Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

La prova del nove

image

È la nona volta, su tredici giornate, che andiamo a letto canticchiando di salutare la capolista.  È la nona volta, su tredici giornate, che vinciamo. È la nona volta, su tredici giornate, che gli altri si impegnano ma non deflorano la nostra porticina. E tenendo presente che nove sono anche i punti di vantaggio sulla Juve, la prova del nove ci dá straragione e ci titilla l’emisfero della golositá. Siamo la numero 1 e abbiamo 8 giorni (1+8=9) per preparare la prova del nove vera, verissima. A Napoli si fará l’esame di maturitá di questa squadra specializzata (tranne stasera, e vabbe’) a trarre il massimo facendo il minimo, come quegli studenti furbi e talentuosi che si sprecano la metá degli altri e hanno inspiegabilmente una pagella della madonna, piena di nove, ovviamente.

L’Inter si è concessa una di quelle serate liberatorie che fanno solo bene, tipo quando fai la dieta e ti dicono che una volta alla settimana puoi sgarrare e il quel pasto lí ti sembra che tutto abbia un gusto un po’ speciale. Naturalmente diranno “eggiá col Frosinone eggiá”, dimenticandosi di Juve-Frosinone e facendo finta di non aver visto Fiorentina-Empoli. Le partite bisogna vincerle, punto, e noi siamo in questo periodo fatato che le vinciamo non proprio tutte ma molte, essí, per la precisione nove.

Il Mancio continua con le rotazioni e i fatti gli danno ragione, confermando che noi normolinei non capiamo un cazzo. Segniamo quattro gol, di cui tre di giocatori al primo gol in campionato, e sono due belle cose (4+3+2=9). L’altro gol è di Icardi (il 9).  Napoli diventa lo snodo del campionato, uno snodo per noi ma anche per il Napoli, e anche per la Roma che è in agguato, e anche per tutti le altre che tiferanno Napoli perchè la capolista – no, ricordiamolo – siamo noi. Dopo Napoli-Inter inizierá il campionato, quello senza se e senza ma. Mancheranno 24 partite ancora, ma la prova del nove ci dirá cosa aspettarci con sempre minore approssimazione.

share on facebook share on twitter

285 commenti

  1. Forza Inter, sempre.

  2. Proporrei un premio speciale a colui che ha scelto di prendere il signor Jeison Murillo…per il resto w la capolista e juve merda !

  3. scandaloso aver vinto 4-0, non si possono cambiare cosi all’improvviso sane e radicate abitudini..

    lunedi prossimo saremo soli contro il resto d’Italia, gobbi bbilanisti lupi gigliati, tutti gufanti appollaiati che ci aspettano al varco. resistere…

    AMALA

  4. Già ieri sera i gufi erano appollaiati…Speriamo che la prova del nove ci continui a premiare. Forza Inter, Juve ladra, Milan neanche vale la pena di nominarlo.

  5. Ma……solo a me il gol di Murillo è sembrato degno del miglior Maicon (tipo momentaneo 2- 1 contro il Barca)?

    Non è che ce lo ritroviamo terzino da qui all’eternità? 🙂

    E ora museruola al pipita e insigne e via così! !!!!

    FORZA INTER

  6. Andatevi a vedere le partite di Roma e Fiorentina se volete vedere bel calcio…noi ci accontentiamo di vincere uno a zero….come..ah ne abbiamo fatti quattro….e abbiamo giocato bene? Si ma era il Frosinone…vedrete a Napoli catenaccio….. Compagni di fede pessimisti cronici vi ho anticipato io…ora voglio sentire solo positività da vetta…

  7. Bene così, un’altra bella botta di autostima e di consapevolezza nei propri mezzi.
    Bene Handa (1 tiro, una parata della madonna: quello che deve fare il portiere di una grande squadra), Kondo e Biabiany.
    Benissimo Murillo e Liajc.
    Nessuno sotto la sufficienza.
    Il Mancio ha il controllo completo della situazione, sta facendo girare la rosa facendoli sentire tutti protagonisti e mi sembra che i giocatori siano tutti con lui, al contrario di quello che è solito fare Benitez che, ovunque vada, si trova contro mezzo spogliatoio.
    Noto delle assenze nei commenti: spero di non doverli ritrovare dopo Napoli…

  8. La mezzora di Murillo da terzino mi ha impressionato…a questo punto vi chiedo: se lo confermassimo li’ anche a Napoli….proprio li’ dove gioca Insigne? Oppure serve di piu’ in mezzo dove c’e’ quell’indemoniato di Higuain?

  9. 4, no dico Q U A T T R O….ora che cazzo avranno da dire per sminuire il primato? Questa volta accompagnato anche da un’ottima prestazione…

    Ottimi Ljajic e Telles ed una nota speciale per Murillo che oltre al coast to coast nell’azione del gol, ha tirato fuori un’altra gran prestazione candidandosi ad acquisto dell’anno.

    Lunedì contro il Napoli sappiamo che sarà tutt’altra storia… è senza dubbio la squadra più in forma con l’attacco più pericoloso, ma andare ad affrontarla con 2 punticini di vantaggio può dare tranquillità.

    FORZA INTER!

  10. Già, tranquillità. Ma non troppa. Il “pattern” da utilizzare dovrebbe essere lo stesso visto contro la Roma: umiltà, consapevolezza di essere (almeno per ora) inferiori come capacità di imporre gioco, consapevolezza nei propri mezzi e, non ultimo, una bella dose di fortuna che non guasta mai.
    Per il resto, ricordo che è dal 18 ottobre 1997 che non vinciamo al San Paolo e che il Napoli, in quel campionato, arrivò ultimo con 14 punti.

  11. Cioè, praticamente, da quando il Napoli è tornato in A, al San Paolo abbiamo fatto la bellezza di tre punti!

  12. 30 pt in 13 gare, chi l’avrebbe detto? Direi che da qui in poi non possiamo più nasconderci…

    Arriviamo nelle migliori condizioni alla scontro diretto con il Napoli… dove avremo 2 risultati utili su 3…

    Ieri sera molto bene JOVETIC, LIJAIC e soprattutto Jeson MURILLO! Miglior acquisto dell’anno… fantastico pure HANDA sullo 0-0…

    Sono curioso di vedere cosa inventerà il Mancio per lunedì sera, ormai ogni partita è un rebus-formazione…

    Salutate la capolista!

  13. se riusciamo ad uscire indenni dal sanpaolo magari senza farsi schiacciare o vedere handa fare 7 parate in 3 secondi potrei anche mostrare segni di bauscismo …per ora profilo bassissimo .cmq amala

  14. primi con due punti di vantaggio, chi l’avrebbe detto?? Forse questa storia (vera) che non abbiamo gioco alla fine diventa il nostro punto di forza, se il mancio non può far parlare di se per via degli schemi allora si diverte a cambiare formazione ad ogni partita facendoci prendere un coccolone all’annuncio dei titolari. Se i risultati son questi lasciamolo fare. Quest’anno abbiamo cambiato quasi tutti i titolari della scorsa stagione (santo subito chi ha venduto Hernanes ai gobbi) molte piacevoli sorprese qualche conferma ma il rammarico che i due pezzi pregiati (insieme 50 milioni e più) Kondogbia e Persic per il momento stentino un pò troppo. A lunedì per la prova del nove.

  15. tosco

    in 3 righe hai detto quello che io avrei detto in 7mila.
    Il blog te ne sarà riconoscente per aver evitato il mio torrone.

  16. E anche oggi posso dire : “Io l’avevo detto ” : Babiany !!! spero che la terza delle mie profezie , duri a lungo e che il ragazzo dia continuità al suo impegno.
    Cmq grandi Murillo e Laijc .
    E ora pensiamo a lunedì con la giusta calma e concentrazione, non dimentichiamoci che abbiamo Medel (seconda profezia) che farà il suo, contro l’attacco delle meraviglie, fidatevi.
    Forza Inter.

  17. tante note positive, a parte l’inizio balbettante.
    bene handanovic, la parata ci ha evitato un bel po’ di guai.
    bene miranda, solita grande sicurezza.
    benone murillo, il nuovo Lucio sempre piu’ indemoniato, certe volte dovrebbe controllarsi un po’, ma lo si ama proprio anche perche’ è cosi.
    bene telles, in crescita.
    bene Felipe melo, tornato piu’ leader dopo alcune prove opache.
    benone ljajic vero tormento per gli avversari sulla fascia, dialoga benissimo con Jovetic ma anche con Icardi,unica pecca adem usa tutti e due i piedi, che sono buoni entrambi.
    benino Icardi, non benissimo, ma si fa trovare pronto nei momenti giusti, quando ha sbagliato il controllo nel contropiede si è inventato un assist di tacco irreale x biabiany.
    bene biabiany, la classe operaia va in paradiso, sfrutta la sua velocità e dà ragione a chi lo ha schierato dall’inizio.
    sufficiente nagatomo, per me a destra non rende minimamente quanto a sinistra, buca su Soddimo dove ci pensa Handa, per il resto amministra ma non straripa come solito.
    sufficienza stiracchiata per Kondogbia, alcune cose pregevoli altre meno, certe volte quando prende l’iniziativa sembra straripante poi si incarta da solo, fa delle torte per poi cagarci sopra, il potenziale c’e’ i muscoli anche il resto da rivedere.
    sufficienza stiracchiata anche per Jovetic, si muove cerca la posizione, il tiro, ma non incide come dovrebbe e potrebbe, sinceramente sembra far fatica a dialogare con Icardi.
    bene Brozovic pochi minuti ma conditi con goal, se lo meritava, per qualità e quantità il migliore centrocampista di cui disponiamo, se comincia anche a segnare ed inserirsi non lo ferma piu’ nessuno. completo.
    sv Ranocchia – riesce stavolta a non far prendere brividi ed è gia’ un successo
    sv Perisic – prova subito l’accelerazione ma il Nos ha pochi minuti per ingranare.

    Mancini vince e convince, la prova Napoli sarà dura, fino ad allora sarà un toto formazione ed atteggiamento, sarà difficile rivedere quattro giocatori offensivi, sicuramente rientrerà Medel a ringhiare, con Felipe Melo al fianco, mentre il terzo sarà Guarin (50%) Brozovic (30%) o Kondogbia (20%) ???

    vedremo, intanto godiamoci questo primo posto in solitaria.

  18. comunque è un bel casino, bello perchè siamo comunque primi senza che nessuno sappia, compreso il Mancio, chi cazzo sono i titolari, a parte i due centrali ed il portiere considerando che anche Icardi non è più inamovibile come l’anno scorso.

    come terzini hanno giocato tutti tranne Montoya, (Santon, Telles, D’Ambrosio, JJ, Nagatomo, Dodo) a centrocampo hanno giocato tutti (Medel, Kondo, Brozovic, Melo, Gnoukuri,Guarin) in attacco idem, hanno giocato tutti ( Icardi, Palacio, Perisic, Biabiany, Jovetic, Ljajc e anche Manaj.

    dato che si gioca in undici più tre cambi, fatemi la formazione che vorreste vedere contro il Napoli, a me viene il mal di testa…

    faccio un paio di esempi:

    Sarti, Burgnich, Facchetti, Picchi, Guarneri Tagnin, Corso, Mazzola, Milani, Suarez, Jair ( che dubbi poteva avere il Mago? Zaglio al posto di Tagnin e poi chi, se gli altri stavano tutti bene e non erano squalificati?

    Julio, Maicon, Lucio, Samuel, Chivu, Stankovic, Zanetti, Cambiasso, Milito Sneijder, Eto,o. (qui il Mou al max ne poteva avere un paio, cioè Pandev al posto di Stankovic oppure Zanetti al posto di Chivu, ma se i primi non giocavano era perchè erano infortunati o squalificati)

    invece il Mancio ha i terzini con caratteristiche diverse ma che bene o male si equivalgono un pò tutti, i centrocampisti idem compreso Medel che è sempre il più affidabile, gli attaccanti uguale stante la forma gne gne di Icardi.

    ripeto un bel casino che darà adito a critiche feroci nel caso che a Napoli si perda perchè al posto di D’Ambrosio avrà giocato Nagatomo, perchè al posto di Telles avrà messo JJ, perchè a Brozovic gli avrà preferito Guarin e al posto di Perisic ha messo Biabiany.

    c’è da dire che con quello che prende il Mancio è un bel avere il mal di testa, rimane il fatto che è sempre un bel rebus da risolvere quando come giocatori hai dei discreti, buoni e anche ottimi giocatori ma di campioni con la C. maiuscola nemmeno uno, solo dei bei prospetti a divenire sui quali si può solo augurarsi che lo diventino.

  19. Aggiungo:

    Bordon Canuti Baresi Marini Mozzini Bini Caso Oriali Altobelli Beccalossi Muraro

    Zenga Bergomi Brehme Matteoli Ferri Mandorlini Bianchi Berti Diaz Mattheus Serena

  20. Il ragionamento di Corso non fa una grinza…

    Comunque ieri FINALMENTE bene! …ok che si giocava col frosinone (che non è poi così malaccio visto che è venuto a giocarsela a san siro senza arroccarsi tutti in difesa) e ok (anzi no) che la prima mezz’ora, fino al gol si è giocato al piccolo trotto…però in generale finalmente dopo aver trovato il vantaggio si cerca il secondo e il terzo e così via (sbagliandone cmq tanti, troppi tra il secondo e il terzo gol) e si amministra la partita da grande squadra. Bene così!

    Non so voi cosa ne pensate ma purtroppo, anche all’interno di una partita molto positiva, ho avuto ulteriori conferme dell’idea che mi son fatto di kondogbia…e cioè male, ahi ahi ahi!

    Cazzo nel primo tempo avrà perso una dozzina di palloni, facili giocate rovinate con la solita confusione con cui gestisce il pallone, che deve toccare almeno dieci volte prima di fare qualcosa, che il 70% delle volte, è una cazzata. Non lo so, ma non ci siamo.

    Cioè BROZOVIC TUTTA LA VITA AL SUO POSTO! Sì anche come secondo centrocampista nel 4231 insieme a medel o melo, schema che preferisco, come già ribadito a suo tempo, dove finalmente si esalta Ljajic. Grande Adem! (quando raddrizzerà la mira nei tiri da fuori…)

    Che ne pensate della partita di ieri di Kondo?

  21. con alternative Pasinato nel primo caso e Fanna nel secondo

  22. qualcuno ha dimenticato Zenga Bergomi Brehme Ferri Mandorlini Berti Matteoli Matthaus Bianchi Serena Diaz ???

    formazione antiNapoli è un vero rebus forse difesa a 3 ???
    Handanovic Murillo Miranda Juan Jesus D’Ambrosio Nagatomo Medel Felipe Melo Guarin (Brozovic) Jovetic (Palacio) Icardi ???

    a 4 vedo cosi: Handanovic D’Ambrosio Murillo Miranda Juan Jesus Medel Felipe Melo Guarin (Brozovic) Perisic Ljajic Icardi (Jovetic).

  23. Mi permetto di aggiungerne una, anche se impallidisce di fronte alle vostre.

    Però è stata la prima inter che mi ha davvero fatto sognare, anche se ne ero già innamorato da anni.

    Pagliuca Zanetti Fresi Colonnese West Winter Ze-Elias, Simeone, Djorkaeff, Zamorano, Ronaldo.
    All. Gigi Simoni

  24. Finalmente una partita gestita dall’inizio alla fine. Ok l’avversario era il frosinone, ma con squadre similari avevamo fatto peggio. Quindi bene così.

    Kondo, ad oggi, penso che debba essere alternativo a Melo e Medel. E che rispetto ad essi pecchi di esperienza.

    Non capisco le perplessità su quale dovrebbe essere un’ipotetica formazione titolare: questa con Brozo al posto di Kondo e Perisic al posto di Biabiany.
    Poi, ovvio, di volta in volta possono esserci delle variazioni sul tema. Ma mi pare palese che si tratti del meglio che possiamo schierare.

    Sulla partita col Napoli, non la caricherei di eccessivi significati. Cioè, ci può stare, indipendentemente dal risultato, di fare una partitaccia brutta, sporca e cattiva. L’unica cosa che conta è, in caso di sconfitta, non sbracare in stile Viola.

  25. alexhubner; PANDA

    Capitolo Kondo,
    E’ proprio vero che ognuno vede le partite a suo modo, a me ieri Kondo per la prima volta ha convinto veramente, quello che a tratti nelle scorse partite aveva fatto intravedere ieri sera lo ha fatto stravedere per diciamo 80min. (alla fine era scoppiato) e cioè:
    Recupera una serie di palloni impressionante a centrocampo.
    Voglio ricordare che ciò che ha fatto fino ad ora Kondo nella sua carriera è proprio quello, quello che l’ha portato ad essere ricercato da big europee non è stata ne la capacità realizzativa (pochissimi gol in carriera) ne le doti da eccelso rifinitore, questo ti ferma un monte di palloni a partita che diversamente si trasformerebbero in azioni della squadra avversaria, difficilmente la perde, spesso la passa bene, ha fisico, reattività, la giusta cattiveria, è giovanissimo.
    A me di quanto è costato non mi frega nulla e il paragone con Brozo se mi permetti Alexhubner non regge ne per ruolo ne per peso specifico, se io fossi Miranda o Murillo davanti a me vorrei vedere Kondo tutta la vita.
    Fermo restando che a me Brozovic piace e sono convinto che ci tornerà utile, ma non certo per mantenere la difesa di oggi a questi livelli.
    Ieri (per carità, il Frosinone etc etc) è stato dimostrato che con le giuste distanze dal centrocampo là davanti non hanno bisogno di nessun genio della lampada che li illumini che si illuminano più che bene anche da soli.
    Poi ripeto, ognuno…. se la vede a suo modo.

  26. Ancora una volta il Mancio ha avuto ragione… forse l’unico che ha creduto in Biabiany fin dal ritiro estivo

    Due parole le spenderei anche per Montella visto che il suo nome è stato speso anche su questo blog come ipotetico degno sostituto del nostro Sopravvalutato®…. Non credo abbia fatto una gran figura a tornare in sella da subentrante sotto l’ala del Viperetta.
    Prima il tentativo di tenere il piede in 2 scarpe sognando Napoli e BBilan, poi il benservito ed ora a distanza di pochi mesi, spedito rapidamente nel dimenticatoio dal suo successore, si ritrova ad accettare la prima proposta utile per rientrare in ballo… e non proprio di primo livello…mah

    Se questo era il meglio in circolazione al posto del Mancio, preferisco tenermi stretto lo Sciarpato®

    PS : le 2 formazioni anti-Napoli di alexhubner sono le più verosimili in vista di Lunedì. Il vero dubbio sarà se optare per la squadra vista con la Roma oppure per la difesa a 3

    +1 per Wolf ’97-’98

  27. ho solo messo quelle che hanno vinto tutto, non mi sono dimenticato delle altre perchè allora avrei potuto mettere anche quella del primo scudetto del Mancio, quella dei record che secondo me era ancora più forte di quella del 2010, ma essendo una cosa del tutto opinabile ho messo le due sulle quali non c’era motivo di discussione.

    sulla formazione titolare ci sarebbe da discutere fino a lunedi prossimo perchè ci sarebbero da sistemare anche i due terzini oltre alla mediana e all’attacco visti i punti di vista contrastanti sul Kondo (quoto Javier+) e il partitone fatto da Biabianj e Lialic sia pure contro una squadra che lotterà per non retrocedere e quindi con dei giocatori non all’altezza di quelli del Napoli.

    fare la formazione per lunedì non è facile come non sarà per niente facile giocare bene quella partita e magari vincerla, ma entrambe le cose sono possibilissime e se la prima sarà giusta anche la seconda lo sarà…

  28. Col Napoli confermerei il 4 2 3 1.

    Un po’ perché è da mesi che insisto nel dire che è modulo che consente il miglior impiego e incastro di tutti gli uomini.

    Sarà ovviamente necessario fare alcune modifiche atte a garantire più copertura.
    I terzini oserei Murillo e Juan, con medel centrale e mediana kondo-melo. Davanti come ieri con dentro perisic per gianludovico.

    Questa formazione pecca di collante fra fase offensiva e difensiva, lo vedo da me.
    Tuttavia la imposterei, con un bel bagno di umiltà, sul contropiede. Infatti murillo sa uscire palla al piede, melo e kondo sanno verticalizzare, i 4 davanti sono semplicemente devastanti quando hanno spazi.

    In pratica dietro si forma una gabbia che neanche negli anni 60, davanti la si rimette alle abilità dei singoli, e ci si fa un segno della croce.

    Perché qua non so se vi è chiaro, ma andiamo ad affrontare la miglior squadra italiana dal 2011 ad oggi.

    • Uhhh come quoto…catenaccio e contropiede “ignorante” 0-1 e tutti a casa…poi altro che rumore dei nemici….ma vuoi mettere la goduria…..

  29. Buongiorno a tutti gli interisti primi della classe!
    La vittoria di ieri sera non era in discussione…si è fatto, bene, quello che si doveva fare!
    E mi sembra già un bel passo in avanti. La squadra è in evidente crescita, anche se ancora non si è palesato il nostro schema ideale di gioco. Quello di ieri (4231) sembrerebbe il più congeniale per la tipologia dei giocatori che abbiamo, perché meglio si INTERscambiano tra di loro nei ruoli previsti, però a me personalmente non dispiace l’ecletticità del Mancio e dei ragazzi. Avanti così!

    Ps: con tutto il rispetto per Settore, aggiungerei giusto per…il +9 nella differenza reti!

  30. passare da niente a tutto nel giro di cosi poco tempo e’ troppo bello.
    prenderemo tutto ?prenderemo qualcosa? non prenderemo nulla ? non lo so, ma e’ da quel 93 minuto di fine agosto che sono felice, sono felice di essere ritornato nei posti che ci competono, sono felice di aver ritrovato un gruppo unito,forte, motivato e guidato da uno all’altezza del nostro blasone.

    evviva l’inter

  31. La partita di Kondo? Luci ed ombre secondo me…

    Bene quando si è trattato di fare filtro, lottare e sradicare palloni… Male quando si è trattato di impostare e liberarsi del pallone alla svelta…

    Non dimentichiamo che il ragazzo ha 22 anni, ancora margini di miglioramento e non più tardi di 15 giorni fa con una sua zampata abbiamo espugnato Torino…

    Sulla formazione anti-Napoli lascio fare al Mancio che noi non capiamo un cazzo…

    Le formazioni del passato sono tutte fantastiche e mettono una grande nostalgia… Solo una cosa, Gigi Simoni meritava molto più di una coppa UEFA…

    • Sposo fino in fondo le ultime due righe.
      Soprattutto l’ultima.
      (E’ stata l’unica volta che mi sono incazzato con il Presidente. Neanche quando ha preso il Gasp o il piangina sono arrivato a tanto).

  32. io se fossi in Miranda e Murillo preferisco vedere Medel o Felipe Melo davanti alla difesa, Kondo è vero recupera un sacco di palloni ma poi quanti ne regala? Ho detto che sicuramente ha qualità e tecnica, ma al momento si incarta troppo spesso sbuffa si innervosisce, si sta ambientando, potenzialmente è devastante tuttavia al momento vedo meglio altri giocatori, e penso che se Medel non fosse stato diffidato avrebbe giocato lui. Ma Mancini giustamente non si è voluto giocare i due “cagnacci” diffidati (Medel appunto e Felipe Melo) contemporaneamente.
    Poi ognuno come hai detto tu la vede a modo suo, per me ha margini di miglioramento ampissimi, ma per ora lo vedo piu’ indietro rispetto ai compagni.

  33. la regola UNA VOLTA era “squadra che vince non si cambia” .. adesso potrei dire “metodo” che vince non si cambia, ed il metodo è quello di cambiare ad ogni partita.. x cui a Napoli mi attendo un 433 a specchio, con esclusioni illustri: non kondobia perché fa piu fatica nel centrocampo a tre, un sacrificato tra jovetic e icardi, perché i due esterni meritano conferma_ anzi nessuno dei due con Palacio centravanti non mi sorprenderebbe_

  34. Javier +

    riguardo a kondo…

    tu dici:
    “Recupera una serie di palloni impressionante a centrocampo”

    …SARO’ CECATO MA IO NON LI HO VISTI FIN’ORA, O MEGLIO, SULLA BILANCIA PESA CLAMOROSAMENTE DI PIU’ LA QUANTITA’ DI PALLONI PERSI, E PERSI MALE! CIOE’ FACENDO L’ARRUFFONE CON LA PALLA E SCARTANDO ANCHE L’ARIA CHE GLI STA ATTORNO PER POI INCESPICARE E FARSI RUBARE IL PALLONE…

    Tu sostieni:
    “questo ti ferma un monte di palloni a partita che diversamente si trasformerebbero in azioni della squadra avversaria…”

    …INVECE A ME (E ANCHE A MOLTI GIORNALISTI DI SKY L’HO SENTITO DIRE…NON PROPRIO MEDIASET…) SEMBRA PROPRIO L’ESATTO OPPOSTO, CIOE’ DA PIU’ VOLTE IL LA’ A RIPARTENZE ALLA SQUADRA AVVERSARIA CON LE SUE GIOCATE ALLA CAZZO…

    “difficilmente la perde”

    BOH ANDIAMO A CONTARE SOLO IERI NEL PRIMO TEMPO QUANTE PALLE PERSE…E ANCHE PERICOLOSE…

    “spesso la passa bene”

    SE QUESTO VUOL DIRE FARE IL PASSAGGINO AL COMPAGNO A TRE METRI…A ME NON BASTA…

    “ha fisico”…”miranda e murillo si sentono più sicuri ad avere davanti uno come lui”

    SE BASTA QUESTO ALLORA ANCHE IO POSSO METTERMI DAVANTI ALLA DIFESA VISTO CHE SONO 185CM X QUASI 90KG, DOPO AVER CAMBIATO COLORE ALLA PELLE (concedetemi la battuta! ;o)…) E DOPO UNA SERIE DI ALLENAMENTI…
    PENSO CHE I NOSTRI DUE SIGNORI DIFENSORI NON GUARDINO ALLA STAZZA DI CHI LI PROTEGGE MA ALL’EFFICACIA DELLE SUE GIOCATE E DI CONSEGUENZA ALLA SICUREZZA CHE QUESTO GLI DA.

    Comunque sono punti di vista diversi, tutto qui…non prendiamoci troppo sul serio, neh?!
    Vorrei solo sapere chi la pensa come me…

    Javier, alla prossima serena “chiacchierata”…

  35. fazer
    anche io spero tanto, ma tanto, ma tanto di non rivedere il 352 dove le due ali sarebbero altri due terzini…quindi diventa 532
    Spero invece che metta in campo il metodo usato nel primo tempo con la roma con jovetic falso nueve (con un po’ più di voglia di ieri, vero stevan??) e ai lati ljajic e perisic.
    In mezzo al campo opterei per melo brozovic e medel.
    In difesa ai lati oltre ai due intoccabili lorsignori, metterei d’ambrosio e juan jesus.

    fazer che dici di kondo ieri, ma in generale fin qui?

  36. Boh, sarà che a me piace come gioca, ma Kondo mi pare sia partito un po’ contratto e poi è migliorato parecchio alla distanza.

    Ha sbrogliato diverse situazioni pericolose e, contrariamente a quanto si pensi, sa giocare a calcio.

    Riuscisse a migliorare il tiro sarebbe devastante.

    Poi, visto che è stato quasi sempre titolare e che è un centrocampista di interdizione, non vi pare strano che noi si sia vinto tutte quelle partite e subito così poco con uno che gioca così male come dite voi?

    Dopodiché, io a Napoli ci vado coi piedi di piombo.
    Loro sono più attrezzati e giocano in casa.

    Poi ci può stare tutto, anche una sconfitta, non me la sento di perdere i contatti con la realtà.
    Mi godo un’Inter ritrovata, che cerca di giocare a calcio, col Frosinone come contro la Roma, che mira ad essere solida, a far giocare chi è più in forma e che sta piano piano diventando un gruppo.

    Poi chi si lamenta del risultato e quando non può dell’allenatore e quando non può di Icardi e quando non può di Kondogbia e quando non può del presunto modulo di una partita che ci sarà tra 8 giorni

    non se la prenda

    ma non me ne frega nulla.

    • caro este

      così come sono contento per la prestazione vista ieri, esprimo il mio giudizio su un giocatore che pensavo giocasse diversamente e che non mi convince.

      Non mettiamola come al solito sul “c’è sempre chi si lamenta di questo e di quell’altro…”.

      E’ chiaro che siamo qui per discutere del bello e del brutto, a confrontare le nostre opinioni… e a me, per quello visto fin qui, kondo non piace (così come guarin, entrambi troppo confusionari)…così come invece, sempre parlando di centrocampisti, mi piace molto brozovic, e ritengo che uno cazzuto come medel ci serva molto spesso e volentieri.

      Senza astio.

  37. neanche a me interessa alimentare polemiche inesistenti, ho detto solo la mia sulla partita su quel che mi è piaciuto di più e quel che mi è piaciuto di meno, poi ovvio che ognuno la vede a modo suo, anche su quello che si scrive o come lo si scrive.
    L’importante è essere li davanti, anche se ci vorrà un 3-5-2 o 5-3-2 o 6-3-1 a Napoli.
    Ieri il Napoli era piuttosto bloccato, bisognerà essere bravi a limitare le loro fonti di gioco ossia Jorginho e Allan, e stare attenti ai movimenti senza palla degli avanti più Hamsik. In piu’ cercare di arginare Higuain al momento quasi “illegale” per la serie A.
    Dietro è vero che sono solidi ma non impenetrabili, sarà un bel confronto e una prova di maturità.

  38. Ecco. Sarebbe la volta buona di fare un bel 10 e Gode.

  39. Quoto Panda, Kondo ieri ha perso dei palloni davanti la nostra difesa veramente sanguinosi, che non hanno portato a danni solo per il fatto che affrontavamo Soddimo Ciofani e Castillo….se quei palloni li perde Lunedi prossimo, Higuain e Insigne ci fanno a fette !!! Ad ogni modo non e’ male l’idea di Wolf di schierare Medel centrale e Murillo terzino, anche se una delle prime regole del calcio e’ che i 2 difensori centrali non vanno mai toccati….

    • Ok fazer, ma ricordati che la migliore partita dell’anno JJ l’ha fatta contro la ruBe giocando terzino e bloccando Cuadrado….potrebbe ripetersi contro il pericoloso Callejon…

  40. ve lo ricordate il seminatore d’oro?

    il premio per il miglior allenatore?

    peccato che non ci sia più…

    l’ha vinto 2 volte sacchi che anche oggi ha ricordato quanto non piaccia questa Inter…

    beh, io godo come un riccio, paulo sousa mi sta sulle balle e sarri pure. garcia ogni anno deve vincere lo scudetto per quanto è bravo e montella stecca già alla prima.

    insomma è sempre crisi Inter e 3 giornate a Samuel

    quasi quasi erano meglio i trolli…

    un abbraccio dalla laguna ai fratelli nerazzurri senza se e senza ma

  41. Modalità provocazione ON

    E se, a turno, mettessimo Miranda e Ranocchia terzini così segnano anche loro visto che…………….di testa su calcio d’angolo ormai non segna più nessuno………….nemmeno Glick? 🙂

    Modalità provocazione OFF

    Scherzi a parte, ieri Murillo migliore con distacco, al centro e anche (o forse soprattutto) a destra, anche se è chiaro che quando ha giocato terzino il Frosinone ormai si era sciolto.

  42. A proposito di “calcidangoli”: ieri su Sky ho sentito dire veramente che c’era una squadra che aveva battuto più corner di tutti finora in serie A.
    Ahimè, non eravamo noi…………forse la lazzie! 🙂

  43. grande Vittorio!

    la critica preventiva ci mancava.

    colmata anche questa lacuna.

  44. A tal proposito mi porto vanti anch’io:
    se col Napoli perdiamo, il Mancio non capisce un cazzo, Kondogbia è una pippa sopravvalutata e Thohir un tirchione che vuole lucrare sulla nostra passione.

  45. Comincio a pensare che la squadra sia effettivamente piuttosto solida, anche se la mancanza di fluidità a centrocampo continua ad essere un problema.
    Vedo Kondo è piaciuto, a me non particolarmente, spero che abbiate ragione voi.
    Credo che la partita di ieri, al di là di un modulo che col Napoli secondo me sarebbe un suicidio, qualcosa di importante l’abbia detto. Innanzitutto Telles mi dà l’impressione di conoscere più che discretamente la fase difensiva, e Biabiani è un uomo su cui possiamo cominciare a contare. Poi credo che la nostra rosa, anche se non eccelsa, è comunque composta da buoni giocatori, dotati mediamente di buona gamba e discreta visione di gioco, e sapere che se non c’è Medel o Jojo (tanto per fare due nomi) possiamo mettere dentro gente in grado di fare la sua porca figura, è cosa non da poco. Non so se siamo già da terzo posto (volo basso anch’io), però la grande umiltà della squadra mi fa sperare.

    Un saluto affettuoso a tutti gli amici del blog, in particolare a Tosco, Vittorio, Este, Condensatore alfa, Alex Hubner, Internazionalista (chiedo scusa se non li ricordo tutti) & C.

  46. riguardo al bel gioco che tutti i media soloni pretendono dall’Inter vi ricordo “di nuovo” che anche la Grande Inter era stra criticata ai suoi tempi per il suo ” non gioco espresso” e gli esteti le preferivano il bbilan ed il Bologna perchè non capivano la bellezza dei lanci di sessanta metri di Suarez, le volatone di Jair, l’estrosità di Corso ed i guizzi imprevedibili di Mazzola, oltre a criticare il “Muro di Berlino” che Herrera aveva messo su con i quattro dietro con ultimo invalicabile baluardo di uno come Picchi, che fu lasciato a casa nei mondiali d’Inghilterra, dato che il precursore di Sacchi che si chiamava Topolino Fabbri, preferì andarci con Rivera che aveva bisogno di uno scudiero a centro campo apposta per lui e di conseguenza giocare con il “libero” significava giocare con un uomo in meno a centro campo con il risultato che facemmo quella figura di merda mondiale facendoci eliminare dalla Corea.

    per non dire che lasciò a casa anche Corso preferendogli un bestione in tutti i sensi come Barison, la stessa cosa che fece l’allenatore precedente Ferrari per i mondiali in Cile, dopo che Corso fu decisivo nelle qualificazioni e Sivori, che pur essendo un gobbo era un fuoriclasse, disse che quello che aveva fatto Corso a Tel Aviv contro l’Israele non l’aveva mai visto fare da nessuno. (due gol, ma non si riferiva al numero ma a come li aveva inventati e fatti)

    fu così che prima di partire per il Cile tutto la staff azzurro presenziò ad una partita che l’Inter giocò a San Siro, credo contro la Cecoslovacchia e in quella partita ” il piede sinistro di Dio” fece un gol della Madonna, dopo di che andò sotto la tribuna che si era alzata in piedi per applaudirlo e gli dedicò con il braccio il gesto dell’ombrello gelandoli tutti.

    spero che il Mancio possa fare altrettanto non già lunedi sera ma alla fine del campionato, anche se questo sarà solo un deja vu in quanto l’ha già detto, sia pure scherzando, che i giornalisti di calcio non capiscono un cazzo.

    • Poi, correggimi se sbaglio, Fabbri non si porto’ la farfalla granata Meroni per sostituirlo con l’ala destra del Bologna di cui mi sfugge il nome….ricordo solo che era nettamente piu’ scarso !!!

    • … quella volta lì c’ero …. e ricordo benissimo il tripudio di (quasi…) tutto lo stadio al gol e soprattutto al successivo gestuccio.

  47. No, ma io vi capisco, nel senso che anche io sono rimasto deluso tante volte dalle aspettative esagerate ed ho calcato la mano sulla critica, e non parlo di quando ero ragazzino mentre adesso invece… no no , l’ultimo in termini di tempo è stato Shaq su cui puntavo ciecamente già prima di vederlo in campo (perchè diciamoci la verità, 3/4 degli stranieri prima che arrivano in Italia li abbiamo visti giocare a pallone 6 min in tutta la nostra vita) e poi quando lo scopri un comune mortale di quelli che ne trovi a mazzetti nelle squadre a dx della classifica ti dici “tutto qui?”
    Stranamente quest’anno mi sono accorto che avevamo preso Kondo 1 mese dopo avendo letto poco e niente poi sono stato assorbito dalla telenovela “Casa Perisic” e quindi l’ho guardato senza aspettarmi il nuovo “Pobbà” de noartri, all’inizio non mi faceva impazzire ma lo consideravo quanto Manicone appena arrivato all’Inter, poi piano piano mi son detto, ma guarda che questo serve proprio la in mezzo, sembra Guarin prima che si montava la testa, speriamo bene, e di questo sono convinto.
    Credo che la differenza sia tutta qua, sulle aspettative, a volte personali a volte pretese dai media per poter dire alla PRIMA di campionato che bluff che inculata etc. ma poi quello che conta è il campo e il tempo, perchè sinceramente se c’è una cosa che rimprovero al calcio di oggi e questa “fretta” di sfornare sui giornali campioni e top player dopo mezza stagione decente, mentre la storia insegna che anche i calciatori devono sottostare alla regola del sacco di sale prima di essere conclamati veri campioni. Poi chiaro che se giochi nell’Inter di devi far diventare le arterie di ghisa mentre dalle merde basta una spolveratina di sale dietetico per essere valutati 100ML.

  48. Col napoli prevedo scoppole serie, non sono tafazzista. E’ il mio pronostico.

  49. Kondo mi sembra un Kovacic 2. Molte aspettative, grandi speranze lunga attesa.
    Mi piace come si muove, come tocca la palla e come corre ma finora non ha inciso, anzi spesso ha fatto giocate e perso palle pericolose.
    Sono convinto e spero, come ero convito e speravo con Kovacic, che diventi quello che pensavamo fosse quando l’abbiamo preso. In queste condizioni e con questa rosa possiamo permetterci di aspettarlo.
    Col Napoli il primo problema che mi viene in mente è come contenere Insigne. Io gli appiccicherei JJ e giocherei con un bel 4-4-2.
    Handa JJ Nagatomo Murillo Miranda Medel Brozovic Biabiany Perisic Icardi Ljalic ( Jocetic )

    • be’ al contrario di Mateo buon anima almeno è uno che non si nasconde. E’ sempre dove c’è la palla, si propone per ricevere, tenta qualcosa….poi magari anche sbaglia. Ma anhe ieri ne aveva sempre 3 addosso quando riceveva.

  50. kondo lo vedo mediano -/centrocampista di sostanza, con buoni piedi ed ottima difesa del pallone; da kovacic si attendevano numeri da numero 10 che non è.. per me non sa calciare, chi ha visto mariocorso può dirlo con più cognizione: comunque per lui, di fatto, abbiamo sacrificato coutinho, che ancora mi girano ..gli Stramaccioni. Grazie Mancio anche per aver risolto questo equivoco!

  51. io ‘sto ragazzo non riesco a inquadrarlo,se è un mediano hai speso troppo,se è un interno finora s’è visto troppo poco,se lo metti in un centrocampo di interdizione e lo giustifichi perché tanto gli altri sono dei mediani alzo le mani e dò ragione a Mancini

  52. Marche Nerazzurre

    si e no, Meroni c’era ma con la Corea giocò Perani del Bologna e fummo eliminati facendo una figura di palta mondiale.

    ma la cazzata più grossa di Fabbri fu quella di rinunciare alla difesa dell’Inter lasciando a casa sia Picchi che Guarneri dietro le menate di Rivera come ho già scritto.

    come già scritto era che quei mondiali li dovevano vincere gli inglesi perchè ci furono partite con degli arbitraggi scandalosi compresa la finale dove nessuna delle due squadre doveva esserci, per cui non ce l’avremmo fatta nemmeno se avesse giocato l’Inter al completo con i suoi stranieri, rimane la figuraccia rimediata con la Corea del Nord rimasta negli annali del calcio come l’onta peggiore della Nazionale.

    ma sono altre storie, le ho tirate fuori perchè volevo inserire il gesto dell’ombrello da inviare a tutti quelli che ci remano contro e il primo che mi è venuto in mente è quello di Corso, quello vero.

  53. con Kondo, Medel e Melo a centro campo non c’è nessun giocatore avversario che passa di lì palla al piede e va diritto verso la nostra porta.

    i palloni che Kondo perde se li va a recuperare personalmente, non sta lì fermo ad aspettare che ci pensino gli altri.

    il fatto che sia costato più del dovuto è da imputare all’interferenza dei gonzi e non a lui, perchè quando la spuntammo fummo tutti contenti e al momento non ci fu nessuno che la menò per i soldi spesi perchè c’era in ballo il prestigio della nostra società che contava di più dei milioni in eccesso, ma al solito certe cose vengono dimenticate subito quando si tratta di criticare a manetta.

    certo potrebbe fare di più, come icardi, come Peresic e adesso come Jovetic che dopo i gol iniziali non ne ha fatto più uno, ma siamo primi e invece si critica come se fossimo ultimi.

    • io Kondogbia le poche volte che l’ho visto me lo ricordavo molto più dinamico del compassato medianone ai piedi quadri che vediamo oggi, mi sembra sempre fuori ritmo

  54. meglio pagare in eccesso kondo, riconosciuto come uno dei nuovi talenti del calcio mondiale per quanto sia un interno, centrocampista e non un fantasista, che pagare il giusto o poco un giocatore mediocre .. per giunta sfilarlo al Milan ha significato per noi una iniezione di fiducia, per loro di sfiducia, tale che per rimediare hanno fatto una campagna acquisti pietosa spendendo un botto.. w kondo

  55. dico la mia sulla formazione

    1) in generale, la formazione più equilibrata è un 4-4-2 (o 4-2-3-1, cambia poco), dove a centrocampo ci sono 2 tra melo/medel/kondogbia/brozovic/guarin, poi biabiany e perisic ai lati, e due punte (e secondo me mancini sta recuperando biabiany proprio per avere questa soluzione)

    2) mancini finora si è messo sempre “a specchio”, anche a napoli farà così, quindi niente difesa a tre (per fortuna)

    3) a napoli mi piacerebbe vedere questo 4-4-2
    handanovic; dambrosio, murillo, miranda, jj; biabiany, medel, kondogbia, perisic; ljajic, jovetic

  56. a Napoli non la darei per persa…hai visto mai…
    una nostra vittoria a Napoli significherebbe che anche il calcio ha una sua…etica
    dell estetica ne parleremo piu avanti, magari…

    • nino44,

      lasciamo le belle donne (o le squadre) agli uomini ( ai tifosi) senza immaginazione. (marcel proust)

  57. Thiago Motta riguardo il Psg:
    “È la squadra più forte in cui abbia mai giocato, anche più del Barcellona del 2006.”

    Mah…

    • Beh, mourinho ha appena detto che l’inter 2010 “era lontana anche dalle prime 10”.

      Insomma, pur di farsi pubblicità dicendo che quel successo è tutto suo, è disposto anche a malcagarci pubblicamente.

      La realtà è che i veri interisti di quel periodo erano gli argentini e pochissimi altri (JC, Matrix, Ivan, deki).

      Insomma, quelli che abbiamo sfanculato più di tutti, in pieno stile interista.

  58. le belle donne son capaci tutti di farsele e di provarci, è con le brutte che ci vuole un bel coraggio (il mio mister anni fa)
    😀 : D 😀

  59. paura del Napoli ? personalmente ZERO !
    Mi spiego, in questa fase loro sono al 100% delle possibilità, non hanno a mio avviso un millimetro di possibilità’ di ulteriore crescita e sono dietro….lunedi sono nelle condizioni ideali per batterci, sono al massimo ,giocano in casa, ma non cambierebbe nulla…ovviamente a patto che noi ci confermiamo come dopo la fiorentina una cosa seria….se poi ci si scioglie come neve al sole allora potrebbe persino fare paura anche il milan …..altri discorsi..
    torniamo al Napoli, sono al loro punto massimo,si appoggiano quasi esclusivamente su un unico giocatore che solitamente nella fase finale cala di rendimento,il loro mister non ha nessun tipo di esperienza su cosa possa significare essere al vertice di un campionato…diversamente noi da qui in avanti possiamo solo crescere,abbiamo un mister abituato a certi palcoscenici, abbiamo blasone, insomma siamo l’Inter, paura del Napoli zero e non cambio opinione neanche se dovessimo prendere 3 pere perchè resto convinto che se siamo una cosa seria come spero e penso, alla fine noi saremo davanti a loro!

    personalmente le avversarie che più temo sono la roma e i gobbi

    chiudo su sarri che non conosco e non mi permetto quindi di giudicare ma sentendo i clamorosi elogi intorno a quest’uomo ieri mi sono andato a vedere su wikipedia il suo percorso, beh, ho si tratta di un fake oppure quest’uomo, a parte un paio di promozioni nei campionati dilettantistici, tra i professionisti ha collezionato più che altro esoneri…bah!

    • Le considerazioni che fai sui limiti del Napoli sono assolutamente condivisibili, solo che non tieni in conto una cosa

      Sono proprio forti. Dietro hanno trovato una quadra ai livelli della nostra, e se questo non è un merito del mister…

      Davanti sono micidiali anche con le difese schierate. Nel mezzo si collega alla grande i reparti, grazie a capacità tecniche e di corsa (Allan sarebbe stato un gran colpo per noi) che tengono la squadra sempre corta.

      Il fatto che abbiano meno margine di crescita è vero, mi significa solo che sono arrivati più in fretta a trovare gioco, quadratura, schemi, interpreti, etc. Il che mi sembra più un pro che un contro.

      Credo che la loro prova del 9 si vedrà quando incapperanno nei primi ostacoli, ora sono un treno lanciato in corsa.

      Concordo inoltre sul fatto che noi dovremo farci trovare pronti soprattutto nelle partite a seguire quella di lunedì. Una vittoria sul Napoli non ci deve adagiare sugli allori, una sconfitta non deve farci scogliere.

      La mia più grande speranza si chiama Mancini, un maestro in queste cose.

    • rammento Empoli Inter 0-0 l’anno scorso= non vedemmo palla, dominati per 90 minuti- magari i nostri staranno rivedendo quella partita h24..

    • Metti NA al posto di EM e, per me, va bene così anche quest’anno… 🙂

  60. Tra venti di guerra ho scovato questa piacevole notizia=

    L’Inter è l’italiana più amata al mondo, ma il Barcellona batte tutti

    http://www.msn.com/it-it/sport/serie-a/linter-%C3%A8-litaliana-pi%C3%B9-amata-al-mondo-ma-il-barcellona-batte-tutti/ar-BBnkMdm?li=AAaxRTd&ocid=mailsignoutmd

  61. Sì, il Napoli è più forte, è più in forma e, sulla carta, dovrebbe vincere.

    Ovviamente siamo l’Inter e si va lì a giocarcela a viso aperto, pur con l’intelligenza di capire che un pareggio ci farebbe rimanere in testa, con tutte le grosse sfide già alle spalle.

    Ma una sconfitta, almeno per me non sarebbe un dramma, considerando che finora il ruolino di marcia è andato oltre le più rosee aspettative e che a me personalmente quest’anno interessa costruire delle basi che rimangano solide e crescano costantemente.

    Poi, vabbè, se dopo un 4-0 sia pure col Frosinone
    e un primato solitario, sia pure provvisorio e parziale

    il meglio che si riesce a cavare è che Kondogbia fa cagare o comunque l’abbiamo pagato troppo

    (mentre Alex Sandro, Bertolacci, Romagnoli e compagnia, invece, sono stati regalati).

    nella convinzione che gli attacchi avversari li stoppano solo ed esclusivamente i 2 centrali di difesa, mentre gli altri cazzeggiano

    e allora è ovvio che una sconfitta contro il Napoli riesumerebbe molti di quelli che pestavano i piedi perché, oh, mica si può perdere il trofeo Tim in quel modo.

    La soluzione mi sa che è la rotellina,

    sperando che non ce ne sia bisogno, chiaro.

  62. wolf penso che hai capito bene il senso del mio post, non ho nessun dubbio sull’attuale forza del napoli, probabilmente oggi la piu’ forte, con un giocatore al momento fuori categoria per il campionato italiano, detto questo sono altrettanto convinto(per i motivi sopra espressi) che se alla lunga dovessimo davvero competere per il titolo a mio avviso bisognerà fare un punto in più della roma e dei gobbi, mentre ritengo il napoli un avversario credibilissimo per la lotta al terzo posto

  63. ma nessuno sa o nessuno nomina che stasera c’e’ il Trofeo San Nicola in palio???

    😀

  64. Mi sembra di leggere un timore (quasi paura in certi post) veramente smisurato….e’ vero sono in forma e giocano molto bene, ma se andiamo a leggere i nomi guardate che tolto il fenomeno Higuain vedo altri buoni/ottimi giocatori, ma come li abbiamo noi….specialmente dietro in mezzo giocheranno Albiol-Koulibaly che, ditemi se sbaglio, fino a 2 mesi fa venivano considerati dei disadattati calcistici. Forza ragazzi siamo l’Inter, non scordiamocelo mai !!!!!!!

    • MN, non so quanti anni (e quante sofferenze/gioie) hai…
      Non è timore e non è smisurato per niente… solo, ormai mi (ci?) piace volare bassi, dopo gli ultimi sconquassi (che di sconquassi si è trattato… o no?)

      Ne riparliamo lunedì verso mezzanotte

  65. O anche prima di mezzanotte……………..dopo qualche momento……………… di sano onanismo……… immediatamente successivo al fischio finale….

    🙂 🙂 🙂

    Speriamo………

    FORZA INTER, comunque

  66. Grigio 47 ho i miei anni e porto fieramente tutte le mie cicatrici e tutte le mie atroci delusioni dentro di me….te lo assicuro. Anche io sono sempre stato abituato a volare basso per non farmi troppo male il giorno che si dovesse cadere, pero’ non vorrei che noi tifosi facessimo troppo dall’altra parte, per quello ci sono gia’ i TuttosporC e i Bargiggia di turno. Mi aspetto una partita durissima e certamente lo sara’, ma arriviamo sotto il Vesuvio davanti ad abbiamo tutto per fare bene, anche se sconfitta sara’ saremo sempre li’…firmerei col sangue per arrivare a Marzo (quando torneranno le coppe serie, quelle ad eliminazione diretta) a 3/4 punti dalla prima….

  67. M.N.
    Meglio a 3/4 punti (in più) dalla seconda! 🙂

    Si scherza, eh!

    Ma anche no!

  68. Guardando giocare il Barca di questi tempi viene da pensare a quanto spettacolo ha tolto a tutti quel pugnettaro di Guardiola.
    Questo è il calcio, verticale, veloce, sempre alla ricerca della porta. Altroche tichitaca.
    Vederli fa impressione.

    • Clap, clap, clap, …
      e, soprattutto per la prima frase, …
      ancora clap, clap, clap, …
      clap, clap, clap, …
      (ripetere ad libitum).

  69. Gianni
    concordo in pieno.

    Il risultato è stata la cosa meno umiliante per la Roma.

  70. Quel fesso di Mancini impari da garsià a far il bel calcio.

    In effetti stasera grazie a garsià si è visto un grandissimo spettacolo.

  71. io piu che altro mi chiedo cosa cazzo ci vanno a fare i burini in europa ? gli piace fare bondage?

  72. Fazer……dopo quel 4-4 dobbiamo imparare qualcosa anche stasera ? 🙂

    Buonanotte fratelli di fede….torno sul mio fiume…aspetto pazientemente sarri….

  73. Che poi… se la memoria non m’inganna l’ultima volta abbiamo perso di misura per un liscio di Ranocchione alla fine.
    Ed eravamo un briciolo più scarsi…
    È vero che nel calcio queste equazioni non funzionano, altrimenti ci si dovrebbe aspettare dalla Roma che tutti gli anni ne becca 6 o 7 in CL da qualcuno.
    Perché…. non è così….. vero?

  74. Vabbè, dai, c’è anche da dire che giocavano col Barcellona.
    Certo, sbracare così non va bene, specie perché poteva finire anche con un passivo peggiore

    (sembra strano, ma è così, l’ha detto pure Maicon)

    però di fronte avevano una squadra schiacciasassi, che ha vinto cazzeggiando.

    Comunque, stasera l’assist ai detrattori lo servo io:
    oggi abbiamo perso il derby contro il Milan nel trofeo San Nicola.

    #cosìnonsipuòandareavanti

  75. No! Mi sono distratto ed ho perso il prestigioso trofeo San Nigoula.
    Maledetti turchi….

  76. Copiate l’immagine e mandatela a qualche amico milanista. Io la trovo esilarante.

    http://www.ansa.it/webimages/img_457x/2015/11/1/ddeec8e77420aa456a8b70885a4bdbd8.0

  77. Acc. Non si vede , vabbeh guardatelo direttamente nella pagina ansa, anzi a giudicare dalla faccia di Poli direi …ansia

    http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2015/11/24/al-milan-il-trofeo-san-nicola_f9cc2e2b-bdda-44d9-b13e-51ac78284ba0.html

    • In effetti è un’immagine che trasuda ilarità.

      Ora mi aspetto il giro di campo col trofeo tim sollevato, prima della prossima partita.

  78. Difesa alta sempre e perennemente a palla scoperta in casa del Barca….Garsia’ 6 (e sottolineo 6) un genio !!!!!!!

  79. un affettuoso saluto a Peppe er Pantera, ovunque lui sia e ocio al Bate che è in corsa più del Leverkusen…

    stasera tutti per “El Kun” giusto per dare un pò di sale alla serata in attesa di lunedì che dirà agli scettici quando stiamo andando su questa terra, quando stiamo facendo su questa terra! si chiedono “quasi quasi…” e miagolano nel buio. Ma la risposta non è da cercare fuori, è dentro di loro! però è sbagliata.(cit. Quelo riveduto e corretto…)

  80. “Ma il Barcellona è davvero inarrivabile o Garcia è un po’ un pirla?”
    “La seconda che hai detto…”

  81. este, a mio avviso la vera preoccupazione di un tifoso romanista non e’ nella scontatissima sconfitta a barcellona, ma sta nel fatto che se dopo che ne hai beccati 3 dal bate borisov, 4 dal leverkusen il mio mister va con lo stesso atteggiamento a barcellona e’ ovvio che ne prendi 6 e inizio a dubitare della guida………ecco perche’ mi tengo stretto il mio

  82. per me, il lato peggiore della sconfitta di ieri della roma è vedere l’arrendevolezza dei giocatori in campo
    non un fallo, niente grinta, sapendo di dover perdere, allora perché dannarsi?
    atteggiamento da perdente, successe la stessa cosa al ritorno col bayern l’anno scorso, in quel caso il messaggio partì direttamente da garcia
    ma cavolo, se sono più scarso, per lo meno ti faccio sputare sangue prima di darmi per sconfitto
    niente, non cambieranno mai, e rischiano di perdere uno scudetto da vincere in carrozza

  83. a me della Rometta che vinca o che perda non me ne può fregar di meno, ho altre priorità, una di queste gioca stasera, un’altra ci ha appena ciulato un “trofeo prestigioso” che avrei voluto innalzare io, per cui ho già i miei problemi per pensare a quelli di Garcia che ogni anno è quello che dovrebbe spaccare il culo ai passeri ma alla fine lo rompono sempre a lui, o meglio, se lo rompe da solo, il che è ancora peggio.

    • Sì è vero, ma se dovesse succedere come lo scorso anno

      Con la roma che “s’è squajata” come la famosa playstation di Totti

      Per noi non sarebbe niente male.

      Già lo spogliatoio sembrava instabile, speriamo sia arrivato il colpo di grazia ai loro precari equilibri.

  84. ovvio che se la Rometta “se squaja” è tutto di guadagnato anche per noi rimanendo in meno quelle che possono ambire ai primi tre posti, ma parlarne adesso è del tutto prematuro anche se nessuno ci vieta di sognare.

    il fatto che i più continuino a dire che giochiamo male secondo me ci può favorire in quanto anche le squadrette pensano di potersela giocare con noi ad armi pari e non parcheggiano più il loro pullman davanti alla porta, il che ci permette di fare le ripartenze anche contro il Frosinone invece di fare il solito assedio a Forte Apache.

    non ci credono abbastanza forti per fargli paura ma lo siamo abbastanza per non perdere con loro, in più vincendo anche noi acquisiamo fiducia e ci sentiamo più forti di quel che siamo, il che ci permette di giocare senza paura contro chiunque.

  85. La partita della Roma è da far vedere e rivedere a quelli che “celadobbiamogiocareavisoapertocontuttiperchènoisiamol’INTER”

    Certe volte giocare di ripartenza o piazzare il caro vecchio pullman davanti alla porta in nome del risultato, non è per forza roba di cui vergognarsi… bisogna anche avere l’intelligenza e l’onestà di capire che in determinati momenti della stagione o contro determinate squadre in stato di grazia, non si può pretendere di mandare la squadra al macello sperando nel miracolo.

    Fosse per alcuni qui manderebbero in campo a Napoli la stessa formazione vista contro il Frosinone, perchè “Noi siamo l’Inter e non possiamo adattarci al gioco degli altri come fanno le provinciali”…..salvo però venir poi qui a far la punta al cazzo sull’atteggiamento che il mister non ha saputo trasmettere nel caso si tornasse a casa con 3 pere nel sacco….

    • fazer, non sono per niente d’accordo.
      Il pullman davanti alla porta ce lo mettono in molti.
      L’Inter quasi mai, se non mai.
      E qualora lo facesse, vorrebbe dire che è tornato il piangina.
      A me sembra che il mister (lui è lui e noi non siamo un cazzo, come ormai arcinoto) finora abbia mostrato di sapere abbastanza bene cosa fare e, per di più, lo fa pure.
      Senza pullman. Ma anche senza le leggeritudini viste ieri sera da quella banda di sfigati col “bel giuoco”.

  86. il punto piu’ interessante sarà proprio questo: cosa si inventerà Mancini lunedi.
    Se metterà la formazione speculare al Napoli, oppure si affiderà alla difesa a 3 (o a 5 a seconda di chi mette in fascia), che centrocampo proporrà.. chi ci sarà in attacco…
    è proprio questa preparazione meticolosa delle partite sull’avversario che ci ha condotto finora dove siamo.

  87. esatto… proprio perchè abbiamo tanti buoni/ottimi giocatori, ma non (o non ancora) dei campioni capaci di fare la differenza da soli

  88. Ok,
    quindi se Mancini sbaglia formazione e fa confusione altre 24 volte (anche qualcuna in meno, volendo) vinciamo lo scudetto?

    Mah, ormai siamo al grottesco.

  89. A Napoli uomini e schema saranno quelli visti in campo contro la Roma…quindi fuori Icardi, Ljalic e Perisic che rientrano fino alla nostra area e Jojo davanti per non dare punti di riferimento….
    4-3-3 che verosimilmente sara’ 4-5-1…ben coperti dietro e agili davanti.

  90. Ciao a tutti; ben trovati……ma il confronto media punti con il predecessore del Mancio non lo fanno più??? Mi sto preoccupando………..dimenticavo…..adesso abbiamo gli esperti che si concentrano sul non gioco/gioco antico et etc….poi Sacchi te lo raccomando…..uno che è riuscito a vincere un solo scudetto con una squadra che poteva vincerne diversi di fila visto che quella squadra la poteva allenare anche Mazzarri che tanto avrebbe vinto lo stesso…..per Napoli non fasciamoci la testa……se si perde non è un dramma….siamo sempre li’…………..l’ importante è dare la sensazione di essere una squadra tosta…..i campionati si vincono contro le “piccole” e poi noi non dobbiamo vincere ma arrivare se possibile nelle tre……

    • Bellalì…

    • I due si serbano rancore; Mancini rinuncio’ definitivamente alla nazionale con Sacchi CT. Poi Sacchi dice sempre le stesse cose= l’orchestra, la trama del film.. Filosofie agli antipodi che seplifico in collettivo contro estro dei singoli.. Ad ogni modo riconosco al primo Sacchi un che di innovatore, Ma poi, scoperto il suo 442 a tutto pressing, solo disastri= nazionale noiosa salvata solo da Baggio (che lui non voleva), ritorno al Milan con rischio B condidto da uno storico 1-6 in casa con la juve, altri disastri assortiti con Atletico e Real Madrid.. Io sto con Mancini.

  91. Quoto simone.

    E aggiungo… no, in effetti non c’è niente da aggiungere.

  92. http://www.gazzetta.it/Calcio/Liga/25-11-2015/real-madrid-kovacic-caso-35-milioni-euro-solo-9-minuti-infortunio-inter-1301069354598.shtml

    Per tutti quelli che kovacic avrebbe fatto la differenza, che l’inter non fa crescere i giocatori e comunque non li aspetta….

    Magari fra 5 o 6 anni varrà 50 milioni…. ma l’avreste aspettato ancora???
    O siete pazzi o sprovveduti…
    Sempre con rispetto…

  93. Non mi meraviglia che nessuno dei frequentatori di questo blog abbia ricordato , tra le formazioni degli anni passati quella che, a mio parere, presenta più sorprendenti analogie con l’Inter di questa stagione: tanti sono gli anni trascorsi (più di sessanta…) e pochi i sopravvissuti che possano ricordarne i personaggi e gli episodi.. Dopo la scomparsa del grande Torino nei tre anni successivi si erano spartiti la torta degli scudetti il Milan e la Juve, quest’ultima orgogliosa del suo WM che poteva giovarsi forse della più bella formazione della sua storia, col trio d’attacco Muccinelli-Boniperti-Praest e due mezze ali fortissime, i due fratelli Hansen. Nel 1952 la nostra squadra venne affidata ad un ex grande difensore ed ex juventino Alfredo Foni, che da qualche anno aveva iniziato la carriera di allenatore e che si rivelò coraggioso stratega e intelligente tattico, veloce nell’impostare prima e durante la partita la sua squadra secondo le caratteristiche degli avversari (vi ricorda qualcuno?). Battere i due squadroni precedentemente ricordati non era possibile se non inventandosi qualcosa di nuovo, che avrebbe cambiato non solo la storia dell’Inter, ma anche quella del calcio italiano, ponendo le basi del moderno calcio “all’italiana”. Foni (è storia!) dalla Svizzera trasferì in Italia, adattandolo alla sua squadra, il “verrou”, cioè il moderno catenaccio che per tutta la stagione fece discutere l’Italia sportiva: quell’Inter che si chiudeva ostinatamente in difesa, limitandosi al contropiede, giocava male. In effetti, Foni arretrava costantemente Armano , ala tornante, all’altezza del terzino sinistro quando avanzava l’attacco avversario, permettondo così al terzino Blason, un manzo agile e potente, di spostarsi al centro dell’area nel ruolo di libero accanto al mediano metodista Giovannini. La squadra avversaria proiettata in avanti apriva gigantesche praterie ai tre attaccanti, tra i più famosi nella storia della nostra squadra, Nyers, Lorenzi e Skoglund (l’Apolide, Veleno e il Nacka, come venivano chiamati da noi tifosi). Naturalmente le nostre azioni d’attacco erano rare ma ben mirate e pochi i gol realizzati (furono alla fine solo 46, mentre quelli della Juve, seconda classificata, furono 72 e delle diciannove partite vinte undici lo furono col minimo scarto e 8 terminarono zero a zero. Insomma, uno scandalo per i buongustai del calcio. Come detto, un coro di critiche percorse l’Italia sportiva: l’Inter giocava male, rubava le sue vittorie, era una vergogna che fosse in testa alla classifica…(vi ricorda qualcosa?). Solo un giovane cronista, un certo Gianni Brera, allora entusiasta tifoso della nostra squadra, ebbe il coraggio di difendere quel gioco sparagnino ma terribilmente efficace (invito chi mi legge a ripescare la cronaca della partita Inter-Juventus del Gennaio del ’53 oggi raccolta nel vol. Il più bel gioco del mondo. BUR 2007: un’epica battaglia che occupa più di dieci pagine del libro racccontata dal più grande giornalista sportivo della nostra storia e celebrante il Santo Catenaccio). Forse il buon Foni, ex juventino, si pentì di aver osato tanto: l’anno successivo abbandonò il catenaccio e ritornò al tradizionale WM e, miracolo!, vinse di nuovo lo scudetto. Nella partita con l’eterna rivale fece ancora meglio: battemmo la Juve per 6 a zero. Concludo con un ricordo personale: avevo solo quindici anni e una gran fame di scudetto dopo i digiuni degli anni precedenti ma per me quell’Inter strana de ’52-’53, quei suoi tre strordinari attaccanti, l’Apolide infallibile cecchino, i dribbling irridenti di Veleno e soprattutto le vertiginose cavalcate per le praterie di San Siro col biondo ciuffo al vento del folletto nordico Nacka, i suoi cross da fondo campo (alla Mortensen, si diceva allora) destinati spesso ad entrare in rete sotto la traversa, furono ai miei occhi uno spettacolo indimenticabile, nonostante le critiche dei corvacci di tutt’Italia. Al loro confronto i nostri tre attaccanti di oggi mi son sembrati Domenica sera (mi scuserete, ma lo scrivo con malinconia) i tre anatroccoli della favola in attesa di diventare cigni. Sarà soprattutto nella loro metamorfosi se, come avvenne per quella strana squadra del ’53, potremo ottenere quello che più desideriamo.

  94. Anonar, mio padre mi parlava con entusiasmo di quell’INTER nonostante amasse un giocatore andato via l’anno prima: tal Wilkes olandese dribblomane fantastico ma anarchico come RECOBA.
    Lunedì ci aspetta un’altra prova del 9 (altre ce ne saranno) certo è che quando vinciamo mi guardo con enorme soddisfazione le facce televisive con i loro “commenti” dei vari boscimani e compagnia orrenda.
    Comunque mi sento agitato, curioso, impaziente, etc

  95. per la partita di Lunedì, of course

  96. ANONAR 36

    grazie di essere nato 10 anni prima di me.

    di quell’Inter mi ricordo poco e niente, s’eri piscinin, però qualche volta l’ho vista giocare anch’io anche se non capivo un tubo, però devo farti un paio di precisazioni.

    la prima è questa : il Milan non si spartiva gli scudi con la gobba, aveva solo ripreso a vincerli dopo 45 anni di astinenza.

    la seconda me la devi spiegare bene: delle diciannove partite vinte undici lo furono col minimo scarto e 8 terminarono zero a zero…

    a parte gli scherzi, ti ringrazio anche per il refresh e mi auguro di rileggerti ancora.

  97. Anonar, bellissimo pezzo. Grazie.

  98. Mi auguro di essere smentito dai fatti ma il City è di una pochezza disarmante.
    Con i soldi che hanno, sono questa roba qui?

    Altro che 35 milioni per Kondogbia, questi qui spendono e spandono cifre da capogiro ma verrebbero messi in difficoltà da un Torino qualsiasi.
    A Manchester, eh.

    Bah, con il loro budget noi avremmo già due o tre triplete.

  99. Anonar 36, grazie e che tutto sia di buon auspicio…. poi vada come deve andare, l’Inter sarà sempre l’Inter anche fra altri 60 anni.

  100. Preciso: prima del ’48 non ce ne era per nessuno. Era l’epoca del grande Torino. Della Juventus ho già detto. Anche il Milan ci era superiore potendo contare sul formidabile trio svedese GRE-NO-LI. Lo dico perché meglio si apprezzi la duplice impresa della squadra di Foni.
    L ‘Inter in quella stagione vinse solo diciannove partite e delle 9 che pareggiò, ne pareggió 8 col punteggio di zero a zero. Tra quelle vinte undici terminarono col minimo scarto.
    Preciso anche che non disprezzo affatto i nostri attuali tre attaccanti che mi ricordano anche fisicamente quei tre famosi. Solo che vorrei me li ricordassero anche nel gioco.

  101. ANONAR36

    Forza Inter e forza gli Interisti come te.

  102. Anonar36 grazie,
    testomonianza veramente fantastica per chi, come me, non puo’ farsi raccontare da nessuno le gesta di quel calcio cosi’ affascinante. Dalle mie parti negli anni 50 solo abbondanza di terra, sudore, campagna e tanti tanti sacrifici.
    Ho solo un vicino di casa, grande tifoso nerazzurro, che mi racconta in maniera veramente appassionata le gesta dei nostri campioni di tanti anni fa, ma a partire dalla Grande Inter, prima era troppo piccolo anche lui….

  103. Il City è davvero una squadra imbarazzante… in 3 arrivano già a fare 200 milioni e sono riusciti nell’impresa di resuscitare i gobbi per ben 2 volte e di far sembrare il Napoli di Mazzarri uno squadrone…
    Da quando è arrivato lo sceicco hanno già speso il doppio di quanto ha speso Moratti in 20 anni per vincere 2 scudetti e collezionare figure di merda in Europa!

  104. Sono debitore di una risposta indiretta a Inverno in Inglese.
    Faas Wilkes, l’olandese volante, fu un meraviglioso dribblomane (fu detto ironicamente il Faasso tutto mi). Amatissimo da noi tifosi per i suoi dribbling ubriacanti, lo scippammo al Milan che voleva acquistarlo nel 1949 e sempre nel ’49 fu grande protagonista del più famoso derby della storia, quello che terminò sei a cinque a nostro favore. E’ morto qualche anno fa ultraottantenne onorato in Olanda come un eroe nazionale. Cruijf e Drobben si sono sempre dichiarati sui devoti discepoli. Io lo ricordo alto, sottile e pieghevole come un giunco, poco somigliante in verità a Recoba ma piuttosto a Ghiggia e a Garrincia e, tra i nostri, a Mariolino Corso diciottenne. Mi fa piacere ricordarlo perché noi Italiani ci dimentichiamo troppo facilmente, e spesso non ne ricordiamo neppure il nome, diversamente dagli Olandesi , di quei giocatori che hanno fatto grandi i nostri club, anche in tempi recenti (vedi Cambiasso).

  105. Anche io ringrazio della testimonanzia di Anonar36. Calcio in bianco nero ma affascinante. Ho qualche anno anche io sulle spalle ma i miei ricordi iniziano verso la fine anni 60. Ho ricordi belli della rimonta sul milan del 70/71. Prima grandi discorsi ma la tv in casa mia è arrivata poco dopo la grande Inter. Ricordi di figurine dei calciatori in regalo con i formaggini. Altri tempi e modi pubblicitari.
    Sono anche io perplesso del gioco della squadra attuale, sparagnina, coriacea, un po’ fortunata (secondo me anche con il Frosinone nei primi 20 minuti). L’impressione da fuori è che sia coesa, spero lo sia anche dentro. Chi avrebbe detto che a questo punto l’Inter era prima in classifica? Io non ci avrei scommesso e devo ricredermi, ma ho un carattere calcistico (lo sono i tifosi dell’Inter ? ) che non vede il futuro della classifica in maniera ottimistica. Allo stato attuale del campionato mi aspettavo molto di più dalla Roma e un po’ meno dal Napoli. Devo riconoscere che Sarri è stato molto bravo ad assemblare la squadra, a tenerla isolata dall’ambiente caliente di Napoli. E’ riuscito a fare il salto senza perderela sua personalità.
    Speriamo di continuare a macinare punti.

  106. del famoso derby finito 6-5 per noi si narra che negli spogliatoi dell’Inter alla fine del primo tempo che si stava perdendo per 1-4 si fiondo’ il nostro presidente a cui l’olandese volante estorse un premio partita speciale nel caso riuscisse a ribaltare la partita, ma forse è uno dei tanti aneddoti inventati dai tifosi, come quello che diceva che il nostro popolare Nacka il più delle partite le giocava mezzo ciucco in quanto andava al night anche al sabato sera e alla domenica, non avendo ancora smaltito la sbornia, andava a destra e a sinistra con il pallone senza sapere nemmeno il perchè ed era per quello che i difensori non lo fermavano mai.

    può essere che questa storia l’abbiano raccontata anche a Maicon…

    tornando ai tempi nostri se il nostro portiere fa il suo dovere abbiamo culo, se si fa uccellare come un pirla dalla Fiore il coglione è il Mancio ad avere sbagliato la formazione…

    • A proposito di “cattive” abitudini, secondo mio padre (beh, sono vecchio ma non così tanto da ricordarlo direttamente …) il massimo era il Peppino Meazza che lo andavano a prendere in albergo la domenica mattina trovandolo con bottiglia/e e femmina/e … può essere una favola metropolitana, ma il Peppino di per sè era una favola metropolitana!

  107. dopo alcuni post grotteschi, per non dire avvilenti, “sull’estetica” Ti spunta all’improvviso ANONAR…che boccata d’aria buona, grazie !

  108. Per me il bel gioco o il brutto gioco c’entrano poco.
    La vera paura dipende da altri punti:

    1) Paura che a squagliarci, alla fine, potremmo essere noi. Ossia, vinciamo perché ci stiamo mettendo l’anima e quindi di qui ad un mese ci squajamo noi?

    2) Cosa succede se andiamo sotto? Sappiamo capovolgere una partita dopo un gol preso?

    3) Questa impermeabilità è frutto di un sistema di gioco o dello stato di forma dei singoli?

    Le prime due sono incognite totali, personalmente non saprei manco azzardarla una risposta, la terza è, se non altro, fortificata da un dato

    quando qualcuno della difesa è stato fuori per infortunio/squalifica, chi è andato a sostituirlo l’ha fatto degnamente e la difesa è rimasta impermeabile.

    Risolte queste incognite, del bel gioco non fregherà niente a nessuno…
    fatta eccezione per chi non sa più a che santo votarsi per trovare un problema e poter dire velavevodettoio.

  109. a mio avviso este ha centrato perfettamente i veri dubbi di un tifoso, il resto e’ fuffa

  110. Arrivare a fine novembre senza incognite, con tutti i nodi sciolti, è assai difficile.

    Detto questo, secondo me va chiarito un equivoco alla base, prima di discutere dei nostr limiti e dei nostri dubbi.

    A che si punta? Perché i limiti per il primo posto sono molti, per il terzo il discorso cambia.

    Mancini insiste nel dire che l’obiettivo è arrivare terzi.
    I giocatori parlano di scudetto, apertamente e all’unisono.
    La dirigenza resta vaga evidenziando solo la necessità di arrivare “in Europa”.

    Io credo che, e la storia lo insegna, noi dobbiamo essere nettamente superiori per vincere uno scudetto, data una serie di fattori esterni.
    E quest’anno non lo siamo.
    Quindi il fine ultimo deve essere la CL, con il secondo posto che da accesso diretto come meta ideale, e bisogna chiedersi quali siano le caratteristiche necessarie per arrivarci.

    Ciò considerato, emerge in positivo la continuità, questa sconosciuta, e tanto potrebbe bastare.
    La fiducia dell’ambiente nella rosa c’è, nello staff tecnico e nella dirigenza pure, quindi cosa ci manca davvero per un secondo o terzo posto?

    Non la solidità dietro, non i muscoli, e direi nemmeno la tecnica. Neanche il campione alla ibra, la cui assenza sarebbe un limite solo se punti allo scudo.

    Insomma, mi viene da concludere che siamo attrezzati per fare la stagione che spero.

    Poi ovviamente non si parla di scienza esatta, quindi alla fine per qualche strano rito vodoo può anche capitare che chiudi dietro al milan.

  111. Grazie Anonar per questi bei ricordi che credo pochissimi qui dentro possono permettersi, è un modo per tramandarci fra fratelli interisti la nostra storia.
    Detto questo volevo fare più che una provocazione, un sondaggio così a pelle : oh questi dell’ Arsenal pare che vogliano sganciare 45 milioni per il capitano : che si fa in questi casi secondo voi ? azz mica semplice !!

  112. sinapsi,
    mi hai preceduto mentre scrivevo

  113. Anonar ci puo’ aiutare dicendoci se Icardi vale Nyers..

  114. Per quanto riguarda la questione Icardi dico si’, secondo me si puo’ vendere (abbiamo venduto Ronaldo e Ibra figuratevi se non si puo’ vendere Icardi), ma solo se tra le mani abbiamo gia’ un sostituto di pari (meglio maggior) valore (operazione in stile appunto Ibra venduto a 50 mil+ Eto’o).

    Dalle ultime che arrivano da Appiano si parla di un’assenza del Kondo per Napoli (problemi muscolari), chi per voi al suo posto?
    Io la butto la’….secondo me il Mancio Lunedi (con Melo e Medel) rispolvera il Guaro !!!!!

    • Possono coesistere..a patto che da interno ci giochi Medel, che Melo li’ (ci ha giocato a Torino) non se po’ guarda’….non cia’ proprio il passo !!!!

  115. Fantacalcio time :

    Icardi per 45-50 milioni lo farei partire subito….sarebbe una plusvalenza super e dubito che la sua valutazione potrà mai andare oltre quella cifra.
    in sostituzione farei all-in su Cavani che credo sarebbe uno dei pochi in grado di farci fare un salto di qualità

    • Come cartellino penso sia anche possibile…ma per l’ingaggio la vedo durissima (7,5 netti l’anno)

    • verissimo infatti si parla di fantacalcio, ma sarebbe il profilo ideale per noi… nel nostro campionato ha già dimostrato di poter essere decisivo e non avrebbe problemi di ambientamento…usato sicuro, attaccante completo

  116. Acanfora

    Nyers era un ala che segnava…

    semmai Amadei o Lorenzi (veleno)

    e comunque se davvero ce lo pagassero così tanto non mi preoccuperei per sapere se valeva uno di questi o no…

  117. ma dove è nata questa voce di Icardi??? per 45 milioni piu’ Alexis Sanchez o Ozil, in alternativa 60 piu’ Giroud non sarebbe un brutto affare 😀

    scherzi a parte Icardi a me piace tantissimo, soltanto che (forse lo noto solo io) mi sembra in questa stagione più “stazionario”, lavora meno per la squadra e presidia soprattutto l’area di rigore, inoltre mi sembra non abbia un gran dialogo o affiatamento con Jovetic (e neanche lo cercano piu’ di tanto). Mi sembra si trovi invece benissimo con Ljajic (come anche Jovetic) e con Palacio.
    Di certo è fortissimo, e non mi sembra neanche ipotizzabile per una squadra prima in classifica privarsi peraltro a gennaio quindi in piena corsa di uno dei suoi pilastri, tanto più che in teoria per gennaio dovremmo cercarla una prima punta (di ruolo) come riserva, non cedere l’unica che abbiamo.

  118. Per come la vedo io: con questa rosa ed in questo campionato la lotta al terzo posto è il minimo sindacale.
    Se poi qualche congiuntura astrale ci offrirà qualcosa di meglio, penso siamo attrezzati per afferrarla.
    Certamente ci sarà più facile se giocheremo più spesso come contro il Frosinone che come contro il Torino.
    Restare invece fuori dalla lotta al terzo posto sarebbe invece un nuovo fallimento.

    Su Icardi, sempre considerando che io giocherei col 4231, a gennaio non se ne parla. Diventeremmo troppo pochi.
    A giugno davanti ad almeno 50 milioni se ne può riparlare.

  119. condivido che dal quarto posto in giù sarebbe una delusione, ma questo lo possiamo dire solo oggi dopo 13 giornate dove ci siamo riconquistati una certa autorevolezza

    perche se riavvolgiamo il nastro non dimentichiamoci che a detta più o meno di tutti la juve era la squadra da battere seguita a ruota dalla roma, poi veniva preso in considerazione il napoli con subito dietro le 2 milanesi accreditate alla PARI come outsider di lusso dopo gli STESSI IDENTICI IMPEGNI ECONOMICI del mercato, a seguire ancora le milanesi lazio e fiorentina….

    ora certo che vista la difesa della roma, vista la partenza dei gobbi(che a mio avviso restano i favoriti), visto che con napoli e soprattutto fiorentina ce la possiamo giocare,visto che lazio e milan non li consideriamo più, chiaro che OGGI non centrare il terzo posto sarebbe una delusione, ma aver ribaltato il pronostico iniziale e’ un merito che andrebbe AD OGGI riconosciuto senza se e senza ma alla squadra, al mister e alla società

  120. “…ma aver ribaltato il pronostico iniziale e’ un merito che andrebbe AD OGGI riconosciuto senza se e senza ma alla squadra, al mister e alla società”.

    Perfetto, mareintempesta, senza se e senza ma.

    Un caro saluto anche ad ANONAR 36 (… anonar è il contrario di ranona, grossa rana, c’entra qualcosa? sei lo zio di Ranocchia?) per la bella storia che ci ha regalato: le belle storie, specie quando riguardano l’Inter, sono sempre assai gradite.

  121. La squadra prima in classifica lotta per lo scudetto per definizione.
    Di piu’ la squadra prima in classifica ha le maglie neroazzurre, e non é l’Atalanta. Nemmeno il Pisa.

    Corso,
    allora correggo il tiro e mantengo il parallelo Icardi / Nyers non per il ruolo, ma perché sono accomunati dal fatto di essere (o dovrebbero essere) i migliori realizzatori delle due Inter= nella prima Inter di Foni Nyers ne fece 15 (19 vittorie; 9 pareggi e 6 sconfitte; perse le ultime 3 a scudetto gia’ vinto, chissa’, forse per eccesso di bevande da festeggiamenti…).
    L’Inter di Mancini ha una media punti, ad oggi, superiore.
    Mi preciso= questo Icardi e’ in grado di segnare quei 15/20 gol necessari per vincere lo scudetto?
    C’e’ chi dice no.

  122. Io dissi prima dell’inizio del campionato che la lotta al terzo posto era alla nostra portata. Per cui fin da allora consideravo l’ipotesi di non centrarlo come una grossa delusione.

    OGGI riconosco come un merito ENORME alla squadra, al mister e alla società il fatto che si stiano giocando addirittura il primo.

  123. Io sono d’accordo con mareintempesta.

    In un campionato come questo, se puoi arrivare terzo puoi arrivare anche primo, come puoi arrivare quarto.
    Ovvio che arrivare primo o quarto non può essere la stessa cosa, specie se sei l’Inter. Anche se ultimamente ho sentito lodi sperticate per risicati quinti posti, ma vabbè…

    Il punto è che non ci sono squadre che ammazzano il campionato ma 3 o 4 squadre che stanno lì e tante altre che possono dare fastidio.
    La Juve è la più attrezzata, ma ha accumulato ritardo e la sensazione è che non sia la squadra schiacciasassi dell’anno scorso, se ne sia accorta e abbia perso sicurezza.

    Roma e Napoli si sapeva che erano più rodate e attrezzate di noi.

    In sintesi: l’obiettivo minimo è il terzo posto, ci mancherebbe, anche per una indiscutibile questione economica, ma anche lì bisogna vedere il “come” s’è raggiunto questo terzo posto, inutile fare i conticini della serva.

    No, perché un quarto posto in cui te la sei giocata fino alla fine e che lascia basi solide per gli anni a venire, per vincere qualcosa di serio e aprire un ciclo di vittorie vere

    sarebbe preferibile a un terzo posto tipo quello del Milan di qualche anno fa, raggiunto perché si tolsero di mezzo un po’ tutte
    ma che in realtà non c’era nullo di concreto per il futuro.

  124. In merito alla questione Icardi io mi schiero fra i sostenitori del cedibile, ovviamente previa degna sostituzione. E secondo me quel furbetto di ET ha fiuto per gli affari, e se mettono sul piatto le cifre delle quali si parla, lo cede. Farà un’ operazione vendo-acquisto come con Kovacic.
    Il sostituto ? Come ipotizzava Johnny, l’ideale sarebbe Cavani, non so quanto ciò sia possibile. Però credo ci siano altri candidati, aiutatemi voi…

  125. sostituti all’altezza e futuribili come Icardi ce ne son pochi. O si punta su attaccanti atipici come Eder o Calleri che stiamo seguendo, ma se parliamo di centravanti mi viene in mente Giroud come prospetto “simile”, o Pelle’, o addirittura Zaza.
    Non mi sembra in ogni caso una operazione da fare assolutamente a gennaio.
    Questo Icardi puo’ segnare 15/20 goal? Si, per me assolutamente si.

  126. Icardi può segnare 20 gol se l’Inter riesce a giocare spesso come nell’ultima partita, in quanto è uno che i gol raramente se li crea (tipo Tevez) ma è un rifinitore d’area piccola che necessariamente dipende dal volume di gioco che si fa in quella zona. Col Frosinone è stato facile mettere in campo una squadra offensiva e le occasioni sono fioccate, con squadre più toste non credo che Mancini arrrischi una formazione così “spregiudicata”.

  127. @AlexHubner

    I nomi che hai fatto per la sostituzione sono un po’….moscetti direi.
    Se specialmente lo si vuole vendere a Gennaio bisogna andare su un usato sicuro, se dobbiamo prendere uno di prospettiva (tipo appunto Calleri) ci teniamo il nostro Wandone….

    Se vi propongo Falcao voi cosa mi dite?
    Possibile si sia dimenticato come si fa gol….lui che fino a 2 anni fa era uno dei primi 3 centravanti al mondo? Secondo me ha solo bisogno di sentirsi titolare e di avere fiducia….ed il Chelsea non penso farebbe tanta opposizione per darlo (a Gennaio si dice prendano Kane)….

  128. nooooooooooo ORSATO nooooooooooooo

  129. posso capire che non suscitino magari clamore… un po’ come l’acquisto di Milito anni fa magari… anche li il povero Diego era considerato “moscetto”.
    Invito a vedere le medie realizzative di Giroud e il suo lavoro che fa per la squadra, a me sembra molto simile anche come movimenti a Mauro, poi posso anche sbagliarmi, inoltre ha un ingaggio “sostenibile”, cosa che Cavani o Falcao o altri non hanno, sono completamente fuori budget.
    Magari poi arriva il Real con 50 milioni e Benzema per pareggiare i conti con il Barcelona ai tempi di Ibra-Eto’o.

  130. Sono il primo a non giudicare gli attaccanti dai gol fatti, altrimenti ad Inzaghi avrebbero dato il pallone d’oro,
    ciò non toglie che, soprattutto per quanto visto finora, uno che la butti dentro ci vuole.

    Di gente che fa il lavoro sporco ne abbiamo già molta e tra questi c’è anche Icardi che spesso l’ho visto sbattersi in copertura, pressing e sponda.
    Io prima di dare via un giovane Icardi per un trentenne che finora non è che mi abbia strabiliato, come Giroud, ci penserei 200 volte.

    A questo aggiungo che la figura barbina del Manchester City dell’altra sera mi sta convincendo sempre di più che il calcio inglese sia bello da vedere, organizzato, glamour, ricco e tutto il resto

    ma stia alla frutta.

    Basti vedere la fatica che sta facendo Dzeko nel nostro campionato a segnare, mentre lì era un’iradiddio.
    Sono convinto che Icardi all’Arsenal abbatterebbe il muro dei 30 gol, mentre da noi Giroud non so quanto funzionerebbe.

    Del resto l’Inghilterra non è che sia proprio famosa per i suoi difensori:
    a meno che qualcuno non abbia voglia di farmi il nome di un difensore venuto dal campionato inglese che da noi abbia fatto faville.

  131. fazer perdonami non ti ho preso di mira, non ti conosco e non ne avrei davvero motivo, ma davvero faccio fatica….sei venuto a dirci di prendere come esempio il 4-4- della roma a leverkusen ricordi ?
    hai difeso il 6-1 dela roma a barcellona dicendo letteralmente che ” hanno snobbato la partita e comunque loro giocano meglio di noi e questo a me piace”

    ora rinfacci addirittura i piedi buoni dello scorso anno….mi arrendo

  132. certo Fazer, vuoi mettere Kovacic ed Hernanes con Jovetic, Lijalic e Perisic, o se no
    Kuzmanovic con Melo?

    e poi avevamo anche la bellezza di 14 punti alla 13a giornata mentre quest’anno ne abbiamo solo 30 e siamo primi in classifica nonostante lui di gol ne abbia fatti solo 3 mentre l’anno scorso ne aveva già fatti 8 di cui 3 al Sassuolo nella partita rivinta 7-0.

    bei tempi…

    • ne ha fatti 4 dai 🙂

      In ogni caso per prendere un fac-simile di Icardi, tengo lui tutta la vita… anche perchè non vedo di molto meglio in giro con quelle caratteristiche
      il discorso avrebbe un senso solo se si andasse a cercare un centravanti completo, capace di far salire la squadra e di crearsi occasioni da solo, per questo dicevo che un Cavani sarebbe un salto di qualità.

      Ci manca la ciliegina sulla torta… il classico “giocatore che vale il prezzo del biglietto”, quello che le varie Inter dell’era Moratti hanno sempre avuto e che oggi in serie A, ce l’ha solo il Napoli.

      A gennaio ovviamente è quasi impossibile, ma per Giugno mi aspetto/spero in un’operazione di questo tipo

  133. Rimane un mistero come una squadra con ZERO gioco possa vincere le partite.
    Bisognerebbe disquisire sulle componenti che caratterizzano e qualificano il gioco che sono centinaia, ma una cosa è certa: il prodotto finale del gioco è SEMPRE il risultato.
    Quindi zero gioco è una cazzata a prescindere.
    Dirla poi di una squadra prima in classifica in Italia è una cazzata assoluta.
    Certo che ci sono tante squadre che giocano meglio ma perdono di più come altre che vincono con un gioco più piacevole del nostro.
    Ma parlare di noi con zero gioco è provocatorio e basta.

  134. Rimane un mistero come una squadra con ZERO gioco possa vincere le partite.
    Bisognerebbe disquisire sulle componenti che caratterizzano e qualificano il gioco che sono centinaia, ma una cosa è certa: il prodotto finale del gioco è SEMPRE il risultato.
    Quindi zero gioco è una cazzata a prescindere.
    Dirla poi di una squadra prima in classifica in Italia è una cazzata assoluta.
    Certo che ci sono tante squadre che giocano meglio ma perdono di più come altre che vincono con un gioco più piacevole del nostro.
    Ma parlare di noi con zero gioco è provocatorio e basta. Ognuno si diverte come crede anche se ripetere sempre lo stesso concetto dovrebbe essere noioso anche per chi lo fa.

  135. il calcio e’ un gioco di abilità e come in tutti i giochi di abilità la componente essenziale e’ appunto l’abilità mista poi alla componente fortuna che fa parte di qualsiasi gioco

    fatta questa premessa in qualsiasi gioco di abilità il primo classificato ha giocato meglio di tutti gli altri, per giocato meglio si intende che ha sfruttato al meglio le proprie caratteristiche dal punto di vista fisico,tecnico,psicologico,tattico etc….e che e’ stato aiutato anche dalla dea bendata…..

    tutto il discorso sopra potrebbe cadere se il primo classificato per diventare tale non avesse rispettato le regole, ma allora in quel caso si squalifica il primo e il secondo diventa primo e di conseguenza il più bravo(tipo lo scudetto del 2006, le medaglia olimpiche assegnate dopo mesi etc……per intenderci)

    visto che noi siamo ad oggi primi non di certo per nessun favore o mancato rispetto delle regole ecco che AD OGGI abbiamo giocato le nostre carte meglio di tutti gli altri

  136. E’ uscito un nuovo modello di autovettura, la PANDA Fazer.
    Caratteristica principale la serie di specchietti retrovisori per guardare indietro, quando si stava meglio.
    Filtro antimanciniano di serie.
    In dotazione pratiche ventose per arrampicarsi sui vetri.
    Prodotta in tre versioni: Sarri, Garcia e Paulo Sousa.

    • Vabbè. Il retropensiero sull’autista ce l’abbiamo tutti.
      Io, almeno, ce l’ho.

      E (giusto per non fare un altro “rispondi”) anche alla versione Paulo Sousa stanno rifacendo il tagliando.

  137. la Sarri è la più gettonata ora… le Garcia sono già in officina per un richiamo

  138. Mi sono suonate le orecchie…ah ecco è Boombastic che mi ha interpellato…
    Bello il gioco di parole, lo ammetto ;o)

    Se permetti faccio un appunto alle caratteristiche del nuovo bolide.

    “Caratteristica principale la serie di specchietti retrovisori per guardare indietro, quando si stava meglio”
    Semmai la mia idea è il contrario e cioè avere un gioco che possa dare fiducia in prospettiva per il futuro (cazzo c’entra voler guardare indietro quando si stava meglio?! boh!)…fino alla partita col Frosinone (non proprio un test attendibile, dài) consentimi di essere stato quantomeno perplesso.

    “Filtro antimanciniano di serie”
    …non sono mai stato antimanciniano, mai! Semmai ce l’avevo a morte col suo predecessore l’innominabile, come già detto più volte.

    “In dotazione pratiche ventose per arrampicarsi sui vetri”
    …meglio dire paio di occhiali neanche tanto speciali per guardare meglio la realtà dei fatti…mica mi arrampico sui vetri io, faccio semplicemente notare se necessario le cose che non mi piacciono (è vietato??) così come esalto quelle che gradisco…

    “Prodotta in tre versioni: Sarri, Garcia e Paulo Sousa”
    …sostituirei la versione garcia con la versione deluxe Guardiola…

    Comunque dai apprezzo l’ironia. ;o)))

  139. Che piaccia o no, ad oggi Mancini è l’unico allenatore in serie A con 13 trofei in bacheca vinti sia in Italia che all’estero.

    Sarri sta mostrando ottime capacità ed è innegabile che stia andando oltre ogni più roseo pronostico, ma da qui ad eleggerlo miglior allenatore del campionato ne passa e lo scopriremo solo col tempo, fino adesso ha fatto una gran prima parte di stagione e nulla più…al pari di Strama dopo la notte di Torino.
    Di meteore ce ne sono state tante nella storia

  140. Ehi fazer tutti contro il nostro modo di vedere il calcio, eh???
    Non ci capiscono… ;o)
    Facciamocene una ragione, dai…

  141. Ah dimenticavo… auguri mister!

  142. Sì, Guardiola… lo voglio vedere a fare il titic titoc con quei corazzieri che abbiamo a centrocampo.

    Per fare il gioco assurdo di Guardiola ci vogliono 11 palleggiatori più Messi, sennò non si quaglia.
    Non a caso Luis Enrique, che qui non ha certo convinto, ha già centrato un triplete in scioltezza.

    Poi mi è parso di leggere che manco Mourinho andrebbe bene.

    E m’è partito l’antivirus.

  143. Slavisa Sokanovic, mister del Maccabi Tel-AVIV FC e’ il migliore allenatore della champions league 2015-2016

  144. Perdonatemi se intervengo di nuovo (prometto di non farlo più) ma temo di essere stato frainteso. Quando ho messo a confronto l’Inter del ’53 con quella di oggi volevo solo far rilevare certe strane analogie tra le due, come il coraggio di Mancini che, consapevole di non aver tra le mani una grande squadra, o almeno non all’altezza delle rivali, sta attuando strategie e tattiche nuove (come il rifiuto di una fomazione fissa di base ricorrendo alla rotazione di tutti i suoi giocatori a disposizione, confondendo così le idee degli avversari e conservando tranquillo lo spogliatoio) e fino adesso, anche con un po’ di fortuna, con eccellenti risultati, come fece appunto Foni, ricorrendo alla novità del catenaccio che gli consentì di gareggiare alla pari con le altre squadre, certamente più forti. La seconda analogia è l’ondata di critiche provocate dal gioco della nostra squadra, simili a quelle che suscitò l’Inter del ’53. Ma Gianni Brera per primo capì come il gioco di quella squadra che rifiutava il WM classico si proiettava nel futuro e fosse almeno dieci anni avanti, verso, per intendersi, l’Inter di Herrera, che, certo inconsapevolmente, fece tesoro dell’esperienza di quel suo lontano predecessore. Per gli spettatori del ’53, in effetti, l’Inter, messa a confronto della Juve di Boniperti e del Milan di Nordhal, giocava male (o, meglio, appariva brutta a vedersi, ma per me giocava benissimo, almeno finché vinceva) però nel girone d’andata ottenne trenta punti su trentaquattro disponibili, una specie di primato, con punteggi striminziti ma vincenti: a fine campionato la Juve aveva segnato il doppio delle reti dell’Inter, ma arrivò seconda! In settant’anni di passione calcistica, ho imparato che nel gioco del calcio, che è soltanto un gioco,vige una legge aurea,cinica quanto si vuole e fortunatamente non sempre applicabile nella vita di tutti i giorni: un gol in meno nella mia porta, uno in più nella porta avversaria. Il resto sono solo chiacchiere vuote di sostanza. Quanto poi al confronto reale fra queste due squadre, non è possibile farlo, tanto è cambiato il mondo del calcio. I giocatori oggi sono autentici professionisti, nella vita e in campo. Le difese di allora erano piuttosto allegre, quelle di oggi, anche e soprattutto nelle squadre minori, sono estremamente agguerrite (dove sono più le squadre materasso di una volta, sepolte sotto valanghe di gol?) di modo che gli attaccanti di oggi fanno un’enorme fatica nel saltare l’avversario, cosa molto più agevole in passato etc… Sono convinto che Ljaic non avrebbe oggi nulla da imparare da Skoglund, né Jovetic da Lorenzi. Forse qualcosa da imparare avrebbe Icardi da Nyers, infallibile cecchino in area, quando sparacchia a vuoto sopra la traversa. Ma tecnicamente, a mio parere, i migliori giocatori di oggi non hanno proprio niente da imparare dai migliori di ieri; solo che i difensori di oggi sono molto meglio preparati rispetto ai difensori di ieri e le aree eccessivamente affollate non consentono agli attaccanti le prodezze di ieri. Insomma, quel mio personale ricordo, carico di rimpianto per le prodezze della mia squadra e anche per i miei quindici anni, non mi fa ritenere che il gioco di oggi sia preferibile al gioco di ieri e Lunedì sera un gol segnato all’ultimo minuto dopo una difesa con le unghie e coi denti del nostro fortino difensivo sarebbe il risultato perfetto e non solo il più desiderabile. Il bel gioco rimandiamolo al prossimo anno, come fece Foni con la sua squadra, permettendosi l’anno dopo di battere, lui iuventino di ferro, la sua ex squadra per sei a zero!
    Buona fortuna a tutti e soprattutto alla nostra squadra, che Lunedì temo ne avrà molto bisogno.

  145. correggo, sul finire, “che il gioco di ieri sia preferibile al gioco di oggi”

  146. ahhhhhhh….perle si saggezza, grazie

  147. Grazie ANONAR, è sempre un piacere leggerti e condivido al 100% il tuo ragionamento e il paragone tra quell’Inter e quella attuale.

    E’ bello condividere la propria passione con persone come te.

  148. E sia: quest’anno vinciamo con stiracchiati 1_0, l’anno prossimo di goleada. Corsi e ricorsi storici..

  149. fazer
    alle volte basta la logica:

    se non ti piacciono i comeback in panchina, qualora tornasse Mourinho sarebbe un comeback e quindi non ti piacerebbe.

    Ergo, non ti starebbe bene manco un ritorno di Mourinho all’Inter

    E’ un sillogismo abbastanza ovvio, c’è mica bisogno di resuscitare Aristotele.

    Guardiola vorrei vederlo con una squadra che non sia una delle migliori in Europa degli ultimi 10 anni.
    È bastata una squadra senza Messi e già la Champions non la vince più
    (titic titoc titic titoc titic titoc titic titoc titic titoc…

    poi

    a) Messi si rompe le balle, ne salta tre e la mette a cucchiaino all’angolo
    b) Iniesta/Xavi si rompe le balle, fa un filtrante e mette l’attaccante davanti a 7 metri di porta

    bella forza.

    Infine, non credo che a Mancini abbiano chiesto di scegliere tra Rakitic e Melo.
    Ha scelto, ma fino ad un certo punto.

  150. infatti il discorso, che viene appositamente travisato dalle vestali dell’interismo pacioccone e perdente, che si vince quando si vince e se si perde pazienza, è quello della prospettiva: personalmente non sono uno che fa troppo lo schizzinoso, si accontenta dell’insperato momento di forza di un mediocre come brozovic o delle sgroppate un po’ così di un discreto Perisic, per tacer di kondogbia, e si gode totalmente uno strepitoso Miranda che comanda il Murillo di turno, così come ha sempre apprezzato l’impegno (perlomeno) di due come Medel e Nagatomo, che alla fine qualcosa sta portando, per cui non mi ritrovo troppo col concetto di “bel gioco” nè riesco a farmene un’idea precisa, però è innegabile che farsi fare il culo da, così a mente, Carpi, Verona, Palermo e altre schifezze assortite non lascia tranquilli, appunto, nella prosepttiva di costruire qualcosa

    che poi col Torino si sia giocato bene, ma mettendosi al loro livello, o col Frosinone si sia fatto il cazzo che si voleva, ma era fin troppo facile, una volta sbloccata presto, è lì da vedere, si può andare di banalità e dire che quella di Napoli è il bivio del campionato, oppure vedere la cosa in prospettiva e pensare che è adesso, con la classifica insperabile che non costringe a rincorrere nessuno per dei piazzamenti, che la squadra e l’allenatore in primis devono fare il salto decisivo, altrimenti mi dai 8 giocatori (and conting) da qualsiasi campionato europeo e qualcosa di più presentabile dello scempio dell’anno scorso te lo metto assieme anch’io

    che poi il Napoli ci sia superiore come singoli è indiscutibile, che Sarri stia riuscendo a farli lavorare armoniosamente bene lo è altrettanto, però non dev’essere una scusa: nel calcio essere poveri è una colpa, se non abbiamo investito o lo abbiamo fatto male le responsabilità sono esclusivamente nostre

  151. certa gente piuttosto di ammettere di avere torto si farebbe scorticare.

    Ranocchia dopo Zanetti l’hanno promosso Capitano, sono anni che non fa un campionato decente e nessuno ha mai pensato di avere fatto una cazzata a comprarlo, tra l’altro è stato difeso in tutte le salse anche da alcuni tifosi che dicevano che la colpa principale non era la sua ma di Cambiasso che non facendo più le due fasi che aveva sempre fatto, lasciava scoperta la difesa in balia degli avversari.

    c’è voluto uno come il Mancio a capire l’arcano e a relegare il Capitano in panchina
    e con lui il suo partner preferito e cioè JJ che per fargli giocare qualche partita è stato reinventato terzino fin tanto che Nagatomo era infortunato e che Telles si ambientasse un pò di più nel campionato Italiano.

    non solo ma ha autorizzato la vendita di Kovacic e di Hernanes giocatori che avranno giocato bene si è no una decina di partite in due, andando contro ad una mezza sollevazione popolare sui blog dove c’è ancora gente che è convinta che il primo sia un fenomeno ed il secondo un campione, invece di ammettere che sono al momento attuale due mezze calzette che non servono ad un cazzo a una squadra che deve ridiventare grande in fretta come esigono i suoi tifosi e come esige la storia dell’Inter.

    non solo ma ha rimandato al mittente giocatori che in un primo momento sembravano degli acquisti azzeccati come Shaqiri e Podolsky senza indugi andando a prendersi Jovetic, Persicic e Lijalic senza fare spendere un cazzo alla società facendo pareggiare i conti tra gli acquisti e le vendite, grazie anche a Ausilio.

    per non dire di avere voluto e preso Miranda e Murillo che hanno sistemato la difesa.

    però qualcuno è convinto che lo avrebbe potuto anche fare lui, per cui cosa parliamo a fare con certi personaggi?

  152. leggo che il napoli vince facile
    meglio così
    spero solo che non pensiamo di andare a fare partita alla pari
    se no ci massacrano
    se giochiamo da operaia di lusso
    come siamo
    forse la sfanghiamo

    comunque è bello dopo anni
    avere la tensione prepartita…

  153. volevo fare i complimenti ad Anonar x averci raccontato una bella pagina di storia interista con grande lucidità anche nei confronti col calcio attuale mi associo ad Acanfora nella speranza che la storia si ripeta … anche l’anno prossimo 😉 certo lunedì col Napoli è dura ma in fondo anche una sconfitta nn sarebbe un dramma saremmo pur sempre secondi a un punto e x i nostri obiettivi sarebbe cmq ottimo se poi facciamo un altro risultato … non diciamolo x scaramanzia

  154. Io però ci capisco sempre meno.
    È un limite mio, lo riconosco.

    Dunque, io sono tra i tifosi paciocconi e perdenti, fin qui non ci piove, tutto chiaro.
    Quello che non mi torna è il resto:

    dunque, noi ci siamo “fatti fare il culo” dal Carpi e dal Verona. Oh Dio, considerando che sono venuti fuori 6 punti, il pacioccone e perdente come me, vorrebbe farsi fare il culo sempre se il risultato, poi, sono i 3 punti.
    Ma ha una sua logica, in effetti avremmo dovuto strabordare e non l’abbiamo fatto.
    Quindi, mi dico, contro il Frosinone è andata bene, cioè dai, 4 gol, non sarà il calcio “propositivo” (cit.) di una volta però tutto sommato può andare.
    Eh, ma abbiamo segnato presto, troppo facile, non conta come test, ovvio che se segni presto… Quindi se segni presto e tanto sono troppo scarsi gli altri, se segni tardi e poco, come col Verona, ci hanno fatto il culo.

    Poi c’è la questione degli acquisti.
    Miranda è favoloso e fin qui sottoscrivo tutto: gioca con un’eleganza e un ordine che è andato oltre le più rosee aspettative e fa giocare bene anche Murillo di turno, vabbè questo è ovvio, ha 23 anni, chiaro che serve una guida… a me non sta dispiacendo manco il ragazzo, non fosse per la capigliatura da attore di telenovelas argentine, ma se la mettiamo sulle capigliature ne esce maluccio anche Zanetti e qui si entra nel blasfemo.
    Le cose si complicano dopo: perché Perisic fa sgroppate un po’ così (qualunque cosa questo voglia dire, e pazienza se ci fa giocare in 12 per quanto corre); Kondogbia è costato troppo e non si sa che tipo di centrocampista sia; Brozovic è mediocre; il resto è ciurmaglia che ci mette giusto impegno, tipo Medel (l’anno scorso questo impegno non serviva a una fava, ma vabbè).
    Quindi, per concludere, a parte un paio, abbiamo sbagliato acquisti anche quest’anno, e qui mi incasino di nuovo:
    se, a parte un paio, sono tutti sbagliati chi sono questi magnifici 8 acquisti grazie al quale chiunque sarebbe primo a punteggio pieno?
    (Senza farsi fare il culo da tutti, of course, al limite si prendono 4 pere dal Cagliari con onore, come i samurai di una volta).

    Infine dice che siamo poveri… No, un momento, non avevamo speso troppo per Kondo? Hai mai visto un povero che spende troppo?
    E il Napoli è ricco?
    Non lo so, fatto sta che pur essendo effettivamente superiore (concordo) non dev’essere una scusa

    (e infatti non lo è, perché è vero, lo stiamo dicendo tutti che è superiore, le scuse sono la pioggia e la cacarella, al limite, penso io da perdente e pacioccone e pure un po’ raccomandato).

    Insomma, comunque vada sarà un insuccesso. Posto che lo è già.

    Scusate il torrone, ma il Natale si avvicina e già che Mancini non dovrebbe mangiare il panettone, vista la situazione disastrosa, almeno qualcosa per addolcire la bocca…

  155. Contraddico Settore e dico che azzeccare la formazione è un cimento piacevole, proprio perche’ il Mancese cambia sempre-

    Io la vedo così=
    In difesa Nagatomo dalla parte di Insigne, a sinistra ballottaggio Telles/D’Ambrosio, poche chance per JJ troppo legnoso x Callejon-

    Il centrocampo del Napoli è rapido e di piedi buoni_ Escludo i corazzieri, Kondo pare stare anche male e dunque Guarin, Medel, Brozovic-

    Attacco= A Perisic non rinuncia, a destra di ruolo c’e’ solo Biabiany ma e’ dura far fuori il migliore dell’ultima gara, cioe’ Liajic- Centravanti classico alla Icardi o finto nove alla Jovetic?= io dico Palacio-

    Riepilogo=
    1 – 55, 24, 25,12 – 13, 17, 77 – 11, 8, 44

    Nessun bunker, ce la giochiamo-

  156. almeno quest’anno al di la di come finirà qualcosa si vede, asse societario che lavora bene, allenatore che è il migliore possibile, finalmente albeggia.

  157. Quindi, ricapitolando quel che si sente in tv

    Niang è un talento soprannaturale, futuro pallone d’oro. (Preparatevi sarà una settimana in cui la meneranno tantissimo)

    Donnarumma il portiere che scalza buffon

    Romagnoli il nuovo Nesta.

    Proprio non mi spiego allora la loro classifica.

    Nel frattempo il cds ieri esce in edicola col titolo: Il CALCIO VOTA NAPOLI.

    Credo che tutte queste cose abbiano reso questo periodo ancora più magico.

    Vederli, domenica dopo domenica, commentare la classifica con un milan sempre più giù e un’inter sempre più su

  158. Ecco cosa succede a privilegiare il bel gioco alla presa d’atto della squadra che sia ha tra le mani.

    Il Guardiola italiano ha fatto sembrare il Milan l’Olanda di Cruijff con una difesa a dir poco imbarazzante e tentando ostinatamente un fraseggio che non si poteva attuare con quegli uomini.

    Non che sia colpa tutta colpa sua, ci mancherebbe, è lì da poco,
    ma visto che l’anno scorso c’era chi reclamava a gran voce il futbol bailado di Montella…

    ecco che succede a giocare sempre e comunque in quel modo, senza adattarsi alla propria situazione attuale e senza tener conto del gioco della squadra avversaria.

  159. montella s’è illuso di contare qualcosa di più di un un allenatore normale, e che di conseguenza ci sarebbe stata la fila di big europee pronta ad assicurarsi suoi servigi, e che quindi avrebbe potuto fare il cazzo che gli pareva coi Della Valle, i figli di troia per eccellenza del pallone nostrano

    3 cagate del genere basta solo pensarle che poi ti tocca accettare la sampdoria

    poi magari la raddrizza, eh, ma non ne sono così sicuro

  160. Ma chi se ne frega di Montella e Mihailovic, o come caspita si scrive!
    Sbanchiamo il San Paolo e siamo in testa di diritto e al diavolo le P.I.
    Forza Inter e forza Mancio.

    P.S. Napoli – Internazionale 1 – 3

  161. La Samp faccia il cazzo gli pare, voglio ben sperare di non averci niente a che fare in classifica quest’anno.

    Trovo ben più interessante il risultato della Roma.

    Forse forse han davvero fatto la fine della play di Totti a euro2004

    Della Lazio (definita solo pochi mesi fa esempio di gestione tecnica e societaria) inutile parlare

    La juve gioca davvero di merda, ma ha ripreso a vincere con costanza.

    Ovviamente nessuno farà questioni sul poco gioco della juve, ma ci tocca comunque prendere atto che sta tornando, e che, qualunque sia il nostro obiettivo, dovremo confrontarci anxhe con essa.

    Il milan nei prossimi tre turni affronta le ultime 3, farà 9 punti, ma credo che con gennaio se ne torneranno dove gli spetta: a mangiar polvere

  162. A me la Juve preoccupava prima, figuriamoci adesso.
    Spero di sbagliarmi, ma mi sa che questi alla fine la spunteranno ancora.

    Buon per noi, ma quello che ha proprio deluso è stato Garcia.
    Non con la pervicacia di fazer, ma anch’io credevo che il suo lavoro stesse portando da qualche parte.

    Meglio così, in ottica terzo posto domani comunque vada si cade in piedi.

  163. Oggi è il giorno…uno dei primi snodi fondamentali.

    I gobbi come prevedibile stanno tornando sotto e i risultati delle ultime settimane confermano che per lo scudo bisognerà fare i conti principalmente con loro.

    Su Garcia in molti sono concordi sul fatto che il suo ciclo alla Roma è finito a Giugno…qualcosa si era già rotto sia con l’ambiente che con la società ed ora nonostante abbiano la rosa sia tra le migliori 2 del campionato, se non la migliore, si ritrovano con un allenatore delegittimato da tempo ed i risultati si vedono…

    a Roma così come a Napoli gli allenatori hanno un solo colpo in canna, massimo 2, per arrivare al bersaglio grosso prima di essere inghiottiti da una piazza che da sempre nutre ambizioni superiori alle potenzialità delle proprie società…

  164. A sentire tutti saremo la vittima sacrificale da squartare stasera sul tavolo in pietra del sacerdote.

    Basso profilo e vendiamo cara la pelle

  165. E certo, Sarri metterà in campo i trucchetti perchè, come Sousa, se ne intende.
    Mentre il Mancio un paio di cazzate ce le mette di base.

    Minchia, ma quanto sono forti i giocatori dell’Inter se, nonostante un deficiente in panchina, sono in testa al campionato?

  166. la Roma pur avendo battuto la gobba dopo le prime cinque giornate era a 7/8 punti da noi.

    dalla sesta alla decima ha fatto un filotto di vittorie come noi nelle prime cinque e si è presentata a San Siro con il piglio della più forte, supportata dai media in toto, dai suoi tifosi e da anche diversi tifosi dell’Inter come Sinapsi81, convinti che ci avrebbe fatto a fettine ma non ci è riuscita e dopo quella partita è andata in crisi di identità pur vincendo un derby agevolata da una Lazio irriconoscibile rispetto a quella dell’anno scorso, è andata a perdere punti con il Bologna e addirittura a perdere in casa con l’Atalanta, per non parlare della batosta presa in Champion dal Barcellona che potrebbe anche minare il prosieguo di quel torneo viste le sue condizioni attuali dove anche l’ultima in classifica del girone ha chance di passare il turno al suo posto se la dovesse battere e visti i chiari di luna attuali non è un’ipotesi tanto fantasiosa.

    ho la presunzione di pensare che i primi dubbi sulla sua consistenza e sulla sua forza glieli abbiamo dati noi, per cui vorrei che questi dubbi i nostri giocatori ed il Mancio li facessero nascere anche al Napoli ed a Sarri nonostante questi al momento sia L’ALLENATORE per eccellenza e tutti gli altri al suo cospetto dei poveri travet che possono solo prendere insegnamento da lui.

    ” speriamo che ce la caviamo…”

  167. alcune cose

    1) i gobbi stanno tornando sotto è verissimo, ma se stasera anche solo pareggiassimo a noi ci avrebbero recuperato 2 punti nelle ultime 4 in cui ha sempre vinto
    considerando le ultime 5 gare, avrebbe perso un punto (era a -6, si ritroverebbe a -7)
    un pò frustrante, devono continuare a vincere
    detto questo, sono convinto che siano (di poco) più forti di noi

    2) il milan giocherà le prossime 4 con le ultime 4 in classifica, ma per me di vittoria scontata (…) c’è solo quella col verona in casa, le altre le voglio vedere (a frosinone ad esempio)

    3) stasera mi “accontento” di vedere una squadra che tiene botta, il napoli in casa è un treno, tenergli testa non sarà facile
    più ci penso e più mi rendo conto che mancini dalla sconfitta con la fiorentina ha tratto grandi insegnamenti

    • i gobbi a Napoli sono stati messi sotto molto più di quel che il risultato finale ha raccontato, i gonzi sono stati annientati a domicilio ed anche la Fiorentina è caduta… stasera ci può stare di tutto anche perchè andiamo ad affrontarli a casa loro e nel miglior momento di forma.
      Mi pare chiaro che la priorità sia quella di non prenderle nei primi minuti per poi cercare di uscire alla lunga sulla falsa riga di quanto fatto sia contro i gobbi che contro la Roma.

      Secondo me Icardi lo lascerà fuori e credo sia la scelta giusta in una gara come questa…e spero di non vedere Guarin

  168. quindi le 2 cazzate di Handanovic erano trucchetti di Sousa?

  169. beh certo…la deviazione dentro la propria porta di un tiro centrale è una chiarissima conseguenza delle scelte tattiche di Mancini…perchè avesse messo la difesa a 4 dal 1′, l’avrebbe sicuramente deviata in angolo……

  170. parlare del Mancio con certi tifosi è come parlare di donne con un maschilista o di diritti umani con quelli del kkk, vale a dire totalmente inutile.

    la prova?

    leggere sopra la disanima della partita con la fiore dove viene del tutto dimenticata la cazzata doppia di Handanovic e l’espulsione di Miranda il tutto nei primi minuti di una partita che ha mandato a carte quarantotto tutto il piano previsto dal Mancio che se fosse stato giusto o sbagliato nessuno lo potrà mai sapere dal momento che non è stato possibile attuarlo partendo da -2 ed in dieci subito.

    da notare che quelli come sinaspi81 è dall’inizio del campionato che ad ogni formazione proposta del Mancio hanno sempre da ridire, sia prima, sia durante sia dopo, senza dimenticarsi il coccolone che hanno preso quando hanno saputo quella che avrebbe affrontato la Roma.

    di sicuro per loro sarà sbagliata anche quella che metterà in campo stasera, per cui io ho fiducia…

  171. Sinapsi81,

    se scrivi “Contando che il Mancio un paio di cazzate ce le mette di base” non è che dimostri di avere una grossa considerazione del nostro allenatore che sicuramente di errori ne fa anche lui, ma come tutti, del resto.
    E se i trucchetti tattici di Sousa sono stati l’aver segnato due gol in diciassette minuti con un tiro in porta e due regali del portiere avversario, allora siamo d’accordo.
    Altrimenti non riesco a capire di quali trucchetti tu stia parlando, perchè quella partita – proprio per il suo inizio anomalo – non è assolutamente giudicabile nè in senso positivo per le scelte di Sousa, nè in senso negativo per le scelte del Mancio.

    Stasera, a sentire l’aria che tira (anche qui, secondo molti…), non abbiamo scampo: molto bene, con queste premesse c’è solo da guadagnarci.

  172. Ok, mi arrendo…

  173. volevo correggere una mia frase di prima:

    “più ci penso e più mi rendo conto che LA SQUADRA dalla sconfitta con la fiorentina ha tratto grandi insegnamenti”

  174. perso per perso io giocherei con la difesa a tre di nuovo e come esterni metterei Perisic e Biabiany in gran forma.

    praticamente un suicidio tattico che però potrebbe mettere in crisi il Napoli abituato ad attaccare ma non a difendersi.

    Handa, Miranda, Murillo, JJ, Biabiany, Medel, Melo, Brozovic, Perisic, Icardi, Lijalic.

    nel caso metterei Medel su Higuain tipo marcatura che ti segue anche nel tuo spogliatoio nell’intervallo, tanto da togliergli il respiro e farlo incazzare come una bestia.

  175. a me sembra il contrario, ossia che Mancini due tre sorprese le riserva ogni partita. Considero la partita con la Fiorentina piuttosto episodica e “handanovicciana” per poterla giudicare con serenita’ e obiettività, come detto peraltro da tanti.
    Come singoli non penso che il Napoli sia cosi superiore a noi, la differenza del Napoli e nel modo di giocare di impostare e di intendere le partite, l’unico giocatore veramente fuori concorso al momento che hanno è Higuain.
    Credo, a differenza di altri, in una partita come questa, che il carisma l’anarchia tattica e la capacità di ripartire in progressione di Guarin possano essere una bella arma.

  176. se la impostassimo su difesa e contropiede allora Icardi non giocherà e si giocherà a quattro in difesa con i due terzini come si è giocato contro la Rometta lasciando a loro l’iniziativa per colpirli di rimessa, ma dato che è già stato fatto può essere che non si faccia di nuovo, giusto per sorprendere tutti, in primis noi tifosi.

    ma anche in questo caso insisterei nel fare francobollare Higuain da Medel, giusto per dare adito a sacchi nel dire che facciamo un calcio vecchio, ma chi se ne frega se il risultato ci sarà favorevole?

  177. ho letto che se troviamo qualcuno che “la sa leggere e scrivere” per noi sono guai….allora deduco che essendo noi attualmente primi… ne abbiamo incontrati ad oggi di analfabeti…..

  178. a logica di forze in campo in base a quello che finora hanno detto e scritto “quelli che il calcio lo conoscono”, la squadra più forte e quella che gioca meglio è il Napoli e quindi è quella che deve attaccare e quella più debole, che saremmo noi, è quella che si deve difendere, di conseguenza sarebbe da fessi andare a fare la voce grossa in casa loro anche se mi piacerebbe un casino e spiazzerebbe tutti.

    ma un conto è sorprendere ed un conto è vincere, per cui stando con i piedi ben piantati per terra si dovrebbe giocare belli abbottonati e sperare in un bel contropiede e Icardi è il meno indicato per una partita di contenimento e di sacrificio e sarebbe un lusso inutile anche se su due occasioni una la mette sempre.

  179. Sarri farà il suo gioco. Ha risalito la china, fatto tutta la gavetta, vissuto tutti i campi. E’ un avversario ostico. Basterà un errore di Mancini, per vedere una goleada del Napoli.

    Detto questo, di rito.

    Molti commenti sostengono che dovremmo cercare di non prender gol nella prima mezz’ora.
    Ecco, io credo che dovremo cercare di far un (uno) golletto nei primi dieci minuti. Cosa che metterebbe tanta, tanta pressione alla squadra ed al pubblico napoletano. Poi, ovviamente, non sto dicendo che questo sia facile, né programmabile.

  180. Non sono d’accordo con chi dice che i punti raccolti finora sono frutto di “culo” o di episodi
    e allo stesso modo non sono d’accordo con chi dice che contro la Fiorentina abbiamo perso per colpa di Handanovic.

    I viola ci sono stati superiori tatticamente, fisicamente e tecnicamente. Quella sera non eravamo in palla? Probabile, anzi, sicuro, fatto sta che, a mio parere, quella sera hanno giocato meglio e Sousa ha letteralmente messo nel sacco Mancini.

    Bisogna essere preparati anche all’eventualità di andare sotto e ribaltare la partita, non si può pretendere che vada sempre tutto liscio, fa parte del calcio anche questo.

    fazer, perdonami,
    ma io ho bisogno di sapere se certe cose le dici per scaramanzia o è davvero il tuo parere

    (tieni conto che io lo faccio spesso, di dire le cose per scaramanzia, quindi avresti tutto il mio appoggio).

    Capisco la tua visione zemaniana del calcio, che prescinde dal risultato, ma alla fine non vincere mai niente non fa certo felice il tifoso solo perché non becchi niente ma lo fai molto bene.

    Con quello che tu chiami catenaccio, l’Inter di Herrera ci ha vinto tutto.
    Se poi a te annoia è un altro discorso, a me, per dire annoia il titic titoc per cui ci vuol mezz’ora ad arrivare in porta.
    Però quello è un problema mio o tuo, se non vinciamo mai niente è un problema di tutti.

    Sarri un professore? Sì è molto bravo, o almeno così pare. Però occhio a dispensare titoli accademici
    anche i professori, per essere tali, devono conquistarsi titoli e onori
    e per ora l’albo d’oro di Sarri è un po’ scarno.

    • Aggiungo,
      Sarri vinca uno scudetto in faccia alla Juve e alla Roma e stai sicuro che a Napoli gli daranno la cattedra da qui all’eternità

      poco ma sicuro.

      Ma fino ad allora…

      Perché alla fine stringi stringi, il calcio non è il balletto, non si vota con le palette, ma si contano i gol.

    • Io terro’ ai nostri colori, non mi piace il napoli ma adoro Sarri
      se i trofei valessero dovrei rispettare la ladra. Invece mi fa orrore
      il pericolo e’ questo: confrontarsi con chi parte sempre con 15 /20 punti jn piu’ a stagione e 20/30 ammonizioni in meno. E nkn sono numeri a cazzzz

  181. Este, con tutto il rispetto per Sousa, con la Viola il Mancio si è messo nel sacco da solo.

    La formazione di sinapsi non sarebbe male ….ma penso che Brozo sia un “falso trequartista”.
    Ed ho paura che tra “falso nueve” e “falso trequartista” possa finire in una “vera cagata”.

    Io farei il 4231 con brozo e medel ed i tre IC dietro a Maurito.
    Ma se il Mancio ancora non si fida e vuole stare più coperto in mediana, allora voto per un bel 433: con Brozo ed il duo motozappa in mezzo.
    E davanti i tre IC a ballare da una parte all’altra del campo.

  182. Non siamo primi per caso, se siamo lì con 30 punti qualcosa valiamo pure noi…

    In ogni caso stasera la partita deve farla il Napoli (quoto este e corso46)…

    Ergo si giocherà belli abbottonati, sfruttando le ripartenze, un pò come in Inter-Roma…

    Obbligatorio non fare cazzate nella prima mezz’ora, altrimenti il copione si ribalterebbe…

    E lasciare le ripartenze a Higuain e soci sarebbe letale…

    Forza INTERRRRRRR

  183. l’Inter di Herrera non avrebbe vinto un tubo se avesse applicato solo la teoria del catenaccio, perchè al massimo di gol al Real ne avrebbe fatti uno e non tre, non avrebbe rimontato tre gol al Liverpool e non sarebbe andata a Bologna a battere la sua rivale rifilandole 4 gol.

    Herrera ha solo inventato il “libero” vale a dire un giocatore che messo dietro a tutti gli altri della difesa li doveva proteggere nel caso facessero qualche sbaglio, ma le partite prettamente difensive erano le squadre che ci hanno poi battuto a costringerci a farle, tanto è vero che con il Liverpool all’andata ne abbiamo presi tre ma ne avremmo potuti prendere di più, con il Celtic dopo essere andati in vantaggio ne abbiamo presi altrettanti, di conseguenza se avessimo sempre giocato a fare catenaccio non avremmo vinto un tubo come ho scritto all’inizio.

    idem dire che il Mancio fa catenaccio, semmai sono le altre che vengono a San Siro a parcheggiare i pullman davanti alla loro difesa, noi non lo abbiamo mai fatto, nemmeno contro le più forti perchè con la gobba ce la siamo giocata, con la Rometta idem, con i gonzi anche se forti non sono e contro la fiore se l’è giocata Handanovic da solo e si ha un bel dire che contro certe evenienze devi essere forte abbastanza da superarle in quanto partire sotto di due gol per due cazzate immani stroncherebbe anche un bue, figuriamoci una squadra come la nostra ancora piena di incertezze e non definita totalmente, oltre al fatto che non si dovrebbe più nemmeno recriminare su rigori dati o non dati e errori arbitrali dal momento che se sei davvero forte dovresti superare anche quelli.

    quindi zitti per il 1998 e il 2002, dando di fatto ragione ai gobbi.

  184. il “catenaccio” lo faceva il Padova di Rocco, consapevole della scarsità dei sui giocatori, talmente consapevole che quando l’allenatore avversario gli stringeva la mano e gli diceva vinca il migliore lui rispondeva “speremo de no…”

  185. RAGAZZI……..CALMA……IL NAPOLI SARA’ PURE MOLTO FORTE….,MA ADESSO NON ESAGERIAMO….NON E’ IL BARCELLONA……
    Ps: sperando non siano le “ultime parole famose”………………………………………………

    Al di là del risultato (si può anche perdere e non sarebbe un dramma) mi piacerebbe vedere una squadra che ci lasci la sensazione di essere competitiva, di essere bella tosta per il proseguio del campionato che non finisce certo stasera ( la partita di stasera sarà utile alle p.i. per darci contro nel caso vada male……). Il campionato si vince contro le piccole.

  186. In ogni caso chi ama il rumore dei nemici in questi giorni si può cavare la voglia. Un vero spettacolo di imparzialità… Stasera ho un impegno fuori e non posso vedere nulla; vabbè: a ribadire che il campionato è ancora lungo e questa non è la tappa decisiva. Mi raccomando Fortebraccio.

  187. L’errore del portiere è nell’ordine delle cose, nel calcio.
    Il portiere è un calciatore a tutti gli effetti.

    Perciò se il portiere fa una parata salva partita, la squadra ha meritato di vincere
    se il portiere fa una cazzata, la squadra ha meritato di perdere
    semplicemente perché il portiere ne fa parte.

    Perché a questo punto la parata di JC a Messi dovrebbe delegittimare la vittoria dell’Inter (se non l’avesse fatta sarebbe passato il Barcellona)

    allo stesso modo in cui l’errore di Handanovic dovrebbe giustificare la sconfitta.

    Mentre io penso che non sia così.

    Diverso è il discorso dei rigori non dati.
    Perché l’errore dell’arbitro ci sta, fa parte del calcio anch’esso.

    Quello che non ci sta è l’ “errore” a senso unico, come sentenze su sentenze hanno dimostrato, negli anni sopra citati.

    Quindi zitti un bel niente.

  188. un errore è un errore, voluto o no, e va ad incidere sulla partita allo stesso modo sia che lo faccia un arbitro o un giocatore e quindi analizzandola bisogna tenerne conto, se no vale tutto e si può dare la colpa anche a quello che hanno mangiato ma sopra tutto non si può dare la colpa solo agli allenatori a capocchia secondo come gira ai tifosi.

    così come non si può incensarne uno a discapito di un altro o portare l’esempio della gobba sui palmares perchè non mi risulta che il Mancio abbia pagato o corrotto nessuno per fare vincere le squadre che ha allenato, mentre la gobba sì e portare sugli altari uno che fino all’altro ieri era conosciuto solo dai suoi parenti e che finora non ha dimostrato niente di niente se non che la sua squadra sta giocando bene, ma gioca o giocava bene anche la Rometta, sia due anni fa che l’anno scorso e abbiamo visto come è finita, oltre che giocava bene fino a poco tempo fa e Garcia, sempre fino a poco tempo fa, era un allenatore sulla cresta dell’onda mentre adesso pare che lo vogliano licenziare.

    per cui Sarri sarà anche bravo ma per adesso mi tengo il Mancio e anche dopo stasera, vada come vada.

  189. Se l’errore è in buona fede, fa parte del calcio
    il portiere sbaglia la parata, l’attaccante sbaglia il rigore e l’arbitro (sempre ipotizzando che sia in buona fede) sbaglia la valutazione.

    Si chiama calcio, c’è la volta che Brozovic prende la traversa e ci va male e la volta che Khedira piglia il palo e ci va bene
    la volta che il Palermo segna di stinco contro di noi e la volta che Destro si mangia il gol da due passi e ci va bene

    fa parte del gioco, non un’equazione.

    L’Inter gioca al Meazza, mica al Politecnico.

  190. mi serve uno streaming. aiutatemi

  191. Cioè, praticamente il Napoli ha fatto tutto quello che doveva fare. Gol al primo e via andare.

    Scusate, potete togliere Guarin (ora segna e mi smentisce)?

  192. Detto che il Napoli e più forte e stava giocando meglio

    La partita era assolutamente aperta.

    Loro hanno creato quanto noi alla fine, è la differenza l’ha fatta uno svarione di Murillo dopo 70 secondi.

    Poi è arrivato Orsato, e partita finita.

    Missione compiuta, complimenti.

    Mi capitasse a tiro gli spezzerei entrambe le gambe

  193. Mi sono perso il momento dell’espulsione. Dicono che è arrivato in ritardo direttamente su Allan.

    Però, sulla stessa fascia, metti Guarin e Nagatomo… contro il Napoli? Non voglio discutere le scelte di Mancini, molte volte ha azzeccato, ma… perché?

  194. arbitraggio perfetto…

  195. Quello che non doveva succedere…prendere una pera al primo minuto….fatto!

    Nonostante tutto la squadra ha avuto una discreta reazione fino alla stronzata…
    Dopo il primo giallo avevo una paura fottuta che prendesse subito il secondo in stile Inter-Cagliari…….e taaac preso!
    Non è nuovo a ste cazzate…se ci fate caso più della metà delle ammonizioni che prende sono per azioni identiche a quella del primo giallo, interventi stupidi clamorosamente fuori tempo da giallo automatico…
    Ora speriamo solo di non sbracare nel secondo

  196. Allan si è buttato benissimo come prima callejon, due m….

  197. Orsato servo del sistema…..come sempre stato…

  198. Il professore dovrebbe insegnare ai suoi allievi
    che puoi giocare bene quanto ti pare

    ma cascare come pere cotte ogni volta che ti sfiorano è una cosa che non si vede più manco in eccellenza.

    E, magari, che il pallone, quando la squadra avversaria lo butta fuori per assecondare le vostre sceneggiate,

    poi almeno lo si restituisce.

  199. Comunque è una certezza quando dobbiamo perdere una partita ce la fanno perdere senza se e senza ma…

  200. Il Jap e’ cmq entrato alla cazzo, x chiudere una prestazione da crocifissione

  201. Becchiamo la seconda ammonizione su un palla persa da Guarin… l’ennesima. Va alla metà della velocità degli altri…. ad esempio brozovic stasera aveva il triplo del dinamismo….. per una volta che stavamo giocando bene…..

  202. Ma quante squadre ci sono a cui ne buttano fuori uno nel primo tempo così tanto spesso?

    Siamo in 10 per una manata sulla spalla e per una scivolata senza contatto.

    Dai, su, non scherziamo

  203. Quello che salta all’occhio è che ovviamente queste cose a noi non vengono MAI perdonate…..MAI
    In ogni caso se sei ammonito non vai a fare un intervento così inutile, vistoso e fuori tempo! Idem il primo fallo…che cazzo serve affondare l’entrata dopo che ha dato via palla da 2 secondi?! Tralasciamo le simulazioni, ma sono falli così vistosi che difficilmente ti salvi dall’ammonizione!
    Speranze residue buttate deliberatamente nel cesso

  204. Con una coppia come Higuain-Orsato sono capaci tutti di vincere…

  205. Certo che se sei sotto di un gol e un uomo

    E togli l’unico che poteva metterla, anche su palla sporca

    Te la stai cercando.

    Tra l altro per mettere un terzino.
    Ora siam pieni di gente che può crossare.
    Bello.

    Ma per chi?

    • prima regola rimanere in partita essendo sotto solo di un gol cercando di non prendere l’imbarcata, quindi dare equilibrio alla squadra considerando che anche in undici Icardi non è servito a molto, figuriamoci in dieci.

      di conseguenza metti un difensore e te la giochi fino alla fine sperando di trovare un golletto con un pò di fortuna.

      invece la fortuna l’hanno avuta loro e noi il massimo della sfiga che sommata alla solita direzione arbitrale che non ci perdona nulla hanno determinato un risultato bugiardo, ma hanno fatto vedere che abbiamo anche una squadra che sa giocare e lottare nonostante la partita abbia subito preso una brutta piega con il loro gol dopo un minuto, nato da una svirgolata di Murillo, un tocco di spalla braccio di Cellejon che è riuscito a farla avere all’unico fuoriclasse del Napoli che non si è fatto pregare a metterla dentro.

  206. Notare su sky la freddezza tombale con cui hanno accolto il nostro gol.

    Dopo urla che manco crudeli nei loro due.

  207. Pensate quello che volete ma la differenza tra noi e il napoli è che loro hanno higuain e noi icardi… purtroppo

  208. Peccato partita strana e poco fortunata xo ci siamo

  209. No 2 pali no

  210. In barba ai Soloni che intasano media e blog

    Stasera si è vista una squadra superiore.

    Per mentalità, per testa, per fisico, per alternative.

    PER STORIA.

    E quella è L’INTER

    Al ritorno si fa stufato d’asino.

    A fine anno se lo scudetto non va noi, va alla juve.

    Stasera senza furti, senza un culo che non si era mai visto, la si portava a casa in carrozza.

    Ps, da oggi il Napoli entra di diritto fra la squadre cui auguro ogni male, come le storiche merde di venaria e della Milano che retrocede.

    • lungi da me difendere il Napoli ma hanno giocato giovedì notte e quindi un crollo fisico era prevedibile e comunque hanno fatto due gol a una difesa fortissima. la nostra, ovviamente. colpe non ne vedo, caso mai la colpa è di quello vestito di giallo con la complicità del suo assistente. o dei pali, se preferisci.

  211. Mi alzo in piedi ed applaudo i nostri che hanno disputato un secondo tempo da autentici campioni.

    Il doppio palo finale zittisce tutti quelli che fino ad oggi hanno parlato di culo.

    Nonostante l’espulsione creativa e i disastri in serie di Mancini se la sono giocata alla grandissima.

    Con questi ragazzi si va lontano.

  212. Assurdo… in culo alle p.i., al brutto gioco e all’Inter fortunata.

    Piccinini in versione ultrà napoletano mi ha fatto salire ancora più il crimine…

    Forza Inter…stasera non usciamo ridimensionati, anzi!

  213. Chapeau!
    Siamo stati grandi senza se e senza ma.

  214. Grande partita, i due pali gridano ancora vendetta però……..abbiamo incontrato una squadra più che blasonata, con alla guida un allenatore dal ricco palmarès……..ma fammi il piacere, sono ancora chiusi nello spogliatoio a pulirsi il culetto!!
    Sono fiducioso nel futuro.
    Forza Inter, forza Mancio e…..vendiamo Icardi “due tombini”, per piacere, facciamo almeno cassa.

  215. A) il Mancio ci ha preso. No?
    B) Mi sono piaciuti.
    C) Vorrei tanto vedere (leggere) quelli che.
    D) Porca puttana.
    E) Porca puttana
    F) Porca puttana

    Forza Inter
    In 10 e sotto di due.
    Avanti così.
    (non nel risultato, neh?).

    FORZA INTER

  216. abbiamo perso ma è come se avessimo vinto e se c’era una tifoseria che guardava le lancette con apprensione non era certo la nostra.

  217. No dico davvero,

    E’ la prima volta in vita mia che sono felice dopo una sconfitta.

    Sono piuttosto sicuro che a fine anno saremo campioni di italia.

    Arbitri permettendo

  218. Applausi per Wolf Tail 11.03

    Amala

  219. Gli arbitri non permetteranno e bisogna trovare un sostituto credibile del paracarro col 9

  220. Wolf, non correrei così tanto, mi accontenterei di vederli dare l’anima così tutte le partite e poi sarà quel che sarà.

  221. Purtroppo concordo con wolf……lo dico da tempo che i gobbi rivinceranno….ma se mai non dovessero farlo l’ unica squadra che può dargli fastidio siamo noi!

    Il Napoli è’ la squadra con il gioco peggiore finora incontrata ma con quell’ immenso centravanti che si ritrovano vanno avanti……era dai tempi dell’inter del primo ronaldo che non vedevo una squadra dipendere esclusivamente da un giocatore come il Napoli…per il resto sono fuffa…dominati tatticamente,fisicamente,mentAlmente…

    Con questa grinta andremo lontano….

  222. Mancio s’è incazzato…. su Premium stanno toccando picchi di ridicolo mai visti

    • male. malissimo. dare i soldi a premium, intendo.

    • lo so, ma costa meno….e spenderne più del doppio al mese per Sky mi scazza parecchio dato che da quel che sento anche da loro la musica è la stessa.
      Se devo sentir cagate dello stesso livello, preferisco dar priorità al portafoglio.

  223. bravi si
    ma abbiamo perso
    e alla fine conta questo

    se poi per l’ennesima volta l’inter non gioca un tempo
    non sono contento per niente

    icardi è ufficialmente un problema
    ljaic uno matto ma geniale
    guarin è quello che è
    medel così così
    naga vedi guarin
    miranda un grande
    murillo la versione evoluta di cordoba
    brozo niente male, e infatti andrà in inghilterra
    d’ambrosio l’insostenibile leggerezza della mediocrità
    handa ha fatto il suo, purtroppo niente miracoli
    jo jo cinque minuti un palo, e non lo fa giocare
    biabiany la freccia tricolore, quella vera

  224. Se vinciamo giocando male, non si va da nessuna parte

    se perdiamo in 10 contro 11 giocando un gran secondo tempo, conta il risultato
    (che invece nelle partite che vinciamo diventa un dettaglio).

    Mettetevi d’accordo, però.

  225. Corso, so bene che non puoi lasciare la linea difensiva con uomo in meno al Napoli, se no poi ne devi recuperare 4 di gol.

    Ma questo si poteva fare con soluzioni più logiche, ad es arretrando medel per una linea a 3 con dentro melo per guarin.

    Avrei tolto Icardi solo negli ultimi 20 min, per giocarmela con jojo ljajc che si trovano alla grande per la loro capacità di scambiar palla avanzando fra le linee.

    L’insimerimento di un altro terzino come ha fstto il mancio, invece, avrebbe avuto senso solo se tenevi la punta, e dunque era da levar perisic per fare un 4 3 2, coi cross dei terzini e rifornimenti della seconda punta.

    Riempirsi di esterni e terzini è del tutto inutile se poi in area non c’è nessuno.

    E infatti il gol nasce da palla sporca amministrata da liaic, mentre i pali arrivano solo dopo l’inserimento di jojo.

    Ma non è il momento per questo tipo di discussioni.
    Non me ne frega niente dei nostri errori in una sera in cui siamo stati malamente derubati, men che meno se alla fine abbiamo dimostrato di essere semplicemente più grandi di quelli che oggi tutti portano in trionfo

  226. sono ottimista dopo questa sconfitta. nel secondo tempo siamo stati nettamente superiori malgrado l’uomo in meno. solo i soliti pali ci hanno impedito di pareggiare altrimenti staremmo a parlare di grande partita. Però qualche pallone ogni tanto, dico ogni tanto, a Icardi potrebbero darlo.

    • Ti rispondo alla tua risposta al mio commento.

      Giovedi notte han giocato 8/11 giocatori diversi da stasera, in una partita contro nessuno che valeva niente (erano già qualificati come primi)

      Stasera hanno fatto tutto il secondo tempo in superiorità numerica.

      E mi vieni a dire che siamo usciti perché eravamo più freschi????????

  227. concordo, infatti: Higuaìn tre tiri due gol. Icardi: un tiro… fuori.

  228. Condivido sulla ridicolaggine di Mediaset Premium e sul riflessione di estecambiasso, ma starsera palle, cuore e grinta mi sono sembrate evidenti.
    E cosi si può and are lontano……….se poi Icardi si risevglia un pochino

  229. Wolf, le trasferte stancano tutti indipendentemente, chi gioca sicuramente si stanca di più ma nche per gli altri non è che sia una passeggiata. lo dico per esperienza e comunque io contestavo la “colpa” del Napoli. non ho capito cosa ha fatto di così delittuoso. Higuaìn tre tiri due gol. avrebbe dovuto tirare fuori? poi sono contento della nostra gara. oggi ho capito che nessun traguardo ci è precluso. ripeto, se colpa c’è è dell’arbitro e del suo assistente, tanto per non cambiare.

    • La colpa del Napoli e che ormai questi ci derubano con la stessa frequenza di milan e juve.

      A questo si aggiunga che sono settimane che persino i telegiornali sono pieni di attoruncoli e cantantelli napoletani che fanno gli arlecchini a tutto andare. A me piace la serietà, queste buffonate continue mi danno il voltastomaco e se mai dovessero vincere uno scudetto mi toccherà sopportarli per chissà quanti anni. Per non parlare dell’estate che verrà, e mi fermo qua perché non vorrei che qualcuno equivocasse e generalizzasse questo mio fastidio.

      Mi limito a dire che il loro modo di vivere il calcio, clownesco e molto rumoroso, mi sta estremamente sul cazzo, parimenti alla gonzeria milanista e all’ignorante arroganza juventina.
      Detto da uno nato a Milano, che vive a Torino, così nessuno può darmi del discriminatore territoriale.

      Quanto alla trasferta, sono andati in Belgio, mica in Paraguay. E ripeto, hanno fatto un’amichevole, con 8/11 diversi rispetto a stase.
      Vuoi mettere con un tempo giocato in 10 in svantaggio?

  230. Da quel che leggo Mancio ha detto ai maiali di Mediaset che sono disonesti messi in tv per mentire.

    Esplicitamente.

    Bene, da domani gli attacchi saranno ancora più forti, e se mancio saprà convertire il rumore dei nemici in coesione di gruppo, non ci fermerà più nessuno.

  231. SCUSATE MA ORSATO NON ARBITRAVA ALL’ INGLESE…A ME SEMBRA ARBITRO ALLA NEAPOLETANA..SIAMO FORTI ANCHE SE COME SEMPRE FORTUNATI…..DUE PALI IN DIECI SECONDI….NON SI PUO…DAI…..

  232. Al San Palo non si comanda. Vadavialcü.

  233. Con la mia tastiera Inglese e priva di accenti vi tediero per qualche secondo.
    Quelli vecchi come me forse si ricorderanno che nel mese di novembre del 1970, almeno credo che fosse novembre, non ho nemmeno le parentisi, l Inter di Invernizzi gioco a Napoli, perdendo per due a uno. Di ritorno da Napoli, sull aereo, non ho nemmeno gli apostrofi e le parentisi, Corso e Facchetti, resisi conto della forza della squadra nonostante la sconfitta, stilarono una tabella che li avrebbe poi portati a vincere lo scudetto.
    Adesso io non so se e il caso di stilare tabelle, dico solo che oggi noi tutti ci siamo resi conto della forza della squadra. Torniamo dal San Paolo con una sconfitta, e vero, ma con una consapevolezza notevole, e con un Ljaic ed un Brozovic in piu, per non dire di tutto il resto. La sconfitta mi brucia, non posso nasconderlo, ma, a differenza di quella patita contro la Fiorentina, dal San Paolo torniamo incazzati neri e convinti di valere almeno la champions.
    Forza ragazzi, perche adesso ci siamo anche noi, e sara dura per tutti.

    • Se metti modalità di inserimento italiano recuperi accenti, parentesi, etc e la tua tastiera sarà identica a quella italiana quando schiacci i tasti.

      Per il resto, condivido il tuo pensiero e aggiungo al bagaglio il tuo aneddoto, che precede la mia nascita

  234. Eme: anch’io conosco una sara: fichissima, ma é dura per tutti 🙂 Semoer forza Inter!

  235. semper, maledetto palo

  236. Questa squadra cresce, specie di palle, potremo fare bene in futuro, anche per più anni benebene.
    Credo che pian pianino vengano fuori anche alcune verità che porteranno il Mancio a qualche aggiustamento di rotta.
    Alcuni giocatori della vecchia guardia soffrono ancora per le scorie degli incubi del passato non troppo remoto. D’Ambrosio e Nagatomo vanno bene quando gira tutto bene ma mi sembrano deboli nelle avversità (ovviamente Naga non era da espulsione…)
    Guarin in quest’Inter deve fare la riserva, è una buona, ottima riserva, avercela, ma una riserva.
    Lijaijc è ottimo ma umorale, certo con jojo è un’altra cosa.
    Icardi è il nostro assegno circolare per potenziare la squadra, non insultatelo, lui i gol li sa fare eccome, ma non con il nostro gioco, è evidente e non è colpa sua.
    Un ultima cosa su Kondo, oggi non c’era e specie nel primo tempo caspita se si è sentito.
    Però come ha detto qualcuno, forse Wolf se non erro, capita di raro perdere ed essere così contenti

  237. Ragazzi, non c’ è da fare poi tanta dietrologia, in ogni ambiente gli juventini sono in netta maggioranza e la categoria degli arbitri italiani semplicemente non fa eccezione.

    Ditemi voi dove non avete riscontrato questo, al lavoro, in caserma, a scuola, al club delle bocce e così via, o pensate veramente che nel momento in cui un appassionato di calcio diventa arbitro di serie A si purifica e rinnega il suo tifo giovanile anche a se stesso?

    Da questo non si è mai usciti e mai si uscirà, a meno che non si decida di adottare arbitri stranieri i quali saranno probabilmente più scarsi ma i cui errori sarebbero in buona fede e quindi più sopportabili.

    Adesso bisogna fare largo alla rimonta della gobbaladra e guardacaso la fiorentina recrimina per tre rigori non concessi e perde due punti, noi tre e via così; hanno fatto vincere il napoli e non hanno guadagnato su di loro? per ora son contenti così, sicuro, quale juventino ha paura del napoli??