Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Sfiga

perisic

Facciamo finta di non aver visto il primo tempo (come chi – fortunato lui – s’è abbioccato sul sofà) e passiamo direttamente al secondo (una pratica già frequente all’epoca del Mancio-1 e financo di Mourinho, giocare “davvero” solo per 45 minuti, con preferenza per i secondi).

Ecco, quindi cosa resta da dire?

Potremmo anche sforzarci e inventare qualche disamina molto profonda, tipo Bacconi davanti alla lavagna supertrendy. Oppure no, niente spremuta di meningi, e limitarsi a guardare in rapida successione il gol del Palermo – un gol di culo, un gol praticamente a sua insaputa – e, a puro  titolo di esempio,  l’azione di Guarin: tiro da fuori, deviato, il portiere sale e pepe che ci arriva lo stesso per un pelo e la tocca, traversa, fuori. Come il giochino della Settimana Enigmistica: notate delle differenze?

Io penso, serenamente – al netto del primo tempo da suicidio collettivo con l’ausilio di una setta giapponese compiacente, e al netto di un’espulsione ridicola – che difficilmente una squadra che gioca, crea, fa e disfa come l’Inter del secondo tempo non vince la partita. A noi è capitato di non vincerla, e quindi cosa facciamo? Niente, aspettiamo fiduciosi la prossima. Nella mia tabella avevo segnato 6 punti (in subordine 4) nella doppia trasferta Palermo + Bologna. Siamo già entrati nel piano B, quello del subordine. Non riesco a prendermela con nessuno, se non con una sfiga cosmica che speriamo prima o poi di recuperare, in culo a quelli che dicono che siamo una squadretta fortunata e frufru.

share on facebook share on twitter

170 commenti

  1. io me la prenderei con l’atteggiamento; perché anche nel secondo tempo li ho visti lenti e indecisi al momento dell’impostazione (e qui dovrebbe agire mancio)… hanno preso in mano la partita solo per inerzia; da salvare la reazione post-espulsione, quello si.

  2. Settore non scherzare, se prendi un gol su corner in quella maniera, non può parlare di sfortuna ma deconcentrazione e insipienza calcistica.

  3. Ah ecco, nelle prime partite noi eravamo fortunati, adesso invece siamo deconcentrati e insipienti.

    Apprendo da più parti pur continuando a non aver visto nessuna moviola che l’espulsione è stata ridicola mentre in diretta a mediaset premium davanti ad un primo piano incredibile stavano ancora a menarla su Murillo che non doveva…
    Così come nel primo tempo con Kondo che “…il tocco col ginocchio c’è”
    Poi sto cazzo di rigore di Guarin c’è o no? Visto che non ne parla nessuno è io ho visto la maglia tirata di mezzo metro.

    • su Premium ormai si stanno superando sia nell’interpretazione delle moviole che nella scelta gli ospiti da tenere in studio…

  4. Settore, se l’inutile Guarin avesse passato il pallone a JoJo dopo la sgroppata..saremmo qui a discutere di sfiga ma per non aver fatto il terzo gol…

  5. Icardi non è più un ingranaggio della squadra. Sono finiti i tempi in cui i compagni giocavano per lui, per rifornirlo di palloni, la squadra non è più costruita intorno a lui e la conseguenza è che giochiamo costantemente in dieci. Quanto al gol di Gilardino, puro culo flipperesco, conseguenza di un angolo sfigato provocato da Perisic. Della serie, ha ragione Settore, sfiga cosmica da recuperare assolutamente.

    • “Su angolo provocato da Perisic” sfortuna di Perisic perché lui la gioca giusta e la palla rimpalla su di lui. Un pochino più obiettivi,

  6. Giusto puntare e contare ancora su di lui ma cominciano a mancare troppo i gol di Maurito

  7. Iuri ti devo dare ragione……

    È cmq Vasquez è un pezzo di merda simulatore, due volte, e invece l’hanno portato in trionfo.
    Stesso trattamento riservato a Melo. Uguale…

  8. Beh, nelle prime partite un po’ fortunati lo siamo stati, no?
    Certamente senza rubare nulla, ma un po’ fortunati si può dire.
    Potevamo pareggiare benissimo alcune di quelle partite.
    Adesso infatti le pareggiamo.

    Sento e leggo (e vedo) che a centrocampo non si riesce a costruire, così l’attacco fa fatica e Icardi si intristisce.
    Ma è proprio questo il nostro problema.

    Poi e’ chiaro che se gli attaccanti, quando ce l’hanno, non la mettono dentro allora diventa un gioco ad handicap.
    Non calcio.

    Io recrimino solo per un centrocampo con poco talento, il resto, persino la cosiddetta sfiga, non mi preoccupa.
    Il tempo sarà galantuomo.
    Ma non abbiamo un problema da poco!

  9. Doveri, 7 partite arbitrate all’inter e 4 espulsioni.
    Una media verosimile e accettabile.
    Certo non è simpattico…
    Ma noi non ci attacchi amo a queste cose, noi siamo un’altra cosa. Eh già!

  10. Mancini ha appena detto che Icardi e Jovetic erano troppo distanti dal centrocampo.
    Ma chiaramente lui non capisce un cazzo, aspetta di leggere su Settore qualche consiglio.

  11. Ovviamente dobbiamo sperare in un ritorno di Icardi ai livelli degli ultimi due campionati, il ragazzo in questo primo scorcio di stagione appare fuori condizione e manca indubbiamente l’apporto dei suoi gol. E’ altrettanto evidente che la sterilità dell’attacco non deriva solo dalla scarsa forma del centravanti, ma da altre due circostanze, la prima delle quali trova d’accordo la maggioranza dei tifosi nerazzurri:
    1) abbiamo un centrocampo fatto di mediani muscolari o di cursori e manca sia un regista che un trequartista;
    2) Nel modulo di Mancini, Icardi deve far reparto d’attacco da solo.
    Per tentare di risolvere il problema, proporrei questa soluzione: far giocare Jovetic dietro due punte (i centrocampisti “di copertura” non mancano in rosa…) e quindi dare finalmente fiducia a Liajc (anche oggi, nel poco minutaggio che gli è stato finalmente concesso, ha fatto più di Icardi).
    Mi pare una soluzione più coraggiosa, ma che ci darebbe un potenziale offensivo che forse solo il Napoli ha attualmente. Cosa ne pensate?

  12. Sì ok, gli arbitraggi, indubbiamente…
    Sì ok, i gol di Icardi
    Sì ok, questo mondo e quell’altro…

    Ma stasera i detrattori di Mancini hanno per-fet-ta-men-te ragione.
    I due punti persi hanno un solo responsabile: Roberto Mancini.

    Ha sbagliato tutto lo sbagliabile.
    Un errore via l’altro con un ritmo che ci si stenta a credere.
    Non è possibile, dai.

    La squadra rimane in dieci e continua a giocare, si vede che ha voglia di vincerla, certo, rischia qualcosa (sai com’è, in 10), ma la voglia c’è, l’organizzazione pure e se vogliamo c’è anche sotto il profilo fisico (in breve, corriamo e copriamo gli spazi)

    però se togli Icardi e Jovetic e fai giocare Ljiajc l’ultimo quarto d’ora, quando lo vede anche un cieco che è evidentemente in palla e doveva fare almeno un tempo

    per tenere l’inutile, se non dannoso, Guarin in campo, vuol dire che della tua squadra non ci stai capendo niente.
    Ne prenda atto, faccia un bagno di umiltà e cominci a schierare la squadra più in forma.

    Perché francamente a me buttare punti così non piace.

    • Per non parlare del fatto che Ljaijc e Jovetic si intendevano bene stavano finalmente costruendo qualcosa avanti e Mancini cosa fa?

      Toglie Jovetic.

      Assurdo.

  13. Quando abbiamo segnato tutto quello che non funzionava ha cominciato magicamente a funzionare, poi vabbeh il gollonzo e l’espulsione regalata tanto per gradire.
    Io i rigori li voglio quando ci sono, dei “si ok” non me ne faccio nulla.
    Un gol cambia una partita la maggior parte delle volte, e a noi la maggior parte delle volte se possono danneggiarci lo fanno. E io mi sarei anche rotto i coglioni.

  14. e’ anche l’allenatore che fece acquistare un certo Esteban Cambiasso in un tempo in cui la società aveva già preso in quel ruolo Davids. Scommetto che l’immenso Cuchu, il giocatore che più di ogni altro ha inciso sul nostro ritorno alle grandi vittorire, sarebbe ancora in rosa se fosse dipeso dal Mancio. Ed è sempre con Mancio che sono tornati finalmente giocatori di qualità. Certo sbaglia anche lui (ricordo un Burdisso imorovviso regista in una sfida diretta Champions..), ma me lo tengo ben stretto. Jojo e Icardi non si intendono, il 9 è fuori forma o comunque gira a vuoto. Mi sembra questo il problema.

  15. Pur essendo un sostenitore del Mancio comincio a pensare che veramente debba fare il direttore generale e non anche il mister. ……bravissimo a scoprire giocatori forti a convincere giocatori a scegliere la nostra squadra. …ma limitato nel metterli in campo. …..mi sembra in generale che la squadra non cresca e si affidi a giocate dei singoli oppure alla grinta in alcuni frangenti (vedi reazione su espulsione inesistente). Che dire.?…non mi sembra ìl caso di fare processi visto che comunque abbiamo una buona classifica ma mi aspetto dì vedere una squadra che sia più presente in campo che trasmetta una sicurezza anche senza essere fenomenale. ….in definitiva spero che,se si sceglie di giocare con un determinato modulo, quale esso sia, in campo vadano i giocatori adatti ad interpretarlo. ……ad esempio non voglio Guarin esterno. …e se un giocatore non è in forma (vedi Icardi ) credo sia giusto lasciarlo in panca. ….mi sembra di volere la norma in sostanza. …

  16. speriamo che la classifica ci illuda ancora una volta ma quella sensazione di essere un bluff è sempre più netta, se non altro perché siamo l’unica squadra della galassia che peggiora la propria manovra col tempo anziché migliorarla

  17. ribadisco
    siamo una squadra onesta e niente più

    manca personalità e tecnica

    e questa non te la da mancini, un fighetto da calciatore e un fighetto di allenatore che non fa quello che dovrebbe fare un allenatore, tirare fuori il meglio dai suoi giocatori.
    ora ditemi chi con il mancio ha tirato fuori il meglio?
    fanno il compitino e basta

    sembra l’inter di metà anni 70, quando arrivavamo quarti-quinti.
    poi una cosa è chiara se mancini non fosse mancini, lo avremmo già impalato dall’anno scorso

  18. Un saluto a tutti, vi leggo spesso, è una mia impressione o ormai il baricentro lobbista arbitrale ormai confluito vergognosamente verso Firenze e dintorni, Toscana in generale sta clamorosamente favorendo la Fiorentina inviando arbitri a decapitare sistematicamente risultati in bilico specie tra le possibili antagoniste tramite piccoli espedienti visti già in altra epoca recente, da interista dico che l’Inter gioca da pena però mi sembra che ieri Doveri guarda caso è di Volterra (Toscana) abbia fatto un buon lavoro..

  19. Capovolta l’espulsione: doveva uscire Vasquez per doppia simulazione.
    A Premium possono dire quel che vogliono. Devono salvarsi la pagnotta, Se è vero che il Berlu ha speso quest’anno 150 milioni per quello schifo di squadra basta una parola storta di troppo per perdere il posto. Bisogna capirli sti poveracci: se non lavorano a Mediaset chi li prende più?

    • Quoto in pieno, ma soprattutto provo ribrezzo per il grandissimo conflitto d’interessi, questi arbitrano il Milan e poi a fine carriera hanno il posto da opinionisti, ma qualcuno si rende conto che solo in Italia succedono ste’ cose.

    • Beh, e vogliamo parlare di fiat sponsor della federazione?

  20. se a velocità normale vedo uno puntare il piedone dritto verso l’avversario che si capotta, minimo è giallo, con Kondogbia è andata bene, qui no, ma resta che Murillo sbaglia l’anticipo in maniera goffa e si mette nel sacco da solo

    risparmiamo i piagnistei sulle direzioni arbitrali quando la squadra se ne mostrerà degna

  21. A me qua sembra che il vero atteggiamento da piagnisteo ce lo abbiano diverse persone nei confronti dell’Inter.
    Noi dobbiamo avere come termine di paragone l’anno scorso, due anni fa, questo è un paragone serio e su tal paragone mi leggo le dita e aspetto pazientemente che la squadra e il progetto decolli, con il tempo che ci vuole.
    A dare i rigori quando ci sono e vedere i falli correttamente in 6 arbitri con il radiomicrofono e l’ausilio ufficioso delle delle
    telecamere invece non ci vuole un cazzo di tempo. Basterebbe volerlo fare.

  22. A me questa squadra non pare un bluff.
    Anzi, mi sembra che sia un ottimo organico, con parecchia voglia e margini di crescita importanti.

    Ieri mi sembra che siamo partiti molli, ma poi abbiamo interpretato bene la partita e, se Mancini avesse letto meglio la partita… anzi, se Mancini avesse letto la partita e basta

    probabilmente l’avremmo portata a casa.

    Certo, se in un quarto d’ora Ljaijc mette Biabiany davanti alla porta con un tocco, mi chiedo cosa sarebbe successo se avesse giocato per almeno un tempo

    e soprattutto se anziché servire Biabiany (seppur buona la sua prestazione) lì ci fosse stato Icardi, probabilmente quest’ultimo avrebbe sbagliato la palla.
    Ma il nostro aveva pensato bene di toglierlo di mezzo prima, insieme a Jovetic che stava togliendo punti di riferimento alla difesa del Palermo con buoni scambi con Jovetic.

    Questi due punti lasciati sono sulla coscienza di Mancini.

  23. Off topic: per me da oggi Valentino entra nell’Olimpo degli eroiimmortaliirraggiungibili, li alla destra di Mourinho.

  24. Personalmente, con italica tipicissima disonestà di tifoso, non saprei deplorare fino alle lacrime che davvero potesse agire un effetto-Renzi compensatorio degli scudetti rubatici scandalosamente nel ’59 dal Milan e nell”82 dalla Juve (taccio, anzi no, del furto della qualificazione Champions ad opera del Milan tre anni fa e della retrocessione comandata nel ’93 dal Palazzo per punire Agroppi autore di commenti in DS di leso Matarrese). Ma ciò sarebbe esito di mero, storico servilismo peninsulare (e pure insulare…), perché il Piacione è troppo furbo per fregarsi su quella bazzecola del calcio con ordini diretti. D’altronde mi corre l’obbligo di precisare che fuor di Firenze in Toscana domina, anzi marmaldeggia il bianconero (già a Prato, per dire), con buona presenza interista nel livornese e milanista in Versilia (variegato il fronte grossetano). Voi capite che, a questa stregua, a Firenze dovrebbe darsi legittima suspicione per qualsiasi arbitro lombardo, laziale o campano e proseguendo per le altre coi veti incrociati le partite andrebbero arbitrate da non so quali regionali se non del nord-est o liguri, vista la presenza, nel Meridione e in Romagna, di un tifo al novanta per cento a strisce di qualsivoglia colore purché nell’asse Torino-Milano. Questo premesso, l’espulsione non c’era e l’Inter meritava ai punti la vittoria (consideriamo però che non la meritava in almeno un caso su quattro all’inizio del campionato). Ljajic, lo ribadisco, in panca è un crimine: d’altra parte, poiché Jojo, Perisic e Icardi (lasciamo stare la brutta prestazione di quest’ultimo ieri) sono intoccabili occorrerebbe rivedere gli equilibri arretrando Perisic, e abbiamo visto che il croato perde così molto del suo potenziale. Passare a classico e rigoroso 3-5-2 sarebbe troppo onere mentale per il Mancio e non necessariamente porterebbe a meglio perché manca q.i. nel reparto di mezzo. Il gol del Palermo è stato casuale, non crocifiggete una difesa che mi pare di ottima qualità. Il centrocampo rimane dunque il punctum dolens e trovo paradossale che Mancini (preterizione sulla mia disistima generale per lui allenatore, mentre ne ero innamorato quale giocatore…) imputi agli avanti uno scarso collegamento a ritroso quando il problema è invece che i muscolari o cursori puri sono essi a non legare nella costruzione. Insomma, l’Inter deve procurare di arrivare a gennaio a non più di quattro o cinque punti dalla prima e in quel caso, investendo su un grosso centrocampista fosforico, è pienamente in corsa per lo scudo. Se poi prende Spalletti, è ancor più certo. Se Garcia rimane alla Roma, è altro conforto.

  25. Ma Lajlic al posto di chi doveva giocare o entrare? Di Jovetic o Icardi ( quelli che non dovevano uscire )? o di Perisic? O in 10 si doveva giocare con Ljalic, Biabiany, Perisic Icardi e Iovetic??
    Se L’azione Ljalic-Biabiany va a buon fine Mancini è bravo, la partita finisce in pareggio ed è un somaro.
    Allenare in internet, a partita finita, dovrebbe essere più facile che farlo sul serio, ma non è sempre così.

    • a parte il primo gli altri li ricordo, comunque 5 minuti e il contrappasso dantesco ha colpito inesorabile, alla salute di panerai e per la tranquillità della Pro

  26. io chiedo scusa all’ospite fiorentino per i deliri sul complotto arbitrale per favorire la Fiorentina, sono sciocchezze tragicomiche come l’ossessione gigliata per il Palazzo che trama nell’ombra per garantire alla Pro Vercelli quel margine rassicurante di 5 scudetti di vantaggio che mantengono senza troppa fatica da 45 anni, direi che si celia in entrambi i casi e sia pace tra le opposte fazioni

    • Beh, la megalomania del tifo fiorentino è in effetti indifendibile, caro Tagnin: nel tempo, ho sentito dire a Firenze che (letteralmente!) Della Martira (magari non te lo ricordi nemmeno: se invece sei troppo giovane, non hai perso nulla, credimi…) era da Nazionale, che Cois era il miglior mediano d’Europa, che Oliveira era perseguitato dagli arbitri e non minimamente cascatore neanche nel letto coniugale, che Mutu era un fenomeno assoluto e più esattamente, la seconda punta più forte al mondo del terzo millennio, che Montella valeva Guardiola e gli mancava solo un Barcellona, che che che… E’ che si credono eternamente al tempo di Lorenzo il Magnifico o amici d’infanzia dell’Alighieri, onde i trionfi calcistici dovrebbero discenderne…

    • Sim Salah Bin
      Salah li punisce e l’arbitro lo caccia, poi qualcuno martella che non sia vero, troppi demagoghi qua dentro, questi ogni domenica giocano 11 contro 10

      Ma che cosa vuoi chiedere scusa..
      Chiedi scusa se apri la bocca

    • Ma cosa chiedi scusa, chiedi scusa per le marronate che dici te, che cosa chiedi scusa
      anche oggi stanno giocando 11 contro 10, cosa chiedi scusa..
      Salah li ha puniti dopo tutto il casino che hanno fatto quest’estate per non farlo venire a Milano

  27. Stai giocando contro il Palermo,
    nel secondo tempo, visto che non quagli in attacco
    (e non è la prima volta)

    fai entrare Ljiajic e togli quel casinaro di Guarin, passando ad un 4-2-3-1
    visto che Adem lo vedo molto più trequartista sia di Perisic che di Guarin.

  28. Tutto giusto ma la verità è una sola. Avevamo Etoo, Ibra, Sneider e MIlito che quando erano sotto porta e potevano passare la palla la passavano, perché era importante che si segnasse, non chi segnasse. Ma parliamo di campioni. Oggi abbiamo mezze figure che vogliono fare il gol del secolo e che non la passano mai. E che spesso la sbagliano. Questa è la differenza.. in almeno tre partite potevamo fare tre punti se fossimo una squadra. Siamo un assemblaggio di individualisti….con tutto ciò che ne consegue. Poi ci sta tutto: gli arbitri, le espulsioni e i rigori che a noi sono come il cataclisma solare. Ma ci facciamo male da soli… in primis

  29. Un’altra annotazione: non so perché ma con Mancini abbiamo il record dei pareggi e dei pareggi dopo il nostro vantaggio: magari non significa nulla…tuttavia qualcosa significherà.

  30. Quando ho scritto che mi cambiavo il nome in sempreguarin…..scherzavo….scusate…

  31. io credo che se il Mancio dovesse leggere i commenti che lo riguardano direbbe che la maggior parte di quelli che lo criticano da che è arrivato hanno urgenza di un bel pompino più di quello che faceva il mazzo a Robin William.

    ieri sera ha tirato fuori il Kondo messo Guarin al suo posto e fatto entrare Biabiany che come ha ripetuto fino allo sfinimento non ha i 90 nelle gambe e la partita è cambiata in un attimo e fino alla fine l’abbiamo dominata pur essendo rimasti in dieci creando tre palle gol gigantesche sventate dal loro portiere.

    Guarin nella mezz’ora che ha fatto come mezzala ha fatto un partitone, lo criticano perchè non ha passato la palla ma si dimenticano che questa l’ha conquistata lui al limite della nostra area e l’ha portata nella loro con una sgroppata favolosa alla Nicolino Berti, oltre al fatto che più o meno alla fine ha fatto quello che con il bbilan ci ha fatto vincere la partita tirando in porta invece di passarla al compagno piazzato meglio, ma invece di fare gol l’ha tirata fuori.

    e se la passava a Biabiany e questi se la faceva parare come si è fatto parare le due occasioni che ha avuto?

    a volte leggo di quei ragionamenti pur di portare l’acqua al proprio mulino da brividi.

    mi fermo qui con questo esempio, perchè ci sarebbe anche da dire sui cambi che per certi tifosi sono sempre sbagliati o cervellotici e anche perchè adesso mi guardo le due squadre che insieme al Napoli fanno un bel calcio ma che non vincono mai un cazzo quasi sempre.

  32. Corso hai ragione. …….ecco vedi io dico proprio questo. …..sono da sempre sostenitore del Mancio….solo che mi incazzo quando fa ìl cervellotico. ….del tipo Guarin in mezzo mi va bene e concordo con te che ha fatto un buon periodo. ….quando ha giocato nel suo ruolo. ….io rimprovero questo a Mancini…..a volte sembra per forza voglia stupire. …….per il resto va benissimo. …Ps bello il gol di salah. ….alla faccia dei dirigenti viola…..

  33. Caro Corso, qui non si tratta di criticare Mancini, ma una squadra che, come vediamo tutti, non ha una precisa identità, sembra che corra male e non si vedono azioni che diano l’impressione di essere provate ma soltanto un guazzabuglio di iniziative individuali che, non avendo Messi o CR7, sono condannate al fallimento.
    Questo è quello che TUTTI vediamo. Poi, sulle cause (allenatore, giocatori, arbitri, sfiga..) possiamo dibattere quanto vogliamo e spero sinceramente che ne verremo fuori. Io posso solo dire che Mancini mi sta deludendo e se il problema non fosse lui, che cerchi, con la società, di risolverlo.

  34. Ho appena sentito Spalletti, ospite a 90′ minuto, dichiarare che si considera il vincitore dello campionato 2007/2008, in quanto condizionato da una “situazione di arbitri” (cit.).
    Questo dopo aver acidamente affermato di essere stato mandato via da Roma perché non riusciva a vincere “ma non mi sembra che partito io abbiano superato il problema”.
    Se questa è l’alternativa, mai avrei creduto fino ad oggi di dovermi augurare che Testa di Gatto rimanga alla guida della Nazionale il più a lungo possibile.

  35. il progetto di gioco c’è ed è in esecuzione: abbiamo una rosa di giocatori altamente migliorata ed in grado di eseguire il progetto tattico 4231 pianificato. Ci sono delle variabili che lo rallentano, la prima è Guarin, giocatore anarchico ed inaffidabile che però è tra i pochissimi che può spaccare da solo una partita. Far spazio a lui significa inevitabilmente avere una squadra meno armonica, se non cambiare schema di gioco. Poi c’è Kondogbia, il cui costo esagerato ne impone l’utilizzo; ed ancora la scarsa intesa che hanno fin qui palesato gli attaccanti, in specie jojo e Icardi. Io sto con Mancini, ha bisogno di tempo per trovare l’alchimia vincente. I giocatori, Liaic incluso, sono stati indicati da lui!

  36. Qualche settimana fa, alle critiche sulla (diciamo così) “scarsa propensione al gioco” vista in campo, si ribatteva: beh, cosa c’è da lamentarsi visto che siamo primi con tot punti sulla ladra, sulla roma e sul napoli. Appunto.

    • se mi dicevi prima che vuoi vincere il campionato alla prima giornata lasciavo stare di risponderti…

      mettere continuamente in discussione un allenatore la cui squadra magari sarà terza o quarta (ve lo augurate perchè così potrete dire che avevate ragione) tra una o due giornate ma adesso è seconda (e se gli arbitri avessero fatto finora il proprio dovere nei nostri confronti sarebbe prima) su cose preconcette, risibili ed opinabili, lo trovo un esercizio da p.i. al cubo.

      oltre a menare gramo visto che ieri abbiamo preso un gol dopo che la palla ha beccato tre stinchi mentre il loro portiere si sta ancora domandando come cazzo abbia fatto a prendere quel tiro di Guarin deviato da un suo compagno.

  37. Il 4 4 1 1 per 55 minuti .
    Bestemmie a profusione

  38. La partita tra Fiorentina e Roma conferma una volta di più che i problemi ce l’hanno tutte le squadre e vincerà la squadra che li risolverà per prima.

    Dalla partita è emerso che la Fiorentina parrebbe soffrire gli affondi dei giocatori veloci nello spazio, soprattutto all’esterno.

    Ad ogni modo, ribadisco che a me la squadra piace, i nuovi innesti pure, non mi sta piacendo la gestione della squadra da parte del tecnico.
    Ad oggi ci manca un playmaker e uno che la butti dentro quando Icardi gira a vuoto.

    E proprio la penuria di gol non mi fa spiegare l’avaro utilizzo di Ljaijc, che l’anno scorso ha fatto 10 gol da riserva, subentrando a partita in corso.

  39. Da qui alla sosta ci saranno quattro partite, con partite contro provinciali, a parte il derby. Pensi sia il momento in cui la Juve può accelerare e mettere la freccia?

    “Come ho detto precedentemente, anche nelle altre conferenze, il nostro primo step va fatto a Natale, perchè purtroppo dovevamo avere dei punti in più. Non li abbiamo e quindi non possiamo pensare di rubare alle avversarie tanti punti in poche partite. Quindi il primo step va fatto a Natale, per arrivare in una posizione di quella che abbiamo oggi e soprattutto per arrivare al secondo step, che è quello di marzo, a ridosso delle prime per lottare per lo Scudetto”.

    Max Allegri, conferenza stampa prima di juve-atalanta.
    Da notare il “rubare”, un lapsus?

  40. Maccheccazzo, ci cantano il deprofundis e siamo secondi??????????????? ma non a venti punti, Roma style, ma a due……
    Nel frattempo è vero che siamo una squadra stregata ma è anche vero che streghiamo a nostra volta; la Fiorentina dopo averci ciulato non ne ha imbroccata una.
    Let’s talk about Rossi, please.

  41. E cazzo Fazio, chiedigli che rapporto ha con la tabaccheria di Parma!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  42. nessuno si illudeva di poter vincere lo scudetto, nessuno si illude di arrivare in CL .
    e non a causa sfiga, giustificazione di chi è inferiore

  43. per quelli abituati ad usare il temperamatite con il cazzo del Mancio : “eh, ma 2 punti in 3 partite, 3 punti in 4 partite, arriveremo quinti, guardate la Fiorentina di Sousa”

    La Fiorentina ha fatto 3 sconfitte nelle ultime 3 partite… però vuoi mettere quanto si saranno divertiti…

  44. Io non condivido la sfiga riguardo a ieri: il gol subito era evitabile con maggior attenzione dei difensori, murillo sopratutto. Resto della personale idea che la bravura dei giocatori avversari non è compatibile con la iella: il portiere è un giocatore come gli altri e come tale può fare bene o male… poi se mi dici caspita quello li fa sempre cacare contro tutti e fa il fenomeno solo contro di noi (tipo hernanes contro la lazio), ci può anche stare. Non mi sembra il caso di sorrentino che ha gia parato bene quest’anno ; quelli di ieri sono interventi che un portiere di serie a dovrebbe saper fare, se non sempre, quasi (handanovic a parte). Se nella nostre partite storiche, decisive, che non abbiamo vinto, avessimo avuto anche solo il triplo della “sfiga” di ieri.. proba ilmente le avremmo vinte tutte. Mancio, dai!!!

  45. Le sfighe, salvo anni particolari, generalmente si compensano nell’arco di una stagione.

    Gli arbitraggi invece iniziano a muovere punticini in varie direzioni. (Ovviamente noi su questa strada giriamo sempre in contromano)

    La nostra squadra ha molti problemi, alcune lacune, ma è tardi e non ho alcuna voglia di star qui a disquisirne.

    Se ne riparlerà, intanto si metta la polvere sotto il tappeto portando via i 3 punti dal dall’ara, che per sabato sera contro i burini ho già pronta la crema delle emorroidi.

    E con questa squisita visione, auguro buona notte a tutti.

  46. Certo il momento non è favorevole, a parte quello che è successo in campo a Palermo, tra sabato e domenica le nostre dirette avversarie per il terzo posto hanno vinto tutte, tranne la Fiorentina. Il Barbera è stato quasi sempre indigesto per i nostri colori, una vittoria che io ricorsi (sempre con il Mancio in panca) fu quella in cui vincemmo 2 a 1 con i gol di Ibra e Vieirà (con una coda di polemiche, perchè il gol di Vieirà, a detta dei pallemmitani fu viziato da fallo all’inizio dell’azione). Detto questo è importante ricordare come si è conclusa la nostra campagna acquisti, all’ultimo secondo, e non c’era certo spazio per sistemare, in un solo colpo, tutte le deficienze della stessa. Il fatto che secondo la maggior parte dei tifosi, manchi ancora un tassello, per essere completi (il famoso trequartista dai piedi buoni e dal cervello fino) vuol dire che la nostra società, fin qui, ha operato per il meglio. Poi il risultato di una partita è condizionato da tanti piccoli particolari (ad esempio al BBilan hanno dato un rigore che pare non ci fosse, a noi hanno espulso un giocatore senza meritarlo)…….Però non siamo ancora quello che vorremmo essere, l’attacco in molti frangenti è lasciato spesso solo, il problema non è Icardi, ma chi non lo serve in modo adeguato…..Troppi equivoci a centrocampo, la forma ancora lontana di Kondogbia, l’anarchia di Guarin e la mancanza del famoso trequartista….speriamo bene, forza Interrrrrrrrrrrrr.

  47. I giornalai di ruttosporc titolano “Gila spietato”… spietato!!!! Per una carambola fortuita di cui nemmeno lui s’è accorto.. Ma quanto diamo fastidio, a stare lassù?

  48. Un’altra considerazione non sono d’accordo sull’accanimento terapeutico di alcuni fratelli nei confronti di Mancini, non è un fighetto, un ciuffettino o ancora meglio sciarpetta, ma uno che sta cercando di riportare l’Inter nelle posizioni di classifica che le compete, sia facendosi acquistare le risorse umane di un certo spessore, sia plasmando un gruppo che sia il più vincente possibile, la bacchetta magica non gliel’hanno fornita, se qualcuno crede di averla potrebbe prestargliela….Io aspetto fiducioso, come tutte le grandi cose, un grande squadra si fa con i tempi dovuti e non dall’oggi al domani (eppure la storia è prenia di simili avvenimenti)…

  49. si tratta semplicemente di guardare le partite:questa rosa può passare per scarsa? Sarri recupera Jorginho,questo continua a chiedere giocatori ai quali,passi l’assenza di istruzioni di manovra,non riesce nemmeno a fornire una preparazione fisica adeguata:siamo penultimi per distanza media percorsa in serie A,è un dato che fa il paio con quella miglior difesa che tanto gasa i tifosi ad personam

  50. Tagnin se leggi bene la classifica dei km percorsi troverai non distante dall’Inter e ben lontana dai primi la Roma ( sic )
    Fra un un po parleremo di bioritmi e temperatura basale….

  51. Non si tratta di essere tifosi di questo o di quello, ma i dati in possesso dell’archivio storico dell’Inter, attestano che le squadre di Mancini danno il meglio di loro a Novembre inoltrato, c’è un aneddoto in tal senso, del primo Mancini all’Inter, quando all’inizio dell’ottobre del 2006 si vociferava che Moratti avesse un forte mal di pancia e stesse seriamente pensando di liquidare il Mancio (visti i risultati poco edificanti fino a quel momento), lo stesso allenatore invece volle incontrare il Presidente per chiarirsi, invitandolo a non fare una simile sciocchezza, con la promessa che il mese successivo la squadra sarebbe entrata in pieno regime…..e andò proprio così…..Perciò siccome si dice che i giudizi si fanno alla fine, sia sui giocatori che sull’operato dell’allenatore, in questo io aspetto almeno i primi di dicembre. Io sto con Mancini e non sono un tifoso ad personam come piace definire impaticamente a Tagnin, coloro a cui non piace sfasciare tutto da subito, ma cerco di essere il più paziente possibile, poi magari potrei essere anche più tagliente nei giudizi…….per ora però calma e gesso.

  52. stare con il mancio non può essere un mantra.
    da 10 partite non si vede una idea di gioco, se non a folate ed estemporanee.
    i nostri plus cardi e kondo sono terribili.
    alla juve hanno criticato dybala e lui che fa? un partitone
    da noi chi viene criticato da ulteriore agio a chi lo critica
    ma la cosa peggiore secondo me è a sensazione di borlottismo

    siamo una squadra borlotta, né dura né molla

  53. Anche io non voglio attaccare ne difendere a prescindere il Mancio. Certo è che buttiamo occasioni che avrebbero potuto portare qualche punto da tenere in cascina. Io nella triade Samp, Giuve, Palermo mi sarei aspettao almeno 5 punti. Questo non perchè pensi che dobbiamo puntare al primo posto ma perchè per riuscire ad arrivare nei posti che contano abbiamo una concorrenza che sta emergendo in modo deciso. Continuo a pensare che per il primo posto sia la favorita, per vari motivi non ultimo i favori che riceve e riceverà, la giuve.
    Certo dopo il primo tempo di Palermo difendere il Mancio è dura. Non riesco a capire bene dove sta la differenza tra un Sarri che arriva e dopo un paio di mesi ha la squadra messa in campo bene e gioca oppure un Garcia che fa altrettanto con la Roma e il ns mister che annaspa ancora alla ricerca della quadratura del gioco. L’articolo di Settore dice di non tenere conto del primo tempo ma le gare durano 90 minuti e sei fai bene nel primo magari con un gollozzo all’attivo nel secondo forse le cose ti riescono più facili. Dobbiamo risparmiare le energie per le coppe? Direi di no. E’ il mister che non prepare bene la gara? Fosse la prima squadra che allena. Mi sforzo di non pensarlo ma mi sembra un deja vu di cui non riusciamo a liberarci.

  54. Siamo una squadra semplicemente in costruzione, che ha alle spalle 4 anni di miseria e poca nobiltà, in cui molti pensavano che la B non fosse più un’utopia, dove veniva privilegiato il meno peggio al meglio, dove non esisteva un progetto, un’idea…..il nulla cosmico. Oggi la squadra ha un’altra fisionomia, abbiamo ampi margini per migliorare, abbiamo la disponibilità del Presidente a Gennaio di completare l’opera aggiungendo ancora qualche tassello mancante liberandoci, nel contempo, magari, delle ultime scorie del passato recente. Io in tutto questo il bicchiere lo vedo mezzo pieno, pur con tutte le precauzioni del caso, sono ottimista……c’è una Società che vuole tornare ad essere protagonista e io voglio credere che ci riusciremo, anche attraverso le prestazioni poco limpide di queste ultime settimane…Forza Ragazzi, forza Inter, forza Mancio….Coraggio il peggio…….

  55. Il bello è che continuate a parlare di squadra che da 10 partite non ha idea di gioco come se arrivassimo da anni di tiki taka e partite dominate nel gioco e nel risultato. Il nostro termine di paragone devono essere le ultime 2 stagioni, non l’Inter del Triplete e se mi guardo indietro mi tengo strettissima questa Inter di Mancini pur con tutti i suoi limiti…
    Purtroppo vedo che il tiro all’allenatore continua ad essere lo sport preferito dai nostri tifosi

  56. Paolo, Napoli e Roma, sono squadre che per 7/11mi giocano assieme da 3 anni almeno, noi i 7/11mi è il primo anno che giocano assieme e 4 di questi sono arrivati a fine agosto, la Juve pur cambiando meno è ancora a 6 punti da noi, il BBilan a 5 punti……Se voi volete vedere il bicchiere mezzo vuoto, benissimo niente in contrario, ma non buttiamo il bambino con l’acqua sporca…..Qualcosa da salvare, almeno fino ad oggi, c’è.

    • Scusami Mike ma il fatto che Roma e Napoli giochino da tempo più o meno lungo insieme o che siano arrivati pochi elementi nuovi rispetto alla ns squadra suona un po’ di scusa. Sarri ha portao novità ma dopo le difficoltà adesso ingrana bene, Garcia nella prima Roma forse ha fatto vedere le cose più belle. Qualchecosa sarà anche colpa dei nuovi e del tempo ma sono, partendo dalla preparazione estiva, tre mesi di coabitazione tra loro. Se dobbiamo dare una colpa sul gioco non proprio brillante a chi dobbiamo rivolgerci? Io non mi ricordo un gioco così spumeggiante nemmeno nella prima era Mancini quindi non mi stupisco molto adesso. Non ho visto intuizioni geniali da parte sua. Ho letto il libro “La mas digna” scritto da un ex dirigente Inter, istruttivo per tante cose oltre che proprio sul ns mister. Attenzione, non rimpiango il passato (se non il sacro mostro di Setubal). Il livornese non mi piaceva a Napoli figuriamoci a Milano. Gli altri non li nomino nemmeno. Cmq fiducia nel Mancio e avanti senza mollare.

  57. Per una volta non d’accordo con settore

    Non nascondiamoci dietro il paravento della sfiga, questo ennesimo noioso pareggio è frutto delle nostre colpe.
    io non sto qua a fare paragoni con napoli e roma (che tra l’altro non ho ancora visto giocare), guardo al mio.

    e nel mio vedo una squadra che non ha gioco, che fa una fatica tremenda a creare azioni pericolose e che va avanti a strappi estemporanei dei singoli.

    un’idea di gioco la crei in un mese di ritiro indipendentemente da chi sono i giocatori e quando arrivano. se l’esterno nel sistema di gioco deve fare determinati movimenti li può fare chi c’è già a tempo e chi è arrivato a fine mercato.

    è inutile nascondersi, c’è molto da lavorare e molto da fare. in primis ritrovare icardi e per fare questo devi dargli palle in profondità cosa che nessuno fa visto che jovetic tenta sempre di saltare l’uomo.

  58. OT Thad, guarda che c’è l’ora solare… se no sembra che siamo in anticipo perfino con i commenti…

  59. Pure la telemetria dei giocatori…
    Si fossero alzati così gli scudi per Mourinho, penso sarebbe ancora da noi.

  60. Continuo a ripeterlo a scanso di equivoci; sono sostenitore ed ammiratore del Mancio (di cui sono compaesano……..)…..Mi incazzo solo quando si intestardisce in alcune scelte. I giocatori buoni li abbiamo e va al Mancio il merito di averli portati all’ Inter; adesso sta a lui farli rendere al massimo se possibile facendo giocare ciascuno nel proprio ruolo e senza modifiche cervellotiche….anche a costo di lasciar fuori qualcuno che magari adesso non è in vena e magari tornerà utile più avanti. Il campionato è lunghissimo; io non dico che lo vinceremo. Dico solo che, se ognuno farà il suo, con la rosa che abbiamo, si potrà competere per arrivare nelle prime tre. Leggo ora del nuovo fenomeno Sarri; ma secondo voi il Napoli senza Higuain dove si piazzerebbe? Altro che Sarri….

  61. Il Napoli è obiettivamente la squadra più in forma, ma a mio parere fatica troppo con le piccole.

    Higuain è indubbiamente un valore aggiunto,
    ma c’era anche gli altri anni

    (ai tempi di Ciavevaragggggionebenitezz, per capirci)

    eppure scudetti, a Napoli, non se ne son visti

  62. Caro Paolo e cari tutti i fratelli che evidenziano la situazione poco brillante dell’Inter, nessuno è col paraocchi e non vuole vedere queste difficoltà, lungi da me l’idea di difendere a spada tratta chiunque senza entrare nel merito delle varie situazioni, ma solo per partito preso; sta di fatto che, almeno, a parziale giustificazione ci sono motivazioni tali che sarebbe ingiusto tacitarle, che poi sono quelle trite e ritrite nei miei vari commenti. Io queste giustificazioni me le prendo per buone, gli altri facciano pure a modo loro. Vorrei ricordare che il mago di Setubal era sull’orlo del precipizio, perchè se perdeva a Kiev, finiva, prematuramente, per il secondo anno consecutivo l’avventura nella Ucl e forse all’Inter, invece fortunati furono gli ultimi cinque minuti in cui ribaltammo il risultato da 1 a zero a 1 a 2………Mancio avrà pure lui i cinque minuti, che cambieranno in meglio le cose, e dureranno, si spera tutto il campionato…..Forza ragazzi.

  63. a me la storia del gioco e chi lo sa fare imparare ai giocatori e chi no mi lascia perplesso considerando che presumo non ci sia un allenatore che uno che ha preso il patentino che non sia in grado di insegnarlo, ammesso ce ne fosse bisogno per dei professionisti che sono anni che giocano a calcio e che hanno avuto altri allenatori che qualcosina devono pur avergli detto.

    quello che lo distingue dagli altri sono i risultati che ottiene e questo non grazie al gioco che insegna perchè se no Zeman non avrebbe fatto la fine che ha sempre fatto.

    per cui secondo me il gioco deve uscire dai giocatori, dal loro impegno e alla loro applicazione a fare quello che gli si dice di fare tenendo presente che ci sono gli altri undici della squadra avversaria che cercano di impedirglielo, per cui non è tutto così semplice anche se a leggere certi commenti parrebbe una cosa semplicissima, tipo quella macchina là mettila qua, quella macchina qua mettila là…

    non penserete mica di essere i soli a vedere quello che tutti vediamo in campo, o pensate che siate solo voi quelli illuminati che vedono che i nostri giocatori fanno fatica a crearlo e di conseguenza l’unico che non vede un cazzo è il nostro allenatore?

    tenendo sempre presente che se lui mette la gente a cazzo perchè secondo lui è giusto così, se poi questi fanno cagare chi ci rimetterà è lui mica i tifosi che vorrebbero fare loro le formazioni.

    quindi se Icardi per il momento fa cagare non è certo colpa dell’allenatore ma forse del giocatore o della fascia di Capitano che lo responsabilizza troppo, idem se Jovetic non indovina uno spunto che uno in tutta la partita oppure Perisic che si è notato solo per il gol altrimenti non pervenuto pur avendo giocato nella posizione preferita, per non dire di Kondo che finora non ha di certo entusiasmato.

    cosa doveva fare, lasciarli fuori tutti e fare giocare gli altri, tipo Palacio, Ljajic, Biabiany e Brozovic?

    e se poi la si perdeva di chi era la colpa?

    considerando che sia giocando bene sia giocando male l’Inter ed il Mancio li hanno e avranno sempre contro ( media e arbitri) mi aspetterei un pò di pazienza e comprensione almeno dai familiari…

  64. Lasciamo perdere la sfiga… quando regali un tempo e prendi un gol da pollo significa che ci hai messo del tuo…

    E’ un pari che fa girare gli ammenicoli ma che al contempo fa parte di un processo di crescita… in fondo siamo sempre una squadra “under construction”, fino a quando non è dato di sapere…

    Soprattutto fanno roteare gli ammenicoli le 747 moviole di Merdaset alla ricerca dei presunti contatti con Vazquez, mentre la maglietta di Guarin che si allunga di mezzo metro nn conta un cazzo…

    Ora però col Bologna serve punteggio pieno e mettere fieno in cascina… anche perchè le prossime due saranno Roma e Torino…

    La Roma nelle ripartenze fa paura (capito Mancio?), mentre nelle trasferte con il Toro c’è ormai la consuetudine di partire con un rigore contro e se siamo bravi, pure con l’uomo in meno…

    L’uomo del giorno è SALAH che ha deflorato la Fiorentina… poi magari sabato punirà pure noi, ma ieri le facce dei DellaValle e dirigenti viola nn avevano prezzo…

  65. Ah, a proposito di Salah, Fiorentina e il nuovo verbo del calcio, tale Sousa: che ci facevano ieri pomeriggio, intorno alle 18:30 i centrali difensivi della viola nella trequarti avversaria?

  66. Ok Corso hai ragione; a volte però, e spero converrai con me, il Mancio si intestardisce (ma forse lo fanno tutti gli allenatori) e sembra volerci stupire per forza (chi si aspettava ad esempio Brozovic contro i gobbi in quella posizione?). A volte le cose sono più semplici di come sembrano; poi lo so che ci sono anche gli avversari; non sono mica come Alberto Sordi quando allenava il Borgorosso F.C e a precisa domanda di un suo giocatore che gli chiedeva” scusi mister, e gli avversari?..” lui rispondeva ” gli avversari devono subire”……..Comunque FORZA MANCIO E FORZA INTER….

  67. Temevo che dopo le vittorie consecutive ci saremmo fermati, era fisiologico ed ampiamente gufato da tutti. Il problema è veder tornare l’Inter senza idee… Quando vedo la mia squadra tornare a fare lanci lunghi alla viva-il parroco, mi viene la depressione…

  68. vorrei capire di che costruzione stiamo parlando quando non si vede uno straccio di gioco offensivo (quello difensivo è migliorato grazie al cambio degli interpreti, contro di noi tutti cercavano l’1vs1, adesso girano al largo) in una girandola vorticosa ed inconcludente di moduli, ruoli e interpreti, quando Sarri da luglio 2015 (non da novembre 2014) è già riuscito a dare la propria impronta alla squadra senza stravolgere gli assetti ma semplicemente sfruttando al meglio gli uomini chiave, in una progressione costante che non li ha visti vincere le prime 5 partite ma li ha portati a essere la seconda (prima?) forza del campionato: noi abbiamo fatto l’esatto contrario, partiti benino e via via peggiorando per colpa delle scelte scriteriate dell’allenatore, che ha il torto di credersi un fenomeno quando combina cazzate a nastro come e più di uno che fino a 10 anni fa lavorava in banca

    • Ti quoto parzialmente. Concordo con te che al ns mister un bagno di umiltà non farebe male e anche un po’ di coerenza nelle scelte, con tutto il rispetto possibile, sono un modesto metalmeccanico. Lungi da me considerare il Sarri il nuovo messia e Mancio un cretinetti, anzi. Ma uno straccio di idea di gioco piacerebbe vederlo ed è verissimo anche il fatto che ci sono gli avversari, ci sono le giornate storte e ci sono le terne (quintetti) arbitrali. Ma almeno uno mette in campo la squadra che pratica un gioco e poi si vede. Mi ripeto, regalare un tempo a Palermo non è solo sfiga. aggiungo che sposo la tesi del Mou, cioè tifo chi allena l’Inter a prescindere ma una critica ogni tanto deve scappare. Forza Mancio e sopratutto forza Inter.

  69. Io credo che dovresti essere più oggettivo e considerare tutta la situazione, non solo quel che ti garba.

    L’anno scorso la maggior parte dei gol non sono arrivati su 1 vs 1, ma su costanti errori di posizione e di movimenti. Mai nella mattonella giusta, sempre a seguire la palla come i bambini dell’asilo facendosi uccellare al primo dai e vai.

    Quest’anno dietro la musica è cambiata. Certo, sono cambiati gli interpreti.
    Ma chi li ha messi li?

    Quanto alle scelte scriteriate, io sono il primo ad esser perplesso (ad es ha appena detto che domani Palacio parte titolare, in questo momento di sterilità offensiva), non di meno gli riconosco che la manovra, pur farraginosa, inizia ad allargarsi, e considerando che tolto Palacio hai un parco attaccanti molto forte, credo che a breve arriverà una quadra anche per la fase offensiva. Il gioco che tanti esigono, per intenderci.

    E vero che parliamo di roba in fieri, ma negarne l’esistenza mi pare eccessivo.

    Comunque le partite puoi leggerle xome credi e rispetto il tuo punto di vista, quel che non capisco è tutto l’astio che ci stai mettendo dentro.
    Che ti avrà mai fatto l?

    • se vedo Perisic sfiancarsi facendo ogni volta 80 metri perché nonostante abbia messo Jesus è terrorizzato da Cuadrado, col risultato che nel vado io-vai tu questo aveva sempre 10 metri per accelerare, mi chiedo se non stia inutilmente complicando le cose inventandosi situazioni tattiche che non esistono

      tralasciando gli aspetti psicologici, sui quali stendo un velo pietoso (in panchina dorme, di solito) a un allenatore si chiede di mandare in campo i migliori cercando di metterli nelle condizioni per rendere al meglio, e questo non mi pare (vedasi anche la sterilità di Icardi) stia accadendo, ci si perde in supercazzole tattiche perché l’allenatore si crede più importante di quel che è nell’economia di una squadra

      poi tralasciamo il fatto che xcostruisci una squadra di cristoni dove i movimenti senza palla sono a zero e comunque andiamo sotto fiscamente con chiunque, che purtroppo ci sanno occasioni per riparlarne

  70. tagnin
    concordo su molte cose, ma su una ho più che un dubbio.

    La fase difensiva sarebbe migliorata perché sono cambiati gli interpreti?
    Sì, se non fosse che in marcatura finora hanno giocato

    Miranda, Murillo, Juan Jesus e Medel (a seconda dell’assenza di uno dei primi due), più spicciolo di Ranocchia.

    Ora, correggimi se sbaglio, di tutti questi interpreti, gli unici che non c’erano ai tempi dell’indimenticato sono Miranda e Murillo.

    Murillo non troppo tempo fa ce lo hai disegnato come una mezza figura sbolognata dal Granada (mica il Real Madrid).

    Insomma, fatta la tara, mi pare che sia tutto merito di Miranda e basta se siamo passati da una difesa che si faceva scherzare da De Ceglie e Sau

    ad una che chiude le porte alla Juventus.

    Ora, transfermarket alla mano, leggo che Miranda ci è costato 15 milioni, ossia, Taider e mezzo Belfodil al cambio attuale.

    Perciò, tanto per capirci, i casi sono due: o si dà a Mancini almeno questo merito

    (poi sono d’accordo che ne sta combinando una più di Bertoldo)

    oppure chi c’era prima, e questa è la parte che preferisco, teneva la difesa un colabrodo perché riteneva più importante avvalersi dei servigi dei suddetti Belfodil e Taider.

    • Jesus non viene impiegato in marcatura, però se i meriti di mancini sono questi potrebbe fare benissimo il ds, magari lo troverà anche più interessante

  71. Purtroppo quelli di Palermo son 2 punti gettati via….primo tempo pessimo, al piccolo trotto, senza creare nulla. Nel 2 tempo la partita è cambiata, anche grazie ai cambi del mancio a cui però continuo ad imputare questo strano ostracismo verso brozo e ljacjic….il primo è il più “regista” che abbiamo e per me è l’unico che deve giocare sempre, l’altro nei pochi scampoli di partita concessi ha dimostrato di essere in palla e credo meriterebbe più spazio ad esempio di un biabiany che è stato fermo oltre 1 anno e, diciamocelo, non è neppure un granchè anche fosse in forma smagliante….
    Ora è obbligatorio vincere a Bologna e più in generale tornare a vincere con continuità, perchè ormai ci sono tante squadre in pochi punti e non ci vuole nulla a scivolare dal 2° posto all’8°.

  72. la magra consolazione , ma proprio mooolto magra, di questo turno, é Salah che si ingroppa gli onestissimi viola, che tutto loro sanno, che noi non trattiamo con calciatori / allenatori con contratto ancora in essere.
    Ah sì , Sousa loro l’hanno contattato tramite il Redentore , mentre noi salah gli abbiamo rotto il cazzo sotto il portone di casa, dimenticavo.

    Per il resto diamoci una svegliata. Forza Inter.

  73. http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/mancini-senza-vittorie-non-e-un-dramma-credo-in-ljajic-icardi-ora-lavori-per-la-squadra-kondogbia-199201

    magari leggere certe considerazioni e spiegazioni sul perchè giochi uno o l’altro può aiutare i superboni che continuano a menarla facendo esempi ad minchiam come diceva il professor Scoglio visto che Sarri, che fino all’anno scorso lo conoscevano solo gli intimi, adesso dovrebbe dare lezioni ad uno che invece è conosciuto in tutto il mondo.

    tutto questo senza considerare che uno ha in mano una squadra che negli ultimi anni ha lottato sempre nelle prime posizioni mentre la nostra si sa benissimo in che tunnel si sia cacciata, eppure abbiamo gli stessi punti…

  74. Un paio di cose bisogna dirle:
    – stiamo sulle ‘palle’ (se posso usare il termine) a molti (direi moltissimi!);
    – tutte le squadre, contro di noi, danno il 110% (e sono contento di questo che considero uno dei significati dello ‘sport’) per poi calarsi le braghe di fronte a gobbi e compagnia bella (e questo mi sta sul ca**o).
    Per chi segue l’Inter costantemente, e credo che qui c’è ne siano diversi, questo fatto è incontestabile nei secoli dei secoli…poi che noi spesso ci mettiamo del nostro anche questo è un fatto.
    Tutto questo per dire che “vincere” per noi interisti è più difficile, ma allo stesso tempo più godurioso, perché quando succede facciamo torcere le budella a tutti i nostri detrattori.
    Essere interisti spesso significa soffrire più del dovuto e fino all’ultimo secondo. È una caratteristica che ci contraddistingue da sempre, non si può cambiare…e a me personalmente piace così, è più emozionante!
    Credo che si debba avere pazienza, e con questo non intendo accettare tutto senza polemiche, ma io come altri qui vedo un progetto reale, avverto sensazioni positive e dire che Mancini, per quante ne combini, non sia la persona giusta è abbastanza ridicolo. L’ha già fatto una volta e tornerà a farlo.
    A leggere certi commenti sembra che siamo partiti davvero per vincere lo scudetto…il calcio è altro…io guardo la CLASSIFICA e comunque sorrido.
    C’è da lavorare e la squadra con la società lo farà! Allegria e Forza Inter

  75. Il mantra è:
    “Di cosa vi lamentate? Ok, giochiamo male ma siamo primi a punteggio pieno”
    “Di cosa vi lamentate? Ok, giochiamo male ma siamo primi”
    “Di cosa vi lamentate? Ok, giochiamo male ma siamo secondi con la rube a 8 punti”
    “Di cosa vi lamentate? Ok, giochiamo male ma siamo secondi (con altri tre) e la rube è a 6 punti”.

    …Ecco, nel trend la costante è che giochiamo male, in compenso posizioni e vantaggi scalano. Continuando a “ok, giochiamo male” non vorrei si arrivasse a “ma siamo quinti a 6 punti dalla zona CL e i ladri ci hanno passato”.

    Purtroppo l’attuale posizione in classifica non può essere una giustificazione. Perchè la posizione è “relativa”. Conta anche quello che hanno fatto gli altri.
    E noi, ci siamo bello che fumato il tesoretto che avevamo messo da parte quando gli altri andavano male.
    Purtroppo mentre loro qualche passetto avanti lo hanno fatto, noi siamo rimasti uguali: rischiamo poco (meno gol subiti, e dato addirittura “drogato” in negativo dalla debacle con i Viola) ma produciamo col contagocce.

    La preoccupazione è tutta li.
    Senza dover fare le tragedie greche.
    Senza dover assistere alle difese d’ufficio del Mister.

  76. Credo che Mancini per sistemare le cose sia partito dalla base, e cioè dalla difesa. A centrocampo, al netto delle scelte effettuate e degli errori che comunque fanno tutti (anche Mancini, ma anche Mourinho..)sta cercando di trovare la quadratura del cerchio e vorrei ricordare che mentre la sta cercando siamo secondi in classifica. Credo che i nodi per il centrovampo passino da brozovich e lijaic. Probabilmente fino ad ora ha preferito interpreti che gli davano una certa garanzia. Il gioco e i goal li davanti probabilmente verranno una volta sciolto il nodo a centrocampo. Non capisco cosa pretendevate…una squadra che giocasse a memoria? Con la gente arrivata a settembre? A tutti piace vincere, soprattutto se si gioca bene, ma al momento se devo scegliere preferisco i punti. Ricordo anche che noi abbiamo giocato con juve milan fiorentina e da domenica anche con la roma….non so fate voi….

    • Perfettamente d’accordo su quanto mi riguarda.

      Salvo forse osservare che, di questi tempi, aver battuto il milan ed aver pareggiato con i ladroni, non è un grandissimo viatico, … visto i valori espressi dalla classifica almeno.

      Circa i burinacci, … dita incrociate e speriamo in Dio, … ma soprattutto vediamo almeno di far quadrare il bilancio a Bologna.

    • su quanto = per quanto
      (sorry)

  77. B&R

    Io ho letto difese d’ufficio in risposta a “tragedie greche”
    è un po diverso…
    e devo aggiungere se permettete, mia personale opinione, che è anche abbastanza stucchevole che il leit motiv da 2 anni a questa parte sia “daje contro l’allenatore”, elencazioni infinite di errori e prese per i fondelli tra fazioni ma raramente, molto raramente idee concrete su soluzioni che siano dentro la nostrra rosa e non nel fantacalcio.
    Tra l’altro ovviamente fiumi di parole per uno Shaquiri che se ne va ma zero sul fallimento in inghilterra con la stampa che lo ha bollato come giocatore da 3 divisione. Piuttosto critiche per aver preso giocatori in prestito senza obbligo di riscatto come Montoya che magari (è ancora da vedere) possono essere stati errori certo meno pesanti di bidoni conclamati come Belfodil e compagnia cantante.
    Insomma a me pare che qua le tragedie si sprechino piu delle difese di ufficio alle prime giornate con una squadra nuova.
    Poi vabbeh ognuno la vede come vuole, a me personalmente ripeto mi annoia tutto ciò, parlare va bene, distruggere no.

  78. Sì, tagnin
    tecnicamente JJ fa il terzino, ma spesso si ha la sensazione che le consegne siano di fare il marcatore aggiunto.
    Ma vabbè, alla fine siam sempre lì, tutti sti nuovi interpreti si riducono a Miranda
    (e Murillo, che però mi è parso di capire che non lo stimi troppo).

    Dici che a questo punto gli conviene fare il ds? È un’idea anche questa, chi dice di no, ma una volta che ha comprato quelli buoni sarà meglio che l’allenatore di turno li metta per bene in campo,
    perché, sono d’accordo con wolftail, ai tempi del mantra del retropassaggio non è che le posizioni fossero sempre impeccabili,

    altrimenti non si spiega il perché Medel l’altr’anno, quelle rare volte che faceva il difensore mi faceva venire i capelli bianchi,
    e quest’anno invece in copertura sembra un altro.

    Comunque, preferisco pagare un allenatore che faccia almeno il ds
    che pagarne due e pregare Iddio che non piova.

  79. Javier, a me sembra che in questi due anni di soluzioni concrete ed all’interno della rosa ne siano state proposte. Sopratutto da parte di alcuni.
    In compenso mi sono dovuto sorbire dei “ma tu cosa nei sai non sei mica allenatore” o “ma guarda la classifica” (l’ultimo mantra arrivato).
    Quelli si stucchevoli perchè nulla spostano.

    Se io dico che mettere Perisic terzino è una cazzata mi piacerebbe che qualcuno mi rispondesse che non è d’accordo perchè (per dire) invece il giocatore in Germania ha sempre fatto il terzino con ottimi risultati in caso di necessità.
    E non che siamo primi, che l’allenatore è Mancini e che io non so un cazzo.

    Guarda anche solo i commenti a questo post:
    Este ha mosso una critica tattica (passa al 4231), nessuno gli ha risposto nel merito.
    Al massimo sappiamo che siamo secondi e quindi non deve rompere i coglioni.

  80. B&R

    Come ho già detto in passato, la misura è alla base di una discussione, tanto più se costruttiva.
    Le tragedie greche non portano a nulla se non qualche punto di share nelle trasmissioni spazzatura in TV, nei blog alla lunga chiudono il contraddittorio a 5 persone e questo non è un bene.

    Parlando di calcio, per quel che si può, io non capisco perché Mancio si ostini a ritenere più valida una soluzione con uno fuori ruolo per 90 min. Che uno nel suo ruolo che ha 50-70 min nelle gambe e poi magari se non ce la fa più lo cambia con quello fuori ruolo di prima ( parlo ovviamente di un maggior uso di Ljajic o Biabiany ).
    Detto questo aspetto cmq di saperne qualcosa di più prima di stabilire alla 9 giornata che l’allenatore è un imbecille perchè tanto per dirne una ho saputo oggi che Ljajic ha avuto una contrattura prima della partita col Palermo e noi di queste cose non sappiamo una fava.
    Cmq ripeto a costo.di essere logorroico, parlare si, distruggere (eufemismo…) no grazie.

  81. Esatto B&R.
    Io non riesco a condividere questo manicheismo.

    Ci sono quelli che Mancini l’hanno segato appena ha (ri)messo piede ad Appiano, non riconoscendogli un merito che fosse uno.
    Ogni cosa che faceva era una stronzata: il ciuffo, la tinta, l’orologio, la sciarpa, se gioca a 3, a 4, a 5, a 10, se compra Shaqiri, se vende Shaqiri, fa giocare Tizio, se non fa giocare Tizio…
    insomma Mazzarri a 5 punti dalla Champions (dopo 10 giornate) andava bene, il secondo posto di Mancini invece no.
    4 pere dal Cagliari si sopportano, un pareggio con la Juve no.

    Bah…

    Al contrario poi ci sono quelli che siccome Mancini ha vinto campionati italiani e inglesi e allora c’ha ragione per certo, non può sbagliare, è solo che le nostre menti sono troppo limitate per capire e quindi guai a dire

    “signori, secondo me stasera ha fatto un casino”.

    Io cerco di proseguire per la rotta mediana, vedo e mi faccio un’idea mia, indipendentemente da chi ci sia in panchina.

    Se Mancini sbaglia lo critico, come ho fatto finora, se mi dovessi rendere conto, come fu per Mazzarri, che non si va da nessuna parte, chiederò di guardare altrove

    ma allo stato attuale, con un Inter che sembra più solida, più vogliosa e, soprattutto, in piena corsa per un posto Champions

    non ne vedo veramente il senso.

  82. Ma no, Aries, a voler male all’Inter ci sono soltanto Milan e Non-Citabile: al di là di quel che ho già detto qualche settimana fa circa il rapporto storico di Firenze della Fiorentina verso l’Inter (ma non voglio sciuparvi un così bell’odio verso i Della Valle: i presidenti cambiano, infamatemeli pure, ché coi denaroni che hanno questi spendono quanto un Ferrero o uno Zampa; e poi io porto mocassini classici, quando posso Ferragamo, oppure scarpe bicolori da tango o anche in goratex contro Giove Pluvio), davvero non saprei vedere ostilità nei confronti dell’Inter in nessuna fazione che esuli dalle due prime citate. Circa Salah, o Gibson, apetterei la sentenza FIFA di dicembre per esultare, poiché se ne esce indenne questo autentico campione può far male a tutti, non soltanto alla sua ex-squadra. E poi se veniva a Milano magari Mancio lo teneva riserva di Palacio o lo schierava mediano di rottura, vai a sapere. Infine, Condensatore Alfa: avresti dovuto fotografare la mia faccia, allora, quando ho visto dieci giocatori viola dentro la metà campo avversaria per un corner e Gervinho ripartire come un frecciarossa nel Sahara con altri due romanisti più liberi di Toni Negri e di Licio Gelli. Non avevo mai visto una roba di simile dilettantismo e, con tutta la stima (grande) che ho per Sousa, non riesco davvero a trovare incolpevole un allenatore che prepari un frangente tipicissimo come la ripartenza avversaria da angolo in quel modo. La Fiorentina ricasca in montellismo: tutti alla carica, come a Balaklava. Un viatico sicuro per l’ennesimo quarto posto.

    • Scarpe bicolori da tango?

      Ti prego dimmi che ogni tanto passi da piazza della Signoria ed afferri una snella figliuola dal capello corvino lanciandoti in una milonga infuocata.

    • Al suono di “Por una cabeza”…

  83. E cmq.domani niente Ljajic secondo me lo mette con la Roma

    “..Ljajic è entrato bene col Palermo, ma ha avuto una contrattura in Nazionale e ha faticato un po’ a recuperare. Credo molto in lui perché ha qualità.”

  84. Si nexus…incrociamo le dita….è vero che i gobbi e il bbilan non sono un gran chè, ma noi di solito queste partite non le affrontiamo con la dovuta concentrazione….mi pare invece che almeno quella l’abbiamo messa, e questo è senza dubbio merito di chi dirige la baracca…..peccato solo per la stecca con la fiore….

  85. Sono d’accordo con Este, la via di mezzo è sempre da preferire, siamo qua per discorrere sulle vicende nerazzurre senza lasciarci andare ad offese o epiteti assurdi verso quelli che, bene o male, rappresentano i colori che più di tutti amiamo, perciò fatta la tara agli errori, sia dei giocatori che del tecnico, bisogna anche essere scevri da qualsiasi preconcetto per riconoscerne anche le debite giustificazioni. I fuori ruolo sono un fissa per gli allenatori navigati, mica mi vorrete dire che Mou metteva tutti nel proprio ruolo………….a volte da queste cervellotiche visioni, si trovano inciampi e spesso causano danni all’ undici pedatore che scende in campo e a volte fanno nascere nuove stelle (Pirlo ne è l’emblema), perciò, a mio modesto avviso è giusto criticare e proporre idee, ma senza oltrepassare il buon gusto….

  86. pedatore= pedatorio

  87. Credo di averlo già scritto (e giustamente, chi se ne frega?) : credo che mancini sia un bravo allenatore, magari più tagliato come manager. Però ha sempre avuto momenti di appannamento, talvolta in fasi critiche. Ora mi sembra insicuro su alcune cose fondamentali e spero che si chiarisca le idee al più presto (specialmente sull’organico che ha a disposizione). Non lo cambierei, ma sono tra quelli che pensano che con una gestione più accorta si poteva tornare da Palermo con tre punti.

  88. Il Mancio, versione 2.0 di ritorno dalla Premier, sembra diventato un po molliccio e molto attento al fair play…

    Preferivo la versione 1.0 in cui ci metteva più grinta e talvolta sfanculava le P.I…

    Lo trovo lento nei cambi e qualche errore tecnico lo commette sempre, ma di quelli ne faceva anche Mourinho…

    Con il Mou però la squadra aveva una tale determinazione che bastava uno stinco di Muntari per battere la goBBa…

  89. ….E se proponessimo al Chelsea uno scambio alla pari Mancini/Mou dove ognuno continua a pagare il suo ma si avvale dell’allenatore dell’altra?

  90. Francamente, il Mancini 1.0 poteva disporre di un attacco fenomenale, persino quello privo di Ibra ed Ernan Crespo era ottimo, con Oba Oba Martins, Adriano, Cruz, Recoba e Vieri e aveva in centrocampo un certo Sig. Veron con Cambiasso, la difesa era ottima….questa è una squadra costruita sulle rovine della precedente gestione, gli ultimi due anni, e con la spada di Damocle del fairplay finanziario….ergo con le disponibilità finanziarie da coperta corta, non ti puoi certo permettere i grandi assi, ma giocatori buoni, mi si osserverà che pure le altre squadre di vertice non navigano nell’oro, è vero, ma loro avevano già in rosa fior di giocatori che noi ci sognavamo, ora la differenza la sta facendo la cosiddetta “amalgama” che a noi ancora manca, in quanto i 10 giocatori di movimento, sembrano provenire dall’antica Babele…….ognuno al momento parla un linguaggio diverso dall’altro…..e il campo sembra testimoniarlo.

  91. prima partita noi 3 e gobba a 0 punti e io godo, però poi vengo qui e leggo che abbiamo vinto di culo e che il Mancio ne ha avuto ancora di più perchè se non si infortunava Icardi Jovetic non sarebbe nemmeno sceso in campo e quindi l’allenatore è un pirla perchè l’abbiamo sfangata al 93° grazie ad uno che non doveva nemmeno giocare, provi a dire ai mai cuntent di godere della vittoria nostra e della sconfitta inaspettata della gobba ma la cosa è stucchevole mentre rompere i coglioni sempre e comunque all’Inter, al Mancio e ai tifosi che godono invece è costruttivo, che non si sa mai cosa faremo alla seconda.

    alla seconda noi vinciamo a Carpi e la gobba perde di nuovo con la Rometta ed io stragodo per via che l’Inter ha 6 punti e la gobba minga, cioè 0 ma poi vengo qui e leggo che abbiamo avuto il doppio di culo che aabbiamo avuto nella prima partita, che non abbiamo uno straccio di gioco e ci siamo fatti mettere sotto dal Carpi e quindi è costruttivo parlarne visto che non si sa mai che magari alla terza ci inculano.

    alla terza vinciamo il Derby e la gobba pareggia con il Chievo nel proprio stadio pieno oramai di merda perchè dopo 3 partite ha solo un punto e noi invece 9 e io sono sfinito dal troppo godere, poi vengo qui e leggo che il bbilan ha giocato meglio di noi e che al solito abbiamo avuto fortuna perchè loro si sono mangiati all’inizio un paio di gol grazie a dei nostri regali e che forse era meglio Ranocchia al posto di Medel come centrale e che il Mancio può ringraziare Guarin che per la maggior parte di quelli che commentano su qui non dovrebbe nemmeno sedere in panchina mentre lui lo fa giocare sempre e quindi sarà meglio aspettare la quarta prima di illudersi troppo, il che è molto costruttivo sapere che c’è chi sa dare consigli al Mancio e vedere lontano mentre chi è contento solo perchè è primo in classifica dopo cinque anni è stucchevole e noioso.

    alla quarta vinciamo a Verona con il Chievo però la gobba vince con il Genoa e godo a metà, se non altro non trovo su qui nessuno disposto a rompere più di tanto i coglioni anche se c’è sempre quello che dice che non vuole illudersi per via che il campionato e spera soltanto di prendere il terzo posto e che comunque lui del Mancio non si fida perchè non sa leggere la partita e sbaglia sempre i cambi.

    alla quinta vinciamo con il Verona mentre la gobba perde ancora un paio di punti pareggiando in casa con una neo promossa ed io stragodo sia per l’Inter che per il Mancio che è l’unico che ha voluto in squadra quello che gli ha fatto vincere la partita, mettendo ancora una volta a tacere tutti quelli che il signor Felipe Melo non lo volevano nemmeno dipinto all’Inter, mentre questo qui è dalla prima partita che è sempre uno dei migliori in campo, però è stato molto costruttivo sapere che nessuno lo voleva, difatti il Mancio se ne è strabattuto allegramente i coglioni e alla fine è riuscito a farselo prendere, però vuoi mettere la soddisfazione di avegli fatto sapere che Melo non lo voleva nessuno?

    alla sesta purtroppo quelli che la sanno sempre lunga hanno finalmente potuto dire che loro lo sapevano che sarebbe finita così e hanno potuto sfogarsi con il Mancio, reo di avere messo uno come Perisic a fare il terzino imputandogli in toto la sconfitta tralasciando del tutto che in porta quella sera avevamo un imbalsamato che ha regalato due gol alla fiore tanto che dalla contentezza uno dei suoi tifosi, Ospite Grato, è venuto a trovarci e a prenderci per il culo, ma dato che è un margnifone l’unico che lo ha trattato da tifoso Interista incazzato è stato il Gianni, gli altri che non vedevano l’ora che ci fosse un altro a parlare male del Mancio lo hanno accolto con tutti gli onori, tanto che oramai è uno dei nostri, o meglio uno dei loro.

    adesso aspettiamo stasera ma ci vorrebbe un esorcista per controbattere tutti sti menagramo visto che dopo la Fiore non ce ne è andata bene più una considerando che delle tre partite che abbiamo fatto dopo, Samp, gobba e Palermo almeno un paio di punti in più dei tre che abbiamo presi li avremmo meritati per via del gran secondo tempo fatto con la Samp, del gran primo tempo fatto con la gobba e dei migliori venti minuti giocati finora, pur essendo in dieci, giocati nel finale di partita contro il Palermo.

    certo sarebbe meglio farli bene tutti e 90 i minuti, anche se poi potrebbe succedere che la benzina la finisci ai primi di marzo, ma che cazzo vuoi che ne sappia il Mancio di ste cose che continua a fare esperimenti e mette dentro gente alla cazzo?

  92. corsone

    ti lovvo

    con o senza funghi…

  93. Straquoto e saluto il caro Vittorio.

    Corsone ho le lacrime agli occhi.
    Un po’ per il ridere ad immaginarti che “stragodi”, e sei “sfinito dal troppo godere” per poi recarti qui a pronto a clacsonare virtualmente trovando invece tutti vestiti di nero.

    E un po’ dallo sforzo mentale nel tentare di capire che caspita sia un “margnifone”.

    Mito!

  94. Grazie Corso,

    hai dato voce al pensiero di molti, me compreso.
    W l’Inter, W i bauscia, W la figa.
    E abbasso i margnifoni…

  95. il Margnifone nemmeno Google è riuscito a spiegarmelo…per il resto applausi ahahah

    PS : per quanto riguarda la gara con la Fiore, siamo riusciti a leggere commenti del tipo “cosa c’entra Handanovic, quel pallone non doveva essere lì”, ovviamente per colpa dello schieramento del Mancio.
    Chi ha sparato nel mucchio per quella partita non tiene conto di un dato : prendendo con le molle quella serata storta, l’Inter ha subito solo 3 gol nelle altre 8 partite giocate.

  96. margniffone era un accrescitivo di margniffo, un termine desueto che significava furbo e scaltro.

    io l’ho italianizzato ma si dice margnifun o margnufun in dialetto milanese o bergamasco.

    dato che anch’io sono un pò desueto ogni tanto mi viene in mente…

  97. Margnifone è il cellulare della Margniapple…

    No, vabbè, ‘na cazzata,
    mi ritiro in buon ordine

    (colpa del presidente che mi fa sparare ste boiate)

  98. Corso, mi hai fatto pisciare sotto dalle risate…

    Tornando all’argomento principe, sono in sintonia con chi diceva, cerchiamo di stare lì col gruppo delle prime fino a gennaio e prendiamo un centrocampista di fosforo.
    Non mi interessa il “come”, gol di culo alla Gila, rigore dubbio (ma va…) o autogol.
    Portare fieno in cascina, questo conta.
    Ora che il tesoretto della partenza a capocchia di altre formazioni è dilapidato, conta non accumulare i soliti distacchi che abbiamo collezionato gli anni scorsi.

    A questo deve pensare il Mancio e la squadra.
    Quelli che sono mandati in campo devono metterci grinta e cuore, fermo restando che le invenzioni di Mancini devono diminuire, ed permanere solo in caso (spero) di emergenza, e non dalla voglia di dimostrare che cazzo ne so cosa.

    Basterebbe ricordarsi di cosa diceva il saggio Vujadin Boskov: “La formazione? Prima metto chi sa giocare, poi arrivo a 11”.

    .Forza Inter

  99. Quest’anno San Siro torna a riempirsi, abbiamo già fatto due record di incassi in un quarto di stagione.

    Sul mercato siamo tornati protagonisti. Andiamo sui giocatori che vogliamo, giusti o sbagliati che siano, e agli altri lasciamo gli scarti. Per fare così serviva un input iniziale, e solo un profilo internazionale come quello di Mancini poteva procurarcelo. Dubito che un Perisic avrebbe mai puntato i piedi contro i lupi inquinanti per venire alla corte di un Mazzarri, di uno Strama, etc.

    Abbiamo inanellato un primo filotto di 5 vittorie di fila; fino a 3 mesi fa ci saremmo venduti un rene per non perdere la terza dopo le rare volte in cui ne azzeccavamo due consecutivamente.

    Abbiamo una difesa -o meglio, una fase difensiva, che inizia più avanti- cazzuta, che è crollata solo con la viola a causa di gravi complicità del portiere.

    Abbiamo un attacco che non ha ancora trovato una sua logica, ma che ha interpreti in abbondanza per trovarla e divertirci.

    Infine abbiamo una classifica ancora positiva, che ci tiene potenzialmente in gioco per qualsiasi traguardo.

    Questi mi pare siano tutti meriti del nuovo allenatore. Non riconoscerli è semplice mala fede: “Mesi fa ho detto mancio merda, cambio mister inutile, devo tenere la posizione fino alla morte, a costo di negare ogni evidenza”.

    Detto questo, abbiamo una serie di problemi da risolvere, a partire dall’assortimento della rosa:
    – chi sono i titolari a centrocampo? e con che modulo?
    – chi sono i terzini titolari? con quali consegne?

    La mia idea è rodare un 4-2-3-1 che consenta a tutti di giocare al proprio posto, con la mediana fatta da melo e kondo i 3 davanti con jojo ivan e adem; terzini proverei a sx telles quando c’è da spingere, jj quando c’è da coprire, mentre a dx l’incognita è enorme, dato che disponi solo di una batteria di somari (tolto forse santon che però non mi sta entusiasmando per un cazzo).

    Questa mi pare la soluzione più semplice, che calza meglio con gli uomini in rosa, e che ti consente di coprire ogni zona del campo (se riesci a tenere i reparti corti, e per quello ci vuole gamba e polmone, va da sè).

    Non capisco perchè dopo 10 giornate ancora non ci si arrivi, ma prima di saltare alla conclusione che mancini è un coglionazzo mi domando se esistono elementi di natura fisica o psicologica o di spogliatoio che stiano rallentando l’inserimento della vagonata di nuovi calciatori (giusto per fare un esempio).

    L’unica cosa forse veramente ingiustificabile è la tardività dei cambi.

    Per riassumere, abbiamo sviluppato una serie di punti di forza impensabili solo pochi mesi fa: si consolidino e si lavori sui difetti.
    Il resto, AD OGGI, è isteria.
    Poi del domani se ne riparlerà, che con l’inter è sempre incerto.

  100. Escludo recisamente e con teatrale sdegno:
    1) di aver preso per il culo chicchessia;
    2) di esser margnifone (forse nittalope: non so se va bene lo stesso, sennò posso trovare altro, purché io non debba recitare un ruolo passivo).
    Ammetto volentieri:
    1) di esser tanguero;
    2) di esser tanghero, ma solo con la tipologia descritta da Bandini e da Estercambiasso e solo dopo aver realizzato il beneficio sperato.
    Dichiaro solennemente, anche di fronte a notaio, di preferire la vittoria dello scudetto per l’Inter piuttosto che per qualsiasi altra squadra, eccetto quella che porta, non per niente, maglia del color dei paramenti per la commemorazione dei defunti.
    Allego a credenziali di intenzioni pacifiche le seguenti convinzioni:
    1) Facchetti è stato il più grande difensore che io abbia visto nella mia non più corta esistenza;
    2) Giuliano uno dei quattro più grandi portieri italiani che io abbia visto tra i legni (peccato la casetta che si fece per Mantova);
    3) Suarez il più grande centrocampista spagnolo che io abbia ammirato e il più grande quarteback specializzato in assoluto;
    4) Ronaldo pre-infortunio destinato a raggiungere la triade Di Stefano-Pelè-Maradona;
    5) il fallo di sfondamento del medesimo contro la Juventus la più bella tra le fiabe dei fratelli Grimm;
    6) Mazzola il più grande gentiluomo in campo;
    7) sotto tortura (solo qualche tratto di corda, solo un paio di costole rotte, solo qualche sigaretta spenta sul dorso delle mani, per cortesia…) che Mancio è un grande allenatore.
    Affermo altresì (prevengo così possibili, animose reazioni in merito) che, dopo una combinata di mezzo giro cortado dal lato aperto e di mezzo giro cortado dal lato chiuso, la ripartenza, basici, in paso doble è quanto di più esteticamente commendevole, almeno ai miei occhi e tanto peggio per i miscredenti.
    Attualmente faccio coppia (in pista e a tempo molto perso e a intervalli quasi equiparabili a quelli correnti fra uno scudetto meritato della Juve e il successivo ugualmente meritato) con milanessa di Rogoredo da tre generazioni e in Fiorenza dislocata. Tifa però per l’altra sponda, vi avverto (ognuno ha i suoi difetti, nessuno siam perfetti).

  101. Caro Ospite Grato.
    Per far sì che noi ti si creda, e si dimentichi (assolutamente impossibile, sappilo) l’epiteto di Gran Margniffo proditoriamente sfoderatoti dall’amico Corso, una sol cosa ti vien richiesta:

    la foto della pantera di Rogoredo.

  102. di buono c’è che Di Vaio non c’è più, rimane la paura che giochi Acquafresca ma se non c’è nemmeno Ranocchia forse la sfanghiamo anche se nell’amichevole con i gonzi mi è piaciuto parecchio, a parte il momento in cui si è confuso con le maglie scambiando il presente con il suo (dicono) futuro e l’ha passata a loro mandandoli in porta.

    dei nostri pare che il Mancio voglia preservare quelli ammoniti e che potrebbero essere squalificati per la prossima contro la Roma e quindi la formazione è tutta da indovinare considerando che a parte Miranda, Perisic e Handanovic tutti gli altri sono in discussione partendo da Nagatomo o Santon, Medel o Ranocchia, Telles o JJ, Guarin o Brozovic o Biabiany sulla fascia destra, Melo o Kondo o Medel in mediana , Icardi o Jovetic o Palacio o Ljajic o sa il cazzo chi in attacco considerando che c’è anche Manaj.

    praticamente un terno al lotto, speriamo che il Mancio lo indovini.

  103. Ospite Grato,
    ormai sei caduto nelle grinfie del Presidente Bandini

    tempo due giorni e sarai “Margny”, forse anche meno.

    Ascolta me, cambia il nick in Margniffo e lasciati trasportare dalla corrente del Bandiciclone.

  104. ho postato prima di leggere la difesa di Ospite Grato che quanto a saper scrivere mi dà tre piste e lo si legge super volentieri, ma se l’è minga un margnifun a l’è un filun minga de rid.

    scritto in milanese che tanto ha chi glielo traduce…

  105. Ammazza come se vola alto da sss…sste parti. Omini di lettere raffinati a quanto leggo…

    Allora, io poverello, me vojo preoccupà d’ariportarve a la realtà.

    Fate de pressa e bene, se ci riuscite, s…s…ssstasera perché s…ssabbato venimo a farve li bozzi aggràtise fino addentro casa vostra.

    • Ah, m’ero scordato de aggiungere che l’Ospite Grato ve po’ da qualche dritta sull’argomento datosi che ancora deve da sta’ a senti ddolore da domenica sera…

    • un romanista triste s’è mai visto, su

      stavolta t’è uscita male

  106. A Peppe, a me sembra che prima de sabato ce sta n’artra partita da fa, lassace armeno vincer cor Bologna……

  107. Ho apprezzato il post di Corso , ma i menagramo caro Corso non sono qui purtroppo. L’unico responsabile è un altro..
    quando leggo “GdS – Dopo la Juventus Thohir in arrivo per Inter-Roma ” ecchecazzo giusto adesso devi venire Presidente? é terribile ‘sta cosa, terribile davvero.

  108. Peppe, non ho molto da dire di nuovo sulla Roma e sul match di domenica: stimo poco Garcia, che con la miglior rosa della serie A dovrebbe viaggiare a punteggio pieno in campionato e non esser con un piede fuor della Champions. La Roma ha giustamente aggredito all’inizio la Fiorentina (ciò che quest’ultima fa invece di preferenza, secondo dettami di Sousa e secondo quelli del vecchio Valdano – il primo tiro, il primo fallo, la prima protesta), soprendendola tatticamente e ottenendo sùbito il frutto, grazie a prodezza di Salah. La Fiorentina ha avuto il torto di sbilanciarsi senza calcoli (e le cifre guardiolane del possesso palla lasciano il tempo che trovano, come Montella ha dimostrato coi suoi quarti posti e non più: conta solo segnarne una in più dell’avversario), senza pensare che, avendo i romanisti giocato nella quasi totalità degli effettivi già martedì (la Roma ha soltanto quattordici/quindici titolari per la Champions, troppo pochi: panchina «europea» inferiore a quella della Juve e dell’Inter, la quale pur dall’Europa è quest’anno esclusa, quantunque l’undici/undici romanista sia superiore, finanche nettamente), sarebbero calati alla distanza, ciò che è avvenuto negli ultimi quindici minuti-venti, quando Kalinic (che già si era mangiato l’uno a uno al quindicesimo del p.t.) e Babacar avrebbero potuto riaprire prima il match. Invece ne è venuto l’orrore del secondo gol, che avrebbe realizzato anche il Tor Vergata e per il quale il merito della Roma è pari allo zero. In vantaggio di due gol l’Unicredit ha amministrato benissimo, chiudendosi ma con pressing, fino al calo di cui parlavo sopra. Al di là dell’ininfluente smargiasseria tipicamente giallorossa, direi che a Milano dovreste aver vita più difficile se non vi portate sùbito sull’uno a zero, come è successo due giorni fa. L’Inter può/sa, per natura dei suoi effettivi, giocare in modo più attendista, tanto davanti ha chi sbroglia la matassa e dietro ha, secondo me, la difesa migliore del campionato per valore dei singoli. D’altra parte, il più gran torto che si possa fare alla Roma è lasciarle palla: ha infatti grandi interpreti ma nessuna Weltanschauung.

    • Giraudo tratta a nome della juve perchè? A che titolo?

      Un incontro del genere non poteva che avvenire in segreto.

      Sto giro gli è andata male che per una volta nella sua vita Cruciani ne ha fatta una giusta, ma la domanda che sorge spontanea, dato che cruciani mica è sempre lì, diventa:

      quanti incontro segreti ci sono stati fra tavecchiocuoreneroblu e i corruttori radiati che han ripreso le loro funzioni nell’ombra? E soprattutto, cosa pattuiscono in questi incontri?

  109. Per ora sembra palermo-inter solo un po’ più soporifera….

  110. Fine primo tempo: una pena!!!

  111. Porca……..

  112. Ed eccola la frittatona!!!!

    A forza di fare campagne sul gioco duro di Melo, ad ogni suo fallo un cartellino giallo…..e così gli fan saltare la Roma.

    Come diceva quel volpone di Andreotti: a pensar male……..ci si azzecca.

  113. Proporrei di cominciare a giocare anche le prossime in dieci, hai visto mai……

  114. Per non crede che gli arbitri siano in malafede come Tagnin, che ha chiesto scusa all’utente di Firenze per la tesi del complotto ecco un altro esempio questa sera, Banti altro toscano messo li per fare danni.
    L’Inter è scarsa non c’è ombra di dubbio ma qui altro che calciopoli, a sto giro questi so coperti dalla politica, leccano sempre al potente di turno.
    Con un presidente che sta in Asia ma chi la tutela sta squadraccia..

    Arrendiamoci siamo circondati

  115. Ci credo, ci credo e guarda un po’ il recupero…..potevano mettere il cartello con su scritto “Fino al pareggio”………espulso anche il Mancio….ma Calciopoli è finito, vero?

  116. Staremo zitti anche questa volta, scommetto.

  117. Vorrei che stasera handa andasse dai giornalisti a dire: ” si cazzo, è merito mio, i tre punti sono mia responsabilità”…..sarebbe giusto!!!!!!!

  118. Premesso che l’arbitraggio è stato un qualcosa di doloso, dal rosso a uno che ha fatto due falli in tutta la gara a 5 minuti di recupero per una partita senza infortuni, senza risse, e senza interruzioni

    -in chiara mala fede-

    Premesso ciò, noi ci abbiamo messo abbondantemente del nostro, e così non va.

    Bene per la polvere sotto il tappeto, domani a quest’ora vedremo con che classifica ci appresteremo a farci mazziare dalla Roma

    Dopodichè a partire da lunedì avremo 3 partite per costruire qualcosa prima di affrontare il Napoli, che tende a farne 4 o 5 per gara.

    • mah…paradossalmente per me potremmo fare meglio con la Roma….forse è solo l’illusione del momento….Staremo a vedere…

  119. O.K. la squadra, per buona parte della partita si può dire, in modo inequivocabile, che dimostra di non avere ancora le idee chiare su cosa sia il gioco di squadra.
    Altrettanto incontrovertibile resta il fatto che gli arbitri stiano facendo di tutto per mettere in difficoltà i leggeri miglioramenti che sono sotto gli occhi di tutti.
    Comunque, 3 punti sono stati messi in cascina, ed ora aspettiamo i burini.

  120. Banti inqualificabile…rifila un rosso in scioltezza, butta fuori pure Mancini e come affronto dá 5 minuti di recupero quasi come fosse una sfida personale…e rischiamo anche la pera della beffa al 95′. Sono schifato! Atteggiamenti del genere li hanno solo con noi. E se Destro la buttava dentro proprio in quei minuti che non avrebbero dovuto esserci?!? Di cosa avremmo dovuto parlare ora??

  121. Meno male che l’ abbiamo portata a casa.
    Se pareggiamo chissà cosa si sarebbe detto dei cambi di Mancio.
    L’espulsione di Melo scandalosa.
    Pazzesco Destro solo a 5 metri dalla porta al 95°!!!!

  122. E’ una vergogna che una società come l’Inter venga presa a pesci in faccia in questo modo. Bravo Mancini a farsi sentire, Calciopoli è quanto mai viva, d’accordo come squadra al momento non esprimiamo il miglior calcio, ma la qualità della squadra c’è, ci vuole ancora tempo fino a quando i ragazzi si conosceranno meglio……

  123. Grande grande grande prova di Ljajic, Perisic si conferma cardinale (nel senso di cardine), Icardi implacabile, assortimento di centrocampo il migliore che Mancini possa schierare, difesa organizzata e tale da digerire anche Ranocchia. Per me la Roma perde, al prossimo turno. Ma gli arbitri toscani gobbi, solo a dirigere l’Inter? Renzi, ricòrdati della Roma e del Napoli (con la Juve non ci provare, da quell’orecchio non ci sentono)! Complotto fino alla fine! Appassionante campionato, ad ogni modo. Ma su Melo vorrei un giudizio di Eranio, franco e sereno.

    • Ospite Grato, cominci a insospettirmi. “Cardinale (nel senso di cardine)” mi sembra una citazione dal De vulgari eloquentia di Dante: sarai mica un infiltrato della Crusca (intendo dire l’Accademia)?
      Banti è un avanzo di galera (ma forse di balera). Noi si deve crescere ancora molto. E far fare una qualche mezz’oretta a Ciokorì?

  124. Mancio si è incazzato…ha fatto anche bene a ricordare che il rigore contro la fiorentina al secondo minuto lo assegna lui come arbitro di porta. Poi non è sempre lui che lo scorso anno ci ha buttato fuori Cacatomo contro il Cagliari per 2 mezzi falli dopo 20 minuti?? E vogliamo ancora parlare di semplici errori?

  125. Questa partita ha segnato la fine della fase propedeutica e l’avvio di quella operativa del piano “fuori-Melo”.
    D’altra parte occorre “zavorrare” chi sta più avanti nella corsa alla zona Champions, per far rientrare in fretta i soliti.

  126. Il gesto più squallido è stato il modo in cui ha dato i 5′ di recupero…aspettando che Mancini uscisse dal campo e guardando l’orologio come se volesse sfidarlo. Ma stiamo impazzendo?

  127. Siamo trattati come una provinciale, brutto da dire perché ovviamente non è giusto essere bistrattati anche se si è provinciali, ma in un calcio così pilotato contare come il 2 di picche esclude a priori grandi traguardi, questo a prescindere da considerazioni calcistiche e auspicato miglioramento del gioco.
    Condannati ad essere 2 volte più forti degli altri per raggiungere traguardi altrimenti ti ricalcano sempre facilmente giù.
    Ma per carità non voglio annoiarvi parliamo pure di quanto abbiamo fatto schifo.

  128. Ricacciano. …no ricalcano

  129. Queste sono solo conseguenze del nostro lassismo mediatico.
    Lo dico dal 2010, finché non daremo una svolta a questo punto avanti non ci andremo mai.

    Da domani non se ne parlerà più e poi ci riaggiorneremo al prossimo torto.

    A fine stagione, poi, conteranno solo i risultati.

    Grossissime responsabilità della società.
    Quella vecchia e quella nuova.

  130. Se domani dovessi leggere che Banti è finito sotto un tram, di sicuro non mi metterei a piangere…

  131. Mi spiace per il passo indietro di Brozo questa sera più in versione Brodo e in fondo non è che abbia fatto sfaceli anche Ljajic.
    Il problema è che molti di loro se non fanno 4-5 partite intere non carburano e tutti quanti vorremmo che giochino e si intendano da subito.
    Secondo me i veri passi indietro questa squadra li sta facendo come carattere rispetto alle prime giornate. Le prime partite erano più cattivi da subito più concentrati anche se il gioco latitava comunque ma jojo faceva reparto da solo. Adesso devono prenderli a calci nelle balle, e gli arbitri lo fanno ben volentieri per scuotersi da quel misto di torpore e paura di sbagliare.

  132. A me invece sono piaciuti entrambi.
    Certo, non in senso assoluto, è evidente che il primo tempo è stato disastroso,

    ma Brozovic, pur sbagliando tanti passaggi, è l’unico che ha un po’ di quel fosforo in mezzo che tanto ci serve.

    Ljaijc (non lo scrivo mai due volta nella stessa maniera, le i e le j le mischio a casaccio), invece, l’ho visto bene, nonostante il consueto casino di Mancini

    Perisic a destra, Perisic a sinistra, Perisic sul centro destra, Perisic sul centro sinistra

    e quindi di conseguenza

    Liajic sulla trequarti, sul centro destra d’attacco, sul centrosinistra d’attacco, e via così…

    Ovviamente di mettere Jovetic e Lijajc insieme per una partita intera non se ne parla, eh, troppi piedi fini, poi si conoscono già, hai visto mai che non soffriamo come bestie avanti…

    Mentre invece mi è piaciuto, e tanto, Biabiany, penso che sia stata una buona mossa tenerlo.
    Lo si può mettere quando è necessario giocare di rimessa, e diventa una spina nel c…fianco degli avversari.

  133. E comunque in questa serata da epiteti d’altri tempi s’è voluto cimentare pure il ns allenatore.
    Niente a che vedere con il gol in sforbiciata da centrocampo all’incrocio dei pali di Corso46 con il suo “margnifun”, però va sottolineato che era dalla terza elementare che non sentivo pronunciare con tale naturalezza e sdegno “somari !”
    Mi ha scaldato con dei ricordi di punizioni dietro alla lavagna e “merendine” di pane e mortadella da mezzo kg.

  134. da domani parliamo di come si gioca a calcio, ora x me è tardi.. ho fermo il televideo sulla classifica cone ai bei tempi.. inter prima, 21 punti dopo 10 gare, mantenendo questa media fanno 80 circa alla fine.. melo espulso con la certezza che NON giocherà la prossima.. Non chiedo altro, proprio una buonanotte

  135. considerando che abbiamo giocato due partite in trasferta per buona parte del secondo tempo in dieci e che nonostante questo abbiamo portato a casa 4 punti che avrebbero potuto essere 6 ma anche 2, questa sera mi limito a godere come nelle prime cinque partite senza farmi troppe domande su quello che avverrà e senza pensare agli arbitri disonesti ai quali auguro quello che Albanese ha augurato al ladro del suo motorino, per chi non se lo ricorda eccolo qua:

    https://www.youtube.com/watch?v=MWMurjhCsRo

    buonanotte…

  136. Ma un bel 4-4-2 con Handa Santon Miranda Murillo Jesus Brozovic Medel Biabiany( Ljalic ) Perisic Jovetic Icardi farebbe schifo?
    Ognuno al posto suo, correre, coperti e cattivi.