Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

La sera dei distinguo

Nella serata dei distinguo – Mourinho dio, Ronaldo uomo di merda – bisogna farne uno in più: quella con la Samp era una partita pericolosa ma non seria. Non seria perchè la Samp, reduce da una striscia davvero demmerda (9 punti nelle ultime 14 partite), è da un paio di mesi almeno la peggior squadra del campionato. Pericolosa, appunto, proprio per questo: perchè scialare punti anche con la Samp, con questa Samp, poteva essere il colpo di grazia.

Non è accaduto. Oddio, finchè D’Ambrosio non l’ha messa non c’è stato modo di stare tranquilli un nanosecondo, ma poi tutto si è sistemato. E quindi facciamone un altro, di distinguo: dal punto di vista tecnico una vittoria che vale un emerito cazzo (si giocava contro una squadra che schierava contemporaneamente Alvarez, Ranocchia e Dodò), dal punto di vista emozionale una vittoria che vale abbastanza, o forse parecchio. Se non altro, per una domenica non saremo lì col pallottoliere a fare il conto dei punti che recuperano le altre.

No, ecco, perchè vincere è meglio che pareggiare o perdere. Segnare tre gol è meglio che prenderne tre. Non perdere terreno è meglio che sprofondare. Tocca ricordare questi semplici concetti base ai nostri beniamini dopo due mesi trascorsi a fare la Sampdoria più che l’Inter. Adesso abbiamo due partite con i gobbi. Ah, se invece di calcio fosse podismo. È come allenarsi in salita per poi tornare sul piano: in teoria, comunque vada l’allenamento, dopo dovresti andare un po’ più forte.

E andare un po’ più forte è la sola cosa che ci serve nei tre mesi che restano. Ormai chi c’è c’è, e quel che siamo siamo. Equivoci e dubbi ce li terremo fino a maggio. Diciamo che si noteranno meno facendo qualche gol in più e, senza avere l’impressione di sprecarci troppo, tirando fuori i coglioni, almeno un po’.

image

share on facebook share on twitter

396 commenti

  1. Ancora primo. Forza inter

  2. La “prima” di Mou al Meazza dopo l’addio ha portato bene. Giochiamo sempre un po’ di merda diciamocelo serenamente, almeno stavolta ha girato tutto nel verso giusto. Il rigore per la Samp era sacrosanto. Ranocchia ha quasi provato a segnare per ben due volte ma poi ci ha regalato il terzo gol. Il ritiro in ogni caso pare aver sortito qualche positivo effetto psicologico ma è indubbio che vincere è ciò che aiuta di più. E ora la Juve. Due volte di seguito. Ve la fareste una vecchia signora due volte di fila? Io volentieri…

  3. Secondo me stiamo provando a battere il record mondiale di gol subiti negli ultimi 5 minuti

  4. Una delle serate più amare della storia dell’Inter_ Volgarmente insultato Ronaldo, il piu’ grande giocatore della storia dell’Inter,da una curva di imbecilli ignoranti e incompetenti: fischi cha fanno il paio con quelli a Moratti e Cambiasso_ Sputare sulla propria storia è lo sport ufficiale della cd curva organizzata_ Mi auguro li scoglimento della curva Nord nel più breve tempo possibile_

    • povero ronaldo scappato nella notte come un ladro e che ci sbeffeggio’ quando segnò nel derby. non ero in curva ma ho cantato anche io. e lo rifarei ogni vokta che torna

    • Ho già espresso ampiamente il motivo della mia poca simpatia vs “el gordo parte seconda” ma, mi dissocio da quel gruppo di idioti che lo hanno insultato per gran parte della partita.
      Per non parlare poi dello striscione contro il Napoli…
      Vergognosi all’inverosimile!

    • D’accordissimo con Acanfora.

      Certa gente si merita Marco Ferrante al centro dell’attacco per 20 stagioni consecutive in modo da apprezzarne la fedeltà.

    • Per me Ronaldo, il fenomeno, è morto. Infatti, non capisco tutta questa importanza che gli hanno riservato. Se cantavano “Josè mourinho lalala” per 90 minuti più recupero c’avrebbero/c’avremmo fatto una figura decisamente migliore.

  5. Da la partita di ieri se ne deduce che il mancio può rimanere l’allenatore più pagato della serie A senza affannarsi nella ricerca di effetti speciali, il tanto vecchio 4-4-2 con i giusti interpreti di questi tempi va più che bene. Secondo non è vero che il presidente “filippino” quando assiste la partita dalla tribuna porta sfiga! Terzo visto che è attualmente disoccupato invitiamo più spesso Mourinho.

  6. Contentissimo non tanto per la vittoria, quanto per quel pagliaccio di Ferrero. Spero vada in B e fallisca (non me ne vogliano i tifosi della Samp, nulla contro di loro), mi dà il voltastomaco, non fa ridere nessuno, si è creato un personaggio disgustoso. Vai in malora Ferrero, te lo meriti più di chiunque altro.

  7. Ho dedicato il mio amore sportivo ad una squadra con le strisce verticali nero azzurre, preferibilmente medio larghe. Ai suoi eroi: ai Boninsegna, Mazzola, Facchetti, Altobelli, Rummenigge, Matthaeus, Ronaldo, Etoo, Milito, Cambiasso, Prisco, Moratti, Mancini_ Ma è un sentire non più condiviso, è un ambiente altro rispetto al mio sentire, dove io non mi riconosco_ È cosa diversa dalla mia Inter, e non credo che con questi presupposti, questo nuovo sodalizio vi possa minimamente avvicinarsi_ Magari un giorno risentiro’ strillare dalla stadio l’urlo “Inter,Inter” e cambiero’ idea: difficile che accada, visto che ormai là tutto si fa tranne che tifare per l’Inter_ Grazie ai curvaioli per la figura di merda interplanetaria che ci hanno regalato ieri_ Il giocatore più forte del mondo, quale che sia o sara’, si ricorderà del trattamento riservato al suo predecessore Fenomenale: un nuovo Ronaldo non ci sarà più, si guarderà bene dall’arrivare in un simile ambientino_

    • Nel 2002 i tifosi del Barcellona lanciarono in campo una testa di maiale a Figo, “colpevole” di aver accettato di vestire la maglia del Real. Non mi pare che quell’episodio abbia scoraggiato in seguito i campioni dall’andare a giocare nel Barca. Quindi di che cosa stiamo parlando? Ieri Ronaldo ha avuto esattamente quel che si meritava. L’abbiamo idolatrato, coccolato e curato per anni, rimettendolo in piedi dopo due infortuni devastanti, e lui prima è scappato come un ladro a Madrid, poi è tornato per vestire la maglia color sangue nelle feci, ci ha segnato in un derby e ha esultato con le mani sulle orecchie. Si può a volte dissentire con il linguaggio e i modi della curva, ma nel merito stavolta ha avuto ragione da vendere.

    • certo, messi non viene per quello!!!

  8. Acanfora, praticamente il messaggio sarebbe che i grandi giocatori possono tranquillamente evitare di rispettare la società in cui giocano e i tifosi che li seguono,

    perché sono forti punto e fanno ciò che gli pare.

    Il che, è un mezzo schiaffo a chi l’Inter l’ha rispettata per davvero, come Zanetti, Cambiasso, Facchetti e così via, che l’Inter l’hanno sempre, dico sempre, onorata con il lavoro, il professionismo e l’attaccamento alla maglia.

    Sono quei giocatori che, sai, ti ricordano che il calcio si gioca in 11, e che se altri possono fare i fenomeni, oltre ad un maggior talento che nessuno qui sta negando, è anche grazie ai km percorsi da quelli dietro.

    Un certo Lionel Messi, probabilmente il giocatore più forte di tutti i tempi, dopo Maradona, che al Barcellona ha regalato coppe e premi,

    ad ogni intervista non manca mai di ricordare che il Barcellona l’ha curato ed ha investito su di lui quando era un ragazzino malaticcio.
    Il nostro, invece, si è fatto rimettere a nuovo il ginocchio da noi, per poi far cogliere i frutti al Real Madrid

    (trova le differenze)

    e non vale neanche il discorso che il ginocchio se lo sia rotto da noi, non sta in piedi, l’infortunio può far parte della carriera di un calciatore, fa parte del gioco, diciamo così,

    e non è che Ronaldo fosse venuto da noi per farci un favore o un regalo,
    veniva regolarmente e profumatamente pagato

    (anche quando era a casa a curarsi).

    E come se non bastasse ce lo ritroviamo con la casacca del Milan a fare il gesto delle orecchie dopo un gol nel derby,

    senza pensare che, in mezzo alla folla fischiante, c’era quello che lui chiama il “papà milanese” (sic) che forse non meritava quella presa per il culo.

    Detto questo, sono distante anni luce dagli atteggiamenti della curva, ed in questo caso forse avrei adottato un assordante silenzio.

  9. Posso comprendere rancore e rabbia, ma sono passati tanti anni e già i fischietti di quel derby potevano bastare_ Per me è stata una occasione persa per ricucire uno stappo con il giocatore che più di ogni altro ha fatto sognare Inter nel mondo: a tutto concedere potevano benissimo fare arrivare il messaggio di contestazione in altro modo_ Invece no, solo volgarità_

  10. da brividi leggere che uno ci dovrebbe essere riconoscente perchè, GIOCANDO PER NOI, si è rotto lo stesso ginocchio due volte rischiando la sua carriera, perchè bisogna ricordarlo, dopo la seconda rottura dei legamenti in pochi scommettevano sul suo ritorno in campo.

    un conto è dirlo per Kanu che abbiamo comprato con una disfunzione cardiaca e che Moratti, invece di rimandarlo al mittente, fece curare a spese dell’Inter, ma dirlo per uno che si spacca le ginocchia giocando per noi e non a sciare è il colmo, in quanto è del tutto logico e normale fare curare un giocatore che si infortuna, lo fanno per tutti mica solo per Ronaldo e nessuno deve essere riconoscente alla società che lo fa curare perchè lei lo fa curare per tutelare i propri interessi principalmente.

    la delusione che abbiamo avuto tutti nel 2002 l’ha avuta anche lui e lo si è visto in diretta, comprensibile la sua volontà di girare pagina visto quello che ha passato con noi.

    di sicuro non è stato uno come Facchetti o Zanetti, ma non per questo sfanculiamo tutti gli altri che non sono diventati delle icone e nemmeno abbiamo sfanculato a suo tempo i vari Bonimba e C. che hanno cambiato casacca.

    se si pensa che i fischi poi sono venuti dalla curva, quella che per salutare l’addio di Moratti ha esposto quel suo bello striscione stiamo freschi.

    per dire da chi viene l’insegnamento a comportarsi con riconoscenza…

    • Ronaldo è stato sfanculato proprio perché è Ronaldo, con tutto quello che ha rappresentato per l’Inter e per gli interisti. Nessuno si sognerebbe di inscenare una contestazione ad hoc per Cristian Brocchi, rinfacciandogli di essere passato sull’altra sponda.
      Quanto a Boninsegna, quando Fraizzoli gli comunicò di averlo ceduto alla juve, lui diede letteralmente di matto, replicando «presidente, alla juve ci andrà lei». Poi, all’epoca sappiamo bene che i calciatori non avevano il potere contrattuale che hanno adesso, in pratica andavano dove li spedivano, e quindi alla fine dovette comunque prendere la strada di torino. Ma il paragone con il gordo infamone mi pare forzato.

  11. La curva non può essere elegante nei modi, di curve eleganti non me ricordo in nessun angolo del mondo.
    Il calcio è uno sport popolare e il tifo organizzato è l’espressione più popolare del tifo. Si fischia alla Scala non vedo perché non si possa fischiare a San Siro.
    Ronaldo è stato amato ma ci ha tradito, tutti e male.

    Io NON dimentico e NON perdono.

    Tu forse hai sbagliato sport.

    • Quoto ogni parola. Spazi e virgole compresi.

    • rinfacciare a uno che lo abbiamo curato perchè si è rotto due volte le ginocchia giocando per noi oltre che ad essere il colmo è di una meschineria che rasenta il ridicolo se solo ci fosse da ridere pensando al suo ginocchio martoriato.

      qualcuno ha una pallida idea di quello che ha sofferto spaccandoselo due volte? mai rotto niente? mai stati in un ospedale per qualche operazione e dovere dipendere da tutti solo per pisciare?

      per non parlare di cosa significhi fare la riabilitazione.

      e qualcuno osa rinfacciargli tutto questo?

      ma siamo scemi???

      ci ha tradito??? ok, odiatelo per questo, ma non tirate in ballo altro, anche se ci sarebbe, perchè non si può ricordare solo il male che ci avrebbe fatto (quale poi, un gol in un derby che noi abbiamo vinto?) e dimenticarsi tutte le gioie che ci ha dato con i suoi fantastici gol, oltre ad un paio di scudi che avremmo vinto sopratutto per merito suo, che ci hanno fregato.

    • Tu Robby che pensi di aver azzeccato sport perché così fan tutti, perché nel calcio girà così.. forse sei tu ad aver sbagliato non sport , ma proprio il modo di vivere lo sport.

  12. Mio figlio sta crescendo e quando andiamo a vedere l’Inter insieme mi costringe ad andare dai curvaioli. Alla fine della partita la domanda è sempre la stessa: papà perché tifavamo solo noi?_ Grazie per alcune belle coreografie, per il resto molto più un danno che una risorsa_
    La storia racconta che la partita in cui il tifo interista è stato più fragoroso, davvero 12° uomo in campo, è INTER_Liverpool 3_1 del 1965_ La curva nord non esisteva_

  13. Le cure, sia fisiche che “morali”, dell’Inter a Ronaldo, sono andate oltre il normale rapporto società-calciatore, e questo non lo dico io, ma lo dice lo stesso Ronaldo.

    Il fatto che si sia infortunato da noi non significa nulla, potevamo tranquillamente venderlo al secondo infortunio, e risparmiarci un anno con un giocatore strapagato ai box,

    tanto un giocatore come lui, uno che lo compra lo trovi.

    E invece, ed è storia nota, confermata dallo stesso giocatore, l’Inter andò oltre, scegliete voi il perché, se per particolare umanità o per il valore tecnico ed economico del giocatore

    lo lascio al vostro tasso di cinismo.

    Rimane che quando era di nuovo pronto chiese di andarsene per attriti con l’allenatore e noi, per contratto, avremmo potuto anche trattenerlo

    perché i contratti si rispettano da ambo le parti, e se l’Inter ha onorato il suo anche oltre il dovuto, prestandogli non cure nella normale diligenza richiesta, ma le migliori del mondo

    lui invece ha scelto di non portare a termine l’accordo che aveva con noi.

    Il resto sono balle tanto per fare polemica.

  14. Vorrei far riflettere tutti sull’ Inter attuale: il post di Sector, non è affatto banale. Il mercato di gennaio è terminato, questi siamo e questi rimaniamo. Fino a giugno. Facciamo il massimo possibile. Perché se non arriviamo almeno quinti (quindi almeno in EL) è un altro anno buttato via. C’è poco da fare gli schizzinosi. Fuori i coglioni. Tutti uniti. Giocatori e tifosi. A giugno si fa i conti.
    Capitolo Ronaldo e Mou.
    Mou con noi ha vinto tutto (non ho detto volutamente “ci ha fatto vincere tutto”). E’ ANCHE grazie a lui che abbiamo vinto. Lui è sicuramente l’artefice principale. Ma non l’unico. Ed ha un pregio enorme: si è sempre battuto per noi, sempre. Meraviglioso il suo discorso (verissimo) sulla prostituzione intellettuale.
    Ronaldo è Ronaldo. Il Fenomeno. Ci ha traditi? Si. Ci ha traditi addirittura con il bilan? Si. Ma è Ronaldo. Con lui ho sognato. Forse il più grande giocatore mai esistito. Sicuramente lo sarebbe stato senza gli infortuni. Gigi Simoni non ha dubbi. Il numero UNO. E Gigi Simoni è un uomo che ha attraversato da protagonista 61 anni di calcio. Ha giocato contro la Grande Inter. Era amico fraterno di Giacinto Facchetti. Giacinto Magno. Per Ronaldo, non mi vergogno, piansi la sera dell’Olimpico in cui si ruppe il ginocchio per a seconda volta. Dico la mia: non lo avrei offeso. Mai.

  15. Ragazzi ma di cosa parliamo? Era il figlio dell’ Inter, il figlio di Moratti. Non lo abbiamo solo curato, lo abbiamo amato, tanto e, parlo per me, come nessun altro.

    Ricordo la festa per il suo ritorno in un Inter Lecce con la curva in verdeoro.

    Ahimè ricordo la fuga, il ritorno con la maglia zozzonera, il gol, le orecchie…. il gesto di Moratti.

    È come nella vita, c’è chi al tradimento reagisce con rabbia e chi fa finta di niente.

    Contenti voi!

  16. Corso, pure Totti si è rotto giocando nella Roma, ma mica per questo è passato alla Lazio e si è messo a perculare la Sud dopo averle segnato nel derby. Pure Del Piero è stato fuori nove mesi dopo essersi spaccato a Udine, ma è rimasto alla juve anche in b. Quindi che c’entra? Loro in ospedale non facevano fatica a pisciare? Loro non hanno dovuto fare riabilitazione?
    Nessuno (non io almeno) rinfaccia a Ronaldo le cure ricevute. Era però lecito pensare che quelle cure, quel non averlo mai messo in discussione, quell’attesa fiduciosa di un suo ritorno in campo, avvessero almeno in qualche modo cementato un legame speciale tra lui e gli interisti. Legame che invece, evidentemente, esisteva solo per una delle due parti. Proprio quella che, alla luce di ciò che è successo dopo, si è sentita (giustamente) tradita.

  17. In tutta onestà: con Ronaldo abbiamo fatto alcune delle partite migliori che io ricordi. Molto bene: era stato pagato profumatamente per questo. Poi si è fatto male: è stato ben curato, due volte, dalla società. Poi se n’è andato al Real, perché il richiamo del Real è irresistibile: va bene (Zanetti però ha resistito). Poi è tornato a Milano, dalla parte sbagliata, ha segnato in un derby (che poi ha perso) e si è messo a fare il coglione. Allora: questa è la carriera di un “professionista” del calcio, non particolarmente dotato di buon gusto, e non certo quella di una bandiera dell’Inter, o di un modello etico di qualche genere.
    Io sono d’accordo con Este. Mi dispiace che la curva non tifi per sostenere la squadra, ma Ronaldo preferisco non vederlo a San Siro.
    E un’altra cosa: se anche il gordo è stato sommerso di fischi, credo che basterebbe una carriola di milioni per portare all’Inter più di un fuoriclasse. Quella non è gente che si spaventa di ciò che potrebbe succedere una volta che cambiasse squadra.
    E infine: quasi mi spiace di avere scritto questo post. Chi se ne fotte di Ronaldo? Quello è passato remoto. I problemi del presente sono altri. Purtroppo.

  18. Mi spiace x Acanfora ma su Ronaldo sono d’accordissimo con Estecambiasso e altri che hanno ricordato il suo, diciamo così, scarso attaccamento alla maglia … fra l’altro non ho mai capito che diavolo gli aveva fatto Cuper, cmq al limite andare al Real Madrid ci poteva stare, andare al milan e fare quello che ha fatto no, se non gliene fregava niente di noi tifosotti scemi almeno a Moratti un po’ di rispetto e di riconoscenza glielo doveva … grande grandissimo giocatore sicuramente anch’io ho ancora negli occhi la sua prima stagione con noi, ma come persona lasciamo perdere

  19. Probabilmente non l’avrei offeso nemmeno io, l’avrei ignorato e basta, cori per Mou e stop.
    Offendere Ronaldo ora che non gioca più da un pezzo non ha molto senso ed è stato di cattivo gusto…l’abbiamo insultato in occasione di quel famoso derby e la cosa doveva finire lì.
    Ronaldo mi ha fatto sognare, è stato un vanto per tutti gli interisti avere il giocatore più forte al mondo, ma non lo perdonerò mai per come ci ha voltato le spalle senza mostrare un minimo di riconoscenza, non tanto ai tifosi quanto a Moratti che non ha nemmeno citato dopo la finale mondiale, ha ringraziato chiunque, forse anche la sua ex baby-sitter, ma nemmeno un cenno alla società che quel giorno ancora lo stipendiava ed a quel presidente che gli ha dato TUTTO.

    Rimane quel che ho sempre pensato, giocatore immenso in un piccolo uomo

  20. preciso che nemmeno io sono stato contento quando ho saputo che dopo il real avrebbe giocato per i gonzi.

    ma quando l’ho visto, ingrassato e con quella ridicola capigliatura ho provato più pena che altro ed ho capito perchè avesse accettato quell’ingaggio, per lui era l’ultima spiaggia e non voleva accettare l’idea di essere un giocatore finito.

    poi, se lo ha perdonato Moratti…

    comunque ognuno faccia quello che gli pare, ma non venga a giustificare il suo odio perchè lo abbiamo curato quando si è infortunato e lui per questo non ci avrebbe dovuto tradire mai, è una cosa risibile senza senso, non è che si è fatto male apposta per stare fermo un anno e mezzo, eh?

  21. Marco D. 12.04, ti quoto per la parte sul vero Bobo, Boninsegna_

  22. dai la cosa dell’infortunio è ridicola, l’infortunio fa parte dei rischi (anzi l’unico rischio) del mestiere. Allora Strootman? Giuseppe Rossi? Così come tanti altri…
    si potrebbe piuttosto discutere su CHI ha deciso di rimandarlo in campo dopo così poco tempo in una partita di coppa Italia per quei 5 minuti maledetti!

    Ma non è quello il punto, si è comportato male, è stato insultato a suo tempo e fine….altrimenti iniziamo ad insultare tutti i grandi giocatori della nostra storia anche dopo che si sono ritirati e vediamo quanti sono quelli che restano con “lo smoking bianco”… io non riesco nemmeno ad insultare Vieri, non ce la faccio proprio

    i personaggi da insultare fino alla fine dei loro giorni sono altri… i Cannavaro, i Muntari, i Lippi, Gasperini, Tardelli, Benitez o la valanga di mercenari passati negli anni che hanno solo sputato sui nostri colori senza darci nulla in cambio.

    • Chi lo mandò al macello contro la Lazio?Proprio il magnifico allenatore lippi, amico della curva_ A lui si che si dara ‘ riconoscenza_

  23. C’è chi al tradimento reagisce con rabbia, chi fa finta di nulla e chi reagisce con classe: perdonando. non offenderò mai Ronaldo. Mai. Nel mio ricordo resta il Fenomeno. Se qualcuno di Voi, si unisce a chi offende, è una scelta che non condivido. Altobelli, andò a giocare nella rube. Quando tornò a San Siro, c’ero. E fui fra coloro che si alzarono ed applaudirono. Non fra coloro che offesero. Sono comunque d’accordo con Voi, nel dire che l’amore che i tifosi dell’Inter riservarono al fenomeno, meritasse maggior attaccamento alla maglia. Così non è stato. Pazienza. Ma se Ronaldo si è comportato male, ciò non implica, che a mia volta debba comportarmi male. Nel mio cuore, rimarranno i suoi gol. La stagione ’97-98, quella dello scudetto che ci spettava e che ci fu rubato. Quella della Coppa Uefa. Le sue accelerazioni. I suoi dribbling, il suo sorriso all’epoca ancora innocente. La migliore stagione di Ronaldo calciatore. Prodezze tecniche che potevano essere apprezzate solo al rallentatore. Nessun tradimento, potrà mai cancellare queste cose. Almeno per me. Mi ricorderò sempre quello che disse dopo il famoso rigore. Quelle parole, sì, mi ricorderò.

  24. di sicuro, al di là delle posizioni di adesso, è che è stato uno dei più amati da noi tifosi, e può anche essere che quelli che adesso non lo possono perdonare siano anche quelli che a suo tempo lo abbiano amato più degli altri.

    chi lo sa, l’unica cosa sicura è che come giocatore è stato veramente un Fenomeno e su questo non credo ci siano dubbi, Fenomeno che ha giocato per noi e anche se non ha dimostrato questo gran attaccamento alla nostra maglia ci ha fatto godere lo stesso e per me è l’unica cosa che conta perchè Zanetti, che stimo come giocatore e come persona, non mi ha mai preso il cuore come lui, lo stesso Facchetti a suo tempo come giocatore era solo uno dell’Inter, nel cuore avevo Corso e solo lui, pur che in campo non ha mai dato l’impressione di dannarsi più di tanto, al contrario di Suarez e di tutti gli altri.

    de gustibus…

  25. É bastato averLo in tribuna per vincere. Figuriamoci ad averLo in panca.
    Battute a parte, la partita l’ho persa. Qualche commento?
    Qualche spunto interessante? L’ennesimo scempio?
    Ditemi qualcosa.

  26. Ciao Thad, ok.

  27. Ho visto Ronaldo dal vivo a San Siro e gli ho visto fare cose che voi umani non potete immaginare (cit.)

    Ci rimasi male per il suo ritorno al BBilan e per il gesto dopo il gol nel derby, però ieri sera non l’avrei offeso, semplicemente l’avrei ignorato…

    Preferisco ricordare il giardinero Cruz che in quel derby si alzò dalla panchina e dopo soli 11 secondi infilò il pari, sfiorò la doppietta con un incredibile colpo di tacco per poi fornire l’assist della vittoria a Ibra…

    Appena rivisto su Youtube… il giardinerooooooooooooo!!!

  28. X Alessandro delle 18:29_ Memorabile e meravigliosa nottata di rimonta 5_1 contro il Groningen, per l’Inter di Hansi Muller, del compianto Ludo Coek, Beck e Spillo_ Ma si giocò a Bari_ Per quel meraviglioso tripudio di colori e cori neroazzurri dobbiamo ringraziare gli interisti meridionali, non certo la curva nord_

  29. Posso dire né con Ronaldo né con la curva nord?
    Ecco, lo dico.

    Naturalmente su Ronaldo avete detto tutto voi, e stavolta sono d’accordo con este: i contratti si rispettano anche se sei Ronaldo!
    Ma soprattutto non fuggi come un ladro di notte, lasciando un ambiente che ti aveva letteralmente amato, aspettato, sofferto, forse come nessun altro calciatore in tutta la storia dell’Inter.
    Anzi senza forse.

    Anche se comprendo che, dopo il famoso 5 maggio, molto si era rotto in quella sfortunata e disgraziata squadra.

  30. Ronaldo ha deluso noi tifosi perche è stato il più amato…..è fuggito come un ladro. Punto. Detto.questo.come si dice gli uomini passano e l’ Inter resta quindi ad oggi grazie a Ronaldo per averci fatto divertire ed a Mou per le grandi vittorie….ma per favore concentriamoci sul futuro.della nostra Inter………..che non mi pare una cosa semplice….

    • guarda che il rapporto tra squadra e tifoseria è esiziale, se l’ambiente non rema nella stessa direzioni le sconfitte sono inevitabili.. Il capolavoro di Mou è stato di creare la famosa “empatia”, solo lui è riuscito a far gridare gridarecob convinzione INTER,INTER ai raffinati individui della curva_ Il problema è che ora siamo al paradosso che tifano per il Fc Mourinho, e non per l’ Internazionale!

  31. Tanto era ed é il mio amore per Luis Nazario che andai addirittura a Trieste pur di vedere il suo ritorno in campo, contro l’Ajeje Brazov. Applausi, brividi e occhi lucidi.
    Ciao, campione.

  32. Voglio ringranziare Er Pupone Totti, che per fortuna si parla di lui senza che si indugi troppo sulle nefandezze di ieri a san siro_

  33. Intanto la Roma dell’ex Pupone ci ha di nuovo sorpassato in classifica (sta vincendo 4 a 0 con il Palermo).
    Se non avessimo buttato nel cesso almeno 5 punti con Lazio, Sassuolo, Carpi e Fiorentina a quest’ora saremmo qui a fare altri discorsi.
    Ora siamo quinti ed il brutto deve ancora venire…

  34. i valori si stanno riallineando alle famose griglie di partenza… abbiamo sfruttato l’ottimo inizio per accumulare vantaggio sulle altre, ma l’abbiamo sputtanato troppo presto.
    L’obiettivo era di riuscire a tenere botta almeno fino al ritorno delle coppe per poi giocarsela, ma ora tocca già inseguire e temo che le partite in europa delle nostre dirette concorrenti siano già finite…forse solo un colpaccio contro i gobbi potrebbe ridare l’entusiasmo necessario per lottare fino in fondo, ma siamo già nel mondo dei sogni

  35. Ma Ronaldo a parte (sinceramente, ora come ora, un bel chissenefrega!)…solo io ieri ho visto un’altra partita ridicola?…soprattutto perché si giocava contro la peggiore squadra della serie a da almeno due mesi a questa parte. Dopo la prima ventina di minuti inguardabili, fino al gol, la nostra sconcertante prestazione ha fatto inneggiare al nostro pubblico un bel coro “tirate fuori i coglioni”…ecco, giusto per dire, visto che sembra che siamo “rinati”.

    Io ieri l’ho vista così:

    prima metà del primo tempo a dir poco confusionari

    poi gol arrivato nell’unico modo possibile e cioè per caso, da un calcio da fermo

    seconda metà del primo tempo in balìa della Sampdoria… no dico, dalla Sampdoria, neh, rendiamoci conto…

    secondo tempo sempre insufficiente, con i gol arrivati uno ancora su calcio da fermo e l’altro su clamoroso svarione del nostro ex che non si è dimenticato di come non si gioca a calcio…

    Nel mezzo sull’uno a zero un bel rigore solare contro non dato, che a parti invertite mi immagino il vittimismo che sarebbe venuto fuori. Che in caso di gol subìto saremmo andati in bambola…

    In generale 3 tiri, 3 gol, ripeto contro la disastrata Doria, neh! e in mezzo un caos degno di undici giocatori che si ritrovano a giocare insieme la prima volta…ciò vuol dire che per l’ennesima volta il nostro fenomeno di mister ne è il principale responsabile!
    Checché ne dicano gli inguaribili ottimismi così non si va da nessuna parte!

    Giusto per rispondere a B&R superpiangina che nel pomeriggio gradiva avere un commento alla partita…

  36. Tanto per chiarezza:
    ero allo stadio, il coro “tirate fuori i coglioni” è stato cantato già prima dell’inizio della partita, come del resto testimonia lo striscione iniziale,

    quindi è indipendente dalla prestazione di ieri, ma si riferiva alle prestazioni passate.

    Poi, che la partita non sia stata eccelsa e che i problemi siano tutt’altro che risolti mi pare che l’abbiamo detto un po’ tutti.
    Poi, sul rigore non saprei, non ho visto moviole. Prendo per buono che ci fosse, ma a questo punto chiedo se c’era anche il fuorigioco di Perisic.
    Che poi saremmo andati in bambola è da vedersi.
    Non dico di no, ma non ne sono manco sicuro, come lo sei tu, Panda.

    Cioè, facciamole almeno succedere le cose, chè manco Minority Report…

    Per il resto, 3 tiri, 3 gol stavolta. Il che, nel 99, 99999999% dei casi è una buona notizia.
    Per te non lo è.

    Se avessimo fatto 3 gol tirando in porta 100 volte, non sarebbe andata bene lo stesso, come non andava bene quando, nelle altre partite, sbagliavamo occasioni facili.

    A me è sembrato un piccolo passo avanti contro una squadra che, effettivamente, non era un granché,

    ma abbiamo vinto, abbiamo sofferto molto meno di come la stai raccontando tu e la partita non è stata praticamente mai in discussione.

    Col tuo modo di fare non ne usciamo, Panda, poco ma sicuro.

    Se serve a sfogarti fa’ pure, eh
    ma la domanda è sempre quella

    chi ve lo fa fare.

    • Caro EstebanCambiasso ,
      di certo non ne usciremo dicendo che va tutto bene, che abbiamo giocatori forti, un allenatore meraviglioso e che siamo quinti per colpa degli arbitri.

  37. io l’ho vista alla tele e purtroppo ho visto giocatori che non valgono nemmeno il prezzo del biglietto, tolti giusti un paio, ma non per il loro valore ma per l’impegno che ci hanno messo, vale a dire Biabiany e Melo, il resto, compreso Miranda che ha sempre giocato abbastanza bene, poco sopra la sufficienza per via del 3-0, maturato per episodi favorevoli tra l’altro.

    il rigore era netto e si è visto benissimo, come si è visto benissimo che la samp ha giocato meglio di noi, fortuna che Quagliarella l’ha messa dentro alla fine perchè se gli entrava quella del primo tempo e non ne ciccava un’altra sull’1-0 per noi può darsi che alla fine aveva ragione il panda, anche se su queste cose non c’è mai la controprova.

    con questo non capisco l’accanimento che hanno contro il Mancio perchè se pensi di avere acquistato bene ed invece ti trovi a giocare con giocatori che hanno mediamente tutte le squadre non vedo cosa si possa pretendere da lui, come non si poteva pretendere la luna del suo predecessore del resto, tranne che questo qui almeno ci ha provato.

    Brozovic è una merdina che perde più palle di Kovacic senza avere la sua classe, Melo si sapeva cosa valesse ma ritengo sia stato preso per dare più grinta a quelli che già c’erano e comunque non è costto un cazzo, Perisic non è un gran che anche se corre, Murillo dopo un inizio alla grandissima sta emulando i suoi predecessori tra i rigori che ha causato, le palle che “spizza” e che vanno in testa a quelli che ci fanno gol, il liscio con il Sassuolo e l’autorete con l’Atalanta, tanto per citare le ultime.

    davanti Jovetic , dopo le prime due, è sparito, Lijalic farà la fine di Dodò, fortuna che è solo in prestito, l’unico acquisto valido è Miranda anche se anche lui ultimamente non ha brillato come all’inizio, ma sapendo usare la testa riesce a cavarsela ugualmente.

    rimane il Kondo che sinceramente non ho ancora capito cosa valga, per cui aspetto a esprimere un giudizio che per adesso è del tutto negativo.

    gli altri c’erano già e non sono mai stati dei fenomeni, a parte Icardi e Handanovic, che fenomeni non sono e nemmeno dei campioni, perchè quelli veri, sono di un’altra pasta.

    mi ero illuso ma l’ho sempre saputo che la nostra rosa era inferiore a quelle dei gobbi, del Napoli e della Rometta, per cui ci giocheremo il quarto od il quinto con la fiore ed i gonzi sperando che tengano duro.

    • Analisi condivisibile sul valore dei singoli giocatori, rimane il fatto che gli ha voluti l’allenatore. Arrivati all’ inter dopo corteggiamenti estenuanti vedi Persic o dopo una vagonata di milioni vedi Kondo. La società per assecondare il più possibile le richieste di Mancini, nei limiti di un bilancio perennemente sotto zero, ha fatto di tutto per accontentarlo, abbiamo più cambiali pagherò noi che banca etruria !!
      Nonostante tutto sembrerebbe che per la seconda volta il Mancini uomo di mercato sia intenzionato a bocciare l’intera campagna acquisti come era successo con il mercato invernale di riparazione. Mi chiedo ma l’uomo mercato Mancini quanto vale? perchè questo se azzecca un giocatore su 3 è già tanto!

    • La cosa bella è che l’hanno sempre spacciato per un allenatore manager con chissà quali doti speciali in sede di mercato. Poi però si sputtana puntualmente da solo. E c’è gente che lo difende ancora con la solita storiella “Eh ma allora proponi tu uno che potrebbe sostituirlo”. Con ‘sti risultati, almeno la metà degli allenatori di serie A farebbero meglio di lui e con stipendi nemmeno comparabili (visto che, ormai, un occhio va al campo e l’altro al potafogli).

  38. 3-1 per la precisione anche se il loro gol, pur essendo subito allo scadere, questa volta non ha contato un cazzo.

  39. Inter – Scarti dell’Inter 3-1
    Forse abbiamo trovato la maniera di vincere, basta riempire le altre squadre delle nostre pippe degli ultimi 5 anni.

    p.s. In un mondo rovesciato (sarebbe piaciuto ad Eco) il duello Dodò Nagatomo sarebbe stato insuperabile.

  40. ma avete rivisto il gol del 3-1 della Fiorentina? in 4 o 5 difensori contro Kalinic e nemmeno uno che abbia fatto almeno la finta di marcarlo o seguirlo, roba che manco all’oratorio….

  41. Caro estecambiasso,
    non ero allo stadio quindi non posso sapere se il coro “tirate fuori i coglioni” sia stato cantato anche prima dell’inizio come dici tu…ok ci credo…ma so solo che se viene ricantato dopo venti minuti di gioco significa che la squadra sta facendo abbastanza cagare, perdipiù contro dei derelitti! Se poi il gol ha sopito gli animi, non ha però ahimé cambiato l’andamento della nostra gara, dove la samp ci ha fatto ballare in casa nostra…ecco, per me questo è inconcepibile!
    Poi come dice corso se guardi bene il 3-0, anzi 3-1, è maturato grazie a episodi favorevoli, quindi non fermiamoci al mero risultato finale, perché equivale a mettere la testa sotto la sabbia e non guardare la realtà.

    Poi la questione 3 tiri, 3 gol…che poi se vogliamo dire la verità è più un tiro (di icardi) e un gol, perchè gli altri nascono da calcio d’angolo che sono sì tiri in porta ma secondo me sono occasioni nate quasi casualmente…non so se mi spiego…
    Insomma, dicevo, io la vedo così: non mi accontento di 3 tiri, 3 gol (o 1 tiro,1 gol) contro la peggior squadra del campionato, soprattutto se nati quasi dal caso. Anche perché non mi limito a valutare una prestazione solamente dal numero di tiri, ma anche e soprattutto dalla mole di gioco creata o comunque da quanto NOI, INTER mettiamo in difficoltà l’avversario…poi di norma le occasioni create e i gol vengono di conseguenza (partite con Sassuolo e Genoa a parte, le uniche due partite dove abbiamo creato davvero tanto!).
    Tutto qui.

    Come dici este? Col mio modo di fare non ne usciamo? Serve per sfogarmi?
    Probabilmente hai ragione in entrambi i casi, solo che se sono così incazzato non è a prescindere ma frutto di come vedo in campo la mia squadra e della fatica che facciamo a far girare il pallone e a costruire un’azione degna di tale nome.
    Ed è per questo che secondo me a monte la colpa è di chi li allena.
    Penso che il ragionamento non faccia una grinza, no?

    P.S. Comunque finalmente un bel confronto senza troppe polemiche, no este? 😉

  42. prendo il risultato come un brodino, e prendo atto che quale che sia lo schema di gioco le prestazioni restano desolanti

    speriamo serva a risollevare il morale consentendo alla squadra di andare oltre i limiti posti dalla scarsa abilità della guida tecnica, 4 pali e mezzo per un 4-4-2 scolastico non è quello che mi aspettavo da stramancini ma dal punto di vista della classifica 3 punti di questi tempi sono grasso che cola

    ah, mi scuso con la samp per ranocchia & co., i ciclisti non mi stanno simpatici ma affibbiargli certa gente è pura crudeltà

  43. Boh vediamo contro la Giuve cosa diavolo faremo.. Vediamo se riusciamo a prendere per una volta un crocevia decente per una volta sebbene abbia i miei dubbi..

  44. Ripensando alla partita con la Samp mi viene in mente che l’ Inter mazzarriana schierava Ranocchia Alvarez Dodò e Silvestre ( più jonny e altri fuoriclasse ).

  45. non che ce l’abbia con Ranocchia. Anzi, da pulcino bagnato quale sembra a tratti, mi fa pure tenerezza… ma se fosse vero che sto qua ha rifiutato squadre che erano anche disposte a sganciare soldi (sic!) per averlo. Be’ uno così avrebbe meritato di stare a casa al minimo di stipendio fino a fine contratto e col ca…volo che avrebbe giocato in nazionale gli Europei! Adesso ci ritroveremo a luglio sto ca…vallo di ritorno, bolso e invendibile. Eggià il capitano….(ex)

  46. con Alvarez al posto di Brozovic avremmo vinto lo stesso e giocato anche meglio.

    • Ricky Alvarez ha gran tecnica e ottimo dribbling_ Purtroppo il suo mancino :-[ è debole e prevedibile, e pecca nella fase difensiva. Comunque uno che è riuscito a giocate nell’Argentina recente un pipppone NON è_

  47. Ho fatto un sogno/incubo: Thoir in persona si è rivolto a me per pubblicizzare il marchio Inter nei mercati asiatici_ Allora ho prepararato un fantastico video clip con tutti i gol degli sfanculati o presunti traditori: da Matthaeus a Bergkamp, passando per Vieri _per quanto non lo amassi affatto_ ed Ibra, e concludendo, ovviamente, con le perle del Fenomeno_ Ma ad un tratto venti energumeni con passamontagna azzurro e mazze da baseball nero mi hanno intimato l’alt_ Acanfora non ti azzardare! Ci pensiamo noi: abbiamo preparato una clip con le migliori gomitate di Materazzi e i falli laterali di Beppe Baresi !

  48. Panda, però guarda che i gol “per caso” da calcio da fermo non sono mica una brutta notizia.
    Perchè alla fine, non è che arrivino proprio solo per caso ed in passato ci sono mancanti molto.
    Certo, non voglio dire che “corner-mischia-spizzata-d’ambrosio-gol” sia uno schema lungamente provato in allenamento.
    Ma, di questi tempi, vedere un corner battuto in area e vedere giocatori che anzichè pascolare attaccano l’area piccola …è una piacevole novità.
    Ed in fin dei conti si fa così. Perchè perfettamente sulla capoccia del giocatore esatto è difficile che la palla arrivi. Ma se ciascuno fa il suo puoi anche approfittarne.
    Insomma, così come eravamo preparati male con il Verona, eravamo preparati bene questa volta.
    Speriamo che possano diventare una freccia in più al nostro arco visto che se il gioco latita queste sono le situazioni migliori da cui possiamo trarre beneficio.

    • B&R hai ragione anche tu, i gol da calcio da fermo non sono da buttare, anzi, coi tempi che corrono…il tuo appunto non fa una grinza, è solo che, nel contesto dell’ennesima partita DEMMERDA da noi disputata, ma soprattutto dal nostro mister avallata, i primi due gol così campati per aria non mi hanno fatto esultare come in altre situazioni…diciamo così…

  49. Entro in punta di piedi nel blog perché capisco di essere in netta minoranza e buon ultimo in difesa di Ronaldo, non quello di oggi, un quarantenne imbolsito uomo d’affari tra il furbo e l’ingenuo che ieri sera da Fazio sembrava neppure rendersi conto durante i filmati delle sue straordinarie imprese e di quanto grande fosse stato. Perché Ronando è stato veramente grande e nel pantheon ideale dei giocatori che hanno fatto grande la mia squadra ( da Nyers a Zanetti) occupa il posto più grande. Ricordo di essermi abbonato alla SKAY del tempo proprio nell’anno che Ronaldo venne in Italia e di averlo seguito partita per partita in quel campionato memorabile. Che spettacolo,ragazzi! Non avevo visto né vedrò mai più un giocatore straordinario come quello(e avevo visto giocare in campo Pelé e Maradona!). Un autentico gigante: veloce, dalle serpentine incredibili, che si faceva largo nelle difese avversarie con un coraggio e con una agilità uniche, irripetibili neanche dal grande Messi di oggi. Era il più grande di tutti e faceva parte della mia squadra!
    Purtroppo noi tifosi confondiamo spesso le miserie della vita quotidiana dei nostri eroi con quello che sanno fare in campo. Ronaldo,giocatore dell’Inter, è stato lealissimo con i colori della maglia che indossava e non l’avrebbe mai insudiciata gettandola per terra come abbiamo visto fare a qualche giocatore in una delle giornate più gloriose della nostra storia. Come giocatore del Milan aveva da ingraziarsi i nuovi tifosi e certo in quel famoso derby come nei rapporti con Moratti e con la sua ex squadra non si comportò come si sarebbe comportato Zanetti, ma anche tutto questo fa parte del gioco e lo stesso Moratti, grande tifoso al pari di grande gentiluomo ,non gli ha serbato rancore. In quella circostanza Ronaldo venne sonoramente fischiato e spernacchiato dai nostri tifosi presenti. E anche questo fa parte del gioco. Io però preferisco ricordarlo in ginocchio piangente sul prato dell’Olimpico in quella giornata che è stata tra le più infelici della nostra storia. Che si vuole di più?
    Ringrazio Ronaldo per le emozioni uniche che ha saputo darmi e per quel pianto dirotto, che fu il pianto di tutti noi, in quell’infelicissimo finale di partita. Il resto, come disse bene il poeta, è silenzio.

  50. presumo che ognuno di noi abbia avuto storie d’amore un pò complicate finite male.

    ci sono amanti traditi che arrivano anche ad uccidere, come spesso si legge sui giornali, perchè non sanno accettare che come nascono certe storie finiscono, ed altri che fanno buon viso a cattiva sorte e ricordano sia il brutto che il bello di quella storia rimanendo affezionati alla persona in questione, considerando che la causa di certi fallimenti non sia solo colpa di uno solo.

    valutare le cose senza pensare a chi ha dato di più aiuta a capire meglio, pur tenendo presente che incontrare la stronza, o lo stronzo di turno, può capitare a chiunque…

    • E quando reincontri quella gran figa che ti ha fatto godere un riccio, la piu’ bella della tua vita che ancora ti chiedi per quale cazzo di motivo tra tutti aveva scelto proprio te, invecchiata e imbolsita, indugi coi ricordi a quei momenti irripetibili e le riconsci almeno un saluto gentole o rancoreggi perché al fine se ne andò, grassa baldracca?

  51. domenica sera Juve Inter.

    Domenica sera é la partita: li sfondiamo, credo nei miracoli. José veglia su di noi.

    http://uninteristaaberlino.com/2016/02/22/inter-samp-3-1-leditoriale-del-professore-e-sondaggio-dellinterista-volubile/

  52. devo dire che essere quasi certo che dopo domenica saremo a -7 dal terzo posto in fondo mi lascia indifferente, se non quasi sollevato.

    ci toglierà quella tipica nostra ansia, l’ansia della speranza, dell’immaginare che magari riusciamo a compiere un’impresa, del sognare ad occhi aperti. a parte il periodo irripetibile tra il 2008 e il 2010 mai siamo riusciti a gettare il cuore oltre l’ostacolo.
    in particolare questa squadra senza anima, non è capace di un’impresa, non può farla, perché non ha un cuore e una struttura tecnica e societaria.
    avremmo bisogno di un berti, di uno sfrontato che ha voglia di lottare, che osa qualcosa. avremmo bisogno di un matteoli, non di un genio, ma di uno che sa dare ordine e che un po’ inventa gioco.
    invece il nostro centrocampo in mano ad un pazzo psicopatico e ad un bulldog che sa solo passare la palla in orizzontale.
    avremmo bisogno di un tecnico che ci dia certezze e che ci faccia presagire mete ambiziose, invece siamo in balia delle insicurezze di un mister che sembra abitato da uno spleen esistenziale perenne.

    insomma, niente di nuovo sotto il sole, per cui meglio non illudersi, per la centomilionesima volta le prenderemo dai gobbi maledetti, e potremmo così concentrarci sulla difesa del quinto posto

  53. è stato bello ieri sera vedere la faccia smarrita di Ronaldo quando gli ha chiesto come facesse a fare certe cose

    il bello è questo, non lo sapeva, non lo sa ancora oggi, ho visto cose che sfidano le leggi della fisica e della meccanica, e le ho viste fare solo da lui, si chiama talento, è qualcosa di irrazionale

  54. Dopo tanti giorni oggi ho ricomprato la rosea che dedica ampio spazio a Ronnie: lo voglio vedere come un tentativo, riuscito, di mettere una pezza agli insulti degli inqualificabili_

  55. A me ha fatto piacere rivedere Ronaldo seduto vicino al Presidente e insieme al grande Moratti e Mou! E’ tornato per stare con noi , dalla nostra parte e per quanto mi riguarda è il benvenuto.
    A suo tempo è stato fischiato e insultato (x me giustamente e forse non abbastanza); oggi sono passati tanti anni ed è stato invitato dall’Inter: mi ha fatto molto piacere rivederlo con noi!
    Inoltre è rimasto fortemente antijuventino e solo per questo non può che avere la mia stima.
    Forza Inter e juBe merda. sempre

  56. Ah dimenticavo…

    JUVE MERDA

    …giusto per entrare nel clima partita di domani sera, partita da me sentita più delle ultime uscite dei nostri.

  57. James, anch’io penso che lo prenderemo nel culo per la centomilionesima volta dalle merde, domenica. E sono già triste, già in lutto, già depresso e silenzioso; sfuggo gli sguardi, testa bassa. Non mi sento bene per niente.
    Panda non mi convinci, nonostante i tuoi j##e merda. Ma con un nick così a chi vuoi darla a bere? Già che c’eri potevi chiamarti zebra…

    • Ancora con sta storia del nickname…NON C’ENTRA UN CAZZO L’ANIMALE PANDA NE’ CON ME NE’ TANTOMENO CON LA RUBE…UNA VOLTA PER TUTTE! ECCHECCAZZO! 😉

  58. Ammira’ a Ronardo pe’ la qualità, ‘a potenza e lla rapidità der gesto tipiche sue proprie der giocatore è ‘n conto.
    Ben artra cosa è essere ‘n grado de giudicallo pe’ le sue virtù morali che so’ meno che carenti, e ‘a storia sua lo dimostra, e nessuno se ne pò veni’ a ddi’ che nun è vvero e che questa è solo ‘n’opinione come ‘n’artra e gnente ppiù.

    E, ar paese mio, armeno, er Carcio nun se ggioca solamente co’ li piedi e co’ la testa ma anche e, direbbe io, soprattutto cor core e co’ quelle che se chiàmeno ‘virtù morali’.
    Anfatti, ‘a lamentela che più se sente, armeno a questa latitudine, e ‘a mancanza de que’ organi sferici, posizzionati ‘n mezzo a le cosce, la cui efficienza rende degni l’Omini der nome ch’essi s’attribbuiscono.

    Perciò chiunque se ne vie’ cor piagnisteo der ‘Ronardo c’ha ffatto vede’ questo e codesto e quello’ me sa più de malinconia der tempo suo (proprio de quello che ricorda, dico) che ormai se n’è annato e niente de ppiù.
    A vole’ esse bboni se pò pure giustifica’.
    A esse ggiusti se capisce che tale sentimento personale (perché de questo solo se tratta, cari miei nostalgici d’ ‘a vostra vita passata) è ‘na cosa che nun porta da nessuna parte.

    Tanto pe’ rènde l’idea se potrebbe di’ che questo è ‘n sentimento ‘lento’, mentre che pe’ conclùde quarcosa de positivo sur campo ce sarebbe bbisogno de èsse ‘n po’ più ‘rock’…

    • le virtù morali de ggggente tipo derozzi so l’unica cosa di cui potesse vantà a ‘n certo livello de bbbbacheca

      ammazza che omo, lui e quell’artro, tanto pe’ stà in tema de frignate

  59. non sapevo che per esultare per un gol dell’Inter questi dovesse rispondere a certi parametri di bellezza se no non varrebbe nemmeno la pena di esaltarsi.

    come non sapevo che certi Interisti partano già battuti in partenza al pensiero che si affronterà la gobba, la rivale che più ci sta sui coglioni.

    il gol è gol, non c’è bisogno di dire altro, quando la palla varca la porta avversaria non ci si sta lì a domandare se è nato da una bella o brutta azione, se è stato un colpo di genio o di culo, se è stato meritato o è nato per caso, un tifoso, qualsiasi, gode per il gol della sua squadra e se ne strafrega del resto.

    un tifoso della sua squadra, non quello di un’altra…

    e parlando dell’altra non arriverà mai il giorno che io mi siederò consapevolmente di perdere una partita con la gobba, ma nemmeno con le altre, ad esempio il Barcellona…

    • Corso

      ho scritto:

      “nel contesto dell’ennesima partita DEMMERDA…i primi due gol così campati per aria non mi hanno fatto esultare come in altre situazioni”

      In altre parole, l’esultanza non mi è venuta spontanea come di solito accade visto l’incazzatura per come NON stavamo giocando a calcio…penso sia chiaro il concetto…o è un’eresia anche incazzarsi per vedere come veniamo messi sotto in casa da una squadraccia qualsiasi come la doria?!?

  60. Tornando su Ronaldo trovo significativo che stiamo qui a parlarne, segno del grande amore che tutti abbiamo provato per lui, indimenticabili le gioie che ci ha fatto vivere e le sofferenze che abbiamo sentito nostre per i suoi infortuni. È innegabile che è stato molto di più di un normale rapporto tifoso-calciatore ed al suo tradimento compiuto indossando ed esultando con la maglia rossonera ognuno di noi ha reagito in maniera diversa, chi lo ha perdonato, chi lo ha insultato e chi è rimasto indifferente, trovo anche giusto che ognuno si comporti come meglio crede. A me onestamente quello che da molto fastidio sono le sue dichiarazioni di questi giorni…non volevo andarmene ma hanno scelto Cuper, volevo tornare ma hanno scelto Adriano, non posso tifare juve per lo scudetto..ecco per tutte queste parole mi sento preso in giro. Cerca solo un posto al sole nella nostra società in un futuro più o meno prossimo ma non deve ne può giocare con l’Inter, i suoi tifosi e i nostri sentimenti. Ciò che hai fatto hai fatto caro Ronie, prenditi le tue responsabilità, la tua storia all’Inter è finita.

  61. Io non serbo alcun rancore, ma solo riconoacenza e orgoglio perché la Storia ha voluto che il binomio sia Inter_Ronaldo, e tutto il resto contorno di secondo piano_ E questo non solo per le ragioni già raccontataci, ma, da un punto di vista emotivo perché: 1/2002)la paperinoInter perde il suo gioiello che decide di andare altrove nel rockfeller team dei Galacticos_ Dolore che si aggiunge a dolore ok, ma va altrove, lontano dagli occhi, lontano dal cuore, talche’ dopo pochi mesi, e metabolizzato il distacco, seguo con il piacere dell’esteta le partite di quella squadra di solisti_ Gran giocate e gran ridere quando la palla ce l’avevano gli avversari; 2/2006)Passano gli anni, Ronie nella mia testa è semplicemente il Fenomeno del passato e guardo avanti_ Accade l’inverosimile, l’imponderabile: la mannaia della Giustizia si occupa delle ruberie del calcio: CALCIOPOLI, Guidone ci assegna il sacrosanto 14°, la JuveSpectre in B!! E nella mia testa gli scudetti sono 15 perché e` ovvio cha anche lo scudetto del 98 fosse moralmente nostro e che quella ladronerie non erano casuali_ Sono al settimo cielo e viaggio con l’Inter Manciniana spedito in testa_ Torna Ronnie, ma al Milan! Sono PaperinoInter, incazzato e rancoroso verso il mio più grande amore e verso il cuginastro Gastone Milan che vuole rubarmi anche i ricordi più belli_ Ma il tempo è gentiluomo, io posso vantarmi di avere avuto il Ronaldo fenomeno, vinco lo scudetto e Ronnie è solo la controfigura sbiadita di se’ stesso_ Finusce la stagione, mi godo lo scudo, Ronnie va via nel completo anonimato dal Bilan_ Paperino si e trombato la figa piu’ strafiga dell’universo, Gastone una bieca controfigura, anche un po’ cialtrona_ Nessun rancore, anzi una sottile goduria.. Segue?

  62. Mah. Pippo, Pluto, Paperino…

    Secondo me ha ragione Cholo71.
    C’ha scambiato veramente per gonzi.

  63. La volevo proporre più sprint, ma è partita, amen _ Il senso e’ che il destino ha voluto che il Fenomeno, quello vero, si vedesse solo in maglia maglia neroazzurra, magari con prologo blaugrana _ L’ associazione Ronaldo=Inter è un vanto storico, rinunciarci rinnegandolo è autolesionista. Anzi, per dirla in stile curva nord che invita a cacciarli, è da coglioni_

  64. da non crederci…. anticalcio per 90′, pareggiata grazie ad un flipper nell’unica volta che hanno passato metà campo.
    Avessimo giocato noi una partita del genere chissà il fronte degli esteti cosa avrebbe detto. C’è da dire che Sarri ha fatto di tutto per rischiare anche di perderla con le sostituzioni che ha fatto…

  65. Canfora

    preferisco di gran lunga le associazioni

    Zanetti = Inter,
    Facchetti = Inter,
    Cambiasso = Inter

    Punti di vista

  66. Acanfora

    preferisco di gran lunga le associazioni

    Zanetti = Inter,
    Facchetti = Inter,
    Cambiasso = Inter

    Punti di vista

  67. Vorrei tanto sbagliarmi, perché vorrebbe dire scudetto alla Juve senza manco giocarsela, ma ho paura che col gioco spumeggiante di Sarri questi qui siano fisicamente alla canna del gas.

    Mi sa che di qui ad un mese questi qui saranno fuori dai giochi scudetto.

    Mi secca ammetterlo, ma il Bilan ha giocato in modo nettamente più furbo.

  68. Dopo avere visto le partite di questo turno devo rivedere il pronostico; pensavo che saremmo arrivati 4° o 5°. Penso adesso che arriveremo 6°.
    E nel frattempo abbiamo perso anche wolf!!!

  69. Fra le virtù morali che se richiedeno a ‘n carciatore una de le principali richieste espressamente da quarsiasi tifoso è quella der senso de appartenenza a ‘na fede, a ‘na bandiera, a ‘na maja.
    E nisuno pò nega che er Pupone e De Rossi de tale sentimento ne sìeno dotati. E puro in abbondanza dàtosi che, invece de rimane’ llà ‘ndó ancora stanno senza vince ‘n cazzo ‘n proporzione ar loro valore, sarebbero potuti anna’ a ggioca’ e vvìnce dove je pareva, non ùrtima ‘na squadra che ggioca co’ ‘a maja nerazzura… E è pe’ questo che sso’ tanto amati da li loro tifosi.
    E, visto che a mme me piace de di’ pane ar pane e vino ar vino, puro li tanto vituperati Der Piero, er Buffone e compagnia cantante, a li occhi de li loro tifosi, sono ggiustamente deji eroi, datosi che quanno che stàveno co le chiappe all’umido de la serie B hanno saputo tene’ ‘a bbotta e se so’ fatti ‘n anno de gite ‘n provincia.
    E lo stesso se pò ddi’ de Zanetti, che quanno nun vincevate ‘n cazzo (lassàmo sta’ pperché, è ‘n artro discorso) poteva saluta’ e annàssene a Madridde a vvìnce.

    Invece, ar supereroe che quarcheduno continua a ricorda’ co’ tanto amore, Ronardo er Superveloce, ‘a cosa più iperveloce che j’ho visto de fa’ è quella de sfilasse er cetriolo dar culo (quello là che ancora oggi ve fa tanto male e ‘o sapete bbene…) e, ner momento cruciale der bisogno, salutavve co’ ‘n “No grazzie, questo sucàtevelo voi che io c’ho dde mejo da fa’ a Madridde…”

    Questo me piaceva de precisallo a le anime bbelle che se dilettano co’ la poesia e, soprattutto, pe’ métte ogni cosa ar suo posto.
    Poi, oh, ognuno s’ ‘a sona e s’ ‘a canta come je piace.
    Se fa pe’ parla, pe’ schiarisse le idee.
    Si uno lo vole capi’, è facile.
    Si nno, cazzi sua!

  70. rimanere a fare il transatlantico nello stagno e farsi pure ringraziare

    il dettaglio che stona sono gli ingaggi da Real Madrid,comunque tranquillo,lo fanno pe vvvoi

    che poi derozzi via da lì al limite sarebbe arrivato fino a ladispoli è un’arte a questione

  71. Peppe, nessuno dice che Ronaldo abbia il curriculum specchiato di Zanetti, a ciascuno il suo posto_ Per quanto, come dice il poeta, “avere vizi nulla toglie alle virtù”. Qua c’è qualcuno che lo vuole rinnegare e molti altri no_ I meriti sono di molto superiori ai demeriti, arrivo a dire che, per i tempi recenti, la fama dell’Inter nel mondo. sia più dovuta a lui che alle vittorie: bambini con la maglia del Fenomeno si vedevano a tutte le latitudini, con gli eroi del triplete no_ Un caso apparentabile ce l’avete avuto pure voi, e non c’entrano niente i giocatori che hai menzionato: che fine ha fatto  l’8° re di Roma, Falcao? Quando si parla di lui che fai, lo rinneghi? Non fa parte più della storia della Roma, lo ricorderai sempre con un bel “vaffanculo uomo di merda”? Brasiliani entrambi, forse è questo l’inghippo: non capiamo la “vida bailada”..

  72. Mannaggia a Voi ed alle Vostre beghe su Ronaldo… mannaggia a Voi…
    Se non era per Ronaldo mio figlio non sarebbe diventato interista…
    mannaggia a Voi, che mi girava per casa con la maglietta di Ronaldo… sarebbe cresciuto sano e bianconero… mannaggia a Voi e a Ronaldo…

  73. L’ultimo turno ha detto che lo scudo sarà quasi sicuramente dei Rubens…

    Il Napoli di fronte a 3 partite toste (Ladri-Villareal-BBilan) ha racimolato 1 punto…

    Il terzo posto se lo giocheranno Viola e Roma…

    Noi a lottare per 5°posto e Sticazzi League con i gonzi…

    Cmq arrivare dietro al BBilan sarebbe una vergogna totale

  74. Perché vergogna?
    È’ il posto che ci compete
    Dal nono (mi pare) posto dell’anno scorso al quinto posto sarebbe un upgrade
    Un passo alla volta
    Tra una decina di anni chi sarà ancora vivo e vegeto potrà dicettare del nostro primo posto

    • Appunto… la vergogna è che quando torneremo a vincere qualcosa, qualcuno nel frattempo sarà passato a miglior vita…

  75. A Ronaldo non potrò mai voler male, era poesia vederlo con quel pallone attaccato ai piedi inventare giocate di ogni tipo.
    La scure dei ladri bianconeri ci ha levato la gioia di uno scudetto epico, con una difesa che annoverava Galante Colonnese West Fresi, roba che anche un Ranocchia sarebbe potuto diventare principe al confronto… eppure eravamo cazzuti tremendamente cazzuti … con un gentiluomo in panchina di nome e qui mi viene in mente Corso, perchè nonostante Mourinho ha vinto tutto, chi mi è rimasto più nel cuore è proprio Gigi Simoni, che avrebbe meritato ben altra gloria, in parte negata per cause non da lui dipendenti.
    La coppia formata con Vieri poi era potenzialmente devastante, negata da tanti e devastanti infortuni che ci hanno impedito di goderne a pieno.
    Tra le scelte discutibii di Moratti sicuramente non ho mai perdonato in primis l’esonero di Simoni, però anche la conferma di Lippi in luogo di Roberto Baggio prima e di Cuper in luogo di Ronaldo poi sono state veramente assurde.
    La prima perchè fu Baggio nonostante Lippi lo odiasse a portarci in Champions nello spareggio contro il Parma.
    La seconda perchè ci ha privato del giocatore che più di tutti ci ha fatto e poteva farci sognare.
    Le ritengo assurde anche perchè dopo poche giornate i due allenatori suddetti sono stati esonerati, Lippi addirittura dopo la prima giornata!!!
    Anche a me fece male il passaggio al Milan e il gesto delle orecchie, ma alla fine quel derby fu vinto, anzi fece un goal molto più memorabile credo col Cagliari segnando di …panza… nonostante tutto non riuscirò mai a volergli male, ma a pensare solo che la storia poteva essere ben diversa e molto più gloriosa.
    E faccio notare che anche Mourinho mentre eravamo sul tetto del mondo aveva deciso di abbandonarci seppure ebbri di gioia e talmente vittoriosi da non accorgercene. Ma non vorrò mai male neanche a lui, sperando che mai gli venga la tentazione di sedere su qualche panchina infausta, come sembra stia facendo ora nei confronti dei tifosi del Chelsea accettando la panchina del Manchester United (per me da sempre suo reale e rischioso obiettivo).

    E cmq finite le favole, gli occhi luccicanti, i Ronaldo e i Mourinho, rimane un lussureggiante Inter-Sampdoria dove gli ospiti riescono per tre volte a subire uno schema da calcio d’angolo con spizzata sul secondo palo (e due su tre sono andati in goal) e poi Ranocchia fa una delle sue poche cose veramente interiste mandando in porta Icardi. Un bel passaggio di consegne dal vecchio capitano al nuovo capitano.
    Di questi tempi veramente tutto grasso che cola.

    • pensare che sotto sotto abbia sempre voluto diventare Ferguson non è un’idea così peregrina, tutti abbiamo le nostre fissazioni, diciamo che Mourinho può permettersele un po’ più in grande della media

    • Mourinho voleva essere il primo dopo Ferguson e non l’ha mai nascosto.
      Sono anni che punta ad arrivare lì e quasi sicuramente sarà la sua prossima destinazione.

  76. Il mio invito al silenzio era anche indirizzato a chi, non essendo tifoso dell’Inter, non può minimamente capire che cosa abbia rappresentato Ronaldo per noi tifosi interisti dopo anni di insignificanza della nostra squadra.Avercelo oggi un Ronaldo, con tutti i suoi limiti umani, magari al posto di Icardi. Del resto è giusto che ognuno si tenga e rispetti i suoi eroi, ma, visto come sono stati trattati dalle loro rispettive società i vari Pupone, Punturicchio, Maldini, mi vien voglia di dire che i nostri Ronaldo, Vieri, Ibra che ad un certo momento della loro carriera cercano fortuna altrove non abbiano avuto poi tutti quei torti che gli attribuiamo. Infine,in tempi grami come quelli che viviamo noi tifosi interisti, lasciateci almeno il piacere della memoria!

  77. Quante storie su Ronaldo si Ronaldo no… Ancora ci si illude che ai calciatori sia mai fottuto altro che i soldi. Qualche rarissima eccezione c’è (noi abbiamo avuto l’onore di averne una come Zanetti) ma per il resto si applauda l’atleta non l’uomo. Certo il derby “delle orecchie” è dell’altro ieri, ancora bello fresco per pensare che si tributino standing ovation al giocatore più emozionante che io abbia visto con i nostri colori. Quanto a Mou, non so che rapporti intercorrono tra le tifoserie di Chelsea e United, ma anche qui, piantamola di credere alle favolette. C’è solo l’Inter, i giocatori dell’Inter vanno e vengono.

  78. Se il Napoli ha veramente finito la benzina (e lo vedremo domenica prossima contro la Fiorentina) per me sarà la Roma ad arrivare seconda (a meno che la goBBa batta il Bayern……). Noi giocheremo per il 3° – 6° (in questo momento saremmo da 6° però calma e gesso).

  79. nessuno crede alle favolette, almeno spero, però non si può vietare a quelli che sono come me a cedere ai sentimenti, perchè tifare una squadra al posto di un’altra altro non è.

    allargare questo sentimento anche a quelli che ne fanno o ne hanno fatto parte è conseguenziale, sia che si siano più distinti rispetto ad altri contribuendo in modo fattivo a farla grande oppure per una particolare questione di simpatia non legata necessariamente alla loro bravura.

    da giovane idolatravo Angellillo e quando questi fu venduto alla Roma fui tentato di cambiare squadra, non lo feci ma segui la Roma e le sue vicende come seguivo quelle dell’Inter.

    un mio compagno di squadra che giocava in porta invece non ci pensò due volte a tifare la Sampdoria al posto dell’Inter quando Bordon, suo idolo indiscusso. lasciò l’Inter dopo tredici anni e approdò a Genova.

    perchè si ama ancora Berti? era bravo ma non è mai stato un campione con la C, maiuscola.

    perchè alcuni come me hanno amato Recoba, pur che ne giocava bene tre all’anno?

    al contrario c’è qualcuno che adesso critica lo Zio Bergomi, uno che ha cominciato a giocare nell’Inter da bambino e ha finito di giocarci dopo vent’anni e piuttosto di cambiare l’unica maglia che ha indossato ha appeso gli scarpini al chiodo, ricevendo un cazzo dalla società che ha sempre onorato, al contrario di tanti altri.

    quando il Mancio andò in Inghilterra cominciai a guardare anche la Premier, cosa che non avevo mai fatto prima, e l’ultima partita che gliela fece vincere la seguii con trepidazione come se in campo ci fosse stata l’Inter.

    idem con il Mou, che mi costrinse a tifare per il Real, squadra che mi è sempre stata sui coglioni per alcune partite che fece contro di noi, specialmente quella della semifinale di coppa Uefa che ci fregarono dopo che all’andata noi si era vinto per 2-0, sull’1-0 per loro al ritorno a Madrid tirarono una biglia in testa a Bergomi che uscì dal campo, ma nonostante il reclamo presentato d’urgenza non ci diedero ne la partita vinta ne la ripetizione, uno scandalo a livello gobba nostrana, però essendoci arrivato il Mou tifai per loro contro il Barca sia nella liga che in Champion.

    per dire…

    • sottoscrivo tutto da Berti in poi…. non per altro, ma perchè la mia memoria sportiva comincia da lì. 🙂

    • parliamo di un caso Fenomenale, che va anche oltre le emozioni soggettive, rasentando l’arte.. Anzi e’ arte calcistica al massimo grado!
      Quando vedo Fantozzi rido sempre, almeno i primi due che sono capolavori di comicità, e sticazzi se dicono che Villaggio in privato sia uno stronzo.
      Quando vedo un quadro di Caravaggio resto sempre incantato, sebbene sia consapevole che in privato fosse un criminale vero, con punte di crudelta’ impensabili..
      Un elastico di Ronaldo, una serpentina a duecento all’ora, un piazzato in corsa, destro/sinistro: chi ama il calcio non puo’ non apprezzarlo..
      Per molto meno (Causio) trovai qualcosa di positivo nei gobbi!
      Io ho avuto il privilegio di vederlo dal vivo, il privilegio tra i privilegi di vederlo fare magie con indosso i colori sacri, ed ora devo abiurarlo perchè doveva quà, doveva là.. La memoria e’ selettiva e mi tengo il buono.

    • ’46 è il tuo anno di nascita? Deduco di si, visto che ricordi Angelillo. Sei la quintessenza del romanticismo interista, iddio ti conservi. Spero di arrivare laggiù dalle tue parti con la tua stessa, intatta passione. Quella di mio padre e i suoi “lanci di Suarez”. Ma il calcio (e il mondo appresso) sembra andare altrove.
      PS la biglia di Bergomi e il Real sono uno dei miei traumi preadolescenziali: io non tifero’ mai Real Madrid (gobbi spagnoli)!

  80. Noto che ormai regna un clima di tristezza, di rancore, di disfattismo (tranne qualche raro intervento dei pochi superstiti d’antan che non hanno ancora abdicato): non si sorride più (figuriamoci ridere…), non c’è quasi più traccia di quell’ironia e autoironia che caratterizzava questo blog e che, secondo me, dovrebbe essere il tratto distintivo dei tifosi della squadra di Peppino Prisco.

    Questo andazzo è ben riassunto dagli interventi in romanesco di questi ultimi giorni, che la prima volta leggi e fai un sorriso stiracchiato, la seconda manco quello e dalla terza volta in poi li salti a piè pari, noiosi e inutili sia come forma che come contenuto, simili ai tormentoni di qualche pseudo-comico.

    • credo sia figlia degli ultimi anni di delusioni una in fila all’altra, che hanno fatto in modo che si creassero più fazioni che si distinguono l’una dall’altra solo dalla scelta del colpevole supremo… allenatore, società o giocatori.
      Quella che va per la maggiore è ovviamente la prima, in cerca di nuova linfa vitale ogni tot di mesi.
      Io sono dell’idea che non è sempre tutto bianco o tutto nero, sono stati diversi gli errori che ci han fatto entrare in questo loop dal quale è difficile uscire e non basterà certo cambiare allenatore ogni 3×2 per uscirne

      Quel che rattrista è vedere che alcuni tengono più a sostenere le proprie posizioni piuttosto che sperare nel bene comune… e il tutto solo per poi metterci sopra la ciliegina finale del #velavevodetto

    • ci si prova anche adesso, non sempre ci si riesce..

  81. In effetti Peppe romano (forse) ha un po’ devastato le palle, considerato che viene a sfottere, giudicare e sacramentare; sono discretamente rotto di maroni, per sentire anche lui (che sia cabaret, reale critica o altro ); giudicare oltre il presente anche la storia e’ un po’ tanto; per carita’ , libera parola in libero stato, ma proprio qui? Do Ronaldo e Mou penso solo che siano professionisti, ed in quanto tali perfetti quando erano con me, piacevoli ricordi dopo; per quanto riguarda l’oggi , Roma in spolvero, Milan cazzo, viola stabili, Napoli troppo dipendente da higuain (gira e gira la palla, bello, tecnico, ma se non la mette lui (con giocate spesso straordinarie) ciao, ciao scudetto; noi ad oggi sesto posto certo, quinto se il Milan sbaglia (forse il nostro calendario dopo domenica un po’ meglio)

  82. Ma infatti nessuno mette in dubbio che sia stato un giocatore fortissimo, devastante,

    arrivo a dire che, se non fosse stato limitato dagli infortuni, forse, chi lo può sapere, avrebbe potuto essere il numero uno di sempre

    ma questo non toglie che nei confronti nell’Inter e di chi la rappresentava non si è comportato con lo stesso affetto che sbandierava ai quattro venti.

    Non tanto quello che è stato (non è il primo e non sarà l’ultimo)
    ma la discordanza tra quello che ha detto, quello che poi ha fatto e quello che ora sta tornando a dire

    (che mi fa sentire due volte preso in giro).

    Molto meglio, a questo punto, la fredda e professionale distanza di Ibrahimovic:

    mi alleno, gioco, vinco (e voi con me) e poi domani faccio ciò che è più utile alla mia carriera.

    Amen. A posto così.

  83. a chi può interessare segnalo che di solito sul canale ZDF, che su sky si trova nel 9600, fanno vedere le partite delle squadre tedesche che giocano in Champion, per cui si dovrebbe vedere anche il Bayern.

    dato che non segnala la programmazione come per gli altri canali dovrò aspettare le 20.45 per saperlo se la faranno o no.

    in ogni caso dedichiamo tutto il livore a chi se lo merita davvero…

  84. Si può guardare anche in streaming, senza versare oboli a merdaset e sky.

    Pronti a gufare?

  85. niente, non la fanno, andiamo in streaming anche se non si vede quasi mai un tubo.

    gufare no, di solito si ottiene l’effetto contrario.

    pronti a odiare, che vale sempre.

    • Corso, ZDF fa vedere le partite CL al mercoledì. Se c’è la squadra krukka bene altrimenti chi c’è c’è

  86. Giusto, hia pienamente ragione.
    Odiare, odiare e poi, ancora, odiare.

    Per la cronaca: la sto guardando in russo.
    Ottima qualità dell’immagine e, soprattutto, non si sentono i commenti ad minchiam.

  87. ….hai, non hia……

  88. Sopcast Channel 260860

  89. Ma vaffanculo. Mai ‘na gioia. Sti tedeschi durante l’intervallo hanno fatto l’Oktoberfest.

  90. sono riuscito a vederla su direttastreaming, grazie per la segnalazione, peccato che il Bayern volesse stravincere ed invece ha permesso ai gobbi di sperarci ancora perchè sul 2-0 e poi sul 2-1 non devi cercare il terzo gol ma difendere quelli che hai di vantaggio.

  91. come l’erba cattiva… non muoiono mai.
    Con loro non esiste giustizia divina
    presi a pallate per quasi 70 minuti, poi trovano 2 gol su 2 rimpalli vinti. Pazzesco

  92. Le merde hanno giocato con l’8-1-1 per tutto il primo tempo. Quelli li hanno annichiliti, possesso palla imbarazzante, Dybala non pervenuto. Poi… il mistero, il Bayern si scioglie come il burro, salvo risvegliarsi negli ultimi dieci minuti. Gli invertebrati a strisce sempre pronti ad influenzare l’arbitro e a chiamarsi i falli da soli. Merde dal midollo.

  93. comunque assurdo che prima sul 2-0 e dopo sul 2-1 prendi gol su azioni di contropiede con la tua difesa a centrocampo.
    Volevano chiudere la pratica già stasera invece li hanno rimessi in piedi.
    Con questi non puoi mai star tranquillo, poi davvero inspiegabile come possa sempre girargli tutto dalla parte giusta.

  94. Bayern è calato ed è stato un po” lezioso, gobba premiata per la tigna_ Se è solo questione fisica il Bayern tra tre settimane starà molto meglio: è superiore_ Perisic l’avrà visto Robben?

  95. Vederli reclamare perla perdita di tempo delle rimesse del portiere (cosa che peraltro TUTTI fanno quando sono in vantaggio) ed essere totalmente ignorati dall’arbitro….impagabile! Solo in itaglia riescono a fare il bell ed il cattivo tempo.

  96. Bayern molto piu forte, ma anche molto piu stupido.
    risultato buono, in teoria al ritorno basterebbe non perdere.
    Ma da Guardiola ci si può aspettare anche quello.
    Coglione quasi quanto van gaal.

    • Guardiola è diventato tale perché cerca sempre il gol, sempre: lo ” score” reale non conta_ Senno’ bastava Mazzone_

  97. Sbrigata la pratica Champions si entra in modalità doppia sfida coi ladri pigiamati.
    Sperèm in bèn.

  98. Un gol del Bayern da annullare ed un rigore non concesso alla juve. Questa è musica per le mie orecchie.

  99. con la rimonta che gli hanno concesso, al ritorno troveranno comunque i gobbi caricati a molla…io finchè non li vedo fuori non sono tranquillo.

    Un po’ come la finale col Barca, avrebbero potuto perderla 4-0, ma per suffiicienza dell’avversario ed un tiro sporco siamo arrivati a cagarci nelle mutande per una decina di minuti

  100. Se Guardiola allenasse squadre meno forti farebbe di quelle figure di merda da spanciarsi.

    Sette ore di titic titoc e poi lascia le praterie in difesa.
    I gobbi possono farcela, purtroppo.

    Sempre più convinto che questo qui abbia vinto quello che ha vinto grazie a Messiniestaxavi

  101. Allegria: Gobba esce bene dal 2_2 non tanto per il ritorno,ma per la gara contro di noi !

  102. Guardiola sbigottito dalle osservazioni dei fenomeni su Premium…. può avere le sue ragioni, ma resta un coglione perchè ha pensato di essere in campo contro l’Hannover invece che in un ottavo di Champions.
    Ora il 70% di possesso palla in trasferta sai dove può infilarselo?!

  103. guardiola di merda

  104. Ma cosa cazzo dite “guardiola merda”, ” guardiola coglione”…noi ce lo sogniamo un allenatore così, è un signore lui e fa giocare da dio le sue squadre…cazzo c’entra se i suoi difensori fanno due cappelle e i gobbi ne approfittano?!
    Al ritorno 3a0 e gobbi a casa con le pive nel sacco!

  105. noi ci sogniamo un allenatore,punto.

  106. 3 a 0 mi sembra anche ottimistico…
    al Bayer ieri mancava la difesa, al ritorno sarà altra musica.
    Che poi pure se passasse la Juve, chissene… più in alto arrivano più forte è il botto quando cadono, tra l’altro hanno sempre più infortunati sai che ridere se perdessero tutto in stile Benfica…

  107. Panda,
    ma l’hai vista la squadra del Bayern?

    L’allenatore è l’ultima cosa che ci sogniamo. Questi si possono permettere il lusso di tenere Mario Gotze buttato lì in panchina come un Manaj qualsiasi.

    Sei 2-0 fuori casa, gli hai tagliato le gambe nonostante un gioco stucchevole

    (ma quanto ci mettono a fare un’azione? Ma Guardiola prende una provvigione sulla percentuale di possesso palla? Perché sennò non si spiega)

    e anziché giocare in verticale giochi in orizzontale.

    Ditemi voi se è normale.

    Il 2-0 è arrivato perché Robben, anziché fare l’ennesimo passaggio corto, ha sfruttato la velocità che ha e gli spazi lasciati dai gobbi e ha segnato praticamente da solo.

  108. È singolare leggere tutti questi commenti contro Guardiola in un Blog dove tutti si lamentano di quanto gioca male l’Inter.
    Ieri i gobbi non l’hanno raddrizzata ne con il cuore ne con la tenacia ma molto più semplicemente con due errori (il primo clamoroso Ranocchia style) di singoli.
    Ho già sentito i commenti in TV dopo Napoli Milan che hanno stravolto in maniera surreale l’andamento della partita e adesso mi tocca sentire pure queste stronzate sulla Juve la tenacia il cuore e Guardiola incapace.

    Oh ma il calcio cosa sta diventando un arma di sterminio del cervello di massa?

  109. La Juventus andrà fuori senza problemi all’Allianz, il 2-2 li condanna, tranquilli. Ma dare del coglione a Guardiola, un Vate, un rivoluzionario, un vincente, è veramente da ignoranti.

  110. Scusami, Davide, ma cosa ha fatto di davvero rivoluzionario?

    Il Barcellona era forte di suo, con lo stesso Luis Enrique, che in Italia non ha incantato, diciamo così, stravince quanto e più che con Pep, il quale è riuscito a sprecare un paio di Champions pur avendo una formazione nettamente più forte di tutte le altre.

    Al Bayern, per ora, ha fatto meno degli altri predecessori, che almeno in finale ci arrivavano
    per non parlare di Heynckes o come diamine si scrive, che ci ha fatto il triplete.

    Certo, se alleni Barcellona e Bayern qualcosa la porti a casa sicuramente…

    • “Guardiola ha fatto meno dei suoi predecessori in champions…”
      Grazie al cazzo! E’ uscito due volte in semifinale e contro real poi campione e barcellona poi campione. Cioè non mi sembra così negativo…

      “Guardiola cosa ha fatto di rivoluzionario?”…comeeeeeee?!?!?!?
      Ha solo creato la squadra più forte forse della storia del calcio!!!
      Ok che nel Barcellona ci sono i fenomeni ma secondo me devi anche sapere metterli in campo e lui ci riusciva alla perfezione!

      “Guardiola è riuscito a sprecare due champions…”
      Allora scusa ma secondo te la questione è: o le vinci tutte le competizioni a cui partecipi o sei un incapace?!?
      Cazzo ti riassumo:
      2008-2009 prima stagione da allenatore triplete, anzi sextete!!
      2009-2010 usciti in semifinale contro di noi…non ce n’era per nessuno, ma ci è anche servita un bel po’ di buona sorte, siamo sinceri!
      2010-2011 champions vinta oltre ad altri titoli in patria che non ricordo…
      2011-2012 usciti in semifinale contro la squadra più inculata degli ultimi 35 anni e più anticalcio in quanto ha piazzato due pullman davanti alla porta sia all’andata che al ritorno, cioè il chelsea di di matteo

      Dimmi tu se il curriculum fa così cagare o magari rivedi la tua idea.

      Però se ragioni coi pregiudizi nei suoi confronti allora è inutile parlarne.

  111. Este
    certo che ho visto i giocatori del Bayern, sia in campo che in panchina, lo so che alcuni sono nomi altisonanti, soprattutto da centrocampo in su, ma non è che una cosa esclude l’altra, cioè sognarci i loro giocatori non significa non poter sognare di avere il loro allenatore…
    Poi so che alcuni non amano a prescindere il gioco avvolgente di guardiola e non ci posso far niente, io NON sono tra quelli.

    Secondo me il possesso palla che ha fatto il Bayern nel primo tempo non era fine a se stesso ma portava a intontire gli avversari (infatti i gobbi davano l’idea di sentirsi in un senso di inferiorità imbarazzante!) e a trovare prima o poi, senza fretta, gli spazi giusti per fare gol. Ok ogni tanto cincischiavano un po’ troppo, ma se le cose andavano come dovevano andare, sul 2a0 il bayern col possesso palla avrebbe portato la partita al novantesimo magari picchiando un altro golletto in culo ai gobbacci.
    Invece tutto è cambiato con due cazzate degne di ranocchia (come dice giustamente Carlo) e i gobbi hanno preso coraggio.

  112. Non era il guardiola che ne prese 7 dal real di ancellllottti nelle semifinali?
    Senza Messi e gli altri alieni non ha vinto ancora nulla.
    sara x la pioggia.
    ah pero fa sempre un gran possesso palla.
    ricorda qualcuno 🙂

    • E l’anno prima, quando era ancora sull’altra panca, se non sbaglio ne prese altrettanti, o giù di lì, sempre alle semifinali, proprio dal Bayern (di Heycknes).

  113. La rivoluzione la fece Johan Cruyff, prima da giocatore eppoi da allenatore_ Gli altri hanno aggiustato, limato, perfezionato_ Guardiola attualmente e’ il miglior interprete di questo stile di gioco, che di partite sontuose ne ha regalate eccome_ L’Inter e’ sempre stata squadra dal gioco verticale, solo il vituperato Mancio _specie nella fase I, quella dei pareggi_ ha provato a cambiare impostazione, ma senza continuità, rinculando ai primi rovesci su tattiche piu’ tradizionali_ L’anno scorso e’ ripartito con le stesse intenzioni, ricordo un Inter-Torino 0-1 dopo che per tutta la gara la palla non la videro proprio, idem lo O-O nel derby di ritorno_ Ma non c’è pazienza, come l’angoscia di queste ore conferma= la classifica e’ brutta ma non bruttissima, ma l’aria fa presagire che tra poco fara’ ancora piu’ schifo, specie considerando che razza di miracolo fece l’Inter di Strama per espugnare il Gobbum stadium, che spiega ancora meglio delle malinconiche statistiche perche’ la’ va’ spesso male_
    Io Juve-Inter l’ho gia vista, se volete vi mando il risultato con la cronaca, pero’ non vorrei rovinarvi la differita con il commento di Ennio Vitanza.

  114. Vedremo Guardiola al City con una squadra normale e non di ET cosa farà il prossimo anno. Sul due il Bayern si prende due contropiedi. Da abc del calcio Mr. Pep

  115. Ragazzi, se mettiamo in discussione Guardiola allora è meglio finirla qui. La Juve, la squadra più forte d’Italia che vincerà 15 scudetti di fila, è stata presa a pallate per 70 minuti. Il primo tempo non è uscita dalla sua metà campo e ha pareggiato solo perchè il Bayern è calato alla distanza. Tanto non preoccupatevi, al ritorno salirete tutti sullo stesso carro.

  116. Grande Davide!

  117. giorni duri per i Peppe e i Pep in questo blog..
    ma ErPantera io lo aspetto, ci canzona, ma in modo bonario..
    eppoi stava a fare lo splendido sui nostri tormenti Ronaldiani che gli e’ scoppiata la bomba del Pupone e annesso suo museo/ufficio di Trigoria…
    che tormenti

  118. Non è mettere in discussione Guardiola. Qua si dice solo che Tra Barca e Bayern ha allenato le due squadre più forti negli ultimi anni. Luis Enrique al Barca è un idolo mentre prima era da decapitare. Vorrei vederlo fare calcio champagne all’inter (ma senza muller, lewa, robben, costa, ribery etc).
    Se al ritorno non passa è da galera dopo aver regalato due goal il bayern (pregevole il secondo con il portiere che cerca di giocarla a metà campo con lham che tenta un passaggio di petto al volo che però scaturisce nel contropiede..)
    Geniali

    • Si può giocare malissimo anche con i campioni: basta vedere l’Argentina..

    • Beh, se Ti riferisci all’Argentina del 1986, di campioni ne aveva 1 (diciamo 2 con Valdano).
      E’ vero che quell’1 valeva per 5, però … .

  119. peccato avere mandato a puttane uno 0-2 che ci avrebbe fatto godere tantissimo e che invece è diventato un 2-2 che rimette in discussione tutto e che ci ha obbligato ad un coito interrotto proprio sul più bello.

    sulla base dello 0-2 si può senz’altro affermare che quelli del Bayern e Guardiola siano stati dei coglioni, senza nulla togliere al loro valore.

  120. Che Guardiola sia un grande allenatore non si discute, punto.

    Si può discutere sull’utilità di fare sempre il 75% di possesso, talvolta fine a se stesso…

    In certi momenti sarebbe meglio lasciar fare la partita agli altri, giusto per non farsi infilare come polli…

    Ieri sera gli mancava la difesa titolare, qualche errore e il calo finale credo l’avesse messo in conto…

    Cmq l’impostazione che dà è ottima, le sue squadre giocano bene e sono belle da vedere…

    Sono felice che la partita di ritorno sia ancora aperta, auguro alla Rube una partita lacrime e sangue

  121. Presa una lezione di calcio, non nel risultato, ma certamente nel gioco.
    Abbiamo preso appunti per quasi tutta la partita su come si gioca. Ora abbiamo qualche giorno per rivedere gli appunti e studiare, poi domenica sera dovremo cercare di essere pronti per l’interrogazione

  122. Sul 2-0 era indeciso se chiederne altri 3 o farli rimanere in partita.
    Tutto sommato meglio così, così si stressano ancora per un po e tengono la testa a Monaco.
    Viceversa si sarebbero sfogati ancora di più su di noi, così passiamo più inosservati.

  123. Tre ore di titic titoc inutile non è bel gioco.
    Poi se voi vi ci divertite buon per voi.

    Ancora ho negli occhi come si fece mettere nel sacco dal Chelsea disastrato di Di Matteo.

    Si ritrova sempre squadre con budget pressoché illimitati e alla fine gliela risolve sempre il campione di turno.

    Altrimenti è possesso palla estenuante
    (cioè, davvero, ieri cambiavo canale, guardavo il Barcellona – altro sport, per inciso-, poi giravo di nuovo e il Bayern era ancora lì a giocare al torello, machepalle).

    Spero vivamente che a casa loro non buttino una qualificazione che, per la differenza tecnica in campo, andrebbe data quasi d’ufficio.

    Fatto sta che qualche anno fa non ci fu storia, oggi invece, grazie alle genialate di Guardiola, purtroppo i gobbi qualche speranza ce l’hanno.

  124. Il possesso palla e’ anche una strategia di difesa: “se la palla ce l’ho io, tu non mi puoi fare gol”, come diceva sempre Liedholm.. E’ chiaro che prendi il rischio di sbagliare, ma questi fanno allenamenti tecnici interminabili per nascondere il pallone agli altri. Poi in gara, specie quelle adrenaliniche tipo ieri, puo’ subentrare l’emozione, l’avversario che ti pressa forte caricato da un pubblico che.. tifa e puo’ accadere il patatrac; non si puo’ pensare che il Bayern difenda il risultato come un Atalanta qualsiasi, non sarebbe il Bayern.

  125. il titic e il titoc in effetti rompe un pò le balle ma da lì a dire che Guardiola è un povero pirla ce ne passa.

    è un pò ricopiare quelli che considerano così il Mancio.

    evidentemente su qui la si sa più lunga di tutti quelli che li hanno chiamati offrendogli fior di milioni per andare ad allenare le loro squadre, non sanno che ci sono in giro i Sarri, i Giampaolo, gli Eusebio Di Francesco, i Pioli che costano un cazzo di niente e fanno giocare le loro squadre meglio di tutti?

  126. Corso sei semplicemente da APPLAUSI

  127. Anch’io preferivo il Bayern di Heykens, però da qui a dare del pirla a Guardiola (e Mancio) mentre si incensa Sarri e combricola……………..

  128. era Heynckes per la precisione.
    X quanto mi riguarda mi tengo Mancio ben stretto, soprattutto se le alternative sono le sopracitate.

  129. Io preferivo il Bayern di Van Gaal: l’abbiamo accoppato non solo nella notte magica, ma anche a domicilio l’anno dopo con il calcio allegro di Leonardo.. che io ho gradito, beninteso, e così ho definitavamente perdonato i bavaresi x quel 1_3 di coppa uefa a san siro..

  130. straquoto, una delle partite più emozionanti post triplete!

  131. Premessa: il calcio di Guardiola non piace neppure a me. La definizione di palloso gli stà stretta, “de gustibus”.
    Premessa due: se aveanti due a zero ti fai rimontare 2-2, anche tu come allenatore qualche errore lo devi aver commesso.

    MA, fra l’essere un pirla e fare una pirlata c’è differenza.
    Per essere un pirla la frequenza delle pirlate deve essere alta.
    Ora, ammetto di non seguire il Pep costantemente, ma credo che le partite in cui sia stato “impacchettato” (anche sanguinosamente) si contino sulle dita di una mano.
    Quindi ci andrei cauto nel criticarlo.

    • Volevo dire denigrarlo.
      Ci mancherebbe che non difendessi il diritto di critica

  132. Io preferisco il “controllo della partita senza palla” di Mourinhana e geniale definizione… Ma discutere Guardiola, sù. Possono piacere o meno ma le sue squadre hanno un marchio di fabbrica riconoscibile e sono organizzatissime. Hanno il limite che giocano sempre allo stesso modo, ma se il termine di paragone è il nostro Mancini…quale sarebbe il suo marchio di fabbrica? Energumeni a centrocampo e palla a Ibra? Avete visto il pressing sincronico dei giocatori di Barca e Bayern? Più o meno come il nostro pressing adminkiam, no? Per correre sincronizzati non occorre essere top players, ma occorre essere allenati, appunto. Ieri sera il Bayern ha avuto un crollo di tensione da manifesta superiorità, e la juve ne ha approfittato con una buona dose di culo. Se i tedeschi mantengono la concentrazione, li ridicolizzano.

    • scusa gus, quali sarebbero stati gli energumeni che avevamo a centro campo nel 2005/6/7/8?

      ti riferivi a Stankovic, a Veron, a Cambiasso, a Pizzarro, a Mihajlovic, a Viera o Zanetti, oppure non sai quello che dici?

      se invece parli di quelli di quest’anno e dell’anno passato cosa cazzo dovrebbe fare? metterli lì tutti ad imparare a giocare al calcio come se fossero dei pivelli alle prime armi? pensi davvero che Medel potrebbe giocare come Cambiasso o Melo come Stankovic se istruiti a dovere? e magari, insistendo, perchè non fare imparare a giocare come giocano Messi e Robben ad esempio, a Lijalic ed a Byabiany?

      per fare quello che fanno al Barca e al Bayern prima cosa devi avere doti tecniche non comuni, perchè anche i fenomeni come quelli che hanno loro la cazzata la fanno sempre come si è visto ieri sera, figuriamoci se ci mettiamo a far fare il tika-taka a gente come Murillo, D’Ambrosio, Nagatomo, Medel, Melo o Brozovic che già sbagliano i passaggi più elementari senza l’assiduità e la frequenza del tika-taka che serve sia per tenere la palla ma anche per inciuccare l’avversario che non sa mai da che parte gli arriveranno addosso all’improvviso.

      evidentemente non te la ricordi l’Inter dei record, molto probabilmente perchè anche tu sei convinto che se le squadre come il bbilan, la fiore e la lazio non fossero state penalizzate noi non avremmo avuto vita facile.

      un paio di balle, perchè penalizzate o no, le abbiamo battute tutte sia all’andata che al ritorno e la rometta, che non era penalizzata, ci ha visto con il binocolo quell’anno lì, così come Galliani ha dovuto aspettare diversi Natali prima di superarci.

      fare pressing serve se lo fanno tutti, basta uno o due che non lo fanno e non serve più ad un cazzo e perdi energie per niente.

      Icardi ha una media tiri/gol altissima perchè non fa un cazzo, Palacio che si danna l’anima, come ho visto fare anche da Eder, sbaglia i gol già fatti perchè ci arriva sempre con la lingua di fuori.

  133. a me sembra che quasi nessuno abbia dato dell’incapace o del pirla a livello assoluto a Guardiola, ma che si sia fatto fregare da pirla mi sembra sotto gli occhi di tutti.
    Ha peccato di presunzione e l’ha pagata…capita anche ai migliori, non mi sembra un delitto dire che ieri sera ci abbia messo molto del suo nel resuscitare i gobbi.

    • Corso, senza Ibra si perdeva a Parma e si perdeva uno scudo già vinto. Qui non si tratta di insegnare a Perisic come diventare Robben, ma come insegnare ad un reparto a correre in modo organizzato ed a portare un pressing organizzato. Cosa che in teoria dovrebbero fare soprattutto le squadre meno tecniche. Lo faceva bene anche l’Inter di Mou. È roba diversa dal talento dei singoli. Ha anche molto a che fare con lo spirito di squadra. Di Inter dei record preferisco ricordare quella di Lothar e Nicolino.

  134. Mio caro Acanfora, a la domanda che me fai circa l’imbarazzo che potri prova’ riguardo l’ufficio/museo der Pupone te potrei risponne a lo stesso modo ‘n cui ha rrisposto a mme Anonar36 (a cui, perartro, invio un rispettoso saluto): Chi nun è romanista nun pò capi’ cosa ha rappresentato Totti pe’ nnoi.
    In più, te vorei invita’ a riflette su la differenza de intensità che ppò esiste fra ‘n sentimento verso ‘n carciatore che è da vent’anni la storia vivente de ‘na squadra rispetto a ‘n artro che, pe’ quanto forte e celebrato, ha cantato pe’ ‘na sola staggione e a’ ‘e prime avvisajje de l’inverno se nn’è scappato de notte, a ddire poco iriconoscente, verso lidi meno dolenti e faticosi.
    Sarebbe come a ddi’ qual è ‘a differenza tra ‘na vita passata ‘nsieme à donna amata tua e ‘n’avventura de ‘na notte, tipo ‘na bbotta e vvia… E lascio a te er giudizzio.

    Comunque, pe’ torna’ a l’attualità, oggi me sto proprio ddivertenno a ssenti’ li strilli a squarciagola d’ ‘e zzoccole prepagate, che operano a comanno ne li ggiornali e ne le ttivvù, a riguardo de le ingiustizzie ch’avrebbe subbìto ieri ‘a Zzebbraladra.
    ‘Na goduria infinita…

    • A Panterone, ce l’abbiamo pure noi le bandiere e pure immacolate_
      N. 1 Giacintone Nostro, e non si discute;
      N. 2 ci voglio mettere lo zioBergomi_
      N. 3 Zanetti e altri ancora_
      Lo Zio da qualcuno è criticato perché fa il giornalista imparziale_ Ma come si fa a non comprendere un minimo di rancore: 20 anni di onoratissimo servizio alla causa, anche con Inter impresentabili, mettendoci la faccia e prendendosi contumelie per colpe non sue, nonché biglie in testa, e questi manco la cartoline di Natale gli hanno poi mandato !

    • E mmica me so’ permesso de discute ‘a statura morale de quelli ch’ hai appena nominato!?

      Pensi a lloro e ppoi all’artro, quello der sogno de ggioventù infranto, e ‘a differenza de calibbro umano te vie’ fori da sola, o sbajo?

    • certi amori non finiscono mai…

      l’ha scritto e cantato quello che senti di solito allo stadio a cantare Roma Roma, lo conosci, no?

    • Mah, più che artro, se potrebbe di’ che ce sta a chi je piace ‘n un modo e a chi ‘n artro.
      Certo, a mme nun me piace quanno me frùsteno. E, sinceramente, manco me piace de frusta’. ‘N senso figurato, dico, eh. Nun vorei alimenta’ dicerie…
      ‘Nsomma, sarei pe’ ‘na cosa a la pari: Tu ‘no schiaffo a mme e io ‘n carcio ‘n bocca a tte. Così senza sopraffazzione…

  135. Sarebbe come a ddi’ qual è ‘a differenza tra ‘na vita passata ‘nsieme à donna amata tua e ‘n’avventura de ‘na notte, tipo ‘na bbotta e vvia… E lascio a te er giudizzio.

    si però se quella botta e via era di Charlize Theron forse forse n po te la saresti sempre ricordata e portata nel cuore …ma anche piu’ sotto …

  136. la Storia ha già deciso, per il mondo intero Ronaldo uguale Inter. E per sempre_ Poi se quelli della curva nord vanno a prendere uno a uno tutti i bambini che avevano la maglietta neroazzura del Fenomeno -in Lapponia, Messico, Azerbajan, Corea del sud, ecc.-.,magari cambieranno idea. Ma dovranno argomentare da par loro, e mostrare la famosa clip con le migliori gomitate di Materazzi ed i falli laterali di Beppe Baresi..
    E la richiudo qua, che poi mi accusano che sfracasso i biscioni.

  137. quinni seconno er tuo raggionamento Fabbio Capello te dovrebbe proprio sta sui cojoni…

    • E pperché nno? Si ‘a parola ancora conta… E pe’ mme artro che sse conta ‘a parola…

  138. X Nexus6: mi riferivo dall’Argentina di adesso, che già basterebbe Messi, ma ci sono anche i vari Pastore, Dibala, DiMaria, Higuain, e gioca da schifo

  139. prima di dare del pirla a guardiola aspettiamo che esca

    ieri sera erano annoiatissimi, un po’ di brivido ci sta, ma non sono il Real alla frutta dell’anno scorso, stiamo commentando la penultima partita europea della juventus 2015/16, dicesi fallimento checchè se ne chiacchieri, e una bella ridimensionata a feniomeni di cartone tipo pobbà

    l’unica pirlata qui è pensare che Alex Ferguson possa aver sbagliato una valutazione in vita sua

  140. E’ una squadra di scientifici “distruttori del gioco altrui”, qualità in cui giganteggia quello che secondo me è un grandissimo giocatore che non hai nominato: Javier Mascherano.
    Sicuramente non riempie gli occhi degli esteti.
    E’ concreta, ma finora i suoi campioni (Higuain, Messi, etc.) l’hanno sempre tradita all’ultimo chilometro, quando avrebbero appunto dovuto tirare fuori dalla saccoccia loro quel centesimo che mancava per fare un milione.
    Ecco perché Maradona era Maradona, e Messi invece è Messi.

    • Allo stato è un fallimento, considerando la qualità di questa generazione: né qualità di gioco, né risultati_ Nemmeno la copa America, il Chile di Medel si rivelato troppo forte!

  141. Vorrei parlare della partita di ieri, a mio parere una delle piú umilianti prestazioni di una squadra italiana per i primi sessanta minuti in campo internazionale, ma mi tocca riprendere, chiamato in causa, l’argomento Ronaldo, spero per concluderlo una volta tanto (almeno da parte mia). Al romanista che mostra così poca stima di Ronaldo, suggerisco di andarsi a vedere in Wikipedia le dieci e più pagine dedicate alla carriera e ai successi dello stesso: non è esistito nella sua vita solo il periodo interista e quello milanista che sembra tanto offendere noi tifosi. Quanto poi al parallelo Totti-Ronaldo, a favore del primo, ricordo che Ronaldo è stato uno dei giocatori più corretti nei confronti degli avversari, giocatori e pubblico, che abbia calcato i campi di gioco. In quel prato dell’Olimpico dove vedemmo piangere disperato Ronaldo, vedemmo anche qualche anno dopo( in occasione della finale di Coppa Italia del triplete) un giocatore assatanato correre dietro a un nostro giocatore che si era permesso di superarlo con un dribbling irridente con l’intenzione come minimo di spezzargli una gamba: un gesto degno del miglior Totti, quello che spesso si compiace di spernacchiare giocatori e pubblico avversari, senza nessun rispetto, perché sembra che questo piaccia ai suoi tifosi, come nelle gag televisive.
    Infine, per concludere una polemica personale che non mi è piaciuta, vorrei accennare a un argomento che non è stato preso in considerazione ma che mi sta particolarmente a cuore( forse per deformazione professionale). Ronaldo è stato uno straordinario artista del pallone, perché il gioco del calcio è un’arte, analoga a quella praticata in campi diversi dai pittori, dai pianisti, dai ballerini etc…, ai quali nessuno chiede di comportarsi bene nella loro vita privata ma piuttosto che sappiano fare bene il loro mestiere per il quale sono pagati. Quando vado allo stadio ( ormai purtroppo sempre più di rado) pretendo che il giocatore lautamente pagato ricambi il prezzo da me pagato con una prestazione al meglio delle sue possibilità nel rispetto degli altri, giocatori e pubblico. Devo dire che da questo punto di vista Ronaldo non mi ha mai deluso, per il resto non sono né suo amico né suo parente da preoccuparmi della sua vita privata, né mi sogno di invitarlo a cena, durante la quale ho la sensazione che sarebbe più spiritoso, ad esempio, di Zanetti, che pure tanto apprezzo. Di lui, da Fazio, ho apprezzato la perfetta conoscenza della nostra lingua (non potrei dire altrettanto di Totti!) e l’ironia con cui rispondeva alle domande dell’intervistatore ( non quella piuttosto greve che accompagna le esibizioni televisive di Totti). Ma, come ho già detto, ognuno ha i suoi santi da venerare, apprezzando le loro virtù e i loro vizi; ma evitiamo di metterli sugli altari: sono uomini come noi, e spesso peggiori di noi, e ringraziamoli solo per quei pochi minuti di piacere che ci offrono e che ci permettono di dimenticare i nostri guai quotidiani. E oggi soprattutto ne abbiamo parecchio bisogno.

    • Caro Anonar36, non intendendo continua’, parimenti a lei, ‘sta polemica infinita, spero vivamente de nun ritrovamme, un giorno de questi, su ‘a farsariga de quella dedicata ar precedente eroe, a llègge un suo eloggio de quer bravo fijo, inseguito a ssuo tempo ddar mio assatanato beniamino, che risponne ar glorioso nome de Balotelli.

      Un carciatore che dùbbito sia stato ‘n fùrgido esempio pe’ ggenerazzioni de ggiovani e cche ancordeppiù dùbbito abbia contribbuito ad elevare er buon nome de la sua amata squadra der core.

      Tanto che io scommetterebbe, sicuro della vittoria, sur desiderio de la stragrande maggioranza de li stessi tifosi interisti de ripete verso quer bravo ggiovine, sicuramente con più forza e maggior successo, quer vorgare ggesto a ssuo tempo compiuto dar mio assatanato idolo.

      Concludo rinnovandole i miei più rispettosi saluti.

  142. Mi auguro che abbiate ragione, perché ieri la difesa del Bayern era imbarazzante.

    Ho avuto una pessima sensazione.
    Tipo gigante dai piedi d’argilla.

    Col culo che si ritrovano i gobbi rischiano di passare.

  143. gus

    sarebbe interessante sapere da te come ci si è arrivati alla fine del girone d’andata l’anno che si è vinto “grazie ad Ibra” a Parma.

    dopo l’anno dei record abbiamo proseguito la serie di vittorie in campionato e siamo arrivati ad avere fino ad 11 punti di vantaggio sulla rometta, vantaggio che è via via diminuito per colpa di diversi infortuni compreso quello di Ibra, ma se Materazzi, alla maniera di Beccalossi, non avesse detto ” l’ho tiro io il rigore” contro il Siena, a Parma saremmo andati a fare una passeggiata di salute invece che a giocarci lo scudo e Ibra avrebbe potuto proseguire le vacanze.

    quella dei record del Trap la ricordo anch’io con lo stesso orgoglio, non ho preferenze quando l’Inter mi fa godere, ma non vedo cosa c’entri nel discorso nel quale è evidente che il Mancio, che non è mai stato ne milanista ne gobbo, ti sta sui coglioni e quindi sarebbe più onesto dire sta cosa subito, così almeno non si perde il tempo a fare discussioni inutili.

    per chiudere: con il Trap in cinque anni uno scudetto, una coppa Uefa e una supercoppa Italiana

    con il Mancio, in quattro anni, vatti a rinfrescare la memoria da solo e scopri le differenze.

    • Punti di vista Corso. A me il Mancio non sta per niente sui coglioni, semplicemente mi piace un altro genere di allenatore. Sotto il profilo tecnico, della gestione dei giocatori e della tenuta nervosa. E mi auguro che con i gobbi metta in campo una squadra pronta a sputare sangue…

  144. Condivido le tue perplessità, Este.
    Speriamo che la difesa bavarese si dia una registrata (sperando nel recupero di qualche elemento titolare).

  145. Este,Nexus, non ci sono garanzie perché la palla è rotonda, nulla è scontato e questo è anche il bello_ Però mi soffermei anche sulle altre cose viste, tipo la facilità con la quale Arien Robben ha scherzato l’intera difesa rubentina; così, giusto per onestà intellettuale_

    Anonar, sul Fenomeno già sappiamo_ Ma un rimprovero glielo faccio io, perché la sua mancanza più grave verso noi è stata un’altra: doveva e poteva giocare molto meglio quel giorno là, perché, con tutta la poca stima che ho di Cuper, quella partita la dovevano vincere i giocatori. L’allenatore doveva solo scegliere i migliori, ed erano tutti in campo_

  146. Acanfora

    ma infatti la differenza tecnica tra le due squadre è tale che il 2-2, quando sei due a zero a metà del secondo tempo, si spiega soltanto con una gestione ri-di-co-la della partita.

    Con la velocità di Robben e il centroboa di Lewandowski per tenerli bassi si profilava una goleada, o comunque una gestione tranquilla del risultato.

    Con una squadra normale, in Italia, Guardiola farebbe una collezione di figuracce da ribaltarsi.

    • Ah, dimenticavo,
      Ronaldo giocò male quella partita semplicemente perché era ancora in una condizione fisica precaria
      (era rientrato da poco, dopo due anni di stop)

      ma c’era il Mondiale alle porte…

      Acanfora, guardiamo in faccia la realtà: non gliene è mai fregato un tubo.

  147. non gliene è mai fregato un tubo tanto è vero che si è messo a piangere per avere perso uno scudo già vinto.

    che attore!

    siamo alla farsa, pur di sostenere la propria tesi si rasenta il ridicolo.

  148. Ha risposto Corso: ci teneva tanto, per sé e per noi_
    Ma il campionato è fermo, c’è la sosta? Nessuno ne parla_

  149. Sì, guarda,
    non ci dormiva la notte.

    Ma per favore.
    Abbiamo messo la freccia di sorpasso ai milanisti per Kakà

    Questo sì che rasenta il ridicolo.

  150. vincere fa piacere a tutti, sia per una soddisfazione personale sia per chi ti viene a vedere giocare, questo che tu sia ben pagato o lo faccia aggratis.

    di conseguenza perdere quando pensi già d’avere vinto fa male anche a chi guadagna miliardi perchè sempre di un uomo si tratta che si presume abbia anche dei sentimenti, anche se fa il calciatore e per quello che fa viene retribuito più che bene.

    il mandare tutto in vacca solo per avere ragione senza considerare tutto questo, minimizzare due rotture ai legamenti come un qualsiasi strappo o infortunio di uno o due settimane, rimettere in discussione un Campione solo per avere scelto un’altra strada come hanno fatto quasi tutti, non rasenta solo il ridicolo ma è anche di una meschineria unica, si riallaccia un pò al discorso su Guardiola, che viene giudicato per 35 minuti giocati male dalla sua squadra e su questo lo si attacca giudicandolo un incapace, dimenticandosi chi è e cosa ha fatto precedentemente, anche qui minimizzando e rapportando il tutto dando solo il merito ai giocatori che ha avuto, di conseguenza non si capisce, dal momento che lui non conta un cazzo, come mai ieri sera i suoi fenomeni siano andati in bambola da soli. .

  151. Chi ha il calcio nel sangue si incazza anche se perde la partitella di cortile, figurati a quei livelli e dopo tutte la fatiche, imprevisti, infortuni, ladrate, per arrivare a un passo dalla vittoria_ Mi sembri obnubilato da un impasto di tribali codici d’onore da ultras,tali da insultare la tua intelligenza_
    Piuttosto si è saputo infine quanto i ladroni sganciarono a Poborsky? E, rimgiandomi in parte quanto detto prima, perché non giocò Seedorf?

  152. Domani leggeremo un articolo su Gazzetta e Corriere della Sera dove si evince che Thohir venderà il suo 70%. Ormai non cerca più soci, vuole proprio vendere e lasciare che siano altri a prendere in mano la patata bollente. Pare che però stavolta qualcosina di vero ci sia. Domani mi pare ci sia anche il cda dell’Inter. Vi ho dato questa notizia che ho avuto poco fa.

  153. se è vero, vuol dire che et è venuto solo a speculare, mere scatole Indonesiane finanziarie per lucrare su di noi: a sto punto chiedevamo a Gianmarco Calleri, magari in cordata con Zamparini..

    • Guarda, sarò sincero: preferisco pensarla come te, Acanfora, ovvero che sia solo uno speculatore. Perchè sai qual è l’alternativa? Che è un povero coglione che pensava di fare i soldi con una società di calcio.

  154. Ma io non sono affatto preoccupato, anzi, almeno finché ci soboMoratti non ci abbandoneranno, né Massimo,né i figli

  155. Dicevo, nel caso i Moratti non ci abbandonerebbero: sono più interisti di noi!

  156. Acanfora, sono lontano anni luce dalla mentalità ultras. Anzi.
    In genere sono loro che parlano di robaccia come “tirare fuori le palle” e altre amenità da cui me ne tengo ben lontano.

    Che poi ci sia una differenza sostanziale tra i Cambiasso e Zanetti e tanti altri, e i Ronaldo, non è questione di ultras, ci vuole solo un minimo di correttezza nel giudicare le carriere nell’Inter,
    anche solo per tributare il dovuto a chi comunque è sempre stato corretto nei confronti del mondo Inter, per mille ragioni che, ovviamente, non possiamo sapere.

    Cosa c’entri la mentalità ultras, non è dato sapere.

    Corso46

    Meschino. Aggiungiamo un altro insulto al palmares.
    Che magone, Dio mio.

    • Perché hai citato Kaka ed il sottoscritto, saltuariamente , la curva nord l’ha frequentata abbastanza da capire i codici di quelle mascherine: spesso ironizzano proprio sui casi kaka~resto anzi no~gonzi e scheva~bacia maglia Chelsea~gonzi;
      Comunque sul Fenomeno mi riporto a quanto detto e confermo_

    • Acanfora
      se ti può tranquillizzare, non ci sono manco mai stato in curva.

      E manco ci voglio andare.

      Ma non c’è mica bisogno di andare al secondo verde per vedere i piagnistei che fa il Milan per tirare avanti la storia della grande famiglia.

      E su.

  157. credete ancora alle favolette di quelle p.i. di gazzetta. Thohir che vende tutta la sua quota?
    Lo scopo di quelle p.i. è proprio far passare il nostro Presidente come uno speculatore, dal momento che coglione proprio non lo è, per le fortune che ha fatto.
    Da quando i media parlano bene dell’ Inter ?!?
    E alcuni continuano a dar loro retta.
    ma basta, che diamine

  158. Aggiungo:
    anche Balotelli pianse alla finale dell’Europeo.

    È la rabbia di aver perso, mi pare normale, è una scena che si vede in continuazione.

    Ma questo non significa che ogni giocatore che piange abbia attaccamento alla causa.
    O meglio, non è questo il parametro di giudizio.

    Ripeto, non è l’essere andato via o essere andato al Milan, non è il primo e non sarà l’ultimo.
    È tutta la pappardella prima, durante e dopo, non ultima la sceneggiata del papà milanese dell’altra sera.

    Passerei oltre (posto che l’ho già fatto da anni)

  159. Stavolta il Corriere e la Gazzetta si sono esposti parecchio e pare ci sia un fondo di verità, il resto lo leggeremo domani, non so altro. Cmq penso ne sapremo di più a novembre, quando scade la promessa di Thohir di favorire la continuità aziendale per tre anni (novembre 2013-2016).

    • Sì, Davide, magari è tutto vero, eh…
      però ste cose vengono fuori sempre prima di una partita delicata con le solite note.

      Mah, sarà un caso.

    • Può essere, este. Spero di essere io l’ingenuo. Però stavolta si sono esposti parecchio da quello che mi ha detto un amico che lavora nella rosea. O magari è solo per vendere due giornali in più, chi lo sa. So solo che io me ne vado a dormire. Buonanotte.

  160. può anche essere che se si continua a martellare con tanta insistenza sullo stesso tasto, magari un fondo di verità o qualcosa di poco chiaro possa anche esserci, ma più che altro è il tempismo con cui vengono fatte queste “scoperte” che lascia dei dubbi.

  161. Este, il punto non è capire le manfrine del regine berluskaz_ Il punto è la mentalità dei curvaioli: anche se non ci sei mai stato, la pensi esattamente come loro, almeno sul “senso di fedeltà” che il giocatore deve dimostrare_
    Citare Beppe Baresi non m’è servito a un Razzo_

    • No, scusami, io davvero non ci arrivo, Acanfora:
      cosa c’è di curvaiolo nell’apprezzare più i giocatori come Zanetti, che dimostrano attaccamento all’Inter

      rispetto agli altri?

      Ripeto, io detesto la mentalità degli ultras e fosse per me le chiuderei tutte, le curve.
      Se mi vuoi credere, bene, sennò fa lo stesso.

      Non voglio fedeltà da nessuno, ma non amo essere preso in giro.
      Ronaldo le ha fatto, con dichiarazioni di attaccamento alla maglia a cui non sono seguiti i fatti.

      Sono sincero, a me sembra tutto un panegirico perché non ti va giù che un giocatore fortissimo, in realtà non gliene importasse un tubo.

      Dai, andiamo oltre sta cosa di Ronaldo, con cui, tra l’altro, tanto per fare il tifoso prammatico e algido

      ci ho vinto pochino.

  162. Ci arrivi, ci arrivi: cosa c’è di curvaiolo nell’apprezzare più Beppe Baresi che Ronaldo? Tutto_

  163. E cioè? Mica ho capito che vuoi dire.
    Che intendi per “apprezzare”?

    Se mi parli calcisticamente, è ovvio che non c’è paragone. Ronaldo era una forza della natura, come fai a paragonarlo a Beppe Baresi

    (che era pure un altro ruolo).

    Ovvio che sotto quell’aspetto apprezzo più Ronaldo.

    Ma se mi parli del professionista, dell’attaccamento all’Inter e alla squadra per cui tifo (la passione si può vivere anche senza finire nell’ultrà) è ovvio che preferisco Beppe Baresi.

    Cioè, boh, stiamo parlando del nulla, proprio.

    Semplicemente: a me piace il calcio, il calcio è un gioco di squadra, la squadra per cui tifo è l’Inter.
    Se volevo tifare per il singolo avrei seguito il tennis o il ciclismo.

    Tutto il resto ce lo stai mettendo tu forzatamente, a martellate.

  164. Qualche anno fa una famiglia americana, from Oregon, si è fermata in vacanza dove vivo io_ La moglie, gran fica bionda, mi chiamava sempre con quell’accento americano che mi eccito solo a pensarci: “”Acanfori (dovrei scrivere il mio nome vero, omissis), ciai, buongiorni..”.Erano in Italia perché sapevano che è un posto dove si circola senza armi; lei era terrorizzata dalle pistole che in Oregon usano come noi il cellulare. Solo per questo si diceva felicissima della vacanza: il marito, allenatore di baseball, di calcio non capiva una mazza (ci sta proprio bene..!)- Con il mio basic english cercavo di spiegargli che ero sportivo anch’io e amavo il tennis e il calcio_ Uh, oh calci? Yes, i’m an Inter fan_ What? I talk about Internazione Milano football club_ What? E mo’ come glielo spiego: Inter team, do you know Zanetti? What? Inter Milano, do you know Facchetti? What? Marini (“pinna” Marini), Oriali_ What? Sabato (Antonio Sabato)_ Not is saturday today, please? Ok, i’m an Inter Milano supporter, the team of Ronaldo#
    Oh, yeah_
    Capito_
    Ronaldo, soccer:
    U’Fenomeno_

    U’Fenomeno_

  165. Vabbè, questo qui era americano, di calcio non ci capiva una fava, gli citi nell’ordine:

    un terzino argentino che segnava pochissimo,
    un terzino italiano degli anni ’60
    un mediano italiano degli anni ’70
    un’ala italiana degli anni ’80 mi pare
    e Ronaldo.

    Che ti aspettavi, scusa? Già che c’eri gli potevi citare Lampros Choutos.

    E poi, questo che dimostrerebbe?

    Cioè, se gli dicevi:

    Do you know Italia?
    Giuseppe Garibaldi? What?
    Umberto Eco? What?
    Rita Levi Montalcini? What?
    Enrico Berlinguer? What?
    Gino Strada? What?

    Berlusconi? Oh yeah, Berlusconi!

    E quindi tutti a votare Forza Italia?
    Boh, ripeto: non ci arrivo.

  166. capire che a nessuno interessano queste schermaglie e che non è un problema lasciare l’ultima parola all’altro,no?

    poi rimpiangono i vecchi tempi

  167. Hai ragione, tagnin, chiedo scusa, mi sono lasciato prendere.
    Non vorrei mai togliere spazio alle quotidiane e sempre nuove invettive contro Mancini.

  168. se uno si attacca solo ad un episodio negativo per giudicare una persona tralasciando tutto il buono che questa ha fatto precedentemente ha un modo di fare meschino, in quanto usa solo quello che gli fa comodo per potere sostenere la propria tesi.

    Ronaldo è conosciuto in tutto il mondo, il nostro Baresi lo conoscono a malapena gli Interisti e dire che si preferisce quest’ultimo a Ronaldo, se fosse veramente vero, sarebbe da ricovero immediato, perchè è vero che si tifa l’Inter ma questa è formata da giocatori che più sono bravi ed importanti più ti danno la possibilità di vincere e di dare spettacolo, con undici Baresi l’Inter la andresti a vedere solo te mentre con solo un Ronaldo riempi gli stadi.

    e con questo la chiudo qui senza fare disegnini o parlare lentamente per farmi capire perchè, non essendo meschino, io le cose le dico in faccia, non faccio passare per ritardati gli altri.

  169. Non sempre valuto il fattore età_ Se avessi conosciuto la famiglia americana 40anni fa, forse avrebbero subito raccolto l’associazione soccer/ Facchetti / Internazionale_  Giacintone Nostro io,  da bimbo, me lo ricordo come un dio, che nemmeno lo consideravo un calciatore: i calciatori erano altri, Corso, Mazzola, Boninsegna_ Lui era un gigante, il leale capitano dell’Inter e della nazionale, sempre riverito e rispettato dai mostri sacri degli altri paesi: da Beckembauer a Eusebio a Pelé ! Tanto da essere tra i primi giocatori/testimonial, nel suo caso mi pare di Vidal (schiuma da barba straniera)_ Il tipo ‘mericano è uomo di sport, con il baseball ci vive, eppure bene a quanto pare, se ha potuto permettersi la vacanza di cui sono testimone_ E mi riservo di raccontarvi altri aneddoti in futuro, in chiave abbigliamento Inter. La tecnologia accorcia le distanze e con loro mi sento ancora, almeno per accertarmi che stiano bene, giacche’ effettivamente le notizie che arrivano qui sull’Oregon sono per stragi e sparatorie_ Conosceva Ronaldo per il “soccer”, così come Valentino per il motociclismo o la Ferrari per la F1_
    Gli altri li ho nominati per colorire il racconto, e pensavo fosse intuibile,  a meno che Antonio Sabato goda di fama mondiale ed io non me ne sono accorto..
    Tanto per ribadire che Ronie ci ha dato lustro e prestigio, contribuendo a far conoscere il nome INTER in tutto il mondo-
    Se vi sembra poco..
    Alla luce degli ultimi rumors la sua presenza allo stadio insieme a Mou, ovvero i due più famosi della nostra storia, almeno quella recente,assume altra connotazione_ Mi sa tanto di promozione, e i messaggi pubblicitari devono essere brevi, potenti, suggestivi: “Vendesi FC Internazionale Milano, la squadra di Mourinho e di Ronaldo: U”Fenomeno”_

  170. Ve la do come notazione, state cercando di convincervi a provare un sentimento.
    Non è che ci siano dati oggettivi come i tiri in porta od il possesso palla su cui confrontarvi.
    Quindi mi sa che non ne verrete a capo molto facilmente.

  171. WOW! La gazza di oggi ci mette in prima pagina con titoloni a caratteri cubitali…

    Thohir cerca compratori, vende il pacchetto di maggioranza…

    In caso di mancata Champions sarà certamente fallimento…

    Icardi, Brozovic, Handa & Miranda saranno svenduti…

    Siamo con le pezze al culo…

    Amen

    PS neanche un mezzo trafiletto su Mr Bee

  172. ho letto stamattina gli articoli sbattuti in prima pagina da ts, cazzetta e cds…. nulla che non sia già stato detto, nulla di concreto che aggiunga qualcosa a quel che già si sa… solo supposizioni e ricostruzioni catastrofiste a caso.
    L’ennesima bomba nel mucchio prima di una sfida delicata o nel bel mezzo di un momento critico.

    In generale mi sembra che da un annetto a questa parte i rapporti dell’Inter con i media stiano degenerando del tutto, stiamo riuscendo addirittura ad esser trattati peggio che nell’era Moratti…. che almeno quando aveva qualcosa da dire si faceva beccare sotto la Saras a far la guerra con le spade di legno, ora manco quelle ci sono rimaste.

  173. io non sono daccordo su quella che sembra essere la strategia di Thohir, più una garanzia di mediocrità che altro, ma queste puttanate escono a intervalli regolari tutti gli anni 4 volte l’anno, prima degli incontri coi subumani e i gonzi

    un caso, eh

  174. Accidenti,mi tocca di nuovo intervenire e lo faccio col capo cosparso di cenere per aver ecceduto nell’ardore della polemica.Sono un pessimo polemista, lo riconosco, e per questo, pur avendo seguito per anni questo blog, quando non ne condividevo le opinioni avevo sempre evitato d’ intervenire, consapevole del mio pessimo carattere. Il fatto è che provengo dalla città di Pietro Aretino, che era solito dire “pane al pane e cazzo al cazzo” e che per questo rischiò di essere assassinato, per ordine di un papà, proprio nella tua città, caro Pecora. Inoltre sono un ex educatore, che ha preparato squadre di ragazzini, ai quali ha insegnato per prima cosa il rispetto di sé e, in campo, dei suoi avversari. Quindi l’episodio raccontato da Acanfora (che ha dato origine alla polemica)che ha accompagnato allo stadio il suo ragazzo e ha assistito alla volgare contestazione del suo idolo ( o meglio di quello descritto al suo ragazzo) mi ha spinto a intervenire forse con ecceda passionalità. Puoi quindi immaginare quanto mi sia simpatico Balotelli, che ho avuto occasione di seguire fin dai suoi esordi nei tornei di Viareggio: un formidabile talento perduto. Oggi riconosco di aver sbagliato in pieno, ma succede. Rispetto a Totti, scusami se ritorno un attimo al tema, che ha sempre rispettato la propria maglia e i propri tifosi (anche troppo!), Balotelli non ha saputo fare neanche quello. Però nei confronti degli avversari, del pubblico, purtroppo, nonostante il suo straordinario indiscutibile talento, il parallelo, mi dispiace dirlo, è perfettamente calzante. Entrambi sono stati un pessimo esempio di come dovrebbe comportarsi un vero atleta in campo. Ed evitiamo, per favore, di avvicinarlo agli Zanetti e ai Cambiasso. Ma ognuno, come ho già scritto altrove, ha i suoi Santi da venerare, a seconda dei suoi suoi gusti e delle sue abitudini di vita ed è giusto che li rispetti in casa propria, ma quando entra in casa altrui, te lo dico sommessamente, sarebbe di buon gusto, o almeno segno di buona educazione, farlo in punta di piedi come fa sempre il gentile juventino Rubens. Tu ti mascheri dietro il dialetto romanesco per rendere accettabile con un falso tono popolaresco e ridanciano la tua appartenenza a quella spocchiosa categoria di intellettuali ,a cui purtroppo io stesso appartengo, che in fondo si vergognano di appassionarsi alle gesta di ventidue ragazzotti in mutande che corrono dietro ad un pallone. Io non posso servirmi neanche di quello, e quindi puoi immaginare le mie battaglie, quasi sempre perdute. Tuttavia facciamo fatica a leggerti. Puoi sempre dire: “Se non ti piaccio, passa oltre”. E hai ragione. Ma anche questo non mi sembra molto corretto nei confronti di chi ti legge.
    Comunque sia, per quel che mi riguarda, come sono entrato in punta di piedi in questo blog, così ne esco (immagino il respiro di sollievo di Corso e Cambiasso, verso i quali non posso non nutrire simpatia, anche per rispetto dei nickname che si sono scelti) e rinnovo le mie scuse a chi si è sentito offeso o disturbato dai miei interventi, augurando buona fortuna a tutti e soprattutto alla nostra amata squadra che ne avrà particolarmente bisogno, a partire da Domenica prossima.

  175. Naturalmente il nemico di Pietro Aretino fu il papa e non il papà, che ,se non ricordo male, mai conobbe.

  176. immagino il respiro di sollievo di Corso e Cambiasso.

    ANONAR 36

    scusami ma questa non l’ho capita, per quel che mi riguarda “con parole mie”sono sulla tua stessa lunghezza d’onda.

  177. Anonar,
    unica osservazione= non comprendo perchè tu debba uscire da questo blog. Potrei scrivere un panegirico sull’essenza del blog, sul valore del contraddittorio ecc.. ma invito ThaDave a farlo, che ha l’autorevolezza dell’imparzialita’ e ne conosce meglio le dinamiche_

  178. Anonar
    Non so perché dovrei tirare un sospiro di sollievo, personalmente trovo i tuoi interventi interessanti, precisi e forbiti, oltre che molto lucidi.

    Poi si può avere idee diverse e intavolare delle discussioni che magari sviscerano gli argomenti in maniera anche più completa e da diversi punti di vista.

    Altrimenti tifare Inter diventerebbe un mero esercizio di sventolìo di bandiere e di coretti in rima.
    Almeno, così penso io.

    Ad ogni modo, l’Inter ha smentito l’ipotesi di cessione da parte di ET.
    Semplicemente cercano partner in Asia per estendere il brand e poter allargare gli investimenti.

    Da profano non mi pare una cosa così campata per aria.
    Poi, oh, chi lo sa…

  179. Discutere Ronaldo……
    Ha regalato all’Inter e a TUTTI gli interisti partite, giocate ed emozioni straordinerie e irripetibili.
    E’ stato il giocatore più forte del mondo e ha dato all’Inter una visibilità incredibile e se non fosse stato per quei maledetti infami ladri di calciopoli la sua e la nostra storia sportiva sarebbe stata sicuramente diversa e molto più gloriosa.
    Questo è stato Ronaldo. Per me e penso per TUTTI gli interisti
    Di Luis Nazario da Lima ho letto il pensiero di molti ma non mi interessa parlarne, perchè è un argomento completamente diverso che con noi interisti ci azzecca poco.

    Su Guardiola la penso come este; se allenasse l’ Atalanta prenderebbe 5 gol a partita. E in ogni caso le partite delle sue squadre molto spesso mi annoiano. Spero piuttosto che non faccia il coglione a Monaco e schiacci una volta per tutte quei vermi schifosi.

  180. Volevo aggiungere una cosa su Totti e non per polemizzare con Anonar 36 ( grande acquisto per il blog, speriamo non sparisca ).
    Lo considero un grande campione e a parte qualche goliardata sciocca è sempre stato un ragazzo e un atleta serio che, a detta di gente che lo conosce bene, è anche un uomo generoso.

    Ma al di là di questo, come calciatore ha regalato anche lui momenti di grande spettacolo con gol bellissimi e giocate fantastiche.
    Lo metto di sicuro nel gotha del calcio italiano di sempre e fra i più forti al mondo che ho avuto la fortuna di vedere in tutta la mia vita.

  181. Rube – Inter,
    arbitro Gianluca Rocchi di Firenze.
    assistenti addizionali Banti e Rizzoli

  182. caro Gianni,

    bella la distinzione che fai tra Ronaldo e Luis Nazario, difatti quest’ultimo io non so nemmeno chi sia, so solo che una volta l’hanno beccato con tre trans, ma dato che non lo conoscevo non me ne è fregato un tubo…

    riguardo a Guardiola non capiterà mai che alleni l’Atalanta e nemmeno presumo una delle nostre grandi visto l’andazzo di adesso, per cui ti toccherà vederlo vincere da lontano perchè per me uno così, che molla il Barca dopo avere vinto più di tutti i suoi predecessori solo in quattro anni e da subito, uno che molla il Bayern solo dopo due anni in cui ha vinto due campionati su due, ha dentro qualche cosa in più degli altri e vuole dimostrarlo dappertutto.

    spero anch’io non faccia cazzate al ritorno per volere strafare come ha fatto con la gobba all’andata, perchè per me di questo si è trattato, volerla umiliare in casa.

    ha sbagliato, ma se fosse riuscito a dargliene tre o quattro io l’avrei fatto santo.

  183. Smentita ufficiale
    http://www.inter.it/it/news/71749

    Le P.I. inzolfano ad orologeria, vero= pero’ a me ET non convince.

  184. ARTICOLO DA FC. INTER 1908……Direi che non vi è altro da aggiungere….ponendo anche in risalto conclusione…….
    ” Forse è la lontananza, forse è quel sorriso bonario che non incute timore o forse è la non comprensione della lingua italiana. Eppure, da quando Erick Thohir è diventato presidente dell’Inter, la società nerazzurra è costantemente sotto attacco. Si respira, nel mondo del calcio e dei media, un sentimento di libertà, ma oserei dire di impunità, una sorta di “tana libera tutti” che consente a chiunque di parlare e sparlare di società e squadra senza che alcun provvedimento venga preso.
    A poco servono i comunicati stampa, la ricerca dello scoop sull’Inter (meglio ancora se negativo) è continua e sistematica. Uno solo è il minimo comun denominatore: l’Inter è in una profonda e gravissima crisi economica. Il concetto è ripetuto fino alla nausea, accompagnato dall’ormai altrettanto insopportabile ritornello sull’all in per il terzo posto, senza il quale apriti cielo! Lo stesso, identico discorso si faceva a gennaio del 2015, quando si dava per scontato il crac finanziario senza la Champions. L’Inter non è arrivata in Champions, anzi non è arrivata nemmeno in Europa. Eppure, a detta degli stessi organi di informazione, ha fatto un mercato da big europea, con tanto di 8 in pagella a fine agosto piovuti su tutta la stampa italica.
    E ora? Erick Thohir ha ammesso candidamente che sta cercando un socio in Cina. Perché? Semplice: perché i cinesi sono pieni di soldi, perché i cinesi si comprano quel pippone di Jackson Martinez a 42 milioni, perché ne danno 15 a Lavezzi e, perché no, potrebbero essere interessati a farsi un nome attraverso l’Inter, che in Cina vanta un bacino di tifosi mostruoso. Bella notizia, direte voi. E lo penso anche io. Invece no, è il sintomo di un dissesto, dello sbando totale, dell’imminente fuga dell’indonesiano sprovveduto. Come se Thohir non conoscesse i conti dell’Inter. E soprattutto come se le aziende italiane fossero l’emblema della buona gestione.
    “Mai parlato per ora di cedere quote ma non si sa mai. Il mondo è sempre più globale, non possiamo chiudere gli occhi”. Parole e musica di Erick Thohir appena tornato a Milano. Tradotto? Sto cercando un socio ma se si presentasse alla porta uno sceicco pronto a far decollare l’Inter come potrei oppormi? Sano realismo, buona imprenditoria.E allora dov’è lo scoop? Dov’è la notizia incredibile? Tutte le società del mondo cercano partner commerciali in Asia. Lo ha fatto per primo il Manchester United, poi il City. L’Asia è un pozzo di risorse senza fine in questo momento, Thohir ha contatti soprattutto in Asia. Dove dovrebbe cercarli i partner? A Chianciano Terme?
    La voglia di sensazionalismo è tangibile, in un momento in cui il calcio italiano, di storie veramente interessanti, ne propone sempre meno. Siamo periferia del mondo del calcio, serve parlare e sparlare di qualcuno. E chi meglio dell’Inter? Sempre dopo aver festeggiato il 2-2 della Juve in Champions League si intende (una volta mi avevano detto che il pari con gol in casa non è che fosse proprio un gran risultato, saranno cambiate le regole forse).

  185. Articolo perfetto, sostituirei “da quando Erick Thohir” con “da sempre”…

  186. Quindi è assodato che se allenasse l’Atalanta Guardiola giocherebbe nello stesso modo?
    Che non sarebbe in grado di capire la differenza fra avere Muller o Boriello?
    Gli facciamo il processo su quanto farebbe eventualmente nel caso in cui?
    Perchè io la butto lì, magari se allenasse l’Atalanta non giocherebbe così.
    Certo, una controprova non la abbiamo.

    Intanto però quelle squadre gli sono state affidate e lui (magari anche annoiando, sono il primo a pensarlo) le ha fatte rendere eccome.

  187. Questo è un problema che ci portiamo da decenni.
    Non sappiamo difenderci sotto il profilo della comunicazione.

    Secondo me è uno dei problemi principali e prioritari, se non IL principale e IL prioritario.
    Poi, vabbè, ogni volta che se ne parla, sbuca sempre qualcuno che la butta in caciara dicendo che è una pianginata, che i problemi sono che col Carpi abbiamo pareggiato, che Mancini di qua, che Kondogbia di là, che Perisic su e che Jovetic giù.

    Sarà…per me tutto questo si traduce in danni economici gravi.

  188. invece no GG… con l’addio di Moratti sono caduti anche quei pochi vincoli morali rimasti con quella parte di “giornalismo” nel giro da tempo, che aveva ancora un minimo di timore reverenziale verso Moratti e chi gli stava intorno o che semplicemente non ci andava giù troppo duro per non chiudersi poi totalmente le porte con l’ambiente Inter…. insomma un colpo alla botte magari anche duro, ma anche una bottarella al cerchio ogni tanto…ora invece no, giù duro e carica a testa bassa su tutti i fronti, forti di un presidente lontano e di una dirigenza che per la maggior parte non parla nemmeno italiano e forse non spreca nemmeno del tempo per leggere certa carta straccia….ma soprattutto non fa NULLA per arginare il fenomeno

  189. Perfettamente d’accordo: assurdo sottovalutare i danni economici della totale assenza di peso mediatico e politico/istituzionale.

    Così come il “potere” influenza pesantemente anche i risultati sportivi, che a loro volta, se negativi, procurano danni economici

  190. Johnny, probabilmente hai ragione, con Thoihr la situazione è persino peggiorata rispetto ai tempi di MM

  191. a maglie (e classifiche) invertite sono certo che Sinisa non avrebbe mangiato il panettone, invece si è spesso ritrovato l’Inter a fargli da scudo… problemi finanziari, il caso Icardi, il caso Melo, il non gioco, il prezzo di Kondogbia e via dicendo.
    Di sicuro è più comodo se quando ti va male l’atenzione degli sciacalli si sposta altrove al contrario nostro che dopo 3 passi falsi è già #crisiinter

    Lavorare sotto pressione fa perdere lucidità… e qui non si tratta nè di difendere Mancini nè di altre questioni di partito, è un dato di fatto.

  192. ci fossero solo i media a parlare male dell’Inter…

  193. Giunti a questo punto, caro Anonar36, l’unica cosa che me sento di fa’ è de inviarle pe’ la terza (3^) e ùrtima vorta li miei più rispettosi saluti. Sperando che li accolga con la dovuta benevolenza, sempre che s’accorga de questa mia ripetuta nonché spontanea gentilezza verso de lei, cosa che dùbbito sia accaduta le ddu’ precedenti vorte che me so’ permesso.

    E me permetta de accomiatarme definitivamente da la sua persona nun senza sottolinea’ come d’ ‘a sua parte nun me risulta esse pervenuto null’artro che ‘n acceso livore (benché stemperato da la sua veneranda età) e ‘na rabbia ingiustificata, cosa che, me perdoni, ho trovato totarmente fori luogo e ssenz’arcuna giustificazzione.

    Ma tant’è…, probbabbilmente, dev’esse ‘n residuo avanzato da ppiù de ‘na delusione che quarche suo débbole eroe le deve aver dolorosamente riservato lungo la sua vita e cche ‘ncosciamente riemerge incontrollabbile ne la sua virulenza, sibbene mascherata da ‘no splendido candore de facciata.

    Ar contrario der mio Pupone, er Grande Francesco Totti, er quale, ortre a esse ‘n gran carciatore universalmente apprezzato pe’ la delizzia de li intenditori da li palati più fini, e Omo degno riconosciuto, che ssa vive e dare bene, felicità e piena soddisfazzione ar popolo de li sui ammiratori pienamente appagati da tanta bellezza estetica e, oserebbe aggiungere io, estatica.

    Per cui, voja scusarme si involontariamente le ho provocato malinconia presupponendo una levità d’animo da parte sua che constato der tutto inesistente.
    Purtroppo pe’ llei…
    Saluti da Peppe er Pantera.

  194. Concordo Johnny, in particolare gli attacchi a Melo quando abbiamo inanellato il filotto iniziale di 5 vittorie consecutive sono stati vergognosi. E non hanno avuto pace fin quando gli arbitri (che non aspettavano altro) non hanno iniziato a prenderlo di mira.
    Eh ma noi dobbiamo essere superiori, dobbiamo saper vincere contro tutto e tutti, non dobbiamo mai perdere di lucidità anche quando tutti ci attaccano.
    Solo che questo avviene solo nei film di Superman, oppure una volta nella vita (anno 2010)

    Con questo non voglio dire che i giocatori non vadano mai criticati, soprattutto quando alcuni fanno mancare il loro impegno (vedi Inter – Lazio).
    Però porca putt. noi tifosi impariamo a difendere questa benedetta maglia neroazzurra!!!

    • E vittoria 1_3 a Torino, infingarda perche’ c’è costata la disgrazia continuata di Strama, che “allieta” il Tagnin_ Però è stato anche un miracolo diabolico e imperituro, perché implica il sottile gusto di vedere iscritto il nome Inter alla voce “qual’è la prima squadra che ha espugnato the new rubentus stadium?”

  195. secondo me peppe è l’avatar di carlo emilio gadda

  196. Sentito ET alla radio: non vende né vuole vendere, con Moratti idilio talche’ andranno a funghi insieme come ogni domenica mattiina, cerca solo altri soci in Asia con un po’ di grana..

  197. su mihajlovic solo questo:immaginate l’Inter (con un altro tecnico,questo non mi sembra troppo incline) che a un certo punto di una stagione deludente schiera in porta un ragazzino,che alterna qualche bella parata a una bella quantità delle sacrosante cazzate che a quell’età si combinano: cosa avrebbero detto dell’allenatore e del ragazzino?

    • PPPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

      Però, te consijo de nun sta’ a perde tempo sur Vichizzionario, ché ttanto questa nun ce la trovi.

      Anzi, fa ‘na bella cosa: vàjel’a propore tu a quelli de Vichipedia.

      E, m’ariccomanno, dìje che te manna Peppe er Pantera, artrimenti manco te ricevono.

      Si nno, ar massimo, quello che pòi riceve da loro è proprio ‘na bbella pernacchia…
      Ah, ah, ah, ah, ah…

  198. La prassi con i giovani dell’Inter è più o meno questa:

    se alterna buone cose a cazzate, dicono che è non è ancora prematuro, che l’Inter rischia di bruciarlo, che ci si aspettava di più da quello che faceva vedere nella primavera ecc.ecc.

    se invece sembra promettente davvero, che è milanista da quando era piccolo e che il suo sogno è giocare nel Milan.

  199. Mancio lo terrei anche per questo, nel senso che, Mou a parte, e’ l’unico che li mette un po” in riga, anche forte del campionissimo che fu_ Quel “non capite un mazzo” mi ha fatto godere_ Riconosco però la parità di trattamento: il tiro all’allenatore interista di turno è costante_ Il buon Osvaldo dalla Bovisa non resse e si ritirò.

  200. Thohir spiega: “In due anni ho messo 200 milioni per l’Inter, se a giugno ci sarà bisogno metterò nuovo denaro”

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/thohir-spiega-in-due-anni-ho-messo-200-milioni-per-l-inter-se-a-giugno-ci-sara-bisogno-mettero-nuovo-denaro-209404

    Vai a spiegarlo a tutte ‘ste zoccole intellettuali (cit.)!
    Purtroppo mi sto rassegnando di questo accerchiamento ostile continuo e duraturo che, alla lunga lascerà segni devastanti sulla nostra squadra.
    Tuttavia, “LADRI” e “MERDE” hanno un vantaggio enorme mediatico con giornali e tv che, a livello sportivo valgono come una “bomba H”.
    Noi invece attacchiamo/difendiamo con la nostra arma più potente: la fionda.

    • tanto è inutile,
      smentita ufficiale + intervista al diretto interessato ed oggi di che si parla?

      Si… ma… però… interpretano ciò che non è interpretabile pur di sostenere le proprie cazzate.

      Thohir è sembrato deciso nelle risposte ed aveva anche una faccia del tipo “ma ci siete o ci fate?”.
      Ha anche specificato per l’ennesima volta che il FPF non c’entra un mazza con le questioni societarie….ed è assurdo che gente pagata per scrivere cazzate sui giornali o commentare calcio in tv, non abbia ancora capito nemmeno questo!

  201. Comunque altro che quarto posto in Champions… finchè l’EL verrà considerata come l’impiccio del Giovedì e chi arriva terzo in campionato si fa buttar fuori al preliminare… dove cazzo vogliamo andare?

    Se le milanesi non ristabiliranno le gerarchie naturali al più presto, regaleremo altri anni di gloria a squadracce create solo per far soldi e che del risultato sportivo gli frega meno di niente, non mi riferisco nello specifico a Fiorentina e Napoli ieri, ma è un discorso più ampio.

    Sono 4 degli ultimi 5 anni che la nostra terza (quarta il primo anno) viene sbattuta fuori dalla CL ancor prima di metterci piede, mentre sono 2 anni di fila che in EL viene ripescata una squadra per squalifiche di chi è arrivato davanti…ed i risultati sono questi.

    • Non credo che i tifosi di viola e napoli siano contenti: piu’ banalmente siamo diventati calcio di retroguardia

    • In Italia siamo in troppe ad ambire legittimamente alla CL. Tolti i gobbi, ormai in un cazzo di circuito virtuoso che somma ricavi da stadio ad introiti da CL, se De Laurentis e Pallotta non disimpegnano, per noi ed i cugini rientrare nel giro CL non sarà un cazzo facile. Io ormai spero nella Superlega: non sarà il massimo della sportività, ma credo che quella sia morta nel momento in cui solo lo sponsor tecnico di un Real Madrid potrebbe valere tutta l’Inter…

    • alla fine dei conti da quando è entrato in vigore il FPF si è verificato l’esatto opposto di quello per cui fu teoricamente concepito ovvero ha fatto in modo che si creasse una ristretta oligarchia di società ricche a dividersi i successi europei tagliando fuori tutte le società di fascia media che se anche volessero rientrare in nel giro, si scontrerebbero sui paletti dello stesso FPF.

      Purtroppo come hai ben sottolineato, i gobbi sono entrati in questo circuito dalla porta di servizio con sto cazzo di stadio costruito lasciamo stare come… sommato al miracolo di Gonde simultaneo al periodo di crisi profonda delle sue rivali storiche

      Intanto noi siamo ancora qui a sperare che i Bilanisti lascino il Meazza… e nel caso decidessero di farlo, sperare che non cambino idea… meglio non pensarci

  202. non so chi sia questo Nursanto, ma leggere questo articolo non è che mi lasci tanto tranquillo

    http://www.fcinternews.it/news/nursanto-thohir-e-stufo-se-trova-l-acquirente-vende-209423

    • Beh, visto che l’articolo lo definisce un imprenditore amico, bel modo di dimostrare amicizia. Con un’intervista del genere non è che gli renda un gran servizio si presentasse un’acquirente… Comunque, al netto della ridda di notizie su un’Inter allo sbando tecnico e societario che stanno uscendo “casualmente” prima di Juve-Inter, comincio a pensare che sia poco casuale anche l’intemerata di Moratti con i gioielli di famiglia al seguito settimana scorsa a San Siro…mah, sto diventando paranoico..

  203. a me della mala gestione inizia ad importare quando vedo che non ci sono più soldi da sprecare nel mio giocattolo preferito, un ritorno di Moratti (improbabile, è un pour parler) col portafoglio foderato di grana da spendere non mi vedrebbe certo all’opposizione per mere questioni di principio

    la gestione passata ha avuto tantissimi problemi di sprechi, cazzate, nepotismi, ma era tutta roba che ha sedimentato ben prima del 2010 di cui però finchè c’era la pila non fregava niente a nessuno

  204. Ecco in anteprima i titoli dei quotidiani sportivi di domani:

    – Gazzetta “Il piano segreto di Thohir per vendere Appiano Gentile”
    – Corsport “Ferrero aveva ragione: Thohir è filippino!”
    – Tuttosport “Interisti, morirete tutti!!!”

  205. Nella mia ignoranza in materia dico: di tutto il suo entourage strapagato non c’è stato uno che abbia dato un’occhiata ai bilanci passati dell’Inter?

    Non uno che abbia avuto l’occhio clinico di capire l’andazzo, prendersi ET sottobraccio e dirgli:”oh Erick, guarda che col calcio soldi non se ne fanno. Con sta squadra men che meno”.

    A me, questa cosa che le cose ovvie per tutti siano un mistero per quelli che lo fanno di mestiere, non è mai tornata.

    Dovessi dire la mia, ignorante e brutale in economia e finanza, giurerei che il motivo dell’acquisto dell’Inter è finalizzata a visibilità e fama, che per uno che fa comunicazione è tutto.
    Le perdite nell’Inter sono ricompensate coi guadagni negli altri settori delle altre società.

    Fino a qualche anno fa, fuori dagli ambienti specializzati, il nome di Thohir non significava niente per nessuno
    ora, invece, è conosciuto a livello globale.

    Se mollasse ora, senza lasciare il segno, tempo un paio d’anni e finirebbe nel dimenticatoio
    (sì, da ex presidente dell’Inter ce lo ricorderemmo, ovvio, ma la sua visibilità avrebbe un crollo verticale).

  206. Certo… poi leggi proposte di Thohir tipo “la prima giornata giochiamola all’estero” e qualche domanda te la fai.

    Ad esempio, agli abbonati che gli dici? Andate a vedervela a Copenaghen?
    E alla prima di ritorno che fai? Chi gioca in casa delle due?

  207. sono comunque preoccupazioni che a mio avviso sono superflue, non staremmo comunque parlando di un disimpegno economico ma della ricerca di un acquirente perché l’investimento non rende, mi permetto di aggiungere però che la visibilità si ottiene facendosi vedere, se collezioni quinti posti non so quanto ritorno ci possa essere una volta passato l’effetto della novità, che sia comunque un investimento economico da cui ci si aspetta il medesimo ritorno è testimoniato dai soldi prestati a un tasso di interesse per nulla amichevole, e queste non sono balle da tuttosport

  208. Della presidenza Thoir per ora ricordo volentieri solo il comunicato ai monoretrocessi con la loro reputazione_
    E non ancora sono convinto sia una vera presidenza; penso che MM si sia straziato, soprattutto per l’ingratitudine dei soliti noti_ Dopo qualche anno di gente comune che l’avrà rincuorato e ringraziato, per strada e anche “in rete”, chissà, le sue duracell neroazzurre si saranno ricaricate..
    Ma qui in realtà si divaga, tutto per non parlare della rube alle porte:
    animo, dai !
    Innanzitutto con quel mastino di Mirko Conte là dietro non passa nessuno, e Bia e Festa sono insuperabili sulle palle alte: che stessero attenti loro sugli angoli !
    Andrea Seno ci garantisce quelle 4/5 aperture geniali, che per Fontolan sarà un gioco da ragazzi involarsi verso la rete.

  209. Come sempre sono fedele alla linea!
    Se l’Inter nelle sue massime cariche sceglie come “chief football administrator” Giovanni Gardini io non posso che paludire, anche perchè onestamente non ho elementi per giudicare.
    Solo una nuvoletta fà capolino nell’azzurro cielo della mia speranza calcistica, il fatto che provenga dal Verona (che l’è spacià) e in precedenza da Padova,Treviso e Livorno.
    Non mi sembra un grosso messaggio per l’Europa del calcio che conta.
    Poi ribadisco : rientro nelle linee, in trincea se necessario, pronto di nuovo a combattere e a sudore, lacrime e sangue.

    Forza Inter!

  210. mi sono rotto di questi discorsi.
    se thoir vende, se è con le pezze al culo, se ci frega, se caccia centi milioni…lo vedremo, non possiamo fare altro.

    mi preme adesso la partita con la rube
    ho letto che bonucci vorrebbe affondarci definitivamente

    ecco, io sogno che per una volta, per una cazzutissima volta, andassimo in campo con lo spirito, la voglia, la grinta e la cattiveria di chi vuole far rimangiare le parole di un giocatore avversario, peraltro abbastanza insopportabile

    vorrei che andassimo a torino a giocarcela , ma a giocarcela veramente, per dimostrare che l’inter non è una squadretta, che siamo una squadra con le palle.

    ecco il sogno…

    poi mi sveglio e penso che tanto andremo a fare le barricate
    e che se tanto mi da tanto, verremo asfaltati come in coppa italia

    il problema è che i loro giocatori ci odiano, veramente.
    vogliono batterci e si caricano a molla.
    i nostri giocatori no. a parte melo per loro questa è una partita come le altre

    la verità è che ai giocatori stranieri non gliene frega niente della juve e di quello che rappresenta per noi. anche l’anno scorso a milano in una partita che per loro contava niente e facevano giocare le seconde linee siamo riusciti a perdere in maniera imbarazzante. loro hanno un nucleo italiano forte che riesce a trasmettere agli altri l’odio sportivo che hanno covato, sopratutto dopo la b.
    solo mou, che non era notoriamente un pirla, aveva capito che per noi la juve è il male incarnato e come tale si comportava.
    ma appunto, mou.
    il nostro condottiero attuale mi sembra che anche adesso abbia paura della sua ombra.

    sperem…

    ps. de laurentis con le sue uscite su higuain è un idiota
    quando si dice che i campionati li vincono le squadre con una società forte alle spalle non lo si dice a caso…
    tu hai uno che ti ha fatto 24 goal e dopo tre partite in cui non segna, che fai? lo attacchi pubblicamente?
    posso solo pensare che in realtà spera di non vincere lo scudetto, perché avrà scommesso sulla non vincita del napoli…

  211. Ecco, Melo.
    Per lui la partita conta molto, quindi sono pronto a scommettere che si farà cacciare.
    Spero almeno che si spenda bene l’espulsione strappando il cuore a mani nude ad un paio di gobbi.

  212. Scusate. È certo che giochi Melo? No dico, arbitra Rocchi..che facciamo giochiamo in 10 dal 25esimo? Comunque anch’io mi sono rotto di partite con la Juventus giocate senza che i giocatori siano stati adeguatamente catechizzati su che cosa significhi storicamente per NOI giocare contro i gobbi. E ce l’ho con allenatore e società, che dovrebbero scassare i maroni ai giocatori tutta la settimana precedente il match. Io poi vivo a Torino. Gradirei un rientro a lavoro dignitoso lunes, grazie.

  213. Ventura che si mette a parlare dei bilanci e delle plusvalenze dell’Inter… bah
    Ma sì, continuiamo a fare il tiro al bersaglio.

    Se non miglioriamo sotto questo aspetto andrà sempre peggio.

    P.S. Scusate, qualcuno di buona volontà mi spiega come fa un azionista di minoranza, fuori da cda, a “imporre” un allenatore al presidente della società, nonché detentore dei 2/3 delle azioni?

  214. Nun è pe’ mischiarme ne li fatti deji artri, ma vorei pore ‘n quesito a l’attenzione der blogghe.
    Ma nun pò esse che quello che li vostri cuggini stanno a tenta’ dde fa’ co’ Mr.Bee l’avete ggià rrealizzato voi co’ Thohirre?

  215. Gianni Infantino nuovo presidente Fifa- Caratteristiche: tifoso dell’Inter_
    Fonte: tg1

  216. La prima a cosa che dovrebbe fare è togliere ai drogati maledetti le coppe rubate.
    E riaprire calcipoli per mandarli in C
    Infantino facci sognare

  217. Moratti mantiene il 30% e, a miei ricordi, ha un diritto di ricompra del 70% ceduto, che ancora scade_ Pirelli, contrariamente alle previsioni, permane sponsor per altri anni, solo che adesso fa parte di una multinazionale cinese_ No, no:non me la sento di escludere una nuova presidenza della famiglia Moratti, magari questa volta Angelo Mario, posto che i Moratti, di fatto, non se ne sono mai andati completamente-Altro indizio: Nicolino Cecere, interologo e biografo dei Moratti, torna a farsi sentire dopo mesi di naftalina..
    Solo il pensiero mi fa tornare il buonumore: le tre grandi Inter della storia sono firmate Moratti .

  218. Oooooohhh, finalmente Mancini vara una nuova formazione!
    Era ora, che diamine!

    Eder relegato (già) in panchina.

    Spero vivamente abbia ragione, altrimenti, vi prego di fermare quest’uomo!

    UVENTUS-INTER — Domenica ore 20.45

    Inter: Rivoluzione Mancini: il tecnico ritrova Kondogbia e contro la Juve ha in mente di giocare con il 3-5-2. Fuori Biabiany e Perisic, dunque, dentro (oltre al francese) sia Medel che Melo a centrocampo e Juan Jesus in difesa, con D’Ambrosio e Telles terzini. Palacio sorpassa Eder: dovrebbe essere lui a far coppia con Icardi.

    • Se se la gioca alla WM, può rientrare solo se vince.. altrimenti è la volta buona di unirsi a Sinapsi !

  219. Gianni, purtroppo è presidente della Fifa, non della Uefa 🙂

  220. Eder già segato
    bene bene

    E la Roma continua a vincere…

    E la vittoria della Juve è’ quotata ad una cifra inferiore rispetto alla vittoria del Milan sul toro

    Ma vi rendete conto come siamo considerati delle merde da tutti?

  221. Spero non faccia il 3/5/2. Mi sono stufato di andare in quella fogna a cielo aperto a difenderci e a prenderne 2 o 3. Giochiamo all’attacco con i più tecnici in campo e cerchiamo di vincere. Se perdiamo pazienza.
    Handa
    Telles D ambrosio Miranda Murillo
    Kondo Brozo Perisic
    Palacio Icardi Eder

    E Juve merda

  222. Quanto vorrei avere un centravanti che facesse uscire Bonucci col naso sanguinante e due gol sul groppone..

  223. Settoriani cos’e’, la makumba del silenzio? Tutti amanti di John Cage?A me fa tanto pensare a quel film sulle vacanze intelligenti con Alberto Sordi e buzzicona.., preferisco la banda di Tanino_ Eppoi, a giudicare dal prologo, non è che porti gran bene tutto sto silenzio..

  224. Este,
    Avete la presidenza Fifa (Infantino), la FIGC (Tavecchio) e ti lamenti di non avere anche la UEFA?
    Ma una poltrona per le opposizioni la vogliamo lasciare???

    • Rubens. ….se Tavecchio è interista io sono Babbo Natale. ……
      A parte ciò. …..questa settimana si è molto pralato più dei nostri guai economici che degli aspetti di campo……mah comincio davvero a rompermi. ……Io non so che intenzioni abbia Et, cosa voglia fare Moratti. …Quello che vedo è una squadra in calo continuo che in questo ultimo periodo è riuscita a vincere solo contro i propri scarti (ma avete visto la Samp. …in difesa Viviano,Dodo, Ranocchia, Silvestre ….ci mancava solo il giapponese…..lo vedrei bene. ……poi Alvarez. …..mamma mia ma questa gente chi la ha portata da noi…..non può rientrare nella categoria calciatori …….!!!)……e provo grande tristezza. Sinceramente mi auguro che intervenga qualcuno (non saprei chi, facciamo un azionariato popolare. ..io ci sto…..) che ha veramente a cuore le sorti di una squadra del nostro blasone e ci riconduce al livello che ci compete. ….altrimenti quasi quasi se si deve partecipare per arrivare tra il quinto ed il settimo posto meglio starsene proprio a casa. …..scusate ma sono in fase depressiva……..

  225. pralato. ….parlato
    riconduce……riconduca

  226. sono molto d’accordo con l’ultimo intervento di gianni se facciamo 3-5-2 alla mazzarri abbiamo già perso prima di giocare melo sicuro non arriva alla fine senza farsi buttar fuori (a proposito arbitra rocchi un nome una garanzia) allora almeno proviamo a fare una partita con un po’ di coraggio se preferite “spensieratezza” alla stramaccioni tanto più che perdere non possiamo io butterei dentro un tridente palacio-icardi-eder e soprattutto andrei a pressare hernanes che pare giochi da regista arretrato hai visto mai

  227. Stasera l’Inter farà una gran partita, tipo quella che fece col primo Stramaccioni. Juventus 1 – Inter 3. Alla Juve manca Marchisio e Khedira non è in forma, peserà inoltre la gara con il Bayern e l’Inter la vedo in recupero psico-fisico. Per me è già decisa.

  228. Scusate, il mio silenzio era più che altro dovuto a una serie di impegni fuori casa (come l’Inter stasera). Però devo dire che va bene il rumore dei nemici, va bene la disinformazione del tifoso medio in materia finanziaria, va bene l’appassionante dibattito sul futuro di Mancini, ma io mi sono un po’ rotto le balle. Anche la lunga querelle su Ronaldo che ha infiammato il blog e sulla quale a malincuore ho espresso anch’io il mio parere (una volta): massimo rispetto per l’opinione di tutti, ma qui siamo alla necrofilia dei ricordi. In un libro di una certa rilevanza per la cultura occidentale sta scritto: “lasciate che i morti seppelliscano i loro morti”. Ronaldo è cibo per i vermi. Noi qui ci dovremmo preoccupare di più dei cadaveri che passeggiano attualmente sui campi di gioco italiani indossando il nero e l’azzurro. E la società non è del tutto priva di colpe su questo stato “lievemente disforico” della tifoseria. La quale, peraltro, non può che prendere atto e sperare che prima o poi la corsa verso il basso si fermi. E vabbè: forza Inter!

  229. PS Cibo molto abbondante per i vermi.

  230. Se facciamo il 352 il cadavere di mazzarri si rivolterà nella tomba. Comunque mi basta mi mostrino qualcosa di dignitoso e sono disposto a ciucciarmi anche quello.

  231. il silenzio per quanto mi riguarda inizia ad essere figlio della rassegnazione.

    Quando vedi che alle avversarie inizia a girare tutto nel verso giusto anche oltre i propri meriti… mentre noi guardando la classifica ci rendiamo conto che siamo costretti a cercare il risultato in trasferta contro i gobbi (e Rocchi) per non perdere quel treno Champions che si sta già avviando…con noi che siamo ancora lì a cercare la stazione.

    Stasera per me è scritta, mi preparo a guardarla con tensione inesistente, ma sempre con la piccola speranza di essere smentito.

    Riguardo al modulo poco mi interessa… faccia quel che creda basta che non si esca piallati dal covo di quelle merde e che si venda cara la pelle in tutti i sensi.

  232. bei tempi quando la difesa a 3 era passibile di anatema

  233. Nel frattempo anche oggi notiziola per far restare concentrato l’ambiente…proposti 20mln all’anno al Cholo per 5 anni; società facente capo a Donald Trump (!) come nuovo partner. A parte che, relativamente a Simeone mi scapperebbe un magari, ma non ricordo da tempo una settimana con una simile mole di pressione mediatica tesa a destabilizzarci. Ai bei tempi qualcuno l’avrebbe usata come molla per caricarci di “noi contro tutti”. Oggi…

  234. Purtroppo io ho le stesse sensazioni di Johnny
    e mi sa che non sono l’unico.

    La cosa che più mi fa spavento è il passo indietro che si è fatto in difesa nel girone di ritorno.

    In più si aggiunga che loro sono molto più forti e determinati di noi e che l’ambiente che si è formato intorno a questa squadra ormai credo che abbia superato il punto di non ritorno.

    Credo che ormai la nostra stagione sia segnata.

  235. Io vedo/leggo troppa rassegnazione. Stasera l’Inter è chiamata a riscattarsi e farà una partita non di contenimento ma se la giocherà. Tra l’altro qui a Torino piove anche quindi il gioco della Juve dovrebbe risentirne maggiormente. Stasera prevedo un successo interista per 3-1. Dopo la partita mi ringrazierete.

  236. Se dovesse avverarsi ciò che ha pronosticato Davide (Rubentus 1 – Inter 3) sull’onda dell’entusiasmo di una parte e della demoralizzazione dell’altra….mercoledì….grande remuntada!
    Forza Inter e forza Mancio.

  237. Qui a Torino c’è il diluvio. Mi sembra la stessa acqua di Perugia.

  238. Ahó, m’ariccomanno, stasera dàtece dentro co’ li gobbi, così nnoi da Màggica rientramo a pieno titolo na corsa per tricolore. Artro che terzo posto…

    E ppoi, c’avete li cuggini a ‘n soffio dar culo. Dopo ve dovete sorbì pure a lloro.

    E ppoi, c’ho ppure messo dducento euri sull’ìcchese/due…

  239. Apro una breve parentesi che non c’entra un fico secco: il nutrizionista che segue la nazionale italiana Luca Gatteschi ha detto che la birra migliora le prestazioni sportive. Mi torna in mente il povero Adriano… lo vada a spiegare a lui.

  240. Sempre forza Inter. Mi piacerebbe ringraziare Davide ma la vedo come Jhonny ed Este….ci stiamo avvviando alla quinta consecutiva stagione da dimenticare……ma in fondo in Cina siamo piu di 120 milioni…..mi consolo…..

  241. Formazione un po…mazzarriana…..tutti (o quasi) i nuovi acquisti (Perisic su tutti..in panchina). Mah…speriamo bene per una partita dignitosa.

  242. Come non detto.
    Speriamo abbia ragione lui… e Davide.

  243. Porca miseria quanto patisco le partite coi gobbi!

  244. E comunque quoto Gianni! Perfettamente in linea con il suo pensiero riguardo alla formazione.

  245. Cioè, ma quanto è gnocca Anne Hathaway (così, per alleviare un po’ il tono generale).

  246. Icardi: 6 partite contro la Juventus, 6 gol (contando anche quelle con la Samp). Stasera si replica.

  247. Ruventus-Inter 1-0, 47′:
    topica D’Ambrosio, Bonucci ringrazia
    Incredibile assist di D’Ambrosio che appoggia di testa il pallone al difensore bianconero che da pochi passi trafigge al volo Handanovic.

  248. Melo davvero imbarazzante…. Non degno della B italiana, pare un ex. Ennesimo gol regalato e ora nuovo obbiettivo stagionale: difendere il 5 posto….

  249. Facendo un discorso basato solo sui risultati, se nel girone di andata con i vari jovetic liacic perisic avevano fatto quasi 40 punti, perchè adesso sono praticamente fuori rosa???

  250. Adesso l’unica cosa che mi consolerebbe è un bel tackle a piedi uniti su quel fango di Bonucci

  251. L’Inter non ha fatto così male nel primo tempo. L’errore viene dal singolo sul gol preso. Adesso ci sarà il riscatto. Siate fiduciosi.

  252. E non capisco ancora perché Felipe Melo

  253. E non abbiamo neanche fatto un tiro in porta. Squadra tendente al mediocre andante. Grande tristezza. Perisic, Jovetic in panchina. Non arriviamo neanche in area. Poi magari il gol è immeritato, però…mah!

  254. adesso fischio sistematico. Vabbè che in aria non ci arriviamo mai, però…

  255. Il rigore c’era

    • il rigore è fallo su miranda che essendo un pirla invece di buttarsi per terra come fanno loro e rimasto li e ha colpito morata… punti di vista ovviamente

  256. In attacco giochiamo sempre allo stesso modo, ai due all’ora, che si difendono bene anche Carpi Verona e Sassuolo, Figuriamoci questi ladri fottuti.
    Con un filo di gas ci hanno fregati ancora.
    Tristezza

  257. Mi sono dovuto assentare nel secondo tempo. Sto benedetto rigore c’era o è l’ennesima invenzione? Chiedo, non l’ho visto.

  258. Una disarmante mediocrità. E non si vede via di uscita. Altro che Rocchi.

  259. siamo una squadra immonda
    90 minuti senza un tiro in porta
    palle buttate così alla cazzo

    mancini vattene
    un anno e mezzo da noi , soldi buttati, neanche uno straccio di gioco
    un crollo totale
    senza palle
    senza carattere
    senza nient

    ma se ne vadano a fare in culo tutti quanti

  260. e soprattutto lo scoramento
    è che si sapeva già come finiva
    si sapeva

    partita di merda
    errori di merda
    e 20 per loro

    non cìè mai una sorpresa,
    un guizzo

    è tutto così tristemente prevedibile

  261. E la cosa brutta è che non si vede una soluzione

  262. E che comunque oltre Mancini, ahimè, non vedo soluzioni

  263. il rigorino è la firmetta di Rocchi su una partita che comunque aveva arbitrato bene fino lì… prima Morata spintona Miranda poi va giù come una pera e tac….partita chiusa anche se in tutta sincerità non vedevo grandi margini per rimetterla dritta.
    6 minuti di recupero incomprensibili…forse sperava che prendessimo anche il terzo.

    Era difficile e lo sapevamo, ma se concedi l’1-0 in quel modo, di cosa stiam qui a parlare? Un assist all’unico stronzo mai e poi mai avrebbe dovuto avere gloria stasera…

    PS : siamo SENZA centrocampo e da Gennaio in avanti non abbiamo nemmeno più l’alternativa/carta della disperazione Guarin. Le partite passano, ma ancora non si capisce per quale cazzo di motivo abbiam buttato quei soldi per Eder!
    Resta l’obiettivo minimo di non farci passare pure dai gonzi da qui a fine anno
    #amarezza

    • Concordo su tutto. Tranne il fatto che secondo me il rigore c’era. Ingenuità di Miranda che è arrivato stanchissimo.

  264. Anche quando si gioca discretamente, poi finiamo sempre per fare qualche boiata…

    Un gol e un rigore regalati… anche se Morata spinge Miranda per primo…

    Pesa clamorosamente l’assenza di un centrocampista con piedi buoni, capace di verticalizzare…

    Abbiamo continuato a far girare palla in orizzontale, come se fossimo in vantaggio noi…

    Invece noi abbiamo comprato Eder, per lasciarlo in panca…

    Altro che terzo posto!… si gioca per evitare il sesto…

    Giusto per non fare peggio di Mazzarri

  265. Settore aiutaci tu!

  266. tenere mancini non è una soluzione

    squadra a Vecchi fino a fine anno, poi si cerchi un allenatore mentalmente stabile e dotato della necessaria umiltà, sperando che ci sia ancora qualcosina da spendere per cercare di rimediare alla cazzate infilate da questo qua anche in sede di mercato

    un disastro lungo 18 mesi, anche basta

  267. Siamo in caduta libera e questa volta non possiamo prendercela neanche con Rocchi…

    Probabilmente facciamo pena anche a lui!

    Anch’io non vedo una via d’uscita e se penso che a breve ci supereranno anche le merde, mi viene da piangere.

    Squadra senza idee, senza mordente, senza voglia di combattere e soffrire, senza carattere, insomma… senza palle!

    E noi qui a macerarci di rabbia, quanto basta una cazzata in difesa per regalare/servire loro una vittoria sul piatto d’argento.

    Se solo loro avessero concretizzato gran parte delle azioni… non ci voglio pensare.

    Vado a letto, pur sapendo che farò fatica a prendere sonno.

  268. spiace dirlo
    ma con la squadra e i mezzi che hanno avuto a disposizione

    mazzarri meglio
    molto meglio di mancini

    l’unica speranza che se ne vada in nazionale
    e che da noi venga il cholo

    ma ovviamente non capiterà

  269. Potevamo (forse) portare a casa un pareggino, senza cazzate varie. Ma sarebbe rimasto lo spettacolo di una squadra che fa una fatica enorme a costruire qualcosa, giocatori che (non per colpa loro) rendono la metà. Cosa può fare Icardi solo tra tre difensori senza uno che gli sappia passare una palla decente, come si può non avere un’idea di come ripartire con un po’ di velocità ma sempre con passaggetti laterali e con una lentezza disarmante? Non riusciamo mai a tirare in porta, ma se non arriviamo in area come si fa?

  270. Un allenatore mentalmente stabile quando arriva all’Inter inizia un inesorabile percorso di destabilizzazione mentale.
    E adesso sotto con Di Francesco, o Giampaolo? O proviamo con Sonetti? Ah dimenticavo Donadoni, Mangia.
    Facciamo due mesi per uno.

    • quindi che facciamo, ci teniamo questo psicolabile e diamo la colpa all’arbitro, alle prostitute intellectuali, a mazzarri, all’asado, a cambiasso e a icardi?

  271. Eppoi, far segnare proprio Bonucci dopo le spacconate vomitate durante la settimana…

  272. Il fatto è che all’inizio ci credevamo (quasi ) tutti al Mancio costruttore di un impianto di squadra. Vedere come siamo ridotti fa ancora più male perché il credito glielo avevamo dato. Ma quello che si vede è indecente.

    • Tutti chi???? All’Inter ha vinto ma come impianto di squadra il nulla cosmico,ma c’erano ibra e Vieira… ho poi seguito le sue performance al City dove, per i soldi spesi e giocatori presi ha fatto schiattare da ridere… gode anzi godeva di una fama immeritata… non sa dare un impianto di gioco… E quando è tornato non ero per niente contento….. speravo tanto di sbagliarmi…

  273. ricordiamoci che moratti aveva già preso capello prima che scoppiasse il casino di calciopoli e che avrebbe cacciato mancini perchè dopo due anni l’inter faceva pena, non come adesso, ma quasi…

    mancini è un allenatore assoloutamente normale
    che gode del prestigio del suo stile elegante

    ma sotto il ciuffo
    non c’è drammaticamente niente

  274. Eh, mapperò l’arbitro ha invertito un fallo laterale. Complotto!

  275. Zanetti:

    ” è l’ora di dare qualcosa in più”

    fa il paio con ” da qui sono tutte finali”

    ridicoli

  276. Mi ero già reso conto fin da qualche settimana che Mancini ha fallito.
    Si è intestardito di giocare con il centrocampo senza piedi buoni e questi folli cambiamenti di formazione in ogni partita.
    Stasera in panchina ha mandato Eder, Perisic, Ljiaic e Jovetic… gente che ha voluto lui.
    Se non è fallimento questo, ditemi voi cos’è!

  277. A fine anno rimarranno solo Palacio, Eder, Medel, Juan Jesus e tutti i terzinacci ? Cazzo, questo sì che è un bel Thasprogect !

  278. Far segnare proprio la bandiera delle mmmerde…. come cazzo si fa!?!?!? Mancini ormai non ha più nulla da dimostrare e prima che la nave coli a picco e sprofondi nel fondale farebbe bene a dare le dimissioni. Chiunque arrivi peggio di lui non può fare.

  279. Fatemi capire, ma cosa vi aspettavate stasera?
    Di andare lì a rinchiuderli in area e prenderli a pallate?
    Da inizio stagione ad oggi esiste qualcuno che è riuscito a farlo in casa loro??
    Anche il Napoli non mi sembra sia andato lì a fare champagne… per non parlare della Roma

    Stasera almeno nel primo tempo ci abbiam provato a stare alti e pressarli dietro… certo che se poi perdi sistematicamente palla per un passaggio sbagliato quando puoi ripartire o se concedi l’1-0 in quel modo imbarazzante….ovvio che poi va tutto a puttane… poi liberi di pensarla come volete, ma non è certo oggi che abbiamo buttato via tutto, ora stiamo pagando tutte le cazzate a tempo scaduto.

  280. Non posso più difendere il mio concittadino…….altra prestazione inguardabile..non un tiro in porta……Salviamo la nostra Inter………..ma dove stiamo andando……non si puo continuare cosi cazzo………vergogna…..

  281. Capello?
    Fortuna che alla fine non l’ha preso.
    Se Mancini è un sopravvalutato, Capello lo e’ due volte.
    E le sue squadre giocano di merda lo stesso.
    Oltre ad essere un personaggio discutibile.

    Detto questo, Mancini, e’ evidente, ormai e’ al capolinea.
    Mi spiace ma non è riuscito a costruire una squadra.
    Ci aveva illuso; peccato, altro anno buttato alle ortiche e futuro sempre più nebuloso, soprattutto se penso alla società.

    Altro che CL!
    Come si fa a costruire una squadra vincente con il centrocampo che abbiamo messo su noi?

  282. Il fallo di Miranda è chiaro, ma sulla spinta di morata due secondi prima è incredibile come rimanga in piedi a rischio di distorsione del ginocchio, poi innervosito commette rigore davanti a rocchi.

    Veramente ingenuo, anche se rimane l’unico difensore di livello internazionale che abbiamo.

    Icardi solito fantasma, e non mi riferisco al ridicolo controllo su assist di palacio. è imbarazzante la sua incapacità di dettare i passaggi in profondità e la sua poca determinazione nel difendere i palloni e far salire la squadra. Intendiamoci contro bonucci narzagli e chiellini non è facile, ma Icardi è una nullità anche contro silvestre e ranocchia. Ormai vale meno di 25 milioni, vendere comunque.

  283. Neanche le palle di andare davanti alle telecamere.. Prima Zanetti, ora Ausilio. Perde punti anche in dignità, oltre che in classifica.

  284. Ausilio: “non è su questo campo che si devono fare punti. ”

    Ma vattene buffone pagliaccio, Vai a fare il direttore del sassuolo che è la tua dimensione.

    Questa dichiarazione spiega l’ambizione che si respira in società in questa fase storica.

  285. L’unica mia soddisfazione è l’aver vinto la scommessa sul minuto in cui Rocchi avrebbe concesso il rigore alla Rube….e son soddisfazioni, piccole ma soddisfazioni.

    Da qui alla fine altro che tutte finali, son cazzi amari!

  286. il sesto posto cosa porta? preliminari di europa league?

    questo è il massimo che possiamo aspettarci realisiticamente

  287. Bene, con questa partita abbiamo dato addio anche all’E.L.,soliti errori,solito non gioco,soliti 4/5 attaccanti in campo, con il misero risultato di due tiri in porta di cui solo uno su azione!!
    Mancini deve dimettersi,la colpa degli acquisti sbagliati e sua,come sua è la responsabilità se il fallimento è più vicino.Avete visto la faccia di Ausilio su Sky?Avete sentito le sue parole?
    Dall’inizio del campionato abbiamo assistito al festival del non gioco!!!
    Intanto continuano le trattative per rinnovare il contratto a Nagatomo!!!!

  288. Mah, il primo tempo neanche male, se si parte dal presupposto che loro erano più forti.
    Però non facciamo mai male, non affondiamo.

    Sì. Mancini ora è davvero al capolinea.

    P.S. Tutto ciò però non deve distogliere dal fatto che Rocchi, per l’ennesima volta ha dato un rigore quantomeno generoso.
    Il che non toglie le responsabilità di una partita così impari e l’ennesima volta che Perisic sia stato lasciare inspiegabilmente fuori e altre cagate simili.

    Ma non è possibile che ormai ci taglino le gambe in scioltezza coi rigori.

  289. Mancini vattene. Ha lo spogliatoio contro, compresi i vari melo telles… Non ci capisce più niente eder non serviva non ci sono movimenti in profondità, non c’è una cazzo di difesa in area di rigore, non frequentiamo le fasce se non per passare la palla indietro. Sta battendo il record di far peggiorare persino i pezzi pregiati come Miranda e Icardi. Per carità vai in Nazionale. E ricominciamo con un fesso qualsiasi ed un centrocampo serio per cortesia.

  290. Mettiamoci d’accordo:

    o il rigore non c’era, come io penso, e allora, per quanto la squadra non ci sia, ci è stato fatto l’ennesimo torto

    (che non c’entra niente con la prestazione, giova ripeterlo per quelli coloro che fan finta di non capire che sono due piani evidentemente diversi)

    se il rigore invece c’era

    e allora Miranda è peggio di Ranocchia, perché non ha senso fare un fallo da rigore lì, quando il giocatore è defilato e spalle alla porta.

    Decidete voi.

  291. Lichsteiner ha fatto un fallo da ammonozione al minuto 00:30″
    Ne ha fatto un altro colossale su Medel con una ginocchiata sulla coscia a palla lontana niente.
    Ha segnato Bonucci quello che doveva essere espulso per un entrata assassina contro il Bologna e non gli è stato fischiato neanche il fallo. Il rigore è generoso e segue un fallo più evidente di Moratti fatto 2 secondi prima.

    Facciamo schifo? SI .

    Loro però mi danno il voltastomaco, è chiaro come il sole.che ci vogliono affossare con tutti i mezzi, la gogna mediatica di questa settimana è stata grottesca.

    Mi dispiace.che al 90% dei giocatori dell’Inter di tutto questo non gliene freghi un cazzo. Questo è il vero torto della società, non è riuscita a creare una squadra, sempre che tutto sti manager sappiano cos’è e su cosa si basa una squadra di calcio.

    • sottoscrivo al 100%

      Da 10 anni Inter Juventus vede una squadra – sempre la stessa – con il sangue agli occhi e agevolata nell’aggressività dai direttori di gara, e un’altra squadra, la nostra, che dimostra di non avere rispetto per la storia e per i propri tifosi affrontando le partite come amichevoli o poco più

      la società è pienamente responsabile

  292. estecambiasso ma che diamine stai scrivendo? solitamente dimostri di essere una persona intelligente, non sempre si può condividere ciò che pensi ma almeno ha un senso…. ti senti poco bene?
    primo: il rigore è evidente
    secondo: un giocatore commette un errore e quindi automaticamente diventa più scarso di un altro che ne commette diecimila?
    terzo: che gambe taglia un rigore con la squadra sotto 1-0 senza che abbia ancora fatto un tiro in porta all’84esimo?
    “decidiamo noi”, anzi decido io; vai a letto e fatti una bella dormita rigenerante che ne hai bisogno

  293. ultima considerazione:

    dopo la cessione di guarin siamo l’unica squadra delle 20 di serie A che non ha UN SOLO GIOCATORE in grado di tirare dai 20 metri.

    quindi il giro palla di mancini lentissimo, faticoso, farraginoso, fatto di tocchi incerti passaggi a 3 metri troppo forti o troppo deboli e mezzi rimpalli che mostriamo a ogni partita non serve a NIENTE !!! anche se liberiamo l’uomo ai 20 metri, chi tira il missile all’incrocio ? piattone kondogbia? l’animalesco melo? il malaticcio perisic? il deprimente nagatomo? medel che colpisce il terreno anziche il pallone?

    l’unica speranza a gennaio era prendere un lungagnone forte di testa e giocare il lancio lungo e attaccare le seconde palle con i centrocampisti – come ai tempi del misero ottavio bianchi, per chi c’era. Un Inter penosa anche quella, ma almeno qualche gol lo si segnava