Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Buffon, ovvero: l’insostenibile leggerezza della Gazza

buffon

Buongiorno.

(brusio)

Una équipe di…

(forte brusio, accenno di applauso)

Una équipe di…

(voce maschile dal fondo) “…scienziati dell’Università di Sassuolo”

(forte brusio, risate soffocate)

Non la caccio fuori solo perché mi sento particolarmente fragile.

(silenzio)

Una équipe di scienziati… No, debbo essere sincero. Una équipe di giornalisti della Gazzetta dello Sport…

(forte brusio)

(altra voce maschile dal fondo) “Cos’è questo brusio? La Gazza fa testo, non facciamo gli schizzinosi”

Infatti, sono d’accordo. Dicevo: una équipe di giornalisti della Gazzetta  dello Sport…

(silenzio)

ha stabilito che Gianluigi Buffon è il più forte giocatore italiano di tutti i tempi.

(maschio dalle prime file) “Ahahahahahahahahahahah, stratosferico. No, dai, non ci credo… ahahahahahahahahah, ma che sostanze hanno assunto? Ahahahahahahahah, santa madonna”

Venga.

“Mi scusi, davvero. È stato l’istinto. Non volevo, ma…”.

28 le va bene?

“Grazie, non me lo aspettavo”.

Bene. Domande?

(voce maschile) “Ma si riferisce a Sportweek di due sabati fa?”

Sì, ma non mi sono ancora dato pace. Altro?

(voce femminile dal fondo) “Lei è d’accordo con questa bizzarra tesi, professore?”

Naturalmente la trovo del tutto discutibile per non dire balzana e…

(vola un reggiseno)

Non per fare polemica, ma di solito non lo lancia a fine lezione?

“(sospiro) Volevo giuocare la carta a sorpresa”

Glielo appoggio qui, lo può riprendere alla fine. Dunque, affrontiamo l’argomento con una tecnica innovativa e costruttiva. Non limitiamoci a…

(voce maschile dal fondo) “… a dire che è una cazzata”

(brusio, risolini)

…a demolire l’impianto del ragionamento gazzettesco. No, noi dobbiamo motivare. Adesso a turno diciamo un giocatore che è meglio di Buffon. Un giocatore che è meglio di Buffon oggettivamente. Per esempio, lei.

(ripiegando “Sport & Scommesse”) “Ero distratto. Può ripetere?”

“Non puoi mancare di rispetto al professore!”

“Zitta, troia!”

(forte brusio, insulti, sedie che si spostano)

Esca.

(rumore di passi)

Venga qui. (sottovoce) Va per caso alla Snai?

(sottovoce) “Ovvio”

(sottovoce) Volevo giocare la finale di Coppa Italia delle isole Faroer.

(sottovoce) “Intende la finale di Coppa Faroer”

(sottovoce). Sì, semplificazione corretta. Ecco 5 euro. Mi giochi un combo con “primo tempo no goal” e “partita sospesa per vento”.

(sottovoce) “Ok, arrivederci”.

Dunque, dicevamo?

(maschio in prima fila) “Va bene, inizio io. Io dico Zoff. Buffon non è nemmeno il primo dei portieri, come minimo è il secondo”.

Molto bene. Altri?

(femmina nel mezzo) “Beh, io  gli metterei davanti anche i Palloni d’oro, no?”

Tesi interessante. Quindi?

“Rivera e Roberto Baggio tutta la vita. Paolo Rossi vabbe’, potremmo parlarne, però è simpatico, e fateli voi sei gol in un Mondiale. Poi c’è quel tamarro di Cannavaro”

(voce maschile poco distante) “Posso spezzare una lancia a favore di Gigi Buffon?”

Sì, ma faccia in fretta.

“Il Pallone d’Oro a Cannavaro è un po’ anche di Buffon”

Sì, anche di Zaccardo se è per quello. Rimaniamo ai fatti, vi prego. Altri?

(voce maschile dalle prime file): “No, volevo ricordare che c’è gente che di Mondiali ne ha vinti due. Minimo ci metterei Meazza. Ma minimo, eh?”

(altra voce maschile, masticando chewingum) “No, dico, e quel tizio che ha segnato centomila gol e gli hanno intitolato una fermata della metro?”

Intende Silvio Piola?

“Sì, bravo”

(voce femminile dal fondo) “Ehi, rispetta il signor professore. È mica tuo fratello”

“Taci, illusa”

“Argh! Come ti permetti?”

(forte brusio, tentativo di aggressione)

Vi prego. Altri?

(tizio con la sciarpa rossonera) “Su Sportweek stesso si dice che il giocatore italiano con più titoli è Paolo Maldini. No, dico. Se posso, ci aggiungerei Franco Baresi”

(tizio con la sciarpa nerazzurra) “Cerco di trattenermi, professore. Mi limito alla Grande Inter e ai Mondiali del Messico. Facchetti. Ci aggiungo Mazzola, visto che il collega ha aggiunto Franco Baresi”.

(tizio con la sciarpa bianconera) “Io…”

(ululati, insulti, lancio di oggetti)

“Ehi, un po’ di fair play!”

(rumori, tentativi di linciaggio, intemperanze verbali)

“Boniperti e… argh!”

Lasciatelo stare, vi prego. Altri?

(tizio con la sciarpa granata) “A quelli del Grande Torino, mi consenta, Buffon manco gli lucidava le scarpe. Dico Valentino Mazzola, come minimo. E se posso continuare nel filone non-mainstream…”

Prego.

“… Ci metto anche Totti e ovviamente Gigi Riva, che il Lesster gli fa un baffo”

(voce maschile dal fondo) “Lei-ce-ster”

“Lesster, gnuránt!”

(forte brusio, accenno di rissa)

Va bene, sta per finire l’ora. Qualcuno ha tenuto il conto?

(voce maschile dal fondo) “Quindici”.

Bene. Buffon è il sedicesimo giocatore italiano della storia. Arrivederci.

(voce femminile dal fondo) “Professore, la sua brutalità è il valore aggiunto della mia vita”

(vola un reggiseno)

No, scusi, ma lei quanti reggipetti ha?

“(sospiro) Oggi c’erano i saldi da Tezenis”

Arrivederci.

(voce maschile) “Professore, è finito il campionato: è contento?”

Sono sempre contento quando finisce il campionato.

(voce femminile dal fondo, sospirando) “E’ il segno del tempo che passa”

(voce maschile di fianco) “Che passa invano”

(accenno di rissa, subito sedato)

buffon2

share on facebook share on twitter

308 commenti

  1. C’è il Pulitzer per i blog?

  2. Ahahahah fantastico Settore! Io lo metterei anche dopo il ventesimo posto. E inoltre voglio proprio vedere che prestazioni farà in nazionale agli europei. Mi auguro galattiche per rimangiarmi tutto. Ma credo di no.

  3. Gli juventini saranno aumentati di numero.. non mi spiego altrimenti questo continuo zerbinare da parte di TUTTI i media_ In piena era del tifoso/consumatore, l’unica attitudine della “stampa” pare quella di ingraziarsi i fans della squadra che ha piu’ tifosi. E nemmeno cosi’ vendono, ne’ giornali, ne’ abbonamenti TV= ben li sta_

  4. Grandissimo SETTORE !!!!!

  5. Era un pezzo di cui sentivo da un pezzo la mancanza.
    Che pezzo.

  6. Buffon è grandissimo.

    Ma le parole storia e leggenda sono sempre più usate a sproposito.

    E’ una strana pretesa moderna quella di considerare storico tutto quello che è successo al massimo negli ultimi dieci anni. E’ una comoda e strana pretesa.

  7. Il più grande giocatore italiano di sempre?

    Alla Snai , sicuramente.

  8. Ahahahah.
    Di quelli che ho visto io, che ho poco più di quaranta anni, direi che è stato il migliore tra i portieri.
    Ma Jascin, Gilmar, Banks, Mayer, Bacigalupo, per dirne alcuni, io non li ho mai visti giocare. Quindi…
    Come giocatore italiano credo che, sempre di quelli che ho visto io, Maldini, Baresi e Baggio gli stanno sopra. Ma anche Zoff (che io ho visto solo nella seconda parte della carriera), Scirea e Totti non sono da meno. E ne ho sicuramente tralasciati decine.
    Di quelli che non ho visto Meazza, Piola, Facchetti, Rivera, Mazzola non credo possano essere considerati inferiori.

    Insomma, la solita esagerazione.

    E ora vai col turbine di nomi!!! 😀

  9. di quelli che ho visto giocare (gli unici di cui posso dissertare) è il miglior portiere, insieme a Zoff.
    in valore assoluto, a mio parere, il migliore come tecnica è stato Roberto Baggio, seguito da Totti e Del Piero.
    Scirea e Cannavaro come difensori credo non abbiano rivali.
    Gli altri sinceramente non li conosco.

  10. Ah anzi no, ai difensori aggiungo Maldini

  11. Aggiungo Armando Picchi, anche prima di Nesta…

    E sicuramente meglio dell’amico del tabaccaio

  12. Cannavaro giocò un ottimo mondiale. E anche belle stagioni nella Juve e nel Parma.
    Ma era un padataro allucinante, in più ha spezzato impunemente diverse gambe.
    Per favore…

  13. L’unico giocatore italiano che poteva da solo cambiare una partita è stato Roby Baggio.
    il Buffone è grande solo in tabaccheria.
    Per il resto, è un ottimo portiere, ma da qui a leccare il culo con “nessuno come lui”, ce ne passa.
    Giornalai di merda, sta per finire la pacchia…

  14. Ce ne sono decine, come ha scritto qualcuno qui sopra.
    Come dice Salmone qui sopra anche io concordo che quello più forte che ho visto giocare è comunque Roberto Baggio.

  15. rilancio, quali secondo voi i migliori stranieri (uno per ruolo)?

  16. Scusate, ma buffon chi?

  17. Vabbè, ma come si fa a dire chi è più grande, tra giocatori di ruolo diverso?
    Cioè, in tutta onestà, come può Buffon cambiare una partita da solo, se è un portiere?

    Il problema è a monte. Dire che è il calciatore italiano più grande non ha parametri di giudizio.
    Come si stabilisce chi è il più grande, in uno sport di squadra con ruoli diversi?

    Quello che posso dire è che Buffon, tra i portieri che ho visto giocare, è stato uno dei più forti e longevi, quello sì, ed anche con gli occhi del tifoso sarebbe assurdo negarlo.

    Lo metto insieme a Preud Homme, Pfaff, Julio Cesar, Zenga e ‘Nkono.

    • Tu lo metti insieme a questi.
      Ok.

      A me basta solo fare un nome, per trovarne uno più forte: Neuer, anche se ha una carriera intera ancora davanti.

    • In un certo qual modo, io lo vedo inferiore anche a Pizzaballa che, per almeno una generazione, è diventato un vero e proprio mito.

  18. Jascin, poi a quattro D. Santos, Beckenbauer, B. Moore, Maldini.
    A centrocampo giochiamo un po’ squilibrati con Di Stefano, Schiaffino e Garrincha,
    Attacco Pelè, Maradona e Cruyff.

    Avrei voluto mettere Platini, Mattheus, Van Basten, Puskas, Baggio, Zidane, Neskens, Rijkaard, Fontaine… e soprattutto Chris Waddle!

  19. e Mario Kempes

  20. Ah, e Ronaldo, ovviamente.

  21. Le classifche “all time” mi lasciano sempre perplesso.
    Cioè, se penso a buffon ed a Meazza, penso a due sport diversi.
    Fra i vari nomi che avete fatto credo che lo stesso Baggio possa essere inserito per il rotto della cuffia nel confronto.
    Ed a questo punto lo scommettitore è terzo dietro al divin codino ed a Maldini (l’unico confrontabile per longevità).
    Ma Totti, Baresi o merdavaro, non scherziamo.

  22. my two cents:ancora adesso come reattività sulla linea è molto forte,poi ha difetti congeniti che ormai non risolverà più (non esce bene,anzi,non esce più,ma anche quello è una classica differenza tra le due specie,e comunque al momento non ne ha nemmeno bisogno)

    però se contiamo le dubbie prove in campo internazionale,i due mondiali affanculo,le uscite a vuoto in tabaccheria,trovo che sia una classifica fatta tanto per riempire quel cassonetto di puttanate che è SW

  23. E poi non dimentichiamoci Ventola!!! (cit. ET)

  24. Vento e Pirlola

  25. Inserirei la categoria allenatori partendo da Oronzo Canà.

  26. ma questo me lo ricordo solo io?

    https://www.youtube.com/watch?v=xJl5E3iV_6k

    torno in branda, notte

  27. Zenga Burgnich Facchetti Bagni Guarneri Picchi Jair Mazzola Ronaldo Suarez Corso

  28. Ma in tutto questo straparlare, non uno che si ricordi di GIGI RIVA, grandissimo uomo oltre che sommo goleador?

  29. Io vado dal 1974 in avanti, quelli precedenti non li conosco altrettanto bene

  30. Jan Tomaszewski

    portiere polacco, è passato alla storia per aver parato tutto il possibile e l’impossibile durante Inghilterra-Polonia del 17 ottobre 1973: gara che sbarrò la strada dei Mondiali agli inglesi. La partita infatti terminò 1-1 con le reti di Jan Domarski e di Allan Clarke su rigore

  31. 16.05.2016
    Mancini: “Resto all’Inter al 100%”.

    Anche perchè nessuno sta facendo a botte per accaparrarselo…

  32. Media spettatori serie A: Inter top in casa. Seguono…
    Come riporta il report n. 8/2016 dell’Osservatorio Calcio Italiano, l’Inter ha conquistato il primato degli spettatori in serie A, per le gare interne.
    Seguono Juve e Napoli.

    A questo primato ho contribuito anch’io!
    Tuttavia, lo trovo alquanto paradossale, in un’annata dove la mia squadra ha fatto letteralmente cagare, l’amore per i colori non si discute e, non oso immaginare quale sarebbe stato il risultato se avessimo fatto un buon campionato.

    P.S.
    Noto con piacere che me le canto e suono da solo…

    Bah

    • Invece è un datp positivo e significativo: sta tornando la voglia di Inter dopo anni di anonimato

  33. Ecco, magari il prossimo anno prova a stare a casa tua.

    Hai visto mai…

  34. Grazie, Settore.
    Per me il più grande calciatore italiano, sotto tutti i punti di vista, è stato Giacinto Facchetti e sono fiero che ha vestito per tutta la vita i colori della Beneamata.
    Saluti a tutti. Amala.

  35. Alla fine avrei preferito non contribuire alla media spettatori in quanto ero presente a solo due partite in casa, entrambe significative: Fiorentina , che dopo le cinque vittorie risicate ci ha fatto tornare alla dura realtà, e Sassuolo che doveva assegnarci il titolo di campioni d’inverno e invece è stato l’inizio della fine (va beh, del 4° posto).

    Migliore il ruolino di marcia di uno dei miei ragazzi, che si è fatto anche derby d’andata Juventus e Napoli.

    p.s. A casa, invece, abbiamo notato una strana coincidenza tra le buone prestazioni dei nostri eroi e l’assenza davanti al televisore della ragazza (purtuttavia interista anch’essa) di mio figlio.
    Mi spiace ma l’anno prossimo dovremo trovarle una occupazione alternativa in concomitanza delle partite dell’Inter.

  36. Brutta bestia la scaramanzia.
    Io vedo le partite col mio gatto nero in braccio. Quando prendiamo gol lo lancio contro un vetro rompendolo.

  37. Si rompono entrambi. Ma il gatto ha sette vite, e anche le sue ossa.
    Comunque mia moglie è interista.

  38. E’ interessante questa cosa su Buffon: come qualcuno ha già osservato, esprime il bisogno di creare il fenomeno clamoroso nell’immediato, prescindendo dalla storia (meglio se il fenomeno è gradito al padrone). Ed è ancor più interessante che ciò accada in un momento nel quale il passato è più facilmente accessibile e visibile (basta pensare a uno strumento come youtube). In ogni caso: grandissimo Buffon. Ovviamente George Louis Leclerc de Buffon, il naturalista-illuminista del Settecento.

  39. intanto danno Ventura molto vicino alla nazionale…. quello che non ho ancora capito è se Lippi andrà a prendere il posto di Oriali oppure si occuperà d’altro.

  40. Ma perchè Lippi non lo lasciano alla pensione?
    Ma c’è ancora bisogno di questo qua? Non c’è davvero nessuno di meglio?

    E’ stato un allenatore molto bravo, ma è un uomo presuntuoso e non va di vedere la nazionale crollare di nuovo inseguendo le sue ambizioni personali.

    Ventura non è capace di intendere e di volere da solo? Io accetterei solo se non ci fosse Lippi tra i coglioni…

  41. Il prossimo tecnico della nazionale sarà probabilmente il primo tecnico a non qualificarsi ai mondiali di calcio dal 58…

  42. Sollevando non poche critiche, ho già espresso il mio parere sulla nazionale.
    La mia nazionale si chiama Internazionale.
    Non mi interessa un fico secco della rubentus in azzurro.
    Tanto, se faranno cagare, la colpa sarà dell’Inter che non ha italiani, e blablabla, se vincono sarà grande italRube… per cui…

    Come per la Fiat, privatizzare le rendite e socializzare le perdite.

    Ecco perchè manco tifo Ferrari, da quando è gestita da quella fogna sabauda.

    E mo’ scatenatevi ‘n’altra volta… 🙂

  43. Sto anch’io con Salmone. Credo che ormai la Nazionale sia lontana dalla sensibilità nazionale (ammesso che questa esista ancora, ma qui il discorso sarebbe lungo).

  44. Dagli 80 ad oggi i connazionali più forti che ho visto giocare sono spillo Altobelli, Walter zenga, Gaetano scirea, del Piero, Paolo Maldini ,Bruno conti.

  45. Vanno bene tutti, ma Totti ?
    Se avesse giocato nella rubentus quanti palloni d’oro avrebbe vinto?
    Io dopo IL GRANDE da cui ho preso nick ,si spagnolo, ma per me inarrivabile,sono sempre stato Mazzoliano,e tanto per restare ai ns,ricordo con affetto Altobelli,Beccalossi,Facchetti,Oriali,Bertini-si gran mediano-e Picchi.
    Ed il grandissimo,unico Bonimba ?Quanti gol farebbe oggi? E Nicolino Berti ?
    Buffon è ottimo, ma gode nell’attuale mediocrità.
    Amiamola a prescindere

  46. X me Totti,così come Baggio,grandi,ma un pelino sotto a quelli prima citati….tra i nostri per affetto i miei preferiti in assoluto restano Nicola Berti per la “garra ” e Matteoli per lo stile , mentre spillo e Walter, come detto prima, i più forti in assoluto che ho visto giocare….

  47. Ognuno ha i suoi, giusto così, certe cose sono un fatto di pancia, ma rimango dell’opinione che sia un discorso aporetico.

    Ma soprattutto che lascia il tempo che trova.

    No, piuttosto leggevo cose tipo Mancini va, Mancini resta…
    Ora, aldilà di quella che può essere la speranza del singolo tifoso

    (chi gioirebbe, chi no, chi, come il sottoscritto, subordinerebbe il tutto alla caratura del successore, ecc.)

    prendo il dato in modo oggettivo: ma quando avrebbe detto che sarebbe andato via?
    Cioè, nel dire “resto se tutti in società sono contenti” come diavolo abbiamo fatto a tradurlo come “me ne vado”?

    Può sembrare una sottigliezza, ma a me pare di capire che ormai non lasciamo manco più il compito ai giornali di travisare.

    Abbiamo imparato a fare sto lavoro in autonomia.
    ‘mazza.

  48. @ Este, ” un discorso aporetico” è come un tiro di Alvaro Recoba ! grande !

    Per il Mancini sì/no ho già espresso il mio inutile parere (al momento deve restare) e penso che il messaggio che lui ha voluto mandare servisse piuttosto
    a) a risvegliare Thoir e richiamarlo alle sue incombenze, della serie o mi fai prendere giocatori con le palle o mollo
    b) a richiamare i tifosi ad un bagno di umiltà : obiettivamente con questa squadra non si poteva fare di più delle altre 3. Quello che non mi è piaciuto del punto b) è che , velatamente, lui volesse esimersi da certe colpe, anche se continua a darsi l’insufficienza

  49. Però ragazzi sta storia che non si poteva fare più delle altre tre mi suona un pochino strana.
    Cerco di spiegarmi: al dicembre eravamo primi con tanti punti di vantaggio sui quarti. Dopo (a parte la rube) nessuno ha fatto robe da matti, cioè buone medie ma non record micidiali. Chi ha fatto casino siamo stati noi che abbiamo buttato nel cesso tutto il vantaggio e perso ancora di più. Allora mi verrebbe da dire che i fatti non dicono che le altre fossero così più forti o irraggiungibili come sta venendo fuori adesso, piuttosto ci dicono che siamo stati noi a suicidarci in un campionato dove avremmo avuto i numeri per arrivare secondi o terzi.
    Qui mi fermo perchè mi aspetto legnate, dico solo che qualcuno (non Mancini giusto per essere chiari su come la penso) dovrebbe fare un bell’esamino di coscienza perchè cavolo i giochetti da spogliatoio non fanno certo onore ai campioni ma neanche a seri professionisti della pedata quali io ritenevo essere molti dei nostri!

  50. se non raggiungi l’obiettivo prefissato la colpa è dell’allenatore,sia per le scelte sia per non aver motivato i giocatori al raggiungimento dell’obiettivo concordato con la Società

    se poi alla Società va bene un quarto posto raccattato in qualche modo a distanza siderale dalle posizioni che avevi (volente o meno,perché a questo punto mi vengono dei dubbi)dimostrato di poter occupare,sta alla stessa sopperire coi necessari investimenti per migliorare

    quello più preoccupante è l’opera di autoconvincimento dei tifosi,da chiedersi a volte se sappiano cosa sia,sia stata e soprattutto come dovrebbe essere l’Inter,sia in campo che in panchina

  51. Ho visto gente spellarsi le mani per applaudire un quinto posto.
    Quinto posto.

    Trovare attenuanti per essersi fatti fare il culo dal Trapani nel secondo tempo.
    Dal Trapani.

    Perciò, sì, quoto l’ultimo periodo del commento di tagnin.
    Purché valga sempre, non quando conviene.

    • forse, ecco, continuare con mazzarri, ecco, alla lunga, finisce per rendere questa faccenda dell’Upgrade ancor più ridicola di quanto sia già così

      no, perché alla fine è una continuazione dello stramaccionismo con altri mezzi, comunque capisco l’investimento emozionale, ok

  52. Non c’ho capito una fava, ma vabbè.

    Sì, sono un manciniano convinto
    (se può servire al discorso, questo ed altro)

    • Posso però dire che un po’ chiunque avrebbe realizzato un upgrade rispetto a quanto visto negli anni passati.

  53. Basta che ,per ulteriormente upgradare, non ci tocchi Toure’ ,o come diavolo si chiama, chè, avendolo particolareggiatamente osservato,in “previsione” ,mi pare un po’ “stanco”-leggi bollito- cammina,ed anche lentamente, per il campo, non contrasta, non copre, insomma non ci serve.
    Speriamo bene….

  54. Sto vedendo la finale di EL.

    se davvero abbiamo preso Banega a zero, direi che è un ottimo affare.
    Ha appena messo l’attaccante davanti alla porta con una verticalizzazione di prima.

    Poi, vabbè, l’attaccante ha sbagliato.
    Ma quelle, Icardi, in genere non le sbaglia.

    • Ora vedrete che domani il Milan “si inserirà nella trattativa per Banega”.

      Ormai sono prevedibili.

  55. Leggo con “orrore” l’interessamento della Ns per Dzeko ex centravanti “bollitissimo” attualmente alla Roma:addirittura scambio con Icardi !!!
    Vedi Corriere di oggi.
    Spero bufalissima dei rosiconi.
    ORA BASTA : per favore NEANCHE PENSARCI.
    Attendo Vs solidali commenti.

  56. bah, sul fatto così scontato che quelle palle lì Icardi non le sbaglia ci andrei un po’ più cauto, visto cosa sbaglia di solito.

    Onore al Siviglia perché vincere 3 sticazzilig consecutive e 5 in dieci anni non è un’impresa da poco.

  57. Intanto il Siviglia vince l’Europa League per la terza volta di fila!

    Concordo con Este su Banega.
    La personalità non gli manca, spero arrivi presto l’ufficialità

  58. Banega è veramente bravo.
    Tourè lo lascerei dov’è.

  59. Tourè un anno fa sarebbe servito come il pane… ora mi sembra una forzatura.

    Non ne faccio un problema solo di età perchè il nostro campionato ne ha parecchi di ultratrentenni ancora decisivi, ma investire per cartellino + stipendio che diventerebbe automaticamente il più alto della rosa è troppo… più che altro chiuderebbe la strada a Kondo per il quale hai investito tanto.

    Poi a mio parere qui direbbe ancora la sua perchè togliendo gli scontri diretti dove affronti squadre che se la giocano e corrono a tutto campo, in tutte le altre giochi contro 11 che stanno dietro la linea della palla chiusi in meno di metà campo…e lì uno con quella fisicità, tecnica e tiro farebbe comodo eccome.

  60. Buongiorno amici nerazzurri. Oggi pongo l’ attenzione su due punti:
    a) abbiamo visto ieri sera che grande giocatore abbiamo perso vendendolo a poche lire…parlo del fenomeno Coutinho che è bravo, è bello, ha gran classe, fa grandi numeri e chi piu’ ne ha piu’ ne metta….salvo poi non toccare palla in una partita che conta (e non è la prima volta). I nostri super critici ce la menano ogni volta che segna un gol in partite inutili……………..poi ci accorgiamo che il fenomeno non ha vinto assolutamente nulla…….e lui ha contribuito al nulla…
    b) che grande allenatore è Klopp…che bravo, che signore, che spettacolo il suo gioco……..ma in pratica il Liverpool come unico risultato ha raggiunto quello di essere fuori dall’ Europa…………..ed il grande Klopp perde la sua quinta finale su cinque disputate….in pratica ai livelli dei gobbi…………
    Questo solo per dire alla Arbore in una vecchia pubblicità “…meditate gente, meditate”……ma possiamo anche dire che l’ erba del vicino non sempre è piu’ verde.
    Buona giornata a tutti e FORZA INTER

  61. C’è stato un tizio, una volta, che ha detto “Le finali non si giocano, si vincono”.
    Ma era uno che ne giocava.
    Se l’erba di casa mia è più verde solo perchè non la calpesto neanche …faccio subito cambio.

  62. Ci pensavo ieri:
    mi piace molto Klopp, come allenatore, ma non vorrei che fosse il nuovo Cuper.
    Non come gioco, anzi, dico proprio che arriva in fondo e poi non vince mai.

    C’è da dire che anche Ancelotti era partito così e poi di vincere ha vinto.

    Su Coutinho io vorrei uscire dall’equivoco. È bravo, è forte, ha classe, ha tecnica e col tempo potrebbe maturare anche una certa visione di gioco.
    Ma mi sembra distante anni luce, soprattutto fisicamente, dal campionato italiano.

    Mi sembra molto più tarato per la Premier League, dove ci sono spazi per giocare e le difese sono meno chiuse.

    Tourè non saprei… Condivido le vostre perplessità, ma se riesce a fare tiri da fuori che impensieriscano i portieri avversari per me è il benvenuto.

  63. Cou mi piaceva, sicuramente più di Kovacic: se davvero arriva Banega, ci mette tutti d’accordo, poiché è meglio di entrambi_ Manca un esterno destro_ Il resto è un di più, a patto che rimanga Perisic_ I sacrificati potrebbero essere Handa e Brozovic, e ce ne faremo una ragione_

  64. C’è stato un tizio, una volta, che ha detto “Le finali non si giocano, si vincono”.

    Quel Tizio sinceramente le finali le ha vinte, ma anche giocate considerando che nelle finali ha anche fatto qualche gol……non vorremmo mica dire assurdità suvvia……..termini di riferimento /paragoni improponibili…

  65. Per il resto un centrocampo a tre con Banega, Tourè e Kondo mi sembra niente male….

  66. Cou è il passato e direi di non pensarci più. Inoltre nessuno mi toglie dalla testa che in un campionato come il nostro avrebbe comunque faticato a esprimersi. Ieri sera mi pare che comunque abbia in evidenza qualche limite.
    Passando al futuro, Yaya mi pare veramente un po’ troppo fermo. La classe non si discute, ma forse il tempo è passato e non abbiamo bisogno di paracarri di lusso. Poi, se vi piace, prendiamolo pure.

  67. se Tourè è quello che ho visto quest’anno, facendo la tara agli infortuni, direi che non è proprio il caso, ne faccio anche una questione di voglia, Vidic brucia ancora

  68. La solita pagliacciata televisiva del Berlusca.
    Che palla d’uomo.

  69. ma poi pare risalga a novembre -dicembre scorsi, non è servita a un cazzo

  70. Valentina Allegri sui social avrebbe un po’ rotto le palle.

  71. Un pensiero a Marco Pannella che ha contribuito a scrivere pagine importanti di questo nostro Paese pur se, negli ultimi anni, si è un po’ perso per strada.

  72. A proposito del milan, leggete cosa ha raccontato un mio conoscente:

    “Una volta una persona che non segue il calcio e che non si occupa di borsa mi disse: vedrai che il milan non si quoterà mai in borsa, ci sono troppi imbrogli in quella società. Si riferiva ad imbrogli contabili e riciclaggio. Discorsi da 4 soldi? Enrico Cuccia pose il veto su un intervento di Mediobanca in Fininvest stabilendo che i bilanci erano falsi senza neanche averli guardati. A distanza di anni mi sono molto interessato alle questioni di governance del milan. Ne ho parlato anche con Luigi Zingales, perchè ho sempre apprezzato e talvolta utilizzato per lavoro i suoi lavori di corporate governance. Ho scoperto che anche Zingales è milanista. La conclusione a cui sono arrivato è che forse le magagne non sono nei conti ma il milan non potrebbe mai quotarsi in borsa”.

  73. No, vabbè, ma aldilà di come la si pensi, quello che mi ha spiazzato nel filmato è vedere diversi giocatori con mani in tasca e sorrisino sornione di fronte a quello che, comunque, è il presidente/patron del club.

    A un certo punto si capta perfino una risatina.

  74. Il Milan è come tutte le cose del brluska, cioè merda illeciti e truffa!
    E una nazione prostrata ai suoi piedi per quasi un trentennio.

    Avrei voluto vedere se, preso il Milan dalla B, senza il potere non tanto economico ma soprattutto politico (e le due cose, nel suo caso, sono assolutamente connesse e avviluppate) sarebbe riuscito a mettere insieme una squadra come quella lì?!

    Col cazzo!
    E scusate il francesismo.

    Per quanto riguarda buffon, della gazzetta, mi interessa zero.

  75. Dimenticavo Sector, post notevolissimo come tutti quelli di questo genere.
    Da scompisciarsi dal ridere!

    Postilla: lasciate perdere Pippinho, che sta bene dove sta.

  76. solo oggi ho visto il filmato di Gnoukuri junior.. pazzesco cosa hanno fatto a questo ragazzo.

    http://www.fcinter1908.it/editoriale/la-squalifica-assurda-di-gnoukouri-e-la-vergogna-di-un-referto-inventato/

  77. gibson
    il discorso è sempre quello: se non ci difendiamo mai i risultati sono questi.

    Contenti loro, contenti tutti
    (ma anche no).

  78. Il problema è che la nostra è una società debole.
    Prima perché Moratti era così, un po’ ondivago diciamo, ora perché ET non si capisce bene che vuole fare e che tipo di società vuole costruire.
    Di conseguenza i risultati sono questi.
    Sembra che ai nostri dirigenti non gliene freghi una cippa.
    E noi giù a riderci il fegato.

  79. roderci

    (però anche riderci il fegato non era male)

  80. Molto eloquente nel testo della notiza, l’annotazione relativa a Higuain e Bonucci, professionisti. Sconcertante è dir poco.
    Mi dispiace per Zanetti e Stankovic, ma non ce li vedo purtroppo nel ruolo.

  81. Pare che Zanetti sia stato decisivo nel convincere Banega_Comincia a giustificare il suo nuovo ruolo dirigenziale_ Stankovic che fa, il traduttore per i vari “ic”??

  82. se e quando mi ridurrò a guardare la prova tv di un ragazzino solo perché gioca nell’Inter vi autorizzo a staccare la spina

  83. Ma non è un compito che spetta a Zanetti o a Stankovic, quello di difenderci.
    È proprio chi rappresenta la società che deve farlo.

    Poi, a seconda dei casi, può essere un avvocato, un direttore generale, un direttore sportivo, il presidente,

    e così via.

    Come si può chiedere a Zanetti o a Stankovic di circostanziare, per esempio, le accuse mosse dai gobbi su calciopoli?
    O come si può chiedere agli stessi di combattere battaglie dialettiche con l’opinionista/giornalista di turno?

  84. Non chiedo a Zanetti e Stankovic fu diventare Prisco, che un altro Prisco non ci sarà più_ Mi chiedo quale sia il loro ruolo. Su Zanetti comincio af essere più fiducioso_ La grandezza di Mou fu quella di rappresentarci mediaticamente meglio di chiunque altro: che ci voglia una figura competente che riempia tale vuoto è un’ esigenza mai più soddisfatta_

  85. Dovremmo festeggiare il rinnovo del contratto di buffon con i ladri mentecatti.

    Significa che per altri 2 due anni la champions se la possono scordare. I 4 gol incassati da buffon a monaco e la conseguente ennesima eliminazione dei pagliacci dalla CL valevano da soli la rescissione del contratto per scarso rendimento, ma i dopati disonesti non hanno nemmeno la competenza per capire queste cose. Meglio così, lunga via a buffon nella porta dei pecorai sabaudi.

  86. c’e’ un portiere fortissimo in serie B, si chiama Cragno, l’Uomo Cragno della Virtus Lanciano- con i piedi poi e’ meglio degli attuali nostri centrocampisti

  87. Real, spero che i dirigenti dell’Inter ci capiscano quanto te 🙂

  88. ogni tifoseria ha i dirigenti che si merita, nel vostro caso la cosa è vieppiù eclatante ma non è un argomento interessante

    piuttosto penso che faccia ridere la dicotomia tra record d’imbattibilità nostrano e i gol a grappoli europei, ma non penso sia colpa di buffon, e accusarlo dei gol del Bayern mi sembra eccessivo, forse il quarto, ma a quel punto faceva davvero poca differenza, per conto mio ho visto troppo poco Neto per capire se davvero sia un rinnovo maiestatis o ci siano valide giustificazioni tecniche, fatto sta che i campionati li vincono con lui in porta, e la CL la perderebbero comunque

    (ma non è mica l’unico, quest’anno la favoletta donnarumma ha consolato i cugini merda, ma dove sta l’evidenza che sia più forte di Abbiati e Diego Lopez, classifica alla mano, non è dato saperlo)

    i buffon nascono e crescono in un sistema che si beve serenamente le balle sugli amici tabaccai, considera ovvio rischierare per il terzo mondiale di fila un pacchetto arretrato che ha clamorosamente fallito nelle due precedenti, e ha la faccia di bronzo di proporre il kamarad Buffon88 come sportivo modello di un intero Paese, quando è evidente che dovrebbe trattarsi un prodotto a uso e consumo esclusivo dei subumani in pigiama

    comunque, per stare sulla Nazionale, come nel 2006, 2010 e 2014 + gli europei midterm (tranne quello con Donadoni), questa roba continuate a tifarvela voi, io continuo ad augurargli il peggio che finora m’è andata strabene

    • “..questa roba continuate a tifarvela voi..”
      Con Lippi di nuovo in sella sarà un piacere vederli fuori dalla fase finale di un mondiale dopo 60 anni..
      Tavecchio, Lippi, Ventura…l’immagine fresca e accattivante di un movimento proteso verso il futuro…

  89. Certo che presentarsi nuovamente con un reparto difensivo formato da buffon chiellini barzagli e quello scarpone di bonucci è veramente troppo!
    Tutta gente che da anni, a livello internazionale, le prende di santa ragione sistematicamente ed anche con notevoli figure di merda.

    Francamente questa nazionale è indifendibile.
    Anche perché figlia di questo calcio italiano ormai assolutamente sputtanato e senza nessuna credibilità, sia interna che internazionale.

  90. Dopo 90 minuti di questa finale, se è una partita regolare e sottolineo se, la squadra campione d’italia sembra il bilan_

  91. Speriamo che il signor russel crowe, ‘makin movie makin song, fightin around the world’ cit., dia il là a un bel rissune da stadio, sarebbe l’unica emozione della serata.

    Juventus in infradito, Milan che rende per quel che vale -ossia zero-, partita buona giusto per inventarsi le grandi ‘qualità morali’ del Milan che tiene testa ai supercampeones.

    Beh, se serve per confermare rosa e allenatore, chi sono io per lamentarmi…

  92. Tra i due mali confesso che vedere esultare i ladrio farebbe incazzare di più . Che poi anche i cugini si debbano sorbire il giovedì. pottrebbe non essere um male .

  93. Come non detto…

  94. Tra i due mali (assoluti, direi) l’ unica, grossa, soddisfazione è la conferma del Sassuolo in europa a spese dei gonzi.

  95. Di buono c’è che ci sentiremo solo una campana ad autodirsi quanto è grande: la cosa più grande che vedo della juve è il culo_ Grande l’arbitro che ammonisce Chiellini: non era rigore, forse era simulazione, ma non è Chiellini che deve imporre il giallo all’avversario_

  96. Per come la vedo io e per quanto mi ripugni qualsiasi vittoria della Juve, dico:
    meglio così.
    La vittoria della coppaitalia della Juve non sposta una virgola, né nel bene, né nel male.

    Viceversa, avremmo dovuto sorbirci una prosopopea di roba balzana su stagioni “comunque positive”, “dna vincenti”, “altri che non hanno vinto” (dove per “altri” si intende noi, qualora necessitasse di esplicazioni) e altre cose trite e ritrite.

    Per non parlare della forza, il cu…ore e la grande famiglia del Bilan che supera ogni ostacolo.

    Rimane la balla della testa alta.
    Ma lì, davvero, più che una risata non ci si può fare.

    • La ciliegina sulla torta è Brocchi che parla di non meglio precisati “meriti suoi”
      (per cosa? Perché la Juve ha fatto cagare come io non ricordo da 5 anni a questa parte?).

      Bah, se bussa Sinisa non aprite.
      Vada a saltellare da qualche altra parte.

  97. Bruttissima finale, bruttissima partita.

    La juve ha vinto giocando in difesa e ripartenze, cosa che se avessimo fatto noi il guru del calcio totale de noantri si sarebbe strappato i capelli che non ha.
    Sfracellando i coglioni a noi, come al solito.

  98. La differenza l’hanno fatta i cambi, come spesso accade. Se da una parte hai in panca Buffon, Alex Sandro, Morata, Cuadrado, Zaza, senza contare gli indisponibili Bonucci, Khedira e Marchisio, guardi dall’altra parte e vedi Balotelli, Boateng, Menez e qualche primavera messo lì a caso. E’ chiaro chi avrebbe vinto.

  99. Cvd oggi la stampa all’unisono parla di bel milan, a testa altissima, e si parla persino dei meriti di brocchi.

    Meriti.
    Di brocchi.
    Per una sconfitta, tipo la quarta o la quinta in 7-8 partite.

    Ma qualcuno si sarà accorto che hanno giocato esattamente come settimana scorsa con la roma?

    Solo che stavolta di fronte anziché una Roma agguerrita avevano una squadra priva di voglia e forze, imbolsita, che non è stata in grado di fare tre passaggi di fila.

    Cionondimeno anche senza stimoli ed energie la juve non ha preso uno che un tiro in porta dal milan, e ha vinto 1 a 0. Noi contro una juve di quel tipo abbiamo vinto 3 a 0, per intendersi.

    Questo è il dato, il resto sono chiacchiere per gonzi.

    Che poi, sono anni che girano a testa altissima. Sarà mica per questo che pestano una merda dietro l’altra?

  100. Partita bruttissima e di un livello imbarazzante.
    Chiaramente sono contento per la vittoria, massimo risultato col minimo sforzo.

    La difesa della Juve e della Nazionale: due totem alle loro ultime cartucce, un chiacchierone tanto bravo quanto presuntuoso (forse più presuntuoso), uno scarpone indicibile. Bene, ditemi qualcuno da mettere al loro posto per fare meglio.

  101. Milan si è davvero impoverito_ Non hanno nemmeno più denari per mettere le strisce rosse sul dorso.

  102. “Che poi, sono anni che girano a testa altissima. Sarà mica per questo che pestano una merda dietro l’altra?”

    Standing ovation!!

  103. Tutto giusto Wolf,
    ma secondo me la Juve che che perse contro di noi fece comunque, paradossalmente, una partita migliore di quella di ieri.

    Se non altro c’erano delle attenuanti.

    Cioè, venivano dal 3-0 dell’andata, sembrava già una pratica chiusa, c’era da portare avanti il discorso campionato e una settimana dopo si sarebbero giocati la qualificazione Champions all’Allianz, dove serviva l’impresa.

    Ci sta che tra riserve e testa altrove non giocassero al meglio.

    Ma ieri? Ultima partita, stagione finita, finale secca, cos’è quella roba?
    Era praticamente impossibile perdere contro la Juve di ieri.

    Il Bilan ce l’ha fatta.
    Coi meriti di Brocchi per l’impresa e, appunto,

    #atestaalta

    • Cos’è quella roba? Credo la risposta sia quella di b&r.

      Ma come ho detto ieri sera, se tutto ciò serve a spianare la strada per una riconferma di rosa e mister, mi aggiungo ben volentieri ai salamelecchi

  104. Insomma, niente di nuovo. Nemmeno la retorica. Ma che palle, però. Speriamo in Valentina Allegri sui social, che così il Corriere on line ci campa due o tre settimane. Quasi quasi, per i prossimi anni, seguo qualche sport “minore”; oppure non seguo nessuno sport affatto. Tanto il tempo libero è sempre così poco.

    • L’anno prossimo la premier sarà interessantissima, quindi ti consiglio quella.

      Derby di Manchester mou/pep, il signorgonde che potrà far vedere la sua reale pasta (in un campionato con avversari e senza favori), l’incognita fettina col suo lesster (e qui sono molto curioso), e soprattutto le conferenze stampa post partita di Mazzarri in una squadra che non è più la tua, per di più in inglese a rendere il cabaret ancora più divertente.
      Se l’arsenal si decide a cacciare Wenger, eccoti servito il campionato perfetto.

  105. Secondo me i ladri se la erano venduta per consentire ai compagni di merende di andare in Europa. Solo che i gonzi fanno così cagare che non sono riusciti a vincerla comunque.

  106. “ditemi che mettereste al loro posto per fare meglio”

    no, veramente, io faccio tanta fatica con questi qui, gli anni passano, si spera migliorino, invece niente, granitici

    continuate pure a raccontarvi la favola bella dei mondiali falliti per colpa di allenatori che peraltro normalmente sono vostra diretta emanazione, continuate a dare le colpe a balotelli per le umiliazioni da Nuova Zelanda, Slovacchia e Costa Rica, sai a me che cazzo me ne frega

  107. Wolf, sai che con le conferenze stampa di Mazzarri in inglese quasi quasi mi hai convinto?

  108. La questione non è sapere per colpa di chi abbiamo perso col Costarica. Ok, per colpa di Buffon e Bonucci. La domanda è trovare quattro nomi di giocatori migliori.

    • se non ci punti non lo sai,io perlomeno non ho queste doti divinatorie

      se sei convinto che i giocatori migliori sono tuttora quelli umiliati dal Costa Rica siamo a posto così

  109. Spara quattro nomi su cui puntare. Altrimenti cambiamo argomento.

  110. cosa vuoi che ti dica,siamo la squadra con l’affluenza media più alta ma prendiamo meno soldi del Milan

    si vede che la politica di tavecchio è quella di incentivare la vendita dei divani

  111. Il problema è che si punta sempre sui giocatori juventini, a prescindere.
    E per fortuna che anche la juve ormai da centrocampo in su ha tutti stranieri altrimenti ci ripresenteremmo di nuovo coi giaccherini di turno.

    Certo, è anche vero che sarebbe difficile puntare su quelli dell’Inter, visto che noi non ne abbiamo quasi.

    È anche questa una evidente stortura del calcio italiano.
    D’altronde se per decenni la vita dei calciatori italiani era nelle mani dei moggi si capisce bene quale danno incalcolabile si è fatto al calcio italiano in generale e alla nazionale in particolare.

  112. Ok, ragazzi, ok. Moggi, la Gea e compagnia cantante hanno fatto danni enormi al calcio italiano. Enormi. Ed era tutta gente da mandare in galera.
    Ed è anche vero che quando vedo che Chiellini ha più presenze di Scirea e che in nazionale hanno fatto debuttare anche Blasi e Palladino mi vengono gli stranguglioni. Anche a me.

    Ma, in questo momento, io di fior di talenti chiusi dal Giaccherini di turno non ne vedo.
    Peraltro lo scarsissimo Giaccherini è stato convocato anche adesso che gioca nel Bologna.

  113. chissà se ti ricordi quanti reduci dell’82 c’erano nel ’90

    il discorso è tutto lì, ed è lo stesso che ha fatto la Germania dopo il 2006

  114. Mi ricordo eccome. Ne avessimo, di simil Ozil e Khedira. O di Donadoni, De Napoli e Vialli. Non ne abbiamo.
    Comunque, visto che non vi azzardate a fare un singolo nome di un giocatore da mettere al posto dei gobbi, io la smetto qua.

  115. Quanti europei e mondiali si sono fatti i vari barzagli chiellini e bonucci?

    Ecco, se io fossi il c.t. programmerei in maniera tale da far sbocciare nuovi giocatori nel medio periodo e non pensare sempre a pararsi il culo coi soliti che poi, alla fine, non ti garantisco mai niente.

    Insomma, questi non sono discorsi da farsi adesso, cioè alla vigilia di un europeo, ma due/tre anni fa.

    Adesso, ovvio, chi ci metti?
    Boh!

  116. Ti seguo, internazionalista.
    Hai ragione. Certo che è così che si dovrebbe fare.

    Io finora ho detto solo che di difensori migliori di quelli umiliati dal Costarica non ne vedo.

  117. Gobbobuono

    non credo che in un biennio/triennio non trovi giocatori migliori di quelli umiliati dal Costarica.
    Male che va peggio di quella umiliazione non fai.
    Non credi?
    Però intanto hai svecchiato e, magari, hai visto mai che non trovi qualcosa di meglio?!

    Comunque ti do atto che in questa nostra realtà non è cosa facilissima trovare buoni giocatori, all’altezza della nazionale.

  118. Se poi consideriamo che alcuni, a gran voce, vorrebbero il ritorno der pupone in azzurro…altroché svecchiare la nazionale, ancora un po’ e ci vuole il libretto della pensione per essere convocati.

  119. Pienamente d’accordo.
    Io penso che il problema sia nel fatto che in Italia, adesso sin dalle giovanili, si preferisce puntare sugli stranieri invece che sugli italiani. Io non so perchè. Qualche motivo ci sará, non credo che siano tutti scemi. Per lo meno tutti quelli che non si chiamano Ferrero o Zamparini.

    Perchè io al limite capisco l’Inter, che ha una marea di stranieri ma sono tutti nazionali, gente affermata o presa per fare la differenza. Ma quando vedo le formazioni di Genoa o Verona, per dire, imbottite di gente totalmente sconosciuta, che compare un anno e l’anno successivo manco si sa se gioca ancora a calcio, allora rimango perplesso, e un po’ mi ci incazzo anche…

  120. Ma sì, il problema è a monte.
    L’Italia ha un CT che appena ha capito che fare il selezionatore per la Nazionale non è poi sta gran figata, ha perso mordente e s’è accasato altrove.

    Chiamerà quelli che conosce e che hanno vinto lo scudetto e vada come deve andare.
    Dopodiché, come si suol dire in questo periodo: ciaone.

    Questa similjuve non solo ha fatto perdere interesse a tutti i non juventini, ma ormai stanno perdendo interesse anche gli addetti ai lavori.

    Ovvio che, dopo non aver effettivamente puntato su mai nessuno di diverso, agli europei/mondiali o quello che è e chiami il Bonucci di turno, con gli occhi a fessura e il labbro corrucciato da duro, perché è la posa del difensore roccioso.

    Poi arriva Gotze nella Germania e con una mezza ruleta lo manda di culo per terra in un Germania – Italia amichevole qualsiasi (non sto inventando niente, è successo).

    Per quel che mi riguarda, dell’Italia ormai me ne frego sempre di più, ma questi eventi li guardo, più che per la loro attendibilità calcistica, perché mi fanno l’effetto della madeleine di Proust

    mi ricordano i bei tempi in cui finiva la scuola, l’inizio dell’estate, il mare e tutto il resto e poi le partite del Mondiale (o europeo, fate voi) fuori in veranda.

    Sto invecchiando, lo so.

  121. Io penso sia anche il momento storico, e cioè che siamo in presenza di un periodo di vacche magre in materia di campioni e talenti.
    Dove, in più, la situazione del nostro calcio e la crisi economica non aiuta.

    Non è un caso, a mio avviso, che le nazionali più vincenti in questa fase siano Spagna e Germania: la prima ha una situazione favorevole dal punto di vista commerciale e contabile (parlo delle società di calcio ovviamente e non del paese), la seconda, invece, è quella messa meglio proprio come paese e dunque può ancora permettersi certe operazioni a livello di club.

    Naturalmente hanno anche, contrariamente a noi, un buon momento come qualità del parco giocatori e produzione di nuovi talenti.
    Mettiamoci pure gli scandali, che sul breve brevissimo periodo a noi ci esaltano (leggi 1982 e 2006), mentre sul luogo ci penalizzano, come infatti stiamo vedendo ormai da anni, e il gioco è fatto.

    In questa situazione anche se hai dei talenti è difficile farli uscire fuori.

  122. Mettiamoci che, tra i nostri scienziati del calcio che allenano i giovani, ce ne sono tanti che, se un ragazzo prova un dribbling un più, va in panchina_ E il campo chissà, chissaquando lo rivede_ Poi si cerca all’estero, e a peso d’oro, “quello che salta l’uomo”..!

  123. all’estero se hanno uno forte, lo buttano nella mischia anche a 18-19-20 anni…anche nel Bayern o nel Barcellona.
    Qui, non dico nelle grandi, ma nemmeno nelle piccole succede… fanno l’esordio, poi un paio di presenze a partita in corso, poi un anno in prestito in B o in qualche neopromossa che avrà già i propri cazzi a cui pensare…ed in un niente si passa da “giovane promessa” a 26enne “mai sbocciato”
    In più la gestione dei giovani italiani negli ultimi 15-20 anni è diventata sempre più nebulosa, hanno un costo inspiegabilmente troppo alto per le piccole società ed i risultati sono le decine di stranieri sconosciuti, pescati da società altrettanto sconosciute che vengono catapultati nel nostro campionato…..decaduto si, però ancora tra i più ostici.

    Sono curioso di vedere cosa faranno Gabbiadini o Zaza nel caso sprecassero ancora un paio d’anni… con l’aggravante di aver raggiunto una quota di cartellino e ingaggio ormai fuori portata per tutte le piccole ed anche per qualche media. Borriello è l’esempio migliore, ma ce ne sono stati tanti altri che sono partiti forte per poi rimanere prigionieri dei propri ingaggii e cartellini.
    Non farebbero meglio di Luiz Adriano o di Kalinic?

    Sulla difesa della nazionale Gobbobuono non ha torto, non c’è concorrenza.
    Chi ci mettereste? D’Ambrosio, Acerbi, Romagnoli, Abate?
    Quasi tutte le prime 10 della classifica schierano 7-8 stranieri su 11…ed anche gli stessi gobbi stanno imboccando gradualmente questa strada.
    Poi sul perchè tutti i pochi italiani buoni in circolazione siano tra i tentacoli dei gobbi ci si potrebbero porre delle domande, ma quello è un altro discorso

  124. la pochezza del calcio italiano in questo momento è lì da vedere, la nazionale non può che essere mediocre come tutto il movimento.
    quando devi chiamare Pellè, Zaza, il buon Giak e compagnia cantante sei messo male, anzi malissimo
    saluti a tutti

  125. forse succede anche perché in germania (la spagna è un caso a sé, dopo le olimpiadi di barcellona hanno raccolto successi in tutti gli sport, dal tennis ai motori) ed in Inghilterra, ma anche in francia, si accolgono i migranti e gli immigrati come una risorsa e non come un peso; da noi manca la fame soprattutto

  126. è quello che il sub umano Tavecchio credo intendesse dire con l’osceno sproloquio su OPTI’ POBA’, troppi stranieri e troppo scarsi.
    ed i giovani, qualcuno lo ha scritto qui sopra, due presenze in prima squadra, poi in B o a Sassuolo o allo Spezia a perdersi
    Poi prendiamo gente da fuori che non vale una cippa

    • Esatto. Il discorso di Optì Pobà fu un obbrobrio nella forma, forse un po’ meno nella sostanza.
      Niente contro i calciatori di altri paesi, ma poi se di titolari convocabili per la nazionale ce ne sono quaranta al massimo…

  127. Senza contare che per tappare alcuni buchi di reparto ci si è affidati agli oriundi, vedasi Camoranesi e Motta, per non parlare poi della pirlata “non ci sono neri italiani”!

    Qui c’è da cambiare una mentalità ormai largamente diffusa, pregna di razzismo, qualunquismo, opportunismo e violenza, sia verbale che fisica.

    Mi domando: è mai possibile che in tutti gli stadi d’Europa non esistono barriere che separano il campo da quei quattro imbecilli che si recano allo stadio non più per tifare per i propri colori ma per sbeffeggiare ed insultare squadra e tifosi avversari?

    Anche questo fa parte, secondo me, dell’evoluzione del calcio in generale.

    Chi di voi ha mai avuto occasione di assistere ad una partita di calcio tra bambini e ha sentito i genitori gridare al proprio figlio: “Spaccagli la gamba” o “Entra duro, non farlo passare”?

    E’ da lì che si comincia a cambiare, se c’è la volontà, altrimenti……..è tutta una farsa.

  128. Io invece credo sia una sorta di “crisi di vocazioni”.
    La mia sensazione è che le nuove generazioni abbiano perso quell’interesse nel calcio che invece era la base di quelli che oggi hanno più di 30 anni.
    Allo stadio la media di età è più o meno quella, così come quella dei componenti alla famigerata partitella del giovedì ormai solo di rado vede degli under 25-30.
    Ma anche i bambini: anni fa si giocava per le strade, nei parchi, negli sterrati. Due pietre/zaini/maglioni come pali, una palla di gomma e via, partite infinite.

    Vedete più tutto questo? Io onestamente no. Da quanto tempo non sentite la frase “ora ve lo buco?”

    Questa crisi io la attribuisco alla mancanza di fiducia che si nutre ormai nel calcio e che ha fatto disamorare tutti i giovani.
    L’ennesimo danno fatto da ciò che si è scoperto con calciopoli, dal calcioscommesse, da chi ne è responsabile e da chi tutt’ora si abbandona al negazionismo.

    Perché dover intraprendere una carriera calcistica e finire in questo gorgo?

    Ma ai gobbi sta bene così, tanto alla peggio danno la colpa agli stranieri dell’Inter.

  129. Ed io ci aggiungerei anche il fatto che in televisione proliferano trasmissioni pseudo calcistiche con pseudo opinionisti che contribuiscono a far allontanare il pubblico anziché avvicinarlo. …….

  130. È anche vero che i bambini che una volta giocavano in strada/cortile/parco (qualcuno ne vedo ancora), ora si iscrivono alle scuole calcio fin dai 6 anni_ Magari c’è anche crisi di vocazione, ma i genitori preferiscono spazi più sicuri_ Di poi c’è la concorrenza delle tecnologie, giacché non fanni altri sport se non quello di tenere un joystick_

  131. Proprio per tutto quello che avete detto, e che condivido, c’è bisogno degli immigrati.
    Non solo nel calcio, ovviamente.
    Insomma, c’è bisogno di nuova linfa vitale!
    Di qualcuno che ha ‘fame’ e che vuole mangiarsi la vita.

    Noi, ormai, siamo un po’ satolli e anche cinici, e i nostri figli li tiriamo su in uno stato di cattività, come polli d’allevamento.

  132. Ho visto le immagini dell’addio al calcio di Diego Milito…

    Il Principe era commosso, in lacrime…

    Credo che senza Milito sarebbe stato molto complicato raggiungere certi traguardi e soprattutto sarebbe stato quasi impossibile fare il triplete…

    Ancora grazie, grandissimo campione!

    • Grande giocatore. Un centravanti completo, con tutte le doti del vero centravanti, e in più una visione di gioco da mezzala.
      Peccato che abbia avuto una carriera ad alto livello tutto sommato abbastanza breve, soprattutto in nazionale. Poteva davvero essere il centravanti del decennio.
      Voi siete stati bravi a ottenerne il meglio.
      Chapeau (si scrive così?).

  133. In realtà Diego Milito è uno che per un decennio ha sempre fatto gol, ovunque è andato…

    Ma ha giocato sempre in squadre medio-piccole, arrivando in una grande soltanto alla soglia dei 30 anni…

    Nel biennio 2009/2011 ha toccato l’apice della carriera vincendo 6 trofei con l’Inter…

    Bravi noi ad andarlo a pescare dal Genoa nel momento topico

  134. Articolo interessante, per l’interista di fine campionato…

    http://www.ultimouomo.com/quanto-puo-spendere-linter/

  135. Grazie Rubens per il link, molto interessante.

    A margine delle commemorazioni del 22 maggio, e dell’addio del Principe riflettevo su questo aspetto: come si spiega che gli argentini, due nomi a caso, Milito e ora Palacio, danno l’anima per questa squadra e giovani di belle speranze come il fantasticissimo Brozovic o il novello Samuel, Murillo si montano la testa pascolando sulla prateria, e vogliono aumenti, ciempions lighe , e cazzi vari ??
    Ma per favore, si accomodino, che non se ne può più di gente così.

  136. ma Berardi e Sansone non potrebbero venire all’Inter?_ o almeno uno dei due. Hanno tutti requisiti richiesti:bravi, giovani e italiani.

  137. Ci lamentiamo di Icardi e vogliamo Sansone e Berardi?

    Oh, il Sassuolo è arrivato dopo di noi, eh
    (solo per chiarezza)

    • Sansone, che mi piace di più, ha una tecnica e un tiro da campione: forse hai dimenticato i gol che ci ha fatto_ Chiedere ad Handanovic_ E’incostante, vero: toglerei due incostanti in ic per far posto a lui_

  138. Sì ma è arrivato prima del Milan
    (solo per goduria)

  139. Certo che se anche il Sassuolo fosse arrivato prima di noi saremmo proprio alla frutta.
    Io, comunque, farei cassa vendendo 1 o 2 fra Icardi, Brozovic e Handanovich e da lì ripartirei per….la riscossa?

    Amala a prescindere.

  140. Nel “quasi salotto” è entrato un poverino decerebrato!
    Facciamo qualcosa!!!

  141. Mi inserisco nei commenti per dire questo mio pensiero: ormai il calcio e’ in mano ai procuratori
    Questa storia citata che i giovani italiani costano piu di obi e oba me la devono DIMOSTRARE non spiegare, DIMOSTRARE

  142. Sui procuratori mi sono sempre chiesto: ma un calciatore non ce la fa a decidere da solo in che squadra andare e quanto chiedere di stipendio?

  143. secondo me no… o almeno non subito.
    E’ una sorta di passaggio obbligato per chi comincia… quello con “i contatti giusti”

  144. E’ singolare che una domanda del genere venga fatta da chi ha visto gente venuta dal nulla, con in mano una pizza (Raiola) o una paletta (Moggi), diventare veri e propri centri di potere, oltre che personaggi ricchi sfondati…
    E’ un’altro effetto di quanto girava intorno ai Mali Assoluti del calcio (procuratori/avvocati e associazioni a delinquere di tipo calcistico).
    Un residuo pervicace ed inestirpabile della cosiddetta Calciopoli (si badi che la datazione ufficiale di Calciopoli viene assunta come il 2005, ma NOI ed altri ben sappiamo che è MOLTO più antica.

    Non mi azzardo a dire che sia datata 1899, ma siamo li, nei pressi.

    Quando una squadra retrocessa sul campo nel 1913 venne ripescata, e dovette “attendere” il 2006 per conoscere la serie cadetta, si ha motivo di supporre che la commistione affari/potere/maneggi-vari sia ben più antica del 2006, che ne dite.

    I procuratori/avvocati/fratelli/cugggini e amici vari sono una piccola cosa, se paragonata, ma a pieno titolo parimenti purulenta.

    I procuratori 2.0 sono i fondi di investimento, che ammantano nelle spire ben più mimetiche dell’alta finanza i maneggi truffaldini di un pizzaiolo qualsiasi, per quanto “bravo”, o di un capo cosca come il figlio del paletta (ancora attivo, sia nella parte discendente dell’albero genealogico che nell’ascendente).

    Per uscirne?

    Più facile ipotizzare come mettere fine alla fame nel mondo.
    Lì almeno,le teorie di decrescita felice, di commercio equo e solidale, di aiuti con i surplus alimentari sono qualcosa di più di ipotesi o di pie speranze.

    Forza Inter, unica squadra al mondo che resiste a “questo” progresso (non so fino a quando, viste le ombre che Infront e Goldmann-Sachs proiettano).

  145. No, perchè da un’osservazione sui quei bamboccia dei calciatori di oggi mi sei risalito fino al 1913…:-D

    • Eh, guarda… E mi sono pure limitato!
      🙂

      E poi mica è colpa mia, se avete iniziato presto a farvi conoscere 😀 😀

  146. Se penso che non era ancora nato mio nonno…

  147. Il milan è in procinto di acquistare una sfilza di campioni, su tutti ibra, grazie all’arrivo di fantomatici cinesi che valutano il milan oltre 1 miliardo.

    L’inter deve risolvere tre grane: l’imminente fallimento, il ffp che frena il mercato, e Mancini nervoso che minaccia le dimissioni.

    Insomma, è partito lo stesso identico refrain della scorsa estate, non si sono manco sforzati di cambiare i titoli.

    Poi, come al solito, uno guarda la realtà dei fatti, e vede che quelli non sanno nemmeno ancora con quale allenatore partire, hanno tre quarti di squadra di buttare al cesso e praticamente nessuno con cui monetizzare, in un contesto in cui il passivo ha toccato quota 100 mln.
    Noi invece, con una rosa già più completa e l’allenatore confermato e in prima linea a fare mercato, abbiamo già preso ekrin e banega.

    Di solito più stanno in crisi societaria e più i media cercano di dipingere la meraviglia, quindi mi sa che attende un’altra estate di sonore risate, e se tutto va come sembra volersi mettere, il prossimo anno gli rifiliamo venti punti di distacco.

    Certo, per una volta sarebbe carino non prenderne 30 dai gobbi, ma quella è tutta un’altra storia. Per ora stiamo sul milan che da molte più soddisfazioni

    • Certo, anche se a me più che sul Milan piacerebbe stare su Roma e Napoli. Nessuna sensazione che si possa ridurre il gap.

  148. Wolf
    solo per curiosità:

    qual è il quarto di squadra che non devono buttare al cesso?
    (e che comunque se ne andrà con le gambe proprie)

  149. O noi allora?
    Mascherano, Dani Alves…se si avverasse anche il sogno Xavi ci sarebbe veramente da fare salti di gioia.

  150. Fratelli interisti,
    premesso che fino ad un mese fa non sapevo nemmeno che faccia avese Banega, a leggere questo interessante articolo

    http://www.fcinter1908.it/video/video-tattico-adani-disegna-e-racconta-il-calcio-di-banega-luomo-pensante/

    sembrerebbe l’uomo che cercavamo , e di più.

    • Però, un applausino a quelli che lo hanno beccato a parametro zero forse già da gennaio non lo vogliamo fare?
      Allora non sono tutti pirla … mentre noi siamo (quasi) tutti interisti/tafazzisti…
      (devo dire che preferisco gli interisti leninisti, se proprio devo).

  151. wolf

    Infatti, sarà un’estate ricchissima di minchiate, sia sul fronte gonzo (e figurati), sia su quello pigiamato, che mi sembra partito forte.

    Mezzo Barça si è scoperto goBBos fin dal nascimiento, e non vedono l’ora di poter giocare in una squadra che possa far vincere loro qualcosa…
    E ovviamente la scelta poteva cadere solo sulla pluri-indagata e poche-volte-condannata squadra della città di T’Orino Calabro.

  152. @gus

    roma e napoli sono squadre che seguo solo durante i campionati, e solo se si giocano qualcosa con me.
    Durante l’estate, o comunque a bocce ferme, mi interessano di più milan e juve. Attualmente, ahimè, le uniche soddisfazioni arrivano dalla sponda gonza del naviglio.

    @este
    portiere futuribile, un paio di arretrati (de sciglio romagnoli) che non sono eccellenti ma che in una rosa come il milan attuale ci possono stare, in mezzo si salva il solo bonaventura, davanti bacca. Il resto va scaricato giù dallo sciacquone

    @salmone e gobbobuono
    si ho sentito i presunti botti della juve, ma rispetto a quelli del milan mi paiono più verosimili. Alves e mascherano sono abbondantemente over30, ci sta che vogliano tentare nuove esperienze altrove. Per altro le notizie stavolta non arrivano dai nostri giornalai ma da quelli spagnoli, che di panzane ne contano tante quante, ma non credo abbiano interesse a magnificare la juve. Per altro sono voci rimbalzate proprio sulla stampa blaugrana quindi non escludo che almeno uno, se non entrambi, possa andare in porto

    • A me Mascherano è sempre piaciuto. Non è un campionissimo, ma finora ha sempre avuto un ottimo rendimento, e sa giocare in due ruoli in cui non siamo copertissimi.

      Dani Alves non so che lo prendiamo a fare. Forse per la fidanzata.

    • Se prendi mascherano fai un grande affare, ripeteteresti il colpo Pirlo nonostante la diversità tecnica fra i due.

      Se abbuschi anche alves il messaggio è : voglio la Champions. Con questo non dico che ci riesci, né che i due siano gli elementi mancanti per la consacrazione europea.

      Dico solo che strappare due giocatori al barca, due giocatori che per intendersi non sono montoya, sarebbe un segnale netto circa gli intenti

  153. addi’ 27 05 2016 l’Inter potrebbe schierare questa formazione

    handanovic
    d’ambrosio-miranda-murillo-erkin
    brozovic-kondogbia
    biabiany-banega-perisic
    icardi

    altri=
    carrizo
    nagatomo, santon, jjesus
    medel, gnoukuri, melo
    jovetic, palacio, eder, manaj

  154. Credo che il messaggio sia “Voglio la Champions” praticamente dall’inizio della storia della Juve.
    Tutto sta nel vedere se prendere due che insieme hanno 64 anni (uno che mi piace molto, l’altro che ritengo un po’ sfiatato) siano il modo giusto per arrivarci.
    Credo che per noi che non abbiamo le disponibilità di Barcellona, Real, PSG, Manchester, la tattica giusta potrebbe essere quella di vendere il pezzo pregiato e comprarne tre giovani e promettenti, che magari nel giro di due o tre anni possano essere dei campioni. Per questo credo che la notizia migliore della stagione, per la Juve, sia quella che a fronte del sacrificio di Vidal e Tevez abbiamo visto che Dybala, Rugani e Alex Sandro possono giocare a ottimi livelli.
    Per il prossimo anno, in quest’ottica, vedrei meglio uno sforzo in più per la conferma di Morata, per dire, piuttosto che pagare milioni di stipendio a Dani Alves.
    Ma è la mia opinione.
    Porca puttana, si parla di mercato dei gobbi in un sito interista!!! 😀

    • La mia speranza per la prossima stagione è una speranza da poveretti: Conte licenziato dal Chelsea entro settembre/ottobre
      La Giuve fuori dalla CL a ottobre e dall’EU a novembre.

      Oppure vincitrice in finale e durante la premiazione fanno vedere le immagini di qualche dirigente che “olia” l’arbitro nel maxischermo dello stadio.

      A parte queste fantasie improbabili, più improbabili le prime della seconda, credo che il CL il divario sia abissale.

      La Giuve per il suo calcio mortaccino ( zero gioco e vivere di giocate singole o strapotere atletico) può solo sperare di passare i preliminari e poi sperare che gli avversari continuino coi petting e giocando col fuoco si brucino le ditina ( come ha richiato di fare il Bayern quest’anno) oppure trovare condizioni “una tantum” ( borussia che lotta per non retrocedere, Monaco di turno, e Real allo sbando)

      Ogni tanto è bello – in mancanza d’altro – godere delle disavventure degli altri

  155. Io dico che non si possono più sottovalutare i gobbi in ottica Champions….

    1 anno fa hanno perso una finale e quest’anno se avessero resistito un altro minuto probabilmente almeno in semifinale ci sarebbero arrivati di nuovo….
    Occhio però che non capita spesso di trovarsi in fondo alla Champions nel momento di rendimento massimo….e ad oggi hanno già sprecato 2 cartucce preziose

  156. Intanto Mourinho finalmente ce l’ha fatta a sedersi sulla panchina dello United….voleva essere il primo dopo Ferguson, ha dovuto aspettare un paio d’anni, ma alla fine lì voleva andare e lì è andato.
    Ora manca solo Ibra…

  157. .. o meglio sei tu, lalalalala..

  158. Basagliaaaa dove sei ?

  159. Stamattina ero al Duomo: a me sembra ci sia una netta predominanza di Colchoneros.
    Se non altro fanno più casino.

    Spero che vincano, credo che lo meritino.
    Poi, vabbè, si sa che la dea del calcio non è mai stata equa

    eccetto nel maggio del 2006, of course.

  160. Non passavo da un po’…Settore nemmeno mi sa.
    Anyway..Non l’avrei mai detto, ma il Real di Zidane è pratico, recupera bene palla e la qualità fa il resto. Gol in fuorigioco comunque, in perfetto stile blancos (neri).

  161. A me madonna idrovolante ha strappato un sorriso

  162. Mah…
    la cosa che mi auguro è Mancini la stia guardando…

    Sembra che tutti i giocatori sappiano cosa e come stare in campo.
    Paro paro come i nostri…

  163. ‘fanculo!

  164. Alla fine un Real poco galacticos vince la coppa: fortunato nel percorso e nei sorteggi, sfruttato con fortuna l’importanza del primo posto nei gironi_ Finale appena sufficiente_ E via di rigori_
    Alla faccia di quelli che “tanto bisogna incontrarle tutte”_
    Mi spiace per i cochonoreros ma ai fini statistici, per l’Inter, meglio così_

  165. Dispiace per Simeone che l’aveva preparata benissimo (forse solo un po’ troppo contratti nella parte iniziale del primo tempo),

    a squadre invertite sarebbe stata una spremuta di sangue.

    Ronaldo annullato per quasi tutto l’incontro, alcuni ottimi fraseggi a memoria dell’Atletico e fasce sfruttate ottimamente.
    Zidane si è limitato a non farsi odiare dai giocatori, come invece aveva fatto il predecessore.

    Poi, vabbè, un gol in fuorigioco e una maggiore freddezza dal dischetto hanno fatto il resto.

  166. Comunque, più lo vedo e più Simeone mi sembra l’allenatore giusto per noi.
    Vincente ma non eccessivamente costoso, conosce l’ambiente e ne ha passione

    e negli ultimi anni è progredito tantissimo anche tatticamente.

    Non è più solo sofferenza e ripartenze, ma ieri gli ho visto tessere trame fatte di passaggi di prima e triangolazioni a memoria.

    Solo che, al contrario dei guardiolani, gioca verticale e non orizzontale.

    Per me è quello giusto.

  167. Este,
    Straquoto!

    Hai detto bene: “Simeone mi sembra l’allenatore giusto per noi”.

    Temo purtroppo che, ci dovremo sorbire il “genio” per almeno ancora un anno e la cosa non mi lascia tranquillo.

    Lungi da me ripetere il “mantra” di Sinapsi, ma di Mancini ne ho pieni i gioielli di famiglia.

    Nel campionato appena trascorso, quasi ogni volta sono tornato a casa dal Meazza con il mal di stomaco dalla rabbia. Ergo…

  168. Sì sì va bene Simeone basta che non sia il nuovo Hector Raul Couper.

  169. commenti riaperti.
    thadave

  170. Da come parla Cholo verrebbe subito

  171. Oggi come oggi, fare gli snob su un allenatore perchè perde le finali mi sembra eccessivo.
    Voglio dire, non è che se non riesci a vincere allora è meglio fermarsi agli ottavi (o non giocare nemmeno).

  172. A rega’, nu’ lo dico pe’ campanilismo, ma lo schiaffo carcìstico che ve so’ venuti a dda’ fin’a ddentro casa vostra quelli de Madridde, co’ la seconda finale Cempionz nell’ùrtimi 3 anni, è stato clamoroso, eh…

    Oggi, quanno che so ‘scito fori appena che me sò svejato – saranno state fra ‘e 5 e mezza e le 6 meno ‘n quarto – ho avuto l’impressione de senti’ ancora l’eco che annava pe’ ll’aria…

    Ammazza, ahó, ‘a bbotta lì dda voi dev’èsse stata bella forte…

  173. Nessuno si offenda, ma dire che Simeone sia come Cuper o che perda le finali è una cosa che non ha fondamento.

    Ma farsi un giro, non dico tanto, ma almeno su un wikipedia o equipollenti no, eh?!

    Con l’Atletico Madrid (non il PSG o il Barcellona), Simeone ha vinto una Europa League nel 2012,
    e, se non erro, anche per vincere l’EL si deve vincere la finale, quindi, e qui siamo alla logica aristotelica, vuol dire che una finale l’ha vinta.

    Poi ha vinto, nello stesso anno, la Supercoppa Europea, che tecnicamente è una finale. E due

    Per dire, è quella dove l’inarrivabile Rafa “He was right” Benitez è riuscito a perdere con una squadra almeno 3 volte più forte… ossia l’Inter.

    Poi ha vinto una coppa di Spagna (e pure per quella si deve vincere una finale, per assioma). E tre.

    Quindi la supercoppa di Spagna. E quattro.

    E tralascio il campionato spagnolo, in cui ha superato squadrettedelcazzo come Real e Barcellona.
    Ma siccome non c’è finale, allora non conta.

    Quando l’avrebbe vinta Cuper tutta questa roba?

    Dai su, siamo seri.

  174. Ma non si riesce proprio ad interdire questo qua sopra?
    Per favore!

  175. Concordo in pieno con Este. Da anni ormai l’Atletico, da squadra sfigata per eccellenza, è al top europeo ( e quindi mondiale) con giocatori semisconosciuti valorizzati, in buona parte ceduti senza che si ripetessero su quei livelli, con giovani lanciati senza problemi ma soprattutto con un atteggiamento da squadra vera, che non molla mai e che sa sempre cosa fare in campo. Questo l’ho notato anche nella finale coi super ricconi del real e mi ha confermato nell’opinione che siamo di fronte ad un allenatore bravo, ma bravo davvero. Avrà anche dei difetti, sarà troppo passionale, ma confesso che lo preferisco a chi sembra schifato da ciò che vede in campo e sembra pensare ah se ci fossi io…(ogni riferimento è totalmente voluto).

    • Simeone verrà accolto a braccia aperte, la domanda è: quando? Perché con un Mancio con contratto a termine, con il countdown per l’arrivo di Simeone già partito, il rischio di vedere i nostri giocatori poco.. disciplinati, per non dire scansafatiche, è alto_ Saranno professionisti, ma di fondo sono dei gran furbastri..

  176. ma veramente io continuo a non capire perché mai Simeone vorrebbe a tutti i costi venire da noi, proprio non me lo spiego

  177. Francamente nemmeno io.

  178. Io voglio credere a motivazioni sentimentali e di empatia, che ovviamente valgono ad offerte paritarie o vicine, che se un’altra squadra gli offre 100 e noi 10 di certo non verra’ mai_ Inoltre sono convinto che tra le grandi squadre storiche d’Europa, l’Inter sia il massimo che si possa permettere, giacché non mi risulta che le altre lo abbiano richiesto_ Certo che oggi una mediocre squadra inglese potrebbe offrigli di più: ma non sarebbe un top team, almeno non un top team storico_

  179. Io credo che dipenda dal fatto che Simeone, per far bene, abbia bisogno di un’epopea eroica.
    Allenare la squadra più forte non fa per lui, un po’ come fu per Mourinho, portare i propri giocatori a dare il massimo e alzare oltremodo l’asticella delle proprie possibilità.

    Ma a parte questo, da quello che leggo, sembra che si stia parlando, boh, di una squadra di Lega Pro, dei dilettanti.
    Che poi, un anno e mezzo a menarla con la storia che la squadra c’era ed era l’allenatore a non andare

    (cosa che per certi versi, magari non così estremi e soprattutto in molti casi non così prevenuto)

    evidentemente anche il Cholo pensa che da quella squadra potrebbe cavare di più.

    A questo aggiungiamo che con gli acquisti giusti potremmo fare il salto di qualità, e non vedo perché non potremmo.

    Poi conosce la piazza, conosce il calcio italiano, insomma non sarebbe proprio un salto nel vuoto, anzi: peggio di chi c’è stato prima non può fare.

    Quello che temo è che lui i tifosi se li ricordi diversi.
    Non vorrei che venisse qui con l’idea di vincere.

  180. Se c’è una speranza (e io credo ci sia) di bloccare il Cholo per l’anno prossimo va colta. Senza se e senza ma. Dopodiché ha ragione Acanfora a temere che un Mancini in scadenza come lo yoghurt possa perdere il controllo dello spogliatoio in un amen. Ammesso l’abbia mai avuto, il controllo.

  181. Lungi da me voler interpretare il “cholopensiero”.
    Però diciamo che un motivo potrebbe essere, dopo 5 anni di Atletico, quello di voler cambiare mentre è all’apice. Anche perchè, la domanda mi sorge spontanea, quante volte con la stessa squadra “sfavorita” fra le grandi si può pensare di avere l’occasione di vincere la coppona?
    Magari potrebbe pensare di non poter tirare fuori null’altro da quel gruppo e di averli già spremuti oltre ogni limite.
    Magari pensa di poter solo peggiorare in quel contesto e quindi preferisce andarsene ora alle sue condizioni: acclamato ed idolatrato.
    Ed una piazza come l’Inter, prestigiosa ma con le aspettative al minimo, potrebbe essere un buon posto dove ripartire.

    E poi, perbacco, la stagione è finita. Questo è il periodo dei sogni e delle fantasticherie. E’ bello illudersi che un allenatore al top possa cedere ad un nostro corteggiamento.
    Cioè, quando non se ne farà nulla io dirò che siamo noi che non lo abbiamo voluto.

  182. che Simeone possa avere validi motivi per lasciare Madrid è incontestabile,quello che non mi spiego è per quale motivo dovrebbe optare per una piazza dove a essere al minimo non sono le aspettative, ma le prospettive

    ovviamente augurarci che non succeda sarebbe da pazzi totali,noto anzi con piacere che si butterebbero via insieme all’acqua sporca proggetto,upgrade e 20 mesi di autosuggestioni in cambio di qualche prospettiva concreta

  183. Solo per sapere, e giuro senza polemica, sarcasmo o ironia,
    qualcuno mi spiega da dove viene questa sicurezza di prospettive al minimo?

    Cioè, vabbè, a parte Mancini ché ormai la storia la sappiamo,
    io non dico di no, ma chiedo:

    cos’è che vi da questa sicurezza incrollabile che siamo senza prospettive?

    Magari c’è qualcosa che non so.

  184. È l’Inter il massimo per Simeone, non viceversa_ Comunque ET ha detto che rimane Mancio, e ne sono lieto_ Alla faccia di Tagnin.

  185. Ho da obiettare sul San Siro tra i tre stadi migliori e sull’amicizia col Milan,
    per il resto non mi sembra niente di nuovo, né di particolare.

    Se volevo essere preso per il culo tifavo Milan e mi facevo raccontare che la società vale un miliardo, che hanno offerto 500 milioni per una quota di minoranza

    e che volevano comprare Donnarumma per 80 milioni, ma lui non si muove per vincere la Champions già da quest’anno, quando li ammetteranno d’ufficio causa DNA.

    Ripeto, tutte cose che deducevo da solo e che, bene o male, sappiamo tutti.

    Ma anche se mi avesse promesso lo scudetto, sono parole che, nel bene o nel male, lasciano il tempo che trovano.
    Quelli che contano sono i fatti, e su quelli giudicheremo.

    Certo, se poi vogliamo lo sceicco, allora vuol dire che siamo fuori strada:
    perché dovrebbero venire qui, in un campionato minore, meno visibile, a buttar soldi in tasse e a farsi prendere per il culo e subire il razzismo e l’islamofobia.

    Lì sì che non me lo spiegherei, altro che Simeone.

  186. Este, io salto la tua domanda perchè ho parlato di aspettative e non di prospettive quindi immagino non ti rivolgessi a me.

    Ed anche a me l’unica cosa che non va giù è sentir parlare di amicizia con il bilan.

  187. io penso che dar via 1-2 titolari dovrebbe preoccuparci di più che l’amicizia tra i fantasmi di due grandi squadre, ma siamo d’estate, è giusto sognare

  188. Non c’è problema:

    in Primavera li stoppiamo noi; Allievi non so!

    PS: stasera Inter Roma, semifinale in TV
    PS2: battendoli in CoppinaItalia abbiamo già stoppato il triplete primavera (Viareggio, Coppa e Campionato) 🙂

  189. 1°- ET ha detto che i titolari verranno venduti per rinforzare la squadra; visto che fino ad oggi è stato così, non vedo perchè non dovrei concedere ancora fiducia.
    2°- Io, chi siano i titolari di questa squadra ancora non l’ho capito. Quindi non so quanto mi debba preoccupare e quanto possa essere difficile sostituirli.
    3°- Ricordo che fra i definibili “titolari” c’è anche gente come Nagatomo e Melo …nel caso…
    4°- Visto che tanto Simeone non arriva ed il nosto Mister sarà ancora Smemorino, trovo doveroso fare pulizia di quei giocatori (anch’essi definibili titolari) che non vanno a genio al suddetto. Venisero sacrificati quelli non sarebbe un problema (tanto per vederli marcire in panca…).
    5°- Brozo, che è fra i titolari papapbili di partenza, non ti è mai piaciuto. Partisse lui non vedo di cosa dovresti preoccuparti.

    In sostanza, aspetterei a fasciarmi la testa.

  190. Ma se fino all’altro giorno erano tutte pippe, ora non se ne può cedere manco uno, neanche fosse l’Inter del triplete.

    Bisognerà vedere quali siano questi 1 o 2 in questione, posto che non saprei cosa si intenda per titolari, visto che ogni partita cambiavano le carte in tavola.
    E, soprattutto, si tratterà di vedere chi arriva al posto del “titolare” venduto.

    Se mi vendi Brozovic e mi prendi Banega, mi può anche stare bene.
    Se mi vendi Handanovic e mi prendi un portiere di livello, utilizzando i soldi incassati per completare i reparti zoppicanti mi sta bene.

    Voglio dire, quando abbiamo venduto Ibra cos’era, una riserva?
    Però abbiamo utilizzato bene i soldi ricavati.

    Siamo sempre là, mettiamo il carro davanti ai buoi senza neanche aspettare di vedere cosa accade, solo per il gusto di criticare a priori e per prevenzione.

    E faccio finta di dimenticare che quando Thohir era in procinto di prendere l’Inter eravate tutti lì a fregarvi le mani e io passavo per…com’era la dicitura? Ah sì, “imbersaghista” o qualcosa di simile, perché avevo dubbi sul nuovo che avanzava.

    Ora tocca a me difendere Thohir.
    Pensa te.

  191. Invece, no, l’amicizia con il bilan no.
    E’ uno di quei limiti invalicabili che non dovrebbero essere messi in discussione mai.
    L’unica speranza è che in indonesiamo “collaborare è positivo” si pronunci uguale a “manco per il cazzo”.

  192. Enzo,
    mi sono documentato:
    nel campionato Allievi Nazionali Under 17 i ladri hanno vinto il girone A con la miseria di 53 punti, i nostri ragazzini hanno vinto il girone B con 68 punti e la Roma ha vinto il girone C con ben 73 punti (su 26 partite ed un massimo di 78).
    Quindi, fatta la tara agli avversari, magari più competitivi nel girone A piuttosto che nel girone C, mi sembra che i ladri stessi, nella prossima fase finale ad 8, non possano ritenersi così favoriti da cominciare ad ipotizzare tripletini.
    Conclusione: prostituzione intellettuale! 🙂

    • Sì, al netto di una grassa risata (rivolta alle P.I.), ero arrivato anch’io alla tua stessa conclusione.

  193. Il nostro settore giovanile è all’avanguardia, ogni anno porta a casa trofei_ Questo dovrebbe rincuorare i molti che dubitano della preparazione di Mancini: è possibile avere un settore giovanile preparatissimo a livello di scouting e tecnico/tattico, e nel contempo avere invece, a quanto dite, una prima squadra improvvisata e senza organizzazione? Io dico di no_
    Giocatori incedibili non ce ne sono, vedremo dopo la giostra del mercato se ci rafforzeremo o no_ Piuttosto tra Europei, copa America e Olimpiade, mi preoccupa come sarà lo stato di forma psico/fisica dei nostri giocatori_

  194. Letterina a settore

    Caro settore,

    So che non scrivi a campionato finito, quindi non ti chiedo di pubblicare un altro post, ma almeno cambia la foto di quello che c’è; perché aprire il blog, e trovarsi la faccia di Buffon, ogni volta è un colpo al cuore che neanche te lo immagini

    Grazie

  195. Scusa Acanfora, fammi capire.
    Se il nostro settore giovanile è competitivo è merito di Mancini?
    E quando vinceva e Mancini non c’era?
    Era sempre merito suo?

    Poi quelli prevenuti sono i cattivoni che criticano….

    • Voglio dire che l’inter non è cosi sprovveduta o distratta da avere un settore giovanile organizzato ed una prima squadra che non lo è_ W Roberta

  196. Fonte FCINTERNEWS dell’ultima ora

    Svolta societaria: al Suning circa il 60% dell’Inter, Moratti si farebbe da parte.
    Erick Thohir ancora presidente

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/svolta-societaria-al-suning-circa-il-60-dell-inter-moratti-si-farebbe-da-parte-erick-thohir-ancora-presidente-217253

  197. A me la presenza di Moratti rassicura, anche come socio di minoranza_ Spero rimanga tra i soci_

  198. ormai siamo al Diffusore di gioco organizzato™

    sarà che le squadre giovanili hanno degli allenatori e la prima squadra un selezionatore ma a me non sembra che sia proprio così

  199. il presidente cicciobello si è dimostrato per quello che è
    un investitore puro,
    compra l’inter ad un prezzo e la rivende ad uno più ampio
    e si porta a casa un pò di milioni

    mica scemo

    scemi noi a credere ancora a questo gioco

  200. Settore, una prece, levami dai cojoni la faccia del buffone pigiamato e mettici semmai quella di un figone esagerato…
    (scusate, sono in modalità poeta arrapato)

  201. Sei troppo forte, Enzo!!

  202. Sarà. È esattamente quello che vorremmo sentirci raccontare (mi riferisco alla notizia relativa a Suning che si prende l’Inter a suon di fantastilioni) per cui diffido. Magari, comunque. Si pone però un quesito: se l’Inter se la prendono i cinesi e il Milan se lo prendono i cinesi; considerato che il mercato in Cina (soprattutto relativamente agli investimenti oltre muraglia) è sostanzialmente centralizzato dal partito: non è che i rapporti con i cugini assumerebbero connotati incestuosi?

  203. I titolari?? ma quali sarebbero sti titolari, esclusi Miranda e Handanovic
    ( e forse Icardi )?’ L’ Inter di quest’anno non aveva titolari e non solo per colpa di Mancini, però era senz’altro meglio di quella dell’anno prima e questo senza avere speso praticamente niente e avendo preso giocatori che si sonocertamente rivalutati ( le famose plusvalenze ).
    Che vendessero chi vogliono purchè prendano un altro centrocampista forte e due terzini/ali con le palle, uno a destra e uno a sinistra. Di Murillo Brozovic, ljalic e Jugovic possiamo fare a meno. Incidono come l’aspirina sulla tbc.
    Io non credo che siamo senza prospettive e nutro anche molte aspettative.
    Siamo a inizio giugno se non la vedessi così dovrei prendere dosi massicce di sertralina. O fregarmene della beneamata. Impossibile.
    Tagnin te così rischi di non invecchiare!!!

  204. Dove la si vede la partita dei ggiovani neroblù?

  205. Trovata, RaiSport1 HD.

    Grazie lo stesso.

  206. Scusate, ma c’è qualcuno che pensa che Thohir sia interista come potremmo esserlo noi o Moratti?

    E’ ovvio che è un investitore.

    Questa storia del 60% al Suning non so quanto possa essere vera, ma se lo fosse direi che saremmo a cavallo.
    Anche perché se Thohir non è scemo, meglio tenerselo come presidente.

    E in più arriverebbero soldi, mi pare di capire.

    Tra l’altro io ancora non ho capito quale soluzione ci soddisferebbe:

    se ce l’ha Thohir non va bene
    se la riprende Moratti non va bene
    se arrivano i cinesi non va bene

    Boh.

  207. Minchia che gol che ha fatto Manaj!!!

    3 a 2…….per ora.

  208. peccato per i rigori, comunque abbiamo diversi ragazzi forti a partire da Manaj che per me puo’ gia’ giocare in prima squadra- maglia onorata, bravi lo stesso

  209. Ho visto la partita, seppur un po’ a sprazzi, ma non riesco a condividere l’entusiasmo
    (sebbene ci speri).

    Troppe volte abbiamo battezzato campioni quelli che poi si sono rivelati, nella migliore delle ipotesi, degli onesti giocatori da squadra di mezza classifica.

    E stasera, in verità, non mi ha impressionato nessuno.

  210. se le cose stanno come raccontano su Sky finalmente si vede uno sprazzo di sole.
    certo che il vero e unico Presidente se ne vada è un dolore..

  211. Stamattina per affrontare le pagine sportive del corriere della sera ci vuole una dose abbondante di maalox!

  212. Il Suning sta arrivando con una montagna di milioni di Euro… con l’Inter valutata il doppio rispetto all’ingresso di Thohir…

    Non so perché ma vorrei che Moratti non uscisse del tutto e rimanesse come Presidente…

    E’ un’utopia ma mi sentirei più tranquillo così

  213. stavolta pare proprio che saluteremo Moratti….

    Leggo in giro che il piano Thohir è FALLITO

    Mah, se possiamo definire fallito uno che arriva, rivolta come un calzino la società e se ne va dopo 2 anni e mezzo con 100 milioni in più in saccoccia cedendoci a gente con soldi veri….non mi sembra proprio un fallito.
    Piovono veleni un po’come se a qualcuno questa storia faccia bruciare tantissimo il culo se confrontata al teatrino a cui si assiste sull’altra sponda.

    ovvio, bisogna sempre vedere quanto di quel che si legge sia vero, ma se le cifre sono queste……..

  214. Dell’operazione Suning, così come ci viene raccontata, mi lasciano perplesso due cose.
    La prima è che se veramente Thoir ha raddoopiato il valore dell’Inter nel giro di tre anni è un fottuto genio, altro che “filippino”, “cicciobello” o “fratello scemo di Garibaldi”. Cioè, uno così ce lo dovremmo tenere stretto.
    Sicome mi sembra troppo bello per essere vero, resto scettico sulle reali cifre.

    La seconda perplessità riguarda l’amato FFP. Ricordo di aver letto da qualche parte che in caso di rivoluzioni societarie quali compravendite o anche ingressi consistenti, i lacci venissero allargati. Quindi mi sfugge perchè l’iarrivo dei cinesi non dovrebbe potersi riflettere anche sul mercato (cioè, se i cinesi oltre a comprare decidessero anche di iniettare liquidi per la campagna acquisti, intendo).

    • vero, in caso di cambio di proprietà il FFP prevede delle agevolazioni….. ma NON per i club già sanzionati. L’Inter dovrebbe in ogni caso rispettare i patti precedenti ed arrivare al pareggio entro il 2017….altra gran cazzata di questa norma idiota.

      Però volendo potrebbero incularsi il FFP tesserando i giocatori per lo Jangsu e girarli in prestito all’Inter….quella sarebbe una scappatoia valida!

    • Grazie Johnny, mi mancava questo pezzo.

  215. B&RS,

    sembrerebbe (condizionale obbligatorio) che il FPF potrebbe essere aggirato (anche se rispettando le regole… paradossale) in due modi:
    sia con sponsorizzazioni “farlocche” stile PSG per capirci, sia con i prestiti da altre squadre di proprietà dei China Boys (Il Janxjang o come cazzo si scrive, ad esempio) che ha appena aquistato Ramires del Chelsea e quell’altro dello Shaktar Donetz per circa 100 milioni…

    Cioè, acquisto in Asia, dove il teatrino dell’UEFA non funge, e trapianto in Italia.
    Quanto questo sia lecito/possibile non lo so, ma così sembrerebbe, e non mi sembra peggio delle sponsorizzazioni da un miliardo per una scritta sui tacchetti delle scarpe…

  216. Quoto chi ha scritto che Thohir è tutt’altro che un “filippino pirla”…

    Tra l’altro, il vero obiettivo degli investitori cinesi è un altro, ed è ancora più roboante: la costruzione del nuovo Inter-Stadium!

    Con annesso sfruttamento dei diritti

  217. Poi vorrei sapere quanti, di tanti orfani di Moratti, tempo fa non chiedevano il passaggio di consegne ad altro Presidente…
    Personalmente sono per l’evoluzione delle cose ed il passaggio di mano ai cinesi tutto sommato mi rassicura. Li trovo affidabili ed efficienti, gente seria insomma, assai simili alla nostra generazione post-bellica.
    Certo, il cuore è un’altra cosa, e quello di Moratti (dei Moratti) rimarrà un dolce ricordo.
    That’s soccer, Dolls!!!

    • Yes.
      That’s soccer, today.
      But …
      (adesso basta con l’inglese che non so se mi spiego, altrimenti)
      … ma …
      Inter.
      Moratti.
      Due nomi, un nodo inestricabile e indimenticabile.
      Per esempio, chiederei che non cambiassero nome alla Pinetina, nei secoli.
      Mi sono spiegato, credo.

  218. Il problema e’ che per san siro c’é un contratto di affitto da onorare con il comune di Milano, ed e’ di durata lunghissima (10, 20 , 50 anni?)_ Il comune di Torino fece di tutto per agevolare la costruzione dello Juventus stadium, quello di Milano? Ed i cugini che intenzioni hanno??

    • esatto…tutte problemariche con cui si sono scontrati quelli della China Railways prima e Thohir poi…. magari una somma considerevole sul tavolo potrebbe cambiare la situazione, ma in questo senso bisognerebbe sperare che il Milan continui ad autoflagellarsi col berlusca ancora un paio di annetti per poi sfruttare la disparità economica che potrebbe crearsi….ma se anche loro cedessero sul serio a dei cinesi con le stesse intenzioni dei nostri, ci troveremmo al punto di partenza ossia con 2 galli nello stesso pollaio.

  219. ll Cinese ha un patrimonio personale di 4,1 miliardi di €uro. In confronto E.T. ha le pezze al culo. Sgancia soldi veri per comprare la maggioranza delle quote. Tanti, tanti soldi. Poi, magari, nel breve non si vedranno grossi cambiamenti ma nel medio non posso pensare che non investa, e tanto, per mantenere il valore del brand che, a quanto pare, ha stimato almeno settecento milioni. Certo sono logiche, passaggi, prospettive che creano ansia e che stravolgono il calcio così come siamo abituati a pensarlo noi. Con le nostre logiche, però, è sicuro che sui ladri non rimonteremmo più ed in Europa continueremmo ad entrare a singhiozzo. Se questa è l’alternativa….allora è meglio rischiare!!!

  220. Aldilà di questa storia, considerare Thohir come quello con la sveglia al collo dipende solo dal meraviglioso etnocentrismo che c’è qui da noi e che, a parte far rimediare figuracce, non produce.

    Per ora sembrano cose ancora buttate lì per caso, non ci vedo nulla di davvero concreto, ma se davvero questi hanno tanti soldi a noi andrebbe di gran lusso.

    Le mie perplessità sono altre: la prima, ad esempio, è se questo nuovo terremoto possa produrre l’ennesima “stasi” sul mercato, perché chi sta vendendo non ha più interesse a spendere e chi sta comprando non può ancora farlo.

    L’altra è che se non ho letto male il Suning ha una squadra in Cina che è tipo quarta o giù di lì

    e questo stona di brutto con quello che davvero poi interessa a noi tifosi.

    • sarà anche quarta o giù di lì, ma l’hanno appena presa ed alla prima finestra di mercato hanno speso quasi 80 pali per Texeira e Ramires.
      Questo non vuol dire dare per scontato che si presentino qui allo stesso modo, ma è un precedente che lascia ben sperare

    • Semplicemente non possono mettere i i pali che il tifoso sogna.

      Per i commenti aspetto notizie ufficiali, ma nessuno si illuda di tornare alle antiche spese sul mercato nel giro di poche settimane.

      Quello che la gente fatica a capire, è che nell’europa calcistica esiste un regolamento che impone alle società di autofinanziarsi.

      E non è la fuffa che si vuol lasciare intendere. Noi abbiamo già subito una sanzione, e salvo rinegoziamenti degli accordi, se veniamo meno a questi la sanzione diventa l’esclusione dalla CL.

      A sto punto di solito si dice, ‘ah ma gli sceicchi spendono quel che vogliono’, peccato che gli sceicchi siano al vertice di club con ricavi quadrupli rispetto ai nostri. Te credo che poi possono spendere il quadruplo.

      Possiamo stare qui a contarci su che sono tutti artifici (come il sistema di sponsor del psg), ma la realtà è che gli artifici sono l’eccezione. La regola è che questi club hanno in dote stadi di proprietà e catene di marketing&vendita capillari nei mercati asiatici e in quelli americani, oltre che in Europa stessa (contate le maglie di messi in Italia, poi quelle di un qualsiasi giocatore della serie A in spagna).
      Roba costruita in oltre un decennio, mentre qua c’è chi esige tutto e subito ‘perché siamo l’inter’

      Beh vi dico una cosa, alle regole del mercato non gliene fotte un cazzo se sei l’inter, il real, o il Poggibonsi.
      Conta solamente quanti soldi sei in grado di produrre e spartire.

      Io mi son messo l’anima in pace, la strada intrapresa da thoir era il primo necessario punto da cui partire. Ma la strada è ancora lunghissima e impervia, chicchessia il nuovo proprietario.

      Comunque Johnny, al tuo ‘due galli in un pollaio’ avevo letto due gialli nel pollaio, e son quasi caduto dalla sedia

    • ahahahahah in effetti….

      comunque concordo a pieno con il tuo discorso.
      Secondo me Thohir ha fatto male i calcoli perchè non si sarebbe mai aspettato di doversi scontrare da subito con le sanzioni dell’Uefa, altrimenti è probabile che in questo casino non ci si sarebbe nemmeno infilato

      però è innegabile che quanto fatto da lui in questi 2 anni e mezzo è stato un primo passo fondamentale per il futuro…. l’inizio di una rifondazione societaria che non si poteva più rimandare.

      Se davvero completasse l’opera cedendoci ad una società ricca e a quanto pare seria, si potrebbe dire che pur non avendo investito quanto il tifoso si sarebbe aspettato, ci ha letteralmente salvato il culo, ma molti ancora non hanno inquadrato la situazione.

  221. Da quel che ho capito l’ingresso dei cinesi, a differenza di Thoir, è che mettono soldi veri.
    Sia per pagare i debiti, ( e non permutarli in altra forma di debito) come ha fatto Thoir , sia per pagare le quote di quelli che le cedono ( Thoir e Moratti ). Quindi al momento soldi ” in cassa ” del’ Inter non entreranno, MA ci permette di presentarci a qualsiasi tavolo, Uefa, Banche ecc. ecc. con una situazione ben diversa da quella presa da Moratti e lasciata da Thoir. Quindi per noi è una manna. E chapeau al filippino che se è arrivato per salvare l’Inter, oltre che averlo fatto, ci ha pure guadagnato alla grande.
    Poi pensare che Moratti non sarà più IL presidente, questo fa piangere un po’ tutti noi, ma ormai il calcio è solo business, e obiettivamente, sapere di avere presidenti che non sanno nemmeno l’italiano fa riflettere, ma ormai è così. E l’aspetto conseguente è che i giocatori non hanno più coscienza di squadra e sono alla mercè dei soldi e procuratori. E talvolta mi viene in mente che l’amore per una squadra di calcio, in queste condizioni, non ha più tanto senso.

    • Lucido e sintetico.
      Ma attenderei ufficialità e termini prima di dar per certo che l’alleggerimento finanziario sia imminente. Perché nulla ancora vieta di ristrutturare o anche solo accollare, e dalla mia prospettiva un ingresso maggioritario in corsa raramente porta grandi liquidità immediate, salvo che in società con roe particolarmente attraenti, ma non è certo il nostro caso, per usare un eufemismo.

  222. Scusate però non vi capisco.
    Se dite che Thohir ha fatto il bene dell’Inter perchè l’ha salvata dalla bancarotta (non credo, ma magari è vero), allora avete anche ragione a considerarlo come un traghettatore benefico.
    Ma se così non è mi pare che abbia solo comprato una squadra a dieci, rivenduta a venti senza nel frattempo vincere un beato.
    A lui andrà bene, se va bene anche a voi…

  223. Buongiorno amici nerazzurri. Non saprei esprimermi riguardo a questa notizia. Aspettiamo le conferme , l’ufficialità e poi vedremo se succede cosa succede. Una sola cosa mi fa gioire indipendentemente da come la storia andrà a finire; il fatto che quel cretino di Sconcerti stia rosicando a mezzo carta stampata………per ora mi accontento cosi’………mi basta il fiele di Sconcerti….

  224. se Thohir fosse solo un liquidatore in attesa di tempi migliori non vedo cosa ci sarebbe di male, siccome le dichiarazioni (irritanti, per inciso) hanno sempre sostenuto il contrario, è l’ennesima valutazione sbagliata, per quanto m,i riguarda prima si leva per far posto a uno cosi soldi veri meglio è

    non mi venite a dire che la famiglia Moratti non era in grado di tenere in linea di galleggiamento la squadra fino all’arrivo di uno con grano degno del blasone della società, il problema è che le cose sono state fatte a cazzo vendendo al primo che si presentava, il quale alla prima occasione s’è levato e di corsa

    il problema a questo punto è che liberarsi della sanguisuga mancini sarà ancora più difficile, c’è da sperare che gli allestiscano una squadra che si allena da sola

  225. Oh, davvero tagnin, niente di personale, anzi, i tuoi commenti sono i migliori (nessuno me voglia), mi scasso dal ridere quasi sempre, sul serio non c’è ironia in quello che dico

    ma negli ultimi anni faccio veramente fatica a seguirti:

    due anni fa dicevi che Moratti doveva farsi da parte, che era meglio un salto nel buio piuttosto che la mediocrità degli ultimi anni del suo operato (ora lo chiami galleggiamento ma penso che il succo sia lo stesso)

    e chi, come me, era dubbioso e riteneva che, comunque la si volesse vedere, Moratti restava una garanzia da tifoso, alla luce anche di 18 anni senza grossi scossoni
    (parlo di beghe vere, eh)

    veniva etichettato come imbersaghista et similia che ora non ricordo con precisione.

    Ora salta fuori che Moratti doveva tenere in mano la barca (non voglio immaginare quante se ne sarebbe prese in questi anni) anziché vendere.
    Che poi, a ben guardare, alla fine si può dire che non avevate tutti i torti, visto che secondo me con la nuova gestione qualche progresso c’è stato, se non altro sotto il profilo degli investimenti.

    Però rimane il fatto che non va davvero bene niente.

  226. è un po’ come disfarsi di mancini appena si profila Simeone:si fanno delle valutazioni e si giudica sulla base di quello che emerge,se c’è l’opportunità di migliorare ciao culto della personalità e arrampicate sugli specchi con ostentata nonchalanche

    così questa gestione che non caccia il grano si manda tranquillamente affanculo quando se ne profila un’altra che potrebbe farlo,visto che non si tratta di un Mr. Bee non vedo cosa ci sia di male

    che poi sulla questione Moratti non vedo dicotomie,avrebbe dovuto tenerla ma non nel modo in cui è riuscito a ridurla per poterla vendere al primo piazzista,che poi è l’unica cosa che gli si chiese non potendo evidentemente obbligarlo a proseguire controvoglia,ma non venitemi a parlare di problemi inaffrontabili della SARAS perché quello che si spacca dal ridere stavolta sono io

  227. I problemi inaffrontabili non sono della saras ma sono stati dell’economia in generale, con un crollo del credito bancario che, per farla semplice semplice, ha tolto una gran massa di liquidità dalle mani degli imprenditori. Loro non sono certo diventati più poveri, ma hanno potuto investire molto meno. Il succo è questo.

    In ciò si è insediato il ffp, magari voluto proprio da quegli imprenditori che non erano più in condizione di spendere a dismisura, e su questo posso starci e possiamo ragionarci.

    Ma il dato che rileva è che oggi le regole sono queste. Il tuo “caccia il grano” mi fa ridere.

    Populismo spiccio che se ne fotte delle regole e delle dinamiche. Ti ricorda niente?

    • se uno non caccia il grano perché non può, perché mai mollare il colpo?

      non si potrebbero attendere con pazienza tempi migliori?

    • Beh, in una società piena di debiti da coprire il grano va cacciato comunque per ripianarli nel tempo.
      Il che è molto dispendioso, e la stretta creditizia di questi anni ha spinto a mollare il colpo, come definisci tu. Definizione per altro corretta, perché inquadra una volontà.

      Il grano che non puoi cacciare per regolamento è quello per spendere, per investire.
      Ora spendi nei limiti dei ricavi societari, non delle tue capacità finanziarie personali.

      Il colosso con grande liquidità è chiaramente una miglior garanzia sotto molti profili, ma l’auspicio è che l’upgrade lo porti innanzitutto alla voce ricavi del conto economico di fc internazionale. Solo quello ci può riportare strutturalmente nel novero delle big.
      I grandi accessi commerciali della Suning in Asia potrebbero essere il vero punto di svolta.
      Thohir ha finora arrancato in ordine a questo profilo, ma ha certamente dettato la via (sconosciuta a moratti) e portato una cultura manageriale in società, dove ruoli e funzioni fra proprietà e dirigenza son ben distinti e organizzati.

      Concludo con un opinione mia personale. MM ha mollato non solo per questioni economiche, ma anche perché ha capito che occorreva un nuovo approccio imprenditoriale di cui lui è legittimamente -per storia, anagrafe, etc- sprovvisto.
      Attendere tempi migliori significava solo peggiorare le cose fino al rischio di farle diventare irreversibili.

  228. Vostra moglie vuole cambiare il microonde? Obbligatela ad andare da SUNING !!!

    L’unico senso di tutta la vicenda è questo. A me i cinesi vanno benissimo.

  229. Non capisco tutte queste perplessità quando si parla di Inter.
    Quando si parla con occhi sognanti della favola Leicester nella democratica Inghilterra dove lo sport cresce nei migliori valori (presidente Thailandese, allenatore Italiano e giocatori stranieri a strafottere) ovviamente va tutto bene.

  230. Buffon, ovvero: l’insostenibile prurito di vedere un gobbodimerda scommettitore in primo piano ogni volta che entro nel blog Settore Inter

  231. Sì, vabbè, ma hai sbagliato il nick.

    Ma perché non dormi la notte?

  232. Scelto il primo allenatore dell’era Suning : Roberto Mancini.

  233. Aridatece sinapsi…Vabeh, ho capito che il sector è in ferie in cima al kilimangiaro. ..ma un moderatore, un amministratore? Giusto per il decoro. Este, smettila di rispondergli…

  234. Ultime notizie: Germano Mosconi, dopo essere stato cacciato dal Giardino dell’Eden, è tornato sul pianeta Terra a diffondere il verbo divino e fare proseliti.

  235. Mi unisco a coloro che chiedono la rimozione della foto dello scommettitore, dopato e retrocesso pigiamato. Per cortesia settore fai in fretta. …

    • Simone,
      mi unisco a te:
      Settore, basta con la foto di Buffon. Ne vorrei una di Nedved mentre si rotola per terra…

  236. La velocità con cui questa operazione è stata fatta mi lascia pensare che fosse stata già pianificata da tempo.
    Forse addirittura già dall’acquisto di Thohir (almeno sotto profilo di idea).

    Fatto sta che se le cose stanno così come ce le raccontano direi che Thohir, in effetti, ce lo dobbiamo tenere stretto perché ha dimostrato di aver lavorato alla grande.
    Ha raddoppiato il valore della società, ci ha guadagnato, ha ridimensionato i debiti, tutto sommato rinforzato la base della squadra e ceduto il tutto a quello che pare sia un colosso di un Paese che economicamente viaggia al doppio degli altri e che può farci fare più in fretta il salto di qualità.

    Ora resta da vedere se il fpf può in effetti essere un blocco o se era (o rimarrà) un paravento per non investire.
    Di certo solo dando la Uefa in mano ad un ex juventino poteva venire fuori una norma così bislacca e nebulosa che sta piano piano, lemme lemme, ammazzando il calcio europeo.

    E sorvolo sull’epilogo di tale presidente, perché è ormai uno scontatissimo cliché di chiunque abbia Dna bianconero.

  237. Tagnin, ti ho risposto sotto alla tua replica

  238. Mah, da quel che leggo qua e là, i mezzi per aggirare il fpf ci sarebbero.
    Certo, non sono il massimo della vita, però oh, se sono tecnicamente leciti chissenefrega.

    Anche perché, guardiamoci in faccia, anche ad andarci in Champions League, con questo assillo del fpf non passiamo manco i gironi o, nella migliore delle ipotesi, rimediamo le figuracce dei gobbi.

    Non che io aspiri a vincerla, mi rendo conto che ci sono squadre più attrezzate, ma andar lì a fare il Viktoria Pilzner o la Rometta della situazione

    neanche mi va bene.

    Ci si scrive Suning sulle maglie per uno sproposito di euro o si parcheggiano le proprietà più onerose allo Jiangsu, facendoli figurare come gentili prestiti nei nostri confronti

    e buonanotte alla Uefa.

  239. Ho ascoltato una INTERessantissima intervista a Milly Moratti su telelombardia, che declino ed interpreto cosi’=
    -Thoir e’ stato un utile traghettatore, ma non ha mai dato la sensazione di essere la persona giusta cui affidare l’Inter;
    -il gruppo Suning, con cui la trattativa nasce fin dal 2012, e’ il vero terminale del passaggio di proprietà;
    -la famiglia Moratti e’ tutt’ora la vera padrona dell’Inter;
    -la famiglia Moratti permarra’ come socio di minoranza e, in ogni caso, il gruppo Suning si dovra’ impegnare sul tema definito “valoriale”: la conferma di INTER CAMPUS, progetto voluto dalla sig.ra Milly che vede l’Inter presente nelle zone piu’ disperate del mondo nel tentativo di unire sport e progresso nel nome dell’Inter, e’ una delle condizioni indispensabili per la cessione;
    -il figlio di mr. Suning, gia’ ricevuto a pranzo dai Moratti in tempi non sospetti, non solo si e’ dichiarato d’accordo, ma si e’ mostrato entusiasta dell’Inter, del mondo Inter, del numero di tifosi dell’Inter reali e potenziali in Italia, Europa, mondo e soprattutto in Cina, e anche di Inter Campus, progetto che continuerà ad avere a capo una persona della famiglia Moratti;
    L’era Suning sta per cominciare, l’obiettivo è mantenere l’Inter ai suoi livelli storici= tra le prime dieci squadre d’Europa.