Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Visti da Torino

| 215 commenti

Un’Inter come sempre poco sportiva ha infierito su un Chievo incompleto (mancavano Castro, Hetemaj, Radovanovic, Eriberto, Marazzina, Cristiano Ronaldo e Messi) vincendo 5-0 al termine di una sterile quanto irritante prestazione d’attacco: solo 5 gol, appunto, a fronte di 37 tiri in porta, un misero 13,5% che deve far riflettere Spalletti e l’intera società. Cioè, non la società Inter, Zhang, Thohir, Tronchetti Provera, quelli lì. No: la società nel suo complesso, le coscienze, il singolo cittadino, De Coubertin, Malagò, Gentiloni, Dio. Il pandoro è in crisi e l’arroganza del panettone ha prevalso, facendosi giuoco di un clima natalizio orribilmente calpestato nei suoi valori più pregnanti.

L’Inter si è presentata all’appuntamento priva di Miranda, Gagliardini e Vecino ma Spalletti, prudentemente, li ha sostituiti con altri giocatori. Una mossa ai limiti del regolamento che alla lunga sortirà i suoi frutti.

Dopo un sostanziale predominio tattico degli ospiti, la squadra a barre nerazzurre è passata in vantaggio al 23′ con Perisic in circostanze eticamente inaccettabili: tiro di Santon che non segna da mille anni, respinta di uno strupefatto Sorrentino, Perisic non aspetta che l’avversario si rialzi e la mette dentro. I maestri del calcio si rivoltano nei loro sepolcri. Il Chievo non demorde e agisce genialmente come Muhammad Alì con Foreman a Kinshasa (l’altro mena, lui assorbe) ma poi cede al 38′: Icardi scorrettamente ruba palla e si invola, finta una prima volta il tiro (senza rispetto per l’avversario) e poi la mette sul secondo palo, molto vicino al palo, quindi praticamente un palo a favore, eh, ci risiamo.

Nel secondo tempo la musica non cambia. Perisic sigla il 3-0 al 57′ in un festival della disonestà: approfitta di un malinteso tra i difensori del Chievo, prende palla e invece di restituirla la tiene, attende l’uscita di Sorrentino e tira di sinistro dove lui non può prenderla, da vero bullo: un inutile, irritante sfoggio di brutalità. Il colmo lo si raggiunge tre minuti dopo: Candreva si invola sulla destra senza aspettare i difensori in maglia gialla, crossa al centro dove Skriniar scivola, la palla gli colpisce la testa e finisce rocambolescamente in rete. Il Var, naturalmente, tace. Il quinto gol arriva al 90′, nonostante il Chievo avesse chiesto di non recuperare e quindi, calcolando il coefficiente Istat, la partita potesse considerarsi già finita e comunque nel semestre bianco certe cose non si possono fare.

Niente a che vedere con il calcio champagne di Sarri o con i capolavori tattici di Allegri e Di Francesco: l’Inter continua un campionato al di là delle proprie possibilità e dei parametri del buon costume, confidando in un complotto plutocratico e atomistico e in una buona stella che non sembra non tramontare mai. Li attendiamo qui, allo Juventus Stadium, confidando di poter giocare ad armi pari: senza pali, senza Var, senza culo, l’Inter è un piccolo punto nell’universo del calcio. Senza Icardi, senza Perisic, senza Candreva, senza Handanovic, senza Borja Valero, senza Brozovic, senza D’Ambrosio, senza Skriniar, senza Santon, senza Ranocchia, senza Joao Mario, beh, con il Chievo non sarebbero proprio esistiti.

share on facebook share on twitter

215 commenti

  1. “A me non piace prostituzione intellectuale…”

    “Il rumore dei nemici! Ho detto una cosa e sono tutti qui…”

  2. Škriniar credo sia la rivelazione della stagione. secondo me ha fatto giocare bene Nagatomo nelle prime partire e poi Santon ultimamente e Ranocchia oggi. E il gol che ha fatto? parte da lui. che mura un giocatore del Chievo, la passa al Brozo, lancio per Candreva che la mette in mezzo. dove chi c’è? Škriniar

  3. serata memorabile, dal Sannio a S.Siro solo gioie
    unico neo dover ascoltare M. Mauro, un cretino colossale

    tutti in trincea.

  4. Bellissimo post, ho le lacrime agli occhi.

    Ho apprezzato l’ironia del post su N&A, ma questo lo batte !

    Complimenti

  5. Ho scritto della partita nel penultimo post, ma volevo sottolineare una volta di più l’ennesima paratona di Handanovic sul colpo di testa di Meggiorini.
    C’erano TUTTI gli ingredienti del patatrac : Ranocchia che è più alto di mezzo metro e sbaglia il tempo, Meggiorini che è un ex, il Chievo “bestia nera”, i gobbi che avevano già vinto…
    E invece da quel momento è iniziata una vittoria “totale”, persino imbarazzante e commovente per le volte che ci han provato Epic e Ranocchia.
    Ma tutto è iniziato – come spesso accade – dall’ennesima prodezza del miglior portiere del mondo.
    Buonanotte

  6. Per chi ha voglia……ho scritto ancora un paio di cose sul post vecchio, prima di accorgermi di questo nuovo!
    Buona settimana!

    • Letti.
      Ci contavo anche io, ma…se giocassimo sempre come contro il Chievo ( e non ci facessero gol alla prima azione, come poteva capitare ieri )…non ci dovremmo preoccupare MAI.

  7. Voliamo bassi, per carità, voliamo bassi.
    Lo dico per primo a me stesso, che ho un sorriso ebete di lunedì mattina….
    Voliamo bassi. Puntiamo sempre il quarto posto è cerchiamo di andare avanti in coppa Italia. L’ obiettivo è anche quello: cerchiamo di evitare un’altra Cardiff…perche’ rischiare così?

    AMALA.

  8. Juve Merda.
    In ogni caso.

  9. Si, concordo con Francesco70, voliamo bassi. La nostra caratteristica è giocare compatti e umili con grande sacrificio di tutti, delle ali in primis, cose che mal si accompagnano con lo spirito del gabbiano che vola spensierato.
    Incazzati e merdosi più di prima sin da oggi. La notizia, non bella ma bellissima, è che finalmente facciamo valere la nostra superiorità con le piccole che in questo campionato sono tante e portano tanti punti (guarda che ritmi e che classifica) . L’80% delle azioni pericoloso di ieri con la Juve te le sogni, errori di posizionamento della difesa, lisci, distrazioni, un repertorio che a Torino non conoscono, rivedere Napoli…
    Ripeto compatti e merde si e chissà cosa può succedere.

  10. per assurdo pur essendo primi e’ la classifica stessa che impone di volare bassi, paradiso(scudetto) e inferno(5 posto) distano la bellezza di 4 punti, dopo 12 vittorie e 3 pareggi abbiamo la quinta a 4 punti, pazzesco

  11. Le nostre statistiche a Torino fanno schifo, però se stiamo all’oggi la juve è in ripresa ma noi stiamo al top_ Perciò se quest’Inter al top dovesse perdere a Torino ne sarei deluso_ Ed anche sorpreso_

  12. Venire qua gli anni scorsi ad augurare “vinca il migliore” prima di Juve-Inter mi sembrava di prendervi in giro, e quindi non lo facevo.
    Non lo faccio neanche adesso, perchè non ho più la certezza di chi sia la migliore (non vorrei dovermi autorispondere come faceva il buon Nereo Rocco)

  13. Ad oggi, per la prima volta da anni, non firmerei per un pareggio!
    La vittoria è difficile ma non impossibile.
    La sconfitta non è scontata e, soprattutto, non sarebbe una tragedia; a patto di riprendere un ruolino di marcia successivo coerente col pregresso e con le legittime aspettative!

    A M A L A

    • Se si riesce a portare via un punto, sarò convinto che la testa è quella giusta.
      Andare a casa di quelli lì per vincere significa fare il loro gioco, Non aspettano altro per far scattare il trappolone, magari coadiuvato da “fattori esogeni”.
      Quindi lasciamo perdere i proclami.

  14. Mark,

    ilneroelazzurro dot com

  15. Assistito ieri dal vivo a questa bella Inter corale dove tutti gli interpreti hanno contribuito.

    Per onestà intellettuale devo continuare a fare i complimenti ai due che di più mi stanno stupendo, ovvero Icardi e Candreva che sono quelli che criticavo maggiormente.

    Non so se sia merito del mister ma sto vedendo fare dei movimenti a Icardi che in 4 anni non gli avevo mai visto fare come ad esempio accorciare la squadra, fare sponde e addirittura proteggere la palla.

    Di allenatori ne ha avuti tanti in questi 4 anni ma era sempre rimasto lo stesso giocatore senza mai nessun progresso tecnico tattico per cui deduco che il mister e il suo staff durante la settimana facciano parecchio per questo.

    Il risultato della Lazio ha veramente rovinato la domenica perfetta perché dopo un ruolino di marcia come il nostro essere a 4 punti virtuali dal “no Champions ” è veramente assurdo.

    Per domenica non so che pensare, io vorrei che quella partita non esistesse mai.

    Ieri abbiamo visto benissimo che il miglior ruolo di Borja per adesso è quello alla Pirlo con il ricevere palla a tutto campo e dirigere gioco altro che stare dietro la punta a spolmonarsi per niente!

    E vista nel suo complessivo la qualità del centrocampo di ieri con bellissime trame, però ho un dubbio atroce: rischierà il mister la stessa formazione oppure rivedremo i due “medianacci” Gaglia Vecino e Borja di nuovo trequartista?

  16. Dopo aver vissuto delusioni in fila a partire dall’inizio degli anni settanta in poi andando a Torino contro i gobbi io sto molto schiscio

    Molto schiscio

    Per cui la vittoria vabbè ovvio che sarebbe il massimo ma firmerei per un pari subito

    La cosa assurda vera è che pur correndo come un treno potremmo ritrovarci comunque quinti in due partite

    Non so se riuscirò a reggere tutto lo stress

  17. Noi andiamo lá con il var nella valigia. Poi se riescono a rubarcela ugualmente…che si fottano loro e chi li protegge.

  18. Era ora che si tornasse a giocare uno Juve Inter al vertice. Spero sia solo il primo di una lunga serie. Per rispondere a @pupi, con il quale condivido il giudizio sui progressi di Maurito con Spalletti, io a Borja basso non rinuncerei, e me la giocherei con lui in coppia con Vecino e dietro Brozo (lampi da fuoriclasse ieri…ah se avesse un’altra testa).

  19. Io temo i “fattori esogeni” (ottima definizione); però farei un paio di considerazioni.
    La sfida con i goBBi è sempre molto sentita, ma forse bisogna ragionare sul lungo periodo, senza cadere nella trappola dei sentimenti e dei giornalai. Tutto ci sta dimostrando che il lavoro fatto sin qui è serio e può dare ottimi risultati in un futuro non lontano, tanto che qualcosa di (molto) buono si sta vedendo anche nel presente. La tappa al merdestadium, per quanto piena di pathos, è solo una tappa: prendiamola per quella che è, cioè un test impegnativo. Se andrà bene, registreremo un progresso; se non andrà bene (sgraaaaaat) prenderemo appunti per migliorare, o per maledire nuovamente le giacchette nere (ora però c’è il VAR, per quello che può valere in mano a un arbitro venduto). Per noi è essenziale arrivare in zona Champions.
    Se la storia insegnasse qualcosa, ricorderei che l’Inter stramaccioniana (cosa diversa da quella attuale, ma mica da buttare via) cominciò la parabola discendente dopo aver castigato i pigiamati a casa loro, per la prima volta dalla costruzione della loro legoland metallizzata.

  20. Comunque se MM ed ET evitassero di cianciare di scudetti e differenze reti, ci si gratterebbe di meno…

  21. proprio nell’ottica di ragionare sul lungo periodo mi preoccupa che l’entusiasmo della partita ieri(legittimo,sacrosanto) ci porti fuori strada a Gennaio, non facciamo scherzi questa squadra va rinforzata.

    di tutto l’entusiasmo di ieri accetto e cavalco volentieri tutto, jm e brozo possono dire la loro , santon ok, ma non capisco questa tanto sbandierata pseudo rinascita di Ranocchia.

    la sua prestazione ieri e’ ingiudicabile , il Chievo non ci ha quasi mai attaccati se non con palle alte e dalla trequarti ideali per uno spillungone, giudichiamolo(spero mai) sull’uno contro, quando viene preso in velocità, dove ha sempre lasciato andare con comodità verso la nostra porta i ns. avversari .

    Poi non lo giudico certo per le sue doti offensive, il suo mesriere e’ altro, ma anche qui tutti a glorificare la sua partita in attacco di ieri, ma io ho visto uno spillungone di 2 metri prenderla da buona posizione di testa sena mai centrare la porta e bucare in maniera goffa da 2 passi di piede una palla lenta,facile , come un giocatore di categorie inferiori qualsiasi.

    ripeto non scherziamo a Gennaio, un difensore e’ imprescindibile.

  22. Peace and Love

    giuve cacca

  23. Nexus forse sono stato frainteso:
    Non faccio proclami di andare lì per vincere.
    Esigo, però, che si vada lì come facemmo a Napoli, a fare partita accorta e, se vogliamo, “catenacciara”. Ma senza pullman e con la voglia, se sapremo procurarci l’occasione, di piazzare il morso velenoso.
    Che non è altro che quello che si è visto nel recente Napoli gobbi @
    A M A L A

  24. Ha ragione Mare: i rinforzi servono. In difesa e, aggiungo, alternative a centrocampo e in attacco. La buona volontà di Eder e le speranze su Pinamonti non bastano

  25. A me basta continuare con questi Milan

  26. Ranocchia è TUTTO MA NON un difensore su cui contare per la velocità ( sarebbe una specie di eccezione, vista la stazza, no ? ), per cui, nell’uno contro uno, gli va via anche… Borja Valero 🙂
    Scritto questo… ha messo un buon impegno e ho visto una percentuale di errori molto meno esigua di altre volte.
    Certo… poi un altro difensore serve di sicuro, magari uno bravo di testa e veloce; non importa essere Samuel…ricordo Ivan Ramiro che andava su a 3 piani di testa ed era velocissimo…
    E siamo tutti lì ad aspettare anche un centrocampista che consenta di impinguare un po’ la rosa, ma un centravanti di riserva mica farebbe schifo, in aggiunta…
    Però ieri sera, sornione-sornione, Ausilio alla DS ha detto che “i grandi giocatori non sono tutti lì in vendita, ma la società è pronta ad un investimento importante, se si presenta l’occasione”…o qualcosa del genere, quindi a fari spenti stanno già lavorando.
    E se lavorano come gioca la squadra, possiamo finalmente tornare ai posti che meritiamo ( ingiustamente occupati in modo volgare dai soliti noti ).

    • Mi sono accorto DOPO UN BEL PO’ di aver scritto “molto meno esigua”, cioè ben più rilevante…
      Esattamente l’opposto di quel che intendevo.
      L’italiano, questo sconosciuto…
      Scusate

  27. Alla vigilia di Inter-Chievo, l’allenatore nerazzurro ha chiuso la porta al mercato di gennaio: “Non prendiamo nessuno, il nostro mercato sarà tenere i nostri calciatori. Loro sono i miei preferiti”
    O più o meno una cosa del genere.

    Con tutto il dovuto rispetto, ragazzi, a chi piace il fantacalciomercato lo può giocare, ma se la rosa attuale è in buona parte quella dell’anno scorso, tranne due o tre innesti niente male finora… non è che per caso tentando innesti a gennaio si va a scompaginare tutto l’equilibrio raggiunto e si finisce a far danno?

    L’equilibrio da noi è sempre stato precario.
    Quello che serviva era solo un (altro) manico coi controcoglioni, ma non lo chiamerei “number two” perché sembrerebbe uno sfotterlo (ricordando i tempi della Rometta).

    • Non credo che si scompaginerebbe qualcosa se si riuscisse a prendere un paio di buoni giocatori, a patto di avere – ovviamente – buon fiuto e senza la pretesa di imporli in campo.
      Mi riferisco all’esempio di Skriniar. E’ arrivato senza aver mostrato chissà che, nella sua esperienza a Genova. Vero è che anche Icardi – come avevo già scritto – arrivò da Genova a 20 anni ad un costo discreto ( 12 milioni ! ) e fu un rischio economico…
      Ecco…mi piacerebbe davvero un buon giocatore ad un prezzo giusto, piuttosto che un campione affermato che poi devi inserire per forza e ti spacca uno spogliatoio che miracolosamente quest’anno sembra non scricchiolare ancora ( ricordo a tutti quando un giorno si e l’altro pure pareva si prendessero a coltellate i vari schieramenti sudamericani. Non ci credo, però…). Da questo punto di vista non penso che correremo i rischi che giustamente paventavi.
      Sperem.

  28. se nell’uno contro uno ti vanno via tutti non e’ una semplice constatazione ma un problema serio per un difensore,molto serio

    Insigne e Martes sono più veloci di Skriniar. l’hanno puntato spesso,con quale risultato ?…..un difensore centrale forte,importante nell’uno contro uno lo superi raramente, indipendentemente dalla velocità ti ferma grazie al tempismo,posizionamento,anticipo etc…e quando non riescono con le qualità piuttosto ti buttano giù, ma raramente li passi

  29. Ineccepibile!

  30. Uno o due innesti di alta qualità a gennaio forse non turberebbero troppo gli equilibri. Poi, però, bisogna trovarli. Pastore, forse? Di Ramires non so abbastanza.
    E ripeto che un’alternativa, di buon livello, a Maurito servirebbe assai.

  31. Ma sì, ma sì, perché Materazzi era un fulmine di guerra…quanto a Cordoba ne ha avuti di svarioni, non era un mostro di concentrazione…ma come per i grandi amori, si ricordano solo le cose belle.

    Volendo parlare di attacco, come riserva Goran Pandev, poteva dirsi un fuoriclasse?

    Insomma, ribadisco quello che ho scritto, sono d’accordo con Spalletti, mi piacciono quelli che ci sono, Ranocchia non sarà un fuoriclasse ma è interista e ci mette l’anima, e pure Santon e la sua storia da Libro Cuore, sono un romantico.

  32. Pandev non era un fuoriclasse, ma avevamo due titolari come Milito e Eto’o. In più i goal li facevano anche altri, vedi Sneijder.

  33. Comunque sì, sono d’accordo con Giorgio.

  34. Visto l’euforia che serpeggia nel blog e visto che andiamo a Torino, io mi porto avanti e comincio da oggi:

    Juventus – Inter 3-0

    ‘notte

    • Noooooooooo…!
      Ti avevo detto di non farlo, o di variare il pronostico, ma così…
      Vuoi proprio stuzzicare gli irascibili numi del calcio, intrepido tifosotto?
      Beh…l’anonimato del nick ti protegge, fratello…
      Però…mensch…che azzardo…!
      Brrrrrrr….

  35. Settore inviato di tuttosport! 🙂 Credo di aver scritto qualche altra volta che gran parte dei gobbi pensa sul serio cose di questo tipo, cmq hanno già cominciato a fare gli sboroni x sabato sono convinti di vincere (“anche col var”, che poi a pensarci significa “anche se la partita è arbitrata senza errori”, quindi implica che gli “errori” sono a vantaggio loro…) Io di solito temo le partite contro la gobba perché spesso ci mettiamo del nostro oltre alle loro solite ladrate, ma stavolta mi sa che è diversa, in fondo già l’anno scorso col buon Pioli perdemmo di misura dopo aver giocato più o meno alla pari, quest’anno siamo sicuramente mooolto migliorati, se tanto mi dà tanto…

  36. E lo hanno chiuso a chiave in uno spogliatoio! 🙂

  37. a proposito dei loro usi e costumi, vista la classifica, e’ facile immaginare che domani in Grecia verranno immatricolate una trentina di automobili provenienti dall’Olanda
    😉

    • Non basta un suv Maserati immatricolato in Spagna ?
      Son ladroni, mica generosi 🙂

    • Ma perchè, l’arbitro è greco?

    • No, appunto…
      Inutilmente costoso comprare un’auto ad ogni giocatore, quando con poco di più si può acquistare una bella macchina per un arbitro 🙂
      E’ come quando le squadre si svenavano per comprare campioni e un amico tra il serio ed il faceto mi disse “Gio’, non avete capito nulla…un arbitro costa meno e da’ più garanzie…”

  38. Gazzetta odierna, Moratti fa il bauscia, ma a me non da’ fastidio, anzi_ Siamo l’Inter, perché nasconderci? Prendiamoci le responsabilità di chi vuole vincere_ Nel merito ha detto cose che un interista non può non condividere_

    • Perché Spalletti sta facendo i salti mortali per tenere l’ambiente compatto e schiscio e gestire la comunicazione a modo suo. Come dire, i media li lascerei manovrare a lui.

    • @Gus
      In effetti, il buon Massimo (sempre sia lodato…) ha sempre avuto una (in)capacità di gestione dei media che fa pensare che chiunque possa farla meglio di lui.
      Vai, Lucianone, vai!

  39. Buongiorno Fartelli di fede,
    mi scappa un commento , giusto per essere obbiettivo.
    Sabato ce la giochiamo con la squadra piu’ forte , in crescita dal punto di vista atletico e di gioco. Vincere a Napoli come hanno fatto loro ha pur sempre una notevole valenza. Quindi ce la giochiamo, ma possiamo anche perdere , magari perche’ loro sono solo stati piu’ forti.
    Non e’ il caso di fare i piangina e menare la solfa dei ladri. perche’ non deve essere un alibi a prescindere.

    • Giustissimo.
      NON deve essere un alibi.
      E’ storia. E la storia non è un alibi. E’ memoria innegabile.
      Poi ce l’andiamo a giocare sereni del fatto di essere il loro incubo peggiore ( in campionato, perché in coppa ci sono gli azulgrana )…

  40. ma noi si scherzava….anche se con loro mai abbassare la guardia…

    su sabato condivido nessun alibi e aldilà del risultato, perchè ci può stare perdere contro i più forti, mi aspetto finalmente un atteggiamento positivo,senza nessun timore,quasi spavaldo, perchè non abbiamo nulla da perdere, vorrei vedere come detto da Spalletti una sfida a chi ne ha di più, per questo andrei addirittura a giocarmela, vista la strepitosa forma di Candreva e Perisic nel fare le 2 fasi , con Brozovic sulla trequarti e uno solo dei nostri 2 incontristi

  41. Mare, non è che ci stiamo facendo prendere la mano?

  42. può darsi,concedimi una settimana di euforia…comunque ho scritto che sono i più forti, io sono convinto che potrà vincere lo scudetto solo la squadra capace di fare un punto in più dei gobbi e non so se ci sia una squadra ancora pronta a farlo, quindi profilo basso per la consapevolezza della forza del mio avversario, ma vorrei un atteggiamento diverso da Napoli, li in quel momento era legittimo per dare autostima alla squadra cercare di uscire indenni da quella trasferta, che indubbiamente ci ha fortificati nelle convinzioni, ma oggi la situazione e’ ben diversa, ci proverei, perchè come scritto prima a mio avviso una sconfitta non cambierebbe nulla rispetto al nostro percorso, poi riuscirsi e’ un altra cosa, ne sono ben consapevole, ma dobbiamo provarci

  43. Me la giocherei anch’io con la stessa impostazione di domenica, ma con Vecino al posto di JM. Un 4141 con Perisic e Candreva più stretti verso gli interni. Il dilemma del mister sarà: la fluidità della manovra con Borja basso, o i cm del Gaglia in mezzo?

  44. Era mia intenzione sospendere il giudizio fino almeno a dopo la partita con la Lazio, quando finalmente si sarebbero chiarite le possibilità reali della nostra squadra in rapporto con le ambizioni minime, il famoso quarto posto. Tuttavia la partita di domenica ha messo totalmente in crisi le mie convinzioni consolidate, non tanto per il punteggio quanto per il modo come la squadra ha condotto il gioco, la sicurezza, la disinvolta eleganza del fraseggio , l’autorevolezza nell’imporre il proprio gioco agli avversari , che non erano poi degli sprovveduti, quale di recente non ho visto praticare da nessuna squadra del nostro campionato. Al punto che, se in questo scorcio di fine girone la squadra confermasse il gioco sciorinato domenica , altro che puntare al quarto posto, l’obiettivo dello scudetto non sarebbe affatto un sogno impossibile. Ha ragione Moratti, che , pur essendo di qualche anno più giovane di me, avrà conosciuto come me una squadra , quella di suo padre, che quel tipo di gioco praticava tutte le domeniche, mostrando una superiorità disarmante sulle avversarie di turno e soprattutto una disinvoltura di gioco, una sprezzatura, che negli anni più recenti ho ammirato solo nel gioco di qualche squadra spagnola. Qualcuno che mi legge immagino che esclamerà: che esagerazione! Giuro che domenica pomeriggio mi sono sentito addosso improvvisamente cinquant’anni di meno, come sarà capitato anche a Moratti, di fronte a una specie di miracolo, quello del brutto anatroccolo che improvvisamente, almeno per un pomeriggio, si trasformava in splendido cigno. Di chi il merito e poi, soprattutto, il miracolo è destinato a durare al di là di un pomeriggio? Io per principio non credo ai miracoli, ma piuttosto a una coincidenza di circostanze, che sarebbe difficile elencare tutte e che sarà difficile si ripetano; e tuttavia è indiscutibile lo straordinario salto di qualità di gioco, di impegno da parte di tutti i giocatori e di soluzioni tatticamente adottate che non possono essere frutto di improvvisazione ma il risultato di esperienze provate e riprovate, immagino, in allenamenti stressanti che hanno cambiato il volto e il rendimento della squadra. Se dovessi indicare, nello specifico, la novità tattica che più mi ha colpito, questa è stata la conversione di Spalletti a una specie di calcio totale, piuttosto inusuale nella storia della nostra squadra, ma suggerita dalle circostanza della nostra cronica mancanza di un trequartista di ruolo: Spalletti ha alzato al limite il baricentro della squadra, mantenendola corta e ben protetta ai fianchi dal costante arretramento delle ali, riportando Borja Valero dieci metri più indietro, al tradizionale ruolo di metronomo, coadiuvato nel suo ruolo di centrocampista d’ordine da un Brozovic, finalmente all’altezza del rendimento solito quando opera in nazionale a fianco di Modric, e accorciando le distanze tra i reparti, rendendo tutti i giocatori, compresi i difensori non solo in grado di partecipare alla manovra ma di improvvisarsi di volta in volta frombolieri. Insomma, per uscire dal tecnicismo, il gran cerimoniere Spalletti ha affidato al maestro di cappella Borja Valero la direzione di un coro perfetto, in cui le singole individualità, che si sono rivelate di prim’ordine, si sono perfettamente amalgamate come mai era successo nelle partite precedenti. Quanto questa tattica sia riproducibile e produttiva sabato prossimo, contro una Juve che prevedo stanca e votata al contropiede, non so e non lo credo. Penso e spero che Spalletti, che ha tante marce in più rispetto all’ottuso Allegri, sappia trovare la formula giusta per ritornare imbattuto dal campo torinese. Se devo fare un pronostico, prevedo molto probabile un pareggio, che ci consentirebbe di conservare l’imbattibilità e soprattutto intatto il ciclo. Sarebbe un grosso risultato. Questo, tenendo i piedi ben piantati per terra. Ma potrebbe succedere anche di meglio. Intanto, buona fortuna a tutti.

  45. Dopo sto popo’ de papiro*

    un bel sarri merxa

    ghe sta ben

    *che ovviamente no go leto…

  46. Per i commenti di Scetticonerazzurro ci vorrebbe la versione condensata del reader’s digest :)) scherzo eh! Cmq ho letto e mi fa piacere il tuo ottimismo …

  47. A me invece fa persino più piacere il ritorno di Scettico. Ho scritto “persino” perché son stato contento di leggere molte cose che pensavo e quindi condivido.
    L’unica battuta che mi consento di fare è domandare se – anziché 50 – si possa tornare indietro di 52 o 53 anni, perché Mantova e il Celtic non c’erano ancora stati 😉
    Fortebraccio che “si anticipa”, Scettico che torna, Spalletti e la squadra paragonati a Mou e quelli del triplete, tutti noi (più o meno confessabilmente) ottimisti…
    Ragazzi…vada come vada… Che bello essere interisti !

    • Hai ragione: l’anno 1967 è stato uno dei più infelici che si ricordi nella storia dell’Inter. E tuttavia chi l’ha vista giocare nei primi mesi di quell’anno, lanciatissima verso la prevista e quasi scontata conquista dello scudetto, non può non ricordarla come la migliore Inter del dopoguerra: una straordinaria macchina da gol, perfetta da tutti i punti di vista, di cui nessuno poteva prevedere il crollo di fine stagione. Io l’ho ricordata in un post in occasione della partita con la Spal di cui fui spettatore nel Febbraio di quella lontana stagione, una partita che ho fissa nella memoria come una delle più belle della mia carriera di tifoso.
      Approfitto per ringraziarti degli apprezzamenti di ciò che scrivo, ricambiati da parte mia. Temo però che, almeno dai non toscani, finiremo per essere considerati troppo chiacchieroni…

  48. Ho sempre pensato che essere interisti fosse più bello che tifare altre squadre. Anche nei momenti più neri. Giorgio: +1.

  49. Confortato dal consenso di JGM cerco di significare meglio il senso di quanto ho scritto…
    Parto dal passato prossimo : anni fa circolavano in rete pacchi di pagine irridenti con fantomatici elenchi dei motivi per cui fosse bello essere interisti (“le ragazze vi adorano perché non ascoltate le partite, potete usare le stesse sciarpe e bandiere perché non sono cambiate, etc. etc.”…). Poi – in fortunata concomitanza con il mio arrivo a Roma per lavoro – l’Italia ha vinto il mondiale e soprattutto Moratti svenandosi ha costruito una squadra di invincibili. Era persino imbarazzante, per me, lavorare a Roma e incontrare di continuo colleghi e persone che cercavano affannosamente di ergersi ad alternativa calcistica 🙂
    Nei tempi precedenti e in quelli successivi, però, senza scomodare Sarti, Burnich Facchetti… e senza citare Nudingay, Pereira e Mariga per improbabili paragoni, ho sempre avuto la “spinta” a tifare come quando ero piccolo.
    Voglio dire : vedevo bene che il gioco era diverso perché gli interpreti erano BEN DIVERSI, ma…non siamo mai stati in B, non siamo mai falliti, non siamo mai stati condannati… In Italia siamo unici. UNICI !
    La mia compagna mi ha regalato l’orologio con i 3 quadranti, celebrativo del triplete. Altri regalavano Rolex d’oro, ma…NON è la stessa cosa.
    E pazienza se non potrò mai avere quello della Mitropa Cup 🙂 🙂 🙂
    Forza INTER !!!!!!!

    • Ero talmente “poco estimatore” del giocatore che ne ho storpiato il nome.
      Mudingay, NON Nudingay. Come si dice… Me ne scuso con il diretto interessato e con i lettori.

  50. Venerdi a Napoli i diversamente onesti si sono chiusi per ripartire (vedasi gol del gordo) nel primo tempo, chiusi e basta nel secondo tempo concedendo comunque diverse palle gol ad un napoli che dal divano non sembra essere nel suo periodo di forma migliore.

    ieri non li ho visti,ma mi sembra di capire che il cannovaccio tattico sia stato lo stesso, gol all’inizio, tanta difesa in sofferenza nel durante e gol liberatorio nel finale.

    sabato le cose cambieranno perchè di fronte ai loro “splendidi” tifosi dovranno fare la partita esponendosi alle nostre di ripartenze. l’unico dubbio che ho è che spero che candreva e perisic non si sfianchino nel loro di copertura dove effettivamente abbiamo l’unico mismatch tra i nostri terzini e le loro ali. ma confido sempre più nel lavoro del mister che anche a livello mediatico si sta dando da fare come non si vedeva dai tempi del mou (con la costante della latitanza dirigenziale)

    cmq erano anni che non avevo sensazioni positive prima del match con quelli là, per cui vada come vada,ma giochiamocela!!!

    AMALA
    #SENZATREGUA

  51. errata corrige: nel loro è nel lavoro

  52. “Io sogno di asfaltarli, cancellarli dal pianeta, togliere loro ogni piccolo barlume, desiderio, speranza di essere una squadra normale. Devono stare nelle fogne dove sono stati negli ultimi anni, nei tombini nascosti al buio”
    Questo è tal Pello’, presidente di Comunicazione Bianconera, ieri sulla tv ufficiale della Juve. Oggi si è scusato (probabilmente qualcuno a Sky, emittente che ospita le tv ufficiali, ha alzato la cornetta…). Che dire, non che ci fosse bisogno di questo per rimarcare la distanza siderale tra noi e loro, ma sulla tv ufficiale nerazzurra nessuno si sognerebbe di esprimersi così volgarmente. #stileInter

    • Sai, mi rendo sempre più conto che il fatto di essere costantemente e solo con la nostra esistenza la loro cattiva coscienza li rende sempre più idrofobi.
      Che dire?
      Cazzi loro.

    • Queste cose sono un fiore all’occhiello per noi.

      Abitando a Torino (come te) ho diversi amici, amici veri, che sono gobbi. Evito scrupolosamente di affrontare l’argomento con loro perché davvero mi risulta inconcepibile essere innamorati di una squadra-società così.
      Certo spesso, quasi sempre, la scelta della squadra avviene da bambini per fattori ambientali, non è che stai li a valutare nulla di serio e poi ci rimani. Ma un giorno si diventa adulti e scopri che la maggior parte di tutto quello che ti fa schifo nella società e di cui ti lamenti o comunque di cui subisci gli effetti nefasti sono rappresentati da questi cialtroni, e tu che fai, li tifi ?
      Mah misteri della psiche umana….

      NB ovviamente sto parlando di essere senzienti, di uomini normali,
      chiaro che i “caporali” di turno come il buon Pellò valgono giusto il prezzo del seggiolino affittato allo stadio.

    • Se si permettono di dire questo alla luce del sole, immaginate cosa fanno nelle segrete stanze quando si tratta di condizionare arbitri – giudici – media etc.

      … E ma calciopoli è un’invenzione…

      La verità è che calciopoli non è mai finita

  53. Avremmo avuto più possibilità di vincere se fossimo stati meno forti e sopratutto meno in alto in classifica. La Juve queste partite non le sbaglia per una serie infinita di motivi, molti illeciti, ma bisogna riconoscere molti leciti tra cui anche la fortuna che non so bene dove collocare ma negli illeciti mi sembra un po troppo.
    Andiamo al merda stadium col sorriso stampato in faccia dei giusti (sotto tutti gli aspetti), ripeto che quest’anno dobbiamo entrare in Champions, quello mi interessa, che alla mia pur non veneranda età di vittorie contro le merde un po ne ho viste, non ne baratterei una adesso a tutti i costi con un atteggiamento mentale diverso dalla partita successiva in poi..
    Poi oh! Se proprio non ce la faranno i nostri a rinunciare all’imbattibilità e va bene, me ne faro una ragione.

    • Io non ho nessun profilo su qualsiasi social network, non so se questo essere umano(dubito lo sia) bianconero invece lo abbia.

      Se così fosse spero da oggi in poi qualcuno possa riempirlo di insulti e minacce in stile arbitro Ceccarini in modo che non faccia più una vita normale!

      Se Sky ha licenziato il cronista di parte napoletano Alvino, dovrebbe intervenire pesantemente anche sull’ emittente bianconera.

      Vedrai che gli passerebbe la voglia.

      Ma pensa te che gente…….

  54. Le Inter di Mancini, ante 2006, di Stramaccioni, forse anche di Zaccheroni, andavano a torino e vincevano. Ma alla fine erano sempre vittorie fini a se stesse. Preferirei prendere il solito gol di merda da quello stronzo di cuadrado o da quel moccioso insopportabile di dybala….ma alla fine del campionato essere primo!
    Uno scudo come questo sarebbe tra i più incredibili, inaspettati, insopportabili per gli altri…molto più indigesto di quello del triplete forse, perchè nessuno ci avrebbe dato una lira a settembre.

    • Questi non digeriscono, tutto ciò che non vincono loro è indigesto/indigeribile_ Allegri dopo la sconfitta a Milano l’altr’anno disse che fu la “partita tecnicamente più brutta di tutti i tempi” !

  55. Dubito che la juve si “esporrà”, piuttosto credo che starà attenta a non prendere gol confidando che uno dei suoi campioni la risolva_ La novità è che l’operato del suo campione storicamente più risolutivo, eventualmente, passerà al vaglio del collega Var_ Ad ogni modo immagino che staranno più attenti a non perdere che a vincere, giacché sono convinto che in questo momento il pareggio non lo disprezzano affatto_

    • Vero,
      firmerei per un pareggio, forte anche del mio motto “pareggiare è l’unica cosa che conta”

  56. Due anni fa ci fu uno juventus-napoli a Torino, gara bloccata che annunciava un logico pareggio_ La juve giocò per non perdere; poi un tiro della domenica deviato la fece vincere_ Ecco io immagino una juve simile, che non rischia e aspetta l’episodio di favore

  57. Ritorno per due righe alle sgradevoli espressioni usate nei confronti della Beneamata da un esponente del tifo avverso.
    Con un pizzico di snobismo…credo che la risposta più appropriata sia citare l’augurio finale di Leonida ad Efialte 🙂
    Scrivendo invece di calcio…ricordo che molte partite a Torino, che sembravano persino giustamente indirizzate verso un pareggio, furono invece risolte in maniera irritantemente identica – ogni volta – con un gol più o meno fortunoso da parte loro.
    Non credo nella fortuna, o almeno non credo nella fortuna a senso unico, giacché statisticamente le cose non possono andar sempre nella stessa direzione, quindi…uhmmmm…spero di sbagliarmi, ma ho paura che all’ultimo ci freghino anche stavolta.
    Ma anche se fosse…come giustamente qualcuno ha scritto…ce ne faremo una ragione. Se perdiamo anche 3 o 4 scontri diretti, ma facciamo tanti punti nelle altre partite, soffrirà un pochino il ns. amor proprio, ma l’anno prossimo saremo dove dovremmo essere sempre.

  58. Buona sera e forza inter. Quando si parla di rinforzi si parla, spesso di Pastore….ma chi è pastore? Che ha fatto da quando è andato via dal Palermo? Non mi sembra che abbia lasciato il segno da nessuna parte..mica è Cavani? Mi ricorda molto Alvarez, forse un poco più veloce…per il resto se dobbiamo prendere qualcuno, io dico un altro difensore e un centrocampista più veloce di Borja Valero. In attacco non so…magari un panchinaro garantito……e che sappia colpire di testa, visti i cross che facciamo in ogni partita…… quanto mi piaceva Hubner. Per la panchina sarebbe stato perfetto, come Quagliarella o quello che era del bilan e che ha girato tanto e ora, mi sembra, è finito alla Spal…non mi ricordo il nome. Un 1/2 Vieri insomma

  59. l’asticella si è alzata e i nemici son sempre più incattiviti , vedere quel povero disadattato gobbo. prima davamo poco fastidio, adesso non vedono l’ora di impallinarci sul campo e anche fuori

    insomma l’affare si ingrossa, non ci si può piu nascondere dietro il “ sufficiente il quarto posto “ il che è un problema.
    X intanto xo vedere tanti fegati scoppiati, specie dei # APACF , apre il cuore

    come rinforzo cercherei Igor Protti

    • E no, eh ?
      Io cerco di non fare il livornese partigiano ( sapeste che sofferenza andare nel medesimo negozio di barbiere di Ceccarini e spesso incontrarlo ! ), ma ragazzi… Igor Protti ( il “capo degli ultrà”, come cantava la curva nord di Livorno ) era un talento puro, oltre che un giocatore che dava sempre il 100%.
      Davvero, senza essere eccessivi…Protti sta al Livorno come J. Zanetti all’Inter.
      Quindi…in panchina MAI 🙂

    • Grandi davvero.
      Fin troppo facile dire (scrivere) che questo è il tifo che ADORO: quello che mi fa sorridere e prendere in giro gli (e dagli) amici di altra fede. Una esclusa, ovviamente.

  60. Io onestamente non capisco: ma il traguardo più sospirato è andare a fare la champions? dove rischi anche di uscire alla veloce…
    Certo, per la societá sono soldi, i giocatori si rivalutano e noi siamo tutti contenti di guardare Inter-Qarabac oppure Rosenborg-Inter alla tv.
    Ma per me vale sempre che il traguardo ogni anno dev’essere lo scudo, bello, luccicante, bandiera alla finestra e un’estate da campione in carica. La champions diciamolo…ne arriva una ogni n anni, quando gli astri si allineano a forma di biscione.

    • Qualificazione in CL, introiti, uscita triennio FFP, aumento attrattiva e capacità d’acquisto, innesto in rosa di un paio di campioni fatti e di prospettiva, assalto allo scudo nel18-19. Questa la road map dichiarata e da continuare a dichiarare. Poi oh, non è che se si brucia qualche tappa ci s’offende né…

  61. Infatti. Se uno scudo è maturo bisogna coglierlo. Giá con Mancini2 abbiamo fatto la cavolata di buttare via uno scudo che si poteva portare a casa…con un po’ più di applicazione da parte di tutti.

  62. In Youth Leage resta solo una squadra italiana.

  63. Siamo primi ed è legittimo sentirsi in lotta per lo scudetto. Non dobbiamo dirlo perché rischiamo di non vincerlo o peggio di scivolare molto in basso? Sticazzi, mi godo il presente e, se accadranno, rimarrò deluso dagli scivoloni_ Eventuali, non certi_

  64. Esatto. Invece continuo a leggere che l’importante è arrivare in champions.
    Certo, vorrei vedere!
    Ma non è che l’Inter per vincere il campionato deve sempre fare un percorso di “maturazione” di anni e anni.
    Per lo scudo di Bersellini ci sono voluti 9 anni, il casino di calcioscommesse ecc.
    Per quello di Trapattoni altri 9 anni e una cavalcata da record.
    Per il primo di Mancini non parliamone: i tempi si sono raddoppiati e c’è voluto il terremoto sacrosanto di calciopoli!!
    Eccheccacchio…ma un campionato vinto semplicemente perchè abbiamo messo tutti dietro? Si potrebbe avere? No, per dire

  65. No, non si può, non qua.

    Per vincere dobbiamo esser tre spanne sopra a tutti, specie ai gobbi; noi non solo non siamo nettamente piu forti di loro, ma valiamo anche meno.

    Loro sono all’apice di un percorso, noi agli albori.
    Loro han spalle coperte in vari modi, noi no, anzi spesso e volentieri, alle spalle, ci pugnalano.

    Insomma, tutto può sempre accadere, in fin dei conti la CL del 2010 era più improbabile di un eventuale scudetto 2017/18.

    Tuttavia il focus deve assolutamente essere il ritorno, non sporadico ma continuativo, in UCL, per introiti, vetrina, attrattività sui campioni, prestigio, etc.

    Fatto quello, il dovere morale di inizio stagione non sarà solo lo scudetto, ma anche alzare la coppa dalle grandi orecchie.

    Il nostro percorso di crescita non può limitarsi a battibeccare con juve milan napoli etc, i ns avversari dovranno essere anche e soprattutto real barca manutd psg etc

    Nel mondo di oggi il profilo internazionale è essenziale, pena l’esilio ai confini del mondo calcistico, con tutto quel che comporta.

    L’ambizione deve esser più alta del contendersi uno scudettino; e ad alte ambizioni corrisponde giocoforza un lungo e tortuoso percorso.

  66. Io sono un tifosotto e vorrei vincere lo scudettino; sì, preferisco lo scudettino ad onorevoli partecipazioni in Champions_ Ma in ogni caso le cose vanno insieme, specie per l’Inter: nelle tre volte che ha Vinto la coppa campioni era prima in campionato!

    • Ok, anche io voglio lo scudettino.

      Ma lo scudettino di oggi, in un campionato ormai periferico e costellato di seconde scelte, non ha lo stesso valore di uno Scudetto vinto quando la serie A era il campionato più competitivo al mondo e il più ambito dai fuoriclasse di ogni nazionalità.

      Noi tifosi storici lì per lì ne godiamo, ma alla lunga non genera visibilità nel mondo come la genera invece una vittoria in cl ed una costanza nel contendersela.

      E purtroppo, nel calcio di oggi dominato dai ricavi, chi ha ambizioni da top club non può difettare in termini di visibilità internazionale.

      Non solo per competere poi con barca e real, ma anche nel nostro campionato con la stessa gobba, che questo percorso di crescita l’ha gia compiuto, anche se non ancora definitivamente.

      In altri termini, o diventi club da almeno seminifinale cl, o resti fuori da tutto, anche nei patrii confini.

      Per questo non può bastare ambire a uno scudettino (per quanto bello sarebbe), magari basato su exploit irripetibili di vari giocatori e/o miracoli dell’allenatore, anche perché il 2010 insegna che senza una competitività strutturale ci va un attimo a passare dal triplete ai proverbiali (e quanto mai precisi in questo caso) 7 anni di vacche magre.

      Oh poi chiariamoci, non è che non lo desideri un tricolore il prossimo maggio, semplicemente non lo considererei come punto di arrivo, né oggi lo considero come tappa prioritaria.

      Inoltre guardo in faccia la realtà, e non siamo attrezzati a fare 100 punti, perché tanti ne servirarnno per chiudere primi.

  67. Questo perché la serie A ha perso fascino, ma potrebbe recuperarlo_ Ovvio che la coppa campioni è la vetrina principale, ma anche i campionati hanno il loro perché_ Altrimenti come spiegare il seguito per le squadre inglesi oppure, rimanendo a noi, i milioni di persone che seguiranno sabato juveinter da tutto il mondo?

  68. La premier è il campionato più seguito al mondo, juveinter hanno tanti storici tifosi, quindi canalizzano certamente gli ascolti…. oggi.

    Però non si può campare di rendita per sempre, il traguardo dell’attuale percorso di crescita deve esser la ucl, per quanto folle suoni dirlo in questo momento storico

  69. No, il traguardo è il massimo possibile, dunque lo scudetto_ La qulificazione in coppacampioni è un traguardo parziale_

  70. scudettino?? mettiamoci le maiuscole

  71. Non sono sicuro di saper analizzare compiutamente l’evoluzione (in Italia – pare – involuzione) dei diversi campionati. Ricordo che i campioni venivano qui DOPO la Spagna (su tutti : Maradona e Ronaldo), mentre adesso nel caso fanno il contrario.
    Però è ancora – banalmente – un problema di soldi.
    Il campionato francese non è mai stato granché, poi è arrivato un tizio che ha deciso di comprare quasi tutto quel che vedeva e prima o poi magari vincerà la CL. Questo però non fa certo un campionato competitivo…
    In Inghilterra si sfidavano il ManUtd, il Nottingham Forest, le squadre di Sheffield e Liverpool…poi a Londra si son rotti l’anima e il Chelsea è quasi la stessa cosa del PSG.
    L’Olanda ? Da modello di vivai e tattiche è praticamente scomparsa.
    Altra cosa è la Germania, che è come noi, più o meno.
    Questo lungo “pippone” solo per dire che la CL da’ soldi e visibilità, certo, ma sarebbe un errore pensarla alternativa allo scudetto.
    Ci sono due mondi, come in certa letteratura : uno interno ed uno esterno. Se vincessi spesso la CL e però perdessi altrettanto spesso il derby, o con i gobbi, NON sarei più contento.
    Starò invecchiando ?!?!

  72. Se mi propnessero di fare 14mo in campionato comprese sconfitte con juve e milan, in cambio di una vittoria, e dico Vittoria, in ChL firmerei subito_ Se mi proponessero di perdere lo scudetto ma con qualificazione in ChL assicurata, NO_

    • Ok. Concordo.
      Io però intendevo una ripetitività di eventi. In quel caso…dopo poco mi mangerei i gomiti.
      Ricordo quando i gobbi vincevano in Italia e però rosicavano perché venivano sbeffeggiati perché non riuscivano a vincere le coppe.
      Fare l’opposto sarebbe comunque un’incompiuta.
      Meglio vincere SIA in Italia SIA in Europa.
      E con questa brillantissima intuizione il sig. De Lapalisse va a dormire. 🙂

  73. DeLapalisse II ti saluta e copia

  74. Quel pallone gonfiato di Sarri, è stato sbattuto fuori dalla CL!
    Dopo il Benevento, altra risata con il Feyenoord.

  75. Non scherziamo. La Coppa campioni è sopra tutto.

  76. Giorgio continua pure a parlare al presente. I gobbi NON vincono un cazzo in europa neanche ad oggi (aahh che piacere dirlo).

    Epperò, ed è quello che sto recando di dire da giorni, 6 campionati vinti con accesso diretto ala CL , con percorsi lunghi fino a fine competizione o giù di lì hanno creato introiti da paura che li ha portati ad avere rose con ricambi all’altezza e (rullo di tamburi nel pianeta calcio) bilanci positivi.
    Poi possiamo discutere sul “come” ci siano riusciti , ma la strada è quella. Non è per giocare a fare i piccoli finanzieri e dimenticarsi del calcio, ci mancherebbe, ma se l’aspetto economico ha sempre mediamente contato nel calcio oggi è imprescindibile.
    Ma poi ragazzi di che parliamo? È chiaro che tutti vorremmo vincere tutto, ma i cicli si costruiscono non ti cadono addosso.
    Se poi vogliamo veramente accellerare allora chiediamo a Zhang di trovare il modo di comprarne 3 tosti a gennaio e magari…

  77. Intanto la terza squadra di Milano pare non se la passi bene con l’Uefa.
    Dico pare perché ufficialità sarà domani.
    I soldini di rientro mascherati da cinesi non convincono i capoccioni del FFP! 🙂

    • E’ probabile che siano tutti comunisti che si accaniscono contro la brava gente che fa finanza creativa per il bene di tutti… Tze’ !

  78. Se quel tale che ha parlato dell’Inter in quel modo dall’emittente ufficiale di quella squadra è un giornalista, è iscritto all’Albo. L’Ordine dovrebbe quindi richiamarlo all’ordine (appunto) e la Società Inter dovrebbe emettere uno sdegnato e sdegnoso comunicato sull’involgarimento dei toni. Le distanze vanno rimarcate anche ufficialmente. Ah! Quando c’era l’avvocato! Ah! Lo stile Juventus! Il dramma è che sono sempre stati così, anche quando c’era lui… E intanto l’arroganza volgare del potere crea emuli: anche l’opinionista schierato più ignorante, o il tifoso di più bassa lega crede di avere il diritto di vomitare parole come chi li governa. Sono tutti con l’orologio sopra il polsino, ‘sti poveracci! Tifate, tifate pure con spocchia la vostra squadra che tante soddisfazioni vi dà! Tutta la spazzatura che vivete e che ingurgitate quotidianamente è trasformata in oro dal “pipita” e dall’allegro “boia chi molla” che pontifica dal soglio bianconero ormai su tutto lo scibile umano. Consolatevi, quindi! Nella vita siete quello che siete, ma sul campo (39? 40?) siete i più forti al mondo! E avete anche stile! Ho preso contatti con il WWF perché protegga Rubens e Gobbobuono. Se, e ripeto se, questi sono davvero juventini, temo per la loro incolumità. Non ci sono certamente minacce da parte di noi interisti, ma temo che i loro fratelli di fede possano divorarli, magari a Villar Perosa: sono troppo misurati!

  79. L’Uefa corre in aiuto del Milan bloccandogli la possibilità di fare mercato e quindi di continuare a fare cazzate.

  80. Io Pellò non lo commento neppure, provvede per conto proprio. Purtroppo lo stile gobbo non è molto diverso.

  81. il BBilan ormai è una barzelletta continua, che speriamo continui ancora a lungo

    andare in CL è importante x noti motivi, poi xò ci sarà/ sarebbe un muro di potenze chissà x quanto tempo invalicabili..
    teniamoci nel cuore la gioia del triplete, sperando in un futuro di vivere un momento simile, e intanto vediamo di prendere al più presto gli Scudettoni contro tutti, specialmente i fenomeni della comunicazione. non sarebbe una libidine da poco.

  82. L’unico problema per noi, e non da poco, è che un Milan così, all’inizio del purgatorio a noi noto di giocatori mediocri ed equilibrismi finanziari e con una nuova proprietà a subentrare a breve, blocca completamente l’ormai noto ed in rampa di lancio piano di sviluppo del nostro progetto su San Siro e le aree limitrofe. Non bruscolini.

  83. Semplicemente al Milan sarà riservato l’identico trattamento riservato a noi; aveva chiesto minor rigore in virtù del proprio business plann che è stato ritenuto poco affidabile

  84. Mi sa che gli fanno il voluntary mazzo.

  85. https://youtu.be/vFjZMQcLtgI

    un capolavoro irrangiungibile

  86. Scusate, ma Rijeka non l’avevo proprio mai sentito.

  87. Povero milan (tornassero in B), mi spiace proprio vederli così (fallissero).
    Ma perchè non hanno preso il gattuso più grosso, il gattuso formato maxi: cannavacciuolo.

  88. Perché, con le mani che ha, gli avrebbe dato delle pigne da staccar loro ls testa! 🙂

  89. Però… Che idea…!!!
    Bravissimi Dawide e Toto !
    Non fatevi “fregare” e registrate subito il titolo della serie :
    “Squadre da incubo”… 🙂

  90. Cmq la situazione milan ha risvolti negativi anche x noi se non si capisce che fine faranno sulla questione stadio siamo bloccati, magari se li comprasse qualcuno che vuole costruire un gonzi-stadium così avremmo San Siro solo nostro, ma la vedo dura e ci vorrà un bel po’ di tempo …

    • Secondo me di pende da quanti soldi ci sono ancora alle Cayman e da come andrà la prossima campagna elettorale…

  91. Nella vicenda del Milan ci leggo disonestà, arroganza e incompetenza. Sinceramente se gli va male non mi dispiace affatto. Mi dispiace per i tifosi, magari. Ma anche loro si troveranno al limite qualcos’altro da fare.

  92. non so come andrà a finire, ovviamente,non posso ovviamente sapere da quale parte andranno a pesare gli episodi,non voglio pensare a Valeri record rigori contro noi e favore loro, nessun alibi, ma tra tutte queste incertezze penso di avere una certezza, che a prescindere dal risultato, sento che domani sera alle 23 circa, l’atteggiamento dei nostri mi farà sentire l’orgoglio di essere Interista !

  93. Io sto sereno. Ce l’hanno sempre rubata, figuriamoci se non ce la rubano anche stavolta che ci devono superare in classifica.
    Se esce qualcosa di buono allora vuol dire che Suning incomincia a rimettere in equilibrio le cose in Italia.
    Juve merda
    FORZA RAGAZZI

  94. Con tutti gli sgrat sgrat concessi e consentiti ma……al quarto gol contro il Chievo ho esclamato: “Sabato sera ce li mangiamo, quelli là!”

    Certo, il Chievo non è la rube ma…se Brozovic aggiusta la mira, se Candreva, D’Ambrosio, Perisic e Santon giocano ancora così…..Icardi gliene butta dentro un paio, almeno.

    Grattatevi tutti ma io sono piuttosto ottimista (sgrat sgrat!)

    AMALA e juve merda, siempre!

    • Io – invece – ho scritto sul blog chiedendo di smetterla di fare i fenomeni (perché quello sembravano) col Chievo e tener qualcosa da parte per Torino.
      Mi era tornata in mente la partita con l’Atalanta dello scorso anno (peccato ero a Livorno, se no segnavo anch’io, sicuro…) che segno’ la fine di un’illusoria ascesa.
      E adesso…uno, due, tre.. Grat, grat…su, a tempo…

  95. Sì, come Fiume mi torna.

  96. Spero solo che tutto l’ottimismo che circola attorno a noi venga confermato.

    A me sembra esagerato
    Ma sono pessimista dentro
    Per cui non faccio testo

    Dico comunque anche io che dopo partita con Atalanta sembravamo chissà chi e poi….

    Per cui propongo un bauscismo moderato, molto moderato

  97. anche xchè fino alle 20.45 una sconfitta non sarebbe la fine del mondo il campionato è lungo etc, ma in realtà se perdiamo ci fanno il culo

    il profilo basso è d’obbligo

  98. Quoto… Profilo basso d’obbligo.

    Questa partita arriva apposta per varci tornare con i piedi per terra e seicuramente il Var soffrirà di sudditanza psicologica…

    Firmerei per il pari

  99. Con tutti sti riguardi si perde di nuovo; c’è da guardare a noi, giocare con personalità, e fare bene.le cose preparate

  100. Ahia, il buffone cialtrone è out. La riserva sarà caricata a molla.

  101. Secondo me resuscita. Come Gonzalo col Napoli!

  102. Juventus – Inter 3-0

    ‘notte

  103. Non resuscita! Mi sbagliavo! Via libera per Ilaria! 🙂

  104. Ilaria ? L’ho vista su La7 tentare di far la giornalista politica. Come si dice in questi casi (volendo non esser cattivi): da rivedere.
    E comunque in questi casi penso solo al calcio 🙂
    Fortebraccio uber alles !!!
    Forza INTER !!!

  105. @Giorgio
    Dal momento che sei così appassionato di pronostici, ti faccio conoscere anche il mio, che non nasce dalla constatazione delle vicende delle ultime partite e dalla condizione attuale delle due squadre, ma dalla tradizione e dalla storia, che io credo a volte conti più dei calcoli estemporanei del giorno prima. Il filo conduttore mi sembra debba essere l’imbattibilità iniziale della nostra squadra che si prolunga nel tempo fino alla partita con i nostri tradizionali rivali. Ebbene, quando questo è avvenuto, e non sono state tante le occasioni che poi si sono concluse nientemeno che con la conquista dello scudetto, da nessuno prevista in partenza (come nel nostro caso!), la partita, se giocata a Milano, si è conclusa con la nostra vittoria, se in trasferta, con un pareggio, generalmente uno a uno. E è questo il mio pronostico, che oltre che un bel risultato, sarebbe anche di ottimo auspicio in vista di futuri storici successi. Intendiamoci, non escludo il colpo grosso, anzi mi pongo la famosa domanda “Se non ora, quando?” Tuttavia certi miracoli, verificatisi quella volta che sappiamo, difficilmente si ripetono. Meglio affidarsi alla storia e alla tradizione.

    • Buongiorno.
      Si, il ragionamento non fa una grinza…
      Peraltro la mia insana passione per le statistiche ( non sono un giocatore abituale, quindi i pronostici mi interessano più dal punto di vista matematico che non da quello utile a scommetterci sopra ) si rivela anche nelle più aberranti nottate di proiezioni dei risultati politici e mi ha condotto – rara avis – ad un bel “30” all’esame di demografia, una perla in una carriera universitaria…. diciamo così… non brillante.
      Per stasera ho tutti i timori ( statistici e non ) di una ragazzetta/o alla prima uscita serale, con la sensibile differenza che, a quanto ricordo, l’eventuale insuccesso della serata era sgradito, certo, ma messo in qualche modo in preventivo, mentre invece quella passionaccia per i colori della Beneamata NON mi consentono di andar davanti alla tv con la stessa guascona sicumera…
      Concordo però con il Tuo pronostico ( se mi “becca” Toto ad usare la “t” maiuscola di rispetto mi insulta in 8 lingue simultaneamente, roba da Napoleone…) e non solo per un motivo di tifo, ma anche perché – dopo la inopinata vittoria di Napoli – credo che anche ai “diversamente onesti” ( Oscar a chi l’ha scritto per primo ) possa andar bene in ottica campionato, atteso che siamo davvero ancora con tutto il tempo a disposizione per riprendersi.
      A patto che non ci si chiami Milan ( e non intendo Skriniar )…
      Stasera Maurito forse non segnerà, ma ho molta attesa e fiducia per Ivan il terribile.
      E intanto…mi congedo con eleganza tutta toscana…grat, grat…

    • “consentono” era “consente”, accidenti alla febbre del tifo…

  106. Arrivare a questa partita in testa alla classifica è una cosa che nessuno, io per primo, avrebbe mai immaginato. Sono più che sereno e non faccio pronostici nè mi illudo che possa uscire un risultato positivo. Spero solo che venga confermata la solidità e la forza della squadra e che se anche dovesse perdere la partita lo faccia giocandola a in maniera onesta cazzuta e convincente. Per una volta hanno più da perdere loro. Detto questo che si inca o che si perda per sempre rubemerda.

  107. Io ho “sognato” che segnava Milan………..non il milan! 🙂

  108. il contatto due volte l’anno con quei debosciati amorali è un fastidio che mi eviterei volentieri, preferisco il derby, adesso che siamo agli ultimi, poi

  109. Statisticamente, dopo i tre di domenica scorsa, difficile Perisic.
    Icardi segna da tre partite, uhmm..
    Secondo me sono da “tenere d’occhio” Candreva,non ha ancora segnato,e un centrocampista, forse Vecino. Detto questo anche se perdiamo,lo faremo avendole tentate tutte e “bene”quindi a differenza degli anni scorsi sarò comunque fiero dei ragazzi.
    Pensa te!! Spalletti oltre alla squadra ha allenato anche me!!!

  110. Dribbling Rai2 ore 13:38
    “juve-inter: da sempre il derby d’italia…da sempre una partita caratterizzata da polemiche arbitrali, da una parte e dall’altra”
    DA UNA PARTE E DALL’ALTRA ?
    DA UNA PARTE E DALL’ALTRA ??!
    quale altra!??

    • Si riferiva, spero, alle due curve di S. Siro, per il primo e secondo tempo…

    • Hai visto Dribbling? Ma allora hai anche notato in che stato è Ridge Forrester nella pubblicità che segue eheheheh.
      Scherzo, ragazzi. Dai, calmatevi, che da qui alle nove meno un quarto manca ancora tanto tempo…

  111. Beh, ragazzi…il “derby d’Italia” ha un fascino intrinseco che vale a se’, cioè indipendentemente dalle squadre che lo giocano, che quindi potrebbero chiamarsi X e Y.
    Poi…certo…ce n’è SOLO UNA che non è mai stata in B… 🙂
    Forza INTER !!!

  112. Premetto che sono un ottimista di natura e, per quanto riguarda la partita di stasera (per favore non chiamatelo derby l’Italia!), mi urta solo il pensiero che le merde possano competere con l’unica squadra ancora “vergine” dal purgatorio cadetto.
    Dicevo… stasera temo solo un loro calciatore, il quale (purtroppo) ci purgherà, e questo calciatore è Mandzukic.

  113. Roba da matti
    Vorrei che elencassero i torti arbitrali subiti da UNA PARTE e i torti arbitrali subiti DALL’ALTRA…

    • Ma come? Non sai che i torti arbitrali “alla fine si compensano”? Va be’ sarcasmo a parte, dribbling -> rai -> prostituzione, che ti puoi aspettare? Immagina se qualcuno dell’Inter dicesse qualcosa tipo quel sub-umano della loro tv…

  114. penso che per i 2 centravanti argentini non sarà serata semplice,penso anche che con la loro esperienza tenteranno di bloccare la partita sulle fasce(dove abbiamo i 2 migliori e le ns. fonti d’attacco) stando ben coperti li per giocarsela invece tutta in mezzo al campo,se ci riescono temerei molto Dybala tra le linee e i colpi di Pjanic…mentre credo che in quella zona noi potremmo far male con il solo Brozovic, poi per fortuna il mister lo fa Spalletti e spero le azzecchi tutte come fatto sino ad oggi.

  115. Siamo la prima squadra che ha vinto all’Allianlnz stadium (così si chiama); è ora di diventare la prima squadra a vincerci due volte_

  116. non voglio essere campanilista in un blog milanese, ma il derby d’Italia combattuto da due squadre nordiche sarà deciso dalle scelte di due toscani, con un terzo toscano più che interessato, che godrà i frutti in caso di un pareggio più che probabile. Insomma, per una sera, un duello tra condottieri toscani e deciso da milizie mercenarie straniere come all’epoca dei Comuni…La storia che si ripete in un campo sportivo dopo settecento anni. Buffo, no?

  117. Bah… Il blog è solo “ambientato” a Milano (tempo fa scrissi che temevo di essere il più”terrone” e Toto mi rassicuro subito del contrario), ma unisce i milioni di tifosi di una squadra ONESTA in tutta Italia.
    Si, la notazione che proponi è reale e la coincidenza buffa.
    Meno male che – contrariamente a quanto accadeva in Toscana all’epoca – le “battaglie” non si combattono da queste parti.
    Acanfora scrive dell’opportunità di mettere il “2” nella casella delle vittorie a Torino.
    I have a dream : un bel 2 anche nei loro campionati di B, cosicché non sembri più un “incidente” come si sgolano a ripetere, ma una…simpatica tradizione 🙂

  118. Amici cari, mi suggerite qualche link per la partita? Non quelli dove devo installare qualcosa, grazie…

  119. Rojdirecta
    e poi a scelta Live Stream Sports oppure Rivo

  120. Brozo.

  121. I soliti conigli bagnati
    Manco mezzo tiro
    Personalità zero

    • Troppo timore reverenziale, Così continuando le buschiamo_ Troppo controllo e troppa poca ricerca del gol_ Per ora il pari va stretto a loro_ NonnoBorca in, anche se la benzina sul finale stava finendo; Brozo ha deluso, ma se lo toglie spero metta joaoMario e non Gagliardini

  122. Per favore non diciamo più che ce la giochiamo

  123. Juventus – Inter 3-0
    ‘notte

  124. Veramente mi é sembrato più rinunciatario il nostro atteggiamento, che il vostro. A me la partita sta piacendo, pochissimi palloni buttati via, gioco a terra, pochi calci. Poche occasioni, anche, ma per me due belle squadre.

  125. va beh adesso non facciamo tragedie, è una partita in casa loro non una scampagnata

    il campo lo tengono bene tiri in porta zero è il dato negativo , certo.

  126. Benino all’inizio, poi ci siamo disuniti…

    D’Ambro proprio non riesce a tenere Mandzukic…

    Temo la panchina Rube, da cui Allegri può scegliere con ampie possibilità e metterci ancora più in difficoltà.

  127. Provinciali
    Ma va bene così o

  128. Io alzerei serenamente un bel dito medio a tutto lo stadio di latta.

  129. E adesso forza viola forza Pioli

  130. Bene così. Un enorme passo indietro, ma l’obbiettivo quarto posto è sempre lì.
    Bagno d’umilta, ci voleva proprio.

  131. Va bene così.

  132. Ma quale quarto posto…
    Teniamo duro ragazzi

  133. Brutta partita (nostra) x assurdo avevamo giocato meglio l’anno scorso pur perdendo, ma va be’ se non puoi vincere è già qualcosa non perdere… Credo che anche Spalletti lo abbia pensato a giudicare dai cambi che ha fatto

  134. Ancora primi. HIC MANEBIMUS OPTIME

  135. se qualcuno ad agosto mi avrebbe detto che a quasi metà campionato saremmo venuti da primi in classifica a Torino, cercando pure di palleggiare senza mai buttarla, che saremmo stati anche dopo questa partita gli unici imbattuti di questo campionato,che non avrebbe preso gol ne in casa del napoli ne in casa della juve, beh avrei chiamato l’ambulanza.

    molto bene questo pareggio, davvero prezioso, contro i più forti, non dimentichiamolo.

    evviva l’inter

  136. Ragazzi, i campionati si vincono tenendo dietro gli altri.
    Il napuli non ci fa paura.
    Bisogna tenere dietro sti gobbi di merda e basta.
    ANDIAMO

  137. Handa 7
    Dd 7
    Skr 6.5
    Mir 7
    Sant 6
    Borca 6.5
    Vecino 6.5
    Brozo 6
    Candr 5.5
    Peris 6.5
    Icardi 6

    Dalb 6
    Gagl 6
    Eder sv

  138. un poco ridimensionati ma è anche meglio

    con Icardi Perisic e Candreva da 5 in pagella più del pari ..

  139. @mareintempesta
    a parte quel “mi avrebbe detto”
    condivido tutto il resto.

  140. Bene, anzi molto bene. Avrei firmato per il pari, e pari e’ stato…

    Sicuramente ci e’ mancata personalità e uomini di qualità in panchina per provare a vincerla, ma per ora va benone così…

    Un pari cazzuto

    • Avresti firmato per il pari…ed e’ stato pari ?
      Allora…la prossima volta firma per una nostra vittoria 🙂
      Siamo IMBATTUTI !!!
      Poi ci sarà tempo per criticare, cambiare, levarsi la pelle con le unghie…
      Forza INTER !!!

  141. E qualche rottura di ca…o a sti gobbi che volevano vincere

  142. Non ho potuto vederla ne sentirla.
    Ditemi qualcosa di serio prima che accenda la tv e mi metta nelle mani dei pennivendoli. Com’è andata?

    • Benino.
      Un po’ penalizzati dall’arbitro con qualche fischio di troppo.
      Abbiamo retto. Forse un po’ peggio che a Napoli, ma tra Roma, Napoli e gobbi abbiamo fatto 5 punti e preso un solo gol.

  143. Dicevano che volevano ascoltarci che dovevamo ritornare nelle fogne…ma che squadra hanno messo? Puntavano al pareggio come noi. ….ridicoli
    E in un campionato normale vincevamo di rigore
    Pezzenti,….come sempre

  144. Dicevano che volevano ascoltarci che dovevamo ritornare nelle fogne…ma che squadra hanno messo? Puntavano al pareggio come noi. ….ridicoli
    E in un campionato normale vincevamo di rigore
    Pezzenti,….come sempre

  145. Dicevano che volevano ascoltarci che dovevamo ritornare nelle fogne…ma che squadra hanno messo? Puntavano al pareggio come noi. ….ridicoli
    E in un campionato normale vincevamo di rigore
    Pezzenti,….come sempre

  146. I numeri però consolano= 16 partite 40 punti, a questa media fanno 100 a fine anno! E abbiamo tutti i bigmatch in casa al ritorno.. vabbè c’è comunque da migliorare

  147. Una cosa seria?

    Allegri ci ha completamente bloccati sulle fasce, togliendo rifornimenti ad Icardi che praticamente non l’ha mai vista…

    Non avendo un trequartista vero sono mancati i rifornimenti anche per vie centrali, dove per altro loro sono più forti sia tecnicamente che fisicamente…

    Questi i motivi della nostra sterilità

  148. avesse 🙂
    sono riuscito ad essere peggiore del Candreva di questa sera

  149. Ma perché, volevate andare a Torino, sponda gobba, a fare sfracelli?
    Eh su.

    Prendiamo sto pareggio che vale oro e facciamo i buoni, che è anche Natale, valà.

  150. Marchisio,Barzagli,Alex Sandro, Bernardeschi,Douglas Costa,Dybala….questa era la loro panchina…..

  151. è stato un buon allenamento in vista del Pordenone

  152. Non era facile. Partita nervosa. E anche loro avevano paura. Gran cagoni.

  153. Torno a ripetere che purtroppo non ho visto nulla, ma a naso è venuto fuori il miglior risultato che potevamo fare . Vincere ci avrebbe fatto pensare di essere chi non siamo, perdere di essere meno di quello che siamo.
    Un pareggio sofferto è la nostra dimensione (a casa delle merde) .
    Possiamo, Dobbiamo andare avanti così. Comincio ad essere molto fiducioso anche io.
    Forza Inter!

  154. Si poteva crederci di più, ha ragione Spalletti. Ottima partita difensiva, bravi e compatti dietro ed in mezzo. Perisic, Brozo, Icardi, Candreva male nella fase offensiva. Borja all’altezza del match, ma necessitava di compagni più propositivi. Punto importante, con la sensazione che non si sia giocato al massimo delle possibilitá. Direi benone, quindi.

  155. Quoto Javier: un successo ci avrebbe (forse) fatto sballare e una sconfitta ci avrebbe depresso oltremisura. Il campionato non è nemmeno a metà.
    Colgo l’occasione per sottolineare la serenità di Pjanic sostituito.
    Nelle partite toste, rimane l’impressione che serva ancora la turbina a centrocampo, quello che spacca la partita ed eventualmente fa goal.

  156. Quando giuventus non vincele, lubando, campionato…allola vincele Glande Inda
    ( e con il glande…auguro buona notte a tutti)

  157. l’arbitro ha usato lo stesso trattamento alle due squadre, lasciando cirrere piuttosto che fischiare; finalmente ammonito Higuayn per le sue proteste scomposte , che un tempo con la maglia del Napoli erano anche rossi; non ricordo errori gravi, a parte qualche concessione ai voli di Cuadrado e alle simulazioni comiche di Chiellini_ Santon poteva anche beccare il rosso diretto, ma non ha voluto falsare la gara:per me è stato il migliore in campo

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.