Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Znedek Pioli

hamsik

8 gol fatti e 10 subiti in quattro partite: il bilancio di Pioli sarebbe da analizzare con una certa drammaticità se non fosse che neanche Kim Jong-Il si sentirebbe in animo di scaricargli addosso tutte le colpe. Il primo gol subito a Napoli spiega bene la situazione dell’Inter odierna: anche al primo minuto di gioco, a difesa schierata e a passaggi telefonati noi prendiamo gol, e allora non c’è speranza, nè è lecito nutrirla a breve termine. Sì, il supplizio (oltre che a noi) tocca in questo momento a Pioli, ma anche il colonnello Lobanowski non saprebbe spremere niente di più da una squadra impanicata dietro, sperduta in mezzo e facilona davanti. 8 gol fatti e 10 subiti: tanto valeva allora prendere Zeman, che al un discreto alibi: meno in conferenza stampa ci si divertiva di più.

Pioli ha un discreto alibi: oltre ad essere arrivato nel momento più moralmente imbarazzante degli ultimi decenni – giocatori con un tasso di garra che al confronto una suora orsolina è Valentina Nappi – ha visto durare 20 minuti il suo esperimento più azzeccato e probabilmente decisivo, cioè l’arretramento di Medel in difesa così da togliere quel tizio con la brillantina e aprire un’opzione in più a centrocampo e mettere chiunque. Ecco, questa è oggettivamente sfiga e il povero Pioli avrà sicuramente capito che razza di calvario – ben pagato, per carità – lo aspetta da qui a maggio se il suo uovo di Colombo si è rotto subito. Poi ha recuperato Brozo, ci sta provando con Kondo.

Sul resto, però, anche il piccolo Znedek ci ha messo del suo. Che è un po’ come accedere un cerino dentro una santabarbara: la situazione tecnico-psicopatologico-esistenzial-agonistico dell’Inter è oggi un immenso casino e tu, allenatore di medie capacità, qualche certezza la devi dare ai tuoi cerbiattoni che oggi andrebbero in crisi anche a palla-asino. Pioli ci ha provato – ci sta provando – ma non è facile, il materiale umano è di pessima qualità. Una volta a scuola quelli che andavano maluccio giocavano bene a pallone: oggi, all’Inter, quelli che giocano a pallone non ci capiscono più un cazzo. Ed è un problema serio, per una squadra di calcio.

Pioli si è trovato una squadra mezza sgretolata e adesso mi sembra di vederlo, il piccolo Znedek, girare sulle macerie con la sua ruspa in cerca di qualche superstite. Ma al momento della cacciata di De Boer qualche pilone era ancora in piedi, mentre ora si ha la netta impressione che nella foga di ricostruire Pioli stia facendo qualche danno: Banega e Joao Mario, per esempio, che prima andavano a sbalzi, adesso fanno cagare all’unisono e non è una bella cosa. Sembrano persi. Banega forse non lo abbiamo ancora visto davvero, ma certi sprazzi di Joao Mario sono ancora freschi nella memoria dei nostri poveri cervelli. Adesso sembra suo fratello, Pierao Mario, un centrocampista senza nè arte nè parte. Urgerebbe recuperarli. Almeno uno, santa madonna. Kondo, credo, lo stanno facendo giocare per dimostrare che è vivo prima di metterlo sul mercato: lui si è riguadagnato una chance vorrebbe anche mettercela tutta, ma perchè poi?

Sulla difesa non ci sono più parole. Se la prendi d’infilata, segni. Se la fai schierare, segni. Cioè: segni sempre. I centrali ballano, i laterali non so, non c’è un verbo adatto anche non richiami il sesso passivo. Un piccolo punto di orgoglio per il piccolo Znedek è che i 10 gol subiti nelle 4 sue partite sono arrivati tutti su azione: beh, son soddisfazioni. Mancano ancora tre giornate alle vacanze di Natale. La cosa non tranquillizza: di solito, dopo le vacanze andiamo anche peggio. Per fortuna ci sarà il mercato di gennaio. E, servirà soprattutto a vendere, ma sarà già un bel risultato: non vedere più alcune facce, quali che siano, sarà un piccolo grande passo verso un’Inter migliore. Vai piccolo Znedek, per vincere – ormai è chiaro – dobbiamo segnarne almeno quattro: oh, non è mica facile, però vuoi mettere?

nappi

(nella foto, Valentina Nappi. O preferivate Joao Mario?)

share on facebook share on twitter

221 commenti

  1. Primo….ahahah

  2. Che poi le nostre occasioncelle le abbiamo avute, per carità…. ma cazzo, che fatica! Quelli arrivavano e tiravano con disarmante facilità, noi un culo così per creare qualcosa nei sedici metri. Purtroppo non gira e non rigira, quando non vuol entrare non ci son cazzi. Naturalmente, tutto questo al netto dei nostri ferri da stiro sparsi per il campo…

  3. Io a inizio stagione lo dissi senza mezze misure: due terzi della squadra fa cagare e non è da Inter. Non abbiamo che 7-8 titolari… e non possono giocare sempre e bene. Per questo dovrebbero esistere delle riserve di spessore. Che noi, ahimè, non abbiamo assolutamente! La squadra è stata costruita oggettivamente male e poi gestita peggio dalla società e dalla dirigenza.

    Cioè quando vedi che i terzini fanno TUTTI pena, un solo centrale semi decente, un solo centrocampista che sa fare interdizione (che in nazionale gioca in difesa è che adesso per l’appunto è infortunato…), un solo attaccante che segna, ali che non possono farti sempre la partita della vita, nessuno che sappia fare un cross decente… che ca##* di obiettivi puoi avere con una squadra così?

    Stasera abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione che la verità è molto, molto crudele: siamo scarsi. La rosa è obiettivamente mediocre in ogni reparto. Non è possibile porsi obiettivi superiori ad una dignitosa salvezza e nessun allenatore al mondo potrebbe cambiare tutto ciò. Quindi mettiamoci l’anima in pace e speriamo che le nostre “maglie vuote” vengano riempite da veri campioni da Inter nella prossima stagione.

  4. Comunque, è Zdenek!;)

  5. poco da dire,, il Napoli è stato fenomenale a giocare bene nonostante manchi la punta centrale, l’Inter forse dovrebbe far giocare di più Miangue, Gnoukuri e Gabigol che non credo possano fare più male di Ansaldi, Kondogbia e Banega ma almeno fai crescere dei giovani per il futuro e salvi il salvabile (semmai ci fosse da salvare qualcosa)

  6. Non per tornare al solito ritornello ma il napoli ribaltata l’azione in pochi istanti era nella ns area. In soldoni correvano il dopio di noi. Non sono un allenatore ma se i miei arrivano secondi sul pallone andiamo poco lontano. Oltre tutto manca la voglia. Questi hanno già mollato. Quoto Angiletto e mi ripeto dal dopo chievo: pensiamo a salvarci.

    • Se fosse solo una questione di condizione fisica, li cacci tutti i ritiro, li fai correre dalla mattina alla sera, per 2/3 domeniche saranno tutti fermi perchè imballati ( ora lo sono tutte le domeniche) per poi iniziare progressivamente a correre il doppio degli altri (se ne hanno voglia).

  7. Valentina Nappi sicuramente meglio, ma di tutta la rosa. Alle schiappe aggiungerei l’attuale dirigenza che ha fatto il mercato estivo: i limiti della difesa li conoscevamo dall’orribile girone di ritorno della scorsa stagione, ma stanno ancora tutti lì. Basta ricordare il cross perfetto di D’Ambrosio a Bonucci, per esempio. Anche il campionato di Melo potrebbe essere un esempio. Auguri a Pioli ed ai cinesi….

  8. Ora sono davvero preoccupato per la classifica, non vorrei ritornare all’incubo del 94. Anche perché non abbiamo più uno come Berti.

    • Questo problema sarebbe reale se in campionato ci fossero 16 squadre. La mediocrità generale e la presenza di 20 squadre di cui 2 o 3 imbarazzanti più della nostra ci consentirà di raggiungere la quota salvezza che questo anno sarà di 36 o al massimo 37 punti.

  9. A mali estremi, estremi rimedi.
    Genoa SASSUOLO Lazio UDINESE (in maiuscolo le partite in trasferta).
    Sono sufficienti 4 punti: una vittoria ed un pareggio.
    Giriamo a 25 punti. Così chi parla di retrocessione la smette. Perché i giocatori saranno anche scarsi, ma piagnucolare e rendersi ridicoli con affermazioni ridicole, credo sia poco salubre.
    A gennaio ci sarà il mercato di riparazione. Via 10 giocatori scarsi (si trovano facilmente a questo punto), dentro 4 giocatori forti.
    Faccio notare che la fragilità difensiva è venuta fuori con Pioli, ma DOPO che Medel si è rotto.
    Il discorso è semplice. Troppi smidollati, Medel era l’unico con la garra e lo sappiamo bene: basta un giocatore davvero carismatico per dare sicurezza agli altri. Inoltre Medel era l’unico che davvero sapeva recuperare palloni.
    Non è un caso, secondo, me che in sua assenza, si stiano prendendo così tanti gol.
    In queste partite: dentro Senna, Gnoukouri e Gabigol. Dobbiamo valutare se sono da tenere oppure no. Quale migliore occasione di questa? Ma proverei anche un paio di difensori della primavera: Mattioli e Gravillon.

  10. Concordo poi sul fatto che è ora di dar spazio a qualche giovane della primavera per valutare il reale valore e far fare esperienza, ma tanto da noi non succederà e continueranno a prenderci per il culo sia i nostri dirigenti parlando di possibile qualificazione c.l. sia gli allenatori avversari dicendo che quando Pioli metterà la squadra a regime saremo molto forti…..

  11. La nostra squadra va paragonata ad una mediocre classe di scuola media superiore.
    Ci sono numerosi alunni che si applicano ma purtroppo non ce la fanno: accanirsi contro di loro è inutile. Di più non possono fare. Tra questi metto i vari D’Ambrosio, Ranocchia, Nagatomo, Santon, Ansaldi….
    Poi ci sono quelli che fanno il loro sufficiente lavorino, ma visti gli altri di cui sopra, si credono di essere fenomeni pur essendo solo appena decenti . Penso Candreva, Handanovic ed Icardi che è anche il “protetto ” di qualche professore…..
    Ed infine ci sono quelli che hanno delle qualità ma a forza di stare insieme agli altri della classe le stanno perdendo. Perisic, Joao Mario e Brozovic.
    Ed infine ci sono i dirigenti ovvero i professori che per un motivo o per un altro valgono davvero poco…..ed il valore della classe li rispecchia fedelmente

  12. Questa società è MARCIA, mettiamoci l’animo in pace. Lo sono i dirigenti, specialmente quelli della vecchia gestione, che non paghi dei sfracelli che han combinato, se ne escono dicendo: ” Messi all’ inter non si sa mai .. in futuro”. Lo sono i giocatori, che l’unica emozione che riescono a provare è quando vedono la ricevuta dell’avvenuto pagamento dello stipendio a fine mese. Il centro Appiano Gentile deve essere bonificato, ci deve essere nascosta della kryptonite, messa da qualche dipendente infedele che tifa i gobbi. Perchè non può essere che qualsiasi nuovo acquisto arriva in pompa magna, ci illude con prestazioni super le prime due partite e poi l’oblio più totale. Oramai gennaio è alle porte, bisogna sfoltire la rosa, considerato che i cinesi non hanno neanche tutti questi problemi di liquidità, non serve vendere, possiamo anche regalarli, purchè se ne vadano fuori dai …. Non si può continuare ad illuderci di averli recuperati ( vedi Ranocchia o D’Ambrosio) ogni qualvolta indovinano mezza partita, per poi ritornare al nulla cosmico!! Via , via, via, eliminiamo questi equivoci e così facendo faciliteremo anche il lavoro dell’allenatore.

  13. Purtroppo la brutta , ma non imprevista , sconfitta di ieri sera sarà seguita da altre, nella stessa misura e anche maggiore, almeno fino a quando Pioli non avrà trovato un equilibrato assetto della squadra a centrocampo, soprattutto e urgentemente nelle partite in trasferta. Tutte le altre motivazioni della sconfitta messe in campo nel blog ( assenza d’impegno, scadente condizione atletica, mediocrità dei singoli etc…) sono , a mio parere, molto parziali e contraddette da prove precedenti, che, come ad es. l’ultima giocata in casa con la Fiorentina, almeno nel primo tempo, mostrano spesso il contrario.
    In trasferta il nostro centrocampo , privato com’è di un classico uomo di interdizione come Medel e affidato a giocatori come Kondo e Bronzo, lenti e incapaci di controllare le zone del campo a loro affidate, per di più dilatate dall’assetto assunto dalla squadra (baricentro molto alto ed esterni che non rientrano e non aiutano affatto, arretrando quando gli altri attaccano, i difensori) , viene sistematicamente saltato, in contropiede ma non solo, dagli attaccanti avversari che si trovano in beata solitudine a tu per tu col nostro portiere, allergico da sempre alle uscite per ridurre lo specchio della porta e pertanto facile preda anche di mediocri frombolieri. Sapevamo che il Napoli ha un ottimo centrocampo e , almeno attualmente , un mediocre attacco e noi, con il nostro assetto tattico di squadra, abbiamo reso irresistibile proprio il loro reparto più debole.
    I rimedi, almeno provvisori, in attesa di Medel? Io non ho nessuna simpatia per un giocatore come Felipe Melo, poco controllato in campo e inutilmente provocatorio, ma lo ritengo attualmente l’unico interditore in grado di aiutare Kondo e Bronzo a centrocampo. In secondo luogo, preferire Kondo al portoghese non mi sembra una scelta logica: come regista basso davanti alla difesa ritengo J.M. di gran lunga più affidabile e tecnicamente più funzionale. Infine bisognerà che i due esterni si decidano ad aiutare, coprendo le zone di centrocampo di loro pertinenza, la difesa.
    Insomma, almeno in trasferta , un assetto tattico saggiamente difensivo, come è sempre stato nella nostra tradizione, magari abbassando e compattando maggiormente la squadra, lasciando l’ iniziativa agli avversari e attaccando di preferenza in contropiede, senza vergognarsi di giocare alla provinciale, potrebbe evitarci certe sconfitte umilianti come quella di ieri sera.

    • caro scettico

      lo dicevo da lunedì scorso

      illudersi che il napoli ci avrebbe concesso il possesso palla delle precedenti giornate

      era pura utopia

      qualche colpa pioli se la deve prendere

  14. con Crotone Empoli Cagliari e financo Sassuolo conciate così non mi venite a parlare di rischi di alcun genere

  15. A Mancini non perdono di aver avallato l’acquisto di Kondogbia a quel prezzo, altro che preparazione atletica_

    Ma tanto il manager di questo fuoriclasse ha già detto che l’Inter è solo una tappa di passaggio verso club molto più importanti_

  16. mi sto sempre più convincendo che l’unica buona mossa fatta dall’inter da luglio in avanti sia stata quella di prendere fdb che in quanto unica abbiamo fatto bene a privarcene aggiungendo cosi un ulteriore mediocre alla già abbondante mediocrità, giusto per non rovinare la media

  17. Mancini voleva Tourè mica Kondogbia, non confondiamoci, lo avessero accontentato pur che l’ingaggio era fuori dalla nostra portata, l’anno scorso ce la saremmo giocata anche con la gobba considerando come è partita.

    il Kondo è stato un ripiego ed anche una ripicca nei confronti dei gonzi che si sono intromessi nella trattativa, ed è la seconda volta che ci fanno prendere un’inculata che altrimenti avrebbero preso loro se gli avessimo lasciato campo libero, invece no e così ci siamo presi il Suazo 2.

  18. kondogbia e il suo ingaggio principesco rimarranno con noi per anni, perché non ci sarà mai nessun idiota che sia disposto a spendere più di 12 milioni per quella capretta smarrita. E noi lo faremo giocare sperando in un miglioramento che non è realistico, vista la pochezza del giocatore. A me sono bastati 45 minuti nel 2015 per giudicarlo inadeguato, e non mi ero sbagliato.

    il primo e forse unico problema dell’Inter è l’incompetenza di chi decide, da 6 anni ad oggi (famiglia Moratti inclusa ovviamente)

  19. Purtroppo invece avevo creduto potesse essere un buon elemento, almeno quello che si era visto al Monaco era valido. Ora è chiaro invece che anche lui si aggiunge ai tanti mezzi giocatori della rosa. Forse da qualche altra parte farebbe meglio e comunque se è vero che Suning ha tutta questa potenza economica a questo punto numerosi calciatori (questo termine accostato ai nostri fa ridere..,,) debbono essere accantonati da subito anche a costo di rimetterci tanti soldini, anche se mi riesce difficile pensare a chi potrebbe rappresentare l’anima di questa squadra. Abbiamo visto che anche quei tre quattro che si salvano tecnicamente,poi sono apatici e privi di personalità quando devono buttare il cuore oltre l’ ostacolo. Per questo continuo a pensare che qualche giovane del vivaio con qualche innesto di elementi validi italiani possano giovare in tal senso. Magari tenendo anche Medel (mai avrei pensato di doverlo ammettere..,,) che mi sembra il solo con le palle. In un quadro del genere riusciremmo probabilmente a far tornare a rendere secondo il loro effettivo valore elementi come Jm, Brozovic e Perisic.

  20. Sarri in mezza frase ha fotografato la situazione: “..L’Inter è forte, ma fatica a fare filtro in mezzo al campo…” Ecco. È dall’anno scorso, Mancini passando per FdB ed adesso Pioli (alla faccia del tecnico italiano che sistema la fase difensiva) che continuiamo ad ostinarci a proporre 433 o 4231 senza avere a centrocampo gli interpreti adatti a garantire intensità in entrambe le fasi, equilibri e distanze tra i reparti. Medel garantisce copertura ma non costruzione. Melo è un ex. Kondogbia un flop in entrambe le fasi. JM sembrava garantisse una certa quantità oltre che qualità, ma da diverse partite sta smentendo quelli (come me) che si erano spesi con entusiasmo relativamente all’utilita’ dell’acquisto. Brozo si sta dimostrando il migliore, ma anche lui con limiti mentali di continuità e di interdizione per caratteristiche. Banega gioca come se fosse ancora in Spagna. Gnou, va beh. Perisic e Candreva sono due ali pure e prettamente offensive, il loro lo stanno facendo, ma di nuovo è in mezzo che non funzioniamo. Le continue imbarcate sembrano aver inoltre fatto perdere fiducia e sicurezza pure a gente come Miranda. Continuare a giocare da “splendidi” è presuntuoso; si continui pure con Kondo Brozo in mezzo in attesa del rientro di Medel e dell’intervento sulla finestra di gennaio, ma si rimetta Palacio a girare dietro Icardi, alternandolo (visto che più di un tempo nelle gambe ormai non ce l’ha) all’Eder di turno in un 442 più accorto. Su Gabi, stendiamo un velo pietoso.

  21. Valentina Nappi e’ brutta

  22. in rosa abbiamo due mediani che sono Medel e Melo, a questi si potrebbe aggiungere Gnoukuri ma senza tanto entusiasmo, gli altri sono tutti mezze ali più portate a costruire che a distruggere e le due fasi le fanno a fatica per loro caratteristiche e non perchè non le hanno nelle gambe, a questo si aggiunga che Kondogbia è un flop che però è stato preso per sostituire Kovacic non Medel, e quindi avrebbe dovuto dare sostanza in avanti con le sue accelerazioni che abbiamo visto raramente l’anno scorso, quest’anno nemmeno una, J.Mario gioca meglio in avanti e nel Portogallo e nella sua squadra faceva anche l’esterno mai il mediano tanto meno quello davanti alla difesa, Banega è uno che sa dove mettere la palla ma è peggio di Sneijder se la perde in quanto non rincorre nessuno e contrasta solo quelli che gli passano vicino ma se deve fare due metri per andare a contrastarli lascia perdere, così Perisic e Candreva come si è visto con la fiore perchè la seconda volta che ha dovuto rincorrere Kalinic lo ha mollato ai limiti dell’area lasciando Handanovic nella merda.

    Brozovic fa il fenomeno a corrente alternata e comunque o lui o J.Mario, a meno che stiano fuori Banega o Perisic o Candreva, per cui non si capisce perchè si siano spesi 45 milioni per uno di cui si poteva fare benissimo a meno una volta preso Banega, un altro che per farlo rendere al massimo lo devi mettere nelle condizioni migliori con gente che gli copra le spalle e anche tutto il corpo, un mediano al suo servizio come facevano una volta Bedin e il Trap messi a farsi il culo per quelli più bravi di loro come Mazzola e Rivera.

    altri esempi più recenti non me ne vengono in mente al momento ma ci saranno di sicuro, ecco uno è Pirlo nei quattro anni alla gobba.

    in poche parole se DB è stato fatto fuori dai giocatori per il suo modo spregiudicato di intendere il calcio non si capisce cosa cazzo lo abbiano cambiato a fare con Pioli che fa ancora le stesse cose.

  23. C’è da dire che la foto messa da Settore non rende.

  24. Joao Mario e’ stato preso perché è forte (anche modric farebbe fatica in questa squadra ), banega ed Ansaldi perché erano i parametri 0 che sembravano ad aprile gli unici obiettivi possibili (i cinesi sono arrivati dopo); ausilio e l’attuale area tecnica facevano parte anche essi di un progetto minimale; adesso, con proprietari ricchissimi (hanno comprato non so cosa di immobiliare a Milano, ed addirittura i diritti della premier ) la situazione smbra cambiata completamente; immagino che si affideranno ad un’altra dirigenza tecnica, ma ci vuole tempo; non è immaginabile che facciano tutto e subito; bisogna essere bravi a vendere (non bene, ma solo a vendere) le scartoffie di cui siamo pieni (inutile citarli li conoscete tutti) e cominciare un nuovo corso, ma ci vuole tempo e solo uno sprovveduto può pensare che avvenga tutto in 6 mesi, ce ne potrebbero volere anche 24 perché il calcio non si improvvisa, per cui state calmi e cominciate a sperare che il buon pioli perda quell entusiasmo che non possiamo negarlo e capisca che si può vincere anche uno a zero che sempre 3 punti sono: ti metti in attesa, proteggi la difesa, ed un gol prima o poi i tuoi mezzifenomeni lo fanno, né più né meno di quanto sta facendo il Milan, lo so non è una ricetta gustosissima ma non vedo alternative; a gennaio costa tutto tanto, quindi non buttiamo soldi (o perlomeno se i cinesi lo voglio fare si accomodino) e compriamo il minimo indispensabile : Luiz gustavo (o chi per lui ) ed un centrale difensivo, il resto a giugno : solo Buon senso

    • Credo tu abbia ragionissima, nel frattempo però meglio dedicarsi ad altri interessi, ne va della nostra salute.

  25. Ma la voce su Sabatini al posto di Ausilio….che ne pensate?

  26. La juve nel frattempo già 2 0 con l’Atalanta…strano vero?

  27. Tutto qua la Real Atalanta?

    Come immaginavo, si sono scansati.

    Che andassero a fare in cu..!

  28. Anche a me non dispiacerebbe Sabatini.
    Sula partita gobbi Vs atalgobbi non vi era dubbio andasse così, ma in fondo a noi che c’è frega? Purtroppo per noi sono squadre che stanno facendo un altro campionato….

    • Si Simone è vero…e questo mi fa incazzare ancora di più…Ricordiamo tutti che quando eravamo noi in auge, giocavano alla morte

  29. Il Leicester di sta ceppa…

  30. tralasciando i somari, alla fine della fiera con quelli buoni, che pur ci sono, non ci facciamo una squadra decente poiché mal si accoppiano tra loro, di certo il 433 non funziona_ A questo punto l’allenatore faccia delle scelte decise e vada avanti_ Io sono per le due punte, a costo di rinunciare sia a Candreva che a Perisic_

  31. corso

    ti quoto, guarda un pò.
    Soprattuto le righe finali su DB.
    Lo dicevo anch’io qualche giorno fa: prendiamo Pioli che gioca come DB.
    Ma non potevamo tenerci l’olandese allora, e prendere a calci in culo i giocatori?
    Visto che dovrebbero essere dei professionisti, con quello che son pagati per giunta, e dunque avere da loro massima disponibilità.
    Ma è ovvio che qui ci vorrebbe una società in grado di farsi rispettare!
    E purtroppo ancora non l’abbiamo.
    Sono sei anni che l’aspettiamo!

  32. Guardate che c’è ancora il secondo tempo. Per me l’Atalanta pareggia: 2-2. E Rugani si fa sbattere fuori per somma di ammonizioni.

  33. Nell’Atalanta ci sono almeno tre giocatori che da noi giocherebbero titolarissimi.

  34. E speriamo che con questa nuova bufera sul calcio che sta arrivando non ci andiamo di mezzo anche noi per colpa del “filippino”!

    Oltre alla beffa (di non capire un cazzo di calcio) anche il danno (di smerdarci in capo al mondo come mai accaduto prima!).

  35. Mmmmh sì, Davide.

    Vorrà dire che l’Atalanta pareggerà 3-3 (semicit.)

    • Sì, è questa.
      Naturalmente il corriere riporta solo alcune cose. Aspetto che esca il dossier vero e proprio per farmi un’idea più chiara ed esaustiva.
      Certo, non mi preoccupo per l’Inter in sè, quanto per il nostro presidente che, spero, non abbia fatto casini in giro per il mondo.
      In fondo si tratta sempre del presidente dell’Inter.
      E almeno su questo aspetto vorrei stare tranquillo, visto che sul campo facciamo pena.

  36. Non ci ho preso sul risultato ma 2 gol nel secondo tempo si sono avverati. Meglio che niente.

  37. Ma guarda un po’, l’Atalanta ha giocato la sua peggior partita quest’anno.
    E chi l’avrebbe mai detto.

    Poi sti allenatori si lamentano che le grandi non li chiamano mai.

  38. Ho letto quanto detto da De Boer.
    Vabbè, niente di eclatante, cose che, tutto sommato, già sappiamo o ci siamo detti o abbiamo dedotto da noi.

    Eccetto un punto, a mio parere molto importante.

    Lui dice, sostanzialmente, che, sì, la proprietà è cinese, ma siccome sono lontani e il calcio lo vivono poco, la supervisione è italiana e quindi non si sa chi prende le decisioni.

    Ecco, questo è il punto più interessante: cosa intende per supervisione italiana?
    Perché se si riferisce ad Ausilio e Gardini, allora quel discorso che sono solo dei meri esecutori viene un po’ a cadere,

    perché si deduce che a loro sia stato delegato il potere decisionale sulle questioni sportive e collaterali.

    Non mi sembra roba da poco.
    Insomma, tutto porta sempre allo stesso punto:

    sbarazziamocene.

    • io credo che il mercato l’abbia fatto Kia, ad ogni modo potrebbe essere come dici e la testa di Ausilio dovrebbe chiederla Suning direttamente

  39. @Gus
    Sì, d’accordo (vedi sopra) circa la pars destruens(il pessimismo della volontà). Ma la pars construens (l’ottimismo della ragione) dov’è? In tempo di votazioni hai abiurato al marxismo?
    Naturalmente scherzo… Buon voto!

    • Scettico (scusa se m’intrometto)

      il pessimismo è della ragione!
      Se no che pessimismo sarebbe 😉
      E al marxismo non si abiura mai, almeno nella sua parte dell’analisi.
      Il resto, magari sì, o è molto rivedibile.

  40. Dimenticavo. Sono solo in parte d’accordo col tuo giudizio su Brozovic, un centrocampista dotato, ma di scarsissima intelligenza di gioco. Se hai visto ieri il Clasico, avrai ammirato come me Modric, il compagno di nazionale di Brozovic, che ne illumina il gioco quando giocano insieme, lui sì di sublime intelligenza calcistica, che farebbe tanto comodo averlo nella nostra squadra, più dello stesso irraggiungibile Messi!

    • Modric è un giocatore fantastico. Sarebbe l’ideale per il nostro centrocampo. Con lui Jm e Brozovic renderebbero il doppio. C’è però un grosso problema, non verrà mai da noi…..non penso voglia sputtanarsi la carriera nella fase finale.

  41. comunque la si giri ha ragione solo chi vince.

    ieri mi sono visto Guardiola contro Conte e se c’era una squadra che doveva prenderne tre non era certo il Manchester City, ma il calcio è questo, sbagli tre, quattro volte il 2-0 e gli altri pareggiano senza avere fatto quasi un cazzo per meritarselo, sbagli ancora due volte il 2-1 e questo lo fanno gli altri e poi ti becchi anche lo 1-3.

    tre tiri, tre gol in contropiede, dieci o più tiri ed azioni da gol e ne fai solo uno, ma alla fine quello che conta è che il Chelsea è in testa alla classifica e favorito per la vittoria finale mentre un mese e mezzo fa gli stessi che adesso esaltano Conte dicevano che aveva già in mano le valigie.

    i media mi fanno cagare.

  42. Certo, Modric sarebbe un gran bel vedere in un centrocampo a tre con Brozo e JM. Di nuovo però la fase difensiva non mi lascerebbe tranquillo. Forse un Matic farebbe più al caso nostro lì in mezzo.
    @Scettico
    L’ottimismo della volontà lo proietto sulla prossima stagione, nella quale mi auguro si investa massicciamente in tutti i reparti con in testa un progetto tecnico e societario chiaro. Quanto al voto, in un senso o nell’altro sprofondo nel pessimismo… ; )

    • Beh Gus chiaro, se prendi Modric e metti Jm e Brozovic chiaro che in difesa non puoi mettere Murillo e Ranocchia e forse nemmeno questo Miranda…..al di là della fase difensiva gli interpreti mettono i brividi. L’ altra sera contro il Napoli la fase difensiva sul primo e terzo gol non c entrava molto…..si è trattato di orrori individuali……

    • Quanto al voto, anch’io.
      Sigh, sob!

  43. Mavacagare.

  44. Ma vai affanculo please….

  45. Modric lo porterei a spalle da Madrid a Milano, altroché.

  46. Comunque il Milan ha sbagliato un rigore concesso in maniera ridicola…

  47. Visto che siamo tutti d’accordo sulle qualità di Modric propongo il seguente 4.3.3
    Perin, Darmian, Alaba, Medel, Godin
    Modric Joao Mario Brozovic
    Perisic Morata Berardi!
    Come vi sembra?

  48. E ha segnato lapadula
    Uno che non molla mai
    Uno con i coglioni

    Il Milan secondo
    Dice che per avere una squadra forte non devi avere giocatori forti
    Ma una squadra e un allenatore
    Il milan li ha

    Non ha campioni ha dei buoni giocatori e altri scarsi
    Ma giocano come squadra e hanno un allenatore molto più bravo di quello che si dice

    Noi singolarmente presi abbiamo giocatori migliori ma non sono una squadra

    • Suvvia ha battuto il Crotone al 87esimo…..e 10 dei punti che ha li ha scippati. Comunque è vero sono una squadra., ma come tutte le altre della serie a tolti noi.

  49. All. Corso 46 o Este o Internazionalista o Wolf……fate voi…..

  50. Corso
    Ieri il Chelsea non ha fatto solo tre tiri
    Nel primo tempo ha avuto almeno due palle gol
    Poi ha avuto fortuna
    Ma è una squadra e soprattutto conte riesce a trasformare in meglio i giocatori che ha

    Giaccherini in nazionale era devastante adesso gioca giusto quando il Napoli vince 30

  51. Direi che il culo del Bilan non ha eguali…..ma passerà……

  52. Oppure hai visto mai che succeda a parti invertite quello che è successo nel 2011.2012 con il Bilan che incula i gobbi?!!!

  53. Il Milan è secondo a -4 dalla vetta e non gioca le coppe. Giunti a questo punto della stagione non si può dire che abbiano avuto solo fortuna se hanno messo in cascina 11 punti in più dell’Inter.

    Io resto convinto che singolarmente, come ampiamente dibattuto, l’Inter possegga giocatori più forti rispetto ai rossoneri. Il problema è che la differenza la fa tutto il resto.

    • Io penso che all’inizio della stagione siano stati aiutati dal sistema. Ha vinto partite He doveva perdere. Poi col tempo, Vincendo l’autostima cresce, riesci ad inserire giocatori che non erano pronti, lapadula, e riesci ad essere dove non dovresti essere.
      Che dire, l’Inter l’anno scorso all’andata giocava uguale, da vomito, ma i processi li ricordo solo l anno scorso.

  54. Alla lunga credo che i valori di Roma e Napoli verrano fuori e tutto tornerà alla normalità, come ampiamente previsto ad inizio anno. Noi, se Pioli riesce a sistemare il centrocampo e a pisciare più corto, ce la giochiamo per la UL. Inutile stupirsi della sostituzione dell’olandese con il suo “clone” italiano. Non è stato meso in discussione il modo di giocare (evidentemente in società convinti che 433 o 4231 siano le uniche opzioni possibili per questa rosa) ma il suo rapporto con lo spogliatoio.

  55. Squadra senza anima.
    E basta.
    Questo siamo, ahinoi.
    Mediocrita’ assoluta.
    Almeno avessimo 10 Medel, alla faccia di chi lo critica.
    Amiamola , ma rassegnamoci.
    Per fortuna ci sono Crotone-Palermo-_Pescara.

  56. A proposito di “scansamenti” mi è capitato di vedere questo su fb:
    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1519404331407648&id=739628632718559 mi è anche capitato di sentire Gasperini sia prima che dopo la partita e il tono era simile a Giampaolo, della serie giochiamo contro la più forte in assoluto, eh ma non è da questa partita che si giudica il nostro campionato … Sapete che vi dico nonostante giochiamo da schifo siamo lontanissimi dalle prime posizioni etc io sono orgoglioso di non essere quella roba lì “vincere” in quel modo mi fa vomitare

  57. Ho la sensazione che ai gobbi il 2010 bruci più del 2006.

    Frustrati a vita.

    #finoalconfine

  58. Che poi non ho capito il nick “Nel 2006 abbiamo capito perche’ non vincevamo” forse era meglio “Nel 2006 abbiamo capito come rubavamo”

  59. Fuori dalle balle ladro.

  60. Io non rubo il campionato ed in B non son mai stato. Lo hai letto Questo? Stessa fonte.,..ma ti potrei citare anche il ” ci eri quasi ” dopo l’ ennesima finale persa……a proposito con le magliette il “vero triplete” vi siete asciugati le lacrime sgorgano dalle vostre facce da Culo?

  61. Simone lascia perdere tempo perso …

  62. Atascansa…

  63. Siamo messi così male da dover sprecare parole appresso ai gobbi perdigiorno? Comunque un plauso alla Nord che con quello striscione idiota ha dato argomenti ai suddetti rosiconi…

  64. In fondo Mancini sta cercando di farci rientrare dei soldi che ci ha fatto spendere per Kondo……..sta spingendo affinché il Gala acquisti Ranocchia……

  65. Sì, ok, vendere.
    Ma qualcuno dica ai nostri strateghi in società (e guai a chi li tocca, ché la colpa, si sa, è di Icardi, di Kondogbia e pppure di Debbbòr) che dopo il maelstrom di boiate a cui siamo stati costretti ad assistere e partecipare da giugno ad oggi,

    forse è il caso di vedere se i calciatori in entrata, aldilà dei soldi offerti, abbiano voglia di venire a bruciars… ehm… a giocare da noi.

    Perché ho paura che il feedback di un Banega o di un Miranda non sarà poi così positivo.

    Vabbè che, alla peggio, ci compriamo qualche scarto a peso d’oro dalla Lazio.
    C’è mica bisogno di perdersi in un bicchiere d’acqua.

    • Questo è un pericolo reale che può essere superato solo ingaggiato un mister carismatico che li convinca della bontà del progetto: in tal senso tocca sperare in Simeone.

    • Che poi sti giocatori eccezionali bisogna vedere chi li consiglia, magari sono convinti che Gabigol è un giocatore eccezionale…….

  66. Simone, tocca sperare? L’arrivo di Simeone sancirebbe la fine di questa lunga e penosa fase di mediocritas post triplete e l’inizio della grande Inter di Suning. Ma a smorzare le speranze ci sono quelli (tipo Di Vita) che a dispetto dei tanti rumors, ci dicono che rispetto al Cholo ad oggi continuiamo a non avere nulla in mano, e che ci informano (tipo Nicoletti) di un ET che sarebbe appena stato rimbalzato da Spalletti per l’anno prossimo (!!).

  67. Ma perché un allenatore di carisma, di spessore, vincente, dovrebbe venire a inguaiarsi da noi?
    Tanto più che basti vedere l’esempio di come è stato trattato De Boer, mandato al macello, tutelato per niente e utilizzato come capro espiatorio per gli errori altrui,

    per far passare la voglia anche al più titolato e appassionato degli allenatori.

    Se non si manda via la dirigenza, non si riparte.

    L’allenatore è l’ultimo problema.

    • Beh in fondo penso che se hai bei denari ( sembra che ci siano) un allenatore di spessore tipo Simeone possa aver voglia di dimostrare la sua capacità in Italia. Chiaramente dovrebbe avere una certa chiarezza nei riferimenti in società: in tale casino solo un pazzo (Marcelino….) o uno che non ha nulla da perdere (Pioli) può accettare l’ incarico. Ma io spero che nei prossimi mesi Suning cominci ad avere idee più chiare e che alcuni elementi inutili sia in società che in campo vengano messi alla porta.

  68. Scusate un attimo, ma voi siete sicuri che:

    1) Simeone non veda l’ora di venire all’Inter

    2) Suning/Thohir/Kia o chi per loro stiano davvero cercando un profilo uguale a quello del Cholo

    3) …che una volta arrivato all’Inter abbia davvero i poteri per intervenire pesantemente in sede di mercato e, soprattutto, imporre una disciplina ferrea nello spogliatoio

    ???

  69. comunque sia Simeone ha iniziato a far danni ancor prima di arrivare, sempre che succeda, sennò ci avrebbe comunque danneggiati e pure inutilmente

  70. No vabbè, dai, davvero la società Inter è capace di farsi danneggiare (…) da Simeone che, tra il serio e il faceto, dice che un giorno vorrà allenare l’Inter perché è una squadra a cui è rimasto legato?

    Cioè, a questo siamo?
    Va bene avere la guardia scoperta, ma fosse davvero così saremmo ad un passo dal chiudere bottega.

  71. caro este se tiri fuori la pila altro che simeone, ti trovi la fila dietro la porta (io un pensierino a guardiola lo farei…)

  72. No, no,
    lasciate libero il passaggio dietro la porta.

    C’è gente che deve infilarla per andare a casa.

    Di corsa.

  73. A ‘mpreparati atleticamente,

    avete visto come se fa a abbatte er nemico e agguanta’ la gloria?!

    Ahó, a belli, ma ve sete resi conto che oramai ‘a Maggica è rimasta ‘a speranza vostra più concreta p’evita’ l’ennesima vittoria de ‘quelli là’ o, peggio ancora, ‘n’eventuale vittoria de ‘questi qua’, quelli co li colori rossenneri.

    Perciò, m’ariccomanno, sotto ‘a casacca nerazzura d’ordinanza, metteteve ‘na bbella Maja de Salute giallorossa; ché così me potete anna’ ‘n giro belli e sani protetti da le intemperie.

    Perché nun ce vojo manco penza’ a li malanni perniciosi che ve potrbbero affligge a maggio si ‘a Maggica nun dovesse riusci’ nell’Impresa.

  74. ‘A Peppe,
    ma figurati se non preferirei la Roma a Milan e Juve, per lo scudetto.

    Il problema è che vincere non è proprio roba vostra, hai voglia a insistere.
    Vedete di non farvi fregare pure il secondo posto dal Milan, vah.

    Che conoscendovi…

  75. periodo NO

  76. Aspettate fatemi capire…..l’anno scorso si era in testa al girone, ma si giocava male (barricate e contropiede)….na gran sega…Poi le cose son cambiate e tutti a dire che si sapeva serebbe finita così…ok…Ora volete Simeone, che per l’amor del cielo avrà carisma, ma in quanto a barricate e contropiede ne sa qualcosa…Preferirei passare il tempo a costruire qualcosa che poi duri nel tempo piuttosto che aspettare l’ennesimo salvatore della patria da crocifiggere alle prime difficoltà….e forse in questo de boer era il profilo giusto…Se punti a prendere uno come Simeone non puoi che puntare a vivacchiare fino a quando arriverà (se arriverà) e sperare che dopo trasformi in oro tutto quello che tocca….ma chi vive sperando…..Perfino i maledetti cugini che eran messi peggio di noi son riusciti con un paio di mosse a sistemarsi…tanto gonzi non sono mica….

  77. Simeone francamente ha già rotto il cazzo tra voci rumors sensazioni e quant’altro.
    E considerando che non è neanche arrivato, e non è cosi detto che possa arrivare, ha già battuto un record.

  78. A me quel che preoccupa non sono i rumors su Simeone, fatti da frasi tipo “prima o poi arriverà” estrapolate da interviste in cui l’interlocutore sembra sempre voler dare il contentino al giornalista. Non è che FdB sia saltato o Pioli salterà per colpa delle voci sul Cholo. Quello che a me preoccupa di più è sentire (fonte Nicoletti, che in genere non millanta indiscrezioni) di Un Thohir che avrebbe contattato Spalletti per la prossima stagione. Ricevendo, peraltro, un rifiuto. Non tanto per Spalletti (anzi anche si, che mi sta sul culo come pochi) ma perchè confermerebbe il mio sospetto su un ET tutt’altro che in procinto di disimpegnarsi o ricevere il benservito.

  79. E voi nel frattempo vincete la C.L…..

  80. Visto che parliamo di cose impossibili…..

  81. Gus scusa ma chi è Nicoletti???

    • Il blogger che aveva ideato Fabbrica Inter, il precursore dei vari ilneroelazzurro..ilmalpensante..
      In genere non millanta cazzate a vanvera.

  82. lo spettro di Simeone ha fatto più danni della grandine, chissà cosa succedera’ quando arriverà per davvero

  83. Sì penso anch’io che con la storia di Simeone, ci stiamo, come al solito, facendoci più del male che del bene. Che senso ha riproporre ogni giorno l’ arrivo del Messia (non di Messi) se nel frattempo la squadra vive ogni allenatore come quello di passaggio ? Che carisma può avere l’allenatore che vive il suo incarico a scadenza ?

    Inoltre, quello che è peggio, è che se si farà un mercato faraonico a giugno, come parrebbe, a chi giova ? Voglio dire, prendiamo giocatori top, indicati da chi? Da Kia Carnaval che li offre al mister di turno, che li ri-cede al suo successore e che magari ha un modo di giocare del tutto diverso. Mah !!
    Questo è l’unico campionato dell’ Inter , dove con giocatori mille volte superiore agli anni precdenti, stiamo facendo cagare mille volte in più.

  84. Io ho i miei dubbi che quelli forti abbiano tutta sta voglia di imbarcarsi in questo casino, specie se tutto dovesse rimanere com’è in ambito societario.

    A cui si potrebbe aggiungere l’emorragia degli unici buoni che abbiamo ora.
    Non credo che gli Icardi, i Perisic o i Banega o i Joao Mario abbiano troppa voglia di sprecare un altro anno dietro a certe gestioni stucchevoli

    (e prendersi pure la colpa e l’accusa di fare fronde o di essere dei lavativi, perché questo è successo, inutile girarci intorno).

    Il problema è questo, non Simeone o chi per lui.

    • i giocatori vanno dove prendono più soldi; e qualcuno l’ho conosciuto_ c’e’ qualche eccezione,ma solo se la differenza tra ingaggi non è troppa

  85. E allora io, peggio di un troll, vi ammorbo con l’ennesima dichiarazione. Uno spettro si aggira per l’europa…
    http://www.fcinter1908.it/copertina/simeone-futuro-tutto-chiaro-lo-sa-mio-figlio-come-tutti-un-giorno-allenero-linter/

  86. io credo che faccia incazzare quelli dell’Atletico e infierisca ulteriormente sul povero pioli, mi sembra un mercato stile circo F1, peccato che il calcio sia una roba seria, se poi per qualche motivo non succede c’è da chiedergli i danni, e non solo a lui

  87. Quelli dell’Atletico gli devono tutto. Gli perdoneranno le allusioni nerazzurre, magari fatte per creare pressione in sede di mercato colchoneros. Quanto a Pioli…
    Il carisma in uno spogliatoio te lo danno principalmente due cose: il carattere specifico (madre natura); il palmares. In assenza di carisma su entrambi i fronti, urgerebbe quello in societa’ (esempio blasfemo, Sacchi-Berlusconi). Non saprei dire del carattere di Pioli, ma immagino che un giocatore se annusa che in quella panca possa arrivare a sedere uno che ha fatto vedere i sorci verdi a Barça e Real e centrato 2 finali di CL in tre anni, abbia tutto l’interesse a dimostrarsi all’altezza di un progetto top.

  88. Bellissima Gus: “uno spettro si aggira per l’Europa”. Grazie, quasi quasi mi risolleva il morale!
    A parte la bellezza di questa battuta, credo che il continuo “pontierismo” faccia danno. E temo che a noi ne abbia fatto parecchio: da molto aspettiamo che arrivi qualcuno che risolva i problemi (non dico “l’uomo della provvidenza” per motivi ideologici). Vivere sempre proiettati verso il futuro ti polverizza il presente, e per primi gli allenatori presenti.
    Anche in politica, le soluzioni ponte, i governi tecnici sono spesso una perdita di tempo. A proposito: prepariamoci.

  89. Gus,

    c’è del vero in quel che dici, ma se bastasse che ad un giocatore venga quel giustissimo e direi doveroso timore reverenziale verso “un allenatore che ha fatto vedere i sorci verdi a Barça e Real”, non mi spiego come quasi nessuno in squadra si sia filato più di tanto un allenatore come Mancini, che non era poi l’ultimo arrivato. Evidentemente c’è dell’altro che non scatta nella testa dei nostri giocatori, possa venire pure Mourinho in persona.

    ( p.s. non favore non prendete la mia citazione di Mancini come molla per innescare l’ennesima diatriba pro-contro mancio ).

  90. La rosa attuale è secondo me incompleta, in parte sopravvalutata (ma non cosi’ tanto da meritarsi un decimo posto, comunque) e difetta di personalità.
    @gibson hai ragione quando dici che nemmeno un Mourinho farebbe molto meglio in queste condizioni. Ma dovesse arrivare un Simeone (continuando a ragionare per ipotesi) credo arriverebbe con chiavi in mano e gente abituata a vincere nello spogliatoio. Penso che l’Inter dei prossimi anni sarà molto diversa in tutti i reparti.
    @john graham “vivere sempre proiettati verso il futuro ti polverizza il presente”: sintesi straefficace.

  91. Dai, ma davvero ce la stiamo prendendo con l’allenatore dell’Atletico Madrid?

    Con tutti i casini che abbiamo combinato, stiamo combinando e (sigh) ho la sensazione che continueremo a combinare
    con tutta la gente che davvero meriterebbe di essere citata per danni per quello che ha fatto (o non ha fatto, a seconda dei casi) da quest’estate fino ad oggi

    noi non troviamo niente di meglio che menarcela con delle dichiarazioni un tanto al chilo di Simeone?
    Cioè, se insultano una defunta bandiera come Facchetti va bene
    se ci fanno saltare un affare del calibro di Salah va bene
    se ci attaccano da tutte le parti va bene
    se dicono che il nostro allenatore è un incapace perché dopo due settimana non sa parlare italiano va bene.

    Però se un allenatore di fama internazionale dice che un giorno vorrebbe allenare l’Inter
    (che non so se voglio accendere un cero a chissà quale santo o consigliargli uno bravo)

    e allora ci incazziamo e vogliamo pure i danni
    (scommetto che vuole venire pure a vincere, ‘sto qua. Via, sciò, rauss).

    Cerchiamo di non perdere la trebisonda.

    • Non è questione di prendersela, è che semplicemente non si fa, questo è innegabile, e lui non ha detto “mi piacerebbe” ma “lo farò” (o quanto meno così han scritto e lui non ha smentito, che certi giochini con la stampa non è che fan cagare solo quando c’è in mezzo Mancio, se fan cagare fan cagare da tutti).
      Alleni la sua squadra e non rompa i maroni ad un suo collega che oggi è nell’inter e magari ci vuole restare 10 anni, che ne sa?
      Non c’è rispetto.

  92. Ma anche lì bisogna vedere cosa ha detto e in che tono.
    Considera che ormai questa domanda gliela fanno in continuazione, quindi può avergli risposto così in modo ironico, o in modo motivazionale

    (del tipo, un giorno tornerò, così, per rafforzare le intenzioni).

    Avesse detto l’anno prossimo, magari parla, per l’appunto, tra 10 anni (anche perché prima non gli conviene).

    Ma aldilà di tutto questo, facciamo un passo indietro, abbiamo problemi più importanti, più urgenti e più concreti da risolvere.

    Fermo restando che, sarò strano io, ma preferisco un allenatore che è altrove e pensa a noi,

    ad uno che è da noi e pensa altrove.

  93. di allenatori che hanno fatto due finali di Champion e le abbiano perse entrambe ne abbiamo già avuto uno e non è che sia noi che lui avessimo fatto sto grande affare.

    tanto per dire.

    Pioli ha già le sue belle gatte da pelare senza bisogno che gliene aggiungano altre, le dichiarazioni di Simeone danno l’esatta dimensione del personaggio di cui io non ho una grande stima memore del 2002, ma al di là di quello, secondo me non è uno da Inter, anche se l’Atletico adesso come adesso ci surclassa, ma è tutta un’altra dimensione, in Spagna ci sono il Real e il Barca, poi le altre, in Italia ci siamo noi, i gonzi e la gobba, poi le altre.

    lui potrebbe andare bene per le altre, tipo Mazzarri.

  94. Sì, hai dimenticato di dire che Simeone ha vinto il campionato contro il Barca e il Real, che non mi pare proprio un dettaglio.

    Specie con una squadra che ne costava un quarto.

  95. l’ho detto perchè sopra qualcuno ha ricordato che ha conquistato due finali di Champion consecutive, non gli stavo facendo il curriculum.

    rimane il fatto che fare due finali e perderle non mi sembra un gran titolo di merito visto che alla fine non porti a casa un cazzo, come la gobba, perchè se vale anche questo allora non potremmo nemmeno più prenderli per il culo.

    i gobbi intendo.

  96. Sì, però un momento.
    Intanto le due finali le ha perse una ai supplementari (prendendo il gol del pareggio al 93′) e l’altra ai rigori.
    Entrambe col Real Madrid, mica con la Sarcazzese.

    Se avessero resistito un minuto in più stavamo parlando d’altro.
    Che mica i “se” e i “ma” valgono solo per Mancini.

    Ma poi, per come siamo combinati noi, figuriamoci se mi preoccupo delle finali di Champions.

    Intanto andiamoci, in Champions.

  97. Insisto, il fuoriclasse lo avevamo in panchina è andato via per colpa di una dirigenza incapace e per di più assente.
    Adesso quest’altro che dichiara che l’anno prossimo allenerà l’Inter, come se la panchina fosse vuota, ma ci rendiamo conto che differenza c’è nel comportamento di questi con il Mancio.
    Mancini neanche sotto tortura avrebbe ammesso che sarebbe andato ad allenare una squadra che ha già un allenatore e sei mesi prima che finisca il campionato.
    Sai l’allegria di Pioli nel leggere queste affermazioni, e quanto lo ascolteranno i giocatori dell’ Inter da oggi in avanti.
    L’ Inter rimpiangerà il Mancio per molto tempo. Ma poi vuoi mettere la goduria che vi procurava criticarlo anche a vanvera, cosa che con FDB e Pioli non vi stuzzica perché è come sparare sulla croce rossa.
    All’Inter è come al governo, una cosa è scoglionare Renzi un’altra cosa e prendersela con Padoan o chi per esso.
    Forza Inter e sempre grande Mancio.
    P.S. Dimenticavo non sono vedovo, ho moglie e figli. Purtroppo capisco di calcio e so distinguere gli uomini dagli opportunisti o mezze calzette.

    • Quando hai detto che il fuoriclasse lo avevamo in panchina, per un momento ho pensato ti riferissi a De Boer e ho avuto un mancamento…

      comunque concordo, io sono tra quelli che avrebbero tenuto Mancini ad ogni costo e sono certo che alla fine ci avrebbe portato a dei risultati, ma c’è anche da dire che è andato via nel peggior modo possibile e per questo non è scusabile!
      Oggi lo stiamo ancora pagando, non dimentichiamocelo.

      Rido ancora se penso ai commenti carichi d’odio verso il Sopravvalutato® che leggevo un anno fa con la squadra in testa… ma si sa che il calcio è bello perchè ognuno può sparare la sua minchiata nel mucchio e 2 giorni dopo dichiarare l’esatto opposto senza che nessuno (o quasi) se ne accorga.

  98. Ancora il Mancio? E’ lui che se ne è voluto andare, tra l’altro nel momento più sbagliato, ma ormai è un discorso trito e ritrito che pagheremo caro per questa stagione…

    Renzi invece sarebbe restato… ma gli italiani hanno deciso di scoglionarlo e di tenersi la casta, con senatori, province, consiglieri regionali, cnel, veline e cazzi vari che pagheremo per sempre…

    Sono discorsi diversi, uniti solo da uno stato d’animo piuttosto scoglionato per il week appena trascorso

  99. Quindi siccome Simeone ha perso due finali di CL sarebbe un perdente? Seriously?
    Meglio qualificarsi a stento per la UL piuttosto che arrivare in finale di CL e perderla. Non fa una grinza. Anche e soprattutto economicamente. Quanto alle dichiarazioni che starebbero rovinando la stagione nerazzurra, demolendo la psiche dei nostri allenatori, nonché rovinosamente minando la loro credibilità presso lo spogliatoio: avete provato a guardare i video delle suddette dichiarazioni? Cercateli. Ieri ad esempio a fronte del solito titolo allusivo tipo “Zanetti: Simeone? Chi lo sa…” vado a guardarmi il video dell’intervista all’evento Pupi e scopro che quella frasetta arriva dopo una disamina sul momento della squadra e della società in “zanettese” (cioè a dir niente) e al termine di una dichiarazione chiara e netta di sostegno al presente di Pioli. E stesso discorso si potrebbe fare relativamente al Cholo. Poi, se invece che esserne orgogliosi ci offendiamo perché uno degli allenatori più quotati del momento continui a regalarci visibilità mediatica internazionale accostando il suo nome ai nostri colori, beh che dire…
    Io continuo a sperare nell’arrivo di uno come lui, con potere contrattuale di fronte alla società ed attrattivo nei confronti dei giocatori forti. Con tutto il rispetto per il fantastico progetto Pioli…

  100. quoto Silvano.

  101. difficile commentare su questo blog perchè tu vuoi dire una cosa e se ne approfittano per aprire polemiche di cui mi frega una cippa.

    Simeone ha perso due finali di Champion come Cuper, altro non volevo dire se non quello, tenendo ben presente quello che riuscimmo a fare con lui e come proseguì la sua carriera, perchè per diversi allenatori arrivare all’Inter è stato come arrivare al suo capolinea , o stroncata o proseguita in squadre nettamente peggiori e in categorie inferiori.

    per cui stia bene attento a quel che fa Simeone, che è ancora relativamente giovane ed è meglio che non vada in giro a dire cazzate, a meno che il Suning lo abbia già ingaggiato e Pioli sia solo di passaggio, consapevoli che nemmeno con l’aiuto di qualche santo cinese riuscirà nell’impresa di arrivare terzo con la squadra di scarsoni e di demotivati che abbiamo.

    in questo caso sarebbe più bello se ci riuscisse perchè poi vorrei vedere come faranno a liquidarlo su due piedi, anche se all’Inter a fare simili scoperte ci mettono un attimo.

    ma è praticamente impossibile in quanto a metà campionato l’allenatore ha solo due punti fermi su cui contare, che sono Handanovic e Icardi, il che è tutto dire considerando gli alti e bassi che hanno quest’anno e considerando che l’anno scorso i punti fermi erano stati trovati anche in Miranda, Murillo, Medel, Perisic e Brozovic, cioè sette su undici, e si trattava solamente di trovare un paio di terzini degni dell’Inter, un mediano da affiancare a Medel davanti alla difesa e un altro da mettere a destra in attacco.

    l’unico che è arrivato ed è servito è quello da mettere a destra, gli altri acquisti hanno solo aggiunto casino al casino già presente, in modo tale che Pioli ogni volta che deve mettere giù la formazione gli viene il mal di testa in quanto tra Santon, D’ambrosio, Nagatomo e Ansaldi deve tirarne fuori due da mettere in campo e uno vale l’altro, cioè poco, si è messo nei casini da solo rispolverando Ranocchia dovemdo fare giocare Miranda a sinistra con il risultato di mettere in crisi anche il Capitano del Brasile quasi sempre uno dei migliori l’anno scorso e in questo inizio d’anno

    davanti alla difesa, che fa acqua non solo per demeriti propri ma per scarsa protezione dal resto della squadra, ci sono le più svariate combinazioni da provare visto che adesso Medel è infortunato e che era stato messo con un’altra brillantata di Pioli al centro della difesa con Miranda, esperimento durato venti minuti perchè poi si è fatto male, ma che sicuramente non avrebbe avuto un seguito per via che se togli Medel dalla mediana chi cazzo ci metti poi? Banega, J.Mario, Kondogbia, Melo, Brozovic o Gnoukuri,?che è il quesito da risolvere in questi giorni ed anche alla svelta se non se ne vuole prendere sempre tre o quattro anche dalle squadre in dieci

    questo del centrocampo va ad incidere anche sull’attacco, in quanto oltre ad Icardi che è inamovibile e non si capisce il perchè se quando fa cagare non possa essere sostituito da nessuno, da sistemare ci sono le caselle rimanenti e allora ti rendi conto che se insieme al palo della luce ci metti Perisic, Candreva e Banega e dietro Brozovic e J.Mario devi solo sperare che Icardi ne faccia due o tre perchè dietro un paio ne becchiamo di sicuro, ma se invece fa cagare come a Napoli ne becchi tre senza farne nemmeno uno, nonostante un paio se li sia mangiati di cui uno a tu per tu con Reina.

    adesso l’unica soluzione rimasta da mettere come mediano è Melo

    non ci resta che piangere…

  102. Brucia sempre, eh?
    Ma quanto brucia?

  103. Simeone, nonostante l’opinione di molti, non ha dato molto al calcio Italiano, compresa la sua partecipazione all’Inter di Ronaldo, che pure a mio parere è stata una delle migliori Inter degli ultimi vent’anni; e invece, lui argentino, ha appreso molto dal calcio italiano, come ha mostrato nell’impostare strategia e tattica della sua squadra all’interno del calcio spagnolo,per natura allergico alla prima regola da sempre vigente nel calcio all’italiana: non prendere gol, poi magari cercare di fare un gol più degli avversari (regola che prima l’olandese poi Pioli non hanno purtroppo dimostrato di apprezzare…). Per questo , tra tutti gli allenatori in circolazione, io lo ritengo l’ allenatore ideale, non certo il migliore, ma , darwinisticamente parlando , il più adatto a condurre una squadra come la nostra, che con quel genere di calcio ha ottenuto i suoi maggiori successi. Che poi torni o non torni in Italia ( io, al suo posto, avrei forti dubbi, conoscendo la situazione societaria in cui verrebbe a trovarsi rispetto a quella che lascerebbe), sarà una scelta che dipenderà da tanti fattori di difficile comprensione da parte nostra, soprattutto di fiducia verso la società cinese, molto diversa da quella morattiana, a cui, nonostante tutto( venne ceduto alla Lazio senza un ben giustificato motivo e, a posteriori, se ben ricordo, con molti rimpianti) è rimasto affettivamente legato; e molto personali (gli stranieri che hanno giocato in Italia, generalmente conservano un ottimo ricordo della loro permanenza da noi, per chi ha soldi uno dei luoghi migliori al mondo dove vivere).
    @ Internazionalista
    Circa la risposta data a Gus hai ragione. Ho scritto il post la mattina alle cinque con le idee ancora annebbiate dal sonno. La famosa formula gramsciana è stata da me erroneamente invertita, ma con il senno di poi si tratta di un felice errore. Anche il barometro della volontà, per ciò che riguarda la nostra squadra ( e anche dell’Italia!) segna secondo me il suo grado più basso. Ci resta solo la ragionevole speranza che le cose, prima o poi cambino, una volta toccato il fondo.

  104. @Gus

    Condivido quasi sempre quello scrivi Gus, però questa storia di tirare in ballo Simeone a me non convince affatto e come ho scritto in un mio post l’altro giorno, è totalmente fuorviante e ci facciamo male da soli.
    In questo momento non credo sia necessario farci rivalutare a livello internazionale accostandoci a cholo o chicchessia, ma sia prioritario ricostruire una IDENTITA’ di squadra, e questo sbandieramento full air del nostro prossimo allenatore è solo peggiorativo.

  105. Sì, però lasciamo fuori la politica, perché il casino che ha fatto Renzi con il suo tentativo di riforma costituzionale non l’avrebbero fatto nemmeno Orrico e Zeman messi insieme: un vero statista avrebbe giocato meglio le sue carte. A scanso di equivoci vorrei ribadire la mia distanza siderale da Salvinibrunettaberlusconimelonigrilli e simili.

  106. Se mi permettete, sulla questione referendum vi suggerirei l’odierna amaca di Serra. Lucida, divertente e…interista.

  107. Raggiunto l’obiettivo dell’esonero di De Boer a Pioli non hanno dato neanche un mese di credito. Subito sotto con Simeone. Sono delle vere puttane.

  108. Ho una notizia (da verificare, infatti la scrivo qua protetto da anonimato).

    Allegri ha un contratto fino al 2018, ma la Juve non inizia mai una stagione con un allenatore in scadenza. Se Allegri non rinnovasse, il prossimo allenatore lo sceglierebbe direttamente Andrea Agnelli (il livornese è stato scelto da Marotta). I due nomi sul tavolo sarebbero Simeone e Paulo Sousa in quest’ordine di gradimento.

    Ripeto: è solo gossip. La mia opinione è che qualche cambiamento di sostanza in tutta la Serie A lo avremo per il 2018.

  109. la nostra squadra amorfa deve giocare come il calcio comanda, almeno una partita ogni tanto_ Che senza un po’ di allegria ed entusiasmo non si combina un tubo_
    La nostra società ci dimostri che sa emendare i suoi errori_ Potrebbe iniziare eliminando per sempre gli orribili calzettoni gialli, considerando anche i pochi neutroni dei nostri: vestiti da pagliacci si sentono in dovere di giocare da pagliacci_

  110. Caro Acanfora, credo che tu volessi scrivere neuroni, ma va bene anche neutroni, viste le ca…te atomiche che combinano. Thumbs up!

  111. Da quel poco che si è visto è difficile giudicare, ma direi neuroni pochi. Mi interrogo sul numero dei neuroni di chi l’ha voluto comperare…

  112. Scusate, ma precisamente Simeone quando avrebbe detto che L’ANNO PROSSIMO allenerà l’Inter?

    Altro che vedovanza, qui siamo al monoteismo laico.
    Ormai l’Inter è solo una fastidiosa appendice nell’epica del culto manciniano.
    E, orwellianamente, ci aggiungiamo un “anno prossimo” (poi ci lamentiamo dei giornalisti…) mai detto.

    Poi, vabbè, solo per casistica, faccio sommessamente notare che Guardiola, l’anno scorso, fece la stessa identica cosa (solo che lui “anno prossimo”lo disse davvero).
    Questo per dire.

    Poi bella anche la storia delle finali perse.
    Purtroppo, mi duole ricordarvi che Mancini, da giocatore, ha perso una finale di coppa campioni.

    Pandev invece l’ha vinta.

    Quindi, secondo il ragionamento su Simeone, Pandev sarebbe più forte di Mancini.

    Avviso ai naviganti: l’Inter è quella nerazzurra.
    Lo dico per quando Mancini allenerà il Milan in futuro
    (e lì ci sarà da ridere)

    • mancio non è lippi; rispetta i tifosi e la storia del calcio_
      almeno fino ad ora, come dice la sua storia:
      samp, no genoa
      lazio, no roma
      inter, no milan

      più facile che vada alla juve

    • non vedo cosa c’entri la vedovanza con il mancato rispetto nei confronti di Pioli, attuale allenatore dell’Inter.

      ammesso che lo abbia fatto anche Guardiola a noi che ce ne frega?, avrebbe dovuto fregare all’allenatore che questi andava a sostituire al Bayern, ma noi siamo tifosi dell’Inter mica dei tedeschi.

      poi la storia delle finali perse è ridicola, ho solo voluto ricordare che già un altro è venuto da noi con più o meno lo stesso curriculum e non è che abbia fatto una bella fine dopo avere allenato noi.

      che sarà la fine che farà anche Simeone se deciderà per sua sfortuna di allenarci perchè un conto è allenare l’Atletico dove non gli chiedono niente se non di fare il suo meglio, considerando le due corazzate che si trovano a competere con loro, un conto è allenare l’Inter che è una delle tre grandi per antonomasia del calcio italiano e che gli darà come unico obiettivo quello di vincere e non di fare il suo meglio, di conseguenza tutta un’altra pressione mediatica e di attesa spasmodica dei tifosi da tenere sotto controllo e pur essendo un combattente non mi sembra abbastanza scafato per farcela.

      per non dire troppo intelligente vista la sua uscita da predestinato.

  113. il trionfo in corso, meritato, del Napoli, riabilita in parte i nostri neur..neutr.. cialtroni

  114. Sacchi è un pezzo di merda, dopo essere scappato come un coniglio dai campi di calcio perché totalmente incapace di reggere le pressioni, adesso da dietro la scrivania non si fa nessuno scrupolo a buttare merda sugli altri, ovviamente l’elenco “altri” se lo fa compilare da chi lo paga per fare il professore a gettone. A me in fondo il Milan non mi starebbe neanche troppo sul cazzo, forse perché avendo un contraltare come la Juve chiunque sembra meno peggio, poi guardo e sento i media e mi rendo conto che sono entrambi “quella roba la”, una faccia una razza, che schifo.

    • 3 anni di campionati indecenti peggio di noi adesso. E ora che hanno una classifica invidiabile, ripeto solo quella perché come gioco fanno seriamente cagare piumo meno come noi un anno fa , ma ovviamente nessuno critica , una situazione societaria da ufficio inchiesta e anche li nessuno che fa le pulci, noi invece più volte usciva thohir paradisi fiscali, debito , etc
      E sacchi sputtana noi 40 giocatori … ma se per 3 anni hanno tenuto Mexes a 5 mil netti senza mai giocare quello va bene… i ns far an cagare ma la stampa li sta uccidendo . Io non capisco perché non facciamo la guerra alla stampa. Primo perché sarebbe sacrosanta, secondo servirebbe per creare gruppo e poi peggio di così. .. dobbiamo sfruttarli per creare ardore, voglia, cattiveria rabbia agonistica, vedi Bonucci primi anni Conte . … Certo finché avremo Zanetti e ausilio che han paura della loro ombra. …

  115. Se è per questo manco Lippi è mai stato al Torino o al Genoa o all’Albinoleffe.

    Questo non per difenderlo (ci mancherebbe), ma per dire che questo ragionamento non ha molti riscontri.

  116. Perché scusa, Mancini da dove veniva?
    Fiorentina e Lazio, ecco da dove veniva.

    Non mi sembrano meglio dell’Atletico.
    Con la differenza che Simeone è arrivato in fondo alla Champions due volte
    (e vinto la liga contro corazzate insormontabili)

    Mancini col City dello sceicco veniva sbattuto fuori agli ottavi e la finale, anche persa, per ora, da allenatore, se la sogna

    …e non solo per ora, ché i dirigenti delle altre squadre gli occhi per guardare ce li hanno e avranno ammirato i numeri d’alta scuola di quest’estate. Al limite il Milan, ma solo per il malcelato gusto di ravanare, come al solito, tra i nostri scarti.

    Simeone gli dà una pista, altro che balle.

    • (che poi, detto tra noi, secondo me Mancini farà la fine di Benitez.

      O quantomeno

      glielo auguro di cuore)

  117. Mancini è un problema tuo, non vedo cosa c’entri adesso nel discorso Pioli, Cuper.

    poi parli dei gobbi ossessionati da calciopoli, a me sembri ossessionato da Mancini che non ho tirato in ballo nemmeno di striscio.

    forse gli darà una pista in futuro, per adesso gli è dietro e di parecchio come allenatore, come giocatore non è nemmeno il caso di parlarne, come persona non lo voglio giudicare solo per questa intervista fatta senza il minimo tatto e rispetto di un collega, per cui non lo giudico, da come si veste e come si atteggia in campo mi pare un buzzurro tipo er pomata.

  118. No scusate….ma avete visto la squalifica di due turni a Strootman…..guarda un po’ salta. gonzi e gobbi…..e noi ci incazziamo su chi ha allenato, allena o allenerà l’Inter…….mah…….

  119. Simeone ha vinto

    un apertura
    una clausura
    un campionato spagnolo (non con Barca o Real)
    una Europa League
    una supercoppa europea
    una supercoppa di spagna

    oltre a 2 finali di Champions.

    Mancini in Europa non supera gli ottavi.

    Gli sta dietro? Dai, non scherziamo.
    Ripeto, monoteismo laico.

    • non sto qui a farti l’elenco di quello che ha vinto il Mancio perchè se lo facessi sarebbe come tornare all’asilo.

      nel palmares dell’Inter risultano vinte 3 Coppe Campioni + una Champion, in bacheca non c’è altro per quel che concerne la coppa Campioni e la Champion.

      eppure una finale l’ha giocata e persa nel 1966 con Herrera Helenio e un’altra nel 1972 con in panchina Invernizzi che aveva vinto il campionato l’anno precedente rimontando 7 punti ai gonzi nel girone di ritorno, che rapportato ad oggi sarebbero 10/11 punti.

      in un anno e mezzo un allenatore che faceva il secondo a quello esonerato, che era Heriberto Herrera, ha vinto uno scudetto quasi impossibile da vincere realizzando un’impresa storica e portato l’anno seguente la squadra a disputare una finale.

      penso sia un record difficilmente battibile, peccato che di Invernizzi non si ricordi nessuno tranne me e pochi altri e che dopo la finale rientrò nei ranghi e nessuno se lo filò.

      per dire…

  120. Complimenti al Napoli, si sono qualificati vincendo a Lisbona ottenendo il primato nel girone…

    E complimenti pure a Sarri, la sua squadra gioca bene ed è bella da vedere. Il 3-0 di venerdì tra noi e loro ci sta tutto, senza se e senza ma…

    Ci sta anche a livelli più alti, di management, di società intendo dire…

    Mi fa girare gli ammenicoli vedere giocatori come Allan pagato 12 ml o Diawara che sarà riscattato a 14 ml, tenere il campo alla grande, mentre noi abbiamo pagato Kondogbia 35!! Mentre si parla di Gabigol (30 ml) in prestito…

    Chi ci capisce è bravo. Potrebbe pure essere che Kondo e GaBigol al Napoli, magari farebbero benissimo

  121. bè ricordiamoci che però il Napoli ha anche Tonelli Maksimovic Rog e tanti altri pagati delle cifre considerevoli che scaldano solo la panchina.
    Sarri è molto bravo però è anche molto integralista, e questo è un limite, soprattutto quando giochi su tre fronti. E prima di inserire altri giocatori ci pensa molto bene, a meno che i suoi fidati non rendano, tipo Valdifiori anno scorso scalzato da Jorginho che quest’anno è stato scalzato da Diawara, o Allan che alterna con Zielinski altro giocatore che alterna fase di rottura a fase di costruzione e inserimento.
    Se tengono botta e indovinano il centravanti hanno una squadra potenzialmente valida per tanti anni.

    su Strootman non vedo dove sia l’ingiustizia… ha fatto due cazzate immani, prima gettando acqua addosso ad un giocatore della Lazio e poi simulando, se uno se la vuole andare a cercare in tutti i modi poi non ci si deve lamentare…

  122. Ieri mattina leggo sull’amaca di Serra in Repubblica un accenno scherzoso sullo scudetto dell’Inter. Intendiamoci, un accenno ironico di quel signore della penna, per di più interista che è Serra. Poi di sera seguo una conferenza su un canale culturale di Sky tenuta da Baricco, uno dei maggiori scrittori e organizzatori culturali italiani, in un teatro strapieno di pubblico. L’argomento è di alta cultura che Baricco tratta da maestro, mescolando il sacro col profano, il serio col faceto e ad un certo punto dell’esposizione accenna nientemeno che all’Analitica Trascendentale di Kant che, dice, è una delle questioni filosofiche più difficili da capire:”Io stesso ancora credo di non averla capita bene, tanto è difficile, come, faccio un esempio ( lunga pausa) il gioco dell’Inter… qua e là… boh!” Risata generale con applausi di tutto il teatro.
    Ora, una battuta sull’Inter in questioni non sportive mi mette in imbarazzo, due nello stesso giorno mi mettono in allarme. Leggo indiscrezioni su un’eventuale decisione dei cinesi di licenziare anche Pioli ( il quarto allenatore nella stessa stagione!) se le cose non miglioreranno. Vorrei dire ai cinesi, se li conoscessi e conoscessi il cinese, che ci risparmino almeno il ridicolo. Rischiamo di diventare il bersaglio preferito di tutti i barzellettieri e comici d’Italia. Se lo fanno gli uomini di cultura, in argomenti lontanissimi dallo sport, figuriamoci gli altri.

    • Il problema è che è come se fosse partito un imput quest’anno. Non riesco a capire se è nato con le ns, pessime figure, sopratutto di risultati non di gioco. Abbiamo si è no dominato,il Milan? Battuto la juve? Perso per sfiga a Roma? Eppure ci fanno le battute. ..e se hanno cominciato Serra e Baricco stai tranquillo che ogni radio ne farà come in tv . Le userà corazza, Panariello insomma praticamente tutti…
      Per me ce un disegno dietro. Non mi spiego la totale mancanza di reazione della società. Quella non me la spiego proprio e mi fa incazzare e credere che purtroppo siano conniventi.

    • L’ultima volta che tutti si divertivano così tanto a raccontare barzellette sull’Inter, compresi i tifosi del Toro come Baricco che non si capisce cosa avrebbero da ridere, ad un certo punto si son ritrovati con la Juve in B e noi a trionfare per anni in Italia e nel mondo. Magari porta bene…

  123. non fustighiamoci oltre misura; se la squadra avesse un rendimento decente ci sarebbe meno ironia

  124. ormai siamo al punto che anche se perdiamo mendichiamo rispetto

  125. Cacciatore di troll
    dicembre 7, 2016 a 11:28 am
    E poi c’è Annibale: molto bravo in trasferta ma che ha raccolto meno di quanto meritasse.

    no imbecille, Annibale (Frossi) che allenò l’Inter, non era bravo nemmeno in trasferta e fu esonerato dopo nemmeno un anno.

    preparati meglio la prossima volta.

  126. preparatevi…

  127. Io mi meraviglio che certe cose destino stupore.
    Sono anni che ci portiamo questo problema, della scarsa tutela mediatica (e non).

    Come se io auspicassi il cambio totale di dirigenza per mero capriccio.

  128. “Le parole di Simeone rischiano di distogliere l’attenzione da questa stagione? Assolutamente no, voi fate domande su voci che create voi. Simeone ha espresso un suo desiderio, dovreste conoscere anche il mio di desiderio, non solo il suo: rimanere all’Inter il più a lungo possibile.”
    Direi che la chiude bene il mister.
    Tornando al calcio giocato:
    si torna a parlare di difesa a tre, di 4141, addirittura di Miranda davanti alla difesa (!)… Tutto purché la si smetta con il presuntuoso ed insostenibile 4231.

  129. Beh dai, non credo proprio che sia stupore, solo un fisiologico giramento di balle che ogni tanto ritorna, poi chiunque da Interista sa che i media ci sono contro da sempre, e che la dirigenza su questo discorso latita da sempre, non solo questa dirigenza.
    Quello che crea stupore piuttosto e che vogliono spacciare questa debolezza cronica nel difendersi come “signorilità”.
    Io francamente di fare il signore con questi maiali mi sono proprio stufato. Quanto alla nostra dirigenza è un bel dilemma perchè ripeto è da mò che tira questa aria e non se ne capisce davvero il motivo. Puoi anche sbagliare gli acquisti, e su questo già dovresti pagare le conseguenze, ma in fondo sono errori a volte difficilmente preventivabili, ma non capire che il danno dei media è potenzialmente enorme e non fare nulla per arginarlo è un atteggiamento suicida, ecco questo è da radiazione dall’ambiente calcio.

  130. Ma infatti io è quello che non capisco:
    c’è un motivo, uno, non ne chiedo di più, per tenerci sta dirigenza?

    Chessò, un punto di forza, un risvolto positivo, un episodio apprezzabile.

    Macché.

  131. Fossi in Sunining, farei carte false per prendere Mertens.

  132. io non sono un signore, mai stato, anche se “nacqui” come tutti e alle provocazioni rispondo quasi sempre, sbagliando, perchè provo piacere nello sfanculare qualcuno che se lo merita, ma non ottenendo niente, come potete vedere, se non la malcelata soddisfazione di avere detto la mia ad un cretino.

    i signori, quelli veri e più saggi di me, non si perdono dietro a simili cazzate ne si dannano per smentire cose inventate di sana pianta, o elucubrazioni futuristiche di pseudo giornalisti o commentatori televisivi che cercano di anticipare le mosse della nostra dirigenza, anche se per il momento non si sa bene chi sia e chi dovrebbe rispondere in merito, visto che quando l’hanno fatto, chi lo ha fatto ha sbagliato bersaglio anche se per me invece lo ha centrato in pieno, e hanno parlato a sproposito (secondo alcuni di voi) due come Ausilio e Zanetti che invece avrebbero dovuto stare zitti, aggiungendo danno al danno già procurato da uno con il cervello di un criceto, ma che è il nostro indegno capitano.

    la gobba fa sempre casino non appena i giornali si permettono di dire qualche cosa contro di lei, ma su qui tutti diciamo che farebbe meglio a stare zitta piuttosto di avere quell’atteggiamento mafioso che vorrebbe comandare in casa d’altri imponendo la sua legge e non quella sulla libertà di stampa, quando questa per sbaglio le va a rompere i coglioni.

    però se capita a noi vorremmo che la nostra dirigenza facesse uguale.

    bisognerebbe decidersi…

  133. le voci su Simeone sono favorire dalla nostra stessa società almeno dal marzo scorso

  134. ma infatti la stampa è il media, non mi venite a raccontare che certe cose non vengono dall’interno, per carità

    dove sta il losco complotto nel fare una domanda a Simeone e soprattutto nel riportarne l’inopportuna risposta?

  135. Il problema non è nè l’opportuna domanda, nè l’inopportuna risposta
    (ammesso che sia inopportuna).

    Il problema è il ricamino che ci si fa dopo, e che fa diventare un “in futuro allenerò l’Inter” inteso come dichiarazione d’intenti, che mi pare più un fare compiacente che non una roba davvero concreta o, se non altro, imminente.

    A questo, ora, ci aggiungiamo tutte le menate degli adepti manciniani che ormai non perdono occasione per dimostrare che tutti gli altri sono indegni di sedere sulla nostra panchina.

    Ovviamente, è l’ennesimo fianco scoperto di una dirigenza che non c’è quando dovrebbe esserci, e se c’è fa ancora peggio.

    La cosa più preoccupante è che, anche se davvero dovesse arrivare Simeone, e già non si sa perché dovrebbe lasciare una squadra avviata, vicecampione d’europa e che va a giocarsela con le più grandi, se non per una barca di soldi o di ego,

    stiamo già apparecchiando la tavola per distruggere lui e, più in generale, la prossima stagione, criticandolo prima ancora che arrivi (ammesso e non concesso che arrivi).

    E ha detto che gli piacerebbe allenare l’Inter,
    e se avesse detto che gli faceva cagare il nostro ambiente che avremmo fatto?

    Comunque mi sento di tranquillizzare tutti,
    a mandare in vacca le stagioni ci pensano già in società,

    quindi, magari, anche un po’ meno.

  136. a occhio e croce Inter e Simeone hanno già perso un anno; che si facesse sto matrimonio annunciato, che i palliativi sono peggio di nessuna cura

  137. corso46
    dicembre 7, 2016 a 11:41 am
    Cacciatore di troll
    dicembre 7, 2016 a 11:28 am
    E poi c’è Annibale: molto bravo in trasferta ma che ha raccolto meno di quanto meritasse.
    no imbecille, Annibale (Frossi) che allenò l’Inter, non era bravo nemmeno in trasferta e fu esonerato dopo nemmeno un anno.
    preparati meglio la prossima volta.

    ………………………………………………………………………………………………………………..

    Mi sa che alludeva a quell’ Annibale cartaginese, che combinò diversi casini in Italia prima di soccombere..
    l’imbecille sei tu, pensaci

  138. Io un nome per il DS all’Inter ce lo avrei: Gigi Simoni.
    Ha una onestà cristallina, ed una visione del gioco del calcio che si sognano tutti i dirigenti attuali.
    E’ un incredibile scopritore di talenti (tanto per citare: è lui che ha fatto debuttare, giovanissimi, Bruno Conti, Andrea Pirlo ed Alberto Gilardino).
    L’elenco è lunghissimo.
    Ha smesso quest’anno (era Presidente della sua amata Cremonese).
    Ma per noi tornerebbe.
    Non come allenatore, ovvio, ma come DS, non vedo chi meglio di lui.

    • È tempo di cominciare a sciogliere alcuni nodi per evitare di cominciare la prossima stagione con gli stessi equivoci:
      il non trequartista-non regista dai piedi cristallini Banega è il giocatore che ci serve?
      Brozovic e JM nello stesso centrocampo senza un Tourè 2.0 in mezzo tengono?
      Kondogbia lo minusvaliamo al primo che passa?
      Certo, per poter fare chiarezza occorrerebbe sistemare il piccolo dettaglio della governance dell’indirizzo tecnico…Chi lo detta? Kia? Thohir? Ausilio? Zanetti? Si fa a mammasciola?

  139. Pioli stasera vara il suo 3-4-3: la probabile formazione:
    Carrizo; Andreolli, Ranocchia, Murillo; Ansaldi, Gnoukouri, Felipe Melo, Santon; Biabiany, Palacio, Eder.

    Mi chiedo: se non lo prova oggi Gabriel Barbosa Almeida, in una partita che non conta una beata mazza, quando dovrà succedere?

    Sono sempre più sconcertato.

  140. Chiedo venia, me n’ero scordato.

    Grazie

  141. Cacciatore di troll
    dicembre 8, 2016 a 11:17 am
    Ed io che credevo di essere stato troppo sofisticato.

    no, tu non sei sofisticato, se solo scemo, non fare confusione come ha fatto il professore di storia che viene ad impartire una lezione che sanno anche i bambini delle elementari, mentre non c’è quasi nessuno che sa chi era Frossi e la mia era solo una battuta per darti dell’imbecille, anche se non ce n’era bisogno perchè ogni tuo intervento ti qualifica per quello che sei.

    • facevi prima a dire che non avevi capito invece di rifugiarti ancora nel Frossi, penoso anzichenò ( tu non Frossi )

  142. Io sinceramente non vedo nulla di male in quello che ha detto Simeone, né in quello che ha detto in risposta Pioli. Il problema è che i giornalisti con noi montano sempre un caso qualsiasi sia l’argomento…..In tal caso poi non riesco ad incazzarmi con la dirigenza; mi pare opportuno lasciar correre. Si hanno situazioni ben più gravi che meriterebbero risposte serie e piccate con tanto di querele come ad esempio i continui attacchi gratuiti dell ‘ imbecille Sacchi oppure del coglione Caressa.

  143. Invernizzi era un buon allenatore ma quell’anno 1970-71 me lo ricordo bene vincemmo perché i nostri giocatori decisero di provarci a vincere.
    E vinsero perché erano forti e perché il Milan oggettivamente si suicido’ perdendo col Varese in casa così come suicidó in modo più clamoroso qualche anno dopo a Verona
    Tutto ciò non solo per ricordare il passato glorioso ma anche or ricordare che alla fine sono i giocatori che ci devono credere alle imprese
    Oggi i nostri non credono a niente al di là degli allenatori che hanno

  144. Invernizzi non è mai stato considerato da nessuno un buon allenatore, tanto meno dai tifosi dell’Inter perchè sanno tutti che lui non decideva un cazzo, la formazione la facevano i senatori che dopo avere fatto fuori Herrera Heriberto hanno rispolverato Jair, Bedin e Bertini e stilato la famosa tabella che li portò a recuperare 7 punti al Milan.

    per dire e ribadire che in campo ci vanno i giocatori e sono loro a determinare il bello ed il brutto di una squadra, gli allenatori contano fino ad un certo punto e se non piace a quelli che contano di più nello spogliatoio può pure non disfare nemmeno le valigie che a casa ci torna subito, come si è visto ultimamente con il Rafa, con il Gasp e quest’anno con DB.

    Pioli è nel limbo, devono ancora decidere dove mandarlo se in Paradiso o all’Inferno, già ha fatto la mezza cazzata di farli lavorare domenica scorsa, previsto come giorno di riposo, come punizione dopo la sconfitta di Napoli, se gliene dà un’altra è un morto che cammina.

  145. Che le sorti di un allenatore sono quasi sempre i giocatori a determinarle, è cosa nota.

    A questo punto ne rimane solo uno in grado di allenare l’Inter e al bisogno spaccare loro le ossa: Carlos Ray “Chuck” Norris.

  146. apprendo con sconcerto che i risultati sono determinati dai pedatori nel campo di giuoco

    ohibò

    • era ora,

      così almeno la smetterai di rompere i coglioni all’allenatore di turno perchè è un ex gobbo, un quasi pensionato, un principiante o si mette sciarpette

  147. Fatemi capire, perché io non c’arrivo:

    l’Inter è l’unica squadra in cui un allenatore viene disarcionato così facilmente? No, perché nella maggior parte delle altre compagini non mi risulta che gli allenatori saltino così facilmente per colpa dei giocatori.

    Come mai?

    Due mesi a convincermi che i calciatori avevano fatto fuori De Boer e adesso? Vogliono far fuori Pioli?

    Ovviamente appena cambiano casacca diventano dei soldatini.

    Ha tutto molto più senso che dire, molto semplicemente, che puoi metterci chi vuoi in panchina, ma noi questa stagione l’abbiamo distrutta quest’estate.

    • chiaro, con quella preparazione atletica dove volevano andare??

    • Credo purtroppo tu abbia ragione. Semplicemente non ne hanno…e ne sono ben consci. Come cazzo fai a pensare di solo lottare quando sai che conrro chiunque partì favorito. Non è più il calcio anni 70 dove si camminava ora se non hai una condizione fisica ottimale fatichi contro chiunque è se ne sei pure conscio….Non ce partita

  148. Marò che palle i multinick

  149. si certo, meglio dare la colpa a uno solo che si fa prima.

    difatti Benitez si è autodistrutto da solo, non è mica vero che stava sulle balle a tutti i giocatori che via lui hanno cominciato a giocare pur con un allenatore sui generis, anche se molto meglio di tanti altri palloni gonfiati, così come il Gasp è stato fatto fuori perchè stava sulle balle a tagnin, non perchè voleva la difesa a tre che ha fatto pensare al ranocchino che era quello il motivo che non ne beccava più una, invece di pensare che razza di bidone fosse, così come hanno mollato al loro destino Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri e DB.

    con il Mancio ci sono riusciti a scoppio ritardato, perchè quando lui si è reso conto che certe zavorre gli sarebbero rimaste sulle palle anche quest’anno e che i sostituiti gli sarebbero serviti come i cavoli a merenda, ha fatto lo sbaglio di non chiederlo a te prima di mollarli al loro destino, ma se ne è sbattuto allegramente di quello che dice uno dei tanti che commentano sui vari blog, cazzo gliene fregherà mai a lui intanto che si fa le sue belle crociere intorno al mondo alla faccia di chi gli vuole male.

  150. Sì, peccato solo che s’è perso tutto luglio.

    C’era un mare da favola.

  151. Pinamonti. Spero in una bella partita per lui. Qualcuno dei settoriani allo stadio?

  152. Grande controllo e assist per Eder. 1-0 e debutto con i fiocchi.

  153. PinamontI predestinato

    Melo insuperabile nella organizzazione degli abbracci

    • ..insuperabile nell’organizzazione degli abbracci.. ; )

    • Tu scherzi, ma una delle cose che ci manca di più è proprio lo spirito di squadra, preferisco pagare qualche milione per Melo che si sbatte per fare spogliatoio (anche se in campo serve a poco) che cacciarne 40 e non prendere altri giocatori buoni per un flop come Kondo.
      Perché io davvero cosa cazzo ci abbiano visto in questo da cacciare 40ML non lo capisco proprio, manca di 2 delle.3 cose necessarie nel calcio moderno, tecnica (non ne ha) velocità (non ne ha) fisicità (quella si) .
      E cacci 40 cocuzzi con cui avresti potuto aggiustare la difesa o un regista o una punta in alternativa a Icardi per un’incompleto del genere? Io pagherei per vedere cosa cazzo ha fatto l’anno prima nel monaco (credo) perché davvero non si spiega.
      A volte (rullo di tamburi) devo dare ragione a Estecambiasso, c’è gente li in dirigenza che deve andare via perché certe cose non si possono vedere.
      Non puoi spendere queste cifre e poi dire Ops…
      Poi Gabigol… Vabbeh fammi andare a dormire va.

  154. Devo dire che è raro vedere un giocatore così giovane fare quella giocata da attaccante navigato,

    ossia stop al volo e scarico di prima sul compagno libero in corsa, senza avere neanche la necessità di proteggere la palla, vista la velocità d’esecuzione del tutto.

    È presto, anzi prestissimo, per dire se è davvero uno buono, ma vale la pena spenderci del tempo, ecco.