Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Non perdiamo mai

| 445 commenti

Il momento più bello della partita è stato il dopo-partita. Quando alle domande dei cronisti avrebbero tutti potuto rispondere soddisfatti di averla sfangata (0-0 in casa della Juve, di sicuro non sono due punti persi, non lo sono mai stati) e invece non lo ha fatto nessuno, da Spalletti all’ultimo dei giocatori arrivato a tiro di microfono. Tutti a sottolineare – a confessare, quasi – che va tutto bene, ovvio, ma che avrebbero potuto fare meglio e osare di più. Ed è tutto positivo – il punto, la consapevolezza, la sincerità – ed è tutto vero – l’impresa ma anche quel passo indietro rispetto a Napoli, dove fu uno 0-0 un po’ più spavaldo con i Sarri-boys nel loro momento migliore. Bello, bene: se non ci si accontenta si ragiona da capolista, da squadra vera.

Il punto va pesato e soppesato. Abbiamo portato a casa uno 0-0 all’Allianz Fragile Stadium dove a) la Juve segnava da 44 partite consecutive e b) dove la Juve vince tipo 16-17 partite a campionato. Un pareggio che ci mantiene imbattuti, vitali e lanciati dopo 16 giornate. Imbattuti con i tre peggiori scontri diretti giocati in trasferta, cinque punti e un solo gol subito. Imbattuti e con la miglior difesa del campionato, che peraltro è la base essenziale per restare imbattuti. Quindi imbattuti razionalmente, non a cazzo: e 16 partite sono tante, quasi metà torneo.

C’è anche l’altro lato della medaglia, parlandone da vivi (cioè imbattuti): dopo l’incasellabile vittoria di Roma, partita folle se ce n’è una, e il confortante pareggio di Napoli (il nostro primo figurone quanto a solidità), è arrivato questo pareggio a Torino che dà molte conferme e segna anche alcune distanze. La Juve ha fatto meglio e di più, non ha vinto perchè non ha segnato (avendo il quadruplo delle occasioni) ma esce comunque molto sollevata dal trittico Napoli-Champions-Inter che la rilancia a tutti i livelli, mentale e anche fisico. L’Inter deve fare tesoro del bello e del brutto di questo pareggio, soprattutto del brutto: che non avremmo segnato probabilmente mai anche con 90′ altri minuti a disposizione, che se ci neutralizzano i nostri sbocchi naturali non abbiamo mai armi sufficienti per cambiare il corso delle cose e che a difendere siamo strepitosi ma per vincere – e restare in vetta, e fronteggiare la concorrenza di quattro squadre che non mollano quasi mai – bisogna imporsi. Anche a Torino, anche con la Juve.

E’ bello poter fare tutti ‘sti discorsi, no? Fare un po’ i malmostosi dopo un pareggio a Torino, che statisticamente è una mezza vittoria. Rimproverare alla squadra un atteggiamento un po’ troppo passivo contro la vincitrice degli ultimi sei scudetti.  Forse è il segno, il sintomo di un’ambizione che riaffiora prepotente e che contagia tutto l’ambiente. Spalletti chiude l’intervista dicendo che non ci manca niente, che siamo a livello della Juve, che avevamo le loro stesso possibilità di vincere o di non perdere: ecco, dobbiamo pensare così tutti, dal campo al bar sport. Ma non per stare sopra le righe: no, per inseguire un obiettivo che ci compete.

Stavamo tornando quelli che non vincono mai, oggi siamo quelli che non perdono mai. Che è uno straordinario upgrade. Imbattuti nel campionato più equilibrato e livellato verso l’alto degli ultimi (boh, chi si ricorda?) anni. L’affollamento in vetta può essere il miglior stimolo a non distrarsi, ora che entriamo nella sempre pericolosa zona panettone. Non si respirava un’aria così frizzante da sette stagioni almeno:  grazie ragazzi, e ricordatevi di osare, chè a noi ci piacete un casino quando lo fate.

share on facebook share on twitter

445 commenti

  1. amala.
    juve merda.

  2. E sempre… Se dai l’ammonizione a Vecino per essere finito correndo sulla gamba del bianconero, quindi involontariamente… Devi dare anche il rigore a Icardi per mano involontario…
    Sempre e comunque abbiamo da recriminare con loro.

  3. Secondo. ma felice. Amala

  4. Terzo, ma va bene così…

  5. Son contento di aver scritto – ieri sera tardi – la stessa cosa che ha evidenziato Sertore: tre trasfertone = 5 punti e un solo gol al passivp.
    Non perché io pensi ad una primazia dell’idea, ma perché è un gran bel dato di fatto.
    Voglio dire : il messaggio è MOLTO chiaro…la corazzata è in mare, e lo tiene molto bene. Ho scrito “corazzata” e non “portaerei” perché ieri il ns. potenziale offensivo è stato ridotto quasi a zero. Nessun lancio letale, insomma.
    Epperò siamo lì, e le altre ci guardano dal basso, e se l’Udinese non rompe l’anima il calendario è ancora buono, e Icardi non ha fatto troppe scene alla sostituzione, e abbiamo il miglior portiere in assoluto e…
    Forza INTER !!!

    p.s. : fortebraccio…Grazie.

  6. Concordo in pieno. Le interviste a Spalletti ed ai giocatori (che avevano evidentemente già tastato lumore del mister) mi hanno soddisfatto più di una gara in cui si è vista un’organizzazione difensiva eccellente ma una produzione offensiva quasi inesistente. Ambizione. La parolina che non pensavo si potesse tornare a pronunciare così in fretta.

  7. Voglio solo sommessamente far notare che malgrado sarri sia antipatico e la sua squadra non sia nel momento migliore (ma non da 3 anni, da 3 partite), la Juve ha neutralizzato anche l’attacco del Napoli. Ragazzi la Juve è forte e ha Torino è Molto forte.
    Come sempre la partita più importante è la prossima, se passeggeremo in coppa con 10 riserve motivate e sabato ci imponiamo autorevolmente con l’udinese riprendendo la nostra egemonia su tutte le squadre normali, beh ecco, diciamo che l’obiettivo comincia ad essere la qualificazione alla champions senza preliminari.

  8. #imbattutisenzatregua.

    Forza ragazzi (e forza Zhang! che è indispensabile integrare la rosa!).

  9. Ho visto una bella partita. Pochi lanci a cazzo, tanta tattica (e forse poche emozioni), squadre vere e solidissime. A voi manca il trequartista che gioca palla a terra tra le linee quando le ali sono raddoppiate, ma per il resto siete un gran bel gruppo. Tecnici, uniti e col miglior difensore che c’è in giro, perché Skriniar è davvero un fenomeno.
    Al di là delle chiacchiere davanti ai giornalisti e dell’emotività di tanti tifosi non vedo perché non possiate lottare fino in fondo per vincere il campionato.

    • Perché in panchina abbiamo 5 o 6 punti interrogativi e voi 5 o 6 giocatori con i fiocchi. Perché c’è ancora più di metà campionato da giocare e queste differenze potrebbero (per essere ottimisti) diventare determinanti. Unico punto a nostro favore, poter preparare tutte le partite 7 giorni (non è poco).
      Non so se basterà ma… ci proveremo di sicuro.

    • Beh, sì, hai ragione.
      Il fatto di non avere le coppe europee è un’innegabile vantaggio, però. E poi anche se credo che Juve e Inter siano le più forti non escludo l’inserimento di qualcun altro.
      Aggiungo che ho notato qualche scricchiolio disciplinare nella Juve (Pjanic che esce col muso lungo, Dybala che entra scazzatissimo) che nell’Inter quest’anno non si è mai visto.
      Comunque si starà a vedere.

  10. Gianni Brera, se avesse assistito alla partita di ieri sera, non solo avrebbe apprezzato il risultato di zero a zero, da lui sempre considerato il risultato perfetto di una partita di calcio, dimostrazione del perfetto equilibrio realizzatosi tra le due squadre messe in campo dai rispettivi allenatori in maniera tatticamente perfetta, ma soprattutto avrebbe lodato il comportamento della nostra squadra che, pur giocando in campo ostile contro una squadra tecnicamente superiore, ha saputo imbrigliare senza grandi pericoli gli avversari, ottenendo il risultato che si era proposta di raggiungere. Se poi qualcuno gli avesse fatto osservare che il nostro gioco è stato piuttosto bruttino e troppo risparmioso, son sicuro che avrebbe prontamente risposto: ma questo, bellezza, è il gioco all’italiana, che ha consentito all’Italia di ottenere in passato i successi che sappiamo e alla nostra squadra in particolare di vincere, ottenendo, grazie a un’ottima difesa e a una disposizione in campo tatticamente perfetta, il massimo risultato con il minimo rischio. Quanto valga il pareggio di ieri e il punticino strappato ai nostri avversari lo potremo giudicare dopo la partita di ritorno, quando il nostro obiettivo sarà, allora sì, il punteggio pieno. Per ora, credo che la prova di ieri sia il miglior risultato ottenuto dalla nostra squadra fino ad oggi, superiore a quello di Roma, contro una squadra in fase di riorganizzazione, e a quello di Napoli, contro una squadra dal bel gioco ma troppo leggera per aspirare a grandi risultati. Giocare sostanzialmente alla pari in un campo tradizionalmente ostico contro la nostra avversaria di sempre, che ci aspettava col pugnale tra i denti, convinta di poterci fare a pezzi, mantenere per tutta la partita un comportamento né aggressivo né timoroso, ma sempre perfettamente fiducioso dei nostri mezzi, mi sembra sia stata una prova di grande maturità e di un raggiunto equilibrio tra i vari reparti della squadra, quale fino a qualche settimana fa non era neanche immaginabile pensare, considerando le debolezze a centrocampo e l’assenza di un vero trequartista. Il miracolo di Spalletti consiste, a mio parere, nel servirsi di una tattica perfettamente adeguata al materiale umano, non tutto di primissima scelta, a sua disposizione, conservando intatta di settimana in settimana la struttura base e favorendo così l’assimilazione di quegli automatismi e quelle sincronie tra i reparti che rendono possibile un equilibrato e produttivo gioco di assieme. L’impressione è che il gioco della squadra, già oggi perfettamente competitivo, abbia ancora notevoli margini di miglioramento, al punto che nessun obiettivo appare precluso, se il girone di ritorno, come spesso è successo in passato, non tradirà le aspettative di tutti noi. Intanto, ad maiora!

    • Concordo con l’analisi di Scettico e con l’interrogativo un po’ blase’ di nauseato.
      È certo prematuro gonfiare il petto e vantarsi troppo, ma son stato contento (quasi) come nella notte di Berlino. No, non quella con Buffon, ma quella con un portierino che si chiamava Bordon (e Netzer e i suoi ancora se lo sognano, credo), per chi – come me – ha un po’ di capelli grigi.
      E l’altra cosa che con piacere non ho notato (non sembri una contraddizione) è qualche piagnisteo sui calcioni di Pianjc e soprattutto sul possibile rigore negato.
      Tosti, maturi e solidi.
      Forza INTER !!!

  11. Mi aspettavo un Inter più spavalda, le due ali in particolare non hanno fatto granché lasciando senza rifornimenti Maurito_ Brozovic lo salvo, ha corso come un matto e sul finale c’ha provato di sinistro, nemmeno il suo piede preferito,ma non si è fatto pregare_ Se azzeccava l’angolino era gol, il portiere si era tuffato in ritardo_
    Dobbiamo ripartire come se fosse stata una sconfitta, con la differenza che la dea degli episodi stavolta ci ha graziato_

  12. Se fosse stata una gara di atletica, ci sarebbe da essere molto contenti, perchè abbiamo fatto bene nonostante alcuni non abbiano fatto benissimo (a calcio c’è anche l’avversario) e quindi abbiamo margini di miglioramento che auspico raggiungere in marzo-aprile quando saranno “tutte finali”.

    *si sentivano provenire cori dallo stadium del tipo :
    “Interista pezzo di Juve”
    ???
    Boh.

  13. Mah…
    Un pareggione a Torino l’avremmo benedetto anche in anni, per noi, d’oro.
    Non mi pare, poi, che, pur prevalendo, abbiano creato grandi occasioni da gol,
    Anzi.
    Il calcio propositivo, ad onta delle dichiarazioni ufficiali, io lo vedo su altri campi e con altri avversari. La malcelata allegria di Spalletti dopo la gara dice tutto.
    I traguardi si ottengono anche pareggiando contro la rubentus, specie a casa sua.
    Dopo la lazio si puo’ fare primo bilancio.
    Amiamola a prescindere.

  14. Interista pezzo di b###e è misterioso e merita un’esegesi a parte. Che ci fossero tifosi del toro in incognito?
    Le analisi espresse fin qui mi sembrano concordi e condivisibili. Fin troppo facile dire che il nostro obiettivo è fare più punti possibile, vedremo poi a che cosa serviranno (cioè minimo alla Champions). Continuo a sperare che arrivi qualcuno a gennaio, anche per prevenire i cali nel girone di ritorno. Ci serve più qualità dinamica in mezzo al campo.

  15. @javier
    I preliminari in CL non esistono più. Si va direttamente ai gironi anche da quarti. I preliminari sono morti, viva i preliminari (direbbe mia moglie).

  16. E per una volta siam contenti che Sorrentino abbia preso un po’ di tutto (per una volta non contro di noi, visto che fa sempre il fenomeno, a S. Siro…).
    Se anche vincesse il recupero, almeno la Roma ci sta dietro.

  17. Sto per caso vedendo rai 2, quelli che il calcio, gobbismo strisciante pure qui. Erano anni che non vedevo il programma, chiamiamolo così.

  18. ieri sera ero un po’ deluso dall’atteggiamento e dalla mancanza di coraggio
    e dalla latitanza di perisic e candreva

    oggi col senno di poi devo dire che mi sento meglio
    pareggiare a torino contro una squadra che ci ha quasi sempre battuti, anche quando eravamo più forti, senza fargli fare gol dopo 44 partite, giocando di fatto con 7-8 a livello degno , mi sembra un ottimo risultato

    siamo molto trapattoniani
    e il trap sapeva come si gioca al calcio

    non credo che vinceremo lo scudetto,
    sarebbe veramente incredibile
    però ce la giochiamo

    spero invece
    e tanto
    di vincere la coppa italia

    è da lì
    da quella coppetta
    che per me coppetta non è
    che iniziano sempre le grandi vittorie successive

  19. La juve è andata a napoli con il motto “primo: non prenderle”. Grandi…hanno impacchettato il napoli…catenaccio intelligente…ecc.
    L’Inter va a torino con il motto “primo: non prenderle”. Attacco sterile…squadra non ancora di livello…graziati…ecc.
    La differenza sta tutta in quell’unica ripartenza dove i tre rimbambiti del napoli si sono andati addosso fra di loro e il gobbogordo gli ha fatto il solito golletto di merda.

  20. E anche la roma va avanti con i se e se e se…
    Se ‘sto ca..o : 0a0 col chievo e tutti a casa.

  21. Forza fiorentina
    Forza bologna
    Forza Crotone

  22. pronto a prendermi le pernacchie a maggio 2018 ma per come la vedo io le nostre avversarie più temibili sono i gobbi su tutti, a seguire la roma, infine la Lazio

    il napoli? un “Barcellona difettoso”……

  23. primiiiiiiiiii ancoraaaaaaaaaaaaaa

  24. bravo mareintempesta definizione del napoli spettacolare

  25. amalaaaaaaaaaaaaa

  26. Doveroso citare Scettico=

    “Ancora primi. HIC MANEBIMUS OPTIME”

    • e aggiungo USQUE AD FINEM ( e per chi ha dimenticato il latino FOR EVER)

    • Va beh, allora…se mi ci tirate per i capelli… La sindrome competitiva mi adsale…. Ieri i gobbi ci hanno provato, è vero, ma “hanno trovato chiuso” e credo che abbiano contrassegnato la ns. area “Hic sunt leones”…

    • Ho scritto “adsale” anziché “assale”, fottute tastierine…

  27. è più offensivo
    juve merda
    o
    juve juve?

  28. L’ho detto ieri sera e lo ripeto oggi:
    dobbiamo tenere dietro la gobba, le altre stanno dietro da sole.
    Il campionato in Italia lo DEVE vincere la juve: se non lo vince la juve ci sono INTER o milan.
    Magari anch’io piangerò alla fine, ma adesso dico che è uno di quegli anni giusti per vincere lo scudo.

  29. Ci sarebbe anche da notare che Roma e Napoli oggi non sono riuscite a sbloccare lo 0-0 contro Chievo e Fiorentina che noi abbiamo asfaltato, ma si sa che quello era culo … Intanto sto pensando di iscrivermi a instagram https://www.instagram.com/p/Bchn6PvFudD/

    • Era veramente ora che arrivasse qualcuno in grado di utilizzare i media. Sembra che Spalletti non aspettasse altro che il proscenio adeguato per salire in cattedra e portarsi dietro giocatori e ambiente. Fin qui veramente un lavoro incredibile.

  30. Ottimo. Però le fogne sono piene di pellò.

  31. Come una serie di 0a0 ti possono allietare il week end…
    e il tutto in attesa di vedere la prossima puntata di “Squadre da incubo” con il nostro beniamino gennaro gattuvacciuolo

  32. In attesa della Lazio, tutti pareggiano e cosi si resta in vetta!

    Direi di continuare a volare bassi, senza scordare che l’obiettivo vero resta la qualificazione Champions…

    Non snobberei la Coppa Italia che da quella vinta nel 2005/06 è nato il nostro ultimo ciclo vincente…

    Poi se a marzo/aprile saremo ancora lì un pensierino allo scudo certamente si farà…

    Scusa merda se ti chiamo Rube

  33. reti bianche
    si accompagnano bene al clima

    forza Rodrigo

  34. io e Spalletti concordiamo col post, i punti in questo momento si pesano, non si contano (cit), mi aspettavo qualcosa di più ma sono contento di aver passato la pressione a loro (le solite figuranti rometta e napoli manco le conto, vanno a pezzi anche prima di trovare l’ostacolo) e di aver tenuto comunque la testa

    la sliding door sarà la solita Lazio sotto Natale, accidenti a loro e a chi ce li piazza sempre nel momento migliore per un bello psicodramma come da consolidata tradizione

  35. @Giardinero, qual’e il problema? Non avevi scritto che noi giochiamo per il quarto posto..?

    • Nessun problema, ma in caso di arrivo in volata il calendario sarà quello…

      La Rube all’ultima avrà l’Hellas

    • Hey giardinero,

      qualun altro ha già perso lo scudo all’ultima giornata a Verona ….

  36. Sarebbe la catarsi definitiva
    La juve va a udine?

  37. La catarsi è gia avvenuta, con 5 scudetti di fila, di cui l’ultimo agevolato anche dalla Lazio che si scanso’, campioni d’Europa e del mondo_ Con a latere la juve in B_ Rivivrei quella tragedia sportiva, se il seguito fosse il medesimo_

  38. va bene la soddisfazione per avere mantenuto la testa, ma il caro vecchio animus pugnandi nerazzurro dov’è finito?
    l’ho visto solo io un potenziale rosso diretto a Benatia dopo nemmeno 30′ per fallo da dietro a forbice su Icardi quasi al limite dell’area dell’Inter?

    • sì, si chiama autosuggestione, nota anche come colpadegliarbitri, gombloddo o fornitura di alibi ad emeriti incapaci

      mancini c’ha campato anni, strame 60 partite, ausilio è ancora lì

    • Oh, meno male…! Io avevo scritto dei calcioni di Pianjc a Brozo (nemmeno fosse stata una aida etnica…) e della signorilità nel non menarla con quel fallo di mano sul tiro di Maurito, ma insomma…sembre gobbi – e quindi bulli – restano…

    • “Aida” anziché “faida”, porc…

  39. il Bologna resuscitando i cadaveri ha fallito la prima missione, ne ha un’altra disperata settimana prossima, figurarsi se

  40. Della settimana prossima importa solo vincere in modo convincente; degli altri fottesega!
    E così fino alla fine del girone d’andata!

    A M A L A

  41. Mi riferivo alla “missione” del Bologna, se non si fosse capito.

  42. Gli azzurri fuori dai mondiali, tutti questi 0-0, un’Inter inguardabile addirittura prima in classifica. E’ proprio vero: crisi storica del calcio italiano.

  43. Ho letto su dagospia il commento di Sconcerti che tendeva a sminuire la partita e ad essere sicuro che Roma e Napoli avrebbero risposto con gol e bel calcio.
    Al paludato giornalista mi sento di rispondere in maniera acronima , alla luce degli eventi e forte del fatto che una parte del mio canone va nel suo conto corrente : Sei Un Caro Amico!

  44. @grigio47
    La seconda che hai detto.

  45. Minchia acrostico! La vetta vi rende artisti?

  46. Sabato sera la cosa che mi ha colpito di più è stata la grinta e la voglia della banda bassotti, un pressing feroce ed una cattiveria sulle seconde palle o sui rimpalli che nei nostri non ho visto. Oltre a capacità tecniche superiori alle nostre (certe aperture di campo da 40 metri che mi hanno lasciato a bocca aperta)
    Vorrei che il mister (a cui va il mio plauso per l’uso che sta facendo dei social) e la proprietà non si fermassero al solo risultato ed una classifica che neanche il più ottimista tra noi avrebbe immaginato ad agosto, ma che lavorassero sul campo e sul mercato per farci fare un ulteriore up grade
    Perché è bello essere li,ma perché accontentarsi ora che abbiamo visto che nessuna ci è superiore?

  47. Ciao a tutti, è un pò che non scrivo per sopraggiunti problemi personali ma oggi voglio condividere la gioia di sentire e leggere le pi e i commentatori blasonati che non si capacitano di come la nostra mezza squadra (sconcerti cit) sia lì davanti con un gioco brutto e ancora la puzza di fogna addosso. Forza ragazzi.

  48. Buongiorno a tutti i primi in classifica.
    Sono STRACONVINTO che il “colpo in canna” la società lo abbia già preparato, e sono anzi contento che non se ne parli in giro. Quale sia…lo ignoro, ma forse è meglio così, dato che siamo in periodo di regali e sorprese.
    Non ho ben compreso l’intervento di KALLE73, quando scrive delle capacità tecniche superiori della “banda bassotti” e poi conclude ( a mio avviso giustamente ) asserendo che “nessuna ci è superiore”. La interpreto così (KALLE, correggimi se sbaglio) : anche se in alcuni particolari non siamo i migliori…l’insieme ci consente di stare MERITATAMENTE in testa alla classifica.
    Per i non pochi appassionati di enigmistica che ho notato negli ultimi interventi suggerisco un banalissimo termine che uso spesso con i miei amici per significare loro il mio disappunto in modo netto…la definizione è : fenditura nel muro, 5 lettere… 🙂
    Forza INTER !!!

    • A chiosa di quanto ho scritto precedentemente…si può usare subito l’espressione per commentare il sorteggio di Champions…
      Che dire…speriamo l’anno prossimo di avere la stessa buona sorte ( grat, grat…).

    • mi hai “interpretato” bene Giorgio, non siamo i migliori,ma l’amalgama che è riuscito a generare il mister fa si che colmiamo eventuali lacune con movimenti corali.

      per banda bassotti intendo quelli là, quelli di torino…sulle capacità tecniche superiori mi è parso evidente che pjanic abbia qualcosa in più del seppur bravo borja, che matuidi sia di un altro spessore di gagliardini, che cuadrado ha devastato la fascia come nessuno quest’anno. individualmente ci sono superiori e spero vivamente che il colpo in canna ci sia sul serio per colmare quel gap che ho visto sabato per essere pronti a cogliere l’occasione in primavera

  49. Comunque: acronimo. Acrostico si usa quando la parola è composta dalla prima lettera di ogni verso di un componimento poetico.
    Gobbi culatt… molto fortunati.

    • per me il tottenham non sarà una passeggiata, ma meglio cosi. più avanti vanno meglio è per noi.

      tanto poi si autoeliminano quando arrivano in finale….

      bella psg vs real

  50. sì se vanno avanti è meglio, se escono anche

  51. Talkin ‘bout gobbi.
    “Dybala? Gli consiglio di fare tanti sacrifici nella vita privata, di fare davvero il calciatore…”
    Questo è Nedved, niente male no?

  52. Uscire prima significherebbe avere meno partite, meno turn over e comunque più giocatori scontenti

  53. La butto lì… Secondo voi c’è qualche nesso tra il turn-over attuato con rigore da Allegri e la presunta lite nello spogliatoio riportata da molti organi di stampa non molti giorni fa ?
    Lo domando con tutta la mia ingenuità da tifoso (di una squadra onesta), perché mi è parso avesse il sapore di una punizione pubblica.
    In ogni caso, se così fosse, non sarebbe tanto importante per la partita in sé, quanto per il segnale di poca armonia tra i giocatori. Una cosa non bella da gestire e che può portare a strascichi anche molto pesanti; tra i giocatori, certo, ma anche con l’allenatore, e tra questo e la società, che comunque pretende sempre scelte vincenti. Vero è che da quelle parti hanno sempre mascherato ( e bene, occorre dirlo ) qualsiasi “bega”, ma…altro che Tottenham…
    Lancio un sondaggio : con chi preferireste che perdesse la gobba in finale, quest’anno ?

  54. Una voce, forse, fuori dal coro.
    Per me, se non dovessero vincere Coppitalia e, ancor di più, campionato, la possono pure vincere, la CL. Sopravviverei, come sono sopravvissuto alle 7 coppe con le orecchie del Milan.

    E’ AL TRIPLETE CHE NON SI DEVONO AZZARDARE AD AVVICINARSI! 🙂

  55. Più o meno lo stesso concetto espresso da Francesco70.
    O no???

    A M A L A

  56. Solo che io ho impiegato 6 minuti in più…….per scriverlo! 🙂

  57. mah, ogni anno riescono a pescare le squadrette dopo i gironi…e arrivano facilmente in finale. Non è che hanno imparato a muoversi anche all’estero?

  58. Vedo parecchie squadre forti in champions, vedremo

  59. sarò molto,molto impopolare
    se proprio dovessimo battere i ramarri io il 27 andrei senza se e senza ma con le riserve anche contro i ringhio boys, a costo di perdere, perchè il 30 abbiamo la Lazio e la nostra rosa non permette, a mio modesto avviso, 2 partire del genere in 3 giorni e siccome non voglio fare la fine(con rispetto si intende) dei romani che per un derby son disposti a tutto, tra le 2 partite non scherziamo, quella del 30 vale tanto della nostra stagione

  60. 2 punti persi con una squadra che solo pochi anni fa militava in serie B

  61. siete troppo buoni..
    di recente i gobbi si sono avvicinati anche troppo alla CL, x quest’anno ok con gli Spurs, ( non scontata ), passi x i quarti, ma dopo basta.
    il triplete non lo devono neanche sfiorare

  62. Il Verona butta fuori il Bilan

  63. Peccato real psg…
    Le vedevo bene per un bel doppio appuntamento con i ns. nemici preferiti.
    L’ideale sarebbe roma e juve fino alle semifinali con importante dispendio di energie psico-fisiche. E poi un’ecatombe nelle semifinali e tutti a casa.
    Idem per o napoli in EL.
    Bello eh? Come quando da bambino facevo i tornei di subbuteo da solo!!

  64. @mare.
    Si, sei impopolare, 🙂 almeno per me.
    Scherzi a parte, la partita con la lazio, a fine girone, non decide nulla. Tutto è recuperabile.
    Quella com i gonzi è un passettino che, con altri due/tre, ti può portare un titulo!

    Inoltre, quel titulo è il modo più diretto per impedire il triplete.

    Quindi, il fatto che sia un derby è assolutamente marginale.
    In coppetta bisogna andare avanti.
    L’anno scorso ci saremmo evitati l’ansia da Cardiff!

  65. Ne abbiamo di punti da fare prima di fare calcoli etcc
    Pedalare e al fine si vede

  66. Mi sono improvvisamente reso conto che…HA RAGIONE Toto !!!
    Possono vincere qualsiasi cosa, ma se riusciamo a non far loro vincere (si, fa un po’ senso a leggerlo, ma e’ arcaicamente corretto 🙂 ) la Coppa Italia…hai voglia a sudare.
    Anche quest’anno il triplete (si, quello che pochissime squadre al mondo hanno vinto…) lo troveranno al massimo sui cruciverba… “Lo ha vinto l’Inter, 8 lettere”, eheheheheh…

  67. Gobbi fuori subito e poi giù a scannarsi tra loro per un posto da titolare.
    Qualcuno ne capisce e mi spiega la questione del bond?

  68. L’avvicinarsi del Natale mi porta inevitabilmente a formulare pensieri colmi di bontà, privi della normale cattivera sportiva che accompagna un po’ tutti durante il restante corso dell’anno.
    E così, come facevo da bambino, mi sono ri-messo a fare la classifica delle squadre “più meglio” del mondo:
    1: Inter
    2: Cagliari
    3: Genoa (per mia moglie…)
    Dalla 4^ alla terzultima: Restanti squadre dell’universo meno due.
    Penultima: BB
    Ultima : BJ***
    Il terzultimo posto se lo contenono Lazio e Atalanta.
    A Riomma e il Napule non sono poi così messi male.
    Per me sono nei primi cento.
    E per stasera, eccezionalmente, forza magico torello….

  69. Sto guardando il Toro, per cui simpatizzo molto, per tanti motivi, uno ovvio! 🙂

    Mi sta bene, ma…..non dare un rigore per il mani di “falqui” mi pare assurdo.
    Com’era la storia del braccio perpendicolare o parallelo? Non stava neppure cadendo!
    L’avessero negato a noi mi sarei alterato non poco.

    Poi, certo, Immobile è stato un pollo coglione!

  70. E, comunque, tutto pro Inter!
    Spero in Belotti!

  71. Berenguer!

    Lazio 0 – Toro 1

  72. Il risultato si fa interessante.

  73. Ok ragazzi, restiamo coperti, però questa giornata in prospettiva champions ci è andata bene.

  74. Non leggo commenti di giubilo ed entusiasmo, eppure stasera più che mai si sta consolidando il fantastico quarto posto_ Com’è?

  75. Non è neppure servito Belotti! 🙂 🙂 🙂

  76. Il solito culo.

  77. Volendo pensare male, si preparano a risarcire la Lazio contro di noi, onestamente stasera sono stati penalizzati sia x il mancato rigore sia x l’espulsione, in più episodi di questo tipo fanno gioco a chi vuole screditare il var l’arbitro guarda caso Giacomelli uno che ben conosciamo (ma io sono un complottista dichiarato)

  78. Buono per noi,ma che scippo alla Lazio!

  79. scusate ma ce tutta sta gran differenza tra
    il mani di stasera e quello di benatia?
    per me un rigore deve essere netto, indiscutibile e nessuno dei 2 lo sono, giusto così

    l’espulsione ci poteva stare in diretta, sembra una testata , ma dopo che ti sei visto al video quello scontro, si deciso ma non violento,dai un giallo, il rosso diventa davvero esagerato e provocatorio, inspiegabile

    tornando al calcio giocato la Lazio contro la Fiorentina e la Sampdoria meritava 2 punti,nulla di più e stasera nel primo tempo il Torino ha fatto meglio, il secondo i laziali non erano sereni,ingiudicabili

    restano comunque un avversario tosto, ma intanto ad almeno 5 punti di distacco, molto bene

    • Scusa mare ma non sono d’accordo.
      una espulsione non è solo legata al danno che procura un certo comportamento ma anche a quello che un gesto rappresenta in senso più lato: che la spallacollotestata del pirla immobile non sia stata violenta è palese, soprattutto dalle immagini tv, , è però anche vero che si è trattato di un gesto violento nell’intenzione, a gioco fermo e palla lontana, in reazione ad una decisione arbitrale non condivisa. Insomma di per sè un gesto da rosso diretto .

  80. Volevo solo dire che tra un rigore a favore che poteva starci e una espulsione che poteva starci hanno avuto entrambe le decisioni contro,avallate dalla var.Un episodio che è vicino parente di questo ci costò uno scudo.Ma va bene così,a patto che come dice Denny non decidano di risarcirla in una delle prossime partite.

  81. Ora non esageriamo coi gombloddi!

    Vabbe’ Lazio scippata (ma espulsione è sacrosanta) ma aspettare giusto 3 (TRE) giornate per un risarcimento scientifico è da ufficio inchieste………sulla testa di chi le pensa, ste cose! (Si scherza, eh)

    Se è così, meglio seguire il curling!

    C’è mai stato un curlingscommesse??? 🙂

  82. Stasera col Pordenone chi gioca? Lo vediamo sto Karamho oppure non è ancora la partita giusta?

  83. Ma poi dico,
    Perché tutto ciò per favorire …l’Inter?
    Siamo 4 squadre in 2 punti ma se penalizzano la lazie è per favorire l’Inter, perché? juveromanapoli non sono avvantaggiati?

  84. Non sono complottista come l’amico denny; non sono negazionista come il buon tagnin. Perlomeno fino a prova contraria (tipo, calciopoli fu un’enorme prova contraria). Però constato che doppo la levata di scudi di certa stampa (imbeccata da sappiamo chi) l’uso del VAR è calato e qualche stranezza si è vista. Dopodichè lascerei perdere: al limite il Toro (visto l’errore subito all’inizio del torneo mi sembra con il Genoa) può cominciare a dire che…gli errori del VAR a fine anno si compensano.
    Quanto a stasera, spero non venga presa sottogamba la partita; il Pordenone giocherà la partita della vita e sono curioso di vedere la risposta dei vari Cancelo, Karamoh, Dalbert e curiosissimo, se è vero che giocherà sulla trequarti, di osservare i movimenti di Candreva.

  85. La partita che temo di più è il derby col Milan in Coppa Italia
    Perdere li mi farebbe irritare tanto e poi sarebbe un pessimo viatico per partita con Lazio

    Comunque Milan Lazio viola e Roma di fila … se passiamo indenni allora cominceremo veramente a sognare

    Ieri Lazio derubata alla grande e non è una cosa bella

  86. I tifosi gonzi sono già tutti convinti di esser ripartiti, grazie all’effetto Gattuso, noto maestro di calcio.

    La lazio la danno già per presa, e si sono dati febbraio come scadenza per acciuffare anche noi.

    Del resto, appena il ‘fenomeno’ andre Silva si ambienta, non ci saranno piu cazzi per nessuno.

    Men che meno l’anno prossimo, con l’arrivo (certo, a loro dire) di Conte.

    Ricapitolando: ‘mirafax’ hanno fatto un mercato straordinario, pieno di fenomeni. Quel cesso di Montella ha frenato tutto, ma con l’arrivo del totem calabrese ora son cazzi amari per tutti. 4o posto scontato, l’anno prossimo giocheranno per il primo grazie a conte

    Ecco, tutti sti voli pindarici dopo una partita vinta, immeritatamente e per caso, contro il bologna. Per altro la prima vittoria casalinga dopo 3 -TRE- mesi.

    30 anni di propaganda che Miniculpop scansati, e questi sono gli effetti.

    Il che mi sta anche bene: se son felici loro di navigare in queste acque, figuriamoci quanto lo siamo noi.

    Se sono orgogliosi loro di aver la dirigenza della juve di cobolli e dell’Inter di Thoihir, figuriamoci se non lo siam noi di avergliela spedita tutta bella infiocchettata.

    Ps, ma fassone al milan si è portato anche i sedicenti rappresentati di fly Emirates che volevano coprire d’oro l’inter, salvo poi rivelarsi due imbroglioni che ci han fatto tornare, strisciando, da Pirelli?

    • Intanto Covisoc e Uefa tornano a riunirsi per parlare di Milan: ma è una normale routine, tranquillizza la rosea.

  87. Qualche settimana fa avevo sospeso il giudizio sulla nostra squadra, che mi sembrava alternare prove positive e negative, a volte all’interno della stessa partita, rendendo difficile una valutazione che in quel momento non poteva essere che negativa e quindi sgradevole per chi mi leggesse. Oggi, dopo le ultime due partite a mio parere perfette, una in chiave offensiva, l’altra in chiave difensiva, cade da parte mia ogni riserva: la squadra ha raggiunto un equilibrio e un assetto tattico perfettamente funzionale rispetto all’avversario di turno, merito dell’allenatore, ma anche dei singoli che sanno adeguare perfettamente il loro gioco alle esigenze della squadra, come è apparso evidente soprattutto in occasione dell’ultima partita, nei confronti della quale non ho condiviso le critiche che sono piovute da ogni parte, anche da parte interista, sul gioco apparso troppo rinunciatario e pressoché nullo in attacco. Domando: se l’obiettivo principale era uscire imbattuti dallo stadio torinese e , constatato che una vittoria era obiettivamente un risultato troppo ambizioso, il pareggio sarebbe stato quello più appetibile, quale punteggio era migliore dello zero a zero, che tra l’altro avrebbe confermata la nostra difesa come la migliore di tutto il campionato? Secondo la tattica difensivistica adottata in questa occasione da Spalletti, il sacrificato sarebbe stato , e in effetti è poi stato, l’attacco, più impegnato a rintuzzare il gioco avversario, spegnendone l’aggressività col baricentro alto del gioco nella zona centrale, piuttosto che organizzare manovre offensive che sarebbero risultate sterili per la scarsità di spazi che gli avversari concedevano al contropiede. Da ciò la nullità di tiri in porta ma non la rinuncia del gioco da parte della nostra squadra, che a centrocampo ha risposto colpo su colpo alle offensive nemiche: il possesso palla nostro , il 48% contro il 52% degli avversari, dimostra, contro l’opinione diffusa, che la nostra squadra ha retto benissimo l’urto dei loro attacchi, su un piano di quasi parità, considerando che giocavamo nel loro capo e che spettava a loro fare la partita. Insomma, la nullità dei tiri in porta è stato il risultato di una precisa disposizione tattica, non prova di una chiara inferiorità della nostra squadra, che aveva un obiettivo preciso da raggiungere e lo ha raggiunto grazie ad una tattica non rinunciataria ma di controllo e di contenimento lucidamente perseguita fino alla fine. Se fossimo passati in svantaggio, probabilmente il nostro atteggiamento in campo sarebbe radicalmente mutato, a favore dell’attacco. Insomma, la partita ha dimostrato una grande maturità tattica della nostra squadra e per un vecchio tifoso come il sottoscritto la conferma di una grande tradizione interista, mai votata alla prospettiva di un attacco dissennato, ma piuttosto disposta al sacrificio di singoli, in questo caso degli attaccanti, in vista di un risultato concreto e conseguibile, un atteggiamento che è stato alla base di gran parte dei nostri storici successi e che sono sicuro ce ne fornirà di nuovi nel prossimo futuro.

  88. Prendo spunto dalla disamina di Scettico per unirmi ai “difensori” della squadra, troppo spesso criticata, in un senso e nell’altro. Se ci difendiamo siamo rinunciatari e involuti, se ci buttiamo avanti siamo una manica di pazzi presuntuosi, etc. etc. …
    Piacerebbe a tutti – ritengo si scrivere una emerita banalità – riavere gli 11 ( che poi erano parecchi di più, dato che in panchina di volta in volta avevamo SIGNORI giocatori ) del triplete, ma non è dato.
    Senza considerare che – fino alla loro definitiva consacrazione – non è che ci facessero impazzire. Voglio dire : alcuni di loro giocavano all’Inter da anni, eppure solo con l’affinamento degli schemi, e i continui inserimienti di nuovi, si creò quel perfetto “mix” che ci ha portato a diventare emuli del Real ( galattici, imbattibili, etc. etc. ). Poi l’Atletico Madrid ci riportò sulla terra, ma resto convinto che con un altro allenatore non l’avremmo persa, e questo senza condannare Benitez, che ( lo vogliamo ricordare ?!?! ) spesso si trovò a giocare con Natalino e Biraghi, senza alcuna offesa per loro e i vari giocatori che si alternarono quell’anno.
    Insomma : tra qualche anno ci potremmo trovare a pensare con nostalgia ad Handanovic, Skriniar, Miranda, Perisic… allo stesso modo in cui ci culliamo sui ricordi di Julio Cesar, Samuel, Chivu, Milito… e mi fermo qui.
    Il possesso palla che ho trovato su alcune statistiche ci vede addirittura in vantaggio 51 contro 49, ma non è questo il punto. E’ apparso a tutti evidente come ci siamo trovati in crisi sulle fasce, e se Santon contro Cuadrado è apparso in difficoltà e io ad esempio avrei visto bene un brevilineo come Yuto ( specie l’ultima mezz’ora, in cui magari il colombiano poteva accusare qualche affanno ) non mi permetto di azzardare tale ipotesi alla luce del risultato complessivo ottenuto da Spalletti. Chi pareggia ha sempre ragione… 🙂
    Scherzi a parte : è innegabile anche ai più ostinati critici il meraviglioso equilibrio che Spalletti ha creato nella squadra, quindi…va bene quel che fa.
    E chi non è d’accordo è juventino 🙂

  89. Il generoso Sconcerti ci fornisce altro materiale col quale deriderlo in futuro. C’è una specie di masochismo cosmico nelle sue dichiarazioni (Cristiano Ronaldo farebbe la panchina nella Juve) e embra quasi che estragga a sorte una opinione per poi difenderla ad oltranza. Oggi pontifica sul Tottenham che ovviamente se uno vuole vincere la Champions dovrà batterlo, tenendo presente che però la Juve parte favorita perchè il Tottenham non varrebbe più del quarto posto attuale in Italia.
    Quindi ipotizza, pur non volendolo, uno scontro alla pari in quanto la Juventus è praticamente con La Roma ( se vince il recupero) in terza-quarta posizione.
    Forse nel suo ragionamento subliminale la Juve è sempre comunque prima a prescindere.

  90. È dalla prima amichevole estiva vista che ho notato come un solo giocatore, di nome Milan, abbia prodotto un cambiamento radicale sulla squadra_ A Torino le occasionissime di Mandzukic nascono da una sua accidentale scivolata, se poi quello non la mette da due passi ne’ di piede né di testa si parla di fortuna_ Solo Samuel mi aveva dato la medesima sensazione di sicurezza, ma questo è più bravo nell’impostazione_

  91. @JOHN MELLOR

    relativamente al bond: Ho letto solo la gazzetta on line dove c’è un accenno dell’articolo che è presente sul giornale. cmq: noi abbiamo un debito con goldman in quanto ci aveva finanziato un debito pregresso con un altro debito che prevede una maxi ricata finale di 184milioni da rimborsarsi a fine 2019, il tutto dando a garanzia le quote societarie della società a cui sono intestati i diritti per lo sponsor e televisivi.

    ora con il nuovo bond andiamo rifinanziare nuovamente il debito con il vantaggio di:
    1) spalmare il debito in tempi più lunghi (debito che nel contempo è sceso in quanto abbiamo pagato un tot di rate, per cui avremo rate più basse)
    2) tassi migliori con risparmio di oneri finanziari
    3) evitare di avere la maxi rata finale
    i primi due punti generano minori costi (rata più bassa e meno oneri finanziari) con alleggerimento sui bilanci e “liberazione” di liquidità utilizzabile per la gestione corrente (vedasi anche nuovi acquisti)

    in parole povere: se a fine 2018 il nostro bilancio,ad esempio, chiude con utile di 100 dopo aver pagato 20 per il rimborso delle rate, nel 2019 con il rimborso che scende a 15 ci troviamo con un +5 utilizzabile per altri scopi.

    spero di esserti stato utile

  92. Per la Lazio non mi spiace più di tanto, ma per come è stato utilizzato il Var sì…

    I denigratori di questo strumento di ricerca della correttezza (evidentemente non assoluta), avranno modo di alimentare le loro tesi, al fine di poter tornare alle nefandezze di un tempo…

    Occhio ai ramarri e forza Interrrr

  93. tutto lo stadio che si aspetta il Var dia il rigore, e invece viene espulso quello pronto a tirarlo
    spero non succeda mai a noi, c’è da incazzarsi sì, di brutto

    molti bbilanisti annunciano che ci arriveranno davanti, Raiola che glielo metterà di dietro, insomma ognuno ha le sue convinzioni. perfino Sconcerti crede di non essere rimbambito..

  94. il var non da rigori, non decide nulla, e’ l’uomo davanti al var che decide,
    sembra una banalità quanto detto ma qui sta il punto, va discusso Giacomelli non il var

    ieiri sera Inzagnhi ad un certo punto ha detto che e’ proprio arrabbiato con lo strumento in quanto tale e che andrebbe abolito, puntava il dito più sullo strumento che su Giacomelli.

    e’ come se non mi fermo alla stop, metto sotto un povero cristo e va a finire che la colpa e’ del car

  95. Chi pensava che il VAR avrebbe improvvisamente sopito le polemiche è servito. Siamo in Italia, appena si entra nel vivo del campionato riparte la cultura del sospetto. Cultura che, è bene dirlo, ha fondate ragioni d’essere.
    E quindi via con l’intorbidire tutto, diffondendo voci ad arte…
    http://www.fcinter1908.it/ultimora/premium-la-lazio-medita-di-ritirare-la-squadra-dal-campionato-di-serie-a/

    • Vabbè sono stati penalizzati ma questa mi sembra un’esagerazione allora noi nel 98 che dovevamo fare?

  96. Nel 98 avremmo dovuto lanciare le molotov. In senso non metaforico.

  97. Chi glielo dice a Lotito che la Var non ha cancellato un rigore non concesso, ma non ha semplicemente concesso in rigore già non concesso? Chi glielo dice a Inzaghi che Immobile ha effettivamente provato a tirare una testata al Furbo Furbisso che ha fatto la solita manfrina del fulminato? Chi glielo dice ai rimestatori del torbido che la Var NON ha annullato né questa né altre decisioni arbitrali GIUSTE per sostituirle con decisioni INGIUSTE, ma semplicemente non è intervenuta su un fatto opinabile? Perché quello del Torino è un rigore sacrosanto (su un cross) e quello dell’Inter certamente no (su un tiro diretto in porta)? Io il pallone che sbatteva prima sul corpo di Benatia non l’ho visto nettamente, ma il braccio che ha fermato la palla verso la rete sì. Vogliamo smetterla con ‘sta storia del “si stava meglio quando si stava peggio”? Senza la Var, il rigore non sarebbe stato concesso dallo stesso arbitro che. dopo aver rivisto l’azione non l’ha concesso ugualmente. Senza la Var, Immobile sarebbe stato espulso subito, perché l’ectoplasma dell’arbitro di linea (che ci sarebbe stato senza la Var) avrebbe segnalato il tentativo di testata di Immobile a Burdisso, perché basta solo l’intenzione manifesta (che c’era!) per essere puniti. Chi continua nonostante l’evidenza a parlare del “bel calcio antico” dimentica o finge di dimenticare in che paese vive, per che uomini politici è costretto a votare, i nepotismi nelle università, a quali concorsi pubblici partecipano lui o i suoi figli e le facce del parterre de roi dello Stadium Fratellanz. Arridatece De Amicis!

    • Si, ma…quale ?
      Io ne ho trovati 3 : Massimo De Amicis è arrivato fino alla C1; Edmondo De Amicis ( e scegliamoli un po’ diversi, i nomi ! ) lo stesso. Il migliore in senso lato risulta essere Fausto De Amicis, che ha giocato nella serie A australiana ed ha vinto anche la Joe Marston Medal per esser stato giudicato il migliore in campo nella finale tra la sua squadra ( South Melbourne ) e il Carlton.
      Potenza di Wikipedia ( e avere 5 minuti liberi per navigare come un fesso )…
      A parte questo…ha ragione da vendere Marcobibe.
      La tecnologia da’ più fastidio ai prepotenti e a chi comunque si muove meglio…in acque poco chiare ( della serie “nelle fogne ci stiano altri” ).

  98. Mi riferivo ad Edmondo, l’autore del libro “Cuore”: ogni pagina trasuda di nobili sentimenti, ma c’è una frase che ho stampato nel mio cervello, da quando ero piccolo: “E quell’infame sorrise…”. Ormai la nostra società si sta trasformando in un mondo di Franti (tifosi di quella squadra).

  99. ?????????
    Guarda che avevo capito…ahahahahah !
    Mi ero permesso di scherzarci sopra, tutto lì.
    Quello che invece non scherza pare essere Donnarumma ( o il suo agente )…
    Avete letto la grottesca vicenda che pare stiano imbastendo ?
    Se ci fosse qualcosa di vero…altro che “Dollarumma”, come lo infamarono i tifosi rossoneri !
    E questa comunque è solo l’ennesima dimostrazione che nel calcio non ci sono più i…Garrone ( solo per far vedere che l’avevo letto anche io ).

  100. ‘ce lo so, Giorgio, ce lo so!

  101. Raiola ha capito l’andazzo di ‘sto Milan farlocco e ci sta provando. Fosse vero che Donnarumma ha firmato su pressioni e senza Raiola presente immagino come l’abbia presa bene il procuratore. Riuscisse a far considerare nullo il contratto (non riesco a crederlo possibile) ci sarebbe da sbellicarsi: l’unico giocatore che un Milan obbligato a vendere a fine stagione può monetizzare che torna in scadenza a giugno a parametro zero…

  102. Entro in punta di piedi sulla questione War-Lazio perché è nota la mia ostilità all’uso della macchina disumana per giudicare comportamenti umani, quali quelli dei giocatori e dell’arbitro stesso, che giudica dal vivo ciò che succede in campo e di necessità deve rimanere decisore unico e ultimo se non si vuole stravolgere il DNA del gioco stesso. Questo in linea di principio. Tuttavia da tempo ho riconosciuto che per come fino ad oggi è stata utiizzata , vale a dire come un puro strumento di servizio per l’arbitro che , avendo solo due occhi e due gambe non sempre è a ridosso dell’azione e quindi in grado di giudicare con la dovuta consapevolezza ciò che succede, la macchina può rivelarsi strumento estremamente utile: ottimo, soprattutto per lui, per scaricarsi di parte o tutta la responsabilità di decisioni controverse su fatti di cui non ha la piena contezza. Il decisore ultimo però, dopo aver interpellato la macchina, se lo ritiene necessario perché non sicuro di aver visto tutto, rimane solo e soltanto lui. Non capisco quindi quale responsabiità abbia avuto il Var nelle scelte definitive dell’arbitro a proposito dell’episodio di ieri sera. Era a ridosso dell’azione duplice, si è accertato della giustezza del giudizio che era maturato sulla sua testa attraverso la documentazione offertagli dalla macchina e ha quindi deciso con piena cognizione di causa. Può piacere o non piacere (io, per quanto ho potuto vedere dalla comoda poltrona del mio studio, avrei punito entrambi i falli, anche se mi sembrava opinabile il fallo di mano, non opinabile la testata, nonostante la generosa difesa di Burdisso), ma se era convinto di aver visto giusto, quella e non altra doveva essere a sua decisione. In caso contrario, avrebbe dato ragione a chi , come me, teme che in un futuro non lontano, l’arbitro diventi un puro e semplice portavoce di decisori esterni, lontani dal campo e dal cuore delle azioni che nel campo devono sempre avere la giusta interpretazione e la conseguente decisione.

  103. Certo che siamo strani; paghiamo un sacco di soldi a giornalisti (?), vabbhe commentatori che parlano per un’oretta abbondante di varia, rigori, espulsioni senza sottolineare la minchiata sesquipedale messa in atto dal damerino Inzaghi, che , a 40 minuti dalla fine resta senza ricambi, per il vanesio e sconclusionato tentativo di emulare mourinho (in campo 4 punte); ovviamente il biondo spagnolo si fa male a 10 minuti dalla fine è può solo camminare, ma soprattutto il tentativo di recuperare la gara (un pareggio poteva starci, anche in 10 contro 11) va a farsi fottere per scelte tattiche insensate; l’ho visto solo io ?

  104. l’arbitro ha deciso di suo che di rigore non si poteva parlare e si è fissato solo sulla guanciata di Immobile, può essere che da sopra glielo abbiano detto che stava facendo una cavolata ma niente, ormai x lui era così e stop. amen.

    in ogni caso il Var ha le sue pecche, va migliorato ma funziona, i nostalgici si mettano il cuore in pace
    tutti a vedere la freccia Karamoh, attrazione della serata

  105. settore

    il blog che legge il libro cuore…

    per me il muratorino era milanista

  106. a proposito di settore…appena sentito…servizio di presentazione Inter Pordenone a cura di Roberto Toti ?!
    ..”nostro padrone” di casa?

  107. Mo’ mo’ karamo’
    Sono curioso di vederlo, annunciato anche Pinamonti

  108. Skriniar “eccessivo” per questa partita. Si vede – oggettivamente – che è di 18 categorie superiori.
    Per il resto…va bene essere disinvolti, ma spocchiosi no ( = Karamoh, fa’ no il pirla…).

  109. Capisco perché dalbert cancelo karamoh e Pinamonti non giocano mai

    E comunque per ora meglio i ramarri , decisamente

    E non c’ è altro da aggiungere..

  110. Poco costrutto, ma almeno la voglia s’è vista_ Chi non gioca mai vuole strafare e si pasticcia [ahi ahi karamo’ davanti alla porta]_ Male Dalbert ed Eder_ 6 di incoraggiamento a tutti i nuovi, 8 a Padelli che sennò eravamo pure sotto! Per me non è scandaloso trovare difficolta’ contro il Pordenone: 11 ragazzi che stanno facendo e bene la gara della vita_ Come valore assoluto di squadra non mi sembra molto lontano dal Benevento e dal Crotone_

  111. Su, ragazzi. Adesso basta però.
    Mezza squadra da sostituire…

  112. Va bene tutto
    Ma trovare positivo un primo tempo così mi sembra eccessivo
    Il Pordenone gioca in serie c

    La cosa che mi inquieta di più è vedere come Gagliardini non abbia MAI il coraggio di fare qualche cosa che non dia il passsaggio in orizzontale

    Ci manca un berti
    Un incursore
    Uno che prova ad arrembare

  113. Capisco Karamo e Pianomonti che sono regazzini, ma Eder diosanto….

  114. Questo primo tempo fa capire perché giocano sempre gli stessi…

  115. Un solo aggettivo

    Imbarazzanti

  116. Da chiedersi è come facciamo ad essere in testa noi!
    Dopo questa partita lasciamo stare i voli pindarici

    • Non sarei cosi caustico, ci sta: quelli hanno dato l’anima, e noi abbiamo sbagliato un paio di gol clamorosi_ Succede anche nelle altre nazioni_

  117. Mamma mia.
    Eder e Brozo non ci siamo proprio.
    E anche il resto…

  118. @james

    moriremo tutti , è certo
    ma non esageriamo col pessimismo e fastidio

  119. Supplementari, finalmente si respira l’aria delle grandi sfide internazionali. Ehm…

  120. Io mi sto divertendo, mal che vada ci evitiamo un probabile derby sgradito

  121. Quando il Livorno fu promosso in B giocò contro i gobbi e fece la sua bellissima figura. Nell’86 o ’87 vinse la coppa Italia di C e fu ammesso a quella maggiore… Neh, capitò in un girone con Udinese, Fiorentina e il Napoli di Maradona e vinse contro l’Udinese (gol di un giovanissimo Igor Protti), perdendo dignitosamente con Fiorentina e Napoli. Ragazzi, io NON sono contento, ma insomma…son due squadre mai state in B.
    Ci son state squadre che han perso con la Cavese in casa in coppa e 3-0 a Catanzaro in B 🙂
    p.s. : però…se facevamo le coppe era un problema…

  122. Giusto per far capire a chi di dovere come siamo messi in panca…

  123. Comunque i friulani giocano, niente da dire.

  124. Karamoh è acerbo ma molto bravo, è stato impreciso; Cancelo ha fatto una buona gara_
    Adesso ci vuole la freddezza dei campioni, se sono tali_ I nostri sono tutti in campo_

  125. però potevamo fare un po’ meno turn over…ci siamo fatti del male da soli..

  126. Evitiamo il derby prima della Lazio e stiamo concentrati sul campionato.

  127. Doveva giocare Icardi dall’inizio.. Col senno di poi

  128. Io sarò fastidioso
    Ma l’inter Di oggi è molto più fastidiosa

  129. Ai rigori senza Handanovic…
    Bah…!

  130. poi ci si lamenta se ci prendono per il c…o…dai non si può…con tutto quello di buono che han fatto quest’anno…queste sono le partite. che ci fanno perdere fiducia..dai non è concepibile…ci sta di uscire con il Cagliari o con il Crotone al limite ma qua stiamo parlando di due categorie di differenza…

  131. Non so come andrà a finire, perché i rigori sono quelli che sono, ma questa ce l’ha sulla scoscienza Spalletti.
    Mi spiace, ma stavolta ha sbagliato; ha sbagliato a mettere le seconde linee.

    E’ una settimana che questi, tra frizzi e lazzi, se la stanno giocando a mille e tu non puoi prendere queste topiche.

    Topiche che possono anche avere strascichi nefasti per il proseguo della stagione.
    Sai com’è?…

  132. Quando la partita prende il verso di stasera ti ci sciaqui i biscioni con le categorie di differenza

  133. Meno male che non ha tirato il buon Ranocchia

  134. infatti non bisognerebbe fargli prendere queste pieghe….e comunque gran portiere Padelli … e grande iuto …

  135. Vabeh…forza ramarri. Notte.

  136. Va bhe dai…un po’ di entusiasmo ingiustificato

  137. Passeranno tre giorni e non ci penseremo più, anzi non credo sottovalutaremo l’Udinese.. Ricordo la Cremonese che elimino’ l’Inter di Kalle, ancor peggio quella di Cuper dal Bari, non satebbe stata una tragedia per me_ Non mi hanno deluso i rincalzi ma Gagliardini, Eder e Brozovic_

  138. di positivo c’è che Padelli c’è
    e che X i gufi speranzosi la serata è finita male

  139. Siete troppo disfattisti, anche una vittoria come questa è un buon segnale per la stagione e per l’ autostima. Bravo Padelli!

  140. Ma cazzo! Se non si possono far giocare le seconde linee contro il Pordenone, allora quando??

    Qualificazione imbarazzante, con grande dispendio di energie che probabilmente pagheremo…

    Urge completare la rosa e complimenti ai ramarri.

  141. non si può, non si può maltrattare in questa maniera milioni di fegati già duramente messi alla prova da metà Agosto che attendono,attendono,attendono
    😉

  142. Sempre gradevoli le telecronache delle nostre partite.
    Mi metti un ex gobbo a fare la spalla al telecronista.
    Fra tutti e due è un continuo menare gramo.
    Sui rigori ci mancava solo di sentirli battere il cinque.

  143. Inter – Udinese 1-3

    ‘notte

    • Grazie, fratello, ma…Uhhhmmm.. Come bisogna interpretare la variazione ? Voglio dire : in genere nei tuoi pronostici l’Inter non segna…uhhmmmm…

  144. In ogni caso, a parte la solita squadra a cui tutto va sempre bene (in Italia), anche tutte le altre big hanno inciampato in partite come queste.
    Perciò tutti a casa belli tranquilli: noi avanti, i pordenonesi orgogliosi di essere arrivati fino ai rigori, i gufi con il fegato a pezzi.

  145. Vero Dawide, due menagrami dal primo minuto. I gufi …

  146. Vabbe’ gli è andata bene anche a loro.
    Meglio uscire stasera che col Verona

  147. Ok, metti le seconde linee ma l’ossatura la devi lasciare.

    Il Pordenone non aveva nulla da perdere e entusiasmo a mille!
    Allora devi metterla subito in discesa la partita e lo fai solo se hai in squadra BV, Perisic e Icardi dall’inizio.
    Poi li togli il secondo tempo.

    Invece così han giocato comunque un tempo e più, senza risultati, per arrivare ai rigori ad oltranza!
    E ad una figuraccia sfiorata per un niente.

  148. Un giappo non tradisce! 🙂

  149. Grazie Iuto, a prescindere. E grande Padelli.
    E ora forza Verona.

  150. Per fortuna Padelli.

  151. Li abbiamo tenuti sul ramo al freddo per due ore e adesso a nanna a sognare la capolista, merde.

  152. So che possa sembrare una scusa puerile, ma, oltre a ciò che ho scritto prima… Il Pordenone non ha giocato in campionato e noi tre giorni fa ci siamo affilati i nervi a Torino.
    E poi…oh…se una volta rischiamo la figuraccia…pace.
    Ho visto giocare spesso in modo peggiore il Benevento, quest’anno, eppure la settimana fa ha pareggiato 🙂

  153. il bello del calcio è proprio che Davide possa battere Golia, oggi non è accaduto per poco, ma è accaduto in passato e riaccadrà_ Perché le squadre “big” non entrano prima, cioè dai sedicesimi? E perché non far giocare la più debole in casa? Per la coppa Italia sarebbe uno spettacolo molto più attraente di questo noioso formato

  154. Eh no caro Mister, questo non vuol dire fare turn over!!

    Certe partite andrebbero utilizzate per inserire quelle due o tre al massimo pedine ma all’interno della squadra titolare , della squadra che già funziona, per vedere come si comportano e capire se potranno far bene all’occorrenza, in caso di squalifiche o infortuni vari.

    Se metti otto undicesimi nuovi è come se giocassero insieme per la prima volta e non ci potranno essere quegli automatismi che stanno caratterizzando la bella prima parte di stagione.

    Non vi è assolutamente da sorprendersi sul film di questa partita.

    Giuro che appena ho letto la formazione ho pensato che sarebbe stata difficile perché cmq avremmo giocato contro una squadra vogliosa e organizzata che cercava la propria gloria.

    E anche il finale sembrava scritto.

    Ora vediamo di riprendere energie fisiche e mentali per sabato perché due partite di questo livello in tre giorni ne portano via parecchie.

    • Tutto giusto, contro la Spal… contro il Pordenone le riserve dell’Inter devono vincere e far vedere perché sono stati pagati diverse decine di milioni di euro. Il bel gioco non lo pretendo, ma con due categorie di differenza, cioè non con l’ultima di serie A, e neanche con l’ultima delle serie B, ma con la Quinta della Lega Pro, faccio riposare chi ha giocato tutte le partite e voglio vedere gli altri chi o cosa sono. E che diamine su, la verità è che se faccio il conto di quanto sono costati:
      Kondo
      Barbosa
      Joao
      Dalbert
      Cancelo
      Dalbert
      Karamoh
      ecco, proprio non riesco a prendermela con Spalletti.

  155. Entriamo in Zona Natale eh, non vorrei dire altro.

    Spero di avere già dato.
    Vediamo di non sbracare come al solito.

    Sulla panchina, spero che a gennaio, chi di dovere, prenda le dovute decisioni e metta i soldi necessari.
    Se si fa male Icardi abbiamo Eder e Pinamonti!
    Non so se mi spiego.

  156. Sono d’accordo, questo non è turn over.
    E’ solo una cazzata.

  157. Ma cerchiamo di vedere il
    lato positivo!!! Almeno fino a domattina. Che avevamo riserve scarse lo sapevamo come sappiamo che sarà dura arrivare tra le prime 4.

  158. Incredibile la vicenda Donnarumma e incredibile Raiola!!
    Pare che Fassone abbia presentato Donnarumma a Weinstein sostenendo che in italiano Donna Rumma volesse dire donna di facili costumi . Il vulcanico regista americano lo ha “pressato”sul tavolo costringendolo a firmare da tergo. Il tutto con la super visione di un guardone arabo con la residenza al parco dei principi.
    Io non so, fra un po faranno condurre il processo del lunedì a Barbara D’Urso.

  159. Oggi fare 2+2 coi calciatori è puro azzardo.
    Guardate infatti gente come Kondo, Gabigol, JM e compagnia cantante.
    Costano un botto e non sono all’altezza.

    O sono semplicemente dei discreti calciatori e niente più, che non giustificano certo quelle cifre.
    E’ solo colpa di un mercato drogato, e spesso molti non valgono quelle cifre.
    Ma nemmeno un terzo di quelle cifre.
    Ergo, è meglio che non schieri una formazione sulla base del totale dei soldi che son costati!
    Sarebbe una stupidaggine, infatti.

    • Vero, ma se serve a capire e a “far” capire a chi di dovere di cosa c’è bisogno scelgo la partita col Frosinone.
      Fermo restando che credo veramente che Spalletti li abbia voluti mettere alla prova, ed è chiaro che prima non ragionavo in maniera proporzionale al valore dei giocatori perché se penso che solo Dalbert o Cancelo vale come tutto il Frosinone allora avremmo dovuto vincere 38 a 0, certo che non è così. Mentre invece penso che a livello di potenziale le “riserve”dell’Inter devono battere il Frosinone, sempre, tanto piu in partite con una posta in palio altrimenti ci sono dei problemi.

    • No javier+

      non lo batti un Pordenone gasato che si gioca la partita della vita con le riserve, meno che mai con quelle riserve lì.
      Anche se sono le riserve dell’Inter, o della juve o del Napoli ecc.
      Perché una squadra fatta di riserve non è una squadra!
      Difatti non lo abbiamo battuto il Pordenone, e nemmeno coi titolari in finale.
      L’abbiamo battuto solo ai rigori.

      E quando giocano insieme questi qui? Mai.
      Quante partite ha fatto la squadra di riserve di stasera? Nessuna.
      Ecc. ecc.

      Non bastano i nomi, i soldi e quant’altro.
      Una squadra di calcio è ben altra cosa.

  160. “Probabilmente per quello che si è verificato, le mie scelte non sono state il massimo”
    (Spalletti)

    Per fortuna l’ha capito.
    Spero gli sia da lezione.
    D’altronde di sbagliare ci sta, e non si ha mai abbastanza esperienza nella vita.
    Finora ha fatto tutto benissimo, uscire stasera in quel modo sarebbe stata una macchia su un percorso direi quasi perfetto.

    E, aggiungo, facile che un’uscita subito, agli ottavi e contro il Pordenone avrebbe portato destabilizzazione nello spogliatoio con conseguenze difficili da immaginare.

  161. L’anno scorso ce la fece lo Spezia proprio contro la Roma di Spalletti, che non è tanto più forte del Pordenone_ Per inciso il Pordenone doveva salire in B, ma hanno “spinto” al suo posto il Parma_

  162. Mah, sarà come dite voi .
    Banega via a 9 milioni , Jovetic 11
    Dalbert dentro a 20 milioni, Cancelo (se lo riscattiamo) 30.
    a me sembra che qualcosa nel reparto acquisti non funziona, sono curioso di vedere all’opera da zero Sabatini e Spalletti la prossima campagna acquisti.
    Continuiamo tutti a imbrodarci per Skriniar (ed è ovviamente un grande) ma abbiamo preso per la panchina solo punti interrogativi.
    Per dire che una delle poche certezze è Ranocchia, altro che preoccuparci per lui.

  163. Entrando un pò più nel merito di quello che si è visto (non solo ieri sera):
    non credo Dalbert sarà uno di quegli esterni bassi per i quali le big europee si sveneranno per regalarci plusvalenze. Discreta corsa, discreto piede, discreta personalità. Discreto (mediocre).
    Riscattare Cancelo a quella cifra sarebbe da pazzi. Buoni piedi, bella falcata, ma deve partire da dietro e la sua fase difensiva è pessima, e minzione (non è un refuso) speciale per la personalità: lo avete visto anche voi scuotere la testa mentre Perisic chiedeva chi volesse tirare il rigore?
    Karamoh sembra potersi fare. Ma è assolutamente acerbo dal punto di vista tattico e non proponibile come potenziale titolare. Va mandato in giro a capire la serie A, e comunque ci sono 18enni che la porta la vedono meglio, visto che sarebbe un attaccante.
    Idem Pinamonti: deve giocare. Non può restare a sfiorire occupando uno degli slot sui primavera in rosa.
    Questa è la nostra panchina, alla quale aggiungo l’inutile ed inguardabile Eder, che dovrebbe aiutarci ad arrivare a fine stagione.
    Sabatini ed Ausilio dovrebbero spiegarmi come fa un certo Tare a portare a Roma per due bruscolini gente come Anderson, Milinkovic Savic, Luis Alberto…

  164. Cancelo aveva problemi muscolari perciò non ha tirato; ad ogni modo prima di fare valutazioni definitive occorrerebbe dare loro un po’ di continuità_ Pinamonti ad esempio è assolutamente ingiudicabile per il primo tempo di ieri dove era Eder che avrebbe dovuto prendersi la responsabilità di guidare gli altri, ed invece è stato il peggiore in campo_

  165. Vediamo il bicchiere mezzo pieno.

    Siamo ancora vivi (ci spetterà il Milan?).

    Abbiamo un signor secondo portiere (Pensate se ci fosse stato Carrizo!)

    Icardi e Vecino hanno battuto due rigori fondamentali. Tutti i rigori sono fondamentali, se Gagliardini o Skriniar li avessero realizzati non si sarebbe andati ad oltranza (ma il discorso è speculare per il Pordenone), la differenza sta nel fatto che il fallimento di uno questi due avrebbe significato l’eliminazione, quello di Nagatomo, ad esempio,decisivo peraltro per passare, no.

    Questo è un tipo di partita trappola, pericolosissimo affrontare squadre di C o di B in questa fase, poichè loro possono metterci tutto senza rischiare nulla, i loro campionati fiume si decidono nei gironi di ritorno.
    Meglio sarebbe incontrare una squadra di A costretta anch’essa al turn over e al risparmio di energie per il campionato.
    Essendomi messo molte volte nei panni del Sassuolo, chi glielo fa fare (in dicembre in notturna) di andare a Bergamo a giocarsela, per poi ,ammesso di passare, andare al San Paolo contro un Napoli e arrivare alle semifinali magari con Juve Roma ?

    Resta il fatto che abbiamo capito perchè Spalletti gioca sempre con gli stessi.

    Piuttosto, Joao Mario?

  166. È inutile girarci intorno, ma del resto il responsabile lo ha riconosciuto. Spalletti ha sbagliato squadra. Anche se aveva non una ma mille giustificazioni nel voler risparmiare la prima squadra, a cui, nonostante quello che si pensa, sta tirando il collo, mantenendo intatta da mesi la stessa formazione. I numeri parlano chiaro. Se le cose andranno secondo logica, alla fine del girone di andata potremmo avere in carniere la bellezza di quarantanove punti, avendo per di più giocato in trasferta le partite più impegnative, con la prospettiva di avvicinarsi in fine di campionato ai cento punti. Una andatura pazzesca, per noi che non andiamo a caccia di record, ma solo di un modesto quarto posto, ma che finiremo per essere coinvolti in prima persona nella lotta per lo scudetto, con una squadra non adeguata se consideriamo le forze a nostra disposizione. Non giochiamo le partite di coppa, e questo che sembrava una iattura si sta rivelando in fondo un vantaggio, che ci consentirà un minor dispendio di energie, ma il logorio di un campionato lungo e faticoso si farà inevitabilmente sentire, in termini di infortuni e di squalifiche, e con le riserve che abbiamo in panchina, come abbiamo constatato proprio ieri, non ci sarà per nulla da scialare in fatto di energie a disposizione. Insomma, rischiamo, a mio parere, un tracollo verticale, come è già successo di recente. È chiaro che tutte le ragioni che ho espresso, e tante altre che lui solo conosce, hanno convinto il prudente Spalletti a sbagliare consapevolmente formazione, nonostante il campanello di allarme di una squadra da affrontare vittoriosa a Cagliari avrebbero dovuto spingerlo ad una scelta diversa. Il fatto è che le nozze non si fanno bene con i fichi secchi e noi tifosi dovremo prepararci a vicende imprevedibili e impreviste come quelle di ieri sera perché il cammino della nostra squadra non sarà affatto di routine, ma un’avventura piena di sorprese, una navigazione a vista, non molto diversa, ricordate?, da quella del triplete. Teniamoci forte e attenti, almeno nel mio caso, alle coronarie.

  167. Non sono il titolare del blog ( per tutta fortuna del blog e di chi legge ) e non ho la pretesa di rispondere ufficialmente, ma alcune cose che hanno scritto Flavio Mucci e Scettico mi hanno dato lo spunto per intervenire.
    Flavio : innanzi tutto ( mi piace scriverlo staccato…) dichiaro una volta di più il mio apprezzamento per Yuto. Viene spesso bistrattato oltre i suoi eventuali demeriti, ma quest’anno non gli si può dir nulla e ieri si è preso sulle spalle una responsabilità mica da poco. Immaginate se l’avesse sbagliato : il 70% delle colpe di Spalletti e di tutti gli altri gli si sarebbe attaccato alle spalle. Sembra di vedere – in qualche circostanza – il buon “Pat” Morita in Karatye kid, quando si mette di fronte ad avversari ben più grossi senza paura. Chapeau, Nagatomo. E poi…mi è rimasta la colazione ( che pensavo di aver già digerito ) nel leggere di Carrizo. L’avevo rimosso, evidentemente… Un portiere da Subbuteo a grandezza naturale, manovrato da una parte della curva, avrebbe parato meglio, in molte circostanze. Almeno da questo punto di vista Spalletti ha fatto bene a cambiare.
    E qui vengo al commento di Scettico; ha completamente ragione. Non c’è alcunché da scialare, ma vorrei ripetere quanto ho già scritto più sopra : il Pordenone ha riposato in campionato, questa settimana, e noi no, costringendo Spalletti a metter dentro tutti gli abili e arruolati che non avessero preso parte a quella specie di assedio a Fort Apache di sabato sera ( ordinata difesa, forse, ma sempre difesa ). Poi Spalletti, come qualcuno giustamente ricordava, l’anno scorso è stato eliminato con la Roma dallo Spezia, quindi anche in questo voglio vedere un pizzico di miglioramento e viatico per l’ottimismo.
    Scritto questo…c’è da comprare almeno un centrocampista che sappia cosa fare col pallone e una punta che ci permetta di mandare Pinamonti in giro a fare esperienza e Eder…in giro.

  168. L’ammissione di colpa di Spalletti è un atto dovuto perchè lui è il mister e serve anche a deresponsabilizzare i giocatori attirando gli strali delle critica su di lui e non sulla squadra (mou docet)

    giocando con la quinta della serie c e con un sogno grande cosi per quanto riguarda il campionato tutti,o quasi, abbiano approvato le scelte iniziali per dare fiato ai titolari e per vedere all’opera le seconde linee.

    seconde linee che hanno sbagliato in toto l’approccio mentale ed hanno dimostrato i loro limiti.
    da un certo punto di vista questo può essere utile al mister che ha smorzato l’entusiamo eccessivo ed ha fatto vedere alla proprietà che qualcosa in più serve (viste anche le ultime dichiarazioni di ausilio)
    scommettiamo che il mister non è poi cosi scontento che sia finita cosi??’

  169. non credo ci si possa chiedere granchè al mercato di gennaio, i fondi latitano,
    bisognerà che Spalletti istruisca i Cancelo Dalbert etc ad essere delle reali alternative

    bisogna anche stabilire cosa ci si aspetta: ad agosto il quarto posto era il target, adesso l’asticella si è alzata e il termine scudetto è apparso, certo lo sappiamo che è in realtà un miraggio ma insomma al momento siamo lì

    è giusto non avere il prosciutto sugli occhi e vedere cosa purtroppo non va, certo xò che processare una squadra imbattuta e di sicuro con dei valori è un poco tafazziano..

    vediamo di evitare di percuoterci con la bottiglia, semmai di bastonare i prossimi di friulani

    ps
    domenica ci sarà Renate / Pordenone, tutti alla Snai il Renate vincerà è un classico

  170. La partita di ieri è stata un episodio e non se ne possono trarre più che conclusioni episodiche. Forse uno come Karamoh inserito nella formazione titolare avrebbe fatto un po’ meglio, ma messo in mezzo alle riserve non ha incantato (però si vede che hai i numeri e che deve crescere). Come si temeva, non abbiamo un Inter B che surroghi, almeno in parte l’Inter A. In alcuni ruoli non abbiamo alternative: su tutti il centravanti. E resta che dovremmo fare 2 o 3 acquisti di spessore.
    Tutto ciò premesso, e non ho detto nulla di nuovo, un altro ostacolo è stato superato: un ostacolo che abbiamo provveduto ad alzarci da soli (forse per necessità, forse perché il mister è stato troppo leggero, chissà, ora non importa molto), ma l’abbiamo superato comunque. Spero che l’agonia non si ripeta, ma ne siamo usciti. Se penso allo scorso agosto, una metà del bicchiere è ancora piena.

  171. PS: certo su alcuni (Eder, Brozo…) continuo a farmi delle domande pesanti.

  172. @FLAVIO MUCCI

    Flavio,ma al mapei stadium in curva ti danno il dolcetto?
    stavo ipotizzando una trasferta a reggio e nn ho potuto non notare il prezzo di 35 euri + prevendita per stare al freddo e senza copertura…

    • Guardando il calcio dall’altra parte ,quello delle provinciali, si nota per esempio che nelle 4/5 partite di cartello si cerca di fare il botto con prezzi da Teatro alla Scala. La curva Nord (ospiti) , speculare per altro alla Sud (promosse quest’anno a tribune, non si sa per quale motivo) offre una zona riparata, ma dalla quale è arduo vedere tutto il campo e un BAR i cui prezzi mi sono ignoti, ma che presumo carissimi, come in tutti gli stadi.

      Quando gioca l’Inter al Mapei essendo in curva sud cerco sempre di vedere la partita un poco defilato, anche se parecchi degli ultras (che sono una quarantina in tutto) tifano Inter (uno addirittura ha tatuato sulla spalla il motto della fondazione …il nero e l’azzurro sullo sfondo d’oro delle stelle …),

      Calcisticamente non sta bene esultare nella curva avversaria.

  173. Bellissimo, edificante il duetto tra Sturaro e il giovane napoletano. Livelli inarrivabili.

  174. @john Graham Da Brozo sinceramente credo sia inutile aspettarsi di più. È questo. Poi siccome a parte Icardi e Perisic in pratica non segna nessuno, non puoi prescinderne visto che ha i gol nei piedi. Perlomeno finché il mercato non porta un interprete differente.
    Su Eder invece, che dire. È evidente che è il classico giocatore che merita i rinnovi più per l’atteggiamento in allenamento e dentro lo spogliatoio. Peccato che a noi servirebbe un attaccante.

  175. NON che io scriva qualcosa meritevole di esser ricordato…no.
    Epperò “copio ed incollo” la parte iniziale di un mio intervento del 31/10, scritto sotto il post “Una gara a chi resiste di più” :

    “Pareggiamo col Torino.
    Ma si…esordisco così : pareggiamo col Torino e lasciamo che tutti si sfoghino con i sorrisetti e gli ammicchi ( tipo il pres. Sarkozy ricolto verso la cancelliera Merkel, per capirci, a quel vertice europeo ), e poi vinciamo le altre e ci presentiamo strafottenti e “sempre lì ” allo scontro con la rubentus.
    E laggiù ripetiamo il “miracolo di Stramaccioni” ( tanto Nagatomo c’è ancora ) e a quel punto voglio vedere cosa scriveranno e COME potranno scriverlo…”.

    A mia parziale discolpa potrei dire che Spalletti non ha fatto giocare Nagatomo a Torino, se no vincevamo, ma alla mia età ho vergogna di spararle così grosse.
    Battute a parte… Il post sotto cui scriviamo è intitolato “Non perdiamo mai” e – al di là della strisciante paura che ciascuno di noi prova nell’auto-gufata che una simile frase porta con sé – anche ieri è stato vero.
    Consentitemi di ripetere quel che ho scritto brevemente ieri sera : va bene non aver timori referenziali, va bene cercare di mettersi in mostra…va bene tutto, ma Karamoh ieri era solo indisponente, quando cercava di muovere i piedi che nemmeno A. Celentano di 50 anni fa… Non è una punta pura e non è neppure un fenomeno. Mi meraviglia che in allenamento non gli rifilino qualche calcione ( mica apposta, no… ) perché tenga a mente che di Messi, Ronaldo, etc. ne nasce uno ogni tot ( e il “tot” non è ancora scaduto…).

  176. E anche stavolta ho scritto la bojata… “referenziali”…ma come si fa ?!?!

  177. http://www.gazzetta.it/Calcio/Coppa-Italia/Inter/13-12-2017/inter-panchina-milionaria-fa-flop-dalbert-karamoh-cancelo-deludono-240189226183.shtml

    Il problema più grosso,più del passaggio o meno del turno, è che ci esponiamo a questo….Con tutto quello che ne consegue…..speriamo che Luciano sappia fare da parafulmini come ha fatto finora… Però già ci fanno neri scrivendo sul niente, se poi gli diamo modo di alimentare polemiche di questo tipo rischiamo lo sbrago totale alle prime difficoltà…

  178. In ogni caso:
    cambiando 8 titolari abbiamo sofferto col Pordenone;
    inserendo 3 rincalzi abbiamo asfaltato il Chievo;
    infortuni e squalifiche sono gestibili, quindi, con inserimento di panchinari in modo oculato e limitato.
    Quello di ieri è un caso limite: si è rischiato, è andata bene, non succederà più.
    Col bilan (o Verona) niente scherzi, titolari dentro perché la coppetta si deve provare a vincerla.

    Resto ottimista.
    A M A L A

    • Concordo.
      Un rincalzo o due per volta, che si abituino (e a condizione che non li fischiamo da subito…), e perfino la panchina diventa meno corta, mi sa tanto.

  179. lo sbrago totale, già sperimentato, succede se l’ambiente squadra non è unito, con un allenatore magari delegittimato.
    non è il caso dell’Inter attuale che ha dei difetti o lacune, come noto anche a loro stessi, ma non sembra cosi debole da non reggere soprattutto qualche sconfitta e gli articoli semi-inutili dei pennivendoli che devono procurarsi i clic

    va detto che Spalletti ultimamente mourihneggia un po’ troppo ma ha le qualità x tenere su la baracca, dovrebbe tenere su anche noi tifosotti xche non esiste che, dopo una partita che fa poco testo come quella di ieri, ci sia già chi dispera x il futuro immediato.
    x quello prossimo sarei molto ottimista, l’impressione è che i nostri di cinesi siano ben riconoscibili e cazzuti

    amala

  180. A parte le nostre oneste (magari sbagliate, ma oneste) considerazioni sulla partita di ieri, farei caso allo scatenamento odierno dei puttanoni intellettuali sui media. Tra il flop della panchina milionaria e il tentativo di creare un caso Ranocchia – tifosi e tutto il resto c’è l’imbarazzo della scelta; eh, il rumore dei nemici… Comunque il Frog non è andato male ieri, neh?
    Palla avanti e pedalare.

  181. No, ieri Frog non mi è dispiaciuto per niente.
    Bisognerà rivederlo contro squadre più toste (per quanto ieri la situazione, per come si è andata delineando, era tostissima) e chissà che non ci ritroviamo un “principe” in squadra?…
    L’ho visto più maturo, più cazzuto (scusate il francesismo).
    Ma non so se è stata solo una sensazione…

  182. ho sentito in giro oggi di quei commenti sull’Inter del tipo..troppi stranieri(!abbiamo più italiani di tutte le big), solita pazza Inter (?!…de che…mai perso..) io allargavo sconsolato le braccia in quanto non ho più voglia di rispondere a sta gente di cui la maggior parte interista

    poi ci penso su e mi verrebbe voglia di raccontargli che siamo primi, che non si è mai perso, che ieri 4 ragazzini, che non me ne fotte una cippa in questa fase della tim cup essendo primo etc…ma resto zitto, cerco di capire il perché di questi commenti davvero fuori luogo in questa fase..poi quello che succederà, o il timore di quello che potrà succedere è altra cosa, ripeto cerco di capire ma non ci riesco e mi torna in mente unsa bellissima definizione sentita anni fa (che ho spudoratamente preso per il mio nick) e mi “arrendo” a quelle parole

    gli chiesero, cosa rappresenta per te l’Inter, rispose più o meno cosi: ” l’Inter è il mare in tempesta, l’azzurro del mare, il nero della tempesta.
    la bellezza, la grandezza, il romanticismo, il fascino del mare, ma , anche nei momenti migliori sull’Inter ce sempre tempesta”

    credo fosse Salvatores, non ne sono sicuro, forse Vecchioni, comunque uno dei nostri artisti,aveva ragione da vendere,
    purtroppo sull’Inter si trova sempre l’argomento negativo, non oso pensare cosa succederà alle prime sconfitte perche perderemo anche prima o poi

    evviva l’Inter

  183. Ma due partite in casa di Inter e Milan in due giorni qualcuno se le ricorda?

  184. Il BBilan è già 2-0 contro l’Hellas, si prospetta un derby di coppa Italia alla vigilia di Inter – Lazio…

    Intanto Ciro Immobile è stato letteralmente graziato dal giudice sportivo…

    1 giornata per 1 testata, credo sia record…

    Fare i piangina rende

  185. L’effetto Gattuso.

    Questi sono già in finale di coppa Italia

    Possono vincere l’Europa League

    Per febbraio sono nei 4

    e poi… si svegliano

  186. Dopo il commento dell’esperto tecnico (?) su Rai1 con cui si afferma che i due centrali del bilan sono i più forti di tutto il campionato……ho spento la TV e mi sono messo a guardare la Premiere League, campionato di tutt’altro livello.
    Forza Inter, sempre, e gobbi gonzi merde.

  187. avevano ragione loro.
    ma avete visto come si asfalta una squadra di serie a mentre noi pareggiamo con una di c.

    questione di approccio, di serietà, loro hanno ragazzi in gamba, i nostri figa e discoteca.

    bisogna ammetterlo senza girarci tanto intorno, una programmazione seria paga, societa seria la loro, acquisti mirati e asfalti il Verona (serie A), milioni buttati nel cesso e pareggi con il Pordenone (serie C)

    solito schifo, a questi smidollati sabato farei trovare uno stadio deserto.

  188. Io ho messo su Indietro tutta…vorrá dire qualcosa?

    Tra l’altro, ieri sera mi sono permesso di fare dell’ironia sulla telecronaca della nostra partita, ma vedo che non era solo una mia impressione:
    13/quelli-tra-campo-e-realta-la-telecronaca-di-radio2-orson-welles-e-la-guerra-dei-mondi/

  189. Va bhe…il link non si è incollato….comunque è su il nerazzurro

  190. Odio il derby
    Sempre
    Mi fa stare troppo male

    Un derby secco poi
    Dopo Natale
    Che rischia di farti andare indigesto il panettone

  191. Avrei preferito il Verona, comunque gradevole la sceneggiata lacrimosa di Gigio e dei suoi (ex?)tifosi.

  192. Posso lanciare un sondaggio? Ma a voi sto donnarumma sembra proprio così straordinario? A me sembra uno dei tanti giovani portieri discretamente promettenti e nulla più il fatto di giocare nel milan e avere raiola come procuratore gli ha procurato una pubblicità assurda gigio di qua gigio di là me lo hanno fatto diventare insopportabile oltretutto ha pure una faccia da scemo … Va be’ ormai sono prevenuto

  193. In termini assoluti non è tra i primi cinque in Italia. Quello che lo pone nel cono di attenzione è la sua età e il dare per scontato un continuo e progressivo miglioramento di mezzi tecnici e rendimento. Esempio Balotelli ma come Balotelli potrebbe fermarsi dov’è ora e allra sarebbe l’ennesimo “talento” non sbocciato.
    Secondo me,considerando la sua naturale propensione al sovrappeso, non va da nessuna parte.

  194. Partecipo volentieri al sondaggio lanciato da Denny, dato che ho 5 minuti liberi.
    Credo che a favore del portiere in questione abbiano giocato tante concause :

    1) Il ruolo. Quando un portiere così giovane arriva a giocare una partita importante diventa automaticamente una rivelazione. E’ “colpa” della concezione – ormai abbastanza datata – secondo cui un portiere matura più tardi rispetto ai giocatori di altri ruoli. Bordon diventò un eroe a Berlino, Dasaev conquistò tutti a poco più di 20 anni, Buffon ( ma fu suggestiva, in quel caso, anche la parentela illustre ) esordì giovanissimo come un predestinato.

    2) La fortunata ( per lui ) coincidenza con le prestazioni negative dei titolari, il fisico e “l’aria matura” ( ricordo che Bergomi fu aiutato anche da questo, agli inizi della carriera, e si fece crescere i baffi apposta ), oltre al fatto di non costare in pratica alcunché ( a quel tempo 🙂 ).

    3) Alcune prestazioni davvero incoraggianti ( tifo Inter ma ho la presunzione di capire qualcosa di calcio, anzi : tifo Inter perché capisco di calcio, eheheheh…) subito dopo l’esordio, con conseguente lievitazione del valore ipotetico. Non è un mistero che ormai si guarda più alla quotazione di un calciatore che non alla sua effettiva valenza ( solo per fare un esempio : per me Mbappé NON vale minimamente la cifra che si dice sia stato pagato ).

    Per venire invece al concreto : secondo me è stato responsabilizzato troppo e troppo presto, e presenta alcuni evidenti aspetti negativi quando deve rinviare con i piedi e per il piazzamento nel suo complesso. Alcuni portieri osannati dai giornali in questi ultimi anni ( De Sanctis, Sirigu, Perin… ) possono essere paragonabili come valore assoluto, nel complesso. Sorrentiino, invece, ogni anno fa il fenomeno con noi ( e meno male quest’anno si è sbagliato di una settimana…).

    • La linea editoriale di Repubblica è critica nei confro ti dell’Inter da sempre. L’autore del ridicolo post che citi è uno tra i tanti. E cosa dire della Gazza, che oltre che del flop milionario della nostra panchina, oggi parla dello Jiangsu che ci darebbe Ramires solo se lo stipendio se lo accollasse l’Inter in toto? Suning che cerca di fottere Suning, certo.

  195. Credo che l’affare migliore lo farebbero i gonzi vendendo dollarumma ad alto prezzo, magari con il fratello in omaggio all’acquirente.

  196. Non so voi, ma io continuo a sognare Walter Mazzarri sulla panchina dei derelitti rossoneri.

    • Io – in tutta franchezza – NO. Da livornese ricordo benissimo il campionato di serie B del 2003/2004, con la promozione in A. Ottimo allenatore, grintoso. Poi l’ho seguito con simpatia alla Reggina, dove un anno si è salvato nonostante una penalizzazione di -15 ( alla Reggina non facevano tutti gli sconti praticati ad altri…). Da lì l’ha notato la Samp, che con lui è passata dal quasi niente all’Europa. Poi è andato a Napoli dove ha fatto benone. All’Inter non ha avuto fortuna, tutto lì, e chi ricordasse i risultati scadenti deve considerare anche che :

      1) La squadra del triplete si era ormai “allentata” ( il “canto del cigno” fu la disperata corsa con Leonardo allenatore, finita purtroppo SOLO perché perdemmo i due derby, e infatti arrivammo a 6 punti dai cugini…) e si sarebbe definitivamente sciolta da lì a poco.

      2) Nella rosa figuravano giocatori di buona prospettiva ( Handanovic. Icardi appena arrivato e Kovacic su tutti ), ma anche molti che…come dire… non avrebbero lasciato un segno indelebile nella memoria dei tifosi, o almeno non un segno positivo ( Belfodil, Carrizo, Juan Jesus, Jonathan, Mudingay, Mariga, Rolando, Botta, Wallace…).

      E’ certamente solo un mio parere opinabilissimo, ma Mazzarri è un signor allenatore. Da noi non ha avuto fortuna, ma ci sono ben altri nomi che continuano ad avere panchine e non gli potrebbero legare le stringhe… Tra l’altro, ne lgirone di Champions con Bayern, ManCity e Villareal, dove il Napoli si affacciava dopo X anni, arrivò secondo e si qualificò alla fase successiva lasciandosi dietro “belli capelli” Mancini. E non aggiungo altro…

  197. Grazie ai partecipanti al sondaggio 🙂 ovviamente era solo un espediente retorico x dire che donnarumma mi sta sui cosiddetti (x colpa in gran parte non sua ma di chi lo esalta in modo esagerato) il link di Makkaroncio poi è una cosa vomitevole “la normale condizione di partenza” sarebbe che stiamo dietro al milan?! Non mi vengono insulti adeguati x rispondere a sto deficiente

  198. No, Gus, non sono affatto d’accordo: se c’è un quotidiano che , nonostante sia edito a Roma, si è sempre caratterizzato per una spiccata tradizione interista, questo è proprio La Repubblica. Certo, spesso critico, come deve essere un giornale, ma sempre fortemente interessato a tutto ciò che riguardava e riguarda la nostra squadra, molto di più , per es. delle stesse squadre romane, e mai, per quanto mi risulta, e ne sono un attendibile testimone perché è stato ed è il mio giornale di riferimento fin dal ‘76, quando è nato, in chiave ostile. La sua redazione sportiva, emigrata sotto la guida di Brera dal vecchio Giorno milanese al quotidiano romano, si è sempre mantenuta fedele a quella tradizione non ostile, ma anzi simpatizzante. È ovvio che, come ogni redazione, anche quella di Repubblica ospita giornalisti simpatizzanti delle varie squadre; anzi, con spirito democratico, affida a specifici giornalisti le cronache e i commenti delle partite, proprio in rapporto alle loro personali simpatie. Ma gli articoli di fondo, quelli che meglio caratterizzano gli orientamenti del giornale, sono affidati a giornalisti della vecchia scuola breriana, come Gianni Mura e Crosetti che sebbene torinese e simpatizzante juventino ( ma a lui si devono gli articoli più critici nei confronti della sua squadra in occasione dei recenti processi) a quella scuola appartiene. Che poi in seno alla redazione un giornalista in un suo blog personale per far pubblicità ad un suo libro butti là una battuta provocatoria, prontamente ridicolizzata dai suoi stessi lettori, anche milanisti, non mi sembra sufficiente per caratterizzare l’indirizzo dominante della redazione.

  199. @gobb
    Te lo lasciamo stare, ma non ho capito se è perché lo vuoi ringraziare o prenderlo a schiaffi a mani tue…

  200. Scettico, buonasera e bentrovato innanzitutto. Il cerchiobottismo equilibrista di gente come Crosetti mi sembra evidente. E da anni. Presa di distanze dalla Juve di Moggi in chiave legalitaria (come da tradizione del giornale) e accenni ripetuti allo scudetto di cartone dell’Inter. Ancora ieri articolo sul VAR e tra gli errori quelli a favore dell’Inter, ormai assurti, come tanto di quello che riguarda i nostri colori, al ruolo di quelle che oggi chiameremmo post-verità. Ricordo poi lo spazio dedicato a Rosella Sensi che cianciava di centenario interista da festeggiare. Gli esempi sono tanti, sono un lettore quotidiano di Repubblica anch’io (e non è solo il calcio che mi lascia sempre più perplesso). Se vogliamo, salvo Sorrentino, ma anche lì… Quanto a Mura… Già i Brera non mi facevano impazzire (ma forse sono di una generazione meno parolaia), figuriamoci i tardo breriani fuori tempo massimo con il loro passatismo (e poi è milanista) al barbera e salame (e comunque viva la barbera e viva il salame).

    • Scusami Gus, ma tutte le mie argomentazioni, forse troppo prolisse, miravano soprattutto a contestare la tua decisa affermazione: “La linea editoriale di Repubblica è critica nei confronti dell’Inter da sempre”. La tua risposta non mi sembra giustifichi quel “ da sempre” tanto impegnativo. Poi ognuno , quanto all’oggi, ha, e è giusto che mantenga, il proprio punto di vista. Tutto qui.

    • Naturalmente, “da sempre” risulta una forzatura. Facciamo da anni và… ; )

  201. in ritardo sul sondaggio direi che Donnarumma è forte davvero in campo, ma immaturo fuori, o mal consigliato/ accompagnato il che gli sta dando e darà dei problemi

    non economici.

    che i cugini ,dopo aver sventrato bol e ver, sognino che ci supereranno è normale .
    presto si sveglieranno tutti sudati

  202. Ancora quel rompiballe di Lasagna. Ma quanto ci hanno scassato la uallera per quel goal? Sgraaaaat, non si sa mai.

  203. Ma questo Mkytarian, a parte il nome impronunciabile, è veramente fortissimo?

    • Non so se userei da subito il superlativo, ma certo è molto forte.
      Veloce, guizzante… e poi è un giocatore maturo ( nato nell’89 ), quindi dovrebbe inserirsi con facilità da subito.
      Il condizionale è d’obbligo, perché non sono sicuro che possa trovare una facile collocazione con Candreva e Brozo/Vecino.
      Oh, poi…comunque…è armeno, e io son sempre stato “fissato” con Youri 🙂

  204. Mi sembra di aver visto qualche volta Mkhitarian (o come si scrive) nello shaktar di Lucescu ricordo che mi fece una buona impressione io lo preferirei a Pastore anche perché credo che faccia goal più spesso forse all’occorrenza potrebbe anche dare il cambio a Icardi, ma se è buono temo che Mourinho non ce lo dia al di là delle dichiarazioni di interismo un po’ ruffiane da quando se ne è andato non ci ha mai fatto favori di questo tipo

    • Vero, ma…considerato che laggiu’ e’ ai margini…potrtebbero darcelo in prestito. L’Inter paga lo stipendio, loro mettono diritto di riscatto e contro-riscatto, e dopo 6 mesi si vede…
      Non sarebbe un problema per nessuno…

  205. In attesa del derby del 27…

    Dopo un attento esame della documentazione presentata e delle spiegazioni fornite, la Camera Investigativa Uefa ha deciso di non concludere il voluntary agreement con l’AC BBilan.

    In particolare, la Camera ha considerato che, ad oggi, ci sono incertezze per quanto riguarda il rifinanziamento del debito che dovrà essere rimborsato entro ottobre 2018 e non sono affatto chiare le garanzie finanziarie fornite dai maggiori azionisti.

    L’AC BBilan continuerà ad essere soggetto all’attuale monitoraggio e la situazione verrà valutata di nuovo nei primi mesi del 2018″.

    Tradotto: c’è il concreto rischio di sanzioni con esclusione dalle future competizioni europee a meno che non cedano argenteria e gioielli di famiglia…

    A cominciare da Dollarumma, Bonucci & co.

  206. nel referto uefa c’è proprio scritto BBilan

    esclusione non credo si arrivi, avranno le restrizioni tipo le nostre , ma di gioielli cos’ hanno? Donnarumma e stop, Bonucci pagato 42 e con quell’ingaggio chi se lo piglia?

    e pare difficile che i cinesi misteriosi iniettino altri soldi

  207. Per me hanno solo due giocatori di un certo valore= Donnarumma, ma è da vedere se e’ tutto ‘sto fenomeno, e Suso_

  208. Per il Milan inizia la traversata nel deserto che noi conosciamo bene, dall’ultimo Moratti passando per ET ed approdando a Suning. Se saranno bravi sul mercato (stile Lazio o Roma, per dire) ci metteranno di meno. Hanno speso tanto sperando nell’azzardo all-in di entrare subito in CL ed attivare il famoso circolo virtuoso. Ma in fondo gli va bene anche così. Il brand è appetibile e, senza CL, acquisibile a prezzi di saldo. Un po’ come l’Inter di Thohir, e quesra volta senza capitali da ripulire.

  209. Certo che Silvio yongongli li sta affossato. ..
    A tutt’oggi hanno un debuttante in panca, né hanno un altro come ds e 2-3 giocatori all’esordio in A (andresilva, muschio, chalacoso ), mica tanto strano che siano li’ in fondo

  210. Il correttore mi odia !!

  211. Con le cessioni di Dollarumma, Bonucci e Suso, 120/130 ml possono raccattarli e pagare un pò di rate in scadenza…

    Suso è un giocatore molto interessante e potrebbe anche fare al caso nostro…

    Poi però servirà qualche altro magheggio del nano per restare a galla

  212. Dollarumma lo venderei subito per un bel po’ di sghèi. Poi se ne parla.

  213. Cronologia delle cose che ho compreso di questa soap/reality “Casa Milan”:

    I) Viene proposto dal Milan dei sogni un sontuoso contratto a Donnarumma dopo le esternazioni del suo agente (non ufficiale, a detta dei canali ufficiali rossoneri) riguardanti infinite offerte di infinitamente potenti club stranieri. Per non sbagliare viene anche strapagato il fratello del fenomeno come III (dicasi, leggasi e pagasi terzo) portiere, seguendo le direttive del padre e della famiglia dei fenomeni, che sono anche gli agenti (ufficiali, a detta dei canali ufficiali rossoneri).

    II) Gigio rinnova (cosa mi dici mai?). Siamo tutti con Gigio e lo Zecchino d’Oro! Viva Silvio! Grazie nuovo presidente, ovunque tu sia! Viva Kakà che non lascerà mai il Milan dei sogni!

    III) Esce fuori la notizia che il legale (ufficiale?) di Raiola (che, a detta dei canali ufficiali rossoneri non è l’agente ufficiale del fenomeno) afferma che la firma sul contratto è stata causata da forzature psicologiche, tanto che, all’atto della sottoscrizione, non c’era nessuno a proteggere il povero Gigio affinché non commettesse gesti inconsulti. Gigio tace, non dice “Cosa mi dici mai? Chi siete? Cosa volete? Un fiorino!”. E chi tace non acconsente (a detta dei canali ufficiali rossoneri).

    IV) I canali ufficiali rossoneri suggeriscono ai poveri tifosi di non cadere del tranello attuato al povero Gigio non si sa bene da chi. Ma loro, poveracci, ci cascano in pieno. Gente da un milione e briciole al mese reagisce nella gelida serata della riscossa contro il Real Verona in coppa Italia. Striscioni pesanti contro il fenomeno e il fratello. Gigio piange e tace. Ringhio ringhia contro chi chiede chiarimenti sulla situazione. I canali ufficiali rossoneri mandano gente in miniera (cinese) per capire cosa dire. Non si trova la miniera. Il Milan dei sogni sembra annaspare.

    V) Conferenza stampa dell’agente (non ufficiale, a detta dei canali ufficiali rossoneri) del Fenomeno (ma chi è l’agente del fratello: James Bond?) che dice che Gigio non c’entra nulla, che tutto è a posto e che è tutta colpa del direttore sportivo dei rossoneri (ufficiale, a detta dei canali ufficiali rossoneri) che ha una questione privata da risolvere con lui. E tutti a prendersela con il povero Mirabelli, colpevole solo di aver difeso il Milan dei sogni.

    VI) L’Uefa sveglia il Milan, svegliandolo anche dai propri sogni. Gigio sorride, cosa mi dici mai? E’ comunque tranquillo, il fratello pure, l’agente (non ufficiale, a detta dei canali ufficiali rossoneri) si è tolto il sassolino che aveva nella scarpa. Viva Gigio! Viva Kakà che non lascerà mai il Milan! Viva Silvio! Viva Mago Zurlì! Mirabelli? In miniera! (se la trovano)

    VII) Camera da letto di Casa Milan “Uffa! che noia che barba!”. Alla prossima puntata. Gigio dorme…

  214. Non c’è due senza tre e dopo le due ultime partite perfette di campionato ( quella infrasettimanale è stata solo un’esperienza sgradevole, e tuttavia positivamente risolta e speriamo , per come si è svolta , irripetibile) immagino una terza di conferma del nostro primato, anche per smentire gli oroscopi di fine d’anno di gufi e civette, dei pessimisti del “io ve lo avevo detto!”, per non dire di iene feroci, tutti pronti ad azzannarci alla prima battuta di arresto. Io sono contrario per principio ad immaginare complotti e trappole per metterci in difficoltà, ma è inutile negare che siamo visti dai tifosi di quasi tutta Italia come degli intrusi, degli usurpatori che occupano immeritamente un posto ad altri riservato. E tuttavia la storia insegna che non verrà da Napoli o da Roma la squadra che batterà quella di Torino, ma solo da Milano: i nostri successi sono sempre iniziati e felicemente conclusi strappando lo scudetto dalle grinfie dei nostri maggiori rivali e chissà che la regola non si confermi anche questa volta. Del resto, la mia sensazione è che ci temano più della Roma e del Napoli. E probabilmente non hanno torto. Giova almeno sperarlo. Intanto, in attesa della partita, buon fine settimana a tutti.

  215. Più di Suso mi intriga Deufeu o come minchia si chiama. L’ho visto dal vivo nel derby dello scorso anno e mi ha fatto veramente paura, andava come una scheggia ( lo marcava Medel eh !! ).
    Un saluto a corso e este.

  216. @scettico
    L’ottimismo della volontà comincia a prevalere sul pessimismo della ragione? Non so, io continuo a pensare che stiamo viaggiando oltre i nostri limiti e stiamo assistendo ad un’autentica impresa sportiva. Senza upgrade di mercato non so se arriviamo in fondo. Per dire, la Lazio ritrova tra le riserve Anderson, la Roma Schick…noi?
    @gianni
    Deulofeu sarebbe tanta roba. È uno di quegli esterni che fa sempre la stessa finta, e ogni volta va via.

  217. Scuffet, il prodigio anteDonnarumma, fa la panchina a nonnoBizzarri che l’anno scorso a Pescara ne ga fatte di ogni= grattatevi pure..

  218. Desperately seeking fortebraccio…

  219. Partita a senso unico, pazzesco essere ancora 1-1

    Suggerirei Lasagna come vice-Icardi…

  220. Lasagna ha scassato la minchia abbondantemente anzi tutta l’udinese ha scassato facciamogliene 3 o 4 a ste merde che coi gobbi in 10 ne hanno presi 6 poi con noi pretendono di fare punti

  221. Peccato la sostituzione di Brozo. Oggi era tra i migliori. Doveva uscire Vecino.

  222. Si può dire mavaffa?
    Si può?
    Che ci vorrebbe.

    Alla sfiga, intendo.

  223. È definitivo Thohir porta sfiga

  224. Il culo comincia a presentarci il conto … Dominiamo e prendiamo 3 goals ….. Comunque….. con una squadra così dinamica come quella di oggi non puoi avere una prima punta che non gioca mai con la squadra …. sempre e solo attacchi dalle fasce …… Farà goals prenderà il bonus ma tra lui e higuain c’è un abisso…

  225. Certo che Settore quel titolo porta sfiga se lo poteva risparmiare

  226. E mi sa che questa volta Fortebraccio ci ha azzeccato alla grande

  227. Il porta sfiga indonesiano ma che cazzo viene a fare allo stadio?

  228. Udine coi gobbi ne prendi sei poi vieni a Milano a fare la solita partita della vita. Squadra inutile peggio del Torino.

  229. Cambiamo post che porta iella, soprattutto per la presenza di un ladro …

  230. Santon perde palla nel I gol, e fa fallo di mano sul rigore: oggi l’Udinese era in forma, puoi concedergli un gol, non due_ Poche alternative ai cross, e disordine coi cambi_ Dal possibile 2-2 sono andati 1-3, amen_ Ora vediamo se siamo capaci di rialzarci subito_

  231. La partita sfigata e’ arrivata (Santon, Var, traversa), ora vedremo la reazione alla prima sconfitta…

    Dopo un buon primo tempo c’è stato un crollo netto (fisico?) nella ripresa…

  232. Sarà ma noi a Natale inter bells o che cazzo di altre minchiate e ci trasformiamo in anatroccoli

    Basta un Udinese qualunque e ci squagliamo

  233. Ahia. Atterrati. Secondo tempo in cui siamo sembrati a terra fisicamente e dal punto di vista nervoso. Questo è il momento che prima o poi sapevamo sarebbe arrivato. Appena si molla un pò psicofisicamente (ad esempio Perisic fatica da un pò) la squadra si slega e non c’è nessuno in panca che possa dar la scossa (karamoh non è, appunto, nessuno). Virtualmente, e ipotizzando Roma e Lazio (contenta? Il VAR compensantivo è arrivato subito) vincenti nei rispettivi recuperi, potremmo essere quarti con i biancocelesti ad un soffio. Come nelle ipotesi di inizio anno. Forza ragazzi, tenere duro e Suning si svegli: se non consente movimenti di mercato significativi rischia di vanificare colpevolmente il lavoro di Spalletti.

  234. Vabbè ragà prima o poi doveva capitare nel secondo tempo siamo calati vistosamente verrebbe da pensare ai supplementari martedì sera (a proposito perché poi questa partita doveva essere anticipata?) ma in realtà guardando le formazioni erano cambiati quasi tutti evidentemente è iniziato un periodo in cui la squadra ha bisogno di rifiatare speriamo che passi presto ricordare che l’obiettivo è sempre il quarto posto e siamo ancora lì, ma ora Suning diamo un senso al mercato di gennaio!

  235. I titoli dei post di Settore menanosfiga peggio di una torma di gatti neri che ti trascinano sotto una scala.

  236. Qmio ho visto che lasagna giocava sistematicamente su miranda, con scrigno quasi sempre spettatore; Spalletti poteva ovviare mettendo Scrigno a uomo su Lasagna, ma non se la sarà sentita di snaturare il gioco di squadra e di Skriniar stesso

  237. Mi è venuto in mente che – tutto sommato – abbiamo dovuto restituire quel che avevamo preso (NON rubato) a Roma. Stesso risultato, una squadra che attacca molto di più e l’altra che è mortifera appena vede la palla…
    Sono nonostante tutto abbastanza fiducioso, ma – come ho scritto durante la partita – oggi Brozovic era uno degli ultimi da cambiare. Vecino era impalpabile…
    Va beh, dai…ormai e andata, e vedendo i risultati del magico campionato 2009/2010…siamo ancora messi meglio.
    Se non mi credete, verificate voi stessi.
    Adesso è il momento di gridarlo :
    Forza INTER !!!

  238. Io questa cosa del rifiatare non la capisco
    Abbiamo giocato 6-7 partite in meno di tutte le altre e siamo già sulle gambe?

    Il problema vero è che appena perdiamo di intensità le possiamo buscare da tutti

  239. Borca aveva capito: tunnel nel traffico e tiro_ Peccato l’abbia messa centrale, peccato sia stata praticamente l’unica iniziativa seria alternativa ai soliti cross_ Karamoh sarà in grado di fare questi assoli? Per ora no_ Ed Eder, comprato per questi motivo, che con altre maglie ne faceva parecchi di gol su assolo, perché non ce ne fa mai vedere uno? Abbiamo bisogno esiziale di un tipo cosi, quasi quasi mi va bene anche Depol dell’ Udinese..
    I gobbi quante volte segnano cosi, tra Dybala, Higuain, Pianic, Cuadrado, ora anche Douglas e, volendo, Benardeschi_ Io prenderei, ora che sta facendo schifo, Berardi; un giocatore fantasioso che possa sparigliare situazioni del genere

  240. Vi prego smettetela di associare la,parola scudetto con questa inter,
    Tuttavia questo 1 a 3 mi ricorda quello di 2 anni fa con la Lazio sempre in casa e sempre a dicembre. Quell anno arrivammo 4…..

  241. Ciao ragazzi, non farei troppe analisi tecnico-tattiche…….per me oggi la partita era segnata….non la ho nemmeno vista. Stamattina ho letto sul giornale che sarebbe arrivato il presidente Thaoir……..che ve lo dico a fare!!!!! la sua ultima presenza a San Siro risaliva allo scorso Campionato….Inter- Roma 1 a 3. In confronto il protagonista de ” La patente” di Pirandello é un porta fortuna….

  242. d’altronde, se non vogliamo pensare al fatto che siamo sotto le feste e questi all’idea di non poter andare a scaricare l’AK47 a Zagabria per capodanno ci stanno male, e nemmeno al fatto che purtroppo certe teste di cazzo siano rimaste nonostante il vergognoso atteggiamento dell’anno scorso, dicevo, non consideriamo queste cose, diciamo solo che sono stanchi: le riserve, beh, le avete viste col Pordenone

    Luciano pensaci tu o sono cazzi anche quest’anno

  243. Ecco fatto.
    Contenti?
    Adesso possiamo concentrarci sul quarto posto…visto che sembra la nostra massima aspirazione.

  244. Bello il titolo.

  245. Scusate, ma con l’Udinese, in casa, si doveva vincere.
    Non ci sono scuse, se non il fatto che abbiamo la sindrome di Natale!
    Ormai è una malattia certificata.

    C’è chi scoppia a primavera, e chi a Natale.
    E dire che siamo sulle gambe a dicembre (e giochiamo solo il campionato!), questo sì, mi pare sia una cosa che non sta in piedi.
    Francamente.
    O non dovrebbe stare in piedi.

    Me l’immaginavo che dopo Pordenone sarebbe successo qualcosa di negativo.
    Ecca’lla’!
    Precisa, puntuale, come solo l’Inter sa fare.

  246. O hanno pensato che dopo la juve il campionato era finito?!…

    Settore, cambia post per favore, che per portarci sfiga da soli siamo campioni dell’universo.

  247. Non era chissà quale ambizione, vincere in casa con i diversamente monocromi!
    Ci può stare, mica si può vincerle tutte.
    Fondamentali i punti (Si spera) col Sassuolo
    A M A L A
    Oggi più che mai!

  248. Il napuli ne fa tre al torino.
    Il torino viene a sansiro e ci rompe i coglioni.
    La juve ne fa sei all’udinese.
    L’udinese viene a sansiro e ci rompe i coglioni.
    Com’è sta storia?

  249. E adesso mi pare che c’è Sassuolo Lazio e Milan in mezzo?

    Bene.
    Si prospetta un gran bel Natale!
    Spalletti pensaci tu, ti prego.

  250. E, nel frattempo, il ciuccio passeggia!
    ECCHECCAZZO

  251. RuBe-Inter, pareggio sofferto…

    Inter-Pordenone, pareggio imbarazzante…

    Inter-Udinese, sconfitta che era nell’aria…

    Spero serva per tornare con i piedi per terra, per ricompattarsi, tenendo ben fisso in testa che l’obiettivo è la qualificazione Champions.

    Spero serva anche a Suning che a gennaio, dovrà accontentare Spalletti, se lo merita… Lui e l’universo Inter.

  252. Possiamo girarci intorno finchè vogliamo, ma manca il contributo sulla trequarti e (almeno) un altro attaccante all’altezza della situazione da gara in corso. Spalletti fin qui ha fatto miracoli, ora tocca a qualcun altro. Lui l’avrà detto con il sorriso sulle labbra ma è stato chiaro: manca qualcosa per fare il salto e a metà dicembre non sono chiare le intenzioni della proprietà (mobilissima sul versante marketing e finanziario ok, ma in CL ci si và con i giocatori). L’Inter di Mancini che arrivò quarta dopo il tracollo post natalizio non aveva questa Lazio tra i maroni. Lazio che, ribadisco, oggi ha ricevuto il primo regalino dopo le frigne di Inzaghi.

  253. Non ho potuto vederla. Seguivo il risultato sul cellulare. Ora ho visto gli ailaits: non mi è sembrato che l’Inter fosse in giá vacanza. Sti qua hanno tirato 2 volte e hanno fatto 3 goals.
    È proprio che quando deve andare storta va storta. A meno che in campo non ci sia quella squadra di merda che vince solo in Italia.

    • No , l’Udinese non si è solo difesa ma ha fatto una gran gara, specie nella ripresa creando diverse occasioni

    • Sono d’accordo con l’analisi della partita (non parlo dei gobbi perché tra poco vado a cena…) e avevo scritto poco fa delle analogie con la ns. vittoria a Roma nella seconda giornata.
      Non c’era da esaltarsi prima, non sono preoccupato adesso.
      Anche se Eder non lo vorrei in campo e Karamoh con Candreva sulla dx o peggio messo a sx mi fa pensare che Spalletti non abbia le idee chiare…
      Al di la’ della rosa corta, dico…

  254. Un infortunio, non più che un infortunio. Io da anni non vedevo un’Inter così bella e così padrona del campo come nel primo tempo e per gran parte della ripresa prima del rigore. Due incidenti imprevedibili di un giocatore, che per il resto aveva giocato molto bene, hanno tagliato le gambe alla squadra, non ancora assuefatta al suo ruolo di prima della classe ( se lo fosse stato, sarebbe ritornata negli spogliatoi alla fine del primo tempo con almeno tre gol in carniere). Ma il gioco c’è, indiscutibilmente. Quello che ci mancava nelle partite iniziali e che oggi invece la squadra possiede. E questo in un campionato, che non è un torneo, è ciò che conta. Se può consolarci, l’Inter trapattoniana dei record perse la sua imbattibilità proprio alla diciassettesima giornata, ma si riprese immediatamente nelle partite successive. Un destino identico capitò anche all’Inter di Foni del primo scudetto del dopoguerra, che perdette la sua imbattibilità dopo una lunghissima corsa solitaria in casa col Torino e anche lei vinse lo scudetto. Infine la squadra di Mancini, anch’essa scudettata dopo una lunghissima corsa da imbattuta, sconfitta a SanSiro dalla Roma, sempre per tre a uno. Insomma, tre volte nella sua storia l’Inter ha mantenuto più a lungo la sua imbattibilità iniziale e quelle tre volte ha ottenuto il meritato premio dello scudetto. Perché quest’anno dovrebbe sfuggirci almeno il quarto posto? Il gioco c’è, la fortuna fino ad oggi non ci è stata nemica. Giova ancora sperare, perche no?, anche nello scudetto. Io, dopo quello splendido primo tempo, ancora ci spero. La mia lunghissima esperienza di tifoso difficilmente , in queste circostanze, mi ha ingannato.

    • Sono DEL TUTTO d’accordo. E l’importante sarà comunque non “sbracare” nei momenti duri che ancora ci saranno.
      Nel campionato che molti non ricordano, perché giustamente eclissato dalla vittoria di Madrid, ne perdemmo diverse (anche 1-3 a Catania), ma la squadra era tosta. Questi non lo sono. Ancora.
      E poiché scriviamo su un post intitolato spavaldamente…vi dirò che secondo me il problema sarà a Firenze. Fino allora andiamo in carrozza 🙂
      Forza INTER !!!

  255. Ritrovarsi 4ti o 5ti poi è un attimo.

  256. Ma porca puttana…

    Comincio col sorriso con marcobibe

    Poi una toccatina con Scetticonerazurro

    Concordo totalmente con gianni su deolufeu o come minchia si scrive

    Con Giorgio penso a desperately looking for-tebraccio

    E poi…

    Di cosa diavolo parla giardinero?

    E denny?

    Stanno scherzando

    Ma come?

    Cosa?

    Cazzo…

    Ma porca di quella puttana

    Convinto giocassimo ‘stasera.

    Vabbè, vi leggerò e poi, usando la formula breve di Hellinger per le decisioni quasi immediate, sceglierò a quanto regolare l’ottimismo.

    È impensabile che questa squadra non subisca almeno un paio di sconfitte nella stagione, anche l’Inter dei 58 punti subì la prima proprio alla 17ma giornata. E comunque adesso, avendo dato una sistematina all’aspetto statistico, sarebbe fondamentale piazzare la serie di vittorie, che prossimamente abbiamo lazio, fiore e roma.

  257. Io penso che Spalletti sia un ottimo allenatore ma non un vincentesimo, al 4 posto ci porta

  258. Sono più d’accordo con Scettico che con chi dice che abbiamo fatto schifo in toto. Non è stata così male.
    L’Inter il vero errore oggi l’ha fatto al rientro dagli spogliatoi, prima parte del secondo tempo mosci, scarichi, imprecisi, questo Spalletti credo se lo leghi al dito, o è colpa sua che non li ha caricati il giusto o non l’han cagato e in ambedue i casi si incazzerà alquanto.
    Altro problema (è qua ha straragione Tagnin) sono gli slavi che non mancano mai di ricordarci che loro si impegnano si, ma ogni tanto… è proprio nel loro DNA non glielo cambi, certo non voglio paragonare Brozo a Perisic, ma la testa è quella, solo che Ivan è più forte e maschera di più l’intermittenza , Brozo lo possiamo usare per le luci dell’albero.
    Poi, una traversa, un rigore su Miranda non cagato dal Var, quello che dovrebbe essere il nostro miglior alleato.
    Vabbeh ragazzi l’imbattibilita doveva finire, mi auguro che non siano così stupidi da calare a picco proprio ora.
    PS
    Ultimo cosa: vista l’inadeguatezza di tutta la compagnia cantante a ricoprire il ruolo di mezzala rimetterei Borca la davanti e basta esperimenti fino a quando non arriva qualcuno serio.

  259. Handa 6
    DD 6
    Skr 6
    Mir 5.5
    Sant 3

    Vecino 5 , mi aspettavo almeno un tiro
    Borca 6

    Brozo 6, cambiarlo non ha giovato

    Candr 5.5 -7 il p.t, 5 il secondo_
    Icardi 6.5
    Petisic 5

    Karamo 5.5
    Eder 5, meglio Edera del Toro

  260. Un questo frangente, un cui oltre al campionato abbiamo avuto anche la coppetta (il Pordenone,eh!), si è palesata tutta la nostra fragilità di rosa e di panchina.

    Ci mancano delle cose importanti in difesa a centrocampo e in attacco.

    Non abbiamo gente che segna da fuori, niente su punizione, né un trequartista che serva il passaggio decisivo o inventi qualcosa quando c’è da spaccare la partita. Niente di tutto questo.
    Davanti abbiamo solo Icardi e Perisic che, se opportunamente marcati, fanno una fatica del diavolo!

    Siamo monotematici e sviluppiamo un gioco solo, le ali che crossano per Icardi.
    Inserimenti centrali pochi e male.

    Ma non è colpa di Spalletti, è che abbiamo questi giocatori qui.
    Ad esempio, come si può pensare di segnare con Vecino, Gaglia o peggio, JM che quando sono davanti al portiere tirano delle cacche moscissime che neanche io alla mia età?

  261. Ah, Gagliardini 5; due buoni interventi iniziali e poi litigi continui col pallone_ male anche in difesa

  262. Ah, e poi mi son dimenticato di parlare della panchina, ma evidentemente è perché non c’è niente da dire.
    L’abbiamo vista all’opera col Pordenone!
    E tanto basta.

  263. Al mercato di gennaio potremo sistemare il problema del fantasista/punizionista; la squadra comunque ha forza e identità, non buttiamoci troppo giù da noi

  264. Settore, era meglio che te stavi zitto

  265. un pelino ci si era illusi, peccato.
    xò tanti post, si sa che ci piace di più commentare quando perdiamo..

    speriamo in una rapida ripresa, di certo in settimana il Sassuolo diventerà un mostro invalicabile

  266. Sicuro.
    Andremo tremebondi in quel di Sassuolo.

    Film già visto tante volte ormai.

  267. Lasciando perdere un attimo il gioco, i cambi, la panchina ecc. ma perchè non imparano a starsene abbottonati quando siamo primi?
    Due anni fa facevamo i ganassa con l’epicbrozo e altre minchiatelle del genere.
    Quest anno il jingle bells vestiti da babbi natale…più Spalletti che fa lo spiritoso sui social e risponde alle provocazioni più basse.
    Ste cose, poi, ti si ritorcono contro, lo sai.
    Giá oggi stanno facendo tutti dello spirito con toir portasfiga….domani, quando saremo terzi, ce ne diranno da pelare i porci. Noi non abbiamo il fisico per sopportare le gufate e le prese per il culo a livello nazionale. Ci abbattiamo e andiamo a rotoli.
    E poi miriremo tutti.
    Aggiungo che dopo toro e udinese, inesistenti con gli altri e leoni a sansiro, la juve domani ha il bologna: degli altri stronzi che solo con noi hanno fatto faville.

  268. ciao ragazzi,
    scusatemi, oggi ero al lavoro e non ce l’ho fatta a scrivere.
    Brutta giornata, non ho voluto nemmeno vedere le immagini…
    Ora leggo i vostri commenti.
    ‘notte

    • Ok.
      Ora si spiega (quasi) tutto.
      La prossima – ti prego – chiedi un cambio di turno al lavoro, perché ci serve tutto… 🙂

  269. Però davvero perché non la smettiamo di guardare i media che ridono di noi. Ormai lo sappiamo che non aspettavano altro che la nostra sconfitta.
    Chissenefrega… agli juventini ricordo che la coppa intercontinentale come sempre la sta vincendo qualcun altro……
    Ai bbbilanisti ricordo che sono sull,orlo del fallimento e ch3 il loro amata ed presidente ha usato la,por squadra del cuore per lavare i soldi sporchi…ma bravo. .. mille volte il demenziale ma onesto, si onesto Mm.
    Ragazzi abbiamo organico da 5 posto e primavera dal valore tecnico del Brescia. Fino adesso abbiamo fatto miracoli.

  270. Va be’, io spero solo di arrivare tra le prime quattro.
    Sarebbe un grande risultato.
    Tutto il resto è relativo.

  271. Toppa sicurezza e molta stanchezza dopo un primo tempo in cui abbiamo speso tanto senza portare a casa niente. Ho visto poca concentrazione anche in Scrigno che ha sbagliato sul primo gol e nel 2 tempo ha fatto una cazzata colossale tamponata da Handa. Santon oggi è stato pietoso e dispiace dirlo di un ragazzo che sembrava avere ritrovato un buon livello fisico e tecnico. Non siamo
    una squadra capace di comamandare 90 minuti, per cui nelle fasi in cui si rifiata e si subisce bisogna difendere tosti e concentrati sempre come se giocassimo contro rube napule o bilan perché se non stai lì con la testa un Lasagna ti può fare più danni di Higuain. In ogni caso non la vedo così grigia e penso che i veri responsabili della sconfitta siano Thoir e Fortebraccio

  272. internazionalista mettiti d’accordo con te stesso

    da una parte dici che non abbiamo qualità, che nessuno sa calciare una punizione, che non abbiamo panchina etc.(condivido)

    poi dici che dobbiamo sempre vincere

    le 2 cose cozzano un tantino

    la verità e che non si è capito che fino ad oggi il mister e la squadra hanno fatto una specie di miracolo sportivo e sono andati oltre, ma proprio oltre.
    meritano solo applausi

    che poi ci sara da lottare duramente fino alla fine (con questa rosa)per il 4 posto è evidente, non ci voleva la partita di martedi scorso o avere un patentino a coverciano per capire le mancanze di questa rosa.

    ora chi deve fare qualcosa è la società, per il resto meritano solo applausi

  273. Mah, abbiamo passato i 5 mesi più sereni degli ultimi 7 anni e adesso stiamo qui a lamentarci per la prima sconfitta stagionale. LA PRIMA!!!! Cerchiamo si stare sereni e di non rientrare in quel loop di negatività che poi si trasmette a tutto L ambiente. Vediamo il bicchiere mezzo pieno e pensiamo alla prossima partita con fiducia.

  274. E pure la roma alla fine un golletto l’ha fatto.
    Prima vera giornata totalmente avversa.
    Superfluo il risultato del milan domani.
    La juve sappiamo giá che vincerá col solito gol di merda di cuadrado.
    Avanti col sasciuoolo…il controsorpasso adesso sará difficile.

  275. mareintempesta

    non ho mai detto che dobbiamo sempre vincere.
    Ho detto, invece, che non si doveva perdere con l’Udinese in casa.
    Mi pare una cosa diversa.

    Poi, sul fatto che abbiamo una rosa scarsa, anche in termini di giocatori utilizzabili, mi pare non ci siano dubbi.

    Però pensavo, e speravo, che anche se con una rosa così l’Udinese si poteva battere lo stesso.

    Non vedo contraddizione in tutto ciò.

  276. Siamo alla crisetta natalizia che prelude al tracollo consueto di Gennaio? Dopo il Pordenone i fluidi sono cambiati? Metto i punti interrogativi, ma l’istinto mi suggerirebbe di toglierli, anzi, neppure di metterli.

  277. Poi son d’accordo che finora meritano solo applausi per come siamo arrivati a oggi.

    Ma io l’Inter la conosco bene, e ho qualche brivido lungo la schiena.

    Va da se che la società deve tirar fuori i soldi e fare un buon mercato di gennaio per cercare di migliorare questa rosa.

    Ma mi chiedo e vi chiedo: può l’Inter fare mercato liberamente o siamo ancora sotto schiaffo fpf?

    Perché se così fosse non risolveremo niente e andremo avanti ancora con questa impostazione che secondo me non garantisce il 4° posto.

  278. Ragazzi la squadra ha dei limiti notevoli ed oggi si sono visti in pieno. Ce ne fosse uno, dico uno, ch e è in grado di far gol oltre ad Icardi e Perisic ( ché oggi non e mai entrato in partita) . Sinceramente dei cross di Candreva ne faccio a meno nel momento in cui è uno dei tre offensivi ma non ha fatto ancora un gol. I miracoli di Spalletti non possono durare in eterno. Mi dispiace ma non concordo proprio con chi dice ch e oggi si è vista una bella Inter….non la si è vista nemmeno nel primo tempo anche perché al di là di corsa e possesso palla io di palle gol concrete non ne ho viste ed essendo il calcio fondato sul gol questo mi lascia perplesso. La verità è che la squadra è incompleta e si sta cominciando a vedere con i problemi che sono sempre gli stessi e che fino ad oggi il mister è stato bravissimo a mascherare. Occorrono terzini veri, un centrocampista che faccia gol ed una punta a supporto di Icardi. Se restiamo così sarà dura competere anche con la Lazio per il quarto posto. Buona notte

  279. hai ragione che con l’udinese è lecito pensare di vincere ma siccome siamo entrambi d’accordo che non siamo da scudetto e che con questa rosa si poteva pensare anche di perderne piu di qualcuna prima e non l’abbiamo fatto, ci sta pure perdere oggi senza esasperare le critiche

    cmque complessivamente la pensiamo allo stesso modo

    mi da solo fastidio, non mi riferisco a te ma in generale, se non venissero dati i giusti meriti a questa rosa per quanto fatto ad oggi, è squadra dove manca qualità, ha ottenuto tutto grazie alla corsa, impegno, dedizione etc…ma non bastano per obt importanti, ci vuole una rosa con qualità e nel nostro caso anche quantità ben diversa

  280. Ringrazio gianni per il pensiero e ricambio di cuore il saluto.
    E poi, siccome questo messaggio verrà convalidato probabilmente a gennaio, approfitto per fare gli auguri passati a tutti per le Feste appena trascorse.

  281. Rimane il fatto che fino a ieri eravamo gli unici a non aver mai perso in tutta Europa, ergo chiunque aveva già visto una sconfitta pur con rose perfette e superiori alla nostra. Oggi siamo di botto delle merde che si trovano li per caso, in procinto dell’ineluttabile tracollo .
    Anche io sono ipercritico con la mia squadra ma quando l’ambiente comincia a diventare da apocalisse imminente entro in “autoprotezione Inter”, cerchiamo di non esagerare come al solito e di far sentire un po di fiducia ai ragazzi. Il bicchiere fatte le dovute considerazioni obiettive sulla rosa è mezzo pieno (anche di piu) e non certo grazie al caso o al culo ma all’impegno di tutti i ragazzi e alla capacità dell’allenatore.
    Io voglio credere che non cambierà tutto questo e anche non vincendo lo scudetto assisteremo ad un campionato che negli ultimi anni ci saremmo sognati di vedere.
    Forza Inter !
    Senza se e senza ma.

  282. Il guaio di noi tifosi è che abbiamo la memoria corta. Come non ricordarsi di certe partite mal giocate non qualche mese fa, ma fino a qualche settimana fa, dalla nostra squadra e vinte poco meritatamente con un golletto fortunato, magari all’ultimo minuto? Da qualche settimana la squadra, ben messa in campo, ha preso a giocar bene, sfruttando al meglio il materiale umano, medio, con qualche eccezione, che abbiamo a disposizione, vincendo nettamente col Chievo e reggendo benissimo all’onda d’urto della squadra rivale di Torino in crescendo. Il primo tempo della partita di ieri, ribadisco, è stato il migliore di questa stagione, e poteva terminare con tre o quattro gol di scarto. Che i gol non ci siano stati non è stata una conseguenza dell’assenza di un gioco d’attacco: la squadra ha messo le tende nella loro metà campo, i tiri di piede e di testa, i cross, ci sono stati in abbondanza, ma, come capita in certe giornate storte, per tutta una serie accidentata di motivi, poco conclusivi, Poi la frenesia, la stanchezza hanno fatto il resto. E tuttavia non mi sembra il caso di allarmarsi troppo. Certo, anche nella partita di ieri la squadra ha dimostrato di essere piuttosto metereopatica, facile a deprimersi quando la situazione, per cause accidentali del tutto imprevedibili, cambia radicalmente. Aveva reagito prontamente col gol di Icardi, ma dopo quel rigore assai discutibile ( la mia impressione era che la palla fosse uscita, e in una partita normale, senza il Var, credo che l’arbitro l’avrebbe giudicata tale) non ha più avuto la forza per farlo. Questo comportamento ondivago non è certo per la nostra squadra una novità. A chi ancora si meraviglia , vorrei dire: così è l’Inter, bellezza. E solo qualche grandissimo allenatore, è stato capace di correggere questo suo difetto caratteriale, che ormai fa parte del suo DNA. Le prossime partite ci diranno fino a che punto la cura Spalletti sarà in grado non dico di eliminare, ma almeno di confinare entro limiti ragionevoli questo comportamento.

  283. Come detto ieri a chi comincia già a fasciarsi la testa ascoltando le p.i. di turno (non comprate i loro giornali o limitate al massimo l’acquisto delle loro partite) anche 2 anni fa perdemmo più o meno così anche se era con la Lazio ma poi quell anno finimmo 4.
    Quindi per chi è scaramantico….
    L’unica cosa che rimprovero alla società è la gestione della primavera usata più per accumulare inutili trofei che a formare giocatori per la prima squadra dei quali ne avremmo bisogno come il,pane.
    Il bbilan in questo è molto più avanti di noi

  284. sù, dai.
    non appena rientreranno i 3 olandesi (ieri preservati per non andare incontro elle macumbe del presidente in tribuna) torneremo a vincere a mani basse.
    dimenticavo, il var ci ha restituito ciò che ci regalò a Roma, peccato solo che a Torino se ne sia lavato le mani.

  285. Francamente fatico a non dar ragione a Scettico e Javier. Non solo ricordo che anche nell’anno in cui eravamo arrivati primi allo stesso punto di stagione ( quello con “belli capelli” in panchina ) DAVVERO vincevamo in modo PIU’ immeritato tutte le partite per 1-0, ma con la Fiorentina, con il Chievo, in altre partite abbiamo fatto delle prestazioni che sognavamo DA ANNI E ANNI. E (udite-udite !) con il milan, nel primo tempo, li abbiamo annichiliti.
    Ieri..stessa cosa. Poi se c’è qualche difetto nella preparazione fisica…beh, speriamo che nella “ripresa” post natalizia sia corretto.
    Di che cosa stiamo discutendo ? Della rosa poco ampia ? Lo sapevamo PRIMA che iniziasse il campionato. Del fair play finanziario ? Lo sapevamo PRIMA che iniziasse il campionato ? Che in un campionato ci sono alti e bassi, ed episodi che giocano a favore o a sfavore ? Lo sappiamo da quando seguiamo il calcio !
    E allora…o ritorniamo a fine agosto, quando avevamo vinto qualche amichevole e però non avevamo alcuna idea di dove saremmo andati a finire, o continuiamo a tifare con la serenità di avere avuto alcune conferme ( Handanovic, Perisic, Icardi su tutti ), qualche piacevole scoperta ( Skriniar e Borja Valero, perché Vecino lo aspetto ancora un po’ ) e alcuni inattesi ritorni ancora da comprovare, ma che ad Agosto neppure volevamo più vedere ( Nagatomo, Brozovic, Ranocchia ).
    Siamo messi meglio rispetto ad Agosto o no ?
    E ci lamentiamo di più ?!?! Bah…siamo proprio interisti 🙂
    A M A L A

  286. Giornata storta dopo alcune giornate dritte, ci può stare. I rinforzi servono, anche se l’impianto della squadra resta buono, come il lavoro fatto da Spalletti.
    Non starei troppo a preoccuparmi ora dell’esito finale. Facciamo più punti possibile in campionato, tanto non ci dobbiamo preoccupare della coppa infrasettimanale, e amen. Tanto meglio se sgrinfiamo la coppa Italia.
    E b###e merda.

  287. Eh sì, siamo proprio interisti!

    Premesso che con i “se” e con i “ma” non si approda a nulla, ripensando al primo tempo di ieri, “se” fosse finito con un nostro vantaggio di almeno tre gol non si sarebbe potuto gridare al furto calcistico.

    Ricordo solo io il gran tiro di Brozovic finito a lato di pochissimo, gli innumerevoli colpi di testa che hanno sfiorato pali e traversa (nel secondo tempo, poi, la traversa di Skriniar grida ancora vendetta)?

    Certo, Santon ha causato il primo gol perdendo palla, dopo averla egregiamente recuperata, perché attorniato da diversi giocatori avversari (dove erano gli altri addetti alle marcature?) e sul rigore: fosse successo nell’area avversaria, e quindi a nostro favore, e non fosse stato concesso, ne avremmo discusso fino a Pasqua prossima oppure no?

    Quindi animo, si devono acquistare sicuramente due/tre elementi che possano risolvere i problemi che tutti conosciamo ma, per favore, non si continui a fare i tafazzisti.

    Forza Inter sempre e biuve e bbilan merde, sempre.

  288. E d’altronde…la “sostanziale parità di forze” tra Inter e milan, sbandierata giorni fa da non ricordo quale testata, si sta concretizzando anche oggi… 🙂

  289. arriva Mazzarri?

  290. L’effetto ringhio si vede, però.

  291. se la scorsa estate l’Inter avesse speso oltre 200 mln, se la scorsa estate l’inter avesse deciso di dare 6 mln netti ad una giovane promessa appena maggiorenne e 1 mln al suo fratello che, vabbe non voglio inferire, se avesse pensato di dare 7/8 mln all’anno ad un difensore che per ora sembra peggio di Ranocchia e mi fermo qui….domanda :
    quanti libri di barzellette si sarebbero già stampati da regalare a Natale sulla nostra Inter.

    oltre ai milioni di anti interisti quanti Fiorello e Severgnini (non ci rappresentate neanche un secondo sappiatelo) ci avrebbero campato sopra…

    siate orgogliosi e meno critici verso l’Inter

  292. Meno male che il milan c’è 🙂

  293. Spassoso l’intermezzo “Donnarumma & milan” a “Quelli che il calcio”… E in più un tweet bellissimo che ha detto “Non era meglio tenere Montella e rimettere Gattusp a centrocampo” ?
    Adesso avrei DOPPIO PIACERE se il simpatico Bologna li raggiungesse (non so se mi spiego, come disse minacciosamente il paracadute…)…

  294. Non avevo letto ma mareintempesta ha ragionissima anzi di più le barzellette fanno parte del rumore dei nemici sono anni che ci dipingono come sfigati cronici quando certe squadre fanno di molto peggio ma loro chissà perché sembrano immuni da critiche

  295. 3_0, ma la rimontona milan non doveva cominciare oggi da Verona?

    Se si salvano stiano soddisfatti_

  296. Vi frega un cazzo, ma entro in sciopero del commento finché non cambia il post.
    #gattuso.uno.di.noi

  297. Per la classifica avulsa lo vedo male il bilan, con verona e benevento
    AHAHAHAHAH

  298. QCC : solo una sconfitta juve nelle ultime 29 partite in serie A a Bologna…
    Noto – per la precisione – che NON sono stati campionati di A consecutivi, ESSENDO CHE le due squadre hanno militato anche in altre serie…

  299. Come rendere meno amara una domenica :

    Pagelle Milan

    Donnarumma 5: Immobile in occasione di tutte e tre le marcature del Verona, chiude come peggio non potrebbe una settimana da protagonista in negativo.

    Rodriguez 5: Troppo timido in fase di spinta e cross, non impeccabile in fase difensiva con Romulo che lo mette spesso in difficoltà. (dal 46′ Cutrone 5,5: Centra un palo, almeno ci prova sempre)

    Bonucci 4,5: Ritorna il giocatore impacciato di inizio stagione. Non da sicurezza e assiste da spettatore non pagante ai gol avversari.

    Romagnoli 4: Ripete ciclicamente le stesse amnesie che ne hanno frenato la crescita. Lascia Kean completamente libero di calciare in porta.

    Calabria 5: Corre come un matto ma finisce spesso fuori giri.

    Bonaventura 5: Ci prova da fuori con un bel tiro, troppo poco per quello che sembrava poter diventare il leader tecnico di Gattuso.

    Montolivo 5: Perde subito la bussola, tanti errori in fase di costruzione piuttosto banali. Un netto passo indietro rispetto alle ultime prove convincenti. Tra i giocatori del Milan è quello che tocca più palloni di tutti ma non riesce a dirigere l’azione come dovrebbe. (dal 71′ Locatelli 5: Tocca due palloni e li sbaglia, un ingresso in campo che non sposta nulla.)

    Kessie 5: Da un centrocampista pagato la bellezza di 28 milioni ci si aspetta ben altro tenore. Gioca con troppa sufficienza e senza la lucidità necessaria.

    Borini 4,5: Da attaccante fa solo confusione, lascia saltare Caracciolo indisturbato in occasione del gol del vantaggio. Anche lui soccombe nella mediocrità generale.

    Kalinic 4,5: Un copione già visto: tanti colpi presi, zero tiri in porta e una scarsa cattiveria agonistica. E’ un problema per il Milan. (dal 55′ André Silva 5: Fumoso e mai capace di incidere. Arrivati alla fine del girone di andata si avvicina sempre di più all’etichetta di flop)

    Suso 4: Fallisce una clamorosa palla gol nel primo tempo che poteva rimettere in carreggiata i suoi. Abulico e incapace di trovare la giocata, si fa espellere nel finale.

    Gattuso 4,5: Un punto a Benevento, un’umiliazione a Verona. Il buon Rino ci mette anche del suo con scelte discutibili

  300. Ma Bessa è ancora nostro? Se no visto che ha fatto assist+goal domani la gazzetta potrebbe fare un titolo tipo “Inter che giocatore hai ceduto” tutto pur di non parlare di quelli là (e spalare merda su di noi, of course)

  301. Non dovevano fare supplementari e rigori??

  302. Bologna-Inter : ok, non siamo uno squadrone, ma ricordo che quelli correvano, raddoppiavano, pressavano… Una partita col coltello tra i denti. Bravi. Sono interista, ma se gli altri danno tutto…vedo ed apprezzo.
    Oggi…lo vedo solo io che il portiere e i difensori sembrano in allenamento ?!?!

  303. A sasciuoolo sono vestiti di neroverde, come il pordenone.
    Faremo 0 a 0…

  304. Copio e incollo:
    “Il napuli ne fa tre al torino.
    Il torino viene a sansiro e ci rompe i coglioni.
    La juve ne fa sei all’udinese.
    L’udinese viene a sansiro e ci rompe i coglioni.
    Com’è sta storia?”

    E poi ho aggiunto più tardi:
    “Aggiungo che dopo toro e udinese, inesistenti con gli altri e leoni a sansiro, la juve domani ha il bologna: degli altri stronzi che solo con noi hanno fatto faville.”

  305. Non fa una piega

  306. “Eeeh, ma non è contro la juventus che dobbiamo fare punti …”

  307. Posso ricordare una mia vicenda personale, senza cadere nel patetico? Quello che mi ha più disturbato della partita di ieri non è stato tanto la sconfitta, immeritata, né il punteggio, assurdo, ma quelle telecamere che indugiavano sui visi dei ragazzini protetti da sciarpa e cappello interisti che assistevano sbalorditi e in sofferenze di fronte a quella specie , immagino, per loro, di tragedia. Mi sono rivisto ragazzino, nel cortile di un collegio fiorentino ad ascoltare, trasmessa da un altoparlante la radiocronaca di Niccolò Carosio, di una vicenda pressoché identica. Era un pomeriggio di febbraio del 1953, quasi settant’anni fa. La nostra squadra giocava il secondo tempo contro il Torino, ancora imbattuta e lanciata verso lo scudetto, il mio primo scudetto. Nel giro di pochi minuti il punteggio cambiò, proprio come ieri, dalla parità a tre a uno per il Toro. Potenza del tifo. Di tutte le vicende di quell’anno, ricordo solo quella vicenda per me incredibile e particolarmente dolorosa. Nelle partite successive la nostra squadra riprese a vincere fino al meritato scudetto, il primo del dopoguerra. Auguro a quei ragazzini un’identica fortuna, che li compensi per le sofferenze di ieri.

    • Speriamo davvero, Scettico. E quest’anno ci accontenteremmo anche del solo podio…
      Intanto io – che NON sono complottista o retropensante – mi preoccupo per il Sassuolo che proprio in questi giorni ritorna in forma.
      Bah…!

    • Belli alcuni tuoi ricordi Scettico, sono dei flash che mi portano lontano e ti ringrazio di condividere.

  308. Tutto bello e tutto vero scettico e mareinempesta

    ma sono d’accordo con tagnin.
    Io sono interista e vorrei che anche l’Inter sia dalla mia parte.

    Poi per carità, alle prossime spaccheremo il culo a Sassuolo Milan e Lazio.
    E via di questo passo.

    O magari no, in fondo lo scudetto non dobbiamo mica vincerlo (quando si potrà pensare di vincere uno scudetto, di grazia? Fra quanti anni, se è lecito? Già ne son passati 7 dall’ultimo!)

    Però dobbiamo arrivare tra le prime 4, e anche qui non pensate sia una passeggiata di salute.

    E poi sta faccenda del DNA interista mi fa ogni volta salire il sangue alla tempia!

  309. Scetticonerazzurro belli i tuoi ricordi ma erano altri tempi … purtroppo! Intanto stasera tocca tifare atalanta (turandosi il naso) e forse alla prossima tocca perfino sperare che la gobba batta la roma, ma soprattutto che noi ci riprendiamo e che Suning faccia la sua parte a gennaio si è capito che ne abbiamo bisogno

  310. Settore
    Metti un altro post che questo porta sfiga
    Su, fai il bravo

  311. Temo altra gran sofferenza sabato.
    Sassuolo che oggi ha strameritato e lottato alla morte su ogni pallone a Marassi.

    Certo è che incontrare squadre che stanno inanellando risultati positivi grazie al cambio di allenatore non è proprio una gran fortuna.

    Ma visto che ci sarà Giuve Roma e poi avremo il trittico Lazio Viola Roma i tre punti a Reggio Emilia vanno presi a tutti i costi anche rubando o giocando di merda.

  312. Cioè, eravamo primi e nel giro di una giornata siamo terzi.
    Se si perde o si pareggia col Sassuolo è facile che ci si possa ritrovare 4ti o 5ti in un amen!

    Capito com’è sto campionato?

    • Siamo saliti sul treno, se non abbiamo il biglietto Suning può sempre comprarlo prima che passi il controllore..

  313. Non c’è spazio per la poesia!

  314. com’era il detto ” se Sparta piange Atene non ride ”
    rivolto ai cugini semi-protestati

    peccato x la Lazio, avessero perso.. invece han già rimontato 2 gol e temo finisca male x l’Atalanta
    si profila spareggio di fine anno x il quarto posto, con annessi pessimi ricordi

  315. Ma come fate a proiettarvi così nel futuro ?
    Stiam parlando di spareggio a dicembre!! Non è ancora finito il girone di andata!
    Non sappiamo cosa succederá con il mercato di gennaio. A noi e agli altri.
    Hanno tutti le coppe da portare avanti, siamo nell’anno dei mondiali che è sempre un anno particolare, siamo comunque lì assieme alle “corazzate”….
    CACCHIO: ma per avere un pò di vita cosa volete??

  316. se ce l’hai con me parlavo di spareggio di fine anno, non di fine campionato, ce ne saranno altri. stai sereno.

    poi se vogliamo sperare nelle congiunzioni astrali favorevoli ok ma pensare di arrivare con questa squadra oltre il quarto, facciamo pure terzo posto, è esercizio di eccessiva fede. se poi succedesse il miracolo, alleluja.

    intanto il rigorino l’Atalanta l’ha messo, al momento bene cosi

  317. Pordenone ko, per il Renate è “vendetta nerazzurra”.
    Dove non è riuscita l’Inter, è riuscito… il Renate. La formazione di Roberto Cevoli ha superato quest’oggi il Pordenone nella gara valida per la 19esima giornata del girone B di Serie C grazie al gol siglato all’ultimo respiro da Matteo Di Gennaro. E su Facebook, i brianzoli celebrano il successo parlando di ‘vendetta nerazzurra’: “All’Inter non sono bastati 120′ per battere il Pordenone, le nostre pantere ci sono riuscite… in 94 minuti”, si legge sulla pagina ufficiale del club, dove militano anche i canterani interisti Michele Di Gregorio e Alessandro Mattioli.

    Non so se ridere o piangere…

  318. ciao a tutti,
    penso che tutti noi fossimo consapevoli, all’inizio della stagione, di non essere una squadra da vertice. Siamo tutti abbastanza esperti di inter per sapere che, fino a questa giornata, eravamo andati ben oltre le nostre possibilità. Cercando di essere ottimisti, possiamo dire di aver messo fieno in cascina per il quarto posto che era, ed è, il nostro traguardo.

    ps.
    anche per Sassuolo – Inter mi toccherà lavorare. Comunque, troverò un modo per esserci.
    ‘notte

  319. L.A Lazio palla al piede è bellissima da vedere
    Sarà un avversario tosto fino alla fine

    • Lazio che ha molti centrocampisti di qualità che vedono la porta: Milinkovic-Savic, Luis Alberto, Parolo…

      Noi praticamente solo Brozovic che ieri non andava sostituito…

      Napoli, RuBe e Roma hanno rose più complete della nostra ed alla lunga sarà sfida con la Lazio per il 4′ posto…

      Inter-Lazio del 30/12, snodo fondamentale della stagione.

  320. Alla fine la Lazio è riuscita a non perdere, comunque ha preso 1 punto e non 3_ Buon per noi

  321. Per essere una sconfitta……poteva andare peggio.
    I distacchi sono impalpabili.
    Siamo terzi nel fazzoletto, virtualmente quarti se roma dovesse vincere recupero, ma non è favile o scontato.
    La lazio è virtualmente 4 punti sotto e il suo recupero è più semplice.

    Insomma, non mi lamento.
    Dipende tutto da noi.
    C’è anche gobbi roma e potremmo presentarci al giro di boa tra le prime tre.
    Meglio di un pugno in un occhio!

    A M A L A

  322. Ricominciamo a ragionare come si faceva fino a 3 settimane fa:
    Partita fondamentale quella con il Sassuolo. Vincere sarebbe troppo importante.
    Del poi importa sega.
    Vincere con il Sassuolo porta 3 punti.
    Luciano mi raccomando ! Non voglio più vederli come l’inizio del secondo tempo , almeno non senza vederti entrare in campo a morderli sulla schiena.

    Meglio di così non potevamo pretendere per limitare i danni. 1 punto Lazio e atalanta 0 Sampdoria. Con un po di culo poteva toppa anche la Roma ma… pazienza.

    Che il Napoli abbia finito la crisi non sono sicuro, primo tempo devastante poi il Toro li ha fatti ballare , se non si fossero rimasti in 10 per l’infortunio a Ljajic magari non perdevano ma ballavano fino al 90esimo . Anche loro sono spompi, più di noi (hanno giocato anche di più, per carità!)

  323. Son contento di leggere che anche Giardinero concorda che Brozo non andasse sostituitp. Aggiungo (e ripeto) che per quel che si è visto in tutta la partita quello da cambiare era Vecino. Poi si poteva perdere ugualmente, ma Vecino ieri non aveva la metà del mordente di Brozo (che è tutto dire…) ed è stato proprio il mordente a mancare, nella ripresa.
    Scritto questo…se nel primo tempo ne avessimo fatti 2 o 3 non avremmo rubato alcunché e adesso i grandi commentatori (non chi scrive qua, sia chiaro) girerebbero a vuoto.
    E Toto giustamente fa notare una cosa su cui riflettere: prendiamo la ns. partita con la Samp. Prima grandi timori, poi li abbiamo cucinati ben bene.
    Ecco : dopo la vittoria…riportiamo il tempo ad un giorno prima.
    Questo sciocco esempio mi serve per dire che…si, la Roma è a -2 con una partita da recuperare, ma NON l’ha ancora vinta, mentre i ns. 40 punti sono acquisiti…
    Forza INTER !!!

  324. Bah… io leggo che i “ladri” hanno avuto finora ben 13 marcatori, ed uno di questi (Pjanić), sui calci piazzati spesso e volentieri la butta dentro.

    Questo è un gap con le altre squadre che alla fine lo paghi. Da noi chi sono i tiratori di calci piazzati? Brozo, in quella giornata quando ha voglia, oppure Perisic, anche lui deve essere in giornata…

    Questi giocatori bravi (ma discontinui), mi hanno rotto ampiamente i coglioni.

  325. E sto post lo cambiamo o no?

  326. Buffon, Lichtsteiner Alex Sandro terzini, Barzagli Rugani centrali.
    In mezzo Betancur,Sturaro,Marchisio.
    davanti Douglas Costa,Bernardeschi,Dybala.
    in panca Pjaca,Howedes

    questi 13 “giocatorini” fanno una “rosa” che lotterebbe per i primissimi posti…erano tutti e 13 chi in panchina chi in tribuna contro l’Inter

    trovate le differenze

  327. Caro Mareintempesta, la differenza come detto in passato la fanno quei 6 campionati vinti con rispettive partecipazioni alla CL spesso fino ai turni più avanzati, mentre noi alla voce “entrate” avevamo dei numeri che solleticavano appena il FFP . Piuttosto le differenze le dovremmo cercare tra il costo è la resa di quei giocatori azzeccati (Perisic, Borca, Skriniar) e i soldi male investiti (Kondo, Barbosa, Joao, e… spero di fermarmi qua perché Dalbert mi sembra un bel mistero)

  328. esatto
    quella mia sopra voleva evidenziare le attuali differenze per far capire che ora come ora ancora non possiamo competere e che la nostra priorità assoluta e’ proprio di qualificarci stabilmente per la champions in maniera tale da poter costruire una rosa importante, sbagliando il meno possibile ovvio, ma quando tutti gli anni ti puoi permettere di spendere oltre 100 mln anche se sbagli qualcosa tempo 3/4 anni avrai per forza una rosa ottima

  329. Sarà come dite voi… Cioè : il discorso razionale mi è chiaro. Quello che non mi torna, invece, è il motivo per cui non ci possiamo mai mettere seriamente a programmare con il settore giovanile (qualcuno giustamente notava come i molto successi della Primavera…non facciano germogliare alcunché) come i nerazzurri di NG o il Torino, solo per fare un esempio.
    Oppure perché non abbiamo osservatori abbastanza bravi da “catturare” a pochi soldi i talenti allevati da altri, che stanno per sbocciare…
    Insomma : forse sto invecchiando, ma possibile che in questa specie di grosso gioco del Monopoli chiamato calcio non si provi più a tirar su qualche ragazzo e si adpetti sempre di farsi prendere per il collo dagli altri ?!?!
    Guardate che anche questa è una grossa “bolla”, e quando scoppierà avrà gli stessi effetti – sul calcio – della crisi dei subprime.
    Meglio pensarci per tempo. I soldi finiscono, il calcio (speriamo) no.

    • p.s. : vado controcorrente…
      Secondo me Settore fa bene a lasciare spavaldamente quel titolo…

    • Che poi…tra i diversi errori, spicca quello dei “nerazzurri di NG”, anziché di BG…
      Quando uno ci vede poco e scrive sul treno, col cellulare..

  330. Thohir: “Inter, sono ottimista per la Champions League”.

    Lo ha detto, eh!
    Occhio che lo ha detto.
    Sono molto preoccupato…

  331. Orc’…!
    Qui ci vuole fortebraccio a dosi massicce…

  332. Il discorso dei primavera è un bel mistero che si presta a svariate interpretazioni. Mi sembra semplicistico dire (tanto per cambiare) che la dirigenza non capisce un cacchio e non riesce a valorizzare i giovani. Oramai trovi pure i corsi in cartoleria su come “bisognerebbe fare”, non possiamo avere sempre noi degli incompetenti messi li da altri stupidi, dai non regge!
    Su questo io, pur consapevole che farò storcere il naso a qualcuno, sono dell’idea che i poteri pseudo-mafiosi che regolano procuratori società figli e figliastri la fanno da padrone spingendo (a patto che sia bravo, per carità) qualcuno è “stoppandone” qualcun’altro.
    Come ha giustamente fatto notare qualcuno più sopra qui si parla di soldoni e dove ci sono i soldoni ci sono i soliti noti che riescono a “vietare” destinazioni non gradite, quel tanto che basta a far passare il treno, che non è detto che ritorni.
    Poi va anche detto che a volte proprio non sbocciano. Certo che andare a sbocciare nella serie B spagnola non è semplice.
    Non so… si può dire tutto e il contrario di tutto , però Berardi ancora gioca nel sassuolo… e gli interisti della primavera se li prende il Cagliari a titolo definitivo facendo la voce grossa e pagandoli una miseria.
    Mah.

  333. Sassuolo – Inter 2-0

  334. Sassuolo – Inter 2-0
    ‘notte

    • Grazie, fratello.
      Adesso – che ho pure appena visto il mio Livorno pareggiare con mille rimpianti – sono un po’ più tranquillo. ‘Notte.

  335. Longo e Bessa ai tempi della primavera sembravano destinati ad una carriera da fuoriclasse assoluti…

    Oggi uno gioca nella B spagnola e l’altro fatica a trovar spazio nell’Hellas…

    La sensazione è che se fai il fuoriclasse nel campionato primavera non è detto che ti riesca di farlo in prima squadra…

    I giocatori “normali” della primavera, da adulti faticano in lega-pro…

    Primavera e prima squadra sembrano sport diversi

    • Sì ma questo vale per tutte le squadre, invece rapportato a quanto vinciamo noi la percentuale di campioni è ridicola

  336. Sono del parere che la categoria primavera non insegni nulla, giochi con dei pari eta e finisce li. Secondo me a 18 anni dovrebbero cominciare a farti fare le ossa in serie B C dove trovi giocatori esperti pubblico presente (specie nel sud)
    Sarebbe importante avere una seconda squadra dove il valore di un giocatore nel giro anche di qualche anno puo venire fuori. Inutile tenersi vino ai 20 anni un giocatore in primavera

  337. Non sono d’accordo con l’opinione diffusa nel blog, secondo la quale sarebbe necessaria una ricca campagna acquisti a fine d’anno per rendere veramente competitiva la squadra, come se si trattasse di una squadra allo sbando, dopo un cammino accidentato nella prima parte del campionato e non invece una squadra che ha raggiunto un suo equilibrio, che è stata sconfitta una sola volta, immeritatamente, che è appena due punti lontana dalla vetta. Io, fino a qualche settimana fa , sono stato molto critico nei confronti di questa squadra, non per i risultati, sempre più che soddisfacenti, ma per il gioco poco organizzato e troppo icardidipendente. Ma nelle ultime tre partite ho constatato come Spalletti abbia compiuto un vero miracolo organizzativo, grazie ad una razionale disposizione tattica della squadra in campo (baricentro alto, squadra corta e stretta ai fianchi in modo da tener vicini e compatti i reparti e rendere dietro quasi impenetrabile la difesa e avanti meno necessaria la presenza di un trequartista di ruolo, realizzando una specie di calcio totale) e alla sempre maggiore intesa che si è espressa negli automatismi dei movimenti tra i singoli e all’interno dei vari reparti, con scambi rapidi secondo linee verticali, contro il tradizionale, asfittico gioco orizzontale. Ora che il giocattolo ha raggiunto un suo equilibrio, l’introduzione nel meccanismo quasi perfetto di elementi estranei (tranne che non siano di altissimo livello tecnico , merce rarissima sempre, ma soprattutto in questa fase del campionato , e quindi di facile adattamento) tenuto conto che i nostri giocatori saranno impegnati solo nelle partite di campionato e quindi avranno tempo di riposarsi ( diversamente da quelli delle nostre maggiori rivali), non mi sembrerebbe una soluzione ideale ai problemi di gioco, che pure la squadra presenta, ma che possono essere risolti già con un uso accorto del materiale umano a disposizione , come è avvenuto fino ad oggi, tenuto conto anche del sempre maggiore affiatamento che la squadra raggiungerà nelle prossime settimane, giocando sempre gli stessi. Piuttosto che per sostituire gli attuali titolari, riterrei utile l’acquisto di valide riserve, se l’ allenatore, come sembra, lo ritiene necessario.

  338. scusa Scettico
    ma se Spalletti ha raggiunto un equilibrio tattico e organizzativo di buon livello com’è che con la juve non abbiamo fatto un tiro, abbiamo rischiato di uscire col pordenone, e ne abbiamo preso tre dall’udinese.
    Un gol fatto e basta.

    per me il capitale tecnico di questa squadra è basso.
    togli icardi non segna nessuno, ma nessuno proprio. non c’è un incursore alla berti, gli slavi sono come sempre legati ai loro estri personali, candreva corre, corre, corre fine a quando non ne ha più e fa mille cross per azzeccarne uno o due.
    vogliamo parlare del gioco? blocchi le fasce e borja valero e non sappiamo che pesci pigliare
    la lazio – la nostra vera competitor- è a mio parere molto più forte di noi. giocano veloci e tecnicamente sono di grande caratura. la difesa decisamente di meno, per fortuna.

    in ogni caso sono non contento, ma stra-contento di essere terzo, forse quarto a questo punto.
    visto che i cinesi non prenderanno niente a gennaio, con questa squadra il massimo lo abbiamo fatto e vorrei che ce lo ricordassimo. io per primo mi ero illuso, ma alla fine le illusioni svaniscono come la nebbia del mattino.
    per cui realisticamente mi auspico un buon quarto posto, sperando anche nella coppa italia.
    nell’attesa che i cinesi decidano veramente di pensare in grande.

    • Sono d’accordo solo in parte con le tue considerazioni. Siamo icardidipendenti, ma è , se si vuole, un limite non uno svantaggio. Noi abbiamo la fortuna di avere Icardi, e lo avremo anche in futuro, gli altri non ce l’hanno. Abbiamo segnato 34 reti, solo quattro meno del Napoli, 6 più della Roma. Nella partita di sabato abbiamo tirato in porta almeno una trentina di volte, più o meno quante col Chievo: col Chievo ne sono entrate cinque, con l’Udinese solo una. Di chi la colpa? Di Perisic, che ha già segnato 7 reti, quante più o meno Dzeko e Higuain? E quasi tutte decisive? La partita con l’Udinese è stata una partita stregata, che però nel primo tempo è stata la migliore della stagione. La sconfitta è un buon motivo per rivoluzionare la squadra o per considerarla all’improvviso inadeguata neppure a raggiungere il quarto posto? Aspettiamo a dare giudizi definitivi almeno a dopo le prossime tre partite. Il paragone con la squadra di Mancini e il suo crollo verticale dopo la partita con la Lazio, non regge. Quella era una squadra senza un gioco, con un centrocampo lento e male organizzato e mal messa in campo. La squadra di Spalletti ha un gioco, un buon regista a centrocampo e in campo è ben messa. Il suo problema, caso mai, non è l’assenza o la poverta del suo gioco, ma la continuità, come è successo con la Sampdoria e nella partita di sabato. Su quest’aspetto deve lavorare Spalletti: mantenere il livello di gioco, alto, per tutta la partita. Infine, non giudicherei negativo il comportamento della squadra contro la Juve, perché non ha mai tirato in porta. Mantenere il punteggio sullo zero a zero è stata una scelta tattica, che teneva conto della fortissima difesa avversa e della necessità di tener alta la squadra, bassi gli attaccanti a far filtro a centrocampo e quindi impossibilitati per la mancanza di spazio a organizzare contropiedi. Per me quella partita, dal punto di vista tattico, è stata perfetta.

  339. Siamo in panico post prima sconfitta, il Sassuolo sembra più forte del RealMadrid di Puskas e Settore non cambia titolo che ormai sembra una perculata a noi

  340. Sinceramente il Sassuolo è in lievissima ripresa, perchè a metà campionato per dirla alla Simpson del migliardario Mr.Burns : un filo d’erba poteva ucciderlo.
    Poichè io ho più in mente quelle prestazioni che non le ultime di Iachini, mi sento moderatamente tranquillo.
    (E basta con questa scaramanzia vittimistica, per quella e per tutti affidiamoci solo e soltanto alle previsioni di Fortebraccio)

  341. Miliardario (of course)

  342. Alla gazzetta sono ossessionati dall’automobilismo.
    Dopo aver titolato “Sorpasso” dopo le partite di coppa Italia di Inter e Milan (??? , soprasso de che?) oggi siamo stati , nostro malgrado, sorpassati dal Napoli che ci ha fottuto Ciciretti.
    No, dico, Ciciretti !!!!
    Mille di questi sorpassi.

  343. @Francesco70
    Meglio ansia ingiustificata e poi vinciamo piuttosto che consapevolezza di forza e poi perdiamo come con Udinese.

    Ben venga l’ansia!

    A M A L A

  344. Non ho nessuna voglia di rovinarmi altri due sabati (e nemmeno il mercoledì in mezzo, è ovvio).

  345. Beh se ci preoccupa il Sassuolo, questo Sassuolo, siamo messi male;
    La juve ha perso con la Samp, Lazio ha pareggiato con la Spal ed il Milan a Benevento con un gol del portiere al 94′, insomma può succedere tutto, ma ora preoccuparsi del Sassuolo di quest’anno è un’operazione disfattista…

  346. Sono DEL TUTTO concorde con Scettico ( così come non lo ero in occasione di una ns. diatriba sulle similitudini tra questa Inter e quella di “belli capelli”). La squadra c’è, anche se ha una rosa ristretta, e il primo tempo contro l’Udinese è stato più che buono, alla stessa stregua di quelli con Sampdoria, Chievo e Milan. Le partite a Napoli, Cagliari son state magari meno gagliarde, ma insomma… Qui si parla di gente che è stata messa in campo PER FORZA e che è stata lasciata PER CONVINZIONE, con un’opera molto attenta e delicata di cambi solo se costretti. Spalletti sta giocando a Shangai e sta giocando pure bene. Poi arriva una squadra bianconera e ha la fortuna sfacciata che di solito accompagna quelle maglie e noi perdiamo e… E allora ?
    Cambia niente, ragazzi, proprio niente.
    E il Sassuolo, se dev’essere la ns, bestia nera, deve ancora dimostrarlo. Lo è stato il Chievo, in diverse occasioni, e l’abbiamo rimandato a casa bello impacchettato.
    Il Sassuolo finora ha uno degli attacchi peggiori, noi una delle difese migliori.
    Le partite non si vincono con i dati statistici, ma io resto discretamente ottimista.
    Il milan ? Se arriva al derby (magari vanno in default ptima, poveracci…) vedremo, ma non mi pare siano granché.
    E la Lazio – onestamente – ogni anno fa delle buone partite, si piazza benino, ma… ha vinto due scudetti in 100 anni, su…
    Forza INTER !!!

  347. visti gli ultimi anni non si può biasimare chi vede il Sassuolo con ansia..i nostri ci hanno abituato a nefandezze seriali

    di sicuro c’è il calendario a volte incide, l’Udinese e pure il Sassuolo ora son squadre diverse, e zac ci capitano al momento giusto.
    solo i cugini non cambiano, fan cagare sempre, si spera

  348. Sassuolo – Inter 2-0

    ‘notte

  349. Il bello del tifo è che ognuno la vede a modo suo
    Ma snobbare così il Sassuolo e soprattutto il Milan mi sembra poco avveduto
    Il fatto che non ci siano giocatori in grado di sostituire icardi candreva e Perisic non mi garba

  350. Ma…se avessimo giocatori in grado di sostituire Icardi, Candreva e Perisic saremmo tornati a 7 anni fa ( ci annoieremmo quasi – anno dopo anno – a vincere )…
    Negli anni ’70, ’80, ’90 vincevamo uno scudetto ogni 9 anni con una rosa abbastanza ristretta e senza sostituti di nome.

  351. Il fatto di annoiarsi è OVVIAMENTE una provocazione, eh ?

  352. La primavera e la serie A sono due sport diversi, e da un punto di vista strettamente etico-sportivo forse è (era) giusto così. Il sistema calcio ora è cambiato ed è cambiato tutto il modo di intendere gli sport giovanili, che è diventato molto inevitabilmente più “produttivo”. In ogni caso, come qualcuno qui ha già detto, fare bene, o anche benissimo, nei campionati primavera non è garanzia di radiosi futuri nella massima serie (o anche nelle serie inferiori).
    La nostra situazione attuale: la tramvata contro l’Udinese (dovuta a una buona dose di sfiga, per quanto il secondo tempo sia stato troppo poco lucido) ci ha rimbambito perché eravamo abituati troppo bene; spero che la squadra e il mister si siano ripresi più alla svelta di noi tifosi.
    Tuttavia, non so se avete notato che prima di ogni partita, o prima di ogni serie di tre o quattro partite, per l’Inter si è parlato di “prova di maturità”, “ciclo della verità” ecc. E sti cazzi? Se perdi vai dietro e devi sperare che poi perdano gli altri mentre tu vinci per recuperare posizioni: è il campionato italiano, bellezza. In qualsiasi segmento tu lo osservi funziona così. Per noi la maturità dura una settimana, poi bisogna dimostrarla di nuovo. Ma è solo un’illusione ottica: si devono fare più punti possibile per arrivare alla fine il più in alto possibile. Fine delle strategie.

  353. Manca un fantasista, un mancino puro, giacché Dalbert non è titolare, uno che sappia segnare su punizione= riprendiamoci Recoba e abbiamo risolto

  354. Psicanalisi di settore

    Non cambia post perché se vinciamo sabato sarà stato beneaugurante
    E quello con l’udinese solo un incidente di percorso
    Un bel coraggio e un bel rischio
    Perché se perdiamo, avere un post “non perdiamo mai” e beccare due sconfitte, è l’anticamera assicurata per una nomea da menagramo
    All in tipico da vero interista, comunque

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.