Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

La Grande Mexezza

Difficile trovare un senso compiuto alla squalifica per (sole) 4 giornate a Mexes. O meglio: non tanto un senso alle 4 giornate comminate in sè, quanto alle 4 giornate comminate in proporzione a recenti o addirittura contemporanei provvedimenti del giudice sportivo. Per dire, stesso giorno: Kone tocca con una mano l’arbitro che lo ha appena espulso per doppia ammonizione e ne prende 3. E’ il regolamento. Ok. E allora Mexes? Mexes – provocato con un calcio da dietro da Mauri, unica attenuante alla guapparia che ne segue – aggredisce due volte il Mauri medesimo (che non reagisce minimamente) tentando di strangolarlo e facendo il gesto di dargli una testata, poi prende per il collo anche Cana e infine se ne va a farsi una bella doccia con 17 compagni che lo trattengono. 4 giornate. Poi chiede scusa in tv, ok, bel gesto. Ma in campo sembrava un indemoniato tipo Linda Blair nell’Esorcista. E naturalmente il pensiero di tutti corre alle tre giornate rifilate al nostro Juan Jesus (diventate 4 per il cumulo con la squalifica “normale”) per una dubbia, dubbissima gomitate (nelle intenzioni, dico: la gomitata c’era, per carità) a Chiellini.

Ora, se il punto di riferimento è Antonio Inoki

antonio_inoki_5602

allora le 4 giornate a Mexes ci possono stare. Ma se il riferimento è Juan Jesus? Quante gliene dovevano dare? 5, 6, 8, 12?

Tra l’altro il fotogramma di Juve-Inter ci dice un po’ di cose:

jesus

Juan Jesus ha gli occhi chiusi. La gomitata c’è, eccola lì, ma non sarà frutto di un movimento scomposto nella foga di un cross che arriva, piuttosto che di un movimento volontario diretto inequivocabilmente alla faccia di Chiellini? Altra attenuante: anche a occhi chiusi, bendato e fatto girare tipo mosca cieca, se hai nelle vicinanze Chiellini è comunque assai probabile che tu, sbracciando, gli prenda il naso. Non è colpa di Juan Jesus se Chiellini ha una canappia da Guinness.

chiellini

Ma veniamo a Mexes. Com’è possibile che il suo minuto da Terminator sia stato valutato solo 4 giornate, se una mano addosso all’arbitro o un gomito sul naso di Chiellini  (due gesti istantanei, mentre la dinamica mexesiana ha fermato due minuti la partita) ne valgono 3, cioè i tre quarti di una piazzata del genere?

Siccome i giudici sono uomini, io credo che a influenzare le cose sia stato, appunto, il fattore umano, quella sfera di sentimenti, passioni e interessi che nutre le nostre anime (questa frase è molto bella). Per esempio, come non notare nella rissa di Mexes una serie di riferimenti cinematografici che potrebbero avere commosso i giudici sportivi nell’esaminare i procellosi eventi dell’Olimpico?

CALCIO SUL RING, DA CANTONA A MEXES 20 ANNI DI FOLLIE / SPECIALE

Questa per esempio è la scena madre. Tu a uno così, d’istinto, gli dai 7 giornate a stare basso. Eppure, come non pensare che la scena assomigli terribilmente, in un parallelo quasi subliminale, a un momento di amore virile che il cinema ci ha regalato di recente?

Brokeback1

E così – mettetevi nei panni del povero giudice sportivo che ha un cuore e un’anima, non è un bruto, legge e va al cinema – tu stai guardando Mexes che strangola Mauri ma in realtà pensi a Heat Ledger che abbraccia Jake Gyllenhaal in “Brokeback Mountain”. E lì ti scappa il primo sconticino: come escludere, a priori, che il gesto di Mexes, magari ruvido e focoso, non nascondesse dell’affetto?

Passiamo a un altro fotogramma che rivela un’altra cosa passata ingiustamente sotto silenzio:

Lazio-Milan

è chiaro che Mauri reagisce all’aggressione di Mexes con un saluto romano. E allora Mexes, che ha un nonno partigiano, uno zio morto in Normandia, un cugino deportato, una zia perseguitata e a Roma si trombava una che ha fatto le Frattocchie, come può reagire davanti a una cosa del genere? Ragazzi, tutto è relativo, non ci si può fermare alle apparenze.

Ma c’è un’altra fotografia che getta una luce particolarmente sinistra sull’accaduto:

La rissa tra Philippe Mexes e Stefano Mauri

qui entriamo dritti in una teoria negazionista che vorrebbe addirittura impunito Mexes. A sinistra si nota l’inquietante somiglianza tra Mazzoleni e Montolivo: se non sono fratelli, sono almeno parenti. E quindi ci sarebbe una palese irregolarità a monte. A destra, Biglia si precipita verso Mexes e Mauri e – guardatelo bene – sorride: è il chiaro segno di quanto la dinamica della rissa fosse quanto meno concordata. Secondo alcuni esponenti del M5S, l’aggressione non è mai avvenuta e ci sono dei serie dubbi che, in effetti, la partita Lazio-Milan sia mai stata giocata.

E veniamo alla seconda parte della guapparia di Mexes, l’aggressione a Oronzo Cana. Vediamo il primo fotogramma:

Lazio vs Milan - Serie A Tim 2014/2015

anche qui, mettetevi nei panni dei giudici sportivi e delle suggestioni di questi filmati da esaminare in un triste martedì di gennaio. Torniamo a Brokeback:

brokeback2

Impressionante, no? Ma stiamo più allegri, santiddio. Come non lasciare correre la fantasia a una scena ancora più scoppiettante che ricorda il tête-à-tête Mexes-Cana?

grease1

Massì, dai, ci sono degli incontestabili parallelismi con il balletto di John Travolta e Olivia Newton John in “Grease”. Cioè, tipo, guarda qui:

grease3

e adesso guarda qui:

grease2

Insomma, c’è tutto un disegno dietro. Oggettivamente, come avrebbero potuto dare 10 giornate a Mexes? No, dai, quattro vanno bene, anzi, sono troppe per un uomo così affettuoso e citazionista e legato a valori antichi. Resta, piuttosto, a proposito di cinema, un ultimo inquietantissimo mistero:

Lazio-Milan

no, dico, ma lo vedete? Cosa ci faceva Tommy Lee Jones in campo con la divisa sociale del Milan?

tommy

share on facebook share on twitter

187 commenti

  1. W inter ……sempre

  2. http://videointer.it/watch.php?vid=563db178b

    non so se questo è il meglio che ha fatto in dieci anni che gioca, in attesa di saperne di più e pur sapendo che l’animo femminile è imprevedibile, a prima vista mi azzarderei a dire che le tifose dell’Inter dovrebbero essere contente dell’acquisto.

    magari anche qualche “maschiaccio”, giusto per stare in tema”Brokeback Mountain”.

    • A prima vista sembra uno di nerbo. Uno alla Lucio, per intenderci. E pure discretamente tecnico. La domanda, che sorge spontanea, è una sola:
      Perché è stato lasciato lí fino ad ora?

  3. Non voglio nemmeno sapere per quale squadra tifi Tosel, di sicuro è ANTI BENEAMATA.
    Non ci sono cazzi!

  4. Ecco, settore, questa è la frequenza con cui devi scrivere
    È come quando corri: metti in circolo le endorfine ed anche se la vita ti va di merda tu sorridi
    Così tu posti soavi e leggiadre stronzate (soavi e leggiadre neanche tu te lo saresti aspettato) e noi oggi per esempio non pensiamo a rhodolfo

  5. E se la vera punizione fosse nel renderlo subito disponibile al Milan?

  6. Rhodolfo sembra la dimostrazione che si può giocare a calcio ed essere coordinati anche se si è un difensore molto alto.

  7. Dimeticavo , per stare in argomento : tre giornate a Samuel, ovunque esso sia.

  8. La cosa più triste è che probabilmente fra le pieghe del regolamento si può trovare qualcosa che effettivamente non rende questa squalifica “arbitraria”.

  9. “arbitràrio agg. [dal lat. arbitrarius, der. di arbĭter «arbitro»]. – Che dipende dalla volontà e dall’arbitrio del singolo senza riferimento a legge o norma esteriore.”

    Non possiamo lamentarci, così è scritto nel linguaggo.

    Falli di mano, fuorigioco, grado di pericolosità dei falli, tutto è arbitrario.

  10. Ah ah ah Sector
    magnifico post.

    Ma la citazione più alta è stata quella delle Frattocchie!
    Come t’è venuto in mente?!

  11. Sembrerebbe (il condizionale è d’obbligo) uno tosto Rodolfo.
    Bravo di testa, e vabe’ vista l’altezza, ma anche coi piedi.
    Veloce e anche ‘cattivello’, quello che per esempio manca a Ranocchia.
    Speriamo bene.

  12. Sono completamente d’accordo a metà (cit.) col grande Settore.
    Io credo che alla base di tutto ci sia una scenata di gelosia di Mexes, che si è reso conto della tresca che c’è tra Mauri e Montolivo. Anche in questo caso però il Francese è giustificato, perchè ha fatto riferimento ad un altro film (vedi collegamento ipertestuale).

    http://ftv01.stbm.it/imgbank/GALLERYXL/QU/00851801.JPG

  13. Permettete una goccia di scetticismo.
    No perché pochi mesi, ancor prima di vederlo in faccia, sarebbe stato tutto un ‘ecco che arriva un altro jhonatan’ ‘la solita dirigenza tenuta per le palle dai procuratori’.

    Insomma, sarebbe stato preventivamente bollato come pippa, date le recenti esperienze con l’import dei sudamerighi.

    Oggi invece ci si scomoda addirittura a cercare video e informazioni, ci si slancia in dissertazioni tecniche favorevoli etc., tanta è la.fiducia in mancini.

    Peró non vorrei si passasse da un estremo all’altro.
    Se no il rischio, come per brozovic, è la classica caduta dal pero al primo appoggio sbagliato, e si finisce col ricascare nel loop del Pippe.

    ‘Sta gente, prima di entusiasmarci o scoglionarci, aspettiamo di vederla. E magari non solo per i primi 20’ come qualcuno ha già fatto con shaquiri.

  14. Dimenticavo: per conferma potete guardare la sesta foto postata da settore

  15. Ecco, quando scrivi così, quando fai dei post come questi, allora si che si capisce che è bello essere interisti, a prescindere.

    Fantastico.

    Sei un mito, anzi di più, sei un Cerilli!

    .
    .Forza Inter
    .

  16. Be’, non abbiamo detto che è un campione e sarà l’ira di dio?!
    Io poi ho utilizzato il condizionale, per cui non credo che siamo proprio dei babbei.
    Ancora ho forti dubbi su Podilski e Shaquiri figuriamoci…

    • “Rhodolfo sembra la dimostrazione…”

      ribadiamo il condizionale e aspettiamo che la sembianza diventi realtà.

  17. E chi ha parlato di babbei?

    Io parlo di aspettative. Se ci aspettiamo un Lucio e dopo 20 minuti vediamo che non è così, finiamo con l’incattivirci più di quanto necessario, e magari gli diamo della pippa quando pippa non è.
    E’ un paradosso del troppo entusiasmo.
    E onsiderando che fino all’altroieri ci sarebbe stata preventiva negatività intorno a questa operazione, invito a non spostarsi da un estremo all’altro, tutto qui.

    Tra l’altro non mi risulta nemmeno che sia stato acquisito, leggendo qua e là.

    • più o meno quanto si è scritto e detto sul Mancio se non sbaglio…

    • No, il paragone non regge. Rodolpho non si sa nemmeno chi cazzi sia, mancini ha un background non solo consolidato, ma creato prevalentemente con la sciarpa neroazzurra.

      Le aspettative su Mancini sono razionali, giustificate da uno spessore certificato, mentre rodolpho in questo momento è il gatto di schroedinger.

      E francamente non riesco ad inquadrare l’acrobazia intellettuale con cui cerchi di propinarci questo confronto.

  18. quello che ha fatto il francese bbilanista è niente confronto a quello che fece Totti a Balotelli all’Olimpico in coppitalia: dopo averlo scalciato ripetutamente, non contento gli appioppò un calcio in testa mentre il nerazzurro era a terra impossibilitato sia a vederlo che a difendersi. un vigliacco, un vero vigliacco. squalifica? 4 giornate (compresa una come aggravante perchè capitano, altrimenti sarebbero state 3).

  19. Piuttosto, appurato che con Osvaldo non esiste sanatoria di sorta, e che possiamo dunque considerarlo a tutti gli effetti un ex che non rivedremo più

    come lo vedete un eventuale cassano a parametro zero per fare la quinta punta?

    Fra i pro, può disputare la Uefa, la tecnica non si discute, e anche la condizione atletica mi pare accettabile, oltre all’enorme incognita Palacio, che continua a non convincermi.
    Fra i contro… è cassano.

  20. La grande Mexezza sei tu, siamo noi, è LEI.
    Mi hai ribaltata.
    😀

  21. Comunque Wolf

    staremo a vedere, ed è chiaro che una certa dose di pippaggine è dovuta anche alla situazione in cui versiamo noi da anni.
    E’ chiaro, secondo me, che a fare la differenza, a volte, tra essere pippa totale o soltanto uno che stenta a ritrovarsi in una squadra che non funziona, è molto labile e stretta.
    Vero è però, che sia su Coutinho che su Alvarez non ci siamo poi così tanto sbagliati.
    Al netto di qualche bella – ma poi non così decisiva – prestazione del brasiliano a Liverpool.

    Stesso dicasi per tante altre meteore passate in questi anni ad Appiano.
    Insomma, fai bene a dire andiamoci piano.
    Ma questo credo sia il pensiero di tutti, a parte quella puntina di ottimismo che appartiene più alla speranza che alla realtà effettiva delle cose.

  22. Alt Internazionalista!!!
    Anatema!!!!
    Di Alvarez puoi dire quello che vuoi ma non toccare Philippe che per me è come un figlio!!!
    Pippa un cazzo.
    Intanto a Liverpool gioca che è molto più di quanto gli sia stato permesso da noi.
    Poi se vogliamo dire che non è Messi ok. Ma ad avercene di Coutinho.

    • massì BeR, per loro pippinho era e pippinho resterebbe anche nell’irrealistico caso che dovesse vincere i prossimi 10 palloni d’oro, ma chissenefrega

      pensiamo piuttosto a salvare quelli buoni di oggi, dalle grinfie dei vecchietti malati di sansirite (sai, quella che ti fa passare la partita a bestemmiare contro cesar -des-aparecido anzichè gioire per un 4 a 0 che la tua squadra sta nel frattempo maturando)

  23. sia Coutinho sia Alvarez non avrebbero fatto molta fatica quest’anno a fare meglio di Kovacic e di Hernanes.

    difatti questi due devono avere frainteso quello che vuole da loro il Mancio: devono fare girare la palla, non le palle.

  24. …Kovacic e Hernanes devono fare girare la palla, non le palle (Corso46).

    Bella lì!

  25. prima cerilli

    poi antonio inoki

    manca solo gustavo dell’hungariafilm

    e facciamo filotto!

  26. Fatevene una ragione, Pippinho non lo vincerà mai il pallone d’oro.
    Tranquilli.

  27. E francamente non ne ho nessuna nostalgia.

  28. E la Juve vince all’89” con gol in fuorigioco.
    ma no!!!

    • Ma perchè si giocava a Parma?

    • Le prime otto del campionato precedente vanno di diritto agli ottavi e vengono estratte a sorte e la squadra col numero più basso gioca in casa. Il Parma era 2 e la Juve 7. Per la cronaca noi (5) giocheremo a Napoli (4).

  29. Sarebbe ora che i vecchietti malati di sansirite e anche i giovani, e comunque tutti quelli che preso di mira uno ( giocatore, dirigente, mister ) non smettono finchè non la spuntano, mirassero il bersaglio giusto, quello che doveva essere già stato colpito e affondato.
    Fassone è un gobbo maledetto e nessuno mi toglie dalla testa che è stato messo lì per rovinarci; non a caso da quando c’è lui siamo in caduta libera.
    Visto che la rete è stata decisiva per eliminare gente sgradita sarebbe ora che si mobilitasse per cacciare questo mostro. Fassone fuori dai coglioni.

  30. magari il problema fosse solo Fassone…

    invece no, i problemi sono altri.

    per primo il gioco, d’accordo che il Mancio è subentrato e ha le sue idee, ma cazzo! cosa ci vuole a fare capire a dei professionisti un nuovo modulo?

    possibile che non si riesca ad uscire dalla nostra difesa palla al piede facendo partire l’azione orchestrando la palla invece di farla rinviare dal portiere o da un difensore sperando che Icardi ne metta giù una?

    possibile che giocatori come Kovacic, Hernanes o Guarin non sappiano mai a chi darla se non a quello vicino un paio di metri che gliela ritorna subito e stanno lì cinque minuti per decidere chi dovrà prendere una cazzo di iniziativa in avanti rischiando un dribbling per saltare un uomo e creare superiorità numerica, in modo tale che uno che stia marcando Icardi o Palacio si faccia avanti liberando dalla marcatura uno dei due?

    possibile che nessuno sia in grado di fare una triangolazione ottenendo così lo stesso risultato di un dribbling senza però rischiarlo? le triangolazioni sono la prima cosa che insegnano per tagliare fuori un avversario, non so da quanto non ne vedo fare più una dai nostri.

    siamo rimasti al concetto individuale dove si pensa che uno sia bravo perchè ha determinate doti migliori di tanti altri.

    ma se non le mette al servizio di una squadra è solo deleterio.

    se si aspetta sempre la palla sui piedi senza mai cercare di farsela dare scattando in avanti e quindi in movimento, se quando la si riceve si deve ancora decidere cosa farsene invece di saperlo prima di riceverla velocizzando così il gioco invece di rallentarlo e se non si tira quasi mai in porta, è difficile con gente così giocare bene e vincere.

    però si può avere sempre la soddisfazione di dare una pedata nel culo a un gobbo di merda come Fassone…

    • Mi hai fatto venire in mente Sneijder (quello del 2010) che prima che gli arrivasse la palla sapeva già dove e a chi l’avrebbe data.

      …il lancio a Eto’o a Stamford Bridge…

      …Il triangolo con Milito al Bernabeu…

      Mi metto in un angolino a piangere.

  31. Grazie Flavio ma…………..posso dire “che criterio del caxxo”?
    Il vantaggio di giocare la secca in casa non può essere legato ad un sorteggio; avrei digerito meglio un discorso meritocratico, anche se penalizzante per alcuni (squadre di seconda fascia…………o noi siamo in terza/quarta?)

    Comunque, dati i primi due quarti………..chissà che non porti bene!

    2 FISSO, CAXXO!

  32. Eto’o su Moratti

    “Lui è come se fosse Gesù Cristo, sono molto riconoscente a lui e spero tanto di poterlo vedere presto e di riabbracciarlo. Mi auguro che la mia gioia qui a Genova possa essere condivisa dai tifosi dell’Inter”.

    Se trovate un Crocefisso di Moratti che ti guarda con l’occhiale leggermente abbassato fate un fischio che lo appendo sopra la TV con cui guardo le partite dell’inter.

    Tranquillo corso, ne ordino uno anche per te.

  33. Il calcio è molto semplice, Corso ha ben riassunto in poche parole (miracolo !!!) le poche cose importanti che ci sentiamo ripetere da un secolo e che in fondo non sono mai cambiate, quindi, dopo aver provato mille volte uno schema cosa conta? che il tuo giocatore abbia quel quid di bravura, velocità, controllo in piu dell’avversario per superarlo.
    Lo so non sto dicendo nulla di sensazionale, anzi decisamente banale, ma qualcuno si ricorda le centinaia e centinaia di azioni dell’Inter che passavano da Etò, frutto di nessuno schema se non del fatto che semplicemente lui la palla marcato o non marcato non la perdeva, faceva salire la squadra saltava l’uomo è la passava bene (dico BENE, non 2 mt indietro) ad un compagno che nel frattempo si era liberato . Ma che cazzo di tattica sarà mai questa?
    L’unica cosa che aiuta a sopperire in parte (non una grandissima parte) al deficit di tecnica è il dinamismo.
    Ragazzi, o si corre o si deve saper giocare a pallone, sei poi corri e sai giocare a pallone allora si vince sicuro. poche balle.

  34. passaggi di un intervista a Mancini:
    1)Touré? Yaya è uno dei più forti giocatori al mondo. Ci sono giocatori che cambiano faccia ad una squadra: Yaya è uno di questi”.
    2)Scudetto? Innestiamo tre campioni e vedrete che saremo pronti per la lotta
    3)Kovacic: deve essere decisivo,a 20 anni quelli bravi lo sono
    4)Icardi: Mi ricorda le situazioni di Balotelli e Adriano che, per un verso o l’altro, si sono persi.

    Dove ho già sentito queste cose….? Corso tu ne sai niente?

  35. Mah, prendersela con fassone (che io non sopporto sia chiaro, e l’ho detto più volte) mi sembra del tutto pleonastico e fuorviante.
    Io non ho la sansirite, ma so guardare le cose e farmene un’idea.
    Su Coutinho c’è poco da dire e quel poco l’abbiamo detto.

    Quoto invece corso (strano, eh?!)
    ha ragione su quello che dice, anche se bisognerebbe fare delle ulteriori precisazioni, a mio modo di vedere.
    Si diceva proprio in questi ultimi post, a proposito di Cerilli e della questione tecnica, che la tecnica è importante ma che poi ci vuole anche una organizzazione tattica e di gioco efficace che metta i più tecnici nelle condizioni di esserlo.
    Detto questo, però, come dice il Mancio, a vent’anni se sei forte lo devi far vedere ma non con un passaggio filtrante ogni tre partite, ma essendo decisivo nelle partite stesse.
    Cosa che Kovacic non ha ancora quasi mai fatto.
    Meno ancora Hernanes.
    Vero, allora, che bisogna metterli nelle condizioni migliori ma questi, di loro, non è che abbiano fatto vedere chissà cosa finora.
    Questo non significa una bocciatura, non da parte mia certo, ma aspetto una migliore tenuta della squadra per dare un giudizio più ampio e definitivo sul reale tasso tecnico dei due.

    Lo dicevo l’altro giorno: se hai un centrocampo e soprattutto una difesa che ad ogni palla persa prende gol o va in affanno diventa dura liberare tutto il proprio tasso tecnico, per la paura di sbagliare un passaggio o perdere palla sulla trequarti.
    Giochi inevitabilmente col braccino corto.

    Questo a testimonianza del fatto che non sono un fischiatore ad minchiam o un malato di sansirite, se ci fosse ancora qualche dubbio.

  36. pippinho mediocreggia dopo una stagione esaltante nella quale ha giocato poco e i meriti erano ovviamente di altri, che possa starci in quest’Inter è possibile, che non si noterebbe anche nella mediocrità generale (come infatti accadeva quando giocava veramente) altrettanto

    detto questo, vedo che Mancini provvede a far piazza pulita degli alibi e delle cazzate dei tifosi per hobby: 3 campioni, e il ragazzo si deve dare una svegliata, altrimenti può dare il cambio a Brozovic nella Salkazzov Voronez

    (io ci credo poco comunque)

  37. Appunto, quello che mi fa sorridere è che da 2 mesi o giù di li chi prova a toccare i punti 2 3 4 esposti da Mancini viene bollato come vedova di Mazzarri e sputtanatore di Mancini, adesso, malgrado si dirà che lui lo ha detto in un altro modo, che l’altra volta tu hai detto, che io non ho mai voluto dire…
    adesso dicevo lui stesso in una sola intervista ha detto che la rosa è qualitativamente limitata (cioè dico, ha chiesto 3 campioni non 3 giocatori di prospettiva) che kovacic si deve dare una mossa che ha già 20 anni e non 16 che Icardi deve capire che gioca in una squadra .
    Povera vedovella.

  38. Quoto.
    Anche contro il Torino Kovacic si è liberato al limite dell’area, ma poi è venuta fuori una mozzarellina per il portiere.
    Pogba (scusate ma insisto col paragone) da li, con un tiro fa due gol.
    OK, Pogba è forse il più forte della sua generazione…ma l’Inter con chi si deve confrontare?
    Con l’Empoli?

    In questo momento storico sembra proprio di si!

    p.s. Forza Inter, Forza Kovacic.

  39. A) Mancini dice che PER VINCERE LO SCUDETTO servono 3 campioni. E grazie al cazzo.
    Se volete aggiungo che per vincere la champions ne occorrono almeno 12.

    B) Mancini dice che di Icardi teme fattori esterni, in grado di distrarlo dal suo percorso di maturazione che è di altissimo potenziale, come lo era per balotelli e Adriano.

    C) Mancini dice che da kovacic si aspetta una crescita rapida perché ne ha le qualità. Mancini che, per altro, ha seguito e spinto per il rinnovo di kovacic fino al 2019, presenziando all’annuncio ufficiale con tanto brindisi (Perché notoriamente si fa così per i rinnovi di un kuzmanovic qualunque, no?)

    Morale: il tifoso interista commenta “mancini ha detto che fa tutti cagare e che questo è frocio e a quell’altro puzza il culo.”

    Pensavo certi giochetti fossero prerogativa delle p.i., ma quando tornano utili vedo che anche il tifoso interista ci si diletta, e pure con un certo seguito.

    Tra l’altro ci sono passaggi ben più significativi di quell’intervista, ma noto che non interessano a nessuno.

    e anche se volete limitarvi a 3 o 4 passaggi, provate a ragionare ‘con 3 campioni già l’anno prossimo vinciamo lo scudetto’
    Io più che un
    ‘facciamo cagare moriremo tutti non so perche ho accettato’
    ci leggo un
    ‘abbiamo Buona squadra da puntellare con un campione per reparto per fare il salto di qualità e tornare subito competitivi’.

    Ma vabbeh, ormai siamo nel loop delle pippe e non se ne esce, incattiviti al punto di comportarci come le pi. E meno male che io sono quello nervoso, nonché finto interista.

    Ps, notare che i cd Anti mazzarriani sono giorni che non lo nominano (e personalmente sereni che non intendo ricominciare ora), mentre chi continua a tirarlo in ballo e a far paragoni sono quelli che lo rimpiangono. A ognuno le proprie conclusioni a riguardo.

  40. Visto che non ho alcun interesse di bandiera da difendere, mi sento tranquillo nel dire che Smemorino nei punti 3 e 4 ha detto due puttanate colossali. Degne appunto di una vedova del water.

    Se a 20 anni quelli bravi devono essere decisivi prendo atto che diversi dei nostri eroi non erano poi così bravi:
    Vierà a 20 anni raccoglieva figure da stronzo al bilan (salvo poi rivelarsi giocatore di livello in altro contesto …tu guarda)
    Cambiasso veniva relegato in prestito in argentina dal Real (un Alvarez qualsiasi insomma).
    Milito segnava la bellezza di 3 gol in due stagioni, mentre Ibra ne faceva 8 in una (ma poi lo scarso è Icardi che ne ha segnati solo 15).
    Maicon abbandonava le giovanili.
    Lucio faceva la riserva.
    Materazzi era ancora nei dilettanti.

    Icardi mi pare che tutto abbia tranne i problemi di Adriano e Balo (oggi come oggi almeno). Visto che non mi pare che beva, si devasti alle feste, indossi maglie altrui, ecc.

    Ps: il punto due mi trova d’accordo: PER LO SCUDETTO, servono innesti ed anche di livello. Ma mi pare palese che quello sul titolo sia un discorso mai toccato nella diatriba con i piagnucolatori.

  41. Javier+

    ma no, dai, su questi punti siamo tutti d’accordo da mesi e mesi.
    Ma cosa c’entrano gli allenatori?!
    Detto questo, stai sicuro che Mazzarri non avrebbe mai usato le parole del Mancio.
    Che sono chiare e danno il senso di uno che ha capito dove stanno i veri problemi!
    Infatti, lo dice.
    L’altro, invece, non aveva neanche il linguaggio adatto per dirle, né la grammatica.
    Già questo la dice lunga su come si pone un allenatore, e grande ex giocatore, di rango.

  42. magari il mancio
    con quelle parole su icardi e kova
    aveva solo intenzione di dare un certo stimolo a quei giovani
    il succo di quello che ho inteso io
    è che hanno qualità ma devono lavorare per crescere e migliorarsi

    ma magari ho solo frainteso

    sarà perchè poi ha iniziato a piovere…

  43. attualmente ci mancano quei giocatori che in campo fanno la differenza…

    con il Mancio nel 2004 siamo partiti con Toldo, Cordoba, Materazzi e Favalli e siamo arrivati con Julio, Maicon, Samuel e Lucio.

    e non è che quelli con cui siamo partiti fossero scarsi, eh? solo che quelli dopo hanno fatto la differenza, loro no.

    mi fermo alla difesa e lascio a voi il compito di completare il quadro di allora, come spero che il Mancio sappia completare quello che abbiamo adesso, dove io, ovunque giri lo sguardo, faccio fatica a capire chi potrà, non dico eguagliare, ma almeno assomigliare un pò di più a quelli del 2006/2011.

  44. B&R

    sì, però stiamo parlando di un numero 10 eh, non di un terzino o centrocampista qualsiasi!
    Così come tu hai fatto i tuoi begli esempi io te ne posso portare altrettanti che alla sua età erano già decisivi e campioni!
    Tutta gente che in quella posisizione del campo (più o meno, bada bene!) ha fatto non la differenza, ma di più.
    Che cosa debbo aspettarmi io da uno come Kovacic secondo te?
    Insomma, o lo è o non lo è un campione.
    Si vede subita sai.
    Poi magari si può lavorare sulla testa e sulla personalità, e infatti io aspetto questo, dopo di ché non mi sembra difficile capire se è o no un grande giocatore.

    • Internazionalista, non mi devi fare esempi, li conosco.
      Infatti io mica nego che a 20 anni si possa essere decisivi.
      Io nego che se non lo sei a 20 non lo sarai mai.
      E questo indipendentemente dal ruolo.
      Al pari dell’altra assurdità: se sei forte non conta in che posizione giochi.
      Guarda, ti faccio l’esempio che include tutto: Pirlo.
      Era un under 21 di talento ma che come trequartista si stava smarrendo fra Reggina e Brescia.
      3/4 anni dopo è diventato uno dei più forti registi del mondo.

      Quindi mi perdonerai se trovo strumentale (e sbagliato) sostenere che Kovacic sia una pippa perchè a 20 anni, sballottato fra fascia, trequarti e mediana non è in grado di caricarsi sulle spalle una squadra in stato confusionale, con una preparazione imbarazzante e che stà vivendo una fase di drastica rivoluzione.

      PS: oltretutto, Maicon e Cambiasso “terziono o centrocampista qualsiasi” sto par de palle!! 😉

    • “Al pari dell’altra assurdità: se sei forte non conta in che posizione giochi.”

      Questa, fra l’altro, non è tua. Ho messo insieme un’altro cavallo di battaglia tirato fuori dai compiangenti durante le interminabili discussioni.

  45. lucio arrivò col vate

    • bravo Rob! e allora? non ho scritto che li ha presi tutti il Mancio, ho solo scritto come siamo partiti e con chi alla fine siamo arrivati.

      di quelli che abbiamo adesso, se per fortuna si ripetesse lo stesso miracolo, con quanti ripeteremmo lo stesso percorso?

      Corso ha vinto il primo scudetto con noi a 22 anni e già gliene avevano fregato uno a 20…

      Rivera, che cito perchè nonostante fosse un casciavit mi è sempre piaciuto,ha vianto uno scudo a 20 anni e alla stessa età è arrivato secondo nella votazione del Pallone D’oro, l’unico assegnato ad un portiere…

      questo solo per par condicio in quanto è vero sia che tanti giochino bene solo dopo una certa maturazione, come è vero anche il contrario, anche il Mancio è stato un gran prematuro ed è forse per quello che si permette di esigere un pò di più da un giovane.

  46. Wolf rilassati…..
    sembri Mexes

  47. il dilemma di Kovacic:

    essere o non essere?

    decidess pirla! è un anno e mezzo che aspettiamo…

  48. considerando che ogni commento che scrivi si lascia dietro una scia di catastrofe e negatività, forse quello che ha bisogno di una tisana sei tu.

    Ad ogni modo, Io ho replicato punto per punto a quanto hai scritto, usami la stessa gentilezza, se non vuoi qualificarti una volta di più per quello che sei.

    Ma tranquillo, se invece prosegui con ‘ste cagatine da asilo non me ne stupisco.
    Oramai il fondo l’hai raschiato venendo qua a fare la p.i. che ribalta i significati delle parole del suo allenatore all’unico scopo di dimostrare che L’inter è solo una squadra di merda.

  49. Ma ancora con ‘sta nostalgia?
    Ma neanche per Mourinho…

    Ma poi, io posso capire se il contratto di Mazzarri si estinguesse a fine anno, allora ok, uno si chiede perché pagarne 2 per 6 mesi.
    Ma finisce nel 2016, che dovevamo fare?

    Almeno in questi 6 mesi si può abbozzare un inizio di progetto.
    Mancini può prendere coscienza della squadra, nel bene o nel male, chi può tenere, chi può dare, quali sono i problemi da risolvere prima, quali dopo, chi vendere, chi comprare.

    A me sembra tempo guadagnato.

    Sempre che l’obiettivo comune sia tornare a giocarcela per vincere.

    E che avrà detto mai, poi, Mancini, di così inaspettato?
    Che servono 3 campioni per competere per lo scudetto.

    Mbeh? Ma perché qualcuno ha forse mai detto che siamo da scudetto?

  50. se un allenatore non smentisce niente sulle trattative che sta facendo la società, se dice che per diventare competitivi e lottare per lo scudo c’è bisogno di comprare tre campioni non credo ci sia bisogno di tradurre niente o di interpretare come le p.i se si conclude dicendo che gli uomini che adesso ha a disposizione non lo soddisfano manco per niente.

    è piuttosto l’altra interpretazione che lascia dubbi, altrimenti non direbbe che sta aspettando a braccia aperte Yaia Tuorè dal momento che in quel ruolo ne ha già in abbondanza e che non dovrebbero essere tanto contenti di saperlo…

    così come non dovrebbero essere tanto contenti quelli che vedono cercare uno stopper come Rhodolfo, un terzino come Darmian, così come non dovrebbero essere stati contenti quelli che si sono visti arrivare Shaqiri e Poldoski, tipo Osvaldo, Palacio ed Icardi, dal momento che aggiungendo questi due attaccanti la possibilità degli altri di giocare si è ristretta di parecchio, specialmente quella di Osvaldo che era già considerato la terza scelta dopo Icardi e Palacio.

    per cui non vedo cosa c’entri sempre tirare in ballo le polemiche se la realtà dei fatti è questa dove si evince che il Mancio sta rifacendo la squadra di sana pianta e la maggior parte di quelli che ci sono oggi sarebbe tutta sul piede di partenza se solo ci fosse un cane disposto a prendersene qualcuno pagandolo, perchè sarà anche vero che Icardi vale 40 milioni o giù di lì ma finora in questa fase invernale di mercato nessuno lo ha richiesto manco per sbaglio, così nessuno credo abbia richiesto Kovacic, che ha si rinnovato il contratto, ma questo non significa che non possa essere venduto nel caso l’offerta fosse una del genere che non si possano rifiutare.

    ma una offerta così chi è che ce la farebbe avendolo visto giocare come ha giocato finora?

    perciò tranquilli che quello lì nessuno ce lo richiederà…

    in tutto questo cosa c’entri ancora Mazzarri è difficile da capire se non che uno lo tiri in ballo apposta perchè vuole sviare il discorso su di lui, ma Mazzarri potrebbe essere anche morto e sepolto ma la sostanza di quel che sta succedendo non cambierebbe di una virgola,

  51. Hmm hai ragione, non Mexes
    Gattuso

  52. B&R

    ma siamo d’accordo: le due cose esistono entrambe.
    Puoi essere già un campione a vent’anni, come invece dimostrarlo a ventotto come successo a Milito.
    Il problema è che l’Inter (come qualsiasi altra squadra) non può aspettare un calciatore dieci anni!
    Quindi o hai la fortuna di trovare un Milito al momento giusto della sua carriera, oppure non puoi stare dietro a un ragazzo che non sboccia mai o lo fa tardi.
    Certo, il rischio è quello di ritrovarsi un altro Pirlo che furoreggia in altre squadre.
    Ma anche no.
    Chi può dirlo?

    Io spero che questo ingrani presto, altrimenti è facile capire come andrà a finire.
    E penso che la prossima stagione o sarà la sua stagione, e dimostrerà qualcosa di importante, oppure avrà chiuso con l’Inter.
    E io, da tifoso, non avrei nulla da eccepire.

  53. Devo dire che, essendo fondamentalmente buono d’animo, provo una tenerezza indicibile nel vedere come si vanno sbattendo gli Sputatores ora che pure Mancini dice le stesse cose che andavamo dicendo da tempo (e ancora diciamo).
    Soprattutto dopo che hanno perduto il punto fermo (un architrave vero e proprio) rappresentato da Mazzarri, caro e ormai perduto bersaglio dei loro ultimi mesi.
    Sarà che è a loro che manca di più, e dissimulano accusando gli altri di saudade? Sarà che i veri ‘vedovi’ inconsolabili sono loro? Eh, la mente umana fa di questi scherzi perversi… Mi pare si chiami ‘Sindrome di Stoccolma’.
    Ah, dimenticavo che a quanto sembra, per ammissione dello stesso Mancini, si tenterà di acquisire la prestazioni di Y. Touré come giocatore di calcio e non come preparatore atletico fra

  54. Devo dire che, essendo fondamentalmente buono d’animo, provo una tenerezza indicibile nel vedere come si vanno sbattendo gli Sputatores ora che pure Mancini dice le stesse cose che andavamo dicendo da tempo (e ancora diciamo).
    Soprattutto dopo che hanno perduto il punto fermo (un architrave vero e proprio) rappresentato da Mazzarri, caro e ormai perduto bersaglio dei loro ultimi mesi.
    Sarà che è a loro che manca di più, e dissimulano accusando gli altri di saudade? Sarà che i veri ‘vedovi’ inconsolabili sono loro? Eh, la mente umana fa di questi scherzi perversi… Mi pare si chiami ‘Sindrome di Stoccolma’.
    Ah, dimenticavo che, a quanto sembra, per ammissione dello stesso Mancini, si tenterà di acquisire la prestazioni di Y. Touré come giocatore di calcio e non come preparatore atletico.

  55. No, mi piacerebbe sapere quale sarebbe questa abbondanza che abbiamo nel ruolo di Yaya Tourè
    Chi sarebbero? Kuzmanovic? Guarin?
    Così come i terzini e lo stopper. Sono i famosi ruoli che vanno rinforzati.
    Invece di prendersela con Kovacic

    (che con Yaya Tourè c’entra, a livello di caratteristiche tecniche, c’entra come i cavoli a merenda)

    è sufficiente pensare che, una cosa è avere alcuni buoni giocatori e alcune falle mostruose
    e un altra è avere un centrocampista “top”, che, se in forma, ti tiene in mano il centrocampo praticamente da solo.

    Così come mi piacerebbe sapere come fa corso a sapere che Icardi e Kovacic non ce li ha chiesti nessuno.

    No, perché noi siamo stati praticamente un anno con Ibrahimovic con un piede a Barcellona e non ne sapevamo nulla, ora, di colpo, sappiamo tutto.

    Già che c’era, il nostro agente a Giacarta poteva pure anticiparci i nostri recenti acquisti, visto che sa tutto, beato lui.

    La storia degli Sputatores manco l’ho capita. Proprio il senso compiuto mi sfugge.
    Dovrebbe essere un artifizio retorico, ma pare un messaggio di Radio Londra.

    E vabbè.

  56. Complessa la mente umana. Ma non c’è da preoccuparsi. Si chiama ‘rimozione’.

  57. Sì, col carro attrezzi di solito.

    (boh)

  58. Noo, quella è ‘forzata’ e si paga. Questa invece è involontaria ed è gratis.

  59. Ma tanto per alleggerire, qual è il record del mondo di acquisizione compulsiva di ex-centravanti dell’altra squadra della città? Perché qualche cosa di strano c’è nel comportamento dei nostri dirimpettai. Ecco, questa è una pulsione che veramente resta difficile da comprendere.

  60. ma soprattutto…
    c’è qualcuno acquistato dal Milan

    che non sia già stato da noi?

  61. Che poi la cosa avvilente dell’affaire Destro (da quando è iniziato, cioè dal Genoa) non è neanche l’averlo perso, quanto l’averci guadagnato (?) uno come Ranocchia. Anche se uno che è cresciuto nell’Inter, appena andato in prestito al Milan da neanche un’ora dichiara, con assurdo senso di appartenenza, “Torneremo grandi”
    dà un’idea significativa dello spessore della sua personalità. Questo per quelli che dovessero rimpiangerlo, tra i quali non mi ci metto assolutamente.

  62. Tutto giusto Internazionalista. Giusto ed enormemente differente dall’uscita di Smemorino che da alcuni è stata condivisa.
    Metto una postilla, mi piacerebbe prima di scaricarlo vederlo giocare in una squadra con un costrurro e togliermi il dubbio che veramente non renda di più dove penso io. Detto questo, si. Se il livello e la costanza delle prestazioni non si alza, per carità, che le strade si dividano. Occhio che poi ci sarà qualcuno pronto a darti del “mangiagiocatori”.

    Nino, accendi il cervello. Mazzarri lo ha tirato in ballo Javier, noi “sputatores” non lo caghiamo da un pezzo. Possibile che non ne azzecchi una mai? Basterebbe un minimo di attenzione.
    Cioè, se vuoi far sapere che sai cosa significa “architrave” o cosa sia la sindrome di stoccolma ci sono anche altri metodi.
    Sempre detto con pàstene soppaltate, si intende.

  63. abbiamo i nostri bei problemi da risolvere e quindi dei gonzi mi frega da zero tornando all’indietro, ma in effetti non riesco a capire cosa cazzo se ne facciano di Destro se in casa hanno già Pazzini che adesso vogliono vendere.

    non ci vedo sta gran differenza tra i due, anzi noto che entrambi sia nel bbilan che nella Roma hanno fatto fatica a trovare un posto da titolare, il che significa che negli schemi che usano le due squadre non sono propriamente indicati come prime scelte.

    ad ogni modo cazzi loro…

    per quel che concerne i nostri spiego a Este che l’eventuale arrivo di Yaia Tourè sarebbe manna dal cielo per noi tifosi e per il Mancio, un pò meno per chi adesso sta occupando quel posto, meritatamente per lui ed immeritatamente per noi, e quindi un qualsiasi arrivo di un giocatore prestigioso in una squadra è si salutato con gioia dai tifosi ma non altrettanto da chi sta giocando in quel ruolo perchè vede le sue possibilità di giocare diminuire a vista d’occhio.

    è una questione puramente personale e di preoccupazione e pur facendo dichiarazioni di facciata ogni giocatore che dice che è contento dell’arrivo del tal campione che si metterà in concorrenza con lui per giocare non è contento per niente, in primis perchè sa benissimo che uno come Yaia Tourè non farà la riserva a lui ed in secundis c’è anche la possibilità che lui stesso venga venduto.

    di conseguenza anche se rimarrà un pour parler e Yaia Tourè non arriverà mai il fatto stesso che l’allenatore dica che lo accoglierebbe a braccia aperte va a scalfire la dignità e la suscettibilità di quelli che attualmente giocano in quel ruolo sentendosi un pò sminuiti da queste parole.

    la stessa cosa succede a quelli che vedono, sentono e leggono che l’Inter li vuole cambiare, vendere o dare in prestito per prenderne altri migliori di loro, perchè presumo che anche loro leggano e seguano i media e siano informati anche meglio di noi delle operazioni in entrata ed uscita che ha in animo la società

    di conseguenza non credo che se impiegati il loro rendimento sarà ottimale pur che si impegnino affinchè lo sia, perchè moralmente dovrebbero sentirsi a terra.

    per cui che concretizzino o che il mercato finisca alla svelta, perchè certe chiacchiere credo incidano parecchio su chi deve andare in campo a giocarsi la partita e magari anche il suo futuro.

    • solo una mia opinione: Tourè qualora occuperebbe il posto in campo in cui da mesi vedo vagare Kuzmanovic, con tutto il rispetto… o Medel, con tutto il rispetto… be’ al posto di sti due Yaya e Diarra penso sarebbero meglio.
      Poi se io giocatore “professionista” o no, sento dire che si sta cercando tizio e caio per farli giocare al mio posto o mi incazzo e sciopero o mi incazzo e cerco di far ricredere chi non mi ritiene all’altezza. Nel primo caso è come ammettere di essere scarsi

  64. ovvio che quello che scrivo è pura supposizione, magari se ne sbattono allegramente le balle dal momento che i soldi a loro non mancano, come è pura supposizione avere scritto che sia Icardi che Kovacic nessuno ce li ha chiesti.

    difatti se qualcuno ce li avesse chiesti nessuno dei media che stanno attaccati alle balle di ogni procuratore e di ogni addetto agli acquisti/vendite delle società non lo avrebbe saputo di sicuro.

    sono tutti con le bocche cucite lì…talmente cucite che Rodholfo era già nostro due giorni fa e invece pare di no.

  65. Ciao settore,sono un lettore saltuario,dopo le grandi vittorie – le peggiori sconfitte – nei momenti di cazzeggioe- vorrei esprimere il
    Mio disappunto per questo post molto italiano ,nel peggior senso del termine,e un po’ piangina…forza inter ,guardiamo sempre avanti

  66. coachanzai

    prova a dire alla tua morosa o a tua moglie che ne preferiresti un’altra e poi ne riparliamo…

  67. BuonMazzarr ops! Buongiorno a tutti

  68. Strano che ancora nessuno abbia scritto che Ya Ya è vecchio!!
    Mazzarrriii lascia il nostro blog!!!!!

  69. 13:41Samp, presi Duncan e Bonazzoli

    Altro colpo della Sampdoria: i blucerchiati hanno preso dall’Inter Duncan e Bonazzoli per una cifra totale che si aggiorna attorno ai 10 milioni. Bonazzoli rimarrà a disposizione di Mancini fino a giugno, poi andrà a Genova ma i nerazzurri hanno mantenuto il diritto di riacquisto del giocatore

    e il progetto giovani va a farsi benedire…..anche in sticazziligh giocheranno i più forti perché a questo punto diventa il nostro unico pass per la ciampions

  70. Evidentemente per fare cassa dobbiamo dare via le promesse, il resto della rosa non lo vuole nessuno.

  71. Duncan ma soprattutto Bonazzoli per pagarci il mini mercato sembra veramente triste….Ma mi piace credere che si voglia investire su giovani pronti (Shaqiri o sento Dragovic ad esempio che è un bel difensore ed è un ’92 o ’91) sacrificando ma tenedosi caldi quelli ancora acerbi (con il diritto di riacquisto).

  72. Fuori un matto dentro un altro??
    Allora mi tengo Osvaldo.
    Cassa..nooooo

  73. nino

    “Mancini dice cose che noi diciamo da molto tempo”.

    Voi, eh?!
    Mentre noi cosiddetti Sputatores invece diciamo che questa Inter è una grande squadra, non è vero?
    Ma per piacere.
    Ma da quanto tempo frequenti il blog?

    Detto questo, il manico conta e anche parecchio, e il cambio è stata l’unica cosa positiva di questa stagione, fin qui.

  74. Anche perché col vecchio “manico” Podolski, Shaquiri e gli altri ce li sognavamo.
    Basterebbe solo questo.

  75. Per l’altra questione, invece, del mercato di gennaio, in poche parole, io sarei per abolirlo: si fa il mercato serio in estate e basta.
    Senza turbative a metà stagione, né dover rimescolare squadre giocatori e album Panini! 🙂

  76. E’ vero.
    Manico è l’anagramma di Mancio.
    Non l’ho usato a caso;-)

  77. Manico per uno che sta tenendo una media da retrocessione mi sembra paradossale 🙂

  78. Beh ma che volete, fra un anno e mezzo faremo i conti.
    Adesso è inutile.

    E poi, a pari punti meglio l’eleganza del gesto che quella tristezza infinita.

    • Perchè tieni la speranza che arrivi un altro Ibraimivoc,prendano il nuovo Maicon,cloniamo Zanetti,Samuel ritorna un ragazzino e lo riprendiamo,arriva Cambiasso quando aveva i capelli da pischelletto ecc… e magari quelle forti partono anche penalizzate,a queste condizioni chiamiamo oronzo canà che prende meno di 4.5 milioni.Senza petrolieri che si svenano e sceicchi arabi è uno dei tanti.

  79. Ma dopo tutti questi mesi cosa c’è ancora da dire di Mazzarri? In un senso o nell’altro, credo sia stato detto tutto quel che si poteva dire. Da tutti.

    Secondo me, se ci mettessimo qua a bisticciare su lucescu, a questo punto, avremmo più dignità.

  80. Secondo me Mazzarri è l’anagramma di Wolf Tail.
    Così diversi ma mai separati per più di 24 ore

  81. Internazionali’, l’avete detto tutti voi fino all’altro ieri che c’avevamo una ‘rosa da terzo posto’. Già te lo sei dimenticato?!
    Adesso che Mancini sta cercando di rivoltarla come un calzino, la famosa ‘rosa da terzo posto’, si comincia col mischiare le carte.
    Che poi, che ci vuole a dire ‘Scusate, credevamo una cosa, invece era un’altra’. Punto.
    Inoltre, tu stesso l’hai ammesso dopo la sconfitta col Toro. E la cosa ti ha fatto onore.
    Mo’ che fai, torni ‘n’altra volta indietro?
    O ti sei dimenticato pure questo?

  82. Son settimane che non lo nomino, e invito gli altri a fare altrettanto.

    Ma a te interessa solo trollare la gente, quando non sei troppo occupato a spalare merda sulla squadra che spacci per tua.

    Almeno abbi la decenza di non domandarti perché ti si da del troll:

    Lo sei, e non manchi di dimostrarlo. Mexes, Gattuso, Mazzarri… almeno facessi ridere

    Ps, rileggiti i commenti di questo post e scopri chi ha tirato in ballo il compianto scatenando l’ennesima rissa senza fine, cui cerco inutilmente di porre fine.
    Ti risparmio la fatica, sei stato tu, quindi piantala di umiliarti da solo, somarotto

  83. Wolf sei semplice come quei puzzle per bimbi da 3 a 6 anni.
    Vatti a rileggere i tuoi di commenti! su tutti, sempre sopra le righe, spesso irridi l’interlocutore, sei sempre arrabbiato. E poi ti giustifichi dicendo che le maestre dicevano che eri polemico…. beh si sbagliavano, tu non sei polemico sei maleducato. Corso è polemico, passionale, cocciuto, ma ha una qualità che tu non avrai mai. E una persona educata e pacifica.
    basta mi hai annoiato la chiudo qua.

  84. A ni’

    Facciamo a capirci, certo che l’ho detto.
    Ma è da Ranieri in poi che diamo via quelli buoni per prendere pippe da ogni parte del mondo!
    E allenatori scarsi.
    E’ un pezzo che lo dico.

    Detto questo, quando mi riferivo al terzo posto era in base all’analisi che facevo di questo nostro campionato mediocre!
    Non in assoluto, evidentemente.
    Pensavo che sì, fossimo scarsi, ma non fino a questo punto.

    Poi contro il Toro ho capito che sbagliavo: eravamo ancora più scarsi!
    E anche Mancini se ne sta rendendo conto.

    Ciò però non toglie nulla, secondo me, alla bontà della scelta fatta dalla società di cambiare in corsa.

    Poi, magari, mi pentirò anche di questo.
    Chissà?
    Ma adesso questo è.

  85. Ti ringrazio per la psicoanalisi gratuita, Sigmund.

    La chiudi qua? Grazieaddio

    Ma sappiamo entrambi che non andrà così. Alla prima occasione in cui esporró un parere avverso al tuo, data la tua incapacità di replicare in merito, punto per punto, riprenderai con le trollate alla estemargiasso o alla gattuso.
    A tal proposito, sarebbe più verosimile una lezione di Schettino sui parcheggi, di quanto non sarai mai tu a parlare di educazione.

  86. E’ stato citato prima perchè non ho scritto, sono io che detengo i diritti d’autore del caro piangina(pace all’anima sua) nel blog,anzi mi riservo di citarlo ancora se il messia cagasotto non raggiunge i risultati annunciati al suono delle trombe della marcia trionfale dell’Aida.

  87. Internazionalista,
    io non contesto il cambio in corsa poiché ritengo che, anche se non sarà fruttifero nell’immediato, lo sarà per la prossima stagione: Si guadagnerà tempo.
    Il problema che ho sempre sollevato contro gli #Mazzarrivattene non è mai stato perché consideravo il precedente allenatore l’ideale per l’Inter. Al contrario, e lo dico per l’ennesima volta, fosse stato per me neanche l’avrei preso. Solo che, personalmente, mi sono stancato della soluzione tipicamente interista (sarebbe più opportuno usare il termine ‘interiota’) di riversare tutte le colpe di eventuali difficoltà solo ed unicamente sull’allenatore. Sembra che ognuno di questi, Mazzarri per ultimo, appena mette piede da noi diventa un incompetente, e viene trattato come un povero fesso qualunque.
    Senza considerare che l’orchestra ha cominciato a suonare, ingiustificatamente, il De profundis dopo appena sei mesi (gennaio 2014) e quattro o cinque partite dubbie.
    E senza considerare che colui che l’ha sostituito neanche ha disfatto la propria valigia che ha cominciato prima a disfare la squadra (la famosa ‘rosa da terzo posto’) chiedendo nuovi giocatori. Cioè, certificando la ‘nostra’ opinione sulla scarsezza dei soggetti che potevamo mettere in campo. Non tutti, per amor di verità, ma certamente la maggioranza.
    E ti faccio notare che all’interno della stessa schiera di coloro che per quasi un anno sono stati a lamentarsi di Mazzarri, l’accoglienza verso Mancini non è stata certo esaltante (Smemorino, Sciarpetta e via dicendo, ancora oggi) quasi che si godesse nel criticare (?) chiunque venga a sedersi sulla nostra panchina a prescindere da quello che potrà essere.
    Poi se Mourinho vince tutto, va bene: zittisce tutti. Ma se ti ricordi del clima che pure intorno a lui si era cominciato a creare, vedrai che la storia è sempre la stessa. E io, personalmente, mi sono stancato. E con me molti altri, a quanto posso notare.

    • Su una cosa sbagli o quantomeno i tempi non sono coincidenti,il piangina venne messo subito sotto processo in quanto alla domanda delle solite p.i. sugli scudetti lui (secondo me giustamente) fu evasivo e non entro nella caciara in cui volevano ficcarlo, giustamente da professionista non si comportò come avremmo fatto noi ma a molti spiegarlo fu pressoche impossibile,già da allora partirono le antipatie che poi alle prime difficoltà diventarono contestazioni.

    • Quindi, ancora prima! Senza neanche aspettare e vedere cosa avrebbe combinato. E, a dire la verità, mi richiama alla mente l’ostracismo di quelli che ‘Smemorino’, riferito al processo di Calciopoli.

    • Si almeno il polso della situazione era quello leggendo i vari commenti dei gruppi di fb e blog vari,incise anche la cacciata di Strama che a molti nonostante il nono posto è rimasto nel cuore identificato come uno “de noantri”,insomma pagò subito dazio appena mise il piede ad Appiano la maggioranza quella più rumorosa l’aspettava al varco.Tutto sommato quello che in minima parte sta succedendo a belli capelli per quelli che ricordano bene quando ritrattò per calciopoli, ecco perchè secondo me se proprio doveva esserci un avvicendamento doveva essere con Zenga almeno avrebbe fatto contenti tutti.

  88. Vado per gli impegni antelucani di domani. Buonanotte.

  89. Quello che dovrebbe essere ovvio è che la rosa-da-terzo-posto può andar bene alla Sampdoria o al Napoli o alla Lazio

    ma noi si dovrebbe avere una rosa da primo posto.

    Poi si può anche arrivare terzi, o peggio, ma la rosa dev’essere, almeno sulla carta, da scudetto.
    In secondo luogo, e anche questo a me pareva fin troppo ovvio, il problema non è tanto la qualità di alcuni singoli

    (perché è lì che io dico che non siamo messi così male)

    ma il fatto è che la rosa è terribilmente incompleta.

    Ossia: abbiamo Handanovic, Vidic, Hernanes, Kovacic, Icardi, Palacio e Medel che sono, a mio parere, ottimi elementi (e non metto i nuovi apposta).
    Avevamo Osvaldo che a me non dispiace.

    Però abbiamo dei buchi clamorosi in molti reparti (sempre per il famoso luogo comune che il calcio si gioca in 11) e una pessima organizzazione.

    Oltre al fatto che (cosa gravissima se giochi 3 competizioni) non abbiamo rincalzi.

    Sull’allenatore mi limito a rilevare che quando sono arrivati allenatori vincenti altrove, hanno tranquillamente vinto anche da noi.

    Dal 2010 in poi sono arrivati allenatori che non avevano mai vinto e hanno continuato a non vincere,
    a cui vanno aggiunte un paio di annate in cui la rosa era veramente carente sotto ogni punto di vista.
    Fatta eccezione per Benitez, che però fu un caso particolare, per una serie di motivi che ormai son triti e ritriti.

    Molto semplicemente.

    Chi c’era prima in panca ha avuto 16 mesi di tempo e non gli si chiedeva manco lo scudetto.
    Tanti allenatori dell’Inter sono stati cacciati per molto meno e più repentinamente senza essere così tanto rimpianti

    (cosa ci sia da rimpiangere poi…).

    P.S. Io non capisco in base a quale principio se uno sbeffeggia un altro, questo non può rispondere altrimenti non va bene.
    Che poi gli sberleffi siano totalmente privi di senso compiuto è un altro discorso.

    No, perché “interiota” in italiano non ha senso compiuto e scrivere i commenti che non si capiscono manco incidendoli su un disco riprodotto al contrario

    non aiuta.

  90. Intervincit (e chiunque altro si voglia prendere la briga), giusto per chiarezza, puoi fare i nomi e cognomi di quelli che cantarono il deprofundis immediato del water?
    Almeno risolviamo la questione una volta per tutte.
    Perchè tu ed altri siete qui a fare le pulci, fra gli altri, a me. A darmi del mangiallenatori e dello sputatores. Ad ammorbarmi con questa presenza costante e tristissima del cotonato.
    Più volte ho chiesto quanto tempo riteniate sia giusto dare ad un allenatore prima di richiederne la rimozione. Fate finta di niente. E nel migliore dei casi uscite con la storia “ma VI siete lamentati subito”. VI, chi?
    Adesso parli di “gruppi fb e blog vari”.
    Cioè, io sto scontando colpe altrui? Qualcuno ti ha infastidito chiedendo l’allontanamento di mazzarri dopo tre ore che era stato assunto e sono io a dovermi ciucciare il fantasma del piagnione perchè sono stato così incauto da chiederne “la testa” dopo un anno di progressi zero?

    Nino …che dire… è persino difficile. Se c’è qualcosa che non capisci chiedi pure.
    La “rosa da terzo posto” la stanno smontando per farne una da primo posto. Cosa ti sfugge di questo semplicissimo concetto? La differenza fra arrivare “uno” ed arrivare “tre” (pure a grande distanza) non mi pare così difficile da assimilare.
    Quale passaggio logico ti riesce così indigesto?
    Riguardo lo “Smemorino” …quando avrei ostracizzato il Mancio? L’ho accolto con la speranza che riuscisse a dare la giusta sferzata alla squadra. Sono stato uno di quelli che gli ha dato tempo addirittura rifiutandomi di commentare le prime uscite. Mi sono rincuorato davanti ai miglioramenti della squadra (che per alcuni sono stati addirittura un’illusione). Mi sono speso a “giustificarlo” quando gli viene imputata la media da retrocessione. ….mi deve pure stare simpatico? Gli devo perdonare la figura ignobile che ha fatto al processo?
    Secondo me non hai letto bene la definizione di “ostracizzare” quando hai deciso di inserire il termine nel tuo commento.

    Per chiuderla, oltretutto, vorrei capire perchè questa levata di scudi quando mi (non altri su altri blog, ma io) lamento di mazzarri (anche se sarebbe meglio dire lamentavo, sempre per il discorso che non sono certo io a tirarlo in ballo) ma solidarietà zero quando “Kovacic è un pirla”, “Icardi un paracarro”, “Handa un citofono” e via dicendo. Loro non meritano rispetto in quanto indossatori dei nostri colori? Loro non meritano tempo? Perchè vi ricordo che il “dignitosissimo” 5° posto raggiunto da mazzarri e per il quale valeva la pena di aspettare fiduciosi la fine di questa stagione, è stato raggiunto con quelle stesse “pippe” in campo.

  91. Chiuso il discorso riprendo lo spunto, decisamente più interessante, di Kalle e jpetrucci.
    Io penso sia positivo che la primavera “finanzi” la campagna acquisti. Certo, l’ideale sarebbe che formasse calciatori pronti per la prima squadra. Ma se mi aiuta a rastrellare un po’ di quattrini producendo giocatori che vanno bene per le “medio-piccole” ben venga. Piuttosto che infiniti prestiti che si risolvono solo con contratti che scadono.
    Nella fattispecie, penso che 3 milioni per Duncan siano un po’ pochi. E’ però vero che 7 per Bonazzoli sono forse troppi. Nel complesso non ci sputerei sopra.

    L’operazione su Bonazzoli, oltretutto, mi pare ragionevole.
    Avendolo pagato 7 milioni la Samp è “costretta” a puntarci mentre da noi resterebbe a fare panca e giocare spezzoni di partita, rallentando o stoppando il suo processo di crescita.
    Con la clausola di riacquisto a 14 milioni ed il 50% sulla sua futura vendita ti ritrovi che:
    se il giocatore non espolde o non ti interessa, oltre ai 7 oggi incasserai qualcosa domani.
    Se esplode, puoi mettere le mani su un ventenne di qualità spendendo una cifra tutto sommato interessante.

  92. @ estecambiasso

    Non so fino a che punto valga la pena rispondere, e questo per un motivo molto semplice: uno dice una cosa, in modo semplice e lineare e tu ricominci ogni volta daccapo. Qua stiamo ancora al ‘rimpiangere’ Mazzarri (secondo te) quando, almeno da parte mia (ma anche altri l’hanno fatto), non si è persa occasione di precisare che questi non è affatto il prediletto, né tantomeno rimpianto. Ora se uno fa finta di non capire, bene: stia contento cosí: gli piace e se va bene a lui, va bene a tutti. Ma non pretenda di tirarmi dentro un loop psicanalitico che mi sfugge, sinceramente. Quanto agli sberleffi, non mi sono mai permesso di dire ad alcuno “Ma come ti permetti!”. Ho solo voluto precisare che non mi va che mi facciano dire cose che neanche penso (vedi sopra).

    Al piccolo B&R dico semplicemente che non pensavo ci potesse essere chi provasse tanta meraviglia per un uso semplice dell’italiano. Usato in modo elementare, proprio per farsi capire, niente di piú.

    Infine, noto un comune denominatore: la ripetitività. Ad oltranza. Come un muro che, monotonamente, ributta sempre indietro la palla. Contenti voi…

  93. Caro BeR, ma non ti rendi conto che è tutto un pretesto?

    Se uno di noi esprime una valutazione tecnica, con righe di argomentazioni indipendentemente da quanto queste possano essere condivisibili, sul vecchio allenatore, ha in tutta risposta insulti, urla, paroloni, risse.

    Se l’elisa, che non è certo oggetto della mia critica, viene qua e in 1 sola.riga scrive perentoria “cotonato di merda via dalla mia panchina e ti auguro la morte “, sono tarallucci e vino con gli stessi che si sfogano poi contro di noi.

    devo dirtelo io che è solo ipocrisia, nient’altro che ipocrisia?

    Che io ricordi lei era l’unica, qua, a non accettare il cotonato gia al suo arrivo, ma si ricorre a un generico ‘loro’ per la ragione di cui sopra.

    Per altro, non farti abbindolare dal ‘sono solo contrario al cambio in corsa’, perché io con questa gente qua mi schiantavo già a ottobre, quando ero contrario espressamente a un suo esonero, ma criticavo la scelta di mettere il centrocampo a séi con la doppia mediana, una sola punta, e le due mezzali sulla trequarti.
    Ricordi i vari ‘bisogna essere competente’ ‘allena da 30 anni e tu non puoi giudicarlo’, etc.?

    Era un pretesto per litigare allora, e tale rimane tuttora, quindi non stare a perdere troppo tempo nel cercare una logica dietro.
    Del resto sono avvitati al punto che ‘con 3 giocatori forti vinciamo lo scudo’ diventa ‘siamo scarsi anche per il terzo posto’, che l’abilità del Mancio a condurre mercato la spacciano per un alibi di Mazzarri, secondo qualche logica che perversa è dire poco.

    • Wolf, io ci provo sempre. Nel migliore dei casi magari trovo qualcuno che dice “stai sereno, non parlavo di te” o che mi da qualche risposta alle domande che ho fatto facendomi chiarezza su dove sbaglio.
      Nel peggiore mi ritrovo un nino che si inventa di tutto pur di non rispondere nel merito e mette insieme la sua bella figura di merda.

      Riducendo anche tutto a pura vis polemica e “celhopiulunghismo”, in ogni caso io vado a pranzo sereno (certo, c’è chi va a pranzo sereno anche con la figura di merda sulle spalle, ma quella è una questione di amor proprio).

  94. Nino
    magari non valeva la pena di rispondere, ma, una volta che ti eri sobbarcato l’onere di leggere il mio commento, valeva la pena di interpretarlo meglio.

    In quel passaggio mi riferivo più che altro ad intervincit che dà la sensazione di rimpiangere le gesta del vecchio tecnico e, più in generale, ad un atteggiamento di paragone perpetuo tra chi la stagione non l’ha manco cominciata e chi è stato 16 mesi, impostando in piena autonomia ben 2 preparazioni atletiche e 3 sessioni di mercato.

    Comunque, prendo atto che non lo rimpiangi.

    Io mi limito a ribadire che c’è poco da mangiare gli allenatori.
    Quelli che hanno vinto con gli altri hanno vinto tranquillamente anche con noi.

  95. c’era uno che diceva che non condivideva niente di quello che l’altro stesse dicendo ma che comunque si sarebbe fatto ammazzare affinchè lo potesse dire liberamente.

    per alcuni qui l’unica cosa che conta è far prevalere la propria e al posto di farsi ammazzare per permettere all’altro di dire la sua cercano in tutti i modi di ammazzare lui con tocchi di penna intrisi di ironia pesante, per arrivare al proprio e vero insulto nel considerare l’opinione altrui una vera e propria stupidaggine.

    in pratica sono i veri gnappo del blog, però più ipocriti.

    talmente ipocriti che poi fanno i santarellini se qualcuno li manda violentemente affunculo e a cagare e ti vengono a dire che se non sai stare allo scherzo o all’ironia fai a meno di scrivere perchè se uno legge una stupidaggine è obbligato a risponderti, ribadendo oltre alla loro innata maleducazione anche la loro suprema superbia, come se fossero solo loro gli aventi diritto a esprimersi, perchè loro sanno e tu non sai un cazzo.

    tali e quali a Voltaire…

  96. …… ma criticavo la scelta di mettere il centrocampo a séi con la doppia mediana, una sola punta, e le due mezzali sulla trequarti.
    Ricordi i vari ‘bisogna essere competente’ ‘allena da 30 anni e tu non puoi giudicarlo’, etc.?…..

    Purtroppo era la verità!! Che tu fatichi ad accettare.
    1) Per quella squadra il modulo migliore era quello, triste, brutto ma in linea con il livello della rosa. Ancora adesso, con gli stessi giocatori e una mentalità sicuramente migliorata, fatichiamo a reggere un assetto offensivo, fatichiamo a segnare, subiamo i contropiedi da calci d’angolo a ns. favore perchè lasciamo il deserto fra le due trequarti campo e perdiamo le partite. Perchè secondo te??
    2)fra te e uno che allena da 30 anni, piaccia o non piaccia, c’è un abisso, e il tuo giudizio rispetto al suo operato è quanto meno discutibile.
    Se poi per te queste sono offese sei semplicemente permaloso.
    Le verità sono due: il calcio non è una scienza e anche se lo fosse qui non ci sono scienziati.
    Qui ci sono due schieramente, gli smaniosi e i pazienti.
    Per uno smanioso 16 mesi sono un’eternità per i pazienti ci possono volere anche 3-4 anni per costruire qualcosa specie in tempi di vacche magre.

    E NON MI RIFERISCO A MAZZARRI lo voglio gridare.

    Intanto domani si va a Sassuolo e se si perde siamo in zona retrocessione.
    Ma a noi cosa ce ne frega, noi ci divertiamo a parlare e a scannarci su altro.

    PS
    Lascia stare l’Elisa che lei è un’antimazzarri della prima ora, da ancor prima che sedesse in panca, per sua stessa ammissione, il che non ha niente a che vedere con le competenze calcistiche. Le stava e le sta sul cazzo, punto.
    Tu e altri invece spiegate, provate, dimostrate manco fosse il teorema di Euclide.

    • Gianni

      L’Elisa la lascio stare eccome, non ho certo criticato lei, ma un atteggiamento di incoerenza da parte di alcuni di voi nel ribattere ai c,d. antimazzarriani, in quanto al mero insulto di uno si replica a baci e abbracci, ai giudizi tecnici (ancorchè irricevibili secondo tua legittima opinione) debbono scatenare guerre che sfociano quasi sempre nello schemino insulto personale -> ban.

      -Poi non vorrei riaprire il capitolo competenze, che era solo funzionale a far presente che la discussione e gli schieramenti si erano già posti sul livello precedente all’esonero, ossia a quello delle valutazioni dei singoli.
      Nessun dubbio che Mazzarri sia più competente di noi tutti messi insieme, me in primis. E non so quante altre volte dovrò dirlo che per me resta un ottimo allenatore finito nel posto sbagliato.
      Detto ciò, è da quando esiste il calcio, che io sappia, che ognuno, dal suo piccolo orticello, ha sempre detto la sua, valutato gli allenatori, parlato in generale di calcio, etc.
      Il fatto che sull’operato di Mazzarri questo non si possa fare, in nome della competenza, permetti che mi suoni pretestuoso?
      E credimi, non è questione di impermalosirsi (me ne hai dette d’ogne a livello personale, e me ne sono battuto il cazzo, ti pare che mi posso offendere per mazzarri?). Tuttalpiù mi infastidisce l’atteggiamento riservato alla squadra, non certo quello riservato a me.
      Quello sì che mi gonfia la vena, mi innervosisce, e scatena la mia vena più polemica.

      Ma parlando di calcio, mi sta bene il tuo ragionamento sul fatto che la squadra come allestita non poteva reggere assetti particolarmente offensivi. Ma mi pare che un 3 5 2 andasse già in tale direzione, difatti sassuolo a parte non ricordo grandi partite all’attacco.
      Quel che non mi stava bene era il tenere il piede in due staffe: o alternavi il 3 5 2 con un 442 a seconda dei casi (per fare un esempio), o, se non ne eri in grado (o reputavi di non averne gli uomini), facevi meglio a giocare almeno una dozzina di partite consecutive (fra coppa con le squadrette e campionato) col 3 5 2 in modo da rodarlo a dovere, creare automatismi e più fluidità di azione.
      Ripiegare al 3 6 1 non appena l’avversario era reputato un attimo più pericoloso (e ciò è stato fatto anche per qarabag e compagnia cantante) mi è sembrato un atteggiamento deleterio perchè non ha permesso nè versatilità di modulo nè certezza di un modulo.
      E’ una questione di leggerissimo (perchè pur sempre di 3 5 2 parliamo) coraggio mancato, che ha vanificato le sue indiscutibili capacità di lavoratore.
      Mio parere, che non intendevo imporre, ma che non accettavo venisse liquidato con un “tutte cazzate perchè ha 30 di esperienza e non sei competente”; tanto più che sarebbe bastato replicare al merito per discutere serenamente di calcio, almeno per quel che mi riguarda.

  97. Nino

    Ma, in generale hai ragione. Non ho problemi ad ammettere una certa volatilità dell’umore del tifoso.
    A mio avviso, però, è la società che prende gli allenatori e spesso, come ho avuto modo di dire in passato, prende allenatori sbagliati o non adatti all’Inter.
    E dunque poi è difficile stare zitti o non criticare l’allenatore scarso di turno o quello che non è all’altezza della situazione.
    E siccome non puoi cambiare la società né tutti i giocatori, è chiaro che chi va di mezzo è l’allenatore
    Banale dirlo ma questo succede.
    Se la società fosse più accorta e non prendesse i vari gasperino e compagnia forse anche il tifosotto interista sarebbe più tranquillo e chiederebbe men

  98. Nino

    Ma, in generale hai ragione. Non ho problemi ad ammettere una certa volatilità dell’umore del tifoso interista.
    A mio avviso, però, è la società che prende gli allenatori e spesso, come ho avuto modo di dire in passato, prende allenatori sbagliati o non adatti all’Inter.
    E dunque poi è difficile stare zitti o non criticare l’allenatore scarso di turno o quello che non è all’altezza della situazione.
    E siccome non puoi cambiare la società né tutti i giocatori, è chiaro che chi va di mezzo è l’allenatore
    Banale dirlo ma questo succede.
    Se la società fosse più accorta e non prendesse i vari gasperino e compagnia forse anche il tifosotto interista sarebbe più tranquillo e chiederebbe meno teste!

  99. Scusate ma a scrivere in macchina col telefonino non è per niente semplice

  100. ….Il fatto che sull’operato di Mazzarri questo non si possa fare, in nome della competenza, permetti che mi suoni pretestuoso?…

    tu mi sei testimone che gli stessi discorsi li faccio dai tempi di Benitez, quindi Mazzarri non centra.
    Wolff, l’oggetto delle discussioni è un altro, non ha senso mettere sempre in mezzo Mazzarri che è l’ultimo di una lista che parte dal 2010.
    Ho quasi digerito la vs. linea che guadagnamo 6 mesi avendo cambiato in corsa, ma spero che adesso con Mancio si vada avanti un bel pò.
    Attrezziamoci a sostenerlo.

  101. non sono sicuro che il modulo mazzarriano fosse il più adatto a questa rosa, a me la difesa a 3 non è mai piaciuta ma riconoscevo che la mancanza, non solo di esterni, ma anche di mezzali (leggi: esterni di centrocampo, come direbbe scai) rendessero obbligatorio infoltire il centrocampo con quel che c’era, leggi scarponi e mezzi terzini vari, per supportare le auspicabili discese, aperture e dribbling ubriacanti degli elementi di qualità che avrebbero dovuto (siamo sempre ai wishful thinkings) saltare l’uomo e quindi procurare la superiorità numerica ecc ecc

    fatto sta che ormai sono due mesi che il modulo, assieme all’allenatore, è cambiato, e hai avuto una partita convincente e qualche sprazzo qua e là, e lo stesso allenatore ha espresso insoddisfazione per la consistenza della rosa in più di una occasione, con buona pace di quella frangia di tifosi che ha riservato all’allenatore precedente un trattamento ignobile e soprattutto, sempre alla luce di quello che s’è visto finora, del tutto ingiustificato

    ma polemiche a parte (tifare è una cosa, riflettere su quel che si vede è un’altra) questo potrebbe, ripeto, potrebbe (questa è anche la mia opinione) significare che il problema non è il modulo, tutto qua, io vedo una preoccupante mancanza di intensità, perché se da un lato siamo meramente più scarsi delle dirette concorrenti ai posti europei (e questo di per sè è un fatto gravissimo), ci manca quell’intensità necessaria per battere le squadre al nostro livello, oltretutto in previsione di una primavera dove molte squadre cominceranno a giocare col coltello tra i denti perché camminando in questo modo non facciamo paura veramente a nessuno, e ci va di culo che di posti per la retrocessione liberi ce n’è rimasto uno solo, sennò sarebbero veramente cazzi amari

  102. Ok, tagnin, ottima disamina.
    Dunque ti chiedo: da cosa dipenderebbe questa mancanza d’intensità che ci impedisce di aver ragione di squadre del nostro livello

    (e, diciamolo, spesso anche di livello inferiore)?

    In second’ordine… quando si inizia a tirare fuori la storia che lui ha 30 anni di esperienza e tu no, vuol dire che si è arrivati al fondo della discussione e si può solo andare a vuoto.

    Ma che ragionamento è quello dell’esperienza? Eddai!

    Tanto più che allora lo si potrebbe rigirare contro i censori del tasso tecnico della rosa.
    Sei allenatore tu? No, e allora come fai a dire che la squadra non è forte? Come fai a dire che Kovacic non è un campione? Chi l’ha acquistato fa questo lavoro da una vita e chi lo allena fa questo da tanto tempo e se lo schiera un motivo ci sarà.

    Ed ecco che l’autogol è servito.

    Tanto più che questa storia dei trentannidesperienza vale solo per Mazzarri e per Benitez
    ma nessuno che l’abbia fatto per Gasperini o per Ranieri.

    E taccio sulla questione dei pazienti disposti ad aspettare anche 3 o 4 anni,
    che certi discorsi non me li ricordo mica quando venne esonerato, chessò, Stramaccioni.

    • l’unica domanda che capisco è quella sulla ragione della mancanza d’intensità: la risposta è uguale, probabilmente non dal modulo, visto che si camminava uguale ma non con mazzarri, eh, con stramaccioni

      il problema, sempre imho, è una rosa imbottita di gente a fondo corsa e sopravvalutati che si sentono arrivati a 20 anni, con poche eccezioni e neanche così clamorose, che non affonda ma al momento di dare la zampata che cambia la stagione (non lo scatto d’orgoglio in casa dalla più forte, eh, ma una banale vittoria quando intorno perdono o pareggiano) si affloscia miseramente, va in panico al minimo imprevisto e quando reagisce è un’epifania

      è una squadra senza leader composta in maggioranza di gente a cui fondamentalmente di questa maglia frega un Beneamato cazzo e fa ben poco per nasconderlo, non ho mai fatto mistero della mia avversione per quasi tutti gli acquisti dal 2011 in avanti e sono tuttora convinto che la miglior medicina sia cacciarli via in blocco a pedate nel culo insieme ai dirigenti superstiti

      poi sono pienamente cosciente del fatto che ci debba essere una transizione, ma per favore non vendetemela come rivoluzione, sputando su gente che c’ha comunque provato e ha il torto, a quanto pare imperdonabile, di non esserci riuscita, che per certe cagate da frustrati c’è sempre la sig.ra Facebook, madre di tutti i cretini e perennemente incinta

      sui #trentannidesperienza ecc ecc io veramente boh, tendo a perdere interesse molto presto alle pisciate autoreferenziali

      ps Andreolli capitano al posto dello smidollato

  103. Ci siamo incartati ragazzi, siamo delusi e confusi.
    E come potrebbe essere altrimenti se nel giro di pochi anni siamo passati dall’aver vinto tutto e avere uno squadrone alla situazione che abbiamo ora.

    Questa cosa ammazzerebbe chiunque. Difficile anche fare analisi e quant’altro a questo punto.

    Spero solo che società e allenatore ci portino fuori da queste secche al più presto.
    Ma temo che ci vorrà del tempo.
    Anche se il fatto che c’è Mancini qualche speranza in più me la da: in fondo è con lui che, già prima del 2006, abbiamo ricominciato a costruire e messo le basi per un grande ciclo!

  104. B&R

    La mia voleva essere una disamina generale e non parziale anche perchè altrimenti avrei citato personalmente, diciamo che era una statistica di quello che si leggeva in giro nei blog ed in particolare nei gruppi di fb in quanto molti amministratori anche per fare numero sulle loro pagine inseriscono senza neanche chiedere se ti fa piacere,infatti credo di fare parte senza mia richiesta ad almeno 30 gruppi,poi se excusatio non petita, accusatio manifesta…

    Este
    neanche per me nessun rimpianto,certo mi chiedevo e mi chiedo la logica di strapagarne due che non fanno la differenza(risultati alla mano) in quanto credo che si possono contare sulle dita di una mano quelli capaci di dare quel di più ad una squadra, altrimenti non saprei come catalogare un mediocre come Allegri che fino a poco tempo fa sguazzava con una squadra nelle zone basse della classifica e oggi con un’altra si ritrova primo con distacco. Tutto qui.

  105. intanto x la partita di domani speriamo che quel simpaticone di squinzi faccia uno dei suoi proclami, finora hanno portato bene …
    ma stavolta mi sa che rischiamo seriamente, oltretutto fra squalifiche e infortuni la difesa è decimata …

  106. Che la squadra sia tutt’altro che forte non lo diciamo solo noi incompetenti che non abbiamo mai ‘fatto gli allenatori’. Lo sta dicendo giorno per giorno colui che ha sostituito il vituperato Mazzarri. E se fra un po’ scopriremo, grazie all’Illuminazione dei soliti noti, che è una scartina pure lui, Mancini dico, non sarò certo io a sorprendermi. E sono convinto che non lo saranno neanche tutti gli altri.

  107. tagnin
    è l’unica domanda che hai capito perché è l’unica domanda che ti ho fatto.

    Il resto non era rivolto a te, ma era un commento generale che, per compattezza, ho messo nel medesimo commento.

    Tu dici, ci ha provato e non ci è riuscito.
    E’ esattamente quel che dico anch’io. Ma sai meglio di me che se sei l’allenatore dell’Inter non basta provarci.

    Se poi le prendi dall’ultima in classifica…

    Sul discorso “esperienza”, anche quello non era rivolto a te, non ci vedo nulla di autoreferenziale.
    Semplicemente è la constatazione che ammazza qualsiasi discussione.

    Perché avrei vita facile a leggere le tue considerazioni sull’Inter e replicare con:

    – la fascia di capitano? E che ne sai tu? Hai mai gestito uno spogliatoio? Come fai a dire che andreolli è meglio blablabla

    – gente che si sente arrivata a 20 anni? E che ne sai tu? Hai mai vissuto la realtà della serie A a 20 anni o allenato la primavera del blablabla

    e così via.
    Sistema valido per qualsiasi campo (eccetto il proprio lavoro e/o il proprio livello d’istruzione

    e manco sempre).

    Non mi sembra il modo migliore per alimentare lo spirito critico del blog, ecco tutto.

    Comunque, sulla questione capitano sono d’accordo. Era uno dei motivi per cui avrei tenuto Cambiasso, ma dato il nick rischiavo di passare per fazioso.

    P.S. Non ho un account Facebook, quindi direi che sotto quell’aspetto sono immune 😉

  108. secondo me si sta facendo un gran casino e si cerca di confondere le acque al solito modo per non ammettere che chi diceva determinate cose, che sono talmente tante che non mi ricordo nemmeno più quali sono, a parte la questione Mazzarri, di cui non è MAI FREGATO UN CAZZO A NESSUNO e non è mai piaciuto a nessuno, ne prima che arrivasse all’Inter e ne dopo, e che viene preso come pretesto da chi non ammette di avere preso una cantonata sul valore dell’Inter attuale, specificatamente dei suoi giocatori.

    parlare di una partita, dire la propria opinione su di essa, esprimere un parere su di un giocatore non è propriamente la stessa cosa di chi, allargandosi, mette sotto accusa l’allenatore per non avere fatto giocare Tizio al posto di Caio, di non avere usato il metodo X al posto di quello Y, di non avere messo l’attaccante Sempronio al centro, la mezzala Mevio dietro le punte, il mediano Filano davanti alla difesa ed il centrale Calpurnio fora dai bal.

    è tutta un’altra cosa, come quella di mettere sotto accusa una intera dirigenza che ci ha dato quelle soddisfazioni agognate da anni solo perchè ha smesso di darcele, proponendo anche lì mille soluzioni alternative senza sapere un cazzo di niente dei veri problemi che poi sono saltati fuori quando la società è stata messa in vendita e lì si è capito che l’unico problema era che i soldi erano finiti.

    non contenti si è arrivati a dire che avrebbero dovuto essere più oculati prima, ben sapendo che se lo fossero stati col cazzo che mai avremmo vinto qualche cosa.

    per cui ammettere. come ha detto Internazionalista, che i tifosi Interisti sono parecchio volubili, e aggiungo io, anche un pochino stronzi e parecchio smemorati, non è chissà che.

    smemorati riferito anche al fatto che su determinate ed identiche questioni si sono tenuti atteggiamenti diversi, come chi ha sfanculato alla prima ora il Gasp e non l’ha manco fatto sedere sulla panca e adesso viene ad accusare altri di avere trattato Mazzarri in maniera indegna.

    ma di questi esempi potrei scrivere un libro se solo ne fossi in grado, intitolato ” uso improprio della memoria del tifoso Interista” che si fa venire in mente solo quello che gli conviene e tralascia il contrario di quello che ha detto anni prima.

  109. Este

    E chi può dirlo se sei presente o no su faccia libro? Io non mi fido 🙂

    Comunque sulla buonanima(calcisticmente parlando) è stata condotta una campagna denigratoria vergognosa che non ha eguali nella nostra storia recente si cercava anche il pelo nell’uovo nelle conferenze stampa vivisezionandole al microspopio per cavalcare la polemica pretestuosa,poi qualche partita andata male e il gioco non brillante ha fatto incendiare la miccia infatti non sono un caso i fischi e addirittura lo speaker che neanche lo nominava nella formazione per risparmiargli il pubblico ludibrio.

    Indubbiamente non si è mai saputo vendere neanche come immagine come ha fatto il pischelletto romano,comunque almeno ha avuto la dignità di non spacciarsi come quelli che dicono di tifare la squadra fin dalla nascita dove vanno ad allenare o giocare.

  110. Mah, io tutto questo trattamento infame non ce lo vedo.
    Ha avuto una stagione intera a disposizione. Più metà di quella seguente.

    Nella gestione Moratti gli allenatori, con i risultati portati da Mazzarri, sarebbero durati molto meno.

    Basti pensare anche solo a Zaccheroni o Ranieri, i primi che mi vengono in mente.

    Per quanto riguarda la tifoseria, sarà anche vero che era mal digerito da qualcuno
    ma ho sentito fischiare molto peggio alcuni giocatori di magari 20- 25 anni (quindi più fragili emotivamente), e quando sei in campo e sei un ragazzino

    i fischi devono essere emotivamente più difficili.

    Eppure non mi pare che qualcuno si sia preoccupato, che so, dell’equilibrio emotivo di Alvarez o di Pereira, per non parlare di Jonathan.

    E invece no. La sensibilità è tutta per Mazzarri.

    Con Stramaccioni si è avuta più pazienza

    (parlo sempre della tifoseria, perché alla fine è stato complessivamente meno di Mazzarri, o giù di lì, e comunque ha potuto impostare solo una stagione, la prima è subentrato)

    dicevo, si è avuta più pazienza perché intanto lo sapevamo tutti, lui compreso, che era una scommessa e che era inesperto.
    Inoltre lui sì che ha avuto la squadra peggiore degli ultimi anni tra giocatori al tramonto, infortunati, cessioni fulminee e rimpiazzi al lumicino.

    E, tra parentesi, tutta questa avversione della tifoseria non è neanche vera.
    Ricordo addirittura uno striscione della curva del tipo “Lo vediamo chi lavora e chi no. Avanti Mister”.

    Dunque…

    • Moratti non poteva cacciare Mazarri in quanto era cosciente che gli aveva messo in mano una squadra di mediocri a combattere contro altre che si erano notevolmente rinforzate le merde in primis,poi la roma a seguire il napoli del cinepanettonaro e in parte anche la fiorentina,sapeva bene che non saremmo mai potuti entrare nella terna della CL,a differenza di quello che aveva avuto a disposizione Stramaccioni che credeva ancora potessero essere competitivi o quantomeno non da arrivare ad un miserabile nono posto e l’unica soluzione fu mandarlo via.Idem per i predecessori che hai citato, Moratti è stato sempre convinto che i post triplettari fossero competitivi e che il problema di non raggiungere gli obiettivi erano dovuti agli allenatori mentre la storia ha dimostrato il contrario.

      I fischi non sono uguali per tutti una cosa è contestare un calciatore altra chi è il responsabile della squadra quando lo si fa è delegittimare tutto il lavoro e il clima diventa pesante anche per le pressioni tv e giornali che ci sguazzano alla grande.

      Infatti non ho detto tutto il variegato pianeta Interista ma una larga frangia che poi sono quelli che hanno il potere di vita o di morte (calcistica),altrimenti non si spiegherebbe un esonero a cinque punti dalla terza in classifica, in previsione anche di una campagna acquisti imminente oltre l’esborso notevole di tanti soldi per pagarne due,denaro che sarebbe tornato utilissimo per nuovi innesti,tanto più che la presidenza gli aveva dato fiducia e mai si era palesato un cambio in corsa.Poi se pensi che Thohir abbia avuto in sogno un angelo che gli preannunciava la venuta del messia come salvatore della situazione pensalo pure,io no.

  111. Nel frattempo la roma si sta sciogliendo come neve al sole è bastato che a Garcia gli mancasse qualche punto fermo della squadra e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

    Questo per la teoria che è l’allenatore che è importante e non chi va in campo.

  112. Intervincit
    ho l’impressione che la tua sia più che altro idiosincrasia nei confronti del nuovo allenatore, ma magari mi sbaglio.

    Fatto sta che non condivido praticamente niente.
    Mi dici che l’allenatore è il responsabile della squadra. E un secondo dopo mi dici che sono i giocatori che vanno in campo.
    Ora, il responsabile, per definizione, è colui che risponde del lavoro, e dunque il suo operato è il più importante.

    Perciò sì, i fischi non sono tutti uguali, ma esattamente all’opposto di come la presenti tu.
    Fammi capire, se il chirurgo sbaglia l’intervento, ce la si prende con lui o con quello che ha pulito la sala operatoria?

    Dici bene, l’allenatore è responsabile, come tutti quelli che nella piramide lavorativa sono più in alto di altri.
    E come responsabile il suo lavoro è molto importante e delicato.

    Anche perché, fosse come dici tu, non mi spiegherei come mai un Mourinho, ovunque vada, i risultati più o meno li porta a casa.
    Mentre altri no.

    Ripeto, ancora nessuno mi ha smentito un concetto che esprimo per la terza volta:
    gli allenatori vincenti hanno vinto tranquillamente anche da noi.

    Cos’è, culo?

  113. Este
    certo che l’allenatore ha le sue belle responsabilità e ci mancherebbe altro,non a caso è il delegato dal presidente alla guida della squadra e i fischi infatti sono più pesanti se indirizzati a lui in quanto colpiscono la società nel suo complesso,comunque non era il nostro caso non mi pare che la squadra fosse ultima in classifica era a cinque punti dall’agognato terzo posto insomma non c’era da tagliarsi le vene.Poi sono i giocatori vanno in campo ma bisogna vedere il valore tecnico di chi hai a disposizione,Mourinho ha sempre avuto quello che voleva dovunque è andato ad allenare e il suo valore aggiunto l’ho sottolineato sempre anche adesso se hai letto bene nel post precedente,comunque dubito che se ipoteticamente allenasse il chievo avrebbe speranze di piazzarsi nei primi cinque, tu che dici?

    Ti faccio adesso una domanda: piglia il caso Klopp uno degli allenatori più desiderato e acclamato noi Interisti compresi che sbavavamo all’idea di averlo sulla nostra panchina,adesso si trova ultimo nel campionato tedesco,come te lo spieghi? E cosa faresti fossi tu il presidente?

  114. Estecambiasso
    Ripeto, ancora nessuno mi ha smentito un
    concetto che esprimo per la terza volta:
    gli allenatori vincenti hanno vinto tranquillamente anche da noi.

    E Lippi?

  115. Vabbè, dai, una risposta te la do.

    Diciamo, ecco, che con il mondo Inter non c’era troppo feeling…

  116. Poco convincente.
    Hai voglia di esempi che non avevano niente a che fare con il mondo Inter o Juve hanno fatto bene o male a prescindere.
    Guardiamo la partita, vediamo che succede

  117. Colpa dell’allenatore si, colpa dell’allenatore no……ma questi qua sono delle vere pippe! Possibile che Guarin non indovini un passaggio, che Zaza, improvvisamente, diventi il Messi emiliano, che Kovacic non imbrocchi un passaggio filtrante che…..insomma, che palle, quest’Inter!

  118. Direi che il primo tempo di oggi conferma la mia tesi, e cioè che il Thoihrismo è il proseguimento del Morattismo con altri mezzi.

  119. Isitor, ma magari! Ti ricordI?

  120. mi sono appena iscritto ad un corso per maghi, qualche settimana di lezioni e vaporizzo Guarin…

  121. sette magari no

    ma altri due

    è possibile…

  122. Guarin non è il solo a dover essere vaporizzato, diciamo che c’è una vasta scelta di elementi da “eliminare”.

  123. Era meglio andare a visitare qualche museo che oggi sono pure gratuiti che stare a vedere sta fetecchia di partita e farmi il sangue amaro.

  124. poi purtroppo parla il campo e le chiacchiere stanno a zero

  125. E pensare che non molto tempo fa con questi si vinceva di goleada…

  126. Per quel poco che sono stati in campo, a me son piaciuti sia Brozovic che Puscas.
    Consiglierei di tenere a riposo Palacio, ombra di se stesso, e puntare sul giovane Puscas….peggio non può proprio fare.
    Guarin spedito in tribuna insieme ad Osvaldo e Dodò a “gustarsi” le partite dei compagni.

  127. Ma la sostituzione di Vidic? Si sono sbagliati davvero? Ma neanche alle comiche, spero che non sia vero.

  128. siamo 8 punti sopra il terzultimo posto.
    guardiamoci le spalle
    non è gufaggina o tafazziste
    il borussia è ultimo e rischia di grosso.

    i nomi non servono
    quando le cose vanno male
    vanno male

    è evidente che siamo in caduta libera
    la colpa è di tutti
    ma adesso stiamo vicini alla squadra
    o meglio all’inter
    sfanghiamo in qualche modo questa stagione
    e ne riparliamo la prossima

  129. Kovacic, che è il più giovane, lo relegherei al ruolo di “portami un caffè, per favore”,
    almeno per qualche tempo perché, senza il “peso” di Guarin in campo, forse, è in grado di darsi finalmente una mossa e far vedere ciò di cui è capace.

  130. Non mi vergogno a dire che tifo il napoli contro il chievo.

  131. che tristezza … comincio seriamente a pensare di smettere di guardare questa Inter … in fondo la domenica ci sarebbero tante altre cose da fare … mostre … passeggiate in campagna … anche solo non farsi andare il pranzo di traverso … stare tranquillo con la mia ragazza che non capisce perché mi arrabbio tanto … poverina quanto ha ragione!

    • m’hai fato venie in mente che devo andare a far sistemare la forcella
      tra poco si ricomincerà a uscire in bici e questa roba resterà solo un lontano ricordo

      celie a parte (almeno fino a quota 41 terrò duro)

      a parte che le checche isteriche della tifoseria si sono rivelate tali, e peccato per una proprietà nuova di zecca che gli è andata dietro, c’è grossa delusione per le prestazioni offerte non dalla squadra, che quelle erano preventivabili, ma dal nuovo allenatore

      tanto è lui il fattore aggiunto, no?

      più che altro, non vorrei che come le sue groupies anche lui sia arrivato qua convinto che Mazzarri fosse una bestia, sarebbe un errore più grossolano che sbagliare le formazioni, come peraltro fa regolarmente

  132. Sono d’accordo con jamesscott.

    Guardiamoci le spalle, poi a bocce ferme ne riparliamo.

    Altre analisi e discorsi vari li lascerei stare, al momento.
    Siamo un’armata Brancaleone.

  133. Intanto, Icardi sfancula la curva.
    Partirà il coro di tifosi che invocheranno la sua cessione.
    Fassone e Mancini, che non vedono l’ora, eseguiranno.
    Tutto in perfetto stile Moratti-Thoihr.

  134. Mettiamo nel mirino Empoli,Chievo e Cagliari.

  135. Qualcuno sa se la clausola del cagasotto presuntuoso è stata inserita nel contratto e se eventualmente c’è possibilità di anticiparla che a me di rischiare la serie b e vivere con angoscia qualsiasi partita mi sta notevolmente logorando che l’età non è più quella di un pischello.

    Se c’è un avvocato in linea spieghi.

    • E’ gente che non ha mai giocato assieme.
      Quindi paghi pegno.
      Un pegno alto se l’allenatore ha un atteggiamento spregiudicato.
      Mazzarri avrebbe rischiato molto meno, ma i risultati poi non è che fossero migliori.

    • Quantomeno non erano da retrocessione ma da medio alta classifica,voi scherzate ma qua si rischia veramente…

  136. tagnin
    febbraio 1, 2015 a 4:15 pm

    Mah leggendo in giro pare proprio così, doveva uscire Donkor ma si sono capiti male ed è uscito Vidic. Abbiamo giocato con un centrale di ruolo in meno per 25 min perché, cito Mancini, c’è stato un errore di incomprensione….

    A me sembra che siamo tutti vittime di Candid camera.

  137. intervincit

    sai il ruolino di marcia che avevamo lo scorso anno nel periodo da metà novembre al 2 febbraio?

    1-1 contro Bologna (poi retrocesso)
    1-1 Sampdoria
    3-3 Parma
    sconfitta 4-2 Napoli
    vittoria 1-0 Milan
    sconfitta1-0 Lazio
    1-1 Chievo
    sconfitta 1-0 Genoa
    0-0 Catania (poi retrocesso)
    sconfitta 3-1 Juve

    se non ho sbagliato niente, sono 8 punti in 10 partite.

    mmmh, non molto diverso da quest’anno, vero?
    Strano, eh?

    Si chiama preparazione atletica e prevede un calo in determinati periodi dell’anno.
    E l’ha impostata sempre la stessa persona.

    Se mi vuoi credere, bene.
    Sennò fa nulla.

    • A me sembra tutto tranne che la preparazione atletica io vedo solo formazioni e schemi ad minchiam,se poi tu vuoi metterci anche le cavallette per me va benissimo,rimane il fatto che sono preoccupato e non poco per l’immediato futuro.

    • si effettivamente il problema sembra soprattutto fisico, forse anche la rinuncia a Icardi negli 11 iniziali è dovuta alla necessità di farlo rifiatare visto che è l’unica prima punta vera rimasta e gioca praticamente sempre. mi piacerebbe sperare che fra un po’ le cose migliorino anche col recupero di qualche infortunato, ma cmq sarà troppo tardi … niente, quest’anno mi sembra andato ormai, e in estate senza Champions (anzi probabilmente senza neanche Europa League) con tutti gli obblighi di riscatto e il fair play finanziario sarà inevitabile cedere qualcuno dei migliori … mi sta venendo una botta di pessimismo

  138. Avere un assetto offensivo con 4 giocatori d’attacco è bello e utile se quelli davanti almeno uno ogni tanto ne mettono, ma sopratutto se hai 2 centrocampisti e 4 difensori con palle e corsa. Noi non abbiamo niente di tutto ciò. Niente.
    Se penso chei nostri migliori sono Handa e Kovacic e che Icardi viene criticato dalla curva non mi meraviglio di sconfitte come quella di oggi nè della posizione in classifica.
    Essere più prudente e graduale non sarebbe male da parte del mister, dalla cui parte sono nettamente schierato contro i nuovi mostri magnamagna che non mancano mai.
    intervincit stai cominciando a fare quello che facevano gli altri, nè più nè meno, vuoi rivedere Mazzari in panca?? O vedere l’Inter in B per il trionfo della tua opinione?? Cerca di essere positivo ed abbi sempre fede. Ci ripiglieremo.

  139. Gianni

    Mai come in questa fase sono negativo e preoccupato,vedo tanta presunzione e poco costrutto,questa squadra come dici bene tu all’inizio del tuo post non ha certe caratteristiche,mi chiedo perchè insistere?A questo punto mi augurerei che la società facesse un passo indietro e lo richiamasse almeno lui aveva il polso di questi giocatori e si adattava ad un gioco più prudente e meno rischioso(lo scrivo da tempi non sospetti) mentre sto cialtrone montato di testa è convinto di avere in mano una ferrari mentra ha solo una panda che non deve mandare su di giri altrimenti fa solo come sta facendo solo danni.

  140. No intervincit mi dispiace ma non ci siamo, sai che la pensavo come te e mi sono scontrato anche duramente per difendere la nostra opinione.
    Ma a questo punto ti lascio solo.
    Siamo scarsi ma non siamo la squadretta che in zona retrocessione cambia allenatore per poi richiamare quello vecchio e retrocedere lo stesso.
    Siamo l’Inter cazzo e non possiamo sempre raschiare il fondo del barile del ridicolo, basta e avanza così.

    • oltre a dirlo, che siamo l’Inter e bla bla bla, occorrerebbe dimostrarlo

      io spero quanto prima in un paio di vittorie che ci traghettino verso una tranquilla stagione non più fallimentare delle precedenti, perché queste mezzeseghe senza palle nè dignità costrette a lottare col coltello tra i denti proprio non ce le vedo

  141. Gianni

    lo ripeto per l’ennesima volta non siamo scarsi al livello della zona retrocessione ma se non c’è una gestione saggia della squadra rischiamo di impelagarci continuando su questa strada, almeno io la vedo così,questo è solo un presuntuoso che non mi da nessuna fiducia.

  142. E laprossima c’è il Palermo altro brutto cliente…

  143. Sono abbastanza d’accordo con Estecambiasso sul discorso della preparazione atletica, perché vedere correre tutti, e dico TUTTI più di te dovrebbe far accendere più di qualche dubbio. Sarei curioso di vedere gli stessi tabellini del periodo esposti da este delle altre squadre che ha allenato il nostro sempreamato miste , ma anche quelli sarebbero incompleti perché più che i risultati sul campo (che sono sempre un buon indizio) sarebbero necessari i risultati in palestra e infermeria. E qua per noi tifosi si parla di fantascienza, impossibile reperire questi dati, ma se io fossi un “datore di lavoro” di un azienda multimilionaria esigerei resoconti dettagliati financo della temperatura basale di ogni calciatore. Perché dai, vanno proprio piano!

  144. cialtrone presuntuoso montato

    Intervincit
    se non ho letto male, questi simpatici appellativi sono per Mancini.
    Cioè uno che ha fatto la storia recente dell’Inter!
    E poi ci si è lamentati per come è stato trattato WM?!
    Un po’ di equilibrio, su.

  145. E poi
    non si può giocare con il 4231?!
    E perché col 352 sì?!
    Il punto, in verità, è che questi, oltre ad essere pippe, non hanno nemmeno gli attributi.
    Noi, per fare un esempio, in mezzo al campo abbiamo Guarin Medel Kovacic (ok, non sono Cambiasso Zanetti Sneijder).
    Ma chi cazzo ha il Sassuolo?

    Eppure ce ne fanno tre!
    Capite che c’è qualcosa che non si spiega razionalmente?!

  146. Internazionalista

    dire chi cazzo ha il Sassuolo
    scusa
    significa non capire di calcio

    Il sassuolo ha piallato il milan in casa del milan ,
    ha pareggiato con la Juve
    gioca a calcio con intensità e ordine

    la stessa intensità dell’Empoli
    che ci ha preso a pallate due settimane fa
    e ha quasi vinto a roma

    il nome conta niente
    quando sei in campo
    contano il fisico, il talento, la forza di carattere e ..gli arbitri

    noi non abbiamo dalla nostra nessuna di queste componenti