Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Altissima, purissima, Ninjissima

Nainggolan è stato in discoteca. Bum! Non è servito a granché il fatto che il mondo fosse un po’ distratto da ponti che cadono, navi che non attraccano, attrici maggiorenni che trombano con attori minorenni e offrono – entrambi – imbarazzanti e differenti versioni sui fatti, partite in streaming che si incantano come vecchi 78 giri con i solchi incrostati. No, Nainggolan è stato in discoteca. Scandalo. E delusione. Perchè qui al nord ormai si dava per scontato che il Ninja, nel tragitto da Roma a Milano, avesse deciso di dire basta alle notti brave e avesse cambiato vita, tipo Claudia Koll o Paolo Brosio. E invece no. Sarà una stagione di merda e moriremo tutti.

Curiosamente, proprio mentre circolavano in rete le foto del Ninja con una faccia da calci in culo seduto in discoteca vicino a Fabrizio Corona – diciamo così, circostanza in sè riprovevole -, il giocatore molto famoso di una nota squadra del Nord Italia con maglia optical diffondeva la foto inedita della sua bella famigliola: fidanzata e quattro figli di cui tre di madre ignota, prodotti non si sa come e con gravidanze in suggestiva contemporanea tra pancioni ufficiali e pancioni ufficiosi, circostanza diciamo così in sè riprovevole ma chi se ne frega, 10 milioni di like e tutti a dormire. Non come Nainggolan, che non dorme e va in discoteca e retrocederemo e moriremo tutti male e giù merda.

Ma poi, sant’iddio, che cosa è mai successo? Vestito come un rapper prima di un regolamento di conti e un po’ rozzo nei modi, il nostro Ninja non ha mai letto il galateo di Lina Sotis ed è un pelino meno elegante di Lord George Bryan Brummel. Però è un bravo ragazzo. Sì, ok, è andato in discoteca alle 2,15 di notte (prima dell’una è da sfigati, lo sanno anche all’asilo) e ci ha trovato Fabrizio Corona (che è un po’ come andare al supermercato e trovare Pablo Escobar: sfiga). Ma il resto? Era infortunato, non avrebbe giocato eccetera eccetera. Era con la moglie (che è un po’ come andare in discoteca prima dell’una). Ci è stato mezz’ora – secondo il rigoroso e circostanziato comunicato della discoteca di Dalmine – e ha bevuto solo un’acqua minerale.

Ecco il punto: è così che il Ninja si erge a icona del Terzo millennio, della vita semplice e dello sport pane e salame. La minerale. Chi di voi – sfigati – non si è mai fatto 100 km (50 all’andata e 50 al ritorno) alle due di notte per bere un bicchiere di minerale? E’ in questa sua generosità intellettuale – magnificenza, la definirei – che insiste la chiave dell’intera vicenda. L’Inter non lo ha multato, e perchè mai avrebbe dovuto farlo? Perchè ha preso la moglie e l’ha portata a bere una minerale in un privè? Non vorrete mica paragonarlo ai festini di Adriano, o alle 96 birre di Maicon?

Resta quella faccenduola del dito medio. Nell’audio si sente uno che in un finto romanesco gli dice di andare a casa perchè deve giocare. Una banalità. In realtà al Ninja sono fischiate le orecchie per ore, e non per la musica troppo alta. Nel prendere atto (con indulgenza o incazzatura, questo non importa) della non-notizia della discoteca, migliaia – forse milioni – di interisti hanno colto l’occasione per ricordargli una cosetta: che da lui, dalla sua cazzimma e dai suoi garretti, dipende molto del destino di una stagione intera, la nostra. Che se lo stampasse bene in testa. E lui, per tutta risposta – un dito medio col sorriso – ci ha mandati affanculo ma con affetto, come per dire: “Lo so, e non vi dovete preoccupare”.

Preoccupazione, tzè. Qui, caro Ninja, più che altro si vive nel terrore. Segati dal Sassuolo, attesi dal Toro, e con l’Uomo della provvidenza che – fuori da un mese per una distrazione – si distrae in discoteca, avremmo bisogno di certezze, punti, gol, cose così. Mancano solo 37 partite dalla fine del campionato, Ninja: riduci le distrazioni (muscolari e non), muovi il culo e la minerale te la portiamo a casa noi col furgoncino della Frisia.

share on facebook share on twitter

318 commenti

  1. Ma davvero ce l’ha con Nainggolan? Spero sia tutto ironico…
    Tanto più che le donne che ha vicino nella foto, insomma, a Roma era tutta un’altra cosa.

  2. L’ho già detto.
    Era solo una gara di tatuaggi.
    Lo dimostra la tipologia delle donne nella foto.

  3. Riposto di qua:

    Bah, noto che la nostra incazzatura per l’ennesima (ahimè) sconfitta con il Sassuolo (IL SASSUOLO!), ha demolito le nostre certezze che stavano affiorando dopo contando mercato.
    Tuttavia, la cosa che più mi deprime, è che siamo diventati la squadra materasso della compagine di Squinzi.
    Terribile!

  4. Interrompo il mio silenzio (non che ci fosse qualcuno a strapparsi i capelli, certo…) per ribadire la mia serena incertezza sul campionato appena iniziato.
    Il mercato positivo (almeno sulla carta), la preparazione volutamente atipica, gli schemi (e la conseguente formazione) non chiari…
    A Livorno, per riassumere una situazione del genere, si usa la frase : “O bene-bene, o male-male…”. Considerati gli anni difficili pregressi…spero nella prima evenienza.
    p.s. : dobbiamo crederci.

  5. a me il ninja ricorda un po’ eros ramazzotti nello sguardo.
    hahahaha.
    ma gli voglio gia’ bene.

  6. Mi associo all’occorato appello di Settore al Ninja.
    Quest’anno , come un consumato giocatore di poker ho alzato la posta e ho rilanciato (ho rifatto l’abbonamento) certo di avere delle buone carte in mano (bella campagna acquisti, rosa più che discreta).
    Non vorrei ,caro Nainggolan, ritrovarmi all’autogrill di San Zenone coi tifosi del Bologna ( o di tutte le squadre del centro-sud) che brindano all’ennesima sconfitta interna dei nerazzurri.

    p.s. Se c’è bisogno, quando vengo a Milano, sono disponibile anche a recapitare casse di minerale a domicilio.

  7. Non è certo il predicozzo di uno spedato moralista (Gobbobuono), ma un gioco ironico sulle fisime dei media e, caso mai, un’esortazione benevola a chi dovrebbe cambiare la faccia della nostra squadra, secondo le intenzioni di Spalletti che il giocatore lo conosce molto bene, coi suoi vizi e le sue virtù. Insomma, a mio parere, più che un giudizio sul giocatore, che conosciamo molto bene, anche a nostre spese, il suo acquisto condizionerà quello su Spalletti e sulle sue scelte, se è vero che tale scelta ha determinato il mancato rinnovo del contratto di Rafinha. A dir la verità, se anche fosse verosimile questa congettura, non mi scandalizzerei, se ad essa avesse fatto seguito l’acquisto di Vidal, o, meglio ancora, di Modric. Non essendo arrivati né l’uno né l’altro, la sensazione è che siamo rimasti in braghe di tela, senza un uomo d’ordine e di rilancio a centrocampo e con un cavallo pazzo, come Nainggolan, flottante tra centrocampo e attacco, nel ruolo tipico di mezzala di raccordo, ma senza chi alle spalle gli fornisca le munizioni da spedire in porta o agli attaccanti. Insomma il famoso salto di qualità che doveva garantirci la celebrata campagna acquisti rischia di essere un salto all’indietro. E già i media maliziosi, che ci vogliono tanto bene, pronosticano per la nostra squadra la sindrome Milan, ottima campagna acquisti pessimo campionato. Una sindrome, del resto, che noi abbiamo conosciuto bene in altre stagioni della nostra storia, senza bisogno di ricorrere ad esempi recenti. Ma tant’è! Dico la verità: a me sarebbe tanto piaciuto veder muoversi per il campo due cavalli pazzi ma di razza come Nainggolan e Vidal, due cavalli da corsa e da battaglia, per non morir di noia come mi capita da tempo assistendo alle partite della nostra squadra, magari con qualche spavento in più in difesa, ma volete mettere…

  8. Qualche giorno fa Garlando della Gazza perorava l’acquisto di Modric avendo perso l’Inter due costruttori di gioco, Cancelo e Rafinha_ Il terzo, Brozo, va a lune_ Rimane solo il quarto, Scrigno, peraltro assente a Reggio e s’è visto_ Garlando lo vede, Lucio cosa vede?A

  9. Della vita privata dei calciatori al tifoso dovrebbe importare solo se ciò ha poi negativi riflessi sul rendimento in campo.
    E’ indubbio che stili di vita poco consoni a quelli di un atleta professionista (soprattutto se tesserato in club come l’Inter) incidono (eccome) sulle prestazioni (e, in ogni caso, sulla ‘longevità agonistica’).
    Nel passato, abbiamo avuto esempi di giocatori che avevano abitudini extracalcistiche per alcuni discutibili (cito a caso: Zenga, Mattheus, Berti, Maicon, Sneijder), ma che, quando scendevano in campo, sul rettangolo verde facevano sfracelli (e hanno fatto vincere tanto l’Inter).

    Quindi, il giudizio – come sempre, del resto – lo darà il campo.
    Nainggolan è stato acquistato (e fortemente voluto) per il contributo di agonismo e di carattere che le passate stagioni in Italia testimoniano sia in grado di assicurare (quando però è assistito da una perfetta forma fisica). Con ciò, l’Inter ha inteso costruire un centrocampo soprattutto ‘muscolare’ e con scarsa dotazione di ‘piedi buoni’ e di
    giocatori in grado di costruire gioco (quando non si accende la luce di Brozovic è praticamente notte fonda).
    Se questa formula funzionerà (a mio parere si rivelerà decisiva la stagione di Lautaro Martinez, al quale Spalletti dovrà trovare una collocazione come seconda punta a manforte di Icardi, più che come trequartista – ruolo che assumerà, ancorché con interpretazione anomala Nainggolan – ).

    Se questa squadra, caratterizzata da una impostazione spiccatamente aggressiva-agonistica, funzionerà, allora potremo dire ironicamente: “in medio stat virtus” (…).

    Diversamente, soffriremo ancora il male storico del “centrocampo privo di fosforo” (e rimpiangeremo il già positivamente testato Rafinha, più ancora che la “chimera” Modric): è una argomentazione ripetutamente argomentata (e meglio del sottoscritto) da Scettico sulle colonne ‘elettroniche’ di questo blog e che mi trova pienamente d’accordo.

  10. A me di quello che fa Radja fuori dal campo non me ne può importare di meno, così come non me ne può fregare di meno se Ronaldo è gay e sulle modalità di concepimento scelte per i suoi figli. Anzi, mi fa schiantare il fatto che il ninja si esprima in romanesco (andatevi a recuperare un clippino in cui prende di mira Politano al bar del ritiro e lo apostrofa in stile er monnezza…”a Polità, porcodd…stai sempre a magnà”).
    Quella foto non mi dice niente, mi preoccupa un pò di più quella del mattino seguente, che lo vede entrare alla Pinetina con la stessa maglia addosso (spero fosse almeno passato da casa…). Ma in questo caso, come ricorda Sector, a chi parla di stile Inter dico che abbiamo già abbondantemente dato con il colosso brasiliano che solcava la fascia destra. Ricordo suoi ingressi all’allenamento sdraiato in auto in pieno hang-over…
    Ad un giocatore dell’Inter chiedo che si alleni bene, che non si dopi, che non si venda le partite e che in campo non simuli come un gobbo qualunque.
    Dall’esplosione in nerazzurro di Radja passa la nostra stagione…

  11. E cmq l’acqua minerale fa male, anzi malissimo!

    Vuoi mettere un prosecco, uno Chardonnay o un Franciacorta…

  12. Un mercato comunque positivo con buoni giocatori in entrata (così speriamo tutti)
    e nessuno dei big in uscita (ma proprio nessuno, neanche quelli che volevamo partissero)
    La telenovela Vidal
    La telenovela Modric
    La telenovela Perez
    2 rigori negati nella partita di esordio
    Qualche scelta discutibilissima di Spalletti
    La notte dei Dalbert viventi.

    In mezzo a tutto questo Settore, dopo oltre un mese ci delizi con un post del Ninja in discoteca??!!
    Per fortuna che siamo rimasti noi qui a parlare di Inter. Indubbiamente meno bene di te, ma vivaddio di Inter.

    La facciamo partire sta stagione 2018/2019 ?

    • @Javier + : ti devo applaudire, volentieri e subito.
      Chapeau.
      “La notte dei Dalbert viventi” desterebbe invidia anche a Romero… Ahahahah !
      Mi ha rasserenato un po’ dell’inizio da “sberla tra capo e collo”, e ti ringrazio.
      Ora…tra tanti giocatori che abbiami, mi piacerebbe ringraziare liro, per le capacità che mistrano, l’impegno che ci mettono, i risultati che ci portano. Ecco.

    • Ho sbagliato PARECCHIE “o” con altrettante “i”, fottute tastierine…!

  13. Trippi magnanimi.
    Un abbraccii
    Sempre Firza Onter

  14. Mensch…non me l’hai fatta pesare, eh ?
    Ok. Non son quello che se la prende…
    Però noto che in quasi 24 ore abbiam scritto solo noi, evidente conseguenza della inaspettata (e non del tutto meritata) “legnata” di domenica sera.
    Come tifosi, siamo certamente più depressi dei ns. ben pagati beniamini… Magari uno depresso sarà proprio Ausilio, che si è destreggiato bene tra mille lacci e lacciuoli…e poi ha visto il suo lavoro gettato.
    Beh…questo potrebbe aprir la stura per una serie di considerazioni poco benevole (tipo : “Io ho comprato quasi tutti quelli che mi hanno chiesto…poi e’ l’allenatore che li fa giocare…”, oppure : “Io volevo altri giocatori, e invece mi trovo proprio senza Rafinha e Modric perché Ausilio non ce l’ha fatta.. “), quindi non vado oltre.
    Cioè…il mio Forza INTER !!! ce lo metto sempre 🙂

  15. Caro Giorgio,

    io sono tra quelli abbastanza depressi, sono rimasto piuttosto scosso per non dire scioccato da quello che ho visto domenica sera in campo.

    E questo va oltre il risultato, perché non sono così ottuso da pensare che con un metro di giudizio imparziale degli arbitri forse il risultato sarebbe stato diverso, ma sono sicurissimo che sarei rimasto ugualmente deluso.

    Ero un po’ preoccupato ma non avrei mai pensato di essere così indietro a livello proprio di “squadra”, di collettivo, di organizzazione, credevo che le assenze o i ritardi di preparazione sarebbero stati compensati da qualche altra forza astratta, boh non so, anche dalla sola voglia di spaccare il mondo, dalla fame di vincere una partita e far capire subito agli avversari che batterci sarebbe stata dura per tutti.

    Invece no, prima giornata prima sconfitta, davvero una bella mazzata in testa che mi ha fatto all’istante allontanare dall’inizio stesso del campionato, spegnere tv e non guardare nessuna immagine, né dei nostri né delle altre partite.

    90 giorni di attesa ed entusiasmo vanificati in 90 minuti.

    Spero di riprendermi, sono davvero abbacchiato e a dir la verità poco ottimista anche per la prossima col Toro.

    Penso che sarà dura giocare contro quel bruttissimo e noioso centrocampo a cinque Mazzarriano che poi diventa difesa a 5, brrrr, mi vengono i brividi, che anche la Roma se non avesse pescato l’euro gol di Zdeko avrebbe impattato sullo 0-0.

    Domenica cmq mi farò i miei primi 600 km della stagione e sarò tra i 60 mila presenti.

    E quando sei lì l’atmosfera diventa magica all’improvviso, quasi come fosse sempre la prima volta.

    E anche le delusioni hanno un altro profumo, perché essere lì vicino a quella che è la passione della nostra vita non ha prezzo e nessuna sconfitta che tenga.

    Speriamo in bene…..

  16. Eh, cavolo! Prima di cantare il de profundis sarebbe opportuno verificare se il malato (leggero, grave, terminale ) è veramente morto. Le geremiadi sulla condizione della nostra squadra dopo l’infelice esordio mi sembrano almeno esagerate e che non tengano conto di quelle attenuanti che rendono impossibile una diagnosi oggettiva: nella mia lunga esperienza di tifoso non ricordo un avvio di campionato con la squadra in peggiori condizioni di fatto: l’assenza forzata in difesa e all’attacco dei due giocatori più prestigiosi, gli slavi a mezzoservizio dopo le fatiche del campionato mondiale, i nuovi non ancora amalgamati col resto della squadra e incerti sul loro migliore utilizzo; a tutto questo vanno aggiunti gli errori di valutazione di Spalletti dopo la bella prova con l’Atletico, che si è dimenticato che nella stagione passata la squadra ha sempre trovato in trasferta più difficoltà con le piccole, veloci e manovriere, che con le grandi e che, soprattutto nel primo tempo , ha voluto affrontare a viso aperto una squadra che già ci aveva punito appena qualche mese fa , senza prendere tatticamente le necessarie precauzioni. Insomma , tutto un insieme di motivi che rendono, se non impossibile, certo poco attendibile una esatta valutazione delle possibilità presenti e future della nostra squadra. Tenuto conto di tutto questo, bene ha fatto, almeno a mio parere, Sector a non tentar bilanci e pagelle o azzardar pronostici dopo l’infelice esordio, ma a trattare, con mano leggera, un argomento gossiparo come quello delle notti di Nainggolan, che a noi tifosi, magari, interessa una cippa, ma che almeno ha permesso al blog di voltare pagina e foto allegata…
    Infine, domenica è un altro giorno e io confido sul gran cuore di SanSiro in questo momento non facile. Buona fortuna a tutti.

  17. Pupi 72 non ha tutti torti; se c’è una squadra da evitare in questo momento, quella è proprio il Torino del Water…

    Di solito con noi si esaltano, tirano fuori gli attributi come se non ci fosse un domani, più cazzuti che mai…

    Al di là del centrocampo a 5, se noi si andrà in campo con la garra di Sassuolo, lo psicodramma sarà inevitabile.

  18. @Giorgio
    Mi sono permesso di scherzare perché mi sei simpatico “a pelle”. Non potevo credere neanche per un minuto che te la potessi prendere, e avevo ragione… L’intelligenza e l’ironia vanno a braccetto e tu sei ben fornito di entrambe.

    @Pupi72 e Giardinero
    Stato d’animo comprensibilissimo, la memoria noi Interisti ce l’abbiamo buona e non è difficile pescare nel passato momenti psyco della ns squadra.
    Su questo però ho grande fiducia in Spalletti, quando fa qualche stronzata sono il primo a dirlo (capita di rado a dire il vero), ma non si può dimenticare che ha creato un gruppo laddove tutti i suoi predecessori D.M.* hanno fallito.
    Sono fiducioso, non sbaglieranno di nuovo.

    * dopo Mou

  19. Beh, signori…che dire (scrivere) ?!?!
    A parte un sincero “grazie” a Javier + per i complimenti, è ovvio…
    Ho involontariamente (falso peggio dei soldi del Monopoli…) provocato una ripresina della discussione sul blog – invero un po’ abbacchiato – col mio breve intervento.
    Non ho difficoltà ad ammettere di essere molto vicino a Pupi 72 per lo smarrimento ed il senso di scoramento dispnoico (qualsiasi cosa voglia dire, è ovvio) che mi han preso dopo quella fottuta sconfitta rimediata da quella fottuta squadra, e già si affacciano le nere e minacciose nubi del centrocampo del Walter della mia stessa provincia.
    Lo ripeto senza alcuna remora : un SIGNOR allenatore, secondo me. Ha portato il Livorno in A dopo mille anni, poi ha salvato la Reggina partendo da -15, poi ha riportato la Samp nelle zone alte, poi ha fatto molto bene a Napoli SENZA i grandi nomi che sono arrivati dopo.
    All’Inter non gli è andata bene, ma vi invito, per correttezza, a rivedere la rosa che aveva.
    Comunque a questo punto invece mi avvicino a Scettico e mi rifiuto di lasciarmi abbattere più di tanto per un banale incidente di percorso, uno di quelli che succedono a tutti, almeno una volta in ogni campionato.
    Certo : ci siamo già giocati un bonus, da questo punto di vista.
    Certo : dovremo ricordarcene alla prima di ritorno, di questi simpaticoni, e io leghero’ personalmente Cambiasso se dalla tribuna farà segno di non infierire…
    Ma insomma… Andiamo a “conquistare” S. Siro con le doppiette di Icardi e Perisic e i gol di Lautaro e Karamoh.
    Poi se ne riparla…
    Buonanotte a tutti.

  20. Mi auguro che WM venga a fare la sua solita partita difensiva; in tal caso la formazione d’attacco con Lautaro trequartista avrebbe senso_ Se per avventura venisse a giocarsela ed a pressarci sarebbero guai_

    • Più che da Mazzarri, tutto dipenderà dalla tattica che vorrà scegliere il nostro allenatore: se non rinsavisce e ripresenta a centrocampo il duo che sappiamo, lasciando in panchina Borca Valero e in un ruolo marginale Asamohac, andremo incontro ad un probabile naufragio. Il Torino è molto meglio organizzato e tecnicamente attrezzato delle provinciali e non meritava la sconfitta contro la Roma. Ma ho fiducia nel buonsenso toscano di Spalletti, nonostante che non sia affatto , e mi dispiace, un suo simpatizzante.

  21. Buongiorno a tutti.
    E davvero GRAZIE per non avermi pesantemente insultato per la mia opinione su Mazzarri.
    Sulla partita di domani mi sento di riassumere banalmente un aspetto che ormai da molti anni ci connota : specialmente a S. Siro…soffriamo terribilmente “l’ansia da prestazione”, mentre le altre squadre non temono ormai più di tanto la “Scala del calcio”.
    Il risultato è che – se andiamo in vantaggio – ci chiudiamo timorosi di prendere un gol, e se invece siamo sotto nel risultato…ci buttiamo in avanti con assalti alla baionetta a volte persino epici, commoventi, ma raramente baciati dalla fortuna.
    Ricordo un paio di anni fa, proprio contro il Torino (forse allenato da Ventura), che loro pensarono a difendersi per 90° e poi segnarono all’ultimo secondo (sgraaaaat !).
    E questo atteggiamento lo abbiamo avuto con DIVERSI allenatori (Mou escluso, ma non possiamo passare la vita a rimpiangerlo…), quindi mi rivolgo a Pupi 72 e agli altri 64.999 : applaudite più forte e reprimete i fischi. C’è ancora più bisogno di voi.
    AMIAMOLA !

  22. Amici, oggi è il compleanno del piede sinistro di Dio…. vogliamo fargli anche qui gli auguri?
    VAI, MARIOLINO, VAI!!!!!

  23. Opsss… mi sono scordato di Domenghini… stesso giorno/mese/anno…
    qualche caratteristica diversa (per esempio, lui correva).
    Auguri Domingo!

  24. Corso e Domenghini x me 2 miti, purtroppo non li ho potuti seguire quando giocavano ma mio fratello maggiore (“responsabile” di avermi contagiato col suo interismo) narrava le loro gesta con toni epici. Beh, ora basta con la nostalgia, asfaltiamo il toro, che poi zitto zitto negli ultimi anni si comporta più o meno come sassuolo, udinese etc, con quelli là, finti proclami a parte, sempre con la coda fra le gambe, a noi invece rompe le palle spesso e volentieri, lo 0-1 al 94′ dopo aver fatto catenaccio tutta la partita come ricordato da Giorgio grida ancora vendetta, io ricordo anche una simulazione spudorata di belotti con rigore+espulsione di Nagatomo… A proposito, attenti a quello stronzo di belotti, sopravvalutato come giocatore ma sottovalutato come cascatore

  25. Per quello che vale, anch’io ritengo che Mazzarri meriti rispetto. Sia professionalmente che umanamente (almeno fino ad oggi). Pur essendo stato esonerato, a mia memoria non ha mai esternato alcunché di negativo o rancoroso nei confronti di chi, obiettivamente, gli aveva messo a disposizione una rosa quantomeno non di prim’ordine. In quanto a noi, siamo brutti sporchi e cattivi. Pur facendo schifo, pur giocando contro il Villar Perosa nero verde che gioca due sole partite vere all’anno, pur avendo in campo mezza serie di Walking Dead con addosso le nostre magliette, se la Var avesse svolto il suo compito come lo scorso anno, l’avremmo quantomeno pareggiata. Ma se lasciamo decidere alla discrezione dell’arbitro, risparmiamo risorse economiche ed umane: siamo al punto di partenza. D’altra parte, viviamo in un paese che presenta un gestore, dzone, nato per non lasciare ad un unico gestore il monopolio delle immagini ma che ha come testimonial la (ex?) giornalista di punta di Sky, quella che canta “faccio quello che voglio” dell’interista Rovazzi. Cantate con me: “Fanno quello che voglion, ce lo dicono e lo fanno. Non han alcun ritegno: e di te non han nemmeno bisogno. Perché con quella faccia là, papa pa ra pa…” Per capire appieno la sagace ironia, vi consiglio di guardare il video di Rovazzi. Il nulla fatto splendidamente (secondo me, lui è un genio). Noi interisti siamo proprio brutti, sporchi e cattivi. E siamo talmente obiettivi che ce lo diciamo. Ma lo siamo splendidamente.

  26. Il protocollo Var è cambiato prima del mondiale: in sostanza nei falli da contatto, dove c’è da valutare l’intensità del fallo, vale solo il giudizio dell’arbitro_ La Var interverrà nei fuorigioco vivisezionati al computer (perciò si spera che i guardalinee non fermino mai le azioni dubbie), fallo dentro o fuori area, altri pochi casi che non ricordo ed “in caso di grave errore” ovvero, in Italia, di errore che sfavorisca la juve

  27. @Marcobibe e @Acanfora : + N ad entrambi.
    E non ci ammazzeranno MAI.
    Siamo il cruccio eterno del calcio italiano.
    Proud of it.

    p.s. : saltando di palo in frasca…domani dove la vediamo ?

  28. Juve vince et impera ed è
    appena stato applicato il nuovo protocollo Var come su anticipato= fallo di mani di Ronaldo con palla che stava per finire in rete, il portiere ha deviato in angolo_ Doveva intervenire il Var per grave errrore (evento non visto ne’ sanzionato), con cartellino a cr7 e punizione per la Lazio_
    Invece?
    Calcio d’angolo per la juve_
    amen

  29. Questi maledetti purtroppo, di risorse ne hanno troppe per vincere le partite.

    Nel caso di oggi sbloccano una partita super equilibrata con un tiro da fuori, altro deficit della nostra rosa che si spera venga colmato in parte dal Ninja.

  30. Inter – Torino 0-1

    ‘notte

  31. dopo una settimana di m. almeno c’è il BBilan a tirar su il morale.
    che i ns vedano di non far cazzate anche domani contro il mago della pioggia,,

  32. FORZA VECCHIO CUORE NERAZZURRO !!!

  33. Buongiorno e buona domenica a tutti.
    Ho dato una scorsa alle presunte formazioni di stasera, e NON mi piace quel che ho letto.
    Una squadra con Vecino, Politano, Martinez, Perisic e Icardi assieme…è destinata a farsi tagliare a fette da Iago Falque & company.
    Non è che io sia un fifone nato… Mi pare davvero troppo sbilanciata, ecco tutto.
    Ditemi dove sbaglio (ma seriamente, eh ? Non rispondetemi che Pilitano e Perisic posson fare gli interdittori, per favore…), grazie.
    E – già che son qui a chiedere – se qualcuno avesse un link “buono” gli chiedo la cortesia di socialuzzarlo. Else : Spal o Frosinone, stasera… 🙁
    Grazie.

    • E ho pure “offerto il fianco” a Javier + perché mi è venuto fuori un “Pilitano” da urlo… 🙁 🙁 🙁

  34. @Giorgio

    Il rischio di sbilanciamento può esserci, ma di tutti i nomi che hai fatto, forse quello che potrebbe crearlo è Lautaro,

    semplicemente perché è un attaccante nato, e il mister lo sta facendo giocare dietro la punta in un ruolo dove lui ci vedrebbe un centrocampista assaltatore.

    E la differenza è notevole, lui non è abituato a rientrare troppo indietro, ripeto è un attaccante, non si può pretendere che ci garantisca lo stesso equilibrio di un Nainggolan.

    Quindi la soluzione per far giocare Lautaro sarebbe un modulo a due punte, ma ………

    Niente!

    Il nostro corregionale di Certaldo preferisce ostinarsi in quel modulo e anche lo scorso anno ci ha aggiustato gente a turno come Borja Brozovic Joao ecc ecc anche se non erano adatti.

    • Ok. E…quindi ?
      La tua analisi è fondata, ma io resto convinto che un B. Valero o un Gagliardini potrebbero (più lentamente uno, più ruvidamente l’altro) assicurare una copertura maggiore SENZA togliere l’impronta di una squadra che vuole (deve) attaccare e vincere…
      Ho DAVVERO timore che ci si faccia prendere da quella “ansia da prestazione” di cui ho già scritto…

  35. Io Lautaro voglio vederlo in campo mentre affetta i mazzarriani.
    Ciò premesso, e premesso che perdere punti all’inizio e col Sassuolo fa girare le ba##e, quando leggo alla seconda giornata “Inter già all’ultima spiaggia” mi chiedo seriamente perché devo seguire il campionato italiano e perché devo subire il “giornalismo” nazionale.
    Poi, per carità, è solo un gioco e i problemi sono altri (tipo la Diciotti e il ministro dell’interno), però mi sarei già rotto i co#####i.

  36. Se la partita va come deve andare, non credo dovrà fare troppi rientri. Si giocherà nella metà campo del Torino e per gli eventuali contropiedi avversari non sarà lui a dover tornare….

  37. Per tutti coloro che non hanno, nè vogliono averlo, un abbonamento Sky, Merdaset o DZN.

    Si devono scaricare ed installare due piccoli programmi (Sopcast ed Acestream) e la visione è assicurata.

    Certo, il commento è in russo o in spagnolo ma…l’importante è vederla, no?

    Forza Inter, sempre.

    Ecco il link:

    https://m.live3s.com/sopcast

  38. se Lautaro deve giocare trequartista, significa che già alla prossima resta fuori perché quel ruolo è assegnato al ninja.
    Se poi ci accorgiamo di essere sbilanciati, allora fuori Politano che copre meno di Candreva. Alla fine torneremo alla squadra dell’anno scorso.
    Veramente non capisco questa storia di dover giocare ad una punta. Non capisco, non capisco e non accetto. Non mi interessano gli equilibri della squadra quando giochi contro avversari che devi spiaccicare al muro ed invece vedi i tuoi giocatori preoccupati di tenere le loro posizioni piuttosto che assaltare la porta avversaria. Impostando le partite pensando agli equilibri a centrocampo si finisce per favorire proprio chi vuole bloccare il gioco a centrocampo.

  39. Lautaro/Icatdi con un trequartista dietro significherebbe sconfessare il mercato e far fuori tutte le ali, a partire da Perisic, per quanto sarebbe la soluzione a me più gradita o quantomeno prima alternativa al solito modulo

    • A dirla tutta con gli uomini a disposizione, Joao Mario compreso, il modulo più consono sarebbe il 433_

  40. Il 4-3-3 sarebbe il mio preferito, ma evidentemente non è più di moda. In alternativa, propongo una configurazione ‘Barone Rosso’, visto che abbiamo più ali del suo triplano.

  41. Pare che Spalletti stia pensando ad un 3-4-3 con Skriniar-De Vrij-Miranda, Vrsalijko-Brozovic-Vecino-Asamoah, Politano-Icardi-Perisic… Sulla carta non sarebbe male… Poi, come si dice, “non conta tanto il modulo ma l’interpretazione” (un evergreen come “non ci sono più le mezze stagioni”) in teoria anche in panchina abbiamo qualche alternativa tipo Keita o Lautaro se ci fosse bisogno di spingere di più, ma spero che sia una partita dove nel finale entra Valero x amministrare… (grattamenti e scongiuri assortiti)
    su Joao Mario francamente spero che se ne vada, mi sembra troppo difficile recuperarlo, anche perché con quell’intervista in cui diceva che non voleva più stare all’Inter ha dimostrato di essere poco furbo, ora arriveranno solo offerte al ribasso che la società non può accettare, l’unica è prestarlo sperando che si dia una svegliata e lo riscattino a un prezzo decente (forse fra un anno una ventina di milioni dovrebbero bastare x evitare una minusvalenza?)

  42. Devo le mie scuse (e sono di quelli che ritengono che le scuse debbano essere pubbliche) a Pupi 72, dato che gli ho replicato con un “E quindi? ” che poteva sembrare spocchioso o polemico.
    In realtà in”tendevlo dirgli che con l’esempio di Laureato non mi ha tranquillizzato del tutto, perché a mio avviso gli altri della presunta linea avanzata NON sono per me garanzia di minima copertura.
    È verissimo che non ci usciamo la finale di CL contro il Real, ma io non ho mai apprezzato troppo gli schemi oltranzisti di Zeman, e un po’ di copertura dietro la vorrei, ecco…
    Grazie mille a Nerazzurro-rosso per le dritte.
    Ci provo senz’altro.
    Buona partita a tutti.
    E… forza INTER!!!

  43. @Giorgio

    Tranquillo, tranquillo.

    Tu sembri proprio tutto tranne che “spocchioso”, non mi devi nessuna scusa.

    Io credo che un reparto avanzato con 4 elementi come quelli di Sassuolo ce lo potremo permettere soltanto in alcune situazioni, magari a San Siro contro le piccole o per recuperare risultati altrimenti non vi sarebbe equilibrio.

    E nei due mediani avrei visto molto meglio anch’io il Gaglia rispetto a Vecino anche perché aveva fatto tutta la preparazione mentre l’Uruguagio no.

    Se poi dovessimo finire su una difesa a tre come stiamo vedendo in questo momento allora le cose cambierebbero completamente.

    Ora mi rimetto sul mio seggiolino arancio……

    Speriamo di risentirci dopo con allegria e nel viaggio di ritorno ti dico le sensazioni con questo nuovo assetto.

  44. non ci credo….rimontati da questi qua…mammasantissima

  45. Bha…la sto vedendo in streaming su RaiItalia : probabilmente il telecronista di una tv torinese sarebbe meno schierato di quello che sta facendo la telecronaca qua.
    Siamo soli contro tutti. Ma siamo sempre tanti.

  46. E comunque sti quattro stronzi del toro, un derby che è uno non lo vincono manco a morire… a San Siro diventano dei leoni.

  47. Il secondo tempo è un bagno di sangue.
    Ci stanno facendo a fette!
    Ma porca putt…!

  48. il Toro gioca a memoria. noi no

  49. A portieri invertiti avremmo vinto comodi; difesa a 5 porta male e ci fa rinunciare a troppa argenteria_ Promuovo Politano_ Lautaro in 30 secondi ha fatto una giocata che altri non hanno fatto in 90 min!

  50. Vabeh, non cambiamo mai.
    Sempre la solita Inter del cazzo e senza palle.

  51. un bel -5 sulle prime dopo 2 giornate…3 gol subiti in due partite….giochiamo solo sul fisico… appena caliamo un po’ non sappiamo che pesci pigliare…non facciamo 3 passaggi di fila a centrocampo…Peresic credo sia l’esterno più sopravvalutato del mondo…io non so che idea di squadra avessero Spalletti e Ausilio ma così non va bene…rischiamo di fare di quelle figure in Europa…sono veramente demoralizzato dopo sole due partite…non abbiamo anima…

  52. Caro Pupi,
    mi iscrivo per una serata all’associazione depressi…
    Per motivi logistici ho visto solo il secondo tempo.
    Mi aveva illuso il risultato del primo, ma mi son sentito malissimo.
    Dalbert e D’Ambrosio dovrebbero imparare a giocare PRIMA di mettersi quella maglietta.
    Stasera sono anch’io MOLTO perplesso circa l’allenatore. Mettere Martinez nel recupero è stato indice di confusione. E comunque deve scegliere un gruppo di “titolari” e insistere su quelli senza far ruotare necessariamente tutti (e alcuni anche fuori posizione…).
    A domani.
    Leggerò con attenzione le opinioni di tutti, ma…
    Per stasera mi cruccio in silenzio 🙁

  53. Cazzo , ce n’è da dire per mezz’ora.
    La mancanza di uno che fa l’azione è imbarazzante.
    Nel secondo tempo sono entrati scarichi come avessero 8 gol di vantaggio, io non so neanche fino a che punto si puo dare la colpa all’allenatore. Ma è possibile che bisogna ricordare a questi tutte le partite che devono metterci la garra? ma scherziamo ??!! ma non gli si chiede mica di costruire un computer quantistico, devono entrare in campo concentrati e incazzati per 90 minuti a settimana, ma non ci si può credere , nel secondo tempo fino al 2 a 2 hanno passato la palla al portiere almeno 30 volte.
    C’erano tutti i presupposti per mettere a tacere un po di critiche fare punti e ripartire con più tranquillità.
    Mi spiace dirlo, mi rendo conto che sono incazzato, ma questi oltre a tanti altri difetti sono proprio stupidi, sicuramente calcisticamente , se non peggio….
    E comunque rimettiamo i piedi per terra e SPERIAMO nel 4 posto, pure all’ultima giornata. Qui ci vuole ancora un mercato con i fiocchi per mettere a posto centrocampo e panchina. Che tedio infinito.

  54. Non ci siamo. Scena già vista: la squadra gioca solo un tempo. E manca qualcuno che ragioni a centrocampo, come si temeva.

  55. Ma non ancora vi siete resi conto del grosso problema che abbiamo in porta?
    Si scanso’ con la rube, si scansa oggi col Toro:avrà debiti a Torino?

  56. E meno male che aWM ha rinunciato a giocare il primo tempo, sennò si pendeva pure..

  57. La partita col Sassuolo e il crollo nel secondo tempo di oggi, evidenziano un ritardo di condizione…

    Preparazione cannata? Colpa dei mondiali? Boh…

    Nonostante un buon mercato, manca ancora un tassello fondamentale a centrocampo. Manca colui che sa iniziare l’azione e che sa gestire il pallone quando scotta.

    Siamo in ritardo di condizione, senza palle e senza personalità. Peggio di così non si poteva iniziare.

  58. Io ho avuto la fortuna di vedere l’Inter di HH, di Bersellini, di Invernizzi (che rimonta quella!), del Trap, del Mancio/Mou.

    Ma questa che Inter è?
    Ma Spalletti chi?

  59. Speriamo che salti in fretta Mourinho al M.U.
    Meglio la minestra riscaldata a questo punto.
    Comunque…inutile perdere tempo ad incazzarsi. All’Inter sono stronzi.

  60. Non c’è niente da fare: se parli male significa che pensi male, e sei confuso.
    E infatti si vede.

    Io non voglio cambiare allenatore, ma con questo non si va da nessuna parte.

    Una squadra che vince 2 a 0 dopo il 1° tempo e fa un 2° in quel modo significa che l’allenatore conta come il due di coppe quando la briscola è bastoni.

    Abbiamo fatto sette acquisti, tanti.
    Ce ne fosse stato uno nella direzione di risolvere il centrocampo cercando la qualità.
    Niente.

  61. Mi faccio il viaggio di ritorno mesto mesto.

    Ho veramente poca voglia di parlare.

    Il ns allenatore è palesemente in confusione.

    Le sostituzioni si possono fare anche sul 2-0 specie se sai che la condizione atletica non è ottimale per tutti.

    Il gol del 2-1 è arrivato dopo i primi dieci minuti di black out del secondo tempo a cui tutti abbiamo assistito, non riuscivamo più a passare la metà campo.

    E nemmeno il 2-1 gli è servito per cambiare subito.

    Rimaneva impassibile lì a guardare e basta con le mani nei capelli.

    E attenzione perché stiamo rischiando di perdere il meraviglioso “muro” a cui ci eravamo abituati lo scorso anno con il nostro Milan!

    Già con la difesa a due messo nel centro sinistra perde qualcosa, ma se dovessimo andare verso la difesa a tre finirebbe quasi per fare il terzino sinistro.

    E perde completamente le sue caratteristiche.

    Buonanotte a tutti

    • +1

      Siccome Per il Ninja un posto lo deve trovare per firzs, ho fiducia di vedere poco la difesa a 5

  62. il bello (??) della partita di stasera è che ognuno può trovare il colpevole che più gli aggrada e tutti hanno ragione. Io non ci ho capito niente, ho solo visto un black-out fisico e mentale. Una cosa però è costante nel tempo, quando siamo sotto pressione il gol lo prendiamo immancabilmente. Il primo gol preso diciamo pure che è colpa individuale, ma il secondo è chiara incapacità della squadra (dico squadra, non portiere o difesa) a resistere ai portentosi attaccanti del Torino. E per finire, il gol al 93°, a noi non riesce mai.

  63. Delusione e preoccupazione. Però ogni cosa necessita del suo tempo. Vediamo i lati positivi e limitiamo quelli negativi.

    Il calcio d’agosto, poi post mondiali, vale quello che vale

  64. @Pupi72
    Spalletti con “le mani nei capelli” la dice lunga sulla situazione in cui siamo

  65. E poi basta a dire della preparazione sbagliata ecc.!
    Non è che Sassuolo e Torino siano più furbi, preparati e intelligenti degli altri, eh!

    È che proprio mancano le palle, e che la società lascia fare: sembra che arrivati all’Inter si possa fare tutto quello che si vuole e nessuno dice niente.
    Mi spiace dirlo, ma la biuve sarà ladra e arrogante ma nella gestione dei giocatori e sulla loro professionalità è avanti anni luce!

  66. Incredibile la differenza fra i 2 tempi. Nel primo sempre sul pallone pronti ad aggredire e recuperare. Nel secondo letteralmente surclassati. Mi chiedo se sia normale, da cosa dipenda, ma certo il centrocampo non aiuta a gestire i momenti di difficoltà (Radja sbrigati, da te passa la nostra stagione). Handanovic trasmette insicurezza a tutti e sinceramente una lettura dell’azione come quella del primo gol beccato non ricordo di averla mai vista. E anche sul secondo i riflessi non mi sono sembrati all’altezza. Infine il mister. Boh… La squadra è in palese difficoltà, muoviti a cambiare. E Lautaro al 91′ cosa mi rappresenta?

  67. Ma non puoi pensare che un giocatore (Radja) faccia la differenza a tal punto di cambiare una squadra.
    Fosse Baggio o Maradona beh, allora potrebbe anche essere.
    Magari un Modric, ma non è.

    • Oggi i centrocampisti si sono sfiatati gia al 60mo anche per via del modulo si poteva aiutarli anche con un Borja Valero..
      Dipoi c’è la sfiga e asinita’ ( infortunio di Asamoah/ portiere sedia )

  68. E’ sempre antipatico scrivere: “ve lo avevo detto”, ma…

    Pagelle – Handanovic è l’anello debole
    HANDANOVIC 4,5 – Tutto bene, fino al lancio per Belotti che lo trova reattivo in uscita come il portiere del calciobalilla. Una dinamica ancora difficile da spiegare. Poco dopo, non riesce a respingere il tiro di Meite, per quanto fosse sulla traiettoria. L’anello debole della squadra.

  69. Direi che handanovic dobbiamo reggerlo fino a maggio poi sarà consensualmente mandato a cagare.
    Il problema è capire quanti danni avrà combinato.
    Per il resto sono state giocate due partite e lo scudetto non era e non è per noi, quindi calma che ce ne sono ancora 36.
    Punto due: Spalletti sta cominciando a vaneggiare come quando alla Roma perdeva completamente la bussola. Speriamo si riprenda.
    Punto tre: l’Inter è l’Inter.
    Punto quattro. Non è questione di essere scarsi a centrocampo, essere fisici o altro…questi giocatori che ci sono, sono più forti di Sassuolo e Torino ma manca la cattiveria. Il sangue agli occhi, il senso di appartenenza.
    Lo stesso che porta mille mila tifosi allo stadio come stasera….manca Un baresi, uno Zanetti, un cambiasso, un Samuel, uno stankovic….manca l’aggressività nei confronti di tutto e tutti.

    Io ho 45 anni ne ho giocati 25 in porta a livelli indegni ma una roba come quella fatta da quell’ebete non mi è mai capitata.
    Un errore di valutazione clamorosamente sbagliato. Un portiere, ma scherziamo. Tra i più sopravvalutati degli ultimi 10 anni.

  70. a proposito di essere antipatici nel dire l’avevo detto….”ho passato l’estate qua dentro” a scrivere più volte dell’assurda ed incopetente gestione e organizzazione della nostra preparazione estiva di cui stiamo vedendo i risultati.

    direi che non bisogna essere esperti…..

    di fatto non ci siamo mai allenati per bene ma giocato sempre ogni 3 giorni tra l’altro contro squadre nettamente più avanti di noi
    gestione dilettantaesca

    ora aldila della mancanza di fosforo, moduli etc. è palese che il problema principale sia la conduzione fisica al momento inaccettabile per certi livelli

  71. Iniziamo a strizzare l’occhiolino a Josè….date retta.

  72. Ne sbagliamo ancora una e spalletti rischia grosso, non so se augurarcelo a questo punto…

  73. Cadono le foglie e cadono le illusioni, se qualcuno ne aveva (ma ho la sensazione che fosse tutta una montatura mediatica in previsione delle future smentite dei fatti e delle beffe conseguenti) e il ritorno alla realtà di una squadra che ancora squadra non è , che è alla ricerca di un ubi consistam che non non solo non possiede, ma che non è neppure chiaro come possa trovarlo nella mente di Spalletti. Cercare le responsabilità (dell’allenatore, della squadra, della società) diventa problematico, se la squadra disputa un primo tempo di buon livello, dimostrando un buon equilibrio tra i reparti, sufficiente condizione atletica e buone qualità tecniche; poi , nel giro di pochi minuti ( i quindici dell’intervallo) tutte le note positive si capovolgono in negative, come se la squadra avesse cambiato faccia, senza poi motivi evidenti, come , che so, cambiamento delle condizioni atmosferiche o del campo da gioco, squalifiche di giocatori o infortuni. Insomma, un cambiamento incomprensibile, solo attribuibile ad una improvviso crollo di sicurezza, di natura psicologica piuttosto che atletica o tecnica, una condizione che da tempo la squadra purtroppo conosce, ma che non si era mai verificata in modi così rapidi e in condizioni (avanti di due gol) di estremo vantaggio sugli avversari, che avrebbero dovuto moltiplicare a mille le sicurezze, con una vendemmia di gol. Cosa manca ancora alla nostra squadra? Mancano, a mio modesto parere, giocatori di vera personalità, soprattutto nei gangli interni della squadra, come il centrocampo o la difesa che sappiano tener salde le redini del gioco nei momenti di stanca o di controffensiva della squadra, che un tempo avevamo ( i Zanetti, i Cambiasso, i Samuel) e che da tempo non abbiamo più. L’insistenza di noi tifosi per l’acquisto di Modric, di Vidal non era solo per motivi tecnici, perchè avrebbero innalzato la qualità del gioco, ma per la consapevolezza che avrebbero assicurato alla squadra quelle sicurezze, quel ricorso agli accorgimenti di gioco e di comportamento che permettono alla squadra di superare situazioni momentanee di crisi e far valere ( il Napoli insegna!) la propria superiorità tecnico- atletica. Già il recupero di Nainggolan potrebbe segnare una svolta. Meglio sarebbe stato non privarsi di Vidal a centrocampo, cavalli pazzi dalle discutibili abitudini fuori dal campo, ma mai domi in campo e trascinatori dei compagni. Però non abbattiamoci troppo, siamo solo alla seconda, e c’è tempo per rimediare, ma senza eccessive illusioni…

  74. Buongiorno a tutti,

    si fa per dire…….

    Attenzione a pensare solo all’aspetto psicologico, rilassamento nell’intervallo ecc ecc.

    Anche Spalletti ha cercato in conferenza di buttarla in caciara, di evitare discorsi tattici e di dare colpa al gol regalato al quale non abbiamo saputo reagire.

    La realtà è ben diversa.

    Semplicemente Mazzarri ha capito quale fosse il problema ed è passato da una sola punta, che permetteva a noi di uscire facilmente da dietro col solo Belotti che non riusciva a toccare palla, ad un bel 343 dove ti venivano a pressare i nostri tre difensori e non si riusciva più a passare la metà campo se non col lancio lungo a spazzare.

    Il gol seppur ingenuo e regalato è arrivato dopo dieci minuti di dominio Toro al quale tutti abbiamo assistito tranne che lui ed il suo vice.

    Ma sono loro quelli pagati profumatamente per capire queste cose e come minimo doveva subito ripassare ad una difesa a quattro dopo 5 minuti della ripresa.

    In sostanza il mister aveva azzeccato la tattica iniziale, ma poi, complice la stanchezza di alcuni e l’ntelligente cambio tattico di Mazzarri, ha toppato in pieno non riuscendo a fare bene il lavoro per cui è pagato.

    E siamo a due su due

    • +1
      La da me odiara tattica a 5 si era comunque rivelata azzeccata fin quano il Toro si era limitato a difendere_ Nel secondo tempo si imponevano dei cambi, non solo tattici, ma anche. di uomini palesrmente sfiatati_ Lautaro l’ha messo al 91mo!
      Non è la prima volta che Lucio mostra carenze nell’interpretare il mutare della gara, al contrario di Allegri, che, spesso e volentieri, le vince proprio con i cambi in corsa_

  75. No, io non pensò sia la condizione fisica. Ché quella alla fine viene.
    Credo piuttosto a ciò che dice Scettico, e cioè alla mancanza di personalità, alla mancanza di giocatori di spessore a centrocampo e difesa.
    Gente che sappia gestire i momenti critici, capace di freddezza ed esperienza.

    Non è un caso che il giocatore che risponde di più a queste caratteristiche sia Asamoah, che pur non eccelso ha però dimostrato queste qualità venendo da anni di vittorie e stagioni positive (al netto di tutto quello che volete, ovvio).
    Cioè uno consapevole dei propri mezzi.

    Vincere aiuta a vincere, e se non vinci niente da 7 anni non vincerai niente per altri 7 anni, a meno che non prendi giocatori vincenti!
    Questo vale anche per gli allenatori, mi pare ovvio.

    • Sono perfettamente d’accordo con te soprattutto a proposito di Asamoah, il miglior acquisto di Spalletti, decisivo nelle gare precampionato e male utilizzato nelle due di campionato quando, non volendo utilizzare Borca e in assenza di Nainggolan, da giocatore esperto e risoluto poteva dare più spessore e ordine a centrocampo.

  76. Acanfora, i limiti di Spalletti sono evidenti soprattutto tattici, soprattutto quando nel corso della partita sono necessari cambiamenti, per infortuni o per accertata stanchezza di alcuni componenti, ma non è giustificabile, se non in conseguenza di troppa o poca fiducia nei propri mezzi, che tutta la squadra, senza eccezioni, perché il calo è stato generale, anche da parte dei migliori, abbia improvvisamente calato i remi in barca, in un atteggiamento difensivistico che poteva essere giustificato dal risultato provvisorio, ma non tale da permettere che una squadra , del tutto dominata nel primo tempo, fin dal primo minuto del secondo tempo prendesse il sopravvento così come è avvenuto. Cambiamenti tattici nel corso di partita sono decisivi quando esiste un certo equilibrio fra i due contendenti, ma quando il capovolgimento della situazione è di tale dimensione , può essere solo giustificato o da un calo atletico, di cui non si era avuto sentore per tutto il primo tempo, o da un calo di ordine psicologico, rilassamento o presunzione ( che appunto renderebbe indispensabile la presenza in squadra di giocatori di forte personalità che, ahimè, ci mancano). Troppo è stato, a mio parere, il salto di rendimento della squadra, che mi sembra esagerato attribuire a merito delle intuizioni tattiche del buon Mazzarri, rimaste del resto nascoste e inoperose per tutto il primo tempo.

  77. Mi pare che dopo l’esame delle prime due partite di campionato la diagnosi ci vede tutti più o meno allineati su queste magagne della lungodegente Inter:

    – mancanza di temperamento in troppi (quasi tutti) i componenti della rosa;

    – mancanza di giocatori di personalità nei ruoli-chiave (temo che non sarà sufficiente il recupero fisico di Nainggolan): ciò dipende dalla mancanza in rosa di “giocatori con l’abitudine alla vittoria” (l’unico che in carriera ha vinto qualcosa è Asamoha…);

    – preparazione atletica che, almeno per quanto visto finora, non ha consentito di schierare una squadra in condizioni atletiche accettabili per 90′;

    – scelte tecniche finora discutibili; cito, per tutte, ieri:

    a) lo schieramento di Skriniar sulla sinistra e il mancato cambio di modulo in difesa quando il Toro è divenuto più aggressivo e ha giocato con un 4-3-3;
    b) la entrata di Lautaro al 91′, quando c’era invece da reagire prima, con un giocatore dalle spiccate attitudini offensive, dopo la incredibile rimonta che abbiamo consentito al pur volenteroso Torino; in pochi secondi Lautaro ha fatto una cosa che qualcun altro, che era in campo da 90′, non ha fatto).

    – errori individuali gravi (non vorrei ripetere quanto già ripetutamente , ma Handanovic sta commettendo errori ripetuti negli ultimi mesi che non sono accettabili in un club come l’Inter; errare è umano, ma qui si sta perseverando…).

    Ma se le vediamo tutti queste cose, mi chiedo: le vede anche Suning?

    O meglio: Suning si è affidata a persone che queste cose le sanno vedere, interpretare e prendere le contromisure?

    Questo è il problema, direbbe Amleto.

  78. @Scettico
    al 75mo la partita era già sul 2-2, Perisic e Politano non ne avevano più: in quel momento io avrei immesso forze fresche_ Lautaro per vincere oppure un centrocampista per ritrovare compattezza_ Aspettare il 91mo per il tetzo cambio non me lo spiego_

  79. Perfetto riassunto Intersempre. E domande più che lecite.

    Quello che eviterei, sono le assurde richieste di esonero di Spalletti. Di cazzate ne ha fatte e spero provveda a rinsavire ( Dalbert in primis !!!) , però evitiamo di farci del male da soli. Tra l’altro, e qui Wolf mi confermerà, è fresco di rinnovo e non possiamo permetterci nemmeno doppi o tripli allentaori come già visto. Detto ciò, veda che fare visto che è pagato per questo.
    Meditiamo.

  80. Concordo, assolutamente di evitare la fucilazione di Spalletti.

    Quest’ultimo è vero che ha preso ultimamente più di una cantonata, ma se fosse indicato come unico colpevole-capro-espiatorio della attuale situazione, tale circostanza costituirebbe il suggello di una stagione calcistica buttata via quando siamo appena all’inizio.

    E’ fresco di rinnovo, con piena fiducia della società: deve quindi dimostrare di saper raddrizzare la barca velocemente ed efficacemente con il materiale a disposizione (che non è del tutto malvagio, anche se non ancora adatto per competere a certi livelli, dobbiamo essere consci): certo che prestazioni come queste due prime partite NON SI POSSONO ASSOLUTAMENTE VEDERE.

    I giocatori facciano il resto: a loro si chiede quell’impegno e quella professionalità che i loro lauti stipendi consentono di pretendere quando scendono in campo, in misura pari (o meglio superiore) a quella che dimostrano i loro colleghi di troppe squadre che, in altrettante troppe occasioni, ci hanno sbertucciato negli ultimi anni, pur essendo (ma solo ‘sulla carta’, come si dice) considerate inferiori all’Inter.

    In altre parole, si chiede ai giocatori di dimostrare di essere degni di indossare la maglia della Beneamata.

    Punto e a capo.

  81. Avrei gioco facile a sparare a zero su Spalletti, dopo le polemiche di cui involontariamente fui protagonista (quando ebbi a definire l’allenatore un perdente), ma , pur dichiarandomi d’accordo con chi lo critica, non lo faccio in questa circostanza, convinto che comunque le nozze riescono male con i fichi secchi; piuttosto se c’è un rimprovero di fondo che mi sentirei di rivolgere a Spalletti è quello di non aver provveduto in campagna acquisti a rafforzare il centrocampo, arricchendo la panchina di esterni ma lasciando sostanzialmente immutato il centrocampo, già vedovo di Rafinha. Infine, da toscano verace a toscano sempre protagonista nei media, consiglierei a Spalletti di chiacchierare di meno, soprattutto quando i risultati sono quelli che sono. Di chiacchieroni a vuoto ce ne sono già fin troppi in giro, soprattutto in politica…

  82. Considerando che ormai col Sassuolo siamo abbonati alla sconfitta e che col Torino non vinciamo mai, fino ad oggi non è successo niente di strano. La prossima sarà a Bologna dove pure siamo abituati a soffrire. Se vinciamo, nell’arco delle 3 partite abbiamo già fatto meglio dell’anno scorso.

  83. Non ho visto la partita con il sassuolo ma ho visto la partita di ieri…altro che torino irresistibile: la sintesi perfetta, per una volta, è quella della Gds: L’inter è l’anti-Inter. Ho visto una squadra fiacca e senza nerbo che invece di stare 30 metri avanti, a centrocampo, stava a 30 metri, sfilacciata, in difesa. Una squadra che non era una squadra, ma in cui ognuno stava in campo senza sapere che fare. condivido con chi osserva l’assenza di uno che ragioni in campo…ed è un deficit che abbiamo avuto anche l’anno scorso. Non so se riusciremo a riprenderci ma resta il fatto che ci manca, e ci è mancato anche l’anno scorso, l’ardore per ribaltare le partite e dire, con arroganza, noi siamo più forti. Cazzo…ma questa juve di m….non insegna mai niente a nessuno?

  84. Ovviamente l’anno scorso le cose sono migliorate con rafina, che sembra un sogno ormai irrealizzabile. In realtà non possiamo vivere sempre di sogni, dopo tanti anni. Ora basta: meritiamo qualcosa di meglio, magari con due cessioni importanti: che ne so, handanovich e icardi? Il primo, un gol e mezzo sulla coscienza; il secondo da vendere per mettere in cassaforte un centinaio di milioni perché più di quello che fa non potrà fare. Giochiamo con politano (non male), keita e Martinez chissà che…..

  85. Mazzola: “Spalletti deve lavorare sulla testa dei giocatori. Handa? Ci vorrebbe una visita agli occhi…” – FC Inter News
    https://www.fcinternews.it/ex-nerazzurri/mazzola-spalletti-deve-lavorare-sulla-testa-dei-giocatori-handa-ci-vorrebbe-una-visita-agli-occhi-285912

    Come al solito sono d’accordo con Sandrino_Per non infierire a questo punto metterei Padelli almeno per le notturne, ed al sacro Handa lascerei le partite diurne_

  86. Handa non è un grandissimo portiere ma, al momento, non abbiamo di meglio. Evitiamo di massacrarlo col risultato di demoralizzarlo e di creare un clima di sfiducia che danneggia tutta la squadra.
    E poi, le cappellate dei portieri vanno di moda. Quest’anno c’è gente che ci si è giocato Champions League e Campionato del Mondo.

  87. Ad una certa età, bisognerebbe avere il buon senso di tacere onde evitare di apparire come un vecchio rincoglionito.

  88. forse bisognerebbe cercare di avere un po’ di equilibrio. Vero, siamo delusi. Vero, ci eravamo illusi. Ma da questo a chiedere la testa dell’allenatore, ce ne corre. Mazzarri l’abbiamo preso per il culo per anni e nell’ultime due sfide con lui ci ha preso 4 punti.
    Gasperini, sembravo l’ultimo dei fessi e guardate cosa sta facendo, da anni, con l’Atalanta. Poi possiamo discutere quanto vogliamo, ma a volte bisognerebbe avere un po’ di pazienza.

  89. Io non chiedo la testa di Lucio, ma che faccia scelte CORRETTE,come dice lui_
    Fare il terzo cambio al 91mo con tanti giocatori sfiniti è inspiegabile, né ha corretto la squadra in corsa come tutti speravamo_ Che Handanovic non ci veda non è una battuta, che gli errori più fantozziani li faccia di notte non è una battuta_ Io Padelli o chi c’è c’è lo avrei messo già da anni_

  90. @Acanfora, non ho detto che Spalletti non abbia fatto errori. Il cambio al 91 è sicuramente incomprensibile come, a mio avviso, è incomprensibile proporre Vecino e Dalbert. Detto questo, se vogliamo sperare di uscire dal tunnel, dobbiamo sperare (scusa la ripetizione) che l’ambiente non collassi. In caso contrario, avremo buttato un’altra stagione nel cesso.
    Su Handa, personalmente non mi è mai piaciuto più di tanto, ma in questo momento non abbiamo alternative, quindi, per me, è il miglior portiere al mondo.

    Scusami se ho usato un tono un po’ perentorio.

    buona serata.

    Forte

    • Dissento solo sul portiere, non credo Padelli possa fare più danni_
      Per il resto scusa il mio di tono. Anzi ti mando un ideale abbracco. Forte_

  91. la i l’ha trattenuta.. il portiere del nostro blog

  92. Fortebraccio in panchina .
    Acanfora preparatore dei portieri .
    Storti a organizzare lo sciopero del silenzio in curva .
    Dalbert a portare il secchio del massaggiatore .
    Spalletti alle mani nei capelli.

    Diamo una riordinata.

  93. Vorrei dire all’Inter FC a partire da Zhang Padre all’ultimo dell’organigramma, giocatori e tecnici e preparatori e professoroni compresi che :
    Avete ammutolito Giorgio.
    Questo dovrebbe darvi la dimensione di che cazzo state combinando.

    Su Giorgio che senza di te sembra di essere all’eremo di San Romedio

  94. Domenica c’è la possibilità di resettare tutto e ripartire semplice dalla squadra tipo, cioè quella dell’anno scorso con i nuovi acquisti; basterà per battere il Bologna di Pippo Inzaghi?

  95. Pensa che io non sapevo neanche che Pippo Inzaghi allenava il Bologna !
    Quanti rigori ha avuto il Bologna fino ad ora?

  96. Buonasera a tutti.
    Grazie a Javier + per aver notato la mia assenza da prostrazione.
    Non è che volessi atteggiarmi tipo protagonista di “Ecce bombo”, sia chiaro, ma il sorriso dovuto all’esempio dell’eremo (visto poche settimane fa in tv) mi ha dato un minimo di scossa positiva.
    Spalletti ha colpe, e qualcuna ne hanno i giocatori, ma voglio sforzarmi di pensare che siamo un po’ meglio dello scorso anno, quindi dovremo – prima o poi – ingranare.
    Scettico ha messo giù una completa analisi. Mancava solo una cosa cui non voglio pensare : una combine. Intendiamoci…i tifosi sono immuni, le società sono innocenti, ma non è che – solo perché non ti e mai successo – il fatto di chiamarti Inter (o Frosinone o chi volete voi) sia la garanzia dell’impossibile. Da quando è possibile scommettere su tutto…
    Diciamo che è improbabile e andiamo oltre.
    Handanovic non è stato MINIMAMENTE coperto da D’Ambrosio, sul primo gol, e sul secondo è stato punito da una deviazione.
    Scritto questo…nessuno è esente da colpe, ma Padelli…se fa il secondo portiere…ci sarà un motivo, no ?
    @Scettico : dopo Mantova, la gente voleva far fuori Sarti ? E chi c’era… Miniussi? Suvvia…
    E i punti che ci ha portato sono sempre più di quelli che ci ha tolto.
    Come se Icardi quest’anno facesse solo una decina di reti… Ci ha portato letteralmente sulle spalle per 4 anni di seguito. DI SEGUITO.
    Spalletti : si, roba da fargli crescere i capelli per poi poterglieli strappare, ma…oltre ai solidi dubbi sulla sostenibilità finanziaria di un altro allenatore…lui vede i giocatori ogni giorno e lui deve far rendere la squadra al meglio.
    Certo…Skriniar a sx è una bestemmia da codice penale, e insistere a far giocare Dalbert e tenere in purga Candreva è persino peggio… Ma speriamo si ravveda.
    E poi…chi potremmo prendere ? Conte ? No, grazie. Per me è come Lippi o Capello. E non ho citato Allegri o altri. Puoi avee allenato i gobbi senza essere antipatico (raro), ma i tre citati…no, eh ?
    Mourinho è in crisi, con il suo MU, ma ho da un po’ di tempo elaborato una teoria per cui…ormai ha dato il meglio che aveva, e un suo eventuale ritorno sarebbe un costoso espediente emotivo, ma sono abbastanza poco giovane per ricordare il ritorno di Helenio Herrera : molti discorsi e…zero tituli.
    A Bologna ? Ho MOLTO timore. Speriamo in Brozo, chevvedevodi’…
    Raccolgo le ultime forze per scrivere l’ennesimo Forza INTER !!!

  97. Acanfora, mi piace conversare con te, perché, almeno fino a qualche giorno fa, apprezzavo il tono ironico dei tuoi interventi, che è il modo migliore per vivere, godere e soffrire, le vicende della nostra squadra ( Sector docet!) ; mi sembra però che tu viva queste ultime vicende come un tradimento incomprensibile, da parte di una squadra che purtroppo ha fatto dei suoi frequenti tradimenti una delle ragioni del suo successo, quasi fosse il suo imprinting che la distingue tra tutte le squadre del globo. E i giocatori e gli allenatori, come è ovvio , si adeguano. Ora, io ritengo che Handanovic sia un ottimo portiere, uno dei migliori in circolazione, che però in certe giornate di luna storta commette errori elementari che, come sempre succede sia nel caso dei portieri che in quello degli attaccanti, sono decisivi per il risultato. Licenziarlo su due piedi significherebbe però dimenticare le tante partite in cui ha salvato con interventi miracolosi a ripetizione la nostra squadra e il risultato. Altri portieri nelle stesse circostanze né farebbero miracoli né farebbero errori e il giorno dopo i gol che subiscono verrebbero giudicati imparabili e la loro prestazione, senza infamia e senza lode, sufficiente (Padelli sarebbe probabilmente uno di questi). Ora io odio la mediocrità, sia nel calcio che in qualsiasi altra attività artistica in cui si fa una netta distinzione tra normalità e genialità e si sa che genialità fa spesso rima con sregolatezza. Insomma , prendere o lasciare. Io preferirei Handanovic , con i suoi molti alti e poco frequenti bassi, tenermelo, almeno fino a quando non troveremo di meglio, possibilmente non mediocre, e non sarà facile. Quanto all’allenatore e alle sue scelte stravaganti ( la sostituzione a un minuto dalla fine per tentare di cambiare il risultato quando poteva effettuarla molto tempo prima, se la riteneva necessaria, è stata veramente incomprensibile; ma ricordo che anche Mancini in una partita di qualche anno fa cambiò un giocatore a un minuto dalla fine, senza una valida giustificazione) sai quale è stato il mio giudizio fin dal momento dell’ingaggio, non certamente positivo, perché non l’ho mai ritenuto all’altezza di guidare una grande squadra come la nostra, affamata di successi dopo una troppo lunga astinenza: un allenatore di grande esperienza con molti meriti ma scarse medaglie, che sono quelle che rendono un allenatore da mediocre grande. Quello che avrei preferito andò a raccogliere i suoi successi ( e anche le sue sconfitte: ma questo è il destino dei grandi!) in Inghilterra. Negli ultimi periodi poi sta inanellando una serie notevole di scelte negative veramente preoccupanti, dalla partita contro la Juve all’ultima di campionato, completamente sbagliata nella formazione e nella tattica, salvata miracolosamente da una maiuscola prova d’orgoglio della squadra, non certo dalle scelte dell’allenatore. Che fare? Non mi sembra che ci sia in piazza molto di meglio. Ci sarebbe, in un prossimo futuro, quel famoso allenatore , fuggito o cacciato dall’ Inghilterra , che piaceva tanto a Suning, ma che preferì la ricca Albione. Se avesse scelto la nostra squadra, forse oggi ci racconteremmo una storia diversa…

    • Caro Giorgio, bentornato. Solo ora leggo il tuo post, e per questo nel mio non accenno ai tuoi giudizi, che mi sembra però concordino sostanzialmente con i miei. Ad maiora!

  98. Secondo me non si può chiedere la testa di nessuno. Non ancora perlomeno.
    Inter come vera antigobba credo sia stata una bufala estiva, per vendere qualche giornale o guadagnare qualche clic in più. Certo, noi tifosi di cuore ci siamo magari un po’ illusi, ma la realtà era diversa. La squadra dello scorso anno era da 4′ posto (con un po’ di fortuna ma meritatamente nel complesso). Quest’anno è stata (teoricamente) rinforzata, ma non in un paio di ruoli-chiave. In più deve assimilare i nuovi, il ninja è fuori combattimento e handa in fase off line.
    Spalletti non è un mago (Herrera non c’entra) e talvolta si perde, non legge le partite ecc.
    Se tutto va bene saremo da champions (se la preparazione, se i rigori, se la sfiga…). E questo è, per come la vedo, dopo il momento incazzatorio.
    Il ritorno di Mourinho porterebbe l’unica sicura gioia di sentire giornalistucoli e gobbi in genere mandati aff###lo ogni settimana (e non sarebbe poco), ma tutti sappiamo quello che si dice delle minestre riscaldate.
    Mi scuso anch’io per la lunghezza, di solito me la cavo con meno.

  99. A proposito di “assenze” : l’amico Totò (vulg. : Toto) dovrebbe essere in vacanza.
    Gli auguro pubblicamente giorni sereni e di relax, senza le angustie del campionato.
    Dobbiamo pensare ad una efficace strategia scaramantica per la prossima volta che vengo in v. Salina Piccola…
    Ma forse è sufficiente pensare al fatto che l’unica volta che son venuto…abbiamo vinto (sia pure al 92°). One shot, one kill 🙂
    E quindi forse è meglio non scherzare col fato 🙂 🙂 🙂

  100. Caro Scettico, il mio PREgiudizio stagionale su fra’ Lucio Cipolla dipende dalla suo no a Rafinha, che nemmeno è stato rimpiazzato da altri con analoghe qualità per evidenti sue scelte tecniche_Continuo a ritenere le sue fanfaluche  funzionali alla causa, solo che, ad un certo punto, le chiacchiere vanno a zero e restano i risultati.. E se stanno a zero pure quelli ?
    Tuttavia accolgo i consigli, ed aspetto con rinnovata fiducia che le cose si riassestino, perché la squadra è buona_

    Con i miei strali contro il portiere vi ammorbo invece ciclicamente, incattiviti dalle papere pro-Rube più che dalle altre; affidarsi a Padelli non sarebbe una gran novità, una situazione simile la passo’ Toldo avvicendato da Fontana e sostituito da JCesar l’anno dopo_ Se poi Handa ricominciasse a parare come sa, perché sa parare, meglio ancora; il fatto è che sono errori tanto strambi davvero da dubitare se ci veda_

  101. E dopo solo due giornate siamo già a meno cinque dalla Spal.

  102. @Giorgio.
    Ebbene sì, sono in vacanza.
    E a diversi fusi orari di differenza.
    Periodo di grande relax e divertimento.

    Ma le angustie sono onnipresenti.
    Purtroppo il Wi-Fi funziona benissimo.

    Tra un bagno in piscina ed altro ho buttato un occhio agli aggiornamenti e, dopo aver visto il vantaggio di Ivan, al secondo sguardo mi sono trovato al pareggio, per di più dopo un doppio vantaggio.
    Ho atteso con ansia la fine, ma senza epilogo sperato.
    Col Bologna mi attende analoga trafila, spero con miglioramenti.

    A M A L A, anche ad orari improbabili! 🙂

  103. Giorgio visto il momento critico secondo me dovresti andare a vedere Bologna-Inter alla Salina Piccola (se ho capito bene Inter club Taranto?) Ormai non basta più neanche Fortebraccio… 🙂

    • No.
      Fortebraccio è dogmatico.
      L’eresia prevede di essere arsi vivi, e io soffro già un po’ il caldo, essendo tornato ieri nella mia Livorno…
      Poi lunedì si riprende il lavoro nella città eterna 🙁
      Speriamo con classifica a 4 punti…

    • Ok scherzavo! Cambiando argomento, x il sorteggio champions di domani quali squadre pensate che sarebbe meglio evitare? Dopo i risultati del sondaggio, propongo una gufata di Fortebraccio 😀

  104. In Champions spero tanto di evitare il Sassuolo

  105. Io credo che qua nessuno vorrebbe la testa dell’allenatore, specie dopo 2 giornate di campionato, sarebbe controproducente e rischioso per tutti, anche perché i precedenti non sono molto rincuoranti.

    La delusione di tutti noi interisti però è del tutto giustificata, sfido chiunque a non essersi un po’ esaltato dopo questa estate anche se il mancato arrivo prima di Vidal e poi di Modric, ha in parte strozzato tale entusiasmo.

    E il fatto di prendersela in primis con Spalletti ci sta tutto.

    Io un po’ di domande inizio a farmele sinceramente.

    Lo scorso anno, se non grazie all’arrivo di Rafinha, non mi sembra ci avesse fatto vedere chissà cosa , e il gioco era uguale a quello dei predecessori, cioè palla a Candreva e Perisic e cross a Icardi.

    Senza parlare delle tante formazioni e approcci sbagliati alle partite, le poche o nessuna partita cambiata solo grazie ai suoi cambi in corso, e il disastro degli ultimi 10 minuti di Inter-gobbi.

    Quest’anno secondo me è totalmente responsabile della prima a Sassuolo avendo messo in campo gente fuori ruolo o in ritardo di preparazione.

    Esempi:

    Asamoah esterno alto

    Dalbert in campo

    Accoppiata Brozo Vecino,
    palesemente in ritardo di condizione, quando tutta la pre season è stata fatta con la coppia Gaglia e Asamaoh.

    Il muro Skrinjar sempre più defilato a sx che specie se si fa difesa a tre è ormai un terzino e quindi non è più il ns muro.

    E infine il secondo tempo di Inter Toro.

    Mazzarri nell’intervallo ha fatto le sue contromosse ed ha cambiato la partita e lui invece è stato a strusciarsi la testa in su e giù senza capire una mazza su come a sua volta intervenire e quando lo ha fatto, lasciamo perdere, vedi Lautaro al 91′.

    Risultato:

    dominio assoluto del Toro e partita che poteva essere tranquillamente persa.

    Anche un altra cosa mi lascia perplesso.

    Sembra sia stato lui a scegliere l’ultimo posto di extracomunitario con Keita al posto di Vidal.

    E così, invece di irrobustire il centrocampo ha portato il quinto esterno nella rosa dopo Perisic Candreva Politano e Karamoh.

    E cosa fa domenica? Ti inventa il 3421 che prevede il mancato utilizzo degli esterni d’attacco che invece vanno a rifinire dietro la punta.

    Insomma, credo che elementi per dubitare sul suo operato ce ne siano a sufficienza ma voglio comunque rimanere un minimo ottimista sperando che sia soltanto un attimo in confusione.

    Forse la pressione mediatica sull’essere l’anti gobbi ha dato un pochino alla testa anche a lui.

  106. C’è solo un residuale punto che non abbiamo considerato.
    Non ho ALCUNA intenzione di difendere Spalletti, ma è un fatto che per tutto il periodo fino a fine anno…eravamo in testa, a volte giochicchiavamo anche benino e…non c’era Rafinha.
    L’anno precedente prendemmo Gagliardini che sembrava un marziano…tempo tre partite e ha preso il posto da “vice-Ranocchia” nella considerazione dei tifosi…
    E Joao Mario ? E Banega ? E Kondogbia ? E…TUTTI gli altri che abbiamo preso e strapagato (per comprarli e per stipendiarli) che si sono rivelati perfetti flop ?
    Dai…c’è più di un motivo se io chiamo S. Siro “lo stadio mangia-uomini”…
    E quindi ? E quindi fischiare ed arrabbiarsi e contestare porta solo ad altri fischi, arrabbiature e contestazioni. Andiamo cioè verso un circolo vizioso, un gorgo di rovinosa caduta che non aiuta la squadra…e men che meno aiuta noi. Che soffriamo…gratis.
    E allora facciamo che il motto “AMALA” sia più fideistico e acritico. Senza mettersi il prosciutto sugli occhi. Semplicemente salvaguardando in modo paziente il ns. “investimento emotivo”, ecco.
    Poi, a fine campionato, li mandiamo in coro a cagare.
    Capitolo CL : anziché esser preoccupato per il sorteggio…preferisco focalizzare il secondo posto. Come il quarto, lo scorso anno, quello dev’essere il primo obiettivo. Non importa come ci arriveremo. Stop.
    Forza INTER !!!

    • Nella orribile (mezza) partita col Toro mi è parso di sentire fischi solo alla fine, ma non ero allo stadio.
      Mi confermate voi che c’eravate?

    • Sono tendenzialmente d’accordo su questo discorso, oltre che peggiorare tremendamente le cose in campo il tifo contro ha come effetto collaterale di azzerare il divertimento, che dovrebbe poi essere il primo obiettivo del seguire un gioco.
      Certo esistono dei casi limite dove un certo giocatore ha ciondolato per il campo per un anno ed è andato a giocare in Inghilterra dove i tifosi si sgolano per i propri beniamini per 95 minuti pure quando perdono 4 a 0, alla fine dell’anno calcistico gli inglesi ce lo hanno rimandato indietro con allegato un bigliettino “tenetevelo”.

      Concordo comunque sul fatto che per quanto sia stato un inizio di campionato ben al di sotto delle aspettative dimenticare in 7 (sette) giorni tutto ciò che di buono han fatto l’anno scorso allenatore e buona parte dei giocatori , e chiedere teste e pre-pensionamenti alla seconda mi sembra davvero troppo.

  107. Fortunatamente in champions avremo un girone di merda. (Nel senso di avere contro squadroni stellari).
    Fortunatamente perchè in questo momento è meglio per noi incontrare squadre nelle quali specchiarsi piuttosto che fare la partita.
    E se si perde è perchè l’asticella era troppo alta.
    Diffido di un girone “facile” (semmai fosse possibile) perchè temo non saremmo all’altezza di cogliere l’occasione e ne rimarremmo segnati.
    Lo so, per chi 8 anni dominava una Champion battendo tutte ( e sottolineo TUTTE) le più forti, sono discorsi di grande retroguardia, ma ahinoi occorre ripartire mestamente, ma tenaci, per riguadagnare posizioni e autostima.

    • Inizierei a guadagnare un po di autostima da Sabato col Bologna, perchè è bene ricordare che per partecipare alla prossima Champions bisogna o vincerla o qualificarsi tra i primi 4.
      E torno a ripetere che a noi oggi manca ancora un BEL mercato per aggiustare definitivamente la squadra, quindi me per primo, è meglio non infierire su questa rosa, facciano quel che possono (con grande impegno ovvio , non come la ripresa col toro) e ci portino alla prossima champions il prima possibile.
      Magari la coppetta Italia… sarebbe una bella iniezione di fiducia

  108. @Grigio

    Confermo che i fischi si sono sentiti solo al fischio finale.

    Anche se gli striscioni della curva esposti prima della partita erano più che chiari e ringraziavano la Società per le promesse mantenute ed invitavano mister e giocatori a pedalare e non trovare scuse.

    Immagino in riferimento al post Sassuolo dove il ns mister aveva individuato nel campo una possibile causa di sconfitta.

    Indipendentemente da questo ed allacciandomi a Giorgio, sinceramente, che San Siro possa essere mugugnoso e mangia uomini può anche essere, ma io credo che in questi ultimi due anni il pubblico interista presente allo stadio vada SOLO ED UNICAMENTE PREMIATO.

    Nonostante i 7 anni da schifo, pullulano gli abbonamenti, pullulano le presenze, il tifoso si esalta con poco, basta il Gabigol di turno, pensate come siamo messi.

    Ci si esaltava e si osannava il giocatore solo perché si riscaldava a bordo campo.

    Pensate se arrivava un Modric…….

  109. Allo scopo di far chiarezza sulla mia analisi : sono DEL TUTTO concorde sui complimenti per il pubblico allo stadio, in termini di affluenza (e resistenza alle delusioni).
    Ma è proprio per questo che rischiamo di farci del male : più siamo attaccati alla squadra e più reagiamo con rabbia alle contrarietà.
    Era questo il senso del mio intervento. Figuriamoci : io non ho MAI fischiato nessun giocatore che indossasse la maglia dell’Inter (pur malignando dentro di me circa le probabili attività notturne e diurne delle loro madri…).
    E quando si perde li incito a pareggiare, e se si pareggia spero sempre in un rimpallo fortunato all’ultimo secondo (succede MAI).
    Come tutti quellii che scrivono qui, credo. Perché siamo malati per la Bemeamata.

  110. Premesso che ovviamente i TUOI giocatori finchè sono in campo vanno sostenuti ( se tu pensi di essere la mente, loro sono il braccio,il solo che può incidere sul risultato).
    Detto questo, ho sentito mormorii alla presentazione per Dalbert e più che mormorii per Joao Mario. Poi innegabile che dopo l’uscita di Asamoh era palpabile il timore che la fascia sinistra non reggesse (e chissà se in campo sono cose che si sentono), idem per i cross poco riusciti sempre del numero 29.
    Ovviamente non fischi, ma rammarico per l’andamento della partita e liberazione solo alla fine della delusione, con ovvi commenti tra tifosi su quello che Spalletti aveva fatto di sbagliato o non aveva fatto di giusto (ovviamente ognuno di noi ha la formula in tasca per risolvere le partite).
    Se posso dire anche la mia ebbene : Vrsaljko (che abbia più o meno gamba in questo momento non discuto) DEVE giocare terzino in una difesa a 4.

  111. Di fronte alla puntigliosa rassegna degli errori di Spalletti fatta da Pupi 73, cioè da uno che segue la squadra non solo sullo schermo televisivo, ma anche, come domenica, “de visu”, le mie opinioni di modesto poltronista non fanno solo un passo indietro, ma anche due, tre…In tutta onestà riconosco che all’inizio del secondo tempo non mi sono affatto reso conto delle innovazioni tattiche introdotte da Mazzarri, né, se ricordo bene, il buon Scarpini ne ha fatto menzione e, per la stessa natura del mezzo televisivo, è difficile rendersi conto di fondamentali cambiamenti tattici che si verificano di volta in volta sul campo, se gli stessi telecronisti non ne fanno menzione. Perfettamente d’accordo circa la prima partita, ma la squadra giocava in trasferta, raffazzonata per assenze fondamentali e non ancora atleticamente in perfetta condizione e quindi con molte attenuanti circa il risultato negativo. Ma tra la prima partita e il secondo tempo della seconda c’è di mezzo quel primo tempo, giocato in maniera gagliarda, coi torinisti, che pure venivano dalla buona prestazione contro la Roma, incapaci di entrare nella nostra metacampo, surclassati non solo sul piano atletico, sempre anticipati dai nostri, ma anche dal punto di vista tecnico e un risultato finale troppo stretto per noi ( se il primo tempo fosse terminato, come logica di gioco autorizzava pensare, con tre o quattro reti di scarto, saremmo qui a discutere degli errori di Spalletti?), un primo tempo perfetto, tranne che nel numero dei gol, quale da tempo non ricordo così ben giocato dalla nostra squadra. La metamorfosi del secondo tempo, che io ho cercato di giustificare con l’assenza di personalità di carattere, a mio modesto parere rimane di difficile interpretazione, anche tenuto conto della tattica azzeccata di Mazzarri, perché, e su questo le immagini televisive non mentono, i singoli duelli nel primo tempo sempre vincenti da parte dei nostri, nel secondo tempo sono stati costantemente vinti dai nostri avversari, sempre in anticipo dinanzi a una squadra ormai ferma e quasi svuotata della voglia di combattere. Ora, gli allenatori hanno tutti i torti e tutti i meriti di questo mondo (a mio parere gliene attribuiamo anche troppi!) , ma alla fin fine in campo scendono i giocatori, capaci di decidere i risultati, primi responsabili del gioco che producono e dei risultati. Nell’ultima partita della scorsa stagione Spalletti ha commesso una valanga di errori, con un primo tempo suicida, che è rimasto in sostanziale equilibrio più per la buona sorte che per reali meriti della nostra squadra. Nell’ultimo quarto d’ora un colpo di reni della nostra squadra, che non accettava il risultato, ma rimetteva tutto in gioco, non per superiorità tecnica ( la Lazio in precedenza aveva dimostrato di essere tecnicamente superiore) ma per spirito d’orgoglio ci ha permesso di ribaltare il risultato, indipendentemente dalle scelte sbagliate dell’allenatore. Quello spirito d’orgoglio che è completamente mancato nel secondo tempo di domenica. Tutta colpa dell’allenatore, allora? (Guardate un po’ che mi tocca fare: difendere un allenatore che non stimo e che avrei visto volentieri allenare altrove. Ma tant’è!)

  112. I tifosi sono diventati più comprensivi, o forse sono le nuove generazioni ad esserlo; fatto sta che il clima allo stadio è più festoso_ Insomma i nostri non hanno nemmeno più la scusa del poco sostegno o della critica facile: i fischi a fine gara (non prima) esprimevano un giustificato scoramento_ E ce ne sono tanti che si sobbarcano viaggi impegnativi pur di essere presenti_

  113. La cosa strana e’ che fino a 2 settimane fa eravamo tutti qui ad osannare la società per il mercato svolto…

    E’ mancata la ciliegina sulla torta (Modric o Rafinha) e’ vero, ma per il resto abbiamo fatto 7 acquisti e nessuna cessione importante.

    Luciano dovrà darsi una mossa, ma non possiamo mettere in discussione colui che ci ha riportato in Champions dopo 6 anni…

    Direi di dimenticare tutte le stronzate alimentate dalle PI sull’antijuve, fissando i veri obiettivi stagionali: 4′ posto e Coppa Italia salva-triplete.

    La Champions vada come vada… se riusciremo a passare la fase a gironi sarà tutto grasso che cola.

    Pedalare e volare bassi

  114. Con la coerenza che mi contraddistingue, dopo aver vaticinato un gruppo strong in champions, ora sono a sperare che il Paok elimini il Benfica, cosa che farebbe salire il Liverpool in 2° fascia andando a comporre una 3° fascia , sulla carta, complessivamente piu abbordabile.
    No per dire.

  115. personalmente di questo campionato italogobbo frega poco, a parte il fatto di arrivare almeno quarto, dal quinto posto
    mi girirebbero ovviamente ad elica.

    d’altronde non mi serviva certo l’intervista
    di Moggi che ammette di continuare a tenere contatti con mezza serie a…mi è bastato quel sicario a Sassuolo, giocar male che cazzo significa?
    allora togliamo le porte, mettiamo 5 giudici e diamo i 3 punti ad alzata di paletta…
    ce un regolamento e questo dice che nel primo tempo cera solo un rigore, per noi, se la butti dentro son tre punti e tutti
    a casa e via con squadra cinica etc…

    ma finalmente domani si torna a respirare calcio vero, ecco li ci tengo alla morte, sogno un bel cammino, pelle da vendere cara, orgoglio nerazzurro, quelle serate magiche europee che solo l’Inter….

    finalmente arriva a breve una sosta, ecco l’occasione per quei responsabili(o meglio irresponsabili) di questa sciagurata estate di rimettere in piedi i ragazzi giusto per l’Europa.

    evviva l’Inter

  116. Ovviamente l’ho tirata al Paok, ma sopratutto al loro portiere che la combina peggio di Handa.
    Ci meritiamo il Liverpool dalla terza fascia.

    • Ci meriteremmo anche qualche partita vinta, qualche pizzico di fortuna, qualche arbitro imparziale…
      Ma tifiamo Inter anche per questo, credo.
      Altro che “smetto quando voglio”…

  117. Sorteggio Champions.
    Si passa dal facilissimo (Lokomotiv, Shaktar e PSV, come fare 6 al superenalotto) a quello monstre.
    Unica consolazione è non poter prendere Liverpool e Manchester U insieme, per ovvi motivi!

    A M A L A, comunque.

    Stasera sapremo e programmero’ probabilmente il mio ritorno al tempio a vedere una partita di coppa!

  118. 92 minuti di applausi x mareintempesta! Anche a me del campionato frega il giusto, basta arrivare nelle prime 4, tanto se mai dovesse esserci la possibilità di arrivare primi sappiamo benissimo quello che succederebbe, cmq ora ne siamo ben lontani, problemi di Napoli e Roma, ma a loro in fondo va bene così. Adesso mi godo l’emozione del sorteggio… A proposito del Benfica, ora che si è qualificato potrebbe prendere Rafinha, quindi il Betis potrebbe tornare su Joao Mario, non tutti i mali vengono x nuocere…

  119. Lokomotiv
    Benfica
    Lione
    Inter

    A me piacerebbe questo perché lo Shacktar specie nella prima fase va sempre a mille e quasi sempre si qualifica o ci va molto vicino.

    A parte gli scherzi, visto che sarà impossibile avere questo culo, mi andrebbe pure bene incontrare una top della fascia 1 in modo da poter iniziare anche a confrontarsi con tali squadre se vogliamo cominciare a crescere di mentalità.

    Purché la seconda e terza fascia rimangano abbordabili……..

  120. Eccallà!
    Asamoah pare non recuperi, magari in panchina , e (dice la Gazza) Dalbert scalda i motori .
    Io lo sapevo che avremmo rimpianto la partenza di Naga , e comunque Vrsaljko è un terzino dx e Dambro a sx regge meglio in difesa.
    Una cosa che mi lascia perplesso invece è l’utilizzo di Keita in posizioni fantasiose meno che sulla fascia dove ha sempre giocato di solito . Io l’avrei visto bene in tutte e due partite come sostituto a partita in corso di Politano nella prima (che non ce la faceva piu) e Perisic nella seconda (che ha cominciato come l’anno scorso, cioè segna ma paradossalmente per il resto fa pochissimo, mai saltare l’uomo mai creare superiorità. Lanciare Keita sulla fascia a crossare per Icardi e Lautaro non sarebbe male.

  121. e’ stato coraggioso, sfida le aspettative

    un uomo che ha avuto il coraggio di scalare marcia

    la nuova idea di benessere passa per la riscoperta della dimensione sociale

    il desiderio di riscoprire valori diversi

    sul Corriere della Sera ! su Marco Borriello !!

    aiuto! sto paese e’ gravemente malato

    • Ahahaahaaahaa

    • “il desiderio di scoprire valori diversi”

      Secondo me invece si tratta sempre e solo di quella che assieme al calcio è la grande passione degli italiani.

      p.s .Ci vuole coraggio, Ibiza si sa è un ambiente notoriamente ostile.

    • I “valori diversi” sono quelli delle transaminasi con tutto quello che si beve.

  122. Posso esprimere la mia opinione sul sorteggio di stasera (questa volta, contro la mia abitudine, breve breve)? In qualsiasi girone cadremo, cadremo male. In giro per l’Europa non esistono più squadre materasso: le più modeste, anche se singolarmente non provviste di giocatori di raffinata tecnica , sono in genere ben organizzate e cariche di entusiasmo, doti che spesso mancano a squadre come la nostra, di grandi tradizioni ma ancora in fase di ricostruzione e in cerca di un equilibrio tra i reparti. Se la nostra squadra sarà quella del primo tempo di domenica, potremo aspirare a superare il turno, se sarà quella del secondo, impaurita e senza anima e orgoglio, diventeremo carne da cannone per le altre tre del girone.

  123. Buongiorno a tutti.
    @mareintempesta : è probabilmente purtroppo vero che il Paese sia “malato”, ma dovevano bastarci – per accorgercene – gli scudetti vinti “da altre squadre”, le penalizzazioni inflitte e poi revocate, la serie B a 19 squadre e la C ancora senza calendario…
    Adesso mi sembra di poter dire che nel caso la “malattia” sia contagiosa, se in Spagna ingaggiano i ns. calciatori un po’ passatelli (e pare che vogliano Galliani come presidente).
    Niente da dire sulle singole persone, ma un tempo ci invidiavano l’arte… 🙁
    Del sorteggio Champions di stasera non sono minimamente pteoccupato. Ci daranno tre squadre contro le quali so#riremo comunque. È un po’ come analizzare un calendario di campionato : prima o poi le devi incontrare tutte.
    Se poi succede come quest’anno, che mi ero illuso di vincerne parecchie di fila, all’inizio… 🙁 🙁 🙁 🙁

  124. Il calendario nelle competizioni a eliminazione diretta aiuta, non è detto che bisognerà affrontare tutte le più forti_ Talche vincemmo i mondiali del 2006 senza affrontare le favorite dell’epoca_ Al contrario del 1982 o della nostra champions 2010, dove battemmo tutte le più forti _ Ed infatti furono vittorie molto più prestigiose_

  125. Praticamente se beccassimo il City in prima fascia si autoescluderebbero tutte le inglesi di seconda e terza fascia??

    A questo punto converrebbe sperare?

  126. Il city io lo eviterei… Cmq delle inglesi possiamo trovarne non più di una (come delle altre nazioni), quindi se proprio una inglese dobbiamo trovare forse meglio, o meno peggio, una delle altre… Cmq stavolta condivido Scetticonerazzurro, soprattutto l’ultima frase

  127. Gruppo durissimo

  128. Girone col barcellona…finale a madrid…
    praticamente un dejavu.

  129. Il girone peggiore è servito!

    • C’era l’altro con BayernBenficaAjax..

      Dunque Barca- Tottenham- PSV = siamo una brutta gatta da pelare per chi c’ha preso!

  130. Bhe…anche roma e napoli non sono messi bene

  131. Peggio di così non poteva andare. Buon segno. Così non ci montiamo la testa e avremo qualche probabilità di passare il turno. Ad maiora!

  132. forza puntiamo al terzo posto x essere eliminati agli ottavi di EL

    si può fare

  133. Girone duro: meglio. Volevamo tornare in Champions? Sarà un banco di prova per vedere di che pasta siamo fatti

  134. Detto che usciremo, si spera di farlo con onore e non tra gli sberleffi.

  135. Dobbiamo solo vendicarci del Tottenham e chiudere il cerchio

  136. Arriveremo quarti.
    ‘notte

  137. Se pescavamo il girone “facile” Lokom_ Porto _ Shalke04 … sicuri che era meglio?
    Forza Inter

  138. a) Nauseato ottimista perchè pensa di superare i sedicesimi di Europa league.

    b) La squadra che piu’ temevo era effettivamente inevitabile : l’Inter.

    c) quoto Acanfora. Ricordate il girone quando siamo stati buttati fuori dal mondiale 2010 ?

    d) Piu che il sorteggio è il calendario che è pessimo. Se wikipedia non parla con lingua biforcuta : Barca in Casa poi le altre due fuori. Rischiamo dopo tre partite di essere già fuori. Importantissimo fare risultato per il morale (conoscendo la nostra attuale tenuta mentale)

  139. Buonasera a tutti.
    Vado controcorrente, perché cerco di metter da parte la passione : non mi preoccupa il sorteggio. Meglio il Tottenham del Liverpool e il PSV è abbordabile.
    Piuttosto…temo che un eventuale ns. passaggio del turno rischerebbe di ingenerare un INGIUSTIFICATO ottimismo.
    Ripeto : tifo a parte, razionalmente…un sereno terzo posto e un positivo prosieguo in EL potrebbe essere meno pesante per il campionato che DEVE essere il ns. più preciso riferimento.
    Scritto questo… Forza INTER !!!
    E…siamo tutti Mourinho, ovviamente… 🙂

  140. Meglio il girone difficile.

    Così forse non sbrachiamo subito, come fatto già in campionato.

    E poi, se dobbiamo uscire subito, meglio farlo con squadre forti.
    Non avremo niente da perdere in fondo, che in certi frangenti può essere una forza, psicologicamente.

    Bene così.

  141. Ma Fortebraccio aveva gufato il sorteggio o no?
    Comunque bene così, se si vuole fare la Champions il livello di difficoltà è questo, o prima o poi.

  142. Sfide con il Barça ed il Tottenham. Questa è la Champions e queste sono le partite della mia Inter che non vedevo l’ora di tornare a gustarmi da troppi, insopportabili anni. Mi aspetto e pretendo attributi, corsa e consapevolezza nerazzurra. Nessuno si azzardi a mollare un cm e a manifestare le note psicolabilità. Figure di merda non ne giustificherei mezza. Poi chi è più forte si piazzerà. Una considerazione: Modric player of the year, con il corredo delle dichiarazioni di Perez sull’Inter, è l’ennesima constatazione del potere e dell’arroganza del Real Madrid (del Madrid storicamente). Conosciamo e schifiamo i gobbi, quelli italiani e quelli spagnoli. Spero vivamente che l’Inter arrivi in fretta a potersela giocare alla pari con quelle lì.

  143. Temo che la rube vincerà l’Europa league

  144. Proveremo a contendere il secondo posto al Tottenham, ma è più probabile che sia la terza piazza quella che ci compete, con conseguente slittamento in EL…

    Vada come vada, l’importante sara’ metterci gli attributi.

  145. neppure gli ovini sono andati tanto bene.
    Hanno preso la più forte (?) delle seconde (MU) e poi, non potendo prendere il Liverpool, hanno pescato gli spagnoli del Valencia.
    Mourinho, Murillo e Kondogbia sono sempre nei nostri cuori.

  146. Voglio essere ottimista , nonostante le prime due uscite ufficiali della squadra siano state estremamente deludenti. Le amichevoli (anche prestigiose) della pre-stagione (per quanto possa essere indicativo il calcio di agosto) avevano fatto intravedere buone cose sia a livello collettivo che di individualità (Martinez su tutti). Pare chiaro che l’Inter debba essere una squadra che giocherà gran parte delle sue carte sulla aggressività, sull’acquisto e le doti atletiche e quindi in questa fase iniziale l’indubbio ritardo di preparazione (che speriamo sia colmato a breve e, soprattutto, sia stato lo scotto da pagare per una durata più lunga del “motore”) è stato determinante per i magrissima risultati (1 punto su 6 e tre gol subiti in due gare). Speriamo che le impegnative sfide di Champions servano a dare la scossa anche sotto il profilo mentale sia ai giocatori che a Spalletti, il quale deve chiarirsi molte idee su moduli, interpreti e gioco.
    Nel frattempo: BENTORNATA BENEAMATA IN CHAMPIONS!

  147. Acquisto = agonismo

  148. Ecco il calendario del girone…..di fuoco….

    https://www.inter.it/it/competizione/3

    Forza, forzissima Inter!

  149. Spero solo che potremo essere considerati almeno alla pari di “altri”, e quindi avere consistenti anticipi per amministrare al meglio le due competizioni…
    O è meglio se scrivo a Babbo Natale ?

  150. Mi attizzano molto le due in casa con Barca e PSV.
    A una delle due ci sarò!

    A M A L A

  151. Da squadretta di 4 fascia esordiamo alle 18:55. Che bello sarebbe asfaltarli a uno ad uno.
    Vedo già i titoli:
    Dalbert annulla Leo Messi, Dalbert annichilisce Kane,
    Ronaldo chiede la maglia a Dalbert.

    Che serate !

    • Buongiorno.
      Hai dimenticato : “Messi guarda ammirato Joao Mario dopo il secondo gol di tacco che completa la cinquina personale del fuoriclasse interista”…
      Vabbe’, va’… Scrivi anche tu a
      Babbo Natale 🙁

  152. Buongiorno a tutti.

    Scusate ma le parole di Florentino?

    Ci ha fstto passare per degli allezziti morti di fame!

    La ns società aveva subito risposto per le rime all’attacco del presidente della Liga

    Ora mi aspetto immediata risposta a Florentino.

    In fin dei conti sulla vicenda Modric ancora nessuno si è azzardato a dire una parola e credo che meriteremmo di sapere come è andata vista la tremenda illusione.

    E vi dirò, secondo me anche se non lo vogliono dar a credere, il nostro ambiente, intendo squadra e tecnico, potrebbero anche aver avuto un contraccolpo psicologoco con il suo mancato arrivo.

    • Fiorentino senza usare tanti giri di parole è un pezzo di merda, e l’ha dimostrato tante volte, in maniera ufficiale e in maniera ufficiosa. Che il Real sia la “juve d’europa” lo si è visto fin troppe volte con arbitraggi da ufficio inchieste e non solo.
      Fatta questa premessa doverosa, se ho capito bene, l’Inter lo voleva in prestito con diritto di riscatto a 40 o si che so milioni. Le merde si sono presentati con 100ml Cash da Fiorentino, che trovo cmq insultanti per il miglior attaccante del mondo, ma pur sempre 100ml sono per un 33enne che vuole andare via .
      Noi per dire abbiamo pagato di più JM , Dalbert la metà di Moric !!!
      Cioè tu te la vedi la signora del fustino che si sente dire :
      Le prendo il suo Moric e le do due Dalbert?
      Secondo me lo mandava affanculo pure in fascia protetta.

  153. Sei sicuro che il termine “allezziti” sia di certa e pronta comprensione a tutto il blog. ?
    Ahahahah…! Quando l’ho letto…mi aspettavo anche una vignetta de “Il Vernacoliere”, 🙁 🙁 🙁
    Comunque è giusto : o abbiamo fatto la figura dei cialtroni, infrangendo le regole e per di più senza portare a casa il risultato (cfr. “becchi e bastonati”), oppure siamo stati corretti, e allora ce lo dobbiamo “mangiare”.
    E questo a prescindere da eventuali pregressi comportamenti scorretti del Real. Non siamo fessi, ma non imitiamo i poco onesti…

  154. Modric…. vabbeh anche il mio correttore vuole fare incazzare Fiorentino.
    Moric chi???

  155. Da l’accademia del Cacciucco.

    Allezzito:
    “Persona povera ai minimi termini. L’espressione “sei un allezzito” è usata a Livorno anche per indicare una persona avara con gli altri o con se stesso.”

  156. mannaggia
    peggio di cosi potevano capitarci solo l’isis e il sassuolo

    sono curioso di sapere se nel frattempo hanno sistemato gli irrigatori

    vista la situazione se mi dite che si arriva a Baku quasi quasi firmo

  157. Ahahahah

    Si lo so, ogni tanto mi vengono fuori termini “locali”, e cerco pure di starci attento…….

    Le definizioni descritte da Javier in questo caso valgono entrambe.

  158. Intanto, a proposito di stili, la gobba non si smentisce mai.

    Ieri il suo giocatore più rappresentativo ha disertato le premiazioni per il miglior giocatore tra gli imbarazzi generali.

    Polifemo Marotta si è difeso attaccando.

    Cioè criticando la scelta di Modric come vincitore.

    Che tristezza di persone.

  159. Sento che qualcuno nell’ambiente Barca parla di rivincite.

    Qui se c’è qualcuno che deve avere una rivincita siamo noi.

    So che forse non abbiamo i giocatori adatti per avere bava alla bocca, ma il trattamento che si meriterebbero è questo.

    Mi riferisco ovviamente a due episodi che mi sono rimasti davvero indigesti.

    Uno è la bastardata di Busquets che se fosse in campo dal primo minuto andrebbe immediatamente azzoppato in una caviglia, ma ahimè The Wall non lo abbiamo più.

    Il secondo è l’avvio degli idranti atto a non permetterci di festeggiare in campo alla fine la meritata qualificazione.

    Insomma altro che rivincite, fossi in Pupi (non io, quello vero..), farei un bel discorsino nello spogliatoio, e che guerra sia.

  160. Un altro episodio che mi è rimasto molto indigesto ma molto, è il lancio della maglia di Balotelli….per dire

  161. Bologna – Inter 2-0

    ‘notte

  162. Delle 2 l’una : o abbiamo contattato direttamente il calciatore (ed è comportamento diffusissimo, ma federalmente scorretto), o lo abbiamo richiesto correttamente alla società (il prezzo lo fa chi vende, ma se chi vende lo ha fatto riducendo del 90 % la quotazione -cr7-, allora si deve aspettare che chi compra lo faccia cercando lo stesso trattamento -a quanto pare proposta di 50 milioni sui 750 della clausola );
    Perez sta pisciando fuori dal vaso ed è in difficoltà : potrebbe sempre chiedere l’intercessione del suo amicone lucianone Moggio, sembra che serva…

  163. Alcune considerazioni a ruota libera.
    Guardo la formazione che probabilmente domani pomeriggio sarà schierata a Bologna e mi chiedo:
    – perché comprare Politano e, soprattutto, Keita se li sacrifichiamo entrambi per far giocare Nainggolan dietro icardi e perisc?
    – perché spostare Skrniar a sinistra?
    – perché insistere su Vecino? Non sarebbe più logico Brozo e Nainggolan?
    Va be’, ora me ne sto zitto. Avevo bisogno di sfogarmi. Forza Inter!

  164. Stavo notando che con la partita di stasera, tutte e 4 le nostre concorrenti per la Champions avranno giocato già due scontri diretti su 3 partite giocate, cosa un po’ insolita, contro le zero nostre.

    Questo dà un peso ancora maggiore ai 5 punti persi in due partite abbordabili.

    Inutile dire quanto i 3 punti di domani, che si giochi bene o che si giochi male, debbano assolutamente esser portati a casa.

  165. Se ripropone la offesa a 5 comincio a incazzarmi pre, al di là del risultato, perché ci costringe a rinunciare ad un giocatore di più qualità in favore di un difensore_ Naingolaan lo vede e si vede trequartista, al di là dei moduli; il compare di Brozo sarà sempre uno tra Vecino e Gaglia, giacché uno migliore non l’abbiamo preso_
    Per ciò in quel ruolo,se proprio si vuole sperimentare, proverei Scrigno interno dx a fianco a Brozo, De Vriy- Miranda coppia difensiva_
    La frittata di toglierci l’unica certezza, cioè spostare Scrigno dal suo ruolo naturale di difensore centrale destro, Lucio la sta facendo dal precampionato..

  166. Solo gli altri segnano al 95°?

    Porca troia!

  167. Higuain cmq un giocatore davvero forte ma più che altro completo. Sa segnare, sa tornare indietro per far salire la squadra, e fa anche assist.

    Comincio a pensare che il colpo dell’estate sia più lui che Cr7

  168. Comincio a pensare che il 20enne Cutrone (l’anno scorso ha segnato ben 18 goal!) quasi tutti decisivi, è più forte di…

    No, non voglio dirlo.

  169. La fortuna aiuta gli audaci, i cugini ci hanno.provato fino alla fine e sono stati premiati_ La difesa a 5 della Roma altro fallimento, molto meglo quando hanno cambiato sistema: tattica squalificata dalla storia

  170. Entra Santon e gli altri vincono…
    Al di là di come ha giocato o meno…
    Ha una jella quel ragazzo…
    Buonanotte a tutti.

  171. Perchè non gioca Martinez?! Se é vero che si deve adattare alla serie A, come fa a farlo se non gioca? A me pare che all’estero se uno è forte gioca e punto, anche se ha 18 anni. Gabriel G. Cutigno, Mbappe. Mbappe in Italia sarebbe panchinaro.
    Ma poi anche Politano, uno dei migliori del primo tempo col Toro, me lo metti in panchina? Per giocare a 5? Col Bologna?
    Poi ho una domanda sul VAR. Ma sto protocollo è cambiato solo in Italia o anche negli altri campionati europei che lo utilizzano? So curioso.
    Grazie e scusate anche il mio di sfogo e sempre Inter!

  172. Buongiorno a tutti,

    anzi proprio per niente, visto il gol al 95′ di ieri sera e quello che sto leggendo stamani che già mi fa venire i nervi.

    Quello che dicono i giornalai, è di nuovo difesa a tre (io la odio con tutto me stesso), stesso modulo con il Ninja al posto di Politano, il giocatore più in forma in assoluto!!

    Io almeno per stasera invece spererei di ritornare a qualche certezza dello scorso anno quindi 4231 con i nuovi Asa Ninja e Politano nei ruoli di terzino sx, trequartista e esterno destro.

    Coppia di mediani Brozo e Gaglia che è quella che ha fatto meglio di tutti prima che si infortunasse l’ex Atalantino.

    Ma poi dico, se fosse vera la formazione dei giornali vorrebbe dire tenere in panca contemporaneamente Lautaro Keita e Politano e non sfruttare il potenziale di tutti questi giocatori a disposizione.

    Perché poi quando li mette?
    Conoscendo la lentezza dei cambi…

  173. Premesso che non è scontato buttare la palla dentro la rete (onore a Cutrone) il gol di ieri è stato inventato dal gordo che con un passaggio millimetrico rasoterra con i giri giusti ha messo Cutrone davanti alla porta. Un attaccante del suo calibro che al 95esimo quando sono tutti senza ossigeno al cervello ti inventa un assist così.
    Ovviamente la stampa parla solo di Cutrone, troppo scomodo parlare di quello che è stato scambiato per arrivare nientemeno che a Bonucci

  174. Invece per un modulo definitivo che dia più equilibrio mi piacerebbe un bel 433 che potrebbe rispecchiare le caratteristiche della nostra rosa, con Ninja e Brozo mezz’ale :

    …………………….Handa……………………………
    Dambro……Skrinjar….De Vrj……..Asa…….

    ……………………..Gaglia………………………….
    ……………Ninja……………….Brozo……………

    …..Politano…….Wanda……….Perisic

    Alternative:

    Keita titolare al posto di uno dei due esterni o Lautaro al posto di Wanda o uno dei due esterni.

    • Io sono convinto che il 433 è veramente adatto ai giocatori che abbiamo, però ci vuole coraggio perché è un modulo aggressivo e rischioso.
      I giocatori più sollecitati sono gli esterni che, nel nostro caso sono quelli che abbiamo in abbondanza, basta farli ruotare e magari prevedere 1 o 2 cambi in partita. Tra l’altro, non dimentichiamo Candreva che magari è un po’ ciuccio ma copre la fascia meglio di tutti gli altri.
      Per quanto riguarda la tua formazione, forse Vsaljko al posto di Dambro?

  175. @Gianfba

    Hai perfettamente ragione!!!

    Me lo ero proprio dimenticato.

    Vrsljko assolutamente titolare

  176. Prima delle prove di F1 (che semel in anno posso vedere in diretta, grazie alla RAI che non spende e a tutti gli italiani che invece non mangiano pur di avere tv oled da 900 pollici e 3.000 canali…), azzardo anche io una formazione, però – premetto – meno offensiva :
    Handanovic, Vrsalijko, Skriniar, De Vrij, Asamoah (se ce la fa, rima…), Brozovic, Gagliardini, Nainggolan, Politano (o Candreva o Keita, ma insomma sempre est. dx), Icardi, Perisic. Un 5-3-2 sulla carta che ha in attacco tutta la spinta di Vrsalijko e Asamoah sulle due fasce.
    Mi pare MOOOLTO equilibrata e forte al tempo stesso. No ?
    Avete tempo fino alle 17,30. Poi devo mandarla a Spalletti… 🙂

  177. Quoto la squadra di Pupi che è la più logica con la rosa a disposizione, e che è poi la stessa di Giorgio

    Vrsaliko non mi convince, preferisco D’Ambro o adattetrei Candreva, che in nazionale con Conte faceva il terzino

    Forse il vero problema è la funzionalità della coppia difensiva; Scrigno lo riporterei al centro dx, De Vriy si adattasse al centro sx sennò c’è Miranda

    • È vero. È quella di Pupi, con la differenza che io D’Ambrosio proprio non lo vorrei in formazione. E sono anche convinto che il croato sia molto meglio.
      Candreva terzino è stata una forzatura di un allenatore che non mi piace né poco né punto, come si dice dalle mie parti. Oltre a questo, penso che mettere Candreva terzino sia come mettere Maradona mediano.
      Scusate l’iperbolico paragone, ma non sapevo come esemplificare il fatto che un buon giocatore si adatta, ma è uno spreco per la squadra. Candreva nasce mezz’ala dx, poi lo hanno fatto giocare esterno. Metterlo in difesa è snaturare ancora il giocatore e mortificare l’uomo…

    • Per Skriniar a dx… 101% d’accordo.

  178. Effettivamente è come scrivi, Candreva terzino è un esperimento remoto della mia testa.. Sulla formazione il fatto è che Lucio la vede diversamente e, che quel che si dice nel pre gara, ci propinera’ la difesa a 5 per giocare a specchio contro PippoInzaghi, non proprio una idea coraggiosa_ Spero che la formazione reale sia un’altra

  179. Speriamo in Brozo… 🙂

  180. Ragazzi,

    Su Skrinjar siamo tutti d’accordo, ma il problema principale, oltre a scegliere tra destra e sinistra, è farlo giocare in una difesa a tre. È completamento diverso, sono quasi due sport diversi perché spesso ti ritrovi a fare l’uno contro uno sulla fascia e lui non ha proprio il passo.

    Stiamo rinunciando ad uno dei migliori centrali d’Europa per colpa dei cervelli degli allenatori e i loro moduli del c….

    Ma avete visto ieri sera la Roma che strazio con i tre difensori? Possibile che un allenatore non arrivi a capire che un centrale di 2 metri x2 come Fazio non si possa ritrovare a difendere sugli esterni del Bilan????

    • Vangelo…
      Ma purtroppo da anni, a furia di sentirsi chiamare maghi, si son convinti di esserlo e di provate sempre formule e trucchi.
      E molti son riusciti a far scomparire…la logica 🙁

  181. Alla fine della stagione scorsa ho disdetto sky per protesta.
    Qualcuno ha qualche link da suggerirmi dove vedere la partita ?

  182. @ Giorgio

    Per l’amor di Dio, i gobbi ci hanno vinto i campionati con la difesa a tre, e oltre ai magheggi arbitrali che non mancano mai bisogna riconoscergli che la difesa a tre l’hanno fatta con giocatori fatti apposta.

    Bonucci è un grande centrale impostatore di gioco ma più che altro Chiellini, che ha sempre occupato la posizione di sinistra è uno abbastanza veloce e prima di diventare difensore ha giocato dieci anni come terzino sinistro.

  183. Ho appena letto che Icardi si è infortunato e non gioca….
    Dovrebbe esserci Keita a posto suo. Porca miseria, Speriamo bene

  184. Incredibile la formazione ufficiale!!!!!
    Spalletti stava leggendo il nostro blog!!!

    Ahahaha

    Niente difesa a tre, Asamoah terzino sinistro, fuori Dalbert e modulo con esterni!!!

    Ora dobbiamo vincere altrimenti abbiamo fatto solo la figura dei tifosotti allenatori da due soldi.

    Ovviamente non conosco il motivo della scelta di Wanda fuori, se sia fisico o tecnico.

    • È il terzino dx che ci manca, senza dover desiderare Barzagli…
      E lo dici a ME come giocava Giorgino Chiellini ?!?! A uno che lo vedeva tutte le settimane ?!?! Tra l’altro…è nato…al S. Chiara, penso. Forse il padre medico non si fidava del ns. ospedale 🙁
      Battute a parte…perché vi stupite della formazione ?
      Non appena ho visto che eravamo d’accordo…l’ho mandata allo scarsocrinito di Certaldo 🙂
      Forza INTER !!!

  185. Bene, resta da vedere solo la posizione fi Scrigno

  186. Cioè: niente Maurito e niente Lautaro?

  187. non capisco spalletti
    proprio non lo capisco
    senza punte vere una partita che devi vincere..?

  188. Bologna – Inter 2-0
    ‘notte

  189. qualcuno sa come vedere su rai italia la partita? non ricordo chi, qui disse di aver seguito la partita in streaming lì, ma io non riesco a visualizzare il programma in onda

  190. beh sono contento: icardi e Martinez non giocano. Così possono riposare per il Brasile in cui saranno finalmente spremuti. Mica si chiamano Cristiano Ronaldo che può decidere quando e come rispondere alla convocazione della Nazionale. Forza Brasile e dell’Inter che ce ne frega a noi? Mica siamo interisti

  191. niente..risolto, ina arabo, ma sto vedendo.. Finalmante abbiamo Eros Ramazzotti in campo. Speriamo in lui

  192. @gibson3
    Rai italia è visibile solo all’estero, non sono riuscito a trovare il modo per poterla vedere.

    Questo è il link per vedere Bologna-Inter con Acestream, con commento non italiano.

    http://m.live3s.com/link-sopcast/bologna-vs-inter-milan-match1169482

    Forza Inter, sempre.

    P.S. Letto su FCInternews:

    Icardi e Martinez infortunati ieri per cui out oggi.

  193. Mah, l’arbitro è una barzelletta. Mi sa che anche quest’anno sanno come farci abbassare le orecchie

  194. Bologna – Inter 2-0

    ‘notte

  195. Ragazzi,

    se veramente abbiamo determinate ambizioni dobbiamo fare molto, ma molto molto molto molto molto di più!!

    Stiamo perdendo tutti i duelli individuali, io spero che la preparazione sia stata fatta per reggere in Champions altrimenti non si capisce.

    Loro difendono a 5, è veramente dura penetrare se non con una giocata individuale o tiro da fuori.

    Keita nelle poche giocate, ci ha fatto vedere che è un esterno e non un centrale ma oggi è scelta obbligata.

    Asamoah cosa ha?
    Ha fatto quaranta passaggi e tutti e 40 a quello dietro di sé, mai uno in avanti.

    Il Ninja palesemente fuori condizione.

    Difesa a 4 ma che difende a 3 e mezzo e e quindi Skrinjar si trova di nuovo sulla sinistra.

    Direte: anche lo scorso anno si difendeva a tre e mezzo ma sulla sx ci si trovava Miranda.

    A questo punto mi rassegno, evidentemente De Vrj col sinistro è ancora più scarso e Spalletti lascerà sempre Skrinjar in quella posizione.

    Svegliamoci dai perché qualsiasi risultato diverso dalla vittoria sarebbe tragico.

  196. In ogni caso, partita fra squadre di bassa classifica, purtroppo. Non vedo cuore e passione, né particolare intensità. Uffi, un altro anno da dimenticare?

  197. mi viene da piangere…. veramente…

  198. scusate ma Lautaro è infortunato?

  199. Si sono rotti gli argini

  200. forzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  201. boh secondo me non sa nemmeno Spalletti come ha fatto a vincerla…vorrei capire se Lautaro era infortunato o se ha scelto di non farlo giocare….in ogni caso è uno scandalo che senza capitano ci troviamo a giocare senza punte….fino al secondo gol penosi…poi non so se ci siamo rivitalizzati noi o se hanno mollato. loro….. comunque male male male….

  202. Alla buon’ora… Perdere punti con sta squadraccia mi avrebbe fatto proprio rosicare… Cmq forse tanto male non siamo, e non abbiamo ancora giocato una partita al completo, con Icardi+Ninja etc. ma il Bologna è una squadra che fa capire quanto sia dannoso il campionato a 20, questi coi gobbi non hanno neanche bisogno di scansarsi x quanto sono scarsi

  203. Mah io la vedo diversamente, un po’ sottoritmo, ma loro chiusi dietro col pullman.
    Normale faticare, specie senza Icardi. Appena Perisic ha alzato il ritmo abbiamo segnato. Poi si son sbilanciati e ciao. Meno male che non han segnato di testa 1 a 1.
    Per me bene.

  204. So di espormi a millemila commenti scaramantici, ma…dopo aver visto il 2° tempo col Sassuolo e col Torino, oggi mi son reso conto che non avrei trovato in tempo il link giusto per vederla tutta, e ho eroicamente deciso di NON vederla del tutto.
    “Fulgido esempio di attaccamento ai colori della Beneamata, s’impediva la visione, nonostante i sufficienti mezzi tecnici, contribuendo…”. Ecco, tra mille pernacchioni, co sta anche questa motivazione della benerenza al merito interista 🙂

  205. Non lasciamoci ingannare dal risultato, c’è da lavorare ancora molto…Intanto prendiamoci questi tre punti: abbiamo agganciato la Roma e siamo davanti al Bbilan.

  206. grazie neroazzurro-rosso, poi avevo risolto. !!

    cmq grandi cacchio, ci voleva !!!

  207. Keita avrebbe dovuto metterla dentro. Ma è tutto l’insieme che scricchiola: una squadra minimamente cazzuta nel primo tempo ci mangiava.

  208. Io sono contento anche x Candreva, che secondo me è stato criticato anche più di quel che meritava, quest’anno dico che può essere molto utile, non da titolare fisso ma il suo contributo lo può dare… Ok adesso spernacchiatemi! 🙂

    • Nono daccordissimo. Ti dirò di più, non mi stupirei diventasse titolare, io non sono ancora convinto di Politano, è certamente il ns futuro, non certo Candreva per ovvi motivi anagrafici, ma non ancora quest’anno.
      Secondo me… poi giochi chi vuole basta che giochi da Inter

  209. Voglio vedere il bicchiere mezzo pieno=
    1 portiere impeccabile, il migliore
    2 Politano è un tipo di gioicatore che mancava, gioca delle palle dentro fantastiche da cui non a caso è nato il primo gol, gran gol, del Ninja
    3 Spalletti ha fatto i cambi giusti! Magari ritroveremo il vero Candreva quest’ anno!
    Infine se Gagliardini non si emozionasse dentro l’area come un bambino..

  210. Se non altro stavolta siamo andati in crescendo, dopo un pessimo 1′ tempo…

    Una ripresa cazzuta, con il Ninja a sbloccarla e’ un gran bel segnale! Per non parlare del gol di Candreva…

    Ora i lavori in corso possono proseguire con un po’ di serenità.

  211. Secondo me siamo ancora deficitari di testa , ci spaventiamo troppo facilmente e ci viene il braccino corto al primo attacco veemente seppur sporadico dell’avversario. Sbagliati 100 passaggi facili, gli stessi che gli ultimi 10 min avrebbero fatto pure di tacco ad occhi bendati. Questo è un annoso problema.
    Detto questo la fotografia del Bologna è nell’azione che abbiamo cominciato da dietro 5 min dopo l’1 a 0 e con noi ancora nella ns metà campo loro erano in 11 nella loro metà campo.
    Così è obiettivamente difficile giocare, però questo vale per tutti…

    Ultima, non ho ancora capito, ma Lautaro è infortunato?

  212. Ma solo io ho visto in Gaglia il migliore in campo?

    Ovviamente con tutti i suoi limiti che purtroppo conosciamo…..

  213. scusate se insisto, ma girate tutti intorno a quello che ormai è evidente, se non vi bastano neanche i 3 infortunati di questa settimana per problemi muscolari mi arrendo

    ormai é una certezza e direi che tutti i dubbi sui moduli, formazioni, mancanza di centrocampisti etc. sono sicuramente legittimi, ma certi discorsi avranno un senso il giorno in cui potemo presentarci in maniera decente dal punto di vista fisico, li vedremo pregi e difetti, ma ora come ora pascoliamo in mezzo al campo a marce ridotte e andrebbe cambiato tutto

    ma dobbiamo farlo alla svelta perché inter-totthenam sarà decisiva,al momento la differenza di corsa tra noi e loro è imbarazante, ci doppierebbero e se perdiamo quella siamo di fatto quasi fuori….e dopo tutta la fatica per entrarci.

  214. gibson3
    scusami ma non ero a casa e non ho visto il tuo appello.
    Comunque io passo dal sito rojadirecta, poi scelgo, un po’ a casaccio, fra le possibilitá proposte nel menù a tendina dell’evento desiderato.
    La scorsa settimana sono finito su RaiItalia (dove il commento era scandalosamente contro l’Inter) , ma altre volte sono finito su canali francesi o spagnoli o arabi.

  215. Gagliardini è senplicemte l’unico mediano,incontrista della rosa e non ce squadra al mondo in cui non giochi almeno un incontrista per dare equilibrio.

    quindi finche non ne prendono uno piu bravo di lui deve giocare sempre

  216. @Mareintempesta

    Lo so che dovremmo sbrigarci, il problema è che ora i nazionali se ne vanno e quando torneranno ci saranno in tre giorni campionato e Spurs!!

    Questo certo non aiuterà nell’amalgama di una squadra che al momento non ha una propria identità né fisionomia.

    Tra l’altro subito messi a confronto contro una squadra come gli Spurs (unica squadra a non aver fatto mercato), che fa proprio del collettivo e l’organizzazione la propria forza.

  217. Aggiornamento su Lautaro Martinez

    Intervistato da Sky nel post partita, Luciano ha detto che pure Lautaro non era al meglio…

    E’ andato in panca perché stava meglio di Icardi, ma poi ha preferito non rischiarlo.

  218. Pupi 72
    aldila del collettivo degli spurs super rodato ripeto che la mia prima preoccupazione in questo momento é fisica non tattica.

    i 3 affaticati di questa settimana(i 2 argentini e dambrosio) sono eloquenti

    la sosta potrebbe essere un problema vero ma se il mancio non rompe le balle, i nostri tengono duro per gli argentini naingo non va in nazionale…magari é l’occasione per sistemare buona parte della squadra

    certo che come se non bastava il duro sorteggio pure il calendario subito con la partita chiave

  219. Non leggo commenti sulla partita di oggi pomeriggio, allora, cosa pensate della nostra “plusvalenza” Zaniolo, convocato addirittura in Nazionale?

  220. Non ho resistito.
    Mi mancava il calcio, così ho acceso il tablet, attivato dazn e…ho visto il 2° tempo dei gobbi.
    Sono imperdonabile…
    Oh, Fortebraccio, liberami da questo sortilegio !
    Però mi è stato utile per vedere che la stragrande differenza tra le squadre (dei parmigiani si salvava il solo Inglese, gli altri hanno sbagliato cose da far sembrare Ranocchia…Beckenbauer, e NON scherzo), sommata ad un arbitraggio sottilmente “non ostile” verso i gobbi (niente di eclatante, ma tanti falli fischiati contro il Parma se li poteva risparmiare, e Cuadrado poteva serenamente essere espulso) mi ha fatto leggere i punti che ci separano come NON del tutto reali.
    Il Parma di stasera è largamente la squadra più debole che ho visto da un bel po’…

  221. l’Inter è una squadra di pazzi scatenati, da sempre, xò sani..negli ultimi anni di infortuni onestamente ce ne sono stati pochi, anche con lo staff Spalletti.
    che succede?

  222. Effettivamente sono abbastanza preoccupanti tutti questi problemi muscolari: perfino Skriniar, che l’anno scorso non aveva perso un minuto, ha saltato la prima partita, Naingolan pare che ieri abbia accusato di nuovo fastidio, Icardi bene o male è uno che gioca praticamente sempre, poi Lautaro, D’ambrosio… Mah! Avranno caricato di più la preparazione x evitare cali fra qualche mese come l’anno scorso, ora speriamo che si possa usare la sosta x mettere un po’ di cose a posto, e che le nazionali non rompano le palle come al solito con le loro inutilissime amichevoli

  223. La partita di ieri esalta in maniera eclatante la volubilità del calcio e di conseguenza della vita , della quale il popolare sport è metafora acclarata.
    Una partita di calcio che è stata una continua “sliding doors” , noi lenti e dominanti ma a sbagliare davanti, loro che potevano andare benissimo in vantaggio e poi nel finale pareggiare quando poi sarebbe stato difficile per noi portare a casa la vittoria.
    Il risultato ( giusto nelle dimensioni solo per quanto riguarda il divario tecnico in campo) non ci deve ingannare : ci è andata bene e la differenza sta tutta , a dispetto del calcio “gioco di squadra” dall’avere in campo un uomo di classe, grinta e volontà superiori.

    p.s.Lato scaramanzia. Dalle nostre parti si sta verificando un fenomeno preoccupante per la compagna di mio figlio (devota interista). Ogni qual volta si disinteressa della partita l’Inter va in vantaggio. Nel decisivo scontro con la Lazio, delusa dall’andamento della partita a metà del secondo tempo decise di andare a fare una doccia. Se il 18 affronteremo il Tottenham sarà per quello?
    Ieri, idem, poichè stavamo vedendo la partita a casa mia, irritati dalla lentezza dell’azione interista a metà del secondo tempo hanno i ragazzi decidono di tornare a casa loro. Nainggolan, a questo punto, non ha potuto fare altro che dare seguito.

  224. Allora abbiamo capito tutto: oltre alla contro-gufata di Fortebraccio, la nuora di Flavio deve disinteressarsi della partita e Giorgio spegnere il tablet (e bere una minerale gasata Perrier…) 😀

  225. E allora tante docce per la nuora. E fa niente se sembra il titolo di quelle commediole sexy dei primi anni settanta, quando i ragazzi del pubblico attendevano speranzosi il momento della doccia…

  226. Mi sembra che tutto sommato sia più probabile e logico vincere giocando bene che infilare tutta la serie di scaramanzie varie.

  227. i gobbi le stanno vincendo tutte e devono ancora affrontare le squadre formato tappeto(la prima a partire dalla prossima) far scendere in campo gli orsato al momento giusto e stanno aspettando un certo Ronaldo che non penserete per davvero che non segnerà a grappoli, non scherziamo, anche il nostro fenomeno(assai piu forte tra l’altro) si sblocco dalla quinta e poi sappiamo…quindi si lotta per secondo terzo e quarto posto che uguali sono.

    quindi dove voglio arrivare?
    semplice, non facciamo scherzi con il Parma, turn over pesanteo, che quella partita conta poco o nulla mentre pochi giorni dopo ci giochiamo la championns

    si fanno 38 partite per entrarci e non dobbiamo uscire il 18 settembre perche quella è la partita dell’anno.
    in casa loro ne vinci 1 ogni 10, ne pareggi un paio se ti va bene altrimenti la si perde…mentre in casa nostra li abbiamo sempre suonati, bisogna vincerla a tutti i costi al massimo pareggiarla se vogliamo avere speranze di passare.

  228. Comunque: è vero che è prematuro dare dei giudizi ora, dopo 3 partite su 38, ma chi pensava che CRcoso facesse 40 gol anche al primo anno nel campionato italiano, FORSE si occupa di altri sport 🙂

  229. Un risultato rotondo come quello di ieri non dovrebbe dar pretesto a discussioni di sorta: un tre a zero, per di più in trasferta, qualunque sia la squadra avversaria, che appartiene comunque alla massima divisione, dissipa dubbi e dà ali alla speranza, in attesa delle prove estremamente impegnative che ci attendono alla ripresa. Insomma, utilizzando la metafora del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, il bicchiere, almeno per chi non ha visto la partita , più che mezzo pieno , apparirà quasi colmo, ma per chi, come me , e come credo tutti noi, l’ha vista imprecando per almeno i tre quarti all’inconsistenza della squadra, ai tentativi sterili di abbattere il muro di gomma, col rischio che il solito contropiede punisse immeritatamente la nostra squadra, il bicchiere già mezzo vuoto appare un giudizio fin troppo generoso. Il fatto è che la nostra squadra è ancora lontana da un assetto soddisfacente, per una molteplicità di ragioni che, anche più numerose rispetto agli anni passati, rendono di difficile lettura l’avvio e il rispettivo giudizio: siamo grandi (nelle previsioni di tanti gli unici in grado di gareggiare coi primi della classe) o solo in grado di poter aspirare al quarto posto dopo un accidentato cammino come la scorsa stagione? Una volta si diceva, quando una squadra non funzionava, “senza ali non si vola”, alludendo al fatto che il gioco, intasato al centro, non permetteva sbocchi efficaci agli attaccanti. Nel nostro caso di ali ne abbiamo anche troppe, quello che da qualche anno manca è il motore del centrocampo, vedovo anche di Rafinha, per non dire dei nomi prestigiosi tanto promessi e rimasti sulla carta , e senza un centrocampo efficiente non solo non si vola , ma si rischia di finire nella palude di centroclassifica, risultato che dopo le speranze alimentate nel precampionato sarebbe un’autentica beffa. La speranza è che, dopo la sosta, recuperati tutti gli assenti , sia possibile all’allenatore trarre , dalle deludenti prime tre partite , le opportune considerazione, chiarendosi e chiarendoci le idee sui numerosi dubbi a mio parere ancora da sciogliere (l’utilizzazione migliore dei nuovi acquisti, come Keita, come Lautaro, come lo stesso Asamoah, ottimo centrocampista nelle partite precampionato, in campionato utilizzato in ruoli marginali, e anche dei vecchi, come di Skriniar, non a suo agio spostato a sinistra, o come Borca Valero, a mio parere ancora utile come metronomo a centrocampo, almeno finché non si sarà trovato un giocatore del livello e della classe di Rafinha, come avvenne lo scorso anno, o di Candreva, troppo in fretta accantonato, o di Gagliardini, appena sufficiente come mediano di contenimento, ma del tutto inadeguato come costruttore di gioco, come dello stesso Brozovic, ottimo come mediano basso ma confusionario in una posizione avanzata). Insomma, siamo ancora in fase di costruzione, quando incalzano partite decisive. Troppo tardi? Nel campionato italiano è deciso in partenza solo il titolo. Tutto il resto si scoprirà vivendo ( e giocando).

  230. Il tempo per assestarci lo abbiamo, i punti a disposizione idem, certo la qualità mancante in mezzo al campo no, quella non ce la darà nessuno, almeno che non si riprenda Rafinha a gennaio.

    Il Napoli credo che potrà essere di nuovo l’anti gobbi, non so che campionato farà la Lazio, e ho visto venerdì sera tutta la partita Bilan Roma, e dal punto di vista tecnico non credo ci possano essere superiori.

    Giusto dare meriti ai cugini e a Gattuso visto che all’ 80°, nonostante la squadra fosse stanca ed era più vicina a perderla che a vincerla, piuttosto che infoltire il centrocampo si è inventato l’ingresso di una seconda punta ed alla fine il coraggio è stato premiato.

    Meriti anche al favoloso assist del Pipita, ma per come la penso io, se la partita finisce al 95′ e a 94,20” la palla è sui piedi della difesa della Roma, se nei successivi 40 secondi viene fuori un gol è unicamente demerito di quella squadra perché non esiste a 30 secondi dalla fine fare un passaggio di 10 metri lì vicino piuttosto che spazzarla in tribuna.

    Detto ciò, ripeto, più che la squadra in sé e per sé, se proprio devo invidiare qualcosa ai cugini è la genialata della rèunion di ex calciatori.

    Gattuso è anima e grinta (e lo si vede), Leonardo e Maldini, ai quali si è appena aggiunto Kaka, sono le menti.

    Non personaggi qualsiasi, trattasi di persone serie, competenti, che conoscono bene l’ambiente, che sanno come si vince, ma ancor più importante, sanno come ci si comporta.

    Sui gobbi boh, penso che quest’anno non convenga neanche gufare, stanno giocando da schifo (tifosi disperati e sull’orlo di una crisi di nervi!), ma vincono lo stesso.

    Forse quest’anno prenderanno qualche gol in più, ma hanno un potenziale offensivo fuori dalla norma, a partire già dai terzini che quest’anno sono ali aggiunte, e quindi un gol più dell’avversario rischieranno di farlo sempre.

    Ora prendiamoci una pausa grazie alle ……. simpaticissime nazionali.

    A proposito ho letto su un articolo che forse Spalletti dovrà lasciare fuori dalla lista uno dei due tra Gaglia e Vecino??

    Possibile?
    Chiedo a qualcuno che ne sa di più di illuminarmi perché sarebbe veramente assurdo.

  231. La scelta dei 19 per la pista Champions non sarà solo per motivo tecnici

    Inter, la lista Champions incombe: Spalletti medita tagli eccellenti
    https://amp.calciomercato.com/news/inter-la-lista-champions-incombe-spalletti-medita-tagli-eccellen-31320

  232. mah, tanti pareri discordi ma tutti d’accordo che nel primo tempo abbiamo fatto piangere e che nel secondo ci è voluta una magia di naingolan per ammazzare una squadra di zombie. IL problema, per noi, secondo me, resta. Non abbiamo giocatori che sappiano dettare l’azione, tranne il Ninja ovviamente, ma quest’anno ha troppi problemi muscolari. Forse per questo ce lo ha dato la ROma?
    A proposito: com’è che la Juve alza la voce e impedisce ai suoi giocatori di andare in nazionale se servono a loro, mentre noi non li facciamo giocare in campionato e consentiamo che giochino, mezzi infortunati, nelle loro nazionali? NOn è che la risposta a questo quesito spiega il perché noi siamo dove siamo e loro sono dove, purtroppo, sono da 8 anni?

  233. Si può essere sportivi; si può essere juventini… Ma NON le due cose contemporaneamente…
    Ah, difficile che possa interessarvi, ma ho deciso di fare un test : sacrificando la prima partita degli amaranto sul dufficile campo di Pescara, nell’esordio dell’ancor più difficile campionato di serie B… Ne vedrò il secondo tempo sul tablet.
    Brrrrrr….

  234. Chevvelodicoaffa’… 🙁

  235. Una cosa che ho appena scoperto: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/27/juventus-agnelli-fa-il-marchese-del-grillo-e-la-serie-a-diventa-uno-zerbino/4583542/ (quando pensi che hanno già raggiunto il livello massimo di stronzaggine ma riescono a raggiungere un livello ancora maggiore)

  236. La soluzione c’è, ed è persino banale : i tifosi delle altre squadre (TUTTE le altre) versano un contributo alla Lega, pari al valore globale della gobba.
    Poi si fa un bel campionato nuovo con quella che in quel momento è in testa alla serie B, e questi brutti ultimi decenni di prepotenze saranno solo un brutto ricordo…

  237. Sempre più felice di aver disdetto MP e di non aver ceduto alle lusinghe di Sky. Lo streaming funziona in maniera dignitosa e non mi rompo più gli zebedei ad ascoltare i vaneggiamenti dei pappagalli prezzolati che fanno i commentatori,
    MA, dulcis in fundo, non do più soldi a questo carrozzone vergognoso con le sue regole, collusioni e mafioserie varie che hanno contribuito in maniera determinante a far diventare il campionato di serie A una farsa con lo scudetto assegnato alla 3 giornata.
    Vogliono i cartelloni vicino alla porta? Aspetta che la gente si rompa i coglioni a decine, centinaia di migliaia e gli stracci gli abbonamenti TV così ci possono mettere le foto degli agnelli vicino alle porte.
    Un utopia? Si forse, ma oggi i MIEI soldi non li beccano, e questo mi fa star già meglio .
    Buona giornata e Juve merda a tutti.

  238. Ieri pomeriggio mi è capitato di vedere la partita del Barcellona, e all’inizio per la curiosità di conoscere la reale consistenza di questa squadra, nostri futuri avversari, che molti danno in decadenza irreversibie, poi affascinato dal grandissimo calcio espresso dalle due squadre. Il punteggio esagerato a vantaggio del Barsa non deve far ritenere quella degli avversari una squadra materasso, ma una squadra tosta, una specie di Sassuolo spagnolo, bene organizzata e che per tutto il primo tempo ha tenuto testa agli illustri rivali, passando in vantaggio e una volta raggiunta e superata, inseguendo riducendo lo svantaggio e riportandosi in gioco. Nel secondo tempo, il Barsa, forse stimolata dall’impegno mai domo degli avversari, ha preso a giocare ad altissimo livello. Dico la verità, da anni non assistevo ad una esplosione di gran gioco come quello espresso dagli spagnoli, con azioni a tutto campo, un ritorno al calcio totale ereditato dagli olandesi, con naturale sfogo nel trio degli attaccanti Messi Suarez Coutinho che ritengo non abbia paragone, per velocità di movimenti, per raffinatezze tecniche e per intesa con altri presenti in squadre di tutti i continenti. Mi son venuti i brividi nel pensare che nel giro di qualche settimana la nostra difesa se li troverà di fronte: se Spalletti non la registrerà al meglio, prevedo macelli. Una settimana fa, poi, ho seguito la partita del Tottenham nel campo dell’United, e la vittoria rotonda parla da sola. La squadra inglese non è paragonabile a quella spagnola, anche per il tipo di gioco che la caratterizza, fondato sulle doti atletiche e sulla velocità di gioco e la rapidità di smarcamenti tipici della scuola anglosassone piuttosto che sulle raffinatezze tecniche e sulla perfezione manovriera degli spagnoli. E di nuovo mi vengono i brividi a pensare una simile squadra contrapposta alla nostra, che si muove con la lentezza di un bradipo, poverissima di schemi collaudati e di automatismi che invece fanno la forza degli inglesi . Insomma, se Spalletti non riuscirà a fare il miracolo di rimettere in sesto la baracca, portandola almeno al gioco decoroso sciorinato in fin di stagione, rischiamo umilianti sconfitte. A chi ritiene che è già tanto il partecipare alla gran festa della Champions, ricordo che non siamo il Sassuolo o il Frosinone, ma siamo l’Inter, e dobbiamo tener alta la considerazione che ci siamo guadagnati attraverso una storia gloriosa.
    Infine una postilla circa il paragone C.R. Messi che ci ha perseguitato tutta l’estate, a tutto vantaggio del primo, esaltato come il giocatore principe dei nostri tempi, anzi di tutto il secolo. Chi lo ritiene , si vada a veder la partita di ieri sera, quali meraviglie ha saputo inventare il giocatore argentino, capace di creare gioco e di finalizzare il proprio e l’altrui, ad un livello per il quale io non so trovare paragoni, neppure nei grandissimi del secolo passato. Credo che siamo di fronte, e siamo fortunati, al giocatore più perfetto che abbia calcato i campi di calcio. Vi giuro ( seguo il calcio da settant’anni) non ho mai visto un simile fenomeno, oggi nel pieno della sua maturità, un autentico artista imparagonabile (e credo irripetibile per molte generazioni).

  239. scenario evidente :
    i gobbi vinceranno lo scudetto #quarantordici le altre lotteranno x i posti CL

    scenario insopportabile : BBilan al posto ns in champions, ovinidi che la vincono

  240. Ieri sera ho visto Sassuolo – Genoa e ho preparato il pallottoliere per la partita di Torino dopo il turno della nazionale.

    Migliore occasione per CR7 per sbloccarsi non ci sarà!

    E noi contro questa difesa (che ha preso 5 gol nelle altre due giornate) non abbiamo fatto nulla !!!!

  241. Ormai pjanic is the new lichtsteiner, non viene espulso neanche se amputa una gamba a un avversario

  242. scettico hai perfettamente ragione in tutti i sensi
    in particolare su Messi
    molto, ma molto più forte e continuo di Maradona.
    Che in nazionale non abbia inciso ricorda solo che ogni dio, che non sia Dio, è imperfetto e ce lo tiene vicino a noi umani.

  243. Avevo un amico…
    Stavamo giocando a Risiko in una di quelle serate d’autunno, quelle che smorzano anche le più recondite pulsioni verso tutto ciò che è altro. Eravamo in quattro, forse cinque bambini in corpi da uomini, e stavamo trascinando il gioco da ore. Il viola era uscito quasi subito, dopo essersi suicidato contro una mia enclave gialla posizionata in Cita. Toccò al mio ex amico. Colore verde. Strafottente come il numero di carrarmati che aveva posizionato in Ucraina. Palese l’intenzione, palesemente stronzo lui (anche se allora era mio amico). Cominciò a conquistare l’Asia, spazzando via ogni colore. Nel suo delirio di potenza, non si accorse di sbagliare un posizionamento. Un errore stupido, che un’anima bella gli stava facendo notare, subito zittito da me e da un altro irriducibile. Un errore che forse gli avrebbe impedito di vincere. Che sicuramente gli impedì di vincere, facendo scattare gli inevitabili sfottò, anche del viola che era venuto ad assistere alla vittoria annunciata. Fu allora che capì il motivo per cui avevamo zittito l’utilie (a lui), idiota che lo stava avvertendo e fu allora che con una sventagliata di dorso di mano spazzo’ via carrarmati e serata. Questo mio amico era ed è “simpatizzante juventino”, per usare le sue parole. Talmente stupido da non capire che avrebbe comunque vinto il turno dopo. Qualcuno dirà: “È un caso”… Certo: è un caso che accade sempre. Sempre.

    P.S. Non è più mio amico per motivi che esulano da quella serata, anche se simili nel modo. Questi sono fatti così: devono vincere sempre e a tutti i costi.

  244. Io gioco da sempre con “i verdi”, ma non ricordo di aver mai giocato con simpatizzanti gobbi.
    O almeno non hanno mai fatto “outing”…

  245. Notizia attesa : la FIFA ha comunicato all’Inter e al Real che non ci sarà alcun supplemento di indagine circa la presunta scorrettezza della Beneamata col giocatore “blanco” L. Modric. Motivo : insussistenza di fatti.
    E’ del tutto ovvio che sarebbe eccessivo aspettarsi le scuse, e non conterebbero neppure granché, ma non posso fare a meno di tornare indietro con la memoria : mi è rimasto DAVVERO di traverso quello sparlare del compianto G. Facchetti da parte di tanti ignoranti che volontariamente o per cialtroneria confondono la non procedibilità con l’insabbiamento…
    Scusate. Proprio non riesco a farmela passare…

    • Apri una ferita aperta, Giorgio. Se essere tifosi ha un senso, se riversare un aspetto del proprio vivere in una squadra conta qualcosa, il silenzio “ufficiale” di quei giorni ha reso purulento quello sfregio simbolico. Un inno è solo un insieme di belle parole su un pentagramma, una bandiera un pezzo di stoffa colorata, la patria un pezzo di terra al di qua di una linea immaginaria, a dividerla da una terra uguale. Ma se invece i simboli hanno un senso, difendere la memoria di Giacinto Facchetti da quelle iene era un dovere. Chi apriva bocca per infangare doveva essere querelato per diffamazione, chi osava paragonare quell’uomo, colpevole solo di essere la nostra bandiera, agli squalificati a vita, doveva essere trascinato in tribunale. Meglio spendere soldi così piuttosto che per Forlan, o Kuzmsanovic. Intransigenza, inflessibilita’. Abbiamo lasciato il figlio da solo, e alla fine si sono autoconvinti che i danneggiati sono stati loro, incastrati furbamente da quelli che “Non vincete mai”. Basta leggere la posta ad Italo Cucci nell’ultimo numero del Guerin Sportivo per constatarlo appieno. Italo Cucci ha risposto abbastanza correttamente, a un tifoso di “quelli là” che ci descriveva come gli unici artefici di calciopoli. Secondo loro, noi tramavamo, pagavamo e ci sporcavamo per… far vincere loro. Neanche Von Masoch sarebbe arrivato a tanto. Ma loro sì…

    • Chiedo scusa per l’incipit della mia risposta. Potrebbe essere intesa come ardita iperbole o simbolico ripetersi di stati d’animo perenni nello stillicidio di una ripetizione… No: “Apri una ferita aperta” è una cappella che neanche Michelangelo avrebbe potuto concepire. Chiedo umilmente perdono, ma sono stato male da piccolo.

  246. Bene, Florentino ricoperto di sterco. Come meritava.

  247. Io aspetto l’esito della querela a quell’altro cojone di tebas

  248. E però, quasi a volermi stuzzicare ancora ( ma non sono certo così importante…lo scrivo solo perché avevo citato nel mio intervento precedente proprio la stessa cosa ) ecco che titolo recita “la FIFA assolve l’Inter”.
    Non occorre essere magistrati di Cassazione per comprendere che l’assoluzione avviene – se nel caso – alla fine di un procedimento giudiziario, mentre qui si accerta che un procedimento proprio non inizia neppure.
    E’ sgradevole, ecco. Inutilmente sgradevole.
    Che volete che vi dica ?!?! Non riesco proprio a “digerirla”…

  249. Purtroppo è ufficiale.
    Gaglia fuori dalla lista.

    Affronteremo tutta la Champions con l’unico mediano Vecino, che in realtà non lo è nemmeno.

    • si fa davvero fatica a capire questa esclusione

      Gagliardini e Nainggolan nei rispettivi ruoli sono gli unici elementi della rosa che non hanno cambi

      non mi capacito davvero, avrei rinunciato paradossalmente meglio a Scrigno ed Icardi,fai giocare Miranda e Martinez per dire, ma affronatre Barcellona e Tottenham senza un mediano mi sa di suicidio

  250. Fanculo a Florentino, come merita, e fine della storia.

    Poiché mi interessa di più il campo da gioco, la mancata espulsione di Pjanic e’ la cosa che mi ha fatto veramente incazzare…

    Ho ancora una ferita aperta dopo Inter-Orsato dell’anno scorso, eppure sembra non cambiare nulla…

    Proprio non ce la fanno a tirare fuori il rosso contro quelli là.

    • è cosi e non ce niente da fare
      hanno disinnescato anche il var al punto che ormai sono circa 2 mesi che non viene piu utilizzato, ossia da quando entrarono in difficoltà rischiando di perdere il campionato

      poi quest’ anno non possono permettersi di perdere con Ronaldo, sarebbe uno sputtanamento troppo grande

      e intanto pur giocando di merda, meglio di noi certo, ma sempre di merda parliamo, sono avanti di cinque, ma con il var acceso vi informo che probabilmente oggi saremmo entrambe a 7 punti, si,entrambi promi a 7 punti!
      ….poi sono piu forti e a fine campionato probabilembte ci staccherebbero di tot punti, intanto pero a termini di regolamento ,capovolgi i rigori a reggio emilia, lasciali in 10 dppo pochi minuti a parma dove hanno sofferto molto e probabilmente oggi saremmo pari

      e ma noi si gioca male quindi giusto prenderlo nel culo….

  251. Antonio Candreva= al di là del gol basta vederlo in faccia_ Almeno a me dà sensazioni positive oggi, dopo 5 minuti col Bologna, che non mi aveva mai trasmesso nei due anni scorsi_
    A questo punto comincio a pensare seriamente di vedere prina il secondo gol di Candreva che un nuovo post di Settore!

  252. Sulla lista Champions penso che anche Lucio avrebbe rinunciato piuttosto ad un portiere, ce ne sono ben quattro, o a Ranocchia; ma evidentemente c’erano problemi col fair play, tali da dovere tagliare per forza valori nominali per oltre 20 milioni_

  253. Eh, no…a questo proprio non ero preparato…
    Dobbiamo tener conto del FPF anche nel predisporre la lista per la coppa ?
    E magari c’è anche un vincolo…tipo…di peso, che non possono essere più di un tot vestiti da gioco, come in F1 ?!?!
    Aiutooooo… Wolf, dove sei ?!?!

  254. Non ho assolutamente conoscenza delle leggi che governano la jungla calcistica; mia unica premura è di essere rispettoso delle leggi, fino a quando non vengono cambiate, senza consentire all’andazzo tipicamente italiano, nello sport, ma soprattutto nella politica, di partecipare alla loro formulazione, magari in una posizione preminente e decisiva, e poi il giorno dopo contestarle rumorosamente, come frutto di immaginari complotti e palesemente ingiuste. Quindi anche le norme che regolano numeri e caratteristiche dei calciatori che parteciperanno alla Champions mi sembra di scarsa utilità contestarle, almeno finché non verranno cambiate. Non ritengo nemmeno contestabile la scelta della società, stretta nella morsa dei numeri: se, come mi sembra di aver capito, la scelta doveva essere fatta tra i tre giocatori Vecino, Candreva e Gagliardini, l’esclusione dolorosa di Gagliardini mi sembra la più logica per una molteplicità di motivi. Confesso che, pur apprezzando il giocatore come persona e anche per il suo modo di muoversi in campo, sempre a testa alta , e mai tirandosi indietro di testa e di piede negli scontri con gli avversari, fin dalla sua apparizione in campo nerazzurro l’ho giudicato gravemente carente sui fondamentali, carenze che nasconde solo quando è in piena condizione atletica che nella stagione solo raramente raggiunge e conserva. Intendiamoci, è una opinione personale, che però è condivisa anche da Spalletti, che spesso relega il giocatore in panchina, pur avendo la squadra bisogno come il pane di un giocatore forte mediano di contenimento, essendo Bronzo e Vecino piuttosto leggeri come interdittori, anche se provvisti di un bagaglio tecnico nettamente superiore. Avrà l’allenatore tenuto conto anche della consistenza tecnica delle squadre con le quali dovrà combattere nel girone per il passaggio di turno, squadre di grande spessore tecnico soprattutto in attacco. Ritengo che Spalletti vorrà rinforzare il centrocampo in Coppa, arretrando il belga da trequartista a mediano di contenimento per meglio proteggere la difesa, perché proprio lì avrà bisogno la squadra di un grande interdittore, ma anche di un atleta che sappia governare la palla, senza buttarla via alla viva il parroco. Discuto spesso le scelte, non condividendole, di Spalletti, ma in questo caso sono perfettamente d’accordo con lui. Poi, a posteriori, ne diremo peste e corna, ma per il momento mi sembra una scelta azzeccata.