Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

L’orlo della rassegnazione

image

Non serve essere interisti da “moriremo tutti” per dire che nel giro di otto giorni siamo passati da un cauto ottimismo all’orlo della disperazione. O meglio – che forse è peggio -: sull’orlo della rassegnazione.  E mica perchè siamo incontentabili o severgnini, ma perchè abbiamo visto cose inequivocabili, cose che hanno un nome e una classificazione. Io mi ero segnato sul calendario il 5 ottobre come prima data spartiacque della stagione,  la partita del transito da una fase al limite del ridicolo (partite con squadre islandesi, ucraine e sassuolesi) a una fase “vera”, che doveva simbolicamente  iniziare a Firenze, campo ostico,  clima ostico, squadra ostica, benchè la squadra ostica avesse iniziato il suo campionato un po’ alla cazzo di cane e che sul suo campo ostico non ci avesse ancora nè vinto nè segnato uno straccio di gol. Com’è andata il 5 ottobre lo abbiamo visto. Il problema è che giá una settimana prima, col Cagliari, le nostre povere certezze avevano giá ricevuto uno scossone da paura. E tre giorni prima di Firenze, a San Siro contro gli azeri, era forse avvenuta la cosa più inquietante di tutte: perchè in teoria può capitare la partita maledetta (Cagliari) e in teoria può capitar di perdere senza alcuna attenuante su un campo ostico (Firenze) (sto concorrendo per il Guinness, categoria “uso spropositato dell’aggettivo ostico”), ma non è possibile assistere impotenti allo  spettacolo di una squadra in preda ai crampi nell’affrontare un qualsiasi Qarabag in una tiepida serata di inizio ottobre.

In pratica, in otto giorni, all’improvviso, dopo un mese e mezzo di serenitá un po’ sovrastimata, ci siamo ritrovati in pieno marasma tattico e in pieno sbando fisico. In pratica, per dare un numero al nostro piccolo disatro, dopo sei giornate abbiamo 10 punti di svantaggio dalla Juve. Cioè, dopo “ostico” a me ora viene in mente di usare in eguale quantitá “merda”.

Tutto intorno è un fiorire di analisi crude, un po’ catastrofiste e molto orientate – appunto – alla rassegnazione. Dovremmo  dunque rassegnarci, a ottobre appena iniziato, a una serie di cose, tutte peraltro molto realistiche:

1) Juventus e Roma sono molto più forti e noi giocheremo un sotto-campionato dal terzo posto in giù con la prospettiva di puntare (ri-puntare) al classico posticino dell’Europa periferica.

2) l’allenatore è questo, non sará mai esonerato perché ha un contratto da nababbo.

3) la squadra è questa, ringiovanita e rimescolata, potenzialmente buona, ma questa è.

Bei tempi quando ci incazzavamo perchè arrivava la pausa per la Nazionale e noi giù a smoccolare perchè ci spezzava il ritmo ecc. ecc. Ora siamo qui a ringraziare il suono del gong perchè permette a noi, stanchi e storditi, senza fiato e disorientati, si ritornare all’angolo e riprender conoscenza in vista del prossimo round. Guardo il calendario incredulo: sì sì, è inoppugnabile, abbiamo appena cominciato. E siamo giá a questo punto?

Sì.

Bene. Guardo la classifica e vedo che, tranne la Fiorentina che abbiamo rianimato noi, tutte le squadre che abbiamo affrontato sono nella seconda metá dalla classifica. Otto punti in sei partite – sei partite di difficoltá medio-bassa – fanno ridere. Gli altri, dico. Non mi rassegno a rassegnarmi a inizio ottobre, ma siamo giá al training autogeno. Prossimi stadi: overdose da orociok e negazione dell’evidenza.

share on facebook share on twitter

180 commenti

  1. tranquilli, adesso basta che ne perdiamo ancora due o tre a fila e poi Mazzarri si ritroverà d’incanto nel suo habitat naturale con una squadra da salvare come la Reggina o di mantenere nelle zone tranquille come la Samp e non ci saranno più problemi.
    col Napoli è stato un incidente di percorso ma non si ripeterà anche perchè uno disubbidiente come Cavani non lo troverà più che invece di fare solo la punta e segnare un pacco di gol come ha fatto tornava sia a metà campo che in difesa correndo come un matto nonostante lui gli dicesse di stare fisso in area avversaria, come non troverà più un altro come Hamsik che anche lui andava dappertutto al posto di rimanere nel suo bel mezzo quadrato ad aspettare la palla che gli avrebbero portato a domicilio i mediani.
    la reputazione gli hanno rovinato questi due pirla…

    • Be’, pure Lavezzi non è che gli sia stato molto ubbidiente… Invece i suoi attuali discepoli applicano alla lettera le sue disposizioni, tipo calci d’angolo battuti a 25 cm. da terra, tirare direttamente in curva, ‘aprirsi’ in difesa alle incursioni degli avversari e via di seguito…

  2. ma no corso, il problema del genio con i giocatori dell’inter è un altro e l’ha spiegato bene lui stesso: non capiscono bene la lingua e non si avvicinano alla panchina per chiedere che devono fare (l’ha detto davvero eh). un corso di inglese (o di italiano) e qualche bel cartellone stile F1 esposto dalla panchina e come d’incanto sarà tutto risolto……..

    • Totocutugno, lascia stare.
      Che le prefiche tanto non ascoltano e se ascoltano non capiscono.
      Che nessuno ha mai detto che “siamo una squadra fortissimi” con giocatori pari a quelli del Real.
      Ma a loro fa comodo rinfacciare questa cosa per poter sostenere le loro bislacche tesi. Forse perché sono abbastanza competenti per giudicare i giocatori ma non abbastanza per giudicare l’allenatore e non vogliono sentirsi tagliati fuori.

    • Lo so B&R, ma è difficile continuare a leggere (non solo qui) che la rosa è scarsissima, che i nostri giocatori non valgono nulla, che tizio e caio non hanno mai dimostrato nulla, che mazzarri, poverino, con il materiale umano che si ritrova, più di quello che sta facendo non può fare e contemporaneamente veder smentire questa tesi in ogni giornata di campionato nella quale squadre certamente inferiori (verona, empoli, cagliari, samp, udinese, cesena…) offrono un buon calcio, senz’altro più piacevole da guardare (poi si può vincere o perdere) rispetto a quello mostrato dall’inter del miste da 16 mesi in qua. A tal proposito leggetevi questo link di febbraio 2014, mi chiedo: è cambiato qualcosa da allora??? sono gli stessi identici problemi odierni, eppure un po di giocatori sono cambiati…e il mister? ah no è sempre quello.
      http://www.calciomercato.com/news/inter-mazzarri-rischia-l-esonero-208001

  3. Sulla carta, Empoli, Cesena e Sassuolo sono inferiori..e poi il Parma quest’anno è partito male…

    • si, però l’empoli gioca a calcio…..11 sconosciuti o quasi (sicuramente tutti più forti dei nostri scarponi), che giocano e pure bene in proporzione alle loro possibilità, però si vedono degli schemi (anche su calcio d’angolo!), sovrapposizioni, triangolazioni (magari da scuola calcio, ma almeno loro le fanno), gente che corre e lotta.

  4. Quand’è che abbiamo l’Empoli? La prima in casa? 😉

  5. Grande Corso!!

  6. Ho visto l’empoli contro il milan: si muovevano proprio bene, un 4-4-2-ordinato.
    Allenatore SARRI

    • la domanda finale di Mou fa venire i brividi … che grande!
      (ma per caso ha fatto qualche commento su juve-roma? sarebbe bello sentirlo)

  7. Non credo che l’allenatore debba stare tanto sicuro del posto, se ho inteso bene le parole di Thohir. Non sono d’accordo sulla improbabilità di un cambio della guida tecnica per questioni economiche. Anzi, credo che se le cose dovessero continuare su questa strada, a stento si arriverebbe alla sosta natalizia.

    A B&R, poi, faccio semplicemente notare che l’uso dell’epiteto rivolto a me e ad altri interisti (‘diversamente competenti’) mi riporta alla mente quello usato dai gobbi verso i tifosi dell’Inter subito dopo Calciopoli (‘I diversamente onesti’, ricordi?), e che il tuo perentorio invito a ‘tacere’ va a braccetto con l’intimazione rivoltaci, non molto tempo fa, da un arbitro (‘Voi interisti dovete tacere’, ricordi?).
    Solo questo basta e avanza a dare l’idea dei riferimenti (ahimé, per te occulti) che girano vorticosamente nella tua testa, sicuramente accompagnati dall’elaborazione di tattiche rivoluzionarie della cui efficacia noi, poveri interisti ‘ignoranti’, non abbiamo motivo di dubitare.
    Per il resto, valgono le considerazioni che io ed altri come me abbiamo tentato di esporre più di una volta; e senza la pretesa di aver la risposta a portata di mano, come se fosse la cosa più facile del mondo.

    • Quoto toto e max su Sarri.

      Questo non per dire ‘prendiamo sari e stiamo apposto’.

      Ma per dire che anche con una rosa neopromossa, se il misteR ha delle idee di gioco valide, è possibile vederle sul rettangolo verde.

      Un altro è Schaaf o come cazzo si chiama dell Eintracht, con soriano e compagnia cantante. Gente scarsa, che però gioca a pallone.

      E l’elenco potrebbe esser infinito.

      Poi se vogliam contarci su che icardi e osvaldo valgon meno di pucciarelli e soriano, diciamolo pure.

      Ma prendiam per il culo solo noi stessi, e ci complichiamo pure la vita perché fra cambiare un allenatore o 25 giocatori bisogna essere masochisti a optar per la seconda quando bsterebbe la prima.

      Che per altro io resto ancora sulla mia, cioè contrario al cambio panchina.
      È semmai l’allenatore che deve cambiar il sé stesso attuale, imporre l’unico modo di giocare adatto alla rosa, rodarlo, e non rinunciarvi mai. Non abiamo classe e duttilità tali da reinventarci in base all’avversario. Infatti se rimodularsi in nome della maggior prudenza porta a 3 sberle da una viola mutilata dell’attacco, lascio a voi le conclusioni per quando avrai di fronte i tevez e i gervinho. Tanto vale allora giocarsela sempre col modulo che gira.

      Lo si diceva dalla prima, giù polemiche su patenti e competenze. Neanche il tempo di veder due foglie cadere dagli alberi ed abbiamo avuto la prova del 9.

      Credo sia ridondante ribadire che il modulo che ingrana è il 3 5 2 con doppia mezzala e per carità diddio solo 1 mediano, ma a scanso d’equvoci s’è ribadito.

      In conclusione, se rodiamo un sistema di gioco, anche noi possiamo giocare con automatismi e schemi, come già fa un qualunque empoli. E con questi la manovra diventa più rapida ed incisiva. Prestazioni e risultati vengon poi da sé.

      In campo dobbiam quindi scenderci sempre con due punte e due mezzali, poi durante la gara a seconda delle esigenze si può variare, ma serve un approccio alla gara costante, aggressivo e famelico. Contro chiunque. Non vedo altre vie per trovare sicurezze nei propri mezzi, perse dopo cagliari e dunque già precarie, e manovra efficace.

  8. Nino lascia stare.
    Che le prefiche tanto non ascoltano e se ascoltano non capiscono.
    Che nessuno ha mai detto che “ abbiamo un allenatore fortissimo” pari a quelli del Real o del Chelsea ( e neanche dell’Empoli ).
    Ma a loro fa comodo rinfacciare questa cosa per poter sostenere le loro bislacche tesi. Forse perché sono abbastanza competenti per giudicare gli allenatori ma non abbastanza per giudicare i giocatori e non vogliono sentirsi tagliati fuori.

  9. Anche i riferimenti occulti.
    Pensa tu che io neanche ci avevo pensato.
    Pensavo più al “diversamente alto” di berlusconiana memoria.
    Oggi ho detto “che merda sta pioggia”, ti assicuro che non voleva essere una citazione di moggi il giorno di perugia-juve.
    Giusto per dare la corretta prospettiva al tuo volo pindarico.

    Gianni, lo specchio riflesso è un po’ svilente, non trovi?

  10. MAZZARRI E’ LA MERDA.

    DUE ANNI PER CAPIRLO?

  11. Ah, io critico un po’ tutto l’ambaradan per cui a me l’effetto specchio fa un baffo.

    In realtà, però, secondo alcuni, NON si può criticare MM o Thor o Ausilio ecc., però si possono criticare i giocatori che non valgono o sono scarsi ecc. ecc.
    Mettetevi d’accordo: o si critica tutto o non si critica niente.
    Altrimenti siamo nell’ipocrisia e/o in quella dimensione dell’ego strabordante di cui, sempre voi, ci avete parlato tempo fa, accusando alcuni qui dentro (compreso il sottoscritto).

    Io, ripeto, sono un competente e dunque non ho problemi a dire la mia.
    E non sono un gonzo!

  12. ripassino:

    chi è che non avete ancora finito di criticare ANCHE perchè ha cambiato più allenatori lui da solo in un anno che tutta la serie A ? ( Zamparini fuori concorso)

    chi erano quei giocatori che avreste preso volentieri a pedate nel culo, sia alcuni anni fa che recentemente, a cui avete affibbiato nomignoli, soprannomi e quant’altro servisse per qualificarli delle pippe non meritevoli di indossare la nostra maglia?
    (qui potete pur sbizzarrirvi, oppure andare a rileggervi i vostri commenti)

    chi era quell’incapace che li ha comprati pur che prima ne avesse comprati diversi altri molto validi spendendo poco o niente e con questi ci ha permesso di vincere un triplete?

    finito l’esamino di coscienza fate mente locale a quanto scrivo io e perchè scrivo certe cose che vi danno fastidio, e non per moralizzare come qualche povero pirla pensa o perchè abbia un ego così smisurato da doverlo affermare ogni giorno, ma solo per mettervi di fronte alle vostre perenni contraddizioni.

    nel 97/98 ci fregarono uno scudo in maniera vergognosa e il rigore negato a Ronaldo era solo la classica ciliegina della torta perchè quell’anno ci furono diversi episodi che ci penalizzarono molto prima, gli stessi che sono capitati quest’anno, che sono capitati l’anno scorso e che sono capitati due anni fa, solo che non essendo arrivati secondi o terzi o nelle vicinanze sono stati minimizzati e non considerati influenti in quanto abbiamo giocato o stiamo giocando male e quindi inutile parlarne.

    io invece ne parlo e parlavo ed ero e sono considerato uno sfigato in quanto avevo ed ho come caratteristica quella di mettere nel conto gli arbitri e la sfiga oltre a tutto il resto, mentre voi no, salvo tirarle in ballo per le ladrate o le culatate degli altri, dove la juve è un’osservata speciale per i doni che riceve da sempre e il milan è un osservato speciale per la culanda che ha, oltre al trattamento di favore che hanno i suoi giocatori appena entrano nell’area avversaria.

    ma per quelli dell’Inter sono argomenti da non tirare nemmeno in ballo, a meno che la prestazione della squadra sia da 7+, altrimenti sono solo scuse.

    è del tutto legittimo criticare o analizzare l’andamento della nostra squadra sia che essa vada bene o che vada male, è questo lo scopo di un blog, scambiare opinioni, ma non è normale dissacrare tutto quello che è stata nel periodo che più ci ha dato soddisfazioni solo perchè si sono interrotte all’improvviso.

    ci si può rimanere male, ma dire peste e corna, insultare e delegittimare, fa solo incazzare.

    è normale parlare male di un allenatore se le cose non girano come dovrebbero, non è normale considerarlo un povero pirla incapace arrogandosi la competenza di dire peste e corna di lui senza sapere una beata minchia di quello che è il suo vero lavoro, in quanto lo riducete ai 90° minuti di una partita tralasciando tutto il resto che non si vede dietro le quinte.

    per questo però non vi fate mancare le illazioni più disparate.

    lo so anch’io che alla fine è sempre stato l’allenatore a pagare perchè non si possono licenziare tutti i giocatori e quando le cose si mettono come non dovrebbero è l’unica soluzione, rimane il fatto che non potete dire a me che non posso criticare ANCHE i giocatori, che io non avrei mai preso a pedate nel culo il pippinho che cadeva solo se tirava un pò di piu’ di vento, o il bradipo Alvareza, o il divino gabbiano o skl8 o il tennista biondo e sa il cazzo chi vi ha fatto incazzare ed inorridire l’anno scorso, due anni e tre anni fa.

    non me la voglio prendere con Kovacic o con Hernanes per puro spirito di contraddizione perchè è lì da vedere il loro rendimento sotto la sufficienza, per non dire che fanno cagare.

    quelli come voi che capiscono e sono competenti dicono che è per colpa dell’allenatore che li impiega male, io dico che se solo mi facessero vedere che almeno corrono e si impegnano forse vi darei anche ragione.

    così rimango della mia, pur tenendo in considerazione che Mazzarri non è adatto ad una squadra come l’Inter e ai tifosi che ha.

    come il 99% di tutti gli allenatori che ci sono in circolazione…

  13. però di questo passo dovremmo essere a cavallo…
    se è specialista e il meglio lo da con squadre da salvare…
    visto mai che col piano B mettiamo una toppa peggio del buco?
    …piano B???
    in che senso, scusate…

  14. …nel giro di 8 giorni…è crollato il mondo…
    dopo la sconfitta col Cagliari chiesi una commissione di inchiesta…

    una cosa è certa: grossa crisi di identità, a tutti i livelli
    società, squadra, allenatore, tifosi…

    e comunque inutile negarlo: l inizio del campionato fino alla partita col Cagliari è stato alquanto traumatico; il tre a zero con la Viola è una semplice conseguenza…
    certo scendere in campo sentendosi dire ad ogni pie sospinto che gli errori arbitrali vanno accettati è come sorbirsi una dose giornaliera di cicuta che ti addormenta senza che nemmeno te ne accorgi…esattamente quello che è avvenuto…e difronte a tanta ipnosi (generale) cosa volete che faccia quel poveraccio…no, non credo siano tutte pippe, impossibile pensarlo…sono solo intronatti…tutti…societa, squadra, allenatori, tifosi…

  15. no steme a far invelenar el corso…

    fioi, solo chi cade può risorgere…

    e moleghela de scavar buse però!

    dai che par almanco diese giorni no perdemo

    almanco

    basi & struchi

  16. pienamente d’accordo con corso46.

    Comunque spero vivamente che la Squadra non finisca in una situazione nella quale i tifosi interisti dovranno ricompattarsi per amore o per forza , data la sua gravità…

  17. A gnappo limortaccitua! M’hai fatto scattà il salvadaltrollbeghelli a mezzanotte! So diventato scemo a capire ‘ndocazzo stava il troll e alla fine mi so ricordato che quello di settore era ancora acceso…
    Ma ancora cachi il cazzo? Eddai fatti ‘na vita e ammazzate subito!

    …però una cosa di buono l’hai fatta mi hai fatto tornare un secondo dagli amici veri, quelli che quando leggi i loro nomi torni giovane e a sorridere!

    Un bacione a tutti dal vostro vecchio Maestro!

    sempre forza Inter e a chi non è dei nostri?

    CHE DIO LO FURMINI!

    • gnappo ha fatto il miracolo!
      Come dire, dal letame nascono i fior.

      Ciao old!

    • Oooooh il vecchio old!!!
      Mi sembra di essere ringiovanito.

      Grande gioia rileggerti qui sopra.

      Un saluto

  18. Il cotonato ego-mostro il panettone non lo mangia.
    Questo è un fatto.
    E quando non ci sarà più lui a rompere il cazzo si potranno valutare i ragazzi, anche se, per quanto mi riguarda, potrei farlo anche adesso.

  19. peccato non esaudire i desideri di una storica e forse unica groupie rimasta sul blog, ma il cotonato si mangerà il panettone natalizio e financo la colomba pasquale, perchè Thoir non è Babbo Moratti e i soldi che dovrebbe esborsare sono la sua assicurazione.

    fatta questa premessa un caloroso abbraccio al grande vecchio Oldman che veramente ci ha fatto una gradita sorpresa, un saluto all’Elisa che mi perdonerà di averla posposta al figliol prodigo e ovviamente all’Internazionalista a cui stasera mi unisco nell’assurgermi la “competenza” di criticare Mazzarri indicandogli immodestamente la via per uscire dalla cacca dove è sprofondato e ha fatto sprofondare la nostra Inter.

    per primo lasci di nuovo in panchina la giovin promessa del calcio europeo e mondiale dove l’aveva confinata l’anno scorso , per secondo tolga la fascia da capitano ad uno che non ha nemmeno le palle per difendere se stesso, figuriamoci se le possa avere anche per il resto della squadra quando questa si ammoscia e avrebbe bisogno di uno che le dia la carica invece di uno che suona subito la ritirata e poi lo accantoni insieme al croato in panchina, rimetta in campo Campagnaro in modo tale che almeno Vidic si ritiri su il morale e le palle che gli ha fatto cadere l’anfibio.

    metta il giapa a sinistra che a destra fa più casini che altro e a destra ci rimetta il gabbiano se è ritornato passabile oppure D’Ambrosio, davanti alla difesa ci metta Medel che almeno corre e davanti faccia giocare Osvaldo e Palacio con Guarin trequartista con licenza di spararla in porta ogni tanto, nel senso di inquadrarla.

    in mediana ci metta Hernanes sperando che questi si riprenda dallo stato di narcolessia che lo attanaglia così come Handa si ricordi che non è che lo abbiamo preso per parare solo i rigori ma anche gli altri tiri che gli arrivano in porta e vedrà che non ce ne sarà più per nessuno. (almeno lo spero)

    ricapitolando la formazione che metterei in campo io:

    Handa- Campagnaro- Vidic- JJ- D’ambrosio- Nagatomo- Hernanes_ Medel- Guarin- Palacio- Osvaldo ( Icardi)

    • Campagnaro no per favore… è quasi un anno che ruba lo stipendio perchè sempre (forse) infortunato tranne che per andare al mondiale. Un parassita. Hernanes non sta in piedi, Palacio è morto, Guarin è un cazzone (e Kova in panca ?). Spero che tu abbia ragione solo se per il bene dell’Inter

  20. Handa, va be’ con la difesa che si ritrova…
    Campagnaro? Perché ancora gioca nell’Inter?
    Vidic, è vecchietto e non ha capito ancora dove si trova.
    JJ, nell’uno contro uno è fortissimo, ma se quello gli sguscia via mi si drizzano i peli…
    D’Ambrosio, mah.
    Nagatomo, si è talmente involuto che devo dare ragione a Wolf Tail!
    Hernanes, è rimasto ancora nello spogliatoio di Brasile ’14 dopo la scoppola del 7 a 1!
    Medel, ok.
    Guarin, stendiamo un velo pietoso.
    Palacio Osvaldo Icardi ok.

    Kovacic, se non deve fare gli straordinari in marcatura, è il meglio che abbiamo.
    Aggionny lasciamolo perdere va’, che è meglio.
    Dodò Vavà Pelé.

    Branca-branca-branca-alè-alè-alè-fischhhh…booom.

    Di tutti gli altri fai un involtino primavera e scaricalo sui navigli, e non ci pensiamo più!

  21. Ah, e già che ci sei, buttaci anche il misteh.

  22. ah beh, sì beh, ah beh, sì beh.

  23. vedrai, vedrai,

    che non siam finiti ormai

    forse domani o chissà quando…

    ciao Inter… nazionalista .

    buona notte.

  24. è inutile girarci in torno,voglio Walter Zenga punto e basta, voglio avere qualcuno che sudi interista,che pigli a calci nel culo chi non da il massimo.L’ideale sarebbe col ritorno di Oriali…poi Andy Brehme,teutonico,campione del mondo,senza una lira non potrebbe essere in qualche modo utile ?

  25. quanto costa cacciare Mazzarri? io pago 100 euro,100×100.000=10.000.000,visto che l’indonesiano non caccia una lira.Altri 99.999 che la pensano come me ?

  26. coraggio,sem bauscia minga caciavit..100 euro sono una serata con donna ristorante e un drink dopo cena.. si può fare una pizza sotto casa con birra del super e cacciare il parruccone,tanto te la da istess!

  27. coachanzai

    se Campagnaro fosse quello dell’inizio del campionato scorso non avrei nessun dubbio a metterlo in campo al posto di Ranocchia.

    dovendo scegliere tra Hernanes, Kovacic e M’Villa da mettere in parte a Medel, preferisco Hernanes anche se costretto per mancanza di alternative, ci fosse stato ancora Alvarez avrei messo lui, ripartendo dalla formazione iniziale dell’anno scorso che secondo me all’inizio giocava molto meglio di quella attuale.

    Palacio deve solo ritrovare la condizione e diventerà inamovibile di nuovo, ha 32 anni non 42…

    Guarin perchè è uno che in campo non si risparmia e si impegna sempre anche se è troppo individualista, più che altro per la voglia di spaccare il mondo che ha addosso, voglia che non vedo in molti altri.

    voglia che sopratutto finora non ho mai riscontrato in Kovacic, che in campo ha lo sguardo dell’agnellino sacrificale, come quello spaurito che vedo sempre negli occhi di Ranocchia, che se penso a quelli di Samuel o a quelli di Ibra quando era con noi e giocava una qualsiasi partita anche tra scapoli ed ammogliati mi viene il magone a vedere quelli di questi due qui che sembra che si chiedano quando cazzo finirà sta partita, mentre quelli di Samuel e di Ibra cercavano solo quelli di un avversario da schiantare e battere.

    la formazione che ho messo giù è la più cazzuta che possiamo mettere in campo adesso, perchè anche Dodo, che è meglio del Naga, non ha però la sua grinta,

    che è principalmente la cosa che secondo me manca di più alla squadra.

    • Corso,

      se Campagnaro fosse quello dell’inizio del campionato scorso non avrei nessun dubbio a metterlo in campo al posto di Ranocchia.

      Magari si, ma da allora è sparito… anzi l’anno scorso si è riposato per andare ai mondiali (da turista)

      dovendo scegliere tra Hernanes, Kovacic e M’Villa da mettere in parte a Medel, preferisco Hernanes anche se costretto per mancanza di alternative, ci fosse stato ancora Alvarez avrei messo lui, ripartendo dalla formazione iniziale dell’anno scorso che secondo me all’inizio giocava molto meglio di quella attuale.

      Se proprio dobbiamo giocare con la difesa a 3 io metterei un 3-2-3-2 molto anomalo in cui avresti 2 “mediani” a scelta fra Medel, M’Vila e lo stesso Hernanes mentre nei 3 dietro le punte possono starci sia Kova che Guarin (e Ambrogio e Dodù e chi vuoi tu….)

      Palacio deve solo ritrovare la condizione e diventerà inamovibile di nuovo, ha 32 anni non 42…

      Temo che ci vorrà tempo, troppo tempo, e si arriverà a fine contratto (Milito docet). Ma spero di sbagliarmi visto che un altro con le sue caratteristiche non ce lo abbiamo

      Guarin perchè è uno che in campo non si risparmia e si impegna sempre anche se è troppo individualista, più che altro per la voglia di spaccare il mondo che ha addosso, voglia che non vedo in molti altri.

      Si, ma, bastasse la voglia e l’impegno potrei giocare anch’io… a sessantanni quasi

      voglia che sopratutto finora non ho mai riscontrato in Kovacic, che in campo ha lo sguardo dell’agnellino sacrificale, come quello spaurito che vedo sempre negli occhi di Ranocchia, che se penso a quelli di Samuel o a quelli di Ibra quando era con noi e giocava una qualsiasi partita anche tra scapoli ed ammogliati mi viene il magone a vedere quelli di questi due qui che sembra che si chiedano quando cazzo finirà sta partita, mentre quelli di Samuel e di Ibra cercavano solo quelli di un avversario da schiantare e battere.

      Su questo discorso generale concordo con te. Rano è quello che è ma Vidic e JJ non è che stiano andando molto meglio eh ? Che manchi un po’ di filtro a metà campo ? Kova invece (20 anni, non dimentichiamolo) sarebbe perfetto in un meccanismo che funziona. Purtroppo non è così, ma non possiamo dare a lui responsabilità che altri più esperti e maturi, vedi Hernanes, non si prendono

      la formazione che ho messo giù è la più cazzuta che possiamo mettere in campo adesso, perchè anche Dodo, che è meglio del Naga, non ha però la sua grinta, che è principalmente la cosa che secondo me manca di più alla squadra.

      Nagatopo basta per piacere…un paio di minuti qua e là va bene, ma poi stop. Giusto per vendere qualche maglietta in più in japan

  28. Il destino del cotonato dipende dai risultati. se si torna a vincere resterà, se si continua a perdere a casa…..in questo secondo caso credo che la società cercherà di trattare una buonauscita con il miste e mi auguro lui abbia la decenza di provare a trovare un accordo. D’altra parte costerebbe molto più alla società arrivare decimi senza neppure l’europa minore che liquidare la merdaccia.
    Per quanto riguarda i giocatori, mi tocca riscrivere per la millesima volta che è chiaro a tutti che non abbiamo fenomeni e che qualcuno è davvero scarso, ma resto della mia idea: il non gioco del miste contribuisce in maniera esponenziale a mettere in risalto i limiti dei nostri, anche di quelli un po più bravi.

  29. odio questo autunno falso, appiccicoso, e il suo sole che appena può ti attanaglia come medusa malefica e fastidiosa mollandoti sudaticcio sol quando reclina dietro il colle…rimpiango e aspetto l’aria serena e frizzante…quella che ti invoglia ad infilarti in una sana bettola di campagna…un piatto di fettuccine e un buon bicchiere…che l Inter è lontana…

  30. #mazzarrivattene

    non l’ha detto ancora nessuno vero?

  31. si l hanno gia detto
    ma non hanno detto chi viene

  32. hanno pure detto mazzarrimerda

  33. klaus bakchknleknern
    ottobre 9, 2014 a 2:48 am

    quanto costa cacciare Mazzarri? io pago 100 euro,100×100.000=10.000.000,visto che l’indonesiano non caccia una lira.Altri 99.999 che la pensano come me ?

    IO CI STO, TANTO QUEI 100 EURO LI SPENDO IN CIBO CHE CONSUMO PER NN SMADONNARE E CALMARE IL NERVOSO DURANTE LE PARTITE! (altro che gli oro ciok del padrone di casa….)

  34. chi viene dopo l’innominabile?
    nn sta a me decidere, però il buon Zenga penso che verrebbe anche in ginocchio e peggio di cosi, tipo mettere jonathantrequartista,nn penso possa fare

    l’unico dubbio che ho è che c’è il rischio che si faccia schiacciare dalla troppa pressione ed amore per i colori più belli che ci sono.

    sicuramente avrebbe un bonus di pazienza e rispetto che lo sciammannato che ci allena adesso nn ha e nn ha mai avuto

    se poi tornassero anche lele e facessimo del bene ad andy sarebbe da libro cuore, un Natale anticipato!!!

    AMALA

  35. zenga lele andy…
    zenga va be’…potrebbe pure prendere a cazzotti qualcuno e la cosa sarebbe di per se stimolante
    lele…lele quando stava da noi non ho mai ben capito che ruolo avesse e quanto incidesse…
    andy…verrebbe come opera di bene?…sorry, non potrebbe avere nessuna credibilita…in nessun ruolo…un opera di bene gli si puo fare comunque…

  36. La domanda è: possibile mai che quando fanno un contratto ad un allenatore non ci mettano una clausola del cazzo che impedisca al povero squattrinato presidente di turno di arrovellarsi il cervello e il portafogli in caso di esonero.
    Possibile mai che un allenatore, con la squadra che non vince, debba, pretenda di essere risarcito col suo contratto in essere fino all’ultimo centesimo anche se tutto sta cadendo a pezzi, la squadra non gira e prende tre-quattro gol a partita..
    ecco spiegato perché tutti sti avanzi di giocatori a fine carriera, senza saper né legge nè scrive ignoranti che ad ogni intervista ripetono la stessa solfa per tutta la durata della loro carriera tutti a fa gli allenatori, tanto li pagano aggratis, ma perché non cambiano le regole sti coglioni multilionari di presidenti, leghe calcio e compagnia cantando
    e noi appresso..

    Fanno ridere

  37. Max ha ragione…contratto legato ai risultati che si raggiungono
    in questo caso urge piu che mai la moviola in campo
    che con la lobbymafiosa che imperversa…

  38. Mica male!
    Zenga e/o Andy insieme, e Lele a fare quello che ha sempre fatto.
    Eccola la soluzione!
    Tre interisti di “chiavetta” (come si dice dalle mie parti), cioè doc.

    Visto che si può trovare l’alternativa, e anche subito, volendo?!

    Basta con gobbi e gonzi in società!
    (per la cronaca, pare che Ausilio sia stato un ultrà milanista, in gioventù)
    Tzè.

  39. e intanto osvaldo si rompe…
    echissenefrega
    tanto abbiamo un sacco di punte

  40. Frederick: Che lavoro schifoso!
    Igor: Potrebbe esser peggio.
    Frederick: E come?!
    Igor: Potrebbe piovere! [comincia a piovere a dirotto]

    Morale: mai lamentarsi!

    Si è infortunato Osvaldo, uno dei pochi che stava dando segnali di vita.

  41. 1) aboliamo articolo 18 solo ad allenatori
    2) 100 euri subito : Seedorf
    3) però, qui i capri espiatori vanno a mille: Gasperini, via, cambiato niente, paulillo, idem, branca, idem, moratti padre, figlio, sorella e moglie, idem, vigilasso, idem, asado, idem, Alvarez, idem, coutinho, idem, zanetti, idem forlan, idem, rocchi, idem, zarate, idem, mudingay, idem, ranieri, idem, strama , idem, milito, idem, ecc, ecc, ecc. In questi anni qui si è visto scrivere #vattene a decini di diversi, se ne sono andati tutti, embhè?

  42. Se si deve cambiare punterei su uno tosto e con qualche prospettiva, l’unico che mi viene in mente è Mancio.
    Che l’dea di retrocedere romanticamente con Zenga e Brehme non mi alletta affatto. La speranza è di di salvarsi con questo disgraziato ( va bene anche quint’ultimi così mandarlo a cagare sarà più facile ) e di ricominciare il prossimo anno con Simeone perchè ho una grande voglia di vedere una squadra che corre e mena.

  43. siamo passati da un più che probabile terzo posto (preventivato da tutti dopo avere battuto addirittura per 2-0 l’Atalanta, per cui senza nessuna ragione per tanto ottimismo, capisco dai media che devono scrivere ma qui…) alla zona retrocessione in un amen perchè poi ne abbiamo perse una malissimo anche se giocata in dieci per tutto l’incontro, vinta una contro dei pellegrini ma nemmeno tanto e persa un’altra con una diretta concorrente, che se anche non aveva mai segnato e vinto in casa non è che per quello non avrebbe dovuto farlo mai.

    e come al solito siamo arrivati noi a rompere l’incantesimo, come il principe delle favole…

    visto l’ottimismo che imperversa vi clicco questa, che così almeno ve lo sotterra del tutto…

    http://www.youtube.com/watch?v=sarqCMpwPTs

    ma tu che vai
    ma tu rimani

    ma tu che stai
    perchè rimani?

    sembra che parli con Mazzarri…

    grande Faber!

  44. Mi va bene anche Simeone.

    Però Brehme non lo sottovaluterei.
    I teutonici vanno di moda.

  45. I nomi sono stati fatti,
    poi se fa comodo fare finta di non leggerli per poter ripetere il ritornello

    epperònonditechimetterealsuoposto

    è un altro discorso.

    Lo dissi a suo tempo: Simeone o Klopp se si vuole spendere.
    Guidolin se non si vuole spendere.

    Piuttosto do una chance a Mihajlovic. Almeno vedrei una squadra aggressiva, che con sti chiari di luna non mi pare poco.

    • E comunque, ci tengo a sottolineare, non è compito dei tifosi, questo.

      Come la Roma ha pescato Garcia, prima sconosciuto,
      noi dobbiamo trovare quello che fa al caso nostro.

  46. Klopp.

    Ritornando a bomba però però però.
    Quello che dice Maura deve far riflettere:
    quando in una squadra, o meglio in una società di calcio, sono di più quelli che devono andare che quelli che devono rimanere, e quando si assiste ad una girandola spaventosa di giocatori e allenatori, beh, allora significa che c’è qualcosa di profondo che non va.

    WM non è all’altezza, e forse è bene che si accomodi da un’altra parte, ma non penso che via lui si risolva tutto come per magia.
    Questo l’ho sempre pensato.

  47. Internaz
    nella lista di Maura quanti allenatori ci sono?

    Uno.

    I cambi inutili sono tutti giocatori.

    La storia dice che con gli allenatori vincenti abbiamo vinto.
    Con quelli che avevano sempre fatto il secondo posto, siamo arrivati secondi.

    E con gli altri abbiamo fatto quello che avevano sempre fatto nelle altre squadre.

  48. Ragazzi, vi vedo ottimisti.
    Klopp, Simeone, il Mancio… Ma davvero pensate siano tentati dal venire all’Inter odierna?

    E’ inevitabile che si vada orgogliosi del nostro blasone ma dobbiamo guardare negli occhi la fiera.

    Rosa discreta ma non eccitante, bilancio che arranca, incassi a precipizio, seria difficoltà ad aggiudicarci calciatori di buon livello per un’infinita serie di ragioni.

    Onestamente Mazzarri è l’allenatore meno indicato per riportarci in alto in queste condizioni.
    L’unica è un capoccia tecnico incline a provare i giovani talenti, a sopportare il rischio di queste scelte, uno con un palmarès ed uno spirito coerenti con l’obiettivo di un rinnovamento vero.

    Io proverei gente che ha fame e solo un po’ d’esperienza, magari non uno che ha allenato solo in Primavera – vedi Strama, sopraffatto dalla novità – ma uno con un’idea moderna di calcio.

    Non mi spiace affatto Sarri, e malgrado il suo momento non positivo credo molto in uno come Devis Mangia del Bari, interista convinto peraltro, a mio avviso uno che in futuro farà bene se avrà un pizzico di fortuna.

  49. este

    vabeh, era il concetto.
    E poi, Maura non lo scrive, ma lì, di allenatori, ce ne sarebbe una bella e lunga lista da fare.

    Certo che si vince coi vincenti (a parte Lippi che è gobbo dentro), infatti quello che dico da un pezzo è proprio questo. E allora che senso aveva prendere Gasperino Ranieri Leo e il giovin pischello?

    Mentre mi taccio, per amor di patria, su quello preso prima di tutti questi, che tanto lo sai, no?!
    Chetelodicoaffà.

  50. però, qui i capri espiatori vanno a mille: Gasperini, via, cambiato niente, paulillo, idem, branca, idem, moratti padre, figlio, sorella e moglie, idem, vigilasso, idem, asado, idem, Alvarez, idem, coutinho, idem, zanetti, idem forlan, idem, rocchi, idem, zarate, idem, mudingay, idem, ranieri, idem, strama , idem, milito, idem, ecc, ecc, ecc. In questi anni qui si è visto scrivere #vattene a decini di diversi, se ne sono andati tutti, embhè?

    se non sbaglio ne leggo tre di allenatori.

    forse perchè Leonardo non l’ha cacciato nessuno e il Rafa si è fatto cacciare volontariamente, a meno che pensasse di poter fare lui il Presidente dell’Inter.

    ricominciamo a vincere con il Napoli, di riffa o di Rafa …

    • Di tutti gli allenatori, l’unico che può recriminare sulla rosa è Stramaccioni.
      A posteriori, bisogna ammettere che gli andava data una seconda possibilità.

      Ranieri non l’avevo visto nella trafila.

      Comunque, Corso, cambia poco.
      Secondo me il fatto rimane: i giocatori spesso li abbiamo rimpianti.

      Degli allenatori, che io ricordi, negli ultimi 20 -25 anni,
      nessuno ha vinto altrove senza aver vinto anche da noi.

  51. infatti, non cambia niente, Maura voleva sottolineare il “mai cuntent”degli Interisti in generale, tranne che mi tocca correggerti ancora in quanto uno c’è che via da noi ha vinto ancora, uno che voleva prendere a pedate nel culo tutti i giocatori e mi sa che sotto quel punto di vista aveva ragione, oltre al fatto che ci ha poi fregato uno scudo già vinto.

  52. Rémi Garde

  53. jairsinvolasullafascia
    ottobre 9, 2014 a 7:43 pm
    Mi pare evidente che anche la Santissima Eupalla non ne possa più di Mazzarri.

    Io invece la vedo in maniera diversa, questo infortunio a Mazzarri “viene a cecio”, così con Palacio non al 100% avrà la scusa per poter schierare il modulo più caro 3-6-1 senza che nessuno gli possa dire nulla

    Per quanto riguarda ciò che scrive Maura, scommettiamo che sei fai lo stesso giochetto per Milan, Roma e Juve negli ultimi 5 anni la lista sarà ancora più lunga di quella che hai fato tu?
    Ogni grande squadra in mancanza di risultati boccia giocatori ed allenatori fino a trovare il giusto “equilibrio”.
    Noi non siamo nè meglio nè peggio degli altri.

    • Che l’infortunio di Osvaldo possa diventare un alibi per schierare la solita formazione da schermo umano o addirittura per una frignata post tracollo, l’ho messo in preventivo anch’io.

      Ma non penso che un pianto greco servirebbe per evitare l’esonero davanti ad un’eventuale nuova figura barbina.

      Io comunque non ho niente contro il cotonato (copyright Elisa) salvo un fastidio appena accennato per la sua ostinazione a mettere il sederone su una panca che non gli appartiene per via di evidente disaffinità elettive con la storia e il character dell’Inter.

      Per noi ci vogliono o un pazzo visionario oppure un domatore, non un contabile stizzito davanti a un conto che proprio non torna.

      E mi permetto di aggiungere sobriamente: “ah Thor, tira fuori i soldi che mi sa che qui mancano un paio di pedine decenti per andare oltre una salvezza tranquilla, perlomeno finché ti tieni in casa il toscano tristanzuolo”.

  54. e, poi, dagli spalti, un’unica voce, alto il nuovo inno…

    Dolce Remi
    Piccolo come sei
    Per il mondo tu vai

    Suona Remi
    La tua arpa e poi
    Ballare fai
    La scimmietta e il cane

    Forza Remi
    Di casa non ne hai
    Ma tre amici ce li hai

    Vivi tu con fantasia
    Salti su il primo treno e via
    Tu lo sai un grillo cos’è
    Sogni però di andare in città

    Quattro voi, che compagnia
    Senza cena però che allegria
    Tu non hai un tetto su te
    Basta però un ponte per voi

    Dolce Remi
    Racconta come fai
    Ad esser così sempre buono e allegro
    Dicci Remi dimmi se anche tu
    Hai paura del buio

    Vieni Remi
    Fermati a casa mia
    Qui troverai
    Pastasciutta e un letto

    Caldo Remi
    dimmi che bravo sarai
    Porta gli amici con te…

    Quattro voi, che compagnia
    Senza cena però che allegria
    Tu non hai un tetto su te
    Basta però un ponte per voi

    Suona Remi
    La tua arpa e poi
    Ballare fai
    La scimmietta e il cane

    Forza Remi
    Di casa non ne hai
    Ma tre amici ce li hai

  55. Volevo però anche dire che noi tutti siamo spesso semplicistici nelle nostre analisi, colpa di questo o di quello. Rifondare una società in un combinato disposto che ha messo insieme fine di un ciclo , giocatori un po’ avanti di età, aggravata dalla stanchezza di vincere un triplete e immediatamente dopo giocare i mondiali e immediatamente dopo giocare i mondiali di club, repentino addio di un allenatore, cambio di presidenza, cambio epocale di concezione della gestione del calcio, fpf, problemi economici, obsolescenza di alcuni dirigenti in passato abbastanza adeguati, ecc, ecc è complesso e non veloce.
    Ho già fatto notare che altre società che spendono e spandono, hanno allenatori splendidi, giocatori top, ecc, ecc e non vincono una mina da anni e per anni. Mi si fece notare che noi però arriviamo ottavi. Ma io mi chiedo se sia più esecrabile e fallimentare il vendere e risanare il bilancio e arrivare sesti o avere 59 milioni di minus valenza, il Mou ecc. e arrivare secondi o terzi, zeru tituli.
    Va bene #mazzarrivattene che è simpatico come la sabbia nelle mutande, ma per vedere la fine del tunnel ci vuol pazienza.

    (E’ vero che Strama, via da noi non ha vinto nulla, ma esserci al posto dell’Udinese ADESSO, e l’Udinese è l’Udinese. Lui sì che può dire che senza arbitri sarebbe primo! In proporzione i vincenti Mou e Mancio, con squadre tipo Real, Chelsea, Manchester han vinto meno)

    • vendere i giocatori buoni per sostituirli con giocatori tanto strapagati quanto scarsi, continuando nel frattempo a registrare un passivo di bilancio importante che le mancate vittorie non contribuiscono certo a colmare, non è cercare di risparmiare, è demenza unita a incapacità gestionale, con l’aggravante del dolo per alcuni ex dipendenti

      sulla periodica risorgenza della vedovanza per il peggior allenatore dell’Inter in 106 anni di storia non vale nemmeno più spendere una parola: andate a tifare l’Udinese quando l’Imbersago gioca fuori casa, cosa volete che vi dica, e cercate di stare seri mentre il cagliari di moratti ce ne rifila 4 in casa

  56. Il padrone dice che siamo caduti nel baratro della rassegnazione.
    A me sembra che in quel baratro ci siano finiti i giocatori (pippe, meno pippe, campioncini de noantri, ecc. che siano).
    E ognuno, beatamente, ha cominciato a farsi i cazzi propri.
    Se prendi le magliette like a pijama (cit.) dopo una qualsiasi partita, puoi piegarle e metterle via senza nemmeno lavarle, tanto sono pulite.
    Ecco, questo mi fa veramente incazzare.
    Puoi vincere, perdere, vincere tutto o retrocedere, ma quando indossi la nostra maglia, la devi ridurre un panno Vileda, tanto ci hai sudato, la devi ridurre un cencio per quante trattenute ti hanno fatto mentre scatti, sgomiti, salti e ti ammazzi di furore agonistico; qualcuno di voi sa dirmi chi si sbatte davvero nell’Inter (Icardi a letto fuori concorso)?

    Il progetto Inter va distinto e giudicato nelle sue varie componenti: quello di immagine/merchandising/commerciale e quello Tecnico.
    Buone cose nel primo (a parte voler fare uno stadio insieme con i biretrocessi, che nun se po’ sentì), ma quello Tecnico semplicemente non esiste.

    Perchè puoi anche prendere le truppe più assetate di sangue, ma se come generale ci metti Paperoga, pe’ mettatte bastano le Guardie Svizzere o la municipale di Abbiategrasso.

    I miei 100 € sono a vostra disposizione.

    P.S. Oldman, vecchio paracelso, ‘ndo t’eri ‘nfrattato che nun te se trovava più?

    .
    Forza Eterna Squadra Nostra (hai capito Thohir? NOSTRA!)
    .

  57. Strama non andava confermato. Per farlo gli si doveva dare una rosa credibile, cosa che MM era più disposto a realizzare.

    L’avremmo bruciato e basta. A udine è in un habitat più adatto, ha qualità e talento, e senza fretta diventerà un ottimo allenatore.

    Ma qui si bruciano allenatori fatti e formati, figuriamoci un neofita con rocchi bollito unica punta

    Comunque, io mi auguro che wm non rinunci a 3 5 2, e provi con insistenza, almeno in allenamento, kovacic seconda punta.

    Vero è che son fra gli oppositori del fuori ruolo, ma qua mi pare si abbia poca scelta, eppoi mateo fece tripletta l’unica volta che fu impiegato lì.

    Ad ogni modo, non si può dire nemmeno che siamo sfigati. Prendete roma juve bbilan e fiore. Tutte hanno perso uno o più attaccanti per qualche giorno. Solo che loro hanno i ricambi, noi no. Infortuni e squalifiche sono parti indefettibili di questo sport, se non le calcoli e ti affidi alla madonna con solo tre attaccanti ti meriti l’emergenza in cui ora ti ritrovi.

  58. Io non ce l’ho col povero Ausilio, però guardate gli altri che direttori sportivi hanno.

    • le phisique du role

      però da uno che non ha mai detto un cazzo mentre branca per anni e anni ne
      combinava per i porci, cosa ti vuoi aspettare

      l’unico dirigente di livello espresso dall’FC Internazionale, al netto di quelli bravissimi a fare squadre per tornei oratoriali a pressioni zero, è Lele Oriali, uomo vero fatto fuori dai cortigiani debosciati intenti ad arricchirsi a spese del mio fegato

  59. spero solo che Mazzarri ed i giocatori non siano in piena paranoia come i tifosi dell’Inter, sennò saremmo veramente nei casini.

    spero anche che a Guarin gli si raddrizzino i piedi…

  60. Io non punterei il dito verso ausilio. Aveva un budget risicatassimo, con cui ha preso giocatori funzionali e comunque buoni, al netto di tutto.

    La pecca delle tre punte è frutto più che altro della linea societaria per cui si doveva prima incassare dalla cessione di guarì.

    Purtroppo nessuno ha la bacchetta magica da cambiarti radicalmente e alla perfezione una squadra in una sessione di mercato.

    prendete la Roma, è arrivata qui partendo 4 anni fa, ché molti dei protagonisti attuali arrivarono con l . Enrique e zeman, per non parlare di quelli che oggi non ci son più dopo esser stati ceduti, ma che han fruttato decine di milioni da reinvestire sul mercato. Senza i quattrini di marquinhos benatia e compagnia cantante col cazzo che potevano prendere iturbe, blindare Pjanic e così via.

  61. Io infatti non puntato il dito espressamente su Ausilio, ma su una società che al momento non esprime personaggi di spicco e che politicamente mi sembra latiti parecchio nelle istituzioni del governo del calcio.

  62. puntato=puntavo

  63. ocio tagnin

    che el mona se ga inamorà de ti…

  64. me so sbaglià

    xe sempre perso par la coa del lupo…

  65. senza contare che se c hai cinque punte magari te se ne possono rompere sei…
    andrò in cerca di un centro scommesse…
    farò l unica cosa sensata possibile
    punterò 200 euri sulla nostra retrocessione…
    non so quanto paga…ma so’ soldini…
    mi allevierà lo psicodramma…

  66. Mi son perso qualche passaggio evidentemente, perché leggo commenti che mi citano ma non vedo il contesto. Anche se posso desumerlo, data la prevedibilità del poveretto senza ragion d’essere fuor delle trollate su settoreinter.it

    Evidentemente thedave è già passato a buttar via il pattume.

    Puo’ sempre riciclare il vecchio nick, tanto il livello era grossomodo lo stesso.

  67. Ma se davvero Ranocchia fosse quel batrace pippa languida che si dice qua…perche mai uno come Conte lo convocherebbe in nazionale?

  68. Oh…mi pare Inter – Qarabag…con due differenze…noi un gol l avevamo già segnato…e i palermitani non fischiano…
    Vedo pure bonucci trequartista…come jonathan…

  69. Ma davvero stiamo paragonando l’interesse che si può avere per una partita della Nazionale

    (qualificazione alla fase finale degli Europei, manco i Mondiali, gli Europei…)

    con l’interesse che hanno i tifosi dell’Inter

    per l’Internazionale FC?

    ‘mazza
    se queste sono le patenti

    io vado a piedi.

  70. leggo che pare che per standard&poor’s come società siamo spazzatura,un po’ più spazzatura dei cugini merda…se penso a come mi emozionavo da bambino a vedere le magliette neroazzurre allo stadio o in televisione,ringrazio il genio che quest’anno ci ha vestito col pigiama,almeno le nostre magliette non vedranno la rovina !!
    ps : ho ancora la maglia numero 8 originale di Muller(in lana che con la pioggia pesava, credo, almeno 12 chili) regalata a mio padre da Marchesi (aneddoto ,era giugno,mio padre:”Allora,campagna acquisti?”Marchesi:”vedrà,pochi giorni e arriva la sorpresa” per la cronaca la settimana successiva Marchesi fu esonerato).Altra chicca bauscia era il grande Peppino Prisco,sempre conosciuto da mio padre,che nella tazza del cesso aveva la figurina di Rivera ,perché come diceva lui”Io sul milan ci cago”
    Ragazzi su col morale,ho visto Centi,Piraccini,Orlando,Cipollini,Pancev,Bachclekner o come cazzo si chiamava,ho visto Mandorlini col numero 10 e non ho mai mollato…non sarà certo la serie B a farmi paura,in fondo quanti di voi almeno una volta nella vita si sono svegliati in un letto non vostro e avete visto vicino un mostro disumano con le tette e vi siete chiesti dove siete e soprattutto come cazzo siete finiti lì?? San Josè Mourinho,prega per noi,amen.

  71. cresciuto a pane e odio nei confronti della Juventus da un genitore che alla domenica sera, quando non c’erano ancora nemmeno in giro le radioline e l’Inter giocava in trasferta, davanti ai tabelloni che una volta i bar mettevano fuori con i risultati della schedina cercava con gli occhi come primo risultato quello di quella squadra di merda prima della sua, sperando che avesse perso.

    non riuscivo a capirlo da piccolo anche se lui mi spiegava che prima della guerra, quando anche lui era giovane, da che gli Agnelli l’avevano acquistata, non c’era partita che leggeva nelle cronache dei giornali o che avesse visto direttamente quando l’Inter la incontrava all’Arena, che quella squadra non avesse rubato qualche cosa.

    mi diceva che nell’Inter in quel tempo giocava Meazza e me ne parlava come oggi parlano di Messi o in passato hanno parlato di Pelè.

    l’Inter era forte, con Meazza ancora più forte, eppure dal trenta al quaranta la Juve fece un filotto di cinque scudetti di fila.

    non che noi non ne vincemmo nemmeno uno, che bene o male tre li portammo a casa anche noi, eppure…

    poi crescendo cominciai a capire un po’ di più del perchè la odiasse tanto, quando nel 60/61 mi fregarono il “mio” primo scudetto, che i due vinti con Foni nel cinquanta ero troppo piccolo per godermeli del tutto, anche se nelle partitelle per strada quando mi toccava di stare in porta io ero Ghezzi, il Kamikaze.

    dal sessanta al settanta, questo lo dico per i più piccoli, a leggere della Grande Inter non ci sarebbe stato motivo di essere incazzati e furiosi, dal momento che quello fu il nostro periodo migliore con scudetti, Coppe Campioni e Coppe Intercontinentali vinte per la prima volta nella nostra storia.

    e invece no, che dopo il primo “me” ne fregarono un altro paio, uno i gobbi e l’altro il Bologna, questi con le stesse modalità del primo, dove per tutto il campionato sapevamo che a Torino ci avevano dato partita vinta e per tutto il campionato sapevamo che al Bologna avevano tolto 3 punti per doping e ci siamo trovati la sorpresa, a tre o quattro giornate dalla fine, che la partita con le merde era di ripetere ancora in casa loro e quindi ci tolsero due punti, mentre al Bologna ridiedero i 3 che gli avevano tolto.

    nel 66/67 la Grande Inter arrivò al capolinea e in una settimana “persi” la Coppa Campioni a Lisbona e lo scudetto a Mantova che andò ai gobbi ancora una volta, con la complicità dell’arbitro che ci negò due rigori e quella del nostro portiere Sarti, che dopo avere parato di tutto e di più (inutilmente) nella finale contro il Celtic, si fece sfuggire la palla dalle mani, c’è chi dice volontariamente perchè poi fini alla giuve, facendoci perdere partita e scudetto.

    questo l’antefatto che presumo di avere vissuto solo io e pochi altri del blog, perchè poi la storia della nostra squadra l’abbiamo conosciuta insieme anche se non ci conosciamo nemmeno, ed è inutile che ne parli se non per dire che nel ’98 e nel 2002 gli ineffabili ladroni ce/me ne hanno fregati ancora due.

    queste cose le avevo già dette in passato ma evidentemente non sono state recepite se non come ricordi, in parte miei e poi di tutti, ma era ed è per fare capire il perchè io, quando parlo dell’Inter e della partita, non possa fare a meno di tenere conto dell’operato dell’arbitro e abbia una naturale diffidenza nei loro confronti e anche in chi li comanda.

    la sfiga vabbè, la vedrò solo io, che volete che vi dica, ma gli arbitraggi no cazzo, quelli li dovreste vedere tutti e non metterli in secondo piano al gioco, che le fregature più grosse ce le hanno date quando giocavamo bene e meritavamo di vincere noi e questo, all’inizio di un campionato, ancora non si sa se sarà giocato bene o no e se sarai in lotta per qualche cosa di importante.

    lo speri e basta.

    anche se hai Mazzarri come allenatore…

    • ma quante volte le dobbiamo rileggere ‘ste torronate?

      mio padre è andato a Vienna nel ’64 con l’ottoecinquanta ma ti garantisco che l’ha raccontata meno volte

  72. le racconto una volta ogni due tre anni, una specie di giorno della memoria per chi si dimentica tutte le troiate che ci hanno fatto e non dà peso a quatto o cinque punti persi all’inizio per colpa loro e alla fine viene fuori a dire che a Roma nel 2002 la partita in fondo in fondo la potevamo anche vincere.

    certo che la potevamo anche vincere nonostante Gresko, ma l’avremmo potuta anche perdere tranquillamente sbattendocene i coglioni se invece di arrivare lì a + 1 si arrivava a +4 o più come avremmo meritato di arrivarci.

    è tutta qui la differenza, altro che stare qui a menarcela sul dopo Mazzarri, che se anche ne arriva uno bravo bravo come speriamo, sempre la stessa musica troverà, come ha fatto capire di averla già sentita Garcia.

    in più è un modo anche di ricordare il mio di padre, come hai fatto tu ricordando il tuo, che a Vienna ci saranno andati anche quelli di qualcun altro del blog, ma non c’entra un tubo sulla morale della storia dell’Inter e perchè BISOGNA ricordarsi con chi abbiamo SEMPRE avuto a che fare, perchè uno dei motivi per i quali noi non troviamo mai gli allenatori giusti è perchè da noi fanno il triplo di fatica a vincere che dalle altre parti e non solo perchè la piazza di Milano è difficile di per se.

    Simoni è uno di questi, Cuper un altro, che forse avrebbero avuto un’altra vita invece di finire nel dimenticatoio.

    in più non le scrivo mica per te, banderuola.

    • mi chiedo a che pro asfaltare il blog con righe e spazi di banalità stranote e ciònonostante imprecise, oltre che scritte male

      comunque qua sopra siamo ostaggi di 3-4 figuri del genere, non vorrei pensassi che ce l’ho particolarmente con te

  73. per passatempo ti basta?

    oltre tutto non sei mica obbligato a leggere le mie banalità imprecise scritte male, che su questo hai anche ragione, non ho la pretesa di vincere un Pulitzer, solo dire la mia anche se un po’ lunga.

    riguardo alla ripetitività se io ho scritto tre volte quello che ho scritto oggi tu sono quattro anni che ripeti la storia di quelli dell’Imbersago tutti i giorni e che li prenderesti tutti a pedate nel culo.

    per cui quanto ad originalità non è che puoi dare lezioni, mi pare.

  74. Che poi a dirla tutta non si capisce mai bene bene con chi cazzo ce l ha tagnin…

  75. la storia della rotellina non regge, scorrere i commenti è un’impresa estenuante e per giunta spesso non ne vale la pena

    aiutiamo la comprensione degli utenti e la fluidità dei dialoghi evitando le pisciate kilometriche, per giunta illeggibili o nel migliore dei casi poco interessanti, o si resta in 4 a litigare su moratti

    o è un blog o è uno sfogatoio, decidiamoci

  76. D Moyes assisterà a Inter Napoli e a Inter St.Etienne…
    vabbe…sono indiscrezioni di sportmerdaset…e si sa…ognuno le indiscrezioni
    puo crearsele a proprio piacimento…poi se non sono vere…appunto…indiscrezioni

  77. …solo non capirei, fosse D Moyes, culturalmente che c’azzecca…voglio dire…
    sarebbe funzionale al mondo Inter?
    però, se gli dessero poteri di vita o di morte…

  78. Boh,lo stagnino é sicuramente uno che adopera vitupera e massacra da aaaaanni e anni i fora interisti come vespasiani delle sue fisime, massima espressione, sciapó . Poi ci sarebbe il corso, ma vabbé lui é in pensione e lo si puo’ anche capire, specie in anni scarsi di funghi.

    Ah, sí, prima di dimenticarsene: forza Inter, #mazzarrifuoridaicoglionimasubito 🙂

  79. unica notizia importante, che ce frega del resto

    Mauro&Wanda han cambiato l’utilitaria

    http://www.fcinter1908.it/ultim-ora/foto-mauro-icardi-a-wanda-eccoti-un-piccolo-regalo-e-una-rolls-royce-126519

  80. Io sono persuaso che bisognerebbe transare con Mazzarri per mandarlo via prima di gennaio perché con un allenatore dalle idee più fresche finiremmo per spendere meno per i rattoppi necessari.

    Contro l’attuale evidenza sostengo che M’Vila con un buon fustigatore possa tornare ai rendimenti francesi, e credo che Medel sia un innesto che alla lunga ci sarà utile.
    Sono poi un supporter di Kovacic che per me sconta più degli altri l’inconsistenza tattica attuale.
    Su Hernanes non so, è un acquisto strano e un po’ tirato per i capelli, resta però un nazionale brasiliano che non può essere quello che stiamo vedendo ora.

    Salvo il buon Jonny e il jap, l’ormai logoro Campagnaro, e le riserve Kuz e Obi, rincalzi ma non da Inter, ‘sta rosa di pipponi non la vedo dunque.

    E’ chiaro che mancano giocatori decisivi per il salto di qualità.

    Ma siamo sicuri che Mazzarri che tende a scaricarsi delle responsabilità ad ogni minima pioggerella voglia veramente in squadra chi gli inquina il solito rosario di scuse?

    Ha avuto già quasi un anno e mezzo per farci un gioco, uno qualunque.
    Non mi pare poco.

    Tatticamente è la desolazione, a livello emozionale una paralisi e in termini di risultati siamo praticamente nella colonna destra della classifica, e dopo un calendario tutt’altro che proibitivo.

    Si dice che non abbiamo soldi per mandarlo via.

    Io invece penso che non abbiamo soldi per permetterci di tenerlo.

    • a forza di dar crediti e concedere benefici del dubbio diventeremo da scudetto, a me pare che quello che si vede anche senza usare la sfera di cristallo è abbastanza chiaro: 3/4 della rosa attuale sono frutto dei criminosi mercati delle gestioni precedenti, il resto ne è la conseguenza, i pipponi strapagati e straretribuiti tolgono risorse e diventano invendibili, non potendo cacciarli a pedate nel culo i rinforzi che arrivano sono per forza di cose numericamente ridotti e di scarsa qualità, per un Dodò decente hai un M’Vila che veramente boh e un Medel che è piuttosto scarso, ma questo almeno lo si sapeva, con Vidic che ancora nun ce crede che i due dementi che tiene al guinzaglio siano capaci di sbagliare veramente qualsiasi cosa

      la risalita dalla china in cui ci hanno cacciato le stecche di branca e il fiuto di pierino autismo sarà lunga e difficile, non mi aspetto miracoli perché costano troppo.

      normalmente a questo punto si risponde con “saranno più forti quelli del Cagliari”, beh, in superiorità numerica sì, e qui si sarebbe finalmente centrato il problema, solo che insultare l’allenatore è più divertente, alza i likes, procura followers e rende popolari con la figa

  81. Tagnin caro,
    in sintesi se non si è d’accordo con te nel considerare i 3/4 della rosa composta da pipponi e si ritiene che l’allenatore non sia all’altezza c’è il desiderio di compiacere i fruitori del blog e non la semplice espressione di un’idea che non coincide con la tua.

    Non sei il primo e non sarai l’ultimo ad usare questo artificio retorico per il quale ci sono sempre ragioni “altre” per le quali uno esprime un punto di vista diverso da quello che consideri corretto.
    Essendo un raffinato analista politico, converrai con me che casualmente questo è uno degli strumenti tipici della propaganda dei governi in odore di regime, di quelli che proprio non ci piacciono.

    Peraltro i likes e la caccia alla figa sul blog al massimo profuma di non sequitur non essendovi likes e poca, pochissima figa ahimé, a meno che tu non sospetti che il Corso si lanci in serate en travesti appena terminato l’ultimo commento.

    Lasciami dire peraltro, già che ci sono, che i suoi richiami a tempi passati a me non disturbano affatto visto che non sono più di primo pelo neanch’io e che c’è un piacevole retrogusto agrodolce nello scassarvi i maroni con cose di cui non vi interessa un fico secco per ragioni anagrafiche.

    Scherzi a parte, ti leggo sempre volentieri.

    Però a me il Walter fa genuinamente cagare.

    PS: se eventualmente volessi segnalarmi il numero di cellulare di qualche bella donna che si fa attrarre dall’antimazzarrismo e che non disdegna la mezza età ti sarei debitore di un favore.

    • ringrazio e ricambio, ma guardati in giro: mazzarrivattene nelle varie declinazioni è un trend topic

      ora, nell’ordine: s’invocavano le due punte, le due punte sono arrivate, e si pigliano più gol di prima, giocando costantemente in 10 perché il collezionista di rolls royce si fa i cazzi suoi per 80 minuti causa evidentissimi limiti tattici, mentre Osvaldo e persino la salma di palacio cercano di meritarsi l’abbondante pagnotta sudando l’abominio spacciato per nostra maglia; volevate i ggggiovani in campo, i giovani sono arrivati (scusa dell’epoca: #gliel’haimpostoThohir) di uno abbiamo già detto, dell’altro finora lo si ricorda come lo Sterminatore di Islandesi e poco altro, piroette, retropassaggi e palle perse invece ce ne sono quanti ne volte; il centrocampo con due mediani non va bene, ok, metti Hernanes e kovacic e affondi
      la difesa a 4 l’abbiamo provata? certo, e non è cambiato un cazzo, perché jj è calcisticamente idiota, e l’altro non si può mettere i coglioni come fa con la fascia di capitano (pure questa umiliazione m’è toccata, non l’afvrei mai immaginato)

      quindi, senza tirare in ballo lo spareggio di Mantova, di cosa stiamo parlando? stiamo parlando di una moda, tutto qua, un cazzeggio tanto per

      e non ammettiamo che questa è una squadra che non può giocare diversamente perché non ha gli uomini per farlo, nè tecnicamente, nè moralmente, nè fisicamente, e che quan do arriva qualcosa di buono c’è da festeggiare e gridare al miracolo, altrochè fare i fotomontaggi e i calembours, ma alle mode del web questo non interessa, mentre all’orizzonte si profila minacciosamente il prossimo torrone: fate giocare apppuscas

  82. A questo punto si faccia una commissione di sapienti e ci si dica di che cosa dobbiamo parlare, se dobbiamo parlare, se possiamo leggere

    e soprattutto se possiamo non leggere
    (perché è diventato un problema anche questo).

    No, perchè, se non parli di calcio o dell’Inter sei OT, e fin qui nulla quaestio.
    Però se parli dell’Inter, a questo punto vorrei avere due o tre parametri:

    se discettiamo di tattica, arrivano gli strali, perché siamo incompetenti
    se discutiamo di formazioni eccheppalle
    se si parla del passato sono torronate
    se si parla del futuro è catastrofismo

    ora scopro addirittura che criticare l’allenatore fa rimorchiare
    (io sono rimasto ancora a scambiarsi i numeri, invitare a cena/bere qualcosa: roba del secolo scorso, lo so)

    (ah, non ho account facebook, credetemi sulla parola, quindi per me i “laiks” è una marca di cibo per cani e, non avendo manco cani, non so che farmene).

    Poi, tralascio (ma anche no) l’impietoso fact – checking che dovrebbe vagliare alcune cose, tipo:

    l’anno scorso mi si era detto che la nuova società doveva farci uscire dalla mediocrità di squadra e risultati

    che in 16 mesi siamo ancora al punto che “proviamo” la difesa a 4 (tra l’altro in corsa) e che il tecnico ci dice che “non c’è stato tempo per provarla”

    che Icardi si isola in attacco (cosa strana se giochiamo con una punta sola, non l’avrei detto) e soprattutto che ha limiti tattici

    (anche questo non l’avrei detto, uno d’esperienza come lui. Ovviamente il tecnico, con questi limiti non c’entra niente, ci mancherebbe).

    E mi fermo qui, non perché non ce ne sarebbero altre, ma perché il rischio di artrosi alle dita causa rotellina o di diabete da torrone è altissimo

    e, soprattutto, perché se tanto mi dà tanto, a momenti dovrebbe piovere figa.

    A chiusura mi limito a constatare che gli allenatori esonerati non ho mai dovuto rimpiangerli

    giocatori dati via con facilità, invece, ne ho rimpianti molti.

    E il prossimo sarà Kovacic, già lo so.

  83. Facciamo una bella roba.

    La conferenza dei servizi invocata da este, si riunisca quanto prima, e rilasci un’autorizzazione generale su quanto è possibile scrivere.

    Almeno noi altri ci si regola prima, anzichè vederli sempre bloccati ex post dal tar della bocciofila.

    Si chiama certezza del diritto, lasciateci almeno quella.

    Comunque, gentil tangin, del tuo ultimo commento tecnico non condivido niente, non per questo ho l’arroganza di censurarti.

    Avessi tempo e voglia, al massimo, come sempre ho fatto, ti replicherei nel merito.

    Perciò, alla domanda blog o sfogatoio, è molto facile rispondere, Blog per chi discute di contenuti, per chi cazzeggia, o anche solo per chi legge.

    Sfogatoio per chi ogni 2×3 è qui ad imprecare contro gli altri che non gli piacciono.

    Vedi un po’ tu quale definizione ti appartenga maggiormente.

  84. Ah, si.
    Un’altra cosa che non ho capito è la differenza tra critica, commento e sfogatoio.

    Io ho capito questo:
    se dico che la società sbaglio è critica ponderata
    se dico che Zanetti è vecchio è critica ponderata
    se dico che Cambiasso è un vigile, sempre critica ponderata
    se me la piglio con squadra, calciatori, stadio, arbitri, sfiga, magliette e cavallette
    sempre critica ponderata

    se invece dico che non mi convincono le scelte tecniche
    è sfogo.

    E’ così, giusto?

  85. Personalmente ho imparato tanto dagli interisti veri.
    Ho imparato che il mercoledì prima della partita di coppa non ci si deve preoccupare di Guarin seconda punta ma dei possibili torti che ci infliggerà la domenica l’arbitro.
    Ho appreo che non si può criticare Mazzarri per via dell’imperscrutabile lavoro dietro le quinte (ah, quali oscuri segreti si celano dietro quelle quinte) mentre è possibile criticare Fassone (che diversamente non lavora dietro le quinte, su http://www.workingfassone.com è possibile seguire un report in diretta di ogni sua operazione con tanto di webcam e, per gli abbonati, prospettiva googleglass).
    CHo scoperto che Kovacic, Icardi ed Hernanes possono essere schifati mentre se si ha da ridire su Alvarez o Jhonny bisogna farsi un esamino di coscienza.
    Per la serie: la coerenza, questa sconosciuta.

    Sai che niente niente non è così male essere diversamente interisti? (argh!!! I riferimenti occulti!!!)

  86. …mo non è che alla prossima mi fischiate Icardi per la rolls…sarebbe la fine!!!

    • Ma sti fischi li senti solo tu, però.
      Almeno ai giocatori, io non ne ho mai sentiti.

      Men che meno ad Icardi.

      Tutti i fischi che ho sentito avevano un indirizzo ben preciso.
      Però ammetto che non vado allo stadio dal campionato scorso.

      Comunque non credo ci sia pericolo, da quello che vedo in tv mi pare che allo stadio ci siano sempre meno spettatori.

  87. estecam
    allo stadio e sui vari blog presunti interisti è un continuo e sonoro fischiare…non senti?

    • Sincero sincero sincero?
      Non sento nulla.

      Quelli presunti non fischiano i calciatori.
      Quelli veri son tutti a Leicester a fischiare.

  88. concordo con il supertifoso

    hermes garden party…

  89. ho un pò di timore perchè:
    a me piace Icardi (a me ricorda Bonimba)
    piace Kovacic
    non ritengo Hernanes l’ameba attuale (anche se non era assolutamente il giocatore di cui avevamo bisogno, ma qualcuno lo avrà voluto)
    noto che Ranocchia è titolare della Nazionale italiana
    che jj è nella nazionale brasiliana
    dopo un anno e mezzo non reputo l’attuale tecnico all’altezza…..

    ….mi sembra ci siano tutti gli elementi per dire che non capisco un cazzo di calcio

  90. jpetrucci

    io trovo che Icardi sia più simile a Vieri che non al Bonimba, ma in ogni caso sarei arcicontento se davvero diventasse forte come uno dei due.

    Kovacic le prime volte mi ha fatto venire in mente Lothar per come si perdeva gli avversari quando partiva con le sue progressioni, però adesso più che perdere gli avversari sta cercando se stesso e nelle ultime partite non si è trovato.

    JJ lo vedrei meglio in una difesa con marcamento a uomo dove lui è fortissimo, mentre se deve essere lui a cercare di tamponare quello che passa dalle sue parti occasionalmente, lascia delle voragini dove chiunque può infilarsi e farci un gol come il terzo che abbiamo preso a Firenze.

    Ranocchia sarebbe stato meglio darlo alla juve che per una volta la fregatura gliela avremmo data noi e il fatto che sia un nazionale non significa un gran che visto che anche JJ e Kuzmanovic sono stati convocati dalle loro.

    dopo un anno e mezzo io non ho ancora capito cosa valga veramente Mazzarri e non so se la colpa sia solo sua o dei giocatori non all’altezza di quelli che abbiamo avuto fino al 2011 ed anche oltre.

    quindi ci sono tutti gli elementi per dire che non capisco un cazzo di calcio come te ma la cosa non mi impedirà di dire la mia, però non facendola cadere dall’alto della mia competenza, ma solo per esprimere la mia opinione nonostante ci sia chi lo vorrebbe impedire.

    un “chi” che ha cambiato le sue già diverse volte nel corso degli anni, per cui uno buono per tutte le stagioni.

    le sue e basta.

    • Scusami l’intromissione,quanti anni aveva il Lothar che ti ricordi? In realtà l’osservazione è rivolta a tutti quelli che tirano conclusioni da verità parziali.

  91. Per dire la mia, io accetto ogni tipo di idee, anche perché non mi reputo così competente da poter decidere con sicurezza chi ha ragione e chi ha torto .
    Ma quello che allontana dall’esprimere il proprio pensiero (a me, ad esempio) sono due cose che mi irritano:
    i giudizi lapidari del tipo “io son io e voi non siete un cazzo”;
    gli insulti a membri della società inter ancorché non perfetti.

    Cioè a me van bene tutte le critiche a Moratti, o Cambiasso, o Jonnhi, anche quelle che non condivido, ma non sopporto i Brancamerda, la mafia dell’asado, Moratti pezzente. I sarcasmi alla interistiorg razzisti (deprecabili le battute sugli azeri che si fanno le capre e son venuti a Milano a vedere il cemento -popolo in esilio di una città distrutta dalla guerra- tanto per dire che l’Inter ha battuto una squadra da 1 soldo), le cattiverie gratuite.

    Cose che van per la maggiore!
    Ma, poiché io non posso qualificarmi una figa da rimorchiare, avendo sessantanni ed essendo ormai come la Siberia, tutti sanno dov’è ma nessuno vuole andarci, credo che a molti qui la cosa non cale.

  92. A me personalmente piacciono i torroni.
    Sarà per questo che la mia glicemia è sempre in zona Champions, senza preliminari.

    Per cui viva corso46, di cui peraltro non sempre condivido tutto, ma che ha un modo di vedere l’interismo molto vicino al mio.

    Ad ogni modo, in attesa della Conferenza dei Servizi che legittimamente stabilirà di cosa sarà lecito poter parlare/leggere/ignorare, e nelle more di una decisione avversa, mi rifugio (convintamente) in un sempreverde: FORZA INTER, e forza tutti gli interisti puri di cuore, che amano a prescindere.

    Ed in culo a tutti gli altri, soprattutto alle merde in pigiama.

    .
    Forza Eterna Squadra Nostra
    .

  93. FORZA INTER, e forza tutti gli interisti puri di cuore, che amano a prescindere.

    ecco, condivido…e pure Maura condivido, alla grandissima!
    e i pistolotti di corso46 li trovo deliziosi

  94. grazie, non mancherò di fornirvi torroni aggratis a breve…

    a Mara dico che ho la mia Siberia personale che ne ha un paio di più di lei dove vado abbastanza spesso e volentieri a farmi un giretto, per cui non è l’età anagrafica quella che conta ma la voglia di vivere che uno ha ancora dentro e per fortuna quella non manca, nonostante l’Inter, i funghi che mancano, l’Italia che va a rotoloni e le piccole e grandi preoccupazioni che ci sono sempre ce la mettano tutta per farmela passare.

    e poi c’è sempre il blog a darmi una mano.

  95. che preliminari?

    dell’Inter?

    ahahah, bella però!

  96. Nel frattempo abbiamo perso anche kovacic.

    Sarà felice corso, e qualche altro poco incline a veder crescere la gioventù in casa propria.

    Io inizio seriamente a preoccuparmi.

  97. e anche kovacic si rompe

    piove sul bagnato

    e non è finita, temo

  98. Wolf

    era meglio la prima di battuta…

  99. mammamiacheschifezzadipartita

  100. Il punto è che la seconda non lo era. Il fatto che tu sia molto critico nei suoi confronti è un dato, come pure che taluno questo approccio ce l’ha indiscriminatamente verso tutti i giovani acerbi, indipendentemente dal potenziale.

  101. lo so benissimo che non lo era, difatti l’ho fatta io.

    dovresti ricordarti chi è quello sul blog ad avere sempre difeso Coutinho da quasi tutti, prima di dirmi che sono contro i giovani acerbi.

    come ho già detto a Jpetrucci il primo impatto con lui per me è stato super positivo tanto che parlandone con voi ho scritto che mi aveva fatto venire in mente Matthaeus, ma è da un bel po’ che mi lascia sempre insoddisfatto tranne che in rare, per non dire rarissime occasioni e dato che l’aspettativa su di lui anche la mia è enorme, così è enorme la delusione, spero momentanea o per i motivi che supponete voi.

    da parte mia vedo uno che in campo non si sbatte più di tanto, come fanno del resto gli altri dieci che giocano, ma dal momento che la luce dovrebbe accenderla lui, sono più severo nel giudicarlo.

    così giudico male anche Icardi, pur riconoscendogli una capacità di metterla dentro fuori dal comune, ma non mi dà l’impressione di uno che si sbatta più di tanto per la nostra maglia.

    non sai come mi pesi essere d’accordo su questo con tagnin, ma non riesco a pensarla come tanti di voi che mi siete mille volte più simpatici.

    • Guarda che parlavo di te che ce l’hai con lui nello spdcifico, e di ALTRI che ce l’hanno in modo indiscriminato con chi non è ancora pronto e al top della carriera.

      Mi pareva chiaro, dal primo e soprattutto dal secondo.

      Comunque, avevo già subodorato che ora era il tuno di icardi.

      L’importante è che non mi si dimentichi mai il ranocchia per quel dismpegno del 2012. Amen se è l’unico difensore a non aver ancora fatto cagate quest’anno.

      In compenso se si accenna a straziarri o a nagatomo van preventivati giorni di rissa e accuse di piaggeria vaginale.

  102. cara Maura, rileggo solo ora il mio commento, ti prego di scusarmi, ho scritto Mara ma volevo scrivere Maura, ma essendo un imbranato totale con la tastiera ho saltato una vocale e in più non rileggo mai quello che scrivo perchè se lo faccio poi mi pento e lo cancello.

    questo l’ho riletto…

  103. non so come spiegarti, ma non ce l’ho con nessuno in particolare, ma come con gli arbitri e la sfiga tendo a distribuire le colpe e non di prendermela con il solito agnello sacrificale.

    l’ho detto e ripetuto mille volte, io guardo le partite e per di più senza commento se non alzare il volume quando mi fanno un replay di un’azione contestata, per cui sono privo di condizionamenti vari compresi quelli del dopo partite e quello che scrivo è solo quanto ho visto e non mi frega un tubo di quante volte hanno inquadrato Mazzarri con la bottiglietta in mano.

    ovviamente non sono il Messia e mi posso pure sbagliare nel giudicare, in quanto quello che scrivo è solo la mia opinione, per cui non fare dell’ironia fuori luogo come fanno certi altri.

    di difendere Mazzarri mi interessa da zero tornando indietro, così come rispetto l’opinione che tu hai di Nagatomo senza dirti se sarai contento che quest’anno conferma il tuo giudizio più che gli altri anni.

  104. Sono sicuro che Mazzarri è solleticato dall’idea di una mediana Medel, M’vila, Kuzmanovic!

  105. corso46
    spero non ti riferisca a me quando scrivi “altri che fanno ironia fuoriluogo”
    quando ho scritto che trovo deliziosi i tuoi pistolotti ero serissimo

  106. defjam
    ottobre 14, 2014 a 9:15 am
    Scusami l’intromissione,quanti anni aveva il Lothar che ti ricordi? In realtà l’osservazione è rivolta a tutti quelli che tirano conclusioni da verità parziali.

    il paragone con Lothar l’ho fatto proprio perchè nelle prime partite Kovacic me lo ha ricordato, non che debba essere la pietra di paragone, ci mancherebbe.

    quindi era un gran complimento e non una critica.

    le critiche gliele sto facendo quest’anno che è partito da titolare a grande richiesta e finora non ha dimostrato di meritarsi l’onore e l’onere che questo comporta.

    lo so anch’io che è giovane ed ha tutto il tempo di dimostrare quello che vale e che con i giovani non bisognerebbe avere fretta, ma questo è quello che diceva Mazzarri l’anno scorso quando lo usava con il contagocce facendo incazzare tutta la tifoseria.

    per cui bisognerebbe decidersi nel sapere cosa volere, perchè se bisogna avere pazienza non si possono nemmeno pretendere i risultati subito, se non la si ha non si può fare giocare da titolare inamovibile chi ancora deve crescere.

    dal momento che non possiamo averla visti gli obiettivi prefissi che hanno bisogno dei risultati, non vedo come si possano mettere d’accordo le due cose se lui non dimostra di valere il posto da titolare.

    ci sta anche che la colpa sia di Mazzarri che lo impiega male o che lo stesso sia un incapace messo su una panchina prestigiosa senza averne alcun merito, ci sta tutto in quanto i risultati sono lì da vedere.

    io che vedo solo le partite e non gli allenamenti e quindi in campo ci vedo solo i giocatori, se questi giocano da schifo, sia singolarmente che tutti insieme, non faccio altro che dirlo lasciando il compito a quelli più bravi di me di analizzare come sono messi in campo dall’allenatore e se lo schema di gioco che quest’ultimo fa attuare sia consono o no alle loro caratteristiche.

    mi fa solo ridere leggere come Vidic possa apprendere dall’allenatore cosa fare in difesa quando si sganciano in avanti uno o l’altro compagno di reparto o che uno di questi venga saltato da un avversario.

    come insegnare di nuovo ad un laureato le cose che avrebbe dovuto imparare all’asilo…

  107. La leggibilità del blogghe è peggiorata con wordpress, paradossale.
    I commenti si posizionano a casaccio (sembra lo schema di WM), ed alcuni restano fissi alla fine.
    Mah.

    .

  108. come rubare le caramelle ai bambini…

  109. avete presente quei film dove la polizia cerca di rintracciare una telefonata e fa in modo di tenere più a lungo il ricercato a parlare al telefono?

    questo qui lo beccano subito…

    • sarà… evidentemente qua non c’è la polizia che cerca di rintracciare la telefonata, ma i carabinieri.

  110. una volta i conigli si chiamavano

    bugs bunny
    bianconiglio
    tippete
    roger rabbit

    una volta…

  111. e quella?

    ah, non è la coda?

    la carota?

    ma la devi mangiare coniglietto

    non giocarci

    mangiare

  112. Gruppo te l’ho già detto, puoi fare il fenomeno in questo Blog gestito da incapaci che ti fanno fare quello che cazzo vuoi. Io ti rovinerei in una settimana . E il bello è che sei un vecchio rincoglionito . Pure . Le hai proprio tutte, pezzo di merda e con un piede nella fossa. Povero relitto.

  113. Povero blogghe… che brutta fine che ha fatto.

    Ostaggio di una piattaforma demenziale, infestato da troll impuniti e (quello che è peggio) contenitore di rancori repressi.

    Non stupisce che molti dei vecchi (ultimo in ordine di importanza il sottoscritto) si siano “dati”, o tutt’al più trasformati in “osservatori dietro le persiane”.

    Lo stesso Padrone di Casa è latitante, preso legittimamente da ben altri impegni, perchè stupirsi se i Convenuti vanno via, mortificati e insalutati Ospiti?

    .
    Sempre e comunque, forza Inter.
    .

    • quotissimo.

      era meglio prima del restauro, in tutto e per tutto, con annessi connessi e ancor di più con Settore casellante, che almeno aveva meno da fare…

    • Ancora un po’ di pazienza perfavore.

      Questa piattaforma è temporanea, la sera e nel week end pian piano sto arrivando alla fine dell’allestimento della vera piattaforma definitiva per il blog.

      Nel frattempo ignorare i troll sarà il modo più efficace per diminuire la loro presenza.

      Consiglio vivamente di dare una lettura alla voce “Troll Internet” su wikipedia, penso che qualcuno troverà delle informazioni che lo sorprenderanno.

  114. ma perché Settore non è più casellante?

  115. Oh, la vivacita` del blog e` direttamente proporzionale alle emozioni che il campionato ci da. Ma mi dite di che cazzo dobbiamo commentare??
    Arriveranno tempi migliori, che peggio di cosi` e` difficile, comunque)

  116. che decadenza, che mortorio…

  117. vabbe’…una parola di speranza…
    Infine, l’attualità: “In questo momento il tifoso dell’Inter deve solo pensare a voler bene alla squadra e a incitare i giocatori fino all’ultimo. Credo che ci voglia il calore dell’Inter, quello vero. A volte è una scintilla che scatta, basta davvero poco. “. E se lo dice Mazzola…

  118. “E’ ovvio che, però, se ci fosse una nuova Calciopoli il calcio italiano ‘morirebbe’, perché si passerebbe dal secondo o terzo posto a essere, forse, al nono”

    Parola di thoir, di oggi, cui aggiungerei l’intervista di gazzoni frascara di stamane a radio sportiva.

    Qua stiamo in piena restaurazione, nessuno si faccia ingannare dalle due giornate di basso profilo che seguiranno le rapine di rube roma. Magari saran così viscidi da girare qualche favorino,possibilmente ininfluente, alla roma. E le mandrie di subominidi lobotomizzati infesteranno bar e web coi loro deliri vittimistico-persecutori.

    Io auspico la nuova calciopoli, altroché. Radiazione da qui alla fine dei tempi.

    Le vicende dell’inte e del miste son bazzecole di fronte alla gravità di questi sistemi tutti italiani che si rigenerano come tumori.

    Francamente mi son proprio rotto il cazzo.

    • non serve il cialtrone mopggi, non serve nemmeno più l’arbitro corrotto: basta che il guardalinee/quarto uomo/arbitro di porta voglia diventare come rocchi o tagliavento o rizzoli, per farlo basta non sbagliare contro le solite due, prima di fischiargli contro pensarci cento volte, mentre gli si fischia a favore pensare alle opportunità di carriera

      tanto il 99% degli allenatori avversari ammetterà la superiorità senza soffermarsi sugli episodi, perché in questo mestiere non si sa mai e un posto a merdaset come spalla tecnica può far comodo, e i giocatori staranno muti pure loro, perché se uno come zaza finisce in nazionale c’è speranza per tutti

      semplice, pulito e senza bisogno di schede svizzere

  119. tavecchio proposto per l ambrogino…ahahahahahahahahahahah

    • Io mi immagino il toccante momento della cosegna del premio con il discorso di accettazione in stile Crozza “…e qualcosa sulle suore che portano sfiga non la vogliamo dire?” …

  120. bondì

    studiato wikipedia

    mi sento un nobile spettatore

    anche se è difficile resistere alle tentazioni proposte da

    hermes birkin korea

    (chi sarà mai? un nuovo dirigente globalizzato? un troll d’oltralpe, e non solo? il nuovo acquisto di ausilio?)

    e sto milanista sovietico

    mai na gioia

    mai na cena…

    • vittorio

      se come penso non leggerai un mio commento precedente al vaffa che invece è andato in onda sappi che il vaffa non è indirizzato a te e nemmeno a qualche commento precedente al tuo ma è indirizzato a questa piattaforma che blocca i commenti senza spiegare i motivi mentre lascia per giorni e giorni quelli piene di bestemmie.

  121. misultin
    ottobre 15, 2014 a 9:27 pm

    Oh, la vivacita` del blog e` direttamente proporzionale alle emozioni che il campionato ci da.
    ——————————————–

    Vetero-Bilanista del cavolo… ogni tanto riappari, eh? 🙂

    Rileggerti su questa landa desolata e triste è un piccolo sprazzo di sereno…

    Stay tuned…

    .
    Forza Inter, sempre e comunque.
    .

  122. http://www.fcinternews.it/rassegna-stampa/gds-un-anno-di-thohir-in-dieci-frasi-celebri-166111

    “Ventola sopra tutti L’Inter di Thohir, nella sua mente, non ruota intorno alla filastrocca “Sarti, Burgnich, Facchetti…”. Ed è questa la prima sorpresa di Mr. Erick. “Facile citare il trio tedesco, Baggio o Ronaldo – dice il 4 novembre 2013 -. Io però cito Ventola, Fresi e Martins perché hanno avuto infortuni, ma comunque hanno aiutato l’Inter”. Conosce la storia nerazzurra anche nelle pieghe più sottili. ”

    Non dico citare Meazza o Mazzola, ma almeno Rummenigge, Altobelli..

    ragazzi si mette male

  123. ogni tanto fa bene al cuore……

    http://www.youtube.com/watch?v=WJWFCqW9Qrs

  124. @tagnin

    Vero, è un sistema collaudato con le necessarie complicità ad ogni livello ed ufficio.

    Senza il giusto humus questi non si riproponevano più rodati di prima in così poco tempo.

    Per il bilan le cose forse torneranno normali quando berlusconi sarà finalmente cenere. Il suo impero non sarà così unito quando gli eredi saran lì a contendersi il bottino, è la storia ad insegnarcelo, e non serve nemmeno scomodare sacri romani imperatori germanici per capirlo.

    Son quegli altri che continueranno vita natural durante se non li banni dall’universo una volta per tutte. Mai esistiti, come un contratto nullo.

  125. ti dice di andare a leggere su wikipendia cosa è un troll però il troll fa e scrive quel cavolo che vuole mentre a me mette il mio commento in attesa di moderazione senza specificarmi il motivo nonostante glielo abbia chiesto.

    ha ragione Javier+ e se era questo il modo per accontentare tagnin ci è riuscito.

    io passo e chiudo.

  126. buongiorno a tutti

    mi pare che la situazione a questo punto

    non possa che migliorare.

    o ci sono vanghe per scavare già pronte?

    basi & struchi

  127. …………………..

    beh?

  128. Obi in campo è la fine del calcio. Ma come si fa a non capire che questo non giocherebbe titolare nemmeno in B. Prima di difenderlo osservate per favore la sua totale inconcludenza, i suoi passaggi che sono buttare avanti la palla, i movimenti errati, il suo inutile mulinare le gambe. Nemmeno Angelo Orlando era così scarso.

  129. obi?

    preoccupiamoci di vidic…

  130. A dirla tutta obi non mi ha mai colpito, ma la sua parte mi pare l’abbia fatta.

    La squadra tutto sommato ha fatto bene, è un po’ mancato l’attacco. Icardi in affanno, palacio mai pericoloso manco per finta.

    Vidic inizia ad essere un problema.

    Bene kova hernanes e guarin, finalmente un gioco a centrocampo.

    Squadre essenzialmente di pari valore, o almeno questo ha detto oggi l’andamento della gara.

  131. C’è mancato poco che perdessimo anche questa, ma per fortuna la squadra stavolta ha reagito.

    Guarin sempre nel 2° tempo è giusto!

    La voglia c’era stasera, ma facciamo sempre tanta fatica ad entrare nell’area avversaria.
    E alla prima cappella in difesa segnano.
    In verità i due gol napoletani nascono da due palle perse a centrocampo: finché non si risolvono queste cose è difficile crescere.

    Sulla questione “sistema” del calcio italiano, dopo juve-Roma, ho perso ogni speranza.
    Noi, per ora (e come spesso ci è capitato), facciamo un altro campionato, in tutti i sensi.

  132. Oh ragazzi, che vi devo dire, a me questa partita è piaciuta. primo tempo più che buono, meritavamo di essere in vantaggio, poi siamo calati (o è cresciuto il napoli) ma sempre stati in partita. e pur avendo preso 2 gol sulle solite amnesie difensive, abbiamo reagito con grande orgoglio. al di là del punticino in classifica, credo segnali positivi ce ne sono, poi per carità la strada da fare è ancora tanta, ma un minimo di ottimismo forse ci può essere

  133. sul gol è Dodò che pensa che Vidic non ci arrivi e stringe lasciando l’avversario al tiro, con mezza squadra in condizioni fisiche così così può capitare che non ci sia il centrale ad aiutarlo come nel primo tempo

  134. Quando scrivevo che si può vincere o meno, basta che alla fine tutti abbiano dato tutto, ecco, intendo questo.
    La povertà della cifra tecnica globale è questa (intendo squadra, allenatore, preparazione, ecc.) ma almeno non ho visto nessuno tirare indietro il piede.
    Bene così, da questa partita può iniziare un campionato diverso, almeno in termini di autostima.

    .
    Forza Inter, sempre e comunque.
    .

  135. diamo anche il giusto merito all’arbitraggio di respiro europeo di Orsato

    magicamente dopo un paio di tuffi a vuoto hanno smesso tutti di morire sparati

    ma tanto l’internazionale poi va a farlo rocchi