Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Avanti, una alla volta

ljiajc

Sono successe tali cose negli ultimi otto giorni che in realtà sembrano otto settimane – otto mesi, forse – e siamo passati dalla sostanziale umiliazione contro la Juve di domenica scorsa alla vittoria consapevole contro il Palermo passando attraverso il folle mercoledì di Coppetta, la serata che ci ha riconciliato con il mondo pur con un finale amaro. Tutto e il contrario di tutto. A un ritmo così frenetico che a questo punto, per non uscire pazzi, è il caso di guardare solo avanti e di scordarci il (recente) passato, i pessimi primi due mesi del 2016. Mancano dieci partite e pensiamo a quelle, stop.

Da dove ripartiamo? Boh, per esempio da tre vittorie consecutive in casa in campionato (quattro se aggiungiamo la Coppetta), che sono la prima striscia positiva dai tempi lontanissimi del panettone. E da una ritrovata vena complessiva, sei gol in quattro giorni e undici facce finalmente distese, di chi ha vinto e di chi ha fatto il proprio dovere. Le cose van così veloci che non possiamo essere sicuri di nulla, ma almeno possiamo pensare – con un velato pudore – che quelli veri siamo questi qui, quelli degli ultimi quattro giorni, e che magari adesso ci rimettiamo in viaggio e chissà, recuperiamo il tempo perduto, l’autostima, le ambizioni.

Massì, scurdammoce ‘o passato. Mancano dieci giornate e ci dobbiamo provare. E volendo ridurre l’orizzonte, manca una partita (Bologna, in casa) per andare alla penultima resa dei conti (Roma, fuori) e laggiù, in quello stadiaccio nemico, giocarci ciò che ci resta di questo balzano campionato. La Roma è un esempio fulgido di quello che potremmo essere, o dovremmo fare: erano in crisi nera, si sono rimessi a pedalare, ne hanno vinte sette di fila e sono ancora lì che se la giocano e magari sognano, nonostante tutto.

Noi invece siamo quelli che, in testa al campionato con 4 punti di vantaggio, abbiamo fatto 12 punti nelle successive 11 partite in cui non ci siamo fatti mancare nulla, dalle crisi di panico con il Carpi ai tre gol presi dai gonzi e cinque in due tranche dai gobbi, senza colpo ferire. Potremmo tenere seminari su “L’arte di incularsi un campionato: strategie e sprofondi morali”, ma anche un corso di aggiornamento su “Rimettersi in piedi nel giro di tre giorni”, why not? Mancano dieci giornate, da giocare una per volta, cercando di trarne il meglio. Io ci voglio credere. Anche perchè di perdere interesse per il campionato due, tre o quattro mesi prima che finisca, diciamolo, mi sarei anche rotto i coglioni.

share on facebook share on twitter

203 commenti

  1. PRIMO!

  2. podio?? che emozione!

  3. Terzo, come l’Inter a fine stagione.

  4. quarto,piu probabile..

  5. Bella vittoria e tre punti importanti per continuare a sognare la Champions…

    O per tenere lontani BBilan e Sassuolo, dipende dai punti di vista…

    Interessantissimo l’innesto di Ljiajc interno di centrocampo…

    Così, si aggiungono piedi buoni lì in mezzo, andando a colmare la famosa lacuna del mercato di riparazione…

    Pensarci prima, no?

  6. esatto, partita dopo partita, zero calcoli, mirino puntato solo sulla prossima contro il Bologna sperando in qualche scivolone delle altre

    tornando a quanto detto da Este sull’altro topic, credo che stavolta Mancini abbia fatto bene a mettere Ljajic davanti alle proprie responsabilità dato che viene spesso accusato di sequestro di persona per inspegabili esclusioni…tanto per dimostrare che non sono sempre colpi di testa ad effetto tanto per fare incazzare i tifosi.
    La senzazione che qualcuno abbia pascolato un paio di mesi staccando la spina era corretta… e lo stesso discorso vale per Jovetic.
    Non puoi far giocare gente che se ne sbatte, non ti caga in allenamento e in campo fa il cazzo che vuole se non vuoi perdere credibilità anche con il resto del gruppo

  7. …anche perchè perdere 20 punti su 33 con squadrette del cazzo (compreso i gonzi) e senza sapere il perchè di questa debacle bimestrale, diciamolo, mi sarei anche rotto i coglioni!

  8. Internazionalista, ti riprendo dall’altro post. Io per primo ho messo le mani avanti facendo il paragone Ibra-Icardi dicendo di fare le debite proporzioni.
    Ed il confronto non era strettamente fra i giocatori. Ma fra quello che tu chiami contesto. Ibra che ha sempre fatto bene nel Barcellona ha faticato perché non era il suo contesto. Allo stesso modo Icardi é un attaccante che se non viene abbandonato a se stesso timbra il cartellino con grande costanza (vedi anche ieri). Prima di “buttarlo” farei in modo di metterlo nelle condizioni migliori visto che ha il potenziale per ripagarmi con gli interessi. Tutto qui.

  9. Liajc alla Sneider era già stato provato nei mesi bui, ne avevamo parlato su qui_ Anche con sprazzi incoraggianti_ Se aiuta in fase di non possesso abbiamo il trequartista con i fiocchi, ma è un SE grosso come una casa_ Se Icardi giocasse sempre come ieri, nessuno lo discuterebbe_

  10. Due “se” emblematici: abbiamo potenzialità, non ancora certezze_

  11. Importantissima la partita con il Bologna di domenica prossima. Ieri sera mi sono piaciuti tantissimo i 4 davanti. Icardi giocasse sempre così lo vendi a 50mln.. Ma quanto ha corso, e bene, Perisic? Ecco il giocatore inseguito tutta l’estate.

  12. A me sembra che siamo come una ruota con un cerchione storto, finchè la velocità è moderata rotola senza scossoni, se si alza la velocità i difetti vengono a galla prepotentemente …… Punti punti punti … dobbiamo fare punti …

  13. abbiamo vinto senza se e senza ma anche se, come sempre, ci mettiamo d’impegno a riaprire partite già chiuse.

    adesso che gli arbitri potranno finalmente parlare e spiegare le loro cazzate in campo gli allenatori sarebbe meglio che stessero zitti?

    parlando di Lijalic il Mancio ha fatto capire, senza mezzi termini, che chi gioca se lo deve meritare, al di là di chi sei, dell’importanza che credi di avere e di quello che pensano i tifosi della loro formazione ideale.

    aggiungendo, per i più duri di comprendonio, che non è colpa sua se ci siamo illusi di essere più forti di quello che siamo, perchè lui lo ha sempre detto che c’erano diverse squadre più attrezzate della nostra da battere per cui, se a marzo fossimo stati in lotta per qualche cosa di importante ci avremmo provato, ma parlarne a metà campionato era prematuro.

    adesso siamo alla resa dei conti, inutile piangere sopra il latte versato e recriminare su punti persi stupidamente come il gol preso ieri sera, inutile sparare sempre sul pianista come fanno le p.i. tutti i giorni in cui si legge che se non arriveremo terzi andrà tutto a schifio e lui allenerà la Nazionale, oppure andrà in premier o in liga o sa il cazzo dove.

    rimarrà qui, andate in pace.

  14. Sì, ma il punto è:

    perché dirlo pubblicamente?

    perché sparare su un giocatore (che tra l’altro ha segnato e giocato bene, anche con sacrificio e corsa, se vogliamo) davanti ai giornalisti?

    Ci sono gli spogliatoi, le sedute di allenamento e gli uffici dell’allenatore per dirsi queste cose.

    Siamo sempre qui a lamentarci che i giornalisti ci dicono di tutto (Mancini in primis) e poi siamo noi a servirgli il piatto pronto?

    Ieri grande prestazione di Perisic (ci ha messo 7 mesi a capire che deve giocare sempre, mi auguro che finalmente sia arrivato il messaggio)
    e ottima prestazione di Kondogbia che dà sempre più spessore al centrocampo.

    Ma, ci tengo a ricordare, era il Palermo.

    Quello che più mi preoccupa è il passo indietro in difesa.
    Mi sembra meno stabile che ad inizio campionato.

    • Quoto…ma perchè sparare sul calciatore??? perchè questo autolesionismo…

    • Perché secondo me Mancini vuole far capire come mai alcuni giocatori siano (vedi Jovetic)/fossero (vedi Ljajic) ad un certo punto spariti dai radar…

  15. non ho capito come abbiamo fatto a prendere il gol ma non mi sono mai veramente preoccupato

    “guardiamo domenica dopo domenica”

    “sono tutte finali”

  16. Insomma,
    dopo che vi siete lamentati di aver resuscitato metà delle squadre di serie A, la realtà è invece che siamo stati noi a risvegliare Voi.
    Quindi, mi siedo comodo comodo e aspetto i ringraziamenti da ognuno di Voi…

  17. 51 punti consolanti se comparati all’anno scorso, alla 28^, quando avevamo 37 punti; ed anche a due anni fa, dove erano 47, ma il finale di WM fu poi pessimo_

  18. Este sul discorso Ljajic la penso come corso.
    Nel momento in cui un giornalista ti chiede di un giocatore, tu (allenatore) devi dare delle risposte. Io credo che non ci sia niente di male e mi sembra che il calciatore abbia recepito il messaggio, dichiarando lui stesso di essersi allenato “male” in qualche circostanza passata.
    Tra l’altro Mancini ha anche detto: “lui sa che io stravedo per le sue qualità”

    ps: Ho sperimentato un modo (malato) alternativo per gufare le altre big: scommetto sempre su vittorie di Milan, Napoli, Juve, Roma e Fiorentina (quando si scontrano decido sul risultato più sfavorevole all’Inter). Mi è capitato di vincere spesso….e quando ho perso ho goduto lo stesso! Tipo ieri con la sconfitta del Milan!

  19. Non metto in dubbio che magari debba allenarsi più costantemente, non ci vedo l’opportunità di buttare benzina su un fuoco appiccato da lui stesso.

    È un film già visto.
    L’anno prossimo ci sarà un altro sulla panchina.

  20. Ma si, scordamoce ‘o passato, sia di quando eravamo primi che di quando facevamo cagare, e ripartiamo da capo.
    Che di questi tempi, avere la possibilità di giocarsela, con una Squadra che lotti e si sbatta per lo scopo comune mi sembra un sogno, se ripenso ad appena una settimana fa.
    Sperando appunto che non sia solo un sogno, e che non ci sia un brutto risveglio.

  21. Che poi il Mancio non è stato nemmeno originale perchè a prenderlo a cazzotti Lijaic ci aveva già pensato quel genio di Delio Rossi, ma per davvero

  22. Si, riascoltando l’intervista di Mancini che avevo sentito a metà ieri in mezzo al caos di amici vocianti mi sembra giusto ritornare sui miei passi, credo abbia gestito bene il discorso dando un colpo al cerchio e uno alla botte, cioè palesando la sua stima e ammirazione per il calciatore ma con dei bei rimbrotti per il ragazzo, e in fondo, vivaddio difendendo anche se stesso visto che a forza di non parlare noi tifosi presi tra i risultati negativi e le tonnellate di merda delle pi non si sa più cosa pensare delle sue scelte. (peraltro per una volta anche io voglio fregiarmi del “l’avevo detto”, su Ljajic, non a voi ma a miei amici, che sia un bello stronzetto incostante). Speriamo che cresca anche caratterialmente ovviamente.

    Voglio solo spezzarmi un lancia a riguardo dell’aver pensato male ascoltando l’intervista.
    Siamo costantemente sotto tiro, per 365 giorni all’anno, un po di sindrome da accerchiamento credo sia naturale.

    • hai centrato il punto, alla fine dei conti si prende merda a cariolate per le sue scelte cervellotiche che in fondo in fondo non sempre lo sono (spesso ci ha messo del suo eh, non dico di no)

      Ha colto l’occasione per dare un colpo al cerchio e l’altro alla botte facendo intendere proprio questo, che quando qualcuno viene lasciato inspiegabilmente fuori, magari è perchè alla base ci sono comportamenti o atteggiamenti che non vanno bene… e l’ha detto dopo una vittoria, l’avesse detto dopo una sconfitta sarebbe stato tutt’altro discorso… altrimenti per alcuni diventa troppo facile nascondersi dietro le scelte del tecnico dato che quando le cose vanno male ha sempre ragione chi sta fuori.

  23. INTANTO IO NOTO CHE CON ESTREMA PUNTUALITA’ SI VINCONO DUE PARTITE DI FILA E LE SOLITE P.I RICOMINCIANO CON MANCINI CHE SE NE VA, CHE ABBIAMO I DEBITI ETC ETC; MA ALMENO QUALCHE COSA DI NUOVO???? CHE NE SO: CHE MORATTI ED E.T SI SONO PRESI A BOTTE PERCHE’ NESSUNO DEI DUE AVEVA I SOLDI PER PAGARE IL PRANZO?? CHE MANCINI IN REALTA’ NON E’ FROCIO MA SE LA FA CON LA WANDA E QUINDI ICARDI NON RENDE?? TANTO CAZZATA PIU’ CAZZATA MENO CONTRO L’ INTER SI PUO’ DIRE TUTTO…..FORZA P.I, FORZA…PIU’ FANTASIA CHE LE SOLITE STORIE NON SI POSSONO PIU’ SENTIRE……

  24. Simone
    condivido tutto, tranne il maiuscolo.

    • Sono d’accordo (“quoto” mi è un filo lassativo, sarà l’età). (E poi se ne ne è appena andato Tomlison. Metto una @ ad hoc).

  25. Stranamente nessuna P.I. parla del gran ritorno del faraone El Shaarawy…

    La Roma potrebbe riscattarlo con una dozzina di milioni…

    Grande affarone del BBilan??

    L’avessimo fatto noi… apriti cielo!

  26. un ringraziamento sentito e speciale a Duncan che con il suo siluro ha colpito ed affondato la corazzata Potemkin dei servi di merdaset, confermando che quello che dicono e scrivono sono delle cagate pazzesche.

  27. a proposito, ieri sia merdaset che sky hanno fatto delle interviste post partita ignobili, soprattutto quelle a caldo ad Icardi.

    Polemica ad ogni costo, mai un elogio ai nostri, ma cazzo fino a prova contraria anche noi interisti contribuiamo a mantenere in piedi quel circo di inetti

  28. Sì, sì, … anzi secondo me sei più forte te del Kondo.

    Contento così?

  29. Kondogbia scarso?

    Muahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahaahahahahahahaha

    (cit.)

  30. Al netto di tutto il resto, un goBBo come te che non fa pace con il cervello, non può stare nel blog di settore.

    Punto.

  31. Sulla partita di ieri:
    ho paura a sbilanciarmi. Le delusioni su presunti passi avanti che si sono poi dimostrati lampi nel buio sono state troppe.
    Però, dicendolo a bassa voce, bene così.
    Fare la tara al Palermo ha poco senso vista la sofferenza provata con tante altre “squadrette”. Quindi, bene così.
    I cambi all’88° mi sono sempre stati sulle palle. Ma se poi coincidono con il fatto che Melo è stato fuori per 88 minuti, bene così.
    Fondamentale (ri)coinvolgere i giocatori nel progetto: bene così Icardi, Perisic, Ljajic.
    Insomma, bene così (l’avevo già detto?).
    Nota negativa: questo commento mi sarebbe piaciuto farlo qualche mese fà.

  32. Non credo che Kondogbia sia scarso, anche se faccio fatica a capire fin dove possa migliorare. Di certo l’ambiente di quest’anno non l’ha aiutato per nulla. Restiamo insomma nei grandi classici del mistero. E a proposito di mistero, non ci sto capendo più niente sul totoallenatore dell’anno prossimo. Fino a un paio di settimane fa avrei scommesso tranquillamente sul Mancio in partenza, ora non più. Non si tratta dei risultati positivi che sono arrivati; è che proprio la vedo difficile: c’è un contratto pesante e c’è il grosso casino di trovare uno buono al posto suo (e Simeone mi sa che non arriva facile…). Se non lo chiamano in nazionale, non si sblocca nulla. Se lo chiamano, comincia un altro luna park.

  33. Sto sul pezzo_ Avanti, una alla volta, che sta tornando la voglia di Inter_ I consuntivi a tempo debito_

  34. Guai a chi mi tocca Perisic. Ha un potenziale che ancora manco ce lo sogniamo. Diamogli tempo, anche se già ha fatto tastare la stoffa di cui è fatto. Bene finalmente Icardi, un po’ pesce fuor d’acqua quando si allontana dal suo raggio d’azione sottoporta, ma almeno ci prova e i risultati arrivano. Kondo deve maturare, deve acquisire più consapevolezza delle sue capacità mostruose, per adesso alterna indolenza, cazzate e giocate pregevoli; diamo tempo anche a lui. Bene il giapponese, mi costa dirlo, ma almeno suda in quella maglia; non mi ha convinto invece Brozo, entrato in corsa ma senza dare quella sterzata netta che da lui ci si aspettava. Ad ogni modo l’abbiamo portata a casa nel migliore dei modi, tre punti e ciao ciao Palermo. Ah, se avessimo mangiato meno panettoni questo Natale…

    • Sono d’accordo quasi su tutto.

      Eccetto sull’indolenza di Kondogbia.
      Ieri allo stadio si poteva vedere che era ovunque. O-VUN-QUE.
      Ha raddoppiato praticamente su ogni marcatura di centrocampo, pressato spesso sui difensori avversari e ripiegato dietro quasi sempre.

      Perde ancora qualche palla pericolosa, ma ieri ha fatto molte cose pregevoli anche in possesso palla
      (ad un certo punto ne ha fatti fuori quattro in un fazzoletto danzando sul pallone).

      Su Perisic sfondi una porta aperta.
      Va fatto giocare sempre.
      Senza se e senza ma.

  35. Bah, io avrei confermato la squadra di mercoledì, in tutta onestà.

    Quella di ieri è stata una partita che mi è piaciuta molto meno.
    Oltre al fatto che il Palermo era veramente poca roba
    (le altre squadre piccole che ci hanno fermato erano almeno organizzate, questa no).

    Abbiamo concesso cose che contro altre squadre sarebbero costate il gol.
    Abbiamo sofferto all’inizio della ripresa contro una squadra contro cui non dovevamo assolutamente soffrire.

    E poi perché tenere fuori Eder proprio nella partita che poteva farlo sbloccare?
    Perché tirare fuori Ljiaijc e non Palacio, che non ne aveva più?
    Perché i cambi sempre negli ultimi 10 minuti e mai prima?

    Non so, aspetto il test di Bologna, molto più difficile di quel che si pensi (gli unici che hanno fermato la Juve), per poter dire di essermi lasciato il peggio alle spalle.

  36. Una vittoria importante per tenere dietro i gonzi e tenere accesa la fiammella della speranza nel 3 posto.
    Servono due terzini seri e due centrocampista con i controcazzi.

  37. Vorrei segnalare un nuovo aggettivo (neologismo): “Facchettoso”. Lo ha coniato Luigi Garlando.
    “Facchettoso: detto di un comportamento in campo all’insegna della massima lealtà sportiva e della massima corretteza, nei confronti di compagni e avversari”.
    Detto questo, concordo con Sector: una partita alla volta.

  38. E di questa boutade ne vogliamo parlare?

    Mazzola: “Mancini andrà via!
    L’ex bandiera dell’Inter, Sandro Mazzola, ha parlato dei nerazzurri, svelando un incredibile notizia di cui è venuto a conoscenza, intervistato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:
    “Da ció che mi arriva Mancini andrà via dall’Inter. Allenerà lontano. Mi piacerebbe Allegri sulla panchina nerazzurra ma è difficile, se non arrivasse il tecnico toscano mi piacerebbe anche Montella per l’Inter. Per lo Scudetto spero vinca il Napoli.

    • E poi ci lamentiamo delle p.i., questo è proprio una volpe!

      Quoto però sul Napoli (anche la lupa andrebbe benissimo).

  39. Per Allegri all’Inter qual è il modulo da firmare?

    • Mi spiace per te ma non c’è nessun modulo…

    • Rubens,
      eddai su …
      Va’ a finire che devo essere io (che lo trovo giusto un filo meno insopportabile di Conte) a convincervi che è un allenatore più che buono (probabilmente migliore di Conte, specie se si tratta di gestire più competizioni oltre al solo campionato)?

  40. Ripeto che il Kondo ha potenzialità ottime, ma temo che — se non lavora in un ambiente adeguato — possa diventare uno di quei talenti eternamente inespressi tipici della nostra storia; vedi Kovacic o Guarin (ovviamente non mi riferisco ad analogie specifiche). Sul Mancio “valorizzatore dei gggiòvani” non so, forse servirebbe di più uno vecchia scuola, stabilizzante.

  41. Ditemi che Allegri all’Inter è frutto di una peperonata notturna rimasta sullo stomaco.. ma neanche gli altri nomi proposti si possono sentire.. Per allenare i nostri colori da Simeone in su, please.

  42. Allegri non è un cattivo allenatore se gli dai una squadra già pronta. Se viceversa deve partire da zero come l’Inter (da quasi zero, dai) si perde e non ci capisce più nulla tipo l’ultimo anno al Milan.

  43. dai è capitato al posto giusto al momento giusto per 2 volte… è stato l’unico ad aver perso uno scudetto con Ibra in squadra e non appena gliel’hanno venduto insieme a T.Silva abbiamo visto la fine che ha fatto…. ma qui si preferisce dare del Sopravvalutato® a Mancini

  44. Non ho detto che Allegri è bravo anche perchè non lo penso, ho detto che se gli dai una squadra già fatta la gestisce abbastanza bene, mentre non è assolutamente capace di costruirla da zero. Mancini è capace (quando vuole) di edificare una squadra dalle fondamenta come fece dal 2004 in avanti con pregevoli risultati. Infatti Mancini è superiore ad Allegri, per lo meno quando non va fuori di melone.

  45. Innanzi tutto, auguri a tutte le Donne che tifano Inter, ovunque siano.

    Le donne, la parte migliore dell’Umanità.
    Le Donne tifose dell’Inter, la parte migliore delle donne.

    Vi voglio bene.

  46. però non è il caso di inalberarsi se uno parla bene di quello che è comunque il campione in carica nonchè finalista di CL, è stato intelligente a gestire la juventus come altrettanto intelligente è stato Sarri a farsi seguire nonostante il pedigree nullo, come lo è Di Francesco a tener su una squadra forte solo in attacco e Giampaolo a salvare a gennaio una squadra che vale meno del Verona

    dei due allenatori a non essere all’altezza della propria fama uno è anche il più pagato della serie A, ma questa cosa per fortuna pare destinata a finire presto

  47. non si inalbera nessuno, è semplicemente una constatazione.
    Nessuno nega ad Allegri il merito di esser stato capace a gestire il gruppo così come nessuno nega che Sarri stia riuscendo laddove il gordo sudato ha fallito, ma a quanto pare si riconoscono meriti a tutti tranne a quello che siede sulla nostra panca… piuttosto si arriva a reinterpretare il passato a proprio piacimento e sminuire anche dei titoli vinti pur di non scalfire le proprie certezze…
    e sentiamo, chi sarebbe il secondo? Non è che sotto sotto ti riferisci ad uno che fino a pochi mesi fa avresti messo sulla nostra panca al posto del Mancio?

  48. Allegri è l’esempio lampante che nella vita ci vuole culo.
    Per lui il culo sono stati Ibra e Conte.

    Il verbo gestire calza bene a quelli che sfruttano il lavoro altrui.

  49. Non è un top trainer, ed è indubbio che Conte gli abbia lasciato un’eredità più facile del previsto

    ma se ci ricordiamo cosa sia riuscito a combinare Benitez ad una squadra come lo era la nostra

    (la qual cosa gli è valsa una casella imperitura nella Hall of Fame nerazzurra nei cuori di una fetta di tifosi, solo ultimamente sceso al secondo posto nella top ten, per lasciare il passo a chi è riuscito a far peggio)

    è indubbio che gli vada riconosciuto il merito di aver tenuto la barca dritta.

    Ecco perché è un po’ inspiegabile il fatto che uno juventino come Rubens lo voglia fuori dai piedi

    (di cui apprezzo il garbo e tutto il resto, ma non è necessario dover apparire sportivi e compiacenti a tutti i costi, ripudiando tutto ciò che concerne la propria squadra).

  50. Tagnin,
    hai la singolare capacità di farmi passare la voglia di stare sul blog appena leggo due righe scritte da te, ma suppongo che questo sia per te un vanto, in fondo mi rendo conto che è un problema mio per carità, tu hai diritto di scrivere quello che vuoi, quello che mi sfugge senza usare giri di parole è: che cazzo ci vieni a fare qua? A meno che (come cita il sottotitolo di questo Blog) tu non sia il prototipo dell’ “Interismo moderno”. A questo punto mi chiedo: che cazzo ci vengo a fare io qua?
    Cioè non è possibile non essere positivo mai una volta su 10000 post, sei una lagna continua.
    Sisi la rotella…. ok

  51. a forza di perdere è nato il troll filosocietario, a certa gente il 2010 ha fatto danni irreparabili

  52. Tagin ha scritto post ben più taglienti_ L’ultimo ha due capoversi, il primo condividcondivisibile, il secondo la solita sparata contro Mancini perché così gli va_
    Io le fondamenta per una nuova grande Inter le vedo e le scrivo, sperando non si smobiliti_
    4231
    Handa_ x,miranda,murillo, x _ brozo, kong_ x, liajc, perisc_ icardi
    12° eder, jolly /primo rincalzo

  53. Volevo dire Tagnin, non Tagin, a scanso di equivoci

  54. Este,
    di Allegri non mi piace per niente di come fa (non) giocare la Juve. Un (non) gioco tutto basato sulla capacità del singolo di inventare qualcosa, che si chiami Pogba, Dybala, Cuadrado od altri.
    Diciamo la verità, se quest’anno Buffon ed altri big non avessero preso la situazione in mano dopo la sconfitta contro il Sassuolo la prima posizione che abbiamo adesso la vedremmo con il binocolo.
    Ed anche l’anno scorso, secondo me la vittoria è dovuta al fatto che i giocatori volevano dimostrare il loro valore aldilà dei meriti di Conte.
    Dai una squadra rodata da anni come è la Juve attuale, e con gli attuali giocatori, a qualsiasi allenatore di serie A, (anche a Mazzarri, tanto per fare un esempio) e vediamo se non sta comunque a giocarsi lo scudetto.
    Questo in Italia, perchè, come si vede, fuori i valori cambiano leggermente…

    • Beh, vogliamo ricordare cosa ha combinato Conte fuori d’Italia con la stessa squadra (anzi con Tevez, Pirlo e Vidal più giovani di 1-2 anni?).

    • Ad ogni modo, vi ho (purtroppo) visto giocare diverse volte ques’anno:
      sulla fase offensiva posso darti ragione,
      ma quando si tratta di controllare e difendere, ho riscontrato spesso meccanismi ben oliati e movimenti sincronizzati di tutti o quasi (che magari avesse la nostra …). Questo non si ottiene con un allenatore cazzaro e per solo piglio dei c.d. “senatori” (perché anche il discorso della squadra già rodata da anni poteva forse valere la stagione scorsa, non oggi con Pirlo, Vidal e Tevez in meno e Dybala da inserire).

  55. Tagnin non ho capito il tuo commento riguardo al troll filosocietario. Che vuol dire? Magari sono io che non ho seguito le “puntate” precedenti scusa……..

  56. tutti questi signori che si attaccano alla gola di chi non profonde ottimismo a cazzo su basi inesistenti

    io continuo a guardare le partite del 2016, anche se sono cosciente che quelle del 1965 erano molto meglio

  57. Io dico che i giocatori citati sono di primo livello e troverebbero posto in squadre di primo livello, talche’ con i giusti innesti possiamo ambire dai primi posti_ Parlo di Inter, non di Grande Inter

  58. fosse andata dentro la palla di Perisic alla fine dei tempi regolamentari ad Allegri sarebbe convenuto emigrare perchè a Torino gli ovini se lo sarebbero inculati uno per uno e Lapo avrebbe fatto anche il bis.

    altro che uno che sa gestire…

  59. Ma com’è che siamo finiti a parlare di Allegri?
    Io all’Inter non lo vorrei.
    Ok, con i gobbi se l’è anche cavata bene (ci ricordiamo tutti quando al suo arrivo ci sfregavano le mani …e invece).
    Ma resta una merda che si vende le partite e si taglia i capelli quando il satrapo ordina.
    Quindi, come altri scarti umani, è materiale per biancorossoneri.

    • Quoto.
      Ho già detto che secondo me come capacità professionali è più che buono.
      Ma sono d’accordo che non è adatto per (ri)costruire squadre di sana pianta o poco più.
      E, poi, … non è da Inter.

  60. siamo finiti a parlare di allegri perché con un allenatore te la devi pur prendere, e allora per qualcuno va bene sublimare con quelli altrui

    gente che ti arriva davanti da anni, esordienti (dimenticavo, P. Sousa, niente periodo di ambientamento per lui), gente che prende squadre in corsa vincendone 7 di fila: tutti che si prendono dell’incompetente al posto di mancini

    Inter Club Teheran

  61. Tagnin sei esagerato, le 4 che ci stanno davanti, comprese la Fiorentina dello sfiorito Paulo Sousa e la Roma dell’insopporabile Spalletti, hanno anni di lavoro e di investimenti alle spalle, noi veniamo da anni poveri e rovinosi, con tifosi come te che vogliono sempre sbaraccare o altri capaci di pensare a Benitez ( il migliore che abbiamo avuto dopo Mou e prima del Mancio 2, pensa te ) per sopravalutare Allegri.
    Cerca di capire che a un certo punto bisogna fermarsi e lasciar lavorare la gente.
    O vuoi un altro Gasperini assunto dopo mille titubanze alla fine di giugno e cacciato a calcinculo a ottobre????
    Stai sereno, e che cazzo…

  62. Rubens è un signore in quanto a sportività e pacatezza, due caratteristiche che apprezzo molto. Però se fossi in lui mi terrei stretto Allegri, non va scordato che è pur sempre finalista di Champions e che a momenti rischiava di vincerla. Per me in Europa è meglio lui di Conte, e di tanto. Quanto ad allenatori lasciatemi dire che la cosa più stupida per Inter e Toro sarebbe separarsi oggi da Mancini e Ventura. In giro di fenomeni abbordabili non ne vedo.

    • Davide, condivido solo l’apprezzamento per Rubens.

      Allegri è finalista di Champions dopo aver giocato l’Europa League: girone eliminatorio ridicolo, Dortmund terzultimo in Bundesliga, Monaco (e non c’è altro da aggiungere…), Real in crisi mistica.
      Dai, non scherziamo!!!

      Il Torino di Ventura è famoso per il suo non gioco: mai vista una squadra giocare peggio!!!

    • Ventura non farà un gran gioco, ma io mi ricordo il mio povero Toro in B senza’arte nè parte. Ventura lo ha portato in Uefa, addirittura, e gliene sarò sempre riconoscente.

    • Beh, .. a “momenti rischiava di vincerla” è un po’ esagerato dai …

      Diciamo che i soliti sboroni tiki-taka, dopo aver sprecato tutto il possibile, si son fatti infilare da polli e per 5-10 minuti sono andati in confusione mentale.
      (5-10 minuti in cui mi sembrava di essere finito dentro una “vergine di ferro”, anziché seduto su una poltrona).

  63. io capisco che dopo anni di lavoro di Montella a Sousa non sono serviti 18 mesi per non avere uno straccio di gioco, a spalletti di ritorno in Italia da un campionato estero son bastate due partite per cominciare a vincere, ma al nostro allenatore che è arrivato camminando sulle acque quanto tempo vogliamo concedere? E Sarri che agevolazioni ha avuto?

    ed escludo appositamente la juventus, perché ha troppi soldi

    lasciamo lavorare la gente, bene, purchè prima o poi cominci

    perché lo stesso allenatore prima ha parlato di terzo posto, dopo Udine ha parlato di lotta scudetto, e adesso va bene anche una bella Europa LEague, magari anche con un bel preliminare a fine luglio in Salkazzistan, a 4, 5 milioni di euro annui in fondo cosa vuoi pretendere

  64. quoto il Salkazzistan

  65. Allegri da noi è meno di un’ipotesi di scuola. Credo che si sia cominciato a parlarne proprio perché qualcuno l’ha scritto come cosa inverosimile, o molto ironica.

  66. Il salkazzistan è favoloso! Bravo tagnin.
    Però mi permetto di obiettare che Roma e Napoli hanno una rosa differente dalla nostra, non migliore, ma sicuramente più facile da fare funzionare. Ho l’impressione che i nostri giochino bene (al livello di chiunque in Italia o forse addirittura meglio di chiunque in Italia) solo se alzano il ritmo e giocano con “rabbia”. Se si comincia a manovrare andiamo in gran difficoltà, e non è una situazione che gestisci molto facilmente perchè hai voglia a comunicare garra ogni incontro e tenere il ritmo sempre alto.

    • ok, la rosa chi l’ha costruita, non mi invento certo adesso la mancanza di qualità a centrocampo

      una volta svanita (post pausa natalizia, toh) la superiorità fisica avevi costruito un tesoretto per cercare il gioco con pazienza e serenità al riparo della classifica: certo, ci sarebbe voluto qualcuno in grado gestire la cosa, me ne rendo conto, anzichè impilare giocatori che ci resteranno sul gobbo che l’allenatore rimanga o meno

  67. Tagnin
    ma sarai mica la ex moglie di Mancini ??!!!

  68. Sì, vabbè, ma Roma, Fiorentina e Napoli sono anni che spendono e costruiscono.
    Senza vincere una fava, mi sento di aggiungere.

    Me lo ricordo solo io che questo, per la Roma, era l’anno bbbbono?

    Tra l’altro vedremo se non pagheranno il cambio in corsa.

    Quanto a Benitez, cioè, boh, cos’altro deve succedere per certificare cosa successe nel 2011?
    Tra l’altro, se proprio dobbiamo avere un rimpianto, a sto punto ci butto dentro Ranieri, che con un Leicester qualsiasi sta facendo miracoli.

    Allegri da noi non sarebbe durato.
    Pensate se le partenze da schifo che ha fatto con la Juve e il Milan in questi anni, le avesse fatte Mancini con noi…

    Mi vien già da ridere.

  69. Roma, Fiorentina e Napoli sono anni che provano a vincere, vorrei poter dire altrettanto

    poi se guardo la rimonta di mercoledì scorso e penso che quel trofeo che-è-come-vincere-niente l’ha portato a casa il Napoli in finale contro la Fiorentina m’interrogo sulla relatività di certi giudizi, personalmente accarezzo la mia carriola di coppette e non me ne separerei per nulla al mondo

    • Ah beh, se mi apprezzi la coppa Italia, allora non si spiega la tua idiosincrasia per Mancini.

      Ne ha vinte una marea tra Fiorentina, Lazio, Inter ed equipollenti in Inghilterra.

      A meno che non fosse l’extrema ratio per difendere la coppa Italia mazzarriana col Napoli.

      Ma no, dai, non credo.

    • apprezzo tutto, voglio vincere sempre

  70. La coppa Mancini porta buono, cmque mi fa specie tutta questo.Allegro cazzeggio, quando il vostri LUI è disponibile, finalmente ed a quattro soldi: GIGI DEL NERI

  71. Speriamo che il Bayern faccia il suo, perché anche sto Real Madrid non mi pare poi sto granché.

    Senza il loro proverbiale DNA perdente, la Roma avrebbe potuta riaprirla agevolmente.

  72. ‘ste squadre agli ottavi fanno un po’ di spettacolo per il competente pubblico indonesiano et similia, poi dal prossimo giro si comincia a far sul serio

  73. La Roma mi lascia la sensazione dell’incompiuta, di chi poteva fare meglio ma non ha creduto in sé_ Gobbi da questo punta di vista sono di molto superiori_

  74. Roma : 2 anni e mezzo con Garcia, Manolas, Florenzi, Maicon, De Rossi, Nainggolan, Keita, Pjanic

    Fiorentina : 3 anni con Montella, Roncaglia, Rodriguez, Alonso, Pasqual, Borja Valero, Ilicic

    Napoli : 2 anni Benitez, Albiol, Mertens, Hamsik, Callejon, Insigne, Higuain

    tutte e 3 hanno tenuto un allenatore per minimo 2 anni ed un gruppo di titolari che ha giocato insieme almeno 2-3 anni

    Inter : Mancini da 16 mesi, tra i titolari più longevi Handanovic, Medel (1 anno e mezzo), Icardi, Nagatomo?, Palacio?

    7-8 elementi su 11 sono a Milano da non più di 8 mesi (in 4 sono arrivati alla vigilia della terza di campionato) oppure da poco più di un anno (Brozovic arriva a Gennaio 2015), quasi tutti provengono da campionati esteri e non parlano nemmeno la stessa lingua.
    Rifondazione che è stata necessaria per ridare decenza al livello della rosa dopo i bidoni accumulati negli ultimi anni, non solo per le richieste dell’allenatore come la si vuol far passare.

    Ora ditemi chi è l’allenatore che arriva in una situazione simile e nel giro di due terzi di campionato ti crea una squadra solida e collaudata con gran parte della rosa che non ha ancora capito dove cazzo si trova. Qui non si parla solo di dare un gioco, qui si tratta di formare un gruppo base prima ancora di fissarsi sul resto.
    La situazione delle avversarie dirette non è paragonabile e tolta la Fiorentina, le altre hanno anche investito parecchio, non sono mica state lì ad aspettare noi.

    Quindi che si fa? Cacciamo Mancini e prendiamo il primo che passa che tanto peggio di così non può fare? Un altro anno zero condito da viavai di giocatori pescati nel cesto dei saldi o dei pagamenti dilazionati?
    Finchè non ci sarà continuità saremo sempre qui a parlare di anno zero in attesa del nuovo messia che magicamente porterà gioco e risultati…. a patto che faccia in fretta però, perchè il timer della bomba piazzata sotto il suo culo scorre veloce…

  75. Mirror climbing.
    Primo: non si chiede in 15 mesi di creare una squadra capace di spaccare il mondo. Del resto nessuna di quelle che citi é una micidiale e perfetta macchina da calcio. Si chiede di dare un’identità di gioco alla stessa.
    Secondo: seguendo la logica dei fedeli della chiesa del secondo avvento, se gli altri ci hanno messo un paio di stagioni, l’unto dovrebbe metterci meno. Del resto è più bravo, viene retribuito come il più bravo …sia più bravo. Perché se deve essere come gli altri, non si capisce a cosa sia dovuta questa devozione.

  76. Un po’ di indulgenza verso la vecchia Inter: ha 108 anni !

  77. visto che le cifre si possono piegare a qualsiasi ragionamento, ricordatemi i risultati al primo anno di Montella e la posizione attuale di Sousa, il primo anno di Garcia e la posizione attuale di Spalletti, il primo anno di Benitez e la posizone attuale di Sarri: poi invece di sprecare pixel con alibi su alibi riguardatevi i rispettivi movimenti di mercato

    vedrete che non c’è stato bisogno di alcun periodo di adattamento, sono saliti subito in cima e lì sono rimasti: questo qui come giustifica il proprio stipendio di giada?

    sì, c’entrerà anche la bravura dei direttori sportivi, e infatti noi l’abbiamo cacciato, peccato che ci abbiamo messo 4 anni e con tanto di liquidazione

  78. quando sbagli un gol solo davanti alla porta puoi dire vabbè, mica sempre si può segnare e sbagliare è umano, quando ne sbagli due e poi tre e poi quattro e poi cinque sei e forse sette, non puoi dire più un cazzo perchè è autolesionismo puro e se ti piace farti del male sono cazzi tuoi.

    speriamo si suicidino così anche con noi…

  79. A qualcuno interessa stare su argomenti di giornata? Tipo il presunto acquisto di Erkin? Sbaglio o si continua nel solco degli ultimi anni con terzini sx bravi ad attaccare ma che non difendono? Il problema con Telles qual’è..che lo dovresti riscattare mentre questo arriverebbe a zero? E il rinnovo a Nagatomo? È perché continua a rappresentare il nostro ponte verso i rutilanti mercati asiatici o per via delle perfette diagonali?

  80. …e ar minuto 74 er monno tutto, a lo stadio Bernabeu de Madridde, tempio assoluto der Futbbol, scatta a l’impiedi, tribbutandoje una memorabbile stending ovescion, davanti ar Maestro de Carcio Francesco Totti, Capitano da Roma.
    Ripeto per quarcuno duro d’orecchie: C-a-p-i-t-a-n-o d-a R-o-m-a.

    Per resto che devo da di’: ‘a partita l’avemo regalata ‘nsieme a la qualificazzione. Ma nun fa gnente, sarà pe la prossima vorta.

    • Il pubblico madrilista tributa sempre onori ai grandi campioni; del pupone ho apprezzato (apprezzero’ ancora ?) il tiro di collo pieno, arte ormai in disuso_ Non puoi concludere però con un “sarà per la prossima volta”, almeno a sentire il tuo pelatone che vi vuole giustamente piu ambiziosi..

    • a Madrid lo fanno sempre, capisco che non ci siate abituati, era anche un modo per ringraziarvi della solita cortese partecipazione

  81. Invernizzi nel 1970 ha vinto un campionato subentrando a Heriberto Herrera…

    Di Matteo ha vinto una Champion subentrando a Villas-Boas…

    il Mancio è subentrato a Mazzarri ed è arrivato ottavo, è evidente che è solo un povero pirla che ruba lo stipendio di giada.

    nemmeno negli asili ragionano così…

  82. penso che non sia un grande ragionamento anche basarsi su ciò che si è vinto in passato, tipo se prendessimo Mourinho e fossimo nella cacca dicendo che però va tutto bene perchè con lui nel 2010 abbiamo vinto tutto…
    cosa che capita sovente con Mancini, come se dovessimo essergli sempre riconoscenti … soprattutto quest’anno dove se l’e’ presa con chiunque, tranne che con sè stesso.

    • a prendersela con lui ci avete pensato voi prima ancora che cominciasse…

      i titoli passati servono solo a dimostrare che non è un pirla, non vengono utilizzati perchè gli siamo grati, mentre qui ci si basa anche su una sola partita per dimostrare che lo è.

      non raccontiamoci barzellette…

  83. Quoto_ e da giocatore era meglio di Totti

  84. appunto non raccontiamoci barzellette, se dopo l’orrenda Europa League conquistata con Mazzarri ne conquisteremo una stupenda col Mancio.
    Come spocchia e presunzione ricorda solo Conte, se non fosse per il parrucchino.
    Per me non è un pirla ma neanche un fenomeno, soprattutto nella gestione delle partite. Per non parlare della costruzione della squadra, soprattutto a centrocampo.
    Ma di qui a dire che io o altri se la prendono con lui dall’inizio solo perchè si “osa” criticare alcune cose mi sembra alquanto opinabile… visto che oltre a tanti altri mi sembra che Settore stesso non sia stato tenero con il mister.

  85. Temo che vi farà contenti e se ne andrà da solo_ ET vuole DeBoer da tempo, vedremo.. di certo chiunque sarà l’allenatore, le contumelie non mancheranno, come da tradizione ultracentenaria

  86. Nella ridicolaggine sul trattamento degli allenatori siamo sicuramente nei posti Champions ( senza preliminari ). Solo Zamparini ci batte nettamente.

  87. Il problema di questa squadra allo stato attuale non è principalmente l’allenatore.
    Siamo un immenso “pagherò” che alla fine dell’anno dovrà in grande o minima parte, essere riscattato, oppure fare l’ennesima rivoluzione.
    Per questo fino in fondo bisogna sperare e lottare per conquistare il terzo posto, difficile ma non impossibile, a patto di giocare sempre con la “garra” messa in campo contro la Juve.
    Con il Palermo ho avuto il piacere di vedere la partita dal vivo, diciamo che è bastato molto meno che nel mercoledi di coppa, forse un pò di turnover in più non sarebbe guastato, in ogni caso li considero 3 punti importantissimi e fondamentali e per nulla scontati, dopo la Juve la possibilità che l’asticella dell’attenzione e dell’adrenalina si abbassasse era altissima.

  88. Non siamo obbligato a riscattarli tutti, qualcuno farà le scelte strategiche; c’è da capire su chi puntare.. Per il resto anch’io penso che Mancio abbia fatto degli sbagli _ 6 punti regalati a viola e rube su tutti_ ma nel complesso lo terrei sempre

  89. Mancini un’altra possibilità la merita. A meno che non ci sia una sorta di ‘gentlemen agreement’ per cui se l’Inter non si qualifica per la Champions ci si divide a fine stagione.

  90. Che ‘a Madridde ‘o fanno sempre’ è vvero, ma solo co’ li Grandi der Carcio come er Maestro Totti, sarebbe opportuno precisa’.

    Pe’ ‘la solita cortese partecipazzione’, co’ ‘n po de curtura carcistica è ffacile ricordasse che, ner non lontano 2008, praticamente l’artro ieri, ar Real Madridde, l’avemo servito de barba e capelli sia a l’andata che ar ritorno.
    E, pe’ informazzioni più dettajate, prego chiedere ar vostro amico Fabbio…

    A Aca’, e si me metti er tuo fringuello prima der mio Maestro, mò te devo da di’ che me stai a délude ‘n po’…

  91. Al Bernabeu io ci ho vinto una coppa campioni in faccia a tutti i tifosi del Real che la standing ovation l’hanno fatta a tutta la mia squadra per avergli risparmiato lo scuorno del Barcellona trionfante in casa loro.

    Barbe, baffi e capelli fatti nei gironcini sono le solite vittorie di Pirro.

  92. Peppe, non ti voglio togliere il pupone dal piedistallo, ti dico un’altra cosa: Totti è il giocatore più simile al Mancini giocatore, a mia memoria.

  93. Ma cos’è ora questa novità che Mancini ogni volta che parla ai giornalisti tira fendenti a Ljaijc?

    (Dopo due buone prestazioni, tra l’altro).

    No, davvero, questa ci mancava proprio, era proprio il momento giusto.
    Ma che senso ha mettersi contro tutti, dicasi tutti (e non è che ne abbiamo una caterva, eh), i giocatori coi piedi buoni che possono risolverti la partita con una giocata?

    Mah, rischia di fare la fine di Benitez.

    • Tra l’altro, ennesimo assist ai giornalisti che non erano riusciti a far passare Icardi per bad boy e ora ce ne hanno uno bello impacchettato e servito da noi stessi.

  94. L’INTER COMPIE 108 ANNI!

    9 marzo 1908, Milano. Nel ristorante milanese “L’Orologio”, ritrovo di artisti, nasceva il Football Club Internazionale Milano. Il club nerazzurro venne fondato da 44 soci dissidenti del Milan che decisero di dare un’impronta “internazionale” alla nuova squadra.

    Inoltre mi è piaciuto Ivan Ramiro Cordoba che svela un clamoroso retroscena di mercato. L’ex difensore poteva lasciare l’Inter per andare al Milan, ma spiega perchè ha scelto di rimanere.
    ”Io al Milan? No, io volevo vincere con l’Inter. Non volevo essere ricordato come uno qualunque della storia dell’Inter, uno che è servito solo per le figurine panini”.

    Queste le sue parole, che fanno capire quanto ha amato da giocatore questi colori, e continua ad amare anche da ex dirigente sportivo.

  95. Sono certo che queste cose Mancio le avrà ripetute allo spasimo nel chiuso degli spogliatoi, senza i risultati da lui sperati.. Adesso le mette in piazza, hai visto mai che Liaic capisca, almeno per non deludere quella strafica della sua ragazza..

  96. vuoi far incazzare mancini?

    tira in ballo quanto era forte come calciatore,che ci vuole

    • Vedo che ti piace fare il troll pure a te…

      nell’altro blog invochi il mio ostracismo e qui invece mi emuli…

  97. Se davvero Banega è nostro accendiamo pure un cero. Questo in mezzo al campo ci farà fare un salto di qualità

  98. Su Banega ho delle riserve. Tecnicamente è bravo, ma è uno di quei giocatori innamorati della palla: in Italia si gioca a due tocchi, se impara può diventare un pilastro, sennò dura poco. Banega, inoltre, nasce come trequartista e non è ciò di cui ha bisogno l’Inter, anche se ultimamente gioca un po’ più arretrato. Tatticamente non è un’aquila, ogni tanto si perde. Spero di sbagliarmi, ma mi rassomiglia per certi versi a Guarin.

  99. Su Banega intanto partiamo dalle certezze :
    arriverebbe a zero e gioca in un ruolo dove siamo corti numericamente, è’ nel pieno della maturità e mal che vada ci puoi anche fare plusvalenza tra un paio d’anni, quindi è una di quelle operazioni che l’Inter attuale non può e non deve farsi scappare a prescindere.

    Se sarà poi lui il salvatore della patria non lo so, ma di sicuro è un innesto che potrà essere utile… stiamo comunque parlando di un giocatore fatto e finito, non di una scommessa alla cieca o di un giocatore messo alla porta da altri.

  100. Ah e per Banega si “parla” di 5 milioni a stagione. Altra perplessità.

    • non ci sono altri modi per convincerlo che questi,squadra in ricostruzione,società poco convincente,ambizioni più economiche che sportive,allenatore incerto,niente CL

  101. Pep, spero siano lordi, sennò voglio vedere come s’incazza l’Uefa.

  102. tagnin, una pirlata al giorno non ti basta?

  103. Non parlerei di pirlate, però c’è sempre quella tendenza a semplificare, a ridurre una società come l’Inter al pizzicagnolo sotto casa.

    Banega dove gioca? Al Siviglia.
    Se rimane lì è molto probabile che la CL non la faccia comunque. E comunque, anche in campionato, non vincerà mai niente, chiuso com’è dalle solite Barca, Real e Atletico.

    Quindi c’è da vedere che discorso c’è dietro, fermo restando che qualsiasi giocatore (e allenatore), quando firma un contratto con una squadra le sue garanzie se le assicura, non è che si buttano giù sul retro dei biglietti della metropolitana con la matita da comanda,

    c’è gente che certe cose le fa per lavoro, mi preme ricordare.

    5 milioni sono uno standard abbastanza solito per un giocatore di prima fascia.
    Quanto si vinca o quanto sia stabile finanziariamente è un discorso che non sempre ha a che fare con l’ingaggio.

    Tanto per capirci: se il giocatore vuole 5 milioni, chiede 5 milioni, poi se l’anno prossimo si lotti per lo scudetto o per il terzo posto può essere una discriminante per l’arrivo del giocatore, INDIPENDENTEMENTE dall’ingaggio.

    Non è che se rilanci a 6 milioni la decisione cambia sicuramente. Bisognerà vedere quanto pesano per un calciatore le altre variabili in ballo.

    Vi risulta che quando vincevamo gli scudetti e le coppe, gli ingaggi ci costassero di meno? Non mi pare.

    Sennò spiegatemi che ci fa Higuain al Napoli, tanto per fare un esempio.
    Una squadra più blasonata e con più prospettive che gli paghi gli stessi soldi la troverebbe, statene certi.

    Certo, se poi tutto viene ridotto ad economia domestica, è chiaro che ogni discussione muore prima ancora di nascere.

  104. “5 milioni sono uno standard abbastanza solito per un giocatore di prima fascia.”

    Ecco, appunto. Per me Banega non è un giocatore di prima fascia. E, da quanto letto sopra, non sono l’unico.

  105. perché un giocatore in scadenza bravino ma non certo Higuain dovrebbe venire in questa Inter?

    Abbiamo evidenza di affaroni nelle ultime sessioni di mercato? È l’abilità dell’allenatore al telefono,gli piace l’Europa League?

    Ah,poi a riderissimo questa cosa del Siviglia che non fa la CL:non escono nemmeno col Wolfsburg in EL, se è per questo,anzi, ne vincono due di fila,ma mi rendo conto che la cosa non quadri con l’arringa difensiva quindi meglio glissare

    p.s. definire semplicemente come pizzicagnoli gli strapagati componenti di un’area tecnica che han provato a prendere Carew è un atto di umana pietà,di fronte ai sentimenti mi fermo

    • I Dybala in questo periodo non vengono da noi, ci arrangiamo con le seconde scelte e siamo ancora bravi a prendere i liajc, i perisic, lo stesso eder, giacchè abbiamo qualcuno che ci capisce… pero’ si fa sempre in tempo a tornare sui rocchi, kuzmanovic, m’vila, belfodil e peccato per behrami

  106. quindi Banega a zero è un pacco, ok

    certo, che cazzo ci viene a fare all’Inter, gioca già nel S i v i g l i a …..sarebbe un po’come passare dalla Fiorentina al Genoa no?
    Tipo Khedira, che cazzo ci è andato a fare ai gobbi? Lui la Champions l’ha vinta, mica la perde in finale o esce ai gironi col Galatasaray

    Vi meritereste i Nagatomo e i Kuzmanovic a vita… 3 milioni di cartellino e 2 di ingaggio per 4 anni in modo da non urtare la vostra sensibilità sulle disparità sociali.

  107. quindi è un affarone a quelle cifre

    ok

  108. Non ho capito cos’è che faccia ridere del Siviglia che non fa la Champions.
    Ho anche provato a leggere la spiegazione, più volte e, limite mio, sia chiaro, non ci ho capito niente.

    Volevo semplicemente dire che anche dov’è ora la Champions se la scorda, quindi non capisco perché dovrebbe rilanciare, quasi dovesse lasciare, chessò, il Barcellona.
    Perché il Siviglia non esce col Wolfsburg, ecco perché.
    Sono soddisfazioni, eh.

    Poi chiediamoci perché Perisic il Wolfsburg l’abbia mollato per davvero per venire da noi. E il Wolfsburg la CL la fa davvero, anzi, è già ai quarti.

    Quindi? Secondo la logica di ferro sopra esposta, gli daremo almeno 6 o 7 milioni per convincerlo a stare da noi.
    No? Cosa? Dalla regia mi dicono 2,7 milioni… toh, tutta la teoria va a carte fourtyeight.

    No, quello che invece davvero fa ridere è che scambi ogni commento lievemente disallineato come un’arringa difensiva
    (del tifosotto di turno col cervello all’ammasso, of course)

    il che significa che ti sei autoproclamato pubblica accusa.

    E lì scatta la solita domanda:

    chi te lo fa fare.

  109. Non è un Vidic che arriva a 4 milioni a 32-33 anni per assicurarsi la pensione.
    Ne davamo 3 a Guarin ed Hernanes…. ma uno era costato 13 e l’altro 18

    Intanto ho serissimi dubbi sul fatto che gli mettano in tasca 5 milioni, ma anche se fosse parliamo di un giocatore che ha mercato, ha 28 anni e nella peggiore delle ipotesi tra un anno lo puoi vendere.
    Il Siviglia non mi sembra nemmeno così felice di disfarsene dato che gioca titolare e stanno provando in ogni modo a farlo rinnovare… non è nè fuori rosa nè in rotta con l’ambiente.
    Poi scusa eh, ma seguendo il tuo ragionamento, uno che arriva da una squadra che ha vinto 2 volte l’EL, vuoi che non sia in grado di giocare nell’Inter che esce col Wolfsburg?

    Poi magari sarò ingenuo io che non vedo dove possa stare l’inculata….
    altrimenti andiamo dal Watford e vediamo se riusciamo finalmente a prendere Berhami, con 5 milioni tra cartellino e ingaggio forse stavolta ce la facciamo.

  110. Banega è frocio.
    L’ha detto il professor Sarri.

    E Arrighetto dice che non è un giovane italiano, non è spettacolare e potrebbe giocare nel Rosenborg.

  111. si fanno dei ragionamenti sugli ingaggi, se tu non sei sicuro che prenda 5 milioni (amano tutti l’Inter, vogliono tutti venire all’Inter, veramente roba da milanisti) potrei dirti che magari gliene danno 8, o 12, visti precedenti che hai citato anche tu e non sono incoraggianti

  112. a volte sembra di parlare con un muro di gomma

    non è che “amano tutti l’Inter”, ma tu credi che se l’Inter chiamasse Paulo Sousa, lui non verrebbe perchè l’Inter va in EL e la viola in CL?
    Allora perchè Mourinho va allo United? Avanti di sto passo lo incontriamo ai sedicesimi il prossimo anno

    poi non buttiamola in vacca, non è stato preso Tourè perchè guadagnava sei pali e ne diamo 8 o 12 a Banega? Dai, non cadiamo nel ridicolo.

    A questo punto ti dico che avrei preferito darglieli davvero i 6 pali a Tourè, risparmiando i 30 di Kondo a 4 di ingaggio, così come se dovessi scegliere oggi preferirei darne 5 a Banega piuttosto che prendere il primo Berhami a 3 e mezzo con ingaggio ad 1 e mezzo.
    Poco, ma sicuro.

  113. la critica anticipata mi mancava…

  114. Su Banega pongo un’altra domanda, ammesso e non concesso che sia gia’ nostro= mi sembra piu’ un trequartista, dunque liajc, che in quel ruolo secondo me potrebbe far faville, dove lo mettiamo? A sx, dove si trova benino, no che c’è Perisic/ lo buttiamo? Rimane la corsia di destra, forse si vuole insistere li’, se si adattasse ne sarei felicissimo; purtroppo il campo ha detto, per ora, che liaijc a destra e’ pressoche’ nullo se non dannoso_

  115. Di questo passo, alcuni arriveranno anche a rimpiangere il Trivela…

    Io voglio ricordarlo come nella partita con l’Atalanta, quando si annodò da solo nell’ennesimo tentativo infruttuoso di trivela.

    Banega non è un top player, ma è uno che a pallone sa giocare.
    E a noi questa gente serve come il pane.

  116. Banega e’ un fabregas piu’ capa di merda, e un biglia piu’ mobile…ma che non costa nulla di cartellino,

  117. L’affare Banega mi sembra più che allineato a quelle che sono le nostre capacità finanziarie e di attrarre giocatori. Da un punto prettaente “amministrativo” è, come detto da altri prima di me, un affare.

    Quindi mi concentrerei maggiormente sull’altra parte del dilemma: è un giocatore utile alla causa, uno scarpone o l’ennesimo doppione che farà panchina ed aumenterà le turbolenze all’interno della rosa?
    Personalmente non gli ho visto giocare mezza partita, quindi non sono in grado di rispondere.
    Se devo basarmi sui vostri commenti, direi che oggi rappresenterebbe più un doppione che una toppa alle caselle vuote. Certo, resta il fatto che SE e quando arriverà non è detto che i compagni saranno ancora questi.

  118. stasera Sansone contro rube

  119. Allora e’ regola definita: Bonucci non puo’ essere ammonito , mano volontario in area avversaria, ma purtroppo e’ diffidato quindi scatta l’obbligo della non ammonizione. E vaiiii

  120. Ed ovviamente mano avversaria e scatta il giallo al buon Duncan,; puoi mettere la moviola, l’occhio di falco, il 3D, la televisione in bianco e nero, come diceva il buon Moratti uscendo schifato durante lla gara contro i ladri del rigore di Iuliano riferito alle giacchetta nere: non c’è la fanno proprio, e’ piu’ forte di loro…

  121. per vedere un gol del Sassuolo si può sperare solo nell’ingresso di Tuta o di qualche suo erede

    • Quest’anno porta via i musicisti più grandi- Tanti anni fa davano Odeon in tv, alti livelli, con il pianoforte di Emerson a chiudere, grandissimi, anzi grandissimo giacché il gruppo degli Emerson era lui

  122. Dybala è un fuoriclasse, Sansone quasi

  123. per i quattro pirla che straparlano sempre andando dietro al loro cervello in disuso e alle notizie false e tendenziose dei media che appena possono mettono in dubbio qualsiasi cosa succeda all’Inter.

    leggere qui giusto per darsi una schiarita…

    http://www.fcinternews.it/copertina/colpi-in-arrivo-moratti-addio-thohir-kondogbia-e-icardi-ausilio-dice-tutto-210584

  124. Mah. ……….sinceramente non vi capisco. …….a volte a leggere i commenti sembra si stia parlando del Sassuolo. ……….non capisco perché Banega debba rifiutare uno dei club più importanti del mondo. ………mah. …….poi se preferisce tantissimi soldini se ne va in Cina anche lui………ci sono squadre in cui chi fa il mestiere di calciatore giocherebbe sempre. …….Inter, Real, Barca, Manchester United e poche altre…….è il blasone, la tradizione, la dimensione quasi mitologia. ……………è come se un attore di primo livello rifutasse dì essere diretto da un regista fenomenale (penso ad esempio al nostro grande che fu Fellini ) perché il budget per il film ed il suo compenso non sono di suo gradimento. ……poi ci lamentiamo delle P.I che ci attaccano quotidianamente sui media. ……Siamo l’ INTERNAZIONALE. …..e che cazzo……la storia non si cancella. ……ricordiamocelo ogni tanto e speriamo se ne ricordi anche ET……..

  125. Nessuno cancella o sminuisce la storia dell’Inter. Il 2010 resterà sempre nelle leggenda, però parliamo di 6 anni fa. Cosa ha fatto l’Inter in questo lasso di tempo? Un 2 posto dignitosissimo nel 2011 e poi lo sprofondo: 6 9 5 8. E oggi è quinta. Quando stasera i giocatori scenderanno in campo col Bologna (partita tosta) non scenderà in campo la storia insieme a loro. Banega viene all’Inter (e secondo me arriverà) solo perchè lo pagano profumatamente, non certo perchè pensa di bissare il triplete o perchè è tifoso interista “fin da bambino” (quando sento un giocatore pronunciare queste fatidiche tre parole mi verrebbe voglia di ucciderlo seduta stante).

  126. Non sprofondo nello sconforto, giocare nell’Inter, anche adesso, è sempre un punto di arrivo_ Chiaro che in passato ci siamo permessi di sfilare al Berca il suo top player (Luisito con Angelo, Ronie con Massimo Moratti), cosa alla stato impossibile_ Ma la ruota gira_

  127. la Storia va tenuta viva, perché il palmarès ce l’ha pure la Pro Vercelli

  128. Addirittura siamo arrivati alla Pro Vercelli.

    Dopo questa ogni commento è superfluo.

    Gioco partita incontro.

  129. 4231, tutti gli attaccanti dentro, vai così alla faccia do chi ci vuole male

  130. In tanti, qui dentro, tiferanno per Donadoni, vero?

  131. In proiezione futuro prossimo, obviously!

  132. Sinapsi, ma non hai altro da fare?

  133. Poi viene a mancare il criticatissimo Icardi e ti rendi conto che è l’unico in rosa che detta la profondità (se non contiamo Manaj)…

  134. Speriamo bene ma sembra tanto una di quelle partite che perdiamo con un gol preso da polli negli ultimi minuti

  135. Questa partita mi ricorda un doloroso Inter – Sassuolo…

  136. Finalmente Perisic! 1 a 0

    E’ il turno di Palacio, fuori Ljajic.
    Il serbo non saluta l’argentino…

    Delio Rossi aveva ragione?

  137. Kondo migliore in campo, diffidato, c’è la Roma

    TOGLILO !

  138. Certo che se non facciamo la cagata finale…
    Ma vaffa!

  139. ho ghiacciato Kondo, alla fine la cagata l’ha fatta

  140. Kondogbia ha fatto una di quelle cose che voi umani…

  141. E’ finita!

  142. Kondo vaffanculoooooooooooooOOOOOOOOO!!!

  143. 5 minuti di difesa a 5 ed un altro harakiri era quasi fatto

  144. adesso è colpa di Mancini se Kondo fa quella cagata?
    Ci è costato anche il giallo a Palacio a tempo scaduto…

  145. Quando parlo della sua indolenza so cosa dico. Può fare mille cose pregevoli nei 90 minuti ma la cagata dal cassetto la tira sempre fuori. E cresci porcaputtana!!!!!!

  146. Tutto bene. Però Palacio che si fa ammonire da diffidato al 93esimo per tirar via la palla a 3 sec. dalla fine. Con Icardi e Jovetic infortunati, prima.della Roma. Eccheccazzo, ma tranquilli mai?

  147. la cazzata di Kondo e il giallo a Palacio mi hanno fatto passare la gioia della vittoria… mai una volta tranquilli, se non arriviamo al fischio finale con le chiappe strette non siamo noi.

    Si è visto dopo pochi secondi quanto è importante Palacio quando è in forma.
    D’Ambrosio con il gol e la parte finale maschera la prestazione scarsa e la solita inconsistenza in fase offensiva.
    Ottimo Perisic che si conferma.
    Miranda straordinario, che giocatore!
    Ljajic oggi in versione ballerina… ed è anche ora che la smetta di uscire con lo scazzo quando viene sostituito.

  148. TAGNIN

    fatti ricoverare