Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

La malattia autoimmune degli arbitri italiani

La condizione di appassionato di un qualcosa – tipo il calcio – non è del tutto compatibile con il complottismo esasperato. Se uno credesse davvero che il gioco è truccato, perchè mai dovrebbe spendere tempo e soldi per parteciparvi? E se io, prototipo del tifosotto, davvero fossi convinto che una squadra – mettiamo la Juve – paga gli arbitri, perchè mai dovrei seguire un campionato che dura nove fottuti mesi e che già so come va a finire? In definitiva: come e perchè appassionarsi tanto a una cosa a cui non si crede fino in fondo?

Povere le anime pure. La storia insegna che la realtà è spesso un’altra, quella che non ci piace, quella che non siamo disposti ad accettare. A volte il gioco viene truccato davvero. Accade in ogni sport, anche quelli che ci appassionano più degli altri. Quando è diventato chiaro, per esempio, che il ciclismo era diventato prima di tutto una gara a chi si dopava in maniera più efficace, ho smesso di seguirlo. Ma non è mica obbligatorio. Quando è diventato chiaro che nel calcio – restando a Calciopoli, lo scandalone più recente – le regole del gioco erano minate, ho invece continuato a seguirlo.

Cioè, sono un coglione? No. Amo questo sport come ne amo altri, ma un po’ di più. Amo una maglia, una bandiera, due colori, una storia, uno stile, come nello sport non amo nient’altro. Non accetto che mi rompano il giocattolo, ovvio, ma so come vanno le cose, mica ho l’anello al naso. Resisto. Aspetto. Aspetto pazientemente di avere giustizia e ogni tanto ne ho. Altre volte no. Sono cose della vita – gravi ma non serie – e puoi decidere, se non ti piacciono, che per te finiscano lì oppure no. L’oppure no dipende sostanzialmente dal livello della tua passione.

Juve-Inter è una goccia nel mare del calcio come ognuno di noi lo intende o lo vive. Abbiamo visto milioni di partite e altri ne vedremo. Ne abbiamo vinte, pareggiate e perse. Non tante, ma comunque troppe. Tra poco smetteremo di pensare a questa e ci concentreremo sulla prossima. Domenica ha vinto la Juve, legittimamente, essendo un pochino più forte di noi. Ha segnato un gol e altri ha rischiato di farne, un pochino più di noi. Che è la ragione, statistica e di buon senso, per cui mi sono intristito il giusto: hai perso con la Juve, ok, e non è bello; però hai perso con una squadra con cui hai giocato alla pari ma non meglio; hai perso con una squadra che ha segnato e noi no.

Però da domenica non stiamo parlando di Higuain e di Cuadrado, ma dell’arbitraggio. Perchè la questione non è così neutra nè marginale, e perchè quello che dall’emisfero juventino viene catalogato come pianginismo è invece rabbia vera, con l’aggravante della frustrazione e della reiterazione. Io, per essere chiari, sono sicuro che Rizzoli da lunedì non viaggi con una Freemont nuova, e sono altrettanto sicuro che non abbia preordinato nulla del suo arbitraggio che tanto ci ha fatto incazzare.

La questione è proprio questa. Non c’è bisogno di decidere nulla, è così e basta. Non c’è premeditazione, non c’è neanche meditazione. E’ un atteggiamento automatico, e non possiamo farci niente. E’ la malattia autoimmune degli arbitri italiani, intesi come classe. Altri Rizzoli arriveranno con altri cognomi: non cambierà nulla.
Nell’ultimo post parlavo di sfumature, riferite alla partita e ai sentimenti che ti provoca perdere con la Juve. Altre sfumature, quelle dell’arbitraggio, hanno fatto la differenza. Per esempio, io non mi sono per niente arrabbiato per il rigore non concesso a Icardi (decidere in un nanosecondo su cosa accade davvero tra due cristoni di 90 chili che si avventano su un pallone per me è al limite dell’umano): mi sono arrabbiato perchè se tu hai visto arrivare prima Mandzukic, allora ci devi dare l’angolo.

La malattia autoimmune degli arbitri italiani è Cesari che dieci minuti dopo la fine della partita, facendo scorrere le immagini dei tre episodi sospetti nell’area della Juve, negava l’evidenza con acrobazie concettuali che ti sbalordivano e ti facevano arrabbiare dieci volte di più dei singoli episodi, cose che io, per esempio, metto in conto: in area il più pulito c’ha la rogna, nessuno fischia tutto perchè altrimenti ogni volta finirebbe 10-9. Ma tu, ex arbitro, non mi puoi prendere per il culo. Non puoi giustificare l’operato di un arbitro oltre ogni limite del pudore nella stessa trasmissione in cui, a seconda dei casi, si fanno a pezzettini arbitri meno trendy. Questa è stata, oggettivamente, una cosa schifosa.

Voglio addirittura saltare a piè pari l’ormai famoso filmato in cui si vede l’arbitro bloccare un azione a noi favorevolissima tipo al campetto, “fermi tutti, rifacciamo”, perchè voglio pensare che dietro un’enormità del genere ci sia qualcosa che ci sfugge e che forse quello che è successo ha una giustificazione tecnica. Mi basta andare oltre, agli ultimissimi minuti, dove l’arbitro che si fa urlare in faccia da Bonucci e sfanculare da Totti non è altrettanto accomodante con Icardi, tantomeno nel referto. Dove l’assistente non è paziente con Perisic come il quarto uomo di Firenze lo era stato con Allegri.

Non è malattia autoimmune, questa? O quella che ti fa rispolverare il fallo di confusione – la Juve ci ha vinto uno scudetto su un fallo di confusione – così, alla cazzo, giusto per interrompere un’azione? Che poi, questo fallo di confusione in quanto tale, fischiato al 93mo minuto, se proprio vogliamo, ripensandoci è la cosa che mi ha fatto incazzare di più. La cartina di tornasole di un intero arbitraggio, perchè su una scivolata o una trattenuta possiamo discutere, ma su un fallo di confusione no, soprattutto se la confusione non c’era.

Se il parametro è Ronaldo-Juliano o quello che è successo nella ultime cinque partite del 2002, vabbe’, diciamo che ci è capitato anche di peggio. Ma da allora, passando per Calciopoli, la malattia autoimmune c’è ancora. Con quella frustrazione di fondo che ti fa pensare che le cose, per alcuni, comunque si sistemano. Senza bisogno – davvero, sono cose che non esistono – di macchine, bonifici, forse neanche prospettive di carriera. Ma solo perchè è così e basta. Mi dispiace molto per noi – ma non ci avrete mai, perchè la passione è più forte – e quasi mi dispiace un po’ per la Juve. Perchè non c’è bisogno di arbitraggi come quello di domenica per essere la squadra più forte d’Italia. Però aiuta.

share on facebook share on twitter

133 commenti

  1. Giustissimo Settore.

  2. Aiuta eccome.

  3. Ma anche basta con la favola che la juve non ha bisogno degli aiuti perché é la più forte perché allora decidiamo che nel pugilato non vale il Ko e che le partite si vincono ai punti chi ha più occasioni vince.Quante volte abbiamo visto partite decise da un’autorete qui si sta parlando di una partita e degli episodi di questa partita a me per esempio mi ha fatto molto arrabbiare una rimessa laterale fatta cambiare perché battuta male ma quando mai un arbitro fa ripetere una rimessa laterale,poi se noi dopo 2 giorni stiamo ancora discutendo di questa partita pensate a chi (Icardi e Perisic) quelle decisioni le hanno subite sulla propria pelle chi ha giocato anche a infimi livelli certe situazioni in campo le capisci al volo quando a te non è permesso niente e gli altri possono tutto.

  4. Esatto Sector, il guaio è proprio questo: sono forti per davvero e magari gli scudi li vincerebbero ugualmente, o quantomeno lotterebbero sempre per le prime tre posizioni. Ma questo continuo atteggiamento arbitrale e mediatico e gli aiutini reiterati da decenni hanno veramente ed esageratamente perforato gli zebedei. E se poco poco lo fai notare a qualsivoglia juventino (tranne il mio amico Igor, veramente incredibile) è una sequenza totale di Guido Rossi, Serie A Tim, Tronchetti Provera, prescritti, mani di Medel, gol in fuorigioco a Siena, solo con Calciopoli e Ibra … un mantra preciso e perfetto, quasi come i Silvio boys della politica degli anni che furono.
    Oggi ero a Crotone e ci è voluta un’ora prima che la buttassero dentro, in uno stadio che al 60% tifava per loro, perché chiaramente qui in Calabria di tifosi bianconeri ce ne sono tanti, un po’ come in tutte le altre regioni. A un certo punto ho pensato scherzosamente a cosa avrei potuto fare… magari seguendo il loro pullman e restando nelle cronache e nella storia del tifo interista. Ma la mamma mi ha fatto buono, e la mia bimba di 27 giorni ha bisogno di me! Quindi solo inutili gufare in streaming.
    E intanto il Milan vince a Bologna all’89° in 9. Certo che ce ne vuole di fattore c nella vita!

    • Culo ? No sei in 2 in più se ci tieni a non prendere gol tu naietta deulofeu lo abbatti con un entrata killer e rimani sempre uno in più e mancano solo 2 minuti al 90 esimo. Quindi del risultato non te ne fregsnun cazzo magari fra 10 gg invece giochi col coltello fra i denti.

  5. La cosa che fa incazzare è che per gli juventini (giocatori, dirigenti, tifosi, tutti), sembra sempre la prima volta.
    Come se su 10 Juve-Inter, 5 volte abbia favorito noi e 5 loro.
    Del tipo, eh vabbè, quando succede a noi mica facciamo tutto sto casino.

    Balle.
    Non succede mai e fanno casino lo stesso.
    Vogliamo ricordare cosa combinarono per il presunto rigore di Pobbà?
    O quando furono eliminati dal Benfica?

    Comunque, ora è importante non mollare il colpo. Sarebbe opportuno un bel comunicato della società in risposta alle parole di Marotta.

    Thohir, in questo senso, aveva cominciato bene. Poi s’è perso per strada.

    Spero che Suning mostri più polso.

  6. Sono d’accordo, ormai il servilismo e il leccaculismo alle merde e la loro dirigenza e proprietà banda bassotti e i reali fratelli “il triste” “il brutto” e “il cocainomane sessualmente incerto….sono atavici, sono nel dna…nel dubbio, meglio stare dalla parte dei potenti. Noi conosciamo bene la sensazione di rabbia e di impotenza che da giocare ad armi impari con quelli li…come dice Sector, ne abbiamo passate di peggio. Non resta che sperare in Sunning, che ci facciano una squadra più forte di questi arbitri leccaculo e senzapalle.

  7. Caro Sector,
    so per certo (non dico come, ma tu che mi conosci ti puoi immaginare come ci sia arrivato), che un noto commentatore (non dico neppure se televisivo o radiofonico, lascio nel più grande anonimato), pur sapendo che su Icardi era rigore, ha detto che non lo era (o che perlomeno era dubbio). Perché? Mi spiego meglio, qui tutti, chi più chi meno, ce l’abbiamo con le PI, ree di quella che Mou chiamò “prostituzione intellettuale”. Siamo noi che ce lo inventiamo o è vero? Non lo so, ma nel caso di quel commentatore, che ha detto una cosa diversa da quella che pensava, la mia domanda è: perché?
    I due rigori per l’Inter, sono netti. Perché alla moviola negano? Perché?
    Ci dicono che non sappiamo perdere (è l’unica cosa che sanno dire), ma scusate: quando perdemmo 3-0 in coppa Italia l’anno scorso, nessuno disse nulla. Quando perdemmo in campionato, nessuno disse nulla. Quando abbiamo perso con il Cagliari in casa, nessuno disse nulla, quando abbiamo perso 3-0 a Napoli, nessuno disse nulla. Anzi! Chi più chi meno criticò l’Inter.
    Quindi non è che non sappiamo perdere. Sono loro che non sanno vincere!
    Tornando alla PI. Se davvero non fossero asservite al potere, perché davanti ad episodi chiari, non hanno un unanime atteggiamento e, quasi tutte, negano l’innegabile? Perché?
    Infine: su Icardi, c’è l’arbitro d’area e rizzoli a pochi metri: nessuno vede nulla. Sulla trattenuta a D’Ambrosio, preceduta da una gomitata in faccia di chillini a Icardi, nessuno vede nulla, al ’93 esimo “fallo di confusione”, sulla punizione battuta da chiellini che genera assist a Icardi, c’è chi dice 1) la palla era in movimento (mah.. forse si stava muovendo a 0,00001 km/h) e (reggetevi perché è CLAMOROSO!) 2) il fallo è sulla fascia, non può essere battuto in area, infatti chiellini non batte la punizione, da la palla a buffon affinché batta la punizione lui! 3) chiellini batte la punizione qualche metro più avanti (falsissimo il fuorigioco era proprio lì).
    Di fronte a tutto ciò (e tralascio i vaffa di higuain e soci, tutti trascurati ed altri errori) mi domando: tutti errori in buona fede? Può essere, ma … voi ci credete?

    • non possiamo dubitare dell’onesta degli arbitri come si continuava a ripetere prima di calciopoli , si continua a ricordare che gli arbitri sono uomini e che possono sbagliare , ma nelle regole si fa di tutto per aumentare la discrezionalità degli arbitri
      sulle varie azioni di gioco. FATE REGOLE BEN PRECISE SENZA possibiltà di INTERPRETAZIONE PERSONALE.

  8. “Non credo servissero altre manifestazioni di schifo come quella di ieri, ma nel caso… da oggi, (tu) interista che in qualche misura lodi la juventus per motivi sportivi o extra sportivi, per fare l’equidistante e prenderlo supinamente nel deretano lodando la forza dell’avversario, beh sappi che tu sei come quello che se il ladro gli entra in casa, la svaligia e, impunito, coi soldi della refurtiva si compra una Porsche, ecco … tu vai anche in giro a dire: ‘beh dai, però ha una bella macchina, bisogna ammetterlo’. Sei così, un inconsapevole sodomita succube di quei burocrati dello squallore con sede a Vinovo.
    Mèttiti a seguire il Badminton moldavo”.

    Citazione dal blog: “Compuesta y sin novio”

    Spero che tu leggerai il mio commento, perchè non sono per niente d’accordo con te.
    Che i delinquenti pagassero gli arbitri, lo dicevo da sbarbato, poi con la saggezza si cambiano le idee: niente soldi (le auto sì, almeno ai tempi del bandito radiato), invece è una questione di carriera. Tu favorisci il regime, arbitri più partite (ergo intaschi i rimborsi spese, che, come minimo, ammontano a 5/6000 euro a partita; e se ne arbitri 25 o 26 all’anno, fanno un bel gruzzolo); se, poi, ti impecorini per bene, diventi anche internazionale, per cui sciambola!
    Finiamola di fare i buonisti a tutti i costi: è pura malafede, non si scappa!!!!
    Avrei altre mille cose da dire, ma mi fermo qui, per ora

  9. C’è un’altra cosa che mi lascia perplesso ed è il silenzio dei dirigenti della Roma e del Napoli. In fin dei conti, in ottica scudetto, sono loro i maggiormente danneggiati, eppure…. Ma il sistema è veramente infettato dalla mafia che già si è infiltrata in tutti i campi non solo sportivi. Probabilmente quei dirigenti temono di dover pagare poi un prezzo molto alto in termini di futuri arbitraggi….

  10. Anch’io stavolta non sono d’accordo: non può essere che tutta la classe arbitrale “istintivamente” si comporti così. E non è nemmeno vero (secondo me, eh) che vincerebbero lo stesso. Se l’avversario di turno sapesse che se la può giocare magari non ne vincerebbero così tante. Ci siamo già dimenticati di tutte le partite risolte dal golletto in fuorigioco? O con il rigore generoso concesso sullo 0-0?

  11. Per battere le merde, bisogna che Zang faccia arrivare una TRIADE cinese.

    Per battere la mafia juventina, ci vuole un’altra mafia ma, più forte.

    • questa e’ roba che i gobbi hanno sempre fatto e sanno fare meglio di tutti= la nostra strada e’ un’altra e Mou ce l’ha ricordata bane

  12. Il discorso secondo me è un po più complesso.
    Abbiamo un arbitro che, è noto ed assodato, applica il regolamento facendo la tara a chi ha davanti. Un giocatore Juventino gli urla di tutto ad un centimetro dal naso ? Nemmeno un giallo (non mi ha toccato, la ridicola motivazione). Lo fa un giocatore di un altra squadra a tre metri di distanza ? Espulso.
    il gobbo di turno ti mette le mani addosso ? Niente, nessuna sanzione. Icardi tira un pallone nella tua direzione senza per altro prenderti ? Deferito e due giornate di squalifica.
    La domanda nasce spontanea : Ma l’Aia queste cose non le vede ? e se le vede perché continua a considerare l’arbitro in questione come il migliore della categoria e lo spinge ad arbitrare i più importanti appuntamenti Italiani e Internazionali a dispetto dei limiti d’età ormai superati e degli evidenti limiti come arbitro ?
    Quale messaggio si passa al resto della classe arbitrale ?
    Semplicemente che se vuoi essere considerato, se vuoi far carriera ai massimi livelli (e son soldi, molti soldi, centinaia di migliaia di euro all’anno) devi fare come Rizzoli, in un ciclo infinito di arbitri pronti a correre in soccorso del più forte come nella migliore tradizione italica.
    Non ne usciremo mai…A meno di non diventare talmente potenti da indurre il Rizzoli di turno a correre in nostro soccorso e abbandonare la rubentus.

  13. Corsi e ricorsi storici…

    Era maggio‘98 e decisi di andare a S.Siro per sostenere la beneamata. Sono andato poche volte allo stadio, per cui me le ricordo bene…

    Quella domenica poi aveva un significato particolare: i nerazzurri e mister Simoni andavano sostenuti con tutto il cuore, dopo quanto accaduto la settimana prima in quel di Torino (tanto per cambiare)…

    RuBentus – Inter 1-0, con le nefandezze di Ceccarini e il rigore negato a Ronaldo, ricordate? Impossibile dimenticare…

    Vidi S.Siro tappezzato di striscioni contro arbitri e federazione, poi all’ingresso delle squadre in campo, migliaia di cartelli con scritto VERGOGNA, in una sorta di pagnolada…

    Vidi i numeri di Ronaldo frantumarsi contro il palo nel 1’tempo, Kanu mangiarsi un paio di gol fatti, la grinta del Cholo frantumarsi contro un altro palo nel 2’tempo e i miracoli del portiere avversario, tale Sereni.

    Risultato finale? Inter – Piacenza 0-0

    Questo vissuto per dire che non è il caso di esagerare con le polemiche. Abbiamo già perso uomini per squalifiche e infortuni e speso molte energie mentali…

    Rispondiamo sul campo, concentriamoci sull’Empoli. Fine della storia.

  14. e il famoso: Ve la faranno pagare, di Muorinho?

  15. Io non capisco perché si continui col manicheismo di individuare due sole alternative opposte

    o subire in silenzio
    o diventare come loro.

    Ci si può tutelare, difendere i propri interessi e assumere una posizione netta senza necessariamente valicare i limiti della legalità.

  16. Un’altra cosa che fa davvero incazzare é la simulazione dei difensori. In Europa poi li vedi rialzarsi in tutta fretta xché l’arbitro non ha fischiato

  17. Sì, il nostro problema è che ora ci lamentiamo, strepitiamo, recriminiamo…
    poi magari ne vinciamo un paio e ci dimentichiamo di tutto, se non per qualche mattutina così, en passant.

    E allora sì che la cosa piglia i contorni della pianginata estemporanea.

  18. io credo sia corretto far casino sui media, ma solo perché Rizzoli (che è alla fine, dunque facilmente pensionabile) alla fine potrebbe fungere da capro espiatorio, il prendersela con lui in sè ha poca importanza, deve solo passare il messaggio che non è quello il modo di far carriera all’AIA

    a proposito di AIA, gli interisti che fanno i duri col solito inusitato sfoggio di virulenza verbale, se fossero presidenti della FIGC ovviamente alzerebbero il telefono dicendo “voi due designatori non dovreste essere lì, siete licenziati da ieri, Rizzoli d’ora in avanti non arbitra nemmeno il CSI”, vero?

    immagino di sì, sono talmente duri e puri e presi dal mistico afflato, speriamo si ricordino che Tavecchio lì ce l’abbiamo messo noi

  19. A Setto’, nun so’ d’accordo co’ te, e sarto a pie’ pari le spiegazzioni ché l’hanno già scritte piùcchebbene ‘Robby2001′, ,Pabblo’ e ‘Luci a s.siro’.

    Ce staveno armeno ddu’ rigori, se non tre (e nun m’attacco ar resto) e, si l’arbitro fa l’omo, quelli là ‘a partita la perdono e nun ce so’ cazzi. E, de conseguenza, partenno da l’inizzio de la storia, cor cazzo che se potrebbero freggia’ de tale numero de Campionati vinti.

    Dice: Ma, allora, che cazzo vòr di’ ‘sta storia che poi ce vieni a cojona’, ‘er furgone de kleenex, me state amcora a piagne, etc. etc.’?!

    Dico: E allora?!
    Perché nun lo dovrei fa’?!

    È da quanno frequento ‘sto blogghe che piagnete.!
    E l’arbitri, e er giudice sportivo, e ‘a federazzione, e li giornalisti o, mejo, le PI, e questo, e quello, e l’ucello sur pisello… ‘nsomma nun va bbene gnente!

    E posso pure esse d’accordo!
    E senza sforzo, vedi ‘n po’ te!

    Però, nun me va bbene che ve lamentate che tutto er monno sta contro de voi. E manco ve sfiora l’idea che pure quarche ‘artro monno’ possa sentirse ‘na stessa situazzione vostra.
    Quella de esse ripetutamente defraudato e dde pijallo, ancora più ripetutamente de voi, ‘n quer posto.

    Eh, ma, tanto, ‘a Roma, er Napoli, o chi per loro, secondo er vostro pensiero dominante, ‘so’ contente d’ariva’ ar 2° e 3° posto’; ‘perché nun c’hanno er DNA vincente’ e artre stronzate der genere come si Voi foste l’unici a possede’ la nobbile certificazzione de discenne direttamente da li santi cojoni d’Abbramo.

    E poi, mica finisce qui?!
    Skjuve, li Mediaservi, la Cazzetta de lo Sporte e chi più ce n’ha più ne metta…

    Però, ahó, nun dico tutti, ma sicuramente la stragrande maggioranza c’ha er suo bell’abbonamento e finanzia direttamente coloro che poi accusa de pijallo pe’ ‘r culo.

    ‘Eh, ma io la partita ma ‘a vedo senza er commento!’.
    E pure li sordi, a fine mese, a Sky e Mediaset, j’arivano dritti ‘n saccoccia, ‘senza commento’.
    E continuano a pija’ per culo.
    E fanno bene! Che je vòi di’?!
    C’hanno er doppio contribbuto: quello su commissione de li carnefici, che è ‘na cosa normale; e quello de ‘e vittime, ch’è quella ‘na robba che nun se pò vede’ nè senti’.

    Ma però, a quarcuno, quello che je da’ più fastidio so’ li sfottò der sottoscritto.
    Forse perché so’ aggratis: vòi mette ‘a soddisfazzione de paga’ puntualmente ogni mese p’esse pijato pe’r culo!

    • Caro Peppe, sono d’accordo con te, che ci siano altri che si sentano defraudati dalla banda bassotti.
      Ma mi chiedo, possibile che nessuno si muova per fare in modo di cambiare le cose?
      Al netto del fatto, che ci siano società colluse col potere dei malfattori, mi viene da pensare che a qualcuno stia bene lo status quo.

  20. Sector però c’è un altro punto che emerge dal tuo articolo e che secondo me va considerato prima di soprassedere e concludere come hai fatto tu riconoscendo signorilmente i meriti di chi ci ha battuto domenica sera.

    Seguire il calcio è una passione per noi, una passione nella quale investiamo tante energie (almeno molti di noi) tempo e anche un pò di soldi.

    Quando tu scrivi :” so come vanno le cose, mica ho l’anello al naso. Resisto. Aspetto. Aspetto pazientemente di avere giustizia e ogni tanto ne ho. Altre volte no.” ti condivido al 100%.

    Ma quando scrivi :”Sono cose della vita – gravi ma non serie – e puoi decidere, se non ti piacciono, che per te finiscano lì oppure no. L’oppure no dipende sostanzialmente dal livello della tua passione.” ….allora devo aggiungere che no, io non darò mai per scontato che il prezzo per seguire la mia passione sia accettare passivamente per esempio lo schifo che si è visto domenica!
    Ed in questo senso sono d’accordo con este quando si augura che i nostri non mollino la presa e si facciano sentire.

  21. chapeau……….e grazie…anche se io, ripensando a vari episodi accaduti in passato, ho paura di queste settimane “post-ladrata” perchè spesso è successo che i ragazzi hanno perso la dovuta concentrazione per affrontare il proseguo del campionato.
    Speriamo che non sia questo il caso, visto che abbiamo giocatori, gioco e un serio allenatore…….ma a me la panolada mi fa paura….facciamola ma dopo il terzp gol all’Empoli e al Bologna……

  22. Direi impeccabile caro Settore. L’analisi più lucida che ho letto in giro in questi giorni. Arriveranno momenti migliori, ne sono certo, ma intanto dobbiamo rialzarci immediatamente nonostante mancheranno i nostri 2 giocatori più forti.
    La Juve è un gran brutto male, e noi siamo gli unici a volerne la cura.

  23. Ufficiali i ricorsi per icardi e perisic, entrambi.

    Speriamo di strappare una giornata per maurito, per il resto propongo di voltare pagina.

    Che non significa metter la testa sotto la sabbia, significa solo che è meglio tornare a pensare al calcio giocato, le altre istanze seguano un percorso parallelo, ma non centrale.

    Ad esempio, nel weekend saremo sicuramente a dover reinventare l’attacco. Per farla breve, palacio o barbosa? Io punterei tutto sulla freschezza e la novità, con gabi e candreva esterni ed eder o palacio in punta.

    Poi ci sono anche altre questioni interessanti, ieri è passata in sordina una dichiarazione di percassi junior, che svela interessanti retroscena sull’affare gagliardini.

    E cioè che è stata anche l’occasione per intraprendere relazioni commerciali con suning in asia.

    Tempo fa pensavo proprio a dinamiche simili, l’imprenditore straniero in Italia viene ben accolto solo con due condizioni:
    -se porta soldi
    -se fa affari con te

    Thohir non ha fatto nè l’una nè l’altra, infatti le sue relazioni in italia stanno a 0, cosa che abbiamo pagato e non poco in sede di mercato in questi anni, per non parlare della stampa.

    Con suning pare proprio che invece si possa aprire una grande rete relazionale con le altre squadre, e anche la stampa fin qui, coi cinesi, è piuttosto benevola per non dire lusinghiera

    Se vogliamo diventare potenti e spezzare il monopolio gobbo, nei limiti delle regole e della legalità, questa è la via principale nell’ambito extra sportivo.

  24. ma dai che c’entrano Roma e Napoli, per cortesia

    l’Inter è una cosa seria

  25. Altro post molto deludente!
    “Ha vinto legittimamente” non si può veramente sentire.
    Le traverse o le parate del portiere fanno parte del gioco o della fortuna ma le regole che non vengono applicate o applicate in un solo senso possono falsare la competizione.
    Allora loro che hanno da vent’anni il miglior portiere al mondo? Quanti punti gli avrà portato in casa?
    Eh no non sono d’accordo.
    Vi sono stati episodi gravi almeno 4-5 e tutti sono stati considerati dalla stessa parte e tre di questi erano sullo 0-0.
    Come si fa a dire vittoria legittima?
    Stiamo scherzando?

  26. Che poi quello che fa incazzare non è tanto la partita in sé, quanto gli strascichi dannosi che dobbiamo subire.

    È successa esattamente la cosa peggiore che potesse capitarci, di non avere né Perisic, né Icardi, ossia quelli che la mettono dentro più spesso e dei quali non abbiamo ricambi all’altezza.

    Fosse per me, schiererei Eder (che mi sembra in un buon momento) e Gabigol, ma credo che Pioli si affiderà a Palacio ed Eder.

    Poi vabbè, sulle testate hanno fatto un pasticcio tale che sembrava che i reclami saltassero. D’urgenza, non d’urgenza.

    Era scritto chiaro: 1 giorno per il preannuncio; 3 giorni per il reclamo.

  27. Eccolo qui il classico goBbo lobotomizzato: li sputano dalla fabbrica tutti così, marci dentro. Non se ne sentiva proprio la mancanza.
    Lasciando stare il fallo di Medel, che vi siete inventati e che nemmeno i vostri servi hanno visto, perchè non c’era, ammettendo che il vostro protettore rizzolentus abbia sbagliato a fermare higuain, si tratta di un episodio.
    A fronte degli almeno SEI (6), che abbiamo subito noi: tre (3) rigori, di cui due nella stessa azione, Icardi fermato ben due volte solo davanti alla porta ed il fallo di confusione inventato all’ultimo secondo.

    Voi siete una tragedia, anzi, la tragedia, schifati da tutti, capaci solo di dire: cinesi, prescritti, cartonati e un altro paio di stronzate.
    A già, siete goBbi…

    P:S: Spero che l’admin non cancelli questo post, sono sicuro che riceverei molti apprezzamenti

  28. Vorrei far notare che tutti gli episodi contestati sono stati a favore della Juve. E poi basta con la tesi che perchè una squadra ha meritato allora non gli si devono fischiare rigori contro. Sono 2 cose differenti, i gobbi (chiamiamoli per quello che sono) potevano avere anche 10 occasioni e noi 0 ma se c’è un rigore per l’Inter, deve essere dato. E poi se l’Inter fossa andata in vantaggio siamo sicuri che sarebbe finita nello stesso modo?

  29. Buongiorno,

    E. Burke: “Perché il male trionfi e sufficiente che i buoni non facciano nulla”

    A questo proposito di questa affermazione, vorrei sapere a che titolo e in quale ruolo il signor Marotta, dipendente della Juventus in forma diretta, della Fiat in forma lievemente indiretta e dei signori Agnelli in forma direttissima, commenta, definendosi “imbarazzato”, le argomentazioni dell’Inter relative all’operato dell’arbitro, signor Rizzoli. E’ parte integrante anche della FIGC, oltre che sponsor (livemente indirettamente) della stessa?

    Possiamo almeno lamentarci dell’operato dell’arbitro e dei suoi collaboratori o per farlo dobbiamo chiedere il permesso a quelli di Vinovo? Mi aspetto che la società Inter comunichi al signor Marotta di prepararsi un leggero soffritto a base di cipolle e carote, e di prepararsi una buona minestrina di affari suoi.

    O vuole farci capire che anche gli arbitri sono “affari suoi”? Nel caso, lo si inviti ad essere meno sfacciato nel mostrare che è tutto “cosa sua”. Anch’io al posto suo sarei “imbarazzato” ma per tutt’altri motivi. Gente che afferma “Non conta partecipare, solo vincere” che vuole insegnare agli altri la cultura del perdere.

    Ecco: per questo e per una trentina di processi tra penali e sportivi che riguardano i suoi padroni e chi lo ha preceduto, io sarei “imbarazzato”.

    Grazie

    • Chiedo scusa per i due errori del mio messaggio precedente, scritto con foga e poca attenzione alle bozze. Nel frattempo, anche il fratello di Lapo ci ha insegnato qualcosa. Che i soldi bisogna ereditarli? No. Sui diversi usi della parola “stupefacente”? No. Ci ha insegnato che siamo abituati a perdere, a differenza loro, che sono abituati a vincere, da sempre, lealmente. Grazie di tutto, membri della grande famiglia bianconera! Siete i miei maestri di vita! Viva Moggi, viva Giraudo, viva l’Italia!

  30. Elkann: “Stupefacente che l’Inter non abbia imparato a perdere, dovrebbe esserci abituata”

    Questi non sanno cosa sia la dignità.

  31. Eccola li l’arroganza gobba, puntuale come le tasse

    Elkann: “Stupefacente che l’Inter non abbia imparato a perdere, dovrebbe esserci abituata”

    http://www.fcinter1908.it/?p=831509

    È veramente tutto come prima, anni di processi non sono serviti a nulla.

  32. …dissero quelli col record di finali perse.

  33. Si stanno coprendo di ridicolo a tutti i livelli.

    Vi prego, non fermatevi proprio ora.

  34. Fino al prossimo tonfo che faranno in Champions. E non mi dispiacerà affatto

  35. Sappi però che il tuo formaggio è avariato..

    Continua pure a mangiarlo e tieni ben salde le fette di salame sugli occhi…

  36. Riguardo all’imbarazzo di Merdotta quoto MarcoBibe…

    Anch’io al posto suo sarei “imbarazzato” ma per tutt’altri motivi. Gente che afferma: “Non conta partecipare, solo vincere” che vuole insegnare agli altri la cultura del perdere.

    Ecco: per questo e per una trentina di processi tra penali e sportivi che riguardano i suoi padroni e chi lo ha preceduto, io sarei “imbarazzato”.

  37. Moratti: “Le parole di Elkann? Ci vogliono saggezza e il silenzio intelligente di Zhang”

    Sarebbe meglio se praticasse lui il “silenzio intelligente”….. non è più tempo di saggezza e di silenzio.

  38. silenzio intelligente un cazzo. voglio qualcosa che rimanga nella storia tipo il “retrocessi insieme alla loro reputazione”. voglio che vengano sputtanati ed ammutoliti. con classe

  39. È tutto giusto, ma tu stesso parli delle ultime 5 partite del 2002, partite purtroppo incise nei miei ricordi, e così facendo avvalori la mia tesi, da antisportivo totalmente interista , che Rizzoli e gli altri non fanno errori per sudditanza psicologica ma perché sono collusi.Anche io capisco che è impossibile decidere in un nano secondo ma reiterare gli sbagli proprio no!

  40. Caro Massimo,

    con te ho vissuto i momenti più alti e più bassi dei miei trent’anni da nerazzurro. La notte di Madrid e quella dei seggiolini con l’Alavès, il 5 maggio 2002 e il 5 maggio 2010, l’infame Ceccarini e la gloria imperitura del Triplete che tanto fastidio dà ai mono e biretrocessi.
    Ti ringrazio per le gioie e, da tempo, ti ho perdonato le sconfitte e le scelte azzardate. Specie in considerazione del fatto che in buona parte si è trattato di sconfitte “tarocche” quanto i titoli reclamati dagli ovini. O di scelte prese per troppo amore e, soprattutto, pagate di tasca tua.

    Ma ora, per favore, lascia che la nostra nuova proprietà prenda da sola le sue decisioni. Con la dignità di Giacinto e la sferzante ironia di Peppino, magari. A volte ci spero. La saggezza e il silenzio, ossia la signorilità che tutti ti hanno riconosciuto, si possono usare con i gentiluomini.
    Non con loro. Non con chi orgogliosamente rivendica la propria refurtiva e spaccia per furbizia la delinquenza. Non con chi ti deruba e ti fa anche passare per fesso e piagnucolone. Magari, tra poco, pretenderanno anche che li ringraziamo. Non con chi ti fa mangiare la merda col cucchiaino e pretende non solo che tu mandi giù, ma che dica anche che è buona. Non con chi ha perso sei finali di Champions su otto (sorvolando su come hanno vinto le altre due) e dice a te che devi imparare a perdere. Non con loro. Punto.

  41. Pensa te anche la morale da Marotta e Elkann tocca sentire, quest’anno dobbiamo gufare anche + del possibile sta banda di impuniti e ladri.

    Col Porto sarà inutile purtroppo, son troppo scarsi ma il castigo arriverà dopo
    merde

  42. Ho grande stima, affetto e gratitudine per Moratti, questo mi preme ribadirlo, ma stavolta sto coi detrattori.

    Io ne ho le tasche piene dei silenzi intelligenti.
    Anche perché in mezzo a tutta questa intelligenza, gli unici “fessi” siamo noi tifosi che ci mettiamo tempo, passione e, perché no, soldi, per assistere allo scempio di domenica e tanti altri che sono venuti prima.

    Tornare ad essere una grande squadra non passa solo attraverso l’acquisto di grandi giocatori, giovani di belle speranze e, magari (questo lo aggiungo io di prepotenza), una gestione un po’ più assennata di quella di quest’anno

    passa anche attraverso la consapevolezza di avere alle spalle una società dalle spalle larghe, roboante e che protegge il lavoro dei propri tesserati.
    La partita di domenica non ci è costato solo uno o addirittura tre punti, anche perché, quello è vero, non abbiamo la controprova che non avremmo perso ugualmente.

    Però magari a Icardi potrebbe costare la prima convocazione, o il titolo di capocannoniere.
    E a noi, non dovessimo fare punteggio pieno nelle prossime due, causa mancanza di reti, un posto in Europa.
    Per effetto domino, a Pioli potrebbe costare la riconferma.

    Insomma, andiamo oltre. O diciamo basta e iniziamo a difenderci seriamente, oppure sarà l’ennesimo buco nell’acqua.
    Con o senza Aguero.

  43. speriamo di battere l’Empoli sennò con queste manfrine chissà per quanto andiamo avanti

    ce l’avete tutti (molto) lungo e nerazzurro uguale, contenti?

  44. La soluzione è “battiamo l’Empoli ed è tutto a posto”?
    E allora sì che è una manfrina.

    Poi magari ci sediamo e attendiamo che qualcun altro ci risolva i problemi.

  45. Fermo restando che, a meno che le cose non stiano peggio del solito, per l’Empoli starei moderatamente tranquillo.

    Magari ci regalano un fuorigioco dubbio o un rigore inesistente e giù a dire “visto che anche voi”

    Tanto chi vuoi che se ne freghi dell’Empoli di turno.

    È sempre la stessa canzone, ma dopo anni mi sa che non abbiamo imparato manco il ritornello.

  46. Buona sera a tutti, intervengo dopo mesi di silenzio. La verità, dal mio osservatorio, è che continuiamo a consentire tutto…pure che Marotta ed Elkan dicano quello che hanno detto… Per dirla alla Moratti, meglio il silenzio: cosa, questa, che abbiamo fatto per anni, con le conseguenze che conosciamo e con le angherie che, per anni, abbiamo subito.
    Mi pare che le cose non possano cambiare, anche grazie al nostro consenso. Anni fa, se non sbaglio, alcuni di noi proposero di non fare abbonamenti a Sky né di comprare la Gazzetta dello Sport perchè presentavano, e continuano a presentare, una realtà distorta. Il risultato fu disastroso e unanime: non si rinuncia a sky e neanche alla Gazzetta, perché tanto è inutile. E così abbiamo foraggiato, e foraggiamo, i nostri nemici,
    Per estensione…è inutile prendersela con gli arbitri, tanto continueranno a danneggiarci sistematicamente. Soluzioni? Nessuna: dobbiamo soccombere e consentire ai ladri di gridare al lupo al lupo. In questa maniera, qualche volta ci faranno vincere qualcosa: ma nulla di importante. In Italia, è scritto, a vincere sarà sempre la solita banda.
    Non è vittimismo, io credo, ma solo la verità. Allora, ai tifosi paganti – allo stadio, all’edicola e al pay per view – faccio un invito: protesta concreta con disdetta di abbonamenti. La disdetta di abbonamenti, invece, incide pesantemente sui bilanci. E in questo periodo, è garantito, i bilanci sono asfittici per tutti. Poi, come è giusto che sia, ognuno fa quello che vuole. Io, nel mo piccolo, per l’abbonamento a Sky ho presentato la disdetta e la Gazzetta non la compro più da martedì…
    In caso contrario, vorrei non leggere più che la società non difende l’Inter. Noi come la difendiamo?

  47. allora facciamo così: alla vittoria con l’Empoli continuiamo a piangere dietro al feretro della Giustizia Sportiva, e per coerenza disdettiamo tutti quanti sky e rimuoviamo ilsito della gazzetta dai preferiti (che fa tanto boycott 2.0)

    io attendo sempre mosse concrete da chi è deputato a farle, delle esibizioni di virilità social me ne faccio davvero poco, a parte ridere della ridicolaggine delle suddette

  48. Ah beh, su quello sono d’accordissimo, i boicottaggi da social servono a meno di zero
    (e comunque io l’Inter, allo stadio o in tv che sia, voglio vederla, poche balle).

    Infatti quando parlo di tutela e di difenderci parlo esclusivamente di prese di posizione chiare ed esplicite della società Inter e/o della di cui proprietà.

    Se è di questo che stiamo parlando, e allora trattasi di misunderstanding.

  49. e stavolta sono proprio d’accordo con te

  50. s’è anche sprecato per un subumano del genere

  51. Io sky non la mollo perché la mia vita non ruota tutta intorno all’inter.

    Con sky ho abbonamento completo, e non intendo rinunciare a film e serie tv solo perché carezza dice stronzate sul 201

    E poi sono anche un amante del comfort, le partite streaming a blocchi con cronaca del congo belga mi fanno innervosire piu delle stronzate del suddetto sul 201

    Quanto ai giornali, non ne comprendevo piu l’acquisto nel 2005 quando avevo identici contenuti sul pc, e da quando esistono aggregatori di notizie non elargisco più nemmeno click; ma il punto non è quello, il punto è che chiamarsi fuori dai media mainstream significa solo lasciare carta bianca a gonzi e gobbi.

    Se sanno che i loro unici utenti sono gonzi e gobbi, l’informazione sarà tarata solo su di loro.

    Se invece si trovano sempre sui loro siti anche interisti inferociti, allora capitano anche le prime pagine con le ruberie in bella evidenza, e le polemiche non vengono cassate in quattro e quattro otto.

    Poi oh, se volete il modello tuttosport nel 100% dei media, fate vobis.

    Quanto alle considerazioni del tagnin, capisco l’auspicio a voltare pagina, perché focalizzarsi a vita su queste questioni è noioso oltre che improduttivo; d’altro canto un po’ di sana polemica è bene che monti e si trascini: negli anni precalciopoli facchetti era il primo a tenere alta la tensione mediatica al riguardo, e ha fatto bene, perché senza una diffusa politica del sospetto, con questi qui, viene tutto adeguatamente silenziato in 5 minuti.

    Se ai tempi le cose fossero state bene cosi a tutti, e nessuno avesse mai sollevato sospetti, probabilmente non sarebbe nata nessuna inchiesta.

  52. Come no, il silenzio intelligente. Come quello sul revisionismo gobbo, sulle infamie a Facchetti, sugli scudetti esposti…
    #ignorantecaciara

  53. Vabbè quest’ultima risposta di Wolf Tail è pari a quella di . In fondo, lo sono anche quelle degli altri: ciò significa, per la legge dei grandi numeri, che avete ragione voi e io ho torto. Ma non è questa la disputa. Rispondo, però, a Tagnin: far mancare il sostegno economico dei tifosi dell’Inter a Sky e alla Gazzetta, che penso siano centinaia, forse migliaia per non esagerare, non è una prova di virilità: è un danno economico. Un danno che neanche i finanziamenti occulti della vecchia signora possono risarcire. Puoi sicuramente ridere delle proposte, magari stupide come la mia, di chi si sente deafraudato di più di qualcosa. Ma non puoi pretendere che a reagire sia solo la Società.. In fondo, anche i tifosi, nel loro piccolo contribuiscono a tenere in piedi il baraccone. Quindi…armiamoci e partite è un modo vigliacco di non reagire. Io la vedo così

  54. Nella parte iniziale manca….questa risposta di Wolf Tail è pari a quella di chi diceva: . Mi scuso perché senza questo concetto il resto è poco comprensibile, Scusate e grazie per l’attenzione

  55. Armiamoci e partite non me lo fanno pubblicare: sarà apologia di reato?

  56. ” prese di posizione chiare ed esplicite della società Inter e/o della di cui proprietà”: quoto Este, febbraio 9, 2017 a 4:55 pm

    Resta il problema di chi parlera’ a nome dell’Inter.
    Prisco purtroppo non c’e’ piu’ da anni e nessuno ne ha ereditato il ruolo, ne’ i dirigenti attuali mi paiono in grado di farlo con profitto.
    Che Zang proceda ad un nuovo casting!

  57. Io scrivo qua e là, cercando di mettere in risalto il ridicolo.
    Per quel che può contare sovente commento articoli della gazzetta, sopratutto da quando hanno iniziato a dire che Berardi che era già della Juve, non tanto per l’operazione in se, ma come luogo comune : tutti i giovani promettenti sono della Juve. In genere sono molto misurato e solo una volta mi hanno bannato, perchè all’articolo che spiegava le cervellotiche regole dell’abortito tentativo di movimentare le prove della F1 io commentai : “…ma sparatevi ! “

  58. Se la società Inter non interviene concretamente in questa circostanza non mi sento tutelato come tifoso. Della partita con l’ Empoli me ne frego: dopo quello che abbiamo visto domenica sera cosa cambia vincere o perdere? Il silenzio di Napoli e Roma è emblematico, hanno recepito bene il messaggio lanciato dai gobbi tramite i sicari Rizzoli prima e Marotta poi: non vi azzardate a intralciare il nostro percorso, altrimenti non arrivate in CL e non beccate la grana….e qui stiamo a parlare della partita con l’ Empoli. Sveglia società Inter, forza Zangh batti un colpo…altro che silenzio saggio….

  59. “In risposta alle recenti dichiarazioni apparse sui media, il Club non comprende il motivo per cui Juventus FC continui a riferirsi all’Inter, mentre la nostra attenzione non è mai stata su di loro. Il fatto che ci sia sempre così grande attenzione attorno all’Inter è evidentemente la conferma dell’importanza del Club. Abbiamo, nei toni corretti e nelle sedi appropriate, cercato un confronto su quelle che riteniamo decisioni arbitrali discutibili in una parta importante per noi e per la Serie A. Il nostro pensiero oggi va però solo al futuro, consapevoli di aver fatto una buona gara a Torino nonostante la sconfitta. Ognuno ha la propria storia, noi abbiamo la nostra e ne siamo orgogliosi”.

  60. Grande superiorità

  61. E’ proprio un comunicato ufficiale di FC INTERNAZIONALE,
    di oggi 09 02 2017 ore 19:04 !!

    Sottotitolo: “orgogliosi della nostra storia, concentrati sul futuro”.

    Meglio delle nostre aspettative; continuiamo cosi!
    ZHANG

  62. La risposta ufficiale è arrivata.
    Apprezzo che non si sia lasciato correre, ma per il futuro voglio qualcosa di più duro.

    Per dire, molto meglio Mentana:

    http://www.fcinter1908.it/copertina/esclusiva-mentana-2/?intcmp=mentana-inter

  63. Elkann non è in Sky? Disdetta di massa sa sky dai dai dai

  64. Se io fossi la dirigenza Juve denuncerei l’Associazione Italiana Arbitri per danni morali. Per colpa loro tutta l’Italia odia la Juve. E … se non lo fanno davvero ( e ne avrebbero tutto il diritto) una ragione ci sarà.

  65. Anche le pulci hanno la tosse. Adesso parla anche l anemico e amimico elcan, uno che se invece di nascere dal culo di quelli là, fosse nato non dico a Scampia ma nella periferia di Vercelli, non sarebbe arrivato a 10 anni, perché L’ avrebbero mangiato prima. Taci schifosissimo verme, anche tu dovrai pagare il bene che hai avuto dal male che hanno fatto i tuoi parenti.

  66. Mentana con le “gravi emissioni nocive da un modello Fiat” è da applausi. Il comunicato della società rivendica ed allude. Bene così, altro che silenzio di ‘sta cippa.

  67. Corsone

    quela volta l’arbitro gera Sbardella
    futuro dirigente dela Lazio
    concorente del Venexia
    par no retroceder

    po semo retrocessi tuti e do…

  68. a livello di risultati si,ma non è vero che non cambia nulla in generale: dopo una battuta di Prisco come dopo il comunicato odierno almeno non ho la brutta sensazione di farmi prendere per il culo e che tutto scorra nell’ignavia

  69. la prima parte del comunicato è vuota, attorcigliata e con un periodare da seconda elementare, io avrei pubblicato solo la seconda, secca, dura e decisa, con quel riferimento alle sedi appropriate che li avrebbe mandati fuori di testa

    così è un novello spacciato per barolo chinato, ultimamente in campo stiamo parlando molto meglio

    comunque se l’interista isterica ha avuto quel che voleva, sarei per guardare avanti

  70. Diciamo pure che è una coca zero spacciata per un primitivo.

  71. Tronchetti assolto dall’accusa di ricettazione; comunque una buona notizia, visto che è sempre il nostro primo sposor, per tutti gli interisti: isterici e magnumalfa

  72. ognuno ha la sua storia, noi la nostra e ne siamo orgogliosi

    per quanto mi riguarda standing ovation, nulla da aggiungere, altra pasta

    se invece si voleva scendere al loro livello bastava mettere su un video delle interviste fatte da marmotta dopo il ritorno a monaco dello scorso anno

  73. Ah ah ah, elkan che dice stupefacente!

    ah ha ha ha ha ha ha ha ha ah ah ah ah

  74. In verità abbiamo vinto più noi che i mariuoli se consideriamo quelli che c’hanno rubato, quelli rubati sotto moggi per mafia, ladrocinio e doping, più le finali Champions perse, le due coppe farlocche, ecc. ecc.

    Ma siccome elkan lo stupefacente se lo pippa, evidentemente, allora dice che siamo noi i perdenti!

    Sono pure stati in B.
    Loro.

  75. Eccoli la a Sky. Maria nella in studio con vidiwall alle spalle dal titolo “veleno bianconerazzurro” non voglio sentire una parola, so gia cosa stanno dicendo ma il titolo è da vomito. Siamo stati provocati 2 volte dal ds e presidente dei gobbi e abbiamo risposto da signori e loro invece con quel titolo vogliojo mettercimsuloo stesso piano, cercando di riparare così alle malefatte del rampollo cocainomane

  76. Forse al cachettico giovane elkan farebbe bene qualche uscita con il suo vivace fratellino

  77. Se non vuoi essere circondato da interisti, puoi tornare nella tua tana e fare scorta di formaggio coi tuoi amici ‘ndranghetisti

  78. L’unica risposta chiara è domenica sul campo contro l’Empoli, e quella di Suning acquistare Nainggolan.

  79. In effetti il comunicato Inter è molto sobrio ed elegante, quasi distaccato…

    Le parole di Merdotta ed Elkann invece sono fuori luogo ed inappropriate…

    A volte, piuttosto che dire stronzate è meglio stare zitti…

    “il bel tacer non fu mai scritto” (cit.)

  80. http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/vero-errore-insabbiare-juventus-inter-sotto-parole-f4995516-ef06-11e6-b691-ec49635e90c8.shtml

    Ecco fatto! Il buon Sconcerti scrive sul corrierone un articolo che travestito ad hoc per sembrare scaturito da una professionalità obiettiva e serena in realtà, anche se in modo arguto e sicuramente elegante nella forma, ci ripete che siamo tutti della stessa pasta e che domenica in fondo non è successo nulla! Che schifo #sconcertigenuflesso

  81. Ma che volete pretendere che dica Sconcerti scusate…..lui è l’essenza della prostituzione intellettuale………!!! …….Ricordate come lo trattava il Vate di Setubal ……….?!
    Personaggi del genere vanno semplicemente ignorati……

  82. Ahó, certo che sarà bravo, ma mai quanto te che te se’ rosicato ‘n anno de serie B.

  83. scusate, non ho letto tutti i post…..ma a me quello che mi fa incazzare di più di tutti è ORSATO, io non lo posso vedere.
    sta in campo come se gli toccasse per forza e non fosse invece pagato per farlo, è sempre arrabbiato e a muso duro, non molla mai e ne sbaglia in continuazione con la spocchia di chi, se glielo fai notare, prende provvedimenti immediati e drastici.
    Era lui il giudice di linea e , come mi aspettavo, oltre a essere scarso ha rovinato lui la partita nel secondo tempo, perché il problema non è che al mondo ci siano persone ignoranti ma che siano anche convinte delle loro idee…. che poi con quella faccia li chi glielo fa fare di arbitrare? non ha altro di meglio da fare nel week end? se proprio gli da fastidio arbitrare le partite di serie A per le quali è pagato, può anche stare a casa, non glielo ha ordinato il medico di fare l’arbitro, no? la partita secondo me, e il referto l’ha rovinata o a ha contribuito moltro a rovinarla lui

  84. Sui giornali compare “colpo Muriel”.
    Va beh, mettiamo sia vero, dentro anche questo e forse davanti qualcosa ci vuole, ma resto perplesso, non mi sembra un gran cambio di passo, un buon giocatore ma nella Samp, e prima nell’Udinese.
    Un profilo un pò più alto?
    Fermo restando che aspetto dei terzini.

  85. Come vice icardi sarebbe tantissima roba, purché ben seguito da un dietologo di fiducia.

    Talento cristallino, forse il piu puro della serie a. Sono la panza e la testa le sue penalità

    • I colpi di grido li farei dentro, davanti basta puntellare, specie se -come pare- uno slot è gia destinato a uno fra Berardi e bernardeschi

  86. Beh se ci fosse la possibilità di prendere veramente Aguero non me la lascerei sfuggire. Il parco attaccanti composto da Icardi Aguero Eder Berardi Gabi non sarebbe male. Potremmo anche finalmente smaltire il dolore per la perdita di Jovetic :))))

  87. Gianni su Aguero non sono del tutto convinto. Muriel mi piace anche se non è un bombe estremamente prolifico. Ideale nelle partite che prevedono ripartenza….se ci fosse la possibilità di rimandare alla Sampdoria Eder aggiungendo un nostro conguaglio io Muriel lo prenderei. Ad Aguero preferisco Morata, ecco fosse possibile punterei su di lui…..

    • E ribadisco anche che giocare con una sola punta non è da grande squadra . In alternativa a Morata andrebbe bene anche Grizmam (non credo di averlo scritto correttamente….)…

  88. Bomber Prolifico Muriel…..

  89. Un doppio cambio Eder /Muriel, Icardi/Aguero lo farei volentieri…

  90. Morata mi andrebbe benissimo ma non lo considero perché lo associo ai ladri. Ma è forte e mi piace e se potessimo arrivarci ci sarebbe anche il gusto dello sgarbo alle merde. Non la vedo facile.

  91. Poi se dovessi scegliere tra Berardi e Bernadeschi non esiterei a prendere il giocatore del Sassuolo, mentre dalla Fiorentina proverei magari a prelevare Chiesa……..diciamo che una linea offensiva con in rosa: Berardi, Chiesa, Morata, Muriel ed Icardi andrebbe bene……..

  92. E dato che ci sono la butto lì: lavorandoci bene (soprattutto cercando di convincerlo e motivarlo) davvero Perisic potrebbe essere trasformato in un grande esterno di difesa……ricordate Zambrotta? Ho detto una stronzata?!!!

  93. Tolta , a sorpresa, una giornata a Perisic. Per Icardi niente sconti.

  94. tra l’altro, così, stiamo a stornellare intorno al fuoco coi sodali romanisti cantando la nequizia della juventus, ma ho appena appreso che il derby di coppa Italia si giocherà, ohibò, di sera

    in sè sarà anche una buona notizia, certo, probabilmente useranno i mezzi corazzati epr tener buoni i rispettivi somari associati ai due dopolavori della capitale, ma il dato che emerge è che col Cesena arbitrava il Sig. Auditel della sezione di Saxa Rubra

  95. Nessuno che pensa a fare il grande colpaccio?
    Donnaruma dal Bilan, poi Verratti e Belotti. Un buon centralone e un terzino e siamo da Champions

  96. Intanto, Radja Nainggolan, uno di noi!

    Spero tuttavia che, se un bel giorno il nostro presidente Jindongin Zhang non vorrà più vedere i suoi investimenti sfumare a causa della mafia bianconera, chiederà indagini e vorrà vederci chiaro sullo schifo calcistico in mano a Tavecchio e compagnia cantante.

    Per non arrendersi, dovrà soprattutto pestare tanti piedi e rompere parecchi culi.

    Di sicuro non dovrà chiedere l’ausilio della mafia cinese (anche se li reputo maestri…).

    Quindi, care merde, occhio! La vostra fine potrebbe essere più vicina di quanto mai non abbiate immaginato!!!

  97. Perisic.
    Probabilmente il giudice sportivo avrà convenuto che il “Sei Scarso” non era poi tanto lontano dal vero.

  98. video comunicato ufficiale dell’Inter
    https://goo.gl/SqNg39

  99. Considerando che per le espressioni ingiuriose la squalifica minima è di due turni, han considerato il “sei scarso” come non ingiuriosa.

    E questo sarebbe l’arbitro num1 del ranking italiano…

    Va beh, meglio per noi che avremo Ivan già settimana prossima, però i due turni a Icardi restano, e questi mi preoccupavano di più dell’assenza del croato, in tutta onestà.

  100. sarebbe tanto bellissimo quanto sprecato,inoltre a Perisic piace da matti far gol

  101. Comunque se volete mettervi più tranquilli vi prego di ricordarvi che Icardi non segna nelle partite fuori casa da settembre contro l’ Empoli.

  102. Una statistica afferma che l’ Inter è la squadra con il più alto numero di dribbling eseguiti ed andati a buon fine! Ma che statistiche fanno? Il commento immediato che mi viene da fare ( a parte Esticazzi…,) è che forse avranno conteggiato tutti quelli inutili che fa Candreva prima di crossare (…peraltro male nella maggior parte dei casi….) Mah.

  103. Scusate ma copioincollo un attento e preciso ricordo di quello che diceva marotta negli anni passati, ringraziando l’amico Interista che li ha menzionati.

    JUVE-ROMA 1-1 (13 novembre 2010) – Marotta: “C’è amarezza e grande rammarico, siamo arrabbiati per la prestazione insufficiente dell’arbitro (Rizzoli). Ci è stato fischiato un rigore contro discutibilissimo per un episodio analogo al fallo di mano di Boateng in Milan-Palermo. Chiediamo uniformità di giudizio, rispetto e maggiore tutela per la Juventus, che non è favorita dagli arbitri. Per tutto il resto della gara i giocatori in campo sono stati condizionati da quel rigore”.

    PALERMO-JUVE 2-1 (2 febbraio 2011) – Marotta: “Voglio esprimere una critica molto decisa nei confronti della classe arbitrale e dell’atteggiamento verso la Juventus. Non vorrei che le nostre valutazioni su Calciopoli siano intervenute in questo tipo di comportamenti. Non vorrei che quella che prima si definiva sudditanza ora diventi arroganza, che superi l’oggettività degli episodi in questione. Braschi ci disse che ruotando gli arbitri nessuno avrebbe diretto la stessa squadra più volte. Morganti è la terza volta che lo fa in questa stagione e in due è stato molto sfortunato”.

    JUVE-SIENA 0-0 (5 febbraio 2012) – Marotta: “C’è rammarico e molta rabbia per il rigore non concesso nei minuti finali per il fallo di mano di Vergassola. Già gli avversari hanno avuto un atteggiamento difensivista, se poi ci si mette anche l’arbitro a non decretare un rigore sacrosanto… Peruzzo è inesperto, sarebbe opportuno e giusto prestare maggiore attenzione nelle designazioni arbitrali”.

    JUVE-GENOA 1-1 (26 gennaio 2013) – Marotta: “Per un arbitro di Torre Annunziata come Guida ci sono difficoltà a venire ad arbitrare la Juventus… Non parlo di malafede, ma di difficoltà. Al 94° un arbitro della provincia di Napoli si è trovato in difficoltà. La designazione di Guida, che è un arbitro napoletano, è stata infelice. Non metto in dubbio la buona fede, ripeto, ma non si designa un arbitro di Torre Annunciata ad arbitrare la Juventus. Così come è consigliabile che un arbitro di Novara non arbitri la Juventus, un arbitro napoletano non deve venire ad arbitrare la Juventus”.

    BAYERN-JUVE 4-2 (16 marzo 2016) – Marotta: “Avremmo meritato la qualificazione, non ci siamo riusciti soprattutto per un arbitraggio molto parziale. Il terzo gol di Morata era regolare, invece è stato annullato clamorosamente”.