Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Lo zen e l’arte di cagarsi addosso per Inter-Empoli

| 163 commenti

Nel tennis, il “braccino” (in inglese choke) è una gran brutta cosa. Dal tennis club Cesano Boscone fino a Wimbledon, ha colpito milioni di giocatori nella storia. Cos’è il braccino? Stai giocando, sei in vantaggio, magari anche nettamente, e improvvisamente ti blocchi. Basta un non so che – un piccolo errore, una palla lunga di due centimentri, un nastro sfavorevole, un pensiero di troppo – e trac!, sei fottuto. Più ti avvicini alla possibile vittoria e più ti incasini, perchè il tuo cervello ormai è in pappa. Hai paura di sbagliare, e quindi sbagli. Il tuo avversario ti appare come in realtà non è, tantomeno com’era fino a mezz’ora prima, quando lo prendevi a pallate. Tipo che magari stai giocando con tuo cugino e improvvisamente lui si trasforma in Rafa Nadal. Ovviamente non è così, lui è sempre quello scarso di tuo cugino, ma la tua mente ormai allo sbando lo percepisce come un Nadal che le prenderà tutte e non ne sbaglierà mai più una, anche perchè le sbaglierai tutte tu. In quel breve lasso di tempo in cui sei preda del braccino, vorresti non aver mai giocato a tennis. Ecco, se c’è una cosa consolante nel braccino del tennista è che dura relativamente poco. Qualche minuto – basta e avanza per perdere una partita – e poi vaffanculo, perdi e bòn, vai a mangiare la pizza con tuo cugino e ci si vede alla prossima.

L’Inter il braccino ce l’ha da tipo 6-7 mesi.

Parliamo del campionato. Alla fine del girone d’andata (29 dicembre), avevamo 39 punti, a -12 dalla Juve e a -5 dal Napoli, ma a +8 sulla quinta, che era il Milan del quale parlavamo con una certa compassione. Qualche inciampo, soprattutto all’inizio, e almeno un furto con scasso (Inter-Parma). Ma avevamo vinto 12 partite su 19. C’erano tutte le condizioni per fare una seconda parte di campionato in carrozza, giocando con un piede solo, e arrivare terzi senza nemmeno accorgersene. Nella seconda parte di campionato, abbiamo invece fatto 27 punti. Abbiamo vinto 7 partite su 18 (cioè praticamente una ogni tre). E adesso siamo qui ad aspettare una partita con l’Empoli in casa manco se dovessimo giocarci con il Liverpool ad Anfield lo spareggio per evitare la radiazione dal calcio.

Prima di Capodanno, peraltro, l’Inter aveva già sofferto di un braccino specifico. Nelle due partite di Champions in cui avevamo un obiettivo vero e necessario, un obiettivo con un nome e un cognome (pareggiare a Londra, battere in casa il Psv), abbiamo fallito. Due volte su due. A casa. Non un buon segno, non un giudizio lusinghiero sul profilo della squadra. Ma ci consolava un campionato in cui invece qualcosa di buono lo stavamo facendo e la classifica dell’andata sembrava dirci una cosa: ok, la Juve la vediamo col cannocchiale, il Napoli non è lontano ma ha qualcosa in più, ma le altre si fottano, quest’anno per la Champions non ci sarà da penare fino all’ultimo secondo.

Infatti.

Nel girone di ritorno, in estrema sintesi, abbiamo fatto cagare. Tradotto in cifre: 11 punti meno dell’Atalanta, 8 del Napoli, 7 del Milan, 6 della Roma. Ci hanno rubato due punti a Firenze, ok. Ma avevamo un tale vantaggio che sarebbe bastato trasformare in vittoria uno dei tanti pareggini per essere tranquilli, nonostante le cifre di cui sopra. E invece no. Risultati da metà classifica, gioco loffio, musi costantemente lunghi.

Cosa è successo dal 29 dicembre in poi? Bah, niente di che. Il nuovo dirigente più alto in grado assunto a metà stagione con un ingresso in società morbido tipo scazzottata di Bud Spencer e Terence Hill (mezz’ora e aveva già messo fuori rosa l’uomo della Provvidenza rivelatosi lacero e bollito); un attaccante croato – peraltro mediamente impresentabile – offerto a la qualunque e rimasto in carico con palpabile entusiasmo; un capitano degradato che per due mesi marca visita millantando malanni smentiti della società con simpatici comunicati ufficiali (“non ha un cazzo”); partite giocate senza attaccanti di ruolo; un impatto in Europa League che il Tenerone al confronto era Chuck Norris; un capitano degradato (vedi sopra) che al rientro sprizza vitalità a ogni poro e impiega il tempo libero a fare foto porno-soft con la moglie procuratrice, e nel mentre realizza un suggestivo bilancio di tre gol su rigore in sei mesi; no, niente di che.

Con tutto questo, e con tutto il braccino che vogliamo mettere in conto, abbiamo il match point in casa contro una squadra – l’Empoli che tremare il mondo fa – che è la peggiore del campionato come rendimento in trasferta (8 punti, ne ha perse 12 su 18 con 2 gol subiti a partita), mentre l’Inter-mozzarella in casa non ha subito gol 10 volte su 18, per dire. Nelle ultime sette partite Inter ed Empoli hanno fatto lo stesso numero di punti, 10. L’Empoli arriva da tre vittorie consecutive (come il Milan), questo è vero. Ma è l’Empoli, santa madonna. E noi siamo l’Inter.

Già.

Ma non c’è folklore, in tutto questo. Non c’è pazza Inter. Siamo all’apoteosi di un pessimo campionato a livello ambientale. Nell’anno che sembrava aver rimesso qualcosina al posto giusto (la Champions riguadagnata, una squadra tutt’altro che perfetta ma apparentemente costruita con un minimo di criterio, un allenatore che poteva plasmarla in continuità di lavoro) ci siamo ri-trasformati nel solito cantiere perenne, una Salerno-Reggio Calabria del calcio che ama complicarsi la vita. Per andare in Champions basta vincere con l’Empoli. Il fatto che questa cosa – vincere in casa con l’Empoli – appaia a molti un’enormità, ecco, è come ammettere che abbiamo il braccino prima ancora di metterci in maglietta e pantaloncini. Un caso clinico, etico e morale, prima ancora che calcistico.

share on facebook share on twitter

163 commenti

  1. Ma invocando l’immacolato cuore infin trionferemo!

    Stop shitting your pants, ciao Sector!!

  2. Un po’ di buonumore è quello che ci vuole in questo momento plumbeo.
    Suvvia, cosa può succedere…al massimo lunedì ci risveglieremo con l’inter in EL, il Milan in CL al posto nostro, il gatto morto in panca felice per il mercato da giovedì in kazakistan, Mou a Torino che risponde “sun nen un piciu” e Salvini al 35%.
    Ehm…

  3. E il buon vecchio “…e moriremo tutti…” dov’è finito ?!?!

  4. Io saro al mio posto , nel secondo blu, a testa alta e senza paura, Perdio!

    • Beato te…. sia per il secondo blu, che per la testa alta che – soprattutto – per il senza paura.

    • Flavio ti prego di non adoperare tali espressioni.

      Piuttosto manda i tuoi pensierini a Santa Rossana, protettrice di chi deve sconfiggere una squadra toscana.

  5. non centra niente con quanto detto sopra ma non voglio Conte.

    E’ l’ emblema della più sprezzante arroganza gobba il che annulla qualsiasi

    virtù taumaturgica possa anche avere.

    ecco mi andava di dirlo

  6. Il braccino corto, che viene e passa, è solo il sintomo di una malattia che non passa, che è la sindrome del 5 Maggio: continuamente riaffiora e attanaglia nei momenti decisivi la squadra e verrà domata solo attraverso un cambio di mentalità e di carattere , di cui attualmente non si vede traccia. Forse ci salverà uno scatto d’orgoglio, che riscatti come lo scorso anno all’ultima svolta e dia un senso ad una stagione altrimenti fallimentare. Non neghiamoci almeno il beneficio della speranza…

  7. Grande Sector, articolo strepitoso !

    Buona giornata a tutti, interisti e non e un po’ d’ottimismo !

  8. Fa male ritrovarsi allo stesso punto ogni fine stagione, e sperare che sia la volta buona per ricominciare con il nuovo corso di turno…….in più stavolta faccio fatica a immaginare ed augurarmi un futuro nerazzurro risollevato da Gonde, Marotta e (stando alle ultime news) con la probabile partecipazione di Barzagli!
    cazzo

  9. Se dobbiamo farci del male , facciamolo fino in fondo.

    Mi sento figlio della Rivoluzione Francese e dell’illuminismo per cui mi affido a quella che, sottesa alla vita, ne regola il flusso : la matematica!
    Prendiamo le tre squadre in lizza che definiremo per semplicità I , A ed M (…lo so state pensando la stessa cosa, ma non fatevi distrarre, state sul pezzo…) e prendiamo i tre risultati V N e P , ne consegue che gli scenari possibili per la legge delle combinazioni statistiche sono 3 elevato 3 = 27, così suddivisi :

    – 17 (e alcuni stanno gia ricorrendo alle note pratiche divinatorie) premierebbero l’accoppiata IA
    – 5 (e qui coloro che sono ricorsi alle pratiche di cui sopra, possono riprendere una postura degna di un essere dotato di intelletto) l’accoppiata IM
    – 5 ….

    Da segnalare la possibilità di un ex-aequo a 66 , in quel caso la classifica avulsa condennerebbe all’inferno , giustamente, il diavolo.

    Spero di aver dato un pò di colore alle guance esangui dei compagni di fede più tremebondi : la matematica (probabilisticamente) è con noi.

    Questo per la parte razionale, per il resto ci affidiamo a Fortebraccio.

  10. Ma perché tutti quelli che vengo dalla juve intendono gobbizzare il nostro ambiente? Il messaggio implicito è che solo lì sanno fare bene le cose e quindi vengono a insegnarcele
    Ma Milano non è Torino, San Siro non è il conad stadium, e gli agnelli sono solo agnelli.

    Marotta prendendo conte e non riportando Mou ha commesso il consueto errore.

  11. Flavio
    anche per il 5 maggio avevano pubblicato una cosa simile tra I R e J e praticamente era statisticamente fatta…

    quindi non appoggiamoci alla statistica al buon Dio – che ha altro a cui pensare di più serio- e alla scaramanzia che non conta un cazzo

    vinciamo e basta
    e vinceremo
    state tranquilli

  12. Io, se cambiando giocatori, allenatori, direttori, presidenti non cambia il nostro mood, ho individuato il colpevole: il magazziniere

  13. Dai, l’abbiamo scritto in tempo reale che ci saremmo complicati la vita/ Rifiuto la drammaticita’, perche’ nonostante tutto la qualificazione e’ a portata di mano (per via diretta o indiretta, id est mancata vittoria di una delle nostre concorrenti).
    Per non dire che forse e’ meglio una EUROPA LEAGUE da protagonisti che una CHL da squadra materasso.

    E rifiuto anche la drammaticita’ di sto cinque maggio; campionato non solo truccato ma poi per me sepolto da 5 scudetti e dalla tripletta.
    Mica siamo l’unica squadra ad aver patrito delusioni sportive all’ultimo respiro (vedi liverpool, bayern e tante altre).

    Piuttosto, compreremo qualcuno coi piedi buoni o continueremo con i piedi ignoranti?

  14. Sono d’accordo con Acanfora su un punto : non esiste sindrome da 5 maggio.

    Da allora altre 3 volte siamo arrivati all’ultima giornata con obiettivo da giocarsi: Parma 2008, Siena 2010, Roma 2018.

    Sempre in trasferta, sempre centrato il risultato.

    Il 5 maggio rimane data sciagurata ma sui generis, non certo lo standard.

    Ne hanno fatto evento nazionale per dinamiche squisitamente mediatiche. Altre squadre hanno perso obiettivo a ultima giornata, eppure nessuna ha la portata del 5 maggio nell’immaginario collettivo.

    Quello che mi spaventa infatti non è il precedente di 17 anni fa, ma gli ultimi mesi che hanno denotato una squadra non più sul pezzo, mentre l’empoli lo è eccome, e solitamente nel calcio vince chi ci crede di più

    • Già Wolf, dati inoppugnabile.

      la propaganda Gobba, a me non tange, in B ci sono andati loro e le coppe campioni stanno a Milano

      Lautaro/Mauro con Politano ad innescarli, mi piacerebbe vederli dal primo minuto contro l’Empoli

  15. Sta cosa di Mourinho (possibile) alla juve e Conte (sicuro) all’Inter mi sta proprio uccidendo. È una figura troppo sacra per noi, è il nostro scudo degli ultimi 10 anni, è l’ultimo dei prodi nerazzurri.
    Ma com’è possibile?!
    Ma com’è possibile che in societá si siano tutti allineati al volere dell’ultimo arrivato?!

    • Dawide, forse perché Mou non viene ad allenare una squadra da ricostruire che non ha nulla a che vedere con quella del 2009 infarcita di ottimi giocatori ed alcuni leader.
      L’ Inter non credo potrà fare un mercato per cambiare una dozzina di giocatori, spero arrivino 3/4 elementi di personalità e spessore (più qualcuno di contorno) che facciano salire significativamente il livello.
      Conte è l’uomo giusto per questo.
      Poi, sinceramente, se Mourinho va a Torino è la sua immagine a rischio, non la nostra.
      L’ Inter viene prima degli uomini che ne hanno fatto parte.

    • +1 a Lucky. Mou è uno che dà il suo meglio quando può fare il condottiero che guida squadra e tifosi contro tutto e tutti, perciò è stato il massimo con noi mentre non ha convinto molto x es. quando è andato al real madrid, che era una società troppo “di potere”. Alla gobba non credo che ci sarebbe empatia, se va lì vuol dire che non ha alternative che lo attirano di più

    • la tua fede ha vacillato, vatti a confessare!!

  16. Saluto il caro Bandini e mi taccio con i maroni in mano fino a domenica .
    Ciao Bandito.

  17. Stavo commentando come un pirla sul vecchio post poi mi sono accorto che ce n’era uno nuovo… Continuo a pensare che prendere conte sia almeno pericoloso, ai primi problemi ci incazzeremmo tutti molto più che se ci fosse un altro allenatore, e lui stesso scoprirà presto che essere all’Inter è molto più complicato che essere con quelli là. Ma ora se possibile cerchiamo di portare a casa questa champions… Cmq grande Settore soprattutto con marotta/bud spencer 😀

  18. Mou alla rube sarebbe diabolico, ed il barbuto monociglio lo è. Io comunque non voglio la teppa, anzi, gli scarti della teppa. Come ai tempi di Lippi mi asterrò dal tifo, oltre che dalle imminenti urne. Non mi si può chiedere di sostenere gobbi arroganti e riciclati.

  19. Non lo so… a dire il vero si legge in giro che Mou si sarebbe proposto, quindi altro che se sarebbe venuto ragazzi.
    Ed in effetti, visto che lui è disimpegnato e vista la situazione dell’Inter, volete che una telefonata a Zanetti non l’abbia fatta?! O direttamente al Presidente Moratti!!
    Il discorso qual’è : che Conte è stato comunque ripudiato dal monociglio e da buona parte dei gobbi, percui il fatto che arrivi all’Inter li lascia indifferenti.
    Mourinho per noi invece è qualcosa di sacro, come dicevo, ed è proprio nella perfidia del presidentello capriccioso che vedo il rischio di vedercelo “sporcare”.

    Comunque stop. Non ne parlo più.
    Confido nel buon senso di Josè.

  20. Mou e’ diventato pirla?
    Gia’ l’esperienza al M UTD, lui uomo Chelsea, dovrebbe insegnargli che certe scelte si pagano; ma in Italia e’ molto peggio e lui lo sa.
    Non ci sono soldi ne’ motivi tecnici ne’ sfide che tengano= non puo’ farci, ne’ fare a se stesso, una cosa del genere.
    Ma se cosi’ dovesse essere, provera’ l’odio ineguagliabiule dei gobbi. E con l’esonero all’annuale uscita dalla coppa nonsuccede, perderebbe anche la faccia.

    Diversa la posizione di Conte, che si e’ lasciato male con Agnelli etc. etc.
    E che rischia meno per la sua carriera= andasse male, farebbe come Lippi.
    Gia’ sappiamo.

    rriera

  21. Buonasera a tutti.
    Sono d’accordo con Dawide e con quanti scrivono di aborrire la visione di “quello” in panchina ( io mi spingevo più in là e non volevo neppure il Moggi 2 in società ),
    NON si sono “allineati al volere dell’ultimo arrivato”, come scrivi. L’hanno preso apposta – dato che capiscono di calcio quanto la nipotina di mia sorella – perché gliel’hanno segnalato come vincente ( esempio calzante : Ferrari/Barnard = miliardi buttati ), ma… forse-forse… ci può essere di peggio ( meglio, dal ns. punto di vista )…
    Mi spiego : che cosa ne direste se arrivassimo primi o comunque prima di loro il prossimo anno ? Si attaccherebbero subito al proprio cammino in CL che immaginano e ANZI VOGLIONO vincente. E se così non fosse ?
    E se scoprissero amaramente di aver preso l’allenatore giusto con 10 anni di ritardo, ma che neppure uno che li ha umiliati di brutto quando stava dall’altra parte ( quella GIUSTA )…è in grado di farli vincere ( perché si portano male da soli ) ? Avete presente la “maledizione del bambino” ? 🙂 🙂 🙂
    Mi è venuto in mente adesso che ha vinto più CL Toldo ( sia pur giocando poco negli ultimi anni ) che non Buffon 🙂

  22. Mi sono un po’ risollevato con il post di settore dovendo affrontare questa settimana santa.

    So che mi attirerò l’ ira funesta dei fratelli nerazzurri, ma penso questo: per quanto riguarda il vate, SE l’ operazione ladroni va in porto, credo che chi ci rimetta di più a livello di immagine in questo diabolico scambio, fra lui e Conte, sia il nostro idolo.

    Primo perchè il nostro vate non ha mai fatto mistero di essere anti juventino, mentre il parruccato mi sembra abbia detto che se dovesse venire all’Inter diventerebbe interista ( puro mercenariato ok, ma coerenza di pensiero).

    Mi spiace se ho offeso la sensibilità di molti e l’amore che proviamo , me compreso, lo sottolineo, ma un’altra destinazione proprio no?

  23. A me, di Mou ai gobbi, non me ne strafotte una mazza.
    Invece la mazza me la sento solo al pensiero del parruccato sulla nostra panchina.
    In pratica, sono indifferente a vedere cosa fa una ex con cui ho chiuso mentre sono fortemente infastidito dal fatto di essere obbligato a stare con la più stronza del gruppo.
    E comunque, prima di sedersi sulla nostra panchina, dovrebbe dirci quanti scudi ha la madama.

  24. ti direbbe il numero che preferisci sentire, ormai che gli frega? importante è incassare gli yuan.

  25. www youtube com/watch?v=QB8KHoR-kNY&feature=youtu.be
    Questo è il link del video che sta girando per associare Mou alla Juve. Le frasi “incriminate” che i media riportano le pronuncia dal punto 16 in avanti.
    Piccolo particolare, il video è di due mesi fa.
    Dopodichè, non mi stupirei certo se il portoghese andasse alla Juve, a meno di non volere ancora ostinarsi a credere alle favole. Peggio per lui se vuole infangarsi. Noi, di contro, abbiamo la battuta servita su un piatto d’argento: alla fine hanno capito che per fare un triplete non dovevano comprare il giocatore più forte del mondo, dovevano comprare un interista.

    • Ottima frase.
      Come ottima era la metafora di Gianfba 🙂
      Per loro sarà una vera e propria rivelazione : un collega gobbo una volta mi disse che non avevamo capito nulla… NON si dovevano comprare i giocatori, ma gli arbitri…

    • Almeno è stato onesto… qualità rarissima in un gobbo

  26. l’ultima frase è quella che mi colpisce

    è la parola “etico”, ad essere precisi

    comincio a non trovare più accettabile questa continua inarrestabile presa per il culo premiata da 60k persone ogni maledetta domenica

    ridatemi l’Inter, e levatevi dal cazzo

  27. Tagnin, ciao.

    Sono curioso di sapere la tua opinione sull’ipotesi conte.

    Hai voglia di dedicarmi due minuti e raccontarmi che ne pensi?

    • volentieri, premesso che non farei la minima questione sulla fedina: la Federazione gli ha dato il premio produzione, il Chelsea se n’è fregato, credo che certi valori interessino ormai solo noi tifosi, di qualcosa che probabilmente nemmeno esiste più, per cui passi il pregiudicato e vediamo che succede

      anche perché la questione vera è tutta la serie di fattori che dovrebbe concatenarsi per avere un cambiamento vero: centrare la CL (senza la quale non so se Conte verrebbe), cacciare la banda slava, atomizzare ausilio, vendere bene Icardi e in più spendere, visto che siamo fuori dal fantomatico SA quindi in teoria si potrebbe

      senza questi fattori concatenati Conte non serve a un cazzo e, per quel che è peggio, viene dimostrato che a questa proprietà di vincere e dell’Inter, fatta eccezione per i portafogli dei suoi tifosi trattati come clienti, non interessa nulla

  28. Zorro
    Angelone
    Tagnin

    Ma cos’e’, una reunion?

    • Magara!

      Invece temo solo che Tagnin, vista l’età, non potesse esimersi (o meglio ancora trattenersi) dall’intervenire in un post con cotal titolo…

      Ciao Victor!!

  29. Bene le nuove divise, tornano le strisce più grandi e un più armonioso bilanciamento di nero e azzurro. Non mi piace la finitura bianca, ma tant’è: rispetto ai recenti sgorbi è un upgrade.
    Spero che tra le maglie di riserva si ricordino di inserire qualche richiamo ai nostri colori.
    Il derby tornerà al classico: Inter strisce più grandi, Milan striscettine.

    • Han già presentato anche la seconda maglia, se ti aspetti tradizione resterai deluso.

      È monotinta celeste stile Lazio, ed è la maglia away, non la terza, con la quale chissà che inventeranno (io sogno sempre riedizione della terza maglia 1998, quella della finale al parco dei principi)

  30. Buon 22 maggio a tutti

  31. Non amo la seconda maglia, non mi piace punto. Ma son vecchio io, immagino che un colore del genere si venda parecchio.

    Sulla prima, vista su internet, ho avuto la classica sensazione di dejà vu.Mi ricorda tanto, ma tanto, quella della stagione 2006/07.
    E il bianco non mi fa impazzire, ma ci si abituerà.

    Da quel che si vede in foto le strisce diagonali accanto allo sponsor non si notano proprio. Sarei solo curioso di veder l’effetto da dietro, forse in quel caso le diagonali potrebbero essere fastidiose.

    Il problema – vero – è capire se con una maglia del genere si giocherà in Champions o in Europa League.
    E il solo fatto di starselo a domandare è deprimente.

  32. Riepiloghiamo : il Genoa ha una classifica avulsa/scontri diretti migliore dell’Empoli, se arriva a pari punti con i toscani: la Viola, a sua volta, facendo un punto domenica è salva.
    In definitiva, il rischio di un biscotto (conscio od inconscio) nella partita del Franchi è reale.
    Non volendo pensare male, sarà una partita bloccata dalla paura in entrambi gli schieramenti e che facilmente rimarrà inchiodata sullo 0-0.
    A quel punto, con viola salvi e Genoa “quasi salvo”, l’Empoli eviterebbe la serie B solo vincendo o pareggiando contro di noi.
    Di una cosa sono certo: l’Empoli domenica sera giocherà alla morte (come, d’altro canto, è giusto che sia, ma lo vorrei vedere da parte di tutti e sempre).

    I nostri, invece, non so…
    ———–

    Questa è l’analisi razionale del pre-gara.

    Per tutto il resto c’è Fortebraccio.

    • beh il Genoa ha poco da congelare lo 00, rischia la vita a meno che l’Inter vada presto sul 2-0, meglio 3-0 che con i ns cagasotto non si sa mai.

  33. Sul post precedente avevo scritto un commento dove auguravo alla fiorentina di retrocedere, ma questo implicherebbe che noi perdiamo con l’empoli, quindi ho cambiato idea: auguro alla fiorentina di vincere 4 o 5 a 0 col genoa, così l’empoli potrebbe salvarsi anche perdendo, ed essendo spalletti e andreazzoli molto amici… certo la cosa migliore sarebbe un 4 o 5 a 0 della spal coi cuginastri 😉
    Va be, seriamente: la cosa davvero migliore è che finalmente NOI giochiamo come dovremmo giocare e vinciamo 4 o 5 a 0 senza patemi (ma non succederà, se ci qualifichiamo sarà sempre dopo aver sofferto fino all’ultimo)

  34. Che l’Empoli giochi alla morte non è necessariamente uno svantaggio, a calcio si gioca meglio senza troppi stress.
    La seconda e terza maglia possono farla a piacimento, pretenderei solo un richiamo ai nostri colori Nero e Azzurro (una striscia diagonale o orizzontale o come vogliono, o sui polsini o sul colletto, ci si può sbizzarrire con la fantasia) per fare capire subito che è una maglia dell’Inter! Altrimenti si perde identità e fascino.

  35. Obiettivamente, gli ingredienti per un patatrac ci sono tutti. L’Empoli è in forma e giocherà alla morte, ma d’altro canto non è forzata a sbilanciarsi perchè sa che anche noi siamo costretti a vincere, e quindi l’onere di fare la partita sarà comunque sulle nostre spalle. Questo mi preoccupa parecchio vista l’incapacità di fare gioco vista questa stagione, salvo rarissime eccezioni. Spero veramente in uno scatto d’orgoglio dei giocatori, perchè altrimenti quello che ci aspetta è il solito possesso palla sterile, nessuno che va negli spazi, nessuno che prende rischi, attaccanti (uno? due? boh) avulsi dal gioco e non assistiti dalla squadra, la palla che diventa sempre più pesante col passare dei minuti…

    Obiettivamente, però, noi siamo l’Inter e loro sono l’Empoli. Non ci sono scuse e non ci sono giustificazioni, vinciamo quest’ultima maledetta partita, anche con un gol del capitano (Handa) al minuto 96, e chiudiamo questa stagione balorda.

    Obiettivamente, infine, premesso che in un campionato così mediocre l’Inter avrebbe dovuto blindare la zona Champions con almeno 4-5 giornate di anticipo, non possiamo non ricordare lo scandalo di Abisso che in un colpo solo è riuscito deliberatamente a falsare sia la lotta per la Champions (Inter) che quella per la salvezza (Fiorentina). Perchè è vero che ci abbiamo messo del nostro per mantenere in vita le avversarie, ma è anche vero che un errore così grave, così ingiustificabile e così condizionante per il campionato non va dimenticato.

  36. cmq secondo gli espertoni l’Inter prenderà Chiesa Lukaku Dzeko e Barella, investimento un fantamiliardo.
    in casi di mancata CL c’è pronto Montolivo.

  37. Io vorrei tanto conoscere l’importo della fattura che gli Zhang hanno pagato allo stilista che ha disegnato quelle righe oblique in centro, non è vana curiosità, secondo me da quello potremmo prevedere il mercato dell’Inter di questa estate.

  38. Le strisce superiori allo sponsor non sono allineate con le strisce inferiori. In mezzo ci sono quelle in diagonale. Pure queste sono sfalsate. Mettetene anche qualcuna in orizzontale e il mal di testa è garantito.

    • In effetti…penso siano fatte apposta, vale a dire che ASTUTAMENTE cercheranno di confondere gli avversari… 🙂
      E poi…vuoi mettere la facilità con cui si potrà simulare una trattenuta in area, con le strisce che sono già in quel modo ?!?!
      Più seriamente : ho guardato le nuove maglie e – non so perché – mi è tornato in mente Ibra. In uno di quegli anni avevamo gli stessi toni di colore.
      Adesso ci mancano solo gli stessi giocatori ( o almeno giocatori buoni in modo equivalente )… 🙁
      Notizie di Fortebraccio ? Spero si stia allenando appropriatamente per “la madre di tutte le gufate”…

      @Fortebraccio : se leggi…NON rispondere. Concentra TUTTE le forze per domenica sera…

  39. Si I margini bianchi ricordano la maglia 2006/2007, il primo scudetto sul campo dal 1989.

    A me infatti quegli inserti bianchi suscitano riflessi positivi, non mi fa invece impazzire la trovata delle strisce diagonali attorno al main sponsor.

  40. Non so se vinceremo domenica ma sono sicuro che il milan pareggerà di culo.

    In ogni caso sarà una festa, con il demolitore di capitani finalmente fora di ball.

  41. As – Juventus, Mourinho si chiama fuori: pesa il suo passato interista.

    Non è un pirla.

  42. Josè dice no alla Juve : troppo legato all’Inter.

    Mi asciugo la lacrima e mi tranquillizzo.

    • Già…
      Il brutto è che adesso sembra più interista lui che la ns. società, che vuole ingaggiare “quello”.
      Scusate la ruvida schiettezza e la ripetitività

  43. L’inculata è già scritta, ne sento già l’odore: con l’Empoli noi pareggiamo, il Milan vince a Spal e l’anno prossimo andiamo a giocare in Kosovo e in Estonia.

    Ma-te-ma-ti-co.

  44. Se pareggiano con l’Empoli non é un inculata, ma semplicemente non siamo riusciti a battere, in casa nostra, una squadra lontana un km in classifica anche se reduce da tre vittorie in stato di grazia e gli astri a favore bla bla bla. Abbiamo una settimana di tempo per preparare questa partita. L’accesso in ChL é conveniente per la società, ma anche per ogni singolo giocatore che veste la gloriosa casacca nerazzurra. E allora io direi ai nostri cari pedatori di entrare in campo con una tale garra addosso che agli altri non deve rimanere neanche l’aria da respirare. Ne schemi particolari né chissà quale altra genialata tattica. Siamo tecnicamente superiori, perciò, cari i nostri, voglio 90″ minuti di “apnea” agonistica, gli avversari devono capire che stavolta da S. Siro si va a casa con la sportina vuota. Forza Inter, é tutto nelle nostre mani!!!

  45. Tra l’altro pare che , visto che se lo meritano proprio, se vinciamo, Suning elargirà 400.000 euretti cadauno come premio , stante le titaniche imprese del campionato.

  46. Letto il comunicato della Nord si capisce perché siamo un club in eterna difficoltà.
    Sogno Icardi che ne mette tre per vedere quelle testoline vuote saltare senza capire se lo fanno per gioia o per rabbia.
    E’ l’ora che le migliaia di tifosi normali che popolano la nord sfanculino i 100-200 manigoldi che la guidano e indegnamente la rappresentano.

    • Buongiorno a te e a tutti.
      Confesso che non avrei letto il comunicato, se non ci avessi fatto riferimento.
      Non è sciovinismo, ma passione. Mi spiego…
      Succede che qualcuno faccia allusioni ad una donna, ma se ne siamo innamorati….chiediamo conto a quel qualcuno, non è che torniamo a casa e la cacciamo, dando ascolto alle voci maligne in modo acritico, no ?
      Ecco….adesso mi sto domandando se Icardi non giocasse e l’Inter non ce la facesse…a cosa si appiglierebbero ?
      E se – come intelligentemente fai notare – invece giocasse e segnasse ? Magari un risicato 1-0 come contro l’Udinese. Butta via, è quel che serve… Oh, noooo… ha segnato proprio quello che abbiamo deciso di boicottare… Uno che ha sempre fatto gol PIU’ del 95% di quelli che abbiamo avuto… E adesso ?
      Anzi…lo ripeto con un’altra intenzione : e adesso ? Cinesi alla proprietà, consulenti gobbi, allenatore ( forse gobbo ), Mourinho che rifiuta la gobba, pur essendo un professionista e quindi meno incolpabile, ma più tifoso di quelli che ululano dalla curva…
      No, dicevo… e adesso ? Con quali prospettive e con quali credenziali stiamo andando in giro ?!?!
      E’ proprio vero che sono un tifoso inguaribile… 🙁

  47. Buongiorno a tutti.
    Si, va be’…mica mi dovete rispondere tutti assieme, via…

  48. Ciao Giorgio, è la tensione prima della partita 😀 seriamente non ricordo di essermi mai preoccupato tanto in anticipo, durante Inter-Chievo ho sofferto come durante la semifinale del 2010 al Camp Nou, speriamo che domenica sera vada come in finale col Bayern… Sì lo so che parliamo dell’Empoli, che dovremmo essere una grande squadra etc etc, ma che ci volete fare non sempre le emozioni sono proporzionali al valore degli avversari e degli obiettivi, a volte anche arrivare quarti vincendo con una squadra in lotta x la salvezza può diventare importante

  49. In effetti sarebbe assurdo finire dietro ai cugini di campagna, dopo essere stati davanti tutto l’anno ed aver vinto meritatamente i due derby…

    Questa attesa e’ snervante

  50. Ragazzi… ma tutti i servizi di tutte le tv devono partire per forza con la scena di agnelli nedved e quell’altro che bisbigliano a bordo campo, con la mano davanti ? È un bel 15 gg che ce lo ripropongono in loop a tutte le ore !
    ( tra l’altro dimenticando il bollino rosso… che sono immagini non adatte ad un pubblico sensibile eh )

  51. Per vincere sta maledetta champions han preso cristiano ronaldo, ora vorrebbero il guardiola … sono veramente avvelenati e accecati. Non ne possono più, diciamolo chiaramente.

    E poi pero’ tutti i gobbi a dire che la champions è un torneo con tante variabili e quindi non si può escludere la sorpresa.

    E allora, mettetevi il cuore in pace e giocate sereni, senza andare a cercare questo e quello e quell’altro ancora che l’ha giá vinta : quando sará destino la vincerete anche voi gobbacci ( noi non ci saremo più … ma pazienza, ci penseranno i nostri pronipoti !).

  52. Ultimo intervento.
    Il fatto che tutta italia all’improvviso si scopra tifosa dell’empoli è motivo di orgoglio. Forza ragazzi : roviniamo di nuovo l’estate a tutti quanti sti gufi !

    • …Sensazione che mi rattrista un po’…
      Non vorrei somigliare NEPPURE in questo ad un’altra squadra, che ha quasi tutti gli italiani contro, quando gioca (specie in Champions)… 🙂

  53. Tranne i genoani.
    Loro, tifano Inter!

    A M A L A

  54. Concordo con tagnin sul “pregiudicato”.
    I problemi veri sono altri infatti (non ultimo l’esito della partita di domenica!).

    Su Mou: ce lo vedere all’Inter con questi giocatori qui?

    Forse il parruccato sarebbe (condizionale) l’uomo giusto proprio per ripartire. Mou, invece, è uno che vuole apparecchiato già.

  55. Su domenica l’inculata è dietro l’angolo.
    Cioè possibile.
    Speriamo ovviamente che non sia così.
    Ma dipende dai nostri eroi, il che è tutto dire.

    • Non sono un terrapiattista!

      Quindi………non ci sono angoli.

      Le nostre inquietudini svaniranno come neve al sole, dopo pochi minuti di gioco.

      Almeno……….spero!

      A M A L A

    • Ohila’, Toto !
      Neppure io sono un terrapiattista.
      Però dobbiamo evitare parecchi “spigoli”…. 🙂
      Buonanotte a tutti

  56. В 2015-2016 годах на сайте апологетического центра «Иринея Лионского» была опубликована информация о том,
    что ученый Мальцев Олег Викторович является лидером тоталитарной деструктивной секты и ведет активную сектантскую
    деятельность. После чего в течение двух лет велась организованная информационная кампания с целью его
    дискредитации. В этой кампании принимали участие лица, подконтрольные РПЦ, а также иная агентура
    религиозно-властного сообщества РФ (Александр Невеев, Александр Дворкин и др.)
    К расследованию обвинений в адрес ученого Мальцева Олега Викторовича российских «антикультистов»
    подключились ряд международных правозащитных организаций. 2016 на заседании комиссии ОБСЕ этот случай
    был включен в доклад французской правозащитной организации «Coordination des Associations et des Particuliers
    pour la Liberte de Conscience» и бельгийской организации «Human Rights Without Frontiers».
    Теме «преследования» Мальцева Олега Викторовича был посвящен доклад итальянского профессора в области социологии
    религий Массимо Интровинье на международной научной конференции в Бельгии 2017 года. Он отметил, что Мальцев не
    имеет отношения к религиозной и сектантской деятельности, и объяснил, что источником дезинформации был центр
    «РАЦИРС» Александра Дворкина, который более 20 лет действует при поддержке Русской православной церкви.
    По мнению профессора Интровинье, поводом для активной кампании по дискредитации Мальцева стала его критика РПЦ.
    Кампания по дискредитации Мальцева Олега Викторовича не добилась поставленных перед ней целей. Участники не смогли состоятельно выдвинуть претензии ученому, не смогли предоставить читателям обоснования своих доводов. В настоящее время опорные ресурсы участников кампании (А Дворкина, А. Невеева и др.) имеют низкую посещаемость, а доверие их аудитории существенно упало.
    Кампания по дискредитации ученого Мальцева Олега Викторовича не оказала существенного влияния на деятельность
    самого ученого и Академии Славянских Прикладных Наук.

    • +1
      È scritto in cirillico, domani ci si qualifica per la ChL, ma si parlerà di più di gossip

  57. Comunque finisca, sarà un insuccesso. E comunque finisca, basterà non accontentarsi del fatto di essere interisti. La storia che noi siamo noi e che non siamo mai andati in serie B, che siamo onesti, che non trucchiano le partite, che non compriamo gli arbitri….bla bla bla..credo che sia diventata stucchevole. Siamo l’Inter e non vinciamo niente dal 2010. Siamo l’Inter e abbiamo fatto ridere negli ultimi anni. Siamo l’Inter e ogni anno elemosiniamo risultati all’ultima giornata. Sarebbe solo giusto che fossimo l’Inter, come siamo, e decidessimo di tentare (dico tentare) di dominare in Italia e in Europa. Eppure, facciamo cagare a intervalli di tempo, per anni e anni. Forse è arrivato il tempo di non accontentarsi più, visto che ogni domenica mandiamo allo stadio, 50, 60mila spettatori. Non è forse arrivato il tempo di pretendere il meglio, che equivale in ogni caso a cercarlo? Noi neanche lo cerchiamo. Vi lascio con un aforisma di Oscar Wilde: . Spesso, qualche risultato lo si ottiene, non è detto che si vinca… e neanche lo pretendiamo. Ma almeno siamo in gioco per questo. Mi duole dirlo, e mi fa pure ribrezzo, ma la Rube da questo punto di vista è inarrivabile: tutto, e ogni cosa, pur di vincere. Vivvadio, non tutto pur di vincere,. ma almeno mettiamoci le palle per tentare di farlo, cavolooooooooooo

  58. Scusate ho dimenticato l’aforisma….. .
    (Oscar Wilde

  59. l’aforisma è…non capisco perchè non lo dia….

  60. mah, scusatemi ancora c’è la censura a un aforisma di Oscar wilde,,,,stiamo messi davvero male….

    • Hai ragione! Comunque vada, bisognerà finalmente aprire porte e finestre e far entrare aria nuova. Non ne possiamo più di questi continui psicodrammi, che ci coinvolgono e di cui noi tifosi non sentiamo il bisogno e siamo i meno responsabili. Al posto dell’aforisma di Oscar Wilde, ti suggerisco questi versi di Baudelaire: “ Cielo o inferno…, che importa? Al fondo dell’ignoto per trovare il nuovo…” Che vale per i nostri tradizionali rivali, ma che un tempo valeva, e che è necessario torni a valere anche per noi.

  61. Sì Scettico hai ragione da vendere, è questo il vero problema dell’Inter, questa che oramai non è neanche più una tendenza ma un’abitudine conclamata. Uno psicodramma all’anno a partire dal 20 Dicembre in avanti. Motivo personale di grande giramento di balle. Cambiare aria? Certo sembrerebbe la cosa più logica ma temo che si dovrebbe applicare alla lettera, non i giocatori, non gli allenatori ma l’aria. Non si può spiegare diversamente, 100 giocatori e mazzetti di allenatori e dopo 4 mesi tutti a scalciare come i muli, tutti gli anni lo stesso copione. Ma sarà mai possibile che sono sempre i giocatori e l’allenatore il problema? Gente che non fiata da nessuna parte e da noi c’è il crazy horse tutti gli anni? È l’aria che c’èin società, c’è qualcosa di marcio che crea ambienti dove si parte dalla tolleranza e si arriva all’anarchia totale, ognuno a difendere il suo orticello ed i suoi assistiti o interessi vari. Tutto quello che succede nei campi e suo media lo vedo anche io da oltre mezzo secolo e so quanto destabilizza, ma l’incapacita di creare una società forte e seria è sotto gli occhi di tutti.
    Secondo me….

  62. Buonasera, signori.
    Ipotesi affascinanti e degne di essere valutate. Senza alcuna ironia.
    Continuo però a pensare che ci siano due aspetti basilari che influiscono in misura massiccia :
    a) Fare qualche risultato e avere una tifoseria che non mugugna troppo ti aiuta ad andare avanti, a prendere fiducia e autostima.
    b) Moratti non era certo il “padre-padrone” inflessibile (anzi !), ma si verificarono contemporaneamente le cose di cui al punto a) e… la buffa coincidenza (honi soit qui mal y pense…) che i potenti rivali di sempre (ENTRAMBI) erano costretti a leccarsi le ferite e ricostruire la squadra.
    Sono pessimista ?
    In tutta franchezza NON credo…
    È però, a differenza di Aquilino, preferisco mille anni di sofferenza a qualsiasi compromesso.
    Se Devo scegliere, sia chiaro 🙂
    Forza INTER !!!

    • Sì Giorgio, ma la sofferenza per ribadire dei valori che ci contraddistinguono dagli altri è una cosa piu che accettabile, e questa come accennavo la vediamo da anni e anni in conseguenza dei soprusi e furti vari e trattamenti di sfavore che ci costano punti e posizioni in classifica e morale e tutte quelle cose che contribuirebbero in un circolo virtuoso a migliorare tutto l’ambiente Inter. D’accordo. Ma il perdere il senno come squadra, come gruppo invece che ( come dovrebbe essere ) fare quadrato contro le avversità e diventare oltremodo uniti, ecco questo lo trovo davvero poco anzi proprio niente onorevole. Icardi Perisic gli slavi gli argentini la curva nord , io non preferisco soffrire per questi piuttosto che tifare altri, io sono talmente disgustato e al limite che non reggo molto oltre, o si mettono la testa a posto definitivamente o se ne vanno tutti a cagare con buona pace di mia moglie per il tempo libero che ne ricavo.

  63. il Milan primavera retrocede, ma x loro è solo la prima volta.

  64. @aquilino: tiro a indovinare l’aforisma di oscar wilde era “ho gusti semplici, mi accontento solo del meglio”? 🙂 sul discorso di cambiare aria in società io sono di un’idea simile a Giorgio, in fondo abbiamo vinto con tutti i difetti strutturali che poteva avere la società morattiana quando l’ambiente intorno si è “normalizzato”, cioè quando gli altri non potevano fare i loro soliti traffici, anche ora con tutti i nostri limiti in champions ci potevamo già essere tranquillamente senza i furti subiti come sappiamo. Forse è proprio qui che dobbiamo intervenire, imparare a farci rispettare, che non vuol dire fare quello che faceva moggi, ma x es. fare in modo che uno come abisso venga punito severamente invece di tornare ad arbitrare come se niente fosse successo. Chissà se da questo punto di vista suning avrà la capacità e la voglia di intervenire

  65. Inter – Empoli 0 – 1

    Spal – Milan 0 – 3

    ‘notte

  66. Un appello a tutti fratelli nerazzurri che saranno a San Siro stasera…

    Sostenere l’INTER dal primo all’ultimo minuto! Senza se e senza ma…

    Almeno per una volta, evitiamo i soliti fischi e mugugni dopo 20′

    C’è solo l’Inter

    I conti si faranno da lunedì mattina

  67. Inter – Empoli 0-1

    Spal – Milan 0 – 3

    ‘notte

  68. Eh… Ti pareva che non dovevamo soffrire pure stasera… Ma secondo voi quello su d’ambrosio non era rigore? Chiedo perché non mi sembra che i replay si siano sprecati

  69. No. Palla.
    Pericoloso, ma palla!

  70. Su Icardi e D’Ambrosio due interventi al limite, ma mi è parso che i difensori dell’Empoli avessero toccato anche la palla…

    Al momento siamo fuori e Dragowsky para anche le mosche…

    Non può continuare così

  71. Mi sto sentendo male…

  72. Non si può soffrire così contro l’Empoli!

    Cazzarola!!

  73. Comunque mettere Dalbert nella partita finale mi ha ricordato la mossa esordio di gerson in Roma Juve. Spalletti cerca sempre la mossa del fenomeno a sorpresa…

  74. Vecino e Fortebraccio titolari sempre.

  75. Io non lo so come, ma ce l’abbiamo fatta!.. Cazzo che soffetenzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  76. Tutta questa fatica per uscire ai gironi della Champions.

  77. Da domani via ai processi. Ora godiamo!!!!!
    🙂

  78. Nel nuovo dizionario della lingua italiana ci sarà la definizione “soffrire: essere tifoso interista”

  79. Ai calciatori che si tolgono la maglia quando segnano li condannerei ai lavori forzati in Siberia d’inverno.
    Si può essere più cretini di così?

  80. Handa mostruoso. Non so se avete visto…

  81. sono in coma!

  82. Buonasera.
    È finita.
    Sect, hai mica un indirizzo di pulitori tipo il signor Wolf? Che ne avrei molto bisogno.
    Ah, e chi parla male di Handa può andare a CAGARE.
    Non a casa mia, che è occupato.

  83. Insomma, tutta ‘sta storia solo per far illudere i cugini e fregarli all’ultimo?
    Ce lo potevano pure dire che questo era il piano!

  84. xo Icardi ha chiuso bene

    chi criticava Handa si vergogni, chi ha comprato Dalbert pure

  85. Adesso ridateci l’Inter!

  86. Siamo in Champions, ma sono talmente teso e incazzato che ancora non me ne rendo conto…

    Ho perso un paio d’anni di vita

  87. Handanovic Handanovic Handanovic Handanovic Handanovi Handanovic

  88. Anche il portiere dell’Empoli ha preso una palla mica male a quel maledetto di Keita, alla fine…

  89. Dalbert = Gresko. Ditemi chi non ha avuto questo pensiero e chi non sentiva gelida la morsa del destino ineluttabile stringersi intorno al collo. Boh. Come l’abbiamo scampata non lo so. Teniamoci la qualificazione in CL, godiamo per i cugini beffati, si fotta Banti, si santifichi Handa, si ringrazi Luciano ma per carità: prima inizia un nuovo corso meno tremebondo e meglio è.

  90. Volevo partecipare anch’io al momento di festa, solo che qui all’unitá coronarica non lasciano tenere i cellulari accesi.
    Spengo e ci sentiamo domani.

  91. Mamma santissima che agonia

    Da un lato è più bello così, dall’altro non sono più un ragazzino prima o dopo ci lascio le penne

    Ringrazio spalletti, due piazzamenti di fila, ma ci ha confermato che questo è il suo massimo, e non basta piu

  92. Ringrazio anch’io Luciano… 2 Champions in 2 anni, dovendo gestire situazioni incredibili e imbarazzanti, sono tanta roba…

    L’auspicio è che il nuovo corso non ce lo faccia rimpiangere

  93. mi sto piano piano riprendendo, ad un certo punto ho spento tutto, ri-acceso, al minuto 75 dritto a dormire(si fa x dire..), rialzarsi e riprovare a vedere e vista l’aria che tirava spegnere subito che avrei una bimba da crescere e finalmente, si, fatta.

    ma si puo’ alla soglia dei 50, per acciuffare un quarto posto in casa contro l’Empoli ridursi cosi?
    verrebbe voglia di, ma poi pensi di averlo messo in quel posto proprio al Milan dei grandi il giorno dopo che i piccini per non perdere le Buone abitudini retrocedono in B e….. evviva l’Inter!!!

  94. No dai ragazzi! Non ce la faccio proprio a ringraziare Spalletti.
    Stasera mi ha fatto perdere due anni della mia vita!
    Con Dalbert ho rivisto gli stessi fantasmi dell’anno scorso come quando ha messo Santon con la juve.
    Non lo ringrazio, e soprattutto non voglio più vederlo, unitamente a otto undicesimi di questa squadraccia.
    Conte non l’ho mai sopportato, ma piuttosto che questo perdente…

  95. Non capisco sinceramente chi doveva mettere al posto di Dalbert, Asa fuori e Perisic infortunato, chi doveva mettere Ranocchia terzino a farsi superare ogni azione dalle ali veloci (che poi dalbert faccia pena è un altro discorso, ma lui c’era…
    L’Inter è in CL viva l’Inter.
    Adesso pulizia a tutti i livelli se siamo economicamente in grado di fare una lista della spesa da “rinascita” . Diversamente se non ci sono i soldi per fare una squadra top tanto vale tenersi Spalletti visto che già solo cambiarlo costa come un centrocampista serio.

  96. comunque vecino ancora decisivo,ha del Nicola

  97. Risultato minimo raggiunto, dopo una partita al cardiopalma.
    Va dato l’onore delle armi all’Empoli, mai domo e che avrebbe meritato di restare in A per gioco, impegno, voglia e capacità realizzativa.
    Tutte doti delle quali dovrebbero prendere esempio molti nostri giocatori, che spero vivamente non vestano più la gloriosa casacca nerazzurra nella prossima stagione.
    E invece per un crudele destino di “mors tua, vita mea”, in serie B ci finisce l’Empoli.
    Avrei preferito una retrocessione di una delle due tra Genoa e Fiorentina, entrambe succursali del “male”: le quali, infatti, forti del risultato dell’Inter, hanno confezionato un biscotto, in perfetto stile gobbo.
    Al Genoa la salvezza è costata 18 milioni, avranno fatto i loro conti, evidentemente…
    Circostanze da Ufficio Inchieste, se fossimo in una Nazione civile.

  98. E anche questo campionato è terminato. Abbiamo davanti tre mesi nei quali potremo sognare di essere tifosi di una squadra ‘normale’. Ad agosto, ci sarà il brusco risveglio.
    Un abbraccio a @Giorgio e un saluto a tutti.

    • Buongiorno, nostro patrono.
      È buongiorno a tutti.
      Ricambio di cuore l’abbraccio e Ti auguro (e CI auguro) che Tu debba “lavorare” un po’ meno, il prossimo anno…
      Ragazzi… appena trovo un momento… la mia prossima poesiola avrà una dedica per Fortebraccio.
      Spero non vi sia sfuggita la sua prima (bellissima) gufata del 2019/2020 (ore 10,37 pm di ieri)… 🙂
      Buona giornata a tutti.
      Poi – con calma – vi rappresentero’ quella che è a mio avviso una dicotomia davvero bizzarra.

  99. Io cedo che un qualunque giocatore di serie A, per trenta minuti, possa coprire qualunque ruolo da giocatore di serie A in maniera sufficiente, fatta eccezione per il ruolo di portiere. Un attaccante può difendere la propria porta, un difensore può segnare un gol. Trenta minuti. Non solo: io credo che un qualunque difensore di serie A, per trenta minuti, possa coprire qualunque ruolo da difensore in forma più che sufficiente. Nel caso, se ne sposta un altro più adattabile e si piazza il subentrante nel ruolo a lui più congeniale. Credo che inserire Dalbert in quel contesto, in quella partita, con Miranda in panchina, significhi amare più il proprio ego che la squadra. Ieri abbiamo sofferto più di quanto richiedibile ad un tifoso per i limiti personali più che professionali, di un allenatore di serie A. In quanto ai seguaci dei dogmi: sono il primo ad ammettere che ieri Handanovic ha compiuto miracoli. Ma rivendico il diritto di potermi esprimere sulle sue mancanze per lui come per gli altri, quando secondo me sono appalesate. Io voglio continuità di rendimento non miracoli. Ieri, ad esempio, a parte wando e il terzo subentrato, chi ha giocato veramente male, nel complesso? Entriamo in Champions e aspettiamo ‘o miracolo? Quando avremo Messi al posto di Maietta e l’ Ajax al posto dell’Udinese organizziamo i pullman per Medjugorie? Teniamoci pure Handanovic, teniamoci tutti, anche il Ninja, che è uomo onorevole. Perché tutti, amici, compatrioti, tutti loro sono uomini onorevoli. Ma allora, andiamo un po’ tutti a cagare insieme, Band of Brothers.

  100. Faccio mio il motto di Marcello Marchesi:
    “Siamo nati per soffrire”
    “Ci siamo riusciti!”

    Lascio ad altri, più giovani e vigorosi, le analisi tecniche.

  101. A mente fredda ci tegno a scrivere che quando Banti ha rivisto l’azione del rigore ed ha indicato il dischetto… beh, mi ha ricordato Abisso.
    Non se l’è sentita di togliere un rigore alla squadra di casa. Ce l’avessero fischiato contro mi sarei arrabbiato un bel po’. Per me in presa diretta si può dare, ma quando lo rivedi al replay no. Proprio no.

    Col senno di poi (è facile così 🙂 ) meglio che Icardi l’abbia sbagliato.

    • Non sono convinto, secondo me il portiere dopo aver preso la palla prende anche Icardi, e l’azione non era finita. Poi va be, quando c’è una decisione non dico dubbia, ma non chiara al 100% a nostro favore, tutti a scandalizzarsi, su sky marchegiani e quell’altro erano indecenti proprio

  102. Al posto di Dalbert non si poteva mettere Cedric? (magari scambiandosi con D’ambrosio, che a sinistra ci ha giocato spesso) Ma sono cose che si dicono col senno del poi, ricordo che Dalbert in altre partite aveva difeso discretamente, stavolta purtroppo il goal dell’Empoli è colpa sua. Cmq sursum corda, siamo in champions, stavolta nel sorteggio dei gironi saremo in terza fascia e non avremo la rosa ridotta, chissà che la gufata preventiva del nostro vate Fortebraccio colga nel segno 😉

  103. Santo Capitano!
    Ci ha salvato il culo di brutto.
    Certo che dobbiamo tenerlo e non solo per ieri sera almeno IMHO.
    Detto questo Marcobibe, il tuo diritto di volere un altro portiere e continuare a criticare Samir è sacrosanto, ci mancherebbe, solo non ti risentire se qualcuno ha da ridire sulla tua posizione……..

    • Da ridire… Dissentire non significa dissenteria. Io ho risposto e ribadito la mia opinione solo per onestà intellettuale. Solo perché l’invito ad andare a cagare lo accetto volentieri, assumendomi la responsabilità di quanto ritenevo di avere diritto a dire. Io non mando a cagare chi non la pensa come me. Solo che ci tengo ad avere tutti i crismi per accettare l’invito. Se magari prendiamo un gol per una non perfetta parata, o magari due, non mando a cagare chi dice che abbiamo il portiere migliore d Italia. Dico solo che, secondo me (e primi gli altri), il nostro portiere magari non è uscito, o non ha effettuato una bella presa, o proprio non si è mosso. Ma va bene così. Il calcio è manicheismo. Scusate, ma devo andare a cagare. Vado da solo, non preoccupatevi. È tutto ottimo e abbondante.

  104. bene la champions
    bene quegli altri in europa league (voci da milano riferiscono una certa volontà di rinunciarvi per non incorrere nel fpf)
    bene vecino (mi domando perchè questi strappi ne faccia 3/4 anno e non riesca a dare continuità alle sue prestazioni per tutta la stagione)
    bene l’impatto di keita sulla partita. almeno lui ha dimostrato di essere un professionista giocando per la squadra nonostante sia certa la sua non conferma a differenza di quello che diceva di essere interista da sempre
    immenso handanovic

    tutto il resto è da buttare via. soffrire come matti con l’empoli (spiace la sua retrocessione,avrei preferito di gran lunga che andassero giù viola o genoani) è da pazzi.

    un saluto a mr. spalletti: anche ieri sera ha dimostato i suoi limiti, gli riconosco però l’onore della armi specie quando fà presente che la società,come al solito, non lo ha difeso e delegittimato nel corso della stagione.

    purtroppo chi probabilmente gli succederà mi fà già contorcere le budella ancora prima di averlo visto con i nostri colori addosso.

  105. Di questa stagione le partite che mi hanno emozionato di più sono Inter Tottenham e Inter Milan. Metterei anche quella di ieri, da cardiopalmo.

    Tre in tutto. Mi scordo qualcosa?

  106. @marcobibe 10:36 am
    Scusami.
    Ero fuori di me.
    Ovvio che puoi e devi dissentire (mentre io ero preda della dissenteria, direi).
    Non sopporto i partiti presi, non le critiche puntuali.

    Ciao

  107. Right here is the perfect webpage for anybody who hopes to find out about this topic.

    You understand so much its almost hard to argue with you (not that I
    really would want to…HaHa). You definitely put a brand new spin on a subject that’s
    been written about for decades. Great stuff, just wonderful!

  108. This paragraph will assist the internet visitors for building
    up new blog or even a weblog from start to end.

  109. I don’t even know how I ended up here, but
    I thought this post was good. I do not know who you are but definitely you
    are going to a famous blogger if you are not already 😉 Cheers!

  110. Superb, what a web site it is! This webpage gives useful information to
    us, keep it up.

  111. I’ll immediately snatch your rss feed as I can’t find your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service.

    Do you’ve any? Kindly allow me recognize so that I could subscribe.
    Thanks.

  112. whoah this weblog is great i like studying your posts. Keep up the good
    work! You recognize, a lot of people are hunting around for this info,
    you can help them greatly.

  113. What’s up to every single one, it’s actually a pleasant for me
    to visit this web page, it consists of precious Information.

  114. Hi there, yup this post is actually good and I have learned lot of things from it concerning blogging.
    thanks.

  115. Very nice write-up. I definitely appreciate this site.
    Thanks!

  116. What’s Happening i am new to this, I stumbled upon this I’ve found It
    absolutely useful and it has helped me out loads.

    I’m hoping to contribute & assist other users like its helped me.
    Great job.

  117. Hi, I do think this is an excellent web site. I stumbledupon it 😉 I
    am going to come back once again since I bookmarked it.

    Money and freedom is the best way to change, may you be rich and continue to help others.

  118. This info is invaluable. Where can I find out more?

  119. This piece of writing will help the internet viewers for
    creating new web site or even a weblog from start to end.

  120. The other day, while I was at work, my cousin stole my iPad and
    tested to see if it can survive a 25 foot drop, just so she can be
    a youtube sensation. My apple ipad is now destroyed
    and she has 83 views. I know this is completely off topic but I had to
    share it with someone!

  121. Thanks for some other informative web site. The place else may I am getting that kind of info written in such
    an ideal manner? I have a venture that I am simply now running on, and I’ve
    been at the glance out for such info.

  122. I visited many web pages however the audio quality for audio songs
    current at this web page is actually excellent.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.