Settore Inter blog

Il sito non ufficiale dell'interismo moderno

Maggio 30, 2020
di settore
8 commenti

Uomini che piacciono alle donne / 2

Dal lontano Friuli ecco S., in arte Lothar, posare felice con il suo nuovo acquisto davanti a una monumentale libreria. Cioè, non c’è nulla fuori posto: sarà vera? O sarà uno di quei poster che vendono su Wish a 5 dollari? Oppure: quanto tempo ha trascorso a sistemarla prima di farsi scattare la foto? Nella modalità “rudo sotto il tappeto”, pare che a sinistra ci siano scaffali pieni di “Le Ore mese” buttati a cazzo, e a destra una raccolta di dvd porno da far invidia al mostro di Milwaukee. S., cioè Lothar, sarà presto protagonista anche della serie “Il Triplete è (anche) merito mio” con un racconto corredato da una foto strepitosa. Dopodichè gli consegnerò la password del blog e gli dirò: “Vabbe’, vai avanti tu, se ci tieni così tanto”.

Debbo concedere al mio amico L. – il popolare Er Pomata delle gufate, l’Uomo che non si spettina mai, protagonista nel libro del capitolo “Via Massaua” – un secondo passaggio in questa rubrica di grande successo. Anche perché questa foto lo ritrae in una delle sue espressioni fisiche più genuine, a metà tra il barone di Beautiful Mountain e il sultano dell’Oltrepo Saudita. Tra le tante cose che questa merda di virus ci ha negato, c’era un mega party alla “The Wolf of Wall Street” nel giardino del suo buen retiro, un baccanale nerazzurro in cui io avrei affettato salami e firmato autografi e lui avrebbe tacchinato donne. So che il progetto non è del tutto tramontato. Nel caso, vi faremo sapere. Astenersi juventini.

Torniamo nel Friuli, anzi, no, cazzo, scusate, nella Venezia Giulia (so che sono terribilmente permalosi su questa cosuccia). M. mi scrive da Trieste non appena il corriere gli ha consegnato il libro (Etelpirt Li Oim Otirem E’, deve averlo comprato su Ibs Indonesia) e dopo aver bullizzato la sorella per farsi scattare questa foto densa di pathos. M. ha uno strano modo per dimostrarsi ospitale: “Ehi amico, so che hai l’ossessione delle nutrie. Se un giorno passi da Trieste andiamo a trovarle al rio Ospo. E’ un canale navigabile pieno di merda dove vivono e si riproducono con tanto di cibo dato dalla gente del posto, perchè come sai non sono bestie invasive, nooooo, sono tanto belle. Bleah. Ah, comunque il libro mi piace”. Boh, dovessi mai passare per Trieste, un giretto con M. al rio Ospo non me lo toglie nessuno. Perché io credo in #nutriamoleacasaloro

COMUNICAZIONI DI SETTORE. Facciamo durare l’anniversario del Triplete un po’ di più? Così, alla buona, tra amici. Mandatemi le foto e la storia del vostro Triplete, del vostro 22 maggio, robe così. Avete difficoltà con la lingua italiana? Avevate 5 alla Scuola Radio Elettra? La vostra prof quando vi vede si mette a ridere? Non temete, se vi fidate sistemo io. Dai, su, quando ci ricapita di festeggiare? Quindi, se volete scrivere qualcosa del vostro Triplete, scrivete copiosi. E se volete sottoporvi alla gogna mediatica della rubrichetta di successo “Foto dei lettori alla ricerca di facile notorietà sfoggiando il simpatico volumetto”, fotografatevi o fatevi fotografare. Poi mandate il tutto a r.torti@gmail.com e tutta una filiera in crisi per questa merda di virus cinese simbolicamente vi ringrazierà. Io vi ringrazierò di sicuro, amici.

MILANO (NEW!). Agli amici e alle amiche di Milano (che vivono a Milano, che frequentano Milano, che lavorano a Milano, che hanno parenti a Milano, che fanno shopping a Milano, che fanno sport a Milano, che hanno l’amante a Milano, che vanno a farsi fare massaggi dalle cinesi a Milano) sono lieto di annunciare che alla fine della settimana prossima, tipo dal 5 o 6 giugno, il libro sarà disponibile alla Libreria dello Sport di via Carducci. Vi farò sapere con maggiore precisione.

INFORMAZIONI DI SERVIZIO. Sto scrivendo a palla come non mi capitava da decenni, e in calce ogni volta ho messo tutte le info, ma qualcuno continua a chiedermi: scusa, dove cazzo trovo ‘sto libercolo? E quindi lo ripeto per la settecentesima volta. Nella sua versione cartacea il libro è presente in libreria a Pavia e Voghera, le due città più importanti del mio piccolo mondo, ed è in vendita on line su Ibs.it e anche su Libreria Universitaria, LaFeltrinelli e Unilibro. Su Ibs. it c’è scritto “disponibile in tre settimane”: in realtà, è ormai accertato da numerose segnalazioni che arriva molto ma molto prima. Poi c’è la versione eBook che è disponibile tipo su Ibs, Amazon, Mondadori Store, Kobo, Libreria Universitaria, Librerie.Coop, Hoepli, Il Libraccio, LaFeltrinelli, Rizzoli e siti del genere. Infine, se proprio non ce la fate (e io vi capisco, anzi, vi ammiro per la vostra resistenza: ma lasciatevi andare, vivaddio!, si vive una volta sola) potete scrivere direttamente all’editore, giorgio.macellari@alice.it , e ricevere soddisfazione: nel senso che Giorgio – uomo efficiente se ce n’è uno, ed è pure interista – vi spiega la rava e la fava e il libro cartaceo ve lo spedisce anche in un batter d’occhio (dietro pagamento, immagino. E’ il mercato, direbbe Keynes).

share on facebook share on twitter