Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Difficoltà

Diciamo che abbiamo una certa difficoltà con le squadre che si chiudono molto e non ti fanno giocare, e anche con le squadre che si chiudono molto e poi cercano sporadicamente di incularti in contropiede, perchè – ammettiamolo – abbiamo una certa difficoltà nell’attaccare squadre che si chiudono a riccio e poi ripartono e abbiamo comunque una certa difficoltà nel gestire mentalmente un’iniziativa di novanta minuti contro una squadra che si chiude e poi riparte, anche perchè abbiamo – è evidente, diobono – una certa difficoltà a dare la giusta continuità al gioco del centrocampo in raccordo con l’attacco proprio in virtù delle peculiari difficoltà insite in una partita in cui la squadra avversaria pensa soprattutto a difendersi

(e nel frattempo ti distrai e pensi alle difficoltà che hai con le squadre che ti aggrediscono, e anche con squadre che un po’ ti aggrediscono e un po’ si difendono, e questo ti crea dei dubbi esistenziali, sportivi, tecnici, tattici, morali, etici, psicologici, psichiatrici, luddisti e fist fucking)

ma non disegna di attaccare una volta mediamene ogni quarto d’ora, cosa che ti mette in difficoltà soprattutto a livello di attenzione e concentrazione, e se poi va davvero vicino all’inchiappettarti ti mette in difficoltà a livello di autostima, perchè tu sei lì che attacchi un po’ così per novanta minuti – e hai una certa difficoltà, questo va detto – e quelli ne approfittano e ripartono e tirano e prendono pali, mica sempre, vabbe’, una volta ogni quarto d’ora, anche venti minuti, e ora io sfido chiunque a non avere una certa difficoltà a gestire questa situazione psicologicamente ingenerosa rispetto ai tuoi sforzi,

oddio, sforzi,

ecco, ho una certa difficoltà – io, non la squadra – a definirli sforzi, diciamo tentativi, diciamo tensione – ma tensione in quel senso, di tendere, non di tensione nel senso del sistema nervoso – ecco, perchè poi subentra la tensione – quella vera, lo so, questo passaggio è difficile – e manca l’ultimo passaggio – sto avanzando nel ragionamento prendendo l’ultima parola della frase precedente, non so se si nota – e quindi vaffanculo. Adesso subentra anche una certa difficoltà (mia) a valutare con serenità la classifica (nostra), no, per dire, bastava vincere col Chievo e (non lo voglio dire) (e non voglio vedere, non voglio sentire, svegliatemi il primo giugno, no, niente, non voglio sentire, lalalalalalalalalalalalalala).

Diciamo che abbiamo una certa difficoltà. Con le squadre. In generale. E bòn.

share on facebook share on twitter

132 commenti

  1. primo

    come l’inter

    nel 2010

  2. Fist fucking…
    oramai il divario tra quello che si può permettere il padrone di casa nei post e quello che permette il censore de noarti è diventato incolmabile.
    come lo spazio tra quest’inter e l’Inter.
    quest’anno è così. Va dato atto al fato che quando per noi piove merda arrivano i monsoni.
    aspettiamo…

  3. Semplice caro Settore quando non hai in organico quei calciatori che riescono a spaccare la partita saltando l’uomo o almeno un gioco di movimento tale da mettere in difficoltà il fortino rischi pure l’inculata con un’azione ogni 20 minuti.Se invece di dare la caccia agli allenatori sprecando risorse economiche e mentali la dessimo a qualche fuoriclasse forse il problema neanche lo metteresti in evidenza come sei costretto purtroppo a fare.

  4. torino 3
    udinese 3
    chievo 2
    parma 2
    cesena 2

    mica volevamo lo scudetto

    solo questi 12 punti in casa

  5. Ma se il destino ti dona una ultima chanche,o sei un bidone,un mediocre giocatore
    o un fuoriclasse almeno sputa l’anima,sciogliti di sudore……..insomma fai qualcosa
    per provarci.Invece il secondo tempo,è equiparabile al nulla cosmico;tic e tac e Handanovic pensaci tu.
    Basta che il Chievo di turno tossisca………….Emblema del nostro disgraziato campionato è l’assedio degli ultimi minuti ad Udine.
    Intanto l’ultimo “titulo” risale al 2011;la mia non verde età non mi consente altri 45 anni di attesa. A quando il prossimo?

    • Secondo molti il prossimo io non sono tra questi, tranne futuri miracoli nel mercato estivo.

  6. Facciamo il punto.
    L’Inter ad oggi ha tre giocatori su cui si può puntare per il futuro: Icardi, Kovacic, Handanovic.
    Icardi, fino a ieri, lo si voleva vendere perché mandava stronzate via Facebook.
    Kovacic lo si vuole vendere per fare cassa, anche perché lo si considera un mezzo giocatore.
    Handanovic, su cui c’è più consenso, per la stessa ragione.
    Quindi, se tutto va come ci si auspica il prossimo anno giochiamo con Icardi + 10 ancora da definire.
    Ma sarà un’Inter competitiva. Statene certi.

    • togliamo KOVACIC che anche oggi ha dimostrato la personalità di un esordiente della primavera, meglio venderlo se rimane all’inter si brucia se cambiando squadra dovesse eplodere saremmo altrettanto felici di aver fatto un’opera di bene!!

  7. Ero allo stadio.
    Io vi dico quello che ho visto e le mie impressioni, poi magari sono sbagliate.

    Dunque, il risultato, ovviamente, non è soddisfacente.
    E fin qui ci siamo.

    I problemi più grossi sono sempre quelli:

    un attaccante che spacchi la partita, come diceva giustamente intervincit

    la solita tenuta atletica che nel secondo tempo ci rende più lenti nella manovra, ci fa arrivare secondi sul pallone, ci rende più vulnerabili nei contropiede avversari e ci fa avere ancora meno lucidità in fase conclusiva

    la difesa va un po’ meglio (anche se era il Chievo) sebbene Ranocchia continua a non convincermi in assoluto (eufemismo),
    mentre Vidic e soprattutto Juan Jesus mi sono piaciuti.
    JJ ha spinto e ha messo in area l’unico cross decente della partita.

    Per il resto, in tutta sincerità, il risultato mi sembra figlio anche di una certa svagatezza.
    Anche Mancini mi sembra che non senti sua quest’Inter e aspetta di fare tutto lui l’anno prossimo.

    Bisogna assolutamente recuperare lo Shaq di gennaio, perché oggi l’ho visto molto involuto.
    Personalmente avrei messo Gnoukouri al posto di Brozovic o Guarin e Podolski dall’inizio

    (io sono tra i pochi che lo riscatterebbe).

  8. che non senta sua quest’Inter

    pardon.

  9. un risultato definitivo c’è, la EL è scongiurata

  10. “…diciamo che abbiamo una certa difficoltà, con le squadre, in generale…” Fantastico…

    Per una non-squadra come questa credo sarebbe difficile anche con quelle di B, tutte, e forse anche più in basso, un non-calcio ruminato da giocatori che vanno dal medio al mediocre e via scendendo.

    Pregare Dio che in estate riescano a costruire qualcosa che abbia un senso, una parvenza di squadra che sia per lo meno guardabile, non questa roba qui…

  11. Quello di prima piangeva, mordeva le bottiglie, incolpava la pioggia e aveva un profile che più low non si poteva.

    Questo promette che il prossimo anno lotteremo per lo scudetto.

    Anche il prossimo anno l’attenzione sarà incentrata sul mister e l’emozione più grande sarà l’esonero di mancini alla scadenza del 16° mese.
    Entusiasmo per il nuovo che avrà qualche mese per conoscere la squadra e portarsi avanti con il lavoro per l’anno successivo, quando dopo circa 16 mesi tornerà anche lui a casa.
    E Fassone silenzioso concima..

  12. E tornando a Mancini quando gli chiedono quanti scudetti ha la juve invece dii fare come Ponzio Pilato farebbe bene a rispondere, perchè la risposta c’è ed è scolpita nella pietra.

  13. Io della rosa attuale terrei: Palacio, Handanovic, Kovacic, Vidic, Santon, Podolsky, Gnoukuri (o come caspita si chiama), Shaquiri, Felipe e forse, ma dico forse, Hernanes e Icardi.
    Il resto lo si vende, si fa cassa, si compra qualche buon giovane, si lancia in prima squadra qualche buon “Primavera” e si gettano le fondamenta per un futuro meno nero e più nero-azzurro.
    Sbaglio?

  14. Scusa neroazzurro rosso,

    terresti “sicuramente” Felipe e “forse” Icardi?

  15. Este, sono ruoli diversi……o sbaglio ancora? Eppoi, Icardi……..parliamone…………..

  16. rosso

    io, quelli che citi li terrei più o meno tutti.
    Icardi deve restare.
    E dicendo però a Kovacic di tirare fuori le palle, se ce l’ha, altrimenti lo si vende a gennaio o il prossimo anno.
    Insomma gli darei un’ultima chance (questo per dire anche che, personalmente, non sono né un mangia giocatori né un mangia allenatori).

    Poi cercare di vendere tutto il resto (Guarin e Ranocchia in cima alla lista!) e con i soldi che arriveranno, più altri che deve assolutamente mettere la società, comprare giocatori di buon livello e già pronti, andando a colmare, con intelligenza, le varie mancanze in tutti i reparti.
    Poi, qualche giovane, lo metti. Su questo Mancini c’ha sempre saputo fare, sia in passato che anche oggi con Gnokuri.

    Se tutto questo viene fatto con criterio e con un allenatore esigente come il Mancio (e non aziendalista e mediocre come l’altro!), con, appunto, il Mancio da inizio stagione e una buona preparazione!, allora potremmo cominciare a vedere qualcosa di interessante.

    Oggi si è visto bene che questi qui insieme non sono in grado di vincere neanche contro il Chievo in casa, come accaduto con Parma e tante altre.
    Si è visto bene che non hai nessuno da far entrare in grado di spaccare la partita!
    Perché non ce l’hai.

    Se, invece, questa strada non verrà presa, o presa in maniera poco convinta, allora assisteremo ad un altro anno triste come questo e con la juve che vincerà il 5° di seguito.
    Non vedo altri esiti.

  17. No, rosso, sono ruoli diversissimi, certo, ci mancherebbe

    perrrrrò

    boh, io prima di dare via uno che ti fa 18 gol senza avere molti palloni giocabili a partita, ci penserei due volte.

  18. ot sul calciominore

    inzaghi ha preso 3 gol in sei minuti da cicciobenitez

    ricorda qualcosa?

  19. Internazionalista,
    condivido il fatto che il giovine Mateo deve per forza, entro gennaio se no bye bye, tirare fuori gli attributi e dimostrare di essere un buon giocatore con doti da leader, da idee a centrocampo, insomma un trascinatore (ce la farà? mah, ai posteri l’ardua sentenza).

    Per Icardi: a me, non so se anche a qualcun altro, ricorda il “nostro” Bobo Vieri, tanti gol ma con due tombini al posto dei piedi.

    Auspicherei un impegno, in campo, alla Eto’ò (mi si perdoni la bestemmia) e cioè un maggiore coinvolgimento nell’aiutare la squadra ad imbastire le ripartenze.

    Se poi si riesce a costruisce la squadra già volta verso la porta avversaria…che stia pure lì ad aspettare la sfera che tanto, prima o poi la mette dentro e togliendosi i tombini magari anche più spesso che poi.

  20. Ma perché Benitez continua a non mettere Martens dall’inizio? Boh.

    Secondo me merita più lui di Insigne.

    E soprattutto:

    perché tutte le squadre sul 3-0 smettono di giocare
    tranne contro di noi?

  21. Este,
    è vero, 18 gol con un branco di pirla che non sanno fare un traversone neanche a scommetterci sopra è un bel biglietto da visita………….perrrrò….quanti caspita se n’è mangiati, in partite in cui serviva un suo golletto? E qui ritorniamo ai tombini………….

    Intanto, la seconda squadra (!?) di Milano ne prende 3 da Rafa Benitez……spero che il pluricampione del mondo di tuffi venga, finalmente, mandato aff……….

  22. No, no
    io spero che Inzaghi resti.

  23. rosso

    Icardi (dice bene este) ha fatto 18 gol con pochissimi assist e pochissime palle giocabili.
    Pensa con una squadra che gioca per lui?!
    Tu dici non aiuta la squadra, ma perché la squadra aiuta lui?

  24. Internazionalista

    squadra? quale squadra? questa? ma mi facci il piacere!! (cit)

  25. Bene.
    Anziché comprare gli 8 giocatori che ci mancano, pensate a vendere quelli che invece funzionano.
    Così invece di 5 anni, per diventare competitivi ce ne metteremo dieci. Se ci va di lusso.

  26. rosso

    appunto.
    E allora come si fa a giudicare anche l’operato del singolo?
    Comunque 18 gol sono lì, non sono chiacchiere, sono un fatto.
    Icardi è uno dei pochissimi su cui si può dare un giudizio concreto, in questa annata sciagurata, e, a mio avviso, assolutamente positivo.
    Al netto delle cazzate come twitter o degli affari suoi personali di cui non mi frega una cippalippa.

    Institor

    perché, pensi che gente come Guarin Ranocchia D’Ambrosio o Medel funzionino?

    • Ranocchia è da mandar via a qualsiasi costo, anche se dovessimo pagare qualcuno perché se lo prenda.
      D’Ambrosio neanche come riserva.
      Guarin è da vendere, non serve.
      Medel è un’ottima riserva.
      Dico solo che è stupido pensare di vendere Kovacic.
      Giocatori promettenti di quell’età non si vendono.
      Il problema è che l’Inter con Thoihr non sarà mai, dico MAI, competitiva.
      Se mirasse questo l’avrebbe detto in modo chiaro, fissando anche dei tempi, invece è sempre rimasto sul vago.

    • Ma se hai letto uno dei miei interventi sopra io Kovacic non lo venderei.
      Non subito, per lo meno. Anzi dicevo proprio di dargli una ultima chance e provare a fargli tirare fuori gli attributi.
      Quindi non lo devi dire a me.
      Certo è, che se ce lo dobbiamo tenere a queste condizioni, è inutile, sia per lui che per noi.

      Su Thor, beh, mi pare che lui, all’inizio, diceva sempre di tre anni per ritornare ad essere competitivi.
      E questo mi pare sia stato il suo primo anno, o sbaglio?

  27. Di Kovacic non si deve neanche discutere. Lo si tiene e basta. Punto. Fine.
    Oppure si fa come Lippi, che disse che Pirlo era un patrimonio del calcio italiano.
    E la prima cosa che fece fu allontanarlo di 1000 chilometri spedendolo a Reggio Calabria.
    Abbiamo 8/11 della rosa impresentabili. Cominciamo da lì.
    Invece i discorsi vertono se è meglio vendere Kovacic o Icardi o entrambi.

    Poi, riguardo Thoihr, con la sua filosofia non torneremo mai ad essere competitivi.
    Non con le cifre che è disposto a spendere.

  28. Pirlo era più forte di Kovacic.

    E comunque tenerlo per tenerlo, senza mai vedere un progresso mi sembra sciocco.
    E inutile.

    • Quindi lo vendiamo. (Esattamente come facemmo a suo tempo con Pirlo…)
      E gli altri 8/11 che non funzionano, invece, ce li teniamo a vita.
      Non può andare diversamente, e per una semplice ragione: Kovacic ce lo prendono di corsa, mentre quegli altri non li vuole nessuno, manco regalati.
      Comunque, al momento della cessione di Pirlo nessuno si è opposto o ha detto che era forte.
      Neanche dopo i due anni passati in provincia.
      Così, tanto per fare un po’ di storia.

  29. Quoto Gianni.
    Partiamo da un allenatore che parli per conto di chi caccia 10 ml l’anno.
    Alla domanda: quanti scudetti ha la Juve? (o giù di là, la domanda non era esattamente te questa ma il senso si)
    Un interista educato risponde il numero che c’è nell’albo della panini. Un tifoso: 3 onesti.
    Se l’allenatore dell’inter nell’anno in cui non riesce a darci una gioia neanche con il Chievo non ne approfitta per buttare un po di merda sulla gobba e allora devo dare ragione ad Estecambiasso.
    Mancini il campionato di quest’anno lha già finito da mò

  30. pensare che siamo ancora lì nonostante la stagione finora scandalosa la dice lunga…le ultime 2-3 giornate sono state favorevoli come non mai…Fiorentina-Cagliari non l’ho seguita fino agli ultimi minuti poichè davo per scontato che li piallassero, invece cadono…in questo turno entrambe le genovesi sconfitte e nemmeno con un assist del genere riusciamo a tirar fuori un po’di motivazioni per dare un minimo senso ad una stagione che incredibilmente lascia ancora spazio ad un 5o posto che vorrebbe dire eguagliare la stagione scorsa che è ancora motivo di vanto per l’asino che stava seduto in panchina prima e metterlo a tacere… INVECE NO…non siamo in grado nemmeno di portare a casa il minimo sindacale in casa con il Chievo…ennesima occasione persa, ennesima volta in cui viene spento sul nascere ogni barlume di entusiasmo. Sui singoli non so più cosa dire…tranne JJ e Guarin sui quali non ho davvero più dubbi riguardo la loro inutilità e inadeguatezza, gli altri sono così discontinui da non permettere di costruire una base solida… l’eroe di oggi sarà la delusione della settimana prossima, innescando un meccanismo per cui ha sempre ragione chi sta fuori…anche Kovacic, sinceramente mi sono stancato di aspettarlo come fosse il messia perchè anche se non dall’inizio, trova spazio praticamente ad ogni gara, ma da subentrante non spacca mai le partite, non aggiunge mai nulla e spesso finisce con il nascondersi come ha fatto ieri ed altre decine di volte…credo sia giusto muovere delle critiche anche a lui piuttosto che aspettare che moltiplichi pani e pesci

  31. Anche perchè si rischia l’accanimento terapeutico.
    Ed è pratica che non mi ha mai convinto, a dire il vero.

    Io sono convinto che Kovacic sia un ottimo giocatore, ma ha delle palle come quelle del mio gatto (rimosse…).
    Non spacca mai la partita, ha degli sprazzi (vedi Roma) in cui si vede (o intravede) il giocatore che potenzialmente potrebbe essere, ma non è quasi mai fondamentale, nè da titolare, ne tantomeno da subentrante.

    A proposito di subentranti, basta vedere cosa succede con Gabbiadini nel Napoli.

    Questo non vuol dire che vada venduto, ma certo gli va fatta una cura massiva di testosterone per sviluppare i gioielli di famiglia.

    • Gabbiadini è l’esempio più lampante…così come una volta era Cruz da noi…che nonostante subentrasse a dei campioni, riusciva ugualmente a farsi notare e ritagliarsi uno spazio. Kovacic è ormai una costante nel subentrare spesso al peggiore in campo senza mai aggiungere nulla alla partita.
      Purtroppo siamo in un periodo in cui delle potenzialità ce ne facciamo ben poco e comunque si parla di un giocatore che è qui da 2 anni e mezzo e non ha nemmeno l’attenuante dell’ambientamento…occorre gente pronta subito ed utile alla causa e se questo vuol dire sacrificare chi è “potenzialmente” un campione, ma continua ad essere solo una delusione oltre che pomo della discordia, ben venga.
      Ripeto, il punto focale è indirizzare le poche risorse in qualcuno che davvero aggiunga qualcosa alla squadra e l’esempio che continuerò a fare allo sfinimento è sul come è stata gestita la situazione con Nainngolan…cincischiare 6 mesi per trattare 1-2 milioni sul cartellino per poi farselo soffiare dalla Roma e virare di colpo su Hernanes pagandolo anche di più solo per non restare con il cerino in mano! Sono sicuro che con un Nainngolan in più avremmo avuto la metà dei problemi odierni…almeno da questo punto di vista il Mancio è l’unica garanzia che abbiamo dal momento che non c’è un DS con le palle ne tantomeno una linea societaria sul mercato ben definita!

  32. ICARDI, SANTON, SHAQ, BROZOVIC, KOVACIC, VIDIC……..DA TENERE…….TUTTI GLI ALTRI PER FAR CASSA….MA CHI SE LI PRENDE…..????? PENSATE CHE ALLE PIPPE GIA’ PRESENTI SI STA PER AGGIUNGERE ALVAREZ DI RITORNO DALLA BRILLANTE ESPERIENZA INGLESE…..

    • nessuno sarebbe pazzo da offrire soldi per Kuzmanovic che non gioca da mesi o per Nagatomo & co. … per di più rimangono da definire le situazioni di tutti gli altri pipponi spediti in giro per il globo che non sono riusciti ad emergere nemmeno in contesti decisamente inferiori tipo Taider, Alvarez (che 90% tornerà indietro), Pereira…tutta gente costata tanto che frutterà zero!
      Per fortuna Jhonathan e Campagnaro vanno in scadenza…ma tanti altri saremo costretti a portarli fino a fine contratto dal momento che si metteranno di traverso ad ogni trattativa rifiutando ogni destinazione (come ha fatto lo stesso Campagnaro) perchè mai più gli capiterà di giocare nell’Inter. Sarà durissima

  33. Odio le squadre che non ti fanno giocare.
    Viva il Sassuolo.

  34. Qualche pensiero sparso

    Se Berlusconi sta piazzando davvero la minoranza del Milan per mezzo miliardo, armiamoci do creme perché questo ce lo sta buttando al culo di nuovo.
    Se veramente esiste qualcuno disposto a prendere quote ma non controllo, per una cifra del genere, di una società con 90 mln di saldo passivo e un parco giocatori da far pietà, beh, mi aspetto che quel qualcuno si presenti poi sul mercato con valanghe di palanche.

    E sappiamo tutti che a casa milan vi è una naturale propensione a raggirare le regole, specie se di natura finanziaria. Dunque non penso che il ffp possa evitare ciò, tanto più che bastano un paio di “scatole cinesi” per dissimulare la fonte di un flusso di capitali, tanto più se arrivano dall’estremo oriente. Roba in cui Silvio, per altro, è già un maestro.

    Comunque vedremo, per il momento sono solo sensazioni da tifosotto pessimista che teme in una alterazione dello stato delle cose milaniste.

    ——————————-

    Quanto a Marotta che aspetta sentenze certe (non so se avete letto l’ultimo delirio, di ieri; ha persino tirato in ballo la relazione di palazzi), mi domando dove abbia trascorso gli ultimi 10 anni di processi.

    Se una 40ina di sentenze di ogni specie e grado ancora non gli bastano, al punto che deve continuare a fare il garantista per sé stesso, almeno abbia la decenza di fare altrettanto con una relazione di un accusatore di giustizia sportiva, redatta per altro indebitamente per le ragioni che tutti conosciamo, priva di seguito fondata su elementi ritenuti irrilevanti in sede penale (ove nel contempo si accertavano associazioni per delinquere).

    Vabeh, han patteggiato, e una volta scontata la pena ridotta hanno ritrattato tutto.
    A sto punto dovrebbe ritrattare anche la giustizia sportiva. “Ti rimangi i patti? Bene, faccio altrettanto, e il prossimo anno parti dalla C con 45 punti di penalizzazione”

    Infine sull’inter… più che agognare la fine di questa stagione non so che altro fare ormai.
    Ma invito tutto a fare occhio… Il mirabolante quinto posto di un anno fa preso come simbolo di successo e buon lavoro, è a 2 punti, sebbene in panca ce ne sia un altro, subentrato a novembre, con una squadra non sua, e le coppe di mezzo.

    Non penso che arriveremo quinti, alla fine. Ma occhio, che se ciò accadesse crollerebbero una sfilza di teoremi.

  35. nelle ultime righe hai riassunto perfettamente il pensiero che ho scritto anch’io… difficilmente accadrà visto il calendario e la quantità di occasioni perse, ma non avrebbe prezzo mettere a tacere l’asino nonostante una stagione così sciagurata

  36. Su marotta non si può che essere d’accordo ma ti dirò di più, dato che si divertono a fare i cretini e a fingere di essere gente a posto, per una volta scenderei al loro livello di stupidità, senza il timore di raggiungerlo, mi impossesserei dei due scudi 1998-2002 ( peraltro nostri ) e appiccicherei da qualche parte la seconda stella.
    L’alternativa sarebbe che qualcuno in società si facesse sentire ricordando a giorni alterni quello che sono e quello che sono sempre stati.

    Se arrivassimo 5° non crollerebbe nessun teorema sarebbe la semplice conferma che cambiare in corsa come al solito non è servito a niente.
    Dove è scritto che l’altro non sarebbe arrivato 4° o 3° o 8°???
    I teoremi li fanno quelli che non vogliono rassegnarsi a una realtà già dimostrata e che cercano disperatamente di dare un senso a un cambio in corsa che è valso solo a spendere soldi e a indebolire Mancini.
    Quelli a cui stava sul cazzo Mazzarri hanno avuto la testa di Mazzarri, quelli a cui sta sul cazzo Mancini sono in trepidante attesa sotto il ceppo. Basta aspettare, che tanto anche il prossimo anno la minestra sarà questa.

  37. anche se

    poi ce la giochiamo con carrizzo…

  38. Ma sì, Wolf, ormai gli juventini l’hanno menata così tanto che non possono più ritrattare.

    Mica possono dire: “eh, sì, ci siamo accorti che effettivamente sono 31”.
    Semmai dovrebbe essere la giustizia sportiva che dovrebbe sanzionare certe affermazioni perché lesive di quanto statuito proprio da sentenze sportive.

    Il resto mi sono sembrate parole un po’ così, senza un nesso,
    roba tipo ‘i nostri avvocati stanno lavorando, la verità verrà a galla’

    (dopo 10 anni? Cos’è, stanno cercando la scatola nera?)

    ‘c’è un contenzioso aperto’
    e roba del genere.

    In mezzo ci sarebbero, oltre alla giustizia sportiva, 3 processi ordinari e un giudicato (oltre ad una prescrizione a cui, stranamente, non si è rinunciato, forse perché la verità tardava a venire a galla) di cui non si fa menzione.

    Vabbè, comunque sono affari loro, ormai.

    Aggiungo alle righe finali di Wolf sul quinto posto che, tecnicamente, oltre ad essere subentrato a novembre

    è partito anche con l’handicap, visto che non mi pare fossimo quinti al momento dell’esonero.
    In ogni caso il punto è e resta l’ottica della stagione prossima, aldilà di qualsiasi piazzamento di quest’anno.

    • Purtroppo mi duole dirlo, ma avessimo un simil-Galliani che non perde tempo per rispondere a tono ed emettere comunicati ad ogni attacco che riceve, probabilmente non avremmo permesso ai vari Marotta, Agnelli e compagnia cantante di gettare fango impunemente plagiando le menti delle masse dotate notoriamente di memoria corta. Negli anni si è permesso a questa gente di raccontare l’esatto opposto dei fatti accaduti mettendo l’Inter al centro delle accuse quando era palesemente una delle parti più danneggiate da tutta la faccenda!
      La cosa più intollerante è che le istituzioni del calcio dovevano assolutamente condannare questi comportamenti prendendo posizioni nette senza lasciar spazio a fraintendimenti e stellette posticce!

  39. Beh, c’è tutto un mercato estivo nel mezzo, e quasi tutti concordiamo sul fatto che in proposito il Mancio ci sa fare.

    La mia fiducia incodinzionata ce l’ha almeno per i prossimi due anni, purché nel frattempo ci si legga dietro una trama.

    E non penso che il cambio in corsa sia stato inutile. Certo, speravo di leggere il primo capitolo della trama di cui sopra, cosa oggettivamente non accaduta. Ma rimango convinto che almeno un’introduzioncina ci sia stata per svariati motivi: shaquiri esploderà, ha valutato gli attuali con largo tempo e anticipo rispetto ai primi 10gg di ritiro estivo, sta già tessendo importanti contatti di mercato per l’anno prossimo, e ha già iniziato a lavorare sulle sue idee calcistiche con una rosa che è si composta da partenti, ma anche da giocatori che resteranno, alcuni de quali anche da titolari.

    Senza considerare che al vecchio la situazione era sfuggita di mano anche (e forse soprattutto) per colpe non sue. Oggettivamente, come pensi di far una stagione intera con un clima del genere ad ogni match casalingo?

  40. Ah, aggiungo una cosa veloce veloce:

    questo mantra del “cambiare l’allenatore non è servito a niente, i risultati sono gli stessi ecc.ecc.ecc.ecc.”

    non è nuovo.

    Lo si disse anche ai tempi del primo anno di Mourinho, dove più di qualcuno disse:

    “eh, per vincere solo lo scudetto bastava Mancini, mica c’era bisogno di dare 10 milioni all’anno a Mourinho, checihafattobuttareisoldiperquaresma, il portoghese doveva farci vincere la Champions e invece siamo usciti agli ottavi come al solito”.

    Poi l’anno dopo vincemmo tutto.

    Questo per dare un quadro dei danni potenziali che può fare la vedovanza.

    • bravissimo…ricordo molto bene nell’inverno 2009-2010 parecchi “tifosi” mettere pesantemente in discussione Mou quando la qualificazione agli ottavi era in bilico… con Moratti che iniziava a muoversi in tale direzione per fine anno informandosi sui papabili sostituti, salvo poi piangerlo a fine stagione…

  41. Mi sono eclissato per qualche giorno in uno sperduto eremo irraggiungibile ad internet e tecnologie varie, torno e scopro che:
    l’espulsione che era uguale alle nostre ..non era così uguale, il rigore che non c’era …c’era, i ladri hanno vinto lo scudo, i black block mi hanno incendiato la città, renzi se l’è menata per l’Expo più pacco di sempre e abbiamo pareggiato col chievo perchè quella merda di Kovacic in un quarto d’ora non ha fatto ciò che non è riuscito ai compagni in 75 minuti.
    Son cose.
    La prossima volta che vado in vacanza mi porto un satellitare perchè tutte queste notizie in un colpo solo non si possono ricevere.

  42. Gianni,
    non importa, tanto a discutere così non si arriva da nessuna parte, ripetono sempre le stesse cose a dispetto dell’evidenza.
    Io lascerei stare e mi concentrerei su altri temi che sono altrettanto spinosi ma probabilmente meno segmentanti, sicuramente più edificanti e nello spirito interista! Lì ho notato che ci si trova, magari si discute, magari non si è d’accordo, ma c’è un approccio comunque positivo….che oggi personalmente tendo ad apprezzare sempre di più!

  43. Cambiare in corsa non è il massimo e lo sappiamo tutti.
    E spesso da frutti più negativi che altro.
    Non è che viene qua qualcuno e ce lo spiega, né?!
    Lo sappiamo bene.

    Detto questo, io non vedo come si poteva continuare con l’altro, e non vedo come non si poteva non prendere Mancini!

    Non capisco nemmeno questo considerare Mancini a termine: se farà bene e la società lo supporterà andrà avanti, altrimenti sarà un altro allenatore che fra un anno e mezzo/due anni se ne andrà per lasciare il posto a qualcuno, in teoria, più bravo e dal profilo adatto all’Inter.
    Sempre che non si ricominci coi Gasperini e Mazzarri vari, se no siamo da capo ogni volta (ecco, io è questo che temo più di tanti discorsi che leggo qui!).
    Ma dipenderà tutto dalla società, se Mancini possa restare o meno e lavorare con tranquillità.

    In ultima analisi, non siamo noi tifosotti a volere la testa di questo e quello, è la società (non mi stancherò mai di dirlo) che deve essere brava a costruire una squadra buona e avere i soldi per farlo!

    Il resto sono tutte ansie da tifosotti frustrati.
    Lo capisco bene, anch’io sono alquanto frustrato; e stanco, delle solite menate sugli allenatori e i cambi.
    Abbiate pietà, già l’annata è quello che è, e col rischio della marea di merda bianconera che sta montando!
    Suvvia.

  44. l’unica non difficoltà che abbiamo è quella di far cagare

  45. No, basta. Da Mancini non si poteva prescindere e con Mazzarri non c’era speranza. La storia non si fa con i se, ma con l’uomo di San Vincenzo l’unica alternativa sarebbe stata il suicidio collettivo. Per carità, non che oggi si sia in fase euforica, ma non voglio nemmeno immaginare la continuità con il precedente. Ora l’unica cosa è stare a vedere che succede in campagna acquisti e capire se il Mancio tiene fede alla sua fama di allenatore-manager. Portafoglio di ET e FPF e tutto il resto permettendo.
    Poi non venitemi a parlare di maree montanti bjuventine o renziane che divento aggressivo; il panorama fa troppo schifo.

  46. Oggettivamente, come pensi di far una stagione intera con un clima del genere ad ogni match casalingo?

    Hai perfettamente ragione, infatti alla fine anchio sono stato contento che l’abbiano sostituito; il problema è che si fa presto a ricreare quel clima, anche con questo. Prendi intervincit, moltiplicalo per 10mila e ascolta. E’ una nostra specialità.

  47. si torna sempre al punto di partenza… l’errore non è stato cacciarlo, ma rinnovargli 2 anni poi cacciarlo 4 mesi dopo…
    idem per il mercato, siamo tutti a invocare la rubrica del telefonino del Mancio per sperare di portare a Milano qualche giocatore quantomeno decente…il che vuol dire che la società o chi per essa probabilmente non è in grado di farlo da sola.
    Di sicuro mi fiderei più della rubrica del Mancio rispetto a quella del predecessore perchè è vero che la società a Giugno ha preso Medel, ma quello che c’era prima aveva chiesto Berhami, non Tourè

  48. Semplicemente un grandissimo post, Roberto! Un salutone nerazzurro

  49. Io sono d’accordo con Gianni e Johnny (e scusate il bisticcio). Mi pare che gli anni passino, ma che la società raramente sia all’altezza e che lì si innestino tutti i problemi. Mi va bene quando c’è genio e sregolatezza in campo, mi va meno bene quando ci sono dei farlocchi nella stanza dei bottoni. Credo che non sia un caso che da noi le cose vanno alla grande solo quando arrivano i carismatici (Herrera, Mou…) che fanno tutto il lavoro e si caricano il fardello sulle spalle, coprendo le magagne altrui. Che cosa si aspetta a spedire Fassone ai piedi della Mole? E’ mai possibile che l’area tecnica non sia in mano a qualche normo-dotato? Perché la preparazione atletica risulta sempre insoddisfacente (e ho finito gli eufemismi)?

  50. La preparazione atletica scadente è evidenziata al massimo dalla mancanza di disciplina tattica in campo.
    Se sei mal messo in campo, corri di più e male.
    Oltre che avere una preparazione atletica di origine probabilmente “Agricola”, le merde hanno una perfetta disciplina tattica, che consente loro di correre quello che serve, e non di più.
    Esemplare la partita con la Samp.
    Finchè i blucerchiati hanno tenuto botta, tutto ok.
    Alle merde è bastato aspettare che scoppiassero, e poi incularli come da prassi consolidata.

  51. Sinceramente mi sto rassegnando ad anni bui…..Che tristezza……….. Non ricordo un Inter di tale mediocrità dai tempi di Stringara …per favore facciamo qualcosa….io sti brocchi non riesco più a sopportarli….vedere Guarin Hernanes Ranocchia Medel Kuzmanovic D’ambrosio etc con la gloriosa casacca neroazzurra è davvero avvilente……

  52. Sulla preparazione dissi a suo tempo, dopo la partita col Wolfsburg:
    primo tempo alla pari; secondo ci hanno preso a pallate.
    Noi al 46° eravamo scoppiati, e infatti lì cominciò il tracollo, con papere ed errori marchiani in quantità.
    E’ chiaro, quando non sei fisicamente all’altezza fai più errori, non arrivi sulla palla e cominci a cacarti addosso.
    Se andiamo a vedere i gol presi, questo ci raccontano.
    Fu lapalissiano!

    Questo per avvalorare la tesi che se sei pure scarso, e non hai neanche una buona preparazione, poi l’annata è questa, non ti salva nessuno.
    Nemmeno se arriva uno come Mancini.

    Altro argomento: Mancini e gli scudetti gobbi.
    Per me ha risposto perfettamente, invece.
    Perché, in tutta onestà, voi sapete quanti sono gli scudetti della juve?
    Io, francamente, no!

  53. Purtroppo la tua, internazionalista, è una elaborazione fantastica della risposta di Mancini che invece ha risposto di merda a una domanda semplicissima.
    Su Fassone fuori dall’Inter prima possibile non finirò mai di sperarlo finche non lo cacceranno quel mostro gobbo.

  54. Bene, mi avete convinto: vendiamo Kovacic.
    Tanto abbiamo già individuato il sostituto: Thiago Motta.

  55. OT : nel Match for Expo è entrato Ranocchia e abbiamo preso subito 2 pere 🙂

  56. hahaha ranocchia saltato dal 40enne crespo che gli va via e segna, abbiamo un centrale che sfigura anche con le vecchie glorie !

  57. quello di Crespo è stato la ciliegina ahaha

  58. ma siete proprio “fetienti”…

  59. Nicolino Berti è fantastico!
    E’ il più bauscia dei bauscia.
    Che meraviglia.

    Se penso che abbiamo quel gobbo di fassone in società…

  60. E’ appena passata la mezzanotte: è il 5 maggio.

    Inizio il nuovo giorno con invocazioni solenni alla dea Nemesi.

    Potrebbe essere iniziato ‘nu juorno bbuono per noi.

  61. un pò me ne vergogno ancora

    però da piccolo

    la mia seconda squadra era il real madrid

  62. Oggi è il 5 maggio, anniversario della morte di Napoleone (1821) e anniversario della posa della prima pietra del triplete nerazzurro (2010) con la vittoria della Coppa Italia. Tempo grigio – fra poco pioverà -, i giornali mettono in evidenza un potenziale flirt tra l’ad del Milan e Leonardo (non Galliani e l’ex giocatore/dirigente/allenatore, ma Barbara B. e Di Caprio) e stasera i gobbi cominceranno a mettere un piede fuori dalla Champions. Buona giornata a tutti!

    • Infatti per me il 5 Maggio è Milito che scaglia il siluro sotto la traversa di Julio Sergio e ci lancia verso il TRIPLETE, 5 Maggio = grandi ricordi

  63. JZ4 trattato come un principe, come merita

    DelPiero e Maldini trattati come 2 m….

    trova le differenze

  64. Tanto per mettere tutti di buon umore dico la mia su stasera. La difesa del Real che ho visto sabato è una sciagura, mentre i ladri sotto questo profilo non scherzano. Se Bale e Ronaldo non si inventano qualcosa non li vedo molto bene. Se sbaglio brindo…

  65. I ladri non scherzano anche perchè in itaglia (minuscolo e sbagliato) è loro consentita la qualunque.
    In Europa devono stare attenti, un paio di entrate alla giorgio killerini e lo sbattono fuori, altro che cazzo.

  66. Il mio pronostico di stasera tra le “merde planetarie” ed il Real Madrid è questo:

    2 a o per le merde.

    Purtroppo, la difesa del Real fa letteralmente cagare e su questo ha ragione Alois.

  67. Su una cosa non si discute.
    Stasera, comunque vada, vincerà una squadra di merde.
    Oppure pareggeranno due merde…e speriamo sia un 4-4.

    Vi immaginate un 4-4 al Conad ed uno 0-0 al Bernabeu?
    Che bello vederli fuori con due pareggi…

  68. Se al posto di carbajal o isco ci fosse almeno un giocatore all’altezza (Modric…) non ci sarebbe partita, invece siamo ancora 1 a 1. Il Madrid è andato due volte in porta con il tiki taka, questo fa ben sperare. Quei mentecatti di SKY disperati in lacrime al gol di CR7, ho tolto l’audio.

  69. Comunque, merde per merde, meglio quella madridista.

    Almeno per me, eh.

    Quindi, oltre ogni dubbio(ma proprio facile, senza sforzo alcuno); DAJE MADRID!!!

  70. Capisco la scarsa simpatia per il Real Madrid ma personalmente, pur avendo vissuto da adolescente le 4 eliminazioni ai tempi di Juanito e Santillana (qualcuno meno giovane si ricorderà), odio più il Barcelona del Real Madrid. Quello che combinarono i catalani nel 2010 fu una vergogna.

    La juventus e i suoi tifosi dovrebbero sparire dalla società civile per l’eternità

  71. i bastardi fanno due gol con un tiro in porta, con questo culo sono capaci di vincerla la coppa

  72. Il Real è convinto di ribaltarla ma, come avevo scritto ieri, con la difesa che si ritrova almeno un gol in casa lo prendono. E se non inventano qualcosa di più Bale e Ronaldo li vedo male.

  73. Insomma tra le tante hanno preso sempre le più scarse.
    I Real stasera sembrava l’Inter, soprattutto in difesa.
    E ho detto tutto (cit.).

    Poi, quando la juve parcheggia il pullman diventa difficile.
    Al Bernabeu giocheranno di rimessa, e con la difesa degli spagnoli non c’è da stare allegri!

  74. Ha ragione chi dice che il Real ha una difesa imbarazzante.
    Loro sono funambolici, ma i gobbi mi sono sembrati più compatti

    (e anche più grintosi, in verità).
    La Juve lì può fare il suo gioco. Chiusi e ripartire.

    La vedo male.

  75. Vabbè…
    La partita è cambiata su quella traversa.
    Nonostante tutto, credo che alla fine, al Bernabeu, la storia sarà diversa.
    Nonostante la loro difesa…

    Sergio Ramos stasera ha fatto proprio cagare.
    Ognuno ha il Ranocchia che si merita.

    • Concordo…anche stasera gli episodi determinanti sono andati a favore dei gobbi…che poi hanno giocato benissimo gli ultimi 20 minuti anche a causa del forcing del Real trovando spazi in ripartenza. In ogni caso risultato che non mi sorprende poichè avrei scommesso che non avrebbero perso almeno l’andata.
      Ciò che davvero mi spaventa è il culo pazzesco che stanno avendo da inizio anno…stasera hanno segnato il primo su una mezza cappella di Casillas, poi una traversa assurda con una deviazione della punta della scarpetta di Sturaro a porta vuota ed un secondo gol che nasce da un tiro da fuori di Marcelo che rimpalla in faccia a non ricordo chi e innesca una ripartenza micidiale.
      Sicuramente al ritorno sarà tutt’altra storia e basterebbe l’1-0, ma il Real dietro balla tanto se presa in contropiede.
      Barca e Bayern sono nettamente più forti quest’anno e sono convinto che sul doppio confronto passerebbero entrambe, ma sulla partita secca la difesa solida della Rube abbinata magari ad un’ennesima botta di culo…….
      ne ricordo tante di squadre in annata di grazia dove tutto ti va bene oltre i tuoi meriti e sembra di veder già scritto un incubo….spero di sbagliarmi

  76. Certo che Carvajal non è molto meglio..

  77. Hanno fatto cacare un po’ tutti.
    E poi hanno preso il 2° gol da una azione in contropiede nata da un calcio d’angolo.
    Mi ricorda qualcuno…

  78. se non fosse proibito dalla legge – etica in primo luogo, quasi quasi spererei che la juve vincesse il triplete.
    il problema è che io sportivamente applaudirei, mentre loro continuerebbero a diventare sempre più arroganti.

    • Buon jamesscott, perché non ti misuri un po’ la febbre?!

    • Dopo tanto assistere è necessario ogni tanto partecipare.
      Io mi avvicino di più al pensiero di james.
      E’ vero che sembra, anzi è, un pensiero orribile, ma pensate alla straordinaria fama di cui godrebbero.
      La CL magari con un aiuto stile Iuliano-Ronaldo o Non gol Muntari
      E tutto l’universo che commenta “UNA SQUADRA DI LADRI”
      bellissimo.

      Ragionevolmente purtroppo e invece a Madrid entreranno Modric e Benzema.
      Il Real alzerà il ritmo di quel 50% che non ha fatto ieri e – ai ritmi abituali – creeranno 9-10 palle gol per tempo

      Se la gobba ladra non riuscirà a fare gol nelle 2-3 occasioni che comunque i madrilisti gli regaleranno la partità sarà è già segnata.

      In ogni caso Conte umiliato vale un po’ di sofferenza.

      Il disprezzo si gode meglio in silenzio: lasciamoli salire in alto: si faranno più male.

      A Madrid l’unico rischio è – come diceva la Wertmuller – uno “scherzo del destino in agguato dietro l’angolo come un brigante da strada”

  79. La rube andrà in finale..ma farà la fine Dell’Italia all’ Europeo 2012 contro la Spagna…sia che trovi il Barca sia che trovi il Bayern…

  80. Ciao a tutti.
    Simone, spero che quello che dici sia vero (che in caso di finale finirà come all’Europeo), ma per tranquillità preferirei prevenire e sperare in un “colpo gobbo” del Real a Madrid.
    Stamattina le mie colleghe gobbe sembrano adolescenti in piena tempesta ormonale, quanto vorrei che il Real ci facesse felici…

  81. Malissimo… la concatenazione di eventi favorevoli (culo) non sembra interrompersi rassegnamoci e puntiamo sulla vittoria dei gobbi, almeno vinciamo qualcosa.

    Mala tempora currunt sed peiora parantur

  82. Il mio sogno è che vadano in finale e chiudano in vantaggio il primo tempo per tre a zero …
    Ma è solo un sogno.
    Meglio che Ancellotti e la dea bendata mercoledi prossimo non si comportino come ieri sera.

  83. Tranquilli, a Madrid ne prendono 4.

  84. A me sembra che l’esito sia già scolpito nella pietra.

    Sorteggi sempre in poppa, vanno avanti di rigori, regalati o dall’arbitro o dall’avversario, e vincono le partite praticamente senza tirare in porta.

    E poi bisogna continuare a dargli atto che sanno occupare alla grande il campo, perché non si limitano a posteggiare il bus, ma reggono il pressing alto per 90 Min, roba che complica il gioco a chiunque. Se l’avversario porta palla con più di due tocchi un loro centrocampista è già pronto con la scivolata dura ma pulita.
    E le rare volte che che l’avversario arriva in zona gol, puntualmente si schianta su una muraglia.

    Certo, il gol del 2 a 1 è l’emblema della loro annata in champions. Avversari messi malissimo, al punto di prender gol su loro corner, e che non paghi ti regalano pure un rigore più che evitabile.
    Ma che possiamo dire al riguardo, fa parte del gioco è noi purtroppo lo sappiamo bene dal momento che ci siamo compromessi una stagione con questa storia.

    Quindi, pur non negando una dose massiccia di fortuna (ieri) e ruberie (fino a ieri), mi tocca riconoscere che, almeno per quest’anno, hanno legittimato l’ingresso fra le prime 4.

    E insisto con l’invito di armarsi di creme, perché il nostro più recente record sta per venir meno. Poco conta che la nostra champions fu altra roba, che il nostro scudo fu sudato fino all’ultima contro una squadra che non mollava un cm; non varrà più nulla, solo gli annuali.

  85. CARO WOLF………IL CULO IMPROVVISAMENTE TI MOLLA….SPECIE SE ARRIVA TROPPO PRESTO…….RICORDA L’ ATL. MADRID LO SCORSO ANNO…SEMBRAVA AVESSE VINTO POI……….RIPETO SARA’ COSI PER LA JUVE CHE ARRIVERA’ IN FINALE…MA COME SEMPRE LA PERDERA’….

  86. Hanno giocato 11 partite in CL; bella e meritata ne hanno vinta una, a Dortmund.
    Hanno passato un girone abbastanza scarso e superato i quarti con un rigore regalato.
    Ieri hanno preso un gol da calcetto e un altro simile lo hanno evitato per puro culo.
    Poi certamente non stiamo parlando del Borgorosso FC e se sono lì una ragione ci sarà ma darli per vincenti adesso mi sembra un mix fra scaramanzia e disperazione.
    Su con la vita che Porcellotti era anche interista da piccolo. Col cazzo che la vincono.

    • hai ragione…la razionalità mi porta a fare il tuo stesso ragionamento, ma quando vedo gol fatti deviati sulla traversa dalla punta di una scarpa o un contropiede avviato da un tiro in porta rimbalzato in faccia a un difensore, mi monta quella brutta sensazione di vedere le cose già scritte… per non parlare di tutti gli altri episodi da sliding doors che gli sono andati a favore quest’anno

  87. Mi addormentassi con le merde che fanno triplete vi prego, non svegliatemi.
    Certo, poi ci sarebbe da disquisire sul Real che si fa infinocchiare in contropiede sull’1 a 1 fuori casa…
    E detto fuori dai denti, devo ammettere che Allegri è un fior d’allenatore, per quanto comunista…

  88. Juve avviata con buone possibilità a distruggere l’ultimo ed il più grande dei nostri record nonchè nostro più grande motivo di orgoglio…Inter che lotta per un 6o posto con la massima ambizione per il prossimo anno di riuscire quantomeno a qualificarsi per la Champions

    Moratti ci ha lasciati esattamente nelle condizioni in cui ci ha trovati…

    Non mi resta che sperare di sbagliarmi poichè nelle condizioni in cui è ora l’Inter, un triplete gobbo non ce la farei a sopportarlo

    • Beh, il nostro più grande record, se permetti, né la juve né altri potranno mai anche solo pareggiarlo.

      Al massimo saremo noi a perderlo, ma voglio sperare che non si arrivi mai a tanto.

  89. Ragazzi, anche io ho i brividi a pensare alla tripletta gobba………comunque consoliamoci poichè, se sarà (anche se sono convinto che non sarà…) faranno una cosa che noi abbiamo fatto prima…..e noi non abbiamo invece fatto una cosa su cui ci hanno preceduto…… retrocedere!!!!! Comunque a parte tutto credo che il nostro problema sia proprio quello di essere ancora rimasti lì……al 2010, a sto cazzo di triplete….bellissimo ma ormai passato……..è ora che in società si inizi a pensare di ricostruire una squadra vera…..più che il triplete eventuale gobbo mi mette angoscia il pensiero che il prossimo anno ritorniamo in campo con i vari hernanes, guarin, ranocchia, nagatomo, d’ ambrosio…etc etc…Buona giornata e ricordate che la vera finale della c.l si gioca stasera…..

  90. bravo…piùche essere rimasti al 2010, sembra di essere tornati agli anni 90… dopo tanti anni difficili (e non solo per colpe nostre) si è costruita un’Inter vincente…anzi stravincente… ed una volta raggiunto l’apice del successo è stato buttato via tutto nel giro di pochissimo tempo…non è stato fatto nulla per dare continuità ad un meccanismo che sembrava finalmente ben avviato, nulla per tappare le bocche di quelli che ora dicono che senza calciopoli non avremmo mai vinto… questo declino è lo specchio di tutta la gestione Moratti, al quale sono affezionato come persona poichè tutto ciò che ha fatto, l’ha fatto per il bene dell’Inter, ma che va assolutamente condannato dal punto di vista manageriale!

  91. Quoto Johnny in tutto (anche sul fatto di volere bene a Moratti).

    Sono 5 anni che lo dico.
    E francamente il fatto di “averlo detto” non mi da nessuna gioia, anzi!

    Moratti ci ha dato tutto e ci ha tolto tutto.
    Questo è quanto, e i fatti sono lì, anzi qui.
    Inutile stare a dire questo e quello, non ha senso.

    Siamo ridotti a dovere gufare e rosicare per i gobbi, con noi che arranchiamo dietro da anni, a millemila punti di distanza!

    No, ma a noi interessa la querelle Mancio/Mazzarri.
    Mica cazzi!

  92. perfetto… credo che l’interista non possa che essere grato a Moratti perchè nel bene e nel male ha dato tutto ciò che aveva…quando ha comprato l’ha fatto alla grandissima (Ronaldo, Ibra, Eto’o) e quando ha vinto l’ha fatto in modo clamoroso (triplete), ma ci ha fatto anche toccare il fondo in più occasioni (derby del 6-0, Stramaccioni, Lippi) e quando ha capito di non poter più reggere si è tolto la patata bollente. Tutto ciò poteva essere scongiurato solo con una pianificazione societaria che passa per forza di cose dal delegare incarichi a collaboratori più competenti, preparati e con pieni poteri…cosa che nella sua gestione è stata pura utopia. Ha sempre interferito o deciso in prima persona e si è circondato da personaggi scelti più in base ai buoni rapporti personali che dalle reali competenze…. cose che sono state romanticamente belle in se, ma deleterie per la gestione di una società.
    Parlando apertamente, nell’era Moratti le uniche squadre vincenti o potenzialmente tali sono state create dagli allenatori e non dalla società… Cuper, Mancini e Mourinho, sintomo di una totale assenza di pianificazione dove l’unico progetto era pendere dalle labbra dell’allenatore di turno, soprattutto da quelle dei più pagati. Non ho citato Simoni in quanto quell’anno arrivò colui che all’epoca era il giocatore più forte al mondo che da solo diede una svolta alla squadra e all’ambiente.

    Ci vorrà tempo per ripartire…e si potrà ricominciare solo quando la gran parte degli scarponi arrivati negli ultimi anni verranno scaricati (Guarin, Alvarez, Pereira e Nagatomo su tutti, ma anche altri) perche ad oggi rappresentano un’enorme palla al piede. Su Thohir ancora non mi sbilancio, ma c’è da dire che come prima cosa ha pensato a mettere dei “top player” nei posti strategici della società…la trasformazione sarà davvero completa quando inserirà un “top player” anche nel ruolo di DS ed eliminerà la figura di Fassone…solo così facendo si potrà pensare ad una crescita a lungo termine, impostando una precisa linea societaria sia sugli acquisti che sui progetti tecnici….e che sia abbastanza forte da resistere ai “consigli” esterni di chi di fatto negli ultimi 2-3 anni ci ha riportati a 20 anni fa!

  93. Un pò come fece il padre che dopo 10 anni e un ciclo spettacolare lasciò tutto a lady Renata che con tutto il rispetto vendeva tessuti e non petrolio.
    E anche allora, a parte lo scudo del 1970 con i resti della grande Inter ( che non vennero sprecati come quelli del triplete ), seguirono anni bui o molto bui interrotti dopo altri 10 anni dall’Inter di Bersellini. Poi ancora 10 anni grigi e Pellegrini vinse col Trap.
    Uno ogni 10 anni ( a parte i cicli morattiani ).
    Questa è la nostra storia. O la si accetta o ci si fa il sangue cattivo troppo spesso.
    Rimaniamo comunque la squadra più affascinante del mondo da amare sempre a prescindere.

    • caro gianni, capisco l’amarezza per come siamo messi e l’incazzatura per le merde ma per l’Inter e la sua storia, e non per questo blog che è gestito come sappiamo, faccio questa precisazione perchè a leggere il tuo commento pare che abbiamo tifato una squadra sui generis che ci centellina le soddisfazioni con il bilancino.

      intanto non è vero che abbiamo avuto due cicli di vittorie ma tre e direi che è stato quello più prolifico e lo sarebbe stato ancora di più se non ci fossero stati i soliti intrallazzi delle merde che all’inizio dei campionati odierni ci fregarono anche in quel periodo un paio di scudetti.

      dal 1929 anno del nostro terzo scudetto e primo di quelli con l’attuale formula dei campionati fino al 1940 di scudetti ne abbiamo vinti tre, siamo arrivati secondi tre volte, una volta terzi e una volta quarti, per cui direi che come ciclo non ha fatto cagare quelli che come mio padre hanno avuto la fortuna di vederli giocare.

      negli anni bui che citi tu, intervallati da scudi decennali, non è che si sia arrivati ventesimi ogni volta che non si vinceva uno scudo, ma secondi una dozzina di volte e una ventina terzi o quarti.

      per cui escludendo i quinti e i sesti ai quali miriamo adesso, direi che non è che siamo stati a guardare gli altri a giocare e a vincere tanto spesso, ed è per questo che siamo una GRANDE da che siamo nati, anche se ogni tanto capita che ce lo dimentichiamo.

      ritorno nel mio eremo sperando che al solito questo commento non venga cancellato dal momento che non centra un tubo con quello di Settore, nel caso lo riproporrò a cadenza decennale.

      di minuti…

  94. ieri ho rivisto il faccione di Paolillo su Gazzetta TV…. secondo me lui è un altro emblema delle assurdità degli ultimi anni : un dirigente di una società che produceva regolarmente più di 100 milioni di debito a stagione e senza stadio di proprietà è stato proprio uno dei primi e più accaniti promotori del fair play finanziario nonchè uno dei geni che ha partecipato alla creazione delle regole… FFP che è diventato uno dei più grandi limiti proprio per squadre nella nostra situazione ovviamente

  95. ti ricordo che è obbligatorio ringraziare paolillo per il grande lavoro svolto col settore giovanile

    dopodiché ripenso alla proposta di fusione,ciliegina della sua gestione,e mi viene da mandarlo affanculo,ma diciamo che anch’io soffro di qualche difficoltà contro certe facce

  96. corso carissimo io sono partito dagli anni sessanta perchè la mia memoria parte da lì e non ho mai detto che noi non siamo una grande squadra; noi siamo una grandissima squadra. Ma la nostra grandezza sta nel colore delle nostre maglie e nella passione di milioni di tifosi innamorati di quei colori. La media scudetti anche partendo dagli anni 30-40 rimane però circa uno ogni 10 anni e questo mi fa pensare che spesso, troppo spesso, la società Inter non sia stata all’altezza del blasone nerazzurro nè della grande passione di tutti i tifosi.
    Questo senza accusare o offendere nessuno men che mai i Moratti.

    • “che spesso, troppo spesso, la società Inter non sia stata all’altezza del blasone nerazzurro nè della grande passione di tutti i tifosi.
      Questo senza accusare o offendere nessuno men che mai i Moratti.”

      non l’ho scritto per difendere Moratti ma l’Inter perchè NON E’ VERO che spesso , troppo spesso la società non è stata all’altezza dei suoi tifosi perchè se nel mazzo ci metto anche le coppe Italia, le champion e le coppe Uefa direi che è vero il contrario, oltre al fatto che su dodici secondi posti almeno tre a stare stretti avrebbero potuto essere primi e quindi direi che mediamente ci si possa ritenere più che soddisfatti, anche se in determinati periodi a vedere i gonzi vincere in serie e adesso la gobba i coglioni girano ad elica.

      senza contare che le loro umiliazioni noi non le abbiamo mai subite e non credo che le abbiano metabolizzate tanto bene anche se fingono di sì.

      adesso scusami perchè voglio vedere chi sarà il loro carnefice…

  97. Non ci arrivano a queste, stai tranquillo. Ci pensano i bianchi.

  98. Non è per essere polemico, ma è guardando l’intelligenza e la concentrazione con cui gioca Neuer che si capisce la differenza tra un grande portiere e un ‘semplice’ buon portiere che para i rigori…

  99. Se i gobbi hanno visto la partita di stasera credo che preferiscano fermarsi a Madrid.
    A testa alta ovviamente…

  100. Purtroppo la finale è una partita a sé.

    Nel doppio confronto gobbi – Barca non ci sarebbe confronto.

    Chiellini durerebbe una decina di minuti

    e nel giro di un’ora verrebbe dichiarata la manifesta superiorità

    • d’accordo 100%… per quello speravo che beccassero Bayern o Barca in semifinale. Sul doppio confronto non avrebbero retto mentre beccarli in una partita secca non è la stessa cosa…basta un cartellino rosso, un rigore o una mischia su un angolo e la partita può prendere qualsiasi piega anche se il Barca di stasera è sembrato di un altro pianeta…sempre se arriveranno ad affontarlo perchè episodi a parte, ieri il Real è praticamente entrato 2 volte in porta con la palla

  101. Avrà capito Guardiola che avere o non avere Messi ti cambia la vita ??

    • che asino stasera Guardiola, è riuscito a giocarsi anche il ritorno spingendo tutti i crucchi in avanti nei minuti di recupero, e ha compromesso anche quel 20% residuo di remuntada

  102. Il Bayern non m’era dispiaciuto fino al primo gol di Messi.
    Poi il campione è il campione, non c’è niente da fare.

    Il Barça ha meritato alla grande.
    Anche perché i tedeschi hanno fatto una gran partita tatticamente, molto ordinati, precisi, ma di tiri e occasioni gol pochine.

    Non so che partita sarà all’Allianz Arena, ma certo sarà durissima per i tedeschi.

  103. tutto sommato il barca in finale è una buona notizia anche perché una finale real – barcelona è uno stimolo incredibile in più per le merengues al ritorno.

    tranquilli, l’ambiente madridista darà una spinta in più sapendo che i catalani aspettano già a Berlino

    il triplete SAN VITTORE – REGINA COELI – POGGIOREALE è ancora lontano per fortuna

  104. Ma come si fa a dire che cr7 vale più di messi?

    Messi è una categoria (o due) sopra.
    Fa praticamente qualsiasi cosa che un allenatore chiede a un qualsiasi suo attaccante, e la fa sempre in modo sublime. Dal recuperare palla a segnare e far segnare, passando per dribbling, fraseggio, pressing etc.

    Ora che è nel pieno della maturità è una roba stratosferica.

    Cr7 può giusto portargli la borsa, ma solo dopo essersi lavato bene le mani impiastricciate di gel e brillantini

    • non sono d’accordo… Ronaldo ha vinto il pallone d’oro prima in Inghilterra poi in Spagna. Secondo me nel suo contesto Messi è un giocatore inimitabile e spettacolare con dei colpi anche superiori a CR7, ma non sono così convinto che spostato in altri campionati sarebbe ugualmente devastante come in quel contesto. CR7 anche in Italia sarebbe capocannoniere a mani basse, Messi non so… ma stiamo comunque parlando di 2 giocatori che stanno riscrivendo la storia del calcio e nell’era moderna dove il livello di preparazione fisica e tattica è altissimo, essere 2 gradini sopra tutti è da alieni!

  105. corso

    scusa, ma non eri tu quello che diceva, invece, che vincere ogni dieci anni e avere fasi di magra come questa era la storia normale dell’Inter?!
    A leggere i tuoi ultimi post non sembrerebbe.
    E io sono d’accordo con questi, ma resto sbalordito.

    • non dovresti perchè io non ho scritto mai dei concetti così stretti, ho solo preso le difese di Moratti Massimo dicendo che non era possibile lamentarsi di un presidente del genere dal momento che è stato l’unico a riuscire ad imitare uno che negli anni sessanta non ci faceva vincere lo scudo ogni dieci anni e guarda caso questi era suo padre.

      il che non era una lamentela nei confronti degli altri che non ci erano riusciti ma un riconoscimento per lui e non mi pare che sia la stessa cosa, perchè io non mi sono mai lamentato ne pentito di essere Interista, nemmeno nel 2002, figuriamoci se lo faccio adesso dopo sessant’anni che la tifo.

    • Li scrivevi invece, ed era per questo che mi incazzavo come una biscia! (aldilà di Moratti)
      Per te era come qualcosa di ineluttabile quasi.
      Ricordo benissimo.
      Altro che memoria farlocca!

  106. Rispettiamo Ronaldo, specie questa settimana, please

  107. Il Barcellona mi è piaciuto molto stasera. Pressing asfissiante e continue, veloci ripartenze sulle palle recuperate. Il soporifero tiki taka è solo un ricordo.
    Però mi resta sempre l’interrogativo su come facciano a tenere quest’altissimo ritmo per 90 minuti.

    • vorrà dire che in finale avremo una lotta farmaceutica, ieri non capivo come facesse il mentecatto lichsteiner a fare le sgroppate al 90′