Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Quei fottuti geni della Pixar

A noi giovani padri degli anni ’90 e seguenti, la Pixar ha salvato la vita. Poteva essere un periodo denso di cenerentole, bianchenevi, cariche dei centouno, cerbiatti, topi e gatti vari – un periodo difficile-, e invece no, siamo stati graziati e ci si è aperto un mondo. Quando uscì Toy Story, la novitá fu interessante: si passava a un’animazione computerizzata, tridimensionale, tremendamente innovativa (c’era di mezzo Steve Jobs) e questo all’inizio bastava e avanzava per andare al cinema con convizione e senza mai guardare l’orologio  (santiddio, quando finisce?).

Fu quattro anni dopo, con Toy Story II (1999), che mi accorsi che non era solo questione di computer. Dietro quella allora sbalorditiva tecnica c’era dell’altro. C’era della scrittura, e che scrittura. Quando un film mi piace mi sento gonfiare il petto, la sensazione fisica di essere pieno di grande cinema (almeno quello tale secondo la mia modesta opinione, de gustibus, per caritá). Ecco, durante Toy Story II – inaspettatamente – mi è capitato. Mi ricordo anche il momento: c’era una Barbie che guidava una macchina della Barbie e portava in giro il cowboy Woody in un magazzino di giocattoli. Volevo alzarmi in piedi e applaudire (figura di merda, diciamolo). Ma come, è solo un cartone, dicevo tra me e me. Eppure il petto, sì sì, lievitava. E con la Pixar mi sarebbe capitato ancora, altre volte, tante, anzi parecchie.

Quindi mi sono chiesto: chi è il fottuto genio che scrive queste storie?

Uscito dal tunnel dei doveri nei confronti dell’infanzia – leggi: portare le figlie al cinema a vedere i cartoni -, sono entrato in quello dei doveri nei confronti del cinema – leggi: vado a vedere i cartoni della Pixar per mia estrema e intima tensione e convinzione personale. E senza il minimo tentennamento. Non come quello che in edicola compra Micromega e Limes per infilarci Le Ore. No no, con trasparenza.

Dicevo: chi è il fottuto genio?

Ora, i film della Pixar non hanno tutti la stessa mano, nè nel disegno nè nella scrittura. Ci sono quelli di Brad Bird, per dire (Nemo, Ratatouille), quelli di Stanton o di Unkrich. Ma il meglio, l’eccelso fa capo a due menti, quelle di John Lasseter (il pioniere, oggi “solo” direttore creativo e super-mega-produttore) e di Pete Docter, che hanno diretto e sceneggiato i capolavori: i primi due Toy Story, Bug’s Life, Monsters & Co e Up.

E quindi sabato sera sono andato al cinema con il petto giá pronto a riempirsi per vedere Inside Out, scritto e diretto da Pete Docter, l’allievo che supera il maestro, almeno così diceva una recensione.

La scrittura, ecco. Non è solo il pensiero che sta dietro un soggetto (e qui, in Inside Out, nell’avventura  dentro il cervello di una ragazzina delle cinque emozioni che dominano l’essere umano, c’è l’ispirazione a fior di studi sulla psicologia partendo da un saggio di Darwin di un secolo e mezzo fa), ma è la ricchezza di una sceneggiatura che ti mette insieme in 90 minuti più battute riuscite che non negli ultimi sette film di Woody Allen (e io adoro Woody Allen) o nelle ultime settecento commedie italiane. Non è solo giocare con il cuoricino dello spettatore – bambino o adulto che sia, non ha importanza – sapendo di poterlo devastare con le solite tre o quattro semplici mosse, ma offrire su un vassoio un gioco di rimandi e di citazioni che ti ribalta sulla poltrona anche se sei lì seduto, almeno in apparenza.

Tutto è relativo. Per dire, c’è gente disposta a farsi tre ore di coda all’Expo al padiglione del Giappone (sì, ok, è bello) per quattro emozioncine visive. Inside Out varrebbe 48 ore di coda davanti al cinema,  con sacco a pelo e cucina da campo, tipo quando c’era da comprare il biglietto per Madrid.

E quindi lancio la mia campagna. La Pixar l’Oscar per il miglior film di animazione l’ha giá vinto varie volte,  Lasseter ne avrá una collezione (due sono suoi personali), Docter stesso ne ha vinto uno come regista di Up. Ecco, bisogna andar un po’ oltre, perchè quel che è giusto è giusto: dopo tre nomination, è giunta l’ora dell’Oscar per la miglior sceneggiatura originale.  Viva Inside Out, viva Pete Docter, viva l’Inter, viva il cinema, viva la Juventus in B per meriti sportivi.

image

share on facebook share on twitter

89 commenti

  1. Primo… come l’Inter! 🙂

  2. Seconda.
    Sect
    Non proprio originalissima al 100%.
    C’era un telefilm americano (o canadese?) anni 90 (Ma che Ti Passa per la Testa?) in cui venivano mostrate 4 emozioni, interpretate da altrettanti attori, che abitavano il cervello del protagonista e che interagivano prima di ogni sua decisione.

  3. Terzo. Saluti a tutti e #ggiuvemmerdachevvelodicoaffá

    Mozzy aka Puccio 😀

  4. Ciao a tutti, passavo di qui! 🙂

    Anche se preferisco i post sul derby e simili o, in subordine, quelli sul tennis o podismo e quelli tipo lezione universitaria con lancio di reggiseni! 🙂

    AMALA!

  5. Bella disamina. un piccolo appunto: “Alla ricerca di Nemo” non è di Brad Bird (che ha esordito alla Pixar dirigendo “Gli Incredibili”), ma di Andrew Stanton. Detto questo, juve in B dopo aver perso lo spareggio salvezza col Milan 🙂

  6. Rita Pavone a Porta a Porta, e nonostante cotanta robba il Torti si ammazza di seghe per un cartone. 😀

  7. Ne stanno parlando tutti un gran bene.

    Da quello che si legge, a me ricorda un vecchio film con Bill Murray, mezzo cartone e mezzo film
    che più o meno si basava su questo principio: Osmosis Jones

    Se lo consiglia perfino Settore dovrò vederlo, mi sa.

  8. Comunque, a proposito di difesa mediatica dell’Inter, c’è Bonolis su tiki taka che sta tirando ceffoni ironici più o meno a tutti.

  9. Idolatri la Pixar, ami Woody Allen (che negli ultimi 7 -almeno in 3- ha offerto spunti di acume e genialità unici, eh!), apprezzi il tennis, obviously palpiti per la Beneamata e scrivi con metatestualità deliziosa : dovrei quasi chiederti di sposarmi!

    Contestualizzando, non ho avuto ancor modo di vedere Inside Out -recupererò venerdì- ma mi aspetto tanto, tantissimo, mi auguro mai troppo: uno dei migliori film di stagione almeno, ecco!
    E magari una storica cavalcata agli Oscar, anche nella categoria principale che fu già presidiata da Toy Story 3 e Up…

  10. La sceneggiatura è fondamentale, ma quanta poesia ci può essere in alcune immagini pure e semplici, magari come quella che riporta Inter 12 – merde di Torino 4 😀

  11. Settore,
    quoto al 200% su quello che hai scritto.
    Va bè, a parte l’ultima frase…

  12. buongiorno a tutti

    Guardo la classifica in loop da giorni 🙂

    Bello ritrovarvi

  13. Ok. quoto settore e tutti gli altri , diamo l’Oscar alla Pixar.
    Io allora sono per il Nobel ai Simpson!

  14. Essendo stato anch’io un giovane padre di fine anni novanta e seguenti, posso ritenermi fortunato come te, caro Settore, perché film (film, non cartoni animati) come Toy Story (tutti e tre stranamente, perché di solito i sequel lasciano a desiderare), Gli Incredibili, Monsters & Co., Up, … sono dei veri capolavori.

    Tornando alla stretta attualità ippico-calcistica, il nostro caro amico Mihajlovic ha sentenziato che “i cavalli vincenti non si vedono alla partenza ma all’arrivo…”.
    Ben detto Sinisa, alla partenza si distinguono unicamente i cavalli dai somari…

  15. riappare la Quinty e manco un tappeto rosso, villani

    comunque ieri me ne hanno parlato bene, ma non essendo interisti mi fidavo poco, adesso andrò a vedere quel cartone

  16. E invece proprio di loro dovevi fidarti.

    Gobbi e bilanisti, quando erano in serie B, ne hanno passate di domeniche al cinema.

  17. datosi che presumo essere l’unico che prima ha visto da piccolo Biancaneve ed i sette nani e poi Pinocchio della Walt Disney, cartoni che poi ha fatto rivedere alla propria figlia quando ciclicamente sono stati riproposti però fermandomi lì e non andando più a vedere nessun cartone, di conseguenza ho pensato che il post di Settore riguardasse una determinata marca di pannolini che hanno salvato la vita a padri single.

    invece no e quindi essendo tagliato fuori mi permetto di andare fuori tema e dire che l’unica cosa che mi preoccupa domani per innestare la quinta è l’arrivo di Thohir.

    buon proseguimento.

  18. Quoto Corso e la preoccupazione dell’effetto Thohir vero banco di prova per le nostre ambizioni scudetto.
    Se dopo Tagliavento passiamo indenne pure questa maledizione non ci ferma più nessuno.

  19. …minchia… Thohir in tribuna ed è prevista pioggia… 😉

  20. Facendo tutti gli scongiuri del caso dovuti a scaramanzia e metereologia, quella di domani è una di quelle partite dove mi aspetto (o quantomeno spero) di vedere una squadra che dia una dimostrazione di forza.
    Il percorso per tornare grandi passa anche dal vincere in modo netto le partite sulla carta favorevoli…senza lasciar spazio alle postille che ci hanno affibbiato nelle prime uscite.

    PS : credo che domani ci sarà un po’di spazio anche per vedere Ljajic

  21. Ti leggo e mi convinco di essere stato un padre debosciato, seppur di fine anni ’90 anch’io.
    Con mia figlia, a parte gradite parentesi tipo quel filmetto che parlava di formiche, vattelaricordà, e che effettivamente aveva un suo canovaccio e mi convinceva a ridere motu meu e non per far piacere a pargola e amichette, con mia figlia dicevo si andava su altri generi.
    A parte i Verdone (ecco, quelli hanno supplito alla grande alla Pixarpoenia) ci piacevano (e ci piacciono assai) quelli del filone catastrofico, parteggiando di volta in volta per lo squalo, per il vulcano, per l’orca assassina o il treno senza controllo o il grizzly incazzato con il dente cariato. Eravamo, insomma, nella scia de l’areo più pazzo del mondo.
    Altro filone assai frequentato il Mafiosimovie, con particolare predilezione per Quei bravi ragazzi, o Casino o Toro scatenato. Insomma il filone Scorsese. La vicinanza serviva a stemperare le scene di violenza, e anche lo sguardo ironico.
    Un anno eravamo in vacanza in auto in pieno deserto tunisino ci siamo trovati a citare Casino: “ci sono un fottio di buche nel deserto!”. Mia moglie disapprovava e rideva, insieme.
    Per Natale vi rassicuro, la visione comune di Love Actually è nel nostro rituale.

    p.s. bello ogni tanto NON parlare di pallone. Detto questo, forza Inter e juvemmerda.

  22. quoto il grande corso, ho il terrore di ET a S.Siro
    ma i miti sono fatti per essere sfatati

    cosa che invece non è successo ad este, a quanto leggo
    lui e le sue mitiche stilettate a gobbi e gonzi
    😀

    e, tagnin
    tu di calcio non capisci un cazzo (cit.)

    buona giornata a tutti
    AMALA

  23. Scusate, dimenticavo Alladin, GENIALE!!!!!! con Proietti che da voce al Genio….pura poesia.
    Per contro odio e ho fatto odiare il Gobbo di Notre Dame ma ho dovuto cedere su La Bella e la Bestia (preferisco La Bete di W. Borowszky o come cacchio si scrive).

  24. Restando in tema, da padre degli anni 2000, ma che ha continuato a frequentare il Cinema (notare la maiuscola) d’animazione dall’infanzia in poi, ed altresí estimatore di Woody (sia Allen che quello col cappello), segnalo una scena del film (diretto e interpretato dal Woody senza cappello) “Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma che non avete mai osato chiedere”, in cui si vede la “cabina di regia” che gestisce l’eccitazione del protagonista… Mito.

  25. Passo anche io per un saluto veloce
    e la classifica non c’entra nulla

  26. Johnny
    settembre 22, 2015 a 1:13 pm
    Facendo tutti gli scongiuri del caso dovuti a scaramanzia e metereologia, quella di domani è una di quelle partite dove mi aspetto (o quantomeno spero) di vedere una squadra che dia una dimostrazione di forza.

    Aggiungo: domani sera al Verona mancheranno Marquez, Toni, Fares, Rafael, Hallfredsson, Romulo e Ionita, oltre allo squalificato Jankovic.

    A maggior ragione e senza la necessità di voler fare a fettine il Verona, anch’io mi aspetto una partita senza patemi fino al 90° (ho le mani sui “gobbi”…).

  27. Anche per quelli che sono diventati padri nei 2000 la Pixar è stata fondamentale. Una piccola annotazione: non trascurerei il rapporto di amicizia che lega i suoi disegnatori con il genio Miyazaki e la citazione di Totoro in Toy story 3. Se poi qualcuno di voi non sa chi è Miyazaki (ma ne dubito fortemente), via di corsa alla prima Feltrinelli (o di nascosto al sito-del-download-pirata) e immediata visione del “Castello errante di Howl” e della “Città incantata” (almeno).

  28. Johnny,
    Anche dovessimo vincere 7-0 troverebbero le postille,melo, il Verona rimaneggiato, il gol del 4-0 nasce da una rimessa invertita,etc….oppure in assenza di motivi il sempre valido si ma non hanno italiani, quindi io vorrei vincere bene per ns soddisfazione e basta, perché se fosse per loro vorrei vincere di nuovo come contro l’Atalanta al 93,così giusto per farli schiumare di rabbia.

  29. A me va benissimo il gol del 93° e la schiuma rabbiosa. Dove si firma?

  30. Handa
    Telles Rana Miranda Santon
    Kondo Guarin Perisic
    Ljajic Jojo
    Icardi

  31. Vers. 2.0

    Handa
    Telles Rana Miranda Santon
    Kondo Guarin Medel
    Jojo Perisic
    Icardi

  32. Purtroppo credo che Balotelli farà una gran stagione.

  33. riporto un commento pari pari che ho letto su Bauscia cafè:

    “niko88
    22 settembre 2015 a 16:03 Quote

    vabbè la macchina del fango ha smesso di essere solo in moto ed ha innestato la marcia; epico ieri bonolis a tiki taka

    “Tra il servizio su Inter che perde lo scud e quello su Melo, mi sono reso conto di essere a Mediaset”

    poi a mughini (!) che dice durante i suoi esami universitari avesse dedicato meno tempo alla Divina Commedia di quanto se ne stia dedicando alle quattro “partitine” dell’Inter, risponde

    ” Io all’Università ho studiato diritto penale e civile, per cui possiamo parlare anche della Juventus”

    ahahah

    comunque tutti ma proprio tutti (che siano rai, mediaset, sky) c’hanno na faccia quando parlano di inter capolista a metà tra il disgusto e il lutto e io…….GODO!

    GODO anch’io, e chiedo scusa a niko88 se ho approfittato ma secondo me ne valeva la pena riportarlo anche di qua, perchè Bonolis mi ha fatto ritornare in mente il mitico nostro Peppino Prisco di cui si sente sempre di più la mancanza.

  34. All’Udinese gli dice bene che due posti retrocessione sono prenotati da Carpi e Frosinone

  35. Tornando al cinema, niente cartoni con i figli… sia perchè sono un padre degli anni (fine) ’70, sia perchè la vita ci ha portato al cinema più avanti nel tempo (di tutti noi).
    Però… mi sono fatto due volte (DUE VOLTE!) la trilogia dell’Anello, uan volta per figlia.

    Almeno un minimo di merito credo di averlo….
    (e per di più mi erano pure piaciuti. Forse mi fa perdere il merito…)

  36. Ciao a tutti i fratelli Interisti!
    Seguo il blog da anni, grande Sector, tra i migliori in assoluto!
    Analisi e discussioni sempre interessanti e divertenti.
    Grande obiettività e grande Interismo!
    Domani sarò a S.Siro a sostenere “quei bravi ragazzi”!

    ps: occhio che al Friuli si aggira lo spettro di Instambul!
    Balotelli sempre lo stesso!
    AMALA!

  37. Si è visto cfhiaramente stasera che Balotelli è maturato.
    Sarà pallone d’oro.

  38. Io invece la fase pixar l’ho saltata a piè pari in quanto ero un figlioletto nei primissimi anni 90, e i film di animazione che hanno segnato quel periodo erano ancora gli stessi che avevano visto i miei da ragazzini, taluni restaurati, altri nemmeno.

    Dopodichè, agli albori delle nuove grafiche digitali, a me dei cartoni animati non fregava più una cippa e mi interessava praticamente solo l’inter. Poi quando nel 97 ti arriva Ronaldo, fine dell’innocenza, e si diventa dei veri mini ultrà.

    In compenso vidi, intorno al 2000, galline in fuga, ma solo per compiacere una fidanzatina. Filmetto “non antipattticco nell’insieme”, ma niente di memorabile.

    D’altro canto quell’anno davanti c’erano Baggio Vieri Ronaldo (almeno sull’album panini), che cazzo se ne faceva un adolescentello delle galline in fuga?

  39. Altro paio di pensieri sparsi, più calcistici

    Fallotelli non farà nessuna grande stagione.
    Quello è un treno passato.

    Fallotelli farà bene 2-3, Toh, famo 4, mesi -dove bene significa gran tiri e tanti gialli per gli avversari-, dopodiché i gialli inizieranno a esser di più quelli che s’abbusca, per poi diventare rossi, per poi finire in prima pagina in pianta stabile per ragioni rigorosamente lontane dal campo, infine perderà la brocca con sinisa e finirà re-impacchettato a Liverpool addì 30 giugno 2016.

    Il milan di stasera comunque mi ha ricordato quello dello scorso anno nella partita a Parma, vinta 5 a 3.

    Merda erano e merda rimangono

  40. un consiglio a chi lo vuole……………………
    ma che ca..o di coraggio avete a seguire ancora una trasmissione merdaset????
    contenti voi…….

  41. Pallone d’oro magari no,
    ma che sia un giocatore forte credo sia fuor di dubbio.

    Se riesce ad autolimitarsi di tanto in tanto credo che farà un’ottima stagione
    (Messi continuerà a dormire sereno la notte, se è questa la domanda)

    e con Bacca formano una coppia bella tosta.

    Per fortuna fanno pietà in difesa e hanno in panchina il Mancini del discount.

    E si vede.

  42. Azz guardavo la classifica premier:
    Store City 18esimo 3 pt in 6 gare.

  43. Este, volevo riprendere il tuo discorso sui due pesi e due misure.
    Secondo me dovresti contestualizzare.
    Mi spiego, e lo farò con un confronto Mancini su Mancini visto che ogni volta che viene nominato l’altro c’è elettricità e bisognerebbe rispiegare cose elementari:
    il Mancini che, in una squadra senza identità, senza gambe e senza testa prende Kovacic od Hernanes e li mette fuori ruolo solo perchè non lo titillano come tipologia di giocatore mentre in mezzo non si sa chi debba fare cosa …è un Mancini che non ci stà capendo un cazzo.
    Il Mancini che disegna una squadra secondo certi criteri (condivisibili o meno), prende un giocatore e gli chiede di sacrificarsi in un ruolo non suo per salvaguardare certi equilibri di insieme …è un Mancini che stà facendo il suo lavoro.
    Certo, si spera che nel frattempo stia cercando un modo di preservare gli equilibri e mettere nel contempo anche quel singolo in grado di rendere al meglio.

  44. Per ora e al netto delle 4 su 4, vedo un “work in progress” e che faccia giocare un giocatore fuori ruolo ci sta.
    Non voglio fare dietrologia, ma Samuel Eto’o nell’anno del Triplete (se non ricordo male), giocò un anno intero da terzino e nessuno si scandalizzò, anzi!
    Tutto dipende dalla bravura e la professionalità del giocatore ed Eto’o ne aveva da vendere…

  45. Eto’o ha giocato terzino sinistro una volta sola contro il Barca perchè siamo rimasti in dieci, per il resto di quel 2010 ha sempre giocato da esterno o tornante mettendosi al servizio della squadra, del Mou e di Milito, denotando una grande professionalità anteponendo queste cose al suo ruolo di campione conclamato come punta e gran goleador.

    Milito può ringraziare anche lui se nel 2010 ha avuto l’annata migliore della sua vita.

    Perisic è stato preso perchè oltre che da esterno può giocare bene come centrocampista o trequartista e pare uno che in campo oltre ai piedi sa usare anche il cervello, a differenza di quello che è stato venduto per prendere lui vale a dire Shaqiri, uno che ci metteva un sacco di impegno ma faceva un sacco di casino.

    per il momento il Mancio sta ancora abbastanza guardingo memore della passata stagione e conscio del fatto che una squadra nuova come la nostra abbia bisogno di tempo affinchè tutti trovino l’intesa e la forma necessaria per rendere al meglio ed allora, quando questo si verificherà, ognuno giocherà nel ruolo dove può rendere al massimo, sempre che questo ruolo esista e non bisogni inventarsene uno su misura come con Kovacic, perchè questi il suo ruolo non sa nemmeno lui quale sia.

  46. In Topic.
    Da padre di fine anni 80 e inizio 90, i miei due figli (quando vedevano TV) si spiaggiavano sul divano in compagnia dei miti Disney, seguiti da quell’altro genio di Don Bluth (quello dei Fievel sbarca in America, per capirci).
    Off topic.
    L’arbitraggio delle merde, ieri sera, è stato da avanspettacolo.
    Gialli a casaccio, gialli mancanti, una direzione di gara da circo Barnum.
    A questo aggiungete un’Udinese in vacanza per tutto il primo tempo (pensavo che questo regalo lo facessero solo ai ladri, mi sbagliavo), e la frittata è fatta.
    E’ bastata un po’ di voglia friulana nel secondo per procurare degli scacazzi epici nei biretrocessi.

    Vedremo.

    Intanto stasera mi sono procurato zampe di coniglio, ferri di cavallo, cornetti rossi e quant’altro, indossato il sospensorio rinforzato e mi accingo a vedere ET in Tribuna, fiducioso…
    Sigh.

    Forza Beneamata.

  47. Sorry!
    Benrivista Quinty!

  48. Che poi sembra che qui ci sia gente che ha visto giocare Perisic 150 volte e sempre sul gesso della fascia sx.
    Se uno sa giocare sa come rendersi utile e se uno sa allenare capisce come impiegare un giocatore.

  49. Oh Signore, dopo la pausa estiva s’è riaperta la scuola guida galattica per interisti.

    Tutti pronti col foglio rosa.

  50. No, volevo rispondere a BeR

    io mi limito a constatare quello che dice Mancini, ossia che Perisic il trequartista non l’ha praticamente mai fatto e non ne conosce i movimenti

    ed effettivamente, almeno per ora, non sembra a suo agio in quel ruolo.

    Poiché l’altro giorno, contro il Chievo, appena è stato spostato sull’esterno è diventato un’iradiddio, mi sono chiesto se magari non abbiamo un po’ spuntato l’arma

    e allora visto che è una delle principali critiche che personalmente ho mosso a tu-sai-chi, allora ho fatto lo stesso con Mancini.

    Poi ogni caso è a se stante: per dire, Juan Jesus in fascia sta facendo meglio che al centro, nonostante nasca centrale,
    o Medel nella difesa a 4 sta trovando una buona dimensione

    il che dimostra che in un sistema diverso di gioco e in un organico più completo, anche chi l’anno scorso era bollato come irrecuperabile pippa, riesce a dire la sua.

  51. a volte mi chiedo se chi parla ha visto la partita e allora, per non sbagliare me la rivedo anche un paio di volte, o più se per caso questa è una finale di Champion o una partita che vinta ci ha dato il titolo.

    anche persa se è per quello che lazio-Inter l’avrò vista non so quante volte dopo perchè non ci volevo credere e ancora adesso mi sembra un brutto sogno.

    ma tornando a bomba dove cazzo si è visto il Perisic devastante non appena tornato nel suo ruolo naturale dal momento che nell’unica azione che ha messo in mostra la sua corsa alla fine non l’ha passata ad Icardi che se al posto di questi c’era Osvaldo veniva fuori un’altra scazzottata.

    per non dire che nel primo tempo spesso e volentieri ha agito sulla fascia sinistra senza però fare galoppate come nel secondo anche perchè nel primo non la stavamo vincendo ma pareggiando e il Verona non aveva l’ansia di recuperare lo svantaggio e non lasciava gli spazi che nel secondo ci ha concesso.

    come Bonolis dico che leggendo certi commenti capisco di essere sul solito blog perchè solo su qui si può criticare dopo quattro vittorie su quattro su cui nessuno dopo il precampionato avrebbe scommesso una lira, solo su qui posso leggere che i cambi del Mancio sono sempre sbagliati ma nessuno dice che Palacio ha fatto di più in dieci minuti che Jovetic in tutta la partita, anche se può succedere di non riuscire ad entrarci come uno vorrebbe, senza dimenticarsi che se siamo a 12 punti gran parte del merito è sua.

  52. su perisic in questi giorni si e’ detto,letto, che sia dotato di grande intelligenza calcistica, a mio avviso quella sua fulminante discesa a pochi minuti dalla fine apre dei quesiti importanti, siamo sinceri, se il colpo di testa di quel cagnaccio di cesar a pochi secondi dalla fine fosse entrato…e sapete bene che non sarebbe stato annullato come una settimana prima…beh, oggi l’avremmo messo al patibolo,altro che intelligente,e’ stato un gravissimo errore a meno che, durante quella cavalcata, abbia pensato “tra derby e oggi sono piu di 170 minuti che mi faccio il culo per sti due qua davanti che nel frattempo raccolgono gloria,fama e titoli dei giornali,mi hanno inseguito per tre mesi,su di me ci sono aspettative enormi,gioco fuori ruolo, ad oggi non ho ancora calciato in porta, tanto dietro i miei non prendono gol, macano 5 minuti,abbiamo di fronte il chievo mica il bayern, sto solo davanti al portiere e la dovrei passare,ma andate a cagare,tiro ”

    ecco se in quei pochi secondi ha pensato tutto questo non e’ intelligente e’ un genio

  53. Ehm…qualche indirizzo utile x la patente?

    Cio’, mi no go gnanca quela dela machina…

  54. Secondo me le critiche più costruttive si fanno proprio quando tutto va bene,
    perché quando le cose non girano ci si fa prendere dalla frustrazione e spesso non si centra bene la questione

    ecco perché preferisco fare la punta al…la matita adesso e non quando verrà la voglia di dire

    sonotuttepippe

    • Este, capisco cosa vuoi dire però queste cose le lascerei dire a chi ci tifa contro perchè è così che di solito funziona, sono gli altri che si devono incazzare quando noi vinciamo un pò di riffa e un pò di raffa, mica noi.

  55. Secondo me Perisic non ha tirato, l’ha messa male in mezzo.

  56. Fortebraccio?

  57. rigore nettissimo, solare, da senza parole contro la Juve…ovviamente non dico neanche che ha fatto l’arbitro, peraltro tarantino, azzz

  58. Ma non c’è proprio nessun allenatore al mondo che si porta via Guarin?
    per fare gol ai gonzi nel derby ne troviamo un altro!

  59. si ma che schifo…
    mazzarri era il brasile al confronto
    neanche un tiro
    il nulla
    ma diciamolo
    se non si cambia dove vogliamo andare?

  60. non so, ma a mio avviso negli ultimi 10 minuti del primo tempo abbiam fatto esattamente quello che andava fatto quando si gioca contro una squadra che difende con 10/11.
    L’inizio è stato soporifero, ma con il passare dei minuti io la squadra l’ho vista crescere…

  61. INTER VERONA 0-1

  62. ti fai pregare

  63. Ha segnato Melo.
    Fortebraccio: dovresti passare più spesso a trovarci.

  64. GOL GOL GOOOOOOL DELL’INTEERR!! FELIPEEEE MELOOOOO!!!

  65. Coraggio, ormai anche quest anno non retrocediamo !!

  66. Ragazzi, scusate, ma per stasera non una parola sulla qualità del gioco o raffinatezze simili. Guardate la classifica e sorridete. Al resto pensiamo domani.

    • io non ne parlerei nemmeno domani considerando che il pareggio del Frosinone mi ha dato una doppia goduria inaspettata.

      mi permetto solo un ringraziamento personale al Mancio che ha caparbiamente voluto Felipe Melo vero leader di questa Inter e un altro a Medel per l’anima che ci mette in ogni partita che fa.

      unica nota negativa la vittoria dei gonzi ieri sera ma forse è meglio così, una tripla goduria data l’età non so se l’avrei potuta reggere…

  67. E il Frosinone pareggia al 92°…..i ladri sono a DIECI punti indietro!!!

  68. Ecco, appunto.

  69. La Roma che perde al 90’…il Napoli che pareggia col Carpi… l’Inter che non vinceva le prime 5 dai tempi di Herrera…
    Ci sono diverse cose da sistemare, ma iniziamo ad avere un bonus mica da ridere

  70. Mi spiace che abbiamo vinto con un gol di Melo perché volevo scrivere di quanto si sta rivelando fondamentale per noi e superiore a nomi altisonanti con valutazioni 3 – 4 volte e anche più superiori. Ne riparliamo in tempi meno ovvi.

    Vedere giocare in questo modo Ljajic di mercoledì contro il Verona alla quinta giornata mi fa capire che noi tifosi parliamo sempre di pancia ma poi è l’allenatore che li vede tutti i giorni e considerando pure che proprio picio il ns allenatore non è, faremmo bene ad avere pazienza e fidarci un po di più del mister.

    E cmq vedere Allegri che schizza bile da tutte le parti ….non ha prezzo

  71. Mancini è rimasto un giocatore, anche se di poker, finora gli gira bene, avanti così

  72. Una cosa è certa… nel giro di 3 partite Melo ha fatto ricredere tutti a partire proprio da quelli che non lo volevano.

  73. Tutto bello, tutto bene.
    E godiamoci anche la classifica.
    Certamente.

    Ma sarebbe ora di cominciare a vedere un po’ di gioco.
    Mica tanto per l’estetica, no, quanto per iniziare ad attrezzarsi contro quelle più forti.
    Il gioco, cioè quella cosa che ti porta più spesso d’avanti alla porta avversaria.

    Domenica, ad esempio, c’è la Fiorentina, che è un tantinello più forte del Verona!

    Finora ci sta andando tutto bene, non irritiamo più di tanto la fortuna.

  74. …anche tutti i “giornalisti” e “super opinionisti” che accusavano la dirigenza di aver assecondato “un capriccio di Mancini” nel prendere Felipe Melo, dovrebbero quantomeno provare un po’di vergogna.

  75. Premetto che 5 su 5 e i pluricondannati a -10 mi fanno godere come un riccio, ma…
    Stasera, al netto della vittoria, ho visto alcune defaiance sia in difesa che a centrocampo.
    Il Verona, rimaneggiato all’inverosimile, sono stati concessi due o tre occasioni per segnare almeno un goal e la cosa non mi lascia affatto tranquillo.

  76. ai più incontentabili consiglio di leggere e rileggere la classifica un pò di volte e l’effetto sarà come il Supercalifragilistichespiralidoso.

    godete finchè potete…

  77. (mi) ripeto: se non rubano non vincono! a Genova in 11 contro 10, un tiraccio sulla traversa che rimbalza sul portiere e il solito rigorino regalato. Se il Napoli li affondasse…

  78. Sempre più prezioso Kondogbia.
    Appena uscito siamo andati in sofferenza.

    Bene così ma dobbiamo essere più determinati in zona gol.
    Stasera la sensazione era che avessero in molti bisogno di tirare il fiato.

  79. Ah, dimenticavo…

    i giuventini fanno la storia:

    primo punto in serie A al Frosinone.

  80. Stabilito che questa non è la squadra pronta per il secondo triplete.
    Che siamo passati dal nulla a una squadra tosta da alta classifica spendendo poco e niente.
    Che il vero problema è far rifiatare Jovetic.
    Che per l’ennesima volta il Guaro ci ha fatto giocare in 10.
    E oggi con Ljajic in 9…

    Non mi sembra una brutta squadra in costruzione.

    Tanto mi basta. Buonanotte a tutti

  81. Ringrazio sentitamente il depositario della verità!
    Qualche tempo fa su questo blog avevano dato del portinaio ad Estecambiasso, ma noto con sommo dispiacere che il vero portinaio è qualcun altro…
    Per questo qualcuno, ogni mio intervento diventa un “reato di opinione” mentre i suoi, per contro, diventano veri e propri apoftegmi.
    Piuttosto, desidero ricordagli che non è lui il padrone di casa, pertanto se non gli garbano i miei interventi, li può saltare a piè pari usando la famosa rotellina, questo gli eviterebbe di ragionare come un nonagenario.
    Cordialmente…

  82. I primi 10 minuti di Up sono poesia , ho pianto mentre mia figlia mi guardava e ridacchiava , WALL-E è il più bel film di animazione di tutti i tempi…detto ciò . w l’INTER !!!!

  83. Il genio è Miyazaki, questi sono dei grandissimi organizzatori, manipolatori, assemblatori.