Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Odio la Gobba (invettiva in quartine)

Nella sede juventina
hanno in mente una sol cosa
ed il gobbo il capo china
e ci pensa senza posa

Non è vincer lo scudetto
non è già giocare corto
non è più gonfiar il petto
non è mai pensar al Porto

Sono in testa nettamente
hanno pur vinto con noi
non importa proprio niente
e lo spiego adesso a voi

Se persino John Elkann
fa il tifoso da osteria
qui vi dico, porco can,
che la Gobba è da isteria

Non rilassano la mente
non si godono il primato
gli interessa solamente
l’interismo più avanzato

Siam la lor dolce ossessione
e ci sognano di notte
siam la lor maledizione
(e speriamo che vi fotte)

La cultur della sconfitta
ecco l’ultima invenzione
che a noi provoca una fitta
mentre avviamo la minzione

La sconfitta, cari gobbi,
a noi piace come a voi
qui nessun mette gli addobbi
se si perde prima o poi

Ma in Italia c’è un andazzo
che è un po’ vecchio come il mondo
(e a parlarne già m’incazzo
mica faccio il girotondo)

La Juventus, lo san tutti,
in un tempo assai recente
(e noi giù con peti e rutti
che a Torino li si sente)

con manovre assai proibite
sistemava le sue cose
e noi lì a soffrire e dire
“senza spine non son rose”

All’oscuro tutti quanti
noi, cugini, lupi e viola
si tiravano giù i santi
mentre là facean la ola

Vincer facile piaceva
(e tte credo brutte merde)
con il gobbo che rideva
ché comunque l’Inter perde

La cultur della sconfitta
infilàtela nell’ano
noi, la schiena sempre ritta,
non si andava mai lontano

La sconfitta arriva lesta
se una squadra fa i maneggi
e alle altre cosa resta?
du’ vittorie e tre pareggi

Quando v’hanno retrocessi
brutti ceffi maledetti
quelli fatti sempre fessi
han ciapà cinque scudetti

E nell’anno più fatato
mentre voi assistevate
il triplete qui è arrivato
tutto insieme, mica a rate

Quando vincere si può
l’Inter c’è (o almen ci prova)
altrimenti è un qui pro quo
e la gatta qua ci cova

Siete forti, brutti gobbi
e sarete ancor campioni
ma sappiate (è quasi un hobby)
che mi state sui coglioni

Stile zero, facce brutte
un’accolita di stronzi
qui sospettano un po’ tutte
ora chiamo anche Tom Ponzi

Elkann Nedved e Marotta
Agnellino zebra e mulo
ve la dico in una botta?
ve n’annaste a fare in culo

share on facebook share on twitter

204 commenti

  1. Esilarante questa invettiva in quartine e, se me lo permetti caro Sector, farò fare il giro nel mondo (mafio-bianconero).

  2. Poetica ricostruzione della verità.
    Grazie Maestro Settore.

  3. Grande settore, grazie di esistere assieme a tutti gli altri frequentatori del blog (gobbi esclusi, ok x er romano)… Sei la mia fonte inesauribile..

  4. il silenzio intelligente se ne andasse a fare in culo, così come il suo promotore.

    Si deve passare ai fatti altrimenti gli arbitraggi tipo braschi di inter parma torneranno ad essere la norma. Orsato, stessa aggressività.

    Lo dico in forma criptica così i tanti mentecatti gobbi microcefali che infestano anche questo spazio non capiscono.

    • concordo: o ci si fa sentire duro in figc (sorteggio arbitrale e max 5 anni in serie a per i grigi) oppure si faccia davvero una superlega che tanto è il futuro scritto e il teatrino italiano vada a fare in culo.

  5. Ben ritrovato Settore, ci sei mancato,

  6. Eccola ….Grande Settore. Componimento maestrale direi. Magari al posto della painolada che serve un cazzo, domenica a San Siro si esponga grande striscione contente la sublime invettiva in quartine…….Chapeau Settore.

  7. Grande Sector !

  8. S P E T T A C O L O !

    FORZA INTER
    A M A L A

  9. Bella lì, Settore,
    sei in forma eh?

  10. Ora voglio dirlo invero
    ma chi era questo Dante,
    il poeta azzurro nero
    non è mica un dilettante!

  11. Leggevo di Muriel, Schick, Bernardeschi…
    Il primo non è male, il secondo non lo conosco, il terzo per ora non è che mi abbia impressionato.

    Io sono veramente curioso di capire in che direzione andrà il nostro mercato.
    Perché la Juve la riprendi con gli Aguero, i Sanchez e i Verratti, mentre con quelli sopra, a meno che non ti entri il full
    (tutti in stato di grazia, con il craque che ti scoppia in mano)

    la vedo duretta.

  12. siamo passati da Messi a Muriel?
    mmmh… non va mica bene.

  13. Messi era una stronzata, comunque

    per conto mio puntare su Verratti, Berardi e Bernardeschi e vedere cosa arriva

    poi si parla molto di Sanchez, ma a essere precisi è un Higuaìn, uno che ad alti livelli ha fallito ma costa come il top player che non è

  14. E niente,

    lo stile bianconero, questo, può solo sognarselo.

    Come l’orecchiuta coppa.

    • (A scanso di equivoci, per questo* intendo un componimento come quello postato. Che alla Juve, al massimo, se ne escono col “piccoletto ciccione indonesiano”, Christillin dixit. Razzista, discriminatrice, juventina e… membro Uefa).

  15. Buongiorno,
    ritengo che il comunicato della società nerazzurra sia il minimo che si potesse fare per fermare l’emorragia di argute frecciatine che, nel corso dei decenni, ha deliziato la corte dei miracoli dei molti pronti sempre a salire sul carro, o meglio, sulla macchina (diesel?) dei presunti vincitori. Stiamo ancora scompisciandoci per i vari “Pinturicchi”, figuriamoci per le sofisticate e “stupefacenti” battute del fratello di Lapo che, oltre ai soldi, ha ereditato lo spirito che da sempre contraddistingue la famiglia proprietaria della società bianconera, oltre che di molti giornali e padrona (inconscia, s’intende) dell’indipendenza di pensiero di molti opinionisti liberi (bella anche questa, vero? E pensare che non ho i soldi né il fascino di questi signori…). Sudditanza psicologica: mica ce l’hanno solo gli arbitri. C’è un’epidemia che ha contagiato conduttori tv, giornalisti di grido (d’agonia), agghindati con giacche ed occhiali scartati anche da Elton John, opinionisti sconcertati e sconcertanti, nani e ballerine. Torniamo al comunicato: è’ molto intelligente, pur essendo, forse, troppo diplomatico. Volendo leggerlo con attenzione, si possono tuttavia estrapolare alcune frasi che meritano di essere approfondite: “…Abbiamo, nei toni corretti e nelle sedi appropriate, cercato un confronto…” Sedi appropriate, a differenza d’altri che continuano a trascinare in tribunali non appropriati le loro ragioni e le controparti che, per regolamento, non dovrebbero rispondere in quelle sedi del loro operato, pene ripercussioni, controcause e penalizzazioni. Ma nessuno fa nulla. Non ci sono azioni legali o illegali che scaturiscano una logica contromossa: perdi una causa contro di me? Ne intento io una contro di te, perché hai perso la tua e perché non dovevi nemmeno intentarla. Federazione: la sponsorizzazione della famosa casa automobilistica di Torino prevede anche il silenzio e la non reazione? Andiamo avanti: “…su quelle che riteniamo decisioni arbitrali discutibili in una partita importante per noi e per la Serie A….” Già: per la Serie A. Qualcuno ha sentito i rappresentanti delle squadre dirette inseguitrici dire qualcosa? Tipo: non si può vincere ancora così a nostro danno? Silenzio, anzi: silenzio/assenso: va bene così, non apriamo bocca: magari scatta l’allarme e poi… teniamo famiglia e forse l’anno prossimo possiamo dar loro un altro dei nostri pezzi migliori. Andiamo avanti, tifosi illusi o disillusi di tutte le squadre… L’unica speranza è che l’anno prossimo non affidino la gestione della moviola in campo a Cesari… (altra battuta molto arguta. Certo: manca la classe, ma quella ce l’hanno solo loro, come la verità).

    • Bravo Marco. Ottime argomentazioni, spirito arguto, buona scrittura, divertente ed ironica al punto giusto. La divergenza fra i tifosi del Napoli (apertamente schierati contro la j**e e le sue malefatte, nonché ferventi sostenitori delle nostre ragioni) e la sua dirigenza / proprietà è lampante. Il silenzio di tutti (Napoli, Roma, Fiorentina), fa capire che sempre lì siamo… Del resto anche l’Inter (come società) fa molto poco per non dire nulla. Poi tutti moriamo della stessa morte che è lì, sotto gli occhi di tutti, chiara come il sole.
      Occorre porvi rimedio che non significa nel modo più assoluto, contrapporre ad un potere un altro potere. Significa far tornare il calcio ad essere uno sport pulito. Adesso non lo è, è più che evidente. Assistiamo ad una farsa.

  16. E’ stupefacente come possa un membro della famiglia Agnelli-Elkann utilizzare l’aggettivo STUPEFACENTE… (anche se dovrebbero essere abituati…ops…assuefatti…).

  17. Tornando al campo ed ai nomi che si leggono ritengo che sia fondamentale avere una rosa di 21/22 giocatori che grosso modo siano quasi tutti dello stesso livello. In questa ottica mi sento di concordare con Este: se si vuole davvero tornare ad essere competitivi con Muriel e Bernadeschi mi vengono dubbi. Muriel può anche essere bravo ma segna poco e mi sta bene nel momento in cui venga preso per sostituire un Palacio o un Eder…non sicuramente come prima scelta. Bernadeschi non ho ancora capito che giocatore sia e soprattutto dove vada collocato. Schick lo ho visto un paio di volte…sembra bravo ma è davvero una scommessa….anche lui servirebbe per puntellare la rosa. Ci vogliono giocatori di prima fascia……mi viene in mente Griezmann per il reparto avanzato in un 4.4.2 che a me piace e che sottopongo al vostro giudizio!! Portiere: Oblack Difesa a 4 con da destra a sinistra : Rodriguez Manolas Miranda Perisic ( sono sempre più convinto che possa diventare un terzino sinistro meraviglioso..) Centrocampo a 4 con due esterni che dovrebbero essere: Di Maria a destra e Joao Mario a sinistra, nel mezzo Gagliardini e Verratti, e due punte Griezman e Berardi……….che dite…..tanto è un gioco???!!!!! Che se poi Suning è così ricca con 200 milioni di euro si può fare…..

  18. Grazie Sector.
    Comunque, oggi la foto del bambino malato di neuroblastoma che si addormenta abbracciato a Defoe per me è troppo. Forse sto invecchiando, ma fatico a trattenere le lacrime.
    Per un attimo anche le porcherie degli zebrati spariscono in sottofondo. Per un attimo…

  19. voto Berardi

    • E adesso capiamo anche perché il Mou da solo è una vera azienda……….comunque direi “…simpattici….”…..!!!!

  20. Non scherziamo.
    Con 200 milioni non sono neanche così che si riesca a prendere Di Maria e Griezmann.

    E non sto contando gli ingaggi e le tasse, eh.

    Il vero problema è che per convincere un Di Maria a venire all’Inter ci vogliono davvero tanti soldi.

    • Guarda Este che naturalmente io parlo di duecento milioni da aggiungere alla somma derivante dalla vendita di Handanovic, Icardi e Kondogbia……poi questi hanno speso 800 milioni di euro per acquistare i diritti tv della premier…..

  21. Gabbiadini due partite tre gol.

    Così facile segnare in Premiere?

    Icardi quanti ne farebbe? 30? 40?

    juve melda.

  22. Rizzoli fa l’automoviola a Le Iene: “Mi assolvo. Sul passagio di Chiellini c’era la palla in movimento”

    Nella puntata de ‘Le Iene Show’ che andrà in onda domani su Italia 1, andrà in onda un’intervista all’arbitro Nicola Rizzoli, a cui è stato chiesto di fare l’automoviola della tanto discussa azione del retropassaggio di Giorgio Chiellini a Gigi Buffon e intercettato da Mauro Icardi.

    Iena: “Come stai vivendo questa settimana? Perché è una settimana di polemiche. Nel calcio non si parla d’altro…”
    Rizzoli: “Nel calcio si parla tanto, forse delle volte si parla un po’ troppo. Cosa possiamo fare noi?”
    Iena: “La polemica è nata 48 ore dopo la partita su un presunto video che è uscito…”
    Rizzoli: “Cosa devo dire io?”
    Iena: “Noi siamo qua per fare l’automoviola, cioè la moviola di te stesso. Le va?”
    Rizzoli: “Sì, cercherò di fare il possibile”
    Iena: “Siamo al 24’ e viene fischiato un fuorigioco, che ci stava…” (ndr, guardano insieme il filmato diffuso da Inter Channel).
    Rizzoli: “Pare di sì”.
    Iena: “Viene portata la palla sulla fascia per essere battuta. Si avvicina Chiellini, a cui viene data palla e batte”.
    Rizzoli: “La palla viene data a Chiellini, la mette a posto con il piede e la passa al portiere per farla battere, ma, a parte che la palla non è mai stata ferma quindi non si è mai ripreso il gioco correttamente, credo che in questo caso Rizzoli abbia ritenuto la palla non battuta in maniera corretta e quindi ha fatto riprendere da posizione idonea. La palla deve essere ferma quando devi riprendere quindi credo che in quel caso Rizzoli abbia notato che la palla non era ferma. Ma mi sembra che abbia fischiato due volte. Se va avanti, la ribatte ancora e la riferma di nuovo, gliela fa ribattere nuovamente quando la palla è finalmente ferma. Vede che anche qua ancora la palla non era ferma, Rizzoli ha fischiato di nuovo un’altra volta, gliela fa di nuovo mettere nella posizione. La palla è ferma e la batte. Ma di cosa stiamo parlando? Io non valuterei Rizzoli in base a un episodio del genere”.
    Iena: “Però Icardi era lanciato a rete…”
    Rizzoli: “Per essere lanciato a rete bisogna che l’azione sia in gioco. Parliamo di niente, credo, poi se volete valutare Rizzoli da questa immagine, fatelo. Questo fa parte delle cose normali del calcio italiano”.
    Iena: “Sembra quasi che Rizzoli fischi quando Chiellini reclama il fallo”.
    Rizzoli: “Non credo proprio. Non credo proprio che un arbitro possa fare una cosa del genere. Non è mai successo che un giocatore reclami un fallo e l’arbitro fischi. Te lo garantisco”.
    Iena: “Da moviolista, condanna Rizzoli o lo assolve?”
    Rizzoli: “Devo essere proprio cattivo?”
    Iena: “Deve essere str***zo”.
    Rizzoli: “Io lo assolverei…anche da str***o”.
    Iena: “John Elkann ha fatto una dichiarazione in cui dice che l’Inter non sa perdere e che sta esagerando. Lei è d’accordo?”
    Rizzoli: “No, non credo che sia una questione di saper vincere o saper perdere. Credo che l’Inter stia cercando di far di tutto per scontare delle giornate di squalifica ai suoi giocatori ed è comprensibile l’atteggiamento, poi dopo i modi sono criticabili come è criticabile l’operato di un arbitro”.
    Iena: “Ma non è che c’è un po’ paura di rendere la vita difficile alla Juventus?”
    Rizzoli: “No”.
    Iena: “Non c’è sudditanza?
    Rizzoli: “Assolutamente no. Mi sembra di averlo dimostrato. Si è parlato a inizio campionato di un errore contro la Juventus che avrei fatto io quando giocava contro il Milan, quindi…In Italia tutti siamo allenatori, tutti siamo calciatori, tutti siamo arbitri. Il problema è che quando uno prende una decisione, in Italia la decisione è criticabile”.

  23. Di tutto quanto, che obiettivamente fa ridere sospirando quasi ovunque, la parte che davvero lascia di stucco e dovrebbe far riflettere è questa:

    “Credo che l’Inter stia cercando di far di tutto per scontare delle giornate di squalifica ai suoi giocatori ed è comprensibile l’atteggiamento, poi dopo i modi sono criticabili come è criticabile l’operato di un arbitro”

    I modi sono criticabili? Cosa? Ma l’ha detto davvero? Così? Con queste parole?
    Cioè sporgere regolare reclamo, previsto dalle norme del regolamento FIGC, presso il giudice sportivo adibito è un modo criticabile?

    A questo punto verrebbe da chiedersi quale dovrebbe essere il “modo giusto”, giacché quello previsto dal diritto dello sport è “criticabile”.

    Sarebbe una domanda interessante da porgere.

  24. Mah, sul fatto che in Italia ci siano 60 592 548 (ultimo dato del 06/02/201) di allenatori, presidenti del consiglio ed opinionisti vari non credo lo si possa mettere in dubbio.

    La malafede di taluni arbitri, politici ed opinionisti o presunti tali, non è sicuramente un dato opinabile.

    Mentono sapendo di mentire.

    Domani panolada e goleada, giusto per ritemprarci l’animo.

    iuve melda.

  25. Sul sito online della gazzetta hanno “girato” il sostantivo stupefacente, usato da Elkann nella sua intervista, nell’aggettivo “sorprendente”. E lo hanno virgolettato. un altro modo per ammettere la loro vigliaccheria e la loro incapacità di fare informazione…

  26. Serrare le fila e non mollare la presa. Continuare a smerdarli sempre e comunque altro che toni bassi……Sperando che Suning si incazzati per davvero.

  27. sono daccordo col Malpensante su un punto fondamentale: occorre, anche per rispetto delle altrui gonadi,saper distinguere tra le critiche all’arbitro e il complottismo d’accatto

    in questo Perisic dà l’esempio, non accusa Rizzoli di essersi guadagnato una Jeep Stocazzia o una Mito con le fiamme sul cofano, o un altro esempio della robaccia per sfigati prodotta dalla proprietà della juventus, si limita a dare un giudizio di valore sulle qualità dell’arbitro

    occorre tener fermo il punto, senza lasciarsi trascinare dal rosicamento livoroso, dato che, sempre per chi voglia dialogarci, quei tizi giù nel tombino non aspettano altro che darci dei piangina

    ho visto l’Inter vincere scudetti con arbitraggi che alla juventus avrebbero procurato il bis della discesa in B, e portare a casa punti in inferiorità numerica in contesti molto più importanti di un milan bologna con due squadre senza obiettivi, stimoli e qualità, ma sono cose che non ho bisogno di paragonare con nessuno

    ognuno ha la sua storia, come dice il comunicato, con l’ovvio sottotesto che la vostra non è nemmeno lontanamente paragonabile, vi piaccia o meno a me cambia proprio un cazzo

    • La mito è una cagatina, ma per il resto giù le mani dal biscione.

      I proprietari passano, ma alfa esiste da prima di loro ed esisterà anche dopo

    • io sto con Giulietta

    • Anche io, un consiglio.

      Fa’ la rimappatura della centralina. Abbatti i consumi del 20% e ottieni pure +20% di potenza.

      Oggi mi spinge quanto una giulia, e mi fa un paio di km in più al litro rispetto a prima

  28. Grandissimo Settore!!

  29. Corso non ti dannare. Sta continuando a prenderci per il culo con quella faccia da ebete. In pratica non solo siamo dei piangina ma siamo anche in malafede in quanto la nostra lamentela altro non è che un tentativo di attenuare il danno derivante dalla squalifica dei due giocatori. Noi interisti piangina e smaliziati……..Questi porci..

  30. @wolf
    bauscia e alfisti, ce le abbiamo tutte.. grazie della dritta_

    Per domani abbiamo uomini contati, anche Banega pare out; perciò, se NON si fidano di Gabi, meglio farlo partire dall’inizio ed eventualmente rimediare in corsa_

    • Per me esistono le automobili, quali mezzi di spostamento, e le alfa, che sono un’altra roba. Guidata una non si torna più indietro. Ho avuto auto aziendale tedesca di pari cavalleria;molto più comfort niente da dire, ma l’emozione di guida non è neanche lontanamente paragonabile.

      Sono anche motociclista, per completezza della cronaca, e prima o poi farò l’accoppiata con ducati, ma ad oggi mi accontento di suzuki, bisogna prima metter su famiglia.

      Comunque Banega me la ero persa, sembra si stia formando di nuovo la nuvoletta. Poteva essere una opzione per il centrocampo ma soprattutto per l’attacco decimato, una risorsa offensiva in più.

      Qua inizia a porsi seriamente il problema di chi segni. Con le assenze di mauro ivan brozo e banega, ne restano troppi pochi con la capacità di farlo

      E la trappola di mandare tutto a rotoli per un paio di partitacce semplici sulla carta, sembra davvero incombente

  31. E’ sempre colpa della Beneamata e del biscione..
    Quando da bambino salii su una Giulia super 1600ti avvertii delle sensazioni ineguagliate_ Magari sarà solo suggestione, ma le emozioni che ho provato sulle Alfa, nessuna altra auto me le ha date_ E con tutti gli scricchiolii.., che ormai siamo in simbiosi e con il giusto tatto vanno via subito; ma solo con dolcezza_
    Se fossi ricco mi toglierei lo sfizio: non megaSuv furgonati e nemmeno Porsche/ Ferrari, ma una 4c_

    Comunque io sto con Giulietta, tu pure: hanno ragione i napoletani,
    Giulietta è ‘na zoccola!

    • Si mi rivedo nelle tue parole, i suv non piacciono nemmeno a me.

      4c bellissima, anche nella versione a tiratura limitata 8c, detto questo la giulia qv…

      Quanto agli scricchiolii,quelli,devo esser onesto, li odio e non riesco a farci l’abitudine

      Comunque, OT per OT, fantastico zucchero a Sanremo, un musicista coi controcazzi che artisticamente invecchia bene come il vino

  32. Rizzoli

    peso el tacon del buso

  33. trad

    peggio la toppa della lacerazione del tessuto (ciapa che talliano che go…)

  34. ” l’Inter protesta solo x far ridurre le squalifiche ”
    dopo tutte le porcherie che ha combinato ecco la ciliegina finale, che schifo

  35. E intanto lo psicospalletti cerca di giustificare Naingolan dando degli sciacalli a chi ha diffuso la notizia Brutto servo anche te ,non ti basta non avere mai vinto un cazzo?? Continui a pararti il culo sperando di arrivare anche te a mangiare in quella greppiaccia piena di letame?? Buffone

  36. Che piacere leggere di interisti alfisti. Sono cresciuto con le Alfa che sono diventate e sono ancora la mia più grande passione. Insieme all ‘ Inter ovviamente.

  37. Esticazzi!!!, disse er tipo,
    da Giustizzia me n’impipo”.
    Mentre tu vai regolare,
    perdi tempo a protestare,
    io, veloce, in un sol botto,
    me te frego, rubbo e fotto.
    Poi te lasso nell’impiccio,
    e te cojono pe’ capriccio.

    Che vòi di, che so’ ‘no scemo?
    Ahó, faccia de crisantemo!
    pure si, ner tuo totale,
    se’ più simile a ‘n pitale.
    Come te ce ne so’ tanti
    ladri, stronzi e lestofanti.
    Me dispiace: so’ diverso.
    Da tua specie so’ l’inverso.

    Io, ar gioco, ce so stare.
    Pèrde, vìnce o pareggiare,
    nun m’assilla er risultato
    si nun è ben meritato.
    Nun sarò sempre er mijore,
    e me spaventa er disonore
    d’ascolta’ ‘n togato a di’:
    Hai rubbato: In serie B!!!

  38. Ahó, ma dde che Alfa me stanno a vaneggia’ quassopra?

    Quelle cor risucchio da marmitta come quella da 127?!
    Ah, ah, ah…

    A bbelli, nun v’illudete: séte semplici proprietari de ‘na Fiat camuffata!

    Ma guarda te che me tocca senti’!
    Interisti che vanno ‘n Fiat e se credono d’èsse proprietari de ‘n’Alfa Romeo.

    (Eh, qua nun ce sta più gnente da fa’, ormai.
    È tutto inutile.
    Tutto tempo sprecato.
    Annamo va, a Ote’.
    Annàmosene a dormi’, ch’è mejo!
    Ma ha’ capito te?!
    ‘Na Fiat cor risucchio ma ‘a chiàmeno Alfa!
    Mannaggia a loro, mannaggia!)

  39. Giulietta Sprint e Spider, 2000-2600 spider Touring, 2600 Sprint, Montreal, duetto, Gt junior, GT 1750 e 2000, Giulia Super, Alfetta, Gtv… va a studiare panterone e lascia stare argomenti che non conosci.

    • Grande Gianni; purtroppi tutte, dico tutte, le marche italiane, a parte forse Lamborghini, sono finite nelle mani di quelli là

    • La montreal era un qualcosa di incredibile e futuristico. Sei stato a museo alfa? Ne dovrebbero avere ancora una li

  40. Ci vuole niente a fare ironia di merda. Per vostra conoscenza ho pregato per loro anche se li detestavo.

  41. Oggi la Gazzetta se ne esce con quella che in termini giornalistici si chiama “marchetta”. Il giornalista intervista Rizzoli e nella migliore tradizione del giornalismo servile nostrano , lascia che l’intervistato si auto-assolva evitando accuratamente di fargli le domande che dovrebbe.
    Ad esempio avrebbe potuto chiedergli, al di la della diversa valutazione degli episodi in se, come sia possibile ch Bonucci gli urli di tutto ad un micromillimetro dal naso e se la cavi, mentre Perisic che gli dice “sei scarso” a tre metri di distanza si prenda il rosso. Oppure come mai Totti possa mandarlo a quel paese ripetutamente senza venire sanzionato, mentre Icardi si prende una squalifica per aver ironicamente dato del fenomeno ad Orsato.

  42. Acanfora, nelle macchine che ho elencato ‘loro’ non hanno mai messo mano!!! Ultimamente dopo anni di oblio hanno iniziato a fare qualcosa di serio, niente a che vedere col passato, ma almeno degno del prestigioso marchio. Mafiabn, pensavo la stessa cosa. Anche le jene ( sempre in bianconero vestite )non sono più quelle di una volta.

  43. Luoghi comuni pantera.

    È vero, ho lo stesso computer di bordo di una bravo, i sedili cigolano col freddo, e l’impatto interno è di minor eleganza rispetto ad una audi (per fare un esempio)

    Ma appena accendi il motore la musica cambia tutta. Potenza, meccanica, ed emozione di guida contraddistinguono ancora alfa da tutte le altre, che al confronto muoiono di anonimia.

    Io ti parlo con cognizione causa, ho giulietta con 150cv e ho avuto a3 aziendale di pari cavalleria. Con audi vai comodo comodo ovunque, è un veicolo eccezionale. Invece con giulietta viaggi, e ti diverti, tanto che le trafserte in zone di montagna ho sempre preferito farle in alfa, anche se ciò comportava andare a mie spese

    • Sono stato al museo Alfa e la Montreal ce l ho a casa!!! Coltiva questo interesse per le Alfa e cerca di documentarti su quelle degli anni 60-70-primi anni 80; sono dei gioielli e dagli ottimi investimenti anche se adesso i prezzi sono un po’ gonfiati.

    • Hai la montreal a casa? Ma sei una persona meravigliosa!!!!

      Comunque si, sono documentatissimo sulle alfa del passato, proprio come con le formazioni storiche dell’Inter che precedono la mia nascita.

      Giusto l’altro giorno ho beccato in giro una alfa alfetta, e mi sono emozionato come un bambino. Generalmente supero di arroganz chiunque mi si pari davanti, con lei invece mi sono accodato dietro tutto ossequioso.

      Piu frequenti invece gli incontri con le giulia e giulietta storiche, anche se per questa ultima l’allestimento top resta quello degli anni ’50 e di quelle se ne vedono sempre meno. Poi oh, quando ne incrocio una con il quadrifoglio verde in bella esposizione, le pupille si dilatano comunque

      Quanto al collezionismo, mi piacerebbe molto, ma a parte il fatto che sarebbe troppo dispendioso, non ho lo spazio nemmeno piu per una bici, fra due auto e due moto.

      E comunque il prossimo grande investimento sarà, giocoforza, sulla nuova giulia. Ma di acqua sotto i ponti ne deve passare ancora un bel po’.

      In ogni caso mi ha fatto piacere condividere questa passione, e sapere che qua sul blog abbiamo un vero alfista della vecchia scuola. Ammirazione triplicata

  44. Eppure Peppe dovresti avere simpatia per le Alfa, non foss’altro perché “Pantera” rimanda a quelle della Polizia..

  45. …mi no go gnanca la patente…

  46. A parte la gobba, a me fanno incazzare anche questi personaggi http://m.fcinternews.it/l-avversario/empoli-corsi-la-squalifica-di-icardi-trattato-bene-238971 che poi naturalmente quando giocano a torino “non è in queste partite che dobbiamo fare punti” ma scommetto che oggi faranno di tutto x scassare i cosiddetti … Ma quando la fanno la superlega europea?

  47. Handanovic
    Murillo, Medel, Miranda
    Candreva, Gagliardini, Kondogbia, D’Ambrosio
    Joao Mario, Eder
    Palacio.

    Quale congiunzione astrale deve avverarsi per schierare Gabriel Barbosa dal primo minuto?

    Se neanche con Icardi out parte da titolare…..’zzo l’han preso a fare?

    iuve melda.

  48. A li 3 Fiattalfisti entusiasti faccio timidamente osserva’ che er sottoscritto, a fine anni ’70, viaggiava a bordo de ‘na Giulietta sprint (quella vera, anni ’60; quella con le alette posteriori che terminavano con le luci de posizzione).

    E je dava dentro de brutto, modestia a parte.
    Eccome si je dava: dentro e fori.

    Poi, dopo, capito l’andazzo italico, ho virato decisamente verso l’Oriente, perché Peppe vostro, senz’offesa, viaggia (è er caso de di’…) in anticipo sui tempi.

    Vabbè va, mó ve lascio alla partita, ché ce mancano appena dieci minuti.

    A dopo.

  49. Con la formazione di oggi pioli si dimostra un allenatore mediocre da massimo quinto o sesto posto e quindi improponibile per un inter competitiva.
    Mettere quel mezzo giocatore di eder e quel pensionato bollito di palacio e non
    dare nemmeno una possibilità,neanche in questa partita a barbosa e pinamonti è
    da manicomio,sintomo di una profonda mentalità provinciale e mediocre.

  50. andrea…..perché??

  51. Ma hanno cambiato le regole? Quando hanjo inserito la regola che non si può dare rigore a favore dellinter

  52. leggo solo ora
    grande settore.

  53. Però Gaglio quella l dovevi mettere dentro…
    È già difficile così senza che ci martelliamo da soli i maroni.
    Alé dai chiudiamola!

  54. Metti Gabi, dai!

  55. riconosco che Kong oggi è stato bravo, anche se continua a non piacermi come tipo di giocatore;
    bene la ricerca del terzo gol nel finale, dopo che per tratti del secondo tempo avevo notato un calo;

  56. Primo gol del mezzo giocatore su assist del pensionato bollito

    il secondo su assist meraviglioso del mezzo giocatore

    e io che scuoto la testa sconsolato alle pagliacciate di barbosa

  57. L’importante era fare tre punti e lasciare Torino nella cartella dei brutti ricordi. Con una formazione “rimaneggiata” (eufemismo) abbiamo fatto una discreta gara. Voto positivo.

  58. A proposito del mezzo giocatore (ribadisco che non credo proprio sia un giocatore da grande squadra..) fa bene Tagnin ad evidenziare che ha fatto un gol ed un super assist. A dimostrazione del fatto che è in grado di sostituire più che degnamente l’altro mezzo giocatore che oggi era assente per squalifica (il capitano….)……..

    • naturalmente, mi scuso per la dimenticanza, mancano ancora gli arguti commentatori felici perché l’Inter gioca meglio senza Icardi, a leggerli sembra davvero che stiano parlando sul serio

  59. Quanto a Barbosa, penso che se non giochi nemmeno quando sono squalificati Perisic e Icardi, il motivo sia più che chiaro. Anche Agnelli ( il cantante interista) dice di lui che gli ha visto fare cose “fighe….”…..che sia meglio vada ad esibirsi al circo?

  60. Caro Tagnin io sono molto serio……finché continueremo a ritenere Icardi un fenomeno insostituibile non vinceremo una beata cippa (……al netto dei furti gobbi…..). E per la precisione io non dico che si giochi meglio senza Icardi, dico che se metti un altro non fenomeno al suo posto con lo stesso modulo di gioco ottieni gli stessi risultati……Se Eder avesse giocato tutte le partite dall’ inizio anche lui avrebbe fatto una quindicina di gol. Se vuoi davvero competere per livelli alti non puoi farlo avendo come punti di riferimento ne’ Eder, né Icardi. No perché qualcuno è riuscito anche a definire un fenomeno D’ Ambrosio dopo la partita con il Pescara.

  61. X Gianni e Wolf:
    non i vostri gioielli ma ho anche io un’Alfa Romeo duetto spider 1.6 del 1983; più qualche altro giocattolo d’epoca (due trattori Fiat 55 R e 55 C del 1952 e 1954 , una moto Montesa Cota 1978, una “introvabile” moto Honda cr480r 1982, una moto Morini Corsaro 125, un ciclomotore Motom 48 anni cinquanta, tutti funzionanti)

  62. Il problema sono le prevenzioni.

    Roba tipo
    “Kondogbia ha giocato bene ma non mi piace il tipo di giocatore (qualunque cosa questo voglia dire nda)”

    oppure

    “pioli si dimostra un allenatore mediocre”

    o ancora

    “Icardi è un mezzo giocatore, anche Eder avrebbe fatto 15 gol”

    la dice chiara.

    Per dire, Eder a me non ha mai fatto impazzire, però devo dire che adesso è in un buon momento.

  63. ancora a discutere su icardi….. non ci posso credere.
    e su eder, che dopo “solo” un anno di Inter pare aver perso qualche kilo e si muove decentemente risultando utile.
    su barbosa veramente non capisco. impatto zero, è totalmente anarchico, me lo ricordo x una palla allargata troppo lunga verso candreva che è finita in fallo laterale e che secondo me nelle intenzioni doveva essere un tiro a giro e poi x una palla persa a centrocampo scartandosi da solo subito recuperata e ripersa da lui stesso.
    Pinamonti è entrato poco dopo è ha avuto un impatto ben diverso con ottime aperture, il coraggio di tirare e di inserirsi.
    Mi auguro che maturi ma allo stato attuale Barbosa è una strana operazione commerciale o finanziaria (spero legale). Così com’è adesso piò giocare solo sui campetti brasiliani rigorosamente coi portieri “volanti” e non certo in serie A. Forse nemmeno in B.
    Chi oggi ci vede il centravanti del futuro probabilmente rimpiange ancora Destro.

  64. …e poi ci sono quelli che “joao mario fa cagare, 45 mln buttati nel cesso”.

  65. …e anche quelli (sentita prima al bar……..) che “hai visto gabbiadini in inghilterra, 3 gol in 2 partite. e pensare che potevamo scambiarlo con icardi”.

  66. …e (poi la smetto) quelli che “gagliardini? non so chi sia ma se la j**e lo molla a noi è di sicuro un bidone”.
    x me migliore in campo, con JM e Handa (che, è evidente, sulle cose facili si annoia. bisognerebbe chiedere agli avversari di impegnarlo seriamente almeno 4-5 volte a partita, che così non prendiamo gol).

  67. Giusto per puntualizzare:
    Eder non è un fenomeno, Icardi nemmeno.

  68. Oggi bene.
    Palacio ha fatto il suo come lo sa e lo puo fare. Sono stupito degli insulti che ho letto rivolti a lui e a eder che ha giocato una buona gara. Davide se hai notato il pensionato ha corso parecchio aprendo spazi tutto il tempo è il mezzo giocatore ha segnato fatto goal e partecipato a quasi tutte le azioni d’attacco. Oggi non abbiamo rimpianto Icardi. Ed è quello a cui servono palacio e eder. Ma che cosa volevi????

    • +1
      con palacio che si è fatto tutto il campo più volte partendo dalla difesa verso l’area e a un certo punto ha fatto un recupero strepitoso a centrocampo, lanciando immediatamente JM a sinistra. e resta la sua grande intelligenza calcistica nei movimenti…….
      eeeeeeeeehhhhh ma che “fico” che è barbosa e poi è giovane.

  69. ….e il mezzo giocatore….scusa

  70. Kong è bravo nel recupero pallla e ancor di più nella difesa della palla; dopo di che rallenta l’azione, ha un piede solo e non sa calciare in porta_ Perciò, pur riconoscendogli la buona prova odierna, per avere un Inter più forte ne metterei un altro al suo posto_ Da comprare_

    • se in estate arriva un’offerta decente (=non da svendita), da cedere assolutamente (ovviamente dopo aver individuato il sostituto)

  71. “La moglie di Cesare non deve solo essere onesta, deve anche apparire onesta”.

    Vista l’autodifesa dell’arbitro Rizzoli attraverso canali non appropriati, sconfinata in pesanti allusioni e considerazioni del tutto personali in merito alle ragioni per cui la Società Internazionale ha ritenuto di far valere le proprie controdeduzioni e i propri interessi presso le sedi preposte e nei modi regolamentari, ci si potrebbe chiedere fino a che punto altre regole siano pienamente rispettate proprio da chi, in campo, dovrebbe applicarle, con rispetto delle controparti e, primariamente, del proprio ruolo.

    Un arbitro non deve solo essere corretto, deve anche apparire corretto. Sempre, in campo e fuori.

    Per chi – tifoso di altre squadre (sostanzialmente di una) – non avesse chiari concetti e citazioni segue disegnino.

  72. Dambrosio viene da un paio di mesi di buone prestazioni; oggi era sotto tono e giustamente è stato sostituito_ Prima di lui ne abbiamo altri da cambiare_

  73. Oggi si è visto che: Palacio sa ancora giocare a pallone e fisicamente è ancor alla altezza per almeno un ora; che EDER in una squadra in lotta X il 3 posto può tranquillamente fare la 1 o 2 riserva dell attacco; che Barbosa è ancora acerbo per queste latitudini e avrebbe bisogno di giocare da qualche parte. Ovviamente se arrivassero Messi Ronaldo e Aguero, Icardi scalerebbe al ruolo di riserva, EDER e Palacio verrebbero ceduti o regalati.

  74. Anche nel luglio 2006 e nel 2010 di lacrime ne sono state versate. E dopo cento processi ( persi ) e un tot di scudetti consolatorii siete ancora qui a tribolare per noi. Come le anime dei morti che non riescono a passare di là e rimangono nella zona di mezzo. Zombies. Dovete andare all inferno per sempre

  75. don’t feed the troll

  76. E perché tutte le lacrime versate nelle stupende finali di coppa campioni a partire dai tempi di Magath dove le mettiamo?!

  77. Che noia

  78. Sapessi a noi…..

  79. Don’t feed the dickhead.

  80. Ok, adesso bisogna vincere a Bologna.

  81. Cacceranno Donadoni minacceranno il blocco degli stipendi, i tifosi andranno
    allo stadio armati e arbitrerà Tagliavento. Ma vinceremo lo stesso.

  82. Nicchi alla DS che si arrampica sui vetri..

  83. Consiglio al goBBo di turno di fare scorta di carta da culo per il Porto…

    Oggi, massimo risultato con il minimo sforzo, senza subire gol. Molto bene considerate le assenze…

    Bravo Eder… gol e assist, cosa si vuole di più da un rincalzo?

    Ho notato qualche apprensione di troppo dietro, ottimo Handa che non gliel’ha fatta riaprire…

    A Bologna rientrerà Perisic ma uscirà Kondo. A centrocampo sarà emergenza …

    Servirà una partita ancora più attenta, il Bologna non è in un buon momento…

    Hanno perso con i gonzi in 9 ma con noi farà la partita della vita

  84. Gigi Riva, idolo della mia giovinezza, sogno di ogni estate per tante estati, quando compravo 7 quotidiani compresi i serali la Notte e il Corriere d’ Informazione con la smania di leggere RIVA ALL ‘ INTER. Gigi Riva atleta stupendo, pulito, coraggioso, spettacolare, vera bandiera della allora amatissima nazionale azzurra, amato da tutti. Vederlo premiare oggi, proprio stasera, davanti alla squadraccia dei carcerati, simbolo di tutto quello che Gigi non è stato, mi ha dato fastidio, molto fastidio.

  85. Ma io dico… può un arbitro internazionale in attività come Rizzoli, dopo una settimana turbolenta come quella trascorsa, concedere un’intervista alle Iene?!?

    E permettersi pure di sparare cazzate…

    Ma neanche in Burundi

    • È Nicchi che lo difende e dice che a Icardi è andata bene perché se prendeva Rizzoli con la pallonata la squalifica sarebbe stata più lunga. Ma brutto coglione hai visto la traiettoria di quella palla? E chi ti ha detto che voleva colpire L arbitro? Mafiosi.

  86. Sarebbe bello capire per quanto ancora comunque dovremmo pagare calciopoli…

    • È bello questo concetto che i colpevoli di calciopoli debbano essere risarciti per calciopoli … e che a pagarli debbano essere quelli che hanno subìto i torti …

      Riconcilia con la vita.

      Bianconeri (di Torino) = banda di ratti allevati e protetti dal sistema. F**k off.

    • x sempre.
      e non solo Calciopoli ma abbiamo OSATO fare il Triplete.

    • matley76

      non matley76ì

      era il primo commento e mi è scappato un dito

  87. A me tutta questa mobilitazione (Marmotta, Allegri, John Elkann, Rizzoli e Nicchi), puzza di bruciato.

    Di scudetti farlocchi ne hanno vinti a iosa, ma quello di quest’anno li supera un po’ tutti.

    Lo “scansamento” di alcune squadre avveniva anche in passato, ma quest’anno è davvero sotto gli occhi di tutti (lo ha ammesso perfino BuffonE).

    Ora, che Nicchi vada alla DS a dire che lui il rigore su D’Ambrosio lo avrebbe dato, mentre quello su Icardi non c’era perchè lo stesso giocatore non l’ha richiesto, mi sembra una porcheria.

    Ha detto testualmente che Icardi aveva reclamato il calcio d’angolo, non il rigore…

    Mentono sapendo di mentire.

    Tra l’altro, quel merdoso di Nicchi non ha proferito parola vs Rizzoli, per dire se fosse stato autorizzato per l’intervista sul programma delle Iene. Bah…

    Intanto, le “merde” i 3 punti contro di noi li hanno in classifica alla facciaccia nostra, noi invece qui a leccarci le ferite. Ma se vogliamo dirla tutta, tranne Pioli che glieli ha cantate a Cesari, non ho sentito nessun altro aprire bocca.

    Un ultima cosa, mi hanno inviato una foto che ritrae Rizzoli a Torino durante i festeggiamenti del scudetto delle merde dell’anno scorso.

    Ma di cosa stiamo parlando?

  88. E comunque……questa domenica, dopo tutto il casino che c’è stato…mi aspettavo che gli arbitri “in buonafede” potessero essere un pelo più attenti…
    Risultato: rigore negato al cagliari, rigore negato a noi, rigore inventato per la nostra più diretta concorrente….

    Sarà sempre un caso??

  89. Corso46, leggi sotto come si muove la Piovra bianconera:

    Giovanni Agnelli e C.S.a.p.a. controlla la RCS MediaGroup SPA che a sua volta controlla la Gazzetta dello Sport.
    Sempre la Giovanni Agnelli e C.S.a.p.a. controlla la EXOR Spa
    La EXOR Spa controlla la Fiat Chrysler e la JUVENTUS F.C.
    La Fiat Chrysler è la Top Sponsor della Federazione Italiana Giuoco Calcio
    e della FIGC, cui fa parte l’Associazione Italiana Arbitri.

    Ma di cosa stiamo parlando?
    Quando mai ci lasceranno vincere qualcosa?
    La destinazione dello scudetto, prima già che inizi il campionato (?!?!) viene deciso a tavolino ed è l’AIA a prendere questo “ingrato” compito.

    Serve altro?

    • guarda che da mesi RCS ha visto l’uscita degli Agnelli e attualmente il presidente e AD e Urbano Cairo, l’editore presidente del Torino….
      X altro nel consiglio di amministrazione c’è anche il “nostro” Tronchetti Provera.

      diciamo che il giornale fa schifo uguale, ma credo che ci voglia tempo x stabilire una nuova linea editoriale sia x il cartaceo che x il web (il sito gazzetta è totalmente in mano a troll vari per i commenti e le news sono titolate e scritte in modo terrificante).

      Non pretendo di tornare ai tempi almeno di Cannavò, ma prossimamente mi aspetto di leggere di sport con una certa qualità (i giornalisti ci sono…) e meno collezioni a fascicoli di Asterix o Dylan Dog che non c’entrano una minchia.

  90. A me piacerebbe capire perché nelle altre società c’è sempre qualcuno che va a parlare e a difendere mediaticamente gli interessi della stessa e dei propri tesserati,

    mentre da noi se non lo fa l’allenatore di turno
    (che, oltre a non essere il suo mestiere, c’è anche il rischio deferimento)

    non lo fa nessuno.

    È già passato tutto in cavalleria, fine, abbiamo vinto con l’Empoli, tutto a posto.
    Così sì che è una pianginata fatta e finita.

    Con la beffa di un comunicato dal sapore di coca cola sgasata.

  91. Ieri ero sinceramente indeciso se andare allo stadio, io, che mi perdo anche a vedere gli esordienti della parrocchia o le partite di terza categoria.
    C’era in calendario una delle mille partite inutili che restano in questo fine campionato (fine nel senso di termine), ma un motivo c’è sempre e si sono visti un paio di lanci millimetrici di 40 metri di Berardi ( che è sempre meno punta e più rifinitore) nonchè il suo cross sul gol.
    Ma la sorpresa inattesa che ha ravvivato la giornata è stato avere sotto la curva, arbitro di porta, Rizzoli.
    Non dico altro.

  92. Musica per le mie orecchie!

  93. “Moviola, all’Inter manca un rigore. Quello per il Cagliari poteva starci”

    Riprendo questo titolo della gazza non per fare polemica, ma indagine sociologia.
    Io da sempre ho amato le scienze esatte, semmai esista l’esattezza, ma qui il discorso ci porterebbe troppo lontano.
    E la prima parte mi sta bene : manca un rigore.
    Non mi piace il poteva starci.
    Quello che mi manca sono i parametri per cui a volte ci può stare e a volte no.

    ps. Ho seguito distrattamente Cagliari -Juventus, ma ad un certo punto ho visto bene un fallo su uno juventino identico (anzi il cagliaritano colpisce la palla più nettamente) a quello di Mandzukic su Icardi.
    Punizione per la Juve.
    Chiedere uniformità di giudizio è chiedere troppo?

  94. Enzo, ma ti rendi conto delle idiozie che scrivi? La Giovanni Agnelli S.p.a. controlla Rcs? Ma dove vivi, su Marte?

    Rcs passa da Rizzoli a Gemina, finanziaria degli Agnelli, nel 1984 e dura fino al 1997. In questo periodo gli Agnelli hanno la maggioranza assoluta: 62%. Poi inizia l’opera di dismissione delle azioni per via della crisi Fiat. Nel 2013 detengono ancora il 20,552%, da maggio 2016 AZZERANO la loro quota.

    Oggi l’azionista di maggioranza è Cairo con il 59,69%, seguito da Mediobanca (9,9%) e Della Valle (7,3%). Non a caso Gramellini è passato dalla Stampa (essa sì di proprietà degli Agnelli) al Corriere.

    Informati prima di scrivere.

  95. Davide, ho solo riportato una notizia che mi hanno inviato via mail.
    Poi, se lo stessa riporta delle inesattezze, non è colpa mia.

    Per quanto riguarda le idiozie, menomale che ci sei tu a fare il solone, così stiamo tutti tranquilli.

    Posto, che sei stato un grandissimo cafone (uso un eufemismo), le mie inesattezze me le potevi fare notare in altro modo.

    Tuttavia, mi scuso per l’errore della notizia sia con gli altri ma, soprattutto con te.

    Ah, dimenticavo, ti ho spedito una cartolina da Marte.

  96. Davide, ti pensavo un po’ più umile ma, vedo non è così.

    Del tuo sermone egemone da coglioncello impenitente fottesega e pontifichi sugli altri pensando di essere depositario della verità assoluta.

    Prendine coscienza e fai un po’ di autocritica.

    Potresti avere una vita migliore.

    Per ora mi fermo qui.

  97. Ieri avevo la connessione ballerina e la compagna particolarmente molesta (ah!! Ecco tutta ‘sta fretta di tornare dopo pranzo dalla montagna..ah!!) per cui non ho potuto seguire il match con la consueta attenzione. Mi spiace dunque privarvi della mia disamina, so che ci tenete. Però qualcosa mi sembra di aver notato: sbaglio o Kondo sta crescendo? La velocità è sempre quella di un paracarro, ma la gestione della palla sembra nettamente migliorata. Sbaglio o Gaglio è un moto perpetuo che viaggia fino al 95mo e in coppia con il francese puo mostrare doti di incursore niente male? Sbaglio o Pinamonti uno come il Barbosino se lo mette in saccoccia?

    • Caro Gus,
      sono quasi totalmente d’accordo con te (semicit……)
      Kondo diciamo che rispetto ad altri tempi risulta “non essere nocivo”, ma x me se arriva un’offerta decente DEVE partire e amen. E’ lento e sempre lo sarà, recupera palloni, ma altrettanti ne perde, non si inserisce, al tiro non esiste, non fa una partita senza essere ammonito x una cazzata (tipo ieri, nel recupero del 1o tempo, con fallo inutile a centrocampo). E’ evidente che beneficia di Gagliardini ma a me sta cosa sembra ancora più grave.
      Gagliardini è talmente fottutamente forte che quasi non ci credo che lo abbiamo preso noi. Come dici tu al 95esimo pressava l’avversario sulla linea di fondo. E quando arriveranno i gol (xché x ora a parte qualche errore, ha avuto contro sfortuna o i soliti portieri che con noi fanno miracoli salvo prenderne 5 alla partita dopo) secondo me ci verranno i calli alle mani x le troppe pippe.
      Pinamonti con impatto sulla gara eccellente. Zero paura, inserimenti, un paio di cross, anche un tiro in porta mi pare.
      Barbosa adesso non credo possa proprio essere utile nemmeno in una squadra di serie B. Il tempo x farlo crescere (non in panchina da noi) c’è, ma non saprei quale allenatore di prenderebbe la briga di svezzarlo facendolo giocare regolarmente. Chi lo vuole dal 1o minuto xché Palacio è vecchio e lui è giovane, probabilmente rimpiange i fenomeni come Destro & C.

  98. Enzo ha riportato la situazione anteCairo; bene averci edotto della situazione corrente, ma sui modi sto con Enzo_

  99. Le condivido tutte, ahimé anche la consorte cagacazzi quando gioca l’inter, ma sui ragazzini rimanderei ogni considerazione a quando disporremo di un campione statistico credibile.

    Pina sembra piu formato, ma forse un po’ meno tecnico. Barbosa è tutto da formare come giocatore, ma pare uno cui è diffcile portare via la palla.

  100. Non so se nel post di Enzo ci siano inesattezze, ma di sicuro vi è che in qualche modo la Fiat controlla L’AIA. Questo dato di fatto è più che sufficiente per non ritenere credibile il campionato italiano di calcio.

    • La finalità del mio post (anche se purtroppo con qualche inesattezza), voleva essere proprio questa,ossia: la Fiat controlla L’AIA.

  101. quello che non è cambiato è il fatto che per la gazzetta i lettori juventini hanno un peso, quelli interisti un altro, ma sono semplici logiche di mercato, i grafici sono grafici

    capisco poi che l’isteria alla lunga possa dare fastidio, specie quando sono faccende di pubblico dominio e non certo riservate agli addetti ai lavori

  102. Finora ho sempre letto i suoi post, come del resto quelli degli altri.
    Da oggi vorrà dire che userò la famosa rotellina.

    Comunque, grazie.

  103. Corso, Rizzoli era a 10 metri e secondo me aveva i tappi nelle orecchie, gli è stato detto un pò di tutto.
    Da parte mia ho ribadito il concetto di Perisic : SEI SCARSO !!

    Per Kondo debbo dire che mi ha influenzato molto mio figlio che sostiene che l’Inter non ha avuto ultimamente allenatori che allenano, nel senso vero e fisico del termine.
    Sarà stata anche la possibilità di vedere da vicino, quasi quotidianamente, un allenatore far diventare quasi un calciatore, Zaza.

  104. l’Inter non ha avuto ultimamente allenatori che allenano, nel senso vero e fisico del termine.
    ____________________

    Straquoto.
    Soprattutto uno.

  105. Un giorno un galantuomo mi disse:

    “L’informazione è fatta dal regime, la controinformazione dai giornalisti slegati dal potere”.

    In questa frase sono raccolti 70 anni di giornalismo della nostra Repubblica. Quel galantuomo era Montanelli e furono i 5 minuti più importanti della mia vita.

    Si fa in fretta a dire che Tizio è disonesto o Caio è una PI. Poi si entra in una redazione e si scopre che non è che tu abbia molta libertà. La linea editoriale te la detta chi controlla il giornale (tradotto: chi detiene le quote di maggioranza e chi compra gli spazi pubblicitari). E allora capisci che o diventi quello che alcuni di voi chiamano PI oppure apri PIVA e fai il free-lance. Non hai alternative.

    Parliamo di logiche di mercato: pensate che Fca abbia bisogno di comprarsi Rcs per controllare la stampa? Chi sono i maggiori inserzionisti? Sono essenzialmente 3:

    Case automobilistiche
    Supermercati
    Gestori telefonici

    Insieme fanno il 90% degli introiti pubblicitari di un giornale di tiratura nazionale.

    Marco Bernardini (se non sapete chi è basta che digitate il suo nome) scrisse tempo fa un libro sulla morte di Edoardo Agnelli. Vittorio Feltri lo trovò molto interessante, ma dovette rispondergli in questo modo:

    “Non posso pubblicati la recensione perché sennò la Fiat mi toglie la pubblicità da Libero”.

    Fine prima parte

  106. Capitolo giornalisti.

    Fare il giornalista significa camminare sul filo di un rasoio. Da una parte hai la linea editoriale (cioè chi ti paga lo stipendio). Dall’altra i tuoi lettori, che spesso sono contro suddetta linea. Che fai? Cerchi di non scontentare nessuno dicendo banali ovvietà. Oppure racconti falsità cavalcando il sentire popolare. Io ammetto di aver fatto la prima, la seconda mai.

    Ieri l’altro era comparso su questo Blog un commento che mi ha fatto riflettere e che era una critica a Settore. Non ricordo le esatte parole, ma il senso sì.

    “Caro Settore, hai pubblicato due post in cui affermavi in modo educato e moderato che se l’Inter aveva perso a Torino non era tanto per gli errori arbitrali, ma perché le mancava qualcosa in termini tecnici e di carattere. Poi si è scatenata una rivolta sul tuo blog e hai dovuto correggere il tiro scrivendo questo componimento in quartine. Cioè hai fatto il Renzo della situazione per riconquistare consenso.”

    Questo mi ha fatto pensare a tutti i giornalisti che, fatte le debite proporzioni, a Roma o Napoli o Bergamo (ebbene sì, anche nel Nord) non possono scrivere quello che vorrebbero perché sennò si trovano gli ultras ad aspettarli sotto casa.

    E questo ci porta a considerare il giornalista come un politico di bassa estrazione.

    Chi fa controinformazione come i Saviano o Travaglio non solo non si scusa, ma rincara la dose. Infatti se ne contano meno che sulle dita di una mano.

    E questo mi porta alla seconda è ultima frase del grande Montanelli:

    “Ma se vuoi fare controinformazione sappi che di merda ne mangerai parecchia”.

    Fine seconda parte

  107. Sì, se non fosse che a me tifoso di tutte ste beghe frega meno di zero.

    Mi spiace, ma se il tifoso interista non viene rispettato dai media, non capisco perché io debba essere comprensivo nei confronti del perché e del percome la comunicazione non è clemente con la mia squadra.
    Anche perché, ci tengo a ribadirlo una volta di più, caso mai non arrivasse abbastanza forte e chiaro:

    non sono affari miei, non voglio che lo diventino e non intendo concedere alibi ed attenuanti.

    Fino a prova contraria,
    io tifoso appassionato (per amore della precisione, non pretendo affatto che tale passione venga capita e rispettata, eh) difendo tutte quelle spese che si sostengono per seguire la propria squadra dall’euro e mezzo del quotidiano,

    alla pay tv, ai canoni e a tutti gli annessi e connessi, e in quanto cliente pretendo di essere trattato alla stessa maniera del tifoso juventino o milanista, anche perché, mi si corregga se sbaglio, non mi pare che i prezzi siano differenziati tra i sostenitori di diversa fede.

    Tutto il resto, le inserzioni pubblicitarie, le partecipazioni azionarie e i gruppi che le controllano,

    da un orecchio mi entrano e dall’altro mi escono, senza manco fare il giro.

  108. E, visto che ho letto solo ora la seconda parte:
    la passione da tifoso di cui parlo è distante anni luce dai comportamenti degli ultras e le intimidazioni che possono compiere.

    Personalmente non li ritengo tifosi, mai messo piede in una curva. Anzi credo che siano i primi nemici dei tifosi veri, sani ed appassionati e certi comportamenti, come quello di andare ad aspettare il calciatore piuttosto che il presidente o il giornalista,

    mi fanno solo tristezza e rabbia.

  109. Capitolo tifosi.

    E qui entriamo in una parte raccapricciante ma tutto sommato divertente.

    Mi ricordo una puntata di 90° minuto condotta dalla Ferrari. In studio con lei Ormezzano, Bezzi e in altro che non ricordo. Arrivò come un fulmine a ciel sereno la notizia della scomparsa di Chinaglia. Tutti in studio si affrettarono a dire che era “un uomo buono”, testuali parole. Non un campione o un signor giocatore, ma “un uomo buono”. Perché? Il ‘buon’ Chinaglia nel 1986 entrò nel capitale sociale della SS. Lazio tramite una finanziaria nella quale c’erano anche i soldi dei Casalesi. Mandato di cattura internazionale nei suoi confronti e fuga in America per evitare l’arresto.
    Avrei proprio voluto godermi la Ferrari parlare del ‘mafioso’ Chinaglia. Mi sarei fatto due risate. Anche perché dopo devi fare i conti col tifo organizzato e se a Roma ci vivi è meglio se tieni il profilo basso.

    Siete scontenti di come i media trattano la vostra squadra? Benissimo: ignorate quei media, non comprate più giornali e non fate la paytv.
    Come? Oggi hai comprato la Gazzetta e hai rinnovato Sky? Beh allora lasciati dire che i media fanno bene a prenderti per il culo. Sputtanano la tua squadra e tu compri i loro giornali e i loro prodotti. E allora lasciati dire che sei un coglione.

    Ma dopotutto è giusto così. Così dopo aver pagato per un prodotto che detesti puoi venirti a lamentare su uno spazio interattivo o al bar con gli amici, ben sapendo che domani comprerai ugualmente la Gazza e guarderai il canale 123 come ogni santo giorno, poi tornerai a cristonare dicendo che vorresti cambiare il mondo e mandi affanculo il potere, che intanto si lecca le dita sfogliando le banconote che tu gli hai lasciato. I tuoi amici al bar, ubriachi quanto te, ti applaudono e ti rispondono che anche loro vorrebbero che il mondo girasse in modo diverso, tu ti senti rinfrancato e torni a casa con l’uccello diritto. E poi il giorno dopo ti svegli e vai a comperare la Gazza, in un eterno ciclo di presunta figaggine da tifoso medio frustrato.

    Fine parte terza. Per ora.

    • Questa parte non è riferita a nessuno. Il tifoso medio è ognuno di noi, chi più chi meno siamo tutti corresponsabili.

      Mussolini ha fatto un mucchio di cazzate, ma una cosa giusta l’ha detta:

      “Governare gli italiani non è difficile. È inutile”.

  110. Davide, ora le stai sparando grosse:

    fammi capire, come dovrei vederla la mia squadra? Ok, quelle interne allo stadio
    (io che posso, ma chi vive in Sicilia come fa? No, per sapere)

    e quelle esterne? E comunque il calcio in genere come lo seguo (il tifoso appassionato ma non fanatico vede anche le altre partite, perché segue il calcio, tutto)?

    I canali sono quelli, non è che si può fare diversamente.

    • ci sono altri mezzi, il cui principale beneficio è quello di evitarsi caressa e gli altri cocainomani e senza nemmeno dover pagare un sovrapprezzo

      ovviamente non parlo di roba ascatti dal congo belga, ma la stessa qualità che può essere vista su televisori grossi e per la quale basta una connessione appena decente

      che poi questi son dettagli, se è tutto falso, se è tutto finto, uno con la schiena dritta il pallone non lo guarderebbe manco aggratis, ad esempio, la buffonata dell’ItalRugby a 50 punti di scarto a partita, riempiti di soldi per farsi riempire di schiaffi senza costruire mai nulla, mica me l’ha ordinato il medico, godetevi voi lo spettacolare terzo tempo e l’innata simpatia del 99% di quelli che vanno all’Olimpico con la faccia pittata, ma se gli chiedi di spiegarti il fuorigioco va in leggerissima difficoltà

      anzi, e qui chiudo, se la mia squadra avesse la schiena dritta come me tifoso integerrimo, questa roba falsa e finta e collusa la lascerebbe giocare a loro, tanto ad andare in trasferta a Lugano si fa prima che arrivare a Crotone

    • Non le sta sparando grosse, è la santa verità.
      Semplicemente se non li guardi e disdici in forma massiva sopportando qualche mese (non più di uno o due se veramente lo si facesse in tanti) cambierebbero radicalmente il modo di lavorare.
      Conta solo una cosa, e purtroppo in questo caso non è l’Inter, e sono
      I SOLDI.
      Toccale le tasche e li mandi in crisi.

  111. “I canali sono quelli, non è che si può fare diversamente”. Dai sù, certo che si può. Nessuno di noi lo fa, è chiaro chiarissimo. Beninteso io me ne guardo bene, giuro sui figli del mio vicino di skylift di sabato pomeriggio. Ma c’è quella roba chiamata streaming illegale. L’ho detto. Non si fa! Non si fa!

  112. Aldilà del discorso “legalità”, in cui non entro,

    onestamente, non si può vedere una partita in quelle condizioni.

  113. Scusa ma che cazzo di ragionamenti sono? Come dire: ci sono queste cose, funziona così etc etc ed io devo stare zitto e subire senza neppure avere la possibilità di dire la mia sulla mondezza che vedo? Le cose brutte vanno fatte notare sempre e comunque ci mancherebbe, diversamente non sarebbe uscita neppure Calciopoli……..Il tuo ragionamento Davide è quello che del resto ha portato il revisionismo su Calciopoli, con il tentativo di far passare le vittime da colpevoli.

  114. Secondo me, più che crollare la quota di diritti tv pagati all’Inter non succederebbe.
    Anche perché tutti sti partigiani poi si ridurrebbero a vedere la partita al bar, figuriamoci.

    Quindi siamo sempre là.

    Con sti scioperi non si va da nessuna parte, se non indietro.
    Il quotidiano non lo compri, ma lo clicchi, e son soldi anche quelli, che credete.

    La soluzione VERA sarebbe un canale monotematico autonomo e indipendente e appartenente ad Internazionale FC (o alla di cui proprietà).

  115. Caro Davide, o chiunque tu sia, apprezzo sinceramente il tuo confessare lo stato dell’arte del giornalismo (solo italiano?). Lo fai con un nome forse fittizio, sicuramente non identificabile: il tuo “malessere” è per questo più sincero. Ed è qui il problema: noi tutti sappiamo che molti giornalisti “tengono famiglia”, e non solo: sappiamo anche che vedono il mondo con gli occhiali gentilmente concessi dai loro padroni, tranne le rare eccezioni parzialmente da te citate. Lo sappiamo e lo gridiamo ogni giorno. Vale per la politica, per i giornali di partito e per i giornali di “politica calcistica”, anch’essi veri e propri organi di partito. Il problema è che questi signori, specialmente molti dei cosiddetti giornalisti “sportivi” fingono che non sia così: si ergono a soloni, a giudici super partes e mai ammettono: ho un regime di vita elevato, una famiglia da mantenere, e, nei casi più fortunati, un’amichetta, sono iscritto all’Albo (siamo un paese che ha la Costituzione che dichiara che è tutelata la libertà di stampa, ma solo se si è iscritti ad un Albo), e scrivo, male che vada, per non infastidire il mio editore palese, occulto o potenziale. Lo sappiamo che è così, lo diciamo sempre, e molti di questi tirapiedi danno il megafono ammiccante a chi ci da’ dei “piangina”, solo perché mostriamo il marcio che tutti vedono. Non vale per tutti, intendiamoci, ma la realtà media del giornalista medio l’hai scritta tu, non io. Comunque: se uno ha le vertigini non fa il pilota d’aereo: è per questo che le loro (spero non anche le tue) parole non decollano mai, tranne che sui cieli di merda di questo paese.

  116. x altro nei fai 5 e va bene, ma poi te ne ciucci 3 in casa dal pescara… che prima di ieri fuori casa aveva fatto 10 reti…

    cmq ho corretto Enzo anche io, spero senza polemica e senza voler insegnare nulla a nessuno altrimenti mi scuso

  117. La verità è che siamo una generazione ( a partire dai 50 in giù ) di disincantati che non ha più la voglia, la forza e le palle (diciamocelo anche noi non solo ai giocatori) di lottare che hanno avuto in passato i nostri genitori negli anni della rivalsa dei diritti dei cittadini e/o operai impiegati pubblico etc etc.
    Con il nostro fatalismo abbiamo perduto anni di conquiste costati sudori e dolori , a tutti i livelli, passando dalle cose serie come il lavoro al faceto degli svaghi.
    Certo noi argomentiamo bene, usiamo la lingua, mentre i nostri genitori avevano calli nelle mani e sapevano tenere i barotti in mano come noi oggi la tastiera del pc. Ma al lato pratico mi pare di capire che ci abbiamo perso noi.
    E non sto parlando di politica, ma di carattere, non sviamo sul semplice.

    • io credo che invece sia in atto un processo di radicalizzazione della ricchezza in mano sempre piu’ a poche persone; nel tentativo di accontentare questi, la conseguenza e’ maggiore disparita’ di trattamento per tutti gli altri. Prima di sconfinare nella politica, chiudo.

    • dalle mie parti si dice “la tèra l’è basa”

      (la terra è bassa=è faticoso piegarsi per coltivarla)

      che spiega in 3 parole perché sia stato meglio comunque rinchiudersi in fonderia a respirare coke piuttosto che tagliare la mèlga in mezzo ai grilli e alle cicale

      infatti sono ben lungi anche dall’appoggiare la crociata dei microcriminali delle curve contro un “calcio moderno” che all’atto pratico è tale perché tende a vietare le spranghe e i coltelli dentro agli stadi come si usava ai bei tempi andati

      quello che contesto è starnazzare come oche sul replay

      (clandestino, tra l’altro)

      incazzarsi quando il capo degli arbitri vai in tv a dirti che te la devi metter via,
      ma no, a sky

      (che racconta la juventus agli animali che la tifano manco fosse uno speciale di Buffa)

      no, a quello non rinuncio, perché sennò come lo guardo questo spettacolo

      (farlocco in mano ai collusi dove i danneggiati sono sempre i soliti ecc ecc)

      è un po’ una morale a corrente alternata, ecco

  118. ma non mi caga mai nessuno.
    almeno ditemi se scrivo cazzate o sono di troppo.
    grazie

    • A me piaci.

    • mica vero, molto di quello che dici viene ripreso da altri, anche se non ti nominano esplicitamente_

      per dire a me ha fatto piacere che la pensiamo alla stessa maniera su Kong, anche non te l”ho detto;

    • Ehi matley, le logiche dei blog hanno loro meccanismi. Qui dentro c’è gente che si “frequenta” da una decade e tende nel poco tempo che magari ha a disposizione a riferirsi a user noti…Non pensare che se non ricevi feedback immediati non “ti si caghi”. Dai retta a me, scrivi senza crucciarti troppo che la community ha bisogno di new entries…

    • anche se

    • matley76
      febbraio 13, 2017 a 5:09 pm

      Tutto ok, matley

      Ciao

  119. Matley

    FA QUALCOSAAAAAAAAA

    (cit.)

  120. @gobbobuono

    se 6 gobbo (seppure buono) vedi di levarti di torno.
    se ti piaccio in altro senso, vedi di levarti di torno.

  121. grazie mi stavo deprimendo

    @tagnin
    credo che tu abbia citato Indiana Jones ma che c’entra?

  122. Tagnin se ne frega di Indiana Jones, ma ha perso la testa per PenelopePizzo, ha ricomprato l’auto dai fratelli Slag (o slam) e, balzellon balzelloni, colleziona insetti scoppiettanti..
    In seconda ipotesi odia le poste e usa piccioni viaggiatori_

    • ah ah ah ho tutti gli episodi della corsa più pazza del mondo…
      il cane è muttley ma il mio nick da 25 anni (almeno) e matley xché si mescola col mio nome vero…. ah ah ah

      la figa era penelope pitstop…..

      @tagnin
      scusa, sonon stato disattento ma anche in indy c’era una donna simile a quella della corsa più pazza del mondo

      cmq ci hai azzeccato!!!

    • esatto, non avevo visto sotto

  123. scusate poi non vi rompo più. ma l’iconcina a sx come si fa a impostare?

  124. dopo ere realizzo che si chiama Penelope PitStop!

  125. Ma qui la morale c’entra poco.
    È un discorso molto pragmatico, invece.

    Volendo risalire la corrente: a chi ha ceduto i diritti l’Inter? A determinati media (sì, sto semplificando, ma la sostanza quella è).
    Quindi, io interista, se voglio vedere la mia squadra cosa devo fare? Vederla su quei mezzi.
    Se, per assurdo, telefonassi alla società per sapere cosa si debba fare per vedere una partita dell’Inter, immagino che mi risponderebbero di andare allo stadio o, in alternativa, di vederla su quei media a cui hanno ceduto i diritti (Sky e Mediaset).

    Il resto sono espedienti e sotterfugi.

    Quindi la terra non è bassa per me, sicuramente.

    Cosa ci sia di morale alternata, poi, a protestare se questi media maltrattano la squadra da cui hanno comprato i diritti, mancando di rispetto alla società stessa e quindi ai tifosi che sottoscrivono abbonamenti alle paytv per vedere la propria squadra.

    E, altrettanto, cosa ci sia di poco comprensibile a criticare la società che non si fa sentire nei confronti di questi media verso i quali ha, di fatto, ceduto i diritti, obbligando di conseguenza i tifosi a utilizzare quei canali.

    A me sembra un ragionamento lineare.

  126. matley, devi iscriverti a una cosa che mi pare si chiami Gravatar

  127. Ognuno si comporta come meglio crede.
    Personalmente, non compro più la Gazza dal luglio 2011 (quando con un editoriale dell’attuale direttore ci fu “tolto lo scudetto 2006”, di fatto “revocato dalla storia” scrisse).
    Quindi, per me il giornale poteva e può chiudere.
    Tutti gli altri giornali sportivi è stato più semplice: non li compravo già da prima.
    Mediaset. Nda, nisba, nulla, ovo, zero!
    Sky. Qui c’è la nota più dolente. Non decido solo per me, ho una moglie e due figlie. Ho fatto un compromesso: via Sky Sport e Sky calcio (e ammennicoli vari). Con riluttanza, perché mi perdo il tennis ed altri sport che amo.
    Ma di certe telecronache non ne potevo più e mettere su Scarpini, era un rimedio minimo, non una soluzione.
    Come consumatore, potevo decidere ed ho deciso.
    Certo, se 200.000 interisti facessero questo, la situazione cambierebbe di sicuro.
    Ma non lo fanno neppure 200.
    Salvo poi lamentarsi di Gazzetta e Sky. Che sia la sindrome di Stoccolma? :-)))
    Ognuno, come detto, faccia ciò che preferisce. Con quello che risparmio, mi pago l’abbonamento a San Siro (da tre anni). Viaggi esclusi… ma non si può avere tutto…

    • Appena fatto e non crederai, appena arrivata telefonata del servizio qualità sky che mi chiede perché…goduria

  128. grazie x l’icona…….
    e intanto milan sotto, ma forse un X sarebbe meglio x noi direi

    io ho premium. guardo le partite con l’audio di recalcati e i film sono ottimi.
    poi xò non guardo i post partita. le scenette di cesari me le vedo con calma sul tubo

  129. @mau

    io ho tolto sky a suo tempo x un solo motivo: sto in un posto dove ogni santo inverno il vento danneggia o la parabola o il cavo. va quindi chiamato un antennista che vada sul tetto, raggiungibile da una botola, del condominio.
    inoltre in caso di forte maltempo saltava il canale.
    quindi ho disdetto e ho fatto premium ma nonostante abbia spiegato ogni volta che non ero insoddisfatto ma che il motivo era ambientale mi hanno chiamato 4 volte prima di arrendersi.
    io avevo questo motivo, ma sappi che ti richiameranno prostituendosi con mesi a gratis pur di non perderti. vedi tu….

  130. ricordati che gli dovrai portare decoder e cavi a un centro autorizzato vicino a te, a meno che non ti scrivano il contrario

  131. per l’avatar ci diede la dritta GiardineroCruz qualche mese fa, mi pare: io feci un gran casino e solo dopo tante prove uscì il mio Mazzolino

  132. @matley

    E’ vero, per la nostra classifica un pari sarebbe il risultato migliore ma…..i gonzi degl’itagliani che resta dietro a 5 punti….non ha prezzo!

    iuve melda

    • beh ovvio ma intanto guardo a noi. poi se proprio devo scegliere ma anche la lazio ultimamente non è che mi stia simpaticona eh…..

  133. Infatti, antipatica alquanto…….e pari di Souzo……zz!

  134. chi voleva il pari è stato accontentato

  135. Non me lo ricordavo così pippa, Immobile.

  136. con quella maglie color merda ci stanno proprio bene: nel finale comunque i cugini hanno giocato bene_ La Lazio doveva chiuderla prima_

  137. va beh….. ma altro pareggio nel finale dei gonzi

  138. cmq fanculo, loro a -4 e lazio a -2, va ben dai!!!
    fioi, altrimenti la lazio chi sorpassava eh!!!

  139. (intendevo in caso di vittoria lazio, x chi voleva la sconfitta del Bilan)

    x stasera vi ho rotto abbastanza.

    saludos amigos, e FORZA INTER SEMPRE.

  140. Settoriani!,
    dei quotodiani nazionali abbiamo detto, sky e mediaset anche peggio, Moggi e i suoi adepti continuano a imperversare su tv e radio minori_

    Parlando delle p.i. a noi note, ho pensato che già c’è una fonte di informazione più potente, più letta e piu’ libera: Wikipedia!
    Pertanto sono andato alla voce stagione 1997_98, la madre di tutte le ladrate, che mi pare bianconera orientata, per fare le dovute precisazioni_
    Ebbene, gli juventini sono di maggior numero anche tra i censori di wikipedia, ed hanno cancellato i miei emendamenti, anche con una certa boria_

    Ora passi per tutta la mia retorica sulle palle entrate di mezzo metro, che non fu solo il rigore a fare scandalo ma tutta una annata, eccettera_
    Mi (e ci) basterebbe che comparisse questo inciso, con tanto di fonte:

    Le polemiche riguardo al discusso campionato 1997-’98 non si sono mai sopite del tutto, talche’ a distanza di quasi vent’anni l’ex Presidente della FIGC Franco Carraro ebbe a dire che quel campionato fu falsato a favore della Juventus (http://www.panorama.it/sport/calcio/carraro-campionato-1998-falsato-juventus-iuliano-ronaldo-rigore-moggi/).

    Mi aiutate?

    • Aca volentieri ma wiki riporta fatti acclarati e non può assolutamente diventare un “contenitore di pareri” né x quanto riguarda l’Inter né x quanto riguarda qualsiasi altro argomento.
      Il virgolettato di Carraro, personaggio x altro non proprio immacolato, con un “mi sembra che” dettato 20 anni dopo a Panorama non mi pare che muova in modo ulteriore il mare di merda bianconera.
      Anche se mi piacerebbe.
      Guarda al futuro. Se va avanti così avremo la versione 2.0 di Calciopoli.
      La cosa è tanto più probabile nel caso in cui i gobbacci schifosi non riescano a portare in “porto” (cazzo, questa è finissima ragazzi…) la loro ossessione CL o il triplete.
      Gufiamo con Sector e se escono con i portoghesi ne vedremo delle belle.

      buonanotte.

  141. ok, ma non è un parere, è una dichiarazione mai smentita!

  142. sto “mi sembra che” non lo vedo: e mi hai fatto pure rileggere il nome di quel verme di Baldas, che poi fu riciclato a fare le moviole a comando_