Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Da Dnipro all’eternità. Scudetto in 10 mosse: il diabolico piano di Mazzarri

Dnipro-Inter inizia con una interessante variante tattica: essendoci la pizza, rinuncio agli Orociok. La cosa conserva una forte valenza socio-nutrizionale finchè la pizza, verso la mezz’ora, finisce lasciandomi spalle al muro a fare quello che dovevo fare fin da mezz’ora prima:

guardare Dnipro-Inter.

A quel punto, approfittando del fatto che M’Vila è per terra mezzo dissanguato, inizio una manche a Ruzzle. La finisco nei canonici due minuti, e quando rialzo lo sguardo a contorcersi per terra c’è Kuzmanovic. Sono stordito, fatico a riavermi dallo shock. Mi piace tentare di leggere i tabelloni in cirillico: sgneppastruosspallscioisciaaaaaiii. Cerco un avversario casuale su Ruzzle ma zero, niente, forse stanno tutti guardando l’Europa League. Sbuffo. Finisco la birra. Ecco, non so come dirlo, ma il primo tempo non mi ha particolarmente appassionato. Dirò di più: in successione non mi appassiona neanche l’intervallo, nè tantomeno l’ingresso in campo delle squadre nel secondo tempo, quando vedo che l’Inter non ha fatto – non dico sette/otto – neanche un cambio.

Quando il giudice D’Ambrosio la mette, però, mi appare in tutto il suo nitore (ora, senza polemica e senza false modestie: ditemi voi quale blogghe usa con tale nonscialàns il sostantivo nitore)  il diabolico, infallibile, insormontabile piano tattico di Mazzarri. Usato in questo inizio di stagione e – così spero – da sfruttare per i prossimi mesi. Perchè, almeno dal punto di vista teorico, questo piano potrebbe portarci in alto, in altissimo.

1) Nel corso della settimana, Mazzarri rilascia interviste che apparentemente dovrebbero tracciare un vago disegno tecnico-tattico del match a venire, ma dalle quali – al termine di giri di parole e polemicuzze a nastro con i giornalisti delle ultime file – non traspare nulla di significativo. L’avversario è dapprima disorientato, poi plana di ora in ora verso un significativo ottimismo.

2) Al momento di consegnare la distinta con le formazioni ufficiali, Mazzarri rivela il suo non-piano. L’Inter viene schierata con un portiere, tre difensori centrali, due uomini di fascia, tre centrocampisti, un uomo fuori posizione (detto genericamente “a sostegno dell’unica punta”), un’unica punta. L’allenatore avversario si gira verso il suo vice e sussurra: “Diobono, esattamente come avevo previsto”. Tre milioni e mezzo di interisti, intanto, si girano verso i tre milioni e mezzo di altri interisti che hanno al loro fianco e sussurranno: “Ma diobono!”.

2/bis) Mazzarri ha un’ulteriore freccia al suo arco: l’effetto di cui al punto 2) viene amplificato se uno dei tre centrocampisti è Kuzmanovic.

3) L’Inter gioca generalmente mezz’ora di pseudo-calcio in cui, sorprendentemente, si verificano sempre le seguenti condizioni: a) tre difensori centrali sono troppi; 2) dei due laterali, almeno uno non capisce un cazzo; 3) dei tre centrocampisti, almeno uno non capisce un cazzo e uno è troppo lento; 3/bis) se c’è Kuzmanovic, dei tre centrocampisti uno non capisce un cazzo, uno è troppo lento, uno non capisce un cazzo ed è troppo lento; 4) l’uomo a sostegno dell’unica punta è inutile; 5) l’unica punta è sola. Nelle situazioni più intricate, 6) occhio che il portiere prima o poi fa la cagata. In questa situazione gli avversari prendono coraggio, si riorganizzano, il pubblico sugli spalti a) se siamo in trasferta, inizia a ritmare a gran voce il nome della propria squadra; b) se siamo in casa, inizia a urlare “cazzo, 5 euro per un cornetto sciolto? Ma andate a fare in culo!”.

4) Al ritorno negli spogliatoi – qui si inizia a intravvedere il genio del mister – Mazzarri fa il culo a quattro quinti della squadra. “Ma scusi mister, ci ha detto lei che…” “Ma vai in culo!”. A volte disegna qualcosa sulla lavagna, ma non sempre è necessario. La squadra è scossa ma si è già rinfrancata: sa che Mazzarri non cambierà nessuno e tutti gli undici si godono la loro seconda possibilità.

5) Al rientro in campo, i nostri avversari guardano i giocatori dell’Inter e vedono che Mazzarri non ha cambiato nessuno. Questo infonde nella squadra avversaria un livello di sicurezza che sfocia nel rilassamento. E’ la prima falla nella diga nemica.

6) La seconda falla arriva normalmente entro il sessantesimo minuto. Mazzarri non cambia nessuno, l’Inter è la stessa del primo tempo (sensazione amplificata se uno degli undici è Kuzmanovic), i tifosi interisti si accasciano (qualcuno va a cambiare il disco orario, altri al cinema, altri ancora si rivestono e tornano a casa in anticipo) e l’avversario in campo si sente sempre meglio: sereno, sicuro, rilassato. Ecco, ci siamo.

7) Mentre l’avversario inizia a fare torelli e il pubblico grida olèèèèè e ci si scambiano palloni a centrocampo con colpi di tacco, rabone e trompe l’oeil, Mazzarri tra il sessantesimo e il settantesimo minuto fa la cosa che doveva fare tra il sessantesimo e il settantesimo nanosecondo: mette la seconda punta. Di solito toglie un centrocampista, o l’uomo a sostegno di-non-si-sapeva-cosa. Nel caso ci sia Kuzmanovic, toglie Kuzmanovic.

8) Tra il sessantesimo e l’ottantesimo ci possono essere altri cambi a piacere, ma quello togli-uno-a caso-e-metti-una-punta è di solito quello decisivo. L’Inter, infatti, come a Kiev, di solito segna.

9) In campo apparentemente non succede nulla di granchè evidente, ma in realtà è in atto uno stravolgimento tecnico-tattico-esistenziale. La squadra avversaria entra in panico, alcuni piangono di fronte a un’occasione che svapora (“Ma diobono, non potevamo segnare noi, prima?”), l’Inter entra in fiducia (“dai, mancano dieci minuti e la sfanghiamo anche stavolta), i tifosi interisti si esaltano (“Ma diobono!”).

10) La partita finisce. L’Inter ha vinto e non ha subito gol.

E’ chiaro che questo piano, che unisce l’alea lumbarda del rischio al tipico geniaccio sanvincenzese, profuma di perfezione. Se i 10 punti continueranno a ripetersi (contro la squadre squinzy questo piano non serve, ma con le altre sì, dall’Islanda al Manzanarre al Reno), potremmo finire in alto, in altissimo. Anzi, diciamolo adesso, dopo questa chirurgica vittoria a Kiev contro il (lo?) Dnipro: con questo piano si vince lo scudetto, è matematico.

dambr

share on facebook share on twitter

179 commenti

  1. Ho ascoltato la partita alla radio, come facevo da bambino nei mercoledì di coppa negli anni ’70. A quei tempi c’era solo il mercoledì di coppa, mica il menu completo di oggi. Si soffriva parecchio già allora perché sembrava che fossimo sempre schiacciati in area a respingere orde di barbari scozzesi, belgi, rumeni ecc…. Forse quella gavetta giovanile, quelle prove di coraggio con l’orecchio attaccato alla radiolina gracchiante hanno consentito alla mia generazione di sopportare senza soccombere i tempi orrendi dell’era moggi/furtopoli e anche gli ultimi 3 anni.

  2. Ma…e gionatan interno di centrocampo?!… anche questo è genio…

    vabbè, almeno si è vinto…

    comunque vada, sempre iuve merda (e gnappo semo)

  3. Riposto di qua, che è più calzante…

    No, davvero, peccato perché eravamo partiti bene.

    Con un po’ più di attenzione si poteva mantenere lo 0-0.

  4. Parole sante… e pensare che ci ho pure smadonnato con lo streaming

  5. Hai messo giù in parole quello che stava pensando ogni singolo interista :°D
    (leggendo questo post, si sentiva solo me che ridevo come una povera scema)

  6. Ma “diobono” è un pezzo fantastico! Invece di scrivere idiozie come giornalista e farmi il fegato amaro, inizierò a scrivere quello che penso realmente! Diobono, ne capisci!

  7. ma forse è solo questione di turnover…
    comunque…ok vada per kuzmanovich…
    però con sta storia di guarin punta o semipunta la deve smettere…
    ma da quando in qua?
    abbiate pazienza
    aspettiamo palermo

  8. È sempre il solito Mr.Nongioco. è peggio di mancini

  9. Io proprio non capisco.

    Col vero 3 5 2 mazzarri ha trovato un modulo suo, che funziona, ha equilibrio e creatività, con i tanto vituperati kovacic ed hernanes da mezzali pure che vanno a nozze con il killer istinct di maurito cui una seconda punta ha aperto i giusti varchi.

    Eppure basta andare in casa del dnipro per rinunciarvi e incasinare le cose con gente fuori ruolo in nome di una maggior prudenza.

    Il problema è che col dnipro magari in 90 minuti di sbadigli ti scappa di portar via 3 punti realizzando una delle due palle gol. Con juve roma e compagnia cantante, con cui a maggior ragione pensa alla prudenza, son 90 minuti di agonia, non di sbadigli, con relative conseguenze sul risultato.

    Quando basterebbe insistere sul sistema che funziona, rodarlo, imporlo, diventa così automatico e te la giochi alla pari con tutti. Non sempre vinci, ma sempre te la giochi.

    E questa opzione, che ci proietterebbe fra le big, è lì, non solo fattibile, ma addirittura testata e sotto il naso. Maledizione walter, il rasoio di occam!

    Questo è quello che più mi fa incazzare. Non è questione di capacità, il sistema funzionante l’ha introdotto lui e molti degli interpreti li ha scelti lui o comunque con lui stanno maturando.
    È solo una questione di coraggio. cazzo walter, scrollati la fifa di dosso, alleni l’inter e hai gli uomini per farlo!

  10. Beh, il Mazza avra’ pensato “o l’è destino vincere e allora va bene anche ‘sta squadra (?) o l’è destino uscire e allora o perchè devo rischiari quelli bravi (?)?”. Sapete com’è fatto, dai…

  11. i soliti discorsi
    Mazzarri gioca così, che ci piaccia o no e in questo momento si sente tranquillo con le sue vecchie certezze

    la speranza è che si renda conto di avere gli uomini x essere un po’ + offensivo, e se ne costruisca qualcuna di nuova. si può oggettivamente sperarlo.

    cmq stasera giocando in 10 + Kuz in sostanza non ha mai rischiato con una squadra che non è proprio una merda

  12. Settore…..sei un genio.

    Questo pezzo è da Pulitzer…:)

    Non so se ridere o piangere…..

    aggiungerei come 11° punto questa frase…che riassume la sensazione a fine partita.

  13. Sector

    sei un genio.

    Mazzarri si è già rimangiato le due punte nel giro di tre giorni.
    E io, gonzo, che c’ero cascato!

  14. Finora abbiamo giocato contro Stjarnan, Torino, Sassuolo e Dnipro.
    Perciò non sono affatto convinto che basti mettere le due punte per risolvere i nostri problemi.

    Cioè, intendiamoci, almeno con le due punte non pigli sonno tipo formula1
    e magari porti a casa il risultato dopo averle prese da squadrette di cui domani non ricorderemo neanche il nome

    (ad un certo punto ho letto che nel computo dei corner, era tipo 4-0 per loro. Mi è salita una tristezza…).

    Ma il punto è che oggi, per l’ennesima volta, ho visto un centrocampo in cui nessuno ricopriva il suo ruolo.
    Loro rimangono in 10, si aprono gli spazi, la trequarti totalmente vuota
    e chi sta lì? Hernanes?
    Macchè: Jonathan. Cioè, Hernanes è uscito quando serviva di più.

    Insomma a Kovacic gli facciamo marcare Lichtsteiner e a Jonathan lo mettiamo a dettare l’ultimo passaggio.

    Vabbè, però dalla regia mi dicono che i giocatori quando vanno in campo sanno quello che devono fare

    e perciò io sto tranquillo.

  15. Sei grande!
    Non so se sperare che Mazarri abbia ragione o se sperare di vedere una bella Inter. Mah….

  16. Fa specie tanto astio verso la propria squadra,io mi contento di aver preso 3 punti in casa della più ostica giocando con gente che spero di rivedere al massimo in coppa Italia,sia come sia apprezzo cotanta passionale difesa della web credibility da parte dei soliti papiranti, e poi al prossimo pareggio ci si potrà finalmente sfogare

  17. Urge fratturare seconda mano a Mazzarri!!!

    Riguardo il gabbiano a fare da trequartista, ricordo un Taribo West che si lanciava all’attacco abbandonando la sua zona di competenza sostenendo che Dio gli avesse detto di farlo. Magari anche Jonny ha visioni mistiche che lo spingono a muoversi per il campo.
    E l’interista potrebbe chiedersi: “Ma diobono (per restare in tema) chiedere come atto di fede di azzeccare un cross no?!”

  18. Grazie Tagnin

    c’è tanta voglia di poter scrivere MazzarriVattene ma dovranno aspettare un’altra partita

  19. A me, se devo essere sincero, faceva più specie l’astio nei confronti di una dirigenza che avrà anche sbagliato le ultime annate

    ma che ha anche vinto tutto.

    Poi, oh, i gusti sono gusti, se vi piacciono le barricate e i retropassaggi contro squadre dal nome mutuato dai codici fiscali, facendole passare per ostiche, non sarò certo io a criticare.

    Tanto più che io mi sono divertito senza ritegno dal 2006 al 2010, ed è giusto fare un po’ per uno.

    Quanto ai papiri, mah, la solita smodata voglia di fare la conta dei pixel, quasi come se venissero tassati.
    Che poi, se la si facesse davvero, penso che siamo lì in molti, eh

  20. Ieri sera si profilava per me (nella versione “padre”) una grande serata.
    Poichè l’unico modo in famiglia di vedere l’Inter (Mediaset mai!come insegna Internazionalista) era lo streaming, la mia sala di proiezione diventava il centro nevralgico dell’operazione.
    Finalmente avevo visibiltà !
    Giro di telefonate e alle 19, i 3/5 dei miei figli più una morosa ( tutti rigorosamente interisti ,ci mancherebbe altro) erano sul divano davanti al maxischermo.
    Preparo ovviamente un paio di videate su diversi siti, in modo tale che come salta una connessione passo all’altra e così passando da un commento in inglese ad uno in spagnolo passa la prima mezzora, cioè arrivano le pizze.
    La pizza va mangiata calda, e la sala proiezioni non si presta molto alla degustazione, per cui, neanche tanto a malincuore, ci spostiamo nella stanza adiacente provvista di tavolo e sedie e per non perdere contatto con l’avvicente evento alziamo il volume in modo che semmai accadesse qualcosa, ne saremmo informati.
    Grazie anche all’intervallo completiamo la cena e siamo pronti e fiduciosi per un secondo tempo scoppiettante.
    Io torno davanti allo schermo, ma non mi segue nessuno.
    Non voglio essere assillante e così ogni tanto dico “e’ iniziato il secondo tempo” poi quando succede qualcosa di rilevante faccio capolino e dico “oh siamo in attacco” quando andiamo in vantaggio “ehi ha segnato D’Ambrosio” ..e loro , immersi in discorsi generazionali per me incomprensibili, considerandomi un attimo “Si, Si..ah Bene,… Bellissimo…” e poi giu di nuovo nel loro confubalare.
    Gli ultimi minuti, il torello per mantenere l’uno a zero, è stato per me abbastanza triste, con una birra in mano, solo sul divano a pensare se il problema fosse la mia scarsa autorità, l’amore per l’Inter scemato (giammai!), o forse più probabilmente (l’ipotesi a me, in quanto padre, più favorevole) lo scarso appeal del gioco mazzariano.

  21. mi unisco a tagnin

  22. Buongiorno fratelli di fede,
    Ieri sera ho avuto due sussulti sul divano.
    Le due volte che uno degli avversari ha tentato di scassare Kuz…
    Peccato che non ci siano riusciti…..

    Sempre e solo forza Inter.

  23. julio-maicon-lucio-samuel-j.zanetti-cambiasso-motta-eto’o-snejider-pandev-milito

    inter-barca 3-1

    inter- bayern 2-0

    qualcuno mi sa indicare chi cazzo faceva la seconda punta, al di là del sistema di gioco applicato, prima che qualcuno mi faccia una dissertazione tattica su quelli?

    • Fai prima a dirci dove vuoi arrivare…

      Casomai ne riparliamo quando giocheremo con un difensore in meno ed un attaccante in più.

  24. Solo cinque parole su un pezzo del genere:

    E’ un colpo di genio

  25. La prossima volta che il Vate di San Vencao avrà intenzione di riproporre il 3-6-1 contro una squadra “ostica” che milita in un campionato semiprofessionistico ed al limite della regolarità (causa guerra) come quello ucraino, me lo faccia sapere almeno un’ora prima dell’inizio della partita, almeno evito di scapicollarmi a casa per le 19, cercarmi un canale streaming decente (ne ho provati almeno 10 prima di trovarne uno decente) e cenare in fretta e furia per poi godermi il primo tiro in porta al 55°…

    Tagnin e Sgrigna, non è astio nei confronti della propria squadra o voglia di gridare MazzarriVattene ad ogni partita, è che alcuni di noi, me compreso, si sono un po rotti le palle di vedere tale spettacolo…

  26. Ma perché ne’ su azione ne’ su corner si vede mai uno, dico uno che riesce a calciare un cross degno di questo nome cioè alla giusta altezza per colpirlo verso la porta? e se nessuno è capace, nessuno pensa di mettere tutti quanti a provare cross per un paio d’ore tutti i giorni finché non diventa automatico, e chi non è capace se ne va in tribuna a pensare? E perché non si manda mai l’opposto a calciare punizioni e corner, con traiettoria a rientrare verso la porta?

  27. gli è che ogni tanto alzo lo sguardo dalla chat, dal blog, da twitter, sospendo il conteggio dei like e pure quello dei follower, e guardo la partita, anche se devo dire che le nuove maglie hanno un font che rende molto difficile leggere i nomi, sarà per quello

  28. voglio arrivare a dire che la menata della seconda punta è solo un falso problema che tirate in piedi solo per criticare, in quanto a calcio si gioca in undici lo stesso anche se la seconda punta non c’è.

    il punto è che se tutti e undici sono presenti o se, pur essendo in campo, non ci sono.

    tutto qui, e su questo Mazzarri non ci può fare niente se in campo ci manda Hernanes e questi manco si fa vedere, o chiunque altro che fa la stessa figura.

    fai che tutti in campo giochino come sanno e si impegnino e corrano e vedrai che gli schemi non conteranno più un cazzo.

    • Tutti critichiamo…

      tu ed altri criticano Hernanes ed altri giocatori, che a parer tuo non si impegnano o corrono (Hernanes è arrivato in ritiro in anticipo, tra l’altro).

      Altri criticano il mister ed il suo modo di far giocare la squadra.

      Purtroppo gli schemi contano, a meno che tu non incontri, ogni volta, squadre come il sassuolo, che non ti pressano e ti concedono spazi.

  29. più che criticare io faccio delle considerazioni senza pregiudizi, chi c’è c’è e non mi frega un tubo se ad allenarmi viene uno che mi è sempre stato sulle balle o se è un novellino o se è il numero1 come il Mou.

    qui mi pare che il fronte anti Mazzarri si attacchi a tutto pur di criticarlo e non gli vada mai bene un cazzo a prescindere, compreso il 7-0 al Sassuolo, dove più che per i nostri meriti sono stai messi in primo piano i demeriti dei nostri avversari e che la messe di gol non sia altro per merito di Osvaldo come seconda punta, dimenticandosi invece che Kovacic ha giocato una signora partita, e finalmente dico io, cosa che finora non era mai capitata, se non a sprazzi.

    e gli sprazzi non c’entrano se davanti c’è n’è uno solo o due…

  30. Corso, bando ai sofismi:
    col tuo ragionamento si potrebbe giocare anche con 11 portieri.
    Se ognuno fa il suo e gioca come sa…

    La realtà invece è che in questo caso, su 11 giocatore, stranamente solo uno giocherebbe bene: quello in porta.
    Ok, il caso è estremissimo, ma lo utilizzo per sottolineare che i ruoli sono importanti
    mica basta buttarne in campo 11.

    Vabbè, poi il paragone/esempio con l’Inter del 2010 proprio non sta in piedi.
    A parte che lì, a livello di caratteristiche, la seconda punta c’era eccome (Eto’o)
    e volendo ce n’era pure una terza (Pandev)

    ma poi, era tutto un altro sistema di gioco.
    Se proprio vuoi paragonare, facendo ovviamente le debite proporzioni qualitative, oggi si dovrebbe giocare con questa formazione:

    Handanovic
    Nagatomo Vidic JJ Dodò
    Medel Kovacic
    Osvaldo Hernanes Palacio
    Icardi

    Ecco, se il tecnico schierasse questa squadra, sta sicuro che nessuno si lamenterebbe che si gioca con una punta unica.

    Vuoi scommettere?

  31. Corso non si sa piu come dirtelo che non è un problema di una o due punte, ma di caraterristiche degli uomini e di come sono impiegati.

    Comunque non me ne frega un cazzo di riaprire questo discorso, se passare da 6 e 7 gol di un sistema a 1 e 0 di un altro non basta per fare capire un cosa così elementare, non saranno certo le parole di nessuno a fartelo capire.

    Rinnovo solo la mia posizione, fuori le palle miste! Son davvero convinto che, se inizia a schierar l squadra col 3 5 2 e i giusti interpreti con la giusta continuità, può riportare l’inter in alto, ha capacità e uomini per farlo.

    Per la cronaca eto’o milito pandev sono tre attaccanti, indipendentemente dal fatto che etoo e pandev sbrigassero anche lavori difensivi partendo più indietro del centravanti. E sempre per inciso, qua da osvaldo e palacio ci si aspetta un lavoro simile che permetta a icardi di fare il milito.

    Carissimo tagnin, tu non hai il diritto di parlare di astio verso la squadra. Proprio non ce l’hai, mi dispiace, che qua dentro sei la persona più astiosa di tutte, verso allelantori, giocatori, dirigenti, presidenti, altri tifosi, etc. Appena arriva un ragazzino o ti fa subito tripletta o hai già il booster smarmittato pronto da gettare dal secondo anello. Se ora hai preso sotto la tua ala un allenatore buon per te, ma almeno risparmiati lezioni di moralità a chi non lo appoggia. E non parlo per me, che é da giugno che ribadisco il mio appoggio a mazzarri e che non ho mancato di segnalare anche nell’ultimo commento.

    Parlo proprio in generale, abbi la coerenza di non contestare ad altri comportamenti che son pure più blandi dei tuoi.

  32. ne facevo solo una questione di equilibri e di criticare chiunque se lo meriti, al di la degli schemi proposti e del solito pregiudizio dove Mazzarri non sa altro fare che il suo schema prediletto e basta.

    non vedo il motivo di scusare certe prestazioni deludenti solo perchè da servire davanti ne hanno solo uno anzichè due, non perchè non stimi a sufficienza Kovacic o Hernanes, che per il primo ho speso parole di stima importanti paragonandolo al grande Lothar solo dopo un paio di partite, direi forse un pò troppo precipitosamente, visto che poi, o poco impiegato o per infortuni vari che ne hanno sempre condizionato l’impiego, non si è più visto fino a domenica scorsa.

    Hernanes è stato acquistato per dare maggiore qualità, ma finora non si è visto un gran che e se in una squadra vengono a mancare quelli più bravi e qualitativi, non puoi sperare di fare un gran gioco.

  33. Mi accodo ad este e a wolf.

    Non credo ci sia altro da aggiungere.

    • Mi accodo anche io. Che per il momento criticare i singoli è come chiamare un idraulico a sistemarti il pc e poi lamentarsi se ti ha fritto l’hard disk.

  34. Non ho guardato la partita, per fortuna visti i commenti, anche se leggo ora una dichiarazione del miste “Abbiamo disputato una bellissima gara, sono contento”….mi chiedo dunque: di quale partita sta parlando il vate di san vincenzo??
    Immagino la noia mortale della solita partita a ritmi blandi senza occasioni da gol, bene i 3 punti e aver risparmiato qualche titolare. Credo che in EL e in coppa italia la nostra “seconda non punta” sarà sempre guarin, perchè avendo solo 3 attacanti mazdar non li rischierà facendoli giocare 3 volte in 7 gg.

  35. Este

    passi per Eto’o che è sempre stato una gran punta ma che quell’anno lì ha fatto solo l’esterno e basta, ma Pandev …

    ad ogni modo la formazione era solo un esempio e non estremo come il tuo, in quanto quello che conta è la sostanza di quello che esce vale a dire i risultati, e lì ne sono venuti fuori oltre le aspettative, perchè solo il Mou poteva convincere Eto’o a giocare in quel ruolo sacrificandosi così, tanto è vero che il Rafa è stato mandato cordialmente a cagare dal mamba camerunese.

    per cui se l’ha fatto Eto’o a giocare in una posizione nuova e sacrificata, non vedo perchè non ci possa riuscire uno se invece di giocare dieci metri in avanti lo metti dieci indietro e viceversa.

    non in porta o addirittura stopper, solo in una fascia di campo abituale ma leggermente spostata in avanti o indietro.

    certo che se per rendere al meglio uno deve avere due punte davanti, uno che gli corra in fianco, un altro che gli serva i palloni sui piedi e il cameriere che gli porta l’acqua quando ha sete…

  36. Hernanes è stato preso per fare ordine a centrocampo, cosa impensabile con guarin, e cosa che ha fatto anche se il vero hernanes ancora non l’abbiamo visto.

    Ora c’è anche un metodista a sbrogliare i compiti più difensivi, per questo mi aspetto che le due mezzali ora rendano al top.

    Certo, messe fuori ruolo o comunque con pochi sbocchi davanti, ne depotenzi l’impatto.

    Ripeto, vorrei solo che mazzarri portasse un po’ di continuità al 3 5 2, in primis perché funziona bene, e poi anche per imporre un metodo che acquisito e ben rodato ci permette di andare a giocarcela ovunque, ci valorizza i giocatori, e i risultati poi vengon da sé. Mentre cambiar le carte in tavola ogni settimana è già deleterio di suo perché la squadra non acquisisce l’automatismo, oltre al fatto che ti trovi una serie di talenti inespressi che non ti fanno né risultato né mercato.

    Per dire, col fettina non vedevo la svolta dietro l’angolo, ora grazie a un buon lavoro di società e allenatore si, e non imboccare quella svolta sarebbe da stronzi come pochi.

  37. Si chiama turnover…e il richiamo ad una certa prudenza non mi fa tutto questo scandalo…per ora
    comunque se a Palermo mi ripresenta guaro punta o semipunta comincio a smadonnare anche io…perche saprebbe di presa per il culo…

  38. …e se fossi Osvaldo comincerei ad innervosirmi…

  39. Nino, ma l’attaccante 4 e 5 provenienti dalla primavera non sono in grado di fare la seconda punta meglio del Guaro?
    Giuro che è una mia vera curiosità, perchè non li conosco.
    Così metti Guarin a centrocampo, un attaccante in attacco ed hai fatto turnover ugualmente.
    Il tutto continuando a far giocare la squadra con uno stesso modulo (come dice Wolf).
    E contro il dnipro dovrebbe bastarti. O no?

    • il problema è che Bonazzoli non l’ha nemmeno convocato e Puscas (che piace tanto a nino) non è nemmeno nella lista uefa.

  40. appunto Wolf,

    sarebbe da stronzi non imboccare la svolta e non mi pare che Mazzarri non la voglia imboccare, dal momento che gli uomini che ha li ha voluti lui, per farli giocare come desidera.

    per cui non meniamogliela troppo se ieri sera ha fatto giocare le seconde linee e per quello si è coperto un po’ di più il culo, in quanto un pareggio contro la seconda favorita del girone fuori casa non era un risultato da buttare via.

    poi ha anche vinto, per cui non vedo il motivo di prenderlo per il culo cominciando dal bel post di Settore, che è si divertente, ma io mi divertirei di più se prendesse per il culo i gobbi od i gonzi e non quelli dell’Inter.

    • “poi ha anche vinto, per cui non vedo il motivo di prenderlo per il culo cominciando dal bel post di Settore, che è si divertente, ma io mi divertirei di più se prendesse per il culo i gobbi od i gonzi e non quelli dell’Inter.”

      Su questo sono d’accordo, tant’è che per un attimo ho pensato che il post lo avesse scritto Severgnini…

  41. BR
    per quanto riguarda gli attaccanti della primavera con me sfondi una porta aperta…d accordo pure con guarin più dietro si poteva fare turno over lo stesso
    …ma sono pure disposto ad accettare un richiamo alla prudenza (se non eccessiva)…ma guaro di punta proprio no…ma sta storia del guaro di punta e’ venuta fuori solo dopo il mancato acquistò di un attaccante…non si può sentire…mazzarri occhio!!!

    • Guarin, ahinoi, è un calciatore incompiuto e ci è rimasto sul gozzo. Non può stare davanti alla difesa perchè perde troppi palloni, non è un centrale con visione di gioco, non è un trequartista che inventi per le punte e gli manca la rapacità dell’attaccante. Ogni tanto lo si farà giocare per tappare qualche buco, ma che ci sia o no ,purtroppo, cambia poco.

  42. Concordo con corso46 sulle derive di settore…sulle orme del peggior severgnini
    …forse sollecitato dai fini intenditori che leggono…ioinveceda semplice tifoso concordo con corso nel dichiararsi parzialmente soddisfatto dai tre punti…non scandalizzato da un richiamo alla cautela…e speranzoso che a Palermo si possa vedere qualcosa di meglio…

  43. Giuro non avevo letto bellins

  44. Più che turn over, che son passati soo 180 min, mi piace pensare che wm voglia dare minutaggio a tutti, cosicché tutti sian pronti.

    Infatti mi sta benissimo, se ancpra non si fosse capito la mia unica critica è sul continuo cambio modulo con relative forzature dei ruoli. La soluzione con un primavera davanti, in simile contesto, l’avrei gradita, col guaro al posto di kuzmanovic che il minutaggio non lo merita manco al Subbuteo.

    Io voglio solo una squadra con identità, chiara ed individuabile, non una che si snatura anche per un dnipro.
    Se no davvero90 min di noia con toro e dnipro diventano 90 di agonia con juve e roma etc. Altro non chiedo a wm, perché nel complesso sta lavorando bene, e davvero mi sembra che ti stia ricreando quell’unità di intenti senza cui più di un 5o posto non fai.

    • Purtroppo, però, l’eventualità che snaturi la squadra, soprattutto in EL, esiste eccome…

      Tanto per fare un esempio, nella lista abbiamo 4 attaccanti, ieri non ha convocato il 4° che sarebbe Bonazzoli e sperando di vedere, almeno in campionato, il suo 352 con almeno due attaccanti di ruolo, ne consegue che continueremo a vedere Guarin seconda punta e Kuz falso nueve.

    • Qua bellins c’e una mancanza societaria che non ha preso un quarto vero attaccante. Ma il problema si porrà il giorno che avremo infortuni
      Ieri ad esempio poteva essere l’occasione per dar minuti a Palacio.

      Per altro se giochi con un solo attaccante sia proprio Palacio, che è meno forte di Icardi ma sicuramente più mobile, riesce infatti a coinvolgere nella manovra anche i centrocampisti, cosa che Icardi non fa, vedendo più la porta o il compagno di reparto, mentre dal centrocampista al massimo prende una verticalizzazione. Però anche li, se sul verticale ha tutta la difesa addosso non può fare manco quello.

  45. Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti: altri moduli non li sa applicare..
    il suo credo è questo e non lo cambia, è umile come un francescano e fino a questo momento i risultati gli danno ragione, la squadra non prende gol e fino a quando vince ha ragione.
    Comunque tra gli allenatori delle squadre che lottano per la salvezza è sicuramente tra i migliori

  46. per me qui nn è il discorso che nn si vede l’ora di scrivere mazzarri vattene, qui il discorso è che nn se ne può più del “primo nn prenderle” mettendo 11 giocatori a caso sparsi per il campo,specie nella nostra trequarti,nella speranza di fare prima o poi un golletto.

    nn dico che voglio il calcio champagne,ma uno straccio di gioco di attacco,delle occasioni,più di un giocatore nell’area avversaria quello si.

    la formazione ipotizzata da este sarebbe ottimale,magari da verificare sul campo (magari con kovacic tra gli esterni di attacco e m’vila a coprire con medel),ma il nostro mister penso che nn abbia le palle per fare una roba del genere. e per chi era abituato a vedere milito in area, eto che entrava, wes che illuminava e gli inserimenti di cambiasso e maicon quello che vediamo adesso è un pianto.

    e poi basta con sti esperimenti, scegli un modulo e fai quello.sempre! perché fino adesso il calendario ti ha aiutato con partite semplici in europa ed italia (il toro senza punte, l’allegra combricola di mattacchioni nero verdi, il palermo neo promosso)ma tra po arrivano le partite serie.

    sveglia mazzarri!
    AMALA

  47. e per fortuna non abbiamo preso Biabiany…auguri a lui
    ovviamente

  48. un ultimo appunto riguardo all’Inter e alla noia di certe partite che effettivamente non hanno acceso entusiasmi ne palpiti di cuore:

    come si fa a saperlo prima e non guardarle?

    cos’è, ve le aspettate in base a chi ci allena o alla formazione che mette in campo?

    per dire, dopo quella con il Toro, chi si aspettava la stessa goleada dell’anno scorso con il Sassuolo?

    io mi aspetto sempre di passare un’ora e mezza vedendo giocare l’Inter e quello mi basta e avanza rispetto alle diverse altre ore che passo inutilmente quasi tutti i giorni, e che ho passato nella mia vita anche quando lavoravo.

    non mi direte che la vita che passate è sempre piena e soddisfacente ogni minuto eh?

    per cui due ore di Inter saranno sempre bene accette chiunque sia l’allenatore, i giocatori che vanno in campo e gli avversari.

    lamentarsi di questo, essendo tifosi Interisti, è come lamentarsi di avere passato una gran serata e poi ciulato la Theron o la Paz Vega (una bionda e una mora per accontentare tutti i gusti) perchè non vi ha fatto un pompino…

    • Su quello d’accordo. L’inter si guarda anche per un torneo parrocchiale

    • Sono d’accordo l’Inter si guarda sempre e comunque.

      Tant’è che questa estate, ho rinunciato ad un pompino di Charlize Theron pur di vedere la prima uscita stagionale dell’Inter contro il Trentino Team…

  49. Ciao tutti!
    Sector , io non ti conosco ma sei un genio!
    Ho riso… Amaramente ma ho riso tanto

  50. …ach maledetten mazzarren…

    stè boni fioi

    che xe ppena scominsiada la giostra

    mejo vinsar che perdar, me par normal

    come xe normai le bueae che vien dite ne le interviste

    a parte dio mourinho, s’intende

  51. La formazione che ho stilato, ci tengo a sottolineare, l’ho fatta solo cercando di immaginarla speculare a quella del 2010.

    Ovvio che, in molti casi, sarebbe eccessivamente spregiudicata e, soprattutto, andrebbe bilanciata, provata, ponderata…
    Oh, insomma, c’eravamo tutti ai tempi del Mou: non è che quella squadra l’ha tirata giù dall’oggi al domani.

    Ed è qui che voglio arrivare:
    dopo 14 mesi, non abbiamo un impianto di gioco che ci consenta di esprimerci in modo bilanciato.

    E non ha senso neanche riproporre la tiritera dei giocatori che vanno in campo,
    altrimenti stiamo ammettendo che abbiamo un organico che non può prevalere agevolmente contro il Dnipro o il Torino.

    E non mi pare sia il nostro caso.

    • E aggiungo:
      è ovvio che poi c’è anche una questione di duttilità tattica.

      Se contro la Roma mi metti il doppio interdittore davanti alla difesa
      e fai fuori Kovacic o Hernanes
      o sposti avanti il primo e tieni fuori il meno in forma tra Icardi, Osvaldo e Palacio

      non è che qualcuno verrà a protestare.

      Però, ecco, contro il Dnipro mi aspetto un atteggiamento diverso
      e non dover ringraziare il soffio di vento che ha fatto uscire la palla di pochi centimentri dal palo sinistro della nostra porta.

  52. niente da dire Settore ha riassunto esattamente ciò che penso.
    Ma abbiamo vinto (e meno male) e questo ha un suo peso…,
    Ma vedere Kuzmanovic in campo con la maglia o meglio con lo stemma dell’Inter addosso ecco mi dà un attimino sui nervi
    porquè? porquè? porquè? (cit.)

  53. Vi dirò’…ho appena finito di vedere il secondo tempo…niente di che ma nemmeno tutto lo schifo che dite…a me e’ sembrata una prestazione tranquilla mirata a ottenere il massimo con il minimo sforzo evitando stanchezza eccessiva e infortuni vari…l esigenza di turnover accomplished con successo…una cosa pero’ la voglio ammettere…l inutilità di kuz…mentre invece nel contesto in cui si e’ materializzato il Jonathan trequartista non mi e’ dispiaciuto per niente…se prende le misure ce come…come diciamo qua…e senza tante ironie…
    E pensare che prestazioni come queste per altre squadre vengono esaltate con il cinismo della grande squadra…

    • Beh, allora siamo forti…

      abbiamo anche il cinismo della grande squadra…

      Il diabolico piano di Mazzarri (cit.) è appena iniziato.

      P.S. Guardati anche il primo tempo, che merita…

  54. e allora diciamola tutta Este che facciamo prima, visto che magari poi Mazzarri contro la Roma o la giuve ti schiera la doppia punta e il duo Hernanes/Kovacic e le prendiamo e la colpa è ancora sua perchè non ha la duttilità tattica, mentre se vince il merito è vostro che l’avete convinto a giocare così.

    la verità è che qualunque cosa faccia la sbaglia sempre, dal momento che nessuno gli perdona di essere Mazzarri e non il Mou, e questo è imperdonabile.

    io per il momento aspetto perchè l’anno scorso non ha potuto esprimere quello che lui ha in mente dal momento che c’era un obiettivo minimo da raggiungere e c’è stata una svolta epocale nella nostra società che ha scombussolato tutti, compreso lui.

    oltre al fatto. come ha sottolineato, che c’erano troppi giocatori in scadenza o a fine carriera e quindi non sapeva se insistere ancora su di loro o accantonarli subito, che qualunque cosa facesse l’ha sbagliata, come quella di avere insistito su Cambiasso a cui alla fine non hanno rinnovato il contratto oppure di non avere fatto giocare a Zanetti l’ultima partita, che tra le altre cose, se non la vincevamo, manco andavamo in europa Legue.

    per cui era sempre tra l’incudine ed il martello, mentre quest’anno le cose si sono assestate sia a livello societario che a livello di squadra dandogli in mano una formazione che ha voluto e concepito lui, tranne l’ultimo tassello di un quarto attaccante, questo solo perchè non sono riusciti a piazzare in maniera adeguata Guarin.

    quindi io adesso gli do’ il tempo canonico che ho sempre dato agli allenatori prima di sfancularli definitivamente come ho fatto con il Rafa, e poi, se le cose perdureranno e la squadra non farà vedere quei miglioramenti che mi aspetto sul piano del gioco e dei risultati, mi adeguerò alla volontà popolare che ci ha visto giusto prima di me.

    ma non pretenderò mai che un allenatore la debba vedere secondo il mio punto di vista e che metta giù la formazione che IO ho in mente valutando volta per volta chi incontriamo, perchè se lui vede difficile una partita che invece io vedo alla stregua di una passeggiata di salute, io mi fiderò di più di chi lo fa per mestiere e ha i titoli per farlo, oltre alle capacità che ha acquisito nel tempo, piuttosto che delle mie e dei miei umori soggetti alle mie libere e diciamo pure giustificate interpretazioni, ma che lasciano il tempo che trovano in quanto se ho fatto sempre il commerciante e non l’allenatore qualche motivo ci sarà…

    bellins

    non ti facevo così spiritoso, sei una sorpresa, davvero.

    ma non pretendo tanto, anche se spero che tu prima l’abbia almeno ciulata e il pompino tu non l’abbia voluto per mancanza di tempo…

    • “bellins
      non ti facevo così spiritoso, sei una sorpresa, davvero.
      ma non pretendo tanto, anche se spero che tu prima l’abbia almeno ciulata e il pompino tu non l’abbia voluto per mancanza di tempo…”

      Anch’io apprezzo tantissimo le tue metafore, davvero.

      Cmq ho rinunciato al pompino perchè stava iniziando la partita, ma nell’intervallo, durante gli highlights, gliel’ho messo nel culo e dagli urli che faceva direi che abbia gradito parecchio…

    • Ho letto solo le prime righe corso, e mi è bastato.

      Non capisco perché dici che non gli si perdona di essere mazzarri.

      Personalmente insisto nel dire che va benissimo, pur che trovi identità e continuità di gioco, con un modjlo che ha portato lui e con cui si gira bene.

      Poi questa non è garanzia di successo, puoi vincere o perdere, ma te la giochi, con tutti. Solo questo gli chiedo, prestazione e risultato sono l’automatica conseguenza. Se perdo 2 a 0 con la rube dopo essermela giocata, perché quelli son più forti, più ladri e più rodati, mi sta bene.

      Se invece perdo un derby senza pensare ad attaccare con una formazione snaturata allora mi gira il cazzo.

      E può anche starci la partita no con le due punte e tutti i giocatori in ruolo, nessuno si sogna di vincere e stravincere sempre una volta trovata la quadra.

      Di certo invece sarà una continua e agonizzante mediocrità se ogni domenica mettiamo in campo moduli e interpreti diversi, fuori ruolo e senza piglio offensivo, se basta una trasferta a kiev per rinunciare al modulo più offensivo (che schiera pur sempre una difesa a 5, mica moduli zemaniani)

      È mia abitudine valutare le azioni, non chi le mette in atto. E vedere che wm ha in tasca la giusta soluzione ma lì rimane per mancanza di coraggio , mi fa incazzare.

      Però capisco, ormai ti sei incaponito che giocare con un modulo o con l’altro non cambia, che il problema é la scarsezza di hernanes e la discontinuità di kovacic, perciò pur di non ammettere l’errrore perseveri nel dire cose del tutto fuori contesto.

      Ché qui, a parte l’elisa che proprio non lo digerisce, non vedo un’opposizone preventiva da parte di nessuno, se non perplessità giusitificabilissime alla luce di partite con 7 gol che seguono e seguite da altre in cui a malapena si bazzica l’area avversaria.

  55. sarà una sorpresa, vedrete
    quando sarà completa la trasformazione, sarà salutata come
    la scoperta del secolo e Mazzarri sarà salutato come il vate di San Vincenzo
    sono sicuro che piacerebbe a tutti

  56. D’accordo con wolf…..il problema non è mazzarri in se (pur se insopportabilmente antipatico), è come fa (non) giocare la squadra. Non siamo certo da scudetto, ma quest’anno finalmente la rosa è stata costruita con una cerrta logica, alcuni forti o potenzialmente forti li abbiamo, insomma se schierati con un po di razionalità, un po di coraggio e con un barlume di gioco possiamo giocarcela per il terzo posto anche con sto talebano del 3-5-2……poi se insiste col 3-6-1 pure contro il pizzocalabro…evabbè!!!

  57. Ma il Palermo è una squadra “ostica” ?

  58. ecco…se il mazzarri non si ponesse domande simili sarebbe meglio
    il problema non è vincere perdere giocare bene giocare male modulo o non modulo
    il problema è quello della mentalità
    ovverosia
    NON E SI STO NO SQU DRE O STI CHE PUNTO!
    capito Mazzarri?
    Su questo si, mi piacerebbe un salto di qualità…
    SONO GLI ALTRI CHE SI DEBBONO CHIEDERE:
    MA L INTER E’ UNA SQUADRA OSTICA???

  59. Wolf

    avresti dovuto leggerlo tutto il papirozzo invece, nonostante capisca che sia una una rottura di balle, perchè io sto solo aspettando che lui svolti nel modo che auspichi tu, solo che gli sto dando un po’ di più di tempo partendo dal presupposto che la squadra è quasi del tutto nuova e quindi non è la stessa dell’anno scorso, come la partita con il Toro non è stata la 39° ma la prima di questa stagione.

    io sono del tutto convinto di quello che affermo riguardo alle prestazioni dei singoli ne più ne meno di quanto tu sia convinto che la scelta che fa l’allenatore e su chi manda in campo sia determinante, dal momento che ho visto mille partite e non ho mai creduto che chi segnasse lo avesse fatto grazie al modulo applicato dall’allenatore, ma solo per la sua bravura o quella di chi l’ha messo in condizioni di farlo.

    ovvio che se fa giocare Kuzmanovic al posto di Kovacic le cose partono male in partenza, ma se gioca Kovacic mi aspetto una partita alla sua altezza e se non la fa lo dico senza per questo dargli troppe scusanti se anzichè davanti ha giocato indietro o viceversa o se da servire aveva solo un attaccante invece di due.

    uno bravo se la cava comunque, Cambiasso ha fatto di tutto, anche lo stopper, Zanetti il terzino, il mediano, a volte l’esterno ed anche la mezzala di centro campo, Eto’o da centroavanti si è trasformato in esterno quasi più votato alla difesa che all’attacco.

    com’è che Kovacic ed Hernanes possono giocare bene solo a determinate condizioni, altrimenti fanno cagare?

    • Avrei dovuto leggerlo, e infatti l’ho fatto ora, perché come sai sono abbonato ai tuoi interventi e non mi perdo una virgola (senza ironie).

      Ma per la mia replica tanto bastavan le prime righe, dato che volevo solo puntualizzare che il problema non è certo la persona Mazzarri.

      Se la vuoi tutta, pur non essendo mai stati un manciniano, quando arrivò mourinho pensai eccheppalle no, questo mi sta proprio sul cazzo. Ovviamente alla prima conferenza stampa del non sono un pirla con cui liquidò la sciacquetta che insisteva con la domanda su lampard cambiai subito idea perché capii che era arrivato uno che le merde le avrebbe messe in riga in due settimane. E chiaramente i risultati han poi aiutato a cambiare idea, se ancora ve ne fosse bisogno.

      Ma al giorno della firma non ero contento.

      Inutile dire che da allora non ho più giudicato un allenatore da antipatie o simpatie.

      Figuriamoci l’ubriacone piangina che passa più tempo nelle librerie a presentare l’autobiografia che sui campi di appiano. Si scherza né, prima che il fan club si risenta.

      Se proprio devo impicciarmi su un aspetto del suo essere gradirei che dopo le debacle scaricasse un po’ meno il peso sui giocatori davanti alle telecamere nel chiaro intento di salvarsi la faccia, che invece dovrebbe metterci, per poi lavare in casa i panni sporchi (ad eccezione di kuzmanovic, cui un po’ di pubblico ludibrio non farebbe male, e poi li c’è poco da smacchiare, direttamente cestinare)

  60. Eggià
    uno se è bravo ti marca pure Lichtsteiner.

    Ora che ci penso,
    Maradona non ha mai fatto il difensore centrale…

    Sarà che forse non era tutto sto granchè.

  61. Este

    questa vale quanto quella di fare giocare undici portieri e quindi la prendo come una battuta, altrimenti non so cosa tu voglia dire.

    Maradona non avrà di sicuro fatto tutte le partite all’altezza della sua fama e non ci sarà stato bisogno di farlo giocare da stopper per vederlo giocare male e criticarlo, ma di sicuro non sarà stato detto che aveva giocato male perchè l’allenatore Bianchi lo aveva messo più avanti o indietro o se invece di Carnevale, Careca o Giordano in coppia davanti, ne aveva solo uno di quei tre.

    si sarà preso le sue responsabilità senza tante menate.

    invece qui pare che se Kovacic non gioca bene la colpa è solo dell’allenatore brutto cattivo che prima non si fida a caricarlo troppo di responsabilità e lo usa con il contagocce, poi cerca in tutti i modi di snaturalizzare il suo modo di giocare e la sua predisposizione innata di partire da dietro e adesso, come ultimo dispetto, gli mette solo una punta invece che due.

    questo perchè tra i due quello che sta più sulle balle è Mazzarri con il suo pragmatismo dovuto ad anni di gavetta e che non si fa impressionare da una discesa fantastica con uomini saltati come birilli ma guarda alla sostanza che uno gli dà nell’arco dei 90 minuti e poi fa le sue scelte.

    riguardo al marcamento mancato di Lichtsteiner se uno è in campo per giocare dovrebbe anche non pensare ai cazzi suoi ma a quelli della squadra e se quello era uno dei compiti che gli aveva assegnato l’allenatore in fase difensiva, che piaccia o no che l’allenatore lo abbia detto a lui anzichè ad un altro, quello doveva fare e basta.

    lo sbaglio grosso di Mazzarri è stato di dirlo alla tele, ma se non l’avesse detto ci saremmo chiesti chi cazzo doveva marcare lo svizzero in eterno, per cui un mistero in meno da risolvere.

    tra parentesi , come ho già detto, a me Kovacic piace se gioca bene ed ha i numeri di un campione.

    invece Hernanes non mi ha mai impressionato nemmeno quando era alla Lazio e da lui non mi aspetto niente di più di quello che è, uno un po’ meglio della media e nient’altro.

    Wolf

    anch’io non sono immune da simpatie ed antipatie e Mazzarri mi sta sempre sulle balle ugualmente anche adesso che è all’Inter perchè non mi piace per niente il suo modo di fare durante la partita ed il suo modo di porsi davanti alle telecamere, ma sono convinto che se è arrivato dove è arrivato è solo per il suo lavoro e basta e non grazie a santi in paradiso.

    è anche un crapone maniacale ma fintanto che non fallirà come quelli che lo hanno preceduto dopo il Mou io voglio fidarmi di lui perchè è uno di sostanza come il Trap, che se ne sbatteva le balle se gli davano del difensivista e ha sempre tirato dritto per la sua strada.

  62. Corso
    ho provato a dirti che a me delle simpatie o antipatie frega meno di zero.
    Macché, picche.

    Oh, pensala come ti pare, chettedevodì.

    I giocatori vanno messi nel proprio ruolo, o, se devi cambiarlo, ci dev’essere tutto un lavoro.
    Io, questo lavoro, dopo 14 mesi non lo vedo.

    So solo che quando ha giocato nel ruolo suo, ha fatto bene.
    Se poi tu vuoi che si salti tutta la squadra avversaria nel disperato tentativo di beccare Icardi solo soletto stramarcato da chiunque, visto che il compagno più vicino ce l’ha a 3 fermate di metropolitana e 4 di autobus,

    e allora campa cavallo, che non ci vuole Kovacic, ci vuole Messi.

    Se c’è uno che può lamentarsi del cambio di società non è Mazzarri, al limite è Stramaccioni, che ha dovuto accontentarsi di gente a fine carriera.
    A questo punto ti chiedo io il perché con Mazzarri devo avere due anni di pazienza e di gioco pietoso

    mentre con Gasperini, Ranieri e Stramaccioni non ne abbiamo avuta
    o ne abbiamo avuta meno.

    Qua non è questione di antipatia. Qua è questione di risultati.
    Un anno così e Icardi se ne va, inutile girarci intorno:

    ha la stoffa, ma non può mica bruciarsi a fare gli accampamenti nella mezzaluna dell’area avversaria

    e Kovacic segue a ruota.

    Mentre ancora si ridacchierà che tantononlovuolenessuno.

  63. Ma qualcuno pensa che si critichi così, tanto per il gusto di farlo?
    Oppure, veramente, che si sia preso il virus della severgnite?

    Sarò squisito e conciso: mi son rotto i coglioni di vedere una squadra senza gioco e spettacoli indecorosi come da tre anni a questa parte!

    Sarebbe ora che l’Inter giocasse a calcio!
    Allora le critiche e le chiacchiere starebbero a zero.

  64. Non ti chiedo il 4231, no, non te lo chiedo.
    Vuoi fare il 352, ok, fallo allora!
    Ma fallo, no?!
    E coi giocatori al loro posto se possibile: il 2 sta a significare che devi giocare con due punte, non con una, né con tre. Due!

    Ma poi mi chiedo anche, dove possiamo arrivare se a cominciare l’azione è JJ o la Rana?
    Allora si capisce che il problema è strutturale.
    Qualsiasi sia il modulo.

  65. E poi, su Eto’o Pandev e Sneijder dietro a Milito:

    non diciamo fesserie o bestemmie, per favore!
    Quell’Inter lì attaccava con 3/4 giocatori.
    Minimo.
    Col Barça segnò pure Maicon!

  66. presumo che Settore quando decise di aprire un blog, sotto la spinta emotiva di quel Lazio-Inter del 2002, lo abbia aperto per creare uno spazio dove chi aveva voglia di dire qualche cosa sull’Inter, come ne aveva lui, lo potesse fare liberamente, scambiando con altri Interisti le proprie frustrazioni di quei momenti, dovuti per lo più per un sistema che ci era dichiaratamente contro e dandoci così la possibilità di sfogare i nostri malumori nei confronti della giuve e di quella federazione asservita ad essa che la favoriva sfacciatamente, sempre con la speranza, ovviamente, che i tempi cambiassero e anche noi potessimo avere le nostre soddisfazioni.

    non credo che immaginasse la deriva che ha preso dopo il 2011, quando la nostra serie di successi è finita ed il blog, aperto per sfogare i nostri malumori per parlare male e poi prendere per il culo finalmente quei gobbi di merda e quei gonzi da strapazzo, accomunati nella loro complicità a delinquere, si sia trasformato in una sequela di lamentele, di improperi e di pretese nei confronti proprio della nostra squadra e della nostra società.

    però, come si dice, le cose cambiano e quindi dovrebbe andare bene così, dove un Interista che vuole leggere qualche cosa di Inter e parlarne con altri Interisti, va su un blog Interista ed è come se si trovasse su un blog gonzo e gobbo dove fanno a gara a prendere per il culo e a parlare male della sua squadra, per cui o si adegua o finisce per essere isolato in quella che credeva fosse anche casa sua.

    e questo, come dice Internazionalista, da più di tre anni.

    tra l’altro, il caro Internazionalista, che accusa gli altri di non capire quello che lui scrive mentre lo capiscono benissimo, dice che non si possono paragonare l’Inter di adesso con quella del Mou.

    difatti nessuno lo ha fatto, ho solo detto che in quella squadra non c’era bisogno che ci fosse un’altra punta a supporto di Milito, in primis perchè quell’anno il Principe ne ha fatti talmente tanti ed importanti che valeva per tre, ed in secundis tutti hanno giocato benissimo, qualunque fosse lo schema preposto dall’allenatore, dove chiunque entrava in campo faceva la sua parte ed anche quella degli altri, come è successo quelle diverse volte in cui ci costrinsero a giocare in dieci.

    se nessuno vuole capire che contano di più gli uomini che gli schemi non posso farci niente perchè è quello che cerco di dire da che è stato preso solo di mira Mazzarri, ma evidentemente è più facile ascoltare la propria voce che quella degli altri.

    fosse così facile giocare sempre bene mettendo giù il 3-5-2 non vedo perchè Mazzarri non lo debba applicare sempre, invece di farsi criticare ogni giorno.

    sarà anche masochista oltre che inetto, incapace ed inidoneo ad allenare una squadra come la nostra?

  67. corso46
    questi non si ricordano gli scudetti di Alfredo Foni…52-53 e 53-54…

  68. Ecco, bravo Corso.
    Te lo sei detto da solo: gli uomini contano più degli schemi.

    Perciò sono questi ultimi che devono essere modellati al materiale umano che hai e non viceversa.
    Se con il 3-5-2 (o, peggio, 3-5-1-1) gli uomini non ti rendono, perché ne hai snaturato la posizione
    è l’allenatore che deve cambiare sistema di gioco.

    Non a caso, senza voler fare paragoni, quando Mourinho arrivò all’Inter, cerco di attuare il 4-3-3 che utilizzava al Chelsea
    si accorse che non aveva gli uomini con le caratteristiche per farlo e passo al vecchio schema che l’Inter aveva adoperato negli anni precedenti.

    Vinse lo scudetto e lavorò per avere gli uomini giusti ad un modulo più confacente alla Champion’s League.

    Il resto è storia.

  69. Este, sei diabolico.

    come rigiri le frittate tu nemmeno Gracco ti può insegnare qualche cosa.

    dal momento che non se ne esce considerando che se io dico una cosa tu me la rigiri contro, aspettiamo la fine di ottobre dopo queste partite: (quelle in maiuscolo in casa)

    palermo, ATALANTA-CAGLIARI- fiorentina-NAPOLI- cesena-SAMPDORIA

    e queste due di Europa Legue, tutte e due in casa al 02.10 e al 23.10, con gli azeri e i francesi e poi ne riparliamo.

    • Non è este a rigirarti il concetto, ma il concetto stesso che ti si ritorce contro.

      L’intelligenza di mourinho fu di adattare la sua idea alle qualità degli uomini, e poi, presi i giocatori nei ruoli che lui chiese fin da febbraio dopo l’eiminazione con lo united, di imporre un metodo di gioco in pianta stabile, una filosofia di gioco da cui non si schiodava perché funzionava.

      I giocatori eran pressoché tutti in ruolo, con l’eccezione di chivu terzino, che infatti era l’unico punto debole, ed eto’o esterno.

      Però anche il leone non può esser preso a confronto. Aveva doti atletiche che glielo permettevano. Milito ad es. non avrebbe potuto, oltre al fatto che sarebbe stato uno spreco. Questo non significa che il milito 2010 fosse scarso.

      Che a sua volta vuol dire che per ragioni tecniche e o atletiche alcuni son più duttili altri meno.

      Hernanes è mezzala, punto. Può ricoprire qualunque altro ruolo del cenotrocampo ma ti rende infinitamente meno, quindi illogico metterlo in campo se non nella sua posizione.

      Kovacic pure, e in più secondo me può fare la seconda punta se mazzarri in allenamento ci lavora su, in vista di eventuali emergenze in attacco e nell’auspicio che prima o poi si decoda a schierar in pianta stabile due mezzali due punte e zero trequartisti.

  70. il concetto non mi si ritorce contro perchè non è quello che io sostengo, siete voi che lo rigirate in modo tale da farmi passare dalla parte del torto prendendo come esempi quelli che vi ho indicato io, ma facendoli quadrare come se il Mou avesse applicato chissà quali schemi perchè ciò avvenisse, quando l’unica cosa vera che ha fatto e che è la sua vera forza che lo distingue dagli altri, è stata quella di convincerli di essere i più forti e ha utilizzato gli arbitri e la federazione come uno stimolo in più, invece di abbattersi a recriminare su quanto fossero ingiusti con noi e prendere quello come alibi per mollare tutto.

    recentemente ho letto sia le dichiarazioni del Capitano che sue sulla famosa partita di Kiev e da lì ho anche capito come hanno capitalizzato quell’esperienza per convincersi di potere vincere tutto, nonostante che a sei minuti dalla fine stessero perdendo per 1-0 e quindi fuori dalla Champion.

    se qualcuno ci legge l’importanza degli schemi e degli uomini al posto giusto è bravo, io ci leggo grosse motivazioni, volontà e gran voglia di fare qualche cosa d’importante, inculcata in maniera favolosa da un professore della psicologia ai suoi giocatori e messa in atto da interpreti adeguati e con due balle così, capaci di reagire ad ogni avversità sempre.

    Mazzarri non è il Mou e mai lo sarà, ma quello che sta portando avanti è un discorso non legato a degli schemi rigidi dove ognuno deve fare il suo al suo posto e basta, sta formando caratteri e anche uomini, dal momento che ha anche a che fare con giocatori molto giovani ed inesperti, per cui fossilizzarsi solo a vedere in lui solo uno che non conosce altro schema che il suo, pensare che chiunque di voi sarebbe capace di mettere i giocatori ognuno al posto giusto e solo grazie a questo giocarcela con tutti, è solo un atto di superbia e niente altro, partendo sempre dal preconcetto che lui sia un pirla e voi no.

    io non ho la capacità di capire, da profano, perchè uno gioca bene o male se messo o no nel posto giusto, quello che so però giudicare e vedere è se uno sta giocando bene o no qualsiasi posizione abbia in campo, questo senza però andare per estremi, che lo so anch’io che non si può mettere Kovacic in porta o a fare il terzino e nemmeno l’ala.

    per dirla alla Settore, ma diobono, per tre anni l’avete, o l’hanno menata, contro Cambiasso che non faceva più le due fasi imputandolo dei gol presi perchè non proteggeva adeguatamente la difesa, perchè non si può dire che Hernanes e Kovacic finora hanno avuto un rendimento sotto le attese, specificatamente nella prima partita contro il Toro e non giustificarli perchè secondo voi Mazzarri li avrebbe dovuti schierare in un altro modo e messa in campo un’altra punta?

    francamente non capisco questa presa di posizione e di difesa verso chi finora ha fatto si è no quattro o cinque partite belle o decenti, mentre contro Mazzarri non c’è un anima che possa cercare di capire perchè lui sia così restio ad essere spregiudicato anche con squadre che sulla carta non ci dovrebbero valere.

    non potrebbe essere che prima di esserlo voglia essere sicuro dei mezzi dei nostri giocatori e anche che loro stessi si sentano sicuri e convinti dei propri, senza essere troppo presuntosi e avventati?

  71. Corso
    la storia che Mourinho fosse solo un buon motivatore è stato uno dei cavalli di battaglia di milanisti e juventini negli anni in cui vedevano più udienze che partite.

    In realtà nessuno darebbe 10 milioni all’anno ad uno che è solo un buon motivatore.
    Il lavoro che c’è dietro quel biennio è squisitamente tattico e tecnico, poi sì, c’è anche il fattore carismatico, che è importante, visto che i giocatori, poi, alla fine, devono fidarsi di te, ma rimane che l’allenatore è prima di tutto un tecnico.

    Prendi Sneijder: sulla trequarti era un’ira di Dio, quando poi giocò delle partite da interno di centrocampo il suo rendimento non era lo stesso.
    Semplicemente perché ne avevi snaturato le caratteristiche mettendolo in un ruolo non suo.
    Credi forse che mettendo Maicon a sinistra sarebbe stato quel treno che è stato?

    O che spostando Motta sulla trequarti, lento com’era, avrebbe reso allo stesso modo?
    Invece davanti alla difesa aveva la possibilità di ragionare e quindi riusciva a far girare bene la squadra.

    Poi, sì, ci sono giocatori che rendono anche quando sono fuori ruolo (i cosiddetti jolly) e che hanno una forte duttilità tattica

    ma è l’eccezione non la regola.

  72. Wolf, non capisci un cazzo. Milito ed Eto’o sono forti. Quindi avrebbero fatto bene comunque. Mou ha lasciato che fossero loro a decidere chi dovesse giocare largo e chi al centro per la stagione. E loro se la sono giocata con una gara di rutti, ha vinto il Principe.
    Fra l’altro Eto’o ci è rimasto male e quindi siccome sull’infografica pre partita il modulo dichiarato era il 4231 lui non ha mai supportato il compagno.

  73. Io vorrei chiedere a Mou cosa è piú importante tra le seguenti cose :
    i giocatori, l’allenatore o ciulare la Theron…

    Secondo me risponderebbe : la Theron, no…perché sono sposato e non fa i pompini

    I giocatori sono fondamentali perché senza diloro le partite non si giocano

    L’allenatore non conta un cazzo, ma dietro ad una grande squadra c’é sempre un grande allenatore…ed io sono Gesu.

    Mazzarri direbbe : il meglio deve ancora venire.

  74. Onore a Brian Clough a 10 anni dalla morte.

    • Da wikipedia :

      “Considerato uno dei più grandi allenatori nella storia del calcio, detiene il singolare primato di aver vinto tutto senza allenare squadre di prima fascia. ”

      E poi ci vogliono convincere che l’allenatore ed i suoi schemi non contano un cazzo…

  75. Ha parlato il figliastro della Theron…

  76. …oh…tutti nel loro ruolo…ma due palle!!!
    E’ positivo che si menano come fabbri?

  77. Anche la nonna non mi dispiace…

  78. …e vi lamentate di mazzarri…questi giocano con un 721

  79. Adesso passano al 631

  80. Dai che adesso forse col 532 ce la fanno…

  81. pare che nel Palermo domani giocherà uno che si chiama Bamba

    se ci segna questo mi butto nella droga

    ps
    GrandeEntusiasmo BBilan
    90 minuti in difesa

  82. Oh…e’ risvenuto menez…ma rizzol non si e’ commosso

  83. …senza rigorino sara’ dura…

  84. Bellins
    Tra le tre opzioni (X21) questa era la seconda…
    ma poi a noi checcefrega dei gobbi?

    • Come checcefrega ???

      Non eri tu che auspicavi una goleada bianconera ???

      (Ti prego non mi costringere a ripostare le tue elecubrazioni)

  85. Bisogna ammettere però che il Milan si è subito identificato in Inzaghi.
    Simulazioni a go-go.
    Adesso aspettiamo i fuorigiuoco.

  86. Il bbilan ha ottenuto il massimo da questa partita, ossia evitare un’umiliazione portando a casa una sconfitta che rimuginando un po’ sugli episodi poteva essere pareggio a reti inviolate.

    Difesa e contropiede è l’unico modo che hanno per fare un campionato da europa league, quindi bene ha fatto superpippa a impostar così la squadra risparmiando ai suoi una goleada casalinga.

    Buffo che menez simuli in tre partite su tre (dai giornalai ancora nessuna notazione), e che la cosa produca i suoi frutti con tutti eccetto che con la rube.

    Un po’ come la storia del tizio con la pistola che incontra quello col fucile. La libertà criminale del milan finisce quando inizia quella della rubentus.

    È un principio costituzionale estensivamente interpretato, caso Muntari v. Tagliaventus, Corte Cost.2012, in cui la Corte sentenzia che

    “l’interesse del Muntari vien meno di fronte al preminente interesse a delinquere di casa fiat, rigettando ogni prova contraria presente sull’iphone del Galliani. Si dichiara altresì che il Muntari, in solido col Galliani, potrà esercitare diritto di rivalsa sulla società per azioni F.C. Internazionale 1908, in occasione del prossimo derby di Milano, per un ammontare di un rigore regalato ai suddetti, e di tre negati all’avversario. Sono infine comminate giornate 3 di squalifica al calciatore Walter Samuel.”

  87. Scusa nino,
    lungi da me difendere il Bilan

    ma per te difendersi contro la Juventus e difendersi contro il Dnipro è la stessa cosa?

  88. Buongiorno
    Este
    Col dnipro ho visto solo il secondo tempo…non mi pare che abbiamo fatto catenaccio…ma proprio no..

    E comunque la tua voglia di parlare male dell’ Inter ti porta a giustificare pure i Gonzi…o tempora o mores…

  89. Bellins
    Famo a capisse…
    Seriamente parlando
    Mi andava bene un pareggio…in subordine tra i due mali estremi mi va bene il 2…in questo caso anche una umiliazione per i Gonzi sarebbe stata gradita…checcefrega dei gobbi nel senso che a detta di tutti sono inarrivabili e quindi non dobbiamo fare la corsa su di loro

    Oh pero…certo che a voi la sintesi

    Me tocca spiegarci tutto…a bellins…e sveglia!!!
    E ora scusatemi…sto partendo…

  90. E poi io non mi dovrei incazzare e accanire contro le pi ?
    Oramai il parlare male dell’Inter è diventata materia …genetica.

    Ah no, ma io volevo dire…. e qua non siamo mica gonzi! certo che avere gli occhi….
    non fare corsi su come si è tifosi….. etc etc etc
    …..etc….

  91. http://www.tuttomercatoweb.com/inter/?action=read&idnet=ZmNpbnRlcm5ld3MuaXQtMTYzOTIz

    Questo ha già capito tutto in 5 minuti. Peccato che ora ce la faran pagare salatissima. E menez gia si sfrega le mani.

  92. “Parlare male dell’Inter”

    Non mi pare.

    Criticare le scelte tecniche, qualora non convincano, non vuol dire parlare male della squadra.
    Se vogliamo, non ho mai neanche caldeggiato un esonero.
    Semplicemente il quadro tecnico espresso dalla squadra finora non mi soddisfa.

    Se si cambierà marcia sarò il primo a felicitarmene, come tutti gli interisti, del resto.

    Tra l’altro avevo anche premesso “lungi da me difendere il Milan”, proprio perché a volte la prevedibilità la fa da padrona.

  93. Grande premier oggi, con lo united sopra di 3 a 1 sconfitto 5 a 3 dal Leicester, con primo gol del cuchu. Grande esteban.

    E poi il chelsea che perde i tre punti contro il city per gol del leggendario ex, frankie lampard, che i fan blues hanno osannato, nonstante tutto.

    Robe dell’altro mondo per noi.

    E ora daje inter.

  94. Grande partitone dell’inter

  95. Uno schema dietro l’altro, gioco spumeggiante, nemmeno un lancio lungo, tutti passaggi rasoterra tutti di prima, occasioni a nastro: finalmente un’idea di gioco.

    Mazzarri ti adoro: tu e tutti i tuoi estimatori.

  96. Mamma mia quanto é scarso Kovacic….

  97. Stupendi questi lanci lunghi dei difensori a scavalcare il temibile centrocampo del palermo….

  98. Se i ragazzi sbagliano il 70% dei passaggi la colpa non è dell’allenatore, come pure se Vidic fa una cappella e l’arbitro tanto per cambiare ti killerizza annullando un gol regolarissimo. Non ci credo che abbia confuso un rasato biondo senza barba con uno che ha la coda di cavallo scura e tutto barbuto. Quella è la solita malafede.

    detto ciò, vorrei proprio che il Mazzarri Fan club mi spiegasse come mai il Palermo attacca con 5 giocatori noi a malapena con 2.

    Forse è colpa della scarsezza di Hernanes e kovacic.

    Come? Hernanes è fuori e kovacic ha appena siglato il 5 gol (più non so quanti assist) in 6 partite ufficiali?

    Allora proprio non mi spiego. Sarà colpa di D’Ambrosio e nagtomo sto giro.

  99. Mah, a me è sembrato fuorigioco, purtroppo.
    Quando parte il pallone Osvaldo è avanti e partecipa all’azione.
    C’è poco da dire.

    Il secondo, invece, forse non c’era fuorigioco.

  100. Fatemi capire, quest’anno la regola è che all’Inter va convalidato un gol ogni tre?

  101. e cmq nel dubbio

    annullare

  102. Rullo di tamburi….stiamo giocando con la difesa a 4

    Speriamo bene

  103. uolter te voeri ben 🙂

  104. Per ora…rigore non dato a Torino gol annullati a Palermo…prendete nota già 4 punti distratti da arbitri

  105. Pero ce la stiamo giocando!!!

  106. Il 433 non ha sortito gli effetti desiderati….tranne Handa, gli altri sembravano fuori posizione.

    Ranocchia faceva il terzino, Naga il difensore centrale, Hernanes non si é visto, come anche Palacio…perche ha tolto Kova ?

  107. No, vabbè… io non ho parole.

    Osvaldo sulla trequarti, per dare l’impressione di giocare con due punte.
    Guarin titolare al posto di Hernanes
    (che pure lui ha fatto una partitaccia, ma magari messo dall’inizio…)

    difesa a 4 in corsa, come se niente fosse.

    Dodò in panchina, Nagatomo a sinistra
    Dodò in campo l’ultima mezz’ora, Nagatomo dirottato a destra
    (una fascia vale l’altra, massssssì)

    Non c’ho capito nulla.
    Ma l’importante è stato portare a casa l’ennesimo pareggino.

    Torino – Sassuolo – Palermo
    5 punti

    Il terzo posto è in cassaforte.

    • Veramente Guarin è stato di gran lunga il migliore dell’Inter, lui al posto di Hernanes è stata l’unica decisione giusta di Mazzarri da quando è arrivato a Milano.

      Al decimo della ripresa sembrava finalmente che stessimo dominando, il Palermo era alle corde e non chiudeva più gli spazi, poi ci ha pensato il genio in panchina a stravolgere tutto e a far sembrare il Palermo uno squadrone. Sarebbe bastato Palacio al posto del pietoso e indisponente Osvaldo (ora inizio a capire i tifosi della Roma) e invece Mazzarri ha voluto fare il fenomeno mettendoci del suo. Dopo Leonardo il peggior allenatore degli ultimi 20 anni di Inter.

  108. 4 punti dissipati con le piccole. Alla terza. Non ci siamo. Abbiamo cambiato rosa, proprietà e dirigenza , ma nulla è cambiato. Qualcosa vorrà dire.

    Tipo che stavi attaccando, sempre vicino al gol del vantaggio, e cambi modulo, con la conseguenza che non sei più entrato in area dell’avversario e anzi quello ti prende una traversa, va a segno e sfiora il gol altre due volte. Certo, Hernanes è entrato malissimo cannando tutto, ma vorrei davvero mi si spiegasse perché stravolgere un modulo che stava creando senza soffrire.

    Ha chiesto uomini per il 3 5 2, glieli hanno dati, lo usi santa madonna.

  109. Ecco, è bastata la prima squadretta messa bene in campo (oh, Iachini, mica pizza e fichi!) per prendere gol e rischiare di perderla nel finale.

    In verità, nel finale, abbiamo anche rischiato di vincerla.

    Insomma, è difficile commentare questa squadra, troppo contraddittoria e altalenante: nel 2° tempo sembrava aver preso in mano la partita e invece c’è stato il ritorno del Palermo che a momenti porta a casa i tre punti.

    Non so, provateci voi.

    Se poi anche uno come Vidic fa quelle cazzate, allora alzo le mani.
    Mi arrendo.

  110. Woòf, ho visto che poi hai parzialmente corretto il “ma se sbagliano non sarà colpa dell’allenatore”. Io credo che sbaglino perchè non sanno cosa cazzo fare, con i compagni disposti alla cavolo. E’ possibile che Icardi e Osvaldo debbano ricevere solo lanci lunghi o cross da centrocampo? Mi sono stufato di vedere gente che fa cinquanta metri palla al piede e poi…la passa indietro. Questo significa che non c’è alcun automatismo, ma ce lo diciamo da un anno, prima o poi il famigerato automatismo verrà… Continuo a pensare che i nostri giocatori in mano a uno che li fa giocare in modo semplice ma LOGICO non siano le pippe che sembrano.

  111. Wolf

    concordo: ha stravolto un modulo (che è il suo!) per rischiare di perderla.
    Incredibile questo allenatore: stavamo attaccando bene e forse il gol era nell’aria, poi ha sbagliato cambi e modulo, mentre il suo collega (che non è certo Mourinho) l’aveva quasi azzeccata se non era per quella traversa!

    In generale vorrei dire che l’allenatore conta, hai voglia se conta!
    E anche tanto, ma dipende da come ti chiami, se WM o JM.

    • Siamo d’accordo, ho sempre sostenuto l’importanza dell’allenatore, specie un calcio che è sempre più esasperato nella tattica, al punto che certe partite diventano dei veri e propri scacchi.

      Alois, posso mettermi qui a elencare mille mancanze di questo mister, alcune le ho anche gia rimarcate, ma certi passaggi da oratorio, come pure la cappella di Vidic, non possono imputarsi a lui.

      Ennesima conferma che il c.d. club dell asado era una leggenda.

  112. Il secondo gol annullato mi sembra regolare…

    Cmq l’ostico palermo ha avuto piu occasioni, ma siamo in perfetta media inglese…

    Perche ha cambiato modulo nel momento in cui stavamo “dominando” e perche ha tolto Kova ?

  113. In queste partite si evincono le lacune dell’allenatore anche se ci poteva essere un pò di stanchezza, hanno fatto due trasfertone..

  114. Non se ne esce…mazzarrivattene…ti voglio bene, ma fallo per loro non ne possono pou…poi vedrai…il resto lo fara la discrezionalità…e tutto andrà meglio
    …ma poi pero al posto suo chi ci mettiamo???
    Ah già…Iachini!!! Elementare Watson…mica pizza e fichi…

    • Scusa nino
      ironia per ironia… curiosità mia:
      stavolta hai visto il primo o il secondo tempo?

      Perché stavolta non si scampa:
      s’è giocato male tutti e due.

    • Nino, ce la siamo giocata con il palermo!!!

      Mica pizzi e fichi…

  115. nino44

    su Iachini era una battuta, appunto, per dire che siamo a quel livello lì.
    Niente di più.
    Io comunque non lo manderei via, è ovvio.
    Sarebbe un bel casino, come ben sappiamo dalle esperienze passate: un’altra girandola di allenatori non so se la reggerei, stavolta.
    Dico solo che all’Inter, storicamente parlo, la scelta degli allenatori è stata sempre alquanto farraginosa e inconcludente.
    Mazzarri è l’ennesima scelta sbagliata!
    E questa sera ne abbiamo avuto un saggio.

    Per ora naturalmente, poi si sa, il calcio è sempre pronto a smentirti e bla bla bla

  116. Al di là di tutte le chiacchiere, il calcio dovrebbe essere: stabilite delle regole valide per tutti, ognuno se ne ‘esce’ come meglio crede ( o, se si vuole, come meglio può). Invece, alla terza di campionato devo registrare che già ci mancano un rigore solare e un gol regolare non da meno. Poi, ripeto, possiamo stare fino a domani ma la storia è sempre la stessa, come ognuno può facilmente verificare. Infine, creare polemiche continue sul ‘nostro’ allenatore non fa altro che aiutare l’esercito della ‘prostitussione intelectuale’ che è già di per sé abbastanza folto e piú che attivo.

  117. Non ne faccio una questione di giocato bene o male…per me senza infamia e senza lode ma non mi sento di butgare croci addosso al mazzarri…stasera piuttosto la butterei su vidic…e sulla discrezionalità arbitrale…e’ un modo tutto mio di vedere e tifare l Inter…sai com’è…in tempo di guerra anche il baccalà’ e’ pesce e a me stanno anche bene vittoriuzze striminzite e poco estetiche alla bisogna…e magari sarei pure contento se un xazzo di arbitro una volta tanto la discrezionalità la girasse dalla parte nostra…rigore negato a Torino due gol annullati stasera…discrezionalità un cazzo…o del cazzo…non avete ancora capito l antifona sotto questo aspetto…quanti cazzo di gol dobbiamo segnare per farvene convalidare uno???

  118. Meno male che almeno Nino…la pensa come me…CI HA NNO GIA FRE GA TO QUA TTRO PUN TI!!!
    E VOI STATE LI A PRENDERVELA CON MAZZARRI…MA RIPETO…NON AVETE CAPITO ANCORA L ANTIFONA???

  119. Che poi, scusate,
    un esempio su tutti

    Rudi Garcia.

    E’ arrivato l’anno scorso in un clima a dir poco infuocato
    (ve la ricordate la presentazione, sì?)
    tempo zero ha messo a posto la difesa e ha creato un buon impianto di gioco

    in V E R T I C A L E.
    E ha centrato il secondo posto al primo colpo.

    Poi ok, la Juve era più forte, s’è un po’ persa nella fase centrale del campionato, però è lì.

    Vai a vedere l’organico, voglio dire, è buono
    ma non è che sia così altisonante.
    Hanno pure venduto Benatia…

    Eppure.

  120. Boh, a me sembra che i fuorigioco ci fossero entrambi.

    Se poi volete segnare in fuorigioco, ah beh…

  121. Insomma..
    Voglio dire…siamo alle solite…dai vostri commenti si dedurrebbe che o si vince strabiliando o niente…Io invece mi accontenterei anche del…baccalà…che magari in questo momento e’ il massimo che potremmo avere…certo se poi arrivano sempre il gatto e la volpe a rubarci sto cazzo di baccalà allora non se ne esce…
    Teniamolo sto conteggio…poi alla fine tireremo le somme e vedremo se davvero sara stata colpa di chi…o di cosa…

  122. Nino e Nino44
    che ve devo dì?
    quello che non capiscono i ns tifosi criticoni è che le altre squadre cosi dette big (le altre, va beh scherzavo, la Juve e il Milan) dopo 2 o 3 mesi entrano in forma e cominciano a raccogliere i frutti del loro gioco e stato di forma, ma , attenzione con 10 punti in più recuperati in partite “agghiaggiandi” dove guarda caso tutte le sviste e decisioni ad minchiam sono volte a loro favore.
    NOI NO ci mancherebbe, a noi non ci regala un emerito cazzo nessuno, per essere piu precisi non ci danno neanche la meta di quello che ci spetta, e quando dopo 2 o 3 mesi dovremmo entrare in forma abbiamo già due coglioni così per le critiche feroci da parte di TUTTI ma non quasi tutti , no no , proprio TUTTI , tifosi compresi e con 10 punti in meno da recuperare , e ogni partita non puoi sbagliare altrimenti perdi il treno .

    Credetemi non cambierà nulla ancora perun bel pò di anni , la festa e passata , è tornata la normalità , preparatevi ad ascoltare barzellette sull’Inter in tutte le trasmissioni , tanto noi siamo abituati visto che le barzellette sull’Inter le racconta pure il padrone di casa in “esilaranti” post da “vero interista”

  123. Este…sei proprio de coccio…sto soltanto dicendo che ai gobbi non vedono un fuorigioco di due metri…che al Napoli danno un rigore per un fallo TRE METRI fuori area…ecc ecc ecc
    E non mi dire che non hai mai visto convalidare gol come quelli annullati a noi stasera

    E ti dirò…se ce li avessero convalidati la cosa non i avrebbe fatto schifo per niente…

  124. nino

    sarebbe comprensibile il tuo discorso se i fuorigioco non fossero stati tali.
    In verità, col metro tuo, anche il Palermo avrebbe da ridire, e anche molto, sul gol annullato loro.

    Ok gli arbitri che a noi (in generale, NON stasera) ci massacrano, ma subito dopo bisogna prendere atto di quello che siamo noi (in questo senso la goleada con il Sassuolo non mi aveva per niente esaltato).
    E io non mi accontento di prestazioni simili, nemmeno in tempi di magra.
    Soprattutto se te la stavi giocando e poi hai mandato tutto in vacca, o quasi, con cambi e atteggiamento sbagliatissimi!

  125. estecambiasso
    settembre 21, 2014 a 11:28 pm
    hai visto il primo o il secondo tempo?
    Perché stavolta non si scampa:
    s’è giocato male tutti e due.

    Per una volta, prova a mettere in mute l’audio (io lo faccio sempre e non mi crea nessun problema esistenziale), perchè dire che han giocato male tutti e due i tempi è veramente il colmo.

    • A dire il vero Javier,
      l’ho vista con la telecronaca del tifoso.

      What else?

      Tranquillo, non ho di questi problemi.

  126. Se volete vincere in quel modo
    sapete già che squadre tifare.

    Io il gol in fuorigioco non lo voglio.

    Vorrei giocare a calcio
    e non essere preso a pallate da squadre come il Palermo o il Torino

    insomma vorrei tornare ad essere l’Internazionale FC

    e la strada per farlo non è certo intascando gol in fuorigioco.

  127. Javier+
    A roma si dice…vabbe e’ meglio che non lo dico…
    VOGLIO IL MIO BACCALA’ ,,CAZZO!!!
    E adesso pero buona notte..
    A proposito sono sceso nelle Calabria…da Roma a qua una unica cappa di umidità impenetrabile e insopportabile..
    Dicono che a Palermo fosse peggio…capisco Vidic..

  128. Qui ormai siamo entrati nel banale classico. Dire che ci piace segnare in fuorigioco, significa, banalmente, negare l’evidenza; e significa, classicamente, essere accecati dall’odio. Sinceramente, non si capisce quale sia l’utilità di questo atteggiamento e, tantomeno, il piacere che se ne riesce a trarre.

    • Ma quale odio, questo è calcio mica mi han rubato qualcosa, non c’è nulla da odiare.
      La banalità è non riuscire a distinguere l’odio dalla critica.

      Pareggi col Torino e Palermo e l’obiettivo è il terzo posto:

      precisamente da dove dovrei trarre “piacere”?

  129. E tra l’altro ci siamo pure fatti un gol da soli con uno dei difensori migliori degli ultimi 10 anni. Ma sicuramente è colpa di Mazzarri…..

  130. Ah..
    Davvero???
    Il Palermo ci ha preso a pallate???
    NO VI PREGO DITEMI CHE NON E’ VERO

    Este…la realtà comunque dice che poi alla fine la discrezionalità pareggia i conti…la discrezionalità toglie la discrezionalità da…
    In culo a noi pero…notte

    • No, nino
      abbiamo dominato.

      Ad un certo punto ci siamo pure presi una traversa da soli, così, tanto per fare uno scherzo ad Handanovic.
      Poi, sempre per ridere, eh, che la partita la si controllava bene, Juan Jesus ha cercato di segnare nella sua porta, ma così, tanto per far divertire pure Handanovic.

      No, la partita l’abbiamo fatta noi,
      sai cosa ci ha fregato?

      La regola del fuorigioco.
      Non ci fosse stata, sarebbe stata ‘na crema sta partita.

      Che disdettta.

  131. Un ultimo appello…corso46 vienici in soccorso che gnaa faccio più…

  132. estecambiasso
    settembre 22, 2014 a 12:10 am
    A dire il vero Javier,
    l’ho vista con la telecronaca del tifoso.

    beh mi auguro per te che tu abbia Sky perchè Recalcati oltre a non capire un cazzo di calcio è veramente tutto meno che un tifoso,

  133. Non vi capisco e chiedo: perché noi ci lamentiamo, e giustamente, quando vediamo regali alla juve e al milan e dovremmo invece gioirne se li fanno a noi?!
    Mah.

    Poi, ovviamente, è giusto stigmatizzare gli altri, ma perché dovremmo accettare gol inesistenti?
    Spiegatemelo, perché non ci arrivo.

  134. Il piacere lo si trae dal fatto che non si vuole riconoscere che una squadra, e precisamente quella per cui dici di tifare, è costretta a giocare ad handicap per decisione extraregolamentare pur di andare contro un allenatore, che sarebbe l’allenatore della squadra per cui dici di tifare. Non ha nessun valore la ‘critica’ di chi, pur di avvalorare la propria tesi nega l’evidenza dei fatti. E i fatti non sono rappresentati dalle opinioni sul modo di giocare, che lasciano il tempo che trovano, ma dalla mancata applicazione del regolamento sempre e comunque a danno di chi sappiamo e a vantaggio di chi altro sappiamo. Chi tifa Inter non è abituato a nasconderla la realtà: dovresti essere tu a rivolgere il tuo tifo verso questi lidi, visto l’atteggiamento negazionista che sembri voler abbracciare.

    • I fatti dicono che abbiamo fatto 5 punti contro Torino, Sassuolo e Palermo.
      Siamo sotto l’Udinese di Stramaccioni, che ha già giocato contro Napoli e Juve
      e sotto il Verona di Mandorlini.

      Ora, se mi volete venire a raccontare che siamo sotto Udinese e Verona per colpa dei poteri forti
      fatelo pure.

      A costo di prendermi del negazionista, io mi lamento se non ci danno un rigore che c’era o se danno alle altre un gol o un rigore che non c’era

      ma non posso lamentarmi se non mi danno un gol in fuorigioco.

  135. Voto Mandorlini allenatore dell’Internazionale f.c.

  136. Ormai siamo all’allucinazione purissima. Qui ci si è lasciata indietro persino una pietra miliare dell’ interismo, e cioè la celebre conferenza di Mourinho riguardante la ‘Prostitussione intelectuale’. Mentre i ‘Prostituti’ mourinhani ritrattano in diretta sul fuorigioco di Icardi, anche se mordendosi la lingua con dolore, loro che subito si erano lanciati all’assoluzione dell’arbitro, annotiamo la negaziine del fatto da parte di tifosi dell’Inter per cui possiamo superare di slancio l’ormai datata definizione del Magnifico Josè e coniarne una nuova, benché ad essa ispirata: Autoprostitussione intelectuale. Perché sembra che sia questo il caso: tifosi che negano un errore a danno della propria squadra. E il tutto per partito preso contro il proprio allenatore. È proprio vero che la realtà supera la piú sfrenata fantasia.

  137. Ok, forse c’era un gol buono per noi, e forse ce ne era uno anche per il Palermo.
    Ma io, oggi, non me la sento di prendermela con l’arbitro.
    Onestamente.

    Poi, che ci sia prevenzione nei confronti dell’Inter è da anni che lo diciamo, basti pensare solo agli ultimi due campionati in cui abbiamo messo assieme si e no 4 rigori a favore!
    E anche ai tempi di Mourinho, delle manette e compagnia bella.

    Insomma non è una novità quella di cui state parlando.
    Come non è una novità che facciamo cagare quando giochiamo a pallone!
    E stasera si è vista tutta l’inadeguatezza del nostro Miste.
    Mi pare un dato di fatto.

    Il discorso per me finisce qui, niente negazionismi (ci mancherebbe pure!), né volere mandare via nessuno.
    Solo che siamo complessivamente scarsi.
    E l’allenatore conta, sia nel bene che nel male.
    Tutto qua.

  138. Buongiorno
    Continuiamo a non capirci…OK…facciamo cagare…machecccazzo c entra questo col fatto che ci negano rigori w gol
    Che correlazione ???

    Gol annullato al Palermo? Quale? Quello per fallo sul giap? Ma il palermitano non ha tirato dopo il fischio? A gioco fermo?

  139. Io son convinto che alla rube convalidavano i due nostri e pure quelo del palermo. Sul primo staccano in 4, laregola è di non fischiare nel dubbio, perciò vorrei sapere che metro ha applicato il guardalinee per non aver dubbi circa l’influenzache osvaldo ha avuto sull’azione. Il secondo è regolare tuttala vita, come pure quello del palermo con cui credo si sia compensato l’errore contro. Avesse disimpegnato ranocchia come nagatomo apriti cielo,ma per qualche perversa ragione il nippo è portato in palmo di mano perciò gli si concede tutto.

    Chiusa la parentesi gol annullati, lasciatemi dire una cosa.

    Ognuno esprime il suo malcontento citando nello specifico gli aspetti tecnici che non c0nvincono

    • Per quale cazzo di ragione devono arrivare i soliti geniacci a dirci che odiamo, che siamo prostitute intellettuali, etc.
      Un conto fosssimo lì a dir soloche facciamo schifo. Ma qui stiamo elencando nello specifico ragioni tecniche.

      Imparate a guardare una partita di calcio, a leggerla, altrimenti fate più bella figura a stare zitti.

      Siete tali e quali i gonzi, non cambia nemmeno una virgola. Anzi, quelli si scoglionano anche prima di voi, si può dir siate più gonzi dei gonzi.