Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

I nuovi mostri

| 86 commenti

Avevamo un grande attaccante, di cui eravamo prigionieri (perchè per sei stagioni abbiamo avuto un unico schema: diamogli la palla, magari qualcosa succede). Adesso abbiamo due grandi attaccanti, che ci hanno liberati. Due attaccanti che giocano insieme (insieme!), dall’inizio (dall’inizio!), dialogano, si cercano, lavorano e si sbattono per sè ma anche per l’altro, segnano, si abbracciano, si prendono per mano. Ci prendono per mano.

Al 27 di novembre hanno segnato 11 gol a testa (Lukaku 10 in campionato e 1 in Champions, Lautaro 6 in campionato e 5 – 5! – in Champions), siamo secondi in campionato con 11 vittorie su 13 e ancora in corsa in Champions (nonostante il girone tostissimo, lo sciagurato pareggio in casa con lo Slavia e le due super-trasferte perse dopo essere stati in vantaggio) e tra i noi vaga ancora qualche vedova di Icardi e qualche incontentabile (eufemismo) che pensa che Lukaku sia scarso.

Faccio volentieri il mio coming out: due mesi e mezzo fa (era la metà di settembre) ho trascorso un’intera partita – penso fosse quella con l’Udinese – a insultare Lautaro. Ma come fai – mi chiedevo – a essere così clamorosamente forte nei movimenti e a non vedere mai quella cazzo di porta? Che attaccante sei? Perchè non la metti mai? Qualche giorno prima – e la cosa mi aveva fatto incazzare ancora di più – aveva segnato una tripletta in Nazionale contro il Messico. E probabilmente era stata quella – io, stolto, ancora non potevo averlo capito – la chiave di volta della sua stagione, un’iniezione di estrema consapevolezza. Da lì in poi Lautaro – che è 4 anni e mezzo più giovane di Icardi – ha fatto cose straordinarie, a mazzi.

Per Lukaku ho messo in dubbio amicizie di lunga data. “E’ scarso, fa schifo, è una sòla”. Per me è sempre stato un top player a prescindere, solo per il fatto di vedergli addosso quella maglia numero 9 che non sopportavo più di vedere associata al mio ex-attaccante preferito dell’universo, uno che a un certo punto si è messo a marcar visita come un congedante a militare e a scattare foto soft porno con la moglie mentre gli altri dovevano inseguire obiettivi minimi. Diamo tempo a Lukaku, ho sempre detto. Con quel fisico lì deve essere al 100 per cento e per mesi non lo è stato, anche per spirito di sacrificio. Quello che fa in una partita – spiegavo di fronte a sguardi attoniti – è tantissimo, solo che voi (silenzio, poi brusìo) non capite un cazzo. Posso immaginare che quella meraviglia fisica e tecnica vista a Praga sì, fosse il Lukaku al 100 per cento, però se qualcuno mi certifica che è tipo al 90, allora vado alla Snai e faccio puntate da qui al 2025 su ogni possibile competizione, anche al trofeo Birra Moretti del 2023, per dire.

La novità tecnica, tattica e concettuale di avere due attaccanti così forti a guidarci verso obiettivi ancora ignoti (che poi magari si riveleranno fuffa, ma questo è lo sport) è così stravolgente che chi se ne frega, vada come vada, ma il divertimento di questi primi mesi dell’era Conte non ha prezzo. Un divertimento vero, una palpitazione gioiosa. Un altro anno a vedere mediamente 2.000 passaggi laterali, 50 cross e 3 tiri in porta a partita mi avrebbe probabilmente ucciso. Adesso ciò che abbiamo davanti è una squadra che ci prova sempre, che non molla mai la presa, che ha già gettato il cuore oltre l’ostacolo un tot di volte (vogliamo parlare della reazione compatta e corale della squadra agli infortuni? vogliamo parlare del centrocampo old fashion messo in campo a Praga?)

Handanovic ha evitato la beffa delle beffe, dopo un gol annullato andando indietro col Var fino a immagini in bianco e nero in cui si vedeva che sì, magari il metro è un po’ severo, ma Giubertoni un mezzo fallo lo ha fatto. Gli altri ci hanno messo tutti del loro. E poi il resto, tutto il resto, ha la firma dei due mostri là davanti, madonna santa, uno spettacolo che non si vedeva da anni. Sono talmente euforico che non mi viene neanche da dire Juve merda. Ma che si fotta la Juve, guarda.

share on facebook share on twitter

86 commenti

  1. Primo. E non russo.

  2. Primo ! Grande inter

  3. Per anni ho detto che Icardi era un peso per l inter….e mi veniva risposto che non capivo un cazzo che lui segnava…

    Icardi e’ stato il centravanti e il capitano meno interista e piu icardiano che abbiamo mai avuto…una vergogna…

    Conte e Marotta lo hanno messo alla porta e mai finiro di ringraziarli per aver fatto diventare quest inter una squadra…vera….conunque andra sara un successo….

    • Tutto si può dire, tranne che Icardi sia scarso. E’ un attaccante diverso da quelli che abbiamo, ma di sicuro non e’ scarso

  4. Se ne stanno accorgendo i francesi che quando non segna è inutile-inutile

  5. Continuare a vincere per costringere “quelli là ” a ladrare come se non ci fosse domani… Prima o poi si fanno cogliere con le mani nella marmellata…

  6. Grazie Inter per questo meraviglioso risveglio, che gioia ci hai regalato stanotte?:-))))? E wellcome back Sector, solito perfect post il tuo.

  7. Icardi (e Wanda) immagine di una Inter mai vincente e senza carattere.
    Questa è una vera Inter, anche se dobbiamo ringraziare Conte e Marotta.
    Personalmente preferisco il presente.
    Amala.

  8. Pezzo pregevole per l’azzeccatissima analisi tecnica dei singoli e di come interagiscano al gioco e ai destini di squadra; pezzo redatto con il giusto equilibrio tra serio e faceto, ora speriamo le vedovelle si trasferiscano tutte/i nella ville limiere.
    Un plauso grande e sincero !!!

  9. Condivido tutto di quest’ultimo post. Abbiamo i nuovi gemelli del gol, ora toccherà battere il
    Barcelona a San Siro

  10. Buongiorno a tutti.
    Notte semiinsonne.
    Post nuovo.
    Blog “cirillicoless” (i circa 1500 commenti sono diventati 264)

    È proprio una splendida giornata.

    A M A L A

  11. Il gol di Lukaku (l’unico convalidato) mi ha riportato alla memoria, quando sui campetti di periferia (quelli coi pali fatti coi maglioni) , scartati tutti arrivavi solitario sulla riga (immaginaria) la fermavi e a seconda del mood e dell’avversario la mettevi in gol accucciandoti per spingerla di testa o , peggio, per estremo spregio, con la parte meno nobile del corpo.
    Perchè al di là dei trofei, dei titoli, noi seguiamo i nostri eroi per ricordarci quello che eravamo, quello che abbiamo sognato e continuiamo a sognare grazie a loro.

    Grazie a loro.

  12. Condivido l’euforia di tradizionale stampo nerazzurro e che sia benedetta.
    Ma al minuto 85 cosa si stava pensando…?
    Ieri sera hanno pulito la padella i 2 davanti (ed è stata tanta roba nonostante qualche errore sotto porta in precedenza).
    Sì, Icardi manca molto meno adesso, e non solo per i gol che vediamo ma proprio per come giocano questi due.
    La continuità sarà però la vera conferma già dalla prossima di campionato.

  13. Un’ultima considerazione.
    Dopo l’episodio “VAR” ho pensato: “meglio così”.
    Magari se fossimo andati al riposo in vantaggio sarebbe finita come nelle due precedenti trasferte di coppa.

    Lo so, è facile dirlo adesso

    A M A L A

  14. Bella Flavio!

    Eh si l’Inter ha questa capacita’ , siamo innamorati di questa squadra perche’ ci fa vivere il calcio puro, quello che viene determinato da una grande giocata, da un dribbling, queste sono le emozioni vere e autentiche, quelle emozioni che il calcio ci dava da bambini e che nonostante tutto continua a darcele ancora oggi…i sotterfugi li lasciamo a quelli la.

    Ma che ne sanno i gobbi quanto e’ bello il calcio vero

  15. considerazioni sparse:

    1) ma che bello il blog con un post nuovo e cirillicoless

    2) ma che bello è vedere nel primo e terzo gol il difensore avversario arrivare alle spalle del gigante buono, rimbalzargli contro e cadere a terra?

    3) ma che bello è il terzo gol? esterno sinistro e mezza rovesciata al volo…. chapeau

    4) rendo merito a conte di averci visto giusto con lukaku. fisicamente dominante, buona tecnica e soprattutto uno spirito di sacrificio per la squadra che non si vedeva dai tempi di eto’o

    5) conte….non salgo sul carro dei vincitori, certe cose non si dimenticano. già scritto di lukaku, mi domando: noi su questo blog è da settembre 2018 che scriviamo che lautaro deve giocare perché è forte forte. siamo sicuri che se fosse arrivato dzeko e non si fosse infortunato Sanchez avrebbe avuto tutti questi minuti? (questa è sterile polemica fatta di se e forse, lo so)

    6) dobbiamo stringere le chiappe sino a gennaio, poi speriamo in almeno due innesti decenti a centrocampo perché con borja (cmq bella prestazione salvo il pallone sanguinante perso sul 1 a 1) e gagliardini non duriamo molto

    AMALA

  16. Ma che si fotta proprio

  17. Kalle
    Borja ha toppato mille buchi, magari non ha rapidità ma una grande intelligenza tattica, e quella palla sanguinosa (pur lui essendo stato lento nella reazione) è stata piu’ colpa di chi gli ha recapitato il pallone in orizzontale in una zona del campo molto pericolosa.
    In generale siamo tosti pur non giocando in maniera eccelsa, ieri anche “fortunati” perchè lo Slavia ci aveva comunque schiacciati, ma si è suicidato accettando gli uno contro uno in difesa con i nostri attccanti, pur capendo dai primi minuti che faceva fatica.
    Diciamo che non si può sempre vincere di fioretto, e se il calcio è anche pungolare le debolezze avversarie, ieri è stata la partita perfetta puntando sui lanci ai nostri attaccanti sempre pericolosi e contando come gioca il Barcelona pur avendo di sicuro difensori piu’ probanti, potrebbe essere una buona chiave di lettura.

  18. Grazie Sector, per il tuo sincero atto di contrizione nei confronti di pregiudizi che si sono oggi rivelati infondati, ma che in tanti abbiamo condiviso. Io stesso, che pure ho salutato con entusiasmo la scelta di Suning di affidare la conduzione della società e della squadra ad ex dal discutibile passato, ho poi disapprovato le loro scelte e dubitato del carisma di un allenatore che su di esso aveva fondato la sua fortuna. A guardar bene, la composizione della squadra di ieri sera, anche per gli infortuni che l’hanno privata degli elementi nuovi di maggior spicco, non era molto diversa da quella formato Champions dello scorso anno. La differenza è, a mio parere, tutta nello spirito nuovo che la anima, anche nei momenti disperanti, dovuti ad errori nostri e bravura altrui, che hanno condizionato l’attuale cammino: una squadra che più volte è stata ad un passo da imprese memorabili, come a Barcellona e Dortmund, ma dopo la sconfitta non si è arresa, ha continuato il suo cammino in campionato, attendendo tempi migliori in Champions. Infine un episodio come quello del rigore non visto e poi concesso, dopo la realizzazione di un gol che avrebbe chiuso la partita, è stato accettato come stimolo (in passato avrebbe provocato una crisi depressiva) per un secondo tempo di altissimo livello, quale da anni non non si conosceva in trasferta (forse dai tempi del triplete!). Prendersela con i singoli che negli anni passati avrebbero condizionato in negativo il rendimento della squadra mi sembra abbia poco senso (vorrei ricordare che il principale indiziato, Icardi, proprio nelle partite di Champions dello scorso anno fornì le sue prove migliori e furono proprio i suoi gol a tenerci in vita fino al pareggio di SanSiro). Oggi siamo di fronte a comportamenti radicalmente diversi rispetto al passato, ad una consapevolezza dei propri mezzi che in passato per anni è mancata. Sarà questa la fine della “pazza Inter”?Questo, più che i gol strepitosi di Lautaro e la prova gagliarda del gigante belga, sarebbe il vero miracolo che ci ha fatto intravedere la partita di ieri. Il resto è solo attesa di ulteriori conferme che certifichino la prova straordinaria di ieri.
    Una felice giornata a tutti.

  19. A me sembra che l’interrrr stia migliorando alla grande Conte

  20. Sono sempre stato tra quelli che definivano Mauro Icardi un paracarro o un palo della luce, condizionante, come tipologia di attaccante, il gioco delle ultime Inter.

    Ora abbiamo una coppia, ribadisco “coppia”, di attaccanti che si aiutano ed aiutano la squadra, si cercano e si trovano, per la felicità di noi tifosi.

    Che si vuole di più? La Champion? Lo scudetto? La coppa Italia?

    Diamo tempo al tempo, siamo ancora in fase di ricostruzione sia di gioco che, soprattutto, di mentalità.

    AMALA e rube merda, sempre!

  21. E comunque ieri sera la prova provata che quando in Italia ci parlano di protocolli che impediscono di correggere un errore, ci prendono in giro

  22. Ho visto Real Madrid PSG l’altra sera. Per tutto un tempo (il primo, poi Icardi è stato sostituito) il gioco dei francesi mi è apparso monotematico come quello dell’Inter di Spalletti, con gli esterni (vabeh, Mbappe è un po’ meglio di Candreva…) a buttar dentro palloni che Mauro, in serata da imbucato tra i centrali (e zero lavoro di raccordo, non un pallone tenuto su’ per far salire il centrocampo) non intercettava. Certo, gran finalizzatore Icardi: poi vedi Lautaro, vero e proprio regista d’attacco, dialogare con Adriano Leite Lukaku e beh…nessuna nostalgia dell’argentino.

  23. (mi permetto di interpretare tutti e ringrazio Sect per essersi sbattuto – non so quanto aggratiss e quanto a pagamento… – a sbattere fuori i cirillici rompitutto)

    FORZA INTER

  24. Grande pezzo di Sector (finalmente) e grande Interrrrr

    Non è per fare il guastafeste ma evidenzierei che non abbiamo ancora fatto nulla e che per passare, sarà necessario battere il Barca a San Siro (non il Cittadella)…

    Dunque, “non è ancora il momento di farci i pompini a vicenda” (cit.)

  25. L’ultimo cross di esterno (giunto correttamente a destinazione intendo) l’aveva fatto Maicon sulla testa di Cambiasso in un Fiorentina Inter dei bei tempi.

  26. W l’Inter, W Sector, abbasso i cosacchi e Juve merda!
    Una partita che mi ha emozionato come da tanto non succedeva….
    Tutti bravi, Lukaku e Lautaro ovviamente ma vorrei ricordare anche Borja, che ora starà in coma per una settimana e Handa che ci ha salvato il culo di brutto.
    Infine, dopo lo shock del repentino passaggio da 2-0 a 1-1 avrebbe veramente potuto succedere un patatrac..
    Come detto in precedenza sono felice dello scambio in attacco: senza Icardi, ha ragione Sector, è più divertente vedere giocare questa squadra!

  27. Ecco che ricominciano… che du palle 🙁

  28. Ragazzi, prima che riparta l’invasione dei cirillici anglofoni, volevo solo dire che ieri sera è stata davvero una partita d’altri tempi, a me ha ricordato kiev 2009… Faccio ammenda anch’io, conte non lo volevo, ma ormai è evidente che sta facendo un lavoro incredibile, ora mancherebbe solo che dica le cose come stanno sulla sua ex-squadra, ma mi rendo conto che è molto complicato, cmq finchè continua a far giocare così la NOSTRA squadra mi va benissimo

  29. Ero lì che mi pavoneggiavo perché il mio “cirillicoless” aveva attecchito……
    e rieccoli!

    Che due palle.

  30. Che felicità !

    Visto che si fa ammenda da più parti chi per una cosa chi per un’altra, io la faccio sulla mia concezione che l’allenatore incida per non più del 40-30% e , nonostante avevo accolto Conte a braccia aperte scevro ( scusate se è poco !) da pregiudizi, ho capito che non è così . Il fatto che abbia voluto alcuni giocatori per renderli funzionali ala SUO gioco e le motivazioni che riesce a fornire, è indiscutibile segno che l’allenatore è la squadra.
    Mi ero pure espresso sulle critiche al nostro gigante dicendo che se anche fosse rimasto nell’ombra, visto che non lo conoscevo, già il fatto di rendersi formidabile per la squadra, lo avrebbe assolto da ogni colpa. Invece facendo entrambe le cose !!!
    E infine l’ultima parola per il mai rimpianto attore soft-porno e signora. Mai più grazie !

  31. Юве дерьмо

    …non lo capisco ma mi adeguo (cit. Ferrini, Quelli della Notte)

  32. Credo sia già stato detto tutto di ieri sera, aggiungo solo che é sempre bellissimo sedersi accanto ad uno sconosciuto al bar chiedendo “é permesso?” e iniziare a condividere qualcosa della partita, capire che é lì per il tuo stesso motivo, criticare un arbitro veramente fuori come non si é mai visto, e poi e uno.. e due.. E TRE!!! Scatta l’abbraccio gooooooooooolllllll.
    Grazie Inter!!

  33. Serata bellissima trascorsa con amici nerazzurri davanti al grande televisore,
    Stamani dolcissimo risveglio, non avevo sognato era tutto vero.
    Un personale saluto al mitico Giorgio

  34. Inter club Laguna del Lido a Venezia
    Lautaro e lukaku
    Vaporetto preso al volo
    What else?

  35. @Inverno in inglese :
    Sono commosso (ma ASSOLUTAMENTE NON mitico). Ricambio di cuore.
    Dispiace non leggerti più spesso, ma credo d’altronde di aver notato, in questi ultimi mesi, la sparizione o comunque la vistosa rarefazione di molte “firme” che fino a non molto tempo fa contribuivano all’unicita’ e alla piacevolezza di questo blog.
    Bah…
    Arri…leggerci a tutti.

  36. Vabbè Giorgio,
    tu sei uno di quelli che sono spariti…

    • VERISSIMO.
      Però io mi riferivo a “firme” ben più valenti del sottoscritto, sotto ogni punto di vista.
      Ciao, gobbo 🙂

  37. È vero Toto, pero’ se tiriamo in ballo Maicon e Cambiasso sospiriamo tutti come delle adolescenti innamorate. Se menzioniamo Icardi e Perisic invece ci viene voglia di mandarli affanculo.
    (p.s. io comunque quante volte Icardi mi abbia fatto urlare GAAAAAAAaaaaa… non lo dimentico).

  38. I nuovi mostri sono anche questi tangheri di sovietici che han ripreso a bombardare di cazzate pur blog. Però é un piacere non dover scorrere cinquantate di messaggi per non trovarne uno puro.Scriviamo e combattoamoli così, si stancheranno prima o poi. Volevo infine aggiungere che di Conte mi é piaciuta molto la risposta all’intervista a caldo dopo la partita, quando ggli han chiesto cosa pensa della sfida prossima col Barcellona lui ha risposto che intanto pensa alla Spal, e taccia subito quei bocconi di giornalisti che sanno puntare solo al sensazionalismo. E non é la prima volta, bene così, step by step. Buonanotte a tutti

  39. Giubertoni era forte.

  40. Ho iniziato ad amare l’Inter da Bordon Bergomi Baresi Marini Canuti Bini…. E Giubertoni doveva aver appena smesso. Non giocava in coppia con Bini? Nauseato, o chi l’ha visto, sa dirmi che tipo di giocatore fosse?

    • Uguale a me ! E da lì in poi sotto con centi, bergamaschi, backlecner,sabato e mr rovesciata carlini…

  41. Che poi era garlini

  42. Comunque si può fare…vedo una bella squadra carica con margini di miglioramento e magari con un innesto alla Pandev a gennaio tutto può succedere!

  43. Grande Spilloooooooooooò

  44. ho ancora il poster 1979/80, originalmente invecchiato!:-)

  45. Eugenio, sergente, allenatore di ferro

  46. Quello che non capisco – non ci arrivo proprio – è la motivazione dell’invasione.
    Il gusto dell’invasione?
    Il gusto della rottura di coglioni altrui?
    Il gusto di farsi scrollare via con la rotellina?
    Qualcuno ha delle idee?

    Non capisco.
    E tenterò di non adeguarmi (pseudo cit.)

    • penso sia la seconda, il gusto di rompere le balle.

      non sono un esperto di elettronica e cose simili, nonostante i corsi sulla digitalizzazione che ci fanno fare in azienda, ma penso che sia un’unica persona che schiaccia un dito e fa partire centinaia di messaggi senza soluzione di continuità.

      mi sembra sia definito mail bombing.

      insomma, è un piccolo nerd iuventino che rompe i coglioni con la sua sola presenza su questo mondo

    • I russi sono l’equivalente internettiano della pellagra.
      Tutto qui.

  47. Anch’io non riesco a comprendere l’utilità, se mai ce ne fosse una, di tempestare un sito in cui, tra amici, si discetta di calcio, ed occasionalmente di altro, senza scadere in toni volgari, razzisti e/o eccessivamente polemici.

    Probabilmente chi attua un simile profluvio di inutilità non ha veramente una beata cippa da fare tutto il giorno.

    AMALA e testa alla Spal!

    • Per quel che posso immaginare…NON è un attacco mirato.
      Direi piuttosto si possa trattare di una…testata multipla.
      Il sito di Settore è solo UNO di quelli colpiti, anche se noi ovviamente non possiamo saperlo.
      Basta un generatore casuale di indirizzi e un paio di cose facilmente reperibili : da un testo, se ci avete fatto caso, sono tratti i nickname, e sono in realtà pezzi di quel famoso brano su quella tizia del MIT; da recensioni abbastanza vaghe sono copiati gli interventi ( se avete la pazienza di leggerne alcune noterete che si ripetono.
      Tutto lì. Possono spaccar l’anima a triliardi di persone in pochi secondi.
      Buon fine settimana a tutti.

    • Assolutamente d’accordo con la sua teoria sulla beata cippa.

  48. eccheccavolo, siamo andati sulla luna, stiamo lentamente organizzando una trasferta su Marte e non riusciamo ( mi metto pure io ma in informatica sono un asino) a impedire questa invasione di mentecatti? Mi pare davvero strano, anche perché per inserire messaggi è necessario dare la mail. Non ci sta un cavolo di programma che blocca gli indesiderati? Mi pare ancora più strano. Detto questo, sono ebbro di questa squadra che non molla mai e di questo allenatore che quando diceva se alleno l’Inter sono interista se alleno la Roma sono romanista, non mentiva affatto. E stato un bravo giocatore della Rube; è stato un bravo allenatore della Rube. Ora è il nostro allenatore: e me lo tengo stretto

  49. Lothar, Giubertoni nostro stopper inizi anni 70, vinse lo scudetto con l’onda lunga della Grande Inter ( Burgnich, Facchetti, Mazzola, Corso credo anche Jair) stopper coriaceo; se non ricordo male autore di un gol in rovesciata contro il Napoli

  50. Grazie Inverno in inglese per aver risposto alla mia domanda! Mentre i cechi cosa vogliono? Le scuse di Romelu perché negano qualsiasi coro antisportivo nei suoi confronti? Mah, non é che sono ancora un po’ storditi dalle sportellate prese dal nostro panterone? Possibile che dobbiamo pagare solo noi per questi caxxi di cori?

  51. Sector! Hai preso un webmaster afghano?

    Buongiorno a tutti!

  52. Dove sono finiti tutti gli interventi dei miei fratelli di fede?
    Settore, ti facevo più democratico…

  53. Evviva!!!!

    Sembra siano spariti tutti i commenti ad minchiam in cirillico!!!

    Speriamo sia per sempre!

    Stra AMALA!

  54. Siiiiiiiiii, aprire il blog e leggere 62 commenti come segno inequivocabile che la peste è finita ma che bellooooooooo, ambiente ripulito, ci voleva, danke schön Sector (come direbbe Lothar:-)

  55. Lo ripeterò fino alla nausea, voliamo basso.
    Non s’è fatto nulla, lo scudo lo vincerà quella là col solito distacco, magari stavolta ridotto a soli 10 punti, noi verremo eliminati in stica@@League già agli ottavi, la coppa italia sarà un disastro e la Spal, altro che Barcellona, farà sfracelli.

    Che è sto clima da carnevale?
    Moriremo tutti.

    🙂

  56. Non ci credo ho rivisto Giorgio, Ma che piacere!
    Un saluto a tutto il blog.
    Che dire? Quando cominciano a giocare bene pure i reietti della panchina e allora vuol dire proprio che sta squadra ce l’ha con i tifosi, proprio di pirzona pirzonalmente… e vuole dimostrare che noi si capisce una fava.
    Epperò non si fa così, non ce lo meritiamo.

    • Hola, hermano (anche se il mio amico “mescalero” John Graham Mellor non si legge da parecchio…). Ciao.

  57. Achtung, David Schirrmacher BETRÜGT Investoren

    Warnung vor dem sogenannten “Startup-Gründer” David Friedrich Wilhelm Schirrmacher:

    Der homosexuelle David Schirrmacher Investoren. Er hat Millionen in die eigene Tasche gesteckt und veruntreut. Noch tut er arrogant – aber die Anklage kommt, und dann lacht er nicht mehr.

    Helfer des Betruges: Thomas Schirrmacher, Bonn

    Der homosexuelle Betrüger David Schirrmacher wird aufgerufen, sich zur Genugtuung der Gläubiger selbst zu kastrieren.

  58. Eccallà… ci mancavano pure i crucchi… ma io la butto lì, non sarà che queste invasioni portano bene? Quasi come le contro-gufate di fortebraccio 😉
    P.S. bentornato Giorgio! (Dai che il gobbo in panchina si sta comportando bene)
    P.P.S. Javier non esagerare con la Perrier 😀

    • Grazie, ma… NON sono tornato.
      Scrivo qualche sciocchezza in versi o faccio un po’ il saputello informatico.
      No further comment…

    • Giorgio non sminuirti il tuo contributo è sempre apprezzato… e se dici che non ti piace questa squadra non ci credo!

    • Pare che NON sia neppure una frase di Voltaire, ma sono comunque convinto che ciascuno possa (debba) pensarla come crede.
      Bonne journee

  59. Intervista nell’intervallo…

    Lautaro è un momento magico, come la tocchi è gol!

    Risposta:”Trabacamo, trabacamo duro”… senza nemmeno regalare un sorriso…

    Mostro

  60. Giorgio, ma ti ho offeso? Mi dispiace, non avevo assolutamente intenzione… (dai che siamo primi!) 😀

  61. Con il gol di Valoti è iniziata ufficialmente la crisi di dicembre

  62. La la laaa, la capolista se ne va…

    La capolista se ne vaaa

  63. @Lothar, il Giuberta era un D’Ambrosio più statico, nel senso che difficilmente usciva dalla nostra area. Una volta sola lo fece marcando a uomo (telecomandato da Herrera) in un derby Gianni Rivera che Rocco schierò finto nueve. Ovviamente nascondendogli la palla e col Gianni che si lamentava come fece poi Totti ad ogni contrasto.
    Gol di Mazzola dopo 17 secondi e Facchetti nel secondo tempo, dopo aver steso Schnellinger al limite dell’area e tirando un missile sul secondo palo (Presente!).
    A fine carriera, con l’esplosione di Bellugi, passò a secondo marcatore di destra.

    p.s. ma che goduria la capolista!!!

  64. @denny : no, tranquillo.
    Nessuna offesa, ci mancherebbe…
    Ho scritto forse in modo troppo reciso, ma solo per riaffermare la libertà d’espressione di chiunque.
    Insomma : l’affermazione di un principio.
    Niente che coinvolga direttamente Te o me ☺️

    • Meno male! allora posso fare un po’ di polemica: ho appena visto 90° minuto erano tutti preoccupatissimi x la gobba, cr7 che non è in forma etc. a un certo punto si sono ricordati: ah già ci sarebbe l’Inter che è prima in classifica, ma guarda…

  65. Non è successo nulla. Nulla. Quelli hanno solo rifiatato. Ci daranno almeno 10 punti alla fine del campionato.

    Almeno.

    Voliamo bassi, bassi,bassi,bassi.

    Magari sui radar non ci vedono.

  66. Due cose, una è che quando si criticava Icardi era perché poco funzionale al gioco della squadra e molto statico. Gran centravanti ma giocatore vecchi stampo; due, che giocare con due punte è tutta un’altra cosa.

    Ora Icardi segnava tanto, ma oggi si segna di piu e vanno in gol in molti.
    E non mi sembra una differenza da poco!

    Ecco cosa si intendeva all’epoca.
    Una cosa che è sotto gli occhi di tutti, credo, adesso in modo lampante.

  67. @Gubella, wow, descrizione di Giubertoni con annesso derby visto in prima persona, non potevo chiedere di meglio, grazie! @Francesco 70: hai scordato moriremo tutti! Infine, ditemi chi di voi, anche nella più rosea delle previsioni, avrebbe immaginato una settimana calcistica così perfetta, se é un sogno non mi svegliate!!

  68. Per tirare una prima riga, e magari godere, io aspetterei venerdì prossimo e poi la settimana di coppa.

    Comunque va già bene così.

  69. claro que si, dopo Roma e Barca ne sapremo di più

    a proposito di sapere, Sensi che cazz ha?

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.