Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

La costruzione di Mauro Icardi (vivere da top player senza esserlo)

mauro-icardi

(scritto per Il Nero e l’Azzurro)

Al netto degli squadrismi da curva (ventunesimo secolo, anni dieci, e siamo sempre lì) e delle penose sbandate societarie, sarebbe un errore sostanziale archiviare la vicenda Icardi e i casini di Inter-Cagliari con una semplice – e doverosa, per carità – manifestazione di solidarietà al capitano. Perchè Mauro è un problema, un problema bello grosso, un problema tutt’altro che inedito, e che bisognerebbe affrontare nel suo complesso.

Mauro Emanuel Icardi Rivero, argentino, classe 1993, è oggettivamente un signor giocatore e un prospetto di levatura internazionale. Ha 23 anni, è sbarcato in Europa da ragazzo, è stato tre anni nella cantera del Barcellona, si è trasferito 18enne in Italia dove è alla sua sesta stagione in Serie A – la quinta da titolare, la quarta in una grande squadra di cui è diventato capitano già da un anno. Ha vinto una classifica cannonieri. A 23 anni ha segnato finora 64 gol in Serie A (molti alla Juventus), di cui 53 con la maglia dell’Inter.

Questo, a oggi, è Mauro Icardi.

E’ utile fissare un paletto wikipediano perchè disegna al meglio, senza fronzoli, il profilo di Maurito: un attaccante eccezionale per età, rendimento e doti tecniche, nessun dubbio, ma NON (non ancora) un top player. La tabellina della biografia si va riempiendo di cifre interessanti, ma nella casella vittorie non c’è nulla, ed è un nulla che fa la differenza. Questo non impedisce di fare di te l’oggetto del desiderio sul mercato (nessuno nasce top player, ovvio), nè a te in prima persona di venderti per quello che sei, quello che ti senti di garantire (e Maurito garantisce venti gol a stagione) o quello che prometti di diventare. Ma NON sei (non ancora) un top player.

In questo quadro, la vicenda del libro assume un significato per nulla secondario.
Mauro Icardi è un personaggio in costruzione, nel senso più letterale del termine. Intorno alle imprese sul campo – le uniche che per noi contano davvero – ha preso forma anche il resto. Un “resto” che deve essere costantemente, ossessivamente quello di un top player che (ancora) non è. Difficile non pensare che la bulimica presenza sui social non sia proprio questo: la certificazione continua di un’esistenza a un certo livello, fatta di biondone clamorose (una, diventata moglie e manager e probabilmente grand commis di tutto l’ambaradàn), di macchinoni personalizzati, di case da sogno, lettoni da sballo, piscine panoramiche, muscoli tirati, acconciature trendy. Ultimamente, anche di uno stipendio clamoroso strappato dopo lunga e spiacevole trattativa.

Nel mentre, sia chiaro, Mauro si occupa di fare bene il suo mestiere “vero”. Si allena, gioca, segna. E’ un ottimo atleta professionista, è un attaccante fortissimo. Che però è all’Inter e non vince niente. E’ il link che manca per accedere al club dei top player. Un requisito necessario. E allora la costruzione continua, per non rimanere indietro. Anzi, per essere a pari con gli altri, almeno nei contenuti accessori.

Mauro così si costruisce un’altra cosa che non ha, una storia. O, volendo essere generosi, che non possiede ai livelli in cui può diventare minimamente interessante per l’universo mondo. La fa scrivere su un libro, perchè un’autobiografia sullo scaffale lo mette agli stessi livelli di Ibra, Messi, Cristiano Ronaldo, Maradona eccetera. Non ha vinto nulla, ma un libro racconta la sua vita. Quindi è un personaggio. Il meccanismo virtuale è sempre più palese.

Detto tutto ciò, che il caso Icardi scoppi adesso, e per tre pagine di un libro, ha un vago retrogusto di grottesco. Mauro Icardi è un problema da un po’. Un dolce problema – nel senso che è un giocatore che ci piace da morire, un centravanti giovane e ambizioso che segna con regolarità, un bel ragazzo che ha saputo chiudere con un cerchio perfetto una storia sentimentale da enciclopedia del gossip – ma pur sempre un problema.

Affidargli a 22 anni la fascia di capitano è stata una bellissima cosa. E togliergliela per un regolamento di conti con la Curva, in cui la Curva grazie alle piazzate di Zanetti e Ausilio si è trovata di default dalla parte della ragione, sarebbe stata grossa cazzata.

Se c’era un momento in cui togliergliela, quasi per giusta causa, proviamo a ripensare alla lunga estate delle wandanarate, degli ammiccamenti con altre squadre perchè suocera intendesse, delle trattative cravattare per il ritocco all’ingaggio. Ecco, in quelle quattro o cinque settimane da cavallo tra luglio e agosto Mauro Icardi non è stato un gran capitano. E avendo in squadra, per dire, uno che ha 100 presenze nella sua nazionale e ha vinto due Coppe America in due anni, o un altro che ha messo la fascia 10 volte nel Brasile, si poteva anche pensare a un’alternativa senza offendere nessuno.

Avanti con Maurito, dunque, finchè si può. Bene così. Augurarci che ci serva da lezione, vabbe’, è pure troppo: abbiamo gli armadi pieni di lezioni mai imparate. L’Inter si interroghi un po’ sul modo in cui affronta i suoi problemi, anche quelli dolci. Domenica lo spettacolo è stato pessimo. E il percorso che ci ha portati fin qui non dev’essere stato migliore. Nessuno ha letto le bozze di un libro di uno come Mauro Icardi, nessuno si è premurato di chiedergli due cose, di dargli un consiglio, fare un paio di accertamenti… (sospiro)

E’ finita quasi a tarallucci e vino, con le scuse, i buoni sentimenti, i fioretti per il futuro. Si poteva evitare tutto ‘sto casino? Uh, pazienza. Però Inter, che brutta figura. Mauro Icardi non è nè Ibra nè Keith Richards, ma un centravanti social che a 23 anni ha dovuto riempire a forza il libro della sua vita. E tu lo lasci solo?

share on facebook share on twitter

455 commenti

  1. Primo, vendiamolo…

  2. Secondo, compriamo (eh sì, si comprano) buoni dirigenti.

  3. Terzo, imponiamo (per contratto) serietà a TUTTI.

  4. Attendiamo con ansia il tweet di Wanda…

  5. Che brutta l’idea che siccome non si è fatto prima non si può fare adesso.
    E quanta disperazione in questo scusarlo per terrore che se ne vada, come se dopo di lui il diluvio.
    Non mi piace questo post, è la summa di tutti i motivi per cui vengo presa per il culo come interista.
    Visto che tanto, a quanto pare, non ne caviamo piede, si potrebbe cercare uno straccio di dignità non tanto nei risultati ( che non abbiamo comunque ), quanto nel coltivare un minimo di spessore, rigore e serietà, anche tardivi.

    • Non trovo che il post sia condiscendente verso Icardi. Ho scritto più o meno lo stesso concetto (scritto peggio ovviamente) 5 min prima nell’altro post.
      Icardi è a mio parere un povero fesso in mano a gente che lo spremere e c’è gente più qualificata di lui e pagata per questo che lo dovrebbe gestire meglio. Quanto a noi non voglio neanche pensare quanto spendiamo per l’esercito di dirigenti che fallisce metà dei propri compiti.

  6. E mandare un po’ a fanculo sacchi (minuscolo) ???

    Chi non sa……….guardi sito rosa!

    FORZA INTER

  7. Wanda dice che c’e’ un malinteso nelle tradiuzioni: apprezziamo la fantasia suvvia..

  8. Azz pure il traduttore del Cepu.

  9. Sì, fangàla pure sacchi (fosse la prima volta).

  10. Uuuuhhhhh che partita a Palermo! L’ultima volta che ho visto il Toro così in alto è stata………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..vabbè, diciamo che lo vedo per la prima volta.

    • mi sa che lotterete fino alla fine per i posti alti..
      grazie per aver lasciato il Palermo là sotto..

    • Per l’EL ci siamo, oltre non credo. Mi sbilancio: Toro quinto a fine anno. Inter sopra il Toro di un paio di gradini. Sorpresa in negativo: Napoli.

  11. Nella domenica bestiale appena trascorsa, c’è anche qualcosa di piacevole che mi va di sottolineare…

    E’ la storia di Federico Melchiorri, l’attaccante del Cagliari che ha dovuto ripartire dai dilettanti dopo aver vinto una grave malattia…

    Non ha mollato, ha lottato, ha riconquistato la serie A, fino a sbancare S.Siro. Un domani potrà raccontarlo ai nipoti…

    Anche Federico non è un top player ma almeno ha vinto qualcosa

    • Non lo sapevo, grazie di averlo scritto. Almeno avere qualche esempio positivo una volta su cento non guasta.

  12. In attesa di un attaccante da affiancare ad Icardi, l’unica soluzione che vedo è quella di mettere Joao Mario al posto di Candreva e giocare col doppio incontrista davanti alla difesa

    (verosimilmente Medel-Kondogbia)

    perché serve qualcuno che almeno tenti la percussione.

  13. Povero Frank.
    Dove sei capitato!

    Sector hai centrato perfettamente la questione Icardi: un giocatore normale che tenta di apparire un top.
    Mi ricorda molto gli anni ’80.
    Della serie “sotto il vestito niente”.
    O molto poco.

    Uno cosi deve avere dei grossi problemi, a prescindere dalla casa dorata in cui vive.

    Uno cosi non può e non deve rappresentare l’Inter!

    Ma questo prima, perché ora, togliergli la fascia, sarebbe come darla vinta ai curvaioli fascisti.
    E quindi continuiamo cosi, facciamoci del male (cit.).

  14. quando ci sono le guerre alla fine non vince mai nessuno, però chi le ha cominciate si sa…

    dal momento che è la seconda che fa scoppiare mi metto in attesa della terza, che lui o sua moglie qualche altro casino lo tirano in piedi di sicuro.

    se penso che il Dela ci voleva dare 60 milioni mi viene il magone…

    il bello, o il brutto di questa vicenda, è che sta venendo fuori che la maggior parte dei tifosi sta incolpando Zanetti, Ausilio e la società disattenta con un suo tesserato, non solo, si colpevolizza Zanetti per la sua uscita a caldo prima della partita, come se avesse dovuto fare finta di niente a precisa domanda, oppure comportarsi come un politico navigato che dice e non dice.

    è del tutto evidente che Zanetti è una persona sincera ed ha detto quello che al momento gli sembrava più giusto di dire, cercando di trattenere la rabbia che aveva in corpo, perchè se lo avesse avuto sotto mano lo avrebbe strozzato in diretta.

    i distinguo sui tifosi lasciano il tempo che trovano, non è da oggi che si sa cosa sia e da chi è rappresentata la Curva Nord, gli ultrà ai tifosi normali non sono mai piaciuti e quando hanno cominciato a formarsi negli anni sessanta mi sono sempre stati sulle balle anche se ero giovane e più propenso ai casini che non oggi, però se sono anni che ci sono e tutti li tollerano, compresa la società, non si può fare finta che non esistano e dare ragione ad uno che di punto in bianco si mette ad insultarli minacciandoli di farli far fuori dalla sua banda argentina.

    non si può, anche se alla fine hanno dimostrato quel poco che valgono passando dalla parte del torto agli occhi di tutti, ma anche qui, bisogna non perdere di vista chi è quello che ha tirato in piedi tutto sto casino, se no ci si confonde.

  15. Quando una guerra scoppia non è mai solo perché due parti giungono a collisione, ma è anche perché una terza parte si assenta, diciamo così, non si fa carico, sottovaluta o peggio ancora non interviene per incuria, pressappochismo o addirittura codardia.

    Icardi è un tesserato dell’Inter!

    È ora che l’Inter se ne faccia carico se vuole evitare la terza guerra.

    • sta a vedere che la colpa della seconda guerra mondiale non è di Hitler ma di quelli che non hanno capito che razza di pazzo fosse.

      ma anche se lo avessero capito, cosa avrebbero potuto fare, bombardare la Germania prima che lo facesse lei?

      prevenire è meglio che curare…

      a questi due qui bisognerebbe mettergli un bavaglio e isolarli, se no continueranno a dire o a scrivere cazzate, altro che dare la colpa agli altri, è solo loro e basta, se no a ogni genitore che ha la sfortuna di un figlio che si droga o che delinque bisognerebbe dire che è colpa sua, non gli basta il dolore che gli sta dando suo figlio, deve sentirsi anche in colpa.

  16. Nun so’ mica tanto d’accordo che uno nun è ‘n top player perché nun ha ancora vinto gnente!

    E allora Robberto Boninsegna chi era, secondo voi?!
    Un sig. Nisuno era… pe’ vvoi; prima de vince, da vecchio, que’ 2 o 3 scudetti co’ quelli llà (sempre li stessi…)?!
    Perché fin’allora n’aveva a malapena vinto uno co’ voi, eppure…

    Ma è possibbile che séte masochisti a tal punto da métte ‘n discussione uno de li pochi giocatori de Carcio veri che c’avete, seppur dall’atteggiamento vagamente cazzoide?!

    Mah…, io a questi qua nun li capisco proprio…

  17. Io non capisco tutta questa cagnara perché un giocatore pirla della nostra squadra scrive un libro pieno di parlate (se poi lo ha scritto lui!). Forse vorrà concorrere al premio Nobel del prossimo anno per la prosa, visto quello assegnato quest’anno per la poesia…Ma, scherzi a parte, che ci frega? Icardi lo sappiamo è un giocatore che sprizza antipatia. Ne abbiamo discusso tutta l’estate. A me, più che antipatia suscita tenerezza, con quella moglie e quei tre figli non suoi che si è accollato. Ma mica ci obbliga a comprare il suo libro, né averlo compagno a pranzo o a cena, fuori dal campo. Il fatto è però, particolare non secondario, che questo pirla fuori dal campo si è rivelato in campo la gallina dalle uova d’oro. Senza i suoi gol contenderemmo al Crotone l’ultimo posto in classifica. Vogliamo offrirla, la gallina, a Natale , in un piatto d’argento ai nostri rivali? Già qualche Juventino nel nostro blog ci ha offerto la sua solidarietà pelosa per l’incidente, pronti ad allungare gli artigli sul pirla. Due piccioni con una fava: noi col culo in serie B, loro con in mano a maggio la coppa. Siamo famosi, noi interisti, per interismo acuto, evitiamo almeno il masochismo. Fortunatamente i cinesi, oltre che non capire un cazzo di calcio, non conoscono neppure la nostra lingua. Leggo intanto che hanno in progetto di assumere come consulente il Fenomeno. Prepariamoci ad altre tempeste in un bicchier d’acqua.

    • Ma le guardate le partite? Ma quali altre squadre hanno 2 ali come Candreva e Perisic? Anche domenica, pur in uno schifo di partita, sono arrivati 25 cross e il ns centravanti ne ha beccato 1. Avessimo Crespo degli anni buoni farebbe una doppietta ogni partita, ma basterebbe Pazzini! Fa giocare male i compagni, mai un movimento giusto, non protegge mai palla, non fa salire la squadra. Senza di lui? Forse saremmo secondi, altro che come il Crotone! Dopo Inter-Juve stavo cambiando opinione, ma rimane l’unica partita veramente notevole che gli ho visto fare

  18. Peppe,
    è la regola per cui Padoin, avendo vinto 5 scudetti, vale 5 volte Totti.
    Oddio, io nella mia beata ignoranza di tifoso juventino, lo penso davvero.
    Però poi, nei rari momenti di lucidità (alla sera, dopo la pisciatina, e prima delle preghiere) qualche dubbio mi viene…

  19. stringendo stringendo, alla fine di tutto questo casino rimangono una figura di merda di quelle da appendersi la coccarda e una partita buttata nel cesso in un clima surreale…. più una serie di scorie difficili da smaltire.

    E’ chiaro che l’Inter voglia fare di Icardi il proprio Pobbbà, intoccabile di default per non inflazionarne il valore anche a costo di rimetterci qualcosa a livello tecnico quando le cose non girano… ma i personaggi mediatici vanno gestiti con molta attenzione perchè sono un’arma a doppio taglio…ed ogni volta che entra in ballo la gestione societaria, spesso la medicina è peggio della malattia.

    Ora in questo bel quadretto ci aspettano di nuovo 2 partite che potrebbero affossarci del tutto….siamo tornati allo stato pre-J**e

  20. Temo di essere in totale disaccordo con voi e in accordo con Mughini (aiuto)

    1) Un deficiente ha offerto soldi a Icardi per scrivere un libro. Lo si fa con TUTTI, dalle barzellette di Totti in là, perché son libri che vendono, mica vende Proust.

    2)Lui ha raccontato un po’ di aneddoti e il gosth ha evidenziato le cose negative perché è questo che fa vendere e ha parlato di segreti perché tutti i deficienti di Italia che si fan le seghe pensando a Icardi a letto con Wanda (compresi i molti interisti che ne scrivono sui blog) comprassero il libro. Per inciso, nessun juventino la mena a Buffon che ha lasciato moglie e figli e ingravida la Ilaria o con De Rossi. Tutti dietro al cazzone Maradona per parlare dei fatti privati di Mauro. Soprattutto gli interisti tafazzisti.

    3) L’episodio narrato è vero
    .
    4)La curva ha inscenato una gazzarra ignobile, da quei deficienti che sono. Bisognava lasciarli fuori dallo stadio. Per far loro capire che non contano più una sega. Invece si è fatto chiedere scusa a Icardi, così che i curvaioli sappiano che i loro ricatti son sempre apprezzati

    5) e voi parlate ovviamente male di Icardi e di Nara, volete venderlo ecc. Cascate nei tranelli della stampa, che non vede l’ora.

    6) Aveva ragione Icardi a mandare 100 delinquenti a mazzolare quelli della curva, che tra società e tifosi non si sa chi è peggio.

  21. Per corso
    Hitler era pazzo ma se il primo ministro inglese di allora invece di mostrare un atteggiamento dialogante e sostanzialmente neutrale avesse mostrato un po’ di palle con il fuhrer – quelle che poi ha mostrato churchill- forse , ripeto forse, non avremmo avuto la tragedia che c’è stata.

    per il resto concordo con te
    la curva è fatta di fascisti che io odio e disprezzo, ma anche di ragazzetti normali che vogliono fare i grossi.
    io stesso l’ho frequentata e oggi me ne vergogno un po’, ma la maggioranza che va lì in realtà vuole fare un casino controllato e per niente violento.

    per me se ci fosse stato Filucchi credo proprio che questo casino non succedeva.
    pensare che con la curva non si debbano avere legami vive fuori dalla realtà.
    ci vuole qualcuno che sappia come gestire la curva, e noi non l’abbiamo

    • jamesscott

      figurati se volevo parlare della seconda guerra mondiale alle 02.30 di notte…

      era solo un esempio spiccio per dire che le terze parti in causa possono fare poco se uno ha deciso di fare la guerra e lo stato che è stato attaccato è un pò incazzato e reagisce.

      Icardi, volutamente, perchè imbeccato immagino dal giornalista, ha tirato quella bordata alla Nord perchè sapeva benissimo che avrebbero reagito, perchè non è da oggi che esistono le varie Curve in Italia ed è perfettamente inutile che vengano stigmatizzate o messe in disparte dagli altri tifosi come se non si dovesse tenerne conto o che non abbiano nessuna voce in capitolo, perchè al contrario, ne hanno molta di più di tutti gli altri presenti allo stadio e questo ripeto non da oggi, giusto o sbagliato che sia, ma non è questo il motivo del contendere.

      che sia sbagliato lo sappiamo dai motorini, dai cori razzisti che ci fanno chiudere lo stadio, dai casini negli autogrill o sui treni ed i vari scontri con le altre tifoserie, ma non è Icardi con i suoi cento bravi a dovere fare pulizia o a doversi fare giustizia a distanza di due anni. quindi tutto il casino lo ha provocato apposta per far sì che l’uscita del suo libro non passasse inosservata e di conseguenza venderlo.

      una operazione di marketing in piena regola, in sintonia a quella che ha fatto sua moglie per il rinnovo del contratto.

      per cui la vecchina può dire quello che vuole e dare ragione a chi vuole, ma i fatti dicono altro pur che la Curva Nord sia frequentata dalla feccia della feccia o che solo alcuni di essi lo siano come dici tu, ma il problema non l’hanno creato loro, l’hanno subito ed è per quello che hanno reagito in malo modo.

      idem la società rappresentata da Zanetti ed Ausilio che non sapevano più che pesci pigliare, ma puoi farne dei colpevoli per questo?, sono anche loro delle vittime messe dentro un ingranaggio che ha messo in moto il nostro ineffabile centravanti che ci ama tanto.

      si poteva evitare? forse, come dici tu, ma dal momento che non è stato fatto, non bisogna confondere la causa con l’effetto, se no, come ho detto ieri notte, si fa solo del gran casino e basta, come voleva lui…

  22. Tutto sto casino mica perché hano scoperto il nostro centravanti mentre frequentava locali pieni di pipparoli dopo le partite, o perché si è schiantato con la fuori serie in tangenziale alle 6 del mattino, o perché ha saltato gli allenamenti a causa dei postumi dell’ennesima sbornia. O perché sfanculava il mister invece di fare le ripetizioni. No. Perché ha lasciato che venisse millantata per iscritto una smargiassata tipo quando in piazzetta ai tamarri che volevano menarti raccontavi che “minchia chiamo i miei cuggini..”. Solo che i tamarri erano quelli della Nord, sia mai. Poi che ci figura ci fanno con gli altri camerati delle italiche curve. L’onore della curva, mica l’Inter, è importante. Vabeh, in qualche modo l’hanno aggiustata. Ora c’è da aggiustare la squadra però. L’ipotesi che faceva @Este non è peregrina. Levi un esterno, proteggi meglio il centrocampo e metti Eder (Gabi?) a supporto di Icardi. L’alternativa è levare Banega. Puoi farlo anche in corso di match, per migliorare la gestione, ma i cambi di domenica mi hanno lasciato più di una perplessità sulla lucidita di lettura del match di FDB.

  23. “stringendo stringendo, alla fine di tutto questo casino rimangono una figura di merda di quelle da appendersi la coccarda e una partita buttata nel cesso in un clima surreale…. più una serie di scorie difficili da smaltire.” Questo è il punto; possiamo poi fare 100mila discorsi; al momento sono incazzatissimo sopratutto per il fatto che stiamo riuscendo di nuovo nell’impresa (che sembrava oramai storia vecchia e dimenticata) di farci prendere per il culo da tutti i tifosi avversari. Dopo sta storia del libro poi…non c’è nemmeno da fare battute sull’Inter; basta pronunciare la parola Inter che già ridacchiano e ci pigliano per il culo….e questo sinceramente mi infastidisce e deprime davvero. Per cui fuori dalle palle chi ci ha portato in questa situazione con riferimento sia alla dirigenza che al giocatore. Di farci prendere per il culo ne ho davvero piene le palle…………

  24. La penso come la vecchina. Brava.

    • io sto più dalla parte di Corso… perchè non bisogna comunque perdere di vista chi ha innescato il tutto, con tanto di conferma dell’idiota di aver riletto e approvato il contenuto.

      Però l’Inter che prima lo sponsorizza sul proprio sito ufficiale per poi ordinare di mandare tutte le copie al rogo una volta scoperta la boiata, è sintomatico del dilettantismo con cui viene gestito un brand da 600 milioni.

  25. Da che seguo l’inter, questa è forse la storia più ridicola, assurda, ed ingiustificabile, che sia mai accaduta.

    Ci sono così tante cose sbagliate che uno non sa nemmeno da dove iniziare.

    In ogni caso, premesso che:
    – se ci applicassimo in campo la metà di quanto ci applichiamo per farci del male da soli, avremmo circa una ventina di scudetti e coppe in più
    – il giocatore ha fatto una delle sue leggerezze, cazzate di per sè innocue che diventano tragedie e casi nazionali data la sua visibilità
    – la cosa peggiore fatta dalla società sono state le risposte di Ausilio e Zanetti nel pre gara, che hanno di fatto legittimato in toto le bestie della curva
    – qualcuno mandi un chirurgo del pene in curva perchè mi sa che lì in pochi superano i 15cm, a giudicare dagli ingiustificabili moti di celodurismo
    – oltre ad aver il cazzo corto, non sanno nemmeno leggere, perchè l’episodio già nel libro viene descritto come fuori luogo e sbagliato
    – la curva rappresenta solo sè stessa, non l’inter e nemmeno i suoi tifosi, tanto che lo stesso san siro ha applaudito il giocatore dopo il rigore sbagliato. La stragrande maggioranza dei tifosi dell’inter se ne frega di quelle pagine di autobiografia, ma il messaggio che passa è frattura tifosi-icardi (fosse successo al milan, tranquilli che si titolava “frattura fra bacca e la frangia più dura degli ultras”)

    Premesso tutto ciò, e ribadito dunque il solito masochismo in salsa interista, di cui, onestamente, avrei anche le palle piene

    Non si può non dire una cosa:

    Il libro è uscito una settimana fa, perchè lo scandalo monta a poche ore dalla partita?

    Perchè in realtà la cosa non aveva destato scalpore a nessuno, e l’assist è stato servito dal corriere dello sport.
    La mattina escono col titolo “scontro icardi tifosi per un passaggio del libro”, e due ore dopo esce il comunicato della Curva “icardi è morto”.

    Ora considerando che la redazione aveva in mano quel libro da almeno tre settimane (una di pubblicazione, più almeno due in cui le varie redazioni l’hanno avuto in anteprima per anticipare qualche passaggio -di solito funziona così-) mi pare evidente che il tempismo non è casuale.

    Hai due/tre settimane, interrotte dalla pausa nazionale, ed esci con lo scandalo proprio la mattina della partita? Mi sembra evidente la non casualità, mi pare chiara la strategia dietro. E c’è da dire che stavolta ha funzionato alla grande. L’inter ha perso, icardi ha cannato un rigore, i tifosi in rivolta generale, oltre che divisi fra loro, e l’indomani giù ignobili titoloni mai visti con le altre squadre, oltre al solito valzer di nomi pronti a subentrare al traballante FDB.

    A me questa pare la cosa più grave, al di là di tutte le nostre mancanze (come club, come squadra, e come tifosi) che non nego e infatti rimarco nell’introdurre il commento.

    Quando ci si chiede perchè da noi è sempre tutto più difficile ed impervio, beh, noi ci mettiamo del nostro, ma fuori c’è sempre un costante tentativo di destabilizzare che spesso produce risultati, e continuare a negarlo anche davanti all’evidenza è roba da gobbi carcerati

    • Ottima strategia Wolf, per ricompattare le fila niente di meglio che indicare un nemico comune. E comunque sono d’accordo con te.

  26. mi immagino tutto il blog con in mano un righello…

  27. Vai che parte la giornata enlarge your penis…

  28. Non amo la curva, ma ho trovato piu’ gravi e meschine le contestazioni fatte al tempo a Moratti ed al Fenomeno: in questo caso, in fin dei conti, sono stati tirati in ballo da Icardi che, oltre all’idiozia bulla dei sicari, ha dato una ricostruzione inventata dei fatti.
    Sull’inerzia della societa’ avete ben scritto_

    Cosa fatta capo ha_
    Vediamo di non ripetere amenita’ simili in futuro e concentriamoci sulle partite, che c’e’ da pedalare.

  29. e non dimentichiamo lo schiaffo all’orgoglio nazionale con la storia dei 100 criminali extracomunitari che verrebbero a fare il culo a questi altri balordi,ribadiamo con forza che i delinquenti nostrani sono i migliori del mondo!

  30. Ma di cosa stiamo parlando? Di una cosa accaduta un anno fa e già all’epoca chiarita con tanto di scuse.
    E’ veramente incredibile la stupidità di questi curvaioli convinti di rappresentare la tifoseria nerazzurra.
    Quest i non solo non rappresentano un cazzo ma non perdono occasione per fornire assist a tutti quelli che vivono all’erta in attesa di poterci sputtanare. Cioè sono dannosi e farebbero meglio a stare a casa che le coreografie le fanno ormali solo i pagliacci italiani.
    In poche e pessime parole ribadisco e condivido quanto detto da Wolf.

    Ma detto questo dico anche che fra Benitez, Gasperino, Strama, Mazzarri, Mancini, Icardi la Cina e l’Indocina, Moratti e i marciapiedi, De boer e Capello, Cagliari, Bologna e Palermo mi sto leggermente disamorando e fortemente rompendo i coglioni.

  31. Aspettate che mo’ parte un altro scandalo: la sgasatura in faccia a Branca che voleva rimandarlo alla Samp. Voglio altre striscionate in curva: Branca uno di noi.

  32. ma a parte i 15 cm che non è specificato bene come si debbano intendere, se in posizione di riposo o in erezione, ma perchè a Icardi si deve giustificare e perdonare tutto e per fare questo si inventano complotti internazionali per farci perdere una partita con il Cagliari, quando sarebbe molto più semplice ammettere che come capitano abbiamo uno stronzo che però segna e chiuderla lì, invece di prendersela con il mondo intero meno che con lui?

    domandona???

  33. Ma nun l’avete ancora capito che la stampa sta ‘n mano alla Fiat.

    Ma addavero pensate che, ad esempio, er Coriere de lo Sport sia ‘n giornale de Roma?

    Allora fate ‘na cosa: annateve a vede’ chi è l’editore.

    Vedrete che è lo stesso de Tuttosport.

    Appena a Luglio scorso, er direttore der CdS è riannato a occupa’ la poltrona che fu sua dal 2008 ar 2012 a Tuttosport. Nun ve dice gnente questo?

    Ar suo posto è arivato uno che fu direttore prima de lui e che, ner frattempo, era stato spostato fra Rai e Repubblica.

    Nun me dite che nun sapete co’ chi s’è fuso er gruppo ‘L’Espresso’, proprietario de Repubblica, ché poi ve boccio e ve faccio cambia’ sezzione, eh!

  34. Non è un top player perchè ha ancora molte cose da imparare .. sul campo …. Ha un grande fiuto del goal ma gli manca ancora un repertorio di movimenti e giocate fuori area che è oramai diventato un bagaglio indispensabile per chi aspira ad essere un giocatore top level in questi anni … Il resto chiacchiere

  35. sarebbe una viocenda totalmente irrilevante se non per aizzare quelli cuiIcardi sta sul culo per svariati motivi, quello che è grave è la totale inettitudine di Zanetti e Ausilio nel gestire la cosa

    già, perché per fare i dirigenti (tra l’altro ausilio non sarebbe nemmeno quello, mi risulta essere responsabile area tecnica, è un primo riporto, a esser gentili, che quindi dovrebbe starsene muto sugli indirizzi generali che non spettano a lui) occorre essere sul pezzo, e se nessuno ha il coraggio di leggersi quella robaccia scritta da icardi almeno sapere cos’è successo

    invece un cazzo, nulla, manco le solite quattro palle da cacciare con le quali campano tutti gli altri protagonisti del pallone, con la loro insipienza hanno costretto la società a multare icardi (il che sarebbe la meno, ma rimane un provvedimento surreale per un libro presentato all’Inter Store nel quale peraltro la vicenda è rappresentata molto diversamente da come l’hanno capita le bestie della curva) ma soprattutto hanno legittimato la Nord come attore nelle dinamiche societarie

    perché fuori di metafora e anche delle stronzate sui delinquenti in trasferta transoceanica, questi han piantato un casino allo stadio con striscioni irricevibili, roba da servi milanisti, e soprattutto gli sono andati sotto casa, non so se si comprende la gravità del gesto nella sua portata ma non è una cosa che succede abitualmente sopra la Promozione

  36. Non mi pare di aver inventato niente corso, ho solo riportato i fatti quali erano:

    -libro uscito da una settimana, con l’anteprima alle redazioni da almeno due settimane-venti giorni
    -passaggio sulla curva evidenziato da cds la mattina della ripresa del campionato, dopo due settimane in cui avevano già il pezzo ma non l’han pubblicato
    -un’ora dopo comunicato della curva: icardi è morto
    -qualche ora dopo inter cagliari, icardi canna rigore senza manco centrare la porta, e si perde una partita sbloccata per puro caso da uno che predicava nel deserto (non a caso, l’ultimo arrivato, il meno addentro queste robe)

    Non mi pare di aver inventato nulla, questa è le ricostruzione dei fatti. Al massimo puoi contestarne l’interpretazione. Per me la curva ha reagito solo dopo l’imbeccata del giornale, e il giornale ha atteso di imbeccarli proprio a ridosso di un match casalingo, dopo settimane in cui poteva già uscirsene col pezzo lasciandoci il tempo di metterci una pezza.

    Per altro, smentire questa interpretazione, significa dire:
    al cds ci han messo 15 giorni ad arrivare a pagina 50 (o quella che è) del libro di Icardi, e solo per puro caso la curva nord ci è arrivata un’ora dopo. Solo sfiga ha voluto che fosse proprio la mattina della partita. Ma la curva non ha reagito dopo il pezzo del cds, e il pezzo del cds non è uscito apposta la domenica mattina, solo il caso.

    Beh, mi sembra una delle rare volte in cui la teoria del caso regge meno di quella del “complotto” se così si vuol definire (anche se io preferisco il termine attacco strategico, perchè di attacco si tratta, e fatto con modi e tempi pre-meditati)

    Oh questo sempre senza negare l’incredibile autogol fatto in casa inter, da società a giocatore, passando per i tifosi. Addirittura nell’altro commento l’ho definito il peggiore da che seguo l’inter, quindi sgomberiamo il tavolo da equivoci una volta di più.

    La difesa ad oltranza è roba per altri, ma l’alternativa non può essere ignorare gli attacchi.

    Le cose van considerate da tutti i punti di vista

  37. E comunque sia, mi rendo conto che essendo questi giornali in mano ad imprenditori con interessi nel mondo del calcio, interessi opposti e contrastanti ai nostri, per la società inter sia anche difficile arginare e contenere.

    Nel senso che la cazzata di presentare un libro e poi censurarne una parte è roba tutta nostra, che esula quindi da questa considerazione.

    Ma la pre-meditazione e gli intenti con cui si fa certo giornalismo, è un problema che nemmeno la società più organizzata può gestire, a meno che non possieda essa stessa quei giornali o quei giornalisti.

    L’unica soluzione è aggiustare i conti il prima possibile e quotare l’inter, fosse anche solo un 30% del capitale sociale.

    Con una società quotata, il cui andamento dei titoli azionari è fortemente influenzato dalle uscite della stampa -con conseguenze anche penali-, il giornalistuncolo di turno ci pensa non 100, ma 1000 volte, prima di attaccare e destabilizzare.

    Sino ad allora tutto ciò resterà all’ordine del giorno, noi nel frattempo però cerchiamo almeno di evitare gli autogol, o qua veramente non se ne esce più.

  38. capisco lo sforzo che hai fatto per dare un filo logico a quello che sostieni, io non credo che per un Inter-Cagliari ci abbiano teso un’imboscata a scoppio ritardato, rimango della mia idea che il cercare di allargare le colpe un pò a tutti sia solo un tentativo per la difesa d’ufficio di un pirla che ci ha già messo a dura prova questa estate, ma nonostante questo precedente ha ancora dei fedelissimi che piuttosto di ammettere una ovvietà, preferiscono accusare chiunque si sia messo in mezzo anche in maniera inopportuna, dimenticandoci che se lui non avesse scritto quel pezzo nessuno avrebbe potuto farci dei torti come tu sostieni e che Zanetti e Ausilio avrebbero potuto dedicarsi ad altro invece di dire le prime cose che gli sono venute in mente perchè sorpresi più di noi dagli eventi.

    tutta la comprensione per il povero pirla e indice puntato verso chi ha mancato i controlli o avrebbe approfittato della vicenda per farci del male, quando il male ce lo ha fatto solo lui e non è la prima volta.

    sinceramente mi sembra un modo di ragionare un pò contorto.

    • Veramente qua tu sei l’unico che propone difese d’ufficio con ricostruzioni cervellotiche e assolutamente lontane dalla logica e dai fatti.

      Per altri leggi solo spizzichi e bocconi e rispondi poi basandoti sul nulla.
      Non so in che altre lingue ribadire che il giocatore ha le sue responsabilità, ma limitare l’analisi solo a ciò perchè sta sul cazzo Icardi è roba da ottusi e miopi. Proprio come quando contesti, giustamente, le posizioni per cui “abbiamo fatto cagare di nostro, chissenefrega se non ci han dato un gol regolare, un rigore, etc”.
      I nostri errori non giustificano mai interferenze di altri.

      E comunque non è che aspettavan inter cagliari per il cagliari; semplicemente la prima domenica utile di campionato si riceveva il cagliari. Fosse stato il milan, o il pizzighettone, sarebbe cambiato poco. Hanno avuto questa occasione di creare una turbativa, e l’hanno colta.
      Convincimi piuttosto che il timing dell’articolo sia una coincidenza, e che lo sia anche la reazione della curva a 1h dall’uscita dell’articolo. Convincimi che c’erano valide ragione per pubblicarlo la domenica della mattina (e mai prima, quando non avrebbe fatto gli stessi danni); convincimi che la curva si è indispettita per conto suo, non su imbeccata.

      Rileggi tutto, sta ai fatti, poi ne riparliamo. Altrimenti lasciamo perdere, che parlo di una roba seria e non intendo inflazionarla con polemichette da circolo solo per le tue antipatie personali.

  39. La ricostruzione di wolf non mi pare la solita menata complottista, più che altro mi sembra risponda a quello che gli anglosassoni chiamano fact checking. Che ci sia stata imbeccata, servilismo, “semplice” antinterismo o calcolo sul momento migliore dal punto di vista mediatico in cui far esplodere il caso, il timing è esattamente quello descritto ed è tutto fuorché casuale. I comunisti avrebbero definito quelli della Nord gli “utili idioti” del caso. E concordo con @Tagnin che ad uscirne peggio siano Zanetti ed Ausilio. Mi auguro, ma temo di no, che il prossimo CDA muti l’assetto. Zanetti continui pure a fare il testimonial, Ausilio si limiti a fare il DS ma i cinesi individuino una figura autorevole che sia in grado di gestire e rappresentare la società in modo meno naif.

  40. la colpa è di Settore: poteva leggerlo lui per primo il libro e anticipare tutti !

  41. Ma per favore.
    È una società che sta facendo un casino via l’altro da oltre 6 mesi, nonostante la passione facesse negare l’evidenza a molti (e ci sta, eh, a me succede spesso).

    È ora che la proprietà prenda in mano la situazione e mandi via tutti, ripartendo da zero.
    Zanetti è un calciatore e tale rimane, l’han messo lì come simbolo di un passato recente e di un innegabile attaccamento alla maglia, ma certe cose devono essere prese in mano da chi certi ruoli li ricopre di professione.

    Se poi il libro è uscito da più di una settimana, per di più all’Inter Store, la situazione s’aggrava e basta, significa che neanche il tempo era tiranno, anche volendo ammettere la barzelletta che l’Inter non ne avesse ricevuto una bozza in anteprima.

    Che poi l’Inter non sia assolutamente in grado di difendersi dagli attacchi esterni è un problema che ci portiamo dalla notte dei tempi e che ripeto come un mantra da non so quanto tempo.
    Fa tutto parte di una società che andrebbe riformata sul serio, da zero, ma francamente vorrei risparmiarmi l’umiliazione di quotare in borsa l’Inter solo col fine di far fare ai piccoli azionisti quello che l’Internazionale FC non è in grado di fare,

    ossia difendere i propri interessi.

    Da mandare tutti a casa, la misura è colma.

    • Mi sa che tu non hai ben presente come funzioni la quotazione in borsa. In che modo verrebbero scaricati gli oneri della difesa sui piccoli azionisti?

      Io sono azionista di oltre 30 aziende fra Italia, Germania e Stati Uniti.
      Figurati se per questo devo curare gli interessi di Disney, Brembo, etc.

      L’utilità della quotazione in borsa, da quel punto di vista, è che ogni turbativa proveniente dall’esterno può finire in tribunale ed essere valutata penalmente.

      Altrimenti, dimmi, come impedisci a un giornale di pubblicare certe cose, posto che è di proprietà dei tuoi avversari? Chi vuoi esattamente come dirigente per l’immagine, Goebbles?

      Preso atto che abbiamo un decennale grave deficit di comunicazione, io ti dico quale può essere una soluzione, tu oltre a “ma per favore” sai proporre qualcosa di alternativo? Un’opa a RCS? La reintroduzione del Miniculpop in salsa nerazzurra?

      No perchè a dire “così non va” siam buoni tutti, sarebbe bello iniziare a leggere anche qualcosa di costruttivo

  42. strano che il tagnin non dica un cazzo, di solito è lui il primo a non credere a queste menate complottistiche.

    manca solo che per un Inter-Cagliari si sia messa in mezzo anche la Cia e così completiamo il quadro.

    Inter-Cagliari, dio bono, mica un derby o un Inter-gobba e i giornalisti l’hanno tenuta nel cassetto per fare scoppiare la bomba per una partita che avremmo potuto e dovuto vincere anche con le riserve, per cui sai che danno ci avrebbero procurato se solo avessimo giocato come avremmo dovuto invece di fare cagare come han fatto cagare tutti, DB compreso, che se fosse stato un pò più accorto, vista la situazione, Icardi non doveva nemmeno portarlo in panchina, e con questo allargo anch’io la schiera di chi non ha fatto quello che doveva per evitare sto casino.

    • Le menate sono quelle che scrivi tu. Sempre ed esclusivamente basate su passioni o antipatie personali.

      Negare l’evidenza, ricostruire versioni che stanno in piedi con lo sputo: quella è la specialità di casa tua

  43. complotti, timing: chi può escluderlo?
    Per me la notizia è deflagrata per colpa delle parole affrettate di JZanetti_ Del resto il libro medesimo dava un alibi: poco più sotto della “minaccia dei sicari”, Icardi si scusa e dice di aver detto quelle cose in un moto di ira_ Queste erano le righe di autodifesa che dovevano rimarcare i nostri, non buttare benzina sul fuoco_

  44. ci fosse stato Peppino Prisco l’avrebbe messa senz’altro sull’ironico, che erano anche i giorni del premio nobel per la letteratura…E la cosa si sarebbe presto sgonfiata..

  45. Ma soprattutto, questa frase
    “È una società che sta facendo un casino via l’altro da oltre 6 mesi, nonostante la passione facesse negare l’evidenza a molti (e ci sta, eh, a me succede spesso)”

    E’ una roba che manco salvini quando parla di Renzi.

    Una società è composta da tantissimi aspetti.
    In questi sei mesi abbiamo dato al bilancio una sterzata STORICA, abbiamo introdotto 4 nuovi sponsor internazionali, superato per la prima volta nel decennio i 200 milioni di ricavi, migliorato lo stato patrimoniale di circa 100 milioni.

    Poi possiamo confrontarci sul piano sportivo, possiamo convergere sulle mancanze relative a quello comunicativo, ma generalizzare tutto l’operato è veramente ridicolo, deleterio, e distante anni luce dalla realtà.

    Io non ho la pretesa di essere il migliore in niente, ma in analisi corporate qualcosina ci capisco, e ti posso garantire che svariati aspetti dell’inter 2016 sono estremamente positivi.

    E’ del tutto evidente che su questi va continuamente consolidata ulteriore solidità e crescita, altrimenti saranno stati inutili e fini a sè stessi. Ma per la prima volta sono state gettate solide basi, e che io sappia senza le fondamenta non si costruisce mai nulla.

  46. Duole dirlo, ma Zanetti più che fare rappresentanza non può ed Ausilio non ho ancora capito se è bravo veramente o no.
    A noi serve un uomo di calcio, un manager cazzuto ma anche diplomatico, che conosce il calcio italiano e sa come ci si difende in queste situazioni.
    E ci servirebbe, soprattutto adesso che abbiamo un allenatore straniero digiuno di questa realtà italiana, uno alla Oriali che lo affianchi nei rapporti con giocatori e stampa.

  47. Piero non l’ha letto.
    Saverio non l’ha letto.
    Quell’altro del trio non l’ha letto.
    All’Inter Store l’hanno fotografato un casino ma non letto.
    La curva l’ha letto ma non l’ha capito.
    I cento criminali non saprei, ma probabilmente non lo hanno letto.
    Chi lo ha scritto ha detto che si è espresso male (?), ma secondo me non l’ha letto.

    Ed è top seller su Amazon.

    Salti fuori chi cazzo ha comprato MA non letto sto libro.
    E tra questi se ne immoli uno qui a leggerlo TUTTO e a riferire.
    Io, ve lo dico prima, so scrivere ma non leggere.

  48. Wolf
    se non ho capito male tu stai dicendo: ok, quotiamoci in borsa così questo tipo di articoli magari sono perseguibili come aggiotaggio.

    Almeno, così ho capito io.

    Ma è veramente frustrante che una società debba difendersi in questo modo perché l’FC Internazionale non è capace di difendersi autonomamente.
    Mezzi? Ce ne sono a bizzeffe.

    Danno informazioni non vere? Se vuoi rimanere nell’ambito penale esiste la diffamazione aggravata.
    Ma senza arrivare alla querela, ci sono le lettere di diffida, i risarcimenti in sede civile e, più semplicemente, le risposte puntuali e reiterate alle singole testate o alle singole persone o club.

    Non è che devo per forza aspettare la class action dei piccoli azionisti o il procedimento d’ufficio perché l’Inter si lascia passare di tutto, eh.

    Aldilà di questo: di analisi corporate e più generalmente di queste cose non ne so una fava non l’ho mai nascosto.
    Ma sul campo siamo nella merda, che la metà basta.

    Però è tutto a posto, mi dite.

    Prima di difenderci dagli altri, qui dobbiamo difenderci dai casini della nostra società.
    Al netto dei giri di parole per negare la realtà.

  49. Che poi, cazzo serve setacciare il mercato. Per il nuovo CDA:
    Este nuovo DS
    Wolf nuovo AD

  50. ascoltate biapri riguardo alla curva, un tifoso che segue l’inter allo stadio e non apre la bocca solo per prendere aria come qualcuno qui.

    https://m.youtube.com/watch?v=DW_MH9_TaLo

    min.3:40 “Sono distante in molte cose dalla nord ma…”

  51. Il punto è che non occorrerebbe la class action del piccoli azionisti (roba quasi mai vista in Italia, e quando si è vista è stato contro gli azionisti di maggioranza), nè l’inchiesta d’ufficio. Basterebbe la querela di parte, posto che l’inchiesta d’ufficio è già di per sè un valido deterrente, specie con una società inerte.

    Poi non sarebbe aggiotaggio, ma manipolazione di mercato.

    In ogni caso, le cause civili e quelle per diffamazione non funzionano come deterrente, il rischio di incorrere in manipolazione di mercato sì.

    In linea teorica sarei anche d’accordo con te; ma in Italia, fra lungaggini giudiziarie, specialmente in ambito civile, e proprietà imprenditoriale dei giornali (e a conti fatti, quelli sportivi stanno in mano ai nostri avversari), tutelarsi da queste cose è molto più difficile. Per questo dico che, da quotati, avremmo molto più peso nella mente dei giornalai. Sarebbe già quella una prima grande barriera.

    Per il resto, nessuno ti dice che va tutto a meraviglia, e nessuno te l’ha mai detto. Sul piano della comunicazione, si converge tutti sul fatto che siamo molto precari. In questo thohir ha deluso, perchè arrivava come il magnate della comunicazione, e si sperava sapesse districarsi. Il primo famoso comunicato sulla retrocessione della reputazione gobba aveva fatto ben sperare, da allora infatti i Marotta e compagnia avevano spostato altrove le loro mire per un po’.
    Poi però il nulla.

    Sul piano sportivo, la constatazione è semplice: non hai ceduto nessuno dei big, hai coperto alcune lacune, la squadra si è quindi rinforzata. Se poi la cosa si tradurrà in crescita sportiva, questo sarà il campo a dirlo. Per ora ha detto mezze verità: se guardo le partite contro rUBE, Roma, Bologna, Empoli, ti dico che siamo competitive, se guardo Chievo, Cagliari, e le varie di EL, ti dico che è una squadra sfilacciata in campo e nello spogliatoio.

    Possiamo star qui a discutere che sia giusto o sbagliato, che sia colpa di mancini o di de boer, dei giocatori o della società, della preparazione atletica o di quella psicologica; quello che non va bene è fare i soliti calderoni del “va tutto male” che son deleteri quanto quelli del “va tutto bene”. Mai come oggi la verità è nel mezzo.

    Il nostro vero deficit, oggi, e credo che questo sia un dato oggettivo, è la compresenza di tre teste. Suning, Thohir, e apparentemente defilato, MM.

    Manca una governance chiara, per cui ti ritrovi un DS a commentare episodi che non lo riguardano minimamente, o un Vice Presidente allo sbaraglio colto in contropiede davanti alle telecamere. In tutto ciò Thohir saran 40 giorni che non si vede e non si sente pubblicamente.
    Del resto non è chiaro se rimane l’indonesiano (e se sì, per quanto) o se gli subentri MM, o se ancora Suning si acchiappa tutto (ipotesi forse più auspicabile).

    C’è disordine in società, è innegabile, ma quasi inevitabile dopo due contratti bilaterali fra tre parti nel giro di tre anni, ognuna con in mano clausole di riscatto e contro clausole.

    Siamo al centro di un vortice decisionale che chiaramente produce questi risultati, ma questo non vuol dire che non ci sia futuro.

    Il futuro è Suning, azienda che dal nulla ha creato un impero da 50 miliardi annui; bisogna solo determinare chi li affiancherà, se qualcuno li affiancherà.

    Risolto questo inghippo, si potrà ragionare su una governance definitiva, ove ognuno ha i propri compiti e le proprie deleghe; e noi solo a quel punto potremo giudicare veramente la società inter, o per lo meno, potremo provare a capire quanto sia futuribile.

    Quella di oggi è un’evidente transizione, con tutte le conseguenze del caso.

  52. A me quello che dice Wolf non mi sembra per niente peregrino, anzi lo trovo del tutto logico se diamo per vero quello che ci diciamo da anni sulla stampa e sugli interessi anti Inter, corroborati e ingigantiti anche dai fatti di calciopoli.

    Non è stato un semplice Inter -Cagliari.

    Far scoppiare il caso Icardi, caso mai sopito, significava destabilizzare totalmente l’Inter, il suo capitano, l’immagine, il suo nuovo progetto con FDB, già difficile e claudicante di suo, dentro un passaggio societario difficile anch’esso ma che con Suning può mettere paura per gli scenari nuovi e soprattutto per i capitali che possono essere messi a disposizione della squadra.

    Insomma, in gioco e in campo(!) c’è di più di un semplice Inter-Cagliari e di una partita persa!

    Non è complottismo, ma semplice logica.
    Non era complottismo nemmeno la famosa “prostizione intellettuale” di Mourinho che anzi centrò perfettamente la questione.

    A mio avviso siamo ancora a questo.
    Il brutto è che anche noi tifosi ci caschiamo, soprattutto quei decerebrati della Nord.
    Ma questo è un altro discorso.

  53. Caro corso (per la cronaca)

    Hitler e la seconda guerra mondiale erano evitabilissimi, non lo dico io ma gli storici.

    Anche ciò detto da Jamesscott è verissimo e supportato dai fatti storici.

    Furono gli errori, l’egoismo e la miopia della comunità politica internazionale – con l’eredità del trattato di Wersailles – che di fatto portarono Hitler al cancellierato del Bundestag e al terzo Reich!

  54. Già, è vero, hanno distinto le cose tra società quotate e non quotate, dovrei vedere meglio ma il reato dovrebbe essere lo stesso.
    Quindi ci sarebbe anche questa freccia nell’arco, senza bisogno di quotarsi.

    Però posso grosso modo assicurarti che in linea teorica, non sempre eh, ma i giudizi civili (quelli autonomi) sono molto più veloci, in realtà, perché non è necessario attendere il giudicato definitivo per il risarcimento. Poi, vabbè, se sei sfigato ti capita il procedimento civile che dura una vita…
    Fatto sta che, per dire, Gazzoni Frascara e le altre società che ora saranno risarcite, da calciopoli s’è difeso, noi no.
    Trova le differenze.

    Ma è solo cazzeggio, perché comunque qui il problema ormai viene prima: siamo passati da “ma quali casini este” a “c’è disordine in società”.

    Onestamente basare il concetto di “siamo migliorati” partendo dal presupposto che non abbiamo venduto nessuno ma abbiamo comprato, mi sembra tirato molto per i capelli.

    Intanto le lacune principali sono rimaste paro paro. Hai venduto un difensore e non l’hai rimpiazzato, hai dato indietro Telles
    (che io onestamente, al posto di Santon, avrei tenuto)
    Ljaijc non ce l’hai più e ieri mi pare che non abbia giocato male,

    e non hai considerato che diversi giocatori, tipo Palacio o Ranocchia o Melo, per esempio, hanno un altro anno in più.

    A questo si aggiunga che nel calcio queste addizioni non valgono, è un discorso di alchimie, perciò se compri ma lo fai grosso modo a cazzo e soprattutto combini i casini che abbiamo visto

    come quello di Mancini,
    quello di Erkin,
    quello del rinnovo di Icardi,
    quello di Gregucci,
    quello di questo libro,

    tanto per rimanere a quelli più dilettantistici che mi fioccano in mente, mi riesce difficile parlare di miglioramento.
    Com’è, come non è, siamo undicesimi, non so se mi spiego.

    E io di aspettare lannoprossimo mi sarei rotto le balle.

  55. domenica abbiamo perso per colpa nostra, Banega ha fatto pena, Perisic si è visto a sprazzi, Candreva ha fatto trenta cross in bocca a Storari, Murillo si è perso per strada un sopravvissuto di cui non si sapeva nemmeno l’esistenza, Icardi ha fatto le stesse cose che fa quasi sempre, cioè niente, salvo che ogni tanto la palla gli arriva con i giri giusti sulla testa o sui piedi e allora segna.

    secondo i suoi sponsor non si impaurisce davanti a nessuno, come ha fatto vedere con la Samp in casa sua, per cui non dovrebbe avere risentito del clima avverso creato dalla Curva, tanto è vero che su qui, prima della partita, qualcuno ha detto che sarebbe bastato ne mettesse due e ci avrebbe tacitato tutti, per cui nessuno aveva in mente che si sarebbe creato tutto sto casino, perchè nessuno pensava che l’Inter avrebbe giocato una partita di merda e perso.

    tutto questo è venuto fuori solo ed esclusivamente per l’1-2, se no avremmo riso tutti in faccia alla Curva e delle notizie tirate fuori ad arte ce ne saremmo sbattuti le balle.

    invece no, ed allora adesso viene fuori che per giudicare un giocatore o una partita di merda bisogna essere laureati e capirne di analisi corporate, altrimenti sei un analfabeta come quelli della curva e i tuoi ragionamenti, terra terra, stanno in piedi con lo sputo, mentre quelli con i voli pindarici del tutto fantasiosi e ricostruiti alla Di Pietro, partendo dal risultato finale e su quello costruire il tuo castello di accuse, sono gli unici veritieri, quando non c’è uno straccio di prova se non delle illazioni personali basate sul nulla che si vorrebbero portare in tribunale per denunciare chi ha scritto quello che ha letto su di un libro e l’ha solo riportato,

    però con i suoi tempi, per cui l’ha fatto apposta per danneggiare l’Inter.

    non posso competere con chi ne sa più di me su come si destabilizzi una società e quello che si può fare per danneggiarla, come han sempre cercato di fare quando c’era il Mou ed anche prima con il Mancio, stranamente era un periodo dove si vinceva a ripetizione scudi su scudi e coppette varie, per cui, magari un motivo c’era per romperci le balle, ma che lo facciano anche per un Inter-Cagliari dopo sei anni che non si vince un tubo già distanti dalla vetta 7 punti dopo sette partite, adesso 10 dopo otto, giocate quasi tutte da cani tranne due o tre, francamente mi sembra da marrani.

    però, se lo dicono tutti sarà vero…

    • Aspetta, magari per questo crogiolo di provocazioni e minchiate inventate ti aspetti pure una risposta?

      Facciamo che hai ragione tu:

      è un caso che il cds faccia il pezzo proprio domenica mattina, pur avendo il testo da diversi giorni

      è solo un caso che la curva abbia reagito non alla pubblicazione del libro, non il giorno dopo, non due giorni dopo, ma un’ora dopo il pezzo del cds.

      Che ti devo dire, oltre che pirla noi (e su questo già non ci pioveva), siamo stati anche molto sfortunati. Fossero stati un po’ più lenti o un po’ più veloci a leggere, sia in curva che in redazione al cds, ce la saremmo risparmiata a poche ore da una partita di serie a.

      Chiusa qui, non sprecherò altri bit per le tue provocazioni da quattro lire.

  56. Io credo che l’unica strada possibile oggi sia quella di far integrare bene e in modo definitivo i cinesi nell’Inter e nel calcio italiano.
    Stesso discorso per FDB.
    Facendogli capire che, nell’immediato, deve aggiustare il tiro per la Serie A ma di non abiurare al suo calcio sul luogo periodo.
    Una società così, del tutto nuova, non può non commettere errori anche dilettanteschi.
    È un prezzo che devi pagare.

    Compattare l”ambiente il più possibile aldilà anche dei risultati immediati, e sperare che i cinesi ribaltino la curva nord.
    In fondo possono farlo, che gliene frega ai cinesi di quei quattro scemi?!

    Altro scenario positivo non lo vedo. Questo è un anno zero per me, l’ennesimo certo, ma sono convinto che, se si resiste con questo assetto, dall’anno prossimo, la musica potrebbe cambiare in meglio perché questa rosa, seppur incompleta e non perfetta, non è una brutta base di partenza.
    Tutt’altro.

  57. La squadra e’ piu’ forte e lo confermo oggi che siamo in pieno caos_

    la societa’ e’ in fase di ristrutturazone, non credevo fossero cosi’ sprovveduti da far esplodere questo nuovo caso Icardi e gestirlo anche peggio. Alzo le mani avanti all’evidenza_

    Ad ogni modo sono per la difesa ostinata di Frank, almeno il panettone facciamoglielo mangiare_

  58. però come osserva giustamente Nk su Bauscia il comunicato dei teppisti è uscito la sera di sabato 15, la domenica mattina era su tutti i giornali, quindi gliel’hanno passato prima

    chi sarà stato?

    mumble mumble

    oh, sempre per il famoso teorema per cui alcuni si autoproclamano più tifosi di altri, sempre per L’Amore, La Passione e altre cazzate del genere, con buona pace dei soliti facinorosi che come sempre caricano a testa bassa contro logica e buonsenso, sperando che prima o poi l’orologio rotto segni l’ora giusta

  59. Anche il Milan è in fase di transizione, anzi, questi non hanno manco completato del tutto la cessione.
    Hanno speso un decimo di quanto abbiamo speso noi, i loro giovani sono tutti grosso modo operativi, la difesa prende pochi gol, gli attaccanti segnano e, al momento, sono secondi.

    Se-con-di.

    Dice, ma noi l’anno scorso eravamo primi e poi…
    ma infatti nessuno dice che vinceranno lo scudetto o arriveranno tra i primi 3.
    Ma il loro mi sembra un anno zero più attendibile, onestamente.

    Come lo era il nostro, lo scorso anno.
    Poi abbiamo buttato tutto al cesso.

    Vi ammiro anche solo perché non vi girano le palle come girano a me.

  60. Il Milan ha parecchi italiani in campo e pure l’allenatore.
    Tutta gente che conosce il calcio nostrano.
    È normale, quindi, che abbiano avuto un impatto migliore del nostro finora.

    Questo nell’immediato, poi bisogna vedere come sarà l’evoluzione.

    Noi, a mio avviso, abbiamo aspettative e scenari migliori sul lungo periodo.
    Ovvio che anche qui bisognerà vedere l’evoluzione.

    Insomma, non si può giudicare una situazione appena nata.
    Perché se cominciamo subito con tutte le critiche come al solito, che poi si avvitato su se stesse, complici anche gli “utili imbecilli”, le p.i. e chi, a 23 anni, ha bisogno di sentirti un top player scrivendo cazzate, il progetto è bello che andato a farsi fottere ancora prima di nascere!

    È chiaro?

  61. Questa squadra è molto forte. E’ sicuramente la più forte dal dopo triplete. I nuovi proprietari hanno mezzi ed entusiasmo per rinforzarla ulteriormente. La mossa di gennaio, a quanto pare, sarà rinforzare la difesa e prendere due terzini di grande spessore. Se sarà così, e si resisterà alla tentazione di mandare a carte quarantotto ancora una volta esonerando De Boor, ebbene credo che potremo cominciara a toglierci molte soddisfazioni. D’altra parte la Rube ha già pagato dazio e con la Roma, che ha maramaldeggiato a Napoli, non abbiamo certo meritato di perdere. Ci vuole pazienza e sangue fredo da perte di tutti.

  62. Dimenticavo: le palle girano a tutti, anche a me e di brutto.
    Ma in questi momenti bisogna ragionare col cervello e non con le palle!
    O comunque provarci.

  63. Non é che solo il corsport sapeva della pagine di quel libro= mettiamo pure il caso che l’abbia fatto apposta a fare uscire la notizia nell’immediatezza della partita o ad avvisare quelli della curva per imboccarne la ritorsione_
    E’ stato un calcolo quantomeno fortunoso, giacche’ anche altri giornali, o siti web, o televisioni, erano a conoscenza dello stesso materiale e potevano comunicarlo prima. Non cito l’Inter, i suoi addetti stampa, la sua redazione web e quella della televisione Inter Channel che, poveretti, evidentemente avevano altro da fare.

    Per maggior agio riporto le frasi della discordia dal SEMPRE AVANTI, cosi’ sappiamo di che parliamo=

    <>

    Al di la’ di ogni valutazione, del fatto di non aver letto PRIMA le pagine incriminate come sarebbe stato invece doveroso, tanto piu’ trattandosi del libro del giocatore social-guai, quell’inciso “Avevo sputato fuori queste frasi esagerate per far capire loro che non ero disposto a farmi piegare dalle minacce” dava lo spunto sia alla curva Nord per attaccarlo meno pesantemente, sia alla societa’ per difenderlo ed uscirne un po’ meglio= sarebbe stata una frittatina, ma a noi piacciono le frittate .
    Poi si perde e diventano frittatone.

    E comunque col Cagliari NON abbiamo perso per il libro, ma per errori macrospici dei nostri giocatori.

    • i tifosi iniziano a urlare: ci chiamano sotto la curva. Trovo il coraggio di affrontarli, insieme a Guarìn. Mentre mi avvicino mi arrivano insulti e grida di ogni genere. Attaccato alla rete c’è un bambino che mi chiama: vuole la mia maglia. Per l’età che ha potrebbe essere mio figlio: mi tolgo la maglietta e i pantaloncini e glieli lancio, come regalo. È al settimo cielo e io sono contento di averlo visto felice. Peccato che un capo ultrà gli vola addosso, gli strappa la maglia dalle mani e me la rilancia indietro con disprezzo. In quell’istante non ci ho più visto, lo avrei picchiato per il gesto da bastardo appena compiuto. E allora inizio a insultarlo pesantemente: “Pezzo di m***a, fai il gradasso e il prepotente con un bambino per farti vedere da tutta la curva? Credi di essere forte?”. Detto questo gli ho tirato la maglia in faccia. In quel momento è scoppiato il finimondo”.
      Nello spogliatoio vengo acclamato come un idolo.. I dirigenti temevano che i tifosi potessero aspettarmi sotto casa per farmela pagare. Ma io ero stato chiaro: ‘Sono pronto ad affrontarli uno a uno. Forse non sanno che sono cresciuto in uno dei quartieri sudamericani con il più alto tasso di criminalità e di morti ammazzati per strada. Quanti sono? Cinquanta, cento, duecento? Va bene, registra il mio messaggio, e faglielo sentire: porto cento criminali dall’Argentina che li ammazzano lì sul posto, poi vediamo.
      Avevo sputato fuori queste frasi esagerate per far capire loro che non ero disposto a farmi piegare dalle minacce. Una settimana dopo, un capo storico viene da me: pretende ancora le mie scuse. ‘Non devo chiedere scusa a nessuno di voi, – gli rispondo – se vi va bene perfetto, altrimenti ciao’. Oggi fra me e i tifosi della Nord c’è rispetto reciproco, come è giusto che sia. Anche loro hanno un ruolo importante per il successo della squadra…

  64. Leggendo un po’ le opinioni di tutti, devo ammettere che il timing con cui la vicenda Icardi è esplosa, qualche sospetto lo fa venire…

    La questione poteva tranquillamente venir fuori durante la sosta per le nazionali, invece…

    Ritrovarsi undicesimi, con il BBilan secondo, ed aver speso 100 milioni più di loro, é la cosa più deprimente di questo momento..

    • Ma, come scrive giustamente Internazionalista, bisogna ragionare sul lungo periodo…

      Tener duro e pedalare

  65. Infatti siamo qui da anni a guardare, discutere, soffrire e agitarci per una squadra in perenne costruzione quando la grande incompiuta è la società (ché nulla mi toglie dalla mente che con una società all’altezza si poteva fare non dico bene ma almeno decentemente persino con Mazzarri e Benitez).
    Senza mai dimenticare che – tornando a bomba su Icardi – più inconsistente è la società e più spazio ha Wanda Nara.
    Con tutto quel che ne consegue.

    • Infatti, la Wanda e il suo entourage si inventano una puttanata al secondo…

      La societa’ dovrebbe pensare di farla affiancare da un tutore

  66. Wolf,

    guarda che non sto provocando nessuno, so solo controbattendo quello che leggo senza per questo volerti offendere, non ho scritto che i tuoi ragionamenti stanno in piedi con lo sputo, anzi ho detto che apprezzavo lo sforzo che avevi fatto per dargli un filo logico che io non riesco a vedere, perchè non vedo il motivo per cui una testata giornalistica cerchi di danneggiarci visto che a quello ci pensiamo già da soli e visto in che condizioni siamo come squadra.

    non ti è venuto in mente che la pubblicazione sia stata fatta solo ed esclusivamente per vendere più giornali e quindi scelto il giorno più opportuno per le loro vendite e non per farci il culo?

    dico io eh?

  67. Boh, a me sta favola del lungo periodo mi pare tanto il tappeto sotto cui nascondere la polvere.
    Una scusa per tergiversare ancora.

    Intanto non s’è capito quant’è lungo sto periodo.
    E poi uno s’aspetta che si facciano le cose con ordine. Il primo anno si fa la base, il secondo si completa la squadra e si punta seriamente la Champions, il terzo s’aggiungono uno o due top player e si compete per lo scudetto.

    E così via.

    Qua mi sembra che si stia procedendo come i gamberi.
    Si parte dalla fine, prendi il prospetto di 19 anni ma non hai la seconda punta da far giocare ADESSO.

    Imposti gli acquisti per il modulo di un allenatore e alla vigilia del campionato la dai ad un altro che gioca in altro modo.

    Nel lungo periodo magari vinceremo noi
    (con questa società permettetemi di avere i miei dubbi)

    ma nel breve vinciamo il campionato mondiale della minchiata.

    Io accorcerei i tempi e farei piazza pulita.
    Perché è ora.

    È ora.

    • Sì ma cosa vuol dire far piazza pulita. Parli semplificando troppo.

      La coesistenza temporanea dei due gruppi è stata siglata contrattualmente, non è che puoi decidere di sbarazzarti di un socio dalla mattina alla sera.

      Il primo passo è individuare un azionariato definitivo, solo dopo si può pensare di organizzare stabilmente la società

      Ma niente, #tuttiacasa #politiciladri #renzimmerda

  68. Che poi, quando si dice “ci vuole una società seria” a me sembra sempre che ci si riferisca al Milan di Galliani o alla Juve di Moggi. Parlo dei ruoli e al netto delle mafierie e del controllo dei media e di tre quarti del sistema italia. Al netto eh. Qualcuno dice pure “..quando c’era Moratti”. Io dico che una società l’Inter non ce l’ha da decenni, più o meno dai tempi di Allodi (che non ho vissuto). Per il resto ricordo proprietari munifici, un paio di squadroni e la comparsa di un tal portoghese che vinse tutto a prescindere o nonostante la società (società, non proprietà). In mezzo, vincevano quelli la’. Certo, ci auguriamo tutti della comparsa di una società all’altezza dei tempi. Ma si può pazientare ancora un po’.

    • e allora affidiamoci a Pierpaolo Marino e stiamo a posto !

    • meglio accontentarsi e dire società onesta così evitiamo polemiche inutili, visto che ogni volta che uno dice la sua vengono fuori solo dei gran casini.

      quella seria a cui ti riferisci e che non hai vissuto è riuscita a farsi fregare 3 scudetti nell’arco di sette anni, anche se ne ha vinti altrettanti con 2 Coppe dei Campioni e 2 Coppe intercontinentali come contorno.

      il che significa che non basta essere forti e avere una società seria se gli altri sono disonesti.

    • “..il che significa..”
      Proprio così, Corso, proprio così.

  69. Minchia Wolf, ma chi parla di soci?
    È ovvio che Thohir ora come ora non puoi toccarlo

    (ma magari puoi limitarlo, per dire. Fai la parte economica che ti viene bene, quella calcistica… ecco lassa perde, vah -lo traduci in cinese e il gioco è fatto-)

    Tutti gli altri non sono soci, sono dirigenti che non credo manco che abbiano azioni.
    Hai presente Fassone? Ecco, fai lo stesso con un’altra decina.

    Prendi Ausilio. Da quand’è che è dirigente dell’Inter? Dal 2010. Toh, guarda caso da quando non ne abbiamo più inanellata una.
    Fino a ieri c’era il paravento della carenza di soldi, poi , vabbè, il fpf che va su tutto, come il nero, ma ora?
    Oppure quegli altri che non ho ancora capito cosa facciano precisamente, a parte star seduti in prima fila negli eventi.

    Voglio dire: quanto ci hanno messo a mandar via i Branca, gli Oriali a suo tempo (e si sono viste le conseguenze) e tutti quelli sostituiti quando Thohir comprò la società?

    Non molto mi pare.

    Invece ora? No, ora non si può.
    Sono io che sto semplificando.

    Visto che ti sei fissato con sta cosa di Renzi e Salvini, si potrebbero indire regolari elezioni.
    Dopo aver aspettato un quinquennio, si capisce.

    Vorremo mica bruciare le tappe.
    Abbiamo tutto il lungo periodo a disposizione.

  70. io avevo capito che c’è un nuovo proprietario che vuole affidare al figlio la carica principale in “società” , il quale ultimo sceglierà i nuovi incaricati con la consulenza proprio di Zanetti e Ausilio -che rappresenteranno la continuità tra le due gestioni-.
    Il tutto con Moratti e Tronchetti gran cerimonieri:
    non sarà cosi’?

    • Intanto il “gran cerimoniere” Tronchetti ci ha portato Gabigol, Barbosa, o come aspide vogliamo chiamarlo. Qualcuno ha notizie sui progressi del giovanotto?

  71. rigore insolito per certe abitudini, ma netto: poi se quello Lo Cazzetta..

  72. Toh, i gobbi sono rimasti in 10…

    Ma come mai? Eppure in campionato sono correttissimi. Mai un espulsione, un rigore contro…

  73. Fuori Lemina. Non se ne può più di tutta sta burocrazia europea…

  74. questo ha parato 3 gol, se c’era il nostro Samir ne subivano.. 4

  75. Al di là di come va a finire Buffon è un grande. Questo bisogna dirlo.

  76. Laddove a noi se può, gira storto, a loro va’ di culo. Una specie di teorema fisico.
    Gol di Cuadrado.

    • Basta ricordare il secondo gol del Cagliari. Tirò innocuo che sfiora murillo, che sfiora il palo che finisce sotto la pancia di handanovic. Poteva schizzare verso il campo o dietro e invece schizza in porta….

  77. Il capitano scelto da Roberto Mancini per l’Inter non era Mauro Icardi. Lo svela Ivan Zazzaroni, vicino al tecnico di Jesi, che rivela come la prima scelta dell’allenatore fosse Joao Miranda. Ma il brasiliano, che era appena approdato in nerazzurro, non si sentiva pronto per fare il capitano e decise di declinare l’offerta. E così la fascia finì sul braccio di Mauro Icardi.

  78. http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2016/10/18/imbrattata-scalinata-stadio-genova_7a2adba5-2e17-4b65-b6ab-df383ded73fe.html

    E la stampa pur di rigirare il coltello nella nostra piaga ha preso le parti di questi coglioni (tanto sono tutti uguali, tutti)

  79. io propongo a tutto il blog di ignorare l’argomento gobba fino alla fine del campionato e della Champion.

    più le tiriamo contro è più hanno culo, più diciamo che quello che hanno in porta è in attesa solo della pensione e più quello ci smentisce facendo parate mai fatte nella sua vita tutte insieme.

    se poi dall’altra parte trovano uno che si fa uccellare sul suo palo anche se il tiro era forte, è evidente che quello che non funziona siamo noi come menagrami e quindi meglio ignorarli che almeno ci incazziamo solo con la nostra squadra le volte che gioca, che il fegato comincia a risentirne.

  80. hanno vinto con carattere, e prodezze dei singoli_ Cuadrado fastidiosissimo, e non è la prima volta: il tiro era forte sebbene non imparabile_ Con quel Buffon potevamo giocare altre due ore ma oggi non gli avrebbe segnato nessuno_ Hanno avuto culo ma anche un arbitro di sicuro poco amico_
    Per il resto avrei visto anche una juve in difficoltà: ma si sa, con le vittorie tutto scorre_

  81. Eccetto, il primo anno si fa questo il secondo quello e il terzo quell’altro.
    Che ce vo’?

    Ora anch’io ho spesso criticato la società e anche questa attuale non è esente da critiche, certo, ma tu la fai troppo facile.
    E all’Inter le cose semplici, lo sappiamo, non sono mai state di casa.

    Meglio polvere sotto il tappeto ora, che polvere da sparo per il futuro!

  82. Internaz
    io la farò anche troppo facile,
    ma sono pure, quanto, 4 anni che non si mette piede in Champions League?

    Cioè, una squadra come l’Inter quanto ci deve mettere per arrivare, non dico primo, ma secondo o terzo in un campionato farlocco come quello italiano?

    E su.

    100 milioni spesi e siamo undicesimi a 5 punti dal Milan di Paletta, Calabria e Sarcazzo.
    In un campionato dove ormai si piazza perfino una squadra come la Roma, coi Fazio, i Manolas e Dio-sa-chi.

    Dopo due mesi già dovremmo “interrogarci se De Boer è da Inter”, dopo un anno siamo sicuri che Kondogbia è un pacco, però i dirigenti di una società che non sa far arrivare l’Inter tra le prime tre manco una volta in 4 anni ce li dobbiamo tenere ad oltranza

    perché oggi no, domani magari manco, dopodomani neanche, probabilmente no manco domani l’altro ancora

    però nel lungo (15 cm) periodo vinceremo.

  83. La vogliamo smettere con sta storia dei 15cm? Che qua c’è metà della tifoseria (non solo della curva) in bagno col centimetro da sarto .

  84. Oh, i cinesi non ci capiranno già più un cazzo. Vorrei essere costruttivo, ho letto commenti in questo senso, ma sta storia mi ha fatto cadere le balle (complice la sconfitta). Per me è inconcepibile tanta disorganizzazione. Ognuno in società dice la sua accazzo. In tutto ciò Icardi è una vittima. Di sua moglie e dei pirla che lo consigliano. Dell’Inter che non legge il libro.
    Ci va pure tutto male, ma perché? Alle merde va tutto bene, perché? Da quando sono nato è così, a parte la brevissima, gloriosissima, parentesi Culminata col Triplete. Mi ripeto che siamo solo a inizio stagione, che ci vuole tempo, che le basi ci sono, che ci sono i cinesi.
    Giovedì dobbiamo vincere e poi c’è gasperini. Ho pauraaaa della mia squadraaaaa

  85. Cazzo!!! solo 14,3 cm. (anzi … cazzetto vah)

  86. Intanto Corsera, Gazza e compagnia cianciando hanno ripreso a tirare su FDB ipotizzando i vari Garcia, Capello, fantomatici allenatori italiani a fare da traghettatori etc etc. Io mi auguro che all’olandese venga dato tempo fino alla fine dell’anno. E spero che comunque il Cholo sia già stato bloccato per l’anno prossimo, visto che anche le ultime vicende hanno dimostrato che noi vinciamo solo se in panca c’è un allenatore in grado di caricarsi sulle spalle tutto l’ambiente. Nell’attesa di diventare la società “normale” che non siamo mai stati. E a questo proposito non confiderei troppo nel Cda di fine mese; chi si aspetta ribaltoni temo resterà deluso.

  87. BASTA DIVISIONI. C’È SOLO L’INTER
    Maurizio Pizzoferrato – FcInterNews.it

    Tutti, o quasi tutti, si sono stupiti del fatto che Mauro Icardi, a soli 23 anni, abbia scritto un libro sulla sua vita. Io sono meno stupito. Nell’era dove i social impazzano e ognuno di noi informa l’altro su cosa stia mangiando o regalando semplicemente un buongiorno la mattina ad amici per lo più virtuali, penso che fosse quasi scontato che un esternatore quotidiano come Icardi attraverso Instagram, Twitter e altro, continuasse l’opera in quella forma. Aveva voglia di raccontarsi il ragazzo e certo non avrebbe avuto difficoltà nel trovare l’editore pronto ad accontentarlo.

    Detto questo, il problema sta nel fatto che parliamo del centravanti e Capitano dell’Inter. E il centravanti e Capitano dell’Inter nel libro scrive cose, diciamo cosi, imbarazzanti, per non dire altro, verso una frangia dei tifosi dell’Inter. Sì, tifosi dell’Inter. Perché gli ultras sono tifosi, che per denominazione, vanno oltre la visione della partita. Per loro, per la Curva, la mission non è solo vedere un cross o un tiro in porta, ma sostenere la squadra del cuore affinché giochi con impegno e possibilmente vinca la partita. Gli ultras in Italia non sono frutto della delinquenza come qualcuno frettolosamente e superficialmente afferma. C’è una letteratura e una storiografia ben precisa sulla nascita del tifo estremo. E i più attenti sapranno che il tifo organizzato con striscioni e nome del circolo di appartenenza, battimani e trombette, a Milano lo chiese e ottenne il signor Helenio Herrera, il Mago, il condottiero della Grande Inter. Da una scissione dell’Inter club Fossati nacquero così i Boys, che si ispiravano a Boy, un ragazzino un po’ dispettoso protagonista di un fumetto pubblicato sull’allora giornale ufficiale del club. Era il 1969. Sono passati 47 anni e i Boys sono ancora al centro della Curva Nord, la loro casa., insieme agli altri gruppi nati successivamente.

    Nessuno nega che negli anni molti ultrà in Italia abbiano pensato più a giocare alla guerra che a tifare e purtroppo abbiamo anche pianto più di un morto sacrificato a una violenza assurda e inconcepibile per una partita di calcio. Così come assurde e inconcepibili sono state le vittime delle ideologie politiche negli anni ’70 o lo sono quelle attuali per un semplice litigio ad un semaforo. Ma tralascio quella che rischia di essere dietrologia e arrivo al dunque. Ho letto e sentito molte critiche ad un certo Javier Zanetti per aver detto che i tifosi dell’Inter non si possono offendere. Avrebbe dimenticato, difendendo gli ultrà, i tifosi che si definiscono normali. Normali? Perché, quelli in Cuva hanno tre orecchie e due nasi? Conosco molti ultras che sono sposati, hanno figli, lavorano e udite, udite, fanno colazione la mattina. Come noi. Zanetti avrebbe detto la stessa cosa se Icardi avesse offeso i tifosi dell’Inter non ultrà. Ne sono sicuro e infatti l’attuale vicepresidente lo ha chiarito.

    -continua-

    • Bene, il giornalista che sviolina la curva è un altro classico dopo il dirigente che fa lo stesso. Nessuno pensa che tutti i tifosi della curva siano delinquenti e a tutti fa piacere assistere alle coreografie (quando sono ironiche e non dichiarazioni da istituto luce come in certe occasioni). Ma Icardi il problema non ce l’aveva con i tifosi dell’Inter (milioni) ma con il drappello (qualche centinaio, esagerando) teleguidato da 3-4 capetti nella famosa trasferta. Fingere di ignorare la differenza tra loro e gli altri è semplicemente ipocrita. Non a caso, a parte la curva nessuno allo stadio e a casa davanti alla televisione si era sentito particolarmente offeso dalla stronzata dei sicarios argentini. Imbarazzati, più che altro.

    • Embè, cià raggione.
      Domenica gli ultras sono stati gli unici a sostenere la squadra.
      Certo, per la maggior parte del primo tempo erano impegnati ad insultare Icardi, ma poi qualche coro in favore della squadra l’hanno fatto.

      Perchè per gli ultras, l’Inter viene prima di tutto.

    • siate comprensivi, ha appena comprato la macchina nuova e la deve parcheggiare in strada

  88. @ Gus

    parliamoci chiaro, umanamente sono vicino a FDB, più che altro perchè è stato fiondato in un caos tecnico e societario di cui non ha colpe, ma per quanto possa volergli bene, bisogna guardare in faccia la realtà…
    La realtà dice che i risultati sono pessimi e se non fosse per la serata di gloria contro i ladri è probabile che sarebbe già con un piede e mezzo fuori.

    Ora voi credete davvero che questa società, con questi dirigenti (gli stessi caduti come polli alla prima domanda sul caso Icardi solo 3 giorni fa), sia in grado di fare quadrato intorno ad un allenatore che in caso di scivoloni tra Giovedì e Domenica sarebbe nel bel mezzo di una bufera mediatica ed ambientale??
    Io no.

    Con tutte le attenuanti del caso, stiamo parlando di risultati che sarebbero duri da digerire già per Lazio, Fiorentina o la Milano che retrocede… con un quarto dei nostri investimenti e con delle rose oggettivamente inferiori alla nostra.
    Aggiungiamoci anche un contratto a cifre contenute con scadenza a Giugno e tiriamo le somme.
    O si ingrana la marcia giusta o per lui (e per noi) la vedo difficile.

  89. Sui soliti siti di m…a hanno già fatto il funerale a FdB, che come dice Johnny, con tutte le attenuanti possibili, deve fare i conti con i risultati che, piaccia o no, sono quello che conta nel calcio. verissimo che con una società (dove si trova?) che praticamente non esiste non vedo chi difende il mister e chiude i cancelli alla stampa. non ci si riusciva prima ai tempi di MM figuriamoci oggi dove tutti parlano e straparlano. Johnny, il mister speriamo sappia che marcia mettere perchè le indicazioni societarie non ci sono o se ci sono sono di nebbia.

  90. ammici interisti, nessuno nega che… e giù un elenco di nefandezze

    però siccome sono interisti tutto ok

    non mi servono le patenti, non mi servono bandiere, non me ne frega un cazzo del sentimento la tradisiùn l’ambaradan la tiritera e vai col lisssio (cit)

    voglio gente che sappia fare il proprio lavoro e sia in gradi di farlo, giornalisti schierati compresi, anzi, se proprio non ci fossero starei meglio

  91. Ma era stra-prevedibile.
    Il disastro regalatoci da Mancini non poteva far altro che bruciare un allenatore che non conosce il calcio italiano e che avrebbe avuto bisogno di tempo e, soprattutto, di pianificare la stagione ed il mercato.

    Secondo me non ha fatto male finora, ovviamente non a livello di risultati, ma di gioco e organizzazione, considerando in quale realtà pasticciona e casinara si è calato.

    È la prima cosa che mi venne in mente quando girava il nome di FDB, e mi pare che lo abbia anche scritto a suo tempo:

    spero per lui che non accetti di venire a bruciarsi.

    Purtroppo, lo ha fatto.
    Ed è stato, forse, il suo errore più grosso.

  92. Il disastro ce l’ha regalato thoir, perché E’ il presidente ed in quanto tale o non credi più nel lavoro del tuo allenatore e lo cambi a giugno o gli dai fiducia e continui, se necessario anche rinnovandogli il contratto.
    Ed è il presidente che ha scelto, a 10 giorni dal campionato, un allenatore che manco sapeva dove stava la serie A e, quindi, non ha capito e valutato che forse non era la scelta migliore, che avremmo pagato questa scelta … e siccome punti almeno al terzo posto, non puoi permetterti scelte ardite di questo tipo.
    Ed oggi stiamo così grazie a queste scelte, aldilà di tutte le questioni tecniche, perché in un campionato mediocre come il nostro, partendo da una discreta rosa di giocatori, bastava un po’ più di pragmatismo in panchina che staremmo al pari della Roma.

    • però bisogna anche dire che non è una roba inedita nel calcio il subentrare in corsa e fare bene eh…anche qui in italia.
      Tra gli ultimi ricordo Petkovic, ma anche Seedorf o lo stesso Garcia non hanno fatto male…anche loro in piazze incasinate.

      Siamo tutti perfettamente consapevoli delle difficoltà e infatti nessuno qui pretende la luna, ma nemmeno si può perdere nell’elenco contro Chievo, Be’er Sheva, Sparta Praga e Cagliari + 2 punti in casa con Palermo e Bologna…qualcosa che non funziona c’è.

      Ci sono anche diverse cose buone, ma ora qualche risultato dritto o rovescio deve arrivare perchè va bene tutto, ma non ha preso in corsa il Crotone… anche l’Empoli giocava bene con Giampaolo al 12° posto o giù di lì, ma con la nostra rosa non è accettabile.

  93. E va beh ma non facciamoglielo pure noi in anticipo sto funerale @Este. Provi a cambiare qualcosa, Atalanta e Southampton non sono macigni insormontabili, con un po’ di buona sorte la si sfanga. Sacrosanto quello che scrivi @Johnny ma hai presente mettere adesso l’ennesimo allenatore-yoghurt (per via della data di scadenza…) dentro il nostro spogliatoio e con il nostro simpatico ambientino? A meno di non pensare di fare un biennale a Garcia (!) o Capello (!!!). Tanto vale tirare a campare fino a Giugno, che l’anno è partito male e non penso l’olandese ci porti in B (altri punti esclamativi). E poi si riparte con l’ennesimo nuovo progetto (lo so, dai Este non sboccare) con il Cholo in panca e possibilmente una transizione societaria completata ed un assetto solido e finalmente definitivo.

  94. però mi dovete spiegare cosa c’entra DeBoer col secondo gol della Roma o col secondo gol del Cagliari

    • con quelli niente, ma con le 5-6 imbarcate precedenti che abbiamo sfangato con la Roma magari si…. oppure con il tiro all’Handanovic del Cagliari prima del raddoppio anche…

      vero che spesso paghiamo a caro prezzo delle cagate individuali, ma se alla fine ci fottono sistematicamente vuol dire che non può essere solo colpa di un singolo errore individuale…. e le dichiarazioni post-partita di Rastelli sono state emblematiche.

    • Ma anche la prima rete subita con il Cagliari…

      Le reti che subiamo farebbero la fortuna di “Mai dire gol”…

  95. Este, solo per rispondere brevemente al tuo commento di ieri.

    Ausilio è all’inter dal 1997, che era un ragazzino.
    Sino al 2014 ha seguito settori giovanili vari, e da febbraio 2014, dopo la cacciata di Branca, è stato promosso a gestire la prima squadra, in qualità di DS.

    Le sessioni di mercato a lui riferibili sono dunque l’estate ’14 (disastrosa, ma senza 1 lira e su incipit di Mazzarri), poi l’inverno dei shaquiri e podolski (non han dato i frutti, ma erano i nomi chiesti dal nuovo allenatore, e lui è stato abile a darglieli in una sessione per altro ristretta e ardua come quella invernale) e dunque di nuovo l’estate ’15 (forse la migliore di questi anni, con gli innesti, fra i vari, di miranda e perisic).
    Poi ci sono lo scorso inverno, sempre sotto l’egida mancini, ed infine l’ultima estate nel bel mezzo di cambio allenatore e cambio proprietà.

    Un DS va giudicato esclusivamente per il mercato che fa, ogni altra mansione extra è frutto di una governance ancora non definita.

    E onestamente mi risulta difficile giudicare Ausilio per il mercato fatto, dal 2014 a oggi. Nella stragrande maggior parte dei casi è riuscito a soddisfare le richieste degli allenatori, e questo è un plus; come lo è il fatto di aver condotto anche sessioni dispendiose senza 1e. La squadra del 2014 è stata rivoltata come un calzino, e quanto meno in termini di rosa ha un valore patrimoniale decisamente maggiore.
    In negativo ci sono le valutazioni di certi giocatori, come kondogbia, e la scelta di altri, quali erkin. Però anche lì bisogna vedere se si è limitato ad accontentare l’allenatore su direttiva del Presidente, o se ha agito di sua iniziativa.

    La gestione Mancini non può spettare a un DS, è una scelta di proprietà e presidenza; quella al massimo si può imputare a loro, ma onestamente, io, non li biasimo per essersi illusi che fosse ricucibile lo strappo.

    _______________________________________________________________________________

    Su FDB, appena si è diffusa la voce della seprazione con mancini, auspicavo un traghettatore per due motivi:
    -poteva significare di aver bloccato simeone
    -la situazione burrascosa a metà agosto non prometteva niente di buono, e costruire su quella un nuovo progetto di lunga durata mi pareva instabile e precario
    -ci si faceva tutti una ragione e non si iniziava a mugugnare con l’allenatore, con valzer di probabili sostituti ogni settimana

    Ciò detto voglio continuare a sperare in DB. Sembra uno determinato ed intelligente, e spero che la campagna infamante a suo carico, perpetrata in primis dagli amichetti di mancini, possa presto ritorcersi contro a questi stronzetti.

  96. “Il disastro ce l’ha regalato thoir, perché E’ il presidente ed in quanto tale o non credi più nel lavoro del tuo allenatore e lo cambi a giugno o gli dai fiducia e continui, se necessario anche rinnovandogli il contratto”. Anche io la penso in questo modo anche se ciò non vuol dire che ora si debba cambiare De Boer…non avrebbe senso; da lui ci si aspetta solo che si adatti un po’ al nostro calcio. Per ogni allenatore è fondamentale secondo il mio punto di vista adattarsi alle caratteristiche dei giocatori della rosa. Guardate Montella; anche lui si definisce esteta del calcio ma ha capito che con i giocatori a disposizione non può fare bel gioco quindi va col 4.4.2 coperto e con ripartenze………e fa punti. Se anche il nostro FDB capisce questo si possono ottenere risultati nel breve…..altrimenti continuiamo con il possesso palla ed il 4.3.3….solo che non avendo Messi, Suarez, Neymar, Iniesta ma Candreva, Medel , Icardi etc si va avanti a figure di merda….Buona giornata a tutti.

    • Thoir ha sempre voluto DeBoer, dall’inizio, dai tempi di Mazzarri: e si è tolto lo sfizio prima di andarsene..
      Ora che c’è sarebbe meglio difenderlo_

    • esatto, alla fine è lì che volevo arrivare…

    • Anche io difendo fdB ma se il Montella ha capito il materiale umano a disposizione, cioè non ho extraterrestri in squadra, il ns mister lo dovrebbe capire pure lui e possibilmente in fretta. Con le figure di m non si va lontano. Insomma non dovrebbe incaponirsi nel volere fare il bel gioco con dei carciofi (non tutti per carità).
      Forza inter lo stesso

  97. Molto brevemente, Ausilio mi risulta che sia diventato ds nel dicembre del 2010, basta vedere la data di questo articolo.

    http://www.fcinter1908.it/ultimora/guarda-l-intervista-di-piero-ausilio-ad-ic/

    Dal 2014 non è più affiancato a Branca, questo sì, ma che sia nella dirigenza dal 2010 è un fatto.

    I disastri combinati dal 2010, quindi, hanno a che fare anche con lui, visto che Branca e Fassone non ci sono più, rimane solo lui.
    Gli alibi sono finiti, per quel che mi riguarda.

    Via tutti quelli che ci hanno portato in questa situazione grottesca, senza se e senza ma.

    Lucky
    il disastro ce l’ha combinato Mancini. Usciamo dall’equivoco che sia stato esonerato.
    Se poi credere in un allenatore significa fargli fare l’allenatore, il manager, il dirigente, lo psicologo, il presidente, il direttore sportivo, l’amministratore delegato e il responsabile dell’ufficio stampa

    allora stiamo parlando di due cose diverse.

    Che poi Thohir e la dirigenza tutta abbia lavorato così male da permettere di farsi mettere nella condizione di assumere un allenatore nuovo a 10 giorni dal campionato, mi pare di averlo detto in prosa e in poesia.

  98. @Este,
    sull’ultima frase, lo so che lo hai scritto in tutte le salse e sono d’accordo.
    Su Mancini dico: 1. facendo l’allenatore, penso che avesse voce su mercato e disciplina, può darsi pure che avessero accordi (non scritti) che gli davano ulteriori competenze;
    2) a ben guardare, il progetto di ricostruzione della squadra non stava andando così male (ricordiamoci da dove venivamo), quello che ha fuorviato è stato il girone di andata che ci ha illuso che fossimo già da scudetto e, chiaramente, il 4^ posto è stato una delusione;
    3) proprio perché comunque un progetto stava andando avanti, l’errore del presidente è gravissimo perché rischia di pregiudicare il risultato posto come obiettivo stagionale.
    Io continuo a pensare che non conosciamo per intero la vicenda e, magari, ci sono motivi che vanno oltre gli aspetti tecnici , comunque, avremmo fatto meglio a continuare con un allenatore che conosceva per filo e per segno il pianeta Inter ed il calcio italiano (storture comprese), magari anche allungandogli il contratto se ciò serviva.
    Perché c’era e c’è ancora un obiettivo da raggiungere subito, altro che lunghi periodi: e quanto vogliamo aspettare ancora?

  99. ma scusate, se tentava di essere propositivo mancini (con risultati orribili) con la squadra dell’anno scoraso, perché non dovrebbe provarci FdB con quella di quest’anno che è senz’altro meglio?

    come li giustificavate le mezz’ore di passaggetti orizzontali tali e quali a mazzarri, con la buona volontà?

    e parlo dell’Inter dopo un anno e mezzo di gestione diportistica, chè se vado indietro al secondo mese trovo addirittura i panegirici

  100. La cosa incredibile di Montella è che dopo una buona esperienza alla Fiorentina, l’ultima stagione alla Samp l’ha chiusa al 15° posto, salvandosi in extremis…

    Certamente un buon allenatore ma sicuramente non un fenomeno… eppure, in pochi mesi al BBilan, ha subito trovato la quadra…

    Mette contemporaneamente Bacca, Niang, Bonaventura e Suso, giocando un calcio offensivo senza soffrire dietro, dove Paletta e Romagnoli certamente non sono Beckenbauer…

    Si permette il lusso di schierare giovani come Calabria e Locatelli…

    La società BBilan praticamente non gli ha fatto mercato e pare dissolta in tante scatole cinesi…

    Eppure: ZHANG! Il BBilan è al secondo posto!!

    • ma quale quadra, non facciamoci prendere dal panico, appena smettono di scularle tutte (perché le hanno sculate tutte, anche quelle che han perso di misura avrebbero dovuto essere dei massacri) finiscono noni

      sempre davanti a noi, eh, ma sarà una magra consolazione

    • secondo me l’unica che hanno sculato è con il Sassuolo, dove hanno avuto qualche palese aiutino…

      Mi ha colpito come hanno vinto a Verona, dove il Chievo è sempre ostico per tutti…

      Cmq contro i ladri ci sarà la prova della verità

  101. Cioè, il Milan finisce nono ma davanti a noi.
    Mi chiedo: ma perché, noi che posto abbiamo intenzione di fare?

    Sono limitato io, lo riconosco, ma mi sfugge il punto dove siamo migliorati.

  102. L’ultimo turno di campionato mi ha fatto girare gli ammenicoli anche per un’altra cosetta che scommetto, non sarà passata inosservata anche ad altri malati di Inter…

    E cioè l’esplosione di Adem LiJajc… giocatore un po discontinuo, a volte se volete pure un po testa di cazzo, ma di una qualità assoluta…

    Con lui in campo hai sempre la sensazione di poterla vincere…

    Da noi ha litigato con il mesciato e il campo non l’ha visto più…

    Considerata la giovane età, era uno da riscattare…

    Parere personale

    • Ljajic ha litigato ovunque sia andato, e mi gioco uno stipendio che entro la fine della stagione Sinisa lo appende ad un armadietto. La sua dimensione è quella, belle giocate, talvolta determinanti, poi comincia a sentirsi un fuoriclasse e comincia a farsi i cazzi suoi, fa l’indolente, si atteggia, finchè l’allenatore non si rompe le palle.

    • Con Sinisa i casi sono 2, o lo appende all’armadietto oppure esplode definitivamente…

      E se Sinisa non si fosse “bruciato” con i cugini…

      Lasciamo perdere

    • Sì, ma tanto, ne hanno combinate talmente tante negli ultimi 6 mesi
      che veramente si fa fatica a ricordarsele tutte.

  103. Montella ed il Milan hanno solo due piccolissimi dettagli che li distinguono da FDB e l’Inter: sono insieme da tutta l’estate; si allenano per il campionato tutta la settimana. FDB ha una squadra nettamente più forte degli inglesi e dell’Atalanta e di tutte quelle incontrate fin qui (a parte Roma e Juve). Un paio di costanti: una mole di gioco piacevole ed importante ma improduttiva (e qui può e deve intervenire, a costo di essere più brutti ma metterne dentro di più); la squadra non sa “pensare” (quando accelerare, come gestire…) manca leadership e personalità, quella che Mancini cercava nei Tourè o Melo a fine carriera e che certamente avremo l’anno prossimo con i soldi di Suning senza ricorrere ai bolliti. Su questo aspetto ho paura FDB non possa/riesca ad intervenire. Se vuole salvarsi il culo ho paura che in questa fase debba scegliere se rinunciare a Banega o Candreva (Perisic i gol nelle gambe e nella testa li ha). Metta fieno in cascina e poi pian piano li reinserisca.

  104. Ma io direi che il culo li ha discretamente assistiti non solo contro il Sassuolo ma anche contro il Torino e la Fiorentina (due rigori sbagliati….)……….e comunque in questo momento mi preme pensare all’ Inter.
    Tagnin: ok essere propositivi….ma sinceramente il gioco proposto anche dal buon Frank mi sembra simile a quello dei suoi predecessori…passaggini in orizzontale con aggiunta di qualche cross “morbido” (ma si dai definiamoli morbidi…..) di Candreva.
    Per il resto sta storia dei progetti, del lungo periodo etc etc ha veramente rotto le palle; nel calcio non esiste il progetto. Si va in campo e si deve vincere. Punto. I progetti lasciamoli ai geometri, agli architetti, agli ing. etc e naturalmente alla Roma che parla di proggetto oramai da anni indefiniti per trovare giustificazione al fatto che arriva sistematicamente dietro la prima…..

    • ok, allora è grandissimo FdB ad avere già eguagliato mancini + mazzarri, insieme fanno 36 mesi contro 2, neha ancora 34 di bonus

  105. Ok tagnin , perfetto, ed e’ esattamente quello che e’ successo alla Roma degli ultimi 2 mesi dello scorso campionato, e quello che spesso succede alla juve (quel paraculo di allegri si può permettere di dire che sia stata una fortuna rimanere il 10) vincendo una gara gia’ persa; e non sono alibi, sono dati di fatto

  106. invece Frank vuole giocare a calcio imponendo il suo gioco= non vuole giocare “a specchio”_ E’ un progetto ambizioso sissignori, e spero che non demorda_
    Altrimenti chiamiamo Edy Reia.

  107. Con i soldi di Candreva (30), si potevano riscattare Ljajic (25) e Telles (23)… E ne avanzavano pure…

    Ma il mesciato voleva assolutamente il laziale, così come ha voluto assolutamente Gregucci come “secondo”…

    Salvo poi sfanculare tutti e andarsene una settimana prima del campionato anche per il mancato arrivo di Yaya Tourè…

    Questo, restando sulle questioni tecniche, tralasciando quelle contrattuali…

    Per dire come è nata la stagione attuale e farsi una ragione per il distacco dal BBilan

    • Che FdB starà pensando:”ma dove cazzo sono finito!”

    • probabilmente perchè Gregucci gli avrà ciulato la moglie e lui è venuto a saperlo, ed allora lo ha fatto assumere come “secondo” e poi si è fatto volutamente licenziare per vendicarsi, altrimenti non si spiega fare assumere un amico, perchè Gregucci è un suo amico, se aveva voglia di lasciare baracca e burattini da un pò.

      idem brigare per farsi comperare Candreva che già l’anno scorso in estate e poi nella sessione invernale avrebbe voluto che arrivasse da noi, quindi che senso ha mollare dopo che hai ottenuto quello che volevi?

      adesso ho capito, per crearsi l’alibi…

      di Lijalic ne aveva le palle piene perchè in campo faceva il cazzo che voleva lui e non quello che voleva l’allenatore e questo lo ha fatto in ogni squadra che ha giocato, Sinisa lo appenderà al muro perchè è li che devono finire le teste di cazzo che si credono dei padreterni dopo una partita giocata bene, al massimo ne farà altre quattro o cinque, però ce ne sarebbero 38.

      rimane il fatto che menarla al Mancio se ne mette in castigo uno o due è un obbligo e viene considerato il solito isterico,

      se invece DB prima butta nel cesso 35 milioni e poi dopo almeno 25 che diverse squadre erano disposti a darci per Brozovic e che col cavolo adesso ci daranno, DB è uno che sa farsi rispettare, tanto che tolto Banega che non ne indovinava mezza, ha dovuto mettere Gnoukuri che non me ha indovinata una, però DB li fa giocare bene…

      http://www.fcinter1908.it/copertina/esclusiva-gregucci/

      aggiungo questa dove uno che davvero avrebbe potuto incazzarsi e con ragione con lui, rispetta la sua scelta, che non è stata programmata da nessuno ma che è diventata inevitabile per ragioni che nessuno sa.

      cioè, più di uno crede di saperle, io che non le so, la penso come Gregucci.

  108. Mancio stava girato e lo sappiamo: non può essere che Thoir, saputo che Frank era libero, ha preso la palla al balzo e l’ha sfanculato lui?
    Sia come sia, adesso difendano Frank_

  109. Tutte queste tesi discutibili su Mancini non fanno che confermare che il suo comportamento è stato veramente indifendibile.

    Mi aggiungo anch’io, può essere un giochino divertente.

    Forse Mancini se n’è andato perché Thohir alla Pinetina gli ha parcheggiato in seconda fila, impedendogli di uscire.

    (può essere, eh)

  110. O della gondola…

  111. Tutto sto gran giocare bene io non lo vedo, ho visto qualche buon sprazzo, ma ho visto anche squadre mediocri prenderci a pallate (a S. Siro!) facendo il tiro al bersaglio al portiere o infilarci in contropiede 4/5 volte di seguito.
    Glielo stanno dicendo tutti a FdB di cambiare, vediamo domani sera …

  112. Se vogliamo stare a quello che dice Gregucci, lo ha fatto venire e mandato via dopo una manciata di giorni senza avere neanche il buon gusto di dirgli che diavolo fosse successo.

    Ovviamente credo (anzi, voglio sperare) che non sia così e che Gregucci sappia tutto e non l’abbia detto, per riservatezza e per non rompere il rapporto così che lo chiami al prossimo giro, nella prossima squadra.

    Quando la toppa è peggiore del buco.

    Peccato che Montella stia facendo bene, perché il Milan è la sua casa.

  113. Vi segnalo che sul sito ufficiale di Gigi Simoni (gigisimoni) c’è la possibilità di scrivere al Mister. Potete fare domande o anche semplicemente salutarlo.
    Le leggerà lui personalmente. Il sito lo ha realizzato Marco traferri (lo stesso che ha realizzato il sito di Giacinto Facchetti).
    Se scrivete che frequentate il blog di Sector, vi riconoscerà.
    Ciao
    Luca

  114. Neanche a me piace tanto parlare di progetto (sono anni che si parla di progetti a vanvera) e preferirei andare in campo e vincere il più possibile già da subito.
    E se si riesce anche giocando bene.
    Ché non mi sembra una brutta cosa.

    Ma se prendi uno come FDB, è chiaro anche a un bambino che sei difronte a un cambiamento epocale rispetto al gioco storico dell’Inter, e che dunque hai un progetto di gioco nuovo, e che naturalmente ha bisogno di tempo!

    Poi, lasciamo stare come è arrivato l’olandese, per quali scelte dissennate e con quale tempistica.
    Su questo siamo tutti d’accordo.

    Ripeto quello che dicevo ieri: questo sarà un altro anno tribolato e di transizione e lo sarà ancora di più se cacceremo FDB!

    Se, invece rimarrà, io credo che avremo qualche chances.
    Ma non subito.

    Fatevene una ragione e organizzatevi la domenica.

  115. E poi, sentite, veramente, basta parlare di Mancini.
    Non se ne può più.

    Questione Montella:
    Punto primo, ribadisco il concetto: lui e molti suoi giocatori sono italiani, e dunque l’impatto sul nostro campionato è sicuramente più agevole.
    Secondo: ha avuto la squadra per tutta l’estate e ha potuto fare tutta la preparazione come meglio desiderava.
    Terzo: non ha le coppe e non deve giocare ogni tre giorni!

    Per dire, FDB non ha potuto fare nessuna preparazione, ha difficoltà ad allenare per le troppe partite ravvicinate, non conosceva nemmeno i suoi calciatori, non sa la lingua, mai avuto a che fare col nostro campionato!

    Insomma, trova le differenze?!

    E stiamo qui a fare raffronti tra Inter e milan?
    Bah, la trovo pazzesca sta cosa.

  116. Il problema non è De Boer.

    Il problema è che ogni giorno che passa senza cacciare chi ha ridotto questa società, questa squadra e questo blasone a una barzelletta e a farci tirare un sospiro di sollievo quando finisce la stagione è un giorno perso, sprecato.
    Questo è l’unico progetto che deve esistere: mandarli a casa prima che finiscano il lavoro di distruzione e sbeffeggiamento che sono costretto a vivere da tifoso.

    Gli altri progetti verranno di conseguenza.

    I nuovi dirigenti per me li possono prendere pure dagli oratori, peggio non credo possano fare.

    Per quel che concerne il “basta Mancini”, io non cado nel tranello di rendere responsabile De Boer dei disastri di questa stagione.
    Se la mia squadra smette di giocare negli ultimi minuti
    se la mia squadra è indietro rispetto alle altre

    più generalmente, se ad ottobre la stagione è già nel casino, il responsabile avrà un solo nome: Mancini.

    Se poi qualcuno vuol far finta che certi avvenimenti non avranno conseguenze per tutto il resto della stagione, affar suo.
    Io continuerò a sottolineare chi è il responsabile dei guai della mia squadra.

    Del resto, c’è la rotellina.

  117. Te l’ha già detto Wolf, ma cacciare chi?

    Capisco che hanno fatto cazzate su cazzate ma chi cacci, ET che è il presidente?
    Chi cacci Moratti che ha venduto a ET e poi se n’è andato?
    O vuoi cacciare anche i cinesi?
    Pensi poi che mandare a casa Bolimbroke Ausilio e Zanetti cambi le cose sul serio?

    Sembri un grillino applicato all’Inter!

    Poi vanno a governare loro, quelli che si credono meglio, e succedono casini peggiori.

    L’unica cosa è aspettare che la società si stabilizzi.
    Così come aspettare che l’allenatore trovi la sua squadra (si spera).
    Stesso identico discorso, altrimenti non ne verremo più fuori.

  118. Solo un piccolo appunto. Non sono Wolf.

    Per il resto, come ho detto, Thohir non puoi cacciarlo ovviamente, perché è socio.
    Zanetti lo tengo.

    Tutti gli altri, via.
    È esattamente l’opposto dei grillini.
    Loro vogliono mandare via la gente per metterci dei dilettanti casinari.

    Io voglio mandar via dei casinari, ma mica per mettermici io
    ma gente che conosce il calcio, che vive e lavora nel calcio. Che sa di calcio.

    Dirigenti che si prendano la briga di leggere un libro.
    Che risolvano la questione allenatore nei modi e nei tempi che una società di calcio esige, senza dover “interrompere le vacanze a Los Angeles per parlare con Mancini” (sic!)

    (no, davvero, quando mai s’è visto un dirigente di serie A che ad agosto è in vacanza, ma io proprio…).

    Ma di che stiamo parlando, dai…

  119. pur di sostenere le proprie tesi si nega l’evidenza dei fatti, come se l’intervista a Gregucci sia stata decisa da Mancini per giustificarsi davanti a quelli del blog, nella fattispecie este, prima che gli altri si offendano.

    quando due anni fa il Mancio prese il posto di Mazzarri non lo prese 10 giorni prima del campionato, ma a campionato iniziato ma nessuno su questo blog gli fece sconti per essere arrivato nono, anzi, eppure di giustificazioni ne avrebbe avute più di DB in quanto si era trovato ad allenare un branco di brocchi con una difesa che faceva acqua da tutte le parti, ma ovviamente, quelli pro Mazzarri o contro di lui che è uguale, non persero occasione per criticarlo partita dopo partita.

    quando rivoltò la squadra come un calzino facendo piazza pulita di tanti brocchi, senza però riuscire a farli fuori tutti, all’inizio del campionato scorso erano tutti con il fucile puntato su di lui per via che nelle partite pre campionato non ne avessimo vinta neppure una, fortuna volle, o sfortuna per i suoi irriducibili detrattori, che l’inizio del campionato sorprese tutti e allora, per non smettere di rompergli i coglioni visto che si vinceva, venne fuori la storia del “bel giuoco”.

    come è finita lo sappiamo tutti, per cui inutile ripetersi anche se siamo arrivati quarti e abbiamo ottenuto lo stesso il pass per tornare in Europa anche se non dalla porta principale, però che adesso gli si imputi anche le prestazioni della squadra che sta allenando un altro è veramente da schizofrenici, se si può dire, se no ritiro prima che qualcuno si senta insultato.

    a DB gli hanno fatto una proposta che lui ha accettato, presumo non quella del tipo che non si possono rifiutare, per cui, se ha accettato, avrà messo nel preventivo tutto quello a cui sarebbe andato incontro, compreso il poco tempo che avrebbe avuto per preparare la squadra e per conoscere i giocatori.

    se non ci ha pensato sarebbe stato da incoscienti assumere un incarico del genere,
    per cui si è assunto la piena responsabilità di tutto quello che avrebbe fatto dopo, nel bene e nel male, alla faccia di chi pensi il contrario.

    io spero per lui e per l’Inter che ci riesca, non sono d’accordo con chi lo vorrebbe fuori dai giochi adesso perchè di tempo di lavorare ne ha avuto meno di Montella di cui mi frega una sega, però che la si smetta di tirare in ballo sempre il Mancio per ogni cosa, visto che si era detto di non parlarne più, mentre invece lo si continua a tirare in ballo per ogni pirlata, pur di fare una battuta.

  120. A costo di passare da sprovveduto di cultura calcistica rispetto a molti che intervengono nel blog con giudizi del tutto negativi, insisto nel ritenere che la squadra nel primo tempo e nel secondo, almeno fino al gol, si è mossa molto bene in campo, mettendo in mostra un gioco di gran lunga più apprezzabile rispetto all’epoca manciniana per velocità, verticalità, visione di gioco ad ampio raggio e addirittura capacità di saltare l’uomo come da tempo si era perso la traccia da parte dei nostri giocatori. Potrei portare a mio favore la testimonianza di Scarpini, che credo di calcio s’intenda, piuttosto entusiasta , nella sua telecronaca , del comportamento della squadra e col vantaggio di leggere la partita a ridosso del campo (a me che vedo sempre la partita in televisione resta il dubbio di non poter valutare le giuste distanze tra i vari reparti, essendo l’immagine sempre schiacciata sul giocatore in possesso della palla). Sembrava una di quelle partite sul punto di sbloccarsi da un momento all’altro e da poter vincere con largo margine. Certo, sono evidenti i limiti della squadra sia nella tenuta atletica ( il crollo dell’ultima mezz’ora) sia nella disposizione in campo(il baricentro troppo alto e la squadra troppo allungata e facile preda delle veloci incursioni degli avversari) sia infine in attacco per la solitudine in cui viene lasciato il centravanti e l’assenza nelle nostre file di frombolieri dalla media distanza (tiri in porta per lo più deboli e telefonati). Chi ha visto la partita di lunedì tra lo United e il Liverpool si sarà reso conto che certi limiti e problemi sono comuni anche ad altre squadre meglio attrezzate e meglio guidate della nostra. Insomma, ci sono tante cose da correggere, ma uno straccio di gioco , rispetto al passato, la squadra lo possiede sia per merito dell’allenatore sia per la presenza in squadra, rispetto alla stagione scorsa, di giocatori dai piedi buoni e in possesso di una buona visione di gioco. Se il gioco c’è, prima o poi verranno anche i risultati positivi, a dispetto dei cronisti sportivi che descrivono la solita Inter in preda delle solite convulsioni. Un briciolo di ottimismo non guasterebbe. Anche da parte nostra.

  121. Anche su Premium, fino al 60′, Massimo Paganin ha lodato il gioco dell’Inter, sottolineando però le poche conclusioni…

    Poi, nell’ultima mezz’ora, c’è stato un crollo fisico e FdB ha perso la bussola…

    Riguardo al Mancio si è solo detto che la stagione è iniziata ad handicap principalmente a causa sua, nonostante fosse stato accontentato quasi in tutto…

    Thohir aveva addirittura ingaggiato suo figlio nel Dc United, per dire…

    Ora però guardiamo avanti che stasera ci giochiamo l’ultima spiaggia in EL

  122. @ Wolf Tail :
    “Ciò detto voglio continuare a sperare in DB. Sembra uno determinato ed intelligente, e spero che la campagna infamante a suo carico, perpetrata in primis dagli amichetti di mancini, possa presto ritorcersi contro a questi stronzetti”

    Wolf, mi preme però fare un appunto su sta roba, visto che non sei il primo a dirlo e che ormai sembra sdoganato il fatto che Mancini fosse protetto dalla stampa.
    Io sinceramente tutta questa protezione non la ricordo affatto, dato che anche col Mancio ci lamentavamo ugualmente delle p.i. tanto quanto adesso.

    E’ sempre la stessa storia, l’allenatore di turno viene massacrato mediaticamente finchè è in sella, salvo poi riqualificarne l’operato una volta cacciato via.

    Vogliamo parlare di Mazzarri?? Letteralmente ridicolizzato dai media che ci hanno messo il carico da 90 nel creare l’atmosfera che poi l’ha portato a sbroccare, ma magicamente una volta cacciato e sostituito da Mancini, si cominciava a sentir parlare bene di Mazzarri, della media punti superiore e del fatto che abbia riportato l’Inter in Europa….

    e il “protetto” Mancini?? Ogni giornata un caso, dopo sole 5-6 partite tutti a fare confronti con la media punti di Mazzarri ignorando il subentro in corsa… poi la ridicola menata delle 36 formazioni in 38 partite, dato che veniva considerata come “altra formazione” anche quando sostituiva un terzino squalificato o se metteva Ljajic anzichè Jovetic, poi il casino con Sarri, poi Podolski e Shaqiri e il fatto che “gli hanno già cambiato la formazione a Gennaio” quando invece arrivarono 3 acquisti ed un prestito semestrale di cui 2 sono in rosa tuttora….quindi di che parliamo?

    Oggi che invece non c’è più, sta succedendo la stessa identica cosa capitata con Mazzarri, ovvero la riqualificazione di un personaggio massacrato fino a 2 mesi fa.
    Si parla dell’Inter prima per 6 mesi, che ha raggiunto il miglior risultato dal 2011, che ha formato l’ossatura e che forse era meglio proseguire su quella strada…. ma OGGI, perchè fino a ieri io tutti sti amici di Mancini non li avevo mica visti.

    e De Boer? Oggi è così, ma se dovessero cacciarlo domani state certi che sentiremo parlare di nuovo Guardiola mai sbocciato per i capricci di MM che tende le corde dalle tenebre… eppure il gioco si intravedeva, era evidente che bisognava continuare su quella strada (semicit.).
    Ed il sacco di merda verrà caricato sulla schiena del prossimo…

  123. Complimenti a Johnny per la pacatezza dell’ analisi.
    Anch’io tutti sti grandi amici del Mancio non li avevo mai notati …

  124. No aspetta, il tuo commento è correttissimo ma non è in antitesi col mio.

    So bene che il gioco al massacro sull’inter e il suo allenatore è una costante.

    E cosi era anche con Mancini. Non di meno, lo jesino isterico aveva tutta una serie di amici nella stampa, da zazzaroni a sconcerti, e, se ci fai caso, oggi sono proprio i più incattiviti contro l’inter e FdB. E guarda un po, son gli stessi che je davano di più anche ai tempi di Mourinho.

    Da quando è andato via, oltre ad aver fatto piu danni della grandine, sta seminando una polemica in fila all’altra, prima tramite il figlio, poi a mezzo stampa (ad esempio zazzaroni ogni due per tre rivela retroscena che hanno infastidito mancini durante l’estate. Da dove credi che arrivino le dritte?)

    • e le televisioni varie tipo 7gold o telelombardia, i “Padovan”, SEMPRE OSTILI? pensiamo a fare risultati che è meglio

  125. Ah quelle non le vedo neanche di striscio. Le usavo per le telecronache prima di fare Sky, e ti parlo di precalciopoli.

    Non ho idea di che facce ci siano e soprattutto non voglio saperlo.
    Mi limito a commentare quello che vedo su rai, mediaset, e sky, o quello che leggo sulle testate mainstream (in questo caso per altro sempre tramite aggregatori come tmw inter o fcinter1908)

    Ma soprattutto, cosa c’entra con zazzaroni e sconcerti?

    • Ci mancherebbe non era una polemica verso di te, ma ti ho quotato solo perchè sei stato l’ultimo a scriverlo…. tra l’altro al fondo di un commento che condivido in pieno.
      Lo vedo anch’io che ci sono quei 2-3 personaggi (più Zazzaroni e Calamai che Sconcerti) che anche quando il Mancio era in sella non affondavano più di tanto i colpi, ma c’è da dire che in quegli stessi ambienti aveva anche ben più di un nemico… chiamiamole le scorie del primo corso.
      E’ chiaro che un personaggio come Mancini sulla scena da 30 anni possa avere un occhio di riguardo da qualcuno di vecchia data, ma è anche vero che è uno che spesso e volentieri stava sulle palle e che di nemici se n’è fatti altrettanti.

      Quindi non credo che le polemiche contro FdB siano innescate da lui o chi per lui, per me sono da attribuire al meccanismo di cui parlavo prima.
      Poi l’uscita del figlio come diverse altre cose non mi sono piaciute, ma se è per questo anche il Miste’ una volta cacciato fece spuntare una presunta intervista rilasciata in oriente per far valere le proprie ragioni… nulla di nuovo insomma.

    • tu citi due amici di Mancini, ed è così: ma ce ne sono tanti, la stragrande maggioranza, che gli e’ apertamente nemica e non da oggi, almeno dal1988 e quella sua esultanza contro i giornalisti all’Europeo dopo il gol alla Germania_ talche’ il fuoco antinter e antimancio spesso si unisce_ buon per te che eviti certa tv spazzatura, ma esiste e fa opinione_

  126. Visto che ricordi tutti i commenti passati e non manchi di dossierare ad ogni piè sospinto, ricorderai che dopo l’avvicendamento Mazzarri-Mancini io detti tutte le attenuanti del caso a Mancini, dicendo che quella stagione era responsabilità di Mazzarri e che Mancini andava valutato sulla stagione INTERA, mercato estivo e preparazione compresa.

    Non te lo ricordi questo, eh?! Ma che peccato. Guarda un po’ la sfiga.
    Se proprio devi dossierare fallo bene, non selettivamente.

    Il mio metro di giudizio non è cambiato una virgola.
    Ho dato a Mancini le stesse attenuanti che ora sto dando a De Boer.

    Ma poi, “si era detto di non parlare più di Mancini”.
    Si era detto chi? Quale CdA l’ha deciso? Io non c’ero, perché un accordo del genere non l’ho mai fatto.
    Magari l’avranno fatto le vedove, una volta accortisi dell’indifendibilità di Mancini nel suo comportamento estivo.

    Su Gregucci.
    Non ho capito bene la storia del blog, i cavoli a merenda proprio.

    Semplicemente, visto che Mancini si è sempre professato interista, sarebbe stato corretto spiegare, a beneficio dei tifosi, cosa fosse successo, viste le braghe di tela in cui ci ha lasciato.
    Non l’ha fatto.

    E mentre nei nostri confronti (noi tifosi tutti, non del blog) è solo un discorso di correttezza, nei confronti di Gregucci la cosa diventa doverosa, visto che magari ha accantonato altre proposte per andare all’Inter, chi lo sa.

    Volendo affidarsi al tenore dell’intervista si desume che Gregucci invece non lo sappia. Invece voglio credere che sia rimasto volutamente abbottonato.

    P.S. “da schizofrenici” non è un’offesa (non mi stai dando dello schizofrenico, stai dicendo solo che il mio comportamento nella fattispecie è da pazzi).

    Solo che, tanto per cambiare, il termine non c’entra un cazzo, è inappropriato.
    Ma a questo siamo abituati.

    Cià

  127. E’ importante che i tifosi interisti capiscano una cosa: le cosiddette p.i. (che vengono tirate fuori ogni santa volta che l’Inter viene attaccata, quand’anche giustamente) spesso sono gli stessi giornalisti a tinte nerazzurre vedove manciniane.

    Andatevi a vedere le interviste a Mancini da parte del telecronista ufficiale di Mediaset o della Rai (quindi non di Inter Channel). E non parlo di quando l’Inter era in testa, ma dopo aver perso 20 punti dalle dirette concorrenti. Alcune erano letteralmente imbarazzanti, del tipo: eh vabbé, meritavamo di vincere ma abbiamo perso, però siamo soddisfatti lo stesso. In larga parte si trattava di commentatori/redattori/opinionisti nerazzurri o comunque amici del Mancio. Gli stessi che oggi si schierano vs De Boer e spingono per un suo allontanamento dall’Inter.

    Dico questo per via della nostra mentalità complottarda: ci attaccano, deve essere per forza colpa dei ‘nemici’. L’italiano medio, dal profondo della sua ignoranza, non si rende conto che talvolta a fare danni sono i cosiddetti ‘amici’, anche se lo fanno per motivazioni differenti rispetto agli avversari. Questo vale per il calcio tanto quanto per la politica (es. D’Alema vs Renzi).

    • beh se mi cataloghi Barzaghi come personaggio vicino all’Inter siamo a posto… non lo tolleravo prima tanto quanto adesso
      E’ della stessa specie di tante altre merde che ci vomitano quotidianamente merda addosso.
      Basti ascoltare le interviste post partita dove non manca mai di lanciare un paio di bucce di banana sulle quali i nostri puntualmente scivolano… tipo Icardi a Bologna un anno fa

    • Sì, ma lui e RM sono amiconi. Non mi ricordo una sua stoccata al Mancio, invece ne ricordo molte all’Inter e ne sto vedendo troppe vs De Boer.

  128. http://www.fcinter1908.it/copertina/inter-fatturato-sfonda-200-mln-perdite-di-60-mln-ma-non-per-il-fpf-attivo-dal-2019/

    Questa è dedicata a chi chiede la testa di chiunque, senza conoscere bene il lavoro svolto dai singoli, e di conseguenza le responsabilità.

    Considerando che tutti questi risultati economici senza il supporto dei risultati sportivi (tanto per fare un esempio, i 35 milioni dell’accesso alla CL), direi che ci troviamo di fronte a un risanamento coi controcazzi.

    E’ del tutto chiaro che di soli denari non si vince nulla, ma è altrettanto evidente che senza denari -e anzi, pieni di debiti- sicuramente non si vince nulla.

    In tutti questi conti c’è ancora fuori la mano di Suning, è quasi tutta roba di thohir e del suo management, quindi posso solo immaginare che numeri verranno fuori da qui al 2020.

    Oh, questo sempre ribadendo che si sono ancora un casino di cose da sistemare, a partire da un organigramma definitivo e ben articolato specialmente nel comparto sportivo.

    Però stiamo uscendo da quel maledetto limbo dei conti a tutti i costi; siamo in procinto di tornare a parlare solo di calcio.

    Detto poco, per un interista di questo decennio…

  129. Wolf, ho provato a spiegarmi, evidentemente non ci sono riuscito:

    sulla parte economica non ho nulla da dire, innanzitutto perché non ne capisco un cazzo (davvero, su sto punto non so più in che lingua esprimermi)

    e poi perché le notizie sottolineano un risanamento.

    Però io tifo per una squadra di calcio, l’Inter la vado a vedere al Meazza e non al registro delle imprese.
    Se volevo tifare per i fatturati, avrei tifato boh, Google o Apple, che immagino ce l’abbiano bello attivo.

    Perciò, relativamente all’area sportiva, tecnica, calcistica, mettila come ti pare, hanno fatto solo casino.
    Poi gli economisti che ci hanno miracolato possono tranquillamente rimanere e occuparsi ESCLUSIVAMENTE dei fatturati e, più in generale, della parte economica.

    Ma per tutto quello che riguarda il prato verde, la palla che rotola e ciò che concerne quelli che la fanno rotolare

    voglio altra gente che non combini i casini che, piaccia o non piaccia (cit.),

    sono stati combinati come credo mai visto prima.

    • Beh, già nel commento prima puntualizzo che la rinascita economica non deve esser fine a sè stessa, ma propedeutica alla crescita sportiva.

      E ho anche già puntualizzato che il comparto sportivo va riorganizzato e ridefinito.

      Quindi, sulle esigenze, siamo d’accordo.

      Non siamo d’accordo sulle conclusioni, perchè l’inter di MM ne ha fatte di ben peggio, sia in ambito sportivo (fino all’arrivo di Ronaldo il nulla, valanghe di giocatori sconclusionati a formare nuove squadre diverse senza capo nè coda ogni anno), che in ambito economico (il risanamento parte proprio dalle macerie lasciate da lui).

      Ma soprattutto non siamo d’accordo sul metodo con cui si valuta.

      Settimane fa era thohir nel mirino (ha venduto, non gliene frega piu nulla); in questi giorni ausilio, e ieri persino bolingbroke di cui, oggettivamente, nessuno di noi conosce esattamente l’operato.

      Io, invece di fare il grillino di turno che pretende il ricambio a tutti i costi (“che tanto peggio non si può fare”), preferisco cercare di capire cosa funziona e cosa va sistemato; il recente caso icardi ha denotato, una volta di più, uno scarso coordinamento della parte sportiva.

      Si trovi in fretta una quadra dell’assetto azionario, e si riorganizzi la governance sportiva con assetto definitivo e opportunamente strutturato; più di così non so che altro dire, semplicemente perchè non essendo un insider non posso sapere come funzionano le cose nelle stanze dei bottoni e non so come siano ripartite mansioni e responsabilità, durante questa fase di transizione.
      Che è ben diverso da “cacciare quello, cacciare quell’altro”, individuando ora un colpevole, ora un altro, poi un altro ancora.

  130. Boh, Wolf, se vuoi continuare a cercare alibi e aspettare lannoprossimo in eterno, sei libero di farlo, buon per te che hai pazienza.

    Io ne ho abbastanza.

    Ausilio è direttore sportivo dal dicembre 2010, esattamente da quando abbiamo cominciato a non inanellarne più una

    (vogliamo ridere? Vi ricordate la storia di Forlan che non poteva giocare in Champions?).

    Branca l’han mandato via, Fassone pure, Oriali anche.
    E sì che due di loro erano gli assemblatori della magica rosa del triplete.

    Ora, qualcuno mi spiega un motivo per cui io non dovrei pretendere un cambio dirigenziale per uno che dal 2010 non ne ha imbroccato mezza manco per sbaglio?

    Cioè, qualcuno potrebbe spiegarmi perché De Boer è sulla graticola dopo 2 mesi, mentre sti qua possono fare tutti i casini che gli pare?

    Vabbè, che a Thohir dell’Inter gliene freghi sempre meno, pensavo fosse fuor di dubbio.
    Poi è ovvio che, essendo socio, ed essendo comunque un suo investimento, la parte economica la sta gestendo alla grande.
    Ma per il resto, lasciamo stare.

  131. Non mi è chiaro che alibi starei cercando.

    Il fatto che l’inter sia una fase di passaggio da una proprietà all’altra, e che l’attuale struttura (azionaria, e di conseguenza societaria) sia temporanea, mi pare che sia un dato oggettivo, non una mia interpretazione per negare chissà che.

    Tanto più che non passa commento in cui non sottolineo il malfunzionamento della parte comunicativa e sportiva.

    Quando ad Ausilio, ne abbiamo già parlato. Gli avranno dato anche la carica di ds nel 2010, ma fino al 2014 ha seguito la parte sportiva della primavera.
    Sopra di lui c’era un direttore tecnico (figura oggi assente) che era Branca, e le decisioni spettavano a lui. Non a caso è stato segato lui.

    Fassone era invece direttore generale ed è stato segato non per mercato sbagliato ma per la vicenda Ethiad
    (il dg per altro è una figura oggi coperta da Gardini, ma onestamente non ho idea di cosa faccia, dal momento che non si riporta mai nulla su di lui, e diversamente da bolingbroke, non parla neanche mai per presentare i suoi risultati ed obiettivi; in teoria dovrebbe essere proprio lui l’artefice del coordinamento fra reparti, ad es. comunicazione e ambito sportivo)

    L’operato di Ausilio è valutabile dall’estate ’14 ad oggi (le sessioni te le ho richiamate qualche commento fa, ma son certo che le ricordi di tuo), e i due fatti che seguono non sono alibi che gli cerco io ma realtà inconfutabili:

    -senza dt, grava tutto sulle sue spalle, specialmente oggi che thohir (presidente) non si vede da un mese abbondante
    -nella fase di passaggio sia di società che di allenatore, non si può pretendere che sia il deus ex machina che fa da presidente, scout, ds, e tecnico e coordini tutte queste figure in 3 mesi

    Abbiamo dei problemi? Si (te ne ho appena evidenziato qualcuno clamoroso, manca dt, dg c’è ma non coordina un cazzo, presidente desaparecido)
    Ma non è con processi sommari contro tizio o caio che li risolveremo, da’ retta a questo povero stronzo che ti scrive

  132. Ecco, Ausilio è il primo di quelli di cui bisognerebbe analizzare l’operato… e il commento di Wolf fino ad ora è stato l’unico sensato che ho letto sull’argomento.

    Il primo anno dal quale possiamo dargli il 100% delle responsabilità è il 2014, a meno che non vogliate credere che uno come Branca si facesse condizionare da quello che fino al giorno prima era il suo galoppino.
    Nel 2014 fece mercato senza 1 euro e senza nemmeno la possibilità di riscattare Rolando che fu uno dei pochi a salvarsi dall’anno precedente.
    Tutto quel che viene dopo è offuscato dalla regia del Mancio e dal decisionismo che gli attribuivano.
    Quest’anno ci ha portato Banega, Candreva, Erkin e Ansaldi, dopodichè entra in ballo Suning che va per cazzi suoi e arrivano J.Mario e Gabigol tramite Kia.

    A sensazione direi che il suo lavoro lo ha fatto bene, ma la prova del nove l’avremo adesso con un primo vero budget a disposizione, sempre se gli lasceranno spazi decisionali e di manovra sufficienti, perchè ho l’impressione che il suo operato subisca influenze e condizionamenti su più fronti…

    Quindi o dai del potere decisionale e di conseguenza responsabilità al DS (che sia Ausilio o uno che ti piace di più) oppure rischi di fargli fare solo la figura del cazzaro davanti alla squadra…

    intanto come volevasi dimostrare, Garcia casualmente proprio OGGI si è liberato dalla Roma….

  133. Este,

    il riferimento a te era solo ed esclusivo per quel che concerne l’intervista a Gregucci, come avrai visto dopo non ti ho più menzionato ed il discorso era in generale, per cui non mi riferivo solo a te quando ho parlato di come sia stato trattato Mancini due anni fa, vale a dire molto peggio che DB, contro il quale non ho niente di niente, se non fare presente alcune contraddizioni vostre, e con questo non intendo per forza tue, del tipo: ma che bravo questo che mette sull’attenti tutti , ma che isterico il Mancio che litigava con tutti.

    io ero convinto, anche prima di leggere l’intervista di Gregucci, che se uno vuole rubare dei soldi, come avete o hanno scritto, li ruba tutti e non si accontenta di due milioni al posto dei cinque di contratto, uscendo malissimo di scena come un vigliacco e come un traditore (secondo voi) 10 giorni prima dell’inizio del campionato, ma lo inizia alle condizioni che gli hanno imposto e se gli andava bene avrei voluto vorrei vedere come la società avrebbe potuto non rinnovarglielo, se gli fosse andata male lo avrebbero licenziato e lui preso tutta la grana, ma con la scusa che la società non aveva seguito i suoi consigli sul mercato e preso giocatori inutili e non da lui voluti, che era molto meglio dell’uscita anticipata che ha fatto, o dovuto fare, per cause che nessuno sa ma che ipotizzano in tanti.

    facendovi leggere l’intervista di Gregucci pensavo che almeno l’accusa che avesse premeditato tutto già alla fine del campionato scorso e che abbia tirato avanti apposta per portarsi a casa quei due milioncini cadesse, perchè a questo punto, anche il tuo più caro amico ti dovrebbe mandare a fanculo se lo hai fatto assumere e licenziare in una settimana.

    l’acquisto di Candreva e l’assunzione di Gregucci, assolve anche in parte la società perchè se lo voleva licenziare non lo avrebbe accontentato nemmeno in quello, per me è successo dell’altro, e non credo a cose dette tanto per fare delle battute risibili un tanto al kilo, in quanto anche uno sprovveduto calcisticamente e tecnicamente come Thoir sa benissimo , e se non lo sa ce n’erano altri come Ausilio e Zanetti che di calcio un pò ci capiscono, che prendere un allenatore 10 giorni prima del campionato era una stronzata mega galattica, per il poco tempo che avrebbe avuto per conoscere i giocatori e per fare conoscere a loro il suo modo di intendere il calcio.

    escludo ovviamente quella su cui tu continui ad insistere, perchè se avessero accettato le condizioni del Mancio lui non avrebbe potuto far altro che rimanere e se non avesse allenato la squadra come doveva come insisti nel dire tu ( anche se già altri che hanno commentato ti avrebbero dovuto convincere che non sta in piedi, in quanto la preparazione atletica comporta una serie di collaboratori impegnati a fare giornalmente il loro lavoro sia in generale che sul singolo giocatore) se la sarebbe trovata tra i piedi lui, e non DB, non in grado di correre 90 minuti.

    finisco dicendo che avevo promesso di non parlare più del Mancio perchè in tanti si erano lamentati con me e con chi continuava a farlo, però alla condizione che la finissero tutti, ieri sera Internazionalista, commentando con te, ha detto la stessa cosa, per questo ho posto in finale la domanda, non era diretta solo a te ma in generale, come quasi tutto il mio commento di adesso e quello precedente.

    schizofrenico di preciso non so quale che sia il suo significato letterale, non mi metto a cercare su Wiki se è appropriato o no quando scrivo un commento, ma secondo me rende bene l’idea lo stesso di quello che volevo dire.

  134. Garcia si è accasato all’OM.

    Comunque condivido la tua disamina; l’operato di Ausilio è pressochè ingiudicabile e va visto all’opera seriamente, tanto più che ce ne sono i presupposti.
    La sensazione è positiva, perchè comunque star dietro alle richieste di Mancini non è facile per nessuno, a maggior ragione per chi ha poco budget, e lui ci è riuscito, nel bene e nel male.

    Però ormai este ha messo lui nel mirino e c’è poco da fare, almeno fino a prossimo bersaglio. Siamo al punto che rispolvera la storia di forlan solo per attribuirgliela, così, a forfait

    • l’ho letto solo dopo che è vicinissimo all’OM….dato che è una settimana che ce lo spacciano in contatto con l’Inter, appena ho letto la notizia ho pensato che stessero già prendendo le misure a DB

  135. Ah, e scusate se mi intrometto sulla storia Gregucci, ma l’ex siena sarà pagato per tutto l’anno.

    Il solo mancini si è preso la buonauscita con risoluzione del contratto, gli altri sono stati esonerati, e pertanto ancora in busta paga.

    Se non altro lo saranno solo per questa stagione, perchè avevano il contratto in scadenza come quello di Mancini. Anche Gregucci è stato assunto con contratto di un solo anno, ed è ancora vigente.

    • Wolf

      e con questo? non cambia una virgola di quello che ho scritto, se non altro il Mancio non si sentirà in colpa anche per il suo amico, a meno che anche la sua assunzione facesse parte del piano, come ho scritto ieri, per crearsi un alibi, dove però a cascarci sono solo io.

    • Tanto per fare un esempio, non è stato assunto e licenziato in una settimana come dici tu.

      A me pare abbastanza ovvio che mancini ha fatto di tutto per farsi cacciare. Azzera i rapporti con lo spogliatoio, pretende vecchi bolliti strapagati come condicio sine qua non, pretende un vice che sia un allenatore in attività come primo allenatore da anni (roba mai vista), rilascia interviste sibilline, acide e piccate, ogni settimana.

      Non fossero state in oriente, gli avrebbe ciulato figlie, sorelle, madri, e mogli, col suo irresistibile fascino del ciuffo tinto, un giretto sul catamarano, e un bel cocktail corretto.

      Quando ha capito che si era arrivati alla soglia della nuova stagione, ha poi rotto definitivamente “accontentandosi” solo di metà del bottino.

      Se poi si sia dovuto “accontentare” di mezzo bottino per la premura dell’inizio della stagione sportiva, o per la fine di quella in costa smeralda, questo non lo so.

      So solo che questa è una bella estorsione, del tutto legale, ben definita da BeR col termine ciuffing

  136. Wolf

    aggiungo che la vicenda Gregucci non era una esclusiva per Este, quindi nessuna intromissione, perchè dovrebbe riguardare tutti quelli che hanno sparato ad alzo zero contro il Mancio e tu sei uno di quelli che dalla risoluzione consensuale del contratto ha cambiato radicalmente opinione su di lui, per cui potrebbe essere una prova a suo discarico, ma immagino non basti, per cui la chiudo qui prima che tu mi dica che i miei ragionamenti stanno in piedi con lo sputo ed alla mia replica ad offenderti sei tu.

  137. Wolf, a me sembra che mi stia dando ragione su tutta la linea.

    Praticamente hai detto che Thohir latita, che Gardini non si è capito che faccia, che Boilingbroke, che Fassone è stato mandato via per un singolo episodio (Etihad)

    (però ora non si può mandare via la gente per una serie di episodi, e qui non colgo la differenza)

    e più in generale confermi che c’è un gran casino.

    Mah. Praticamente sei d’accordo con me.

    Ausilio era ds dal 2010, ma vogliamo giudicarlo dal 2014? E sia. Certo, non capisco che motivo ci sia di promuovere a ds uno per fargli poi gestire la primavera.
    Quattro anni di affiancamento mi sembrano tantini (se poi i risultati sono questi…).

    Comunque, a me sembra che Ausilio si limiti a trattare un giocatore per 2 mesi, per poi pagare esattamente la cifra richiesta.

    Per Kondogbia avevano chiesto 35 milioni e gli abbiamo dato 35 milioni
    Per Joao Mario avevano chiesto 40 milioni e gli abbiamo 40 milioni
    Per Candreva avevano chiesto 25 milioni e gli abbiamo dato 25 milioni.

    Solo per fermarmi ai primi 3 esempi che mi vengono in mente.

    Però la smeniamo per uno-due mesi prima di pagare il prezzo intero.
    Come se io andassi in edicola, chiedessi un quotidiano, l’edicolante mi dicesse “fa 1,50 euro” e io “no, massimo 50 cent”, poi il giorno dopo “60 cent” e così via fino a pagare 1,50 euro per il quotidiano del mese scorso.

    Cioè, oh, per spillare due rate in più, capirai…

    corso46
    forse non ci siamo capiti: non è che non ce l’avevi SOLO con me. Dovresti avercela con altri, ma NON con me, visto che io, nei sei mesi del subentro a Mazzarri ho dato le stesse cose che dico ora per De Boer.

    Non è così difficile.

    • este

      allora specifico:

      c’è l’ho con te quando dici che DB non ha nessuna colpa dandola però al Mancio lasciando intendere di avere lasciato baracca e burattini apposta, e per mettere nei casini quello che lo avrebbe sostituito non abbia fatto bene la preparazione atletica in estate, quando ancora era il nostro allenatore.

      se tu dicessi che DB non ha nessuna colpa, senza aggiungere altro, ti quoterei all’istante.

      non è così difficile, basterebbe specificare…

    • Kondogbia ti posso dar ragione e mettiamoci anche Perisic, ma…

      Joao Mario è roba di Kia e Suning
      Candreva 23, ma spalmato in 5 anni per motivi di FPF
      Jovetic di 24-25 anni preso dagli sceicchi con la possibilità di pagarlo 14 dopo 2 anni
      Banega preso a zero
      Epicstronzo a 3+5 in 2 anni
      Ljajic e Telles in prestito gratuito
      Eder (pacco, ma espressamente richiesto) pagabile in 3 anni
      Murillo a 8
      Miranda a 13 pagabili dopo 2 anni

      non è così semplice operare a portafoglio vuoto sulla fiducia… e tutto sommato non mi sembra abbia fatto peggio dei 4 anni precedenti dove invece qualche soldo c’era, ma si sono fatti i buchi neri

    • No, non ti do ragione su tutta la linea, al contrario.

      Ti dico che non approvo il metodo, di individuare sommariamente dei responsabili senza prima indagare circa la reale organizzazione interna all’inter. Dirai “Non è compito mio”, benissimo, allora non lo è nemmeno sentenziare e chieder teste specifiche. Altra cosa è constatare che ci sono cose che non vanno.

      Quanto alle cose che non vanno; è da giugno che ti si dice che il periodo di transizione fra le due proprietà comporterà problemi e disordini. E’ così ovunque sia in corso un’operazione di M&A non ancora perfezionata, figuriamoci se non è così in una squadra di calcio, particolarmente attenzionata dai media, e con ingenti difficoltà finanziarie sotto i piedi.
      Quello che conta è che si stiano gettando le basi per edificare qualcosa di grosso e credibile, e Suning lo sta facendo.

      Della squadra abbiamo già dissertato, non mi ripeterò perchè non è la surreale partita col cagliari a farmi cambiare idea sul valore complessivo, e soprattutto sulla logica per cui senza cedere nessuno non ci si può indebolire tanto da passare dal quarto posto alla B come paventi da tempo.

      Interessanti invece gli esempi che ti vengono in mente:

      -Candreva: continui a fingere che non conti, ma ripartire in una rata o in 4 il cartellino cambia tutto. A giugno lotito voleva tutto subito, ad agosto si è accontentato di poco più di 6 milioni all’anno per quattro anni. E per noi, in ottica ffp, cambia non poco
      -JM: lo sporting chiedeva 60 all’inizio, ossia il prezzo della clausola. Alla chiusura del mercato cinese era stata limata a 45, ma non perfezionata. Il perchè non sia stata usata quella finestra lì, e sia stato acquisito un mese dopo, è probabilmente per ragioni di FFP che non c’era più tempo di affrontare. Prima dell’arrivo di JM ad agosto, infatti, si erano poste di nuovo relativamente al prestito con obbligo di acquisto, tanto che alla fine -dopo svariati giorni di ragionamenti, che a ridosso della chiusura del mercato cinese non c’erano- è stato preso subito a titolo definitivo ed escluso dalla lista uefa. Per altro questo è un affare per cui Suning ha dato mandato a Kia, non è stato seguito da Ausilio
      -Kondogbia: è stato preso in 3 giorni, non in 2 mesi, ed è stato preso nell’arco di un asta col milan a montecarlo. Per altro, se vai a cercare tutte le foto e le interviste di quei giorni -atto della firma incluso- figura sempre fassone. Il sovrapprezzo arriva da richiesta alta, supportata da asta con rivale storica, e il tutto fatto a inizio mercato. Questo che l’affare sia di fassone o di una regia occulta di ausilio (?)

  138. ET sta centrando i risultati economici prefissati, e agli occhi della proprietà attualmente è la sola cosa che conta. Ergo, resterà presidente. E con lui Bolingbroke. Ausilio sta lavorando sul mercato di gennaio e credo nessuno si immagini o auspichi il suo improvviso defenestramento. Se prendiamo la Juve, la loro scelta è stata quella di un doppio AD, uno con funzioni anche di Direttore Generale Area Sport, e un DS come Paratici. Noi abbiamo un DG di cui non è assolutamente mediatizzata la funzione (Gardini) e un DS sovraesposto (Ausilio). Nedved e Zanetti più o meno fanno il paio (ma il primo non è costretto a stare in tv tutto il tempo per mostrare al popolo uno juventino). Chiaro che si dovrà intervenire in merito.

  139. Ok, siamo undicesimi.

    Ma è un undicesimo posto migliore.

    Contenti voi…
    io no.

    Specie se vedo che il Milan, con quattro lire, è secondo.

    Eh, ma loro non stanno vendendo.
    Eh, ma loro non hanno i problemi che abbiamo noi.

    Eh, ma loro non hanno il fpf
    (ossia quella roba che ci impediva di spendere, finché qualcuno non ci ha avvisato che sarebbe bastato non iscrivere gli investimenti più onerosi nella lista della sticazziligg.

    Boh, cosa volete che vi dica. Aspettate di buon grado lannoprossimo, dove probabilmente ci sarà qualche altro motivo per far cagare sempre di più, ma in ottica miglioramento.

    Per me, prima li mandano a casa e meglio è.

  140. il punto è che non ho ancora capito nomi e cognomi di chi vorresti mandare a casa…. il primo sarà Ausilio suppongo, gli altri?

    • Senti, i codici fiscali non ce li ho, ma li ho scritti più volte.
      Tutto il settore sportivo e tecnico, in primis e quello della comunicazione.

  141. allora non è tutta colpa di Mancini…

    o sì?

    sono confuso, come il nonno di Cher nel bel film che le valse l’Oscar “stregata dalla luna”

    barzellettina che è appena arrivata sul telefonino:

    un signore distinto entra in una gioelleria un venerdi sera quasi all’orario di chiusura con una tipa mozzafiato molto più giovane alla quale fa scegliere un gioiello molto costoso sui 10.000 euro.

    tira fuori il libretto degli assegni e dà l’assegno al gioielliere che lo guarda perplesso ed allora lui lo anticipa: guardi capisco le sue perplessità e titubanze per via che non mi conosce e che è venerdi sera, per cui le dico subito questo: le lascio l’assegno in mano, lei lunedi andrà in banca per l’incasso e dopo farà consegnare il gioiello al seguente indirizzo e dà quello della tipa mozzafiato ed anche il suo numero di telefono nel caso ci fossero problemi, il gioielliere ben contento accetta e lunedi va in banca per l’incasso ma l’assegno è scoperto.

    allora telefona al tizio e questo si scusa per il disturbo arrecato ma gli dice che del gioiello non ha più bisogno in quanto la tipa mozzafiato gli ha dato tutto quello che lui voleva per tutto il week end e quindi era a posto così.

  142. Secondo me quello sfondava il tetto dei 15

    • beato lui due volte allora…

    • Javier +

      c’è un seguito…

      dopo la telefonata del gioielliere questo esce ed in auto attraversa un ponte dove vede una ragazza che si sta per buttare di sotto.

      allora frena di colpo e la raggiunge e poi cercando di dissuaderla le dice che non ha mai visto una bella come lei e le chiede un bacio prima che si butti giù.

      questa acconsente e gli dà un bacio che il nostro 15+ non ha mai ricevuto da nessun’altra e mezzo stordito la implora di ripensarci e di dirgli perchè mai si vuole suicidare.

      perchè i miei genitori non vogliono che mi vesta da donna…

      gli inquirenti sospettano che non sia stato un suicidio ma che qualcuno abbia dato una spinta.

  143. Wolf

    ti ho anticipato nella risposta, non avendo letto la tua seconda osservazione sul caso Gregucci.

    questi è stato assunto il 17 luglio ed esonerato il 18 agosto, quindi non dopo una settimana ma dopo un mese, io ho scritto dopo una settimana senza andarmi a vedere le date precise, ma sostanzialmente cosa cambierebbe?

    che sia un allenatore siamo d’accordo, che sia un allenatore affermato mica tanto.

    per cui se per amicizia chiami uno sapendo che tra poco darai le dimissioni o obbligherai la società ad una risoluzione consensuale, non credo sia fare un favore ad un amico anche se questo non ci perderà nulla sotto il profilo economico, ma sotto il profilo professionale perderà un anno e non avrà la ribalta mediatica che l’Inter poteva dargli ogni volta che si fosse seduto in panchina con il Mancio.

    un esempio: chi sapeva chi fosse o si ricordava di Sylvinho prima che il Mancio lo chiamasse all’Inter?

    che tu possa continuare ad accusare il Mancio sulla base di tue convinzioni personali mi può stare bene, non se tiri in ballo uno con il quale hai avuto discussioni più forte di quelle che con il tagnin e con il quale io non ho quasi più scambiato mezza parola, per cui mi rafforza l’idea che quello che ha ragione sia io e non tu che ti sei mischiato con quelli che sono anni che non lo chiamano più per nome ma con nomignoli dispregiativi vari.

  144. posso dire che palle questo ping pong di tu hai detto, io ho detto, e ieri l’altro volevi dire che io ho detto?
    più va avanti più il blog perde di ironia e di leggerezza

    sembra uno dei vecchi congressi democristiani con tutte le correnti che parlavano dieci ore sempre delle stesse cose

    non so perchè non cambiamo?
    non so ci mandiamo una foto divertente , scriviamo delle poesie sull’inter e poi le valutiamo, organizziamo un incontro tutti insieme?

    • puoi dirlo, non per niente ogni tanto mando barzellette che magari già conoscete per cambiare l’aria.

      ricordo ai più distratti che giochiamo alle 19.00…

      buona serata e forza Inter!

  145. La sto guardando su un canale inglese. Il telecronista ha esordito dicendo che i Saints giocano contro la squadra campione d’europa solo 6 anni fa. Ecco, qualcuno se lo ricorda ancora. Forza ragazzi.

  146. quarantesimo del primo tempo: primo tiro verso la porta inglese……così non si vince, proprio no!

  147. da rinnegare “tutti i santi”

  148. Oh, finalmente FDB l’ha capita. Possesso palla e pressing alto tutto agli altri…ehm.

  149. Ma Brozovic è proprio necessario farlo entrare in campo?
    Limitarsi al riscaldamento e panchina?

  150. E chiaramente proprio mentre mi arrovellavo sul perché Candreva e non Perisic…

  151. golazzo di Candreva; ma la cosa eccezionale la fa Santon, erano anni che aspettavo: doppio passo e cross di sinistro!!!# Meglio tardi che mai

  152. Santon che srriva sul fondo (sul fondo!) e mette la palla in mezzo all’area (in mezzo!) è più di una notizia. È un evento. Vado ad aprire una buta di quello buono.

  153. Sarà che si è ricordato del gioco all’inglese, discesa sull’ala e cross al centro.

  154. Gran rientro al calcio di Brozo. Due interventi inutili. Due cartellini. Espulso. Pallone d’oro.

  155. Consoliamoci col fatto che alla prossima, per forza o per fortuna, non ci sarà

  156. Ansaldi per Candreva e Perisic per Eder. Niente da dire sui cambi.

  157. Minchia, meno male che Handa è in serata sì…..fino adesso…..

  158. 5 minuti di recupero. Southamptus.

  159. Praticamente la stessa partita di merda vinta dalla Juve l’altra sera. Anche noi domani avremo i titoloni sugli eroi e il grande condottiero. Matematico.

  160. vittoria manciniana al 100%, menzione speciale alla preparazione atletica spiegata in tutto il suo splendore

  161. fiiiju
    un po’ di ossigeno, ci voleva: siamo ancora in corsa, grazie ai santi e a Santon: non poteva che essere oggi la sua serata !

  162. Solo contro una squadra inglese potevamo vincere. Domenica ritorneremo alla triste realtà

  163. di positivo ho visto una buona Inter nel periodo del gol e fino all’epica espulsione, il carattere che ci voglio vedere anche spirito di gruppo e sostegno a Frank, e un po’ di culo che non guasta;
    di negativo.. ditelo voi

  164. Di buono c’è non aver preso in gol (in qualche modo), il risultato, e il fatto che candreva si sia sbloccato, dopo JM e banega (paradossalmente stan mancando i gol di icardi nelle ultime giornate)

    Per il resto da dimenticare, come ampiamente prevedibile per una squadra sfilacciata contro una di premier, avvezza a correre il triplo. Tanto più senza i break verticali di banega e i tempi suggeriti da JM.

    In realtà la valutazione concerne più che altro il primo tempo, nel secondo si è vista più logica e più determinazione.

    In conclusione, mi sento di dire che abbiamo vinto come altre squadre (su tutte Palermo e bologna) avevano vinto o pareggiato contro di noi: pura fortuna

  165. Vittoria strappata con le unghie, speriamo serva almeno per alzare il morale della truppa…

    Azione gol Santon-Candreva da manuale del calcio, finalmente!

    Dietro però si soffre sempre troppo, Handanovic da beatificare…

    Brozovic il solito epic-coglione!

    A Bergamo sarà sofferenza pura

    Amala

  166. Gioco involuto, possesso tutto inglese nel primo tempo, rinuncia al pressing, diverse occasioni da gol concesse. Il centrocampo: Gnou prova ad essere il giocatore di cui FDB ha bisogno, cioè il centrocampista da cui parte il gioco con il fisico, la testa e i piedi. Ma non lo è. Scommetto che a gennaio si proverà per Bazoer (se l’olandese è ancora in panca come mi auguro). Brozo, che dire. I limiti mentali li ha quando ha fiducia, figuriamoci se è poco sereno. Medel è Medel. Corre dove capita, contrasta, scarica dietro, sbaglia i tempi delle uscite in pressing. Però la squadra è parsa unita e la reazione all’espulsione è stata appunto da squadra. E san siro un po’ ha vibrato, che fa sempre piacere. Serve una striscia di risultati per ridare fiducia un po’ a tutti.

  167. E ribadisco: è sembrata la fotocopia della partita vinta dai gobbi l’altra sera. Occasioni per gli altri, possesso per gli altri, e vittoria di culo in 10. Vediamo domani i voli pindarici dei giornali.

  168. ho sentito gomez a sky parlare della partita con noi di domenica
    e ha detto che giocheranno subito aggressivi
    e ha detto che potrebbero ammazzarci ( in senso sportivo)

    ecco.
    una grinta unica
    niente frasi di circostanza
    ci vogliono prendere a pallonate

    spero che i nostri sentano quelle parole e
    si rendano conto che l’atalanta con noi gioca sempre alla morte
    e che se entriamo in campo come oggi
    ce ne fanno tre in un tempo

    ps. della partita di oggi contava solo il risultato
    adesso conta domenica
    sarà dura
    come sempre là

  169. quando due anni fa il Mancio prese il posto di Mazzarri non lo prese 10 giorni prima del campionato, ma a campionato iniziato ma nessuno su questo blog gli fece sconti per essere arrivato nono, anzi, eppure di giustificazioni ne avrebbe avute più di DB

    corso
    però questa è pura malafede.
    Oltre che essere una falsità.
    E tu lo sai, visto che dici di avere una memoria di ferro!

  170. cominciamo con i se o siamo contenti del risultato a prescindere?

    no, perchè se cominciamo con i se non la finiamo più perchè

    se Handanovic non fa i miracoli la partita finisce minimo 1-3 per loro.

    se al posto di Miranda giocava un altro, tipo Ranocchia, finiva 1-3 lo stesso compresi i miracoli di Handanovic, tanto che non saprei a chi dei due dare la palma del migliore in campo.

    però, dopo il nostro gol su l’unico tiro in porta fatto fino a quel momento e rimasto unico fino alla fine,

    se Brozovic non si faceva espellere forse la si finiva meglio di come è cominciata perchè il gol aveva risvegliato e dato coraggio un pò a tutti e la si stava controllando bene.

    del gioco di DB si è visto poco tanto che nemmeno Candreva ha fatto i suoi 30 cross che ha fatto con il Cagliari, e questo secondo me è indicativo perchè senza J.Mario e Banega (quando questo gioca per noi e non per gli avversari) il gioco si vede, il che significa che senza quelli bravi a far girare la palla anche lui non riesce a fare un tubo, nonostante abbia un’altra scuola di pensiero su quello che i giocatori dovrebbero fare in campo, ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo… che non puoi chiedere di fare quello che vorresti che facessero se, pur con tutta la buona volontà di questo mondo, loro non ci riescono.

    ma come diceva Rezzonico, tutto è fbene quel che finisce fbene.

    speriamo anche qui a Bergamo domenica…

    Internazionalista

    se io sono in malafede e dico falsità tutto il blog dovrebbe andare a nascondersi, non solo perchè ho buona memoria e dico sempre la verità perchè poi è facilissimo essere sconfessati da quelli che come me si ricordano quello che hai detto ma ti rimando ai commenti di uno di noi come era Intervincit prima che arrivasse il Mancio, che per protesta nei suoi confronti non ha più commentato se non sporadicamente, per non dire dei soliti noti che ancora imperversano e che dopo poche partite hanno cominciato a fare i raffronti con i punti fatti da Mazzarri prima del suo esonero e con i suoi, per finire in un crescendo di insulti in quanto, dopo, hanno fatto anche il raffronto con l’anno prima dove con Mazzarri siamo arrivati quinti e con il Mancio solo ottavi.

    per cui, con un simile ragionamento l’hanno definitivamente stroncato, per non dire delle volte che hanno tirato in ballo i soldi che prendeva per allenarci. e che con questi avrebbero potuto prendere un giocatore e tenersi Mazzarri.

    questo senza che una volta che una abbiano tenuto conto come scusante che aveva preso l’Inter a metà campionato, il che mi sembra un pochino peggio che prenderla all’inizio anche se a pochi giorni dal suo inizio.

    però è solo un mio parere, può darsi che invece sia un vantaggio, sopratutto per quelli che parlano veramente in malafede.

    fatti una ripassatina con la mente, o se no fatti aiutare da qualcuno che si ricorda meglio di te cosa è successo, io me lo ricordo benissimo e ti assicuro che sei fuori strada di parecchio, ma parecchio tanto…

  171. Vengo dallo stadio.
    Se qualcuno aveva dei dubbi sulla preparazione atletica approssimativa…
    del resto, il fatto che DB abbia fatto venire apposta il fisioterapista suo la dice lunga.

    E niente, è andata bene, ma i problemi restano.
    Facciamo fatica ad uscire dall’area, regaliamo palla e manca evidentemente una seconda punta di sponda.
    E poi si sapeva che l’EL era sacrificata sull’altare del fpf, quindi ci sta.
    L’Uefa ha voluto mettersi in mano a Platini e le sue idee geniali, e ora beccatevi Gnoukouri al posto di Joao Mario.
    Complimentoni, eh.

    Comunque, sono contento che si sia sbloccato anche Candreva, servono i gol di tutti e speriamo che riprenda a segnare Icardi.

    Ultima menzione. Sembrava di giocare in trasferta.
    Loro si sono presi praticamente tutta la curva sud.
    La Nord, credo anche per questioni di lavoro, era molto ridotta.

    E infatti abbiamo vinto
    (questo per dire quanto sono indispensabili).

    Se li fanno lavorare di domenica, è scudetto.

    • Sono caduto dalla sedia per le ultime 4 righe. :-))
      Comunque l’analisi mi sembra molto bonaria.
      Non so cosa si è visto dalla tribuna: dalla diretta tv mi sembrava di vedere due squadre di categoria differente.
      A fine primo tempo ho pensato di spegnere la TV e andare a passare l’aspirapolvere per avere un po’ di soddisfazione.

  172. corso

    semplicemente non sei credibile.
    Con sta faccenda del Mancio ti sei incartato di brutto!

    Piuttosto rileggiti bene quello che hai scritto, ché carta canta.
    Soprattutto quel “…nessuno su questo blog…”

    • Internazionalista,

      a furia di parlare con este sei diventato come lui?

      allora hai ragione, non avrei dovuto scrivere “nessuno su questo blog” esclusi te e pochi altri, tra cui io, ma come hai letto, mi ci sono messo in mezzo anch’io perchè parlavo in generale e nonostante la mia memoria mi viene difficile ricordarmi anche quelli bravi, quelli cattivi me li ricordo tutti però, se vuoi ti faccio un elenco.

      non mi sono incartato, mi piacciono le cose chiare e su qui sono in diversi che provano ad oscurarle.

      non è il tuo caso perchè spesso e volentieri ti ho preso in giro per la memoria e mai ti ho accusato di malafede ed è per questo che ho mantenuto un tono amichevole nonostante quello che mi hai detto, perchè ti conosco e so che non usi simili bassezze.

  173. Parliamo di Icardi: le guardate le partite? Ma quali altre squadre hanno 2 ali come Candreva e Perisic? Anche domenica, pur in uno schifo di partita, sono arrivati 25 cross e il ns centravanti ne ha beccato 1. Avessimo Crespo degli anni buoni farebbe una doppietta ogni partita, ma basterebbe Pazzini! Fa giocare male i compagni, mai un movimento giusto, non protegge mai palla, non fa salire la squadra. Senza di lui? Forse saremmo secondi, altro che come il Crotone! Dopo Inter-Juve stavo cambiando opinione, ma rimane l’unica partita veramente notevole che gli ho visto fare

  174. È una questione di testa. È chiaro che non siamo uno squadrone, ci mancherebbe , però sbagliano le cose più elementari la palla scotta sui piedi a quasi tutti, appena hanno segnato si sono invertite le parti e magicamente gli altri sembravano valere la metà, poi l’imbecille si è fatto buttare fuori di nuovo a farsela sotto.
    È la testa, o le palle, non so, ma non è questione ne di piedi e ne di preparazione atletica. C’è qualcosa di sbagliato nell’ambiente neroazzurri.

  175. Cioè, ma seriamente esiste la categoria dei cattivi e dei bravi dei blog, per altro divisi in base a come parlano di mancini?

    D’altro canto mi son beccato del traditore solo per due battute scambiate col tagnin quindi anche io, di cosa mi stupisco ancora…

    • va bè allora la smetto anch’io perchè veder giocare sulle mie parole mi sarei anche un pò rotto le balle.

      dato che Internazionalista mi ha fatto una precisazione su “nessuno del blog” ho dovuto per forza chiarire che non intendevo tutto il blog ed allora ho scritto che mi ricordavo meglio ” i cattivi” anche perchè con loro ho discusso parecchio, mentre quelli “bravi” me li ricordo un pò meno perchè non ho avuto modo di controbatterli dal momento che la pensavano come me.

      avrei dovuto virgolettare, ma chi pensava che qualcuno si sarebbe approfittato anche di questo?

      era solo per fare un distinguo dal momento che uno “bravo” lo ha fatto nei miei confronti.

      una cosa però l’ho capita, non devo più venire contro alle tue opinioni sennò te la leghi al dito e quindi non lo farò più anche se un’altra farfallina sbatterà le ali e farà venire un finimondo dall’altra parte dell’oceano, in quanto la colpa sarà di chi morirà per colpa sua, anche se, povera farfallina, non sapeva quello che stava facendo.

    • Io non lego al dito proprio niente, e contro le mie opinioni ci sei andato parecchie volte quindi non vedo perché dovrei vendicarmi oggi.

      Sono semplicemente sbalordito dal fatto che chi parla male di mancini finisce fra i cattivi, mentre chi parla bene entra nei buoni.
      Manco all’elementari per far colpo sulla maestra..

      E onestamente la spiegazione è ancora più agghiacciante del primo commento.

  176. Ahahahah, quella di tagnin che è il villain del blog mi fa ridere tutte le volte.

    • Me lo immagino in poltrona di spalle che accarezza il gatto e non si vede la faccia, tipo Blofeld della Spectre.

  177. Javier

    ti do ragione.
    Penso anch’io che la testa, in questo momento, sia decisiva e sia il punto dolente.
    Forse più delle questioni sia tecniche che tattiche.
    Anche in questo senso deve lavorare FDB.

    corso

    io capisco che ti devi togliere una serie di sassolini dalle scarpe ma non puoi trattare tutti allo stesso modo, e non è vero che su questo blog siano stati TUTTI contro Mancini.

    Anzi io ne ricordo molti, qui, pro Mancio ed è anche per questo che non penso di fare la punta al cazzo coma fanno altri (e anche tu non scherzi).

    Per questo ho scritto malafede che, oh, non è un’offesa ma solo un giudizio personale e su una singola questione, non su tutto quello che scrivi.
    Solo su sta cazzo di faccenda di Mancini! Che sarebbe ora finisse perché tanto chi non la pensa come te non lo convincerai mai e poi mai!
    Quindi è inutile menarla ancora, tanto più che l’abbiamo capito benissimo il tuo punto di vista sulla questione.
    Ma proprio benissimo, guarda.

    Anche quando si parla di altro riesci sempre ad infilarci il discorso su Mancini.
    Oh, io te lo faccio notare per il tuo bene, eh!
    Che c’abbiamo un’età ormai.

    • Internazionalista,

      ma io non chiedo di meglio, e l’ho anche scritto in risposta ad uno che ride proprio adesso e lui mi ha risposto che lui scrive quel cazzo che gli pare e non sono io quello che può suggerirgli cosa scrivere.

      infatti la ripresa delle ostilità non è ricominciata perchè io l’ho tirato di nuovo in ballo, l’ho ricominciata perchè sempre quello che ride, ha detto che comunque sarebbero andate le cose con DB la colpa è di Mancini.

      oh, potevo capire le prime due o tre partite, ma che la colpa sia di Mancini fino alla fine del campionato se DB non riesce a combinare un tubo, mi sembra un pò troppo, e da lì sono ricominciate le menate.

      il fatto è che a controbatterle sono solo io mentre quelli che intervengono sono più di uno ed allora sembra che sia solo io a ritirare fuori il Mancio, ma se hai la pazienza di rileggerti tutti i commenti vedrai che non solo io che ne parla.

      dei sassolini mi frega un tubo in quanto non voglio rivendicare o rinfacciare niente e l’unica cosa cattiva, così è stata interpretata, è stata solo quando ho detto che mi ricordava Stramaccioni, detta solo per la poca esperienza e per come è stato catapultato dentro, non perchè volesse essere un’offesa facendo quel paragone.

      che mi sembra un pò diverso dai Mancini vattene che ho letto tutto l’anno, oppure degli smemorino, checca isterica, mesciato, e per ultimo, uomo di merda.

      in risposta a Wolf

      magari potessi ritornare alla elementari, sarà per quello che uso ancora quei sistemi, chi lo sa?

      buona notte a tutti, bravi e cattivi…

  178. caxxo, e meno male che abbiamo vinto dopo tanto..

  179. Capito este, hai poco da ridertela, che ormai sei un cattivo anche tu.

    La scena col gatto puoi direttamente girarla tu

    Notte, valà

  180. http://m.fcinternews.it/l-avversario/atalanta-gomez-l-inter-arrivera-arrabbiata-non-e-in-un-bel-periodo-noi-ne-dobbiamo-approfittare-229233

    Ma questo non è quello che Icardi gli ha fregato la moglie?
    O mi sbaglio?

    No perché addirittura, domenica, ci vuole ammazzare!

  181. la gazzetta viene su questo blog a ispirarsi per i suoi titoli!

  182. dopo Buffon anche Handanovic ha fatto miracoli salvando la nostra porta almeno tre volte su tiri che potevano andare in fondo al sacco.

    senza volere togliere nulla a lui e anche a Buffon per la loro partita super, ma mi chiedo: è tutto merito loro oppure è demerito di chi se li è trovati davanti e non ha saputo fare di meglio che tirargliela addosso?

    se ad esempio certe occasioni fossero capitate ad Icardi e a Eder, cosa avremmo scritto, fenomeno il loro portiere o cazzoni i nostri attaccanti?

    presumo dipenda da che parte si stia, se a parare è il nostro portiere è bravo lui, se a parare è quello avversario bigoli i nostri.

    questa osservazione (profonda) solo per dire che sono capace anche di parlare d’altro…

  183. Ieri sera si è materializzata nella panchina dell’Inter l’ombra di Mancini. Una specie di vendetta postuma. Sembrava di assistere ad una partita di fine stagione della scorso campionato. La squadra senza i nuovi acquisti (tranne uno), di nuovo col baricentro molto basso, senza idee, senza un regista degno di questo nome, affidata piuttosto che al gioco in profondità , di nuovo agli esasperanti passaggi orizzontali le poche volte che entravamo in possesso della palla, fidando per vincere solo nell’aiuto della dea bendata e nelle parate miracolose del portiere. Stravagante poi l’esclusione di Banega per Brozovic che, come già succedeva con Mancini, ha giocato male, lasciando per di più la squadra in dieci con un intervento idiota. Ora, tutta la passata stagione abbiamo lamentato l’assenza di un regista. Ne sono stati comprati due, uno da sistemare a ridosso della difesa, l’altro nel ruolo di mezzala di costruzione. Dei due ieri nessuno era presente in squadra, uno di necessità, l’altro per punizione o per stanchezza del giocatore.Ritengo più per il primo motivo che per il secondo. Se si voleva far riposare Banega era più opportuno farlo domenica passata, per la partita molto dispendiosa che il giocatore aveva disputato in Argentina e per le fatiche postume del viaggio. Banega è un centrocampista atipico, che non è né Cambiasso, perché modesto interditore, né Suarez, perché meno lucido nell’impostare il gioco delle punte, ma, flottado tra difesa e attacco diventa un punto di riferimento continuo dei compagni di squadra dando respiro alla squadra. Chi l’ha visto nella partita in Argentina trasmessa da SKY avrà apprezzato la qualità e la quantità del suo gioco, risultando, pur nella sconfitta, tra i migliori se non il migliore dei suoi. Ora , preferirgli il Brozovic di ieri è una vera offesa al buonsenso .
    La sola nota positiva della partita di ieri è stato il risultato, un uno a zero “alla Mancini”, per ironia della sorte venuto dopo sessanta minuti di pessimo gioco , mentre nella partita precedente la sconfitta era venuta dopo sessanta minuti di buon gioco “all’olandese”. Non vorrei che il buon olandese, visti i risultati, si convertisse al gioco ” alla Mancini”!
    Che dire? Mi sembra che , per dirla alla cinese, grande confusione regni sotto il cielo della nostra squadra .

  184. Handa non mi dà sicurezza nelle uscite, e nemmeno sulle passe basse angolate: ieri ha parato d’istinto, il suo meglio e lo ringrazio, l’analagia col Buffon di Lione c’e’ tutta_
    Quoto Scettico al 100%, che per fortuna è anche ottimista ogni tanto; il risultato medica molto, che l’assenza di Banega per me è accettabile solo se non sta bene_

  185. Ahó…!!! E che è, ve sete addormiti de botto tutti quanti?!

    Ch’è stato, lo stress pe li stenti de ieri sera che nun v’ha fatto pija’ sonno?!

    Ahhhh…, stavate tutti cor culo stretto p”a paura, nun è vero?

    E ‘nnamo su, ch’er pericolo è passato!

  186. A’ Peppe

    puro tu, ieri, er culetto stretto, eh?

    Comunque qua c’è poco da dire:
    se giochi all’olandese prendi gol e magari capita che perdi pure; se, invece, ti copri e stai rinculcato dietro giochi da schifo, però magari, con un po’ di culo, la vinci pure.
    Insomma, un gran casino!

    Io capisco a Frank: deve fare risultato e portare il culo a casa, altrimenti il panetun non lo mangia, ma spero che non abbandoni il suo calcio.

    Cioè, piano piano, una botta di qua e una di là.

    E’ una valle di lacrime qua, cari miei. Altroché! 🙂

  187. Mah……..a me sembra sinceramente che tra Mancini e Fdb a livello di gioco siamo lì……mi viene il dubbio che sti ragazzi non facciano vita da atleti….ma è possibile che in ogni partita si vada alla metà degli avversari? Non è normale che si sia corso solo contro i gobbi…..

  188. Io invece penso che se non hai una società forte (non solo economicamente), e autorevole, poi i risultati sportivi sono questi.

    Naturalmente non possiamo averla ancora, perché è ancora tutto in itinere.

    Lunedì scorso, dopo Inter-Cagliari, per ammissione dello stesso Ausilio, a parlare con la squadra c’erano: Ausilio Zanetti e Gardini.

    Forse mi sbaglio, ma dopo una cosa grave come quella di domenica lì ci voleva la dirigenza al completo con tanto di presidente in testa!
    E anche Zangh!

    Ecco, finché non avremo una società efficace non vinceremo niente.
    E alla faccia delle nostre risibili discussioni su questo o quell’altro allenatore.

  189. Sono ovviamente d’accordo con te, Internaz, visto che lo sto dicendo da una vita.
    Quello che non capisco è l’alibi del tutto in itinere.

    La società è sempre quella. Thohir, Boilingbroke, Williamson, Ausilio, i più recenti sono lì da 3 anni. Altri da anche di più.
    Ma dov’è st’itinere?

    Semplicemente è venuta gente a mettere altri soldi.
    E, si spera, a fare piazza pulita.

    Finché continuiamo a trovare scuse ed alibi a questa dirigenza andremo sempre più giù.

  190. Il Milan è veramente in una baraonda, ha cambiato alcuni dirigenti da due mesi, la proprietà non si capisce quale sia, ha speso quanto una neopromossa,

    e guarda dove sono.

    La Juve quando ha vinto il primo scudetto aveva cambiato i dirigenti cardine da due anni (Marotta, tipo).

    Non ricordo UNA società di vertice che abbia bisogno di settemila anni per assestarsi in dirigenza.
    E volevate fare l’azionariato popolare dove il presidente si decide per votazione? Azz pensate se ogni volta ci dovessero volere anni di assestamento societario.

    Dai, su.

  191. Ma guarda che anch’io condivido.

    La questione dell’itinere non è una scusa o un alibi, ma semplicemente la realtà dello stato dell’arte.
    Che purtroppo è quello che è.

    E ti ricordo che quella Juve che tu porti ad esempio, pure avendo cambiato tanto, era la stessa identica società di sempre, nel senso della proprietà, ovviamente.

    Noi siamo passati, per contro, da Moratti, storica proprietà, a un presidente indonesiano il quale poi ha venduto dopo appena due anni 2/3 dell’Inter a un cinese, che diventerà (in itinere dunque) il nuovo presidente dell’Inter!

    Capisci le differenze, no?
    E dunque anche il significato di quella parola che ho usato.

  192. Ma io penso che nel breve non abbiano nessuna intenzione di entrare in società.
    Altrimenti non avrebbero chiesto a Moratti.

    E comunque non credo che, sempre nel breve, cureranno mai la parte sportiva.
    Il problema è che sono neofiti e troppo lontani per capire chi c’hanno in casa, altrimenti li avrebbero già defenestrati, ché a nessuno piace buttare i soldi.

    La speranza è che diventiamo talmente ricchi da poter sopperire ai casini e ai pressappochismi con la potenza economica

    (tipo come ha fatto per anni il PSG con Leonardo, per intenderci).

    Solo che manco il brasiliano è riuscito ad inanellare tanta roba inaudita tutta assieme.

    E guarda che stiamo parlando di uno che ha pagato Cavani più della sua clausola risolutoria
    e che ha pagato a peso d’oro Pastore e Marquinos eh.

    Un fuoriclasse, praticamente.

  193. Tu dici pure di Montella e del Milan ok (a parte che ho cercato, anche lì, di trovare le differenze rispetto a noi, che ci sono e sono di una certa entità, ma si fa finta di non recepire), ma anche noi, in questi ultimi cinque anni, abbiamo avuto qualche buon momento: ad esempio l’avvio di stagione con Strama che culminò con la presa del Conad stadium, o, per venire a tempi più recenti, il girone d’andata del Mancio dello scorso campionato che faceva presagire a tutt’altro esito rispetto poi a quello che è successo.

    Questo per dire che dare giudizi su questo Milan è alquanto prematuro, e soprattutto non può essere ancora una pietra di paragone seria rispetto al nostro cammino.

  194. Io, ad esempio, mi aspetto grandi cose da Fassone.
    Come quelle viste all’Inter in questi anni.

  195. Ma infatti anch’io credo che non faranno mica secondi.
    Però faccio due calcoli e dico: se con 2 lire sono lì

    quando inizieranno a spendere che succederà?
    Oh, parliamoci chiaro: pur in tutta la loro situazione critica e grottesca dal loro vivaio qualcosina è uscito.

    Cioè, dai, El Sharaawy, Donnarumma (che non sarà il nuovo Buffon, come dicono, ma buttalo via uno che a 18 anni gioca così), Aubameyang, Niang, Darmian.

    Poi lascia perdere che se li sono sputtanati tutti perché non avevano un soldo bucato in tasca, però il presupposto è che dalle loro giovanili escono giocatori di spessore

    Da noi? Balotelli e Santon negli anni d’oro (che poi, avessi detto) e poi? E poi un cazzo.
    Cioè, aldilà dei soldi e tutto il resto, se vuoi veramente creare basi, parlare di anno zero e transizioni e visioni future, questi sono presupposti che possono fare la differenza.

    E sto parlando del Milan, eh, la squadra più disastrata degli ultimi anni. Pensa le altre.

    Ma vogliamo dircele ste cose, o no? O vogliamo continuare a vivere di anni prossimi, anni zero e crescite economiche che non si traducono mai in crescite sul campo.

    Quali sarebbero i grandi momenti? il Conad Stadium, il girone d’andata… ma dai, ma che siamo la Roma o la Lazio?.
    Pure i gobbi vinsero contro di noi l’anno del Triplete, all’andata.

    Sai che soddisfazione. Facevano cagare e sono finiti settimi.

    Oh, poi continuate a trovare alibi, se vi divertite. Io mica tanto.

    • Ovviamente, prima che arrivi qualche contraerea di notai, alcuni dei giovani elencati, non sono usciti tecnicamente dal vivaio (El Sharaawy, per dire, se non sbaglio veniva dal Genoa)

      Ma se è per questo anche Balotelli viene dal Lumezzane.

      Ma credo che il discorso nel complesso sia chiaro.

  196. Quando io dico che sti ragazzi non si allenano intendo dire proprio che non sì ha alle spalle una società seria………noi andiamo a caccia delle teste dei vari allenatori ma credo che in questo particolare momento forse neanch’io Messi e Suarez insieme cambierebbero la nostra realtà. Si ha la sensazione che,tolti i tifosi, della nostra Inter se ne freghino tutti:dai dirigenti ai giocatori…..e anche sti cinesi sono strani: non capisco come credano di fare business legandosi ad una squadra che perde…….va bene che sono calmi, lenti ma è ora che si sveglino…..

  197. Neanch’io………sto cazzo di tablet…..non mi metto di sicuro con Messi e Suarez……ma meglio di Nagatomo potrei fare……

  198. Capito Zhang? Chissene che dal nulla hai creato una società da 50 miliardi, simone dice che sei lento e devi svegliarti.

    E comunque sta roba del Milan sta diventando stucchevole.

    Chiudono sistematicamente dietro, ma sono un modello da seguire.

    Hanno sculato un filotto di partite, la maggior parte tramite bacca, che han passato l’estate nel tentativo di cedere (avessimo passato l’estate a tentare di cedere icardi, dopo il secondo gol saresti saltato sulla sedia “dilettanti, fortuna che non ci son riusciti”)

    “Guarda dove sono” non lo dicevi due settimane fa, e certamente non lo dirai fra 3-4 settimane quando saranno tornati al loro posto.

    Per altro già un anno fa la menavi col milan “balotelli farà una grande stagione (1 gol, ndr), bacca è tanta roba, ahimè sono una bella squadra (ottavi, ndr). In compenso siamo ancora qua, a fine 2016, che aspettiamo il crollo della juve che stimavi per gennaio 2012.

    Ma stiamo all’oggi: dei giovanotti (o ex tali) che citi, solo donnarumma e darmian vengono dalle giovanili.
    Niang comprato, aubameyang è passato un solo anno in transito, e il paragone balotelli-elsha non regge. Balotelli viene acquistato dal lumezzane per le giovanili dell’inter, dove gioca e cresce qualche anno prima di passare in prima squadra. Elsha è un giocatore del genoa già passato in prima squadra tramite il padova. Il milan non fa altro che acquisirlo dopo un buon campionato di B fino alla finale dei playoff. Un po’ quello che ha fatto quest’anno con lapadula (vorrai mica farmi passare lapadula, ’89, per un primavera?)

    Per altro anche lì, avessimo avuto noi i darmian e gli aubameyang per poi farli andar via a 0, apriti cielo.

    Ma anche la storia “loro non spendono eppure”. A parte che l’eppure fa già ridere così, ma anche la storia del non spendono è falsa. L’estate 2015 hanno speso 100 milioni più di noi (visto che noi, considerate le cessioni, abbiamo speso 0) e han chiuso quattro posti dietro; quest’anno hanno comunque speso 30 milioni, solo che i nuovi acquisti sono tutti nel cestino, a montella non ne piace nessuno a parte forse mati che però è pesantemente rotto.

    Altra dinamica che, l’avessimo fatta noi, ti saresti incatenato ai cancelli di appiano.

    Siamo onesti, il milan sta beneficiando di un buon lavoro del suo allenatore e di una buona sorte (come quella avuta da noi giovedì sera) che però certamente ne reggerà per molto. La società non c’entra proprio nulla, anzi quella fa più casini della grandine, quindi prenderli a riferimento per criticare la nostra è veramente irrealistico.

    Il punto è che si potrebbe anche concordare su certe cose, poi tiri fuori argomentazioni che fanno veramente cascare le braccia.

    Vogliamo parlare di una società che, in poco tempo, ha trovato un assetto sportivo ben funzionante? Ok, quella è la Roma. Solo che quella non la prendi a riferimento, no, su quella ci fai lo spaccone che tanto non vincono mai. Peccato chiudano regolarmente avanti, e almeno un accesso alla CL tendenzialmente se lo giocano. Con tutti i casini, che pure non gli mancano, con tutti i limiti ffp che hanno proprio come noi, a trigoria si riesce a produrre calcio molto più che a milano.

  199. quoto Wolf
    la palla rotola e per i misteri del calcio può anche succedere che finiscano davanti: non farei assolutamentw cambio tra la nostra proprietà/società/rosa di giocatori, settore goovanile compreso che non è affatto male, e la loro

  200. No, perché tu nel 2012 hai detto che poi nel 2009 avevi già detto che nel 2014 avresti detto, che al mercato azionario mio padre comprò.

    Il partito dei dossieranti prende piede.

    Lo facessi io ci sarebbe da ridere. But it’s not my cup of tea.

    Comunque fa piacere che secondo il Sole 24 ore, The Economist e i consulenti strategici delle più grandi società di consulenza, siamo una squadra fortissimi.

    In 20 anni potremo competere nel settore dei computer e smartphone ai livelli di Apple, avremo un sistema operativo tutto nostro e faremo il culo a google e acquisiremo la Ford, la Exxon e Oracle.

    Davanti a tutto ciò, sinceri,

    cazzo ce ne frega di perdere col Cagliari.

    • Classica svicolata.

      Mi fa piacere, è il tuo modo di ammettere che con sta storia del milan sei fuori dalla realta.

    • Ma di che?
      Wolf quello che dovevo dire sta scritto tutto più su.

      Ripetere sempre le stesse cose non fa bene né a me, né a te, né, soprattutto al blog.

      C’è una bella differenza tra svicolare e ripetere sempre le stesse cose, rompendo le balle al prossimo.

      Niente, El Sharaawy non è delle giovanili ma viene dalla serie B del Padova e quindi è tutto diverso.
      E comunque tra 4 giornate saranno dietro di noi.

      A posto così.

    • Se sarà così non potrà che farmi piacere, vista l’avversione che nutro (nutriamo) per la Milano che retrocede.

      Poi sarebbe il caso di fare anche qualcosina noialtri, ma una cosa per volta.

    • Piu che risponderti punto per punto non so che fare, esercizio a te ignoto.

      In ogni caso, mi domando quanto faccia invece bene al blog chiedere una testa diversa ogni giorn e appesantire quotidianamente l’aria prima coi cinesiche ci usano come gonfalone, poi con thoir che non gliene frega nulla, poi con la serie b, poi con ausilio reo addirittura della storia forlan, poi con bolingbroke al mare, e infine dal giorno dopo il sorpasso del Milan, pure gran menate su quanto fa bene il milan

      Ma hai ragione, nonostante tutto cerco di parlare nel merito delle tue considerazioni, e ottengo solo smarcamenti con sfotto da tre lire; sullo sfondo pure accuse varie di autoreferenzialità da parte utenti vari, quando in realta non richiamo miei commenti ma entro nel merito di qurlli altrui, con il solo scopo di stemperare un po’ panico e pessimismo cronico.

      Quindi va bene, chiuso il discorso una volta per tutte, mi limitero a parlare delle partite, il gioco al massacro lo lascio tutto a voi senza controparte, che tanto si spreca solo del gran tempo e ci si becca pure delle accuse

  201. Come mai avverto la strana sensazione che in realtà qui dentro più che dell’Inter interessi l’affermazione del proprio ego attraverso una infinita tiritera di polemiche autoreferenziali? Un po’ come la curva nord, insomma. Certo, molto più eleganti.

  202. Wolf sul Milan concordo, ma per quanto riguarda i cinesi avranno anche costruito un impero economico, ma nel calcio non basta altrimenti Psg e City vincerebbero sempre la C.L

  203. Cambio discorso…..adesso ci mancava pure Guardiola a commentare le partite dell’ Inter…..pensavo che solo noi tifosi fossimo rimasti schiavi del triplete…..evidentemente mi sbagliavo…….ancora gli brucia……

    • mi pare che oggi c’è Southampton _ manch. City, perciò avrà visto e commentato la nostra di euro League

  204. Andata per le birre, ma vi tocca passare per Torino. Potremmo imbucarci in qualche pub di drughi o ominidi affini e inscenare un omaggio a John Landis (gobbii!)
    https://m.youtube.com/watch?v=GyaRHBcgoos&feature=youtu.be

  205. Autoreferenziali lo siamo un po’ tutti, non mi pare così grave a meno che non si perseveri fino allo sfinimento: ed il campione di questa tecnica non è Wolf.

  206. Sì, però se non altro io e Wolf tentiamo di parlare di Inter e affini,
    anziché giudicare come altri utenti parlano dell’Inter.

    E così, tra la giuria dei commentatori, gli investigatori privati che vogliono capire chi c’è dietro il nick di Tizio o Caio, il capoclasse che distingue i buoni e i cattivi e quelli che usano il blog tipo jukebox, scelgono il tema, ma sia mai buttarci dentro un argomento di proprio pugno

    beh, non so se sia tanto meglio l’eteroreferenzialità del dopocena.

    • Questa del juke box l’avevi già scritta, mi piace. Hai ragione, è una vergogna. Senti, non è che puoi scambiarti una dozzina di commenti di litigio con Corso più tardi? Il topic dovrebbe essere l’esonero di FdB. Così stasera dopo aver messo a letto i pupi ci butto un’occhio prima spararmi una puntata di Black Mirror in streaming…

  207. Wolf, un po’ di leggerezza dai. Accuse, gioco al massacro..ecchessara’ mai. Io cerco di ironizzare su polemiche che durano veramente troppo, tipo quando attaccate a fare come i politici di giro che si abbaiano addosso in loop senza ascoltarsi. Ma è il mio personalissimo punto di vista da ultimo arrivato, chissene. Nel merito poi, ti leggo volentieri (a proposito, sbaglio o ieri è stato censurato un “interessantissimo” slego sulle elezioni americane?).

    • Il gioco al massacro è riferito all’inter, per il quale provo solo a fare da controparte…mica gioco al massacro contro di me, ti pare…

      Le accuse di autoreferenzialità son li, credo ci azzecchino poco col commento che avevo scritto ma pace.

      In generale, credo non valga la pena prodigarsi per portare un poco di sereno se chi vede nero ne inventa una nuova ogni giorno per veder sempre più nero, e tutti gli altri manifestano insofferenza per ‘egocentrismo e autoreferenzialità’.

      Mi sembra logico e lineare, la leggerezza non c’entra nulla in questo caso

  208. Parliamo di moduli!..?..!!!

  209. Mi sembra ora di passare ad un sempre proficuo ( per noi) 4 4 2…Handanovic Ansadi Murillo Medel Miranda Candreva Joao Kondo Perisic Icardi Gabigol tocca a voi……..

  210. Hai fatto fuori Banega, però

  211. Anche a me un 442 più conservativo non dispiacerebbe affatto, senza rinuciare al pressing alto a cui FdB sembrerebbe aver abdicato per “ragion di stato”. Ma credo che l’olandese al limite propenda per un 433 con il recupero di Kondo vicino a JM e Medel. In ogni caso saremmo sempre nell’ottica della rinuncia a Banega, il più tecnico della Rosa. Scelta difficile.

  212. In questo momento Este, Banega non ce lo possiamo permettere……siamo fragili e nel mezzo uno a fare legna ci vuole…al massimo si potrebbe mettere Brozovic per Kondo…….ma tanto anche domani si andrà col 4.3.3 a quanto si legge…..speriamo abbia ragione Fdb……

  213. Il cambio di rotta di FdB sembrerebbe evincersi anche dalla conferenza stampa di oggi, nella quale il tecnico ha fatto riferimento allesigenza attuale di “adattarsi” all’avversario.

  214. Cambio ancora tema!! Tema: Caressa. Quesito: perché è infierisce in continuazione contro il nostro FDB…..mi sembra esagerato…..è forse il procuratore di qualche allenatore libero???!!!

  215. Wolff sul Milan non son tanto d accordo con te. Bonaventura Bacca Niang Romagnoli Donnarumma non sono male per niente e Montella allena bene. Giocano, bisogna vedere se durano. Stasera spero spacchino i ladri malefici.

  216. ma perché dovremmo rinunciare a Banega? perde qualche palla sanguinosa perché prova sempre a verticalizzare, ma lo saprà da se’ che certi errori è meglio non farli_ non siete stufi dei passaggietti orizzontali o all’indietro? piuttosto che rinunciare a lui,mi tengo il 433

  217. Ok, ma se non te lo puoi permettere contro l’Atalanta, quando puoi permettertelo?
    Anche perché è l’unico che può trasformare una punizione dal limite

    (da quanto tempo non facciamo un gol su punizione?).

    Io lo rischierei, comunque vediamo.

    Sperando che domani mattina i nostri eroi non si inventino qualche numero d’alta scuola per incasinare anche quest’altra partita.

    Su stasera, onestamente, credo convenga sperare che i gobbi asfaltino il Bilan.
    Tanto quelli lo scudetto lo vincono in carrozza, se non altro per palese mancanza d’avversari

    (Roma e Napoli non lo vincerebbero neanche se si ritirassero tutte le altre, ed altri avversari per il titolo non ne vedo)

    viceversa, una batosta potrebbe far invertire la tendenza del Milan e fargli perdere fiducia.

    • pareggiano tra buoni amici..

    • Quello, secondo me, è il risultato peggiore.
      Il Milan si galvanizzerebbe per aver comunque fermato la più forte e non ci toglieremmo manco la soddisfazione di vedere i gobbi perdere.

  218. Anch’io preferirei una larga vittoria della Juve questa sera. Una roba che sgombri il campo da ogni dubbio sul fatto che tutto quello che è stato scritto sul classico dei bei tempi andati (ah che nostalgia, Galliani, Moggi…), sul Milan dei “giocatori dell’italia del futuro”, sono tutte stronzate. Ma vista la Juve delle ultime uscite non ci giurerei. Nel dubbio, al solito tifo per una grave epidemia di squaraus che dal campo si propaghi sugli spalti.

  219. In questo momento mi sento solo di tifare contro i gobbacci, è un fatto di istinto che prevale su ogni logica. Il Bilan mi pare una squadra mediocre, forse come valore assoluto peggio di noi, ma più equilibrata tra i reparti e in mano a un allenatore intelligente e con esperienza.

  220. da tifoso per me questa di oggi in particolare è una partita innocua: qualsiasi risultato uscirà, né mi dispiacera’ né mi fara piacere_

  221. io al tagnin non gli ho mai detto brutto cattivo…

    come la divisione buoni e cattivi, non volevo farla così…

    del bbilan mi interessa poco, ma il tifo è tutto per lui, poi se dovessero vincere che si gasino pure, capirai cosa conta la gasatura, basta vedere sulla nostra squadra l’effetto che ha fatto.

  222. ho preferito guardare finora la Gruber, che si parlava del Nobel a Dylan: erano rappresentate più o meno le posizioni espresse 20 gg fa dal nostro blog, ovviamente da persone più di… settore

  223. Rizzoli ammonisce Bonucci e si preoccupa di tenerlo a distanza di..capa. Punterei qualche doblone sull’espulsione dello stesso, stasera.

  224. Donnarumma degno erede di Gigi “grand’uomo” Buffon..

  225. Il BBilan… altra sculata o fanno sul serio?

    Chi ci capisce è bravo

  226. Beh, a me i cugini hanno impressionato…..non ci avrei scommesso un euro…..sinceramente credo che dureranno fino alla fine. Che dire….complimenti…..la dimostrazione che in questo campionato senza fenomeni con una organizzazione di squadra si va lontano…vedremo……una domanda: ma che fine ha fatto higuain? Non ha visto palla….

    • A parte i giovani, l’inizio di campionato del Milan mi ricorda il nostro dell’anno scorso.sicuramente non hanno la stampa contro. Ma come gioco non mi sembra un granché

  227. Locatelli fa le cose per bene

  228. a quanto pare il gol della gobba era regolare, annullato ingiustamente come quello del Catania.

    chi la fa l’aspetti, doppia goduria.

    i risultati che sta ottenendo il bbilan sono la dimostrazione che certi discorsi sulla organizzazione societaria che vanno ad incidere sulle prestazione della squadre contano poco e niente una volta che i giocatori siano sicuri che il loro stipendio arrivi, quando sono tranquilli su quello, che il presidente sia presente o lontano diecimila kilometri non gliene frega un cazzo, come non gliene frega un cazzo di chi li allena, basta che non faccia lo stronzo e se li metta tutti contro.

    i gonzi hanno cambiato più allenatori di noi nell’ultimo periodo, eppure eccoli lì secondi, allenati da uno che a momenti mandava la Samp in B e che come esperienza ne ha meno del nostro, si è solo trovato nel posto giusto al momento giusto, come è capitato a molti altri allenatori del passato e del presente, come ad esempio fare giocare Locatelli, che se Montolivo non si fa male in Nazionale col cavolo che vedeva il campo.

    per non parlare di quello che gli stanno regalando gli arbitri, perchè con il Sassuolo sono rientrati in partita grazie a loro nel momento in cui gli avversari li stavano prendendo a pallate, e come ciliegina sulla torta uno di 18 anni, appena entrato in campo ha fatto un eurogol ancora più bello del missile terra aria che ha tirato stasera a Buffon.

    noi ne abbiamo comprato uno giovane come lui e ancora non ha visto il campo.

    in teoria avrebbe dovuto essere il nostro a tirare missili terra aria, con quello che è costato.

    • Tutto vero_
      La juve domina il campionato semplicemente con la regolarità di rendimento, con la seria possibilità che il campionato finisca a febbraio.., talche’ può succederle di avere decisioni arbitrali contrarie_
      Se sarà così con la “sestina” effettivamente a rischio, si potranno invece confutare le note teorie complottistiche: magari!
      Per intanto anche loro piangono: due sconfitte a Milano nello stesso anno, e a stretto giro, sono un evento di cui non ho memoria_

  229. i vecchi dietro tengono ancora botta, davanti hanno campioni, e ottimi rincalzi, benché se Dybala starà fuori per molto sarà un bel guaio: ma il centrocampo della juve è così forte? A me non sembra proprio_ Ancora, Sandro quando attacca fa paura, ma Alex non difende granché; infatti il giovane ha fatto il suo gollazzo pressoché indisturbato_ E non è che Liechsteineir era più utile di questo Alves?

  230. Un goal buono annullato alla gobba, catastrofi climatiche in arrivo.

  231. Io mi auguravo una scoppola al Milan (ma la Juve non può pensare di giocare come sta facendo in questo periodo e vincerle tutte in scioltezza) per l’entusiasmo che questi 3 punti può dare all’ambiente. Soprattutto in considerazione di uno spogliatoio a forte matrice “autoctona”. Se l’onda lunga positiva arriva fino al famigerato closing, con possibilità di innesti seri a Gennaio, ecco che la candidatura al terzo posto in caso di melodramma napulitano è servita. Ahinoi.

  232. Ritornando all’Inter, che certo ci preoccupa più del Milan in questo momento, non vorrei sembrare difensore d’ufficio del povero Banega, che accolto come salvatore della patria nerazzurra, sta diventando il capro espiatorio delle nefandezze della squadra. Allontanato nel secondo tempo della partita col Cagliari per qualche passaggio maldestro ( quando, ricordiamolo, la squadra era ancora in vantaggio) è stato poi escluso dalla formazione dell’ultima partita, lasciando la squadra vedova di un uomo d’ordine e in grado di verticalizzare il gioco per Icardi, sempre anticipato nei cross alti di Candreva.
    Ora, è fuori dubbio che il gioco preferito da D.B è quello alto e molto articolato e quindi favorevole all’utilizzazione di Benaga al posto di un uomo che aiuti la difesa, lasciata di solito troppo scoperta alle incursioni degli avversari.Se impostasse il gioco all’italiana, abbassando la squadra, potrebbe certo fare a meno di Banega, bastando il regista portoghese, nel ruolo di mediano metodista a ridosso della difesa per innescare coi lanci lunghi gli attaccanti.Ma non credo che D.B sia favorevole ad una simile soluzione ( che per me, soprattutto in trasferta , potrebbe essere la soluzione migliore), mantenendo il baricentro alto e preferendo sostituire Banega con Brozovic, come già successo nell’ultima partita. Brozovic è un giocatore discontinuo, spesso fuori posto e disordinato che io ho visto giocare bene solo nella nazionale ceka quando aveva accanto un uomo d’ordine e di grande intelligenza tattica come Mondric . che noi purtroppo non abbiamo. Diversamente vaga per il campo senza costrutto, facendo danni. Stando così le cose e tenendo conto del materiale umano che abbiamo a disposizione l’utilizzazione di Banega mi sembra la scelta migliore: naturalmente un Banega riposato , non quello stanco della partita col Cagliari, capace di innescare il gioco delle punte come gli abbiamo visto fare nelle non molte occasioni che ha giocato. Il maggior problema della squadra non è però l’utilizzo di Banega ma la giusta distanza dei reparti. La squadra è troppo allungata, la coperta difensiva troppo corta e i difensori troppo soli in balia degli attaccanti avversari . È qui che l’allenatore deve lavorare per trovare un equilibrato compromesso tra gioco totale e gioco all’italiana.Impresa non facile che in passato è riuscita solo alla Juve di Sivori e di Charles, ma erano altri tempi e altri giocatori . Oggi, con le squadre avversarie, anche più modeste, arroccate in difesa, si rischia di lasciare praterie agli attaccanti avversari, soprattutto con i difensori sprovveduti che ci ritroviamo. A questo dovrà trovare soluzione D.B, che non mi sembra sprovveduto, ma forse troppo ostinato nelle sue idee, che tuttavia, se vorrà sopravvivere, dovrà adattare alle nostre.

  233. locatelli 18 anni e due gol incredibili
    donnarumma una parata monstre al 94

    in due fanno 36 anni scarsi

    ecco non vorrei dire
    ma mentre noi ci facciamo le seghe su icardi e gabigol ( in aria di superbidone dell’anno perchè se non gioca dopo un mese che è qui vuol dire che qualcosa non quadra…)
    questi hanno due che per anni potranno fare la differenza

    e in più hanno un allenatore

    ok adesso andiamo a bergamo

    e…

  234. A me hanno assicurato che il Milan fa cagare.

    Mi fido, eh.

  235. Gabigol è un gran mistero, a parte il goffo show mediatico al suo arrivo. Non vorrei portare male, ma qui si sente puzza di bidone.

  236. Dopo l’esperienza dello scorso anno vi inviterei a mantenere un po’ di equilibrio…almeno fino alla fine del girone d’andata.

    Per oggi invece mi metto l’anima in pace… ci hanno preparato il funerale perfetto : De Boer con un piede nella fossa secondo tutta la stampa, Gasp inferocito e noi in una posizione di classifica problematica.
    Vorrei una vittoria netta per mettere a tacere quelli che fino a ieri davano Garcia vicino all’Inter senza essersi accorti che stava firmando con l’OM, ma non mi faccio illusioni…

    Su De Boer spero siano tutte minchiate perchè se dovessero cacciarlo sarebbe un’ennesima dimostrazione di inadeguatezza a più livelli.
    Vorrebbe dire avere una proprietà sulla carta lontana migliaia di km, ma in realtà abbastanza vicina da subire i condizionamenti di media e cazzate varie.
    Non essere riusciti a tenere FdB un minimo al riparo dal fuoco incrociato degli ultimi giorni è vergognoso.

    Forza Inter e speriamo di evitarci un’altra giornata di merda

  237. Dimenticavo: che farne di Brozovic? Io, se lo vogliono ancora, lo cederei alla Juve. In coppia con Hernanes e in sostituzione di Dybala ce lo potrebbero pagare molto bene e potrebbe costituire per la Juve la coppia ideale per vincere la coppa dalle lunghe orecchie.

    • Ecco, appunto, nel dubbio meglio non darglielo.
      Ci manca pure che li aiutiamo a vincere la Champions.

    • Si si vedi Cannavaro docet.questo gioca male apposta. Deve subire il metodo Lotito. Non si deve neppure allenare così non lo vuole più nemmeno la rube

  238. Johnny, sono d’accordissimo con te.
    A parte le solite dichiarazioni di facciata, non sono stati in grado di proteggere l’allenatore.

    Ma sai cosa. Considerando i disastri che riescono a combinare quando fanno qualcosa, a questo punto meglio che non facciano niente.

    Finché da Nanchino non si decidono a mandarli via
    (ci voglio credere fino in fondo che sia solo una questione di tempo).

    • Si si Zanetti e compagnia bella è meglio che stiamo zitti. Vedi dichiarazione contro icardi che gioca e Pro curva che non gioca di domenica scorsa. In una società normale Zanetti non arrivava alla fine della giornata sarebbe stato cacciato dopo 2 ore

  239. non per volere parlare male o per invidia, ma aspetterei un attimino a dire che Locatelli diventerà un fenomeno così come aspetterei ancora a dire che Donnarumma sarà l’erede di Buffon, anche se questi ha fatto un pò di più di partite del primo.

    ho visto troppa gente non confermarsi ad alti livelli dopo una o due annate strepitose e finire nell’anonimato o in squadre non più di prima fascia, non sto a farvi un elenco perchè sarebbe troppo lungo, brevemente su tutti il Balo, poi Adriano ed anche Ranocchia, Paloschi, Pato, Quagliarella, e per ultimo El Sharawi, anche se adesso pare si stia riprendendo.

    uno ce lo siamo preso in prestito vale a dire Jovetic, che dopo la Fiorentina non ha mai più fatto un tubo di veramente notevole e con noi, l’anno scorso, avrà giocato bene giusto due o tre partite, ma non vorrei tirare in piedi il solito vespaio perchè impiegato male, fuori posizione o perchè antipatico all’allenatore.

    sulla questione dirigenza vicina o lontana ho già espresso il mio pensiero perchè nonostante la pressione mediatica sempre contro, alla fine chi deve dimostrare di essere giocatori ed allenatori da Inter sono i diretti interessati e nessun altro, per cui quella dà solamente fastidio ai tifosi che leggono tutte le stronzate di questo mondo contro la loro squadra e si incazzano per quello, ma non credo che possano incidere più di tanto se all’interno si fa quadrato intorno alla squadra ed all’allenatore tranquillizzandoli su tutto, e non è che per questo che si debbano fare proclami all’esterno perchè le cose cambiano da un giorno con l’altro, come si è visto con l’allenatore precedente, confermato alla sera e licenziato alla mattina, per cui meglio che se ne stiano zitti per evitare altre figuracce.

    qui a Bergamo è una di quelle giornate uggiose che ti fanno venire la malinconia senza motivo, pioviggina appena appena, la giornata di merda ideale per un funerale, per cui i presupposti ci sono tutti per fare i menagrami, mi auguro che DB non faccia cazzate e mantenga la sua filosofia senza farsi condizionare dalla cadrega traballante e che i giocatori, per loro stessi più che per lui, facciano qualche cosa di cui il popolo Interista possa andare fiero, mettendoci l’impegno che ci hanno messo nel secondo tempo con gli inglesi, ma non solo quello. perchè i veri responsabili sono sempre loro, poche balle.

    • Ti quoto in pieno.

    • l’assurdo è che dritto o rovescio abbiamo vinto contro la squadra più ostica del girone di EL e siamo tornati in corsa, ma pare che nessuno se ne sia accorto…
      anzi, il clima attorno a DB è peggiorato rispetto a Domenica e ce ne fosse stato almeno uno che abbia sottolineato l’importanza di quei 3 punti.

  240. …se poi fossero veri i rumors su Blanc…Comunque i giornali continuano a scrivere di tutto, indisturbati come sempre e più di sempre. Si vede che dopo Garcia avevano bisogno di proporre un altro avvoltoio francese Quanto ad FdB, forse non ci si è accorti che dopo la Roma abbiamo cambiato atteggiamento. Il pressing alto organizzato che cominciava ad intravedersi è sparito, senza peraltro che ne abbia beneficiato la fase difensiva (io preferivo vederli sinceramente cominciare a difendere dagli attaccanti, ma tant’è). Oggi si parla della rinuncia a Banega in virtù di un ulteriore ricerca di equilibrio. Non so se siano concessioni all’ambiente, allo spogliatoio, o semplicemente l’olandese sia convinto che in questa fase il culo lo porta a casa più facilmente così. Oggi abbiamo un centrocampo JM Brozo Medel ed Eder nuovamente preferito a Candreva. Forza e coraggio…

  241. Ausilio su Premium ha appena difeso la posizione di FdB con lo stesso entusiasmo di mio figlio quando deve andare a nuoto invece che giocare alla wii.

  242. Bah..totalmente sparita quel poco di Inter che si era vista nelle prime gare. Spettacolo indecente.

  243. spettacolo indecente

    l’unica speranza è che vogliano cacciare l’olandese

  244. Mi piacerebbe proprio vederli i dati del gps di quest’estate.

  245. Rimetta Banega e Candreva, che se questa è la squadra che garantisce equilibrio, preferisco morire di vertigini. Penosi.

  246. Eder, Brozovic e Medel spero rimangano sotto la doccia per tutto il secondo tempo.

  247. Peró signori, ok difendere DB, ma se dopo 10 minuti é palese che servirebbero giá almeno 2 cambi se non 3 per ripristinare le cazzate fatte in fase di scelta dell’11 iniziale, é preoccupante!
    Perché ancora Cacatomo?!? Perchééé?!?!
    Con queste cazzate non c’é nemmeno bisogno della stampa per metterti la fiammella sotto il culo. Indecenti

    PS : visto che la stampa non condiziona, qualcuno mi spiega perché ha sconfessato il suo credo per proporci sta roba qua? Grazie

  248. candreva, banega, ansaldi, gabriel

    tutto il mercato in panchina

    e se ci mettiamo kondo…

    eppure questi in altre squadre erano più che buoni

  249. Parlo ora, alla fine del primo tempo di una partita che dobbiamo vincere assolutamente…..Aiuto!!!! Non so cosa sia successo ma non giochiamo più a calcio. In questo inizio di campionato abbiamo fatto 2 partite decenti, e le abbiamo vinte, poi il nulla cosmico, questo mi fa pensare più ad un caso che ad un progetto preciso, ora FdB in nome di un “dobbiamo portare a casa punti” si snatura e cerca di mettere una formazione (????) che dovrebbe portarci punti giocando alla cazzo (????????????). Ma perchè facciamo sempre gli stessi errori, perchè???
    Se prendiamo un allenatore che fa un gioco preciso bisognerebbe lasciarlo lavorare come vuole e tirare le somme a fine stagione ( e magari prenderlo a tempo debito e fornigli giocatori consoni al suo modulo).. Noi no prendiamo gente a caso per poi ai primi problemi dargli addosso o, peggio, esonerarlo. Nel frattempo la Roma gioca molto meglio di noi anche se sappiamo che non vincera mai niente con spalletti, il milan si rinvigorisce con una linea giobìvane niente male e un allenatore che ha un senso. Il Napoli ha trovato un attaccante serio (peccato si sia rotto), ma soffre un pò di Mazzarrite-Sarrite…..dovremmo approfittarne ed invce stiamo buttando un altro anno…l’ennesimo….mi vien da pisangere…. ed io di solito sono ottimista…

  250. Il peggior primo tempo degli ultimi 15 anni. Tempi duri ci aspettano. Inverecondi.

  251. Mi spiace veramente per FdB perché si sta bruciando e non lo merita. È palese che sta subendo le solite pressioni dell’ambiente e probabilmente perdendo credibilità nello spogliatoio. I giocatori in campo stanno mostrando uno scempio, JM compreso.

    • Si. L’ambiente, sempre così zelante nei confronti dell’Inter (TV, giornali, e stampa in genere) lo ha tritato. Al di là di oggi credo sia proprio finita.

  252. C’è troppa isteria all’Inter . Non abbiamo la capacità di far lavorare tranquillo un allenatore, è sempre stato così.
    Vedere questo cambio di atteggiamento in campo è veramente patetico.
    Patetica società patetico allenatore e patetici giocatori che entrano in campo molli come le mozzarelle.

  253. Piangere…E poi scusate ma sto 4-3-3 ne parliamo??? Ma basta…ridatemi tutta la vita il 442 con il vecchio rombo…daiii…

  254. e dal nervoso ho sbagliato pure il nome…

  255. N-E-S-S-U-N C-A-M-B-I-O-!!!!!

  256. Nel mentre gol di EDER

  257. gol su punizione e che punizioneeeee!

  258. gia bambole?

  259. Finalmente fuori un sempre più impresentabile Nagatomo..

  260. Ora se leva anche Brozovic ci fa un favore…

  261. azzeccassero un passaggio.. manco x sbaglio: sofferenza continua

  262. E Santon fa la frittata. Buon pomeriggio a tutti.

  263. Adesso viene la notte..

  264. “Eravamo radiosi. Ora la nebbia gela resti di sole”.

  265. Mamma mia che brutta, brutta, brutta settimana che ci aspetta…..e che merda di situazione, società imbarazzante, allenatore abulico e giocatori, beh no comment…io non lo so….mi vien tanta voglia di lasciar perdere il calcio..

    • Il periodo peggiore dai tempi di Manicone, Seno e i tre allenatori cambiati in un mese…davvero brutta brutta.

  266. Non è che rispetto all’anno scorso si potrebbe migliorare un po’ meno?
    Grazie.

  267. Dal possibile 1 a 2 (JM che si divora un gol già fatto) al più brutto dei 2 a 1 da molti anni a questa parte.

    Ma quando arriva gennaio, che due/tre/quattro li diamo via?

  268. Sì, però se poi non si buttano dentro le occasioni come quelle di Perisic e Joao Mario allora non vinceremo mai .
    Partita cmq buttata nel primo tempo grazie al tormentone “primo non prenderle, fatti servire da noi italiani che sappiamo di calcio”
    Caro De Boer o hai le palle per portare avanti le tue idee o torna pure in Olanda. Di allenatori all’Italiana ne è piena …l’Italia

  269. Due, tre, quattro dirigenti. Anche di più, possibilmente.

    E non c’è neanche bisogno di aspettare gennaio.

    A casa. Mandateli a casa.
    Di corsa.

  270. Fine della storia.
    All’ Inter riusciamo a farci male da soli.
    Quest’ anno c’ erano buone premesse, e andiamo a cambiare l’ allenatore in quel modo …
    Mi dispiace per DeBoeur, ma credo sia inevitabile il cambio, così come auspico un profondo cambio dei dirigenti.
    Qui se n’è andato solo l’ unico che doveva restare, forse perché aveva capito …

  271. Dirigenti, ma anche mezzi giocatori, che non usiamo (ma paghiamo) e che se usiamo ci fanno solo fare figure di merda….ridateci Oriali, per favore, vi supplico…

  272. Ma perché Ansaldi, Banega, e Ansaldi fuori? E Kondo? E Gabigol, pagato 5mln di € in più per farlo arrivare prima? Non ne usciamo, accidenti. Stavolta è davvero dura.

  273. Vabbe se il punto fermo del nostro centrocampo è medel, titolare fisso, dove vuoi andare? È l’antitesi del giocatore che piace a me, diciamo che è l’antitesi di un giocatore di calcio……mi spiace per fdb che pare un bravo Cristo, forse però non pronto a reggere la pressione in un ambiente come l’Inter

  274. Ovviamente, il fatto che la preparazione atletica non sia stata fatta non è più fuor di dubbio, giusto?

  275. Ma questi sono giocatori di calcio? Continuo a dire: ma si allenano? Ma che siamo diventati? Ci volevano i cinesi per farci reteocedere….ma andassero a fare in calo tutti…..

  276. giocatori svogliati, eder l’unico che ha dato tutto_ su DB quoto Javier

  277. In culo naturalmente…..VERGOGNA……

  278. Sì, ma la partita è stata pessima, dovrebbe far riflettere il fatto che contro di noi tutti sembrano il barca. Gli avversari si muovono senza palla e noi siamo fermi, in attacco uguale, non ci sono movimenti senza palla. Se a ciò aggiungi che sbagliamo passaggi di un metro e che lo stop è diventato uno sconosciuto….

  279. DeBoeur è ormai bruciato, squadra impaurita, senza personalità, gioco e atteggiamento da fare schifo.
    Sembra che anche i giocatori aspettino solo il cambio.

  280. FDB sara’ anche un brav’uomo, ma temo stia meglio in Olanda.
    Qui non ci capisce nulla.
    La società non esiste.
    Spero almeno arrivi Guidolin, unico che altre volte, in simili ambienti, ha fatto il massimo.
    Mai come ora serve la famosa “scossa”.
    Ho gia’ sostenuto su questo forum che allontanare Mancini, di cui è evidente sia quasi tutta colpa-leggi preparazione estiva isterica-una settimana prima dell’inizio campionato sia stata altra isteria della proprietà-o meglio 1/3 della proprietà.
    E per fortuna ci sono Crotone e compagnia bella.
    Le sensazioni non sono per niente rassicuranti. Pare che TUTTI tirino a campare.
    Buona fortuna a tutti noi.

  281. Si comunque signori miei…..Stramaccioni era giovane, Benitez inadeguato, Gasperini provinciale, Mazzarri incompetente, Mancini viziato…..per parlare solo degli ultimi…Non è possibile dai….gli altri cambiano ma hanno almeno un gioco decente….Dai basta….la società è zero, ma prima almeno avevano amore per la maglia, anche troppo…ma questi…da tohir in poi? ??

  282. Nel frattempo anche Mourinho ne sta prendendo due a Londra…. La caduta di tutto

  283. era matematico che si perdeva
    ma la cosa che fa incazzare è che l’idiota olandese
    abbia detto che nel secondo tempo abbiamo dominato
    questo si fuma ancora quello che prendeva ad Amsterdam

    non sarà solo colpa sua
    perché abbiamo una società di teste di cazzo e giocatori teste di cazzo
    ma è anche colpa sua
    eccome
    per favore mandatelo via prima che finiamo in b
    ma sei sconfitte non sono sufficienti in 11 partite?
    cosa deve succedere ancora di peggio?

  284. Si dai cambiamo allenatore. Vediamo chi sarà il prossimo a diventare un coglione in pochi mesi. Capisco i media che ci rompono le palle tutto l anno ma non i tifosi che ogni otto mesi minano la panchina. Di questo passo bruceremo anche Simeone. Diamo tempo al tempo senza dover sempre ricominciare da zero per poi arrivare a 2 e ritornare ancora indietro. Sempre. Cominciassero a tagliare i viveri ai lavativi che giocano controvoglia.

  285. Oltre alla gioia della vendetta daremo a Gasperson anche la soddisfazione dello scalpo a De Boer.
    Oggi sinceramente mi spiace dirlo, ma il primo responsabile è lui e non vedo come si possa provare a difenderlo.

    In tutte le altre sconfitte (EL e Chievo a parte) potevano reggere tutte le attenuanti del caso, si vedeva anche un gioco corale e qualche appiglio per la speranza c’era, ma oggi… a partire da scelte suicide tipo Banega-Ansaldi fuori per Stronzovic-Cacatomo (!!!) per finire allo schieramento indecifrabile, la paternità di questa figuraccia è la sua.

    Poi ok Santon fa una boiata da fustigazione in piazza, ma anche l’avessimo vinta grazie ad una mischia o un tiro da fuori, di cosa staremmo parlando?
    La storia del progetto mi sta bene finchè ci credi, ma se siamo già arrivati a sconfessare tutto per salvare capra e cavoli, allora che si fermino tutti a pensare un attimo.

    Io non dò la colpa a DB, dò la colpa a chi ha deciso di piazzarlo in panca con tutte le difficoltà oggettive del caso al 10 di Agosto…tutto il resto è una conseguenza.

  286. io ce l’ho con de boer perché non può permettersi di dire che abbiamo dominato il secondo tempo
    perché dimostra di non capire niente di calco
    perché dimostra di avere le palle per ammettere di aver sbagliato
    perché ci prende per il culo e ci fa prendere per il culo

    tutti gli antiinteristi tifano perché lui rimanga
    perché il sogno di vederci andare in b forse si avverererebbe
    e comunque rimarremo nella merda per tutta la stagione

    la società è di merda
    ma lui non è da meno

  287. Veramente non ci sono parole……..ma che cambiamo allenatore dai……ma cosa volete che cambi con sti mezzi giocatori mercenari. Squadra senza anima, senza guide, senza punti di riferimento. …….veramente credo che l’allenatore sia l’ultimo dei problemi….siamo ridicoli da ogni punto di vista a partire dai dirigenti per proseguire con dei giocatori che per qualche motivo che non conosco si credono fenomeni….altro che imperi economici….ma ripartiamo dalle basi che è meglio…….ripeto….a questo punto ci iscriviami d diritto alla lotta salvezza…..ma che importa….tanto noi abbiamo il progetto…..Ma dai….Ausilio pensi al mercato, Zanetti a fare rappresentanza,Gardini fuori dalle balle subito (faccio notare che ha fatto disastri in tutte le realtà sportive in cui ha operato) ……ci vogliono dei personaggi cazzuti che inculchino un minimo senso di appartenenza…altro che indocinesi….ma per favore…..ridateci l’Inter.

  288. dopo 5 scudi dell’inter arrivò il milan.
    dopo 5 scudi della merda arriverà di nuovo il milan?

    se ci tocca sperare questo per scongiurare il sesto delle merde, siamo a posto.
    noi intanto si va a picco.
    ( io sono una vedova di Mancini, ma qui non è più il caso di schierarsi… qui ci vogliono dei ceri in chiesa )

  289. la squadra di oggi non pare seguirlo: brozovic e kondogbia per chi hanno giocato? e comunque spero che Banega non sia mai più sprecato in panchina, con DB o senza

  290. figa come brucia questa, non mi cala: considerandola globalmente la sconfitta ci sta tutta, epperò regaliamo un rigore, anzi una azione pericolosa viste le nostre belle statuine ferme a guardare gli avversari, nel momento in cui eravamo andati noi più vicini ai tre punti… gasp!

  291. Thoir ha fatto la guerra a Mancini per questo bel risultato: decenza e dignità consiglierebbero le dimissioni da presidente.
    Leggo che l’ allenatore non andrebbe cambiato: ma perché non basta questo spettacolo? E la classifica?

  292. Non capisco come dei pagatissimi professionisti si possano comportare in questo modo. Non discuto le colpe di FDB, che mi sembra impallatissimo, ma questi hanno attributi zero (di cervello non parlo, ché sarebbe fuori luogo).

  293. Ma ancora Mancini?
    Ma non vi basta quello che ha combinato?

    Se siamo in questa situazione è praticamente colpa sua e di una società che gli ha permesso di farci questo casino.

    Dovesse mai tornare all’Inter (Dio non voglia), mi prenderò una pausa da tifoso.

  294. A proposito di società,
    sono le 18.35 e, per quel che ne so, non hanno ancora fatto una cazzata.

    Mi sa che è record, giusto?!

    Conoscendoli, sono capaci di esonerare De Boer martedì sera.

  295. Mandiamolo via subito altrimenti si lotta per non retrocedere!!!!!!!
    Non riesce a capire che, il centrocampo a tre,la squadra impaurita e squinternata,non lo regge.Inoltre,affianco allo scrittore,è possibile vedere una’altra punta?
    Brutta cosa la vecchiaia,ti rincretinisce ma ti rende saggio.Ad un amico dell’altra sponda milanese che,esaltava l’arrivo dell’olandese,rispondevo che al derby di novembre saremmo stati nella parte dx della classifica.

  296. A vederli sembrava che tutti giocassero contro….tranne Santon ed Eder…..ma il problema è che elementi tipo Nagatomo, Medel, Murillo, Candreva ed altri la maglia della nostra Inter non la dovrebbero indossare nemmeno in fotografia. Se poi anche Joao Mario e Perisic si mettono a fare gli indisponenti mi sembra logico che il campionato prenda questa piega assurda. A vederli giocare danno proprio sui nervi…..ma danno sui nervi perché quelli che un poco si impegnano sono limitati…quelli più bravini non hanno capito che vuol dire giocare all’Inter…..sinceramente mi auguro una grande pulizia che riguardi la dirigenza ed a seguire anche giocatori e fra questi oltre agli scarsi di cui sopra ci metto anche Icardi che sta contribuendo non poco alla disfatta di questa stagione ed anche Handanovic con quella sua aria depressa di chi si sente un fenomeno incompreso e desideroso di giocare la CL……ridateci l’Inter…ridalteci gli interisti….si cominci da qualche giocatore tifoso
    Ad esempio Perin in porta e Berardi in avanti…Fuori dalle palle i mercenari in campo ed in società…

  297. Non riesco ad immaginarmi ET che ammette di fronte alla proprietà l’errore nella scelta del tecnico olandese. A meno che non sia la proprietà che decide di imporre l’esonero. Ma a questo punto temo per chi suggerira’ chi, e l’idea di un nome da “progetto”. Io andrei avanti con l’olandese fino a fine anno (a meno di palese scollamento con lo spogliatoio), che ormai è chiaro che non è questione di allenatori (la prestazione di oggi è esattamente una delle prestazioni che tanto ci hanno fatto criticare Mancini l’anno scorso) ma di gestione complessiva delle pressioni ambientali da parte di tutti. Ma spero vivamente che il Cholo in panca l’anno prossimo non sia una chimera, perché solo un progetto che parte dal suo temperamento può dare slancio ad una nuova fase. Con una società diversamente strutturata per la gestione sportiva e mediatica, please.

    • Gus ,forse giusto, probabile tu abbia ragione, ma questo olandese ci manda in B ,o, quantomeno, ci fa assai soffrire.
      Preferirei Guidolin subito.
      Soluzione intermedia, un buon vecchio Baresi in panca, e con calma prepariamoci all’anno prossimo.
      Questo è andato.
      Magari provando Gabigol al fianco di Icardi, non puo’ essere peggio di questi , con una sola punta facciamo ridere.
      A proposito, il Vate maitropporimpianto non fa mai turnover,e tanto ha vinto, perché questi scienziati della panchina si ??
      mah.coraggio…..

  298. E soprattutto Thoir grazie ma fuori dai coglioni

  299. Solito copione.
    Oggi morte e distruzione, da domani si dovrà battagliare contro il fuoco di fila dei vari

    siamo migliorati
    siamo ricchi
    dopo il derby superiamo il Bilan
    il bilancio è positivo
    il fatturato chettelodicoafare.

  300. Quoto in pieno le critiche a tutti, dal massaggiatore in su. Ma cazzo, se almeno i nostri tiri deviati finissero in rete, come succede agli altri, anzichè fra le braccia del portiere… cazzo… saremmo incazzati ugualmente ma con tre punti in saccoccia… Non ne gira una che sia una. E a vedere l’espulso Gasputazza che dirige i suoi col cellulare e se la ride e se la balla di gusto, mi fumano ancora di più.

    • sono 5 anni che ci fumano….

    • 5 anni che fumano e 5 anni che girano…

      Però cazzo è vero, i tiri deviati degli altri spiazzano Handa, i nostri finiscono in bocca al portiere…

      Fanculo

  301. Non ho visto tutte le partite dell’Ajax l’anno scorso,ma una cosa è certa: CORREVANO,TUTTI.Quindi,visto che Joao Mario,Banega e Gnokouri non sono Bolt,visto che IN ITALIA I TERZINI NON SONO ALI ( o meglio,non puoi permetterti di renderli tali ),visto che,avendo come da te detto in conferenza stampa 29 giocatori “bravi”,hai alternative al modulo di gioco (sopratutto in attacco= Gabigol ‘ndo cazzo è ??? ),visto che (e succedeva anche con mancini ) Perisic gioca 15 minuti si e 55 no,caro il mio Frank ,dopo che , TATTICAMENTE , hai fatto figure di merda ( e non col Barcellona e il Bayern,ma CON CHIEVO,CAGLIARI;HAPOEL e via dicendo ) ,adesso abbassi le arie ,E TI ADEGUI AI GIOCATORI CHE HAI: DOPO,forse,cambi modo di giocare alla squadra. MA COME CAZZO SI FA AD ANDARE IN CONFERENZA STAMPA E DIRE CHE “ABBIAMO GIOCATO A PARTIRE DAL SECONDO TEMPO”???E’ nel panico più totale: sarà anche bravo,sarà un errore sostituirlo,ma è evidente che i giocatori non lo cagano proprio = film visto troppe volte a Milano…

  302. Guidolin?
    Baresi??

    Ma qui diamo i numeri…
    Allora Simoni.
    Oppure Hogson.
    Lucescu.
    Anche Pinnadoro Marini.

    • Amico mio dawide, devi essere assai giovane.
      comunque, va bene uno qualsiasi dei tuoi nominati.
      un caro saluto.

  303. La nostra Storia impone confronti solo col milan e con la merda.
    Perchè napoli roma fiorentina ecc. ecc. non contano niente.
    MA POSSIBILE che non si riesca a tenere la barra dritta. I nostri cicli di sbandamento sono sempre ampiamente più lunghi dei cicli vincenti. Non dico che si debba vincere sempre…ma il blasone richiede di essere sempre li, sempre li…e invece.

  304. Ci tengo a chiarire che non vorrei “mandarlo via” , ad minchiam , come diceva Scoglio : abbiamo visto tante,troppe volte,questa situazione,e a parte Invernizzi nel ’70 ( son bello vecchio…) non è mai stata una bella mossa .Continuo a credere che sia “un testone”,ma non in senso positivo,purtroppo.Con 4 attaccanti a disposizione continuare ad insistere con i due esterni e Icardi solo in mezzo al deserto mi sembra ottusità.
    Idem dicasi per il centrocampo.

    • Veramente oggi è partito con Eder + Icardi…

      Penso che l’obiettivo fosse di non lasciare solo Maurito…

      In realtà è cambiato poco perchè Eder ha giocato largo e quindi è stato come quando si gioca con Candreva

  305. Il fatto è che sembra che i giocatori non lo seguano granché a FDB.
    Se è così cambiare subito è la cosa migliore.
    Perdere con l’Atalanta fuori casa ci sta pure ma non giocando così.
    Se il Milan è secondo in questo campionato con l’organico che si ritrova c’è da farsi venire più di qualche dubbio su FDB.
    Io non sono per cambiare a tutti i costi, perché è vero che da qualche anno non si fa altro con risultati miseri, ma mi chiedo: se l’obiettivo alla fine è avere SImeone in panca, perché non prendere un allenatore pragmatico, che faccia fruttare il materiale che c’è (che è tanta roba rispetto all’80% delle altre squadre, diciamocelo) senza la pretesa di mettere la pennellata dell’artista?
    Non che abbia una passione per lui ma un Mandorlini qualsiasi per esempio è uno così. L’importante è che non sia uno “moscio” e che riesca a farsi seguire dai giocatori, perché se quelli che vanno in campo sono i primi a non crederci, allora c’è poco da minacciare punizioni per i lavativi o predersela con gli schemi di gioco.

  306. FdB sì… FdB no… francamente non saprei, avete tutti ragione…

    Quello che sò è che da stasera entro ufficialmente nel “club dei 40 punti”…

    Amen

    • Ne bastano 38…..

    • siamo l’unica squadra delle 20 presenti quest’anno in serie A a non avere spina dorsale, e a cercarla in un ragazzo di 23 anni..????? siamo pazzi…
      oggi più di ieri serve gente in campo magari scarponi, ma con le palle
      l’allenatore è l’ultimo dei ns problemi…

  307. Ora comincia il toto allenatore…..leggo dei nomi da brivido che in confronto fdb è un maestro.
    A mio parere, se decidono per l’esonero, in questo momento non serve un bravo allenatore, serve un bravo motivatore che conosca il campionato italiano e l’ambiente, che sia capace di reggere la pressione. Tra i papabili l’unico che rispecchia queste caratteristiche è Leonardo, che non è in allenatore, ma in ottimo motivatore.

  308. siamo solo all’inizio..che tristezza, toccherà vedere il BBilan in Champions e chissà quali altre umiliazioni.

    e se il futuro prossimo si chiama Simeone ok, magari..ma nel dopo Atletico potrà andare in GB a prendere almeno un 10 milioni annui visti i prezzi da quelle parti, xchè dovrebbe venire da noi ?

  309. Mandare via FdB ha senso solo se i dirigenti (cioè Zanetti e Ausilio, e già qui partiamo male) registrano uno scollamento importante tra la truppa ed il mister. In tal caso va cercato un profilo che sappia entrare con autorevolezza e credibilità nello spogliatoio, contemporaneamente non pretendendo biennali e conscio di scaldare la panca al Cholo (buonanotte). Forse solo Leonardo, con la promessa di un ruolo da dirigente nella stagione successiva. A meno che Simeone sia solo una nostra fissa e si vada ancora cercando l’architrave tecnica su cui sorreggere l’era cinese. In tal caso, dati i nomi dei papabili, c’è poco da stare allegri.

  310. Dopo aver visto Inter Southampton di giovedì … una vittoria non meritata, che ricordava le vittorie della Juve di qualche tempo fa’, ho pensato, stai a vedere che l’Inter risale la china… però, dopo aver visto il primo tempo di Atalanta Inter ho cominciato ad avere delle perplessità … Al di là della questione attaccamento alla maglia, a cui molti hanno fatto riferimento, il problema è un altro, manca la costruzione del gioco … oggi abbiamo avuto anche meno possesso palla ed a centrocampo perdevano sempre la palla … passaggi sbagliati … contrasti molli ecc. … Perchè non gioca Banega … con il Cagliari ha fatto una pessima prestazione, ma a Roma non è stato male … Lui è un regista, può dettare i tempi, può fare dei lanci per Icardi ecc. Perchè è stato in panchina con gli inglesi ed lo è stato anche oggi … Sta male? Cosa abbiamo comprato a fare Gabigol? Icardi solo è sempre raddoppiato, se non triplicato come fa a segnare … Credo che non si possa ulteriormente dare fiducia a FDB, la squadra non lo capisce e forse, come, ho già detto altre volte, non è all’altezza del nostro campionato. Ribadisco l’Inter ha bisogno di un motivatore, una persona che faccia gruppo e che possa far giocare l’Inter nella maniera giusta, dando fiducia all’organico e che abbia l’esperienza giusta per fare subito i risultati, altrimenti quest’anno rischiamo di fare una brutta fine … Spero che i nostri dirigenti facciano la cosa giusta, parlino con i giocatori per capire cosa stia succedendo e si facciano spiegare i motivi per cui la squadra sia così assente, senza stimoli e gioco .. Prendere un altro allenatore straniero sarebbe l’ennesimo errore, occorre prendere un italiano, magari che abbia legami sportivi con l’Inter che possa farci stare in classifica al posto che ci compete per storia ed organico.

  311. darei a DB almeno la prova d’appello contro il Toro, anche per la vicinanza temporale; in settimana arrivano i proprietari cinesi, che dicano una parola

  312. Este vacci a riprendere Mazzarri, la benzina la paghiamo noi

  313. FDB sbaglia formazione.
    I giocatori sembrano remare contro.
    La società tace.
    I tifosi… chevelodicoaffà.
    Le PI fanno la punta alla matita.
    Lo scrittore pure.

    Povera squadra mia…

  314. io ho visto la partita per intero e dopo un primo tempo dove praticamente non abbiamo visto palla e ne potevamo prendere un altro tranquillamente, nel secondo, dopo il pareggio, mi aspettavo un’altra rimonta come quella che ci è riuscita con il Pescara, perchè DB non ha detto una stupidata quando ha affermato che nel secondo tempo ha visto un’altra squadra, e non solo per le sostituzioni visto che ne Candreva, ne Ansaldi ne Kondogbia hanno fatto miracoli.

    ma se crei e non concretizzi come dovresti, alla fine basta una cazzata per mandare a monte tutto.

    se poi quello che dovrebbe fare la differenza non becca una palla che è una sia nel primo che nel secondo e l’unica che becca se la trova tra i piedi per grazia ricevuta e la butta dentro ma gliela annullano senza motivo, cosa stai a discutere di cosa?

    l’unico motivo per cui la società potrebbe esonerarlo è perchè la maggior parte dei giocatori non condivide i suoi metodi o i suoi progetti di gioco, l’unico, perchè se questi super pagati gli fanno la fronda può essere bravo fin che si vuole, ma ha pagarla sarà sempre lui.

    se invece è solo una questione di tempo per assimilare i suoi insegnamenti, evidentemente abbastanza difficili da digerire nel poco tempo avuto a disposizione, mandarlo via è una cazzata peggio di quella di averlo assunto all’inizio del campionato, perchè non c’è nessun pericolo di serie B come qualcuno vuole paventare, a meno che sia buona la prima ipotesi che gli stanno facendo la fronda, in questo caso, via subito visto che non potrà insegnare niente di che a chi non vuole imparare.

  315. leggo Blanc e rabbrividisco……BLANC…. ma per favore !!!
    guidolin tutta la vita.

    • quel servo della jube meglio di uno che ha allenato francia e paris sg ?!? e va beh piuttosto torni Luisito Suarez

  316. corso
    puoi aver ragione
    ma ti rendi conto
    i giocatori che gli fanno la fronda…
    se così fosse sarebbe un record
    dopo neanche due mesi
    e la società che fa?

    mah…
    che super tristezza

  317. fa riflettere che brozo e kondo, i due con i quali DB aveva usato il pugno duro, sono stati i peggiori in assoluto: cosa gli frega delle nostre partite, pensano alle loro carriere e giocano CONTRO l’allenatore che osa punirli_

  318. Critiche Frank ok, certo, tutto è criticabile.
    E ci sta pure che sbagli, ovvio.
    Ma che vi aspettavate da uno che viene da Marte ed è stato catapultato all’Inter?
    L’Inter di questi tempi, di questi anni sciagurati?!
    L’Inter che è senza società dal 23 maggio 2010!

    Altroché non c’entra la società!
    E certo, basta andare in campo determinati per vincere le partite in barba alla società e a dove sta!

    Maddechè?!

    Infatti il Milan è secondo perché ha cacciato il proprio allenatore italiano a dieci giorni dall’inizio del campionato, prendendone uno che non sa nemmeno cos’è la Serie A, che è Olandese e quindi ha un’idea di calcio non solo diversa ma addirittura una rivoluzione cartesiana!, senza poter fare nemmeno la preparazione, senza scegliere un giocatore di suo piacimento e partendo ad handicap!

    Non solo, ma adesso a FDB lo fanno giocare all’italiana.
    Bene, complimenti: ma allora mi sapete dire perché quel gran genio del nostro presidente l’ha preso mandando via Mancini?
    Non poteva, a quel punto, alleviare i mal di pancia del marchigiano e iniziare la stagione come una qualsiasi squadra normale, pur con tutte le riserve per il suo operato?
    E, badate bene, non lo dico perché sono una vedova del Mancio.
    Sia chiaro.
    Ne’ tanto meno perché ho qualcosa contro FDB!
    Ma solo perché sono una persona di buon senso, soprattutto quando non si può sognare o fare voli pindarici come oggi all’Inter.

  319. Io non ci vedo nessuna fronda.
    A parte che Kondo non è stato affatto il peggiore in campo.

    Ma poi perché uno come Santon, diventato titolare dal nulla, dovrebbe fare la fronda a DB?
    Tra l’altro, una delle poche cose che si è capito di Frank, è che con lui una chance ce l’hai sempre.

    Quell’altro che c’era prima invece la pigliava sul personale e addio.

    No, fronde non ne vedo.

    Vedo solo colletti bianchi da mandare a casa. E ogni minuto è un minuto perso.

  320. Tanta è l’incazzatura che ho scritto rivoluzione cartesiana invece di copernicana!
    Ma in fondo è uguale.
    Il concetto resta intatto.

  321. Santon ha sbagliato macoscopicsamente, ma non ha lesinato impegno, anzi aveva fatto una discreta gara considerando il cliente che aveva di fronte e la mancanza di aiuto dei due che,per me, sono stati i peggiori: Brozovic e Kondogbia_ Gli altri non che avessero fatto molto meglio, per carità: da joao a perisic a murillo a nagatomo a medel la lista e lunga.. ma quei due pareva proprio lo facessero apposta_

  322. E’ la società Inter che non esiste, qui comandano i mercanti, Kia in primis (credo sia pure il procuratore di Fdb), ed i rappresentanti locali (Zanetti, Ausilio, Gardini) sono figure deboli, inconsistenti.
    Forse è proprio la presenza di questi mercanti che impedisce la presenza di un ruolo forte, uno che entra a brutto muso negli spogliatoi, uno che sia la proprietà in Italia, ma che sia uomo di calcio.
    Credo nessuno metta in dubbio la professionalità di DeBoeur, ma è stato un errore prenderlo e sarà un errore continuare con lui, oltretutto questo totale ripensamento sul gioco dimostra evidentemente come non sia più sicuro delle proprie idee, totalmente rinnegate per uno schifo che se l’avesse fatto qualcun altro ne avreste chiesto la decapitazione.

  323. E poi basta pure con questa storia di Simeone, ma dove sta scritto che l’ anno prossimo verrà all’Inter?
    Poi con questa situazione… uno come lui è ambito su piazze importanti, Premier in primis, rischia di non fare manco l’ EL …

  324. hanno costretto FdB a cambiare gioco, a snaturarsi, tipico di una società senza palle assente, consapevoli di portarlo come agnello sacrificale…e conservare le poltrone…per quale progetto poi? perché non lo spiegano? il Cholo? quando? sicuri che viene?
    Non è FdB il problema…

  325. Leggete il malpensante, è pura verità, non c’e altro da aggiungere (le pagelle sono il vangelo! !)