Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Fogna il fenomeno

US Open tennis

Se in previsione della sua dipartita decidesse di donare il suo corpo alla Scienza, forse un giorno sapremo cosa c’era nella testa di Fognini, uno che indifferentemente può perdere con il più loffio dei pallettari o prendere a pallate Murray (in Davis) o Nadal (poche ore fa, in uno slam, all’Open degli Stati Uniti), giocare al massimo dell’ispirazione oppure macerarsi nei suoi tormenti interiori ed esteriori, perdere la pazienza con gente che lo sa e va apposta lì a provocarlo e cascarci, pluff, come un boccalone. Se non donerà il suo corpo alla Scienza rimarremo col dubbio, che poi è la cosa più bella. Senza certezze, idealizzeremo per sempre quel pirla di Fognini di cui racconteremo, al bar o ai nipotini, che era un gran giocatore e un gran coglione all’unisono, e tu dovevi prenderlo com’era e bòn, pazienza, genio e sregolatezza a percentuali variabili, più spesso sbilanciate verso la sregolatezza, perchè sennò sarebbe stato nei top ten in pianta stabile, e nemmeno troppo in basso.

Ora, naturalmente, possiamo fare tutti i distinguo del caso. Quel Murray in Davis, fuori casa e sulla terra e non esattamente al massimo della forma, non era il vero-vero-vero Murray. E il Nadal di oggi – un agonista se ce n’è uno ma ormai logoro nelle giunture e forse anche un po’ di testa – non è il Nadal di tre, cinque o nove anni fa. E poi Nadal è il giocatore che sta più sul cazzo di tutti a Fognini, e qualche settimana fa glielo ha detto in faccia, nella finale di Amburgo, che lui e suo zio gli hanno rotto le palle, amen. Quindi, voglio dire, c’è una predisposizione morale ad azzannargli il collo, un po’ com’era per Agassi con Becker. Però battere Nadal in cinque set a in uno Slam, davanti a 23mila persone, e batterlo rimontando due set (per la precisione: eravamo 6-3 6-4 3-1 per Nadal), è un po’ come battere Gebreselassie allo sprint in una maratona dopo averlo raggiunto al quarantesimo. E battere Nadal facendo 70 (settanta!) punti vincenti è come battere la nazionale Usa di basket schiacciando dieci volte in testa al cristone nero che gioca da centro. E’ un’impresa della madonna, ecco.

E il game giocato sul 4-4 del quinto set, sant’iddio, è una roba che vedi ad anni alterni, quattro vincenti e gioco a zero, sbam!, Fogna che lancia missili e Nadal che manco li rincorre più. E non per sfinimento, no: perché non li avrebbe presi nessuno, nessuno, manco Tiramolla. Tant’è che al match point Fognini non esulta: aveva vinto nel game precedente, stravinto, l’ultimo punto – un errore gratuito di Nadal –  è stata una cazzata a confronto del climax precedente.

Ora, questo potrebbe essere il post più inutile della storia. Un post a scadenza immediata. Dopo aver triturato Nadal a forza di colpi vincenti da fondocampo (roba da non vedere, a volte, la pallina) e di attacchi conclusi con mano fatata, Fognini potrebbe benissimo perdere con quel damerino di Feliciano Lopez e vaffanculo, perchè Fognini è così e basta. E guarda, sinceramente, dopo una partita così ci starebbe perdere (anche male, dico) quella dopo perchè è difficile – forse impossibile – replicare un’impresa del genere, dal peso specifico immane, tecnico e psicologico. Quindi Fogna, in anticipo, te absolvo e ti ringrazio per stanotte. Sei di Arma di Taggia e sei interista, due motivi sufficienti per volerti bene e aspettare un’altra roba del genere, prima o poi: giorni, mesi, anni o forse mai, ma – giuro – non me ne frega niente. Fognini-Lopez può finire in due modi, per me: abbracciare e leccare ululando lo schermo della tv o mandare affanculo quel tamarro in campo per l’ennesima occasione sprecata. No problem: a me quelli che tertium non datur, in fondo, piacciono da morire.

fognini

share on facebook share on twitter

124 commenti

  1. Primo oooooo

  2. Secondo. No, per dire.

  3. dopo tante ore solo 2 commenti? settoriani dove siete? vabbe che è sabato pomeriggio … cmq se ve lo siete perso ecco il penultimo game:
    video.it.eurosport.com/tennis/us-open/2015/il-game-perfetto-di-fabio-fognini-e-quello-decisivo_vid387734/video.shtml

  4. A me del tennis non mi frega un cazzo. Qui siamo su Settore Inter

  5. Anche a me del tennis frega un cazzo, ma dal momento che oggi ho saputo che Fognini è interista, sono andato a vedermi gli Highlights e devo dire che ha fatto una grandissima impresa.
    Bravo Fabio!

  6. Bravo Fognini, ma da ora…

    #aboliamolenazionali

  7. Le nazionali sono anacronistiche, inutili, nazionaliste, fasulle, accozzaglie, scarse, scontate.

  8. Che dire…. sarà anche un’impresa ma a me Fognini sta sul cazzo! E’ il Balotelli del tennis! Spero che perda al prossimo turno, e pazienza se è interista. Non tutti gli interisti possono essere bravi belli e intelligenti….

  9. Amo il tennis e questo è un post bellissimo, W Fognini e fanculo Sara “gobbaemmerda” Errani.

  10. Nazionali ormai solo per modo di dire…. tra argentini e brasiliani che vanno alla ricerca di un avo italiano del 1800 per via della propria nazionale che non se li cagherà mai di striscio, africani che giocano con la Francia, zingari che si spacciano per svedesi, indonesiani nel belgio, albanesi in svizzera e così via… peggio del calciomercato.

    Bisognerebbe far dichiarare la nazionalità di appartenenza nel momento in cui si firma il primo contratto da professionista e basta, non dare la possibilità di tenere il piede in 2 scarpe.
    Se Messi fosse stato più scarso ad esempio non avrebbe fatto fatica a giocare nell’Italia, tanto per citarne uno.

    Abolirei anche tutte queste pagliacciate di qualificazioni contro squadre composte da muratori e idraulici che la sera si cambiano e vanno a giocare contro l’Inghilterra o la Germania.
    Qualificazioni stabilite dai ranking Uefa e nazionali convocate solo per Mondiali, Europei, Coppe d’Africa, America e Asia… stop.

  11. Beetlejuice hai perfettamente ragione, non dimentichiamoci di interisti come La Russa………………..

  12. Conte che abbraccia Oriali……che schifo……..bbrrrrr

  13. Miranda ďice che Guarin ha una tecnica incredibile, ed io sono d’accordo perché pochi in Italia fanno girate la palla alla sua velocità.
    Ma non si potrebbe trapiantarle il cervello di Mattheus ? Tedeschizzarlo un po nel cranio?
    Sperèm!

  14. a me invece fa piacere pensare che muratori, idraulici e venditori di aspirapolvere possano giocarsela 70 minuti contro dei superprofessionisti strapagati per poi perdere con un gol di mano

    sky sta facendo danni irreparabili, confeziona il prodottino asettico con degli ultrà in giacca a cravatta a commentare immagini tanto bellissime quanto innocue, quando la realtà è che il pallone è di tutti, compresi degli snob razzistelli che con un pallone tra i piedi non saprebbero proprio cosa fare ma conoscono a memoria le rotazioni di Brendan Rodgers, e pensano pure che sia un pirla

    quanto agli infortuni, capirai che dramma se si spaccano derozzi (sopprimetelo, basta, cos’è, vi ricatta?) e bonucci, quanto ai miei, beh è una cosa che accetto serenamente, e anche loro

  15. Gasperini per la 1500esima volta si è lamentato dell’Inter . 5 anni fa grazie all’Inter ha guadagnato 1.2 ML e a distanza di 5 anni ancora oggi guadagna 800.000 euro all’anno grazie anche a quel salto di qualità ( Ahahah ) che gli ha permesso di alzare l’asticella dell’ingaggio come fosse veramente un allenatore di fascia superiore ( vorrei sommessamente ricordare che ad oggi non ha vinto e dimostrato un emerito cazzo ) .
    Eppure…. e sempre li a rompere i coglioni che non gli hanno permesso… che non gli hanno fatto ultimare… che la rava e la fava….
    Ma non si può prendere un manager all’Inter con il solo compito di mandare affanculo tutti questi parassiti arroganti che rompono le palle per lustri interi?
    ET, chiama me! Magari con 200 300 mila euro che è meno di quanto guadagnava Schelotto o Mariga te li mando a cagare io tutti i santo giorni del calendario.
    No per dire, pensaci.

  16. Tutto vero,
    però c’è da dire che un altro esonero record del genere non lo ricordo.

    Poi, per carità, il modo in cui entravamo in campo non convinceva manco me, però se stiamo lì a trovare attenuanti ai Benitez e ai Mazzarri

    a lui la componente tempo è oggettivamente mancata.

    • il fatto è che appena è salito in sella abbiamo cominciato a scalciare come un purosangue imbizzarrito

      col senno di poi quella che sembrava una reazione legittima a una colossale puttanata della proprietà s’è rivelata solo l’inizio di un incubo, ma nel 2011 non eravamo pronti a un simile inabissamento nella mediocrità

  17. Este potrei dire la stessa cosa io di quel lavoro da 700 euro che non mi hanno fatto ultimare com avrei voluto per mancanza di fondi.
    Mi sono messo in tasca 700 euro e qualche remora e mi sono preso nel pacchetto alcune colpe non mie a gratis.
    A 1.2 ML dopo 5 anni potrebbe anche finirla di tritare gli zebedei.

  18. Vorrei inoltre far notare che i miei 700 euro erano lordi, il suo Milione e due netto.
    Così, per la precisione…

  19. come volevasi dimostrare Fogna ha perso
    ma la verità è che ha perso perché quel gufo maledetto di wilander l’aveva dato vincente…
    fogna è come l’inter degli anni 80-90, squadra potenzialmente fortissima ( mi ricordo quando avevamo kalle , brady…) ma solo una due imprese alla grande in un mare di mediocrità

  20. se siamo soggettivi possiamo dire che probabilmente Gasperini non era l’allenatore ideale (ma non siamo noi che l’abbiamo scelto e stipendiato).
    ma se siamo oggettivi non ha avuto nè il tempo nè l’appoggio del presidente nè gli acquisti che chiedeva nè l’appoggio della squadra.
    Il fatto che continui a parlare di Inter io lo vedo in maniera “positiva”, ossia che gli rode non aver avuto il tempo e la possibilità di dimostrare che poteva fare bene anche in una grande, e gli rode perchè in qualche modo sente di essersi bruciato questa occasione.

  21. La panchina dell’Inter (ovvero di una grande) era per Gasp il coronamento di una carriera di gavetta e per sposare appieno la sua conquista aveva addirittura ripudiato il suo passato a strisce bianconere. Ora gli rode non essersela giocata e l’essere ritornato al passato e per questo accusa sempre Moratti e soci un po’ a ragione ma un po’ a torto non essendosi mai accollato alcuna responsabilità o imputato un minimo errore.

  22. Che poi, Schelotto dico, non può rimproverar altri che non se stesso.
    Avesse accettato il (congruo) assegno di Campedelli, a quest’ora stava a Verona ad allenarsi, noi avevamo Zukanovic in rosa e nessuno si era fatto male…

  23. Gasperini, Mazzarri e nel passato Orrico, hanno dimostrato, in provincia di essere ottimi tecnici, ma di pensare in piccolo, il loro scudetto è stata sempre la salvezza della propria squadra, quando gli ha detto bene sono arrivati in EL, facendosi però buttare fuori, quasi sempre ai preliminari (eccezion fatta per Mazzarri al Napoli, ma li la campagna acquisti la faceva DeLa, infatti l’unico errore che dice di aver commesso, il Presidente, è quando ha dato ascolto a Mazzarri, non pigliando Verrati che era ormai già acquistato, perchè Mazzarri voleva giocare senza playmaker, essendo monotematico con il suo 352………..lo capisco). Perciò arrivare all’Inter voleva dire entrare in un’altra dimensione, tutto era moltiplicato all’ennesima potenza, i traguardi, i prospetti dei giocatori da gestire, i moduli (Bisognava conoscerne diversi) e naturalmente le polemiche…….che questi poverini purtroppo non hanno retto, ecco perchè la loro carriera è finita così presto, come si dice ci voglio due cogl…ni grandi come una casa per sopportare certe pressioni (Bastava aver ascoltato a suo tempo il Trap a proposito di un certa centrifuga…). A me Gasp è simpatico, però deve capire che l’Inter non era nelle sue corde..punto, la smetta di prendersela con gli altri, sia sincero con se stesso e troverà certamente la risposta alle sue annose domande.

  24. io manderei un sacco di cazzari in giro a lasciar cv non aprendo mai per nessun motivo nessuna pagina di nessuno dei cosiddetti aggregatori

    che questi ci mangiano su ‘ste puttanate

  25. I soldi li hanno presi tutti, anzi, se vogliamo, quello di Gasp era uno degli ingaggi più bassi.

    Mandare via un allenatore dopo 3 mesi e 4 partite in croce, in fin dei conti non ha senso.
    E anche a me, al suo posto, a vedere altri che peggioravano la situazione in comode rate da 15 mesi,

    sarebbero girate non poco.

    • A questo aggiungo che, se non ricordo male, con Gasperini si risolse immediatamente e consensualmente il contratto.

  26. Secondo me il Gasperini atto secondo arriverà il giorno in cui Mazzarri non sarà più sotto contratto con l’Inter… mi aspetto frecciate di ogni tipo su società e ambiente con le PI pronte ad offrirgli sempre l’assist per entrare nell’argomento

  27. Con buona pace di chi tutt’ora lo rimpiange, poverino.
    Almeno Gasperini, non se ne e rimasto in panciolle a consolarsi con 3 mln netti/anno.

  28. Non se ne e = non se ne è
    (sorry)

  29. le grandi in Italia sono tre e non credo che a breve termine le cose potranno cambiare.

    di conseguenza anche Mazzarri, pur avendo allenato il Napoli, era in cerca della consacrazione come allenatore, la stessa cosa che il Gasp rimpiange imputando ad altri e non a se stesso le cause del suo fallimento.

    a parer mio non a torto, lasciando perdere i giudizi soggettivi di ognuno di noi sulle reali capacità di quest’uomo.

    in primis ha avuto contro una parte di tifoseria sul tipo di Tagnin che lo ha valutato non adatto prima ancora che cominciasse, poi la società che lo ha cercato, sbagliando evidentemente valutazione dell’allenatore che si sapeva benissimo che tipo di gioco avrebbe imposto alla squadra ma poi non gli ha permesso nemmeno di attuarlo vendendogli Eto’o e non Sneijder, poi i giocatori stessi non convinti delle sue intenzioni con a capo quella sciagura umana che poi sarebbe diventata il nostro capitano, che ci diede un bell’anticipo delle sue capacità in quel di Novara contro Meggiorini.

    tralasciando quel poco di sfiga e di arbitraggi contro che non guastano mai come nella Supercoppa Italiana che avremmo vinto, sia pur sulle gambe nel secondo tempo dopo avere dominato il primo, se l’arbitro avesse espulso Gattuso come meritava e se nella prima partita di campionato che era la seconda sul calendario, contro il Palermo persa per 4-3, l’arbitro sull’1-1 ci avesse concesso un rigore sacrosanto con relativa espulsione per una parata fatta sulla linea di porta da un loro giocatore che non era il portiere.

    per cui si può capire perchè ancora gli bruci essere rimasto Gasperini il carbonaro visto che la sedia sotto il culo da Marchese del Grillo gliela hanno tolta senza che se ne accorgesse.

  30. “…nella fretta di rispettare il codice etico ha infranto quello della strada…”

    I ghostwriter di Me(r)d(i)aset hanno dato fondo alla loro vena poetica.

  31. Ahahah hai ragione Nino, certo che se l’incipit sono le imprese di Fogna 🙂
    Secondo voi il Mancio sarà ardito nel derby e butterà dentro molti nuovi o conservativo ?

  32. ciao a tutti

  33. Dai Totoformazione

  34. su gasp sono d’accordo anche io che non ha avuto tempo. Lo hanno avuto Lippi e mazzarri, lo meritava anche lui. Anzi, non popsso dimenticare che per colpa di Lippi abbiamo mandato via uno come Baggio: campione con la C maiuscola e leale con tutte le maglie che ha indossato,

  35. 4 considerazioni al volo:

    1) Johnny, condivido il discorso sull’opportunismo di certi giocatori, ma non mi stancherò mai di far notare che sulla nazionalità di una persona incidono i documenti, non la purezza della razza. Ebbene si, esistono “africani francensi”.

    2) aquilino no, in africa non si vive sugli alberi. Ci sono le case.

    3) gasperini era e resta un gobbo di merda. In quanto tale non si sarebbe dovuto comunque avvicinare alla nostra panchina. Gli auguro tutto il male possibile, coglioni noi ad avergli fatto fare un giro in giostra.

    4) per me il derby lo giochiamo così:
    handa,
    jj, murillo, miranda, santon
    Kondo, guarin, melo
    jojo, icardi, perisic.
    Ma sarà un 433 molto liquido con jojo che sarà un po’ trequartista un po’ seconda punta, un po’ pirata ed un po’ signore.

  36. A proposito di derby, memorabile il trofeo Tim vinto ai rigori dai ragazzi della primavera; a Mancini piace , quando c’è poco in ballo, “snobbare” l’evento.
    Io piuttosto del Mancio ricordo un derby vincendo il quale avremmo conquistato lo scudetto proprio in faccia ai cugini, che giocavano in casa, ma ahinoi i festeggiamenti pronti in curva furoni messi via e ritirati fuori solo dopo la doppietta di Ibra a Parma,
    perchè successivamente, tennisticamente parlando così non vado OT, Materazzi sprecò un altro match ball col Siena la settimana dopo.

  37. per me balotelli non ha (forse non ha mai avuto) voglia di mettersi in discussione
    una volta arrivato in una squadra nuova solitamente gioca bene le prime partite per dimostrare di essere il più forte (cosa tutt’altro vera), poi vive di rendita
    in campo non s’impegna, non ha l’ardore, la voglia di rincorrere gli avversari, non capisce il momento della squadra, non gliene frega nulla
    e non c’entra l’essere stupido o meno
    ci sono in giro tanti calciatori stupidi (il primo che viene in mente? vidal) che in campo danno l’anima, trascinano la squadra e non si risparmiano, poi fuori dal campo sono peggiori di mario
    a balotelli importano solo i soldi, del resto frega cazzi, purtroppo è così
    forse una volta pensava che con 2 giochetti avrebbe vinto il pallone d’oro, adesso non pensa neanche più a quello

  38. Balotelli si sta confermando quello che qualcuno ha prospettato non appena rimesso piede in Italia: un distrattore di massa.

  39. il Balo è sempre stato una gran testa di cazzo anche in campo quando giocava per noi, solo che i difetti la maggior parte degli Interisti glieli hanno trovati dopo quando è stato venduto (e anche lì l’hanno menata parecchio dicendo che era uno sbaglio venderlo e che trenta erano troppo pochi.)

    meglio tardi che mai comunque.

    rimane il fatto che se per caso il Sinisa riesce a metterlo in riga i gonzi si trovano in casa uno che fa la differenza a gratis, senza bisogno che tiri i rigori per notificare la sua presenza in campo, perchè per essere un Campione con la C. maiuscola non gli manca niente.

    sinceramente non so cosa augurargli, per cui mi astengo.

  40. No scusate, ma questa è , citando il titolo di questo post, veramente da FOGNA !!

    ma come si fa?? non sapendo come attaccarci scrivono queste cose ? davvero senza nessun senso, e del tutto gratuito. Che puttane, e tralascio l’intellettuale che sarebbe un complimento.

    http://www.fcinternews.it/rassegna-stampa/ts-romagnoli-simbolo-kondogbia-no-il-motivo-195114

    • il problema di fondo è che hanno una paura irrazionale per quello che succederà domenica sera,per il semplice motivo che noi abbia comprato mentre loro han fatto un’estate a parlare

      mancherebbe un allenatore a completare il quadro,ma visto questo mihajlovic potrebbe non essere nemmeno necessario

  41. A proposito, qualcuno sa per chi tifa la Vinci che è nei quarti agli US Open?
    No, perchè vorrei evitare di sentirmi a disagio se fosse bbilanista o simili (o peggio, se peggio esiste)…

    😉

  42. grigio

    La Vinci dovrebbe essere interista.

    Comunque, io invece per il derby sono seriamente preoccupato.
    A me fa paura soprattutto Bacca e la sua velocità

    e il fatto che i 6 punti ci hanno fatto rilassare a fronte di prestazioni tutt’altro che convincenti e che potevano tradursi in un paio di punticini stentati.

    Inoltre siamo un cantiere aperto, con giocatori che ancora non hanno neanche messo una volta la divisa ufficiale.
    Se a questo aggiungiamo che la gestione delle partite di Mancini, per ora, mi ha tutt’altro che convinto, che Icardi viene da un infortunio e che non c’è un’altra punta pura,

    insomma, boh, ho brutte sensazioni.

    Sperando vivamente di sbagliarmi e di prendermi, in allegria, i vostri strali e le vostre perculate domenica sera.

  43. Condivido il timore su Bacca, sul Milan meno anche se le due cose sono chiaramente legate. Diciamo che confido sul fatto che domenica facciamo un gol di più di Bacca.
    Perché per adesso, augurandomi anche io perculate a catinelle,
    Questo sembra proprio forte.

  44. Non nascondiamoci dietro a un dito.

    Va bene tutto, ma se non vinciamo il derby con almeno due gol di scarto, la colpa sarà esclusivamente nostra. Altro che bacca

  45. E te pareva che con queste trasvolate oceaniche, per servire le proprie nazionali, qualcuno non ci lasciasse le penne…….in questo caso il ginocchio di Miranda. Ecco forse l’elemento più importante della nostra difesa dovrà saltare il derby……..questa è pura sf….iga…

  46. che gran voglia di mandare a quel paese tutti gli scribacchini, la pressione per il derby è solo da una parte, il Milan può pure perderlo, l’Inter guai, Mancini ora è obbligato pure a risolvere la crisi finanziaria del governo Italiano e magari anche la fame nel mondo……Ora ha avuto tutto quello che voleva…….si però a mio avviso gli manca una cosa, una lingua di fuoco per incenerire queste P.I. del cavolo. Nessuno si nasconde, è chiaro che in cuor nostro vogliamo e probabilmente possiamo vincerlo questo derby, ma senza avere il bazuka puntato sulla tempia, che se per caso solo lo pareggi sei una squadra di mer….da…. ma che se ne andassero al diav…olo

    • ho letto anch’io l’ultimatum che praticamente è stato dato a Mancini.

      del resto non è una novità se anche su qui c’è chi pensa che adesso si debba vincere per forza, sia il prossimo derby che lo scudo, mentre un eventuale terzo posto sarebbe una delusione.

      quattro anni senza vincere un cazzo hanno mandato fuori di testa parecchia gente, evidentemente non si ricordano più che abbiamo passato periodi un pò più lunghi a vedere vincere gli altri e adesso pretendono che una squadra rifatta per quasi nove undicesimi sia subito pronta per vincere, quando quattro di quelli nuovi sono ancora incelofanati e gli altri si sono appena conosciuti e presentati e per il momento fanno fatica a chiamarsi per nome.

      anch’io ci credo, ma ci credevo anche l’anno scorso al’inizio…

  47. Si, anch’io penso che se tutto va male e Miranda non dovesse farcela, Medel sarebbe la soluzione ideale…….Non vorrei però perdere definitivamente le speranze di recuperare Ranocchia, infatti chi mi dice che con un compagno al fianco come Murillo e un centrocampo, degno di tal nome, pure sciagura Ranocchia, non possa tornare quello ammirato con il Bari?…..

  48. credo che la maggior parte dei tifosi ricordi il 4-0 rifilato ai gonzi nel 2010 con la prima di Sneijder nel derby giocato alla seconda di campionato e speri che questo si ripeta in quanto ci sono molte affinità con quello che giocheremo domenica sera visto che quasi come allora si giocherà nelle prime partite del campionato e come allora ci sarà chi giocherà per la prima volta con noi.

    io preferisco ricordare però quello del 2006 finito 4-3 per noi che certificò senza ombra di dubbi che eravamo ridiventati grandi e che i gonzi non ci avrebbero recuperato mai i famosi otto punti che avevano di penalizzazione e che avrebbero dovuto recuperarceli entro Natale.

    ecco dovessimo vincere strapazzandoli come allora si certificherebbe di nuovo il nostro ritorno tra le grandi, non più solo di nome ma da fatto.

  49. di fatto…

  50. Corso, credo che tutti noi interisti, alla luce di questa campagna acquisti, viviamo le tue stesse sensazioni, vincere il derby domenica, infatti non ci regalerebbe nessun titolo, ma la certezza che stiamo tornando alla grande…Forza ragazzi… A proposito di derby e di sensazioni positive per me resta indimenticabile quello del 5 a 2, in cui recuperammo i famosi 8 punti a Rivera e compagny…..lo so, erano altri tempi…

    • di solito si ricorda lo scudetto del 1970 dove recuperammo sei o sette punti ai gonzi e nel ritorno li battemmo 2-0.

      però è vero che anche con Herrera, quello vero, recuperammo un bel pò di punti ai gonzi nel girone di ritorno e li schiantammo nel derby con un bel 5-2, che dimostrò per l’ennesima volta che in quegli anni i piu’ forti eravamo noi.

      questo mi dice anche che tu non sia proprio di primo pelo come me…

  51. Nino, pure Cordoba non è che fosse esente da amnesie, lo confortava però il fatto di avere acconto un angelo custode, se era Samuel….tanto di guadagnato..

  52. Ma siamo o non siamo nel 2015, ancora con ste storie sulle nazionalità e sul colore della pelle….e che palle…..a me di un giocatore interessa se è forte o meno, di una persona se è onesta o meno. Poi che sia nato a Roma, Parigi, Rio, Pretoria o Tokio e che sia bianco, nero, abbronzato, scottato dal sole o giallo fosforescente non me ne frega una stamaledetta mazza. Per il derby, ci arriviamo credo con la consapevolezza che stiamo un pò meglio dell’anno scorso, che si può far bene e che una sconfitta o un pareggio non sarebbero comunque un dramma. Alzi la mano chi ci avrebbe scommesso.
    Se fossi mancini butterei dentro solo perisic e melo lo terrei per far rifiatare i centrocampisti nel secondo tempo. Vediamo il ciuffo che idee ha…

  53. Sono un po’ scettico su Medel centrale.
    Intanto non vorrei dire una vaccata ma mi pare che nel Cile abbia giocato in una difesa a tre.
    Ma, sopratutto, perchè preferirlo alla Rana in questa situazione significherebbe mettere definitivamente una croce sul capitano.
    Ora, se c’è già un acquirente pronto, ok.
    Altrimenti non mi azzarderei ad una rottura del genere con il giocatore alla terza di campionato.
    Fra l’altro anche io sono convinto che in una squadra più tonica e più sensata di quella del recente passato, Ranocchia possa fare il suo.

  54. No, no B&R
    a sto punto preferisco sostituirlo con Juan Jesus

    che è pure più giovane.

    Sempre sperando che domenica ci sia Miranda, obviously.

  55. B&R, a Modena contro il Carpi in curva, allorchè Mancini lo ha mandato in campo nel recupero, c’è stato un toccamento di balle collettivo.
    Purtroppo ormai è diventata una cosa psicosomatica.

  56. Miranda gioca a destra e Murillo a sinistra, Ranocchia gioca a destra e JJ a sinistra.

    mi pare ovvio chi sostituirà Miranda se non lo faranno giocare a mezzo servizio, perchè in questo caso si ripeterebbe la cazzata fatta con Icardi, per cui meglio sentire quello che dicono i medici piuttosto che i giocatori.

    meglio un Ranocchia vivo che un Miranda mezzo morto, al di là di toccamenti vari.

    • purtroppo sono d’accordo… 10 minuti di Icardi sono costati quasi un mese di assenza (fortunatamente ammortizzati dalla pausa) e ancora oggi non è sicura al 100% la sua presenza.
      Non vorrei che un tempo a mezzo servizio di Miranda costasse poi un paio di mesi di stop perchè a quel punto sarebbe una tegola mica da ridere.
      Consoliamoci pensando che i titolari dello scorso anno sono diventate riserve…è già un bel passo avanti

  57. io pretendo il amssimo dell’impegno, che è un po’ il punto dolente di questa gestuione tecnica

    gli sforzi economici sono stati fatti, manca l’impronta dell’allenatore, in ogni caso le merde dell’hardcore86 vanno azzannate alla giugulare e mollate solo dopo il triplice fischio

    di quel che fa, dice, baciare, lettera o testamento il dead man walking mihajlovic importa una sega

  58. senza offesa ma credere e sperare ancora nel 23 e’ un qualcosa che si avvicina al patologico

    a prescindere da tutto, un elemento del genere non dovrebbe mai essere convocato in una squadra di vertice di serie a.

    • nessuna offesa considerando che io l’ho detto già nel 2011 e l’ho ripetuto fino alla nausea che Ranocchia fosse scarso e non lo dico solo adesso che se ne sono accorti tutti, ciò non toglie che è sempre meglio di Andreolli e di JJ a destra o di mettere un piccoletto come Medel stopper, a meno di tornare a giocare con il libero come negli anni sessanta.

  59. http://www.fcinternews.it/news/calciopoli-cassazione-moggi-strapotere-ingiustificato-tutte-le-motivazioni-della-sentenza-195224

    tutte queste cose il giudice che ha assolto moggi per le parole calunniose dette su Facchetti evidentemente non le ha lette o non ne ha tenuto conto, perchè precisano bene cosa possano significare alcune telefonate che ai tempi erano permesse fatte dal Cipe e quelle che invece faceva lui, perchè era consentito anche a lui di farle, ma la differenza era sostanziale.

    il figlio di Facchetti non lo ha denunciato perchè ha detto che anche suo padre telefonava, lo sapevano tutti ed anche al processo di Napoli è stato detto, lo ha denunciato per quello che questa merda umana voleva sotto intendere e insinuare nella mente di chi lo stava ascoltando.

    mi pare strano che un giudice non lo abbia capito fermandosi solo a giudicare se queste telefonate ci sono state o no, perchè in questo caso non ha capito un cazzo.

    • la Juventus ha sfasciato il calcio italiano, prima non rispettando le regole e poi non rispettando le sentenze della giustizia sportiva. Con il milan di silvio che ha dato il colpo di grazia. Il tutto con la complicità del palazzo e dei media

  60. Piove sul bagnato ,purtroppo per Ranocchia è un brutto periodo, gli tocca anche di fare il “cattivo” nello spot di Morata per Sky.

  61. corso ti do atto che sei stato tra i primi a notarlo e appunto per questo mi meraviglio che pensi ci sia qualcuno peggiore di lui…sacrosante le tue considerazioni destro,sinistro……ma….avere di fianco a te,essere protetti da, sapere che il tuo capitano e’…uno che dorme in piedi… va oltre l’aspetto tecnico(di per se gia’ piu che sufficente per mandarlo a casa)…qui siamo difronte a una tragedia umana(sempre sportivamente parlando) che a mio avviso( seguo la beneamata da oltre 35 anni).. faccio fatica a ricordare…ti viene in mente qualche rimbambito del genere? cosi giusto per curiosità

    • mareintempesta,

      dopo averlo criticato per anni vuoi che mi metta a difenderlo e pretenda che adesso giochi?

      dicevo lui in mancanza di meglio senza tanti stravolgimenti, in quanto ti immagini se dovesse giocare JJ a destra e facesse una pirlata, oppure come ha scritto Nino che ci giocasse Medel e dovessimo prendere un gol di testa?

      Landini?

  62. Handa

    Santon Murillo Miranda (sperem) Telles

    Perisic (inizialmente nella linea dei quattro di mezzo) Medel Kondogbia Brozovic

    Jojo Icardi

    Si comincia col 4 4 2 (perchè dobbiamo contrastare i loro fabri) e poi Perisic verrà spostato sulla linea degli attaccanti

  63. Corso, solo ora ho letto il tutto messaggio e a proposito di pelo……si è vero sono un ultrasessantenne e come te ho ancora vivo il ricordo delle imprese della GRANDE INTER…….davvero indimenticabili.

  64. Penso che la Società, con Mancio in testa, abbia messo in preventivo che a Miranda potesse venire un acciacco e pertanto poterlo sostituire debitamente, il ragionamento di Corso non fa una grinza, in questo caso il sostituto naturale dovrebbe essere Ranocchia, è vero che ormai lo riteniamo una vera sciagura, ma ditemi voi chi mettere? Potremmo giocare a tre con Medel centrale e JJ a sinistra e a destra?….Boh, insomma che se la risolva il Mancio, è pagato per quello……noi siamo qui che …..se sbaglia poco, poco………..non vi dico gli epiteti che gli pioveranno, nonostante ne stiamo constatando noi stessi la difficoltà della scelta.

  65. Continuo a portare aventi la mia battaglia in questo ed in altri blog…

    #aboliamolenazionali

  66. Grazie, Corso..

  67. Non so quanto ci convenga essere così umorali.

    Fino a poche settimane fa era morte e distruzione, avevamo perso il Trofeo Tim e questo era intollerabile

    e giù con Thohir che non spende, i dirigenti che non fanno vendono e si riducono all’ultimo minuto, Mancini non ne parliamo, Murillo è uno scarto del Granada, Jovetic è un ripiego per non aver preso Salah, Kondogbia uno strapagato ripiego di Tourè, Melo oddddiomio, Ljaijc il ripiego di Eder che è il ripiego di Lavezzi che è il ripiego di Messi
    emontoyachecacchiolabbiamopresoaffffare

    e così via.

    Ora abbiamo vinto due partite in croce, stentatamente, rischiando parecchio e giocando maluccio col Carpi e vai con le sparate

    scudetto, cappottone al Milan e così via.
    Ovviamente è semplicemente la tavola apparecchiata per buttarsi in picchiata nel pessimismo qualora, guardaunpo’, Perisic, Lijaijc, Melo e Telles non dovessero trovarsi a meraviglia tra loro e con tutti gli altri entro il primo quarto d’ora di giuoco.

    Tutta colpa di Mancini che non tira più i cazzottoni al plexiglas della panchina come un volta, significa che se ne fotte e blablabla.

    Io mi mantengo a metà del guado, dicendo che vedo una squadra più quadrata ma ben lungi da essere, almeno per ora, una squadra da scudetto.
    Gli acquisti sono stati mirati e importanti, ma ci sono state anche cessioni importanti

    (leggi alla voce: giocatori che non vuole nessuno, tantomeno il Real Madrid).

    Sono stati fatti sforzi, questo sì, ma non in modo così netto rispetto al passato, come qualcuno vuol far credere perché fa comodo ai fini dell’acqua al proprio mulino.

    Voglio dire, non l’ho mica detto io di spendere 10 milioni per la metà di Belfodil, 5 milioni per la metà di Taider e 20 milioni per Hernanes, realizzando, in quest’ultimo caso, una minusvalenze del 50% visto che per quasi un anno è stato schierato davanti alla difesa (sia mai gli venisse il ghiribizzo di attaccare, orrore)
    Tanto per dirne una.

    Io per ora mi limito a sperare di vedere una squadra che giochi col piglio del blasone che porta.

    E il fatto che ho tolto il meteo su san siro dai link preferiti, già mi fa stare meglio.

  68. Il male del calcio italiano?

    “I giuovani”? “i troppi stranieri”? Gli stadi vetusti?

    NO! Titoli come questo : “Icardi-Balotelli, derby tra ex bad boys: gol, gossip e famiglia”.

    Chi scrive questi articoli ha evidentemente una scarsa considerazione dei destinatari o viceversa se questo è ciò che la maggior parte dei lettori vuole, allora la situazione è ancor più disperata.

    Evidentemente l’Italia è stata cambiata più da TV Sorrisi e Canzoni che dalle lotte del 68′.

    Poi, voglio dire, chi l’ha detto che Balotelli sia un “ex” visto il recente ritiro della patente.

    E inoltre vogliamo paragonare le mirabolanti imprese di Balotelli con la storiella in fondo molto ordinaria di Maurito e Wanda?

    Ma tant’è l’informazione è un rullo compressore o piuttosto un mulino a cilindri che macina e riduce tutto ad una poltiglia indistinta e insignificante.

  69. Niente da fare…nonostante le motivazioni della cassazione, sto continuando solo a sentire PI che insistono a paragonare l’imparagonabile al posto di prenderne atto e correggere il tiro delle minchiate sparate in questi anni a sproposito per difendere l’indifendibile. Nessuno che citi Meani, Della Valle e così via…ormai si parla di Calciopoli come se fosse stato un semplice regolamento di conti tra Inter e Ladri con l’Inter grande impunita che avrebbe meritato la B ed i ladri danneggiati ben oltre le loro colpe… vi giuro che mi viene lo schifo, è una roba che ti fa proprio passar la voglia!

  70. Vedi Johnny, ti stanno dando la prova che effettivamente Moggi aveva (da quel che leggo mi fa dubitare che l’abbia ancora) il controllo dei media, pure l’editoriale della versione on line della mazzetta dello sport, conferma il colpo all’incudine a una indebita al martello. Non vogliono dire chiaro e tondo quella che è la realtà “pechè tutti hanno famigghia”.

  71. Il fenomeno Calciopoli è molto semplice e lineare da spiegare al netto di tutti i tentativi di arrampicata sui vetri che si sono sentiti in giro per molti anni…
    Vi era (facciamo finta che non vi sia più) un sistema mafioso e delinquenziale messo in piedi da alcuni personaggi (indicati con nome e cognome fin dalle prime sentenze) atto a favorire in maniera inequivocabile e continuativa un solo club: Juventus f.c.
    Alcuni altri club e personaggi (anch’essi indicati con precisione sin dalle prime sentenze) erano considerati “amici” (vassalli, piuttosto) e dunque di riflesso godevano di favoritismi e facilitazioni.
    Poi vi era la stragrande maggioranza degli “altri” (in primis Inter F.C.) che succubi del sistema delinquenziale e mafioso cercavano di pararsi il culo tentando di far sentire la propria voce anche con le “famose” telefonate agli arbitri (consentite, per altro, in quel periodo e che non avevano alcuna rilevanza penale) con le quali cercavano di districarsi o provare a mettere fuori la testa dal mare di merda in cui per anni ed anni (altro che solo due scudetti tolti) erano stati seppelliti.

  72. non ha più il controllo, ma è evidente che il testimone sia stato passato a qualcuno della stessa stirpe.
    Nel mondo dei media puoi anche essere un dio, ma il giorno che si decide che TU sei fuori non c’è più pietà, specie se chi l’ha deciso è qualcuno che pur di riqualificare l’immagine della propria società marcia, ha scelto di troncare con il passato facendo passare te come responsabile unico di un sistema governato in modo capillare a partire dagli arbitri per finire con movioloni truccati e calciomercato controllato (ovviamente il tutto all’insaputa della società di cui eri massimo dirigente).
    Ed ancora oggi siam qui a dover sentire paragonare una roba del genere a 2 DUE 2 telefonate intercettate a Facchetti dove i toni non sono minimamente paragonabili a quelli del ferroviere ne tantomeno partite da schede svizzere come quelle consegnate agli arbitri.
    Ma di cosa stiamo parlando??

    Da qui si finisce poi al solito discorso…com’è possibile che una grande come l’Inter non faccia nulla in questo senso e permetta a chiunque, dai giornalai all’ultimo degli opinionisti, di buttar fango e mistificare i fatti come se nulla fosse??

  73. Perché l’Inter non fa nulla rispetto agli intrallazzi ed al mare di fango che gli è versato addosso?

    1) tutto sommato perché in oltre 100 anni di storia si è vinto lo stesso e spesso stravinto conquistando comunque lo status di “grande”;
    2) si hanno tantissimi tifosi in italia ed in giro per il mondo perché i nostri colori hanno carisma, fascino e prestigio;
    3) tutto sommato vincere uno scudetto od una coppa italia in meno ma farlo in maniera pulita amplifica il nostro blasone e ci distingue dai ladri e dai mafiosi.

    Essere tifosi dell’Inter e vederla vincere in definitiva, non ha prezzo.

    • Grande. Soprattutto l’ultima riga.
      Ma anche quelle prima.
      Forza Internazionale, quella mai stata in B e con i colori del cielo e della notte.
      Fanculo agli altri che se lo meritano.

  74. Io dico che la stragrande maggioranza dei tifosi juventini si sia rassegnata e non spenda più nessuna parola per la vecchia dirigenza, certo è difficile in un confronto da Bar ammettere pubblicamente la verità e rassegnarsi ad essere tacciati da “ladri”, ma tant’è……Quando incontro amici juventini sorvolo a piè pari questi argomenti e parliamo dell’attualità, è inutile rigirare il coltello nella ferita, d’altronde mi dico che noi tifosi siamo solo delle vittime. Viva il calcio pulito, quello che a noi interisti è sempre piaciuto, ho sempre preferito perdere piuttosto che vincere con l’inganno. Comunque pare ci siano buone notizie per Miranda, dovrebbe esserci uno spiraglio per vederlo nel derby.

  75. “Serenità Milan, Ansia Inter”

    La gazza non si smentisce.
    Ma io mi dico…ci guadagnano qualcosa ? Sono dei burloni?
    L’affermazione sopracitata prendeva le mosse dal fatto che non si sa se Miranda giocherà, mentre si sa che serenamente Bertolacci (20.000.000€) non ci sarà.

    Torniamo sempre lì.
    Mancini se non vince è fottuto, il BBilan può anche perdere.
    Pensate cosa potrebbero fare i trombettieri , se poi malauguratamente dovesse vincere.

    Investiamo troppo poco nella comunicazione, ci ostiniamo solo a giocare a calcio.

    • Io mi “preoccupo” (ovviamente mi auguro) che perdano loro, per vedere come i suddetti trombettieri faranno passare la nostra impresa come scontata, fortuita, frutto di un gioco brutto e tutte queste menate.
      Poi non dite che non l’avevo detto.

  76. miranda-rocchi cosi insieme in pochi minuti sono duri da digerire

  77. io dico che per stare al passo coi tempi non puoi più tralasciare completamente il lato mediatico continuando a permettere a chiunque di sputarti addosso porgendo l’altra guancia.
    L’accanimento delle PI al giorno d’oggi non è paragonabile alla realtà di 20 anni fa dove non c’erano centinaia di opinionisti televisivi, giornali on-line, radio, social e palle varie.
    Non è più sufficiente rifarsi alla storia affermando di aver vinto anche in passato senza porgersi determinati problemi poichè da Calciopoli ne esce una società di ladri che nonostante tutto è riuscita ad infondere nelle menti del tifoso medio e da bar il concetto di esser stata “privata ingiustamente di qualcosa” e di aver tutto il diritto di recriminare mentre l’unica società che ha subito danni enormi nel corso degli anni è stata invece additata dalla massa come quella che ha organizzato l’imboscata ed è fuggita con una refurtiva che non le appartiene e che protegge grazie alla “prescrizione”. Che almeno il 70% del tifo in genere pensi questo è un dato di fatto e siamo stati noi stessi a permetterlo…
    Non sto chiedendo campionati manipolati a nostro favore, ma semplicemente qualcuno con le palle che si occupi di questo e che sappia far valere le nostre ragioni mettendo al proprio posto i vari pennivendoli ed impedire questo tiro al bersaglio continuo che proprio dopo Calciopoli è triplicato d’intensità.

  78. Aldilà della retorica (giusta e sacrosanta, eh)
    se ci fossimo difesi colpo su colpo su ogni accusa che ci è stata mossa

    secondo me avremmo vinto di più
    e spendendo meno.

    È stato il vero tallone d’Achille della gestione Moratti e, purtroppo, ho la sensazione che con Thohir, sotto questo aspetto, sarà anche peggio.

    I telegrammi di risposta dall’Indonesia, sul sito, non fanno più effetto
    (ammesso che lo abbiano mai fatto)

    o si inizia a non far passare più neanche uno spillo nei nostri confronti
    oppure finirà peggio di prima.

    • rendiamoci conto che il massimo delle nostre difese erano racchiuse nelle rispostine di Moratti nei parcheggi dello stadio o il lunedì davanti alla Saras.
      Secondo me la gestione Thohir col tempo farà qualche passo avanti in tal senso anche perchè farne indietro credo sia praticamente impossibile.
      Sul vincere di più spendendo meno sono d’accordo…e per tornare ai danni subiti dall’Inter nel periodo di Calciopoli basti citare l’esempio di Cannavaro preso a 45 miliardi e dato via come invalido (falso invalido) per 2 noccioline poichè già d’accordo da mesi con i ladri…. ma alla fine i danni alla FIGC li chiedono loro

  79. mediaset e mondadori sappiamo di chi sono….gli agnelli negli ultimi anni sono diventati i maggiori azionisti di rcs….tuttosport e corriere dello sport hanno una partnership commerciale….in sky “se non hai giocato nella juve o se non hai l’amante gobbo non ti prendono”…… ma che la situazione sia questa lo sanno anche i sassi, ecco perche’ e’ una grave mancanza della società non cercare di limitare(impossibile eliminare in questa situazione) il problema assumendo un paio di “mastini” della comunicazione che ogni giorno vanno a ringhiare nei vari media….

  80. Grazie all’operato di società come Juventus e milan (post 86) il calcio italiano ha credibilità prossima allo zero. Ringraziamo il cielo che ci siano ancora imprenditori disposti ad investire in altre Società calcistiche italiane sfidando il contesto mafioso

  81. cmq la designazione di rocchi è una vera provocazione visti i precedenti non dovrebbe più arbitrare partite dell’Inter soprattutto di una certa importanza avendo chiaramente dimostrato di essere, diciamo così, “poco sereno” nei nostri confronti. purtroppo temo un trappolone …

  82. “tanto alla fine gioco sempre io”….a questo punto mi viene da pensare che oltre che un pessimo giocatore sia anche uno di cui e’ meglio liberarsi quanto prima..quindici giorni prima che arrivasse lui alzavamo al cielo il trofeo come prima squadra al mondo…..arriva lui e smettiamo di essere una cosa seria….un portatore di negatività assoluta….non lo voglio neanche piu’ nominare…..

  83. “Gianluca ROCCHI arbitro Assolto. L’ arbitro fiorenino è scoppiato a piangere alla lettura della sentenza: è stato assolto con formula dubitativa, mentre l’ accusa aveva chiesto per lui la condanna a un anno e 4 mesi.”

    Speriamo bene.
    Keep calm and think positive.

  84. Aldilà del suo rapporto con l’Inter, quello che lascia perplessi è il perché continuino a dargli partite di cartello.

    Anche senza noi di mezzo ne ha combinate una marea.
    Basti pensare allo scorso Juve – Roma che se lo disse da solo di aver arbitrato male.

  85. se fosse possibile, assodato che ormai sarà Ranocchia a sostituire Miranda, chiederei ai tifosi presenti allo stadio, di sostenere il ragazzo, anche se dimostrasse un po di iniziale titubanza, ne va del nostro bene per l’andamento della partita, cerchiamo di non essere autolesionisti. Lo so è capibile la sfiducia generale, ma facciamo uno sforzo….

    • Giustissimo Mike,
      massimo sostegno a chi entra in campo con la nostra maglia, ci mancherebbe.

      Però è ora di mettere qualche puntino sulle i:
      chi è voluto rimanere all’Inter, quest’anno, dove, almeno sulla carta, si dovrebbe cambiare registro,
      sapeva che quest’anno non sono ammesse “titubanze”.

      Chi non se la sentiva ha avuto tre mesi per cambiare casacca e magari portare qualche introito per qualche ulteriore aggiustatina qua e là che ancora manca.

      Perciò, chi ha puntato i piedi per rimanere, ora dimostra di poter giocare in un’Inter che lotta, quanto meno, per il terzo posto.

      Altrimenti i fischi sono più che giustificabili.

  86. Poche palle, ci è stato commissionato il sicario per spegnere gli entusiasmi sul nascere. Spero vivamente di sbagliarmi, ma la designazione di Rocchi mi fa pensare che domenica sera difficilmente si uscirà con 3 punti…ormai è lui l’uomo di fiducia per gli incarichi sporchi così come accadde lo scorso anno in Juve-Roma.
    Se ci aggiungiamo che nell’ultimo precedente ci ha praticamente regalato 3 punti inutili a Udine con 2 rossi e un rigore contestatissimo (magari per scrollarsi di dosso qualche polemica di troppo sul fronte Inter), direi che gli ingredienti per la frittata ci siano tutti

  87. Io a questa ora dico solo che spero non giochi Ranocchia. ………..magari tocca a Medel che avrebbe lo stesso ruolo che ha nel Cile.

  88. Este, forse qualche altro ma proprio Ranocchia non ha affatto puntato i piedi, lui era aperto a qualsiasi soluzione, solo che qualcuno degli acquirenti lo avrebbe voluto gratis, e bene ha fatto la Società a non cederlo a queste condizioni. Io sono una persona particolarmente fiduciosa verso i nostri ragazzi e Ranocchia, dobbiamo ammetterlo, dal punto di vista comportamentale è stato assolutamente corretto, sempre, perciò se dovesse giocare ha la mia massima fiducia e stima, alla fine della partita tireremmo le somme.
    Johnny, su Rocchi, purtroppo ho anch’io le tue stesse sensazioni, speriamo di sbagliarci.

  89. Simone, ti faccio la stessa domanda che ha posto Corso: e se per puro caso dovessimo prendere gol di testa per la statura non eccelsa di Medel?….Io piuttosto direi che se si dovesse giocare con il centrocampo a tre, con Melo centrale, Medel a destra e Kondogbia a sinistra o viceversa, abbiamo una cerniera che darà sicurezza a tutta la squadra.

  90. Così, prima del Derby e tanto per cazzeggiare, ne vogliamo parlare?

    Ferri: “Mihajlovic, mi hai deluso. Hai rinnegato una fede”
    L’ex difensore dell’Inter sulla sua pagina Facebook dopo il “chi non salta è nerazzurro” di Sinisa: “Credevo avesse carattere e non rinnegasse una fede. Delusione”
    l “chi non salta nerazzurro è” al quale ha partecipato questo pomeriggio anche Sinisa Mihajlovic davanti a Casa Milan non è passato inosservato. Il primo a reagire, pubblicamente, è stato l’ex difensore nerazzurro Riccardo Ferri, compagno di squadra di Mihajlovic alla Sampdoria.
    IL COMMENTO — Attraverso la sua pagina Facebook, Ferri ha commentato: “Difficilmente commento queste cose, ma il mio ex compagno Sinisa Mihajlovic mi ha deluso – ha scritto -. Credevo avesse carattere e non rinnegasse una fede. Uno come tanti che sono passati all’Inter e che hanno fatto credere ciò che non sono. Delusione”.

    • ma che stiamo a parlare pure di Ferri?

      a parte che è un discorso assurdo, ma gli’avesse detto Mourinho, passi, ma questo come allenatore faceva cacare in LegaPro, cazzo ne sa

      la volpe e l’uva

  91. Enzo, Mihailovic è un professionista, prima che tifoso, ha giocato nel suo paese, è stato alla Samp, alla Lazio, all’Inter, ha allenato la Fiore e la Samp, come si può pensare che sia profondamente Interista, come un tifoso qualsiasi che è da sempre amante della propria squadra. Ferri, avrebbe fatto bene a non dire nulla, perché parlare a certi livelli di attaccamento ai colori di una società, è parlare del nulla….Ora secondo te, Mancini è interista come uno di noi?…Mourinho diceva, sin quando allenerò l’Inter io sarò il tifoso più accanito di questi colori………….ora lo è del Chelsea.

  92. io la vedo diversamente… quello che dici Mike sarebbe tutto giusto se non fosse che sia stato lui stesso ad infilarsi in questo equivoco lasciandosi andare a dichiarazioni di fede per di più gratuite e non richieste da nessuno… è stata quella la causa scatenante altrimenti nessuno se lo sarebbe cagato più di tanto dal momento che come dici ha già cambiato tante squadre, viene da un altro paese ed ha anche una precedente doppietta Roma-Lazio alle spalle.

    Ammiro più una persona come Gonde che nonostante sia un gobbo conclamato con una carriera sia da giocatore che da allenatore dei ladri, ad un certo punto dichiara che in quanto professionista diventerebbe il primo tifoso di Inter, bilan o Roma indistintamente se un domani gli capitasse l’occasione, facendo una buona figura e non precludendosi alcuna strada.
    Alla fine nel mondo del calcio le valutazioni sul singolo personaggio sono spesso effimere e possono cambiare rapidamente, a volte basta un’esultanza di troppo o una dichiarazione un po’ambigua per trasformarti in un attimo da idolo a bersaglio. Ecco, lui con quella dichiarazione sommata al passaggio ai gonzi condita da siparietti di questo tipo è passato dall’essere considerato un “uomo da Inter” a pagliaccio di corte e non mi stupirei se venisse anche fischiato Domenica

    “uno come tanti che sono passati all’Inter e che hanno fatto credere ciò che non sono”…per me non fa una piega

  93. La diversità di vedute fra me e te e che io non credo assolutamente a questi personaggi, quando dicono di essere tifosi, lo fanno solo ed esclusivamente per proprio tornaconto, Miha ha sempre atteso che venisse chiamato ad allenare l’Inter e quando era alla Fiore, si parlava spesso di lui come probabile allenatore. Tu lo sai quanto me cosa significhi essere tifosi, non è una cosa che hai voluto, non è una maglietta che puoi toglierti quando vuoi, è un qualcosa che ti sboccia dentro senza che tu te ne accorga è un fuoco inestinguibile, loro di fuoco inestinguibile hanno solo il flusso di denaro, amano chi li paga di più e meglio. Perciò non mi ha fatto fremere quando ha detto che era tifoso dell’Inter e men che meno ora che è saltato al grido dei tifosi BBilanisti.

  94. La vita, come dicono i filosofi (ricordo a tutti il festival filosofia Modena-Carpi-Sassuolo-18/20 Settembre) è necessità.
    Purtroppo l’uomo (ma anche la donna e tutti gli altri generi intermedi) deve mangiare se no muore e se non avesse questo retaggio potrebbe fare le sue scelte esclusivamente col cuore, invece è costretto spesso volte a contraddirsi.
    Il tifo per una squadra è una scelta esclusiva di cuore, disinteressata, anzi quasi sempre economicamente in perdita e non tutti, in questo caso gli addetti ai lavori, se la possono permettere.
    Aveva visto giusto Gaber parlando della Libertà : “…se potessi mangiare un idea avrei fatto la mia rivoluzione”

  95. nell’ambito calcistico gli unici tifosi VERI siamo noi, i giocatori, allenatori e dirigenti sono solo dei professionisti che vanno dove vengono chiamati a fare il loro lavoro e casualmente può succedere che le due cose, lavoro e tifo, si abbinino e quindi uno faccia il lavoro che dovrebbe avere sempre sognato.

    unica eccezione i Presidenti dove normalmente chi decide di acquistare una squadra sceglie quella del cuore, ma anche lì non sempre è vero, come si evince da diverse figure di Presidenti che hanno acquistato squadre solo per acquisire maggiore visibilità in ambito nazionale o mondiale, a seconda dell’importanza e del valore della squadra che hanno deciso di acquistare.

    son quasi sicuro che anche Zenga, se Berlusconi lo avesse chiamato invece del Sinisa, avrebbe preso la palla al balzo e poi spiegato in qualche modo il motivo a noi poveri pirla che ancora crediamo alla voce del cuore.

    les affaires sont les affaires…

  96. infatti sono d’accordo, non ho mai detto che io credessi in lui come una bandiera, ho provato un po’di fastidio i primi giorni del suo passaggio al bilan e nulla più.

    Dico che tutte queste polemiche da bar sono solo causa del suo essersi spacciato per interista vero poichè nel calcio certe dichiarazioni rimangono scolpite nelle menti… vere o meno che siano. Fosse rimasto al suo posto, nessuno avrebbe avuto alcun tipo di pretesa da lui e non saremmo qui a discuterne. E’ chiaro che in quel periodo la panchina dell’Inter era in bilico ogni 3×2 ed il suo nome compariva spesso tra i papabili… quelle dichiarazioni cadevano giusto a pennello, ma se ora si becca i fischi proprio dai tifosi a cui ha ammiccato, ci sarebbe poco da stupirsi

  97. Per quanto riguarda il derby, prima dell’infortunio di Miranda avevo la sensazione che l’avremmo potuto vincere, grazie sopratutto alla forza della difesa, dal momento che ritengo l’attacco del Milan il loro reparto più pericoloso, a centrocampo con un Melo al primo impegno, un Kondogbia non ancora calatosi a fondo nella nuova realtà e un Guarin capace di tutto, nel bene e nel male, non ho certezza sulla nostra superiorità, qualcuno sosterrà che ci vuole poco per essere migliori di Kucka, Montolivo e Bonaventura………lo spero anch’io; ma rimane pero a sto punto la nostra difesa che non mi da più tutte quelle garanzie, pur confidando in un grande impegno da parte di Ranocchia.

  98. come nella vita le cose cambiano, per cui in certi casi sarebbe meglio stare zitti piuttosto che dire cose che possono esserti rivoltate contro, oppure sorprendere e deludere chi ti ha creduto.

    ho sentito dire peste e corna contro persone che poi sono diventate amicissime per non dire di quelle che di diverso sesso, anche se oggi giorno è una precisazione superflua, che poi si sono messe insieme e sposate.

    fortuna che sono uno che si è sempre fatto i cazzi suoi perchè se le avessi riportate molto probabilmente adesso lo stronzo sarei io.

  99. Le PI menano le palle con la storia dei saltini di sinisa per un semplice motivo:

    Ieri galliani è stato aspramente contestato durante tutto l’evento a casa milan.

    Dall’inizio alla fine. Ammainavano uno striscione accusatorio solo per issarne un altro. Smettevano di cantare cori insultanti solo per iniziarne di nuovi.

    È ovvio che adesso si parli all’unisono dei cori anti inter cui ha partecipato sinisa. L’alternativa sarebbe svergognare il proprio datore di lavoro -dato che son tutti a libro paga- quindi trovo logico che si concentrino su altro.

    Va da sé che a parti invertire sarebbero state prime pagine in sequenza con titoloni per mettere a nudo la grave crisi interista. “La festa diventa incubo” “forte contestazione alle alte sfere” “anni bui” “inter allo sbando” ecc ecc

    • caro Wolf,

      a leggere certi articoli o a sentire quello che dicono alla televisione certi giornalisti sportivi ti viene la voglia di prenderli a pedate nel culo dal nervoso che ti mettono addosso.

      anche ieri sulla gazza c’era da una parte un editoriale che metteva in risalto la sentenza della Corte Suprema su moggi, ma a fondo pagina c’era la sentenza di quello stronzo di giudice che assolveva il mafioso dal reato di calunnia intentatogli dalla famiglia Facchetti.

      roba di un’altra querela da parte del figlio del Cipe perchè continuano a mischiare cose legittime e consentite come le telefonate a Bergamo e Pairetto, con la cupola mafiosa ordita e messa in opera da moggi.

      così a chi legge continuano ad insinuare le cose per le quali moggi è stato querelato.

  100. Un professionista allena e gioca in qualunque squadra e lo fa al meglio, cercando di farla vincere ed essendo contento di farla vincere.
    Ma un professionista serio non fa ( a prescindere) ‘ste cazzate del saltellare e baciare le maglie e fare dichiarazioni paracule.
    Non dice “non salto perché sono interista” ma dice “non salto perché sono un allenatore e non un saltimbanco”.
    E la smetterei proprio di saltellare, compresi i tifosi, che mi sembrano scemi!
    E la smetterei da tifosotto di chiedere a giocatori e allenatori di saltellare, che non sono saltimbanchi. Non è che perché uno gioca in una squadra deve fare tutte le scemenze che gli chiedono i tifosi più scemi.
    Scemi più i milanisti che gli interisti, i quali pensano, perché Sinisa ha saltellato, di aver fatto chissà quale sgarbo all’Inter. Che domani quello diventa allenatore della tipo Juve e gliene fa 6 senza battere ciglio.

  101. Scusate, esco un attimo OT (ma si parla cmq di Inter): non ho più molto tempo per scrivere e seguire le news sul mondo Inter, ma cos’è sta storia della disputa Pipparez tra Inter e Sunderland?? L’Inter dice che è degli inglesi e loro dicono che è dell’Inter?? Minchia lo vogliono tutti il fuoriclasse argentino!
    Altra curiosità: Pippeira che fine ha fatto?? dove gioca e di chi è il suo cartellino??

    • Pippeira è ora all’Estudiantes in prestito con diritto di riscatto che molto probabilmente non verrà di nuovo esercitato dopo esser stato già in prestito al San Paolo sempre in prestito con diritto di riscatto che non è stato esercitato.
      Sta per scavallare i 30 anni e quasi sicuramente tornerà alla base a Gennaio con un valore di mercato pari a zero.

      Sul fronte Pipparez invece pare che la Fifa lo stia liberando provvisoriamente in modo che il giocatore possa accasarsi con qualcuno disposto a prenderlo in prestito finchè non si pronunceranno per decidere a chi appartiene il suo cartellino.

      PS : Pipparez+Pippeira = 25-26 milioni dei quali se ne riusciranno a recuperare una decina se andrà tutto bene con la Fifa

    • sorry, mi sono scappate un paio di ripetizioni