Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Waka waka

221652925-91f4075c-2e50-4874-a831-6a2a20d3b4e7

Ecco, in effetti noi avremmo bisogno di un idolo. De-tripletizzata la squadra, ora in fase di thohirizzazione e mancinamento, avremmo bisogno di un qualcuno da cui aspettarci qualcosa, ma non in un semplice rapporto tifoso-calciatore (io tifo Inter fin da quando ero bambino e tu, mercenario strapagato momentaneamente fasciato dei miei colori, sei pregato di farmi vincere la partita), ma in un più complicato e affascinante rapporto tifoso-idolo (io tifo Inter fin da quando ero bambino e in quanto tifoso sono un mentecatto squilibrato e tu, mercenario strapagato dei miei coglioni, mi piaci oltre ogni ragione e ti concedo qualsiasi cosa perchè sei il mio idolo e gli altri non sono un cazzo).

Per dire: Recoba era un idolo. Io lo avrei strozzato a mani nude, e ha avuto l’impulso di farlo almeno settantacinque volte, ma ammettevo che da lui era lecito aspettarsi un qualcosa, anche perchè vedevo gli altri – quelli per cui Recoba era davvero un idolo, e io non li capivo fino in fondo, anzi, li sfanculavo di frequente – che avevano una strana luce acquosa negli occhi – una canna? no – perchè loro erano sicuri che il Chino, anche nel corso di una delle sue numerose partite di merda, un qualcosa avrebbe tirato fuori. Questa sfumatura l’ho capita quando un figuro seduto davanti a me, dopo un gol di Di Biagio di testa su calcio d’angolo tirato da Recoba stretto sul primo palo, pem!, si mise a saltare come un bambino urlando “Il cervello è bacato, ma il piede è telecomandato!” e lì capii per la prima volta che ci sono gli idoli ad personam o settoriali, insomma, ognuno ha il suo, e magari attualmente c’è qualcuno che come idolo ha Kuzmanovic e io lo rispetto.

Ecco, però noi, interisti del 2015 con le balle un po’ fruste, avremmo bisogno di un idolo corale. Un idolo corale che duri. No, perchè ci sono anche gli idoli caduchi, o addirittura gli idoli istantanei. Io ho vissuto a San Siro a metà degli anni Settanta una partita così, in cui a un certo punto – era un’Inter-Lazio finita 3-1 – tutto San Siro (tutto San Siro!) intonò il coro Ce-Ri-Lli Ce-Ri-Lli, una cosa bellissima, un omaggio a un giovane calciatore con i calzettoni abbassati che illuminò quella partita – era in trance agonistica, sembrava Suarez, giocava a testa alta, serviva palloni deliziosi – e io lì, anch’io, Ce-Ri-Lli, arghhhhhh!, e Franco Cerilli poi di fatto sparì, e però giocò una partita da idolo, e io c’ero e lo ringrazio perchè son cose che si ricordano.

No, ecco, però a noi oggi l’idolo usa-e-getta serve  poco o nulla. Ci servirebbe  un idolo vero, corale, mediamente duraturo. Che poi, non so se si è capito, l’idolo mica deve per forza essere il più forte. Ovvio, forte lo deve essere, ma niente superlativi assoluti o relativi. Serve uno di cui intravvedi una dote superiore (tipo Recoba, che poi ne aveva una decina inferiori, di doti, tra cui il cervello, ma quel sinistro, quel tiro, quel lampo di follia), uno che ti trasmette un brivido, uno per cui metteresti la mano sul fuoco perchè lui ci sta mettendo le gambe e le palle.

Uno da cui aspettarsi un qualcosa. Tipo lo Shaqiri di Inter-Samp, tipo, per dire.

share on facebook share on twitter

178 commenti

  1. Primo

  2. Oh si. Decisamente.

  3. se penso a quando scrivi mezza parola fuori tema…

    mah!

    ad ogni modo, habemus Papam? ( Ercolino/Shaqiri)

  4. Buongiorno fratelli di fede,
    Settore mi hai ricordato un episodio simile.
    Il mio idolo per un giorno….. Garlini.
    Era un Inter Lazio , 1983 o giu’ di li. Il Garlini fece un golasso in rovesciata, abbinando anche una gran bella prestazione. All’epoca poi sostituiva l’infortunato Kalle.

    Ps.
    Saluti nerazzurri a tutti , vecchi e nuovi del blog.

  5. SONO FRA NOI!

    La prostituzione intellettuale ha rotto gli argini!

    Sono dappertutto!

  6. Per un idolo che forse viene (Shakiri) un idolo che forse se ne va (con grandissima tristezza, Kovacic).
    Tutto bene, tutto bello, il passaggio del turno, Mancini re di Coppe etc.etc, ma, quando ti presenti davanti al portiere dopo esserti portato egregiamente in area trascinandoti dietro la difesa avversaria che arranca e non dico non la dai a Icardi ( che magari era anche in fuorigioco, non lo so e non mi interessa) ma molli una mozzarella al vicecampione del mondo, anzichè mettere a dura prova le fibre (sicuramente sintetiche) delle quali è costituita la trama della rete della porta di calcio che sta sotto la curva sud (quella delle merde) , ebbene se tutto ciò non si avvera ho un grosso timore, e sopratutto una ferale apparizione : Coutinho.
    Per favore, che arrivi presto domenica; voglio che questa infausta visione si dissolva nei magici gesti di colui nel quale riponiamo le nostre più bramose speranze : Mateo!

  7. Flavio, però il gol con la Lazio non è stato male, direi!
    O no?

    • Io Mateo non lo posso confrontare a un Magnanelli o un Missiroli (cito centrocampisti che conosco abbastanza bene), lo debbo confrontare a un Pogba, a un top plyer (volevo osare dire : a un Ronaldo o un Messi o un Ibra) e un top player certe situazione le risolve in rete.
      Sono troppo esigente?
      Certamente !
      Sono un tifoso dell’Inter.
      Dell’Inter del triplete.
      Sono uscito dal Bernabeu che volavo sul mondo.
      Poi capisco che ci vuole pazienza, sopratutto per un centrocampista, ma certi colpi, certe giocate temo che siano innate a 10 anni all’oratorio, come a 28 in una finale di Champions.
      Con questo, sempre(mente) e comunque(mente) forza Mateo e forza Inter.

  8. Non riusciamo a portarci a casa una buona vittoria convincente, con gol all’esordio di shaq su assist del prinz, senza mettere asterischi.

    No, dobbiamo zapparci i testicoli anche oggi.
    A parte che basta vedere 2 o 3 partite del Liverpool per avere un po più di rispetto verso coutinho (ma mi rendo conto che è molto più comodo far finta di niente e stare ancorati ai propri vecchi pregiudizi: occhio non vede, cuore non duole, ma mente non sa.

    Ma il punto non è quello, ovviamente il punto è mateo. Che ieri ha giocato pure bene, non gliela toglievano mai gli avversari. Santo cielo ha sbagliato una scelta in un’azione, cosa che capita a tutti, mollatelo un po.
    Qua siamo arrivati al punto che lo si mette in discussione anche se starnutisce senza mettere la mano davanti alla bocca.

    Comunque ieri benissimo Juan, sono rimasto piacevolmente colpito. Giocasse sempre così. ..

    Quanto a shaq, nessuno stupore. Ha classe e abnegazione, son convinto che ci abituerà anche meglio.
    Maurito un po’ di testa fra le nuvole, ma per un ventenne diventato papà 24h prima ci sta…

  9. a parte che sono dovuto andare a vedere chi cazzo fosse Franco Cerilli, vabbè
    io quelli che avevano come idolo Recoba un po’ li compativo, finchè non se ne usciva con un numero dei suoi, e allora lacrime di gioia incredula
    piutosto, m’hai fatto venire in mente quei meravigliosi gol di testa in anticipo di Di Biagio, uno specialista assoluto del gesto

    quanto allo Shaquiri, non sono ancora di bocca abbastanza buona

    mi limiti a sottolineare il fatto che, dopo una partita in cui abbiam fatto cacare per un’ora in superiorità numerica, lenti e prevedibili, due anni per far salire la squadra salvo fermarsi al limite dell’area e ricominciare col giropalla di vituperata memoria mazzarriana, la rosa “da terzo posto” guidata dalla capra di S. Vincenzo ha dovuto risolvere la partita con una combinazione dei due neoacquisti, vivaddio

    da ultimo, l’evidente superiorità di due panchinari di Bayern e Arsenal ridimensiona le iperboliche valutazioni ipotetiche di due pseudogoielli come icardi e kovacic a livello di grossolane cazzate

    poi naturalmente avanti Inter, però quando la stessa schiera gente in grado di giocarci degnamente

  10. Ero e sono uno di quelli che Recoba. Mi commuovo ancora quando appare un video di qualche gol attuale da calcio d’angolo. Ero e sarò uno di quelli che Altobelli. Sono e sarò uno di quelli che Kovacic. Sono cose che si sentono nell’animo. Giocatori che hanno un qualcosa di interiore, di particolare che non saprei definire compiutamente, ma che hanno comunque una sensibilità, un gesto non comune, un guizzo personale. Poi magari nel calcio di adesso li mandano via, ma io continuerò a credere in loro. Un saluto a tutti dopo un periodo di eclissamento.

  11. Sì vede allora che la doppia cifra raggiunta da Icardi in un girone solo me la sono sognata io.

    Del resto, se la squadra è così scarsa, é impossibile che uno che ‘si nasconde e non si muove’ (cit) abbia già messo dentro 10 gol più altri 4 o 5 fra uefa e Tim cup.

    Mm, però è successo, i conti quindi non mi tornano.
    Forse perché è il caso che qualcuno se li rifaccia.

    Nel frattempo prendo atto che un gol di shaquiri dimostra che Icardi e kovacic sono scarsi, perché come al.solito non possiamo godere del nuovo, dobbiamo prima lagnarci del vecchio.

    Che tristezza.

    • Ti ricordi quando giocavamo con Hakan Sukur?
      E tutti gli allenatori che si avvicendavano lo preferivano a Recoba perché è uno di quelli che “fa salire la squadra”?
      Se, come sospetto, il thoihrismo è il proseguimento del morattismo con altri mezzi, quello è il destino che ci attende.
      Ieri su Inter News auspicavano la cessione di Icardi e la sua sostituzione con un centravanti francese quotato la metà, ma soprattutto con otto anni di più.
      Le prostitute intellettuali hanno nasato l’aria e sperano si rinnovino i fasti delle cessioni (anche se sono stati dei veri e propri regali) di Pirlo, Seedof, Mutu.

  12. Ps, bizzarro che chi oggi dipinge come superpippe kovacic e Icardi, ieri era lì a sbavare ‘ma quanto è forte de Sciglio, ma come è bravo il Milan a crescersi i talenti, etc.

    Ok, grazie a questo pensiero posso convertire il precedente ‘che tristezza’ con qualcosa di più ilare

  13. cerilli gera ciosotto (di Chioggia)

    la miglior stagione di recoba è stata a Venezia

    no, per dire…

  14. Wolf,

    ma che sei diventato? non eri così…

    Maurito ha cannato il controllo e la palla non la beccava più, per fortuna che Tagliavento ha deciso che era ora di farci dimenticare le manette e a distanza di anni ha pareggiato le squadre in campo- nove contro nove-

    sul secondo gol mi è venuto il sospetto che Icardi stia sulle balle ai tifosi della Samp ma non ai suoi giocatori che hanno fatto di tutto per farlo segnare (rigore e cagata difensiva) come regalo per essere diventato papà senza l’aiuto di Maxi Lopez, che rivedrà domenica e mi immagino come saranno contenti di rivedersi.

    non più di me quando potrò rivedere Kovacic in versione Lazio di quest’anno e in versione Lazio dell’anno scorso.

    peccato non ci sia solo la Lazio da incontrare.

    a Zelig Ale e Franz stanno proponendo una coppia di vecchietti in cui uno aspetta l’altro che sta arrivando lemme lemme e pare non arrivi mai.

    ecco, non vorrei essere come quello che aspetta perchè loro i vecchi li fanno per finta ma io di tempo da perdere non ne ho mica troppo e Kovacic va ancora più piano, e non per finta.

    • con tutti i limiti che può avere, una cosa che non si può non riconoscere a icardi è, oltre alla freddezza sottoporta, anche la giusta strafottenza

      a questo del pubblico non gliene frega un cazzo, anche ieri sera gol in faccia sotto una valanga di insulti e mani sulle orecchie: non vi sento

  15. recoba.
    il mio ultimo mito.
    piango ogni volta che guardo i suoi gol.

  16. di Recoba su qui dissi che è un fuoriclasse ma trovai pochi consensi molto probabilmente perchè essendo stato un pupillo di Moratti lo dissi in un momento in cui il nostro Presidente non era nel suo miglior momento di popolarità in quanto lo stavano accusando anche per il buco nell’ozono.

    più che i suoi gol a me hanno fatto piangere quelli che ha sbagliato di cui ricordo quello contro la Roma nel ritorno della finale di Coppa Italia del 2006/2007 vinto da noi 2-1 dopo avere perso 6-2 all’andata.

    sul 2-0 a nostro favore ha avuto la possibilità di fare il 3-0 a mezzo metro dalla porta che li avrebbe messi in crisi perchè con un 4-0 li avremmo fregati di nuovo, ma invece sbagliò e mi toccò mandarlo a cagare per l’ultima volta…

    • Indimenticabile anche l’occasione sprecata nella semifinale di andata di Champions contro il Milan.

    • Dimentichi la più grossa, il rigore sbagliato all’ultimo minuto contro l’Helsimborg che ci costò la perdita della Champions.
      Anche se quello fu un capolavoro di Lippi.

  17. Ieri l’ho vista al Meazza.
    Molto bene Shaqiri, soprattutto per l’abnegazione e la voglia. Si vedeva chiaramente che fosse ancora non in perfetta forma (3 giorni fa aveva 20 minuti nelle gambe) però c’aveva una voglia pazzesca di mettersi in mostra.

    L’ho visto a destra, a sinistra, al centro, in copertura, in progressione, sui lanci, sulla trequarti.
    Se le premesse sono queste, quando arriverà alla perfetta forma si metterà pure a raccogliere le borracce tra un fallo laterale e l’altro.

    Detto questo, è chiaro che va predicata la calma. Una partita non fa primavera. Troppe volte mi sono illuso e poi…
    Bene anche Podolski. Sembrava un po’ svagato, poi con un tacco ha risolto la partita.
    E questa si chiama categoria superiore.

    Però, ecco, i giudizi sono sospesi dal fatto che, effettivamente, abbiamo fatto troppa fatica per essere in superiorità numerica.

    Kovacic, conclusioni a parte, ha fatto una buona partita. Ha dato anche un gran pallone a Shaqiri che però non aveva ancora lo scatto per raggiungere il fitrante.
    E infatti si è affrettato ad alzare il pollice verso l’alto come a dire che il passaggio era ottimo, ma fatto con un mesetto di anticipo.

    Icardi l’ha messa anche ieri. È un attaccante e segna.
    Ma non va bene.
    Cioè, boh, le sta giocando praticamente tutte, visto che abbiamo pensato bene di rompere con l’unica altra prima punta che abbiamo, segna con una certa continuità.
    Però, non va bene.
    Ieri s’è beccato insulti gratuiti.
    Poi ci lamentiamo che diamo via la gente e quella esplode da un’altra parte.

    Strano.

    Poi non capisco perché lo si voglia far passare per un indisciplinato. Per 2 foto su twitter a 20 anni?
    Argh, ci scrivono autorità e politici di età senatoriale, ma un ragazzino di 21 anni non può farsi una foto con la moglie.
    Sul caso Osvaldo è l’unico che ha cercato di chiudere la questione, assumendosi la colpa e senza sottolineare la reazione spropositata del compagno, proprio per evitare grane in spogliatoio, come sarebbe d’uopo

    però non va bene.

    No, no, ma diamolo. Magari a 4 milioni o in cambio di un 32enne di belle speranze.

  18. Ottima vinta, un po lenti e imballati nel proporre gioco, ma di occasioni ne abbiamo create senza rischiare nulla dietro. Icardi è questo tipo di giocatore, che piaccia o meno: è un killer in area, ma non è mobilissimo e non sa tenere il pallone fra i piedi per far salire la squadra (caratteristiche che on ne fanno il giocatore ideale per giocare punta unica nello schieramento manciniano, ma tant’è), ma giocatori così vanno tenuti, è giovanissimo è può cmq crescere ancora, già oggi garantisce almeno 20 gol a stagione.
    Tra i giocatori meno noti che hanno vestito la fu casacca nero-azzura, uno dei miei idoli assoluti è stato Fausto Pizzi! Grandissima tecnica, piedi favolosi, penalizzato tantissimo da un fisico non eccezionale. Centrocampista offensivo che ha segnato una caterva di gol al Vicenza in B, da noi è stato solo un paio di stagioni…..buono anche a battere punizioni, quasi infallibile dal dischetto.

  19. E’ una vergogna che, dato i tempi grami che corriamo, ci siano ancora interisti che non sanno godersi una vittoria in santa pace, quasi tutti devono metterci su un asterisco. Forza Inter, non ti curar di loro ma passa e va…….al terzo posto..

  20. Osvaldo è in prestito.

    per venderlo prima devi comperarlo, non si può vendere una cosa che non è tua…

  21. Su Icardi si può discutere se venderlo per fare soldi e plusvalenze, ma discuterlo come centravanti è inquietante, fischiarlo e dargi fastidio quando gioca e da perfetto tifosi interista coglione, esemplare assi diffuso purtroppo.
    Shaquiri è il migliore che abbiamo in rosa ed è costato 15, se per Icardi e Kovacc ce ne danno 50-60 potremmo prenderne altri 4-5 da 10-15 ( scelti da Mancio che ci capisce ).
    Attenzione, non vuole dire che li venderei, ma solo che rifletterei se sia meglio tenere due giocatori forti in mezzo a 5-6 mediocri o alzare il livello medio della squadra sacrificando i due prospetti migliori.
    Certo l’ideale sarebbe tenerli e prenderne altri 4-5 di quel livello ma sembra non sia possibile.

  22. criticare kovacic (20 anni) e icardi (21) è da pazzi, chi lo dice si merita forlan e zarate

    non ho altro da aggiungere

  23. Su Icardi si può discutere se venderlo per fare soldi e plusvalenze, ma discuterlo come centravanti è inquietante, fischiarlo e dargi fastidio quando gioca è da perfetto tifoso interista coglione, esemplare assi diffuso purtroppo.
    Shaquiri è il migliore che abbiamo in rosa ed è costato 15, se per Icardi e Kovacc ce ne danno 50-60 potremmo prenderne altri 4-5 da 10-15 ( scelti da Mancio che ci capisce ).
    Attenzione, non vuole dire che li venderei, ma solo che rifletterei se sia meglio tenere due giocatori forti in mezzo a 5-6 mediocri o alzare il livello medio della squadra sacrificando i due prospetti migliori.
    Certo l’ideale sarebbe tenerli e prenderne altri 4-5 di quel livello ma sembra non sia possibile.

  24. capisco che sia bello ed emozionante fare quelli granitici e definitivi, ma la questione è semplice

    se icardi venisse regalato, sarebbe un delitto, anche se purtroppo non una novità
    ma se icardi venisse venduto a fronte di un vero upgrade in attacco, non vedo che problema potrebbe esserci, a parte il fatto che, quando sento girare valutazioni da 40 milioni sul ragazzo, poi vedo Podolski e Shaquiri, due veri giocatori di livello internazionale, e mi sento di ridimensionarle e non di poco, e questo potrebbe incidere sull’acquisto dell’upgrade, posto che nonostante i prestiti e i pagherò non mi pare si navighi nell’oro

  25. “o, no, ma diamolo. Magari a 4 milioni o in cambio di un 32enne di belle speranze.”

    Este, qui non ti stavi riferendo ad Osvaldo?

    Mancini alla domanda su Osvaldo ha detto che non ci sarà bisogno di sostituirlo nel caso vada via perchè sia Palacio che Poldi possono giocare al posto di Icardi e quindi come punta centrale si sente coperto.

    oltretutto adesso che si è visto giocare Shaqiri è evidente il perchè si sia così tanto incazzato Osvaldo, perchè con la venuta dei due nuovi lui è passato dietro anche a loro e quindi era diventato la quinta scelta per l’attacco, da qui lo sbroccamento.

    di Recoba ho messo l’ultimo gol sbagliato che mi ricordavo ma come si è visto non è stato l’unico importante, per cui ci ha fatto piangere parecchio, ma Moriero le scarpine le ha lustrate solo a lui quindi qualche motivo ce lo avrà dato se è ancora considerato un idolo per tanti di noi…

  26. Corso non so a che ti riferisci, so solo che certi tafazzismi mi hanno sempre indisposto.
    Ora dimmi tu dove sta il senso di commentare la partita di ieri con un ‘kovacic è un giocatore inutile’ (parafraso per brevità). O è eccesso di autolesionismo, o è ossessione, in entrambi i casi lo trovo un atteggiamento controproducente. Detto ciò non mi pare di aver aggredito nessuno, dico solo la mia.

    se invece ti riferisci alla replica a tagnin, noto solo la grande coerenza nell’incensare de Sciglio e lo stile milan nella gestione dei giovani e poi dar sempre contro ai nostri (non per dire, ma de Sciglio non gli può nemmeno portare la borsa a mauro e mateo). Ma anche qua, non mi pare di aver aggredito nessuno.

    Comunque non sto a fartela lunga, i commenti di este, alebianchi e gianni dicono tutto, le mie idee puoi ricavarle anche da li

    • Wolf,

      volevo solo sottolineare, benevolmente, che non ti ricordavo così polemico nei riguardi di nessuno, tutto lì…

      per il resto non sono certo io nella posizione più adatta per farti la morale, era solo una constatazione.

    • De Sciglio pagato 12 milioni di euro dal… Cimiano?

      le mele con le pere, vabbè

  27. Handa
    kovacic
    icardi
    podolski
    shaq
    palacio
    hernanes
    sono giocatori da Inter

    credo che i problemi della rosa
    vadano cercati altrove

  28. Tagnin,

    quindi di casamilan non è la politica giovanile in generale a piacerti, ma il modo in cui si passa da primavera a prima squadra?
    Non lo sapevo, mi aspetto a questo punto che tu in salotto tenga una gigantografia di balotelli, stando a questi nuovi parametri.
    Ma gli stessi due di cui tanto si parla, potrebbero diventare i tuoi nuovi idoli. Se li piazzi anche solo a 30mln l’uno hai raddoppiato la posta.

    Poi chiediamo al commercialista come stiam messi in classifica.

    Corso, ti dico solo che già alle elementari le maestre mi rimproveravano di essere troppo polemico su ogni cosa… ahimè lo sono di indole, non lo sono diventato di recente.
    Rispetto agli ultimissimi anni, quelli dei forlan e zarate come qualcuno ricordava poco fa, intravedo finalmente delle risorse, fra rosa, staff e dirigenza, che possano tirarci fuori dalla melma.
    Logica vorrebbe che vi fosse un po’ di unità di intenti intorno a queste, invece sono sempre i più bersagliati, in maniera spesso anche ossessiva ed ingiustificata, nonchè i primi di cui doversi disfare (mentre gli obi e i dudù se la ridono sotto i baffi).
    Ecco, è questo approccio paradossale che mi innazistisce, specialmente quando la cosa si traduce in fischi diretti che finiscono col metter le valigie in mano ad uno di quelli appena citati da Rob

    • 30?

      oh no, 60, 90, massì, 120, crepi l’avarizia

      l’uno eh

      ah no, c’era quella su balotelli ma a dirla tutta non c’ho capito una fava, pazienza

    • La mia tesi è che (in perfetta continuità con Moratti) c’è una forte probabilità che l’Inter venderà quest’anno Icardi e l’anno prossimo Kovacic.
      Per fortuna sono dei professionisti e se ne fregano di quello che si scrive di loro, altrimenti penserebbero già adesso a fare le valigie.

  29. Vorrei chiarire , se qualcuno non avesse capito, che le critiche a Kovacic non sono relative alla fascia mediocre-medio, ma alla fascia buonissimo-eccellente.
    E’ evidente che il futuro dell’Inter è lui, così come Icardi.
    Non siamo Cassandre che dicono che se rimanevamo undici contro undici chissà come andava a finire, però per contro si doveva chiedere la partita molto prima.
    Visto che siamo criticoni, allora apro un altro capitolo : Di Biagio ha segnalato tre calciatori dei suoi under21 che sono le promesse emergenti del calcio italiano : Rugani Sturaro e Berardi. Lo sapete di chi sono i cartellini ( tutti o in comproprietà) di questi tre giovanotti?
    Noi intanto ci balocchiamo con il resto dell’Under 21 (sopratutto la difesa) i migliori dei quali se va bene giocheranno titolari in qualche squadra di seconda fascia di serie A.

    • Una volta ebbi il coraggio di scrivere, (sul noto blog che si occupa di giovani virgulti, oggi solo su inviti perché non si sopporta alcuna critica,) che il settore giovanile del Barcellona era superiore a quello dell’Inter. Piqué, per la cronaca, lo hanno preso a 10 anni, Xavi a 11, Iniesta a 12 e Messi a 13, per citare i più famosi e per tacere dei nuovi. Fui irriso.

    • più o meno forte non ha molta importanza, a oggi quello che rileva è che il settore giovanile dell’Inter non serve a un cazzo, all’Inter, ed è una magra consolazione per tifosi ridimensionati di una squadra povera di ambizioni

  30. Wolf,

    si vede che ricordo male, ma mi pareva che fossi tu a dire a me di lasciare stare le polemiche gli anni passati e non viceversa.

    per quello ti ho scritto così, comunque lasciamo perdere che non è importante.

    quello che è importante è quello che ti ha scritto Mucci, dove le aspettative sui due gioielli sono un pochino diverse da quelle su Obi o Kuzmanovic.

    per cui è evidente che nel giudicarli non si usa lo stesso metro di giudizio, come è altrettanto evidente che sono questi due gli unici che si potrebbero (condizionale) vendere per poi reinvestire dove siamo più carenti uniformando la squadra a undici veri giocatori da Inter e non con soli quattro o cinque con rendimento altalenante.

    non è che ci dobbiamo indebolire per forza facendo così, come non è detto che sia sicuramente giusto e sacrosanto tenerceli e morire con la convinzione che sono loro il nostro futuro.

    • Così ottieni la Fiorentina, una squadra da 5°, 6° posto.
      Se vuoi tornare competitivo, con la vendita di Kovacic e Icardi devi comprare 7-8 giovani e aspettare quattro cinque anni che maturino.
      Ma questo non si può e non si vuole fare.
      Quindi non resta che svendere, non vendere, Icardi e Kovacic perché le cifre sono diverse quando sanno che tu non vuoi (o non puoi) trattenere un tuo giocatore.
      Quando tutto il mondo che Icardi non lo vuole l’allenatore, che non lo vogliono i tifosi e che non lo vuole la stampa, che la società non ha uno straccio di progetto, che i suoi dirigenti solo qualche mese prima volevano regalare un giocatore integro in cambio di un rottame, solo per accontentare l’ex-allenatore della Reggina…

  31. vero Este, ho riletto bene ma darlo via per quattro milioni al posto di quaranta mi ha indotto a pensare a Osvaldo e non a Icardi.

    ricordo a Institor che non molto tempo fa facemmo una operazione analoga senza prenderci sbarbati da crescere ma prendendo giocatori esperti, vaccinati e maturi e grazie a questa vincemmo tutto.

    non so se te la ricordi, anno 2010…

    • Ma non vendemmo un giovane. Vendemmo un giocatore maturo, di cui si conosceva il rendimento (e che aveva un ingaggio assurdo) per prendere altri giocatori maturi di cui si conosceva il rendimento.
      La realtà è che non è stato un caso che l’Inter abbia regalato Pirlo.
      Il concetto che non puoi vendere un giocatore quando è ancora giovanissimo e non ha mostrato del tutto le sue potenzialità (anche se Pirlo le aveva già svelate tutte) non è entrato nella testa di molti.

  32. Icardi e Kovacic vanno ceduti SE si fa un sacco di grana da poter prendere 3/4 giocatori di livello che Mancini ha in testa, e già pronti, con cui sistemare finalmente la squadra.
    Altrimenti non se ne parla.
    Non avrebbe alcun senso logico, né sportivo.
    Ma dubito anch’io che le valutazioni siano altissime. Però sono molto giovani e questo è un fattore importante per una loro valutazione comunque alta.

    Ah, uno dei miei idoli si chiamava (e tutt’ora si chiama) Kalle!
    Non ci abbiamo vinto niente ma va bene lo stesso.
    Poi c’erano Sandrino, Mariolino, Giacinto, Tarcisio, Bonimba…
    Ronaldo (gli ho voluto bene, poi l’ho odiato).
    Baggio (ma per chi non è un idolo Baggio?!).
    Cruz (altro che Recoba!) Milito Zanetti Cambiasso Eto’o Sneijder Maicon JC…

    Vabbe’, la pianto qui che è meglio.

    Oggi non credo ci sia nessuno.
    Finora almeno.
    (forse l’unico che mi piaceva è quello che se ne sta andando, sigh! E sto anch’io aspettando da un po’ Mateo, e penso che forse sto Shaqiri chissà…in fondo anche il vigilasso, the Wall e l’olandesina furono scartati da una grande squadra!)

  33. L’unico frutto tangibile del settore giovanile, nel recente passato, è stato balotelli (insieme a martins qualche anno prima).
    Destro, Bonucci e Pandev li abbiamo bruciati vendendone i cartellini prima di apprezzarne il reale valore.
    Il resto sono praticamente tutti giocatori di seconda fascia.

    Considerando che il grano in convento consente solo la linea giovanile per arrivare a qualche campione, e considerando l’infruttuosità della primavera, l’unica è prendere ragazzotti futuribili sulla piazza.
    Così è stato per Kovacic e Icardi.

    Quindi, se prendi i giovani per farli crescere, e appena crescono li vendi, mi dite che progetto giovani è?
    Ma soprattutto, mi dite in quale maniera arriveremo mai ad avere un campione in rosa se appena un ragazzino inizia a maturare noi lo mettiamo in vendita, assodato che il grano per prenderne uno già pronto non c’è?
    No perchè forse ci sfugge un passaggio: puoi anche vendere bene Icardi e rimpiazzarlo con uno più affermato, peccato che costui si abbuschi il doppio o il triplo dell’ingaggio, e qui casca l’asino perchè questa è la voce più critica per una società che deve abbattere i costi strutturali. Entriamo nell’ordine di idee che un costo dai 10 milioni annui in su per un singolo ingaggio non possiamo permettercelo.

    Abbiamo sposato la linea giovani, la squadra deve crescere con loro, (in prestazioni, e quindi poi in fatturati/salari), punto e stop.

    • Passaggio 1. Icardi viene valutato 50 milioni.
      Passaggio 2. La prostituzione intellettuale scende in campo e lavora perché l’Inter se ne privi. I tifosi aderiscono più o meno inconsapevolmente al progetto.
      Passaggio 3. Giorni di mercato: metti in vendita Icardi a 50 milioni. Ti ridono dietro. Ti spiegano che quando sei tu che vuoi vendere il prezzo è diverso. E al massimo te ne danno 35 più un paio di bonus.
      Passaggio 4. Prendi 20 milioni e vai a comprare il rimpiazzo di Icardi, quando scopri che nel frattempo il prezzo è salito a 25 (“ma prima era 20!” “certo, ma anche la mia portinaia sa che tu vuoi comprare il mio giocatore e io non ho nessun bisogno di vendere, quindi caccia il grano”).
      Passaggio 5. Con i 10 milioni avanzati dalla brillante operazione ti compri a 7 il nuovo Schelotto e te ne avanzano 3 come plusvalenza.
      Passaggio 6. L’anno successivo, ripercorri i punti da 1 a 5, questa volta con Kovacic. E l’anno seguente ancora con Bonazzoli.

  34. Institor
    tutto giusto.

    Mi permetto di aggiungere un passaggio:

    il rimpiazzo da 20/25 milioni solitamente viene accolto come

    “scarto di -mettete squadra estera a piacimento-”

    oppure

    “pippa strapagata”.

    Con conseguente considerazione:

    manoneramegliopuntaresuigiovani? C’è Sempronio della primavera di cui parlano un gran bene. E’ capocannoniere del torneo di viareggio.

    E così via.

  35. A dire la verità, mi riesce difficile gioire per la vittoria di ieri sia per il fatto che non mi piace una partita intera in 11 contro 10, e questo a prescindere dal fatto che l’espulsione ci fosse o meno, sia perché la stessa viene falsata per gli ovvi motivi che ognuno capisce.
    Quindi, cosa ne resta a parte la qualificazione?
    Due sono le sensazioni, opposte, che mi rimangono.
    La prima è la solita, sconfortante, di una squadra che fa una fatica enorme ad aprirsi un varco verso la porta avversaria. Cioé, come si arriva al terzo posto con due centrocampisti centrali che non riescono a far salire in pressing la squadra, non si inseriscono mai, e non mettono una palla decente per l’inserimento di qualcuno. E gli esterni, che arrivano sempre in ritardo all’appoggio dell’azione tanto che i ‘vecchi’ parevano Podolski e Shaqiri per le varie volte che gli han dato dei suggerimenti su come accompagnarli.
    La seconda è che è tornata la sensazione, ormai sopita da un bel po’, che è possibile costruire un’azione da gol in un lampo, con un’iniziativa individuale, rapida e risolutiva, senza star là a ruminare calcio inconcludente e facendosi quasi sempre rubare palla per subire contropiedi letali.
    E, non per tornare alla solita polemica dell’allenatore e della rosa, sarà un caso che a risolvere la partita, con una giocata risolutiva, sono stati i due nuovi facendo tutto da soli?

  36. Mah, forse era meglio l’Udinese in casa.
    Pazienza.

    Certo, se è vero che noi ieri sera abbiamo faticato, nelle stesse condizioni il Napoli di oggi ha fatto molto molto peggio.

  37. certo che quotare il bel quadretto di Instor e poi aggiungerci anche la morale la dice lunga sulla considerazione che certi hanno della società che tifano e che sono orgogliosi di tifare.

    la vendita di Pirlo è considerata come il peccato originale e quindi per mondarla la società dovrà tenersi tutti i canterani che crescerà e non dovrà più cadere in tentazione di venderne nemmeno uno, sia mai che tra di loro si nasconda il futuro Messi.

    nel frattempo che loro due aspettavano il Messi-a la società dopo Pirlo ha comprato Veron, Stankovic, Mihajlovic, Cambiasso, Vieira, Motta e Snejider che l’hanno fatto talmente rimpiangere che con loro e grazie anche a loro sono riusciti a vincere qualche cosina come una dozzina e mezza di trofei.

    però vuoi mettere se c’era anche Pirlo?

  38. corso
    oggi hai fatto l’en plein

    mi sa che hai travisato 2 commenti su 2.

    Secondo me li leggi in fretta e furia per la fotta di polemizzare.

    E vabbè, magari mi spiego male io. Comunque, io non dico di tenerli tutti, però se vuoi puntare sui giovani non puoi usarli come pedina di scambio alla prima offerta.

    Altrimenti non stai puntando sui giovani semplicemente.
    Un errore è un errore. Poi che ci siano stati ottimi affari dopo, non si mette in dubbio, ma la cessione di Pirlo e Seedorf rimangono due errori,

    allo stesso modo in cui il Milan ha sbolognato Davids e Vieira, anche se dopo ha preso Kakà

    e allo stesso modo in cui la Juve ha sbolognato Henry, anche se dopo ha preso Pogba.

    • d’accordo sull’errore se si può chiamare errore vendere uno per 35 miliardi e poi senza di lui, negli anni a seguire, si è vinto tutto, perchè non c’è nessuno che può dimostrare che con lui si sarebbe vinto uguale, per cui io posso capire di chiamare errore lo scambio Bonimba- Anastasi, dove i gobbi grazie anche al nostro ex centroavanti hanno vinto un paio di scudi e noi con Pietruzzo una bella sega, ma perseverare nel chiamare errore una semplice vendita di un giocatore bravo ad un altra società significa che qualsiasi vendita venga fatta potrà essere considerata un errore se il giocatore continuerà a giocare, e quindi alla stessa stregua anche Muntari è stato un errore così come Poli, per rimanere sugli ultimi.

      ma più che questo io volevo sottolineare come sia impossibile determinare un futuro roseo a chiunque quando hai a che fare con i giovani che una società fa crescere nei suoi vivai e quindi non si può tenerli tutti per la paura di venderne uno che poi magari da lì ad un paio d’anni esploderà e ti farà rimpiangere di averlo venduto.

      nel corso di questi anni frequentando il blog ho letto almeno una ventina di nomi di giocatori che secondo chi li aveva visti giocare nella primavera era sicuro che fossero dei fenomeni che quasi quasi si poteva giocare con loro invece che con quelli della prima squadra il campionato.

      in ordine di tempo mi ricordo le lamentele per avere dato via Longo.

      per cui siamo sempre lì, basta criticare che va sempre bene, il bello è che se io dico che Kovacic ancora non ha dimostrato quello che vale se non a sprazzi viene fuori che sono io quello che critica per niente.

  39. Quello che mi viene da notare, nel discorso di vendere o non vendere i gioiellini di famiglia, è che bisognerebbe, come dicono quelli che parlano alla moda, ‘contestualizzare’.
    Mi spiego: se tu hai le finanze a posto, e li vendi, la cosa ha poco senso, per non dire che si tratta di puro autolesionismo, ed è inutile aggiungere altro.
    Se, al contrario, dalla loro vendita riesci a trarne un utile che reinvestito in altri calciatori, con competenza (e sottolineo ‘competenza’, perché è questa la chiave di tutto), ti permette un upgrade, con i relativi vantaggi economici derivanti da esso, i prossimi Icardi e Kovacic che riuscirai a scovare li potrai trattenere, non avendo problemi finanziari.
    Altrimenti andrà a finire che, non potendo migliorare la squadra, per mancanza di fondi, tra due o tre anni avrai fatto fare esperienza a dei giovani che perderai ugualmente perché vorranno andare a vincere in squadre più competitive.
    E ti ritroverai a fare la parte dell’asino che gira intorno alla mola senza poter neanche alzare gli occhi da terra, se va bene.

    • di norma quello che tu dici è sempre stato fatto dalle piccole per mantenersi a galla, oggi come oggi nemmeno la giuve che tra le grandi d’Italia è la meno disastrata, riuscirebbe a trattenere Pogba se una delle grandi europee lo volesse comperare.

      non è solo un problema dell’Inter.

    • Si, però l’Inter non è l’Atalanta che, anche se il suo lo fa più che egregiamente, rimane confinata in Lombardia per sua natura. E non può aspirare certamente ad un marketing mondiale come è nelle possibilità di una delle prime dieci squadre al mondo. Il che, poi, sarebbe conseguenza dell’eventuale upgrade di prestazioni ed eventuali vittorie, con relativi introiti moltiplicati tali da riuscire a gestire calciatori di alto livello.
      Questo considerando il FPF che, sinceramente, ancora si è capito bene quando, come e a chi si applica, visto che gli sceicchi fanno il bello e il cattivo tempo.

  40. Ieri ho visto gli ultimi 20 min dei regolamentari e i 30 di supplementari. Ovviamente parlo di Napoli udinese.

    Detto che che meritava tutta la vita l’udinese, anche dopo la fantasiosa espulsione, e che il Napoli è passato solo grazie ad un arbitraggio palesemente indirizzato, ciò che qui rileva è la prestazione.

    Se togliamo higuain e callejon, data l’intermittenza di Hamsik, al Napoli non resta pressoché nulla. Un centrocampo svuotato completamente della sua essenza e una difesa ridicola almeno quanto la nostra (senza nemmeno la pur magra speranza di un Vidic a sistemare qualcosa).
    certo, i due citati sono tanta roba, ma se non iniziano a farne tre a partita dubito che potranno migliorare la media punti della squadra.
    E certo, nele grandi gare spesso tirano fuori prestazioni che noi possiamo sognati. Ma le grandi gare sono non più di 2 o 3.

    Hic stantibus, in particolare se delinquentis non farà mercato, la rincorsa su di loro è fattibilissima. Non occorrono miracoli, “basta” iniziare a vincere contro le ultime in classifica.
    Considerando che noi il mercato lo stiam facendo, non pretendo di arrivarci per forza al terzo posto, ma di giocarmelo fino alla fine si.

  41. para che abbiamo comperato uno che si chiama Brozovic.

    con la stessa formula che ti offrono quelli che vendono le auto.

    tre milioni da pagare in 18 mesi + 5 milioni al saldo, però senza accessori…

  42. Vorrei parlare di Coppa Italia (non credo di essere OT), per mettere in risalto quanto essa sia lo specchio di un calcio nazionale autarchico e di scarsa competitività.
    Questa manifestazione, che si confonde agli inizi con le amichevoli estive, vorrebbe, scimmiottando la FA Cup, essere la chance per qualsiasi club financo semiprofessionistico di mettere una coppetta in bacheca, ma si risolve come ogni anno in una farsa.
    Le prime otto, che intervengono quando le altre hanno già fatto un mezzo campionato, giocando ovviamente in casa ( secondo il famoso detto di Flaiano : gli italiani accorrono sempre in aiuto del vincitore) e se ce ne fosse bisogno con l’aiuto della compiacente complicità arbitrale e intellettuale delle p.i. televisive, si qualificano immancabilmente per i quarti.
    Tanto varrebbe eliminare tutto l’inutile ciarpame precedente e partire direttamente da qui, quarti, semifinale, finale.
    Trovo offensivo far finta di essere liberali e poi comportarsi da monopolisti.
    Certamente gli ascolti, il blasone contano molto di più delle prestazioni in campo e per noi italiani sarà difficile vedere un giorno “un Wigam” nostrano aggiudicarsi la coppetta Italia.

    • la coppa Italia non ha mai interessato nessun tifoso.

      se la vince però poi fa i caroselli…

    • a scongiurare il rischio di un’avventura provvede semmai l’arbitraggio pro ascolti televisivi, che anche ieri il rigore al Napoli era da radiazione immediata dall’AIA con prelievo dal campo ad opera degli osservatori arbitrali

    • Beh qualche anno fa, 97 mi pare, la.vinse il Vicenza, contro un Napoli che ci elimino in semifinale con un gol di Pecchia

      nel 2009 il novara all’epoca in c buttò fuori due squadre di A in successione e si gioco i quarti a san siro col milan, finiti 1 a 1 nei regolamentari e poi vinta ai supplementaei dal milan con un gol di flamini da 30 metri.

      Ma sto solo facendo la punta al cazzo, in realtà condivido appieno quanto dici

  43. il nostro nuovo acquisto Brozovic viene descritto da chi lo conosce come un centrocampista alla Marchisio, con buona corsa e bravo negli inserimenti. inoltre pare che abbiamo preso x giugno Murillo, difensore colombiano del Granada che “ha bloccato Messi” (!). entrambi sono del 92, quindi continua la politica dei gggiovani 🙂
    xò mi piace notare come ultimamente la società si muove sul mercato senza troppi clamori ma in modo mirato ed efficace, roba che se lo facessero altri sai le sviolinate … ma ormai sono ridotti così: http://www.fcinter1908.it/ultim-ora/inzaghi-abbacchiato-l-inter-ha-fatto-altri-due-colpi-io-aspetto-de-sciglio-e-zapata-136484

  44. Ciao Bestiacce!
    Dai che finalmente si ricomincia a ragionare!
    leggendo il post mi è tornato in mente il coglione di repubblica che ha definito grasso shaqiri. Credo che se continua così toccherà ricominciare a distribuire maloox a cannone…

    AVANTI INTER!

  45. Bravo Flavio Mucci, concordo in pieno, e se devo essere sincero l’ho pensato anche mercoledì.
    Poi che siamo tutti contenti che si è vinto vabbeh,
    Che Mazzarrocchio si sarebbe lamentato della pioggia concomitante all’essere l’avversario in 10 anzi ad un certo punto pure in 9, sempre più difficile.

    Però a me ste cose fanno cagare, la verità è che icardi si era allungato troppo la palla e l’hanno visto 6 arbitri 4 commentatori e 10 telecamere, eppure a sentirli parlare col terrore dipinto in volto di vedere Udinese Sampdoria seguita da 1ML di spettatori contro i 5 o 6 di Napoli Inter, sembrava la cosa più naturale e sacrosanta del mondo, a noi poi!!!! che appena diamo fastidio in campionato ci danno 3 giornate per lamentarsi con il guardialinee, mercoledì sembravamo l’Italia ai mondiali.

    No, mercoledì mi ha dato fastidio esattamente come mi da fastidio quando ci massacrano a convenienza in altri momenti, il calcio italiano fa schifo (ai vertici) e , tanto per fare un esempio recente perché sono anni che giocatori ed allenatori lo dicono, ad una domanda sul prossimo campionato europeo Pod ha detto
    “Se non dovessimo vincere noi spererei che vincesse l’Inghilterra, se lo meritano per come vivono il calcio”

  46. Boh, a me l’espulsione sembrava sacrosanta.
    Il fallo c’era, era ultimo uomo, il regolamento dice espulsione.

    Arrivare a delegittimarci da soli le vittorie…

  47. Qualcuno conosce (calcisticamente parlando) questo Brozovic?

  48. Condivido con Este. Per altro non un commento sul fatto che la Samp non ha fatto un tiro in porta. Vero, han fatto 70 min in 10 e 10min in 9.
    Ma in partite recenti, e con squadre più scarse, mi pare che la gestione della superiorità numerica sia stata ben altra.

    Nel frattempo abbiamo preso altri due giocatori: di Murillo sento parlare benissimo,non bene. Ma staremo a vedere l’anno prossimo. Di brozovic non so nulla, lo ammetto, ma averlo sottratto a concorrenza di Napoli bbilan e Arsenal credo indichi quanto meno un blasone ritrovato, e fino al suo debutto me lo farò bastare, poi conteranno solo i rendimenti del ragazzo.

  49. Wolf
    l’ultimo che abbiamo soffiato all’Arsenal è stato Alvarez

    Leadenfoots

  50. L’hanno visto e detto tutti che l’espulsione è stata esagerata e vedere Tagliavento arbitrarci come ha fatto l’altra sera è la conferma di quanto saggiamente scritto da Flavio. L’obiettività non è una virtù ma essere obiettivi non è peccato.

  51. io sono d’accordo con Javier+ (tra l’altro l’ho scritto subito che Icardi nemmeno volando l’avrebbe più presa quella palla controllata malissimo) e quindi non vedo cosa si delegittimi dicendo ciò che è vero.

    espulsione a termine di regolamento esagerata come lo furono le espulsioni a termini di regolamento di Cordoba nel 2010 per essersi mosso anzitempo dalla barriera e di Alvarez contro il Napoli per avere preso la palla (che era sua e di nessun altro) su un braccio a metà campo.

    però, essendoci una history in ballo tra este, Javier+, Gianni e Wolf, ci sta tutto e di più…

    aggiungo che dovrebbe essere presa con il beneficio d’inventario la storiella identica che ci raccontano sempre i gonzi quando prendendo un giocatore dicono che hanno fregato tutti, quando in realtà quello che hanno preso lo volevano solo loro.

    • Pedullà e di Marzio non mi sembrano interisti interessati a gonfiare il valore di un’operazione; e come già detto l’unica cosa che conterà sarà il suo rendimento, il che prescinde da chi l’abbia cercato o meno prima di noi, e che per altro non saprei prevedere perché non l ho mai visto giocare.

      Nel frattempo, se non è reato, apprezzo il fatto che la maglia attiri ancora, cosa direi già abbondantemente dimostrata dai Sì di mancini, podolski, e shaquiri

      Ah, sul rosso
      In diretta mi è parso ci fosse, la moviola non ha confermato né smentito l’impressione, e ho visto nostri giocatori finir sotto la doccia per molto meno.
      Poi, che mi sbagli o no, ti basti sapeere che di certo non prendo una posizione per dar contro a uno che mi sta sul cazzo né per sostenere uno che mi è simpatico.
      Quello magari è il tuo modo di agire.
      Non il mio

  52. corsoooo
    non sminuire il nostro acquisto!!!

  53. Wolf

    quelli che mi stanno sulle balle io li mando a cagare prima di te…

    ad ogni modo vedo che oramai sei passato ad un grado di tensione che non capisci nemmeno più chi ti è amico e fa battute e quindi per un pò ti lascerò perdere, perchè era del tutto evidente che le mie fossero battute sulla diatriba in atto.

    riguardo invece all’acquisto che tutti volevano ma ha preferito noi quando solo un paio di mesi fa tutti ci schifavano, credi pure quello che ti pare o che ti raccontano i media, solo che questi ultimi sono sempre gli stessi che ci raccontano balle da una vita.

    come mi hai detto tu l’altra sera se vuoi replicare fallo molto tardi oppure domani che adesso mi vado a fare un torneo di poker e spero di arrivare molto, ma molto tardi…

  54. E io che speravo in una history di mezza età con qualche bella interista……
    mai una gioia…. (cit)

  55. Ti replico ora perché fino a domattina non avrò più modo di connettermi, poi leggerai quando potrai.

    Se alludere a pregresse querelle per giustificare diverse opinioni è una battuta diversa abbiamo semplicemente umorismi diversi perché continuo a non capirla.
    Poco conta.

    Sul presunto blasone mettiamola così: seguo Marchetti e di Marzio da anni e mi sono sempre parsi molto credibili, se dicono (a trattativa chiusa, quindi senza nemmeno il movente di scatenare finte aste per vendere più audience) che abbiamo bruciato l’interesse di altri club importanti, mi piace pensare sia che siamo stati i più svelti sia che la maglia abbia ancora il suo fascino.
    Cerco, fra i pochi, di esser positivo circa le prospettive della nostra squadra, non teso.
    Poi regolati come meglio credi, di certo non mi metto qua a tirarti per il bavero se pensi che ti stia dicendo cazzate.

    Nel frattempo buon w.e. a tutti, a partire da domani quando spero che ca’lazie superpippa prosegua il suo meraviglioso 2015…

  56. Gli arbitraggi di Inter e Napoli sono sembrati anche a me qualcosa che attiene più all’odience televisiva e agli interessi economici che allo sport.
    Tra l’altro le due partite mi sono sembrate fotocopie negli episodi.
    Detto questo non sarò certo io, cioè un interista, a lamentarmi se una volta tanto ci hanno concesso qualcosa!

  57. Per quel che concerne l’espulsione del giocatore della Sampdoria, mi tiro fuori dal discorso prettamente tifoso (che ci sta, e anche a ragione, devo dire) del ‘a noi, appena fiatiamo, ci mandano fuori’. E pure da quello dell’audience, che pure ci sta tutto.
    Proverei, invece, a fare un passo avanti nella direzione della modifica del regolamento, di cui si parla spesso ultimamente. E cioè: il fallo dell’altra sera da un lato ci sta tutto, e l’ammonizione mi sembrava poco sul momento, ma d’altro canto mi è sembrata esagerata anche l’espulsione perché, come dice Corso, la palla Icardi dava l’impressione di averla perduta. E allora, che si fa?
    Be’, a parer mio, quello dell’altra sera era un tipico fallo da espulsione ‘a tempo’.
    In tal modo si penalizzerebbe la squadra che con una scorrettezza plateale ha cercato di ovviare ad una situazione di difficoltà di grado elevato (ma non estremo) senza menomarla in modo definitivo e pregiudizievole.

  58. Insomma siamo favoriti dagli arbitri.
    Se si considera che all’inizio dell’anno era il nostro punto debole,
    oggi invece scopro che è diventato il nostro punto di forza

    addirittura contro la Juve.

    Ancora un po’ e pur di difendere il vecchio allenatore qualcuno vorrà restituire il quattordicesimo.

  59. a prposito di idoli x un giorno…
    ciccio Ciocci

  60. Io non vorrei fare il tifosotto, ma ve lo ricordate il Napoli a San Siro di qualche anno fa con quel fallo inesistente quasi, fuori area: espulsione e rigore!
    E si era sullo 0 a 0.
    Poi, vista anche la superiorità numerica, vinsero 3 a 0.
    Insomma, se prendiamo come pietra di paragone un evento simile, quello dell’altra sera ci sta tutto.

    Poi, togliendomi i panni del tifosotto, dico anch’io che forse l’espulsione era eccessiva (però avrei voluto sentire i vostri commenti, oggi, se non l’avesse espulso! Così, per curiosità).

    In questi tre giorni di CI hanno sbagliato con la Roma, con noi (così così) e col Napoli.
    Certo che a pensare male, questa volta, non si farebbe peccato…

    Sul regolamento, non saprei.
    Anche a me piacerebbe più giustizia in campo, ma non so se la tecnologia finirebbe con lo snaturare questo giuoco.
    Magari sono solo un conservatore e sicuramente sbaglio, ma il fatto è che non mi so decidere.
    Magari solo per certi fatti alla Materazzi/Zidane, o i gol fantasma, o cose del genere…ecco.

    Certo, se poi pensiamo che siamo in Italia (e con la rubentus), allora forse rivedere il regolamento, renderlo più oggettivo (quello sì) e meno interpretabile, avendo anche l’ausilio della tecnologia non sarebbe un male, anzi tutt’altro.

  61. Garcia ha perso credibilità dicendo che il rigore che hanno dato alla sua squadra era giusto e sacrosanto quando tutti hanno detto il contrario, compresi i suoi giocatori.

    con questo ha dato adito ai soliti pirla che gli hanno detto che adesso non si può più lamentare perchè la giuve gli ha fregato la partita a Torino, in quanto anche la Roma ha fregato la partita all’Empoli e quindi le cose si pareggiano.

    non vedo come si possano equiparare le due cose ma tant’è, i tifosi ragionano così e una partita di coppa Italia con una squadra che non c’entra un cazzo diventa importante quanto lo scontro diretto.

    più o meno come questo commento qui:

    insomma siamo favoriti dagli arbitri.
    Se si considera che all’inizio dell’anno era il nostro punto debole,
    oggi invece scopro che è diventato il nostro punto di forza
    addirittura contro la Juve.
    Ancora un po’ e pur di difendere il vecchio allenatore qualcuno vorrà restituire il quattordicesimo.

    tutto perchè qualcuno di noi, io compreso, ha detto che l’espulsione è stata esagerata e che forse un giallo era più che sufficiente.

    nemmeno Scherlock Holmes avrebbe potuto arrivare a tanto.

    riguardo invece alla musica delle sirene che suonerebbe il Mancio e i meriti che gli stanno attribuendo penso che sia bello pensarlo ma che la realtà sia diversa perchè non è vero che un giocatore viene attratto da noi per la sua bella faccia o per il suo appeal, ma viene attratto da noi dal conquibus che gli viene proposto e niente altro che quello.

    ovvio che a parità di condizioni o leggermente inferiori la presenza di un allenatore abbastanza conosciuto sia un motivo in più, oltre al blasone della squadra, ma se la proposta fosse nettamente inferiore col cazzo che ci verrebbero.

    e poi chi è che ci viene? dei campioni?

    direi di no, vengono giocatori che si SPERA siano bravi e validi a cui si offre una opportunità migliore di quella che stanno vivendo offrendo, oltre alla possibilità di giocare quasi sicuramente da titolari, anche una vetrina in una squadra che, sia pure non al massimo della sua gloria, è sempre una delle migliori che ci sono in circolazione.

    tanto è vero che prima del terremoto la campagna acquisti estiva è stata salutata come la migliore dopo il 2010 e quelli che sono stati presi sono venuti lo stesso nonostante ci fosse Mazzarri.

    e sono venuti per gli stessi motivi che hanno indotto questi qui a venire adesso.

    se poi questi ultimi siano stati suggeriti dal Mancio verificheremo se è stato un merito o no, ma di nomi il Mancio ne ha fatti parecchi e combinazione i due più chiacchierati e desiderati pare che rimangano dove sono.

    non certo per colpa del Mancio e del suo fascino che su di loro non ha funzionato, ma semplicemente perchè i daneè eren minga a sè.

    • A parte che continui a fare confronti con Mazzarri, mentre io sto solo parlando di maglia. E senza margine di equivoco, l’ho sottolineato e ho incluso lo stesso mancini fra quelli che ci hanno detto inaspettatamente si. Quindi per favore non cercare di portarmi su piani della discussione che ho pubblicamente detto di non voler trattare più.

      Poi il fatto che gli acquisti non siano messi e Ronald non inficia il fatto che la maglia abbia ancora capacità Magnetiche.
      Non penso che uno come shaquiri sarebbe passato dal bayern al Genoa, anche nel caso il grifone gli avesse offerto il.doppio di noi.

      Un giocatore può preferire guadagnare anche qualcosa di meno e giocare in champions, o semplicemente può gradire di più altri. Tanto più che i nostri contratti non sono certo più quelli faraonici alla eto’o.

      Il fatto che i giocatori stiano arrivando, anche in mezzo concorrenza di altri club, anche provenendo da squadra ad oggi più in alto di noi, nonostante una classifica imbarazzante e l’assenza dalla Champions da 3 anni, mi induce a pensare che sappiamo ancora convincere i giocatori.

      Potrò gustarmi questo aspetto, giusto o sbagliato che sia, in attesa di vedere poi risultati e prestazioni, o devi continuare a cercare di convincermi che sono tutte puttanate?

  62. Di Brozovic non so nulla.
    Posso solo dire di essere felice che anche in questo caso ci siamo mossi se non a fari spenti quantomeno con poca luce e chiuso per il giocatore che volevamo senza telenovelas. Oltretutto anche in questo caso stiamo posticipando il pagamento il che, credo, ci dia un po di spazio in ottica FFP. Quindi un bravo ad Ausilio.
    Ausilio che però deve cambiare marcia nelle cessioni dove ancora non ci siamo.
    Ripeto quando dissi per il mercato estivo: un mercato in cui si accontenta l’allenatore è sempre un mercato positivo. Se poi l’allenatore ci ha visto male o si è fumato il cervello quello è un altro problema.

    Il calcio mal si adatta all’espulsione a tempo, spero non si sognino mai di introdurla.

  63. Indubbiamente l’arrivo di Mancini e questo mercato frizzante hanno ridato entusiasmo a tutta la tifoseria, tutta, compresi quelli che erano contrari al cambio in corsa.
    Non dimentichiamo però che anche negli anni scorsi siamo stati vivaci nel mercato invernale facendo sempre la fine che sappiamo.
    Che Mancio abbia più appeal dell’ex è pacifico come è scontato che i calciatori guardino in primis il loro portafogli.
    Per ora mi godo la ritrovata gioia di aspettare la partita e di guardarla.
    Sul resto non cambio idea e le perplessità e i timori rimangono gli stessi.

    Quella che ‘Insomma siamo favoriti dagli arbitri addirittura contro la Juve e che ancora un po’ e pur di difendere il vecchio allenatore qualcuno vorrà restituire il quattordicesimo’ è una delle più belle che siano mai passate da qui.
    Ci vuole talento…

  64. Sì, gianni, sono d’accordo.
    Sia sulla prima parte

    che, soprattutto, l’ultima.

    Anche secondo me gridare allo scandalo perché l’arbitro ha sanzionato con il rosso un fallo da ultimo uomo

    arrivando addirittura a proporre di cambiare le regole,

    è la più bella che abbia mai letto.

  65. Este, sei un grande
    tu prendi una frase: l’espulsione del doriano è stata esagerata
    e la trasformi: gridano allo scandalo per il cartellino rosso.
    Ci vuole talento.

    Ma è qui: ‘ e pur di difendere il vecchio allenatore qualcuno vorrà restituire il quattordicesimo’ che vai in testa alla Hit Parade di Settore

  66. è che siamo così abituati ad arbitri che non perdono occasione di affossarci che una decisione non dico favorevole, ma che forse si poteva anche interpretare diversamente, ci fa strano e ci viene voglia di prendere le distanze … ma basta pensare ai commenti che avremmo sentito se un’espulsione simile fosse capitata a un nostro difensore in una partita di campionato, magari in una situazione dove potevamo competere x qualcosa di più serio della coppa italia. io ricordo ancora quando tagliavento ci lasciò in 9 prima dell’intervallo proprio contro la samp (corsi e ricorsi) e tutti a criticare il Mou x il gesto delle manette (“le espulsioni erano ineccepibili a termini di regolamento”)
    cmq x me stiamo facendo un ottimo mercato, e in generale mi piace molto come si sta muovendo la società, purtroppo abbiamo buttato via un sacco di punti nel girone d’andata ma in fondo il terzo posto è ancora lì a 7 punti, possiamo e dobbiamo crederci

  67. gianni

    era una battuta.

    Spero.

  68. Wolf

    le barzellette mi piacciono se me le raccontano bene, altrimenti preferirei che lasciassero stare di raccontarmele.

    è indubbio che l’Inter ha più appeal di un Genoa qualunque e secondo me ne ha anche di più della Roma e del Napoli per stare solo in casa nostra e quindi questo conta per un giocatore che va a finire in una società piena di storia e di successi conosciuta nel mondo.

    ma mi fermo qui, perchè il resto lo fanno i direttori sportivi con proposte serie e allettanti altrimenti le controparti nemmeno ti starebbero a sentire pur considerando che è l’Inter la squadra che ti sta interpellando.

    altro che il Mancio o il Mou, quello che conta alla fine per quelli lì è la grana e non bisogna illudersi che non sia così perchè non appena giocano bene una stagione e ne possono pretendere di più te la chiedono, mentre se tu gliene vuoi dare di meno perchè hanno fatto cagare ti fanno casino e se possono ti piantano lì e vanno via.

    Bronzovic adesso guadagna 100.000 euro, venendo da noi prenderebbe 1.500.000
    permetti che possa dubitare che il Mancio e l’Inter c’entrino come i cavoli a merenda?

    del resto se noi ridiamo quando queste cose ce le vogliono fare credere i gonzi o i gobbi che da loro vanno i migliori che si decurtano lo stipendio pur di giocare per loro e che sono arrivati grazie ai maneggi di galliani e marotta, non vedo perchè io debba pensarla diversamente se allo stesso modo cercano di intortarmi dicendo le stesse cose di Ausilio o sul Mancio.

    dal momento che ai media non posso cantarle come vorrei, se mi capita di leggere le stesse stronzate (per me) su qui lo faccio presente come ho sempre fatto, chiunque le dica, perchè nemmeno io vado a simpatie, vado in base a quello che uno dice e se non mi trova d’accordo glielo faccio presente.

    idem sulla espulsione che alcuni di noi trovano esagerata ed altri legittima solo perchè noi come Inter ne abbiamo subite di peggio e quindi ci sta che ogni tanto ci rendano il maltolto.

    ovvio che nessuno si metta a piangere se ogni tanto favoriscono anche noi, ma se ti lamenti quando capita a te non puoi fare finta di niente quando capita agli altri come ha fatto Garcia, altrimenti legittimi le persone a pensare male di te perchè non sei coerente.

    preciso che anch’io sono contento della svolta che il Mancio ha impresso alla società con la sua personalità e carisma convincendoli che con i giocatori che si è trovato in casa di strada ne avremmo fatta pochina, ma in pratica questa non è altro che la conferma di quanto tanti di noi andavano dicendo, vale a dire che la rosa era sopravvalutata, perchè se così non fosse e con quelli che si è trovato era in grado di fare meglio del suo predecessore se li sarebbe tenuti tutti.

    ma come Arturo alla fine del famoso film il Mancio ha detto: non sono mica scemo!

  69. Io continuo a non capire perché dite che ci hanno favorito.

    Il fallo c’era, l’occasione da gol anche, era ultimo uomo, puntava verso la porta
    il regolamento dice: espulsione.

    Beh? Dov’è il favoritismo?

  70. lo so este lo so che era una battuta…

    il fallo ( da ultimo uomo ) c’era, l’occasione da gol no perchè la palla era persa.
    L’espulsione non è scandalosa ma generosissima.

    Il favoritismo rientra nel concetto brillantememnte espresso ieri da Flavio sulla coppa italia.

    Me ne frego di un aiutino in un ottavo di Coppa Italia quando magari mi inchiappetti domani col Toro o nel quarto con il Napoli.

  71. Magari ricordo male la dinamica,
    ma secondo me la palla è “persa” quando entra nella zona di possesso di un altro giocatore

    Icardi se l’era allungata, ok, ma non era nella sfera di un altro giocatore.
    Perché se è per questo anche sul secondo gol, Icardi mi sembrava fosse in ritardo rispetto al portiere

    invece si è allungato, ci ha messo il piedino e ha fatto fuori il portiere.

  72. Este

    c’era solo il fallo, era l’ultimo uomo per trenta centimetri rispetto ad altri due suoi compagni che aveva in parte e che potevano benissimo recuperare Icardi essendo ancora quasi a metà campo e non ai limiti dell’area, oltretutto la palla che il nostro ha controllato male era praticamente già in mano al loro portiere.

    poi vedi tu se ti vuoi attaccare al regolamento o no, ma in questo caso chiedi scusa a Tagliavento e dai del pirla al Mou che anche nel 2010 lo ha applicato alla lettera e quindi nessuno di noi doveva lamentarsi.

    poi dopo di questo falle anche all’altra merda che ha buttato fuori Snejider nel derby perchè lo ha applaudito ironicamente e già che ci sei falle anche a quello che ha buttato fuori Vidic quest’anno, tutti buttati fuori a termine di regolamento.

    se vuoi ti faccio passare una settimana a chiedere scusa agli arbitri che abbiamo sfanculato e che con noi hanno applicato alla lettera il regolamento, basta che me lo chiedi e io me li faccio ritornare in mente tutti.

  73. Se, come dici tu, hanno sempre applicato alla lettera il regolamento, allora sì,
    non ci hanno mai rubato nulla.

    Ma io la sapevo diversa.

    Quello che mi torna strano è che il nostro obiettivo alla fine era di NON applicare il regolamento alla lettera.

    • Ma io la sapevo diversa.

      allora raccontala tu come è andata a san siro nel 2010 sia contro la samp che nel derby…

  74. È arrivato corso a insegnarci che i calciatori (ma qualsiasi altro professista) badano in primis al c/c.

    E soprattutto ora scopro che noi abbiamo lo stesso potere mediatico del Milan.
    Io, nella hit di settore, francamente ci metterei questo.

    Di Marzio che dice che abbiamo bruciato interesse di altri club (per altro a trattativa gia chiusa) é come pellegatti o l’intero esercito di sport Mediaset che raccontano che Bonaventura ha voluto solo il Milan impuntandosi per non venire all’inter (Solo per citare uno degli ultimi, ma la lista sarebbe infinita)

    Tutto ciò solo di contestare una mia personalissima idea, dove tra l’altro mica ti dico che messi viene da noi agratis, ma solo che un brozovic qualunque, ceteris paribus (sottolineato tre volte, se ancora non ti fosse chiaro; anche perché dubito che Napoli offrisse 10.000 lire), possa ancora preferire noi ad altri, nonostante tutto.

    Comunque, discorso blasone chiuso qua, poi tu pensala come vuoi.

  75. Wolf

    non ti insegno proprio niente, vorrei che tu te lo ricordassi prima di entusiasmarti troppo, magari per niente…

    riguardo al potere mediatico sulla gazza stamattina c’era scritto che praticamente abbiamo già in mano Yaja Tourè il quale è già d’accordo con il Mancio e che non rinnoverà con il City che adesso gli sta dando SOLO 7 milioni all’anno e che verrà da noi a prenderne 3 però + bonus.

    per cui lasciamo perdere mediaset o chi ti pare, le stronzate le sparano quando gli gira a loro, sta a chi le legge dare l’importanza che si meritano.

    che poi loro le usino più spesso non significa che se parlano di noi dicano la verità o che si abbia in mano la stampa.

    un’altra cosa, non mi sembra che le altre squadre di serie A abbiano solo giocatori che provengano dai loro vivai e solo Italiani.

    qualche d’uno lo comprano anche loro anche all’estero e ogni tanto si trovano qualche bella sorpresa tipo Dybala del Palermo.

    com’è che certi stranieri vanno a giocare lì o nel Cesena o nel Parma, invece di dire no grazie, aspetto l’Inter o un’altra blasonata?

    la realtà è che vanno da chi li cerca e gli propone un contratto migliore di quello che hanno, sennò stanno a casa, ma non per scelta, solo perchè nessuno si sogna di cercarli.

    • peccato che continui a confrontare le mele con le pere:

      -tu parli di gazzetta, cartastraccia che ho comprato (in tutta la mia vita) solamente nella settimana agostina in cui ronaldo faceva le tende verso madrid, e all’indomani della conquista dei vari tituli. Io parlo di un giornalista (come pure Marchetti) di sky che invece seguo da anni su skysport e sul suo blog perchè le azzecca sempre, e arriva sempre primo alle notizie importanti (es l’arrivo del Mancio per citare l’ultima clamorosa). E non mi ha mai dato l’idea di remare per uno o l’altro. Detto ciò mica è un idolo o che altro, semplicemente un giornalista sportivo, fra i pochi, che fa il suo mestiere, senza troppe palle o favori

      -tu parli di giocatori in assoluto, che si accasano a questa o quell’altra squadra. Io di giocatori contesi da alcune squadre e che alla fine vengon qua. Dubito che il liverpool offrisse meno a shaquiri, per fare un esempio. “Ah ma sicuramente è una palla che il liverpool l’abbia richiesto”. Peccato che la cosa l’abbia confermata nientemeno che il presidente del bayern.

      Per farla breve, un di Marzio che riassume i dettagli di una trattativa conclusa, non è una gazza che cerca di vender più copie raccontando che a giugno arriva tourè.
      Basta fare la tara a fatti e fonti, posto che potrò anche sbagliarmi e che magari brozovic è venuto qua perchè siamo stati gli unici a cercarlo.

      Ho sempre cercato di schivare i “così fan tutti” di craxiana e moggiana memoria.

      Poi, più che ribadirti che è una mia idea che non voglio imporre a nessuno, non so che altro fare per chiuderla qua e parlare d’altro.

  76. nel frattempo me ne sono venuti in mente un altro paio di episodi dove ci hanno applicato il regolamento alla lettera senza nemmeno essere sicuri che lo stavano applicando a dovere.

    i due gol che ci hanno annullato a Palermo.

    ma tu in quel caso stavi con gli arbitri se non sbaglio, per cui vale solo per noi che ancora non abbiamo finito di sfancularlo quell’arbitro di merda lì.

    la realtà è che tu sei solo un bastian contrario, ma questo non c’è bisogno che te lo dica io…

  77. l’ultima realtà era per Este…

  78. “Poi, più che ribadirti che è una mia idea che non voglio imporre a nessuno, non so che altro fare per chiuderla qua e parlare d’altro.

    difatti io stavo parlando con te, mica con altri…

    sui giornalisti ho generalizzato perchè non mi sono preoccupato delle fonti e non credo di sbagliarmi nel giudizio in generale, poi è ovvio che c’è sempre l’eccezione che conferma la regola.

    sarà il tuo caso, però io non mi riferivo nello specifico ma in generale e dato che l’andazzo è quello più che la verità mi pareva una ritorsione nei confronti appunto di quelli che dicono che ci hanno fregato Bonaventura e dal momento che io la notizia l’ho appresa su Fc new Inter come ragionamento ci poteva anche stare.

    ad ogni modo morta lì, e parlando d’altro ma sto croato arriva o no?

    parlando invece a quelli che d’acchito hanno scritto che il Mancio la stava mettendo giù un pò troppo dura nei confronti di Osvaldo e io dissi che sicuramente non era stato solo per quello che era successo in campo a determinarne l’allontanamento ma quello che non sapevamo.

    adesso pare che lo si sappia…

    • Lo si sa da quegli stessi giornali di cui dici non ci si possa fidare.
      Quando essere coerenti non conta.

  79. Sì corso,
    sto cercando di spiegartelo in prosa e in poesia

    il regolamento va applicato alla lettera, sia quando va a nostro vantaggio che a nostro svantaggio.
    Ecco perché ero d’accordo sia a Torino che l’altra sera. Perché le decisioni, sia pure per 10 cm, erano corrette.

    Mi pare lineare.
    Dai, corso, sta discussione non sta portando a niente. C’è pure il giudiziello finale sul bastian contrario, che è un trucchetto retorico per sminuire l’interlocutore
    che si usava 200 anni fa.

    Mi sembra che tu sia in confusione.

    • non credo proprio perchè la discussione non sta vertendo sull’applicazione del regolamento ma dell’uso che ne fa l’arbitro a seconda della sua convenienza ad applicarlo, perchè se davvero facessero tutti così e lo applicassero alla lettera non ci sarebbero discussioni partigiane, la giuve avrebbe gli stessi scudetti nostri oppure meno e moggi non avrebbe avuto ragione di esistere.

      per cui chi fa finta di non capire sei tu e io non te lo sto dicendo ne in prosa ne in poesia e il fatto che tu sia un bastian contrario, come diceva Vieri, chi ti conosce lo sa.

  80. Mi viene da ridere a vedere gente che, invece di rispondere nel merito di una questione, ancora vaga rancorosa per il blog alla ricerca di una qualche parola a cui attaccarsi pretestuosamente: Il vecchio allenatore…, il regolamento da cambiare… e altre perline (perché sono davvero poca cosa) del genere. Probabilmente, ancora riescono a farsi una ragione delle recenti cantonate prese, anche alla luce dell’attivismo della società nell’attuale campagna acquisti, che non fa altro che confermare la povertà della rosa sottolineata da 5 o 6 di noi. Anzi, adesso si tenta di girare la storia buttandosi sull’appeal di Mancini. Bah, sarà il fascino perverso dei fantasmi del recente passato.

    • Errore: ‘ancora non riescono’. Se no poi va a finire che un errore di battitura potrebbe mandare qualcuno fuoristrada nella replica…

  81. Si potrebbe fare l’ammonizione in affitto, eh?! Non male

    Pur di perdere questo ed altro.

  82. Sono già arrivati Podolski e Shaqiri. Domani è la volta di Brozovic e oggi, in conferenza stampa, si è parlato anche di un altro centrocampista prima della fine di gennaio.
    Invece, per giugno si dà per scontato l’arrivo di Murillo, un difensore, di Susic, centrocampista, e per possibili Lavezzi e Yayà Touré addirittura.
    Ammazza oh, che rosa competitiva che avevamo!!!

  83. Aaah, ecco perché perdevamo contro il Parma.
    Non avevamo Yaya Tourè.

    Capisco.

    • Nient’affatto, i motivi son gli stessi per i quali abbiamo perso in casa con l’Udinese, pareggiato in casa con il Verona, pareggiato ad Empoli con aria da ‘scampato pericolo’ ( a Empoli, pensa tu…) e impiegato un’ora e dieci per fare un gol contro la Samp in dieci da un’ora (cioè sempre).
      E, ciliegina sulla torta, chi ha letteralmente creato il gol con una combinazione a due? I due nuovi arrivi, guarda caso. O quello era uno schema?

  84. toure ce lo potremo permettere solo fra 10 anni, come preparatore atletico.

    Teniamo i piedi per terra, se no cara grazia che vediamo pippe dappertutto

  85. Wolf
    io la penso così: nessuno nega che la squadra abbia bisogno di giocatori forti, soprattutto se in futuro vorrai tornare a competere per lo scudetto e non solo per un posticino in Europa.

    Detto questo, però, le prestazioni di qualche tempo fa erano troppo brutte anche per un organico come il nostro.
    Cioè, se perdi contro la Juve o la Roma, il problema può essere anche tecnico.
    Ma se perdi male contro Parma e Cagliari, e pareggi stentando con altre squadre con organico inferiore, sistematicamente, non dico un episodio, che ci può stare,

    e allora bisogna cercare le cause (anche) altrove.

    Perché è ovvio che con Messi, Ronaldo e Tourè riesci ad aver ragione del Cesena anche giocando male
    ma il punto è che per squadre di quella fascia dovrebbe bastare anche meno.

    E questo non è un problema da poco, dire “ok, guardiamo avanti” non serve a nulla perché ragionando in questo modo rischiamo solo di buttare una barca di soldi prendendo giocatori che crediamo siano scarsi.

    Guarda un po’ Vidic nelle ultime partite è di nuovo un ottimo difensore, tanto per dirne una.
    Ma è chiaro che se in molti sono convinti che Kovacic sia un flop è dovuto anche al fatto che in passato non è mai stato messo in condizione di giocare bene

    e poi servirà poco lamentarsi quando scopriremo che il talento c’era, ma lo sta esprimendo altrove.

  86. Bel Milan…non c e che dire…migliore in campo? mexes…

  87. Da Gazza.it

    Mihajlovic chiude il caso Okaka: “L’ho invitato fuori a cena”
    Il tecnico serbo sul centravanti che lunedì aveva lasciato l’allenamento: “Gli sono particolarmente legato, momento difficile ma tornerà ai suoi livelli”
    Nel giorno delle visite mediche di Eto’o, la Sampdoria ritrova anche Stefano Okaka, dopo il caso di lunedì, quando aveva lasciato l’allenamento in polemica con Sinisa Mihajlovic. È stato proprio il tecnico serbo a smontare definitivamente il caso, dopo che i primi segni di distensione erano arrivati con la convocazione per la Coppa Italia contro l’Inter: “Ieri l’ho invitato a cena e ho pagato io – ha detto il tecnico blucerchiato in conferenza stampa – Queste sono cose che succedono in tutte le squadre. Stefano è un ragazzo al quale sono particolarmente legato, sta passando un momento un pochino difficile ma tornerà ai suoi livelli e per noi è un giocatore molto importante”.

    Che dire?
    Grande Sinisa!

  88. Per quanto riguarda il Bilan…

    Hip hip hip Hurrà!

  89. Si ma okaka non gli ha mica messo le mani addosso…e magari è un po meno testadicazzo di Osvaldo…
    Ecco…Osvaldo…sarebbe un buon rinforzo per i Gonzi…potrebbe dare manforte a mexie…

  90. difatti ho scritto “adesso pare che si sappia”…

    fossi stato sicuro avrei dato la notizia completa.

  91. Gli ha messo le mani addosso? Ne sei sicuro?
    Mah, finora non l’ho letto e/o sentito da nessuna fonte. Tuttavia se così fosse me ne farò una ragione e allora è giusto che lo mandino via.

  92. Ah, che poi Osvaldo fosse un anencefalo (visto i trascorsi) lo sapevano già prima di prenderlo, o no?
    Questo non esclude che come calciatore (grinta e classe) a me piace.

  93. ma che schifo di partita!
    nessuno corre
    nessuno si smarca

    ma che schifo di partita!

  94. mai una gioia…

  95. affaculo tutti

  96. Che schifo!

    Questi devono andare a lavorare, possibilmente in miniera, così magari si rendono conto di quanto sono scarsi a fare i calciatori.

    Prendono gol su calcio d’angolo all’ultimo minuto del recupero!!!

    Pensavo avessimo una rosa che se la poteva giocare con il resto del campionato ma invece mi sbagliavo!
    Mi cospargo la testa di cenere e d espio il mio peccato beccandomi l’Inter più scarsa della storia!

    A me Mazzarri non è mai piaciuto, non lo nego, ma qui ormai penso non sia più un problema di allenatore.
    Il fatto è che siamo scarsissimi e la società ha messo su una squadra ri-di-co-la!
    Anche ci fosse Mourinho o Ferguson faremmo lo stesso queste figure barbine.
    Che schifo.

  97. Intanto, un punto a domenica, stiamo distanziando il Milan. Scusa se é poco!:(((((((

  98. Scusate, mi son persa il minuto finale. Come non detto!

  99. Siamo Medel dipendenti

  100. Possibile che nessuno abbia visto Moretti, lì solo, in area piccola?
    Cazzo, è l’ultimo episodio della partita, e non è nemmeno su azione!
    Hai tutto il tempo per posizionarti e marcare l’uomo. Niente.
    Ma manco all’oratorio!
    E questa è l’Inter?!
    Facciamo ridere i polli e anche le galline, e poi non lamentiamoci se gli altri tifosi e le p.i. ci smerdano continuamente.
    A questo punto è evidente che siamo noi in primis a volerlo, da quattro anni a questa parte.

    E non venitemi a dire e ma questo e ma quello.
    Ciò che è successo è imperdonabile!

  101. la verità è che in casa, col toro

    al 90° devi stare sul 2-0

    imperdonabile davvero

  102. Abbiamo reso gloria all’ennesimo carneade!
    Cose da matti.
    Se possibile, è stata anche peggio di Inter Cagliari, almeno lì ce ne hanno fatti quattro e tutti zitti.

    (sono incazzato come un puma, s’è capito, no?!)

  103. Internazionalista

    Anche senza l’episodio finale non sarebbe cambiato nulla solo un punto in più in classifica,ad un certo punto credevo di essere io il visionario ma evidentemente ancora riesco a vedere le partite soffrendo ma in modo equilibrato senza odi e rancori verso chi ha cercato di dare il massimo con questi calciatori in gran parte mediocri che la società al momento può mettere a disposizione.

  104. E’ chiaro che Mancini non può dire a Sky quello che pensa veramente, ma dire che meritavamo di vincere senza fare un tiro in porta mi sembra un po’ troppo. O impariamo a giocare anche contro le squadre chiuse (quasi tutte al Meazza) o di punti ne faremo davvero pochi. Lasciamo stare il terzo posto, va, cerchiamo di impostare finalmente una SQUADRA e inseriamo qualcuno più funzionale per questo obbiettivo.

  105. Sento ancora che parla di CL nell’intervista… a differenza dell’altro ha anche in più una bella faccia di bronzo o crede che siamo dei boccaloni cretini.

  106. Che brutta sera

  107. Intervincit

    a me, se Mazzarri ha dato o no il massimo, non importa niente.
    Non è questo il punto. Sono mesi che lo diciamo e ancora non si è capito il concetto.
    La questione è che siamo di nuovo punto a capo.
    E non ne veniamo fuori.

    Io sapevo, e l’ho sempre detto, che siamo imbottiti di pippe, ma credevo che, pippa più pippa meno, ce la saremmo giocata dopo le prime due/tre del campionato.
    Invece nisba.
    Questo è il punto, non Mazzarri, di cui, ripeto, adesso non me ne può fregare di meno.

    • L’esempio è per ribadire che era chiaro che il problema fosse altrove e che adesso non abbiamo neanche il parafulmine su cui indirizzare i nostri strali.

  108. Con la Lazio che ho visto ieri sera (senza contare Napoli Samp e altre che ci stanno davanti) pensare alla CL è solo assurdo. Un passo alla volta: giocatori decenti ed un impianto di squadra più credibile. E qui il Mancio si gioca la stima residua.
    P.S. Giorni fa avevo scritto, un po’ per provocazione un po’ per scherzo: ma non è che quello buono ai tempi del Mancio fosse Mihailovich? Ehm….

  109. Aggiungo che di Ranocchia ne ho un po’ le palle piene.

  110. Lì, su Moretti, ci dovevano stare o Vidic o Ranocchia.
    Invece nessuno dei due.

    Io ne avrei le palle piene un po’ di tutti:
    scusate eh, ma questo Kovacic quand’è che fa una cosa buona?
    Ok, non gli si chiede ancora di scartare tutta la difesa del Real Madrid, ma solo qualche palla buona contro quella del Torino o della Samp ecc.

    Palacio, ne vogliamo parlare?

    Hernanes, detto il profeta di sta cippa?

    Obi, diobono, Obi!

    Gli esterni non fanno un cross buono manco se li ammazzi!
    E dopo ce la prendiamo con Icardi che non vede palla. Già quello è un paracarro e non uno che fa movimento alla Milito (che Iddio l’abbia sempre in gloria) e dunque come si fa a entrare in area, per di più con squadre che parcheggiano il pulmann là davanti, se non c’è nessuno che salta l’uomo, se non si vede mai una triangolazione, se non hai un po’ di qualità negli ultimi quindici metri?

    E se penso che stiamo rimpiangendo Johnatan e Andreolli allora penso che il calcio non fa per noi.

  111. Anziché accendere un cero a San Vincenzo ogni volta che perdiamo, io cercherei di concentrarmi su quello che mi pare siano i veri problemi di questa squadra.

    Non tanto la qualità della squadra in sé, quanto l’incompletezza della rosa.
    Cioè, davvero vogliamo giocare ogni 3 giorni con Icardi unica punta, sempre lui, solo lui e due esterni?

    Niente turnover, niente due punte? Ovvio che con le squadre che si chiudono come il Torino non riusciamo a sfondare.
    Più che Brozovic avrei preso una punta per dare il cambio a Icardi.

    E quando vedo Eto’o con la maglietta della Sampdoria mi mangio i gomiti.

    Per il resto, appena abbiamo cercato di fare la partita per 90 minuti anziché per 45, ne abbiamo persi due per guai muscolari.

    Questo perché la preparazione atletica era solo una scusa.
    E vabbè.

    • Come quando all’inizio del campionato parlavo di qualche punta in più e di squadra incompleta ti prendeva l’orticaria e questo fino all’altro giorno e adesso vuoi la punta ? mah…

      Per la preparaione atletica tranquillo che il prossimo anno non ci sarà bisogno di iniziare prima per il preliminare di stcazzi liga che l’europa la vediamo con il cannocchiale.

  112. Intervincit, di quale orticaria parli?
    A me, ad inizio campionato, sembravano poche già due punte.

    Figurati ora che ce n’è una sola.

    Faccio autodossieraggio e te lo dimostro.
    Toh, il primo che ho trovato, a casaccio…

    __________________

    estecambiasso
    settembre 5, 2014 a 9:20 pm
    Belle parole, corso.
    Però Destro è alla Roma
    e noi abbiamo solo due punte e una punta esterna di 33 anni.
    Com’è sta storia?
    _____________________

  113. “Eh, ma non si può giocare solo con una punta…”
    “Eh, ma io lo dicevo che la preparazione atletica…”
    “Eh, ma ‘sta difesa a tre ha rotto le balle…”
    “Eh, ma questa con Mazzarri la perdev…”
    “Ah, ma l’abbiamo persa? Ma davvero? Aspetta che guardo sul libretto…”

  114. intervincit

    ti copincollo quello che scrivevo il 2 settembre, poi mi godo la parata delle vedove
    che mi pare sia arrivato nino

    ___________________________________

    estecambiasso
    settembre 2, 2014 a 1:35 am
    Delusissimo.
    Questo mercato era partito bene, ma è finito molto male.
    Insomma, a Gennaio arriva Hernanes, all’ultimo giorno, strapagato, più un mezzo pasticcio con Guarin.
    Ok, però sembrava l’inizio di qualcosa, tanto più che Thohir aveva fatto la voce grossa con la Juve,
    insomma sembrava davvero l’inizio di una nuova era.
    Non dico che non sarà così, ma questi ultimi giorni hanno sfasciato le mie convinzioni.
    Eravamo partiti benissimo con quel Vidic a sorpresa, preso per tempo,
    poi i 5 acquisti a buon mercato, il bilancio sorridente
    e ancora un mesetto di tempo per pianificare il mercato in uscita e racimolare un tesoretto per un acquisto importante.
    Oh, non sono mica parole mie che l’Inter tornerà in Champions, tra le prime 10, Milano 2016…
    E invece, ad oggi, mi ritrovo un’Inter abulica, incompiuta, sterile, carente,
    con un attacco ridotto all’osso e diverse incognite.
    Avessimo fatto sentire la nostra voce per l’arbitraggio di ieri, macchè.
    Boh
    ______________________

    Alla faccia dell’orticaria

  115. Nino
    fatti forza

    magari lo richiamano.

    • Se fosse stato per me, Mazzarri neanche l’avrei preso, dato che non mi è mai piaciuto come allenatore. E l’ho precisato piú volte nel momento che lo difendevo, ‘ l’allenatore dell’Inter’.
      Solo che, al di là delle mie preferenze, non mi sogno in nessun modo di considerare uno che vive nel calcio da una vita una merda qualsiasi. O, nella migliore delle ipotesi, l’unico colpevole di una situazione negativa. E adesso vedo che qualcuno se ne sta cominciando ad accorgere.
      Spero solo che non si ricominci con Mancini.
      Forza Inter. Sempre.

  116. Este prendianche gli altri…

    Ma se su Cavani(o attaccante similare) abbiamo fatto una battaglia fino all’altro giorno quando dicevo che uno così ci serviva come il pane e tu dicevi che lo squadrone andava bene così e che eravamo pure superiori alla roma come organico e che la colpa era tutta del piangina che era il male assoluto,ma me lo sono sognato io?Non vado a cercare i tuoi post figurati ancora grazie al cielo la memoria va bene.Mettiti la cenere sul capo come ha fatto Internazionalista che ha almeno avuto il coraggio di ammettere errori di valutazione.

  117. intervincit

    non mi ricordo chi, mi pare tagnin, diceva “le mele con le pere”.
    Ecco, appunto.

    Allora, intanto quando dissi che non ci serviva Cavani, il discorso era incentrato sullo spendere una paccata di soldi su un giocatore.
    Quindi dissi che lì avevamo già Icardi e Osvaldo, quindi il grosso acquisto l’avrei fatto in un altro ruolo.

    (nelfrattempo, non so se te ne sei accorto, Osvaldo è nostro solo sulle figurine, perché non credo che entrerà più in campo con la nostra maglia).

    In secondo luogo non ho mai detto che eravamo più forti della Roma, ma che non c’era grossa differenza nei singoli, ma loro avevano una rosa più completa e più organizzata.
    C’è una bella differenza.

    E terzo, qui non c’è da cospargersi il capo di cenere. Qui si sta confrontando un anno e mezzo di nulla e di difesa della propria trequarti con tre mesi in cui si può solo cercare di arginare i disastri che sono stati fatti in precedenza

    (augurandoci di non farne ancora).

    Questa stagione è compromessa, andava tutto fatto a giugno, l’ho detto questo, te lo ricordi o no?
    Adesso è tardi, ma almeno si può lavorare sulla mentalità, ma sempre in proiezione futura,
    nel presente vale quello che si è fatto nella metà precedente del campionato.

    Quello su cui si potrà valutare Mancini è il prossimo, di campionato, ma almeno la squadra prova a impostare il suo gioco.
    Poi, ok, che sia il caso di disfarsi di qualche giocatore non da Inter mi pare ovvio.

    Ma tra questi non c’è né Kovacic, né Icardi.

    Poi, oh, vedila come ti pare, se a te piaceva come andavano le cose prima, beato te.

  118. Buonasera a tutti seguo spesso i vs.commenti molto interessanti. Da parte mia volevo aggiungere che forse sarebbe il caso di far presente al tecnico che potrebbe giocare anche con un altro modulo, il 4-4-2 ad esempio. É evidente che Icardi ha bisogno di una spalla, non sa reggere l’attacco da solo. Credo sarebbe il caso di affiancargli Palacio o Bonazzoli e mettere esterni Podolsky e Shaqiri che almeno forse un difensore lo saltano. Obi non credo possa più fare l’esterno……..va messo in mezzo quando manca Medel…..comunque questa é una squadra priva di fosforo…..Brazovic potrà fare il regista! Speriamo. Sera a tutti.

    • finalmente qualcosa di centrato in mezzo a un mare di pisciate autoreferenziali

      non è peregrino affermare che se il problema è la lentezza dell’impostazione, un centrocampista in più aiuterebbe, senza insistere su 3 trequartisti che non riescono a servire il palo piantato in mezzo all’area che dovrebbe fungere da centravanti

      qualcuno dica all’attuale allenatore che quello che passava per integralista era il suo predecessore

  119. Verrò sicuramente coperto d’insulti ma uno come Icardi lo spedirei a giocare a biglie sulla spiaggia insieme ad Osvaldo, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan e……completate pure voi la lista.
    Ragazzi, che miseria di squadra!

  120. Este

    A me non andavano bene le cose com’erano ho solo preso atto che la squadra fosse di metà classifica cosa che tu smentivi raffrontandola con le migliori del campionato sia come singoli che come collettivo.La squadra doveva essere rafforzata a giugno e non stringere il portafoglio per poi buttare in corso d’opera una paccata di milioni per un nuovo allenatore che non azzecca una formazione peggio del primo pur potendo contare su due buonissimi rincalzi che non sono dei fuoriclasse ma neanche gli Oby e i Dodo.

    Sulle punte io parlai di raffreddore non prevedevo certo questa fine ingloriosa di Osvaldo anche se un qualsiasi infortunio avrebbe potuto portare a questa situazione quindi bisognava tamponare anche in funzione di Palacio l’ombra del buon calciatore che conoscevamo.

    I disastri li volete vedere voi io mi ricordo di un onerevolissimo quinto posto raggiunto nonostante un cambio di società e il fpf e degli arbitraggi scandalosi senza un rigore a favore per quasi tutto il campionato e nonostante tutto siamo arrivati in europa,che se il cagasotto continua con questa media da retrocessione con il cazzo che ci arriviamo.

    Su quella della rosa sorvolo in quanto lo stridore delle unghie sui vetri la sento anche da Roma città altro che roma intesa come società sportiva “completa e organizzata”

  121. Come previsto ricomincia la bagarre con tanto di bibliografie.
    Si tirano fuori i santi e si ricomincia a sfottere, tirando fuori quello che è stato sbattuto fuori. E chi lo tira fuori?? Chi lo ha voluto fuori naturalmente.
    Forse questa squadra scarsa meritava l’allenatore scarso che c’era, almeno fino alla fine della stagione, non fosse altro per non mettere in difficoltà il successore prima del tempo.
    Si è deciso di anticipare, è capitata l’occasione mancio e nessuno rimpiange più il passato ( speriamo este che ti entri in testa ); adesso che abbiamo l’allenatore bravo non possiamo ricominciare a sclerare, è il caso di strigersi intorno a lui, alla squadra e alla società sperando che insieme si riesca a ricostruire qualcosa di commestibile. Avvilirsi per una sconfitta come quella di oggi, che era un pareggio, con due squadre che hanno offeso la memoria e la storia delle rispettive società ( catenaccio anni 50 una, zero tiri l’altra ) non ha senso. Anche io sono incazzato nero come sempre quando non si vince, ma sono consapevole che se sprechiamo anche Mancini diventeremo come una Sampdoria, un Verona, una Lazio qualsiasi, o peggio.
    Per cui per me calma e gesso. E basta mazzarri. Intervincit, le due linee di pensiero sono chiare inutile prestare il fianco per alimentare sempre la stessa polemica. Basta mazzarri,
    Parliamo piuttosto di Kovacic o di Shaquiri o di come si fa a passare in un mese dal 3-6-1 al 2-2-6

  122. Sì, ma non abbiamo preso gol per il 2 2 6.
    Abbiamo preso gol perché abbiamo giocatori che sono dei polli!
    Poi possiamo parlare dei moduli, ma dopo.
    Quindi c’è un problema a monte!

  123. Gianni, tu hai perfettamente ragione sul farla finita, però lo sai meglio di me che ci tirano ogni volta nella polemica dell’allenatore perché non sanno piú che pesci prendere vista la realtà dei fatti, di cui pure loro si sono accorti.
    Prendi la storia dell’espulsione del giocatore della Samp, mercoledi scorso. A noi che la giudicavamo esagerata è stata imputata la volontà di sostenere questa opinione per difendere Mazzarri, che c’entrava come i cavoli a merenda. E pure tu ci stavi nella discussione.
    A me, che esprimevo un’opinione affermando che avrebbe potuto essere un caso di espulsione a tempo, mi sono arrivate risposte puntute o dall’ironia da pesce lesso, e questo sempre per lo stesso motivo.
    La verità è che, tranne Internazionalista, che la vedeva come noi, la storia dell’espulsione, quelli dell’ #Mazzarrivattene parlano contro a prescindere pur di rivalersi delle cantonate prese sulla ‘rosa da 3° posto’ ed altre amenità simli. E, nonostante tutti noi ci siamo apertamente schierati dalla parte di Mancini e specificato che Mazzarri non ci piaceva, solo che non lo ritenevamo l’unico responsabile delle magre figure fatte dalla nostra Inter, appena si esprime una qualsiasi opinione, ricominciano con la stessa menata. Sarà per compensare il loro dispiacere nell’accorgersi del loeo errore di valutazione? Probabile. Certo che poco gli resta di che esser soddisfatti. Comunque, come si dice, ‘Contenti loro…’.

    • Nino io posso capire anche lo stato di disagio di chi credeva fosse arrivato il nuovo messia marchigiano e finalmente i problemi sarebbero stati risolti e che avrebbe tramutato scarponi in fuoriclasse e che tutti avremmo dovuto seguire in stile sovietico il pensiero unico e sparare a zero contro il povero asino antipatico di San Vincenzo,siccome io li ritengo entrambi parte di un pezzo di storia Interista cerco di valutare e capire senza lasciarmi influenzare da simpatie o antipatie ma solo ed esclusivamente dalle prestazioni che al momento fanno cagare(non tutte ovviamente) sia dell’uno che dell’altro.

  124. Nino, tu sfotti se non proprio insulti,
    ma appena qualcuno ti restituisce qualche battuta al mittente, vengono giù lamentele e piagnistei a non finire.

    Indimenticabile la storia della persecuzione di Thadave che ti censurava oppure gli altri che, non leggendo i tuoi commenti, implicitamente ti censuravano.

    Poi mi sa che ti sei accorto che Thadave censurava random, tutti quanti, e hai messo tutto sotto il tappeto col piedino.

    Insomma, Nino, se non vuoi che le battute tornino indietro, semplicemente, evita di farle tu.

    • Se è per questo, Thadave mi ha censurato alcuni commenti non piú tardi di qualche giorno fa benché a uno di questi ci tenessi particolarmente, in quanto ero accusato da un soggetto di fare dell’ironia fuori luogo. E tanto per essere precisi, ho risposto non con delle opinioni bensí dando le coordinate esatte dell’episodio a chi volesse farsi un’idea di me e dell’individuo che mi lanciava tale accusa, falsa oltrché infamante. Perché sono abituato a rispondere con i fatti. Però è stato cancellato, purtroppo.
      In quanto a te, non giustifico la tua ironia semplicemente perché non ha nulla a che vedere con il contesto, tipo l’espulsione a tempo, perché tende a dimostrare un ‘falso’, e cioè che io voglia che l’Inter perda perché è stato esonerato l’allenatore precedente, nonostante abbia piú volte dichiarato che di lui non me ne può fregare di meno.
      A me, poi, piú d’uno si è permesso di rivolgersi in modo tutt’altro che amichevole, e non ho detto niente: ho solo risposto per le rime. E, credimi, l’ironia non mi disturba affatto, a patto che non mi si vogliano far dire cose che neanche penso. Tutto qui.

  125. Gianni

    Noi non abbiamo nessun potere se non quello di chiacchierare nessuno di noi fa parte della dirigenza si cerca di analizzare amichevolmente per capire e confrontarci civilmente ben sapendo che le nostre chiacchiere se le porterà via il vento e rimarranno solo nella memoria del blog di Settore,non vedo perchè non fare i confronti tra allenatori, giocatori presidenti,schemi di gioco,statistiche ecc.. A me personalmente interessa poco o nulla di analizzare quanti peli ha sulle gambe Shaqiri ma l’importanza che può rivestire nel complesso dell’organico e se ci può far fare quel salto di qualità perchè alla base dell’interesse c’è solo ed esclusivamente l’Inter il resto solo prestatori d’opera molto ben retribuiti,allenatore compreso che becca quasi 5 milioni di euro che al momento ha una media da retrocessione e non da partecipazione in CL come va cianciando in giro facendo l’imbonitore, poi se tu pensi che parlare dell’ennesima promessa al momento non mantenuta tal Kovacic che azzecca una partita su cinque fallo pure tranquillamente nessuno te lo vieta e ne tantomeno sarò io a rimproverartelo.se lo troverò interessante lo leggero altrimenti un giro alla rotellina(cit.Estecambiasso) e vado avanti.

  126. Scusate, ma il nostro problema è la difesa.
    Quante squadre sono discontinue davanti, ma avendo una difesa solida, fanno una figura migliore di quella che si meritano.
    Vi ricordate la ultima Juve di Capello?
    Conosceva un risultato solo: 1 a 0.
    Certo, se uno gli faceva un gol, era un pareggio.
    Se gliene facevano due, era una sconfitta.
    Infatti in Champions non andò lontanissimo.
    Poi, i nuovi giocatori si devono amalgamare.
    Questa è una verità che, chissà perché, tutti dimenticano.
    La realtà è che con Mancini, che io non amo particolarmente, vengono giocatori che con Mazzarri manco ci saremmo sognati.
    Poi, vediamo. Soprattutto sul capitolo cessioni prossime venture.

    • Sulla difesa, sarà un caso, ma abbiamo cominciato a ballare con Ranocchia.
      Con il ritorno di Vidic e l’alternanza Jesus – Andreolli (non proprio Terry e Ferdinand) la difesa ha preso solo 2 gol nelle ultime 4 partite, e quindi si può dire che stia migliorando.

      Non è ancora a posto, ma un po’ meglio sembra che vada.

      Il problema è che, allo stato attuale, abbiamo troppi giocatori fuori forma, Shaqiri, Podolski, Palacio, Hernanes che è tornato da poco da un infortunio, e così via.
      A questo si aggiunga che ci sono pochi ricambi nei ruoli e questo è molto grave quando giochi ogni tre giorni.

  127. Tra l’altro,
    volendo entrare un momentino nel merito,
    se hai letto i commenti che mi sono autoriportato, avrai visto che non parlo precisamente di rosa da terzo posto, anzi.

    Datati 2 e 5 settembre.

    Perché tra l’essere da terzo posto e arroccarsi in difesa contro il Parma ce ne passa.

    E, a volerla dire tutta, chi ha ricicciato Mazzarri, oggi, non sono stato certo io, ma intervincit.

    Bastava leggere.

    • Este come fai a non tirar fuori uno che fino a qualche mese fa stava seduto sulla nostra panchina e poi è stato cacciato perchè non vi entusiasmava, su cosa basi se c’è un reale cambiamento o meno?Se vuoi possiamo fare il confronto per capire meglio con quella di Herrera o di Trapattoni,scegli tu…

  128. Nino
    hai ragione, ma a questo punto sai cosa ti dico?? spero che nel medio-lungo periodo abbiano ragione ‘loro’.
    Che la squadra non sia così scarsa come sembra, che era colpa di mazzarri anzi che sia ancora colpa sua se le cose non vanno ancora bene.
    Mi sono incazzato anche troppo per questa cosa.
    In fondo l’arrivo di Mancini mi ha ridato un pò di entusiasmo e di voglia di guardare la partita. Continuassero pure a pigliarsi per il culo da soli con la storia delle vedove, io mi sono spostato.
    Sono già nel futuro ad organizzare la difesa del mancio, che vedrai ne avrà presto bisogno. E’ sopravalutato, sono tutti bravi ad allenare Tourè Dzeko e Aguero, è juventino, è smemorino…

    • Come ti sarai accorto, già piú di una volta ho concluso un commento con l’auspicio che non si ricominci la stessa storia con Mancini che, a differenza di Mazzarri, a me piace. Ma ci credo poco se le cose non si raddrizzeranno a breve.

  129. Nino

    però, scusa, che non fosse un problema unicamente di WM e aldilá dello stesso lo si dice da dopo il triplete qui, eh.
    Non so se tu c’eri o non te lo ricordi.
    In buona sostanza qui abbiamo discusso a lungo, intorcinandoci pure diverse volte a vicenda, su MM, la società, il passaggio a Thoihr e i tanti troppi errori fatti!
    Insomma mai detto che la colpa di questa situazione sia tutta dell’ex: la sua è relativamente al suo anno e mezzo di Inter come tecnico. Punto.
    Poi c’è tutto il resto che è assai più di WM.
    Non sopravvalutiamolo, ecco.