Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

La enculada

La enculada (dallo spagnolo encular, ricevere prima o poi una fregatura) è sempre da mettere in conto con la Juve, se non si vuole essere etichettati come fottutissimi ingenui. La enculada è sempre in agguato per motivi tecnici o extra tecnici, tattici o extra tattici, etnici o extra etnici, ambientali o extra ambientali: bisogna vigilare fino all’ultimo secondo di gioco – sempre che la partita non si sia già messa di riff o di raffa sulla strada per Torino – perchè una regola non c’è, e nemmeno una extraterritorialità o una moratoria: la enculada è sempre in agguato dal primo al novantesimo più recupero, e diventa tanto più possibile – a volte, probabile – tanto più ci si avvicina alla fine della partita e i giochi sono ancora aperti. Ci sono due condizioni notorie e ineluttabili: 1) la Juve non è mai morta; 2) nel caso, c’è sempre un modo per resuscitarla.

Quello di Denzel Dumfries era fallo? Tecnicamente, sì. Quello di Denzel Dumfries era una fallo da Var? Tecnicamente no (quindi, rileggetevi il punto 2 e fatevene una ragione, anime candide). Fatto sta che vincevamo e invece abbiamo pareggiato. Bleah.

Se la differenza l’ha fatta un fallo che poteva benissimo non essere rilevato (l’arbitro non aveva fischiato, probabilmente perchè non l’aveva ritenuto tale. Cioè, parliamone), credo sia più produttivo parlare anche di quello che manca a questa Inter, a prescidere da questa ennesima enculada. Ai suoi problemi strutturali, ora che – dopo un quarto di campionato e metà del gironcino di Champions – si comincia a essere assistiti da una solida base statistica.

Su 12 partite, ne abbiamo vinte solo 6, che è un bottino dignitoso ma non esattamente da schiacciasassi. Solo due volte su 12 non abbiamo subito gol (due come le volte in cui non ne abbiamo segnati noi). In queste 12 partite, forse l’unica mezza impresa è stata andare a vincere a Firenze (tenendo conto della storica difficoltà del campo e del buon momento dei viola). Per il resto, in 4 partite contro pari grado (o superiori) abbiamo fatto 2 punti (perso con Real e Lazio, pareggiato con Atalanta e Juve). Potremmo aggiungerci anche la trasferta con lo Shakhtar, in quanto partita importante, e il ruolino non migliorerebbe: 5 partite, 3 punti.

Ecco, al netto dell’incazzatura di subire un rigore all’89’ con la Juve (stesso minuto del gol preso dal Real: sarà un caso?), sarebbe forse meglio preoccuparsi per il profilo di una squadra che – allo stato attuale – è perfettamente rappresentata dalle sue classifiche: in alto ma già lontana dalla vetta in campionato, totalmente in bilico (more solito) in Champions. Una squadra che non dura 90 minuti, quasi mai, se non quelle volte in cui si diverte a prendere a pallonate l’avversario scarso. Una squadra forte con i deboli e deboluccia con i forti: non perchè sia inferiore, ma perchè a un certo punto si perde. Con la Juve (come col Real) ha avuto la partita in mano a lungo, ma non abbastanza.

Il fallo di Dumfries è piuttosto simbolico di questa nuova Inter. Là dove c’era Hakimi oggi sgroppa sulla fascia un simpatico incrocio tra Daley Thompson, Chuck Norris e il mitico Villa, e la differenza a volte la puoi dover scontare. Ci stiamo cercando di autoconvincere che siamo più o meno come quelli dello scorso anno – ci sono stati giorni in cui il mantra era “anzi, siamo più forti!” – ma è con la personalità che abbiamo fatto un notevole passo indietro. E lì c’è da lavorare parecchio, se vogliamo difendere davvero quella coccardina cucita sulla nostra vezzosa divisa pitonata.

share on facebook share on twitter

39 commenti

  1. Primo!

  2. Sporchi ladri

  3. Perfettamente d’accordo a metà col mister!

  4. Settore un’oasi di saggezza nell’incazzatura… ma no, non mi è ancora passata, e sto per andare a lavoro in un postaccio infestato di gobbi, se non riesco a controllarmi questa è la volta che meno qualcuno e mi arrestano per rissa e lesioni aggravate :(( in caso mandatemi le arance

  5. Plaudo al ritorno “sportivo” della ns. guida.
    Settore ha espresso al meglio (more solito) quel che avevo grossolanamente cercato di scrivere a caldo, ieri sera.
    Se metti Gagliardini per Calhanoglu dai un pessimo segnale e dimezzi il numero di gente che sa cantare e portare la croce (l’altro è Barella, perché ormai Brozovic sta più dietro). Ergo : quelli (che non sono granché) vengono avanti, pressano e prima o poi, con I rinvii che tradiscono la paura che hai…qualcosa succede.
    Dumfries, poi, dovrebbe giocare come sta giocando Perisic : NON da difensore puro, ma sulla fascia del difensore in aiuto.
    Come difensore, da quel lato, c’è D’Ambrosio. Sembra che non giochi più nell’Inter. Non è certo R. Carlos, ma insomma…probabilmente un intervento così goffo non l’avrebbe fatto 🙁
    Buona giornata a tutti (se vi riesce).

  6. Esattamente il mio pensiero.
    Dumfries non è Hakimi.
    Questo abbiamo e con questo dobbiamo fare i conti. Per me non siamo da scudo, ma neanche lontanamente.
    Piazzamento Champions, se va bene.
    Avevamo uno squadrone che avrebbe potuto aprire un ciclo, siamo stati capaci di buttare tutto alle ortiche. C’era un solco con le altre, per un paio d’anni si andava avanti di rendita.

    Vabbè, inutile recriminare.
    1) panchinari non all’altezza. Se Brozo o Barella si sfiancano hanno bisogno di riposare. Giocano troppo. Per Dzeko idem: i nodi verranno al pettine a breve.
    2) Conte svuota il gruppo. Poco da dire: ti fa vincere, ma poi quella garra non c’è più. Un rilassamento è fisiologico. Non lo si vede, a dirla tutta, però poi l’atteggiamento è quello.

    Nel caso di specie non getterei la croce addosso all’olandese. 12 milioni, vale quello che hai speso. Probabilmente Dambro avrebbe fatto lo stesso, vai a sapere.

    Inizio settimana desolante. E già temo per Empoli. Per fortuna abbiamo Forte.

    Mi siete mancati ragazzi! 🙂

  7. Buongiorno Settore e buongiorno Fratelli di fede.
    Vorrei provare anch’io di scrivere un commento ma, mi riesce alquanto difficoltoso poiché non ho ancora metabolizzato l’incazzatura di ieri sera.
    L’ennesima!
    Questo pareggio per come è avvenuto, lo considero peggio di una sconfitta.
    Ammetto che (immagino come gran parte di voi) ha fatto fatica a prendere sonno ma, sono andato a dormire con un mezzo sorriso dopo aver letto questo commento: “con Dunfries pensavamo di avere sostituto Hakimi, invece abbiamo preso il nuovo Santon”.

  8. Il problema non è hakimi o Dumfries (costato peraltro 12,5 ML, e oggi quello vale…)
    il problema è chi non si rende conto che dall’anno scorso abbiamo
    Perisic che sta sovraperformando
    Di Marco che è entrato alla grande in una “grande”
    Darmian che sta dimostrando di essere sempre affidabile
    A questi tre aggiungerei Dambrosio che il suo lo fa sempre e spesso fa anche di più

    Dumfries ha problemi di lingua, di forma, di tattica, di tecnica (aggiungerei di coordinazione). Dove sta tutta questa necessità di metterlo ogni partita, tanto più contro la gobba di merda, che se per sbaglio l’altro mononeurone di Allegri sposta Chiesa a sx lo infila 10 volte su 10.

    Un italiano o un conoscitore del calcio italiano, che sa che quella merda di squadra e i suoi impiegati giacchette nere non aspettano altro, non avrebbe mai fatto un intervento così goffo, così al limite e così dentro l’area.
    Inzaghi ma va a caghèr.

  9. Ciao a tutti i fratelli settoriani.
    Ieri ero fuori dalla grazie di Dio, anche se dovrei ormai sapere che siamo alle solite: con quelli lì succede sempre qualcosa di strano. Così mi è capitato stamattina di provare per l’ennesima volta a digitare l’indirizzo di settore (non si sa mai), come i bambini piccoli che quando si fanno male corrono dalla mamma……èd ecco che appare La Enculada! Già mi è cambiato il lunedì!!!
    Grazie

  10. un saluto festoso a tutti, è un piacere rileggervi

    sono entrato per caso e ritrovarvi allineati e compatti è un raggio di sole in questa uggiosa giornata in val padana

    vi leggero bene e con più calma in seguito e vi salutero a dovere, ma ho una cosa che rode dentro e che devo buttar fuori.

    ricomparire dopo 4 mesi per una marchetta su un libro scritto a 10 mani mi sembra poco rispettoso per tutti quelli che leggono e che in un qualche modo ti hanno supportato in questi anni. capisco che postare qualcosa non è dovuto,ma scrivere due righe per dire che la vena artistica si è esaurita o che non se ne ha più voglia porta via 2 minuti e non lascia appesi al nulla cosmico decine di persone

    ho intravisto che è stata creata un’alternativa dal valoroso Lothar ed i suoi sodali, appena ho un attimo di tempo mi unisco volentieri a voi

    ciao a tutti e, come sempre….
    AMALA

  11. Comunque a Ottobre scorso stavamo crocifiggendo Hakimi perché faceva troppi errori. Ovviamente questo non ha metà del talento del marocchino e bisogna dargli tempo di andare “in fase” coi compagni.

  12. Ri-buongiorno (“so’ arivato” a Roma) e salutoni agli ultimi “reduci”.
    Come spesso mi accade…vado in controtendenza, perché- a parte che ho saputo che Settore non ha manco fatto le ferie – io ho sofferto come voi di crisi di astinenza. Il buon Toto può essermi testimone del viso sconvolto che avevo questa estate (e non solo per la mia ignoranza a proposito della bibita che aveva ordinato 🙂 ), ma ho il fastidioso dubbio che Settore ci abbia fatto “tirare il collo” anche in ragione di alcuni ns. interventi negli ultimi giorni di quel famigerato post sulla ipomenorrea.
    Ricordate ? Anziché fantasticare sul nuovo ciclo vincente…si scriveva (sul SUO blog !) di alternative.
    Combattuto tra la lusinga della paura che avevamo e la rabbia per l’ingratitudine e la congiura che stavamo ordendo (brutto, ‘sto gerundio…), il nostro munifico ospite ha dato uno “strattone al guinzaglio”.
    That’s all.
    Al di là del fatto di acquistare o meno una copia del nuovo libro…terrò per me i miei pensieri e continuerò a leggere solo queste pagine.
    Settore è profondo e divertente assieme, e tutti voi rendete questo sito un “unicum” che però non potrebbe essere semplicemente trapiantato altrove.
    Scusate – vi prego- la mia ruvida franchezza.

    • Non sono d’accordo. Un blog è un piccolo spaccato della società, dove si creano amicizie, inimicizie, e partendo da un argomento comune si sviluppano dinamiche di pensiero che a volte vanno pure fuori dall”argomento primario ma servono a rendere più “vero” il rapporto tra le persone quando poi si torna sul “topic”.
      Chi gestisce un blog non dovrebbe pretendere che i partecipanti siano attivi solo quando a lui va bene, il “paesino” settore vive anche quando il sindaco è fuori per lavoro.
      Quando scadono i 30gg (che secondo me si possono ampliare, credo…) basta riaprire con un Ciao per alimentare le chiacchere della comunità, non è che bisogna dedicare 3 gg di lavoro per questo.
      Diciamoci la verità, per educazione di dice “siamo ospiti, siamo a casa tua, etc”, ma il fine di un blog e la discussione, di tutti, se ti va di tenerlo lo tieni aperto, anche se fai durare l’ultimo post 6 mesi fai cmq chiacchierare la gente. Non credo sia sovrapponibile a “ti ospito a casa mia quella è la tua camera” e tu vivi la per sempre in mezzo ai maroni del padrone di casa.
      Poi è inutile che mi dilunghi in tutte le cose positive che fa Roberto che per me sono fonte di ammirazione, però questo atteggiamento è a mio parere sbagliato.

    • Ahahahahah !
      E quando mai siamo d’accordo su qualcosa, ragazzaccio ?!?!
      Scherzi a parte… Si, dovrebbe essere possibile prolungare la validità di un post, ma – parafrasando il tuo esempio – sarebbe come se il padrone di casa partisse e ci lasciasse le chiavi, altro che sindaco fuori sede…
      Credo convintamente, poi, che un periodo molto lungo senza i post di Settore che “tracciano la via” farebbe impigrire la discussione e alla lunga implodere il blog, prova ne sia che in occasione di quello di fine campionato…in molti chiedevano un suo aggiornamento.
      Magari avremmo potuto commentare i risultati degli europei, delle Olimpiadi, delle Paralimpiadi (tra l’altro Settore è persona competente ed appassionata dell’argomento), di quel che si vuole, ma…su…abbiamo in fondo perso poche partite.
      E’ che l’anima dei ragazzini che è in noi, anziché su WhatsApp, Twitter etc. etc. …si estrinseca in febbrili e continue consultazioni di “www.settoreiniter.it” 🙂
      Siamo voraci, di spazio ma anche di post di Roberto, dai, confessiamolo 😉

  13. giardinero9cruz
    Ottobre 24, 2021 a 8:42 pm

    Dovremo essere scaltri; passare dagli Sceriffi ai ladri, in soli tre giorni, sembra un pericoloso scherzo del destino.

    Me lo sentivo… e infatti, puntuale come un orologio svizzero, è arrivata l’enculada!

  14. Ehilà giovani valorosi settoriani , presente ! rieccomi schierato con tutti voi, mi ero perso pure il post di propaganda , e chi ci pensava più.

    Proprio ieri pensavo, quante cose ci eravamo persi, eventi che ci hanno travolti, senza aver avuto la possibilità di leggere la penna di Sector, e tutte le nostre firme di questo blog. Poi, chissà perchè, o meglio lo so , e Sector lo ha spiegato bene riassumendolo nel magnifico titolo, ero certo di trovare qualcosa oggi, ed eccoci .

    Bhe che si dice allora? Certo ci siamo lasciati con altri toni, ci ritroviamo a commentare una partenza di stagione così così.

    Intanto ben tornati e questa frase di Kalle
    >>>ho intravisto che è stata creata un’alternativa dal valoroso Lothar ed i suoi sodali, appena ho un attimo di tempo mi unisco volentieri a voi >> , mi sono perso quaccosa?

  15. Buongiorno a tutti,
    e bentornatissimi anche ai last minute da poco rientrati.
    Mi rivolgo a tutti, soprattutto a Roberto Torti, se avrà tempo per leggere queste mie parole.
    Alla fine dello scorso campionato, ancora ebbri di gioia per il 19mo scudo, sapevamo che di lì a poco il blog avrebbe chiuso “per ferie”, come d’abitudine, ma tale era il piacere di condividere i nostri pensieri, in questo magico anno, che si é candidamente pensato di trovarci, in qualche modo, in qualche “posto” dove trascorrere l’estate tra una birra e un post”, in attesa della riapertura di Settore.
    Ripeto, tale era la gioia per aver finalmente messo tutti quanti dietro,
    che si voleva ancora continuare a leggerci.
    Ciò detto,
    é quanto di più lontano dai miei pensieri costruire un alternativa a settoreinter.it,
    MA STIAMO SCHERZANDO?
    Per me Sector é uno e unico,
    per talento narrativo, simpatia, arguzia, fede, e bla bla.
    Ciò che abbiamo costituito, con altri tre valorosi nerazzurri, é un comodo bungalow dove trascorrere l’estate, ma che mai sarà paragonabile a questo sito, davvero inimitabile.
    Ho notato in alcuni maggiore dispiacere per la lunghissima assenza di quest’anno
    , ma sapevo che Roberto sarebbe tornato, avendomi risposto ad una mail questa estate, dove appunto mi diceva che tra libro, due traslochi se non ricordo male, e impegni vari, non sarebbe riuscito a ripresentarsi in tempo.
    Spero che tutte queste argomentazioni possano appianare gli umori che eventualmente si sono un po’ guastati nel blog, Roberto Torti, per quanto mi riguarda tu resti il nostro mister e ti prego continua coi tuoi sciccosissimi post ad allietare i nostri animi.
    Un abbraccio a tutti e semprebjuvemerda

  16. P.s.
    É una gioia senza pari rileggere tutti voi,
    siete mmmmmitici!! 🙂

  17. Ciao Giorgio

    Mi sento tirato in causa dal tuo intervento di stamattina, e mi permetto di portare via un minuto a tutti e di risponderti con la stessa franchezza: non faccio il congiurato di professione e neppure per hobby, e non ho l’immagine di Jacopo de’ Pazzi o di Agrippina appesa in camera. Semplicemente, visto che il canale che utilizzavamo – tutti quanti – per scambiarci le nostre opinioni stava per chiudersi, ho proposto un’alternativa.

    Non mi sento però neppure un cane che debba dare gratitudine incondizionata al suo “munifico” padrone, anche quando questo si assenta per mesi; di conseguenza non offenderti se dico che mi piace davvero poco l’allegoria del guinzaglio.

    Detto questo (non voglio stancare nessuno e tanto meno fare polemica con una persona squisita come te), leggi pure le pagine che preferisci, come faremo tutti!

    Buona giornata e soprattutto Forza Inter, per quanto la nostra squadra appaia – quest’anno – di nuovo sciupona e incerta, come purtroppo è spesso accaduto nel recente passato.

  18. Buongiorno e ben ritrovati a tutti!
    Di fronte a una partita come quella di ieri è giusto fare autocritica per non aver portato a casa i tre punti che erano tranquillamente alla nostra portata. Quindi, autocritica numero 1: il secondo lo potevamo e dovevamo segnare. Se Lautaro non è in serata le alternative non sono, almeno per il momento, all’altezza. Anche se l’impressione nel secondo tempo è stata che, pur non essendo noi spumeggianti, i ladruncoli avrebbero potuto giocare anche tutta la notte senza riuscire a fare un tiro in porta. Autocritica numero 2: Dumfries, ragazzo mio, sei in Italia da poco e forse sei parzialmente giustificato se ancora non hai capito con chi hai a che fare. Ma, Santi tutti del Cielo, se negli minuti la giuve è sotto di un gol, DEVI renderti conto che basta uno starnuto, un’occhiata storta, una farfalla che batte le ali a migliaia di km di distanza… ed è subito rigore. Con tanto di giornali, la mattina seguente, concordi nell’argomentare quanto le ali del lepidottero fossero colpevolmente scomposte nell’intervento. L’anno scorso tu non c’eri, ma Perisic penso ti abbia spiegato che ci hanno fischiato un rigore contro per aver preso (e sottolineo preso, non dato) un calcio negli stinchi da quell’inenarrabile ed imbarazzante errore dell’evoluzione che è cuadrado. Quindi il messaggio chiave, segnatelo bene, è il seguente:

    “Al minuto 88 di Inter-giuve, sul punteggio di 1:0, quella gamba TE LA AMPUTI piuttosto che sollevarla in un contrasto aereo”.

    Ieri sera sei stato quasi fortunato, l’arbitro ha avuto un momento di defaillance in cui ha valutato l’episodio per quello che era: un contrasto in cui la dinamica e l’entità del contatto non erano tali da fischiare fallo; ma è stato prontamente richiamato, in barba a tutti i protocolli, a rivedere quello che secondo il VAR era, evidentemente, un “chiaro errore”. E per essere “chiaro” si intende che deve essere inequivocabile: nero su bianco, o bianco su nero. Insomma, se è bianconero è sempre “chiarissimo”, fattene una ragione. Tu forse vieni da un campionato in cui è necessario rispettare le regole; ma qui in Italia, le regole non basta rispettarle: devi riuscire a non dare a quelli il minimo pretesto per poterle calpestare, perché quelli non aspettano altro. In ogni aspetto del loro essere, dalla simulazione in campo alla gestione mafiosa del mercato alla conta degli scudetti, il calpestare le regole è la loro ragione di vita. Quindi, caro Dumfries, è fondamentale che impari subito la lezione. Perché se continui a giocare con l’idea che il regolamento sia uguale per tutti, qua in Italia sei solo un povero disadattato.

    • Grande Paolo! Per favore traducilo in olandese e spediscilo col piccione viaggiatore (che credo ancira migliore di qualsivoglia forma di comunicazione scritta) al povero D.J. Dumfries!
      P.s. poi magari lo traduciamo in tutte le lingue del mondo e lo facciamo appendere negli spogliatoi dei nostri cari beniamini..sia mai che sta cosetta sua sfuggita a qualcuno..

  19. La squadra non è per niente male, decisamente meglio del bbilan. Inzaghi non è da Inter.

  20. Poche balle, qua le chiacchere stanno a zero.
    Onore ai 4 valorosi che hanno costituito il blog salvagente, sono certo che nessuno intenda biasimarli e se dovesse ricapitare un black out del blog di settoruccio nostro perché ha vinto il Pulitzer e decide di andare a piedi alla Columbia University di New York a ritirarlo io sono sul blog delle vedove il giorno dopo.
    Caso per me archiviato.
    Torniamo a insultare quelle merde che per la centesima volta ci hanno rubato una partita, sono ancora incazzato come una Jena, con loro, con tutto il sistema arbitrale marcio e corrotto, con chi gli apparecchia sempre l’inculata su un piatto d’argento (il dunfries di turno, chi passa la palla al portiere moscia, chi casca nelle sceneggiate di cuadrado etc etc etc etc etc etc)
    Anche tu mister! Ma come ti viene in mente di mettere quell’anatroccolo spaesato di Dumfries, ma metti DD che gli mastica la giugulare per 20min e portiamo a casa sti 3 punti.
    Che errore! E voi gobbi schifosi vi auguro di non vincere la Champions per il prossimo secolo almeno, che capiate bene fino in fondo che siete dei fenomeni solo in questo baraccone ma appena mettete il naso fuori dall’Itaglia vi trattano per quello che siete veramente.
    PS: Hjc, ma nel tuo blog si possono dire le parolacce ai gobbi?

  21. Torno sull’assenza dal blog.

    Mi sarebbe piaciuto parecchio leggerlo e commentare insieme a voi le vicissitudini del mercato.
    Per la vendita di Hakimi e, soprattutto, l’addio di Romeluccio, mi sentivo solo.

    Poi l’arrivo di Dzeko, Dumfries… ma anche il pareggio con la Samp, il rigore contro l’Atalanta, la sconfitta con il Real, il pareggio con gli ucraini e poi la prima sconfitta in campionato con la Lazio.

    Si, mi mancava il blog e i vostri commenti.

    Non va bene per niente, eh.

    Ora Settore ha tutto il diritto di fare ciò che meglio crede. Però sono arrivato a pensar male, tipo gli fosse successo qualcosa. Oppure delle improvvise ristrettezze economiche.
    Ma dico: che ci vuole ad aprire un nuovo articolo senza metterci nulla, tanto per permettere ad una combriccola di appassionati di condividere le loro emozioni?
    E’ vero: è un blog, non è studiato appositamente per avere una condivisione o delle interazioni. Per quello ci sono altri mezzi. Chiaro.
    Però, vista dal mio – limitatissimo – punto di vista, qui si è creata un’alchimia strana. Si tratta di una community, passatemi l’orrido inglesismo, piuttosto particolare. E volenti o nolenti con questa forse bisognerebbe fare i conti. Un po’ come se, nei gialli di Malvaldi, si scindesse il barrista del Bar lume dai vari vecchietti.
    Ve l’immaginate?

    Vabbè, la chiudo qui.

  22. Per Javier: sono permesse e auspicate, non so che farmene del politicamente corretto

  23. Repetita iuvant:
    “Odi la Juventus.
    Odi la Vecchia Fottuta Signora di Torino.
    La Puttana d’Europa.
    Ricorderai il suo fetore, il suo tanfo, lo ricorderò per il resto dei tuoi giorni.
    Il fetore della corruzione, il tanfo del marciume.
    La fine di ogni bene, l’inizio di ogni male.
    Non ti consola che la Juve venga poi battuta 1 a 0 dall’Ajax nella finale di Belgrado.
    Non ti consola che l’arbitro portoghese, Francisco Lobo, racconti all’Uefa del tentativo di corromperlo, dell’offerta di 5000 dollari e una Fiat che ha ricevuto per farli vincere la partita di ritorno. Non ti consola che cinque anni fa perdevate in casa contro l’Hull City davanti a 15.000 persone, sedicesimi in seconda divisione.
    Non ti consola un cazzo di niente.
    Non può esserci consolazione.
    La Juventus vi ha steso e derubato, la Vecchia Puttana vi ha sottratto con l’imbroglio al vostro destino, la Coppa dei campioni.
    Questi episodi saranno sempre con te, non ti lasceranno mai. Ancora ti perseguitano e ti braccano, e ti braccheranno per sempre.
    La fine di ogni bene, l’inizio di ogni male.”

  24. Me perchè Settore legge i commenti? No perchè non mi pare di avere mai visto unsuo commento od una sua risposta ad un commento. A meno che non usi uno pseudonimo.

    • che sia Giorgio? 😉

    • E’ successo.
      Non ricordo bene in risposta a chi domandava come mai non ci fossero le foto nel libro del triplete 🙂

      @Hjc : tutto a posto, amico mio (se posso permettermi).
      Forse la mia allegoria del guinzaglio era errata. Me ne son reso conto solo quando me l’hai fatta notare. Me ne scuso.
      Ne’ volevo (IN ALCUN MODO) criticare l’iniziativa di creare un “vice blog” o un blog d’emergenza. No. Anzi !
      La mia idiosincrasia per WhatsApp mi ha impedito di conoscere l’indirizzo del blog alternativo, se no mi sarei auto-invitato per un saluto, una battuta, qualche riflessione sul nuovo allenatore e cosa avremmo potuto combinare…
      Volevo solo esprimere la mia personale impressione che la pubblica ricerca di alternative POTREBBE (mica ho alcuna conferma, ci mancherebbe) aver in qualche modo convinto Settore a prolungare maliziosamente la propria assenza dal web.
      In certi anni stacca per molto tempo, in certi…no.
      Pazienza, è accaduto proprio quest’anno di profondi cambiamenti.
      Quel che invece ribadisco è che secondo me questo blog proprio non si possa “esportare”.
      E con questo vorrei significare a tutti la mia profonda convinzione che si sia creata un’alchimia che non leggo (ne’ leggevo : sono andato per curiosità a leggermi post e commenti di parecchi anni prima che io “entrassi”, e lo confermo : sono cambiate le firme, ma lo spirito è sempre simpatico e moderato al tempo stesso) in altri siti consimili.
      Buona Inter a tutti 🙂

    • p.s. : @Kalle73…Vergogna anche solo per averlo pensato 😉 😉 😉
      MAGARI sapessi scrivere come Settore 🙁

    • Si, Rambo39
      (cit. Fantozzi alla riscossa)

    • Napalm51 (cit.) 🙂

  25. Bene, ora testa ad Empoli.
    Verremo asfaltati e tutto questo fiume di parole sui torti subiti ci si ritroverà contro

    ‘notte

  26. * Ritorcerá.

  27. Ma voi avete mai visto Settore e Giorgio nella stessa stanza? (semicit.) scherzo, eh… 🙂

  28. Un momento Forte, l’ultima prima di concentrarsi sul Real Empoli.
    Volevo solo dire al promoter di Cacciucco livornese che se solo desse una veloce occhiata all’ultimo post su vedove.. troverebbe la richiesta della sua presenza per una questione riguardante la nostra amata lingua, sarebbe anche l’occasione per apprezzare uno scritto introduttivo niente male, uscito tra la Lazio e la partita avec gli sceriffi.
    Capito? 🙂

    • Onestamente…no 🙁
      Puoi – per cortesia – aiutarmi ?
      Reitero l’invito per il cacciucco, a te e gli altri ragazzacci.
      A proposito…@denny : devo ammettere che riesci a distrarmi dalla l. di bilancio, ahahahahah !

    • Alt ! Capito.
      Mi associo al “mcp” 🙂
      Riguardo al quesito…boh ?!?!
      Ho finto di esercitare molti ruoli (vedere la succinta presentazione in “Io, l’esegesi di Settore e…”), ma MAI un insegnante.
      Ask Scettico for.