Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Vedi l’Inter e dici boh

| 322 commenti

La cosa fantastica – e al tempo stesso spaventosa, a pensarci bene – di questo inizio di campionato dell’Inter è che nessuno, dico nessuno, da Zhang fino all’ultimo relitto da bar sport (e passando da figure-chiave tipo Spalletti e me, voi, noi tutti) sembra averci minimamente capito qualcosa. O meglio, sembra poter essere in grado di mettere in seria relazione la realtà (terzi in classifica quasi a punteggio pieno, miglior difesa del campionato) con il percepito (una squadraccia che mediamente gioca di merda e che salva il culo in qualche modo prima che l’arbitro fischi tre volte).

Se una cosa possiamo spremere dalle fredde cifre e da quello che si è visto finora è che l’Inter sta viaggiando pericolosamente in bilico tra gli altari e la polvere. E pericolosamente in bilico anche tra gli umori della tifoseria, ormai già borderline dopo appena sei giornate, tra la stupefatta esaltazione da zone alte della classifica e le indicibili perplessità su due terzi della rosa e, in generale, sul futuro del nostro campionato. Dopo tre partite in casa sono già partite le sentenze dei fischiatori, che rischiano di assottigliare ancora di più la rosa, quantomeno la sua sanità mentale. Ok la pazza Inter, ma qui siamo già al mezzo delirio collettivo.

E in effetti c’è da diventarci pazzi. Prendi i gol. Partiamo da quelli fatti: 12, media perfetta di 2 a partita, e fin qui tutto ok. Nove (9), cioè i tre quarti, sono stati segnati negli ultimi 20 minuti. Bene o male? Bene: la squadra ci crede fino alla fine, riesce a risolvere le partite nel finale? O male: non riusciamo mai a sbloccare, siamo lenti e inconcludenti fino a quando abbiamo l’acqua alla gola? Boh.

Quelli subiti, due (Dzeko e Verdi), dicono che siamo la miglior difesa del campionato. Ed è un dato strabiliante se pensiamo che solo su due uomini (Handanovic e l’incredibile Skriniar) oggi mettono tutti d’accordo, mentre sul resto – a cominciare da un Miranda non brillantissimo – si naviga a vista. Mentre preghiamo in tutte le lingue che la coppia centrale goda di infinita salute, abbiamo iniziato un’altra stagione con l’eterno problema degli esterni, con D’Ambrosio che diventa uomo irrinunciabile, con Nagatomo che (rumore di tuoni in sottofondo) dobbiamo ringraziare di esistere (no, sennò chi giocava in un paio di partite?). I nuovi sono eterei: Cancelo subito lungodegente, Dalbert ancora in pieno cantiere fisico e mentale (sarà veloce di gamba, ma a prendere una decisione ci mette mezz’ora). E quindi: boh.

A centrocampo siamo in un discreto marasma. Non ce n’è uno che potresti salvare al 100 per 100, non uno. Borja Valero non arriva in fondo alle partite (e anche sul durante avremmo da ridire), Vecino alterna buoni lampi a lunghe mediocrità, Gagliardini (che si era perso) deve tornare “quel” Gagliardini, così come Brozo deve tornare il Brozo che un tot di volte tutti giuriamo di aver visto, senza incaponirsi nei suoi scioperi bianchi o nei suoi ingobbimenti  a vuoto. Joao Mario è un mistero, perchè nel breve lasso di sei partite lo abbiamo visto entrare e cambiare tutto, ma anche un paio di volte giocare per gli altri. Eppure, è il centrocampo dei terzi in classifica. Boh.

In attacco i punti fissi sono Perisic e Icardi (che nelle ultime due partite avrà toccato tre palloni, di cui uno in difesa che sembrava Sergio Ramos. Avere Icardi e non mettergli un pallone decente, boh). Candreva – entrato come Brozo nel girone dei fischiati, da cui storicamente non è facile uscire – è sprofondato nel loop dei cross inutili e forse bisognerebbe toglierlo da lì. Sta uscendo come un gigante Eder, no dico, Eder!, l’emblema del “non è da Inter” ma che almeno ci mette una garra che tre quarti dei compagni si sognano. Poi succede che entra un ragazzo mai sentito nominare prima che lo comprassimo e San Siro prova palpiti di eccitazione. Beh, è il minimo data la situazione. Due gol a partita, l’attacco dei terzi in classifica ti perlime da morire. Boh.

E poi c’è il mister, anche lui in bilico come la squadra e tutti noi. In bilico tra le cifre che gli danno ragione e i fatti che lo mettono di fronte a un lavoro ancora lungo. In bilico tra le nozze e i fichi secchi, laddove un allenatore può limitarsi a fare il suo oppure a diventare valore aggiunto. Spalletti è geniale a non farsi capire dal mondo ma a farsi capire dalla squadra (almeno a non rinunciare mai a farlo). Il suo “smettila di scuotere la testa” detto a Brozo dalla panchina è la miglior indicazione tecnico-umana uscita dalla nostra panchina da mesi, forse anni. Facciamo come lui: crediamoci.

L’Inter di oggi è un deja-vu recentissimo: due anni fa l’inguardabile Inter manciniana arrivò fino a Natale da capolista (anche con 4 punti di vantaggio) e rischiò di girare da campione d’inverno prima di vedersi ridimensionare le sue forse eccessive ambizioni. E anche questa Inter deve decidere di che morte morire, nel senso che dietro due squadre probabilmente inarrivabili si gioca un sottocampionato che si può vincere, se l’ingranaggio si mette a funzionare davvero. Oggi siam qui a chiederci quanto pesa il culo sui nostri 16 punti, ma intanto li abbiamo messi in saccoccia. Il campionato vero sono le dieci partite contro le uniche cinque avversarie vere, e per ora siamo a punteggio pieno. Adesso andiamo a mietere il grano a Benevento: a metà ottobre, dopo la pausa, nel giro di dieci giorni il trittico Milan-Napoli-Samp dirà chi siamo davvero.

 

share on facebook share on twitter

322 commenti

  1. Ieri ero a San Siro. il post riassume tutto: manovra poco fluida, gioco lento, dalbert che fa rimpiangere nagatomo,ecc ecc.
    teniamoci la classifica, ma ad occhio siamo meglio dell’inter di Mancini di due anni fa.

  2. Podio? Boh … Ora intanto vado a leggere.

  3. quarto!!! champions

  4. Quinto. Quindi fuori dalla champions

  5. tutti sanno compresi Spalletti e & che l’Inter è inferiore a sicuramente 2 squadre, probabilmente 3, forse di più.. esserne consapevoli è già un passo avanti mentre l’anno con Mancini c’erano più aspettative, mal riposte : in questo campionato bisogna prendere quel che si può, e sperare poi che la faccenda Suning si sviluppi a favore = che arrivino i $$$$ veri, e non si sia obbligati ad accontentarsi.

  6. Intanto il dato confortante è che ad oggi siamo la miglior difesa del campionato, segno che la fase difensiva (non dico i difensori) è migliorata. Manca velocità e imprevedibilità; la diagnosi ormai è arcinota: al medico i rimedi. Sono evidentemente molte le analogie con quell’annata di Mancini. Della quale ricordiamo tutti tracollo e brusco risveglio. Ma l’esito, il quarto posto, metterei oggi la firma si ripetesse.

  7. perchè sono sempre in moderazione? Boh!

    finirà prima o poi? Boh!

    perchè Icardi in area è un’ira di Dio e appena fuori fa cagare e non fa uno scambio che è uno e non agevola mai il portatore di palla che non sa mai a chi cazzo darla tanto che alla fine questi la passa a Candreva che la crossa in mezzo sperando che Icardi anticipi tutti? Boh!

    perchè Spalletti insiste su J.Mario facendo incazzare Brozovic quando tutti hanno visto che è l’unico centrocampista che vede la porta un pò di più degli altri, ma ad uscire è sempre lui ? Boh!

    perchè Vecino o Valero non fanno mai un cambio di marcia che è uno almeno per saltare un avversario e si limitano a passare la palla al compagno più vicino che prontamente gliela ripassa rimanendo nello stesso posto per cinque minuti se non addirittura tornare indietro da Handanovic, non sarà che Spalletti gli avrà detto di avvicinarsi il più possibile alla porta, senza specificare quale? Boh?

    perchè su qui si tira sempre in ballo Mancini che se avesse avuto solo un decimo del culo che Spalletti sta avendo adesso, il campionato di due anni anni fa lo vinceva in carrozza? Boh!

  8. Io sinceramente tutto questo malcontento non lo capisco.
    Siamo peggio rispetto a cosa?
    Se qualcuno si era immaginato il gioco del Barca o anche solo della Roma alla fine di settembre, beh l’errore è suo.
    Se qualcuno pensava, alla luce del mercato fatto, di essere migliorato rispetto all’anno passato, a me sembra proprio di si .
    Ma voi ricordate le partite dell’anno passato e di quelli prima? E siamo sicuri che l’Inter merita questa gragnuola di insulti?
    Ovviamente noi siamo quelli che non si fanno condizionare mai da niente e da nessuno, si insomma, quelli come Ibrahimovic.

  9. ” Il suo “smettila di scuotere la testa” detto a Brozo dalla panchina è la miglior indicazione tecnico-umana uscita dalla nostra panchina da mesi, forse anni. Facciamo come lui: crediamoci “.

    Questa me l’ero persa, ma è una osservazione assolutamente centrata_ Spalletti comincia a piacermi davvero, Forza Inter_

    • Confermo, dopo averglielo urlato 1000 volte da casa il fatto che l’allenatore glielo dica dopo 2 partite mi fa ben sperare.

  10. Perfetto, Sector.
    Ma se Brozovic smettesse di fare le sue sceneggiate (scuotere la testa, allargare le braccia – anche in area di rigore) come glielo spieghi a quelli che sviluppano i videogiochi come PES e FIFA che studiano le espressioni e i movimenti dei giocatori a seconda della situazione? 🙂

  11. Meglio o peggio lo constateremo solo alla fine del campionato. E i 3 punti che fanno storcere la bocca ai puristi servono solo a fare il totale che dirà quale sarà il piazzamento. Ho visto giocare Candreva agli inizi ed era un vero “numero 8”, nel senso che spaziava sulla dx, ma NON era un’ala come più tardi è stato costretto a diventare. Se quel ragazzetto ( Kara-boh, per citare il post ) mantiene anche solo l’80% di quel che ha fatto vedere ieri…non è un’eresia pensare di giocare con lui e Perisic sulle fasce e Candreva a smistare qualche pallone più accentrato, potendo anche usare un tiro che non è male. Sempre che S. Siro si tolga il “vizio” di bruciare tanti giovani che sembravano ottimi e che lo sono diventati solo andando via da quello stadio mangia-uomini, come Pirlo, come Coutinho e come Kovacic, solo per citarne alcuni. E a proposito del fischiare ( come se l’anno scorso fossimo stati abituati a vincere sempre )… Brozovic è un buon giocatore. Lasciarlo in pace è MOLTO utile sia a lui sia all’Inter. Ieri, ad esempio, NON è certo stato il peggiore, anzi.

    • Hai ragione sul Candreva degli inizi e ti dirò che l’ipotesi potrebbe anche non essere peregrina. Non so però quanto il giocatore possa dare la sua disponibilità, visto che negli anni si è via via specializzato nei movimenti dell’esterno (fin troppo specializzato, potremmo dire). Concordo anche su Brozovic: lì Spalletti deve farci vedere quanto sia in grado di lavorare sulla testa, il vero problema del croato.

  12. Condanna FIGC: 12 assegnati, 30 sul campo. Tanto per ridere…

  13. Intantoal ricco palmares dei bianconeri si aggiunge la condanna di Agnelli ad un annetto di inibizione per i rapporti con gli ultras mafiosi.
    Sentenza con la quale chiaramente il nostro si pulirà le terga.

  14. Ha ragione Sector. Parafrasando il poeta , mi vien da dire: Inter “mistero senza fine bello”. Siamo una grande squadra, giustamente e felicemente agganciati alle due grandi che ci precedono, che , a detta di tutti , stanno disputando un campionato straordinario o siamo piccoli, brutti e fortunati, una squadretta di centro classifica che è lì per caso e non per proprio merito? Se diamo retta ai numeri, abbiamo la miglior difesa e in media due gol a partita, una condizione ideale per vivere ogni partita in perfetta sicurezza, senza i patemi d’animo degli anni scorsi. Tutto insomma il contrario di come abbiamo vissuto queste prime sei partite. Contiamo il maggior numero di corner assegnati a partita ad una squadra , una specie di primato, e il numero dovrebbe essere la prova di un attacco straordinariamente efficiente, ma in realtà se contiamo i tiri in porta di ogni partita, si arriva a stento a coprire le cinque dita di una mano, gol compresi. E tuttavia se un’altra squadra, di quelle che vanno senza merito per la maggiore, mettiamo il Milan, avesse i numeri che abbiamo noi, sarebbe celebrata in tutti i media come una grande squadra, ritornata finalmente all’antica grandezza. Noi invece ci stiamo logorando nel dubbio se e fino a quando durerà questa nostra classifica privilegiata, che ci garantirebbe senza problemi il posto in Champions. Qualcuno dirà che questa è la condizione ideale di un tifoso dell’Inter: vivere in perenne sofferenza, senza nessuna certezza per il domani. Io direi, abbandonando il solito atteggiamento micragnoso, godiamoci queste tre settimane che ci separano dal derby, con la condizione privilegiata di poter guardare dall’alto le squadre con cui dovremo lottare per un posto in Champions. E affidiamoci al buon senso e all’esperienza del nostro allenatore, che è in grado di combattere fino alla fine , come ha dimostrato in altre squadre, per l’obiettivo che ci siamo proposti di raggiungere. Almeno giova sperarlo.

  15. A PROPOSITO DI BOH
    (Per chi non l’avesse già letto)

    Vado a memoria.
    Il gol dell’Inter è scaturito dalla battuta (classica) del 7° calcio d’angolo. I primi 4 sono stati battuti con scambio ravvicinato di due uomini presso la bandierina; la palla non è mai arrivata in area, di più, dalla battuta del corner n. 4 la palla, dopo una serie di estenuanti passaggi, è arrivata sui piedi del nostro portiere. Dalla battuta “normale” dei corner n. 5 e 6 sono scaturite due situazioni di pericolo per il Genoa.
    Domanda: in una squadra che ha evidenti difficoltà ad esprimere una manovra rapida ed efficace, l’idea di battere i calci d’angolo in modo da rinunciare a creare possibili situazioni di pericolo, è tutta dei calciatori o è il risultato dell’applicazione di schemi (sic) provati in allenamento? Boh?
    Leggerò con interesse le risposte e/o riflessioni dei colleghi di blog, che frequento, seppur assiduamente, quasi esclusivamente in veste di lettore.

    Un saluto.

    Amala

  16. Per la verità ieri – rara avis – ho sentito in tv una commentatrice ( NON Mediaset, è del tutto ovvio ) rimarcare che lo score della partita non riportava neppure UN tiro in porta del milan ( mi scuserete il minuscolo…). Credo che – al di là della qualità dei singoli ( alcuni dei nostri quelli se li sognano davvero, con buona pace delle cifre spese e sbandierate… ) – stiano messi peggio proprio sul piano tattico e questo ci avvantaggia comunque, in prospettiva.
    Poi…è chiaro : non si può sperare che gli altri prendano sempre i pali o cadano maldestramente su Eder per raccattare un rigore ( ma i rigori bisogna poi sfruttarli ) per impinguare la classifica. E’ un fatto, però, che questa Inter terza e imbattuta, con soli due gol al passivo, non gode certo di simpatia generale.
    Siamo scomodi, e non certo poco. E allora…avanti così.

  17. @Gus

    x altro è il primo grado di giudizio, quindi la facenda finirà in niente fra sconti e strasconti che nemmeno nrl peggior discount.

    Tra l’altro leggevo da qualche parte che il capomafiabianconera potrebbe candidarsi alla presidenza della FIGC!!!!
    Spero sia una cazzata e che me la sia sognata!!!!
    Al di là dei tentacoli che oramai si stanno espandendo palesemente ovunque (oramai non si nascondono nemmeno, ostentando un’invidiabile faccia da culo) vorrebbe essere presidente di quella FIGC a cui ha chiesto i danni x calciopoli?!? E che x altro non ha mai reagito nelle sedi opportune nonostante le parole del pantofolaio Tavecchio.

    • Ciao mat, questa della figc non l’ho letta. Ma ormai non mi stupisco più di nulla. Nemmeno di scoprire che prenderebbe pure i voti dell’attuale dirigenza nerazzurra.

  18. Ascoltavo Scanziani a radiosportiva questo pomeriggio metterci dietro Roma e Lazio (oltre a Juve e Napoli) a livello di forza, gioco e qualità espressa fin qui. Sono d’accordo. Il fatto che media e commentatori vari (prezzolati e non, in malafede e non) lo ribadiscano ad ogni pie’ sospinto non migliora né peggiora il mio giudizio sulla squadra. Se poi i cugini son felici di sentirsi propinare la solita realtà edulcorata, affari loro. Li hanno cresciuti con la farina di milanello bianco, son gonzi.

  19. Abbiamo 5 centrocampisti in rosa, Joao Brozo,Borja,Vecino e Gaglia.

    Hanno tutti delle cose in comune:

    lentezza nella corsa

    lentezza nei movimenti

    passaggio più lungo in verticale max 10 metri

    tiro in porta dalla distanza zero

    inserimenti in area per accompagnare azioni d’attacco zero

    Beh, cosa dovremmo pretendere dalla nostra manovra di gioco?

    Questo è quello che abbiamo, questo è quello che è stato assortito dai due direttori e da Spalletti durante l’estate (cit. parole di Spalletti che nel post partita ha ammesso di averli cercati).

    Quindi l’unico modo per cercare la vittoria almeno contro le squadre che difendono bene e si chiudono è attraverso i tre davanti.

    Ieri si è visto nel piccolo (ultimo quarto d’ora) che la rapidità e il grande agonismo di Eder e il saper fare l’uno contro uno di Karamoh, potrebbero essere caratteristiche mancanti finora, che potrebbero dare quell’ imprevedibilità in più che al momento non può esser data né da Candreva né dal trequartista che parte titolare scelto a sorte da Spalletti.

    Il problema è un altro.

    Un conto è l’ultima mezz’ora, un altro è tutti i 90 minuti.

    Con un modulo così delicato e rischioso per l’equilibrio di una squadra, con Karamoh Eder Icardi e Perisic in contemporanea riusciremmo a mantenerlo??

    D’altra parte non riesco a spiegarmi quale possa essere la ragione per cui un allenatore debba continuare a far giocare Candreva se non fosse perché gli garantisce corsa e copertura per tutta la fascia.

    Veramente, è dura vederlo giocare senza incazzarsi, io odio chi fischia e contesta durante i 90 minuti, ma ieri allo stadio, quando ho visto la sostituzione non mi poteva non scappare e urlare un : “era l’oraaaaaa!!!!!, hai rotto i cogl……..”

  20. So di non dire nulla di nuovo, ma l’ho notato solo io che i media e gli opinionisti occupano più spazio nel mettere in risalto i problemi in casa Inter dopo il pareggio di Bologna e la vittoria con Genoa (strappati ben oltre i nostri meriti, per carità), piuttosto che soffermarsi su quello che succede nell’altra squadretta di Milano, malgrado le due sconfitte su sei gare (maturate per sfortuna, ovviamente…).
    Ho sentito alcuni commenti su Radio Sportiva e sembra che siamo penultimi in classifica.
    Sì lo so che la risposta è scontata, ma non riesco ad abituarmici.

  21. sul Monociglio inutile sprecare parole, un impunito, fa senso solo pronunciarne il nome

    i corner da sx non sarebbe meglio li battesse un mancino invece di Candreva destro e basta?

    • Infatti, così facendo c’e uscito il gol con un dx che ha battuto dall’out di sx: i mancini che potrebbero battere dall’out opposto sono Dalbert e Perisic, che si allenassero!

  22. Io il paragone con l’ Inter del secondo Mancini, non ce lo vedo tanto.
    Intanto quella squadra lasciava 5/6 occasioni enormi a partita a qualsiasi avversario, Questa se lascia un occasione è gia tanto, inoltre era praticamente incapace di far partire l’azione, la palla partiva dai difensori e poi si perdeva nei piedi quadrati di Medel e Melo, questa non avrà l’uomo che fa la giocata e crea la situazione di pericolo, ma per lo meno tiene palla con ordine e arriva a ridosso dell’area di rigore avversaria senza particolari affanni.
    C’e’ ovviamente ancora tanto da lavorare e migliorare ma la base è decisamente di un altro livello.

    • Concordo in pieno.

    • Orabasta

      tralascio quelle di 2 anni fa per evitare la solita polemica, ma hai scritto che quest’anno non concediamo niente?

      sticazzi!

      ti rinfresco la memoria:

      alla Fiore di occasioni ne abbiamo concesse diverse oltre al palo che ha preso, alla Roma un gol, tre pali e altri tiri fuori di poco, anche se questa è una squadra forte, ma ne abbiamo concesse anche alla Spal in casa nostra tanto che il 2-0 di Perisic ha fatto riprendere il fiato a tutta San Siro.

      con il Crotone ne potevamo prendere un paio e Handanovic ha fatto un paio di miracoli, con il Bologna ci ha salvato un nostro ex che ha incespicato cadendo addosso a Edere Verdi prima del gol se ne è mangiato uno a tu per tu con Handa, ieri il Genoa ha impegnato Handanovic prima che noi impegnassimo il loro portiere ed anche un altro paio di azioni genoane sono finite con tiri appena fuori o sulla traversa, quindi di concessioni ne abbiamo date ad iosa un pò a tutte quelle incontrate finora, altro che se ne concediamo una è già tanto.

      abbiamo 16 punti, bene, speriamo che il gioco decolli e che tutti sappiano giocare meglio da qui in avanti, però fino adesso ci è andata di lusso e negarlo è peggio che rimarcarlo come fanno gli altri.

      Grazie Javier +, sei sempre un amico anche se non la pensi come me sul culo di Spalletti, ma meglio avere culo che sfiga e per questo non mi lamento di sicuro.

  23. 6 giornate, abbastanza per capire che dobbiamo spingere il Napoli se non vogliamo tediarci con l’ennesimo scudo bianconero_
    L’Inter e le due romane in lizza per la qualificazione chl_
    Samp,Torino e Atalanta per i due posti uefa_
    Il milan riuscirà a salvarsi e non retrocedera’_

  24. Nel prossimo turno ci sarà BBilan-Roma e Benevento-Inter… quindi crediamoci! Smettiamola di fischiare e scuotere la testa come epic-sbronzo…

    Se faremo la fine del Mancini 2.0? Mi viene una sola risposta: boh!

  25. Corso46 libero!

    Non sono d’accordo sul culo di Spalletti, ma questo purgatorio sta diventando grottesco. È vero che io frequento a singhiozzo e mi perdo qualcosa ma che avrà mai combinato per meritare un mese di moderazione se non più? Thadave non esagerate.

  26. non c’è bisogno di aspettare il trittico Milan-Napoli-Samp per capire chi siamo.
    Purtroppo.
    ‘notte

  27. Sì, anch’io mi sono rotto il cazzo della moderazione, motivo per cui non scrivo più con la frequenza di prima.

    Scrivere un commento per vederselo pubblicare il giorno dopo è mortificante.

  28. Tra Milan-Napoli-Samp mi aspetto 6 punti, di più sarebbe tutto grasso che cola.

  29. Io 9, o almeno 7.
    Sognare è gratis! 🙂
    AMALA

  30. Vorrei porre l’attenzione sul calendario che ha avuto sin qui la rube.
    Non ha incontrato neppure una squadra, non dico di vertice o se preferite abbastanza forte da puntare ad un posto Champions, almeno sulla carta (Napoli, Roma, Inter, Lazio e bbilan), ma neppure una squadra di media classifica e che non si scansi abitualmente contro di loro. Il Torino sarebbe stato un possibile scoglio, ma qualcuno si ricorda anche solo un pareggio dei granata contro la rube? Perdono praticamente sempre, in un modo o in un altro.
    Le prime 10 partite del calendario rubentino, prevedono 30 punti quasi automaticamente, guardatelo…

  31. Dissento_ Vincere con le deboli è il primo passo per fare ottimi campionati, lo scorso anno già alla prima noi perdemmo col Chievo e il Napoli pareggio’ a Pescara.. Inoltre hanno ribaltato il 2_0 di Genova, e non so quante altre ci sarebbero riuscite, ed il Toro l’hanno asfaltato già prima del rosso a Baselli

  32. sulla gazza di oggi si parla del prossimo rientro di cancelo, dopo la sosta, con candreva trequartista.

    su quella di ieri spaletti nel post partita ha detto che vorrebbe provare perisic nel ruolo.

    in sostanza: non ha avuto quello che ha chiesto è sta facendo le nozze con i fichi secchi che ha (non dimentichiamoci che ha gli stessi giocatori dell’anno scorso salvo la sorpresa skriniar e vecino/borja).

    il tentativo di candreva non mi dispiace. il tiro ce l’ha, la corsa idem. bisogna vedere come va con gli automatismi dopo una vita passata in fascia.

    in bocca al lupo mister!

    AMALA

    #CORSO&ESTELIBERI

  33. Ripeto quanto ho scritto ieri : sono i 3 punti che contano, nella più banale accezione del termine. Sarei felice anche io di vedere ( RI-vedere ) un’Inter che difende bene, manovra a centrocampo e schiaccia gli avversari, ma la gradualità che questo comporta mi induce ad attendere e accontentarmi dei tentennamenti attuali. La juve ( il minuscolo è persino troppo…) ? Penso che una parte delle vittorie ottenute sinora – incluso il ribaltamento col Genoa – sia dovuta anche alla preparazione forzatamente orientata ad entrare subito in forma per affrontare – sia pur con una rosa discretamente vasta – il doppio impegno in campionato e “coppa che non vinco mai”. Prima o poi di sveglierà anche Higuain ( e nell’ordine naturale delle cose ), anche se non penso possa ormai ripetersi come negli anni passati. Spero solo che si “alterni” con Dybala, vale a dire che quel ragazzetto la smetta di segnare così irritantemente ( gli stanno andando bene tutte…). Una specie di “Felona e Sorona” del calcio, se qualcuno ha un po’ di anni sulle spalle per ricordarselo…

  34. leggo che si vuole provare con Candreva dietro ad Icardi come faceva ad inizio carriera prima di essere messo in pianta stabile a fare l’ala destra.

    Icardi è stato comperato nel 2013 e dietro di lui quell’anno si sono alternati Kovacic, Alvarez, Hernanes e Guarin

    poi nel 2014/15 Kovacic, Brozovic, Hernanes, Guarin e Shaqiri

    nel 2015/16 ci hanno riprovato con Lijalic, Jovetic, e di nuovo Brozovic e Guarin (questi fino a gennaio poi è andato in Cina)

    nel 2016/17 sono arrivati Banega, J.Mario e con loro è rimasto Brozovic, sempre con la speranza di trovare il trequartista ideale

    quest’anno sono arrivati B.Valero, Vecino e sono rimasti J.Mario e Brozovic, sempre con lo scopo di trovare la quadra a centro campo che ha detta di tutti ha alzato il suo tasso tecnico rispetto agli anni precedenti.

    riassumendo:

    dal 2013 per servire Icardi ci hanno provato in 12 ( Alvarez, Kovacic, Hernanes, Guarin, Brozovic, Shaqiri, Lijalic, Jovetic, Banega, J.Mario, B.Valero e Vecino e finora nessuno ci è mai riuscito

    se ci aggiungiamo Messi che ci ha provato in Nazionale, tanto da far dire all’allenatore dell’Argentina che Icardi non è facile da servire (parole testuali dopo le due partite che hanno pareggiato con Uruguay e Venezuela) si potrebbe cominciare a pensare che non è il trequartista il vero problema per fare giocare bene l’Inter, al netto dei gol che comunque Icardi riesce a fare ogni anno.

    grazie KALLE73 per l’interessamento anche a nome di Este che manco ci prova più a differenza mia che caparbiamente insisto anche se i miei commenti vengono sdoganati dopo un paio di giorni e quasi nessuno li legge più, ma ci sono troppe case da dire sull’Inter e non riesco a farne a meno.

  35. Corsone che piacere!

    Quindi i millemila gol di icardi

    sono un mistero di fatima?

    O un brano dell’odissea (Nessuno gli ha passato la palla, nessuno ha fatto il cross…)

    Amiamola (tanto per darghe fogo anca al tagnin)

  36. Eh, niente… è più forte di lui…

    Papiri su papiri, poi finisce sempre lì

  37. Leggo l’elenco dei cosiddetti trequartisti che si sarebbero affastellati dietro Icardi e non ne trovo uno (solo Kovacic tra quelli citati) che assomigli ad un giocatore di calcio come dio comanda. Guarin appunto è in Cina, Shaqiri allo Stoke, Hernanes è tornato in Brasile con la coda tra le gambe, Ljajic al Toro fa il fromboliere con le piccole… Adesso stai a vedere che Messi (cui in Argentina viene imputato di essere determinante solo con il Barcellona) ha il problema Icardi. E pure Dybala se non ha brillato in nazionale è colpa di Icardi, of course. Sul malpensante c’è un video decisamente interessante sui limiti di Maurito. Io però il dito lo punto sul modulo, più che su di lui. Il 4231 senza un Nainggolan ed uno Dzeko (per fare due esempi da manuale) è controproducente. Se ho Trezeguet non gli chiedo di fare il riferimento unico là davanti. Gli metto vicino chi sa uscire, svariare, prendere falli e ne sfrutt0 il potenziale letale in area.

  38. Ciao Corso e ben tornato

    il calcio è obiettivamente una cosa soggettiva,la matematica certezza di avere ragione uno non potrà averla mai ed è per questo che orde di tifosotti parlano e parlano e scrivono e scrivono.

    di tutti quelli che hai citato nessuno ha le caratteristiche da centrocampista box to box (a mio avviso forse l’unico poteva essere guarin, ma difettava in precisione al tiro,eufemismo,è continuità. tutti gli altri hanno dimostrato nella loro carriera post beneamata di non essere sti fenomeni,anzi).

    in quel ruolo mi vengono in mente solo nainngolan e vidal,ma conosco poco il calcio estero,sicuramente un profilo similare c’è.

    detto questo penso che tu convenga con me che il buon Icardi è soventemente abbandonato a se stesso in mezzo ai centrali avversari con nessuno del centrocampo che gli staziona a 5 metri per sfruttare eventuali sponde e gli esterni ben lontani dall’area.

    per me il problema è il contorno, non lui. e mi sembra che la pensi cosi anche spalletti che sono settimana che la mena dicendo che i centrocampisti devono stargli più vicino.

  39. Un saluto a Corso che leggo sempre con piacere! Mi mancava la sua verve….
    Rispetto a quanto detto appunto da Corso le risposte di Kalle Gus e altri portano al paradosso che per permetterti Icardi devi avere in squadra un trequartista coi controcaxxi, altrimenti Mauro è sprecato e non rende come potrebbe. Però a me pare che un giocatore veramente forte debba dare forza alla squadra a prescindere da chi gioca con lui. Poi w i goal di Mauro tutta la vita però su questo Corso ha ragione.

  40. non so se sono in diretta, in ogni caso la mia è solo una osservazione e non un dogma, per cui ognuno la pensi come vuole anche perchè tutte le risposte che ho letto hanno la loro logica.

    che Icardi i gol li sappia fare non l’ho mai negato, che riesca ad essere più dentro al gioco di squadra e ad integrarsi con gli altri io sono quattro anni che spero ci riesca ma finora per me non ci è riuscito.

    colpa sua o di chi gli sta intorno non è proprio un mistero di Fatima se ci hanno provato in tanti senza riuscirci, bravo lui a concretizzare le occasioni che gli sono capitate, ma se il gioco latita comincerei a chiedermi il perchè senza fossilizzarmi sul trequartista o sui gol che lui comunque fa e quindi accontentarmi così, visto che se non ne fa come contro la Roma, tirando fuori dal suo cilindro due autentici pezzi di bravura, facciamo una fatica boia anche con squadre che dovremmo asfaltare senza problemi.

    grazie a tutti per il bentornato, ma sono sempre stato su qui, in differita…

  41. Quando joao mario gli ha giocato vicino, non ricordo se con spal o crotone, in mezz’ora aveva già sfiorato il gol e procurato un rigore, in entrambi i casi grazie a scambi rapido con icardi.

    Quindi si, la colpa non è sua ma di centrocampisti con poca propensione all’inserimento.

    Non a caso lo scorso anno è stato non solo il miglior marcatore, ma anche il miglior assist man della squadra.

    Ma va beh, quando nemmeno l’evidenza dei fatti è sufficiente, è inutile stare a discutere. 4 anni fa ha deciso che icardi è una sega, e tale rimane.

    Proprio come quelli che ancora oggo continuano a sfottere coutinho; gente che ignora volutamente quello che il brasiliano sta facendo in o Inghilterra perché tanto il Liverpool ‘cazzo ha vinto’.

    Poi chissene che è il miglior giocatore della premier, che il barca offra 100 mln e liverpool rifiuti, che un mr nessuno come steven gerrard dica ‘in allenamento gli chiedevo di starmi lontano perché era troppo imbarazzante il modo in cui riusciva sempre ad umiliarmi’

    No, conta solo rivendicare il #pippinho, poco conta che sia la più grossa cantonata che abbiano mai preso nella loro vita da tifosi.

    Occhio non vede, ego non duole

    • gli assist sono una cosa a se stante, li possono fare tutti, figuriamoci che vengono classificati assist anche i corner, tipo quello di J.Mario per D’Ambrosio.

      bravo J.Mario o D’Ambrosio a prenderla?

      e comunque non sono la dimostrazione che uno sia inserito nel gioco di squadra ma solo che qualche passaggio importante è in grado di farlo anche lui.

      per gioco di squadra io intendo un’altra cosa, tipo staccarsi dall’area di rigore più spesso di quello che fa adesso e andare a farsi dare la palla sulla trequarti o anche a metà campo e poi scambiarla con un compagno e poi proiettarsi in avanti per riceverla di nuovo, in modo tale che se non si inserisce lui ci possa andare un altro con l’area più sguarnita priva del suo o dei suoi marcatori, se no di lì non si passa mai con quelle squadrette che piazzano il loro pullman davanti al portiere.

      ovvio che poi tutti i passaggi non saranno indirizzati a lui e forse segnerà di meno, però al suo posto potrebbero segnare i Perisic, i Candreva ed anche qualche centro campista come Brozovic o J. Mario, se questi non si caga addosso tutte le volte che è davanti ad un portiere.

      manovra più fluida con possibilità al portatore di palla di avere più opzioni per sapere a chi darla, quello che si vede adesso è che a metà campo chi ha il possesso del pallone continua a ripassarlo a quello più vicino fintanto che uno tra Perisic, Candreva o un esterno si liberano per riceverla e allora la passano a lui che dalla trequarti, (quasi sempre) o dal fondo, (quasi mai) la butta in area sperando in Icardi che quando la becca è tutto ok, se non la becca, come sta succedendo da tre partite di seguito, dobbiamo sperare in qualche botta di culo se no ciccia.

      per chiuderla qui se no mi bannano del tutto, Icardi segna ma l’Inter gioca sempre male pur cambiando centrocampisti e trequartisti ogni anno ed anche allenatori più di ogni altra.

      non mi pare di dire una cosa fuori dal mondo solo perchè l’ho detto quattro anni fa e quindi non cambio idea nemmeno di fronte all’evidenza dei suoi gol, che vedo anch’io, non è che mi giro dall’altra parte quando li fa…

      su Coutinho so che non ti riferisci a me perchè se non sono stato il primo sarò stato il secondo a dire che era già un campione quando giocava con noi, oltre al fatto che ci è costato settecentomila euro e quindi era un investimento su cui si sarebbe potuto portare pazienza, non è costato 35 o 45 milioni che a fronte di questi un tifoso si aspetterebbe da subito prestazioni adeguate alla cifra pagata.

      Icardi è il Capitano, è quello su cui la maggior parte di noi ripone speranze, è quello che con sua moglie batte cassa ad ogni gol che fa, se io sono meno indulgente con lui è perchè ogni cosa che fa ce la fa pagare.

      grazie a Thadave che mi sta inserendo i commenti quasi in contemporanea.

      un passo alla volta?

  42. Io vedo eder vicino a icardi; continueranno a chiamarlo un 4231 ma di fatto sarebbe un 442 con esterni offensivi

  43. #Wolf Tail
    Ieri, alle 15,37, ho scritto cose analoghe su Coutinho. Lieto di non essere il solo a pensarla così. Spero solo che Karamoh non sia un fuoco di paglia ( è ancora incredibilmente giovane… Pensiamo questo, quando giocherà, e NON TUTTI sono Pelé, che a 18 anni strabiliava…) e soprattutto non sia “bruciato” dallo stadio fischiante.

    • Cou aveva tanti altri estimatori..; ormai è andata, comunque Mr. Stra, che lo volle sacrificare per Kovaci, è stato cordialmente invitato a togliersi dai maccioni anche dai tifosi dello Sparta Praga

  44. Quindi come la si gira si gira con Icardi è sempre colpa degli altri 10 titolari che gli stanno intorno.

    Domenica l’ho appaludito personalmente dal vivo e alzandomi in piedi quando ha salvato il gol.

    Per il resto però è dalla partita di Roma che lo sto cercando in campo, eravamo alla seconda giornata, la prossima sarà la settima.

    In quattro partite giocate con squadre molto mediocri non è riuscito mai ad incidere.

    Se con la Viola ha fatto uno stacco imperioso segnando un gran gol in mezzo a due difensori allora è il miglior centravanti al mondo e un top Player e un fenomeno ecc ecc.

    Se invece con Crotone Spal Genoa e Bologna le poche palle che ha ricevuto le ha stoppate a due metri di distanza o non le ha sapute proteggere o è sempre stato anticipato a cosa è dovuto?

    I difensori di queste mediocri squadre sono tutti Nesta??

    Mah, per me fino a che facciamo punti con lui che gioca bene due tre partite su dieci mi può pure andar bene ma nel momento in cui giocheremo male e perderemo, per quanto mi riguarda lui sarà colpevole quanto tutta la squadra altrimenti è troppo facile.

    Ho già elencato diverse volte le partite giocate negli ultimi due anni e mezzo senza Icardi e la squadra ha sempre risposto con risultati ed anche col gioco.

    In tutto questo precampionato tutti qui nel blog a dire di grandi prestazioni e grandi trame di gioco grazie alla mano di Spalletti.
    Eccheccavolo, che fenomeno dovrebbe essere il mister a dare un gioco già così brillante dopo appena venti giorni che è all’Inter?

    Peccato che Icardi di amichevole non ne ha fatta nemmeno una tranne mi sembra un tempo di gioco e chi lo ha sostituito (un Eder qualunque) è riuscito niente po’ po’ di meno a segnare e a far giocare bene la squadra ……

    Tutta questa mano di Spalletti improvvisamente è scomparsa grazie alla lentezza di manovra(eppure sono gli stessi giocatori delle amichevoli)????

  45. A me pare che il discorso sia questo:
    giochi con Icardi? Ok, allora devi avere o prendere centrocampisti che si inseriscono, che lo aiutino e gli creino spazi. Idem con un altra punta che lo affianca.

    Non hai questo tipo di giocatori? Allora forse è meglio giocare senza Icardi.

    Ma possiamo giocare senza Icardi?
    Non credo, francamente.

    Ergo, servono altri centrocampisti.
    Ma non li abbiamo.
    E bene fa Spalletti a trovare altre strade, a spostare giocatori, a cercare nuovi assetti.

  46. Sulla gestione dei talenti giovani mi auguro proprio si inverta la rotta degli ultimi anni. Se pur di accaparrarsi una bella plusvalenza subito purchessia, si vende ogni ragazzo ancora non fisicamente pronto per la serie A o mentalmente per San Siro non andiamo da nessuna parte. Auspico un pò di lungimiranza in più e minor pezzenteria, passatemi il termine. Karamoh ha fatto appena intravedere qualcosa domenica. E’ chiaro che è acerbo, deve ancora svezzarsi. Ma se ti fai trovare con la bava alla bocca della plusvalenza da mettere a bilancio per il FFP dal primo che passa con l’assegno in mano, allora il rischio di ripetere l’affarone fatto con Coutinho diventa alto.

  47. Il dilemma shakespeariano di questa Inter è che purtroppo non puoi giocare senza Icardi ma neanche tanto con Icardi.

    Insomma, credo che il problema non sia solo lui nel senso che se giochi con Icardi devi per forza costruirgli intorno la squadra.
    Non puoi fare altrimenti. Ormai si è capito.

    È quel tipo di giocatore lì, e il problema vero, semmai, è il gioco unidimensionale che si viene a determinare inevitabilmente con uno così.

  48. Insomma siamo questi e c’è poco da stare allegri.

    Spero che, come a volte succede nel calcio, l’allenatore trovi il modo di farli girare bene e creare una squadra che alla fine funziona, anche con questa rosa che non sarà eccelsa ma nemmeno così scarsa.

  49. “siamo questi e c’è poco da stare allegri”…

    Fortuna che siamo secondi a 2 punti dalle prime. Meno male, se fosse andata peggio ci sarebbero stati suicidi di massa!

    Interisti tafazzisti sempre all’opera

  50. Insomma quando segna fa il suo dovere ( dopo Roma non ho letto grandi complimenti da quelli che abitualmente lo criticano, perché ovviamente ha fatto semplicemente il suo ), quando non la vede non si perde tempo e si viene qui a rammentarlo, sottolinearlo e ribadirlo.
    Guai a dire che con Crotone e Bologna la palla ha stazionato in eterno nella nostra metà campo e che ha toccato più palloni Handanovic in quelle due partite che buffon in tutto il campionato.
    No, bisogna rompere i coglioni a Icardi.
    Bisogna correre, perché se si cammina per il campo puoi mettere anche Messi vicino a Icardi che fai fatica a creare occasioni e a tirare in porta.

  51. giardinero9cruz

    ma no, io parlavo del gioco, dai.
    Ma quale tafazzi.
    Non vorrei che poi ci ritroviamo come Mancini, primi e poi squagliati in un batter d’occhio.

    gianni

    però è innegabile che Icardi sia il giocatore che è: o giochi per lui oppure fai fatica, al netto dei gol che segna.
    In sostanza io parlo di come gioca la squadra, che è diverso.
    E che è la cosa che mi interessa di più, aldilà dei singoli, voglio dire.
    E di Icardi stesso.

    Ho anche scritto che è difficile prescindere da lui, per ovvi motivi, ma hai una squadra che strutturalmente non lo supporta.
    Allora o cambi lui o cambi la squadra, ma né l’una né l’altra cosa è possibile e dunque spero in Spalletti.
    Tutto qua.

  52. stai a vedere che se ho un centravanti che segna una media di 20 gol all’anno da 5 anni a questa parte,in squadre che sono arrivate nell’ordine quinta-nona-quarta-settima,il problema è lui

    da riderci su per non piangere

  53. Cioè fatemi capire. Al momento il problema principale sembra essere quello di un centrocampo che non salta l’uomo e non salta il giro palla per velocizzare l’azione… È il responsabile è Icardi?
    Aspetto che Handanovic faccia una papera. Vuoi vedere che anche in quell’occasione sarà colpa del centravanti?

  54. Mi sembra che Spalletti abbia detto chiaro che il problema è la lentezza della manovra; noi la giriamo, lenta, ma la giriamo_ Prima neanche questo! Per vedere come si fa a farla girare veloce basta guardare il Napoli stasera.. Ma ci vorrà del tempo per arrivare a quei livelli, abbiamo appena cominciato.

  55. Secondo me il problema continua a non essere Icardi, ma chi (non) gli gioca attorno, però è la storia infinita. Si andrà avanti a parlarne comunque.
    Coutinho è un caso interessante. Io non l’avrei venduto, mi piaceva come giocatore. Però, a essere sincero, non so se nel campionato italiano e nell’Inter avrebbe avuto uno sviluppo altrettanto positivo. Credo che in Inghilterra abbia trovato condizioni più favorevoli.

  56. mai che si risponda nel merito, ti tirano in ballo i gol e chiusa lì.

    io avrei già detto la mia alle 3.32 pm di oggi e non vorrei ripetermi, ma visto che Thadave me l’ha appena sdoganata dubito che qualcuno l’abbia letta, per cui mi limito a fare questo esempio e se qualcuno ha voglia di tornare su si legge il resto

    con Kovacic la stessa polemica anche se di gol non ne faceva, però per quasi tutti il futuro dell’Inter era imprescindibile da lui, si trovava solo di trovargli la collocazione esatta in campo, la mattonella giusta, che ne Mazzarri ne Mancini erano riusciti a trovargli.

    sono ancora lì che la cercano e da San Siro si sono spostati a cercarla a Madrid al Bernabeu, ma niente, è introvabile.

    con Icardi ci accontentiamo dei suoi gol, fa niente se uno straccio di gioco non si trova nemmeno per sbaglio e per questo ci hanno provato in tanti, Mazzarri, Mancini, DB e Pioli.

    alla fine della fiera è che Mazzarri non capisce un cazzo, che Mancini ha solo in mente di fare l’ammiraglio, DB poverino ha pagato colpe non sue e quest’anno in Inghilterra ha fatto vedere cosa vale e Pioli ci ha messo solo l’anima, ma anche lui di calcio non ha mai capito molto, solo un povero travet sballottato all’Inter da Ausilio per fare un dispetto a Thoir.

    adesso c’è Spalletti, detto il piangina quando si incrociava con noi nei nostri anni d’oro in cui gli abbiamo lasciato solo le briciole e quindi ci riuscirà senz’altro a far giocare bene l’Inter, in fondo con la Roma ci è sempre riuscito

    peccato che con lei non abbia mai vinto un cazzo, come noi con Icardi.

  57. Chiedo venia. Era stato filtrato quello di prima, questo no

    • Evvai Marco, anche se sei rimasto vittima di un semplice rallentamento del web, resta il fatto che in molti hanno chiesto chiarimenti vari al moderatore_ Si trova ancora in un’isola di nudiste peruviane? Chi tace acconsente, beato lui.

    • Un utente deve avere almeno un commento approvato, dopo il primo gli altri passano in automatico.
      Un utente è identificato da nome e email, usando sempre lo stesso nome ed email non sarai in moderazione se non su mio intervento.

  58. criticare Icardi appena manca un paio di partite è davvero tafazzismo

    rendersi conto che l’Inter al momento non è da primissimi o primi posti è realismo

  59. Non ci capiamo.
    Mi spiace.
    E pensare che ho cercato di motivarlo in tutti i modi.

    Allora lo dico in un altro modo ancora:
    il Barcellona l’ha venduto!
    Difficile che il Barcellona si privi di un giocatore di grande livello.
    E perché l’ha venduto ma è semplice: non fa squadra, non dialoga, è giocatore a sé, un po’ sorpassato, di vecchio stampo insomma per il calcio moderno.
    Segna, certo, ma come altri in Italia e gioca nell’Inter mica nel Crotone (con tutto il rispetto)!

    Poi è il miglior giocatore che abbiamo ed è difficile prescinderne, vero! ma questo la dice lunga su questi anni di Inter!

    Ecco, l’ho detto.
    Adesso vai con i pesci in faccia e le risate!

    Naturalmente continuerò a tifarlo, ovvio, gioca nella mia squadra.
    Ci mancherebbe.

    • io non la penso come te,però accetto la tua opinione. come dicevo ieri il bello del calcio è che nessuno ha la verità assoluta.

      però il discorso del barcellona non regge. anche loro hanno fatto le loro belle cagate vedi cessioni e riacquisto dei vari pique e fabregas poi riacquistati a caro prezzo

  60. il Barcellona l’ha venduto che aveva 18 anni, non ha mai messo piede in prima squadra, però adesso l’ultima (meglio, la penultima, l’ultima è il Real) squadra che vorrei affrontare sarebbe proprio il Barcellona, perché sarebbe troppo evidente che pratichiamo sport differenti e la cosa non verrebbe ovviamente presa bene da nessuno

    però il Barcellona ha venduto anche Thiago Alcantara e Pedro, e ha Rafinha che giocava nel Genoa, e anche degli emeriti scarponi

    tutto questo però con Icardi non c’entra un emerito cazzo, diciamolo

  61. Icardi lo devi servire, non e’ Ronie che prende palla e scarta tutti; ha bisogno di rifornimenti, ha bisogno di una squadra che crei più occasioni da gol. Il vecchio adagio sui bomber diceva che è bravo chi ne fa uno ogni tre occasioni, mi sembra che la sua media sia anche migliore.

  62. Il valore di Icardi ha avuto la consacrazione ufficiale( ma nessuno se lo ricorda! ) quando due anni fa il miglior allenatore italiano, Sarri, privata la sua squadra di Higuain, ha chiesto al suo presidente di comprargli ad ogni costo il nostro centravanti. Credo che nessuno abbia dubbi sulle qualità di Sarri nell’individuare i giocatori più adatti al gioco della sua squadra, fatto di velocità, smarcamento, cambio di passo, lanci mai in orizzontale, ma volti a verticalizzare il gioco, col pallone sempre rilanciato in prima battuta, insomma tutte qualità che il gioco della nostra squadra è lontana dal possedere. E chi soprattutto soffre di questa carenza è il centravanti, naturale finalizzatore ( come lo era Higuain nel Napoli) del gioco organizzato dalla squadra. Senza il quale ( come è successo soprattutto nelle ultime due partite) la solitudine di Icardi e la sua conseguente sterilità, si faranno sempre maggiori. Ma mi sembra miope, per non dire irragionevole , attribuirne la responsabilità a lui.

  63. @internazionalista: il Barcellona l’ha venduto. Difficile il barça si privi di un giocatore di alto livello….dunque eto’o per ibra ma li hanno fatto valutazioni errate e poi, aspetta aspetta, il Barcellona ha venduto ronaldinho, ah, anche quello senza nho finale, il fenomeno…..e anche Diego Armando Maradona!!! No dai, non può essere….due calci questo li sanno tirare!!

  64. Continuo a non capire la polemica gratuita che alcuni continuano a propinarci, per esempio la risposta di tagnin o gianni a quello che molto educatamente e senza estremismi ha detto internazionalista. Se non sbaglio ha detto che Icardi non è un giocatore facile da inserire in un gioco corale a meno che si abbia una squadra costruita molto bene e pensando a lui. ….per carità lesa maestà e giù commenti acidi….. evidentemente non si può!

  65. l’unica preoccupazione che ho nei confronti di Icardi e’ che la parsimonia dei nostri orientali non prevede neanche uno straccio di un Borriello in panchina per farlo rifiatare

  66. Intanto sembra che Suning non sia nella lista delle aziende cinesi alle quali sarà limitato l’investimento di capitali all’ estero.
    Direi che è una buona notizia.
    Speriamo che si riprenda a investire in giovani prospetti come si era inizato a fare a Giugno, a me di lasciare Pellegri e Salcedo Mora alle merde bianconere non è che mi vada molto giù.

  67. http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/27-09-2017/inter-suning-cda-oggi-col-sorriso-non-mirino-pechino-220892782855.shtml

    come si dice a Brescia e provincia…..SPEROM!!!

    io però più che sui giovani promettenti cercherei di sistemare i buchi in prima squadra che personalmente nell’ordine sono:

    1) centrocampista asfaltatore
    2) centrale di difesa affidabile per dare il cambio ai titolari (salvo miracolo di spalletti e riabilitazione di little frog)
    3)punta centrale di riserva (pinamonti è a rischio ambiente)

  68. è sempre cosi difficile sapere quel che pensano o decidono i Cinesi e di quel che scrive la Gazzetta c’è sempre poco da fidarsi, speriamo sia vero che il borsellino si apra prima o poi

    411 gol in 400 partite
    94 gol in 90 partite in Champions
    col Real

    questo CR7 non ha il senso dei numeri, sporca una perfetta media facendone di più..

  69. Va bene, prendo atto delle vostre opinioni, anche di quelle un po’ acide (ringrazio Nicco per aver capito il senso del mio discorso) e spero che abbiate ragione voi su Icardi!
    Lo spero da interista.

    A Lorenzo dico che sì è vero ciò che scrive, ma in ogni caso i vari Maradona Dinho e il Fenomeno hanno giocato per anni nel Barcellona!
    Eto’o poi ci ha vinto due CL.
    Ci sta che ti diano via a un certo punto, anche per soldi e trattative varie, ingaggi e volere di giocatori ecc.
    È normale.

    Meno normale venderti a 18 anni, cioè nel momento cardine di una carriera e per giunta nel Barcellona.

    Ma lasciamo stare il Barcellona, su questo do ragione a tagnin.

  70. Nicco ti sbagli se pensi che la mia sia stata una risposta polemica a internazionalista con il quale sono quasi sempre d accordo su tutto. Ho semplicemente ribadito il mio pensiero sulla questione Icardi e francamente non pensavo a internazionalista il quale non mi sembra affatto un anticardi ma semplicemente un tifoso che lo vorrebbe migliore di quello che attualmente è, cosa che auspico anche io. Sono altri i testardi che lo criticano con ben altro spirito…,Come avvocati ne abbiamo di migliori nel blog :))

  71. Barcellona?
    quello che ci ha regalato Eto’o piu’ un cospicuo assegno per prendersi l’attaccante moderno che dialoga fa gioco va d’accordo con tutti e magari passa anche l’aspirapolvere Ibrahimovic?
    E cmq nel calderone ci metterei che oltre ad Icardi hanno dato via tra i tanti anche Keita Balde’, che nel gioco del Barcelona a mio parere ci stava benissimo testa balotelliana a parte.
    Questo per dire che ognuno fa le sue cacate.

    Su Icardi è la stessa storia che c’era con Vieri, lui segnava a frotte e non si vinceva un mazzo. Ma lui segnava, e Icardi segna, e io sarò antico… ma un centravanti una punta un attaccante in primis deve SEGNARE, e se uno è da 20 goal a stagione lo devi mettere in condizione di fare bene quello che sa fare meglio!
    Poi che in certe situazioni Icardi non sia il leader che sa suonare la carica, magari venendosi a prendere il pallone anzichè nascondersi possiamo parlarne, sulla fascia che porta al braccio possiamo parlarne, sui discutibili gusti di capelli e di moglie possiamo parlarne, ma dell’ATTACCANTE assolutamente no.

    Poi se volessimo darlo via per vedere di nascosto l’effetto che fa (e rimpiangerlo)..

  72. Prima ci raccontavano con sicurezza che a Giugno avremmo fatto incetta di top players, stante la fine del regime di FFP cui eravamo sottoposti. Poi con certezza la fine del detto regime l’hanno spostata al 30/06. Poi con dovizia di dettagli tecnici ci hanno informato del limite max di -30mln nel triennio sottoposto al FFP, triennio che naturalmente si sarebbe concluso nel giugno del 2018. Con il piglio del giornalismo d’inchiesta ci hanno quindi edotto sul congelamento degli investimenti cinesi considerati inproduttivi all’estero. È quindi con eccitata soddisfazione che apprendo oggi dalla rosea che, signori, non siamo nella blck list del PCC. In alto i calici, a gennaio si va di top player!

  73. Yuoth League

    Inter – Dinamo Kiev 2-2

    Bisogna andare a vincere là.

    Di solito Kiev ci porta bene.

  74. Ma…servono i top player ?
    Non intendo certamente farmi sottoporre a perizia psichiatrica, ma non mi sento più tranquillo se compriamo un top player e magari non fornisce alcunché in più ( l’esempio Pogba al Manchester Utd è del tutto voluto, ma ce ne sono molti altri…).
    Ricordo ( l’età ha pochi privilegi, ma questo è uno ) quando arrivò Zanetti, a rimorchio dell’affarone Rambert ( l’avioncito, ricordate ? ) e poi si è rivelato il campione che conosciamo. Ricordo Cambiasso a parametro zero, ricordo Sneijder, solo per parlare di fatti recenti…
    Magari il top player l’abbiamo già e non lo sappiamo ancora ( cfr. Coutinho e altri, svenduti e poi rimpianti ).
    Come cenno di ammenda per le banalità che scrivo offro un link ad una pagina che mi fa sempre brillare gli occhi ( per chi avesse due minuti in più…il successivo filmato riguarda Maicon, Stankovic e Recoba ) :

    https://www.youtube.com/watch?v=LsYGks1hvH4

    Tutti in piedi, please

  75. Grande Yuri
    Thadave è rientrato anche lui alla base, non lo invidio più

  76. Zinho fuori in lacrime. Infortunio serio al ginocchio pare. Non che ci fossero grosse probabilità di vederlo debuttare, ma pur sempre uno dei pochi centrali a disposizione…

  77. @ alexhubner” Su Icardi è la stessa storia che c’era con Vieri, lui segnava a frotte e non si vinceva un mazzo”

    Beh ad onor del vero c’era anche Calciopoli in piena attività……………la squadra dell’Inter ai tempi dei Vieri/Ronaldo/Baggio etc era ben altra cosa………………….

    Icardi non mi piace. Mica per forza deve piacere a tutti. Ma al momento non é lui il problema……….il problema é che sarebbe ora di passare ad un modulo che contempli le due punte……

  78. Sinceramente non ho proprio capito il motivo per cui Zinho, inserito ufficialmente in rosa della prima squadra a causa della carenza di difensori(anzi la dirigenza ha palesemente affermato di contare sul giocatore e non comprare nessun altro), possa aver mandato il giocatore a fare il titolare in Primavera.

    È un’ ingenuità imperdonabile.

    Se l’infortunio è grave come sembra, dovremo affrontare almeno fino a gennaio le partite con solo Rana come sostituto.

    Mah

    • Si, col senno di poi mandarlo a fare la youth league si è rivelato controproducente. È anche vero che lui e Pina qualche competizione nelle gambe devono metterla visto che fare qualche minuto vero in serie A manco a parlarne. Resta il fatto che ora dietro Miranda e Skriniar abbiamo Ranocchia o Dambro adattato (più quest’ultimo mi sa). Si spera nel rendimento a dx di Cancelo, nel caso.

  79. Intanto ricavi a +33% rispetto a ultimo bilancio.

    Sfondata abbondantemente quota 300 (321 per la precisione).

    Bene, la crescita economica ha intrapreso finalmente la svolta.

    Riuscissimo a metter mani sui ricavi CL inizieremmo a parlare di bilanci competitivi, specie se prosegue anche la crescita parallela intrapresa con questo +33.

    Che poi in realtà thohir prese l’inter con ricavi sotto ai 200, quindi in realtà il percorso era già iniziato con lui, sebbene a ritmi molto più lenti.

    La novità è il boom del +33 e del tetto 300 rotto senza batter ciglio, e senza cessioni pesanti.

    Un paio di anni a questi tassi di crescita e l’autofinanziamento sarà possibile: a quel punto potremo essere forti sul mercato indipendentemente da qualunque blocco politico del partito comunista

  80. La società cresce. Il progetto dal punto di vista finanziario ha il suo sviluppo. La Juve però è a 422. Serve una strategia aggressiva sul fronte stadio. Sala e Fassone da mettere nel mirino a livello mediatico.

    • Ok sullo stadio,

      Ma ai 422 loro ci sono arrivati con l’aggiunta di cessioni pesanti (pogba) e ricavi CL per altro da finalista con nessun altra italiana a spartirseli

      321 mln senza stadio, senza cessioni pesanti, e senza ricavi CL, ci avvicinano molto di più -in potenzialità- di quanto pensiamo

  81. Turno di Champions positivo, sia per il ranking ( che poi tanto ne vanno 4 comunque) che per il fatto che alla peggio il terzo posto e quindi l’EL e quindi ulteriori impegni internazionali oltre al campionato, sono garantiti per le tre squadre in teoria molto più forti di noi.
    Perchè se già ce la giochiamo con Lazio e Milan (che anch’esse hanno le coppe), hai visto mai che una di queste tre scoppi?

  82. Non penso che Lazio e milan ci possano far granché paura, al di là della giocata fortunata di un loro singolo o ( come temo ) dell’errore della nostra difesa ( prepariamoci… càpita a qualsiasi squadra, l’importante è che non succeda spesso…), perché vedo anche in loro importanti lacune e panchine non troppo ricche. Diverso è il caso di “quelle tre”, anche se : il Napoli ha paradossalmente risolto i propri problemi di attacco vendendo Higuain e potendo far giocare assieme Insigne e Mertens, chiudendo così i malumori di entrambi ( era un caso “Mazzola-Rivera”, in pratica ) e avendo N soluzioni di fantasia e rapidità, ma non ha una difesa ed un centrocampo all’altezza, per cui è costretto a segnare molto. Finora lo hanno fatto, ma…
    La Roma è la squadra secondo me più equilibrata, ma da toscano che vive e lavora a Roma da anni…vedo gli stessi problemi di tifo eccessivo e cieco ( simpatico, per carità ! ) che attanaglia la Fiorentina. I tifosi hanno le stesse aspettative delle squadre maggiori, ma…hanno vinto 5 scudetti in due e qualcosa dovrebbe pur suggerir loro… Non vedo Dzeko come un vero fuoriclasse, né hanno solide alternative. Perotti e El Sharaawi sono bravi e guizzanti, ma poco efficaci, a guardar bene.
    In ultimo la juve : con gli anni che passano per la difesa e quel giovane argentino ( simpatico a noi come un telegramma di notte…) che prima o poi fatalmente non segnerà con questi ritmi…devono sperare nel legnoso Mandzukic e/o in un centrocampo che prema molto e inventi qualcosa. Poi…le coppe costano molto, in termini fisici e mentali ( rosico, si, ma almeno che ne paghino gli effetti…).
    Sono certo che sarà un campionato molto equilibrato, per cui ribadisco quel che ho scritto giorni fa : meglio metter via i 3 punti che di volta in volta riusciamo a strappare, piuttosto che rimpiangere un mercato carente. Saranno pochi punti a far la differenza tra un campionato soddisfacente e ( mai sia ! ) un’altra annata da dimenticare. E sempre FORZA INTER.

  83. La questione stadio sui ricavi è cruciale se continua il trend per cui siamo, risultati a parte mi vien da dire, da sempre o quasi la squadra più seguita d’Italia!
    Anche il progetto del “nuovo Appiano Gentile” pare molto ambizioso.
    Mi sembra che la crescita della società sia frutto dei piccoli passi mossi con astuzia e capacità nei momenti più favorevoli, aspettando anche i risultati sul campo, e per ora anche quelli sono positivi.

  84. Intanto Ancelotti viene fatto accomodare…

  85. Altro sopravvalutato.
    Altro fenomeno da Juve .

  86. Carletto is (re)coming. Nel Game of Benchs, il regno di Mediaset (lo è tuttora) sta per vedere riaccomodarsi il Principe Carletto. Povero Montella. Non mi era nemmeno simpatico. Ma neanche un po’… Il tempo di chiedere se ci sono i fondi a coprire, magari in Lichtesteiner, e trac! Cotto e mangiato. Mila! Mila! solo con te!

  87. …o il dopo-Ventura?

  88. Dipende se Tavecchio vuole far uno “sgarro” ai potenti. Sicuramente, da come sta riuscendo a gestire i suoi vecchi nemici, è un tipo molto, molto, molto accomodante. Altrimenti, se non fosse così, dovrebbe partire in automatico una controdenuncia miliardaria contro chi ha distrutto la reputazione del calcio italiano e, nonostante un ALTRO, ripeto un ALTRO processo in corso, non ha nemmeno il buon gusto di congelare il suo incarico. Dodici assegnati, trenta sul campo.

  89. Ancelotti è pronto per Milan o nazionale. Mi divertirebbe veder piombare ulteriormente il bilancio dell’inesistente società rossonera con lo stipendio dell’anziano Carletto. Più facile vederlo sulla panchina della nazionale dopo la mancata qualificazione ai mondiali (o prematura eliminazione dagli stessi).

  90. Che dire dei gonzi che a 5 minuti dalla fine conducono per 2 a 0 e al 90esimo sono 2 a 2?
    Squadra stellare e super milionaria!!!
    Montella se ne va ed arriva carletto?

  91. minchia, neanche il tempo di scrivere e fanno il 3 a 2……..

  92. ho letto solo la gazzetta, le altre PI non so, ma loro sono imbarazzanti.

    l’avessimo fatto noi di riprendere il risultato al 94′ dopo essere stati avanti 2 a 0 ci avrebbero buttato addosso chili di merda.

    lo fanno loro e si concentrano su cutrone,tralasciando tutto il resto. speravo che con l’arrivo di cairo qualcosa cambiasse nella linea editoriale,ma invece….

    da bresciano non amo particolarmente l’atalanta, da interista non amo particolrmente gasperini,ma che atalanta ieri sera. hanno corso come forsennati e lottato su ogni pallone.considerata la loro rosa è innegabile che c’è molto del lavoro dell’allenatore in quanto stanno facendo. chapeau

    • a parte che alla luce delle nostre ultime esibizioni nel torneo non mi soffermerei sulle vittorie sofferte altrui,dall’Atalanta di ieri sera c’e solo da imparare

      giù il cappello

  93. Oggi due perle di Merdaset.

    Posto che quando segnamo noi oltre l’80° è culo, per il Milan invece : “Cutrone scaccia la crisi”.
    Ma il top lo raggiunge (e chi se no?) Pellagatti nel tentativo di ridimensionare la “vaccata” dello sciacquatore di bocca che dà il la al 2-1 di Acosty, precisa che Bonucci in quella circostanza “aveva un leggero dolore all’inguine”.
    Di solito siamo intorno al 70° posto mondiale per quanto riguarda il livello dell’informazione e sarei curioso di sapere se Studio Sport è compreso o no nel novero di detta statistica.

    p.s Voi direte, ma perchè non cambi canale ?
    E’ il fascino morboso della perversione.

    • Giusto. Anch’io seguo le partite col secondo audio e Pellegatti e il commentatore della Roma mi allietano più delle loro squadre (le partite dei bianconeri ? Per non sbagliare non seguo neppure l”Udinese…).

  94. Aggiungerei gusto dell’orrido
    Domenica Atalanta-Gobbi? Eccalalà!!! Apparecchiata con scusa pronta

  95. Se gioca Spinazzola come l’anno scorso sono 12 contro 10 (e tralascio ovviamente la terna arbitrale).

  96. Comunque fa sorridere il fatto che anche il Bayern Monaco, società virtuosa presa ad esempio da tutti, sottostà alla regola principe: tutti gran signori quando si vince e dei cialtroni quando si perde con spogliatoi che licenziano gli allenatori.

  97. Giusto. Provando a vedere le cose SENZA pessimismo…ques’anno abbiamo tenuto Perisic, Icardi riesce ancora a segnare mica male, e…domenica sera ne vorrei fare uno in più di domani a Benevento (i gesti apotropaici sono pienamente tollerati, anzi : consigliati)…

  98. Del tutto giusto… Mi correggo : il 15 ottobre. Ansia (mia) da prestazione (loro).

  99. …e se poi le romane ci facessero qualche regalo…

  100. Ho appena finito di vedere il PSG. Il Bordeaux non è uno squadrone e non sono fanatico delle facili mode calcistiche, ma…mi ha colpito la velocità con cui giocano. Non abbiamo – in Italia – una squadra con una difesa in grado di fermarli. Speriamo di prendere qualche difensore in tempo per la CL del prossimo anno

  101. Idem Chelsea-Man.City.
    Un altro pianeta.

  102. Gus, solo oggi leggo il tuo giudizio, o meglio pronostico , sulle squadre meglio attrezzate , e quindi favorite, per il terzo e quarto posto, dando per scontato a chi spetteranno i primi due. Pronostichi giustamente le due romane. Sono d’accordo con te, anche se le ultime tre partite mi rendono ancora più pessimista: le tre squadre che abbiamo incontrato, destinate a lottare per la salvezza, per consistenza e organizzazione di gioco non si sono dimostrate affatto inferiori alla nostra, anzi, in numero di occasioni di rete, ci sono state superiori. Ci hanno salvato le parate di Handa e una buona dose di fortuna, al punto che, anche la partita di stasera, con l’ultima in classifica e a zero punti , non la vedo tanto facile perché, a mio parere, la squadra sta attraversando una crisi involutiva di gioco, sempre più lento, improvvisato e poco consistente nei reparti medio-alti, che può essere messa in crisi anche da una squadretta di modeste pretese , ma veloce e ben messa in campo. A questo punto, formulare un pronostico sulle reali possibilità della nostra squadra, nonostante l’ottima classifica e la presenza nelle nostre file di giocatori di categoria medio-alta, diventa estremamente difficile. Formulo però un’ipotesi. Nelle prime due partite contro squadre di alta classifica l’impegno della nostra squadra è stato massimo e, nonostante evidenti squilibri, si è visto (soprattutto nell’ultima mezz’oradella partita giocata contro la Roma) sprazzi di bel gioco. Le altre partite sono state affrontate con la presunzione di essere nettamente più forti, non tenendo conto che contro squadre ben organizzate in difesa e che si chiudono nella propria area, giocando le proprie carte in contropiede , diventano fondamentali manovre veloci e penetranti nel bunker difensivo , creando occasioni da rete. Tutto il contrario di come si è mossa e organizzata la nostra squadra, che quando è costretta a condurre lei il gioco, non trova spazi di manovra perché lenta e macchinosa, non tira da fuori area né è in grado di portare i propri attaccanti a ridosso del portiere con manovre ficcanti. Ritengo però che le cose possano andare meglio quando siano gli altri a condurre il gioco e noi possiamo muoverci in contropiede, sempre che i due esterni d’ala ( o Eder, adottando la soluzione del doppio centravanti) entrino in collaborazione fattiva col Icardi, e non lo lascino costantemente solo, facile preda dei difensori. Insomma, le reali possibilità della nostra squadra si giudicheranno meglio e con cognizione di causa dopo partite impegnative come quelle col Napoli e con la Sampdoria, in cui non credo che partiamo battuti in partenza , ma che spero ci riservino sorprese positive.

  103. con la Sampdoria non partiamo battuti in partenza, buono a sapersi

  104. Alaves vince dopo sei sconfitte di fila…
    Io mi tocco

  105. Brozovic. Non c’è speranza, non c’è futuro. Nessuna luce.

  106. Benevento – Inter 2-0
    ‘notte

  107. Stasera il milan perde. Domani via montella. Martedi dentro ancelotti.
    Il 14 ingresso trionfale di carletto a San Siro.
    Inter 2 – milan 0.

  108. Niente, non ce la facciamo proprio a non complicarci la vita … 2-0 al 22′ ma poi abbiamo fatto di tutto x farli segnare, e ci siamo riusciti :((

  109. Onestamente, a una squadra come il Benevento, che sembra veramente fuori contesto di serie A, non puoi concedere tiri in porta, cross pericolosi, contropiedi, uno contro uno ecc ecc.

    C’e’ veramente molto da lavorare, indipendentemente da qualsiasi risultato ne venga fuori.

  110. al di là dei limiti tecnici, è evidente una certa supponenza.

  111. non c’è fame. E senza fame, non si va al di là dei propri limiti.

  112. Bene per 25′, poi abbiamo staccato la spina, spero che Spalletti si faccia sentire…

    Nel casting per il trequartista, Brozo nettamente avanti su JM, per distacco…

  113. Tolto il pensionato …

  114. Altri 3 punti maledetti da mettere in saccoccia. Senza riuscire a chiudere anzi prendendo ripartenze fino all’ultimo secondo da un Benevento che finora ha faticato ad impensierire pure la retroguardia del Fregene. Mah…

  115. Eh, niente… classifica splendida, ma giochiamo malaccio…

    Siamo sempre lenti, dopo mezz’ora sembriamo cotti…

    Oggi salvo solo Skriniar e Brozovic

  116. Questa non l’ho potuta vedere, so solo che abbiamo vinto; tanto mi basterà per passare in pace la sosta_ Invece riuscirò a vedermi i cugin ed a tifarli affinché blocchino i lupacchiotti sull’x_

  117. Squadra incompiuta come la campagna acquisti che l’ha creata.
    La vera brutta notizia è che Spalletti non sembra aver rigenerato ancora la testa di nessuno degli psicolabili, siamo meglio dell’anno scorso, si, questo è molto probabile, ma continuiamo ad avere personaggi discontinui e inaffidabili.
    Lui ha fiducia che riprenderanno piano piano il carattere di squadra.
    Crediamoci.

  118. Aria da funerale qui? Sarà che abbiamo vinto…

  119. nessun miglioramento
    Se non la conferma del culo
    Altri due pali

    Unica cosa positiva
    Per il resto è una squadra soporifera e inutile

    Ho visto il Napoli alle 12.30

    Il confronto è imbarazzante

  120. Icardi e Perisic sono andati vicinissimo a chiuderla, ma niente… A parte i limiti tecnici c’è ancora da lavorare sulla testa. Ho sempre trovato ridicolo parlare di cinismo a proposito di partite di calcio. Parliamo pure di determinazione. Comunque ci manca. Mentre i limiti ci sono.
    A parte tutto, mi chiedo se Spalletti possa fare di più con quello che ha a disposizione.

  121. Per dirla con Giorgio, siamo fiduciosi di fare 3 gol alle merde rosse e nere! Intanto…….siamo matematicamente secondi per due settimane.
    Meglio se……..im compagnia, ma non ci credo proprio…

  122. Giocando così sarà durissima entrare nelle 4 di Champions…

    La Lazio non la caga nessuno ma è veramente forte…

    Quel Luis Alberto dove l’hanno pescato?

    • Concordo in pieno.

    • La Lazio ha un centrocampo che noi ce lo sogniamo. Uno su tutti:Parolo. Qualità e quantità.
      Noi bene nel primo tempo.poi manca la personalità e un capitano che sia d’esempio per tutti. Sotto questo punto di vista icardi non bene. A Benevento sei un fuoriclasse devi fare la differenza.

  123. Comunque niente da fare, gira e rigira continua a mancare quantità e qualità in mezzo. Gaglia mi sta deludendo: dovrebbe entrare con la voglia di spaccare il mondo ed invece anche lui gareggia in svagatezze con i già noti JM e Brozo. Su quest’ultimo però insisto a dire che questa squadra (oggi un’evidenza) non può permettersi il lusso di rinunciare all’unico centrocampista che ha in canna i gol alternativi a quelli di Mauro e Perisic. @scettico La Lazio anche oggi, per gioco e brillantezza ha dimostrato di essere un’autorevole candidata alla CL. Bisogna sperare faccia molta strada in EL.

  124. Crotone Spal e Genoa secondo me sono molto superiori a questo Benevento.

    Per questo credo che la prestazione di oggi almeno dalla mezz’ora del primo tempo in poi è stata veramente imbarazzante.

    Oggi ci metto anche i cambi del mister.

    Borja è in evidente fuori condizione e se continui a farlo giocare da titolare già regali un uomo, se poi lo lasci fino al 75′ allora sei proprio masochista, infine se lo sostituisci con Gaglia che ha la stessa lentezza e fa gli stessi passaggini di due metri cosa cambia?

    Nel secondo tempo tutta la squadra ha passeggiato preoccupatamente, e non comprendo perché uno dei due che hanno cambiato Inter Genoa grazie ai loro ritmi non sono stati messi.

    L’ultimo cambio veramente incomprensibile, con Dalbert che ha toccato tre palloni di cui due regalati a loro per ripartenze pericolose, una anche al 94′!!!!!!!!

    Non siamo una squadra di palleggiatori, nonostante ciò si continua a fare passaggini da qui a li’ anche quando il nostro compagno è marcato stretto e così si perde palla e si dà via alla ripartenza.

    Per quanto riguarda il luogo comune del “culo”, beh io credo che il palo preso sul 2-1 a un metro dalla porta sia più un errore del giocatore, per cui mi concentrerei sul perché abbiamo fatto crossare in scioltezza e perché quello era libero di colpire.

    Distanze troppo lunghe tra i reparti, concesse ripartenze a raffica con avversari tra le linee liberi di avanzare e la nostra difesa che arretra e basta.

    Difficile fare confronti col Napoli che gioca cortissima e per quello si ritrova sempre con tre giocatori sulla palla che facilitano sia la manovra che il recupero della palla in situazione di non possesso.

    Nello stesso tempo però credo che la nostra squadra possa far meglio dal punto di vista del gioco (non so per il risultato), contro squadre di alta classifica.

  125. Aggiungo:

    Con questo andazzo l’inculata è dietro l’angolo.

    Alla prima sconfitta crollerebbe tutto addosso per cui secondo me il Mister dovrebbe aver il coraggio di cambiare proprio ora e di fare scelte importanti dando più dinamicità alla squadra con Eder e Karamoh o uno dei due e l’altro in corsa.

  126. abbiamo perso di nuovo, parrebbe.

    i ns problemi li abbiamo, ma sui 2 pali “clamorosi” del Benevento Handa era lì sereno.

    Forza Inter sempre.

  127. Abbiamo vinto
    Ma non siamo stupidi
    Per cui vediamo
    Le cose come stanno
    Siamo lì solo per una serie di circostanze
    Magari miglioriamo
    Ma se non miglioriamo prenderemo batoste a ripetizione

  128. Ho pensato di scrivere che Brozovic avrebbe fatto una doppietta, poi mi son vergognato e non l’ho fatto. Non mi vergogno però di contare su un derby vittorioso. Di chi sarà l’allenatore rossonero…francamente me ne infischio, come diceva Rhett Butler.
    Non trovo geniale, invece, continuare a far giocare assieme B. Valero e Vecino (meglio, sia pur di poco, il secondo, ma solo perché dal primo ci si aspetta di più): se prendi il centrocampo di una squadra che l’anno scorso è arrivata dietro…
    Meglio Brozovic e Candreva a metà campo, con due mediani (parola desueta) dietro e Karamoh e Perisic sulle fasce.
    Icardi deve avere qualche straccio di palla giocabile, se no è inutile averlo, poveraccio…

  129. io non sono stupido
    e i problemi li vedo
    ma del pessimismo
    davvero me ne frego

  130. Ah perché commentare semplicemente la realtà che è davanti ai nostri occhi si chiama pessimismo?

    Soffrire fino al 95′ con tanto di ennesimo contropiede tre contro tre al 94’contro una squadra che è a zero punti dopo 7 partite e che ha raccattato caterve di gol si chiama pessimismo?

    • Dalbert ha buttato una palla incredibile al 94′, gli costerà ancora tanta panca…

      Non stupiamoci se gioca ancora Naga

  131. Condivido gran parte delle critiche, che del resto avevo già espresso nel post precedente alla partita, con qualche riserva. Partite come questa lo scorso anno le avremmo pareggiate o perse; e questo vale anche per molte delle partite precedenti. Sarà per fortuna o , come ritengo più probabile, per un migliore assetto della difesa: i difensori, pur con qualche distrazione di troppo, non mostrano la tremarella che in certi periodi della partita mostravano di avere lo scorso anno. Resta ormai cronico il buco nero del centrocampo, dove nascono e dove muoiono le azioni , senza sbocchi o verticalizzazioni verso gli attaccanti, che poi si riducono al solo Icardi, triste, solitario e sempre ben custodito anche dalla modesta difesa del Benevento. Rimango tuttavia nella convinzione che la squadra, se maggiormente impegnata, possa fare molto di più, evitando quelle distrazioni che si è permessa anche stasera, rischiando il pareggio. Quanto al resto, quarto posto etc… boh!..meglio vivere alla giornata, navigando a vista, senza farsi troppe illusioni, né pronostici troppo impegnativi…

  132. Ma qualcuno ha capito che cosa gli ha preso al Gaglia?

  133. Continuiamo ad essere una squadra che fa dire boh ma intanto la classifica è ottima … oggi mi è sembrato un po’ di supponenza, forse nel secondo tempo potevamo chiuderla, ma abbiamo rischiato letteralmente fino all’ultimo secondo … Spalletti deve inventarsi qualcosa, buttar dentro Karamoh, Cancelo che dovrebbe essere ormai quasi pronto, e poi è inevitabile fare qualcosa a gennaio, leggevo che lo Jiangsu potrebbe prestare Teixeira, un brasiliano che giocava nello shaktar di Lucescu, si dovrebbe poter fare senza troppe rotture (fair play, congresso cinese, etc) qualcuno si ricorda se era buono?

  134. Mi sarebbero andati bene tutti e tre i risultati,
    Il pari fermava entrambi
    La vittoria del Milan teneva lontana la Roma, squadra pericolosa.
    Ma la sconfitta del Milan è da sempre la cosa migliore, sempre!

    Mi raccomando, non rianimiamoli!

  135. Si, però Gagliardini così rischia di fare lo stesso percorso…che so…di Ranocchia. È giivane, l’hai voluto a tutti i costi… Devi farlo giocare anche se sbaglia qualche partita, se no perde la nazionale e…la bussola. Non sarà il miglior giocatore del mondo, ma ha bisogno di sentire fiducia, non di “ruotare”. Anche per calcolo egoistico…non possiamo permetterci di “bruciarlo”.

    • La nazionale la persa da giugno ecco perché gioca male. Per riconquistarli deve giocar male. Cannavaro style

  136. bel BBBBilan che x la cazzetta on line esce a testa alta.

  137. Povero diavolo, e nemmeno può sperare in.. miracoli_
    Però esce a testa alta.

  138. lazio e milan sono le nostre avversarie per il 4 posto quindi ottima la vittoria della roma che insieme al napoli lotteranno per il secondo posto con i gobbi che, non lo voglio dire.

    averli a meno sette è tanta roba, la pressione del derby sarà tutta su di loro, non potranno perdere.

    mi preoccupa la lazio che come scrissi tempo fa ha un organico meglio del nostro e nonostante le nostre vittorie in serie, i loro impegni del giovedì, i tanti infortuni, sono li a meno 3.

    che poi si debba migliorare è ovvio altrimenti i discorsi sopra diventerebbero aria fritta

  139. Xò milan-roma preferivo un pareggio, anche perché ora non possono perdere il derby, e sappiamo che vuol dire …

  140. @TOTO : grazie della citazione, ma…la cosa grave è che credo davvero ad una ns. vittoria. L’unico che temo un po’ è Bonaventura, ma nonostante un portiere che ne para molte…sono fiducioso di mandarli a -10. Poi, se proprio qualcuno volesse essere impietoso, potrebbe contare i soldi che hanno speso (augurando loro di poter coprire le spese), analizzarne il gioco, valutarne i fuoriclasse… Absit iniuria verbis.

  141. Spinazzola come previsto sta giocando con la sua futura squadra.

  142. La dea che perde con la juve…
    Chi lo avrebbe mai detto?

  143. Io però non capisco il Gaglia. Buon talento, arriva da noi, inizi promettenti… e poi si perde. Ennesimo mistero di questa squadra mangiatutto. È veramente irriconoscibile, un’involuzione orrenda.

  144. Solita atalanta contro la gobba … Quello che mi fa incazzare è che poi con noi danno l’anima … Ma quando retrocedono sti stronzi?

  145. E comunque, con un centrocampo così, alla prima avversaria cazzuta rischiamo grosso.

  146. @denny
    Questo milan è proprio poca roba, perciò sono fiducioso per il derby_ Comprendo però le tue cautele, ma dipendono piuttosto da noi_ Cosa siamo?

  147. Il Milan è meno peggio di quello che sembra
    Fino al gol di dzeko erano meglio della roma

  148. Clamoroso. Gol annullato ai gobbi per fallo precedente dello svizzero.
    Impensabile.
    Anche perché VAR Dovrebbe intervenire solo per i rossi, non per i falli da giallo.
    G O D O

  149. Le partite adesso se le debbono sudare.

  150. Tranqui… le merde vinceranno 4 a 2

    Si accettano scommesse.

  151. Scusate…ero troppo impegnato ad arrotolarmi dalle risate al gol di Cristante. Appena avete un momento ditelo a buffon, che non l’ha visto…
    Lichtsteiner si permette cose che avrebbero causato una condanna penale a Marco Materazzi…

  152. Forza Napoli tutta la vita. Purché non vincano i gobbi!

    • Forza (quasi) chiunque !!! Oggi giornata…nerazzurra. A parte le battute : l’Atalanta ha giocato a Lione, mica con una squadretta, e con DUE giorni in meno di riposo. Eppure marcavano e correvano da matti. Il calcio è questo. Da sempre. Forza Inter !

  153. Finalmente l’Atalanta non si è tirata indietro come al solito!

    Forza Inter, rube merda e forza VAR!!!!

  154. Chiaramente mentre scrivevo il messaggio, una mano era beatamente appoggiata sui … 🙂 🙂 🙂

  155. Questa partita l’anno scorso la Juventus l’avrebbe vinta 4-1.

    Il VAR ha riportato un pochino di democrazia.

  156. E la b***e la pigliò in c**o. Per il resto c’è Mastercard.
    Sottoscrivo Flavio: l’anno scorso sarebbe finita 1-4, max 2-4.

  157. Eh, ma a buffone la var non piace! AHAHAHAHAH

  158. La juve che non vince, per giunta con decisioni apparentemente ostili, capisco l’entusiasmo..
    Epperò non c’è nessun errore, se non a favore:
    1 gol da annullare perché la var deve intervenire se l’azione è viziata da un chiaro fallo, quello di Lichtest. E non ci sono state interruzioni dell’azione  tra il fallo non visto ed il gol;
    2 rigore concesso ma Non c’era perché Petagna colpisce di spalla che non è mano_ Fortuna che l’ha sbagliato_
    L’autobus degli aiuti era arrivato anche stasera, alla prossima

  159. Speriamo siano finiti quelli che denigrano il var, stasera i gobbi avrebbero vinto 4.1..
    Sull’ Inter solita cosa, si vive alla giornata, il sogno fare 4 punti fra derby e Napoli ma sappiamo tutti che quello che si è visto finora di lunga non basterà

  160. a parte le figure dimmerda dando per scontati risultati che tali non si sono rivelati (e farsi prendere per il culo da un subumano goBbo a caso, tra l’altro con pieno diritto) la domanda che mi tormenta è sempre quella:

    se tutto è falso, farlocco, preordinato

    perché perderci del tempo?

  161. nervoso?
    sembri massimo mauro

  162. Rigore dato alla juve vergognoso.
    Così per la cronaca, dato che l’ho visto adesso che sono rientrato. Concordo col 1-4 d’altri tempi commutato in 2-2 grazie alla VAR e a quello che si porta dietro come energie nervose.
    Se ci fosse stata la VAR quando sono tornati dalla B ci mettevano 25 anni a ridiventare uno squadrone.
    Comunque… meglio tardi che mai, anche se adesso riprenderlo sarà lunga, però si riaccende l’interesse.

  163. Riprenderlo=riprenderli

  164. Comprensione per D’Amato= doveva sentirsi parecchio in colpa, aveva applicato il regolamento! Talche’ correttamente aveva annullato il gol del 3-1 juve_ Accidenti, episodio decisivo che l’Atalanta poi era riuscita a pareggiare! Sulla punizione dal limite ovviamente era il meglio piazzato, e dal campo aveva visto benissimo che la palla aveva colpito la spalla di Petagna e non il braccio_ Correttamente non aveva concesso il rigore, riapplicando il regolamento_ Ma si può rispettare il regolamento generale contro la juve, e non piuttosto il regolamento degli equini? Certo che no_ E così alle solite veementissime proteste dei monoretrocessi, metodo noto e sempre funzionante, non se le è sentita di proseguire con il regolamento fgci, regalandoli il rigore dei tre punti_ Chissene che non era rigore, intanto glielo do lo stesso, questo ha pensato e fatto_Grazie Var, il male non si estirpa ma ha più difficoltà a colpire: è già qualcosa_

  165. L’agitazione dei goBBo-rubentini su Sky e la demoralizzazione dei dei Biretrocessi-gonzi su Premium, sono la vera goduria della giornata…

    Altro che Benevento-Inter!

  166. E Allegri evoca il baseball. La giornata comincia benone.

  167. Clamoroso a bergamo! L’atalanta non si scansa, poi cmq il rigore x vincere alla fine lo hanno dato, meno male che il “pallone d’oro” gobbo se lo è fatto parare … Diciamo che col var qualcosa sta migliorando, ma la strada è ancora lunga

  168. @Acanfora sono d’accordo il milan è poca cosa normalmente non me ne preoccuperei, ma godono ancora di protezioni non solo mediatiche, e noi siamo troppo fragili x superare certi “episodi” cmq x ora va bene così dai, speriamo che le nazionali non facciano danni e intanto godiamoci questo secondo posto 🙂

  169. a me tormenta una domanda,
    me se un interista anziché essere felice della giornata di ieri viene qua a rimproverare chissà che cosa

    perché perderci del tempo?

  170. Ok non si è giocato bene.
    Ok gli avversari non sono stati granché probanti.
    Ciò detto: l’anno scorso dopo 7 partite avevamo 11 punti, oggi 19.
    Vedendo il calendario ad inizio anno, dopo queste 7 partite un ruolino da Inter (cioè una squadra che deve puntare alla zona champions, consapevole di essere un gradino o più sotto ad altre squadre) doveva essere di 18 punti (6 vittorie e una sconfitta a Roma, che ci sarebbe stata). Bene, siamo un punto sopra.
    Possiamo evitare tafazzismi, consapevoli che non saremo da scudetto ma che di riffa o di raffa le cose stanno andando discretamente bene? quando perderemo o pareggeremo partite come quella di ieri allora potremo tirare fuori i malumori, ma suvvia, un minimo di felicità no?

  171. Già dall’anno scorso, anche in serie A, come in altri campionati europei, le partite in cui il risultato è scontato stanno diventando sempre piu numerose. Quindi, per quanto riguarderà le posizioni di vertice, la classifica sarà determinata dagli scontri diretti e dai risultati con le squadre di media levatura. Per quanto riguarda la classifica dell’Inter quindi l’unico risultato positivo è stata la vittoria con la Roma, mentre negativo è stato il pareggio a Bologna. Tutte le altre vittorie vanno valutate come scontate, se vogliamo considerare l’inter squadra di vertice. Quindi per ora non mi pare ci sia troppo da entusiasmarsi per la classifica. Nel girone di andata dobbiamo ancora affrontare Milan, Napoli, Sampdoria, Atalanta, Juve e Lazio. Quanti punti faremo in queste gare? Di sicuro le prossime tre ci diranno molto di piu di quanto non ci abbiano detto le prime sette.

    • Concordo. Però aggiungo che l’anno scorso, tra le partite che dovevano essere scontate, possiamo ricordare chievo-inter 2-0, inter-palermo 1-1, inter-bologna 1-1.
      Non sto dicendo che lotteremo per lo scudetto, ma solo che le vittorie scontate l’anno scorso non erano scontate, e quindi portarle a casa (almeno fino ad ora) mi sembra un notevole upgrade

    • Scontate come Udinese Sampdoria 4 a 0 ?
      Non ci sono partite scontate se si gioca a pallone, ci sono a volte esiti di campionati scontati, come quello tedesco degli ultimi 5 anni il Bayern avrebbe fatto il vuoto anche se avesse messo in panchina Oronzo Canà. O quello Francese, o ovviamente quello Italiano.
      Campionati dove il divario tra chi vince sempre e tutti gli altri è talmente clamoroso da rendere ininfluenti pronostici sovvertiti, che comunque per fortuna ci sono e rendono questo sport cosi bello.
      Poi ci sono dei modi per acuire ulteriormente questo divario e rendere impossibile l’improbabile, ma questo è un altro discorso, molto italiano, dove si riesce a far diventare uno sport meraviglioso e pieno di colori una cosaccia brutta in bianco e nero…

    • Credo di essermi espresso male. Quello che voglio dire è che queste strisce di vittorie cosi lunghe, non solo dell’Inter ma anche di altre squadre, non sono piu cosi eccezionali, anzi. E questo è dovuto al fatto che ci sono ormai troppo squadre contro le quali la probabilità di non vincere è davvero bassa. Se qualche anno fa una serie da 6 vittorie e un pari sarebbe stata da record o quasi, adesso rientra nell’ordinario.

  172. Purtroppo con l’Inter, salvo in alcuni felici periodi storici, non c’è mai nulla di scontato.
    E l’unica cosa prevedibile è l’imprevedibilità.
    L’unico paragone che tiene è quello con il felice avvio manciniano interrotto dalla Lazio prima di Natale.

  173. Sulla partita dell’Inter direi che i primi 30 minuti sembrava una classica partita come dicono molti contro la classica squadra che si scansa. Poi non si sa come anzichè essere 4-0 siamo riusciti a rianimarli anche se a dire il vero non abbiamo mai subito una pressione continua ma solo sporadiche azioni nate perlopiù da nostri errori.
    Riuscire a tenere il pallino del gioco limitando gli errori mi pare il proposito buono in vista del derby. Mentre altri match mi sono sembrati più negativi qui ho visto un miglioramento nella costruzione del gioco dove cmq fatichiamo, e siamo riusciti a segnare nonostante i nostri attaccanti fossero abbastanza sottotono e indolenti, anche se segnalerei il cross assist di Candreva su azione tra l’altro insistita di Nagatomo, due dei più positivi anche se spesso bersagliati assieme al solito grande Skriniar.

    Su Atalanta-Juve buffo vedere i diversi commenti su Settore del pre partita e del dopo… si sono scansati… Spinazzola gioca per loro…e simili… (tra l’altro i futuri juventini sono stati tra i migliori e Caldara ha pure segnato) e dopo grande Atalanta esaltati come eroi… come hanno detto alcuni avevano giocato due giorni prima, e i ricambi inseriti come Cornelius faticavano, ciò nonostante è servita una papera colossale del portiere per far passare la Juve, poi restituita con fair-play dall’eterno Buffon.
    Le decisioni dell’arbitro penso siano state discutibili ma non cosi eclatanti, nel primo caso è stato un capolavoro arbitrale annullare un goal sullo sviluppo di una azione, nel secondo il movimento di Petagna è veramente sospetto e aumenta il volume del corpo anche se sembra colpire di spalla, poi ci ha pensato Dybala a completare l’opera.
    Detto questo, concludo ed esprimo la mia personale ammirazione per Papu Gomez, giocatore che da sempre vorrei poter ammirare sempre in nerazzurro ma con altra bandiera.

  174. Sarà l’età che non mi fa scalmanare più come prima, saranno i ricordi da piccolo, quando chiunque criticava l’Inter era mio nemico ( anche i parenti prossimi, sissignore…), ma NON riesco ad essere così critico. Vedo – naturalmente – che ci sono cose che non vanno, ma ostinatamente ripeto che, alla fine del campionato, o tra qualche anno, quello che si vedrà dell’annata 2017-2018 ( come per TUTTI gli anni ) sarà la classifica finale con i piazzamenti che contano.
    E non è facile cinismo, ma solo la constatazione del tempo che passa.
    Altrimenti la juve non potrebbe vantarsi di aver vinto X scudetti, se potessero emergere tutte le ruberie perpetrate.
    A proposito : io sono favorevole al VAR ( pare sia da considerare al maschile ), ma si tratta pur sempre di una interpretazione in più, quindi un altro punto di vista soggettivo. Non va bene in assoluto, quindi, ma va…meglio di prima.
    E permettetemi di fantasticare un momento su cosa poteva accadere…che so…se ci fosse stato il VAR per Ceccarini sul rigore di Ronaldo…
    Ma – ora che ci penso – questo va contro quanto ho appena scritto : avrebbe confermato la decisione ;(

  175. Niente. Non la mandano giù sta roba del var.
    Juventini insopportabili, inguardabili, indecenti.

  176. E, comunque, anche il fantasmagorico Napoli ha incontrato, finora, solo Lazio e Atalanta, oltre quelle inutili.
    Quindi…….riparliamone tra tre partite.
    Se restassimo secondi, ma anche terzi con un minimo distacco, beh…….non sarebbe da sputarci su. O no?
    Non oso pensare, per ora, più in grande.
    O no?
    AMALA

  177. Il regalo del rigore fasullo, dato nonostante la var, non è bastato= ne volevano un altro per fallo su higuain al 91mo!!!!

  178. Crash del sistema o…….nessuno ha un cazzo da dire?
    Eppure gli spunti non mancano:
    – le merde perdono
    – i gobbi non vincono
    – il/la VAR
    – siamo secondi e i derby si avvicina
    – la nazionale……ah no, fottesega! 🙂

    AMALA

    • Pausa nazionali … Come dici tu, fottesega! 😀 io suggerirei un post di Settore intitolato “l’insostenibile pallosità delle nazionali”

  179. Sistema funge……quindi……..vale ipotesi due.

    Sector………urge altro post; magari ci parli del liquore Strega! 🙂

    AMALA

  180. Ma in società non c’è un’anima pia che può ritirare la targa di Mastella? Gli adetti stampa lo conoscono l’italiano? E sono sempre quelli del libro dello scorso anno?

  181. se l’addetto al blog me la passa in tempo reale, o quasi, si potrebbe fare un paragone tra la/il Var e Icardi

    entrambi sono oggetto di discussioni e dividono le opinioni

    stavolta i detrattori della Var del blog non si sono fatti sentire visto che la gobba ha pareggiato, grazie alla Var, una partita che senza di lei avrebbe vinto senza problemi a mani basse

    per cui non era il caso di tirare in ballo scemenze come quelle di Allegri del tipo che le partite potrebbero durare quattro ore perchè gli brucia il culo che gli abbiano annullato un bel gol nato però da una gomitata che a noi sarebbe costata una espulsione diretta, mentre alla gobba non è stata nemmeno vista dall’arbitro ne dal guardialinee che avrebbero dovuto, o uno o l’altro, fermare l’azione prima che questa finisse in gol

    ma sono piccoli dettagli da interisti sfigati che ancora guardano le partite sperando sempre che siano regolari, pur avendo dei gran dubbi al riguardo, dubbi che nascono dalla notte dei tempi, anche se qualcuno si ostina a non capire come mai ce li abbiamo e ci siamo azzardati a pensare che l’Atalanta, con due giocatori della gobba in squadra, non avrebbe fatto il suo dovere

    diciamo che Caldara lo ha fatto mentre Spinazzola ha fatto finta di farlo ma al dunque ha sbagliato sempre tutto

    così come sono zitti da un pò di tempo quelli che dopo la doppietta di Icardi alla Roma hanno alzato la voce richiamando all’ordine quelli che sul nostro ineffabile centravanti la pensano in maniera diversa dalla loro

    dopo le prime due partite non si è più visto, però può stare tranquillo perchè se segna è merito suo, se non segna è colpa dei compagni che non lo servono a dovere

  182. Lezioni di morale da Mastella…
    Vabbeh.

  183. E facci un post
    E facci un post
    E Roberto facci un post
    Perché è la Nord che te lo chiede
    E Roberto facci un post.

  184. esco un attimo dal seminato per una vicenda che mi sembra interessante.
    Ancelotti viene esonerato dal Bayern e sulla stampa italiana da ormai 10 giorni il refrain è il solito:
    Il povero e bravo carletto, vittima di una macchinazione dei giocatori (chissà perchè poi).
    Ora io non so se c’erano o meno dei dissapori tra Ancelotti e lo spogliatoio, Mi limito solo a chiedere- Ma qualcuno ha visto il Bayern giocare nell’ ultimo anno ?
    Nessuno si è accorto che giocava letteralmente di merda ?
    Non è che a Monaco si sono semplicemente rotti le palle ?

    • sono anche venuti fuori dei dissapori nello spogliatoio, sempre post come in questi casi

      venendo da un ambientino uso a certe consuetudini come la casa madre dell’hardcore, Ancelotti non si è scomposto più di tanto

      imho prendere 3 pere dal PSG oggidì non è certo uno scandalo e capita più o meno a chiunque, per cui c’era sicuramente un pregresso

  185. Tutto vero.
    Sia la nota di Orabasta, sia il successivo commento di Tagnin.
    Personalmente ritengo che la spiegazione più banale è che si è interrotto un ciclo, come accade a qualsiasi squadra…e Robben invecchia, e Ribery si è fatto male, etc. etc. …
    Neppure Guardiola, osannato fino all’altro ieri come il miglio allenatore del mondo, avrebbe potuto fare granché ( e infatti credo avesse “annusato” la crisi e se ne sia andato da qualche altra parte dove gli garantivano ingaggio e acquisti adeguati ).
    Scritto questo…NON sono mai stato convinto che Ancelotti fosse questo grande allenatore : ha avuto molte chance in Italia e si è fatto in breve tempo la fama del perdente.

    • Beh,

      lasciando stare quella con il Real Madrid (che comunque la “decima” la stava inseguendo senza successo da più di 10 anni e già questo voleva dire una bella pressione dopo tante annate di risultati deludenti nel torneo, soltanto “migliorati” dalla gestione Mourinho, ma comunque senza successo),

      vogliamo parlare delle 2 Champions con “quei” Milan (2003 e, soprattutto, 2007)?

      Solo fortuna? Può darsi …

  186. delle partite della Nazionali importa solo vedere se qualcuno si fa male, e ricordare che spesso nel turno di campionato seguente molti giocatori arrivano bolliti e rendono meno
    uno svantaggio x il derby già l’abbiamo, la squalifica del turco che sarebbe stato un vantaggio avere contro, è un bidone conclamato.

    • Concordo. Se, però, è confermato il forfait di Kalinic, la prendo come buona notizia.
      Meglio, per me, non averlo contro.

  187. A meno che non sia il tipico caso dell’ infortunato per la nazionale che guarisce miracolosamente per il club. 🙂

  188. Intanto dirigente gobbo squalificato per insulti al BAR.
    Fegati fegati spappolati! 🙂
    Proprio non ci riescono ad adattarsi alla legalità.

  189. Maledetto smartphone.

    Era VAR.

    NON BAR!!! 🙂

  190. Pur essendo interista, sono, come Allegri, Buffon e molti opinionisti liberi tv e cartacei, contrario alla Var. E’ un mezzo che non permette più a Lichtsteiner (per esempio) di tirare una gomitata in bocca ad un avversario, far finta di niente e poi cominciare l’azione di un gol palesemente irregolare. Andando avanti ‘osì (per dirla alla Allegri), magari si annullano altri gol irregolari e si perde il “bello spirito del calcio italiano”. Sono anche contrario ai controllori nei treni e negli autobus, che danno le multe a coloro che non hanno il biglietto, facendo loro perdere del tempo prezioso che magari, potevano investire per fregare meglio il prossimo. Sono contrario naturalmente ai tribunali Antimafia che controllano e impediscono ai capiclan di gestire in tranquillità quegli affari che tanto, tanto bene fanno al nostro paese, la cui vera natura, come sintetizzato da quel bel giornale tedesco, è “pizza, mafia e mandolino”. Sono contrario a Tangentopoli che ha impedito ai partiti di oliare velocemente quei meccanismi che tanta soddisfazione hanno dato alla nostra bella Italia corruttoria e corruttrice, che tanto hanno dato allo spirito di questo paese. RIDATECI QUELLO SPIRITO! RIDATECI IL CALCIO, LA VITA, LA MAFIA, LA POLITICA DI UNA VOLTA! Interisti! Uniamoci al coro disinteressato di questi signori che si stanno dannando l’anima, poverini, per farci capire che la Var è dannosa, specialmente per loro! Non siamo persone che devono essere controllate, o che, addirittura, devono vincere o vivere lealmente! In fondo in fondo, siamo tutti juventini, solo che ci vergogniamo a dirlo…

    • Grande! Confesso che dopo la prima frase mi stavo preoccupando … 😉 ma prenderli elegantemente x il culo è un ottimo modo di chiarire le loro vere motivazioni … e speriamo che gli interisti anti-var (che x me dovrebbe essere un ossimoro) si convincano finalmente!

  191. corruttoria=corrotta

  192. ogni volta che Ancelotti cambia qualcosa (e raramente è uno stop della carriera, come in questo caso) ripartono i giudizi tendenzialmente negativi sull’allenatore

    per me è sicuramente un ottimo gestore di figurine, lui fa giocare tutti, senza problemi (strategia obbligata: se tieni fuori Robben, Robben ti manda a casa)

    però mi fermo qui, a uno con quella bacheca cosa vuoi dire, vola talmente alto che non ho praticamente gli strumenti per giudicare, sarebbe come dire a Valentino Rossi di smetterla di fare il pirla con l’enduro, e magari ogni tanto accontentarsi del piazzamento anzichè finire per terra, magari lo penso, ma non mi azzarderei mai

  193. Giusto l’avvicinamento dei grandi allenatori ai grandi piloti.
    Tutte e due le categorie sono condizionate dal “mezzo” che conducono.
    Secondo voi Hamilton (grande pilota) vincerebbe anche con la Force India? e Marquez (grande pilota) con la Suzuki?
    Il problema è arrivare al primo livello, poi che alleni il Real, Il Bayern, il Barca …la.. (stavo per dire la Juve) …una champions prima o poi la porti a casa.

  194. Il fatto è COME si arriva al “primo livello”. C’è chi fa la gavetta e chi no. Mancini, tanto per fare solo un esempio…ha fatto la gavetta ? Montella ha fatto la gavetta ? Ancelotti ha avuto come primo incarico il ruolo di secondo della nazionale, non di allenatore di una squadra in Promozione.
    Sono andato a rileggermi, per scrupolo, la sua storia come allenatore dal Parma in poi, e ha sempre avuto fior di ingaggi e fior di acquisti. Non intendo sminuire il lavoro di nessuno, ma è un fatto che ha perso molti traguardi importanti di quelli che le sue squadre hanno disputato.
    Sono e resto interista ( adesso non voglio ripetere anche che sono favorevole al VAR, come è stato ben scritto prima ), ma ero cosciente che, negli anni di Mancini, forse QUALSIASI allenatore, con quella squadra, avrebbe vinto tutto in Italia. Mancini non ci riusciva all’estero e Mourinho si. E ricordo ( senza voler scrivere : Vi ricordo ) che la grinta e le motivazioni che si vedevano nei giocatori negli anni dello Special One non c’erano col Mancio. Questo vuol dire qualcosa ?
    Poi…per carità…possono essere anche tutte coincidenze…

  195. sì ma il culo è avere l’occasione, che siano le fatture false di Tanzi, i fondi neri di zu’ Silvio o la megalomania di Perèz, se spendono e non vinci, prima o poi ti cacciano

    immagino l’obiezione per cui: è palese che al Bayern della Bundesliga fotte sega, ne vincerebbero altre 15 di fila con stramaccioni…

    no, con stramaccioni no, dai, scherzavo

  196. Sicuro ? Di scherzare, intendo… Le ultime belle vittorie sui gobbi sono…una di Stramaccioni ( espugnando lo stadio, peraltro…) e l’altra di De Boer…
    Miiiiihhhh… che paragoni ! 😉

    • quella De Boer fu meravigliosa, quella di strame più beffarda ma meno costruita, sbagliò formazione e la risolse solo inserendo guarìn

  197. Mi domando perché un fenomeno del genere (ancelotti) fuori dall’Italia non è mai riuscito a fare più di 2 anni (in Germania 1) in una società, vittorie comprese.
    Mercenario o spaccamaroni?

  198. Una delle poche cose ricordabili del colombiano, uno “strappo” (come avrebbe dovuto ferne viste le sue notevoli doti) concluso con un missile terra-aria che lo scommettitore riusci a fermare ma, ovviamente, non a trattenere.

  199. Buona sera a tutti. C’è un’altra cosa che mi preoccupa, in aggiunta a quelle di cui parlate da tempo voi. E’ il fatto che da giorni la Gazzetta dello sporco insista sulla difesa-muro dell’Inter. Mi ricorda la stessa cosa che fecero due anni fa, quando con Mancini si fu primi sino a dicembre: insistevano tanto sul muro Miranda-Murillo..che sappiamo come è finita, brrrr. Adesso hanno attaccato con Miranda Skrinjar: spero che non portino rogna….

  200. Mancava la chiosa a quel post. La domanda è: ma non possono farsi i cavoli loro?

  201. Skriniar mi ricorda Viercowod, meno veloce ma più tattico, comunque un muro Gazza o non Gazza: è lui l’uomo in più per quel che si è visto ad oggi

  202. Intanto Paratici, furibondo che il rigore in regalo fosse solo uno, è entrato nella stanza di Orsato Moggi style_ A giudicare da queste reazioni, addirittura dopo l’aiutone di servizio, solo non sfruttato per una volta, mi vien da pensare che davvero la Var minacci il regime rubentino_

  203. la Gazzetta coi suoi articoli sull’onda-del-momento portasfiga celebra la nostra difesa ( aiuto!) e l’intera città di Napoli lanciata verso lo scudetto…si prevedono tragedie

    cmq è già tutto scritto x l’immediato : Inter / Milan 2 Napoli/ Inter1 Milan/ non so chi 1
    e sono già a 1 punto. fonte: blog BBilan
    inutile sperare. è ineluttabile.
    e dovremo dalla disperazione insultare un palo della luce, o il frigorifero, quello che ci lascia Paratici.

    • Sembra che il sindaco di Milano ( Televideo RAI, pag. 239 ) voglia fare il “super partes” ( oppure – più banalmente – cerca di smontare le gufate altrui ), perché denigra un po’ i nerazzurri e innalza i rossoneri. L’unica cosa che si lascia sfuggire, tradendo la propria fede nella Beneamata, è quando dichiara che il VAR va bene. Dubito che si possa mai presentare come sindaco a Torino…

  204. Lazio:squalifica di 2 giornate alla curva per buh a giocatori di colore.
    Juve: mezzo stadio che urlava zingaro a Mihajlovic (recidivi) un emerito cazzo.

  205. La cosa buffa di Roma è che i BUUU erano anche per Adjapong ,il quale, ironia della sorte, è l’unico del Sassuolo nato a Sassuolo!
    Jus soli.

  206. Sì ma non è il fatto in se su cui ci sarebbe tantissimo da ridire:

    1 ma sarà veramente razzismo le urla di 4000 imbecilli pronti a saltare di gioia quando i loro giocatori di colore segnano un gol?
    2 E quando si offendono le mamme ? (anche morte)
    E le mogli degli arbitri?
    E gli zingari? I Napoletani? I gay?

    Secondo me, reputo più grave un comportamento sleale o diseducativo da parte di un calciatore professionista con i riflettori puntati contro e l’idolatria di milioni di bambini/adolescenti pronti ad emulare ogni sua gesto e stronzate annesse.
    Peggio ancora allenatori e dirigenti che non hanno neanche dalla loro la scusante dell’età.
    Ingiustificabili oltre ogni limite le stronzate di uno che è il presidente della FIGC.

    Si chiederebbe come sempre un po di uniformità di giudizio. Ma come appena detto se non ci si salva nemmeno ai vertici cosa si vuol star a parlare di etica o di logica.

  207. la compagna del capitangobbo dice che non e’ più una purista e che meglio qualche corrotto che uno stato rotto
    proprio vero il detto che dietro un piccolo uomo…

  208. ora che ci penso il compagno e’ quello del meglio due feriti che un morto, bella coppia

  209. Hanno ragione, il calcio italiano andava meglio quando si poteva fare piu “nero”.
    Le regole tarpano le ali a questo fantasioso popolo del Sud Europa.

  210. Dopo tanti anni di condizionamento con “semplificazioni”, “deregulation” e “più spazio all’iniziativa e meno allo Stato”… Vien quasi da chiedersi come mai non pretendano di averli vinti TUTTI

  211. “La Var esiste perché noi non riconosciamo il merito – esordisce -. Questo è il problema. Una squadra merita il pareggio, lo ottiene con un errore arbitrale, dovrebbe essere accettato. E invece non è così. Il calcio è lo specchio della vita, e quindi nel bene e nel male si ripete tutto quello che capita giornalmente. C’è una società dove la furbizia vale più del merito”.
    ???????
    Sacchi

    fermate quest’uomo, non può continuare a sparare frasi a caso

  212. Sacchi è sempre più rincoglionito. Se l’intervista è riportata in modo fedele ha detto che, se una squadra merita il pareggio e lo ottiene con un errore arbitrale, allora il pareggio va accettato!
    È fuori più di un citofono su un balcone! 🙂

  213. Nauseato, facciamo flic e floc? 🙂 🙂 🙂

  214. Strano però, 4 minuti di differenza! Scrivo pianissimo?

  215. Non sentivo più dire “facciamo flic e floc” da quando ero bambino 😀

  216. il mio era copia/incolla, più rapido.
    xò di citofoni sul balcone non ne ho mai visti.. : )

  217. Al di là degli episodi controversi che sempre ci saranno, provo a capire perché i monoretrocessi siano cosi ostili alla nuova tecnologia_ Facciamo finta che la buonafede degli arbitri ci sia davvero: la prima cosa che mi viene in mente è che l’arbitro in poltrona sia molto più sereno, lontano dal campo e dalle  intimidazioni dei soliti noti_
    La seconda è che dalla sua privilegiata postazione può vedere falli, falletti che prima sfuggivano e anche suggerire di sanzionarli_ È chiaro dunque che la possibilità, e ripeto mera possibilità, di essere puniti laddove prima vigeva la totale impunità/facciamo come cazzo ci pare, cambia proprio il modo di giocare_ Di qui i varfanculo_

  218. Il VAR in Italia era necessario, in Europa è superfluo, a tal riguardo..

    “Ho capito che il prete era juventino quando ha alzato il calice al cielo ed è scoppiato a piangere
    (cit web)”

  219. “Come promesso questo mio goal è per te! Zinho Vanheusden“.

    Parole e musica 🙂 di Andrea Pinamonti!

  220. “Noi fortunati? Non meritiamo il secondo posto? Provino a giocarci contro, poi se ne accorgono”.
    Mica male, direi che è la più tosta dai tempi di “…retrocessi con la loro reputazione”.
    Spalletti studia da special???

  221. La Var è uno strumento, un aiuto. E come si è già visto in queste prima partite consente di ridurre gli errori arbitrali. Ovviamente non di annullarli, ma solo un idiota poteva pensarlo.
    All’inizio ero contrario, perché temevo che avesse spezzettato troppo le partite, invece vedo che non è così e mi sono convinto che hanno fatto bene ad introdurla.
    Alla Juve sono contrari perché senza Var avrebbero più punti. Ma non ho ancora sentito una sola argomentazione valida per tornare indietro. Chiaro che allunga le partite: ma se i giocatori evitano di andare addosso all’arbitro gli lasciano un minuto di tranquillità per vedersi in santa pace l’episodio incriminato di quanto si allungheranno le partite? Cinque minuti? Sai che problema…
    E ora il prossimo passo. Il tempo effettivo. Quello sarebbe un altro grande miglioramento.

  222. Rosetti, resppnsabile capo del nuovo strumento-Var, spiega bene come funziona ed i suoi benefici effetti sulla Gazzetta di oggi

  223. Ho pensato anche io – alcune volte – che il tempo effettivo potesse essere un valido rimedio contro le piccole e grandi meschinità che si mettono in campo ( letteralmente ) per perder tempo. Mi è però subito venuto da pensare che, almeno nelle ultime partite di campionato, questo sarebbe una vera e propria “arma a doppio taglio”, perché se ci fossero verdetti sospesi fino all’ultima giornata…una squadra potrebbe scientificamente perder tempo fino alla fine della partita della rivale. Il tempo effettivo che molti teorizzavano era di 60 minuti, ma spesso si gioca meno ( anche MOLTO meno ) e quindi sarebbe difficile armonizzare il tutto.
    Senza parlare, poi, delle esigenze radio-televisive, pubblicitarie, etc. etc. … Si giocano partite importanti a migliaia di km. da dove sarebbe naturale si svolgessero, ad orari assurdi, solo perché c’è chi paga bene ( traduzione volgare dei “mercati in crescita” )…
    Il VAR è efficace – a mio avviso – anche al di là della sua valenza intrinseca : può diventare in poco tempo uno strumento di “educazione forzosa” ad evitare, come scritto da molti, assembramenti, minacce, etc. etc. …

    • Hai ragione sul tempo effettivo. Non ci avevo pensato.

    • Tempo effettivo per i minuti di recupero, escludendo le partite in contemporanea di cui hai parlato.

    • Se si vogliono incentivare, promuovere, RISCOPRIRE i concetti di sport e sportività la contemporaneità delle gare per me é come la corazzata potemkin…una cagata pazzesca!!! Favorevole al tempo effettivo

  224. Vabbeh per il 99% del campionato il problema non si pone, tre orari diversi su giornate che si svolgono a volte dal giovedì al lunedì.
    Per la perdita di tempo maxi per le contemporanee di fine campionato, se la mettiamo così clamorosa allora anche oggi esiste comunque il recupero, uno perde un quarto d’ora e l’arbitro deve far recuperare un quarto d’ora

    • Il problema è proprio che delle volte recuperano un quarto d’ora, delle volte un minuto. Tutto quello che limita la discrezionalità dell’arbitro contribuisce all’ uniformità e alla correttezza.

  225. Ho banalmente esemplificato un dubbio.
    In un Paese dove trova forza ogni giorno l’antico detto “fatta la legge, trovato l’inganno” mi preoccupa pensare come – improvvisamente – potremmo scoprire con amarezza che qualcuno si inventa una furbata “legale”, ma che rovina mesi di lavoro… Per il resto…mi andrebbero bene persino delle apparecchiature come nella scherma, con una lampadina che si accende al primo contatto…
    Intendo dire che non sono contrario alle innovazioni, purché portino chiarezza e siano usate per corroborare la lealtà sportiva e migliorare lo spettacolo.
    Ok, sono un illuso…

    • No no, invece hai ragione. Qualcuno dice che le polemiche e gli sfottò sono il sale dello sport. Io penso l’esatto contrario.

    • guarda che il calcio è uno sport di contatto, i contrasti sono possibili se regolari, il duello spalla contro spalla anche…..
      se si dovesse accendere una lampadina ad ogni contatto invece che una partita di calcio guarderesti un albero di natale…

  226. Con l’ingresso del VAR si è verificato nel calcio un fenomeno in controtendenza.
    E’ avversata da quelli che, a detta di tutti, sono i più forti.
    Facciamo un esempio.
    Le norme che proteggono le coltivazioni d’eccellenza : i migliori le agognano.
    E così in svariati campi, chi ha un vantaggio competitivo dato dalla organizzazione, dalla forza della propria compagine, dalla tradizione ha tutto l’interesse a che le regole proteggano le basi della competizione.
    Altro esempio.
    Noi nel comprensorio ceramico soffriamo la concorrenza della Cina, che produce,spesso a costo dell’ambiente e dei suoi lavoratori, copiando i nostri prodotti e per questo auspichiamo di essere più tutelati.
    Nel calcio no.
    Perchè?

    • Perché la Juve ha rubato 20 campionati grazie ad arbitri compiacenti che hanno “umanamente sbagliato”.

      E questo sicuramente non è il sale del calcio ma la merda del calcio.

  227. @Javier +…
    Tutto molto chiaro, ma … perché hai arrotondato così largamente per difetto ? 🙂

  228. non vogliono il Var Buffon, impresentabile, Sacchi, rimbambito, Mauro, x il quale non esistono aggettivi , gobbi in generale

    quindi, avanti tutta.

  229. Perché la Juve ha rubato 20 campionati grazie ad arbitri compiacenti che hanno “umanamente sbagliato”.
    E questo sicuramente non è il sale del calcio ma la merda del calcio.

    dono della sintesi, 2 righe che dicono tutto degli ultimi 40 anni di quella robaccia di Torino

  230. Se crediamo ci sia ancora malafede, il var nulla risolve giacché anche lui e’ un arbitro, un arbitro che opera però davanti al suo monitor_ Spesso lo stesso arbitro che la domenica prima era in campo! Cos’ è in malafede a settimane alterne?

    Se parliamo di suggestioni, pressioni, “sudditanza psicologica”,allora questo strumento sarà utilissimo perché l’arbitro Var, più sereno perché libero dalle intimidazioni da campo, potrà finalmente suggerire di correggere almeno gli errori marchiani_

    A meno che in campo o a tavolino non ci sia un Ceccarini..

    • Io credo che Ceccarini il rigore su Ronaldo non ve lo avrebbe dato nemmeno col Var. Ma ho in mente decine di episodi così netti che nessuno avrebbe il coraggio di sbagliare apposta davanti al monitor. Insomma, un po’ meglio, no?

  231. @Gobbobuono ( mi riesce difficile pensare non si tratti di contradictio in terminis…) : ho scritto giorni fa proprio di questo… Ma peggio ancora sarebbe stato se un arbitro in buona fede avesse interpellato il VAR e…questo fosse stato Ceccarini. Brrrrr….. Però – almeno – non ci sarebbe stato l’immediato rigore contro !
    Sarebbe troppo ottimistico ipotizzare una rotazione di arbitri al VAR, magari in misura direttamente proporzionale all’età e all’esperienza ?

  232. C’è da meglio inquadrare i casi di “chiaro errore”: ad oggi il Var è intervenuto per correggere errori effettivamente chiari, come la non vista gomitata di Lichst., ma anche no, tipo il gol del Verona col Toro buono forse per millimetri_ Comunque meglio di prima come regolarità delle partite, certo_

  233. l’unica cosa da migliorare è la velocità delle decisioni,che poi è il limite intrinseco di uno strumento del genere applicato al calcio

    tempo effettivo a parte,che comunque risolverebbe il problema solo parzialmente implicando comunque un’interruzione,quello che auspico e che ovviamente avverrà sarà la migliorata padronanza degli strumenti che si tradurrà in maggiore rapidità delle correzioni

    quello che mi preoccupa invece è quello che staranno macchinando a Torino per gestire quella che per loro è un’autentica emergenza (dico,avete notato quanti gol gli annullano per irregolarità varie? è tendenza a delinquere,ce l’hanno dentro),chiaro che agiranno sull’elemento umano,pagherà anche chi sbaglia da VAR

  234. +1

    Intanto da Torino, nonostante il Var, riescono ancora ad infondere una certa sudditanza psicologica…

    Vedi rosso negato a Liechsteiner e la spalla, trasformata in braccio, di Petagna

  235. Sarà che ci hanno abituato a cose ben peggiori, ma…io son già contento così.
    Insomma : almeno non si rischia un colpo apoplettico ogni volta che uno dei nostri interviene in area, e possiamo anche ragionevolmente sperare che qualche fallo ci sia dato a favore.
    In confronto a quanto accaduto fino a…ieri, mi sembra di essere davvero su un altro pianeta. Potenza di un po’ di pulizia (e del fatto che ancora non abbiano scoperto come aggirare la cosa )…

  236. D’accordissimo con Tagnin e Giardinero, sono ovviamente favorevole al VAR, che indubbiamente rende le decisioni arbitrali meno suscettibili di quelli che eufemisticamente si definiscono “errori umani”.

    E infatti a Torino gli acromatici quest’anno se ne stanno accorgendo: senza VAR Atalanta-acromatici finiva 1-3 o 1-4….

    Ma dietro il video del VAR c’è sempre in agguato il fattore “errore umano”: il rigore non dato dall’arbitro e imposto dal VAR (e che l’arbitro di campo non ha avuto il coraggio di NON dare) fa riflettere sulle macchinazioni che saranno sicuamente in atto a Torino e evocate da Tagnin…

    • Anche a me è sembrato che Damato inizialmente non lo volesse concedere, invece leggo da tutte le parti che l’aveva concesso, il Var gli ha chiesto di verificare e lui ha confermato rigore anche dopo la visione_

  237. Parlo del rigore /spalla di Petagna ovviamente, precisando che dopo il garbato assalto dei gobbi lo aveva concesso in campo, ma inizialmente no

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.