Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Ricominciamo (‘nata vota)

Non era un sogno irraggiungibile. Era un obiettivo raggiungibile, da giocarsi ad armi pari con un avversario tosto. Considerazione che paro paro valeva anche per il Siviglia. E infatti alla fine ha deciso un piede mosso d’istinto, epilogo randomico di una partita spigolosa e non necessariamente bella come lo sono molte finali. Se Lukaku avesse messo il 3-2 in contropiede avremmo urlato a sfinimento e saremmo qui a fare festa senza pensare troppo all’estetica, anzi, forse saremmo ancora sul balcone con le birre e i tricche tracche. Invece Romelu – nella serata in cui eguaglia Ronaldo e allunga il suo record di gol in Europa League – fa il re Mida al contrario e decide (per il Siviglia) l’ultima partita stagionale, quella che ci avrebbe consentito di spolverare la bacheca dopo nove stagioni. Niente, ci sarà qualcosa di simbolico anche in questo: l’Uomo dell’anno diventa per un quarto d’ora un disastro ambulante. Ma ti possiamo solo dire grazie, Romelu, nient’altro.

Il Siviglia vince la sua sesta coppa in sei finali nell’arco di 14 anni, specialista Uefa/Europa League per eccellenza, e forse anche questo ha contato. Non si sono mai persi (noi sì), hanno gestito l’ansia e il nervosismo (noi meno): anche senza strafare potevamo vincere 5-4, abbiamo perso 3-2. E’ il calcio, la palla è rotonda, a volte una rovesciata alla cazzo ti finisce su un piede e vaffanculo.

Si potrebbe rimuginare per ore sulla partita, non fosse che Conte davanti ai microfoni si è lasciato andare alla seconda sparata contro la società nel giro di 20 giorni, stavolta andando anche oltre nei toni drammatici e nei temi. Ha parlato al passato, ha ringraziato, ha detto cose inequivocabili. Ha buttato lì tre o quattro questioni misteriose, qualche frase enigmatica ma inquietante (la famiglia, la famiglia!), e poi tanti saluti. La finale persa con il Siviglia è passata in archivio nel giro di un’ora. Potevamo fare ragionamenti sul giudizio definitivo da dare alla stagione, potevamo organizzarci mentalmente a ripartire da lì, da una finale persa ma pur sempre finale, aria che non respiravamo da un tot. E invece bòn, forse siamo già senza allenatore.

Conte ha aspettato di finire il campionato per fare la prima sparata, e poi di finire la coppa per fare la seconda, probabilmente anche se l’avessimo vinta. Saranno contenti gli anti-contiani e quelli che consideravano una sfregio avere assunto un ex gobbo. A me, in questo momento, deprime un po’ l’idea di dover ricominciare un’altra volta daccapo, o quasi. Al netto di questioni filosofico-sportive generali che rispetto ma non del tutto condivido, e al netto di un suo talebanismo professionale a volte dannoso, a Conte riconosco il merito di averci riportato a un livello decoroso: secondi in campionato e finalisti di Europa League, due cose che non lasceranno traccia negli albi d’oro ma che ci hanno riportato a calcisticamente a galla dopo anni di sprofondo. Adesso, dunque, si ricomincia? A che prezzo? E con chi?

Indietro non si torna, mi veniva da dire fino a un’ora fa. Secondi in campionato, finalisti in Europa League, semifinalisti in Coppa Italia: in mano non ci resta niente ma è una base importante. Adesso torna tutto in discussione. Tra pochi giorni si ricomincia, non c’è la solita estate di mezzo per rimettere insieme i cocci. Vado a dormire amareggiato per la coppa e preoccupato per il futuro. Ci credevo, sentivo che ci avremmo provato seriamente, la sentivo già mia. Sognavo Messi che comprava casa anche a Pavia, così, per starsene un po’ fuori dai coglioni. Neanche una nutria ai piedi del letto mi distrarrà dal fissare il soffitto nella penombra alla ricerca di un’illuminazione e di un perchè. Forza Inter (sospiro).

share on facebook share on twitter

525 commenti

  1. Primo come l’amore incondizionato per questa squadra

  2. Secondo, come i due secondi posti ottenuti quest’anno dall’Inter, una buona base da cui ripartire…

  3. Domanda che sorge spontanea in qualsivoglia tifoso.
    Quali sarebbero i mali della nostra struttura societaria e che minano alla base ogni progetto futuro di vincere a prescindere da qualsiasi squadra si voglia mettere in campo ????? perché, se quello che dice Conte ha un fondamento, e la societa’ e’ divisa al suo interno e poco tutelata verso l’esterno allora non vinceremo mai e poi mai , inutile menarsela.

    • Ma dai, mica crederai a Conte?
      Noi saremo a-monolitici ma lui è sempre a-societario
      Soggetto paraculato, con la sua storia non condivideva nulla con noi
      Era una brutta scelta in origine

  4. A questo punto, pur non essendo diventato contiano, ma perdendo la componente anti, non unicamente per realpolitik, quasi mi deprimo. Non solo dobbiamo ricominciare da capo per l’ennesima volta, con tutte le incognite del caso e i timori per i precedenti infelici, ma per farlo si ricorre ad altro gobbo, questo indigeribile per quanto mi riguarda, sperando che nuovamente prevalga in me la realpolitik.

  5. La gobva ha fatto i complimenti al Sevilla..a voi risulta che l’Inter li abbia fatti al Lione?..no dico, non è che poi sia questo stile che Conte vorrebbe , e non trova, all’Inter?..io ne farei anche a meno

  6. Tra le molteplici prese per il culo che mi sono arrivate ieri sera dai miei amici bbilinisti e gobbi di merda, questa almeno mi ha fatto sorridere a denti stretti: “quasi campioni d’Italia, quasi finalisti di Coppa Italia, quasi vincitori dell’Europa League. Insomma, quasi Triplete. Quasi…”.

  7. Si dai, Enzo, almeno si sorride un po’…

  8. Più’ che per la partenza di Conte sono preoccupato per l’ arrivò di Allegri
    Allenatore sopravvalutato e licenziato da gobbi e gonzi

    Mi auguro che si acquisti un portiere compatibile alle dichiarate ambizioni societarie

    • Lo credo anch’io. Però le cose per me si legano. Conte vuole tornare alla Juve, dove ha un conto aperto con Agnelli. Per lui Pirlo dura due\tre mesi. Se adesso si libera del contratto con la Inter e noi prendiamo allegri, allora agnelli potrebbe quasi essere obbligato a pensare a lui, che tornerebbe come Salvatore della patria juventina. Per vedere spogliatoio e società rubentina esplodere…mi andrebbe anche bene

  9. Ma proprio sicuri se ne vada? Perché licenziarlo non è possibile, con quei costi. Già abbiamo Spalletti a libro paga.
    Per me resta.
    Sempre meglio che ricominciare tutto da capo.

  10. Certo che avere un rubentino in panchina è sinonimo di grandi successi, soprattutto nelle finali europee. Ma chi ce l’ha fatto fare…

  11. Tra Ronaldo e Cuper si sa chi scelse la società.

    Spero che i cinesi, tra Eriksen e il gobbo, facciano la scelta giusta.

    A M A L A

  12. Il risveglio non è stato così brutto, portando il cane a fare il solito giro mattutino ho avuto tempo e spazio per pensare a come il calcio sia metafora della vita e viceversa e allora mi è venuto in soccorso Schopenhauer e l’arte di essere felici. Per me ( e sottolineo me) essere interista mi riconcilia con la vita, con le sue vittorie( poche) e le sue sconfitte( anche quelle poi non è che sono tante , eh). Come ogni mattina si ricomincia ( stavo per dire “a testa alta” ma ve lo risparmio).

    Amala
    JM

  13. Per me Conte, come avevo già scritto su qui (cit.), ha una sola bandiera, quella di Conte. Per questo motivo e perchè lo ritengo un ottimo allenatore mi andava benissimo. Ma ve lo immaginate se avesse inanellato un ciclo di vittorie importanti con l’Inter, magari la Champions, come sarebbe stato ricordato? Più come ex giocatore della juve oppure come allenatore dell’Inter. Più bjyventino o più interista?
    Comunque, francamente, il personaggio si è reso insopportabile anche ai miei occhi. Ma si può sapere cosa c’entra la famigghia? Sembra che sia a capo del pool antimafia o un supertestimone che rischia la vita. Ma per favore è solo calcio! Grazie conte (con la c minuscola) quella è la porta, dimettiti e arrivederci.
    Voltando pagina, allegri no vi prego. Steven, Marotta noooooo. La butto lì, Riprendiamo Gasperini! 😀

  14. Serata cupa , onestamente credo peggior finale europea della storia dell’ Inter , giocatori invasati e ossessionati fin dal primo minuto , mi sembrava esattamente di vedere la Juve in Europa , conte che da del nano a banega e grida dal primo come un ossesso , intervista post partita oscura su temi che con il calcio hanno poco a che vedere ( io credo che lui non abbia digerito che sia uscita la notizia delle minacce in sede arrivare a conte ) , parabola triste di Lukaku che da eroe ( ovviamente solo da ringraziare ) fa autogol decisivo , zero pubblico .

  15. Per quanto riguarda la disamina tecnica , la partita é stata vinta da lopetegui tatticamente con il 424 che ha allargato il ns 352 e contemporaneamente ha chiuso i passaggi / lanci diretti sulle punte , persa anche mentalmente loro erano molto più tranquilli , i ns avevano una tensione non sana , conte aveva gettato benzina su un fuoco già inevitabilmente accesso dalla finale e non c’è n era bisogno , ps perché i cambi al 78 esimo dopo una stagione di 50 partite al 21 agosto ? Gagliardini ha avuto libertà assoluta di gestire il pallone per 20 minuti nel secondo tempo , se la avesse avuta sensi o eriksen? Credo realmente che il 352 non sia adatto in Europa o cmq ad affrontare squadre di un livello un attimo più alto del camp italiano

  16. purtroppo a me non va via dalla testa l’immagine di Ronnie che corre verso il portiere come una pantera e la ficca in porta, sovrapposta all’immagine di Lukaku che corre verso il portiere come un bufalo e gliela tira addosso.

    con questo, per carità, teniamocelo stretto… sperando che la proporzione tra gol sbagliati e gol fatti cambi.

  17. Ideona, prendiamo quello che doveva andare al bila, Ragnick

  18. Del senno di poi…È facile post eventum dare drastici giudizi sulla squadra, sulla sua conduzione, sugli scambi ritardati o non effettuati, dimenticando circostanze sfortunate che ci hanno condannato, non ingiustamente-preciso- perché il Siviglia non ha rubato nulla, ha giocato al meglio la sua partita e ha vinto meritatamente perché più squadra, più esperta di finali, meno nervosa, anche se, permettetemelo, tecnicamente non certo superiore alla nostra. Chi aveva visto la facilità con cui il Siviglia si era sbarazzato della Roma, si era reso conto che la squadra spagnola (ricordiamo, terza nel suo campionato a pari merito con l’Atletico e dietro alle due grandi, con le quali condivide un tasso tecnico molto più elevato rispetto a quello medio del calcio italiano) non ci era affatto inferiore e non partiva certo sfavorita dai pronostici della vigilia: aveva battuto, con qualche affanno, lo United, gran favorito del torneo e si presentava in vesti umili ma decisissima a vendere cara la pelle. Il gol di partenza ci ha illusi, ma la reazione immediata e il chiaro dominio di un centrocampo molto meglio organizzato del nostro (grazie alla regia illuminata di un Banega, una vera mente pensante a centrocampo, uno dei tanti reprobi cacciati appena messo piede nella nostra squadra e che poi hanno fatto la fortuna delle nostre concorrenti) ci avevano avvertiti che non sarebbe stata una passeggiata. Nei mio post di ieri, avevo manifestato la mia speranza che Conte, almeno per quanto le condizioni attuali del giocatore lo consentissero, utilizzasse Sensi, presente in panchina, l’unico regista e metronomo che noi attualmente possediamo (Borja è troppo vecchio e Eriksen è un trequartista), magari al posto di Gagliardini, di cui nessuno disconosce l’impegno e qualche merito di interditore, ma vera mina vagante per passaggi errati che accendono le ripartenze degli avversari. Non faccio però una colpa a Conte per non averlo utilizzato in partenza: la squadra, collaudata dalle precedenti vittorie era logico e giusto che venisse confermata. E tuttavia, constatata la palese inferiorità tecnica mostrata in corso di partita dalla nostra squadra, un intervento del genere poteva venir fatto, con giovamento del gioco in quel settore strategico. Quanto all’addio di Conte, perché tale è stato nell’ultimo intervento televisivo, io che sono stato unico nel blog ad augurarmi l’ingaggio in tempi non sospetti, risolutivo a mio parere dei guai decennali della nostra squadra, confesso la mia delusione, non perché ne sottostimi lo straordinario carisma ( le squadre, compreso la nostra, lo adorano) di trascinatore e di preparatore, ma per un motivo più profondo, perché non lo ritengo più adatto al calcio italiano, troppo chiacchierato e discutibile nelle scelte societarie, nei compiti mai chiari dell’allenatore all’interno della società e per tanti altri motivi. Credo che Conte se ne sia reso conto e che fin dal dopo partita di Bergamo abbia deciso di andarsene, magari rinunziando al ricco ingaggio. È un grande solista, che come certi grandi solisti direttori d’orchesta (ricordo tra i tanti il grande Carlos Kleiber) hanno bisogno di un’orchestra forgiata a loro piacimento entro un ideale consenso che non disturbi il loro lavoro maniacale, pronti ad abbandonare se infastiditi da elementi esterni o insoddisfatti anche se lautamente pagati, con poco rispetto degli impegni sottoscritti. Credo che prediliga per tutta una serie di motivi, tecnici, di privacy, di indubbio prestigio, il calcio inglese e che quello sarà il suo approdo definitivo. Nonostante tutto, lo ringrazio per aver alimentato il nostro sogno di una rapida e felice rinascita. Queste ultime partite come le prime del campionato sono state tra le migliori che abbiano rallegrato la nostra vita di tifosi in quest’inverno del nostro scontento ormai decennale e purtroppo destinato a durare ancora a lungo.
    Buona domenica a tutti.

  19. ALL. Conte 5 È la sua sconfitta. Il Siviglia nel secondo tempo boccheggia e tarda a fare i cambi per poi farne tre in un colpo solo dopo aver preso gol. Per vincere la Coppa, serviva più coraggio: lui non lo ha avuto.

    Tuttosprt di oggi, condivido.

    Se proprio di Eriksen non si fida, poteva mettere Borca, era evidente la necessità di cambiare qualcosa a centrocampo almeno dopo il primo tempo chiuso avventuosamente sul pari

  20. Condivido tutto ciò che ha detto Scettico. IO, però, non voglio arrendermi. E continuerei aad affidarmi al solista Conte. Credo che i cinesi abbiano la possibilità, anche ideologica e storica, di spazzare via i contrasti, le gelosie e i venti di fronda interni alla società. Conte, gobbo o no (ha ragione chi ha scritto che Conte è amante solo di se stesso), ha ridato dignità ai nostri colori, dieci anni dopo il Mou. Farei di tutto per tenerlo..In ogni caso…..Allegri nooooooooooooo

  21. Conte ha tirato troppo la corda, e questa alla fine si è rotta.
    La sua troppa voglia di vincere subito e a tutti i costi (d’altronde è sempre un gobbo dentro) ha imballato fisicamente e soprattutto mentalmente la squadra, invece che renderla fluida e più sicura.
    Era questo il mio dubbio sin dal suo arrivo all’Inter.
    Per contro ci ha dato uno spessore maggiore e risultati che non vedevamo da anni, sempre distanziati anni luce dalla gobba e senza nessuna finale europea da giocare.

    Certo, va anche detto che questo è un anno molto strano e particolare per tutto quello che sappiamo, e che forse, fosse stato normale, chissà cosa sarebbe accaduto in realtà: una cosa però la voglio dire, senza pubblico e in queste condizioni (partite ogni tre giorni fino ad agosto inoltrato) si può parlare ancora di calcio?
    O invece non sarebbe più giusto parlare di videogioco?

  22. La delusione è indubbiamente grandissima. Ci siamo classificati secondi nelle due competizioni arrivando “a 1 punto ” dalla prima e, soprattutto, avendo concrete possibilità di vincere, che purtroppo abbiamo sprecato.
    Ma un grande lavoro è stato fatto, il materiale , non tutto di grandissima qualità , forse più di così non poteva fare, tuttavia quando si manca la vittoria per un’inezia il rimpianto è legittimo.

    Ma forse, a ben guardare, l’inerzia è fatta di tante componenti che vanno aggiunte, con passione, pazienza e grande volontà.
    L’Inter possiamo dire che sia finalmente rinata su fondamenta solide.

    Le GRANDI INTER del passato sono partite da grandi sconfitte…speriamo che sia così anche questa volta.

  23. certo che

    sarri esonerato dopo aver vinto lo scudo
    conte va via dopo una finale di el e un secondo posto in campionato

    riconfermato ed osannato pioli per il suo sesto posto in campionato e aver raggiunto i preliminari di el

    strano paese l’italia

  24. La coppa era ampiamente alla portata ed abbiamo anche avuto un calendario clemente.
    In campionato le cifre mentono perché la Juve ha scialato sul finale.
    Finché non capiremo che oltre alla forza ci vuole la tecnica rimarremo nel limbo.

  25. Infatti il punticino dalla juve è fuorviante.
    E il cammino in EL è dovuto anche a una situazione straordinaria e anomala.
    Bisognava sfruttare meglio il momento, ma l’isterico al comando, pur con tutta la sua bravura di allenatore, non ha aiutato, creando anche lacerazioni all’interno di spogliatoio e società.

  26. Alcune considerazioni sparse:

    – dopo la sconfitta di ieri sento e leggo eccessivi toni critici verso Lukaku; non ha piedi eccelsi, lo sapevamo, ma ha una potenza fisica devastante e segna tantissimo, aprendo spazi dove dovrebbero inserirsi centrocampisti che “vedono la porta”; l’Inter non ha ancora la possibilità di accaparrarsi profili alla Levandowski o alla Mbappé: quindi punterei pesantemente su due acquisti top a centrocampo, che è il punto debole della attuale rosa; e la partita di ieri lo ha evidenziato impietosamente, se ce fosse stato ancora bisogno; aggiungiamo Kanté e SMS (tanto per non fare nomi, ma solo cognomi) e prendiamo un forte esterno sinistro (a destra con Hakimi abbiamo già un sicuro valore), troviamo ad Eriksen un posto da titolare e l’INTER se la può giocare con tutti;

    – terrei Godin, assolutamente, anche l’anno prossimo: forse l’unico con caratteristiche da leader che abbiamo ad oggi (se possibile terrei anche Scrigno).

  27. Tutto condivisibile però ti devo fare due appunti. Per prima cosa con il Siviglia non abbiamo giocato ad armi pari considerando che noi abbiamo un monte ingaggi 5 volte superiore al nostro e un allenatore pagato 5 volte il loro. Va bene tutto ma queste cose qualcuno le dovrebbe sottolineare. In secondo luogo Conte ha fatte bene quest’anno ma affermare che ci abbia riportato a competere per qualcosa mi sembra fuorviante, Suning raddoppiato il fatturato dell’Inter in 4 anni, Suning ha comprato Lukaku ecc ecc. Non avremo mai la riprova ma con questa squadra anche Spalletti avrebbe fatto meglio di quanto lui stesso aveva fatto. Sconcerta poi avere un allenatore che ha iniziato a fare conferenze polemiche con la società a partire dal Luglio 2019 e poi si lamenta se la stampa monta su i casi?

    • Sono lieto che l’abbia scritto tu.
      Ieri, a mente calda, ho scritto privatamente ad un amico che NESSUNO sottolinea come ci siamo permessi il lusso (ECCESSIVO) di tenere in panchina B. Volevo, Skriniar, Eriksen, Candreva…
      Non valevano quelli che erano in campo ? Non sono d’accordo, ma va bene lo stesso.
      Però distruggere la valutazione di Skriniar è l’ultima bojata….
      Buona giornata (per quanto possibile) a tutti.

  28. Posto che fin da subito mi sono innamorato calcisticamente di Lukaku, questa non vuole assolutamente essere una critica, ma solamente una considerazione.
    Da ieri sera (e per quasi tutta la notte) mi attanaglia un pensiero fisso, ossia: cazzo ci faceva Rumelu in quella zona del campo? Proprio lì davanti la nostra porta? Si ok, si è trattato di un episodio sfortunato, solo che ieri sera è stato determinante.
    Ma porca di quella juve, porca!

  29. Ragazzi faccio veramente fatica a trovare pecche in tutti i Vs interventi, ma se Romelu la ficca dentro sul 2-2 non ci prendono più e tutto diventa magicamente perfetto.

    Quanto a Conte aspetto che si parlino, non sono convinto che vada via. Certo preferirei cento volte Conte che Allegri, o Suning spende 500ML (a parte Messi) o Allegri non combina niente da noi.

    • Un’ultima cosa…
      Smettiamola di glorificare il Siviglia
      “loro sono abituati alle finali, loro sanno come giocarle, il loro allenatore ha capito tutto…”
      Hanno vinto per un autogol clamoroso dopo che il nostro bomber ha sbagliato un gol facile, si sono buttati per terra dal primo minuto facendo scene vergognose per racimolare falli, Banega si fosse rivolto in questo modo a Zidane o Guardiola in una finale sarebbe stato fucilato sul posto.
      Se questo vuol dire saper giocare le finali, per cortesia…
      Poi hanno giocato anche bene per lunghi tratti, è per quello che trovo vergognoso questo atteggiamento antisportivo, loro non sono una matricola e le differenze di ingaggi non alzano la % nella stessa maniera della bravura.
      Nessuna delle squadre incontrate ha avuto un atteggiamento del genere, neanche il Getafe da cui c’è lo si poteva aspettare.
      Fanculo a Banega e truffatori vari

    • Bravo.
      Xmila anni fa una sconosciuta squadretta andò ad incontrare il Real, che aveva vinto coppe Campioni a raffica, e…lo castigo.
      La storia dimostrò successivamente che NON si tratto’ di Davide contro Golia, ma di uno sconosciuto anatroccolo che diventava un cigno.

    • Javier +
      Agosto 22, 2020 a 4:14 pm

      Applausi!

  30. Mi scuso se intervengo nuovamente nel blog dopo la lunga filippica di stamattina, ma mi serve per elaborare il lutto e, del resto, non credo di rubar spazio a nessuno: chi non gradisce leggermi può benissimo correre al post successivo senza danni per alcuno né rancori da parte mia. Quello che soprattutto mi angoscia non è il peso della sconfitta, in settant’anni ho fatto il callo anche, e soprattutto, alle sconfitte calcistiche, anche se invecchiando certe occasioni perdute finiscono per apparire le ultime concesse e quindi le più dolorose, né l’addio di un allenatore che stimavo e continuo a stimare nonostante i capricci da prima donna, ma la prospettiva del nuovo allenatore, Allegri, un allenatore che io considero tra i peggiori in circolazione, un succhiaruote, anzi uno sciacallo che si getta sulle prede lasciate dagli altri approfittando senza alcun merito di quello che altri avevano con fatica e ingegno costruito. Gli scudetti vinti con la Juve li avrebbe vinti anche il cuoco della famiglia Agnelli, tenuto conto del lavoro portato a compimento dal suo predecessore (Conte aveva preso una squadra alla deriva, portandola in un anno dal settimo al primo posto. Lui, negli anni successivi, non ha fatto altro che confermarla in quella posizione, senza migliorarla nel gioco e nei risultati, grazie anche ai migliori giocatori razziati dalla sua società alle società italiane sue concorrenti, anzi peggiorando il gioco, sempre più sparagnino e provinciale , fino alla cacciata). Ora, io non credo nella gobbità (il vocabolo è di mia invenzione) vale a dire nei vizi e virtù che un giocatore o un allenatore si cuce addosso appena entra come dipendente nel club bianconero (la qualificazione va attribuita casomai alla società, non ai dipendenti, che sono responsabili solo del loro lavoro) e tuttavia questo ricorrere per la terza volta a un autentico scarto della squadra tradizionalmente nostra principale avversaria mi sembra veramente insopportabile, uno schiaffo ai tifosi di cui si conoscono benissimo i sentimenti e le reciproche avversioni (leggo che i responsabili di quel club si sono affrettati a mandare le loro congratulazioni al Siviglia!) e quest’andazzo è l’ora che finisca, col rischio altrimenti di farsi rider dietro da tutto il mondo sportivo. Il giornale sportivo di SKY elenca almeno una cinquantina di allenatori liberi da impegni, senza ricordare quelli già impegnati, che farebbero carte false per venire ad allenare la nostra squadra: possibile che nessuno sia ritenuto degno, tranne A., di assumere il nuovo incarico? Quel club, cacciato Allegri, ha nominato Pirlo nuovo allenatore, un giocatore grande sul campo ma digiuno di come condurre una squadra. Noi, faccio un esempio, abbiamo un nostro ex portiere tra i più grandi della nostra storia, affezionato tifoso della nostra squadra, che come allenatore ha fatto esperienze le più diverse in Italia e in Europa, che desidererebbe ardentemente condurre la sua squadra del cuore e che sono sicuro, perché è dotato di grande buonsenso e di un eloquio sciolto e tecnicamente perfetto, licenziato senza demeriti dal Cagliari, e in grado infine, per la sua lunga esperienza di lavorar bene o almeno di non combinare grossi danni alla guida della sua e nostra squadra, vogliamo finalmente dargli questa possibilità di mostrare le sue qualità di allenatore? È inutile che ve ne dica il nome, si chiama Walter Zenga. Pirlo sì, Zenga no. Spiegatemi i motivi.
    Di nuovo buona domenica.

    • Ho saltato, nella foga, un verbo nel quinto rigo: al posto di “di”, va “saprebbe”. Chiedo venia.

  31. Caro Scettico
    Ti leggo sempre con piacere ma Zenga allenatore non si può sentire
    È sempre stato mandato via e ci sarà un motivo.. e noi schifiamo Allegri che ha vinto 6 campionati tra Milan e Juve… mah

    • Ciao Jamesscott, Allegri è un toscano come me e da buoni toscani sappiamo ben distinguere quanto ci sia di fumo in quello che facciamo e quanto di arrosto, cioè di reale sostanza: i meriti dei sei scudetti sono solo frutto delle scelte delle rispettive società di cui il buon Allegri è stato servile esecutore, almeno finché è stato sopportato e supportato. Ma rispetto ugualmente le tue opinioni. Vedremo se i fatti mi daranno ragione. Mi auguro di no.

  32. Caro Scettico
    Spero tu abbia ragione su Zenga, ma soprattutto spero che tu abbia torto su Allegri se è vero che arriverà.
    Servile esecutore mi sembra ingeneroso. È vero che le squadre che ha allenato avevano un sacco di campioni, ma è anche vero che bisogna saperli fare giocare insieme. E Real e PSG insegnano non è affatto scontato. Mi ricordo l’Inter con Baggio Ronaldo Vieri djorkaief che pena che faceva, per cui non impazzisco certo per Allegri, ma alternative francamente non ne vedo

  33. Non capisco lo scetticismo di molti nei confronti di Allegri. Conte sì, Allegri no, perchè? Almeno il secondo, da giocatore, non ha sputato veleno sui nostri colori e, ma potrei sbagliarmi, nemmeno da allenatore.
    Allegri ha vinto, solo in Italia, ma più di Conte. Nessuno dei due ha un gioco spettacolare.
    Tirate le somme, se devo scegliere tra questi due allenatori, meglio Allegri. Potendo, però, farei scelte diverse, ma sicuramente più rischiose.
    Un’ultima cosa, Messi sarebbe una sciagura. L’ho già detto?
    Un abbraccio a tutti, supereremo anche questa!

  34. In tempi non sospetti, e più volte, ho convintamente scritto che “belli capelli” Mancini ha vinto con l’Inter e il City, ma anche mia sorella l’avrebbe fatto : TROPPO forti le squadre che allenava, e ancor più forti a causa della reale poca consistenza delle rivali (solo la Roma gli dette qualche preoccupazione…).
    Mancini NON ha certo iniziato dalle giovanili o dalle serie minori, nossignore. Ricordo di aver citato per lui quella vecchia battuta acida coniata per D’avena (“…si è iscritto direttamente alla segreteria del partito…”).
    Zenga secondo me potrebbe essere danneggiato proprio dalla sua eccessiva passione (nemo profeta in patria…).
    Da livornese non posso sbilanciarmi a favore di Allegri per non esser facilmente tacciato di partigianeria, ma sposo in pieno quanto ha scritto Fortebraccio. Almeno Allegri NON è un pregiudicato sportivo, almeno si esatto le ossa con squadre minori per parecchi anni, almeno…non ha preso per il naso il compianto Simoni nel ’98.
    Poi dico un’eresia…per l’uomo che sta dimostrando di essere, come correttezza ed onestà, non avrei difficoltà ad accettare Gattuso, ecco…
    Buona serata

  35. Concordo con Scettico. Il problema di allenare l’Inter è l’immediata avversione del pubblico ai primi risultati negativi. Zenga non l’avrebbe. Tecnicamente non ha nulla da invidiare a quelli di moda. La differenza la fanno i giocatori, ne abbiamo già tanti buoni e ne arriveranno altri anche migliori. Dobbiamo essere orgogliosi della nostra storia, basta scimmiottare i nostri rivali.

  36. Purtroppo stiamo discutendo di poche possibilità. Siamo al 24 Agosto. La società ha si e no 5 giorni per decidere a chi affidare una rosa da 900 milioni di euro di valore dei cartellini. Ad oggi Allegri e’ l’unica possibilità. Persona e professionista serio. Ha dimostrato di saper vincere. È presentabile. Con il tempo di contattare e programmare avrei deviato su altri (in primis Mourinho vero interista) ma per la situazione attuale non si può. Walter è e resterà per sempre uno di noi ma purtroppo ha fallito troppe volte il salto di categoria (vedi Sampdoria) . Altri non me ne vengono in mente. Sinisa? Il crucco che stava andando al Milan? Mi piaceva Kovac ma ha appena firmato per il Monaco

  37. Toto allenatore? Ecco il mio preferito: Esteban Cambiasso.

    • Scusa… Cos’hai contro Toto ?!?! 🙂
      E spero che questa stupida boutade lo porti ad accettare che gli offra almeno una birra…

  38. Ortona idea Simone, magari Cuchu. Da giocatore
    Fu col suo arrivo che iniziammo l’ultimo ciclo vincente.Non mi darebbe fastidio nemmeno un ritorno di Spalletti. e mi piace Rudy Garcia del Lione ex Roma.

  39. Ottima.
    Comunque Ortona è una bella località marina..:)

  40. È vero .. Spalletti potrebbe essere una buona idea visto che lo stiamo pagando per fare nulla. Comunque dovremo restare su chi conosce la serie A se no rischiamo la murata in faccia. Magari Mourinho da noi e il gobbo al Totthenam non sarebbe male

  41. Leggo pareri diversi sul nuovo allenatore, ma siamo sicuri sicuri che conte se ne vada? Non credo che zhang lo voglia esonerare, anche per motivi economici, e non credo neanche che lui si dimetta rinunciando all’ingaggio, magari alla fine potrebbero trovare un modo per andare avanti, anche perché francamente non ho capito bene quali sarebbero i problemi che riguardano la famiglia accennati misteriosamente ieri sera, e soprattutto come potrebbero dipendere dalla società. La mia unica speranza è che si sbrighino, tempo ce n’è pochissimo… cmq x me allegri proprio no, al limite riprenderei spalletti che è ancora sotto contratto, oppure se vogliamo imitare i gobbi lancio l’hashtag #cuchulandia 😉

  42. @Toto : dopo che ti ho fatto un endorsememt come allenatore…l’accetti una birra ?
    Sarò nella tua città sia domani sia il giorno successivo.
    Se no…vorrà dire che faremo per quando verrai a Roma (giorni lavorativi) o a Livorno…
    RSVP
    Forza Inter però lo scrivo ugualmente, sia chiaro.

    • Il tuo pranzo di ieri si deve essere protratto un bel po’. 🙂

      Domani è impossibile ma dimmi un qualunque posto di Taranto dove posso raggiungerti dopo le 17 di lunedì e ci beviamo la famosa birra (offro io, per dovere di ospitalità)

  43. Non so se ho elaborato il lutto, ma ringrazio tutti voi perché leggervi mi fa bene.
    Volevo scrivere molte cose oggi, ma non sono cosi esperto di calcio, sono solo tifoso.
    Non capisco perché compriamo colui che ha guidato la sua squadra in finale di CL e non lo facciamo giocare.
    Non capisco perché siamo l’antitesi dei gobbi, ma da anni mettiamo i suoi ex allenatori a libro paga e non pare che ne conosciamo altri.
    Non capisco ancora oggi perché Ganz non appena arrivato al Bilan disse ‘Qui mi hanno subito chiesto di radermi la barba (mai successo in tanti anni di Inter)’.
    Capisco che soltanto nel calcio i giocatori possono fingere impuniti di farsi male per ore senza che i giudici di gara li puniscano. E non capisco perché tutti li chiamino atleti.
    Figuriamoci se capisco perché il nostro riferimento debba essere sempre e solo l unica società sportiva al mondo ad essere stata DUE VOLTE sotto processo per illecito sportivo.
    Notte.

  44. Walterone nostro è una scommessa azzardata. Soprattutto senza il giusto supporto della societá alle sue spalle. Giá mi immagino i titoli di cattivo gusto della carta rosa in caso di probabili fisiologiche brutte prestazioni dei nostri. Lo stesso vale per un Esteban. Chi non lo vorrebbe. Grande persona, ma non è il suo momento. Non cc’è tempo, non ne abbiamo, per tanti motivi che potete immaginare. Ci vuole una garanzia. E, ahime, allegri lo è, in teoria.
    Gli altri sono scelte piû rischiose. Anche Pochettino, che ha un background da Inter per me, è un rischio. Perchè se poi toppa le prime 5/6 partite è la fine. Vedi Gasperino.
    Io sarei ancora paziente, a patto che questa volta la scelta sia oculata e ben ponderata. L’unico che mi viene in mente è Pochettino. Il Cholo magari, difficile. Comunque gente con esperienza ad alto livello. Se ci fosse margine mi terrei Conte.

    • Ops Pochettino l’avevo giá scritto. Scusate, scrivevo, guardavo la tv contemporaneamente. C’ho messo un’ora. :S

  45. Spero Conte resti,
    nonostante i suoi fastidiosissimi mal di pancia.
    Sono stanco di ripartire da zero.
    I pazienti cinesi provino a ricucire,
    Forza Inter

    Sempre

  46. Se la Juve è ripartita con Pirlo perché noi non potremmo farlo con Cambiasso???? Era allenatore già in campo…intelligenza calcistica superiore….. ed è nerazzurro nell’anima….

  47. Vorrei fare a tutti una domanda:

    Chi di voi avrebbe “firmato”, alla fine della stagione scorsa, per un secondo posto in campionato (e qualificazione Champions mai in discussione) ed una finale europea persa per un obiettivamente sfortunato autogol?

    • Io sì! Infatti per me i risultati di questa stagione sono buoni, il problema è che ci stiamo già incasinando in vista della prossima…

    • Io avrei firmato.
      Ma il punto non è questo, Noi siamo una società a cui tutto è sempre più difficile, più pesante di altri, se poi ci si mette pure l’allenatore a creare scompiglio con uscite infelici e la tifoseria a deleggittimarlo in quanto ex gobbo criticandolo calcisticamente sin dal primo allenamento, e allora diventa un agonia dove il divertimento è risibile rispetto al giramento di palle.
      Un paio di pensieri:
      1) Se come dicono tutti, dalla Gazzetta a metà (almeno) della tifoseria, Conte fa solo quello che ha sempre fatto in ogni squadra allenata, allora finitela di accusare Conte, l’unico colpevole è chi lo ha assunto per 3 anni a 23ML anno, visto che sono tutti diventati psicologi non capisco perché continuano ad analizzare il malato e non chi l’ha scelto.
      2) Ma davvero pensate che Conte non abbia provato con tutti i mezzi a chiarire le cose lontano dalle telecamere? Non vi passa per la mente che si sia comportato così per frustrazione davanti ad un muro di gomma? Non vi sembra che con 10ML netti garantiti per altri 2 anni sia l’ultima persona del mondo a dover anteporre le sorti dell’Inter ad una pioggia di soldi di queste dimensioni?
      Però lo stronzo gobbo è lui… certo.

  48. Sul fatto che molti avrebbero firmato per la stagione avrei qualche dubbio.
    Puoi firmare per un secondo posto e qualificazione tranquilla, non certo per perdere una finale, europea oltretutto.

    Quello che non sopporto è aver buttato via due possibili titoli, coppe Uefa e Italia , solo per ostinazione ed insipienza tattica (partita durante) del gobbo parruccato.

    A M A L A (magari senza di lui)

    • A me risulta che il Napoli l’ha vinta grazie ad una botta di culo a Milano, quanto alla finale di EL in cui anche io avrei delle cose da dire sia all’allenatore che a qualche giocatore, non si può negare che alla finale ci devi arrivare e poi che se la deve giocare con la testa il cuore e le gambe sono i giocatori, è inutile fare filosofia citando frasi tipo “le finali non si giocano, si vincono” e poi quando quando si perdono è colpa solo dell’allenatore. (non mi riferisco a te, ma l’ho sentita da cento diversi).
      Ad ogni modo, mancano ancora un paio di giorni e capiremo come va a finire questa storia.

  49. Scusa Toto,
    é chiaro che non fermerei per perdere una finale, ma intendevo per arrivarci

  50. non firmerei…

  51. Buongiorno. Cerco sempre di esprimere pareri che durino nel loro senso per qualche mese. Ripeto perciò quanto ho scritto qualche mese fa: il tempo effettivo. Gli ultimi venti minuti della finale sono stati scandalosi. A prescindere dal fatto che abbiamo perso, spettacoli come gli zombie iberici, ossia i morti che risorgono, del Siviglia rendono il calcio antitesi dello sport. Secondo concetto: il portiere, bisogna trovare un nuovo titolare. L’osservatore sloveno ha fatto il suo tempo da tempo. L’uscita del portiere del Siviglia su Lukaku sul terzo gol dell’Inter vale più di mille parole. Cosa? L’Inter non ha segnato? Appunto

  52. magari l’avete visto anche voi… uno degli ultimi video su youtube di gianluca rossi… va bhe, in sintesi: a colonia venerdì gianluca rossi dice di aver avuto l’impressione che conte soffra quasi di bipolarismo.
    pomeriggio in campo, scherzi, risate, battute, gioviale e disponibile con tutti. notte, dopo partita, conferenza quasi finita con solite disamine e all’ultima domanda, rivolta quasi per scherzo, “antonio, era la tua ultima partita all’inter?” … tac ! è scattato l’interruttore. si è acceso il conte mr. hide.
    bho… magari ha davvero qualche problema ad autogestirsi.

  53. detto questo, se veramente con Conte è finita, il percorso marottiano è uno solo e porta ad Allegri

  54. e ringraziamo il cielo che Delneri è già stato ingaggiato dal Brescia e Maifredi si dedica ad altro…

  55. C’è ancora Orrico…

  56. Io proverei Adani.

  57. Ma ci rendiamo conto he le altre stanno cominciando i ritiri e noi…

  58. bhe anche da noi sono iniziati i ritiri. il primo a ritirarsi è conte

  59. Per Biasin arrivano, Tonali Hakimi e Kumbulla
    Nessun altro a centrocampo: siamo a posto così’

    Speriamo di arrivare in champions l’anno prossimo

  60. Pare che stiamo vendendo il cerbiatto impaurito che bullizzò pobba in nazionale per la miseria di 12m. Se si vendessero anche Vecino, Gagliardini, BV, Candreava, Perisic, Naingolan, magari un SMS potremmo andarlo a prendere, indebitandosi, approfittando della pausa del fpf covidato?

  61. Troppo presto per sbilanciarsi su molti argomenti (allenatore nuovo o no, giocatori da prendere…) e sinistramente tardi per programmare.
    Adesso SI che mi sento a casa… 🙁
    @Toto : parlan…scrivendo di cose amene…pranzero’ in v. Battisti, lunedì. Alle 17,30…dove vuoi.
    p.s. : Cambiasso è comunque un’idea intrigante (e non lo scrivo per “captatio benevolentiae” nei confronti dell’Inter club locale…) 🙂

    • @ Giorgio
      Andata per lunedì 17.30 davanti alla Concattedrale.
      La mia brutta faccia la conosci dal mitico post di Settore col libro 🙂 🙂 🙂
      Non mi dare buca.

    • I’ll be there 🙂

    • Cambiasso sarebbe una scelta simile a Luisito Suarez o Mariolino Corso negli anni 80.
      Gli allenatori che ci hanno fatto vincere sono stati tutti dei sergenti di ferro
      Alla pinetina ci vuole il pugno duro

  62. Mancano circa 3 ore alla finale di Champion tra il Bayern e Psg.
    Ebbene, dopo che la mia squadra ha perso rovinosamente la finale con il Siviglia, una cosa ancora più insopportabile sarebbe quella di dover leggere domani i twitter della signora “Nara Bocchi” che esalta scinocchio (anche panchinaro) che solleva la coppa alla facciaccia nostra.
    Ecco, questo potrebbe causarmi un travaso di bile…

  63. Bayern vinci per tutti, credo.

  64. Avrete già capito che condivido con macrobibe l’analisi degli ultimi 20 minuti del Siviglia.
    Potrei credere alla tesi del bipolarismo di Conte ma se così fosse la sua malattia sarebbe stata la causa di tutte le sue passate chiusure di contratti. Di solito negli ambienti certe pecche si conoscono e quindi faccio fatica a pensare che abbia potuto avere cosi tanti ricchi contratti..
    Ma non lo scuso. Anche se non fosse una malattia conclamata, rende impossibile lavorarci insieme. Er piagnina..non è mai colpa sua? ..

  65. In Televisione tutti gli opinionisti di fede nerazzurra hanno scaricato Conte e sono saliti sul carro di Allegri

    Allegri viene licenziato in sequenza dal Cagliari, dal Milan e dalla Juventus . A Torino vince 5 scudetti : credo che chiunque avesse allenato quella squadra avrebbe vinto

    La stampa filo Juventina incensa Allegri e gode per il fine rapporto con Conte

    Conte praticamente con gli stessi uomini di Spalletti , a parte Lukaku versus Icardi e Barella, raggiunge la finale di Coppa e supera gli 80 punti in Campionato

    Mi sbilancio con una previsione che mi auguro si dimostri completamente sbagliata ma credo che Allegri non durerà’ sulla nostra panchina per più’ di sei mesi .

  66. Due portieri fenomenali si sfidano in Champions: altro che l’immobile e goffo Handa
    Basta giocatori mediocri spacciati come fenomeni

  67. Ma davvero esistono tifosi nerazzurri che sui social continuano a rompere il c**** che Lukaku non doveva stare vicino alla porta e che è colpa sua? Non ci credo, non può essere.

    • Caro Gibson, è da anni che ho tagliato giornali e TV per le cazzate che leggevo o ascoltavo, mi è rímasta quest’isola felice, il resto dei blog sono pieni di questi elementi, se dovesse chiudere settore taglio pure internet, oramai è diventato un catino dove la gente viene a sfogare i suoi istinti repressi.

    • Secondo me quelli che criticano lukaku sono una minoranza di cretini, la maggior parte degli interisti con un po’ di cervello gli sta mostrando sostegno (x es. su twitter c’è l’hashtag #weLoveYouRom) e ci mancherebbe!

  68. Comunque veder girare la palla è imbarazzante per la velocità e precisione. Io con il telefonino e lo schermo che è quel che è spesso la perdo. I ns a confronto sembrano la primavera.
    Detto senza catastrofismo, ma confronto a noi sono marziani.

  69. Ma Icardi non entra? 😀

  70. Finita!
    Grandissimo Bayern e goal vincente di Coman (ex juve).

  71. Neuer mostruoso

  72. Wanda reinfodera la mutanda

    e vai a nanna, bonne nuit

  73. Che portierone il teutonico…..è quasi come avere sempre un gol di vantaggio
    Onore ad handa ma con uno come Neuer venerdì non perdevi
    Notte Wanda…..

  74. Dico solo una cosa: 4-2-3-1

  75. Con la vittoria di stasera, il Bayern ha conquistato il suo secondo Triplete.

    Glielo dite voi alle merde?

  76. Ma anche 4 – 3 – 1 -2

  77. Allegri fece fuori Pirlo dal milan per tenersi Van Bommel. Poi alla rube fece fuori Coman per tenersi Kedira. 🙁 , speruma bin.
    By the way, prima intendevo difesa a 4.

    • Bravissimo
      Mi chiedo come possa integrare Eriksen uno che fece fuori Pirlo perche’ stravedeva per Nocerino e perde un campionato con Thiago Silva , Nesta Ibra e Robinho contro la Juve di Vucinic e Matri

  78. Riporto ciò’ che mi e’stato detto ieri sera da fonte molto attendibile e che riferisco più’ che altro perche’ sembrerebbe essere nota agli addetti ai lavori ma stranamente mai riportata da nessun giornalista.

    Conte decide di accettare le proposte dell’ Inter ad inizio 2019 a fronte dello stipendio pattuito e le due seguenti condizioni :

    1 Acquisto di Lukaku, Alexis Sanchez, Vidal, Barella, Emerson P o M. Alonso e Dzeko e non cessione di Badtoni ( ha referenze entusiastiche di D’Aversa del Parma)

    2 Acquisti da concludere entro il primo giorno di raduno

    3 Cessione Icardi, Perisic e Nainggolan

    Quando 10 giorni prima della presentazione ufficiale gli venne riferito di difficoltà’ a mantenere gli accordi presi per problemi di mercato e che le alternative a E Palmieri , Vidal e Dzeko sarebbero state Biraghi, Sensi ed Esposito Conte si infurio’ e decise di rescindere il contratto e non iniziare la stagione
    Memore di quanto successo a Spalletti si senti’ evidentemente preso in giro

    Da qui nasce il panico totale in società’ che pur di evitare di iniziare la stagione senza Conte decide di accordarsi per un anno con eventuale buonuscita a Giugno 2020

    Questo spiegherebbe L’ imbarazzante conferenza stampa di Antonio Conte ed i continui sfoghi pubblici che abbiamo vissuto dalla tournée asiatica in avanti

    Riferisco inoltre che Conte sembra sia in accordo con la nuova proprietà della Roma per l’anno 2021

  79. che gli sta prontamente vendendo Dzeko

  80. uno così è meglio perderlo che trovarlo

  81. instabile

  82. Fategli allenare per qualche anno in terza categoria, pagato con due salami e qualche buono pasto, poi scommetto che si “stabilizza “…
    Senza contare che non avrebbe alcunche ‘ damn temere per la famiglia, perche ‘ nelle categorie minori ci sono tifosi piu'”alla buona ” : se qualcosa non VA non ti mandano un proiettile… Al limite ti esprimono la loro delusione con qualche esplicita sberla…
    Non che io giustifichi in alcun modo la violenza, sia chiaro, ma i ricconi con la puzza al naso che fanno i capricciosi… li tollero poco.
    Discorso valido nei confronti di chiunque, beninteso…

    • Il correttore di questo tablet e ‘ settato sulla lingua inglese, digiti “da ” e lui malignamente scrive “damn “…
      Sorry…

  83. @javier
    @denny

    grazie per le parole di “conforto” alle idiozie che sto leggendo sui cosiddetti soscial a proposito di Romelu Lukaku.
    Per fortuna ho letto, come faceva notare denny, una stragrande maggioranza che ragiona e non spara cazzate un tanto al chilo, e anche io ho ritwittato il post di Romelu e anche l’hastag #weLoveYouRom.

    Se è vero quello che dice Odisseo, che c’era questo bel clima già a settembre 2019, allora abbiamo fatto una stagione con un valore ancora superiore.

    Mi rode ancora per questo ciclo già interrotto, ho auspicato l’arrivo di Conte dai tempi dell’anarchia dello spogliatoio ( brozo contro Icardi contro perisic contro tutti) ma ovviamente l’ Inter deve venire prima di tutto e tutti, e chiunque sarà il nuovo allenatore io sarò dalla sua parte.

  84. Se fossi io il padrone, a prescindere da chi sarà l’allenatore, cercherei di risolvere i problemi interni alla società, di cui non si sa nulla, ma si sa che esistono. Se ne lamentò pure Spalletti.

  85. Nuntio vobis gaudium magnum: potete stare tranquilli…
    Ho incontrato Toto (persona garbata e simpaticissima) e ci siamo scambiati il numero di cellulare, così non romperemo più l’anima sul blog.
    Un’ultima notazione : gli sono in debito, e lo scrivo apertis verbi, di ALMENO una birra 🙂

  86. Bravi! La procheme fois..birra x tutti!
    Offre Sector…. 🙂

  87. L’Inter è ancora una creatura morattiana. I sottoboschi degli “amici degli amici” continuano a proliferare, quasi per inerzia, perché memori e forti del passato. Sanno da chi andare per sapere ogni piccolo segreto. L’Inter era un salotto di pettegole signore old style, con la loro puzzetta sotto il naso, che sparlavano di ogni cosa, sputtanando ora la pancia del cuoco di casa, ora il conte ovino della casa vicina. Ridendo sommessamente tra un tè e una tartina alla merda servita dalla stampa ingrata. Abbiamo ancora nel tinello quattro o cinque di queste Perpetue e un don Abbondio sul pianerottolo che non manca di dire la sua anche quando nessuno gli chiede nulla. Doveva assolutamente dire la sua su Messi prima della finale, e non per aiutare, non per valutare, non per incoraggiare ma così, per sfizio. Per annoiata consuetudine. E a chi come in mantra mi parla del Triplete, io rispondo che avrei rinunciato al famoso scudetto, se poi non si aveva il coraggio di difenderlo in ogni sede, in ogni modo, in ogni momento. Querelando, emanando comunicati. Bloccando sul nascere ogni paragone con i PLURICONDANNATI in ogni sede, in ogni modo, in ogni momento. Conte ha detto da allenatore che la società non l’ha tutelato. Ha perfettamente ragione. Io da tifoso affermo che la società non ha tutelato neanche me, neanche la figura, di Facchetti, di suo figlio. Sono simile a Conte, quindi? Sì, con 57 anni di contratto di più e con 12 milioni di meno.

    • Grazie marcobibe, mi fai sentire meno solo.
      Secondo me il bipolarismo ce l’anno tutti quelli che dicono in un momento che “si, i problemi interni l’Inter ce li ha da anni e vanno risolti” e un attimo dopo “Conte è uno psicopatico, fa sempre così”

      Signori, finisca come finisca, Conte ha solo detto il vero.
      E utilizzando, poco o tanto che sia, ciò che gli hanno dato in giocatori che era MENO di ciò che lui ha chiesto PRIMA di firmare ha raggiunto il miglior risultato in 9 anni.
      È questi sono fatti.

      Io da tifoso interista e appassionato di calcio gli ho urlato dietro cento volte, per i cambi tardivi e per qualche formazione, ma questo lo faccio con tutti.
      Ma a chi vuole farmi credere che sia un povero squilibrato rispondo con una grassa risata.
      Conte ha la squadra con lui, ma ci rendiamo conto? Ma vorrà dire qualcosa! Gente che vive con lui dietro le quinte dove tutto si sa ha scelto di seguire psyco, di mettere la carriera nelle mani di un demente… ma dai! Noi dell’Inter sappiamo bene di cosa sono capaci i giocatori quando hanno inviso un allenatore.
      Vabbeh basta così. Buona serata a tutti.

    • Ok, come già scritto altre volte, siamo carenti in comunicazione…

      Basta questo per mandare all’aria 2 anni di contratto, da 12 milioni di Euro netti a stagione??

      C’è dell’altro, che noi umani non possiamo neanche immaginare

  88. Leggo, tra una boiata e l’altra che con l’addio di Conte, Perisic e Nainggollan sarebbero di ritorno…

    Se fosse vero, potrebbero rinforzare la rosa, oppure essere ottime pedine di scambio per il mercato.

    L’importante è che non ritorni la riserva di Choupo Moting da Parigi

  89. Sottoscrivo tutte e 32 le righe del post di marcobibe,
    applausi!!!

  90. @Denny : complimenti per la conoscenza della “birra dei due mari”…
    Macché. Ho messo in crisi il personale con un ordine degno della mia mente contorta… 🙂
    Io, però, Skriniar lo farei giocare, mente contorta o no…
    Benne journee

    • Bonne journee…merde (no, per una volta non pensavo ai gobbi, esprimevo il mio disappunto en francais…) !

  91. Ne resterà soltanto uno
    (cit. Pierino Lambert)

  92. Ho la sensazione che finirà a tarallucci e vino. Se così fosse, sarebbe la soluzione peggiore: un compromesso che lascerebbe spazio ad eventuali regolamenti di conti in ogni momento.
    Fuori Conte dall’Inter.

  93. @Giorgio: fra le mie tante nefandezze, ho vissuto e lavorato a Taranto per un periodo. Ricordo che fu un’amica tarantina a farmi conoscere la Raffo, che io pensavo fosse una ciofeca, invece tutto sommato era bevibile (vabbè, per chi non ha gusti raffinati…) 😉

  94. Buongiorno.
    Adesso esiste anche la RAFFO non filtrata.
    Molto godibile, devo dire.

    Comunque, da beone non troppo intenditore 🙂 devo dire che spazio parecchio.
    Bevo Raffo, Ichnusa, Moretti e, ovviamente, Tedesche alla spina, belghe d’abbazia e anche la Corona.

    Mi fanno solo sorridere quelle che si bevono in USA, a bassa gradazione e che ……..servono solo per pisciare.
    🙂 🙂 🙂

    Su Giorgio non aggiungo altro.
    Solo che aspetto solo di vederlo ancora, nelle prossime vacanze.

    E……chissà quando riapriranno il tempio, per incontrare tanti altri e……vedere la beneamata, ovviamente.

    A M A L A

    • Buongiorno, Toto.
      Forse aspettano di cacciare i mercanti, prima di riaprire il tempio… 🙂

      p.s. : a me piacciono solo le lager, figuriamoci quanto sono poco intenditore…
      p.p.s. : GRAZIE per non aver “aggiunto altro”… 🙂

  95. @Giorgio e Toto

    conosco bene la birra Raffo, la bevevo a Taranto nel 1984, anno del mio corso addestramento “135° corso Aereonautica militare. ” La sera lì sul lungomare e a Taranto vecchia ci faceva taaaanta compagnia, ( per inciso lì ho visto la prima volta nei portoni di alcuni edifici la luce rossa per segnalare la disponibilità di prostitute). Chiusa parantesi che non frega a nessuno.

    @Marcobibe

    ottima disamina, alla quale però non so dare un giusto peso. Se è vero quel che scrivi, questo è un clima da Massoneria o KGB o comunque da qualcosa di torbido che, per il mio carattere , mi schifa ipso facto.
    Forse vivendo in centro Italia, non arrivano sensazioni e suggestioni che magari chi vive da vicino l’Inter, riesce a percepire o conoscere meglio. Se così fosse, allora si capirebbero i famosi sfoghi e le uscite clamorose dei nostri mister. E in ogni caso pensavo che l’arrivo di Marotta servisse proprio a sopire questa anima carbonara che onestamente mi delude non poco.

  96. Giorgio, TOTO, gibson3 (e tutti i bevitori di birra del blog 🙂 ) essendo stato per un periodo anche all’aquila mi permetto di consigliare il birrificio “birra del borgo” che si trova a borgorose, non lontano dall’aquila, e produce birre di vari “stili” (lager, ipa, …) se non le conoscete già provatele (si vendono anche nei supermercati)
    Quando l’Inter ci delude meglio bere per dimenticare…

  97. Mi devo ancora riprendere dalla botta di venerdi scorso, che amarezza

    Conte,Spalletti, Mou etc ognuno a modo loro hanno evidenziato il problema mediatico,societario dell’ Inter, tutti matti?

    Marcobibe ha spiegato alla grande, sarebbe ora passata che qualcuno si facesse sentire

    In quanto alla prossima stagione Conte ormai e’ bruciato

    Al limite il trequartista finalmente ce l’abbiamo per l’allenatore ancora sotto contratto

  98. Non sono convinto che tutti i giocatori siano con l’allenatore
    C’e il silenzio di qualcuno nel gruppo

  99. Mi è arrivata una notifica Dall’APP dell’Inter.

    Apro, sperando di leggere la formula di rito con i ringraziamenti per il lavoro svolto dall’allenatore ecc ecc.

    UN CAZZO

    Era: rivedi tutti i gol della stagione.

    Mai una gioia

    A M A L A

  100. Conte resta all’Inter

    ‘notte

  101. “Conte resta all’Inter”….è ciò che mi auguro dopo un anno trascorso a farmelo digerire!

    Piaccia o no, con lui si è arrivati a livelli che da dieci anni ci si sognava di notte ed il cammino mi sembra buono.

    Certo, a noi tifosi farebbero piacere le sostituzioni non più “ritardate” come visto negli ultimi incontri, una miglior valorizzazione di Eirksen (altrimenti che cazzo l’hai comprato a fare!), una rosa ancor più competitiva e tanto, tanto altro.

    Spero trovino i motivi per proseguire la collaborazione e che, per quanto si disponga di liquidità, gli si conceda un buon mercato acquisti.

    Dalle ultime indiscrezioni a mezzo stampa, sembra che il sacrificato sia Ausilio e che al suo posto subentri Petrachi, suo vecchio collaboratore.

    Speriamo in bene, perché un altro campionato di “rifondazione”…..anche no, grazie.

    AMALA.

    • Uno che si mette a sbraitare a destra e manca accusando tutti quelli che hanno lavorato con lui senza fare un minimo di autocritica, be’ anche no. Preferisco un altro anno di rifondazione. Che vada a quel paese.

  102. Parole sante.

    Attendo la notifica giusta! 🙂

    A M A L A (degobbizzata)

  103. Ma se venisse “Allegri” per te, Toto, sarebbe “degobbizzata”?
    Credo che il vero tema sia una rifondazione “spirituale”, di concetto, che si basi cioè su radici ragionate, condivise dalla base al vertice, appartenenti ad una tradizione finalmente riconosciuta ed esaltata e non sbandierata “a caso”.

    Ma temo che non ce ne sia il tempo quest’anno..gli elementi a disposizione non sono allineati con quanto auspicato sopra: cinesi (che ne sanno della nostra storia?), ex- gobbi (quanto appartengono al nostro retaggio?) e chiamiamoli pure “massoni” (ovvero quei poco chiari personaggi emersi in era morattiana che da una parte scrivono e dall’altra cancellano) sono troppi.

    Mi preparo ad un anno con in panchina un gobbo (fino al 30 settembre), poi con un altro gobbo ex bilan (dal 1 ottobre) e temo che nel frattempo Eriksen sia andato altrove.

    Amala,
    comunque

  104. Allegri è senz’altro meno gobbo.

    Quello col gatto in testa è stato giocatore, capitano ed allenatore, tra l’altro nei momenti meno limpidi (usando un eufemismo) dei monocromatici.
    Fai un po’ tu.

    Ma non mi interessa Allegri.
    Per me va bene chiunque, anche Oronzo Cana’.

    A M A L A

    • Posso confermare 🙂
      Per scrupolo mi sono andato a leggere su Wikipedia la storia professionale del giocatore Allegri e dell ‘allenatore Allegri.
      Tacciato di “aziendalista” e uomo debole quando invece e’ SOLO uno che si ingegna a gestire quel che passa il convento, anziche ‘ fare i capricci se non lo accontentano…
      Credo ne fossero!!!
      Tanti palloni gonfiati hanno fatto MOLTO meno.
      E comunque non sono qui a sponsorizzare Allegri.
      Riflettevo sulla (azzeccata) frase di uno di noi che non molto tempo fa scrisse che qui si parla “anche ” di calcio…
      Verissimo.
      Apprendo che – per motivi diversi – molti sono passati da Taranto.
      La “carrambata” e’ in agguato : @Denny , c’era gia ‘ il “miglio” a L’Aquila?
      Ahahahahah… Ci son stato per mesi, a settimane alterne…
      E al bar laboratorio dei fratelli Nurzia ormai mi conoscevano… 🙂 (la mia amministrazione aveva comprato corsi alla SSGRR…)

    • Porco zio…
      Era “Ce ne fossero”

    • Giorgio, non idealizziamo. Si tratta di paraculismo per garantirsi 7/8 ml netto all’anno, senza troppi problemi.

  105. Opinionisti di manifesta fede nerazzurra sperano in Allegri perche’ si aatta meglio alle esigenze della proprietà, mette Eriksen al centro del progetto e chiede Emre Chan per il nostro centrocampo….

    Ma con questi presupposti l’anno prossimo arriviamo nelle prime quattro?
    Be pero’ Allegri non sbraita…

  106. Mi sorprende un po’ (ma mica poi tanto, conoscendo la coerenza di noi tifosi) questa caccia al nobile Conte, come fossimo ai tempi della Rivoluzione Francese, non solo in questo blog, ma anche in altri molto più frequentati, alla ricerca del capro espiatorio dopo la sconfitta, dimenticando tutto quello che è stato detto e scritto solo qualche settimana fa, quando eravamo sulla cresta dell’onda. Sic transit…Almeno aspettiamo che il malato sia spirato prima di cantare il de profundis e così procediamo a cambiar vessillo, per evitare nel giro di qualche settimana (il campionato è alle porte!) un ulteriore voltafaccia , se la squadra, magari con Conte al timone , garantisse una partenza a razzo come lo scorso anno. La cosa più imbarazzante è che si spera la cacciata di Conte, piuttosto che per motivazioni tecniche, e ce ne sarebbero molte, per indegnità, essendo un gobbo matricolato e travestito, lui che ha avuto il coraggio, unico, per quanto ricordi, di aver sbattuto la porta in faccia a Sua Maestà Agnelli, come ora sta facendo con Suning: a torto o a ragione, sfido qualunque dei suoi contestatori a negare che ci troviamo di fronte ad un uomo con la schiena dritta, che rivendica i suoi diritti e rinfaccia le promesse fatte e non mantenute. L’invocato sostituto poi sarebbe un prestigioso allenatore già cavalier servente alla corte di Berlusconi e poi di Agnelli, felicemente accomodatosi a suo tempo nel nido da altri costruito e che ancora sarebbe lì , magari sdoppiandosi, per la sua vocazione a servire da aziendalista nato, se da entrambi i padroni non fosse stato cacciato perché inadatto al ruolo. Ambisce il nostro eroe dimostrare di essere vincente in tutte e tre le squadre reali, ma forse finirà con la terza cacciata, questa volta almeno mi auguro senza scudetti mal meritati. Un bel soggetto, la toppa, come si dice, peggio del buco. Insomma, un ex gobbo cacciato dai gobbi, che chissà perché purificato da qualche acqua benedetta, prende oggi il posto di un gobbo, che da anni ha voltato le spalle ai gobbi e approdato alla nostra corte proprio per vendicarsi dei gobbi. Beata incoerenza di noi tifosi. Comunque sia, anch’io, da tifoso non diverso dagli altri, farò a tempo e luogo il mio atto di omaggio al nuovo duce, se , come negli altri casi, accomodatosi nel nido che altri con merito gli hanno preparato, saprà portare , con merito o senza merito , la nostra squadra allo scudetto, perché, in fondo, quello che conta è la nostra squadra, per la quale e solo per la quale siamo qui ad accapigliarci, per personaggi che non lo meriterebbero affatto.
    Buon pomeriggio a tutti e buona fortuna alla nostra squadra, che oggi ne ha particolarmente bisogno.

    • Il nobile Conte è salvo! A morte Robespierre e brioches per tutti!

    • Quando ho scritto il post, come appare evidente, non conoscevo la notizia della riconferma. Temo che rimarrà buono tra qualche mese… Vittoria di Conte? Direi piuttosto dei giocatori, che non hanno mai rinnegato il loro allenatore. E nell’interesse della squadra, che è quello che soprattutto ci dovrebbe importare, questo solo conta. Conte o non Conte. Perdonate lo scioglilingua…

  107. È arrivata la notifica sbagliata.

    Mai una gioia.

    A M A L A

  108. Scettico.
    Come lo devo scrivere?

    Il passato gobbo è un fatto.

    Che abbiamo perso partite (dal Bologna alla finale di EL) per colpa della sua ottusità tattica e per i cambi ritardati è un altro fatto.

    QUESTO è per me imperdonabile.

    Se poi vuoi capire altro, fai pure e continua coi tuoi papiri

    • Scusa, QUESTO che è un gobbo o QUESTO che non abbiamo vinto le ultime partite?
      Ma più che altro, se il primo QUESTO vanifica quanto possa lui fare di buono nel secondo è inutile che fingiamo di parlare di calcio tanto lui ha il passato gobbo e deve andare via comunque.
      Hai ragione tu, non serve un papiro basta #contegobbovattene

    • Toto, e tu non leggerli, questi miei papiri che ti scandalizzano tanto…Perché farti il sangue cattivo? Non capisco: nessuno ti obbliga a farlo. E allora?

  109. Conte resta.

    E’ crisi Inter…

  110. Comunicato ufficiale

    A seguito della conferma di Antonio Conte alla guida del fc Internazionale, vi comunico che mi dimetto da tifoso nerazzurro.

  111. Per usare le parole di Toto : “Mai una gioia “…

  112. @Fortebraccio : no, eh ?
    Non ci pensare neppure.
    Venderemo sempre cara la pelle
    Nas ne dogonyat 🙂

  113. Mi inciderò le sue frasi dopo questa pace.
    Io rimango convinto che quando vincerà dirà ” ci dobbiamo fare i complimenti noi e i ragazzi che lottiamo contro tutto… Anche in società c’è sempre qualcuno che si vuole prendere meriti che non gli appartengono”
    Poi quando si perderà… Perché capita..”io non sono qui a fare il parafulmine.,.la società mi ha promesso.,.non so se ci sono le condizioni.”
    Quando uno è rubentina nel anima.,

  114. Giusto così. Ha vinto il buonsenso.
    Ora calciomercato, sperando in cessioni e acquisti azzeccati.

    Dai, ragazzi. Animo!

    @Fortebraccio: non scherziamo, eh. 🙂

  115. Evvai! Ed ecco che la pagliacciata rubentina andrà avanti almeno un altro anno.

  116. Personalmente, condivido la decisione di proseguire nel “progetto Conte/Suning”, secondo me devono per forza essersi chiariti, vìs à vìs, su come impostare e, di conseguenza, proseguire la collaborazione.

    Ora mi aspetto un mercato oculato, senza roboanti botti buoni solo per scaldare la tifoseria (per dire, Messi se ne vada pure a Parigi o Manchester!), con buone e remunerative cessioni ed altrettanti acquisti atti a soddisfare il suo gioco.

    Poi, come di consueto, sarà il campo (capitolo arbitri a parte) a sancire i verdetti.

    AMALA.

  117. Per me se il gobbo si cheta e magari fa vincere L’INTER, onestamente, non me ne vogliate, ma non me ne fotte ‘na beata fava che sia gobbo o meno.
    Inoltre, nella magari improbabile possibilità che il gobbo ci conduca ad un ciclo pluriennale di vittorie, di tripleti e chi più ne ha più ne metta, voglio poi vedere se il gobbo non verrebbe considerato un po’ meno gobbo e un po’ più dell’Inter.

    • scusa Scettico, non avevo ancora letto il tuo intervento prima di scrivere, anche se magari potrebbe sembrare il contrario.
      Direi che siamo d’accordo. 🙂

  118. Gente, di là c’è Pirlo. e se Sarri è stato un trapianto che ha avuto la crisi di rigetto… Pirlo è un vero e proprio esperimento. Al milan c’è Pioli…
    Roma, napoli e lazio sono le solite incompiute. l’atalanta? va bhe…
    Insomma. Sarebbe stata una bella puttanata non sfruttare quel po’ di vantaggio che abbiamo acquisito.
    o no?

  119. Sono personalmente contento per l’accordo raggiunto dalla società col dipendente Conte, ad un anno di crescita come quello appena concluso andava data continuità.
    Ricominciare ‘nata vota da zero mi avrebbe devastato i cabbasisi, ma scherziamo??
    Barra a dritta e viva noi, l’11 nerazzurro (di Milano) sta diventando sempre più forte, tremate nemici, tutti!!!

  120. Speriamo solo che non gli abbiano promesso cose che poi non mantengono, se no chi lo sente 😀

  121. Mi accodo a chi si dice contento, o almeno sollevato, della permanenza di conte, anche perché allegri mi piace ancora meno, per i motivi spiegati da Scetticonerazzurro (almeno credo… scusami ma fatico un po’ a leggere tutto quello che scrivi, oltre una certa lunghezza la mia curva dell’attenzione precipita) sono però preoccupato da fortebraccio, spero vivamente che ci ripensi!
    @Giorgio: la mia esperienza aquilana forse è stata troppo breve, ma ignoro a quale “miglio” ti riferisci. In compenso noto che sei anche un fan delle tatu 🙂

    • Ma quale fan, a 106 anni… ;(
      Il “miglio” era il soprannome del tapis roulant che dal parcheggio portava proprio in piazza 🙂

    • Ahh… cmq no, quando sono stato all’aquila (2014-5) il centro storico era ancora molto danneggiato dal terremoto, non c’era nessun tapis roulant. Mi hanno detto che ultimamente la situazione è molto migliorata. A proposito delle sorelle nurzia, ricordo ancora i mitici torroncini!

    • Denny, Denny… FRATELLI Nurzia, mi raccomando…!
      C’est pas la même chose…

    • Dici che i fratelli sono ancora meglio?

    • I fratelli = impresa artigianale.
      Le sorelle = impresa industriale.
      In tutta franchezza mi piaceva anche l’altro, ma…vuoi mettere andare a prenderlo direttamente al bar dove veniva prodotto ? 🙂

  122. Conte mi ha deluso per come si è comportato ma se rimane in modo convinto sono più che contento.
    Me ne fotto della sua gobbitudine, il più gobbo di tutti gli allenatore tal Trapattoni che ha vinto scudetti e champion con loro da noi è stato un grande allenatore, per cui chissenefrega. Non tutti sono Lippi.
    L’importante è che non sbrocchi di nuovo tra un mese o quando non arriverà il Dzeko della situazione che vorrà avere..

  123. oh Messi ha chiesto ufficialmente di svincolarsi, il padre è a Milano e gli Zhang proiettano la sua figura sul Duomo. Iniziamo a farcene una ragione 🙂

  124. Io resto e spero che restiate pure tutti voi e specialmente Fortebraccio.

  125. Mentre noi discutiamo se conte è più gobbo di allegri o se sia opportuno ingaggiare messi, i gobbi comunicano a higuain che è fuori dal progetto realizzando, bene che vada, 18 milioni di minusvalenza, perchè sicuramente dovranno sborsare parecchi soldi per rescindere.
    Animo gente, non va poi così male per noi!

  126. metti la cera
    togli la cera…

    anyway forsa Inter

    tutto il resto è noia

  127. Considerazioni:

    1) Perché lo stato italiano continua a pagare i corazzieri? A parte la guardia alle ghirlande delle cerimonie, che ruolo svolgono? E i loro cavalli, a parte cagare lungo le strade dei cortei? E il nostro vicepresident(e) Zanetti? Abbiamo una persona che con i suoi assordanti silenzi (tutto l’anno) e le sue assenti presenze (anche oggi) non si capisce bene cosa faccia. Organizza partite scapoli ammogliati? Anche da calciatore non brillava per decisionismo. Per carità, un grande atleta, un eccellente uomo (dico davvero). Ma come capitano e dirigente…

    2) Abbiamo visto Neuer, abbiamo visto il portiere del Siviglia. Ancora consideriamo il nostro estremo difensore competitivo?

    3) Spero che Messi NON venga all’Inter, ma nel malaugurato caso accadesse, dobbiamo prepararci allo shitstorm, con foto sui giornali sportivi delle file alle mense caritas, o considerazioni sulla fame del mondo, o quanto è bella la frugale Pirlandia. Dobbiamo preparare un ninja mediatico che ribatta colpo su colpo. Un kamikaze che vada in tivvù a zittire chi rompe (solo e specialmente a noi). Mi chiedete al posto di chi? Al posto del nostro viceoresident(e)… Dov’è?

    4 Mi dispiace che Conte sia rimasto. Pur dandogli completamente ragione nel dire che la nostra società è priva di polso, mi disturba avere uno che guida il mio aereo e che soffra di vertigini.

  128. Non vedo l’ora di leggere cosa ne pensa il padrone di casa…
    Ho la presunzione di immaginare Settore che – combattuto tra il tifo e…lo schifo (mi serviva sia per l’assonanza, sia per descrivere la poco gradevole situazione in modo efficacemente conciso) – si agita sbuffando mentre traduce concetti di fuoco in parole misurate… 🙂
    Lookin’ forward to read

  129. Quindi alla fine “lafamiglia” a quanto stava al kg?

    Per carità.

    Il paragone Trapattoni-Conte anche no per cortesia.
    Adieu.

    • Banditi mi ha battuto sul tempo. Trapattoni – professionista serio e MAI piagnone (e lo hanno penalizzato sia con l’Italia sia con l’Irlanda in modo ver-go-gno-so) – non è mai arrivato a negare le evidenze. Senza contare che ha giocato con i cacciaviti e NON con i gobbi…

  130. Lasciamo perdere i motivi che mi costringono ad andare in bagno a vomitare ogni qual volta vedo Conte sulla nostra panchina. È un problema mio e di pochi altri, lo so. Ma mi sembra di tutta evidenza che quella andata in scena ieri è una recita. Si continua con Conte solo perché economicamente conviene a tutti, non perché si sia fatta chiarezza. Una situazione come quella che si è venuta a creare, la pagheremo a livello di conseguenze per molto tempo. Molto meglio era tentare di estirpare il cancro subito.

    • “Lasciamo perdere i motivi” una mazza.

      E’ tutto lì.
      Dimissioni accettate, Forte, dove andiamo?
      Campionato femminile Strip Poker?

    • Hai detto bene “tentare”, difatti han tentato e non ci sono riusciti.
      Rimane un mistero il perché tutto il livore sia concentrato su Conte e non su chi l’ha preso, ma se adesso voltassino pagina è ricominciassimo a tifare Inter non sarebbe una brutta idea, a me sembra che se ne stia facendo una cosa più grande di quella che è, ci manca solo più che ne parli la D’Urso e abbiamo chiuso il cerchio.
      I dati dicono che il primo anno cominciato da subito con i mal di pancia non ha risentito in termini di miglioramenti. Punti, piazzamenti, coesione del gruppo, tutto migliorato. Siamo arrivati ad una ciabattata da vincere la EL.
      Ma insomma, quanto ci frega di tutto il resto?

    • Io ti sono vicino. Penso che il problema sia , purtroppo, conte-neurologico: i suoi di conte neuroni soffrono del post nandrolone; quando si agita vanno in affanno e perde il controllo. Non vorrebbe ma gli scappa. Un po’ quando ai ragazzi si dice ” si impegna, non ha risultati’
      Ke possiamo fare?…, Speriamo

    • Si, pienamente in sintonia con te. se appena Conte avesse accettato di andarsene per una cifra ragionevole altrochè la sintonia di vedute

  131. Capisco fortebraccio perché anch’io ho gli stessi imbarazzi, che sarebbero aumentati probabilmente con Allegri. Il fatto è che sempre più frequentemente per seguire il calcio, riaffiora la vecchia sensazione del doversi “turare il naso”. Spero non con lo stesso esito astensionistico. Scusate il tono, sarà la giornata no, o forse l’età che mi fa sentire superato dai tempi.

  132. Javier + è proprio lì il punto, ne “il tutto il resto”. Io questo resto non riesco ad accettarlo proprio per quello che l’Inter ha rappresentato per me sin da quando ero ragazzino. Anche la vittoria, in fondo, non è così importante.

    • Vero, ma “tutto il resto” non è solo Conte, allora smettiamo di seguire il calcio.
      Qua si sta glorificando Trapattoni, ma ragazzi (degli anni 70) io posso capire i ragazzini di oggi che di quegli anni leggono solo gli albi, ma a noi un po di memoria è rimasta su come vinceva in quegli anni la juve del “grande professionista” Trapattoni? Impunita dal calcio scommesse ’80 con Cruciani che non si presenta in aula di tribunale, Zero rigori contro in tutto il campionato con Ameri che urla rigore sugli interventi di Brio, Turone… Etcetc
      Questa merda in Italia esiste da un secolo, non dal giorno del rigore su Ronaldo, ed ha un responsabile ben preciso SOCIETÀ JUVENTUS, prendersela con allenatori e giocatori è assurdo, poi oggi che cambiano casacca come le mutande ancora di più.

  133. Buongiorno.
    Ciascuno – ovviamente – forma le proprie opinioni, che sia impulsivamente oppure in maniera più lenta e ragionata.
    Ma TUTTI lo facciamo con la nostra capacità di giudizio, quindi fallibile e diversa, persino tra fratelli gemelli 🙂
    Quel che vorrei sottolineare, però, è che rischiamo di confondere la causa con l’effetto o – se preferite – l’abito con il monaco.
    Altobelli, Boninsegna, Vieti, Ibrahimovic… C’è qualcuno che li considera gobbi ? Due hanno giocato prima da noi, due prima a Torino.
    E certo Ibra NON era simpaticissimo, ma occorre dire che ha sempre giocato e segnato (ed esultato) con ogni maglia.
    Un professionista che decida di intraprendere la carriera di allenatore vedrà comunque per forza una grande società come un punto di arrivo.
    Però…dipende dalla persona che è.
    Sia PRIMA sia dopo aver allenato una certa squadra. A Torino si è tutelati e si vince, ma Trapattoni io l’ho visto allenare e ovunque ha messo la stessa impeccabile onestà e la stessa grinta, sia in Italia sia all’estero.
    Sarri NON poteva essere gobbo neppure se ci fosse rimasto 10 anni.
    Platini, ad esempio, lo era probabilmente già prima di andarci.
    Vive la difference 🙂

    • Dando per scontato che rispetto tutte le opinioni purché lecite ed esposte con educazione (cosa che si verifica con una costante unica in questo blog) continuo a dire che è il focus che è sbagliato. I dipendenti, paradossalmente ancor più se strapagati, perché non prendiamoci in giro anche quello conta per chiunque, compresi noi fossimo lì, fanno ciò per cui vengono pagati, non si può chieder loro di andare a mollare un pugno sul naso dell’arbitro che ti assegna un rigore a favore inesistente, o di andare davanti alle telecamere e dire oggi ci hanno fatto vincere.
      A me Conte non piace come persona, mi è antipatico a pelle, ha un idea di sport diseducativa al massimo, “il secondo è il primo dei perdenti” è una frase che dovrebbero riportare nell’enciclopedia Treccani alla voce “competitivo compulsivo” e come sinonimo “stronzo”. Ma che sia Il Gobbo di m… ma anche BASTA, ma chissenefrega!

  134. Zidane ha giocato in quella roba lì.
    Se ci allenasse Zidane non avrei nessun problema.

    E’ proprio crying toupet che non posso. Ma neanche allegri leinonsachisonoio.
    E’ come se mi mettessero il tonno nella carbonara.

    Oh, poi ognuno ha la sua estetica morale, esultate pure.

  135. Ragazzi, dobbiamo farcene una ragione, qui e non solo, fintanto che ci sarà Conte, (ma lo stesso sarebbe stato con Allegri) ci saranno sempre gli amanti, i tiepidi amanti, gli haters.
    Alcuni di voi forse sapranno dove mi colloco, ma rispetto tutte le opinioni.

    Due brevi riflessioni su quanto accaduto:

    1) non sapremo mai , cosa diavolo sia successo, chi abbia detto cosa, contro chi e le relative modalità di esternazione. Per cui mi limiterei a constatare che la ricucitura sia stata conveniente per entrambe le parti, certo la vivo con un certa inquitudine, non mi sarebbe nemmeno dispiaciuto Allegri, ma la ritengo la soluzione migliore. Meglio non fosse successo lo strappo, ma se si riparte, ci saranno state reciproche rassicurazioni che permettono , e non è poco, di non disperdere il tesoretto creato, volenti o nolenti, da Conte.
    E nella situazione in cui versano le nostre avversarie, credo sia meglio considerare tutto ciò, piuttosto che continuare ad essere ghuelfi e ghibellini. D’altronde ho visto tifosi nerazzuri spudoratamentei insultare Lukaku per l’autogol, non aggiungo altro.

    2) credo che un ruolo decisivo l’abbia giocato la coesione della squadra con il mister, soprattutto nella persona del leader dello spogliatoio, quel tale numero 9. Anche questo particolare non mi sembra da sottovalutare, indica che la squadra VUOLE seguire il mister, è disposta a sacrificarsi e chi, come pare il solito piazzatore di likes croato, non è d’accordo, potrebbe anche lasciare.

    A me non sembrano due aspetti così superficiali da sottovalutare per il bene della nostra squadra.

  136. “Crying toupet”

    é da premio Pulitzer 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

  137. 200

    non potevo permettere che il 200esimo fosse un commento pro-gonde.

    gonde nemico della Peta.

  138. Ciò detto,
    appoggio incondizionatamente quest’ultimo post di gibson3,

    per me perfetto

  139. Messi era ormai convinto di venire, poi ha visto le maglie dell’anno prossimo…

    (…e fatemela dire una cazzata ! Mi sembra che stiamo troppo sul pezzo, non sapendo tra l’altro cosa si siano detti)

    p.s. Certamente il giovane Zang deve avere argomenti perchè tutto cambi, rimanendo com’era. Il futuro ci dirà se abbiamo già un fuoriclasse in squadra.

  140. Sarò breve, o almeno tenterò di esserlo. Denny ha ragione, sono troppo lungo, arruffato e spesso anche sintatticamente sbandato e per di più scrivo spesso fuori tempo, quando la vicenda ha preso sviluppi diversi e quello che ho scritto non ha più alcun interesse. Ma, come spesso mi succede con le vicende del nostro club, il caso è talmente ingarbugliato che mi ci perdo dentro perché non ne capisco nemmeno le ragioni e solo scrivendone (che è l’unica cosa che so fare) riesco in parte a chiarirmi i termini della questione. In questo caso, non capisco bene né le ragioni della parte che l’ha scatenata nella maniera in cui lo ha fatto, né quelle opposte di chi ha cercato in qualche modo di ricomporla e di noi tifosi che abbiamo parteggiato per gli uni o per gli altri . Conte ha criticato la proprietà non perché insoddisfatto del compenso che riceve, ma perché le promesse fattegli di rafforzamento della squadra e di difesa del suo lavoro e del prestigio del club presso i media non è stato , a suo parere, affatto rispettato dalla proprietà e da coloro che lo affiancano: due motivazioni che dovrebbero trovarci noi tifosi tutti d’accordo con l’allenatore, perché più volte le abbiamo sostenute nel blog, e invece, perché gobbo, e quindi brutto sporco e cattivo, molti di noi gli danno contro, sostenendo gli interessi della proprietà che ci ha comprati come un gadget per allargare nei mercati mondiali i suoi profitti , contando sui successi e sul prestigio guadagnato in passato dalla nostra squadra e che tiene chiusi i cordoni della borsa, magari promettendoci Messi, ma non risolvendo con un valido centrocampista il problema annoso di un reparto che ci è costato proprio la sconfitta nella partita decisiva. Perché Conte sarà arrogante, presuntuoso, insopportabile, eternamente scontento, ma la lotta che sta conducendo è nell’interesse della squadra (i giocatori sono tutti al suo fianco) e anche di noi tifosi che abbiamo il diritto (soprattutto quelli che frequentano , pagando , lo stadio) di assistere a partite degne del prestigio della città di Milano e di un club che solo dieci anni fa è stato campione del mondo. Vorrei dire a Fortebraccio che gli interessi del nostro amato club e il suo prestigio in Italia e nel mondo non li difendono o offendono i nomi più o meno conosciuti, più o meno nobili degli allenatori che si succedono al comando, ma i risultati del loro lavoro e ciò che essi ottengono in termini di vittorie sui campi di calcio. Tutto il resto è fuffa, chiacchiera da bar, che non fa farina. Se Conte avesse portato la squadra alla vittoria, (e il modo in cui è maturata la sconfitta è stato veramente crudele nei suoi confronti , perché ad opera del giocatore che ha voluto a tutti i costi e che ha sbagliato il gol decisivo , infilando poi nella porta sbagliata il pallone della sconfitta), saremmo tutti qui a celebrare i suoi meriti e nessuno si sognerebbe di rinfacciargli i suoi trascorsi di gobbo maledetto. Insomma, un briciolo di coerenza da parte nostra , e anche di rispetto, nei confronti di chi in quest’anno ha compiuto al suo meglio il lavoro per cui viene pagato e che pretende dalla società quel che gli serve per fare ancora meglio nelle prossima stagione, minacciando altrimenti di andarsene, credo sarebbe giusto , dal momento che la sua battaglia è in fondo anche la nostra.
    Al solito, sono stato troppo lungo e chiedo venia.
    Una buona giornata a tutti.

  141. Ben venga Gonde se ti stimola i polpastrelli, “Crying toupet” in effetti è sui livelli del miglior Bandini 🙂

  142. Conte è semplicemente un mercenario , fosse stato gobbo non avrebbe lasciato i gobbi nella merda 5 anni fa , tralaltro sparando a zero sulla società stessa , fosse stato gobbo , non avrebbe detto tralaltro quando era alla guida dei gobbi , sarei il primo tifoso dell inter o del Bilan , qualora dovessi allenarli , lo vedreste Totti dire cosi della Lazio ? li vedreste nedved o Buffon fare le stesse dichiarazioni ? lo vedreste gattuso dire sarei il primo tifoso dell Inter?

    possiamo discutere dell uomo Conte si , ma non si discosta molto da quell Ibrahimovic che ci fece vincere un paio di scudetti …

    la scelta migliore e più razionale è quella di proseguire con lui ed approfittare del rinnovamento juve e delle defiance del napoli

    se ci mettiamo a discutere sull identità nerazzurra purtroppo rischieremmo di fare la fine del Bilan con i vari seedorf inzaghi brocchi e gattuso sulla panchina …

    il calcio oggi è cambiato non esistono più le bandiere etc … dobbiamo farcene una ragione ed essere felici di aver rappresentato forse l ultimo o uno degli ultimi capitoli di quel tipo di calcio ( 2010 cuchu zanetti deki julione etc )

    perciò bisogna amare la maglia , i colori , il simbolo .

    • Buffon e nedved si,
      Ma tra professionista e pezzo di m. C’è differenza
      Non è che perché è una professionista che una mignotta, mignotta per sua libera scelta, diventa una persona da stimare

  143. Ciò che dobbiamo fare è “disumanizzare” il simbolo, cioè scindere gli uomini dalla squadra.

    Io tifo Inter perché se devo offrire a qualcosa una passione “pura” che duri auspicabilmente una vita, ciò che è il destinatario di una mia utopia dovrà esserne degno.

    Ma mi rendo conto che i tempi sono cambiati. In passato c’erano le bandiere anche perché c’erano poche altre aste, poche altre occasioni per garrire in un altro campo. I giornali erano pochi, e scritti da persone che anteponevano un’altra utopia all’interesse immediato: l’utopia della missione, ossia quella della libertà di opinione e di stampa. Oggi chi scrive e chi parla (tanto) di professione, prima di farlo si chiede se gli conviene, o se il padrone sarà compiaciuto del suo “servizio” (non necessariamente giornalistico) . E, soprattutto, ci sono i soldi, tanti, troppi. E i giocatori sono tanti Oscar Wilde che era solito dire: “resisto a tutto tranne che alle tentazioni”. Stiamo assistendo a uno psicodramma che neanche Shakespeare avrebbe potuto immaginare. Un principe danes.. (argentino) triste ed ingrato che non esita un istante a salutare baracca e burattini catalani (Màs que un club, seee) per andare probabilmente in una squadra (PSG? City? Inter?) che non ha mai vinto o che non vince da 10 anni un trofeo internazionale. E la bandiera? Impacchettala, va.

    Quindi, lasciamo perdere gli uomini, pensiamo alla squadra. Uno come Messi non fa squadra, non fa squadra Ronaldo, non fa squadra Ibrahimovic. Loro sono “professionisti”, che, come le signore che passeggiano nelle e dalle notti dei tempi vendono il loro amore disinteressato al miglior offerente, ma poi vogliono godere sempre e solo loro.

    Io dico, alla Cyrano, “no, grazie. Grazie, no”. Lukaku è un professionista come loro, ma Lukaku fa squadra. Ma se Dybala non avesse tirato troppo la corda con i diritti d’immagine, forse la nostra bandiera sarebbe stata la banderuola di altri.

    Quindi? Quindi compromesso, signori. Chi viene all’Inter può anche essere Riccardo III (Giorgio, questa è per te), ma deve portare un apporto, etico, sincero e professionale, compatibile ai miei e ai valori della nostra squadra. Preferisco un Conte che non salta al coro “chi non salta bianconero è!” ma che si danna per vincere qualcosa per sé (nemmeno lui fa squadra, ma è un capo) e per noi, piuttosto che un Lucio che dice alla prima conferenza dei gobbi: “Com’ero buffo, quand’ero un burattino! e come ora son contento di esser diventato un ragazzino perbene!”. Pinocchio…

    Io non chiedo abiure, o attestati d’amore. Se volevo una puttana vergine andavo dalla vecchia signora.

  144. A me basta che si vinca regolarmente. STOP.

  145. A me basta non vedere più Age of Aquarius sulla ns. panca.

  146. @Scetticonerazzurro: non vorrei averti inibito, tranquillo che sono abbastanza rimbambito da perdere il filo anche in un testo molto più breve dei tuoi commenti! 😀 se mi posso permettere, credo che ti preoccupi troppo della forma, rilassati, siamo fra amici, anche se c’è qualche errore ci capiamo lo stesso. Come diceva un mio vecchio prof, “rem tene, verba sequentur” (in quale altro blog si possono fare queste citazioni?)

  147. Ehilà colti,

    almeno una traduzione per la plebe ogni tanto…

    • Ehilà, Beppe!

      Questa sì che è una citazione lodevole.

      Ciao!

    • Hai visto qualche Menenio Agrippa in giro, per caso ?!?! 🙂
      Qui siamo TUTTI, indistintamente, patrizi del calcio.
      Not for everyone

  148. E comunque un grazie a tutti gli interisti che ci danno una mano in questi momenti così difficili.
    (A. Conte e famiglia)

  149. Denny, ma ti pare che alla mia veneranda età (non te la dico per non metterti paura!) mi metta a cazzeggiare in un blog in cui tanti baldi cinquantenni (almeno suppongo tali) fanno sfoggio di quella cultura che ho masticato per anni e della quale ho piene le tasche? Meglio dedicarmi a Conte e a Messi, scrivendo a ruota libera cose che se potessero leggere i miei ex scolari inorridirebbero. Ho scritto tanti libri, mai di argomento calcistico, oggi da vecchio, come una liberazione, mi dedico alle futilità del calcio e a scriver epigrammi satirici sul mondo d’oggi. Te ne offro uno (di grande attualità) tratto dal mio ultimo libro:

    CALCIO E MERCATO

    Tra gli sport è il più amato
    E spesso diventato
    Un florido mercato
    Losco e a volte truccato

    E caso assai frequente
    Società e presidente
    Giocano impunemente
    Ad imbonir la gente.

    Ciao e ti ringrazio per i tuoi saggi , ma ahimè non rispettati, consigli.

    • Figurati se posso dare consigli a chicchessia! Complimenti per i tuoi versi (ma occhio che fra poco ti risponde a tono Giorgio…) 🙂

  150. zorro

    gavemo ciavà l’inciavabile in vita e femo e vergini par conte

    c’è solo l’Inter, per noi

    • Io non ciavo più l’inciavabile dall’età di anni 21.
      E a te ti conosco, tu l’inciavabile non l’hai mai visto neanche in foto.
      Fraulein, bitte…
      Mi pare di vederti.

  151. In effetti, tra i tanti, abbiamo digerito Zaccheroni, Leonardo, Tardelli, ecc… ecc…

    Riguardo alla conferma di Gonde, per i più indigesti suggerirei un liquore al finocchio, oppure un canarino al bicarbonato…

    “Prima digestivo fit in ore”

  152. a ridaje con Vidal…

    Mancini con Yaya Tourè era meno ossessionato

    comunque prendetegli ‘sto Vidal e che sia finita lì.

    Nel frattempo, qualcuno è comparso a dire due parole dal vivo? un commento al summit di martedì? niente? nessuno?

    bho.

  153. Speriamo che il City si spicci ad annunciare Messi e la finiamo con questa ennesima pubblicità “a perdere”.
    Parliamo piuttosto di cose serie, ma il mercato, quello vero, quello dello step successivo per arrivare a competere seriamente in Italia, ma quando comincia? No perché a leggere i nomi non sto mica tranquillo.
    Altro che spifferi, Zhang ha chiuso tutti in una panic room, su Inter Channel c’è il cartello delle pecore con l’intervallo.

  154. Intanto giungono notizie di “rivolte” a Barcellona. Comunque da questo punto di vista sono tranquillo, la follia di Messi non ci investirà.

    • Ma sì, e detto per la centesima volta che da tifoso voglio (non vorrei) vincere tutte le partite della prossima stagione e fare triplete, record e la juve in B che non guasta, da essere umano senziente mi guardo la rosa (ed il gioco) di City e/o PSG e mi chiedo:
      ma Messi cosa sceglierà?
      Calcisticamente è una scelta stra-scontata (il non scegliere noi), se poi si è stufato di giocare a pallone ai massimi livelli allora è un altro discorso e vale tutto, campionato Cinese, emirati, USA, Circo Togni.
      Pensiamo a vincere qua in Italia senza farci prendere dall’affanno per una trasferta a Verona, e intanto facciamo qualche altro passo in europa, magari la EL il prossimo anno ci sta. Tra l’altro in terza fascia di CL sarà come al solito durissima.

  155. Cioè parti già per uscire ai gironi di CL?

    Guarda che non è mica facile arrivare in fondo alla coppetta.
    Questo è stato un anno particolare con la formula sconvolta dal COVID.

    Io preferisco passare i gironi e, se coppetta deve essere, si provi con più impegno quella italiana.

    A M A L A

    • Nono ci mancherebbe, non penso che usciremo subito a prescindere, ma il fatto di essere in 3 fascia ci garantisce un girone di ferro al solito, per questo mi sarebbe piaciuto vincere questa EL e andare in 1 fascia.

  156. Su Rai Sport, programma di memorie calcistiche dedicato al nostro grande Becca
    Vado oltre il ricordo nostalgico dei tempi che furono e mi chiedo come mai le nostre scuole calcio non investono più’ nella formazione tecnica dei nostri giovani calciatori
    Comunque una gran bella opportunità per rivedere le gesta della nostra grande Inter diretta ed ammirare le finte del Becca, Le movenze di Spillo, la spinta di Beppe Baresi e riscoprire l’eccelente qualita’ ’ di Pasinato nel dosare i cross sulla destra sui quali si fiondavano Altobelli, Muraro e talvolta Oriali e Marini
    Il grande Bersellini giocava con Caso ala destra , Beccalossi trequartista Altobelli e Muraro di punta. Pasinato, Oriali e Marini costantemente in avanti

    Infine l’emozione finale nel risentire la voce del grande Beppe Viola che commenta così’ la doppietta contro il Cesena : Mi chiamo Evaristo scusate se insisto.

  157. Bravissimo Odisseo,
    mi fai tornare 12enne al mio primo scudetto targato Bersellini.
    Bordon, Bini, Canuti, il primo poster che ho appiccicato in camera mia, lo vedo ancora se chiudo gli occhi.
    Nella mia ingenuità non capivo in effetti come mai un artista del pallone come il Becca non giocasse in nazionale 🙂
    Ricordo che facevano rivedere un tempo circa di una partita prima di cena sulla rai, che emozioni!!
    Si quella famosa di Viola co “mi chiamo Evaristo”…
    La Domenica Sportiva, Gianno Brera.. Si eravam più giovani ma tutto era più bello, più puro, Paolone Valenti era poi l’apoteosi, tutti, ma proprio tutti guardavano 90′ minuto, madri nonni e nonne comprese, eeeeh…

    • Si Lothar.
      La domenica veniva trasmessa alle ore 19 ed era la registrazione di un tempo della partita clou della giornata.
      Negli anni settanta, da adolescente e studente ginnasiale, assistevo alle partite da abbonato. Arrivavo in tram , 12, in perfetta sincronia con l’apertura dei cancelli dello stadio. Mi ricordo delle conversazioni pre partita con i vicini di gradinata, le attese per le partite della squadra allievi che talvolta precedevano le sfide del campionato. Assistevo le partite in Curva Nord allora punto di riferimento dell’ Inter Club Mole di Torino.

      Erano anni tosti, ma affascinanti per la genuinità’ e la passione che caratterizzava I rapporti umani

  158. Sembra che l’Inter stia per prendere kolarov. Non ci posso credere, mi ricordo che lo voleva Mancini. Non basta quell’ubriacone di Vidal, anche l’ottuagenario kolarov. Questo allenatore ci porterà alla rovina e c’è qualcuno che ha il coraggio di difenderlo ancora pensando che la sua conferma sia il punto di partenza per continuare la crescita. Ma di cosa stiamo parlando? Quale crescita? C’è qualcuno che pensa di essere veramente arrivato in finale di EL. Quello che si è svolto ad agosto è stato il classico torneo Tim. Se la stagione fosse stata regolare saremmo usciti con il Getafe.

  159. A due giorni dalla ‘pace’ ecco due colpi: Vidal e Kolarov.
    70 anni in due.
    Una scelta progettuale per il futuro..
    Sono proprio emozionato.

  160. ma allora finalmente prenderanno anche yaya tourè ?

  161. Non intervengo nei temi tecnici.
    Penso di aver passeggiato abbastanza avanti e indietro con i tacchi a spillo sulle zone più delicate di ciascuno, ormai…
    Scrivo solo perché – nel caso il padrone di casa leggesse i ns. commenti – vorrei esortarlo ad esporre qualcuna delle sue (MAI BANALI) riflessioni sul momento un po’ così che stiamo TUTTI vivendo, stante la grande e generale incertezza su CHI comandera’ e COSA farà o almeno tenterà di fare.
    In tutta franchezza, al di là della naturale curiosità di ciascuno, di cosa sia realmente successo, cosa è servito a calmare le acque e…se le asce di guerra sono solo coperte a metà (eh…i vantaggi culturali di aver letto Tex…!)…poco mi importa, essendo per natura portato fatalisticamente ad accettare quel che viene, se sono cosciente di non poter intervenire…
    Ecco… Stimo sinceramente Settore e tutti voi che scrivete qui (pro o contro NON deve essere discriminante), quindi mi piacerebbe leggere il suo punto di vista.
    Bonne nuit tout le monde 🙂

  162. via skrinjar e lautaro e dentro kolarov e vidal.
    la progettualità è il nostro forte.

  163. Vabbeh dai un po di ottimismo, non siamo all’ultimo giorno di mercato.

  164. Se compriamo Tonali, Dembele’,Kumbulla kolarov e Vidal , non va’ poi così’ male. Vecino, Brozo , Skriniar e Biraghi ci lasciano
    Se rimangono 5 cambi Kolarov si alterna per 45 minuti con Young. Se poi arriva anche Emerson..
    Piuttosto dobbiamo comprare un portiere.
    L’anno prossimo teniamo d’occhio Di Gregorio : e’ il nostro miglior giovane dato in prestito al Monza

  165. Sul mercato meglio non dire nulla, spero non siano vere le ultime notizie. Spesso le P.I. ci prendono per i fondelli…

    Piuttosto ringrazio Oannes e Lothar, per i ricordi sul Becca e sullo scudo del sergente di ferro Bersellini. Anche per me è stato il primo scudetto festeggiato da ragazzino!

    Era un calcio più semplice e genuino. Altri tempi.

  166. ciao a tutti, volevo solo dire che non scrivo perchè quello che vorrei dire è giá scritto da altri. In particolare J+. Però ci tengo a dire che provo grande piacere nel leggere i vostri commenti.
    Mi associo alla richiesta del buon Giorgio. Settore dacci il tuo su Conte ecc, please…

  167. Settore! Settore! Settore!..
    Acclamazione tipo “Ispanico! Ispanico! Ispanico! (cit. Il Gladiatore)
    Cantaci o Sector della divina Inter…
    Forza Robertone,
    dacci la tua versione 🙂

  168. credo proprio che KOLAROV sarà la riserva di Bastoni e all occorrenza del quinto mancino di centrocampo che arriverà , è impensabile iniziare la stagione con solo young e kolarov e puntare a vincere qualcosa

  169. Per questo lasciano Tonali al Milan?..E Skriniar a “chissadove”?
    Compriamo i “fine ciclo atletico” e li mettiamo in campo a sbraitare, offendere, e farsi espellere
    e le giovani promesse che vadano pure altrove.
    Non parliamo di eventuali super campioni/goat. Quelli, per carità, non parliamone neppure!..

    Se va a finire così, ci abbiamo proprio guadagnato dalla villa varesotta..

  170. Durante l’incontro nella villa varesotta, Suning ha calato le braghe per placare il conte furioso. Semplicemente è stato accontentato su tutta la linea. La dimostrazione è data dal fatto che nessuno ha parlato o ha potuto parlare. Comunicato ufficiale e stop.
    Se non gli prendono subito i giocatori che vuole, questo è capace di mollare tutto a due giorni dall’inizio del campionato. Lo ho già fatto.

    • Buonasera, fratello.
      Mi sforzo di non leggere auspici (o timori) nelle tue parole 🙂
      E comunque… sai bene che contiamo MOOOOOOLTO su di te. In ogni caso.
      Lo stadio di proprieta’ porta X punti, un buon portiere garantisce Y punti a stagione, ma Fortebraccio ce l’abbiamo ssolo noi.
      Credo anzi che alcuni emissari di top club europei stiano cercandoti… 🙂
      Non ci abbandonare…

  171. Esatto fortebraccio..proprio a questa eventualità mi riferivo..

    Tempo fa scrissi che: “Mi preparo ad un anno con in panchina un gobbo (fino al 30 settembre), poi con un altro gobbo ex bilan (dal 1 ottobre) e temo che nel frattempo Eriksen sia andato altrove”.

    Confermo la mia previsione, ma ora spero che dal 1 ottobre il secondo gobbo citato sia già sulla torre eretta da un certo ing. Eiffel. Avremo però già perso fior di giocatori.

  172. Ero “Oannes” ovviamente..non “Oan”..inizio a vedere complotti ovunque! 🙂

  173. Mamma mia ragazzi, ma che sta succedendo?!
    Non me ne vogliate, non vuole essere offensivo, ma questa si chiama isteria di gruppo. Ognuno rincara la dose di pessimismo e qualunque cosa capiti a un mese dalla fine del calciomercato diventa la prova provata dell’inevitabile cataclisma.
    Ma veramente pensate che con certe cifre in ballo le cose si improvvisino di giorno in giorno?
    Io sento delle cose che non stanno né in cielo né in terra, “ecco vedi all’incontro è andato anche l’avvocato e quindi…”
    Appunto, è quindi??? si son seduti al tavolo dipendenti con contratti per 100ML e ci scandalizziamo del perché c’era l’avvocato?
    Si prende ogni voce di mercato come un’offesa personale di Conte alla società Inter, Zhang è diventato un pupazzetto di carta ostaggio dell’allenatore psicopatico.
    Siamo fuori dal FFP ma non è stato abrogato, se vogliamo spendere in cartellini dobbiamo prendere il possibile a parametro zero o quasi per fare la panchina e poi vendere per poter acquistare. I ns fatturati sono grandi rispetto all’Inter di alcuni anni fa ma sono ben poca roba rispetto a MU MC PSG BAYERN BARCA REAL.
    Take it easy cantavano gli Eagles.
    Calma.

    • si dai non perdiamoci d animo e restiamo fiduciosi … ma spero solo No Vidal …

      e spero inoltre via brozovic e dentro tonali …

  174. Tutto giusto Javier +

  175. Perche’ non diamo fastidio ai Gonzi contattando Raiola per Donnarumma?
    E’ in scadenza e noi abbiamo bisogno di un portiere

  176. Non capisco, come mi capita sempre più spesso leggendo i post, non solo di questo blog, ma anche di altri che al nostro hanno sottratto molti frequentatori e dove ci si azzuffa ferocemente come se dalle nostre decisioni dipendessero le fortune o le sciagure della nostra squadra. Fino ad oggi è stato un coro comune di lamentazioni perché nella nostra squadra, purtroppo soggetta a continui cambiamenti di umori e di profitto anche nel corso della stessa partita, mancavano giocatori autorevoli e di solida esperienza che nella tempesta sapessero guidare la ciurma verso approdi sicuri. Ora, tutto si può dire di Vidal e Kolarov, ma non che manchino, oltre che di un bagaglio tecnico di tutto rispetto, anche di quella esperienza così necessaria e a lungo invocata, perché a lungo assente, nella nostra squadra. Sono giocatori al termine della loro carriera, ma ancora validissimi, magari, come Godin, disposti a lunghi soggiorni in panchina, senza mai protestare perché non hanno più nulla da far valere in termini di carriera, ma pronti a dare una mano in caso di necessità ai baldi giovani di cui la nostra squadra si sta arricchendo. Dico la verità, quando Kolarov passò dalla Lazio alla Roma, mi rammaricai perché la nostra società, sempre deficitaria di terzini validi, non si fosse data da fare per far proprio un giocatore del genere e quando lo vedo giocare nella Roma contro di noi, lo temo più del loro conteso centravanti. Di Vidal poi, ricordo la mano che seppe dare a Barcellona alla sua squadra, appena entrato in campo, in quella sconfitta che ancora ci brucia. Confesso che non sono un affezionato spettatore delle partite del Brescia, ma nelle due partite giocate contro di noi, non mi sono neppure accorto della presenza di Tonali nelle loro file. Tutta colpa mia, naturalmente, e Tonali sarà senz’altro un eccellente giocatore, del resto non mi ero neppure accorto della bravura, a suo tempo, di Sensi e di Barella. Son sicuro, se verrà acquistato, Tonali come quei due farà miracoli e finalmente ci risolverà il problema annoso del centrocampo, ma dovrà maturare e che di meglio per affrettare la sua maturazione del giocare a fianco di marpioni come quelli che la proprietà si dispone ad acquistare? Le nozze con i fichi secchi non riescono mai bene, come sappiamo per le esperienze delle recenti stagioni, ma con fichi belli e maturi il pranzo può diventare accettabile: ve lo garantisco perché nel mio giardino ho una annosa pianta di fichi che in questi giorni me ne fornisce in quantità industriali e deliziosi per qualità e dolcezza. Do retta a Denny e termino qui.
    Buona serata a tutti.

  177. Con Vidal, Kolarov, Godin, Dzeko, Young non costruisci una squadra destinata a durare. Forse, e dico forse, fai una buona annata e poi sei costretto a ricominciare daccapo.
    No, caro Scetticoneroazzurro, non sono assolutamente d’accordo. Se, e dico se, questa sarà la campagna acquisti, prepariamoci ad una stagione fallimentare.

  178. Mi sembra di capire che l’obbiettivo sia quello di rinforzare la panchina ed il gruppo con qualche elemento di esperienza e qualità’

    Vidal ha 32 anni e se arriva giocherà’ molte partite da titolare. Kolarov giocherà’ gli ultimi 20 minuti sostituendo all’ abbisogna Young o Bastoni
    Hakimi e’ quinto di destra

    Borja verra’ lasciato libero e mi auguro arrivi Tonali. Se parte Skriniar arriva Kumbula.
    Rientra Pinamonti, avrei preferito Bonazzoli, molto più’ incisivo del primo

    Per il resto ad esclusione di Godin e Sanchez abbiamo in rosa e titolari tanti giocatori molto giovani

    Mi sembra un upgrade rispetto alla stagione appena conclusa

  179. E poi basta con questa storia che i giovani di 21/22 anni devono maturare perché non hanno esperienza. Alphonso Davies è un classe 2000, Coman un 96 solo per citare due giocatori che hanno appena vinto la champions.
    Gabriel Jesus è 97, Ferran Torres è un 2000. Ma Tonali (2000) non può giocare nell’inter perché non ha esperienza. Bene, vorrà dire che, questa volta, l’esperienza se la farà al Milano. Ma fatemi il piacere…

    • Su questo ti quoto a 10000, ma è storia vecchia e tutta italiana.
      Ho sperato negli anni di veder scemare questa… scemata, ma niente è una di quelle cose che non riusciamo a superare.

    • “Maturare” per un giocatore giovane significa fare sempre nuove esperienze. I giocatori non sono cocomeri. E oggi un giocatore a quindici sedici anni, frequenta più che le aule scolastiche i campi da gioco ed è spesso maturo , dal punto di vista atletico e se fornito di un buon bagaglio tecnico , per disputare un incontro di calcio. Fare esperienza significa invece frequentare giocatori più bravi ed esperti di lui, poiché nessuno nasce “imparato” e da campioni c’è sempre molto da imparare. Del resto, sono gli stessi giocatori, nelle interviste, a dichiarare quali sono stati gli atleti che hanno preso a modello e sono stati i loro maestri, più che sul campo in partita, durante gli allenamenti e familiarizzando con loro. Chi ha organizzato squadre giovanili, sa benissimo quanto giovino, soprattutto in fatto di tecnica individuale, i consigli di vecchi campioni a giovani vogliosi di apprendere. Quanto poi alla mancanza nella nostra squadra da molte stagioni di giocatori autorevoli e carismatici, soprattutto in difesa e a centrocampo, mi sembrava , col mio rilievo, di sfondare una porta aperta. Certamente, a mio parere, molto più utili, per vincere le partite , degli esorcismi…

  180. Appassionato di NBA (ma ormai tifo tiepidamente per i “miei” Celtics, mentre prima guardavo dozzine di partite di qualsiasi squadra) riflettevo – ingenuamente, lo ammetto – sulla possibilità di introdurre anche nel calcio nostrano criteri simili al “draft”, magari anche più semplici, ma che in qualche modo possano equilibrare le attuali situazioni di assoluta inermita’ delle piccole società rispetto alle altre…
    Certo…non è che il Benevento (senza offesa) potrebbe comprarsi Messi, ma almeno evitare che ci siano società “satellite” che hanno quasi il solo scopo di valorizzare talenti altrui, sia pure con un passeggero beneficio (tipico l’esempio del Pescara di qualche anno fa, fortissimo in B perché aveva Insigne, Immobile e Verratti).
    Poi ho pensato che qualche società o proprio emissario troverebbe il modo di truccare tutto se non più semplicemente prestare sottobanco milioni e milioni ad altre squadre,, e allora ora mi metto a vedere M. Crozza… 🙁

  181. Tonali ha come sponsor tecnico Oriali e conseguentemente arriverà’

  182. Scettico, abbiamo punti di vista diversi ed è bello così. Né io, con i miei esorcismi, né te, presumo, possiamo cambiare i destini di questa squadra. Non ci rimane che aspettare il corso degli eventi.

  183. Condivido il (sogno?) di Giorgio su qualcosa di similare al “draft” per i campionati nostrani, ma paradossalmente mi accontenterei di Play Off/Final eight o roba così.

    Approfitto dell’occasione per salutare tutti i “vecchi” del blog, che occasionalmente rileggo qui, Vittorio, Bandini, fortebraccio, scettico e tutti gli altri, oltre che i confratelli più recenti, ovviamente.

    P.S. Ho rivisto Oldman, ad un raduno del club “Belli de Roma”, al Salaria Sport Village.

    P.P.S. “Quel” Pescara era fuori categoria soprattutto perché aveva in panchina Zeman. Inoltre Verratti è un prodotto della primavera del Pescara, il giovanotto è di un paese in provincia di Pescara.

    • Grazie, ma…subito dopo ho avuto un incubo, con i gobbi al centro di TUTTI gli affari più importanti, con squadre di bassa classifica che miracolosamente compravano Messi e Neymar per poi girarli a loro, con giocatori che per noi lievitavano di prezzo mentre per altri bastavano i buoni-mensa, e – manco a dirlo – tutta una serie di campioni che appena arrivati ad Appiano Gentile si trasformavano in bidoni…
      Come dite ? Non era un incubo ma la storia del calcio ?
      Naaaaahhhhh….
      Lasciatemi illudere…

    • p.s. : giusto, ma il coriaceo Livorno riuscì a batterli (una rara perla…) 🙂

  184. Addio Borja e grazie.
    Poteva essere più decisivo e incisivo , ma è stato un grande professionista e un uomo serio
    Un hombre vertical

    • Mi associo ai saluti e ringraziamenti per Borja Valero…

      Peccato sia arrivato all’Inter nella fase terminale della carriera.

  185. Giorgio
    Agosto 29, 2020 a 2:25 pm

    p.s. : giusto, ma il coriaceo Livorno riuscì a batterli (una rara perla…)

    Il Sassuolo quell’anno arrivò terzo, ma c’era la Samp e ai play off DOVEVANO passare i genovesi.

    Tutto rimandato di un anno.

    • Supersquadra anche quella (i neroverdi), ma, nonostante fossimo 0-2 dopo pochi minuti…riuscimmo a vincere 3-2.
      So che sembro ricordare solo i (non molti) risultati positivi, ma dal 2006 in poi gli amaranto mi hanno dato gioie incredibili (tipo : prendere a sculaccioni il milan, dare giocatori alla nazionale, giocare in coppa UEFA ed essere eliminati dall’Espanyol,).
      Peccato solo che si siano “sovrapposte” al quinquennio nerazzurro… 🙂

  186. fortebraccio
    Agosto 29, 2020 a 11:05 am

    Si, mah, chi lo sa,
    Per tutta sicurezza però i tuoi esorcismi noi li vogliamo uguale, quel:
    “Inter Vattelapesca 0-3
    Buonanotte”
    Quello si tiene noi.

  187. La società programma il futuro. Conte è focalizzato sul presente…

    La programmazione a lungo termine ci ha portato a non vincere un ca… per un decennio.

    Se si vuole proseguire con Conte lo si deve assecondare il più possibile.

  188. Settore…

    1) sei in vacanza.
    2) Sei in “guru meditation”.
    3) Sei in sciopero.
    4) Sei …(sgraaat…!).
    5) Sei senza alcuna connessione di rete.
    6) Stai guidando con una mano sulle spalle della ragazza e l’altra mano…non si può dire (cit. ).
    7) Stai combattendo contro nutrie aggressive e sei sul tetto a fare il cecchino.
    8) Nessuna delle ipotesi precedenti.
    9) Tutte le ipotesi precedenti.
    10) L. Messi (ormai lo sapete che sono incapace di star serio a lungo…).

    Comunque sia.. .SCRIVI, per favore !
    Grazie

    g.g.

  189. Raga non dilaniatevi troppo per il mercato, la maggior parte delle “notizie” che escono in questo periodo sono caxxate inventate di sana pianta, stando ai fatti finora abbiamo preso hakimi (ottimo), confermato sanchez (buono, soprattutto senza pagare il cartellino) e stiamo prendendo kolarov (10 anni fa sarebbe stato ottimo anche lui, ora pagando 2 milioni e facendogli un contratto 1+1 non mi sembra male) poi pare che prendiamo pure vidal, che io francamente avrei evitato, anche perché ci sarebbe ancora nainggolan, ma immagino che sarà un’operazione tipo sanchez/kolarov per cui cerco di farmelo andar bene. Tutto il resto (tonali, kumbulla, kantè, ndombelè …) è un grande “chi vivrà vedrà”, ma credo che finora la proprietà si è mossa generalmente con buon senso (esclusa la doppia caxxata iniziale gabigol/joao mario) quindi sarei propenso a dargli credito. Nota a margine: sto godendo per la situazione del barça (messi e non solo) così imparano a scassare i cabbasisi a giocatori di altre squadre… volevano offrire 12 milioni a lautaro mentre ora si scopre che devono ridurre il monte ingaggi (faccina che sogghigna)

  190. Mi piace come il Milan sta’ gestendo il mercato. Rinforza la squadra con giovani di talento per durare e migliorare nel tempo
    Eravamo sulla buona strada …. adesso scimmiottiamo le peggiori strategie della Juve
    Nel 2019 abbiamo acquistato i due migliori giovani sul mercato: Barella e Sensi
    Nel 2020 uno e’ andato alla Juve, Kulu, e l’altro va’ al Milan..

    Spero di sbagliarmi

  191. No, Odisseo purtroppo non ti sbagli. Zhang ha messo la squadra nelle mani di Conte e questi sono i risultati: Tonali al Milan, Kumbulla alla Lazio. Ma stai tranquillo, da noi arriverà tanta esperienza.

    • Bisognerebbe far capire all’allenatore che ciò’ che serve e’ la qualita’ e lo spessore caratteriali. Gli anni contano poco ed il talento fa’ la differenza
      Siamo rimasti scottati con Spalletti e Nainggolan e commettiamo gli stessi errori

  192. Ero contento che fosse rimasto Conte
    Ora non so più
    Prendere over 33 e mollare giovani più che promettenti è un brutto segnale
    E rimane il problema di uno che sappia inventare. Su Sensi come possiamo contare?
    Chi abbiamo? Ericksen che fine farà?
    Boh..

  193. Aggiungo alla discussione solo un particolare, che potrà interessare o meno, ma la formazione della vittoria del triplete aveva un età media di anni 30,36.
    I buoni giovani sono non importanti,
    sono indispensabili, ma un buon compagno esperto vicino é altrettanto fondamentale.
    Credo che abbiamo bisogno di entrambi i fattori per concretizzare, ovvero, provare a rivincere qualche titulo.

    • Lothar concordo pero’ quando hai in mano il miglior giovane centrocampista italiano lo porti a casa. Punto e basta
      La responsabilità non e’ solo di Conte ma anche e soprattutto della società’ che deve necessariamente avere una visione strategica anche a medio e lungo termine

  194. Conte dovrebbe leggere Aristotele

    L’eccellenza è un’arte ottenuta attraverso l’addestramento e l’abitudine. Noi non agiamo bene perché abbiamo virtù o eccellenza, ma abbiamo piuttosto queste due perché abbiamo agito correttamente. Noi siamo ciò che facciamo ripetutamente. Eccellenza, allora, non è un atto, ma un’abitudine.”

    Eccellenza non e’ un atto ma un’abitudine!!
    Eccellenza non e’ un atto ma un’abitudine

    Non ci interessa vincere nel 2021 con una squadra che non ha futuro
    Questo bisognava dire e spiegare a Conte a Villa Bellini

  195. “Non ci interessa vincere nel 2021 con una squadra che non ha futuro” .

    Questa frase riassume perfettamente il mio pensiero. Bravo, Odisseo!

  196. Sfortunatamente NON CREDO che in Italia (in una qualsiasi società “grossa”) si possano coniugare troppe cose assieme.
    Forse in UK o in Germania si può costruire : si ingaggia un allenatore e gli si danno alcuni anni di tempo, costruendo piano-piano la squadra.
    Oppure si può fare come accade in alcune squadre di secondo piano, che se ne fregano di arrivare tra le prime 4, e si accontentano di qualche sporadico successo, qualche “scalpo ” nobile.
    Oppure si fa – come ho citato spesso – come le squadre barche, ad esempio : se arrivano i successi…bene, ma prima di tutto ci manteniamo baschi.
    Essere una società come l’Inter esclude la pazienza e la mancanza di ambizioni.
    È un po’ come essere la Ferrari : NON PUOI prendere piloti di secondo piano. Poi magari hai delle annate come questa, ma insomma..
    Dobbiamo guardare in faccia la realtà ; se prendi un allenatore da un milione al mese…vuol dire che NON VUOI programmare.
    Punto.
    E scusate l’entrata a gamba tesa.

    • Vuoi vincere subito? Molto bene, ma allora cacci fuori tanti tanti soldi e compri i migliori. Non prendi trentacinquenni a fine carriera.

    • Il “coniugare troppe cose assieme” è ESATTAMENTE questo, amico mio… Qui c’è un governo con troppe correnti e senza un programma univoco.

  197. Fortebraccio, concordo al 100%
    Aggiungo che gli acquisti li concludi in fretta
    Non vorrei che iniziassimo il ritiro con un centrocampo condizioni peggiori dell’anno scorso

  198. Concordo con Odisseo e Fortebraccio. Sono senza parole su Tonali..forse è davvero il nuovo Pirlo visto che anche quello avevamo scartato..
    Caro Lothar, vero quello che dici del Triplete e penso che ricorderai anche cosa accadde dal 2011..
    Come mai gli sceicchi di Psg e MU non vincono? Come mai i cinesi fanno lo stesso?.. temo cerchino solo uomini copertina x i loro spot.
    A sto punto ..all-in per Messi! Eccheccaxxo!

    • Il nuovo pirlo? Da Bresciano sono 2 anni e mezzo che lo vedo. Non ha nulla di pirlo. E non è nemmeno brescian.
      È forte ma il Brescia ha fatto il salto di qualità cn torregrossa. Rotto lui brescia io
      Per me non vale quei soldi .

  199. Effettivamente il Milan si che ci sa fare.
    Nelle ultime 2 sessioni di mercato hanno speso qualcosa come 300 milioni(l’avesse fatto l’Inter…) e abbiamo visto i loro grandi risultati
    Ammirevole la loro coerenza nel continuare ad acquistare questi pilastri di squadre appena retrocesse

    Grande Milan

    • Appunto…. che poi non capisco per loro il ftp niente.? Altri 38 mil senza vendere nessuno….bah

  200. A me interessa vincere nel 2021 punto e basta. Con o senza futuro, fotte sega…

    È da un decennio che non vinciamo un ca…!!

    Inizio ad avere i capelli bianchi

  201. Secondo me dovremmo iniziare a farci sentire per evitare che arrivi Vidal ,ho i brividi solo a pensare di vederlo alzare la maglia nerazzurra con il suo nome in sala stampa, sarebbe davvero un duro colpo

  202. Se vouoi vincere nel 2021 non fai rinforzare le tue concorrenti…

  203. Sbrighiamoci quindi a saccheggiare il centrocampo del Lecce prima che sia troppo tardi

    • No prendi il migliore giovane in circolazione, visto che l’attaccante che c’era lo ha acquistato la Juve
      Be ma noi riprendiamo Salcedo…

    • Dobbiamo prendere quelli bravi , Kulu e Tonali, e non cedere i Zaniolo

    • Mareintempesta
      Non so quanti anni di esperienza di tifo Interista tu abbia pero’ visto il tuo sarcasmo vorrei ricordarti che abbiamo vinto scudetti acquistando grandi giocatori giovani da squadre come Brescia ( Beccalossi ed Altobelli) A Bianchi Cesena, Pasinato Ascoli , Aldo Serena Montebelluna, G. Marini Varese, Nicola Berti Fiorentina
      Giusto per nominarne alcuni.
      Non e’ importante la squadra di provenienza ma quanto bravo e’ il giocatore

  204. Cantaci,

    oh Sector
    della futura Inter,
    che infiniti (speriamo) lutti (sportivi)
    addurrà alle sue avversarie.

    Padron Roberto,
    dacci l’ispirazion (orco can)

    Buonanotte

  205. Non essendo ne un osservatore di calcio ne un direttore sportivo non ho le capacita’ oggi di poter immaginare quanto sara’ brillante domani la carriera di un giovane.
    E poi quante volte presunti talenti non si sono dimostrati tali.
    Vedremo tra qualche anno, ma quello che invece non mi piace e’ il solito che gli altri bravi e noi sempre somari

    Di errori ne facciamo certo ma come gli altri

    Ma quanti Bastoni, Scrigno, Lautaro(presi giovanissimi e che oggi valgono tanto) hanno comprato nel Milan negli ultimi anni?

    No perche’ che noi siamo sempre la barzelletta da deridere e’ un po noiosa come cosa e tra l’altro non vera

  206. Per capire la diversita’ mediatica prendiamo tale Aubameyang.

    Che ad oggi(certezza assoluta) ha realizzato qualcosa come 300 reti tra i professionisti.

    Il Milan nel 2011 ha ceduto questo ragazzo per la bellezza di 1 milione di euro.

    Qualcuno rinfaccia mai al Milan questa cosa?

  207. Detto cio’ quello che invece mi preoccupa e’ quello stramaledetto modulo del 3-5-2 che proprio non mi e’ mai piaciuto, dove la corsa vince su tutto ,dove i Godin e gli Eriksen diventano brocchi mentre i Bastoni e i D’Ambrosio fenomeni.

  208. +1 @mareintempesta per il penultimo e ultimo post qui sopra.

    Su Tonali ci speravo, però considerando il nostro allenatore , non era scontato che si inserisse facilmente. Fra Brozo, Barella, Sensi ( ? ) , Ericksen non so chi avrebbe sacrificato .

    Vedremo alla fine del calciomercato, ora è presto, o perchè se arriva un Kantè, sinceramente di Tonali me lo faccio passare.

    Più che altro paghiamo anni di acquisti ad capocchiam di centrocampisti , ma non solo, che ci hanno solo intasato i conti e che precludono acquisti se non vendi . Sono certo che Tonali l’ avremmo preso e Kantè pure , ma stante invece la nostra situazione, non è possibile.
    Intendo dire, se non avessimo fra le balle Joao Mario, Vecino ecc ecc,

  209. certo che, vincere uno scudetto con giocatori che si sono col tempo creati un dna nerazzurro è una cosa. vincere uno scudetto con gente che ha trascorso tutta la propria carriera da altre parti è un’altra. e poi? anche ammesso di riuscire a vincerlo sto scudetto… cosa facciamo dopo? su cosa puo’ nascere un ciclo duraturo? fare l’exploit un anno per poi tornare nelle retrovie per decenni, come al solito, non sarebbe una gran soddisfazione.

  210. Comunque, posso andare a cercare i commenti dell’anno scorso e copincollarli : Suning due spicci in più non li tira fuori eh. Schiacceremo tutti, potenza economica incalcolabile, colosso di questo, colosso di quell’altro … ma un Tonali in più, così… tanto per zittire tutti, non te lo prendono mica. Macchè.

    loro puntano direttamente a Messi.

  211. Questa storia di Tonali mi ha lasciato basito. Non è possibile e non è serio per una società come la nostra farsi beffare dal Milan su un giovane così promettente e gia nazionale perché aspettiamo un 33enne ubriacone, ex merda, cileno traicionero…con l obiettivo insieme all altro pensionato di Kolarov di “forse” vincere uno scudo l anno prossimo.
    Si dovrebbe creare un ciclo. Ma probabilmente Conte non è questo tipo di allenatore.
    Anche vendere Skriniar per me è un delitto, soprattutto per scambiarlo con uno strapagato l anno scorso in stile premier…e che ha solo deluso dopo.
    Mah…
    Anche l anno scorso non ho apprezzato il mercato di Beppe il Guercio (ex merda anche lui non dimentichiamolo MAI), ma lo ritengo un competente…
    Cazzo.
    Speriamo di non rimpiangere Tonali come altri…
    Forza Inter.
    Amala.

  212. Non mi pare che Tonali al bila sia ufficiale. Anche di noi dicevano tutto fatto. In ogni caso non si può comprare prima di vendere salvo per colpi ecceziunali. Non mi pare che Tonali rientri in questa categoria. Questo perchè altrimenti poi tutti sanno che devi vendere e ti tirano giù il prezzo. Sta faccenda Tonali mi ricorda Shic qualche anno fa. Poi sappiamo come è andata.
    Ma poi scusate, il mercato si giudica alla fine. Soprattutto perchè i giornali ne sparano di ogni. Detto questo, pure io nn vorrei vidal, anche se ammetto che rientrerebbe perfettamente nel profilo “giocatore di esperienza a cui in teoria non viene il braccino nelle partite che contano”. Tipo in finale.

  213. torno oggi sul blog dopo l’amara serata di colonia e dopo le meritate ferie in trentino dove, pur volendomi staccare da tutto e tutti, sono stato inseguito dai perfidi commenti su WhatsApp dei nemici sportivi che mi informavano dell’ennesima giravolta del nostro,ahimè, attuale allenatore

    questo sbrocca a siena, bari, torino, londra e da noi e DOVUNQUE viene cacciato e lasciato andare mentre da noi gli vengono stesi tappeti rossi e date “rassicurazioni” su: 1)il mercato 2) sulla assenza di pressioni 3) sullo scudo che fornirà la società per difendere lui e sua la famiglia dagli attacchi che il mondo crudele gli fa quotidianamente

    insomma, continuiamo sull’0nda morattiana del buonismo e del farci perculare da tutti….un qualsiasi altro presidente di serie A dopo le due interviste a fine partita di bergamo e colonia lo avrebbe mandato bellamente a cagare, ma noi niente….accettiamo supinamente gli sbalzi umorali di questo personaggio che a questo punto è chiaro essere una bomba pronta ad esplodere in qualsiasi momento se qualcosa o qualcuno lo irrita. perché dobbiamo partire con questa spada di Damocle sulla testa? perché ancora con questo senso di incertezza?

    e non mi si venga a dire che il livello si è alzato, che siamo cresciuti ecc ecc, non dimentichiamoci che al signorino quest’anno sono stati presi fior di giocatori (godin, sensi, barella, eriksen, young, moses, lukaku, Sanchez, biraghi) . idem per la crescita dei giocatori perché se è esploso bastoni (che già l’anno prima aveva fatto una stagione da titolare o quasi a parma) skriniar è diventato l’0mbra di se stesso, lautaro ha potuto far vedere le proprie qualità solo perché Sanchez prima era in ritardo di condizione e poi si è infortunato. infatti quando è tornato ha giocato molto più lui di lautaro.

    insomma, non sono per niente contento di questa scelta, vivremo un’altra stagione preda degli sbalzi di umore del piangina sempre che il mercato lo soddisfi e non decida di lasciarci ad inizio campionato come ha già fatto.
    male, molto male

    • Bentornato.
      E… tutta la mia (per quel che vale) approvazione per l’impeccabile analisi.
      Ho gia’ scritto, spesso, che come informatico rifuggo dal “bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto”. Non c’e’ niente di male a scrivere che e’ al 50%, no ?
      Scrivere le cose come stanno NON e’ disfattismo…
      E aspettare i fatti. NON le nostre sensazioni, tutte ugualmente legittime ma – ahime’ – ben poco rilevanti agli effetti pratici.

  214. Che Tonali, certo un giocatore di valore (a giudizio degli esperti) e per di più centrocampista, cioè in grado di, non dico risolvere, ma certo migliorare quel reparto da anni il più debole della nostra squadra, e che avevamo saldamente in pugno, sia finito acquistato dal Milan (!!), non fa certo piacere a nessuno di noi tifosi, anche per la destinazione (con la certezza che la perdita diventerà motivo di scherno per anni, come è successo in passato per quella di Pirlo e Seedorf, se il giovanotto dimostrerà di essere veramente un campione). E tuttavia la scelta, sia di Conte che della società, ha una sua logica: l’allenatore vuole garantirsi la presenza a centrocampo di un giocatore di cui possa fidarsi, di cui conosca perfettamente le qualità atletiche e tecniche non incrinate ancora dall’età, e che almeno per qualche anno dia sicurezza ad un reparto che di sicurezze in questi ultimi anni ha dimostrato di averne molto poche. Per un identico motivo era stato acquistato da Spalletti Nainggolan, che ha assolto egregiamente questo compito nel Cagliari, e che io avrei recuperato, alternandolo magari in partita con Tonali in quel delicato settore dove l’esperienza , oltre che la prestanza fisica , ha un ruolo determinante. Probabilmente una simile soluzione non riscuoteva la fiducia di Conte a cui spetta giustamente l’ultima parola. Vedremo come risolverà la questione, la cui mancata soluzione è stata alla base dapprima dei successivi fallimenti ad un passo dalle vittorie nelle varie competizioni e infine delle sue esternazioni contro proprietà e dirigenza, perché non gli sono stati forniti i giocatori da lui ritenuti indispensabili. Chi nel blog nella perdita di Tonali legge l’assenza di una prospettiva di lunga durata che garantisca, piuttosto che successi di corta durata, cicli di vittorie distribuite negli anni futuri e garantite da forze giovani e di sicuro avvenire, mi sembra che abbia capito poco della strategia di Suning, che , buona o cattiva che sia, è stata limpida fin dall’acquisto del nostro club e da me più di una volta descritta nel blog. Suning non è Moratti, un appassionato intenditore di calcio che può dar tempo alla squadra di crescere in vista di futuri successi: ha bisogno, in vista dei suoi interessi commerciali, di successi rapidi e spettacolari (perciò, a mio parere, non è affatto escluso che riesca a mettere le mani su Messi). Per questo ha cercato fin dall’inizio, tra tanti allenatori sul mercato, quello che più gli avrebbe garantito un successo rapido e vistoso fin dal primo anno, non dei secondi posti, ma vittorie certe. E Conte, vincitore in Italia e in Inghilterra fin dal primo anno, è stato a lungo inseguito dai cinesi finché lo hanno ingaggiato, fidando su queste sue non comuni capacità di costruire in breve una squadra vittoriosa. Conte quest’anno con i suoi secondi posti ha mancato la sottintesa promessa di successi (tanto è vero che nel nuovo accordo è prevista la clausola che la vittoria non è garantita, a significare che in passato questo era stato) e tuttavia è chiaro che Conte vorrà dimostrare che la fiducia dei cinesi non era infondata. Da qui l’acquisto di giocatori di sicura esperienza e rendimento, tutte qualità che certo Tonali non garantiva. Strategia di corta veduta? Questa è la strategia auspicata da Suning e che Conte cerca di realizzare. Non piace a noi tifosi? Ma la società è da tempo una loro proprietà, bellezza! E a loro spetta scegliere la strategia migliore, quella che più corrisponde ai loro concreti interessi, che non sono solo , o almeno non soltanto, quelli sportivi.
    Buona giornata a tutti.

  215. @andrea: ottimo commento, condivido tutto!
    @kalle73: aspetta almeno la fine del mercato prima di deprimerti, e manda a quel paese i gobbi su whatsapp!
    @Giorgio: un mio amico ingegnere dice che il bicchiere non è mezzo pieno né mezzo vuoto ma ha una capacità doppia del necessario 🙂
    @Scetticonerazzurro: sono d’accordo con te sulla fiducia (quando leggo i tuoi commenti uso la tecnica di lettura rapida di woody allen quando diceva “ho letto guerra e pace in 20 minuti, parla della russia”) 😀

    • Il tuo amico ingegnere ha ragione, ma potrebbe anche dire che e’ stato riempito per la meta’ della propria capacita’. E saremmo daccapo a 12 (popolare espressione usata dalle mie parti, come “Pasqua di domenica”, “il cane che si morde la coda” etc. etc.).
      W. Allen ? Persona non facile da decifrare… Sua la battuta “..quando ascolto Wagner mi vien voglia di invadere la Polonia”.
      Un tipo da prendere con le molle.
      O come allenatore 🙂

    • Una volta o l’altra ti devo raccontare una barzelletta su ingegneri e informatici che racconta spesso il mio amico 😉 su woody allen invece credo che potremmo parlarne per ore…

  216. caro Scettico,
    la rinuncia a Tonali mi pare molto simile a quella di Zaniolo, e abbiamo poi visto come è andata.
    Vidal sarà come Naingolann? speriamo di no.
    Certo che rinunciare all’unico prospetto italiano giovane di valore mi sembra indice di una mentalità poco accorta. Suning vuole vincere, ma perchè mai non dovremmo vincere inserendo giocatori giovani e tecnicamente bravi?
    Spero almeno arrivi Kantè

    • a me kantè non fa impazzire ha 29 anni , costa tanto , tantissima quantità si ma pochissimi gol , alto 1,68 sicuramente non un trascinatore a livello di tempra … prenderei più ndombele quanto meno ha 23 anni e costa meno …

  217. dovessi spendere 60 mln per kantè li destinerei ad occhi chiusi per savic + gagliardini

    • per savic ne vorrano un’ottantina, se poi ci metti gagliardini te ne chiedono 90

      Sono appena tornato e riparto ‘stanotte.
      Ho letto Acanfora, Bandini, Vittorio e mi pare anche Jair e Internazionalista,
      Este e Wolf sono di là,
      ma c’è qualcuno che mi sa dire che fine hanno fatto Corso e Gaggio? E Joe Strummer?

      Buon pomeriggio, buonasera e buonanotte e, casomai non ritornassi, buon Natale e felice anno nuovo

  218. Noi abbiamo già Barella e Sensi di giovani a centrocampo, se hanno riscattato Sensi immagino che avranno fatto anche una valutazione di tenuta fisica, sulle qualità calcistiche direi che non si discute, lui ha già dimostrato in una grande squadra cosa sa fare, Tonali al momento no…
    Aspettiamo la fine del mercato.

    • Esatto. Sensi sano e barella sono TITOLARI ora in nazionale. Tonali no.
      Ha fatto solo un anno in a e avendolo visto sempre anche quando era in b , sinceramente non è migliore di sensi o barella., anzi.
      Poi sbalordira tutti e diventerà un crack ma ho sempre considerato un ottimo giocatore ma non un campione.
      Poi ovvio ora verrà dipinto come unfuoriclasse cosa che fino a 2 gg non si faceva è per ovvi motivi

    • Un po’ come Lapadula, Niang, etc. etc., insomma… 🙂

  219. Tra il serio e il faceto
    Ma chi sono i giocatori che hanno chiesto a Conte di restare che a sentire in giro sono tutti sul mercato…

  220. A Denny vorrei dire, peccato che tu legga quello che scrivo a volo d’uccello, non impegnerebbe troppo la tua intelligenza, e in più ti faresti un sacco di risate, come succede con le battute del regista americano (di cui io da cinefilo sono un appassionato cultore). Intervengo nel blog con i miei papiri, come spesso ho scritto, non per far sfoggio di cultura calcistica, ma molto più modestamente per mantenere vive le sinapsi cerebrali. Agli anziani l’esercizio giova, è sempre molto meglio delle parole incrociate.
    A Jamescott. Quanto a Vidal, io non ho fatto parola del giocatore. Potrà essere benissimo Kanté il preferito di Conte, ma i motivi che stanno alla base della scelta restano gli stessi. Semmai vorrei capire per quali motivi un giocatore come Vidal meriti tanto disprezzo: ha dimostrato, anche a nostre spese, di essere un giocatore, trentenne sì, ma con mezzi tecnici e atletici ancora perfettamente efficienti, per di più alla corte di un sergente di ferro come quella di Conte. Perché dubitare della sua utilità in un centrocampo come il nostro che di sicurezze ha particolarmente bisogno? Vorrei che qualcuno me ne spiegasse la ragione.

  221. caro Scettico,
    non disprezzo certo Vidal, ma le riserve sono due: caratteriali -e non si scopre nulla di nuovo-, e fisiche di tenuta. Vidal spesso nel barca entrava in sostituzione di qualcuno. Il gioco di Conte è molto dispendioso e non so quanto possa reggere.
    Su Kantè: è un’ottimo incontrista e corre come una lippa, mi piace molto ma non è un facitore di gioco.
    E in questa squadra , come si sta delineando, abbiamo tre giocatori veramente tecnici a centrocampo: Sensi, ma che rischia di essere come Douglas Costa alla Juve, formidabile ma spesso in infermeria; Brozo, che sembra destinato a partire, ed Ericksen, che Conte proprio non vede nel suo gioco.
    Va bene l’esperienza, va bene correre, va bene tutto, ma l’aspetto tecnico mi pare deficitario. In quante partite ci siamo trovati di fronte ad un muro e non c’era uno che saltasse l’uomo, che creasse lo scompiglio nelle difese? I giocatori tecnici servono anche a questo. Tonali forse era un azzardo, ma se non azzardiamo mai..

    • Quanto al carattere, Conte lo conosce bene e se spasima per averlo, saprà anche come domarlo… Quanto al resto, sono d’accordo con te: sono dispiaciuto come te che si sia interrotta la trattativa per Tonali, che tuttavia non conosco affatto ma di cui si dice un gran bene. Ma lo stesso si diceva di Eriksen e sappiamo come la storia è finita. Seppure obtorto collo dobbiamo fidarci di Conte che conoscerà entrambi e che nella sua scelta avrà tenuto conto di tutti gli aspetti prima di decidere a favore dell’uno o dell’altro: sa bene che questa volta non può sbagliare, pena un fallimento ancora peggiore di quello che abbiamo vissuto di recente, e questa volta la responsabilità sarebbe tutta sua. Vogliamo dargli un po’ di fiducia? Non lo considero gobbo, come tanti lo ritengono, figuriamoci poi masochista…

  222. Caro Scettico,
    Jamesscott mi ha battuto sul tempo. I motivi della resistenza sono certamente quelli, oltre ad una certa inconfessabile avversione da parte di molti, che deriva dall’infanzia.
    A parte infoltire la colonia gobba, è un fatto che – fin dai primi calci – ciascun bambino sogna di diventare Riva, Mazzola, Rivera, Maratona, Baggio, Messi, Ronaldo (il brasiliano), non un centrocampista che gioca di fisico. Ricordo che erano visti con malcelata superiorità quelli che correvano ed entravano “duro”.
    Forse è l’età, che mi ha fatto vedere la profonda differenza tra il calcio ante-Olanda ed il successivo, forse una ostinata ricerca del tocco elegante rispetto alla corsa e all’aggressivita’…
    Vidal sintetizza (per me) un concetto di calcio certamente utile e redditizio, ma – potendo scegliere – vorrei uno come Milinkovic Savic… Forte ma anche piacevole da vedere.
    Piuttosto…come Scettico ho anch’io un quesito : Immobile ha firmato per 5 anni a 4 mln. a stagione.
    Non sarà Neymar, ma…perché è ancora possibile che giocatori che segnano molto “si accontentino” e invece un qualsiasi Filiberto De Anonimis chieda e ottenga subito di più ?
    Lotto è furbo ?
    Allora prendiamo Lotito…

  223. Io intanto (e prima che si scateni l’inferno, non come titolare inamovibile) terrei il ninja, che ridarlo al Cagliari in prestito con diritto di riscatto anche no…

  224. aggiungo se nessuno l ha già fatto questa frase di ragnick, in cui mi trovo a mio agio, il valore deve essere creato, non comprato. Tutto temo per soddisfare l ego di un piccolo uomo falso come i suoi capelli

    • Era “tento” o “tanto” ?
      Comunque sono d’accordo con la creazione del valore.
      A meno che …non siamo TUTTI impreparati psicologicamente ad accettare il calcio del futuro.
      Sapete…come in quei film di fantascienza tipo “Rollerball”, o “L’implacabile” o mille altri esempi in cui lo sport è SOLO spettacolo per vendere TV, pubblicità e “addormentare” le coscienze.
      Va be’, la finisco subito, ma la piega è quella, che siano sceicchi arabi o magnati americani o ricconi cinesi… (o fondi di investimento che rilevano società da misteriosi cinesi 🙂 )

    • Sorry.
      Avevo letto “tento” anziché “temo”…

  225. @javier
    Qualsiasi persona minimamente assennata preferirebbe Nainggolan, già nostro, a Vidal.
    Giocatori simili, con il primo più giovane ed il secondo in palese fase calante. La persona di cui sopra troverebbe poi sicuramente un posto al giocatore di maggior livello tecnico a disposizione, tale Erikssen dalla Danimarca, questo sconosciuto.

  226. Secondo me e spero per l’Inter di non sbagliare, Conte non ha bocciato Erikssen. Piuttosto, da una parte ci vuole un po’ di tempo per adattarsi ad una nuova squadra e un nuovo campionato. Dall’altra, l’allenatore non ha voluto rischiare di stravolgere troppo gli equilibri in un momento delicato della stagione. Poi il lockdown e il successivo giocare ogni 3 gg non hanno certamente aiutato. Quello che spero è che, cominciando dall’inizio, si cerchi di favorire il suo inserimento, magari cambiando modulo, tipo 3412. Se così fosse, sono convinto che nel giro di qualche settimana il danese salirebbe in cattedra.

    • Mi auguro che tu abbia ragione. Ritengo invece che il destino di Erikssen sia già segnato, come fu a suo tempo quello di Banega, a cui non si riuscì a trovare nel corso dell’anno di permanenza una giusta collocazione e finì con mio rincrescimento, ma con giubilo tra i frequentatori del blog, nel ritorno al Siviglia, che gli aveva dato gloria e se lo è tenuto fino ad oggi con reciproca soddisfazione (con minore da parte nostra, considerando la sua ultima prestazione…). Il fatto è che la tattica preferita da Conte , colla squadra dal baricentro altissimo e due centravanti, non prevede l’esistenza di un trequartista , quale è il danese, dislocato in quella zona franca che normalmente esiste tra centrocampo e attacco, e che invece utilizzato a centrocampo è troppo lento e manca dell’aggessività e della continuità di gioco che Conte esige dai suoi giocatori, soprattutto dai cinque di movimento nella zona centrale di gioco. Certo, se Conte cambiasse modulo di gioco…Ma ne dubito, visto come sta impostando la campagna acquisti.

  227. Il non avere saputo o voluto trovare una collocazione ad Eriksen è un altro dei tanti demeriti si Conte e, purtroppo, non sarà l’unico.

  228. Conte ha continuato a far giocare Gagliardini, sempre e comunque anche quando era un disastro.
    Questi sono i giocatori che vuole, fisici, grossi e che lo seguono nelle sue idee.
    I tecnici a centrocampo non li vuole o non li sa usare
    speriamo abbia ragione lui, che altro possiamo dire?

  229. Le premesse della stagione che sta per iniziare ricordano sinistramente quelle della seconda stagione di Lippi. Scommetto che Conte non arriverà a Natale e si farà cacciare mantenendo però il lauto stipendio. Nel contempo sta provvedendo a riempirci di giocatori atletici ignorando quelli più tecnici talché siamo punto e daccapo, vincere qualcosa è sempre più una chimera.

  230. Buongiorno.
    Non ho la pretesa di esprimere un giudizio assoluto, ma ho un ricordo nitido di un fatto.
    Tanti anni fa, per pochi mesi, ho seguito da vicino una squadra di pallavolo femminile. L’allenatore parlando di una delle ragazze, mi disse che questa aveva già iniziato a seguire un gruppo di bambine, e poiché la giocatrice in questione era ottima in difesa, le bambine, se non adeguatamente “corrette” in altri fondamentali, sarebbero state scarse in attacco.
    Ritengo che una spiegazione sia fin troppo facile…
    E credetemi : PER UNA VOLTA non c’entra la bassa stima nella persona. È banalmente una questione di considerare il calcio in un modo (fisico, di potenza) o nell’altro (tecnico, di bravura).

    • Domanda (non ho voglia di andare Googlelare) :
      ma tra i centrocampisti del Chelsea di Conte quando vinse non tutti erano solo corsa e basta , ricordo se non erro Fabregas, Kanté, Hazard, Matic.

    • Hai DEL TUTTO ragione.
      Potrei rispondere (anch’io non ho voglia di cercare) domandando a mia volta quanti ne avesse scelti di persona, ma non è questo il punto…
      Ho genericamente scritto di attitudini.
      Mi piaceva la “garra” di Perrotta, ad esempio, ma non rispondeva al MIO modo di intendere il calcio.
      Poi…oh…ci sarà un motivo se io scrivo sciocchezze su un blog, anziché allenare in serie A, eh ? 🙂

  231. al chelsea giocava 343 con due mediani di sola quantità matic e kante e dunque non con i due interni/mezzeali e il play basso come nel ns 352 , infatti non sto capendo se vuole replicare quel modulo o vuole solo avere la possibilità di poterlo fare in alcune partite, ma in questo caso noi non avremmo le ali adatte , che erano al chelsea pedro e hazard

  232. A me pare che per strappare Ericksen alla concorrenza siano stati sborsati parecchi soldi. Mi pare 20 milioni.
    Se è come dite voi chi è che ha fatto una cazzata, Conte o la società? Perchè un conto è non riuscire ad inserirlo in quei 6 mesi travagliati e un altro è non sapere che farsene.
    Mi sembra una cazzata troppo grande comprare uno senza chiedere il parere dell’allenatore.

  233. premesso che oggi nella mia testa è affiorato il paragone tra il nostro allenatore e capitan schettino pronto ad abbandonare la nave prima di tutti invece che fare il contrario e che lo trovo molto calzante mi domando:

    perché la lazie gioca con luis alberto tra i 5 di centrocampo e noi nn possiamo? loro lo mettono mezz’ala, si potrebbe provare anche noi no? o provarlo nel ruolo che fu di Wesley da raccordo tra la nostra area e quella avversaria cosi avresti l’appoggio su di lui, il lancio di bastoni o l’apertura sulle fasce per uscire dal pressing avversario? nn ho voglia di googolare, ma nn mi sembra che la lazio abbia preso imbarcate di gol giocando con lui a metà campo. perché nn provare? l’essere cosi attaccato ad un modulo mi lascia perplesso e solleva gli ennesimi dubbi sulle capacità dell’allenatore

    e comunque ora più che mai

    AMALA

    • in teoria è stato fatto (nei migliori mesi dell Inter tralaltro) ottobre novembre con le mezze ali che erano Barella e Sensi , che sinceramente spero siano i titolari per quei ruoli anche anno prossimo , troppo facilmente vedo che ci si sta dimenticando di Sensi , per quanto riguarda Eriksen mi sembra un pò troppo compassato e come dice anche il nostro vate di Setubal con una cattiveria agonistica non idonea , spero comunque che Conte gli dia un’ altra possibilità e riesca a fargli fare quello Switch che gli manca per essere un grande giocatore .

      per quanto riguarda Wesley , lui era una mezzapunta ( sottopunta ) nel 4411 con cui giocava l Inter 2010 ( non ho mai reputato il ns un vero 4231 )

  234. Ciao a tutti, dico la mia su erikse:ottimo giocatore a gennaio valutato 80 milioni, europei alle porte dove poteva fare bene.In soldoni comprato a 20 è una sicura plusvalenza,niente di piu!
    Conte deve provare a inserirlo,ma non mi farei illusioni…se solo sensi è vivo,lui scende di una posizione,del resto nel 3-5-2 il danese è un pesce fuor d’acqua!

  235. Perche non comprare Locatelli dal Sassuolo: ha fatto un gran campionato, e’ giovane , ha dimostrato di poter far parte della nostra rosa
    Ultimo ma non meno importante sarebbe un’opportunità per far impazzire i gonzi… che sono pompati alla grande dai medi

  236. Perche non comprare Locatelli dal Sassuolo:?
    Ha fatto un gran campionato, e’ giovane , nazionale ed ha dimostrato di poter far parte della nostra rosa
    Ultimo,ma non meno importante, sarebbe un’opportunità per far impazzire i gonzi… oltremodo pompati dai media

  237. Ausilio: Bambole non c’è’ una lira!

  238. va beh dai, ci manca che dica che siamo pieni di grano pronti per essere spennati. La vera notizia é che si valuta il reintegro di Miangolan. Ma ahime anche li magari è per trattare meglio.

  239. Andrea spererei….
    L’ultima volta che Ausilio ha detto cose simili, credo fosse un evento in Bocconi, ed abbiamo poi acquistato Belfodil e Tajder

    Intanto i Gonzi nonostante gli 80 milioni di passivo annuale continuano a spendere.

    Il fpf e’ stato creato ad arte per fornire alle società’ uno strumento per dire ai tifosi che non possono investire

  240. E adesso arriva un altro ex rubentino che ha appena confessato che non vedrebbe l’ora di tornare all’ovile, infatti lo prendiamo noi pur di accontentare quel tizio che siede sulla nostra panchina.

    Spero che almeno resti Nainggolan così escono fuori a bere qualcosa insieme e si sentono meno soli.

  241. Credo che Ausilio reciti questo copione per abbassare un pò il target e le aspettative, ha lui questo infausto compito da anni , le sue interviste sono quasi tutte le stesse …

  242. oltre che strategicamente necessaria per tenere basse le pretese delle squadre da cui andremo per comprare

  243. ieri sera su sky, e sul canale 203…cioè praticamente all’inizio dello sport mica confinato il fondo allo zapping, c’era per l’ennesima volta la replica della finale 2010 di madrid

    ovviamente non potevo non vederla e mi sono rivisto gli ultimi 35 minuti e due cose mi sono saltate all’occhio:
    1) la “bruttezza” dei nostri….pochi tatuaggi, a parte marco, poche acconciature perfette, a parte Javier, tante cicatrici, in primis chivu
    2) la garra negli occhi dei nostri, Samuel su tutti a mio avviso, e, soprattutto, il senso di appartenenza. le lacrime vere di Javier, di esteban, di julio, di dejan, marco che ferma la palla con le mani per poter entrare anche per un solo minuto e per poi correre sotto la curva urlando E’ VOSTRA! E’ VOSTRA!

    sarò anche un vecchio pirla romantico e brontolone, ma perché non possiamo riavere una squadra fatta di uomini cosi?
    per carità belle le interviste della europa league in cui i ragazzi dicevano e facevano capire di essere un gruppo unito, ma parlavano di loro come gruppo. i ragazzi del 2010 in larga parte,oltre che essere un gruppo coeso verso l’obiettivo,trasudavano INTERISMO, sentivano quella maglia, sentivano dentro quei colori anche loro come noi tifosi o almeno a me davano quell’impressione.

    se penso alla rosa attuale, nessuno mi da quell’impressione. forse l’unico è ranocchia.

    ecco io vorrei una squadra fatta di gente come quella del 2010, che non vedano l’inter come un datore generoso di lavoro, ma come una parte di loro. vorrei tanto che i Zhang capissero questo, che ci fosse più interismo in società per trasmetterlo a chi arriva (a madrid il ds era branca, in panca c’erano anche baresi ed oriali….)….i sogni son desideri cantava qualcuno…

    • Hai dimenticato che era una società italiana…
      E che alcuni di loro giocavano con quella maglia da mti anni.
      Adesso temo che trovare le stesse condizioni sia impossibile (lo è solo per le piccole società).

      p.s. : siamo DUE vecchi parla, comunque…
      Io stamani son capitato per caso sulla sample page di Settore e ho visto tanti nomi che non ho più incontrato…a parte il mio, naturalmente (per l’appunto : un vecchio pirla).

    • Sono TALMENTE cretino che è venuto fuori un “vecchio parla”.
      Ditemi voi se non corro il rischio di essere interdetto… 🙁

  244. Caro Kalle, lo vorremmo tutti, penso, in questo blog. Il problema è che sono passati dieci anni e, per questo calcio, per questo mondo che va sempre più veloce, è una vita. L’ho vista anch’io la partita, solo fino al primo gol, poi ho spento. Anche il gioco è completamente cambiato. Basta guardare l’azione del primo gol, lancio del portiere, colpo di testa di milito che la passa a Sneijder il quale la ritorna a milito e gol. Oggi bisogna iniziare l’azione dal basso, 80 passaggi per superare la metà campo.
    No, è un altro calcio, è un’altra Inter, anche come valori. Per questo motivo sono sempre più amareggiato, sempre più deluso e, forse, sempre più lontano con il cuore da questi colori.

  245. Fermo restando che nel campionato le devi incontrare prima o poi tutte, risalta il fatto che Inter juve si giochi alla 18 cioè a una dalla fine, ma casualmente il ritorno quindi la penultima di campionato si gioca a Torino.
    Casualmente.

  246. Cominciamo dechiellinizzando il buon Bastoni

    • Signùr, ma hai sentito (letto immagino)? Miti Bonucci e Chiellini!
      ma quale interismo? sono tutti tifosi di se stessi, se poi incidentalmente vincono con la maglia dell’Inter ci convinciamo che sono interisti.

  247. Praticamente presi Vidal e Kolarov.

    A breve la dichiarazione di rito:” da bambino tifavo Inter”

  248. non potremo mai confrontare uno Zanetti o un Cordoba con i giocatori attuali.
    Le cicatrici che hai visto le abbiamo tutti:
    juliano-ronaldo nel ’98… il 5 maggio… i fatti emersi con calciopoli… Gente come Toldo, Materazzi, Zanetti ecc. le hanno vissute e patite come noi.

    Adesso potremmo avere un Barella e un Bastoni che hanno sullo stomaco come noi la finale persa. Se resisteranno all’Inter, poco a poco si creeranno quel dna di cui parlavo più sopra… e quando finalmente vinceremo spero che anche a questi vengano le lacrime agli occhi come verranno a noi.

    • Concordo

    • Interessante e acuta osservazione.
      In effetti…sono i “no” che aiutano a crescere, e sportivamente parlando sono le sconfitte.
      Maliziosamente mi vien da pensare allora a Buffon che vince la Champions 🙂

  249. Uscito il calendario.
    Le merde alla penultima. Non succedeva da tempo.
    Speriamo sia decisiva.
    O……anche no, magari per loro, per evitare la B.

  250. Calendario, come tutti gli anni , fatto per il Milan , che sulla carta arriverà al derby carico a molla.

  251. …….e tornerà cornuto e mazziato.

    A M A L A

  252. Vedi? Voi mettete in dubbio l’interismo dei nostri giocatori, adesso dopo Brozo anche Skriniar si affretta a dichiarare che lui non vuole andare via e che Conte lo vuole.
    Restano tutti, teniamo pure Gagliardini mettiamo in rosa Joao Mario, il ninja, perisic,
    Lazaro e forse forse richiamiamo pure Gabigol.
    Da Fratelli del mondo a Fatebenefratelli.

  253. beh dai….sono usciti berni e borja ad oggi… 🙂

    • Anche il risuscitato al ‘gladbach, in prestito ovviamente, per 1,2 ML ovviamente (che ad 1,5 come il Newcastle han detto che era troppo), ah e con “diritto” di riscatto ovviamente.

  254. Che poi… fossero Skriniar o Brozo i nostri problemi… quelli non ci vuole niente a venderli davvero, ed io li terrei entrambi. Ma come facciamo da anni ad incartarci con giocatori-pacco che poi continuiamo a dare in giro in prestito per una miseria se non gratis, mai riscattati se non per delle cifre ridicole dopo anni che bloccano il bilancio?
    Chi caspita è andato a visionare Joao Mario? un idraulico, un apicoltore, un amante del cinema ungherese? Ha fatto cagare in Italia in Inghilterra e in Russia, ma si può? 40 pali per passeggiare con indolenza in giro per l’europa. E non voglio riprendere l’elenco partendo da lontano altrimenti facciamo notte.

  255. joao mario all’europeo era sembrato un fenomeno. forte sia fisicamente che tecnicamente. poi si è rattrappito. Poco carattere credo.

  256. probabilmente bisogna diffidare dagli exploit durante le manifestazioni delle nazionali

    • Il problema del calcio è proprio che si lasciano tutti abbindolare dagli exploit.
      Un calciatore deve confermarsi per 2/3 stagioni per risultare davvero attendibile invece pur di arrivare prima degli altri le società pigliano certe cantonate.
      Contenti loro…

    • Oppure prendi uno in cui “intravedi” il talento, poi dopo poco lo stadio lo mangia, ti penti, lo dai via con un sospiro di sollievo…e quello si rivela il crack che avevi intravisto…
      Ehi, chi ha detto “Coutinho” ?
      È proprio il calcio di oggi. Nessuno si può permettere due stagioni negative…

  257. Raga…seriamente..dov’è Sector?..non é che gli Orociok prendano il nome dal fatto che contengono Novichok?..

  258. su questo blog 3/4 settimane fa si celebrava la morte economica dei gobbi ed invece pare che sia molto vicino suarez

    se già prima i difensori avversari svenivano vedendo cristiano m’immagino cosa succederà quest’anno

    mentre noi stiamo seguendo il “colpo” (gazza docet) vidal….speròm…

    • i gobbi sono tremendi , ora sembra anche che il piemonte abbia chiesto riapertura stadi , cosi vedremo tutte partite senza pubblico tranne al latta stadium ( anche se realisticamente credo e spero non sia possibile) , questo è il famoso potere istituzionale che in fondo è poi quello che conta per vincere questo campionato italiano ormai di basso profilo.

  259. mah, quella del cessum riaperto mi sa tanto di boutade elettorale…

    • ho visto il titolo,ma non ho letto l’articolo
      ma da come è impostato sembra che vogliono aprire il cessum e basta o ho capito male? perché lo stadio del toro, del novara o dell’alessandria no?

      la Germani Brescia, serie A di basket, ha chiesto la deroga per aprire il palazzetto al 25% della capienza come hanno già fatto venezia e trieste

      capisco che possono esserci in questo momento città o regioni con differenti percentuali di contagio, ma aprire lo stadio ad una ed ad un’altra no non mi sembra corretto, si creerebbe una disparità di trattamento determinata da fattori non dipendenti dalla volontà della società

      ah, che sbadato…siamo in Italia…dimenticavo…

  260. quanto sotto è riportato su Il Giornale di Brescia di oggi, anche cellino si è reso conto che non è più la stessa Inter….

    «Tonali era molto richiesto sul mercato, a gennaio avevamo già rifiutato un’offerta dal Barcellona. Il ragazzo, una volta che ha sentito Milan, non ha capito più nulla. Tempi lunghi con l’Inter? Io ero abituato a trattare con l’Inter di Moratti. Oggi pur essendoci Marotta e Ausilio, non vedo più l’anima dell’Inter di un tempo, quella passione che da bambino mi aveva fatto innamorare del club nerazzurro». Lo ha detto questa sera il presidente del Brescia Massimo Cellino durante la trasmissione QSVS in onda su Telelombardia e Top Calcio 24.

  261. O forse – più probabilmente , Moratti era il sogno di qualsiasi venditore, perché non “tirava sul prezzo”…

    • Vorrei ordinare una copia di quest’ultimo tuo intervento incisa su targa di ottone in un cofanetto rivestito in velluto (nero azzurro)
      Grazie

  262. SECTOOOOOOOOOOOORRRRRRRRRRR

    verresti a spazzare un po’ di nubi? 🙂

  263. Notizia di oggi, Conte rivaluterá pure ciao mario 😀

  264. Joao Mario è una mossa per far risaltare la vitalità di Eriksen.

  265. Javier +
    Settembre 3, 2020 a 3:15 pm
    E perché non mettere in porta Immobile?

    Ma c’è già…
    (battutona….)

  266. ahahah una bellissima sequenza

  267. Splendida davvero, ma bisogna dar merito a Settore che aveva già usato il gioco di parole (“Il rinnovo di Eder e il mistero di Owen Wilson”), episodio di cui conservo gelosamente uno screenshot con il titolo sbagliato… 🙂

  268. Condivido quanto mi e’ stato detto da fonte attendibile.
    Come dicono gli Inglesi: don’t shoot the messenger

    Conte ha sbroccato non solo per le cose
    che ci sono state dette, ma per un’ improvvisa contrazione degli investimenti dovuta alla situazione macroeconomica attuale con particolare riferimento alle politiche USA nei confronti della Cina.
    Il conflitto economico in corso, legato a problemi di brevetti nel settore tecnologico, Gli Stati Uniti stanno esercitando un’enorme pressione sui governi Europei a non adottare infrastruttura di rete 5 G Huawei a favore di Nokia ed Ericsson. Questo causa problemi seri all’economia Cinese. Come se non bastasse a cio’ si aggiunge , sempre sotto la stessa spinta , la decisione del governo Britannico che influenza fortemente la Premier League a rescindere il contratto relativi ai diritti televisivi in Cina ,con Suning , per 600 MEuro…

    Questo spiega la necessità di chiarire la situazione con Zhang direttamente e l’uscita
    di Ausilio da: bambole non c’è’ una lira

    Non butta bene …

  269. Si, è un discorso di maxi finanza fuori dalla mia portata, però…
    Puntualizziamo che prima di tutto è la Premier che non becca più i 600ML, Suning ovviamente non beccherà le mancate pubblicità delle partite della premier in Cina che sostituirà con qualche altro campionato.
    Male si va male tutti con sto Covid a parte Amazon e i Social, non è una novità, le TV sono tra le poche galline d’oro che possono permettersi grandi esborsi, ma voglio vedere se un network USA caccia 600ML per la Premier.
    Il consiglio che do a me stesso è di non associare il calcio a questi discorsi altrimenti smetto di seguirlo domani.

  270. Il mio messaggio mirava a chiarire che Ausilio, nella pur sua poco apprezzabile comunicazione, non racconta bugie come qualche presunto esperto di calciomercato vuole far intuire…

    Detto questo risulta ancora più’ critico e strategico investire con saggezza e competenza.
    A tale proposito leggevo della rescissione del contratto di Adelio Moro, da 22 nostro scout. Moro persona per bene e preparata ha segnalato Adriano , Maicon ed altri..

    Di converso confermiamo il DT ed il suo vice.
    Baccin e’ una vera disgrazia forse anche peggio del suo capo

    • Vero, la distanza da quello che si legge sui giornali, internet etc e la realtà è sempre maggiore.
      Spiace per Moro.
      Comunque il fatto che Ausilio (o la comunicazione in generale) si pronunci e puntualizzi con la stessa frequenza della chiesa sulle madonne che piangono non aiuta di certo a fare chiarezza e mettere a tacere voci e illazioni.

    • se ti riferisci a me, io non mi sono atteggiato ad esperto di calciomercato, ho solo espresso il mio punto di vista.

  271. Aldilà di tutto una base di partenza buona la abbiamo , basterebbe inserire palmieri e dzeko e dar via vecino brozo e perisic per kante e vidal . non mi sembra un mercato stellare ed impossibile , ballano circa un 40 di differenza in negativo che non mi sembrano poi troppi, poi naturalmente i nostri sono tutti discorsi da Bar…

  272. @ Odiesseo
    nn ho fonti attendibili, ma il ragionamento che riporti regge.
    cosi si spiegherebbero i kolarov ed i vidal praticamente a costo zero, nn considerando lo stipendio, l’aver mollato tonali, aver deciso di rivalutare sia nainngolan (per me un bene) e joao mario (buono solo per il salmi di cerbiatto)

    vedremo cosa ci riserberà questo mese di mercato che ci aspetta
    però dal nostro mister che vinse scudetti con i vari padoin, matri, giovinco mi aspetto di vedere buoni risultati anche con quelli che ha attualmente (fermo restando che una quarta punta più pronta di esposito serve)

    ps: sembra che sensi sia titolare nel centrocampo del mancio….speriamo che sia l’inizio di una lunga e proficua stagione

  273. Un saluto a Giacinto, dopo 14 anni ci manca sempre di più.

  274. Rivedere Sensi in campo 90 minuti dopo tanto tempo é stato un piacere, anche se é ben lontano dall’essere in forma.
    Al contrario di Barella che invece già sta benissimo.
    Certo che rivedere un ItalInter (se consideriamo anche Biraghi) fa un po’ piacere, nonostante alla prestazione contro il babau Bosnia sia stata un po’ mediocre.

  275. A me, invece, la prova di Sensi è tutt’altro che dispiaciuta. Insieme a Barella ha retto, lavorando una quantità enorme di palloni, il centrocampo, l’unico reparto efficiente della squadra di Mancini, tenendo conto delle polveri bagnate dell’attacco e della permeabilità dei difensori alle folate in contropiede dei bosniaci. Anzi, la sua prova, sempre lucida e instancabile, mi ha fatto rimpiangere il suo mancato utilizzo nella partita contro il Siviglia: poteva essere il Banega della nostra squadra, al posto, magari, di quello sciagurato di Gagliardini…

  276. Se quello che scrive il corriere è vero rispetto al blocco imposto a Suning dal
    Governo Cinese siamo a posto. E si capiscono le parole di Ausilio.
    Conte sbroccherà alle prime sconfitte dicendo che con dieci euro non mangi neanche in pizzeria e voglio vedere cosa succederà anche se è prevedibile
    La speranza è che il corriere la spari grossa come spesso fa contro di noi

    • Jamesscott. Quello che riporta il Corriere e’ in linea con il mio post del 4
      Ci troviamo nel mezzo di una guerra economica tra USA e Cina con l’aggiunta della complicazione Covid: praticamente un disastro per l’economia Cinese
      Ogni prodotto tecnologico manufatto in Cina ed importato negli States viene ora tassato del 25%: questo è’ vero sia per i prodotti finiti che per i componenti elettronici. Come se non bastasse l’amministrazione Trump ha inasprito le politiche di export relative a prodotti e componenti di origine Americana in Cina

      Detto ciò’ e vista la scarsità’ di fondi non possiamo più’ permetterci di acquistare giocatori che non valgono quanto vengono pagati e che poi non hanno mercato ( Lazaro, Vecino, Joao Mario, Dalbert, Nainggolan) : abbiano 150 Milioni di asset bloccati

  277. Temo che il diktat cinese sia reale..e quindi mi chiedo cosa possa aver promesso Zhang a Conte in quella villa.. prima lo temevo, ora è certo: parruk al 1 ottobre se ne va.

  278. A me sembra delinearsi uno stallo europeo (più probabilmente mondiale) del calcio. Stadi chiusi niente incassi, difficoltà delle TV a riempire spazi pubblicitari a prezzo pieno e quindi ad onorare contratti principeschi con le leghe.
    Chi ha contratti principeschi se li tiene stretti perché nessuno glieli riproporrebbe adesso (vedi Conte…)
    Non è detto che sia un male per il calcio.
    Certo lo è per l’economia in generale ma tant’è, aspettando il vaccino.

  279. Un altro problema è che non riusciamo a vendere nessuno. Pure per Brozo, che sarebbe il nostro pezzo migliore on uscita,
    non è che ci sia la fila.

  280. a me risulta che, per adesso, l’economia cinese sia quella che ha risentito di meno del covid. Poi l’Inter è solo una goccia nel mare Suning. Questo non vuol dire che i proprietari cinesi dell’Inter regalino i soldi. Come dice J+ è la macchina calcio che è bloccata e sarebbe un errore sparare per primi. In questo calciomercato si gioca in difesa, e noi tutto sommato ce lo possiamo permettere, avendo giá piazzato il colpo Hakimi. Con ogni probabilitá si ha giá in mano Vidal a zero, per soddisfare Conte. E magari si piazzerá il colpetto 4a punta alla fine quendo qualcuno più bisognoso di noi di fare mercato romperá gli indugi. Sono tutti li a farsela sotto, come diceva Eddy Murphy.

    • Non dirmi che sei a cena con una biondina altrettanto ammiccante… 🙂
      A quanto sta la pancetta di maiale ?

    • Ciao Andrea, il problema dell’economia Cinese e’ l’amministrazione Trump,
      Il Wall Street Journal Titola
      WSJ – Sept 5 – U.S. Weighs Export Controls on China’s T op Chip Maker – Imposing controls would mark a major escalation in the administration’s crackdown on Chinese tech companies
      Sono c…zi…
      A me risulta quarta punta Salcedo:: ergo abbiamo 3 punte
      Io spero in Cornelius

    • Ciao Andrea, il problema dell’economia Cinese e’ l’amministrazione Trump,
      Il Wall Street Journal Titola
      WSJ – Sept 5 – U.S. Weighs Export Controls on China’s T op Chip Maker – Imposing controls would mark a major escalation in the administration’s crackdown on Chinese tech companies
      Sono c…zi…
      Per i prossimi 5 anni in Cina, al di là del Covid, saranno tempi duri
      Per non parlare delle tensioni sociali che covano ad Honk Kong e di cui non si parla

      A me risulta quarta punta Salcedo:: ergo abbiamo 3 punte
      Io spero in Cornelius

  281. Fino a novembre poi non so se Trump resterà alla White house

  282. Comunque leggere che potremmo cedere Eriksen per arrivare a Kanté è raccapricciante, è vero che, fino ad oggi, ha lasciato perplessi un po’ tutti, ma è l’unico che da “del tu” al pallone per un bravo mestierante che corre bene … non si può.

  283. Alcune scelte di calciomercato sono, o saranno, discutibili…

    Tenendo in considerazione ciò che sta avvenendo nel mondo, è ragionevole non aspettarsi grandi colpi.

    Poi, se uno è negazionista e vive in un un’universo tangente, può anche illudersi che arrivi Messi.

    • Adesso certamente no.
      È del tutto ovvio che il tuo era un esempio, ma per l’appunto sono incuriosito, adesso che tutto il mondo sa che l’anno prossimo sarà svincolato, di indovinare dove andrà.
      Ed è facile ipotizzare che la gente si stia dando da fare ADESSO, per il prossimo anno.

  284. Ad ogni modo Messi ha dato tanto al Barca e il Barca tantissimo a Messi. Quello che ha fatto Messi a 33 anni è vergognoso. Poi abbiamo capito che il calcio non è più quello di una volta, le bandiere etc, però se c’è arrivato Totti, nel suo piccolo, doveva arrivarci anche lui.
    A noi interessa poco e ci piacerebbe pure vederlo all’Inter, ma come uomo ha toppato.

  285. Vederlo all’Inter,ormai l’anno prossimo,
    a fare l’Altafini?

    Grazie, anche no!

    Preferisco sperare che Lautaro arrivi anche a metà del carisma/vittorie della Pulce.

    A M A L A

    • Si certo d’accordissimo, intendevo dire che non siamo noi interisti che ci dobbiamo preoccupare dei tradimenti di Messi, però se non basta neanche più una carriera intera nella stessa squadra a partire da ragazzino, carriera costellata di trofei e riconoscimenti come “il giocatore più forte del mondo”, guadagni monstre, per legarsi in maniera indissolubile ad una società, e allora…

      Poi stra d’accordo che a 34 anni con tutto il peso finanziario che si porta dietro si vada ad accasare altrove.

    • Credo che abbiate ragione entrambi (si vede che lavoro a Roma in un ambiente “delicato” ? 🙂 )…
      Mi spiego : Toto ha colto perfettamente l’analogia con il calciatore appagato che strappa un ultimo contratto limitandosi a qualche giocata a partita (non vorrei offendere qualche tifoso “cugino”, ma loro hanno avuto da anni un sacco di giocatori così, e Ibra non fa grossa eccezione…), ma anche Javier + esprime un sentimento comune quando si vede un giocatore che ha dato molto ma ha avuto TUTTO che segue soltanto l’istinto del denaro.
      E purtroppo, ragazzi, occorre farci l’abitudine…
      Non si tratta (soltanto) di avidità, che sia connaturata o indotta o dell’iincapacità di vedere quanto (e come) il tempo sia passato.
      Qui concorrono anche cause diverse, come i procuratori che ti sfruttano fino all’ultimo, ti convincono che sei una vittima incoòpevole di un sistema ingiusto che non ti apprezza per quel che vali, che i tifosi/il presidente/l’allenatore sono ingrati/incompetenti, che altrove ti apprezzerebbero e ti pagherebbero molto di più (unica cosa vera, che poi incidentalmente è anche l’unica che interessa a chi ci guadagna…).
      L’avete visto “Il colosso d’argilla”, no ?
      Buona giornata

    • Sì Giorgio, ma non credo che alla fine Messi lo liquiderebbero con 49 dollari… una volta tanto volevo fare il cinefilo anch’io! 🙂

    • Eccalla’…lo sapevo…
      Mentre scrivevo il riferimento ho pensato : “ora salta fuori Denny da qualche parte…” 🙁
      Come posso provare di NON essere un cinefilo ?!?! Inutile… come spalare l’acqua con un forcone (cit.) 🙂

    • Scusa, ma uno che cita il colosso d’argilla (ultimo film del grande bogart) come altro si può definire? E poi fosse solo quello… 😀

    • @denny :
      “Scusa, ma uno che cita…come altro si puo’ definire ?”

      Vecchio… 🙁

    • Ma no! E poi, ammesso e non concesso, noi interisti siamo come il vino, invecchiando miglioriamo… e qui parlo anche “pro domo mea” 😉

  286. Ho finalmente visto una squadra giocare un bel calcio:l”Italia!

    Se potessi terrei sempre per noi il Mancio leggiadro, ed il Conte laido lasserei altrui.

  287. Mi chiedo se abbiamo fatto bene a chiedere di saltare la prima giornata, a me già dall’altra ser con la Bosnia mi da l’idea che tra gli italiani i più avanti come gamba e fiato sono gli interisti

  288. non so se un tempo può far primavera,
    seppur buono eh…

  289. Rilancio: un pensierino a Locatelli per il nostro centrocampo…

  290. Kean inguardabile e’ un Balotellli 2.0

    Forse avremmo dovuto fare il cambio Politano – Spinazzola

    Immobile poca cosa, almeno questa sera

    Jorginho , Barella, Locatelli, Donnarumma ed Insigne ottimi
    Danilo timido

  291. Considerazioni sparse:
    Donnarumma esce meno e peggio di Handa e ha due piedi scandalosi, io per il momento mi tengo l’osservatore slavo.

    Chiellini è il Taribo West bianco.

    Kean è la dimostrazione che i giornalisti dalla tua parte servono eccome alle società, la juve ha rifilato un pacco clamoroso da 30ML. Vale la metà della metà di un Esposito.

    Zaniolo… spiace umanamente, è un po stronzo ma è un ragazzo ci sta, però 2 infortuni a due ginocchia diverse in poco tempo. Fa pensare, anche un po male…

  292. Handa non esce e prende una caterva di goal. E’ il peggior portiere che l’Inter ha avuto negli ultimi 50 anni.Sfido a trovarne uno peggio di Handanovic .

  293. Chi apprezza Handa deve essere nato dopo il 90 e non deve aver visto giocare in ordine Julio Cesar, Toldo,Peruzzi, Pagliuca, Zenga, Bordon, Lido Vieri.
    Anche Alberto Fontana, secondo con allenatore il primo Mancini , era meglio dì Handanovic
    Tutti i portieri citati hanno almeno vinto un trofeo con l’Inter, l’unico a non aver mai vinto nulla e’ Handa. Qualche cosa vorrà’ dire

  294. Strano, io avevo capito che eravamo la squadra che aveva preso meno gol di tutti, proprio una caterva non direi, 2 in più di Julio l’anno del triplete
    Che poi non abbia vinto nulla… dare la colpa a lui mi sembra un po eccessivo

    • Già…a meno che…Forse Scettico ci può togliere un amletico dubbio : c’era Samir in porta a Mantova ?

    • Quindi Handa e’ meglio di Julio Cesar. ..

      Visto che sei appassionato di statistiche prova a verificare come Handa e’ posizionato nel rapporto tiri nello specchio goal…

      A proposito di numeri Donnarumma nelle pagelle dei quotidiani in rete questa sera e’ uno dei migliori con media 7 : forse la tua valutazione sui portieri non e’ poi cosi’ obbiettiva
      Ma non e’ che per caso sei il suo procuratore ?

    • No Giorgio, è bastato l’arbitro Francescon. Solito 12esimo giocatore della juve

  295. Giorgio a Mantova c’era Giuliano Sarti, altro portiere scarso,
    Invece aiutami nel ricordare chi era la sfinge , 3 settimane orsono nella finale di Coppa contro il Siviglia ?

  296. Non ho detto che Handa è più forte di Julio, ma ho detto che ha preso solo 2 gol in più di Julio nell’anno migliore della storia dell’Inter.
    Se vuoi che mettiamo a confronto le formazioni che avevano davanti gli occhi Julio e gli altri portieri e quelle dei 7 anni di Handanovic poi vediamo se lo scarso che non ha fatto vincere i titoli era lui.

  297. Ero tutto preso a conteggiare i trofei vinti da Peruzzi con l’Inter e ora mi tocca ricominciare…
    Fuori di polemica (discuto senza sosta per lavoro e figuriamoci se ho voglia di farlo anche qui) : ciascuno ha le proprie convinzioni, e queste valgono ESATTAMENTE quanto quelle altrui.
    Secondo le MIE convinzioni Handanovic ci ha dato più punti di quanti ci abbia (forse) fatto perdere e Sarti era TUTTO TRANNE un portiere scarso.
    Punto.
    Bonne nuit tout le monde.

    • Bonne nuit.
      Je suis Sami… ehm pardon… Charlie

    • Giorgio , Angelo Peruzzi ha solo fatto vincere una Champions League alla Roma parando due rigori ai supplementari …

      Testuale citazione Gazzetta relativa all’anno di militanza nella nostra Inter: Ottimo rendimento personale, finanche straordinario nella prima parte di campionato, in Controtendenza rispetto alla scialba annata della squadra, gli vale la più’ alta media della serie A nelle pagelle della Gazzetta dello Sport

    • Intervento del 7 Settembre, 11,15 pm :
      “Tutti i portieri citati hanno almeno vinto un trofeo con l’Inter…”.
      Mi riferivo solo a quello.
      Poi – come ho scritto MILLE volte – l’opinione di uno vale l’opinione di un altro (e i 5 stelle non c’entrano…).
      E io non ricordo (e non sono giovane…) di aver esultato così tanto e così spesso come ho fatto in questi ultimi anni per alcuni interventi miracolosi di Handanovic.
      Ricordo Vieri, la notte di Berlino con Bordon, Zenga (ovviamente) e anche belle parate degli altri, ma così spesso come con Handanovic…no
      Eppure dicono che la memoria a breve termine dovrebbe fallare per prima… 🙂

  298. I giudizi di Javier + mi sembrano condivisibili, soprattutto su donnarumma, secondo me sopravvalutatissimo (sappiamo dove gioca e chi è il suo procuratore) poi handanovic non sarà entusiasmante, non esce quasi mai e a volte anche fra i pali dà l’impressione di essere un po’ immobile (avrà una capacità particolare di valutare quando un tiro va fuori o è imprendibile…) ma alla fine il suo lo fa quasi sempre, cambiare portiere lo considero uno dei nostri problemi meno prioritari, fermo restando che julio cesar, pagliuca e zenga erano di un altro livello… ma anche le squadre che avevano davanti

  299. detto che per me handa è un buon portiere, sicuramente non il migliore che abbiamo avuto, ma nella valutazione complessiva gli assegnerei un buon 7.5 e detto che questa è la mia valutazione soggettiva e che vale quanto quella di qualunque altro volevo mettere l’accento sulla prima pagina della gazza di ieri:

    KANTE CON-TE

    è inutile dire che c’è palese mala fede nel fare una prima pagina cosi. dopo le dichiarazioni di Ausilio, dopo quelle del nostro Odisseo riprese anche dalla Repubblica, dopo la rescissione del contratto da parte della premier con la tv di suning (che si avrà fatto risparmiare 600 milioni al gruppo, ma quanti nn ne porterà in diritti di rivendita e pubblicità?) chiunque si sia minimamente informato ha capito che soldi non ce ne sono salvo quelli derivanti dalle cessioni.

    per cui, perché scrivere ancora di kante? perché scrivere di 50 milioni (sempre che la cifra che Chelsea vuole sia quella? sembra tutto propedeutico per poi poter scrivere di mancato arrivo, di squadra incompleta, di conte insoddisfatto e per poter portare tensioni intorno alla squadra, malcontento nei tifosotti e minare la serenità dell’ambiente. e per fortuna che è un giornale di milano di proprietà del presidente del torino…

    secondo voi soffro di manie di persecuzione???

    • Kalle si potrebbe arrivare a Kanté nell’ ipotesi in cui si riuscisse a cedere Brozo, o qualcuno tra Vecino, Joao Mario, Lazaro,Nainggolan , Eriksen , Dalbert e Perisic
      Certo non e’ semplice
      Il vero problema è’ che non ci si può’ più’ permettere di fare acquisti per decine di milioni di giocatori che poi non hanno mercato
      Se non fosse possibile acquistare Kanté andrei su Locatelli: mi sembra di aver capito che il nostro staff lo preferisca a Tonali

  300. Esterno mancino priorità assoluta…

  301. Ufficiale Kolarov…

    Problema esterno mancino risolto?

    • Diciamo che con quella faccia da Specnaz russo ci siamo garantiti il terrore dei giocatori di fascia avversari deboli di cuore.
      Nello sguardo mi ricorda Samuel, se regge ancora un anno o due facendo a metà con Ashley non siamo messi male.

    • Credo sia stato preso per dare ricambio a bastoni , ma sulla fascia sinistra tendenzialmente ci vuole un mancino e di livello visto che il gioco di Conte si basa prevalentemente sugli esterni, li ci vuole qualcuno capace di creare superiorità , in vista anche del centrocampo prevakentemente muscolare che stiamo allestendo…

  302. Il mandare in pensione l’attuale portiere perché considerato un ferro vecchio da sostituire con un giovane promettente , in base al solito criterio che è necessario preparare la squadra del futuro (intanto dopo dieci anni di carestia sarebbe giusto anche pensare all’oggi, qua non si tratta di salvare il pianeta, ma di vincere qualcosa senza restare ogni anno con la bocca asciutta!) mi sembra sia l’ultimo dei problemi per rendere finalmente competitiva la nostra squadra. In un dibattito televisivo di qualche settimana fa, un gruppo di esperti dichiaravano il nostro portiere tra i migliori se non il migliore tra i militanti nel nostro campionato, non solo e non tanto per gli interventi espliciti nel corso della gara, ma per come sa organizzare la difesa, riscuotendo con la sua presenza la fiducia dei compagni soprattutto dell’estrema difesa, e anche per le doti di esperienza che gli viene riconosciuta. Io per quanto mi ricordi non ho mai conosciuto una grande squadra senza un grande portiere. Purtroppo non vale il contrario. Noi nelle ultime stagioni abbiamo avuto un grande portiere e un grande centravanti, i due terminali di una squadra, non determinanti però da soli per rendere la squadra veramente competitiva. Si possono vincere campionati grazie ad una grande difesa, anzi, secondo alcuni, io tra questi, proprio una grande difesa è il reparto decisivo di una squadra veramente grande, non il portiere da solo, che può essere decisivo in una singola partita, anche in senso negativo, ma è sempre nell’arco di una intera stagione che va giudicato. Qualcuno ha ricordato l’episodio di Mantova, ingiustamente ritenuto la causa principale di quella sconfitta che ci costò uno scudetto e, peggio, l’inizio della fine della grande Inter. Il povero Sarti fu condannato per tutta la vita a sopportare il peso di quella sconfitta, che non ci sarebbe stata se la squadra avesse giocato decentemente, seppellendo il Mantova prima del fattaccio sotto tre o quattro gol come era solita fare contro le squadre di quel livello. Il fatto è che i nostri erano ormai una squadra spenta, svuotata di ogni energia, che io ricordo averla vista boccheggiante raccattare la settimana prima a stento un pareggio contro la Fiorentina a San Siro. Sarti fu un grande portiere e non poteva essere altrimenti, come saranno in futuro Zenga e Julio Cesar e come lo sono attualmente il portiere dei nostri rivali e quello del Bayern, senza i quali le loro squadre difficilmente avrebbero vinto, ma tuttavia non decisivi per i successi delle loro squadre.
    Buona settimana a tutti.

    • Ho letto (per una volta posso dire che non ero nato) che l’arbitro ci mise del suo negando due rigori clamorosi nel finale a Corso e Mazzola, e cosa ben più grave lo aveva dichiarato ai giocatori prima della partita:
      “Oggi non provate neanche a cadere in area avversaria, non fischio un rigore neanche morto, non voglio essere ricordato come quello che vi ha fatto vincere lo scudetto”. Hai giocatori del Mantova prometterono un premio partita in caso di vincita contro ogni logica, non si stavano giocando nulla di che come piazzamento (come il Siena).
      Ma come dice il buon Sconcerti l’Inter soffre di manie di persecuzione. E detto da una penna di questo calibro…

    • Ah ecco adesso ho trovato invece l’intervista a Suarez, il rigore era su di lui, non Corso l’altro su Mazzola, confermata la dichiarazione assurda dell’arbitro, quanto al premio per il Mantova l’ha pagato la juve (…..)
      È poi stiamo a discutere di Sconcerti, è da un secolo che siamo sconcertati

  303. Occhio al colpo a sorpresa Locatelli.

    • Non lo conosco, non l’ho mai seguito con attenzione, da quello che si è visto ieri, a 22 anni sembra un bel giocatore, certo sono partite con pochissima preparazione atletica e chi ha le gambe che gli girano sembra un fenomeno, però ripeto ieri mi ha fatto una gran impressione. Non capisco il Milan che se ne è liberato

  304. La parata di Julio Cerar su Messi vale da sola Mezza Champion.

    …e ci metto anche l’avvio dell’azione Milito-Snaider-Milito, così a gratis.

    Un grande portiere + una grande squadra = Triplete

  305. Caro Scettico, buonasera. A te e a tutti.
    Son stato io a citare la partita di Mantova, ma l’ho fatto solo per esasperare un concetto che NON mi vede d’accordo : quello di “sparare” addosso al ns. portiere, da me considerato ottimo.
    Non ho invece compreso a quale “portiere dei nostri rivali” facessi riferimento, giacché non considero né il portiere dei cugini né quello dei gobbi migliore di Handanovic, proprio perché concordo in pieno sull’assunto per cui molti portieri non eccezionali hanno vinto fior di scudetti (in specie a Torino) grazie a ottime difese (se poi a tali difese era concesso tutto…meglio, così non dovevano neppure faticare per parare eventuali rigori…).
    E intanto Zaniolo, poveretto, dovra’ star fermo altri mesi. Mi spiace. Sinceramente.

  306. La papera si Giuliano Sarti a Mantova la ricordo ci costò lo scudetto.
    Il campionato successivo lo giocò alla juve

    • Ciao Giorgio,
      quando uso “i nostri avversari” intendo quelli che per tradizione per me sono sempre stati e sono solo e soltanto i torinesi (il Milan, per me che non sono milanese, è un avversario solo in certe stagioni importante, mai il più importante e il valore del suo portiere lo si potrà giudicare solo tra dieci anni: non ho mai conosciuto un grande portiere ventenne) , i quali possono contare su un ottimo portiere, decisivo in numerose partite della passata stagione, a mio parere se non superiore almeno pari al nostro.

    • Ah, ok.
      In realta’ portieri giovani e gia’ notevoli ce ne sono stati, anche se convengo che siano state eccezioni.
      Ricordo Dasaev, un po’ di anni fa, e fu facile vedere doti che in effetti i portieri mostrano solo col tempo, perche’ maturano più lentamente (forse…chissà..perché sono quelli che in campo corrono meno 🙂 ).
      Bordon fu incensato a vent’anni, nella famosa “notte di Berlino” , ma ricordo di aver visto Zenga a S. Siro. Avrà avuto 23 o 24 anni, e si vedeva lontano un miglio che era una spanna sopra gli altri portieri.
      A chi interessasse un mio parere su Donnarumma…dirò che NON vale quelli che ho citato, ma probabilmente neppure Cudicini, Albertosi o Dida, tanto per citarne tre.
      Penso che sia stato “promosso” troppo in fretta e ha tutti i rischi del mondo, non potendo piu’ “nascondersi”, tornare indietro. Un po’ come stappare un barolo di un anno, ecco 🙂

  307. Io in Nazionale ( adesso che segnano gli interisti, la rivalutiamo) vedrei meglio Sirigu, ma tutto il circo mediatico dice Donnarumma, che coi piedi però è scarsissimo*.

    *Giocare coi piedi presuppone scelte razionali, decisioni da prendere attivamente.
    Parare tra i pali è invece una attività “passiva” quindi istintiva.

  308. se se tante belle chiacchiere, ma sappiate che in questo blogghe site tutti dei bruti

    non ho letto neanche una parola di conforto in questi giorni per il povero Silvio ricoverato al San Raffaele

    🙂 🙂 🙂

  309. Correggo una precedente affermazione frutto di una colpevole dimenticanza. Non ho mai conosciuto grandi portieri ventenni, ma ne ho conosciuto uno veramente grande , Giorgio Ghezzi, appena ventiduenne, che peraltro è stato un idolo della mia giovinezza. Fu portiere dell’Inter di Foni e fu elemento decisivo per la conquista dei due scudetti, i primi del dopoguerra. È rimasto famoso per le sue uscite spericolate sui piedi degli attaccanti, per quei tempi un’autentica novità perché considerate troppo rischiose (oggi piuttosto comuni sui campi da gioco) e per questo soprannominato il Kamikaze. A trent’anni passò al Milan, dove probabilmente dette il meglio della sua carriera, ma restò sempre fedelissimo dei colori nerazzurri (a Cesenatico dove era nato si costruì , a carriera conclusa, un hotel totalmente piastrellato con mattonelle nerazzurre…)

  310. @Giorgio
    Il Barolo di un anno è una bestemmia enologica.
    Si chiama Barolo a partire dal 1 gennaio del 4° anno successivo alla vendemmia, 3 anni si chiama Barbaresco, meno semplice Nebbiolo, esattamente come Donnarumma, un buon Nebbiolo ma di certo non un Barolo.
    Se si parla di Catullo non metto lingua ma sul vino ci sono 🙂 🙂

    • L’avevo scritto proprio per questo…
      Non trattarmi così di fronte ai miei Chateau Mouton Rotschild (cit. liberamente adattata da Fantozzi : “non mi tratti così di fronte alla spada…” eheheheheh…) 🙂

    • Ahahaha, non era per te ma solo accostare Dollarumma al nome del Barolo per un beone come me era insopportabile 🙂

    • Tranquillo 🙂 Sono LETTERALMENTE circondato da sommelier, amici che hanno fatto TUTTI i corsi di TUTTE le sigle (AIS, FISAR, etc. etc. …) e poi si sono anche diplomati ONAV perché “…sai, sono loro che conferiscono le DOC…”, per cui…come da mio carattere non competitivo, mi sono ritirato subito in buon ordine…
      Una “dritta” freschissima : al congedo dalla struttura dove ho trascorso una settimana, in Puglia, mi è stata regalata una bottiglia di “60 anni”, un primitivo che ovviamente ho stappato tre giorni dopo all’enoteca che frequentiamo da sempre.
      Ti dirò…niente male, tanto che il titolare ha subito detto che ne ordinerà un certo numero, perché ha un buon rapporto qualità-prezzo.
      Cosa che incidentalmente per me ha anche il Morellino di Scansano, anche se mi restano misteriose le ragioni per cui ha relativamente così poco successo..
      E ora smettiamola, perché la gente nel blog vuol leggere (GIUSTAMENTE) altro…

    • Alla tua allora!

  311. Quando Parliamo di Handanovic ricordiamoci sempre il mese ( cruciale )di quest anno in cui non lo abbiamo avuto

  312. Scrivo, come qualcuno forse ricorda, da Udine e per ovvie ragioni ho potuto vedere tantissime volte Samir in porta,
    e fin da giovane ha dimostrato le sue eccellenti qualità, non ultima la tranquillità (dai Odisseo non fare battutacce adesso
    ).
    Cin cin e anch’io quoto daniele fc

  313. Ottima l’osservazione di daniele fc, il valore delle persone si apprezza di più quando sono assenti…
    @Giorgio e Javier +: no no, continuate la discussione enologica è interessantissima, e poi, citando il sommo vate, “chi sa solo di calcio non sa niente di calcio” 😉

  314. sull’ onda delle vostre quotazioni , aggiungerei uno spunto dibattimentale ,
    è cosi impensabile vedere PERISIC ( che sarebbe tralaltro il calciatore più vincente in Rosa : 3 coppe di germania 1 champions 2 bundes 1 campionato belga , oltre a diversi premi personali ) esterno di sinistra nei 5 ?

    magari in un Inter più competitiva come quella odierna , sarebbe anche meno insolente rispetto al “vecchio” Perisic .

    • L’anno scorso pensavo che fosse il suo ruolo ideale, ma dopo qualche giorno dall’inizio della preparazione conte disse che non poteva fare il quinto di centrocampo, al massimo la seconda punta, poco dopo lo hanno prestato al bayern… magari era perché lo consideravano corresponsabile del casino in spogliatoio (come del resto nainggolan) chissà se ora i rapporti potrebbero ricomporsi

  315. Ma perchè non puntare come 4° punta Giroud ?
    Se è vero che qualche mese fa era fatta, perchè non riprovarci ?

  316. Giorgio questa sera ho bevuto un Rosé di uva Nebbiolo ghiacciato (lo definirei “sfacciato”, una produzione coraggiosa) per accompagnare del Pecorino sardo passato prima sulla griglia e spalmato sul crostino.
    Perche l’Inter è l’Inter, ma qualcos’altro si trova da fare aspettando il campionato. 🙂

    • Grrrrrr…azie della condivisione…
      (birretta con due colleghi e strada bloccata da camion della spazzatura in panne 🙁 )

  317. La stagione e’ ufficialmente iniziata ma non sono riuscito a trovare in rete alcun riferimento ad amichevoli pianificate
    Qualcuno ha novità’ in merito?

  318. Dare una giustificazione logica o almeno di buonsenso alle scelte fatte dalla nostra società da qualche anno a questa parte è al di fuori delle capacità mentali di un comune tifoso. A partire dall’affare Nainggolan-Zaniolo, più che sufficiente per cacciare i responsabili per acclarata incapacità di valutazione dei pro e i contro dell’affare , alla scelta di allontanare i tre reprobi, ceduti in prestito a società di primissimo piano che li hanno proficuamente utilizzati in prima squadra per i loro successi in campo nazionale e internazionale. Una scelta che mi ricorda vagamente quella del marito che si castra per punire la moglie, che però è libera di trovar piena soddisfazione in casa altrui. Ora, del caso Icardi malamente gestito dalla società, col bel risultato di dimezzare il valore del giocatore e perderlo definitivamente, infine il rimedio trovato non ha danneggiato il profitto della squadra, ma rimane oscuro il vantaggio di essersi privati per un anno delle prestazioni di Perisic e di Nainggolan, mandandoli in castigo presso altre squadre felicissime di ospitarli, in ruoli in cui nel corso della stagione ci sarebbero stati molto utili, per riaccoglierli poi a fine stagione come pedine importanti per rendere competitiva la squadra futura, come se nella passata stagione questo non contasse nulla. Insomma, un groviglio di contraddizioni a danno della società, della squadra e anche di noi tifosi, incapaci di darsi ragione di tanta insensatezza.
    Se i due rimarranno, vedremo come Conte li utilizzerà. Certo che privarsi di Nainggolan per tenersi Gagliardini a centrocampo, se è stata sua la scelta, il minimo che si può dire è che Conte in questo caso si è veramente comportato proprio come quel marito…

  319. qualcuno ha notizie di quale record infrangerà oggi cristiano ronaldo ?

  320. Godin al Cagliari, Eriksen presto verrà ceduto. Così come Brozovic. Mi sembra chiaro che Conte stia ripercorrendo la strada di Lippi. O c’è ancora qualcuno qui dentro che pensa che sia in buona fede?

    • Non voglio entrare in altri meriti, ma contro ogni logica (l’età, l’obiettiva difficoltà nel giocare a 3) per Godin mi spiace davvero.
      Bravissima persona, sempre al suo posto anche nei momenti peggiori, e importante nei momenti tosti. Peccato, sarebbe servito eccome nell’anno. Spero non sia vera la notizia

  321. Intanto…
    Un presidente di qua
    Due tre giocatori di là
    I positivi aumentano dappertutto
    Spero di sbagliarmi ma questo campionato potrebbe finire prima di cominciare.
    Altro che riapertura degli stadi.

    A M A L A

    • Ciao, Toto !
      Allora i gobbi possono già aggiungere un’altra stella ?
      Secondo i loro calcoli, ovviamente… 🙂

  322. Ma si dai, non stiamo a fare i farmacisti … loro ne hanno una quarantina e noi una ventina.
    La Pro Vercelli una decina circa.

  323. Sul mercato c’è poco da stare a ragionare. Ogni tanto pescano un Imprevisti e subito dopo un Probabilità…. poi tirano i dadi… e avanti così.

  324. Posso intanto dire un grandissimo ma vaffan… a quel debosciato di De Laurentiis????

  325. E alla sua presunta indigestione di pesce? Razza di irresponsabile!!!

  326. In effetti ciò che ha evidenziato il buon Scettico è sconfortante. Se poi il nostro Totem Fortebraccio ci ha azzeccato nella sua previsione catastrofica…ragazzi che tristezza. Dai, mi dico, il mercato non è finito! I giornali sparano cazzate! Speriamo!
    Io sogno un 3412 (preferirei un 4312, ma con conte nn c’è speranza).
    handa
    godin, de vrij, bastoni
    hakimi, barella, brozo, sensi young
    ericksen
    lukaku martinez

    con riserve di stralusso: skrigno, kolarov, dambro, naingolan, gagliardini, perisic, vidal?, sanchez, ????
    senza la jella dello scorso anno (rotto sensi, rotto sanchez) non saremmo affatto male.
    Vediamo cosa decideranno i nostri managers….io ho pauraaaaaa (cit.)

    • Beh, come l’hai messa giù è un 3-5-1-2! 😀 cmq non mi fascerei la testa in anticipo x le “voci” di mercato, aspettiamo le notizie ufficiali, secondo me stanno uscendo robe assurde, x es. non credo proprio che eriksen possa partire, magari godin ci può stare (soprattutto x l’età) ma vediamo… ah, de laurentis un vero str… spererei in una punizione esemplare, ma leggo già che la lega si è affrettata a dire che la mascherina non era necessaria, insomma so’ ragazzi… 🙁

    • sì ho dimenticato una brozo o sensi 😀
      va beh dai era tardi.

  327. trasportato in ambulanza da Capri in H a Roma in qualche probabile pseudo suite di berlusconiana memoria…
    Secondo me, i cafoncelli come questo qua e tutti i simpatici negazionisti del Covid andrebbero identificati e, metti che una malattia che non esiste (secondo loro) dovesse colpirli li rimettersi proprio lì in piazza dove han manifestato, brutta manica di irresponsabili.
    E tornando a cose più serie, ho fiducia nel mercato dell’Inter, guardo il macro risultato ed é indubbio che negli ultimi anni, dacché i Suning l’hanno rilevata, è stata costante, e inesorabile crescita.
    Mancano i titoli, certo, ma ci siamo vicinissimi finalmente.
    Mi auguro e Vi auguro (la v maiuscola in quanto nerazzurri nelle vene Vi é dovuta) ancora un po’ di pazienza.
    Questo sembra l’anno giusto.
    (Sgraaaaaaaaaaaaaatttttttt)

  328. rimettersi é rimetterei,
    se non ne sbaglio una non sono Lothar,
    tastierine mi avete vinto :-(…

  329. che sta succedendo al blog?
    per entrarvi devo digitare inter invece del solito Settore Inter blog

  330. Ma lo compriamo Emerson Lake & Palmieri?