Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

“A riveder le stelle”, step two

| 122 commenti

Se Barcellona-Inter fosse stata una partita di basket, con tutte quelle palle perse, avremmo preso minimo 40 punti. Sai, quelle partite in cui la squadra di casa, mentre sugli spalti la gente balla già da un pezzo, a 30 secondi dalla fine completa tutte le rotazioni possibili mettendo il ragazzino sedicenne del vivaio, e tutti applaudono estasiati mentre in campo cercano di far fare al bimbo un tiro da tre prima della sirena. Quelle partite lì.

Ma era calcio, non basket, per fortuna. La squadra leggermente impanicata era la nostra – toh, un pallone: cosa faccio?, lo perdo, vabbe’, ora provo riprenderlo – , alla fine non ha perso di 40 ma di 2, avendo anche rischiato di pareggiare in corso d’opera e comunque non sfigurando. Fa parte del “riveder le stelle”. Non eravano a Qarabag, a Saint Etienne, a Beer Sheva, a Southampton… eravamo al Camp Nou pieno come un uovo, avevamo davanti una squadra blaugrana ed erano tutti cazzi nostri. Finalmente, se mi posso permettere. Finalmente.

Prenderne due a Barcellona contro una squadra che fa il 64 per cento di possesso palla e dentro un catino che ribolle e nel campo più largo lungo e impietoso che esista, è “riveder le stelle”. Uscirne vivi è “riveder le stelle”. E’ stato un rito di passaggio che abbiamo atteso per sette lunghi anni, trascorsi a sbadigliare sui divani e smoccolare dai posti più improbabili. O c’è forse qualcuno che preferiva passeggiare a Stjarnan e vivere felice?

Questo – cioè, quello di ieri sera – è il calcio che abbiamo rinconquistato e che ci compete. Aver capito di essere (ancora) un po’ impreparati di testa e di gamba per certi livelli è un salutare bagno di realismo: vincere a Ferrara e vincere a Barcellona no, non è la stessa cosa, se qualcuno avesse pensato il contrario. Infatti abbiamo perso, e abbiamo perso perchè gli altri sono stati migliori, a tratti di parecchio. Ci manca la personalità e l’abitudine a quel grado di difficoltà: è la ragione per cui eravamo mediamente impanicati e perdevamo palloni e subivamo gli eventi. Ma la cosa bella è che eravamo lì, al Camp Nou, eravamo noi. Ci hanno battuti ma non piallati. Torniamo con zero punti ma avendo respirato un’aria diversa. E’ già qualcosa, avendo finalmente rivisto le stelle.

Ora, dopo tre partite tra le stelle della Champions, avendone vinte due e avendo perso la più inavvicinabile, con una classifica che ci sorride e per la quale – chessò, tipo dopo Sassuolo-Inter – avremmo firmato in bianco centomila volte e per qualsiasi cifra, il gioco si fa piuttosto duro. Inizia “A riveder le stelle, step two“, che sarà non meno difficile della partita di Barcellona. Dove, in fondo, non avevamo nulla da perdere. D’ora in poi, invece, di cose da perdere ne avremmo a bizzeffe. Per esempio, oltre alla credibilità riacquistata, un vantaggio di cinque punti quando ce ne sono ancora nove in palio.

Dimostrare di aver ripreso legittimamente posto tra le stelle sarebbe proprio una bella cosa. Non perdere col Barça a San Siro, non perdere – che figata – a Londra (e con ciò qualificarsi), non distrarsi col Psv… Usciamo dallo step one in discreto spolvero, con l’entusiasmo di chi dopo sette anni di limbo non ha fatto disastri e ha sistemato le cifre. Continuare a riveder le stelle è il claim dei prossimi due mesi: un piano B no, non esiste.

share on facebook share on twitter

122 commenti

  1. Non mi dite che sono primo

  2. Secondo?

  3. Sì, secondo. Come l’Inter nel girone.

  4. Però marmotta preferirei di no.

  5. Sono lieto di constatare di NON essere l”unico a considerare gli aspetti positivi che comunque sussistono anche in una sconfitta in CL (oltre al non trascurabile fatto che è accaduto nell’amdata della fase a gironi…).
    Chi abesse avuto la bontà e la pazienza di leggere il mio intervento di ieri alle 5,28 pm… avrebbe trovato alcune sintonie con quanto scritto oggi da Settore (lui cita Stjarnan e io Dudelange, ma insomma…).
    Siamo lì, a fare la nostra porca figura in CL e in campionato, dopo anni di ristrettezze ed errori, di furti subiti, di lento (lentissimo) risalir la china.
    Ma siamo lì 🙂
    E son convinto anche – senza voler esser preso per complottista) che diamo parecchio fastidio…

  6. Bravo Sector, vangelo.

  7. Ricorderei anche, così come fatto da un commentatore a bordo campo del Camp Nou, che il Barcellona, se non ricordo male, nelle ultime 27 partite casalinghe ha segnato qualcosa come 85 reti, per cui…….non sono queste le partite in cui fare punti (cit).

  8. Una nota di colore : secondo me, quando si è trattato di decidere chi si sarebbe dovuto sdraiare sulla punizione di Suarez, non c’è stata partita.

  9. Aggiungerei che anche noi tifosi dobbiamo affrontare un piccolo programma di rientro: io non ero più abituato a vedere la mia squadra del cuore in prima serata sul canale rai principale giocare contro il barcellona in champions league.
    Mi girava un po’ la testa.
    E alla fine quella stronza della paola ferrari non si è potuta lasciar andare al solito smerdamento che riserva all’Inter…perchè si, abbiamo perso, ma non abbiamo preso quella batosta che tutti avrebbero gradito (bastardi).
    Percui, un passo alla volta, arriveremo ancora a goderci certe serate in ghingheri.

    P.s.: se mi fosse entrata quella staffilata da fuori area di Vecino… sarei stato costretto a spostarlo dalla cartella con Berti e Zamorano alla cartella con Altobelli e Ronaldo.

  10. Mi permetto di dissentire con coloro che dicono: tanto avremmo perso ugualmente… Loro sono molto più forti
    di noi!
    E invece no!
    La partita la si doveva affrontare con altro piglio. Poi magari la perdi ugualmente, ma intanto te la giochi con la giusta garra.
    Purtroppo è un film già visto, e la cosa mi irrita un po’.

  11. Il lavoro che l’inter a livello di comunicazione sta facendo in questi ultimi due anni è eccellente.
    Avete mai visto qualcosa di più moderno e “propulsivo” per presentare il nuovo giovane presidente di una società gloriosa con più di un secolo di storia?
    Benvenuto al nostro nuovo Pres: Steven.
    #I’m ready

  12. La Juve cos’è per lei?
    “E’ quell’autista mandato da Boniperti che mi accolse con una macchina gialla dentro il bunker di Appiano, quando la Juve mi voleva comprare dall’Inter. Scende e mi fa: “ué, ciao Sandro”. E io: “mi scusi, ma lei come ha fatto a entrare qua che è tutto blindato?”. E lui: “noi della Juve entriamo dappertutto”. Ecco. Poi è Boniperti che, dopo che gli vengo portato davanti quel giorno, di nascosto dalla mia famiglia, mi offre una concessionaria Fiat a Torino, un’agenzia Sai a Milano e quattro volte il mio stipendio nerazzurro. E mi confida che andava di nascosto a spiare gli allenamenti del Grande Torino per guardare mio papà. Io torno a Milano la sera tutto confuso, combattuto, silenzioso, leggo nervosamente due libri allo stesso tempo e, pur mangione qual ero, non tocco cibo. Finché mamma Emilia entra in camera e in dialetto mi fa: “Adesso mi spieghi cosa mi stai tenendo nascosto”. Io le racconto dell’offerta della Juve. Lei mi dice: “Tuo padre si rivolterebbe nella tomba: domani lo chiami e gli dici no, grazie”. Mica potevo disobbedirle”.

    che Donna !

  13. “Inoltre, dobbiamo sempre ricordare che l’Inter non è solo una squadra di calcio, non si tratta solo di ciò che accade sul campo di calcio. Noi continueremo a compiere ogni sforzo per promuovere in modo onesto e affidabile, leale la concorrenza nello spirito dello sport, con tutti i nostri partner.”
    Miele per le mie orecchie…e mani aventi relativamente all’innesto probabile di Marotta.

  14. Grazie @mare, ogni tanto è salutare ricordare certe cose…

  15. Quoto Sector…

    E aggiungo che in Barca-Inter del girone Champions 2009/10, avevamo sofferto molto di più!

  16. il Mazzola di allora rifiutò, un mercenario dei giorni nostri accetterebbe.
    i tempi son cambiati, etc.. tutto vero, fare paragoni non si deve , ma insomma da quel lato era meglio prima

    a proposito di mercenari, un Marotta ben specificato nel ruolo da occupare sarebbe ben accetto, non è un pirla e non si è lasciato con l’ovinide fra baci e abbracci..

    • Già…
      Ma non vorrei si portasse dietro qualche “bomba ad orologeria penale”…
      A quel punto non saremmo, ma verremmo considerati come “quelli là”.
      No, grazie.
      Poveri ma puliti ( cit. “Il maestro di Vigevano”).
      E poi…poveri…mica tanto. Puliti certamente.

  17. Concordo al 110(non e’ un caso …)%
    #MarottaPuzza

  18. Marmotta non ci ha risparmiato, in questi anni, battute sgradevoli e ci ha guerciamente squadrato dall’alto in basso. Inoltre è stato inevitabilmente complice di quelli là. Dunque meglio fuori dalle balle.
    E poi basta con questo trasversalismo. Le PI danno il benvenuto a Steven Zhang perché sarebbe il presidente che ha superato la frattura di calciopoli.
    Ma chi, ma quando, ma perché?

    • No way.
      E per citare un esempio illustre : “Non possiamo. Non vogliamo. Non dobbiamo.”.
      Non sono un pazzo complottista, ma ci odiano talmente da esser capaci di “investire” molto tempo e molti soldi per un “cavallo di Troia”.
      E comunque stiamo faticosamente cavandocela da soli, no ?

  19. “Io sto parlando di essere i migliori, non tra i migliori.”
    E più avanti:
    “Noi lavoreremo sempre seguendo le regole, come sempre accade a Suning e all’Inter.”
    Bene.
    Anzi, bene bene.
    Se il Presidente (è ora di metterci la maiuscola…) mantiene, è il MIO Presidente.

  20. Questo ragazzo si è mosso bene fin dall’ inizio e ho fiducia in lui; ovviamente. va accompagnato da gente più esperta e dovrà stare ben attento a ridarci le nostre maglie, anche quelle da trasferta_ Non vedere il nerazzurro, neanche abbozzato, mi reca una molestia peggiore delle scelte muscolari di Lucio_

  21. pare che Bastoni sia costato 31 (?)
    urca

  22. Marotta all’inter sarebbe un altro errore (gravissimo) come lo è stato Lippi.
    Mi vergognerei di avere nella mia società un individuo così. E’ come Moggi.

    ‘notte

    • Sei stato grande (ed efficace) come nei pronostici.
      Questa storia… M’a rotta l’anima.
      E come scrive Acanfora qui sotto sono passabilmente convinto che l’Inter, non a caso la più internazionale tra le squadre italiane, sia un’aspirazione di molti e diventerà sempre di più un punto di consacrazione.
      Se non fossi stato abbastanza chiaro : non saremo una squadra che ha bisogno di ingaggiare uno bravo per migliorare, ma faranno a gara per esser presi dall’Inter.

  23. Con Moggi e Lippi entriamo nel satanismo, il buon Marmotta non ce lo vedo; epperò, e convengo con te, non vedo nemmeno il motivo di appestarci di aria gobba col Marmotta in una fase, peraltro, di crescita oggettiva dell’Inter così com’è_ Se poi serve proprio un altro manager, che sia_ Ce ne sono tanti altri in giro che aspettano solo l’occasione giusta per dimostrarlo_

  24. Non so se alla fine ci abbia guadagnato veramente, ma mi sento di ringraziare Tohir…

    Ha preso l’Inter in un momento delicato e l’ha traghettata verso l’impero degli Zhang…

    Imprenditore serio, non un Yonghong Li qualsiasi.

    • Giusto.
      E se ci ha guadagnato – come credo – ha solo dimostrato di essere un imprenditore che sa fare il proprio lavoro: ha preso una “ditta” assai malmessa (si può dire, vero?), l’ha risistemata e ceduta a un buon nuovo proprietario.
      Tutto sommato, gli venderei Alitalia, giusto per citarne una.

  25. Alitalia a Tohir mi pare un’ottima idea.

  26. piaciuto il video valorial emozionale?

    dopo la prima sboronata, i cambiamenti sempre quando non serve, l’hanno imparata

    a gennaio non si potrà per il ffp e bla bla bla

    e a luglio quando arriverà Lazzari a 40 milioni delle roboanti promesse non si ricorderà più nessuno

  27. Che senso ha il campionato Italiano?

  28. Non ho visto la partita dei gobbi. Soliti furti? Rigore regalato?

  29. Lo sospettavo.

    • Non hai vinto nulla… Era facile indovinare 🙂
      Ma oggi ha inopinatamente vinto il Livorno, l’Inter ha un nuovo presidente giovane e ricco, e…non voglio amareggiarmi la serata con le consuete miserie.

  30. Il rigore su dybala è vergognoso.
    Il secondo gol di ronaldo è strepitoso.
    Non c’è niente da fare non cambierà mai niente, finché questa società di merda in nome del “conta solo vincere” avrà le leve del potere in Italia ci dobbiamo privare di uno sport bellissimo.
    Io continuo a ritenere principali responsabili la società e in particolare quella famiglia schifosa, certo che il fatto che i loro tifosi non se ne rendano conto è davvero patetico.
    La squadra è forte, non imbattibile ma molto forte, macina gioco è occasioni, ha dei campioni (il 2 gol di ronaldo ripeto è strepitoso), però loro devono avere un rigore a favore vergognoso, contro l’Empoli non contro il Milan. Sarebbe stato da umani perdere 2 punti dopo aver vinto con lo United ma…. niente, conta solo vincere.
    Ma si, sarà la centesima volta che ridico le stesse cose.
    Anche io….

  31. Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, rigore generoso a parte, oggi per almeno ’45 la goBBa ha sofferto non poco in quel di Empoli.

    Empoli, non Madrid o Barcellona…

  32. Infatti.
    Io sono fiducioso sul fatto che le merde non passeggeranno ovunque. (vedi Genoa e primo tempo Empoli).
    Bisogna vedere fino a che punto saprano e potranno approfittarne le inseguitrici (in primis il maiale e poi……….le altre (anche noi?)).
    Buona domenica e

    A M A L A

    PS: speriamo non piova domani a Lazio, un rinvio sarebbe deprimente, almeno per me.

    • A chi ‘o dici…
      Io ce devo anna’ pe’lavoro, tutti i lunedì…
      E manco vado a’o stadio, li mort… 🙁

  33. Sbagli ad essere fiduscioso proprio per quello che hai visto ieri e che dovresti aver visto da anni e anni…nelle giornate no, che capitano a tutti…a loro non le fanno capitare

    • Infatti, e così che si fanno 100 punti a campionato; fino alla restaurazione si vinceva con poco più di 80 punti!

    • Si. E’ prprio cosi. Alla fine in campionato ci sono sempre 10 15 punti regalati o rubati.
      Bonucci al milan ha avuto in un anno piu’ ammonizioni e espulsioni che in 8 alla rube.
      36 scudetti, 30 rubati

  34. pensare di insidiare i gobbi è pura illusione X adesso, anche x questo campionato faranno gara a parte ma verrà il giorno

    fiducia in mr.Zhang sr x il futuro, non son d’accordo con chi pensa sarà solo conservativo, fino ad ora ha costruito una società e quando aprirà i rubinetti ne vedremo ( delle belle )

  35. Forse non vi è chiaro il concetto.
    Fino a quando non saranno loro stessi a volerlo NON perderanno punti.
    Non è in discussione la rincorsa dell’Inter sulla juve ma del calcio italiano sulla juve. Loro continueranno a fare dai 90 punti in su di cui 70-80 meritati e 10-20 di bonus e questo le basta per continuare a vincere.
    Forse potrebbero concedere anche uno scudetto ogni tot di anni ma finché comanderanno gli arbitri saranno sempre li.

    • La rube “vincerà” senza lottare campionato e coppa italia fino a che non avrà vinto la champions, per togliersi l’ossessione del triplete. Ma ve lo immaginate se per caso dovessero vincere la CL e scivolassero su una buccia di banana in coppa italia ? Non lasceranno che accada, rassegniamoci!!!!

    • Non credo siano cosi ossessionati dalla tripletta; dalla champions si’, sicuro.

  36. Quest’anno gli arbitri non vogliono correre il rischio dell’anno scorso, dove hanno dovuto in fretta e furia rimediare al calo finale della Juventus( Inter,Bologna).
    Si mettono avanti per non dare troppo nell’occhio verso la fine.

  37. Pinamonti ha finalmente giocato un po’ e ha subito “timbrato”! 😉

    Speriamo torni presto alla base!

    A M A L A

  38. Barcellona-Real 5-1
    Direi che i dubbi, rimpianti per MercoledI scorso sono definitivamente spariti

  39. Riesce un po’ più chiaro perché Zidane e CR7 hanno tagliato la corda. E perché anche Modric ci ha pensato.

  40. Lazio – Inter 3-0

    ‘notte

  41. La cinquina rimediata dai Campioni d’Europa a Barcellona, rivaluta il nostro tutto sommato contenuto passivo.
    Occorre continuare a crescere, proprio partendo dalla probante trasferta sul campo della Lazio.

  42. Imperativo è non perdere, per restare terzi.
    Ciliegina sarebbe vincere per condividere il secondo posto e lasciare gli altri a 4 punti!

    Ma, fondamentale, …………è che non piova e si giochi! 🙂

    Buongiorno e………A M A L A

  43. Buongiorno a tutti.
    Fortebraccio ha parlato e (quasi) rispettato i tempi, per cui – pur sperando di vincere – prevedo un pareggio.
    Mi seccherebbe, certo, ma non sarebbe da disprezzare.
    Temo Milunkovic Savic e forse ancor di più questa nenia dell’Inter con la striscia vincente, che “gufa”.
    Poi gli scontri “diretti” ( non storcete il naso…non siamo ancora abbastanza grandi per considerare piccola la Lazio) non sono mai abbastanza scontati : ieri il Napoli ha quasi preso a pallate la Roma, ma ha rischiato di brutto di perdere.
    Mi piacerebbe vedere che Keita si svegliasse all’improvviso contro la sua ex squadra (Hernanes lo fece, mi pare), ma per ora contende a Dalbert (un altro che viene dato in formazione) la palma della maggior delusione…
    Forza INTER !!!

    • p.s. : @fortebraccio…non sembri irrispettoso il mio commento.
      Sacrifichero’ tre giovani vergini milaniste (se ne esistono) all’altare che ti ho eretto in casa (proprio tra i mezzi busti dell’avv. Prisco e di A. Moratti) per placare la tua ira 🙂

  44. Che gioca la champions ha il privilegio di giocare il Sabato per preparare al meglio la partita mentre chi gioca l’Europa league ha il pegno che la Domenica incombe il campionato.
    Questo per tutti tranne per l’Inter e…..l’avversario dell’Inter.

  45. Sulla partita di Barcellona, impeccabile Settore. L’Inter esce sconfitta ma non ridimensionata, questa è la cosa importante.
    Torno un attimo sulla questione Marotta. Premetto che non lo amo e dormirei sonni più tranquilli se restasse lontano da Milano. Ma se davvero la cosa fosse confermata, non mi straccerei le vesti. Innanzitutto, Marotta NON è Moggi… dai, non scherziamo. E non è neanche Porcello Lippi. Non a caso, quando c’è da andare a “salutare” l’arbitro nello spogliatoio, vedi dopo l’espulsione di Ronaldo, non ci va lui ma Nedved (quello sì, un gobbo marcio nell’anima).
    Al netto di aiutini, aiutoni, agganci e approcci societari degni della mafia (o dovrei dire ‘ndrangheta? non vorrei fare una gaffe) penso che tutti possiamo serenamente ammettere che in questi anni alla rubentus Marotta ha lavorato bene. Certo, lavorare all’Inter è molto diverso, ma di sicuro è uno che conosce bene tutti gli aspetti del suo mestiere. L’ipotesi del cavallo di Troia poi mi sembra troppo complottista. Al contrario, potrebbe essere utile avere in società qualcuno che sa, per aver vissuto in quell’ambiente malsano, come lavorano quelli. Devi conoscere il tuo nemico se vuoi sconfiggerlo: per battere una squadra di calcio sarebbe sufficiente conoscere quello che fa sul campo, per battere la giuve invece è molto più importante sapere quello che succede fuori, perché è lì che vengono costruite (diciamo così) le loro vittorie. I “collaboratori di giustizia” vanno sempre presi con cautela, ma sono indubbiamente un grande aiuto nella lotta alla criminalità organizzata.
    Detto questo, a scanso di equivoci, torno a ripetere che sarei più felice se non venisse all’Inter… Siamo l’Inter, siamo in crescita, non abbiamo bisogno di rovistare nella spazzatura altrui.

    • E’ probabile che tu abbia ragione, è io sia stato condizionato, tanti anni fa, da “Nessuno escluso” di E. Russo. E la Tua conclusione collima con quanto anche io avevo scritto, giorni fa.
      Diciamo che per diversi motivi preferiamo che NON approdi all’Inter.
      In questo momento, poi, mi preoccupa di più Dalbert titolare, perché ho ancora il ricordo del loro gol del 2-1 di Maggio, quando in pratica ci tagliarono a fette…
      @Toto : sono arrivato da poco a Roma. Non piove. Prevista pioggia copiosa dalle 15 fino alle 19.
      Incrociamo le dita.

  46. pare sia imminente il Marotta all’ Inter.
    noi possiamo pensarla ognuno come vuole, ma se gli Zhang avessero così deciso..buona marmotta a tutti.

  47. Giudico solo l’operato sul mercato: per me Marotta é il più bravo dirigente del calcio italiano.

  48. @Toto : aggiornamento meteo : vento in forte aumento. Pioggia (per ora) assente. Previste forti precipitazioni dalle 23,00 circa. La prot. civile di Roma capitale esorta a limitare gli spostamenti (qui volano alberi come fuscelli). Per ora è previsto che giochino.

  49. @Giorgio.
    Grazie.
    Faccio refresh col sito della gazzetta ogni 5 minuti.
    Quindi sono informato per quanto possibile.

    A M A L A

  50. Lazio – Inter 3-0
    ‘notte

  51. JM e fuori DeVrij

    aiuto, Spallettone in fase inventiva

  52. È un pazzo visionario.
    Speriamo riesco a vedere dove noi non arriviamo…

  53. Bravo Brozo, per ora. Vecino impreciso. Miranda provvidenziale.

  54. Vinciamo già 2 a 0 e non dite nulla?

  55. Speriamo non la sospendano…viene giù a catinelle.

    • Anche se la sospendessero verrebbe ripresa dal minuto e col punteggio a cui è stata interrotta. Credo.

  56. Primo tempo da stropicciarsi gli occhi… Purché non facciano come col Torino (sgrat sgrat…)

  57. siamo cosi’ abituati al peggio che anche un 2 – 0 non ci mette tranquilli. sai com’ è

  58. Lazio – Inter 3 – 0

    ‘notte

  59. Ssssss… Joao Mario che gioca…l’Inter che gioca…che vince 2-0…
    Non mi svegliate, per favore (e non ho citato Il Banco per rispetto)…

  60. Bravissimi primo tempo micidiale!

  61. Mi sembra che il mister abbia dimostrato le sue qualita’
    Bravi tutti. Ogni giornata si migliora

  62. Stiamo attenti.

  63. Laziali merde comunque.

  64. L’arbitro ha una selva di corna sulla testa.

  65. Icardi troppo forte

  66. Giusto.
    Speriamo che i cinesi non lo vendano…

  67. E direi grande Samir stasera.

  68. Woody Woodpeacker Politano potrebbe effettivamente essere quella scheggia impazzita che ci mancava da un po’…
    Mr Magoo Handanovich resta insuperabile…
    Gianduja Vettorello Inzaghi zittito n’artra vorta

  69. Se a qualcuno era sembrata ingiusta la nostra qualificazione all’ultimo minuto…direi che da stasera si puo’ accomodare.

  70. Siamo primi col napoli nella REGULAR SEASON.
    Quella IRREGULAR che se la tengano quei merdosi degli agnelli.

  71. Non ci credo.
    Una squadra di calcio con i controcazzi (si può dire, una atntum?).
    Non ci credo.

  72. Serata inglese con punteggio spagnolo.

  73. Miglior difesa del campionato e Primo posto. Grande Inter!!!

  74. Grande Inter, grande vittoria, bravissimi tutti!

    Alla vigilia mi sarei accontentato di un pari; sono stato letteralmente stupito dalla prestazione e dalla personalità con cui abbiamo sbancato l’Olimpico.

    Dove potrà arrivare questa squadra? Nel dubbio: amala!

  75. Si cresce. Ad Icardi sta facendo bene giocare match di livello internazionale, perchè stasera ha fatto una gara da attaccante moderno. Bravo il mister a provare a recuperare alla causa anche Joao Bambi. Brozo è il miglior regista regista della serie A, per distacco. Impensabile un anno fa. La Lazio voleva vendicarsi…si bravi: rimandati. Molto, molto bene la prima da Pres di Steven.

  76. Scusate… Non ho letto una domanda che invece mi si è affacciata in mente dopo i primi 15 minuti e mi ha accompagnato per tutta la partita : quant’e’ che valeva, ‘sto Milinkovic Savio?
    Stasera han giocato molto meglio di lui sia J. Mario sia Borja Valero.
    E non voglio sapere come ci son rimasti i gobbi e i cugini, vedendo la partita…

  77. Comunque anche stasera lo sporc “DALLI ALL’INTER” ha avuto i suoi affezionati praticanti: che ne dite del misero giallo al picchiatore della Lazio per il fallo assassino su Politano e invece la immediata ammonizione
    di Vrsaliko?

  78. Pensare che senza i furti con sassuolo e parma potevamo essere addirittura in testa… ma anche così la classifica non è proprio niente male, e soprattutto stasera abbiamo dato una grossa dimostrazione di forza. Ho la sensazione che quest’anno gli arbitri dovranno impegnarsi x far vincere ancora quelli là

  79. Perfetti

  80. si dai, benino stasera

  81. Stasera bene, ma non benissimo (cit.)

    Il bello e’ che probabilmente, ci sono ancora margini di miglioramento…

    Complimenti anche a Fortebraccio!

    ‘Notte

  82. E ora speriamo che sabato col Genoa uno non faccia troppi esperimenti, e che gli altri 11 non abbiano troppo la testa al barca.

    Altrimenti, ora che ci stiamo prendendo gusto………

    A M A L A

  83. Ragazzi,

    A Fortebraccio va un applauso doppio questa volta, anzi triplo.

    Non se avevate notato, ma ha insistito parecchio con i suoi pronostici fra la sera prima, il pre e il durante ed ha azzeccato il risultato preciso……….

    • Buongiorno a tutti.
      Avevo (ed HO) talmente fiducia in Fortebraccio che ho scritto che gli avrei sacrificato TRE giovani vergini milaniste.
      Questo numero ricorre (Mourinho docet) 🙂

  84. Il gemellaggio con la Lazio è a rischio.
    Andare a vincere 3-0 con Joao Mario in campo è stato visto come un gesto ostile e antisportivo.

  85. finalmente ne ho vista una!!!

    ero ospite di un amico tifoso dell’hellas verona e finalmente ho visto una partita di campionato (visto che continuo nella mia battaglia contro sky) e che partita!

    è stata la prima partita contro una squadra di un certo livello e direi che è andata molto bene, nel risultato e,sopratutto nel gioco. le prossime con napoli,roma e diversamente onesti ci diranno a che punto è la nostra crescita.

    a me onestamente joao non è piaciuto, mi è sembrato il solito giocatore molle e senza idee. la sua fortuna è stata che gli altri 10 ieri giravano che era una meraviglia.

    fermo restando che il mister ne sa più di me visto che li vede quotidianamente, ma perchè cercare il rilancio di joao e tenere ancora in panchina lautaro? dopo il tre a zero poteva tirare via Icardi e metterlo dentro. non vorrei si demotivasse troppo.

    cmq tutto molto bello. bene. bene

    • anche i commentatori spagnoli della partita a 15 minuti dalla fine volevano vedere Lautaro in campo. Anch’ io. Penso tutti noi ma come rimproverare Spalletti………(però però )

  86. Ho rivisto gli highlights della partita, a mente fredda, poco fa.
    Non mi lasciava il pensiero che c’era qualcosa che mi impediva di assumere atteggiamenti troppo ottimistici.
    Non voglio fare il guastafeste, e sono disposto a sottopormi alla macchina della verità per comprovare la mia totale e assoluta fede interista, però… Abbiamo vinto 3-0 perché Handanovic ha parato parecchi palloni velenosi e i loro attaccanti sono stati davvero arruffoni. Strakosha ha fatto solo un paio di buone parate e Icardi è un killer da lustrarsi gli occhi.
    Non abbiamo rubato alcunché, SIA CHIARO. Però è un fatto che certe partite davvero si mettono molto bene o molto male e non possono essere cambiate neppure se durano mille minuti.
    Con questo voglio dire che sono CONTENTISSIMO, ma ho alcune perplessità :
    1) Perisic non segna e la cosa gli pesa molto, a quanto mi è sembrato di vedere (ha tentato anche un tiro al volo incredibile, ma ho “annusato” una forte frustrazione).
    2) Vecino è stato molto meno preciso del solito, e se manca Nainggolan c’è bisogno invece di molto ordine, giacché Brozo non può “cantare e portare la croce”.
    3) Vero : Joao Mario non è stato granché, ma mi tengo stretti i piccoli segnali di miglioramento, perché se proseguono abbiamo un giocatore in più, (vedi punto 2, butta via…).
    4) L’ho scritto molte volte : Skriniar è un destro naturale e se Spalletti continua a fare esperimenti scambiandolo con De Vrij…prima o poi finisce male, oltre a spingere Skriniar verso sirene estere…
    5) Politano è bravo, corre, pressa…ma perché quando vengono da noi non segnano mai ?!?!?!
    Scusate la rude franchezza e Forza INTER !!!

  87. Cosa vuol dire giocare la Champions !
    Questa partita è l’effetto buono di quello 0-2 tutt’altro che da disprezzare (anche alla luce della manita al Real).

  88. @Giorgio
    le tue perplessita’ sono giustifcate talche’ Lucio ha precisato di aver visto un grande primo tempo, non altrettanto il secondo; godiamoci la vittoria e attendiamo l’ ulteriore crescita. Io conto molto anche su Keita e Lautaro.

    • A chi lo dici… A me Keita è sempre sembrato una specie di forza della natura.
      Acerbo, certo, ma potenzialmente devastante. Sulla stessa falsariga di Caicedo, per capirci.
      Adesso ( cfr. : “quando vengono da noi si spengono ?!?!” ) sembra una specie di Balotelli ( sia detto senza offesa per entrambi ).
      Riguardo a Lautaro…temo proprio che non potranno quasi mai giocare assieme, con Maurito. E devo anche ammettere che capisco il timore di Spalletti : quando Icardi è senza Lautaro…segna molto di più. E quale allenatore si giocherebbe il certo per l’incerto ?
      Intanto…teniamoceli di conto entrambi. Ieri – per la prima volta dopo X anni – ho sentito commentatori dire : “L’Inter ha in pratica due squadre da mettere in campo e i risultati arrivano…”. Da quanto tempo non avevamo una qualche scelta, in panchina ?!?!

  89. ieri a mio avviso come nel derby, fino a quando ce stata partita, la cosa impressionante e’ stata che i nostri avversari non hanno mai tirato in porta, la Lazio diversamente dai cugini, ha avuto “fortuna” che l’abbiamo chiusa presto, cosi finalmente per loro, hanno potuto tirare in porta, ma noi non avevamo già smesso di giocare.

    per onestà intellettuale un occasione potenziale clamorosa la lazio l’ha avuta , ed eravamo sullo 0-0, ma un prodigioso Miranda ha evitato ad Immobile di tirare in porta , quindi ripeto, anche la Lazio come il Milan zero tiri in porta” a partita in corso”

    mentre condivido che questo nostro schiacciante predominio in queste 2 partite alla fine, gira che ti rigira si concretizza solo e sempre con Icardi, se vogliamo sognare alla grande sarebbe fondamentale che arrivassero gol dagli esterrni

    condivido inoltre anche che il solo giocare la Champions sta migliorando tutti noi dell’Inter 😉

  90. ma noi avevamo già…

  91. Io mi associo a Giorgio, sottolineando solo una cosa, peraltro già messa un evidenza da altri. Anche dopo la rassicurante prova di ieri, la sterilità offensiva della squadra non va bene.
    Ok che Brozo ogni tanto la piazza, ma ci serve altro.
    Io, con la dovuta cautela, insisterei su Lautaro. Nella speranza che Politano e soci svoltino.

  92. Perisic sta ancora smaltendo il mondiale, ad oggi sarà si’ e no al 70% della forma…

    Politano ha panchinato Candreva, qualche assist e gol ne ha già fatti…

    Keita e Lautaro sono ancora in fase di ambientamento…

    Basta qualche infortunio o squalifica a centrocampo per essere contati, giusto recuperare Joao Mario…

    Ma il vero assente di questa prima fase di stagione è Nainggollan; l’acquisto più importante, quello che doveva farci fare il salto di qualità!

    Tutte queste considerazioni per dire che probabilmente questo gruppo ha ancora notevoli margini di miglioramento.

    • Tante osservazioni importanti. Mi diverto a risponderti IMHO.
      Perisic ha giocato tutto lo scorso campionato al 50% perché stava arrivando il mondiale e adesso sta giocando al 50% perché sta smaltendo il mondiale. Mah… tanta classe ma poca sostanza.
      Politano deve calmarsi davanti alla porta, mi sembra emotivo ma ha i piedi per fare cose ottime, deve allenare la testa.
      Keita ha giocato più di Lautaro giocando quasi sempre male, o poco bene che dir si voglia. Lautaro ha giocato meno ma spesso molto bene. Non capisco molto queste cose, temo per lui che oramai sia deciso che sia il sostituto di Icardi il quale andrà in panchina solo se mezzo morto. Storia vecchia in Italia i giovani non giocano.
      Giusto recuperare Joao Mario, per il momento non aggiungo altro.
      D’accordo su Nainggolan , i timori erano questi, speriamo che mi smentisce. Che abbia i numeri del campione non c’è alcun dubbio, speriamo abbia ancora il fisico.
      Ci sono sicuramente margini di miglioramento e un mercato di Gennaio dove ci si può concentrare su un solo profilo.
      Tutto sommato finora va di lusso, non lamentiamoci troppo , stiamo arrivando!

  93. Io ho un altra domanda: ma questa societa ‘ ha bisogno di un Marotta?

  94. l’Inter ieri come Abatantuono in Mediterraneo quando esce dalla casa di Vassilissa :

    ” l’ho massacrata.. “

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.