Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Belli, bravi, a casa

bayernjuve

Oggi su giornali, tv e web è andato in scena un clamoroso piagnisteo perchè l’Italia – con l’eliminazione della Lazio in Europa League, il giorno dopo quella della Juve in Champions – ha segnato l’uscita di scena stagionale dell’Italia dall’Europa del calcio. A metà marzo siamo già tutti liberi, da Bolzano a Pantelleria, tra il martedì e il giovedì, di andare al cinema o a teatro, oppure di guardare le altre, oppure di farci i cazzi nostri. Pare non andassimo così male da 15 anni.

Eppure da mercoledì notte, e a cascata sui giornali di giovedì, era stato tutto un onanismo su quanto era stata bella e brava la Juve. Eliminata, certo, ma a testa alta, un passo in più verso il top, una grande prestazione, una partita quasi perfetta, bla bla bla. Forse, grazie alla Lazio, nel giro di 24 ore abbiamo ritrovato i giusti paramenti e i corretti termini di paragone. Attraverso due partite diverse quanto vogliamo, e lasciando due impressioni diverse quanto vogliamo, Juve e Lazio hanno ottenuto lo stesso risultato: a casa, raus.

I festeggiamenti (mancavano solo i caroselli) per la grande partita della Juve a Monaco sono essi stessi il segno dell’indicibile provincialismo e della profonda mediocrità del calcio italiano. Festeggiamo la partita quasi perfetta della Juve, che esce agli ottavi di Champions. Apperò, e adesso?

Chissà se fosse successo all’Inter. Chissà se fosse successo all’Inter di dominare una partita contro un avversario completamente in bambola, di condurre tre quarti di partita per 2-0, di subire sì un torto arbitrale ma anche di sbagliare almeno quattro clamorose palle gol per andare sul 3, 4 o 5 a zero senza dover per forza aspettare che una bandierina vada su o giù in maniera corretta, e infine di prendere 4 gol in poco più di 35 minuti e di tornare a casa così, scornati e travolti sul più bello. Chissà.

Certo, mi dirà qualcuno: a voi mica sarebbe capitato, voi il mercoledì sera al massimo accendete la tv . Vero. Ma mi riferivo ai titoli, ai giudizi, alle celebrazioni. Saremmo stati catalogati come uno squadrone top dei top, o come dei poveracci che l’hanno preso in culo quattro volte in mezz’ora invece di portare a casa la partita contro il peggior Bayern mai visto negli ultimi anni?

La Juve, come la Lazio, è a casa a metà marzo. L’asterico *(però ha fatto cagare addosso il Bayern) vale quel che vale. Un ciccinino per l’onore e l’orgoglio, una sega di niente per la bacheca e per il ranking Uefa. E noi, poveri tifosotti italiani, festeggiamo un 2-4 in Champions perchè ci fa salire di un gradino.

Quale gradino? “Scusi, dov’è la toilette?”. “In fondo a sinistra, occhio al gradino“. “Grazie”. “Si figuri”.

Certo, mi dirà ancora qualcuno: caro Settoruccio dei miei coglioni, fai uno scroll del tuo blogghetto e torna a Napoli-inter, non avevi festeggiato anche tu la sconfitta a Napoli?

Beh, c’è una bella differenza. Avevo festeggiato l’emozione di rivedere la mia squadra – una squadra in costruzione, una squadra in divenire dopo alcune stagioni del menga -, sotto 2-0, mettere alla frusta l’allora favorita del campionato e provare a rimontare, forse addirittura a vincere. Era un rincuorarsi, certo non un gioire.

Diverso è vedere la squadra che ha vinto 4 scudetti di fila e sta per vincere il quinto festeggiare un’inculata galattica in Champions, catalogarla come un upgrade. Upgrade de che? E finchè è la Juve, finchè sono gli juventini, ne hanno facoltà. Ma i giornali, le tv, i commentatori? Cioè, fatemi capire: uscire frantumati dalla Champions è un successo?

E quindi torniamo all’inizio: se questi sono i successi del nostro calcio, beh, stiamo freschi. Lo dico alla vigilia di un Roma-Inter che deciderà tutto per noi. Già un pareggio sarebbe un mezzo insuccesso, una bella sconfitta varrebbe un emerito cazzo. Meglio essere chiari dall’inizio. Sennò facciamo come la Juve, facciamo un casino per una sconfitta epocale, per un 5 maggio al cubo. E quindi altro che triplete, cara Juve, cara Italia: qui siamo concettualmente ai duecentocinquantaseiesimi di finale. Ad majora.

share on facebook share on twitter

73 commenti

  1. Primo

  2. Secondo.

  3. A metà marzo siamo tutti al cinema, così la smetteranno di frantumarci gli zebedei perchè non giochiamo le coppe…
    Vi teniamo il posto???

    • Leggi la storia di Zorro (interista…).

      L’ho scritta nel post Mia San Gufen.
      A qualche juBentino è andata molto peggio di quello che crede.
      E pensa, il marito (juBentino) quando partiva per le trasferte di coppa gli diceva: “Te che fai? vai al torneo di briscola?”. Lui rispondeva immancabilmente :”Brisca e Scopa!, Beato te che puoi andare a vedere la partita!” Ecco perché fra noi amici (di Zorro), il “beato te” è da non dire MAI !!!

  4. Sfiziosa la foto di Muller…

    Fate l’amore con il sapore (cit.)

    Calcio italiano kaput!!

  5. Caro Giardinero, chi meglio di te puo’ dircelo: Thomas Muller ha qualche movenza di Julio Cruz?

    • Vero, Thomas Muller e’ uno alla Julio Cruz…

      Mi piacerebbe un giorno vederlo in nerazzurro…

  6. Nuovo motto: Partecipare e’ l’unica cosa che conta.

  7. Tra belli bravi a casa e brutti inguardabili e mai partiti preferisco sempre la prima ipotesi. Per cui mi va bene così. Nonostante la delusione l’amarezza e la rabbia. Ma meglio giocare 100 partite di champions volendole vincere (voi no?, ma che davero?) e perderne 50 che non giocarle per niente.
    Strano davvero un post così voi che siete maestri, principi, ma che dico imperatori del gongolamento post inc… sconfitta.

    [Poi ci sarebbe da analizzare l’utilizzo semantico di parole a connotazione sessuale in accezione negativa. Se aggiungevi il fatto che da juventini ci stiamo facendo i pompini a vicenda esecrando anche tale pratica … Beh… Capisco, forse ti sono davvero rimasti solo più gli orociok! ]
    Baci.

    • Catalano (Quelli della Notte) direbbe che “E’ meglio vincere, giocare bene e passare il turno, piuttosto che perdere, giocare male ed essere mandati a casa”.
      L’esempio che Lei fa, è privo di significato. Noi, siamo interisti. Contenti di esserlo. Nella vita, come nel calcio si vince e si perde. Ma è importante come vengono fatte entrambe le cose. Non cambierei tutti i vostri scudetti (tutti, nessuno escluso) con la vittoria dell’ Inter in coppa Italia del 2005. Detto ciò, purtroppo per voi, l’Inter ha “alzato l’asticella”, vincendo il Triplete. Questo è il vostro incubo. Aggiunga che siete stati retrocessi in serie B, (per aver commesso il iù grave illecito, sportivo e penale, che la storia del calcio conosca) e questo Le da la misura dell’abissale differenza fra l’Inter e la j**e. A favore di chi è evidente anche ad un bambino,
      Saluti

  8. Bravo Sector , mi mancava da un po un bel post smerdante senza far troppo ridere. Ogni tanto ci va, altrimenti sembra che in fondo ci sono simpatici e invece ogni tanto va chiarito che sono delle merde e si vede benissimo.

  9. D’altronde non ricordo tutta questa critica benevola per l’Inter 2009 (che dominava in Italia come ora la Juve), eliminata a testa alta dal Manchester (a mio avviso più forte e solido di questo Bayern) che poi arrivò in finale. A quel tempo fu un fallimento totale, dicevano, perché era facile vincere in Italia senza concorrenza, ma in Europa dove si giocava a calcio noi non potevamo starci… Come la chiamava un certo portoghese?

  10. Io preferisco perderne 100 che rubarne una.

    E non credo che serva aggiungere altro.

  11. Ciao ragazzi!!
    Sono ancora in pena goduria per l’eliminazione dei gobbi……solo un paio di considerazioni:
    – mi chiedo cosa avrebbero scritto le p.i se Coman lo avessimo venduto noi visto che ancora ci rompono le palle con couthino. Voglio dire: Coman ieri sera è stato il migliore in assoluto in campo. Assolutamente decisivo e sino a pochi mesi fa era gobbo. ………..fantastico

    – per ridimensionare ancora i gobbi ora sarei felice se i crucchi uscissero dalla Coppa. ……se la loro difesa non recupera qualche pezzo secondo me di strada non ne faranno ancora molta……

  12. Sinapsi sei pesante!! Almeno lo pagassi tu..

  13. Senza offesa:
    trovo questo post di Settore incomprensibile.
    Che significa: da italiani “abbiamo” festeggiato una impresa anche se sfortunata.
    Io mercoledì ho festeggiato e basta.

  14. Ho dimenticato il ? dopo “sfortunata”

  15. vabbè che è l’epoca transgender

    ma sta elena pensavo fosse una donna e pure interista…boh!, mia ingenuità

    gobbetto sinapsi, asciugatisi gli occhi gonfi, torna da par suo a sparar cazzate, fingendosi…cosa poi? riboh!

    • Che non sia interista pensavo fosse chiaro ai più ma, di grazia, da cosa si deduce il fatto che io non sia donna? Voglio sperare che non sia per il riferimento ai “pompini a vicenda” altrimenti il fatto che non si conosca “Pulp fiction” e Tarantino sarebbe quasi assai più grave del fatto di essere interista!

  16. gli arbitri potranno parlare a fine partita e spiegare certe decisioni, la moviola potrà essere utilizzata in campo.

    cara/o e.l.e.n.a

    per voi è finita…

  17. Sono contento che Settore stia tornando a scrivere più spesso.

    Questo, poi, è il settore che mi piace di più, quello che mette a nudo la differenza tra noi e gli altri.
    Bene così.

    Vabbè, il patriottismo d’accatto che salta fuori sempre quando perdono…
    non so perché ci tengano così tanto che tutti partecipiamo alle loro sconfitte, le tirano fuori tutte: il ranking Uefa, l’immagine dell’Italia in Europa

    (vaglielo a spiegare che tra calciopoli, piagnistei e tutto il resto, è meglio lasciar perdere l’immagine che danno loro dell’Italia).

    Sono la Roma d’Europa, anche quando potrebbero vincere riescono a perdere.

    Che poi sta cosa ancora dobbiamo spiegargliela noi è un altro discorso.

  18. Oggi alla Coop vendevano le uova pasquali della Rubentus…

    Sulla confezione c’era scritto: “con sorpresa”…

    Immediatamente ho pensato ai 4 wurstel bavaresi!!

    🙂 🙂 🙂

  19. sono assolutamente daccordo sull’eco che dovrebbe avere questa inculata a secco, ma ci sono troppi stipendi e tessere e skybox e catering con le hostess in ballo per permettersi di fare i giornalisti con questi qua, meglio pensare al titolo per il prossimo anniversario del 5 maggio

    il fatto però è, paadossalmente, che la juventus ha fatto un’eccellente partita, come la farebbero le Far Oer che bloccano l’Italia per un’ora sullo 0-0 al Tórsvøllur di Tórshavn, poi è scoppiata come una ramazza perché per colmare l’abisso con un Bayern senza difesa e una atteggiamento suicida devi comunque impiegare risorse che non hai, ed è il massimo che il nostro calcio si può permettere

  20. Penso anch’io che la ruBe abbia fatto un’ottima partita, giocando però al di sopra delle proprie possibilità… sono stati bravi a resistere fino al ’72…

    Con tutti gli effettivi a disposizione il Bayern è superiore… una volta fatti i dovuti correttivi da Pep, i veri valori sono venuti fuori…

    Detto questo, abbiamo goduto abbastanza e c’è da pensare a stasera…

    Una vocina mi dice che ci penseranno i nostri eroi a farci tornare con i piedi per terra…

    Si parla di Melo per Kondo, nn al meglio 🙁

  21. Non sono sicuro di aver capito il senso di questo post sembra che gli ultimi risultati delle coppe europee dovrebbero farci preoccupare x qualcosa, ma esattamente cosa? dei gobbi eliminati non può fregarmene di meno, anzi sono contentissimo (x i motivi spiegati ottimamente proprio qui in un post dell’anno scorso dopo la finale persa col barça) e quindi? niente niente anche il nostro Sector si sta facendo condizionare dai media italici prostituiti? preoccupiamoci piuttosto della nostra Inter a partire dalla partita di stasera che potrebbe essere decisiva e lasciamo i gobbi ai loro deliri il calcio “itagliano” (nazionale compresa) vada a farsi fottere (ora che ci penso ho goduto anche x le figuracce degli ultimi 2 mondiali sono proprio un disfattista antipatriottico …)

  22. Che ne dite di mettere da parte i trionfi europei (leggete tra le righe ironia, sarcasmo, autocritica, autenticità e scecherate con cura) e concentrarsi sulla partita di stasera? Non so voi, ma a me il monologo di Spalletti in conferenza stampa (ah come non vedeva l’ora di tornare a sciorinare le sue omelie tosconarcise a telecamere schierate) ha fatto girare le balle. Ricordate allenatori che si permettono di citare presidenti in quel modo? Cos’è, sull’indonesiano vale tutto? Gradirei squadra cazzuta.

  23. gus
    si torna sempre lì

    se stiamo zitti è chiaro che ognuno dice quel che vuole.

    È il problema principale, hai voglia a girarci intorno.

    E non è che vincere stasera cambierà qualcosa. Voglio dire, dai, la Roma di Spalletti è l’effigie del secondo posto

    (quando va bene)

    ci manca pure che debba prendere lezioni di vittorie da chi perde sempre.

    Oh Dio… considerando che siamo arrivati al paradosso di prendere lezioni di onestà dagli juventini, direi che ci starebbe perfino.

    Dai, avanti il prossimo, non so, le Bestie di Satana vogliono insegnarci il catechismo?

    • Sì, il solito vecchio problema di come viene gestita la comunicazione. Con il comunicato della “reputazione retrocessa” sembrava si fosse usciti dalle catacombe snob morattiane. Va beh, in attesa che si batta un colpo in società mi accontenterei si battesse un colpo in campo stasera. Se le cose si mettono male anche una bella gazzarra non mi dispiacerebbe..

  24. Me fa’ tenerezza colui che se sbatte e s’affanna a ‘nfila’ a Maggica, continuamente e, ancordeppiù, senza senso, ne le sue invettive contro chi nulla c’ha a cche vede’ co’ Essa.

    È mejo, soprattutto stasera, che se concentri sur cataclisma che je sta pe’ piomba’ tra capo e collo, è mejo…

    • veramente mi pare, caro beppe, che i commenti che coinvolgono la roma e il suo allenatore dal gioco spumeggiante e, soprattutto, vincente, siano del tutto appropriati e pertinenti…
      este, mi congratulo per le sagge parole.

      quanto all’iperbole dei cataclismi, possono accadere ma di solito sono inaspettati…

      penso che nel popolo interista questa sera prevalga la curiosità più che il terrore (eddeché poi)

  25. http://m.corrieredellosport.it/notizia/calcio/serie-a/roma/2016/03/19-9620147/totti_cerca_casa_a_madrid_investimento_o_trasloco_/
    “Ao’ co li applausi che me so’ pijato ar bernabeu vuoi vede’ che magara ‘n titoletto in Spagna mo fanno vince..”

  26. 4231 avec biabiany

  27. Stasera all-in, ma avremo speranza di portarla a casa solo se le seguenti 2 condizioni verranno soddisfatte in contemporanea:

    1- giocare al 110% delle possibilità

    2- sperare che la solita amnesia o cazzata individuale che prima o poi certamente arriverà, non si riveli decisiva.

    Forza Inter!!

  28. Ma sì, Peppe, è ovvio che stasera dovreste vincere facile.
    Fuori casa, senza attacco…

    Se non sapessi che non riuscireste a portare a casa lo scudo manco se si ritirassero tutti, mi scanserei per farvi passare e vincere il campionato al posto della Juve.

    Ma figuriamoci.
    Contro il DNA non si può nulla.

  29. Mi sa tanto che la connettività neuronale, e conseguente comunicazione tra cellule nervose ed altre cellule, abbia non pochi problemi, con questo qui sopra.

    Consiglierei di farsi vedere da uno bravo, ma molto, moltro bravo.

    Forza Inter e forza Mancio, fino alla fine ed oltre.

  30. Stasera c’è Roma-Inter e come promesso vi delizio con un paio di statistiche: Spalletti all’Olimpico non ha mai battuto l’Inter, nè prima con Mancini, nè dopo con Mourinho.

    2005-06: Roma-Inter 1-1
    2006-07: Roma-Inter 0-1
    2007-08: Roma-Inter 1-4
    2008-09: Roma-Inter 0-4

    Inoltre se avete visto, Spalletti ha fatto un tantino lo spocchioso su Thohir affermando che ride anche quando è quinto. Mi pare che sia l’atteggiamento di chi se la fa nelle mutande. Per me è 2 fisso, vi dico anche come finisce: 1-2. I marcatori non me li chiedete perchè non li so (e sinceramente non mi interessa).

  31. Grandissima parata di Handanovic che nega il gol a El Shaarawy.

  32. Buona Inter… è apertissima

    Come al solito si conferma la tendenza a non avere mai un cazzo di fischio a favore una volta superata la metà campo a meno che non ci sparino nelle gambe.

    • Arbitraggio non equilibrato. C’era un secondo cartellino su Keita (fallo non dato) e un’ammonizione a Nainggolan (dato il vantaggio).

    • Anche Biabiany prima trattenuto e poi trebbiato sulla linea laterale…. si prosegue of course

  33. Noo! Son tornate le statistiche di Davide! Mi tocco 😉

  34. Arbitraggio scandaloso.

  35. GAAAAAAAAAAAAAAAAAAALLLLLLLL !!!!

    PERISIC!

  36. Se vabbè è diventato un blog di troll, lo tolgo pure dai preferiti, vergognoso

  37. Solo un asino arrivati al 70esimo non toglie una mezza punta a favore di.un centrocampista per fare densità vista la sofferenza…bah….

  38. te pensa a digerire i 4 wurstel dell’altra sera al posto di venire qui a scassare la minxxia

  39. Mbeh?
    ‘A Pe’… sta tempesta?
    È DNA, nun ce poi fa’ niente.

    Manco a casa vostra, oh.

    #lannobbbono

  40. Buona Inter. Siamo calati gli ultimi 20 minuti. Con Icardi e Kondgbia (e Palacio eventualmente..) l’avremmo vinta.

  41. E la Roma..è sempre una rometta.

  42. hanno dato il massimo… cambi in panchina non ce n’erano e non ha voluto rischiare di buttare nella mischia Melo in una partita così delicata.

    Secondo me è stato giusto inserire Manaj…peccato perchè ce l’avevamo quasi fatta

    Eder sempre più oggetto misterioso, Perisic fantastico, Nagatomo migliore in campo al pari di Perisic.

    peccato

  43. Risultato giusto_ Buona Inter ottimamente diretta dal Mancio_ Finale sofferto, con manciate di svarioni e gol da ultimi minuti puntuale_ Meglio un brodino che un bicchiere di veleno_ Male liajic, indisponente_ Peppe, lo sai che ho simpatia per te e anche un po’ per la Roma, però Spalletti meritava di perdere per quelle sparate pre gara: che fosse in parola con Thoir?
    Perisic è il nostro Robben_
    Era meglio se sbagliavo il pronostico, per come s’era messa avevo la bocca per il colpaccio….

  44. Peccato. Ma la squadra ha giocato. Per il terzo posto era l’ultima chiamata. A questo punto non resta che puntare al quarto, tenere dietro il Milan e pensare a non sbagliare il mercato.

  45. Perché ultima chiamata?? Se giochiamo come stasera non è detta!!!!

  46. Infatti, concordo. Credo che per il terzo posto non ci sia più spazio. Purtroppo sarebbe da capire cosa è successo nei due mesi di follia…

  47. Spalletti era già stupido 8 anni fa. Invecchiando si peggiora, tra l’altro…

  48. È difficile, questo sì.
    Ma la Roma non è la Juve. Secondo me perderà punti qua e là e potrebbe pagare il cambio di tecnico con una flessione.

    Chissà che la spintarella non l’abbiamo data noi, stoppandogli la striscia positiva.

    La squadra secondo me se l’è giocata bene, però sono d’accordo con fazer quando dice che ha atteso troppo per irrobustire il centrocampo
    (più con Gnoukouri che con Melo, onestamente).

    È troppo tardivo nei cambi e questa non è una buona cosa.

  49. non ci resta che sperare nel miracolo della lazietta domenica prossima per mettergli pressione da vicino fino al termine.

  50. E intanto, quello che fino a un mesetto fa veniva trattato come un mezzo pacco, oggi l’ha messa per la quinta volta di fila.

  51. Certo che l’ultima Lazio….sui cambi in effetti poteva intervenire prima. Brozovic era stanco e siamo entrati un po in confusione…però è anche vero che han dato tutto. Ripeto, ci vorrebbe una talpa per capire cosa è successo dopo Inter-Lazio…

  52. Magari se Melo entrava prima ne beccavamo 2.. Mancio oggi impeccabile

    • +1

      o se il pareggio fosse arrivato da una sua cazzata, apriti cielo.

      oggi sul Mancio non credo ci sia da ridire

  53. Ma Eder quando cazzo si sblocca? Ma del popolo romanista che da subito influenza l’arbitro ad ammonire il nostro portiere, ne vogliamo parlare ? Ma si può prendere gol con un assist di culo? Ma quanto mi girano a pareggiare col pelato spocchioso? Ma la sua esultanza da macaco ha fatto compassione solo a me?

  54. Se riusciamo ad infilare 5 vittorie di fila terzi arriviamo noi.

  55. Pareggio giusto, considerate le assenze non si poteva fare di più…

    Roma disordinata e compassata nel 1° tempo, in fondo a loro andava bene anche il pari… ma dopo il gol di Perisic hanno cominciato a spingere e noi a soffrire…

    Perisic ottimo, così come il Jap che ha limitato Salah… incredibile il tiro ciccato da Brozovic da posizione favorevole…

    Purtroppo in panca non c’era nulla per cambiare l’inerzia del match… alla fine è un pareggio che non chiude del tutto il discorso Champions…

    Dopo 8 vittorie consecutive potrebbe anche starci una piccola crisi… già stasera Spalletti faceva un pò meno lo sborone…

    Crediamoci, recuperiamo tutti e dopo la sosta ripartiamo…

    Amala

  56. Io credo che al netto del girone d’andata, in cui vincevamo di culo e senza gioco, e dei primi due mesi dell’anno, in cui abbiamo fatto scempi di partite che sulla carta erano da vincere, adesso (che secondo me coincide con il ritorno contro la juve) abbiamo trovato una quadratura di squadra, finalmente.

    Che se si pensa che siamo una squadra nuova e che (di fatto) è l’anno zero, io sono tutto sommato abbastanza soddisfatto.
    Adesso però dobbiamo finire in bellezza e lottare per la CL il più possibile.

    E se non si verificano terremoti e cavallette in estate e si rinforza la squadra completando la rosa, il prossimo ce lo giochiamo senz’altro.