Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Il gradino di separazione

Con Barcellona e Juve è finita con lo stesso risultato e forse non è un caso. Dal Barcellona (e per estensione dalle altre top di Champions) e dalla Juve (top in Italia) ci separa oggi un gradino. Poco, rispetto alle intere rampe di scale di non molto tempo fa. Abbastanza, però, per perdere gli scontri diretti, dove non ti basta (come a Barcellona) giocare per un’ora meglio degli altri, oppure (come con la Juve) rimanere bene o male sempre in partita, non sfigurare, e ogni tanto provarci. Alla fine la vincono gli altri, perchè (a Barcellona) la portano a casa i campioni, o perchè (a Milano) gli altri – ti piaccia o no – sono più a portata di mano ma restano ancora meglio di te.

Inter-Juve poteva finire anche in un altro modo, certo, specie de De Ligt avesse teso meno la sua chiappa destra. Ma non ci si può aggrappare solo alle chiappe altrui e le cifre della partita dicono altro, tipo che la Juve ha vinto meritatamente. E’ la Juve più sarriana vista quest’anno, e anche questo è un elemento preoccupante. La Juve ha due squadre e si può permettere cose che nessuno in Italia può. Inter 1 Juventus 2: è una sconfitta di misura, ma è anche l’uno il doppio dell’altro.

Barcellona e Juve in quattro giorni ci hanno riportato con i piedi per terra. Non sono state partite sbagliate, anzi (l’unica rimane quello con lo Slavia), e nemmeno sconfitte frustranti, ma un segno preciso di quello che siamo e di quello che dobbiamo fare per scalare il gradino. Conte ha detto che per vincerne sei di fila l’Inter ha dovuto andare a 200 all’ora, non avendo altro modo di costruirsi le sue certezze. Quando, fatte le debite proporzioni, avremmo dovuto andare a 300, a Barcellona abbiamo finito la benzina a mezz’ora dal traguardo e con la Juve lo abbiamo fatto a sprazzi, rallentando per poi accelerare, perchè per andare a 300 per 90 minuti ci vuole forse un altro telaio, e sicuramente tutti gli ingranaggi al massimo.

Oggi l’Inter – parlando del campionato – ha una formazione-tipo decisamente buona, ma se qualche ingranaggio non gira bene non abbiamo i pezzi per sostituirlo mantenendo lo stesso rendimento. Sensi è stato una scoperta straordinaria, ma ne siamo già fin troppo dipendenti: fuori lui perdiamo di brutto in qualità. Lukaku (non avendo il ricambio) deve giocare lontano da una condizione decente, e così non va bene per nessuno. Se la Juve ci è superiore nei pezzi originali, nella scelta dei ricambi la differenza diventa enorme.

Con Lukaku e Sanchez al 100 per cento potrebbe essere un’altra storia. Ci toccherà sempre andare a 200 all’ora, però, e qualche volta salire a 300, sperando che la macchina regga. L’importante, a prescindere da sforzi e velocità, sarà crederci sempre. Il gradino di cui sopra deve essere lo stimolo a salirlo, non la frustrazione di restare sotto. Restano 31 partite da giocare, siamo secondi a un punto e ne abbiamo viste di peggio. Cerchiamo di rimanere in zona nobile, con le unghie e con i denti. Poi si vedrà.

share on facebook share on twitter

399 commenti

  1. Conte che ammette che sono di un altra categoria.
    Settore pure.
    Ma avrei voluto sentire o leggere parole diverse.
    Perche la truppa (NOI) ha bisogno di sognare che tutto è possibile.
    Lo dimostra l Atalanta lo ha dimostrato il Leicester e molti altri.
    Voglio un condottiero non un frignone parrucchinato. Voglio uno che va via incazzato e non rassegnato. Uno che dica che la prossima volta gli faremo il culo a striscie. E che in privato prenda a male parole i vari lukaku che sono stati a dir poco evanescenti.

  2. Conte è rimasto juventino nell’anima, infatti oggi ha perso.

  3. Hai dimenticato Juvemmerda….

  4. Vabbeh… aspettiamo che ci passi la carogna, mandare giù una sconfitta con la gobbadimerda è sempre fastidioso.
    Mi spiace annotare il 2 post di seguito serioso (seppur ottimista) di Sector, coraggio che ne abbiamo passate di peggio. Facce ride che ne abbiamo bisogno. Forza Inter.

  5. Riposto di qua.

    Rocchi ha arbitrato bene.
    Vabbè, ma ammonire per simulazione Barella fuori area e ignorare il tuffo di Paulotto in area mi fa salire il crimine!

    A M A L A

  6. Vista anche la striscia di partite che ci attende (come postato su fb da un amico di fede), chi non voterebbe per una sconfitta ogni 6 vittorie???

    A M A L A

    • Con 18 punti ogni 7 partite si rimane certamente in zona nobilissima, come auspicato dal padrone di casa.

  7. Conte ha detto che sono più forti ma anche che dobbiamo essere visionari.
    Se penso a tutti quelli che dopo un anno di ambientamento giocando poco hanno bollato Lautaro come un flop… Questo diventa forte forte e in parte lo è già

    • Io mi sono meravigliato e un po’ ho tremato quando l’ho visto incaricato del rigore.
      Pensavo tirasse Lukaku.
      C’è una gerarchia di designati o si procede a sensazioni?

  8. Purtroppo il segno del destino era calato su San Siro già prima del fischio d’inizio. Non so di chi sia stata la regia, ma farsi interrompere “C’è solo Inter” al ricordo di Prisco ( e quel che ne consegue …io non rubo il campionato ed in serie B non son mai stato…) da quella schifezza di copia dei Reali Fuochi di Artificio di Haendel ( o se volete di Zadok the Priest , sempre del medesimo) è stato fatale.
    Migliaia (diciamo 70.000 ?) erano lì solo per urlarlo in faccia al terzo blu, e invece il grido rimasto in gola e lo abbiamo scontato fino al fischio finale.
    Perchè al di là del campo c’è un complesso di cose, di appartenenza , di sportività ( si, di sportività!) che non ci vedranno mai sconfitti al loro confronto.

    • Verissimo, ero presente e ci sono rimasto malissimo.

      Non dico che era il motivo principale per cui ero a San Siro, ma quasi.

  9. mi chiedo perchè dovremmo sognare e chiedere ad altri di farci sognare.
    mica siamo all’asilo.
    la juve è più forte, punto. e lo è da una vita.
    noi con la juve le prendiamo quasi sempre per motivi tecnici, di personalità anche per arbitraggi- non ieri. Abbiamo perso anche quando c’erano Mancini e Mou e la juve è arrivata settima.
    La Juve per noi è come Nadal per Federer sulla terra, una certezza di sconfitta.
    Per cui lasciamo stare la partita di ieri.
    Noi non siamo sulla cosa lì in tutti i sensi, per cui per sperare di arrivare al loro livello dobbiamo comprare giocatori forti veri e cominciare a vincere qualcosa.
    Per cominciare la coppa italia, la tanto bistrattata coppetta dalla quale abbiamo messo le basi per vincere dopo il 2005. questo per me è il sogno realistico da avere.
    Per il resto lottiamo per il secondo posto e proviamo a superare il turno di champions.

  10. In una partita secca può succedere di tutto, ed è questa l’unica ragione di amarezza che mi resta dopo ieri sera: ci speravo. Perchè a ragionare freddamente, la sensazione che resta è che la Juve di Sarri abbia margini di crescita tali da poter finalmente portarsi a casa l’agognata CL, dopo l’ennesimo scudetto vinto corricchiando nella maggior parte delle gare. Mentre l’Inter di Conte abbia margini di crescita tali a restarle a ridosso in campionato solo se non si fa male qualcuno dell’11 titolare e se restano tutti al top della forma per almeno il 70% delle gare, e risicate possibilità (sempre alle condizioni dette) di passare il girone di CL. Siamo una squadra, Conte dixit, che deve andare a 200 all’ora sempre. Non solo per tenere il passo dei top team europei (tra i quali l’unica italiana è la Juve). Per battere chiunque. Il rischio che il motore vada fuori giri o fonda è dunque alto. La strada è però quella giusta per tornare anche noi nell’elite del calcio, ma la rosa deve essere migliorata e non di poco. A partire mi auguro da gennaio.

  11. Non stracciamoci troppo le vesti per due risultati di misura in parte bugiardi perché condizionati da elementi imponderabili (errori arbitrali e infortuni fatali), contro squadre che passano come le migliori in campo nazionale e internazionale (avrebbero dovuto, secondo le classifiche internazionali, seppellirci sotto una valanga di gol, noi che a stento ci siamo classificati al quarto posto e abbiamo rischiato di non ottenere nemmeno uno strapuntino in Champions). Che ci fosse un gap evidente , tutti l’abbiamo gridato ai quattro venti, ma nella realtà effettiva delle due partite per lunghi tratti non si è affatto rilevato; della panchina sì senz’altro, noi avevamo Bastoni, loro Higuain, del gioco non mi è apparso affatto evidente: il gioco asfittico del Barcellona, tutto giocato in orizzontale, senza verticalizzazioni tranne quella del secondo gol di Suarez, ma frutto di una geniale invenzione di Messi, il giro di palla sarriano che impiega ventisette passaggi per mettere un pallone decente sul piede di Higuain, mi sembrano modelli di gioco attualmente vincenti ma vecchi e non destinati a un grande futuro. La nostra squadra, con tutti i suoi limiti (i tre estremi difensori non danno attualmente l’affidamento che ci aspettavamo, il centravanti, pur generosissimo nel suo gioco di sponda, non si è dimostrato affatto il fromboliere che si diceva fosse) ha mostrato lampi di gran gioco, veloce e penetrante, in grado di mettere gli attaccanti con verticalizzazioni essenziali in condizione di sparare a rete, frutto senz’altro del lavoro del nuovo allenatore. Certo, ci mancano i fenomeni, quelli che hanno deciso il destino delle due partite, ma possiamo contare finalmente su una squadra che possiede un suo gioco, moderno ed essenziale, secondo le migliori tradizioni della nostra storia, che ha possibilità di crescita notevolissime, una volta che i sincronismi, soprattutto dell’estrema difesa, si saranno fatti più sicuri accompagnati da necessari aggiustamenti di mira degli attaccanti. Infine sarà indispensabile un briciolo in più di fortuna, che in verità in queste due partite non ci è stata affatto amica.
    Buona settimana a tutti.

    • Analisi lucida e totalmente condivisibe. Concordo pure con il tuo coraggioso richiamo alla buona sorte, non si capisce bene perché oggigiorno ci si debba quasi vergognare per chiamare in causa il fato parlando di calcio. Dybala ha fatto passare la palla in mezzo alle gambe del nostro bucando Handa in una situazione in cui ne prende 9 su 10 (se non più). Quel Dybala che non segnava da mó e che ci è riuscito dopo 3 min. Per carità, abbiamo segnato anche noi al Barca dopo 2 min, ma dopo abbiamo mancato per un nonnulla 4 o 5 reti, alla juve ieri oltre al vantaggio del gol si è aggiunto l’infortunio del giocatore più in forma del momento.
      Nessuno dice che la differenza tra noi e loro sta nella fortuna o per contro sfiga, peró quando la coperta è corta ci sono cose che incidono eccome.
      Senza contare che noi a 18 punti ci eravamo arrivati meritandoli tutti, loro di 16 ne avrebbero dovuti prendere solo 12/13 giocando spesso veramente male e facendosi mettere sotto da dai Verona di turno, ma… Ovviamente adesso tutti a glorificare i 3 punti di ieri (meritati) che magicamente fanno diventare pure gli altri 16 strameritati.
      A volte la dea Eupalla dovrebbe mostrarsi più fantasiosa, così tanto per non vedere sempre gli stessi film.
      Comunque come già detto
      BENE così, è una più che buona Inter.

  12. Scettico : javier 1-1

    Un analisi più bella dell’altra, vi ringrazio, anche perché non ho potuto assistere alla partita, e i vostri quadri danno una chiave di lettura onesta e senz’altro condivisibile. A tutto ciò che é già stato detto io aggiungerei solo che rimango fiducioso per il prosieguo della stagione, spero che Sensi si riprenda presto e bene (e magari a gennaio gli si trovi un alter ego) e conto molto anche sull’utilizzo di Sanchez alla ripresa, secondo me se ben allenato e motivato, questo può tornare a fare benissimo!
    Saluti a tutti e sempre j.m.

  13. Lukaku dopo aver fatto solo un gol non scontato nel derby (il primo un facile tap-in su bel tiro di Lautaro vero artefice del gol, e il secondo un rigore procurato da una magnifica ruleta di Sensi in area) ieri sera in una partita importantissima per diversi motivi oltre alla classifica, invece di incidere visibilmente come dovrebbe fare il (costosissimo) numero 9 dell’Inter, in 95′ non fa nemmeno un tiro VERSO la loro porta, anzi non fa nemmeno un tiro e basta, qualche passaggio (anche sbagliato o all’uomo sbagliato) e sponde. Per quello bastava Petagna a un quinto del prezzo. Personalmente lo trovo indecente.
    Si parla tanto della rosa di tutt’altra caratura per i cambi e il turnover, ma è il nostro titolare più forte è più costoso che fa il bomber a 0,0 in una partita di tale valore. Col pallone tra i piedi più che altro non riesce che a pasticciare, si trova davanti alla porta da solo dove gli arriva un assist un po’ forte ma il nostro campione non riesce nemmeno a stoppare il pallone e spingerla dentro, inoltre riceve vari palloni in zona area ma non tenta mai nulla per tirare (girarsi scartate l’ uomo cercare un pertugio, qualsiasi cosa, niente nada nein) per tirare e fa sempre e solo sponde, se parte in contropiede si fa regolarmente fermare sul più bello e svolte la passa pure male.
    A me non è mai piaciuto e pure i suoi numeri in Premier sono stati sempre scarsi, escluso l’ ultimo anno con l’Everton, e di partita in partita con noi lo sta confermando.
    Onestamente se è concesso dirlo un Aubameyang per lo stesso prezzo o un immobile per circa 50 mln ci avrebbero fatto mooolto più comodo (guardate i loro score negli ultimi quattro anni e le partenze a razzo di quest’anno, i numeri non mentono, ma basta anche solo vederli giocare), ieri ci avrebbero cambiato la partita come l’avrebbe cambiata avere l’agognato Vidal (che a Barcellona hanno ben riciclato e che ha cambiato la loro partita mercoledì contro di noi) che io ho aspettato fino all’ultimo momento. Perché allora abbiamo preso questo tizio per quella cifra? Perché piaceva a Conte e perché era in vendita! (Ma guardacaso)
    A differenza di molti altri bomber migliori di lui e pure meno costosi, ma che le loro società si tengono stretti.
    Ieri mancavano solo un centravanti che fa il suo vero mestiere, ovvero attaccare la porta e fare perlomeno paura agli avversari e magari pure gol, e un Vidal da far entrare ogni volta che vi mancheranno Sensi o Barella, uno che veniva via in prestito per un’offerta “congrua” come dice Marotta.
    Ovviamente non c’è la prova provata che sarebbe andata diversamente ma a me a parte soprattutto Vecino e Lukaku non mi sembra che si siamo stato così inferiori a loro.
    Tutti risultatisti qui e in Italia, sui media etc. Se avessimo pareggiato, come si poteva vista la mole di gioco offensiva e poi pericolosa portata davanti e nella loro area, e come poteva essere migliore con solo due dei nostri diversi.
    I commenti sarebbero stati ovunque di tutt’altro tono e marca, elogi a Conte per come sa far valere ognuno dei nostri etc etc.
    Non è l’ Inter che non riesce ad arrivare a livello juve, sono i tifosi e gli addetti ai lavori che a risultato finale lo usano come lente per leggere tutto.
    Come mi sarebbe piaciuto vedere anche solo Immobile e Vidal in campo e vedere come andava a finire. Perché queste sono cose che stanno benissimo nel range dei valori di spesa dell’Inter, non dei faraoni della juve.

    • D’accordo con te al 100%

    • – ilmalpensante.com/2019/08/09/lukaku-ci-dice-che-inter-vuole-conte/ e ho anche capito perchè oltre al belga Conte volesse Dzeko, in grado di difendere palla da maestro e consentire ad uno come Lukaku di guardare la porta e partire in progressione. Se aggiungiamo che pare giochi su un fastidio e che probabilmente ha bisogno di tempo per entrare nel pieno della forma, gli concedo ancora tempo ed il beneficio del dubbio. Tempo e beneficio che temo San Siro a breve smetterà di concedergli (ho già sentito via tv qualche sonoro mugugno ieri) per continuare nel solco della masochistica tradizione nerazzurra.
      La rosa è decisamente inferiore a quella dei top club europei e più adatta a focalizzare le energie su tornei alla portata come campionato (non per vincerlo, a meno che la Juve non entri in sciopero) e coppa italia (per vincerla, sperando di non beccare i gobbi in pieno trip da triplete).

    • …ops mancavano le prime righe in cui concordavo su Vidal al posto di Vecino (Lapalisse…) e in cui esprimevo analoghe perplessità su Lukaku (e consigliavo lettura dell’approfondimento sul malpensante).

  14. Beh, mi fa veramente piacere di non essere l’unico a pensarla così, grazie Carlos.
    Aggiungo che con i 75-70 milioni complessivi avremmo potuto prendere oltre ai due già summenzionati, più facilmente subito Dzeko! E come diceva Peppino a Totò: è ho detto tutto. Invece che trattare ad oltranza per 4 lirette viglacche e poi perderlo come polli.

    Conte e Marotta sono dei grandi professionisti ma sono umani, chiunque può sbagliare. Peccato che si sia trattato di una scommessa troppo costosa quando con la stessa posta si poteva andare moto più sul sicuro.
    Comunque chi vivrà vedrà. Sei io dovrò a fine stagione cospargermi io il capo di cenare o essere stato profeta di una sventura che non avrei mai voluto prevedere.

  15. mi girano le palle perchè non ce stata la giusta programmazione, Inter-Juve l’abbiamo persa a Barcellona

    mareintempesta
    Ottobre 1, 2019 a 1:40 pm
    per qualsiasi squadra al mondo,le possibilità di vincere a Barcellona sono bassissime, se non quasi nulle, non perdono in casa in champions dal 2013!

    il girone ce lo giochiamo nelle prossime 4, compreso Inter-Barcellona in quanto fuori casa diventano una squadra con cui te la puoi giocare

    quindi andrei a Barcellona imbottito di riserve ?
    no perchè rischi di farti molto male e non andrebbe bene, ma un intelligente turnover andrebbe fatto e sono piuttosto convinto che Conte lo farà

    poi sa il mister come farlo, ma ad es. terrei in panca Sensi(uomo chiave che non regge 90 minuti allo stesso livello), farei giocare Sanchez o Politano e terrei carico a molla Lautaro x Domenica, infine visto il culo che si fanno con questo modulo i 4 esterni, li alternerei tra domani e Domenica, Asa domani e Biraghi domenica o viceversa, idem con Dambro e Candreva

  16. Nel frattempo pare Spalletti si stia accasando dai cugini. Così lo sentiremo supercazzolare su quanto sia abbagliante la luce della storia rossonera ebla ebla… L’importante è che liberi risorse a bilancio per il centrocampista di gennaio.

  17. Anch’io, lo confesso, fino ad oggi non ho condiviso la straordinaria fiducia che Conte sembra nutrire verso questo centravanti, tecnicamente modesto, abbastanza agile rispetto alla mole corporea e nei corpo a corpo spesso vincitore, che potrebbe però col tempo rivelarsi provvidenziale coll’aprire spazi alle acrobazie di Lautaro (quegli spazi che mancarono sempre ad Icardi, vero profeta nel deserto). Pertanto direi di aspettare prima di formulare un giudizio definitivo di merito. Del resto, Conte è un uomo che ha la mia completa fiducia e non credo abbia preso un abbaglio così grossolano per un ruolo fondamentale come quello del centravanti. Sono invece totalmente d’accordo, nel ritenere poco generoso il giudizio che si dà su entrambe le partite, puntando piuttosto sul bicchiere mezzo vuoto anziché mezzo pieno. Chiedo: se entrambe le partite fossero terminate verso il sessantesimo del secondo tempo, quando la nostra squadra era vincente in Spagna e sul pareggio a Milano , con pieno indiscutibile merito, tutti parleremmo di una squadra quasi perfetta, in grado di contendere alla pari lo scudetto e con garantito il passaggio del turno in coppa. Negli ultimi trenta minuti la situazione in campo è cambiata per i cambi indovinati dai nostri avversari (ma le formazioni di base non avevano mostrato sostanziali e decisive differenze) e il risultato è stato ribaltato per prodezze individuali che nel calcio esistono e decidono le partite, ma non condannano gli avversari per il gioco espresso sul campo. Insomma, a mio parere, la vera svolta della partita, a nostro danno, è stata , in Spagna, il rigore negato e a Milano l’infortunio di Sensi, che ha privato la squadra dell’uomo che io considero il Messi della nostra squadra, l’unico attualmente in grado di inventare la giocata vincente. Questo giocatore non capisco per quale misterioso motivo venga costantemente sottostimato. Nella discussione del postpartita su Sky e nell’analisi dei motivi della sconfitta e soprattutto della pretesa inferiorità dell’Inter, nessuno dei presenti, dico nessuno!, ha pronunciato il nome di Sensi, dell’infortuno che ci ha privato improvvisamente dell’uomo chiave del nostro centrocampo. Pensate cosa avrebbero detto se un infortunio simile fosse capitato a Pjanic, che ha lo stesso identico ruolo di Sensi tra i nostri rivali , e che poi avessero perso , quali alti lai si sarebbero alzati da mezza Italia per giustificare la loro sconfitta. Così vanno ancora le cose in Italia e purtroppo ci vorrà ancora molto perché finalmente cambino.
    Buona serata a tutti.

  18. It’s amazing too pay а visit this site and reading the viеwss of all
    colleаgues concerning this paragraph, while I аm also zealous of
    gettin familiаrity.

  19. questa partita non si doveva perdere per un miliardo di motivi, che siano in assoluto più forti si sa, ma in questo momento non erano al massimo e se giocavi con intensità per novanta minuti non perdevi, ma noi una fetta di questa intensità l’abbiamo lasciata a Barcellona

    nessuno ma davvero nessuno ha fatto presente che noi abbiamo giocato un giorno dopo loro, tra l’altro una partita tiratissima nel peggiore campo d’Europa !

    dovevamo risparmiare Sensi Mercoledi scorso(magari farlo entrare l’ultima mezzora), scusate se insisto su questa cosa, ma avevo questa fissa Mercoledi pomeriggio prima della partita, figuriamoci oggi visti gli eventi

    non avremo mai la controprova ovvio, ma con Sensi riposato ed in campo ieri per 90 minuti sono convinto che non avremmo perso

  20. Sapevamo che la coperta era un pò corta.
    Quando aveva la palla Sensi, avevo come la sensazione che un fremito di speranza (da parte nostra) e di paura (da parte loro) si avvertisse anche in TV, quel fremito che sanno trasmettere solo i giocatori capaci di fare la differenza.
    Ma quando Sensi si è infortunato, la differenza di qualità fra le due rose è apparsa subito evidente. Noi non abbiamo uno che possa fare lo stesso gioco del Nostro, e non abbiamo un altro giocatore con le caratteristiche di Lukaku. E se Romelu non è ancora in forma (provo a ipotizzare questa spiegazione) , o ce lo teniamo cosi com’è oppure dobbiamo stravolgere il gioco in fase offensiva, cosa che col senno di poi forse era meglio tentare, lasciando dentro Lautaro e provando a giocare palla a terra.
    Ma sono tutte considerazioni inutili. La verità è che il gap creato in anni e anni di acquisti alla N’Villa (o alla Alvaro Pereira) non si colma in un anno. Siamo sulla buona strada, ma il cantiere è ancora aperto.
    A Conte o alla squadra ho poco da rimproverare, personalmente. Abbiamo avuto una settimana di fuoco devastante, ma nulla è perduto. Testa bassa e pedalare.
    Amala.
    Un caro saluto a tutti.

  21. con i se e con i ma non si è mai risolto nulla, la partita di Barcellona l’abbiamo persa perché Suarez ha fatto una prodezza e perché, oltre ad aver fallito 3/4 nitide occasioni da gol, non abbiamo cambi di livello.
    Ragionando con i “se” con un raddoppio sull’ 1-0 non ci avrebbero battuto neanche in 150′
    Ma tant’è. Guardiamo il lato positivo che è quello di un gruppo in crescita al quale anche queste sconfitte potrebbero servire in chiave di motivazioni, è logico che perdere con i ladri non fa mai piacere, ma siamo ad un punto e, tutto sommato, con meno riflettori addosso forse lavoreranno anche meglio.
    Forza Inter!

    • Lucky,
      ricordi Barcellona- Liverpool dello scorso anno o Barcellona-Roma di due anni fa…sia la Roma che il Liverpool crearono 4-5 palle gol ma e’ normale fare un gol max 2 creando 4/5 palle gol,sei nella media.

      Diversamente il problema e’ che quando hai contro Messi,Suarez, Dembele etc. Etc..le prodezze le subirai sempre

      Poi certo che prima o poi perderanno in casa, ma intanto sono passati 6 anni dall’ultima volta

  22. e intanto ci perculano…
    – twitter.com/i/status/1180965202537394178

  23. Eme

    ritrovarsi dieci anni dopo…

    Che sia un segno?

  24. Ci andrei cauto a sfanculare Lukaku, mi risulta che abbia giocato in condizioni precarie, certamente non al 100%. Semmai ha sbagliato Conte a non sostituirlo nel finale, lasciando in campo Lautaro, uno dei migliori ieri sera. Personalmente, aspetterei almeno la sosta natalizia, prima di sputare sentenze su Romelu.

    Se la nostra rosa è incompleta e non all’altezza di top club come Rube e Barca, lo dobbiamo anche al mercato estivo, sostanzialmente bloccato dall’operazione Icardi che se n’è andato soltanto l’ultimo giorno, in prestito con diritto di riscatto. A dire il vero, nemmeno le uscite di Perisic e Nainggollan sono state monetizzate. Con questa mancanza di liquidità, penso sia stato fatto il massimo.

    Probabilmente, nel nostro campionato, pure l’organico del Napoli è superiore al nostro, pertanto l’attuale secondo posto va già oltre ogni aspettativa.

    Volare bassi e pedalare

  25. Credo che questa settimana ci servirà per il futuro.
    Intanto è meglio mettere da parte idee strane su campionato e soprattutto Champions, e stare tranquilli e lavorare senza dare più ascolto a chi dice che siamo l’anti Juve e menate simili.

    Spero serva anche alla società per capire come muoversi sul mercato futuro:
    non c’è niente da fare, la squadra è importante, certamente, ma se non hai campioni assoluti non vai da nessuna parte a questi livelli.

    Tranne qualche raro caso, non ho mai visto vincere squadre senza campioni.

  26. Ꮋelⅼο Dear, are youս actuаlly visiting this web
    site daily, if so аfterward you will definitely get fastidioսs
    know-how.

  27. Hi there, I enjoу reading thrlugh your article.

    Ι ԝanted tto write a ⅼittle comment to support you.

  28. Sono colui che ha lanciato lo scherzoso e amichevole nickname di “belga di whatsapp” per Lukaku, per il quale vorrei veramente spezzare tutte le lance dell’armeria del Castello Sforzesco.

    Il ragazzo non sta bene fisicamente e si vede: preparazione fisica troppo affrettata e dura? Forse. Se anche così fosse, ritengo che lo staff tecnico sia all’altezza di prendere adeguati provvedimenti, che però non potranno dare effetti a beve termine vista la stazza del giocatore, che impiega più tempo di altri per entrare in piena forma.
    La sua esclusione dalla battaglia di Barcellona si spiega proprio così: non essendo in buone condizioni fisiche, Conte lo ha voluto preservare per la partita contro gli innominabili , nella quale purtroppo si è 
    presentato ancora in condizioni precarie e non ha inciso come sperato.

    Quanto al suo impiego e ruolo, nonostante la struttura, Lukaku non è il classico centravanti-boa, forte fisicamente, ma che sa giocare spalle alla porta, difendere palloni da smistare poi ai compagni che accorrono: questo è un tipo di gioco in cui eccelle Dzeko, che purtroppo non è arrivato e sarebbe stato (come scrissi prima dell’avvio della stagione) un formidabile “regista avanzato “.
    Lukaku è invece devastante quando lanciato in progressione negli spazi, ma per poter sfruttare tali caratteristiche, nelle quali è un top assoluto, deve essere sorretto da una buona/ottima forma fisica.
    Date tempo al tempo: il “belga di Whatsapp ” vi sorprenderà!!!

    E’ una campagna del Ministero dello Sport Interista a tutti i vedovi/le vedove di Icardi, in tutto il mondo, isole comprese.

    • E per i vedovi di Perisic?

      Ora, io non metto in discussione il duo Marotta-Conte e se hanno operato i tagli dei nostri tre top-player dello scorso anno (Icardi-Perisic-Nainggolan) un motivo ce l’avranno avuto, però un Perisic (motivato e in forma) a tutta fascia sulla sinistra non avrebbe certo fatto rimpiangere Asamoha …

  29. Perisic ha fatto pena, no in realtà peggio, non si è impegnato negli ultimi 2 anni, non mancando di dimostrare ai mondiali che il suo era solo un problema di motivazione. Non voglio neanche toccare il discorso spogliatoio, già la mancanza di motivazione è sufficiente per giustificare la sua partenza.
    Tu dici “motivato e in forma” eh, hai detto niente… E cmq si, anche io penso che un motivo ci sarà pure stato se han deciso così, vorremo mica cresere alla favola dei Conte e Marotta cavalli di troia….dai.

  30. Va detto che Conte Perisic in Cina se l’era portato per testarlo a tutta fascia, senza risultarne convinto.
    Quello che non convince me è l’investimento su Lazaro, ad Ottobre nemmeno preso in considerazione nelle rotazioni. Quali saranno mai i complicatissimi movimenti della fase difensiva contiana che il ragazzo non ha ancora appreso… Non vorrei ci trovassimo di fronte ad un Dalbert bis.

  31. La storia della rosa corta non mi convince.Politano in corsa è un ottimo cambio, l’ha dimostrato anche contro la gobba, peccato che Lukaku non gli ha ridato un pallone facile dopo una sua serpentina: ecco Lukaku, è lui piuttosto il rebus. O è un top e sarà un’Inter top, oppure anche questo anno penseremo all’anno prossimo

  32. avier +
    Ottobre 8, 2019 a 1:05 pm

    Ovvio che io penso al Perisic degli anni buoni (ma anche quello della nazionale croata)
    Sono un pò come Graziani che nell’ultimo mondiale con la Gialappa’s sbaglio’ tutti i pronostici compreso quello sul Brasile.
    Lui si difese dicendo che aveva pronosticato Brasile pensando che giocasse da Brasile.
    Lapalissiano.

  33. Perisic non sa fare la fase difensiva. Gli interventi difensivi che estemporaneamente, in finale di partita, facevano battere le mani al pubblico erano appunto estemporanei. Ma l’ho visto più volte guardare passare il laterale senza saper opporre la minima resistenza, lasciando così il nostro povero terzino sinistro solo contro due a fare figuracce.

  34. Bentornato Acanfora, credevo ti avessimo perduto. Sentivo la necessità nel blog del tuo buonsenso. Quanto a me, vedere il gigante belga ciccare ignobilmente il pallone sottoporta mi ha fatto immediatamente rimpiangere , indovina? lo scatto bruciante dell’argentino che ora si gode, beato lui!, il sole e la gloria di Parigi. Amen

  35. Anche il parigino ne ciccava diversi.
    Comunque ormai è andato, e con quell’entourage di moglie e figli, social e tv era ormai impossibile avere una situazione normale.
    Amen.

  36. Sento dire poi di Jecko.
    Bene, bel giocatore, e come alza la squadra lui ce ne son pochi, vero, ma non è che sia più un giovincello ormai, eh!
    Non ci fai il futuro con uno così.

  37. Anche su Perisic zero rimpianti:
    non mi pare abbia fatto chissà che in questi anni all’Inter.

  38. ormai e’ dato di fatto che tutti ma proprio tutti tirano la volata a quei balordi.
    Li sostengono i giornalisti, gli arbitri nei momenti cruciali, quelle 3/4 squadre satelliti, poi arrivano i loro piu’ temibili avversari e che succede?

    Si fanno autorete al novantesimo gli uni, si spaccano la schiena 3 giorni prima arrivando esausti gli altri

    Della serie” prego cara signora continui pure a stare comoda, tranquilla, pensiamo a tutto noi per Lei, l’abbondanza continua e le stiamo servendo la nona pietanza consecutiva”

    Ci sarebbe da piangere se non fosse per quell’impertinente cameriere straniero ” continua pure a farti servire in quel modo qua, ma appena metterai piede in Olanda, Germania, Spagna vedrai come cambia il servizio, che bella supposta che ti metteranno su”

  39. Credo che Lukaku si meriti almeno un anno di tempo per dimostrare appieno il suo valore. Credo che Sanchez, ben allenato, ci delizierà per tecnica e forza. Tra l’altro é a che un ottimo uomo assist. Dietro siamo ben messi, solo Godin mi pare un po’ troppo a rischio con attaccanti rapidi. É sempre al limite. Ci manca un sostituto per Sensi, anche per semplicemente farlo rifiatare magari in partite contro avversari meno ostici. Credo infine che il Sig.Icardi, che per l’ennesima volta ricordo di aver accolto come come un re, faccia bene a starsene lontano da Milano per il bene suo e soprattutto nostro, lui e tutta la sua simpatica famigliola. Non li voglio più vedere,

  40. [url]http://alfistorrent.com/besprocentnyj-dogovor-zajma-juridicheskoe-lico-1/[/url]
    [url]http://www.commonpeoplei.com/vzjat-kredit-onlajn-bez-procentov-1/[/url]
    [url]http://rosalbaconfezioni.com/2019/06/27/vzjat-zajm-bez-procentov-bez-otkaza-1/[/url]
    [url]http://scorzayzee.com/?p=7743[/url]
    [url]http://hcdensenada.gob.ar/500000-s-plohoj-kreditnoj-istoriej-6/[/url]
    [url]http://codego.com/bankrot-vydal-zajm-besprocentnyj-tretemu-licu-5/[/url]

  41. Mi rendo conto che l’opinione che esprimerò non riscuoterà consensi nel blog (con l’eccezione forse di Mucci, che però, a quanto ho capito, è un frequentatore assiduo degli stadi e pertanto i suoi giudizi ritengo siano di gran lunga più autorevoli di quelli di gran parte di noi poltronari, almeno dei miei). Si è convinti che per vincere qualcosa la squadra ha bisogno di campioni, che però sono merce rara e molto costosi e chi ce li ha se li tiene ben stretti (i nostri rivali avevano deciso di sbarazzarsi di due di questi, Dybala e Higuain, poi il saggio Sarri sembra abbia imposto il veto e i due da sbolognare lo hanno premiato facendo vincere alla squadra la partita dell’altro giorno). Ora, noi abbiamo rispetto a loro una squadra molto più povera di fuoriclasse, ne avevamo almeno tre dotati di maggior classe degli altri. Io mi sarei aspettato che la società, e soprattutto il nuovo allenatore, si comportassero come Sarri: constatato che sul mercato non godevano al momento di troppe richieste, avrei tentato un recupero, approfittando anche della novità del conduttore nuovo, famoso per le sue virtù taumaturgiche nel resuscitare i semicadaveri e per saper dominare le beghe dello spogliatoio. Anzi, ritenevo che Conte, proprio a dimostrazione di queste sue capacità non comuni, tentasse un recupero dei tre reprobi, prima di decidere definitivamente il loro destino di irrecuperabili. Tenerseli almeno fino a Natale, constatare come convivevano con i nuovi, anche per verificare la loro utilità all’interno di una squadra giustamente rinnovata. In circostanze come l’accavallarsi di impegni delle ultime settimane credo che ci sarebbero stati utili, proprio in vista dei necessari ricambi. Insomma, allontanare Nainggolan ( autentico fuoriclasse che per svariati e in parte misteriosi motivi come un fantasma o una meteora è comparso e poi sparito dalla scena) per tenersi Gagliardini o Vecino, per di più tenendo conto di quanto il belga era costato con allegato il caso Zaniolo, non mi è sembrata una scelta sensata, almeno non prima di aver messo alla prova il giocatore dopo la cura Conte. E il discorso vale anche per Perisic, di cui anche Spalletti non aveva mai voluto privarsi perché lo riteneva, nonostante le sue pause, indispensabile nel suo ruolo di tornante. Di Icardi non voglio parlare: l’ho difeso a lungo ritenendolo uno dei migliori centravanti della nostra storia, apprezzandolo anche per il suo anticonformismo. La sua permanenza nell’ultimo periodo non era obiettivamente più possibile, ma il caso era nato male ed è finito peggio anche per il modo balordo con cui giocatore e società lo hanno trattato. Dico la verità, pur apprezzando lo straordinario lavoro con cui Conte ha dato una svolta speriamo decisiva alle cattive o almeno discutibili abitudini della nostra squadra, mi sarei aspettato da lui una maggior duttilità nei confronti di giocatori di sicura e accertata classe, liquidati frettolosamente come appestati, in un mondo come quello del calcio attuale in cui i fuoriclasse accertati sono sempre più rari, sempre più contesi e soprattutto sempre più costosi. Ma forse sono troppo ottimista nel recupero dei reprobi. L’indulgenza è uno dei limiti di noi vecchi…
    Buona giornata a tutti.

    • Scettico,
      tu pensi sia stato Sarri ad imporre il veto su Dybala e Higuain?
      Io penso invece che siano rimasti per mancanza di offerte “congrue” (come direbbe il buon Marotta), che se solo qualcuno avesse fatto vedere i piccioli l’Agnellone li avrebbe impacchettati di persona. E ai due sopracitati aggiungerei Kedira e Matuidi, che hanno passato l’estate con il cartelli “SALDI” appeso al collo ed ora sono titolari inamovibili.
      Buon per noi, chiaramente, ma a volte c’è da chiedersi quali strategie seguano le società…

    • Le società a volte fanno quello che possono, noi ci divertiamo a giocare a monopoli “Prendi questo! Ma vendi l’altro!”
      Loro devono rendere conto ad alcune regole e vivaddio alla saccoccia, perché con i prezzi di oggi andare a fare la campagna acquisti è roba da emiri.
      E se queste difficoltà le ha riscontrate pure la juve che notoriamente sa “destreggiarsi” bene e arriva da 8 campionati vinti con rispettive partecipazioni alla CL figurati noi. Anche Icardi Perisic e Il Ninja li volevano vendere eccome, semplicemente non se li comprava nessuno. E così squadra zoppa…

  42. @Scettico
    Grazie delle belle parole, comunque ho solo diradato gli interventi ma vi seguo sempre.
    Sui nostri epurati è stata fatta una scelta disciplinare a tutti i costi, come noto. Perisic non lo rimpiango, Nainggolan e Icardi un po’ si perché tecnicamente miglioravano la rosa. Si è preferito eliminare le turbolenze extracalcistiche derivanti dalla loro presenza. La squadra è più coesa ma ancora non è sufficiente per primeggiare.

  43. Conte, come Sarri, non ha (avuto) carta bianca. Higuain non voleva muoversi da Torino, come Dybala, ma la società Juve aveva (ha) un gran bisogno di dare ossigeno al bilancio e li avrebbe venduti volentieri. Si è scontrata con la volontà dei giocatori e soprattutto con il mercato (leggasi, offerte congrue agli stipendi richiesti). Il caso dell’Inter è diverso. Marotta è stato preso anche e soprattutto per far partire un nuovo corso nelle modalità di gestione della società. Zero paternalismi (alla Moratti) per i quali tutto è lecito. A costo di rimetterci tecnicamente (ed è questo il caso), via dallo stanzone chi non rema nella direzione auspicata, non ha un un atteggiamento professionale o pensa a viver di rendita (il carrozzone di Mauro, le lune di Ivan, i vizietti del ninja). Potrebbe essere la strada giusta per avere una squadra che vinca durando nel tempo. Bestemmio sapendo di bestemmiare: dopo Madrid un Marotta avrebbe venduto mezza squadra.

  44. Non bestemmi per nulla.

  45. Spalletti è l’esempio di come tutti ragionano ancora come se ci fosse Moratti (ve lo ricordate l’esonero del primo mancini? Lo hanno liquidato tutto e dopo due mesi allenava il City con uno stipendio ancora più alto! E no bello!! O i soldi o l’opportunità professionale.)

  46. Riguardo ai famosi reprobi anch’io, per età, sono più indulgente è vero, ma credo che l’Inter abbia, allontanandoli, cambiato per sempre (spero) quella tendenza che ci ha visto spesso protagonisti in negativo, e cioè quel lasciarsi andare languido alle bizze dei calciatori con conseguenze nefaste, spesso, nello spogliatoio e quindi in campo, per finire poi con grandi pacche sulle spalle come se nulla fosse successo.

    Ritengo questo sì, molto più anticonformista per i nostri standard del passato. Direi addirittura rivoluzionario per noi!
    Quello di Icardi&family, francamente, lascia un po’ il tempo che trova.

    Adesso avremo perso qualche campione (parola grossa) ma forse messo le basi per una squadra seria.
    E se una squadra è seria, alla fine vince.

    • Concordo. E prima che qualcuno si risenta per lesa Morattianità, ribadisco che al Pres. si vuol bene come ad uno di famiglia e che lo si ringrazierà sempre per la passione, i soldi profusi, l’estraneità al marciume, le vittorie. Ma non mi è mai piaciuto il modo con il quale gestiva la società. I campioni ed i dirigenti affastellati senza progetto tecnico, le decisioni prese per riconoscenza, quelle umorali senza sguardo prospettico, le infatuazioni passeggere, la disponibilità a ricevere telefonate dai campioni viziati che delegittimavano il mister di turno…

  47. D’accordo, tutto vero quello che scrivete. Forse io sono vissuto in epoche con modelli diversi, del calcio genio e sregolatezza, quando Nyers scioperava per dieci giorni, poi, tornato in squadra, la faceva vincere con tre gol spettacolari, delle pazzie di Skoglund, innamorato in pari misura del bicchiere e del pallone, in cui molto si perdonava ( e presidente era Masseroni e non Moratti) , anche perché poi loro in campo davano spettacolo e vincevano… Altri tempi e certo oggi inconcepibili, ma, per tornare all’oggi, non avrebbe fatto comodo alla squadra poter sostituire Sensi a centrocampo con il Nainggolan, magari non all’altezza dei suoi tempi migliori, ma pur sempre roccioso e geniale inventore di gioco?

  48. Rispondo alla tua domanda dicendo sì, che certo avrebbe fatto comodo, ma qui, ripeto, la questione è un’altra, come si diceva.
    Qui non è un più un fatto contingente, tecnico, di puro campo o di colore, ma cosa assai più strutturale e ampia.
    La mentalità vincente si forma prima fuori dal campo e poi dentro.

    Nel calcio d’un tempo potevi permetterti i Nyers e gli Skoglund, ora non più (ahimè).
    Ma questo è.

  49. Secondo me naingolaan si,c’era una propensione a tenerlo. Credo che abbiano contato molto le sue scelte di famiglia, personali, per via della moglie che non stava bene.
    Perisic e Icardi no, non li volevano proprio tenere per le note ragioni

  50. [url]http://infinitypersonnel.co.uk/dokumentalnoe-oformlenie-ucheta-kreditov-i-zajmov-6/[/url]
    [url]http://btmlinkingmachine.com/index.php/bez-procentov-zajm-na-kartu-mgnovenno-kz-6/[/url]
    [url]http://alfistorrent.com/30000-s-plohoj-kreditnoj-istoriej-4/[/url]
    [url]https://buccellibilance.com/viva-dengi-uslovija-predostavlenija-zajma-1/[/url]
    [url]http://taleyo-life.de/viva-dengi-lichnyj-kabinet-zajm-vhod-1-2[/url]
    [url]http://www.ifec.us/debitorlyТ›-Т›aryzdar-esebi-1.html[/url]

  51. Caro Aaronginah dicci qucosa di tuo con i copia e incolla son buoni tutti.

  52. Sono molto d’accordo con i commenti fatti da Gus e altri sul fatto che la società sta cercando di strutturarsi in modo da far comportare i giocatori da professionisti, ci piaccia o no nel calcio odierno è un aspetto fondamentale, il talento ci vuole sicuramente ma anche il lavoro e l’applicazione costante. Poi spero che della gestione morattiana rimanga almeno il non voler usare certi metodi (ci siamo capiti…), ma a volte bisogna ragionare con freddezza, x es. vendere mezza squadra dopo il triplete abbiamo detto più o meno tutti che sarebbe stata una mossa lungimirante… ma l’abbiamo detto dopo qualche anno. Io credo che fra qualche altro anno diremo che liberarci dei vari icardi, perisic, nainggolan è stato l’inizio di un percorso x poter tornare a fare i risultati che ci mancano da troppo tempo

  53. Ma è ovvio che noi tifosotti non vorremmo mai dare via i nostri beniamini.
    Ma un conto siamo noi, e un conto sono i dirigenti!
    I dirigenti devono essere freddi e calcolatori, diversamente da noi, e fare le scelte più giuste, anche se dolorose, per il bene della squadra.

    Moratti è stato più un tifoso che un dirigente. Ora questo aspetto mi piace umanamente parlando, ma dal punto di vista dirigenziale no; mi aspetto altro, qualcosa che vada nella direzione di una gestione migliore e razionale del team.

    Moratti dopo il triplette li ha voluti tenete tutti per riconoscenza.
    Bello, ma sbagliato.
    Fosse stato piu lungimirante, e meno sentimentale, adesso si poteva stare meglio.

    Tutto questo al netto della della lesa Morattianitá, ovvio.

  54. che ridere continuare a leggere in giro che l’Inter nonostante tutto sia ancora l’anti juve.

    oddio,li potrei anche capire, copie in calo, abbonamenti pay tv in calo, il disperato tentativo di tenere vivo sto campionato dal loro punto di vista ci sta tutto.

    partite mediamente noiose, stadi spesso vuoti(Inter a parte), vincono sempre loro, e che due palle,allora inventiamoci un gran duello, ma siamo seri per favore

    venivano da 6 partite di merda totale(primo tempo contro il Napoli a parte), hanno completamente cannato la campagna acquisti(almeno ad oggi), malumori interni come non mai,il loro mister con la polmonite che non li ha potuti allenare per un mese, Ronaldo che non attraversa sicuramente il suo periodo migliore, il loro miglior difensore infortunato e hanno già battuto il Napoli e l’Inter !

    probabile che si sia capito ma la sconfitta di Domenica non mi va giù , non ci stava proprio in questa fase, poi sarebbero arrivati comunque 10 punti avanti anche in caso di nostra vittoria, ma perdere Domenica dopo tutto quello che e’ successo a loro mentre noi eravamo al top, significa, aldilà della differenza dei valori tecnici che non veniva comunque espressa in questa fase, che l’abbiamo preparata male oppure che non abbiamo le palle, che ste cazzo di partite tanto le canniamo.

    • Dall’infortunio di Sensi in poi si è visto un certo divario, ma comunque anche il Dio del pallone ci poteva mettere lo zampino sul tiro deviato di Vecino .
      Magari si perdeva lo stesso ma un po’ il morale, un po’ le barricate, poteva finire diversamente.
      Manco la fortuna sta dalle nostre parti e gli dei anzichè livellare, preferiscono esaltare le differenze.

    • Ahahah Mare quoto la tua incazzatura, non è passata neanche a me.

  55. Io Radja non lo rimpiango. Anche perchè ha un evidente declino muscolare (anche a causa di comportamenti frutto di evidenti problemi extracalcistici) e per un calciatore che ha nell’esplosività muscolare il suo punto di forza non mi sembra una cosa di poco conto.
    Perisic boh, è sempre stato il classico giocatore slavo, forte quando imbrocca la giornata. Sicuramente, in potenza, uno dei più forti della rosa, ma poi in concreto troppo inaffidabile per considerarlo un perno.
    Icardi, casomai, è l’unico che rimpiango: non perchè Lukaku non sia forte (diamogli tempo e facciamolo riprendere) ma perchè Icardi è secondo me il prototipo del centravanti, ovvero l’uomo che segna valanghe di goal.
    Detto questo, smettiamola di rimpiangere chicchessia, c’è solo l’inter non è solo il titolo di una canzone

  56. E sia… il divario s’è visto, bravi loro, ora continuiamo a lavorare senza perdere la testa. Siamo appena usciti dal fair play finanziario: pretendere con una sola campagna acquisti e un cambio di allenatore di competere con quelli là (che comprano Ronaldo o De Ligt senza batter ciglio) era oggettivamente impossibile.
    So che a molti può sembrare il solito discorso da perdenti, ma non dobbiamo dimenticare che pur essendoci sul piano tecnico e finanziario un divario a loro favore che non abbiamo ancora colmato, sul piano sportivo il divario a nostro favore non lo colmeranno neanche in mille anni di storia. Certo, tutti speravamo in qualcosa di meglio dallo scontro diretto, ma bisogna comunque saper accettare la sconfitta… proprio perché vincere NON è l’unica cosa che conta.

  57. Mah… a me sembra che si stia dando troppa importanza a questa sconfitta, è una partita, senza dubbio sentita, che con la ns obiettività al limite dell’automartirio, siamo tutti concordi che abbiamo meritato di perdere. Ma parliamo di un campionato! Sai quanti punti perderemo e perderà la juve, meritandolo o meno (la juve ha meritato di vincere con il Verona? Quante volte capiterà un autogol di Koulibali al 93esimo? Per dire…). Focalizziamo l’attenzione su tutto quello di buono fatto fin’ora, su l’aria nuova e promettente che si respira in casa Inter.
    Abbiamo perso con la juve e ah già… con il Barca.
    Esticazzi no?
    Dai Forza Inter a tutti.

  58. Tanto comunque a maggio lo portiamo a casa

  59. Javier, su quello che scrivi sono d’accordo con te quasi su tutto. Non condivido invece l’accenno alla sconfitta di Barcellona, considerandola , se leggo giusto, quasi un incidente scontato di percorso e quindi di poco interesse, soprattutto rispetto alla sconfitta contro i nostri tradizionali rivali. Mi sembra questa un’opinione diffusa tra i nostri tifosi, per i quali affondare la banderilla sul ventre dei nostri rivali è l’aspirazione massima, ma la ritengo un’opinione molto provinciale sia per quello che avrebbe significato un successo a Barcellona in sé e per sé, perché ci avrebbe aperto un’autostrada in vista del passaggio agli ottavi , sia soprattutto per la eco che avrebbe avuto a livello mondiale una vittoria in un campo pressoché da anni inespugnabile per tutte le migliori squadre del mondo. Quello sì che sarebbe stato il battesimo per una rinascita della squadra di Conte, la fine della traversata del deserto anche perché idealmente legato alla vittoria del triplete, in occasione del quale la vera sconfitta non fu il Bayern e neppure il Chelsea, ma proprio il Barcellona, al top in quel momento in Europa e a sua volta lanciata a conquistare il suo triplete. Per di più, sarebbe stata una vittoria meritatissima, negataci da un arbitro partigiano, con Handanovic inoperoso in porta e il loro impegnato in molte occasioni e solo risparmiato dagli errori di mira dei nostri attaccanti. Insomma, come scrissi in un post, una straordinaria e forse irripetibile occasione che sarebbe rimasta nella storia del calcio come, non esagero, quello della Honved quando nell’immediato dopoguerra andó a sconfiggere gli inglesi imbattibili sul loro campo (mi scuso per questo mio ricordo giovanile, di tifoso appassionato a quei tempi di quella straordinaria squadra). In confronto, come tu hai messo giustamente in rilievo, una vittoria sui torinesi, conquistata in casa in avvio di campionato, avrebbe avuto un valore molto relativo (anche con De Boer vincemmo a SanSiro, poi sappiamo come andò a finire…) sia in vista del proseguo del campionato sia per la eco che avrebbe avuto in campo internazionale. Altra cosa che non condivido è lo stracciarsi le vesti, il continuo invito a volare basso, al rivendicare una superiorità manifesta di chi ancora questa superiorità deve dimostrarla, sia per i risultati conseguiti nelle precedenti partite, alcune delle quali immeritatamente vinte, sia nella partita vinta contro di noi, col nostro miglior centrocampista azzoppato dopo venti minuti. Penso che ci rifaremo a Torino, lontano da SanSiro che da qualche tempo è diventato terreno maledetto , almeno nelle partite di alto livello (un andazzo che Conte dovrà correggere se vorrà conseguire i successi ai quali aspira). Per intanto, il campionato è tutto da giocare e definirsi inferiori in partenza è il miglior favore che possiamo fare ai nostri avversari, sia torinesi che napoletani. Io il mio pronostico l’ho espresso a inizio campionato, dopo le partite precampionato e leggendo alcuni segni che nel calcio hanno a mio personale parere notevole valore: secondo me, quest’anno abbiamo altissime probabilità di vincere lo scudetto e certamente lotteremo fino all’ultimo per conquistarlo. Per la squadra del Mancini seconda maniera o di Spalletti non avrei scommesso un soldo bucato. La squadra di Conte, nonostante le due sconfitte, anzi proprio in forza di quelle due sconfitte per come sono avvenute e per quello che hanno mostrato, rafforza, anziché indebolire, la mia fiducia. Diamo tempo al tempo e alla nostra squadra, col tempo, la fiducia nostra con la consapevolezza di poter quest’anno volare alto…

    • Scettico, il riferimento al Barca voleva solo dire “è comunque uno squadrone di caratura mondiale, non possiamo stracciarci le vesti, specie in ambito campionato italiano, perché abbiamo perso con il Barca, non ne siamo riusciti ridimensionati, tutt’altro a mio parere proprio per il gioco espresso. Poi vincere (e si poteva fare) sarebbe stato epico. Ma son contento così per quello che ho visto, non per sudditanza verso questi diversamente gobbi.

  60. Concordo su tutto, Scettico.

  61. Прокип Андрей Зиновьеви

  62. Kipchoge ha corso una maratona assistito da alcuni pacemaker che garantivano l’andatura, pare ci fosse anche un certo Torti fra loro.

    1h 59m 40s
    è caduto un muro

  63. sono veramente felicissimo per quanto accaduto stamane a Vienna.
    e la freschezza con cui ha chiuso la corsa, è strabiliante.

    Per fare una cosa del genere devi avere una forza interiore fuori dal comune. Quell’uomo trasmette gioia.

  64. Traffico, emissioni di co2, emergenza energetica?
    La risposta è Kipchoge, il nuovo modo di spostarsi nell’interland delle metropoli moderne evitando code e i problemi di parcheggio; veloci , economici e a impatto ( ma non a kilometro) zero.

  65. Suggestione Ibrahimovic (38) per gennaio, come vice Lukaku…

    In Major League sta facendo cose strabilianti e sarà in scadenza di contratto a dicembre…

    Certo la serie A è un’altra cosa, ma un pensierino ce lo farei… che ne dite?

    • Ci pensavo anche io, una settimana fa. Lo prenderei subito.
      E non credo finirebbe in panchina: lo vedo ancora superiore a lukaku, e con lui Lautaro farebbe faville

  66. Kipchoge F E N O M E N O

    Non ci sono altri termini

  67. Fenomeno davvero, però il record, purtroppo per lui, non verrà omologato in quanto ha utilizzato 36 o 37 “lepri”…..come se avessero corso loro e non lui!
    Misteri dell’omolagazione!

  68. non verrà omologato? hai ragione neroazzurro-rosso a dire mistero: ha fatto una prestazione eccezionale certo le lepri aiutano ma non sono decisive forse appena importanti; sicuramente non è cone nel ciclismo che stare a ruota ti fa risparmiare parecchia fatica qui devi correre a 2 minuti e 50 secondi al km
    Un bravo maratoneta neanche con 300 lepri potrebbe avvicinare questo prestigioso record. Consideriamo infine che in gara fa 2 ore e 01 minuti
    Ora e sempre forza Inter

  69. Ma voi il giro dell’isolato una volta di corsa l’avete mai fatto?

    • Si, ma invece delle lepri davanti avevo il contadino dietro col forcone perche gli ciulavamo le fragole.

  70. Прокип Андрей Зиновьевич ремесленное мастерство – индивидуальный продукт в торге

    Огромным запасом развития индивидуальной экономики, повышения занятости наиболее разных слоев жителей с молодого поколения вплоть до стареющих людей, повышения благополучия жителей является возобновление и рассредотачивание ремесленного искусства в государстве. Ремесленное искусство – это прежде всего индивидуальное, либо ведь домашней производство со целью производства и поставки на рынок уникальной, индивидуализированной продукции. Ремесленный продукт акцентируется с продукта конвейерного производства особенностью, уникальностью, невоспроизводимостью, а по тому будет востребован потребителем.

    Прокип Андрей Зиновьевич ремесленное искуство-любовница
    Современное ремесленное формирование будет базироваться в высокопроизводительном оснащении, в результате этого ремесленный продукт акцентируется никак не только только уникальностью но и оригинальностью, однако также высоким качеством, никак не уступающим согласно качеству исполнения фабричным и заводским образцам .Продвижение ремесленного производства в государстве гарантирует значимый рост продукта узкопотребительского назначения, рост занятости жителей и приобретение значительных дополнительных доходов жителей.

    Прокип Андрей Зиновьевич- продвижение ремесленного производства совершается орудием всемирной демократизации индивидуальной собственности, вследствие того то что ремесленник – также владелец, также трудяга. Массовое продвижение ремесленного производства правомочно перевоплотить народ работников в собственников, которые своей работой, в основе индивидуальных денег производства изготовляют неповторимую продукцию, со высокими узкопотребительскими свойствами. Массовое продвижение ремесленного производства формирует в массовом масштабе личную частную собственность равно как наиболее демократическую конфигурацию приспособления.

  71. Io vado controcorrente.
    I record devono essere fatti in gara se no hanno poco senso.

  72. L’aveva appena detto ArtemTom. Non copiare

  73. M’hai scoperto, Javier!

  74. Sanchez caviglia lussata, entità da chiarire, speriamo bene, lo aspetto con grande fiducia

  75. Queste #@$& (inserire bestemmie a piacere) di nazionali continuano a scassare i cabbasisi con le loro inutilissime amichevoli 🙁 ma uno come Sanchez x quale stracatacacchio di motivo (citazione nostalgica di Giorgio) deve giocare fino all’88°? Non mi vengano a dire che hanno bisogno di valutarlo…

  76. in un amichevole poi!!!

  77. ops denny sorry, l’avevi già detto

  78. Esposito!
    E quella caviglia riposi pure in pace.

  79. Ripeto una cosa che sicuramente ho già scritto, quando un giocatore si infortuna in nazionale finché non torna disponibile lo stipendio glielo dovrebbe pagare la sua federazione, magari aggiungendo un bel risarcimento x il danno causato, forse così ci penserebbero prima di fare queste (bestemmie a piacere) di amichevoli! Fermo restando che x quanto mi riguarda se aboliscono del tutto le nazionali sono strafelice (va be è lunedì mi so svegliato più acido del solito)

  80. Scettico, sei tu!!!

    Ti ho sgamato…

  81. Domenica uno spartiacque fondamentale (e in subordine la partita che più mi coinvolge da sette anni a questa parte)
    Quest’anno non ero propenso a rifare l’abbonamento al Sassuolo, ormai l’onda lunga del C2-C1-B-A-Europa League si sta ritirando e di serie A ne vedo già abbastanza a San Siro; poi però l’anagrafe mi ha consentito di sottoscriverlo ridotto, per la modesta cifra di 100€.
    Ebbene la partita di domenica in curva, scoperta ( e sono certo che pioverà) costa a un non abbonato 50€.
    Anche i tifosi ospiti (interisti) nell’altra curva pagheranno la stessa non irrilevante cifra.
    Detto questo egoistico dato statistico (mi basterà vedere la Juve per rientrare di tutto l’investimento) mi auguro di uscire dal Mapei, diversamente dalle ultime volte ( a parte il primo 7-0, e l’1-0 del 2016, 4 sconfitte) felice e, visto che probabilmente pioverà , inzuppato.

    p.s.Sarà anche il primo incontro senza l’acerrimo nemico milanista Squinzi (pace all’anima sua)

  82. Ahahaha Papiroscky

  83. Su fb dicono che Esposito parte per un mese per il mondiale.

    Confermate?
    Saremmo, in tal caso, alla frutta.

    A M A L A

  84. Un applauso fragoroso a Danilone nostro che ha giocato col mignolino rotto. A volte lo si giudica impietosamente per “qualche mancanza” tecnica”, ma quando hai tirato tutte le somme capisci che avercelo è sempre un bene. Certo nella mia Inter vincitutto vedrei bene altri top, ma lui in panca con la maglia dell’Inter pronto ad entrare quando è ora che i giochi si fan duri è una garanzia.

  85. Temo di deluderti, caro Rubens, ma la lingua in cui si esprime lo sgradito ospite del nostro blog mi è purtroppo del tutto sconosciuta. Dico purtroppo perché la scarsa, anzi quasi nulla, conoscenza delle lingue moderne è stato il cruccio di tutta la mia vita. Sono stato educato secondo modelli rigidamente classici, in cui il greco e il latino, insieme naturalmente all’italiano, erano gli unici strumenti culturali di cui eravamo forniti per conoscere il mondo. Delle lingue straniere, bastava e avanzava un’infarinatura di francese. Dell’inglese, la lingua della perfida Albione, neanche a parlarne. Da ciò una specie di handicap che mi perseguita da sempre, la scarsissima conoscenza di una lingua che sento risuonare alle mie orecchie dalla mattina alla sera ma che non possiedo come vorrei, anche per la mia scarsa attitudine a viaggiare e soggiornare in altri paesi diversi dall’Italia. Tra parentesi, come spesso succede, ho cercato di evitare a mia figlia un simile handicap: è cresciuta bilingue con la conseguenza che a diciassette anni, appena terminati gli studi di scuola media superiore, se ne è andata pressoché definitivamente di casa e dall’Italia, con tutte le conseguenze oggi comuni a moltissime famiglie italiane, per esempio di nipoti magari poliglotti, ma che balbettano a malapena la nostra lingua, sentita giustamente non necessaria in vista delle loro ambizioni di carriera.
    Per calarmi negli argomenti specifici del blog, quello che più ammiro nei calciatori di oggi, soprattutto gli stranieri, è la buona, a volte ottima conoscenza nel giro di qualche mese di permanenza nel nostro paese della nostra lingua, a volte migliore di quella di molti italiani. Ma non voglio infliggere a te e a chi mi legge un ulteriore papiro, magari in italiano, ma che sempre papiro è. Non vorrei giustificarmi a sproposito, ma non è mia abitudine un simile tipo di scrittura: anche il libro che sto terminando in questi giorni è costituito di riflessioni brevi o brevissime, lontane dagli sproloqui a cui mi abbandono , di getto, quando tratto di argomenti calcistici. Proprio per questo, probabilmente, ho evitato per una vita di scrivere di argomenti sportivi. E soprattutto, come mi accade oggi, nei social, che francamente detesto. Ma tant’è! Come scrive il poeta, “prego trovar pietà , nonché perdono…”
    Buona giornata a tutti.

    • Scettico,
      pagherei per saper scrivere come te (oltretutto passo il tempo a scrivere mail tutto il giorno, e mi piacerebbe ogni tanto non condirle con i soliti strafalcioni).
      I tuoi sono papiri, ma si leggono piacevolmente, tutti d’un fiato

      Come vedi, pur essendo io di parte avversa, leggo volentieri Settore ed i vari Vs interventi, pur se il finale classico (Juve merda) mi lascia di malumore ogni volta

  86. Quoto Rubens fino alle ultime tre righe.
    Scettico vai tranquillo che qua non infastidisci proprio nessuno, il punto non è mica scrivere poco o tanto ma come si scrive (ed i contenuti ovviamente) e tu, bontà tua, sei sempre gradevole da leggere. Avendo tempo…
    Ahahah scherzo dai!

    • errata corrige:
      leggendo dal telefonino erano tre righe, ma dal pc è solo un rigo, altrimenti inglobo il complimento a Scettico sui suoi scritti che si leggono di un fiato.
      Confermo invece il dissenso sul finale classico. Come dice la parola stessa i classici non passano mai di moda. E poi a me mette di buon’umore, guarda un pò!

  87. Esposito sta a casa, niente mondiale se l’Inter ha bisogno!

  88. Era un quasi ex calciatore 2 giorni fa, figuriamoci ora,andato definitivamente.

    Col senno di poi andata benissimo non essersi legati in alcun modo a sto pacco che a maggio rispediamo indietro quasi a gratis

    Col senno di poi andata malissimo se penso che e’ stata la scommessa alternativa a Dzeko, cazzo con quest’ultimo davvero avremmo potuto far paura, peccato, andata.

    Detto cio a Gennaio non facciamo pirlate, o si prende un giocatore serio, oppure se davvero questo Esposito e’ tutto quello che si dice valorizziamo lui, evitiamo scommesse pacco tipo il cileno.

  89. Sanchez magari sarà un ex calciatore davvero, ma x quel poco che ha giocato non ha dato quella impressione, e si si è rotto è x colpa del gobbo.
    cmq Esposito farà vedere che è forte.

    il Buffone ha scritto la lettera a se stesso diciassettenne..questo soffre di mania di protagonismo, non ce lo toglieremo mai dai coglioni.

  90. Sanchez perdita pesantissima, afanculo Quadrado e il destino, spero davvero che questo Esposito per età e talento possa non farci rimpiangere questo cileno a cui a Udine, perché é da qui che scrivo, ho visto fare cose che gli highlights dei gol non possono riportare, ha fatto ben più dei gol e degli assist per Di Natale e c. Ogni partita caricava di un paio di ammonizioni gli avversari anche in in solo tempo, e queste sono cose importanti nell’economia di ima partita. Altro che pacco, questo era fondamentale averlo, magari rigenerato dalle cire di Conte. Vabbè, manderemo giù anche questa

  91. Pur non essendo infortunato non e’ stato di fatto presentabile nelle prime 5 giornate(cinque)
    finalmente gioca, bravo per carita a trovarsi li a spingere un pallone a 2 metri dalla linea della porta, ma poi ci fa sprecare inutili energie su una partita che sarebbe finita in goleada, partita che precede quella famosa settimana che se ci pensi va comunque pesantemente a condizionare per energie fisiche e scelte tecniche,Lukaku a Barcellona viene risparmiato perche poi la Domenica dopo rischiavi di presentarti senza punte

    A Barcellona lo devi togliere a mezzora dalla fine perche non piu in grado di stare in campo, la domenica dopo era squalificato, fosse stato in grado toglievi Lautaro, che rimane in campo fino al novantesimo, guarda caso arriva esausto gli ultimi minuti contro i gobbi tre giorni dopo

    Infine a Barcellona il cileno si divora un gol di testa a pochi metri sull’1-0

    Posso dire che fin qui e’ stato un disastro

    Detto cio la verita’ e’ che , come sgamato da javier, non ho ancora digerito Inter-Juve e con qualcuno mi dovro pur sfogare

  92. Condivido quanto scritto da mareintempesta. Sanchez è stato un gran giocatore; ma è un ex da tempo. E soprattutto speriamo che a gennaio non si intervenga con altre soluzioni che prevedano l’ingaggio di ex calciatori…..abbiamo Esposito….largo ai giovani…. Mi aspetto inoltre che un allenatore che guadagna 12 milioni all’anno sia in grado di trovare soluzioni alternative………….pur con una rosa ristretta…..

    • Rispetto all’usato (più o meno) sicuro, dipende da come saremo messi in classifica. Fossimo sempre a ridosso delle prime, potrebbe valere la pena mettere esperienza in squadra. Su Conte, condivido.

  93. Quella di Sanchez è una tegola. Io credo (credevo) invece nel giocatore: a 30 anni non puoi essere considerato un ex, e se ritrovi stimoli e motivazioni, ti torna anche la voglia di allenarti bene. Soprattutto se come allenatore hai un martello. Se non aveva voglia di rimettersi in gioco se ne sarebbe rimasto a godersi i milioni allo United. Il giocatore che finalmente stavamo ricominciando a vedere ha delle caratteristiche uniche in rosa e certamente presto si sarebbe stabilmente affiancato a Lukaku. Ora invece se va bene lo rivedremo in forma accettabile a primavera (tra l’altro a questo punto è pressochè matematico che l’Inter non lo riscatti). Oltre al danno la beffa: indovinate quale maglietta ha voluto mio figlio più piccolo quest’anno?
    A Gennaio bisogna intervenire sul reparto (non penseremo sul serio di fare affidamento sul pur promettente Esposito). Ce lo prestassero, vedrei bene Mandzukic fare a sportellate davanti a Lukaku…

  94. Esposito l’avrei lasciato al mondiale under 19 dove era già giovane e poteva essere protagonista… Per me non è ancora pronto per la serie a, e penso che rischiamo di bruciarlo con conseguente vendita a giugno in un giro di plusvalenze

  95. Sanchez sarebbe servito tantissimo, altrochè, negli spezzoni giocati si era già intravisto, anche se non era ancora in condizione… 🙁 esaurite le bestemmie contro le nazionali del caxxo, visto che oltre tutto il mercato riapre solo a gennaio, io butterei dentro esposito, che nelle amichevoli estive mi era sembrato molto più maturo dei suoi 17 anni, secondo me nelle rotazioni degli attaccanti può starci benissimo… ah, e la nazionale under 17, o 19, o quello che è, si fotta (come tutte le nazionali)

  96. aldilà del mio pensiero negativo su Sanchez, che tale rimane, chiaro che la situazione e’ ora complicata, abbiamo come unica alternativa un ragazzino di grandi speranze che nessuno sa realmente chi diventerà, magari e’ fenomeno per davvero oppure uno dei tanti

    però sono convinto che se a 17 anni sei per davvero forte, rischi di bruciarti maggiormente giocando ancora con dei pari età dove francamente li non deve dimostrare più nulla

    se sei più forte degli altri vai in prima squadra e li rimani

    poi ovvio che andrà utilizzato inizialmente con parsimonia ed intelligenza , ma se e’ forte che lo dimostri dove conta per davvero

  97. a parte che partirà come quarto, dietro anche a Politano, avanti con Esposito, che è un bel progetto.
    ci si lamenta spesso che all’estero li fan giocare, da noi no, ecco l’occasione.
    Mandzukic ?? dovremmo pregare i gobbi, e magari dargli un triennale..no grazie, stia tranquillo dov’è .

  98. Non sono affatto d’accordo con chi giudica Esposito ancora immaturo per un definitivo inserimento in A. Dico la verità, io non lo conoscevo, ma ne avevo letto giudizi estremamente positivi per le sue esibizioni nelle giovanili, fino a quando da Conte venne per penuria di attaccanti utilizzato nelle gare precampionato: lo vidi muoversi con grande naturalezza ed efficacia, da vero attaccante, di cui possiede i fondamentali (velocità, scatto, dribbling secco, in grado di superare in serpentine alla Messi uno e più avversari, tiro a rete preciso sebbene non ancora da bomber, piuttosto leggero nell’impatto corpo a corpo a cui compensa però con l’agilità dei movimenti del corpo) : insomma, un centravanti moderno di sicuro avvenire (tra i più nobili attaccanti della nostra storia mi ha ricordato Altobelli, e non è poco) in quelle partite impegnato contro difese rocciose e di primissimo ordine. Tanto che, di fronte a prove opache come alcune fornite da Lukaku, mi son domandato perché nessuno avesse pensato ad utilizzarlo. C’è una strana forma di allergia nella nostra società ad utilizzare giovani promesse, che hanno già dato prove convincenti, in prima squadra. Si vincono tornei prestigiosi con le giovanili, si cedono per motivi di cassetta i migliori, che poi ci ritroviamo contro come titolari in A, senza averne mai sperimentato le qualità nella nostra squadra. Magari poi si riacquistano a suon di milioni da chi li ha avuti per quattro soldi. Poi capita il caso Zaniolo e ci facciamo ridere dietro da tutta Europa ( il giocatore, che io non reputo un campione, ma certo un ottimo trequartista , da una giuria internazionale è stato giudicato tra i primi dieci giovani europei dell’anno). Cose che succedono, si dirà. Purtroppo però a noi capitano più spesso che agli altri.
    Buona serata a tutti.

  99. Secondo il mio modesto parere (che tanto modesto non è, scherzo) Esposito come dice Mare con i pari età ha già dimostrato tutto, ben venga la prima squadra che può fargli solo bene, inoltre ho l’impressione che il ragazzo sia un tipo con la testa a posto. Certo se si dovesse andare al mercato di Gennaio non mi dispiacerebbe neanche un po il francese del Chelsea Giraud

  100. Grüßgott a tutti da Düsseldorf, vi leggo sempre anche se commento raramente.
    Io penso che Esposito possa dimostrare di essere un balotelli intelligente, meno grosso del mononeurone 17enne (anche se 187 cm), ma molto più intelligente “calcisticamente” e più o meno uguale come rigorista/”punizionista”.
    Spero abbia la fortuna (che ci vuole sempre) di esordire bene, magari risolvendoci una partita. Per me è già lui la 3.a punta in quanto Politano, come punta, lo vedo più da ultimi 15-20 minuti ad eletrizzare partite spente.

  101. Condivido il commento d’oltralpe.
    E spero di vedere il baby presto in gol.
    Magari dal vivo, mercoledì prossimo.

    A M A L A

  102. una cosa io ancora non l’ho capita….abbiamo inseguito in tutti i modi dzeko e ci siamo lasciati scappare llorente che non mi sembra affatto inferiore…Mi ricorda la corsa a tutti i terzini che abbiamo strapagato (cancelo l’unico discreto che non potevamo pagare) e ci siamo lasciati scappare più volte Kolarov che pure non mi sembrava male ( e che gioca ancora discretamente). e che dire di Quagliarella che per fare panchina all’inter avrebbe pagato lui? Bohhhhh

    • Condivido su Dzeko e Llorente. Marotta avrà fatto i suoi calcoli, certo è che soprattutto con il bosniaco sarebbe stato un’altra cosa.

  103. Здесь вы можете заказать копию любого сайта под ключ, недорого и качественно, при этом не тратя свое время на различные программы и фриланс-сервисы.

    Клонированию подлежат сайты как на конструкторах, так и на движках:
    – Tilda (Тильда)
    – Wix (Викс)
    – Joomla (Джумла)
    – WordPress (Вордпресс)
    – Bitrix (Битрикс)
    и т.д.
    телефон 8-996-725-20-75 звоните пишите viber watsapp
    Копируются не только одностраничные сайты на подобии Landing Page, но и многостраничные. Создается полная копия сайта и настраиваются формы для отправки заявок и сообщений. Кроме того, подключается админка (админ панель), позволяющая редактировать код сайта, изменять текст, загружать изображения и документы.

    Здесь вы получите весь комплекс услуг по копированию, разработке и продвижению сайта в Яндексе и Google.

    Хотите узнать сколько стоит сделать копию сайта?
    напишите нам
    8-996-725-20-75 звоните пишите viber watsapp

  104. Non ho capito alcuni passaggi dell’ ultimo commento di tale Neooempax, per tornare all’ organico, credo che Esposito farà bene, ma sarebbe una manna dal cielo Giroud, per me più utile di Dzeko che comunque ci ha quasi schifato.
    Kolarov non sarebbe stato male, ma vai a capì il mercato.
    Spero in Lazaro ed in Biraghi anche perché Asa non mi ha mai convinto.
    Domenica partita forse determinante per le nostre ambizioni.

    • Vero. Partita importante: dopo la Juve, dopo la sosta, dopo gli infortuni. Tre punti e si riparte. Viceversa…

    • E arriva dopo che loro sono un mese che si allenano . Hanno saltato brescia per “lutto” mandando però la primavera a giocare a Cagliari lo stesso weekend….noi arriviamo dopo sconfitta juve, nazionali e infortuni…. vincere sarebbe vera prova di forza perdere per me non sarebbe un dramma …Ma i giornali non aspettano e il rischio,di tornare con zero punti è molto alto….

  105. Dzeko a 20 milioni era letteralmente una rapina a mano armata… mentre Llorente a 0 euro, col senno di poi, un’occasione persa…

    Bastano un paio di infortuni in ruoli chiave e la coperta diventa inesorabilmente corta. Impossibile competere con le big d’Europa così…

    Ne ho viste troppe per illudermi che un 17enne possa risolvere i nostri problemi di organico in attacco. Naturalmente spero di sbagliarmi…

    Sassuolo tappa fondamentale per mantenere alto il morale della truppa

  106. E arriva dopo che loro sono un mese che si allenano . Hanno saltato brescia per “lutto” mandando però la primavera a giocare a Cagliari lo stesso weekend….noi arriviamo dopo sconfitta juve, nazionali e infortuni…. vincere sarebbe vera prova di forza perdere per me non sarebbe un dramma …Ma i giornali non aspettano e il rischio,di tornare con zero punti è molto alto….

  107. Non sono né contro né a favore ma se a gennaio arrivano Vidal e Ibra,che cosa succede?

  108. Io non vorrei dire ma sassuolo, alle 12:30 (orario assurdo x una partita, quanto ci metteranno a capirlo?) e arbitro giacomelli (“voi dell’Inter dovete stare zitti”) ci sono tutti i presupposti x far andare di traverso il pranzo della domenica… unica nota lieta sensi tornato in gruppo, ma meglio non rischiare che poi c’è il dortmund. Ah, a proposito di giornali, visto il cds su esposito e la under 17? E i gobbi che fanno le vittime: “se l’avessimo fatto noi…” roba da vomitare

    • tutto vero,tutto giusto, però noi stacchiamo il nostro inno a casa nostra difronte a loro sul più bello perchè dovremmo far andare la sigla della “loro” Figc, però noi ci andiamo a rompere la schiena 3 giorni prima su un campo impossibile facendogli fare l’unica partita decente di questo campionato ad oggi etc….quanti anni sono che ce ne combinano di ogni, ma nonostante tutto li rispettiamo,li prendiamo tra noi, andremo in paradiso

  109. L’inter al mondiale under 17 ne manda altri 6.
    A livello giovanile la Juve non esiste, lo scontro in primavera è finito 5-1 !!!

  110. Se il mondo verrà salvato dai ragazzini, come in molti crediamo fermamente, perché il futuro appartiene a loro, chissà che, scendendo di molti gradini, anche il destino futuro della nostra squadra sia riposto nei piedi di giovani e giovanissimi. Io ho ancora negli occhi il gioco sciorinato dall’Ajax nella passata coppa dei Campioni, a mio parere la più bella squadra giovane comparsa, e purtroppo presto scomparsa, in Europa da qualche decennio a questa parte. Chissà che Conte non si ispiri coraggiosamente a quel modello, spinto anche dalle circostanze di giocatori che fino ad oggi non hanno del tutto convinto, per sperimentare, appunto, una squadra fondata nelle due zone più delicate della squadra, centrocampo e attacco, su forze giovani e giovanissime, dai piedi buoni e vogliose di un’affermazione nazionale e internazionale. Sensi e Barella a centrocampo, Esposito e Lautaro come punte mi sembra una soluzione da sperimentare, con una squadra tatticamente impostata dal baricentro molto alto e votata ad azioni veloci e corsare (una novità per la nostra squadra da anni tendente a centrocampo al fraseggio corto e orizzontale) e due esterni di supporto tutt’altro che spregevoli, come Asamoah e D’Ambrosio. A chi poi dichiara di non fidarsi di un giocatore come Esposito, un diciassettenne troppo giovane per un ruolo troppo impegnativo per la sua età, vorrei ricordare una mia esperienza di giovane tifoso che nello stadio di Bologna, molti anni fa (era il 1958) assisté all’esordio di un giovane sconosciuto di nome Corso, lui pure diciassettenne. L’allenatore del tempo, credo fosse Carver, un inglese, infortunatasi l’ala sinistra titolare, coraggiosamente fin dai primi minuti mise in campo questo giovane, che ricordo magrissimo , dal fisico poco atletico di ragazzino (accanto ad un centravanti ventenne di nome Angelillo , che proprio quell’anno, grazie anche ai cross di quel ragazzino , stabilì il record dei gol segnati), ma velocissimo e dotato di un dribbling ubriacante. Vorrei, se l’attuale titolare non fosse al meglio della condizione, che Conte mostrasse altrettanto coraggio di quello mostrato da Carver in quella circostanza. E chissà che, come in quella circostanza, non si scopra un giocatore con la stoffa di un vero campione.
    Buon fine settimana a tutti.

  111. Si riferma Sensi, e allora dobbiamo dimostrare che l’Inter è forte anche senza!

    Ripongo fiducia nella capacità di Conte di caricare anche l’ultimo dei panchinari.

  112. Se Sensi sta uscendo a grandi livelli a 24 anni è anche per una certa fragilità fisica, ahimè.
    Abbiamo un filotto di partite contro squadre di basso-medio livello, se Conte ci fa giocare con la mentalità e l’intensità di una provinciale (dovrebbe essere la sua specialità) allora le portiamo a casa anche con una squadra di Gagliardiners, altrimenti ciao.

  113. Con Sensi e senza Sensi siamo due squadre diverse, veramente unico il modo di trasformare in metallo prezioso i palloni che passano tra i piedi di questa bella scoperta di quest’anno. Mi ricorda un po’ il Matteoli dell’Inter dei record quando le vittorie valevano due punti, raccordava e rilanciava l’azione con classe cristallina. Volevo appunto chiedere a chi lo conosce meglio se fosse soggetto a infortuni e purtroppo Gus mi ha già risposto in anticipo. In campionato si potrà anche continuare a fare buoni risultati on questo filotto di partite non troppo impegnativo che ci aspetta, ma in Europa senza Sensi la vedo dura, purtroppo. Proviamo a restare in Europa League da terzi

  114. Un giorno intero senza neanche un commento? Raga ci stiamo ammosciando eh, poi non ci lamentiamo se Settore non fa nuovi post… Dai che oggi c’è il fantastico lunch match (mortacci loro) a proposito, notizie di Fortebraccio?

  115. Intanto, giusto x rimettermi al passo, ho visto gli highlights di gobba-bologna ieri sera. Tanto x gradire, c’è un fallo netto di pjanic nell’azione del 2-1 e un bel rigore non dato al 92° su mani di de ligt, poi dicono che sono forti e non hanno bisogno di queste cose…

  116. Sì, d’accordo, non illudiamoci, la Juve ( indipendentemente dalla modesta partita di ieri) ci è superiore, non tanto ( e almeno per ora) per l’assetto societario, ma soprattutto per il capitale umano di cui dispone (attualmente imparagonabile con il nostro) e per tutta una serie di fattori, alcuni ormai diventati quasi caratteriali di questa squadra, come la consapevolezza di essere la più forte in Italia e quindi, anche in momenti di difficoltà, di aver tutti i mezzi per prontamente rialzarsi; altri come l’importanza relativa che hanno le scelte dell’allenatore che, vecchio o nuovo, poco cambia nel gioco e nella tattica adottata (io devo ancora capire in che cosa consistono le novità introdotte da Sarri rispetto ad Allegri: tattica e schemi sono sempre gli stessi sperimentati per anni). Da sempre (come del resto ha dimostrato anche la partita di ieri contro un Bologna che non meritava affatto la sconfitta) , tutto infine è affidato alle qualità improvvisatrici dei singoli che, anche in momenti di maggior difficoltà, riescono a togliere le castagne dal fuoco di risultati, che altrimenti, se affidati unicamente al gioco collettivo di squadra, sarebbero ben diversi). Infine, una dose abbondante di fortuna, più o meno meritata, ma che gonfia le vele di questa squadra nei momenti difficili sotto forma di aiuti insperati da parte degli attaccanti avversari, di arbitri compiacenti e via discorrendo (l’introduzione del Var, come era da prevedere, piuttosto che cambiare la situazione è diventata un ottimo alibi per giustificare certe nefandezze…). Tutto questo va detto non per piangerci addosso e per rassegnarci, constatata questa obiettiva nostra inferiorità, ad un ruolo secondario nella lotta per lo scudetto, che sarà lunga e molto dispendiosa di energie , per noi ma soprattutto per i nostri rivali che combatteranno su tanti fronti con ambizioni di vittoria in tutti e che conosceranno anche loro momenti di difficoltà (come , tra l’altro, è sempre successo alle squadre allenate da Sarri). Importante sarà non perdere i contatti sotto forma di punti in partite in cui partiamo da favoriti, come ad esempio quella di stasera: in passato è stato proprio questo il nostro punto debole, che ci ha tarpato le ali, e ci ha fatto perdere punti in classifica più che le partite con le grandi. Attribuire oggi la causa di una non vittoria all’assenza di Sensi o di ricambi non all’altezza, vorrebbe dire ripiombare in un recente passato, che credevamo di esserci lasciato alle spalle. Nel nostro caso, proprio il cambio di allenatore dovrebbe portare , nella convinzione di tutti i componenti della squadra, ad un cambio di mentalità, e ovviamente di risultati. Almeno giova sperarlo.
    Buona partita a tutti noi.

  117. Rubens

    Fly down

    e ocio ae merde

  118. Non avevo un’ansia così dall’ultima dell’anno scorso con l’empoli! Roba da matti, neanche sul 4-1 si può stare tranquilli… il giudizio su questa partita sarebbe stato ampiamente positivo senza la sofferenza finale, ma in ogni caso 3 punti e a casa, e ora il borussia diventa il primo crocevia della stagione

  119. Vittoria preziosa, anche se l’ultimo quarto d’ora mi è rimasto indigesto…

    Peccato perché fino al 75′ la partita era stata condotta molto bene, con la coppia Lautaro-Lukaku a tratti devastante…

    Calo di tensione o meccanismi difensivi da rivedere?

    7 gol nelle ultime 3 partite sono un segnale preoccupante in vista della Champions. Spero che Conte si faccia sentire…

    Amala

  120. Il calo di tensione finale servirà a scendere in campo con il sangue agli occhi mercoledì…..

  121. Che dire? Tutto è bene quel che finisce bene. Però io speravo che almeno la pessima abitudine di farci vivere gli ultimi venti minuti sui carboni ardenti, anche in vantaggio di tre gol, la cura Conte l’avesse fatta perdere alla nostra squadra. Forse volevamo gareggiare con l’Atalanta di ieri all’Olimpico, loro tre noi quattro…I bergamaschi almeno avevano l’attenuante di aver subito due gol su rigori inventati da un arbitro creativo e contro la Lazio, noi i due gol su rigore li abbiamo segnati , giustissimi, a nostro vantaggio, ma giocavamo contro il Sassuolo. Tuttavia, trascurando queste amenità, chi mi sa dire il motivo per cui, delle quattro squadre impegnate in Champions, solo la nostra ha giocato oggi, anziché ieri, come tutte le altre? Un giorno in più di riposo contro il Borussia, anche tenuto conto delle difficoltà che ci crea la maledizione di SanSiro nelle partite decisive di coppa, non mi sembrava una cattiva idea. Infine , nessuno dubita dei meriti di Lukaku: apre varchi a Lautaro, scende a dare una mano in difesa, sa tirare ottimi rigori. Tuttavia che due suoi passaggi corti su tre finiscano sui piedi degli avversari non mi sembra comprensibile per un giocatore del suo livello. Che nostalgia per i passaggi vellutati di Sensi! Ma nessuno è perfetto…Tuttavia, come si suol dire dalle mie parti, non lamentiamoci del tempo buono! Siamo a un passo dalla vetta e stiamo seminando i tradizionali avversari. Auguriamoci solo che duri…
    Buona domenica a tutti.

  122. Non ho visto la partita quindi non posso commentarla ma sono molto felice per i tre punti perche sono sincero, oggi ero convinto che non avremmo vinto.

    3 punti importanti contro un avversario per noi ormai decisamente ostico.

    Molto bene, classifica importante.

    Ora sotto con la Champions, dobbiamo fare 4 punti con i tedeschi, vincere a San siro e pareggiare la sarebbe la cosa piu logica, quindi ci credo poco, penso piu ad un pareggio Mercoledi mentre poi con l’acqua alla gola in Germania potra sucedere di tutto, con l’Inter le cose scontate non esistono.

  123. Alcuni di voi settoriani li ritrovo altrove, immagino che anche questo contribuisca alla scarsa vena dei commenti qui dentro.
    Quanto ad oggi, abbiamo visto 70 minuti di ottima Inter, poi una pessima gestione della gara alla quale non poco hanno contribuito i cambi (un Lazaro in versione Dalbert, come si temeva, e un Politano impalpabile ci hanno abbassati trasformando la fascia destra in una terra di nessuno). Quanto alla coppia Lautaro Lukaku tanta roba, anche se su Romelu condivido le perplessità di Settore. Sono arrivato ad una conclusione: stiamo assistendo ad uno strano esperimento genetico, una prima punta con il fisico di una seconda (il Toro) ed una seconda punta con il fisico di una prima (Lukakone).

  124. Lautaro è un fuoriclasse, quell’aggancio di tacco..

    Lazaro probabile bufala, la tradizione dell’annuale acquisto del cazz va rispettata.

  125. Inizierei con un bel grazie Lecce, ma grazie! Oggi abbiamo fatto in una partita lo stesso n. di gol fatti a Sassuolo negli ultimi 8 anni, qualcosa é cambiato dunque. Chi guadagna un milione al mese non può squilubrare una squadra in questo modo, abbiamo purtroppo una panchina cortissima. Aspettando gennaio usiamo i rincalzi con cautela. Un autentico delitto l’assenza di Sensi mercoledi, torna presto Stefano!

  126. Ha poi certo ragione Nauseato, ma come si possono spendere tutti quei soldi per Lazaro? 40 milioni o ho capito male?

    • Da transfertmark dicono 22.
      Ieri gli avrei dato 22 euro. La cosa che mi stupisce di più è che non abbia convinto il mister fino a fine ottobre, che io mi faccia un idea e magari sbagliata (mi auguro) frega a nessuno, neanche a me. Boh… Certo che con i laterali abbiamo un occhio!

  127. A proposito di Lazaro, ho l’impressione che l’esterno di un 3-5-2 non sia proprio il suo ruolo. Forse in un 3-4-3 con meno compiti difensivi potrebbe non essere male, cmq ieri è entrato nel momento peggiore, andiamoci piano a bollarlo come bidone, poi magari lo è, ma non facciamo sempre i disfattisti, guardate i gobbi come difendono de ligt a spada tratta…

  128. Per vincere il campionato devi vincerle tutte. E vincere con la juve. Perchè la juve non perde punti neanche con le bombe ( strano a firenze… un puro caso probabilmente, un arbitro magari distratto che ha dimenticato di fare il suo dovere).
    Con la juve invece giá abbiamo perso. Per vincerle tutte devi avere le balle decisamente più dure. Che è quello che stavamo dimostrando fino alla partita con la samp : tenuta in pugno nonostante l’espulsione, nonostante gli avversari ringalluzziti ecc..
    Se quello di ieri è stato un peccato di gioventù… vabbhè. Possiamo capire. Ma se ricominciamo ad andare in giro dando l’impressione di essere sempre un po’ squinternati e quindi vulnerabili al primo soffio di vento contrario….allora no. Non ci siamo neanche alla voce ” vincerle tutte “.

    • vero.
      sono molto forti, fortunati e al solito aiutati, per scucirgli lo scudetto devi superare abbondantemente 90 punti, penso ce ne vorranno almeno 95 e onestamente non penso che abbiamo la rosa per poterlo fare

      il grande rammarico e’ essere oggi sotto di un punto quando in realtà dovevamo avere almeno 4/5 punti di vantaggio,

      se penso che a parte contro la Spal le altre 7 hanno rischiato di pareggiarle tutte…. forse solo contro di noi hanno meritato per davvero, dove ha pesato come un macigno quel Barcellona -Inter di tre giorni prima, quindi come detto, forti,fortunati,aiutati, in pratica imbattibili

  129. Intanto ieri pensavo che la maledizione della partita prandiale sarrebbe stata nefasta come da curriculum . In effetti così stava andando, quindi prensiamo il buono . Di sicuro Conte gli avrà fatto il c*** ai giocatori.

  130. Quel tanghero di Nainggolan non ha mai fatto con noi un bel gol dei suoi come quello di ieri

  131. Avrebbe un senso se facesse un numero così a partita( ma vorrebbe dire 38 gol a fine campionato…) perché fatto il numero rimangono 89 minuti a pascolare senza costrutto per il campo. Noi ne sappiamo qualche cosa….

  132. Superato uno degli scogli ferali della stagione (il Mapei Stadium) vinciamole tutte fino all’altro scoglio stagionale, quello che ultimamente ci ha sempre tagliato le gambe : la Cena degli Auguri di Natale.

  133. Mah. Aspetterei su Lazaro. Ci vuole pazienza e altre partite per giudicare. Domenica è stato imbarazzante, ma nulla è stato a suo favore. Gli ha girato pure male, va detto. Se il Sassuolo avesse continuato a fare lo zerbino magari Lazaro prendeva fiducia. E invece no!!! Quelli, viperette, hanno cominciato a giochicchiare. E così non si fa. No no. Poi uno si spaventa, eh.

  134. Scusate ma torno sull’episodio del mani di de ligt contro il bologna. Si sono affrettati in tanti a dire che non è rigore, nicchi ha avuto toni quasi minacciosi (“chi pensa che sia rigore non vada più allo stadio”) ma intanto è rispuntato questo video dove a inizio stagione rizzoli spiegava le nuove regole, dicendo pure che era rigore quello di skriniar in Inter-lazio di due anni fa. Metto il link con un po’ di spazi in mezzo x evitare che venga filtrato: https: // youtu.be / E0TQ3bpQZIk sentite quello che dice e poi ditemi se non siamo di fronte a una operazione di disinformazione/presa x il culo mediatica senza precedenti. Quando non c’era il var se la cavavano con “l’arbitro deve decidere in una frazione di secondo” oppure “alla fine tutto si compensa”, ora siamo a livelli di manipolazione dell’opinione pubblica quasi orwelliana

    • Con le nuove regole è rigore, senza se e senza ma…

      Anche se non conta, i teleimbonitori si affrettati a dire che il tocco di mano era stato preceduto da un tocco di piede…

      L’ho rivisto più volte, ma l’eventuale tocco di piede di De Ligt, prima del fallo di mano, non riesco proprio a percepirlo.

  135. anche un secondo prima del gol di testa d’anfora Pjanic c’è una bella spinta che fa cadere 2 del Bologna, ma tutto tace.

    intanto stan perdendo in casa, ma manca ancora un tempo vinceranno easy

  136. non credo in ogni caso Easyjet quanto il City..

  137. Rispetto al rigore di De Ligt: regolamento alla mano ( e moviola, anche se non capisco come mai lo stesso frame visto in ambiti diversi dia risultanze così diverse sul tocco di piede dell’olandese) non è da assegnare. Ma quello che mi da letteralmente il voltastomaco è Nicchi, che parla evidentemente solo se in ballo c’è un episodio controverso che riguarda la Juve. E soprattutto, mi da la sensazione di essere lì per dare segnali all’ambiente. Mah, sarò paranoico, ma a me sembra che cambino i modi e le forme, ma la sostanza è sempre la stessa.

    • Quindi rizzoli non conosce il regolamento? A proposito del tocco di piede, c’è un video dall’alto dove sembra netto, un altro video da dietro la porta dove sembra che non la tocchi, come è possibile? Viene da pensare che uno dei due sia un fake (chissà quale…) cmq dopo l’eventuale tocco di piede la palla rimbalza a terra, quindi non va “direttamente” dal piede al braccio… nella migliore delle ipotesi c’è parecchia ambiguità

  138. Siiiiiiiiiii!!! Bella vittoria, contro un un’avversario tosto…

    Qualificazione Champions riaperta

  139. Grandi ragazzi, contro un osso molto duro. E anche lo Slavia ha dimostrato di essere una squadra tutt’altro che disprezzabile. Dai che siamo rientrati in gioco!

  140. Grandi ragazzi !
    Importantintissima la vittoria, fondamentale il 2-0 per discorsp dofferenza reti dovessimo arrivare pari.

    Intanto godiamoci sta serata e i tanti giovani/giovanissimi in campo.

    Evviva l’Inter

  141. Hai capito Esposito… però!
    🙂

  142. Prostituzione spudorata: https: // m.calciomercato.com / news / una-brutta-inter-batte-il-dortmund-col-minimo-sforzo-meno-male-c-77023 (togliere gli spazi as usual) la perla è il goal di lautaro definito “invenzione” (!) ci sono stati se ho contato bene 22 passaggi consecutivi da handanovic all’assist di de vrij (voglio vedere se scasseranno la uallera come col goal di higuain) niente dovrei essere contento ma queste cose mi fanno incazzare

  143. quello che dice calciomercato frega niente.

    la cosa buona è che finalmente abbiamo in squadra gente forte vera, ( Barella ?? mostruoso) che fa pensare a un vicino futuro vincente

  144. Quando ti puoi permettere di andare tranquillo a fare la pipì durante il recupero… bhe vuol dire che tifi una squadra che ti fa stare sempre sereno.

    4 minuti 4 senza patemi, ragazzi. Dai. Diciamolo: siamo sulla strada giusta!

  145. 🙂

  146. Sarà che gli anni mi rendono poco sensibile ai giganti buoni (né credo di soffrire da vedova inconsolabile dell’esule parigino), ma a me il nostro attuale centravanti continua a non convincermi. Forse non è in buone condizioni, ma si muove con una lentezza esasperante, è spesso impacciato nel vivo dell’azione e soprattutto mostra preoccupanti lacune nei fondamentali. Insomma, se ripenso a quanto ci è costato e alle battaglie combattute per averlo le mie perplessità si moltiplicano. Ma Conte è un uomo d’onore e mi fido delle sue scelte. Credo però che le mie perplessità comincino ad essere anche le sue, se non esita in un momento decisivo della partita a sostituirlo con un imberbe diciassettenne, di belle speranze ma con le ingenuità e l’inesperienza di un giovanissimo. Certo, già sperimentato nel precampionato, dove, insieme a Sensi, si era dimostrato di grande affidamento nel suo ruolo. Dico la verità, come ho già scritto di recente sogno di vedere in campo un quadrilatero Sensi Barella (ieri, a mio parere, il migliore in campo) a centrocampo e in attacco i due puledri scalpitanti Lautaro Esposito, il meglio in prospettiva del calcio italiano e argentino. In attesa che Sensi ritorni a disposizione, senza il quale il nostro centrocampo soffre troppo, nonostante l’impegno di Barella che è un istintivo e ha bisogno accanto di un riflessivo come Sensi, intelligente distributore di palloni, flottante tra centrocampo e attacco da moderno trequartista, Conte ieri si è trovato costretto ad abbassare il baricentro della squadra, tutta raccolta a difendere piuttosto che proiettata ad offendere, come c’era da aspettarsi da una squadra che giocava in casa e obbligata a vincere. Tuttavia, se vorremo avere qualche possibilità di passare il turno (secondo me, non basterà neppure un pareggio a Dortmund) bisognerà tornare al gioco brillante, veloce, senza le lentezze e gli indugi di ieri in difesa, ma votato a rapidi contropiedi in attacco come facemmo al Camp Nou. Il Borussia, in casa, gioca un ottimo calcio offensivo, in grado di mettere in imbarazzo lo stesso Barcellona nell’incontro diretto. Ma Conte mi sembra abbia ben chiara la situazione e credo farà le scelte giuste, sempre che il parco giocatori a disposizione glie lo consenta.
    Buona giornata a tutti.

  147. Grande serata ieri, abbiamo imposto il gioco anche se nel secondo tempo c’è stato un lasso di tempo che l’inculata sembrava ormai a portata di mano. Rigore sbagliato compreso, che sembrava confermare il tutto. Pemsavo inserisse Politano per cercare di chiudere prima , ma a quanto pare andava gestita così.

    Le sagge parole di Scettico purtroppo mi fanno rifletter. Tempo fa , riguardo al nostro Lukaku, scrissi che mi andava benissimo il suo gioco, nel momento in cui era ( ed è) pienamente funzionale alla squadra, e a Lautaro in particolare , che sembra esploso lontano da Icardi. Resta il dubbio , a campionato inoltrato, su un fuori forma evidente, e quei passaggi e controlli sbagliati che gridano vendetta.
    Mi fido anche io di Conte e le sue scelte, però accidenti, qualcosa non mi torna.
    E, aggiungo, ho l’impressione quasi certezza, che anche lui voglia chiedere scusa per quello che (ancora) non riesce a dare.. ieri sera quegli applausi rivolti al pubblico che lo coccola, sembrava dire proprio questo.
    Comunque godiamoci questo gran passo avanti.

  148. nonostante la distanza in passato ero spesso a San Siro , poi sempre in TV, ora saltuariamente anche la Tv(dopo quel famoso Inter-Juve di 2 anni fà ho tolto l’abbonamento al calcio).

    ieri sera ho comprato la partita che mi sono goduto rigorosamente con l’effetto stadio, perchè trovo che sia l’unica maniera di vivere l’evento avvicinandolo alla realtà.

    la stessa partita vista in tv o allo stadio sono “2 sport diversi”

    tutta sta premessa per dire che anche io come voi in tv avrei visto un ottima Inter e un deludente Lukaku ma gradirei un commento tecnico su chi era allo stadio, alcuni mi dicono che il gigante con i suoi movimenti senza palla sposta le difese avversarie, che permettono gli inserimenti dei nostri centrocampisti, maggiore libertà all’altra punta, cose che non si vedevano con quello che e’ andato a Parigi etc….ecco vorrei un vostro commento perchè noi in tv vediamo solo dove ce il pallone

  149. @mareintempesta

    Ieri ero allo stadio e, unitamente alle persone che mi stavano attorno, ho notato che, spero dovuto alla ancora lontana ottimale forma fisica, Lukaku abbia ancora notevoli difficoltà ad inserirsi in un calcio molto più tattico che fisico se paragonato alla Premiere League.

    Detto ciò, non è che, senza palla, faccia tutto ‘sto gran movimento per aprire varchi ai compagni d’attacco ed anche quando la sfera gli viene passata mostra qualche difficoltà nel controllo della stessa e, soprattutto, nell’uno contro uno, cosa che gli permetterebbe di involarsi verso la porta avversaria per colpire o far colpire.

    L’entrata del giovanissimo Esposito, secondo me, ha creato più spazi là davanti, non a caso il rigore lo si è ottenuto grazie ad una sua percussione in area avversaria.

    Lo stadio, per inciso, invocava che lo battesse proprio il giovincello a scapito del “rigorista” Lautaro.

    Spero che questa vittoria, comunque sudata ed in bilico fino al 2 a 0, restituiscail morale alla truppa e la convinca a disputare un’ottima partita sia a Dortmund che a Praga per arrivare a giocarsi la qualificazione col Barcellona a San Siro.

    AMALA.

    • grazie
      allora ieri sera abbiamo visto lo stesso sport 🙂

      fargli battere il rigore sarebbe stato folle, davvero rischieresti di bruciarlo, di sicuro invece non vedo l’ora di vedergli calciare le punizioni, specialità della casa, con ben meno responsabilità

  150. Grazie mare per l’interessantissima domanda per la quale anch’io attendo la risposta di chi era a S. Siro, forza Inter!

  151. Si, anche io sarei curioso di vederlo giocare dal vivo, da appassionato di calcio sono curioso e sono sicuro che si capisce meglio il perché uno che fa tanta fatica ad addomesticare il pallone l’ha buttata dentro 199 volte a 26 anni tra campionato e coppe. È chiaro che ha qualità specifiche e manca di altre caratteristiche, ma centonovantanove gol in giro per il mondo professionistico europeo non li fai per caso.
    Poi che oramai le valutazioni abbiano raggiunto livelli non sense è un altro discorso. Ma io mi tengo il fustino Lukaku e i 2 fustini Joao Mario da 40ML li lascio.

  152. Esposito è una bella sorpresa, ma va gestito bene, senza troppe pressioni per non bruciarlo anzitempo…

    Fortuna che per un Lukaku giù di forma c’è un Lautaro in grande crescita; cosi come migliora sempre più l’intesa tra i 2..

    Va detto che il modulo a 2 punte consente di tenere sempre sotto pressione le difese avversarie.

    Icardi, per anni ha giocato da solo, circondato dai difensori avversari.

  153. Sì, in effetti quel poco che mi ricordavo di Lukaku, era proprio la sua caratteristica che ci aspettiamo tuti noi, potenza e capacità realizzative indiscusse . Quello che è palese ora, è un fuori forma evidente che lo condiziona pesantemente.
    Il vantaggio di avere uno come lui è che è molto altruista e facilita il compito degli altri. E a conti fatti, nell’economia della squadra, anche il suo scarso rendimento attuale , è funzionale, mentre l’anno scorso la presenza di Icardi era condizionante. Non segnava , e sono stati c** amari per noi.

  154. Adesso non ci distraiamo, domani pomeriggio c’è già un’altra partita col parma. L’insidia è la stanchezza, con meno di tre giorni dalla partita precedente (chi li fa sti calendari?) ma pare che anche il parma sia incerottato… cmq ovviamente karamoh da ex farà un partitone 🙁

  155. Lo dico con grande anticipo, avere tanti italiani e nel giro della nazionale mi sembra crei negli arbitri più condiscendenza che in passato. Non vi è nulla di premeditato, è benevolenza nei confronti di ciò che è utile alla federazione. Avere poi dirigenti allenatore ed ex allenatore molto stimati in federazione o che ne fanno parte….
    Non dovrebbe essere così ma “checcefrega” ,adesso tocca a noi godiamocela!

  156. Brozo fa due svarioni davanti alla difesa, proprio dove Karamoh e Gervinho sono devastanti. Parma meritatamente in vantaggio…

    Inter lenta, stanca fisicamente e mentalmente, con la coperta troppo corta…

    La vedo grigia

  157. Siamo proprio sicuri che Godin sia cosi’ forte?

  158. Dai Dai Dai!

  159. Niente da fare, squadra stanca e poco lucida. Serve qualche ricambio in più…

    Peccato, l’occasione per superare le merde era ghiotta

  160. Questa temevo seriamente di perderla sono quasi sollevato che abbiamo pareggiato. Al di là dei nostri errori è un risultato figlio di un calendario assurdo (meno di 72 ore dall’ultima partita). Ovviamente karamoh ha fatto il fenomeno proprio oggi non lo mando affanculo solo perché ha mostrato rispetto non esultando smodatamente come fece di marco… ultimo commento: il loro portiere mi fa venire voglia di dargli un cazzotto in faccia, anche oggi come l’anno scorso ha perso tempo sistematicamente a ogni rinvio (e meno male che alla fine almeno un giallo lo ha preso)

  161. Esatto, calendario assurdo.
    Noi avevamo giocato a Sassuolo Domenica, poi Mercoledi e oggi!
    Martedi a Brescia!!
    Ormai giochiamo ogni 2 giorni.

    A tutto cio se aggiungiamo Sensi, Vecino,Sanchez, Dambro infortunati non riesco a criticare nessuno per queso pari, anzi, pur con amarezza perche quella ce inutile nasconderla, voglio solo ringraziarli, con questa rosa ad oggi stanno andando oltre

  162. Si doveva vincere, eravamo pure andati in vantaggio.. Primo tempo negativo, poi tanto perl impegno ma poche idee. Var ha segnato per noi, era buono il 2a2? Amarezza lenita
    al fatto che si poteva anche perdere!
    Comunque si lotta su ogni pallone, forza Inter

  163. Si, oggi si è proprio vista la mancanza di ricambi validi… quando si dice che per affrontare con tranquillitá tutte le competizioni ci vogliono due squadre, eh.

    Peccato perchè, come dicevo qualche commento più su, la juve di punti ne lascerá per strada veramente pochi. E non approfittarne è un delitto.

    Su youtube dicono che a gennaio il mercato potrebbe essere scoppiettante. Lo spero, perchè ricordo che con il Mancio bis primo in classifica, non arrivarono rinforzi degni e tutto andò a catafascio. Ora, con un Conte galvanizzato e galvanizzante, sarebbe sciocco non dargli i giocatori per tentare veramente di scucirglielo a ‘sti stronzi !!

    • Ci vorrebbe un giocatore che risolva partite tipo quella di oggi, da mettere negli ultimi 20 minuti.
      JulioCruz si è ritirato..
      Ibra ???

  164. Il problema però è chi prendi?
    Giocatori veramente forti che possono incidere non è che ce ne siano in giro a iosa, specialmente nel mercato di Gennaio.
    Per prendere dei buoni mestrieranti quelli li abbiamo già in panchina.

  165. Ma quella m***a che abbiamo in panchina deve lamentarsi di tutto? E non gli hanno preso i giocatori, e non gli hanno fischiato rigore, e davanti ha un grattacielo mentre noi siamo solo una casetta in Canadà…

    Questo crede di essere ancora alla Juve, magari si dia una sveglia e inizi a rendersi conto che Appiano non è Vinovo.

  166. Una partita come quella giocata ieri sera dalla nostra squadra fa nascere molti dubbi sulla reale consistenza della svolta compiuta con il nuovo allenatore rispetto al passato, riguardo a quella sospirata continuità di gioco e di risultati che aveva caratterizzato le prime giornate di campionato. Intendiamoci, di giustificazioni e attenuanti se ne possono trovare a bizzeffe, come la stanchezza per le troppe partite giocate in pochi giorni (ma è stato pessimo il primo tempo, non il secondo, quando la stanchezza avrebbe dovuto soprattutto farsi sentire), la giornata storta di alcuni giocatori in passato una sicurezza di rendimento nei meccanismi interni della squadra (Brozovic che commette errori nei passaggi più elementari, col risultato di mettere in imbarazzo l’estrema difesa, per di più male assortita o almeno insicura perché improvvisata, in assenza del giocatore che si sta rivelando l’uomo che dà sicurezza a tutto il reparto) , l’assenza di Sensi, il vero metronomo, insieme al croato, del centrocampo (ma il Parma mancava di cinque o sei giocatori, molti di più di quelli che mancavano a noi , e poi la beffa di un nostro giocatore in prestito che decide, come successe lo scorso anno, il risultato!). Insomma una giornata che avrebbe dovuto concludersi, grazie al passo falso dei nostri rivali, col ritorno in testa alla classifica ( e chissà quando si ripeterà un’occasione simile), e che invece apre problemi che ritenevamo risolti, come appunto l’assenza di un valido sostituto a centrocampo che possa essere utilizzato in aiuto di Brozovic, quando, come ieri, entra in confusione più che per la stanchezza per la mancanza , da lui stesso dichiarata, di una spalla essenziale come Sensi (ma non abbiamo a disposizione Borja Valero, perché non utilizzarlo almeno in queste circostanze di emergenza, con una squadra che si ritiene stanca e poco sicura nei suoi uomini migliori?). Intanto l’affollarsi delle partite a ridosso l’una dell’altra non si attenua e l’allenatore, che giustamente lamenta l’assenza di validi sostituti, dovrà trovare, soprattutto per le partite casalinghe con squadre minori ben riposate che fanno muro in difesa e con i loro contropiede mettono in grave imbarazzo l’estrema difesa, le necessarie contromisure, pena il ripetersi delle angosce e degli stranguglioni in partite ritenute facili, ma in realtà autentici trabocchetti. E non ci sarà sempre il Var a salvarci in parte da prestazioni apparentemente non impegnative, ma che poi si concludono in maniera poco gloriosa.
    Buona domenica a tutti.

  167. Ieri avevamo in panchina due “senior”
    che teoricamente avrebberro dovuto dare una mano importante e magari far rifiatare qualcuno entrando titolari.

    I due pero’ hanno due storie ben diverse.

    Il centrocampista spagnolo e’ un ex calciatore, strabollito, con il dortmund in tre minuti ha rischiato di farci prendere gol perdendo una palla sanguinosa, non aveva, non ha mercato, te lo devi tenere fino alla pensione, andava preso uno li in mezzo, si sapeva che eravamo contati, ma evidentemente questione di budget.

    Mooolto diverso il discorso Politano.
    Lui aveva mercato e la Fiorentina ce lo pagava anche bene, questo si errore importante perche con questo modulo lui non serve a niente.
    Non e’ uma punta, tanto che giustamente gli si preferisce una punta che lo scorso anno non giocava tutolare neanche in primavera e non potra’ mai fare l’esterno a tutto campo perche’ non ha il fisico per farlo.
    grave errore, con quei soldi prendevi una punta da buttare dentro gli ultimi 25 minuti, oppure quel centrocampista mancante.

    Detto cio ribadisco che ad oggi stiamo andando oltre le ns. reali possibilita’.

    Bravi tutti.

  168. Due giocatori forti, titolari della nazionale under 21, ce li avevamo già belli pronti in casa; e mi riferisco a Pinamonti e Zaniolo.

    Un attaccante di peso e un centrocampista potente, tecnicamente valido… purtroppo sono state fatte scelte diverse.

    Anche regalare Nainggollan al Cagliari, (dopo aver sacrificato lo stesso Zaniolo) a sto punto diventa un bel lusso, anzi quasi un rimpianto. Una possibilità a Radja la si poteva dare, sono convinto che con Conte avrebbe rigato dritto.

    E così ci teniamo nonno Borja e rischiamo di bruciare baby Esposito

    • Per quel che vale, sono pienamente d’accordo con te, soprattutto a proposito di Nainggolan, come di Zaniolo e Pinamonti. Circa poi Borja, mi sembra una sciocchezza ritenerlo non più utile perché vecchio. Ha 34 anni, non 40. Un giocatore di classe, come è indubbiamente lo spagnolo, se ben allenato e lo sistemi poi in panchina, può benissimo giocare in prima squadra, se l’occasione si presenta, ancora per qualche anno. Modric e Ronaldo hanno la sua età…

  169. E poi moriremo tutti!

    A M A L A

  170. Dopo ieri sera sono incazzato non tanto x il risultato, che può avere tante giustificazioni (molte le avete scritte nei commenti precedenti) ma x l’indegna gazzarra che si è scatenata da parte dei gobbi e dei loro servi mediatici sul presunto fuorigioco di candreva nell’azione del 2-2. Stanno cercando di far credere che l’immagine usata dal var sia taroccata, che la proiezione sia sbagliata etc. mentre dei 2 possibili rigori negati a lautaro e biraghi non se ne parla. Fra l’altro una cosa che in diretta mi era sfuggita sul goal di karamoh c’era anche gervinho in fuorigioco e sulla traiettoria del tiro (non metto link se no il commento viene bloccato, ma è facile trovare immagini/video di queste azioni sui vari siti) insomma dopo l’ennesima partita in cui siamo stati probabilmente danneggiati, seppur in modo non clamoroso, ci fanno passare come se avessimo rubato il pareggio! E meno male che col var in qualche caso ci salviamo, altrimenti ci avrebbero già fregato chissà quanti punti…

    • Senza Var ieri a,Lecce il gol di higuain in fuorigioco di 1 metro convalidato mentre candreva non in fuorigioco annullato…..fatevi un pensierino.
      Poi i media Sky in testa sono da chiusura.

  171. Nainggolan lasciamolo dove sta, arrivato al 27 Ottobre non ha ancora 90 minuti nelle gambe e sua recentissima intervista dove afferma che potrebbe smettere di bere quando vuole ma non lo fa perche poi non sarebbe se stesso

    Che poi lui su di giri sia meglio di nonno valero sicuro, ma serve altro…

    E comunque sara un caso ma l’unica squadra post champions che ha vinto ha riposato 4 giorni interi, mentre delle tre che hanno pareggiato due squadre hanno avuto 3 gg interi x riposare, solo una squadra ha avuto 2 gg…

    • +1
      E mi piace pensare che quando Conte dice che bisogna fare delle riflessioni extracampo non si riferisca solo al mercato, ma al fatto che continuiamo ad essere trattati da comparse al campionato di casa Juve (che lui conosce molto bene).

  172. Sto guardando Tiki taka, ,siamo a un punto dai gobbi di merda ma sembra che siamo nella merda… la prostituzione intellettuale e via con i pompini a Buffon

  173. Torno nel blog dopo tanto tempo.
    l’anagrafe mi penalizza un po’.
    Calma, partite come quelle di sabato negli ultimi anni le avremmo perse.
    Almeno dopo intervallo si sente strigliata dell’allenatore.
    Certo è che i campionati si vincono con le piccole.
    Bisogna stare li fino a marzo superando la ns storica flessione tardo autunnale, ed eventualmente attendere flessione dei gobbi, altrimenti non c’è storia, sono organicamente superiori.
    Comunque i filotti di calendario vs piccole vanno vinti, poi si vedrà.
    In ogni caso ONORARE la coppa Italia : è ora di vincere qualche trofeo !!!
    amiamola a prescindere.

  174. Al di là di tutto, una certezza a inizio campionato ce l’avevo : la difesa , a detta di molti, la più forte d’ Europa.

    Non sono un tecnico per dire se c’è qualcosa che non va, ma qualcosa mi sembra stonato lì dietro. Qualcuno fuori ruolo? Non ancora (??) vengono assimilati i meccanismi della difesa a tre? Boh.

    • Anch’io ho l’impressione che in difesa la situazione non sia molto tranquilla. Col parma è stata fatta una sostituzione de vrij/godin che non credo fosse dovuta a problemi fisici, infatti pare che godin non sia stato molto contento… probabilmente se bastoni continua a migliorare finirà che conte si convincerà che è meglio far giocare lui a sinistra riportando skriniar a destra. Cmq sarà un caso ma la difesa ha cominciato a prendere goal da quando manca sensi, cosa che ha reso più marcabile (quindi più soggetto a errori) anche brozovic

  175. Intanto rigiochiamo domani sera a brescia, poi sabato a bologna, poi martedì a dortmund… mi chiedo come si fa a mettere un turno di campionato infrasettimanale proprio in mezzo a 2 settimane in cui si gioca la champions… ma anche questo è colpa delle stramaledette nazionali che tolgono spazio con le loro inutili amichevoli 🙁

  176. Prime nove giornate del biennio di Spalletti, presi meno gol. I fatti. Chiaro che non tutto sta funzionando a dovere. Continuo a sostenere che metti a piacere Devrij-Skriniar, Devrij-Godin, Godin-Skriniar centrali in una difesa a quattro e hai una coppia tra le top a livello europeo. Schierati in una linea a 3 (a 5) a turno qualcuno va in difficoltà: abbiamo visto spesso a disagio Skriniar, però più giovane e si suppone predisposto al cambiamento, ultimamente Godin, un’intera carriera da grande interprete di una linea a quattro e con molti meno metri alle spalle di quanto non pretenda Conte. Poi è vero, Sensi aumentava la qualità del controllo in mezzo al campo, ed è la dimostrazione che la fase difensiva si fa anche e soprattutto col possesso di qualità, non solo con i perticoni alla Gaglia (pur migliorato con Conte) o Vecino.

  177. Ah tra l’altro, se volete farvi due risate andate a leggervi le pagelle di Inter – Parma su Bauscia.

  178. Veramente un grande Romolete su Bauscia!

  179. Gus, credo che Conte si sia già persuaso che la difesa a tre, con Godin a destra senza la protezione di D’Ambroso, non offra sufficienti garanzie ( purtroppo il giocatore non offre un sicuro rendimento neppure al centro, nel ruolo di centromediano metodista, nel quale del resto si muove magnificamente De Vrij). Quindi, a mio parere, Godin può essere utilizzato solo quando D’Ambrosio è in partita e il baricentro della squadra si mantiene basso (come contro il Borussia). Nelle partite casalinghe contro squadre che si chiudono in difesa e giocano in contropiede e Candreva è preferito a D’Ambrosio, solo Skrjniar offre reali garanzie a destra. Perciò credo che il trio centrale sarà molto spesso Bastoni DeVrij Skrjniar. Vedremo nelle prossime partite se questa mia opinione avrà un fondamento nella testa di Conte, ma la sostituzione del giocatore, non molto gradita, nell’ultima partita sembra confermarla.

  180. Dopo il gol dell’ex Karamoh dobbiamo attenderci anche il gol dell’ex Mario Balotelli?
    Speriamo proprio di no, vincendo facile in quel di Brescia.
    AMALA.

    • Balotelli può segnare il gol della bandiera al 93° sullo 0-4 x noi… e sono generoso! Dopo come si è comportato rischiando di rovinare una delle più belle partite della nostra storia (Inter-Barça 3-1) ho perso qualunque stima di lui

  181. @denny

    pienamente d’accordo con te sulla stima verso Balotelli, per il resto……spero la tua previsione si avveri per davvero.

    AMALA:

    • Ma fortebraccio? Urge contro-gufata! Io azzecco solo le previsioni negative, vedi partitona di karamoh contro di noi…

  182. ma conte non ha parlato prima di Brescia?

    • E’ stanco, non si può parlare ogni 2 giorni, questo calcio va rifondato.
      E poi c’è la panchina corta, Stellini cicca un congiuntivo su due e si dimentica sempre le Halls nell’altra tuta.
      Ma dove vogliamo andare così…

      Dai, Zhang, Suning, sveglia!!11!1!

  183. Brescia – Inter 2-0

    ‘notte

  184. Parma squadra di merda.
    Come tutti gli anni viene a Milano a rompere i coglioni a noi per poi perdere quella dopo, in casa, con l’ultima in classifica.
    Scoppiassero…

  185. Bastardi venduti di merda.
    Parma, Torino, Sassuolo, Udinese ecc.
    Fallissero tutte.
    Vengono solo a Milano col coltello fra i denti…

  186. Ma qualche sostituzione, no? Porcadiquellatr…

    Sempre gli stessi 11, vuole proprio farli schiattare!

  187. Vaffanculo anche al brescia

  188. Che calcio di m***a!! Ventidue simulatori in campo. Insopportabile guardare partite con certa gente in campo. Ma sono partite?

  189. L’abbiamo scampata… oggi lukaku decisivo ha fatto goal nel momento topico permettendo alla squadra di resistere. Ci è andata anche bene che nei vari rimpalli nella nostra area i difensori non hanno mai toccato con le braccia, spesso li ho visti andare con le braccia dietro la schiena o ben strette lungo il corpo perché evidentemente sanno che gli arbitri non aspettano altro, infatti anche i bresciani protestavano sempre anche quando non c’era nessun motivo (mi associo al vaffa di Dawide). La cosa preoccupante è il calo vistoso nel secondo tempo, ma non è una sorpresa, cmq 3 punti e a casa! Ah già, almeno fino a domani, salutate la capolista 😀

  190. Scusate non avevo letto prima, ma un sentito ringraziamento a fortebraccio x la contro-gufata delle 8:02 😉 e domani forza thiagone e goran!

  191. È andata di lusso. Squadra spompata, alle corde per tutto il 2′ tempo. Contro un avversario più tosto non avremmo avuto scampo…

    Non possono giocare sempre gli stessi 11! Giocatori come Lazaro, Politano, Borja; sono stipendiati o devono appendere le scarpe al chiodo?

    Stasera, l’eurogol di Lukaku, maschera parecchie difficoltà

  192. Dieci partite: una persa meritatamente, una pareggiata e otto vittorie. Otto.
    No, dico, otto.
    Stanchi, spremuti, pochi.
    Ma anche questa l’hanno portata a casa.

    Bravi ragazzi. Ora riposatevi che sabato si ritorna a combattere. E speriamo che anche il Bologna sia un po’ giù di corda.

    Perché è inutile negarlo…gli ultimi cinque minuti parecchi dei nostri non ne avevano.
    Ma lo spirito è quello giusto: si vede una squadra compatta, unita.

    Azzarderei un : “Son confidente per il futuro”. E speriamo in Fortebraccio!
    🙂

  193. hi 🙂 bross 🙂

  194. Sarà che la mia memoria di vecchio tifoso non mi permette più di far confronti sicuri con stagioni passate, ma mi sembra che nel loro primo anno Mancini e Spalletti non abbiano ottenuto risultati peggiori di questo primo anno di Conte. Chi mi legge sa come e da quanto tempo sostenessi l’arrivo di un allenatore come Conte, un vincente e , speravo, capace di dare una svolta ad una storia di routine che si ripete immutata da dieci anni, caratterizzata da alti e bassi non solo nel corso della stagione, con lunghe e impreviste pause che finivano per rovinare ciò che di buono si era fatto in passato, ma anche all’interno delle singole partite, con un tempo brillante, il primo, e poi un secondo di sbracamento con la squadra in balia degli avversari anche a risultato che sembrava ormai acquisito. Che devo dire? Mi sembra che la situazione non sia affatto cambiata: si vinca quattro a uno o due a zero, all’improvviso la squadra si ferma e i nostri avversari scorrazzano da padroni nella nostra area mettendo in crisi tutte le certezze precedenti. Certo, fino ad oggi almeno i numeri danno ragione agli ottimisti, almeno in campionato: una sola sconfitta , un pareggio e otto vittorie sono un bilancio più che soddisfacente, come del resto lo furono ai tempi ricordati di Mancini e Spalletti, almeno fino a Natale. Però la squadra nel corso delle singole partite non dà quasi mai la sensazione di una solida organizzazione, alterna momenti di buon gioco, anche per lunghi periodi, ad altri in cui appare in balìa degli avversari, anche di stazza di gran lunga inferiore e soprattutto non è quasi mai in condizione di chiudere definitivamente le partite prima del novantesimo: gli ultimi venti minuti, qualunque sia il risultato, sono di sofferenza, che finisce per annullare nel giudizio complessivo quel che di buono si era visto in precedenza. Dico la verità: da estimatore di Conte mi aspettavo partite di altro genere, combattute per novanta minuti con la consapevolezza da parte dei nostri di essere superiori e di non darsi mai per vinti anche nelle situazioni più difficili o meno fortunate. Forse sono io a pretendere troppo da una squadra che oggi si trova in situazioni obiettivamente difficili per le assenze , per la panchina corta, per partite troppo ravvicinate e che certo non ha goduto né della benevolenza della fortuna né di quella degli arbitri. Forse le ambizioni quest’anno erano giustamente maggiori rispetto agli anni passati e non ritenevo unico obiettivo il solito strapuntino in coppa. Tuttavia, lo riconosco, non è ancora il momento di fare un bilancio pro o contro. Non è opportuno fasciarsi la testa prima di essersela rotta. Gli obiettivi sono ancora lì, tutti a portata di mano, ma la musica , a mio parere, bisogna che cambi, come il nuovo direttore d’orchestra sembrava promettere rispetto alle passate stagioni.

  195. Concordo con scettico. Fin qua niente di diverso a quanto già sperimentato con Mancini e Spalletti: squadra che in in modo o nell’altro riesce a stare attaccata alle prime (se non ad essere leader del gruppo essa stessa), ma che non da nessuna sensazione di essere in procinto di raggiungere la maturità in termini di gioco e personalità (e quindi con forti probabilità che ad un certo punto molli…). Conte lamenta la scarsa profondità della rosa. Beh, è stato preso proprio in virtù dell’impossibilità (attuale) di raggiungere i giocatori desiderati (e cedere gli indesiderati). Il top player è lui, disse qualcuno… Pensi a far arrivare a Dortmund la squadra in condizioni accettabili, a costo di lasciare punti a Bologna. Se fa l’impresa di portarci agli ottavi, la proprietà uno sforzo a gennaio magari lo fa…

  196. dico la verità,fondamentalmente non lo sopporto, mi sta sui coglioni sto gobbo, non mi piace neanche il modulo 3-5-2, ma basta avere un briciolo di onestà intellettuale e caspita vuoi dirgli!
    sa di calcio come pochi, con valero,ranocchia etc. giustamente ci dice: “giocateci voi!”
    lui vuole una sola cosa..vincere e grazie alla sua tigna che trasmette a tutti siamo li, addirittura fianco a fianco con quelli li

    la sua conferenza di ieri e’ sacrosanta…in pratica ci ha detto
    “ve l’avevo detto cazzo che se mi compravate Vidal e Dzeko vincevo lo scudetto, sono primo nonostante tutto, pensate se mi avevate preso quei due…. e comunque se a gennaio mi date una mano importante, visto mai….)

    considerando gli attuali infortunati, le ultime 4 partite dell’Inter sono state affrontate con una rosa simile se non addirittura inferiore a quelle degli ultimi anni, abbiamo vinto a Sassuolo(bestia nera), abbiamo battuto il Borussia Dortmund 2-0, abbiamo pareggiato con il parma in casa dove ai punti meritavamo di vincere e vinto a Brescia dove era più giusto un pari.

    io dico solo applausi a tutti in particolare a quell’esaltato che siede sulla nostra panchina

    vinceremo lo scudetto ?
    ce una squadra in Italia che in ogni partita deve decidere chi mettere in panchina tra Dybala e Higuain, la stessa squadra che tiene in tribuna Mandzukic, la stessa squadra che quando ce bisogno di aiuto, va be non vi devo dire nulla, insomma, dare solo fastidio a quella squadra con la nostra rosa(costata 340 milioni contro oltre 730) a mio avviso e’ tanta tanta roba,da applausi, superarli, come già detto alcuni post fà avrebbe del miracoloso, stiamo andando oltre

  197. non son d’accordo la personalità si è vista spesso, Barcellona x esempio, il paragone col recente passato non regge.

    il problema è che i gobbi han 2 squadre, migliori della nostra, e l’Inter no, giocando 7 partite in 20 gg la macchia vien fuori.

  198. per affermare che si sta facendo come gli anni passati dovrebbe verificarsi che si arriva quarti negli ultimi minuti dell’ultima partita di campionato, che non escludo a priori per carità, ma dirlo oggi quando sei in testa non ha senso

  199. nasueato hai il dono della sintesi, in quattro righe hai detto le mie stesse cose 😉

  200. Verissimo che anche con mancini bis (2015) e spalletti (2017) eravamo stati a lungo primi in classifica fino a natale, salvo poi crollare rovinosamente, ma credo che stavolta la squadra abbia qualcosa in più soprattutto mentalmente, arrivo a dire che se potessimo giocare solo in campionato una volta a settimana avrei serie speranze di scudetto (al netto di ladrate arbitrali), ma la champions è una splendida “distrazione”, ed è importantissima anche economicamente, x cui credo che sabato a bologna un po’ di turnover ci sarà, a costo di lasciare punti, ma la partita di dortmund è fondamentale e ovviamente conte lo sa benissimo…

  201. Bhe, la frenata nelle ultime paio partite di campionato si è vista tutta.

    Ieri per la seconda volta quest’anno, a cinque minuti dalla fine sono sceso a buttare l’immondizia per non soffrire e sperare, al rientro, di trovare quell 1-2 in alto a sinistra.
    Sono propenso a pensare che non sia colpa di Conte ma dall’ oggettiva mancanza ( o inopportunità di utilizzare) dei cambi, al netto degli infortuni. E non mi sembra poco come giustificativi.

  202. Rigore per la bjuve al 94esimo.

    Attendiamo le dichiarazioni di Gigi Sbruffon sulla pattumiera al posto del cuore dell’arbitro.

  203. Comunque giocano talmente di merda che, se riusciamo a rimanere attaccati, il sorpasso è solo questione di tempo.

    A M A L A

  204. Non stavo guardando gobba-genoa, non sapevo neanche il risultato, davo x scontato che vincessero. Cmq ho dato un’occhiata a 2 episodi (espulsione e rigore) e sono ringiovanito di vent’anni mi sembra di essere tornato nel 98… ammesso e non concesso, non ci lascerebbero MAI vincere. MAI. A bologna turnover, please, proviamo almeno a passare il turno di champions

  205. Che altro dovevano fare al Conad per far vincere i campioni dell’universo?
    Gli hanno mandato un arbitrino tremebondo che stava fuori da un mese per sospensione.
    Ve lo immaginate uno così al cospetto della vecchia signora?!…e infatti eccolo là, rigorino al 94° e tutti a casa!
    (Ancora più grave la seconda ammonizione al genoano, scandalosa).

  206. Il movimento calcio italiano è una farsa, io mi guardo l’Inter in streaming gratuito perché un euro a sta gente non lo darò mai neanche sotto tortura, comperare un giornale poi non se ne parla

  207. Ma ve li immaginate Conte e Marotta che vedono la squadra di Torino? Uno spasso immaginare le loro facce….

  208. Defjam
    scusa, streamimg gratuito dove?
    Mi puoi dare, per favore, un link?
    Ma è sicuro?
    Grazie!

  209. Concordo in pieno.
    A Bologna con le riserve, dobbiamo provare a pasare il turno in quanto e’ l’unica manifestazione che puoi provare a vincere.

    Abbiamo pochissime possibilita certo ma pochissime sono meglio di nessuna.

    Io faccio ormai fatica a capire come fanno fanno a divertirsi cosi, non capisco la logica di una federazione che continua imperterrita sempre in quella direzione, non capiscono che prima o poi sto giocattolo non interessera piu nessuno.

    E con rispetto, non capisco neanche voi Interisti che continuate a pagare abbonamenti per vedere sto csmpionato ridicolo, basta!

    E’ ora di dare un segnale forte, questo schifo non va piu alimentato.

  210. Conte e Marmotta sono venuti all’Inter per espiare.
    Forse hanno un cuore, chissà.

  211. Mare

    sono d’accordo, io non do nemmeno un centesimo al calcio.
    Purtroppo devo pagare il canone Rai come tutti.
    Fosse per me il calcio italiano avrebbe già chiuso da un pezzo.

  212. Ma prima o poi il disinteresse sara’ totale,non solo da parte nostra, tifosi gobbi compresi, che tra l’altro lo scudetto non lo festeggiano neanche piu.

    La loro unica soddisfazione ormai non e’ vincere il campionato ma non farlo vincere agli altri.

    figuriamoci poi all’ Inter , il nemico dei nemici, allenata poi da un loro simbolo con cui hanno il dente avvelenato, con una squadra costata meno della meta…ma siete pazzi, non ci provate…

    E via con juve-bologna, juve-genoa e se
    inizieremo a perdere punti( come penso che con questa rosa accadra..) si calmeranno, ma se continueremo a rompere le balle vincendo questo e’ solo l’inizio, film visto, rivisto e francamente non ho nessuna voglia di rivederlo

  213. Più che altro, se conoscono con precisione certe dinamiche, Marotta e Conte parlino “liberamente”, “denuncino” certe situazioni…. Ancelotti del resto dichiara, senza giri di parole, di sentirsi attaccato personalmente.
    Tanto, mica penseranno di tornare un giorno alla juve!? Quindi, prima di vedere le solite scene facciano outing.

  214. E poi…scusate: ma se non vogliono assolutamente farlo vincere a noi, che lo lascino vincere una volta al napoli.
    Non dico all’atalanta perchè quelli sono nerazzurri come noi percui gli dá alla testa…. ma il napoli. Visto che non possono lasciarlo al milan come da tradizione. Almeno si cambia un po’.
    Perchè qui ormai è questione davvero di noia.

  215. Intervengo solo per ribadire che è da due anni che non verso più un centesimo al carrozzone corrotto, e la vedo come unica via per migliorare, mai fosse possibile le cose. Questa gente, ovviamente, pensa solo ai soldi e lì vanno colpiti. Noi non possiamo fare nient’altro.

  216. Un tempo si poteva capire , davano posti di lavoro (spesso coi nostri soldi) , ma adesso ?

  217. Il sito è hesgoal

  218. Mi fate sentire un po’ babbeo (o forse , chissà!, un privilegiato…) quando penso che da oltre trent’anni ogni mese verso il mio obolo a Sky ( o a chi prima ne faceva le veci) per godermi soprattutto le manifestazioni sportive (non solo calcistiche) comodamente seduto davanti al televisore (anzi , a due, perché con uno seguo le partite, senza sonoro, con l’altro le normali trasmissioni culturali che emettenti pubbliche e private ogni giorno ci propinano) con la modica spesa giornaliera di poco più di un quotidiano. Non credo di essere un’eccezione. A me piace il calcio, soprattutto se ben giocato, che considero, a certi livelli, un’autentica espressione artistica, forse la più genuina del nostro tempo e ho un rimpianto, essendo stato lo scrivere l’attività prevalente della mia vita, non essermi dedicato al calcio come avrebbe meritato. Resto convinto che, nonostante tutto l’ambaradan che lo circonda, fatto anche di profittatori, di corrotti, di interessi loschi e inconfessabili, lo spettacolo delle squadre che in campo lottano per il successo resti fondamentalmente genuino, che gli arbitri nella loro quasi totalità siano persone oneste, che i giocatori siano dei privilegiati che però nella quasi totalità considerano la loro una professione vera e propria, che dura poco, ma alla quale dedicare i migliori anni della loro vita da autentici professionisti. Tutto questo per dire che capisco tutte le riserve verso questo sport, ormai diventato fenomeno globale e quindi sempre più di difficile narrazione (ma il calcio è tra gli sport uno dei più semplici , quello che meglio rispecchia con le sue contraddizioni le contraddizioni della vita reale e proprio a questo deve probabilmente il suo successo in tutti i continenti), ma resta una passione vincente da accettare per quello che sa e può darci, senza porsi troppi problemi che finiscono per rovinare il piacere di uno spettacolo sempre nuovo e imprevedibile. Si veda, per esempio, la bizzarria della classifica attuale: chi ci sta davanti lo deve a due strani regali di avversari, un’autorete (di Koulibaly) e un rigore idiota ( quello di ieri sera) rimediati all’ultimo secondo, con conseguente immeritata vittoria non per altro che per pura balordaggine degli sconfitti. Noi invece abbiamo pareggiato la nostra unica partita grazie alle prodezze di un giocatore che abbiamo dato in prestito ai nostri avversari. Insomma , da una parte due generosi regali, dall’altra una specie di vendetta che infine ci condannano ad un immeritato secondo posto. Che di più stravagante e di meno prevedibile? E non parlatemi, in questo caso, di frutto di segreti complottismi…

    • @scettico.
      Ti capisco benissimo.
      Nonostante tutti gli appelli di chi dice di non versare soldi al carrozzone, io abito a 1000 Km da San Siro.
      Unico modo per esser certo di vedere tutte le partite della mia squadra del cuore (anche quelle su DAZN, ora, anche gratis) è versare il mio obolo mensile. e, con Sky go, vedo le partite anche fuori casa e mia figlia, che vive fuori per studiare, può vedersi tutto quello che vuole.
      Oltretutto seguo anche tutti gli altri sport possibili e non disdegno qualche film che ho perso al cinema.

      Che faccio, mi taglio l’uccello per far dispetto?

  219. Sanabria ingenuo.
    l’ espulsione..una Ca**ata.

    il miglior sito streaming, con anche link in italiano sky /dazn

    direttagol. ( it)
    quando chiede iscrizione, chiudere la finestra senza considerarla

    fare clic ( meglio allargarlo )con precisione sul quadratino x chiudere la pubblicità, poi clic sulla freccia x far partire la partita

  220. Leggo sul Corriere dello sport:
    “Cassata pizzica appena la maglietta sulla spalla di Dybala, che invece si sbilancia e si ferma come se fosse stato placcato da un quarterback.”

    Già. Quella squadra è un vero festival della simulazione tra maradibala, il quadrato e bonnybauer, nell’area avversaria, nella propria e anche a centrocampo.

    Manca solo Chiesa, arriverà magari presto.

  221. non e’ questione di tagliarselo ma stai pagando per uno spettacolo in cui te lo infilano dietro, se poi la cosa piace non mi permetto di discutere i gusti di nessuno

    😉

    • Vabbè dai… Sky non è solo calcio, per fortuna…

      A me quello che fa incazzare di più è DAZN, che si sono inventati per fotterci altri soldi. Fortuna che in streaming sono sempre riuscito io a fottere loro.

      Ringrazio i fratelli per i link suggeriti. Io solitamente vado su Sport365.live…

      Sulle merde zebrate non c’è niente di nuovo da aggiungere, la storia parla per loro

    • Perché se vai allo stadio non paghi e te lo infilano dietro lo stesso?
      Ero a San Siro col Cagliari, Giacomelli e Ranocchia e dovete stare zitti.

      Cosa cambia?
      Me lo spieghi?

      Allora dovresti seguire il curling, cambiare blog e non interessarti più di tutto ciò che concerne una palla che rotola. Sarebbe più coerente.

  222. vedo che fra di noi c’è rassegnazione. D’altra parte non è assolutamente ingiustificata: ieri si è toccato il fondale, a riprova che si sono inventati il var per poter giustificare la prosecuzione delle mistificazioni in favore di chi ha il furto nel dna. Se questo fosse un Paese non corrotto, neanche ci penso a dire serio, i ladri dovrebbero essere penalizzati di 10 punti per ogni ricorso che presentano per l’assegnazione del famoso scudetto..bla bla bla. Una penalizzazione costituirebbe una sanzione contro chi non vuole, e mai lo ha fatto, riconoscere la giustizia sportiva. Niente di niente: ricorsi a josa e accondiscendenza come si fa verso i potenti. E’ chiaro che rispetto a questa evidente realtà non possono che gonfiarsi rabbia, incredulità e rassegnazione. Rispondo all’amico che ha detto che non vuole tagliarselo per dispetto (Toto mi pare): potresti farlo per rispetto. Di te stesso e dei soldi che spendi: mi auguro non per farti prendere per il culo. Ormai siamo a questo, anzi. Siamo rimasti a questo perché nulla è cambiato negli ultimi anni, al netto del fatto che i ladri hanno saputo vincere anche per meriti. Tuttavia, dove non arrivavano i meriti hanno fatto ricorso alle armi consuete. Sul futuro dell’Inter non so esprimermi davvero, perché può succedere di tutto. In ogni caso, secondo me, se questo carrozzone non fosse asservito nel suo complesso, l’idea originaria di Moratti () sarebbe da perorare da parte di tutti quelli che hanno sperimentato, in italia, l’impossibilità di misurarsi ad armi pari con i ladri. E il primo dovrebbe essere Delaurentis: ieri tante chiacchiere e zero concretezza. Ma se arrivasse un giorno in cui una squadra si ritira dal campo per le nefandezze subite, forse, il bubbone potrebbe essere reciso da un colpo di bisturi. Forse, ma non è certo. D’altra parte,
    (Taras Mithrandir)

  223. l’idea originaria di Moratti era di iscriversi a un campionato straniero, tanto per la precisione

  224. e la frase di Mithrandir non pubblicata (chissà perché) era .

  225. La rassegnazione è il pane di chi è caduto troppe volte e si è dimenticato il sapore del cielo.

  226. Giacche siamo sui streaming,
    @nauseato

    Ho provato sul sito suggerito, ho scelto una partita in corso, mi apre due possibilità : l**k 1 (Free Registration Required) ma non parte proprio, e l**k 2 ( che porta ad un sito del Joker ), ma è una sorta di home page e non vedo pulsanti per far partire.
    grazie

    • ogni partita, come vedi, ha + di un link
      evita quelli che ti chiedono registrazioni varie , x es x il Milan stasera trovi anche quello italiano..
      poi devi fare attenzione nel chiudere la pubblicità cliccando sul piccolissimo quadratino in alto a sx ( ingrandisci, ti verrà più semplice)
      poi freccia
      spero di esserti stati di aiuto

  227. il rigore per la juve é la morte del calcio, punto. la Domenica dovremmo tutti cantare VERGOGNA per 90 minuti, in tutti gli stadi. Mi viene veramente da vomitare

  228. Il problema piu’ grande sara’, cosa vista e rivista anche questa, che alla prima occasione utile tutti, purtroppo nostri compresi, tenderanno a dimenticare e legittimare

    Ad. Es.
    Magari giochi male a Bologna e perdi, loro vincono bene il derby…prima o poi vinceranno una partita per bene e tutti giu’ a:
    ” vedete, piangono tanto poi perdono punti a Bologna e giustamente sono sotto di 4″

    Giusto um cazzo!
    Toglietegli i punti regalati con Genoa e
    Bologna e anche loro in un mondo normale perderebbero punti con le provinciali….e anche se perdo Sabato a Bomogla sarei rimasto comunque a pari punti, sempre in un mondo normale…

  229. Meno male, e non sono sarcastico, che c’è l’ottimistica serenità di scettico, che si ostina a vedere pulito quello che a tanti appare come uno spettacolo fondamentalmente iniquo. Il suo punto di vista serve a riequilibrare lo scoramento che ti prende quando hai la sensazione che tutto continui come sempre e più di sempre: un concentrato di interessi che alla fine configura un sistema di potere che soffia alle spalle della Juve. Forse non è così, manteniamo il beneficio del dubbio. Ma sinceramente faccio fatica.

  230. A bordo campo scrivono “LA PIRATERIA UCCIDE IL CALCIO” .

    SPERIAMO! così ripartiamo tutti da zero e andiamo a veder giocare i ragazzini all’oratorio…. che ste quattro teste di cazzo plurimiliardarie mi hanno veramente rotto. E non mi vengano a dire “ehh, ma fanno tanta beneficenza”

    Vorrei vedere!!

  231. Da stamattina ho incontrato un sacco di gobbi che affermano categoricamente che era rigore netto, che ronaldo è stato “falciato” e altri termini solitamente usati x descrivere azioni violente, se cerchi di metterli di fronte all’evidenza passano ai soliti slogan “brucia eh”, “rosicate”, “malox”, etc. magari ritirano fuori il fuorigioco di candreva… non ce la posso fare, è come essere in mezzo a gente convinta che 2+2=5… poi leggere certi articoli è ancora peggio, molti scrivono che è colpa del var che crea polemiche (!) e ne propongono l’abolizione… ma io proprio boh…

  232. Scusate se ripropongo ma, tra tutti i messaggi e le risposte, ci si perde e tengo al fatto di esser “letto”.

    @mareintempesta
    Perché se vai allo stadio non paghi e te lo infilano dietro lo stesso?
    Ero a San Siro col Cagliari, Giacomelli e Ranocchia e dovete stare zitti.

    Cosa cambia?
    Me lo spieghi?

    Allora dovresti seguire il curling, cambiare blog e non interessarti più di tutto ciò che concerne una palla che rotola. Sarebbe più coerente.

  233. Toto
    L’ho scritto con lo smile appositamente
    per fare una battuta.

    Non pretendo di dire a nessuno cosa deve fare.

    Io sono convinto che ci sia del marcio e la storia, la legge(!), non le nostre paturnie in passato hanno certificato il tutto…oggi in maniera piu sofisticata, perche questi a differenza del ferroviere hanno studiato,continuano a controllare

    Per questo motivo non seguo piu il calcio ma, non posso fare a meno dell’Inter.

    Hai perfettamente ragione sulla mia incoerenza, avrei voglia e ne sarei felice di non vedere piu il calcio ma l’Inter mi prende e anche se il non pagare piu il calcio mi rende felice perche penso sia l’unico modo per colpirli, la prendo in quel posto anche io come tutti noi….ma arrivera poi quel giorno che ci ripaghera tuttu queste amarezze

    Evviva l’Inter

  234. Volevo linkare qualche articolo di giornali/siti esteri che commentano il rigore dato alla gobba con toni che vanno dal perplesso all’ironico, ma ovviamente i commenti vengono filtrati. Va be’ fidatevi che non siamo solo noi, fuori da questo paese c’è ancora gente capace di usare gli occhi e la testa in modo normale…

  235. Sta storia del “non pago il calcio in TV perché non voglio finanziare sto schifo (che però continuo a guardare)” mi ricorda quel commerciante che non mi faceva lo scontrino “per non finanziare questi politici e questo Stato mafioso (di cui però si serviva per tutti i servizi)”

    Eh no cari. O esercitate coerenza oppure scusate la franchezza siete solo dei semplici ladri.

  236. Orabasta la tocca piano!
    Si scherza, eh!

    Buon onomastico a tutti i fratelli/sorelle di fede che frequentano il blog.

    A M A L A

  237. E bhe… sperare che gli juventini riconoscano e ammettano le differenze è impossibile.
    A me un amico gobbo, col quale si ride e si scherza di tutto, col quale condivido il 99% dei pensieri, ma col quale è inutile parlare di pallone, ha spedito 5 foto dell’immagine del var con la spalla di Candreva.
    Ma ieri non l’ho mica sentito. Non ha mica ammesso che la juve avrebbe tranquillamente pareggiato se non ci fosse stato il solito favore al 95′.
    Sono così. Irremovibili.
    Se proprio ci tieni a rovinarti il fegato e provi ad insistere, allora ti dicono: “bhe ma scusa, perchè la juve comunque non meritava di vincere?”.
    E voilá.

    Infine una riflessione sul solito lavaggio del cervello che subiscono quelli che arrivano a vinovo. Il Sarri che dichiara che la squadra ha cercato la vittoria fino all’ultimo, è la stessa persona che fino a due anni fa avrebbe detto peste e corna per un episodio del genere.

  238. Gus, mi piace la definizione del mio atteggiamento verso il calcio italiano di “ottimistica serenità”, perché, nonostante tutto quello che succede intorno a questo fenomeno di portata ormai universale, io continuo a seguirlo con interesse, con piacere e con divertimento, così come seguo altri generi di spettacolo come il cinema e la musica, senza troppo preoccuparmi di tutto ciò che si muove dietro le quinte. Mi sistemo davanti al televisore, mi godo lo spettacolo che Sky con molta professionalità mi mette a disposizione, senza costringermi a guardarlo, ma offrendomi tante altre possibilità di scelta, con una modica spesa (poco più di un euro per sera, quello che quasi ogni mattino infilo nel cappello dell’immigrato che staziona nei pressi di casa mia) e, permettimi!, con tutte le cose che vanno a catafascio in questo disgraziato paese e che mi fanno quotidianamente imbufalire (ho già raccontato come mi tenga la valigia vicino alla porta di casa, pronto ad andarmene quando sentirò avvicinarsi le avanguardie dei barbari salviniani), ti pare che i traffici poco puliti che ruotano intorno a questo bellissimo giocattolo costituiscano la punta delle mie preoccupazioni quotidiane? Se qualche problema il calcio mi procura sono gli sconquassi di cuore che questa maledetta squadra spesso mi provoca, riguardo al resto ho sempre ritenuto il calcio un vizio assurdo, ma assai meno costoso e rischioso di tanti altri che circolano nella nostra società e dai quali fortunatamente sono immune. Ma poi, detto in confidenza, in una società come quella italiana che vive all’insegna dell’incertezza, una specie di caos calmo in cui tutto sembra destinato a crollare da un momento all’altro, non sai come, non sai quando, ma sei certo che prima o poi avverrà, anche se poi la vita miracolosamente continua senza strappi troppo violenti, il nostro amato calcio, con i suoi riti , le sue quotidiane polemiche (classiche tempeste in un bicchier d’acqua), diversamente dalla situazione precaria del paese, continua a funzionare nella sua apparente perfezione e con le sue rassicuranti certezze: sappiamo in partenza chi vincerà, chi arriverà seconda, chi perderà la Champions e così via… Fuor d’ironia, auguriamoci piuttosto che già da quest’anno la nostra squadra riesca a mettere un po’ di disordine nell’ordine naturale delle cose come si è mantenuto fino ad oggi nel calcio in Italia. Quanto al resto, come scrive il poeta, “si sta come d’autunno…”.
    Buona giornata a te e a tutti coloro che hanno la pazienza di leggere , senza immagino condividerle, queste mie personali opinioni, oggi un po’ fuori dal seminato.

  239. Lezioni di vita nel sito settoreinter, poi parlate di incoerenza, lasciamo stare va

    Il punto vero, aldila delle nostre personali convinzioni e dei nostri personali atteggiamenti e’ un altro, molto concreto

    Per voi esiste o non esiste un problema arbitrale italiano che favorisce i gobbi?

    Questo e’ il
    Punto cruciale, il resto sono chiacchiere

    E non mi passa mica x la testa dire che chi paga l’abbonamento e’ complice.

    gli piace il calcio, l’Inter ,e va avanti digerendo il problema, rispettabil issimo.

    Cosi come rispettabile chi pensa che colpendoli nel portafoglio si possa risolvere il problema.

    Ma queste sono cose personali

    Quello a cui tengo e’ sapere se per voi ce o non ce un problema arbitri a favore dei gobbi.

    No perche qualcuno qua dentro e’ arrivato persino a rinnegare calciopoli….

  240. Mediaset

    col ritrovato Suso il BBilan riparte, il quarto posto nel mirino

    Barcellona a giugno chiederà Lautaro Sensi e Skriniar
    xo concederà Vidal a gennaio, eh

    sim-pa-ti-ci

  241. Il problema arbitri/gobbi non solo esiste da sempre, ma probabilmente è anche una concausa dei loro fallimenti europei, voglio dire che lo schifo del campionato italiano è sotto gli occhi di tutti a livello globale ai giorni nostri, un arbitro che dirige la juve in champions sa benissimo chi ha di fronte ed è forse per quello che non esita poi a fischiare un rigore non limpidissimo a favore del Real a tempo scaduto o a ignorare un fallo abbastanza evidente in area in Barcellona-juve, sono abbastanza convinto di questo e mi fa stare un pelo meglio.

  242. Сорокина Екатерина Александровна и хамско-быдлячье общение
    Кандидат наук кафедры «Техносферная безопасность» МИИТа Сорокина Екатерина Александровна грубо, нагло и по-хамски разговаривает со своими коллегами по работе, которые ей не то, что в мамы, в бабушки годятся в присутствии студентов. Такое поведение Сорокина Е.А. может себе позволить, зная, что шеф – «папик» (Аксенов Владимир Алексеевич) прикроет.

  243. Secondo me, relativamente all’ultima giornata di campionato, più che un problema di arbitri proni ai gobbi, c’è un genoano, Sanabria , che come un pollo fa esattamente il movimento con la gamba che Cr7 aspettava.
    Se proprio vogliamo pensare male, più che sull’arbitro bisognerebbe farlo su Sanabria.
    Possibile che un professionista in serie A faccia un errore così sciocco al 94simo?
    Perché stava in aera visto che è una punta?
    E perché deve essere una punta a marcare il miglior giocatore avversario in area di rigore?

  244. Non sono affatto d’accordo con chi ritiene per la partita di stasera una forma di disimpegno o addirittura di ricorrere in abbondanza al parco riserve (ma quali?) in vista del più importante e più difficile impegno di Dortmund. Mi sembra questo comportamento auspicato analogo a quello raccontato da Esopo in una favola famosa di Esopo, del cane che abbandona il pezzo di carne che ha in bocca per afferrare quello che vede più grosso in bocca alla sua ombra proiettata nell’acqua, e finisce per perderli entrambi. Ora, la partita di stasera è difficile, impegnativa, ma abbastanza abbordabile utilizzando le nostre forze migliori, come si è fatto con le cinque che abbiamo già vinto in trasferta. Una vittoria ci consentirà di rimanere alle costole dei nostri rivali, in attesa di loro passi falsi (senza abbandonarsi al pessimismo di un campionato già deciso a nostro danno da fantomatici complottismi) e soprattutto dei mesi decisivi primaverili, quando chi avrà più tela da tessere potrà giocarsela alla pari. La partita di Dortmund, chi ha visto con quale spirito e capacità giocano i tedeschi in casa loro (dove hanno pareggiato con il Barsa e meritavano ampiamente di vincere) sarà per noi una vetta di quarto grado da scalare, in cui vincere sarebbe un’autentica impresa e anche un pareggio non ci garantirebbe affatto un passaggio di turno, penalizzati come saremmo dal coefficiente reti. A Dortmund, se vorremo avere qualche speranza di scamparla, dovremo impostare una partita tutta in chiave difensiva con veloci puntate in contropiede, un cui conterà soprattutto più che la capacità di resistenza fisica, quella mentale ed una efficiente organizzazione dei reparti arretrati, evitando gli errori che spesso ci penalizzano. Infine, affrontare la partita di Dortmund, carichi per una vittoria a Bologna, sarabbe, a mio parere la condizione migliore per tentare un’impresa ritenuta quasi impossibile. Spero che Conte, da navigato stratega, abbia le idee chiare in proposito.
    Intanto due belle notizie: il ritorno in squadra di Sensi e le splendide prove di un quindicenne nelle giovanili nel campionato mondiale under 17 in Brasile. Io sono rimasto incantato dalle qualità di questa giovana premessa, dal dribbling facile, dal tocco morbido, dal senso straordinario e intelligente della posizione in campo e dal tiro preciso e centrato nelle reti avversarie (ha già segnato tre gol in due partite!). Ho letto poi che è nato in Italia, figlio di immigrati, che frequenta il liceo classico e ha otto in latino. Che desiderare di meglio?
    PS. A qualcuno questi miei interventi non solo non piacciono, ma li ritiene ingiuriosi e offensivi nei confronti del blog di Settore (da qui l’accusa nei miei confronti di disonestà intellettuale e addirittura di connivenza col nemico, rinnegando io secondo lui addirittura calciopoli). Accuse gravi e immotivate. Non capisco il motivo di questo atteggiamento da odiatore da tastiera, come va di moda in altri blog. Non voglio affatto entrare in polemiche, certo che la persona in questione neanche mi capirebbe. Già l’ho avvertito in altra circostanza di evitare di leggermi: siamo entrambi ospiti nel blog e quando in un salotto a me capita di incontrare una persona che mi è antipatica, la ignoro. Così io ho fatto in passato nei suoi confronti, e vorrei che fossi ricambiato. Grazie.

  245. Buongiorno. Concordo con te sull’opportunità di affrontare il Bologna come si deve.
    Dissento solo sul Borussia.
    Ho visto dal vivo la partita di San Siro e non ne ho ricavato un’impressione che possa preoccupare.
    Squadra apparsa (a me) rinunciataria e dal tasso tecnico non eccelso.
    Magari mi sbaglio io oppure in casa si trasformano.
    Comunque io resto fiducioso. Secondo me faremo un buon risultato.

  246. pare che oggi sia prevista l’uscita dal sepolcro dello zio Lazaro..la battuta è scontata, che non faccia cag*te no..

  247. Spero proprio per l’Inter in un fine settimana decisamebte diverso dal mio, perche’ tra ieri ladro, oggi stupido(non capirebbe) e odiatore ne esco con le ossa rotte.

    Buon fine settimana

  248. Сорокина Екатерина Александровна “липовый” кандидат наук
    Сорокина Екатерина Александровна, липовый доцент кафедры «Техносферная безопасность» МИИТа при помощи давления и шантажа, совместно с заведующим кафедрой Аксеновым Владимиром Алексеевичанем, заставила включать свою фамилию в научные работы и статьи, как соавтора. В резульате чего, после очередного давления Аксенова В.А. на Совет при защите кандидатской, Екатерина Сорокина стала кандидатом технических наук с позорной для российской науки работой «по мытью и уборке вагонов».

  249. Manca meno di tre ore al fischio d’inizio.
    Fortebraccio????
    Non scherziamo sulle cose serie, eh

    🙂

  250. Mi conforta, moltissimo, il ritorno a disposizione di Sensi, seppur part time per oggi. Semplicemente vederlo giocare é un piacere, spero riacquisisca subito il ritmo partita che aveva ante infortunio. Bentornato Stefano!

  251. Caso sanabria-ronaldo insomma è come quando mi rubano in casa, non è colpa del ladro ma colpa mia che non ho messo l’antifurto o ho lasciato la porta aperta. Chi ragiona così a me sembra un cretino.

    • Guarda che sanabria tocca effettivamente la gamba di Cr7. In questo caso non c’è nessun ladro. Solo un cretino.

    • Per coerenza adesso dovresti dare del ladro anche a Lautaro, visto che non c’è molta differenza tra il mestiere che usa il nostro e quello usato da Cr7, entrambi con la complicità dell’avversario che commette un ingenuità.

  252. Stanno trattando il Napoli come l’Inter durante calciopoli. L’ingiustizia ti fa perdere i punti nella prima partita e dopo averti fiaccato moralmente te li fa perdere nella seconda.
    Se non avessimo Conte e Marotta subiremo lo stesso loro trattamento….
    Mi vengono i brividi!!

  253. No, a me i brividi vengono se tu sostieni che abbiamo un trattamento ad hoc, in bene o in male, per la presenza dei 2 ex gobbi.
    Allora ho ragione io quando penso che un qualunque titolo mi lascerebbe sempre l’ombra del dubbio.
    Ahinoi

  254. Per ora il trattamento ad hoc consiste nel non fare nulla contro, per ora, poi si vedrà

  255. È molto triste ma tant’è

  256. Un buon primo tempo, contro un Bologna che sta disputando la partita della vita, as usual…

    Il vantaggio meritato è svanito solo per questione di centimetri…

    Continuare così

  257. Non credo che con conte e marotta stiamo avendo un trattamento di favore, vedi arbitro col parma, di sicuro i favori vanno sempre in una direzione, ad oggi fra rigori dati a favore e non dati contro almeno 4 punti glieli hanno già regalati. Ma pensiamo a questa partita che è meglio, finora secondo me non stiamo giocando male, vediamo il secondo tempo

  258. Non si puo’ dire che siamo fortunati…

  259. Grande Interrrrrrrrrrrrrr

    Partita vinta con i denti, le unghie e con i controcoglioni!

    Amala

  260. Come volevasi dimostrare….in altri tempi non c’è lo avrebbero mai dato.

    • Non mi illudo.
      Stasera la giube passeggera’ sul povero torello. Mi aspetto una o due espulsioni
      Avessimo perso, come il Napoli, campionato finito già ai primi di novembre.
      Un po’ troppo forse

  261. Fortunati. Il pareggio forse sarebbe stato più giusto.
    Ma é andata bene, persino giocando con Lazaro.

    E senza l’aiuto di Fortebraccio!

    Ora testa a martedì. Speriamo che la buona stella ci assista anche a Dortmund.

  262. Su Sky parlano di tuffo di lautaro…

  263. Possono dire quello che vogliono il rigore era netto! Stasera la squadra mi è piaciuta contro un avversario non certo facile, dopo essere andati sotto abbiamo reagito ottimamente, sono particolarmente contento x lazaro, che contro il sassuolo aveva pagato colpe non sue, stasera ha giocato bene anche nei recuperi difensivi. Ah, lukaku 9 goal in 11 partite, poi magari qualche pallone lo sbaglia ma insomma almeno numericamente finora non gli si può dire niente

  264. boh da povero tifosotto mi è parsa la migliore Inter della stagione, o quasi.
    che stessero perdendo era un’ assurdità tecnica, solo una squadra forte recupera un match così.

    ora un flebile forza Toro, scornato ma chissà

  265. DOVERI figlio di una meretrice.
    Si può dire?

  266. Orabasta, senza cattiveria, ma il rigore chiaro su Ronaldo qui l’hai visto solo tu. Per tutti, anche all’estero è stato un tuffo bello e buono. La gamba di Lautaro viene spostata senza se e senza ma

  267. A Brescia era stata una vittoria sofferta, con preoccupante calo nella ripresa…

    Stasera, contro un un’avversario molto più forte, dopo uno svantaggio immeritato, poteva esserci il crollo…

    Invece, nel momento di massima difficoltà, sono venuti fuori carattere, garra e attributi; tutte qualità trasmesse dal manico…

    L’anno scorso non l’avremmo mai vinta

  268. Grazie Inter, punto! Questa rimonta dimostra una volta di più che, ammettiamolo, con Conte la squadra dimostra di avere attributi caratteriali che negli ultimi dieci anni erano venuti a mancare. Ora testa, e gambe, a Dortmund, serve una partita della vita, e partire da questa bella prestazione va bene. Forza ragazzi, crediamoci. P.s. Ci mancava solo la mamma del dementone portoghese a reclamare altri palloni d’oro, evidentemente il figlio ha preso molto dalla cara mammina…

  269. Il toro risparmia energie importanti x la partita con l’Inter.

  270. Che bello, vincere per costringerli a l’affare come se non ci fosse un domani

  271. vittoria importantissima e quasi insperata. E questo Lazaro ?? Spero sia questo, anche se a volte eccede, mi pare.
    Mi spiace tanto per Politano che è stato sempre un dei miei preferiti dai tempi del Sassuolo e l’anno scorso ci ha parato il culo parecchie volte. penso lo venderemo.

    @nauseato
    grazie per i suggerimenti, tutto ok !!

  272. Insomma ennesimo mani in area di de ligt su cui arbitro e var guardano altrove fischiettando, poi si dubita che su lautaro non fosse rigore… restiamo secondi a un punto ma le possibilità di puntare allo scudo (che x me cmq sarebbero basse) in questa situazione sono pari a zero. Non so voi ma io la sensazione di presa x il culo ce l’ho sempre fortissima

  273. A dispetto del mio cronico pessimismo, ieri la partita mi è francamente piaciuta. Anche se avessimo perso, avrei ugualmente apprezzato il buon gioco messo in mostra dalla nostra squadra: in un campo rognoso come è tradizionalmente per noi quello bolognese, ci siamo mossi bene, con discrete manovre e tante occasioni da rete, al solito non sfruttate al meglio, anche per sfortuna, ma il pressing nella loro area è stato costante a testimoniare la buona salute della squadra, anche sotto l’aspetto fisico, fino alla fine , e dissipare così le preoccupazioni di un eccessivo spreco di energie in vista del Borussia. Ieri a pezzi e bocconi ho visto anche la partita dei nostri prossimi rivali (era in contemporanea con la partita dell’Olimpico) e, sebbene il Borussia abbia vinto come noi, non mi è sembrato il suo gioco particolarmente brillante come qualche settimana fa contro il Barcellona. Inoltre il suo capitano e più prestigioso giocatore ha abbandonato il campo per infortunio dopo una quindicina di minuti. Insomma , non andremo certo là a far la parte delle vittime sacrificali, già destinate al terzo posto. Ma dovremo vincere e in terra tedesca non è mai stato facile per le squadre italiane.
    Buon inizio di settimana a tutti.

  274. Buongiorno a tutti. Vi seguo ancora, già,
    e seguo ancora, nonostante tutto,
    la Beneamata, che ora in alto sta,

    col gioco suo, di certo non perfetto,
    che sempre i nostri cuor dannare fa.
    Col “guru” nostro, Scettico, lo ammetto,

    mi scrivo nel privato con frequenza,
    e discettiamo di uomini e di schemi.
    Lo so, direte voi, non puoi star senza

    parlare di calcistici problemi…
    Tu soffri di tifosa pestilenza, 
    lo stesso morbo che fa tutti scemi (absit iniuria verbis)

    E’ vero, e ne sono assai cosciente,
    e  prego voi di credermi, signori…
    so di apparir perfetto deficiente…

    Come lo struzzo, che non guarda fuori,
    rifiuto di guatar la gobba gente
    ma seguo in campo i nostri colori..

    Non dite niente, che’ già assai, in passato,
    vi “ruppi” con la mia cieca teoria 
    di rifiutar chi aveva militato

    nei ranghi della tronfia villania.
    E’ solo un mio messaggio di saluto,
    un modo per indurvi in allegria.

    Saluto Lothar, Denny e Orabasta
    che purtroppo ha ragione pel rigore ::
    son figli tutti  di ladrona casta

    e meritano intero il mio livore
    ma la “Cassata” e’ stata invero vasta
    e occorre saper dirlo con onore.

    Saluto Gus, Javier, Vittorio e Toto,
    (quest’anno io non sono sceso in Puglia
    il posto all’Inter club rimase vuoto…)

    e Defjam (che a volte s’accapiglia),
    ma l’assenza di Wolf purtroppo noto,
    lui che a spiegar faceva meraviglia.

    Inverno in inglese poi mi manca,
    col suo stile asciutto ma profondo,
    Forse di scriver troppo lui si stanca,

    come Vittorio che ti porta in fondo
    tre righe al massimo (poi…carta bianca).
    Non posso qui citare “tutto il mondo”

    chiedo perdono a chi non si ritrovi
    tra i pochi che più su citai a casaccio,
    che’ tutti – settoriani vecchi e nuovi –

    mi siete molto cari. E Fortebraccio ? 
    Oh Luca, qui bisogna che ti muovi (perdonate il congiuntivo mancato…)
    ci mancano i tuoi auspici. E adesso taccio.

    Forza INTER
    Stracatacacchio 
    Fottute tastierine
    etc. etc. …

    Ci leggiamo per Natale.

  275. Grande Giorgio! Considero il tuo intervento come un “pensiero poetico” incluso nel rituale apotropaico pre-partita di martedì sera 😉 ma non aspettare natale x farti risentire (neanch’io ero contento di conte ma finora mi sembra che stia andando bene anche fuori dal campo… secondo me fra un po’ comincerà a parlare anche lui sulle ladrate della sua ex-squadra)

  276. Questa si che é una lieta sorpresa, GRANDEGIORGIO, intervento graditissimo e al solito in piacevole rima! L’Inter ha bisogno anche di te, che fai, continui ad estraniarti dalla lotta? Dai, su vieni a dare una mano a mastro Scettico che manchi, e l’accoppiata ex gobba, oltreché i risultati, si sta dimostrando degna di tanto incarico.. Ti aspetto!

  277. Ciao Giorgio… buongiorno a te e bentornato!

    Qualche rima prima di Natale sarebbe gradita…

  278. Ciao Giorgio, complimenti per le terzine perfette. Non ti smentisci mai: “fedele ai tuoi, contro i nemici crudo!”. Giusto così e …a presto.

  279. Ciao Giorgio.
    A presto

    A M A L A

  280. Ciao Giorgio il nostro poeta, bentornato.

    La prossima volta voglio vedere una rima con ” gibson ” !!! ah ah.

  281. Non posso dirti “Bentornato”, Giorgio, perché io qui non sono di casa, ma leggere la tua passione per l’Inter è un piacere anche per uno juventino.
    Non ce la nascondere

  282. Ciao Giorgio, bentornato, era ora mancavi a tutti

  283. Vivo a Bologna.
    Come sempre, quando c’è la beneamata ,vado allo stadio.
    Qui ,dai tempi del famoso scudetto conteso degli anni ’60,quella con Inter è partita della vita, giocano tutti a mille, per i bolognesi rivale primario.
    A conti fatti, bella ed insperata vittoria, dal campo Brozo stanco, Gaglia fuori fase,
    Barella impagabile- ha tenuto su tutta la mediana- Lazaro ottimo quando attacca, un po’ meno quando si difende, ma manifesta grande fisicità, come l’equipe tutta.
    Allenatore Magnifico.
    Resta da capire perché svegliarsi sempre in ritardo e non , invece, fare il contrario: prima mettersi al sicuro poi giochicchiare.
    Per me questo step definitivo.
    Se no,qualche volta perderemo il treno.
    Comunque l’impressione è di ottima squadra.
    amiamola a prescindere.

  284. Ieri ho letto una proposta interessante per tentare di porre rimedio a questa infinita sottomissione arbitrale nei confronti dei gobbi, fateci “ascoltare la var”.
    Sentire le loro motivazioni che portano ad una determinata decisione sarebbe di una trasparenza importante.

    Se ci pensate sono una delle poche categorie che deve rendere conto solo al giudizio dei loro ex colleghi, ricordate ad es. la” punizione ” che diedero ad Orsato?

    Questi arrivano, colpiscono e non devono dare spiegazioni a nessuno, comodo.

    Quindi tornando a quella idea iniziale ho pensato, wow, farli parlare, spiegare, potrebbe essere la risoluzione ma riflettendoci un po e andando indietro con il tempo….all’inizio abbiamo aggiunto il quarto arbitro, poi i 2 di porta, la tecnologia del gol non gol, la var dove hanno un video comodi seduti e niente da fare, trovano sempre l’antitodo.

    Questi neanche con l’esercito a bordo campo.

    Con quei “signori” non ce soluzione.

    E la cosa peggiore e’ l’assuefazione generale a questa situazione

  285. Графской Виктор Николаевич 1975 года рождения, уроженец г.Москва.

    Финансовый советник и ведущий аналитик инвестиционной компании “Атон”. Плодотворно сотрудничал с “E3 Investment”, известной успешными вложениями в высоколиквидную недвижимость.

    Активный участник многих бизнес форумов, выступающий с актуальными докладами и предлагающий решения в сложных аспектах малого и среднего бизнеса.

    Виктор Николаевич, неоднократно был отмечен в активном привлечении инвестиций в сельское хозяйство Краснодарского края. Нельзя не отметить пользу от общественной деятельности в Московском регионе, такую как благотворительность и меценатство.

  286. Riposa in pace, Alberto Rivolta, e grazie per aver vestito la nostra maglia

  287. statistica di Pellegatti:
    nella classifica dei primi 60 minuti il Milan avrebbe 19 punti.

    neanche alla frutta, oltre.

  288. Сорокина Екатерина Александровна и шантаж преподавателей
    Безграмотная сотрудница кафедры МИИТа «Техносферная безопасность» Сорокина Екатерина Александровна получила образование сомнительным путем. Работая в ВУЗе, Сорокина Екатерина шантажировала преподавателей кафедр, что те будут наказаны руководством (Аксеновым Владимиром Алексеевичем), если просто не поставят в зачетку отметку. Учитывая “теплые” отношения Сорокиной Е.А. с Аксеновым В.А.

  289. questi abilissimi oratori, predicatori, che si fanno voler bene, portano consensi dalla loro, srmbrano cosi virtuose ma spesso

    Predicare bene razzolare male

    Ad. Es il sig. Pioli, classico pretino perbene che chiede rispetto al Milan che ha riposato un giorno in meno della Lazio !
    non hanno le coppe, la Lazio gioca ogni 3 giorni, si commenta da solo, ma lui e’ una brava persona, quindi puo’ dire quello vuole.

  290. Infuria nei media e nei blog sportivi la polemica sulla concessione e non di rigori che secondo l’opinione di molti non dovrebbe più sussistere dopo l’introduzione del Var, come se quest’ultimo non fosse anch’esso sottoposto al giudizio umano di chi lo manovra. A mio parere, i tre rigori di cui più si discute, due per sgambetto e uno ( quello di Di Light ) per fallo di mano erano tutti da fischiare, indipendentemente dal giudizio del Var. Per contestare i primi due ci si appella al principio di lealtà sportiva, dimenticando che il calcio è un gioco in cui , come in tutti i giochi, diversamente dalle gare puramente sportive come lo sono ad esempio quelle di atletica, è ammesso, entro i limiti regolamentari, l’inganno che mette fuori gioco l’avversario ingenuo (cos’è infatti il dribbling, se non un tentativo di ingannare l’avversario o la finta di chi batte il calcio di rigore per mettere fuori gioco il portiere?). Ora, in entrambi i casi il difensore, tratto in inganno dal dribbling, anziché intercettare il pallone, aggancia il piede dell’avversario. Che poi l’aggancio sia di lieve o di forte intensità non può stabilirlo l’arbitro: il giocatore cade, l’inganno è riuscito e il rigore va fischiato. Ricordo un famoso giocatore, il sudamericano Sivori, bestia nera in area di rigore per i suoi dribbling ubriacanti e provocanti al limite dell’irridenza nei confronti dei malcapitati difensori che reagivano scalciandolo e rischiando continuamente il rigore: lui, di proposito, giocava con i calzettoni abbassati, in modo da rendere ancora più evidenti i segni dei calci ricevuti (l’esempio venne poi seguito anche dal nostro Corso) da denunziare all’arbitro, finché un simile comportamento venne condannato dalla stessa federazione, perché giustamente ritenuto quasi una sfida che aggravava, appunto provocando l’avversario, la beffa del dribbling. E tuttavia, un difensore se è bravo difficilmente cade nella trappola, tanto è vero che i due che hanno commesso di recente il fallo non erano difensori, ma attaccanti. Nel caso poi del fallo su Ronaldo, l’ingenuità del difensore è stata lampante e non scusabile, perché il dribbling del portoghese ( che è bravissimo in altri fondamentali, ma nel dribbling ripete sempre meccanicamente le stesse mosse piuttosto prevedibili) era l’ultimo disperato tentativo per sbloccare la partita agli sgoccioli. Infine il fallo di mano di De Light era chiaramente da punire, dal momento che il nuovo regolamento non prevede il giudizio di intenzionalità o meno, e il braccio era nettamente staccato dal corpo. Il giocatore, già ammonito, doveva essere espulso e il calcio di rigore fischiato. Ma questo caso probabilmente fa parte di quelli della cosiddetta sudditanza psicologica degli arbitri verso la squadra ritenuta più forte, che, guarda caso, è sempre la stessa. Questo, per quel che vale, è il mio parere.
    Buona giornata a tutti.

  291. Romelu, s’il vous plait, sparagliene 3 a quelle bestie del verona.

  292. Buongiorno.
    Come un paio di giorni fa concordo con Scettico tranne che per un piccolo particolare.
    L’ammonizione in caso di fallo da rigore e, al momento, ancora più discrezionale e soggettiva del rigore stesso.
    Quindi, il giorno che vedessi un giocatore monocromatico ammonito ed espulso per un fallo da rigore provocato, a meno di fallo eclatante con spargimento di sangue, mi preparerei all’imminente Apocalisse.

    A M A L A

  293. Lukaku 3
    poi Asamoah e Lazaro 1 a testa.

    Infine gran gol in rovesciata di Danilo D’Ambrosio al quale viene passato un microfono wireless, parte la musica e tutti con lui a cantare ‘A CITTA’ ‘E PULECENELLA.

    FC Niggas&Terrons 4 – Bestie 0
    Che sogno.

  294. La e dopo rigore è, ovviamente, da accentare.
    Fottute tastierine (cit.)

  295. sorry cioè:

    FC Niggas&Terrons 6 – Bestie 0

  296. Baldini, ho perso il conto.
    A me viene 6 – 0.
    Ma me ne bastano anche 4.
    Anzi meglio, per il polpo ( chi sa, sa)

  297. Abbiamo scritto in contemporanea.

  298. Il pagliaccio di caressa su sky dice che non parleranno più di var… ormai non sanno più che inventarsi… vorrei quasi che alla prossima partita qualcuno dei nostri facesse fallo di mano alla de ligt e dessero rigore (ma che poi ovviamente vincessimo lo stesso!) chissà su quali specchi dovrebbero arrampicarsi

  299. Ululati contro Balotelli inqualificabili. Mi auguro si prendano provvedimenti, la curva del Verona è recidiva…

    L’Inter ha dovuto giocare 2 partite a porte chiuse lo scorso anno. E’ ora che pure altre tifoserie vengano trattate con lo stesso metro…

    Va detto che pure in Brescia-Inter ci sono stati cori contro SuperMario, non di stampo razzista, per fortuna, ma ugualmente inqualificabili. Ricordate il coretto che le altre tifoserie riservavano a Materazzi? Ecco, quello…

    Sarebbe ora di finirla

  300. La cosa assurda di questi “ultras” è che x loro è proprio normale così, vedi la lettera della nostra curva a lukaku, o le ultime dichiarazioni di un veronese (“anche noi abbiamo un giocatore neGro” etc) ma l’errore di base è considerarli tifosi, questi sono delinquenti comuni che andrebbero puniti uno x uno, non squalificando tutto lo stadio, cosa che probabilmente in quelle menti malate è una specie di medaglia… cmq l’unica squadra che ha giocato 2 partite a porte chiuse tanto x cambiare è la nostra…

  301. -2 alla chiusura automatica del post e temo questa volta del blog.
    Per evitare di rimanere con il cerino in mano senza poter commentare voglio salutare tutti gli amici con cui ho scambiato idee e passione comune, e chiaramente ringraziare Settore per averci dato questa opportunità e averci fatto sorridere con la sua arguta ironia.
    E chiaramente…
    FORZA INTER.

  302. @javier+

    Stai scherzando o dici sul serio?

    Chiude il blog?

    NOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!

    AMALA.

  303. …e l’ultimo chiuda la porta!

    cit.

  304. No dai, Settore x favore fai un nuovo post, anche solo simbolico, che so, scrivendo solo “juve merda” 🙂

  305. FORZA INTEEEEEEEEEEEEEEEEERRRRR!!!!

  306. Con la nuova regola, il fallo di mano è sempre rigore tranne se:
    – braccia attaccate al corpo
    – la palla rimbalza a terra
    – c’è una deviazione ravvicinata
    – de ligt

  307. Javier, spero che la tua notizia non sia vera, ma se lo fosse, ricordati che sono in debito con te di un libro e non mi piace lasciarmi dietro, data la mia età, dei debiti. Naturalmente scherzo, ma, poiché da qualche settimana ne ho terminato uno nuovo, mi piacerebbe fartelo conoscere, a risarcimento di quello vecchio mai spedito. Se mi sarà consentito, allego il mio indirizzo elettronico “scettico30@gmail.com”. Se vorrai farmi conoscere il tuo, lo riceverai in formato PDF.
    Sarei felicissimo di inviarlo anche agli altri amici del blog che me ne faranno richiesta: se veramente si tratta di definitivo congedo dal blog, mi piacerebbe davvero lasciarlo con un’immagine a chi mi ha conosciuto meno intertriste e piagnona di quella che temo di essermi guadagnato con i miei interminabili papiri…
    Intanto , per stasera, buona fortuna alla nostra squadra che però , spero , non ne avrà bisogno.

  308. beh se deve chiudere il blog lasciamoci gli indirizzi mail così almeno rimaniamo in contatto. Un solo grido: forza Inter

  309. Prima che il blog si autodistrugga…

    Che si vinca o che si perda…

    Sempre RuBe merda!

  310. intanto un fantastico primo tempo a Dortmund!!!!!!!!!!!!!

  311. E dopo sto popo de primo tempo

    ghe staria un bel papiro in russo…

  312. Brozovic la porta
    Lautaro la sventaglia
    Candreva la assiste
    Vecino……….la mette!

    Il crucco la guarda.

    E il tifosotto gode

  313. Ragazzi la mia era solo un ipotesi dettata dal limite temporale di un mese del post e dalla obiettiva latitanza del maratoneta. Felicissimo se mi smentirà.

    Scettico sei gentilissimo ti manderò mail e leggerò con grande piacere il tuo libro.

    Ah si dimenticavo… Stiamo vincendo
    2 a 0

  314. Primo tempo fantastico, ma attenzione che loro quando attaccano sono pericolosi, handa ha già fatto almeno un paio di grandi parate, mai come stavolta la miglior difesa è l’offesa, visto che dietro non sono impeccabili… ma la cattiva notizia è il pareggio al camp nou

  315. Ma vaffanculo va

  316. Solito crollo nella ripresa di una squadra che per troppo ha spremuto sempre i soliti 11…

    Nel campionato italiano te la puoi cavare, a Dortmund e Barcellona no…

    Ora servono 6 punti nelle prossime 2, altrimenti sarà addio Champions.

  317. Stasera per la prima volta nella stagione sono davvero deluso e arrabbiato. Buttata nel cesso una partita già vinta e conseguente qualificazione agli ottavi

  318. Ma no denny, vaffanculo a ste serate che ti illudi finiscano in gloria e invece…

  319. Proviamo a ragionare con un minimo di freddezza… ormai non c’è alternativa dobbiamo vincere a praga, e non sarà certo facile, i cechi non sono la squadra materasso che si credeva, e lo abbiamo già visto all’andata, ma in caso di arrivo alla pari con i tedeschi siamo in vantaggio negli scontri diretti. Però abbiamo buttato una grande occasione, soprattutto sul 2-2 preso da una rimessa laterale x noi ho battuto il record fantozziano di bestemmie

  320. Sembrava fatta
    Invece ora siamo praticamente fuori e dovremo lottare con lo Slavia per l’Europa League

    Fa male ovvio, ma sinceramente non mi sento di rimproverare nulla a questa squadra, questo e’ il massimo e siamo sulla buona strada, detto ora magari stride ma la penso cosi,
    non abbiamo la squadra per andare a dominare 90 minuti su questi campi

    Dovevamo gestirla meglio certo, magari tenevi i primi 15/20 minuto del secondo tempo e la portavi a casa ma cosi non e stato, hanno impresso un ritmo pazzesco, non li tenevamo piu a centrocampo.

    Andata, peccato, soprattutto temo lo psicodramma collettivo che si scatenera’ sulla squadra(stampa, i nostri tifosi stessi etc..)ma per quanto mi riguarda la squadra ha dato il massimo e non ho quindi nulla da rimproverargli

  321. Nei pulcini. Nei pulcini ok. L’allenatore, che fa il capostazione oppure fa il prof. di edu. fisica alle medie, ti grida che il fuori devi batterlo in avanti. IN AVANTIIIII cazzo.

  322. Questo siamo. E non è poco.
    Coraggio: il campionato ci aspetta e dovremo reagire. Nessun contraccolpo: ecco, già questo sarebbe un enorme passo avanti. Da squadra tosta, matura, vera.
    Vinciamo col Verona. E torneremo tra 12 mesi a rigiocare queste partite.
    Coraggio!!!

  323. Dispiace, certo, ma ciò dimostra che non siamo ancora a certi livelli.
    La Champions, ragazzi, è una roba dura, durissima.
    Se non passiamo, ok, penseremo seriamente al campionato dove possiamo dire la nostra, senza grandi impegni come la coppa campioni.
    Ovvio che perdere una partita che vincevi 2 a 0 fa girare i gabbasisi a mille!
    Però siamo sulla strada buona.

    C’è sempre l’ipotesi di vincere sia a Praga che contro il Barca 🙂

  324. Sconfitta che fa male, proprio per quel primo tempo così bello. Ma ormai è oggettivo che questa squadra, questa rosa, può reggere ai ritmi imposti dal gioco di Conte una sola competizione. Viceversa, tiene qualche bella frazione di gioco, ma poi rischia il ritorno degli avversari (come in campionato, spesso sfangandola) o lo subisce (come in CL, imbarcando). Non credo alla qualificazione (ovvio, ci spero), non mi aspetto miracoli né tantomeno i regali del Barca. E se eliminazione sarà, spero si finisca quarti, così da dare a Conte la possibilità di cavare fuori il meglio dalla squadra gestendo solo il campionato. All’anno prossimo il salto definitivo.

  325. Spiace certo brucia da morire, il sogno era per metà realizzato, ma, e son daccordo con mareintempesta, abbiamo dato tutto, tutto. Peccato il loro terzo che gli abbiamo regalato, però va dato loro atto che hanno attaccato come bestie, e in quegli stadi é dura. Ora ricomponiamoci subito cercando di riacquistare fiducia da subito col Verona. Un po di sfiga l”infortunio immediato a Politano appena entrato, proprio nel momento tipico per noi, e se salvo tutti devo dire che solo Lukaku mi ha un po’ deluso, uno come lui deve essere più bravo a far respirare la squadra in certi momenti. E sto Godin mi pare sempre un po’ al limite quando veniamo attaccati velocemente, sarà an che esperto ma 90 minuti sono troppi anche per lui. Aggiungo solo che non é finita, in due partite non siamo stati inferiori a loro, anzi. e per questo ce la giocheremo, fino in fondo!

  326. momento topico e non tipico

  327. Temevo la sbroccata di Conte, pare sia arrivata, adesso non facciamo che buttiamo tutto all’aria, fa male certo, avra magari tutte le sue ragioni, ma meglio che quando perde non lo fanno parlare

  328. Eccolo il rubentino schifoso che viene fuori dalle fogne nelle interviste. Ma infilategli il microfono in bocca prima che faccia altri danni e magari Zhang lo rimandi a Vinovo insieme al suo mentore ‘occhio di falco’. Questa feccia da noi non attecchisce, non c’è niente da fare.