Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Si sta / come d’autunno / sugli alberi / De Boer

de-boer-27

Da ore, anzi, da giorni sto digitando compulsivamente De Boer su Google per informarmi sull’esonero. Se l’Inter esonera l’allenatore io lo devo sapere subito. E allora tic tic tic, a nastro. Lo faccio sul pc fisso, sul tablet e sul telefonino. Lo faccio a tavola, in ufficio, a letto, mentre passeggio, mentre mi riposo e ovviamente anche sulla tazza, luogo deputato alle ricerche più complesse e approfondite.

Tic tic tic “De Boer” invia.

Nella cronologia delle mie ultime cento ricerche, ci sono “Pavia meteo” (1 volta), “cimici cosa fare” (1 volta), “stasera in tv” (1 volta), “Diletta Leotta vestita” (1 volta) e “De Boer” (96 volte).

L’Inter (non è la prima volta, non sarà l’ultima) mi sta causando disturbi della personalità ormai da ore. Anzi no, da giorni. Praticamente dal primo tempo di Atalanta-Inter, tra le 15 e le 15,45 di domenica 23 ottobre, durante il quale bisteccato sul mio divano mi sentivo in imbarazzo anche con me stesso.

“Minchia se gioca l’Inter”, mi dicevo.
“Quelli nerazzurri sono gli altri”, mi rispondevo.
“Ma tu sei interista?”, mi chiedevo.
“Chi, io?”, mi rispondevo.

Erano i primi sintomi della dissociazione. Chi siamo, dove andiamo e , soprattutto, chi ci allena? No, perchè nel tardo pomeriggio di domenica De Boer era già un morto che camminava e io mi sentivo sprofondare nel limbo, quella fase di mezzo in cui hanno cacciato il tuo allenatore e quello nuovo non c’è ancora, e soprattutto tu non ne sei informato. E quindi la domenica sera spegni la luce e dici bòn, basta, fuck you, avvertitemi quando decidete, anzi no, aspetta, riaccendi.

Tici tic tic “De Boer” invia.

Esonerato, dicono. Spegni va’.

Dormo male. Lunedì mi sveglio confuso e la giornata non mi aiuta. Si concretizzava di ora in ora l’inedita formula dell’esonero punitivo: ti faccio allenare la squadra e andare in panchina con il Torino, ma sappi che ti ho già esonerato. Lo cosa non mi appariva chiara nemmeno dal punto di vista sindacale, ma la certezza era che De Boer era finito, kaputt, arrivederci e grazie per la dedizione, auguri per i nuovi impegni professionali. Su giornali, tv e web la situazione era ben chiara: De Boer è un’illusione, c’è ma non esiste più, siamo già al dopo De Boer e il nuovo allenatore sarà scelto tra uno di questi (segue lista di nuovi allenatori dell’Inter con curricula, stipendi, schermi, desiderata, curiosità).

Dormo male. Al che si arriva a martedì, quando mi sveglio tutto sudato e mi dico:

“Sono senza allenatore!”

Faccio colazione in stato catatonico, immaginandomi De Boer con la barba lunga e le occhiaie nello scompartimento di una tradotta diretta ad Amsterdam, insieme alla moglie e alle tre figlie che io non ho ancora imparato a distinguere (anche la moglie dalle figlie, per dire). Anzi no, una è vestita da pallamano. Vabbe’, le altre due e la moglie sono uguali. De Boer ha la polo dell’Inter con un buco al centro del petto: gli hanno strappato le iniziali con le forbici. Alla frontiera con la Svizzera controllano i documenti. Frank allunga i cinque passaporti. Una lacrima gli riga il viso.

Tic tic tic “De Boer esonerato” invia.

Appaiono diciassette articoli in cui De Boer viene dato per esonerato, però non lo è ancora, però fidatevi che lo esonerano a breve, questione di ore, figuratevi se tengono una ciofeca del genere. Probabilmente gli faranno fare ancora Inter-Torino, ma solo per umiliarlo.

E’ stato un brutto martedì, vissuto in empatia con De Boer. Che però vedo allenare la squadre e partecipare alla conferenza stampa, solo come un cane e rispondendo in varie lingue. E’ vivo. Esonerato, ma vivo. Sono contento per lui, ma incerto per il futuro. Vado a letto.

Dormo male. Mercoledì è il giorno della partita, che però è in secondo piano, o forse terzo. Sui giorni e sui siti leggo solo che De Boer è stato esonerato e sarà in panchina solo in quanto dipendente dell’Fc Inter fino a prova contraria, mentre il toto-allenatori si allarga a nomi mai sentiti. Altro particolare interessante è: chi esonera De Boer, e chi assume il prossimo allenatore? Non ci capisco una sega e su un foglietto a parte mi appunto le varie possibilità: Suning esonera, Thohir sceglie; Thohir esonera, Suning sceglie; Suning e Thohir esonerano, Moratti sceglie; Suning e Thohir e Moratti esonerano, Paolo Bonolis sceglie.

A metà giornata, in totale confusione, cerco su Google:

“Inter-Torino si gioca?”
“Inter-Torino rinvio”
“Inter-Torino orario”
“Inter-Torino allenatore Inter”

Al che, in pieno sbando, chiamo mia mamma, ma per non fare una figura di merda la prendo alla larga:

“Mamma, stasera guardi l’Inter?”
“Sì. Che cazzo di domanda è?”
“No, cioè, volevo vedere se ti ricordavi che c’era il turno infrasettimanale e…”

E ho messo giù prima che mi rispondesse. Boh, giocheranno davvero? De Boer è ancora a Milano? E’ ancora vivo? Le ore passano e alle 20.43 in effetti vedo iniziare regolarmente il collegamento con San Siro. Alle 20.44 inquadrano la panchina dove è seduto De Boer.

“Sarà mica Ronald?”
“Scusa?”
“No, perchè questo complotto plutocratico…”

La partita ha inizio. Dopo 4 minuti ho già divorato 5 Choco Leibniz della ditta Balzen, l’alto di gamma degli Orociok. L’Inter segna addirittura un gol di culo, e mi sembra un segno preciso. Poi subisce un gol di contro-culo (difensori dell’Inter che si falciano tra di loro, attaccante del Torino che ne approfitta) e mi sembra un segno preciso.

“E’ un segno preciso!”

dico alzandomi in piedi sul divano dopo aver divorato il nono dei nove Choco Leibniz della confezione e sentendo una fitta – psocosomatica, è chiaro – all’altezza dell’appendice. A un certo punto, mentre è ormai chiaro che De Boer è fottuto – del resto tutti lo dicevano da tre giorni -, Icardi segna un gol della madonna, al quale esulto con misura.

“(farfugliamento a bassa voce con le braccia al cielo)”
“Cosa?”
“GOL!”
“Ah.”
“Ok, gol, 2-1, ok. E adesso?”

Sono in piena crisi. Dovrei scrivere un pezzo sul blog, ma che cazzo lo scrivo a fare? Abbiamo vinto ed esoneriamo l’allenatore, credo, e quindi? Oppure non lo esoneriamo, e quindi? Ho bisogno di certezze. Non ne ho. Accendo il pc, vado su Wordpress, sto per scrivere un pezzo purchessia, e anzi decido di intitolarlo “Purchessia”, ma non mi viene niente da scrivere che poi non possa essere usato contro di me. Sudo, ho freddo, mi copro, sudo. Alle due vado a dormire.

Dormo male. Giovedì, oggi, non rilascio alcuna dichiarazione a me stesso prima delle ore 16. Alle 17 decido di scrivere un pezzo e ora, prima che caccino De Boer e lo debba buttare via – il pezzo, dico – lo salvo e pubblico. Ecco, ho finito. Aspetta.

Tic tic tic “De Boer esonerato”.

Mi compare un pezzo della Gazza. Il cui tenore è: sì, ok, ha vinto con il Toro, ma vi spieghiamo le cinque ragioni per cui l’Inter dovrebbe tenere De Boer e le cinque ragioni per cui dovrebbe cacciarlo.

Cinque più cinque, dieci ragioni. Troppe. Non lo leggo. Invia.

(e chiedo all’Inter il danno biologico. Non si può andare avanti così, dai)

share on facebook share on twitter

235 commenti

  1. La squadra è con lui, pare. Esonerarlo non risolverebbe una beata sega, se non ricominciare tutto daccapo con gli stessi scenari, le stesse prostitute intellettuali, gli stessi mercenari da campo, solo con un attore in panchina diverso. La partita contro il Torino ha dimostrato che senza Medel il centrocampo sembra vero, che Brozo non ha dimenticato del tutto come si sta in campo e che se anzichè De Boer mandiamo Nagatopo a coltivare tulipani da qualche parte nel mondo possiamo anche ambire a sogni più decenti dell’EL. Juvemerda l’ho già detto?

  2. meraviglioso Sector

  3. se uno avesse dei dubbi perchè mai viene su questo blog, basta che si legga i post di Settore per non farseli più venire…

    sulla questione DB la stampa ha superato ogni minima decenza nei confronti di una persona, non è la prima volta che lo fa, io mi ricordo cosa hanno detto a Bearzot prima e durante i mondiali per cui non ho più nessun rispetto per loro, come del resto loro non ne hanno per nessuno che gli capiti nel mirino.

    io non credo sia una questione che riguardi solo noi, diciamo che riguarda tutti tranne le due che hanno in mano il potere mediatico ed economico in Italia, dove anche lì però non mancano le critiche agli allenatori, però si guardano bene da criticare la dirigenza delle due società, e questo è comprensibile, visto che dovrebbero sputare nel piatto dove mangiano e non vorrebbero che glielo tirassero via e essere messi in mezzo ad una strada.

    chiunque venga al posto di chiunque che debba andare via per lasciargli il posto, si troverà sempre a combattere una battaglia impari e non avrà scampo sotto quel punto di vista, perchè la stampa ha sempre l’ultima parola, l’unica cosa che potrà fare è quella di zittirla con i risultati, vincenti ovviamente, se no avrà sempre torto.

  4. Bravo hai la capacità di esprimere i “sentire” del tifoso interista…almeno il mio..in tutte le circostanze

  5. Teniamo De Boer, mettiamo Medel in difesa e andiamo a vincere il campionato.

  6. 1- J. Mario è il nostro miglior acquisto degli ultimi dieci anni;
    2- J. Mario, Banega e Brozovic formano un centrocampo super;
    3- Miranda Medel è la migliore coppia di difensori centrali che abbiamo.

  7. Splendido Settore……

  8. Solo chi è interista può capire un interista!

  9. Diletta Leotta vestita? Ammazza quanto sei perverso! 😀 No davvero se ci mettiamo a seguire quello che dicono giornali tv etc non campiamo più ma x me se stiamo calmi e gli facciamo fare il suo lavoro qualcosa di buono può venir fuori non sarà facile ma ne vale la pena

  10. L’ articolo di Stefano Massaron sul Malpensante, per quelli della mia generazione (Corso, dacci un’occhiata) è da lacrime agli occhi. Forse quel mondo è finito, rimane l’ emozione di essere interista, quella non cambierà mai.

  11. Io voglio un portiere italiano.

  12. Il titolo ungarettiano è geniale.

  13. Visto che spesso si pone la domanda,
    quando dico che la dirigenza deve difendere e tutelare la propria società , intendo questo:

    http://www.gazzetta.it/Calcio/Liga/27-10-2016/barcellona-denuncia-liga-noi-ridicoli-inaccettabile-170628579626.shtml

  14. Tu scherzi Sector ma ieri non ho sentito la seconda scossa di terremoto quella più violenta tanto ero preso dalla partita e dal risultato o quantomeno ho visto mia moglie che si agitava urlando “terremoto,terremoto” mentre io ero agitato per tutte le palle gol divorate e temendo la solita beffa dopo aver dominato.Altro che danni ambientali dovrei chiedere alla società…

    • Cavolo anche io Intervicit…….ero intento a guardare la partita quanto è arrivata la scossa fortissima. Mia moglie e la mia bimba fuggivano di fretta, ma io no….fermo ad insultare Eder che non riusciva a controllare una palla facile facile…se cacciano Fdb chiedo davvero un risarcimento danni…..

  15. Buongiorno,
    leggo che, dopo giorni di silenzio, il ns vicepresidente ha fatto pubblicamente, attraverso twitter, cipster o salcazzo, gli auguri di pronta guarigione a Fiorenzo…, ma qualcosa di intervista che non sia una banalità da pretino, per il bene dell’Inter e non solo pro domo sua, riuscirà mai a dirla? Per me era sempre stato il fratello scemo, ma buono di Cambiasso (lui si che saprebbe mettere i puntini dove servono con quelle merce di p.i.). Dopo gli ultimi giorni dubito fortemente sia buono. Lui e quell’idiota di finto portiere che abbiamo mi hanno proprio deluso.
    Sempre Forza Inter, e a culo tutti gli altri

  16. Errata corrige:
    Florenzi
    Interista

    Pardon

  17. proprio adesso che ho postato una foto con Zanetti viene fuori che sta sulle balle a tutti

    quasi tutti…

  18. zanetti è moratti. grazie è stato bello ma anche basta.

  19. i tifosi sono quasi tutti con DB; eppure si legge e si sente che la società non veda l’ora di cacciarlo, quasi auspicando una prossima batosta per giustificare l’esonero_
    PERCHÉ???

  20. Anche oggi funerale di FdB già programmato. Se non vince domenica esonero sicuro. Chissà se FdB, che ribadisco è un gran signore, pensava di finire in un manicomio del genere. La stampa si sta divertendo a più non posso e la società (avercela) sta zitta e basta. Il buon Zanetti dice qualche frasetta di circostanza tutto finisce li. Ho quasi l’impressione che la vittoria sul torino abbia scombussolato i piani di qualcuno. Facciamo una discreta concorrenza a Zamparini.

  21. mi sono spaccato dal ridere

    però sono delusissimo da Zanetti mentre moratti proprio non lo sopporto più, comunque tutto ‘sto casino non è dovuto alla stampa, o meglio, la stampa è solo il mezzo di questi vigliacchi per conservare la loro fettina di potere, con la squadra che non si capisce bene da che parte stia ma che quando ce la mette i risultati arrivano, altro che far passare per coglione l’allenatore solo perché il proprio ego è più grande dell’Inter

    e dei tifosi, di quelli che divorano i Choco Leibnitz come di quelli che al 2-1 esultano tipo epilettici come il sottoscritto, chi se ne fotte

  22. Basterà un pari con la Samp e addio FdB…

    Leonardo già ingaggiato…

    Questione di ore

  23. Ma che senso ha prendersela con Zanetti o con Moratti?
    Cioè, anche uno poco sveglio come me si rende conto che se vuoi polso e strategia dirigenziale non è a Zanetti che devi rivolgerti.

    È lì come un quadro in un museo

    “20 anni di Inter” Olio su tela.
    Serve a dare una spolverata di nerazzurro in un quadro che altrimenti sarebbe davvero algido per il tifosotto medio.
    Stop.

    Moratti, poi, ormai è fuori. È un tifoso di lusso, a cui di tanto in tanto la nuova proprietà propone ruoli in società solo perché non ne conosce altri.
    Che i media vogliano convincerci che le interviste al finestrino dell’auto abbiano un peso in società, è un amo a cui non mi sento di abboccare.

    Non c’è tempo per trastullarci col passato, c’è da far fuori un’ala intera, quella sportiva, per noi la più importante.
    Volete coinvolgere anche Zanetti? Cambia poco, nel concreto.

    Rimarrebbe solo in bocca quel gusto sgradevole di imitare i milanisti con Maldini.

  24. Ma non è per caso che tutti sti giornali continuano a scrivere sta roba perchè non ci stanno loro capendo un cazzo e magari la società indocinese se ne fotte altamente di quello che scrivono le P.I ed ha già detto a FDB di non fare caso questo casino e tirare dritto per la sua strada almeno per questo anno? Io ci spero…………e comunque Zanetti non mi sta sulle balle…..è solo inadatto a ricoprire il ruolo……come Moratti…………speriamo che oggi si cahiariscano alcune gerarchie….

  25. Fondamentale vincere domenica perchè poi ci sarà prima della sosta il Crotone in casa e con tutto il rispetto, se non lo battiamo possiame tirare giù la saracinesca.
    Dopo la sosta : il Derby.
    Non so se sono troppo ottimista, o la sindrome del sabato del villaggio mi sta pervadendo ( è venerdì, il week-end è vicino) ma se ci riuscisse il colpo manderemmo in crisi tutto quell’apparato societario (il nostro, eh) che non capendoci un cazzo su “con chi conviene stare” sta abbandonando FDB al suo destino.

  26. Ma poi, per prendere chi? Leonardo.
    Uno che è riuscito a fare una discreta figura da noi solo perché avevamo una squadra talmente forte da giocare da sola, in automatico.

    Come dirigente, non è che sia tanto meglio, anzi.
    Almeno questi 40 milioni te li spendono per Joao Mario. Voglio dire, ci mettono due mesi, fanno un casino che la metà basterebbe, fanno il mercato al contrario

    ma almeno non spenderebbero 100 milioni per Gantso e Pastore.
    E altri 50 per Marquinos.

  27. io di queste cose non ci capisco niente, i cosidetti giochini di potere a cui allude tagnin, però sono da’ccordo con este per quel che riguarda Zanetti, un pò meno su Moratti, perchè credo che pur al di fuori conti un pò di più di Zanetti che è dentro.

    però non riesco a capire a chi giovi cambiare il tecnico un’altra volta, sinceramente non ci arrivo, a parte i media che creano casini apposta per vendere i giornali, se no chi li compra?

  28. La confusione così ben raccontata da Sector è quella che viviamo tutti noi tifosi e sarebbe bene la società provvedesse a dissiparla con una decisione rapida, senza aspettare la prima eventuale sconfitta che le tolga le castagne dal fuoco. Nel caso poi decida per l’esonero, credo sarebbe opportuno un periodo di decantazione almeno fino a Natale, cercando di riportare serenità nello spogliatoio e soprattutto ristabilendo quel clima di fiducia reciproca tra giocatori e allenatore che , a quanto si dice, l’attuale allenatore non ha saputo stabilire, almeno con un gruppo di giocatori, che sono nonostante tutto patrimonio prezioso della società. A questo scopo io affiderei la squadra alle cure di un allenatore interno alla società come Vecchi, che allenando la Primavera, si è distinto per equilibrio e competenza. Questa sera guiderà la sua squadra all’Olimpico per la conquista della Supercoppa contro la Roma(la partita verrà trasmessa in un canale di Sportitalia). A lui e alla squadra va il mio in bocca al lupo nella speranza fondata che non ci deluda.

  29. Frank vinci e tieniti il posto!!
    Di allenatori esautorati dalle società ce ne sono stati tanti: anche il nostro Trap 1991 che sfiorò lo scudetto e vinse la Uefa 1991, fino ad Heynkes che vinse il triplete!!! col Bayern qualche anno fa nonostante l’annunciato arrivo di Guardiola_
    Eppoi, se come si può supporre dalla campagna Sky, Leonardo (la cui moglie è giornalista Sky) e forse anche Bergomi sono stati già presi, ciò non preclude la permanenza di Frank_ A meno che quest’ultimo sia molto più duro di quel che sembra e non voglia nessun “tutor” a nessun titolo_

  30. Non so se usciranno novità da questa Assemblea.

    Dovessero venirne fuori, si tratterebbe comunque di decisioni già prese, dal momento che Thohir si è dovuto improvvisamente assentare per un peggioramento dello stato di salute del padre.

  31. Infatti, è uscita solo una nomina al vertice, il C.O.O.

    Ruolo che nelle aziende comuni è importantissimo (tutto ciò che non è finanza, HR e servizi generali, cade sotto la sua gestione, in particolare l’intera filiera, dalla ricerca a marketing e vendite, passando per attività produttive e accessorie)

    Generalmente sopra il COO, a livello gerarchico, ci stan solo AD e Presidente, con il CFO suo pari livello per la finanza.

    Nel calcio però non ho idea di che responsabilità possa avere. Soprattutto non mi spiego come si combina il suo ruolo con quello del DG, figura più tradizionale nel calcio e più in generale nei sistemi aziendali italiani.

    Insomma, chi si aspettava la rivoluzione netta e immediata, FORTUNATAMENTE, non è stato accontentato.

    Comunque sia, ci leggo una cosa buona e una negativa:

    -l’improvvisa assenza di Thohir non ha permesso un confronto sul futuro assetto azionario, e non mi stancherò mai di ripetere che questo è un passaggio essenziale e prioritario
    -la conferma a FDB è arrivata direttamente nell’assemblea dei soci, roba che finisce nei registri ufficiali, il che è molto più significativo di una conferma a mezzo stampa. Certo, nessuno impedisce di cacciarlo comunque fra una settimana, ma smentire a pochi giorni una presa di posizione che più ufficiale non si può, sarebbe proprio da stronzi idioti. La posizione di Frank dovrebbe esser quindi ben più solida, ma evidenzio il condizionale che con l’inter ho imparato ad attendermi sempre sorprese di cui avrei volentieri fatto a meno.

    Mi auguro che nei prossimi giorni si riesca a parlare solo di calcio, almeno alla Pinetina

  32. E concludo, per provare a fare un punto della situazione utile a tutti.

    Ad oggi, l’organigamma dovrebbe essere il seguente, in ordine gerarchico:

    presidente (thohir) e suo vice (JZ)
    AD (BB)
    COO (antonello) CFO (Williamson)
    Sotto a COO:
    DG (gardini)
    DS (ausilio)
    caposcout (non so chi ci sia al posto di mirabelli)
    team manager (c’è? chi è)

    Ovviamente ho riportato solo le cariche principali, sotto alle quali si formano ulteriori cariche con specifiche funzioni. Per dirla altrimenti, ho riportato i soli Direttori/Capi di ciascun reparto

  33. E c’era bisogno di farsi 200 ore di aereo per non concludere niente?
    S’erano venuti a vedere la partita, dai. Mettiamola così.

    Bella poi la “conferma ufficiale” di De Boer.
    Conferma di che cosa? Cosa c’era da confermare?
    Ieri era allenatore dell’Inter, oggi è allenatore dell’Inter.

    Roba da darsi di gomito, se non fosse che è la causa della situazione in cui siamo.

    • C’era bisogno perchè l’assemblea dei soci è prevista dalla legge, è obbligatoria, che tu arrivi dalla cina o da casal pusterlengo.

      Provassi a dismettere questi panni populisti, che per altro ti calzano malissimo, magari eviteresti certe sciocchezze.

      Quanto alla conferma di DB, se a te non frega niente mi sta bene, a me il fatto che nessuno avesse speso parole per confermarlo mi preoccupava, in termini di serenità del mister e anche di credibilità che poteva avere di fronte ai giocatori.

      Per questo A ME, fa piacere che sia arrivato un endorsement più che ufficiale. Poi tu sei libero di dar di gomito quanto ti pare, sia chiaro.

      Sai le risate che mi faccio io ogni volta che chiedi teste a destra e a manca senza avere idea di chi fa cosa, senza capire che ogni scelta, in questo momento, sarebbe tricefala e destinata ad aver vita breve.

  34. OK. Diradate un poco di nubi e rivisto uno squarcio di azzurro sul fronte #iostoconFDB , io riproporrei la campagna ( che so però non condivisa da tutti) “Giudice Sportivo dacci una mano”. A tale riguardo per non sprecare tempo e sfidare pericolosamente la grammatica e quella dolce lingua che è l’italiano mi rifaccio a questo articolo che direi di condividere in pieno.

    http://www.ilmalpensante.com/2016/10/27/istanza-alla-gs-lestensione-della-squalifica-medel/

    ps. i cani che attaccano provocati dagli ultrasuoni sono (come direbbe Daverio) “commuoventi” .

  35. Sì, Wolf, non preoccuparti, ce l’ho anch’io a casa i tomi del Campobasso (anche se non li apro da millenni e questo mi riempie di gioia), lo so che l’assemblea dei soci va fatta per legge, ma comunque grazie per la lectio magistralis.

    È ovvio che il mio commento era ironico e intendeva sottolineare il fatto che non si fosse concluso nulla.
    Poi, che io sappia, i soci possono essere anche rappresentati per procura all’assemblea, quindi per l’appunto le 200 ore di aereo per eleggere un ruolo che, a quanto mi dici, nel calcio non si capisce a cosa serva, le vedo inutili ugualmente.

    Ma uscendo da tutto ciò: forse valeva la pena combinare qualcosa in più, vista la situazione, anziché limitarsi ad assolvere gli obblighi di legge.

    Cosa si dovesse confermare a De Boer mi sfugge ancora. Averlo fatto mi pare semplicemente la certificazione che fosse traballante.
    Per dire: hanno confermato anche tutti i giocatori uno per uno? No?

    Vorrà dire che aspetteremo, anche stavolta, lannoprossimo.

  36. Pensa, anche io ho fatto commerciale sul campobasso.

    In ogni caso, è ovvio che puoi partecipare tramite procura (puoi anche sposarti per procura, a dirla tutta), lo stesso Thohir l’ha fatto per l’improvviso malore del padre.

    Ma se in questa delicatissima settimana, in cui per altro era fissata l’assemblea, non si fosse presentato nessuno di importante ma solo loro rappresentanti, noi tutti con TE CAPOFILA, saremmo insorti contro un totale disinteresse e noncuranza.

    “Qua rischia di saltar tutto e questi manco si presentano, società lontana, assente, disinteressata”

    Bene han fatto a venire e in qualche modo provare a ricompattare l’ambiente; diversamente avrebbero lanciato un pessimo segnale.

    Su DeBoer traballante spero scherzi. Non più tardi di stamattina lo davano ancora per esonerato, e qua praticamente tutti abbiamo concordato sul fatto che la mancata presa di posizione della società fosse un fatto grave. Bene, ora è arrivata, pur tardivamente, e tu te la esci che “non serviva”.

  37. Sui giornali vengono scritte cose non vere, non vogliamo cambiare niente, vogliamo rinforzare la squadra, siamo sempre in contatto con i nostri uomini a Milano, anche da lontano siamo vicini

    così scrive il capo cinese

    o i giornalisti non capiscono un cazzo
    o questi mentono

  38. Quanto al provare a combinare qualcosa:

    -come ho premesso pochi minuti prima che iniziasse l’assemblea, senza thohir era altamente improbabile che uscisse qualcosa di netto, a meno che non fosse già concordato da tempo e in assemblea si ufficializzava e basta

    -cosa avvenuta in effetti con il COO, che ripeto, nelle aziende normali è una figura incredibilmente importante; quando lo cambi, generalmente rivoluzioni le strategie operative dell’azienda.
    Detto ciò, non ho idea di come si inserisca nell’organigramma di un club calcistico che ha pure un DG di cui per altro non conosco le effettive azioni. Potrebbe essere davvero l’inizio di una svolta operativa, o potrebbe essere una semplice riorganizzazione delle funzioni.
    In ogni caso resta la premessa: spero non si facciano rivoluzioni sulle instabili fondamenta di un azionariato in fase di transizione.
    Piuttosto si razionalizzi l’esistente, in attesa dell’assetto definitivo.

  39. Ma non è la presenza fisica che voglio.
    Voglio che si combini qualcosa di concreto.

    Cosa che puntualmente non si è fatta.

    La presa di posizione andava fatta in maniera forte, dura e risoluta nei confronti degli agenti esterni che destabilizzano l’ambiente.

    Cosa che puntualmente non si è fatta.

    Confermarlo all’assemblea non ha senso è come confermarlo a se stessi. È l’allenatore, non è in scadenza, che cosa analizzi a fare la sua posizione?

    Niente, da come ho capito quanto hai riportato tu, l’ennesimo passaggio a vuoto.

    • Ah beh, rispetto alle tue illusioni sì, senz’altro, passaggio a vuoto.

      Io che da questa assemblea non mi aspettavo altro che l’ufficializzazione dei buoni dati di bilancio letti nei giorni scorso, non sono deluso.

      Per il resto, oltre al COO per cui non possiam far altro che star qui e vedere che farà, nella delibera di oggi ci va “Frank De Boer ha il pieno appoggio della società”.

      Non ti fregherà niente, ma io credo che rimetta le cose in chiaro fra allenatore, rosa, e società, cosa che finora non era chiara per nulla.

  40. da Internews=
    Non è bastata la vittoria sul Torino per placare il processo mediatico a De Boer, la fiducia è totale?

    Zanetti: “Come proprietà leggiamo cosa si scrive, valutiamo a titolo informativo ma non condiziona il nostro operato. Dobbiamo far tornare l’Inter competitiva”.

    Bolingbroke: “De Boer è arrivato in corsa, è difficile per tutti, ma siamo al 100% al fianco di Frank ed è importante dichiararlo apertamente perché il suo compito non è semplice. Quando ci sarà la pausa invernale potrà passare 10 giorni con i giocatori, avrà tempo per rinforzare le sue idee. Una sfida difficilissima ma siamo al 100% al suo fianco”.

    Zanetti, che rimane, non spende una parola; Bolingbroke, in partenza, si’-
    Siamo in pieno caos, se il soldato Frank si salvera’ sara’ esclusivo merito suo-

  41. Certo, perchè è evidente la situazione.

    JZ è un uomo in quota Moratti, che non voleva e non vuole DB.
    BB è un uomo in quota thohir, che ha voluto DB.

    Nel mezzo Suning, che in teoria sarebbe quello che decide, ma in pratica preferisce -per ora- avvalersi dei consigli di MM e Thohir.
    L’indecisione nasce da queste due correnti che il terzo non gestisce con polso.

    Non mi stancherò mai di dire che il giochino a tre teste non funzionerà mai; funzionerebbe se Thohir e MM fossero allineati, ma è evidente che non lo siano più da un pezzo e questi caos strettamente sportivi ne sono la diretta conseguenza.

    Pensa che c’è chi, con queste premesse, vorrebbe strutturarci sopra l’intera dirigenza.

  42. Spero che dopo le prese di posizione ufficiali di Thohir, Bolingbroke e Ausilio, la smettano di tritare le palle noi e a DB…
    Avrei preferito che parlassero prima dato che hanno lasciato l’ambiente solo a se stesso per quasi 2 settimane, ma meglio tardi che mai.

    Basterà per non leggere più le porcate dei “ben informati” che davano Garcia vicino all’Inter fino a 5 minuti prima che firmasse per l’OM??

  43. A questo punto, al domanda sarebbe: perchè gente autorevole come suning fatica a smarcarsi da uno fra MM e Thohir e continua a tenere i piedi in due staffe?

    La risposta è tragicamente semplice: gli servono come il pane entrambi.

    MM serve in termini di consenso, prestigio, e know-how per il calcio europeo (può piacere o no, ma di certo conosce il calcio meglio di thohir, specialmente il calcio italiano ed europeo)
    Thohir gli serve per scopi commerciali: sta spalancando ai cinesi nuovi sbocchi nel sud est asiatico

    I cinesi quindi NON VOGLIONO, per ora, rinunciare a questa sorta di triumvirato (in cui in realtà esistono due fazioni, e loro nel mezzo a decidere di volta in volta fra i consigli delle due); il problema è che non funziona, e con FDB ne abbiamo avuto la prima evidenza.

    A quel punto dovremmo allora sperare che uno fra MM e Thohir si faccia da parte di sua sponte.

    Solo che:
    -Thohir vorrà andar via solo dopo aver conseguito qualche risultato importante; sia per prestigio, che per valorizzare ulteriormente le sue quote
    -MM si vede fin qui a Torino che scalpita per tornare in sella con un ruolo da attore protagonista, ora che ha visto rinverdite le finanze e che non avrebbe più grossi oneri economici

    Siamo in una sorta di stallo alla messicana, e l’unica via d’uscita è che thohir e suning concludano alla svelta i loro affari in asia e che l’indonesiano sia poi accompagnato alla porta con sentiti ringraziamenti.
    MM non mi sta piacendo in questa situazione, ma con Suning dietro resta molto più utile di un thohir

  44. -Thohir vorrà andar via solo dopo aver conseguito qualche risultato importante; sia per prestigio, che per valorizzare ulteriormente le sue quote
    -MM si vede fin qui a Torino che scalpita per tornare in sella con un ruolo da attore protagonista, ora che ha visto rinverdite le finanze e che non avrebbe più grossi oneri economici

    perfetto

    certo che l’idea di Moratti che sfrutta Zanetti e qualche altro buon amico come infiltrato è allucinante… immagino anche l’imbarazzo di Zanetti nel dover fare da cuscino tra papà Moratti che ti ha coccolato 20 anni e piazzato in società e al tempo stesso rendere conto ai nuovi proprietari.
    Perchè se il suo ruolo è solo fare la mascotte ok, ma se ha poteri decisionali la sua figura è senza dubbio ambigua

  45. “Non abbiamo contattato alcun allenatore, molti si propongono perché tutti vorrebbero allenare l’Inter, ma la panchina è di De Boer. L’allenatore è molto piu’ tranquillo di tutti voi. Ogni volta, prima di tutti i match, ho detto che c’è piena fiducia in lui. Basta recuperare le registrazioni. Poi lo ha detto anche il presidente Thohir prima del Torino: mi sembra una posizione piuttosto netta. Siete voi che dite che è solo, i dirigenti sono sempre al campo con l’allenatore e lo staff e succede solo all’Inter. Nelle altre squadre la stampa conta quanti dirigenti sono al centro sportivo? Lo fate con Galliani al Milan? Eppure qui siamo sempre insieme, tutti i giorni. Come fate a definirlo solo?”.

    Leggere dall’inizio alla (soprattutto) fine

    • chi lo ha detto?

    • Ho paura di saperlo…

    • certo, ma nella catena qualcosa non funziona… perchè se tutti martellano su questo tasto da 15 giorni senza che nessuno apra bocca per smentire certe cazzate, passa il messaggio che De Boer è solo.
      Con altri non si permettono ed ogni volta che superano il limite (molto basso) della loro sensibilità, i giornalisti vengono puntualmente bacchettati alla prima conferenza o occasione utile.
      Il tacere sempre di fronte a qualsiasi tipo di offesa o speculazione legittima solo chi attacca ad alzare sempre più il tiro.

    • vabbe’, almeno lo ha detto

  46. Esatto Johnny, ecco perché questo stralcio riportato da Wolf è l’ennesimo autogol.

    Il messaggio è: siamo sempre vicino alla squadra, ma non ci passa manco per la testa di difenderla e tutelarla.

    Ma in che mani siamo.

  47. Sarà tardivo, ma l’endorsement per l’allenatore stavolta è netta, e tanto dovrebbe bastare per placare il valzer dei subentranti che ha conquistato le prime pagine dei giornali negli ultimi 10gg.

    Poi ci mette anche l’attacco frontale alla stampa tanto richiesto, con tanto di citazione del mandante (più chiaro di così).

    Ovviamente neanche questa andrà bene perchè l’ha detta ausilio, e gli portasse qua messi domattina in cambio di tre banane avrebbe comunque da ridire.

  48. No, ma davvero, sono andato proprio ora a leggere quello che ha detto in maniera più completa.

    Pazzesco.

    L’umorismo involontario di dire “non leggo niente da 15 giorni” dopo il casino del caso Icardi, è da far sudare freddo Woody Allen.

  49. Posto che non sta al DS tutelare la squadra dagli attacchi mediatici, questa mi pare la posizione più netta presa negli ultimi anni.

    Che nella catena qualcosa non vada lo si dice da anni in tutte le salse, quel che non va bene è fare i soliti processi sommari contro gente che non ha nemmeno le responsabilità che gli si addebitano, e che nonostante ciò si prende anche la briga di far quadrato intorno all’inter contro la stampa italiana.

    Che merda ausilio, cacciamo l’unico che lavora per bene e con passione e con un minimo di orgoglio verso i colori, mi raccomando. E prendiamoci Pierpaolo Marino, quello che invece nelle campagne mediatiche contro è sempre in prima fila, altrochè difendere e attaccare frontalmente

    Comunque è troppo divertente lanciare esche con cui estecambiasso puntualmente si contraddice. Ormai qualunque cosa è sbagliata, persino cose che chiedevi tu stesso fino a 5 minuti prima. Spassoso.

  50. Ah, era un’esca.

    Quindi non è vero niente.
    Fiuuu, per un attimo credevo l’avesse detto per davvero.

    Sì, in effetti era veramente troppo.

    Ci sono cascato, lo ammetto.

  51. Solo una domanda:

    come mai Luigi Crippa gli manda le prime pagine dei giornali se non è responsabilità sua?

  52. Ma in generale che dovrebbero fare oltre che educatamente smentire le voci su FDB? Io non capisco davvero; sembra che qualsiasi cosa si faccia non vada bene………diamogliene atto quando ne azzeccano una almeno……..

  53. Ausilio e’ il meno colpevole nonche’ il meno autorevole= il suo ruolo tecnico è ds, ovvero deve comprare e cedere i giocatori-

    Leggendo l’organigramma, sono altri che dovrebbero esporsi e dare una parola di fiducia a DB, ovvero=
    1 Thoir, e l’ha fatto
    2 Bolingbroke e l’ha fatto
    3 Zanetti, e non l’ha fatto
    4 Gardini, e chi cazzo è due

  54. Non so, a sto punto mi viene sinceramente da chiedermi, ma tu hai presente come funzioni un’azienda?

    Cosa sia una governance, o anche solo, un organigramma?

    Oh, basta aver lavorato un giorno, non serve una laurea in economia aziendale.

    Io non so cosa tu faccia nella vita: ipotizziamo che tu sia un avvocato tributario, toh, e lavori in uno studio associato che perde sistematicamente tutte le cause giuslavoristiche (non serve che mi puntualizzi che non è il tuo mestiere, non mi interessa, e non è quello il punto). Pensi sia corretto che il tuo lavoro venga valutato sulla base dei fallimenti di un tuo collega di un altro comparto?

    Nel caso di Ausilio, lui è un direttore sportivo. Apri il devoto-oli, cerca il significato dell’aggettivo sportivo, e poi ne riparliamo.

    Ah, già che ci sei, cerca anche la definizione di “ufficio stampa”.

    Fidati che chiariti questi elementari concetti ti sarà tutto molto più chiaro.

    E capirai finalmente che certe cose sono competenza dell’ufficio stampa a livello strategico (cosa dire, quando dirlo, come dirlo, etc) mentre poi la faccia ce la mettono figure varie, dal presidente in giù, fino a team manager ed allenatore.

    Il fatto che tu critichi, per la filiera comunicativa beneinteso (a livello sportivo poi possiamo discutere quanto vuoi, dato che è il suo mestiere), l’unico che ogni tanto vien lì, fa quadrato, e ci mette la faccia, è veramente irrealisticamente ridicolo.

    Parliamo piuttosto di JZ, che da vicepresidente e bandiera sarebbe molto più deputato a fare queste cose, e che invece pare più preso a combattere una battaglia clandestina per conto di Moratti.

    E mi rifiuto di pensare che tu non capisca e riconosca questi semplicissimi argomenti.

  55. La presa di posizione di Ausilio nei confronti del tecnico e dei media è chiara ma tardiva. E dichiarare che c’è disparità di trattamento mediatico tra noi e gli altri serve a poco se non se ne traggono le conseguenze. E cioè che l’Inter più degli altri è obbligata a dotarsi di una strategia comunicativa che non si limiti a dichiarazioni difensive o di prassi, fatte con toni ed espressioni che non passerebbero nemmeno le preselezioni per venditori di folletto. Se non è compito suo o di Zanetti essere voce e volto della nostra società, ne trovassero un altro. E i testi li facessero scrivere all’autore (mi piacerebbe tanto sapere chi è stato veramente) del famoso comunicato sulla reputazione della juve di 2 anni fa.

    • Gus, neanche tu hai il Devoto Oli a casa, dì la verità.

      Nonostante ciò, ti quoto.

    • Visto che abbiamo stranieri dappertutto prendano allora quello che ha elaborato il comunicato del Barca evidenziato ieri da Este. Mancava solo una dichiarazione di guerra ed era completo.
      Così ci si difende cazzo ! Ci siamo comportati da signori per un secolo con scarsissimi risultati, nessuno dice che dobbiamo diventare “quelli la”, ma presi a calci nelle balle e mostrarsi sempre condiscendenti proprio non se ne può più.

  56. Comunque come mi aspettavo sotto il profilo societario non è cambiato nulla. Sulle differenti e confliggenti anime che convivono in società ha detto tutto Wolf. Ai cinesi per ora sta bene così, ET è padrone di scegliere modi e tempi. MM continuerà a lavorare nell’ombra (continuo a dire, il progetto suo e di Zanetti prevede il Cholo).

  57. Settore addetto stampa e presto= sempre in trincea, con delega ad essere il primo a fornire pronte risposte sul mondo Inter !!

  58. per me il messaggio è chiaro

    si va avanti con de boer

    il sottinteso è

    i giocatori lo devono seguire. punto, anzi due punti ( cit.)
    la partita col toro mi fa pensare che questa cosa era già stata detta.
    se no col cavolo che dopo il pari si mettevano di nuovo a cercare il gol

    adesso possiamo pensare alla samp?

  59. http://m.fcinternews.it/focus/ausilio-de-boer-saldo-in-panchina-tanti-vorrebbero-l-inter-e-la-stampa-che-229893

    Ecco, finalmente, mi sembra chiaro ed efficace.
    Basta leggere cazzate su giornali e tv.
    Insomma, ma ancora non avete capito come funziona la comunicazione oggi?!
    Per non dire sempre.

  60. Simeone sta bene dov’è, basta assurdità

  61. A me non frega una mazza se ogni volta che un coglione pagato per straparlare di calcio canzona l’Inter cercando di danneggiarne l’immagine, o infondere insicurezza e confusione.

    Succederà sempre, a meno che non si compri quel coglione.
    E’ sufficientemente semplice? Benvenuti nella realtà.

    A me va benissimo quanto ho appena letto delle dichiarazioni di Suning, Ausilio e AD.
    B E N I S S I M O.
    A patto che si tenga questa linea.

    Se poi lunedì mi ritrovo con chiunque al posto di Frank, a maggior ragione io ho chiuso.

    • “…cercando di danneggiarne l’immagine, o infondere insicurezza e confusione…”

      Ma è proprio quello il problema, perché se “cercando” diventa “riuscendo” (cosa peraltro secondo me assodato da mò) van trovate delle reazioni adeguate per minimizzare il problema è per fare scendere in campo i giocatori più sereni con la fiducia della società sul groppone invece dei dubbi e paranoie, ricordo che noi tifosi invecchiamento campionato dopo campionato ma i giocatori sempre ragazzotti di 20 anni sono.
      Mi è parso che i vari Mourinho e Conte abbiano dimostrato che salvaguardare la testa di giocatori e ambiente porti i suoi vantaggi.
      Poi oh, mica ci dobbiamo alzare noi mezz’ora prima la mattina per andare a fare i comunicati , ci sono 300 dirigenti, ma uno messo la a combattere con le stesse armi no eh? Sempre signori, che in Italia paga…

  62. Io sinceramente mi sono rotto di aspettare il Cholo di turno. Arriva il Cholo e toppa? E ma ha bisogno di tempo, deve conoscere i giocatori ecc.
    A me sembra che deBoer sia ingamba; tutto ciò che ha detto lo condivido. Ad esempio che abbia sottolineato che ci sono troppi giocatori in rosa oppure che ci vuole uno zoccolo duro in difesa di gente italiana.
    La squadra, quando i giocatori si impegnano , mi piace. Non voglio che si ricominci tutto daccapo l’anno prossimo.
    Ed in questo senso le parole di BB sono state le piu significative. Ha parlato di sosta invernale.
    Detto questo , anche io vorrei che la società si facesse sentire nei confronti dei media, si facesse rispettare. Ma con stile. Ed anche ignorarli ha un certo stile sinceramente, a patto che la realtà sia come ce l’hanno descritta e cioè che deBoer sia tranquillo. Thoir non capisce un cazzo di calcio, Moratti sì. Io ci andrei cauto.

  63. l’ultima frase colevo dire: Thoir non capisce un cazzo di calcio? Perchè Moratti sì? ecc

  64. io sono grato a Moratti, ma se a questo giro vuole imporre le sue scelte per mero cappriccio bisogna impedirlo_ si è sempre detto che per amore dell’Inter ha preso tante topiche: ecco questa no_
    w Frank

  65. Col silenzio e l’indifferenza siamo passati da vittime a essere carnefici di calciopoli.
    Scrivete su google “calciopoli” e scoprirete che per la vulgata i colpevoli siamo noi.

    Se oggi siamo in questa situazione è (anche) perché abbiamo opposto uno stiloso silenzio alle accuse campate in aria che ci venivano buttate addosso.

    Dire di essere vicini alla società, costantemente, e poi non spendere una sola parola quando le cose vanno male, ma aspettare la vittoria ben giocata, non mi serve a nulla.
    Mi serve che rintuzziate le destabilizzazioni quando perdiamo contro il Cagliari o contro il Palermo, è lì che dovete parlare.
    Perché è in quei frangenti che la situazione rischia di sbracare e ci piove addosso (o meglio, piove addosso a Frank) di tutto.

    E metterci la faccia significa parlare DOPO la partita, non prima.
    Prima, oltre a combinare altri guai (vedi caso Icardi), non si fa null’altro.

    Perciò venirmi a dire di andare a vedere le registrazioni delle dichiarazioni PRIMA del match è l’ennesimo passo falso.

  66. Grandissimo, Sector!!! Sei un mito, ti leggo sempre con piacere perchè – da VERO INTERISTA – sai ben interpretare gli stati d’animo di un VERO INTERISTA. La citazione ungarettiana poi ben si addice a questo periodo di continua precarietà… Un forte abbraccio (nerazzurro, of course…) e SEMPRE FORZA INTER!!!

  67. @Wolf : l’organigramma completo e definitivo è questo :

    http://www.fcinter1908.it/ultimora/organigramma-tim-williams-diventa-il-nuovo-cfo-al-posto-di-antonello/

    Neanche stavolta Bolinbroke ce lo siamo tolti dalla palle.

    Cmq ottimo risultato di gestione a quanto pare, e non è poco.

  68. toh, hai trovato due chicche.

    Il comparto sportivo non va sotto al COO (a maggior ragione mi domando, di che cazzo di filiera si occupa sto COO?)

    E poi c’è nome e cognome del responsabile della comunicazione interista: Robert Faulkner, che per intenderci non avevo mai sentito nominare nemmeno.

    Se volete prendervela con qualcuno per l’inefficacia della comunicazione, quello è lui, non certo il DS.

    Quanto allo stipendio di BB, è uno dei tanti populismi che tocca leggere in questi giorni su questo blog dal novello peppekrillo.
    Detesto fare i conti in tasca alla gente, ma anche volendoli fare, viviamo in un mercato per cui prendi in misura di quanto produci. Se i risultati di risanamento sono attribuibili a lui, allora 2 milioni di euro di compenso son fin pochi per il ruolo.

    Per il resto Falkner o non faulkner, stipendio di BB o non stipendio di BB, finchè Suning rimarrà incastrata fra due fazioni con idee opposte, le decisioni arriveranno sempre in ritardo e con scarsa convinzione.

    Inutile stupirsi se l’ausilio di turno non viene subito dopo la partita a commentare la posizione dell’allenatore: prima c’è da sentire pareri da imbersago e da giacarta, con nanchino in qualità di arbitro fra due parti che gli servono entrambe per le proprie strategie.

    • di Robert Faulkner gia’ si sapeva, abbiamo riportato il suo nome quale addetto stampa qui parlando del “libro”….
      ed anche dei suoi sottoposti, fino a Scarpini e Inter Chanel

  69. a me non sembra che ci sia molto da capire sul perchè nessuno prenda, PRIMA, una posizione ben precisa nei confronti dell’allenatore, perchè se la squadra fa figure di cacca con il Cagliari in casa (che dopo di noi ne ha presi 5 +4 ) pur tenendo conto del libro di Icardi, poi fa ancora peggio con gli inglesi che senza quella botta di culo chissà dove era già DB, poi ne fa un’altra peggio a Bergamo nel primo tempo e anche qui, non è che l’olandese sia esente da colpe vista la formazione, se poi dettata da altri ancora peggio, di conseguenza chi si fidava a dire che era in una botte di ferro se poi con il Torino ne prendeva un altro paio e quindi, volenti o nolenti, gli dovevano dire: scusi signore, capiamo benissimo le sue difficoltà dovute anche alla società di merda in cui lei è arrivato, ma 11 punti in 10 partite sono un pò pochini nonostante tutto, e quindi arrivederci e grazie.

    che adesso un pò tutti rimettano fuori il crapino, confortati dalla discreta prestazione con il Toro, che non è nemmeno sceso in campo nel primo tempo, credo sia abbastanza comprensibile, ma la porta è solo socchiusa per DB, che a Genova deve dare continuità, se no siamo ancora daccapo, questo al di fuori di quelle merde della stampa, perchè queste rimestano dove c’è da rimestare, e una squadra come l’Inter, che si trova a metà classifica, dà la possibilità a queste merde di rimestare con piacere.

    per quello la rimenano sul fatto che è ancora in bilico, perchè è VERO, a meno che la società esca con un comunicato ben preciso dove dica che il DB non ha nessun obbligo ad arrivare nelle prime tre, quattro o cinque posizioni, ma che è stato preso con un progetto ben preciso da perseguire che è quello di fare giocare bene la squadra e di costruirla secondo i suoi intendimenti apportando quelle modifiche al gioco con l’innesto di nuovi giocatori o di tenersi quelli che già ha fino alla fine del campionato, dove verranno tirate le somme per partire con lo scopo di vincerlo o di arrivare nelle prime tre posizioni i’anno prossimo, fermo restando che se ci riesce quest’anno tanto meglio.

    se no si parla a vanvera ogni settimana…

    • hai ragione, nel senso che la società dovrebbe dire: questo è l’allenatore dell’Inter e non si cambia, succeda quel che succeda_
      Invece la solita frase sui risultati lo destabilizza non poco: io lo difendo a prescindere perché ci sta ridando orgoglio, senso d’appartenenza ed emozioni, talche’ non mi importa se arriviamo decimi o terzi_

  70. nulla è dato sapere della sorte di Javier Franchino Zanetti,probabilmente la proprietà ha preferito tenergli a riposo la lingua (“diffidato” come si dicono tra loro questi della curva)

    io e Settore dormiremo meglio,per gli altri,Caressa in testa,Bergomi in agguato, l’importante è leggere tra le righe che comunque è ancora in bilico

  71. Esempio di come una società imposta una strategia comunicativa ad uso e consumo del proprio target di consumatori. Prendiamo il nemico: Agnelli nel mettere sotto contratto l’uomo che contemporaneamente ha deleghe da AD e DS, Marotta, ha evidentemente preteso che quest’ultimo nelle dichiarazioni pubbliche si allineasse immediatamente alla vulgata gobba sugli scudetti vinti sul campo, sui trattamenti iniqui (!) di calciopoli e via straparlando. Ora io non so esattamente se a Faulkner (“..si occuperà di tutti gli aspetti riguardanti la strategia di comunicazione su scala nazionale ed internazionale..” lo annunciava Bolingbroke) sia stato spiegato cos’è l’Inter e quale sia il suo rapporto storico con i media. Non so se sia stato o si sia messo nelle condizioni di sintonizzarsi con il “mood” nerazzurro, ma ho il sospetto di no.

  72. Sì, Wolf, ma impegnato com’eri a vestire i panni del maestro Manzi, hai lasciato inevasa una mia domanda:

    perché Crippa s’adoperava a mandare le prime pagine all’una di notte ad Ausilio, se non toccava a lui?

    E soprattutto: nelle altre società, non mi risulta che a fare quadrato contro gli attacchi esterni all’allenatore o più in generale alla società e/o alla squadra, sia il responsabile della comunicazione.
    Poi magari il lavoro sporco dietro te lo fa lui, nessuno lo mette in dubbio,

    ma io vedo che a parlare sono sempre i Marotta, i Galliani, i Baldissoni, e così via.

    • Appunto, i nomi che fai sono quelli di ad e dg, non ds.

      C’è di mezzo l’oceano.

      E se hai letto il mio commento per intero, il responsabile di ufficio stampa detta strategia, poi la faccia la devono mettere gli altri con più fama, dal presidente in giù.

      Ad esempio qua il vice presidente, che per queste cose sarebbe la figura più autorevole che abbiamo in dote, pare troppo preso a far valere le ragioni di una parte invece di quelle dell’inter in generale.

      Sul perché gli mandi le prime pagine, non pensavo fosse una domanda seria. Ogni professionista che rispetti la mattina, dopo aver cagato e pisciato, si informa sulle ultime del suo settore. Tanto più se ha buone probabilità che si parli pure di lui e del suo gruppo.
      Santiddio persino io la mattina leggo tutte le informazioni utili alla mia attività, vorrei anche vedere che non lo faccia un ds dell’inter.

      E prima che replichi col tuo altro cavallo di battaglia della giornata (cavallo… diciamo ronzino), ossia ‘non legge i giornali da 15 giorni’ anche qui, mi pare scontato che sia una delle più scontate e tradizionali frasi di circostanza per non dover dare risposta a tutte le cagate scritte e vomitate dai media. Ha ribadito con fermezza i concetti che servivano e basta.

      Ripeto, lato sportivo parliamone quanto vuoi. Lato mediatico non c’entra nulla, e ti incattivisci con l’unico che anzi viene a metterci la faccia spesso e volentieri.

      Ad esempio sta estate, ogni giorni titoli su Icardi già del Napoli o dell Arsenal o della rube, e lui sempre a stemperare e ribadire ‘falso, non andrà via’. Con mancini e mazzarri ha sempre fatto quadrato, e anche a DB è il dirigente che gli porta più contatto assistenza e tutela pubblica.

  73. Eh, quando dissi di Bilingbroke (che dovrebbe essere l’ad, se non erro) dicesti che non c’entrava nulla.

    Poi, vabbè, troviamo alibi a tutti, chettedevodì.
    Però secondo me a far così il primo a saltare è De Boer.

    Sul lato sportivo, vabbè, meglio che non ne parliamo. Che lì davvero i casini non si contano più.

    Poi, oh, che io sappia tipo Marotta è anche ds, ma vabbè.
    Sulla storia del “triumvirato” sono perplesso, per non dire preoccupato. Fosse come dici tu la situazione sarebbe tragica. Cioè, dai, è troppo perfino per noi: praticamente non hanno ancora deciso a chi affidare le redini della società,

    hanno lasciato presidente Thohir, ma ogni decisione necessita di una sorta di nulla osta di Moratti e di una decisione finale loro.

    Cioè, se le cose stanno così siamo fregati sul serio, altro che balle.
    Ma francamente non ci voglio credere.

    La chiosa finale la dedicherei alla risoluzione del perché nessuno abbia letto il libro di Icardi:

    erano tutti impegnati fino all’una di notte per mandare qualcosa da leggere sul cesso ai dirigenti.

    • Io penso che lo abbiano letto ma hanno sottovalutato il problema He sinceramente avrei sottovalutato anche io. credo che la curva sia stata oggetto di una sorta di imboscata del giornalista della gazzetta in quanto sentiti tirati in ballo a livello mediatici nazionale hanno fatto quel che hanno fatto per non far credere di eesse e una curva che si fa pigliare per il culo

    • Del trimvirato non parla Wolf, ma tutti i giornali: di carta e non_
      Abbiamo capito che non ti piace Ausilio: permetto di avere idee diverse?
      A questo ultimo proposito Wolf, sulla provvigione per la buona pubblicità che gli stai facendo, una parte girala a me !

    • Guarda che il problema è proprio quello, e sì la situazione è alquanto critica.

      Tu pensi che io cerco alibi, la realtà è che non mi piace soffermarmi a risposte da bar e sensazioni a pelle ma preferisco guardare a fondo e, a conti fatti, sono anche più pessimista di te sulla situazione (altro che alibi). Ed è solo per questo che dico che mancano le premesse per struttuare un’intera dirigenza, non per difendere il posto di chissà chi.

      Aggiungi poi: se è così fdb rischia di saltare. Ma veramente, dove hai passato l’ultima settimana? Credi che senza il golazo di Icardi fdb sarebbe lì, al netto della buona prestazione?

      Quanto a BB, io non ti dicevo che non c’entrava, io ti dicevo che era esercizio inutile scagliarsi ora contro tizio e ora contro Caio, senza conoscere la reale catena dei ruoli e dei compiti. Che è poi quello che dico cotidie

      A più riprese ho detto che di BB ci son tante cose che non mi son chiare.

      Detto questo, la gestione della stampa italiana me l’aspetterei da qualcuno più inserito di un britannico. In particolare Gardini e Zanetti hanno entrambi ruoli di gestione generale (diversamente da ds) e sono italiani (jz come se lo fosse) esperti delle dinamiche nostrane.

      Chiaro che vorrei anche un presidente vulcanico e un ad super interista, ma nel calcio 2.0 dubito che ne rivedremo più, quindi mi accontenterei di una governance seria gestita da professionisti capaci, ciascuno relativamente al proprio comparto

  74. Un dirigente che non mi dispiace “a pelle” e relativamente alle dichiarazioni che fa (non solo quelle di giornata ) è il vicepresidente di Suning Yang Yang. Equilibrato, ottimista. E comunque consiglio anche oggi di fare un passaggio sul malpensante di ADV, riesce spesso a farmi vedere il bicchiere mezzo pieno.

  75. @cacciatore

    meno male che ci sei tu che capisci tutto, perché qui eravamo invece un po’ preoccupati, perfino Settore, se hai letto il testo: ma lasciamo stare il prima_ Quindi da adesso in poi Frank è in una botte di ferro e siamo certi che nessuno più lo discuterà? Grazie della buona notizia_

  76. FDB sarà sempre in discussione finché i risultati non miglioreranno.
    Soprattutto dalla stampa che ci va a nozze sul buttare sterco sull’Inter.
    Ma almeno, pare, sembra, che la società stia con lui.
    Per lo meno una parte della società, spero quella che conta di più e cioè ET e cinesi.
    Su MM non ci giurerei, visti anche i trascorsi.
    Per me, se MM era ancora presidente, Frank era già andato a casa da un pezzo e adesso avremmo avuto di nuovo Leo. Ci scommetto.
    Io, allo stato, sto con Nanchino e non con Imbersago!

    Forza Frank!
    E juve merda!

  77. Boh, però io a questo punto non capisco.
    Ora, non ne faccio un discorso personale, del singolo utente Wolf o chicchessia, parlo per termini generali:

    se dico che la proprietà fondamentalmente se ne fotte, viene giù il mondo. Machestaidicendoilfatturatoisoldiilbilancioattivosiamoricchisfondatiquestosièfattodazero.

    E vabbè, e fin lì ci può stare.

    Ok, però sti casini…
    ma quali casini este! Ma dove li vedi sti casini?
    Beh, sai, il cambio d’allenatore alla vigilia del campionato, il mercato disorganico mancano dei ruol…
    macccheddici siamo migliorati, simm gruosss

    (ora inizia a serpeggiare l’idea, dettata anche dalla rabbia di qualche sconfitta di troppo, che qualche casin…ino ino ino l’abbiamo fatto)

    Vabbè, allora il problema è la società, però
    Ausilio guai a chi lo tocca
    Thohir ci ha tolto dal fallimento
    Boilingbroke non c’entra col lato sportivo e comunque un britannico non può gestire la stampa italiana
    (invece un olandese sì? DB coi giornalisti ci va a parlare, e teoricamente avrebbe anche altri guai per la testa)

    Dice, il problema è sto triumvirato.
    Ok, ma allora perché Suning non fa una scelta netta e ci toglie dall’impaccio.
    No, perché non gli conviene.

    Ma allora era giusta la prima impressione che a questi non gliene fotte nulla e sono venuti a speculare?
    Macché, manco quello.

    Insomma, siamo tutti pessimisti, ma guai a cambiare una virgola.
    Anzi sì, è tutta colpa di Zanetti,

    ma ip ip hurrah a chi ha avuto la brillante idea di mettere un calciatore a gestire le responsabilità di una società come l’Inter.

    Ecco, io questo proprio non lo capisco.

  78. Non fare il furbo, quelli si sono insediati il 27 giugno e tu il 28 già iniziavi dire che non fregava niente a nessuno, e via di seguito che eravamo il gonfalone del jiangsu, che saremmo retrocessi e che avevamo il peggior mercato della storia.

    Cattiverie in serie, gratuite,false, contro tutti, tendenzialmente senza uno straccio di argomento; l’avesse fatto bargiggia, l’avremmo definito la peggior pi di sempre.

    Che in questa fase di transizione ci sarebbe stato disordine te lo si è sempre detto; solo che tu confondevi il tentativo di capire e consocere la reale situazione con una ricerca di alibi.

    Così come abbiamo sempre riconosciuto tutti che abbiamo deficit comunicativi e sportivi, e che la squadra è incompleta, ancorchè migliorata su un anno prima. Sai, se tieni tutti e inserisci gente come banega jm e candreva, logica vuole che quanto meno non ti sei indebolito, indipendentemente dal risultato finale.

    Il tuo problema è che ad oggi non vuoi accettare intepretazioni diverse dal “tizio a casa, caio merda, sempronio sul patibolo”

    Ah, se ti domandi, sono venuti per speculare o perchè amano l’inter, i colori della notte, l’orologio, e tutte ‘ste stronzate qua; spiace deluderti, ma sì, son venuti per far soldi. E chiunque verrà dopo sarà per la stessa ragione, quindi se per te è un problema forse è ora che inizi a considerare alternative al calcio, perchè questa da questa direzione non si torna indietro.

    E per fortuna aggiungo, se la passione per i colori del cielo e della notte ti fa cumulare quasi mezzo miliardo di debito e ti lascia sull’orlo del fallimento

  79. Ma quindi sei pessimista o no? A me questo non sembra il commento di uno pessimista, anzi.
    Perché sembra che ormai siamo agli esercizi di stile, in cui vale tutto e il contrario di tutto.
    Equilibrismo dialettico per fare in modo che comunque vada “lavevidetto”. Come se si vincesse chissà che premio.

    Comunque, no, sono ingenuo ma non fino a questo punto.
    Però riesco ancora a distinguere tra “fare soldi” e speculare nel senso di succhiarsi tutto e lasciare la carcassa.

    Francamente, la prima impressione è stata pessima, inutile negarlo.
    Poi hanno scucito i soldi e per me va già bene.

    Però se poi tutto ciò ci porterà a rimanere in questa situazione tripartita perché a questi qui conviene così (almeno così mi è parso che tu mi abbia detto), non so se poi a me tifosotto senza manco un MBA mi piaccia poi tanto.

    E vabbè, lasciamo tutto così, che stiamo una crema, che altro posso dire.
    Sperando che al primo pareggio striminzito non parta la solita giaculatoria stucchevole di lamentele a catena pro tempore,

    per poi riprendere a fare gli avvocati del diavolo 3 ore dopo.

  80. io vi chiedo se prestare soldi all’Inter al tasso del 7% e oltre, anche da parte di Suning, ci debba preoccupare o no;
    per il resto hanno comprato fior di gocatori e pagato cash oltre 200 milioni per la proprietà, il che mi rassicura_

  81. Questa è brlla. Il 28-6 inizi che ti stan sul cazzo i cinesi e da allori ammorbi il blog con le tue sensazioni.

    Ma sono io che ne invento una nuova ogni giorno per aver ragione della tua irrestistibile dialettica (‘tutti a casa’)

    Va bene cosi, hai ragione tu.

    Suning, azienda da 50 mld/anno, ha preso l’inter, i suoi debiti, e i suoi ricavi da pmi, per speculare ‘spolpando la carcassa’

    Se non ti senti ridicolo da solo va bene cosi, ho perso fin troppo tempo per cercare di capire la vera radice dei problemi e condivderla.

    Stammi bene, e prenditi un antidepressivo

  82. Chi ha parlato che avrei un’irresistibile dialettica?
    Ho detto altro, cioè che mi pare che le tue siano opinioni ad ampio spettro, e si capisce sempre meno.
    Insomma, l’obiettivo è che comunque vada verrà fuori che ciaveviragione.
    Se va male eri pessimista, se va bene l’avevi detto che i cinesi ci avrebbero cavato fuori dai guai, se la dirigenza fa buoni acquisti avevi detto che Ausilio era bravo, se fanno casino l’avevi detto che c’era disordine nella governance e che questo mostro a 3 teste avrebbe portato guai. Se esonerano De Boer l’avevi detto che spesso ti sorprendono con mosse evitabili, se non lo esonerano l’avevi detto che all’assemblea dei soci la fiducia al tecnico l’avevano messa nero su bianco.

    Comunque no, non mi sento ridicolo a esprimere le mie opinioni.
    Mi sentirei molto più ridicolo a prescrivere antidepressivi al prossimo, in barba a chi li prende per davvero per motivi più seri.

  83. Wolf , Este, boni……cazzo siete in sintonia alla stessa maniera di E. T. e Moratti!!!!
    Diciamo che i cinesi non sono poi delle bufale…..ma anche che i quadri dirigenziali dell’ Inter vanno riorganizzati e snelliti……

  84. Simone
    tanto per uscire dall’equivoco ed evitare interpretazioni creative: finché scuciono i soldi io non credo che, al momento, il problema siano i cinesi.
    Semplicemente, non credo che questo triumvirato sia così netto come lo si dipinge (ed anzi, credo che Moratti ormai c’entri poco, se non a livello di consulenze su richiesta).

    Ma se fosse vero, perché alla fine non è impossibile, che ci sia questo piede in tre scarpe non sistemato per mere ragioni convenienza (e ribadisco che questa non è una teoria mia, mi sto basando su quello che diceva wolf)

    secondo me sarebbe un fatto molto grave.

    Ma allo stato dell’arte io credo semplicemente che la dirigenza sportiva e l’ala della comunicazione vada buttata giù e rifatta da zero, altrimenti qualsiasi capitale messo a disposizione dei cinesi o chi per loro, verrà sprecato nelle pastoie dei casini che ormai si ripetono con una frequenza imbarazzante.

    Perché migliorare solo sulla carta non serve a nessuno.
    Men che meno ai tifosi.

  85. Acanfora non c’è nulla di cui preoccuparsi sul tasso d’interesse del prestito. Siccome al momento non possono polemizzare su FdB, i giornali rilanciano questa notizia. Se Wolf ha voglia ed esce dal tunnel della web controversy, sono sicuro che può spiegarti meglio di quanto farei io…

  86. grazie Gus: adesso battiamo la Samp di Giampaolo (che delusione la sua formazione contro quelli là) e anche largo!

  87. La negatività è sempre perdente non aiuta a
    superare le difficoltà e accentua le delusioni legate agli insuccessi. Chi è positivo raggiunge prima e meglio gli obiettivi e se va male insiste finché non ce la fa.

  88. Intanto in Premier il Watford di Mazzarri ha gli stessi punti dello United, 15.

  89. È incredibile come anche dopo le dichiarazioni del cda stia continuando lo stillicidio di notizie sull’esonero certo certissimo anzi probabile e la lista dei candidati a sostituire FdB non so voi ma questa cosa a me fa incazzare parecchio in compenso guarda caso stasera contro di noi Quagliarella e Muriel tornano titolari 🙁

  90. Intanto i ladri ricorrono al consiglio di stato e la cifra richiesta alla federazione è arrivata a 580 con gli interessi. Ma cosa aspettano tutti, dalla FGCI all ultimo dei tifosi, a chiedere i danni a loro che hanno rubato per 100 anni e sono stati condannati 100 volte? Miserabili delinquenti

    • Credo che uno juventino onesto solo a leggere questa notizia dovrebbe come minimo cambiare squadra e ripudiare una società criminale quale la juve è, È stata e sempre sarà. Se io fossi il presidente della fgci o del coni comincerei a far fischiare per ogni partita 10 rigori inventati contro e farla così arrivare fino in lega Pro. D’altronde il risultato del campo non si discute,,,,,,lo dicono sempre loro.Li farei scomparire dalla serie a.E che vadano pure all’estero dove verrebbero trattati come i ladri di sempre

    • Mi pare esista una cosa chiamata “lite temeraria”. Chiedo a chi ne sa di più, ma credo sarebbe proprio il caso.
      Però temo che non potremmo instaurarla noi, purtroppo.
      Bjuvemerda.

  91. Certo_ Ma si tramuta semplicemente in una ulteriore sanzione economica per chi perde il contenzioso intrapreso nonostante le possibilità di vincerlo fossero improbabili, come in questo caso_
    Ma sai che gliene frega a questi qua della lite temeraria..

  92. Abbiate pazienza…..ma veramente credete che ci sia una effettiva lite tra Agnelli e Tavecchio? È una recita è chiaro….in questo modo i gobbi continuano ad essere i veri dittatori ladri del povero calcio italiano? Del resto mi dite perché i giornali di questi giorni sono molto più preoccupati di trovare un nuovo allenatore per noi che parlare dei riasrcimenti che dovrebbero comportare il falso in bilancio per i gobbi?..Ridicoli e falsi….

  93. Oggi non ho visto partite ma le ho seguite in radio mentre tornavo a torino (oggi sul lago maggiore 20gradi), e il cronista di sportiva in quota milan sostiene che han vinto senza bene sapere come, un po come noi con gli inglesi.

    Una sola squadra in campo, che però spreca di tutto e poi viene punita

    Finora quando il milan ha vinto di culo l’Inter ha perso (spesso, ma non sempre, sfiga) e viceversa.

    Stasera siamo spacciati.

    E domenica prossima ho un pranzo in famiglia, spero non ci tocchi il turno delle 12.30 altrimenti qua mi salta il Frank

    Scherzi (ma fino a un certo punto) a parte, stasera serve risultato ma anche una conferma di prestazione e grinta. Vediamo se squadra si sta ricompattando o se quello di mercoledì è stato solo un isolato moto di orgoglio.

    Tecnicamente non c’è paragone, anche se mi preoccupa un po’ muriel (patiamo molto i funamboli), quindi stasera la responsabilità è totalmente di giocatori e in subordine allenatore.

  94. Beh Wolf, sinceramente il Milan non avrà fatto una gran partita ma dire che ha vinto di culo mi pare eccessivo…..almeno da quel che ho visto io…..

    • Come ho detto non ho visto, ho solo seguito cronaca su sportiva e riferisco quel che dicevan loro.

      Pare sia tutta targata donnarumma (che ahimè avevo sottovalutato, quest’anno è incredibile) e che il gol sia arrivato solo su punella.

      Hanno qualche asso nella manica e se lo stanno giocando bene, su questo non ci piove, poi a livello di episodi gli sta girando sempre tutto bene (tipo sassuolo samp rube etc).

  95. Scusate, qualcuno sa dirmi perchè in europa league l’inter in chiaro su tv8 non la fanno vedere mai?

    Grazie

  96. Sampdoria in vantaggio al 44′ del 1° tempo.

    Per me Quagliarella era in netto fuorigioco, ma tant’è!

  97. Come previsto, stasera la Samp va a mille…

    Noi impalpabili con Banega indisponente…

    Si sente la mancanza di uno come Medel, la Samp sulla trequarti fa quel cz che vuole…

  98. Da domani si ricomincia con la caccia al dopo De Boer…….Banega inutile fino ad ora….è non è la prima volta……mah…..

  99. Sfiga, ma anche lenti e molli.

  100. Nel Live della gazzetta.
    “Quagliarella! De Boer sotto”

    Anche stavolta (non) ci siamo fatti valere presso la stampa.

    Io non ho capito se lo odiano, o quale cazzo sia il problema.

    Però so qual è il problema dell’Inter.
    Come si dice “a casa” in cinese?

  101. Icardi scarparo

  102. Tutti quelli che giocano contro di noi sembra che abbiano una tecnica superiore e non so spiegarmi il perché, a meno che non sappiano come stare in campo e noi no. Inoltre, l’ idea che bisogna smarcarsi per ricevere il passaggio non viene mai a nessuno?

  103. fanno il compitino, niente di più: gli altri ci mettono la voglia di vincere e vincono_ prestazione scadente_

  104. Sprechiamo troppo.
    Manca una punta d’appoggio ad Icardi, c’è poco da fare.

    Eder che si prende il lusso di non dare la mano a De Boer, uno che lo sta facendo giocare nonostante lui abbia fatto due gol in 10 mesi.

    Candreva, mah. Onestamente, per ora, quello della Lazio era altra roba.

    Stasera De Boer l’ha gestita male. Cambi tardivi e poco ordine in campo.
    Ma aldilà di tutto, la palla va buttata dentro.

    E noi non lo facciamo.

  105. Quando ci mettono un minimo di grinta riescono a creare qualcosa, ma lo fanno sempre dopo che siamo in svantaggio.

  106. Contro di noi è facile preparare le partite. Basta dire di attaccare sempre il portatore di palla perché la teniamo troppo nei piedi. sempre. Tutti. È una cosa che ci portiamo dietro da anni….quest anno la vedo un Po meno..ma non basta ancora…
    La Samp mercoledì ha riposat o noi no….

  107. Ancora convinti di questo allenatore?

  108. Mi sembra anche che ormai sia rotto il rapporto con i giocatori, ma dura da anni.
    Che fare?

  109. Stasera, casomai ci fosse stato bisogno, abbiamo capito perché siamo in questa posizione. Perisic in panchina è un obbrobrio calcistico. Purtroppo la squadra non migliora proprio….Mi spiace ma non ci sono proprio….ma non è colpa di Fdb se Icardi a un metro dalla porta da solo di testa la spara sopra la traversa……e comunque la squadra è monocorde…………….i giocatori sono mediocri….l’allenatore ci mette del suo con scelte a volte discutibili…..

  110. Patetici. Siamo riusciti a perdere anche contro uno dei peggiori Doria visti negli ultimi anni. Non so cosa sia più imbarazzante, se il drammatico fraseggio ad uscire della premiata ditta Handa, Miranda, Murillo; l’upgrade di Dambrosio sulla fascia tal Ansaldi; la conferma di Santon ai suoi livelli; l’entusiasmo e l’applicazione di Banega sulla sinistra; quello di JM davanti alla difesa; gli urlacci a turno verso la panchina a chiedere indicazioni; Eder “non siamo un gruppo” che dà il suo contributo in tal senso uscendo senza scambiare il 5 con nessuno, dal mister agli altri in panca… Qui si tratta di prendere atto che la squadra non ci crede. Dai che tra un po’ ci sbellichiamo con Blanc in panca, the neverending farsa. Scusate ma la modalità think positive a sto giro mi ci vorrà un po’ per riattivarla. Che passi in fretta ‘sta stagione.

  111. Ci vorrebbe qualcosa o qualcuno che li tenga sempre sul pezzo. purtroppo sono mercenari e di inter non gliene frega nulla. Li devi obbligare . Come fare ? certo se penso che chi mi può dare grinta è uno come Zanetti con la sua vocina…..mi viene da ridere

  112. Se cambiando allenatore i risultati sono gli stessi, evidentemente devi cambiare i giocatori.

    La squadra è mal costruita a centrocampo e manca di rincalzi in difesa e sugli esterni bassi, ma per il resto non è tutto da buttare. C’è una base dalla quale ripartire. E io ripartirei da DeBoer, dategli fiducia e i risultati arriveranno.

  113. Ormai siamo stabilmente nella parte destra della classifica..

    Roma, BBilan, Lazio, Napoli iniziano ad essere lontane anni luce…

    Inoltre, se si perdono partite come questa, in cui Handa finisce con l’essere il migliore in campo, da domani la società potrà prendere qualsiasi decisione…

    • Handa migliore in campo? Boh

    • Ha evitato il 2-0… gli altri hanno fatto tutti cagare…

      Tanto basta per essere il migliore dei nostri…

      Se vogliamo ribaltare la cosa, diciamo che ha fatto meno cagare degli altri

  114. vediamo se arriva a giovedì.. deluso specie da come abbiamo approcciato il secondo tempo: mi aspettavo rabbia, voglia di ribaltarla, e questi passeggiavano x il campo !

  115. Tecnicamente manca l’inserimento dei centrocampisti, il tiro da fuori, le punizioni, arieti sui calcio piazzati, e un dannato esterno che chiuda sul secondo palo quando l esterno opposto va al cross.

    Insomma, mancano alternative quando c è da sbrogliare matasse complicate, e alla lunga anche un gioco avvolgente diventa facilmente prevedibile.

    A parte arieti e bombe da fuori (doti che o hai o non avrai mai) il resto si può ottenere con il lavoro

    Ma credo che al di là tutto ciò, la frase di gus ‘la squadra non ci crede’ prevalga su tutto e spazzi via ogni ragionamento.

    • Wolf, a parte che se sei un professionista ci devi credere, punto. Ma devono essere i giocatori a decidere se l’ allenatore è un pirla? Il problema è che manca uno zoccolo duro che appenda al muro chi non capisce che sta giocando nell’Inter.

    • Ma io son d accordo con quelche dici, infatti non capito bene a cosa mi stai replicando. Mi puoi spiegare bene a quale passaggio ti riferisci?

  116. Siamo sicuri che Kondogbia sia peggio di questo Banega ? E siamo sicuri che Medel non sia allo stato attuale quasi insostituibile ?

    • Si alla prima, certamente no alla seconda. Il Pitt bull è fondamentale quando avversario ti aggredisce anziché aspettare e basta

  117. Non so che dire
    7 sconfitte in 14 partite
    Fdb non è da Inter
    Ma chi è da Inter?

  118. a giudicare da oggi è propri così: non ci credono, magari lo zimbellano pure:che Eder si permetta di non dare la mano ne è la conferma, e fa il paio con i mancati festeggiamenti con la panchina contro il Toro

  119. Su 11 partite di campionato siamo andati sotto per primi, 9 volte!

    Un dato sconvolgente, credo sia un record

  120. Credo che quel gol di Eder su punizione sia stata una sciagura.

    Oltre a non essere servito a una cippa, ci sta facendo sprecare punizioni su punizioni da posizioni in cui Banega, magari, può essere più pericoloso.

  121. Comunque mi pare evidente che diversi giocatori sono scazzati e che non seguono fdb

    Ma che facciamo fino a maggio adesso? Lottiamo per i preliminari di EL?
    Eccitante

    • Sarebbe già una bella cosa…per me lottiamo per non retrocedere. Se ad un certo punto arriviamo ad una quota diciamo di non sicurezza poi diventa tutto più difficile e pensa alll ambiente inter, ai giornali a quello che si scatenerà contro di noi … Sarebbe l’occasione che aspettano da una vita ..mandarcimin b

  122. Purtroppo continuo a credere che , oltre che sopravvalutati, i nostri non siano seri professionisti. Alcuni sono proprio mediocri, altri sono a dir poco indisponenti…Voi criticate Eder…..ma sinceramente giocatori come Banega, Miranda che dovrebbero trascinare gli altri hanno atteggiamenti superficiali, direi fastidiosi. Poi chiaro che se Eder (che io reputo scarso ma volonteroso ) si vede sostituito da un ex giocatore come Palacio……….beh………per il resto Santon, Murillo, Ansaldi, Candreva etc etc che dire……sono sopravvalutati……….mi meraviglio che vestano la maglia dell ‘ Inter…..se ancora esiste una Inter….buona notte

  123. Scusa Wolf, ti rispondo in ritardo. Mi riferivo al fatto da te sottolineato che il rapporto si è rotto e mi chiedevo se non si dia rotto anche per colpa dei giocatori. È lui che non riesce a farsi capire? In ogni caso ci devono mettere il massimo impegno.

  124. Una ultima cosa: a parte noi tifosi, ma a chi interessano davvero le sorti della nostra squadra? Davvero inizio ad avere dubbi sempre più grandi: dirigenti assenti, giocatori menefreghisti….in questo modo non se ne viene fuori. Se ci fosse una società seria e non di facciata da stasera dovrebbe scattare il ritiro fino a data da destinarsi…siamo davvero ridicoli…siamo tornati indietro di 15 anni ai tempi di Tarelli allenatore….altro che…..

  125. quello più sopravalutato è il capitano che si becca 5 milioni all’anno, tutti gli altri gli vanno a ruota.

    un altro che ci è costato 45 milioni che hanno fatto felice il suo procuratore che è anche quello che ha condotto la trattativa, dovrebbe perlomeno fare vedere che li vale, invece non si è manco visto, al pari del suo capitano, per cui se i nostri due migliori sarebbero questi qui, cominciamo a pensare a cose serie che è meglio.

    Eder fino a quel momento è stato il migliore in campo ed è l’unico che si è impegnato dall’inizio alla fine saltando spesso e volentieri il suo avversario e mettendo in mezzo tanti palloni sprecati dalla solita bella statuina che se non glieli metti sui piedi o sulla testa con il contagiri puoi stare tranquillo che lui non se li va a cercare andandogli incontro, se poi te la mette fuori quando proprio gliela mettono sulla testa da due metri, cazzo ci puoi fare?

    per cui uno che dicono inflessibile che non guarda in faccia a nessuno avrebbe dovuto tirare fuori il capitano peggiore in campo e fare entrare Perisic mettendo Eder in mezzo, almeno si provava ad entrare in area come facevano quelli della Samp con degli scambi, perchè con Icardi gli scambi in area ce li possiamo solo sognare e torno a ripeterlo, non è per caso che le partite migliori l’anno scorso le abbiamo fatte senza di lui, e se il Mancio lo metteva era solo perchè già doveva giustificarsi perchè faceva giocare un bidone da 35 milioni con il contagocce, non poteva fare lo stesso con questo cadregone qua, se no non lo avrebbe fatto giocare mai.

  126. La cosa sconcertante è che a pagare dazio sarà solo Frank DeBoer e non, invece, tutti coloro che non si impegnano al massimo in campo, strapagati per farlo ed al limite della strafottenza ed inettitudine.
    Io farei giocare la Primavera, dalla prossima partita ed i “titolari” li lascerei alla Pinetina a potare le aiuole ed a tagliare l’erba del campo.

  127. Corso applausi, Icardi è davvero il più sopravvalutato….altro che fenomeno……il gol che ha sbagliato questa sera di testa credo lo avrebbe messo anche Blisset…..per il resto vi invito a leggere l’ editoriale di tale Lapo De Carlo su fc inter news. Di solito non condivido quello che dice ma stavolta sono in pieno accordo.

  128. 100 milioni spesi e ci sono ruoli scoperti ovunque,
    una preparazione atletica mai fatta (non me la berrò mai quella che “non ci credono”. A cosa?)

    un cambio di allenatore in tempi e modi a dir poco imbarazzanti

    una gestione stucchevole.
    Una protezione dell’ambiente e del tecnico inesistente.

    E si permettono di fare gli spiritosi davanti alla stampa (“Verratti l’abbiamo già preso”), anziché battere il pugno sul tavolo per il trattamento riservato a De Boer.

    Rigorosamente prima della partita, ché dopo… figuriamoci.
    Sarebbe questo “metterci la faccia”, immagino.

    Ora, dai, completate l’opera e esonerate il tecnico.

  129. l’unica cosa che sa fare Icardi sono i bambini e chiedere soldi per il resto è meglio lasciar perdere, stasera quello che non gli ha fatto toccare palla è un nostro scarto, basta uno appena appena decente per fermare il nostro bomber.

    la vera cagata è stato tenere questo qui e mandare via quello che aveva già capito che con Banega , J. Mario e Gabigol non saremmo andati da nessuna parte, ma cosa volete che ne capisca di calcio uno così…

  130. SI DICE CHE QUANDO VUOI UNA COSA SCADENTE LA COMPRI CINESE.
    OTTENUTA.
    L’ANNO SCORSO AVEVO POSTATO CHE L’ UNICO FUORICLASSE CHE AVEVAMO ERA L’ALLENATORE, GLI ALTRI DEI MEDIOCRI E SVOGLIATI, CON UNA SOCIETA’ INESISTENTE.
    VIA IL MANCIO SI E’ APPIATTITO TUTTO. TUTTI MEDIOCRI.
    MANCINI, ALMENO IN TELEVISIONE, QUALCHE SODDISFAZIONE CE L’AVREBBE DATA SFANCULANDO TUTTI QUEI CRITICI CHE PARLANO SOLO CONOSCENDO GIA’IL RISULTATO. SENZA CAPIRE UN CAZZO.
    FORSE, SE I TIFOSI, INVECE DI ROMPERE LE SCATOLE A MANCINI, AVESSERO FATTO CAPIRE CHE LORO APPREZZAVANO IL SUO LAVORO, LA SOCIETA’ SI SAREBBE COMPORTATA DIVERSAMENTE, LASCIANDOLO LAVORARE COME CHIEDEVA LUI.
    COMUNQUE E’ ANDATA . ADESSO SOFFRIAMO SENZA NEMMENO INFIERE SU FDB CHE QUASI CI FA PENA. BRAVA PERSONA , MA SEMBRA UNA GALLINA SOTTO LA PIOGGIA.
    FORZA INTER E PECCATO PER IL MANCIO. NON TUTTI LO MERITAVANO.

  131. Io penso che a questo punto dovremmo solo pensare a difendere l’unica cosa che rimane da salvare: non essere andati mai in serie B. FdB mi piace ma non credo che sia in grado di farlo. Il problema è che anche la Società non mi sembra abbia la capacità. Speriamo che ce la caviamo.

  132. Ieri sera credo che si siano scoperte le carte. Diversi giocatori hanno screditato l’allenatore in maniera palese giocandoci contro e a volte anche urlandoci contro (Banega su tutti ma anche JM Candreva Brozovic lo stesso Eder…) Non ho mai sopportato lo spogliatoio contro l’allenatore , lo trovo un atteggiamento da vigliacchi, meschino, l’antitesi della professionalità . Puoi cambiare allenatore quante volte vuoi, ma se hai gente così non vai da nessuna parte.
    Voglio spendere una parola sulla Samp e sulla metamorfosi avvenuta in 7gg . Vergognosi. Non ha niente a che fare con i ns problemi ma dimostra una volta di più che oggi il calcio è davvero poco credibile, cosa succede dietro le quinte mette in dubbio tutto il resto. Puah.
    L’unico appunto che mi sento di fare a De Boer è di non esagerare a spostare fuori ruolo i giocatori, specie questi che di sacrificio e spirito di squadra non ne vogliono sentire parlare, qua c’è da arrivare faticosamente a fine stagione (ma non credo che lui ci arriverà, per la gioia di tanti e tanti che da mesi lavorano per questo esonero), non riuscire a far rendere Perisic secondo le sue potenzialità è un gran peccato , questo forse è il vero neo di Frank, specie considerando la resa di Candreva sponsorizzato da stampa e statistiche di cross (senza guardare come sono 9 su 10) ma secondo me in evidente fase di declino.
    Beh non c’è da stare allegri. Vedremo…

  133. Ma una squadra che ogni volta che deve impostare l’azione perde palla al primo pressing dove volete che vada se non diretta in serie B ?
    Seguo il calcio da quarant’anni ma una situazione del genere, dove ad ogni santissima partita, in almeno 5-6 occasioni, i nostri difensori innescano gli avversari sulla nostra trequarti con passaggi da decerebrati non l’ho mai vista, nemmeno negli anni più bui , nemmeno quando ci salvammo all’ ultima giornata con il goal di Marco Delvecchio.
    Qui non c’e’ da cacciare l’allenatore, qui bisogna prendere i giocatori e mandarli alla scuola calcio, che imparino a passare la palla e a posizionarsi nella maniera migliore per giocarla quando la ricevono. I nostri mancano dei fondamentali, non sanno giocare a calcio, ogni passaggio più lungo di 10 mt è un avventura.
    Batterci è semplicissimo, metti i tre attaccanti a fare pressing sui nostri difensori e pioveranno occasioni da goal a raffica. L’hanno capito tutti, ci faranno il culo a strisce fino a fine stagione.

  134. Ma è proprio quello il problema, non giocare da squadra, non muoversi senza palla. In una squadra che gioca a pallone ogni volta che un giocatore riceve una palla (almeno dalla difesa) vuol dire che ce n’è sono altri due che si sono smarcati per offrire più soluzioni comode a chi deve impostare. Se tutti passeggiano coperti dall’attaccante avversario chi ha la palla deve o avventurarsi in passaggi pericolosi che possono essere intercettati e causare ripartenza o cosa vista ieri 100 volte driblare l’attaccante che ti fa pressing per liberartene e andare avanti. No dico i nostri attaccanti di fascia superano gli avversari 2-3 volte a partita ( come Eder , Candreva neanche quelle) e vengono salutati come dei campioni di impegno, Murillo o Miranda o Ansaldi ne devono scartare 10 a partita! Ma qua siamo alla follia. Se quel fenomeno di Banega invece di fare l’isterico dopo 2 gg che è arrivato muoversi un po le gambette per smarcarsi magari giocherebbe più palloni.

  135. che ci siano problemi direi evidente, che se hai 2 ali importanti e non hai terzini che spingono puoi fare solo il 442 altrettanto,strano che jojo e gabigol teoricamente piu portati al gol fuori che se non la mette icardi il nulla etc….ma su ieri sera vado controcorrente.
    loro avevano giocato l’ ultima volta il sabato precedente alle 18, noi domenica e mercoledi sbattagliando fino al 90.
    hanno sfruttato ciò aggredendoci nei primi 30 minuti, queste sono partite che se non vai sotto in quel frangente 8 volte su dieci le vinci.
    dal 30 il pallino era nostro e da li in avanti sembravamo poterla vincere solo noi, poi solito gol casuale, traverse, gol mangiati, ci gira anche male, ovvianente senza nascondere evidenti problemi generali.

  136. Rileggo le dichiarazioni di FdB “non so perché abbiamo giocato così…prima della gara ci siamo detti delle cose poi non le abbiamo fatte…non tutti danno il 100%…ci vuole orgoglio…”. Poi rivedo gli atteggiamenti di alcuni giocatori, le palle perse in modo grottesco cercando uscite con fraseggi. Lo scazzo e la sfiducia palpabile. E dobbiamo aspettare il Southampton o il Crotone? La squadra ha già esonerato l’allenatore da un pezzo, ed in modo talmente smaccato che non ho memoria di situazioni simili sinceramente. Se un gruppo non crede nel proprio leader non lo segue, a prescindere dal bonifico di fine mese. È inutile che facciamo i filosofi qui dentro, lo sappiamo benissimo che il coltello dalla parte del manico ce l’hanno la banda di ragazzini viziati che giocano a pallone con la nostra passione. Da sempre. A meno di società forti e ambienti meno vulnerabilli e destabilizzabili (non è il nostro caso). Se ne prenda atto in fretta, prima che la farsa volga in tragedia.

    • io credo che si stia semplicemente soffiando sul fuoco, anzi più che fuoco sulle scintille.
      Non c’è nulla se non la pervicace ricerca di fare polemica.
      Ieri a me la squadra, nel suo complesso è piaciuta.
      Certo ci sono dei limiti, individuali, tecnici e anche tattici, ma venivamo dalla terza partita consecutiva che alcuni giochino peggio di altri ci può stare.
      abbiamo creato 10 palle pericolose, si è cercato continuamente il gol, nel primo tempo, coi limiti di prima, si è fatta la partita.
      Io ripeto il mio mantra: la gobba gioca un calcio da vomito, se non fosse stato per due rimpalli avrebbe perso la partita, noi con due rimpalli favorevoli avremmo fatto 6 gol, e siamo sempre qui a tirarci martellate sulla minkia!!!!

    • Gus ha fotografato perfettamente la triste realtà. Ieri sera Banega e Joao Mario passeggiavano letteralmente per il campo con uno scazzo che non si vede neanche al campetto fra panciuti cinquantenni. Il fatto che, nonostante ciò, si potesse anche pareggiare, conferma che la qualità della rosa non è tutto sto disastro e aumenta la rabbia e la frustrazione per una situazione mandata malamente in vacca per incompetenza o lotte intestine o altro o di tutto un po’ … Ora non ti restano molte alternative al cambio di allenatore, almeno per provare a solleticare l’orgoglio nascosto di questi indegni debosciati

  137. Quoto Gus. Il problema è che leggendo i vari siti bene informati la cura potrebbe essere peggio della malattia. MM che “spinge” Leonardo…
    ma la minestra riscaldata non l’abbiamo già provata?
    Io ho l’impressione di rivivere la stagioni di Bagnoli/Marini e quella di lucescu esonerato dalla squadra dopo Sampdoria. Ma almeno lui ebbe il coraggio di dimettersi

  138. Io non sono in grado di dire se la squadra abbia esonerato l’allenatore da tempo. Forse è cosi, sicuramente è così. A questo punto però mi aspetto che i tifosi, tutti i tifosi ( dalla curva che si indegna per Icardi alla tribuna) “esonerino” i mercenari che vanno in campo facendoci rimediare una figura di merda via l’altra……Fuori non l’allenatore ma chi rema contro….ritiro punitivo ad oltranza….altro che….e chi non vuole stare vada o venga mandato via….altro che allenatore……..oramai la cazzata del cambio prima del via è stata fatta…vediamo di non aggiungerne altre….se i cinesi hanno davvero questa potenza economica inizino a trattare la rescissione con le mele marce….(nuove o vecchie che siano)……….e se non se ne vogliono andare via in tribuna ed in ritiro continuo….così farebbe una società seria…altro che allenatore via…non continuiamo a far ridere……..

  139. Ma davvero pensate di “esonerare” i calciatori?
    Ci vuole una dirigenza temuta dagli stessi per farli rigare dritto, ma è necessario pure un leader che li guidi.
    Che non seguano l’ allenatore è abbastanza evidente, come è evidente che l’ allenatore non sia al posto giusto.
    Ma scusate un gioco a questa squadra chi dovrebbe darlo?
    Non era meglio partire adattando il gioco agli uomini a disposizione (e non il contrario)?
    Iniziavi a mettere fieno in cascina, i risultati portano tranquillità e, man mano, modificavi l’ assetto della squadra …
    E ancora vogliamo andare avanti con questa tiritera?
    Non porta da nessuna parte, l’ allenatore è bruciato, non vorrei che non lo esonerino solo per non ammettere che il presidente ha fatto una cacchiata.

  140. La sensazione è che i giocatori non siano con FdB e non diano il 100% in campo…

    Alcuni giocatori hanno fatto intendere di non capire bene cosa devono fare in campo… Non capiscono o è lui che non si spiega bene?

    Altri non hanno digerito alcune esclusioni: Brozovic, Kondogbia, Gabigol, Eder, Perisic… E il partito degli scontenti si allarga…

    Lo lasceranno in panca sicuramente fino a giovedì., visto che con il Southampton si prevede una Caporetto…

  141. Si giardinero, mi ritrovo nella tua lettura. Giovedì saran mazzate a prescindere, temo che che ormai FdB sia relegato al ruolo di parfulmine, salvo miracoli. E il partito dei riottosi, dici bene, si allarga.

    Alois,

    in replica al discorso di ieri sera: mi sa che mi hai confuso con Acanfora, perchè quel che dici l’aveva riferito lui; in ogni caso condivido la sua idea, come si può evincere dal mio quote al giardinero che dice lo stesso, ma credo che coesista benissimo anche con quel che dici tu. Io infatti non penso che sia colpa di FdB, sono piuttosto certo e convinto che gli stronzi siano quelli che vanno in campo, perchè questa storia è da ranieri in poi che va avanti (chissà, forse persino nella breve parentesi gasperini)

    • che il rapporto con i giocatori si sia rotto, semmai si sia mai instaurato, l’abbiamo detto in molti= sui motivi del perche’ cio’ accada ci vuole un papiro_
      Io faccio la mia scaletta=
      1 la societa’ che non ha mai difeso/imposto con convinzione il tecnbico, salvo le tardive dichiarazioni di venerdi’;
      2 i giocatori che fanno il cazzo che han voglia da sempre, in tutte le squadre e all’Inter di piu’;
      3 Frank De Boer, che all’ evidenza di errori ne ha fatti. In particolare letale e’ l’ultimo= ha sbagliato la preparazione e gestione dell’ultima con la Samp. Come fa a non rendersi conto che, specie per lui, era la gara della vita (o almeno della sua vita all’Inter)?

  142. Al di là dello scoramento più che comprensibile, a me non sembra che abbian giocato tutti così male. Nel senso, possono e devono certamente fare molto di più, ma qualcuno tipo Candreva, Brozo, Eder qualcosa l’han fatta vedere. Forse anche Murillo (per la prima volta quest’anno) qualcosa di buono l’ha fatto.
    Il tema vero è che questa squadra non riesce a tirar fuori, e per me è un mistero, un’alternativa che sia una per trovare il goal.
    Tralasciando chi dice che Icardi sia una mega pippa, concetto che trovo ridicolo, assurdo ed in mala fede e che non commenterò più, tanto chi ormai ha deciso così non cambierà mai idea, la verità è che nel momento in cui il centravanti non segna per un motivo x qualsiasi, questa Inter non ha (i) alcun inserimento dei centrocampisti; (ii) nessuno che possa provare il tiro da lontano, nemmeno su punizione; (iii) nessuno che raccolga i millemila cross che facciamo dagli esterni.
    Io continuo a stare con Frank che poveraccio ora starà rimpiangendo l’Ajax, però la situazione sta franando in maniera preoccupante.

  143. Un lato positivo questa crisi ( che sta per toccare il fondo con il probabile allontanamento dell’allenatore, da sempre il capro espiatorio in simili situazioni) ce l’ha nel fatto di essere ancora rimediabile, essendosi manifestata quando ancora le partite da giocare sono tante e la stagione ancora lunga. Altrimenti ci sarebbe veramente da temere per la nostra permanenza in serieA. La crisi di una squadra di calcio non è mai una maledizione del cielo come il terremoto di cui nessuno è responsabile, ma nel nostro caso la conseguenza logica di una catena impressionante di errori che dall’estate sono stati messi in evidenza in questo blog. Il peccato originale è stato l’assurdità non tanto della nomina dell’allenatore due settimane prima dell’inizio del campionato quanto nella scelta della guida, scelta delicatissima visti i precedenti , che rasserenasse e svelenisse i rapporti nello spogliatoio e ristabilisse un vero rapporto di fiducia tra allenatore e squadra. Quindi era soprattutto sul piano umano piuttosto che tecnico che il nuovo allenatore doveva lavorare, tenuto conto che il materiale di giocatori a sua disposizione era di prim’ordine e quindi tale da non presentare grossi problemi tecnico-tattici di formazione e di disposizione in campo. La scelta di un olandese, del tutto digiuno di lingua, storia del nostro club e del campionato italiano in generale, con sue idee ben radicate deciso a realizzare senza compromessi, destinato a lavorare in solitudine da una proprietà distante migliaia di chilometri non poteva non creare una situazione di crisi potenziale, che poi è esplosa fin dall’inizio e che qualche momentaneo successo ha attenuato ma mai risolto.
    E ora, che fare? Il male va curato alla radice. Un nuovo allenatore, italiano, di polso, che conosca bene l’ambiente in cui dovrà operare, le caratteristiche del calcio italiano, e sappia instaurare un rapporto amichevole ma con patti chiari con i giocatori che ha a disposizione con la possibilità a fine d’anno di allargarne i componenti in relazione alle esigenze della squadra. Risolvere quindi prima possibile il rapporto squadra allenatore perché in quel rapporto e solo in quello risiede ogni possibilità di successo o di insuccesso di una squadra di calcio , almeno da quando il calcio esiste.

  144. Quoto anche Ivan Zamorano, in particolare l’elenco finale: sono proprio i deficit offensivi che mi sono balzati all’occhio ieri sera.

    Quanto a tutto il resto, la roba più triste è questo accanito tifo per le proprie posizioni, su cui ci si sta radicalizzando sempre più; sta sul cazzo icardi? ad ogni scivolone è colpa sua e me la prendo con lui. sono un zombie manciniano (cit)? non perdo occasione di dire che ha ragione e gli si devono scuse (!). mi sta sul cazzo ausilio? a casa perchè la stampa fa il bello e il cattivo tempo

    Allora, per quel che mi riguarda, desidero defilarmi da questo genere di polemiche che si stanno radicando in maniera sempre più irreversibile.

    Per quello che riguarda infatti i battibecchi in cui son cascato, la colpa è stata solo e soltanto mia perchè in una sede come un blog è molto più agevole far passare messaggi quali “tutti a casa” che addentrarsi in ragionamenti più delicati con i quali si cerca di cogliere un mare di sfumature in mezzo a processi sommari. E lo dico sinceramente, senza sarcasmo.

    E infatti alla fine mi si vuole far passare come quello che cerca di tenere i piedi in due scarpe così da cascare in piedi e rinfacciare, sempre e comunque, che avevo ragione.

    Siccome un atteggiamento così tanto meschino non mi appartiene, ma semmai è roba di chi la proietta sugli altri perchè forse non concepisce altri modi di pensare, ci tengo a smentire e a ribadire una volta per tutte che le mie idee sull’inter sono in realtà nette ed univoche:

    -l’inter ha una rosa di alto profilo per la serie A. Dopo la juve, avrebbe tutte le carte per giocarsela con napoli e roma
    -la rosa di quest’anno è migliore di quella di un anno fa, pur nelle sue incompletezze
    -con suning si tornerà grandi più velocemente di quanto sarebbe stato con thohir
    -i nostri problemi dirigenziali si risolveranno solo dopo aver chiuso le guerre intestine fra MM e Thohir (e realtive rappresentanze di entrambe le parti)

    Mi rendo conto che per la stragrande maggioranza non dico niente di nuovo, visto che è da agosto che vado dicendo tutto ciò, ma per qualcuno a quanto pare era necessario ribadirle, così da sgomberare il tavolo da equivoci e provocazioni varie.

    Le mie posizioni sono dunque nette e chiare, se saranno giuste o sbagliate lo vedrò nei mesi e (relativamente a suning) negli anni. Nel frattempo conta e conterà solamente il calcio giocato.

    PS non fraintendetemi, il presente commento non è per aprire nuove polemiche, ma per smarcarmi da tutte quelle in cui ero dentro. Il mio pensiero è qua, scolpito nei server di wordpress, e non tedierò più nessuno nel motivarlo. Discuterò volentieri di tutto il resto, mentre su questi argomenti credo di aver detto più volte tutto quanto, ogni altra parola sarebbe ripetitiva

  145. 4312

    Handanovic

    Ansaldi
    Miranda
    Murillo
    Perisic

    Candreva
    Medel
    Joao Mario

    Banega

    Gabi
    Icardi

    allenatore= nessuno, autogestione

    • Ahahah autogestione!! Non la sentivo dalla scuola. Fantastico

    • Io sarei per il ritorno all’ovvio cercando di mettere fieno in cascina.
      442
      Handa
      Ansaldi Miranda Murillo Nagatomo
      Candreva JM Kondogbia Perisic
      Gabi Icardi

      Allenatore Leonardo

  146. Vogliamo parlare di quel tossico di Vialli, che ha detto che quel tisico di Giampaolo ha fatto bene a non schierare i migliori contro i ladri mercoledi scorso??
    Grande Sarri che gli ha tirato un pò di merda in faccia.

  147. Ma vogliamo parlare della facilità con cui i nostri si complicano la vita? Davanti alla nostra area gigioneggiano, fanno lanci orizzontali passandosi la palla da una linea laterale all’altra, passano trenta/quaranta secondi e sono sempre là a minchieggiare… ma cazzo! Per cui inconsistenti dietro, inconcludenti davanti, abbastanza penosi al centro. L’unica, magrissima, miserrima consolazione? Se davvero scenderemo in B…. bhè, saremo gli ultimi ad averlo fatto.

  148. Purtroppo è sempre la stressa storia,e anche se fa male ammetterlo,nell’Inter non ci sono figure che capiscono di calcio,settore Primavera escluso.Parentesi Mourinho a parte,guardiamo ai dati di fatto: prendiamo allenatori che hanno una filosofia di gioco OPPOSTA ai giocatori che abbiamo (Orrico (!!),Gasperini),oppure andiamo a prendere giocatori OPPOSTI come idea di gioco all’allenatore che abbiamo appena sostituito (De Boer ultimo caso). Morale: “l’ultimo” che arriva si trova un minestrone di giocatori fatto per metà dal suo predecessore,e per l’altra metà da una dirigenza che,non capendo niente,ragiona come i ragazzini quando giocano con la Playstation e “costruiscono” la squadra dei sogni con “quelli forti” . Peccato che così vinci qualche partita e basta,ma le competizioni le vincono LE SQUADRE ( e lo stiamo vedendo adesso ).

  149. Buongiorno,
    adesso vediamo se anche i ns nuovi proprietari dicono una cosa e poi ne fanno un’altra.

  150. Piuttosto, un riscontro da internazionalista, che se non sbaglio vive in centro italia?

    Se passi di qua batti un colpo

  151. Premetto che la partita non l’ho vista perché ieri è stata una giornata un po’ movimentata, visto che risiedo in quella parte d’Italia che ieri si è svegliata con le pareti che si scuotevano, le suppellettili che cadevano ed i cornicioni che finivano a pezzi in strada.
    Vi leggo e mi sembra che anche qui le idee comincino ad essere un po’ confuse su questa crisi che perdura.
    Io continuo a credere che il problema non sia né l’allenatore né la squadra (intesa come giocatori) ma la società che di fatto non c’è.
    O meglio ancora il problema è un assemblaggio fatto in fretta e disorganico.
    Come quelle creme o maionesi in cui hai usato i migliori ingredienti ma che, fatte con poca cura e preparazione, finiscono per impazzire (chi cucina sa di cosa parlo).
    La metafora culinaria mi serve per dire che l’allenatore a me è sembrato un uomo equilibrato e con le idee chiare e che i giocatori che scendono in campo sono quasi tutti gente che avrebbe un fior di mercato se venissero messi in vendita.
    L’arcano si cela dietro ad un assemblaggio fatto all’ultimo momento con ingredienti presi qua e là con poca logica in una cucina dove non comanda nessuno in particolare.
    Se oltre a questo ci mettete che – tanto per restare in ambito gastronomico – non si doveva sfamare qualche disgraziato avventore di mense di poche pretese con due uova al tegame ma si doveva imbandire finalmente una tavola degna di questo nome e servire preannunciati manicaretti sopraffini ecco che il disastro è ancora più grave.
    Sono d’accordo con chi dice che non è ancora troppo tardi per raddrizzare la stagione, perché i giocatori ci sono (e a gennaio si può ulteriormente integrare), perché quelli che possono segnare non mancano (Perisic segnava sempre al Wolfsburg, Candreva lo faceva alla Lazio, Icardi continua a farlo ed Eder l’ha fatto perfino in nazionale), il centrocampo non è peggiore di tanti altri e Banega (che discontinuo lo è sempre stato in carriera) e Joao Mario (per me una sorpresa) sono due signori giocatori, la difesa ha grossi scompensi ma ultimamente persino quella della Juventus fa acqua e la nostra non è peggiore di quella del Napoli o della Roma.
    (E poi smettiamo di lamentarci sempre della qualità dei giocatori! A certi livelli sembra che solo il Barcellona si possa permettere di non farlo eppure non è la sola squadra che vince o ha dei problemi).
    Semplicemente bisogna avere un po’ di pazienza, aspettare e dare tempo e – FONDAMENTALE – rimettere insieme i pezzi, riassemblando una società decente che abbia le redini a ragion veduta, giacché i cinesi sono buoni solo per mettere i soldi e semai curare la parte commerciale, Tohir è utile come una terza gamba e va eliminato, Ausilio per me non è affatto malvagio ma ci manca una figura che sappia di calcio e che abbia l’esperienza, l’autorevolezza ed il polso per fare da tramite con la squadra e sovrintendere alla parte più tecnica, possibilmente con i trascorsi giusti e dei giusti colori.
    Continuo a pensare ad Oriali, chissà perché..
    Continuo a pensare ad Oriali, anche se oggi per rimettere
    Il resto verrà da sé

  152. Troppe sconfitte, difficile che DB salvi il posto.. a meno che non si rilanci con l’euro league, se ci arriva a giovedì..
    Un abbraccio a tutti gli amici del centro Italia, forza e coraggio_

  153. http://sendvid.com/3op58dtt
    Mi fanno veramente schifo. Ricordiamocelo quando “lo zio” ci regalerà altri preziosi suggerimenti.

  154. Quoto essemmemme, bella la metafora culinaria…

    Aggiungo che rosa e allenatore sono gli stessi che un mesetto fa hanno schiantato la goBBa a S.Siro, quindi non è tutto da buttare, anzi…

    Purtroppo per FdB credo il suo destino sia segnato e giovedì sera ci saranno i titoli di coda…

    Mi associo al sostegno per le popolazioni del centro Italia

  155. E’ un classico:”riuniamoci per decidere di non decidere” Intanto le altre squadre volano .Guardiamoci le spalle !!!!!!!

  156. un grosso problema è che l’ordine, come in tutte le squadre moderne, è di non buttare la palla coi lancioni dalla difesa, l’applicazione però è molto difficoltosa, se hai scarsa mobilità ti pressano facile e se la perdi sono cazzi

    continuo a vedere un enorme problema di tenuta atletica, combinata la fatto che hai 13 arruolabili su 25, giocare ogni 3 giorni è un cazzo di problema,se poi non segni manco con le mani può accedere l’imprevedibile e contro chiunque

    • Handa Miranda e Murillo sono tra gli interpreti meno indicati per cominciare l’azione da dietro. Imbarazzati ed imbarazzanti. A maggior ragione se non hai un centrocampista che detta un passaggio facile. L’ultimo che abbiamo avuto è stato Motta, adesso abbiamo Medel. Si pensava di adattare JM in attesa magari di gennaio. Ieri ha fatto capire di non essere disponibile. A questo punto tanto vale regalare molto più spesso il possesso con lanci lunghi e andare al recupero.

    • Miranda lo salverei, ma non sa a chi darla talche’ ieri ad un certo punto ha arrischiato uno slalom da sciatore..

  157. Purtroppo la nostra rosa è piena di giocatori di medio valore (alcuni proprio scarsi) che si sentono dei fenomeni. Sinceramente credo che nessun giocatore dell’Inter sarebbe titolare in un top club.
    Quando ci sono situazioni del genere bisogna cogliere l’occasione per fare un bel repulisti cominciando da chi ha passato l’estate a mandare avanti i propri procuratori a chiedere quattrini. Prima gente seria, poi bravi giocatori: da qui si parte. Il resto non conta. Per quanto mi riguarda questo è sicuramente un altro anno buttato perchè l’Inter non arriverà tra le prime tre; ed arrivare da quarti a diciassettesimi per me è la stessa cosa.

  158. In questo momento la situazione della nostra squadra è paradossale.
    Condivido pienamente i tre pilastri scolpiti sulla roccia da Wolf, in particolare che la nostra rosa è seconda solo alla Juve.
    Ora è paradossale che quei bamboccioni non vengano “inquadrati”. Non so quanti di voi abbiano fatto il servizio militare, ma all’epoca vigeva l'”inquadramento” delle reclute da parte dei nonni alla prima nottata passata in camerata : i nonni si presentavano di notte w facevano allineare le reclute affianco alle brande e con due paroline facevano capire chi comandava e chi rispettare. Bene, questo all’ Inter non è avvenuto. e il risultato è che siamo ostaggi dei giocatori. E cosa gravissima, lo è FDB. Oramai non c’è più niente da fare, è palesemente delegittimato dai suoi stessi giocatori, e la società, dietro le dichiarazioni di facciata, farà le sue scelte.
    Paradossale vedere Banega che santificava contro l’allenatore , o che Eder non dia la mano a nessuno. Ma dove vogliamo andare??
    Non sta a noi fare scelte, ma certo è che la situazione non è più in mano all’allenatore e purtroppo anche la scelta del traghettatore, sarà poco efficace. A parte che dubito che già accettare il ruolo di traghettatore, restringe il campo dei papabili. Perchè non crederete che Blanc o gli altri stranieri lo accettino vero?
    Siamo in mezzo alla m…da. E’ ufficiale. E paradossale.

  159. La sensazione è che FDB abbia finito.
    Non mi sento di dare delle colpe alla società o allenatore.
    Secondo me la società è troppo nuova e non sa ancora come funzionano le cose.
    L’allenatore, certo che e avesse un po’ più di personalità sarebbe meglio.
    Ma, tolto FDB, quali sarebbero i sostituti?
    Per favore non ditemi Leonardo o Pioli, forse l’unico in grado di gestire una squadra così, è Blanc e comunque ho un mucchio di dubbi.
    In sincerità, vorrei che continuasse FDB perché mi sembra serio, ha la sfiga di avere dalla sua parte un gruppo non omogeneo e troppi risultati di melma addosso.
    Dal mio punto di vista, i giocatori stanno dando tutto quello che possono (e non è vero che giocano contro) ma non trovano la quadra.
    Abbiamo tanti giocatori buoni, bisognerebbe avere tempo, imbroccare qualche risultato che ci dia morale e che ci trasformi in una squadra.
    Sono straconvinto che tutto questo potrebbe sistemarsi se a livello societario ci fosse una figura autorevole, con grande personalità, che si veda e ci metta la faccia (per intenderci non un Thohir), tutto il resto ce lo abbiamo.
    Forza Inter.

  160. Altro che anno zero, qui non siamo manco alle premesse. Leggete cosa dice il nostro main sponsor, dico, mica un osservatore esterno o un ex, mister Pirelli in persona.
    http://www.fcinter1908.it/copertina/tronchetti-colpa-della-societa-non-si-gestisce-dalla-cina-se-solo-fosse-dentro-moratti/

  161. Comunque affrontare la gara decisiva di giovedì con dead man Frank (che incredibile occasione sciupata, peccato davvero) in panca sarebbe l’ennesimo errore grottesco (cosa fanno sul serio autogestione come dice Acanfora?). Mandino nella bolgia inglese Vecchi con Zanetti a metterci il ciuffo seduto, anzi in piedi, al suo fianco. In attesa del nuovo coniglio da tirar fuori dal cilindro. A meno che non si riproponga la geniale strategia di aspettare fino ad andare fuori tempo massimo (Mancini/ET style) per indurre l’olandese a transare e l’indonesiano a rimetterci meno soldi.

  162. Tronchetti Provera è senza vergogna. Dire certe cose della nuova dirigenza non sta nè in cielo nè in terra. Sarebbe meglio pensasse alla carità che ci sta facendo da anni in cambio di una visibilità di valore assai più elevato.
    E poi uno che ha a cuore le sorti dell’Inter, in un momento come questo, non fa certe uscite.
    O spera, insieme al suo amico di merende, di tornare a comandare senza cacciare una lira?

  163. Ma possibile che nessuno abbia voglia di togliersi la soddisfazione di non cambiare per una volta allenatore, di non darla vinta alle puttane che ci sputano addosso da mesi, agli avvoltoi che aspettano il cadavere di DeBoer e ne annunciano la dipartita ogni mezzora? a tutti quelli che da 5 anni si divertono solo e sempre a mettere in croce i nostri allenatori finchè non vengono cacciati?
    Pensate ancora che cambierà qualcosa e che nel giro di pochi mesi non ricominci la solita solfa con quello che arriverà? Che poi chi sarebbe questo? Leonardo? non è un allenatore, non lo ha mai fatto quel mestiere; l’unica esperienza la fece con una super squadra che per dimostrare di avere avuto ragione a far cacciare Benitez gettò nella mischia gli ultimi sprazzi di voglia di un ciclo prossimo alla fine, salvo regalare alla fine il campionato a una squadra molto più scarsa. Pioli? altro ex gobbo deferente in eterno ai colori dei carcerati.
    Guidolin? abbiamo già un assietente spirituale alla Pinetina. Blanc? il campionato francese non è migliore di quello olandese.
    Avanti con DeBoer a costo di lottare per la salvezza, che è sempre un obiettivo più stimolante della bagarre per i preliminari di EL.
    E se i giocatori si rivoltano, calcinculo e taglio dei viveri. O delle palle, che i cinesi sanno fare anche quello.

    • Gianni, ti voglio anche quotare: ma la pazienza è finita, deve dare segnali più forti_ Caxxo quella partita con la juve l”abbiamo vista tutti, con il suo modulo e il suo credo; perché non ci sono state repliche?

  164. tanto valeva fallire con moratti piuttosto che subire tutto questo.
    Spero che arrivi presto la serie b purificatrice.

  165. Quello che vuole “defilarsi” dalle polemiche, è anche quello che continua ad andare sul personale (prenditi un antidepressivo, non sono io meschino ma chi proietta blablabla, nei blog è più facile dire tutti a casa – come se non l’avessi mai motivato- ecc.)

    mentre io, senza dare giudizi di valore sulle persone, mi limito semplicemente a dire che:

    – la rosa è migliorata
    – con Suning si tornerà grandi più velocemente che con ET

    è semplicemente in antitesi col dichiararsi pessimisti.

    Perciò o si dice “ero pessimista, ma ora non lo sono più”, oppure “credevo che saremmo migliorati ma ora sono pessimista”.
    Cambiare idea non è un’onta e una vergogna, anzi.

    Però voler tenere in piedi entrambe le teorie non aiuta la discussione.
    Ecco tutto.

    Comunque sia, volevo rispondere a Gianni:

    Tronchetti sta dicendo semplicemente quello che è sotto gli occhi di tutti, ossia che sono 6 mesi che facciamo una serie di errori a catena e che proprietà e dirigenza è poco presente.

    Io tifo Inter, ho a cuore le sorti dell’Inter, ma la penso alla stessa maniera di Tronchetti Provera.

    Io sono una capra in economia, ma questo qui mi sa che qualcosina ne capisce.

  166. gianni, il solito javier e se non sbaglio nessun altro, mi riferisco al vergognoso, indecente atteggiamento tenuto dalla doria questa settimana che non sembra interessare nessuno.
    sia chiaro che sono sacrosanti i sfoghi di oggi contro mister, giocatori, societa etc. ma non si puo nascondere il grave fatto accaduto che non ha scusanti, la samp ieri non si giocava nulla di particolare per interderci, oggi la stampa se fosse seria dovrebbe andare in fondo con i doriani e chiedere il perché di tutto cio, si falsa senza se e senza ma l’ andamento del campionato e tutti zitti, di questo cara gazzetta ci si deve vergognare.

  167. E, per chiudere l’alterco con Wolf:

    personalmente preferisco un’ opinione sbagliata ma netta, piuttosto che dare un colpo al cerchio e uno alla botte.

    La sensazione che dai spesso è quella (anche per via dell’inizio di molti commenti “come avevo pronosticato”, “come avevo previsto”, “purtroppo si è realizzato quanto avevo detto”, magari le parole non erano quelle, ma il senso spesso mi è sembrato quello)

    liberissimo tu di farlo, ma io, proprio perché mi sembri una bella testa e leggo i tuoi commenti (in genere ne salto diversi, per pigrizia), volevo correttamente farti presente questa cosa.

    Stima immutata e andrei avanti.

  168. Ho letto gran parte dei commenti. Ho visto la partita di ieri, come peraltro le altre. Credo, che il problema, come scrivo e dico da mesi, sia uno : la squadra non ha gioco!!! E questo non dipende dai giocatori, che a volte sembrano anche un po’ rassegnati, vedi ieri Joao Mario, ma dall’allenatore. L’asfissiante gioco sulle fasce proposto da De Boer, non ha dato risultati, non si segna, perchè Icardi è sempre marcato, ci scopriamo in difesa, perchè i terzini non tornato ed il centrocampo non fa filtro. Gli uomini sono messi male in campo. A mio modesto giudizio, ribadisco che per fare quello che vuole De Boer, ci vuole una seconda punta che affianchi Icardi, Gabigol ed una difesa a tre, per non aver sempre l’inferiorità in contropiede. Tutti i gol li abbiamo subiti in contropiede, con errori dei difensori. De Boer ha provato a fare ciò col Chievo, ma non ha funzionato, ha avuto paura e per questo, non ha riprovato più a farlo, sbagliando purtroppo. Vi ricordate quando E’to con Mourinho faceva tutta la fascia … noi adesso abbiamo Perisic che può farlo . L’inter, se vuole vincere con il gioco De Boer, deve essere così : Handanovic D’ambrosio, Miranda, Murillo, Medel, Banega, Brosovic, Perisic, Ansaldi (Candreva, se facesse la fascia intera), Gabigol e Icardi. C’è bisogno di 2 punte in area, di tornanti, di un centrocampo fisico, ma allo stesso tempo di qualità e di 3 difensori. Se la squadra ieri fosse stata messa in campo con questo schema, con la Sampdoria vincevi e lo stesso vale al secondo tempo con l’Atalanta, per non parlare della partita con lo Sparta Praga . Ora abbiamo come ultima spiaggia la partita col Southampton, senza Brozovic e senza i giocatori che non possono giocare in Uefa, che Dio ce la mandi buona. Anche un pareggio potrebbe darci una speranza ( come a Bergamo o ieri a Genova) … Forza Inter … Pazza Inter …

  169. Wolf. In effetti internazionalista è marchigiano come me solo che mentre io sono al nord della regione mi sembra di ricordare che lui è molto vicino alle zone più colpite. Anche da noi c è stata una scossa molto violenra e grande paura ma da loro è stato un vero disastro. Anche io come te e tutto il blog aspetto sue notizie.

    • Non sapevo che anche tu fossi del luogo, non serve che ti dica fatti forza che ne hai da vendere, ma in ogni caso ti mando massima solidarietà.

      Non posso neanche immaginare l’angoscia individuale, familiare e collettiva, nel mio piccolo vi son vicino

  170. este. Un conto è estecambiasso che scrive su un blog che in società c è confusione un altro se a farlo è TP. Penso che su questo concorderai. Fatto da lui è altra melma versata sulla nostra società in crisi per il delicato passaggio da una gestione ad un altra, completamente diversa. Non abbiamo altra strada che fidarci di questi cinesi che non penso siano venuti qui a fare la figura dei coglioni ma che necessitano di tempo x organizzarsi. D altro canto noi tifosi oltre che sperare in loro non possiamo fare. TP che parla invece ha sicuramente altre intenzioni o altri fini o altri timori. Il personaggio sarà anche competente di economia ma è tutt altro che limpido. Per tutto questo penso che avrebbe fatto bene a tacere. Ci penseranno i cinesi…..

  171. a ben vedere il segnale forte sarebbe tenere DB, piuttosto che cambiarlo: tenerlo potrebbe rappresentare quella manifestazione di forza di cui la nuova società ha bisogno_ Metterei questo paletto: finché conserviamo almeno 4 punti sulla terzultima DB non si tocca, viceversa si_

  172. Wolf, gianni

    grazie per il pensiero.
    Qua finora tutto bene ma siamo al limite, sia come tensione che, purtroppo, anche come vicinanza alla zona del terremoto che si sta allargando sempre più.

    Io sto sulla costa ma qua vicino c’è già il casino.
    E io, in tanti anni di terremoti brutti bruttissimi qui nelle Marche, come questo però non l’avevo mai visto!

    Il più brutto dall’Irpinia dell”’80!

    Mezza provincia di Macerata, di fatto, non c’è più.
    E sappiamo quanto successo da Amatrice fin qui.

    Mi dispiace tantissimo per la nostra Inter e per FDB, ma ora l’angoscia è ben altra, ahimè.

    Leggo il blog per risollevare un po’ lo spirito e per non pensare, e mi dispiace vedere l’Inter sempre con i soliti problemi, dei quali parliamo ormai da anni senza soluzione di continuità.

    • Da interista a interista
      solidarietà piena ad internaz

    • Rispondo giusto per dirti che ti capisco bene.
      Sono nella tua stessa condizione dall’altra parte dell’Appennino.
      Avrei preferito che ci avesse accomunato solo l’Inter e non la lunga esperienza di terremoti, la povera gente sfollata vicino a noi e parte di una provincia devastata.
      Qui dove vivo è andata anche bene considerata la violenza della scossa che ci è arrivata: le case non hanno poi avuto grandi danni anche se qualche edificio pubblico è stato dichiarato inagibile.
      La testa ora è in effetti sia alla povera gente che ha perso tutto, sia a quella parte della mia terra che non sarà mai più come prima.
      Per non dire che la sera si va a letto con la paura che arrivi una scossa più forte di quelle che ci hanno già colpito.

  173. Aggiungo che mai come oggi il titolo ungarettiano del post di settore suona amaramente appropriato per quel che riguarda Umbria e Marche

  174. nella querelle di chiusura di Wolf ho trovato un paio di appunti diretti in generale a quelli che ce l’hanno con Icardi e che sembra rimpiangano Mancini.

    per quel che mi riguarda Icardi sono due anni che lo critico sul piano tecnico, non è una novità e non è perchè mi stia sul cazzo che dico certe cose su di lui, ma perchè guardando le partite trovavo addirittura immeritati i soldi che prendeva l’anno scorso, figuriamoci quelli che prende quest’anno.

    le vicende extra calcistiche non c’entrano un tubo, anche se non posso negare che il tipo non è di mio gradimento da tempo, ma non devo mica andarci a letto, per cui se giocasse sempre come ha fatto con la gobba lo elogerei come ho fatto a suo tempo.

    per fare un esempio non è che Ibra mi abbia mai preso il cuore e che mi fosse particolarmente simpatico, ma era un professionista esemplare anche se a volte non rendeva come avrebbe potuto, ma se è ancora sulla breccia pur avendo 11 o 12 anni più del nostro centravanti, lo deve unicamente a se stesso per la serietà con cui ha intrapreso la carriera di giocatore.

    il discorso Mancio io lo avrei chiuso da tempo se non ci fossero sempre certi commenti che lo richiamano, per cui, essendo io uno dei pochi che lo ha sempre difeso, mi sento parte in causa ogni volta che qualcuno lo tira in ballo anche in maniera indiretta, ad esempio parlando della preparazione atletica che pare sia la principale causa delle sconfitte dell’Inter, per cui ribatto.

    dal momento che ce l’avevo con Icardi per la partita indecorosa fatta con la Samp, ricordando che è stato per un mese e più sulle balle a tutto il blog per la vicenda contrattuale condotta da sua moglie e che tutti avrebbero voluto portare in spalla al Dela (quasi tutti per evitare casini o prese di posizione) mi sono permesso di dire un’altra volta che se al posto di tenere lui e mandare via il Mancio la dirigenza avesse fatto il contrario sarebbe stato molto meglio e la società avrebbe fatto un affare invece di questa ciofega che è venuta fuori, dove in campionato siano in zona retrocessione e si sta profilando un altro cambio di allenatore.

    senza volere criticare nessuno che difende ad oltranza DB vittima sacrificale della stampa e di chi gli ha voluto dare in mano una squadra non sua solo poco tempo prima dell’inizio del campionato, vorrei fare osservare che il nostro tecnico è grande e vaccinato e nessuno lo ha obbligato, di conseguenza sapeva benissimo a cosa andasse incontro, se non lo sapeva avrebbe dovuto informarsi prima sul trattamento che la stampa ama dare agli allenatori dell’Inter e che l’unico modo di zittirla è quello di vincere le partite, non solo, l’allenatore dell’Inter le deve vincere anche giocando bene, perchè se per caso si trova in testa alla classifica dopo 11 giornate con 24 punti, gli fanno il culo lo stesso perchè il gioco della squadra non convince.

    per cui figuriamoci che culo possano fare a uno che su undici partite ha fatto solo 11 punti.

    per dire…

  175. di sicuro vivere nella paura del terremoto, se già non ti ha colpito, è molto peggio che vivere nella paura di un sconfitta dell’Inter o che lei possa andare in B.

    per cui davanti a queste vere tragedie ci si può anche sentire ridicoli a preoccuparsi della nostra squadra e allora piena solidarietà a tutti, Interisti e non, che si trovano in quelle zone a rischio e che tutto possa finire per il meglio.

    a quelli del blog un augurio particolare, non solo perchè Interisti ma amici, sia pure virtuali, con i quali si scambiano le opinioni quasi mai identiche.

  176. non rileggo mai, troppi 11, rifo:

    per cui figuriamoci che culo possano fare a uno che dopo 11 partite ha fatto solo 14 punti.

    volevo dire undicesima e non prima…

  177. Amici vado a letto e vi assicuro che è uno dei momenti più difficili e pieni di angoscia che dobbiamo vivere in questo triste frangente.
    Buona notte, sperando che lo sia davvero.

    Siamo /come d’autunno /sugli alberi / le foglie