Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Con quelle facce da stranieri

Per alcuni minuti ho pensato che annullassero la partita.  Cioè, ‘sta cosa che non c’erano italiani in campo la stavano mettendo giù dura da dio. Che poi, porca puttana, era solo colpa nostra? Cioè, l’Udinese non poteva mettere dentro un italiano e sanare ‘sto guazzabuglio? Tocca per forza a noi? Non ci può essere un po’ di fair play, santa polenta? Cioè, ci si telefona prima, “senti, non hai un qualche scarto di italiano da mettere, così non ci cagano il cazzo?”, “mah, adesso vedo… Tu non puoi mettere Eder, per dire?”, “ma vale Eder?” “figa se vale, giuoca in nazionale!”, “la nostra?”, “giuro!”, “vvabbe’, verifico, ma tu non puoi mettere tipo Di Natale?” “Di Natale chi?”.

Niente, poi si fa la distinta e bòn, ventidue stranieri e via. Non era mai capitato nella storia. La mia prima reazione è:

“Minchia!”

La seconda è:

“E allora?”

La terza è:

“Ma santiddio, fate sei ora di coda al padiglione del Giappone e adesso venite a rompere le palle a noi?”

Ma lo scandalo è ormai esploso. I commentatori a quel punto sbroccano e io che sono sensibile vado in confusione: adesso l’arbitro cosa fa, rinvia la partita? La dá persa a tutte e due?  Chiama l’esercito e fa rastrellare il campo?

No. Si gioca. Sub judice, forse, ma si gioca.

Ogni tre minuti inquadrano Thohir, indonesiano. Al suo fianco c’è Zanetti, argentino. Sotto c’è Bolingbroke, inglese, insieme a un sacco di cinesi. Io, tutto sudato, mi alzo in piedi sul divano e urlo:

“Cazzo, ma c’è un italiano? Uno?”

In quel momento segna Thereau, francese. In dialetto pavese Thereau significa “individuo tipicamente meridionale”. Forse è italiano, mi dico. Comunque poi pareggia Jovetic, montenegrino, e siccome nessuno sospende la partita comincio a pensare che sia tutto regolare in culo agli autarchici del mio membro virile.

Regolare, si gioca. Quindi, bisogna vincerla. Poi al limite Mediaset Premium fará ricorso, ma intanto portiamola a casa. Quando l’Udinese mette dentro Pasquale, è ormai chiaro che la partita ha tutti i crismi di regolarità. Jovetic segna di tetta, Kondo sembra risorto, Brozo spunta dappertutto, poi entrano D’Ambrosio ed Eder è ormai è festival italiano, pizza e mandolino, mafia, moda, spaghetti, uè uè uè, che bello il calcio italiano, che bella l’Italia, eccetera.

Le inquadrature in tribuna, non-luogo multietnico, diventano più fitte. Ogni minuto inquadrano Thohir e i cinesi. Alla fine son tutti lá che brindano, cin cin, cui en lai, cin cin, mentre io sono steso sul pavimento stravolto dal mancato pareggio dell’Udinese.

“Ha segnato Eder!”

“Ma quando? Ma chi? L’italiano? Il nostro?”

Figa, non si può vivere così. Adesso aspettiamo l’omologa del risultato. Non ho altro da dire se non Juve merda, così, per partito preso. Viva il calcio italiano.

image

 

share on facebook share on twitter

342 commenti

  1. Primo!!!

  2. No, secondo …

  3. Io ho due passaporti, italiano (scaduto) e tedesco. Posso commentare o squalificano il blog? 😀

  4. pare sia già successo in premier ma là se ne sono strabattute le balle, in ogni caso che vengano a farci ste menate sul numero di giocatori stranieri che giocano per noi non è la prima volta e non sarà l’ultima, anzi domani mi aspetto anche una interpellanza parlamentare, di sicuro qualche cretino non vorrà perdersi l’occasione.

    della partita dico solo che ho visto bene Brozovic, Icadi e il Kondo, oltre ad Handanovic che ci ha messo una pezza al solito minuto critico di ogni partita che ci è costato una marea di punti.

    spero solo che i due gol di Jovetic non lo facciano diventare un eroe come Totti e che non venga salutato come il salvatore della patria, perchè l’unico merito che ha avuto è stato quello di riuscire a finalizzare due belle azioni create da Icardi e da Brozovic/Biabiany, visto che lui, messo apposta in campo con il compito di innescare Icardi, o qualche altro, non ne ha azzeccata una che una, nonostante abbia avuto tra i piedi diverse volte sia la possibilità di fare bene l’ultimo passaggio sia di tirare in porta da buona posizione, invece di farci vedere solo ciofeghe di passaggi sbagliati e di tiri.

    per non parlare della sua specialità, il dribbling da fermo, gliene fosse riuscito uno, o cade per terra da solo o lo spingono un pò o gliela regala.

    però ha fatto due gol, meno male…

  5. Ho notato più impegno del solito: effetto cinese? La gestione dei minuto finali è troppo ansiosa, troppa insicurezza: non è un caso se ci abbiamo rimesso tutti quei punti_ Da migliorare assolutamente_

  6. Divertentissimo Sector. Io questa cosa degli italiani in campo manco l’avevo notata, tanto mi interessa. Le partite le vedo su Premium rigorosamente senza volume per evitare di ascoltae le cialtronate. Per l’anno prossimo: dubito che basti inserire un Banega alle spalle degli attuali attaccanti per garantire quella decina di gol in più (sic Mancio dixit) che in questa stagione ci avrebbero garantito di stare lì col Napoli…

  7. Per quanto mi riguarda la squadra migliora ovvero diventa effettivamente competitiva senza vendere assolutamente Kondo Brozo Icardi Miranda Perisic e con inserimento di tre giocatori di valore assoluto: un esterno difensivo un gran centrocampista ed un attacante da affiancare a Icardi. Non faccio nomi ma penso occorrano tanti soldini……speriamo nei cinesi…..

    • Ahimè, pare che, in caso di arrivo dei cinesi, il capitale fresco non sarà impiegato per il mercato…

  8. Grazie Settore.
    Il più bel post di quest’ anno ( non perché abbiamo vinto!)

  9. Cuori nerazzurri, se domani il bilan non vince, possiamo matematicamente dirci certi del 5° posto, che significa EL. Se arriviamo 4° siamo in EL direttamente. Sono almeno 10 milioni di euro in più che possono essere più che triplicati, se la squadra arriva fino in fondo alla competizione.
    Le basi economiche e tecniche sono gettate. La squadra ha molti giocatori di valore, almeno 6 con valore elevato: Icardi, Miranda, Murillo, Perisic, Brozovic e Handanovic. Forse dovremo rinunciare ad uno di questi, ma preferisco pensare che, l’ultimo residuo dell’armata Brancaleone (che Ausilio ha iniziato a vendere l’anno scorso), possa bastare per le entrate: Ranocchia, Dodò, Laxalt, giusto per fare tre nomi di giocatori che possono essere venduti e fare così cassa. Non dubitate: chi li vuole c’è.
    Questo mi induce ad essere ottimista per il futuro.
    Siamo davanti al bilan (che anche quest’anno avrà un buco di bilancio di 90 milioni di euro) sia come organico, sia come “ristrutturazione” societaria, sia come “risanamento dei bilanci” (il nostro monte ingaggi è già “sostenibile” e diminuirà ancora).
    La Roma ed il Napoli, non sono così distanti.
    Ci servono 4 ottimi giocatori, di cui due di valore assoluto.
    Via Telles, via almeno uno fra Ljiajc e Jojo, via Melo e via un giocatore per il quale ci pagano davvero bene (vedi Kovacic l’anno scorso).
    Il bilancio entrate / uscite sarebbe positivo
    E la qualificazione alla CL, diventa più che possibile.

    • Sei sicuro che l’entrata in quella coppetta miserabile ci frutterà 10 milioni, che possono triplicarsi in caso di approdo almeno alle semifinali?
      A me risulta che i “premi” siano molto, ma molto esigui…

  10. Settore da CL con questo post, e senza preliminari . Grandi risate davvero, poi quando le risate arrivano sputtanando le PI allora è il massimo.
    Fatti assumere da ET come “sputtanatore ufficiale di merdaset”

  11. E siamo anche riusciti a rimontare. Che già temevo che la sconfitta col genoa ci avesse ripiombato nel baratro.

  12. Ammetto,non ho visto partita.
    Dagli highlights non possibile verificare nulla.
    Tuttavia, faccio notare, non vi pare che con Kondo in campo la musica cambi?
    Sara’ solo per la fisicita’ come si legge? Mah…per me è molto buono,da tenere come handa,murillo,L’IMPRESCINDIBILE MEDEL,perisic ed icardi;per gli altri, se arriva buona offerta…..si anche miranda:ottimo ma anagraficamente datato, ricordo un certo lucio dopo due anni di partitone.Fateci caso i brasiliani non sono calcisticamente-storicamente- longevi.
    Amiamola a prescindere.

  13. Sarò pazzo ma solo io credo che il terzo posto sia fattibile? Mi spiego se il Napoli fa il suo dovere i punti dalla Roma sono 4. La Roma deve affrontare Genoa e Milan, il Chievo non lo considero neppure tre punti facili. Insomma non dico due sconfitte ma due “pareggi” ci possono stare…il Milan si gioca l’Europa League e sempre ammesso che l’inter le vinca tutte e tre ci si ritrova a pari punti con la Roma e Champions agguantata. Improbabile ma non impossibile, cioè io non scriverei mai “addio champions” visto che la matematica non è una opinione.

  14. Considerato il nostro rendimento in trasferta, vincerle tutte sarà impresa titanica…

    Nelle ultime 3, dovremo far visita a Lazio e Sassuolo, non so se mi spiego…

    La Champions è andata, ce ne dobbiamo fare una ragione…

    Piuttosto, dobbiamo assolutamente arrivare 4° ed evitare il preliminare EL…

    Stasera toccherà tifare i ladri

  15. Il Kondo degli ultimi due mesi, è diventato un giocatore fondamentale per noi.
    Non so se valga i 30 milioni di euro pagati (non riesco neanche ad immaginare quanti possano essere trentamilionidieuro!), però è davvero un gran bel giocatore, assai diverso da quello timido impacciato e spesso inconcludente della prima parte della stagione.
    Bronzo e lui i due pilastri su cui portare avanti il progetto.
    Con Mancio, naturalmente, alla faccia di tutti i detrattori che non ammetterebbero mai che l’Inter oggi (dopo essere stata a lungo inguardabile, anche quando vincevamo) ha un gioco, a volte troppo lezioso davanti la porta, ma sicuramente gradevole da vedersi.

    • Il gioco dell’inter lo vedi solo tu… ogni volta che dovevamo fare noi la gara, vedi contro avversari medio piccoli, abbiamo sempre toppato… non si tratta fi essere detrattori ma di vede in faccia la realtà…..la Juve non conta. Ma dalla Roma ci siamo fatti riprendere troppi punti
      .

  16. Ho come la sensazione che il bilan non la voglia fare l’europa league!!
    Comunque appuntamento domani a Verona per il rifacimento della danza Navajo per la pioggia!!

  17. Tra l’altro se conta Eder conta anche Felipe, eh.
    Siamo pronti per difenderci dal ricorso di Mediaset.

  18. Se avessimo un decimo degli attributi di VR46 altro che europa league… mah…
    Un abbraccio a tutti.

  19. Giardinero, tifare i ladri….neanche sotto tortura!

  20. Nel frattempo l’innominabile vince a Firenze.
    Tagliavento, ma sembra Ceccarini.
    Un gol annullato alla viola per fuorigioco inesistente.
    Fallo di mani in area di Bonucci, non sia mai…
    Avanti così, in attesa della moviola.

  21. Ora, ok, a me da tifoso dell’Inter viene anche comodo che la Juve vinca.
    Tanto lo scudetto lo vincono lo stesso e mi allontanerebbero la Fiorentina dalle terga.

    Però, nonostante più di qualcuno creda che noi ci lamentiamo solo quando ci fa comodo, non posso fare a meno di notare come anche stasera abbiano dato una grossa mano alla Juve

    gol di Bernardeschi regolare annullato (hashtag #eraunachiamatadifficile)
    rigore su Alonso non assegnato.

    Boh, datevi pure di gomito, ma a me vedere una roba del genere fa davvero passare la voglia.
    A questo punto non ha più neanche senso il discorso terzo posto/quarto posto/quinto posto.

    Che gusto c’è a vedere una partita così?
    Ma siccome quest’anno s’è scoperto che a diversi interisti sta bene così…
    ci adeguiamo.

    • A me non sta affatto bene così. La penso come te. Assistiamo ad una farsa. Avessi voglia, scriverei tutte le malefatte subite, tutti gli inganni. A cominciare da Munoz che andava espulso (mi riferisca a Genoa Inter) e, sempre in quella partita ai 5 cartellini gialli non dati ai giocatori del Genoa (inizia a dare qualche cartellino giallo, poi vediamo se continuano a picchiare impuniti). A sottolineare come Zapata dell’Udinese andasse espulso (secondo fallo da terra, con la mano che prende l’avversario, quando era già ammonito) ecc. ecc.
      Ma siccome mi sono stancato di farlo, lascio perdere.

  22. È imbarazzante come su Sky regni praticamente l’indifferenza sul gol regolare annullato alla viola sullo 0-0.
    È impossibile non accorgersi delle disparità di trattamento, a confronto per esempio col gol in fuorigioco di Icardi al Napoli, ben oltre i limiti dell’accettabile.
    Anche uno juventino, a meno che non sia o un ottuso o uno che non guarda le partite (e ahimè ce ne sono molti), non può non notare gli straordinariamente eccessivi trattamenti di cortesia, rispetto alla media, riservati loro sia dai “midia” che da parecchi direttori di sta’ cippa! (Tagliavento ovviamente tra loro).
    È giusto uno sfogo che, per i più grandi ricercatori di peli nelle uova del blog, non vuole significare che le m***e non sono superiori e che vincono solo grazie a loro.
    Ma semplicemente che così è troppo. Non se ne può piu!
    Siamo i migliori! Trattati da “piccola” ma praticamente SEMPRE capaci di stare tra i grandi!
    Grandi come settore!

  23. Alla fine questo campionato italiano scade sempre di piu’…..praticamente uguale a quello francese….due campionati dominati da due pseudo squadroni che poi quando mettono piede fuori casa non vincono una sega………ma non ditelo a mediaset e sky che stanno esaltando il nulla rimasto nel pallone di casa nostra…….ps. Non ho visto il rigore non dato alla viola….ho visto quello dato di fatto assurdo e mi immagino che possa aver combinato quel fenomeno di Tagliavento in precedenza per agire con simile compesazione….Forza Inter.

  24. Compensazione

  25. Tagliavento imbarazzante, soliti errori pro gobba…

    Poi, commette volutamente un grave errore di compensazione, regalando un rigore alla Viola…

    Insomma, una porcata dietro l’altra

  26. Dovrei essere contento per il passo avanti verso il quarto posto, ma mi girano le balle.

  27. c’era un gol regolare di cm, ed un rigore netto di Rugani su Alonso. E c’erano un secondo giallo sull’1-0 a Gonzalo Rodriguez e un rigore da ridolini al 90esimo, ma di che stiamo blaterando? suvvia, fate i buoni…

    • Ah quindi per essere gol contro la Juve dev’essere regolare di almeno un paio di metri?

      Quante se ne imparano…

      #Maiconasienaerainfuorigioco

  28. A parte che a Siena se vogliamo parlare di calcio sorridendo erano in 6 in fuorigioco. Cambiasso il gol era buono, contento? è una chiamata al limite come quella non vista su Icardi. Gli errori veri di Tagliavento sono, in ordine cronologico, il rigore non fischiato a Rugani sullo 0-0, la mancata espulsione di Gonzalo sullo 0-1 e il rigore compensativo al novantesimo. Fosse finita 2-2- sarebbe stato più giusto e non avrebbe spostato di un centimetro la questione.

  29. Bah, che ci fosse o no
    (e a me pare ci fosse, la novità è che sia stato dato, chiaro che poi uno juventino non se l’aspetta e ci rimane male, sotto questo aspetto vi capisco)

    il rigore, se non altro, era un fallo in area.

    Ché da Boniek a Del Piero ci avete insegnato (e non smetterò mai di ringraziarvi), che per voi l’area è un’opinione.

    Quello che fate finta di non comprendere e non capisco il perché, tanto non cambia nulla
    è il motivo per il quale contro il Napoli nel dubbio lasciano correre (Icardi, per l’appunto)

    contro di voi, nel dubbio, fermano.

    Certo, poi se succede qualcosa di simile in Champions League dobbiamo far intervenire La Farnesina,

    ma questo è un altro discorso

    #robbo

  30. Sai qual’è il vero aspetto Este che poi non è una novità? Che quando si parla dei presunti errori arbitrali a favore della nostra Inter i gobbi tirano fuori sempre gli stessi due tre episodi. Contro di loro invece esiste una miriade di episodi di cui quello di ieri non fa che allungare la serie….ma lasciamoli credere insieme alle p.i di essere i piu belli, i più bravi etc etc che poi quando vanno in Europa rimediano le loro solite figure di merda a meno che non vi sia un gobbo corrotto come loro a spianare li la strada verso la finale. …che poi non vincono…..sistematicamente. Gobbi vergogna del calcio mondiale. AMALA.

  31. d’accordo in tot con corso su come ha giocato (male) jovetic sabato.

  32. a Monaco non abbiamo perso per l’arbitro ma perchè non ne avevamo più e non riuscivamo più ad uscire e perchè un giocatore esperto come Evra ha tentato una cosa che non avrebbe dovuto fare. Poi che la Juventus abbia un rapporto complicato con le finali non è neanche un’opinione ma un dato di fatto (in particolare i rimpianti sono quelle con le tedesche, che avremmo dovuto vincere senza se e senza ma). Ma i calcio è un gioco imperfetto, molto più del basket.
    Simone, se il gobbo francese ci avesse voluto favorire, ti ricorderai ad esempio che sull’1-1 con il Barca a giugno c’era un rigore netto per noi non fischiato, quindi spero tu stia sinceramente scherzando.
    Sul campionato in corso, ammesso che abbia senso stare a parlare di arbitri quando una squadra vince 24 partite su 25 (non ne ha), se i naples vanno ad Udine e sbracano nel risultato e nella testa non è colpa mia e neanche della Juventus, cui siete ovviamente liberi di ascrivere la colpa di tutti i mali del mondo, contenti voi…

    • Gentile Francesco,
      Le rispondo volentieri perché (forse mi sbaglio) Lei sembra un tifoso “ragionevole”. Sempre tifoso e quindi “di parte” ma è ragionevole.
      Beninteso, anche io sono tifoso e quindi “di parte”.
      Le dirò un paio di cose che forse Le sfuggono.
      1) La squadra per cui Lei fa il tifo, dispone di un bilancio molto migliore di quello dell’Inter (è un vostro merito ed un nostro demerito, sia chiaro) e di uno stadio di proprietà (ottenuto, sappiamo bene come) che amplifica notevolmente il distacco “finanziario”
      2) La squadra per cui Lei fa il tifo, dispone di almeno 4 o 5 squadre “tappetino” che quando ci incontrano si piegano a PIGRECO/2 (90 gradi). Questo fa sì che è molto, ma molto più semplice vincere (chiunque abbia occhi per vedere queste cose le vede)
      Orbene sig. Francesco. Mi sa spiegare, come può una squadra come l’Inter recuperare dalla Sua squadra, se la campagna acquisti / cessioni dell’Inter deve chiudersi in pareggio (FFP voluto da platini che NON è AFFATTO “fair play”, ma il discorso sarebbe troppo lungo) mentre voi, avete investito 90 milioni (differenza fra entrate ed uscite).
      Lo capirebbe anche un bambino di 8 anni che la lotta è IMPARI.
      A questo ci aggiunge il punto 1) ed il punto 2) che Lei ignora o finge di ignorare, ci aggiunge la differenza di trattamento mediatico (INNEGABILE) e ci aggiunge i signori in nero che vi arbitrano e ci arbitrano, decida Lei in quale modo (noi lo sappiamo benissimo, basta contare i rigori e gli errori pro e contro).
      La conclusione, sig. Francesco è molto semplice.
      Con questo, siccome sono sportivo oltre che tifoso, Le faccio i complimenti per il quinto scudetto consecutivo. A mio parere ottenuto legittimamente, ma in un contesto totalmente avulso da quello che un tempo veniva chiamato “il gioco del calcio”.
      Saluti.

    • Parlare di arbitraggio sfavorevole nella finale contro il Barca è perlomeno grottesco: nel primo tempo Vidal (già ammonito) è stato graziato 2-3 volte del secondo giallo (sia per falli che per proteste reiterate) e al Barca non hanno dato un rigore solare per fallo di mano di Lichsteiner. Il presunto rigore per la juve del secondo tempo era un normalissimo contatto di gioco, ma siete talmente abituati a un trattamento di favore che siete convinti di essere stati derubati, un po’ come la partita con Bayern in cui tutta la stampa schierata (con voi, ovviamente) urlava allo scandalo per il gol regolare annullato (tacendo il fatto che 5′ dopo avete segnato, rendendo l’errore completamente ininfluente)

      D’altra parte siete la squadra che dopo che un’Inter a pezzi vi ha purgato in casa vostra nonostante un gol vostro in fuorigioco di due metri dopo 10″ (detenete anche il record del gol irregolare più veloce della storia) e Lichsteiner graziato del secondo giallo, si è lamentata dell’arbitraggio

    • amico se bonucci viene ammonito col bologna salta l’Inter e magari non segna se col Torino non viene annullato un gol il risultato cambia magari affronti le partite che vengono con maggiore pressione e cominci a perdere punti…. ma con aiuti aiutini ne vinci 24 di fila (gol di Muntari)

    • Che il Napoli non vinca mai, quando deve vincere, lo dico da anni.
      Quanto al francese vostro sodale, vi ha spinto fino in finale, l’anno scorso; poi ha detto: “Fin qui vi ho spinto (vergogna, somma vergogna contro il Monaco), ora arrangiatevi. E, infatti, 3 (tre) sberle e a casa.
      Sul campionato attuale, poi, 24 vinte su 25, ma parecchie con favori.
      Sicchè goBbi, state tranquilli, è già un miracolo che esistiate ancora dopo calciopoli (ovviamente, in un paese serio, sareste ai limiti dell’universo dei semiprofessionisti).
      lo dice la storia, mer.e senza gloria

  33. No io non scherzo proprio. La juventus spicca nel nostro mediocre campionato grazie alla prepotenza che esercita nei confronti della classe arbitrale. A tal proposito ricordo un gol regolare annullato al Catania (tanto per citare una delle tante situazioni assurde pro gobbi) su ordine della panchina gobba…..ma continuiamo così. ….tanto come sostengono le p.i i gobbi sono i più belli, bravi,forti, spettacolari etc etc etc…..poi improvvisamente in Europa fanno figure. di merda e chiamano in causa gli arbitri………evvia su….coerenza. Quanto alla finale contro il Barcellona cui vi ha condotto il corrotto è stata la unica vera partita (naturalmente persa) di livello affrontata dalla gobbentus….e noto che gli sportivi juventini recriminano su un torto arbitrale anziché prendere atto che il risultato finale è stato nei loro confronti molto generoso per quel che si è visto in campo. ..
    ..

  34. Ma, povero coglione, le 24 partite su 25 come cazzo pensate di averle vinte? In un campionato regolare non sareste arrivati a 10. Che, intendiamoci, sarebbe un buon filotto e la conferma che siete la squadra più forte. Ma da la dimostrazione di quanto le vostre imprese ed i vostri record siano solo refurtiva.

  35. La juve fa tanti punti da sola, e all’occorrenza con aiuto: quest’anno nelle due partite che potevano svoltarle contro (napoli e toro) gli episodi le sono stato favorevoli_ Se è solo fortuna, amen_ Alla fine non c’è voglia di fare i pignoli, ma la sensazione di vento a favore rimane sempre, Talche’ il ritorno di coppa italia mi è parso cosi eccezionale, per la ddirezione arbitrale drl primo tempo, che l’ho scritto subito_

    • Acanfora con il Napoli a Torino non ricordo nulla, a parte una botta di culo finale sul tiro di Zaza. Con il Torino è mancato un gol regolare al Toro (che peraltro come da tradizione ha fatto 250 falli). Tu giustamente da interista la pensi così. Secondo me, e ne parlo spesso con i mie migliori amici che sono tutti dell’Inter, questo atteggiamento qui vi danneggia oltre modo. Vedi, anche io, tipo nel campionato 2007/2008 che sono sicuro tu ricordi bene, strepitavo contro arbitraggi a vs favore.
      In realtà è un limite, poi tutti siamo ovviamente liberi di pensarla come vogliamo.
      Su una cosa concordo in linea di massima con chi scrive su questo blog, ci sono un paio di giocatori della Juve che hanno un modo di protestare eccessivo (Bonucci e Lichtsteiner su tutti). Non sono gli unici, ti ricordi l’atteggiamento dei giocatori dell’Inter di Mourinho? o del Real sempre di Mou, o De Rossi o Higuain?
      Scusa la lunghezza e cordiali saluti

    • @Francesco
      Mi volevo riferire a episodi favorevoli casuali, senza gomblotti, parificando il culo di una deviazione al culo delle decisioni di Rizzoli, al quale ultimo voglio continuare a dare credito_ Le partite pilotate per me sono altre_ Su cosa può fare un arbitro per orientare i match, al netto della bravura delle squadre, rimando ai commenti di noi settoriani dopo i vari Juve Inter stagionali, anche quelli dopo il nostro 3_0 di coppa italia, dove i “fortunati” fummo noi_

    • A France’, … con simpatia (sì, insomma, … un po’ dai), … nun ce provà.

      Che se i giocatori dell’Inter di Mourinho si fossero azzardati una volta a fare quello che ogni domenica regolarmente fanno i vari bonucci, lichsteiner e accoliti, nella partita successiva avremmo dovuto mandare in campo la primavera.

      Già ci ammonivano sol che scappasse uno starnuto in direzione dell’arbitro o del guardalinee, …

      Lucio e Cordoba venivano buttati fuori anche senza toccare l’avversario.

      Io ricordo un detto divenuto proverbiale: nel dubbio tre giornate a Samuel.

      Voi quante espulsioni avete avuto in questo campionato (e, per favore, non citarmi quelle di Zaza o Khedira, comminate nel recupero o comunque a risultato ormai acquisito)?

      No, perché ospitali va bene, … ma farsi prendere per il culo proprio no.

  36. Bisogna essere sereni.differenziamoci dai tifosi bblanisti-gli editoriali di suma su TMW sono incommentabili – o rubentini o rosiconi -gli altri non sono per noi da considerare – la rubentus ha vinto con merito.indubbio.noi dobbiamo fare ancora tanta strada….
    Amiamola a prescindere.

  37. La prendo da lontano. Il calcio è uno sport dove le partite finiscono con pochi gol, e quindi sono decise da episodi. E’ chiaro che alla lunga il più forte ha più probabilità di vincere, ma nella partita secca le cose possono andare ben diversamente. E tra i fattori che la possono far andare ben diversamente l’arbitraggio è preponderante. Se gli errori arbitrali (inevitabili quanto quelli dei calciatori) fossero distribuiti statisticamente in maniera casuale è chiaro che alla lunga non influirebbero sul risultato. E si potrebbe davvero dire che gli errori alla fine si compensano.
    Invece una sega.
    Mi pare evidente, guardando le partite, che non è così. E che alla lunga col cazzo le squadre hanno avuto dagli arbitri trattamenti uguali.
    A me dispiace molto. Preferirei di gran lunga aver vinto quindici scudetti in meno ma averli vinti tutti in maniera chiara e indiscutibile.
    Sulla Juve di quest’anno io penso che sia la squadra più forte. Ma lo penso perchè vedendola giocare mi pare la più forte, purtroppo gli errori arbitrali rendono difficile affermarlo con certezza, e per i tifosi delle altre squadre accettarlo di buon grado (poi ce ne sono tanti che non lo accetterebbero di buon grado lo stesso, e direbbero che è colpa della Juve anche il buco dell’ozono, ma il velo pietoso serve proprio per questi casi umani).
    Dire che “abbiamo vinto 24 partite su 25 e quindi siamo la più forte” non è un’argomento valido. E’ come quando sullo 0 a 0 annullano un goal buono agli avversari, e poi magari vinci 4 a 0. Eh insomma, col cazzo che puoi dire “tanto poi ne abbiamo fatti quattro, vincevamo lo stesso”.
    Vabbè, vi saluto.
    Viva la libertà, viva il 25 Aprile.

    • Lo ripeto, se non sei un fake sei la speranza dell’umanità…buon 25 aprile a te!

    • Non ci posso credere!!!! Un goBbo che ragiona, quasi, come si deve. Concordo sulla maggior parte delle tue parole, ma mi devi dimostrare di essere la più forte senza i soliti aiuti arbitrali. Che non sono 2 o 3 in una stagione, ma molti di più.
      Non parliamo dell’Inter, che, quest’anno ancor più del solito, è stata bastonata dai vostri sodali: numero di cartellini rossi e gialli spropositato, in relazione ai falli fatti. E non mi si venga a dire che i nostri sono i falli più gravi!
      Poi, c’è qualcuno che si permette di giocare 9 partite NOVE da diffidato, senza mai essere ammonito! Ah già, ma non gioca nell’Inter…

  38. gobbobuono tu non puoi essere un vero gobbo ti rendi conto di quanto sono diversi da te il 99.9% dei tuoi colleghi di tifo?

  39. Io invece penso di dirlo con certezza: la Juve è la più forte.
    E avrebbe vinto lo scudetto lo stesso.

    Magari qualche giornata più in là, ma l’avrebbe vinto.

    Ma il bello del calcio è anche vedere come sarebbe stato combattuto.

    Poi c’è chi come gobbobuono (chapeau) si diverte a vincerlo soffrendo e “cagandosi sotto”

    e altri juventini, invece, preferisce goderselo come una bibita fresca, ossia senza alcun disturbo e godendosi Bonucci che ringhia contro l’arbitro indisturbato

    mentre in Champions si fa saltare e segnare 4 volte in 20 minuti.

  40. Non é che mi diverto a vincerlo soffrendo. Mi diverto a vincerlo senza aiuti.

    • Ne conosco pochi di juventini ( senza b di partenza) come te. Ce ne sono, ma pochi.
      Vabbe’.

      La Bjuve (con la b) mi sta comunque sulle balle.
      Ri-vabbe’.
      Buon 25 aprile.

  41. le vittorie sofferte sono più belle io conosco anche juventini che si illudono di soffrire come se davvero gli avversari potessero mettere in dubbio i loro scudetti ma la maggioranza è fatta da sboroni che “ostentano sicumera” (cit.) ne ricordo uno che raccontava come quel famoso 5 maggio non aveva neanche guardato udinese-juve essendo sicuro del risultato si era concentrato a gufare noi contro la lazio

  42. Sicuramente in questo momento la bjuve e’ piu` forte in Italia. Sarebbe sportivo che anche i gobbi riconoscano:
    – che tuttavia nel dubbio tutte le decisioni arbitrali sono a loro favore e cio’ impedisce una vera lotta al vertice.
    – che quanto sopra e` confermato dalla loro assenza di trofei in campo internazionale. Diversamente, se non altro per il calcolo delle probabilita’ dovrebbero avere lo stesso numero di coppe campioni del Real o giu` di li’…,,

  43. A proposito del post di settore:

    qualcuno di voi che sta guardando Roma Napoli su sky o merdaset ha sentito dei commenti sull’unico italiano in campo (Florenzi) schierato dall’inizio dalle due squadre? O, come si suppone, si guarda solo nell’orticello neroblù?

  44. Inizio secondo tempo: esce Florenzi ed entra Maicon.

    22 stranieri in campo.

    Ancora silenzio dalle P.I.?

  45. Cazzarola, il “faraone” è italiano!

    Svista imperdonabile.

  46. una curiosità: qualcuno si ricorda di questo alex teixeira http://m.fcinternews.it/in-primo-piano/ps-inter-suning-alex-teixeira-come-regalo-di-benvenuto-melo-in-cina-214305 dovrebbe essere uno dei brasiliani che giocavano nello shaktar di lucescu cmq se in cambio riusciamo a sbolognare felipe melo è sicuramente un affare!

    • era buono, almeno allo Shaktar, adesso non saprei

    • Un 90 che per soldi prima se ne va in Ucraina e poi in Cina già ti dice molto di che tipo di professionista sia…Tra l’altro si continua a parlare di trequartisti (oggi anche Boufal..). Non ci serve (non si è già preso Banega?) ricominciare a collezionare atipici.

  47. Ma com’e’ sta storia che ci stiamo riempiendo di trolls gobbi ?

  48. Sinapsi81……

  49. È grave sghignazzare del BBilan?
    Così, per sapere.
    (Nessuno mi parli del mal comune, per favore…. saremo messi male, ma non COSÌ male).

    • Io sghignazzo, e anche sguaiatamente. Però almeno adesso propongono un gioco scintillan…uah ah ah

  50. Ma über alles non era quello che venne a fare il grosso durante Bayern-Juve credendo di aver già passato il turno?

    Ah, juventini…

    finoalconfine

  51. Wo hast du Deutsch gelernt, “Uber alles”? In München, vielleicht.

  52. John,
    di tutto quello che hai scritto ho capito solo Munchen…
    Vabbè, il resto non voglio capirlo…

    • Traduzione: ‘Dove hai imparato il tedesco “Uber alles”? A Monaco, forse.’
      Giusto per il tuo correligionario, che ha già grossi problemi con l’italiano.

  53. Tra le cose verbalizzate quest’anno sul blog, ricordo anche un

    “perfino il Milan ha trovato un gioco”.

    E non mi pare necessario aggiungere altro.

  54. Ore 21, giornata di festa e Piazza San Carlo vuota, che tristezza sti gobbi!

    Segue la solita stucchevole acidità sul conteggio degli scudi che per i ladri son 34 e per il resto del mondo 32…

    Che dire? Gli auguro di beccarsi 4 bei wurstel bavaresi in quel posto, all’infinito

  55. Rubano piu’ di prima. Lo dice Davigo parlando di Tangentopoli e dei politici di oggi. Sicuramente lo stesso si puo` dire della gobbentus post calciopoli. Per fortuna poi ci sta il Bayern Monaco ci sta il Barcellona e ci sta pure il Galatassatay…..

  56. Adesso riassisteremo per una buona mesata al solito ragliare d’asini con megafoni strombazzanti sui social e per le strade, conditi da conteggi sparati ad minchiam (perchè per i somari la matematica è un’opinione) e da esaltazioni tipiche dell’italietta ladrona che si riconosce nei potenti ladroni. Ma qualche volta andassero a festeggiare all’estero… ah già, lì non vincono mai una ceppa.

  57. Riconoscero gli scudi Juventini quando vedrò uno di loro prendere una ammonizione come quella che si è preso Perisic l’altra sera.

  58. Vabbè, ho dato una scorsa veloce ai commenti qui sopra e, pare di capire che la juve abbia vinto questo ennesimo scudo solo perchè aiutata dagli arbitri.

    Sono rispettoso dei pareri altrui, tuttavia, la cosa che mi sconvolge è che nessuno di voi menzioni i 20 punti (dicasi 20!) che la nostra squadra ha sperperato durante questo campionato (e non sempre ciò è avvenuto per colpa degli arbitri…).

    Lo dico con molta franchezza: sono più incazzato con la mia squadra che contro la juve (il loro potere mediatico è arcinoto a tutti) ma, se per metà campionato gran parte dei nostri calciatori sono andati in vacanza mentale, nonostante il mio odio calcistico verso la juve, per onestà intellettuale e, dopo aver recuperato mille mila punti a tutte le squadre che le erano davanti, non me la sento di dire che hanno vinto questo campionato immeritatamente.

    Poi ognuno è libero di pensarla diversamente.

  59. Allora aei ancira vivo.. Ricordo il tuo “raffinato” ultimo post durante Bayern_juve, sullo 0_2….

  60. Non sono d’accordo, Enzo. Alle squadre, a tutte le squadre, può capitare di giocare da serie B ed anche per periodi abbastanza lunghi, proprio perchè il calcio non è una scienza esatta ed una partita si compone di mille fattori di natura diversa: fisica, psichica, mentale, economica, preventiva, organizzativa etc. La differenza macroscopica che solo sulla sponda marcia di Torino non vedono, è che se giochi da B e ti chiami juve, ti raddrizzano la partita; se ti chiami in un altro modo, ti affossano. C’è anche la terza opzione: se giochi da far cagare ma il tuo risultato influenza la classifica delle merde, ti spianano la strada.

    • Canikon, qualche post fa avevo fatto un sunto delle partite dove abbiamo perso punti ma non solo per colpa degli arbitri (forse solo un paio di queste).
      Parte di queste partite le ho viste direttamente allo stadio Meazza di San Siro e, ti assicuro che molte volte sono tornato a casa con il mal di stomaco.
      Riposto le partite dove abbiamo buttato (IMHO) punti nel cesso:
      ANDATA
      7^ Sampdoria – Inter 1-1 (negato all’ 88° un rigore nettissimo a Manaj) -2
      9^ Palermo – Inter 1-1 (una partita che si poteva/doveva vincere) -2
      14^ Napoli – Inter 2-1 (partita sfigatissima dove nel finale abbiamo colpito due legni) -1
      17^ Inter – Lazio) 1-2 (se ci ripenso, mi rigirano ancora i coglioni) -1
      19^ Inter – Sassuolo 0-1 (ero allo stadio e, dopo una partita tutta all’attacco, al 93° rigore contro netto) -1
      RITORNO
      2^ Inter – Carpi 1-1 ( il Carpi ha pareggiato all’88° per nostra dabbenaggine!) -2
      5^ Verona – Inter 3-3 (meglio evitare commenti…) – 2
      6^ Fiorentina – Inter 2-1 (preso goal al 91°!!!) – 1
      11^ Roma – Inter 1-1 (La Roma pareggia all’84°) -2
      12 Inter – Torino 1-2 (preferisco evitare i commenti…) -2
      15 Genoa – Inter 1-0 (con un po’ di “garra” la si poteva vincere) – 1
      Quindi, nella mia tabella personale mancano almeno 17 punti.
      61 attuali + 17 = 78

      Cordialmente

  61. Sor Claudio a +7 a 3 giornate dalla fine !
    Sghignazzo del Milan anch’io, come loro facevano con noi, la ruota gira…
    Sui cinesi?
    Io i cinesi li voglio, non tanto perché garantiscono il rafforzamento, quanto perché dovrebbero indurre il nostro sistema ad essere meno ambiguo: o almeno ci faremo due risate quando la FIGC dovrÀ rendere conto del suo operato alla Cina..

  62. mah..
    se non si riesce a provare ammirazione per una squadra praticamente morta ad ottobre che è riuscita a stravincere un campionato – 24 vittorie su 25, no dico…- con una forza tecnica e mentale mostruosa , vabbè allora lasciamo perdere

    continuiamo pure a dire dell’aiuto che hanno dagli arbitri, continuiamo all’infinito con questa storia…penso che all’infinito noi faremo sempre questi campionati del vorrei ma non posso e loro continueranno a vincere.

    giusto per essere chiaro:

    io dico che ammiro la juve, ma altrettanto la odio – meno del milan, ma sempre odio è
    penso che sia aiutata dagli arbitri , ma non in modo decisivo
    penso che abbia una struttura societaria e dei dirigenti che noi ci sogniamo
    penso che abbia una voglia di vincere che è semplicemente disumana
    penso che se non impariamo da loro a livello mentale e societario saremo sempre qua a menarcela

    • Sono d’accordo su tutto quello hai scritto.

      Piuttosto, sarebbe onesto da parte nostra poter ragionare sui punti che hai menzionato… Invece per taluni è più facile fare come gli struzzi e/o parlare di aiutini ai gobbi.

      Bah…

    • Diciamo … in modo non sempre decisivo, … soltanto quando serve.
      (tentando di parafrasare Churchill)

    • se qualche personaggio simile dovesse arrivare all’Inter mi vergognerei

  63. Vaneggiamo? Puo’ darsi, in fondo siamo..tifosi! però un certo Diego Maradona dall’altro capo del mondo dice le stesse nostre cose..

  64. Ad ogni modo,
    anch’io dico che, arbitri o non arbitri, credo che alla fine l’avrebbero vinto comunque questo campionato (visto che il Napoli sulla distanza è crollato, anche e soprattutto, mentalmente).
    Ma quanto invidiare la loro società, mi spiace caro James, ma proprio no.
    Tanto varrebbe rinnegare la nostra ragion d’essere; almeno così la vedo io.
    Noi non siamo (e non vogliamo essere) quella roba lì.

    • ma è difficile da capire che con aiuti e aiutini gol fuorigiochi arbitri deboli le partite cambiano?

  65. Vabbè che er monno ormai s’è capovorto, ma interisti che se spellano le mani p’applaudì la Iue nun s’erano mai visti.

    E mò ce manca solo ‘a lacrimuccia e ‘a frittata è fatta!

    Ahó, e qui abbisogna che ce mettete ‘na pezza!

  66. Se c’è una cosa che credevo che Calciopoli ci avesse insegnato (e invece niente, anzi peggio di prima)

    è che essere più forti non c’entra nulla con essere favoriti dagli arbitri.

    Voglio dire, guardiamoci in faccia: forse la Juve di Capello non era la più forte in Italia?
    Vi ricordo che è su queste basi che i gobbi volevano essere scagionati da quello scandalo.

    Come se Bill Gates mi rubasse l’auto ma non fosse furto perché lui ha più soldi di me e di quelle utilitarie potrebbe comprarne una milionata senza accusare l’ammanco economico.

    Ma che ragionamento è?

    Io non voglio dire che la Juve di oggi agisca come quella di allora, non sarebbe giusto, non ci sono prove in questo senso e quindi non sarebbe giusto e cadrei nello stesso errore dei gobbi stessi che ci accusano di cose senza avere uno straccio di elemento concreto.

    Né mi sogno di dire che questa Juventus non avrebbe comunque vinto lo scudetto, perché è chiaro che è la più forte.

    Ma che il metro di giudizio che usano per loro è evidentemente diverso da quello da tutti gli altri.
    La sudditanza psicologica è palese.

    In genere non do troppa corda agli juventini che vengono qui ad allisciarci le piume, perché mi sembrano di una sportività un po’ forzata, ma devo dire che il commento di gobbobuono è di una lucidità impressionante e soprattutto non è affatto “buonista” come potrebbe sembrare.

    lui dice molto semplicemente che gli piacerebbe vincere senza arbitraggi a favore per poter venire qui a sbatterci in faccia che, toh, abbiamo vinto lo scudetto pur avendo più rigori a favore che contro, pur avendoci buttato fuori un uomo tot volte, pur avendo giocato in 9 tot volte, pur avendoci annullato tot gol irregolari o magari addirittura regolari

    che poi era quello che ce lo faceva venir duro ai tempi di Josè.

    Non lo vedo un ragionamento così complicato.

    Poi non ci si offenda se sale il sospetto che a forza di sentire e leggere sui giornali certe cose, ci si abitui all’idea che siano vere per forza.

  67. rendere onore ai gobbi?

    ma siamo scemi?

    dire poi che hanno una dirigenza meglio della nostra e di chiunque altra è come avallare il mondo dei furbi, degli ammanicati e dei disonesti, visto e considerato che è stato dimostrato che quei metodi li hanno usati sempre, anche prima di assumere moggi, e questi non è stato scelto per la sua rettitudine morale visto quello che aveva combinato al toro e al napoli, ma proprio perchè era uno che ragionava su quelle cose come loro.

    Davigo ha detto che non è vero che i politici hanno smesso di rubare, hanno solo smesso di vergognarsi. (scusa Simone se riprendo una cosa che hai già detto tu…)

    quando furono scoperti gli altarini di calciopoli Moratti disse la stessa cosa, quello che gli dava più fastidio, e che avrebbe dovuto dare più fastidio a tutti, era l’assenza di vergogna per quello che avevano fatto, il che significa che per loro tirare le fila, avere in mano i dirigenti del calcio, comandare a bacchetta arbitri e guardialinee era del tutto normale, tanto è vero che l’unica scusa plausibile è stata quella che non erano solo loro a fare così, ma tutti.

    le stesse cose che disse Craxi…

    Mucci ha detto che riconoscerà i titoli della gobba quando vedrà ammonire un loro giocatore come è stato ammonito Perisic, io dico che riconoscerò quei pochi legittimi quando loro riconosceranno tutte le loro sporcacciate fatte ai nostri danni e fatte anche ai danni delle altre squadre che hanno dovuto subirle, riconoscerò che sono i più forti quando loro riconosceranno ed ammetteranno che calciopoli non è stata una congiura per eliminarli e quando ammetteranno che i loro giocatori erano dopati più di un cavallo.

    vorrei aggiungere anche che gli renderò merito quando metteranno nel loro stadio il numero vero di scudetti e non quello che arrogantemente hanno messo, ma non saprei che numero suggerire…

    dato che non lo faranno mai, dico che la loro squadra fa cagare, che Buffon ha più culo che anima e che Pogba è una mezza sega.

    che mi frega…

    • Quoto.
      La difesa lo facevano tutti quindi siamo innocenti non regge. Le telefonate del moggi non erano per sapere le previsioni meteo o dove andava in ferie l’arbitro.

  68. Acanfora,
    certo che il fatto che certe cose le dice Maradona le rende molto più credibili… infatti Maradona era il numero uno per le sue riflessioni, non certo per il piede sinistro…

    Piuttosto, sulle opinioni di Mike Tyson si è saputo niente?

  69. E’ spuntato un mio omonimo (Francesco) GOBBO! Dopo oltre 50 anni di interismo viscerale Non posso tollerarlo e cambio nickname in diver (30y di immersioni in tutto il pianeta e -30% di udito, 20y di maratone e 3 discopatie).
    MA QUANTO E’ BRUTTO VEDERE ‘STI SUBUMANI ESIBIRNE 34????
    che poi ne conto forse 23…

  70. questa cosa dei 2 scudetti in piu’ che si attribuiscono non dovrebbe essere tollerata. con lo stesso criterio, per fare un esempio, durante una partita, se un arbitro non concede un rigore a una squadra che invece ritiene che sia rigore, questa potrebbe batterlo lo stesso e magari segnarlo e poi il risultato finale per alcuni sarà conteggiato senza il gol del rigore, per altri con quel gol.

  71. Addirittura ammirazione mi pare troppo.
    Cioè, si può serenamente riconoscere che siano forti (sopratutto se parametrati al nostro disgraziato campionato) ma di più no.
    Anche perchè se l’ammirazione deve derivare dalle 24 vittorie su 25 …non ci siamo.
    O meglio, io proverei certo ammirazione per una squadra capace di farcela. Ma farcela sul serio, da sola e con le proprie forze.
    Fare i record come li fanno i ladri, no.
    Prendi l’Inter del triplete, arbitrala come arbitrano la rube e finiamo il campionato con 115 punti.

    Enzo, perdonami, ma non siamo certo noi l’ago per definire se il loro campionato è meritato o meno. Il parametro è il Napoli. E qui può essere giusto far notare che senza le spintarelle forse, e sottolineo forse, i napoletani potevano fargli lo sgambetto. O magari no. Certo non lo sapremo mai.
    Poi anche io come te sono incazzato con i nostri (uno in particolare).

    Ma sono multitasking: posso incazzarmi con uno ed essere disgustato da un altro contemporaneamente.

    • BRS, concordo con te.
      Rimane il fatto che sono straincazzato per come la nostra squadra ha giocato (!?!?) la seconda parte del campionato.

      Ammetto altresì, che le 5 vittorie consecutive non mi avevano fatto illudere che Mancini avesse di colpo trovato la “quadra” ma, speravo in cuor mio che quell’inizio potesse dare una spinta morale a tutto l’ambiente per arrivare almeno sul podio.

      Invece…

  72. Bah… Io impegnato a leccarmi le ferite, pensando a tutti i punti buttati nel cesso dalla mia squadra, voi invece a pensare sempre e solo ai metodi malavitosi usati dalla juve per vincere lo scudetto.

    Secondo voi, se l’Inter di Mancini in diverse (tante) partite si fosse sporcata almeno la maglietta/pantoloncini, sarebbe finita a -36 dalla juve?

    Io penso di no.

    Ad ogni modo, dato il leitmotiv delle ruberie piace molto, vi elenco le partite (trovate su un sito non certamente di fede gobba) dove la juve ha trovato giovamento.
    La cosa ovviamente è opinabile:

    3° giornata: Juventus-Chievo 1-1 Al 62° viene annullato il gol regolare di Cesar del 2-0 per il Chievo e viene regalato un rigore inesistente alla juve.

    4° giornata: Genoa-Juventus 0-2 Mancata espulsione di Lemina della Juve, rigore inesistente regalato alla Juve e rigore netto negato al Genoa.

    5° giornata: Juventus-Frosinone 1-1 Rigore per parata di Barzagli e mancata espulsione.

    7° giornata: Juventus-Bologna 3-1 Rigore inesistente regalato alla Juve.

    8° giornata: Inter-Juventus 0-0 Rigore negato all’Inter per fallo di mano di Bonucci.

    12° giornata: Empoli-Juventus 1-3 Mancata espulsione di Buffon che travolge Pucciarelli fuori area, terzo gol della Juve irregolare per fuori gioco.

    13° giornata: juventus-Milan 1-0 Rigore netto non dato al Milan e rosso non dato a Bonucci.

    16° giornata: Sampdoria-Juventus 1-2 Rigore netto non dato alla Samp.

    26° giornata: Bologna-Juventus 0-0 Mancata ammonizione per Bonucci, rigore netto negato al Bologna per doppio fallo di mano in area di Bonucci e Marchisio.

    27° giornata: Juventus-Inter 2-0 Rigore inesistente regalato alla Juve.

    28° giornata: Atalanta-Juventus 0-2 Mancata espulsione di Alex Sandro per gomitata.

    29° giornata: Juventus-Sassuolo 1-0 Mancata espulsione Marchisio per gomitata e rigore non dato al Sassuolo.

    30° giornata: Torino-Juventus 1-4 Mancata ammonizione e conseguente espulsione ad Alex Sandro della juve per aver causato il fallo da rigore. Annullato gol regolare al Torino per inesistente fuorigioco. Mancata espulsione di Bonucci per atteggiamento minaccioso e intimidatorio nei confronti dell’arbitro

    32° giornata : Milan-Juve 1-2 Fallo di Pogba prima del gol

    35′ giornata : Fiorentina-Juve gol annullato a Bernadeschi sullo 0 a 0 e rigore negato sempre sullo 0 a 0 su Alonso. Mancano all’appello i piccoli dettagli che sembra che non contino, ma sono quelli che fanno veramente la differenza. Prendiamo ad esempio la giornata 17, il rigore ovviamente regalato, perché c’era prima il fallo di Morata su Miranda, poi il primo goal messo a segno da Bonucci che non doveva essere della gara perché nella precedente partita stava per portarsi a casa la caviglia di Destro, fallo da rosso ma nemmeno il giallo gli fu dato. Poi, nella partita contro il Napoli di ritorno, ha segnato Zaza, l’unico giocatore che, anche se non scritto in regolamento, si becca il rosso diretto e viene squalificato per una sola giornata, per rientrare appunto contro il Napoli

  73. Mah….
    Io penso che una squadra che ne vinca 25 o 26 in fila-ho perso il conto- sia superiore alle altre e meriti il titolo.
    Diciamocelo, la supremazia sulle altre pare impressionante.
    Bisogna ammetterlo sia pure con tristezza.Il tifo sportivo non puo’ annullare l’obiettivita’.
    Poi ci sta qualche errore arbitrale, ma sono decisivi quando gli scudetti si vincono per 1-4 punti , non con questi scarti.
    Altrimenti ci mettiamo sullo stesso piano di chi dichiara 34 scudi ed invece sono 32,se i numeri tornano, potrei sbagliarmi, la mia eta’ mi induce in dismnesie.
    Piuttosto rimbocchiamoci le maniche ed arrotiamo i denti per la prox. stagione.
    Amiamola a prescindere.

  74. A Rubben, ‘o sapemo che le opinioni de Maradona nun ve ‘nteressano, e soprattutto perché quando ha giocato contro de voi v’ha fatto sempre magnà pane e fegato… e tutto quello che c’è ‘ntorno, come dice ‘a canzone.

    Ma er fatto è che, si proprio dovemo senti’ er parere de quarcuno che ce capisce, se fidamo molto più de Maradona che de Lance Armstrong…

    • Peppe,
      tra Maradona e Armstrong in quanto a bombe mi sa che è una dura lotta

    • Nun me pare lo stesso. Ma proprio pe’ gnente.

      Quella de Maradona era ‘na storia de autodistruzzione e disperazzione.

      Ben diverso è stato er ristorante messo su da Agricola dove annavano a magnà Del Piero, Vialli e compagnia bella…

  75. AHHH Merda dai che in Europa siete solo 20 anni che non la vedete. Vedere voi uscire ogni anno ed avere la consapevolezza che nonostante gli scudetti vinti e le innumerevoli partecipazioni la vostra bacheca porti 2 coppe non ha prezzo.

  76. Qualcuno ha visto lo scambio di vedute Cordoba-Mughini che gira in rete? Ecco, perché non me ne vogliano i gentiluomini bianconeri che ci vengono a trovare sul Blog, ma il tifo bianconero è degnamente rappresentato da quello lì. Il tifoso medio gobbo è quella roba lì, i nostri piacevoli visitors altro non sono (loro malgrado, immagino) che le foglie di fico di un sistema di pensiero marcio, maggioritario, sostenuto mediaticamente, politicamente, sportivamente e con il quale un interista non può che confliggere. Poi dilettiamoci pure nel decidere se gli ultimi campionati li hanno più rubati o più meritati.

  77. Approfitto del blog (non posso farlo altrimenti ) per congratularmi con Rubens, il mite tifoso juventino (che si conservi e non venga preso anche lui dai fumi della vittoria!) , per l’ennesimo scudetto conquistato meritatamente dalla sua squadra, con l’augurio che sia l’ultimo, almeno per qualche anno, della lunga serie e che in Europa possiamo l’anno prossimo misurarci nel derby d’Italia in Coppa League. Siamo entrambi ospiti di questo blog, Rubens perché di parte avversa, io perché entratovi per ultimo e, lo confesso, tifoso piuttosto anomalo. Sono cresciuto in un’Italia sportiva diversa da quella odierna e non mi riconosco molto nel tifo di oggi, molto rancoroso e poco disposto a riconoscere i meriti della squadra avversaria. (Per es. a chi rimprovera alla Juve di essere stata aiutata dagli arbitri in questo e in chissà in quanti altri campionati vinti, vorrei sommessamente ricordare che chi vince un campionato in Italia è sempre, in maniera più o meno palese, aiutato dagli arbitri e che l’espressione “sudditanza psicologica ” è stata coniata proprio per bollare una vittoria dell’Inter di Herrera, che cominciava a stufare per le sue vittorie, in seguito a una partita disputata e vinta in maniera discutibile a Venezia nel 1967).
    Ricordo le mie domeniche di ventenne nei vari stadi della penisola, prevalentemente in trasferte della mia squadra ( abitavo molto lontano da Milano), dove non avevo problemi a mescolarmi coi tifosi avversari (non esistevano allora divisioni all’interno degli stadi), fiero della mia cravatta nerazzurra e di manifestare apertamente il mio tifo, senza essere zittito quando commentavo polemicamente la partita coi vicini. Non ricordo ostilità nei miei confronti , né tanto meno reazioni minacciose o violente. Poi, dopo la partita, quando l’Italia ancora “tollerava”, si festeggiava o ci si consolava in qualcuno dei bordelli cittadini, passando dai professionisti del pallone alle professioniste del sesso, quasi mai con svantaggio.
    Era un’Italia molto provinciale, non so se più civile e onesta, certo più tollerante e meno violenta di quella di oggi, dove il gioco più bello del mondo era ancora soltanto un gioco, da apprezzare solo per quello che di bellezza e di imprevedibilità sapeva offrirci e non di pretesti per guerre per bande. Infine, una considerazione da indirizzare agli juventini che intervengono nel blog. Quando celebrano la loro squadra come la più grande di tutti i tempi perché ha vinto cinque campionati di seguito fanno un grave torto alla loro storia. La squadra odierna è una delle più modeste che io ricordi,se paragonata ad altre, che magari hanno vinto meno, ma contro avversari di gran lunga più validi. Non è gran gloria vincere contro il nulla. E i motivi delle facili vittorie sono evidenti a tutti, lucidamente espressi nel blog da Luca e da Jamesscott.
    Ringrazio dell’ospitalità e buona fortuna a tutti.

    • Mi unisco ai complimenti (ed “all’augurio”) per Rubens.
      Però che “chi vince il campionato è sempre aiutato dagli arbitri”, proprio nun se po’ legge’.
      Cioè, Anonar, porta pazienza, ma potresti spiegami un po’ come gli arbitri ci avrebbero aiutato a vincere il campionato del 2010?
      Che sarei proprio curioso!

  78. Anonar,
    grazie della pacatezza e della serenità con cui mi fai i complimenti.
    E’ un bel blog, questo, grazie a Settore ed a molti di Voi, e questo me lo fa frequentare quasi ogni giorno.
    Come già detto, non sono quasi mai d’accordo con Voi (neanche sul tennis, Anonar, visto che io tifo Federer) ma voglio sempre vedere le cose anche da altri punti di vista.
    Inutile che ti dica che per me i 5 scudetti sono uno più meritato dell’altro, e nessuno rubato. Come hai detto tu, sono stati vinti soprattutto per mancanza di avversari, nel momento in cui Moratti ed il Berlusca hanno smesso di cacciare i grani (e nello stesso tempo la Juve ha fatto due corposi aumenti di capitale).
    Hai ragione, non è comunque una gran squadra questa Juve, e, ahimè, l’Europa me lo ricorda ogni anno.
    Penso che per qualche anno sarà ancora così, perché il divario attuale in Italia mi sembra grande (e purtroppo anche in Europa…).
    Ti auguro comunque di avere ancora tantissime soddisfazioni sportive (nel tennis, soprattutto…)

    • Ammazzate oh! Armeno Io e Cosimo, ‘na scena da ‘pecora’ ch’avemo fatto davanti ar Commissario, ‘n po’ dde contegno ‘o semo riusciti a conservà…

  79. Eh si, peccato proprio che nun stamo più nell’Italia de ‘na vorta; quelo splendido paese, der tutto libbero da le guere pe’ bande ‘n cui annavano alle partite de Carcio Fascisti e Communisti tutt’insieme cantanno, ognuno co’ le su’ bandiere, abbracciati e uniti ner reciproco affetto nonché rispetto.

    O, meglio ancora ‘n po’ prima, quanno li possidenti terieri apriveno la Domenica, tutti gioviali, le porte de casa propria a li loro Cafoni (detto cor massimo rispetto) che je lavoraveno le tere, pe’ guardasse le partite ‘nsieme.

    Oppure, volendo, potemo pure risali’ più su fino a li Guerfi e li Ghibbellini, ma li’ l’amore ‘sconfinerebbe’ troppo come potrebbe raccontavve morto mejo de me ‘n certo Dante Alighieri…

    Ah, Italia de ‘na vorta che nun ce sei più, paese idilliaco e esempio de fraternità pe’ tutti l’arti popoli der Monno…

    P.S. Aho, qua a sindroma svedesa ormai è superata…

  80. Vabbe allora chiudiamola così :

    “Se la squadra del vostro cuore ha vinto, brindate con Stock 84, se ha perso consolatevi con Stock 84…”

  81. bah Rubens non è una gran squadra rispetto alle 4/5 corazzate che sono superiori a tutte.
    Abbiamo fatto pur sempre una finale (meritatamente persa) non più tardi di giugno, se quel pirla di Evra spazza probabilmente avremmo buttato fuori il Bayern e, pur in assenza di controprove, con il Benfica ce l’avremmo fatta tornando di nuovo in semifinale
    Sinceramente credo che almeno nei quarti stabilmente siamo attrezzati per arrivarci sempre, da lì in poi ci si avventura in un terreno inesplorato dove ci vuole anche parecchia fortuna (vedi sorteggio con il Monaco lo scorso anno).
    Il grande rammarico degli ultimi anni, e di questo ha grandissima colpa il trapiantato tricologico, è la semifinale di EL letteralmente buttata al cesso in casa.
    cordiali saluti.
    Per il resto, che ci siano state Juventus storicamente molto più forti di questa è un dato di fatto

  82. Sarà.. ma per me la juve è come la prima della classe, quella raccomandata_ In fin dei conti son vittorie che nemmeno fan troppo male, tutti gli altri “alunni” lo sanno già che c’è quella “tutelata”. Confesso che mi ” bruciano” di più le vittorie del milan, anzi temo anche la juve gli regali la coppa italia, vista la loro alleanza strategica_

  83. io invece spero proprio di no Acanfora, perchè ecumenicamente “odio” anche i vs cugini

  84. E no però eh….due gobbi che si mettono a comunicare tramite il nostro blog non va bene………..andate a casa vostra per scambiarvi complimenti ed osservazioni sulla forza della vostra squadra suvvia……
    Ps: per Francesco…te lo ripeto ancora…il sorteggio con il Monaco ed anche quelli prima non si chiamavano “fortuna ” ma “corrottì..” emh scusa platini….

  85. Penso che ai preliminari in kazzistan, con tutto l’anticipo di preparazione che ne consegue, aggravato dalla concomitanza con Europei, Copa America e Olimpiade, Galliano preferisca le tournee estive con ricchi premi in denaro_ Sono certo che rinuncerebbe volentieri al 6° posto per andare piuttosto a pietire la Coppa ai sodali rubentini, da spiattellare alla tifoseria in subbuglio e con l’ulteriore premio dell’Europa League diretta ai gironi. E anche della supercoppola_ Un superbingo troppo ghiotto per i Berluscones_
    Sapra’ bene come ricompensarvi in futuro= a parte 6 punti che il milan gia’ assicura e a maggior ragione assicurera’, ci saranno quelli altri che rubera’ alle concorrenti_ Piu’ tanti business, che lor signori maneggioni ovviamente occultano agli ignari spettatori_

  86. http://www.fcinternews.it/editoriale/favola-bianconera-oblio-nerazzurro-e-il-32-diventa-34-nel-giardino-di-casa-214303

    mica male, e per riassumere:

    juve merda, come dice sempre Settore e chiudiamola qui questa cosa stomachevole di scambi complimentosi con i gobbi che non meritano niente di niente, pur che si presentino vestiti della festa e che educatamente interloquiscono con alcuni di noi.

    vogliono vedere vincere senza aiutini?

    che cambino squadra!

    non pensano di essere forti abbastanza per vincere una Champion?

    ecchisenefrega!

    • PArole sante! Finalmente un bel commento da Straquotare.

    • eppure a tanti interisti, anche tra più intelligenti, certe cose non entrano proprio in testa… si ritrovano così’ ad andare perennemente controcorrente con la convinzione di essere voci fuori dal coro, ma non si accorgono nemmeno di utilizzare gli stessi termini che la stampa marcia inculca loro quotidianamente.

  87. io ho capito una cosa
    dire che un avversario odioso ha meritato un campionato è un delitto di lesa maestà
    l’unico mantra accettabile è dire che la juve ha rubato, società di merda, arbitri comprati…

    la stessa IDENTICA cosa di quello che i gobbi dicono con i loro insopportabili guidorossitronchettiscudettidicartone ecc.

    il ragionamento che ci accomuna è lo stesso:

    l’altro è solo il male
    il nemico
    nessuna discussione con loro
    se vincono è culo e/o solo ruberie

    mi sta stretto questo modo di vedere
    se un gobbo dice cose stupide, non è che per essere al suo livello sono obbligato a dire cose altrettanto stupide

    e per me sarebbe stupido dire che la juve non ha meritato di vincere questo campionato.
    ma ripeto , visto che il mantra è un altro, prendetela come una mia stupida e personalissima convinzione

    • scusa se riguardi il post di Enzo delle 8:38 am , puoi capire, almeno in parte, perchè non è stupido dire che la juve non ha meritato di vincere questo campionato.
      Non trovo un collegamento tra la eventuale nostra presunta, e la loro stupidità nel tirare fuori Guido Rossi ecc., dal momento che quello che è successo in passato non sono opinioni personali, ma fatti e realtà che gli sono costati la retrocessione insieme alla loro reputazione.

    • Jamesscott sono d’accordo con te , e aggiungo una cosa, che accusare i gobbi ora di essere dei ladri automaticamente toglie forza alle accuse (certificate) di ruberie fatte ai tempi di moggi & c. Quindi, stiamo molto attenti a non confondere le cose.

  88. jamesscott ho come l’impressione che tu sia in minoranza, i tuoi sodali non ci sentono!!

    • Parlo per me:
      avete meritato? Sì
      siete stati favoriti? Sì
      avreste vinto comunque? Non son sicuro, ma credo di sì.
      Vi invidio? Assolutamente no.

  89. scusa Jamesscot,

    ieri sera mughini ha detto che noi Interisti non possiamo paragonare i nostri cinque scudetti di fila a quelli della gobba in quanto il primo è di merda e quindi non vale.

    e io dovrei fare lo splendido e il buonista con quella gente lì?

    non hai ancora capito che quelli che vengono su qui vi stanno bellamente prendendo per il culo?

    se no quale sarebbe il loro scopo, uno scambio di opinioni civili con la controparte?

    dov’è che erano dopo il 2006 fino al 2011?

    perchè non sono venuti su qui a dirci la loro o a complimentarsi per il triplete, invece di trovarci solo degli psicopatici che ci volevano convincere che Calciopoli era solo una congiura contro la gobba?

    non erano ancora nati o non sapevano che esisteva questo blog?

    tu fai come ti pare, ma non dire a chi non la pensa come te che diciamo cosa stupide come le loro.

    a loro NOI come Inter non abbiamo mai fregato un cazzo di niente.

    LORO, come gobbi, ci hanno tolto la voglia di tifare.

    se pensi che siamo uguali lo stupido sei tu…

  90. jamesscott, non ho l’impressione, ho la certezza che tu sia minoranza
    come scrivevano gli atalantini qualche anno fa, la minoranza è ovunque

  91. @corso:
    “non erano ancora nati o non sapevano che esisteva questo blog?”

    per quanto mi riguarda, la seconda

  92. Inizio a sentire puzza di bruciato (leggi: perculamento).
    Stavolta ‘sto con corso.

  93. Mi piacerebbe vedere la Juventus partire con le stesse regole che vigono per le altre società. Così, per curiosità, per vedere l’effetto che fa.

    Invece , no: ha un regolamento arbitrale personalizzato.
    Gode di agevolazioni sul mercato interno dei giocatori, che gli altri si scordano ( e sono milionate ).
    È l’unica che ha ottenuto il terreno per costruire lo stadio, praticamente a gratis (fottendo in tal modo soldi al Comune ).

    È non c’è uno straccio di giornalista che dica anche solo una di queste cose.

    Ed evito di parlare della incredibile condizione psicofisica dei giocatori che arrivano in quella società.

    Quindi, finché non si avverranno queste minime condizioni di parità ,per me la società bianconera non potrà essere considerata campione nel gioco del calcio.

  94. C’è stata una partita con le giuste ammonizioni e le giuste espulsioni ed è finita, guarda un pò , 1-0 per il Sassuolo. Mi direte che era una Juve convalescente, in realtà la stessa che una settimana dopo inaugurava con un gol di stinco nell’over time il ciclo contro il Torino. Da allora, forma,culo e conduzioni arbitrali (voglio essere magnanimo) “non contrarie” abbinate alla decadenza dei competitor (tra i quali ahimè anche l’Inter) hanno fatto il resto. Che la variabile aleatoria (culo) sia sempre in agguato lo testimonia il pareggio col Bologna, incontrato per di più nella sua fase più nera seconda solo alla partenza angosciante.
    Secondo me un accordo con le giacchette nere (ma ora anche gialle, azzurre etc..) volto a tutelare meno , anzi voglio esagerare, a remare contro ( tipo come all’Inter di Mourinho) avrebbe permesso di vincere uno scudetto indimenticabile.
    Invece questo 32 esimo o 34 esimo o come qualunque numero intero reale a scelta bianconera, a questo punto, passa in statistica lasciando spazi enormi di manovra agli avversari (cioè noi).

    p.s. Sarò curioso di vedere la finale di coppa Italia laddove il Milan dovesse inopinatamente perdere il 6° posto… ma nooo…CONTA SOLO VINCERE.

    • quindi se perdiamo il sesto posto (cosa possibile perchè siamo tipo all’aria) MA vinciamo la coppa italia è gombloddo?

    • Sarà, quantomeno, insolito anche perchè seguendo il Milan per ovvi motivi di compensazione ( le uniche gioie vengono da li) non vedo come.
      Ma la palla ( e non solo quella) è rotonda.

  95. si Corso46, effettivamente comincio ad avere dei dubbi anche io al riguardo

  96. buongiorno Kipling, suppongo tu sia milanista
    dalle teorie che mi pare di leggere da molti commentatori qui dentro dovrebbe esserci un tacito accordo per cui la coppa verrà venduta ai fini di ottenere due facili vittorie a 90-180 gg in campionato
    come se problemi con le finali di coppa non ne avessimo già di nostro….(sigh)

  97. @goebbies
    Per ZioSilvio non sarebbe ina coppetta, ma una coppa di platino_ Vinta da LUI in persona con scelta da Brocchi: almeno questo dice il prologo, con gli ascari giornalai già pronti a magnificare l’impresa_ Per la juve è una coppetta, per il milan un toccasana che salva la pelle e anche le casse societarie_ Non direte no a ZioSilvio, in memoria dei tanti favori reciproci passati e futuri_

    • ah beh, come se vincere la brocca italia salverà la stagione e per magia tutti noialtri ci ritroveremo a festeggiare la lungimiranza di berlusconi…
      che poi, la brocca italia salva le casse? e che è, piena di platino ultramegacompresso.
      le nostre casse (malandate ma per esempio molto meno delle vostre) si salveranno se arriva davvero qualche cinese con la grana, mica perchè si vince (forse) la coppa italia, altrimenti avanti coi deliri di onnipotenza del vecio, sempre che poi firmi giù assegni per ripianare i buchi e non si venda incassi futuri per evitare di fare aumenti di capitale stile thohir…

  98. In genere stimo ed ammiro i commenti di Anonar, ma stavolta mi trovo in totale disaccordo.

    Provo a fare il punto:
    per chissà quanti anni, fino al 2006, il calcio che seguivo e per cui, tra pay per view e stadio, spendevo anche dei soldi era alterato da delle dinamiche che, sentenze alla mano, alteravano lo svolgimento dei campionati.

    Insomma, credevo di guardare sport e invece era cinema.
    A saperlo andavo a vedere un film e mi costava meno, per dire.

    In seguito a calciopoli, la squadra responsabile dello scandalo di cui sopra,

    non solo non si assume una responsabilità, che sia una
    non solo non porge una scusa che sia una, per quanto accaduto

    non solo scarica tutte le colpe anche, anzi SOLO, alla mia squadra, che per colpa di quel sistema ha dilapidato un patrimonio in giocatori e le cui conseguenze le paghiamo ancora adesso in termini di bilancio

    non solo fa diventare le vittime dei carnefici
    non solo solo nega anche quel residuo di risarcimento legittimo accordatoci mistificando numeri e statuizioni dell’Autorità costituita.

    non solo, che poi è la cosa più grave, calpesta e vilipendia una mia bandiera, tra l’altro tragicamente defunta

    no, chiede anche un risarcimento danni faraonico per tutto questo.

    Ed alla fine io sarei il rancoroso?

    Dovrei anche complimentarmi per il bel menu sopra elencato?

  99. Non penso, come Corso (sul resto quoto), che ci stiano prendendo per il culo, ma come ho già scritto i gobbi dialoganti che passano di qui sono le comode foglie di fico dei Mughini imperanti lungo la penisola. Servono, che ne siano consapevoli o meno, a dare un volto accettabile a ciò che accettabile non è e non sarà mai. Mi spiace, ma vedere lo scambio di vedute Cordoba-Mughini fa salire la carogna a tanti di noi. Qui dentro ci sarà sempre spazio per tutti, ma i gobbi dal volto umano oltre che tendere il ramoscello d’ulivo alle anime belle del Blog, si impegnassero a ripulire il paese dalla feccia mughiniana negazionista e mafiosa. È il loro album di famiglia.

  100. Cos’è che dovremmo ammirare noi?
    E’ uno scherzo vero?

    Ma andate a cagare.
    (giuro che mi son trattenuto)

    Io, quando vinco, lo faccio solo onestamente.

    E tu?

  101. ALLORA…PAPALE PAPALE.
    GOBBI SU QUESTO BLOG AVETE ROTTO LE PALLE. FUORI. ALTRIMENTI INIZIANO GLI INSULTI PIU’ PESANTI.
    NON CI PIACETE. CI STATE SUL CAZZO FORTEMENTE PERCHE’ SIETE ARROGANTI E VI PIACE VINCERE NON RISPETTANDO LE REGOLE CHE VALGONO PER TUTTE LE ALTRE SQUADRE. CHIARO QUESTO CONCETTO…..NON CREDO CI SIA ALTRO DA AGGIUNGERE. FUORI DALLE BALLE. ALTRO CHE COMPLIMENTI.

  102. @kipling
    Se sei tra quelli che non vuole più i deliri di onnipotenza del vecio, augurati di perdere la coppa italia: vedrai che se la vince il milan non sarà descritta affatto come una brocca, ma come una champions!, con tanto di bonus euro League/supercoppola

  103. e speriamo che la perdano

  104. La coppetta itaglia servirebbe al BBilan esclusivamente per fregiarsi di un titulo che verrebbe sbandierato nelle reti merdaset per sottolineare che i loro investimenti hanno portato dei frutti a differenza dei nostri…. un’occasione unica per poter dare fiato alle trombe e gettare altro fumo negli occhi dei tifosi.
    Per questo prevedo che daranno il 120% e non penso che i gobbi se lo vendano in memoria dei tempi passati dato che ormai ogni tipo di alleanza con loro non avrebbe più senso

    Se la vincessero ci farebbero passare da sfigati come al solito, ma basterebbe un minimo di onestà intellettuale per notare che il nostro progetto di rilancio inizia ad avere un minimo di senso a differenza loro che si stanno coprendo di ridicolo con scelte suicide.
    Intanto i media continuano a far finta di non accorgersene e vanno avanti ad accomunare la “crisi delle milanesi”…ma io ormai ci vedo ben poco in comune.

  105. Ci mancava pure il gonzo….siamo al completo. Adesso iniziano a scambiarsi opinioni gobbi e gonzi. Settore ti pregherei di intervenire. Grazie.

  106. Ho suscitato col mio post un vespaio di polemiche e mi dispiace. A Corso rispondo che gli anni di cui parlo sono quelli Cinquanta del secolo passato e le domeniche erano vissute così dai giovani del tempo. Mi dispiace che ti sia mancata una simile esperienza, perché l’avresti riconosciuta nella mia descrizione. Al romanesco tifoso di Totti consiglio di rileggersi quello che ho scritto: mi riferisco a come si vivevano le partite all’interno degli stadi, non alle lotte di classe che si svolgevano nelle città e nelle campagne d’Italia, che a quel tempo ritenevo cose più grandi di me, interessato più allo sport che alla politica.

    • io non credo che tutto fosse rose e fiori come li hai descritti tu, pur avendole viste dieci anni dopo e quindi verso la fine degli anni cinquanta e non prima, anche se c’ero già quando vincemmo i due scudetti con Foni, ma avendo solo otto anni non me li sono goduti come quelli degli anni sessanta.

      di una cosa però sono sicuro e questa l’ho già scritta sul blog tante volte ed è questa:

      dalla nascita sono Interista e anti gobbo, questo grazie a mio padre che tifoso Interista prima di noi ha vissuto con l’Inter gli anni trenta, quelli con il Peppino Meazza ritenuto il miglior giocatore Italiano dell’epoca, e se ti vai a rivedere lo score dell’Inter dal 1929 (anno del primo campionato italiano come è adesso) fino al 1940 vedrai chi era l’avversario della gobba quando fece il filotto di campionati come quello di questi ultimi anni e capirai il motivo perchè lui la odiasse tanto nonostante in quegli anni non gli siano mancate le soddisfazioni, visto che di scudetti ne vincemmo anche noi tre e per quattro volte arrivammo secondi (tre dietro alla gobba) ed un paio terzi. (in dieci anni…)

      per cui, facendo un ragionamento terra terra basandomi su quello che mi ha raccontato lui ma che poi ho visto anch’io direttamente fino ad oggi, ritengo che almeno un paio (a stare stretti) ce li abbiano fregati anche in quel periodo lì.

      a sentire mio padre ce li fregarono tutti…

      per cui mi scuserai ma ho anche la sua memoria da difendere che non collima con la tua nemmeno un cicinin, oltre ad assicurarti che mio padre, invalido di guerra, non era certo il tipo di andare in giro a cercare rogne o ad attaccare briga con il primo che passava, ma mi ha raccontato altre storie sul tifo prima che io ne facessi la conoscenza diretta, ad esempio mi raccontò di una trasferta a Firenze dove l’auto di un suo amico fu danneggiata pesantemente in un parcheggio della città dai tifosi viola.

      per dire come le trasferte dell’epoca non fossero propriamente passeggiate di salute anche per i tifosi…

      grazie per l’amarcord come l’altra volta…

  107. non volevo convincere nessuno
    solo esprimere una mia idea
    spero sia permesso

    certo possiamo incazzarci quanto vogliamo,
    e continuare a pensare che la juve sia il male assoluto del calcio
    e continuare a pensare che “l’unica partita in cui ci sono state le giuste ammonizioni e le giuste esplosioni è finita 1-0 per il sassuolo contro la juve” (cit.)
    e pensare che noi non siamo quella roba là
    e che i gobbi buoni non esistono
    e che devono andare fuori dai coglioni da questo blog
    e che se uno dice una cosa diversa da questo è una minoranza o un minorato (..)

    manca ( ancora per poco) che uno dica che l’unico gobbo buono è quello morto e le abbiamo dette tutte.

    in tutto questo non vedo un sentire emotivo diverso dall’odio che gli juventini hanno per noi.

    proprio perché penso che sono diverso da loro, e che non sono come loro non passo la vita a rodermi il fegato e a inveire sempre e comunque per ogni vittoria
    più lo faccio, più do loro importanza
    più grido al complotto, più mi prendono per il culo
    più mi agito, più li faccio godere

    quando mi sono complimentato con i miei amici juventini, dopo cinque minuti non avevano più niente da dire.
    niente.

    c’è un atteggiamento di indifferenza cortese che annichilisce più di mille insulti urlati a squarciagola

    • Non che alla fine mi freghi più di tanto (non sei l’unico, sai jamescott, a preferire il proprio fegato ai rosicamenti anti-juventus), ma non incazzarti se ti dico che stai cambiando le carte in tavola.

      Perché i tuoi precedenti interventi, ben lungi dal limitarsi ad essere un invito alla “indifferenza cortese che annichilisce”, erano una lode sperticata alla “superiorità gobba” sotto tutti gli aspetti, non ultimo in quello della statura societaria.

      Libero di pensarla così, naturalmente (prima che tu ti stracci le vesti di dosso per supposte censure da parte della “dittatura del blog”).

      Libero io di provare repulsione per un simile atteggiamento di ossequiante deferenza, che magari eviterà gli insulti e i dileggi, ma è peggio che vendersi (calcisticamente) l’anima.

      P.S.: l’unico gobbo buono è quello morto.
      (E guarda che l’avevo già scritto in tempi non sospetti).

    • Ottimo. Sono d’accordo.
      E basta.

  108. Per fortuna, ero allo stadio e non ho sentito quei 4 scribacchini di regime, che, quando non sanno come cagare il cazzo, si attaccano ai pochi italiani in campo o in rosa.
    Che vadano a fan…, insieme a tutti quelli che li stanno a sentire!!

  109. Quoto Nexus.
    La questione arbitrale, sepcialmente quest’anno, l’ho toccata giusto di striscio.
    E solo se sollecitato.

    Nel tentare di non accostare comunque il sopportabile rubens ad un francesco qualunque, aggiungo che l’unico gobbo migliore di quello morto è quello che prima di morire ti dice dove trovare gli altri.

  110. A Jamesscott suggerisco un rimedio , a cui spesso ricorro, soprattutto oggi, giornata nerissima: guardarsi qualche altro sport dove le polemiche sono assolutamente bandite ed esiste solo il piacere del gioco, fatto di astuzia e tecnica sopraffina. Ad es. , su Eurosport trasmettono il campionato mondiale di snooker su un tappeto verde come quello del calcio, ma di un biliardo. Già ieri sera, assalito da una noia mortale alla vista della seconda e della terza squadra del campionato, ho fatto ricorso al rimedio e ne ho riportato grande giovamento. Provare per credere. Ti divertirai senza logorarti il fegato, dal momento che , calcio o biliardo che sia, si tratta solo di un gioco e non di una lotta da cui dipenda la sopravvivenza del mondo , né quella di ciascuno di noi.

  111. goBbo di merda ladro plurinquisito, pluricondannato, pluriprescritto guardati le tue di inculate, stronzo!
    Non hai mai vinto una champions senza i tuoi amici arbitri.
    Siete la feccia.
    Siete uno sputo, la più bassa forma di vita che ci sia nel globo.
    Non siete neanche fottuti esseri umani, siete solo pezzi informi di materia organica anfibia, comunemente detta merda.

  112. A me risulta che l’inter del Peppin fosse una sorta di squadra cicala, molto bella per i numerosi gol che realizzava, ma poco sicura dietro_ Risulta altresì che nei testa/testa con i goebies anche allora la spuntavano di.. “fortuna”_ Peppino Prisco aveva ricordi vivi di quel periodo, che lo fece diventare IL Tifoso che sappiamo_ C’è ne è uno ancora vivo che conosce bene l’Inter del Peppin, si chiama Mimmo Caratelli e adesso è tornato a scrivere nella sua Napoli, al “Mattino”_

    • l’aneddoto più conosciuto dl Prisco, quello di stringere le mani a gobbi e gonzi, non è mica nato per calciopoli…

  113. Avete addosso un astio che nuoce alla vs salute. Sig Anonar questa è una buona tecnica, ma il calcio è una brutta malattia (anche per me)

    • Come avrebbe detto Albertone:
      “Ma pensa ‘n po’ alla tua de’ salute, va’!”
      Che quanto ad odio cieco ed astio viscerale state messi bene: basta sentire cosa esce da quella fogna-snob che mughini ha al posto della bocca, ogni volta che la apre.

  114. Non c’è nessun astio, come confermano i complimenti incondizionati di alcuni fratelli nerazzurri_ Poi ognuno parla per sé, faccio fatica a dare riconoscimenti se non li sento, né vedo, questi enormi meriti di squadra: eppoi, più che altro vedo lodare la grande società, l’abitudine a vincere, lo stadio, lo scouting, il giovin signor e leccagini varie, talche’ appare palese che,a maglie invertite, avrebbero vinto quelli del Napoli_ Se devo riconoscere una verità, non mi tiro indietro: ad esempio mi piace tantissimo Dybala, lo ritengo un fuoriclasse, che tanto vorrei con la mia Inter_

  115. dybala è forte, se ne andrà, presto credo

  116. ‘Er romanesco tifoso de Totti (ha’ detto gnente…)’ comunica a chi de dovere che nun è nato ieri e che, puro si lo fosse e nun avesse avuto modo de assìste a li eventi de perzona, j’anno ‘nzegnato la bbona abbitudine de annasse a informà ne li posti e da le fonti giuste e, soprattutto, differenti una da l’artra, pe’ poi èsse ‘n grado de trare conclusioni proprie, non preconfezzionate e ancormeno pompate ner cervello a fforza da martellate mediatiche.
    E, beninteso, tantomeno ha probblemi a intènde quello ch’artrui scrive, anzi…

    Er romanesco de sopra (sempre lui), quanno se riferisce a la storia dell’Italia lo fa a raggion veduta, senza inventasse nulla e senza dimenticasse chi semo noi italiani tutti, che ce abbàsteno appena 4 o 5 chilommetri de distanza pe’ sentirce stranieri l’uno all’artro.
    Prova ne sia er fatto che semo arivati de gran lunga ùrtimi all’unione nazionale quanno che ll’artri l’avevano fatto da secoli.

    E nun capisce, sempre er romanesco de prima, com’è che sia possibbile che ciò sia accaduto ‘n tutti l’avvenimenti riguardanti er Belpaese tranne che ner Carcio, come se vò ffà crede chissà ‘n base a quale loggica de raggionamento, ortretutto smentita in quarsiasi occasione come anche un bambino riesce a vvéde.

  117. scuseme se me permetto

    e se scrivo dopo aver dito ciao

    ma co ghe vol ghe vol

    che si vinca
    che si perda
    forsa Inter
    e juve merda

    senza se e senza ma

    a corsone: duri i banchi

  118. Ci tengo a precisare:

    non è astio, è disgusto.

    D-i-s-g-u-s-t-o.

  119. Cari ospiti non invitati e diversamente colorati, ultimamente ho pochissimo tempo per intervenire nel blog e riesco solo a leggere di quando in quando. Però qualche domanda veloce, prima di mandarvi a catturare i ratti: perché venite qui a scambiarvi le vostre opinioni (delle quali non ci importa nulla) e a cercare di convincerci di cose nelle quali non crediamo né crederemo mai? Non trovate blog delle vostre squadre? Vi hanno cacciato di là perché molesti e approfittate dell’ospitalità del mondo civile? Siete come dei boat people della rete? Solo per curiosità sociologica.

  120. Beh,
    le opinioni le scambiano per lo più con noi, non tra loro.
    Il blog è di Settore.
    Ma a me non dispiace essere ospitali, anche se si tratta di brutti gobbacci (almeno sono educati … ed è già una gran cosa).

    • Mi pare che qui abbiamo sempre dato udienza a gobbi e gonzi educati. Tempo fa ho impiegato un mezzo pomeriggio domenicale per spiegare a uno di loro perché le sue uscite erano intempestive e la Elena con i punti è stata trattata con ogni riguardo nonostante avesse scritto che Sector sparava cazzate. Tuttavia continua a sfuggirmi il motivo per cui questi vengono qui a raccontarcela. Non è che li voglia discriminare — per carità, ché poi facciamo noi la figura dei cattivoni — , è che proprio mi incuriosice perché non se ne vanno sui loro blog a voltolarsi con i loro simili.

  121. E intanto Simeone ha appena detto che prima o poi verrà ad allenare l’Inter.

    Che sia vero o no,
    tanto vale fare subito un sondaggio:

    ci può andar bene, magari dopo un training in cui impari a masticare bottigliette e un corso avanzato in meteorologia

    oppure bruciamo anche lui, perché aspira troppo poco la c?

    Tanto per sapere.

  122. Nexus 6
    Hai ragione. Ho generalizzato e ho scritto una cosa inesatta. Il fatto è che i due campionati mourignani hanno rappresentato una novità assoluta nella storia del calcio italiano e sono stati l’eccezione che conferma la regola. Se avessi qualche anno di meno, mi piacerebbe raccontare, così come è stato fatto per il campionato dei record di Trapattoni, partita per partita, quella stagione straordinaria dominata da una personalità unica, amatissima da noi tifosi quanto odiata da tutto il resto del mondo sportivo(compresi naturalmente gli arbitri) e mediatico. Costruzione , a mio parere programmata , di un autentico sistema di rottura di tutta una tradizione centenaria di comportamenti più o meno accettabili ormai convalidati dall’uso. Lo stesso successo del triplete è stato un miracolo unico e, a mio parere, irripetibile: non il triplete in sé, ma irripetibili i modi e i tempi in cui quel risultato fu conseguito. Diciotto partite in cinquantasei giorni con alternanze imprevedibili di successi e di insuccessi: un autentico thriller, esaltante per il risultato finale, ma da cui io, per esempio sono uscito con molta fatica. Come vedi, il discorso è molto complesso e il rapporto M. e arbitri, come del resto quello tra M. e media, richiederebbe una analisi complessa, che spero trovi presto qualcuno in grado di affrontarla ” sine ira et studio” e soprattutto con documentazione adeguata.

    • Io ho molti anni in meno di te, Anonar (almeno stando a quello che racconti),
      ma posso assicurarti che anche io sono uscito a fatica dal triplete.

      Il giorno dopo la finale mi sentivo come se avessi trainato un intercity coi denti.

      E avevo 29 anni…

  123. Estecambiasso.
    Anch’io apprezzo i tuoi interventi, sebbene talvolta non li condivida.
    Purtroppo nel blog vige la tendenza a scambiare le constatazioni intorno a un argomento con le adesioni. Mi spiego: se constato che è abitudine annosa del nostro calcio ( non son sicuro se lo sia anche all’estero, ma ho qualche sospetto) che le squadre in testa alla classifica e , peggio, se vantano quarti di nobiltà, son più protette delle altre , secondo quel processo mentale detto sudditanza psicologica che spinge gli arbitri, anche talvolta in assoluta buonafede a difendere i più forti, non vuol dire che approvi un simile comportamento. Solo che riconosco la presenza di quest’anomalia, che spesso ha gravemente condizionato anche il risultato finale, ma che circa l’ultimo scudetto della nostra tradizionale rivale non ritengo sia stato determinante per l’assegnazione del titolo. Purtroppo, vedi, quello che quest’anno mi ha più personalmente mortificato non è stato lo scudetto nuovamente vinto dalla Juve ( che era quasi scontato per tutti i motivi che sappiamo), ma il fatto che in settant’anni di passione sportiva non mi era mai capitato di veder la nostra squadra in vantaggio di oltre dieci punti sulla rivale sul finire del girone di andata, perdere in poche settimane il primato e perfino la possibilità di accedere alla Champions. E questo, pur accettandolo come dato di fatto, e probabilmente inevitabile per tante e giustificate ragioni, non lo perdono alla società, all’allenatore, alla squadra, a chiunque ne sia stato responsabile.
    Sulle vicende del 2006 son perfettamente d’accordo con te, ma entrano solo marginalmente nella mia constatazione. In quel caso, quella che era soltanto una tendenza è diventato lo strumento di un’ associazione a delinquere per falsare sistematicamente i risultati domenicali. Che è, ne converrai, tutt’altra storia.
    Comunque sia, grazie per l’utile scambio di opinioni.

  124. ecco, solo constatare che eravamo primo con un notevole vantaggio su tutte le squadre che ci stanno davanti e alla fine non andremo in CL mette una pietra tombale su questa gestione tecnica

    per quanto riguarda le scelte societarie invece, il giubilo con cui è stata accolta la notizia del coinvolgimentro del Suning la dice lunga sul tipo di imprenditore ciu siamo stati ceduti, e questa, come dissi all’epoca, è precisa responsabilità di Moratti, che infatti tornerà al comando (e se lo fa coi soldi altrui è un cazzo di genio)

    mi auguro che i tassonomisti stanziati tra i commenti non mi cataloghino come juventino/moralmente corrotto/colluso per queste constatazioni, conscio comunque di rischiare grosso

  125. Nel loro Cessum Stadium gli scudetti sono 34, nel loro sito e sulle magliette celebrative, pure…

    Per anni e anni hanno preso per il culo gli sportivi di una nazione intera, eppure…

    Se ne sono fregati delle sentenze della giustizia, delle condanne di Moggi & co. e non hanno mai chiesto scusa…

    Pseudo opinionisti e giornalisti servi, alla Mughini o Zuliani che di fronte alla realtà, non hanno mai ammesso la benchè minima responsabilità…

    Hanno ribaltato la realtà minacciando mega risarcimenti, alimentando quella viscida sudditanza psicologica che la classe arbitrale continua ad avere nei loro confronti…

    Da bambino ogni tanto sentivo questa frase:”un piccolo ladro è sempre colpevole, mentre quello ricco ha l’avvocato (Agnelli)” cit.

    Probabilmente sono i più forti, ma come si può anche solo stimare gente del genere?

  126. Rispondo anche a Corso, che si affida alla testimonianza del padre, a cui è giustamente affezionato. Sono testimonianze, sia le mie che quelle di suo padre , molto lontane nel tempo e quindi soggette, soprattutto nel mio caso, alla nostalgia di quell’epoca che spesso deforma i ricordi. Ci sono però dei dati di fatto a rendere veridico il mio racconto. All’interno dello stadio, di tutti gli stadi che all’epoca ho frequentato, non esistevano nei vari settori , almeno in quelli più popolari che io potevo frequentare, come curve e centrali, separazioni tra i tifosi del l’una o dell’altra squadra e quindi ci mescolavano senza particolari distinzioni e, spero riconoscerai vera la mia testimonianza, in quel periodo non ho mai assistito, almeno nel settore in cui mi trovavo, a risse tra tifosi, neppure abbozzate. La nascita delle tifoserie organizzate che avvenne più tardi, credo verso la metà degli anni sessanta , spinse gli organizzatori a distribuire i tifosi a seconda dell’appartenenza all’una e all’altra squadra, che si fece più radicale dopo il Sessantotto. Anche per quel motivo , la mia frequenza negli stadi si è fatta sempre più rara, perché ho sempre ritenuto la mia sicurezza personale più importante della mia passione calcistica, finché son diventato ,con grande rammarico, solo spettatore televisivo. Immagina se oggi, all’interno dei settori popolari, si mescolassero liberamente spettatori del l’una e dell’altra tifoseria, cosa potrebbe succedere . Questo mi ha spinto a formulare giudizi forse troppo severi del calcio di oggi rispetto a quello di un tempo, quando era solo un fenomeno di élite e non di massa. Ma, come sai, non c’è niente di più opinabile di un’opinione calcistica e perciò prendi anche la mia con beneficio d’inventario.

  127. Mó avemo scoperto finarmente che, si l’arbitro aiuta a Iue, a la fin fine, è corpa de chi nu’ riesce a mantené ‘r vantaggio.

    Perché nun è tanto ‘mportante come recupera er tuo avversario (favori arbitrali ecc.) quanto te, poraccio de mmerda, che ce hai er momento no… che ce hai bisogno de ‘n attimo p’arfiatà, e che nun te devi permétte assolutamente er lusso de avé.
    ‘Nvece l’artri… cioè quelli là…

    ‘Nzomma qui da noi in Italia pe’ vìnce devi èsse ‘n Supereroe.
    Sinnò nun vale!
    Tranne pe’ quelli ‘n possesso da superlicenza… cioè sempre li stessi.

    A questo sémo arivati…

    • Ah Peppe, …

      i tuoi commenti so’ ‘na cannonata!

      Visto che abbiamo fatto i complementi a “quelli là” e siamo in vena di fare gli sportivoni, è doveroso farli anche a Peppe e alla sua rometta che, comunque, hanno meritato più di noi di andare in CL (almeno a mio parere).

    • A rometta ha dimostrato n’artra vorta d’essersi suicidata da sola!

      Con quella rosa avrebbe dovuto giocarsi lo scudo fino in fondo… e gli è andata ancora bene che hanno cambiato in tempo, ancora un mesetto e manco in Champions andavano.

    • A Nexus, credo che tu e ll’artri l’avete capito che ce ho piacere de venì sur blogghe a pparlà co’ vvoi, pure si quarche vòrta me permetto de scherzà.
      Ma qua stamo ormai ar limite.

      Cioè, vojo dì che me sembra de vìve ‘na situazzione assurda ‘n cui le vittime se autocorpevolìzzeno solo p’er fatto d’esse tali.
      Semo arivati ar punto che li derubbati se sènteno essi inadeguati ‘nvece de chi li derubba.

      Dimme te: si questo nun è lavaggio de cervello, che artro pò èsse!?

    • Ecciairaggione, ah Peppe.

      Il fatto è che pure tra gli interisti di (più o meno) provata fede, siano finiti gli anticorpi al lavaggio del cervello di cui tu parli.
      L’esempio che avevi fatto con la sindrome di stoccolma calza bene: qui siamo oltre.
      Dicono che le vittime degli stupri tendono a colpevolizzarsi, … appunto.

  128. Mi piacerebbe intervenire in un forum di bblanisti o rubentini o rosiconi giusto per verificare il trattamento conseguentemente riservatomi.
    Da sempre sono per liberta’ di opinioni, ci mancherebbe, ma ritengo che questo sia un BLOG DI E PER INTERISTI : pur essendo un neofita del forum -ahime’ per recente intervento non per eta’ anagrafica- mi stupisco della partecipazione di tifosi di altri colori : gradita se costruttiva, irritante se tendenziosa ed ostile , ma comunque inopportuna e sempre inutile.
    In altri ambiti verrebbero bannati.
    Lodevole la tendenza garantista di questo blog .
    Mi auguro pari a quella di altri, che tuttavia non frequentero’ mai per indifferenza verso i loro argomenti.
    Ecco, temo che i non interisti intervengano per pura tendenza provocatoria….
    Ditemene dietro di ogni, ma preferirei si astenessero.
    Amiamola a prescindere.

  129. buongiorno signori del blog di Settore, mi pare chiaro che vengo qui perché è un blog in linea di massima frequentato da persone educate, perché i miei migliori amici anche nella vita reale sono (purtroppo) nerazzurri ma mi confronto civilmente anche con loro davanti ad una birra (e spesso mi danno ragione, che ci crediate o meno) e non ultimo perché odio il pensiero unico, anche se di colore bianconero.
    Detto questo ieri sera brutta semifinale.
    E speriamo che non arrivi Simeone che è bravo sul serio, meglio teniate Mancini per ancora un bel po’ anni

    • Per curiosità: su cosa ti “danno ragione” i tuoi amici nerazzurri.
      Voglio dire: ammettono che dybala e marchisio sono più forti di brozovic e model o roba così?
      Oppure fanno “sì” con la testa quando sentono dire che il sole sorge ad ovest e tramonta ad est (e cioè che guidorossitronchettifacchetti vi avrebbero sottratto due scudetti “vinti sul campo”, che la nostra CL2010 sarebbe frutto di fantomatici e creativi favori arbitrali, o altra roba del genere)?

  130. aggiungo anche che è scontato che qualora l’amministratore (ma lui e soltanto lui) dovesse farmi presente che la non sono gradito me ne andrei senza indugio

  131. Settore sono totalmente d’accordo con te….ho pensato esattamente la stessa cosa e cioè “qualé il problema”? Non mi piace chi fa la vittima…però in certe occasioni mi sembra palese che con l’Inter di mezzo tutto viene amplificato. Per anni , in tanti hanno sorriso su presunte errate cessioni nerazzurre….partendo da pirlo e sedorf …e altri presunti campioni…che venivano ricordati anche dopo tanti anni come ex nerazzurri. Invece non si parla mai di darmian o aubaumeyang (pallone d’oro africano) come ex Milan oppure candreva come ex giuve…

  132. Comunque ha ragione Peppe.
    I tempi dei supereroi che vincono contro tutto e contro tutti è finito.

    Tanto più che, per poter vincere oltre tutti i favoritismi, abbiamo dovuto spendere talmente tanto che ora ne stiamo pagando le conseguenze con gli interessi.

    L’unica strada è difenderci senza mollare un colpo

    (che poi è quello che la Juve ha sempre fatto nel post calciopoli, tant’è che oggi la vulgata vuole che gli scudetti siano 34)

    difenderci, dicevo, a cominciare da noi stessi.

    • Gli ospiti si qualificano per come si comportano, i nostri sono dei signori_
      Io me ne frego del Cholo, preferisco Mancini_

  133. Gli scudetti non sono 34. Questo non si discute. Con buona pace di Francesco, Rubens, Gobbobuono, Elena coi puntini e tutti gli altri graditi ospiti bianconeri di settore.
    Detto questo il fatto che scrivano e dicano la loro in modo civile ci sta secondo me, non possiamo aspettarci che condividano la nostra visione del calcio (sono gobbi) però qualche spunto interessante (più d’uno per la verità) ce lo hanno dato credo.
    E in ogni caso non sarebbe giusto censurarli se usano i toni che usano, o meglio sarebbe da gobbi e non da interisti!!
    Infine onestamente mi spiace molto che vincano sto scudo (meritato o no me ne sbatto), però dico anche, guardando a casa nostra, che forse avremmo potuto vincerlo noi. Senza esagerare ma è così…. E questo mi dispiace ancora di più.

    • A mente lucida (ed anche con il senno di poi d’accordo), dico che noi non l’avremmo vinto comunque (troppi lavori-in-corso ed equivoci tattici ancora da risolvere).
      Però, visto l’avvio, confesso che sul posto Champions ci contavo.

  134. Nessun problema che i gobbi vengano a curiosare da noi e scambiare due opinioni, tanto gli idioti provocatori ci pensa Settore a bannarli. D’altronde noi interisti siamo unici, si sa. Immaginate un blog bianconero: un tripudio di pugnette con deliri matematici, cazzate di cartone e assenza di dubbi. Qui da noi invece, passiamo il tempo a dividerci in correnti, fazioni, opinioni che diventano certezze e quindi dubbi nello spazio di una partita. Però proporrei un vincolo d’ingresso: ogni gobbo prima di commentare deve dichiarare di sottoscrivere quanto segue:
    – calciopoli è cosa nostra;
    – gli scudetti ufficiali sono 32, e 20 sarebbero già un lusso
    – lo scudetto 2006 è il risarcimento minimo dopo anni di ruberie
    – Facchetti è tutto quello che un uomo dovrebbe essere
    Potremmo definirla “soglia di decenza minima per l’accesso gobbo al blog di Settore”.

    • Sottoscrivo tutto.
      Tranne la nota su Facchetti: ma non perchè ce l’abbia con lui, o perchè non abbia di lui l’opinione che quasi tutti avete.
      Solo perchè “quel che un uomo dovrebbe essere” preferisco capirlo dalle persone che frequento, non dai personaggi pubblici. Ma con questa mia idea Facchetti non c’entra niente.

  135. Se entra Suning, l’imprenditore a cui ci siamo affidati tanto fesso non è.

    1) le sue quote aumenterebbero notevolmente di valore, e si prepara il terreno per cederle interamente realizzando una plusvalenza, nel giro di qualche anno. Ci compra a poco, ci valorizza finanziariamente, ci rivende con un bel ricarico.

    2) l’inter con tre soci forti in struttura proprietaria, abbatterebbe clamorosamente il costo del debito

    3) il solo thoir, in due anni sciagurati, ha già iniziato ad aumentare i ricavi. Con un altro grande partner cinese, e auspicabilmente una stagione da primi tre posti, i ricavi crescerebbero esponenzialmente, permettendoci di aumentare i costi anziché tagliarli (a partire da monteingaggi che è il nostro grande freno)

    4) capitali freschi per il mercato farebbero comodo fin da subito

    C’è una alternativa opaca.
    Ma non è quella da corriere dello sport o tuttosport, ossia che thoir starebbe scappando deluso (del resto per loro chiunque è sempre in procinto di scappare deluso)

    L’alternativa reale è che thoir sia passato da noi solo per riciclaggio di denaro, e che compiuta la missione – o annusata una brutta aria – si accinga a dileguarsi.

    Tecnicamente possibile, ma improbabile per queste ragioni:

    – non acquisti una squadra i cui conti sono già sotto stretta osservazione delle autorità di vigilanza (sarebbe un suicidio incredibile e senza precedenti)

    – non acquisti una squadra conosciuta in tutto il mondo, con decine di milioni di persone che la seguono interessate

    – per fare tale operazione non ti fai garantire da Goldman Sachs, che può ricostruire tutta la tua vita finanziaria in 5 minuti.

    – non mi spiegherei la ricerca di dirgenti professionisti provenienti da aziende come Apple e man.utd

    Io rimango tranquillo, e anzi, auspico l’arrivo di un nuovo socio, confermerebbe la bontà del progetto imprenditoriale.

    In altre parole:
    se adesso cede solo delle quote, e poi in qualche anno anche le rimanenti, avrà realizzato una grande operazione, coincidente con una plusvalenza per lui e una struttura finanziaria solida per noi.
    Se invece adesso vende tutto, allora c’è da preoccuparsi seriamente.

    Il resto sono chiacchiere, spesso senza nemmeno distintivo

    • Sempre interessante leggerti Wolf. Dovessi fare una tua previsione a 3-4 anni? Ruolo di Moratti ?

    • Ti ringrazio
      Le previsioni di lungo periodo le lascio ai più esperti e informati.

      Io, per propensione anche professionale, ragiono sempre sul breve e medio termine, dopo che mi son fatto un’idea sul contesto generale.

      3-4 anni è un’orizzonte temporale difficilissimo da analizzare.

      Al momento mi interessa capire la direzione di questa possibile partnership, che darà indicazioni molto significative sia su thoir, sia su cinesi, sia su MM.

  136. Ps, là fuori i pesci piccoli sopravvivono ai grandi solo alleandosi, concentrandosi e cercando partnership sia industriali che finanziarie.

    È l’Abc, e il fatto che oggi la stampa italica faccia tanto caos in proposito certifica o che sono ignoranti o che sono in malafede.

    Noi siamo un pesce piccolo anche rispetto alla juve, figuriamoci se confrontati con bayer o real.
    Un pesce piccolo che però ha una tradizione da grande, ed è obbligato a tornare tale.
    L’ingresso di un socio non rientra nemmeno nei casi di creatività finanziari che menzionavo la volta scorsa, è proprio la base dell’economia e della concorrenza.

  137. Este,
    ti dimentichi di Henry.
    Henry sta alla Juve come Roberto Carlos sta all’Inter

  138. però fatemi capire perché i romanisti sono dei perdenti e noi delle povere vittime che si battono per salvare il calcio, quando le lacrime sono le stesse

    personalmente non voglio averci nulla a che fare, ma la questione è molto semplice:

    se il giocattolo non piace si può sempre romperlo, con l’eroica dirigenza italo-indonesiana che si erge a portabandiera della rivoluzione degli onesti fregandosene della spartizione dei diritti tv (e come no …), altrimenti o li si boicotta, trovandosi altro da fare, e cazzi dell’Inter che si ostina a partecipare a un campionato farlocco, o ci si occupa soprattutto delle evidenze del campo, perché l’Inter è l’Inter, la coasa che serve meno in assoluto è lo sfogatoio web per uno scudetto rubato al Napoli, figuriamoci

    perché il conteggio dei favori all’Inter era lo sport preferito dai subumani quando arrivavano settimi

    trova le differenze

    • “..con l’eroica dirigenza italo-indonesiana che si erge a portabandiera della rivoluzione degli onesti fregandosene della spartizione dei diritti tv..”
      Thohir si è affrettato ad accodarsi ad Infront a suo tempo, ed Ausilio ha recentemente dichiarato che è tutto regolare e nell’arco dell’anno gli errori arbitrali si compensano etc etc. La posizione ufficiale della società è quindi chiarissima. Quella dei tifosi, rassegnati: ci sarà sempre chi tirerà in ballo l’arbitraggio rischiando di essere il fornitore di alibi a gestioni tecniche scellerate. E chi punterà il dito esclusivamente su queste ultime, rischiando di assuefarsi e dare per scontato un “sistema calcio” italiano decisamente nauseante (e del quale la Juve indubitabilmente usufruisce a piene mani). Barcamenarsi tra le due fazioni (che spesso fanno delle loro posizioni un “brand” sui social) il compito di tanti interisti.

  139. Henry fu un errore clamoroso della triade. Coman potenzialmente potrebbe ricalcarne i passi.
    Però è anche vero che ce lo hanno pagato tanto.
    Errori ne fanno tutti, Rubens immagino tu ti ricorderai i 25 milioni mirabilmente elargiti ai viola per Felipe Melo per tacere dei 9 di Andrade (4 partite e rotto a vita), senza nominare i vari Tiago e Poulsen ecc.
    E’ una questione meramente matematica, più ne devi comprare più è alto il rischio di prendere rottami altrui. (taccio per educazione nei confronti dei ns ospiti su Hernanes….mannaggia a Marotta)

  140. Francesco,
    ho ricordato Henry ad Este che citava Coman.
    Per parlare di Juve tra juventini meglio fare uso di uno dei tanti blog bianconeri

  141. Sentire blaterare le anime pie dell giornalismo (giornalismo ? Sigh) italiano di richiamo ai valori dello sport, della fratellanza, dell’amicizia, quando poi un esponente (cosi’ quotato Sigh, Sigh, sigh) come Mughini esacerba gli animi con le sue dichiarazioni da neuropatico, mi fa impazzire.non ce la fanno, non riescono a godersi un cazzo, manco uno scudetto;
    Ad appena 2 giorni di distanza dalla vittoria, sono stati capaci di uscirsene con le dichiarazioni del suddetto Mughini ed oggi di evra che sui quotidiani nazionali dice che nello spogliatoio dopo Sassuolo motivava i suoi sodali ritenendo inverosimile e quindi vergognoso, essere dietro inter e fiorentina;
    evra, considerato un’eccezione tra gli ignoranti della pedata, per la sua multiculturalita’, poteva ripassare qualche libro di storia del calcio, ricontando i titoli intercontinentali ed europei dell’ inter, tra i 9 club in Europa ad aver vinto 3 o piu’ coppa campioni – esattamente come il suo ex club inglese,;
    Sarebbe sufficiente leggere quanto riportato sulla spalline della sua divisa di gioco indossata proprio in champions “RESPECT”;
    io penso che questi non abbiano idea di quanto pesino le loro dichiarazioni, o e’ ignoranza o malafede; l’intervista di evra mi ha fatto salire la pressione gia’ alle 7 del mattino; questa spocchia di un semplicissimo mestierante del pallone da’ l’ idea di quanto siano loro (i giocatori, i dirigenti e ancora di piu’ i giornalai) la parte piu’ deteriore del calcio; fino a ieri se lo avessi visto passare in una delle loro stratosferiche auto ( che io -medico intensivista, tutti i giorni, e le notti e festivi,al lavoro per salvare la vita di neonati che pesano si è no 1/2 chilo, cioe’ all’incirca il peso di uno dei loro pacchianissimi braccialetti d’oro e diamanti- posso solo vedere in tv) lo avrei solo schifato, oggi probabilmente gli spaccherei volentieri il lunotto (che, per inciso costera’ quei 15-20 mila euro…)

  142. Alessandro, scusa ma Evra non intendeva denigrare nessuno ma spronare i compagni (ed in quel momento ne aveva ben ragione), ci fossero stati avanti Napoli o Roma, Genoa, Frosinone o Fidelis Andria avrebbe citato loro. Evra è un giocatore colto, come tu stesso ammetti, e molto corretto.

  143. La Roma parlava di aiutini all’Inter nel 2010, bastava vedere arbitraggi come il derby di ritorno o la partita contro la Samp per comprendere la portata della cazzata.

    E, soprattutto, tra il trattamento riservato ai gobbi in questi anni e quello riservato a noi nel 2006-2010 c’è una differenza abissale,

    (basti pensare che Ibrahimovic venne ammonito ed espulso contro la Lazio perché aveva buttato via il pallone e poi si scoprì che aveva calciato prima del fischio dell’arbitro

    questa sarebbe la sudditanza psicologica nei confronti della capolista Inter, tanto per farci due risate)

    quindi dire che le lacrime sono le stesse, mi si perdoni la franchezza, è una boiata che non conosce pari.

    E taccio sulla diversità di condotta degli anni precedenti, gli uni condannati più o meno in ogni sede e grado
    gli altri cornuti e mazziati.

    Su tutto il resto passerei oltre, vista la confusione che regna:

    prima Thohir era la volpe e Moratti il fesso, poi Thohir diventa il salvatore della patria, poi, guarda caso dopo l’esonero del mai troppo compianto, diventa il tirchio, poi quello che butta via i soldi mandandoci in rovina, poi quello che fa i magheggi con le banche e i soldi,

    adesso viene fuori che Thohir è il fesso e Moratti il genio (!!!).

    Tutto per non parlare a cuore aperto e dire fuori dai denti:
    “aridateme Mazzarri”

    • Potrei ricordare male, ma parlavano di “aiutini” nel 2008 (anche se ricordo un inter-gobbi 1-2 con gol di camoranesi in fuorigioco di tre metri).

      Nel 2010, più che di aiutini costruirono ad arte la solita caciara dopo roma-sampdoria 1-2 (andando a riesumare una intervista di una decina di anni prima in cui l’allora giovane arbitro al debutto in gare ufficiali dichiarava di essere un fan di cassano) e la solita, vergognosa, sceneggiata dopo lazio-inter, con in testa la rossella che a telecamere unificate blaterava di “vergogna” e di “3 punti falsi” (come se fosse scontato, tra l’altro, che la lazio – la quale, ricordo, non era quella degli ultimi anni e navigava nella medio bassa classifica – ci avrebbe senz’altro battuto sol che l’avesse voluto).
      Il tutto culminò nella rivoltante caccia all’uomo della finale di coppa italia, con Taddei e Totti in primo piano (ma non da soli: ricordo anche Perrotta, ad esempio) nell’offrire uno degli “spettacoli” più disgustosi a cui si possa assistere su un campo di calcio e che solo un arbitro succube (o peggio) ha potuto tollerare, quando invece già prima della metà del secondo tempo i giallorossi avrebbero dovuto restare in dieci, se non in nove. Ovviamente, sui media nazionali calò la coltre di silenzio, salvo accennare alla “brutta reazione di Totti provocato per tutta la gara da Balotelli” (ricordo esattamente il commento del TG3 subito dopo la partita).
      P.S.: riguardo alle “disavventure giudiziarie” gobbe, direi che si può togliere quel “più o meno” dopo “condannati” e prima di “in ogni sede di giudizio”.

      Domando scusa per la pignoleria.

  144. ciao ragazzi, è un bel pò che non ci salutiamo, e vedo che il blog nel mentre si è “arricchito” di diversi juventini.
    essendo un “diverso” pure io, posso rispondere a chi si chiede, tutto bello ma perchè qui?
    io chiederei, perchè no?
    la gente va dove si sente a proprio agio e sta bene. qui si sta bene e per fortuna il padrone di casa è abbastanza democratico da accogliere tutte le opinioni educate.
    non cercherei motivazioni diverse, sicuramente non per provocazione. anche perchè nonostante siamo “diversi”, per fortuna molti di noi hanno una vita gratificante comunque, pure senza trollare su un blog dedicato all’inter.
    è calcio, se ne parla, senza odiarsi troppo dai.
    io nel mentre un blog carino sul milan l’ho trovato, ho scoperto che ci sono meno gonzi di quanto immaginassi!
    buona serata a tutti 🙂

  145. Francesco, perdonami ma non penso che ci voglia un esperto i n ermeneutica per interpretare Evra (per quanto colto sia eh…per carità!)
    quindi stiamo alle parole: “Dissi che, con tutto il rispetto, non potevamo buttare via un campionato in cui ai primi posti c’erano Fiorentina e Inter” ecco, mi sembra chiaro. poche palle!!!

  146. Anche perché un milanista che, di questi tempi, sceglie di trolleggiare sul blog dei cugini, beh … nonostante tutti i problemi che può avere l’inter, … diciamolo sarebbe un vero masochista patologico.

    • un milanista che di questi tempi. questi tempi si dilungano da un sette anni. perlomeno

  147. per un Interista seguire le vicende dei gobbi e dei gonzi è del tutto normale dal momento che sono loro i nostri rivali storici, per cui non capisco le lamentazioni del tagnin che si sorprende se lo facciamo anche se non siamo direttamente interessati.

    diciamo che quest’anno è andata un pò meglio di questi ultimi anni in quanto tra le due almeno una la possiamo ancora prendere per il culo, ed è già qualcosa.

    sull’altra possiamo spendere quel poco di fiele che ci è rimasto dal momento che sono già cinque anni che lo facciamo, fiele legittimo e derivato dai trascorsi della suddetta cui non basteranno altri venti scudetti per lavare l’onta della sua retrocessione in B con la sua reputazione, anche se questa per me era già retrocessa nel 1961 quando il suo presidente umberto agnelli, essendo anche presidente della federazione, fece cambiare il regolamento e ripetere un juve- Inter il cui risultato di 0-2 ci fu assegnato per invasione di campo.

    dopo questo fatto la sua reputazione retrocesse anche nel 1980, anno del primo scandalo del calcio scommesse, dove fu implicata con i gonzi, la Lazio ed altre squadre che tali Trinca e Cruciani denunciarono alla procura della Repubblica per essere stati truffati da diversi giocatori della Lazio che dopo averli conosciuti nel ristorante del Trinca li hanno indotti a scommettere grosse cifre su partite di cui loro sapevano già il risultato.

    caso strano l’unica a salvarsi dalla condanna fu la gobba perchè la partita Bologna-juve che era nel mirino degli accusatori non trovò riscontro dai due accusatori in quanto il Cruciani fu indotto a non testimoniare da Boniperti che gli fece avere 80 milioni come risarcimento per stare zitto.

    http://bologna.repubblica.it/sport/2012/03/14/news/bologna-juventus_taroccata_le_iene_riaprono_il_caso_del_1980-31536305/

    successivamente è retrocessa nel 1987 con lo scandalo doping chiuso nel 2007 con la prescrizione, ma dove la Cassazione ha confermato che i suoi atleti erano dopati.

    dopodichè è arrivata calciopoli a certificare che tutto quello che gli altri tifosi si erano messi in mente su questa società era vero e non manie di persecuzione di poveri perdenti perchè lei arrivava sempre prima e le altre squadre seconde, quindi si sono pianti addosso legittimamente, come legittimamente gli si può dare dei LADRI da qui all’eternità senza per questo sentirsi minimamente in colpa se dubitiamo ancora di lei nonostante cinque scudetti di fila.

    per cui ci sta, nonostante quello che pensi il tagnin, che si parli di lei nonostante noi in questi anni la si sia vista con il binocolo, dal momento che la stessa cosa non la possono dire i gonzi a cui è rimasto sul gozzo il gol di Muntari non visto, così come alla Roma è rimasto sul gozzo l’arbitraggio di rocchi e al Napoli, o alla Roma quest’anno, possono essere rimasti sul gozzo le partite della gobba che ha elencato Enzo (aprile 26, 2016 a 8:38 am) che sia pure del tutto opinabili, qualche cosa sul suo presunto dominio potrebbero dire.

  148. Comunque, una buona notizia.

    Sulla gds di oggi tale arrigo sacchi scrive che la juventus ha gettato le basi per vincere nei prossimi dieci anni.
    Se si tratta dello stesso signore anziano e pelato che, di tanto in tanto, compare negli studi televisivi a bofonchiare patetiche rievocazioni di una non meglio precisata sua “rivoluzione calcistica” del tempo che fu’ (manco si trattasse dell’avvento della riforma protestante), direi che le precedenti dimostrazioni delle sue lucide capacità di preveggenza ci consentono di nutrire speranze sul prossimo avvenire.

  149. A nexus, l’avvenimenti der 2010 ll’hai ricostruiti fedelmemte e ‘n linea de massima só d’accordo co’ tte, nun essendo er sottoscritto, ar di là delle superficiali apparenze, ‘n tifoso ottuso anzi tutt’artro.
    Occore però quarche piccola precisazzione. Soprattutto ‘n relazzione a la finale de Coppa Italia.

    1) È vvero che ce fu ‘n comportamento brutto da parte de arcuni, Taddei e Perrotta ‘n particolare, come tu hai detto. Ma nun ce metterei dentro pure a Totti: quella fu ‘na vicenda personale ristretta ar solo Balotelli che lo provocò ripetutamente. D’artronde, cor soggetto ce avete avuto ben a che ffà soprattutto voi e nun credo abbisogniate de urteriori delucidazzioni ‘n merito. O sbajo?

    Personarmente ce rimasi male, a nun esaggerare; e nun solo pe’ la brutta figura de comportamento ma anche perché quel comportamento fu ‘na dimostrazzione de impotenza isterica che nun me piacque pe’ gnente.

    2) Riguardo alla ‘caciara’, fossi in voi, nun trascurerei ingenuamente li strumenti (giornali e televisioni) che amplificarono a dismisura quello che potrebbe pure èsse considerato un ‘normale’ contenzioso extra calcistico ‘n cui ognuno s’aiuta alla mejo sippur esaggeranno.
    E, comunque, li stronzi só cittadini der monno e nun credo che noi n’abbiamo l’esclusiva.

    Inortre, a quanto me risurta, ‘a Roma nun ha mai contato su proprie truppe mediatiche indipendenti. Ar massimo quarche volontario suicida, ne li programmi Rai o in quarche giornale, ben aizzato da chi, detenendo le leve der potere mediatico, j’ha ddato er via libbera, come se fa co’ li cani addestrati a la bisogna, perché ciò facilitava a quarcuno(?) l’instaurazzione de ‘n clima anti Inter ner dopo-Carciopoli.
    A bbon intenditor…

    Dico questo tanto pe’ ‘nquadrà più organicamemte quele vicende, ‘n modo che chi vòle capì capisce mejo.

    • lucido come la crapa di Spalletti

    • Peppe,

      accolgo l’invito a riconsiderare la posizione di totti.
      Può essere che, come dici tu, lo stesso non facesse parte del drappello di picchiatori con licenza di uccidere già al “pronti via”.
      Vero è che, balotelli sarà anche stato una grandissima testa di neurone, ma nell’occasione totti fu inqualificabile (una roba del genere significa tentare, con buone probabilità di riuscita, di rompere la gamba all’avversario, ma sul serio non per modo di dire).
      E guarda che io non faccio parte dei soggetti preconcettualmente denigratori del pupone.
      Come giocatore non ho difficoltà a dire che sia stato (scusa l’uso del tempo passato) uno dei migliori calciatori italiani del dopoguerra (diciamo, forse, nei primi cinque-sei?).
      All’inizio della sua carriera l’ho molto apprezzato, e per alcuni anni quasi stravedevo (da appassionato di calcio) per lui.
      A distanza di tempo, ho dovuto constatare (ma con un pizzico di delusione e senza soddisfazione, credimi) che sebbene sia destinato ad essere ricordato come “un grande” del calcio, non è stato “grande” come mi aspettavo sarebbe potuto diventare.

      Sul punto 2), perfettamente d’accordo. Infatti, anch’io ho accennato al comportamento dei media. Certo però che quando questi ultimi vonno’ orchestrà ‘na campagna contro, er mejo che je poteva capita’ è ave’ la Roma pe’ cassa de risonanza.
      😉

    • A me dava veramente fastidio sentire nel 2008 Rosella vostra che sosteneva che “dovevano farci festeggiare il centenario”.
      L’occasione di cambiare il calcio l’abbiamo persa tutti dopo calciopoli. Noi (l’Inter di Moratti) non facendo niente per continuare l’opera di pulizia iniziata dalla magistratura.Tutti gli altri (Roma inclusa) perdendo tempo a darci della “nuova Juve”, quasi che altro modo (da quello lì) per vincere in Italia non potesse esistere. Nel frattempo tutto tornava più o meno lentamente come prima.

  150. “Nel frattempo tutto tornava più o meno lentamente come prima.”

    Ho avuto la sventura di vedere stasera la riproposizione di tal mughini (uno che crede da trent’anni di essere un intellettuale e che viene chiamato in varie trasmissioni ad esprimere opinioni su tutto senza accorgersi che più delle sue “opinioni” viene messo in rilievo solo il suo modo pittoresco e clownesco di proporsi, una vera macchietta) che con insultante beceraggine definiva “scudetto di merda” il ns. del 2006.
    Giro canale disgustato e vado a vedere la solita banda di scappati di casa che finge di essere composta da giornalisti, in realtà il peggior becerume tifoso che possa esserci (non ho premium nè mai lo vorrò, ma mi interessava il risultato di Atl. Bay) e vedo accolto con squilli di tromba e pacche sulle spalle il condannato delinquente abituale Moggi.

    E’ proprio vero, Gus, tutto è tornato come prima, forse peggio di prima.

  151. A nexus, quello là nun era gnente più de ‘n carcio ‘n culo, come l’avemo dato tutti a ‘no stronzo che te sta a rompe er cazzo e nun capisce quann’è er momento de piantalla.
    Lo sbajo è che nun se deve fa, quantomeno non in diretta televisiva.
    E preciso che nun me riferisco a nun fà certi gesti ‘n diretta televisiva pe’ ‘na sorta de ipocrisia, ner senso che certe cose se fanno de nascosto. No, assolutamente. Lo dico solo e unicamente perché er Campione deve dà er bon esempio anche e soprattutto na sconfitta.
    Comunque è annata così.

    A gus, l’occasione de cambià er Carcio la tenemo ogni settimana. Solo che urlamo solo quanno ce abbrùcia er culo. Quanno er siluro ‘n quer posto se lo becca ‘n artro ognuno se ne sta zitto e se gira dall’artro lato. E questo nun va bene.
    E sia chiaro che er discorso vale pe’ tutti, nessuno escluso, de quelli che se lamentano.
    E nun se riesce a capì che chi se n’avvantaggia só sempre li stessi.
    D’artronde, pure ‘n quarche commento sparso qui ce se rifiuta de arabbiasse pe’ quarche torto ch’è costato quest’anno ar Napoli la possibbilità de giocasse le su carte fino ‘n fonno.
    Senza considerà, er furbo, che er prossimo Napoli potrebbe puro èsse lui.

  152. A me sembra ci siano due ordini di problemi che vanno in parallelo e che troppo spesso si toccano, cioè ogni volta che si scende in campo:

    uno è che il nostro campionato è ormai troppo avvelenato e non più credibile. Lo era prima di calciopoli, lo è a maggior ragione adesso. Non tanto per nuove cupole mafiose alla moggi quanto per un atteggiamento da parte di un ambiente calcistico, in Italia ormai assolutamente egemone, che in tutti i modi e in ogni ruolo, cerca disperatamente di ricreare una verginità bianconera e dunque una nuova dignità juventina che, come appare evidente, rappresenta un ossimoro non solo linguistico ma anche storico.

    Il secondo problema è, ahimè, che l’Inter così com’è, a partire dalla società (una nebulosa allo stato ancora indecifrabile) fino alla squadra che va in campo, non va.
    Una società che, tutto sommato, si indigna, protesta (poco), spesso balbetta, ma alla fine sta al gioco.
    Perché la mangiatoia è la stessa per tutti.

    Ecco io, molto banalmente, penso sia questo il discorso.
    E tutto quello che succede va letto, a mio avviso, attraverso questa duplice problematica, e la sua dialettica impraticabile.

    Mentre il primo problema non si risolverà mai penso, risolvere il secondo sembrerebbe più facile ma comunque non sarebbe risolutivo. E anzi, come si è già visto col ciclo Inter finito nel triplete, aggraverebbe ancora di più la situazione del primo, gettandolo nella frustrazione più assoluta e nella reazione più violenta, come accade oggi.

    In sostanza, penso che saremo sempre qui a parlare delle stesse cose senza mai mettere un punto.
    Personalmente tutto questo mi ha stancato e non poco: non si può lasciare un Cordoba in pasto a un mughini qualsiasi!
    E il giorno dopo fare finta di nulla.

    34 sul campo, è la legge.
    Non si sfugge.

    • È quello che cerco di dire da non ricordo più quanto tempo.

      Ma il problema è che Kondogbia è stato pagato 35 milioni.
      Il resto sono dettagli.

  153. Con la coppa italia potremo fare qualcosa di serio_ Ne riparleremo_

  154. Che spettacolo i gonzi…

    Dopo Bruce Lee e Mr Bean ora trattano con Ali Babà…

    Con i 40 ladroni no, perché sono gobbi 😀

  155. Quando alla fine del campionato di serie A la squadra che ha più punti è la squadra dei ladri, prescritti e dopati, a buon titolo posso considerare quel campionato come non disputato, e non assegnato.

    Non c’è differenza alcuna tra il non riconoscere il risultato di un campionato e il non riconoscere le sentenze, siano esse di condanna o di avvenuta prescrizione ma con riconoscimento di colpa.

    La colpevole perseveranza nel non saper contare, e nel non voler imparare.

    Il mancato rispetto per chi si sbatte per tenere in piedi il circo (che altrimenti avrebbe l’appeal del Birra Moretti).

    La protervia dei suoi sodali di tifo.

    La strafottenza dei ladri che esibiscono la refurtiva in pubblico con la compiacenza (quando non la complicità) di chi dovrebbe vigilare.

    La tendenza a ripetere ad libitum delle clamorose bugie, fino ad ammantarle di un velo che rende addirittura incerto il confine tra realtà e sogno.

    I quasi triplete.

    I veri triplete.

    Gli scudi di cartone, quando hanno per miracolo due coppe, una lorda di sangue e una piena di EPO, di cui i legittimi truffati dell’Ajax chidono la restituzione.

    I fini che giustificano i mezzi.

    Le teste alte.

    Le quasi vittorie e le non-sconfitte.

    Per queste e per altre mille cose, quando primeggia la squadra dei ladri, prescritti e dopati, il Calcio dovrebbe esporre le bandiere a mezz’asta.
    Indipendentemente dal fatto che la squadra in pigiama possa o meno essere la più forte.
    Questo è il mio parere.

    I pigiamati sono un cancro, e i tifosi alla Mughini le metastasi.
    Alto sugli scudi il 14°, fulgido simbolo di bellezza.

    Rube merda, sempre e comunque.

  156. Effettivamente non credo valga la pena di assistere a questo spettacolo oramai indegno; il problema è che poi vediamo una palla rotolare e cadiamo in uno stato quasi ipnotico; pronti poi il giorno dopo a lodare o criticare le scelte del mister di turno, le prestazioni più o meno buone dei singoli, il valore effettivo di questo o quel giocatore. Di giornalisti veri non ce ne sono più; tutti sono pronti solo a decantare senza il minimo ritegno le presunte lodi di chi paga i loro servigi anche a costo di mistificare la realtà; ecco allora che gli scudetti della Gobba diventano 34, che Facchetti viene paragonato a Moggi (mi urta perfino scriverlo) che Calcipoli è una invenzione, che alla fine le vittime ed i colpevoli si mescolano fino a confondersi. E’ vergognoso e sarebbe una grande cosa se chi è alla guida di una società come la nostra intervenga prepotentemente al fine di tutelare noi tifosi e l’mmagine della squadra. E non voglio credere che ciò non venga fatto solo perchè la mangiatoia è la stessa per tutti.

  157. è la stessa solfa che va avanti da 5 anni a questa parte

    che bisogno c’era di fargli vincere 25 partite su 26, non si poteva combinare la cosa in maniera più discreta? ok, c’è sempre la riserva del “si bombano”, un grande classico

    anche con lo svantaggio inziale, eh, anzi, che bisogno c’era di accumularlo, lo svantaggio inizale, si potevano arrangiare le cose in modo da non pareggiare col Frosinone?

    e la rometta coi rigorini farlocchi?
    e il Napoli, non ci sono tutte passate davanti come dei treni usufruendo di errori arbitrali che la vulgata manciniana deve far passare come favori?

    comunque sia è tutta roba che sta davanti kilometri e non ci riguarda

    piuttosto, chi ha votato il presidente di lega? e prima di lui galliani?
    e quello della figc?
    e sul designatore, con relativa metodologia, qualcuno ha avuto da ridire?

    di cosa stiamo parlando?
    di una grossa ghianda che stiamo rosicando, e dovremo pure farcela bastare fino a luglio (poi tutto si dimentica), ecco di cosa stiamo parlando

    a posto loro godrei a sentirci scrivere certe cose, l’indignazione civile che abbiamo risparmiato dal 2006 conserviamola per miglior causa

    p.s. il rigore dato al Verona non c’era, però loro se si lamentano mi fanno ridere, è una questione di senso del ridicolo, una volta ne eravamo provvisti, poi le baruffe virtuali hanno avuto il sopravvento, capisco

  158. Ma quante volte si è detto che la Juve è la più forte?
    Certo, se ci si approccia ai commenti altrui con l’assunto

    “è una cazzata, ora leggiamo e vediamo perché”,

    è ovvio che ci si ritrova a dire sempre le stesse cose.

    Non è successo che la Juve ne ha vinte 25 per i favori arbitrali, altrimenti non ne avrebbe vinta manco una.
    Nessuno, dico nessuno, ha mai scritto niente del genere.

    All’inizio perdeva perché giocava di merda, poi ha vinto perché è la più forte e ha giocato meglio e con più determinazione degli altri.
    Semplicemente, in alcuni snodi, si è avuta la sensazione che il vento soffiasse da una parte sola, il che ha reso tutto meno combattuto.

    Sull’Inter, vabbè, come al solito non si conoscono mezze misure.

    Ai tempi delle vittorie, se si provava a muovere una mezza critica, che fosse mezza, come minimo ti pigliavi del piangina, del milanista mancato, del cagacazzo e del mai contento.

    Adesso, invece, se non critichi pure il giardiniere di Appiano sei un tifosotto, fanboy di Mancini, ottuso fino al midollo.

    I colori intermedi non piacciono.
    E quando si tolgono i colori intermedi rimangono solo il bianco e il nero.

  159. Este

    è il solito discorso per distinguersi dalla massa di pecoroni che vanno all’alpeggio come ci ha chiamati tempo fa.

    è del tutto evidente che rosichiamo, chi lo nega è solo un ipocrita.

    rimane il fatto che i gobbi sono quel che sono nonostante ci doppino ogni anno da cinque anni a questa parte.

    se non gli entra in zucca cavoli suoi se non capisce che le nostre non sono scuse perchè sarebbero ridicole, ma solo constatazioni che ci amareggiano perchè non si vede via d’uscita come ha detto bene Internazionalista, ma altrettanto bene ha esposto quello che tutti pensano della gobba il bel post di Salmone.

    “I pigiamati sono un cancro, e i tifosi alla Mughini le metastasi.”

    e questa non è una scusa…

  160. La Juve è l’arroganza al potere, basta aprire il loro sito ufficiale, non ho voglia di spendere altre parole_ Sull’Inter dico che è migliorata molto, come qualità dei giocatori, come classifica, come immagine.
    W Roberta_ Bisogna insistere sulla strada tracciata, avere pazienza e sostenerla_ Cosa, l’utima, sulla quale non vedo unità di intenti_

  161. Credo vada fatto un distinguo tra quello che avviene sul campo e quello che accade fuori…

    Sul campo la ruBentus ha dimostrato di essere la più forte, anche al netto di qualche aiutino e della solita sudditanza…

    Magari avrebbe vinto lo scudo più avanti e non alla terz’ultima, ma l’avrebbe vinto comunque…

    Ciò che è veramente indegno avviene fuori: i 34 scudi sbandierati, il non riconoscere le sentenze, gli pseudogiornalisti servi alla Mughini che ancora incensano Moggi e la viscida compiacenza di federazione e media…

    Se fosse per queste schifezze o per ciò che avviene attorno agli stadi, avrei già smesso da tempo di guardare le partite… ma la passione per l’Internazionale e per il “giuoco del calcio”, danno a me e a molti altri la forza di continuare…

    Per quanto riguarda noi, abbiamo l’obbligo di rimboccarci le maniche e reagire. A partire dal primo magazziniere, dalla squadra, i tifosi, i dirigenti, fino ai vertici, tutti insieme per spezzare l’insopportabile tirannia bianconera…

    Non so se ve ne siete accorti ma sono ormai 5 anni (CINQUE!) che scriviamo più o meno le stesse cose, stiamo diventando ripetitivi e anche un po patetici…

  162. “…Non so se ve ne siete accorti ma sono ormai 5 anni (CINQUE!) che scriviamo più o meno le stesse cose, stiamo diventando ripetitivi e anche un po patetici…”
    Patetici non saprei, sul ripetitivo nessun dubbio. Lasciatevelo dire da uno che lavora nel trattamento delle dipendenze patologiche: spesso assomigliamo ad uno di quei gruppi di auto mutuo aiuto in cui si condividono come un mantra traumi e sfighe assortite. Nel nostro caso l’essere asserviti alla tirannide gobba che perpetra ai nostri danni annose malefatte. Beh, c’è da dire che per alcuni è terapeutico.

  163. a me fanno ribrezzo tutti e 32, ma non è una questione rilevante, anche se mi tengo il loro 30° come uno scudetto perenne sul petto incensurato

    benchè riesca a praticare l’apartheid gobbo con un certo successo, non posso non prendere atto del fatto che questi esistano anche in quanto alimentati da un sistema del quale l’Inter fa parte, e al quale s’è accodata nel post (post) Calciopoli

    questo stoppa tutto il resto e non mi interessa ulteriormente
    se volete cambiare le cose smettetela di lamentarvi e andate in piazza, l’avete fatto per quella sega immonda di guarìn, in fondo che ci vuole

  164. Occhio che moggi oltre che in tv e’ stato anche in radio (zanzara, radio 24, dove il conduttore -laziale fino al midollo che pur di far parlare di se’ ha messo una taglia di 200.000 euro sul suo culetto- ha acconsentito che moggi considerasse la juve vittima di una non meglio strutturata congiura negli anni 200-2004, quando udite, udite non ha vinto nemmeno uno scudetto (quindi assioma, sconfitta-raggiro) e, continuando a straparlare ha ritenuto galliani responsabile di calcio poli perche’ timoroso che il suo posto al Milan fosse preso proprio dal moggi stesso : follie da circo magnum; pero’ attenzione che questa sovraesposizione mediatica puo’ preludere al ritorno (semmai ne sia mai uscito) del ferroviere nell calcio italiota;
    A proposito del mega-stra-ultra campionato delle merde, aspetterei una nuova congiunzione astrale che consenta di vincere all’ultimo secondo della gara con il toro , parare il rigore a 2 dalla fine con la fiore, segnare su autogol a 2 dalla fine con il Napoli, vincere ai rigori la semifinale di coppa italia, aprirsi il deretano a carpi…e’ la somma che fa il totale diceva toto’…ah dimenticavo che anche a Monaco a 1 minuto dalla fine…hi hi hi

    • Mettici anche il 2-1 incredibile col Manchester City, che è stato una scintilla non da poco….dove lo scommettitore parò anche lammerda oltre a vari gol mangiati dal City sottoporta…e questi che con 1 cross da 3/4 ed un tiro bello, ma innescato da un rimpallo su una schiena, hanno vinto una partita che avrebbero dovuto perdere minimo 3-0.

    • Il conduttore della zanzara mi fa ancora più schifo di moggi.
      Del resto, anche altri commentatori (sportivi e non) di radio24 sono allineati sulla stessa lunghezza d’onda ed, ogni due per tre, solleticano la platea con battutine e mezzefrasi che fanno intendere che l’anomalia sarebbero stati i cinque anni post-calciopoli e non quelli prima.
      Loro non sono juventini, … noo, giammai.
      Sono laziali, sono imparziali, sono obiettivi, come no!
      Tornando al tizio in questione, non è che un miserabile incapace, di un’ignoranza superata solo dalla sua presunzione, che si atteggia ridicolmente ad anticonformista (ed invece non è altro che il più viscido dei lecchini) e per il quale l’unica cosa che conta è acquisire un po’ di popolarità sui media in un circuito meramente autoreferenziale, facendo compiacere (od incazzare) una pletora (più ampia possibile) di ascoltatori che tratta da poveri sfigati con una supponenza intollerabile.
      Si sarà detto: beh, se juventini sono la maggioranza dei tifosi di calcio in italia, quale migliore occasione per crearsi un po’ di seguito con una trasmissione radiofonica che altro non è che la rappresentazione del vuoto pneumatico più assoluto su di un substrato di pura volgarità-morbosa, ricoperta dal peggior becerume pseudo-intellettuale (infatti tra gli ospiti semi-fissi c’è mughini, …), e votato esclusivamente alla ricerca di una finta lite o di un po’ di scalpore per avere anche il giorno dopo una comparsata su qualche programma televisivo spazzatura, oppure un minilink od un minithread sui qualche social di ex-adolescenti sottosviluppati-psichici.
      Prima ha cavalcato la lite con i vegani, ora ci riprova rispolverando la difesa di moggi e calciopoli.
      Se gli italiani avessero un minimo di rispetto per loro stessi, nessuno lo ascolterebbe e questa nullità che respira dovrebbe occuparsi di attività più adatte a lui: tipo spalare la merda (e non metaforicamente).

  165. Ma non basta parla dei ladri e parliamo un’ po di noi?

    Allora, leggo che la nostra squadra vale, conti alla mano, 357 milioni mentre udite udite il Bilan un miliardo e i ladri 1.5 miliardi. Le puttane intellettuali proliferano sempre.
    http://www.fcinternews.it/news/bellinazzo-inter-appeal-diminuito-il-nuovo-socio-214559

  166. Ecco, se Wolf passa di qui mi piacerebbe sapere se ci posta una sua stima sul valore delle squadre. Giusto per essere informati a 360 gradi, che mi pare un buon modo per contrastare la disinformatia.

  167. Io questa cosa del miliardo per i gonzi non l’ho mai capita.
    Cioè, è una cifra che ha buttato li il nano con la testa asfaltata ed è stata presa per buona.
    Però intanto, a quella cifra, nessuno si è fatto avanti.
    Fra l’altro, anche a fantasilandia, le quotazioni stanno scendendo.
    Perchè i rumors (o balle, decidete voi) vogliono che il proprietario di Alibaba abbia offerto 500 per il 70% (valore stimato quindi poco oltre i 700).
    Mentre la cordata made in Galatioto si ferma a 650 per tutto.

    Io so che se fossero vere, il nano non tentennerebbe ma accetterebbe al volo perchè realizzerebbe una maxi plusvalenza per fininvest.
    Perciò mi viene da pensare che SE ha trovato qualcuno questo gli offre più o meno delle cifre simili alle nostre.
    E quindi significherebbe una bella minusvalenza per fininvest.

    Sui ladri, forse il miliardo e mezzo oggi è un po’ esagerato.
    Però fra stadio ed area della continassa ci si avvicinano e ci arriveranno presto.

  168. Due notizie Irrati arbitra la festa andate a leggere l’articolo del 6 aprile (chi ha il tutor e chi no) poi sulla rosea intervista al sindaco di Torino noto tifoso fotografato in tribuna tra l’ ovino e la madre.Costui é quello che nel paese dove per allargare una finestra devi chiedere decine di permessi ha avallato tutte le richieste per costruire un nuovo stadio .Pensate se Pisapia a Milano avesse tentato di fare la stessa cosa minimo sarebbe stato costretto a dare le dimissioni mentre a Torino tutti ad applaudire. Lui Fassino é il vero valore aggiunto della juve altro che Allegri Marotta Pogba ha permesso ad una societa di possedere uno stadio di proprietà è come se nel ciclismo un corridore avesse la possibilità di correre in sella ad un motorino.E pensare che a Torino non riescono a ristrutturare il Filadelfia e si che hanno avuto dei sindaci torinesi.

  169. Beh sul fatto che l’Inter non abbia mai preso posizione su certe cose e abbia avallato cose che non doveva avallare, mi sento di dar ragione a tagnin.

    Il che mi pare ben diverso, per non dire addirittura opposto, a quanto affermato prima, ossia che era solo una gran pianginata per rosicare.

    C’è poco da andare in piazza, siamo tifosi mica un sindacato o dei dipendenti dell’Inter, chi deve difendere i nostri interessi è la società.

  170. Carlo Tagnin è stato un buon centrocampista.
    Pur essendo piemontese non amava la squadra dei ladri, come tanti nella sua terra, dove il fuoco e la devastazione di Superga non avevano ancora consumato il ricordo delle gesta del Grande Toro, ed anzi avevano consegnato quella squadra alla leggenda.

    Restò con noi pochi anni, ma fece in tempo a tatuarsi il nerazzurro sulla pelle, perchè dal 62/63 al 64/65 diede il suo contributo ai trionfi della Grande Inter.

    Esemplare la finale col Real, Tagnin marcò alla perfezione Di Stefano, Facchetti
    se la vide con Amancio, un’ ala imprendibile, Burgnich andò su Gento. Ad Aristide Guarneri toccò Puskas.

    Finì, come sappiamo tutti, 3-1 per noi, Milani e due volte Mazzola batterono la gobba di Spagna, la squadra del Re e del potere, la squadra forte e quasi invincibile.

    Cuore batte tecnica.
    La fame ebbe la meglio sul ventre dilatato della omologa spagnola dei ladri.

    Nessun nerazzurro indietreggiò davanti ai gobbi spagnoli, più forti, più tecnici, più ricchi. Nessuno, nemmeno quel biondino di Tagnin, che annullo il grande Di Stefano, e con lui il Real.

    Non indietreggiò.
    Non pensò neanche una volta che in fondo Di Stefano era il più grande, se gli fosse scappato una volta, nessuno avrebbe potuto dire nulla.
    Non lo pensò, non lo disse e con ferocia e sputando sangue non lo fece muovere.

    Non mollò.
    Almeno lui.

  171. quella del miliardo fa ridere, appena è saltata fuori Suning subito “anche noi anche noi” pescando uno a caso

    oggi il dato certo,sul quale immagino nessuno dei giornalisti indipendenti e liberi pagati da Berlusconi si è soffermato,sono gli ennesimi 100 milioni di perdita con annessa contestazione dei piccoli azionisti in assemblea, ma siccome è in atto l’ennesimo tentativo di resurrezione politica questi sono dettagli sui quali è inutile soffermarsi

    • inoltre praticamente nessuno si è accorto (volutamente?) che questi sono già andati a discutere con l’Uefa a proposito del FPF come alcuni di noi anticipavano in tempi non sospetti.
      Secondo me se rientreranno in EL ci sarà da ridere.

      Ci hanno tritato le palle per mesi con sto FPF prima, durante e dopo la nostra riunione con l’Uefa… ma sulla loro situazione praticamente nessuno aveva ancora aperto bocca fino ad oggi.
      Ovvio, dopo aver occupato prime pagine e programmi tv per mesi vaneggiando sulle nostre fini apocalittiche, ora “pare brutto” sputtanarli mettendoli sul nostro stesso piano.

  172. Ragazzi non so più come dirvelo.
    Non leggete belinazzo!

    È un economista fallito che si è riciclato come servitore nel mondo del calcio.

    È talmente facile replicare alle sue affermazioni che non ne vale neanche più la pena.

    Le sue uscite hanno lo stesso pregio di una frase di biscardi, fatta la tara ai congiuntivi.

    Nell’ambiente economico vero non conta un cazzo, è considerato una barzelletta.
    Ma di qualcosa deve pur magnare anche lui.

  173. La cosa divertente è che nemmeno Agnelli arriverebbe a tanto; basti ricordare le battute al vetriolo della scorsa estate che l’ovino fece sulla trattativa con Mr.Bee

    Il punto è che i giornalai son commercianti xhe devono vendere i propri prodotti.
    La maggior parte degli acquirenti è juventina che vuol sentirsi dire che sono i migliori e gli altri merda. Poi ci sono i gonzi che devono bersi il fstto che il loro presidente è il più bravo e la loro squadra la più blasonata.
    Ebtrambi inoltre vogliono leggere male dell’inter, come pure gli interisti stessi che almeno trovano una ragione per vomitare bile.

    Belinazzo non fa altro che dare allaggente ciò che laggggente chiede.

  174. Banega ieri sera mi è piaciuto assai. Gran bel giocatore

  175. A me quello che fa specie è che sono decenni che il Milan copia quello che facciamo noi, rilanciando, tanto per far vedere che loro lo fanno meglio e che gli altri preferiscono il Milan

    Noi prendiamo Ibra, loro prendono Ibra
    Noi vogliamo Kondogbia, loro vogliono Kondogbia
    Noi vendiamo a Thohir, loro vendono a Mr Bee a un prezzo maggiore
    Noi vendiamo ai cinesi, loro vendono al cinese più ricco del mondo

    Ricorda quello che ci dicevano le mamme quando eravamo piccoli:

    “ma se loro si buttano da un ponte ti ci butti anche tu?”

  176. è la tempistica che è stupenda… fino al giorno prima NULLA, appena noi muoviamo una pedina, il giorno dopo TAC l’hanno fatto anche loro e “piùmmeglio” di noi

    dimenticavi

    Noi sanzionati dall’Uefa…..loro PURE (non ancora, ma inevitabilmente sarà così)

  177. OT, ma non tanto.
    Ma la Cairati che scrive di Inter su Repubblica ha un fatto personale con chi della Società?

    No, che altrimenti non si spiega non tanto quello che scrive (che l’avete già spiegato bene sopra) ma il COME lo scrive.
    Gronda acidità peggio di un limone acerbo.

  178. Scommettiamo che quest’estate tenteranno di prendere Simeone?

  179. buongiorno a tutti i frequentatori nerazzurri e non del blog di Settore.
    Simeone a livello caratteriale sarebbe quello che vi servirebbe in questo momento, credo farebbe quello che ha fatto Conte alla Juve nel 2011, ricompattando e dando brio ad un ambiente che sta sbandando di brutto.
    Vi dirò di più che fosse per me lo prenderei domattina per fargli allenare la Juve.
    Credo purtroppo che però, a meno che gli mettano a disposizione un po’ di denari per riorganizzare la squadra, i tempi non siano maturi e quindi vi toccherà rimanere manciniani ancora un po’.
    Un buon pomeriggio a tutti
    Piuttosto, mi interesserebbe sapere a quanti di voi piace Klopp e come lo valutate
    Buon pomeriggio a tutti.

  180. scrive Bilanisti :
    <<Perchè i rumors (o balle, decidete voi) vogliono che il proprietario di Alibaba abbia offerto 500 per il 70% (valore stimato quindi poco oltre i 700).
    Mentre la cordata made in Galatioto si ferma a 650 per tutto.<<

    ecco quello che non capisco è che noi valiamo 375 mln, loro con una perdita di 90 mln. valgono ANCORA , pare 650- 700 mln.
    Cioè vorrei capire come è possibile tutto ciò, quale appeal ha più di noi a parità di conti, tralasciando quell 'enorme minchiata sparata dal nano che parlò del famoso mld.

    • L’onda lunga del Milan pluritrionfante in Europa non si è ancora esaurita, sotto il profilo del “brand”. Se alla vittoria del 2010 avessimo fatto seguire una presenza costante tra le prime 8 d’Europa, oggi parleremmo di altre cifre (ammesso siano corrette). Noi siamo praticamente spariti nel nulla.

  181. @ Wolf, grazie per le tue analisi finanziarie sempre molto interessanti . Mi puoi spiegare questa affermazione
    <<<Se entra Suning, l’imprenditore a cui ci siamo affidati tanto fesso non è.

    1) le sue quote aumenterebbero notevolmente di valore, e si prepara il terreno per cederle interamente realizzando una plusvalenza, nel giro di qualche anno. Ci compra a poco, ci valorizza finanziariamente, ci rivende con un bel ricarico. <<

    Inoltre cercavo il post dove spiegavi il nostro bilancio, ma non l' ho trovato.

    • Le quote incrementano di valore perchè rappresentano titoli meno esposti finanziariamente (in altri termini, sono quote di una società con meno debiti, o comunque con debiti meno costosi).

      Incrementano ulteriormente di valore nel momento in cui salgono stabilmente i ricavi, e l’ingresso dei cinesi, ancora eventuale, è finalizzato proprio ai nuovi sbocchi commerciali che questi si portano dietro.

      Già solo per questo in un paio di anni le quote di thoihr varranno molto più di quando le acquisì da moratti nel 2013.

      Se a questo si aggiunge un’eventuale ingresso in champions, con annessi soldini UEFA, maggior visibilità anche in sede di marketing, accesso a giocatori forti e con appeal, il connubio di crescita economica e sportiva sale esponenzialmente.

      Raggiunto tutto ciò l’indonesiano può disimpegnarsi con una grande plusvalenza. In parole semplici, ha preso una società finanziariamente disastrata e sportivamente da ricostruire -dalla dirigenza alla rosa, passando per staff tecnico- per rivenderla una volta ripristinato il tradizionale valore, nei bilanci e in campo. Un guadagno sotto il profilo economico, ma anche di prestigio, che per un imprenditore/manager conta almeno quanto il denaro.

      E’ comunque opportuno ricordare che siamo nel campo dell’eventualità, dal closing coi cinesi al futuro rientro il CL, nonchè al fantomatico ritorno dei campioni.

      L’unico spiraglio di luce lo da il fatto che quest’anno è stato davvero l’anno 0, dopo 5 anni di transizione in cui a giugno era tutto da rifare.

      Per la prima volta ci avviamo a costruire qualcosa sopra delle fondamenta.
      L’arrivo di un socio darebbe le garanzie necessarie per crescere di anno in anno e non fermarsi qua.

  182. però aldilà di tutto, e premettendo che dopo aver venduto kovacic al real madrid tutto è possibile, in assenza di pila non vedo perché Simeone debba tornare qua, senza coppe di rilievo e senza possibilità di aspirare ai vertici in tempi brevi per giocare almeno nell’Europa che conta

    poi se a uno chiedono di una squadra precedente è ovvio che serba dei ricordi stupendi e magari un giorno bla bla bla, ma son cose che si dicono, non vedo nessun allenatore più lanciato del Cholo, tralascio per pietate i miliardi di picsels sprecati in difese assurde di uno cui i suoi stessi adoratori darebbero un calcio nel culo appena si profilo un tecnico davvero top

    da Sciarpetta a Ozymandias è un attimo

  183. Io dico che se l’anno prossimo centrassimo la qualificazione in CL e quindi entrassimo nel famoso circolo virtuoso, un pensierino di accettare la sfida di riportarci dove meritiamo il Cholo lo farebbe. Ma il presupposto è che ET abbia a quel punto il pelo di non rinnovare al Mancio e anzi di liquidarlo da “vincente”. Un po’ come il Moratti pre Mourinho…

    • messa così siamo comunque in ritardo di un anno, merito dell’Upgrade ovviamente, chiediti dove potrebbe essere Simeone tra 12 mesi

      per me prima comunque prova uno squadrone

    • tagnin, secondo me invece farebbe un’ulteriore prova con una ex grande….
      e non sono tra quelli che manderebbe via subito Mancini (non so se ne conosci qualcuno).

  184. Thad, potresti mica aggiustare l’ora senza aspettare settembre/ottobre?
    Grazie….

  185. Tutti fenomeni, nessun fenomeno.
    Simeone è all’Atletico Madrid da non so quanti anni; ha anche avuto squadre di ottimo livello. Se fosse stato da noi ed avesse perso la finale di coppa in quel modo sai come gli avremmo dato contro.
    Questo per dire che nel campo ci vanno i giocatori e che l’allenatore deve avere alle spalle una società ben salda e con ruoli ben definiti. Immaginate Simeone in questa Inter dove alla fine non si sa/si capisce bene chi comandi davvero; in cui ci sono non saprei di preciso quanti dirigenti a fare cosa. Siamo certi che in questo preciso contesto e momento storico non farebbe poi la fine che ha fatto Mihailovic dai gonzi? Qualche dubbio ce lo ho anche perchè, indipendentemente da quello che sostengono i gobbi e purtroppo qualcuno di noi, non regge il paragone con il primo Conte alla Juve considerando che a noi non sarebbe mai concesso di vincere uno scudo nello stesso modo in cui lo hanno vinto le merde (Muntari gol…..)….A voi le dovute considerazioni….

  186. E comunque a me Simeone piace ed anche molto. Ritengo sia un validissimo mister. Un uomo di campo senza dubbio. Solo che non lo vedo a gestire il tutto come sta facendo difficilmente e con errori il Mancini di questo periodo. In definitiva ben venga Simeone ma come lui stesso ha detto non ora…tra qualche anno quando magari ci sarà una guida societaria meglio definita. Per ora fratelli di fede mi tengo il Mancio…

  187. @Francesco…
    l’ambiente allo sbando lo puoi trovare sull’altra sponda di Milano, qui non è proprio come lo vogliono dipingere.

    Il discorso di Simeone sta esattamente al “Chi lo sa se un giorno si potrà tornare” di Mourihno = scordatevelo o quasi e certamente non in un Inter ancora in fase di transizione

    Con buona pace di chi lo prenderebbe a pedate oggi stesso, credo che Mancini sia il massimo a cui possiamo aspirare in questo preciso momento storico ed aggiungo che secondo me ad oggi chi chiede l’esonero di Mancini non vuole il bene dell’Inter, ma ragiona per partito preso.

    Abbiamo concesso il rinnovo ad uno che senza coppe è arrivato 5° a -18 dal terzo posto scambiando Cassano per la metà di Belfodil, pensionando senza pietà Zanetti e Cambiasso per rimpiazzarli con M’Vilà e Campagnaro sciorinando statistiche su quanti calci d’angolo abbiam battuto alla cazzo…
    non vedo perchè non dovrebbe meritarselo uno che guadagna più o meno i suoi stessi soldi arrivando quarto(?) senza coppe, facendo la miglior stagione dal 2011 ad oggi, che ha rivoltato la squadra come un calzino mandando via i Ranocchia, Obi, Johnathan per rimpiazzarli con Miranda, Perisic, Jovetic e che dopo 2 anni è riuscito a vincerne più di 2 in fila….

  188. Gibson3, personalmente mi sentirei anche di concedere a tutt’oggi al bilan un valore superiore a noi. Specialmente per acquirenti esteri e globali. Proprio per quanto diceva gus.
    Le coppe campioni e le intercontinentali degli anni ’90 hanno ancora un peso e creano un certo appeal.
    Chiarito questo, i 650-700 sono balle tanto quanto il miliardo.
    Come dicevo, se fossero offerte vere il nano non esiterebbe ad accettarle.

    C’è in effetti una ragione che potrebbe portare ad una supervalutazione (tralasciando sconcenzze quali prestanome che fanno rientrare capitali esteri).
    Ed è proprio il legame con fininvest.
    Chi compra l’Inter, si compra una squadra di calcio e basta.
    Pagare di più il bilan oggi potrebbe essere un modo per ottenere domani qualcosa dalla casa madre.

  189. Sentite Suarez che sputa sul piatto dove ha abbondantemente mangiato:
    ” …….La Juve ha un presidente con personalità, un direttore generale e un allenatore, ognuno con le sue competenze, come si faceva un tempo. E stanno andando avanti alle grande e andranno avanti ancora per anni, perché le altre squadre sono troppo indietro……Io non avrei accettato lo scudetto del 2006. Casomai lo togli alla Juve ma non lo puoi consegnare all’Inter, che è arrivata terza quell’anno. Era meglio non assegnarlo e basta. Non mi è sembrata una cosa giusta darlo all’Inter”.
    Io lo mando a fare in culo…..spero non vi offendiate….

  190. Sulle prime anch’io credevo fosse il solito pro forma

    “un giorno, mi piacerebbe, non si sa mai, sarebbe un onore, ho ricordi bellissimi, ecc.ecc.”

    che si dice, per l’appunto, tanto per dire.

    Però ho sentito l’intervista vera e propria e ha detto in maniera abbastanza diretta

    “non ho paura a dirlo, ho detto a Zanetti al telefono che un giorno tornerò a Milano, perché ho l’obiettivo di allenare l’Inter”.

    Ora, vabbè, è chiaro che le parole restano tali, però questa sicurezza mi ha lasciato un po’ spiazzato, più che altro perché in genere le cose si fanno in due e sembrava, ripeto SEMBRAVA, che potesse esserci qualcosa di concreto per il futuro.

    Ma, ribadisco, queste cose lasciano il tempo che trovano.

    Sulla questione che lascia una squadra lanciata in Champions per una che a stenta ad entrare in EL, vuol dire poco:

    lo stesso discorso si potrebbe fare per Perisic, per Kondogbia, per Miranda, per lo stesso Icardi (non venitemi a dire che non troverebbe una squadra in CL) per Handanovic

    e, forse, per lo stesso Mancini (che poi piaccia o no, è lo stesso discorso).

    In più, noi non sappiamo in che direzione andrà l’Inter nei prossimi anni, anche lo scorso anno dicevamo che non avremmo comprato nessuno e poi sono arrivati ottimi giocatori.

  191. L’Inter è il massimo per il Cholo, poiché nessuna delle 6 grandi d’Europa che ci precedono è inteteressata a lui, per motivi ambientali o di stile si gioco_ Unica alternativa è una squadra inglese di blasone inferiore al nostro_
    Io sto con Mancini, quando si sarà stancato, accogliero’ il Cholo: a proposito, di Simeone giocatore, gran giocatore, c’era qualcuno su qui che diceva che era uno scarso..

  192. @ Wolf :
    grazie per la spiegazione, in effetti non avevo capito che tutta l’operazione plusvalenza è tutta da intraprendere, e non immediata con l’ingresso dei cinesi.

    @ Bilanisti :
    <<Chiarito questo, i 650-700 sono balle tanto quanto il miliardo.
    Come dicevo, se fossero offerte vere il nano non esiterebbe ad accettarle.<<<

    grazie anche a te, ora mi è tutto più chiaro, ovvero che le solite puttane pur di compiacere il sistema, accettano queste ennesime valutazioni ad cazzum del tutto infondate. e ovviamente ci credo che il nano accetterebbe di gran carriera, come no.

  193. Quoto Este_
    Il nostro codice penale prevede il reato di inottemperanza ad ordine del Giudice, per chi non adempie ai dettami delle sentenze_ Vero che nell’Italia delle contraddizioni e delle corruzione imperante si tollerano mafia, camorra e ndrangheta, ma quando si fanno le retate, e poi i maxi  processi, i colpevoli sono reclusi e si monitora il riadattamento nella vita quotidiana laddove scarcerati, poiché la pena ha anche una funzione rieducativa_ C’è una società che si pone al di sopra di tutto, delle leggi, della costituzione, dell’etica e della morale, e nessuno fa niente per evitarlo, tranne i prodi del 2006_ Vuol dire che sta bene così_ Il 14° è il più bello, nonché il più utile: a futura et imperitura memoria_

  194. “Per ora, noi italiani, le cose, abbiamo dimostrato di capirle dopo circa 20 anni.”
    Rassegnati, amico Este, ci sono italiani che “fascisti ed antifascisti stessa roba”, gli stessi italiani che “tangentopoli è stato un complotto della magistratura comunista”, ovvero quelli che “calciopoli è la congiura di Moratti Tronchetti..”. Altro che vent’anni..

  195. Hai ragione anche tu, caro gus,
    però diciamo che il “ciclo”, in genere, tende a compiersi in 20 anni

    (mica pochi)

  196. Intanto i primavera si sono portati a casa un’altro derby.

    E, visto che parliamo di economia e gonzi, pare che l’altro giorno i piccoli azionisti del bilan abbiano messo a ferro e fuoco l’assemblea.

    • Ma come, i pompieri stanno finendo gli idranti?

      Oggi Suma, editoriale su tmw:
      “L’inter è messa peggio del milan”

      E dice che al tifoso medio la cosa non risulti perché noi abbiamo i media a coprirci e siamo una tifoseria compatta.

      Spiega poi che stiamo messi peggio perché il Berlusca è ancora in sella mentre Moratti ha ceduto da anni, il tutto in seguito alle lungimiranti cessioni del milan che ha tenuto a posto i bilanci mentre noi ci indebitavamo e basta.

      Credo che nemmeno il più gonzo dei gonzi sto giro possa abboccare, detto che più vivono nel mondo dei sogni e meglio è per noi: non sia mai che si sveglino e pretendano di tornare una roba seria

      Mitico Suma

  197. Acanfora
    Non condivido il tuo giudizio su Simeone “gran giocatore”: io lo ricordo nei due anni di permanenza all’Inter gran sgobbone a centrocampo, ma poco lucido nella visione del gioco: un Medel, addirittura meno efficace di lui nell’impostazione del gioco, che è, a mio parere una dote essenziale del grande centrocampista. Poi lo ricordo giocatore della Lazio nella partita del 5 Maggio all’Olimpico e anche in quella circostanza non mi fece una grande impressione. Furono altri, per quello che ricordo ( ma posso sbagliarmi) i giocatori nostri avversari che determinarono il risultato di quella sciagurata partita. Non avrei giocato un centesimo sulla sua fortuna di allenatore, ma , come succede a certi studenti sgobboni ma poco dotati che ritroviamo nella vita eccellenti professionisti, indubbiamente si sta rivelando un bravissimo allenatore. Credo che gli abbia giovato più l’esperienza italiana che quella spagnola. Gli spagnoli, che si considerano eredi naturali del calcio totale degli olandesi, piuttosto pasticcioni in difesa, credo gli abbiano insegnato molto poco. Quanto poi al suo ritorno all’Inter in qualità di allenatore, ritengo che la nostra potrebbe essere per lui la sede ideale, considerando il peso della nostra tradizione di gioco, perfettamente consonante con quella della sua attuale squadra. Tuttavia non credo molto agli allenatori taumaturghi (con qualche eccezione…): sono i grandi giocatori che fanno grandi le squadre , con alle spalle abili società ben inserite nel contesto globale. E non vedo, da questo lato, che cosa possiamo offrire di buono all’ottimo Simeone. Purtroppo condivido il giudizio di Suarez, escludendo la discutibile seconda parte, lui sì grandissimo giocatore in campo quanto poi modesto allenatore, sulla cui carriera io avrei volentieri scommesso, per la sua intelligenza in campo e fuori. Comunque sia, non voglio toglierti la speranza; io purtroppo sono nella fase del pessimismo della ragione, non vedo luce, e temo che l’inverno del nostro scontento durerà ancora molto tempo, ed io di tempo davanti a me non ne ho molto. Comunque auguri e chi vivrà vedrà.

  198. Buonasera Settoriani nerazzurri, Mancini dice che siamo stati i più bravi, endorsement gradito, buon primo maggio a tutti e saludos

  199. @Anonar
    a me il Cholo giocatore piaceva molto- Sapeva fare tutto, grintoso ma anche tecnico, uomo squadra, anima dell’ Inter di Simoni, tecnico cui deve tutto (lo scelse lui al Pisa)- Da noi venne da giocatore affermato, proprio dopo ottime stagioni all’Atletico Madrid- Certo non era Suarez, ma un centrocampista completo che non disdegnava assist e gol_ Che quel gol/non gol a Manchester (champions ’99) poteva far girare molte cose- In ogni caso, “de gustibus”_ Certo scarso non era-

  200. @Anonar
    Io penso che il Cholo sia il profilo giusto per tornare a far vibrare San Siro come una cosa sola tra tifosi e squadra. Ottimismo della volonta, c’è sicuramente tempo per godersi un’altra bella Inter 😉

  201. gus, ottimo commento, sono d’accordo anche io e ovviamente, pro domo mea, spero rimanga mancini

  202. Oggi tutti con Ranieri.
    O no?

  203. è la seconda volta che un mio commento è “in attesa di moderazione” e non viene pubblicato.

    qualcuno sa spiegarmi il motivo ammesso che questo non faccia la stessa fine?

  204. Le mie curiosità sociologiche circa gli ospiti non invitati sono state più o meno soddisfatte. Si confermano alcune mie idee, in primo luogo la qualità superiore di questo blog rispetto agli altri.
    In breve, su altre questioni cha hanno circolato in questi giorni, penso che sia giusto distinguere alcuni piani di discussione, che sono stati spesso confusi (e non solo qui). La b**ve è probabilmente la più forte e la meglio organizzata ed è verosimile che, nelle condizioni attuali del campionato italiano, l’avrebbe spuntata lei pur senza aiuti. Però è altrettanto evidente che il campionato è stata influenzato da molti episodi a suo favore: basta ricordare il derby di ritorno con il Toro. Tutto questo mi fa respirare ancora l’aria pre-Calciopoli e, francamente, è una bella rottura di palle. Ed è molto italica: in un paese in cui il calcio riflette politica e società, il disgusto è inevitabile, così come la voglia di mandare tutto cumulativamente giù per il cesso.
    In secondo luogo, il fatto di non essere fortissimi (e l’Inter non è fortissima: se arriviamo in CL è già tanto) non impedisce a nessuno di denunciare le malefatte degli altri. Qui Este e altri sono stati abbastanza chiari, ma mi pare giusto ribadirlo, perché una serena consapevolezza va bene, ma l’autolesionismo è un atteggiamento malato.
    Nel frattempo il Milan inchioda sul 3-3 il Real Frosinone.

  205. PS Il Cholo era un signor giocatore.

  206. “Ma l’Inter è messa peggio” cit

  207. dico la mia su Simeone giocatore a me piaceva un sacco correva lottava e all’occorrenza faceva anche gol (ricordo pure una doppietta in un derby) più che a Medel io lo paragonerei a un Cambiasso un po’ meno tattico ma più grintoso era un giocatore che rappresentava l’anima della squadra infatti Lippi appena arrivato lo ha mandato via con Bergomi e Pagliuca (credo che fosse stato x lui avrebbe mandato via anche Ronaldo)

  208. Ma infatti il punto è proprio quello che sottolinea JGM. Il fatto che la nostra Inter non sia competitiva non impedisce di sottolineare le malefatte gobbentus. Lo ribadisco, questo campionato ha evidenziato la restaurazione pre Calciopoli. A parte gli episodi eclatanti a favore dei gobbi ( Torino e Fiorentina su tutti) è stata la conduzione arbitrale di numerose partite in cui sono stati tollerati atteggiamenti dei calciatori juventini che per altre squadre non sarebbero mai ammessi; giocatori che avrebbero dovuto essere espulsi nemmeno ammoniti. Ma di che parliamo via. ……si dice : ok sono forti ed avrebbero comunque vinto…ed io non accetto questo perché le partite si reggono su episodi e in questo campionato sono stati determinati pro gobbi proprio perché nei momenti topici la classe arbitrale ha impedito la competizione e non contro di noi LO RIBADISCO ma contro il Napoli, per cui non nutro nemmeno sta simpatia……

  209. e tanto per cambiare un inizio a spron battuto
    grinta e precisione
    tasso tecnico elevato e
    e quindi gol inevitabile…

    siamo una squadra fortissimi

  210. Bene anche questa, sera abbiamo compiuto la buona azione quotidiana;il redivivo Klose ha segnato.Siamo una specie di “Caritas calcistica”!!!!

  211. Per adesso c’è da vergognarsi.

  212. E sempre Klose.

  213. fine p.t.= chi se la prende oggi con Mancini e’ in malafede. Stiamo anche bene, l’ultima azione meritava il gol, ma purtroppo facciamo troppi errori tecnici/individuali- Dalle svirgolate di Murillo, ai tempi di gioco ritardati di Kondo, agli inutili tacchetti in ic. Pessimi JoJo e Icardi, incapaci di fare uno scambio che uno- Comunque non dispero.

  214. Basta,me ne vado a dormire, sembrano 11 pellegrini arrivati a Roma per il Giubileo.
    Simeone e una dirigenza adeguata SUBITO!!!!!!!!

  215. speriamo secondo tempo….

  216. ora non vorrei fare il vittimista rosicone ma possibile che una Lazio praticamente senza obiettivi che ha fatto schifo o quasi tutto il campionato con noi deve fare dei partitoni sia all’andata sia stasera? poi x carità noi ci mettiamo sempre del nostro ma insomma se queste squadre giocassero così anche con gli altri … va beh pensiamo positivo e vediamo se nel secondo tempo …

  217. Altro che malafede,
    Perisic a sinistra, poi a destra, poi a sinistra, poi a destra, poi al centro, poi di nuovo a sinistra, ma con scappellamento a destra.
    Brozovic avanti, poi dietro, poi a destra, poi a sinistra…

    A due partite e mezzo dalla fine è inaccettabile.

    Ci sarebbero gli estremi per l’esonero per giusta causa, se non fosse che davvero non vedo alternative valide.

  218. Vabbè, era per il commento precedente…

  219. Volevo dire che sono d’accordo su tutto quello che hai scritto nel commento precedente.

  220. comunque
    ennesima figura di merda
    ennesima partita ridicola

    ma , mi raccomando
    da domani ricordiamoci che questo campionato è
    falsato dal complotto gobbo giudaico masso plutartico

    e quindi non conta nulla
    neanche la nostra ennedima figura di merda

  221. Poi quelli che dicono che “quest’anno abbiamo messo le basi” vorrei capire le basi per cosa. Un intero campionato a ripetere le stesse, mediocri prestazioni. In difesa. A centrocampo. Sulle fasce. Davanti. Eh, ma è colpa degli interpreti, tutti errori individuali, abbiamo sempre il possesso palla. Bene così, cambiamone 7-8 anche quest’estate.

    • le basi le avrà anche messe ma putroppo non c’è verso che si dedichi una buona volta al baseball

      per fortuna g’è il gombloddone, valà, ad esempio, è innegabile che il rigore regalato al milan ci abbia parecchio condizionati

  222. Siamo sempre lì. Alternative non se ne vedono ma che il lavoro dell’allenatore sia completamente fallito (o assente) non lo può negare nessuno. Giochiamo sempre ad una velocità che è la metà dei ns avversari e ciò è dovuto al fatto che dobbiamo sempre aspettare per vedere quello che succede (parlo del giocatore in possesso). Non esiste una trama veloce fatta secondo uno schema che si suppone provato e riprovato. Solo iniziative individuali o cross a casaccio. Se appena appena ci pressano andiamo in confusione perchè non esistono linee di passaggio utili.
    Sono più deluso che incazzato. Non ne vale la pena…

  223. Si giocava contro una Lazio demotivata, fuori da tutto, senza la propria curva, da poco affidata ad un Simone Inzaghi qualsiasi… poteva, anzi doveva essere una prova di maturità per noi…

    Invece è venuta fuori una partita davvero brutta, che più brutta non si può… le basi per la prossima stagione sgretolate in 90′ di nulla…

    Molto male anche Miranda-Murillo, appunto una delle poche certezze di stagione…

    Riesumato Klose

  224. MURILLO 4,5 – Esce in ritardo e perde il contrasto che porta Klose a tu per tu con Handanovic, poi liscia un pallone drammatico nella sua area di rigore. L’apice della negatività arriva nel finale, quando dopo essere stato ammonito si fa saltare secco da Keita e lo stende in area: rigore e secondo giallo, con tanti saluti per tutti.

    Non aggiungo altro…

  225. Ah, sei tornato, mi fa piacere. Cmq stasera nessuno ti darà torto.

  226. io ho visto che i giocatori della Lazio hanno giocato meglio dei nostri, e parlo di tecnica= controllo, passaggio, dribbling, tiro-
    mancini le ha provate tutte= murillo, dopo averci provato per tutta la partita, e’ infine riuscito a farsi cacciare e a regalare il rigore. Keita palla al piede non lo prendevano mai- Ha tentato di mettere forze fresche alla fine, eder e palacio, che non ne hanno azzeccata una- per me oggi non si e’ perso per il mancio, punto.

  227. Ho gia’ scritto,troppi ****ic in squadra,ne basta uno (perisic),per il resto questi sono gia’ in vacanza,come succede a tutte le squadre italiane quando non c’e’ piu’ nulla da raggiungere.
    E comunque, anche questo ho gia’ scritto, SQUADRA SENZA ANIMA………
    Sarebbero persino capaci di perdere il 4° posto, se gli antagonisti non fossero come noi.
    Amiamola a prescindere , ma che questo strazio finisca presto.

  228. roba da vergognarsi… manco la voglia di chiudere degnamente.
    Ci siam fatti fottere dal’ennesima squadraccia senza niente da chiedere al campionato

    Nei primi minuti abbiamo avuto tutte le risposte alle nostre domande… Medel che incespica e innesca un contropiede, D’Ambrosio e Nagatomo che rispettivamente nella stessa azione tirano una scorreggia e centrano un avversario nel tentativo di mettere un cross in area e la puntuale inculata presa al primo cenno di vita dell’avversario.

    Kondo l’unico che si è salvato, Jovetic imbarazzante (lo stesso che veniva richiesto a gran voce quando è stato escluso), Palacio che entra con infradito e costume e innesca 2 ripartenze (la seconda letale) con i primi 2 paloni toccati….stavolta non sono servite nemmeno le sostituzioni prima del ’70

    Siam questi, gente di fenomeni per una notte, ma che la volta successiva fa cappelle inspiegabili….tipo Murillo nel finale.
    Questo finale di stagione sta facendo decisamente diminuire il rammarico per la serie di punti buttati nel cesso in quei 2 mesi, visto che anche dopo non siamo stati poi tanto meglio.

  229. – per me oggi non si e’ perso per il mancio, punto.

    Ah, no?

  230. Non riesco a spiegarmi come si fa a perdere con una squadra del genere. Ma meritiamo proprio questo? Intendo noi tifosi

  231. murillo è cordoba 2.0

    ma alla fine, cosa cambia?
    la cosa deludente è che alla fine di un campionato non hai una squadra dalla quale puoi partire con certezza.
    impressionante come corrano piano e come ancora oggi non ci sia un gioco.

    jojo, ljalic, brozovic e in parte perisic
    tutti slavi
    e come tutti gli slavi
    grandi potenzialità, grande talento
    ma sempre sempre grande discontinuità e indolenza

    con loro temo che non si vada da nessuna parte

    il milan degli anni 90 aveva savicevic che chiamvano il genio
    ma poteva stare in quella squadra perchè aveva di fianco dei giocatori fortissimi che quando non giocava – e non giocava un sacco di volte- coprivano la sua indolenza.

    • Concordo perfettamente,l’ho gia’ sostenuto in questo forum.
      Eppure,con altri intorno, perisic lo terrei.
      Amiamola a prescindere

  232. ci mancherebbe,prima di dar via perisic (ieri il migliore,almeno uno con l’idea precisa del tirare in porta)i problemi da risolvere sono ben altri

    mi piace molto meno brozovic ma è comunque un discorso simile