Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Laserterapia e mezze mattonelle

image

Il format Mancini, ormai consolidatissimo, è: “(Frase relativa alla partita) ma commettiamo troppi errori”. Che è ovviamente un enorme passo avanti rispetto a “(Frase relativa alla partita) ma (scusa a caso)”. Hai cambiato l’allenatore, hai dato una svolta epocale ma è rimasto il ma. Il problema è sempre quello, il ma. Proposizione principale, ma, proposizione coordinata. Mancini ha portato aria nuova, schemi nuovi, giocatori nuovi, onestá intellettuale nell’analisi della partita, fantasia, coraggio, ma non è ancora riuscito a eliminare il ma, che sarebbe la quadratura del cerchio. Vorrebbe dire che giochiamo, produciamo, teniamo palla, siamo alti E (non MA) (frase a caso, contenente il verbo vincere declinato alla bisogna).

Ci arriveremo? Possibile. Probabile. Peccato per il tempo che passa, per gli obiettivi che non ci aspettano, che restano lì sospesi e ti sembra di poterli prendere allungando un braccio e invece no, è un’illusione ottica e – soprattutto – c’è sempre meno tempo a disposizione. Tocca sospendere anche i giudizi e le considerazioni: come metabolizzi e consideri questo Napoli-Inter, dai primi settanta minuti da “vorrei ma non posso” o dagli ultimi venti minuti da “se voglio posso e ti faccio anche un culo così”?

Siamo quasi a metá marzo e – questo è un fatto – non abbiamo ancora vinto con una grande. Neanche stasera a Napoli, che poteva chiudere la gara prima ancora del tè caldo. Ma quei venti minuti finali, in condizioni che solo pochi mesi fa avrebbero determinato più probabilmente un 5-0 di un 2-2, sono una cosa bella e incoraggiante ma (il ma…) anche l’ennesima mezza mattonella con cui lastrichiamo il nostro percorso. Mezza qui, mezza lá, e dalla mezza classifica non ti schiodi. Peccato, valiamo molto di più. Il problema è che – ancora, e purtroppo – non meritiamo molto di più.

Teniamoci buono anche il cucchiaio di Icardi, il rigore del possibile 2-2 tirato con il laser negli occhi e con la pressione di una stadio ostile e di un risultato da riacchiappare. Maurito sta diventando grande, ha fisico e faccia di merda, ha i colpi dentro e fuori dall’area, il senso del gol e una personalitá che sboccia. Ci mancherá: almeno, che ce lo paghino bene.

share on facebook share on twitter

235 commenti

  1. Forse è la prima volta, da quando ti conosco, che sono in totale o quasi disaccordo con la tua disamina.
    Stasera più passavano i minuti, più cresceva il mio imbarazzo parallelamente allo scoramento.
    Continuo ad amarla, oggi più di ieri e meno di domani, ma questa non è la mia Inter.

  2. Secondo, l’immondezza non conta.

    Intervincit stiamo rasentando la follia col paragone con allegri. Cioè, secondo te non dice che sta competendo per lo scudo?

    Passiamo oltre.

    Grande mauro che sfregia i laseromani con un cucchiaio che gli magna 2 punti all’ultimo minuto.

    Notte a tutti

  3. Quello che non capisco del tifoso interista è perchè abbinare la critica al vecchio allenatore con quella al nuovo. È vero che ognuno la può pensare a modo suo, ci mancherebbe. Ma è la negatività ad oltranza che stona e che credo sia improduttiva.
    Neanche capisco l’essere piú realisti del re riguardo alla eventuale cessione di Icardi. Perché tanta rassegnazione?

  4. Settore MA lui sta già pensando allo scudetto del prossimo campionato quando arriveranno Messi e Ronaldo della classifica attuale frega poco,se di questo passo e con questa misera media non entriamo in Europa MA che se ne fotte. MA si puntiamo tutte le nostre carte sul futuro,anche se del domani non c’è certezza (cit)

  5. Piuttosto, facciamo gli Auguri di Buon Compleanno alla Beneamata.

  6. Vero buon compleanno all’amata Inter che gli uomini passano l’Inter rimane per sempre.

  7. La tensione per la partita ancora si sente e quindi sono ancora sveglio,allora faccio il post notturno:
    Guardavo la classifica parziale, domani lo scontro lazio-fiorentina un pari che ci porterebbe a 7 punti dalla quintultima(la fiorentina) recuperarli nelle 12 partite che mancano è un’impresa difficilissima al limite dell’impossibile visto lo stato di forma attuale dei viola idem per la lazio che ha un punto in più.

    Adesso si capisce meglio la sparata Manciniana di spostare il discorso sul prossimo campionato e cercare di infondere ottimismo…

  8. Mi accodo a Nino facendo gli auguri alla nostra Beneamata (107 anni).
    Per quanto riguarda la partita di ieri sera, la verità vera è che abbiamo una difesa di merda!
    Senza MA e senza SE.
    Senza le cagate di Ranocchia e Juan Jesus, a quest’ora l’Inter poteva avere almeno 10 punti in più in classifica.

  9. anche BROZOVIC

  10. Anche BROZOVIC come prima PODOLSKI (ieri MANCINI ha preferito puntare su un baby) s’è preso l’interite, ossia partono alla grande con un bel debutto poi partita dopo partita tornano alla normalità tanto che ti viene da chiederti ma dove li hanno presi questi ??? Come al solito difesa impresentabile, ma perchè alla disperata non proviamo a dare fiducia per qualche partita ad ANDREOLLI ???

    • La prendono perchè se pensi di fare qualche passaggio come cristo comanda con Medel e Guarin sta fresco…. Brozovic non è un fenomeno ma si vede che ha buone geometrie di passaggio…. Ma se i tuoi compagni di squadra sono inadeguati… tiri i remi in barca…. Se Icardi non si propone mai per una sponda…quella soluzione la elimini… Se Guarin gioca per conto suo ….non fai un dai e vai ma gli dai la palla sui piedi e aspetti ….. E via così…

  11. Della partita esistono più letture.
    La prima è quella dell’impostazione di guioco (mi ha sempre colpito la raffinatezza nel dirlo con la u).Benitez l’ha impostata nel contropiede (as Montella), mentre il Mancio cerca sembre di giocarla. Pro? Contro? La mia preferenza è quella di giocarsela sempre, però non scarterei l’opzione del contropiede a priori. E’ un arma e può essere sfruttata alla bisogna (contro il celtic all’andata più o meno abbiamo alternato le fasi di giUoco.
    La seconda è sulla incertezza difensiva. A me sembrano più errori individuali che di squadra. Su un cross prevedibile nn puoi marcare l’uomo a due metri di distanza. sul secondo gol dovrei rivedere bene ma higuain mi sembrava solo soletto e con tanto tempo per prendere la mira.
    La terza è un Santon superlativo, attacca, difende, salta l’uomo, crossa, tira…un giocatore completo e imprescindibile nell’impostazione di giUoco.
    La quarta è che il carattere della squadra e le capacità sono innegabili, recuperare due gol al S. Paolo per quanto mi riguarda è un’impresa…che poi ci siamo trovati a dover rimontare è un’altra storia.
    Forza inter

  12. Il problema è che non si può giocare con due centrali impresentabili: ieri JJ da interregionale e ranocchia un po’ meglio (qualche intervento deciso e decisivo, poi le solite infinite incertezze quando prima di colpire di testa da solo guardava il suo compagno completamente libero e poi la passava all’avversario o in fallo laterale o quando inseguiva Hamsik fino a metà campo lasciando il buco in difesa).

    Con due centrali di serie B ieri (e non solo ieri) avremmo vinto facile

  13. Bannate intervincit e constaterete che i colori del cielo e della notte torneranno a dominare in ogni dove .

  14. Ma basta co’ sto ranocchia, che ieri è stato il migliore in campo

    AVETE ROTTO IL CAZZO

  15. parlando di calcio

    ranocchia se posizionato risulta imbattibile

    il problema è quando viene infilato in corsa (non necessariamente veloce)

    lì diventa macchinoso e viene regolarmente saltato

    ieri non è scalato su hamsik nel primo gol

    per il resto insuperabile

    fioi, mettemosela via

    sto anno xe cussì, un longo e un curto…

    “la vita è un’altalena”

    schopenauer/orietta berti

  16. il discorso del Re:

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/mancini-futuro-in-bilico-il-tecnico-tranquillizza-tutti-ma-non-puo-dare-garanzie-178985

    più chiaro di così uno non potrebbe essere e fare la promessa di dire che lotteremo per lo scudetto non è detto che lo si vinca, perchè se riusciamo a perderli all’ultima giornata non è che quelli che l’hanno perso non hanno mantenuto la promessa…

    ad ogni modo su questo discorso ci è stato portato dai media che ogni volta gliela menano su quella clausola dove si dice che lui se non raggiunge la Champion saluta tutti e se ne va e quindi lui ha risposto che sta lavorando per il futuro e per lui il futuro è l’Inter e cercare di vincere con l’Inter, poi lo sa benissimo come vanno le cose nel calcio.

    anche per Mazzarri il futuro era l’Inter (questa è mia, lui non l’ha detta…)

    questo per Intervincit che ha postato mezza frase che non dice niente, qui c’è tutto quanto e i motivi perchè ha parlato, anche perchè di solito, se fanno le conferenze stampa, è perchè uno va lì a dire qualche cosa, se no cosa cazzo ci andrebbe a fare?

  17. Wolf
    concordo su ranocchia, prestazione molto buona e se fosse ritrovato per noi sarebbe veramente importante
    Intervincit
    anche io ho avuto tantissimi dubbi sul cambio di allenatore in corsa e mi son beccato della vedova puntualmente (termine che tra l’altro mi pare spesso utilizzato a sproposito e comunque inutilmente offensivo oserei dire). In effetti c’è stato un momento in cui sembrava che essere fuori dal coro significasse non capire nulla di calcio o peggio voler dare patenti etc etc. Insomma un momento in cui sto blog che frequento da molto tempo (anche se ho cominciato a farmi vivo solo da poco) sembrava uniformato al pensiero unico antimazzarri e guai a chi osava dire una parola dissonante. Però adesso credo che ciò che è fatto è fatto, e che dovremmo essere positivi perchè qualche segnale sembra esserci e soprattutto perchè è molto più bello se ci crediamo!!! E secondo me bisogna crederci. E’ nel nostro dna sembrerebbe…..

  18. ho rivisto gli highlights con calma e come pensavo ieri (e non sono convinto che abbiano fatto vedere tutte le situazioni pericolose del Napoli tante erano) ne conto 6 a 1 solo nei primi 45″
    Parlare dopo aver letto il risultato è ciò che rovina l’obiettività del tifoso. Ieri non è stata una buona partita, se gira semplicemente come gira percentualmente nella normalità noi finiamo il primo tempo sotto di almeno 3 gol, il secondo tempo non sarebbe esistito e tanto meno i fantastici 20 minuti (venti ! )
    E tanto per la precisione ieri il migliore in campo è stato Handanovic e non certo Ranocchia che contro due o tre interventi degni di nota ha rinviato la palla più e più volte in fallo laterale quando era possibilissimo gestirla da difensore di livello, è evidente che gioca terrorizzato, e non certo grazie a me, è stato messo in croce per partite giocate meglio di quella di ieri già mesi fa, adesso siamo all’opposto e lo vediamo migliore in campo quando è l’emblema dell’insicurezza in difesa .
    Per chiudere smettiamola di dire che il problema sono solo i 2 centrali, vengono infilati sistematicamente nelle azioni da 3 o 4 giocatori avversari il che vuol dire che è proprio la fase difensiva che non va, poi loro ovviamente ci mettono del suo ma non possono fare miracoli continuamente attaccati da più parti e sempre costretti a stare nella terra di nessuno tra più avversari. Io non so neanche chi cazzo siano i centrali della juve ma sono sicuro che se li metti nell’Inter di oggi non farebbero grandi cose (vedi vidic)

  19. Poi per evitare che la discussione al solito prenda una piega sbagliata vi dico anzi ridico già che oggi è meglio di quando c’era Mazzarri e con giocatori di pari livello Mancini sarà sempre una spanna più su di Mazzarri.
    Ma oggi questi siamo, e non so quanto sia positivo bistrattare così la fase difensiva se alla fine di azioni manovrate in attacco ne facciamo 1 o 2 a partita.

  20. Nonostante il grande lavoro del mancio
    che continua ad inculcargli che noi siamo l’inter
    e dobbiamo giocare da inter in ogni campo
    i nostri non si sono ancora scrollati di dosso
    un anno e mezzo di mazzarrite

    Con un po di convinzione in più
    ieri la si vinceva in scioltezza.

    Purtoppo i centrali difensivi che abbiamo questi sono
    almeno fino a fine stagione
    dobbiamo sperare nella divina provvidenza ad ogni attacco avversario

  21. Copioincollo uno stralcio dell’intervista del Mancio visibile su internews

    “Ranocchia-Juan Jesus? Non credo cambiando possa cambiare molto, non sempre è colpa della difesa, ma spesso siamo piazzati male col centrocampo. ”

    Al di fuori della dichiarazione di facciata, perchè non è necessario che cambi molto, è sufficiente anche poco, in meglio, se ce n’è la possibilità, (why not?) se ne trovi uno in panchina che è meglio lo trovi, però come dicevo prima e come lui sa ovviamente mille volte meglio di me il problema è il centrocampo perchè o gli attaccanti si moltiplicano come i pani e i pesci o ci sono centrocampisti che si fanno trovare spesso 10 mt in ritardo

  22. Javier+ riguardati meglio gli highlights allora…xchè se avessimo avuto il Palacio dello scorso anno sullo 0-0 davanti alla porta non avrebbe fatto quel non so cosa e sull’1 a 0 icardi poteva rifarglielo subito. Poi un pò più coperto da avversari anche shaqiri ha avuto l’occasione di tirare da fuori area indisturbato, per non parlare tiro cross respinto dal terrorista francese che l’ha tolta dai piedi a uno dei nostri. Secondo me a occasioni siamo li..forse più il Napoli ma giocavano in casa. Ricordiamoci che l’idolatrata fiorentina a s.siro ha fatto un solo tiro/cross…

  23. Javier+

    la partita l’ho vista e rivista e le azioni del Napoli per lo più sono partite in fuorigioco con lanci in profondità verso Mertens o Higuain dove non era possibile per il centro campo fare filtro in quanto veniva scavalcato tranquillamente perchè il Mancio vuole e pretende la difesa alta e praticamente a centro campo c’era la nostra difesa in linea con i loro attaccanti che pur partendo in fuorigioco il più della volte sono stati fermati dai guardialinee solo se questi erano di diversi metri ma se si trattava solo di uno lasciavano giù la bandierina.

    l’unica parata degna di nota di Handanovic è stata su un tiro di Higuain che in area si è liberato di Guarin, quella dove ha tentato il pallonetto la prendevo anch’io, quella su tiro di Hamsik vicina al palo che si è lasciata sfuggire se prendeva gol lo inculavo a distanza e una respinta a pugni centrale come al solito in mezzo all’area che per fortuna non ha creato danni successivi non sarebbe nemmeno degna di nota se appunto non l’avesse respinta in avanti.

    se tu ci vedi in ogni azione che hanno fatto reti mancate io ci vedo solo azioni che potevano concretizzarsi in un gol ma anche no, cioè normale routine di una partita di calcio dove ogni squadra crea diverse azioni ma ne concretizza al max il 20% altrimenti le partite finirebbero con punteggi tennistici ogni volta.

    d’altro canto noi nel primo tempo abbiamo messo Palacio solo davanti al loro portiere con un lancio come il loro a scavalcare il centro campo, Icardi ha avuto sui piedi da fuori area la stessa opportunità che Higuain ha sfruttato segnando il loro secondo gol e Guarin a momenti cancellava Recoba dai nostri ricordi.

    per cui non è che hanno giocato solo loro anche se diverse volte Ranocchia ha dovuto metterci una pezza per fermare per lo più Martens visto che Santon non ci riusciva mai.

    nel secondo i gol glieli abbiamo praticamente regalati perchè Hamsik non ha dovuto nemmeno saltare per deviarla di testa e Higuain si è liberato di JJ solo muovendosi con il corpo all’indietro, roba che più la guardo è più mi chiedo cosa cazzo JJ si aspettasse che facesse talmente era fuori posizione nei suoi confronti.

    tra un gol e l’altro Icardi se ne è mangiato uno di testa e dopo di lui anche D’ambrosio la poteva indirizzare meglio.

    per cui non è che ci siamo svegliati solo dopo lo 0-2, eravamo svegli anche prima solo che ogni tanto ci addormentavamo, dopo invece si sono addormentati loro.

  24. Li ho riguardati e confermo tutto
    6 a 1 per il napoli nel primo tempo
    nel secondo tempo dopo il gol del napoli (siamo a 7 a 1 come occasioni, parlo di tiri in porta con tanto di parate importanti dei portieri, anzi del portiere perchè quella dell’inter brozovic l’ha tirata fuori)
    poi è venuta fuori l’inter con un colpo di testa di icardi fuori di poco (53″)
    poi secondo gol del napoli
    poi i due gol dell’inter
    da qualche parte c’è pure un tiro di Shaquiri bloccato dal portiere.

    Cioè, mi da veramente fastidio fare il ragioniere oltretutto contro l’Inter, ma cacchio a sentire alcuni sembrava Italia Germania 4-3.

  25. Va beh, dunque tirando le somme

    Meritavamo di perdere 8 a 1 e ranocchia come al solito inguardabile.

    Andiamo avanti, che è meglio

    odiavo serbauscia quando appariva solo per rivolgere due righe di insulti ai tifosi interisti.

    Ma cazzo se aveva ragione

    Ps, che poi basta capirci un minimo di pallone per accorgersi che giochiamo bene coi reparti corti, male quando ci allunghiamo, perché manca filtro a partire dalla trequarti avversaria e li fai ripartire verticali in velocità. Altroché ranocchia

  26. E soprattutto, basta commentare dopo aver visto gli highlights e/o sentito radiocronache

    O ci si guarda 90 minuti di partita, o si fa meglio a tacere, altrimenti si costringe gli altri a leggere cose ai confini della realtà

  27. Javier+

    quello che dice il Mancio ai media va preso con il beneficio d’inventario a meno che tu ti aspetti dica che JJ è un deficiente integrale, per cui deve cercare di non fare andare sotto processo nessuno dal momento che a questo ci pensiamo prima noi come tifosi e poi i media a ruota, altrimenti si troverebbe a giocare da solo le partite perchè ogni volta da mettere sotto processo ne abbiamo almeno tre o quattro quando ci dice bene, compreso lui ovviamente.

  28. Wolf,
    facci solo il piacere di stilare l’elenco di quelli che devono tacere, tu che sai, tu che hai la verità in mano.
    così finalmente potremo godere di un Blog come dio…. pardon come Wolf comanda.
    Per la cronaca: io non sento mai la telecronaca , uso l’effetto stadio o il mute.
    Magari mi perdo qualche fuorigioco, è per questo che mi riguardo gli HL il giorno dopo da tranquillo.

  29. Corso
    si lo so l’ho anche detto un po più su. O cmq è quello che intendevo quando dicevo che ritenevo più importante l’accento messo sul mancato filtro a centrocampo che non sparare sempre addosso ai 2 centrali. Poi io continuo a vedere Vidic un po meglio e più in generale mi piacerebbe vedere la stessa difesa per 3 4 partite di seguito.

  30. Tu sei libero di dire che meritavamo l’8 a 1, io di rispondere che hai detto una cagata colossale.

    Più gente scrive meglio è, ma è anche vero che le boiate fini a sé stesse non portano nulla alla discussione e anzi la deviano in linciaggi contro il difensore piuttosto che l’attaccante o il portiere.

    E francamente lo trovo disgustoso

    Cazzo, uno si connette a metà mattina dopo 200km per respirare un po’ di positività per un insperato punto al SAn paolo, e tocca leggere i soliti moriremo tutti ranocchia merda.

    Così il vaffanculo scatta in automatico.

    Anche perché, se proprio ci tenete, c’è sempre il blog di Suma per certe fregnacce

  31. Le partite durano 90+recupero.
    Una disamina fredda degli higlights è pura accademia, ma soprattutto non è il calcio.
    Magari fosse pugilato lo capirei meglio, sempre che puoi assestare anche lì colpi su colpi, ma se te ne arriva uno fatto bene vai giù e non ti rialzi più.
    Una squadra ne può prendere tre il primo tempo e farne tre il secondo.
    Cosa che è accaduta col Celtic, per esempio, ma anche ieri.
    Che significa?!

    E’ vero che il primo tempo hanno avuto più occasioni, anche se spesso partivano in fuorigioco o le avevano per nostre endemiche falle, ma è anche vero che il secondo potevamo vincerla.

    Se però si vuole dire che siamo ancora deficitari soprattutto in difesa, beh, mi pare che si scopra l’acqua calda.

    Comunque, ieri l’errore su Hamsik l’ha fatto JJ e non Ranocchia.
    Che poi Ranocchia non sia affidabile è vero, ma ieri francamente ha fatto il suo e anche bene.

    Insomma, giusto criticare ma con criterio.

  32. Eppure m’era piaciuta di più la partita con la viola, peraltro persa.

  33. Qualche considerazione sparsa qua e la.
    E’ vero che quando una difesa fa cagare spesso il centrocampo non filtra e generalmente gli esterni non si fanno un culo così.
    A volte, anche in presenza di un centrocampo ok e di due esterni che danno tutto, gli errori individuali del difensore, una mancata diagonale, una scalata non fatta o fatta male ti condannano a prendere un gol che mai potresti prendere.
    Noi (spesso) riusciamo in entrambe le cose.
    Ieri Ranocchia è partito bene, era grintoso e abbastanza preciso.
    JJ invece è partito male, ammonito (giustamente) dopo 35 secondi, ed ha continuato in calando, alternando allineamenti da oratorio con entrate sempre affannose, fuori tempo e fallose.
    Poi ha virato sull’ascetico, e si limitava ad ammirare lo svolgersi della gara come in occasione del gol di Hamsik.
    Chi ci ha fatto caso, ha visto che già durante la corsa dell’esterno destro del napoli, Ranocchia correva con le braccia larghe e altissime, a chiamare sia JJ che D’Ambrosio (mamma mia…) alla chiusura ed all’allineamento, ed è rimasto tra Hamsik e Maertens (il primo orfano di JJ ed il secondo di D’Ambrosio).
    Il risultato lo conosciamo…

    Allo stato attuale, Andreolli è molto ma molto meglio di JJ, come Dodò è meglio di D’Ambrosio (ed è tutto dire).
    Medel non ha piedi fini, ma si spacca il culo in mezzo al campo, è versatile (non mi dispiace come centrale) e da tutto il poco o tanto che ha.

    Brozo è incappato in una giornataccia, spero non sia una involuzione, i numeri e la tecnica non mancano.

    L’ex-Bambino a me piace tantissimo quando si propone (quindi spessissimo), meno quando difende (ma li credo che il problema sia sistemico).

    Dovendo dire qualcosa dei tre davanti, bene la freddezza del trenza e di maurito, Shaqiri benino.

    Se fanno una raccolta fondi per un monumento ad Handanovic, contate sui miei 10€ 🙂

    Possiamo concludere con un Augurio di altri 1000 anni di storia per la Beneamata, ed un invito ai ragazzi: andate, per favore, a spaccare le chiappe a quei tedeschi stupidi e presuntuosi? Grazie.

    P.S. scusate se mi sono fatto prendere la mano, ed ho fatto un mezzo papiro…

    .
    Forza Inter, da 107 anni in serie A.
    .

  34. Per diversi anni ci siamo portati dietro il rimpianto di Benitez

    e c’avevaraggionebenitez di qua
    e c’avevaraggionebenitez di là
    e secifossebenitez su
    e abenitezkharjanonglielhacomprato giù

    vogliamo parlarne che ieri, tanto per dire, Rafa non si è fatto rimpiangere?

    Dopo un anno e mezzo e acquisti a getto continuo, la difesa fa ancora acqua da tutte le parti.
    Ieri ha praticamente buttato via due punti, togliendo Mertens e Hamsik, perché credeva di aver già vinto.

    L’avesse fatto il nostro allenatore molti se lo sarebbero mangiato vivo,
    così come l’errore di Montella che ha lasciato in 10 domenica scorsa la Fiorentina per la fretta di fare il cambio senza ponderare che aveva un uomo a terra.

  35. Wolf
    lascia stare. Tu proprio non sai parlare in maniera civile

  36. Benitez ieri come gioco ci ha superato di due spanne. Se Mancini resterà altri due anni probabilmente farà meglio. Ma parlando di società da quando il Napoli ha preso Benitez e l’Inter Mazzarri il Napoli ha fatto meglio di noi

  37. este

    perché riaprire discorsi inutili?
    Sarà il piacere della polemica a tutti i costi, eh?
    Proprio adesso poi, che veniamo da una lunga ed estenuante querelle sugli allenatori!
    Lassa sta ch’è mejo.
    Damme retta.

  38. Dire che meritavamo di prenderne 8 è come dire che con la viola si doveva vincere 6 a 0.

    Una roba talmente fuori mondo che è chiaro sia detta per provocare e gettare cherosene sul fuoco.

    Di cosa ti stupisci se in tutta risposta ti si manda a cagare?

  39. Internaz

    cioè, siamo arrivati al paradosso che si può criticare l’Inter tranquillamente
    (e fin qui sono d’accordo, intendiamoci)

    Però se si critica l’allenatore avversario

    (avversario… sì, lo so, è dura da mandar giù, ma Benitez ieri era l’allenatore avversario,
    fatevi forza)

    è solo per piacere della polemica, ed è meglio lasciar perdere, damme retta
    gli avversari non si toccano.

    Boh.

  40. Javier

    Non è il Napoli che ha giocato due spanne meglio, ma noi che ieri abbiamo giocato maluccio.

    Soprattutto in difesa.
    Poi l’abbiamo raddrizzata grazie ad una mentalità nuova e dei cambi azzeccati, ma il Napoli non mi ha impressionato.

    La Juve gliene avrebbe sparate un paio senza troppi complimenti.

    Il Napoli in due stagioni ha fatto una caterva di acquisti e, per ora, non è che mi abbia stupito troppo.
    La difesa è un colabrodo quasi quanto la nostra.

    Se tra un anno e mezzo l’Inter di Mancini giocherà così non credo ci rallegreremo molto.

    Tanto più che hanno una rosa che pare la metro all’ora di punta.
    Quanti sono? Settecento?
    Ogni volta che gioca il Napoli ne scopro qualcuno nuovo.

  41. este

    si può criticare chiunque, ma come l’hai fatto tu sa di polemica sterile.
    Non hai detto semplicemente “ieri Benitez ha cappellato (ammesso che l’abbia fatto), non mi è piaciuto per questo e quell’altro motivo ecc. ecc.”; no, tu sei andato subito alla polemica annosa.
    Tutto qua.

    E a me, allo stato, di Benitez non me ne può fregare di meno.
    No, te lo dico in tutta tranquillità.

  42. Wolf,
    Ma tu ci sei o ci fai? Ma chi cazzo ha detto che dovevamo prenderne 8??!!
    Io ho parlato di occasioni lasciate all’avversario , ho detto che in tante altre partite tutta questa magnanimità da parte degli attaccanti o della vena del ns portiere non è facile ne scontato che ci sia. Dire (come ho detto vattelo a rileggere) che lasciando 6 occasioni da gol nel primo tempo vuol dire bruciarsi le partite nei primi 45 min. 9 volte su 10 non vuol dire che ieri meritavamo di prenderne 8 . Vuol dire che quella di ieri non è stata una partita da mettere in cornice e festeggiare, perché come dici tu (…) chiunque capisca di calcio sa che una partita come ieri se la rigiochi nello stesso modo per 10 volte 7 la perdi 2 la pareggi e 1 la vinci.
    che a volte basta 1 tiro e perdi (vedi viola) pensa se lasci 10 occasioni a partita.

  43. Ieri ottimo il carattere e il non mollare mai di scuola manciniana (noto che gli antimanciniani seppur non numerosi, sono assai convinti ed incattiviti…), maluccio nel primo tempo, abbiamo sofferto troppo e concesso troppe ripartenze al napoli, ottima la reazione dopo lo 0-2….jj ieri male, ranocchia invece, pur a tratti insicuro, ha fatto bene quel che doveva: il problema è che attaccati così in velocità, spesso in parità numerica rispetto a chi ti sta attaccando, soffrirrebbe qualunque difesa e qualunque difensore (non parlatemi di andreolli che è uno scarponaccio please). Il problema sta a monte, gli attaccanti devono pressare alti ed impedire passaggi e lanci semplici, i centrocampisti devono coprire bene la propia zona di competenza (medel tende a correre un po ovunque, brozo non ce l’ha molto nel dna il lavoro di copertura, guarin proprio per nulla, è il giocatore anarchico tatticamente per antonomasia). Sto campionato è andato, ma non ora, lo era già con la precedente fallimentare gestione tecnica, quindi finiamola di parlare di media punti e di classifica. Cerchiamo di fare il meglio possibile in EL e per il campionato se ne parla la prossima stagione.

  44. Di ieri promuovo la rimonta, le palle fumanti e Smemorino che che regala valore aggiunto alla squadra con cambi ed assestamenti.
    E fra i bocciati ci metto la fase difensiva anche io. Pur consapevole dei loro limiti, è vero che i due poveri centrali di turno non vengono aiutati dai compagni. Di nuovo è il Mancio che deve trovare rimedio.

    La simbiosi fra Palacio e la squadra ieri è stata impessionante: 70 minuti di nulla e poi fuoco e fiamme.
    Fra testa e gambe i 90 minuti sono ancora un miraggio.
    Purtroppo ho sempre più l’amara impressione che per Palacio si sia ai titoli di coda.

  45. giovedi sera avremo una risposta ai tanti quesiti che ci assillano ma comunque vada dopo dovremo fare minimo sette punti nelle tre prossime partite di campionato e poi andarci a leggere la classifica che ci potrebbe riservare liete sorprese.

    per cui fa bene il Mancio a non perdersi d’animo e a motivare i giocatori nonostante sappia benissimo anche lui che non sarà facile, ma chi ieri sera ha pensato che fosse possibile e facile pareggiare sotto di due gol?

    basta crederci, e se ci credono il Mancio ed i giocatori non vedo perchè non ci dovremmo credere noi.

  46. Sarà anche sterile, internaz,
    ma a me preme passi il messaggio che non siamo solo noi a fare errori.

    No, perché va bene tutto però io in una settimana ne ho lette diverse che non mi hanno convinto.

    E’ giusto fare un attimo mente locale e pensare, ad esempio, che Montella, di cui oggi si tessono le lodi, ha rischiato di compromettere una partita lasciando la propria squadra in 10

    e che, dopo un bel po’ alla guida della Fiorentina, in realtà non ha fatto chissà quanto in più rispetto alla Fiorentina, per dire, di Prandelli, che tra i primi 4 ci arrivava quasi ogni anno, in un campionato che, al tempo, era molto più complesso di questo.

    Stesso dicasi per il Napoli, dove il mai troppo rimpianto Benitez, dopo i proclami di scudetto di rito, non è che abbia quagliato chissà quanto.

    Se l’ordine delle idee e che dalle altre parti le squadre son tutte degli orologi, mentre noi facciamo sempre e solo cagare, salvo poi difendere l’allenatore e prendersela coi giocatori

    perché fa figo e soprattutto perché a difendere l’allenatore non ci si rimette mai.

    Perciò si cominci dal principio:
    Benitez ieri ha fatto errori al limite dell’imperdonabile, senza i quali, probabilmente, il Napoli avrebbe agganciato la Roma

    e, più in generale, per ora il Napoli con lui non ha raccolto quanto speso.

  47. http://www.fcinternews.it/focus/mazzarri-con-me-inter-al-terzo-posto-dai-dati-che-avevamo-risulta-che-179201

    intervista integrale dedicata ad Intervincit giusto per fare capire chi è che le spara grosse.

    e non ho nemmeno bisogno di sottolineare o di storcere niente…

  48. Intervincit,

    non so se hai notato che su Montella non ho detto niente…:-)))

  49. este

    d’accordo, ma questo non significa che all’Inter avrebbe fatto per forza male.
    Ti ricordo che è stato da noi appena 5 mesi, con un fardello pesantissimo dovuto all’eredità lasciatagli da Mourinho e dal triplete.
    E se giustamente chiedi tempo per Mancini lo stesso tempo andava dato anche a lui.
    Oltre a comprargli qualcuno, of course.
    Ma la cosa assurda è che è stato all’Inter un terzo di quanto è stato Mazzarri!
    Pensa un po’.
    Poi, se faceva male, io sarei stato il primo a chiederne la testa.
    Ci puoi giurare.

  50. Io, veramente, ne avrei pieni gli zebedei di leggere commenti sui vari “smemorino”, “sciarpetta” e via dicendo.

    E basta, porca la miseria!

    Volete insultare a prescindere?

    I “blogghe” della rube e del bmilan vi attendono a braccia aperte!

    E che diamine!

  51. sarò fuori luogo

    ma è morto anquilletti, per i più piccini terzino destro del milan anni 60,

    e a me dispiace

  52. Vi prego di leggerla, ne vale la pena, tanti sono i deliri.

    Io credo avesse 40 di febbre, non c’è altra spiegazione. Un giapponese che legge sta roba pensa che a parlare sia uno che ha vinto 5 champions e 10 scudetti inventando un’avanguardia calcistica.

    Poi apre wiki e ci trova solo una coppa Italia.

    Riporto

    ______________________________________________
    Mazzarri ora che la sua lunga e prestigiosa striscia positiva si è momentaneamente conclusa ci dice quale è stato il segreto del suo successo?
    “Se penso al mio cammino, non so chi in Italia negli ultimi 10 anni abbia realmente fatto meglio di me e lo dico tenendo presente il punto di partenza e non di arrivo. Conquistare la qualificazione in Champions e vincere la Coppa Italia nella stessa stagione è un risultato clamoroso ma ottenere la salvezza con la Reggina partendo da -15 in classifica, dove il giocatore più pagato guadagnava 300 mila euro l’anno lo è altrettanto. La gavetta costa ma alla fine paga. Acireale, Pistoiese, Livorno, Reggina, Sampdoria, Napoli e Inter: ecco il mio percorso di autodidatta, sempre con poco budget a disposizione, e se mi devo riconoscere un pregio, è la capacità di spingere tutti oltre il limite a partire da me stesso”.

    Come considera la sua esperienza all’Inter?
    “L’anno scorso avevo preso una squadra alla fine di un ciclo e che arrivava da una stagione disastrosa nella quale si era classificata al nono posto in campionato. Doveva essere l’anno della riprogrammazione, visto che c’erano 9 giocatori a scadenza e un tetto ingaggi ridotto rispetto al passato. Abbiamo conquistato un buon quinto posto e siamo tornati in Europa League, con i giusti presupposti per rilanciarci verso l’obiettivo massimo di questo campionato che era il terzo posto con conseguente qualificazione in Champions. E devo dire che se me l’avessero consentito sono certo che tale traguardo non ci sarebbe sfuggito”.

    Su cosa basa questa sua convinzione?
    “Sull’esperienza e sui segnali che avevo lavorando sul campo tutti i giorni, senza dimenticare che al momento del mio esonero eravamo a soli 5 punti dalla terza. Inoltre avevo dei dati statistici importanti che avvaloravano ulteriormente questa mia convinzione senza dimenticare che stavo recuperando titolari importanti dopo aver iniziato la stagione senza 12 reduci dal Mondiale e con molti infortunati”.

    Possiamo vedere anche noi questi dati?
    “Certo come si può notare dai dati statistici all’undicesima giornata (dopo il pareggio interno contro il Verona che è costato l’esonero) eravamo posizionati costantemente tra il secondo e il terzo posto. Per esempio il dato sulla supremazia territoriale è particolarmente importante perché indica come la mentalità trasmessa al gruppo fosse propositiva, cioè l’esatto contrario di ciò che veniva fatto passare dai media. Come per quanto riguarda le giocate utili, nel quale eravamo secondi, è fotografia di come gli schemi e i tempi di gioco fossero stati assimilati. Anche per il dato delle occasioni create eravamo terzi, dietro solo a Juve e Napoli, mentre nella precisione di tiro scendevamo al diciasettesimo posto segno evidente che ci mancava qualità in avanti, un problema che con il recupero di Palacio e un intervento nel mercato di gennaio avremmo potuto risolvere”.

    Che rapporto ha avuto con i presidenti?
    “Con i presidenti è capitato che abituandoli bene si siano scordati da dove arrivavano. Mi sono accorto che lo straordinario si trasformava in risultato ordinario. Far troppo bene è rischioso perché produce una sorta di assuefazione con presidenti che hanno scambiato il troppo per la routine alla fine invece di stringermi la mano a prescindere. Anche con De Laurentis il rapporto non è sempre stato idilliaco, lo sanno prima di scegliermi, prendere o lasciare. Il confronto fa bene, fa crescere, tenendo sempre presente il rispetto dei ruoli e della persona ed inoltre il mio lavoro a 360° gradi ha preparato il terreno per chi è venuto dopo”.

    E nello specifico all’Inter prima con Moratti e poi con Thohir?
    “Sono un tesserato dell’ Inter fino al giugno 2016 e non posso rilasciare dichiarazioni in questo senso”.

    Quanto ha influito nella decisione della società la situazione ambientale?
    “A mio avviso non c’erano i presupposti per un esonero sportivo, per quanto riguarda la situazione ambientale mi sono fatto una mia idea… Ma tutti fanno finta di non sapere… Non dico altro”.

    Secondo lei la prestazione stava comunque migliorando? Dal punto di vista tecnico-tattico quali erano i problemi da risolvere o da migliorare?
    “Come detto c’era da migliorare dal punto di vista realizzativo, aggiungendo un po’ di qualità ad una rosa che era stata costruita facendo attenzione alle risorse economiche”.

    Si ritiene un burbero?
    “Luoghi comuni. Chi mi conosce alla fine mi ama. Mi segue e si diverte. Lavorare al mio fianco aiuta anche a capirmi, chi si avvicina a me scopre dettagli sconosciuti, il lato vero di me. Magari in televisione l’immagine che ne esce è quella distorta di un WM diverso dalla realtà ma sto lavorando anche su questo si può sempre migliorare”.

    E’ vero che i suoi colleghi la giudicano un antipatico?
    “Parto dal presupposto che in questo mestiere c’è grande competizione non c è spazio per amicizie vere: posso chiamare un tecnico che stimo se gli devo chiedere una cosa, se devo confrontarmi su questioni di campo, ma niente di più. Li si ferma tutto. Di sicuro non creo un vincolo profiondo magari con un allenatore che non allena e che quindi vorrebbe essere al mio posto. Non ci potremmo raccontare la verità sarebbe tutto costruito e quindi falso. Non è da me. Odio i rapporti ipocriti quindi meglio non averne. Ho invece ottimi rapporti con grandissimi tecnici come Ancelotti e altri con i quali ho avuto modo di confrontarmi in grande sintonia. Questione di rispetto, se tu rispetti me io rispetto te”.

    Come ha vissuto questi due mesi e mezzo dopo il primo esonero della carriera?
    “In questo momento sto valutando il tutto con molta calma. Le proposte sembrano non mancare (alcune società italiane e straniere hanno già fatto reperire al tecnico missive di interesse) fermo restando che sono ancora sotto contratto con l’Inter fino al giugno 2016 e quindi ho tutto il tempo per fare la scelta più giusta. Andrò in una situazione che mi trasmetta motivazioni forti”.

    Quindi anche per Lei sulla scia dei vari Trapattoni, Capello, Zaccheroni, Spalletti e Ancelotti, tecnici italiani che hanno lasciato la loro impronta in club europei di prima grandezza si potrebbe prospettare un futuro lontano dall’Italia?
    “Proprio per questo motivo mi sto perfezionando nello studio dell’inglese con un professore madrelingua e poi non è detto che non vada a frequentare dei corsi in un paese di lingua anglofona anche se per la mia filosofia di gioco mi attira molto anche la Liga Spagnola. Nessuna preclusione comunque andrò dove mi porta un’idea affascinante e dove possa avere gli stimoli giusti”.

    Potrebbe anche essere interessato a guidare una Nazionale quindi si sentirebbe adatto al ruolo di selezionatore?
    “Io per gran parte della mia carriera non ho avuto l’opportunità di costruire una squadra seguendo le mie esigenze e i miei bisogni a dirla tutta per molti anni è accaduto il contrario: gli equivoci con gli operatori di mercato sono stati tanti, chiedevo un tipo di calciatore ne arrivava un altro incompatibile con il progetto tattico. Io al massimo ho potuto indicare il ruolo ma so andare oltre e in questo spesso ho fatto la differenza. In una Nazionale è diverso si deve solo scegliere tra il meglio a disposizione. Detto questo nella mia autobiografia ‘Il meglio deve ancora venire’ dicevo che non mi sentivo ancora pronto per allenare una Nazionale, beh adesso dopo l’esperienza all’Inter lo sono”.

    Ora come passa la giornata? E’ riuscito a staccare un po’ la spina, oppure vive lo stesso il calcio seguendo dal di fuori le partite o andando a vedere gli allenamenti?
    “Semplicemente dopo tanti anni sempre a spingere sull’acceleratore sto rifiatando e ho più tempo per me, il che è tanta roba”.

    Nel periodo all’Inter a livello mediatico si criticava spesso la sua filosofia di gioco dicendo che era troppo “provinciale”, poco propositiva, poco spettacolare eccetera. Come pensa e come replica a questo tipo di (pre)giudizio?
    “La mia è una vita contraddistinta da studio e invenzioni, per me l’allenatore è un creativo. Tutte le mie squadre dalla C2 alla Champions League hanno avuto sempre un comun denominatore: si è sempre vista chiara e profonda la mano dell’allenatore e non lo dico solo io. Questo significa che i calciatori mi hanno sempre seguito. Al di là dei detrattori, gli addetti ai lavori hanno riconosciuto come nelle mie squadre, Inter compresa, ci fosse sempre un’organizzazione di gioco precisa e propositiva. Del resto la Juve di Conte con i 3 dietro ha vinto 2 scudetti consecutivi e cambiò modulo proprio per adeguarsi al nostro tipo di gioco, altro che provinciali. I dati che abbiamo visto sono inconfutabili. Ma per alcuni, anche la matematica diventa un’opinione e non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere. Ma so come funziona: i preconcetti sulla persona sono in grado di distorcere la realtà”.

    Torniamo un po’ all’origine. In estate, ci risulta che Lei avesse fatto precise richieste di mercato alla società, come Luis Gustavo, Lamela e Jovetic che sono rimaste inevase. Che progetto tecnico-tattico ha fatto per questa stagione?
    “Per serietà professionale sui nomi non posso confermare, l’unica cosa che posso dire è che mi sarebbe piaciuto come progetto tattico poter giocare a 4 dietro con un vertice basso a centrocampo come fa De Rossi nella Roma, due interni, e due mezze punte ad infilarsi con una punta centrale, diciamo un 4-3-2-1. In allenamento abbiamo anche provato questo tipo di situazione ma ho visto che con la rosa a disposizione non eravamo pronti”.

    Lei ha allenato anche due giocatori giapponesi come Nakamura e Nagatomo che rapporto ha avuto con loro?
    “Splendido sotto tutti i punti di vista: Nakamura, un ragazzo d’oro che rilanciai alla Reggina e poi venne ceduto al Celtic diventando la più importante plusvalenza della storia della Reggina; Nagatomo è un grande giocatore, un uomo eccezionale, grande professionista. Con loro c’è stato un grande rapporto di stima e rispetto”.

  53. Per fortuna che Mazzarri non ha scritto Guerra e pace altrimenti dovevo cambiare la rotella

  54. L’intervista di Mazzarri conferma quello che ho sempre pensato di lui, soprattutto da quando è venuto ad allenare l’Inter.
    Una persona con un grave deficit di personalità, la cui massima aspirazione consiste nel negare la sua formazione calcistica di stampo italianista, cui deve, peraltro, i suoi risultati, cercando di accreditarsi come allenatore ‘moderno’ e ‘propositivo’.
    Il tutto messo in grande evidenza dal suo bisogno pressoché ossessivo di affermare reiteratamente questi concetti più per convincere sé stesso che altro.
    Un caso da Manuale, insomma, su cui neanche varrebbe la pena spendere tanto tempo.

  55. Dati inconfutabili caro Corso…

    Gli inconfutabili sono di chi promette la luna alla wanna marchi credendo che gli allocchi abbocchino mentre attualmente la squadra è al nono posto inclassifica sopra di un punto ai peggiori gonzi di sempre.

    • no Intervincit. se vuoi farti prendere per il culo padronissimo, ma non provarci con me.

      i dati inconfutabili sono quelli che ti ho postato io l’altra sera con su il “pedigree” del Mancio invitandoti, dopo averlo letto, a dare un’occhiata a quelli che piacciono a te come allenatori e poi farti due risate se sai ancora essere obiettivo, altrimenti lasciamo perdere.

      quelli che tu chiami dati inconfutabili vale a dire Reggina, Napoli e via dicendo sono dati che ha qualsiasi allenatore di questa terra che fa quel mestiere da diversi anni senza avere mai vinto un cazzo e che non spaccia per oro colato ma solo come esperienza, mentre quelli statistici valgono come i cavoli a merenda, i conti si fanno alla fine e lui alla fine non ci è arrivato perchè ha scontentato TUTTI, e questo vale di più della statistica e delle sue millanterie affermando che se non fosse stato licenziato sarebbe sicuramente arrivato terzo, ed è qui la differenza con quello che ha detto il Mancio che non ha detto che vinceremo lo scudetto (basterebbe leggere l’intervista che ti ho postato da cima a fondo) ma ha detto che sta lavorando quest’anno per far sì che l’anno prossimo potremo lottare per lo scudo e non per max il terzo posto.

      ero anch’io dalla tua parte come sai bene per il trattamento di merda ricevuto dall’ex allenatore e lo abbiamo difeso insieme prima che la dirigenza decidesse di esonerarlo, ma adesso per piacere smettila.

      muchela lì!

    • aggiungo questa per schiarirti meglio le idee sul Mancio, su quello che fa e promette…

      http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/mancini-svela-toure-inter-come-prima-scelta-toulalan-duttile-perin-179209

  56. *I confutabili sono….sorry

  57. Javier

    Si ha il brutto vezzo ultimamente di leggere i post come conviene per seguire il pensiero unico e non quello che realmente si scrive e si pensa,a me è capitato,guai a fare un’analisi critica che parte l’anatema,fattene anche tu una ragione.

  58. Detto da uno che stravolge interviste e vocabolari, pur di dare del fesso a un allenatore che dopo una dozzina di anni di carriera chiuderà quest’anno a zero tituli.

    Con l’ulteriore scopo, per altro, di non rinnegare la propria fede verso il delirante letto poco fa.

    Per altro leggiti la parte sul perché non risponde su tohir e Moratti, in caso ti fossero rimasti dubbi circa presunte signorilità.

    Daje intervì, torna sulla terra.

  59. Sull’intervista smentiscigliela punto per punto invece di abbaiare alla luna con pacchetti preconcetti basati sul nulla

  60. Intervincit. ti aspettavo a gloria…com’è la storia di Montella miglior allenatore del globo terraqueo se non dell’universo intero? 4 pere e a casa. Figura pietosa e umiliante. È vero che non sei un grande allenatore se non ne prendi 4 in casa (magari da un cagliari penultimo in classifica) però Montella un passo in avanti lo ha fatto…
    P.S.
    Benitez aveva una squadra che vinceva da sola, bastava metterla in campo senza stravolgerla, cosa che ha puntualmente fatto interrompendo un ciclo vincente che poteva durare un altro paio di anni….giudizio: ridicolo!

  61. L’intervista è chiaramente un fake, non ci credo che possa aver detto quelle cose.
    Sarebbe da TSO.

    Neroazzurro-rosso, a prescindere cosa?
    Io, ad esempio, ho gli zebedei pieni di omuncoli che guardano al loro squallido interesse di bottega. Detto questo mica devo sposarmelo, devo valutarlo come allenatore.
    E mi pare che, nonostante l’antipatia, fino ad ora non ho mai lesinato complimenti quando se li è meritati. Non ultimo in occasione del commento in questa partita in cui ho parlato del mister in termini di valore aggiunto.

    Se poi per il solo fatto che indossa i miei colori devo farmi andare bene qualsiasi cosa …forse non sono io a dover andare sui siti gonzi.

  62. bollettino del tempo:

    giovedi ORE 19.00…

  63. Orario visto e bestemmiato, ché mi perdo i primo 20 min circa.

    Intervincit, l’intervista di wm è un delirio tale che non val certo la pena ribattere punto a punto, mi limito a segnalarti le due righe di risposta al ‘cosa pensa del lavoro con tohir moratti’, dal momento che interpretavi i suoi silenzi come signorilità, e fin da subito ti replicai che un tiratore d’acqua al suo mulino come wm se stava zitto era solo per non perdere soldi.

    E infatti lo conferma lui stesso, basta leggere sopra.

    Poi va beh, non mi aspettavo che per il resto sarebbe diventata il tuo nuovo testamento, ma tant’è.
    Ora parli persino come lui, co’ sta storia dei preconcetti

    Poi, dare del mediocre a mancini equivale a prendere il devoto oli e appizzarcisi un cannone.

    Può piacerti o meno, e va ben, ma se le parole hanno ancora un senso, il vocabolo mediocre dista anni luce dalle parti di JesI.

    Forse puoi però trovarne traccia qualche km più in su

  64. Ok, ma questa intervista è di un po’ di tempo fa.
    Niente di nuovo insomma.

    Da ribattere c’è molto poco, voglio dire, il gioco propositivo io non l’ho praticamente mai visto.

    Per il resto, sono tutte statistiche che mi pare lascino il tempo che trovano.
    Mi ricordano un po’ la classifica degli assist di ronaldinhesca memoria.

    Il resto sono tutte previsioni che non possono essere provate nella realtà.

    Cioè, anch’io posso dire che se fossi io l’allenatore dell’Inter vinceremmo tutto nel giro di un anno senza essere smentito.

    • Sì, ma il passaggio sul gioco spagnolo?

      O quello sul ‘nessuno meglio negli ultimi 10 anni’?

      i suoi ‘segnali e dati dal campo’ sono solo la ciliegina sulla torta.

      Roba da interdizione

  65. tra un po’ non si potranno avere neanche più due cugghiuni!!
    (cit Cetto Laqualunque)

  66. Giudice sportivo, Juan Jesus salta il Cesena.

    Giuro, è la prima volta che mi trovo d’accordo con Tosel! 🙂

  67. Zeman è ritornato al Cagliari perchè hanno un progetto.

    se glielo dicevano prima di licenziarlo…

  68. Vedo con sorpresa che i nostri insaziabili mangiallenatori hanno anche problemi di digestione e continuano a fare i ruttini a distanza di mesi/anni.

    Non basta che siano stati cacciati, vorrebbero che tutti fossimo d’accordo sulla scelta di averli cacciati. Perchè quelle scelte, a posteriori, sono state azzeccatissime. Secondo loro…

    Bicarbonato di sodio, limonata calda o il vecchio ditoingola.

    Io penso che sarebbe ora di mettere Campagnaro nel suo ruolo, quello di centrale, e spero che i cruccacci non ci facciano troppo male.

  69. Io invece spero di vincere, contro il Wolfsburg
    se nessuno s’offende.

    C’era una volta il bauscia…

  70. Sto scrivendo un libro.
    “Psicoanalisi di Walter Mazzarri” si intitola.
    C’è molto materiale. Forse troppo.
    Ma sta venendo niente male.
    Credo che sarà un successo.
    Leggendolo, ognuno di noi penserà: “Ma in fondo non sto messo così male…”

  71. A me fa sorridere ‘sta cosa
    che se critichi l’Inter, la società Inter, i calciatori dell’Inter, l’allenatore dell’Inter
    è tutto ok.

    Se critichi chi s’è preso anche il fastidio di farci vincere qualcosa
    (dai fischi a Cambiasso, alle critiche a Zanetti, passando per Mourinho che non ha tirato le 5 di mattina con noi il 23 maggio 2010)

    ti pigli pure l’applauso.

    Se invece critichi gli avversari o gli allenatori passati che, per lo più, non passeranno alla storia

    e allora arriva subito quello che si preoccupa di difenderli dalle critiche
    (talvolta travestendosi da gastroenterologo e preoccupandosi del processo digestivo, ognuno ha i suoi metodi).

  72. Botta

    Giudicare un allenatore da una partita andata male mi sembra eccessivo,altrimenti dovremmo buttarli tutti nel cesso che le Waterloo ci stanno per tutti.

    Wolf

    Ho notato che hai frainteso il termine mediocre(non solo tu) anche se avevo precedentemente cercato di spiegare cosa intendevo in modo che si potesse capire senza stravolgere il vocabolario, anzi lo cito :

    [me-diò-cre] agg. Che si trova in una posizione intermedia tra due estremi.

    In termini ancora più semplici che non è un genio ma neanche una cima,
    sempre che i post li leggete con attenzione e li interpretate bene non credo lo fate apposta a stravolgerli.

    Credo che ognuno ha il diritto di dire la sua specialmente dopo un licenziamento, l’importante che non butti fango sulla società Inter il resto normale dialettica tra datore di lavoro e prestatore d’opera.

    Stasera notavo che il pubblico contestava vivacemente Porcellotti invitandolo a fare le valigie e stiamo parlando credo del più vincente allenatore-calciatore di sempre, vincitore fresco della c.l. e dalle nostre parti sembra lesa maestà criticare uno che fingeva di non ricordare neanche chi fosse il mafioso moggi, io dea Interista fiero e orgoglioso me la sono segnata al dito,come se qualche giorno dovesse arrivare il Cholo perche io a Roma c’ero quel giorno che neanche cito e che tutti conosciamo quando ci mise l’anima in una partita per loro ininfluente quell’altro infame di merda.

    • Intervincit

      ti ho già postato il curriculum di Mancini ma ci hai glissato sopra perchè non ti conveniva parlarne.

      un conto sono le opinioni personali ed un conto sono i fatti e i fatti ti smentiscono alla grandissima perchè dicono a chiare lettere che lui non è mai stato un mediocre come dici tu, sia da calciatore che da allenatore.

      se il Mancio è un mediocre quasi tutto il resto dell’umanità calcistica si dovrebbe sparare.

      per il resto lascio perdere perchè ho notato che straparli (il Cholo un infame solo perchè non ci ha messo giù un tappeto verde tutte le volte che ci ha incontrato e inculato, che non è stata la prima quella del 2002) per cui ti lascio con la tua rabbia e con la tua inconfessabile voglia di vederci perdere giusto per soddisfare la tua avversione al Mancio, immotivata anche questa per le ragioni che adduci, ma non siamo tutti uguali per cui ti rimando ad un film di Woodi Allen dove in una scena di “Provaci ancora Sam” un suo amico lo rimprovera dicendogli che non può permettersi di giudicare una persona perchè l’unico che potrebbe farlo è Dio e lui gli risponde che a qualcuno doveva pure ispirarsi…

      ma era chiaramente una battuta di un film, non da prendere alla lettera nella quotidianità per bollare le persone…

  73. Si potrebbe provare anche con l’Alka Seltzer.
    Se non va ci vuole la lavanda gastrica.

  74. Scusa Intervincit ma il paragone con Simeone secondo me non regge.
    Il Cholo ha solo fatto il suo, regalarci qualcosa sarebbe stato degradante.
    Smemorino NON ha fatto il suo e si è degradato da solo.
    Mi pare ci sia una differenza abissale.

    Gianni, in effetti sarebbe bello vederti così solerte anche quando Ranocchia si prende della pippa, Icardi del paracarro o Kovacic del senza palle. Altrimenti sembra solo che tu voglia fare il superiore con i “mangia allenatori” e non che voglia difendere un principio.

  75. B e R
    forse non hai ancora capito che mi risulta molto difficile dare contro l’Inter sia che si tratti dell’allenatore che dei giocatori, almeno finchè sono da noi, dopo di che auguro buona fortuna a tutti ma non me ne importa più niente di nessuno.
    Sulla società invece molto spesso ho avuto da ridire e l’ho scritto più volte.
    L’atteggiamento verso Ranocchia non lo condivido assolutamente sia dal punto di vista tecnico che da quello ‘ umano’.
    Icardi per me è fortissimo e intoccabile ed è una fortuna che si sia fatto incastrare dalla vanda; quando lo capirà allora saranno cazzi perchè non andrà più a dormire alle 10 dopo avere giocato con i bambini e la di loro mammina, ma andrà per locali come i suoi coetanei. Allora sarà il momento di darlo via, ora assolutamente no.
    Kovacic è uno slavo col carattere di un’esquimese ( poche palle ) ma tengo stretto anche lui che è giovane può migliorare anche se IMHO non diventerà mai un fuoriclasse.
    Il principio per me è semplice: si rispettano i contratti, i conti si fanno a fine stagione e ciò deve valere per i giocatori che per l’allenatore. Il vantaggio è economico, tecnico e di immagine.
    Non faccio il superiore con i mangiallenatori sono loro che si divertono a porsi in un piano inferiore come dimostra la storia.
    Ciò detto adesso tifo Mancio, ripeto Mancio, e spero che riesca a fare quello che tutti speriamo.

    • secondo me non è sbagliato chiedere l’esonero di un allenatore se pensi (parere personale) che anzichè fare il bene della tua squadra la sta solo danneggiando e non riuscirà a fare quello che ci si aspetterebbe da lui.

      tutto sta a vedere se quello che pensi è giusto o no e anche qui è tutto da dimostrare, però dirlo e auspicarlo lo trovo legittimo, altrimenti si perde del tempo inutilmente tenendosi uno su cui non hai più fiducia.

      lo stesso dicasi per un giocatore che trovi inadeguato, sempre parere personale, per la tua squadra e quindi lo critichi.

      sono meno d’accordo nel criticare un Presidente e la dirigenza in quanto mi debbo basare su cose che non so con precisione e quindi non posso sapere le vere motivazioni che hanno portato a fare certe scelte al posto di altre che giudicate con il senno di poi sarebbero state preferibili.

      ma ci sta anche questo se uno pensa di saperla più lunga di me.

      quello che secondo me non ci dovrebbe stare è andare sul piano personale e giudicare i comportamenti al di fuori dell’ambito calcistico come è stato fatto con Icardi e prima di lui con tanti altri e questo vale anche per gli allenatori che non dicono quello che vorresti ai processi e per i Presidenti che si stufano di tirare fuori una montagna di soldi senza mai venire ringraziati ma solo vilipesi.

  76. Vabbè, a parte la sfilza di luoghi comuni
    a cui mi sento di aggiungere “Venezia è bella ma non ci vivrei” e “il nero va su tutto”

    ma poi: intanto si è già deciso che il matrimonio di Icardi non durerà, come sei noi potessimo leggere il futuro

    e soprattutto sappiamo già che andrà per locali e che non andrà più a letto alle 10, come sicuramente fa adesso.

    Non so, se hai anche qualche numero al lotto da darmi…

    In ultimo, la storia insegna che cambiare allenatore in corsa non sempre cambia la rotta e difficilmente fa vincere lo scudetto,
    ma noi allo scudetto non ci pensavamo già ad inizio stagione

    e soprattutto non è una regola scritta
    (tante squadre migliorano col cambio di tecnico, anche senza vincere lo scudetto).

    Fermo restando che il cambio in corsa di Mancini è in proiezione futura e non nell’immediato, lo si è detto un milione di volte

    ma evidentemente a quelli del piano “superiore” la voce non arriva.

  77. Gianni, io mica nego che tu faccia fatica a criticare l’Inter.
    Esprimevo solo il mio stupore per il fatto che se Kovacic si prende dell’eschimese senza palle pare faccia parte del gioco.
    Ma se uno prende le deliranti dichiarazioni del water e lo percula un po’ …ecco che ricicci fuori.
    Poi, oh,, ciascuno è libero di intraprendere le battaglie che vuole.
    Non sarò certo io a chiedere coerenza ai miei accusatori.

  78. A me invece piacerebbe sapere perchè le dichiarazione di qualsiasi altro ex allenatore si possono commentare, quelle del vate(r) no. (benitez persino ieri ha ricordato le finte promesse di moratti, fate voi)

    Per altro sono davvero esilaranti, quindi anche il mazzarriano più incallito può ricavarci una risata senza necessariamente ritornare su antiche posizioni e ributtarla in risse latenti.

    Passiamo invece oltre al fatto che non entri a gamba tesa su corso che ha appena scritto a chiare lettere che intervincit auspica nostre sconfitte pur di dar contro al mancio, quando non più tardi di un paio di mesi fa ti comportasti ben altrimenti di fronte a identica accusa, per altro rivolta alla stessa persona.
    E ci passiamo oltre perchè le tue vere ragioni erano già evidenti allora, come del resto evidenziai citando in esempio lo stesso corso (che, sebbene all’epoca negasse, non è certo nuovo a questo tipo di pensiero).

    • cosa fai, mi aizzi contro le persone? :-))

      non ci vedo niente di male dirlo e sono convinto che in fondo sia così perchè non si possono avere due anime nello stesso corpo e non puoi con una tifare l’Inter e con l’altra disprezzare il suo allenatore a tal punto come ho visto fare con Mazzarri e adesso come fa lui con il Mancio, per non entrare in rotta di collisione.

      l’ho anche scritto quando c’era la fronda contro la dirigenza tutta dicendo che non riuscivo a capire come si potesse tifare una squadra diretta ed amministrata da persone che si disprezzavano, per cui è evidente che anche lì non si potesse essere del tutto propensi a tifare con il cuore se questo non c’era più ed era lontano per questi motivi.

      difatti in molti preferivano andare al cinema, a teatro o a fare all’ammore piuttosto che vedere le partite, per cui cosa c’è di sorprendente farlo notare?

  79. B&R,
    Tutto fa parte del gioco ma dare dell’esquimese a Kova non mi sembra come dare giornalmente della merdaccia a Ranocchia o del traditore a Mancini.
    L’intervento non era assolutamente a difesa di Mazzarri sul quale ieri Nino ha espresso un giudizio tranciante ma rispettoso che condivido in pieno.
    Al profondissimo este rispondo semplicemente dicendo che i palazzi non li ho costruiti io e che più luogo comune della cacciata dell’allenatore non ce n’è ( inoltre quella su Icardi è meno banale di quanto pensi ).
    Ripeto, Mazzarri è superato non mi interessa più, mi sto già attrezzando per difendere ‘smemorino’

  80. Certo che bisogna avere dei bei calli in faccia quando si tenta di deridere qualcuno cercando di far passare per banali le sue motivazioni, sorvolando sul fatto che la cosa piú banale di tutte è il proprio comportamento nel chiedere la testa dell’allenatore, pratica trita, ritrita e oltremodo banale, e praticata presso qualsiasi tifoseria.
    Facendo, inoltre, finta ogni volta di dimenticare che si difendeva l’allenatore con una ben precisa motivazione, differente da qualsiasi innamoramento verso quest’ultimo, consistente nello scarso valore dei soggetti a disposizione dello stesso. Cosa confermatissima ad ogni minuto di una qualsiasi partita ancora oggi che la guida tecnica è cambiata ma è costretta a soffrire le stesse pene precedenti e per gli stessi motivi.
    Negare ciò è falso e pretestuoso ed avvalora la tesi che costoro sono le vere ed inconsolabili vedove del precedente allenatore visto che risultano totalmente incapaci di liberarsi della sua ombra. Per questo poco tempo fa furono definiti con il giusto e mai piú che appropriato appellativo di ‘vedove ombra’.
    Buon apetito

  81. Nino
    tranquillo, l’ azzeccagarbugli è uno dei personaggi della letteratura che mi ha fatto più ridere quando ero ragazzo.
    Incontrarne qualcuno anche avanti con gli anni è un piacere..

  82. Si difendeva l’allenatore perché tanto non ci si rimette comunque.
    Se vince, vince
    se perde son pippe i giocatori che vanno in campo.

    Io preferisco difendere l’Inter e chi gioca per essa. Anziché dando della pippa al primo ventenne che mi capita a tiro

    (specie che ne abbiamo sbolognati alcuni che poi tanto pippe non erano, e non mi riferisco a Coutinho)

    dicendo, a fasi alterne e quando conviene, che sono tutte pippe
    (l’ultimo chi era? Ah sì, Handanovic, aridateme Carrizo… e via così).

    Vabbè, il resto sono luoghi comuni a compartimenti stagni:

    si scopre, in ordine sparso:

    gli eschimesi sono poco coraggiosi
    gli slavi sono sanguigni

    ora va capito se Juan Jesus ha il ballo nel sangue
    Shaqiri mangia cioccolata
    e Podolski gira in sandali e calzini bianchi

    oltre ad apprendere or ora che Azzeccagarbugli fosse un personaggio divertente.

    • Quello che è verificato è il bronzo fuso nella faccia di chi accusa gli altri di banalità facendo di essa la propra pratica piú colrivata.

  83. non ci vedo niente di banale mandare via un Herrera Heriberto e vincere uno scudo nel girone di ritorno recuperando 7 punti ai gonzi quando le vittorie valevano 2 punti.

    non ci vedo niente di banale mandare via uno come come Tardelli, come Lucescu, come Orrico, come Rainieri, come Castagner, come Radice, come Zaccheroni e chi più ne ha ne metta.

    normale ruotine alla ricerca del meglio che è arrivato con Bersellini, Trapattoni, Simoni, Cuper, Mancini e il Mou.

    più il primo e vero Herrera, perchè se no in panca avevamo ancora Achilli e Campatelli oramai putrefatti…

    • Mi meraviglio di te, Corso, ma dovresti ricordare che alcuni di quelli da te nominati, non ultimo HH, ci hanno messo ben piú del tempo concesso ad altri per vincere, tre anni per la precisione.
      Dello stravagante esonero di Simoni dopo una vittoria in Coppa Campioni col Madrid hai qualche ricordio o, per cieco amore verso Moratti, te ne sei dimenticato?
      Senza contare l’impunità di cui gode molto spesso, se non sempre, chi li ha messi sotto contratto, ovvero gli stessi che poi li mandano via.

  84. mmmmmmmhhh…

    riepilogando: simeone infame, mancini coniglio, mou traditore, stramaccioni incapace…

    kovacic coniglio, icardi (già) venduto, ranocchia incapace, guarin sopravvalutato…

    tohir e moratti? per carità, meglio perderli che trovarli…

    la maglia nerazzurra tradizionale? banale
    quella dell’anno scorso? inaccettabile
    quella di quest’anno? pigiama…

    ora

    considerato che venezia è bella ed io ci abito

    penso proprio che moriremo tutti…

  85. Alè
    è di nuovo il turno delle patenti!!!
    Scuolatifo ECambiasso

    Corso
    …..non ci vedo niente di banale mandare via uno come come Tardelli, come Lucescu, come Orrico, come Rainieri, come Castagner, come Radice, come Zaccheroni e chi più ne ha ne metta…..
    In questo caso ci sarebbe da discutere su chi li ha scelti e messi lì, o no??

    • certo Gianni che ci sarebbe da discutere, ma non solo sull’allenatore, su tutto, ed è quello che stiamo facendo…

  86. Gli esquimesi sono ‘freddi’, il coraggio è la solita invenzione-mistificazione.
    Per il resto puoi sempre provare a colorado cafè; se ti pigliano il passo verso Zelig è brevissimo.

  87. Corso ti adoro quando ti trasformi in almanacco.

    Ma la verità sta nel mezzo. In linea di massima valgono entrambi i principi per cui “se fai cagare vai a casa” e “almeno un paio di stagioni per valutare i risultati van concesse”.

    Ogni caso poi è a sè, ad esempio penso di non scoprire l’acqua calda se dico che Simoni è stato trattato indegnamente, mentre ad esempio gasperini andava esonerato al volo per riparare il peccato originale di averlo assunto.

    Su WM auspicavo permanenza fino a fine anno, anche per ragioni finanziarie, poi ho cambiato idea dopo le uscite su Moratti, posto che anche senza quelle, innanzi allo scenario di rimpiazzarlo col Mancio, ci avrei messo un quarto di secondo a sposare immediatamente la nuova gestione.

    Insomma, è impossibile trovare un modus operandi generale, in questo contesto, applicabile a qualsiasi situazione; ogni vicenda ha le sue peculiarità, e soprattutto molto è determinato dall’alternativa.

    Rimpiazzare mazzarri con ballardini, infatti, sarebbe stata una cagata pazzesca, farlo con Mancini è stata la prima pietra della nuova inter, che oggi è in cantiere ma che un domani potremo ammirare.

  88. Gli esquimesi sono freddi.

    Meraviglioso.

  89. Il problema è che tu non difendi neppure Ranocchia con la stessa solerzia con cui difendi il water quando lo perculano (cosa che fra l’altro dovrebbe lasciarti indifferente se ormai è superato e non ti interessa più).
    E poi vedi che continui ad inciampare?
    Nino sostiene che i nostri giocatori siano scarsi (cosa che ci può stare) ma anzichè dargli del “mangiagiocatori” ci fai lingua in bocca per attaccare Este.
    Davanti all’elenco degli esonerati, chiedi conto a chi li ha scelti e messi lì (cosa che fra l’altro io ritengo anche corretta) …ma quelli non sono anch’essi interisti?
    Come dicevo, sei libero di difendere chi vuoi.
    Come sei libero di criticare chi vuoi.
    Ma almeno abbi la compiacenza di evitare il pulpito. Che ammantarti di sacra giustizia interista non è proprio il caso.

    Fra l’altro ho sempre la solita curiosità: intanto che aspettiamo la fine della stagione per fare i conti, di cosa parliamo? Cioè, i “FORZA INTER SEI LA MEGLIO W TUTTI QUELLI CHE VESTONO IL NERAZZURRO” andranno pur intervallati con qualcosa che non sia “AMALA”.
    O no?

  90. BeR
    Continui a fingere di non capire!!!
    Io non difendo Mazzarri, mi fa solo ridere il fatto che non riusciate a staccarvi da lui, a digerirlo, a dimenticarlo. Ed è quello che ho scritto ieri sera, ridendo appunto.
    Siete delle vere vedove ombra, siete fissati, malati di mazzarrite; ogni pretesto è buono per ritirarlo dentro il blog.
    Ancora oggi, che quelli contrari al suo esonero lo hanno completamente dimenticato e non lo penserebbero più, se non ci fosse chi lo rammenta di continuo.
    Poi, come hai giustamente detto, ognuno è libero di tirare fuori quello che vuole, basta lasciare la stessa libertà agli altri.

    Detto dallo scantinato e con la lingua a posto.

    Argomenti più interessanti di cui parlare??
    ahi voglia, per esempio:
    Kovacic e Handanovic, cosa faresti di loro
    FPF solo per noi o siamo veramente una delle messe peggio d’Europa
    Silvinho specialista ad allenare la difesa è veramente uno specialista
    Perchè noi non becchiamo mai un Dybala o un F. Anderson
    Perchè intervincit odia Mancini
    Cosa doveva dire Mancio al processo di Napoli
    Se la cassazione conferma le sentenze Moratti chiederà un maxi risarcimento
    Come sono finite Cagliari-Inter e Parma-Inter
    Perchè è stato cacciato Mazzarri
    ecc ecc ecc

  91. Nino

    se hai sempre letto quello che scrivevo sai benissimo che non ho dimenticato un tubo, perchè l’esonero di Simoni l’ho sempre portato come esempio io per primo per dire che anch’io a suo tempo ho criticato Moratti e l’ho criticato aspramente anche quando mandò via Mancini in quel modo.

    io ho difeso Mazzarri non per lo stesso principio vostro del non esonero a prescindere, ma solo ed esclusivamente perchè è stato trattato di merda qui sul blog oltre ogni misura partendo già dall’inizio e perchè non lo ritenevo responsabile delle cazzate del singolo giocatore che ci venva propinata in ogni partita quasi come adesso o di certi arbitraggi ad hoc per l’Inter.

    non certo perchè mi preoccupavo dei soldi in più spesi come fa Intervincit o del Fpf che incombe perchè se non se ne sono preoccupati chi li tira fuori cosa vuoi che me ne freghi personalmente?

    però vedere trattata una persona che non ci ha fatto niente di male peggio di un pezzo di merda solo perchè non faceva giocare la squadra come volevano mi ha infastidito parecchio e non l’ho mai nascosto e ho sempre avuto l’impressione che ho ribadito oggi riguardo a Intervincit, che pur di farlo fuori certi erano contenti che non si vincesse.

    e c’è una bella differenza sullo banalizzare un esonero, che non è mai banale per nessuno, sopratutto per chi lo subisce.

    • Corso,
      per ‘banale’ io mi riferivo al primo pensiero che viene in mente alla maggioranza dei tifosi, che è quello di dare addosso all’anello debole della catena: l’allenatore. Senza andare a considerare le altre componenti come la qualità della società o quella dei calciatori a disposizione ecc.
      Per gli altri motivi che aggiungi sono anxh’io d’accordo e non vorrei che stessimo dicendo la stessa cosa senza intenderci.
      La cosa che mi ha apinto a scrivere è semplicemente la solita ironia(?) di ‘estecambiasso’ che ritengo gratuita, inutile e soprattutto ingiustificata nel rimproverare ‘gianni’ di una banalità che io invece ritrovo soprattutto nel suo modo di ragionare ripetuto e sinceramente noioso nell’andare sempre a rimestare nel recente passato.
      Mazzarri è andato: È inutile star lí a menarla ancora.

  92. Eggià
    ci sono argomenti più interessanti di Mazzarri
    tipo:

    “Perché è stato cacciato Mazzarri” (cit.)

    • Comunque, per la cronaca,

      Cagliari-Inter l’abbiamo vinta 2-1

      Inter – Cagliari l’abbiamo persa 4-1

      Trova le differenze

  93. Diciamocelo.
    Siamo qui in attesa della prossima seratina.
    Con le mani apotropaicamente a posto.
    E intanto cazzeggiamo del più e del meno.
    (io ho un po’ di paura, lo ammetto).

    Ah, e giusto per soffrire in diretta: non volendo dare soldi al nano ci sono mezzi di streaming possibili? O li hanno chiusi/vietati tutti?

  94. Eggià
    ci sono argomenti più interessanti di Mazzarri
    tipo:

    “Perché è stato cacciato Mazzarri” (cit.)

    Spero che un fine umorista come te abbia colto la grossolana ironia.
    O ho sbagliato valutazione???

  95. No, parlando seriamente, il motivo per il quale si fa il confronto con la vecchia gestione è molto meno banale di quello che possa sembrare.

    Non è vero che quando si cambia allenatore ci si dimentica di quello vecchio.
    Non c’è niente di male e, anzi, è positivo fare un raffronto tra l’anno prima e l’anno dopo, per vedere se la direzione è quella giusta o si sta sbagliando ancora.

    Se l’anno prima hai dei problemi, cambi allenatore e quei problemi l’anno dopo rimangono o addirittura peggiorano, vuol dire che il problema è altrove.

    Però se si piglia solo il dato del presente si ha una visione distorta.
    Insomma, è giusto vedere se la strada è quella giusta, facendo il confronto con quella già percorsa.

  96. Se Mazzarri parla dell’inter, gli interisti parlano di Mazzarri (specie se tocca leggere i deliri dell’altro dì)

    I fondamentalisti talebani per cui non si può manco il suo nome se ne facciano una ragione anzichè far sempre saltare tutto per aria gridando “walter akbar”

    Nel frattempo a Madrid chiedono la testa di un allenatore che ha vinto champions e titoli annessi, che è ai quarti e secondo a -1 in liga, solo perchè nell’ultimo mese la sua squadra ha giocato male (alla faccia del “il mio è un calcio spagnolo”)

    Qui invece a quanto pare bisognava andare di standing ovation ad ogni azione offensiva (ossia un cross a casaccio ogni 35 minuti), forti di un magistrale quinto posto (perchè badate bene, un allenatore si giudica “dal punto di partenza, non di arrivo”).

    Va beh, domani ci si gioca, anzi azzarda, la stagione, si entrerà tutti in ottica wolfsburg, e dunque tenete duro ancora qualche ora che il defunto se ne tornerà nell’oltretomba, ammesso che non se ne esca con altre sparate da ricovero in neurodeliri.

  97. Nino

    tanto per cominciare l’anello debole della catena, non è l’allenatore in una squadra, allo stesso modo in cui un dirigente non è l’anello debole in un azienda.

    L’anello debole è il ragazzo di 20 anni che sta cercando di farsi strada e il compito dell’allenatore è quello di proteggerlo.
    Quante volte Mourinho ha fatto da parafulmine alla squadra, spostando l’attenzione su di lui?
    Eppure, stando al tuo ragionamento, l’anello debole avrebbe dovuto essere lui.

    Poi, per quanto riguarda l’ironia (?!), è per “alleggerire” un po’ il discorso, visto che spesso mi pare si pigli la cosa un po’ troppo sul serio.
    E si scende nell’insulto vero e proprio, dando della faccia di bronzo o dell’azzeccagarbugli a persone che non si conosce neanche.

    Per carità, non è che mi offendo, ci mancherebbe, però se c’è una cosa gratuita sono queste cose

    non l’ironia più o meno riuscita.

  98. azzeccagarbugli non era un bandito, se non ricordo male era un avvocato che cercava di confondere l’interlocutore con giri di parole, facendo tesoro della propria arte. Se vogliamo era un pò anche faccia di bronzo, nell’accezione comune del termine.
    E nessuno l’ha mai conosciuto personalmente, forse perchè non esisteva.
    La lingua ne uccide più della spada e prima di offendersi bisogna sempre farsi un esamino di coscienza.

  99. gianni

    Azzeccagarbugli è un personaggio molto negativo nel romanzo, pavido, viscido e schifoso

    oltre che servo del potere.

    Io posso farmi tutti gli esami di coscienza che ti pare, ma sul personale non ci vado mai,
    critico e ironizzo solo i concetti e i commenti,

    innanzitutto perché le persone che ci sono dietro non le conosco
    e poi perché non è nelle mie corde.

    • Detto questo, mi pare di aver detto che non è che mi offendo.

      Ma sicuramente non è la mia ironia malriuscita la parte gratuita del discorso.

  100. oh cazzo non me lo ricordavo così male sto azzecca garbugli
    sarà che sono oltre 40 anni che non lo incrocio più ma non mi sembrava una tale merda.
    Peggio di Taormina e Ghedini oh…

    • gianni

      ribadisco una volta di più: non me la sono presa,
      e se intendevi riferirlo al tenore dei miei commenti, ci sta tutto.

      Quello che mi premeva sottolineare è che se volete criticare poi non prendetevela se vi si risponde per le rime

      con frasi di circostanza del tipo “non capisco l’ironia gratuita” o parlando di penne, cappe e spade.

  101. Gianni, scusa, se esce una sua intervista ridicola che coinvolge la squadra mi pare lecito parlarne.
    Se per te è dimenticato puoi lasciar cadere l’argomento.
    Puoi banalmente ammettere che ti andava di inguazzarti nella polemica.

    “Argomenti più interessanti di cui parlare??
    ahi voglia, per esempio:”

    Vedi, il problema è che se i conti si fanno a fine stagione ed i contratti si rispettano…non resta nulla da dire neppure sulle tue domande.
    Comunque, visto che non condivido la tua ottica:
    “Kovacic e Handanovic, cosa faresti di loro”
    Il Kova lo tengo tutta la vita e smetto di farlo giocare trequartista. Handa, se è necessario, sono disposto a sacrificarlo. Mi spiacerebbe ma penso che il portiere sia la ciliegina su una grande sqaudra. Prima dobbiamo tornare una grande squadra.

    “FPF solo per noi o siamo veramente una delle messe peggio d’Europa”
    La seconda. Purtroppo sono venuti al pettine i nodi di una gestione che per vincere ha fatto il passo più lungo della gamba ed ha poi sbagliato completamente la strategia di ridimensionamento.

    “Silvinho specialista ad allenare la difesa è veramente uno specialista”
    Ecco, qui dovrebbero darsi una mossa. Per come la vedo io siamo ancora oltre la scarsezza dei singoli.

    “Perchè noi non becchiamo mai un Dybala o un F. Anderson”
    Non direi. Icardi, Shaquiri o Kovacic non penso siano inferiori.

    “Perchè intervincit odia Mancini”
    Perchè è un cagasotto …Mancini intendo, non Intervincit

    “Cosa doveva dire Mancio al processo di Napoli”
    Quello che aveva già affermato durante gli interrogatori.
    Niente di più, neinte di meno.

    “Se la cassazione conferma le sentenze Moratti chiederà un maxi risarcimento”
    Non credo. Anche se dovrebbe.

  102. si potrà presumere che il Mancio, per non sapere ne leggere ne scrivere e non mancandogli i soldi per pagarlo, prima di andare a testimoniare si sia rivolto ad un avvocato per sapere come comportarsi per non rischiare niente, sia per quello che aveva affermato nel 2006 sia per quello che avrebbe detto nel 2011, per evitare strascichi contro la sua persona?

    si potrà presumere che l’Inter e i suoi tifosi non erano il primo dei suoi pensieri nel 2011, dal momento che per non pagarlo nel 2008 hanno tentato di farlo passare per un mafioso?

    si potrà presumere che uno ha il diritto di comportarsi come gli pare, o come gli è stato suggerito e non come desidererebbero gli altri, se a rimetterci il culo, nel caso le cose non andassero bene, sarà solo lui?

    si potrà presumere che chi non è contento del suo comportamento in sede processuale può sempre andare alla polizia e denunciare moggi e chi gli pare con in mano gli stessi argomenti e le stesse prove che aveva il Mancio (ci sono mille mila filmati di quelle partite, ma basterebbe solo quella del 1998 a Torino che le riassume tutte in 90 minuti) e formalizzare il tutto nero su bianco e poi aspettare che un giudice dia il luogo a procedere per portarlo in manicomio, anzichè accusare uno di essere un vigliacco o uno smemorato solo perchè il culo non è il suo?

  103. Ecco corso
    io questo non ho capito: in che modo ci avrebbe rimesso il culo?

    Non sono ironico, davvero.

    E poi, scusa, come fai a denunciare uno per una cosa per cui c’è già un procedimento in corso da 10 anni?

    • il culo intendo la carriera nel caso moggi fosse stato assolto, cosa di cui i gobbi non dubitavano se non sbaglio.

      poi ripeto di prove il Mancio ne aveva come ne abbiamo noi, vale a dire nessuna, mentre di sospetti eravamo pieni, questo sempre riferito al 2005 anno in cui lui sbottò contro Rossetti, perchè le prove sono venute fuori grazie alle intercettazioni di Auricchio, ma le aveva in mano solo lui, non potevi fare un processo solo sulle illazioni del Mancio e difatti che lui abbia detto o non detto non ha contato un cazzo perchè quello che ha contato è stato l’accertamento di quelle intercettazioni e i riscontri che sono stati fatti con i cellulari con le schede svizzere per capire cosa aveva messo in piedi moggi, mica una partita con un rigore solare negato o una palla dentro la porta non vista dall’arbitro, con quelle ci facevi la birra.

  104. E vabbè, anche ammesso che Moggi fosse stato assolto, in che modo lui pregiudicava la carriera?

    Corso, ora, non ricordo benissimo come andarono le cose, ma Mancini andò lì in qualità di testimone. Questo significa che l’accusa o la difesa l’ha chiamato a dire ciò che sapeva, perché si presume che sia a conoscenza di fatti probanti.

    Il testimone non deve provare un cazzo di niente, deve dire ciò che sa, se lo sa.

    Non so più come dirtelo.

  105. Come si fa a rovinare così una partita bellissima??!!
    Che espulsione è!!!!

  106. A estecambiasso
    voglio semplicemente far osservare che in un luogo virtuale quale è un blog, partecipando nella stragrande maggioranza dei casi (non il mio, evidentemente) con nomi fittizi, senza alcun contatto fisico e neanche visivo e tantomeno possibilità di identificazione, non può esservi nulla di piú personale che l’esposizione delle proprie idee. Ed è, guarda caso, proprio a quelle (degli altri) che egli costantemente rivolge le sue attenzioni ironiche(?)*.
    Quindi non si adombri piú di tanto per il ‘faccia di bronzo’, che mi sembra tutt’altro che un insulto infamante, e per nulla piú pesante delle sue critiche verso gli altri.

    * Permettimi di conservare il dubbio riguardo all’aggwttivo.

  107. Riguardo l’espulsione di Ibrahimovic, sono d’accordo che è una cazzata dell’arbitro in quanto si vede chiaramente xhe non è affatto un fallo cattivo e neppure intenzionale. Al massimo è maldestro.

    Comunque, che colui che ci lasciò tutto tronfio per andare a Barcellona a giocare ‘il calcio del 2015’ con baciamaglia inxluso, lo prenda lí dove non batte il sole anche quest’anno a me non dispiace per nulla.

  108. Quello di D.Costa su T.Silva era da espulsione, altro che quello di Ibrahimovic. E pure D.Luiz doveva essere espulso nel 1° tempo per una gomitata volontaria allo stesso D.Costa.
    Per la serie ‘L’arbitro, questo rovinapartite’.

  109. Toh, stavolta è Mou a mangiarsi i coglioni.
    Oppure starà prendendo a morsi quelli dei suoi…

    Comunque, il PSG ha meritato, non c’è alcun dubbio. Se l’è proprio sudato il passaggip del turno.

  110. Ahó, ma ‘ndo’ cazzo siete andati?!

    Siete scomparsi tutti insieme?!

    M’avete lasciato da solo, m’avete…

  111. Figura meschina per il caro mou, dalla bagarre di ieri all’eliminazione domestica giocando quasi 90 min in superiorità numerica fra mura amiche

    La sua verve europea sembra rimasta ad Appiano gentile, peccato solo che non riusciamo a trovarla nemmeno noi che ci andiamo quotidianamente

  112. Niente da fare…
    Mou ancora una volta dovrà ribadire che il suo più grande trionfo lo ha conquistato con i colori della nostra Beneamata.
    E la cosa non mi dispiace affatto.

  113. Sono d’accordo con Enzo.

  114. Mou non vincerà mia più la CL se non ancora con noi.
    Blanc è stato uno di noi, grande giocatore e grande classe, questa sera ha strameritato di passare il turno.

  115. Sono d’accordo pure con gianni.

  116. Verratti è un grande giocatore, veramente grande.
    E pensare che se non era x il monociglio maledetto l’ avevamo preso.

  117. Lezione di calcio di Blanc a Mourinho!
    Non c’è che dire.

    Avevo iniziato a vedere la partita che tifavo per il Vate ma poi il Psg ha giocato 10 volte meglio.
    Impresa.

  118. E, sull’onda dell’entusiasmo, proporrei l’esonero del Mou…

  119. Verratti che gran bel giocatorino, ragazzi!
    Eh sì.

  120. È colpa sua se il Chelsea ha perduto!

    È sytato lui a non far giocare bene i suoi!

    Esoneriamolo dall’Italia visto che gli inglesi non lo faranno mai…

  121. È colpa sua se il Chelsea ha perduto!

    È stato lui a non far giocare bene i suoi!

    Esoneriamolo dall’Italia visto che gli inglesi non lo faranno mai…

  122. Nino

    si è già esonerato dall’Italia.
    Da solo, ricordi?

  123. Il PSG ha meritato ovviamente, il fallo di Ibra non era manco da giallo….

    Però non si capisce come tutto questo autorizzi ominicchi vari su mediaset a prendere per il culo Mourinho. Il più scatenato è un certo Carboni, che venne da noi a rimpiazzare Oriali…. e poi c’è questo Sacchi che manco riesce a pronunciare i nomi, chelsea lui lo pronuncia celci. E Mourinho nelle interviste ha semplicemente ammesso che il passaggio del PSG è strameritato, “se non siamo in grado di difendere due palle ferme è giusto che andiamo a casa”

    Sembrano tutti quanti preventivamente terrorizzati da un possibile futuro ritorno di José….

  124. Onore al Mou per la sportività.
    E complimenti a Blanc oltreché per la partita anche per il suo italiano ancora perfetto dopo una quindicina d’anni che se n’è andato.
    Notevole. Davvero!

  125. Vi piace Verratti?
    Allora non lo avete visto giocare spesso.
    Non vi dico il numero di errori e palloni persi quando i compagni erano già scattati per la ripartenza.
    Li avesse fatti all’Inter sarebbe stato già crocefisso dopo due partite.
    Invece lo hanno fatto giocare (e sbagliare) per mesi e adesso ne godono i frutti.
    Cosa che all’Inter difficilmente potrebbe succedere.

  126. Nino
    non ho detto che sono insulti infamanti
    ho detto che sono insulti gratuiti, in quanto riferiti alla persona e non al concetto.

    E poiché la persona non si conosce, diventano inutili.

    E con questo lascio perdere, perché la cosa è diventata stucchevole.

    Il Mou stasera ha perso male.
    In casa e in 10 ha praticamente buttato via la qualificazione.

    Ciò non toglie che certe partite si possono anche perdere. Di fronte non aveva una squadretta.
    Diciamo che il PSG stasera sembrava una squadra allenata da Mourinho per l’approccio “no limits”.

    Ciò non toglie che il Chelsea sta disputando una grande Premier e che comunque le sue squadre funzionano sempre.
    Ma, e questa sensazione me la porto già dalla sua esperienza a Madrid, sembra che gli sia un po’ calata la fame.

    Forse ha bisogno di un anno per ricaricarsi e riaccendere gli stimoli
    e poi tornare all’ovile a fare l’ennesimo miracolo 😉

  127. Anche a me da la stessa sensazione.
    A Madrid c’ha provato e ha anche vinto.
    Ma non è andata come lui voleva o si aspettava.
    E dunque, dopo il capolavoro Inter (difficilmente ripetibile) e il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno (a seconda dei punti di vista) al Real, sembra quasi svuotato.
    Se fosse così, ci sta; è vero che è lo special one ma è pur sempre un essere umano.

    Questo, alla fine, ce lo ritroviamo da noi, quando avrà ripreso fiato e nuova convinzione, la sua nuova scommessa sarà quella di riportare in alto l’Inter.
    Dopo Mancini, s’intende.
    E la storia continua.

    Profezia o speranza di tifosotto? 🙂

  128. Corso riprendo un tuo post di stamattina…

    Ripeto per l’ennesima volta che un conto è tifare contro la propria squadra altro contestarne la guida tecnica niente di più inesatto e sbagliato,ti ho fatto l’esempio del real che contesta porcellotti ma non per questo tifa per il barcellona o i gonzi che ne hanno le palle piene del cascatore e non per questo nel derby tiferanno per noi,mi sembra banale spiegarti questo ma visto che insisti…comunque se vuoi continuare a distribuire patenti fallo pure,personalmente non è un mio problema.

    Contestazione che ho fatto precedentemente anche quando ha allenato il pischello romano che a mio modo di vedere era poco adatto a gestire la squadra che purtroppo si è rivelata reale “regalandoci”un bel nono posto.

    Ho sorvolato sul curriculum in quanto ci sono molte variabili da discutere sulle fortune di alcuni o disgrazie.Probabilmente un De Francesco o militando in squadra di provincia non avrà mai l’opportunità di dimostrare il suo reale valore per essere ingaggiato da una grande e con il portafoglio pieno.Probabilmente se non avesse incontrato un Moratti nel massimo splendore l’Inghilterra l’avrebbe vista quando ci sarebbe andato a fare le vacanze con la famiglia,in quanto è stata l’Inter a rendere lustro a lui e non il contrario.

    Sul calciatore e la classe non si discute ma i titoli hanno sempre un valore relativo e vanno divisi in percentuale, per farla semplice sarebbe come dire che Quaresma alla fine della carriera risulterà molto più vincente di Totti e nei due curriculum per l’uno appariranno scudetti e coppe varie mentre per l’altro qualche scudetto.

    Capitolo Mou,da buona vedova mi dispiace ma il psg ha meritato e auspico che questa sconfitta lo riporti come scrive Este all’ovile molto presto.

  129. Intervincit

    due scudetti vinti con la Sampdoria e con la Lazio, che insieme ne hanno vinti tre vorresti forse dirmi che il Mancio non ha nessun merito e che li ha vinti con le grandi che ti ricordo in Italia sono le solite tre, e tra queste non ci sono ne la Sampdoria ne la Lazio.

    ma fammi un piacere!

    vincere con l’Inter che erano venti anni che non si vinceva uno scudetto e sarebbe lui a dovere ringraziare Moratti che prima ne ha cambiati una ventina senza vincere un beato cazzo, tra cui Lippi il fenomeno che aveva vinto tutto con i gobbi?

    o non sai più cosa dire e allora ogni giorno ne spari una più grossa dell’altra o l’odio ti ha mandato in pappa il cervello.

    la chiusa su Quaresma poi è il max, forse non ti ricordi cosa hanno fatto il Mancio e Vialli insieme alla Sampdoria quando erano giovani e poi cosa ha fatto lui da solo alla Lazio a fine carriera, dove i più dicevano che il vero allenatore era lui in campo e non Eriksson, che senza di lui non ha più vinto una sega mentre lui, da allenatore ha cominciato a vincere subito con la Fiore, poi con la Lazio e poi subito con noi la Coppa Italia che dopo anni senza vincere un tubo era già qualcosina, giusto per non digiunare per sempre.

    il resto della storia lo sai ed è inutile stia qui a ripeterlo ma se per te quegli anni sono stati un dispiacere non so che dirti però, non puoi dire che lui non abbia contribuito a farceli diventare indimenticabili anche se tu te li sei scordati.

    Quaresma…roba da denunciarti per perpetuata calunnia…

    certo c’è il processo, capirai che roba che ha sulla coscienza, come se mettersi contro la famiglia agnelli e il mafioso moggi fosse la cosa più normale da fare considerando in che paese viviamo e chi ha ancora oggi in mano il potere, però doveva fare come Lancillotto, così di lavoro in Italia come allenatore lo trovava col fischio.

    va be và, consoliamoci dicendo che non ci sono nemmeno più i Mou di una volta, così la finiremo di ululare alla luna per niente…

  130. scusa Intervincit,

    mi sono dimenticato la parte del tifo o della patente che rilascio ogni volta.

    se ti ricordi dissi la stessa cosa a quelli che volevano Mazzarri via dall’Inter, ma ho sbagliato a pensare che non si possa criticare e volere via un allenatore e nello stesso tempo tifare per la propria squadra.

    certo che si può fare, è la cosa più naturale del mondo ogni giorno sfanculare il proprio allenatore e sperare che si tolga dai coglioni, oppure andare allo stadio a contestarlo e fischiarlo e nello stesso tempo sperare che la nostra squadra vinca.

    non so come ci riusciate a farlo, ma ci credo e chiedo scusa…

  131. Da vedova del Mou sono un po’ dispiaciuto.
    Però non c’è un cazzo da fare, devo concordare che il PSG abbia meritato.
    Fra l’altro senza Ibra …ora, io fossi Blanc non sottovaluterei la cosa! 🙂

  132. Mi pare che nel PSG giochi un certo Tiago Motta.

    ..sarà che ho ancora negli occhi la palla estirpata al limite dell’area blaugrana che ha dato il via al 3 a 1…

    • Io ho negli occhi anche la palla servita al bacio, di prima, a Milito a Roma nella Finale di Coppa Italia del 2010. Sopraffina.

      Poi, pero’ mi vengono in mente tutte le manfrine fatte per andar via da noi, culminate nel rigore provocato a Napoli, sempre in C.Italia e con conseguente eliminazione, diciamo per ‘mancanza di serenità’, e la sua bravura mi passa in secondo piano…

      Saro’ rancoroso, ma a me mi fa cosi’.

    • visto quello cheè successo, Thiago Motta aveva tutte le ragioni per scappare da quella indegna banda di scappati di casa, come al solito aveva capito tutto un secondo prima

    • Anche come calciatore lui capisce un momento prima, questo è fuor di dubbio.
      Ma, almeno al mio paese, c’è modo e modo. E il suo non è stato dei più corretti (v.Napoli).

      Sarà per questo che voglio bene a Cambiasso, Zanetti e Cordoba (e questi ultimi due potevano benissimo andarsene al Madrid negli anni bui pre-Calciopoli e non l’hanno fatto, lo sappiamo, no?)

      Da parte mia, gli faccio l’augurio di vero cuore di non vincere mai più nulla in campo internazionale, assieme ad Ibrahimovic e, perché no, a Josè il Grande (perché pure lui…).

  133. Intervincit

    il fatto è questo: a te Mancini non è simpatico per la questione del processo di Napoli. E fin qui ci sta.
    Quello che non condivido è che questa antipatia di matrice extracalcistica sia il parametro con cui giudichi le prestazioni dell’Inter sotto la sua guida.

    E’ quello che poi si cercava di dire per Mazzarri, quando qualcuno sollevava l’obiezione che lo si criticasse perché non stava simpatico.

    Ma chi se ne frega se è simpatico o antipatico. Io giudico il gioco, la mentalità e, di conseguenza, i risultati.

    Mancini non l’ho mai messo tra i top, già ai tempi. Però gli devo riconoscere, a posteriori, la capacità di lasciare una buona struttura di squadra.
    Le sue squadre hanno vinto anche dopo che lui è andato via, noi compresi, perché lasciava delle buone basi

    nel nostro caso, senza spendere neanche eccessivamente.

    Se riesce a rifare questo lavoro per me è grasso che cola.

    Le simpatie e le antipatie le lascio da parte.

  134. notare che la indegna banda di scappati di casa nel 2012 era ancora tutta quella che aveva vinto il triplete, mancava solo Eto’o…

    giusto per gradire già alla mattina la solita distorsione della realtà pur di insultare quella che dovrebbe essere la squadra del cuore…

    • l’indegna banda di scappati di casa si meritavano tifosaglia del genere, per fortuna se ne sono andati, anche se per farlo hanno pure preteso il premio produzione, resta la bassa forza ma non si capisce mai bene cosa voglia dire

  135. Il calcio professionistico va preso per quello che è, con tutti i suoi baciamenti di maglia, mica tutti nascono Zanetti e nessuno gioca gratis.
    Io ricordo volentieri quelli che quando erano nella mia squadra hanno vinto, tanto più se lo hanno fatto con classe superiore a quello che mediamente passa il convento.
    Nella fattispecie anch’io ricordo certi palloni persi da Tiago ( magari perchè dopo l’anno del triplete, doveva aspettare quell’ attimo di troppo perchè nessuno si proponeva per ricevere) ma mi soddisfa abbondantemente il baratto tra un pallone per battere il Barcellona e uno per perdere dal Napoli, anche perchè ultimamente ci viene data solo la seconda opportunità.

  136. Quoto Flavio.

    E continuo a non capire l’astio verso chi ci ha fatto vincere tutto.

  137. Non lo capisco neanche io.

    Dopo Bonimba alla gobba (e stiamo parlando di tanti, ma tanti anni fa)
    non mi stupisco più di nulla.
    Che poi vai a capire se sono loro che vogliono scappare di casa o se sono altri a farli scappare di casa.
    Che è un tantinello diverso.

    E comunque, dopo Mou, il fuggi fuggi è stato generale, e non certo voluto SOLO dai calciatori!
    Anche MM, per dire, se n’è andato.
    E dunque di che vogliamo parlare?!

  138. intervengo per precisare che

    bonimba alla gobba non sarebbe mai andato

    ma fu fraizzoli sotto spinta di mazzola a volerlo scambiare con anastasi

    almeno questo mi ha raccontato lui di persona con tanto di aneddoto (tipo “ero in versilia e mi chiama fraizzoli dicendomi che dovevo andare alla juve…”)

    tanto per la precisione

    • L’ho sentito anch’io da lui in persona : era a cena con la moglie e gli venne da piangere … no, per dire …

  139. Splendida partita del PSG, grande serata di calcio, di tecnica e di carattere.
    Poi penso al nostro calcio (e non parlo solo di Inter) ed alle partite cui assistiamo ogni dannato turno di campionato.
    Tristezza…

    Volevo parlare anche di Inter, ma mi sono ricordato che ho solo la patente C, e mi sa che non basta.

    .
    Forza Inter
    .

  140. vittorio

    certo, hai ragione.
    Appunto, dicevo, bisogna vedere se scappano da soli o se li fanno scappare (come Fraizzoli nel caso di Bonimba come giustamente hai precisato tu).
    Era un po’ questo il mio discorso.
    Ad esempio TM se ne è andato perché aveva visto quale era l’andazzo all’Inter in quel momento: chi non se la sarebbe data a gambe?
    Sneijder invece l’hanno fatto proprio andare via con tutti i mezzi possibili e immaginabili.
    Vi ricordate no, tutta la telenovela?!
    E così non solo lui.

  141. Questa sera megariunione. Farò come Fantozzi e mi presenterò con micro tv e radiolina.
    Varrebbe la pena di tornare in CL solo perché il giovedì sono quasi sempre impegnato.

  142. alla riscoperta dei paradisi perduti…

    Motta? non sapevo più nemmeno che giocasse e con noi non è che ne abbia fatte poi molte che o era infortunato (la maggior parte) o squalificato, oltre a non essere nemmeno un titolare indiscusso che se la giocava un pò con Stankovic , Zanetti e Cambiasso e non vinceva quasi mai…

    poi quando ha pestato i piedi per andarsene l’unico che ha pianto è stato Ranieri per il resto non ha fregato quasi un cazzo a nessuno dal momento che erano più le volte che veniva criticato per l’andamento lento che elogiato.

    certo una mano ce l’ha data, una volta anche troppo…

  143. Corso

    però la colpa non è mia se i post li leggi o li interpreti a modo tuo travisandoli,infatti ometti di leggere o ti è sfuggito l’incipit quando scrivo LA CLASSE(calcistica) NON SI DISCUTE non è che ogni volta devo usare il maiuscolo per sottolinearlo,ho cercato di articolarlo in modo tale da farti capire che non è il singolo che fa vincere i campionati e che neanche il pluri premiato Cristiano Ronaldo ci riuscirebbe ma ben altre sono le condizioni per primeggiare e vincere,altrimenti al netto dei brogli di moggiana memoria con il Ronaldo nostro avremmo dovuto stravincere tutte le competizioni.Ho citato Quaresma come paradosso di come i curricula lasciano il tempo che trovano nel calcio che ti ricordo si gioca in 11 a differenza degli sport singoli dove le vittorie sono esclusive di chi le compie.

    Este

    L’antipatia per l’uomo da parte mia è un dato acclarato da Interista fiero non dimentico, che poi l’abbia fatto per pararsi il culo o non mettersi contro gli agnellini come scrive Corso importa un cazzo umanamente posso anche capirlo da tifoso non glielo perdonerò mai.
    Comunque a prescindere non mi sembra che i RISULTATI AL MOMENTO gli stanno dando ragione anzi…so già che mi ripeterai il tuo mantra ma ancora è presto,solo 3 mesi,ne parliamo tra un anno ecc…Ma a noi i risultati servono già da subito sai bene che il mancato ingresso in europa provocherebbe dei danni notevoli sia economici che d’immagine rendendo meno appetibile anche qualche buon acquisto che in mancanza delle coppe girerebbe le spalle.

    Morale: Ha avuto i rinforzi che ha chiesto e voluto adesso i risultati che le chiacchiere e i curricula stanno a zero !!!

  144. Corso ok

    però si faceva un altro discorso.
    E comunque Tiagone è ancora lì a giocarsela.
    Magari non ce ne frega niente, però…

  145. Intervincit

    non so se ti sei accorto che all’Inter, in questi anni, c’è stato un terremoto e uno tsunami che hanno spazzato via tutto.
    Adesso, se non si va in Europa, la colpa sarebbe di Mancini?

    Insomma, questo ci ha fatto un favore a ritornare da noi (visto anche lo stile e il garbo con cui era stato cacciato) per come siamo messi, e noi ci prendiamo pure il lusso di criticarlo appena dopo tre mesi!
    Non solo, ma ha fatto sì che si rimettesse mano al portafoglio per rinforzare una squadra male assemblata anche e proprio da chi l’ha preceduto, e viene criticato per strane e astratte e direi anche inutili questioni morali adducendo, per giunta, contabilità capziose e strumentali.

    • Se non si va la colpa sarà mia che come scrive qualcuno remo contro 😀

      ma quale tsunami se l’anno scorso ci siamo andati e tuttora stiamo giocando?

  146. Insomma, tutto ciò è surreale.
    Siamo al teatro dell’assurdo!

  147. Internazionalista

    Tanto tu puoi verificarlo essendo presente nella mia pagina di fb…
    un amico anch’esso presente e dialogante nella pagina sostenitore di Mancini che vive all’estero trovandosi in italia per lavoro è andato a vedere qualche partita,stranamente ha postato nella pagina un “Mancini pezzo di merda” allora gli ho chiesto il motivo di così tanto accanimento secondo me esagerato e ingiusto non riuscendo a capire questa sua inversione a 360 gradi ecco la sua risposta :

    Non e’ questione di cambiar idea anche perche mancini mi piace e mi piaceva ..ma quando il discorso che mancini fa e’ di tipo ideologico e fanatico allora non mi piace …perche io metto prima l’Inter e poi tutto il resto . Se tu vedi un sistema che non frutta risultati non puoi impostare il discorso in funzione futuristica ..noi vogliamo vincere adesso oggi e subito senza far troppa filosofia . Credo che avra tutto il tempo per programmare il futuro ma cosa fa del presente .

    Allora WM ha ragione quando dice non c’erano le basi per mandarlo via …perche vi voglio vedere il prossimo anno in caso di probabile fallimento …questa versione di mancini che a destra ed a sinistra getta promesse per il futuro non mi piace e cerca di distoglierci l’attenzione dalla realta amara in cui ci ha messo lui con le stessi mani.

  148. Intervincit

    a leggere te, sembra che quando Mancini ha preso in mano la squadra noi eravamo primi o secondi a giocarcela con la Roma.

    I punti dell’anno scorso probabilmente non ci avrebbero permesso di andare in Europa quest’anno e, comunque, la squadra è stata rilevata al nono posto.
    I risultati erano in costante peggioramento e le prestazioni ancora di più.

    E’ come se uno maltrattasse il suo fisico per un anno e mezzo, poi il corpo non gli regge, il medico fa quello che può ma quello peggiora e muore.

    Bene, tu stai facendo causa al medico, dimenticando che per un anno e mezzo anziché curarci andavamo avanti ad antidolorifici.

    Al mercato di gennaio di 2015 si è speso grosso modo come al mercato 2014,
    solo che lì abbiamo preso solo Hernanes, pagandolo 20 milioni, quest’anno, con gli stessi soldi abbiamo operato in qualche reparto in più.

    Hernanes è un signor giocatore, ma secondo me l’abbiamo pagato un po’ troppo, anche in ragione del fatto che avevamo necessità in più reparti.

    Allora mi chiedo: perché l’anno scorso Mazzarri non ha detto: “signor Thohir, abbiamo 20 milioni da spendere? Bene, perché anziché prendere un giocatore solo, ne pigliamo due o tre,
    così, magari, ogni tanto si può cambiare anche modulo

    (rumore di tuoni)

    ed essere uno zinzinello meno prevedibili?

    • Este

      sulla cifra concordo sul fatto che Hernanes sia un ottimo calciatore anche e sono convinto tornerà utilissimo per la causa futura.

      Vero che eravamo in una certa posizione ma a 5 punti dalla terza recuperabilissimi,comunque mi sembra vi state rassegnando ad una non partecipazione in europa solo per difenderlo e questo non mi piace,mi auguro di sbagliare ma il dubbio mi viene.

  149. Termino qua,entro in clima pre partita che Corso ci creda o meno 🙂 FORZA INTER SEMPRE.

  150. Non me la sarei sentita di biasimare Ronaldo (quello vero!) per essere voluto andare via dopo aver, ad esempio, capito che da noi non avrebbe vinto nulla (o molto meno di quello che meritasse la sua classe) visto il clima che c’era con Calciopoli, se non fosse per il fatto che l’Inter lo ha aspettato per tanto tempo dopo i due infortuni pagandolo e curandolo senza neanche pensare al trattamento che gli fu riservato sull’altra sponda pochi anni dopo.

    Non me la sarei sentita di biasimare Milito per il fatto di voler guadagnare di piú dopo quello che era stato capace di fare, se non fosse per il fatto che, ancora con il tappo dello spumante per aria, batteva cassa in pubblico mettendoci in ridicolo al culmine di una festa attesa tanti anni.

    Non me la sarei sentita, infine, di biasimare il grande Josè Mourinho per il fatto di voler andar via sia per la sua carriera (una squadra come il Madrid non chiama tutti gli anni…), sia per come fu trattato dal nostro Sistema, se non fosse per il modo quasi furtivo e senza alcuna partecipazione alla gioia collettiva di tutti noi.

    Tutti loro hanno la mia stima incondizionata per la loro alta qualità professionale però mi si conceda di preferire alla classe del cervello, del talento e dei piedi, la classe dell’anima di cui pochi sono in possesso.

  151. non volevo polemizzare con chi ha notato la bella prestazione di Motta ieri sera, volevo solo ricordare che con noi non ne ha poi fatte molte sia perchè era quasi sempre rotto sia perchè la sua classe indiscussa tra un infortunio e l’altro doveva sempre recuperare la forma per emergere in pieno.

    tutto qui, diciamo che è uno che ha partecipato dignitosamente, ma gli attori principali che io rimpiango sono altri.

    Intervincit, ma io ti credo, veramente.

    un giorno mi insegnerai a tifare l’Inter e sperare che l’allenatore faccia una figura di merda senza che la squadra ci rimetta, ma questo non lo dico principalmente a te che allo stadio ci vai raramente, lo dico per quelli che hanno contestato, insultato e deriso Mazzarri a San Siro pretendendo poi che i giocatori fornissero una prestazione all’altezza quando loro erano i primi a demotivarli e a demoralizzarli prima ancora di cominciare.

    d’accordo che sono professionisti e se ne dovrebbero sbattere le balle, ma se anzichè avere il tifo a favore lo hanno contro dall’inizio, non è un buon viatico per me, per te non lo so.

    adesso vado a godermi la partita.

    FORZA INTER, FORZA MANCIO e perdonali, perchè non sanno quello che fanno…

  152. Perchè quando si parla di allenatori, (e qua hai voglia quanto se ne parla) non si mette mai l’accento sulla responsabilità della società?

    Mazzarri senza avere a supporto dei “fatti” di un certo peso ma semplicemente prospettive valide ma mai verificate con una grande squadra ha firmato un contratto di 3 (TRE) anni come allenatore meglio pagato d’Italia (credo o giù di li) .
    A metà strada è stato esonerato dopo aver millantato (la società) una fiducia cieca in un suo progetto a lungo termine .

    La colpa è sua o di chi l’ha scelto?

    Mancini è stato chiamato a sostituirlo con un contratto economicamente ancora più importante (ma non per lunghezza, credo, anche su questo non c’ho capito molto), sulla base di ben più confutabili “fatti” ma con prospettive tarpate da una situazione economica che pesa fortemente ogni volta che si parla di mercato con la M . pesa anche per quei milioni di euro dati aggratis a WM a cui si aggiungono quelli dell’agenzia delle entrate di Platini.
    E’ una scelta giusta da parte della società?

    A chi dare addosso? a chi ha scelto o a chi è stato scelto? che poi in questo caso parliamo nel periodo interessato di “due” società diverse quindi diventa facilissimo lo scaricabarile delle responsabilità, ma continuare in maniera così estenuante questa querelle tra Mazzarri e Mancini mi sembra veramente fuori luogo.
    Mazzarri è un allenatore che ha fallito nell’Inter e questo fallimento ci è costato doppio data la metà del tempo che gli si è concesso grazie ad un contratto troppo generoso.
    Di Mancini non si può dire nulla fino alla fine del prox anno , quel che si può dire di sicuro è che chi lo ha scelto non ha probabilmente neanche conoscenza di alcune pieghe dei trascorsi Manciniani che fan parte della storia e degli umori dell’Inter. Per cui alla società Inter di oggi che lui sia stato smemorino non gli frega un cazzo, e a Mancini che “gli altri” lo abbiano mandato via in malo modo meno che zero.

    E adesso cortesemente cerchiamo di renderla dura a sti Figli della Merkel !

    Vai Mancio ! e tu Waltemort con i soldi che ti becchi aggratis dovresti andare a piantare una bandiera dell’Inter sulla W della Volkswagen

  153. Intervincit

    ideologici mi sa che siete tu e il tuo amico di fb.
    Della serie: come sono contorti e astrusi gli interisti a volte.

    Nino

    beato tu che credi ancora alla classe dell’anima, in questo mondo del calcio.
    Io, ormai, mi aspetto solo che giochino a pallone e possibilmente bene.
    Quello sì.
    Del resto ho imparato, col tempo, a curarmene poco.

  154. Qualcuno ha qualche dritta per la partita?
    Dove la si vede?

  155. Certo che mancio ha del coraggio, con la difesa che si ritrova, ad andarsela a giocare con Guarin-Hernanes-Palcio-Icardi-Squitieri. Povero Medel.
    Speriamo bene

  156. Veramente bastava un po’ più di cattiveria davanti e dietro e saremmo stati 2-0 per noi, invece la solita amnesia difensiva e un po’ di stupida accademia davanti ci faranno passare un secondo tempo molto difficile, perché sia ha l’impressione che questi avranno più benzina. Purtroppo con la panchina attuale siamo messi male.

  157. io la vedo bene su lshunter con commento inglese, altroché PI italiane….

  158. Internaz.
    Io la sto vedendo su rojadirecta. La qualità non è il massimo, ma ho visto un primo tempo giocato a ritmi altissimi da tutte e due le squadre. In attacco sono forti ma la difesa lascia spazi che dovremmo essere più precisi nello sfruttare. Non so come finirà, questi sono davvero forti, ma ho visto un’ottima Inter. Speremm.

  159. rodrigo
    che c….zo fai

  160. evabbè, Carrizo ci piazza due cappelle!

  161. gol sbagliato

    gol subito

    matematico

  162. Tre imbecilli in difesa che rovinano tutto il lavoro fatto!
    Ma va’…

  163. e meno male
    che con i piedi era più bravo di handa…

  164. mamma mia carrizo che schifo, direi che serve un portiere

  165. Come buttare via una partita con una squadra mediocre come il Wolfsburg

    • io pensavo fosse molto più forte da come l’avevano descritta, oggi mi è sembrata una squadra mediocre di terza fascia europea. che ovviamente noi non possiamo reggere visto che abbiamo troppi giocatori che non dovrebbero nemmeno sentire l’inno della EL.

      Adesso anziché stare calmi e provare a fare il miracolo a san siro stanno facendo di tutto per prendere il quarto gol, che vorrebbe dire ritorno inutile, vediamo se ce la fanno…

  166. commento degli inglesi che come al solito sanno di calcio meglio deglio altri:

    “nonostante Inter abbia giocato un secondo tempo ORRIBILE ha avuto tre chiare occasioni per segnare il secondo gol, e questo fa pensare che il ritorno possa essere ancora aperto”

  167. con handa forse se ne prendevano 6

    ma questo era l’ultima speranza di chiudere la stagione dignitosamente

    perchè non gioca il portiere TITOLARE!!!!!

    • ho rivisto il terzo gol preso, allucinante quello che ha fatto carrizo nemmeno in 2a categoria si prende gol sul proprio palo in quel modo

  168. Shaqiri, salutato come un trequartista di livello, ha fatto vedere tutta la sua modestia.

  169. Vidic, cazzo vidic!!!!

  170. Il Wolsburg sa solo correre.
    Questo lo fa bene.
    Poi a farli segnare ci pensiamo noi.

  171. Peccato. Ma le cappelle sono la conseguenza del crollo che abbiamo avuto nel secondo tempo. Con la palla sempre al mite della ns area e questi che schizzavano da tutte le parti era dura.

  172. buttata al cesso con cazzate varie…

    far giocare il portiere di riserva nelle coppe lo capisco e lo ritengo giusto nella prima metà di stagione, quando le partite cominciano a contare devi schierare la miglior formazione… uno dei nostri punti positivi è un portiere molto buono, tra i 10 migliori del mondo credo, perchè regalare questo vantaggio se vuoi conquistare una coppa?

  173. Sono incazzato come un’ape, ma con Mancini.

    Hai uno dei portieri migliori di europa, che per altro non aspettava altro che calcare questi palcoscenici, e ti presenti con Carrizo.

    Criticai già questa scelta col celtic, fui smentito dai fatti visto che carrizo giocò bene. Ma una rondine non fa primavera, e il principio, purtroppo, non era sbagliato.

    E oggi l’abbiamo pagata carissima: 3 gol per l’esattezza, perchè sono tutti e tre evidente responsabilità del portiere. Poi sì, vidic che fa quel fallo del cazzo, la difesa che su due corner filati si fa anticipare, quel che volete.

    Ma tutti e tre i gol un qualsiasi portiere da serie A li avrebbe evitati senza nemmeno troppo scompiglio.

    Per il resto, come ampiamente previsto, questa squadra non poteva andare lontana visti tutti i suoi limiti caratteriali, incompatibili con un percorso a eliminazione diretta che parte dai sedicesimi.

    Detto ciò, buttar via una qualificazione non scontata ma fattibile, con 3 dicasi 3 errori del portiere, penso sia inaccettabile e vergognoso.

    Male Carrizo, da cui era ampiamente lecito attendersi catastrofi.

    Malissimo Mancini, che con questo giochetto del cazzo sta demotivando handanovic e ha compromesso la stagione europea dell’inter.
    E non parliamo della gestione dei cambi, che alla fine nemmeno i giocatori avevano ben chiaro dove stare.

    Poi oh, il mister non si discute, ma spero abbia l’umiltà di accorgersi che l’ha fatta davvero grossa.

  174. se abbiamo imparato una cosa dal triplete

    è stata quella di schierare la miglior formazione possibile

    sempre e comunque

  175. Maledetto il momentoin cui ha rimesso piede alla pinetina sto cagasotto sopravvalutato si è quasi mangiato la qualificazione tranne qualche miracolo,perche Carrizo in porta PERCHE’??? hai un portierone di livello mondiale e metti una riserva!!! perchè cambi un centrocampista come Hernanes per mettere un difensore e passare alla difesa a cinque lasciando il centro campo in balia degli avversari PERCHE’???Come buttare nel cesso partita e probabilmente la qualificazione. PERCHE’ brutto babbeo strapagato !!!

  176. Quanto a shaquiri, mi piacerebbe sapere chi l’ha salutato come trequartista di livello.

    E’ un esterno d’attacco, la sua giocata migliore è andare verso l’angolo dell’area e rientrare, il movimento alla robben per intendersi.

    Non a caso quando lo metti 10 minuti lì fa più che negli altri 80 al centro.

    Per carità non inziamo il tango della pippa anche con shaquiri adesso.

    Chè se non fosse chiaro, il nostro problema è la miriade di pippe che siedono in panchina e non permettono adeguato ricambio, nè cambiar rotta a una gara, e per di più abbassano il livello degli allenamenti, ossia del lavoro quotidiano, con le chiare conseguenze durante la domenica.

    Un 11 titolare per giocare con chiunque (tolti i mostri sacri della champions ovviamente, ma tanto siam ben lungi da essere nella situazione di incrociarli), già esiste, possibilmente senza cagate di alternanza portieri. Il problema è che questi non sono sostituibili, nè possono restare sempre sul pezzo con allenamenti intensi e di livello.

    • Nelle prime partite era stata lodata la sua capacità di stare fra le linee, dietro le punte.
      Cioè la posizione del trequartista.
      Posizione in cui, di sicuro, non rende.
      Giocando alla Robben è nettamente meglio. Bisogna vedere quanto meglio.

  177. Ma perchè ha sostituito Hernanes con Vidic? Centrocampo evanescente e difesa,come al solito,inesistente!!!!!! Un altro anno da passare al cineforum!!!
    Sono sconfortato!!!!!!

  178. Siamo al livello del “non so più come insultarvi”, che squadra di pippe senzapalle.

  179. ahaahahahaaahahahaha ma quanto fate schifo
    che pena
    ahaahahahahaahaahahahaahahahahahahha
    carrizo uno di noi

  180. Mancini non ci aveva mai convinto del tutto in fondo aveva ragione il Mou con la storia degli scudetti vinti in segreteria. Ai tempi aveva uno squadrone e in europa faceva solo figuracce, stasera non ha azzeccata una siamo sicuri che sia l’allenatore giusto per noi? Il prossimo anno senza coppe e soldi dovremo vendere i migliori e non credo proprio che lotteremo per lo scudetto.

  181. mumble mumble ma come faccio a perdere una partita in cui ho preso solo un gol, il mio centrocampo sta facendo passare solo pallette innocue agli avversari, il mio incursore (hernanes) fa a fette il centrocampo avversario ? mumble mumble…ecco !!! levo il mio incursore e metto un difensore -e che difensore !- così è chiaro a tutti i miei, i loro, e anche quei rimbambiti che stanno a casa, che perdo centrocampo, sicurezze, possibilità di vincere e partita…ah scordavo qualificazione e stagione…ma bravo mister; eppure questo non è un fesso, ha vinto, vincerà ancora ma chissà che gli sarà passato per la capa, solo presunzione ? mah; a proposito pensare che lui metta in porta la riserva e non il titolare solo per superstizione (l’ha detto lui) fa una certa sensazione

  182. Due problemi grossi:

    1) non abbiamo una difesa
    2) giochiamo un tempo solo.

    Il secondo problema si risolve facendo una preparazione atletica adeguata

    Il primo rifacendo la difesa da zero e perfezionando gli automatismi.

    Tutto rimandato all’anno prossimo, ma questo si sapeva già.

    Per il resto, fino a stamattina questi ci dovevano fare un cu…ore così.
    Nel primo tempo ho visto un’ottima Inter e loro non mi sono sembrati l’ira di Dio descritta nei giorni scorsi.

    Giovedì prossimo ce l’andiamo a giocare.
    Sperando in una difesa in stato di grazia.

    • Nota a margine

      Shaqiri non andava sostituito per nulla al mondo.
      Questo se ne porta via due alla volta.

  183. comunque minchiate così Solo l’Inter….

    Per evitare almeno 2 dei 3 gol presi bastava un rinvio di un portiere di C2 e una parata di un portiere di B

    Quindi di cosa stiamo parlando? Di quali schemi? Di quali rincalzi di livello?

    E’ evidente pure ai ciechi che non si tratta solo di sfiga, ma d’altronde noi mica vogliamo vincere la champions, altrimenti non ci vorrebbe non avere sfiga ma avere un culo mai visto nella storia del calcio, Però cazzo chiederei solo alla dea bendata di evitare ogni tanto che quando imbrocchiamo una partita cominciata e giocata bene magari non ci faccia fischiare un fuorigioco col migliore attaccante solo davanti al portiere, che magari non è il caso di far sbagliare un rinvio ad un portiere professionista che avrà mai fatto un errore del genere in tutta la sua carriera, perchè la punizione vabbeh ci può anche stare , ma il rinvio non esiste se non per un infortunio tipo vieri davanti alla linea di porta ai mondiali.

    Poi con queste merde che han festeggiato appena han sentito il nome dell’Inter.
    Minchia se mi rode .
    E comunque ribadisco : Solo l’Inter queste cagate

  184. E… la ‘rosa da 3° posto?
    Abbiamo una ‘rosa da 3° posto’ e adesso…?
    C’è da ‘rifare tutta la difesa’?!
    Allora, non era tanto una ‘rosa da 3°posto’ come si diceva?!

  185. Il prossimo anno non vorrei più veder giocare nella mia squadra almeno 4 pseudo calciatori tra i titolari di stasera (i nomi indovinateli a voi).
    Chiedo troppo?

  186. Mamma mia, che ammasso di pippe invereconde…
    L’unica speranza è che loro, quanto a difesa, fanno abbastanza cagare.
    Ma la cosa che mi rattrista è che bisognerebbe non prendere gol, e con queste pippe assurde la vedo difficilissima.
    Comunque Handa in porta e basta, Carrizo è una roba che non si può presentare a questi livelli, ma forse anche a livelli più bassi.

  187. in difesa stiamo migliorando parecchio.

    prima ne regalavamo solo uno, stasera tre.

    bisogna dire che col senno di poi siete tutti dei fenomeni, dopo il Celtic qualcuno si chiedeva perchè cazzo il Mancio non facesse giocare Carrizo anche in campionato dal momento che Handanovic prima del Napoli aveva fatto caghicchiare anzi che no e poi coi piedi l’argentino è nettamente superiore.

    a volte mi fate paura…

    certo se glielo dicevate prima al Mancio che Carrizo stasera tirava fuori tutto il suo repertorio di cagate…

    Vidic è entrato perchè il Mancio aveva capito che dopo l’occasione sprecata da Palacio non l’avremmo più messa anche perchè la benzina era finita e ha cercato di portare a casa l’1-2 che non era un brutto risultato cercando di arginarli indietro perchè Santon ha giusto fatto quella gran giocata sprecata da Palacio e niente altro e voleva cautelarsi visto che dalla sua parte hanno fatto il bello ed il brutto che volevano.

    vai ad immaginare che Vidic facesse un fallo inutile e Carrizo mettesse la ciliegina sulla torta alla sua splendida serata.

    poi gli altri cambi li ha fatti per perdere tempo anche se Icardi se ne è mangiato uno bello grosso prima della fine.

    anche loro però.

    fanculo!

  188. Io credo che ce la possiamo fare perché questi non mi sono sembrati nulla di trascendentale. Bisognerà aver fortuna con l’allineamento dei pianeti che regolano i segni zodiacali dei nostri difensori, però.
    Due cose mi preme sottolineare.
    La prima è che Mancini non può essersi rimbambito in tre giorni dopo che per ammissione della maggioranza di noi era stato lui con i suoi cambi a influire positivamente a Napoli.
    La seconda è che non intendo cosa significhi schierare il portiere di riserva in una competizione cosí importante, e qui sono d’accordo con quello detto da ‘interista’ che se l’anno del Triplete ci ha insegnato una cosa è che bisogna schierare sempre i migliori.

  189. E comunque il problema fisico è davvero imbarazzante.
    Io faccio veramente fatica a pensare che sia stata fatta male la preparazione e ne stiamo pagando le conseguenze dopo otto mesi.
    ma come è possibile? ma cosa hanno fatto i giocatori della juve ad Agosto che li ha fatti correre sempre e ribadisco sempre di più di noi in questi 8 mesi?
    hanno avuto dei cali a dicembre se ricordo e non riuscivano a tenere il risultato gli ultimi 10 15 min , noi è da settembre che se corriamo il primo tempo passeggiamo il secondo o viceversa, piu o meno con una tendenza a sforare verso la passeggiata come equilibrio .
    A Napoli siamo stati in bambola per 70 min e poi tutti a correre come matti.

    Ma come si spiega? Ma che il Napoli o la Samp o la Reggina giocavano un tempo?

  190. Ma avete visto alzando i ritmi de pressing tra centrocampo e attacco quante palle abbiamo intercettato e come ci si smarcava e si dava la possibilità al portatore di palla di avere almeno 2 scelte a chi passarla?
    Ma perchè 30-35 min e poi basta?

  191. Quando sei tu a farle da quanti soldi sono ‘ste polemicucce?

  192. Sì, sì, ok Nino

    come vuoi tu.

    • Ciao, estecambia’, buonanotte.
      E non ti arrabbiare che al ritorno ce li beviamo ‘sti crucchi.

  193. Tutto vero quello che dite, e Mancini può anche avere sbagliato.

    Però mi chiedo, ma chi cazzo l’ha preparata sta squadra?

    No, perché aldilà di come è finita e al netto degli errori di Mancini e della difesa pippaiola che purtroppo abbiamo, com’è che il primo tempo stavamo 1 a 1 facendo una gran partita, mentre al 10′ del secondo eravamo morti?

    No, ditemelo voi.

  194. Io, nel primo tempo mi sono lustrato gli occhi, cosa che non mi era capitato mai nel recente passato.
    Poi se in Europa non corri e non hai fisicità è chiaro che perdi.
    E i tedeschi erano assatanati!