come usciamo dal nostro orticello le cose si mettano sempre male.
    In particolare già il mondiale ha dimostrato come il calcio teutonico sia attualmente di un altro livello.

    Ma quanto forte è Robben?

  43. maura

    in eccellenza c’è il Laguna di Venezia ex Muranese

    la società plurifallita erede di zamparini è l’Unione Venezia in Lega Pro

    il Venezia purtroppo è solo un ricordo, per ora…

  44. Mah….Moratti non avrà lasciato macerie, ma certo una situazione finanziaria davvero molto molto difficile, anche e soprattutto per le ripercussini che avrà sul piano sportivo almeno per 4-5 anni ancora (impossibilità di fare acquisti importanti e di sottoscrivere contratti troppo onerosi)
    http://marcobellinazzo.blog.ilsole24ore.com/2014/10/22/ecco-il-mutuo-dellinter-da-giugno-2015-rate-trimestrali-da-3-milioni-e-nel-2019-saldo-da-184-milioni/

  45. Maura
    ottobre 21, 2014 a 7:20 pm

    aggiungerei che oltre a vincere la Supercoppa Italiana, Il campionato del mondo per club e la Coppa Italia, nello stesso anno siamo arrivati ai quarti di finale di Champions (perdendo, è vero, in maniera sciagurata con lo Schalke ma dopo aver eliminato agli ottavi il Bayern che già era una suerpotenza), non è un titolo ma pensare oggi come oggi che un’italiana possa arrrivare ai quarti è abbastanza arduo.

    Vedere il futuro roseo ora è dura, bisognerebbe azzeccare un paio di giovani di prospettiva per rivenderli a 30-40 milioni di Euro , e soprattutto azzeccare un allenatore che riporti entusiasmo nell’ambiente.
    Naturalmente si parla della prossima stagione.
    Questa è da chiudere con dignità cercando di limitare i danni ed arrivare tra il terzo ed il sesto posto, non snobbando la coppa italia (come fatto lo scorso anno) e cercando di andare avanti in EL ma non per la coppa in sè (che io personalmente reputo una perdita di tempo e di energie) ma per non far perdere le tracce dell’Inter nel mondo. Perchè noi siamo l’Inter.

  46. Sector certo che l’hai gufata ai romani “ricomincio da sette!”

  47. Come la mettiamo con Garcia?
    È scarso lui?
    Lo sono i suoi calciatori?
    Gli giocano contro?!
    È la Società che non spende?
    Ah no, sarà l’allineamento dei pianeti…
    Lo so… lo so… che era il Bayern, ma 7 a 1 in casa a quel livello è una roba biblica. Eppure sono usciti tra gli applausi dei loro tifosi. Fantascienza pura. Pazzi scatenati. Quasi quasi viene voglia di raccogliere firme noi per loro per il licenziamento in tronco dell’allenatore…

  48. Come la mettiamo con Garcia?
    È scarso lui?
    Lo sono i suoi calciatori?
    Gli giocano contro?!
    È la Società che non spende?
    Ah no, sarà l’allineamento dei pianeti…
    Lo so… lo so… che era il Bayern di Pep, ma 7 a 1 in casa a quel livello è una roba biblica. Eppure sono usciti tra gli applausi dei loro tifosi. Pazzi scatenati. Quasi quasi viene voglia di raccogliere firme noi per loro per il licenziamento del loro allenatore…

    • È inutile aggiungere ‘Maledette tastiere’…

    • mi ricordo una volta, in another time, uno 0-5 a Genova coi locals a spellarsi le mani per la bella prova d’orgoglio del grifone

      oh, liberissimi di pensare che il tifo a prescindere sia bello e bla bla bla, ma intanto quel gol su rinvio del portiere lo fece Stankovic, e io lo porterò sempre con me

    • Se è per questo, ricordo anch’io un bellissimo (per noi) 0 a 4 a Roma con questi che cantavano e sventolavano bandiere come se fossero stati loro a vincere e devo dire che la cosa mi sembrava un tantino stonata. Però non saprei se preferirgli il clima ipercritico di San Siro.

  49. totocutugno

    se nel 2002, dopo il 5 maggio, ti avessero chiesto cosa saresti stato disposto a pagare per avere quello che hai avuto dal 2006 al 2011, compresa la retrocessione della giuve, cosa avresti risposto?

    dopo che ci hai pensato considera che invece non hai pagato un cazzo e che a pagare per avere quello ci ha pensato un’altro…

    • Onestamente caro corso non sarei stato disposto a pagare proprio nulla, stiamo parlando di calcio eh…..è chiaro che se si vince (almeno ogni tanto) son più contento, ma vivo comunque bene anche in caso contrario. La mia è semplicemente una considerazione oggettiva, una qualunque altra società con 200 e passa milioni di debiti sarebbe fallita da un pezzo, nel mondo sportivo e del calcio in particolare si fanno invece considerazioni diverse, ma è indubbio che moratti (e non solo lui) non abbia gestito in modo “oculato” la società e per questo il periodo necessario a riprendersi potrebbe essere molto più lungo dei 3-4 anni che tutti asupicavano (thoir in primis).

  50. un altro senza apostrofo…

  51. Massimo Moratti è un benemerito per tutto ciò che ha dato all’Inter fino al 2010. Ma quando sono finiti i soldi l’inadeguatezza delle sue capacità gestionali è emersa in tutta la sua evidenza, portandoci alla non facile situazione attuale.
    Se non sono macerie poco ci manca, per una Società del blasone dell’FC Internazionale Milano.

  52. Ragazzi (si fa per dire) qui stiamo parlando di sport, sia chiaro.
    Quando dico che ha fatto grandi cose ma che alla fine ha sbracato, lasciando macerie, lo dico in senso sportivo, appunto.

    E dunque non venitemi a fare i soliti discorsi su come è stato bravo a tenerci fuori da calciopoli, sul fatto che non è andato in B, che non ha fatto fallire il club (speriamo bene!) ecc., perché questo lo so benissimo da me, anche dei 17 titoli vinti (me li son segnati). E su questo reputo MM un grande presidente, ma NON è quello a cui mi riferisco quando parlo di macerie!
    Io parlo di macerie sportive dal dopo triplete in poi.

    Mi riferisco ad altro, a quello che vediamo da 4 anni (sì 4 anni, perché da campioni di tutto siamo stati capaci di farcene fare 4 in casa dallo Schalke! Figuraccia europea non da poco, perché finché succede alla Roma ok, ma quella era l’Inter campione in carica! E non è certo stata una coppetta Italia vinta infine a indorare la supposta europea), ma soprattutto dalla cosa più inquietante, secondo me, che è il non vedere un minimo di futuro.

    E poi, lasciatemelo dire, io non ho mai visto una squadra campione d’Europa e Intercontinentale sparire così velocemente dal gota delle grandi squadre.
    n.b.: stiamo parlando dell’Inter eh, non del PSV o del Porto, con tutto il rispetto.
    Questo al netto dei nostri periodi peggiori, che ovviamente ci sono e fanno parte della nostra storia passata.

    Ma NON quella squadra lì e NON con una politica accorta e saggia per gestire un passaggio delicatissimo.

    No, nel 2002 non ci saremmo certo aspettati il periodo 2006/11, ma poi però si è capito perché non si vinceva mai.
    E dunque fare raffronti con un’epoca così drogata e infame è abbastanza inutile.
    Tempo perso.

  53. Intanto quella bella faccia pulita di F. Cannavaro va sotto inchiesta per frode fiscale…

  54. Resoconto della giornata per il calcio italiano.

    La Roma si sveglia con 7 pere sul groppone.

    Robinho accusato di stupro, in Italia.

    Cannavaro accusato di aver dissimulato un’attività di impresa per evadere circa un milione di tasse gravanti su beni di lusso quali le imbarcazioni.

    Infront, che in Italia è gestito dal nipote di Blatter e da ex soci e manager di fininvest e Milan channel, e che già curava i diritti TV del calcio per intero, nonché il marketing delle 8 big italiane, si è aggiudicata oggi anche tutta la pubblicità per la figc, su delibera di tavecchio ‘quore’ neroblu.

    ‘Somma, c’è da star sereni.

    Ed è solo l’una, chissà che altro da qui a stasera.

  55. Ma il passivo di 103 milioni come è maturato, vorrei sapere.
    Cioé, un società che fa soli (?!) 4 anni fa ha vinto tutto, con conseguente afflusso di una montagna di denaro (ricordo si parlava ai tempi di un “tesoretto” di circa 100 ml), che non spende un cazzo (o poco più) per un triennio, che ha più che dimezzato il monte ingaggi (ipse dixit), che ha incassi in Italia al vertice (fonti plurime ed autorevoli) come cazzo fa ad avere un passivo del genere?
    Non mi faccio capace.

    .
    Forza Inter spendacciona, sempre e comunque.
    .

  56. “che soli” e non “che fa soli”.

    Pardon.

  57. sinceramente a me date più l’impressione di persone che dopo avere mangiato, bevuto e goduto alle spalle di un altro che ha sempre pagato i vostri piaceri, una volta che questi ha finito i soldi lo sfanculate tranquillamente e per di più lo criticate proprio per la sua generosità.

    e qui il calcio non c’entra un tubo, è solo una questione etica.

    poi se si vuole parlare di calcio e di tutti i perchè ed i percome sono a disposizione 24 ore su 24 ma non credo che {…}

  58. Anche io vorrei capire perché (secondo i giornali) la società Inter ha un bilancio particolarmente disastrato mentre Juve e Milan, Napoli e Fiorentina ad esempio, van benone! Non mi convince affatto che Berlu, che senza gli aiutoni statali sarebbe fallito da secoli a Mediaset con la di lui figlia Barbara che ha appena fatto fallire la sua società o Della Valle e il suo Italo…… sian tutti meglio. E gli Agnelli, che se non li mantenevamo noi, la Fiat durava dieci anni?
    Pur avendo l’Inter più tifosi allo stadio, ad esempio. E non avendo loro giocato in Champion per anni!
    Senza parlare dei sprecosissimi club spagnoli e inglesi che si pettano Ibra o Balotelli , o Bale o tutti quelli che dovevamo comprare noi, ma che han comprato loro , scegliete voi che con quel che son costati noi ci risaniamo l’intero club.

    Ora, dire che Moratti ha mal gestito sarà anche vero, ma dove, come?
    Non sarà che il falso in bilancio in Italia non è reato?

    Questi sono argomenti interessanti.

  59. Maura, argomenti e domande interessanti che richiederebbero un doveroso approfondimento e quindi tempo che purtroppo (o per fortuna) personalmente non ho.
    Fatto sta che nel 2010 mi ero illuso di tifare per una Squadra che potesse finalmente tornare ad occupare stabilmente i vertici del calcio europeo e mondiale. Insomma, un top team a livello del Bayern che avevamo sonoramente mazzolato. Invece mi sono risvegliato in caduta libera, scoprendo che quello che avevamo raggiunto nel 2010 era l’apice di una montagna russa, di un ottovolante, e che niente era stato fatto perché i trionfi 2006-2010 potessero essere la base per costruire qualcosa di solido e duraturo. Questa è la colpa di Moratti, ma ciò non vuol dire non riconoscere i suoi grandi precedenti meriti.
    In ogni caso, da povero e semplice tifoso quale sono, l’unica cosa che posso fare è non fare MAI mancare la mia presenza allo stadio (e ogni tanto sfogarmi su qualche blog…)

  60. Molto interessante, sì.

    Non lo so, so solo che noi (e lo dite anche voi) da 4 anni abbiamo svenduto i più forti (con figurette niente male da parte della società tipo Sneijder JC Lucio ecc.), dimezzato gli stipendi che gravavano come macigni sui bilanci (così perlomeno era la vulgata a cui, però, io non ho mai creduto fino in fondo, perché se vuoi vincere devi per forza pagare quelli forti che, appunto, vincendo o facendoti stare in CL i soldi te li riportano e con gli interessi!), preso giocatori giovani a poco (a poco manco tanto visti i molti pipponi, ma questo lo sappiamo bene), ricapitalizzato più volte e poi l’entrata di Thor, coi diritti tv e sponsor vari etc. etc., e siamo qui ancora con più di 100 mln di buffi?!

    Siamo sotto schiaffo Uefa per il fpf, senza poter spendere sul mercato per giocatori importanti come fanno le altre big europee, con la CL che non vediamo e non vedremo per anni se non davanti alla tv, e, sportivamente parlando, con una squadra mediocre, un allenatore mediocre, pessimi dirigenti gobbi alla Fassone e gente che non sa nemmeno dove sta il campionato italiano!

    Saranno mica le scelte sbagliate dei millemila (cit.) allenatori, dei millemila giocatori comprati ad minchiam, di squadre fallimentari che finiscono al 9° e 5° posto, di dirigenti fasulli e lautamente pagati e via di questo passo?

    Allora quando parlo di macerie, capite il perché o siete sordi ciechi e muti?!

  61. Per dovere di onestà, a discolpa di MM, dico anche che quel dannato decennio in cui in Italia vigeva il wrestling e tutti i soldi (tanti) che ha speso perché, ingenuamente, pensava che per vincere bisognava comprare i giocatori mentre gli altri, furbi e delinquenti, compravano gli arbitri, è stato un decennio che ancora, in qualche modo, stiamo scontando.

    Ma gli errori di gestione, marchiani e imbarazzanti, soprattutto dopo il triplete, rimangono tutti.

  62. Perché le altre squadre non comprano mai ad minchiam? Non cambiano mai allenatori? Non arrivano mai 9 con squadre fallimentari? Vanno in b? Beccano in Champion? Escono dalle coppe ignominiosamente? Il Chelsea l’anno scorso ha avuto 59 milioni di minus valenza e ha Mou in panca. Cosa ha vinto? Questo non é fallimentare?
    Quanto all essere stabilmente tra le big, prima di questo momento negativo, l. Inter é stata la squadra europea con più presenze in Champion consecutive, almeno ho letto. Forse ciechi sono altri

  63. Beh, se a voi sta bene così ed è tutto nella norma, allora che parliamo a fare?
    Perché lamentarci di questa squadra e delle sue misere prestazioni?
    Perché discutere dei 103 mln di buco in bilancio che invece di scendere, come ci dicevano e assicuravano, aumenta?

    Veniamo qui e scriviamo un bel “Amala!”
    Così, a prescindere, e da tifosotti.
    E non se ne parli più.

    In fondo i veri problemi sono altri.

  64. io oltre ad

    amala

    scriverei anche

    crorkz linkz

    io…

    magari è una formula magica!

  65. Intanto cè tensione tra il miste e moratti….il cotonato, appena ripresosi dallo stress emotivo di domenica sera, non ha gradito le parole del socio di minoranza…

  66. A me, l’imbarcata di ieri, sembra invece confermare quanto già detto più volte:
    non c’è poi questo abisso, come organico, tra noi e i “piani alti” della classifica.

    Molto semplicemente, Garcia ha creato una squadra che gioca bene e in cui ognuno si esprime al massimo delle sue potenzialità.
    Poi, come ovvio, quando becchi la squadra più forte le becchi, punto.

    Come si possa fare anche solo il paragone con i pareggini e le sconfitte in casa contro Cagliari e Fiorentina non lo comprendo.

    E’ semmai l’ennesima prova del nove, come del resto la nostra partita col Napoli, che il problema non è tanto nell’organico (seppur carente, ma non al punto da pronunciare la parola “salvezza” o la locuzione “sconfitta in casa col Cagliari”)

    quanto nella disposizione in campo.

    • quoto anche se….è inutile continuare a fare questi discorsi se non per puro allenamento bloggistico (che ci sta, eh!), mi pare chiaro che Mazzarri c’è e ci sarà e non solo quest’anno, ma salvo disastri, anche il prossimo.
      C’è da farsene una ragione e sperare che prestazioni come quelle col Napoli, perlomeno dignitose, diventino la regola e non l’eccezione.

  67. Mazzarri, ex calciatore, allenatore in tutte le categorie da oltre 20 anni, non sa disporre la squadra in campo ( cit ).
    I finissimi palati nerazzurri lo schifano per questo.

    Il fatto che sia antipatico,piagnone e che abbia preso il posto del mitico Strama non centra niente; che bisogna per forza prendersela con qualcuno centra ancora meno.
    E’ che proprio non sa disporre la squadra, non sa allenare, non conosce il suo mestiere, è arrivato a pigliare tre testoni all’anno così, a cazzo di cane.

    Deve essere così per forza, lo dicono tutti quelli che capiscono ormai….

  68. non è che la roma

    abbia fatto una figurona, secondo me

    neanche noi col cagliari

    ma neanche loro

    no, no

  69. Intanto io partirei dal presupposto che loro quella partita l’hanno giocata.
    Noi, allo stato attuale, al massimo giochiamo col Saint Etienne domani e col Cesena domani.

    E fin qui non mi pare siano opinioni, ma fatti.

    Detto questo, voi giudicate dalla busta paga.
    Io con i risultati.

    Punti di vista, eh, legittimi tra l’altro.

    Vabbè, prendiamocela con Kovacic ed Hernanes, che ormai è un po’ che non regaliamo niente al Milan.

    Sia mai si offendano.

  70. Eh, ma risultati e busta paga spesso, se non sempre, coincidono.
    Dopo non è detto che ti fanno vincere, però quantomeno ci si avvicinano.

    Se dici a me, non che mi senta tirato in ballo (ma si fa per chiacchierare) anche perché a me Kovacic piace tutto sommato, dicevo solo che se la passasse un po’ prima non sarebbe male.
    Vero è, e qualcuno lo sottolineava, che i compagni lo devono aiutare.
    Ma lì penso non sia solo un problema di compagni, forse è che chi li deve istruire a puntino non lo fa in modo appropriato.

    Per esempio col Mou tutti sapevano alla perfezione cosa fare.
    Certo, era il Mou, e quegli altri eran fior fiori di giocatori.

    Siamo sempre lì.

    • Piccolo ot: tutti noi ci fermiamo,si fa per dire,alla valutazione “tecnico-tattica” del giocatore sottovalutando l’intelligenza pura o “settoriale” dello stesso.In quell’Inter c’era qualche giocatore un po’ più intelligente,calcisticamente parlando. Io non so come si possa fare o se già lo facciano ma quella dovrebbe essere la direzione. Un giocatore che sa sempre quello che bisogna fare in campo agisce attraverso un processo mentale. Poi è chiaro bisogna avere i piedi.Io in questo sono molto “razzista”

  71. ohhhhh

    finalmente dei commenti diversi

    da quelli di noi tifosotti

    chissà se avranno la patente (di interismo)

    almeno loro…

    e ridè un fiantin boia morte

    che me par che mora un gato al giorno qua dentro…

  72. Intanto puntuale come il natale e le tasse é arrivata la figura di merda europea della rube. E questo è sempre bello.

  73. Continuo a non capire (ma certamente è colpa mia) come sia maturato, e continui a maturare, il passivo di 103 milioni.

    Una delle poche certe al mondo è la matematica.
    Un insieme di operazioni algebriche che danno un risultato numerico, non filosofico o etico, soggetti quindi ad interpretazioni o alla morale, semplici numeri.

    Qui ho spese, qui guadagni, qui ratei, qui le somme e qui le differenze.
    Non bisogna essere geni, né Top Manager.
    Basta un ragioniere (non me ne vogliano i ragionieri).

    Se ogni anno Massimo Moratti ripianava un “buco” di 60-80 milioni di tasca sua, vuol dire che quella era l’entità del risultato numerico di cui sopra.
    Erano tempi in cui acquistavamo, spendevamo 20ml (lordi) l’anno per Eto’o e a scalare per tutta la truppa vincente e questuante.

    Oggi abbiamo gente, diciamo così, che costa molto meno, le nostre campagne acquisti sono quasi a saldo zero, e l’assegno (ipotetico) di fine anno è appunto di 103 milioni.

    Ora le cose sono due: o prima falsificavano i bilanci (e ci si approssima ad un fallimento per bancarotta appena qualcuno verrà a vedere il bluff) o qualcuno agita questo spettro per giustificare contabilmente delle scelte scellerate sotto l’aspetto tecnico.

    Tertium non datur.
    L’unica possibilità ulteriore è che sono io che mi sto rincoglionendo, e vi anticipo dicendo che forse è la più probabile 🙂

    .
    Come al solito (vi piaccia o no, sia da tifosotti o meno)
    Forza Inter ora e sempre.
    .

  74. defjam
    ottobre 23, 2014 a 9:43 am

    quoto, il primo era Cambiasso, a ruota Milito e Sneijder.

    adesso l’unico che gioca con la testa più che con i piedi è Jonhatan, anche se immagino sarò l’unico a dirlo, perchè per me Kovacic ha lampi d’istinto perchè se avesse la testa non tenterebbe i dribbling al limite della nostra area facendo rizzare i peli a Mazzarri ed anche a me come ha fatto un paio di volte anche contro il Napoli e in una gli è andato bene un rimpallo e poi ha subito un fallo, ma se gli andava male quello del Napoli era già in porta.

    • corso, quelle cose lì le fanno anche Pizarro, Pirlo, Xabi Alonso in genere tutti quelli che hanno piedi, testa e tanta autostima.
      Figurati che io Kovacic lo vedrei davanti alla difesa o in un centrocampo a 2 (con Medel o M’Vila), secondo me ha bisogno di campo davanti

  75. difatti Pizzarro sia noi che la Roma lo abbiamo mandato via per quello, che non valeva la candela un dribbling in cambio di un gol avversario.

    Pirlo le fa ma a centrocampo e il più delle volte perchè si fa intercettare un passaggio che di dribbling ne fa pochissimi anche lì, per cui uno che deve fare gioco deve fare girare la palla e non le palle, secondo me.

  76. yes

    we do

  77. Ma un bel juve merda no?!

    Ecco, juve merda!

  78. Intanto moratti rinuncia al ruolo ed escon dal cda gli ultimi morattiani rimasti, fra cui moratti jr e ghelfi.

    Probabilmente durante lo scorso cda è stato deciso, o quanto meno si è trovato l’accordo.

    Ecco perché al termine di quello stesso cda moratti ha avuto l’uscita infelice sui guai di wm.

    Chi voleva un’inter demorattizzata è appena stato accontentato.

  79. ma adesso che succede all’inter?
    moratti ha ancora il 30% se non sbaglio…

    certo che a livello societario l’inter è sempre stata una cosa senza senso

  80. c’ha messo un anno a capire che “il cinese” non aveva la sveglia al collo e quindi non poteva buttar via anche i suoi soldi

  81. Sono ancora titolari del 30%, ma credo che queste dimissioni siano il preludio alla cessione delle quote.

    Anche perché è ben noto che non generano profitti, anzi…

    Non avrebbe senso restar azionisti se non per mantenere ruoli gestionali, che da oggi non avrà più specie per le dimissioni dei 3 consiglieri.

  82. Eternamente grato a Moratti per avermi fatto godere come un riccio sia per le nostre vittorie che per le altrui disgrazie

  83. Che fosse una uscita prevista lo si capisce dalla risposta di quel sacco di letame di wm all’uscita di Moratti.
    Non si risponde così ad un vicepresidente (ed ex proprietario…).

    L’ammasso di letame invece sapeva di poterselo permettere.

    Fine della storia.

    Con tutti gli errori che può aver fatto, gli sarò sempre grato per i nostri trionfi e per avermi regalato i ladri pigiamati in serie B.

    .
    Forza Inter, ora più che mai.
    .

  84. Credo che l’uscita di scena non centri nulla con il botta e risposta con il miste, piuttosto le parole post cda di thohir e bolingbroke (che in pratica hanno dato a moratti dell’incompetente dal punto di vista della gestione economico/finanziario della società) avranno offeso il buon mm…probabilmente è meglio così per tutti, anche se avrei preferito che questa mossa avvenisse a bocce ferme (fine stagione) e non in un momento così delicato per tutto l’ambiente inter….

  85. Comunque il cinese non tira fuori la grana, gli piacciono Ventola e Martins e non Rummenigge e Altobelli, compare volta al mese e Mazzarri nicchia su Moratti perché sapeva..

    Ma dico noi tifosi è possibile che non contiamo un cazzo..

    allo stadio da oggi in poi solo fischi, vediamo quanto reggono

  86. i Moratti hanno fatto la storia dell’Inter più di ogni altro Presidente che l’Inter ha avuto e più di qualsiasi altro campione che ha avuto l’onore di vestire la maglia nerazzurra.

    per cui nell’Inter ci rimarranno per sempre alla faccia dei vari tagnin sparsi nella tifoseria.

  87. vorrei che il petroliere con le pezze al culo ci ripensasse solo per non dover più leggere certe cose

    l’Argentina è piena di àlvarez che aspettano la loro occasione

  88. Vabè, prima o poi doveva succedere.

    Aspetteremo Mao, fra qualche anno, quando ricomprerà l’Inter.

  89. ma che noia di partita.
    facciamo schifo
    ma mazzarri scompari
    nessun gioco
    nessun movimento
    ma che palle…

  90. Non mi stupisce affatto vedere che gli juventini apprezzano Moratti , dopo tutto quello che non ha fatto per difendere l’Inter, dopo che il nostro ha assistito passivamente prima a 10 anni di furti e poi a 6 anni di vergognose ingiurie. Anzi, uno juventus club Moratti ci starebbe bene.

  91. Ci mancava il solito cogl1one “molti nemici molto onore”. Vai a mangiare la ribollita, tifoso di calcio minore.

  92. Un applauso deferente all’ultimo Signore del calcio, al Mio Presidente, quello che ha fatto godere TUTTI, compresi quelli che ora gli sputano, rigorosamente da dietro per non farsi riconoscere per i voltagabbana che sono

    ed un fanculo al cubo a quella mmmerda irriconoscente che insozza la Nostra panca

    semper forza Inter

  93. Non so se è colpa dello streaming…ma mi pare che … facciamo cagare.

    Detto ciò, sempre e immarcescibilmente, forza Inter.

  94. Non è lo streaming Flavio……una noia mortale, a un certo punto ho preferito guardare peppa pig con miei bimbi….

  95. E’ questo il punto: come fa una squadra di calcio a non avere la minima idea di cosa si deve fare in campo? Sono tutte pippe? Peggio di quelli del SE? Sto rigirando il coltello nella piaga…… .

  96. è vero che Moratti ormai non aveva + voce in capitolo ma ora senza di lui che diventiamo? l’Identità Inter non c’è +, siamo uno dei tanti club gestiti da stranieri che non c’entrano niente con la Storia della squadra

    e con la differenza che un Abramovich scaraventa soldi, non si pretende uno cosi è chiaro ma Thohir..ahimè.

    tristezza

  97. L’Inter è morta. Già Mourinho disse il 22 maggio che la storia era stata fatta, e che l’Inter non sarebbe mai più stata la stessa. E aveva ragione. Ora è morta. Il comportamento vergognoso tenuto nei confronti di tutti i nostri campioni, l’epurazione e la cancellazione del cuore del club ne hanno decretato la fine. Della gentaglia in palese malafede, che odia l’Inter, è ai vertici della società, che per coerenza dovrebbe cambiare nome e colori. Ausilio, Fassone sono stati messi lì dai nemici dell’Inter e finiranno per farla retrocedere. Thohir è un viscido buffone incompetente, che non sa nemmeno parlare in inglese. La squadra per cui abbiamo sofferto e gioito non esiste più. Ora c’è solo un club schifoso che è la vergogna della città di Milano e della storia della Beneamata. Riposa in pace cara Inter.

  98. E vengono a parlare dei bilanci.. ma è molto meglio fallire che rinunciare a se stessi