Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Ci credi? Avanti, c’è posto

fuoriicoglioni

Dopo aver fatto un punto tra Empoli Toro e Sassuolo (e con l’inculata in zona Ranocchini con il Napoli), la partita con il Palermo, letta attraverso la classifica dell’avversaria, metteva il giusto timore. Per non dire panico, perchè pensate se solo l’avessimo persa, no dico, sarebbe stato un disastro tipo la manovra di Schettino. E invece no, l’abbiamo vinta e – al netto di alcune cose che non vanno rimosse, anzi – l’abbiamo vinta bene.

Ho intravisto nella scelta inizia di Mancini – a parte i centrali, dove è pura sussistenza – un messaggio forte e chiaro: gioca chi sta bene e chi ci crede, poi i numeri da mettere allo schema vengono di conseguenza. Podolski, Hernanes e Kovacic in panca: ohhh, giusto. Mica una condanna, mica una gogna, mica una riga col pennarello indelebile: macchè, solo un rapporto causa-effetto (fai ca-ca-re, no problem, gioca un altro) in attesa che tu, uomo temporaneamente escluso, nel giro di qualche giorno ribalti il rapporto a tuo favore. Avendo una rosa numericamente e tecnicamente adatta, le cose dovrebbero sempre funzionare così. Guarda caso, per una volta che funzionano così vinciamo 3-0 col Palermo. Un caso? Appunto.

Senza dimenticare i problemi, eh? Ci è andata clamorosamente di culo almeno un paio di volte, la difesa resta da paura, l’occasione di Rigoni nel primo tempo – si era capito 50 metri prima che avrebbero crossato a lui, liberissimo come Moretti, o come (metti un nome tra i tanti) – e il flipper in area nel secondo, una roba da Ridolini con Ranocchia ancora al centro dell’attenzione, sembrava Enzo Paolo Turchi… quindi anche questa partita, in cui  finalmente l’impegno e la qualità non sono mancati,  poteva finire in un modo diverso e ora (invece di guardare increduli la cifra zero dei gol subiti) saremmo qui a contorcerci davanti agli highlights. No, facciamoci una spuma in santa pace. Non c’è più nemmeno la classifica da controllare, è tutta salute.

Potessi, offrirei una birra a Brozo, porca miseria, gran partita. Bene Shaq, bene Guarin, bene anche Santon, benino un po’ di altri. Icardi ha segnato due gol e ha messo il broncio, va bene così, la testa è quella che è. Fallo tutte le domeniche, who cares? 18 gol dei 50 stagionali dell’Inter sono suoi. No, giusto per ricordarlo a chi dice che è un broccone. E’ una settimana che leggo e vedo dei segoni su un argentino classe ’93 che doveva illuminare San Siro. Non era lui, era un altro. E invece guarda un po’.

guarin

share on facebook share on twitter

52 commenti

  1. Va bene così!

  2. Se solo riuscissimo a vincerne tre di fila… Ormai il terzo posto è imprendibile, ma per la zona Europa League si può ancora fare qualcosa.

  3. Il Toro che abbiamo dominato per 92 min ne ha vinte 4 di seguito.
    si può farr

  4. il balotelli bianco.
    Paragonare Icardi a Balotelli è una delle cazzate più grosse sentite sull’Inter in tutta la vita.
    Come è una cazzata pensare di venderlo.
    Brozovic ha le palle anche di Kovacic.

  5. credo che Brozo sia un grande giocatore, tecnico, razionale e duro il giusto…

  6. Mi ha stupito anche a me Brozovich.

    Su Icardi ho già detto, spero resti.
    Sui tifosi interisti da curva spero invece che se ne vadano a quel paese: ma farsi una vita no, eh?!
    Invece di stare tutta la settimana, domenica compresa, dietro a una squadra di calcio.

    Passando a cose serie, Mancini ha detto che siamo guariti.
    Mah, io sarei più cauto.
    Certo, stasera l’Inter finalmente è sembrata una squadra, ma in difesa facciamo ancora paura.
    Anche se penso che, metti che si prendeva gol in quell’occasione incredibile del Palermo, noi l’avremmo vinta ugualmente.
    Dopo quell’occasione di scampato pericolo, infatti, l’Inter ha ricominciato a giocare e ha schiantato l’avversario.

  7. 2 belle cose oggi

    Brozovic

    Galliani che litiga con i gobbi x una striscia
    2 esempi di classe

  8. Comunque se ne fa due a partita e non vuole esultare per me va benissimo così 🙂

    A parte le battute Icardi è da tenere a tutti i costi se con il tempo diventerà un essere raziocinante e capirà che ci sono dei momenti in cui non bisogna stuzzicare il cane arrabbiato e la finirà con le riminiscenze giovanili della serie ce l’ho sempre duro e scopo come un riccio e lo voglio dire al mondo diventerà uno dei migliori attaccanti al mondo.

  9. chi vince ha sempre ragione.

    specialmente se fa due gol…

    però anche chi tifa e paga il biglietto può dire la sua o deve sempre prenderlo nel culo senza dire un cazzo?

    che poi gli Interisti come tifosi siano più tutto rispetto agli altri della altre tifoserie lo abbiamo sempre detto e saputo.

    quindi sono anche i più stronzi.

    ma come si è visto se la squadra gioca bene si vince lo stesso, quindi i tifosi contano un cazzo, come si è sempre saputo e se uno fa cagare non è perchè lo fischiano, lo fischiano perchè fa cagare.

    è diverso…

  10. Bravo, Settore. Finalmente una parola chiara!
    Questo qua ha poco piú di vent’anni, è il migliore che abbiamo (oh yes), appena ha una buona occasione la mette… e ‘sti quattro storditi non hanno niente di meglio da fare che mettersi d’impegno a rompergli il cazzo.
    Andassero a mungere i tori, andassero…

  11. Ma come si fa a paragonare un giocatore che dopo aver giocato mezz’ora di partita ( riaprendola!) va sotto la sua curva a dare la maglia con uno che stuzzica il cane arrabbiato??!!!!
    I cani con la rabbia si sopprimono e basta.
    Icardi in quella situazione aveva il 100% di ragione e i tifosi che lo hanno mortificato sono degli emeriti coglioni che rappresentano solo se stessi e non la tifoseria dell’Inter che un centravanti così se lo gode senza tante pippe.

  12. Penso di avere molti più anni di te ma non centra niente perchè per giudicare una cosa non è l’età il requisito fondamentale.
    Icardi ha fatto una cosa ammirevole; gli imbecilli della curva, minus habens frustrati, hanno reagito da par loro.
    Se poi vuoi dirmi che Icardi doveva capire che quelli sono tutti scemi e doveva girare al largo posso darti ragione.
    Ma è un altro discorso, e non significa che Icardi avesse torto. Significa che ha sopravalutato dei coglioni.
    Il torto è sempre dalla parte di chi insulta, aggredisce e manca di rispetto al prossimo. Quindi non di Icardi. Spero di essermi spiegato.

    • ti sei spiegato benissimo,ma dopo un 3 a 1 è difficile dialogare con dei tifosi frustrati e imbufaliti,intelligenza imporrebbe un saggio mettersi la coda tra gambe e avviarsi negli spogliatoi, a volte girare le spalle è più producente che scontrarsi contro la massa che normalmente non ragiona ma urla e basta, magari singolarmente avrebbero pure chiesto l’autografo o fatto un selfie ricordo.

  13. Bene, ma ora dobbiamo rimanere costanti.
    Assolutamente mostruoso Brozovic, se gioca sempre così abbiamo risolto più di un problema a centrocampo
    era ovunque, raddoppiava, recuperava palloni, giocava a testa alta e faceva solo passaggi utili.
    Detto questo, troppe volte mi sono scaldato alle prime prestazione per rimanere deluso dopo, perciò meglio aspettare.
    Ottimo anche Shaqiri che mette quantità e qualità e, finalmente, corner battuti bene.
    Premesso che la non-esultanza di Icardi non mi è piaciuta e mi sembra un’ouverture all’addio a fine stagione,
    io della curva dell’Inter ne farei tranquillamente a meno.

  14. Ah già Santon, il “bambino”.
    Boh, a me già rivedere uno che c’era nel 2010, già mi piglia bene.

    Sapete che mi sembra? Avete presente quando c’è il figlio di qualche amico o un cugino alla lontana

    che lo ricordi ragazzino un po’ rompiballe

    poi lo ritrovi qualche anno dopo e ha messo su la barba e una voce da baritono, mentre chatta su uo’zapp con la “morosa”?

    Ecco, più o meno l’impressione è quella.

  15. Mi piacerebbe sapere se Icardi ha detto o fatto qualcosa contro l’Inter.
    Ha buttato via la maglia?
    Ha giocato con sufficienza una partita importante mettendo a rischio la qualificazione della squadra?
    Ha scelto Raiola come procuratore, ovvero il miglior modo per rompere le palle alla tua squadra?
    Ha dichiareto ai quattro venti di essere tifoso della squadra dirimpettaia?
    Ha messo su un teatrino in tv con i servi obbedienti del padrone della suddetta con acclusa sfilata in divisa sociale?
    Niente di tutto questo! Si è limitato a vivere la sua vita, insieme alla sua donna e a farci una figlia. E non facendo mistero della propria felicità; con l’inevitabile ed interessata attenzione dei media asserviti, con le conseguenze che ognuno dotato di un minimo di sale in testa ben riesce a immaginare.
    Tranne i boccaloni che stanno sempre lí a bocca aperta pronti a ciucciarsi il beverone preparato ad arte.
    E noi dovremmo stare dalla parte di chi? Ma per piacere…!

  16. Quoto Nino.

  17. E anche gianni.

  18. Nino,
    stavolta sono perfettamente d’accordo con te su tutto.

    Ciò non toglie che la reazione di stasera non mi ha fatto impazzire.
    Non perché avrebbe dovuto festeggiare sotto la curva, ripeto, per quel che mi riguarda possono pure non esserci.

    Però segnare con l’Inter, anzi segnare in genere, dovrebbe essere una gioia a prescindere.
    Non vuoi festeggiare con la curva? Benissimo, però festeggia coi compagni, con il resto dello stadio, con la panchina, da solo.

    Ma questo atteggiamento di sufficienza da partitella del giovedì sera, boh, a me non fa impazzire. Anche perché penso si sia capito che è l’ennesimo remake di Ibra, in salsa da mezza classifica.

    A giugno mi sa che ci saluta.

    Poi, oh, come diceva giustamente Settore, se così incazzato mi spari tutte le volte una doppietta, chi se ne frega del tuo umore.

  19. Este,
    la storia è molto piú semplice, secondo me. Questo qua è uno di carattere e ha semplicemente voluto far capire che non gli devono rompere il cazzo. E che per quanto si vogliano sbattere, ‘sti rintronati, non otterranno nessun inchino.
    E, aggiungo io, ha fatto e l’ha fatto bene. O meglio, nel modo che questi capiscono meglio, cioè inviando allo stesso tempo due gol con vaffanculo simbolico accluso, che per certi soggetti è un accessorio che non guasta mai.
    Solo questo e niente di piú, credo.
    Ma dico io: uno buono abbiamo e esce sempre qualcuno che non sa fare di meglio che rompergli le palle?!
    Ma andassero a quel paese…

  20. non so cosa cazzo c’entri incazzarsi stasera per Icardi dal momento che si è vinto per 3-0 dopo non so quanto tempo e non si è nemmeno passato l’ultimo quarto d’ora a guardare l’orologio.

    mi piacerebbe sapere chi di voi era presente e sappia per filo e per segno cosa abbiamo detto di preciso ad Icardi dopo avergli ritirato in faccia la maglia che lui voleva regalargli.

    no perchè l’unica cosa che si sa di sicuro è che lui gli ha dato dei pezzi di merda quando gliela hanno ritirata indietro, però non so cosa gli abbiano accluso insieme come motivazione.

    ma anche se fosse lui doveva alzare i tacchi e venire via perchè a suo favore c’era solo che aveva fatto un gol e a suo sfavore c’era che invece la squadra ne aveva presi tre e quindi da parte della tifoseria non c’era sta gran predisposizione nei suoi confronti.

    ovvio che poi le cose siano degenerate senza per questo arrivare a dire che tutti i tifosi della curva siano delle merde, dal momento che sono anche quelli che tengono su la baracca meglio di quelli di poltrona.

    • Corso, qua si sta parlando dei soliti quattro gatti che fanno i tifosi di professione e che spesso fanno solo danni.
      Chi ha mai parlato di tutta la Curva?!

  21. Tengono su la baracca di cosa?
    Cioè fanno le coreografie.
    Ah, ecco.

  22. ieri nessuno se l’è presa nemmeno col ranocchia del quale si chiedeva a furor di popolo la crocifissione in sala mensa

    quando si vince va tutto bene e non serve nemmeno quel minimo di riflessione necessario quando non solo si perde ma lo si fa pure male

    p.s. visto kovacic qual è l’atteggiamento giusto? Prendi Brozovic a esempio

  23. Per quanto la curva e chi la frequenta possano non piacere a San Siro sono gli unici che incitano la squadra sempre (o quasi) mentre è il resto dello stadio quello che di solito fischia i giocatori al primo passaggio sbagliato.
    Ieri hanno giocato bene i nuovi acquisti Brozovic, Shaqiri e Santon, diciamo che si intravvede una lucina in fondo al tunnel…

  24. La differenza tecnica e atletica fra L’inter di ieri e quella delle settimane passate è troppa per esser vera.

    Questo ci conferma che in fondo il problema non è la pippaggine, perché,sarò ripetitivo, ma per questa decadente serie la a la Rosa non eccelle ma è buona, sebbene incompleta e limitata

    Mi si rinforza l’idea che il mercato iperattivo abbia contribuito a generare un mese di incertezze che oggi, a mercato appena chiuso, sembrano svanire di Incanto.

    Straordinario brozovic, soprattutto in virtù del fatto che è palese la precarietà del suo stato di forma atletica, nel senso che riesce a dar tutto ma alla fine sia dEl primo che del secondo tempo era in pesante debito d’ossigeno. Posso solo immaginare appena arriva al top della condizione.

    Bene il dinamismo che porta anche shaquiri davanti, ma davanti mi aspetto molto di più perché lo conosco bene e so che può dare ben di più in termini di qualità.

    Mi è Piaciuto molto anche il Bambino, la sua fascia è stata amministrata molto bene e con lui e dambrosio, pur non essendo fenomeni, la fasce son finalmente coperte.

    In pratica giocare con un centocampista che sa inserirsi, con un altro che sa mettere un traversone, e con un terzino che sa gestire sia una copertura che una sovrapposizione, beh, è molto più facile per tutti.

    Ma freniamo gli entusiasmi, non è la prima Buona partita di questo anno, e finora non siam riusciti a darvi continuità.

    Spero sia la volta buona per vincerne 3 o 4 di fila ma ormai ci credo pochissimo.

    Su Icardi ho già detto tutto in settimana. La doppietta della domenica (più palo di testa da fuori area, ndr) non fa che confermare le mie idee sul ragazzo, che pero avrebbe dovuto stringere la mano tesagli da san siro anziché restare sulle sue. Speriamo che dalla prossima settimana ricominci ad esultare come sempre con i tifosi, e che quella di ieri fosse solo una dimostrazione.

  25. sarà merito solo dell’Allenatore ma dalla mia calcolatrice mi comunicano che 3/11 fa il 27% di nuovi innesti, che salgono al 36 con Podolski

    tutto questo per la precisione

    e grazie al cazzo

    • E se consideriamo solo i dieci che vanno per tutto il campo, valutando il portiere un non-giocatore, le percentuali passano al 30 e 40%.
      (Pero’, più che all’allenatore, mi riferisco alla mitica qualità della Rosa.)

  26. Nino, Internazionalista e Este, sono d’accordo con voi sul merito, tuttavia, senza voler insegnare nulla, ritengo che il ragazzo dovrà acquisire più umiltà. Talvolta la essere flessibili e (mi ripeto lo so) avere la consapevolezza di quanto si è privilegiati è segno di forza e non di debolezza. Perchè nella vita sportiva (e in generale) prima o poi si dovranno fare i conti anche con i momenti no ed allora essere soli contro tutti non ti aiuterà!!
    Comunque ieri allo stadio ho visto una bella partita e ritengo che Shak debba sempre giocare in quella posizione.

    • Se vogliamo parlare di comportamento ‘opportuno’ da tenere in particolari momenti, hai ragione. A patto, comunque, di non capovolgere la sostanza delle cose. Perché, poi, questo è quello che succede.

      Su Shaqiri sono d’accordo con te. A mio modesto avviso, non lo confinerei su una fascia col compito, oltretutto, di sfiancarsi per seguire l’esterno di sua competenza.
      Meglio al centro e con licenza di svariare secondo il proprio estro. Da trequartista rifinitore, insomma.

      Di uno come Brozovic, infine, avevamo bisogno come il pane. Speriamo si confermi il tipo e la qualità di giocatore che sembra, a prima vista, essere.

  27. Il mancio ha finalemte azzeccato la migliore formazione sin dall’inizio

    ditegli che è da un po’ che io metto shaq trequartista all’xbox
    con risultati devastanti per gli avversari
    la prossima volta che chieda consigli cribbio.

    Se queste sono le prestazioni in risposta alle polemiche
    spero che maurito e icardi litighino con i tifosi una domenica si e una no.

    Le avvisaglie c’erano state anche contro il napoli
    adesso abbiamo un centrocampista di quelli seri

  28. Ecco tagnin,
    riaccendi un attimo la calcolatrice e fammi la percentuale di nuovi innesti del periodo Mazzarri

    Buttaci dentro Hernanes, Vidic, D’Ambrosio, Medel, Osvaldo, Campagnaro, M’Vila, Dodò
    e, se t’avanza spazio, buttaci dentro pure Icardi

    se riesci a trovarlo, che quello si nasconde.

    Mi sa che vien più del 36% di cambiamento. Eppure l’attenuante per Stramaccioni non valeva.

    #attenuantiadpersonam

  29. Posto che il mercato, se si rivelerà decisivo nel miglioramento. sarà un merito in più per Mancini, e non in meno come vorreste darmi a bere, posto ciò

    3 giocatori non fanno la differenza fra l’inter di sassuolo e quella di ieri, per quanto positivo sia stato il loro apporto, non parliamo di samuel stankovic ed eto’o che ti rivoluzionano i reparti da soli.

    Fanno la differenza, ma non così netta. E’ evidente che il ritmo punti tenuto fin qui è ben inferiore a quel che avremmo potuto fare, e questo indipendentemente dagli allenatori, prima che vi sentiate attaccati nel vostro affetto più caro.

  30. spero anch’io che sia l’inizio di una nuova Inter perchè finora io tutti sti progressi non li avevo notati partendo subito dalle prime con il Mancio.

    ovvio che i nuovi abbiano dato un’impronta diversa ma se non sbaglio li abbiamo presi apposta, per cui non vedo cosa ci sia da sottolineare se non che per fortuna siano stati presi quelli giusti e non quelli sbagliati come ci sta capitando da tempo.

    il che potrebbe essere anche merito di chi li ha voluti, no?

    adesso io aspetto che D’Ambrosio rientri a destra e Santon ritorni a sinistra come quando ha cominciato con noi illudendoci di avere trovato il nuovo Facchetti e anche se non sarà come Lui basta che giochi come aveva fatto all’inizio con il Mou che mi va più che bene.

    con il centrocampo a tre le cose girano meglio sopratutto considerando che tutti e tre corrono dietro agli avversari e recuperano palle a go-go e non c’è nessuno che demanda il compito al solo Medel come capita quando in campo ci sono Hernanes o Kovacic, ed era ora che qualcuno lo capisse.

    riguardo a Icardi non cambio idea e se davvero lo dovranno vendere bene non mi metterò a piangere perchè lui ha un tipo di gioco che sfrutta sopratutto gli assist dei suoi compagni che lo devono mettere in condizione di tirare in porta sia con i piedi sia con la testa, ma da solo non combina un cazzo, non è uno come Dibala tanto per fare un esempio recente, per cui ha poco da fare il gradasso perchè vive di luce riflessa e non propria e non è detto che la percentuale di realizzazione che ha adesso gli duri a lungo perchè di gente che ha ballato una sola estate ne ho vista passare un casino sia all’Inter che nelle altre squadre, quelli che durano sono quelli che si applicano e migliorano il loro calcio e non credono di essere già arrivati a vent’anni.

    il raffronto con il Balo fatto da Mancini era questo, non c’era bisogno di dare altre interpretazioni, solo sul lavoro che uno fa durante la settimana e come si applica per migliorare il suo gioco che per il momento è solo dammi la palla che io poi la butto dentro, invece di fare i movimenti giusti per smarcarsi dalle marcature e potere così ricevere dieci palle da provare a mettere dentro al posto delle tre o quattro di adesso.

    ovvio che se migliora diventa un campione sul serio, tutto sta a vedere se ha voglia di farlo o se invece crede di essere già arrivato.

    gli atteggiamenti strafottenti che ha mi fanno propendere per la seconda che ho detto…

    • Corso,
      questo è un bambino che ha tutto il tempo per migliorarsi.
      E se Mancini gli ha lanciato qualche altolà di avviso ha fatto bene. Pero’ l’ha fatto in modo paterno, giusto, senza esagerare: non crocifiggendolo, come si vuole fare dai soliti noti imbeccati ad arte.
      Questo qua è un nostro patrimonio. E’ un giocatore vero. Sarà pure un po’ guascone ma, vivaddio, è uno dei pochi che non se la fa nelle mutande come tanti altri che stanno da noi.
      Io ne vorrei avere per lo meno un’altra dozzina come lui nella mia squadra, altroché…

  31. Este,

    Hernanes fa fatica a riconoscerlo pure la moglie per quello che non è più da quando è venuto da noi;
    Vidic lo si considera tutti un ‘bollito’ (anche se io aspetterei un po’ prima di dare giudizi definitivi);
    Campagnaro ha ‘giocato’ si e no due mesi all’inizio dello scorso Campionato, poi è andato in Nazionale, in Argentina, e non è più tornato;
    Dodo’ non è niente di più che un giovane di belle speranze;
    Medel e D’Ambrosio, che dire: due onesti lavoratori;
    M’Vila è scomparso da due o tre anni e ci ha mandato il fratello segreto, che già abbiamo rispedito al mittente (e stavolta è stato Mancini in persona a farlo);
    Osvaldo… manco vale la pena parlarne, a meno che non ci accontentiamo di due o tre gol in semirovesciata all’anno;
    L’unico veramente buono è proprio Icardi e, visto che è l’unico che fa i fatti (leggasi gol, concreti, che ognuno puo’ contare con le dita della mano), e puntualmente è su di lui che si concentrano le teste di cazzo specializzate.
    Mettiamoci pure che, per quel poco che hanno giocato sinora, Brozovic, Shaquiri e Santon sono stati fra i migliori…
    Ho l’impressione che la calcolatrice di Tagnin funziona alla perfezione, stammi a sentire…

  32. Nino
    il punto è: i giocatori di Mazzarri sono arrivati gratis? No.

    Hernanes è costato da solo praticamente quanto tutti i nuovi innesti di Mancini, in primo luogo.

    Inoltre, se vai a fare il confronto con i giocatori a disposizione di Strama, Mazzarri stava messo molto meglio, eppure non è che abbia fatto molto di più.

    Eppure a Stramaccioni

    (che, attenzione, non ritengo sia il nuovo Mourinho, ma a differenza del suo successore, qualche attenuante gliela do)

    gli è stato detto peste&corna, mentre per Mazzarri ogni scusa è buona.

    Vai a vedere il perché

    • Este,
      sono d’accordo sul trattamento ricevuto da Stramaccioni.
      E quando si difendeva ‘l’allenatore dell’Inter’ (e non Mazzarri, come ancora qualcuno fa finta di non aver capito) questo significava.
      Cioè, non diamo sempre la responsabilità del fallimento all’unico capro espiatorio solito: l’allenatore (chiunque esso sia), l’anello debole della catena. Proviamo a vedere più in là della punta del naso se i motivi non siano ‘anche’ altri e non sempre il solito, quello più facile da ‘risolvere’. Senza contare che, quando si sceglie uno, lo si deve supportare e dare il tempo necessario: quante volte gente che ha cominciato non dico male, ma appena bene è stata messa in croce?! Quante fesserie sono state fatte contro gli allenatori? Ce lo siamo dimenticato Simoni esonerato dopo una vittoria contro il Madrid?

  33. L’unico allenatore della storia recente dell’inter che può recriminare sulla disparità di trattamento ricevuta col mercato è benitez, cui presero il solo biabiany e aggiunsero coutinho il cui innesto era già programmato da due anni, mentre a gennaio moratti mise a disposizione di leonardo una 30ina di milioni circa.

    Chiunque sia venuto dopo ha dovuto fare sempre ed indiscriminatamente i conti con l’affannosa ricorsa contabile ai tagli delle spese e degli ingaggi, Mancini incluso.

    Se poi certi allenatori hanno saputo raggiungere giocatori migliori di altri, il merito è loro, del loro background, e certamente di opportunità che il mercato offriva in quel momento. Ma risorse e formule d’acquisto sono ormai le stesse da un pezzo, e non sono stati fatti nè aumenti di capitale nè nuove partnership commerciali per fare acquisti a Mancini.

    Detto questo stiamo a vedere gli sviluppi, perchè già ad agosto in molti, io incluso, avevano apprezzato un mercato non certo altisonante ma funzionale alle idee e richieste dell’allenatore.
    Dopo due partite le impressioni su podolski erano ottime, oggi è ai margini della squadra e non è passato nemmeno un mese, quindi faccio san tommaso, e finchè non vedo (la continuità) non credo più.

    • Wolf
      anche quella di Benitez è una leggenda.

      Aveva una squadra che 3 mesi prima aveva vinto tutto il possibile.
      3 mesi, mica 3 anni.

      A Leonardo furono dati: Ranocchia (già programmato, poi accelerato perché s’era scassato Samuel), Kharja, Nagatomo e Pazzini (problemi muscolari per Milito).

      Insomma era una squadra più debole.

      Ma aldilà di questo, se vai a vedere anche solo l’Inter di Mourinho, eccetto Quaresma, le cui cifre sono ancora oggi ballerine, acquisti oltre i 15 milioni di euro, aldilà del vero valore del giocatore poi, sono stati sempre molto rari.

      Ibrahimovic, Quaresma, Hernanes… non ne ricordo molti altri.

  34. E Kovacic???

  35. Corso
    seppur nella maggior parte dei casi hai ragione su icardi
    ti dico che secondo me, almeno nelle ultime partite
    il ragazzo oltre a buttarla dentro non sbaglia nemmeno un movimento senza palla
    (forse fatta eccezione per le partite contro empoli e torino)
    se è merito del mister non lo so
    ma l’impressione mia è quella.

    sul fatto di venderlo
    io dico che preferirei tenerlo
    ma di fronte ad un’offerta di 35mln
    lo porterei in spalla al destinatario

    • quando facevo il venditore all’Ortomercato la prima regola era ” vendere e poi pentirsi” in quanto ogni vendita persa era un pericolo in più di non finire la merce da vendere in giornata, per cui era meglio sbagliare prendendo qualche centesimo in meno piuttosto che avanzare sperando di prendere qualche centesimo in più.

      pur che Icardi non dovrebbe essere deteriorabile come invece è capitato al Balo, credo che vendendolo alla cifra che hai detto tu non dovrebbe dare pentimenti di sorta pur considerando che da qui ad un paio d’anni possa valere anche di più, perchè c’è da considerare che potrebbe valere anche molto meno se gli si esaurisce la vena realizzatrice come ho visto succedere a Quagliarella ed Amauri, tanto per dirne due che mi vengono subito in mente, pagati bene dal Napoli e dalla Giuve ma che non hanno più ripetuto le prestazioni che avevano fatto con la Sampdoria ed il Palermo.

      dobbiamo uscire dalla psicosi Pirlo altrimenti non potremo più vendere nessuno…

  36. Forza ragazzi che “Il meglio deve ancora venire”
    Ops !

  37. al di là di tutto, quello che si può lamentare del mercato è Benitez, ma non per l’allenatore in sè e la marea di infortuni, quanto perché all’epoca fummo concordi nel ritenere che fosse arrivato il miglior successore possibile (tra i mortali, ovviamente) col quale sarebbe stato possibile restare ai vertici

    occorrevano coraggio e lungimiranza (chi non pianse quando se ne andò Ibrahimovic, dai) invece si scelse il ridimensionamento a cazzo, una scelta che stiamo pagando ancora oggi

  38. Rimango comunque sempre un po sconvolto da questi cambi repentini di forma fisica.
    7 giorni e corrono come dei matti, arrivano primi sui rimbalzi, seguono l’azione in 7-8 restando tutti corti
    e abbiamo giocato 4 giorni fa con il Napoli !

    Questa mi piacerebbe proprio capirla! Ho fatto atletica per anni, anzi decenni, su pista e per strada più avanti, insomma un mezzo tapascione come il padrone di casa.
    Ci va un bel po per entrare in forma, però poi se non hai infortuni non vai su e giù ogni settimana come uno jojo.

    Si certo questo è calcio e non corsa, sarà….

  39. Ciao settore e ciao ragazzi, e’ un po’ di tempo che vi seguo ma non ho mai trovato ne’ il modo ne’ il tempo di scrivere la mia. Be’ cosa dire nelle mie tante annate di passione interista questa e’ forse l’unica (insieme a quella 93/94 finita con la vittoria della coppa uefa….chissa’…) dove seriamente ho iniziato a guardare i risultati di chi sta dietro….trovando sollievo dalle sconfitte di Atalanta Verona e Cagliari. Veramente una brutta sensazione, ma del resto c’erano dei segnali inquietanti, primo fra tutti il cambio di allenatore tra un catenacciaro e contropiedista feroce ad uno che fa della difesa alta e gioco offensivo la propria bandiera. Ieri sera devo dire c’e’ stata un’ottima prova, ma non voglio illudermi presto, aspettiamo qualche partita alla ricerca della continuita’.
    Ad ogni modo penso che questi saranno mesi che il Mancio potra’ sfruttare al meglio….scremando la rosa migliore per il prossimo anno.
    Credo che inserendo un paio di campioni al posto giusto non saremmo cosi’ indietro ne’ dalla Roma ne’ dal Napoli…che ne dite di una formazione del genere:

    HANDA
    SANTON MURILLO JUAN KOLAROV
    GUARIN TOURE BROZOVIC
    SHAQ
    ICARDI LAVEZZI

  40. Sarà che l’allenatore più bravo, in generale, è anche quello che prende i giocatori migliori a parità di spesa?

    Io nella calcolatrice ci metterei anche questo.