Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Stipsi (produrre poco, vincere di culo)

image

Sintetizzando: giocato male (primo tempo,  ha detto l’Oms, da vietare a depressi e narcolettici), vinto di culo (difesa Zelig sul nostro gol, il Destro-Handa al 93′ non va così 99 volte su 100), primi in classifica (temporary, but oggettively).

Praticamente stiamo diventando un caso globale. Sul come una squadra possa avere 21 punti avendo segnato 10 gol, giocando generalmente demmerda e comunque mai più di un tempo a partita sta dividendo il mondo accademico e sportivo in mezzo mondo. Sul numero di novembre di Science uscirá un articolo di Adrian Bacon dal titolo “The art of victory playing at dick”, mentre Christopher Nolan ha annunciato che sta pensando a un film su di noi, “anche se la trama di Interstellar era molto meno complicata e quindi devo vedere”.

Ancora non sapeva, Nolan, che il quadro sarebbe diventato ancora più imperscrutabile. Non sapeva, per esempio, che giochiamo meglio in dieci. O che vinciamo le partite giocate peggio. O che abbiamo la miglior difesa del campionato che però concede almeno un’occasione colossale a partita e spesso la sfanga tipo stasera, quando il giovin attaccante più involuto d’Italia viene servito elementarmente al centro dell’area per un tiro al volo che gli viene troppo bene e – sfiga – colpisce in pieno il portiere che aveva scommesso sulla direzione giusta.

Io amo l’Inter anche per questo. Fosse finita 0-0 (risultato giusto per una partita da bassifondi del football), o 1-1 (risultato giusto se Destro l’avesse presa solo un pelo più sporca), adesso saremmo tutti qui a disperarci sul futuro, a fare una risonanza transcranica al Mancio, a pesare i 22 testicoli in campo, a valutare il tasso tecnico con l’aiuto dei numeri relativi, eccetera eccetera.

Invece siamo primi. E domani sera, comunque vada, secondi. E, probabilmente, ci prepareremo a un imminente partitone prima-seconda.

Cioé, tutto ciò è spiazzante. Ma bello. Valichiamo la decima giornata in posizione ancora molto favorevole a nutrire ambizioni. Ci aspettano 3 partite complicatissime su 4 (Roma, Torino e Napoli, l’altra è il Frosinone) e ci arriviamo non avendoci ancora capito un cazzo. Mettiamola cosí: non possiamo che migliorare. Devo averlo giá detto, sí. E nel frattempo non siamo migliorati per una sega di niente. Ma vuoi mettere? Io firmerei per altre 10 partite cosí (6 vinte, 3 pareggiate, 1 persa). Anzi, firmo subito: avete un modulo?

share on facebook share on twitter

229 commenti

  1. Primo

  2. Secondo… come il giallo inventato a Felipe Melo.
    Tre espulsi in dieci partite… lo scorso anno furono 5 in tutto il campionato. E l’Inter è la squadra che fa meno falli di tutte… STRANO, MOLTO STRANO.

  3. Vabbè, aspettiamo novembre, allora.
    E vediamo se è vero che le squadre del Mancio iniziano a carburare in quel mese.
    Speriamo.

  4. In effetti se su 10 partite ne vinciamo 6,ne pareggiamo 3 e ne perdiamo una,faremmo più di 80 punti…

  5. Come sempre, un applauso per Settore, simpaticamente hai detto tutto sulla situazione attuale della nostra…amata. Certo che è un bel po che non trascorriamo 90 minuti di sana tranquillità quando guardiamo le nostre partite, però il sospiro finale di qualche secondo ci rinfranca. Il giorno che cominceremo a giocare dal primo minuto, in 11, come giochiamo i 20/30 minuti della ripresa in dieci, tritureremo chiunque. Melo per me non è una novità, lo sapevo prima che arrivasse (e lo scritto più volte) che avremmo finito per giocarci le partite in dieci, il ragazzo non è cattivo il fatto è che la sua lentezza lo porta ad arrivare sull’avversario quando il pallone è già sparito e quindi….Per il resto il tempo è tutta dalla nostra parte, bella l’incazzatura del Mancio, stanno tornando i vecchi tempi….arbitri……me..r.da

  6. Primi! E non abbiamo ancora iniziato a giocare… (cit.)

    Non è stato Melo a dare la scossa, è stato il Mancio in vers. 1.0

    E’ così che lo vogliamo… la vers. british non paga

    Quel “Somari!” è stata la giocata più bella della serata…

    Da vedere e rivedere…

  7. Fu il vincer sempre mai laudabile cosa: l’exordium gallicum del sedicesimo del «Furioso» non ha perso la sua verità. Se dopo che un quarto del campionato è scorso uno si ritrova in testa, intanto intasca il premio al luna park (io scelgo una bambolina) e poi dimostra che agisce una ratio che può negare soltanto chi non obbedisca al principio di realtà (di solito, gente che prima o poi incorre in t.s.o.). Di Monzon si diceva che non sapeva boxare, ma i suoi avversari atterrati per sette anni di fila (tra i quali purtroppo anche il nostro grande Nino) erano sicuramente di avviso contrario. La Roma vittoriosa con l’Udinese non la darei al cento per cento, peraltro: il pareggio me lo giocherei (condizionale, perché non sono mai entrato alla Snai: Liddas diceva che al totocalcio aveva fatto al massimo otto in tutta la sua vita, eppure ci giocava) al 20%, 5% di vittoria per i friulani. Noi intanto passeggiamo a Verona e per domenica non vi mandiamo un subornato arbitro gobbo toscano soltanto perché incontrate la Roma. Ma dal turno successivo, si ricomincia.

  8. Analisi come sempre puntuale, bravo sect.
    Io però vado controcorrente rispetto ai Corso46 ai Tagnin e ai complottisti : non è vero che gli arbitri ci stanno maltrattando, in realtà ci stanno aiutando ( a loro insaputa).
    La consegna di penalizzarci, (probabilmente scritta in origine sulle tavole di Mosè come 11° comandamento, poi andato perduto in quanto la pietra della seconda tavola si sarebbe scheggiata nell’impatto col vitello d’oro) è tuttora in vigore ma ottiene l’effetto opposto, quello cioè di rimettere tatticamente a posto una squadra messa male in campo dall’allenatore.
    Se Mancini mette gli uomini un pò a capocchia, loro provvedono ad esempio a risistemare il centrocampo togliendo un granitico Melo ( nel senso che non si sposta proprio) con un più afficace Brozovic, che fin da quando era piccolo ha sempre amato giocare in mezzo a centrocampo, e non laterale e nè traquartista.
    Quindi smettiamola di dare addosso agli arbitri, se siamo in vetta è anche merito loro.

    • Del resto ancora il succitato Liddas era solito dire che in dieci si gioca meglio, ci sono più equilibri. Con nove poi, si attinge la perfezione (questo lo dice Confucio, ma ho perso il riferimento bibliografico).

  9. Non riesco ad essere contento della vittoria e di questo primato per una notte… non tanto per la penuria vista in campo soprattutto nel primo tempo, ma per la sensazione sempre più netta di dover nuovamente combattere anche contro fattori extra campo così come succedeva una decina di anni fa.

    – Rosso,
    – Ma che fallo è??
    – Protesti? Vai fuori pure tu…
    – Cosa ti ho detto?? Cosa ti ho detto?? Somari…
    – Ah si?! Continui a protestare? Beccati pure 5 minuti di recupero e stai zitto

    come si fa ad assistere ad uno spettacolo viziato in questo modo? Stiamo parlando di Inter con Mancini allenatore… non con tutto il rispetto del Carpi di Castori.
    E c’è ancora gente che parla di sudditanza psicologica con le grandi? Ma di quali grandi stiamo parlando visto che almeno la nostra grande viene trattata allo stesso modo anche in casa con le piccole?
    Se poi ci aggiungiamo le P.I. pronte a raccontarti che l’operato arbitrale è stato perfetto….direi che le analogie con il passato si fanno sempre più insistenti

    Non entro nemmeno nelle questioni di campo perchè possiamo star qui a parlare di moduli, tattiche, bel giuoco, brutto giuoco e così via, ma se sistematicamente incontriamo personaggi del genere pronti a romperti le uova nel paniere, siamo condannati a non andar lontano a prescindere.
    Se quel pallone al 95′ fosse entrato in quegli assurdi minuti di recupero dopo che hai già lasciato una squadra in 10 in modo abbastanza gratuito, ora dovremmo parlare di 2 punti RUBATI e non persi casualmente. Che non avremmo meritato un cazzo è sotto gli occhi di tutti, ma è un altro discorso, se perdo voglio perdere perchè sono scarso sul campo, non perchè vengo puntualmente segato da cartellini, rigori dati (agli altri) o non dati (a noi), fuorigioco visti(a noi) o non visti (agli altri).

    Temevo questa designazione e non mi sbagliavo….ormai ci sono alcuni nomi che solo a leggerli capisci già che dovrai affrontare una serata imprevedibile.
    Lo scorso anno quell’Inter-Cagliari di Banti con rosso al 20′ + un rigore contro fu l’inizio della fine… giusto per ricordare

  10. Ritroviamo i tre punti ma non il gioco, per quello siamo ancora a livello delle amichevoli pre-campionato, paradossalmente nelle ultime due partite abbiamo giocato meglio in 10 !! Se c’è un BUFFONE quello è il macio, l’allenatore più pagato del campionato che si fa mette sotto (a livello di organizzazione di gioco) da Delio Rossi e Giuseppe Iacchini, che di certo non possono contare su una rosa come quella dell’inter!! La valutazione di Kondogbia rimane un mistero ma di certo non è facile emergere se quando intercetti la palla e ti ritrovi con 8 giocatori dietro di te e solo 2 la in avanti !! Anche Icardi inizia a dare segni di insofferenza abbandonato a se stesso sempre in mezzo ai due difensori centrali. Morale della favola il mancio deve inventarsi qualcosa e non perdere tempo con gli arbitri, se sapesse la storia dell’Inter dovrebbe già essere contento se per il momento fioccano solo i cartellini rossi e non i rigori !!

  11. Ogni anno mi ripeto

    Xe mejo suar che tosser
    (meglio sudare che tossire)

    Lo diceva mia nonna arpalice classe 1896…

    Godemose sta suada de geri che xe mejo che tossar par aver perso o pareggia’

    Peraltro, come scrivevano altr ospiti grati, del doman non v’è certezza

    Chi vuol esser lieto sia

    E mi so lieto ancuo
    (ed io sono lieto oggi)

    Ps traduco xche’ scrivo meno e la classe degli anni d’oro si è smembrata…

  12. Quoto la voglia di Flavio di sdrammatizzare, ma aggiungo un Banti merda!!
    Perchè è giusto così.

    In effetti se devo vederci qualcosa di positivo nella squalifica a Melo è che avremo un’altra domenica senza il duo “motozzappa”.
    Anche se, a dirla tutta, contro la rometta mi sarebbe anche andato bene.

  13. Abbiamo una società fantasma, un sacco di gente, dal nome esotico, a libro paga che si occupa di sola amministrazione, marketing e bilancio….mentre sul campo a sporcarsi le mani e la faccia nessuno….vorrei Mourinho, non come allenatore ma piuttosto come addetto stampa (così non verrà espulso), per poter vomitare addosso a questa gentaglia tutto il malaffare che continua a proliferare in modo non più di tanto recondito. Non sono un piangina, ma le cose ormai le fanno sotto gli occhi di tutti, anche se i giornalai cercano di dire il contrario……è una vergogna….fan…c.u.l.o

  14. L’avevo implorato e scritto nello scorso post, e la Beneamata mi ha accontentato.
    Vinciamo senza brillare, grazie ad un liscio di un difensore bolognese ed alla generosità ed altruismo di Lijaic, che regala a Icardi la palla da spingere in porta.

    Era chiaro a tutti che presto si sarebbe rimasti in 10.
    Uno tra Melo e Kondogbia sarebbe stato buttato fuori, era solo questione di tempo.
    Chiaro a tutti, ma non a Mancini.
    Tenerli in campo entrambi è stata una genialata, perchè quando veniamo punti sull’orgoglio ci ricordiamo in quale cassetto abbiamo nascosto la voglia, la garra, le palle e tutti gli accessori che di solito ci sono indispensabili per uscire dal vuoto cosmico dove normalmente fluttuiamo.

    Pregherei i nostri bradipi, ghiri e gatti sornioni di trovare da soli e di aprire per tempo i suddetti cassetti, in modo che le prossime quattro partite (si, anche il Frosinone…) siano magari un nuovo inizio, perchè la Roma, il Torino e il Napoli non sono il Bologna o il Palermo, e se hai sofferto a bestia contro le ultime due non si intravede il perchè dovresti passeggiare sereno contro le altre tre appena citate.

    A meno di un tempestivo ritrovamento degli attributi di cui sopra, e di un pronto utilizzo dell’attrezzatura rinvenuta.

    Al netto di arbitridimerda e puttaneintellettuali.
    Perchè su questi non possiamo intervenire, ma sulle cagate che facciamo e su noi stessi, SI.

    . Forza Inter

  15. Leggo di non gioco, di stipsi nessuno ha visto che l’allenatore del Bologna ha piazzato un pullman davanti alla porta, il classico 5-5-5 dimezzando il campo di gioco, che sulle fasce sempre quadruplicamento più un altro optional, ad un certo punto entra in gioco la fisica..

    • scusami, ma ti aspettavi che il Bologna messo come è messo entrasse in campo con 3 punte e giocasse alla Zeman ? 😀

  16. dopo l’espulsione Brozovic è stato spostato a centrocampo e seppur stanco ha sfornato un paio di assist interessanti, perchè quella è la sua posizione, ma ormai è di moda far giocare i nostri fuori ruolo, le cose semplici non sono per il mancio. Se l’arbitro ammoniva anche Guarin ci faceva un immenso piacere. Detto questo la vedo dura per sabato con la Roma. Felice di essere smentito 🙂

  17. L’arbitro ieri ci ha solo aiutato togliendoci Melo.
    Partita imbarazzante, come si fa a parlare dell’arbitro?
    Andate a vedere l’episodio di Ranocchia in area su Destro, dove lo sposta con entrambe le mani fregandosende del pallone, e buono che non sia caduto… una roba da dilettanti che poteva costarci carissimo.
    Non nascondiamoci in ogni caso dietro questi alibi, anche se l’espulsione è palesemente esagerata, quando abbiamo una squadra dove mancavano gli esterni, si comprano gli esterni, e si gioca dappertutto fuorche’ sugli esterni, mettendo anche giocatori sugli esterni…che non sono esterni!!!
    Mancini l’unico motivo per cui è diventato un idolo è stato il “Somari”, per il resto ennesima prova incolore, gente messa a cazzo in campo, Icardi abbandonato a sè stesso, Perisic che accelera arriva sul fondo poi guarda in mezzo e torna indietro continuando a dribblare come se fosse alla playstation, Ranocchia che litiga con il pallone ogni pallone che gli arriva, Melo che dopo le prime partite giocate da condottiero ieri passeggiava da pensionato, Juan Jesus ennesima prova da terzino non terzino con collare elettronico che esplode se passa la metà campo e offre una sovrapposizione fatta bene, Icardi che neanche prende piu’ fallo per farci salire, Kondogbia non pervenuto fino all’espulsione.
    La nostra fortuna diciamolo è che affrontiamo squadre che riescono a fare peggio di noi, il goal di ieri è stata una assurdita’ da terza categoria tra Gastaldello che scarica palla e non sale, gli altri dormono, e siccome ancora non bastava Ferrari addomestica la palla per Lljajic.
    Note positive: Santon pare in netta ripresa, Brozovic che appare uno dei piu’ in palla e in forma, purchè lo si metta in ruolo, Biabiany che nei pochi minuti finali ha preso più falli ed è stato più utile del nostro bomber designato facendoci respirare, e l’atteggiamento generale della squadra rimasta in 10 che si è compattata, dove anche Kondogbia ha fatto meglio (e non ci voleva tanto). Occasione di Destro a parte dove il solito Ranocchia mi dovrebbe spiegare cosa ci faceva fuori area anzichè marcare. Mi sembra che il nostro buon difensore faccia di tutto per farsi vendere, ma questa è una mia opinione.
    Sono curioso di vedere la partita contro la Roma, dove la mancanza di Melo cmq credo si sentirà in una partita cosi sentita, e cmq non dovendo essere noi a fare la partita credo si giocherà meglio, se facciamo punti contro di loro comincia ad essere interessante la cosa, perchè la religione dice che ” a novembre le squadre di Mancini rendono” e considerando che novembre è il mese dei morti speriamo porti bene.

    • cit.:”Partita imbarazzante, come si fa a parlare dell’arbitro?”

      TU non sei interista

    • condivido pienamente, se si considera che abbiamo l’allenatore più pagato della serie A questo non gioco e giocatori disposti in campo alla cazzo di cane è inaccettabile !!

  18. concordo con alexhubner, un fallo così da cretino come quello di ranocchia, che con due braccia tese spinge destro su una palla che non avrebbe mai potuto prendere, poteva benissimo essere sanzionato con il rigore. ranocchia o è ancora più scarso di quello che ci sta facendo vedere da 4 anni, o voleva causare apposta il rigore. non so quale sia l’ipotesi peggioril secondo giallo a melo ci poteva stare o meno, ma ricordiamoci che kondogbia ha menato del primo minuto

  19. e comunque melo era diffidato quindi l’entrata a martello dell’ammonizione gia’ ce lo avrebbe tolto per la Roma

    • Banti è stato quello che da arbitro di porta contro la fiorentina con Handanovic incolpevole ha dato il rigore, avete le tapparelle agli occhi o siete TRoll

      più la seconda

  20. Ranocchia è un mestierante del pallone, con errore allegato, ma da qui a bollarlo come un ignobile vigliacco causa rigori ce ne passa, nel primo tempo, al netto di qualche incertezza non ha concesso uno pallone di testa agli avversari, io dico che si è disimpegnato abbastanza bene, non è certamente la difesa il nostro problema in questo momento……e se Miranda ha potuto operare con una certa tranquillità lo deve pure al suo dirimpettaio, o mi volete far crede che le difese di quelle squadre che praticano un calcio eccelso (secondo alcuni nostri fratelli), le loro difese sono immuni da errori madornali o non subiscano mai gli attacchi avversari……..Ma vi rendete conto di quello che scrivete?…..siamo la miglior difesa e non sarà solo merito di Miranda.

  21. secondo me (ho arbitrato nelle serie minori ma questo non vuol dir niente) l’espulsione di Melo non è così clamorosa. I due falli ci stanno, anche sul secondo (fallo tattico, secondo me dovuto anche al fatto che Melo era cotto), il giudizio mi sembra corretto….Quello che non è corretto è che banti e in generale gli arbitri che abbiamo trovato, non usano MAI lo stesso metro per le due squadre in campo. Ieri sera Banti è andato a mio avviso male (e occhio perchè pensavo che Kondo non finisse il primo tempo, ha fatto 4 falli di file per farsi ammonire e subito dopo ha fatto un fallo di contenimento che chiamava giallo, ma l’arbitro ha saggiamente sorvolato.), basti pensare che loro hanno fatto un paio di falli simili al secondo di melo e non sono mai stati sanzionati. Effettivamente i 5 minuti di recupero erano un’eternità…domenica scorsa a noi , che docvevamo segnare, ne hanno concessi 3… Comunque ho visto di peggio dalla categoria arbitri…non illudiamoci che sia finita qui….

  22. per i moduli rivolgersi in segreteria

    solo un appunto: per questa Inter è complicata anche col Frosinone

  23. visto il Ranocchia di ieri si spiega benissimo perchè Mancio preferisca metterci Medel piuttosto che il nostro ex-capitano. Anche in una partita dove abbiamo subito zero fino al 94′ riesce a trasmetterre un’insicurezza senza pari. Se Destro si butta giù alla Vazquez, con il Banti di ieri ti becchi pure un rigore…e si fa coglionare anche nell’azione che porta al secondo giallo di Melo.

    anche Melo…sai di essere diffidato e fai un fallo idiota come quello del primo giallo?

  24. Vorrei inoltre ricordare che Mancini non è uno stupido, sprovveduto e incapace allenatore, ma uno che ha vinto ovunque abbia allenato, per trovare la quadratura del cerchio con una squadra interamente nuova, la puoi fare in un attimo se hai la bacchetta magica, altrimenti ci devi lavorare sopra, anche andando incontro a degli errori, con 8 giocatori nuovi devi trovare i giusti automatismi in base alle caratteristiche di ciascuno di loro, i fuori ruolo sono stati sempre appannaggio dei grandi tecnici (Mou ne è uno dei precursori), ma se ti va bene forgi in casa quello che avresti dovuto cercare altrove, se ti va male, puoi sempre tornare sui tuoi passi, se poi vinci pure le partite…… direi che le critiche al tecnico sono un po esagerate.

  25. Buongiorno a tutti i fratelli di fede Nerazzurra, nonchè primi in classifica.

    Che dire? Mah siamo ancora molto indecifrabili.
    Mancio a fine partita dice sempre che siamo troppo lunghi, lenti nella manovra ecc. ecc. Ok ma chi deve provvedere a cambiare tutto ciò?

    A Palermo abbiamo regalato 70 minuti, a Bologna (squadra più scarsa in assoluto vista fino ad ora) ne abbiamo regalati 60.

    In entrambi i casi la squadra ha cominciato a giocare da quando era in 10 ma invito a riflettere anche sul fatto che in entrambi i casi l’espulsione ha fatto sì che uno dei due mediani uscisse dal campo (a Palermo dopo l’espulsione di Murillo uscì Kondo), ieri è uscito Melo e di conseguenza uno tra Brozo e Guaro è tornato a fare il centrocampista centrale.

    Sarà qui la chiave? Possibile che serva giocare con le squadre di fascia medio/bassa che si chiudono tutte dietro con due mediani mazzolatori?

    Come se non bastasse, oltre a due mediani fai giocare un terzino che sarebbe un centrale difensivo e quindi non abituato a spingere come Jesus. Posso capire nelle partite più difficili tipo la prox con la Roma che ha gli esterni velocissimi, allora sì puoi mettere Jesus terzino ma con le piccole anche no!

    Cmq a mia modesta opinione tutto il segreto sta nel riuscire a far giocare la squadra più compatta e corta, e se il Mancio, oltre che dirlo in conferenza riuscisse a farlo mettere in pratica potremmo toglierci davvero soddisfazioni.

    Se Handa da un pallone al difensore e poi il giocatore più vicino è a 50 mt. di distanza che deve fare il difensore? Ovviamente continua a fare qualche passettino con la palla al piede oppure la passa all’altro difensore e intanto la squadra avversaria si è ben posizionata. Ecco che poi viene fuori il luogo comune “squadra e manovra lenta”.

    Se invece hai sempre un compagno vicino anche in avanti è chiaro che puoi fare un passaggio in tempi brevi e puoi fare delle triangolazioni e provare a fare delle manovre. Certo è che se quello che dovrebbe essere il primo a ricever palla è un mediano…….. come fai ad impostare?

    I giocatori del Napoli non credo siano diventati tutti Maradona in un colpo solo. Al momento stanno giocando benissimo semplicemente perchè l’allenatore sta riuscendo a farli giocare racchiusi in 40 metri di campo e possono sempre dialogare tra di loro in fase di possesso e viceversa non hanno bisogno di fare tutti i falli da ammonizione in fase di non possesso perchè essendo corti si ritrovano sempre in due o tre a difendere il pallone. Con la squadra lunga, i vari Kondo e Melo si trovano sempre in ritardo e costretti a mazzolare.

    Infine, pur prendendo pochi gol (anche a causa della sprecisione altrui), un’altra cosa che non si riesce mai a vedere è una benedetta tattica del fuorigioco con i difensori in linea! Ieri sera quelli del Bologna hanno fatto per tre volte dei tagli in verticale nel primo tempo e ci hanno sempre infilato come polli, quando hanno rifatto vedere le azioni alla moviola, i movimenti di Rana e Santon sono stati imbarazzanti.

    Insomma, speriamo che il Mancio riesca ad aggiustare i movimenti della squadra perchè non credo assolutamente che ci manchino le potenzialità almeno a livello di qualità dei singoli, è solo un problema di organizzazione in campo e di compattezza oltre che di giocatori nel proprio ruolo. Solo il Mancio però deve riuscire a farlo perchè come dice il post di Sector non si può sempre vincere di culo.
    Se si riesce davvero ad alzare il baricentro senza subire troppe ripartenze, il potenziale che abbiamo davanti secondo me può essere inferiore solo a quello della Roma.

    Perisic, Biabia,Ljajic,JoJo da giostrare e alternare dietro a Icardi o anche Manaj se c’è bisogno non è veramente male.

    Forza Inter

  26. Fatto sta che già non se ne parla più di questo arbitraggio.
    Come non si parla più del rigore su Manaj
    dell’espulsione di Murillo
    e, più in generale, di un atteggiamento arbitrale che francamente io vedo solo con noi.

    La domanda non è neanche se quelle di Melo o Murillo fossero espulsioni giuste, o se il rigore di questo o quello ci fosse.

    La domanda vera è: nella Juve o nel Milan sarebbe stato espulso? Perché ciò che da ai nervi è il metro di giudizio utilizzato.
    Il rigore all’Inter non si da a prescindere
    il rigore contro l’Inter si da a prescindere

    l’ammonizione al primo fallo dell’Inter si da a prescindere
    alle altre squadre no.

    E non c’è molto da sdrammatizzare, perché giocare bene, male, segnare, non segnare prendere gol, ecc… fa parte del calcio, mi sta bene nel momento in cui decido di seguire questo sport

    ma questa roba no, non c’entra niente.

    E siccome io, come voi, spendiamo anche nostri soldi in stadio (e viaggi per chi non è di Milano), abbonamenti tv o bar per vedere le partite, e tutto ciò che è annesso e connesso

    io credo che sia più che legittimo che girino le scatole.

    • dimmi allora perche’ col Carpi sulla falciata di Murillo netta su Matos non hanno fischiato nulla.

  27. la questione secondo me non è tanto chi è che deve giocare a centro campo se in due o in tre e chi, ma che tutti i giocatori, tutti, comincino a correre come quando vengono obbligati a farlo dagli arbitri che li lasciano in dieci una partita su tre.

    dato che non sono un tecnico e non ho abbastanza cognizioni per potere affermare che Brozovic se messo lì in mezzo è un fenomeno e se messo più defilato fa cagare che mi ricorda un pò la storia della mattonella di Kovacic che per rendere doveva avere tutto perfetto intorno a sè altrimenti non toccava palla, io dico che se tutti si danno una mano e ci mettono più corsa, impegno, voglia, carattere e grinta con gli uomini che abbiamo a disposizione, chiunque di essi giochi, possiamo andare lontano, altrimenti ogni partita sarà una sofferenza sia che si incontri una grande che una piccola.

    io mi ricordo Lucio che quando gli passavano la palla, o se la conquistava, una volta che era sua sembrava che volesse mangiarsela tanto era la voglia che aveva di giocare la partita, pur facendo anche lui le sue belle cazzate, ma almeno si vedeva che si stava impegnando dando tutto se stesso.

    ieri sera guardavo Ranocchia che lemme lemme avanzava un paio di metri e poi la passava a Melo o a Kondo oppure la lanciava in avanti con la grinta di Cucciolo dei sette nani.

    lo stesso potrei dire di Santon, di Perisic, di Brozovic ed anche di Icardi fino a prendere dentro anche il Kondo e Melo anche se questi ultimi due si sono beccati il giallo, ma lì non è questione di grinta è questione che sulla palla ci arrivano in ritardo e trovano il piede dell’avversario, ci arrivassero prima non farebbero nemmeno fallo.

    in una parola secondo me manca l’animus pugnandi, la voglia di vincere, la voglia di fare vedere che vali, la voglia di spaccare il mondo che si legge soltanto dalle dichiarazioni che fanno i giocatori prima delle partite ma che in campo non fanno vedere mai, fintanto che un arbitro ne sbatte fuori uno ed allora la tirano fuori, ma vincere o pareggiare in dieci ti può andare bene per caso, più facile perdere.

    ho letto come al solito che è il Mancio a fare casini spostando i giocatori in campo un pò a casaccio, non vedo cosa ci sia di male cercare una soluzione durante una partita per vedere di fare girare la squadra meglio di quello che ha visto fino a quel momento, di sicuro non è stato contento dell’espulsione di Melo anche se è per quello che qualcuno dice che le cose si sono aggiustate, l’unica cosa che si è aggiustata è stata la voglia di correre e quel pò di grinta messa in campo in più, perchè se quello del Bologna non faceva quella cazzata megagalattica tipo Handa con la Fiore noi non si segnava manco per sbaglio e se Destro non dimostrava a tutti di essere quel brocco che è diventato, o che è sempre stato, quella palla la metteva dentro, non la sparava contro il nostro portiere.

    ieri sera dopo la partita che vedo su Sky mi sono anche visto il dopo con l’intervista e le domande che hanno fatto al Mancio che ho visto abbacchiato e demoralizzato e non pimpante ed allegro come mi sarei aspettato di vedere dopo una vittoria.

    non penso che il suo umore dipendesse dall’espulsione ma credo fosse dovuto al fatto che fosse consapevole che avevamo giocato male e che avevamo vinto più per la scarsità dell’avversario che per i nostri meriti.

    colpa sua? mah…

  28. E chi lo dice che possiamo solo migliorare? Da 5 anni a questa parte sono queste le nostre prestazioni. Nulla di nuovo. E, detto sinceramente, mi sarei anche rotto le scatole.
    Che anche negli anni più bui (al netto di Calciopoli), ogni tanto qualche strana partita in cui facevamo vedere gli attributi la tiravamo fuori (al derby, coi gobbi, contro Roma e Napoli, che oggi ce la facciamo sotto già nel tunnel degli spogliatoi) e riuscivamo a esaltarci. Ti sedevi allo stadio o davanti al televisore, o incollavi l’orecchio alla radiolina conscio che quella che ti stavi apprestando a vedere/sentire non sarebbe stata affatto una partita “normale”.
    Nell’ultimo lustro di partite emozionanti non ne ricordo.
    Ecco, non so a voi, ma a me ‘sta squadra non emoziona più. Ed è il peggio che possa capitare a un tifoso.

    • Tu provace a vveni’ sabbato sera allo sss…sstadio e vedi come t’emozioni a vvede score er sss…ssangue pe le bastonate che vve venimo a dda a ddomicilio.

    • Bastonate a ggiocà ar ccarcio, eh. Nun vorei esse frainteso…

    • è un problema tuo.

      con lo Strama abbiamo dato il primo dispiacere ai gobbi nel loro postribolo e già questo smentisce quello che hai appena detto, ma ce ne sono molte altre che non ho voglia di ricordarti, fatti uno sforzo da solo e pensa a qualche derby per esempio o qualche partita con la Roma o il Napoli, anche a quelle perse, perchè a guardare la squadra per la quale si tifa non ci si emoziona solo quando si vince, senza per questo arrivare a dire quello che disse Scoglio e di recente il Mou che la sconfitta dà dei sapori e sensazioni diverse che comunque vanno assaporate.

      non troppo spesso se possibile, aggiungo io…

  29. Ragazzi, secondo me il fondo schiena ci ha aiutato parecchio. Vero che la fortuna è necessario cercarla ma delle squadre come il Bologna non ci sono tutte le domeniche. Attenzione, se fosse così fino alla fine mi andrebbe bene ugualmente, almeno i punti si fanno.
    Il Rano sembrava destinato ad una bellissima carriera ma mi sembra si sia perso per strada. Momenti di calcio discreto ma ogni tanto amnesie incredibili ed in effetti capisco le scelte del Mancio che non perdona tanto (salvo i suoi pupilli). Certo se si gioca in questo modo con certe squadre che ti mangiano il pallone mentre l’hai tra i piedi la vedo grigia. Al di là degli errori individuali è bastata una Fiore qualsiasi che pressa alto in modo ordinato per annegarti.
    Si regala un tempo e nell’altro si giochicchia al piccolo trotto. Stiamo preservando le energie per gli impegni di coppa? Vincere aiuta a vincere però bisognerebbe vedere un po’ di grinta e voglia che sembra proprio non esserci. Non so il mister come prepara le partite certo è che visto il gioco e la messa in campo dei giocatori sembra un po’ in confusione e troppo nervoso. Spero che abbia ragione lui e io di essere sfanculato ma faccio molta fatica a vedere una squadra da terzo posto anche perchè il fondoschiena dopo un po’ ti abbandona e altre pretendenti stanno risalendo la classifica e sembrano in palla molto di più dei ns eroi. Speriamo in un miglioramento di gioco con relativi risultati positivi annessi.

  30. dove sarebbe clamorosa l’espulsione di Melo, al massimo fiscale, ma la prima è ineccepibile, la seconda entra a piedi uniti e piglia pure il tunnel, io veramente boh

    • prima rispondevo a condensatore alfa…

      l’espulsione di Melo non è clamorosa, è fiscale come hai detto tu in quanto è l’altro a finirgli addosso sbilanciato dal tentativo di Ranocchia che non è nemmeno capace di fare un fallo volutamente, e quindi Banti avrebbe potuto benissimo fischiare il fallo e basta invece di applicare il regolamento alla lettera che prevede il giallo se interrompi una possibile ripartenza considerandolo come fallo tattico.

      se passa come decisione giusta e corretta non assegnare il rigore per fallo di mano di Higuain valutandolo involontario anche se ben distante dal corpo occupando quindi quello spazio che non dovresti prendere non vedo perchè non si potesse valutare involontario il fallo di Melo che non si poteva smaterializzare o spostarsi nemmeno se lo avesse voluto, tanto è vero che prima dell’impatto aveva già le mani alzate e non ha fatto nessun movimento con le gambe o con il corpo per intralciare l’avversario, è stato fermo li, ma aveva già capito che si sarebbe beccato il giallo.

  31. Tagnin
    lo ripeto:

    quando due ammonizioni del genere saranno date anche nelle altre squadre mi andrà benissimo.

    Perché detestare Mancini non mi sembra un buon motivo per farsi prendere per il culo.

    • Le han date per caso alla Rube ieri sera? Chiedo eh non ho ancora visto le immagini….Pensa te che strano che è sto campionato, hanno perfino espulso chiellini…

  32. concordo con Tagnin sul fatto che l’espulsione sia fiscale ma non clamorosa.
    e concordo su quanto ha detto Corso, sulla voglia di lottare, di grinta, che pero’ di solito dovrebbe infondere il tecnico. Di questa pasta ho visto solo il Melo delle prime partite (ieri è sembrato veramente cotto), Medel e Murillo (che mi ricorda molto Lucio, per l’appunto).

  33. È sempre bello dopo una partita dell’Inter venire qua a prendere un bella boccata d’aria fresca.

  34. ma che c’entra mancini con due ammonizioni che si possono dare, a parte tirar fuori Melo prima dell’inevitabile patarac, ma mica perché è un sanguinario, perché un altro intervento del genere puoi aspettartelo: non c’ha pensato ,d ev’essersi appisolato, d’altronde neanch’io sul divano ero al massimo della forma a vedere ‘sto schifo di prestazione con l’aggravante della recidiva specifica

    • che sia il Kondo e Melo fossero a rischio espulsione lo sapevano anche i bambini che erano allo stadio e il fatto che il Mancio non ne fosse consapevole fa solo pena dirlo, il punto è che se i media si sono affannati a descrivere Melo come uno che fa solo falli da espulsione e se ogni qual volta scrivono che la nostra è prettamente una squadra fisica è per preparare il terreno per le eventuali sanzioni che gli arbitri ci applicheranno e di conseguenza il Mancio farebbe prima a non farlo giocare per niente e a fare ritornare il bambino prodigio che quello non lo sbatterebbe fuori nessuno, ma se deve proseguire con questi qui, Melo e Kondo non può farsi condizionare ogni volta da un cartellino giallo perchè vorrebbe dire darla vinta a questi merdoni e quindi ha fatto bene a prendersi quel rischio tanto sapeva che questo avrebbe svegliato la squadra che dormiva molto più di lui in panca.

  35. A margine di tutte le considerazioni sui falli di Melo e Kondogbia e sui perchè (scarsa forma e quindi interventi in ritardo), ma sempre attinenti al lato tecnico, vorrei spendere due parole due sulla frase di Icardi a fine gara, quando ha detto che in 10 partite ha avuto 4 palloni giocabili e ne ha messi dentro 3.

    Al di là che anche fosse vero, non lo vai a dire in diretta TV su merdaset (sentita con le mie orecchie, quindi niente puttaneintellettuali), ma non è affatto vero.
    Hai avuto poche occasioni, ed è vero, ma anche e sopratutto perchè i movimenti che fai spesso sono in ritardo o sbagliati, e ti portano a rincorrere il pallone e non ad anticiparlo, come dovrebbe fare un centravanti.

    Poi, tornando al primo teorema del Mancio, mi ricordo che non capisco un cazzo di calcio e vado via.

    .Forza Inter

    • Quoto. Il buon Icardi deve capire che i panni sporchi si lavano in casa. Poi si potrebbe ricordargli che non è detto che sti arrivano 100 palloni giocabili tu fai 90 gol. Quindi lavorare e pensare alla prossima partita come ripeteva il buon Trap appena terminata una partita.

  36. Felipe Melo non è affatto uno «scarpone», è che non dispone di self-control conveniente al suo livello. Me…lo vedo,quando avrà attaccato le scarpe al chiodo, perdersi (magari definitivamente) in qualche rissa di qualche locale notturno di Larajeiras. Ieri poteva anche non essere espulso. Ma poteva anche essere espulso e doveva fare attenzione, per questo. Alla sua età, non sarà mai diverso da quello che è, visto il ruolo che ricopre. E’ da prendersi coi suoi pro e coi suoi contro. Sint ut sunt aut non sint. A mio avviso è meglio averlo e mettere in conto un paio di espulsioni a campionato e una sommatoria prolissa di cartellini gialli. Se te lo trovi davanti stai fermino. E dentro schemi validi, viene anche avanti fino al tiro, con proprietà. La sua reputazione? Ognuno ha quella che si merita e senza pregiudizi non potremmo vivere, essi sono dei fari nella nebbia dell’esistenza. Ranocchia appartiene alla tipologia dei difensori presto sbocciati e bellini a vedersi, su cui Brera ha scritto pagine immortali. Nel suo caso i margini di progresso (ancora un paio di anni, non più) ci sono ancora ma riguardano essenzialmente l’intelligenza delle situazioni, soprattutto in caso di imprevisto o di assai rapida ripartenza avversaria, e il calcolo dei tempi di copertura (hai detto nulla…): ci sono difensori che «avrebbero tutto per» ma che hanno limiti di apprendimento nel mestiere. Il ragazzo non impara nonostante il q.i. elevato, dicono i professionisti dell’educazione per certi borderline.

  37. tagnin,
    ok che m’hai preso per scemo, e probabilmente hai pure ragione,

    ma così s’esagera.

    Queste ammonizioni sono discrezionali, sono affidati al giudizio dell’arbitro.
    Se il metro di giudizio non è uniforme è tutto sballato.

    No, dico, l’hai vista l’ultima Inter-Juve? Con lo stesso metro di giudizio, i gobbi dovevano finire in 10, se non proprio in 9.

    Allora, o il metro diventa uniforme e perciò, tu arbitro, ad egual fallo commini egual sanzione
    oppure non ha senso più niente.

    Non approvo il discorso di Mancini “bisogna lasciar correre”, balle, a parti invertite poi non possiamo invocare il rigore, anche se c’è, perché l’arbitro ha semplicemente “lasciato correre”

    io parlo di uniformità di giudizio, che non c’è, e il fatto che si voglia la testa di Mancini non mi sembra un buon motivo per seguire (e magari approvare) il flusso quando veniamo palesemente bistrattati.

    Che Melo andasse sostituito per evitare la seconda ammonizione, l’ho pensato anch’io

    ma tanto avrebbe buttato fuori Kondogbia, quindi siamo sempre lì.

  38. se Miranda-Murillo facessero gli stessi falli che fanno sistematicamente Chiellini-Bonucci, le giocheremmo in 10 praticamente tutte…ma a loro non succede
    Ed i tanto evidenziati falli di Melo non mi sembrano nulla di diverso dai falli di Vidal dello scorso anno, ma il trattamento è ben diverso.

    Con loro tutto #cipuòstare…

  39. Sto inciampando nei miei stessi coglioni tanto me li avete fatti scendere.

  40. Insomma

    In difesa dell’inter scrive ospite grato, tifoso viola

    A far sorridere ci pensa er pantera (ritorno a granderrima richiesta)

    Per il resto moriremo tutti

    Altroché Halloween…

    Ps e siamo in testa alla classifica.pensa ti se gerimo ultimi…

    Pps oppure fazer (pessimista cosmico) è stato compreso al contrario e i tifosi del bel giuoco (fiore, roma, napoli…) guardano l’inter per masochismo

    Mah…

  41. Il Mancio è ancora molto legato alla Premier League, per questo vorrebbe che si “lasciasse correre un po di più”…

    Nel nostro calcio si fischia troppo, ci sono troppe interruzioni, simulatori, il tutto condito da una nauseante discrezionalità arbitrale…

    Purtroppo il “Somari!” di ieri sera sta facendo il giro del mondo… a testimoniare che la vena british del Mancio sta lentamente svaporando e temo che questa graziosa chicca ce la faranno purgare…

    Chi sarà il boia di sabato sera? Tagliavento o Rocchi??

  42. Dimenticavo

    Il galeone di trionfo è già pronto e non ci sarà posto per i piansimorto

    • Contami Victor!

      Chiameremo il legno “La Margniffa”.
      Tu alla barra (per evidenti motivi di provenienza marinara) ed io alle scorte di rhum.

      Arrrrrrrr.

    • Este ai rapporti con la Compagnia delle Indie
      Corso nostromo a guardare la gente che lavora
      Tagnin Giona

      Manca il mozzo da culo.

    • Lieto di far parte dell’equipaggio del Margniffa
      (con un compito di responsabilità, tra l’altro)

      pronto a salpare in qualsiasi momento.

  43. Che vi devo dire, io sono estremamente combattuto tra Condensatore Alfa (il pessimismo della ragione) e corso46 (l’ottimismo della volontà).
    A Natale vi dico a che punto sarò.

    Per il resto, cambiano gli uomini, cambiano gli allenatori, ma siamo sempre qui, da 4 lunghissimi anni, a commentare le solite partite di merda giocate dall’Inter.
    A parte il Conad stadium e qualche altra, rara rarissima, partita ben giocata.

    Anche sul Mancio la mia “fede” comincia a vacillare.
    Di brutto.
    Ma come dicevo sopra vediamo novembre (mese dei morti) e poi vi dico meglio, che adesso sono un tantinello in confusione anch’io.

    Quello che mi inquieta più di tutto è il fatto che non si capisce come mai una qualsiasi squadra medio/piccola della A è più organizzata di noi!
    Noi che abbiamo giocatori e rosa, per quanto incompleta, di gran lunga più forte.
    Francamente, questo, per me è un grande mistero e un rompicapo grosso come una casa!

  44. con ‘sti torroni al massimo ti ho preso per un tifoso della Cremonese

    ma quali falli analoghi avrebbe commesso il Bologna?

    io vedo un primo giallo, gli va via e lo stende, ok, poi si immola a trecento allora tra le gambe dell’avevrsario, piglia il tunnel e lo sega, inutile star lì ma se il 12 ottobre 1904 in Coppa del Re contro il Frattamaggiore l’arbitro Sciosciammocca e via supercazzolando

    a delirare della juve e del tiricordichel’altravolta ci sono l’allenatore svagato e i suoi tifosi, il primo l’arbitro l’ha cacciato (ma purtroppo tornerà), i secondi ce li dobbiamo tenere, tanto sono gli stessi che si innamoravano di stramaccioni

  45. La fortuna toglie, la fortuna restituisce. Gli arbitri no: tolgono e basta! Dopo il rigore solare non concesso a Genoa, dopo la maglia tirata di Guarin in area e le espulsioni incredibili di Murillo e Melo…credo che ci sia materia abbondante per un severo richiamo all’ordine in Federazione. Intanto devo vedere rigori concessi al solito mooooolto generosamente al Bilan e mani levate in area non sanzioante a Higuain contro il Chievo.
    Resta il fatto che noi giochiamo male. Fin nei fondamentali: stop ad inseguire, misura sbaglita nei passaggi anche più semplici, palla alta alla viva il parroco e una certa indolenza nel recupero della palla. Aspetto con fiducia che le cose vadano meglio e l’attesa è senz’altro più facile e dolce con la squadra che comunque staziona nelle parti alte della classifica. Piccola provocazione per sabato: io schiererei terzini Nagatomo e JJ con la difesa a tre MMM.Tutti gli …ic contemporaneamente in campo dietro a Icardi.

  46. se è per questo ci dobbiamo tenere anche quelli che “il Benitez non si tocca perchè è la scelta della società” e poi non gliene va bene più nemmeno uno che ha scelto la medesima società dopo averlo mandato via.

    cos’è una ritorsione? una vendetta visto che con il Rafa l’hanno vinta quelli che lo volevano via prima che mandasse in B i Campioni del Mondo?

  47. Caro Internazionalista, al di là del valore del Mancio come allenatore (ma quel «somari» mi è piaciuto un fottìo: finalmente si è spogliato di quell’aria accattata di milord da film in costume hollywoodiano di serie C o di blasé bel tenebroso che durante un party aspetta soltanto che una qualsiasi strafiga s’incuriosica per le sue pose, ed è tornato lo scugnizzo marchigiano che faceva impazzire Bologna ai suoi diciott’anni!), ma dipendente dalla sua azione di Grande Persuasore agli acquisti, sta un centrocampo disorganico e senza pensiero profondo, per dir così. Però, se l’ottima difesa non becca e arriva come che sia un pallone a quei draghi davanti, la vittoria ci scappa e anzi spesso. Se la Roma lascia Garcia in sella, in un campionato in cui i valori sono così livellati (in basso, ovviamente, come ben sanno, prima di tutti, i procuratori dei calciatori più forti del mondo, che non giocano certo in Italia), ciò può bastare per vincere lo scudo.

  48. La margniffa

    Presidente, respect!

    A quando il varo in laguna?

    E me racomando corso, no state magnar tuti i funghi

    Ps nessun mozzo, solo patate

  49. Il varo al Florian, come ai bei tempi.
    Prossimamente…

  50. Be’, caro Corso, probabilmente hai ragione tu.
    Io però tutti ‘sti partitoni, diciamo a aprtire dalla sconfitta 0-3 del derby di ritorno della stagione 2010-2011, non li ricordo. Parlo di partite anche perse, ma in cui si è lottato e si è fatto di tutto per riacciuffarle. Giusto richiamare alla mente l’1-3 in casa dei gobbi, e giusto ora mi viene in mente il 4-1 al Tottenham, ma poi? Quante altre? Tre? Quattro? Cinque? Diciamo che in qualcosa come 160 partite sono un po’ pochine, non credi?
    Al contrario, ricordo benissimo delle fantastiche figure barbine, anche contro squadre piccole, piccolissime o piccolerrime.
    Sarà che la memoria alla mia età gioca brutti scherzi.
    O forse è solo il “pessimismo della ragione” (copyright Internazionalista), chissà.

  51. E’ evidente che siamo ancora alla ricerca della formula giusta. L’anno scorso, se ricordate, l’ Inter giocava un calcio molto piu offensivo, “faceva la partita”, ma otteneva pochi punti x la difesa colabrodo:ricordo uno 0-1 col toro, 1_3 con udinese, lo stesso 1_2 coi gobbi nonché lo 0_0 nel derby di ritorno dominato. L’obiettivo di partenza era ridare solidità e sicurezza dietro e mi pare ci siamo riusciti, ma serve ancora tempo, e magari un partitone che “stappi” la squadra..

  52. “Wolf Tail
    ottobre 28, 2015 a 2:44 pm
    Sto inciampando nei miei stessi coglioni tanto me li avete fatti scendere.”

    Michelangelo non avrebbe potuto illustrare meglio il mio pensiero. Straquoto.

    Dio salvi quei pochi che ancora hanno voglia di sorridere (di cui una buona parte non sono neanche interisti) perché altrimenti mi suicido col …post

  53. Tranquillo che delle tre “T” di Cremona
    non è il torrone quello che mi piace.

    Ovviamente non è il Bologna la tara, per quanto quello su Biabiany era giallo e non s’è visto,
    poi, oh, io dopo il 2006, che vuoi che ti dica, sono più guardingo, ecco.

    Tanto, torrone per torrone, meglio tenere d’occhio gli arbitraggi
    che il meteo

    come facevano i fan di quell’altro
    (che grazie a Dio, invece, tra una giornata non dovrebbe tornare)

  54. Aò… ma ve sss…state sss…ssempre a afferra’ pe’ li capelli!!!
    E bbasta!… La volete fa’ ff…fenita, o no!?
    Vabbè va…, fra ‘n par de ggiorni ve mettemo d’accordo noi a tutti quanti… a bbotta de pallonate.

  55. È arrivato pure Er Monnezza…

    • Caro ionny, se vede che a ffuria de tirate de capelli me sss…sei annato ‘nconfusione mentale. In quanto che er sss…soggetto che hai appena nominato opera in senso contrario ar mio, dàtosi che, modestamente, er sss…sottoscritto Peppe er Pantera, che sss…ssarebbe io, è onorato de opera’ in direzione opposta a quella de ‘sto fijo de ‘na mign…., li mortacci sua…

  56. nicola sansone è un gran talento

  57. Però la Juve che perde è sempre un piacere

    (che ha fatto la Cremonese? 🙂 )

  58. Ah, a Peppe er Pantera gli rispondo come fece Mastroianni al suo omonimo ne i Soliti Ignoti:

    “noi meno ci vediamo, e meglio è”

  59. Tutti insieme appassionatamente… Ma il Napoli a Genova non vince. Noi prenderemo a pallate il Frosinone, quindi voi fate il santo piacere di abbassare o anche mozzare la cresta all’Unicredit, altrimenti alla seguente dico a Renzi da Arcore di mandarvi non più arbitri genericamente toscani e verosimilmente gobbi bensì proprio fiorentini di San Frediano, di quelli che bevono soltanto hohaholahonlahannucciahorta… Marotta, intanto, ha parlato a muso duro a Gervasoni, reo di avere espulso Chiellini dopo otto anni che non succedeva in campionato (che ci volete fare, è un giocatore che punta tutto sulla tecnica, abatinesco la sua parte, un campione del fair-play): la Ferrari ha datto grande e severo e reverente risalto alla cosa, durante la DS. Ma credevo che lo stile Juve consistesse nel non discutere mai le decisioni arbitrali, credevo che tutto si compensasse alla fine di un campionato, credevo che a protestare fossero soltanto i provinciali e i perdenti… Come cambia ‘sto mondaccio… Comunque i gobbi sotto di nove punti non li avevo da 16 anni esatti: sì, la vita può esser bella.

  60. A voler essere complottisti incalliti sembrerebbe che (dopo l’incontro Tavecchio – Giraudo) l’espulsione di Chiellini sia un avvertimento in codice dei capoccia del calcio italicus, in fondo al “Crana” è più importante di qualsiasi altra cosa oggi in Itaglia, e se la Giuve non recede dalle sue richieste milionarie, ne confronti della Federazione, con le buone, magari qualcuno userà metodi più persuasivi….In fondo la stragrande maggioranza degli scudi ‘ste me..r..de li hanno vinti con il beneplacito del cosiddetto Palazzo…..ergo il Palazzo da…il Palazzo può togliere……guardando la classifica la Giuve è più vicina alla zona retrocessione che allo scudetto…,,basterebbe poco…..

  61. per tornare al metro di giudizio uniforme, apprendo che il rosso a Chiellini di ieri sera è un evento che non accadeva dal DUEMILASETTE… un fabbro del genere che non prende rossi dal 2 0 0 7 !! Un dato che la dice lunga su parecchie cose…

  62. In tutto il campionato dello scorso anno una sola espulsione, al 92, nell’ultima giornata di una partita che non contava una cippa……al più inutile dei loro giocatori(pepe)….

  63. Errata corrige
    Il dato sopra si riferisce al girone di ritorno dello scorso campionato….poco cambia

  64. A proposito di cartellini rossi ai gobbi (amarcord interisti.org):

    Olimpico. L’arbitro Dondarini alza il cartellino rosso in faccia a Ibrahimovic
    Ibrahimovic all’arbitro: “Eh mi spiace, io non ho dietro il mio”.
    Nedved si avvicina strisciando per terra: “Ah che dolore. Che succede? Ah che grande dolore”
    Ibrahimovic: “L’arbitro, gentilissimo, mi sta dando il suo biglietto da visita”.
    Arbitro: “Macché biglietto da visita: questo è un cartellino rosso”
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “Un???”
    Arbitro: “Un cartellino rosso”
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “E a cosa serve?”
    Arbitro: “Vuol dire espulsione”
    Intanto Nedved per terra: “Ah che dolore, che grande dolore. Oh, mi riprenderò mai? Ah che dolore”
    I giocatori della Juventus confabulano: “Del Pieeeero. Vieni un attimo. Cos’è una espulziazione”
    Del Piero: “Mmmh, fammi pensare. Ne ho vista una, credo, una decina di anni fa, quando Montero sparò a un tizio”
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “E lo espulzatarano per quello?”
    Del Piero: “Noooo, oltraggiò il cadavere orinandoci sopra”
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “E lo espercolarono per quello?”
    Del Piero: “Noooo, minacciò i presenti dicendo: “Vosotros non avete visto un casso””
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “Ah, allora lo asparcarono per quello?”
    Del Piero: “Furono costretti, aveva sparato all’arbitro. Ma la prova tv lo scagionò perché non tirava a lui, ma aveva aperto il fuoco sulla folla, quindi non c’era la volontarietà”
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “Meno male, e che ora che lo ha usparciuto che succede?”
    Del Piero: “In teoria deve lasciare il campo”
    Tutti i giocatori della Juventus in coro: “E chi entra”?
    Del Piero: “L’altra volta non era potuto entrare nessun altro”
    Tutti i giocatori della Juventus all’arbitro: “Ma scusi signor arbitro, così giochiamo in dieci”
    Arbitro: “Oh, *****. L’ho fatto di impulso, non ci avevo pensato. E ora che lavoro mi trovo?”
    Intanto Nedved per terra: “Ah che dolore, che grande dolore. Signore, perché proprio a me? Ah che dolore…”

  65. Ieri sera a Reggio è venuto giu un diluvio e secondo me a causarlo più dell’eurogol di Sansone è stata l’espulsione di Chiellini, come a significare che : DIO ESISTE!

  66. Oggi i pennivendoli di repubblica (volutamete miniscolo) esaltano la vttoria del Sassuolo ma non mancano di sottolineare la “serata no di Gervasoni” reo di avere ammonito il nasuto stopper nazionale. Naturalmente Gervasoni se lo avesse fatto con Melo e compagni erano ammonizioni strameritate. Il potere giuve non si riesce a scardinare. Quando riuscirò a sentire in qualche trasmissione qualcheduno che urla contro questo strapotere? Ho timore che resterà un sogno.
    Ci aveva provato Franco Rossi ma era finito ai margini subito.

  67. C’è poco da fare anche la rube trova difficoltà senza i suoi titolari, ieri ad esempio erano assenti per la Rube: kedira, Marchisio….e………l’arbitro….

  68. Guardando i primi gol della Riomma, ieri, mi è venuto un dubbio: è stata troppo scarsa l’Udim…er.da o è fortissimo l’attacco dei burini?

  69. I Ladri che scivolano inaspettatamente a -9 ristabiliscono quasi del tutto le distanze alla situazione pre Inter- Fiorentina.
    Cade anche la Lazio che domenica avrà il M**an, che zitto zitto tra un rigorino ed un golletto annullato ha fatto un bel salto.

    I numeri almeno fino a Sabato saranno dalla nostra parte, situazione ideale per affrontare la Roma senza grossi patemi d’animo.

    PS : Balotelli sparito dai radar, finito fuori da un giorno all’altro per una pubalgia un po’ sospetta. Non si parla nè di rientro, nè di tempi di recupero ed è anche misteriosamente ignorato dalle P.I.
    L’ho notato solo io?

  70. la serata no di Gervasoni ci sta ma non per l’espulsione a Chiellini più che giusta, per il metro seguito in tutta la partita che ha portato a perdite di tempo falli non fischiati simulazioni fischiate… non si è fatto mancare nulla, da una parte all’altra.
    Divertente cmq vedere la Juve giocare nella corrida, con l’altra squadra che butta via la palla e mena come fabbro ferraio…
    W Sansone abbasso i filistei.
    Parlatene piu’ spesso di queste cose, che se alla prossima viene espulso anche Bonucci potrei tornare a credere in Dio.

  71. se potessi decidere se fare vincere il campionato all’Inter oppure fare retrocedere la gobba in B, gratis, io saprei cosa fare.

  72. alexhubner, beh se vuoi credere in Dio, lui possibilità te ne ha pure dato qualcuna: due volte in Bilan in b, una volta la Bjuve e tutte le altre più di una volta…..L’INTER MAI STA IN B……già questi potrebbero bastare, ma poi ci aggiungi che, dopo calciopoli, alla bjuve hanno tolto due scudetti, ma il fatto più saliente e che c’è quasi la certezza che pure gli altri vinti non fossero così limpidi come vorrebbero far sembrare i gobbi…..poi aggiungici pure che quest’anno vinciamo e non convinciamo……che altro vorresti?….ahahahah….

  73. Bello sforzo, Corso…..tutti gli interisti la pensiamo come te…..e che ce vo……Come si dice, una gratis ed una a pagamento…

  74. odiare la gobba si, ma tra un campionato vinto e gobba in B preferisco il campionato vinto da noi se proprio non si possono avere tutti e due.
    Cosa vorrei più della vita? regalare uno scudetto ad un galantuomo di nome Gigi Simoni, a cui l’hanno indebitamente sottratto.
    Abbiamo avuto tanti allenatori, e non me ne vogliano fan di Mancini, Mourinho, Trapattoni o altri miti, ma per me sarà sempre lui l’allenatore che piu’ mi è rimasto dentro.

    • forse perchè all’epoca c’era un Fenomeno? quella del 1998 é stata una ladrata che ha fuorviato e cambiato la storia del calcio… lode a Guidone Rossi che ci ha messo una pezza postuma nel 2006

  75. alexhubner, ti quoto, stimo ancora Simoni,non solo come allenatore, ma anche come persona perbene…….Quello che io considero il più grande sbaglio del Presidente Moratti (condizionato purtroppo da cattivi consiglieri) è stato l’esonero ingiustificato di Gigi Simoni..

  76. a me oltre a Simoni è rimasto nel cuore anche l’Hombre Vertical… prese l’Inter reduce dalla staffetta Lippi-Tardelli e dalle 6 pere nel derby… e ci portò prima a sfiorare lo scudetto poi ad essere eliminati ad un passo dalla finale di Champions come tutti sappiamo.
    E’ stato davvero sfigato…all’Inter così come nel resto della sua carriera, ma avrebbe indubbiamente meritato di più.

    • per carità, sto ancora incazzato per l’avallo alle cessioni di Pirlo e Seedorf con cui il Milan ci ha campato e ben 10 anni: lui vedeva solo C.Zanett/Di Biagio…
      teniamoci Mancio, che è un signore del calcio

    • tutto vero, ma nella valutazione di un allenatore bisognerebbe sempre tenere in considerazione da dove si è partiti… e fino a prova contraria è stato quello che più di tutti si è avvicinato a vincere lo scudetto dai lontani tempi del Trap ed il primo a riportarci ad una semifinale di Champions dopo tempo immemore, questo gli va indubbiamente riconosciuto.

  77. condensatore di fine ironia…bellissima 😉

    su resto….giochiamo male dal centrocampo in su..evidente…ma caspita quanto siamo tosti!
    due trasferte, contro 2 squadrette ok, ma pur sempre 2 trasferte giocate in 10 per larga parte del secondo tempo dove in entrambe(flipper e supplementari a parte) non si e’ avuta mai l’impressione di prenderle ma semmai di darle..in maniera confusa,ma comunque di darle…

    secondo aspetto, la sconfitta dei gobbi di ieri apre scenari molto importanti….tutti concordi che il ns. obt e’ il terzo posto ?no perche’ se non si chiariscono le aspettative e gli OBT non si sara mai contenti…
    …allora a questo punto al netto delle 2 squadre allenate dai 2 mister che insegnano calcio a tutto il mondo e se i gobbi(teoricamente la migliore squadra) continuano cosi il terzo posto ce lo andremo a giocare contro la viola,il milan, la lazio…direi che la cosa inizia a farsi interessante……

  78. ecco, m’è venuto in mente quando ho visto l’Inter giocare così male prima di questa gestione: quando c’era Cùper, con la differenza che allora potevamo permettercelo

  79. bè l’Inter di Cuper ricorda molto questa di Mancini… sparagnina, cinica, non si prendeva facilmente goal e spesso uno lo si faceva sempre. Andai a vedere un Fiorentina-Inter 0-1 di rara bruttezza risolto da Vieri in mischia. Tra l’altro sacramentai di brutto perche’ si infortunò Michele Serena, in teoria onesto mestierante della fascia sinistra, in quella stagione unica alternativa al disastroso Gresko.

    • in realtà era gresko l’alternativa di serena, da qui si capisce che quell’infortunio ci costò moltissimo

      basta vedere che la domenica successiva, pur di non far giocare gresko, cuper si inventò il 3-5-2 mai utilizzato, per andare a perdere in casa con l’atalanta

      per non parlare di quello che combinò in lazio-inter

  80. Marcia indietro sull’operato di Gervasoni.
    La condotta di gara con la schiena dritta, da molti Juventini ritenuta, ovviamente, anomala, non è stata dettata da un sussulto d’orgoglio degno di una classe arbitrale di livello europeo, ma bensì dal fatto che lui pensava di stare arbitrando Sassuolo-Palermo.

  81. Mah, rispetto all’Inter di Mazzarri
    sia quella di Cuper che questa qui

    sembrano l’Olanda di Cruyff

    • Oh Dio, anche il Verona di Cagni rispetto all’Inter di Mazzarri
      pareva l’Olanda di Cruyff…

      …vabbè, dai, non esageriamo:

      il Barcellona di Guardiola può bastare.

    • Tagnin, se quella di Cuper la identifichi come la peggiore, credo tu abbia pesanti amnesie nel breve termine.

  82. Quarcosa de mórto somigliante all’Olanda la pòi veni’a vede fra ‘n par de ggiorni sss…ssai bene tu ddove…
    Peccato che forse che puro si cce vvieni n’ha potrai vede bbb…bbene pe’ lle lacrime de dolore che t’usss…ssiranno dell’occhi.
    A ‘n quarto a ‘e nove inizzia ‘a lezzione de carcio.
    Prego prenotasse ‘n tempo…

    • in quanto alle lezioni di calcio vi suggerirei però di dare qualche ripetizione anche al Bate Borisov o al Leverkusen di turno la prossima volta, non tanto per il girone di preparazione all’ Europa League che state facendo quanto per il ranking Uefa… potrebbe tornare utile anche a voi tra un annetto o due quando tornerete a lottare per i posti che da sempre vi competono tra il quarto posto o giù di lì.

  83. prima erano Sarri e Sousa, ora è già solo Sarri?

  84. stiamo parlando dello stesso Garcia che è stato ad un passo dall’esonero? Quello che è stato riconfermato più per non pagare 2 allenatori che per quanto credessero in lui?
    Garcia è al terzo anno non dimentichiamolo, il primo anno ha goduto della sottovalutazione dell’outsider (cosa che sta succedendo anche con Sousa), il secondo anno è stato preso più sul serio ed infatti non è riuscito a ripetersi mentre ora al terzo anno dopo una gran campagna acquisti sembra stia trovando la quadratura del cerchio nonostante qualche bello scivolone l’abbia preso anche lui.

    Mancini invece è arrivato quasi a metà della scorsa stagione a raccogliere le rovine lasciate dal predecessore e non solo ed ora tutti qui a pretendere calcio spettacolo alla decima giornata di quello che è di fatto il primo anno con la SUA squadra nuova… proprio vero che l’erba del vicino è sempre più verde.

  85. A ionny, lassa sss…sta a Garcia che è ‘na prelibatezza riservata solo a nnoi amanti der ber carcio che tu pure, si vòi, potrai apprezzare a stretto ggiro seppur tra lo sss…sconforto che t’inonderà er core quando vedrai le galoppate sulla fasss…sia di quell’indomabile destriero che risponde ar nome de Maiconne…

    • Questo Maiconne non mi è nuovo ?
      E’ per caso colui contro il quale il nostro Settore quasi si slogò la mano nell’atto di battergliela su una spalla, essendo la stessa fatta di materia estremamente coriacea?

      Quant’ è forte Maicoooon, quant’ è forte Maicoooon…(ab libitum)

  86. A Pantè,
    se tu sei romanista

    io sono della Cremonese, per davvero.

    È sc-sc-sc-scientifico che sei uno di noi.

    Dai su, giù la maschera.

    Il nick fa capire che la tua speranza (come la nostra) è che i romanisti rimangano con un piatto di pasta e ceci.

  87. Primo, nun se dice sc-sc-scientifico ma sse pronuncia sss…sssientifico, tanto pe’esse rispettosi d”a lingua e dd”e sue sss…sottigliezze sss…stilistiche. Ammazza quante esse che ce stanno…
    E ppoi, si te va se potemo ‘ncontra’ sabbato sera ar campo, che così ‘o vedi pe’ davero si sso’ o no ‘n amante da Maggica,
    Anzi, te dirò de ppiù: venimo in due, io e Piede Amaro, datosi che Cosimo e Capannelle so’ passati a miglior vita e Ferribbotte deve da sss…sta a ssorveja’ ‘a sorella che appena appena sss…se distrae Mario s”a ‘ngròppa…

  88. è ovvio che non intendevo offendere la sensibilità dei tifosi di mancini, intendevo il paragone in un rapporto posizione di classifica/rendimento sul campo

  89. certo che è strana la faccenda di Sarri, da carneade vissuto come un corpo estraneo (“il bancario” lo chiamavano, a detta sua) a pragmatico vincente che recupera Jorginho, carica Insigne e si consegna mani e piedi a Higuain venendone ampiamente ripagato: sarà mica la dimostrazione che i calciatori in media son talmente bestie da non capire nemmeno quello che stanno giocando, nemmeno quando smettono?

    sarebbe una rivoluzione a livello di quella di Sacchi

  90. Peppe er Pantera

    più che “un solito ignoto” romanista mi dà l’aria di un Interista romano che ci divertiva parecchio ma che ha voluto mettersi in proprio…

    • Erore, caro ccc.coso46. Erore… Io ss…so’ romano e romanista da ggenerazioni, e come pòi vede’ nun so’ istruito abbastanza e, detto tra noi, manco c’ho li sordi pe’ metterme in proprio, sebbene nun me manca l’inventiva pe’ procurarmene alla bisogna…

  91. fazer invece è evidente che sia un parente di Sarri. (figlio, fratello, cugino o anche cognato)

    • Fazer
      hai detto che Mancini non ti è mai piaciuto ne prima ne adesso ma in compenso ti è simpatico.
      Cioè… talento del calcio innato (da giocatore), antipatico come una merda come persona e te la vedi così?

      Secondo me Sarri si sta toccando i marroni !!!!

  92. Di nuovo con sta storia dei tifosi di Mancini.
    A me pare che, a parte uno o due, la maggioranza qui (me compreso) non si faccia problemi a criticare l’operato del tecnico.

    Poi, oh, se l’allenatore dell’Inter risulta Roberto Mancini, per chi cacchio dovrei tifare, di grazia, per Sannino, per Colantuono? Boh, non so, io proprio non ci arrivo.

    L’ultrà dei cremonesi sarò io, non ci piove,
    ma pure te un posticino nei distinti mi sa… eh?!

  93. Aho meno male che Mourinho è andato via alla chetichella in quel di Madrid, sono certo che se fosse rimasto da noi, sarebbe stato certamente crocifisso, non una ma cento volte da parte dei sedicenti tifosi Interisti, qualche mugugno lo si era cominciato a intravvedere pure prima che uscisse indenne dalla nottata di Kiev, fosse tornato con le pive nel sacco……qualcuno l’avrebbe mangiato vivo, altro che special one o profeta di Setubal……le ball davvero gli avrebbero rotto…Però ha vinto il Triplete e allora viva MOU, ci si dimentica pure che con quella squadra di marziani a momenti perdeva lo scudo……Concludendo, un allenatore può essere vincente però trovano che la squadra giochi da schifo, gioca bene però non vince e siamo d’accapo…….della serie nun ce va bene mai gnente semo peggio de li romani…li mort…..cc.i…..a proposito de Riomani, stanno sempre a festeggià lo scudo a Ottobre e novembre, mentre a maggio fanno ‘a fine dei burini……mentre guardano l’artri che arzano li trofei ar ccello……….Peppe er gatto ma state zitto va…

    • A miche, ce dovresti porta’ ‘n po’ d’attenzione cor romanesco perché er cièlo, così come lo hai sss…scritto te (cello), me pò veni’ a sss…significa’ tutta ‘n’artra cosa, ‘n po’ scabrosa a ddi’ la verità…

  94. Questo blog non è più un blog di tifosi interisti, ma di tifosi degli allenatori dell’Inter.
    Sempre a pensare a quelli passati e a sognare quelli futuri, con quello in panca che fa pena da 5 anni ( questo ha il ciuffo, se li tinge, a napoli non ha fatto il suo, non da schemi, sbaglia i cambi ). Aspettando il Prof. Sarri e non smettendo di delirare su Mazzarri.
    Due facce della stessa malattia. Complimenti.

    Panterone sei forte e se vincete il campionato sono contento; per Maicon, per Totti, per Garcia….. e per te.

  95. Scusa Peppe, sto ancora alle elementari cor romanesco e quarche parola nun l’ho emparata ancora….. comunque a parte gli scherzi i romani mi sono simpatici e dato che lo scudo non essere alla nostra portato vi auguro di vincerlo voi…..poi ci sta pure il Giubileo…sarebbe l’anno bbbono…

  96. Che io ricordi, anche Mourinho si pigliò la sua bella dose di critiche anche post triplete,
    per motivi capitali quali:

    non venne a fare il giro di campo al Meazza alle 5 del mattino
    se ne andò dal Bernabeu con la macchina di Perez

    qualcuno (giuro) del club ciavevaragggggggionebenitezzzzz

    arrivò a dire che Mourinho aveva spremuto troppo i giocatori, perciò ebbero quella flessione.

  97. Filippo Tramontana su FcInternews scrive e pone una domanda:
    Cosa ci aspettavamo?

    Ecco il commento di un fratello di fede (che condivido)

    Cosa mi aspettavo?
    Mi aspettavo di vedere 4 passaggi di fila da chi si auto-proclama da “scudetto”;
    Mi aspettavo che, quello che voi chiamate allenatore, mettesse in campo un minimo di idee, dopo aver speso 100 milioni in due mercati;
    mi aspettavo di vedere un centrocampista dotato quantomeno di un minimo di tecnica, visto che ti ho pagato 40 milioni, invece vedo uno di due metri per un quintale che lavora (male) solo di fisico;
    mi aspetto di vedere due terzini che sanno crossare invece di prendere sempre la schiena degli avversari, compri Montoya e Telles e poi fai giocare Nagatomo e Santon (l’anticalcio);
    Ora mi aspetto di vedere una squadra che giochi a calcio, e non a calci…

  98. non mi meraviglia l’Interismo ipercritico, sempre costante e che non risparmia nessuno.. il fatto è che di bauscia non ce n’è più, tutti a martellarsi i coglioni. stavamo dissolvendoci nella noia e anonimato, privati FinanCHE dellE GLORIOSE STRISCE VERTICALI NEROAZZURRE. Mancio ci ha ridestato dal limbo, e quest’anno sono 10 partite 10 che almeno si trepida fino al 90° x l’inter dopo anni e anni di merda, anzi, peggio, anni di indifferenza. vi meritate i Gasperini e Mazzari vari

  99. Enzo

    Non ho idea di cosa abbia risposto Filippo Tramontana (mi verrebbe da aggiungere “esticazzi!” pensando a firme del giornalismo come Brera…)
    Mi chiedo solamente come sarebbe stata posta la domanda se a fronte di un gioco più pimpante e spettacolare avremmo incassato 8 gol in più e con 8 punti in meno saremmo per l’ennesimo anno fuori dai giochi dopo 10 partite.

    Lo ripeterò fino alla noia: è una questione di misura. Su tutto. A cominciare da come si analizza la ns squadra da tifosi.

  100. filippo tramontana è l’alter ego di tiziano crudeli con l’aggravante che lui è interista per cui di certi personaggi c’è solo da vergognarsi di averli dalla stessa parte.

    • Si bravo.. sei un paladino sei..
      invece di difenderlo uno che mediaticamente ci mette una pezza che tra 7gold e mediaset hanno un colore solo, affossiamo pure tramontana.. in pensione dal web no eh..

  101. Se ad agosto mi avessero detto che il 30 di ottobre mi sarei ritrovato secondo in campionato, a due punti dalla prima
    nove punti davanti alla Juve
    cinque punti davanti al Milan
    con la miglior difesa del campionato

    avrei firmato al volo.

    Dopo quello che ho visto negli ultimi due anni, io chiedevo solo di tornare a giocarmi i primi 3 posti.

    Per ora stiamo rispettando le consegne.

  102. Vade retro intellettualoide interista…..se penso che un certo servegnini (volutamente minuscolo) con la puzzetta sotto il naso, ci ha fatto una carriera……scrivendo libri che schizzavano me…rda contro l’Inter in tutte le sue pagine……Vogliono fare gli “splendidi” con la loro “supposta” obbiettività nei confronti del mondo l’Inter, preferisco i Mughini (solo in questo confronto), che entrano sempre a gamba tesa su chiunque tenti di offendere la loro amata squadra……e chiunque la rappresenti.

  103. Ormai non se ne può più con questi distinguo, sembriamo la sinistra Italiota che con i distinguo hanno creato 10 partitini con all’interno piccole correnti……IO AMO L’INTER CON TUTTO QUELLO CHE CI STA DENTRO……senza se e senza ma, senza schieramenti preconcetti con questo o con quell’altro, voglio il bene dell’Inter e se una critica la si muove, la si fa non per distruggere e denigrare…ma per costruire….partendo dal presupposto che la perfezione non esiste in questo mondo, per cui, siccome alla fine quello che conta sono le vittorie…IO STO CON MANCINI ( o con chi ci fosse al suo posto), perché almeno vince, non sono un esteta, e di come arrivino le vittorie me ne può fregar de meno, anche se segnamo sempre di cu..lo ogni partita……creperanno di più gli anti interisti, non i tifosi dell’Inter….amen

  104. hai fotografato bene la situazione…
    in teoria il fine ultimo del tifo dovrebbe essere il godere nel vedere la propria squadra il più in alto possibile e almeno per ora potremmo ritenerci tutti più o meno soddisfatti a prescindere dalle correnti di partito.
    Credo che nessuno voglia mettere la testa sotto la sabbia e negare che ci siano dei problemi, ma se il bel gioco o almeno una manovra decente puoi sperare di costruirla, i punti persi non li recuperi più e personalmente preferisco che bilancia penda dalla parte dei punti.

    Il bello è che gli stessi che oggi invocano il bel gioco, lo scorso anno erano pronti a zittire tutti quelli che evidenziavano un gioco più propositivo dopo il cambio in panca tirando in ballo medie punti e distanze dal terzo poso mentre oggi che siamo secondi a 2 punti dalla prima e la situazione si è ribaltata e i punti sembrano non contare più un cazzo – “giochiamo da schifo, guarda Sarri, vinciamo a culo ecc…”
    Un po’di equilibrio ogni tanto non guasterebbe

    • quando capitava (spesso) che la gobba vinceva di raffa certe partite che mai avrebbe meritato di vincere la cosa ci faceva andare in bestia perchè poi si leggeva, o si sentiva dire alla tele, che la loro squadra di merda era stata cinica e questa è una prerogativa delle grandi squadre anche nelle giornate di scarsa vena.

      per non dire che magari alla squadra avversaria era stato negato un rigore solare o viceversa ne era stato regalato uno alla gobba che l’arbitro si era sognato di vedere.

      qui invece ci sono quelli che si martellano i coglioni e li martellano a quelli che invece godono, sia perchè siamo messi bene in classifica sia pensando ai gobbi che invece sono messi maluccio, oltre al fatto che questi penseranno le stesse cose che pensavamo noi in questi ultimi anni, anche se ci possono solo dire di avere avuto un pò di culo, perchè se avessimo avuto anche gli aiutini da parte degli arbitri li avremmo già doppiati e saremmo primi tranquillamente.

      il brutto è che alla lunga i tafazzisti di professione hanno sempre ragione, vincere non è mica facile, per quello è (e sarebbe) meglio godere quando ti capita…

    • perfetto…anche perchè credo che le occasioni per martellarceli con qualche motivazione più concreta non mancheranno lungo il percorso quindi evitiamo di farlo oltre il dovuto almeno fino a quando i numeri reali ossia i punti saranno dalla nostra parte.
      Per anni ci siamo subiti la canzoncina della “J**e di Capello spietata che vinceva spesso 1-0”

      Eh, ma “Il suo è culo, la mia è classe…caro il mio coglionazzo” -cit-

  105. the guardian

    ognuno sceglie i paladini che preferisce, di uno come tramontana faccio volentieri a meno anche se parla bene dell’Inter e dice le stesse cose che dico io, solo che io non vado in televisione a fare cric e croc con crudeli oppure con l’altro essere che mi fa vomitare solo a guardarlo che tifa per la gobba, un trio di deficienti scappati di casa che rappresentano il peggio del tifo.

    in pensione ci sono già forse è il caso che ci vai anche tu dal web perchè se ci vieni per difendere certa gente significa che sei come loro.

  106. Il gonzo vuole sentirsi dire che è tutto magico e sentimentale, perché al milan è tutti più bello e si amano tutti, al Milan i giocatori possono crescere serenamente perché c’è una grande società

    Il gobbo vuole sentirsi dire che è il più forte e il più vincente, che è la storia del pallone, che tutto il resto, specie l’inter, è merda. Vuole che gli si ica che è il migliore per distacco, mica ruba lui, al massimo gli episodi si compensano e comunque sia vincere è l’unica cosa che conta.

    L’interista ama invece le colate di cera bollente sulle palle.

    Quindi ripeto il concetto già espresso mesi fa, che molti stanno ampiamente confermando.

    I giornalai devono vendere per campare, e per vendere cercano semplicemente di soddisfare i gusti dei loro clienti.
    Per cui se ci martellano come pochi la colpa è in primis NOSTRA.

    E con questo non nego l’esistenza di interessi di potere che generano nei media figli e figliocci. Certamente giornalai come quelli di medaset e tuttosport rispondono a logiche di padronanza, ma ciò da solo non giustifica l’accanimento universale.

    Puoi leccare quanto vuoi ma se non vendi chiudi bottega, ti ritrovi con una lingua allenatissima ma senza un soldo; Se invece riesci a vendere (e da svariati decenni) significa che ai tuoi clienti piaci eccome.

    Più chiaro di così…

  107. ognuno la vede come vuole, io non sto nè con Mancini che con Gasperini o Mazzarri ma sto con l’Inter.
    Le qualità di Mourinho ma anche del Mazzarri napoletano erano la grinta e la volontà di non mollare fino all’ultimo, infatti spesso arrivavano goal sul novantesimo o nelle parti finali di gara cosa che poi il buon Walter non ha saputo fare con noi.
    Finora il gioco migliore è quello che abbiamo prodotto in 10 contro il Bologna, e a tratti contro la Juve.
    Sono il primo a sperare che la buona sorte continua ad arriderci, ma anche il primo a sperare che prima o poi arrivino questi quattro passaggi di fila, perchè a differenza di altri anni la qualità della rosa è molto più elevata.
    Credo che Santon e Nagatomo se in forma non siano l’anticalcio, anzi sono piuttosto affidabili, soprattutoto il giapponese quando stava sulla sinistra, magari trovo piu’ anacronistico giocare con un terzino come Juan Jesus che non passa la metà campo, ma se funziona… perche’ no.
    Al contrario delle trovate avute contro la Fiorentina, in una partita maledetta.
    E non parliamo di aiuti arbitrali, che ricordo a Carpi dopo 5 minuti Murillo aveva affossato Matos lanciato a rete, mentre a Guarin il rigore (che cmq c’era anche se cercato) lo han dato.
    Domani sarà un altro test probante, con una squadra che gioca molto in velocità e soprattutto in ripartenza. Dovremo anche toccarci i coglioni ogni volta che guadagnano una punizione visto il piede caldo di Pjanic.
    Confido molto in Jovetic che mi pare carico al punto giusto, e mi sembra di poter dire che è il nostro giocatore piu’ talentuoso, e loro dietro sono tutt’altro che solidi.

  108. La juve ha comprato al mercato 8 punti su 12 (puliti solo quelli contro di noi e contro l’atalanta)

    Il milan domenica ha rivisto la luce grazie a un’ora di superiorità numerica indebita

    La Roma ha già avuto svariate spinte, come pure il Napoli (es domenica contro il Chievo rigore netto non dato ai clivensi al min 90)

    Noi abbiamo fatto le ultime due in inferiorità numerica molto dubbia

    Ma niente, ancora qui col rigore di Murillo alla seconda di campionato. Anche su radio sportiva continuano a rievocarlo.

    Per quel fallo avviene su capovolgimento di azione con palla recuperata vistosamente di mano dal difensore del carpi, con guarin (fesso) che anziché rincorrere si ferma a protestare con l’arbitro.

    Ma va bene, andiamo avanti col rigore di Murillo. Vergognanoci come ladri, si restitiuscano quei tre punti, quelli di maicon a Siena, e già che ci siamo il 14esimo scudetto.

    Felice così?

    • Certo il rigore di Murillo che poi è stato l’unico errore arbitrale miracolosamente rimpallato a favore, rimane indelebile e prontamente ricordato per poter dire “anche l’Inter ha goduto di favori”, ma non si tiene conto della sproporzione tra la quantità di episodi che nel dubbio sono stati interpretati contro (quasi tutti) e quelli a favore (forse solo quello di Murillo)… Qualcuno si ricorderà mica che i gobbi han rubato un punto contro il Chievo? …O che sono stati aiutati contro Genoa e Bologna? O che il Milan continua a battere più rigori che calci d’angolo? Certo che no, ma quel fallo di Murillo non se lo dimentica nessuno.

      Da notare anche come è già da qualche partita che noto la tendenza ad ammonirci subito al primo fallo almeno uno dei nostri più aggressivi tipo Melo, Kondogbia o Medel constringendoci a giocare in 10 e mezzo quasi dall’inizio….mentre guardando qualsiasi altra partita si nota che fino quasi alla mezz’ora si tende ad evitare di ammonire al primo fallo.
      Questo fa la differenza tra uno che gioca tutte le gare con un piede fuori dal campo già dopo pochi minuti ed un altro che pur prendendo vagonate di gialli (però a fine gara dopo falli reiterati) rimane immune dal rosso per 9 anni!

  109. Dall’esterno mi permetto di dire che è sempre stato così dopo il grande ciclo herreriano e che le cause storiche le ravviso in:
    1) raffronto (appunto) col Grande Bene Perduto, che le gesta mourinhane hanno riproposto poi come schema psicologico tipicamente nerazzurro (vedovi della Callas);
    2) perniciosa influenza di un interista sovraesposto quale Brera, che narcisisticamente usava l’autolesionismo critico (spacciato per stoica imparzialità di uno che si dichiarava simpatizzante a sfida) come piedestallo per la sua grandezza;
    3) altezzosa marca di classe, poiché l’interista sociologicamente (le cose sono molto cambiate, col Berlusca, ma certe marche restano) apparteneva ad upper class rispetto al milanista e vuol distinguersi per self control e per aplomb (mica ho le pezze al culo io! Mica tengo la musica alta alle due di notte! Mica mi scaccolo al cinema! Mica mica mica!);
    4) interiorizzazione del martellamento mediatico ossessivamente antinterista da parte di Mediaset e dei giornalai al libro paga gobbo (sindrome di Stoccolma);
    5) schizofrenia galoppante, disperato brancicare a casaccio delle operazioni di mercato dei lunghi anni precedenti calciopoli, sicché veniva offerta ghiottamente e rielaborata un’immagine di ricchi scemi (per dirla col vecchio Ottorino Barassi), ad uso moralistico, da parte di quei poteri che poi calciopoli ha mostrato quanto morali.

  110. No, un momento.
    La grinta e la voglia di non mollare sarà pure una caratteristica delle squadre di Mourinho, ma è marginale.

    Il Vate è un tecnico pazzesco, prepara moduli e partite in modo maniacale, è semplicemente il migliore.
    Se Sarri è un professore, lui è un luminare.

    Non cadiamo nel tranello del buon motivatore, JM ha trovato delle soluzioni tattiche che gli altri se le sognano.
    Ti sa fare qualsiasi schema come se fosse il suo da sempre, deve solo avere il tempo di farlo digerire ai suoi giocatori, ma lui conosce già tutte le dinamiche di quel modulo o di quella fase.

    No, perché sennò si fa confusione, non per niente.

  111. Este…mentre Mancini è un personaggetto con il sorriso sulla faccia, con quel ciuffetto che nulla ha a che fare col calcio se non per la sciarpa che si tiene stretta intorno al collo….uno che non ha portato nulla all’Inter se non qualche coppetta del nonno, uno scudo a tavolino e qualche altro lo ha vinto perchè non c’erano avversari….Chi è che ha portato a Saler….ehm all’Inter il bel giuoco?, Mourinho, e gli schiemi sofisticati che solo a guardarli ti facevano andare in estasi chi li conosceva prima?, nessuno li ha portati Mou, e la squadra chi è che l’ha costruita, assemblata, collaudata e fatta esplodere in tutta la sua potenza?…Mou….ahahahahh………

  112. ci fanno anche la psicanalisi…

    • Sempre meglio che il collegio ottocentesco con le punizioni corporali, vorrai convenirne! E c’è pure la pappa al pomodoro!

  113. Enzo il Tuo post ha portato molti in errore….Enzo ha pubblicato il titolo di Tramontana e sotto il post di un lettore ipercritico…ma l’articolo di Tramontana e’ questo sotto……

    Critiche, ma anche elogi. Pessimismo immotivato, che cosa ci aspettavamo?
    29.10.2015 00:00 di Filippo Tramontana Twitter: @filotramo articolo letto 16455 volte
    Critiche, ma anche elogi. Pessimismo immotivato, che cosa ci aspettavamo?
    Sinceramente non capisco. Sinceramente sono un po’ stanco del pessimismo cosmico che aleggia intorno alla nostra squadra. Sento da ogni dove commenti su quanto giochiamo male e su quanto il nostro allenatore stia sbagliando tutto. Mi chiedo se sono l’unico a vedere anche l’evidente bicchiere mezzo pieno. Forse qui qualcuno crede che l’Inter sia al livello di Juve, Napoli e Roma. Forse c’è chi pensa che i nerazzurri debbano competere con squadre forgiate da più anni di “rodaggio” e “duro lavoro” dopo solo 3 mesi di allenamenti. Credo legittimamente che sia un pensiero del tutto fuori luogo.

    Lo ammetto, sono ancora avvelenato da quello che è successo domenica in MotoGp contro il mio amico nerazzurro Valentino e forse covo un eccesso di rabbia nel corpo. Mi potrei sfogare e calmare ascoltando l’avvelenata di Guccini o il tributo a lui fatto dall’altro interista Ligabue, ma in fondo preferisco scaricare la tensione sul post Bologna-Inter. È vero e Mancini è il primo ad ammetterlo che non stiamo giocando affatto bene, siamo lenti e costruiamo poco in fase offensiva. Questi non sono gli standard con cui si può pensare di rimanere nelle zone altissime della classifica fino a fine anno. Ma bisogna anche sottolineare che Mancini è alle prese con una squadra tutta nuova, con giocatori arrivati anche negli ultimi giorni del mercato che devono per forza aver bisogno di tempo per ambientarsi e capirsi.

    In mezzo a questo cosidetto “disastro” l’Inter è seconda in classifica a 2 punti da una Roma rodata da tre anni. Inoltre, se togliamo la disgraziata serata di San Siro contro la Fiorentina, ha subito solo 3 gol in 9 partite. Pensate che sia poco? Io dico proprio di no. Scusate ma sbaglio o si è sempre detto che alla fine vince chi subisce meno e non chi segna di più subendo di più? O questa massima la si tira fuori solo quando può far comodo. È ovvio che la strada da fare è ancora lunga ma non cadiamo dal pero, si sapeva già che sarebbe stato così, che questa situazione sarebbe stata da mettere in conto. Eppure alzi la mano chi si sarebbe aspettato di essere a questo punto in classifica alla decima giornata con 21 punti, frutto di 6 vittorie e 3 pareggi con lo scotto di una sola sconfitta. Ah ecco lo immaginavo. Perciò avanti così.

    Sabato contro il Bologna abbiamo fatto fatica ma dopo l’espulsione di Melo (prima o poi doveva succedere…) l’Inter non si è disunita, ha chiarito le idee, si è incazzata e ha dominato la partita segnando il gol decisivo nel momento di crisi maggiore a livello psicologico. Non paga ci ha regalato pure l’emozione da infarto finale giusto per non smentire la sua etichetta di squadra pazza e siamo andati a casa tutti sollevati, vittoriosi e capolisti. Stasera molto probabilmente perderemo la vetta ma poco importa. Il bilancio è sicuramente positivo, se volete vedere Barça e Real guardate la Liga e intanto aspettate la crescita dell’Inter. Io mi godo quello che c’è oggi con la piena fiducia nel nostro allenatore e nell’organico che ha costruito (senza avere ancora finito di farlo…). Per chiudere, appoggio Mancini anche sulla polemica contro la gestione dei cartellini: ci vuole più omogeneità di giudizio, così non si capisce davvero nulla.

    • guarda che Enzo lo ha specificato che l’articolo era la risposta a tramontana di un tifoso che avendo letto quello che adesso hai postato tu gli aveva risposto così.

      difatti io mica ho criticato tramontana per quello che ha scritto, l’ho criticato per quello che fa vedere in televisione e sinceramente a me di quello che dice uno così frega un tubo.

  114. Ospite Grato,

    mi par di capire che non sei nemmeno tu di primo pelo se il richiamo ai collegi dell’ottocento era riferito alla mia età.

    è comunque istruttivo vedere o meglio leggere che c’è chi riesce a darci dei poveri pirla senza che nessuno se ne accorga qui sul blog, facevano così anche i giornalisti della scuola severgnini e i colleghi presidenti di Moratti prima di Calciopoli quando dicevano che lui era un signore…

    • T’inganni ancora: ho stilato un quadro che ritengo obiettivo (accetto volentieri confutazioni) e non vedo la parte di pirleria in esso e a carico degli interisti. Siamo come storia ci ha fatti e voi avete una storia gloriosa. Me se non ci fossero problemini, a questo mondo, saremmo/sareste/sarei in paradiso. E la politica dello struzzo non è mai la più redditizia. Sul collegio: figùrati se mi riferivo alla tua età! Mio padre (del ’12) non aveva il sacro furore per lo studio e quand’ebbe sedici anni mio nonno lo chiuse in un collegio in Romagna buttando via la chiave, quindi il ricordo è più mio che tuo. Circa Moratti: io sono un radical-chic, per me non esistono i signori anche se li frequento.

  115. si dà il caso che in collegio ci sia stato anch’io senza punizioni corporali per fortuna ne a me ne a nessun altro, senza però la pappa con il pomodoro…

    quello che dici di noi è solo un luogo comune che tu hai voluto infiorare per farcelo digerire inserendo il Brera e la psicanalisi con la sindrome di Stoccolma, ma in parole povere qui a Milano si fa prima a dire “de fa minga il pirla” come magari ti sarà capitato di ricevere dalla tua compagna di ballo se gli sbagli il caschè.

    • Se mi spieghi il lato comune del luogo comune (ne ho enunciati cinque, nella mia banalità) te ne sarò grato anche non da ospite, altrimenti mi prenderò il «pirla» come si prendono le corna, senza capire perché, da quello che ti supera a destra e ti chiude al semaforo. E non infioro nulla, per me quella è sostanza. Né devi digerire alcunché se non vuoi, impugna la scimitarra e combatti la guerra santa del tifo. Se gli altri sono cattivi, noi siamo buoni di risulta, è evidente..

    • Corso, saicheccè (come dicono i gggiovani, cosa che non siamo)?

      Sono d’accordo con OG (per brevità e leggerezza chiamiamolo così).
      Condivido i 5 punti dell’1 e 12.
      Mi sembrano una bella (magari non completa, ma bella) sintesi.
      Senza tanta psicanalisi, ma con un po’ di simpatia.
      E i luoghi comuni a volte sono pure veri.

      E i Severgnini lasciamoli dove stanno, cioè (comunque) in mezzo a noi.
      Ciao, neh?

      E me racumandi… fà minga el pirla, per piesè…. (faccina sorridente con occhio ammiccante).

  116. Ospite Grato

    non ho dato del pirla a te, sei tu che lo hai sottointeso a noi ed è per quello che ho scritto che avresti fatto prima a scriverci “de fa minga i pirla” evitandoci la psicanalisi.

    non siamo il prodotto di niente, siamo Interisti che come potrai appurare sul blog ben divisi e senza una opinione comune tranne quella sulla gobba che tu hai cavalcato benissimo per ottenere consensi appena dopo avere detto peste e corna del nostro allenatore.

    nostro in questo momento, non tuo, per cui vista la reazione di uno di noi ( io non c’ero se no saremmo stati in due a cantartele) ci hai sviolinato la tua filippica contro la gobba che è come andare su un sito juventino a dire che sono un Ospite Grato Interista che però ammette di avergli fregato uno scudo e che Calciopoli è stata una congiura contro di loro.

    sai gli applausi che prenderei?

    oggi vieni qui e ci fai la radiografia come se ci conoscessi uno per uno e vuoi farmi intendere che la tua non è una ulteriore critica al nostro comportamento, ma un dato di fatto.

    il tuo, però…

    grigio47

    mi sforzerò di non farlo, ma leggili bene i 5 punti, perchè mi sa che anche il nostro OG è datato ed ha fermato l’orologio almeno a più di cinquanta anni fa.

    ma mi no…

    • Certo che è la mia interpretazione ma altrettanto certo è che non è una critica. Quale fine perseguirei poi per insinuarmi adulatoriamente lo sai tu, io nelle manie di persecuzione non sono molto addentro. E ancora non hai spiegato in cosa vi avrei dato di pirla e in cosa sbaglio nell’analisi. Circa infine la Juve, direi che Milano è grande e si può benissimo non essere usciti mai dalla sua cinta per dire di conoscere il mondo: è sicuramente il tuo caso, visto che non sai cosa c’è da sempre tra Firenze e Juventus. Su Mancini, e ormai non solo su lui, mi taccio per sempre. Ora stai tranquillo, il nemico è in fuga per sempre, l’autismo è salvo.

    • Beh no, non è nemmeno tutto perché mi hai fatto incazzare come una jena negando la mia buona fede e addirittura ipotizzando che io possa andare su un sito juventino (no, dico, su un sito juventino!) per rovesciare come un guanto il Discorso dei Discorsi sull’Inter. Voglio anche dirti che quando ho da dire qualcosa a qualcuno lo dico a quel qualcuno a mio nome e non cerco di universalizzare il mio particolare appoggiandomi ad altri, che vedo che manco ti rispondono (salvo uno, che quel che io ho scritto lui lo ha compreso) se è per questo. E se parlare di sindrome di Stoccolma per dire che si rischia di diventare schiavi dell’immagine che il monopolio dell’informazione fa di noi è un criticare la vittima della vessazione vuol dire che tu capisci sicuramente il milanese che affètti e che usi da gradasso come uno scudo ma non capisci l’italiano. E’ stata posta una questione (da altri!), quella dell’autoipercriticismo interista e io ho detto la mia, come potrei dirla per altre due tifoserie (la fiorentina e la laziale: ma piantiamola qui, sennò tireresti fuori chissà quali altre teorie complottiste) secondo me affette dallo stesso complesso (il che non è una critica distruttiva, così come il fatto che tu ed io e Obama e Papa Francesco e il mio idraulico e il tuo amministratore condominiale abbiamo un Edipo non è vergognoso per noi e non significa che ci siamo trombati la mamma). Non ho dato nessuna definizione in sé dell’interismo (non era la questione) né tanto meno ho sostenuto che esso sia il «prodotto» (ti cito) di una patologia (lo è invece secondo me il gobbesimo e lo ho scritto). Amo il calcio come arte e ne faccio dunque questione conoscitiva come per altri domini della cultura. Incocciare uno che non entra minimamente nel merito di quel che dico e mi offende come persona per sua incapacità di dialogo mi fa uscire dai gangheri. Mi scuso con la redazione se ritiene che io abbia ecceduto e accetto preventivamente la sua censura ma non mi scuso certo con chi ha messo in dubbio il mio profilo etico.

  117. Aò, l’avversari nostri sss…stanno ancora a pijàsse pe’ li capelli sempre più divisi tra dde loro.
    Sapete che vve vojo di’?! Nun ve date pensiero, che ce penzamo noi d”a Maggica a mettevve tutti d’accordo pe’ domani.
    Anzi, vve dico de più: p…p…portàteve da casa ‘n letto che vve corcàmo de pallonate, ve corcàmo…

  118. Ma un bel totoformazione per domani no?
    Il Mancio ci stupirà (in positivo)?
    Ci delizierà con qualche invenzione “che anche no”?
    Starà più coperto o sarà più intraprendente?
    Non potendo schierare il duo motozappa mi renderà felice e si farà tentare da un 4231?
    Ma poi, sto 4231 che tanto agogno lo avranno mai provato?

    Per me il 4231 (sghembo) possiamo reggerlo.
    JJ terzino, Brozo e Medel in mezzo, Perisic a farsi il mazzo sulla fascia e gli altri 2 trequartisti a turno a stringere vicino ad Icardi ed a cucire i reparti.
    Potremmo mantenere una buona solidità dietro aumentando la pericolosità davanti.

  119. Er pantedera te l’ho detto pure ieri, datose che ai noi interessa un piazzamento champion, sarei contento se lo scudo lo vincesse la Roma, però ho paura che n’artra vorta farà la stupida, ve fa festeggià a Novembre, mentre a Maggio ve fa piagne, mentre guardate l’artri tifosi festeggiare…Nun sarebbe mejo se usassi un profilo basso e te vai a nascondere, poi a maggio ne riparlemo?

  120. La formazione per mettere in difficoltà la roma secondo me sarebbe questa:
    Handa
    Santon Miranda Murillo JJesus

    Medel Kondogbia

    Ljaijc Brozovic Perisic

    Icardi (Tagliavento)

  121. Secondo me Kondo lo manda in panca.
    A me piacerebbe vederla così:
    Handa
    Santon Miranda Murillo Jesus
    Brozo Medel
    Ljajic Jovetic Perisic
    Icardi

  122. Johnny
    ottobre 30, 2015 a 7:34 pm
    Secondo me Kondo lo manda in panca.
    A me piacerebbe vederla così:
    Handa
    Santon Miranda Murillo Jesus
    Brozo Medel
    Ljajic Jovetic Perisic
    Icardi

    Ok, ma solo se ljajic e Perisic fanno una partita di sacrificio alla Samuel Eto’o ….tanto per intenderci, perhé la Roma ha un centrocampo mostruoso e non puoi permetterti l’inferiorità numerica in quella zona nevralgica, è li la chiave per venirne a capo. Poiché non credo che i due siano pronti per un simile sacrificio, io metterei kondogbia e sacrificherei uno fra JoJo e Lja…..purtroppo….a meno che non chiediamo una deroga per giocare in dodici…

  123. Mike, se giocano sia Medel sia Kondo mi sa che ripropone un 433 con Adem in panca e Perisic e Jojo insieme a Maurito.
    Oppure vira su un 442 con gli -ic sugli esterni, Liajic sempre in panca e Jojo vicino ad Icardi.

  124. Giusto Mike…diciamo che quella sarebbe la formazione che avrei voluto vedere almeno col Bologna. Contro la Roma metterà dentro sicuramente Guarin al posto di Ljajic e fará più un 4-3-3. Non sono ancora pronti per giocare in quel modo. Una cosa che però vorrei vedere è Brozo nei 2 di centrocampo ed uno solo tra Kondo e Medel

  125. A ionny, domani sera l’unica cosa che te riuscirà de vede – tra le legrime, te sia ben chiaro – sarà er trionfo d”a Maggica e nient’artro.
    Vangelo puro, poi sta’ ccc…ccerto.
    T”o certifica Peppe, detto er Pantera.

  126. Peppe er Pantera

    ma “a Maggica” l’avete chiamata così perchè prima della fine sparisce sempre?

    • Po’ esse… che noi nun arivamo a Maggio.

      Ma voi da ‘n po’ de anni nun arivate manco a Natale.

      Comunque, te faccio li complimenti pe’ ll’arguzzia dell’osservazzione.
      Se vede che sei ‘n vero ‘margniffone’…

  127. Per me er Pantera è una panzana, nel senso che è uno di noi che si vuole divertire, si sta sbilanciando troppo per essere de ‘a roma, manco fosse un gobbo con la sua proverbiale arroganza e tracotanza…..Peppe dato che insisti a facce credere che sei de ‘a maggica…..facce ‘na cortesia vai a spoverarti la bacheca della tua rometta, che ortre ad essere vuota c’ha pure ‘e ragnatele….

    • A miche, me paragoni a ‘n seguace da ZebraLadra e questo m’addolora.

      In quanto a le bacheche, ognuno c’ha la sua, ma sss…sappi che la fede carcistica nun se misura a ppeso, cosi’ come nun se po’ sss…spiega’ che se resta fedeli a ‘na bandiera puro si a questa nun je riesce de sventola’ sur pennone più arto.
      E voi der Biscione ne sapete quarcosa…

  128. Bilanisti&Rubentini Superpiangina

    ho solo cercato di fare una formazione per contrastare il centrocampo della Roma che è attualmente, a mio avviso, il più tosto della serie A……De Rossi, Pjanic e Naingolan sono tanta roba e non vorrei vedere Guarin in campo…..A mio avviso Medel e kondo ai lati e Brozo centrale, mi sembra il meglio che possiamo proporre domani, il modulo è relativo può esser un 433, ma anche un 4231……Con icardi e Pericis certi, da scegliersi uno tra JoJo, Lja e Biabia….

  129. Aldilà del modulo, questa è una delle poche partite dove io starei bello chiuso e basso.
    Salah e Gervinho sono velocissimi e lasciargli spazio sarebbe letale.

    Secondo me conviene giocare di rimessa, facendo partire nello spazio quelli veloci, in modo da tenere dietro Florenzi e Digne.

  130. ospite g.: l’analisi dell’interismo era condivisibile 10 anni fa, ad oggi è superata. Il punto 5 poi è inconferente poiché riferibile a strategie societarie e non agli umori del tifoso

    corso: tramontana filippo è giornalista competente e garbato, e di indiscutibile fede nerazzurra, a cui perdonerei le derive cabarittistiche cui è costretto per contratto. una delle poche voci
    amiche dell’etere

    wolf: concordo con te, ma più che recriminare sulle cattive abitudini mi affiderei al sarcasmo e presunzione già del Mancio stile “coppa dell’amicizia Milan Juve”. ci vogliono anche provocazioni puntute per essere bauscia vincenti, abbiamo il dono di fare incazzare le nostre rivali al punto di annebbiarle, la storia insegna ( HH, JM ) e qui mi taccio.

  131. Mike, per contrastare efficacemente il centrocampo della rometta credo dovremo fornire Medel e Kondo di mazzafrusto! 😉

    Anche io sono convinto che giocheremo con un 433.
    Il problema di questo modulo è che secondo me mette in campo troppa poca qualità e fantasia perchè in sostanza abbiamo:
    terzini timidi in spinta.
    Medel …che è Medel.
    Guarin che fa casino.
    Brozovic che è il più regista ma non è un regista.
    Icardi che non è propriamente centravanti di manovra.
    Quindi rimangono solo due giocatori a poter “inventare” qualcosa.
    Almeno il 4231 te ne offre uno in più (mancherebbe comunque un regista) e sopratutto te lo fornisce in mezzo dove è un po’ più agevole “gestire” palla e campo rispetto al farlo dalle linee laterali.

  132. Va bene tutto, purché non metta Perisic trequartista,
    perché sarebbe veramente un peccato spuntare l’arma di un velocista in una partita in cui, si presume, si potrà giocare di rimessa.

    Comunque in una partita del genere eviterei di fare stravolgimenti particolari, sia mai ne risenta la fase difensiva.

    Per gli esperimenti rimandiamo a qualche partita più abbordabile.

    • V”o famo fa’ noantri sss…stasera un bell’esperimento…
      Devi solo da ave’ ‘n po’ de pazienza e te combinamo ‘n gioco de prestiggio che rimanete tutti a bocca aperta.
      Passo e chiudo. A presto. Arivo.

  133. Ospite Grato

    spiacente di averti fatto imbufalire e di avere messo in dubbio la tua buona fede, vuole dire che siamo pari perchè anch’io mi incazzo quando leggo su questo blog persone che offendono per partito preso chi come Moratti e il Mancio hanno fatto la Storia dell’Inter.

    la fiore non è mai stato uno dei miei primi pensieri, ma sono d’accordo con te per quel che concerne Agroppi e quello che hai scritto tu io l’ho scritto su qui già anni fa, che pagò come allenatore la sua esperienza come opinionista televisivo sia per avere messo in croce in una intervista l’allora presidente della Figc Matarrese e per il suo essere dichiaratamente anti juventino.

    ogni tanto esco anch’io dalle cinta…

  134. Ma un bel 4-4-2 con Handa Santon Miranda Murillo Jesus Brozovic Medel Biabiany( Ljalic ) Perisic Jovetic Icardi farebbe schifo?
    Ognuno al posto suo, correre, coperti e cattivi.

  135. comparare le formazioni mette i brividi..
    speriamo solo in Rudiger che è una vera pippa

  136. si può anche pensare che l’Ospite viola ci pigli garbatamente per il culo, ma vedere i Bannerträger nerazzurri che non capiscono un cazzo di quel che scrive, ma nel dubbio comunque provano a litigarci, fa ridere anche me

    • se è per questo ci sono anche quelli che non capiscono un cazzo di calcio come te eppure sono anni che ne parli.

  137. Io sarò tra i beoti che la presa per il culo proprio OG non ce la vedo.
    È anche vero che non sempre ho letto tutto, devo confessarlo.

    Fatto sta che, per quel che ho letto, Ospite Grato ha semplicemente espresso la sua idea, che, tra l’altro, mi pare molto più “moderata” di diversi interisti.
    Poi, ok, ci si potrebbe chiedere come mai preferisca conversare con gli interisti dell’Inter, anziché con i fiorentini della viola

    ma, nel momento in cui non ci insulti (e rimango dell’idea che non l’abbia fatto)

    sono affari suoi.

  138. Dunque, per l’idea che mi sono fatto, Ospite grato è un tosco (fiorentino) simpatizzante interista, che però — per motivi innanzitutto etnici — non può non sostenere la viola. E’ dotato di buona cultura; non escludo che sia laureato in Lettere: cita spesso i nostri classici (non di rado si tratta di luoghi peregrini). Si serve di un ottimo italiano; il che purtroppo al giorno d’oggi suona come una presa per il culo. Nel suo caso non lo è (anche se talvolta fa un po’ il gigione). Insomma io non gli negherei ospitalità, perché mi sembra una persona intelligente e garbata. Se poi qualcuno non è d’accordo con lui può contraddirlo senza problema alcuno (e anzi: veruno, così mi allineo).
    Quanto a stasera: mi sembra di capire, dai velati accenni della stampa intellettualmente prostituita che siamo la vittima predestinata. Qualcuno firma in anticipo per il pareggio, magari a reti inviolate?

  139. John, firmare prima ….mai.

    Dopo, ecco, dovesse arrivare il pareggio (anche pareggino stiminzito e con un po’ di culo) non ci sputerei sopra.

    Al di là della prostituzione è innegabile che la rometta stia messa meglio di noi in questo momento, o almeno lo era fino all’altro giorno.
    E probabilmente non è su di loro che dobbiamo fare la nostra corsa in campionato.
    Quindi non sono queste le partite da vincere senza se e senza ma.
    Per come siamo messi noi è una partita in cui non farsi male (vedi Fiorentina).
    Certo, poi coltivo la speranza che oltre a non farci male si mostri anche uno straccio di gioco.
    Perchè poi siamo alle solite: un conto è accettare il pareggino perchè gli altri sono più forti e decidi di startene tranquillo in attesa di tempi migliori, altra cosa è accettare il pareggino perchè non sei prorpio in grado di fare nulla di più.

  140. Provo ad andare un po’ controcorrente e prevedo una vittoria, risicata magari, di culo forse, oppure no, contro la capolista così da far prendere un po’ più di coscienza ai tifosi nero-blu oltremodo pessimisti e criticoni ma soprattutto per Sir Bis detto pantera e che la smetta di venir qui a fare il baldanzoso.

    Forza Inter e forza Mancio.

    P.S. Qualcuno ha visto come i tifosi del Chelsea si sono apertamente schierati con Mourinho esibendo striscioni, cori e quant’altro?

    Altro che “sciarpetta, ciuffetto, mesciato” ed altre simili vaccate.

  141. voglio la vittoria, l’inter deve giocare x la vittoria in casa, x giunta in casa, e sticazzi se va male.. forse qualcuno confonde il nerazzurro, rivolgersi al blog dell’atalanta

  142. Mbè, a esse sincero er terore che impera tra vvoi tutti, che ve ne state lì cor culo sss…stretto, me preoccupa ‘na ‘nticchia, ‘n quanto che è noto che ‘a paura fa raddoppià le forze.
    Ma poi penso a li guerieri nostri, veri combattenti sss…senza tema d’affronta’ ‘n esercito, e dar fonno dell’anima me sale potente più che mmai ‘n grido de battaglia: Daje Maggicaaaaaaaaaa…

    P.S. Ammazza quanto séte mosci!!!

  143. peppe er lupacchiotto hai sgamato bravo.. fanno gli scaramantici per poi dire “l’avevo detto io”.. non ci sono piu’ i bauscia di una volta

    • A Canfora, tu sì cche me piaci. Tosto e combattente intrepido.
      Vor di’ che ce s…s…sarà più gusto a sss…sottometterve…
      E ssi dimostrerete d’annà impavidi verso er destino che stasera v’accomuna a quello dell’agnelli a Pasqua volentieri ve riconosceremo l’onore dell’armi.
      Artro che ‘sti quattro mosci che se ne vengono cor pareggino, ‘a pisciatina, ‘a scoreggina…

  144. stai a vede’ che te purga l’ex..

    • Lassa sta’, a Canfora, che pe’ ‘e purghe nun temiamo confronti. Chiedilo ai gemellati vostri che c’hanno ‘na collezzione ‘nvidiabbile ar riguardo.

  145. Mi interessava giusto la statistica, come dire: il polso della situazione tifosa del blog. Poi è chiaro che la Roma è più avanti, caro Peppe. Vediamo se ci gioca paradossalmente a favore l’assenza di Felipe Melo, rendendo meno macchinoso il centrocampo.

    • A Gionni er Mejo, a quanto pare qui er porso è flebbile assai.
      E cc…c…ccomunque er mio rilievo de poc’anzi nun era personalmente riferito a la tua persona che era solo er riassunto d”a maggioranza de li interventi der blogghe .

  146. Sc… sc… scientifico!

  147. Gobbi che passano al 94′ e formazione ufficiale con Naga – D’Ambro titolari…due colpi del genere in pochi minuti è dura.

    Ps : poi dicono che è l’Inter quella che ha culo

  148. Beh, ma è incredibile. L’altro giorno un mio amico, interista anche lui, mi ha detto che il Mancio avrebbe messo Nagatomo e io non ci volevo credere… Comunque ci sono tutti (o quasi gli -ic).

  149. In una partita dove la lotta sugli esterni è fondamentale, mi butti dentro 2 che sono ai margini da inizio stagione?
    Icardi fuori era giá nell’aria e in una gara come questa potrebbe anche funzionare, ma Naga-D’Ambro mi sembra una follia.
    Speriamo in bene

  150. Il week end calcistico ha gia ampiamente dimostrato che sarà all’insegna della beffa.

    Poi noi con questi terzini a fronteggiare Salah e gervinho abbiamo deciso di non correre manco il rischio di farla franca.

  151. Pardon, volevo scrivere: Comunque ci sono tutti (o quasi) gli -ic.
    In ogni caso, anche a me Naga-D’Ambro pare quantomeno “avventuroso”.

  152. Mi stupisce più dambro che Nagatomo. Cmq in generale fare una rivoluzione ad Inter Roma è davvero troppo anche per me.
    Caro Mancio dimostraci che non capiamo un cazzo altrimenti è proprio dura…

  153. felice di non aver capito un cazzo

    Godo

    W Peppe

  154. la margniffa è salpata

    e semo già imbriaghi

  155. Per tutti quelli che:

    Mancini non capisce un cazzo.
    Mancini sbaglia i cambi.
    Handanovic è buono solo per i rigori.
    Nagatomo non è da Inter.
    La Roma si che gioca bene.
    Non come l’Inter.
    Garcia, il genio.
    Mancini in confusione.
    Crisi inter.

    Ma ndatevene a f…..o

    Sempre con rispetto!!!!

  156. In culo ai rapinatori e al loro derbino da bassa classifica vinto…

    Siamo primi cazzo! E questa volta seriamente, non per finta come dopo due giornate

    I Mea culpa per le affrettate critiche alle scelte di mancio più tardi, ora è il momento dell uccello dritto!!

  157. peppe tu lo meritu lo scudo, l’ultima volta che lo avete vinto avete lo stesso perso, e con un Inter ben peggiore

  158. Me sembra che stasera er pantegana se starà a morde er fegato….burino.

  159. Ahahah vero vero….

    L’unico effetto collaterale spiacevole è che a questo punto mi sento come al 25 Agosto con un buon esperimento a mettere le basi per la formazione titolare futura.

    Bah. fanculo, primi e abbiamo pure battuto una grande, bene così. Vai manciolindo

  160. meno male che Mancini era scarso come allenatore…forza Interrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

  161. Peppe, q… q… quasi me despiace. Se vedemio.

  162. PS: e ci siamo pure liberati di Expo.

  163. Peppe er Pantera? Ma ‘ndo cazzo stai?

    Sarai mica diventato “Bepi la pantegana”‘

    Stàmo in testa alla classifica, alla faccia tua e di tutti i detrattori!

    FORZA INTER E FORZA MANCIO.

  164. Buona domenica a tutti i fratelli del blog,
    Salutiamo la capolista.
    Un abbraccio anche al panterone.

  165. L’avevo detto che se Ljajic e Perisic avessero giocato alla Eto’o il 433 si poteva fare anche contro la Roma, dove Mancini mi ha sorpreso favorevolmente e nell’esser riuscito a spegnere Gerninho e Sallah, con d’Ambrosio e Nagatomo ( a mio avviso il migliore in campo con Samir Handanovic….e meno male che c’era qualcuno che avrebbe voluto rottamarlo…..Comunque stasera non trovo un insufficiente..

    • Nagatomo ha fatto 2 recuperi impressionanti
      Tra i migliori ci metterei anche Brozovic che ha sbagliato pochissimo.
      Guarin sempre col paraocchi…alzasse la testa ogni tanto quando riceve palla al posto che partire come un’ariete renderebbe il doppio.

  166. A peppe… a ‘ndo’ stai? Che tte nasconni? Dai, vie’ fra amici che sse divertimo… e famme vede’ come sei bravo a parla’ i’ romanesco… che me pare tanto che nun sei capace affa’ manco quello. Se nun vieni… Medel… udi!

  167. di cattivo gusto l’ironia del senno di poi contro er pantera, nessuno che gli ha risposto Prima.. la Roma ha un problema non ignoto da queste parti, e si chiama insicurezza/braccino corto.. x essere grandi, bisogna innanzitutto pensare in grande

  168. Comunque nonostante le tonnellate di critiche :

    Siamo primi
    7 partite su 11 a rete inviolata
    + 8 punti rispetto all’undicesima dello scorso anno quando veniva esonerato il mistè.
    Difesa (o meglio fase difensiva) trasformata da punto debole a punto di forza

    Questa è anche la vittoria di Mancini che lascia fuori l’ex-capocannoniente, mette dentro 2 tra i più fischiati dello scorso anno e va a vincere una partita chiave.
    L’avesse persa sarebbe stato fucilato mediaticamente, ma lui se ne fotte di tutti e va avanti per la sua strada.
    Grande Mancio e Forza Inter!

  169. Una curiosità….
    Avete presente quando handa ha fatto 4 parate in 3 secondi?
    Il contropiede che abbiamo fatti un minuto prima, credo in 3 contro 2, chi è dei nostri che ha sbagliato il passaggio a dx a chi stava entrando in area?

  170. Cari maggiconi ma che vve succede? Ahò, ve sete ggiocato er primo posto contro na squadra de scarsi che vanno nascosto er pallone! Certo v’ è mancata un po’ de fame, e ccome non comprendeve? Venite da quattro anni de successi indiscutibbili!!!
    GODO! PERDENTI PIAGNONI!!!

  171. ED ecco che la pantera/pantegana si trasforma nel genio indiscusso di Mozart.

    Ma non ti è bastata la batosta che hai rimediato stasera?

    La partita non l’ho INTERamente vista, se non a sparazzi ma mi sembra di poter dire che la rometta dei piangina non ha fatto una gran bella figura!

    O sono stato distratto dalla cena con amici?

    Peppe!

    Mozart!

    Ma andate a cagare sulle ortiche!

    Per il momento, guardateci da sotto e leccatevi le ferite.

  172. Sprazzi, non sparazzi, obviously

  173. Vabbeh, siete tutti a celebrare Halloween…..buona notte.