Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Quel gran genio del mio amico

frank-de-boer

Quello in cui De Boer si è alzato dalla panchina e ha fatto tre cambi tutti insieme – e mettendo tre attaccanti, mica cazzi – è stato un momento del tutto irreale, come del resto irreale fino a quel momento erano il punteggio, la classifica, la stagione e il nostro stesso irragionevole interismo. In pratica: l’odierna fase della nostra vita in cui mendichiamo punti con Chievo, Palermo e Pescara.

Ecco, questo è il primo step.

De Boer ha fatto un gesto disperato e godurioso insieme. Praticamente – e senza rendersene conto, penso – ha miscelato le seguenti cose: 1) giocare il jolly a Giochi senza Frontiere nel gioco più difficile; 2) superare a destra Mourinho; 3) imitare De Niro e Walken nella scena della roulette russa nel Cacciatore; 4) fare boungee jumping senza controllare se il moschettone fosse stato effettivamente agganciato; 5) sperimentare bondage estremo con una vicina di casa pregiudicata; 6) mettere in pratica in diretta tv quella che poteva essere definita come la più classica della sboronata teorica da bar (“una volta ho fatto tre cambi tutti insieme, mettendo tre attaccanti”, “ma vai a cagare, bevi meno”).

Il secondo step è: a cosa è servito fare il fenomeno?

Ecco, poteva perdere 2-0, anche 3-0. Oppure fare 1-1, oppure anche 4-4 (sarebbe stato terribilmente in tono con la mossa dei tre attaccanti all together). No, perché adesso arriva la cosa complicata: ha vinto la partita. Non so come, giuro, ma questo è quello che è successo. L’ha vinta in rimonta con la doppietta dell’unico attaccante che non ha lasciato in campo e che noi avremmo preso tranquillamente a calci in culo come quelli sostituiti.

Ora, siamo tutti a un bivio. O la cosa a cui abbiamo appena assistito è catalogabile nel più classico dei colpi di culo, oppure Frank De Boer è un genio. Di sicuro, siamo già arrivati – solo alla terza giornata – all’over the top: più di tre cambi in contemporanea Frank non potrà fare, lo impone in regolamento Fifa, e già mi sembra dura accettare una così assurda limitazione avendo a disposizione un mister talmente scoppiettante, passato nel giro di 5 minuti da “ectoplasma olandese sulla rampa di lancio” a “Zanza degli allenatori Seminatore d’Oro”. Viva l’Inter, Juve merda e pure noiosa: la festa è qui.

share on facebook share on twitter

173 commenti

  1. E cmq, per finire, buttiamo a mare Icardi.

    Basta, non scrivo più. Mi sono stufato.

  2. Non amo in modo particolare il “paracarro” ma, stasera ci ha salvato il culo.
    Pertanto viva Wando!

  3. alla DS Tardelli e l’ultra-crinuto han dato tutti 6.5 al pescara e 8 a Oddo, incensato come il nuovo guru
    5 a De Boer e molte insuff ai giocatori

    mi sa che abbiam perso

  4. Ha segnato per noi MAURO …. ICARDI !!!…… MAURO ….. ICARDI !!! MA U RO … I CAR DI !!!
    Ha segnato per noi MAURO …. ICARDI !!!…… MAURO ….. ICARDI !!! MA U RO … I CAR DI !!!
    3 partite, 3 gol. Tutti belli.
    Continuate a criticare.
    Grazie

  5. Icardi oltre a salvarci il culo deve pure sopportare gli strali di quegli imbcompetenti del 95% dei suoi tifosi, comincio a solidarizzare anche sotto l’aspetto umano

  6. Dio quante bestemmie!!! Per fortuna son servite stavolta….

  7. Trovo che Joao faccia giocare meglio pure Banega mi sono piaciuti tutti e due, speriamo…
    La nota negativa di oggi è l’inconsistenza dele due ali, finora avevano giocato bene solo uno o l’altro, oggi ci hanno fatto il regalo di far cagare tutti e due, mannaia a voi! Datevi una mossa.
    Dietro i due esterni sono un problema, speriamo sto Ansaldi, che gia ch si è messo in mutua subito…

    Le cose potevano andare in 10 modi diversi , ma almeno in 7 di questi dovevamo vincere , quindi non mi scandalizzo perche abbiamo vinto. Con questa partita avremmo vinto sia col Chievo che col Palermo

  8. Manca qualità negli esterni bassi…

    Si muovono con i tempi sbagliati e finiscono per far giocare male pure Candreva e Perisic…

    Troppe amnesie in difesa, soffriamo tremendamente le ripartenze…

    Giocando così, la gobba ladra non ci darà scampo…

    • Sono assolutamente d’accordo. Ora Perisic non è scarso. Candreva non è scarso. Anche volendo, non possiamo pensarlo, in base a ciò che hanno fatto vedere nella loro carriere. Thohir non è allo stadio.
      Quindi, ragioniamo per esclusione.
      Evidentemente, i nostri terzini riescono a fare pure questo – ed ora non posso che pensare come, anche lo scorso anno, le cose avrebbero potuto seguir un altro corso…

  9. Bene cosi stasera.
    Era importantissimo vincere!

  10. Non possiamo permetterci, al momento, un solo interdittore a centrocampo.
    Stasera ci ha detto bene, ma dietro si ballava in maniera atroce.
    Ce l’ha regalata Icardi, sono d’accordo con tagnin che sia assurdo criticare un attaccante che fa 3 gol in 2 partite.

    Le cose positive sono (oltre ai 3 punti):

    il coraggio di De Boer, che dopo lo sparagninismo mazzarriano e l’immobilismo manciniano sono una boccata d’aria fresca.

    la prolificità di Icardi, per l’appunto

    e la buona prestazione di Handanovic.

    Non vedo molto altro.

  11. L’inter mi era piaciuta già prima del sorpasso, ovvero fino al gol del Pescara, e pazienza se aveva concesso tanti contrattacchi: quelli sono bravi, e meno male che Caprari è nostro…
    Sullo 01 mi stavo incaxsando per la pochezza della reazione. Ci ha pensato Frank col triplo cambio a dare la sveglia.
    W Frank_
    Già Palacio aveva avuto una occasione colossale per il 21, che è riuscito a sbagliare, poi ci ha pensato Icardi_
    Evviva anche Wandito_
    Stasera è stato bravissimo dall’inizio alla fine, e solo per sfortuna non ha segnato prima_
    Solo una richiesta: basta con quel Santon_ A parte tutto, un terzino sinistro che non usa mai il.. sinistro, non si può vedere_

  12. do’ i voti

    handa8,
    dambr 6, miranda5,5, murillo6, santon4,
    joao6, Medel6, banega7
    candreva5.5, Icardi8, Perisic5
    palacio 6,5 x l’impegno, eder e jjo 6 di stima x confusione generata

    Frank9

  13. io credo che ci sia andata di stralusso, ovviamente come tutti ho gridato come un matto al gol vittoria che ha realizzato Icardi su gentile tripla cazzata della loro difesa, per cui va bene così.

    lascerei perdere giudizi tecnici su J,Mario e Banega anche perchè è la prima volta che giocano insieme e non so quali sarebbero stati se Verre non si fosse mangiato due gol facii facili, per cui rimando il tutto alle prossime partite rilevando che l’all in di DB con un cazzo in mano ha scoppiato i due assi di Oddo.

    ogni tanto capita…

  14. Beh dai su Santon secondo me siete un po’ cattivi in fondo non è stato così terribile si è anche proposto abbastanza poi certo i suoi limiti ormai li sappiamo ma dargli 4 mi sembra esagerato … Io sono rimasto un po’ deluso da Perisic e Candreva come ha detto qualcuno probabilmente erano stanchi x le nazionali (dannate nazionali ma quando le aboliscono?) infatti De Boer li ha sostituiti entrambi … Cmq alla fine bene così ora diranno che abbiamo avuto culo e meritava il Pescara ma x me è una vittoria meritata oltre ai goal abbiamo avuto occasioni enormi il loro portiere ha fatto credo 4-5 paratone (tanto x mantenere la tradizione che contro di noi fanno tutti i fenomeni) certo abbiamo rischiato ma mi è piaciuto l’approccio alla partita all’inizio x almeno un quarto d’ora non li abbiamo fatti uscire dalla loro metà campo poi potevamo anche perdere ma secondo me siamo sulla buona strada questo mister mi sta sempre più simpatico … 😉

  15. Cari ragazzi ieri Icardi ci ha spiegato perché il Presidente Tohir ha rispedito al mittente l’offerta di 60 Ml del Napoli. Sarà pure statico, ma quando gli dai i palloni con i giri giusti non sbaglia un colpo.

  16. Sono d’accordo sulla difficoltà attuale a giocare con un solo interditore dietro, anche se mettendo Kondo lasci in panca Candreva e metti Joao a dx, che suppongo faccia mediamente meglio , però veder giostrare in mezzo Banega e Joao mi ha dato una sensazione di imprevedibilità maggiore. È pur vero che c’è questa maledetta regola che non te ne lasciano mettere più di undici.
    Cmq non direi proprio che non ci sono state a parte FdB icardi e handa note positive.
    Banega ha corso , recuperato palloni, velocizzare il gioco e vivaddio tirato e bene da lontano. Joao mi sembra che abbia anche lui piedi e velocità di pensiero superiore alla norma, quando passano la palla quei due la palla viaggia al 50% della velocità in più, e questo nel calcio che conta è fondamentale.
    E poi c’è sto Gabi che potrebbe dare una mano a Icardi. No dai soluzioni da centrocampo in avanti (Brozo…) c’è n sono da sbizzarrirsi, è dietro che abbiamo una coperta che si chiama Miranda, senza lui è veramente un problema.

  17. Vinta grazie ad un citofono ed un lampione…son cose. Ironizzo ma lo faccio per scherzare, certo non è una partita che cancella i limiti dei nostri due eroi di giornata.
    A chi pensa che la storia della preparazione sia una cagata, faccio notare che i problemi sono iniziati quando abbiamo abbassato il ritmo e la squadra si è allungata e sfilacciata.
    La scorsa partita avevo chiesto a FdB il coraggio della mossa della disperazione …sticazzi Frank, ci sono le vie di mezzo.
    Mi é piaciuto Banega.
    Troppo presto per giudicare JoaoM.
    La strada intrapresa sembra buona, speriamo non sia un’illusione.
    Per come siamo messi i ladri ci tritano.

    Ps: sul duo Perisic-Candreva, non hanno i 90 minuti però per me almeno uno dei due in campo ci deve sempre essere. Quindi continuerei ad alternarli.

    Pps: forse dovremmo veramente virare sul 442.

  18. Parlare male della difesa è ormai un obbligo (anche giustificato, eh!). ma quello che ieri mi ha molto infastidito è la propensione dei centrocampisti a perdere palloni pericolosi. Banega avrà pure giocato bene, ma ha dato al Pescara la palla della traversa e del gol. A me il problema maggiore sembra una certa propensione alla leggerezza e/o supponenza e/o mancanza di concentrazione costante e/o mancanza di cattiveria.

    • Vero su Banega, aggiungerei il gol famoso “colpa” di Santon con azione che è partita da una palla persa di Banega.
      Speriamo non sia un abitudine

  19. Vista la partita di ieri credo che il modulo più adatto all’attuale rosa sia un 343, primo perché Candreva per dare il meglio di se deve avere tutta la fascia a sua disposizione, e non in coabitazione, col n il rischio, come si è visto ieri di pestarsi i piedi con D’Ambrosio, secondo, Joao Mario ha dato il meglio di se quando, una volta uscito Medel, è diventato il titolare assoluto della mediana… ecco i vedrei bene questa formazione:
    Handa
    Miranda Medel Murillo
    Candreva Brozovic (Kondogbia) Joao Mario Ansaldi
    Eder (Gabigol) Banega Icardi

  20. Che Icardi sia uno che la mette spesso e Handa faccia miracoli, più o meno lo sapevamo già, anche se qualcuno non lo vuol capire…

    Banega e JM hanno ottimi piedi e la manovra ne ha giovato, credo però che in certe partite sarà dura fare a meno del filtro di Kondo…

    Ma la vera chicca, la novità del giorno è certamente Frank e il suo coraggio, era dai tempi del Mou che non si vedeva una cosa del genere…

    Detto questo, siamo un cantiere aperto e le cose non potranno che migliorare…

    Portroppo la partita con i ladri arriva troppo presto

  21. Tra i tanti segnali positivi io sottolinerei Handanovich (grande prestazione) che si tuffa anche su una palla palesemente fuori.

  22. Ho letto i vostri commenti e prendo spunto da quelli.
    Mister simpatia Zazzeroni e Ciccio Tardelli dicano quel che gli pare ma a me è piaciuto tanto Joao Mario. Ho la sensazione che quando si troverà un po’ meno spaesato con i piedi che ha potrà fare davvero la differenza.
    Banega benino ma è uno di quelli che mi dà la sensazione di girare meglio quando gira meglio la squadra. Il duo Candreva-Perisic era fisicamente giù e si vedeva.
    Santon non è un fenomeno e si sapeva ma visto che, specie nel primo tempo, tutti i palloni che salivano dalla difesa passavano da lui, si fa presto a definirlo statisticamente un po’ pippone. Handa è Handa: ieri ha azzeccato persino un paio di uscite. Per me ha bisogno di riprendere voglia e fiducia. Icardi fa l’Icardi e va bene così. La difesa che aveva contro era quella del Pescara, va bene, ma il sovraincensato Higuain si è trovato davanti i difensori del subbuteo (letteralmente! non so se Squinzi avesse vietato al suo pacchetto arretrato di giocare ma non ho mai visto una difesa così statica e abulica come quella del Sassuolo contro la Juve).
    Quello che realmente fa stringere le chiappette è la nostra di difesa: essere in balìa di Verre, Caprari, Bahebeck & C. per tutto il match è sconfortante e non è che il rientro di Ansaldi cambierà improvvisamente le cose..
    Così la Juve ce ne fa 4 o 5.
    Per il resto finalmente una partita con più di due stiracchiate occasioni da goal e un paio di centrocampisti che invece di ricevere palla e ritornarla al mittente (indietro) provano a costruire qualcosa.
    Quanto a De Boer è lui il vero oggetto misterioso stavolta: sospendo il giudizio.

    Tra il bicchiere mezzo vuoto e quello mezzo pieno scelgo il secondo.
    Perdìo, un po’ di ottimismo ci vuole!

  23. Banega l’ho visto decisamente meglio quando ha giocato più indietro dopo i cambi. Secondo me deve giocare li, in un centrocampo a 3 o a 4. Icardi ha bisogno di un compagno vicino, era troppo solo con due ali pure. Mi sembra che Debur abbia le idee chiare comunque.

  24. Io sono soddisfatto.
    Mi sembra che ci sia stato un netto miglioramento.
    a parte il gioco mi sembra che abbiamo a centrocampo un tasso tecnico che mette in difficoltà gli avversari: Banega e JM con la palla non gli puoi lasciare 2 metri liberi perchè hanno le qualità ( tra cui le palle) per fare la giocata individuale.

    Bene la squadra nel suo intero ( dal mister all’ultima riserva ) : mi è sembrata evidente la volontà di non subire.

    Vediamo di prendere la strada “circolo virtuoso” e lasciare quella “viziosa”

  25. Ammetto che faticherò a dimenticare la cifra che abbiamo ( i cinesi) speso per Joao Mario, e questo per me comporterà sempre , e me ne scuso, una riserva mentale su un giocatore che mi pare non sia malaccio.

  26. Dopo i cambi, abbiamo giocato un po alla “garibaldina”…

    Siamo passati dal 4-2-3-1 ad uno spregiudicato 4-2-4, con Banega e JM in mezzo…

    Nonostante ciò, mi è piaciuta la disinvoltura con cui si è cambiato il modulo…

    Mi è piaciuto vedere Banega fare il regista davanti alla difesa con la tranquillità del veterano, dopo aver giocato 75′ da trequartista…

    La difesa del Pescara non ha più retto e le palle gol sono fioccate di brutto…

    Purtroppo Palacio non è più quello di un tempo altrimenti finiva 1-4

  27. Certo che questo avvio di azione affidato a turno a Miranda e Medel è una cosa che non si può vedere.
    C’è di buono che comprando J.Mario per 45 testoni adesso possiamo lasciare in panchina Kondogbia (e mi sembra una buona cosa. Lo dico con dispiacere, ma francamente sto ragazzo non mi sembra da Inter).

  28. La mia origine contadina (non si butta via niente) mi impone di trovare una soluzione al povero kondo, che sia o il suo disvelamento di top player (difficile) o quantomeno un rilancio per poterlo ripiazzare non rimettendoci troppo.
    Come si i soldi fossero un po anche miei. (qualcuno, molto pochi, effettivamente si)

  29. Kondogbia potrá svoltare solo se migliorerá la fase difensiva e sará in grado di sostituire Medel (che pure lui ultimamente lascia parecchio a desiderare). In sintesi o si trasforma in un mediano affidabile o scalderá la panca spesso e volentieri (ricordandoci che c’é anche Brozo).

  30. diciamo che il Pescara se l’è giocata e che per una volta il risultato ha sorriso a noi.
    sono d’accordo con chi dice che Santon non ha giocato la sua peggiore partita ma neanche la migliore di certo e che un difensore a sinistra che non usa il sinistro non si può proprio vedere, e che D’Ambrosio in difesa quando fa le diagonali oltre che guardare la palla dovrebbe andargli incontro e vedere dove ha l’uomo che gli scappa sempre. Poi ho visto il solito Murillo bravo ma troppo irruento ha rischiato in più occasioni di lasciarci in cacca, Banega croce e delizia bisogna trovare i movimenti giusti per dettargli i passaggi, ha fatto tante cose bellissime tra cui il cross ad Icardi unite a passaggi in orizzontale da brivido, Joao Mario deve inserirsi ancora ma non è stato male, un po’ si ha la sensazione di una squadra sbilanciata in certi frangenti con anche i due esterni molto offensivi.
    Icardi e Handanovic sicuramente i più criticati ma ieri i più decisivi.
    E ora comincia il count-down alla Juve.

  31. Santon, quelle rare volte che è sceso, è sempre rientrato sul destro; mai una volta che abbia cercato il fondo e il cross di sinistro_ Per un laterale sinistro mi pare un limite intollerabile_

  32. Qualche considerazione sparsa…
    Bene il risultato, come ovvio.

    La pochezza dei terzini fa la differenza in negativo, purtroppo.
    Peggio D’Ambrosio di Santon a mio parere (il bambino almeno sale, lotta sbaglia e propone, il forforato si perde il giovane Bahebeck (mica male…) e si fa uccellare su un cross del folletto Zampano (che con un paio di milioni si poteva anche prendere). Poi le uniche volte che si propone lo fa con tempi di inserimento pessimi, pestando i piedi a Candreva, e generando solo confusione.
    Joao Mario un pò timido, ma piedi eccellenti e visione di gioco notevole, Banega gran verticalizzatore, ma perde quei due, tre palloni da incubo che innescano sempre ripartenze micidiali (già col Chievo, poi Palermo ed anche ieri, la ripartenza di Caprari è partita da un suo pallone perso).
    Icardi non fa nulla, ma nulla, fino a che è da solo la davanti, poi c’è l’ingresso di San Rodrigo e le cose cambiano.
    Finalmente Handa incide sul risultato, due o tre interventi che negano il gol ad un (ottimo) Pescara, su Verre e su Bahebeck e su un tiro da fuori a girare che poteva essere la pietra tombale sulla partita.

    Bene la voglia e anche la forma fisica, criticatissima. Il Pescara la preparazione l’ha fatta, ma alla fine ne avevamo più noi, quindi… de che stamo a parlà?

    Questa squadra, con due terzini normodotati, potrebbe dire la sua con chiunque, anche in Europa.

    Considerando invece le sette piaghe d’Egitto che abbiamo in quei ruoli, invece, saremo sempre legati agli episodi, o ai miracoli del resto della squadra. Un progetto ambizioso non può essere varato senza aver coperto in maniera congrua quei ruoli.
    Per quanto mi riguarda, Ansaldi e Miangue Senna dentro a furor di… logica.

    Se poi faranno cagare anche loro, tutti nel cassonetto dell’umido e fare acquisti mirati in quei ruoli.

    • condivido in toto il tuo pensiero sui terzini, quei quattro di ruolo che abbiamo messi insieme non ne fanno uno di buono!! Quella dei terzini è oramai una maledizione che ci portiamo avanti da diversi campionati, la società continua a far finta di niente e a comprare doppioni dal centrocampo in su dove siamo veramente in tanti !!

  33. sliding doors:

    l’ho già scritto ieri sera, sospendo i giudizi perchè se Verre faceva il 2-0 non so cosa avrei letto su questo blog…

  34. Quindi quando con un espressione un pò forzata dicevo : “mercato a casaccio” intendendo l’ingolfamento a centrocampo e per contro la carenza sulle fascie, non ero lontano dal vero?

  35. La partita ce l’hanno regalata Icardi e Banega che ha un piede talmente fino da metterla esattamente sulla testa di Icardi con i giri contati in modo che lui potesse anche fare quella torsione.

    Il secondo gol, invece, è letteralmente regalato dal caso e dai rimpalli, fa parte del calcio, ma fa il paio con l’occasione mancata da Palacio pochi minuti prima.

    A parte questi episodi, la partita stava pigliando la piega della disfatta. Da due palle perse nella trequarti avversaria da parte di Banega, sono venuti fuori una traversa e un gol del Pescara.
    E voi volete metterlo regista basso?
    Il trequartista qualche palla la perde, tocca ai mediani dietro pulire queste sbavature.
    Il regista basso è troppo vicino alla sua area per permettersi di perdere questi palloni sanguinosi.

    Giocando così, contro la Juve ne prendi 4 se Higuain è in serata no, sennò anche di più.
    Serve un centrocampo più robusto.

    Il resto, of course, è colpa del disastro di preparazione che (non) abbiamo fatto:
    guarda caso hanno faticato quelli che si basano di più sulle doti atletiche, come Murillo, Perisic e, nelle scorse partite, Kondogbia.

  36. Tagnin, qualcuno dovrà pur stare fuori, e visto il Perisic di Ieri, un po di panca non potrà che fargli bene..

  37. per rispondere a Corso ho detto che per una volta il risultato ha sorriso a noi, proprio dicendo che se il Pescara con tutto il rispetto se l’e’ giocata praticamente alla pari con noi e ha rischiato di vincere c’e’ in ogni caso molto da rivedere proprio in vista della partita contro la Juve.
    Mi aspetterei un mediano in piu’ o un Joao Mario piu’ basso con Brozovic a destra ala “tattica” al posto di Candreva, vediamo anche chi giochera’ in Europa League dove purtroppo molti anche di quelli che non hanno giocato ieri non possono partecipare.

    • con la gobba potremmo provare a parcheggiare per una volta noi il pullman davanti alla porta, per vedere l’effetto che fa…

      vengo anch’io? si o no?

  38. Scusate ma tutte le occasioni nostre le ho viste solo io ? sembra che il Pescara ha avuto 18 palle gol e noi solo 2 tiri 2 gol (peraltro Icardi ha uccellato i 2 difensori arpionando la palla – se lo rifa 100 volte non ci riesce – ma non è rimbalzata sui difensori, almeno a me vista al rallenty pare così)
    Quelle che sbagliamo noi o non si contano o sono colpa nostra, quelle che sbagliano gli altri sono culo nostro.
    prima partita vinta e si ricomincia col culo e con i però.
    L’abbiamo vinta perchè l’abbiamo voluta vincere più del Napoli , FdB stava buttando dentro pure il massaggiatore che da bambino giocava in attacco.

    Capitolo preparazione:
    sono d’accordo con ErnesTO’O, alla fine correvamo noi e non il Pescara di Oddo dei miracoli, che stando alle dichiarazioni pre-partita di giornalisti e tifosi ci avrebbero dovuto sbranare di corsa.

    A me come risultato di insieme pare di andare meglio ogni partita. Qualcuno ha bighellonato più degli altri in vacanza ed è in ritardo (vedi Perisic Candreva) . Sono finiti i tempi in cui il nostro capitano era quello che correva di più l’ultima di campionato ed era quello che correva di più la prima. E tutti a dire che era un marziano, si, un marziano che in ferie si alzava alle 6:30 del mattino e si andava ad allenare di corsa in spiaggia.
    Marziano una sega, era solo un gran professionista, e non c’erano preparatori o allenatori che tenevano, era LUI che arrivava pronto. Purtroppo, stampino buttato. Altro che gps…

  39. Noto senza troppo stupore, vista la supponenza, che Tagnin continua a dare dell’incompetente a chi non la pensa come lui. Meno male che almeno lui ci illumina spesso con le sue perle di saggezza alzando il livello di competenza del blog: direi un vero guru.

  40. Ho visto un po’ di highlights. Credo che più di preoccuparvi di Joao Mario, Banega un po’ più avanti o un po’ più indietro, le ali sfiatate e dove mettiamo Eder la sola preoccupazione sia la difesa.
    Dite tanto di Kondogbia ma mi pare che anche Murillo si stia giocando diversi jolly. E in panca dietro questi non c’avete nessuno.

    (inizio opera di destabilizzazione in vista di domenica prossima 😀 )

    • Se Chiellini fosse quello di queste prime partite di campionato e nazionale potevate risparmiare i soldi dell’iscrizione alla champions se è per questo, noi si spera che Murillo entri in forma, e contemporaneamente che Chiellini continui a far cagare così, almeno in coppa.

  41. “La pochezza dei terzini fa la differenza in negativo, purtroppo.”.

    L’ho scritto qualche post più su.
    E’ tutto là.
    Se soffri in difesa, in ripartenza ed in impostazione, in mezzo puoi avere anche Dio Padre, ma la palla non gli arriverà o arriverà in ritardo, sporca, ecc.

    Altro che un passo avanti Tizio o uno indietro Caio…

    Le merde di Vinovo Calabro hanno una fase di transizione e di spinta eccellente, e non certo i passaggetti all’indietro del Cercopiteco Australis (ma com’è che pur spendendo un miliardo di euro, il nome di Medel è sempre in formazione?).

  42. Però vedere l’Inter che attacca in dieci non ha prezzo.
    Se riuscissimo a fare questo tutta la partita e, parimenti difendere bene, altro che Ajax!

    Io ricordo le Inter degli scorsi anni che, quando attaccavano in genere, erano in due o tre al massimo, spersi e sparsi in territorio avversario e con dieci difensori pronti a braccarli…

    Ci vorrà tempo, ma se viene una benedetta “nebbia di Belgrado” anche per noi (uno spartiacque positivo insomma, prima o poi), ci potremmo divertire parecchio.

  43. Settore.
    Dopo il generatore automatico di risposte Mazzarri urgono:
    quello dei commenti dei giornalai;
    quello dei commenti di noialtri tifosi interisti;

  44. Di Banega avete detto. E sarà il tormentone dell’anno: gran classe, tendenza a tornare a cercarsi palloni e a far girare la squadra (che faccia il trequartista o meno, tema stucchevole: lui dà il meglio se può, sostanzialmente fare la cippa che meglio crede trasormando il 433 in un 4231) e altrettanta tendenza a perdere palloni sanguinosissimi (sul primo gol del Pescara sembrava..Brozovic). Su JM tutto il bene possibile: se pensiamo che ha nelle gambe un paio di allenamenti con compagni nuovi e campionato nuovo, questo è un signore acquisto. Due parole su Santon, anzi una: Biraghi.

  45. Per me 433 (quello che vuole FDB, tutto sommato).

    Io metterei Medel centrale con Miranda. Poi Ansaldi e un altro terzino qualsiasi (tanto il livello dei terzini che abbiamo si equivale)

    Centrocampo a tre: JM Banega e Kondo

    Attacco: Candreva Icardi Perisic (Gaby)

    Attacchiamo in 11 e difendiamo in 11, Nederland old style!

    • La formazione sarà quella, con Banega a cercarsi la posizione e far oscillare il modulo tra 433 e 4231. Kondo se vuole scalzare Medel deve garantire più interdizione e personalità (ma considerando che non è nemmeno in lista Uefa, non si può certo pensare di far ammuffire in panca quella vagonata di milioni spesi). Murillo centrale, al netto degli svarioni, più di Medel garantisce velocità e recupero nelle ripartenze subite che erano, sono, e temo resteranno la nostra costante. E sinceramente non escluderei il ricorso ad un più quadrato 442 con in mediana Perisic/Candreva-Kondo/Medel-Banega/Brozo-JM e Eder/Gabi/Jovetic a supporto di Icardi (che rende meglio con una seconda punta).

  46. Ma una virgola no?

  47. Dicevo attacchiamo in 11 e difendiamo in 11.
    Adesso lo possiamo fare: a parte Candreva (che comunque non è un matusa del calcio, non ancora eh) abbiamo tutti giocatori molto giovani!
    Che lo possono fare bene: JM Kondo Perisic Icardi Banega Gaby ecc.
    Possesso palla e corsa.
    La qualità è più alta dell’anno scorso, in generale e dunque proviamoci.
    L’allenatore, per questo tipo di calcio, è quello giusto, e se azzecca l’equilibrio giusto, anche in considerazione del campionato italiano, ci siamo!

    Certamente, c’è ancora tanto lavoro da fare e meccanismi da oliare, e magari qualche aggiustamento nei prossimi mercati, ma questa secondo me può essere la strada giusta.

  48. Ah, dimenticavo: non vorrei apparire troppo ottimista.
    No, per dire, che poi mi si accusa come quando dissi che già si vedeva “la mano del Mancio” dopo due partite.

    E’ solamente che uno cerca anche di pensare positivo, alle volte, perché qua siamo sempre considerati tafazzisti o ipercritici e quindi volevo sfatare certi luoghi comuni duri a morire.

  49. Ah, a proposito. Una domanda. Essendo anziana temo la demenza senile e solo voi potete darmi sollievo. Ma mi sono sognata io la gomitata in faccia a Candreva che Marchegiani afferma non essere rigore e men che mai espulsione perché non volontaria? perché oggi su tv e giornali e moviole di qui e di là non se ne parla proprio. Datemi la notizia ( della demenza), con delicatezza.

  50. Io insisto sull’insipienza tecnica di Medel, insieme alle sciagure ancestrali di Santon e D’Ambrosio e’ tanta roba; inoltre credo che avere un pertner d’attacco ad icardi non possa che fargli bene; su Joao Mario sono contento di averlo da subito considerato all’altezza del prezzo (intendiamoci per me non esiste giocatore al mondo che valga piu’ -anzi ,mi esprimo meglio, per il quale sia etico pagare piu’ di- 20 milioni) ; questo attacca, difende, ragiona e fa viaggiare la palla ad una velocita’ doppia rispetto agli altri, cosi’ come non vedevo dai tempi di snejder trattare con tanta naturalezza la palla , come fa banega; aspetto perisic (e’ uno slavo, ha i suoi tempi geneticamente diversi da quelli di tutte le altre razze) e soprattutto Candreva (ieri ha un po’ gigioneggiato); ma la punta vicino ad Icardi serve e molto…Gabigol ?

  51. Non riesco a capire perché pure noi ci lasciamo condizionare da questi quattro squallidi giornalai che voglio raffrontare sempre il prezzo, ogni partita è così, alla prestazione del giocatore, a me non frega nulla del prezzo, come non mi interessa se Icardi ha battuto cassa quest’estate, sono cose di cui al tifoso dovrebbe importare tanto quanto….fin quando pagano gli altri che ce frega. Queste cose servono solo a metterci di malumore, è una cosa costruita ad arte, spesso, per ridicolizzare i nostri acquisti, da parte dei media di me…da. Se FDB troverà, in un tempo relativamente breve, il giusto assetto alla squadra, persino Kondogbia, potrà trovare la sua giusta collocazione, anche perché è giovane, ha qualità e tempo per dare il suo contributo…..poi riparleremo, con molto distacco e serenità, di quello che è costato. Della Rube non si parla affatto del pessimo affare fatto per Hernanes e i 13 mln buttati nel cesso, dal momento che nell’appena trascorsa sessione di mercato non se l’è filato nessuno….

  52. io torno a ripetere che è troppo presto per formulare giudizi.

    ricordo che prima di questa qualcuno ha parlato di serie B se ci fosse andata male, e a dirla tutta non c’è mancato molto, non di andare in B ma di perdere.

    dopo l’insperato vantaggio abbiamo dato ancora al Pescara la possibilità di pareggiare con un tiro da fuori del tutto indisturbato uscito a fil di palo, con Handanovic che stavolta non ha fatto nemmeno una piega e mancavano solo pochi secondi alla fine.

  53. A proposito.
    Lo dico con grande ingenuità, senza voler fare polemica nè prendere per il culo nessuno.

    Di giornali ne leggo pochi (Repubblica e il sito della Gazzetta), di commenti televisivi ancora meno. Noto però anche io una certa propensione a pigliare per il culo l’Inter e nascondere le magagne del Milan, per dire. O esaltare la Juventus.
    Non al punto in cui qualcuno di voi con manie di persecuzione sottolinea, ma effettivamente una certa tendenza la registro.

    Ma secondo voi, qual è il motivo? Un motivo serio, eh. Non tiriamo fuori le scie chimiche e il complotto ebraicoplutomassonico, insomma…

    • Scusa, Gb.
      Ti sei fatto una domanda….dovresti darti anche una risposta.
      Senza sciachimisti.

      Credo che “potere” sia un buon indizio.
      Che te ne pare?

      (senza sbeffeggiamenti, credimi)

  54. Potere, certo. E’ assolutamente vero.

    Però…se un giornale politico dà solo notizie favorevoli ad una parte politica e prende in giro l’altra, a un certo momento, quello del voto, facile immaginare che la manovra riscuota il suo bel beneficio. E questo è esercizio di potere.

    Ma se, come si chiama quell’imbecille, ah, Zazzaroni, prende per il culo i cinesi dell’Inter, a noi che cacchio ce ne dovrebbe fregare???? (e fate finta che mi si sia rotto il tasto del punto interrogativo perchè altrimenti ne aggiungerei altri)

    Voglio dire…nel calcio a un certo punto c’è il punto zero, il momento oggettivo. E cioè la partita. E la partita la vedo con i miei occhi e mi faccio la mia opinione. Che cazzo m’importa di quello che scrivono sui fogliacci? In questo modo ho eluso le manovre del potere…no?

    • (che post sconclusionato ahahahahah)

    • Mah.
      A volte su questo blog (con tutto il rispetto per il blog e per tutti quelli che ci scrivono) si leggono cose che fanno pensare che l’elusione non sia sport di massa.

      E figuriamoci quello che passa sugli altri blog (domanda: il plurale fa blogs?) che tipo di sottofondo/non detto/ma verissssssimo riesce a far passare. Con ovvie conseguenze anche sul tifo che trovi in giro.

      Domanda (quella che facevi all’inizio): ma perchè?

      Perchè brucia?

    • Metti che, con buona pace dei complottsmen, quelli veri, non sia poi così facile mettere insieme le opinioni dei molti. E che spesso le casse di risonanza non si coordinino poi così bene. Avrai in realtà un tam tam di individui, selezionati per qualità e per attitudini diciamo, messi nelle medesime posizioni delle varie testate. E’ quindi probabile essi abbiano una visione abbastanza simile del mondo. Non è un complotto anti-inter, per dire, quanto un semplice fatto: l’inter è e rappresenta un modello di mondo che, per quanto è stato insegnato loro, non va bene. Sempre per quanto hanno appreso, ciò che non va bene va combattuto con il fango e la deformazione, od interpretazione parziale, dei fatti. Da tutto questo, abbiamo l’esempio di cosa sia possibile fare con ciò di apparentemente innocuo, come il calcio, figuriamoci se si trattasse di qualcosa di veramente importante…

  55. Gobbobuono, un pò è anche per la precisione.

    Ultimamente Tuttosport ( noi lo seguiamo attentamente dopo l’eclisse di Zelig, perchè Colorado proprio non si può vedere) se ne è uscito con tra le righe queste tre chicche :
    Ciellini Campione del Mondo (??)
    Juventus Campione D’Europa (lo scorso anno)
    Cannavaro capitano del Sassuolo.
    Sapratutto l’ultima è quasi veniale, il problema è che poi la gente legge queste cose e arriva anche a credere che gli asini volino.
    Far passare due scudetti in più o in meno, ovviamente, diventa una bazzecola, e poi tanto, come diceva Bennato, sono solo canzonette.

    Ora leggo su Dagospia le pagelle di Dotto che dà un 4 a De Boer !

    Why ?

  56. Perchè i malavitosi di Vinovo Calabro sono da sempre il Potere, l’espressione più vistosa dell’intreccio tra politica e ogni_altra_cosa.

    Chiunque faccia parte di questo mondo di merda sa perfettamente che mettersi contro la PigiamaTeam significa mettersi dalla parte di chi non vuol combinare niente.

    Calciopoli (e tutto quello ad essa annesso e connesso) è stata una ferita all’intoccabilità dei Lupin sabaudi, e siccome ammettere le proprie colpe non appartiene al DNB dei pigiamati, si è imputato tutto all’Inter, con conseguente Fatwa a tutto ciò ascrivibile e riconducibile ai sacri colori.

    Il Triplete, innestato come un diamante sul membro che li ha devastati, ha fatto il resto.

    Forse sono stato troppo colorito, non si dovrebbero usare parole come “colpe” in un post pubblico. Me ne scuso.
    Ma credo di non esserci andato troppo lontano.

  57. L’Inter è la seconda squadra per numero di tifosi in Italia da sempre_ Doveroso per i media parlarne, perché c’è un bacino d’utenza vastissimo_
    Perché parlarne possibilmente male?
    Così si stuzzica l’interesse dei tifosi/utenti/lettori dei rivali mono e biretrocessi, e ci si ingrazia i rispettivi padroni, che hanno più potere in Italia di quelli dell’Inter_ Sicuramente più potere diretto sui giornalisti, essendo sia Fininvest, ma anche FcA/Fiat, editori_ Quando Berlusconi venderà definitivamente,parleranno più liberamente male anche del Milan_

  58. A me FDB piace. Sarà che mi ricorda il Ponzoni dei Cochi e Renato, sarà che ha fatto un triplete di sostituzioni coraggiosamente pazzesco, sarà che tutto ciò che viene dall’Olanda prima o poi uno sballo te lo regala… Io vedo finalmente una lucina, laggiù in fondo… Vedo la mia Inter riassemblare tessera dopo tessera il puzzle della sua personalità e voglio credere che alla quadratura del cerchio ci potremo togliere ottime soddisfazioni. Certo mi rode il culo vedere che da noi (e in tutte le squadre normodotate) i meccanismi nuovi vanno rodati ed oliati nel tempo, mentre qualunque mercenario arrivi sulla sponda malata di Torino entra in campo e fa subito il fenomeno. Machecazz…

    • sto ancora ridendo per Un filmino “serie oro” con Cochi Ponzoni che doveva.. cacare_ Ma non trovava il posto_ Capitato in un funerale, risulto il piu’ addolorato per le urla lancinanti che lanciava_ E via con altre gag_ Fino a che la fece in ascensore, dando la colpa al cane condominiale..
      W Cochi

  59. Per rispondere a gobbobuono:

    se vogliamo anche nella politica c’è il momento oggettivo, che se vogliamo è ancora più oggettivo di quello calcistico:

    uno può prometterti di fare questo e quello, in sede di campagna elettorale, ma poi lo vedi da te se questo o quello l’ha fatto o meno.

    Nel calcio tu chiedi, fondamentalmente, come influiscono i media sui risultati del campo.
    È presto detto:

    mettono pressione.
    Dire che un giocatore fa cagare, che è stato visto alle 3 di notte in discoteca, che ci sono attriti negli spogliatoi, che un giocatore non vale una certa cifra

    serve a destabilizzare l’ambiente.
    Qualche tifoso ci crede e inizia a fischiare, lui si deprime, ed ecco che il “momento oggettivo” cambia.
    Oppure, montare un casino su un arbitro che ha fischiato un rigore contro la Juve o il Milan (sì, vabbè…ahahahah) può condizionarlo nel momento delle decisioni future, del tipo “m’hanno fatto un culo così l’ultima volta, stavolta col cavolo che lo fischio”

    mentre, il mani di Chiellini chi l’ha visto? Nessuno. Bravo l’arbitro. Quella è una piccolezza, ci sta.

    Non so se rendo la differenza.

    Hanno fatto 3 gol a testa, uno nella Juventus che gioca a memoria, l’altro nell’Inter che è un gran casino
    quindi molto più difficile segnare tanto nel secondo caso, convieni?

    Eppure uno viene trattato come un marziano in odore di pallone d’oro (non che non sia forte, intendiamoci eh)

    l’altro viene trattato come un bimbominchia che si fotografa l’orologio.

    E infatti poi succede che il Pobbà di turno lo vendi a 100 milioni
    mentre qui Icardi perfino i suoi tifosi vorrebbero toglierselo davanti e darlo via

    (giuro che l’ho letto)

    a 30 milioni.

    • Quindi contro di noi scrivono quello in cui molti di noi credono, l’esempio di Icardi è calzante, che se un giornalaio scrivesse che un palo della luce ha segnato tre gol solo per caso……dovremmo condividere..giusto?

  60. Risposta più pasticciata non potevo dartela.
    Spero si capisca lo stesso.

  61. Este tranquillo.
    Sottoscrivo ogni parola.

  62. Modulo e uomini sono quelli di ieri sera, a meno che il brasiliano non si dimostri un fenomeno… a quel punto il 4-4-2 diventerebbe inevitabile.

  63. Sarà la centesima volta che lo scrivo…
    Chiesero a Boskov di come fosse nata quella Samp fortissima, che vinse scudo e se la giocò fino in fondo in Coppa.
    Lui, serafico, rispose: “Facile, prima metto quelli che sanno giocare a Calcio, poi arrivo a 11”.

    Ecco fatto 🙂

  64. Este perfetto sui media

    Vado controcorrente sulla partita di ieri e dico che mi preoccupa al momento più l’attacco che la difesa.
    Mi spiego, difesa ns. punto debole lo sappiamo tutti, f.d.b. propenso per un gioco d’attacco pure, quindi sommando le due cose la vedo dura portare a casa gli uno a zero e di conseguenza preoccupa constatare che in queste tre partite non si è mai avuta la sensazione ( perlomeno personalmente) che potesse segnare qualcuno all’infuori di Icardi

  65. Este perfetto anche per me.
    Però la mia “provocazione” per dire che i giornali basta non comprarli e le televisioni non guardarle per mandare a puttane il meccanismo.
    Tanti di voi, qua dentro, si lamentano un sacco della stampa, finendo per dargli proprio quell’importanza di cui ci si lamenta.
    Fossi un allenatore la prima cosa che farei sarebbe proibire la lettura dei giornali. Vedi poi quanto si divertirebbero a destabilizzare l’ambiente.

    Comunque, e la finisco, sono d’accordo con quanto hanno detto molti di voi. La stampa di parte è essenzialmente una forma di potere. Aggiungo, da parte mia, che è una forma di potere che si può eludere.

    Buona serata bimbi.

  66. Le partite che ti fanno sperare che la superlega, o quel che l’è, non ci metta ancora troppo tempo a mandare in archivio l’inutile campionato nazionale.
    http://www.ilmalpensante.com/2016/09/11/la-juventus-spezza-le-reni-un-indomito-sassuolo/

  67. No scusate, ogni bordata contro la stampa e il potere è musica per le mie orecchie e non rivendico nessun primato. Però sono mesi che ripeto e riscrivo di non dare retta ai pennivendoli e culivendoli alla tele e nel web…

  68. Io credo che un sistema in cui tu sia costretto ad evitare l’informazione sia un sistema fondamentalmente malato.

    Quindi non può essere una soluzione.

    Tra l’altro, oltre al fatto che non è possibile vietare ai giocatori di leggere i giornali (se non altro perché saremmo in democrazia),

    il vero problema è il messaggio che poi recepiscono tutti i tifosi (che i giornali li leggono) e che dunque divengono sempre più insofferenti verso questo o quel giocatore.

    In questo contesto, poi è normale che arrivi un Demetrio Albertini che non più di due anni fa si era candidato a presidente della Figc che ti dice:

    “io non sono interista”.

    Ora, lasciamo stare che la cosa, a noi interisti, riempia di orgoglio, ma qualora Albertini fosse diventato presidente della Figc, sai che bella tutela avremmo avuto?

    (non che adesso siamo tutelati chissà quanto)

    • É vero, un sistema in cui si deve evitare l’informazione é malato.
      Ma nel mondo del calcio e dello sport in generale io credo che gran parte dell’informazione sia inutile.

  69. il primo a denunciare in diretta certe prese di posizioni di parte fu Mancini contro Ordine, anni dopo lo seguì il Mou con la definizione di prostitute intellettuali e i zeru tituli

    https://www.youtube.com/watch?v=BgHS_RMJZrA

    purtroppo non c’è un cazzo da fare se devi combattere con chi ha in mano giornali e televisioni dove i giornalisti sono pagati per dire e scrivere quello che vuole quello che li paga, questo forse fa capire perchè l’Inter stia tanto sulle balle un pò a tutta sta gente prezzolata, perchè gli unici due che hanno denunciato la loro prostituzione allenavano l’Inter e se la sono legata al dito.

  70. Mah! Indipendentemente dai giudizi dei giornali e delle televisioni, io ieri ho visto una brutta partita, malgiocata dai nostri, con un centrocampo superaffollato ma privo di idee e una difesa lasciata sguarnita e pasticciona.
    Quanto a Icardi, ricordo che anche gli orologi fermi segnano per due volte nelle ventiquattr’ore l’ora giusta. Tre gol: ce ne vorrà una trentina per raggiungere i quaranta punti.
    Ce la farà?

    • Crotone, Palermo, sono nettamente inferiori, un ‘altra la troveramo strada facendo e la sfangheremo.

      Dai, non esageriamo!

    • Anche quelli che dicono moriremo tutti prima o poi ci beccano, è sempre questione di tempo.

  71. Goodhunchback ha ragione: c’è troppa “informazione” inutile sul calcio. È solo brusìo di faziosi incompetenti. Non scherziamo: la chiusura della domenica sportiva e di porcherie simili non recherebbe nessun danno alla democrazia. La democrazia è danneggiata dagli organi di regime e da mughini. Disertate!

  72. Gobbobuono.

    Se non hai cambiato squadra ne quando siete stati condannati ne, peggio ancora, quando avete messo le tre stelle appese alo stadio, con tutto ciò che rappresenta quell’atto, direi proprio che non hai l’obiettività per venirci a dire come eludere la stampa che danneggia la nostra squadra oltre che i nostri coglioni.
    Diciamo che ti piace fare il Guru con il fegato degli altri.

    Perché invece non ci poniamo questo quesito :
    Come mai il 50% degli Italiani tifa Juve a dispetto di tutto ciò che ha dimostrato in un secolo di abuso di potere?

    • Ma perchè a qualcuno è mai riuscito di cambiare squadra?

    • Perché agli italiani l’abuso di potere piace. Perché l’Italia è mafiosa dentro e intimamente fascista. Perché anche gli italiani onesti preferiscono autoassolversi raccontandosi che “il più pulito cha’ la rogna” e allora tanto vale tifare per quello che vince sempre.

  73. E già che ci siamo ti dò la mia risposta al quesito visto che non guarderò più per un po di ore il blog.
    Perché i tifosi delle altre squadre vogliono vincere. I tifosi della Juve vogliono “disperatamente” vincere.

  74. più che i tifosi è la loro società di merda che vuole sempre vincere, e ha sempre usato ogni mezzo, lecito ed illecito per riuscirci.

    i suoi tifosi si sono adeguati all’andazzo senza porsi tanti perchè, basterebbe solo pensare al numero di scudetti che hanno rispetto a quelli nostri e dei gonzi per notare l’incongruenza con le Coppe dei Campioni e le Champion, dove in proporzione la gobba ne dovrebbe avere di più sia delle nostre che del bbilan.

    se a questo ci aggiungiamo la condanna alla serie B che gli è scivolata sopra come fosse solo un incidente di percorso e non una malefatta da dimenticarsi la squadra per sempre, cosa vuoi che gliene freghi di sapere del perchè sono sempre protetti dai giornali o dalle trasmissioni televisive, dove i loro falli da rigore vengono minimizzati e gli arbitri assolti mentre se capitano a noi aprono polemiche infinite che vanno avanti per settimane.

    non è questione di volere vincere, è questione di sentirsi talmente superiori da venire su qui a darci consigli.

    per non dire prenderci per il culo, cosa che ho già detto tempo fa ma che nessuno ha preso in considerazione e il Gobbobuono ha fatto proseliti.

  75. Senza voler fare della sociologia pret-a-porter e senza voler diventare troppo pesante (si sta avvicinando il Festival Filosofia) si può condensare tutto il fenomeno “tifo Juventino” come il vero compromesso storico italiano.
    Non so se sia stato voluto, ma l’assimilazione di padrone e dipendente sotto un unico afflato (seppur di soli 90 minuti effettivi, ma anche di quel tempo dilatato infinito che è quello del desiderio) è stato un colpo di genio.
    L’immigrato calabrese alla catena di montaggio e l’Avvocato Agnelli uniti nella lotta, con contorni bypartisan di politici di ambo gli schieramenti, non ultimo il campione dell’antagonismo sindacale ,Lama, che però trepidava all’unisono con la controparte quando il pallone danzava nelle aree avversarie.
    Il lascito di tutto questo è un tifo Juventino sproporzionato al Sud, dove la rivalsa non ha sbocchi sociali, ma si concentra nel riscatto domenicale sul campo.
    La Juventus “DEVE” vincere oltre che per confermare lo strapotere del re sabaudo, per risollevare dal grigiore e dalla mediocrità giornaliera, torme di sudditi periferici.

  76. in vista della partita con la juve ricordo che
    anche quando abbiamo fatto il triplete la juve la soffrivamo,
    come sempre d’altra parte.
    anche quando la juve è venuta a milano in gita scolastica prima della finale di berlino abbiamo perso.
    gli esponenti del maligno sono per noi come nadal sulla terra: vinceva ancora prima di entrare in campo -al netto degli errori arbitrali- perché psicologicamente ci ha sempre annichilito. Esattamente come rafa faceva con gli avversari.

    indi per cui

    è inutile parlare di tattica o di amenità varie
    se la sfanghaimo , ossia un pari, sarà già oro che cola e sarei contento
    al limite visto che gli US open sono appena finiti, speriamo di diventare per una volta Stan _the Man…

    in ogni caso
    è vero che facciamo schifo in difesa, ma proprio per questo
    io dico che dovremmo ragionare per farne uno di più degli altri
    perché tanto prima dopo il gol lo becchiamo

  77. Io più che “sfangarla” vorrei vedere una partita che mi faccia dire “ok, questa è andata così perchè loro sono pìù forti/preparati/ladri …però noi siamo un po’ meglio di ieri ed un po’ peggio di domani”.
    Perchè in questi anni è mancato questo. I passi avanti sono stati spesso pochi od illusori.
    Poi è chiaro, trattandosi della vecchia bagascia, mi va benissimo mettere insieme una partita schifosa che portiamo a casa per un colpo di culo.
    Ma è l’eccezione.
    Quello che mi ha ringalluzzito di queste tre partite è che ho avuto l’impressione (sperando sempre che non sia un fuoco di paglia) che si sia fatto sempre qualcosina di meglio.
    Poi è certo, siamo ancora mooooolto lontani dall’essere la squadra che potremmo.

  78. Aho’, ma ‘nvece de penza’ a la Iue (ché lla’ nun ce sta gnente da fa’, ammenocché er Popolo nun se rompa li cojoni e imbracci li forconi, unico rimedio efficace, come ‘nsegna la Storia), nun è mejo che vve preoccupate da prossima partita?!

    Vabbe’ che m’annate a gioca’ cor Bar ‘Sheva’, ch’a quanto ho capito dovrebbe da èsse ‘na specie de squadra de milanisti de borgata nostargici de Scekscenko, pero’ poi va a fini’ che me perdete ‘a concentrazzione e, de conseguenza, pure ‘a partita.

    ‘Ché ggià ‘n riva all’Adriatico ve annata de lusso…

  79. mi piacerebbe vedere l’atteggiamento della partita di Coppa Italia dell’anno scorso, quell’inutile 3-0 in cui complice anche lo spirito con cui loro scesero sul campo, ma anche della nostra incredibile ferocia e fotta per ribaltare il quasi irribaltabile.

  80. Più che discettare se è meglio perdere da asfaltati o di misura per l’ennesimo episodio saforevole o per un coktail micidiale di entrambe le ipotesi, mi giocherei la partita per vincerla. Semmai piango dopo_

  81. tralasciando i gobbi e i loro motivi per tifare una squadra del genere, anche se non c’è nessun obbligo di cambiare squadra, si smette di tifare quella che gioca sporco e che ha preso per il culo tutta l’Italia truccando interi campionati e morta lì, mi preme sottolineare il comportamento di alcuni tifosi dell’Inter che l’anno scorso a 9 punti dopo tre partite rompevano i maroni per il gioco espresso mentre quest’anno che dopo tre partite ne abbiamo 4 giocando molto peggio, sono più che soddisfatti.

    misteri del calcio…

  82. Bondi’

    Volevo darvi solo tre parole:

    1. matrimonio: fioi me sposo sabo. X i veci del blog, dovevo dirlo. X i novi porte’ pasiensa. La sposa xe giovane, el sposo…

    2.regalo: domenega me speto el regalo de nosse…gavemo da sbregarghe le mudande

    3. gobbo: scrivo in italiano. Ho un fratello che e’ buono ma gobbo (un ossimoro) e come dico sempre dio l’ha punito, sta a mestre… al gobbo buono vorrei dire che anche se sei bravo, buono e corretto e educato e sportivo e gentile e simpatico e spiritoso, sei un gobbo in un blog di interisti dove magari non berremmo nemmeno un crodino insieme (anche se con bandini ci siamo strafogati di negroni…) ma siamo qui in quanto interisti.

    Se non cogli il senso, peca’

    Nel mentre forsa inter e un abbraccio al corsone sempre piu’ antagonista!

    Dai fioi che sto anno se divertimo. Anca sensa i filtrini dei biglietti de tagnin…

  83. Ciao Vecio!
    Tra parole:
    1.Aripensace…perchè fare infelice una donna sposandola, quando se ne possono fare felici tante…
    2.Regalo… Passa da Roma che te faccio magnà la mejo amatriciana de tutta la vita tua (se ignori er punto 1. e nun c’aripensi, sostituire “te faccio” con “ve faccio” 🙂
    3.gobbo Un piccolo aneddoto. Dal 4/9 so’ diventato nonno (bella Matilde de nonno tuo <3 ). Madre interista (mi fija) e genero gobbo light. J'ho già anticipato che al primo accenno di bianco e nero che vedo, Matilde la faccio orfana de padre…

    Basta esse gentili…

  84. “la sposa xe giovane”, un buon motivo per sposarsi_
    Auguri e forza Inter

  85. Vittorio,
    il secondo errore della tua vita!!!

    Il primo, insomma,,, bè… cioè….
    con il fatto che tifi Inter….

    Vabbè, lasciamo stare.

    Auguroni juventini
    (se non ti fanno piacere scansati…)

  86. Vittorio, auguri e figli nerazzurri!

  87. Vittorio,

    un doppio abbraccio, a te alla sposa fortunata anche se più giovane, perchè quelli come te sono rari pur con qualche anno in più.

    Auguroni

  88. Complimenti per la sposa giovane e come mi disse a suo tempo un mio caro amico : Ovvi ma sinceri Auguri.

    Detto questo visto che sabato tornando da Trieste ( in moto) ho fatto la tangenziale (e non il passante) , posso testimoniare la punizione a tuo fratello, e fin qui niente di nuovo, ma quello che mi ha deluso è stata la riviera del Brenta.

    Se posso quando vengo a Venezia la faccio sempre un po per l’andamento ondulato che in moto è molto gradevole, un po per la bellezza.

    Dalle prime volte negli anni 70 ad oggi è un continuo degrado.

    Risulta anche a voi da quelle parti o sono io che divento troppo vecchio e i vecchi si sa sono solo dei brontoloni maestri di nostalgia.

    • Io abito a Torino ma sono di Dolo (Ve) e ci torno spesso a trovare i miei…mah, nei ’70 io ero bambino e manco sapevo chi fosse Palladio. La riviera non è malaccio, dai…se abbandoni moto strade e capannoni e la fai via Brenta però..Mi associo alle cond..ehm auguri al mio più o meno conterraneo Vittorio. E come diceva il poeta: Marghera sensa fabriche saria molto più sana, na giungla de pannoce pomodori e…

  89. Auguri Vittorio, anche alla sposa (mi sa che ne avrà bisogno).

  90. Auguri Vittorio.

  91. A Vitto’, anche se nun te conosco de perzona, me stai simpatico pe’ come scrivi e te vojo fa’ li mejo Auguri mia, perché er passaggio ‘n cui te sta’ a ‘nfila’ è uno de li più ‘nsidiosi.

    Ma, parimenti, maggiore sarà er godimento, si t’ariesce bene.
    E m’ariccomanno, quanno che le difficoltà della vita coniugale t’ariveranno addosso, tieni duro. Perché volerse bbene è rimasta una delle poche cose pe’ cui vale la pena affacciasse a la finestra de ‘sto monno.

    E ancora ‘n’artra cosa te vojo di’: quanno che scrivi sur blog de Settore, daje sempre dentro co’ ‘sta tua bella lingua veneta, che è una delle mie preferite ‘nsieme alla tua tera ‘ndó ce ritorno sempre con piacere.

    Da quelle parti c’ho fatto uno de li viaggi più piacevoli de la mia giovemtù, insieme ar mio caro amico d’infanzia Pallasecca.

    Pallasecca perché, sfortunatamente, nun ha potuto avé ‘n fijo.
    Cioè, nun è che nun è bbono co’ le donne; anzi, pe’…come devo da di’…, ‘nsomma, pe’ arma’ nun c’ha probblema, solo che er colpo je parte a salve e…nun è produttivo, ecco.

    E, dicevo, fu una de le gite da mia gioventù che più m’aricordo.
    Io e Pallasecca bazzicavamo tra Bibbione e er Lido de Jesolo, anche se dormivamo più verso l’interno, dalle parti de S. Donà di Piave.

    Che tempi bbelli!! Uscivamo la mattina e aritornavamo la sera.
    Sempre insieme, praticamente ‘nseparabbili.
    E, pe’ ddi’ la verità, detto tra noi, più dde ‘na vòrta c’ho avuto pure er sospetto che, vedendo ch’annavamo sempre d’amore e d’accordo, quelli da pensione ‘ndó stavamo ce pijavano pure pe’ froci…senza sape’ ch’eravamo come ddù fratelli.

    Comunque… Che vvòi fa’!?
    Abbasta che uno sta bbene, e se diverte, e ffa quello che je piace.
    Er resto so’ dettagli…

    In bocca ar lupo, Vitto’!!!

  92. Fioi

    Grassie!

    e continuo a sperar de sbregarghe e mudande ai gobbi. Boni o no boni

    Metaforicamente, sia ben chiaro

    Flavio te ricordo che me medra l’era ed Modna…

    un abbraccio ragazzi

    e forsa Inter.

    sempre

  93. Auguri Vittorio

  94. milik mi ricorda tanto aldo serena, di testa è formidabile

  95. gliel’ho tirata buona, ne ha fatto un altro e sempre di testa, meno facile di quanto sembri.. mi pare anche mancino, proprio come aldone

  96. In bocca al lupo Vittorio, a te ed alla futura moglie. Semplice, semplice, senza aggiungere altro. Lo scoprirete solo vivendo.

  97. Auguroni Vittorio.

  98. Auguri Vittorio, e figli maschi (naturalmente con cuore nerazzurro)..

  99. Auguri a Vittorio, non conosco la persona ma ne ho potuto apprezzare i post in questi anni.
    Intanto vi segnalo che la Cristillin è stata eletta nel consiglio della FIFA.
    Per memoria riporto un’intervista della squallida donna ala GDS di qualche anno fa (non tanti eh):
    ” L’addio all’Inter della famiglia Moratti-Addams. Ma come? Ma perché? Insomma, come faremo senza tutti quei denti in tribuna, senza gli abbracci frenetici delle loro smilze braccine, senza l’esultanza della Bedy che salta per aria anche quando l’Inter segna in amichevole contro il Pertusa? – scrive la Christillin, grande amica della famiglia Agnelli, per poi proseguire -. “E’ noto che tra noi bianconeri e i nerazzurri non corra buon sangue da sempre, però questo non vuol dire che non si rispettino personaggi come Massimo Moratti che, comunque, ha vissuto con esborsi di passione e portafoglio senza eguali la dinasty interista della sua famiglia, che ha pagato di persona prezzi alti, anzi, altissimi, sull’altare della memoria di suo padre e della formazione magica (Sarti, Burgnich, Facchetti…) di Helenio Herrera, che ha dato alla sua squadra e a tutti i tifosi momenti unici col triplete di Mou e che per amore, solo per amore (cito il nostro presidente Agnelli) ha accettato per la propria società uno scudetto non suo”.
    Gobbobuono, scusa, ma anche queste cose dovremmo semplicemente ignorarle?
    La domanda sorge spontanea….

  100. Nicco,
    ma ti rendi conto che stai commentando la cristillin?
    No, dico, la CRISTILLIN…

    Se fosse l’unica donna al mondo, transiterei convintamente e beatamente nell’universo gay.
    Scema e brutta, una fusione a cui mancava solo fosse gobba… presto rimediato.

    Parlare della cristillin è sprecare fiato, un’altra che consuma inutilmente ossigeno.

    Il mio spreco finisce qua.

  101. Chi? Christillin? Ma chi, la presidente della Fondazione Museo Egizio di Torino? Quella che alla giornata di apertura delle nuove sale del museo alle scuole viene scambiata dagli studenti per l’ologramma della zia di Nefertiti?

  102. Interrompo momentaneamente il silenzio stampa solo per fare gli auguri al nostro amico veneziano. Benvenuto nel Club, Vittorio.

    La vita da sposati è più divertente di quel che si pensa, specialmente quando la sposina è giovinetta…

    PS, che poi mi ricongedo: la cristillin può diventare membro del consiglio di quel che le pare, ma il Drago è appena diventato il vice presidente dell’uefa, quindi, a proposito di membri, devo proprio dirvi io cosa può suggermi?

  103. E comunque tranquo Nicco, abbiamo Infantino alla presidenza della Fifa e pare Deki alla vicepresidenza dell’Uefa…

  104. si, la presidente del museo egizio, dell’enit, del teatro stabile, ora nel consiglio fifa, responsabile della comunicazione della famiglia agnelli da sempre (tralascio altre cariche e influenze derivanti dal marito).
    Se pensate che sia una cosa ininfluente o che lei sia solo una vecchia pupazzetta, vi state sbagliando di grosso.
    Poi uno sponsor come Tavecchio chiude il cerchio sul volgare declino morale del calcio, tra tutti e due hanno mostrato un repertorio vergognoso di gaffe in un mondo, quello dello sport, che dovrebbe rappresentare ben altri valori, e dove sono invece questi due cialtroni? Ai vertici nazionali e internazionali.
    Cara Evelina, fase propi schèr.

  105. Non so voi, ma io invece voglio salutare con gioia l’addio di Boolinbroke.

    • Già…ma anche constatare che ET probabilmente resterà in sella un altro annetto. Non perchè faccia danni, anzi. Ma è ora che i cinesi dotino l’Inter di una struttura dirigenziale con i controcazzi dentro e fuori dal campo e possibilmente con profili italiani (intanto ok il rinnovo di Ausilio e Gardini)

  106. intanto auguroni a Vittorio….

    Per quel che riguarda la tr…istillin, Javier+ ha ragione da vendere.
    non si può mettere sullo stesso piano una presunta simpatia nerazzura di Infantino, con una che è legata mani e piedi alla famiglia degli ovini.
    Di fatto è come avere il monociglio nel consiglio della Fifa.

    Notare che è ben diverso dal caso di Stankovic….che sappiamo essere vicino all’ambiente Inter, ma che sarebbe sbagliatissimo considerare come il burattino della nostra presidenza infiltrato in missione nell’Uefa…
    Poi potrebbe anche essere, ma non ne sarei così certo a priori.

  107. “E’ noto che tra noi bianconeri e i nerazzurri non corra buon sangue da sempre, però questo non vuol dire che non si rispettino personaggi come Massimo Moratti.. ”
    Evelina Cristillin

    “Io sono un duro però sono giusto, qui non si fanno distinzioni razziali, qui si rispetta gentaglia come negri, ebrei, italiani o messicani. Qui vige l’eguaglianza, non conta un cazzo nessuno.”
    Sergente Maggiore Gerheim Hartman

  108. Tagnin, sei pronto? Non hanno ancora messo in piedi il baraccone della Superlega e con Christillin abbiamo già le evidenze della longa manus gobba in campo internazionale…

  109. Temo che la mossa Stankovic abbia poco di interista, ma molto di geopolita.
    Essendo stato a Belgrado coi ragazzi della curva del Sassuolo, ho visto una curva serba piuttosto incazzata con la Uefa e con l’Europa.

  110. geopolitica

  111. Essendo che ora gioca la nazionale del Kosovo, occorreranno sorteggi pilotati per non farli incontrare con la Serbia.
    Semplicemente per la Serbia il Kosovo non esiste.

  112. http://www.interdipendenza.net/pistocchi-attacca-la-juventus-ed-i-suoi-tifosi-usando-l-inter/

    Pistocchi uno di noi (!!) Che ne dite: lo quereliamo per uso improprio di materiale protetto da copyright?

    • Però non è giusto.
      Se Pistocchi parla male dell’Inter è un giornalaio, se invece è contro la Juve è uno di Voi.
      Un po’ di coerenza!!!

      Facciamo che è uno di Voi sempre, ok?

    • Avrei piuttosto detto: ““Non c’è una sola tifoseria che alle opinioni altrui non risponda con offese e insulti”.
      Ma Pistocchi non ce la fa neanche quando ci prova con tutte le forze.

  113. Rube

    Va ben che nomen omen

    E che mi me sposo e contenti tuti

    Ma no sta strassarla, per piacere…si no mi me ricordo da dove vegno (santa marta) e te assicuro che go un vocabolario de sinonimi de la to squadra…

  114. E comunque tranqui tuti

    No xe la prima volta…

    Ma speremo che sia l’ultima!

  115. Vittorio
    Al terzo matrimonio Renzi manda 80 euro in busta paga !

  116. evelina christillin
    che tristezza…

  117. Giusto per mettermi al suo livello (Addams e così via) abdicherò temporaneamente al mio proverbiale aplomb cavalleresco e ricorderò, di sfuggita, che la Cristillin, oltre fare un discreto numero di danni come protegée degli ovini, è già stata sepolta dal marito sotto un cesto di corna che nemmeno i serpenti di Medusa. E una volta tanto, pur non conoscendolo, mi schiero decisamente a favore del marito.

  118. Auguri Vitto’!

    W gli sposi
    W Inter
    juve merda!

  119. I could not resist commenting. Well written! http://yahoo.org