Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Maturità (notte dopo gli esami)

| 222 commenti

Inter-Lazio è stata il contrario di Roma-Inter del 10 gennaio, una quarantina scarsa di giorni fa, che in questo calcio zippato dell’era Covid sembrano minimo tre mesi. Roma-Inter poteva essere la partita della svolta e non lo fu. All’86’, con quel golletto del 2-2 preso un po’ così – alla cazzo, come tante altre cose di questa stagione -, svanì il bel film che stavamo costruendo nelle nostre povere e già provate menti: una vittoria in rimonta, in trasferta, a Roma, su un campo difficile, in uno scontro diretto, con una squadra in forma, una risposta veloce e autorevole alla sconfitta di quattro giorni prima a Genova, in quella partita senza capo nè coda. Insomma, poteva essere un cambio di passo, una prova importante. Niente, il colpo di testa di Mancini ci aveva riportato sulla terra.

Ne è seguito un mese strano, in cui abbiamo giocato tre volte con la Juve (dando lezione in campionato e rimettendoci malamente le penne in Coppa Italia), due volte con la Fiorentina, una con il Milan, insomma un mese intenso che culminava con un’altra Roma-Inter, stavolta – che combinazione – con la Lazio, in casa e non in trasferta – c’è questa gran differeza, poi? -, altro scontro diretto, con una squadra molto in forma, con le scorie di Coppa Italia da smaltire, con il Milan in prospettiva una settimana dopo, con la pressione di dover rispondere – in un modo solo, vincendo – alle sconfitte di sabato di Juve e Milan, che se non l’avessimo fatto (no, non ci voglio pensare). Avevamo più da perdere che non da guadagnare, ma abbiamo vinto. E guadagnato.

Abbiamo giocato bene, in una bella partita perchè hanno giocato bene anche gli altri. Abbiamo segnato tre gol a una squadra in serie positiva. Abbiamo reagito a un gol preso di pura sfortuna a mezz’ora dalla fine. Abbiamo recuperato gli attaccanti che ci avevano abbandonati proprio con la Juve. Ci siamo divertiti. Dimostrandoci maturi come poche volte sappiamo fare nell’ordinario.

Non è che ci capiti tanto spesso di fare degli all in tipo questo: vincere mentre le tue dirette avversarie perdono e, nel contempo, andare in testa alla classifica da soli. Che, nel girone di ritorno, non ci capitava da 11 anni, cioè nel 2010, cioè proprio quell’anno là. Ci è capitato spesso, piuttosto, nel corso degli 11 anni a venire di alternare grandi imprese a solenne delusioni, e anche dell’odierna Inter non è che ci si possa fidare ciecamente. Ma mi piace pensare che partite come queste – partite di un certo livello giocate a un certo livello – possano davvero segnare una svolta. Non c’è nulla di automatico o di acquisito, la volta dopo si ricomincia daccapo. La volta dopo è il derby. Bòn, ci siamo capiti.

share on facebook share on twitter

222 commenti

  1. Secondo,
    come non vorrò più esserlo.
    Adorala 🙂

  2. Terzo.
    Come la rube, forse, a fine campionato.
    Ma…….non so se ce la fanno.

  3. Sono ovviamente contento, e sinceramente convinto che ci siamo meritati questa vittoria e la vetta. Perdere com’è capitato a noi con la samp rispetto a come ha perso il milan con lo Spezia deve per forza farti guadagnare uno straccio di “bonus culo” da spendere in qualche partita mal giocata.
    Perché, se nessuno si offende, ieri noi l’abbiamo giocata tatticamente bene, cioè, abbiamo riconosciuto che il loro centrocampo era migliore del nostro e abbiamo optato per un 5-4-1 e via di contropiede, e ci sta, ma far finta di non vedere la pletora di passaggi sbagliati nei disimpegni e in costruzione che ha concesso ancora di più un possesso palla già imbarazzante alla Lazio.
    Mah.
    Che sia chiaro che partite così ne vinci una su cinque. Quello che volevamo fare era una partita come quella con la juve (in campionato) e, risultato a parte, non ci siamo riusciti.
    Col milan voglio vedere un’altra Inter.
    Per il resto tutto perfetto, finalmente primi.
    W l’Inter.

  4. E dai, un bel lunedì come non se ne godeva da tanto, troppo tempo.
    Speriamo duri, intanto, per una volta, godiamocela!

  5. sesto

  6. Bravo Javier+ hai colto nel segno. Sarebbe bello che si imparasse a gestire il pallone e non solo a fare ripartenze. Il centrocampo in grado di farlo ce l’avremmo pure noi. Loro hanno pressato meglio di noi. Noi sempre in ritardo e scoordinati. È stata più una vittoria maturata da squilli che da gioco di squadra.

  7. Oh finalmente. I gemelli diversi vi hanno fatto solletico. Sempre detto che la Lazio non è una squadra da primato.
    Ora arriva l’allegra compagine rossonera.
    L ultimo derby avete giocato malino. Se ibra non avesse fatto il coglioncello (pardon) ora sarebbero ancora in coppa.
    Ma i diavoli li vedo stanchi spremuti. Vincerete a mani basse.
    Il 19esimo è li. Basta non farsi prendere dal panico.
    La Juventus con Pirlo ha fatto passi indietro, speriamo lo caccino presto e voi non avete rivali se non voi stessi.

    Vincere per farmi vincere. Questo deve essere il mantra nero blu.

  8. No, caro Javier, una partita così la perdi una volta su quattro. Quella di ieri è stata una vittoria nel solco della miglior tradizione interista. Dai retta a chi di simili partite, ben auguranti in prospettiva di futuri successi, ne ha viste molte da parte di formazioni molto più agguerrite e più gloriose di quella attuale, che però sapevano con umiltà piegarsi alla realtà del momento, senza preoccuparsi di bel gioco o di brutto gioco, ma rispettose della regola aurea del “primum: non prenderle!” , che poi è l’adattamento al mondo del calcio dell’antico motto “primum vivere, deinde philosophari”. La Lazio, non è una scoperta di oggi, possiede il miglior centrocampo del campionato. Sfidarla con un baricentro altissimo, con una squadra tutta proiettata in avanti, significava lasciare una prateria da pascolare alla tribù laziale. Molto meglio infoltire il nostro centrocampo con cinque uomini da filtro davanti all’estrema difesa e le due punte pronte a scattare sulle ripartenze. Problemi del genere ricordo che si trovarono a dover risolvere più illustri predecessori di Conte, come Herrera e Mourinho. Scesi in Italia con un’idea di calcio ben diversa, si piegarono ben presto alle regole ferree del cosiddetto calcio all’italiana, di cui il nostro club è stato del resto il precursore e nel tempo il più tenace sostenitore. Anche Conte, dopo le esperienze iniziali, ricche di gol segnati ma anche di gol subiti, con la squadra tutta proiettata in avanti alla ricerca del cosiddetto calcio champagne, si è piegato alla legge del primum non prenderle: ha abbassato il baricentro in cerca di una miglior protezione dell’estrema difesa, con i risultati apparsi evidenti nelle ultime partite: rarissimi i gol subiti, alcuni frutto di distrazioni nostre (che ci sono costate care) piuttosto che di azioni manovrate degli attacchi avversari. Intanto la squadra ha assunto un assetto che ci auguriamo definitivo, con ruoli assegnati a coloro che meglio interpretano le intenzioni dell’allenatore. A mio parere, rimane ancora ambigua solo la partecipazione di Eriksen: nel ruolo ieri assunto di mezzala di manovra, libero da compiti di copertura, si rischia di scaricare sugli altri due meno adatti per ruoli di copertura (Barella e Brozovic) tutto il peso di cantare e portar la croce e non si sa fino a quando potranno reggere ad un incarico così gravoso. Credo che l’allenatore, appena potrà contare su un Vidal pienamente efficiente, affiderà a lui quel ruolo di mediano di contenimento di cui il centrocampo ha bisogno. Vedremo quali soluzioni saprà trovare Conte per non relegare di nuovo in panchina un giocatore così talentuoso, e indubbiamente utile alla squadra, se non altro nei tiri da fermo, ma di difficile utilizzazione in obbedienza alle concrete esigenze della squadra. Vedremo. Intanto godiamoci, possibilmente senza troppe polemiche, un primo posto a lungo desiderato e ben augurante per futuri e più gratificanti successi.
    Buona settimana a tutti.

  9. Mi trovo daccordo con Scettico,
    la tattica usata ieri dalla nostra squadra risulterebbe fatale alla Lazio di turno forse anche 5 partite su 5, con questa solidità difensiva (che mi ricorda quella trappattoniana dello scudo dei record) puoi lasciare il pallino all’avversario e agire di rimessa conscio di risultare più pericoloso anche di chi si tiene il 65% di possesso palla ma non riesce a concretizzare.
    Serviva giocare così e l’abbiamo fatto molto bene, sicuramente sarebbe più bello dipingere calcio col miglior Sensi in mezzo, ma al momento non é possibile.
    Buona settimana a tutti dal (brrr!) gelido Friuli.

  10. Mi trovo così daccordo con Scettico da accorgermi solo rileggendo di aver vergognosissimamente copiato il saluto,
    che fa maestro (;-)), mi perdona?..

  11. Comunque, dopo una vittoria con contemporanea sconfitta di quelle altre due squadre e raggiungimento del primo posto si prova una sensazione di pace e serenità… il nirvana deve assomigliare molto a questa sensazione

  12. Secondo me Conte l’ha vinta sul piano tattico, giocare di rimessa non è una bestemmia e soprattutto è un lusso di cui potremo godere in poche partite. La vera maturità tattica di questa squadra la vedremo contro le medio-piccole che giocano per non prenderle, affidandosi al massimo alla divina provvidenza dal centrocampo in su. Una squadra di questo tipo ci ha appena eliminato in coppa Italia, per dire.
    Per il derby ci sarà da fare molta attenzione: loro giocheranno senza condizionamenti, forti di una quota salvezza già raggiunta con largo anticipo, ma la cosa più preoccupante è che non calciano un rigore da ben due turni…

  13. com’è che conte ha chiesto scusa e invece tutta la banda dei ladroni gobbi di merda se ne sta bella muta ?

    anzi. paratici e gnedvied hanno fatto casino anche dalla tribuna di napoli…

    -6 al derby.

  14. CNE000001KF2 purtroppo l amara verità è questa.
    Valore dimezzato.
    Non dormirei sonni tranquilli.
    Pare che bc voglia sottoquotare.

    Vincere pet farmi vincere.
    Forza inda

  15. Mi pare che da diverse partite non le finiscano correndo, anzi…
    Programmerei un primo tempo relativamente prudente, e nel secondo poserei l’asfalto.

  16. ..riguardo al derby prossimo..

  17. @Paolo : splendido intervento.
    In pratica…sei uno Skriniar più ironico : non ne fai passare una e in più sfotticchi amabilmente 😉

    @Lothar : probabilmente il freddo NON è solo “colpa” del Friuli… E’ l’altitudine, la vetta 😉

  18. Per me è stata una grande partita sotto tutti i punti di vista , abbiamo sofferto davvero poco , creato tanto, gestito il pallone in alcuni frangenti ma comunque avevamo davanti la squadra più in forma del campionato , anche atleticamente …

    e soprattutto ( cosa che sta passando inosservata ) non abbiamo perso neanche uno dei 3 diffidati , tutti e tre fondamentali . Barella Bastoni Brozovic

    a masterpiece !

  19. Firmerei immediatamente per avere per i prossimi mesi discussioni esclusivamente sui moduli mentre l’Inter vince.
    Ma io non ho discusso il modulo che ho peraltro riconosciuto valido alla luce di chi avevamo davanti in questo momento, io ho sottolineato che una quantità di palloni del genere passati agli avversari di solito corrispondono a grossi problemi (tanto più grossi quanto più grossi sono gli avversari).
    Siamo imprecisi, e quel che è peggio imprecisi sulle cose facili, sui passaggi rasoterra a centrocampo, non parliamo poi della difficoltà ad uscire palla al piede, quante volte ci fa rischiare grosso.
    Io chiedo solo che se lo schema prevede che tu fai girare la palla a destra (con 3 passaggi, vabbeh..) e vedi che hai il compagno libero a sx, torna indietro e passagliela, a volte sembra che “non possano interrompere la procedura”
    Più precisione e più visione di gioco, poi facciano pure un 5-5-5 come Oronzo Canà a me va bene.

  20. Compleanno di Eriksen festeggiato degnamente, da primi della classe, in campo.

    Oggi, il mio compleanno (gli anni sono molti di più del danese, sigh!) in una splendida giornata di sole.

    Unico neo: la mascherina, rigorosamente dell’Inter, nasconde il sorriso per il raggiungimento della vetta.

    Non importa, ora testa al derby e vediamo di asfaltare anche i sopravalutati.

    AMALA.

  21. Auguri ad entrambi 🙂 !

  22. Vieni da 2 giorni di regali e oggi compleanno, bella vita! 🙂

    Auguri!

  23. “L’esultanza di Conte è dovuta al fatto che sta diventando sempre più interista. E questa cosa mi piace un casino”. M.M.

  24. Auguroni a neroazzurro-rosso! 😀

  25. Quoto la disamina tattica di scettico e mi associo agli auguri per nerazzurro rosso e nerazzurro biondo…

    Non so se Conte stia lentamente diventando interista e se mai un giorno lo sarà. Per ora basta lo sfanculamento visto settimana scorsa nei confronti della banda ovina, con tanto di dito medio sbandierato a monociglio.

    E’ stata l’ulteriore riprova che si sono proprio lasciati malissimo, semmai qualcuno avesse avuto ancora qualche dubbio.

    Oggi il cielo era veramente più blu!
    Amala

    • Da Staffelli per Tapiro d’oro – Agnelli ripensa allo scontro con Conte: “La passione porta ad andare oltre le regole delle buone maniere”
      Ha usato tre parole di troppo, per loro basta andare sempre e comunque “oltre le regole”.
      Bjuvemerda

  26. Grazie a tutti per gli auguri!

    AMALA.

  27. Buongiorno a tutti,
    Una curiosità, ammetto la mia ignoranza:
    Ma se Lukaku non fosse stato tenuto in gioco dal difensore nel secondo gol era fuorigioco?
    Brozo tira la palla a 90 gradi rispetto alla porta, sul fallo laterale, poi il laziale la rimpalla verso la porta su Lukaku, ma questo una volta non era fuorigioco assolutamente, perchè sono stati a discutere sulla posizione? per me poteva essere due metri oltre ed era valido.
    Ma magari sbaglio e non sono aggiornato.

    • No in quel caso sarebbe stato fuori gioco perchè non è considerata come una giocata la deviazione involontaria, successe cosi anche nel derby di andata se ricordi ( su un rimpallo di kessie ) , quando poi donnarumma franò su lukaku ma il gioco era fermo per fuori gioco.

    • Molto giusto.
      Aggiungo che – dal fermo immagine usato da Settore per questo post – si vede chiaramente che Reina si lascia colpevolmente distrarre dalle scarpe del rigorista (ha gli occhi fissi su quelle).
      Ammetterà poi con i compagni che al momento del rigore pensava a come sarebbero state perfette con la sua tenuta di gioco.
      Diavolo d’un Settore, che coglie queste astuzie tattiche… 😉

    • Grazie daniele fc,
      ricordo un gol decisivo di Treseguez al 93esimo contro il Torino, lancio di un compagno con lui in fuorigioco di cinque metri deviazione di un granata di testa che riesce solo ad intercettare la palla che continua verso di lui in fuorigioco di due metri, gol
      tuttapposto.

    • prego Javier , io ovviamente parlavo del regolamento Standard , non del regolamento speciale

  28. prego Javier , io ovviamente parlavo del regolamento Standard , non del regolamento speciale

  29. Credo che la discriminante sia se il tocco di Brozovic fosse indirizzato o meno in avanti. Nel primo caso penso sarebbe stato fuorigioco, nel secondo no… e per fortuna non hanno avuto bisogno di giudicare vista la posizione di Lukaku.

  30. Auguri in ritardo a nerazzurro- rosso !!

    Io festeggiai la deflorazione del cessum -stadium che i ladroni ritenevano inviolabile. Tiè !

  31. A proposito del dubbio di Javier, credo che il regolamento sia cambiato da qualche anno. Il criterio dovrebbe essere che un giocatore in fuorigioco può essere rimesso in gioco dal tocco di un avversario solo se quest’ultimo fa una giocata, non una deviazione o rimpallo fortuito. Ovviamente dipende molto dalle interpretazioni, ma credo che il tocco del laziale che si è trasformato in assist x lukaku non sarebbe stato considerato una giocata (anche se ha fatto cambiare completamente direzione alla palla) quindi una volta tanto ci ha detto bene…

    • Ah, comunque quella merdaccia del guardalinee aveva sbandierato. Meno male che Big Rom non si è fermato…

  32. Che mi dite riguardo all’inchiesta sulla lazio?

    Si parla di estromissione dai tornei o di una maxi penalizzazione.

    Chi ne sa qualcosa in più?

  33. Temo 2 punti per la juve,non e’ una battuta

  34. Parlano do decine di positivi non segnalati per le coppe, poi vengono segnate solo 2 partite del campionato Italiano, 1 positivo in campo in toro-lazio e uno inserito in distinta contro i gobbi che ancora non avrebbe esaurito quarantena

    Su misura….. tutta sta roba per partorire i 2 punti

    Che poi ripensandoci, proprio dopo Lazio-Inter, primi di Ottobre, periodo incriminato e’ quello, da noi esplodono i casi covid prima del derby, esattamente dopo 2/3 gg la partita contro la Lazio…sara’ stato un caso ? a sto punto fa pensare

  35. Che il Porto vinca
    o la gobba perda
    noi tutti canteremo
    sempre rube merda

  36. Eeeeeesatto! 🙂

  37. Scusate se torno sull’argomento ma ok prenderci per il culo da millemila anni pero’ ad un certo punto anche basta

    Cioe’ tutto lo scandalo della Lazio che senza tanti giri di parole secondo l’accusa avrebbe utilizzato un laboratorio compiacente, alla fine si riduce al “solo” vantaggio di aver utilizzato un positivo in campo in toro lazio e un positivo in panchina senza fargli fare neanche un minuto in lazio- juve ?

    La Lazio avrebbe fatto tutto sto casino in pratica per provare a vincere una partita contro il Torino?!

    Se il caso scoppia mediaticamente tra meta’ ottobre inizi novembre, figuariamoci cosa possono aver fatto prima se fossero vere le accuse che leggiamo

    O stiamo parlando di una roba ridicola oppure se vero che bleffavano pare assurdo che l’hanno fatto solo per 2 partite per 1 titolare e 1 panchinaro

    Sta roba cosi non sta in piedi, o meglio, posta in questa maniera pare fatta per rimettere in piedi in qualsiasi modo i soliti noti

    • Io da quel poco che ho letto (poco) fossi della Lazio sarei preoccupato per la champions. Con tutti i soldi delle TV da dare indietro al Brudges per il mancato passaggio di turno e la volta buona che ci leviamo Lotito di torno.

  38. Non conosco dettagli e regole, ma se non sbaglio i tamponi in champions vengono fatti prima delle partite dalla Uefa stessa, di conseguenza i positivi non giocano.
    E sto polverone e’ venuto proprio fuori da li, che in italia erano negativi mentre in champions positivi
    Se cosi credo che in champions non rischiano in quanto non hanno mai schierato positivi.

    Magari ho detto una sciocchezza.

    • Si come ti dicevo non ho letto granché, solo di sfuggita e mi era parso di capire che c’erano di mezzo anche le partite di Brudges e Zenit ma probabilmente è come dici tu, anche se ci vuole veramente la faccia come El cùl per contraffare i test. Non tanto per il pericolo in sé visto che sono tutti ipercontrollati e più che altro iper prestanti (non mi risulta in un anno sia morto un atleta in attività), ma per l’aspetto morale. Il calcio non è a zero ma a sottozero come messaggio sportivo.
      Poi noi saremo anche un po meglio degli altri, ma complessivamente è una pieta.

  39. Realtà: si sta formando il governo Draghi, ossia l’ennesimo presidente del Consiglio non eletto in uno stato sedicente democratico. Un teologo? Un architetto? Un filantropo? Di tutto un po’: un banchiere.

    Realtà parallela: Marotta torna alla Juventus, e ha già posto come condizione la defenestrazione di Paratici.

    Realtà: Salvini si incontra con Zingaretti per definire una strategia comune di governo.

    Realtà parallela: un’offerta di centinaia di milioni perché Conte vada ad allenare in Francia una squadra misteriosa (quale, quale…? ).

    Realtà: designato Brunetta come ministro che gestirà la pubblica amministrazione.

    Realtà parallela: offerta di 147 milioni da parte di Pip (sic) Guardiola (si badi bene: non 145 o 150, ma 147 spaccati, più 2 euro di marca da bollo) per Lukaku e per un altro giocatore dell’Inter… quale, quale… Barella? Skriniar? Il fratello di Lukaku?)

    Realtà: domenica c’è il derby e l’Inter è prima. Cazzo!

    Realtà parallela: domenica c’è il derby e l’Inter è prima. Cazzo!

    Pensate: è talmente inverosimile la realtà che bisogna raccontarne una di parallela.

    Non è che si possa fare qualcosa, vero? Un filtro, un sifone, un addetto stampa, un comunicato, un vicepresidente…

    No. Teniamo famiglia.

    Dai! Prepariamo il trolley a Marotta.

  40. Realtà vera o realtà parallela?

    Nel dubbio, sto con Lothar delle 8:59 am

  41. Mi intriga – non lo nego – ipotizzare la realtà parallela di questo blog di matti (absit iniuria verbis)…
    Settore : lancia un concorso per l’idea più originale…!
    Io non posso partecipare : ho la stessa capacità di un bambino di tre anni (anzi : una volta un bambino di 3 anni mi ha fregato, ma sospetto ne avesse 3 e mezzo…) 🙁

  42. Tiri una rega chi ama…

  43. (una curiosità: ma bonucci urla?)

  44. Vabbè. Ad un certo momento, non lo nego, ho sperato nel 2 a 0.
    Ma niente da fare . Il golletto è arrivato, al ritorno sarà una pura formalità.
    E a dirla tutta già così è andata di lusso…alla fine il rigore per loro ci stava tutto.

  45. A Francé, ma stai scherzando?
    Quello su Floppaldo?
    Ma stai scherzando?…
    Vergognosa simulazione, bene che non l’abbia ammonito va la.
    Inoltre non credo sarà proprio una formalità, loro sono rognosissimi, avranno i loro ..zzi i nostri rubentini

  46. Simulazione magari no.
    Ma, nel giochetto che ha provato stoppando il pallone, ha perso equilibrio ed è caduto da solo prima di essere travolto.
    Rigore un cazzo.

    • Condivido, Ronaldo ha completamente perso il controllo del pallone.
      Peccato che il difensore Portoghese abbia a sua volta perso il controllo di Ronaldo
      Se fischiano il rigore ci sta.
      Io lo vedo simile a quello che abbiamo avuto su Barella nel derby.

      Penso che al ritorno passeranno, forse purtroppo per loro perchè contro una squadra seria rischiano di fare cappotto sia all’andata che al ritorno

  47. 4 ammonizioni i ladri, 0 il Porto, per dire come abbiano giocato le merdacce,
    non passeggeranno al ritorno

  48. Assolutamente nessun rigore per la rube, stava già cadendo a terra dopo aver perso l’equilibrio.

    Per il ritorno li vedo rognosissimi, i portoghesi, ma la rube, si sa, anche in europa comincia ad avere gli aiutini.

    Sperèm in ben.

    AMALA.

  49. Pura formalità. Il passaggio di turno è ormai cosa fatta.

  50. Ci sarà un pezzo del “Club dei gufi”, o…aspetteranno il ritorno ?
    (O le restrizioni da pandemia hanno prevalso ?)

  51. Ma non sarebbe meglio che passassero il turno, ma con grande sofferenza? Successivamente ci potrebbe essere un Bayern oppure Guardiola a completare l’opera?
    Sai come ci rimarrebbero male, quei ladroni?

  52. Io voto Pablo! Se dipendesse da me mi prenderei il vantaggio di farli lavorare qualche mercoledì di più (scateniamo magari i gufowatt in semifinale, per evitare rischi inutili…)

  53. Per me onestamente una dipartita con il Porto agli ottavi dopo AJax e Lione , sarebbe impagabile , aldilà del mercoledi in più o in meno , ma credo proprio che il gol di Cagnotto li abbia mandati ai quarti.

    • Hai sentito ieri della “maledizione degli ottavi”, eh ?
      Cosa che peraltro causa anche un piccolo danno economico accessorio… 😉

  54. Certo, di fronte alle prove tutt’altro che esaltanti delle nostre più accreditate rivali, i torinesi boccheggianti contro la squadra più modesta della Champions e i cugini presi a pallate dallo Spezia, non approfittarne per vincere finalmente lo scudetto, sarebbe un vero peccato, un peccato mortale del nostro club e soprattutto del suo allenatore, altro che la sua presunta gobbaggine! Conte, se ci sei, anzi se ci sai fare, batti un colpo, batti il Milan! Se non ora, quando?…
    Buon derby a noi tutti.

  55. Premessa doverosa: Scettico non è rivolta a te ma a chi abusa di questo sminuire gli avversari dando per scontato che una non vittoria del campionato sarebbe un fallimento Inter senza scusanti.

    Obiettivamente non si può negare che la juve sia molto meno rispetto agli altri anni, le altre italiane piu o meno direi che siamo li, e noi a parte l’anno scorso eravamo sempre dietro ad almeno la terza.
    il Real e il Barca sono 9 punti dietro la prima
    il PSG è seconda a qualche punto con altre 3 o 4 squadre, gli altri anni a questo punto erano già 10pt avanti
    Il Liverpool del genio Klopp è 16 punti dietro la prima.

    Voglio dire….
    sono campionati strani, vuoi per la mancanza di pubblico, vuoi per dei mercati fatti a metà, specie dalle grandi (noi in primis, che poi francamente grandi non eravamo… quindi il mercato ci serviva eccome), vuoi per questi improvvisi stop dovuti ai contagi dei giocatori che se da una parte è vero che esistono anche gli infortuni dall’altra a volte ci si è ritrovati con 7-8 giocatori meno.
    Nulla è scontato in un campionato come questo, tanto meno vincerlo, ma così ad occhio mi sembra che ce la stiano mettendo tutta a dispetto di una situazione societaria che in altri anni avrebbe decretato un “libera tutti” da parte dei giocatori altro che comunione di intenti e impegno in campo come oggi.
    Secondo me fino ad oggi (fino ad oggi…) l’Inter e Conte stanno vincendo egregiamente il loro personale scudetto della serietà da giocatori e allenatore dell’Inter e spero veramente tanto che lo vincano a fine campionato, e nel caso ci sarà solo da applaudire senza sminuire minimamente l’impresa facendo paragoni con passate stagioni o valore dei competitors.

    • rabbrividisco a leggere certe parole….e da un torinese come te non me le aspettavo

      onore al merito ai ragazzi,ma se finirà come tutti noi speriamo, il massimo che potrò dire all’allenatore sarà un bravo a mezza bocca

      non posso dimenticare le sparate dell’anno scorso, il continuare a dire che qui non si vince niente da 10 anni (lasciando intendere che è grazie a lui se siamo a questo punto), il lamentarsi sempre, l’averci messo 12 mesi a farsi capire e capire eriksen.

      non siamo perfetti come rosa, ma ha in mano 14/15 giocatori di buon livello con alcune eccellenze, cosa che i suoi predecessori non hanno avuto. c’è chi ha avuto kondogbia e chi barella, chi gabigol chi lukaku, chi m’villa e chi hakimi e ciò nonostante rompe i maroni.

      sono certo che se ad agosto non gli avessero detto che non c’erano più soldi per la squadra e la sua buona uscita se ne sarebbe andato come il ladro che è nel dna

      ulteriore pecca, l’essere uscito per DUE volte ai gironi di champions per la sua incapacità di dare un gioco.

      c’è SOLO l’INTER

  56. sono proprio curioso di vedere Deki stasera

    tramontata l’idea di vedere sulla nostra panchina Zenga, ormai più dedito al gossip, o il cholo, mi farebbe piacere vedere un cuore neroazzurro allenare i ragazzi,magari con il figlio titolare in porta

    per quanto riguarda la rube, sono dell’idea che avere l’impegno di coppa per altri due mercoledi non sarebbe una brutta cosa. uscire adesso li farebbe concentrare in toto sul campionato e considerati gli “aiutini” che di solito arrivano sono ancora troppo vicini…che si stanchino pure in coppa ancora un pò

  57. Javier, tranquillo! Io non rabbrividisco affatto leggendo quello che scrivi, anzi, sono perfettamente d’accordo con te. Col mio post volevo solo mettere in evidenza il fatto che circostanze favorevoli per vincere lo scudetto come questa stagione nell’ultimo decennio la nostra squadra non le ha mai avute, sia per meriti propri (allenatore e giocatori) sia per impreviste circostanze esterne. Se poi quello che tutti speriamo non succederà, lo attribuirò all’imponderabile che nel mondo del calcio è sempre dietro l’angolo, non certo, almeno lo spero, alla mancanza d’impegno o, peggio, alla presunta gobbaggine dell’allenatore, del quale, come ognun sa, sono stato e sono un fervente estimatore della prim’ora, e non me ne vergogno affatto. Piuttosto mi rimarrà il rimpianto (non potrò, come te, godere del beneficio del tempo) di vedere ancora una volta, l’ultima, lo scudetto sulle maglie della mia squadra. Tutto qui.

    • scettico, le tue ultime due righe sono oltre modo preoccupanti.

      spero di averle interpretate male io.

      take care

  58. e ridevano per Bastoni & Handanovic …

    è sempre valido il detto che dice “ride bene chi ride ultimo”. gobbi stronzetti.

    infatti io fino a domenica alle 16e50 mi guardo bene dal fare anche solo mezzo sorrisino.

  59. Sto leggendo l’ennesimo titolo urlato sui giornali avente per soggetto l’Inter. Questo e altri “J’accuse” provenienti da penne diverse ma generati dallo stesso andazzo, si potrebbero riassumere in: “Inter, sei prima ma ricordati che devi morire!”

    Cosa fare, a parte toccarsi ogni parte pendente carnale e geoide?

    Farsi alcune domande, creare alcune similitudini, inventarsi alcune parabole che permettano di vedere Sky, Dazn (l’avatar di Sky) e la propria coscienza.

    C’era un tale che aveva due cani, uno di colore bianco e nero e uno nero con il collare azzurro. Per diletto, questo tale, alla mattina, dava un buffetto ai due cani. Il primo gli leccava la mano e gli portava i tarfufi più buoni, il secondo menava la coda. Questo tale aveva capito che più carezze dava al primo cane, più tartufi riceveva, mentre il secondo cane sapeva solo menare la coda.

    Una sera, il tale, nervoso, urlò al cane bianco e nero, e diede un calcio all’altro.

    Il primo cane abbaiò, lo morse, fece i suoi bisogni ovunque, ma, soprattutto, non gli portò più i tartufi.
    L’altro quello nero con il collare azzurro, stava zitto, muovendo impercettibilmente la coda.
    L’uomo vide che non gli conveniva nemmeno parlare al cane da tartufi, ma che bestemmiando addosso al cane nero con il collare azzurro tutti erano felici, e il cane bianco e nero portava a casa tartufi e pernici.

    E anche se il cane bianco e nero un mercoledì si era ubriacato con il porto, l’uomo continuava solo a picchiare il cane nero con il collare azzurro.

    Che continuava a stare solo zitto, dato che l’uomo gli aveva anche tagliato la coda…

  60. a proposito dei giornali..

    Coman
    11 gol su 32 presenze in Chanpions
    Ha deciso la dinale di Champions lo scorso annno

    Kean
    10 gol su 17 presenze in campionato
    3 gol su 6 partite in Champions

    Qualcuno sta rinfacciando ste cose a quelli la ?

    Eh ma Zaniolo..

  61. @Scettico
    Tranquillo non me la prendo se il buon kalle73 inorridisce 🙂
    Proprio perché sono di Torino so bene chi sono i veri nemici dell’Inter. Li conosco, li ho visti e sentiti all’opera e qua mi taccio perché l’argomento è troppo serio e c’è pure il lavoro di mezzo…
    Conte dall’alto dei suoi ingaggi e trascorsi di indubbia appartenenza ai colori a noi tanto odiati è meno che niente alla voce nemici dell’Inter, lo metterei si e no verso la 100esima posizione.
    E qua a Torino lo sanno tutti tanto che non lo può sentire nominare nessun tifoso, ma più di tutto nessun dirigente.
    Ué non fare scherzi, ci devi essere al prossimo scudetto alla prossima CL ed a un Juve Inter 0-5 allo Stadium, poi se vuoi ti puoi riposare 🙂

    Kalle73
    Chi odia così tanto la juve mi è simpatico di default, anche se non si va d’accordo su tutto rimani sempre un fratello nerazzurro. 🙂

  62. Intanto il BBilan riesce nell’impresa di farsi rimontare 2-2 al ’90 da una Stella Rossa in inferiorità numerica…

    Deki ha esultato come se avesse segnato in un derby!

    • Perdonami, ma devo correggerti : il pareggio è arrivato al 93°…
      Mi ha fatto venire un po’ in mente il pareggio del Benevento con colpo di testa del portiere, dopo QUATTORDICI sconfitte di seguito 🙂 🙂 🙂

  63. Scettico, l’insolita brevità ma soprattutto il contenuto dei tuoi messaggi non possono non preoccupare.
    Mi auguro di cuore di aver smentite al riguardo, se ti sarà possibile.
    Buonanotte

  64. Qualcuno gode per le disavventure altrui. Beh chi non ha molto da fare il mercoledì o il giovedì solo questo può inventarsi.
    Detto tutto ciò ho visto la mia juve in modalità freno a mano tirato con un ronaldo in vacanza.
    Sul milan ho sensazioni positive.
    Io tifo per voi al derby sia chiaro. Vincete per farmi vincere.
    Grazie

  65. @ Javier: è il bello di questo blog, il confronto pacato tra persone con la stessa “fede”, ma che a volte hanno idee diverse. si esprimono, ci si confronta, ma raramente finisce in gazzarra. da due tre anni a questa parte non ho ricordi dell’intervento di the dave per calmierare la situazione come in passato.

    sono qui dal maggio 2010 quando, nella disperata ricerca di un biglietto per madrid, incappai in questo blog e da allora non l’ho più lasciato.
    se all’inizio frequentavo prevalentemente per i contenuti del padrone di casa (da sbellicarsi le lezioni all’università o i racconti del maratoneta) ora è per il piacere del confronto con tutti voi, anche a causa della stitichezza nello scrivere di Roberto….

  66. Anche le prugne secche fanno miracoli!
    Almeno, così mi dicono. 🙂

    Buongiorno

  67. Anche le partite di coppa campioni, ve l’assicuro. 🙂
    Ciao ragazzi.

  68. Curiosità
    Il Berlusca finalmente ha fatto outing e si è’ dichiarato interista.
    Sulla Gazzetta e la sua dichiarazione può’ sembrare una semplice boutade ma non lo e’ .
    Nel 85, avevo da poco iniziato a lavorare per una multinazionale Americana, mi recavo presso Elettronica Industriale e Mediaset per forniture di sistemi relative agli impianti trasmissivi e dei banchi di regia ed incuriosito dai colori dell’intestazione delle fatture ( Biscione nero grigio- azzurro, chiesi se quei colori in realtà rappresentavano la fede calcistica del proprietario
    La risposta fu affermativa. La fonte, vi garantisco, era assolutamente affidabile…

  69. Si però che (in) soddisfazione postuma:-/…

  70. @Kalle73 : ci hai preso, invece… Sigh !
    🙂

  71. Berlusconi cercò anche di comprare l’Inter, da Pellegrini.
    Pensava che una partecipazione attiva nel mondo del calcio avrebbe aiutato lo sviluppo delle sue aziende televisive. L’attività politica era ancora lontana (col senno di poi, il calcio gli tornò utile anche lì).
    Non riuscì a prendere l’Inter, ripiegò sul disastrato Milan di quegli anni.
    Chissà come sarebbe stata la storia di Inter e Milan con il Berlusca dalla vostra parte…

  72. Ringrazio di cuore coloro che hanno mostrato sollecitudine per le mie condizioni di salute, ma si è trattato di un involontario equivoco, non intendendo io nel mio post riferirmi alla mia salute (che pure è quella di un ultraottantenne, e quindi tutt’altro che brillante) ma ad una mia personale convinzione, che avevo espresso in varie occasioni nel blog. Sono infatti convinto da tempo che Conte, fallito l’obiettivo scudetto lo scorso anno, non può fallire il bersaglio una seconda volta e che, nonostante i suoi mugugni, ha chiare le mosse vincenti, grazie anche alle difficoltà non previste dei nostri rivali. E tuttavia non ritengo possibile, anche in caso di scudetto felicemente conquistato, l’apertura di un eventuale ciclo vincente, come accadde nel 2005: la nostra società non è nelle condizioni di allora e dovremo rassegnarci, anzi dovrete rassegnarvi, a mio parere, ad una nuova traversata decennale nel deserto, secondo tradizione. Ecco il motivo del mio accenno all’eventuale ultimo scudetto, perché non è prevedibile, né da parte mia augurabile, che duri in vita altri dieci anni per poter festeggiare un nuovo scudetto. Giusto o sbagliato il pronostico, importante è cogliere l’occasione irripetibile di quest’anno. Poi, succeda quello che deve succedere, che Conte resti o se ne vada, come è molto probabile, è importante solo che lo scudetto a giugno sia nostro, costi quello che costi…
    Di nuovo, buon derby a tutti noi.

  73. Caro Scetticonerazzurro, sono sinceramente più sereno dopo aver letto le tue rassicurazioni sul tuo stato di salute.

    Però, ammesso e non concesso che quest’anno si vinca lo scudetto, non è detto né che vada via Conte né, tantomeno, che non possa iniziare un nuovo ciclo nerazzurro.

    Con lo scudetto in saccoccia, Conte tenterebbe di arrivare ad acciuffare un trofeo europeo (che gli manca) e, non da ultimo, se il diktat del governo cinese sugli investimenti nel e per il calcio, dovesse venir meno…chissà…

    Intanto, vediamo come si evolve la situazione economica del club che, al momento, non pare molto chiara (personalmente sono enormemente ignorante in materia) e seguiamo il cammino della beneamata sostenendola come meglio possiamo per arrivare al titolo.

    AMALA.

  74. Grazie Scettico,
    per il tuo intervento chiarificatore, e per la tua consueta saggezza.

    Questo blog è bellissimo perchè può vantare fra i suoi scrittori, ma cito giusto a campione, personaggi del calibro di Marcobibe fieramente combattivo, la poesia di Giorgio, la precisione di Javier, Mareintepesta e neroazzurro-rosso, e , appunto la saggezza di Scettico.
    Dirò di più..anche l’educazione di certi gobbi..di certi però.
    E tutto questo , è interismo.

    “Non è una scelta sportiva, ma filosofica. La squadra di calcio serve a vincere o perdere, ma con l’Inter non è così: è una follia, una sorpresa, deve essere il destino. Ricordo l’autorete di Lukaku col Siviglia, è una roba artistica perché il nostro capocannoniere fa autogol. Solo l’Inter può fare cose così. Ma questo fatto è più importante della vita. L’Inter è una fidanzata che ti fa impazzare ma le vuoi bene e le sei fedele”.

    Minchia che blog.

  75. Ieri sera a Belgrado insulti razzisti a Ibra. La Stella Rossa si scusa ufficialmente.

    Ibra accetta le scuse e afferma che la serataccia del BBilan è tutta colpa dei riti Vodoo della mamma di Lukaku.

    La procura federale è già in allerta…

    Riti Vodoo vietati per domenica?

  76. Ho guardato le immagini di Stella Rossa milan
    Sapevo solo del pareggio.
    Dico: un autogol e un rigore (rigore??? Buahahahahha)
    Ma quanto li cercano i rigori?
    Che si facciano furbi i nostri perché per questi il rigore è uno schema provato e riprovato.

  77. come vi sentite fratelli nerazzurri ?
    “irrilevanti” ?
    mmhhh…

    a questo punto, col jindong che vuole tagliare le attività irrilevanti, il berlüsca che, complice la senilità sopraggiunta, va in giro a dire che tifa e ha sempre tifato Inter, l’agnelli che rivuole marotta e allegri…. bhe : il doppio vaccino non basta più.
    si salvichi può.

  78. Grazie Scetticonerazzurro,
    mi é stata di grande sollievo la tua spiegazione riguardo al messaggio che ieri aveva messo in allarme il blog.
    Anche se frequento quest’ultimo da pochi anni, ricordo soprattutto la bellezza dei tuoi scritti le prime volte che leggevo (senza scrivere), e certo poi anche tutti gli altri, col buon Roberto in regia.
    Ho esitato a lungo prima di iscrivermi, qui siete tutti bravi bravi oltreché appassionati, rispettosi, pungenti, and so on..
    Temevo la cacciata per incompetenza, o peggio l’essere ignorato.
    Ma proprio tu ricordo rispondesti ad una mia osservazione, e subito mi sentii accolto.
    Perciò per favore occhio alla penna e non scriver più messaggi subliminali che mi facciano pensare male,
    avrai capito quanto qui tutti ti abbiano a cuore.

    Domani ripeto,
    facciamo passare il primo tempo senza esporci, e asfaltiamoli nel secondo, sono sulle gambe, forza Inter!

  79. Domani = Domenica, glom!…

  80. Pare che domani giochi di nuovo Eriksen.
    Ecco io ritengo questa partita fondamentale per lui e per noi.
    Se dovesse confermare i progressi visti nelle ultime partite, con un altro avversario tosto (abbiate pazienza… non posso dire che il milan vale il crotone) e allora diventa quasi ininfluente il risultato, con Eriksen a fare il suo lavoro mantenendo solido il centrocampo non ci piglia più nessuno.
    Certo se si vince e lui gioca bene è ancora meglio 🙂

  81. Vi vedo ansiosi. Tranquillissimi,truppa. Vincerete a mani basse.
    Certo che siete terribili..paragonare il Crotone ai cuginetti sfigati…
    Che poi loro almeno unaa società ce l hanno.
    Come sta stefanino?

  82. Io il derby lo sento come LA partita, molto più di Inter Juve.
    La prima partita allo stadio fu nel marzo 1971 , col derby vinto 20. Io attaccato a mio papà quasi spaventato dalle tante persone e dalla gente che urlava. Le prime parolacce sentite. La gioia del boato del goal.
    Tanta nostalgia e tutte le volte il derby è come allora : emozione allo stato puro e un rituffarsi nella memoria del tempo

  83. Penso che Eriksen ai margini prima e al centro del progetto oggi siano figli di un unico fattore, Sensi.
    Penso che Conte non ha condiviso in principio l’acquisto di Eriksen in quanto in quel ruolo aveva gia’ ben in testa il suo titolare e magari avrebbe preferito un altro tipo di giocatore.

    Ora si e’ arreso al caso Sensi e ha virato su Eriksen in quanto unico centrocampista in rosa con quelle caratteristiche.

  84. Non capisco cosa sta succedendo. I miei commenti non vengono più pubblicati. Sono marcobibe. Ho provato 4 volte a inviare un post e non appare on line. Per questo post ho adoperato un altro nome e un’altra mail. Lo faccio solo stavolta, per testare la cosa e perché non sono abituato ad autoinvitarmi dove non sono gradito. Se dovesse apparire questo post è non gli altri, significa che sono stato bannato o qualcosa di simile. Ne prendo atto. Serenamente. Se ci fosse un’altra spiegazione, chiedo cortesemente mi sia detta.
    In caso contrario, addio.

    Non per mia volontà.

    • No.
      Spero proprio che ci sia un altro perchè.
      Non voglio (vogliamo?) perdere le tue note.

      SECT… per favore…

    • Magari hanno sbagliato Marco….

      Per quanto mi riguarda sono ammirato dal Tuo modo di scrivere e dai tuoi contenuti.

      come grigio 47 anche io non vorrei assolutamente perderti

    • ma nooo,
      anch’io a volte faccio fatica ad inviare il commento. poi dopo qualche tentativo si sblocca e va.

    • Ma no Marco, è capitato anche a me, ed è durato credo una giornata. Non sei stato bannato ovviamente. Chissà cosa vede ogni tanto il sistema. Non me li vedo proprio Settore o Thedave mettersi a bannare senza motivo.

  85. Ciao Mauro, grazie di tutto…

    Domani in campo anche per te, bandiera nerazzurra.

    R.I.P.

  86. Probabilmente non sarete d’accordo, ma dopo questa notizia…a me del derby non importa più.
    Addio, Mauro, campione e uomo di spessore.

  87. Un’altra bandiera ammainata.

    Addio, Mauro.

  88. RIP.
    E grazie di tutto, compresa la tua fede inalterata.

  89. Mauro Bellugi è stato un grandissimo giocatore, ma sopratutto una persona perbene.

    RIP

  90. Che brutta notizia. Mauro è stato uno di quegli idoli che mi fece innamorare dell’Inter.
    Grazie Mauro e riposa in pace.

  91. R.I.P. Mauro.

    Ricordo quando, da adolescente, ti incontravo per strada insieme ad Ivano Bordon e ti dimostravi sempre disponibile alla chiacchiera.

    Domani che si vinca anche per lui.

    AMALA.

  92. Milan – Inter 3-0

    ‘notte

  93. Rendiamo l’estremo saluto terreno a Mauro Bellugi, grande interista (e grande uomo – ma una delle due qualità comporta l’altra – ).

    Domani vinciamo il derby in suo onore e memoria.

  94. aver sopportato l’amputazione, e poi non avercela fatta ugualmente… che amarezza.

  95. Buonasera a tutti, vorrei condividere un ricordo.
    Non ne sono certissimo … ( la memoria a volte gioca brutti scherzi) ma doveva essere il marzo del 1974 , giorno di un derby bellissimo vinto 5 a 1, tra l’altro “in casa” del Milan … tuttavia quello che vi sto per raccontare me lo ricordo invece benissimo.
    Ero a San Siro con mio padre, all’epoca andavo alle elementari. All’intervallo lui mi dice: ” ti porto in tribuna, così vediamo se incontriamo qualche calciatore”. Nota: mio padre apparteneva alle Forze dell’Ordine, quindi anche se quella domenica non era in servizio , comunque penso avesse un pass per accedere (o almeno lo immagino, perchè a quell’età di questi dettagli non mi preoccupavo tanto…) .
    Bene, arriviamo in Tribuna e mio padre mi indica un giovane signore ( che a dirvi la verità subito non avevo riconosciuto…) distante da noi qualche metro che parlava con due ragazze… e mi dice: ” vedi, quello è Mauro Bellugi, si vede che oggi non gioca perchè è infortunato prova a chiedergli un autografo ! “. Mio padre allora strappa un pezzo di carta dal giornale che aveva in mano , mi dà una penna (mio padre andava sempre in giro con la stilografica nel taschino della giacca, allora si usava così…) e mi manda “in missione”.
    Mi avvicino a Bellugi e mentre sta parlando con queste due ragazze , gli chiedo di botto: ” Signor Bellugi mi fa un autografo? ” Lui smette di parlare con le due tipe, mi guarda e mi dice ” subito!” . Gli porgo penna e pezzo di giornale che lui firma e poi mi riconsegna dicendomi, sorridendo: ” ciao piccolo interista” … dunque, ricordo solo che, camminando per quei pochi metri che mi separavano dal raggiungere mio padre, mi è sembrato come di sollevarmi almeno 50 metri da terra …
    Disgraziatamente, quell’autografo andò perduto dopo qualche anno di “gelosa custodia” ( l’avevo incollato con lo scotch su uno dei miei quaderni di scuola, ma nella mia vita ho fatto vari traslochi…) e, purtroppo, da oggi ho perduto per sempre anche l’ottimo calciatore e la brava persona che quell’autografo lo aveva apposto…
    Scusate se vi ho annoiato. Buon derby a tutti…

  96. Mi domando (e VI domando) : ci sono pensieri e ricordi così delicati sugli altri blog ?
    Nahhhhh…
    Ad esempio Lothar che all’inizio si accosta in punta di piedi (avevo ESATTAMENTE i tuoi timori, credimi…), o Marco2/Marcobibe che sospetta che qualcuno possa essere così insensato da rinunciare alla sua presenza (e alla sua penna) : c’è CERTAMENTE una motivazione tecnica. Una volta è accaduto anche a me…
    Last but not least Gaetano, che per un momento ci ha fatto tornare TUTTI bambini.
    Grazie, grazie a tutti.
    Davvero.

  97. Questa è una triste notizia davvero.
    Una preghiera per te e una per i tuoi cari, che se penso al senso di vuoto che lasci a noi semplici tifosi non riesco neanche a immaginare cosa provino i tuoi parenti a dover rinunciare alla tua persona.
    Buon viaggio Maurone.

  98. @Gaetano

    Leggendo il tuo scritto mi si è stretta la gola e mi è spuntata una lacrimuccia…grazie per aver condiviso con noi il tuo bellissimo ricordo, grazie di cuore.

    P.S. Ho sentito un’intervista a Pioli ed a precisa domanda, e cioè:

    “Mister, dovesse scegliere, chi prenderebbe tra Lukaku e Ibrahimovich?” e la sua, ovvia, risposta è stata:

    “Mi tengo stretto Ibra, che ci ha aiutato a crescere”.

    Ora io dico, ma si può fare una domanda più deficiente?

    Cazzo sperava il giornalista, che gli dicesse che era meglio Lukaku?

    Ma và a cagher, va là, pennivendolo!

    AMALA.

  99. Quest’ultimo post di Giorgio riassume il mostro mega-blog, grazie preziosissimo Giorgio, che con la penna accarezzi queste pagine :-).
    Marcobibe please don’t go, guai a te, e grazie anche alla bella storia di Gaetano, non hai più l’autografo ma il ricordo é chiarissimo in te, e adrssoanche in noi!

    Riposa in pace caro Mauro, segnasti mi pare anche un goal alla Francia ai mondiali del ’78 e con Rossi ci facesti vincere quella partita.
    Persona vera, una rarità di questi tempi,
    ciao Maurone!

    • Per la verità storica il gol della vittoria contro la Francia nella prima partita del Mondiale 1978 fu segnato dal torinista Zaccarelli, con un tiro dal limite dell’area.

  100. Ecco, ho controllato ed era baffo Zaccarelli a segnare il due a uno, però tu c’eri, e ricordo che giocasti bene, addio Mauro

  101. Settore, dedica un post a Bellugi, dai…
    Se già ci stai lavorando…fa’ finta che questo vecchio nostalgico abbia scritto niente.

  102. evvaiiiiiii

    Ciao Marco-One

  103. “Pape Satàn Pape Satàn Aleppe”, chiosò Suning in stampata conferenza e tremaron le vene agli interisti tutti e i polsi a le lor schiere avverse, i primi a timor ragion, l’altri a sessual d’eccitamento cagion.

    “E, tamben si badi, le attività di non rilievo cassate saran” ulteriormente disse, con voce chioccia e di fuoco vista.

    Continua…

  104. NOTE: Sono i versi più dibattuti tra i numerosi critici dell’antologia nerazzurra, assieme a quelli pronunciati qualche anno fa, nella prima stesura della divina commedia interista, in cui il figlio del poeta paventava orizzonti di conquista mondiale, che neanche lo “spezzeremo le reni alla Grecia” lasciava intravedere.

    Che dire, come interpretare tanta ambiguità del verso etimologiamente ossimorico: “chiuderemo le attività irrilevanti”? Alcuni critici (Tommaseo, Witte, Bombolo) si chiedono se il sentirsi parte attiva (o passiva?) di una attività irrilevante non raffiguri una coda di paglia di entità Gulliveriana in un mondo lillipuziano da parte dei tifosi interisti sedotti e abbandonati (chi vi ha detto che siete irrilevanti?)

  105. Altri, di pari spessore (De Sanctis, Jimmy il fenomeno), si pongono il quesito: ma se io voglio davvero vendere la mia macchina, mi conviene dire al mondo che non vale niente, che i freni non funzionano, che è irrilevante (Boccaccio vergava “un vale un ‘azzo”)?

    Noi, che non siamo nemmeno degni di leggere un ideogramma della razza padrona dell’Inter, sommessamente ci chiediamo: ma chi cura la comunicazione del brand Inter (che si preoccupa di rinnovare in una forma stilemica “Holly e Benj” il logo della società), dove ha affinato le sue professionalità?
    Ai corsi serali di John Fitzgerald Bimbominkia?

  106. marcobibe,
    senza di te qua non si ride,
    e in momenti d’incertezza,
    il tuo stile ci galvanizza,
    si maltratta il nostro brand
    senza neanche un euro spend,
    quindi assieme a Xi Jimping
    a fanculo anche Suning

  107. Applaudo convintamente TUTTI i vostri pezzi, però…chiamato geograficamente in causa, ho il dovere morale di dire che se Boccaccio avesse vergato cotali parole…”l’avrebbe sballia’o parecchio”. Non vi è infatti aspirazione o elisione a meno che si tratti di posizione intervocalica…
    No, scusate, ma qui davvero state diventando troppo “high level” per me… 🙁
    Ora però vi lascio, perché ascolto avidamente un pezzetto di “London calling” in tv (dove sei, John Graham Mellor ?!?!) 🙂

    • Giorgio, ho modificato il vocabolo in questione perché pensavo che fosse la parolaccia a bloccare la messa on line. Ho spezzettato il commento in più parti per questo.

      Mi dispiace aver sbagliato un idioma in forma idiota, ma ho voluto aggirare il blocco per me inspiegabile.

      Le macchine si aggirano in forma sciocca, perché non comprendono gli uomini.

      Spesso neanche gli uomini comprendono gli uomini.

      P. S. Ciao, Mauro.

  108. Settore non ha mai bannato nessuno.
    Piangina stiye.
    Sindrome da accerchiamento.
    Ma son ragazzi.
    Poi fiumi di parole. Jalisse style.

    Vincete per farmi vincere.

  109. Settore non ha mai bannato nessuno.
    Piangina style.
    Sindrome da accerchiamento.
    Ma son ragazzi.
    Poi fiumi di parole. Jalisse style.

    Vincete per farmi vincere.

    Uno dei problemi di questo blog è lmpossibilità di fare modifiche al testo…

  110. No. Tu avevi pensato male. Avevi anche salutato. Repost

    . Se dovesse apparire questo post è non gli altri, significa che sono stato bannato o qualcosa di simile. Ne prendo atto. Serenamente. Se ci fosse un’altra spiegazione, chiedo cortesemente mi sia detta.
    In caso contrario, addio.

    Non per mia volontà.

    Addiooooo… quasi.
    Peccato avevo già in mente un post di commemorazione

  111. @marcobibe : spero fosse chiaro che stavo scherzando.
    Un paio di volte mi è capitato (un pochino come hai fatto anche tu) di imitare lo stile di alcuni scritti del mio conterraneo Marchetti, che con l’alias di Borzacchini dette alle stampe memorabili edizioni di vocabolari e libri 🙂
    Per il resto, però, devo esser già fin troppo misurato al lavoro per mettermi davvero a fare il serio sul blog 🙂

  112. Ma ti disegnano così?
    Ironizzi sul termine commemorazione, qui e oggi?

    Poi trovi quelli buoni che dicono che bisogna moderare i toni.

    Ma qualcuno deve anche dirtelo che sei quantomeno inopportuno

    Vieni qui a fare ironie e a prendere per il culo tutti senza renderti conto delle cazzate che dici.

  113. Attento, Sig. Bottoni,
    un altra bastonata di marcobibe di potrebbe essere fatale, dai, non stuzzicato.
    Inoltre, cortesemente, non potresti rispettare il blog almeno in questi giorni di lutto sportivo che non posso pensare che ti riguardi?
    Perlomeno non direttamente?
    Grazie, passo e chiudo.

  114. stuzzicato é stuzzicarlo, ovviamente.

  115. Marcobibe hai ragione.
    Come darti torto.
    Vieni qui a lamentarti di chissà quale complotto preventivamente e non ti rendi conto che sei quantomeno inopportuno.
    Tu sei disegnato così. Unto dal signore .

  116. Per Bellugi mi spiace davvero tanto. Avevo saputo della menomazione
    Ma che c’entra
    Perché tirate in ballo questo in un blog di cazzeggio sportivo.

  117. Niente. Parlare con te non è impossibile.

    E’ inutile.

    Cazzeggia, fai che cazzo ti pare.

    Sciocco io a pensare che tu capisca qualcosa e ancora più sciocco a darti materiale per le tue repliche.

    Uno vestito da Ku Klux Klan che passeggia per Harlem…

    E adesso aspettiamo i buonisti. Quelli che, come gli uccellini pulitori, parlano bene del coccodrillo sperando che li mangi per ultimi.

  118. Tu entri urlando al complotto massonicogiudaicopduista. Poi spari cazzate su bombolo il Boccaccio e salcazzochi. E tu parli di me? Pensi che nessuno capisca che sei un piccolo lamentoso tifosotto?
    Non ti meriti la squadra che tifi.
    Prova con la Lazio.

  119. Scusate, torniamo a noi.
    Per domani Fortebraccio si è già espresso? L’abbiamo già detto che la strategia è vincerle tutte di qui alla fine e poi tirare le somme?

    Ok. Sono già in fibrillazione. Non va bene, troppo presto. Non mi capitava da.. eh sì..dal 2010.

    • Si, si è già espresso. E…si, l’hai già scritto (NON “l’abbiamo…”) che vincendole tutte…
      Sai che però mi stai QUASI convincendo ?!?!
      Ho bisogno di complicati calcoli quantistici, ma…FORSE ci sarebbero forti possibilità che una squadra in testa si confermasse tale, vincendo tutte le partite successive…
      Affascinante teoria.
      La metto solo un gradino sotto quella di Achille e la tartaruga… 🙂

  120. @Giorgio in teoria col milan oggi potremmo anche pareggiare, purché vinciamo tutte le altre 😉
    @marcobibe mi pare di aver capito che qualche tuo commento non era pubblicato, un paio di volte è successo anche a me, credo che ci siano termini particolari che vengono filtrati (x es. quella parola che inizia con “inter” e finisce con “tristi”) cmq hai ragione quando dici che parlare con certa gente è inutile…
    @fortebraccio orsù è tempo di gufare 😀

  121. Scusate ero rimasto un po’ indietro ho letto ora il bellissimo ricordo di Gaetano, che conferma l’impressione che ho sempre avuto di Mauro Bellugi (avendolo visto purtroppo solo in tv quando faceva il commentatore) una gran brava persona, simpatica e sincera

  122. Milan – Inter 3-0

    ‘notte

    Oggi sarà l’inizio della fine. La gravità del nostro destino ci schiaccerà a terra anche questa volta.

  123. @Intersempre, Giorgio, Neroazzurro-rosso, Lothar, Denny… e per tutti gli altri, vi ringrazio per i vostri commenti al racconto del mio ricordo ; per fortuna non vi ho annoiato !
    Post Scriptum: ieri sera ho sentito mio padre ( che è ancora al mondo, sperando di continuare a tenerlo lontano dal Covid…) ; dopo aver ricordato insieme l’episodio, mi ha confermato che, anche secondo lui, i fatti si sono svolti proprio nell’intervallo di quel Milan- Inter 1-5 …

    • Tu ringrazi ?!?!
      Il tuo ricordo ?!?!
      Hai descritto un momento che riguardava te, ma coinvolgeva tutti. In qualche modo…hai idealmente impersonato una di quelle sagome a cui ciascuno di noi potrebbe sovrapporre il proprio volto per una foto-ricordo da conservare con affetto.
      Altro che annoiare…!
      Anzi…ehm…ecco…sperando ovviamente che tuo padre campi altri 100 anni…non è che potreste fare un giro dalle parti di S. Siro, oggi ? 😉

  124. @ Gaetano

    grazie del tuo ricordo , una bella pagina nella tua vita e un bellissimo ricordo di Mauro.. Quel “subito ” mi ha fatto venire in mente i calciatori di oggi..quanti avrebebro rispoto con gentilezza ed educazione?.. E , bello, che tu riesca a condividere questo ricordo con un papà interista che ancora si ricorda. Anche io ho la fortuna di avere un vecchio papà, un pò acciaccato, sempre diviso fra me e mio fratello Bilanista. Però tendenzialmente è dei nostri.

  125. Gaetano che dopo il suo bellissimo ricordo ringrazia in quanto aveva timore di aver annoiato, Marcobibe che ha timore di non essere ben accetto….che dirvi….che bella la vostra delicatezza, la vostra sensibilita’, doti umane sempre piu’ rare.

    Grazie

    Evviva l’Inter e gli Interisti

  126. confermo : se scrivete i n t e r t r i s t i
    il commento non compare

  127. milanisti oltremodo gasati.
    interisti correttamente schisci.
    bene così.

    andiamo a vedere le loro carte…

  128. più che condivisibile la scelta di Amadeus e di Fiorello di invitare il coglionazzo a Sanremo.
    un po’ di distrazione non fa mai male….
    ad una certa età andare a dormire tardi è comunque dannoso.

  129. oggi vorrei un derby tipo quello dopo la loro ultima vittoria intercontinentale :
    1) ingresso dei milanisti fra due ali di interisti che applaudono, Mancio in primis
    2) golletto su punizione di pirlo
    3) pareggio del solito fantastico Cruz
    4) 2 a 1 di Cambiasso o Maicon…
    5) tutti a casa alè

  130. Ci siamo…vincete per farmi vincere.
    Oggi scriverete la storia del vostro 19esimo.

    Orsù. Finiteli.

  131. Milan – Inter 3-0
    ‘notte

  132. O Innominato Bottoni!

    Tu, che a differenza nostra, già odi le campane a festa in nostro onore, recati umile da Marcobibe Borromeo, e pentiti della tua dissoluta e degenere passione.

    La divina provvidenza ti ricompensera’.

  133. Intanto 1 a 0..ringraziatemi

  134. Gran primo tempo…

    È mancato solo lo 0-2

    Avanti così!

  135. Il Milan è poca cosa ma ha avuto Due tre palle per pareggiare
    Dobbiamo fare il secondo!
    Romelu nervoso

  136. Peccato non aver fatto il secondo… questi col culo che si ritrovano potrebbero trovare un rimpallo, una deviazione… c’è da soffrire come al solito, ma ai ragazzi non si può dire niente, mi sembra che stiano facendo quello che devono fare

  137. Bene così, mi bastava anche finire il primo tempo in parità, per quanto possa poi essere sempre un derby sono fiducioso nel secondo tempo.
    Lauty mi sembra più pimpante del solito, goal a parte, gli altri tutti bene.

  138. È chiaro quindi il concetto che passiamo troppi palloni agli avversari? Gli abbiamo fatto fare un forcing gli ultimi minuti continuando a rialimentare azioni già finite ridandogli la palla, assurdo.
    Per il resto bene a parte la sterilità la davanti quando è ora di buttarla dentro.
    Dai su.

  139. Tutto inutile, perderemo.

  140. Benissimo. 1500 piotte in scioltezza.

    Grazie nero blu.

    Peccato perché vi avevo anche scelto pet la champion.

  141. niente, non era questo il derby che volevo…. questo è il derby del 4 a 0 con Mou.

    SIIIIIIIIII

  142. Dedicato a Bellugi.
    Ciao Mauro, sei sempre con noi!

  143. C’è solo una cosa che non ho capito:
    Ma Ibra si è qualificato a Sanremo?

  144. Siiiiiii grande Interrrrr

    BBilan asfaltato!

    Dedicato a Mauro Bellugi

  145. Si Intersempre, dedicata tutta a Mauro nostro, grazie ragazzi!

  146. Onestamente nei primi minuti del secondo tempo mi ero preoccupato… stavolta ci ha salvato handanovic con una serie di parate decisive, poi non voglio fare lo “sborone” ma alla fine si è vista la differenza fra le squadre. Che dire, ragazzi questo campionato è sempre più vostro, continuate così e non vi sfuggirà!

  147. onorato Bellugi, ciaone milan!

  148. E il grande Mauro da lassù avrà sorriso…

  149. @ giardinero,
    é uscito prima perché ha avuto un abbassamento di voce in effetti 🙂 🙂

  150. Oggi diamo ad Handa quello che è di Handa.
    Strepitoso

  151. No giardinieri, scusa!! Era per Javier!!

  152. giardinerO! Scusatemi ancora

    • Lothar stasera non mi offenderei neanche se mi scambiassero per un tricheco, figurati per il fratello giardinero 🙂

  153. Grande, grandissima partita dei nostri colori a dimostrazione che, se tutti si attengono al credo dell’allenatore, i risultati si vedono.

    Lasciargli giusto un minuto orgasmico e poi abbatterli a muso duro è una gioia incontenibile.

    Grazie ragazzi, grande soddisfazione e, come da una settimana incita a fare la curva nord, Milano è nerazzurra.

    AMALA.

  154. Bello,bellissimo.

    Ci meritiamo una giornata cosi.

    Evviva l’Inter

  155. Lothar… tranqui l’avevo capito che era per Javier

    Riguardo ad Ibra, dico che per oggi i riti Vodoo, può pure metterseli in quel posto!

    Inoltre mi inchino e ringrazio i miracoli di San Samir che hanno impedito al diavolo di riaprire il derby.

    Amala

  156. Guardare la classifica é proprio un piacere, finalmente! A prescindere di cosa faranno gli altri, possiamo goderci questo bel momento.
    Avevo previsto un primo tempo di controllo e asfalto nel secondo, beh, forse é andata ancora meglio, grandi ragazzi, un altra Vittoria netta col minor possesso palla ma la maggiore concretezza, é questo il nostro DNA, c’è poco da fare.
    Sono molto contento anche che i 3 che dovevamo preservare per il derby continuino a rimanere indenni da sanzioni arbitrali, sintomo che si sta giocando bene.
    A ganar, vamos a ganar!

  157. Grande Domenica
    Riflessione su Hakimi: nonostante le critiche superficiali di molti commentatori, a mio modesto parere , il nostro Achraf, ha fatto una grandissima partita
    Ha letteralmente cancellato Hernandez che per fermarlo ha richiesto costantemente il supporto di Rebic. Nel primo goal effettua un passaggio magistrale in profondità sulla fascia che libera Lukaku per quel cross che conante a Lautaro di portarci in vantaggio, nel secondo goal e protagonista di un dribbling con scatto che libera Barella ed Eriksen che con Perisic sono i coautori del secondo gol
    I suoi affondi mi riportano indietro nel tempo e sanno molto di quelli del miglior Pasinato

  158. A me è piaciuto molto anche Eriksen, ordinato, ficcante il giusto. Unico rimprovero che posso muovergli è quello di tirare poco in porta.

    A mio avviso ha avuto a disposizione un paio, se non tre, di occasioni per tirare ma ha sempre scelto il passaggio filtrante.

    Spero che Conte lo incito a tirare più spesso per farci vedere il suo talento in pieno.

    AMALA.

  159. “era da tenpo che Handanovic non parava cosi bene”
    Pioli

    La mediocrita’ dell’uomo e dell’allenatore stanno tornando a galla

  160. Probabilmente si sta rendendo conto che il suo gigio in porta non è più un fulmine di guerra.

    Sul primo gol, aldilà del bel colpo di testa di Lautaro, mi è sembrato un po’ poco reattivo.

    AMALA.

  161. La strategia del vincerle tutte, alla lunga, potrebbe anche pagare.

    Ho ancora un po’ di mal di pancia da stress. Post partita e così a lungo mi è successo solo nel 2010. Non vuol dir nulla, però…

    Fratelli nerazzurri, godiamocela! 🙂

  162. Infatti… si parla solo dei miracoli di Handa e dell’assenza di Bennacer / Beckenbauer…

    E poi tutti a sottolineare che loro sono la squadra più giovane al mondo.

    Giornalisti, giornalai!

  163. Handa è portiere dell’Inter.
    E’ in porta per parare.
    Ed i miracoli fatti da Gigio e prima di lui Buffon : ne vogliamo parlare ??
    Quando prendi tre pere non ci sono scuse.
    Anche con noi Pioli fece bel girone di andata per poi inabissarsi al ritorno.
    Allenatore da metà classifica.
    Asfaltati e basta.

  164. Lo dicevo anni fa che Perisic a tutta fascia era meglio che da attaccante-
    Oggi, bravo Handanovic a salvarci nel momento di difficoltà,
    per il resto bravi tutti, mister compreso of course.
    Sembra quasi un squadra da scudetto.

    • Guarda chi si rilegge…
      Ultimamente ti eri un po’ negato. 🙂
      Ciao, Acanfora (anche se io non posso certo fare l’anfitrione, perché sono uno degli ultimi arrivati, in realtà) !

  165. Mamma mia quanti osanna. Avete vinto con la squadra che arriverà 6a. Forse.

    Vincete per farmi vincere.

  166. @Giorgio
    sono meno presente, ma oggi e’ giorno di letizia e voglio condividerla:
    che giorni siffatti si perpetuino almeno fino al nostro n. 19 !

  167. Che ritorno! Ben trovato!

    Ci voleva proprio un derby sontuoso per rivederti…

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.